UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA"

Transcript

1 All. E al bando di ammissione in data 27 settembre II GRUPPO Art. 1 Tipologia L Università degli studi di Pavia attiva, per l a.a. 2011/2012, presso la Facoltà di Ingegneria, Dipartimento di Ingegneria Idraulica e Ambientale, il Master Universitario di I livello in Ingegneria della sicurezza (safety engineering). Il master è svolto in collaborazione con il Centro Interdipartimentale Salute e Sicurezza nei Luoghi di Lavoro. Art. 2 - Obiettivi formativi e funzioni del corso Il Master Universitario ha lo scopo di formare professionisti altamente qualificati, con una solida preparazione nell ambito normativo e tecnico sui problemi della sicurezza industriale e dei cantieri, in grado di effettuare un analisi dei rischi e di progettare, attuare e gestire interventi di tipo strutturale e/o organizzativo volti a ridurre i rischi e ad incrementare la sicurezza sui luoghi di lavoro. Il programma formativo del Master, oltre a dare una preparazione ad ampio spettro sulle problematiche tecniche della sicurezza nei luoghi di lavoro, è organizzato anche in modo da consentire agli allievi in possesso dei necessari requisiti, previo superamento del relativo esame, l acquisizione delle seguenti abilitazioni professionali: - Coordinatore per la progettazione e l esecuzione lavori; - Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione. Si valuterà, inoltre, sulla base delle esigenze espresse dagli allievi e in relazione al numero delle eventuali richieste, la possibilità di introdurre nell ambito della programmazione didattica uno specifico percorso finalizzato all acquisizione dell abilitazione, previo superamento del relativo esame, alle certificazioni antincendio ex Legge 818/84. Sbocchi professionali Le figure professionali, molto richieste dal mercato del lavoro e formate con il Master, sono: - Coordinatore per la progettazione e l esecuzione dei lavori - Responsabile del Servizio Prevenzione e Protezione (RSPP) - Responsabile del sistema integrato di qualità e sicurezza dell ambiente - safety auditor - consulente in sistemi di gestione della sicurezza - esperto nella progettazione antincendio Alcune di queste figure professionali sono specificatamente contemplate dalla legislazione vigente in materia di sicurezza sul lavoro e per queste è prevista una specifica abilitazione professionale. Pertanto, gli sbocchi professionali sono ad ampio spettro e riguardano, oltre alla libera professione, l impiego presso studi professionali, aziende ed Enti che necessitano di tecnici altamente qualificati nell ambito della sicurezza. Collaborazioni esterne Il Master potrà essere organizzato con la collaborazione dei seguenti Enti con i quali saranno stipulate apposite convenzioni: - ASL Servizio Prevenzione Sicurezza Ambienti di Lavoro - INAIL sede provinciale di Pavia - Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali: Direzione Provinciale del Lavoro - Ministero dell interno: Corpo provinciale dei Vigili del Fuoco - Unione degli Industriali della Provincia di Pavia (Gruppo Giovani Industriali) - Ordine degli Ingegneri della Provincia di Pavia 1

2 Art. 3 - Ordinamento didattico Il Master Universitario è di durata annuale e prevede un monte ore di 1500 articolato in: didattica frontale, esercitazioni, attività didattiche sul campo presso Aziende pubbliche e private, attività di studio e preparazione individuale. All insieme delle attività formative previste, corrisponde l acquisizione da parte degli iscritti di 60 crediti formativi universitari (C.F.U.). La frequenza da parte degli iscritti alle varie attività formative e' obbligatoria per almeno il 75% del monte ore complessivamente previsto. Il periodo di formazione non può essere sospeso. Non sono ammessi trasferimenti in master analoghi presso altre sedi universitarie. I Moduli di insegnamento sono così organizzati: Moduli/ SSD 1) Legislazione sulla sicurezza e contratti di lavoro IUS/07, IUS/17 2) Attività antropiche e rischi FIS/01, CHIM/03, CHIM/04, CHIM/07, MED/42, ING-IND/31, ING- IND/33, ING- INF/02, FIS/07 Contenuti Legislazione sulla sicurezza: Conoscenze di base relative alla legislazione in materia di sicurezza e salute sul lavoro. Analisi dell evoluzione della normativa comunitaria e nazionale, con particolare riferimento al Testo Unico (D.Lgs. 81/2008) e alla Legge sugli appalti e sui lavori pubblici. Responsabilità civili e penali delle varie figure coinvolte. Il sistema della prevenzione, dei controlli pubblici e delle sanzioni in materia di sicurezza Presentazione di casi applicativi. Contratti di lavoro: Tipologia e struttura dei contratti di lavoro. Il sistema dei controlli e delle sanzioni in materia di regolarità delle posizioni lavorative. Presentazione di dati e statistiche relative all evoluzione degli infortuni sui luoghi di lavoro a livello nazionale e internazionale. Il sistema di gestione della sicurezza: linee guida UNI- INAIL Rischi legati alla presenza di cancerogeni e mutageni: Analisi delle problematiche relative alla presenza di sostanze cancerogene e/o mutagene; procedure di misura in campo e strumentazione; misure per la riduzione dell esposizione Rischio chimico: Analisi dei problemi di inquinamento da liquidi, gas, vapori, fumi, nebbie, procedure di misura in campo e strumentazione; misure per la riduzione dell esposizione. Etichettatura Rischio da polveri aerodisperse: Analisi dei problemi di inquinamento polveri aerodisperse, procedure di misura in campo e strumentazione; misure per la riduzione dell esposizione. Rischi fisici: Analisi dei problemi di inquinamento da rumore e vibrazioni; videoterminali; procedure di misura in campo e strumentazione; misure per la riduzione dell esposizione. Rischio da radiazioni ionizzanti/non ionizzanti e da campi elettromagnetici: Ore didattica frontale Ore esercitazioni / laboratorio Ore studio individuale Totale ore C. F.U. 2

3 3) Elementi di analisi statistica dei dati e misurazione dei rischi. SECS-S/01 4) Elementi di medicina del lavoro, psicologia del lavoro ed ergonomia MED/44, M-PSI/06 Analisi dei problemi di rischio da radiazioni ionizzanti/non ionizzanti e da campi elettromagnetici; procedure di misura in campo e strumentazione; misure per la riduzione dell esposizione. Rischi biologici: Analisi dei problemi di rischio da sostanze ed elementi biologici. Rischio elettrico: Principi generali di sicurezza elettrica. Rischi (contatti diretti ed indiretti, sovracorrenti, fulmini). Norme tecniche. Dispositivi di protezione. Verifiche. Misure. Strumentazione. Visite pratiche con misure di messe a terra. Casi di studio: analisi di incidenti e delle responsabilità. Rischio meccanico: Analisi dei rischi di tipo meccanico legati all uso di macchine e attrezzature. Rischio per cadute dall alto: Analisi dei rischi connessi con i lavori in quota e le cadute dall alto. Rischio organizzazione lavoro: Movimentazione manuale dei carichi. Movimentazione merci. Apparecchiature di sollevamento e mezzi di trasporto. Elementi di analisi statistica dei dati Organizzazione dei dati. Statistica descrittiva, metodi di campionamento e statistica inferenziale. Analisi statistica dei dati. Analisi multidimensionali. Metodi di classificazione e di previsione Misurazione dei rischi Strutture delle basi di dati per la misurazione dei rischi. Analisi statistiche descrittive. Misure ordinali dei rischi. Misure quantitative dei rischi. Integrazione delle misure ordinali e quantitative. Valutazione predittiva sell affidabilità e della sicurezza. Elementi di medicina del lavoro Conoscenze di base della medicina del lavoro con particolare riferimento ai rischi di malattie dovute alla esposizione ad agenti chimici, fisici e biologici. Conoscenze di base relativamente al pronto soccorso. Aspetti normativi e istituzionali della sorveglianza sanitaria. Elementi di psicologia del lavoro Genesi comportamentale dell incidente. Analisi delle fonti di errore e dei bisogni di formazione. Sindromi da affaticamento. Anomalie nelle relazioni. Stress lavoro correlato, mobbing, burn-out e rischi connessi sull efficienza organizzativa, sul comportamento di sicurezza del lavoratore e sul suo stato di salute. Pari opportunità. Elementi di ergonomia Elementi di biomeccanica con particolare riferimento alle posture lavorative. L approccio ergonomico nell impostazione dei posti di lavoro e delle attrezzature. L approccio ergonomico nell organizzazione aziendale. La movimentazione manuale dei carichi

4 5) Gestione integrata della sicurezza e tecniche di comunicazione SECS-P/13, ICAR/10, IUS/20 6) Fisica Tecnica Ambientale ING-IND/11 7) Prevenzione e protezione incendi ICAR/09, ICAR/10 8) Organizzazione e sicurezza dei cantieri ICAR/10, ICAR/11 Gestione integrata della sicurezza Modelli organizzativi aziendali per la gestione della sicurezza. Barriere architettoniche e sensoriali Definizioni e introduzione alla normativa. Barriere architettoniche; barriere sensoriali; proposte di soluzioni negli edifici storici; proposte di soluzioni negli edifici di nuova realizzazione Dispositivi di protezione individuale (DPI) Caratteristiche, scelta e utilizzo dei DPI Elementi di tecniche di comunicazione La comunicazione interpersonale sul luogo di lavoro; organizzazione e comunicazione; fonti e strumenti della comunicazione interna; il ruolo della comunicazione nella costruzione di una cultura della sicurezza; strumenti di informazione su salute e sicurezza. Qualità dell ambiente di lavoro con particolare riferimento ai problemi di fisica tecnica ambientale (microclima, condizioni termo igrometriche, illuminotecnica, acustica); indici di confort e metodi di misura. Prevenzione e protezione incendi Obiettivi e fondamenti della prevenzione incendi Fisica e chimica dell incendio. Norme tecniche di prevenzione incendi e loro applicazione. Tecnologia dei materiali e delle strutture protezione passiva. Tecnologia dei sistemi e degli impianti protezione attiva. Legislazione generale. Esercitazioni pratiche o visite tecniche presso attività soggette ai controlli di prevenzione incendi. Rischi di esplosione Tipologia delle esplosioni (fisiche, chimiche). Caratteristiche di infiammabilità dei materiali. Sorgenti di innesco. Sistemi di prevenzione e protezione. Danneggiamento strutturale da incendio o sisma Conseguenze degli incendi e dei sismi sui materiali da costruzione e sulle strutture. Analisi e interventi nelle emergenze. Interventi di riparazione. Organizzazione dei cantieri Organizzazione dei cantieri. Tipologie cantieristiche e macchine. Sicurezza dei cantieri mobili e temporanei Valutazione dei rischi in relazione alla tipologia del cantiere e alle scelte progettuali. Rischi negli scavi, nelle demolizioni, nelle opere in sotterraneo e in galleria. Rischio amianto. Piani di sicurezza e di coordinamento. Valutazione dei costi in funzione dei risultati attesi ed ottenuti. Rischi in attività complesse Esempi di redazione dei piani di sicurezza per diverse tipologie di cantiere

5 9) Elementi di sicurezza del territorio e rischio ambientale da rilascio di prodotti inquinanti ICAR/02, ICAR/03 Elementi di sicurezza del territorio Analisi dei principali rischi presenti nel teritorio (rischio idraulico, rischio sismico). Sistemi di prevenzione e protezione. Rischio ambientale da rilascio di prodotti inquinanti Tipologia delle sorgenti e classificazione dei rilasci. Valutazione delle conseguenze e dei danni. Interventi Totale ore parziale Esperienze sul campo 25 1 Prova finale 75 3 Totale ore Art. 4 - Valutazione dell apprendimento La valutazione dell apprendimento viene effettuata durante il corso, a opera dei docenti che tengono le lezioni e le esercitazioni, svolgono i seminari ed i laboratori e seguono il lavoro degli studenti. Art. 5 - Conseguimento del Titolo A conclusione del Master, ai partecipanti che hanno svolto tutte le attività ed ottemperato agli obblighi previsti, previo il superamento di un esame finale consistente nella redazione e discussione di un piano di sicurezza, verrà rilasciato il Diploma di Master di I livello in Ingegneria della Sicurezza (Safety Engineering). Art. 6 - Docenti Gli insegnamenti del Master saranno tenuti da docenti dell Università degli Studi di Pavia e da esperti esterni altamente qualificati. Art. 7 - Requisiti di ammissione Il Master è rivolto a chi abbia conseguito il: 1. diploma di laurea/laurea specialistica, ai sensi del D.M. n. 509/1999, in una delle seguenti classi: N 4 Classe delle lauree in SCIENZE DELL ARCHITETTURA E DELL INGEGNERIA EDILE N 8 Classe delle lauree in INGEGNERIA CIVILE E AMBIENTALE N 9 Classe delle lauree in INGEGNERIA DELL INFORMAZIONE N 10 Classe delle lauree in INGEGNERIA INDUSTRIALE N 21 Classe delle lauree in SCIENZE E TECNOLOGIE CHIMICHE N 25 Classe delle lauree in SCIENZE E TECNOLOGIE FISICHE N SNT/04 Classe delle lauree in PROFESSIONI SANITARIE DELLA PREVENZIONE N 4/S Classe delle lauree specialistiche in ARCHITETTURA E INGEGNERIA EDILE N 20/S Classe delle lauree specialistiche in FISICA N 25/S Classe delle lauree specialistiche in INGEGNERIA AEROSPAZIALE E ASTRONAUTICA N 26/S Classe delle lauree specialistiche in INGEGNERIA BIOMEDICA N 27/S Classe delle lauree specialistiche in INGEGNERIA CHIMICA N 28/S Classe delle lauree specialistiche in INGEGNERIA CIVILE N 29/S Classe delle lauree specialistiche in INGEGNERIA DELL AUTOMAZIONE N 30/S Classe delle lauree specialistiche in INGEGNERIA DELLE TELECOMUNICAZIONI N 31/S Classe delle lauree specialistiche in INGEGNERIA ELETTRICA N 32/S Classe delle lauree specialistiche in INGEGNERIA ELETTRONICA N 33/S Classe delle lauree specialistiche in INGEGNERIA ENERGETICA E NUCLEARE N 34/S Classe delle lauree specialistiche in INGEGNERIA GESTIONALE N 35/S Classe delle lauree specialistiche in INGEGNERIA INFORMATICA 5

6 N 36/S Classe delle lauree specialistiche in INGEGNERIA MECCANICA N 37/S Classe delle lauree specialistiche in INGEGNERIA NAVALE N 38/S Classe delle lauree specialistiche in INGEGNERIA PER L AMBIENTE E IL TERRITORIO N 74/S Classe delle lauree specialistiche in SCIENZE E GESTIONE DELLE RISORSE RURALI E FORESTALI. N 77/S Classe delle lauree specialistiche in SCIENZE E TECNOLOGIE AGRARIE N 86/S Classe delle lauree specialistiche in SCIENZE GEOLOGICHE N 62/S Classe delle lauree specialistiche in SCIENZE CHIMICHE N SNT/04/S Classe delle lauree specialistiche in PROFESSIONI SANITARIE DELLA PREVENZIONE 2. diploma di laurea/laurea magistrale, ai sensi del D.M. n. 270/2004, in una delle seguenti classi: N L7 Classe delle lauree in INGEGNERIA CIVILE E AMBIENTALE N L8 Classe delle lauree in INGEGNERIA DELL INFORMAZIONE N L9 Classe delle lauree in INGEGNERIA INDUSTRIALE N L17 Classe delle lauree in SCIENZE DELL ARCHITETTURA N L23 Classe delle lauree in SCIENZE E TECNICHE DELL EDILIZIA N L27 Classe delle lauree in SCIENZE E TECNOLOGIE CHIMICHE N L30 Classe delle lauree in SCIENZE E TECNOLOGIE FISICHE N L/SNT4 Classe delle lauree in PROFESSIONI SANITARIE DELLA PREVENZIONE N LM4 Classe delle lauree magistrali in ARCHITETTURA E INGEGNERIA EDILE- ARCHITETTURA N LM17 Classe delle lauree magistrali in FISICA N LM-20 Classi delle lauree magistrali in INGEGNERIA AEROSPAZIALE E ASTRONAUTICA N LM-21 Classe delle lauree magistrali in INGEGNERIA BIOMEDICA N LM-22 Classe delle lauree magistrali in INGEGNERIA CHIMICA N LM-23 Classe delle lauree magistrali in INGEGNERIA CIVILE N LM-24 Classe delle lauree magistrali in INGEGNERIA DEI SISTEMI EDILIZI N LM-25 Classe delle lauree magistrali in INGEGNERIA DELL AUTOMAZIONE N LM-26 Classe delle lauree magistrali in INGEGNERIA DELLA SICUREZZA N LM-27 Classe delle lauree magistrali in INGEGNERIA DELLE TELECOMUNICAZIONI N LM-28 Classe delle lauree magistrali in INGEGNERIA ELETTRICA N LM-29 Classe delle lauree magistrali in INGEGNERIA ELETTRONICA N LM-30 Classe delle lauree magistrali in INGEGNERIA ENERGETICA E NUCLEARE N LM-31 Classe delle lauree magistrali in INGEGNERIA GESTIONALE N LM-32 Classe delle lauree magistrali in INGEGNERIA INFORMATICA N LM-33 Classe delle lauree magistrali in INGEGNERIA MECCANICA N LM-34 Classe delle lauree magistrali in INGEGNERIA NAVALE N LM-35 Classe delle lauree magistrali in INGEGNERIA PER L AMBIENTE E IL TERRITORIO N LM73 Classe delle lauree magistrali in SCIENZE E TECNOLOGIE FORESTALI E AMBIENTALI N LM69 Classe delle lauree magistrali in SCIENZE E TECNOLOGIE AGRARIE N LM74 Classe delle lauree MAGISTRALI in SCIENZE E TECNOLOGIE GEOLOGICHE N LM54 Classe delle lauree MAGISTRALI in SCIENZE CHIMICHE N LM/SNT4 Classe delle lauree magistrali in PROFESSIONI SANITARIE DELLA PREVENZIONE 3. diploma di laurea secondo il previgente ordinamento in: ARCHITETTURA CHIMICA INGEGNERIA SCIENZE FORESTALI SCIENZE FORESTALI E AMBIENTALI GEOLOGIA 6

7 Il n massimo degli iscritti è previsto in n 30 unità Il n minimo per attivare il corso è di n 20 iscritti. Il Collegio Docenti potrà altresì valutare se sussistano le condizioni per ampliare il suddetto contingente di posti. Nel caso in cui il numero di aspiranti sia superiore a quello massimo previsto, verrà effettuata, da parte di una Commissione composta dal Coordinatore e da due docenti del Master, una selezione e formulata una graduatoria di merito, espressa in centesimi determinata sulla base dei seguenti criteri di valutazione: Fino ad un massimo di punti 30 per Il voto di laurea, così ripartiti: - 10 punti per votazione di laurea < di 100/110; - 20 punti per votazione di laurea da 100/110 a 110/110; - 30 punti per votazione di 110/110 e lode) Fino ad un massimo di punti 30 per il titolo di studio, così ripartiti: - 30 punti per laurea specialistica, magistrale o del previgente ordinamento; - 20 punti per laurea Fino ad un massimo di punti 40 per il colloquio tendente a valutare la preparazione del candidato nelle materie di base delle discipline tecnico-scientifiche. Il colloquio si intende superato con una votazione minima pari a 24/30. In caso di ex aequo all ultimo posto disponibile in graduatoria sarà ammesso il candidato più giovane di età. In caso di rinuncia di uno o più candidati, i posti resisi disponibili saranno messi a disposizione dei candidati che compaiono nella graduatoria finale, fino ad esaurimento dei posti stessi, secondo la graduatoria di merito. Art. 8 - Termine di presentazione delle domande di ammissione I candidati devono inviare la domanda di ammissione secondo le modalità stabilite dal bando a decorrere dal 5 ottobre 2011 ed entro il termine del 30 novembre Art. 9 - Contributo di ammissione L iscritto al Master dovrà versare per l a.a. 2011/2012 la somma di 3.500,00 comprensiva di: 14,62 (imposta di bollo), 6,90 (quota per Assicurazione integrativa infortuni), 127,00 ( Rimborso spese per servizi agli studenti ), 2,00 ( Fondo cooperazione e conoscenza ). Tale importo si versa in un unica rata all atto dell immatricolazione. Art Sostegni economici L Istituto Nazionale per l Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro (INAIL) contribuirà al funzionamento del master mediante l erogazione di contributi finalizzati alla copertura di 20 quote di iscrizione nella misura pari al 50% delle stesse. Tali contributi saranno assegnati sulla base di una graduatoria di merito formulata con i criteri di selezione stabiliti all'art. 7. I beneficiari saranno in ogni caso tenuti al versamento dell intera quota di iscrizione e verranno successivamente rimborsati dalla Segreteria Organizzativa. Art. 11 Sito web della segreteria organizzativa di cui all art. 7 del bando di ammissione Qualsiasi comunicazione ai candidati verrà resa nota mediante pubblicazione al seguente sito web del Dipartimento di Ingegneria Idraulica e Ambientale, sito web: 7

8 Per informazioni relative all organizzazione del corso: Segreteria organizzativa Università degli Studi di Pavia - Dipartimento di Ingegneria Idraulica e Ambientale- Via Ferrata, Pavia Ing. Luigi Franchioli Tel Fax

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA Servizio Qualità della Didattica e Servizi agli Studenti

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA Servizio Qualità della Didattica e Servizi agli Studenti All. B al bando di ammissione pubblicato in data 15/10/2015 ART. 1 - TIPOLOGIA L Università degli studi di Pavia attiva, per l a.a. 2015-16, il Master Universitario di I livello in Esperto in comunicazione

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA Servizio Qualità della Didattica e Servizi agli Studenti

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA Servizio Qualità della Didattica e Servizi agli Studenti All. G al bando di ammissione pubblicato in data 15/09/2014 Art. 1 - Tipologia L Università degli Studi di Pavia attiva, per l a.a. 2014/2015, il Universitario di I livello in Terapia manuale e osteopatia,

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA Servizio Qualità della Didattica e Servizi agli Studenti

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA Servizio Qualità della Didattica e Servizi agli Studenti All E al bando di ammissione pubblicato in data 30/10/2015 ART. 1 - TIPOLOGIA L Università degli Studi di Pavia attiva per l a.a. 2015/16 il corso di Master universitario di II livello in Ingegneria Clinica

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA All. F al bando di ammissione del 8 settembre 2011 - I gruppo Art. 1 - Tipologia L Università degli studi di Pavia attiva, per l a.a. 2011/2012, presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia, Dipartimento

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA Servizio Qualità della Didattica e Servizi agli Studenti

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA Servizio Qualità della Didattica e Servizi agli Studenti All. B al bando di ammissione pubblicato in data 29/09/2014 Art. 1 - Tipologia L Università degli studi di Pavia attiva, per l a.a. 2014/2015, il Corso di perfezionamento in Scienze per le investigazioni

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA All. H al bando di ammissione pubblicato in data 0/0/0 Art. - Tipologia L Università degli Studi di Pavia attiva per il biennio accademico 0/0, presso la Facoltà di Scienze MM.FF.NN., Dipartimento di Biologia

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA All. D al bando di ammissione pubblicato in data 15/10/2012 Art. 1 - Tipologia L Università degli studi di Pavia attiva, per l a.a. 2012/2013, presso la Facoltà di Giurisprudenza, Dipartimento di Giurisprudenza,

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA Servizio Qualità della Didattica e Servizi agli Studenti

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA Servizio Qualità della Didattica e Servizi agli Studenti All. F al bando di ammissione pubblicato in data 0/11/01 ART. 1 - TIPOLOGIA L Università degli Studi di Pavia attiva per l a.a. 01/0, il Master Universitario di II livello in Progettazione e Sviluppo dei

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA All. A al bando di ammissione pubblicato in data 31/07/2012 Art. 1 Tipologia L Università degli Studi di Pavia attiva, per l a.a. 2012/2013, presso la Facoltà di Scienze MMFFN, Dipartimento di Biologia

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA All. F al bando di ammissione pubblicato in data 0//0 Art. - Tipologia L Università degli Studi di Pavia attiva, per il biennio accademico 0-0, presso il dipartimento di Biologia e Biotecnologie Lazzaro

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA All. I al bando di ammissione in data 27 settembre 2011 - II GRUPPO Art. 1 Tipologia L Università degli studi di Pavia attiva, per l a.a. 2011/2012, presso il Collegio Universitario S.Caterina da Siena,

Dettagli

Il sistema legislativo: esame delle MOD 2 4 FORMAZIONE IN AULA normative di riferimento.

Il sistema legislativo: esame delle MOD 2 4 FORMAZIONE IN AULA normative di riferimento. N MODULO TITOLO MODULO CONTENUTI DURATA TIPOLOGIA DI FORMAZIONE L approccio ala prevenzione attraverso il D. Lgs. 81/08 per un La filosofia del D. lgs. 81/08 in riferimento alla organizzazione di un sistema

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA Servizio Qualità della Didattica e Servizi agli Studenti

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA Servizio Qualità della Didattica e Servizi agli Studenti All. B al bando di ammissione pubblicato in data 14/11/2014 ART. 1 - TIPOLOGIA L Università degli Studi di Pavia attiva per l a.a. 2014/2015, il Master Universitario di I livello in Infermiere di Famiglia

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA Servizio Qualità della Didattica e Servizi agli Studenti

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA Servizio Qualità della Didattica e Servizi agli Studenti All. A al bando di ammissione pubblicato in data 15/09/2014 Art. 1 Tipologia: Master universitario di II livello in Nutrizione Umana L Università degli Studi di Pavia attiva per l a.a. 2014/2015 il master

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA Servizio Qualità della Didattica e Servizi agli Studenti

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA Servizio Qualità della Didattica e Servizi agli Studenti All. E al bando di ammissione pubblicato in data 15/10/2015 ART. 1 - TIPOLOGIA L Università degli studi di Pavia attiva, per l a.a. 2015/2016, presso il Dipartimento di Scienze del Farmaco Sezione di Farmacologia,

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA Servizio Qualità della Didattica e Servizi agli Studenti

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA Servizio Qualità della Didattica e Servizi agli Studenti All. A al bando di ammissione pubblicato in data 30/09/2015 ART. 1 - TIPOLOGIA L Università degli studi di Pavia attiva, per l a.a. 2015-16, il Master Universitario di I livello in Infermiere specialista

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA All. D al bando di ammissione pubblicato in data 22/10/2014 ART. 1 TIPOLOGIA E istituito per l a.a. 2014/2015, il Master Universitario di II livello abilitante per lo svolgimento delle funzioni di medico

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA Servizio Qualità della Didattica e Servizi agli Studenti

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA Servizio Qualità della Didattica e Servizi agli Studenti All. C al bando di ammissione pubblicato in data 22/10/2014 ART.1 - TIPOLOGIA L Università degli Studi di Pavia attiva, per l a.a. l a.a. 2014/2015, presso il Collegio Universitario S.Caterina da Siena,

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata FACOLTA DI MEDICINA E CHIRURGIA MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO in MANAGEMENT IN TECNICHE DELLA PREVENZIONE E SICUREZZA SUL LAVORO PER LE FUNZIONI DI COORDINAMENTO

Dettagli

CORSO DI FORMAZIONE MODULO A PER RESPONSABILI E ADDETTI AL SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE (RSPP E ASPP)

CORSO DI FORMAZIONE MODULO A PER RESPONSABILI E ADDETTI AL SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE (RSPP E ASPP) CORSO DI FORMAZIONE MODULO A PER RESPONSABILI E ADDETTI AL SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE (RSPP E ASPP) Premessa Il Responsabile del Servizio Prevenzione e Protezione (RSPP), come definito nel D.Lgs.

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA Servizio Qualità della Didattica e Servizi agli Studenti

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA Servizio Qualità della Didattica e Servizi agli Studenti All. A al bando di ammissione pubblicato in data 29/09/2014 Art. 1 - Tipologia L Università degli studi di Pavia attiva per l a.a. 2014/2015 il Corso di perfezionamento in Diagnosi e Trattamento dei Disturbi

Dettagli

Università degli Studi di Enna Kore Facoltà di Ingegneria ed Architettura Anno Accademico 2015 2016

Università degli Studi di Enna Kore Facoltà di Ingegneria ed Architettura Anno Accademico 2015 2016 Facoltà di Ingegneria ed Architettura Anno Accademico 2015 2016 A.A. Settore Scientifico Disciplinare CFU Insegnamento Ore di aula Mutuazione 2015/16 ING-IND/06 6 Analisi dei rischi e organizzazione della

Dettagli

PROGRAMMA CORSI SICUREZZA

PROGRAMMA CORSI SICUREZZA PROGRAMMA CORSI SICUREZZA 1 Formazione Generale Lavoratori Destinatari: Tutti i lavoratori. Dipendenti a tempo indeterminato e determinato, apprendisti, soci lavoratori di cooperativa, associati in partecipazione,

Dettagli

La formazione dei Responsabili e degli addetti del Servizio Prevenzione e Protezione delle aziende bancarie

La formazione dei Responsabili e degli addetti del Servizio Prevenzione e Protezione delle aziende bancarie La formazione dei Responsabili Fondamentale Presentazione Il percorso formativo è abilitante e rivolto ai responsabili e agli addetti del servizio Prevenzione e protezione delle aziende bancarie e finanziarie

Dettagli

La formazione dei Responsabili e degli addetti del Servizio Prevenzione e Protezione delle aziende bancarie

La formazione dei Responsabili e degli addetti del Servizio Prevenzione e Protezione delle aziende bancarie La formazione dei Responsabili Fondamentale Presentazione Il percorso formativo è abilitante e rivolto ai responsabili e agli addetti del servizio Prevenzione e protezione delle aziende bancarie e finanziarie

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA Servizio Qualità della Didattica e Servizi agli Studenti

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA Servizio Qualità della Didattica e Servizi agli Studenti All. B al bando di ammissione pubblicato in data 16/11/2015 ART. 1 - TIPOLOGIA L Università degli Studi di Pavia attiva, per l a.a. 2015/2016, il Master Universitario di II livello in Genetica Oncologica,

Dettagli

All. C al bando di ammissione pubblicato in data 11 settembre 2013 ART. 1 - TIPOLOGIA L Università degli Studi di Pavia attiva, per l a.a. 2013/2014, presso il Dipartimento di Sanità Pubblica, Medicina

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA All. H al bando di ammissione in data 27 settembre 2011 - II GRUPPO Art. 1 Tipologia L Università degli studi di Pavia attiva, per l a.a. 2011/2012, presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia, Dipartimento

Dettagli

PROGRAMMA. TITOLO ARGOMENTI TEMPI Modulo A 1. 4 ore. Presentazione del corso

PROGRAMMA. TITOLO ARGOMENTI TEMPI Modulo A 1. 4 ore. Presentazione del corso PROGRAMMA Modulo A 1 Presentazione del corso L approccio alla prevenzione attraverso il D.Lgs. 626/94 per un percorso di miglioramento della sicurezza e della salute dei lavoratori. Il sistema legislativo:

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA All. B al bando di ammissione pubblicato in data 23/09/2013 Art. 1 - Tipologia L Università degli Studi di Pavia attiva, per l a.a. 2013/2014, presso il Dipartimento di Scienze Clinico- Chirurgiche, Diagnostiche

Dettagli

Safety Services s.r.l.

Safety Services s.r.l. Safety Services s.r.l. Consulenza per la Gestione della Sicurezza nei Luoghi di Lavoro Sistemi Qualità, Ambiente, Igiene degli Alimenti, Privacy Corsi di Formazione Aziendale Sede Legale: Via Petrarca

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA All. C al bando di ammissione pubblicato in data 18/10/2013 Art. 1 - Tipologia L Università degli Studi di Pavia attiva, per l a.a. 2013/2014, presso il Dipartimento di Medicina Interna e terapia Medica,

Dettagli

ARGOMENTO. Criteri e strumenti per la valutazione dei rischi. Documento di valutazione dei rischi.

ARGOMENTO. Criteri e strumenti per la valutazione dei rischi. Documento di valutazione dei rischi. 1 Soc. Accreditata come ENTE FORMAT, presso la PROGRAMMA CORSO PER RSPP di cui all art. 32 del D. Lgs. 81/08 e dall'accordo 26 gennaio 2006 definito in sede di Conferenza permanente per i rapporti tra

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA All. F al bando di ammissione pubblicato in data 18/10/2013 Art.1 - Tipologia L Università degli Studi di Pavia attiva, per l a.a. 2013-2014, presso il Collegio Universitario S.Caterina da Siena, il master

Dettagli

PROGRAMMA CORSO ASPP/RSPP mod. A

PROGRAMMA CORSO ASPP/RSPP mod. A PROGRAMMA CORSO ASPP/RSPP mod. A DATA ARGOMENTI ORARIO L approccio alla attraverso il D. Lgs. 626/94 per un percorso di miglioramento della sicurezza e della salute dei lavoratori La filosofia del D. Lgs.

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA Pubblicato all Albo Ufficiale d Ateneo il giorno 06/12/2005 BANDO PER L AMMISSIONE AL MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN MARKETING E COMUNICAZIONE INTERCULTURALE A.A. 2005/2006 L Università degli Studi

Dettagli

PROGRAMMA DEL CORSO RLS RAPPRESENTANTE DEI LAVORATORI PER LA SICUREZZA. Art.37 del D. Lgs. 9 Aprile 2008, n.81

PROGRAMMA DEL CORSO RLS RAPPRESENTANTE DEI LAVORATORI PER LA SICUREZZA. Art.37 del D. Lgs. 9 Aprile 2008, n.81 PROGRAMMA DEL CORSO RAPPRESENTANTE DEI LAVORATORI PER LA SICUREZZA Art.37 del D. Lgs. 9 Aprile 2008, n.81 Durata del corso Sede del corso 32 ore Ambiente e Lavoro srl Strada Gragnana 17/A 29121 Piacenza

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA Servizio Qualità della Didattica e Servizi agli Studenti

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA Servizio Qualità della Didattica e Servizi agli Studenti All. B al bando di ammissione pubblicato in data ART. 1 - TIPOLOGIA L Università degli Studi di Pavia attiva per l a.a. 2014/2015, il master universitario di II livello in Ossigeno-Ozono Terapia presso

Dettagli

UNIVERSITA' DEGLI STUDI di MESSINA Dipartimento di Ingegneria Elettronica, Chimica e Ingegneria Industriale Contrada Di Dio, 98166 - Messina (ITALIA)

UNIVERSITA' DEGLI STUDI di MESSINA Dipartimento di Ingegneria Elettronica, Chimica e Ingegneria Industriale Contrada Di Dio, 98166 - Messina (ITALIA) UNIVERSITA' DEGLI STUDI di MESSINA Dipartimento di Ingegneria Elettronica, Chimica e Ingegneria Industriale Contrada Di Dio, 98166 - Messina (ITALIA) DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA ELETTRONICA, CHIMICA E INGEGNERIA

Dettagli

Corso di formazione per RSPP

Corso di formazione per RSPP Corso di formazione per RSPP Corso Normative di riferimento Argomenti/Programma n.ore Corso per Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione a) Il quadro normativo in materia di sicurezza dei

Dettagli

CORSO RSPP RISCHIO ALTO

CORSO RSPP RISCHIO ALTO CORSO RSPP RISCHIO ALTO Obiettivi Destinatari Formazione per lo svolgimento da parte del datore di lavoro dei compiti di prevenzione e protezione dei rischi ai sensi dell art.34, comma 2 e 3, del decreto

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA Servizio Qualità della Didattica e Servizi agli Studenti

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA Servizio Qualità della Didattica e Servizi agli Studenti All. H al bando di ammissione pubblicato in data 15/09/2014 ART. 1 - Tipologia L Università degli Studi di Pavia attiva per l a.a. 2014/2015, il Master Universitario di I livello in Infermiere di Area

Dettagli

Da studente. il programma. Silvana Di Stefano CONTARP INAIL DR Emilia Romagna

Da studente. il programma. Silvana Di Stefano CONTARP INAIL DR Emilia Romagna Da studente a RSPP il programma Silvana Di Stefano CONTARP INAIL DR Emilia Romagna Moduli propedeutici Per il primo anno: 5 ore nelle quarte classi 16 ore nelle terze classi A regime: 16 ore nelle terze

Dettagli

BENVENUTI AL CORSO DI FORMAZIONE per RSPP e ASPP. Filippo Macaluso - Corso di formazione per RSPP e ASPP Modulo A 1

BENVENUTI AL CORSO DI FORMAZIONE per RSPP e ASPP. Filippo Macaluso - Corso di formazione per RSPP e ASPP Modulo A 1 BENVENUTI AL CORSO DI FORMAZIONE per RSPP e ASPP Filippo Macaluso - Corso di formazione per RSPP e ASPP Modulo A 1 MODULO 1 Ruolo di RSPP Presentazione del corso Filippo Macaluso - Corso di formazione

Dettagli

CORSO DI FORMAZIONE RSPP / ASPP art.. 8 bis comma 2 D.Lgs. 626/94 art. 19 comma 1 lettera g - D.Lgs. 626/94. MODULO A durata 28 ore

CORSO DI FORMAZIONE RSPP / ASPP art.. 8 bis comma 2 D.Lgs. 626/94 art. 19 comma 1 lettera g - D.Lgs. 626/94. MODULO A durata 28 ore Torino, 25/10/07 Prot. 67 Ai Responsabili Personale e Formazione Ai Responsabili Sicurezza Lavoro delle Aziende associate CORSO DI FORMAZIONE RSPP / ASPP art.. 8 bis comma 2 D.Lgs. 626/94 art. 19 comma

Dettagli

Corso per RSPP/ASPP modulo B5-68 ore. Corso per RSPP/ASPP modulo B5-68 ore

Corso per RSPP/ASPP modulo B5-68 ore. Corso per RSPP/ASPP modulo B5-68 ore Corso per RSPP/ASPP modulo B5-68 ore Titolo Destinatari Obiettivi e Finalità Normativa di riferimento Requisiti di ammissione Durata e modalità Corso per RSPP/ASPP modulo B5-68 ore Il modulo B5 è il corso

Dettagli

Dott. Ing. Rossella Benatti Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione Università degli Studi di Brescia

Dott. Ing. Rossella Benatti Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione Università degli Studi di Brescia Informazione e formazione in materia di salute e sicurezza sul lavoro per i lavoratori, per i preposti e per i dirigenti e per gli addetti delle squadre di emergenza dell Università degli Studi di Brescia

Dettagli

PROGRAMMA MODULI ARGOMENTI DURATA ORE RESIDUE MODULO

PROGRAMMA MODULI ARGOMENTI DURATA ORE RESIDUE MODULO CORSO PER COORDINATORI PER LA SICUREZZA IN FASE DI PROGETTAZIONE E IN FASE DI ESECUZIONE DEI LAVORI (D.Lgs. 81/2008 e s.m.i. Allegato XIV) 120 ore Obbiettivi del corso: Il corso ha lo scopo di formare

Dettagli

Pagina 1di 12 DO40. MODULO 1: normativo giuridico (Moduli 1 e 21/12/2011. responsabilità civile e penale e LEARNIN

Pagina 1di 12 DO40. MODULO 1: normativo giuridico (Moduli 1 e 21/12/2011. responsabilità civile e penale e LEARNIN DOCUMENTO Pagina 1di 12 Redatto da Verificato Approvato Rev. Ines Magnani Malvolti Daniela firma firma Carlo Veronesi FIGURA ORE DOCUMENTI LEGGE CONTENUTI della FORMAZIONE Datore di Lavoro autonominato

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA Servizio Qualità della Didattica e Servizi agli Studenti

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA Servizio Qualità della Didattica e Servizi agli Studenti Allegato al bando di ammissione pubblicato in data 21/04/2015 Art. 1 - Tipologia L Università degli Studi di Pavia attiva per l a.a. 2014/2015, il Master universitario di I livello in Igienista dentale

Dettagli

PIANO DI INFORMAZIONE E FORMAZIONE D.Lgs. 81/08, Artt. 36, 37

PIANO DI INFORMAZIONE E FORMAZIONE D.Lgs. 81/08, Artt. 36, 37 PIANO DI INFORMAZIONE E FORMAZIONE D.Lgs. 81/08, Artt. 36, 37 ALLEGATO REV DATA 19..26 IV INDICE PIANO DI INFORMAZIONE E FORMAZIONE 1 INTRODUZIONE... 3 2 CLASSIFICAZIONE AZIENDA... 3 3 LUOGO DI SVOLGIMENTO

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA Servizio Qualità della Didattica e Servizi agli Studenti

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA Servizio Qualità della Didattica e Servizi agli Studenti All. B al bando di ammissione pubblicato in data 22/10/201 ART. 1 - TIPOLOGIA L Università degli Studi di Pavia attiva, per l a.a. 201/2015, il Master Universitario di II livello in Etnobiofarmacia e Prodotti

Dettagli

Allegato n. 3 - DETTAGLIO CONTENUTI FORMATIVI

Allegato n. 3 - DETTAGLIO CONTENUTI FORMATIVI Corso di sulla Sicurezza e Salute sul Lavoro per gli Studenti della Facoltà di Bioscienze e Tecnologie Agro-Alimentari e Ambientali AA 2015-2016 (art.37 D.Lgs. 81/2008 del 9 aprile 2008 Accordo Stato Regioni

Dettagli

RSPP DATORE DI LAVORO

RSPP DATORE DI LAVORO RSPP DATORE DI LAVORO RSPP RESPONSABILE DEL SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE Il corso si propone la finalità di fornire ai Datori di Lavoro le conoscenze necessarie per poter svolgere direttamente

Dettagli

Formazione ed informazione Lavoratori

Formazione ed informazione Lavoratori Formazione ed informazione Lavoratori La formazione dei lavoratori sulla sicurezza è uno dei principali obblighi a carico del datore di lavoro secondo i contenuti e la durata previsti dall Accordo Stato

Dettagli

RSPP / ASPP - MODULO A Nuove nomine - Programma

RSPP / ASPP - MODULO A Nuove nomine - Programma Reggio E., 21.12.2012 Prot. / AI DIRIGENTI SCOLASTICI LORO SEDI OGGETTO: Programma Corsi di formazione per RSPP, ASPP e RLS In prosecuzione al programma di formazione dello scorso anno, il Dipartimento

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA Servizio Qualità della Didattica e Servizi agli Studenti

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA Servizio Qualità della Didattica e Servizi agli Studenti All. C al bando di ammissione pubblicato in data 30/09/2015 ART. 1 TIPOLOGIA L Università degli Studi di Pavia attiva per l anno accademico 2015-16, il Master Universitario di I livello in Musicoterapia

Dettagli

Formazione generale 4 ore Può essere svolta in modalità e-learning. Formazione generale Rischio Medio 8 ore

Formazione generale 4 ore Può essere svolta in modalità e-learning. Formazione generale Rischio Medio 8 ore LA FORMAZIONE DEI LAVORATORI IN BASE ALL ACCORDO STATO-REGIONI L Accordo Stato-Regioni del 21 dicembre 2011 disciplina la durata, i contenuti minimi, le modalità della formazione ed aggiornamento dei lavoratori

Dettagli

Bando per il Master Universitario di II livello in

Bando per il Master Universitario di II livello in Bando per il Master Universitario di II livello in Regolamenti Comunitari REACH / CLP e D.L. 81/2008 sulla tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro Anno accademico 2013/2014 L Università

Dettagli

CORSO DI FORMAZIONE PER Coordinatori per la progettazione e per l esecuzione dei lavori

CORSO DI FORMAZIONE PER Coordinatori per la progettazione e per l esecuzione dei lavori ORGANIZZA a GENOVA il CORSO DI FORMAZIONE PER Coordinatori per la progettazione e per l esecuzione dei lavori Con il patrocinio dell UGL Liguria Un percorso formativo articolato e completo in materia di

Dettagli

CORSI DI FORMAZIONE OBBLIGATORI PER COORDINATORI PER LA PROGETTAZIONE E PER L ESECUZIONE DEI LAVORI NEI CANTIERI TEMPORANEI E MOBILI

CORSI DI FORMAZIONE OBBLIGATORI PER COORDINATORI PER LA PROGETTAZIONE E PER L ESECUZIONE DEI LAVORI NEI CANTIERI TEMPORANEI E MOBILI ALLEGATO A (alla offerta commerciale) PROGETTO FORMATIVO CORSI DI FORMAZIONE OBBLIGATORI PER COORDINATORI PER LA PROGETTAZIONE E PER L ESECUZIONE DEI LAVORI NEI CANTIERI TEMPORANEI E MOBILI Il Testo Unico

Dettagli

MODULO A ORE 28. PROGRAMMA CONTENUTI Modulo A1 DURATA

MODULO A ORE 28. PROGRAMMA CONTENUTI Modulo A1 DURATA MODULO A ORE 28 PROGRAMMA CONTENUTI Modulo A1 DURATA Presentazione del corso La filosofia del D.Lgs. 626/94 in riferimento all'organizzazione di un Sistema di Prevenzione aziendale, alle procedure di lavoro,

Dettagli

Date delle lezioni del corso:! Sede del corso:! Segreteria organizzativa:! Programma del corso:!

Date delle lezioni del corso:! Sede del corso:! Segreteria organizzativa:! Programma del corso:! Date delle lezioni del corso: Data Ora Martedì 23 Settembre 2014 Ore 9:00-13:00 / 14:00-18:00 Martedì 30 Settembre 2014 Ore 9:00-13:00 / 14:00-18:00 Martedì 7 Ottobre 2014 Ore 9:00-13:00 / 14:00-18:00

Dettagli

MODULO B Macro Settori di attività (ATECO) CORSO per RSPP e ASPP

MODULO B Macro Settori di attività (ATECO) CORSO per RSPP e ASPP MODULO B Macro Settori di attività (ATECO) CORSO per RSPP e ASPP (ex Art. 32 comma 2 D.Lgs. n. 81/08 e smi) Responsabile del corso e docente: Per. Ind. Mario Passarelli Requisiti Docenti: Esperienza almeno

Dettagli

Corso di Formazione Professionale per RSPP e ASPP (con docenti)

Corso di Formazione Professionale per RSPP e ASPP (con docenti) Corso di Formazione Professionale per RSPP e ASPP (con docenti) Ai sensi all Accordo Stato-Regioni del 26.01.2006 n 2407 (G.U. 14.02.2006 n 37) su direttive dell ex DLgs 195/03 e del vigente DLgs 81/08

Dettagli

Corso per RSPP ATECO 3-4-5-6-7-8-9

Corso per RSPP ATECO 3-4-5-6-7-8-9 Corso per RSPP ATECO 3-4-5-6-7-8-9 LEZIONE ARGOMENTO Durata Docente RC1 Data: 2 Rischi chimici e Cancerogeni Mutageni Introduzione a. Inquadramento normativo b. Termini e definizioni RC2 Data: 2 Rischi

Dettagli

Date delle lezioni del corso: Sede del corso: Segreteria organizzativa: Programma del corso: Giovedì 5 Novembre 2015 Ore 9:00-13:00 / 14:00-18:00

Date delle lezioni del corso: Sede del corso: Segreteria organizzativa: Programma del corso: Giovedì 5 Novembre 2015 Ore 9:00-13:00 / 14:00-18:00 Date delle lezioni del corso: Data Ora Giovedì 5 Novembre 2015 Ore 9:00-13:00 / 14:00-18:00 Martedì 10 Novembre 2015 Ore 9:00-13:00 / 14:00-18:00 Giovedì 12 Novembre 2015 Ore 9:00-13:00 / 14:00-18:00 Martedì

Dettagli

è un marchio Necsi Catalogo formazione aziendale

è un marchio Necsi Catalogo formazione aziendale è un marchio Necsi Catalogo formazione aziendale Siamo una società di ingegneri, consulenti, progettisti e installatori che opera in tutto il nord Italia con 5 sedi operative tra Veneto, Trentino Alto

Dettagli

giugno 2012 Sergio Piazzolla - Giacomo Calvi

giugno 2012 Sergio Piazzolla - Giacomo Calvi Accordo tra il Ministero del lavoro e delle politiche sociali, il Ministero della Salute, le Regioni e le Province autonome di Treno e di Bolzano per la formazione dei lavoratori ai sensi dell articolo

Dettagli

Lezione 6: modulo giuridico (Allegato XIV, D.Lgs 81/08)

Lezione 6: modulo giuridico (Allegato XIV, D.Lgs 81/08) PROGRAMMA DEI CORSO RIVOLTO AI COORDINATORI PER LA SICUREZZA IN FASE PROGETTAZIONE E DI ESECUZIONE (DURATA 120 ORE) CONFORME ALL ALLEGATO XIV DEL D.LGS 81/08 Lezione 1: modulo giuridico (Allegato XIV,

Dettagli

Il Rettore. Decreto n. 63290 (709) Anno 2014

Il Rettore. Decreto n. 63290 (709) Anno 2014 Il Rettore Decreto n. 63290 (709) Anno 2014 VISTI gli articoli 16 e 17 del decreto del Presidente della Repubblica n. 162/82 e l articolo 6 della legge n. 341/90; VISTO l articolo 32 del Regolamento Didattico

Dettagli

SISTEMI INTEGRATI. Di seguito riportiamo una analisi più approfondita delle macro-aree con specifica evidenziazione dei servizi forniti.

SISTEMI INTEGRATI. Di seguito riportiamo una analisi più approfondita delle macro-aree con specifica evidenziazione dei servizi forniti. SISTEMI INTEGRATI Nasce dall esigenza di proporre alle aziende un servizio sempre più flessibile ed organizzato per meglio adattarsi alle necessità del mercato e nel contempo ampliare i servizi offerti

Dettagli

RICONOSCIMENTO E DISCIPLINA DEI REQUISITI DEI SOGGETTI ABILITATI ALLA CERTIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI

RICONOSCIMENTO E DISCIPLINA DEI REQUISITI DEI SOGGETTI ABILITATI ALLA CERTIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI RICONOSCIMENTO E DISCIPLINA DEI REQUISITI DEI SOGGETTI ABILITATI ALLA CERTIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI (da art.2 D.P.R. n. 75/2013, così come modificato dalla Legge n. 9/2014) I SOGGETTI CERTIFICATORI

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Nazionale per l Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Nazionale per l Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro BANDO DI CONCORSO Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Nazionale per l Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro Concorso nazionale per l assegnazione di n. 70 borse

Dettagli

CATALOGO TEMATICA SICUREZZA SUL LUOGO DI LAVORO CATALOGO OFFERTA FORMATIVA TEMATICA SICUREZZA SUL LUOGO DI LAVORO

CATALOGO TEMATICA SICUREZZA SUL LUOGO DI LAVORO CATALOGO OFFERTA FORMATIVA TEMATICA SICUREZZA SUL LUOGO DI LAVORO CATALOGO OFFERTA FORMATIVA TEMATICA SICUREZZA SUL LUOGO DI LAVORO LA FORMAZIONE DEI LAVORATORI E DEI PREPOSTI SECONDO L ACCORDO STATO REGIONI 21.12.2011 FORMAZIONE GENERALE Lavoratori definiti secondo

Dettagli

CORSO RSPP ASPP MODULO A di base - MODULO DAT. LAV.

CORSO RSPP ASPP MODULO A di base - MODULO DAT. LAV. Corso di Formazione per Responsabili ed Addetti del Servizio di Prevenzione e Protezione (RSPP ASPP Modulo A) (RSPP Dat. Lavoro) edizione 2010 Titolo I Capo III Sez. III D.Lgs. 81/2008 ex art. 4 comma

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE DI CORSI PER MASTER UNIVERSITARIO, CORSI DI PERFEZIONAMENTO E CORSI DI AGGIORNAMENTO E FORMAZIONE PERMANENTE Art. 1 Definizione 1. L Università promuove, ai sensi della normativa

Dettagli

Responsabile dei corsi Corrado Bernardi CPTLucca Giorni settimanali

Responsabile dei corsi Corrado Bernardi CPTLucca Giorni settimanali Sede Cassa edile lucchese e Scuola edile lucchese Comitato Paritetico Marmo Ordine degli Architetti della provincia di Lucca Collegio dei Geometri della provincia di Lucca Ordine degli Ingegneri della

Dettagli

PROGRAMMA CORSO RAPPRESENTANTE DEI LAVORATORI PER LA SICUREZZA (R.L.S.)

PROGRAMMA CORSO RAPPRESENTANTE DEI LAVORATORI PER LA SICUREZZA (R.L.S.) PROGRAMMA CORSO RAPPRESENTANTE DEI LAVORATORI PER LA SICUREZZA (R.L.S.) (Decreto Legislativo coordinato 81/2008 e 106/2009 art. 37, commi 10,11 e art. 47) Durata del corso Corso di 32 ore da svolgersi

Dettagli

AVVISO PER L AMMISSIONE AL CORSO DI SPECIALIZZAZIONE TECNICO-SCIENTIFICA IN ECONOMIA DELL AMBIENTE E DELLE RISORSE NATURALI

AVVISO PER L AMMISSIONE AL CORSO DI SPECIALIZZAZIONE TECNICO-SCIENTIFICA IN ECONOMIA DELL AMBIENTE E DELLE RISORSE NATURALI AVVISO PER L AMMISSIONE AL CORSO DI SPECIALIZZAZIONE TECNICO-SCIENTIFICA IN ECONOMIA DELL AMBIENTE E DELLE RISORSE NATURALI La Regione Autonoma della Sardegna, Assessorato del lavoro, formazione professionale,

Dettagli

CORSI RSPP/ASPP Mod. B sett. 3-4-5-6

CORSI RSPP/ASPP Mod. B sett. 3-4-5-6 Programma Generale corso RSPP mod. B Macrosettori: RSPP B (at. 3, edilizia, escavazione - 60 ore) RSPP B (at. 4, manifatturiero - 49 ore) RSPP B (at. 5, chimico - 69 ore) RSPP B (at. 6, trasporti - 26

Dettagli

CATALOGO CORSI DI FORMAZIONE 2014

CATALOGO CORSI DI FORMAZIONE 2014 CATALOGO CORSI DI FORMAZIONE 2014 I. PREMESSA Gruppo Ambiente Sicurezza S.r.l. nasce dall esperienza di tecnici, progettisti, formatori, medici del lavoro e consulenti legali. L insieme dei servizi da

Dettagli

Referente del corso: Ing. Giampiero Costantini

Referente del corso: Ing. Giampiero Costantini Organismo di Formazione (Indirizzo, Telefono, Fax, E.Mail, Sito Web, Referente del Corso). EUROFORM RFS Piazza Libertà, n 40 87036 Rende (CS) Tel. 0984/467735 Fax 06233232407 e-mail: info@euroformrfs.it

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA LA SAPIENZA FACOLTA DI INGEGNERIA BANDO PER L AMMISSIONE

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA LA SAPIENZA FACOLTA DI INGEGNERIA BANDO PER L AMMISSIONE FACOLTA DI INGEGNERIA BANDO PER L AMMISSIONE AL MASTER DI II LIVELLO IN ARCHITETTURA, TECNOLOGIA ED ORGANIZZAZIONE DELL OSPEDALE Anno Accademico 2008 2009 Codice Corso di Studio: 10805 Art. 1 Per l anno

Dettagli

Corso di formazione per Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza

Corso di formazione per Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza In collaborazione con: Con il coordinamento scientifico di: Tabella 1. Prospetto delle Classi di Laurea Corso di formazione per Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza Normativa Con l'introduzione

Dettagli

CORSO DI FORMAZIONE PER COORDINATORI PER LA SICUREZZA NEI CANTIERI TEMPORANEI O MOBILI 120 ORE - (art. 98 del D. Lgs. 81/08)

CORSO DI FORMAZIONE PER COORDINATORI PER LA SICUREZZA NEI CANTIERI TEMPORANEI O MOBILI 120 ORE - (art. 98 del D. Lgs. 81/08) CORSO DI FORMAZIONE PER COORDINATORI PER LA SICUREZZA NEI CANTIERI TEMPORANEI O MOBILI 120 ORE - (art. 98 del D. Lgs. 81/08) Il Consorzio SIAB, con l intento di continuare la collaborazione con le attività

Dettagli

I3A LAUREA IN INGEGNERIA CIVILE E AMBIENTALE

I3A LAUREA IN INGEGNERIA CIVILE E AMBIENTALE I3A LAUREA IN INGEGNERIA CIVILE E AMBIENTALE 1. CARATTERISTICHE DEL CORSO CLASSE DI CORSO: L-7 Ingegneria civile e ambientale NORMATIVA DI RIFERIMENTO: Corso di nuova istituzione secondo DM 270 DIPARTIMENTO

Dettagli

Regolamento Didattico del Corso di Laurea in Ingegneria Meccanica

Regolamento Didattico del Corso di Laurea in Ingegneria Meccanica Regolamento Didattico del Corso di Laurea in Ingegneria Meccanica Classe L9 Ingegneria Industriale Ordine degli Studi 2014/2015 Anni attivati I, II e III Obiettivi formativi specifici Nell ambito degli

Dettagli

Il Rettore. Decreto n. 97762 (800) Anno 2015

Il Rettore. Decreto n. 97762 (800) Anno 2015 Il Rettore Decreto n. 97762 (800) Anno 2015 VISTI gli articoli 16 e 17 del decreto del Presidente della Repubblica n. 162/82 e l articolo 6 della legge n. 341/90; VISTO l articolo 32 del Regolamento Didattico

Dettagli

Corso Modulo A per ASPP-RSPP CORSO DI ABILITAZIONE (ASR 26.01.2006 e Linee Guida) 29 ore 8/17 settembre 2015

Corso Modulo A per ASPP-RSPP CORSO DI ABILITAZIONE (ASR 26.01.2006 e Linee Guida) 29 ore 8/17 settembre 2015 Corso Modulo A per ASPP-RSPP CORSO DI ABILITAZIONE (ASR 26.01.2006 e Linee Guida) 29 ore 8/17 settembre 2015 Laboratorio TekneHub Tecnopolo dell Università di Ferrara Rete Alta Tecnologia Emilia Romagna

Dettagli

Scheda di sintesi Accordo Stato Regioni in materia di Formazione per Lavoratori Preposti Dirigenti

Scheda di sintesi Accordo Stato Regioni in materia di Formazione per Lavoratori Preposti Dirigenti 1 Scheda di sintesi Accordo Stato Regioni in materia di Formazione per Lavoratori Preposti Dirigenti Accordo in Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato le Regioni e le Province Autonome per la

Dettagli

VADEMECUM FORMAZIONE SICUREZZA

VADEMECUM FORMAZIONE SICUREZZA VADEMECUM FORMAZIONE SICUREZZA In base alla normativa vigente, la sicurezza e salute sui luoghi di lavoro è il risultato concertato di più azioni svolte da una pluralità di soggetti, lavoratori compresi,nell

Dettagli

Durata (ore) A001 Titolo I e Titolo IV del D.Lgs 81/2008 e s.m.i. 9 A002 PSC e costi della sicurezza 9

Durata (ore) A001 Titolo I e Titolo IV del D.Lgs 81/2008 e s.m.i. 9 A002 PSC e costi della sicurezza 9 CATALOGO CORSI A) SETTORE: SICUREZZA E SALUTE NEI LUOGHI DI LAVORO Corsi di aggiornamento per Coordinatori della Sicurezza nei cantieri temporanei o mobili (rif. Art. 8 del D.Lgs 81/2008) A001 Titolo I

Dettagli

CORSO DI FORMAZIONE PER L AGGIORNAMENTO DEL COORDINATORE PER LA PROGETTAZIONE E L ESECUZIONE NEI CANTIERI TEMPORANEI E MOBILI

CORSO DI FORMAZIONE PER L AGGIORNAMENTO DEL COORDINATORE PER LA PROGETTAZIONE E L ESECUZIONE NEI CANTIERI TEMPORANEI E MOBILI CORSO DI FORMAZIONE PER L AGGIORNAMENTO DEL COORDINATORE PER LA PROGETTAZIONE E L ESECUZIONE NEI CANTIERI TEMPORANEI E MOBILI D. lgs. 81/2008 (Testo Unico Salute e Sicurezza sui Luoghi di Lavoro) Erogabile

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA Servizio Qualità della Didattica e Servizi agli Studenti

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA Servizio Qualità della Didattica e Servizi agli Studenti All. G al bando di ammissione pubblicato in data 30/09/2015 ART. 1 - TIPOLOGIA L Università degli studi di Pavia attiva, per l a.a. 2015/201, il Master Universitario di II livello in Etnobiofarmacia e

Dettagli

Salute e sicurezza nei luoghi di lavoro D.Lgs. 81/2008

Salute e sicurezza nei luoghi di lavoro D.Lgs. 81/2008 Formazione del personale Salute e sicurezza nei luoghi di lavoro LA CONFERENZA PERMANENTE PER I RAPPORTI TRA LO STATO, LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO VISTO IL D.L gs. 9 aprile 2008,

Dettagli

La formazione dei lavoratori

La formazione dei lavoratori La formazione dei lavoratori Disposizioni dell accordo Stato Regioni del 21 dicembre 2011 prof.paolo DREOSSI - 20/12/2012 1 LA FORMAZIONE FORMAZIONE GENERALE : è destinata a tutti i lavoratori e deve riguardare

Dettagli

PROGRAMMA. UNITÀ DIDATTICA 1 Il sistema normativo: esame delle normative di riferimento. MODULO I: Normative di riferimento

PROGRAMMA. UNITÀ DIDATTICA 1 Il sistema normativo: esame delle normative di riferimento. MODULO I: Normative di riferimento Formazione obbligatoria per i Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza (RLS) negli ambienti di lavoro di ufficio Art. 37 D.Lgs n 81/08 e successive modifiche di cui al D.Lgs. 106/09 della durata

Dettagli

VADEMECUM PER L ISCRIZIONE ALL ELENCO DEI CERTIFICATORI ENERGETICI

VADEMECUM PER L ISCRIZIONE ALL ELENCO DEI CERTIFICATORI ENERGETICI VADEMECUM PER L ISCRIZIONE ALL ELENCO DEI CERTIFICATORI ENERGETICI Per poter fare domanda per l inserimento nell elenco dei Certificatori Energetici è necessario possedere alcuni requisiti. In base al

Dettagli

Prospetto informativo corso

Prospetto informativo corso Prospetto informativo corso Descrizione del corso RLS "In tutte le aziende, o unità produttive, è eletto o designato il rappresentante dei lavoratori per la sicurezza" (RLS). Così recita il D.Lgs. 81/08

Dettagli