C I T T À DI T R E C A T E PROVINCIA DI NOVARA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "C I T T À DI T R E C A T E PROVINCIA DI NOVARA"

Transcript

1 originale Deliberazione N. 130 C I T T À DI T R E C A T E PROVINCIA DI NOVARA VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: APPROVAZIONE DEL PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE DI ALCUNE SPESE DI FUNZIONAMENTO (ART. 2, COMMI DELLA LEGGE 244/2007) L anno duemiladodici, il giorno dodici del mese di luglio, alle ore 08.30, la Giunta comunale, convocata nei modi prescritti, si è riunita nella consueta sala delle adunanze. Presiede il Vicesindaco, Antonia Marchi. Dei componenti la Giunta comunale Risultano: PRESENTE ASSENTE RUGGERONE Enrico - X MARCHI Antonia X - ROSINA Giancarlo - X ZENO Mario X - VILLANI Daniela X - UBOLDI Marco X - Assiste il Segretario Generale Dott. Carmen CIRIGLIANO.

2 OGGETTO: APPROVAZIONE DEL PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE DI ALCUNE SPESE DI FUNZIONAMENTO (ART. 2, COMMI DELLA LEGGE 244/2007) LA GIUNTA COMUNALE PREMESSO che la Legge 24/12/2007 n. 244 (Legge Finanziaria 2008) prevede alcune rilevanti disposizioni dirette al contenimento e alla razionalizzazione delle spese di funzionamento delle Pubbliche Amministrazioni; - In particolare, l art. 2 comma 594 prevede che ai fini del contenimento delle spese di funzionamento delle proprie strutture, le amministrazioni pubbliche di cui all articolo 1 comma 2 del decreto legislativo 30 marzo 2001 n. 165, adottino piani triennali per l individuazione di misure finalizzate alla razionalizzazione dell utilizzo: 1. delle dotazioni strumentali, anche informatiche, che corredano le stazioni di lavoro nell automazione d ufficio; 2. delle autovetture di servizio, attraverso il ricorso, previa verifica di fattibilità, a mezzi alternativi di trasporto, anche cumulativo; 3. dei beni immobili ad uso abitativo o di servizio, con esclusione dei beni infrastrutturali; PRESO ATTO PRESO ATTO, DATO ATTO DATO ATTO, che il comma 595 stabilisce che nei piani relativi alle dotazioni strumentali occorre prevedere le misure dirette a circoscrivere l assegnazione di apparecchiature di telefonia mobile ai soli casi in cui il personale debba assicurare, per esigenze di servizio, pronta e costante reperibilità e limitatamente al periodo necessario allo svolgimento di particolari attività che ne richiedono l uso, individuando, nel rispetto della normativa sulla tutela della riservatezza dei dati personali, forme di verifica, anche a campione, circa il corretto utilizzo delle relative utenze; inoltre, che il comma 596 prevede che nei casi in cui gli interventi esposti nel Piano Triennale implichino la dismissione di dotazioni strumentali, lo stesso Piano sia corredato della documentazione necessaria a dimostrare la congruenza delle operazioni in termini di costi e benefici; che il comma 597 impone alle amministrazioni pubbliche di trasmettere a consuntivo e con cadenza annuale una relazione agli organi di controllo interno e alla sezione regionale della Corte dei Conti competente; inoltre, che il comma 598 prevede che i suddetti piani siano resi pubblici con le modalità previste dall art. 11 del D.Lgs. n. 165/2001 e dall articolo 54 del codice dell amministrazione digitale (D.Lgs. n. 82/2005); CONSIDERATO che con la deliberazione di giunta comunale n. 031 del 4 febbraio 2010 si approvava il piano triennale ; PRESO ATTO RITENUTO della ricognizione effettuata al fine dell adozione del suddetto Piano Triennale di razionalizzazione di cui all art. 2 comma 594 della Legge Finanziaria 2008, con riferimento al triennio 2012/2014; di approvare il suddetto piano nei termini di cui in allegato alla presente deliberazione;

3 VISTA VISTO VISTI la relazione a consuntivo della sopraccitata delibera; il Testo Unico delle leggi sull'ordinamento degli enti locali approvato con D.Lgs , n. 267; i pareri favorevoli (in atti) in ordine alla regolarità tecnica e contabile espressi ai sensi dell art. 49 del succitato D.Lgs , n. 267; VISTI CON gli articoli 9, 10, 31 e 32 dello statuto comunale; votazione palese unanime DELIBERA 1) Di approvare, per le ragioni esposte in premessa, il Piano Triennale di razionalizzazione di alcune spese di funzionamento per il periodo 2012/2014 allegato sotto la lettera A alla presente deliberazione quale sua parte integrante e sostanziale; 2) Di approvare, per le ragioni esposte in premessa, la relazione a consuntivo del Piano Triennale di razionalizzazione di alcune spese di funzionamento per il periodo 2009/2011 allegato sotto la lettera B alla presente deliberazione quale sua parte integrante e sostanziale; 3) Di rendere pubblico il presente piano mediante pubblicazione sul sito internet del Comune di Trecate e di redigere una relazione a consuntivo inerente il raggiungimento degli obiettivi prefissati, da inoltrare alla sezione regionale della Corte dei Conti; 4) Di invitare tutti i responsabili dei servizi a porre massima attenzione alla concreta realizzazione delle azioni e degli interventi previsti dal piano e di utilizzare lo stesso come limite massimo della consistenza relativa alla dotazione strumentale degli uffici, delle autovetture e ai beni immobili; 5) di dare atto che i responsabili dei settori interessati provvederanno, in esecuzione della presente deliberazione e nel rispetto delle norme di legge e delle disposizioni contenute negli strumenti giuridici interni di questo Ente, all'adozione di tutti gli atti di propria competenza. Successivamente, stante l urgenza di provvedere Con votazione palese unanime, LA GIUNTA COMUNALE DELIBERA di dichiarare la presente deliberazione immediatamente eseguibile, ai sensi dell art. 134, 4 comma, del D.Lgs , n. 267

4 ALLEGATO A ALLA DELIBERAZIONE DI G.C. N. 130 del IL VICE SINDACO (Antonia Marchi ). IL SEGRETARIO GENERALE (Dott. Carmen Cirigliano) PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE DI ALCUNE SPESE DI FUNZIONAMENTO. (Art. 2, commi della Legge n. 244/2007) I commi da 594 a 598 dell art. 2 della Legge Finanziaria 2008 introducono alcune misure tendenti al contenimento della spesa per il funzionamento delle strutture delle pubbliche amministrazioni, che debbono concretizzarsi essenzialmente nell adozione di piani triennali finalizzati all adozione di misure di razionalizzazione nell utilizzo delle dotazioni strumentali, delle autovetture e di alcune tipologie di beni immobili. In particolare le norme sopra citate individuano tra le dotazioni strumentali oggetto del piano quelle informatiche, le apparecchiature di telefonia fissa e mobile mentre per quanto concerne i beni immobili individua quelli ad uso abitativo o di servizio, con esclusione dei beni infrastrutturali. Di seguito, il presente documento riporta la ricognizione della situazione dell ente, le misure di utilizzo adottate e quelle di ottimizzazione e razionalizzazione nella gestione dei beni individuati, con il preciso scopo di contenere e ridurre, ove ancora possibile, le spese a questi connesse.

5 DOTAZIONI STRUMENTALI (art. 2, comma 594, lettera a), Legge 24/12/2007 n. 244) DOTAZIONI STRUMENTALI 1: Hardware, Fotocopiatori e Fax 1 - Ricognizione della situazione esistente ed inventario Le dotazioni strumentali delle postazioni di lavoro, sia direzionale che operativo, sono attualmente le seguenti: a) un personal computer collegato in rete, con sistema operativo, con gli applicativi tipici dell automazione d ufficio (Office di Microsoft) e con gli applicativi specifici per le funzioni del Settore; b) uno o più collegamenti ad una stampante individuale (a seconda della tipologia dell operatore e della collocazione logistica degli uffici) ed una o più stampanti di rete (stampante laser bianco e nero e a colori per grosse quantità di stampa centralizzata); c) un telefono connesso alla centrale telefonica e collegato al centralino; d) dove necessario un fax. Ad ogni postazione di lavoro corrisponde di massima un operatore, tranne situazioni particolari, quali quella del Comando di Polizia Municipale, dell Asilo Nido e della Biblioteca. L assistenza tecnica all hardware e tutta l assistenza relativa ai software di base ed agli applicativi è garantita dal tecnico informatico del comune, che si occupa della gestione complessiva della rete informatica. Il Comune dispone di: 2 server domain controller dell poweredge con sistema operativo windows 2003 server 1 fileserver dell poweredge con sistema operativo windows 2003 server 1 server dedicato per applicativi dell poweredge con sistema operativo windows 2003 server 1 terminal server con sistema operativo windows 2003 server 1 server dell poweredge per la gestione della rete intranet 2 computer per la gestione e il filtraggio della rete internet ( proxy server) 1 computer per la gestione di una parte del sito web (server-intranet) 1 server dell poweredge con sistema operativo windows server 2008 per la gestione della rete della Biblioteca Comunale 1 server dell poweredge per la gestione del programma antivirus server symantec endpoint protection e la distribuzione delle definizioni antivirus a tutti i client; Circa 80 client con di sistema operativo windows xp professional

6 2 - Criteri di gestione delle dotazioni informatiche Le dotazioni informatiche assegnate sono tuttora gestite e continueranno ad essere gestite secondo i seguenti criteri generali: a) la sostituzione dell apparecchiatura, personal computer o stampante, potrà avvenire sia nel caso di guasto, qualora la valutazione costi/benefici relativa alla riparazione dia esito sfavorevole, sia nel caso in cui l apparato non avesse la capacità di supportare efficacemente l evoluzione di un applicativo. Nel caso di sostituzione per mancanza di capacità elaborativa, l apparecchiatura verrà utilizzata in ambiti dove sono richieste performance inferiori. b) l individuazione dell attrezzatura informatica a servizio delle diverse postazioni di lavoro verrà effettuata secondo i principi dell efficacia operativa e dell economicità. c) è già stata prevista, ove possibile, la rimozione delle stampanti individuate con il collegamento degli utenti a stampanti di rete per una riduzione del costo copia e minor costi di gestione delle stampanti; d) di norma e quando possibile, gli acquisti informatici verranno effettuati utilizzando le convenzioni Consip e prevedendo l opzione di 36 mesi di garanzia con assistenza on-site. 3 - Riutilizzo delle dotazioni informatiche non più utilizzate Le macchine sostituite, fino a comunicazione da parte del Responsabile, rimangono come dotazione al settore, per eventuali necessità od emergenze (tirocini, stage o deposito di vecchie banche dati non convertite). A fronte di valutazione da parte del Responsabile del Settore di inutilizzo di un dato componente, il Servizio Informatica provvede a considerarne il grado di riutilizzabilità. In caso di guasti irreparabili o non economicamente sostenibili, di particolari componenti, è possibile provvedere alla sostituzione della parte guasta con componenti funzionanti di altre macchine inutilizzate dal settore che presentano difetti di funzionamento differente. I PC risistemati (ricondizionati) verranno riallocati fino al termine del ciclo di vita. I PC smontati verranno dismessi. Viene mantenuto un numero di PC, correttamente funzionanti, a disposizione per sostituzioni o necessità temporanee, inoltre i PC che giungono al termine del loro ciclo di vita vengono disassemblati per recuperare tutte le componenti riutilizzabili e utili alle sostituzioni. Alcuni PC inutilizzati dagli uffici sono stati ricondizionati per un utilizzo come server secondari a supporto delle attività della rete. Questa attività, che permetter di ottenere dei risparmi, implementando comunque funzioni che migliorano l efficienza della rete. La dismissione, ovvero la rimozione dall inventario di un bene del Comune non più utilizzato e successiva eliminazione dello stesso come rifiuto elettronico all area di conferimento, è prevista in casi di obsolescenza, dopo la scadenza del periodo di ammortamento, o di guasto irreparabile e dopo le valutazioni di cui sopra. 4 - Hardware di rete

7 L hardware di rete, costituito da switch, router, firewall e hub, è tuttora gestito e continuerà ad essere gestito secondo i seguenti criteri generali, analoghi a quanto indicato per l hardware d ufficio. La sostituzione di apparecchiature di rete potrà avvenire sia in caso di guasto, qualora la valutazione costi/benefici relativa alla riparazione dia esito sfavorevole oppure nel caso in cui non avesse la capacità di supportare efficacemente l evoluzione della rete dati comunale. Nel caso di sostituzione perché non più adeguata a sostenere il traffico di rete, l apparecchiatura verrà utilizzata in ambiti dove sono richieste performance inferiori o come unità di backup temporanea. L individuazione degli apparati di rete verrà effettuata secondo i principi dell efficacia operativa e dell economicità. Di norma e quando possibile, gli acquisti informatici verranno effettuati utilizzando le convenzioni Consip e prevedendo l opzione di 36 mesi di garanzia con assistenza on-site. 5 - Software libero Nella scelta di software da impiegare in Comune vengono tenute in considerazione, in alternativa a software commerciale, anche soluzioni basate su software libero o open source il cui costo di licenza risulta spesso ridotto o nullo. L impiego di software libero è da sostenere per quanto riguarda software di sistema (sistema operativo, dbms, ecc.) software d ufficio (office, software di compressione, ecc.), software prettamente applicativo (per il lavoro specifico degli uffici) e per la gestione del sito internet/intranet (webserver). Questi criteri, in parte già applicati in alcuni ambiti del sistema informativo comunale, verranno utilizzati sempre più come linee guida per le prossime scelte relative allo sviluppo del sistema. 6 - Sistema operativo Il sistema operativo delle singole macchine è unificato per tutto il comune in maniera da pianificare acquisti ed ottimizzare la gestione, onerosa nel tempo, dei client. Il passaggio da una piattaforma ad un'altra avverrà quando quella impiegata correntemente risulterà obsoleta rispetto agli standard di mercato e non più supportata dal fornitore. 7 Gestione dei servizi di hosting e di posta elettronica. Con la migrazione verso un diverso mantainer effettuata nel 2009 abbiamo ottimizzato delle risorse e ridotto i costi per il mantenimento del sito web comunale e del servizio di posta elettronica. Con tale migrazione si è ottenuto un drastico miglioramento di entrambi i servizi, con un risparmio di circa il 40%, di cui si è beneficiato nel triennio precedente e si beneficerà anche nei prossimi anni. 8 Gestione informatica dei documenti

8 Nel triennio , per un ottimizzazione delle risorse umane e tecnologiche e nell ottica del risparmio delle spese, si intende: a) incrementare l uso della posta certificata nei rapporti con enti pubblici, e con privati; b) implementare l uso della firma certificata, introducendone l uso per alcuni principali atti del Comune a valenza esterna; c) completare l informatizzazione del servizio di protocollo con particolare riferimento alla circolazione interna della posta certificata solo in formato digitale, alla scansione dei documenti di maggior interesse che arrivano al Comune ed alla loro archiviazione in formato digitale; d) avviare e testare, partendo da un settore comunale, la nuova procedura di protocollo e archiviazione digitale, per giungere nel triennio alla diffusione di tale procedura all intero ente. e) avviare la gestione decentrata del protocollo della corrispondenza in partenza, che verrà effettuata direttamente da tutti i settori comunali, mantenendo la procedura di segnatura accentrata all Ufficio Protocollo solo per la corrispondenza in arrivo.. Servizi postali on-line Verificare nuovamente l opportunità di avvalersi dei servizi on-line messi a disposizione da Poste Italiane, attraverso la stipulazione di apposite convenzioni che forniscono alla Pubblica Amministrazione un canale privilegiato, disponibile 24 ore su 24, di accesso ai servizi postali per la spedizione della corrispondenza e, in particolare, delle raccomandate. Affrancatura della corrispondenza Ci si riserva di verificare nel triennio e, comunque, prima della scadenza del contratto di noleggio dell affrancatrice (2017) se sarà più conveniente economicamente continuare ad affrancare la posta internamente o se affidare il servizio ad un agenzia di spedizione esterna. 9 - Apparecchiature di fotoriproduzione. Tutte le apparecchiature sono dotate di funzione integrata di fotocopiatrice avanzata e come tali producono risultati quali - riduzione del costo della copia; - riduzione delle tipologie di toner da acquisire, con effetti positivi sui costi di approvvigionamento; - minori costi di gestione dei fotocopiatori. Al fine del contenimento dei costi relativi alle apparecchiature di fotoriproduzione nel caso di guasto di apparecchiature in proprietà, qualora la valutazione costi/benefici relativa alla riparazione dia esito sfavorevole e anche tenendo conto dell obsolescenza, l Amministrazione comunale provvederà alla sostituzione delle suddette apparecchiature con macchine acquisite in noleggio. Le nuove apparecchiature dovranno essere dotate di funzione integrata di fotocopiatrice e dovranno essere individuate delle aree di lavoro in cui collocare le macchine dimensionando la capacità di stampa in relazione alle esigenze di fotoriproduzione di ogni singola area e quindi massimizzando il rapporto costo/beneficio. Il contratto di noleggio dovrà essere inclusivo della manutenzione della macchina e della fornitura dei materiali di consumo, ad esclusione della carta.

9 DOTAZIONI STRUMENTALI 2: Telefonia fissa e mobile. TELEFONIA FISSA E MOBILE 1 Rete di telefonia fissa Nel 2012 si intende riprogrammare il centralino Omnipcx della sede municipale, per renderlo sempre più funzionale alle esigenze dell ente e all aumentato numero di apparecchi telefonici interni ad esso collegati, anche di tipo digitale. Nel triennio di riferimento, ci si propone di verificare l opportunità di realizzare un progetto di comunicazione IP VOIP integrata per il municipio, la biblioteca e le scuole, al fine di: - conseguire una riduzione delle linee e dei costi telefonici e di comunicazione globale, sia fissa che mobile; - adeguare da un punto di vista tecnologico gli impianti di telefonia presso gli edifici comunali e scolastici al fine di realizzare un sistema di comunicazione integrato, in grado di interfacciarsi anche con i più recenti prodotti della tecnologia informatica; - digitalizzare il servizio fax tramite introduzione di fax server, - introdurre il servizio di messaggistica SMS - predisporre il servizio di customer satisfacion telefonico (progetto Mettiamoci la faccia ) 2 Rete di telefonia mobile Si intende mantenere il piano ricaricabile aziendale per i cellulari di servizio con esiguo traffico telefonico e la convenzione Consip 5 per gli altri cellulari di servizio in abbonamento, in attesa di valutare l opportunità di realizzare il sistema integrato VOIP sopra descritto, che comporterà una razionalizzazione della comunicazione tra cellulari comunali e anche verso cellulari non comunali con contenimento dei costi relativi al traffico telefonico. 3 Controllo e monitoraggio spesa Proseguirà il costante monitoraggio della spesa telefonica e la verifica della correttezza della fatturazione in rapporto alle clausole dei contratti stipulati con il gestore per le singole linee. Si segnala che l incremento nella spesa telefonica registrata nel 2012 è da attribuire all attivazione di due linee WI-FI che offrono alla cittadinanza un servizio di accesso ad internet gratuito in due punti del territorio cittadino.

10 AUTOVETTURE DI SERVIZIO (art.2, comma 594, lettera b), Legge n. 244) 1. Ricognizione della situazione esistente L attuale parco macchine è costituito da n. 14 automezzi; i contratti di noleggio relativi ai tre automezzi in dotazione al Comando di Polizia Municipale hanno una durata di 60 mesi contro una durata di 48 mesi per i restanti automezzi. Il D.L. 78/2010 Manovra Correttiva 2010 misure urgenti in materia di stabilizzazione finanziaria e di competitività economica, convertito nella Legge n. 122 del 30 luglio 2010, e, precisamente l art.6, comma 14, del suddetto D.L., prevede che, a decorrere dall anno 2011, le amministrazioni pubbliche inserite nel conto economico consolidato della pubblica amministrazione non possono effettuare spese di ammontare superiore all 80 per cento della spesa sostenuta nell anno 2009 per l acquisto, la manutenzione, il noleggio e l esercizio di autovetture, nonché l acquisto di buoni taxi, e che tale limite può essere derogato per il solo anno 2011 esclusivamente per effetto di contratti pluriennali già in essere. Con deliberazione del Commissario Straordinario n. 045 in data il suddetto limite è stato derogato per l anno 2011, per effetto dei contratti pluriennali in essere. Sulla scorta del suddetto D.L., a seguito di attenta valutazione, sono stati individuati gli automezzi comunali rientranti nel calcolo della determinazione del taglio della spesa e si è provveduto a valutare i costi/benefici derivanti da un eventuale risoluzione anticipata dei relativi contratti. La Giunta Comunale, con propria deliberazione n. 113 in data , ha stabilito, nel quadro di valutazione costi/benefici, di non attuare alcuna risoluzione anticipata dei contratti di noleggio già in essere, esprimendo la volontà di adempiere agli obblighi del taglio della spesa previsti dall art. 6, comma 14, del D.L. n. 78/2010 convertito dalla Legge n.122/2010, a scadenza naturale dei contratti pluriennali in essere, applicandolo ai futuri contratti di noleggio. Si precisa che nei mesi di novembre 2012 e febbraio 2013 andranno in scadenza i contratti relativi agli automezzi in dotazione al Comando di Polizia Municipale; questi automezzi, in base alla norma di cui sopra, non sono da ricomprendere nel taglio della spesa. L intenzione, comunque, resta quella di verificare le Convenzioni Consip S.p.A. attive e, se possibile, visti gli allestimenti particolari da prevedere per gli automezzi dei Vigili, aderire ad una convenzione per il noleggio degli stessi, ponendo particolare attenzione all impatto ambientale ed al minor consumo. Per quanto riguarda i restanti automezzi del parco macchine (n. 11 automezzi), i relativi contratti andranno in scadenza nei mesi di novembre e dicembre Tra questi, sono da escludere dal taglio della spesa, sempre in base alla suddetta norma, anche i tre automezzi operativi del Settore LL.PP. riparto manutenzioni - e l automezzo allestito per il trasporto disabili del Settore Servizi-Sociali. Si provvederà, pertanto, sulla base delle esigenze di servizio dei diversi uffici comunali e, comunque, nell ottica di attuazione dei tagli della spesa previsti dalla norma che la Giunta Comunale, con proprio atto n. 113 del , si è obbligata ad attuare, a ridurre il numero degli automezzi facenti parte del parco macchine comunale. Per i nuovi contratti di noleggio si ritiene preferibile aderire a Convenzione Consip S.p.A. attiva purchè rispondente alle esigenze di contenimento della spesa, di allestimento e di rispetto dell ambiente.

11 L esperienza maturata nel precedente triennio, sulla base della quale si è provveduto ad individuare un giorno della settimana, dedicato allo consegna e/o ritiro di documenti di interesse di diversi uffici comunali presso altri Enti, Aziende ed Istituzioni di Novara, con il coinvolgimento di un solo automezzo e di un solo dipendente comunale, troverà attuazione anche nel corrente triennio. Inoltre, in occasione di corsi di formazione fuori Provincia, si continuerà a prediligere la scelta di viaggiare con mezzi di trasporto pubblico (treno metropolitana ecc.). BENI IMMOBILI (art. 2, comma 594, lettera c), Legge 24/12/2007 n. 244) 1 - Ricognizione della situazione esistente ed inventario Ai fini del presente piano sono stati presi in considerazione gli immobili in possesso dell ente, per effetto sia di diritti reali che di godimento, destinati ad uso abitativo ovvero allo svolgimento di attività istituzionali. Sono stati inseriti nel piano delle alienazioni e valorizzazioni immobili il fabbricato Borgosesia e l area Tir. I beni immobili a disposizione ad uso abitativo o di servizio del Comune di Trecate, con esclusione dei beni infrastrutturali, sono i seguenti: PREVISIONE IMM DESCRIZIONE UBICAZIONE DESTINAZIONE D'USO/FUNZIONE /DIRITTO REALE DI GODIMENTO 1 PALAZZO MUNICIPALE P.zza CAVOUR, 24 UFFICI 2 LOCALE COMMERCIALE P.zza CAVOUR, 17/18 BAR 3 LOCALE COMMERCIALE P.zza CAVOUR, 28 TABACCHERIA 4 LOCALE COMMERCIALE P.zza CAVOUR, 29 EDICOLA 5 EDIFICIO EX CASA DE VECCHI VIA DANTE, 40 SEDE ASSOCIATIVA/SCUOLA INF./ARCHIVIO/ALLOGGI IN COMODATO D'USO GRATUITO 6 PESO PUBBLICO VIA CLERICI UFFICI 7 CENTRO SPORTIVO CULTURALE C.so ROMA, 58 SEDI ASSOCIATIVE/GIPSOTECA 8 CASA DI RIPOSO VIA F.lli RUSSI, 3 9 CENTRO INCONTRO ANZIANI VIA F.lli RUSSI, 3 10 STRUTTURA RESIDENZIALE PER ANZIANI SERVIZI RICREATIVI PER ANZIANI COMANDO POLIZIA MUNICIPALE VIA F.lli RUSSI, 3 UFFICI 11 CENTRO DIURNO VIA TIRO A SEGNO, 12 SERVIZI SOCIO ASSISTENZIALI 12 FABBRICATO EX RISERIA VIA CLERICI DEPOSITO 13 MAGAZZINO COMUNALE VIA S. PELLICO, 36 ALLOGGIO CUSTODE/DEPOSITO SCUOLA ELEMENTARE DON 14 MILANI VIA ANDANTE, 14 SCOLASTICO

12 15 ASILO NIDO COMUNALE VIA ANDANTE, 12 SCOLASTICO 16 SCUOLA ELEMENTARE G. RODARI VIA CASSANO, 8 SCOLASTICO 17 SCUOLA MEDIA G. CASSANO VIA MEZZANO, 41 SCOLASTICO SCUOLA DELL'INFANZIA COLLODI VIA PAPA GIOVANNI II, 2/a SCOLASTICO PALAZZETTO/CAMPO SPORTIVO VIA MEZZANO, 32/a SPORTIVO /LOCAZIONE 20 CAMPO SPORTIVO VIA INCASATE SPORTIVO 21 VILLA CICOGNA V.le CICOGNA UFFICI/SEDI ASSOCIATIVE APPARTAMENTO - COND. GIOIELLI VIA DANTE, 11 SEDE ASSOCIATIVA FABBRICATO GRUPPO VOLONTARI P.le ANTONINI AREA FESTE 24 PISCINA COMUNALE P.le ANTONINI SPORTIVO 25 COLONIA ELIOTERAPICA VALLE TICINO SERVIZI RICREATIVI 26 MANICA COOP VIA FERRARIS, 38 DEPOSITO 27 CASA SETTE FONTANE VALLE TICINO SERVIZI RICREATIVI 28 EX CASA PARROCCHIALE "MADONNA DELLE GRAZIE" PIAZZA MADONNA DELLE GRAZIE CULTO 29 TENNIS CLUB VIA BOTTEGO SPORTIVO 30 CIMITERO URBANO V.le DEL CIMITERO, 1 CIMITERO 31 FABBRICATO EX GDF VIA MILANO, 2 UFFICI/ASSOCIAZIONI 32 BIOPARCO DELLA ROGGIA MORETTA (EX VIVAIO POZZINI) V.le RIMEMBRANZE SERVIZI RICREATIVI 33 CASERMA CARABINIERI P.zza SAN CLEMENTE PUBBLICA SICUREZZA 34 CHIESA SAN FRANCESCO P.zza SAN CLEMENTE CULTO 35 CHIESA MADONNA DELLE GRAZIE P.zza MADONNA DELLE GRAZIE CULTO TORRE CAMPANARIA CHIESA SAN FRANCESCO L.go TRAVAINI CULTO AREA TIR (inserito nel Piano delle alienazioni e valorizzazione imm.) VIA BIANCA TARANTOLA PARCHEGGIO USO PUBBLICO 38 BOCCIOFILA VIA CREMONA SPORTIVO CENTRO CONFERIMENTO RIFIUTI 39 ISOLA ECOLOGICA VIA SAN CASSIANO 40 MAGAZZINO COMUNALE VIA SAN CASSIANO DEPOSITO FABBRICATO BORGOSESIA (inserito nel piano delle alienazioni e valorizzazioni imm.) TERRENO CON CHALET VIA dott. FERRO, 10,12,14,16 USO ABITATIVO USO CIVICO CONCESSO IN USO A PRIVATO USO CIVICO CONCESSO IN USO A PRIVATO VALLE TICINO 43 TERRENO VALLE TICINO 44 TERRENO FRAZ. SAN MARTINO AFFITTATO A TELECOM PER POSA CONTAINER PER SERVIZI TELEFONICI

13 45 CHIOSCO CIMITERO COMMERCIALE 46 LAGHETTO INGLESA SP PER SOZZAGO SPORTIVO PROPRIETA 47 DEPOSITO BICICLETTE PIAZZA MARCONI PARCHEGGIO USO PUBBLICO LOCAZIONE 48 IMMOBILE C/O STAZIONE FF.SS PIAZZA MARCONI SEDI ASSOCIATIVE LOCAZIONE 49 APPARTAMENTO VIA VALLE 79 ALLOGGIO COMANDANTE LOCALE STAZIONE DEI CARABINIERI LOCAZIONE 2 Misure di razionalizzazione L ente ritiene di confermare l utilizzo degli immobili nei termini sopra indicati. Le misure di razionalizzazione individuabili consisteranno nella cessione degli immobili non più ritenuti utili ed idonei al raggiungimento dei fini istituzionali.

14 ALLEGATO B ALLA DELIBERAZIONE DI G.C. N. 130 del IL VICE SINDACO (Antonia Marchi ). IL SEGRETARIO GENERALE (Dott. Carmen Cirigliano) PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE DI ALCUNE SPESE DI FUNZIONAMENTO (ART. 2, COMMI DELLA LEGGE N. 244/2007) DOTAZIONI STRUMENTALI RELAZIONE A CONSUNTIVO (art. 2, comma 594, lettera a), Legge 24/12/2007 n. 244) DOTAZIONI STRUMENTALI 1: Hardware, Fotocopiatori e Fax 1 - Ricognizione della situazione esistente ed inventario Per quanto riguarda le dotazioni strumentali delle postazioni di lavoro, sia direzionale che operativo, è stato rispettato quando descritto nel piano triennale , per ogni operatore è presente un personal computer collegato in rete, con sistema operativo, con gli applicativi tipici dell automazione d ufficio (Office di Microsoft) e con gli applicativi specifici per le funzioni del Settore collegato ad una stampante di rete o individuale a seconda delle necessità. 2 - Criteri di gestione delle dotazioni informatiche Le dotazioni informatiche assegnate sono state gestite secondo i criteri generali descritti nel piano di razionalizzazione triennale, a seguito di mirate valutazioni costi/benefici, sono stati riparati esclusivamente i computer con valutazione ad esito favorevole. Nei casi di sostituzione per mancanza di capacità elaborativa, gli apparecchi stessi sono stati riutilizzati in ambiti dove erano richieste performance inferiori. Il tutto sempre secondo i principi dell efficacia operativa e dell economicità. 3 - Riutilizzo delle dotazioni informatiche non più utilizzate Le macchine sostituite perché non funzionanti, verificato il grado di riutilizzabilità, sono state ricondizionate e riallocate o, in caso di guasto irreparabile, disassemblate per recuperare tutte le componenti riutilizzabili e utili alle sostituzioni e dismesse. Alcuni PC inutilizzati dagli uffici sono stati ricondizionati per un utilizzo come server secondari a supporto delle attività della rete. Questa attività, che permetter di ottenere dei risparmi, implementando comunque funzioni che migliorano l efficienza della rete. 4 - Hardware di rete

15 Sono stati sostituite le apparecchiature di rete guaste, a seguito di valutazione costi/benefici relativa alla riparazione con esito sfavorevole. L individuazione degli apparati di rete usati per la sostituzione dei guasti è stata effettuata secondo i principi dell efficacia operativa e dell economicità. 5 - Software libero Nella scelta di software da impiegare in Comune vengono tenute in considerazione, in alternativa a software commerciale, anche soluzioni basate su software libero o open source il cui costo di licenza risulta spesso ridotto o nullo. Per tale motivo è stato impegato nelle macchine degli operatori software libero per la compressione/decompressione archivi e per la conversione in pdf, questi criteri, in parte già applicati in alcuni ambiti del sistema informativo comunale, sono state utilizzate come le linee guida per le scelte relative allo sviluppo del sistema. 6 - Sistema operativo Il sistema operativo delle singole macchine è stato ulteriormente unificato, aggiornando le ultime macchine con sistema operativo antecedente a quello in uso. 7 Gestione dei servizi di hosting e di posta elettronica. La migrazione verso un diverso mantainer ha prodotto una drastica riduzione dei costi per il mantenimento del sito web comunale e del servizio di posta elettronica, migliorando allo stesso tempo entrambi i servizi, con un risparmio di circa il 40%. 8 Gestione informatica dei documenti Utilizzo della posta elettronica Nel triennio di riferimento, è stato incrementato sempre più l utilizzo della posta elettronica, sia interna che esterna, preferendola ai tradizionali mezzi di corrispondenza. L utilizzo della posta elettronica è stato privilegiato nelle comunicazioni con gli amministratori comunali. Questo strumento di comunicazione è stato utilizzato anche per la trasmissione di inviti ed auguri, la cui grafica è stata realizzata in economia. E stato, pertanto, possibile conseguire risparmi nell acquisto di carta, nei costi di fotocopiatura, nell affidamento di servizi di grafica e stampa a tipografie e nelle spese postali. C è stato anche un incremento nell uso della posta certificata nei rapporti con enti pubblici, quali la Prefettura, e con privati, (per es. per la trasmissione delle richieste di invito a partecipare a gare d appalto con il sistema del cottimo fiduciario) Servizi postali on-line E stata stipulata una convenzione annuale con Poste Italiane al fine di avvalersi dei loro servizi di posta on line che, però, Poste Italiane, nonostante i numerosi solleciti, non ha mai attivato a causa di loro problemi tecnici. Gestione della corrispondenza

16 Nell ottica di conseguire una sempre migliore razionalizzazione dei servizi comunali in termini di spesa, ma anche di qualità, efficacia ed efficienza: - nel 2010 è stato ottimizzato il servizio di segnatura del protocollo sugli atti in entrata e in uscita dal Comune con l acquisto di una macchina per la stampa dei numeri di protocollo su etichette adesive, compatibile con il programma informatico di gestione del servizio utilizzato dall ente; - nel 2011 l affrancatrice postale installata presso l Ufficio Protocollo, acquistata nel 2001 ormai obsoleta e fuori produzione, è stata sostituita con una macchina a noleggio (con formula a 72 mesi) tecnologicamente più avanzata che consente di pesare ed affrancare la corrispondenza e anche di redigere, stampare e gestire, in maniera informatizzata, i report giornalieri/mensili relativi all affrancatura della corrispondenza e le somme depositate sul conto corrente postale ad essa dedicato, nonché di risolvere on-line problemi di natura tecnico-amministrativa derivanti dall uso della macchina attraverso interventi da remoto di tecnici specializzati. Ciò consente una gestione più razionale ed efficiente della corrispondenza, migliorando i tempi di lavoro e i costi di gestione. TELEFONIA FISSA E MOBILE 1 Rete di telefonia fissa La riduzione delle spese di telefonia fissa ottenuta nel 2009, a seguito della ricognizione delle linee telefoniche e dell installazione della piastra GSM con doppia SIM sul centralino della sede municipale, è stata mantenuta nel corso del triennio di riferimento, anche se sono state aggiunte alcune nuove linee (es. scuola dell infanzia Via Dante). 2 Rete di telefonia mobile Dal 2010 è aumentato l uso della telefonia mobile per le comunicazioni d ufficio, per far fronte alle esigenze di celere comunicazione, soprattutto nello svolgimento di attività istituzionali fuori sede, nel caso in cui vengano organizzate manifestazioni di sera e nei giorni festivi, per garantire la pronta e costante reperibilità dei dipendenti comunali e, infine, quando occorra rintracciare, fuori dall orario di servizio, i responsabili di settore per risolvere problemi di natura contingibile ed urgente. I vari Settori comunali hanno, quindi, acquistato, per i fini sopra descritti, dei cellulari di servizio, stipulando contratti con gestori telefonici differenti. Pertanto, dopo aver effettuato un analisi delle esigenze di ciascun settore, nell ottica di ottimizzare le comunicazioni interne, si è ritenuto opportuno optare, per n. 20 cellulari di servizio con esiguo traffico telefonico, per un piano tariffario con schede ricaricabili, con un unico gestore, al fine di risparmiare le spese relative alle tasse per concessioni governative dovute per ciascun cellulare e ottenere anche una riduzione sui costi relativi al traffico telefonico. Con il suddetto piano è stato possibile, inoltre, contabilizzare su un unico centro di costo le spese per telefonia mobile prepagate, ridurre i tempi di produzione di documenti amministrativi per impegnare le relative spese in bilancio, monitorare i costi e verificare l appropriato uso dei cellulari di servizio. Nel 2011 si è aderito, altresì, alla Convenzione per la prestazione dei servizi di telefonia mobile (Consip Mobile 5) stipulata da Consip S.p.A. con Telecom Italia S.p.A. (gestore dei servizi di telefonia fissa dell ente) chiedendo la migrazione delle utenze e servizi per i quali era stata stipulata nel 2008 la precedente convenzione Consip 4 (es. le n. 2 SIM della piastra GSM del municipio)

17 Le tariffe previste dalla succitata convenzione per i contratti di telefonia mobile in abbonamento sono particolarmente vantaggiose e competitive. Si è ritenuto opportuno, pertanto, avvalersene anche per le nuove SIM dei cellulari di servizio noleggiati in convenzione ed assegnati agli amministratori comunali, insediatisi a seguito delle elezioni amministrative del maggio Controllo e monitoraggio spesa Nel triennio di riferimento è proseguito il costante monitoraggio della spesa telefonica e la verifica della correttezza della fatturazione in rapporto alle clausole dei contratti stipulati con il gestore per le singole linee ed è stato mantenuto lo standard economico raggiunto nel AUTOVETTURE DI SERVIZIO (art.2, comma 594, lettera b), Legge n. 244) 1. Ricognizione della situazione esistente Come prospettato nel Piano Triennale di Razionalizzazione di alcune spese di funzionamento, approvato con deliberazione di Giunta Comunale n. 031 del , il parco macchine è stato ridotto da n. 16 automezzi a n. 14 automezzi. L approvvigionamento dei suddetti automezzi in noleggio è avvenuto mediante adesione a Convenzione Consip S.p.A. con sottoscrizione dei relativi contratti con operatori economici di due diversi lotti. La durata dei contratti è stata diversificata; si precisa che i contratti relativi ai tre automezzi forniti in dotazione al Comando di Polizia Municipale prevedono una durata di 48 mesi (ovvero 4 anni) contro una durata di 60 mesi (ovvero 5 anni) per i restanti automezzi facenti parte del parco macchine. Seppur consapevoli e sensibili in materia di rispetto dell ambiente e di contenimento dei consumi e quindi dei costi, nel corso del triennio di osservazione, l Amministrazione Comunale, nel quadro di valutazione costi/benefici, ha deciso di non attuare alcuna risoluzione anticipata dei contratti di noleggio automezzi già in essere; infatti, tale scelta avrebbe comportato il riconoscimento di penali a favore dei suddetti operatori economici nonché un depotenziamento dei servizi comunali garantiti dagli automezzi medesimi. Si segnala che, nell ottica di contenimento della spesa e di razionalizzazione dei servizi, è stato altresì individuato un giorno della settimana, dedicato allo consegna e/o ritiro di documenti di interesse di diversi uffici comunali presso altri Enti, Aziende ed Istituzioni di Novara, con il coinvolgimento di un solo automezzo e di un solo dipendente comunale. Inoltre, in occasione di corsi di formazione fuori Provincia, è stata preferita e ritenuta più vantaggiosa la scelta di viaggiare con mezzi di trasporto pubblico (treno metropolitana ecc.). QUADRO RIEPILOGATIVO A CONSUNTIVO al

18 I M M. DESCRIZIONE UBICAZIONE DESTINAZIONE D'USO/FUNZIONE /DIRIT TO REALE DI GODIMENTO 1 PALAZZO MUNICIPALE P.zza CAVOUR, 24 UFFICI P.zza CAVOUR, 2 LOCALE COMMERCIALE 17/18 BAR 3 LOCALE COMMERCIALE P.zza CAVOUR, 28 TABACCHERIA 4 LOCALE COMMERCIALE P.zza CAVOUR, 29 EDICOLA 5 EDIFICIO EX CASA DE VECCHI VIA DANTE, 40 SEDE ASSOCIATIVA/SCUOLA INF./ARCHIVIO 6 PESO PUBBLICO VIA CLERICI UFFICI CENTRO SPORTIVO 7 CULTURALE C.so ROMA, 58 SEDI ASSOCIATIVE/GIPSOTECA 8 CASA DI RIPOSO VIA F.lli RUSSI, 3 STRUTTURA RESIDENZIALE PER ANZIANI 9 CENTRO INCONTRO ANZIANI VIA F.lli RUSSI, 3 SERVIZI RICREATIVI PER ANZIANI 10 COMANDO POLIZIA MUNICIPALE VIA F.lli RUSSI, 3 UFFICI 11 CENTRO DIURNO VIA TIRO A SEGNO, 12 SERVIZI SOCIO ASSISTENZIALI 12 FABBRICATO EX RISERIA VIA CLERICI DEPOSITO 13 MAGAZZINO COMUNALE VIA S. PELLICO, 36 ALLOGGIO CUSTODE/DEPOSITO SCUOLA ELEMENTARE DON 14 MILANI VIA ANDANTE, 14 SCOLASTICO 15 ASILO NIDO COMUNALE VIA ANDANTE, 12 SCOLASTICO SCUOLA ELEMENTARE G. 16 RODARI VIA CASSANO, 8 SCOLASTICO 17 SCUOLA MEDIA G. CASSANO VIA MEZZANO, 41 SCOLASTICO 18 SCUOLA DELL'INFANZIA COLLODI VIA PAPA GIOVANNI II, 2/a SCOLASTICO 19 PALAZZETTO/CAMPO SPORTIVO VIA MEZZANO, 32/a SPORTIVO /LOCAZIONE 20 CAMPO SPORTIVO VIA INCASATE SPORTIVO 21 VILLA CICOGNA V.le CICOGNA UFFICI/SEDI ASSOCIATIVE 22 APPARTAMENTO - COND. GIOIELLI VIA DANTE, 11 SEDE ASSOCIATIVA 23 FABBRICATO GRUPPO VOLONTARI P.le ANTONINI AREA FESTE 24 PISCINA COMUNALE P.le ANTONINI SPORTIVO 25 COLONIA ELIOTERAPICA VALLE TICINO SERVIZI RICREATIVI 26 MANICA COOP VIA FERRARIS, 38 DEPOSITO 27 CASA SETTE FONTANE VALLE TICINO SERVIZI RICREATIVI 28 EX CASA PARROCCHIALE "MADONNA DELLE GRAZIE" MADONNA DELLE GRAZIE CULTO 29 TENNIS CLUB VIA BOTTEGO SPORTIVO

19 30 CIMITERO URBANO V.le DEL CIMITERO, 1 CIMITERO 31 FABBRICATO EX GDF VIA MILANO, 2 UFFICI/ASSOCIAZIONI BIOPARCO DELLA ROGGIA MORETTA (EX VIVAIO V.le 32 POZZINI) RIMEMBRANZE SERVIZI RICREATIVI 33 CASERMA CARABINIERI P.zza SAN CLEMENTE PUBBLICA SICUREZZA 34 CHIESA SAN FRANCESCO P.zza SAN CLEMENTE CULTO 35 CHIESA MADONNA DELLE GRAZIE P.zza MADONNA DELLE GRAZIE CULTO 36 TORRE CAMPANARIA CHIESA SAN FRANCESCO L.go TRAVAINI CULTO 37 AREA TIR VIA BIANCA TARANTOLA PARCHEGGIO USO PUBBLICO 38 BOCCIOFILA VIA CREMONA SPORTIVO 39 ISOLA ECOLOGICA VIA SAN CASSIANO CENTRO CONFERIMENTO RIFIUTI 40 MAGAZZINO COMUNALE VIA SAN CASSIANO DEPOSITO 41 FABBRICATO BORGOSESIA VIA dott. FERRO, 10,12,14,16 USO ABITATIVO 42 TERRENO CON CHALET VALLE TICINO USO CIVICO CONCESSO IN USO A PRIVATO 43 TERRENO VALLE TICINO USO CIVICO CONCESSO IN USO A PRIVATO 44 TERRENO (TELECOM) FRAZ. SAN MARTINO AFFITTATO A TELECOM PER POSA CONTAINER PER SERVIZI TELEFONICI 45 CHIOSCO CIMITERO COMMERCIALE 46 LAGHETTO INGLESA SP PER SOZZAGO SPORTIVO PROPRIETA 47 DEPOSITO BICICLETTE PIAZZA MARCONI PARCHEGGIO USO PUBBLICO LOCAZIONE 48 IMMOBILE C/O STAZIONE FF.SS PIAZZA MARCONI SEDI ASSOCIATIVE LOCAZIONE 49 APPARTAMENTO VIA VALLE 79 ALLOGGIO COMANDANTE DELLA LOCALE STAZIONE CARABINIERI LOCAZIONE

VISTO il D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267; VISTO lo Statuto Comunale; VISTO il vigente Regolamento di contabilità;

VISTO il D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267; VISTO lo Statuto Comunale; VISTO il vigente Regolamento di contabilità; LA GIUNTA COMUNALE PREMESSO che: -la Legge 24.12.2007, n.244 (Legge Finanziaria 2008) prevede alcune rilevanti disposizioni dirette al contenimento e alla razionalizzazione delle spese di funzionamento

Dettagli

COMUNE DI LUGO DI VICENZA

COMUNE DI LUGO DI VICENZA COMUNE DI LUGO DI VICENZA PROVINCIA DI VICENZA PIANO TRIENNALE 2014-2016 DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI, DELLE AUTOVETTURE E DEI BENI IMMOBILI AD USO ABITATIVO E DI SERVIZIO (art. 2,

Dettagli

COMUNE DI LUGO DI VICENZA

COMUNE DI LUGO DI VICENZA COMUNE DI LUGO DI VICENZA PROVINCIA DI VICENZA PIANO TRIENNALE 2012-2014 DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI, DELLE AUTOVETTURE E DEI BENI IMMOBILI AD USO ABITATIVO E DI SERVIZIO (art. 2,

Dettagli

C O M U N E D I S O R B O L O (Provincia di Parma)

C O M U N E D I S O R B O L O (Provincia di Parma) C O M U N E D I S O R B O L O (Provincia di Parma) PIANO TRIENNALE ai sensi dell art. 2 commi da 594 a 595 Legge n. 244 del 24.12.2007 PREMESSA La Legge Finanziaria per il 2008 (Legge n. 244 del 24 dicembre

Dettagli

COMUNE DI LUGO DI VICENZA

COMUNE DI LUGO DI VICENZA COMUNE DI LUGO DI VICENZA PROVINCIA DI VICENZA PIANO TRIENNALE 2016-2018 DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI, DELLE AUTOVETTURE E DEI BENI IMMOBILI AD USO ABITATIVO E DI SERVIZIO (art. 2,

Dettagli

PIANO TRIENNALE PER L INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DI ALCUNE SPESE DI FUNZIONAMENTO

PIANO TRIENNALE PER L INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DI ALCUNE SPESE DI FUNZIONAMENTO COMUNE DI SALZA DI PINEROLO Provincia di Torino Borgata Didiero n. 24 10060 SALZA DI PINEROLO Tel e fax 0121/808836 e-mail: comune.salza@dag.it www.comune.salzadipinerolo.to.it PIANO TRIENNALE PER L INDIVIDUAZIONE

Dettagli

C O M U N E D I S O R B O L O (Provincia di Parma)

C O M U N E D I S O R B O L O (Provincia di Parma) C O M U N E D I S O R B O L O (Provincia di Parma) PIANO TRIENNALE DI PREVISIONE 2014/2016 ai sensi dell art. 2 commi da 594 a 595 Legge n. 244 del 24.12.2007 PREMESSA La Legge Finanziaria per il 2008

Dettagli

COMUNE DI MARANO SUL PANARO PROVINCIA DI MODENA Piazza Matteotti, n.17 C.A.P. 41054 Tel. 059-705.711 Fax 059-705.158 Cod. Fisc. / P.

COMUNE DI MARANO SUL PANARO PROVINCIA DI MODENA Piazza Matteotti, n.17 C.A.P. 41054 Tel. 059-705.711 Fax 059-705.158 Cod. Fisc. / P. COMUNE DI MARANO SUL PANARO PROVINCIA DI MODENA Piazza Matteotti, n.17 C.A.P. 41054 Tel. 059-705.711 Fax 059-705.158 Cod. Fisc. / P. IVA 00675950364 DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE N. generale 112 data

Dettagli

PIANO DI RAZIONALIZZAZIONE DELL UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI

PIANO DI RAZIONALIZZAZIONE DELL UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI COMUNE DI MAGIONE PROVINCIA DI PERUGIA Piazza Fra Giovanni da Pian di Carpine, 16 06063 Magione C.F./P.I.. 00349480541 - Tel. 075/847701 - Fax 075/8477041 AREA SEGRETERIA GENERALE PIANO DI RAZIONALIZZAZIONE

Dettagli

C O M U N E D I S O R B O L O (Provincia di Parma)

C O M U N E D I S O R B O L O (Provincia di Parma) C O M U N E D I S O R B O L O (Provincia di Parma) PIANO TRIENNALE DI PREVISIONE 2012/2014 ai sensi dell art. 2 commi da 594 a 595 Legge n. 244 del 24.12.2007 PREMESSA La Legge Finanziaria per il 2008

Dettagli

PIANO DI RAZIONALIZZAZIONE DELL UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI

PIANO DI RAZIONALIZZAZIONE DELL UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI COMUNE DI MAGIONE PROVINCIA DI PERUGIA Piazza Fra Giovanni da Pian di Carpine, 16 06063 Magione C.F./P.I.. 00349480541 - Tel. 075/847701 - Fax 075/8477041 AREA SEGRETERIA GENERALE PIANO DI RAZIONALIZZAZIONE

Dettagli

COMUNE DI CAPRAIA ISOLA Provincia di Livorno

COMUNE DI CAPRAIA ISOLA Provincia di Livorno COMUNE DI CAPRAIA ISOLA Provincia di Livorno DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE ATTO N. 9 SEDUTA DEL 25/03/2011. C O P I A OGGETTO: Approvazione piano triennale 2011-2013 per razionalizzazione utilizzo

Dettagli

COMUNE DI MEZZANI STRADA DELLA RESISTENZA,2 43055 MEZZANI TEL. 0521/669711 FAX 0521/316005

COMUNE DI MEZZANI STRADA DELLA RESISTENZA,2 43055 MEZZANI TEL. 0521/669711 FAX 0521/316005 COMUNE DI MEZZANI STRADA DELLA RESISTENZA,2 43055 MEZZANI TEL. 0521/669711 FAX 0521/316005 PIANO TRIENNALE ai sensi dell art. 2 commi da 594 a 595 Legge n. 244 del 24.12.2007 PREMESSA La Legge Finanziaria

Dettagli

COMUNE DI MINERBIO PROVINCIA DI BOLOGNA

COMUNE DI MINERBIO PROVINCIA DI BOLOGNA COMUNE DI MINERBIO PROVINCIA DI BOLOGNA PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI, DELLE AUTOVETTURE E DEI BENI IMMOBILI AD USO ABITATIVO E DI SERVIZIO (art. 2, commi 594-599, Legge

Dettagli

Verbale di deliberazione della Giunta Comunale

Verbale di deliberazione della Giunta Comunale Comune di Santo Stefano Ticino Prov. di Milano G.C. Numero: 60 data: 17-07-2013 OGGETTO: APPROVAZIONE PIANO TRIENNALE DOTAZIONI STRU- MENTALI 2013/2015 PER RAZIONALIZZAZIONE UTILIZZO DOTAZIONI STRUMENTALI

Dettagli

PIANO TRIENNALE PER LA RAZIONALIZZAZIONE DELLA SPESA RELATIVA ALLE DOTAZIONI STRUMENTALI TRIENNIO

PIANO TRIENNALE PER LA RAZIONALIZZAZIONE DELLA SPESA RELATIVA ALLE DOTAZIONI STRUMENTALI TRIENNIO COMUNE DI ORGIANO ALLEGATO PIANO TRIENNALE PER LA RAZIONALIZZAZIONE DELLA SPESA RELATIVA ALLE DOTAZIONI STRUMENTALI TRIENNIO 2011 2012-2013 ai sensi dell art. 2 commi da 594 a 595 Legge n. 244 del 24.12.2007

Dettagli

COMUNE DI MONTEBELLO JONICO Provincia di Reggio Calabria

COMUNE DI MONTEBELLO JONICO Provincia di Reggio Calabria COMUNE DI MONTEBELLO JONICO Provincia di Reggio Calabria Piazza Municipio, 89064 Montebello Jonico; tel. 0965 779005-06; fax 0965 786040 partita I.v.a. 00710360801 PIANO CONTENIMENTO DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO

Dettagli

C O M U N E D I S O R B O L O (Provincia di Parma)

C O M U N E D I S O R B O L O (Provincia di Parma) C O M U N E D I S O R B O L O (Provincia di Parma) PIANO TRIENNALE ai sensi dell art. 2 commi da 594 a 595 Legge n. 244 del 24.12.2007 PREMESSA La Legge Finanziaria per il 2008 (Legge n. 244 del 24 dicembre

Dettagli

PROVINCIA DI NOVARA VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

PROVINCIA DI NOVARA VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE originale Deliberazione N. 275 C I T T À DI T R E C A T E PROVINCIA DI NOVARA VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE DI ALCUNE SPESE DI FUNZIONAMENTO

Dettagli

COMUNE DI TRECASE MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DELL'UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI, DELLE AUTOVETTURE DI SERVIZIO

COMUNE DI TRECASE MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DELL'UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI, DELLE AUTOVETTURE DI SERVIZIO COMUNE DI TRECASE Provincia di Napoli MISURE FINALIZZATE ALLA DELL'UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI, DELLE AUTOVETTURE DI SERVIZIO PIANO TRIENNALE 2014/2016 La legge 24 dicembre 2007, n. 244 avente

Dettagli

Città di Bassano del Grappa

Città di Bassano del Grappa PIANO TRIENNALE per l individuazione di misure finalizzate alla razionalizzazione dell utilizzo delle dotazioni strumentali Art 2 comma 594 e segg. L. 244/2007 Indice del documento 1. Premessa... 3 2.

Dettagli

COMUNE DI COMEGLIANS Provincia di Udine

COMUNE DI COMEGLIANS Provincia di Udine N 25 del Reg. Del COMUNE DI COMEGLIANS Provincia di Udine Verbale di deliberazione della Giunta Comunale SEDUTA del 22/04/2015 OGGETTO: ADOZIONE PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI.

Dettagli

COMUNE DI STIGLIANO Provincia di Matera

COMUNE DI STIGLIANO Provincia di Matera COMUNE DI STIGLIANO Provincia di Matera COPIA DELIBERAZIONE DI GIUNTA COMUNALE N. 87 Reg. del 09.09.2014 Oggetto: N. Prot. Bilancio di previsione per l esercizio finanziario 2014 Piano triennale di razionalizzazione

Dettagli

COMUNE DI CESENATICO Provincia di Forlì - Cesena Via M. Moretti n.4 C.F. 00220600407 Tel.0547/79111 fax 0547/83820

COMUNE DI CESENATICO Provincia di Forlì - Cesena Via M. Moretti n.4 C.F. 00220600407 Tel.0547/79111 fax 0547/83820 COMUNE DI CESENATICO Provincia di Forlì - Cesena Via M. Moretti n.4 C.F. 00220600407 Tel.0547/79111 fax 0547/83820 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 178 DEL 01/06/2010 ------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Dettagli

COMUNE DI MEZZANI STRADA DELLA RESISTENZA,2 43055 MEZZANI TEL. 0521/817130-817131 FAX 0521/316005

COMUNE DI MEZZANI STRADA DELLA RESISTENZA,2 43055 MEZZANI TEL. 0521/817130-817131 FAX 0521/316005 COMUNE DI MEZZANI STRADA DELLA RESISTENZA,2 43055 MEZZANI TEL. 0521/817130-817131 FAX 0521/316005 PIANO TRIENNALE. CONSUNTIVO 2012/2014 ai sensi dell art. 2 commi da 594 a 595 Legge n. 244 del 24.12.2007

Dettagli

N. 300 del 18/12/2008 OGGETTO: PIANO TRIENNALE 2009-2010-2011 PER LA RAZIONALIZZAZIONE DELL'UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI. LA GIUNTA COMUNALE

N. 300 del 18/12/2008 OGGETTO: PIANO TRIENNALE 2009-2010-2011 PER LA RAZIONALIZZAZIONE DELL'UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI. LA GIUNTA COMUNALE N. 300 del 18/12/2008 OGGETTO: PIANO TRIENNALE 2009-2010-2011 PER LA RAZIONALIZZAZIONE DELL'UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI. LA GIUNTA COMUNALE Premesso: - che l art. 2, comma 594, della Legge n.

Dettagli

COMUNE DI RIGOLATO Provincia di Udine

COMUNE DI RIGOLATO Provincia di Udine N 31 del Reg. Del COMUNE DI RIGOLATO Provincia di Udine Verbale di deliberazione della Giunta Comunale SEDUTA del 07/05/2015 OGGETTO: ADOZIONE PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI.

Dettagli

Le dotazioni strumentali anche informatiche che corredano le stazioni di lavoro degli uffici sono di seguito riportate:

Le dotazioni strumentali anche informatiche che corredano le stazioni di lavoro degli uffici sono di seguito riportate: PIANO TRIENNALE PER L INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DI ALCUNE SPESE DI FUNZIONAMENTO ART. 2, COMMI 594 E SEGG. LEGGE 244/2007 (Legge Finanziaria 2008). ANNO 2012. AGGIORNAMENTO.

Dettagli

UNIONE BASSA EST PARMENSE

UNIONE BASSA EST PARMENSE UNIONE BASSA EST PARMENSE PIANO TRIENNALE DI PREVISIONE ai sensi dell art. 2 commi da 594 a 595 Legge n. 244 del 24.12.2007 PREMESSA La Legge Finanziaria per il 2008 (Legge n. 244 del 24 dicembre 2007)

Dettagli

COMUNE DI MEZZANI STRADA DELLA RESISTENZA,2 43055 MEZZANI TEL. 0521/669711 FAX 0521/316005

COMUNE DI MEZZANI STRADA DELLA RESISTENZA,2 43055 MEZZANI TEL. 0521/669711 FAX 0521/316005 COMUNE DI MEZZANI STRADA DELLA RESISTENZA,2 43055 MEZZANI TEL. 0521/669711 FAX 0521/316005 PIANO TRIENNALE ai sensi dell art. 2 commi da 594 a 595 Legge n. 244 del 24.12.2007 PREMESSA La Legge Finanziaria

Dettagli

COMUNE DI CASSANO VALCUVIA Provincia di VARESE

COMUNE DI CASSANO VALCUVIA Provincia di VARESE INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE AL CONTENIMENTO DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO (Art. 2, commi 594/598 della legge 24/12/2007 n. 244) PIANO TRIENNALE 2011 2013 Vista la Legge 244/2007 (Finanziaria 2008)

Dettagli

OGGETTO: APPROVAZIONE DEL PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE DI ALCUNE SPESE DI FUNZIONAMENTO (ART. 2 COMMI DAL 594 AL 598 LEGGE 244 24.12.

OGGETTO: APPROVAZIONE DEL PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE DI ALCUNE SPESE DI FUNZIONAMENTO (ART. 2 COMMI DAL 594 AL 598 LEGGE 244 24.12. N. 17 DEL 22.02.2010 OGGETTO: APPROVAZIONE DEL PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE DI ALCUNE SPESE DI FUNZIONAMENTO (ART. 2 COMMI DAL 594 AL 598 LEGGE 244 24.12.2007) PREMESSO che LA GIUNTA COMUNALE -

Dettagli

COMUNE DI VEGGIANO Provincia di Padova

COMUNE DI VEGGIANO Provincia di Padova COMUNE DI VEGGIANO Provincia di Padova Copia VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE n. 58 del 25-05-2012 Oggetto:Approvazione piano triennale di razionalizzazione 2012-2014 L anno duemiladodici

Dettagli

AGGIORNAMENTO anno 2010

AGGIORNAMENTO anno 2010 Allegato alla delibera di G.C. n. 117 del 21/12/2010 PIANO TRIENNALE 2009-2011 PER L INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DELL UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI, DELLE AUTOVETTURE

Dettagli

Piano triennale di razionalizzazione delle dotazioni strumentali

Piano triennale di razionalizzazione delle dotazioni strumentali COMUNE DI MAGNAGO Piazza Italia, 1-20020 Magnago (MI) SERVIZIO FINANZIARIO Piano triennale di razionalizzazione delle dotazioni strumentali Autovetture, telefonia mobile, fotoriproduttori, fax e strumenti

Dettagli

COMUNE DI ZIANO PIACENTINO PROVINCIA DI PIACENZA

COMUNE DI ZIANO PIACENTINO PROVINCIA DI PIACENZA COPIA COMUNE DI ZIANO PIACENTINO PROVINCIA DI PIACENZA DELIBERAZIONE N. 29 in data: 06.06.2013 VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE DI ALCUNE SPESE

Dettagli

LA GIUNTA COMUNALE. ricordato che la finanziaria 2009 e relativi allegati non hanno apportato modifiche alle disposizioni sopra richiamate;

LA GIUNTA COMUNALE. ricordato che la finanziaria 2009 e relativi allegati non hanno apportato modifiche alle disposizioni sopra richiamate; OGGETTO: PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE DI ALCUNE SPESE DI FUNZIONAMENTO EX ART. 2 COMMI 594 E SEGUENTI DELLA LEGGE FINANZIARIA 2008 TRIENNIO 2009-2011 Premesso: LA GIUNTA COMUNALE che la legge n.

Dettagli

PIANO TRIENNALE PER LA RAZIONALIZZAZIONE DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO Legge 244 del 24.12.2007 art. 2 comma 594

PIANO TRIENNALE PER LA RAZIONALIZZAZIONE DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO Legge 244 del 24.12.2007 art. 2 comma 594 Approvato con delibera G.C. n. 101 del 26/10/2009 PIANO TRIENNALE PER LA RAZIONALIZZAZIONE DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO Legge 244 del 24.12.2007 art. 2 comma 594 Premessa La legge n. 244 del 24.12.2007

Dettagli

PIANO TRIENNALE 2012/2014

PIANO TRIENNALE 2012/2014 COMUNE DI SIRONE PROVINCIA DI LECCO PIANO TRIENNALE 2012/2014 PER L'INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DELL'UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI, DELLE AUTOVETTURE DI SERVIZIO,

Dettagli

DELIBERAZIONE DI GIUNTA COMUNALE N.69 DEL 30/06/2009

DELIBERAZIONE DI GIUNTA COMUNALE N.69 DEL 30/06/2009 DELIBERAZIONE DI GIUNTA COMUNALE N.69 DEL 30/06/2009 OGGETTO: PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE DI ALCUNE SPESE DI FUNZIONAMENTO EX ART.2 COMMI DA 594 A 599 LEGGE 24/12/2007 N.244 /LEGGE FINANZIARIA

Dettagli

COMUNE DI ERULA PROVINCIA DI SASSARI

COMUNE DI ERULA PROVINCIA DI SASSARI ALLEGATO ALLA DELIBERA GIUNTA COMUNALE DEL 02.04.2012 COMUNE DI ERULA PROVINCIA DI SASSARI Piano per la razionalizzazione dell utilizzo di beni strumentali (art. 2, commi 594, 596, 597 e 598) L. 244/ 2007.

Dettagli

Comune di Jelsi. Provincia di Campobasso DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE N 24

Comune di Jelsi. Provincia di Campobasso DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE N 24 COPIA Comune di Jelsi Provincia di Campobasso DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE N 24 OGGETTO: RELAZIONE AL CONSUNTIVO - ANNO 2011 - PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO

Dettagli

COMUNE DI PIOBBICO Provincia di Pesaro e Urbino

COMUNE DI PIOBBICO Provincia di Pesaro e Urbino COMUNE DI PIOBBICO Provincia di Pesaro e Urbino cod. 41049 COPIA Verbale di DELIBERAZIONE di GIUNTA Comunale n. 33 del 11-04-2013 Oggetto: Piano triennale di razionalizzazione di alcune spese di funzionamento

Dettagli

DOTAZIONI STRUMENTALI ED INFORMATICHE

DOTAZIONI STRUMENTALI ED INFORMATICHE PIANO TRIENNALE 2013-2015 PER L INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DELL UTILIZZO DI BENI E STRUTTURE COMUNALI, EX ART. 2, COMMI 594 E SEGUENTI, DELLA LEGGE 24.12.2007, N. 244 (LEGGE

Dettagli

O G G E T T O. L'anno duemilanove addì tre del mese di novembre alle ore 18:00, nella Residenza Municipale, per riunione di Giunta Comunale.

O G G E T T O. L'anno duemilanove addì tre del mese di novembre alle ore 18:00, nella Residenza Municipale, per riunione di Giunta Comunale. C O P I A Comune di Bovolenta Provincia di Padova Deliberazione n. 126 in data 03-11-2009 VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE O G G E T T O APPROVAZIONE PIANO DI RAZIONALIZZAZIONE DELL'UTILIZZO

Dettagli

IL PRESIDENTE LA GIUNTA COMUNALE

IL PRESIDENTE LA GIUNTA COMUNALE IL PRESIDENTE Sottopone all esame ed approvazione della Giunta Comunale la seguente proposta di deliberazione a firma del Responsabile del Servizio Affari Generali. LA GIUNTA COMUNALE Visto l art. 2, comma

Dettagli

COMUNE DI ZIANO PIACENTINO PROVINCIA DI PIACENZA

COMUNE DI ZIANO PIACENTINO PROVINCIA DI PIACENZA COPIA COMUNE DI ZIANO PIACENTINO PROVINCIA DI PIACENZA DELIBERAZIONE N. 9 in data: 27.03.2014 VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE DI ALCUNE SPESE

Dettagli

Comune di Borgonovo Val Tidone (Provincia di Piacenza)

Comune di Borgonovo Val Tidone (Provincia di Piacenza) Comune di Borgonovo Val Tidone (Provincia di Piacenza) P.zza Garibaldi 18 Tel. 0523/861811 fax 0523/861861 e-mail : affari-generali.borgonovo@sintranet.it Piano triennale di dotazioni strumentali, delle

Dettagli

COMUNE DI SAN MARTINO IN RIO Provincia di Reggio Emilia

COMUNE DI SAN MARTINO IN RIO Provincia di Reggio Emilia COMUNE DI SAN MARTINO IN RIO Provincia di Reggio Emilia COPIA CONFORME ALL'ORIGINALE PER USO AMMINISTRATIVO E D'UFFICIO DELLA DELIBERAZIONE DI GIUNTA COMUNALE Numero 49 del 25 Marzo 2010 San Martino in

Dettagli

COMUNE DI VEDANO AL LAMBRO

COMUNE DI VEDANO AL LAMBRO COMUNE DI VEDANO AL LAMBRO Provincia di Monza e Brianza A LLEGATO ALLA DELIBERAZIONE DI G.C. N. 103 DEL 05.08.2008 PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI, DELLE AUTOVETTRE E DEI

Dettagli

Piano triennale di razionalizzazione delle dotazioni strumentali Autovetture, telefonia mobile, fotoriproduttori, fax e strumenti informatici

Piano triennale di razionalizzazione delle dotazioni strumentali Autovetture, telefonia mobile, fotoriproduttori, fax e strumenti informatici COMUNE DI MOMBELLO MONFERRATO Piano triennale di razionalizzazione delle dotazioni strumentali Autovetture, telefonia mobile, fotoriproduttori, fax e strumenti informatici PREMESSA La legge finanziaria

Dettagli

!!" ##$% %! $% %%% !!# &%!'$! ()*(( ))' & % $ +,-+./ +. /01 "2!! " # "$! %"$ $ %$ &$$ '%%() ' ' ''''

!! ##$% %! $% %%% !!# &%!'$! ()*(( ))' & % $ +,-+./ +. /01 2!!  # $! %$ $ %$ &$$ '%%() ' ' '''' !!" ##$% %! $% %%%!!# &%!$! ()*(( )) & % $ +,-+./ +. /01 "2!! " # "$! %"$ $ %$ &$$ %%() $ $ $ #01 001 $ ( "! %( ( % $$ " % * &$ "$(! && $ +! $&$$, " - & - %%, && && $ $&$$( 3$!$ $$$."%! - $& $$/ &&$ $

Dettagli

COMUNE DI URI. (Provincia di Sassari)

COMUNE DI URI. (Provincia di Sassari) COMUNE DI URI (Provincia di Sassari) PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE E RIQUALIFICAZIONE DELLA SPESA - 2016 2018 FINALIZZATO AL CONTENIMENTO DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO ED ALLA RAZIONALIZZAZIONE DELLE

Dettagli

Deliberazione della Giunta Comunale

Deliberazione della Giunta Comunale COMUNE DI GEMMANO 47855 Provincia di Rimini Sede: Piazza Roma n. 1 Tel. (0541) 854060 854080 Fax (0541) 854012 Partita I.V.A. n. 01188110405 Codice Fiscale n. 82005670409 Deliberazione della Giunta Comunale

Dettagli

COMUNE DI VEDANO AL LAMBRO

COMUNE DI VEDANO AL LAMBRO COMUNE DI VEDANO AL LAMBRO Provincia di Monza e della Brianza A LLEGATO ALLA DELIBERAZIONE DI G.C. N. 103 DEL 05.08.2008 PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI, DELLE AUTOVETTRE

Dettagli

1) Ricognizione delle dotazioni strumentali informatiche

1) Ricognizione delle dotazioni strumentali informatiche PIANO TRIENNALE PER L INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI, ANCHE INFORMATICHE, CHE CORREDANO LE POSTAZIONI DI LAVORO DEGLI UFFICI Premessa La Legge n.

Dettagli

Piano di Razionalizzazione 2014 2016 Art.2 Commi 594-595-596 Legge Finanziaria 2008

Piano di Razionalizzazione 2014 2016 Art.2 Commi 594-595-596 Legge Finanziaria 2008 OGGETTO: PIANO RAZIONALIZZAZIONE DELLE SPESE - PRESA D'ATTO RISULTANZE ANNO 2013 E PREVISIONE TRIENNIO 2014-2016 IL COMMISSARIO STRAORDINARIO PREMESSO CHE: la Legge n. 244 del 24/12/2007 (legge finanziaria

Dettagli

COMUNE DI BALLAO ALLEGATO ALLA DELIBERA G.C. N.11/06.04.2012

COMUNE DI BALLAO ALLEGATO ALLA DELIBERA G.C. N.11/06.04.2012 COMUNE DI BALLAO Piazza E. Lussu n.3 ~ 09040 Ballao (Cagliari) ~ 070/957319 ~ Fax 070/957187 C.F. n.80001950924 ~ P.IVA n.00540180924 ~ c/c p. n.16649097 ALLEGATO ALLA DELIBERA G.C. N.11/06.04.2012 PIANO

Dettagli

COMUNE DI CASTEL SAN PIETRO TERME Provincia di Bologna

COMUNE DI CASTEL SAN PIETRO TERME Provincia di Bologna COMUNE DI CASTEL SAN PIETRO TERME Provincia di Bologna Deliberazione n. 75 COPIA Cat._4_ Cl. _4_ Fasc. _1_ Prot. n._0010628_ del _29/04/2009 /Cg VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO:

Dettagli

(approvato con deliberazione della Giunta Comunale n. 101 in data 3 agosto 2010)

(approvato con deliberazione della Giunta Comunale n. 101 in data 3 agosto 2010) PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI, DELLE AUTOVETTURE E DEI BENI IMMOBILI AD USO ABITATIVO E DI SERVIZIO - ANNI 2010-2012 (art. 2, commi 594-599, Legge 24 dicembre 2007, n.

Dettagli

UNIONE BASSA EST PARMENSE

UNIONE BASSA EST PARMENSE UNIONE BASSA EST PARMENSE (Provincia di Parma) Sede legale: Sorbolo, Piazza Libertà, 1 Sede amministrativa: Sorbolo, Via del Donatore, 2 Telefono 0521/669611, fax 0521/669669 partita iva 02192670343 PIANO

Dettagli

COMUNE DI LANUSEI. Provincia dell Ogliastra

COMUNE DI LANUSEI. Provincia dell Ogliastra Allegato A alla deliberazione della Giunta Comunale n. 28 del 18/02/2010 COMUNE DI LANUSEI Provincia dell Ogliastra Piano Triennale 2010/2012 di razionalizzazione dell utilizzo delle dotazioni strumentali

Dettagli

AZIENDA DI SERVIZI ALLA PERSONA Asp Patronato pei Figli del popolo e Fondazione San Paolo e San Geminiano Modena. DELIBERA N 12 del 09.11.

AZIENDA DI SERVIZI ALLA PERSONA Asp Patronato pei Figli del popolo e Fondazione San Paolo e San Geminiano Modena. DELIBERA N 12 del 09.11. AZIENDA DI SERVIZI ALLA PERSONA Asp Patronato pei Figli del popolo e Fondazione San Paolo e San Geminiano Modena DELIBERA N 12 del 09.11.2012 Oggetto: Approvazione Piano Triennale per l individuazione

Dettagli

PIANO TRIENNALE 2012/2014 DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI DELLE AUTOVETTURE DI SERVIZIO E DEI BENI IMMOBILI

PIANO TRIENNALE 2012/2014 DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI DELLE AUTOVETTURE DI SERVIZIO E DEI BENI IMMOBILI COMUNE DI SALBERTRAND Provincia di Torino P.ZZA MARTIRI DELLA LIBERTÀ, N.1 C.A.P.10050 partita IVA-C.F. 00881010011 Tel 0122/854595 Fax 0122/854733 e-mail info@comune.salbertrand.to.it PIANO TRIENNALE

Dettagli

COMUNE DI BAZZANO Città d arte Provincia di BOLOGNA C O P I A

COMUNE DI BAZZANO Città d arte Provincia di BOLOGNA C O P I A COMUNE DI BAZZANO Città d arte Provincia di BOLOGNA C O P I A DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 15 DEL 29/03/2012 OGGETTO: PRESA D'ATTO DELLA RELAZIONE CONSUNTIVA PER L'ANNO 2011, RELATIVA AL PIANO

Dettagli

N 22 Reg. Delib. C O M U N E D I R O G H U D I

N 22 Reg. Delib. C O M U N E D I R O G H U D I N 22 Reg. Delib. C O M U N E D I R O G H U D I Provincia di REGGIO CALABRIA Deliberazione della Giunta Municipale OGGETTO: Piano di razionalizzazione delle spese art. 2 commi 594 e seguenti della Legge

Dettagli

COMUNE DI ALMESE PROVINCIA DI TORINO

COMUNE DI ALMESE PROVINCIA DI TORINO COMUNE DI ALMESE PROVINCIA DI TORINO PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI, DELLE AUTOVETTURE E DEGLI IMMOBILI AD USO ABITATIVO E DI SERVIZIO 2013-2015 (art. 2, commi 594-599,

Dettagli

UNIONE FRA I COMUNI DI LONATE POZZOLO E FERNO. Verbale di deliberazione della Giunta dell'unione

UNIONE FRA I COMUNI DI LONATE POZZOLO E FERNO. Verbale di deliberazione della Giunta dell'unione UNIONE FRA I COMUNI DI LONATE POZZOLO E FERNO Provincia di Varese Deliberazione n. 0028 in data 29/11/2008 Verbale di deliberazione della Giunta dell'unione OGGETTO: APPROVAZIONE PIANO TRIENNALE 2008/2010

Dettagli

PIANO TRIENNALE 2014-2016 DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO

PIANO TRIENNALE 2014-2016 DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO COMUNE DI NUORO PIANO TRIENNALE 2014-2016 DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO (art. 2,commi 594 e seguenti, L.244/2007 Legge Finanziaria 2008) PREMESSA In un apparato amministrativo ispirato

Dettagli

BENI IMMOBILI PATRIMONIALI INDISPONIBILI

BENI IMMOBILI PATRIMONIALI INDISPONIBILI Città di Trecate PROVINCIA DI NOVARA INVENTARIO BENI COMUNALI ANN BENI IMMOBILI PATRIMONIALI INDISPONIBILI - FABBRICATI - Decreto legislativo 8 Agosto, n. 67 "Testo unico delle leggi sull'ordinamento degli

Dettagli

PROVINCIA DI BRINDISI ----------ooooo----------

PROVINCIA DI BRINDISI ----------ooooo---------- PROVINCIA DI BRINDISI ----------ooooo---------- ESTRATTO DELLE DELIBERAZIONI DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO CON POTERI DELLA GIUNTA Atto con dichiarazione di immediata eseguibilità: art. 134, comma 4, D.Lgs.267/2000

Dettagli

PIANO TRIENNALE PER L INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DI ALCUNE SPESE DI FUNZIONAMENTO

PIANO TRIENNALE PER L INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DI ALCUNE SPESE DI FUNZIONAMENTO COMUNE DI CASTROCARO TERME E TERRA DEL SOLE PROVINCIA DI FORLI' - CESENA PIANO TRIENNALE PER L INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DI ALCUNE SPESE DI FUNZIONAMENTO Art. 2 comma

Dettagli

PIANO TRIENNALE 2010-2012 DI RAZIONALIZZAZIONE E CONTENIMENTO DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO

PIANO TRIENNALE 2010-2012 DI RAZIONALIZZAZIONE E CONTENIMENTO DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO PIANO TRIENNALE 2010-2012 DI RAZIONALIZZAZIONE E CONTENIMENTO DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO Premessa La Legge n. 244 del 24.12.2007 (legge finanziaria 2008) all articolo 2, commi 594 e seguenti, prevede

Dettagli

PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE 2010 2012 PER IL CONTENIMENTO DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO

PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE 2010 2012 PER IL CONTENIMENTO DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO Allegato A) P.I. 00251860698 SERVIZIO TECNICO PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE 2010 2012 PER IL CONTENIMENTO DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO PREMESSA Il presente piano si riferisce ai servizi tecnico-amministrativi.

Dettagli

COMUNE DI REVINE LAGO Provincia di Treviso PIANO TRIENNALE PER LA RAZIONALIZZAZIONE DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI 2012 2014

COMUNE DI REVINE LAGO Provincia di Treviso PIANO TRIENNALE PER LA RAZIONALIZZAZIONE DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI 2012 2014 Allegato A alla delibera di Giunta Comunale n. 125 del 30.11.2011 COMUNE DI REVINE LAGO Provincia di Treviso PIANO TRIENNALE PER LA RAZIONALIZZAZIONE DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI 2012 2014 (art. 2, comma

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Casa COMUNE di FRANCOLISE Tel. 0823/881330 - Fax 0823/877049 VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 36 del Reg. OGGETTO: Approvazione Piano Triennale 2013/2015 di razionalizzazione e contenimento

Dettagli

PIANO TRIENNALE 2014-2016 DI RAZIONALIZZAZIONE E CONTENIMENTO DELLE SPESE

PIANO TRIENNALE 2014-2016 DI RAZIONALIZZAZIONE E CONTENIMENTO DELLE SPESE COMUNE DI MACERATA FELTRIA PU PIANO TRIENNALE 2014-2016 DI RAZIONALIZZAZIONE E CONTENIMENTO DELLE SPESE ALLEGATO ALLA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 42 DEL 27/08/2014 Ai sensi dell art. 2 comma

Dettagli

RELAZIONE A CONSUNTIVO ANNO 2012

RELAZIONE A CONSUNTIVO ANNO 2012 PIANO TRIENNALE PER L INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DI ALCUNE SPESE DI FUNZIONAMENTO ART. 2, COMMI 594 E SEGG. LEGGE 244/2007 (Legge Finanziaria 2008) RELAZIONE A CONSUNTIVO

Dettagli

COMUNE DI SACCOLONGO 35030 - PROVINCIA DI PADOVA

COMUNE DI SACCOLONGO 35030 - PROVINCIA DI PADOVA COMUNE DI SACCOLONGO 35030 - PROVINCIA DI PADOVA PIANO DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO TRIENNIO 2009/2011 APPROVATO CON DELIBERAZIONE DI GIUNTA COMUNALE N. 127 DEL 11/11/2009 A) DOTAZIONI

Dettagli

(LEGGE 24.12.2007 N 244, G.U. 28.12.2007)

(LEGGE 24.12.2007 N 244, G.U. 28.12.2007) ALLEGATO 11 PIANO TRIENNALE 2013-2015 PER LA RAZIONALIZZAZIONE DELL UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI, DELLE AUTOVETTURE DI SERVIZIO, DEI BENI IMMOBILI AD USO DI SERVIZIO (LEGGE 24.12.2007 N 244, G.U.

Dettagli

SERVIZIO SISTEMI INFORMATIVI

SERVIZIO SISTEMI INFORMATIVI SERVIZIO SISTEMI INFORMATIVI Prot. n. Misure finalizzate al contenimento della spesa (art. 2 Commi 594-599 della Legge 244/2007 - Legge Finanziaria 2008) Relazione sulle misure per il contenimento delle

Dettagli

presenti in Consip e Intercenter prevedono il ritiro dell usato oppure con il conferimento in discarica.

presenti in Consip e Intercenter prevedono il ritiro dell usato oppure con il conferimento in discarica. Allegato A) alla delibera G.P. nn. 145/39710 del 11/05/2010 Piano triennale anni 2010-2012 per l individuazione di misure finalizzate alla razionalizzazione dell utilizzo di beni strumentali Dotazioni

Dettagli

PIANO TRIENNALE 2013-2015 DI RAZIONALIZZAZIONE E CONTENIMENTO DELLE SPESE DI FINANZIAMENTO

PIANO TRIENNALE 2013-2015 DI RAZIONALIZZAZIONE E CONTENIMENTO DELLE SPESE DI FINANZIAMENTO PIANO TRIENNALE 2013-2015 DI RAZIONALIZZAZIONE E CONTENIMENTO DELLE SPESE DI FINANZIAMENTO Premessa La Legge n. 244 del 24.12.2007 (legge finanziaria 2008)all articolo 2, commi 594 e seguenti, prevede

Dettagli

PIANO TRIENNALE 2010/2012 PER LA RAZIONALIZZAZIONE DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO DELLE STRUTTURE

PIANO TRIENNALE 2010/2012 PER LA RAZIONALIZZAZIONE DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO DELLE STRUTTURE COMUNE DI POMPIANO PIANO TRIENNALE 2010/2012 PER LA RAZIONALIZZAZIONE DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO DELLE STRUTTURE Allegato D : RELAZIONE SULLE MISURE PER LA RAZIONALIZZAZIONE DELL UTILIZZO DELLE ATTREZZATURE

Dettagli

Dotazioni strumentali

Dotazioni strumentali Premessa Dotazioni strumentali L'unione ha realizzato il proprio sistema informativo centrale per la sede di Belgioioso dotandosi delle apparecchiate hardware necessarie: - Server Windows2008 con alimentatore

Dettagli

SERVIZIO APPALTI, CONTRATTI ED ACQUISTI U. O. Provveditorato

SERVIZIO APPALTI, CONTRATTI ED ACQUISTI U. O. Provveditorato COMUNE DI RAVENNA Lett. b. SERVIZIO APPALTI, CONTRATTI ED ACQUISTI U. O. Provveditorato Misure finalizzate al contenimento della spesa (Art. 2 commi 594-599 della L. 244/2007 Legge Finanziaria 2008) La

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE ORIGINALE COMUNE DI SARCEDO PROVINCIA DI VICENZA VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE IL PRESIDENTE MENEGHELLO GIORGIO IL SEGRETARIO COMUNALE DOTT. STEFANO FUSCO REP. N. 2 DEL 10-01-2011 OGGETTO:

Dettagli

Comune di San Giustino Provincia di Perugia -Segreteria Generale - Delibere-

Comune di San Giustino Provincia di Perugia -Segreteria Generale - Delibere- Comune di San Giustino Provincia di Perugia -Segreteria Generale - Delibere- COPIA CONFORME ALL ORIGINALE Deliberazione di GIUNTA COMUNALE Oggetto: Seduta del 10-04-2012 Numero - 39-- PIANO TRIENNALE DI

Dettagli

Le dotazioni strumentali anche informatiche che corredano le stazioni di lavoro degli uffici sono di seguito riportate:

Le dotazioni strumentali anche informatiche che corredano le stazioni di lavoro degli uffici sono di seguito riportate: PIANO TRIENNALE PER L INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DI ALCUNE SPESE DI FUNZIONAMENTO ART. 2, COMMI 594 E SEGG. LEGGE 244/2007 (Legge Finanziaria 2008). Al fine del contenimento

Dettagli

COMUNE di MALBORGHETTO-VALBRUNA Provincia di Udine

COMUNE di MALBORGHETTO-VALBRUNA Provincia di Udine COMUNE di MALBORGHETTO-VALBRUNA Provincia di Udine RELAZIONE CONSUNTIVA ANNO 2011 AL PIANO TRIENNALE RAZIONALIZZAZIONE SPESE FUNZIONAMENTO TRIENNIO 2011/13 (L. 244/2007 commi 594 e ss. Legge Finanziaria

Dettagli

COMUNE DI BUSSETO. Provincia di Parma VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

COMUNE DI BUSSETO. Provincia di Parma VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Provincia di Parma VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. ATTO 13 ANNO 2016 SEDUTA DEL 21/01/2016 ORE 18:30 OGGETTO: APPROVAZIONE PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE DELL'UTILIZZO DELLE DOTAZIONI

Dettagli

Comune di Premariacco Provincia di Udine

Comune di Premariacco Provincia di Udine Comune di Premariacco Provincia di Udine VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE ANNO 2014 N 00042 del Reg. Delibere Copia conforme OGGETTO: RELAZIONE SULLE MISURE DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE SPESE

Dettagli

PIANO TRIENNALE 2009/2011 PER LA RAZIONALIZZAZIONE DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO DELLE STRUTTURE

PIANO TRIENNALE 2009/2011 PER LA RAZIONALIZZAZIONE DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO DELLE STRUTTURE COMUNE DI POMPIANO PIANO TRIENNALE 2009/2011 PER LA RAZIONALIZZAZIONE DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO DELLE STRUTTURE Allegato D : RELAZIONE SULLE MISURE PER LA RAZIONALIZZAZIONE DELL UTILIZZO DELLE ATTREZZATURE

Dettagli

COMUNE DI CARNAGO (Provincia di Varese)

COMUNE DI CARNAGO (Provincia di Varese) COPIA COMUNE DI CARNAGO (Provincia di Varese) VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Delibera N. 35 del 10/03/2011 OGGETTO: APPROVAZIONE PIANO TRIENNALE PER LA RAZIONALIZZAZIONE ED IL CONTENIMENTO

Dettagli

RICOGNIZIONE SPESE FUNZIONAMENTO STRUTTURE 2009 DI CUI AL PIANO DI RAZIONALIZZAZIONE TRIENNIO 2008-2010

RICOGNIZIONE SPESE FUNZIONAMENTO STRUTTURE 2009 DI CUI AL PIANO DI RAZIONALIZZAZIONE TRIENNIO 2008-2010 LE NORME RICOGNIZIONE SPESE FUNZIONAMENTO STRUTTURE 2009 DI CUI AL PIANO DI RAZIONALIZZAZIONE TRIENNIO 2008-2010 La legge n. 244 del 24.12.2007 (finanziaria 2008), in particolare ai commi da 594 a 598

Dettagli

BILANCIO DI PREVISIONE 2015/2017

BILANCIO DI PREVISIONE 2015/2017 COMUNE DI ROSIGNANO MARITTIMO (Provincia di Livorno) www.comune.rosignano.livorno.it BILANCIO DI PREVISIONE 2015/2017 ALLEGATO N. 15: Piano triennale 2015/2017 per la razionalizzazione dell utilizzo delle

Dettagli

PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO 2011-2013 RELAZIONE CONSUNTIVA ANNO 2013

PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO 2011-2013 RELAZIONE CONSUNTIVA ANNO 2013 PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO 2011-2013 RELAZIONE CONSUNTIVA ANNO 2013 La Legge Finanziaria 2008 (L. 244/2007) prevede all'art. 2, commi 594 e successivi che, ai fini

Dettagli

COMUNE DI CASTIGLIONE COSENTINO 87040 Prov. di Cosenza

COMUNE DI CASTIGLIONE COSENTINO 87040 Prov. di Cosenza COMUNE DI CASTIGLIONE COSENTINO 87040 Prov. di Cosenza Codice fiscale 00391420783 Telef. 0984-442007 fax 0984-442185 PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE SPESE DI FUNZIONAMENTO RELAZIONE CONSUNTIVO ANNO

Dettagli

COMUNE DI CASALNOCETO Provincia di Alessandria DELIBERAZIONE N. 33 *********** COPIA

COMUNE DI CASALNOCETO Provincia di Alessandria DELIBERAZIONE N. 33 *********** COPIA COMUNE DI CASALNOCETO Provincia di Alessandria DELIBERAZIONE N. 33 *********** COPIA VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE del giorno10 Dicembre 2008 OGGETTO: APPROVAZIONE PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE

Dettagli

COMUNE DI CASNATE CON BERNATE

COMUNE DI CASNATE CON BERNATE COMUNE DI CASNATE CON BERNATE RELAZIONE AGGIORNAMENTO MISURE CONTENIMENTO SPESE DI FUNZIONAMENTO EX ART. 2, COMMI 594 E SEGG., L. 24.12.2007 N. 244 A) Premessa. L art. 2, commi 594 e segg. della legge

Dettagli