Focus N 02 febbraio 2013

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Focus N 02 febbraio 2013"

Transcript

1 Focus N 02 febbraio 2013 COMPETITIVENESS AND INNOVATION FRAMEWORK PROGRAMME (CIP) ICT Policy Support Programme (PSP) 2013 Fonte: https://ec.europa.eu/digital-agenda/en/ict-policy-support-programme-participate Descrizione Bando 2013 del programma CIP-ICT PSP per il sostegno alla politica in materia di Tecnologie dell'informazione e della Comunicazione (ICT) nell'ambito del programma per la promozione della competitività e dell'innovazione (CIP). Obiettivi Strumento chiave a supporto delle iniziative dell Agenda Digitale per l Europa, il programma ICT- PSP mira a stimolare l'innovazione e la competitività dell Europa attraverso una più ampia adozione e un miglior uso delle Tecnologie dell'informazione e della Comunicazione da parte dei cittadini, delle amministrazioni e delle imprese, e in particolare delle PMI. DESTINATARI DEL BANDO L'invito a presentare proposte è rivolto ai soggetti giuridici stabiliti negli Stati membri EU e nei Paesi associati ICT PSP (Croazia, Islanda, Liechtenstein, Norvegia, Serbia, Turchia, Montenegro, FYROM,..): Autorità nazionali o Ministeri, pubbliche amministrazioni locali o regionali o Organizzazioni pubbliche (ospedali, scuole, biblioteche, ) Enti privati, Imprese Università e centri di ricerca Possono essere ammessi a partecipare anche enti di altri Paesi ma non possono essere finanziati. SCHEMI DI FINANZIMENTO Per ogni tematica di ricerca possono essere previste diverse tipologie di progetto implementabili (schemi di finanziamento), ognuna con propri requisiti di partecipazione: PILOTA Tipo A: iniziative che si focalizzano sulla costruzione e dimostrazione dell interoperabili di servizi tra Stati Membri e paesi Associati. I servizi implementati devono essere già operativi a livello nazionale, regionale o locale o almeno in un avanzata fase di test. I risultati devono essere ampiamente disseminati e resi disponibili a tutti gli stati.

2 PILOTA Tipo B: iniziative che mirano a implementare servizi innovativi basati su ICT per soddisfare bisogni di cittadini, governi o imprese, in condizioni realistiche. L enfasi deve essere posta nell innovatività dei servizi. Possono pertanto essere finanziate prosecuzioni di precedenti progetti di R&S completati, estensioni di servizi prototipali già testati o loro combinazioni o integrazioni di soluzioni parziali per realizzare un nuovo approccio innovativo. Reti di Buone Pratiche e Reti Tematiche: iniziative volte a mettere assieme stakeholders per esplorare nuove metodologie per implementare soluzioni basate su ICT (es. forum dove scambiarsi best practices, workshop, gruppi di lavoro per definire azioni, standard o specifiche). Public Procurement of Innovative Solutions PPI: finanzia la realizzazione di appalti transnazionali volti a mettere a gara soluzioni ICT innovative, al fine di superare la frammentazione della domanda e condividere il rischio ed il costo dell adozione di soluzioni innovative. TEMATICHE Le tematiche finanziabili sono suddivise in sotto-temi, detti obiettivi: TEMA 1. Cloud nei servizi pubblici e nelle smart cities (32.5 M ) 1.1: Cloud of Public Services Progetti finanziabili: Pilota B Risorse disponibili: 18 M 1.2: Smart Sustainable Mobility 1.2.a: Piloting ICT-based Interoperable Fare Management (IFM) for sustainable Mobility Progetti finanziabili: 2 o 3 Pilota B Risorse disponibili: 6 M 1.2.b: Piloting cooperative systems for sustainable mobility of goods Progetti finanziabili: 2 o 3 Pilota B Risorse disponibili: 6,5 M 1.2.c: Preparing the ground for Public Procurement for Innovative Solutions on Cooperative Intelligent Transport Systems 1.3: Preparing public procurement for innovative solutions on resource efficient data centres for smart cities TEMA 2. Contenuti Digitali, Open Data (36 M ) 2.1: Europeana and creatività 2.1.a: Enriching and improving the Europeana content base Progetti finanziabili: Reti di Buone Pratiche

3 Risorse disponibili: 5M 2.1.b: Promoting the use of Europeana by creative industries Progetti finanziabili: Reti di Buone Pratiche Risorse disponibili: 7M 2.1.c: Coordinating Europeana Risorse disponibili: 4M 2.2: Open Data 2.2.a: Open Data experimentation and innovation building on geographic Information Progetti finanziabili: Pilota B Risorse disponibili: 7M 2.2.b: Standards for Open Data 2.3: ICT for learning 2.3.a: Piloting and showcasing excellence in ICT for learning for all Risorse disponibili: 5M 2.3.b: Organizing competitions on Educational Games Progetti finanziabili: 1 Rete Tematica 2.4: Digital content technologies for a better internet for kids 2.4.a: Digital content technologies for victim identification Risorse disponibili: 2M 2.4.b: Interoperability of content rating and classification schema 2.5: earchiving services Risorse disponibili: 3M TEMA 3: ICT per la salute, l invecchiamento attivo e l inclusione (39 M ) 3.1: Preparing large scale deployment of targeted services to support active and healthy ageing 3.1.a: Telehealth programmes for the management of mental disorders Progetti finanziabili: 1 solo Pilota A Risorse disponibili: 7M 3.1.b: Wide deployment of integrated care Progetti finanziabili: Pilota B Risorse disponibili: 7M

4 3.2: Supporting public procurement for innovative solutions (PPI) in ehealth, active and healthy ageing and assisted living 3.2.a: ehealth Progetti finanziabili: PPI Risorse disponibili: 5M 3.2.b: Active & healthy ageing and assisted living Progetti finanziabili: PPI Risorse disponibili: 5M 3.3: Networking for health, ageing well and inclusion 3.3.a. Innovation for age friendly cities, buildings and environments 3.3.b. Assessing impact and raising awareness on benefits of innovative ehealth tools and services Risorse disponibili: 0,5M 3.3.c: Sustainability of EU wide info-structure and collaborative governance Risorse disponibili: 1 M 3.3.d. Clinical practice guidelines for ehealth services Risorse disponibili: 0,5M 3.4: Assisted mobility/navigation for older or impaired users Progetti finanziabili: 1 solo Pilota A Risorse disponibili: 2M 3.5: Biophotonics solutions for diagnosis, monitoring and treatment of diseases Progetti finanziabili: 3 o 4 Pilota B Risorse disponibili: 10 M TEMA 4: Servizi elettronici sicuri (7 M ) 4.1: Protection of Websites against attacks Risorse disponibili: 2,5 M 4.2: Security for networked infrastructures Risorse disponibili: 2 M 4.3: Secure and trustworthy reporting of malware and suspected cybercrime Risorse disponibili: 2,5 M

5 TEMA 5. Obiettivi aperti per l innovazione ed altre azioni (11,2 M ) 5.1: Open objective for innovation Progetti finanziabili: Pilota B Risorse disponibili: 10 M 5.2: Support to advance Corporate Social Responsibility (CSR) in the ICT sector Risorse disponibili: 200 K 5.3: Support to the Grand Coalition for ICT jobs Risorse disponibili: 1 M Partenariato minimo: Pilota Tipo A: minimo 6 amministrazioni nazionali competenti sulla specifica tematica (es. ministero) o soggetti giuridici designati ad agire per loro conto (in questo caso l'amministrazione nazionale dovrà certificare che il soggetto giuridico e stato designato ad agire per suo conto) di 6 diversi Stati Membri o paesi associati. Il consorzio dovrebbe prevedere anche tutti gli stakeholder della catena del valore (es. servizi e content providers, imprese, rappresentanti degli utenti finali). Pilota Tipo B: minimo 4 soggetti giuridici di altrettanti Stati Membri o paesi associati; il consorzio deve essere rappresentativo dell intera catena del valore (le autorità pubbliche competenti, service providers, stakeholders industriali e rappresentanti degli utenti finali). Reti di Buone Pratiche e Reti Tematiche: minimo 7 soggetti giuridici indipendenti di altrettanti Stati Membri o paesi associati. PPI: minimo 3 enti appaltanti 3 diversi Stati Membri o paesi associati di cui almeno 2 enti pubblici. Durata del progetto: Varia a seconda della tipologia del progetto. Tipo A: tipicamente fino a 36 mesi con un periodo di operatività del Pilota di almeno 12 mesi. Tipo B: tipicamente tra i 24 ai 36 mesi con un periodo di operatività del Pilota di almeno 6 mesi. Reti di Buone Pratiche e Reti Tematiche: tipicamente tra i 18 e 36 mesi. PPI: tipicamente 36 mesi Contributo tipico per tipologia di progetto: Tipo A: 5-10 M per progetto Tipo B: 2-3 milioni M per progetto Reti Tematiche: per rete Reti di Buone Pratiche: 3-5 M per rete

6 PPI: fino a 5 M per progetto Percentuali di finanziamento: Piloti Tipo A e B: 50% dei costi di: o Personale o Subcontratti o altri costi diretti (viaggi, materiali ed attrezzature) per l implementazione del servizio o costi indiretti (nella misura del 30% dei costi del personale) Reti di Buone Pratiche: 80% dei costi diretti (i costi indiretti non sono finanziati) Reti Tematiche: somme forfettarie che dipendono dalla tipologia di ente, dal ruolo e dal numero dei partecipanti alla rete. PPI: 100% delle attività di coordinamento. 20% del costo totale dell appalto, Scadenza: 14/05/2013 h (ora di Bruxelles) Documenti utili: Tutta la documentazione relativa all invito e le regole di partecipazione sono pubblicate sul sito europeo: https://ec.europa.eu/digital-agenda/en/ict-policy-support-programme-participate

7 Qualche esempio di progetti già finanziati dalla UE sul Bando CIP ICT-PSP FREILOT: Urban Freight Energy Efficiency Pilot Descrizione progetto: Il progetto si concentra sulla riduzione del consumo di energia dei veicoli di trasporto delle merci utilizzati in città. I consumi energetici legati al trasporto delle merci in città dipendono dal numerosi fattori: performance del veicolo, comportamento del conduttore, morfologia della città e della sua rete stradale, politiche di regolazione della circolazione, peso del veicolo e il suo tasso di carico, per citarne alcuni. Naturalmente non esistono misure univoche che possano rispondere all insieme delle problematiche sopra descritte e portare dei guadagni significativi sull efficacità energetica. Un approccio olistico e integrato deve dunque essere adottato, combinando misure che possano essere messe in opera. Queste devono allo stesso tempo avere un costo ragionevole, e dev essere accettato dall insieme degli utilizzatori. Obiettivi del progetto: Il primo obiettivo è ridurre del 25% i consumi di carburante. Il secondo obiettivo è disseminare e condividere i risultati del progetto con tutti gli attori che possono essere interessati. Il terzo obiettivo è di migliorare il coinvolgimento dei trasportatori, delle città e degli altri attori nello schema proposto. Partners: BE - European Road Transport Telematics Implementation Coordination Organisation S.C.R.L., Polis, Association Internationale FR - Interface Transport, Commune De Lyon, Communaute Urbaine De Lyon, Centre National De La Recherche Scientifique GR - Centre For Research And Technology Hellas GR IT - Thetis Spa SP - Transportes Nanuk, Transportes Azkar S.A., Gertek Sociedad De Gestiones Y Servicios Sa, Fundacion para la promocion de la innovacion, Investigacion y desarrollo tecnologico en la industria de automocion de Galicia, Ayuntamiento De Bilbao, ACTIDE SWEDEN - Volvo Technology Ab NL - Van Den Broek Logistics B.V., Peek Traffic B.V., Gemeente Helmond Schema di finanziamento: Pilot B Totale progetto: 3,99 M Contributo EU: 2,00 M Durata: 30 mesi Stato: chiuso Link al progetto:

8 I-DONT-FALL: Integrated prevention and Detection solutions Tailored to the population and Risk Factors associated with FALLs Descrizione progetto: Le cadute sono la più importante tra le cause esterne di infortunio non intenzionale, in quanto rappresentano il 40% circa di tutte le morti incidentali. Tassi di caduta (e tassi di mortalità relativi) variano a seconda del paese e popolazione studiata. Allo stesso tempo, le cadute sono associate a fattori di rischio vari, che rientrano in fattori biologici, comportamentali, ambientali e socio-economici. Oltre a questa categorizzazione, gli studi dimostrano che la caduta comunemente è il risultato dello stato e della condizione degli anziani / pazienti per esempio associati all'equilibrio / andatura, alla condizione cardiovascolare, i farmaci, i piedi / scarpe, la visione, la depressione, ecc... Negli ultimi anni, le tecnologie ICT hanno dimostrato il loro potenziale per migliorare l'autonomia e la qualità della vita degli anziani, attraverso il rilevamento potenziamento e / o la prevenzione delle cadute degli nziani. Allo stesso modo, soluzioni ICT per il rilevamento e la prevenzione della caduta potrebbero ridurre significativamente il costo connesso con l'assistenza agli anziani. Il valore e l'efficacia di queste soluzioni potrebbe essere massimizzata sulla base della loro integrazione e la combinazione, ma soprattutto sul loro adattamento a gruppi target specifici e fattori di rischio. Questa configurazione potrebbe consentire ai potenziali caduti di utilizzare i dispositivi, le modalità ed il programma più adeguati (ad esempio, in termini di frequenze proprie / combinazioni per l'utilizzo di alcuni dispositivi). Il progetto I-dont-FALL affronta il problema testando soluzioni di gestione integrate del rischio caduta, andando ad incidere sulle cause principali, i fattori di rischio e fattori culturali associati, consentendo altresì la personalizzazione di soluzioni tecnologiche ad esigenze specifiche. Obiettivi del progetto: L'obiettivo principale di I-dont-FALL è quello di implementare, testare e valutare una serie di soluzioni ICT innovative per il rilevamento e la gestione della prevenzione della caduta. La piattaforma sarà configurata in modo flessibile alle esigenze di specifici gruppi target e fattori di rischio associati con gli incidenti di caduta. Sulla base della piattaforma integrata I-dont-FALL: a. Gli utenti finali potranno godere di soluzioni tecnologiche a misura caduta, mentre b. Agli esperti medici e gli operatori sanitari sarà offerta una vasta gamma di strumenti, consentendo loro di personalizzare le soluzioni alla caduta più adatte alle esigenze degli utenti finali. L'efficacia delle soluzioni sarà testato su oltre 500 utenti / pazienti anziani in diversi paesi, culture, età e fattori di rischio di caduta. Risultati attesi: I-dont-FALL progetto contribuirà a: 1. Sostanzialmente prolungare il tempo che gli anziani possono vivere autonomamente a casa, fornendo una sicurezza basata sull utilizzo delle TIC e sui servizi di rilevamento / prevenzione delle caduta; 2. Fornire evidenza del miglioramento della qualità della vita degli anziani e delle loro famiglie, nonché dei sistemi di assistenza sanitaria e sociale e dei servizi; 3. Facilitare l ampia adozione in tutta Europa di soluzioni di prevenzione della caduta basate sulle TIC; 4. Garantire una posizione di leader mondiale dell'industria europea nei mercati innovativi per le soluzioni basate sulle TIC che supportano la vita indipendente e l'invecchiamento della popolazione

9 Partners: Engineering - Ingegneria Informatica Spa Italy Klinisk Informatik Denmark Social Policy Center Of The Municipality Of Kifissia Greece Singularlogic Anonymos Etairia Pliroforiakon Systimaton & Efarmogon Pliroforikis Aphoi Koumanakou & Sia Ee Greece Tesan S.P.A. Italy Scuola Superiore di Studi Universitari e di Perfezionamento Sant'Anna Italy Fondazione Santa Lucia Italy Azienda Usl Di Forli Italy Municipality Of Stari Grad Serbia Universitat Politecnica De Catalunya Spain Servicio Madrileno De Salud Spain Fundacio Hospital Asil De Granollers Spain Stichting Nationaal Ouderenfonds The Netherlands Docobo Ltd United Kingdom Greece Schema di finanziamento: Pilot B Totale progetto: 5.27m M Contributo EU: 2.63mM Durata: 24 mesi Stato: in corso Link al progetto: EUROPEANA FASHION Descrizione progetto: La moda è un settore importante del patrimonio culturale europeo, ed è sempre più riconosciuto il suo importante valore di ricerca anche in relazione ad altre discipline, tra cui le arti, la cultura, la sociologia e la comunicazione. Dall'inizio del XX secolo alcune delle più importanti istituzioni culturali pubbliche e private e alcuni musei di arti applicate Eeuropei hanno iniziato a raccogliere e conservare indumenti, accessori, cataloghi, riviste di moda e altri documenti e materiali legati alla moda. Il risultato di questo lavoro si è tradotto in un numero crescente di collezioni uniche, che Europeana Fashion riunirà online, con la

10 creazione di un apposito portale della moda, e che sarà promosso e fatto conoscere attraverso Europeana, la biblioteca Digitale Europea. Obiettivi del progetto: Europeana Fashion a partire dal marzo 2015 renderà accessibili on-line più di oggetti digitali legati alla moda: abiti storici, accessori, fotografie, manifesti, disegni, schizzi, video e cataloghi di moda. Europeana Fashion è una rete di 23 partners, che rappresentano molti dei principali musei pubblici e privati, degli archivi e delle collezioni dei 12 diversi paesi europei che partecipano all iniziativa. Partners: Fondazione Rinascimento Digitale-Nuove Tecnologie per i Beni Culturali Italy Museen Der Stadt Wien Wien Museumwissenschaftliche Anstalt Offentlichen Rechts Austria Provincie Antwerpen and Internet Architects, Catwalkpictures Belgium Les Arts Décoratifs France Stiftung Preussischer Kulturbesitz Germany Peloponnesian Folklore Foundation Vasilios Papantoniou and Nat Tech University Of Athens Greece Rossimoda Spa - Pitti Immagine S.R.L. - Missoni Spa - LP Studio Spa Italy Camara Municipal De Lisboa Portugal Museum Of Applied Art Serbia Ministerio De Cultura Spain Stockholms Universitet and Stiftelsen Nordiska Museet Sweden Stichting Nederlands Instituut Voor Beeld En Geluid and Gemeente Utrecht The Netherlands Victoria And Albert Museum and Roger Edwin Dean United Kingdom Schema di finanziamento: BPN Best Practice Network Totale progetto: 3.31 M Contributo EU: 2.65 M Durata: 24 mesi Stato: in corso Link al progetto:

11 Idee progettuali da sviluppare ICT finalizzato a promuovere l'invecchiamento attivo della popolazione e l'inclusione sociale Sviluppare e sperimentare sistemi integrati ICT per migliorare la qualità della vita degli anziani, riducendo i rischi nella loro vita quotidiana (le cadute) attraverso sistemi intelligenti di illuminazione, supporti per camminare intelligenti, scarpe intelligenti, formazione all equilibrio ecc Trovare delle soluzioni ICT che siano accettate dai consumatori (anziani) e che permettano di verificare il loro reale utilizzo nella vita quotidiana, raccogliendo dei dati che possano permettere di migliorare il prodotto e renderlo più affidabile. Soluzioni integrate che permettano di monitorare la salute dell anziano e capire quando è necessario intervenire prontamente in caso di problemi. Sistemi di Autodiagnosi, auto consulto/ automedicazione, telemedicina. Focus sulla sperimentazione e adattabilità delle soluzioni a livello europeo. Per supportare lo sviluppo di nuovi servizi e prodotti on-line Misuratori intelligenti, sistemi di gestione degli edifici, sensori infrastrutturali, sistemi di sicurezza pubblica, vestiti e materiali intelligenti. Ambienti in rete (fibre ottiche, wireless, open space, edifici), piattaforme sensoriali Architetture d impresa intelligenti, Enterprise Service Bus (ESB) una piattaforma per realizzare un servizio orientato all architettura dell impresa. Servizi ICT orientati al turismo nelle città. Confindustria Toscana Servizi valuta gratuitamente la fattibilità delle vostre idee progettuali e Vi supporta nella ricerca di partners stranieri per poter partecipare al Bando. CONTATTI Giada Mennuti mob Luisa Ortu mob Visita il nostro sito:

LA NUOVA PROGRAMMAZIONE EUROPEA 2014-2020

LA NUOVA PROGRAMMAZIONE EUROPEA 2014-2020 LA NUOVA PROGRAMMAZIONE EUROPEA 2014-2020 2020 OPPORTUNITA DI FINANZIAMENTO NEL SETTORE DELL ICT. Monza, 9 Dicembre 2013 Paolo Bonardi, EURODESK Bruxelles HORIZON 2020 zione di coordinamento e supporto:

Dettagli

Giornata Informativa Nazionale Bando 2012 CIP ICT PSP. Coordinamento Progetti Europei Genova

Giornata Informativa Nazionale Bando 2012 CIP ICT PSP. Coordinamento Progetti Europei Genova Giornata Informativa Nazionale Bando 2012 CIP ICT PSP Roma, 13 Gennaio 2012 Alessandra Risso Coordinamento Progetti Europei Genova INDICE I PROGETTI CIP DEL COMUNE DI GENOVA L'ESPERIENZA DEL PROGETTO PERIPHERIA

Dettagli

This project is co-- financed by the European Regional Development Fund and made possible by the INTERREG IVC programme

This project is co-- financed by the European Regional Development Fund and made possible by the INTERREG IVC programme This project is co-- financed by the European Regional Development Fund and made possible by the INTERREG IVC programme Possibilità di finanziamento per le imprese LIFE+ Programma Cip: EIE ICT PSP ENPI

Dettagli

LA NUOVA PROGRAMMAZIONE EUROPEA 2014-2020

LA NUOVA PROGRAMMAZIONE EUROPEA 2014-2020 LA NUOVA PROGRAMMAZIONE EUROPEA 2014-2020 2020 OPPORTUNITA DI FINANZIAMENTO NEL SETTORE DEI TRASPORTI. Brescia, 3 Dicembre 2013 Paolo Bonardi, EURODESK Bruxelles HORIZON 2020 zione di coordinamento e supporto:

Dettagli

Ageing at home. Esperienze idee soluzioni. nella Regione Marche

Ageing at home. Esperienze idee soluzioni. nella Regione Marche Ageing at home Esperienze idee soluzioni nella Regione Marche Alcune caratteristiche della Regione La Regione Marche è caratterizzata: da un alto tasso di invecchiamento della popolazione da elevate aspettative

Dettagli

IL PROGETTO STRATEGICO ALTERENERGY

IL PROGETTO STRATEGICO ALTERENERGY CBC IPA ADRIATICO 2007 2013 IL PROGETTO STRATEGICO ALTERENERGY ALTERENERGY (Energy Sustainability for Adriatic Small Communities) è la nuova sfida per la sostenibilità ambientale che punta a favorire la

Dettagli

LA NUOVA PROGRAMMAZIONE EUROPEA 2014-2020

LA NUOVA PROGRAMMAZIONE EUROPEA 2014-2020 LA NUOVA PROGRAMMAZIONE EUROPEA 2014-2020 OPPORTUNITA DI FINANZIAMENTO NEL SETTORE DELL ICT. Monza, 9 Dicembre 2013 Paolo Bonardi, EURODESK Bruxelles HORIZON 2020 Azione di coordinamento e supporto: indica

Dettagli

Europa e SmartCities & Communities: opportunità per il territorio pugliese. Paolo Casalino Dirigente Ufficio di Bruxelles della Regione Puglia

Europa e SmartCities & Communities: opportunità per il territorio pugliese. Paolo Casalino Dirigente Ufficio di Bruxelles della Regione Puglia Europa e SmartCities & Communities: opportunità per il territorio pugliese Paolo Casalino Dirigente Ufficio di Bruxelles della Regione Puglia I Partenariati Europei dell Innovazione Allegato III Iniziativa

Dettagli

Comune di Ferrara. Insert your logo here. Descrizione

Comune di Ferrara. Insert your logo here. Descrizione PROCEDURE E OPPORTUNITA' DEL COMPRARE VERDE SALA DEL CONSIGLIO PROVINCIALE - PIAZZA ITALIA 11, PERUGIA 24 FEBBRAIO 2009 Public Procurement boosts Energy Efficiency Gli Acquisti Verdi promuovono l Efficienza

Dettagli

SCUOLA DIGITALE. Giuseppe Marucci Ispettore Tecnico MIUR- Roma

SCUOLA DIGITALE. Giuseppe Marucci Ispettore Tecnico MIUR- Roma SCUOLA DIGITALE Giuseppe Marucci Ispettore Tecnico MIUR- Roma Smart communities Alfabetizzazione informatica E-commerce Agenda digitale italiana E-government, Investimenti Sicurezza Infrastrutture Ricerca

Dettagli

APPALTI di INNOVAZIONE per Torino Smart City. Gianfranco PRESUTTI Direttore Direzione Lavoro, Sviluppo, Fondi Europei e Smart City

APPALTI di INNOVAZIONE per Torino Smart City. Gianfranco PRESUTTI Direttore Direzione Lavoro, Sviluppo, Fondi Europei e Smart City APPALTI di INNOVAZIONE per Torino Smart City Gianfranco PRESUTTI Direttore Direzione Lavoro, Sviluppo, Fondi Europei e Smart City Le Città: ambiti di sperimentazione e innovazione Le Smart Cities and communities

Dettagli

Fondo Crescita Sostenibile

Fondo Crescita Sostenibile Fondo Crescita Sostenibile AGENDA DIGITALE (G.U. n.282 del 04/12/2014) e INDUSTRIA SOSTENIBILE (G.U. n.283 del 05/12/2014) Il Ministero dello Sviluppo Economico ha reso operativi due interventi del Fondo

Dettagli

Verso Orizzonte 2020 Il programma quadro europeo per la ricerca e l innovazione

Verso Orizzonte 2020 Il programma quadro europeo per la ricerca e l innovazione Verso Orizzonte 2020 Il programma quadro europeo per la ricerca e l innovazione Francesca Doria Industrial Innovation Policy unit, DG Enterprise and Industry, European Commission Non FP8 ma Orizzonte 2020

Dettagli

ICT NELLE STRATEGIE A LIVELLO. all applicazione. Susanna LONGO Regione Piemonte Assessorato Innovazione, Ricerca, Industria e Energia

ICT NELLE STRATEGIE A LIVELLO. all applicazione. Susanna LONGO Regione Piemonte Assessorato Innovazione, Ricerca, Industria e Energia ICT NELLE STRATEGIE A LIVELLO EUROPEO, NAZIONALE E REGIONALE Dalla ricerca, all innovazione, all applicazione Susanna LONGO Regione Piemonte Assessorato Innovazione, Ricerca, Industria e Energia Bruxelles

Dettagli

TITOLO Infoday Horizon 2020 - Future Internet. LUOGO E DATA 31 Gennaio 2014 Albert Borschette Conference Centre Rue Froissart, 36 1040 Bruxelles

TITOLO Infoday Horizon 2020 - Future Internet. LUOGO E DATA 31 Gennaio 2014 Albert Borschette Conference Centre Rue Froissart, 36 1040 Bruxelles TITOLO Infoday Horizon 2020 - Future Internet LUOGO E DATA 31 Gennaio 2014 Albert Borschette Conference Centre Rue Froissart, 36 1040 Bruxelles ORGANIZZATORE DG CONNECT RELAZIONE La giornata informativa

Dettagli

Strumento per le PMI Horizon 2020

Strumento per le PMI Horizon 2020 Strumento per le PMI Horizon 2020 CHE COSA Vengono finanziate solo le PMI, da sole o in partenariato Possono partecipare anche le reti di impresa se possiedono personalità giuridica e se nell insieme delle

Dettagli

CreArt RETE DI CITTÀ PER LA CREATIVITÀ ARTISTICA DESCRIZIONE DEL PROGETTO

CreArt RETE DI CITTÀ PER LA CREATIVITÀ ARTISTICA DESCRIZIONE DEL PROGETTO CreArt RETE DI CITTÀ PER LA CREATIVITÀ ARTISTICA DESCRIZIONE DEL PROGETTO MOTIVAZIONE... 3 OBIETTIVI DEL PROGETTO... 5 METODOLOGIA... 6 PIANO DI LAVORO... 8 GRUPPI DI RIFERIMENTO.IMPATTO... 9 2 MOTIVAZIONE

Dettagli

Bando: Horizon 2020 dedicated SME Instrument Phase 1, 2014-2015- H2020-SMEINST-1-2015 Strumento dedicato alle PMI

Bando: Horizon 2020 dedicated SME Instrument Phase 1, 2014-2015- H2020-SMEINST-1-2015 Strumento dedicato alle PMI Bandi Pilastro Sfide della società I bandi del pilastro Sfide della società riguardano le sfide sociali identificate nella strategia Europa 2020 e concentrano i finanziamenti su tematiche come: la salute,

Dettagli

Smart cities e Patto dei Sindaci: Strategie, risorse e strumenti per la pianificazione finanziaria integrata degli interventi

Smart cities e Patto dei Sindaci: Strategie, risorse e strumenti per la pianificazione finanziaria integrata degli interventi Empowerment delle Pubbliche Amministrazioni nella gestione e nell utilizzo di Strumenti innovativi e di ingegneria finanziaria per lo sviluppo economico locale Smart cities e Patto dei Sindaci: Strategie,

Dettagli

Il programma Europa Creativa. Perché Europa Creativa? Obiettivi generali. Obiettivi specifici

Il programma Europa Creativa. Perché Europa Creativa? Obiettivi generali. Obiettivi specifici EUROPA CREATIVA (2014-2020) Sottoprogramma Cultura Invito a presentare proposte EAC/S16/2013 Progetti di cooperazione europea Scadenza: 5 marzo 2014 Scadenza presentazione all URI 21 febbraio 2014 Il programma

Dettagli

Tavoli tematici. Contributo. Ente/organizzazione di appartenenza Selex-ES Telefono (+39) 095 8182326 Giovanni.trombetta@selex-es.com www.selex-es.

Tavoli tematici. Contributo. Ente/organizzazione di appartenenza Selex-ES Telefono (+39) 095 8182326 Giovanni.trombetta@selex-es.com www.selex-es. VERSO LA STRATEGIA REGIONALE DELL INNOVAZIONE 2014-2020 Tavoli tematici Contributo 1 1. Dati proponente contributo Nome Giovanni Cognome Trombetta Ente/organizzazione di appartenenza Selex-ES Telefono

Dettagli

Casi di studio e progetti sull'innovazione informatica dei servizi logistici Rete Alta Tecnologia dell Emilia-Romagna Piattaforma ICT & Design

Casi di studio e progetti sull'innovazione informatica dei servizi logistici Rete Alta Tecnologia dell Emilia-Romagna Piattaforma ICT & Design Casi di studio e progetti sull'innovazione informatica dei servizi logistici Rete Alta Tecnologia dell Emilia-Romagna Piattaforma ICT & Design Lucia Mazzoni, ASTER IL SISTEMA REGIONALE DELLA RICERCA Università

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 28 novembre 2014, n. 2514

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 28 novembre 2014, n. 2514 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 28 novembre 2014, n. 2514 Rettifica della Delibera di G.R. n.1826 del 06/08/2014. Progetto make it REAAL. Presa d atto dell approvazione del progetto e dell ammissione

Dettagli

Smart Ci)es: una roadmap per ci3à sostenibili

Smart Ci)es: una roadmap per ci3à sostenibili Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l energia e lo sviluppo economico sostenibile Smart Ci)es: una roadmap per ci3à sostenibili Claudia Meloni Divisione Smart Energy claudia.meloni@enea.it Dalla

Dettagli

PROGETTAZIONE GESTIONE E CONTROLLO DEI PROGRAMMI DELL UNIONE EUROPEA

PROGETTAZIONE GESTIONE E CONTROLLO DEI PROGRAMMI DELL UNIONE EUROPEA PROGETTAZIONE GESTIONE E CONTROLLO DEI PROGRAMMI DELL UNIONE EUROPEA PUBLIC PROCUREMENT OF INNOVATION CHRISTIAN VIOLI Torino 13 Ottobre 2014 PUBLIC PROCUREMENT OF INNOVATION Appalti pubblici per soluzioni

Dettagli

Regole di Partecipazione e Strumenti di finanziamento

Regole di Partecipazione e Strumenti di finanziamento Regole di Partecipazione e Strumenti di finanziamento Roma CNR Aula Convegni 2 dicembre 2015 Regolamento n. 1290/2013 del Parlamento e del Consiglio Europeo Definizioni (art. 2)- ORGANIZZAZIONE INTERNAZIONALE

Dettagli

La Pubblica Amministrazione consumatore di software Open Source

La Pubblica Amministrazione consumatore di software Open Source La Pubblica Amministrazione consumatore di software Open Source Dipartimento per l Innovazione e le Tecnologie Paola Tarquini Sommario Iniziative in atto Una possibile strategia per la diffusione del Software

Dettagli

Il progetto e SENS e la strategia di interoperabilità europea

Il progetto e SENS e la strategia di interoperabilità europea e SENS Electronic Simple European Networked Services Il progetto e SENS e la strategia di interoperabilità europea Francesco Tortorelli Agenzia per l italia Digitale Agenzia per l Italia Digitale Presidenza

Dettagli

Bergamo Smart City. Sustainable Community

Bergamo Smart City. Sustainable Community Bergamo Smart City & Sustainable Community 1 Evoluzione delle Smart Cities nei secoli SVILUPPO SOSTENIBILE Lo sviluppo sostenibile è un processo di cambiamento tale per cui lo sfruttamento delle risorse,

Dettagli

FORUM PA 2015 LA PA DIGITALE ROMA 26 MAGGIO 14.30.15.30

FORUM PA 2015 LA PA DIGITALE ROMA 26 MAGGIO 14.30.15.30 PROGRAMMAZIONE 2014-2020 DEI FONDI SIE PROGRAMMA OPERATIVO NAZIONALE GOVERNANCE E CAPACITA ISTITUZIONALE FORUM PA 2015 LA PA DIGITALE ROMA 26 MAGGIO 14.30.15.30 Il PON Governance e capacità istituzionale

Dettagli

Figure Professionali «Smart City» Smart People ESPERTO ICT. GREEN JOBS Formazione e Orientamento

Figure Professionali «Smart City» Smart People ESPERTO ICT. GREEN JOBS Formazione e Orientamento Figure Professionali «Smart City» Smart People GREEN JOBS Formazione e Orientamento DESCRIZIONE ATTIVITA Il concetto di Smart City sta assumendo rilevanza sempre crescente e diverse città, anche in Italia,

Dettagli

PREservation FORMAts for culture information/e-archives

PREservation FORMAts for culture information/e-archives PREservation FORMAts for culture information/e-archives PREFORMA Gli standard del futuro per la conservazione del patrimonio culturale Carta d identità del progetto PREFORMA è un progetto di tipo Pre-Commercial

Dettagli

Laurence A. Bannerman Segretario Generale AIPARK Vice Presidente EPA. E in Europa intanto

Laurence A. Bannerman Segretario Generale AIPARK Vice Presidente EPA. E in Europa intanto Laurence A. Bannerman Segretario Generale AIPARK Vice Presidente EPA E in Europa intanto Negli ultimi due decenni il Parking Management è stato universalmente riconosciuto come uno dei modi più importanti

Dettagli

POLITECNICO DI TORINO. Un università internazionale per il territorio

POLITECNICO DI TORINO. Un università internazionale per il territorio POLITECNICO DI TORINO Un università internazionale per il territorio I valori Leader nella cultura politecnica Nazionale ed Internazionale Reputazione Eccellenza nell istruzione superiore e la formazione

Dettagli

Innovazione, Ricerca & Finanziamenti Europei

Innovazione, Ricerca & Finanziamenti Europei Innovazione, Ricerca & Finanziamenti Europei Nicoletta Marchiandi Quatraro Camera di commercio di Torino Formazione Poli di Innovazione Mod.1, 14.05.2010 Agenda UNA PREMESSA Stratetgia di Lisbona target

Dettagli

CLUSTER ALISEI, SPECIALIZZAZIONE INTELLIGENTE E INTEGRAZIONE DELLE RISORSE

CLUSTER ALISEI, SPECIALIZZAZIONE INTELLIGENTE E INTEGRAZIONE DELLE RISORSE CLUSTER ALISEI, SPECIALIZZAZIONE INTELLIGENTE E INTEGRAZIONE DELLE RISORSE Anna Allodi Rappresentante pro tempore del Cluster Alisei e Direttore Generale CIRM Le Scienze della vita (1/2) Il settore "Scienze

Dettagli

DATI E SERVIZI INTEROPERABILI PER LA GESTIONE DEL TERRITORIO

DATI E SERVIZI INTEROPERABILI PER LA GESTIONE DEL TERRITORIO DATI E SERVIZI INTEROPERABILI PER LA GESTIONE DEL TERRITORIO Alessandra Marchese (GISIG) La ricerca che crea innovazione per un futuro sostenibile Genova, 20 febbraio 2015 Con il patrocinio di Con il contributo

Dettagli

Expoedilizia - Roma 21 marzo 2013

Expoedilizia - Roma 21 marzo 2013 Expoedilizia - Roma 21 marzo 2013 La Piattaforma europea dedicata ai professionisti dell edilizia sostenibile Iscriviti ed entra a far parte del nostro network www.construction21.eu Unioncamere del Veneto

Dettagli

Programmi europei: opportunità per Regioni ed Enti Locali

Programmi europei: opportunità per Regioni ed Enti Locali Programmi europei: opportunità per Regioni ed Enti Locali ForumPA - Roma, 22 Maggio 2007 Flavia Marzano flavia.marzano2@unibo.it Roma, 22 Maggio 2007 Flavia Marzano 1 Ricerca europea? Arrivare al 3% del

Dettagli

Antenna Europe Direct della Regione Lombardia. europedirect@regione.lombardia.it www.europedirect.regione.lombardia.it

Antenna Europe Direct della Regione Lombardia. europedirect@regione.lombardia.it www.europedirect.regione.lombardia.it Antenna Europe Direct della Regione Lombardia europedirect@regione.lombardia.it www.europedirect.regione.lombardia.it La rete Europe Direct Rete ufficiale dei centri di informazione della Commissione europea.

Dettagli

La strategia AgID per la realizzazione dell Agenda. Agostino Ragosa

La strategia AgID per la realizzazione dell Agenda. Agostino Ragosa La strategia AgID per la realizzazione dell Agenda Digitale Italiana Agostino Ragosa Forum PA 2013 Palazzo dei Congressi - Roma, 28 Maggio 2013 Il contesto L economia digitale italiana Ha registrato un

Dettagli

Il Manuale CARE+ per l Efficienza Energetica nelle PMI Chimiche

Il Manuale CARE+ per l Efficienza Energetica nelle PMI Chimiche FEDERCHIMICA CONFINDUSTRIA Collana Editoriale del Comitato Energia N. 1 Il Manuale CARE+ per l Efficienza Energetica nelle PMI Chimiche Volume 1 : La Guida all Auto-Diagnosi per l Efficienza Energetica

Dettagli

Piani Energetici, Opportunità di Risparmio e Finanziamento per le Pubbliche Ammininistrazioni

Piani Energetici, Opportunità di Risparmio e Finanziamento per le Pubbliche Ammininistrazioni Piani Energetici, Opportunità di Risparmio e Finanziamento per le Pubbliche Ammininistrazioni Ivan Pilati Informatica Trentina S.p.A. Direzione Innovazione Responsabile Innovation Management 25 Febbraio

Dettagli

Newsletter della rete EEN Centro Italia

Newsletter della rete EEN Centro Italia N 8 anno 2014 Newsletter della rete EEN Centro Italia Enterprise Europe Network La rete al servizio delle imprese http://www.enterprise-europe-network-italia.eu/ http://een.ec.europa.eu/ Questo è l ottavo

Dettagli

SMART CITIES: Aspetti sistemici e panorama generale ENEA UNITA TECNICA EFFICIENZA ENERGETICA. Ufficio Territoriale Regione Marche.

SMART CITIES: Aspetti sistemici e panorama generale ENEA UNITA TECNICA EFFICIENZA ENERGETICA. Ufficio Territoriale Regione Marche. SMART CITIES: Aspetti sistemici e panorama generale ENEA UNITA TECNICA EFFICIENZA ENERGETICA Ufficio Territoriale Regione Marche Giuseppe Angelone OSIMO 12 Dicembre 2012 PANORAMA EUROPEO La crescita costante

Dettagli

Tavoli tematici. Contributo. 2. Riferimento del contributo al tavolo tematico. Tavolo tematico sala 1 Contributo* sala 2 Contributo*

Tavoli tematici. Contributo. 2. Riferimento del contributo al tavolo tematico. Tavolo tematico sala 1 Contributo* sala 2 Contributo* VERSO LA STRATEGIA REGIONALE DELL INNOVAZIONE 2014-2020 Tavoli tematici Contributo 1 1. Dati proponente contributo Nome Angelo Cognome Messina Ente/organizzazione di appartenenza STMicroelectronics s.r.l.

Dettagli

c) sviluppare un approccio metodologico avanzato che includa sia una dimensione locale sia una transnazionale;

c) sviluppare un approccio metodologico avanzato che includa sia una dimensione locale sia una transnazionale; Titolo del progetto Localizzazione dell intervento Programma INTourAct Area SEE South East Europe Asse I Cooperazione economica, sociale e istituzionale Misura Sviluppo delle sinergie transazionali per

Dettagli

Un progetto UE Smart City: idee per Cervia

Un progetto UE Smart City: idee per Cervia Un progetto UE Smart City: idee per Cervia Bernd Beck, Comune di Cervia 04/05/2013 Smart City prima dell ICT Garden City di Howard Fra Carnevale La città ideale Bernd Beck 2 Weissenhof-Stuttgart Bernd

Dettagli

Europa Creativa 2014 2020

Europa Creativa 2014 2020 III ATELIER Europa Creativa 2014 2020 cultura.cedesk.beniculturali.it A cura dell Ascoli Piceno, 20/01/2014 OVERVIEW 1,46 miliardi di euro dedicato al settore culturale e creativo per il 2014-2020 Sottoprogramma

Dettagli

UN MODELLO PER LO SVILUPPO DI CITTÀ INTELLIGENTI

UN MODELLO PER LO SVILUPPO DI CITTÀ INTELLIGENTI DA LUMIÈRE ALLA SMART CITY: UN MODELLO PER LO SVILUPPO DI CITTÀ INTELLIGENTI Roma, 5 marzo 202 Claudia Meloni Progetto Smart Cities Unità Tecnologie Avanzate per l Energia e l Industria SMART CITIES: SOSTENIBILITA

Dettagli

Sapere e Saper fare: il Sistema Nazionale di Certificazione delle Competenze e gli orientamenti Europei

Sapere e Saper fare: il Sistema Nazionale di Certificazione delle Competenze e gli orientamenti Europei UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SALERNO CONGRESSO NAZIONALE AICA 2013 Sapere e Saper fare: il Sistema Nazionale di Certificazione delle Competenze e gli orientamenti Europei Fisciano, 19 settembre 2013 Rosamaria

Dettagli

Banda Larga: Le Partnerships tra il Pubblico ed il Privato per lo Sviluppo Economico e Sociale

Banda Larga: Le Partnerships tra il Pubblico ed il Privato per lo Sviluppo Economico e Sociale Banda Larga: Le Partnerships tra il Pubblico ed il Privato per lo Sviluppo Economico e Sociale Catania, 18 Maggio 2006 Nicola Villa Direttore Pubblica Amministrazione Locale & Banda Larga Europa & Mercati

Dettagli

Interreg MED 2014-2020

Interreg MED 2014-2020 Interreg MED 2014-2020 http://interreg-med.eu/en/first-call-for-project-proposals/ Lo scorso 23 giugno a Marsiglia si è aperto ufficialmente il programma di cooperazione transnazionale Interreg MED. Queste

Dettagli

I progetti di ricerca di AGE Platform Europe

I progetti di ricerca di AGE Platform Europe I progetti di ricerca di AGE Platform Europe Focus su ICT & Health Milano, 1 Aprile 2010 Ilenia GHENO Research Project Coordinator A proposito di AGE AGE Platform Europe è una rete europea di circa 150

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca AVVISO n. 391/Ric. del 5 luglio 2012 SMART CITIES and COMMUNITIES and SOCIAL INNOVATION NAZIONALE Premessa Il Ministero dell Istruzione, Università

Dettagli

Quali e-service per l'azienda e le reti di impresa Progetto Essence. Piattaforma ICT & Design

Quali e-service per l'azienda e le reti di impresa Progetto Essence. Piattaforma ICT & Design Quali e-service per l'azienda e le reti di impresa Progetto Essence Piattaforma ICT & Design IL SISTEMA REGIONALE DELLA RICERCA Università di Bologna Università di Ferrara Università ità di Modena e Reggio

Dettagli

Andrea Costa Telecom Italia Vertical Marketing Public Sector. UCLG World Council 9-11 December 2011, Florence, Italy

Andrea Costa Telecom Italia Vertical Marketing Public Sector. UCLG World Council 9-11 December 2011, Florence, Italy Andrea Costa Telecom Italia Vertical Marketing Public Sector UCLG World Council 9-11 December 2011, Florence, Italy Le sfide di Europa 2020 3 direttrici Smart Growth Sviluppo di un economia basata su innovazione

Dettagli

Opportunità di finanziamento per la cooperazione culturale: il programma europeo Cultura. Alessia Franchini Area della Ricerca Università di Bologna

Opportunità di finanziamento per la cooperazione culturale: il programma europeo Cultura. Alessia Franchini Area della Ricerca Università di Bologna Opportunità di finanziamento per la cooperazione culturale: il programma europeo Cultura Alessia Franchini Area della Ricerca Università di Bologna Contenuti Il contesto: l Agenda europea per la cultura

Dettagli

Recenti scenari europei in tema d integrazione sociosanitaria. Marco d Angelantonio Health Information Management, Bruxelles

Recenti scenari europei in tema d integrazione sociosanitaria. Marco d Angelantonio Health Information Management, Bruxelles Recenti scenari europei in tema d integrazione sociosanitaria Marco d Angelantonio Health Information Management, Bruxelles ATOUTS PRINCIPALI Nata a Bruxelles nel 1997, nel corso degli anni HIM S.A. ha

Dettagli

Programma di attività Linee Guida

Programma di attività Linee Guida Programma di attività Linee Guida SEZIONE INFORMATION TECHNOLOGY Augusto Coriglioni Il Lazio e Roma : Il nostro contesto Nel Lazio Industria significa in larga misura Manifatturiero; a Roma, Servizi; Complementarietà

Dettagli

Padova Smart City. Internet of Things. Alberto Corò

Padova Smart City. Internet of Things. Alberto Corò Padova Smart City Internet of Things Alberto Corò Padova 16 ottobre 2013 Smart City Le smart cities ("città intelligenti") possono essere classificate lungo 6 aree di interesse: Economia Mobilità Ambiente

Dettagli

ICT e Smart Cities. ICT for Smart Societies Degree Politecnico di Torino 10 giugno 2016. Donatella Mosso Torino Smart City e Torino Wireless

ICT e Smart Cities. ICT for Smart Societies Degree Politecnico di Torino 10 giugno 2016. Donatella Mosso Torino Smart City e Torino Wireless ICT e Smart Cities ICT for Smart Societies Degree Politecnico di Torino 10 giugno 2016 Donatella Mosso Torino Smart City e Torino Wireless Di cosa vi parlo Le smart city, definizioni, opportunità, Nuovi

Dettagli

EDISON Project: Bringing the Past into the Future

EDISON Project: Bringing the Past into the Future EDISON Project: Bringing the Past into the Future SETTIMANA DELLA BIOARCHITETTURA E DELLA DOMOTICA Modena - 14 Novembre 2012 Ing. Massimo Celidonio Fondazione Ugo Bordoni (FUB), Roma (I) E-mail: celi@fub.it

Dettagli

Il Programma MED 2014-2020

Il Programma MED 2014-2020 Il Programma MED 2014-2020 Obiettivo generale Promuovere una crescita sostenibile nel bacino mediterraneo favorendo pratiche innovative e un utilizzo ragionevole delle risorse (energia, acqua, risorse

Dettagli

Finalità. Requisiti soggetto proponente. Attività oggetto di finanziamento

Finalità. Requisiti soggetto proponente. Attività oggetto di finanziamento Bando di concorso per la concessione di contributi alle pmi per favorire lo sviluppo di progetti, prodotti, servizi, processi e modelli organizzativi innovativi nonche l adozione di tecnologie e servizi

Dettagli

Il progetto HEALTH 25 ed i NEET

Il progetto HEALTH 25 ed i NEET Azienda Ospedaliero Universitaria Ospedali Riuniti Umberto I, G. M. Lancisi, G. Salesi, Ancona Ricerca Innovazione e Sviluppo Il progetto HEALTH 25 ed i NEET Dr. Roberto Penna : il progetto Dal 2009 ad

Dettagli

Health4Growth: Piano di implementazione territoriale e Raccomandazioni di politiche a livello europeo e territoriale

Health4Growth: Piano di implementazione territoriale e Raccomandazioni di politiche a livello europeo e territoriale Health4Growth: Piano di implementazione territoriale e Raccomandazioni di politiche a livello europeo e territoriale 1 Dati Tecnici TITOLO: Health4Growth: Piano di implementazione territoriale e Raccomandazioni

Dettagli

Via Leopardi, 4 14100 ASTI 0141 532516 info@lamoro.it

Via Leopardi, 4 14100 ASTI 0141 532516 info@lamoro.it Programma GIUSTIZIA Titolo Bando: Bando Daphne: Progetti transnazionali connessi ai bambini vittime di bullismo nelle scuole, nelle strutture di affidamento o negli istituti di detenzione (JUST/2014/RDAP/AG/BULL)

Dettagli

local content in a Europeana cloud

local content in a Europeana cloud local content in a Europeana cloud Fondazione Ranieri di Sorbello LoCloud is funded by the European Commission's ICT Policy Support Programme Cos è LoCloud LoCloud (Local content in a Europeana cloud)

Dettagli

einclusion attualità e prospettive in ambito europeo

einclusion attualità e prospettive in ambito europeo Giornata Porte aperte sul web USR Lombardia - 11 maggio 2009 einclusion attualità e prospettive in ambito europeo Benedetta Rivetti PCM/DIT Servizio Affari Internazionali b.rivetti@governo.it B.rivetti@governo.it

Dettagli

Le politiche e le strategie nazionali sugli ITS. Olga Landolfi Segretario Generale TTS Italia Cagliari, 26 Giugno 2013

Le politiche e le strategie nazionali sugli ITS. Olga Landolfi Segretario Generale TTS Italia Cagliari, 26 Giugno 2013 Le politiche e le strategie nazionali sugli ITS Olga Landolfi Segretario Generale TTS Italia Cagliari, 26 Giugno 2013 TTS Italia, l Associazione ITS Nazionale fondata nel 1999, rappresenta circa 80 Enti,

Dettagli

L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA

L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA Programma Strategico Regionale per la Ricerca, l Innovazione ed il Trasferimento Tecnologico per la IX legislatura 2011-2013 L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA Cinzia Felci Direttore Programmazione Economica Ricerca

Dettagli

PATTO DI INDIRIZZO PER LE SMART CITY

PATTO DI INDIRIZZO PER LE SMART CITY PATTO DI INDIRIZZO PER LE SMART CITY PREMESSO CHE: Il Panel Inter-Governativo sui Cambiamenti Climatici (IPCC) ha confermato che il cambiamento climatico é una realtà e la cui causa principale é l utilizzo

Dettagli

L energia del territorio. Il progetto Nrg4cast. Adelaide Ramassotto CSI Piemonte 27 marzo 2015 1

L energia del territorio. Il progetto Nrg4cast. Adelaide Ramassotto CSI Piemonte 27 marzo 2015 1 Il progetto Nrg4cast Adelaide Ramassotto CSI Piemonte 27 marzo 2015 1 Europa 2020 Si favorirà la prosperità dell UE in un mondo a basse emissioni di carbonio e con risorse vincolate, evitando al tempo

Dettagli

LA REGIONE BASILICATA E IL PROGETTO MATTONE INTERNAZIONALE ROMA 12 13 FEBBRAIO 2014

LA REGIONE BASILICATA E IL PROGETTO MATTONE INTERNAZIONALE ROMA 12 13 FEBBRAIO 2014 LA REGIONE BASILICATA E IL PROGETTO MATTONE INTERNAZIONALE ROMA 12 13 FEBBRAIO 2014 Il Servizio Sanitario è organizzato, dopo la legge di riforma n.12/2008, in n. 2 aziende territoriali, su base provinciale,

Dettagli

BSC Brescia Smart City

BSC Brescia Smart City BSC Brescia Smart City Ruolo, programma, obiettivi 2014 > 2020 Smart City : di cosa parliamo Con il termine Smart City/Community (SC) si intende quel luogo e/o contesto territoriale ove l'utilizzo pianificato

Dettagli

IL LAVORO DELL OCSE SUI SISTEMI SANITARI

IL LAVORO DELL OCSE SUI SISTEMI SANITARI IL LAVORO DELL OCSE SUI SISTEMI SANITARI - analisi, confronto e rafforzamento del sistema sanitario Stefano Scarpetta, Direttore della Direzione del Lavoro, Occupazione e Affari Sociali Il Lavoro dell

Dettagli

SMART CITY PER CRESCERE

SMART CITY PER CRESCERE Centrostudi.Net SMART CITY PER CRESCERE Il modello Unindustria per l integrazione funzionale delle aree urbane del Lazio Viterbo, 9 luglio 2013 SMART CITY PER CRESCERE La Smart City è una città intelligente,

Dettagli

Dalla illuminazione pubblica alla Smart City: Mauro Annunziato

Dalla illuminazione pubblica alla Smart City: Mauro Annunziato Dalla illuminazione pubblica alla Smart City: la ricerca europea e gli approcci applicativi Mauro Annunziato Coordinatore Smart Cities ed Ecoindustria Città sostenibili Energia, Ambiente, Trasporti Società

Dettagli

9 Forum Risk Management in Sanità. Progetto e Health. Arezzo, 27 novembre 2014

9 Forum Risk Management in Sanità. Progetto e Health. Arezzo, 27 novembre 2014 9 Forum Risk Management in Sanità Tavolo interassociativo Assinform Progetto e Health Arezzo, 27 novembre 2014 1 Megatrend di mercato per una Sanità digitale Cloud Social Mobile health Big data IoT Fonte:

Dettagli

ESPERIENZE E COMPETENZE NEI PROGETTI EUROPEI BUSINESS UNIT TRASPORTI E LOGISTICA

ESPERIENZE E COMPETENZE NEI PROGETTI EUROPEI BUSINESS UNIT TRASPORTI E LOGISTICA ESPERIENZE E COMPETENZE NEI PROGETTI EUROPEI BUSINESS UNIT TRASPORTI E LOGISTICA Genova, gennaio 2015 T BRIDGE NEI PROGETTI EUROPEI Dal 2009 T Bridge è attiva nell ambito dei Progetti Europei, sia in modo

Dettagli

Dalle Smart Grid alle Smart Cities Un opportunit. opportunità di innovazione Andrea Costa

Dalle Smart Grid alle Smart Cities Un opportunit. opportunità di innovazione Andrea Costa Dalle Smart Grid alle Smart Cities Un opportunit opportunità di innovazione Andrea Costa Le sfide di Europa 2020 3 direttrici Smart Growth Sviluppo di un economia basata su innovazione e conoscenza. Sviluppo

Dettagli

OBIETTIVI EVENTO. CSITF amplia le prospettive del mercato mondiale per le tecnologie avanzate, attraverso:

OBIETTIVI EVENTO. CSITF amplia le prospettive del mercato mondiale per le tecnologie avanzate, attraverso: ABOUT US: SITEC (Shanghai International Technology Exchange Center): è l ente organizzatore dell evento. Il SITEC è una istituzione pubblica cinese. La sua mission è promuovere lo scambio internazionale

Dettagli

Sistemi di infomobilità merci e passeggeri per il miglioramento della competitività e della sosteniblità dei sistemi porto-hinterland dell area Med

Sistemi di infomobilità merci e passeggeri per il miglioramento della competitività e della sosteniblità dei sistemi porto-hinterland dell area Med Migliorare la competitività dei sistemi porto-hinterland dell area Med Sistemi di infomobilità merci e passeggeri per il miglioramento della competitività e della sosteniblità dei sistemi porto-hinterland

Dettagli

local content in a Europeana cloud

local content in a Europeana cloud local content in a Europeana cloud Fondazione Ranieri di Sorbello LoCloud is funded by the European Commission's ICT Policy Support Programme Cos è LoCloud LoCloud (Local content in a Europeana cloud)

Dettagli

UNIVERSITA DI PALERMO

UNIVERSITA DI PALERMO PILLAR OBIETTIVO SPECIFICO MASTER CALL CALL SCADENZA CALL TOPICS SOCIETAL CHALLENGES WASTE: A RESOURCE TO RECYCLE, REUSE AND RECOVER RAW MATERIALS H2020-WASTE-2014-2015 H2020-WASTE-2015-two-stage STAGE

Dettagli

Livio Gallo - Direttore Infrastrutture e Reti di Enel 13 Settembre 2012

Livio Gallo - Direttore Infrastrutture e Reti di Enel 13 Settembre 2012 Il ruolo delle infrastrutture nelle Smart Cities Livio Gallo - Direttore Infrastrutture e Reti di Enel 13 Settembre 2012 L evoluzione delle Infrastrutture Smart Electricity it Transportation Gas Communication

Dettagli

Modelli di business a supporto dell adozione di tecnologie di efficienza energetica

Modelli di business a supporto dell adozione di tecnologie di efficienza energetica Modelli di business a supporto dell adozione di tecnologie di efficienza energetica Settimana della Bioarchitettura e della Domotica Modena, 14 novembre 2012 Paola Laiolo Intesa Sanpaolo Eurodesk Sprl

Dettagli

Antenne Europee: il ruolo degli Uffici di Bruxelles

Antenne Europee: il ruolo degli Uffici di Bruxelles Antenne Europee: il ruolo degli Uffici di Bruxelles Giornata Informativa- Progetto Mattone Internazionale Borgo Gregoriopoli di Ostia Antica 19 Aprile 2012 Sabrina Montante e Daniela Negri Staff Mattone

Dettagli

La cultura come elemento di competitività del sistema Regione. Le opportunità della Nuova Programmazione comunitaria 2014-2020

La cultura come elemento di competitività del sistema Regione. Le opportunità della Nuova Programmazione comunitaria 2014-2020 La cultura come elemento di competitività del sistema Regione. Le opportunità della Nuova Programmazione comunitaria 2014-2020 27 gennaio 2014 intervento: Il ruolo dell nel favorire la partecipazione degli

Dettagli

LA BUSINESS UNIT SECURITY

LA BUSINESS UNIT SECURITY Security LA BUSINESS UNIT SECURITY FABARIS È UN AZIENDA LEADER NEL CAMPO DELL INNOVATION SECURITY TECHNOLOGY. ATTINGIAMO A RISORSE CON COMPETENZE SPECIALISTICHE E SUPPORTIAMO I NOSTRI CLIENTI AD IMPLEMENTARE

Dettagli

PROGRAMMA OPERATIVO REGIONALE PIEMONTE FESR 2007/2013 Asse 1: Innovazione e transizione produttiva Attività I.1.3 Innovazione e P.M.I.

PROGRAMMA OPERATIVO REGIONALE PIEMONTE FESR 2007/2013 Asse 1: Innovazione e transizione produttiva Attività I.1.3 Innovazione e P.M.I. PROGRAMMA OPERATIVO REGIONALE PIEMONTE FESR 2007/2013 Asse 1: Innovazione e transizione produttiva Attività I.1.3 Innovazione e P.M.I. ALLEGATO 2 al Bando Progetti innovativi di Creatività Digitale ideati

Dettagli

TITOLO LUOGO E DATA ORGANIZZATORE RELAZIONE

TITOLO LUOGO E DATA ORGANIZZATORE RELAZIONE TITOLO LUOGO E DATA ORGANIZZATORE Infoday on Horizon 2020 - Research PPPs on Factories of the Future, Energy-efficient Buildings, Green Vehicles and Sustainable Process Industry 16-17 Dicembre 2013 Commissione

Dettagli

8 Maggio 2014 Smartainability. P. Girardi, A. Negri, A. Temporelli

8 Maggio 2014 Smartainability. P. Girardi, A. Negri, A. Temporelli 8 Maggio 2014 Smartainability P. Girardi, A. Negri, A. Temporelli 8 Maggio 2014 Smartainability P. Girardi, A. Negri, A. Temporelli SMART EPO 2015 - SMART PLANNING, SMART BUILDING, SMART CONNECTING 8 MAGGIO

Dettagli

Marco Vecchio Segretario AssoAutomazione

Marco Vecchio Segretario AssoAutomazione Marco Vecchio Segretario AssoAutomazione È una delle 11 Associazioni di Federazione ANIE (Federazione Nazionale delle Imprese Elettrotecniche ed Elettroniche) Attraverso i suoi Gruppi rappresenta, sostiene

Dettagli

La formazione continua. PILLOLE DI CONOSCENZA PROGRAMMI DI FINANZIAMENTO EUROPEI. Skillab e Unione Industriale di Torino

La formazione continua. PILLOLE DI CONOSCENZA PROGRAMMI DI FINANZIAMENTO EUROPEI. Skillab e Unione Industriale di Torino La formazione continua. PILLOLE DI CONOSCENZA PROGRAMMI DI FINANZIAMENTO EUROPEI Skillab e Unione Industriale di Torino 18 Marzo 9 Giugno 2015 Obiettivi Skillab e lo Sportello Horizon 2020 - programmi

Dettagli

Confindustria Servizi Innovativi e Tecnologici

Confindustria Servizi Innovativi e Tecnologici Confindustria Servizi Innovativi e Tecnologici 51 Associazioni di Categoria (fra soci effettivi e soci aggregati) 62 Sezioni Territoriali (presso le Unioni Provinciali di Confindustria) Oltre 1 milione

Dettagli

CERCARE NUOVI PARADIGMI PER RILANCIARE LO SVILUPPO ECONOMICO & SOCIALE

CERCARE NUOVI PARADIGMI PER RILANCIARE LO SVILUPPO ECONOMICO & SOCIALE CERCARE NUOVI PARADIGMI PER RILANCIARE LO SVILUPPO ECONOMICO & SOCIALE OBIETTIVI Obiettivo della Città di Torino è attivare una misura di accompagnamento e sostegno alla realizzazione di progetti imprenditoriali

Dettagli

Pro-Lite Procuring Lighting Innovation and Technology

Pro-Lite Procuring Lighting Innovation and Technology Pro-Lite Procuring Lighting Innovation and Technology SOLUZIONI INNOVATIVE PER L EDILIZIA NELLE SCUOLE : AVVIO WORKSHOP DI PROGETTAZIONE PRO-LITE Torino,28.05.2014 Elena Deambrogio, Città di Torino, Servizio

Dettagli

Il Digital Business Ecosystem per migliorare la qualità della vita in una Smart City Giuseppe VISAGGIO giuseppe.visaggio@uniba.

Il Digital Business Ecosystem per migliorare la qualità della vita in una Smart City Giuseppe VISAGGIO giuseppe.visaggio@uniba. Il Digital Business Ecosystem per migliorare la qualità della vita in una Smart City Giuseppe VISAGGIO giuseppe.visaggio@uniba.it Dipartimento di Informatica Università di Bari Centro di Competenza ICT:

Dettagli