DISCIPLINARE TECNICO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "DISCIPLINARE TECNICO"

Transcript

1 DISCIPLINARE TECNICO (ALLEGATO AL CAPITOLATO SPECIALE D ONERI) Procedura aperta per l affidamento dei servizi di: Sviluppo e manutenzione evolutiva applicazioni, gestione e manutenzione applicazioni, servizi di integrazione e servizi infrastrutturali Assistenza all utente e addestramento, servizi professionali, processi di supporto e processi organizzativi relativi a Riuso degli Applicativi di proprietà dell Ente Regione Campania Decreto Dirigenziale n.572 del 11 novembre 2005BURC n. 56/2005 Pagina 1 di 31

2 1 Oggetto dell appalto Descrizione dei servizi a riuso Fasi di Lavoro Durata della prestazione Classi di fornitura Descrizione delle attività oggetto di affidamento...6 I - Anagrafe integrata interoperante SIBA (Servizi alle Imprese e interoperabilità Banche dati Anagrafiche) - Interscambio Dati Anagrafici (IDA), Sistema di autenticazione e profilazione utenti (portale di backoffice) PA server. 6 II - Protocollo informatico - Gestione documentale - Fax server.10 III - Servizio tributi - SIT-TEL Tributi.14 IV - Servizi territoriali - COSTA E-CAT (Gestione integrata operazioni catastali), SIT(Sistema Informativo Territoriale) e personalizzazione marketing territoriale (E-MKT)..18 V - Gestione atti formali..22 VI - Controllo di gestione con flusso documentale..25 Pagina 2 di 31

3 1 OGGETTO DELL APPALTO Forma oggetto del presente, allegato al Capitolato speciale d oneri il Riuso degli applicativi di proprietà della Regione Campania. Per Riuso degli Applicativi si intendono le soluzioni di e-government 1 risultanti da progetti di ricerca e innovazioni tecnologiche finanziate con fondi pubblici, proposte al riuso in conformità con quanto previsto dalla legge 340/2000 recante disposizioni per la delegificazione di norme e per la semplificazione di procedimenti amministrativi 2, e dalla Direttiva del Ministro per l Innovazione e le Tecnologie del 19 dicembre 2003 Sviluppo ed utilizzazione dei programmi informatici da parte delle pubbliche amministrazioni 3. E a carico della Ditta aggiudicataria l acquisizione degli applicativi presso la Regione Campania e quant altro necessario anche se non espressamente indicato nel presente Disciplinare, al fine della realizzazione delle attività oggetto del contratto. 2 DESCRIZIONE DEI SERVIZI A RIUSO 4 Gli applicativi oggetto di riuso, da parte di questa Amministrazione, sono esclusivamente alla costituzione del backoffice comunale, e riguardano i seguenti servizi di base: I. Protocollo informatico COSTA - Gestione documentale - Fax server II. Anagrafe integrata interoperante SIBA (Servizi alle Imprese e interoperabilità Banche dati Anagrafiche) - Interscambio Dati Anagrafici (IDA), Sistema di autenticazione e profilazione utenti (portale di backoffice) - PA server III. Servizio tributi - SIT-TEL IV. Servizi territoriali - COSTA E-CAT (Gestione integrata operazioni catastali), Informativo Territoriale) e personalizzazione marketing territoriale (E-MKT) V. Gestione Delibere e Determine con flusso documentale - Gestione Atti Formali VI. Controllo di gestione con flusso documentale - Controllo di Gestione 3 FASI DI LAVORO SIT (Sistema Il riuso degli applicativi per i servizi di base previsti è articolato in sei moduli di lavoro (Work Package): Il WP1 - ACQUISIZIONI TECNOLOGIE E SERVIZI ACCESSORI è il primo steep operativo per l acquisizione di nuove tecnologie hardware e software oltre che per l implementazione dei servizi telematici, sistemistici e dei servizi. 1 L insieme delle componenti tecnologiche e organizzative necessarie alla erogazione in rete di un servizio o di un insieme omogeneo di servizi rivolti a cittadini, imprese ed enti pubblici. 2 L articolo 25 al primo comma stabilisce le pubbliche amministrazioni che siano titolari di programmi applicativi realizzati su specifiche indicazioni del committente pubblico, hanno facoltà di cederli in uso gratuito ad altre amministrazioni pubbliche, che li adattano alle proprie esigenze. 3 La direttiva citata favorisce iniziative a sostegno del riuso del software e della promozione delle soluzioni, open source o proprietarie, che hanno ottenuto significativi risultati in termini di miglioramento dell efficacia e dell efficienza dei servizi offerti da una PA. 4 Si vedano il Documento di Revisione Esecutiva - Decreto Dirigenziale n. 427 del 14 settembre 06 BURC n. 45/2006- e il Documento Percorso Attuativo del - Decreto Dirigenziale n.572 del 11 novembre 2005 BURC n. 56/2005 e la scheda di sintesi progetto Riuso che costituiscono parte integrante e sostanziale dei documenti di gara. Pagina 3 di 31

4 Il WP2 ATTIVITÀ DI RICONTESTUALIZZAZIONE è dedicato all attività di ricontestualizzazione e personalizzazione delle soluzioni oggetto di riuso. Il WP3 - AMPLIAMENTO FUNZIONALE E SOLUTION/SYSTEM INTEGRATION riguarda il perfezionamento/ampliamento funzionale degli applicativi e l integrazione tecnico operativa al livello del singolo servizio/funzione interessata. Il WP4 - COMUNICAZIONE E MONITORAGGIO riguarda le strategie di informazione e comunicazione per la valorizzazione dei servizi e realizza, sotto altro aspetto, il monitoraggio delle fasi di avvio, gestione e sviluppo dei servizi al riuso degli applicativi. Con il WP5 - TRASFERIMENTO DEL KNOW-HOW E SUPPORTO AVVIAMENTO si procede al trasferimento di tecnologia e, quindi, all avviamento tecnico operativo dei servizi. Il WP6 - SERVIZI DI PROGETTAZIONE E PROJECT MANAGEMENT rappresenta, infine, un paniere di attività trasversali che, a partire dalla progettazione dell iniziativa, sviluppa un attività di project managment che guida, nelle diverse fasi progettuali, in maniera coordinata l insieme delle attività e delle risorse impegnate. In particolare, si evidenzia che i WP 4 e 6 hanno carattere di trasversalità per tutti i servizi previsti dal progetto dal momento che, in relazione alla realizzazione complessiva dell intervento, afferiscono a funzioni comuni per finalità, contenuti, e risultati attesi.. 4 DURATA DELLA PRESTAZIONE Le prestazioni delle attività oggetto del presente, allegato al Capitolato speciale d oneri, dovranno essere svolte nei successivi 06 (sei)mesi naturali e consecutivi dalla data di inizio del servizio, risultante da apposito Verbale di consegna, secondo le tempistiche riportate nel seguente cronoprogramma. WP 1 - Acquisizione tecnologie e servizi accessori WP 1.1 Protocollo WP 1.2 Anagrafe WP 1.3 Tributi WP 1.4 SIT WP 1.5 Delibere e Determine WP 1.6 Controllo di Gestione WP 2 - Attività di ricontestualizzazione WP 2.1 Protocollo WP 2.2 Anagrafe WP 2.3 Tributi WP 2.4 SIT WP 2.5 Delibere e Determine WP 2.6 Controllo di Gestione WP 3 - Ampliamento funzionale WP 3.1 Protocollo WP 3.2 Anagrafe WP 3.3 Tributi WP 3.4 SIT WP 3.5 Delibere e Determine WP 3.6 Controllo di Gestione WP 4.1/2/3/4/5/6 - Comunicazione e Monitoraggio WP 5 Trasferimento del know-how e supporto avviamento WP 5.1 Protocollo WP 5.2 Anagrafe WP MESI 1 º 2 º 3 º 4 º 5 º 6 º Pagina 4 di 31

5 WP 5.3 Tributi WP 5.4 SIT WP 5.5 Delibere e Determine WP 5.6 Controllo di Gestione WP 6.1/2/3/4/5/6 Servizi di progettazione e project management WP MESI 1 º 2 º 3 º 4 º 5 º 6 º 5 CLASSI DI FORNITURA Il progetto di riuso, predisposto secondo quanto stabilito dal D. D. N. 572 del 11 novembre 2005, è strutturato in diverse attività per la cui realizzazione è necessaria l acquisizione di beni e servizi di natura diversa. In relazione al sistema di classi di fornitura, in conformità con le Linee guida sulla qualità dei beni e dei servizi ICT per la definizione ed il governo dei contratti della Pubblica Amministrazione definito dal CNIPA, si individuano due macro aree di fornitura che costituiscono insiemi omogenei. La prima classe di fornitura, relativa alle attività a contenuto più specificamente informatico, riguarda lo sviluppo e la manutenzione evolutiva applicazioni, la gestione e la manutenzione applicazioni, i servizi di integrazione e i servizi infrastrutturali. Nello specifico sono previste attività di: Personalizzazione e manutenzione evolutiva di prodotti esistenti PSW e MEV Gestione applicativi e Basi Dati - GSW Migrazione e conversioni applicazioni - MSW Integrazione di prodotti software e basi dati - ISW Integrazione di sistemi e infrastrutture - ISI Trattamento documentale e acquisizione dati - TDO La seconda classe riguarda l installazione di prodotti software FPD- Prodotti Software La terza classe di fornitura riguarda l assistenza all utente e l addestramento, i servizi professionali, i processi di supporto e i processi organizzativi Assistenza in remoto e in locale - ASS Formazione e addestramento - FOR Consulenza - CON Misura della Customer Satisfaction - MCS Documentazione PGD Pagina 5 di 31

6 6 DESCRIZIONE DELLE ATTIVITÀ OGGETTO DI AFFIDAMENTO Con la presentazione dell offerta, la Ditta assume l impegno di effettuare, a perfetta efficienza, tutte le attività dettagliatamente descritte nel presente paragrafo. Tipologia del servizio I - Protocollo informatico - Gestione documentale - Fax server Obiettivi - Eliminazione dei registri cartacei prevista dal Codice dell Amministrazione Digitale - Trasparenza dei procedimenti amministrativi - Unificare in un unico sistema i protocolli dei diversi uffici, pur mantenendoli distinti ed autonomi, fermo restando la possibilità di regolare gli accessi. - Interoperabilità tra le pubbliche amministrazioni, rendendo possibile lo scambio per via elettronica di documenti protocollati anche in presenza di sistemi informatici diversi in condizioni di assoluta sicurezza. Sviluppo e manutenzione evolutiva applicazioni Personalizzazione e manutenzione evolutiva di prodotti esistenti PSW e MEW Protocollo Porting e personalizzazione della soluzione di PROTOCOLLO - ARCHIVIAZIONE - IMAGING (Protocollazione, Segnatura, Stampa del Registro, Gestione Titolario, Gestione del piano di conservazione degli archivi, Gestione dell organizzazione). Sono richiesti interventi volti ad arricchire il software, in particolare s intende aggiungere o migliorare funzionalità tra le quali: l indicazione dell UOR nella registrazione di protocollo, la possibilità di generare una distinta giornaliera della posta in uscita, evidenziando anche l indirizzo del Mittente/Destinatari, stampa della ricerca documenti (distinta assegnazioni), la possibilità di collegare documenti la realizzazione di statistiche come previste del DPR 445/2000. Inoltre, deve essere eseguito l'adeguamento procedimentale e organizzativo per l adattamento della soluzione ai processi/procedimenti documentali del Comune. Fax server Porting e personalizzazione della soluzione di E-HOST FAX SERVER attraverso l adeguamento e l arricchimento del software. In particolare devono essere realizzate l aggiunta o la modifica di alcune funzionalità quali: l archiviazione e la gestione dei fax in formato standard PDF l inoltro diretto dei fax in posta elettronica per un utenza illimitata la gestione dell archivio dei fax comprendente la Pagina 6 di 31

7 classificazione e la ricerca (per data, categoria, parola chiave ecc.) la personalizzazione della pagina di copertina dei fax il monitoraggio delle attivita' utenti client la possibilità di inviare fax direttamente dal pc con conferma in l agenda indirizzi online che riduce la possibilità di errore umano Deve essere eseguito l ampliamento di funzioni applicative e di amministrazione dell' IPA SERVER che, attraverso l'aggiornamento costante e continuo dell'indice delle Pubbliche Amministrazione, permetterà di abilitare l'interoperabilità tra i sistemi di Amministrazioni diverse con l'uso di Posta Elettronica Certificata (PEC). Deve essere eseguita la revisione del software in funzione dell aggiornamento delle modalità operative introdotte dal CNIPA relative all interoperabilità con l IPA Centrale (Schema d Interoperabilità Indice PA rev. 6 ; Guida ai servizi rev. 12) e l adeguamento dell applicativo alle nuove specifiche tecniche. Ipa server La personalizzazione deve consentire il miglioramento dell usabilità ed in particolare dei seguenti miglioramenti/ampliamenti funzionali: la revisione del processo di aggiornamento dell Indice PA centrale la sostituzione del processo di sincronizzazione dell IPA centrale con l accesso diretto al database LDAP il miglioramento delle funzioni di aggiornamento e ricerca, Deve essere realizzata una utility software per la generazione in automatico dei file LDIF e l aggiornamento contestuale dell IPA con i dati dell ente contenente le informazioni sulle Unità Organizzative UO (Responsabili, Numeri di Telefono, FAX, , ecc) e sui Servizi on line del comune. Motore documentale Deve essere eseguito l ampliamento di funzioni applicative e di amministrazione del MOTORE DOCUMENTALE. L applicativo deve consentire di ritrovare con facilità i documenti (interni ed esterni) attraverso la ricerca di parole/frasi contenute in esso o tramite elementi di classificazione, il tutto attraverso l uso di indicizzatori. Devono essere compresi gli interventi volti ad arricchire il software, la pagina di ricerca consentirà di: specificare query di ricerca esprimibili tramite la logica booleana e gli operatori di prossimità tra le parole, restringere il numero di fonti dati da interrogare, con la possibilità di: o specificare il tipo di file da cercare (pdf, doc, xls, ppt, html, txt, xml, OpenOffice, , ecc.) o specificare la data di aggiornamento di riferimento o indicare filtri sul tipo file da cercare (FAX, Delibera, Determina, , ecc.) o verificare l abilitazione dell utente o applicare il filtro solo ai documenti elettronici Pagina 7 di 31

8 classificati come interni Deve essere attuata la scrittura di funzioni aggiuntive di amministrazione del sistema incluse: la dichiarazione di utenti del sistema Web la dichiarazione di utenti di tipo WebServices la definizione delle policy per i risultati di ricerca la possibilità di abilitare l opzione Repository Documentale e l opzione Copia cache la possibilità di interfacciare siti specifici (come per esempio De Agostini online, Gazzetta Ufficiale, ecc.). Il sistema deve contenere un interfaccia per documenti imaging acquisiti attraverso lo scanner (tiff, jpg, bmp, ecc.) con estrazione automatica del testo attraverso l utilizzo di sistema OCR. Servizio di integrazione Integrazione di prodotti software e basi dati - ISW Interoperabilità documentale Configurazione dell'ambiente tecnologico relativo al sistema di interoperabilità tra sistemi documentali di Amministrazioni diverse secondo i vincoli tecnici e normativi vigenti. Il sistema dovrà essere basato sul formato XML per la ricezione e l invio dei messaggi. Lo scambio dei documenti soggetti alla registrazione di protocollo dovrà essere effettuato mediante messaggi conformi ai sistemi di posta elettronica compatibili con il protocollo SMTP/MIME definito nelle specifiche pubbliche RFC , RFC e successive modificazioni ed integrazioni. Le modalità di composizione e scambio dei messaggi, il formato della codifica, le misure di sicurezza, dovranno essere conformi alle disposizioni contenute nella Circolare AIPA 7 maggio 2001, n. 28. I documenti informatici dovranno essere trasmessi all indirizzo elettronico dichiarato dai destinatari, ovvero abilitato alla ricezione della posta per via telematica. Assistenza all utente ed addestramento Assistenza in remoto e in locale - ASS Assistenza in remoto e in locale Deve essere garantita assistenza on site e/o in remoto agli operatori nelle attività di organizzazione e archiviazione digitale sia dei documenti cartacei sia di quelli informatici ricevuti ed inviati per Posta Elettronica, in regime di sicurezza ed integrità dei dati, sperimentando Pagina 8 di 31

9 le diverse modalità di reperimento delle informazioni. Dovranno essere garantite almeno 2 giornate per un totale di 8 ore di assistenza on site e assistenza in remoto per l intera durata del progetto negli orari Formazione ed addestramento FOR Addestramento funzioni documentali L attività deve prevedere l informazione e la comunicazione presso l ente, orientate alla condivisione degli obiettivi di progetto e alla divulgazione delle metodologie applicative e delle modalità d uso delle procedure software. L addestramento deve essere dedicato a tutti gli operatori coinvolti nelle attività di organizzazione e archiviazione sia dei documenti cartacei sia di quelli informatici ricevuti ed inviati per Posta Elettronica, in regime di sicurezza ed integrità dei dati, sperimentando le diverse modalità di reperimento delle informazioni. Dovranno essere garantite 3 giornate di assistenza per un totale di 12 ore. Servizi professionali Consulenza - CON Consulenza L attività deve eseguire la predisposizione delle procedure organizzative necessarie all individuazione delle diverse fasi necessarie alla gestione e alla archiviazione dei documenti cartacei e informatici, ricevuti ed inviati per Posta Elettronica, in regime di sicurezza ed integrità dei dati, sperimentando le diverse modalità di reperimento delle informazioni. E propedeutica una rilevazione dei dati relativi all utilizzo delle procedure info-telematiche nell ambito delle funzioni documentali dell ente, in coerenza con il quadro normativo di riferimento (Codice Amministrazioni Digitali, Testo Unico sulla documentazione amministrativa DPR 445/ Capo IV che si riferisce alla gestione dei flussi documentali e alla trasparenza amministrativa; DM del 14 ottobre 2003 dove vengono indicate le linee guida per l adozione di un protocollo Informatico e per il trattamento informatico dei procedimenti amministrativi). Dovranno essere garantite non meno di 2 giornate di consulenza per un totale di 8 ore. Misura della customer satisfaction - MCS Pagina 9 di 31

10 Monitoraggio Protocollo Devono essere compiute attività finalizzate a misurare la qualità percepita attraverso la pianificazione, la progettazione e la realizzazione delle rilevazioni e la produzione dei risultati della misura. Il livello qualitativo da prendere in considerazione sarà quello percepito dagli utenti/operatori comunali durante tutte le fasi di gestione e archiviazione dei documenti cartacei e informatici ricevuti ed inviati per Posta Elettronica. L attività deve eseguire anche il monitoraggio, finalizzato a tenere sotto osservazione la rispondenza qualitativa in rapporto alle necessarie modifiche procedurali imposte dalla legislazione di riferimento (con particolare riferimento al Codice Amministrazioni Digitali, Testo Unico sulla documentazione amministrativa DPR 445/2000). Le attività in fornitura dovranno comprendere anche il rilievo dei servizi/flussi realizzati attraverso il servizio e la valutazione di risultato (Attività di rilievo e organizzazione di dati relativi all utilizzo del prodotto; Attività di analisi). Tipologia del servizio II - Anagrafe integrata interoperante SIBA (Servizi alle Imprese e interoperabilità Banche dati Anagrafiche) - Interscambio Dati Anagrafici (IDA), Sistema di autenticazione e profilazione utenti (portale di backoffice) PA server Obiettivi - consentire agli utenti ed agli operatori di enti esterni, di poter fruire di informazioni anagrafiche, necessarie per i propri compiti istituzionali, senza gravare sugli operatori comunali - supportando alla redazione dei piani di sicurezza e privacy Sviluppo e manutenzione evolutiva applicazioni Personalizzazione e manutenzione evolutiva di prodotti esistenti PSW e MEW Ida e sistema autenticazione Porting e personalizzazione della soluzione a riuso IDA (Interrogazione Dati Anagrafici con interfaccia xml), attraverso interventi di riscrittura/adeguamento del codice. Dovrà essere attuata la scrittura di funzioni aggiuntive, in particolare: un SISTEMA DI AUTENTICAZIONE e profilazione utenti (Portale di Backoffice) autonomo (con possibilità di integrazione con il portale comunale), l ampliamento della Ricerca cittadini (per Tipologia, Nominativo, Codice fiscale, Comune di nascita, Stato in vita, Pagina 10 di 31

11 Data Nascita (Da-A), Data Decesso (Da-A), visure anagrafiche (nascita, residenza, stato di famiglia, ) con possibilità di stampa della visura. Deve essere eseguito l adeguamento procedimentale e organizzativo per l adattamento della soluzione a riuso ai processi/procedimenti del comune per consentire l'assolvimento delle funzioni istituzionali e/o di pubblica utilità verso altre amministrazioni (ASL, INPS, Carabinieri, ecc.). In particolare, per le ASL deve essere realizzata la possibilità di selezionare le nascite, i decessi, le immigrazioni e le emigrazioni per intervallo di date ed il relativo risultato dovrà poter essere anche esportato in XML e pertanto importabile nei sistemi elaborativi della ASL. Per i Carabinieri deve essere realizzata la possibilità di fare visure anagrafiche ed in particolare: Ricerche di cittadini Residenti per Via o per Nazionalità di nascita. Per il Notariato deve essere realizzata la possibilità di richiedere visure anagrafiche con dati particolari tipo la paternità, il numero dell atto di nascita, ecc. Per l INPS deve essere realizzata la possibilità di effettuare visure dello Stato in vita, Stato civile, Residenza, ecc. Infine per il Comune deve essere realizzata di un interfaccia che consenta la verifica delle autocertificazioni e le visure anagrafiche di cittadini degli altri comuni della community. Inoltre, il modulo deve contenere una utility per la richiesta di visure per più cittadini contemporaneamente (modalità batch) dando in input un file XML (codici fiscali) e ottenendo in otput un file XML con i dati anagrafici di tutti i cittadini richiesti. Un sistema di tracciamento dettagliato degli accessi e di utilizzo del servizio (utente, data e ora di login, funzioni richieste, di quale cittadino, quali dati riceve in risposta, ecc.) completano il modulo. Servizio di integrazione Integrazione di prodotti software e basi dati ISW Interoperabilità anagrafe Dovrà essere configurato il modulo di interoperabilità anagrafica che gestisce lo scambio dati e le richieste di servizio. Il sistema dovrà essere basato sulla busta di e-government il cui elemento principale del messaggio è rappresentato da una struttura XML SOAP composta da due parti: intestazione e descrizione. L intestazione (XML SOAP Header) contiene i dati relativi al messaggio ed in particolare contiene l identificativo del messaggio, mentre la descrizione (XML SOAP Body) riporta i dati riguardanti il contenuto applicativo del servizio. La struttura XML SOAP dovrà essere utilizzata in combinazione con lo standard WSDL per la descrizione dei servizi e con lo standard UDDI per il repository di descrizione dei servizi. Pagina 11 di 31

12 I moduli architetturali per l interoperabilità individuati dovranno operare come di seguito descritto: Broker: legge da un file di proprietà i parametri relativi alla localizzazione del web service Integration passandogli il WSDL descrittivo delle modalità operative del web service Demografica. Integration: interpreta il WSDL ed interroga il Web Service Demografica presente sul SIC gestendo la sicurezza e la riservatezza dei dati trasferiti tra la LAN privata comunale e la Rete di comunicazione verso il PA Server. Demografica: è il web services che si occupa del colloquio tra il SIC ed il modulo Integration. Ciascuno dei moduli di interfaccia XML dovrà essere reso disponibile dai vendor di applicativi comunali. Integrazione di sistemi ed infrastrutture - ISI PA server Deve essere attivato e configurato il modulo Integration su PA SERVER, unità di elaborazione e di interone fisica e logica tra le diverse componenti del sistema. Tale sistema si dovrà occupare del colloquio tra il SIC ed il modulo Integration esponendo una interfaccia normalizzata XML per lo scambio di informazioni di cooperazione con le applicazioni anagrafiche comunali. Il PA server funge da interfaccia per la cooperazione applicativa (attraverso VPN) e deve consentire l integrazione tra il Portale ed i servizi esportati dal SIC attraverso Web Services (su rete locale). Il Local Server dovrà svolgere funzioni di: Porta Applicativa nei casi in cui riceverà richieste di fornitura di servizi dal Portale Porta Delegata nei casi in cui dall Amministrazione Locale parte la richiesta di fornitura di uno dei Servizi condivisi nel Portale. Il PA server dovrà consentire di integrare e far colloquiare l'ambiente legacy preesistente (SIC) con sistemi e tecnologie eterogenei adottando univoci protocolli di comunicazione e idonei collegamenti. Assistenza all utente ed addestramento Assistenza in remoto e in locale - ASS Assistenza all interrogazione base dati Deve essere garantita assistenza on site e/o in remoto agli addetti nelle operazioni di interrogazione delle basi dati anagrafiche, realizzando così gli obiettivi di reciprocità e interscambio informativo tra Enti (Comune, ASL, Casellario Pagina 12 di 31

13 Giudiziale, Inps, Notariato ecc.), secondo quanto previsto dalla legge e dalle disposizioni in materia di c.d. semplificazione amministrativa. agli operatori impegnati nelle attività di verifica e controllo delle autocertificazioni presentate dai cittadini assicurando la loro riservatezza e coadiuvando i funzionari abilitati nelle procedure di richiesta, verifica e acquisizione dei riscontri (dati anagrafici, stato civile). Deve essere garantita assistenza in remoto per l intera durata del progetto negli orari Formazione ed addestramento - FOR Addestramento anagrafe In questa fase si dovrà assicurare il trasferimento del know how e delle competenze necessarie per effettuare le attività di interrogazione delle basi dati anagrafiche, assicurando così la realizzazione degli obiettivi di reciprocità e interscambio informativo. Dovranno essere eseguiti servizi di addestramento on the job relativi alle attività di interscambio informativo tra Enti differenti. Dovrà essere garantita almeno 1 giornata di addestramento di 4 ore per ogni Ente che attiverà il sevizio di visura. Servizi professionali Consulenza - CON Procedure info telematiche funzioni anagrafiche L attività deve consentire la predisposizione delle procedure organizzative necessarie all individuazione delle modalità di interrogazione delle basi dati anagrafiche. Dovranno essere garantite non meno di 1 giornate di consulenza per un totale di 4 ore. Misura della customer satisfaction - MCS Monitoraggio Anagrafe Devono essere eseguite attività finalizzate a misurare la qualità percepita attraverso la pianificazione, la progettazione, la realizzazione delle rilevazioni e la produzione dei risultati della misura. Il livello qualitativo da prendere in considerazione sarà quello Pagina 13 di 31

14 percepito dagli utenti/operatori comunali durante tutte le fasi di interrogazione delle basi dati anagrafiche. Le attività devono comprendere anche: il rilievo dei servizi/flussi realizzati attraverso il servizio e la valutazione di risultato specifici strumenti di monitoraggio delle operazioni di: o verifica o controllo o richiesta, o acquisizione delle autocertificazioni presentate dai cittadini. Processi di supporto e documentazione Documentazione - PGD PIANO DI SICUREZZA Si dovranno attuare e gestire in modo sistematico l insieme dei documenti relativi alla Sicurezza e alla Privacy. Si dovrà eseguire la predisposizione e/o verifica (nel caso in cui l Ente ne sia già dotato): del Documento Programmatico sulla Sicurezza (DPS) per la Privacy del Piano di Sicurezza per la CIE secondo il Decreto Ministeriale 2 agosto Tipologia del servizio III - Servizio tributi - SIT-TEL Tributi Obiettivi Rappresentazione e gestione integrata delle informazioni cartografiche e censuarie relative al catasto integrate con le informazioni anagrafico-tributarie attraverso: - progettazione ed impianto del data base Comune - Catasto - realizzazione del sistema cartografico catasto comune - rilievo e georeferenziazione della numerazione civica - correlazione tra banche dati censuarie e banche dati anagrafico tributarie - personalizzazione, implementazione, integrazione dell applicativo software a riuso Sviluppo e manutenzione evolutiva applicazioni Personalizzazione e manutenzione evolutiva di prodotti esistenti - PSW e MEW Tributi codice Personalizzazione della soluzione a riuso finalizzata all importazione, consultazione, e normalizzazione dei dati censuari catastali forniti Pagina 14 di 31

15 dall Agenzia del Territorio e delle relative banche dati per la verifica delle posizioni ICI (fornitura Catasto 2000) e TARSU (fornitura comma 340 art. 1 legge 311/04). Dovranno essere sviluppate funzioni aggiuntive ai sistemi applicativi esistenti per consentire l integrazione tra dati censuari e banca dati cartografica catastale. A tal fine deve essere attuata la realizzazione di un interfaccia utente che consenta la consultazione dei dati secondo due approcci distinti ma inter il primo di tipo alfanumerico e il secondo di tipo cartografico realizzando l aggancio tra banche dati e cartografia. Il sistema si completa con funzionalità per elaborare statistiche ed effettuare ricerche multicriterio (es. per foglio e particella e/o per dati anagrafici dell intestatario e/o per indirizzo). Gestione e manutenzione applicazioni Gestione applicativi e Basi Dati - GSW Progettazione banca dati tributi Definizione della struttura del database tributi-catasto attraverso lo studio delle specifiche tecniche, dei tracciati records relativi alle banche dati dell Agenzia del Territorio, finalizzato all importazione degli archivi censuari nel sistema. L applicazione deve risiedere su data base relazionale DBMS open source, preferibilmente MySql, e consentire diversificati livelli d accesso, reportisitca, back up e restore dei dati. Manutenzione e conversione applicazioni - MSW Migrazione ambiente/sistema operativo tributi Migrazione e conversione dell applicativo dal sistema nativo al sistema in uso presso l Ente. La migrazione dei dati dovrà avvenire in modalità relazionale assicurando la migrazione da un DBMS ad un altro. La conversione dell applicativo prevede il porting e ove necessario la riscrittura del codice applicativo. Il processo di migrazione e conversione deve lasciare inalterati i requisiti di carattere funzionale dell applicativo. Servizio di integrazione Integrazione di prodotti software e basi dati - ISW Interoperabilità Pagina 15 di 31

16 TRIBUTI Integrazione e interoperabilità delle banche dati censuarie e cartografiche catastali tramite l esposizione di servizi legacy con interfaccia web in modalità intranet. La distribuzione delle informazioni deve essere assicurata attraverso un applicativo di frontend realizzato utilizzando linguaggi di scripting come Javascript e PHP e DBMS relazionale tipo MySQL. Servizi di gestione documentale Trattamento dati documentale - TDO Rilevazione dati e data entry L'attività consiste nel trattamento dei documenti, dei dati e delle informazioni in essi contenute, finalizzato all'acquisizione, organizzazione ed elaborazione delle stesse per la costituzione del sistema integrato cartografico-alfanumerico. Tale sistema dovrà consentire l aggancio tra banche dati gestionali di carattere amministrativo/anagrafico/tributario con i dati territoriali. A tal fine si procederà alla definizione della toponomastica stradale e alla successiva rilevazione della numerazione civica negli ambiti urbani definiti dalla strumentazione urbanistica vigente. Ogni numero civico rilevato, deve essere georiferito sulla base cartografica aerofotogrammetrica catastale e contenere le informazioni relative a: codice toponimo destinazione d uso (es. residenziale, commerciale, artigianale, ecc.) tipo di ingresso (es. principale, secondario) eventuale presenza di passo carraio eventuale denominazione dell attività non residenziale. Mappe catastali Trattamento delle mappe catastali, dei dati e delle informazioni in esse contenuti. In particolare deve essere eseguito l'inserimento nel sistema dei fogli di mappa forniti dall'ufficio Urbanistica. Sono previste attività di presa in carico, importazione ed integrazione nel sistema (ove necessario). Tali mappe consentiranno la realizzazione della base cartografica integrata aerofotogrammetrica-catastale dove georiferire tutte le informazioni e/o i dati gestionali di carattere amministrativo/ anagrafico/ tributario. In considerazione del prossimo trasferimento delle competenze catastali ai Comuni, l Ente valuterà se sottoscrivere apposita convenzione con L Agenzia del Territorio per il collaudo di predetta base cartografica. Assistenza all utente ed addestramento Assistenza in remoto e in locale - ASS Pagina 16 di 31

17 Assistenza on site - tributi Assistenza agli operatori comunali per il rafforzamento delle conoscenze, delle competenze e delle capacità professionali al fine di supportare il processo d innovazione organizzativa e tecnologica connesso all introduzione delle nuove procedure software. Assistenza on the job per le nuove procedure gestionali e software durante le fasi di lavoro, in grado di garantire lo sviluppo delle necessarie abilità/conoscenze. L attività è destinata agli operatori delle unità organizzative coinvolte nei processi di implementazione e di uso. Dovranno essere garantite almeno 2 giornate di 4 ore di assistenza on site e assistenza in remoto per l intera durata del progetto negli orari Formazione ed addestramento - FOR Addestramento tributi L addestramento deve essere dedicato a tutti gli operatori coinvolti nelle attività di gestione e di organizzazione delle procedure software, sperimentando le diverse modalità di utilizzazione e trattamento delle informazioni. Dovranno essere garantite 3 giornate di assistenza per un totale di 12 ore. Servizi professionali Consulenza - CON Valutazione dell impatto organizzativo delle nuove procedure software, con particolare riferimento alle procedure info - telematiche e alla diversa organizzazione delle banche dati relative alle funzioni tributarie dell ente. Le attività da eseguire per l erogazione del servizio includono: l analisi delle esigenze dell Amministrazione l indicazione dei criteri di esecuzione degli eventuali vincoli realizzativi Supporto funzioni tributarie l effort richiesto per lo svolgimento dell attività in termini di: o risorse professionali necessarie per l erogazione del servizio (quantità e qualità), o tempo necessario, (data di inizio e termine del servizio) o modalità di erogazione/diffusione dell output. Dovranno essere garantite non meno di 2 giornate di consulenza per un totale di 8 ore. Pagina 17 di 31

18 Misura della customer satisfaction - MCS Monitoraggio Tributi Attività finalizzate a misurare la qualità percepita attraverso la pianificazione, la progettazione, la realizzazione delle rilevazioni e la produzione dei risultati della misura. La misurazione delle qualità percepita, pertanto, deve riguardare la valutazione dell importanza del servizio per le attività che l utente deve svolgere, dei benefici primari conseguenti all utilizzo del servizio, della facilità d uso e della facilità d apprendimento, la qualità ed il livello di difettosità. Le attività devono comprendere anche il rilievo dei servizi/flussi realizzati attraverso il servizio e la valutazione di risultato (Attività di rilievo e organizzazione di dati relativi all utilizzo del prodotto; Attività di analisi). Tipologia del servizio Obiettivi IV - Servizi territoriali - COSTA E-CAT (Gestione integrata operazioni catastali), SIT (Sistema Informativo Territoriale) e personalizzazione marketing territoriale (E-MKT) Rappresentazione e gestione integrata delle informazioni urbanistiche territoriali: - personalizzazione, implementazione, integrazione dell applicativo software a riuso mediante realizzazione di un applicativo web gis client-server - inserimento nel sistema delle basi dati cartografiche comunali - predisposizione e inserimento nel sistema delle basi dati cartografiche regionali - inserimento nel sistema degli strumenti urbanistici Sviluppo e manutenzione evolutiva applicazioni Personalizzazione e manutenzione evolutiva di prodotti esistenti PSW e MEW GIS codice Personalizzazione del motore cartografico Mapserver implementato su una piattaforma Webservice Apache usando PHP come linguaggio funzionale di ricerca e di programmazione. La soluzione dovrà consentire la consultazione dei livelli informativi cartografici relativi a: cartografia tecnica comunale, provinciale e/o regionale. stradario comunale numerazione civica mappe catastali Piano Urbanistico Comunale e relativi vincoli Pagina 18 di 31

19 Foto satellitari ed ortofoto Deve essere realizzata la scrittura di funzioni aggiuntive d'integrazione ai sistemi applicativi esistenti per l integrazione dei dati territoriali con la banche dati alfanumeriche relative alla normativa urbanistica ed ai dati censuari, in particolare è richiesto lo sviluppo e la personalizzazione della procedura per produzione e stampa del Certificato di Destinazione Urbanistica in tempo reale. Sono comprese le attività di adattamento dell' architettura tecnologica, la personalizzazione, il restiling dell'interfaccia utente e l adattamento della soluzione ai processi/procedimenti del comune, il tutto finalizzato alla realizzazione di un sistema informativo sui temi geografici di tipo territoriale urbanistico. Gestione applicativi e Basi Dati - GSW Progettazione banca dati GIS Definizione della struttura del data base cartografico nel rispetto dei protocolli e dei formati previsti dall OGC (Open Geographic Consortium), dei formati attualmente in uso presso l Ente locale e dei vincoli e requisiti organizzativi. L architettura deve consentire diversificati livelli d accesso, reportisitca, back up e restore dei dati. Devono essere realizzate le seguenti banche dati cartografichealfanumeriche: stradario, civici, norme tecniche di attuazione, volumetrie, elementi cartografici (viabilità, edifici manufatti, limiti, simboli, idrografia, opere idrauliche, trasporto, fluidi, energia, morfologia, vegetazione, elementi geodetici, limiti amministrativi), PUC e vincoli urbanistici. Migrazione e conversione applicazioni - MSW Migrazione ambiente/sistema operativo GIS Migrazione e conversione dell applicativo dal sistema nativo al sistema in uso presso l Ente. La migrazione dei dati dovrà avvenire in modalità relazionale assicurando la migrazione da un DBMS ad un altro. La conversione dell applicativo prevede il porting e ove necessario la riscrittura del codice applicativo. Il processo di migrazione e conversione deve lasciare inalterati i requisiti di carattere funzionale dell applicativo. Servizi di integrazione Integrazione di prodotti software e basi di dati - ISW Pagina 19 di 31

20 Interoperabilita GIS Interoperabilità tecnica e dei contenuti mediante codifica dei dati alfanumerici e cartografici. Il Sistema dovrà consentire la realizzazione di un infrastruttura di dati che permetta la condivisione delle informazioni territoriali secondo le direttive INSPIRE e delle indicazioni dell Intesa Stato - Regioni Enti Locali. Il processo dovrà definire un sistema di riferimento cartografico comune (WGS 84 o in alternativa GAUSS BOAGA) e l interoperabilità dei dati deve essere assicurata adottando standard de iure progettati dall Open Spatial Consortium ma anche standard de facto come per esempio l impiego di shape file adottato da Regione e Provincia. Ogni livello informativo dovrà essere descritto con una scheda informativa (metadato) nel rispetto delle indicazioni UNI ISO Il sistema dovrà essere in grado di comunicare con i vari uffici comunali mediante un application server (Apache) ed un motore GIS Mapserver che consenta la consultazione, attraverso percorsi e ricerche guidate, dei livelli informativi cartografici. Il sistema dovrà consentire l integrazione e l interoperabilità tra formati raster (TIFF, Geo TIFF), Shape e geodatabase (PostGIS). Servizi di gestione documentale Trattamento documentale e acquisizione dati - TDO Banche dati catastali Trattamento dei documenti, dei dati e delle informazioni in essi contenute. In particolare è previsto l'inserimento nel sistema delle banche dati catastali, relative alle forniture catasto 2000 e catasto comma 340 art. 1 legge 311/04, dell'agenzia del Territorio. Sono previste attività di presa in carico, importazione dal formato TXT e /o XML ed integrazione nell applicativo tributi territorio. Cartografia Trattamento dei documenti, dei dati e delle informazioni in essi contenuti finalizzato all'acquisizione, l'organizzazione ed elaborazione delle informazioni contenute nella cartografia tecnica regionale e/o presenti nell attuale S.I.T. comunale. In funzione dei diversi supporti documentali, grafici e alfanumerici forniti dall'ente, saranno svolte operazioni di import, bonifica e correzione topologica finalizzate alla realizzazione di macrolivelli omogenei che costituiranno la struttura portante del SIT. In particolare, la cartografia dovrà essere suddivisa in macrolivelli omogenei relativi a viabilità, edificato, simbologia, idrografia, trasporto, fluidi, energia, morfologia, vegetazione, elementi geodetici e limiti amministrativi. A completamento del modulo si dovranno prevedere il trattamento/inserimento nel sistema di immagini satellitari /ortofotopiano, di fonte Regionale, e la realizzazione di modello Tridimensionale del terreno (D.E.M.). Pagina 20 di 31

Miglioramento dell efficienza interna Trasparenza dell azione amministrativa

Miglioramento dell efficienza interna Trasparenza dell azione amministrativa Titolo Dematerializzazione documentale Amministrazione Comune di Pisa Provincia Pisa Regione Toscana Sito Internet http://www.comune.pisa.it/dematerializzazione PEC comune.pisa@postacert.toscana.it Referente

Dettagli

Macro Fase 1 - Personale adibito ad attività di consulenza, tutoraggio, ricerca ecc.

Macro Fase 1 - Personale adibito ad attività di consulenza, tutoraggio, ricerca ecc. Macro Fase 1 - Personale adibito ad attività di consulenza, tutoraggio, ricerca ecc. Risultati attesi 1 / Deliverables 2 Fase 1 - Infrastrutture di base La fase 1 prevede lo svolgimento delle seguenti

Dettagli

p.geri@comune.pisa.it Telefono 050-910385 Direzione Sistemi Informativi UO automazione flusso documentale Personale e Sistemi informativi

p.geri@comune.pisa.it Telefono 050-910385 Direzione Sistemi Informativi UO automazione flusso documentale Personale e Sistemi informativi Titolo Dematerializzazione documentale Amministrazione Comune di Pisa Provincia Pisa Regione Toscana Sito Internet http://www.comune.pisa.it PEC comune.pisa@postacert.toscana.it Referente Geri Patrizio

Dettagli

SOMMARIO 1 CONTESTO ATTUALE E SERVIZI ATTIVI... 2 OBIETTIVI DEL COMUNE...

SOMMARIO 1 CONTESTO ATTUALE E SERVIZI ATTIVI... 2 OBIETTIVI DEL COMUNE... COMUNE DI FONTE Piano di informatizzazione delle procedure per la presentazione delle istanze, dichiarazioni e segnalazioni ai sensi art. 24, comma 3 bis D.L. n. 90/2014 e s.m.i. SOMMARIO 1 CONTESTO ATTUALE

Dettagli

PROGETTO: SVILUPPO PIATTAFORME ICT INTERATTIVE SISTEMA INFORMATIVO TERRITORIALE GESTIONE AMBIENTALE E DEL TERRITORIO

PROGETTO: SVILUPPO PIATTAFORME ICT INTERATTIVE SISTEMA INFORMATIVO TERRITORIALE GESTIONE AMBIENTALE E DEL TERRITORIO Associazione dei Comuni del Comprensorio TRIGNO-SINELLO PROGETTO: SVILUPPO PIATTAFORME ICT INTERATTIVE SISTEMA INFORMATIVO TERRITORIALE GESTIONE AMBIENTALE E DEL TERRITORIO RELAZIONE TECNICA E CRONOPROGRAMMA

Dettagli

:: RNDT. repertorio nazionale dei dati territoriali. 22 maggio 2007 FORUM PA 2007 1

:: RNDT. repertorio nazionale dei dati territoriali. 22 maggio 2007 FORUM PA 2007 1 :: RNDT repertorio nazionale dei dati territoriali 22 maggio 2007 FORUM PA 2007 1 I dati territoriali della Pubblica Amministrazione 22 maggio 2007 FORUM PA 2007 2 Codice dell Amministrazione Digitale

Dettagli

CARATTERISTICA / MODULO

CARATTERISTICA / MODULO NextWare Doc è il prodotto che consente di amministrare semplicemente tutte le p roblematiche inerenti la gestione dei documenti; è rivolto sia la settore privato che alla Pubblica Amministrazione, e copre

Dettagli

PROCEDURA DI GARA PER LA FORNITURA DI UNA PIATTAFORMA PER L ORCHESTRAZIONE DI SERVIZI COMPOSITI E LA GESTIONE DOCUMENTALE

PROCEDURA DI GARA PER LA FORNITURA DI UNA PIATTAFORMA PER L ORCHESTRAZIONE DI SERVIZI COMPOSITI E LA GESTIONE DOCUMENTALE PROCEDURA DI GARA PER LA FORNITURA DI UNA PIATTAFORMA PER L ORCHESTRAZIONE DI SERVIZI COMPOSITI E LA GESTIONE DOCUMENTALE CAPITOLATO TECNICO DI GARA CIG 5302223CD3 SOMMARIO 1 Oggetto della Fornitura...

Dettagli

Relazione di accompagnamento allo Studio di Fattibilità Tecnica per la Continuità Operativa ed il Disaster Recovery

Relazione di accompagnamento allo Studio di Fattibilità Tecnica per la Continuità Operativa ed il Disaster Recovery COMUNE DI PALOMONTE Provincia di Salerno Relazione di accompagnamento allo Studio di Fattibilità Tecnica per la Continuità Operativa ed il Disaster Recovery ai sensi della Circolare n.58 di DigitPA del

Dettagli

Smart. SUAP Area Tecnico Territoriale. Descrizione sintetica. Funzionalità principali SCHEDA PRODOTTO. Dematerializzazione. Sistema.

Smart. SUAP Area Tecnico Territoriale. Descrizione sintetica. Funzionalità principali SCHEDA PRODOTTO. Dematerializzazione. Sistema. SCHEDA PRODOTTO Descrizione sintetica Il modulo consente di gestire i procedimenti amministrativi legati alle sportello unico per le attività produttive. Fa parte dell area dedicata alla componente tecnico

Dettagli

Centro Nazionale per l Informatica nella Pubblica Amministrazione. Gara a procedura aperta n. 1/2007. per l appalto dei

Centro Nazionale per l Informatica nella Pubblica Amministrazione. Gara a procedura aperta n. 1/2007. per l appalto dei Centro Nazionale per l Informatica nella Pubblica Amministrazione Gara a procedura aperta n. 1/2007 per l appalto dei Servizi di rilevazione e valutazione sullo stato di attuazione della normativa vigente

Dettagli

P r o v i n c i a d i B e l l u n o l o c. Ca p o l u o g o, n. 1 0 5 3 2 0 3 7 S o s p i r o l o P. I. 0 0 1 6 4 1 1 0 2 5 6

P r o v i n c i a d i B e l l u n o l o c. Ca p o l u o g o, n. 1 0 5 3 2 0 3 7 S o s p i r o l o P. I. 0 0 1 6 4 1 1 0 2 5 6 Comune di Sospirolo P r o v i n c i a d i B e l l u n o l o c. Ca p o l u o g o, n. 1 0 5 3 2 0 3 7 S o s p i r o l o P. I. 0 0 1 6 4 1 1 0 2 5 6 PIANO DI INFORMATIZZAZIONE delle procedure per la presentazione

Dettagli

COME FARE PER. ARMONIZZARE IL SITO COL SISTEMA DI GESTIONE DOCUMENTALE DELL ENTE

COME FARE PER. ARMONIZZARE IL SITO COL SISTEMA DI GESTIONE DOCUMENTALE DELL ENTE COME FARE PER. ARMONIZZARE IL SITO COL SISTEMA DI GESTIONE DOCUMENTALE DELL ENTE Flavia Marzano marzano@cibernet.it 10/05/2004 ARPA Club Forum PA 2004 Contenuti Cenni normativi Sistema di gestione documentale:

Dettagli

I servizi geografici del portale Umbri@geo: esempi di applicazioni client

I servizi geografici del portale Umbri@geo: esempi di applicazioni client I servizi geografici del portale Umbri@geo: esempi di applicazioni client Autori: A. Brunozzi, A. Ciarapica Regione Umbria Direzione programmazione, innovazione e competitività dell Umbria, Servizio Informatico/Informativo:

Dettagli

Sistema di Interscambio dell Agenzia del Territorio

Sistema di Interscambio dell Agenzia del Territorio PAG. 1 DI 26 Sistema di Interscambio Descrizione dei Servizi Sistema di Interscambio dell Agenzia del Territorio Descrizione dei servizi 26 ottobre 2007 DOC. ES-23-IS-08 PAG. 2 DI 26 Sistema di Interscambio

Dettagli

Comunità Montana Terminio Cervialto Via Don Minzoni,2 83048 Montella (AV)

Comunità Montana Terminio Cervialto Via Don Minzoni,2 83048 Montella (AV) Comunità Montana Terminio Cervialto Via Don Minzoni,2 83048 Montella (AV) PRESENTAZIONE APPLICATIVI INFORMATICI (BEST PRACTICE) REALIZZATI NELL AMBITO DELL E-GOVERNMENT PER L IMPLEMENTAZIONE DELLA BACHECA

Dettagli

Il sistema documentario nella Intranet della Regione Marche

Il sistema documentario nella Intranet della Regione Marche Seminario di studio: Dai sistemi documentali al knowledge management Un opportunità per la Pubblica Amministrazione Gestione documentale e knowledge management Roma, 15 aprile 2003 MAURO ERCOLI BEATRICE

Dettagli

P R O D O T T I P E R L A P U B B L I C A A M M I N I S T R A Z I O N E C U B E G I S S O L U Z I O N E P E R L A G E S T I O N E E I L C O N T R O L

P R O D O T T I P E R L A P U B B L I C A A M M I N I S T R A Z I O N E C U B E G I S S O L U Z I O N E P E R L A G E S T I O N E E I L C O N T R O L P R O D O T T I P E R L A P U B B L I C A A M M I N I S T R A Z I O N E C U B E G I S S O L U Z I O N E P E R L A G E S T I O N E E I L C O N T R O L L O D E L T E R R I T O R I O I N D I C E 5 S O

Dettagli

COMUNE DI CASTELCUCCO

COMUNE DI CASTELCUCCO COMUNE DI CASTELCUCCO Piano di informatizzazione delle procedure per la presentazione delle istanze, dichiarazioni e segnalazioni ai sensi art. 24, comma 3 bis D.L. n. 90/2014 e s.m.i. SOMMARIO 1 CONTESTO

Dettagli

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Prospetto Informativo on-line Standard tecnici del sistema informativo per l invio telematico del Prospetto Informativo Documento: UNIPI.StandardTecnici Revisione

Dettagli

Fornitura di data base topografici dei centri urbani e aree abitate della Sardegna, alla scala 1:2.000 e 1:1.000

Fornitura di data base topografici dei centri urbani e aree abitate della Sardegna, alla scala 1:2.000 e 1:1.000 REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA ASSESSORATO ENTI LOCALI, FINANZE ED URBANISTICA DIREZIONE GENERALE DELLA PIANIFICAZIONE URBANISTICA TERRITORIALE E DELLA VIGILANZA EDILIZIA SERVIZIO SISTEMA INFORMATIVO

Dettagli

Sistema Web-Gis per la segnalazione dei fenomeni di dissesto idrogeologico

Sistema Web-Gis per la segnalazione dei fenomeni di dissesto idrogeologico Sistema Web-Gis per la segnalazione dei fenomeni di dissesto idrogeologico Il progetto si pone l obiettivo di rilanciare la manutenzione diffusa del territorio montano attraverso l analisi delle basi informatiche

Dettagli

RICOGNIZIONE DELLA SITUAZIONE ESISTENTE...7

RICOGNIZIONE DELLA SITUAZIONE ESISTENTE...7 COMUNE DI SPECCHIA Piano di informatizzazione delle procedure per la presentazione e la compilazione on-line da parte di cittadini e imprese delle istanze, dichiarazioni e segnalazioni al Comune INDICE

Dettagli

COMUNE DI TERNO D ISOLA

COMUNE DI TERNO D ISOLA COMUNE DI TERNO D ISOLA Provincia di BERGAMO Piano triennale di informatizzazione delle procedure per la presentazione di istanze, dichiarazioni e segnalazioni (Art 24 comma 3bis D.L. 90/2014) INDICE 1)

Dettagli

9. PROGETTIAMO UN GIS

9. PROGETTIAMO UN GIS 9. PROGETTIAMO UN GIS 9.1 Introduzione Abbiamo approfondito nei capitoli precedenti le singole componenti di un SIT, le funzioni necessarie nelle diverse fasi di elaborazione dei dati, la generazione di

Dettagli

EGOVERNMENT ED EGOVERNANCE

EGOVERNMENT ED EGOVERNANCE Prot. 13/2011 del 25/01/2011 Pag. 0 di 11 ADMINISTRA COMUNE DI NAPOLI Il progetto Administra nasce dall esigenza del Comune di Napoli di disporre di un unica infrastruttura tecnologica permanente di servizi

Dettagli

Progetto Automazione flusso documentale e dematerializzazione

Progetto Automazione flusso documentale e dematerializzazione Progetto Automazione flusso documentale e dematerializzazione Le tappe Stato dell arte Consolidamento e sviluppi a cura di: Patrizio Geri Direzione Sistemi Informativi Titolare P.O. Responsabile Automazione

Dettagli

SETTORE PIANIFICAZIONE TERRITORIALE E SISTEMA INFORMATIVO GEOGRAFICO STUDIO DI FATTIBILITA

SETTORE PIANIFICAZIONE TERRITORIALE E SISTEMA INFORMATIVO GEOGRAFICO STUDIO DI FATTIBILITA COMUNE DI VENEZIA Ministero delle Infrastrutture DIREZIONE SVILUPPO DEL TERRITORIO ED EDILIZIA SETTORE PIANIFICAZIONE TERRITORIALE E SISTEMA INFORMATIVO GEOGRAFICO DIPARTIMENTO PER LA PROGRAMMAZIONE ED

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO PER LA COSTRUZIONE, GESTIONE E MANUTENZIONE SITO WEB ISTITUZIONALE DELL UNIONE DEI COMUNI DELL APPENNINO BOLOGNESE.

CAPITOLATO TECNICO PER LA COSTRUZIONE, GESTIONE E MANUTENZIONE SITO WEB ISTITUZIONALE DELL UNIONE DEI COMUNI DELL APPENNINO BOLOGNESE. CAPITOLATO TECNICO PER LA COSTRUZIONE, GESTIONE E MANUTENZIONE SITO WEB ISTITUZIONALE DELL UNIONE DEI COMUNI DELL APPENNINO BOLOGNESE. Articolo 1 Oggetto dell appalto 1. L appalto ha per oggetto la progettazione,

Dettagli

Il progetto P.E.O.P.L.E. Progetto Enti On-line Portali Locali E-government

Il progetto P.E.O.P.L.E. Progetto Enti On-line Portali Locali E-government Il progetto P.E.O.P.L.E. Dimensioni del progetto Presentato da 55 enti con quasi 7,4 milioni di abitanti, circa il 13% della popolazione nazionale. P.E.O.P.L.E. si basa su un budget iniziale complessivo

Dettagli

Piano di informatizzazione delle procedure per la presentazione di istanze, dichiarazioni e segnalazioni

Piano di informatizzazione delle procedure per la presentazione di istanze, dichiarazioni e segnalazioni Piano di informatizzazione delle procedure per la presentazione di istanze, dichiarazioni e segnalazioni Ai sensi del comma 3 bis dell art. 24 del D.L. 90/2014 convertito nella legge 11/08/2014 n. 114

Dettagli

Il nuovo Sistema Informativo Territoriale del Comune di Castelfiorentino

Il nuovo Sistema Informativo Territoriale del Comune di Castelfiorentino Il nuovo Sistema Informativo Territoriale del Comune di Castelfiorentino Il Sistema Informativo Territoriale (SIT) del Comune di Castelfiorentino è il punto d'accesso per i servizi e alle informazioni

Dettagli

ALL. C AFFIDAMENTO AI SENSI DELL ART. 125, COMMI 10 E 11, DEL D.LGS. 163/2006 E S.M.I. DELLA PROGETTAZIONE E REALIZZAZIONE DI UN

ALL. C AFFIDAMENTO AI SENSI DELL ART. 125, COMMI 10 E 11, DEL D.LGS. 163/2006 E S.M.I. DELLA PROGETTAZIONE E REALIZZAZIONE DI UN ALL. C AFFIDAMENTO AI SENSI DELL ART. 125, COMMI 10 E 11, DEL D.LGS. 163/2006 E S.M.I. DELLA PROGETTAZIONE E REALIZZAZIONE DI UN PORTALE WEB NELL AMBITO DELLA MISURA 2.6. DEL POI ENERGIA FESR 2007 2013

Dettagli

POR Calabria FSE 2007/2013 Asse II Occupabilità Obiettivo operativo D1

POR Calabria FSE 2007/2013 Asse II Occupabilità Obiettivo operativo D1 Allegato n. 2 al Capitolato speciale d appalto. ENTE PUBBLICO ECONOMICO STRUMENTALE DELLA REGIONE CALABRIA POR Calabria FSE 2007/2013 Asse II Occupabilità Obiettivo operativo D1 Procedura aperta sotto

Dettagli

Piano di informatizzazione delle procedure ai sensi dell art. 24 comma 3bis DL 90/2014 (L. 114/2014)

Piano di informatizzazione delle procedure ai sensi dell art. 24 comma 3bis DL 90/2014 (L. 114/2014) Piano di informatizzazione delle procedure ai sensi dell art. 24 comma 3bis DL 90/2014 (L. 114/2014) Comune di Argelato Comune di Bentivoglio Comune di Castel Maggiore Comune di Castello d Argile Comune

Dettagli

ALLEGATO C NUOVA CONVENZIONE COMMUNITY NETWORK EMILIA-ROMAGNA. 1. Catalogo generale delle soluzioni e dei servizi (art.

ALLEGATO C NUOVA CONVENZIONE COMMUNITY NETWORK EMILIA-ROMAGNA. 1. Catalogo generale delle soluzioni e dei servizi (art. ALLEGATO C NUOVA CONVENZIONE PER IL FUNZIONAMENTO, LA CRESCITA E LO SVILUPPO DELLA COMMUNITY NETWORK EMILIA-ROMAGNA SOLUZIONI E SERVIZI DI CUI AI CATALOGHI DELL ART. 2 LETT. N,O,P,Q 1. Catalogo generale

Dettagli

INVITO. MODENA, 5 Febbraio 2010, Teatro Fondazione Collegio San Carlo. esempi di burocrazia positiva tra cooperazione e tecnologia

INVITO. MODENA, 5 Febbraio 2010, Teatro Fondazione Collegio San Carlo. esempi di burocrazia positiva tra cooperazione e tecnologia esempi di burocrazia positiva tra cooperazione e tecnologia Sistemi tecnologici e cooperazione interistituzionale per il governo del territorio MODENA, 5 Febbraio 2010, Teatro Fondazione Collegio San Carlo

Dettagli

Comune di Parella PIANO INFORMATIZZAZIONE DEI SERVIZI A CITTADINI E IMPRESE NEL COMUNE DI PARELLA

Comune di Parella PIANO INFORMATIZZAZIONE DEI SERVIZI A CITTADINI E IMPRESE NEL COMUNE DI PARELLA Comune di Parella PIANO INFORMATIZZAZIONE DEI SERVIZI A CITTADINI E IMPRESE NEL COMUNE DI PARELLA INDICE A) PREMESSA... 3 B) LA SITUAZIONE ATTUALE (AS-IS)... 4 C) L EVOLUZIONE (TO-BE)... 8 D) ALLEGATI...

Dettagli

COMUNE DI VIGONOVO PROVINCIA DI VENEZIA Via Veneto, 2 30030 VIGONOVO (VE)

COMUNE DI VIGONOVO PROVINCIA DI VENEZIA Via Veneto, 2 30030 VIGONOVO (VE) COMUNE DI VIGONOVO PROVINCIA DI VENEZIA Via Veneto, 2 30030 VIGONOVO (VE) Comune di Vigonovo Sistemi Informativi Piano di informatizzazione delle procedure per la presentazione delle istanze, dichiarazioni

Dettagli

COMUNE DI PADERNO DEL GRAPPA Provincia di Treviso

COMUNE DI PADERNO DEL GRAPPA Provincia di Treviso COMUNE DI PADERNO DEL GRAPPA Provincia di Treviso Piano di informatizzazione delle procedure per la presentazione delle istanze, dichiarazioni, segnalazioni ai sensi dell articolo 24, comma 3 bis del D.L.

Dettagli

I servizi di accesso e di gestione dell informazione geografica della Regione Abruzzo

I servizi di accesso e di gestione dell informazione geografica della Regione Abruzzo I servizi di accesso e di gestione dell informazione geografica della Regione Abruzzo Filippo DEL GUZZO (*), Valentina VALLERIANI (*), Alessandro CACCHIONE (*) (*) Regione Abruzzo, Struttura Speciale di

Dettagli

Destinatari I destinatari del servizio sono sia gli utenti interni che i cittadini e le imprese

Destinatari I destinatari del servizio sono sia gli utenti interni che i cittadini e le imprese Sintesi del progetto L evoluzione normativa ha portato il Comune di Giugliano ad una revisione del proprio sistema informatico documentale da alcuni anni. La sensibilità del Direttore Generale al miglioramento

Dettagli

Telerilevamento e SIT Prof. Ing. Giuseppe Mussumeci

Telerilevamento e SIT Prof. Ing. Giuseppe Mussumeci Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria per l Ambiente e il Territorio A.A. 2012-2013 Telerilevamento e SIT Prof. Ing. Giuseppe Mussumeci Architettura e funzionalità di una piattaforma GIS. Parte seconda:

Dettagli

DISCIPLINARE PER IL SERVIZIO DI CASSA ALLEGATO N. 2 ORDINATIVI INFORMATICI

DISCIPLINARE PER IL SERVIZIO DI CASSA ALLEGATO N. 2 ORDINATIVI INFORMATICI DISCIPLINARE PER IL SERVIZIO DI CASSA ALLEGATO N. 2 ORDINATIVI INFORMATICI A. Modalità di erogazione del servizio 1. Oggetto Gli ordinativi informatici dovranno essere sottoscritti con Firma Digitale dai

Dettagli

Schede sintetiche applicazioni web e desktop SITR-IDT

Schede sintetiche applicazioni web e desktop SITR-IDT Schede sintetiche applicazioni web e desktop SITR-IDT Sistema Informativo Territoriale Regionale (SITR-IDT) Creatore Schede sintetiche applicazioni web e desktop SITR-IDT Servizio SITR Data 05/03/12 Soggetto

Dettagli

CeBAS. Centrale Bandi e Avvisi Pubblici Regionali (DGR n. 1556 del 11.09.2009)

CeBAS. Centrale Bandi e Avvisi Pubblici Regionali (DGR n. 1556 del 11.09.2009) CeBAS Centrale Bandi e Avvisi Pubblici Regionali (DGR n. 1556 del 11.09.2009) Introduzione Il progetto CEBAS: la finalità è di migliorare l efficienza operativa interna dell Ente rispondere alle aspettative

Dettagli

La carta di identità elettronica per il sistema dei servizi

La carta di identità elettronica per il sistema dei servizi La carta di identità elettronica per il sistema dei servizi L AMMINISTRAZIONE LOCALE: IL FRONT OFFICE DELL INTERO MONDO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Con il Piano di E-Government, con il ruolo centrale

Dettagli

2) Entro Novembre. 6) Entro Marzo 2004

2) Entro Novembre. 6) Entro Marzo 2004 Documento di programmazione del progetto denominato: Realizzazione della seconda fase di sviluppo di intranet: Dall Intranet istituzionale all Intranet per la gestione e condivisione delle conoscenze.

Dettagli

DISCIPLINARE TECNICO

DISCIPLINARE TECNICO Premessa ALLEGATO A del Capitolato Speciale d Appalto DISCIPLINARE TECNICO L Azienda Sanitaria Provinciale di Catanzaro (di seguito anche ), con la presente procedura intende dotarsi di un Sistema

Dettagli

Gli Open Data della Regione del Veneto: da INSPIRE a RNDT

Gli Open Data della Regione del Veneto: da INSPIRE a RNDT Brescia, Webinar11 Formez Novembre PA - 27 2010 Novembre 2013 1 Gli Open Data della Regione del Veneto: da INSPIRE a RNDT Massimo Foccardi (*), Delio Brentan (*), Monica Cestaro (**) (*) Regione del Veneto

Dettagli

L evoluzione del Sistema Informativo della fiscalità. Il nuovo paradigma dei servizi

L evoluzione del Sistema Informativo della fiscalità. Il nuovo paradigma dei servizi L evoluzione del Sistema Informativo della fiscalità Il nuovo paradigma dei servizi Ing. Giuseppe Lacerenza Roma, 21 maggio 2007 Il nuovo paradigma dei servizi Indice Sogei e il Sistema informativo della

Dettagli

Centro Nazionale per l Informatica nella Pubblica Amministrazione

Centro Nazionale per l Informatica nella Pubblica Amministrazione Centro Nazionale per l Informatica nella Pubblica Amministrazione Procedura ristretta n. 2/2006 per l affidamento della progettazione, realizzazione e gestione di componenti di cooperazione applicativa,

Dettagli

SCHEDA TECNICA. Caratteristiche generali di prodotto. Denominazione S.A.T.T.- Sant Arpino Tributi e Territorio. Amministrazione Comune di Sant Arpino

SCHEDA TECNICA. Caratteristiche generali di prodotto. Denominazione S.A.T.T.- Sant Arpino Tributi e Territorio. Amministrazione Comune di Sant Arpino SCHEDA TECNICA Denominazione S.A.T.T.- Sant Arpino Tributi e Territorio Amministrazione Comune di Sant Arpino Note e considerazioni sul riuso Il Sistema proposto viene reso disponibile in open source per

Dettagli

Comune di RACCONIGI PIANO INFORMATIZZAZIONE DEI SERVIZI A CITTADINI E IMPRESE

Comune di RACCONIGI PIANO INFORMATIZZAZIONE DEI SERVIZI A CITTADINI E IMPRESE Comune di RACCONIGI PIANO INFORMATIZZAZIONE DEI SERVIZI A CITTADINI E IMPRESE INDICE A) PREMESSA... 3 B) LA SITUAZIONE ATTUALE (AS-IS)... 4 C) L EVOLUZIONE (TO-BE)... 6 Piano informatizzazione presentazione

Dettagli

ALLEGATO C STANDARD TECNICI DELLA BORSA CONTINUA NAZIONALE DEL LAVORO

ALLEGATO C STANDARD TECNICI DELLA BORSA CONTINUA NAZIONALE DEL LAVORO ALLEGATO C STANDARD TECNICI DELLA BORSA CONTINUA NAZIONALE DEL LAVORO Standard tecnici Gli standard tecnici di riferimento adottati sono conformi alle specifiche e alle raccomandazioni emanate dai principali

Dettagli

PROVINCIA DI SAVONA. Piattaforma di gestione on line dei PUC e strumenti operativi

PROVINCIA DI SAVONA. Piattaforma di gestione on line dei PUC e strumenti operativi PROVINCIA DI SAVONA Piattaforma di gestione on line dei PUC e strumenti operativi Il progetto della Provincia di Savona rientra nel Programma operativo della Regione Liguria Obiettivo competitività Regionale

Dettagli

Comune di MELLE Comune di VALMALA PIANO INFORMATIZZAZIONE DEI SERVIZI A CITTADINI E IMPRESE

Comune di MELLE Comune di VALMALA PIANO INFORMATIZZAZIONE DEI SERVIZI A CITTADINI E IMPRESE Comune di MELLE Comune di VALMALA PIANO INFORMATIZZAZIONE DEI SERVIZI A CITTADINI E IMPRESE INDICE A) PREMESSA... 3 B) LA SITUAZIONE ATTUALE (AS-IS)... 4 C) L EVOLUZIONE (TO-BE)... 6 Piano informatizzazione

Dettagli

Knowledge Box Spring 2011. Il nuovo CAD Per valorizzare il patrimonio informativo e conoscitivo delle PA

Knowledge Box Spring 2011. Il nuovo CAD Per valorizzare il patrimonio informativo e conoscitivo delle PA Knowledge Box Spring 2011 Il nuovo CAD Per valorizzare il patrimonio informativo e conoscitivo delle PA Maria Pia Giovannini DigitPA Responsabile Ufficio Sistemi per l efficienza della gestione delle risorse

Dettagli

Comune di Pisa Direzione Sistema Informativo UO Automazione Flusso Documentale

Comune di Pisa Direzione Sistema Informativo UO Automazione Flusso Documentale Comune di Pisa Direzione Sistema Informativo UO Automazione Flusso Documentale Il punto di partenza Nel Piano Esecutivo di Gestione 2000 particolare del Servizio Sistema Informativo erano allegate le Linee

Dettagli

EUCLIDE - EDILIZIA Gestione Pratiche edilizie

EUCLIDE - EDILIZIA Gestione Pratiche edilizie EUCLIDE - EDILIZIA Gestione Pratiche edilizie Le attività in materia edilizia, di competenza dell ufficio tecnico comunale sono regolamentate dal D.P.R. 6 3giugno 2001, n. 380, Testo unico delle disposizioni

Dettagli

COMUNE DI ROMANO CANAVESE PROVINCIA DI TORINO

COMUNE DI ROMANO CANAVESE PROVINCIA DI TORINO COMUNE DI ROMANO CANAVESE PROVINCIA DI TORINO PIANO INFORMATIZZAZIONE DEI SERVIZI A CITTADINI E IMPRESE NEL COMUNE DI ROMANO CANAVESE INDICE A) PREMESSA... 3 B) LA SITUAZIONE ATTUALE (AS-IS)... 4 C) L

Dettagli

M.Gentilini M. Vitale

M.Gentilini M. Vitale D.P.R. 28 dicembre 2000 n. 445 Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa art. 50 La gestione dei documenti deve essere effettuata mediante sistemi

Dettagli

Allegato 15 Modello offerta tecnica

Allegato 15 Modello offerta tecnica Allegato 15 Modello offerta tecnica Sommario 1 PREMESSA... 4 1.1 Scopo del documento... 4 2 La soluzione progettuale e la relativa architettura... 4 2.1 Requisiti generali della soluzione offerta... 4

Dettagli

Seminario Processi Innovativi

Seminario Processi Innovativi Seminario Processi Innovativi Agenda Semplificazione Agenda Digitale Fatturazione Elettronica e Split Payment Agenda Semplificazione Settori Strategici Individuati Cittadinanza Digitale Welfare e Salute

Dettagli

MAW Document Management

MAW Document Management MAW Document Management Sistema di Gestione Documentale Un unico sistema per l intero flusso documentale La soluzione per la gestione documentale multidevice di nuova generazione COSA FA? MULTI DEVICE

Dettagli

Permettere l aggiornamento delle fonti dati in modalità schedulata, automatica o semiautomatica

Permettere l aggiornamento delle fonti dati in modalità schedulata, automatica o semiautomatica Flussi di Aggiornameno Obiettivi Architetturali Strategici: Scalabilità amministrativa del sistema, unica istanza / n Comuni Permettere l aggiornamento delle fonti dati in modalità schedulata, automatica

Dettagli

Allegato B Specifiche richieste per il Portale Web del Comune di Modugno

Allegato B Specifiche richieste per il Portale Web del Comune di Modugno Allegato B Specifiche richieste per il Portale Web del Comune di Modugno Articolo 1 - Oggetto della fornitura 1. La fornitura ha per oggetto la progettazione, realizzazione e manutenzione del sito web

Dettagli

CST Area di Taranto. Assemblea dei Sindaci 19.09.2008. Evoluzione del CST

CST Area di Taranto. Assemblea dei Sindaci 19.09.2008. Evoluzione del CST CST Area di Taranto Assemblea dei Sindaci 19.09.2008 Evoluzione del CST 1. Introduzione Il prossimo 30 settembre 2008 termina il progetto di esercizio sperimentale dei servizi e, quindi, il Centro Servizi

Dettagli

Procedimenti e topologie nell analisi di piani urbanistici informatizzati

Procedimenti e topologie nell analisi di piani urbanistici informatizzati Procedimenti e topologie nell analisi di piani urbanistici informatizzati (Il sistema Gestione Piani Urbanistici GPU della Provincia Autonoma di Trento) Mauro Zambotto - Provincia Autonoma di Trento Alberto

Dettagli

La PEC e interoperabilità di protocollo

La PEC e interoperabilità di protocollo La PEC e interoperabilità di protocollo Contenuti (1) La Pec La PEC nella normativa Gli attori coinvolti Utenti Gestori La rete di comunicazione Il documento informatico Il punto di vista dell utente Il

Dettagli

PIANO PER LA SICUREZZA DEI DOCUMENTI INFORMATICI

PIANO PER LA SICUREZZA DEI DOCUMENTI INFORMATICI PIANO PER LA SICUREZZA DEI DOCUMENTI INFORMATICI Documento n. 9 - Allegato al manuale di gestione PIANO PER LA SICUREZZA DEI DOCUMENTI INFORMATICI 1. Composizione del piano Il piano di conservazione oltre

Dettagli

Regione Piemonte COMUNE DI PIVERONE

Regione Piemonte COMUNE DI PIVERONE Regione Piemonte COMUNE DI PIVERONE Piazza Marconi, 1 C.A.P. 10010 - PROVINCIA DI TORINO Tel. 0125/72154 - Fax 72190 http://www.comune.piverone.to.it Cod. fisc. 84001150014 E-mail : comune.piverone@comune.piverone.to.it

Dettagli

Applicazione: Sistema Orchestra

Applicazione: Sistema Orchestra Riusabilità del software Catalogo delle applicazioni Progr_ne/Controllo Applicazione: Sistema Orchestra Amministrazione: Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione Responsabile dei sistemi informativi

Dettagli

CITTÀ DI MOGLIANO VENETO

CITTÀ DI MOGLIANO VENETO CITTÀ DI MOGLIANO VENETO Provincia di Treviso Piazza Caduti, 8 31021 Cod. Fiscale 00565860269 Partita IVA 00476370267 Piano di informatizzazione delle procedure per la presentazione di istanze, dichiarazioni

Dettagli

Il Progetto SITR. L architettura applicativa

Il Progetto SITR. L architettura applicativa Il Progetto SITR Il progetto prevede la realizzazione di un Sistema Informativo Territoriale e di una Infrastruttura dei Dati Territoriali unica, scalabile e federata (SITR IDT) costituiti da risorse tecnologiche

Dettagli

Istituzione Ufficio Anagrafe Immobiliare E Costituzione Centro Servizi Sit

Istituzione Ufficio Anagrafe Immobiliare E Costituzione Centro Servizi Sit Comune di Barletta Città della Disfida Medaglia d Oro al Valor Militare ed al Merito Civile Istituzione Ufficio Anagrafe Immobiliare E Costituzione Centro Servizi Sit 1 COMUNE DI BARLETTA promotori Il

Dettagli

Il Consorzio CSA si occupa della fornitura di servizi e sistemi per la gestione degli archivi e delle informazioni

Il Consorzio CSA si occupa della fornitura di servizi e sistemi per la gestione degli archivi e delle informazioni Il Consorzio CSA si occupa della fornitura di servizi e sistemi per la gestione degli archivi e delle informazioni nella P.A. e, con la propria organizzazione, è garanzia d immediata risposta alle necessità

Dettagli

GIS Turistico della Valdaso Venerdì 23 gennaio 2015 - Ortezzano - Sala Savini

GIS Turistico della Valdaso Venerdì 23 gennaio 2015 - Ortezzano - Sala Savini GIS Turistico della Valdaso Venerdì 23 gennaio 2015 - Ortezzano - Sala Savini Ing. Roberto Capancioni GEOSERVICE srl PORTALE TERRITORIALE TURISTICO PER LA PROMOZIONE DEL PATRIMONIO: storico-culturale enogastronomico

Dettagli

WebGis Comune di Novara

WebGis Comune di Novara 1 / 12 Progetto GeoCivit@s 2 / 12 Premesse Con il presente documento si descrive sinteticamente la nuova applicazione personalizzata per la pubblicazione dei dati geografici. Tale documento contiene una

Dettagli

Allegato tecnico Legalinvoice Luglio 2014 InfoCert Vers. 1.0 Pag. 1 di 13. Legalinvoice - Allegato Tecnico

Allegato tecnico Legalinvoice Luglio 2014 InfoCert Vers. 1.0 Pag. 1 di 13. Legalinvoice - Allegato Tecnico InfoCert Vers. 1.0 Pag. 1 di 13 Legalinvoice - Allegato Tecnico InfoCert Vers. 1.0 Pag. 2 di 13 Sommario Novità introdotte rispetto alla precedente emissione... 3 1 Introduzione... 4 2 Riferimenti normativi...

Dettagli

DIREZIONE SISTEMI INFORMATIVI

DIREZIONE SISTEMI INFORMATIVI DIREZIONE SISTEMI INFORMATIVI P.O. AFFARI GENERALI E INNOVAZIONE Coordina le attività di supporto direzionale che riguardano la l'area Programmazione Sostenibilità e innovazione e la Direzione Sistemi

Dettagli

Piano di informatizzazione delle procedure per la presentazione di istanze, dichiarazioni e segnalazioni

Piano di informatizzazione delle procedure per la presentazione di istanze, dichiarazioni e segnalazioni Piano di informatizzazione delle procedure per la presentazione di istanze, dichiarazioni e segnalazioni (D.L. 90/2014 convertito in legge 114/2014, art. 24 comma 3 bis) Indice 1. Finalità 2. Riferimenti

Dettagli

Requisiti software (Capitolato Tecnico) per l implementazione di un software per la gestione della fatturazione passiva

Requisiti software (Capitolato Tecnico) per l implementazione di un software per la gestione della fatturazione passiva Requisiti software (Capitolato Tecnico) per l implementazione di un software per la gestione della fatturazione passiva Ing. Stefano Serra E-MAIL: stefano.serra@asppalermo.org 1 Informazioni sul documento

Dettagli

Tra cartaceo e digitale: gestione e conservazione degli archivi degli enti pubblici

Tra cartaceo e digitale: gestione e conservazione degli archivi degli enti pubblici Regione Toscana Direzione generale Organizzazione Tra cartaceo e digitale: gestione e conservazione degli archivi degli enti pubblici ANAI Marche Fermo, 28 novembre 2012 Ilaria Pescini PO Archivi e sistema

Dettagli

GESTIONE DEL PROTOCOLLO D.P.R. 445 / 2000

GESTIONE DEL PROTOCOLLO D.P.R. 445 / 2000 GESTIONE DEL PROTOCOLLO D.P.R. 445 / 2000 La soluzione proposta, conforme alle normative vigenti in materia, permette l amministrazione completa di tutte le informazioni relative al protocollo di un Ente

Dettagli

COMUNE di PORTOGRUARO - PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE 2011

COMUNE di PORTOGRUARO - PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE 2011 SEZIONE A Sistema informativo comunale, rete e sicurezza Nell ambito del sistema informativo, degli applicativi in uso, della rete e del sistema di sicurezza va mantenuta e migliorata l efficienza intervenendo

Dettagli

I servizi di e-government

I servizi di e-government I servizi di e-government La Community regionale Net-SIRV 14 dicembre 2009 Andrea Boer Dirigente Servizio Progettazione e Sviluppo Reseaux della Società dell informazione Un RESEAU è una rete permanente

Dettagli

COMUNE DI TREZZANO ROSA Provincia di Milano

COMUNE DI TREZZANO ROSA Provincia di Milano COMUNE DI TREZZANO ROSA Provincia di Milano 20060 Trezzano Rosa Piazza XXV Aprile, 1 C.F. 83502090158 P.IVA 04670940156 info@comune.trezza norosa.mi.it www.comune.trezzanorosa.mi.it Tel. 02 920199 Tecnico

Dettagli

SOMMARIO 1 APPROVAZIONI... 3 2 LISTA DI DISTRIBUZIONE... 3 3 STORIA DELLE MODIFICHE... 3 4 RIFERIMENTI... 3 5 CONTESTO ATTUALE ED I SERVIZI...

SOMMARIO 1 APPROVAZIONI... 3 2 LISTA DI DISTRIBUZIONE... 3 3 STORIA DELLE MODIFICHE... 3 4 RIFERIMENTI... 3 5 CONTESTO ATTUALE ED I SERVIZI... COMUNE DI LENTIAI Piano di informatizzazione delle procedure per la presentazione delle istanze, dichiarazioni, segnalazioni ai sensi art. 24, comma 3 Bis D.L. n. 90/2014 e s.m.i. Data 13.02.2015 SOMMARIO

Dettagli

COMUNE DI VILLACIDRO Provincia del Medio Campidano. PIANO DI INFORMATIZZAZIONE (ai sensi dell art. 24, comma 3 bis, del D.L. n.

COMUNE DI VILLACIDRO Provincia del Medio Campidano. PIANO DI INFORMATIZZAZIONE (ai sensi dell art. 24, comma 3 bis, del D.L. n. COMUNE DI VILLACIDRO Provincia del Medio Campidano PIANO DI INFORMATIZZAZIONE (ai sensi dell art. 24, comma 3 bis, del D.L. n. 90/2014) Approvato con Deliberazione della Giunta Comunale n. 08 del 17.02.2015

Dettagli

@sset soluzione G.I.S. freeware per il Real Estate: nota tecnico-descrittiva. Torino, marzo 2009

@sset soluzione G.I.S. freeware per il Real Estate: nota tecnico-descrittiva. Torino, marzo 2009 @sset soluzione G.I.S. freeware per il Real Estate: nota tecnico-descrittiva. Torino, CREST s.n.c. Sede legale e operativa: 10136 Torino Via Caprera, 15 - P.IVA 02746980016 C.C.I.A.A. 599025 Trib. Torino

Dettagli

dalla mappa al satellite

dalla mappa al satellite Di dalla mappa al satellite Ridotto Teatro Cagnoni Di il responsabile S.I.T. di il responsabile S.I.T. di Di sistemi informativi territoriali, varie definizioni e acronimi: S.I.T. - G.I.S. - Geographical

Dettagli

CIG 6125186762 CUP E29G10000140009 RISPOSTE AI QUESITI

CIG 6125186762 CUP E29G10000140009 RISPOSTE AI QUESITI DIREZIONE GENERALE DEGLI AFFARI GENERALI E DELLA SOCIETÀ DELL'INFORMAZIONE SERVIZIO DELL INNOVAZIONE, PROGETTAZIONE, GARE E CONTRATTI IN AMBITO ICT PROCEDURA APERTA PER LA PROGETTAZIONE E REALIZZAZIONE

Dettagli

PRESENTAZIONE SERVIZI P.M.I.

PRESENTAZIONE SERVIZI P.M.I. PRESENTAZIONE SERVIZI P.M.I. Profilo La Società Hermes nasce nel 2010 per portare sul mercato le esperienze maturate da un team di specialisti e ricercatori informatici che hanno operato per anni come

Dettagli

Il Servizio informativo e cartografico regionale della Sardegna

Il Servizio informativo e cartografico regionale della Sardegna 1 Il Servizio informativo e cartografico regionale della Sardegna L informazione territoriale regionale, i servizi, le attività e i progetti in corso o conclusi nel 2008. 2 Introduzione La Regione Autonoma

Dettagli

Il Sistema di gestione del fascicolo penale digitale

Il Sistema di gestione del fascicolo penale digitale APQ PUGLIA SOCIETÀ DELL INFORMAZIONE PROGETTO PILOTA Informatizzazione Procura della Repubblica di Lecce Il Sistema di gestione del fascicolo penale digitale ForumPA 11 maggio 2009 Maurizio Natale InnovaPuglia

Dettagli

Sistema di protocollo informatico e gestione documentale

Sistema di protocollo informatico e gestione documentale Sistema di protocollo informatico e gestione documentale Roma, 8 aprile 2002 Roberto Bettacchi Direttore Business Unit P.A. r.bettacchi@agora.it Scenario di riferimento I DIECI OBIETTIVI DEL GOVERNO PER

Dettagli

Il SIT integrato della Comunità Montana Valtellina di Tirano.

Il SIT integrato della Comunità Montana Valtellina di Tirano. Il SIT integrato della Comunità Montana Valtellina di Tirano. Giovanni Di Trapani(*), Franco Guzzetti (**) e Paolo Viskanic (***) *) Comunità Montana Valtellina di Tirano, Via Maurizio Quadrio 11, I-23037

Dettagli

IL CONTESTO IN EMILIA-ROMAGNA. Le attività per l informazione geografica

IL CONTESTO IN EMILIA-ROMAGNA. Le attività per l informazione geografica ATTIVITA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA PER L INFORMAZIONE GEOGRAFICA Basi dati topografiche e infrastruttura GIS Stefano Olivucci Regione Emilia-Romagna Sistemi Informativi Geografici 1 IL CONTESTO internazionale

Dettagli