LA BIENNALE INTERNAZIONALE D ARTE DI SAN PAOLO: TRA ARTE E MERCATO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "LA BIENNALE INTERNAZIONALE D ARTE DI SAN PAOLO: TRA ARTE E MERCATO"

Transcript

1 CORSO DI LAUREA MAGISTRALE INTERFACOLTA IN ECONOMIA E GESTIONE DELLE ARTI E DELLE ATTIVITA CULTURALI (classe - Scienze per l ambiente e la cultura) TESI DI LAUREA LA BIENNALE INTERNAZIONALE D ARTE DI SAN PAOLO: TRA ARTE E MERCATO RELATORE: Prof. Stefania Funari CORRELATORE: Prof. Giovanni Bianchi LAUREANDA: Laura Brunello MATRICOLA N

2 ANNO ACCADEMICO 2011/2012 LA BIENNALE INTERNAZIONALE D ARTE DI SAN PAOLO: TRA ARTE E MERCATO di Laura Brunello INDICE INTRODUZIONE... p. 4 CAPITOLO I... p. 6 Una cornice storica: dall'istituzione della Repubblica alla nascita del Museo di Arte Moderna di São Paolo (MAM-SP) 1.1. Lo scenario politico, economico e sociale dell inizio del secolo XX 1.2. Lo scenario culturale e artistico del Brasile all inizio del secolo XX e l introduzione del modernismo CAPITOLO II... p. 82 Le Biennali Internazionali d Arte realizzate a São Paulo La fase Museo MAM - dalla I alla VI Biennale La fase Presidente Matarazzo - dalla VII alla XV Biennale La fase dei curatori - dalla XVI alla XXX Biennale CAPITOLO III... p. 181 Il circuito delle Arti Plastiche in Brasile e a São Paulo - storia e specificità 3.1 Fase pre-capitalista dell arte brasiliana 3.2 Fase della nascita del circuito artistico in Brasile e dei suoi vari attori - dal 1808 al Fase dell internazionalizzazione e l istituzionalizzazione del circuito artistico in Brasile dal 1930 al Fase della consolidazione del mercato artistico dagli anni Settanta agli Ottanta 3.5 Il circuito dell arte dal 1990 ad oggi: internazionalizzazione e incentivi fiscali 2

3 CAPITOLO IV... p. 224 L attività espositiva e gli aspetti economici 4.1. La tipologia delle mostre 4.2. I protagonisti La partecipazione internazionale Gli artisti Le opere I visitatori e la durata 4.3. Gli aspetti economici L andamento delle entrate e delle uscite Gli indicatori Rassegna delle fasi critiche della Fondazione Biennale CONCLUSIONI... p. 258 BIBLIOGRAFIA... p

4 Introduzione Questo lavoro, tesi finale del corso di Laurea Magistrale in Economia e Gestione delle Arti e delle Attività Culturali, esamina la Biennale Internazionale di Arte di San Paolo mediante un analisi storica della sua istituzione e della sua evoluzione e un analisi economica dell evento. Partendo da una panoramica sull evoluzione delle arti visive in Brasile, specialmente a San Paolo e a Rio de Janeiro, delineando sempre un parallelo con il contesto politico, economico e sociale del Paese, si è fatto una ricognizione storica sui 60 anni di esistenza della Biennale di San Paolo e delle sue 30 edizioni - dal 1951 al Successivamente, si è analizzata la formazione artistica brasiliana, l ingresso dell arte moderna nel paese, l evoluzione del mercato artistico culturale e del sistema dell arte nella città di San Paolo, così come le leggi di incentivo vigenti orientate alle attività artistiche e culturali in Brasile, ponendo sempre in rilievo la capitale paulista, includendo il ruolo della Biennale in questo contesto. Si è affrontata anche l evoluzione del processo di gestione economica della Fondazione Biennale di San Paolo, responsabile dell evento dal 1961, dalla sua tappa iniziale alle sue tappe posteriori. Obiettivo di questo lavoro, oltre a rendere disponibile all ambiente accademico italiano una ricognizione storica delle arti plastiche brasiliane nella modernità, è fare una valutazione economica dell evento attraverso l analisi delle ultime cinque Biennali realizzate - tra il 2002 e il e un analisi dell impatto che la Biennale di San Paolo ha esercitato nel processo di internazionalizzazione dell arte brasiliana. Per completare gran parte di questi campi di ricerca si è effettuato un ampio rilevamento di dati negli archivi della Biennale di San Paolo, della Biennale di Venezia e di varie istituzioni culturali brasiliane. 4

5 Abstract This paper focusses on the São Paulo Biennial International Art Exposition, through a historical analysis of its creation and evolution, and an economic analysis of the event. With a birds-eye -view of the evolution of visual arts in Brazil, particularly in São Paulo and Rio de Janeiro, and always describing the existing political and socio-economic context in the country in each period, the paper reviews the 60 years of existence of the São Paulo Biennial and its 30 editions from 1951 to In addition, the paper examines the Brazilian artistic formation, the introduction of modern art in the country, the evolution of the artistic and cultural market and the system of art in the city of São Paulo, as well as the development of the existing legislation providing incentives aimed at cultural and artistic activities in Brazil, always highlighting São Paulo and the role of the Biennial exposition in this context. The paper also discusses the evolution of economic management of the São Paulo Biennial Foundation, which is responsible for the event since 1961, from its beginning and through its subsequent stages. In addition to make available for the italian academic circles a history of the modern Brazilian plastic arts, the objective of the work was to undertake the economic evaluation of the event, through an analysis of the latest Biennial Expos from 2002 and 2012 and an assessment of the impact that the São Paulo Biennial had on the process of internationalization of Brazilian art. To document a good portion of the research in those areas, the author undertook a very large survey of data available in the archives of the São Paulo Biennial exposition as well as in the Venice Bienal and several Brazilian Cultural institutions. This work is part of the final thesis for the degree of Laurea Magistrale in Economics and Management of Arts and Cultural Activities, by the Ca Foscari University of Venice. 5

6 1. Una cornice storica: dall'istituzione della Repubblica alla nascita del Museo di Arte Moderna di São Paolo (MAM-SP) La prima metà del secolo XX è stata per il Brasile - in particolare per la città di São Paulo - un periodo fondamentale per lo sviluppo e la divulgazione dell arte contemporanea, il quale culminerà con l organizzazione della prima Biennale d Arte di São Paulo nel 1951, evento che segnerà l inizio di una produzione nazionale di arte contemporanea che seguirà nuove direzioni. Il percorso che porterà alla nascita di questo evento è stato lungo e complesso, conseguenza di cambiamenti politico-sociali ed economici a livello nazionale e mondiale, i quali presero piede in Brasile dalla fine del secolo XIX, più precisamente con la fine della monarchia e l inizio del sistema repubblicano. Evidenziamo qui sotto i principali eventi che stanno alla base dell evoluzione politica ed economica del Brasile verificatasi nella prima metà del secolo scorso, i quali crearono uno scenario favorevole anche alla modernizzazione del settore artistico nazionale. Al fine specifico del nostro lavoro, indichiamo i fatti che mostrano come il periodo in questione si sia distinto come un periodo di cambiamento, crisi e rinnovamento in tutti i settori della vita nazionale economico, politico e sociale. Le vecchie strutture si disgregarono, il sistema economico che era durato quattro secoli si sfaldò, manifestando in questo modo la volontà di modernizzare la vita del Paese. Si formarono così le condizioni grazie alle quali, anche nel campo della cultura, si verificò un desiderio di rifiuto verso le vecchie strutture e la ricerca di nuovi stili espressivi. Vediamo perciò come la modernizzazione politica, economica e sociale abbia rappresentato la base per l avvento del modernismo nell arte brasiliana. 1.1 Lo scenario politico, economico e sociale dell inizio del secolo XX Alla fine dell Ottocento, più precisamente nel 1889, il Brasile diede avvio al sistema repubblicano, uscendo da una monarchia che aveva dominato il Paese fin dall Indipendenza, ottenuta nel Da impero indivisibile il Brasile diventò una federazione decentralizzata che, già dal suo inizio, concesse a ciascuno Stato una considerevole autonomia a livello finanziario, amministrativo e politico 1 (in cambio di sostegno al potere centrale) e aumentò il potere politico dell elettorato 2 attraverso l istituzione del voto segreto a tutti i cittadini alfabetizzati. Le cause del crollo dell impero sono varie, ma tra queste si distingue l abolizione della schiavitù, che indebolì profondamente le fondamenta economiche del sistema L autrice ha provveduto alla traduzione dei testi in lingua straniera per tutte le citazioni presenti in questa ricerca. Sia nel caso di testi scritti in portoghese o in inglese, l autrice si assume la responsabilità della traduzione in italiano. 1 C. PRADO JUNIOR, História Econômica do Brasil, São Paulo, Brasiliense, 2006, p T. E. SKIDMORE, The Historiography of Brazil, : Part I, Duke University Press in Jstor Archive: The Hispanic America Historical Review, LV, 4, nov 1975, p

7 economico monarchico; la mancanza di disciplina da parte dell esercito, che quindi minò l appoggio dei militari all Imperatore 3 ; e ancora le forze socio-economiche, specialmente la crescita della classe media urbana 4. Nei primi anni di governo il nuovo sistema politico, nonostante il mutamento di regime fosse stato radicale (esso fu realizzato da un golpe militare senza alcuna partecipazione popolare), mantenne come base di sostegno politico le stesse oligarchie agrarie che avevano detenuto il potere durante l era monarchica. Così, il periodo definito Prima Repubblica 5 o Repubblica Vecchia 6, che durò dal 1889 fino al 1930, fu innanzitutto dominato dai settori militari direttamente coinvolti nella proclamazione della Repubblica, i quali si alternarono durante i primi anni, poi seguiti da presidenti civili, che rappresentavano le oligarchie agrarie di São Paulo, Minas Gerais e Rio de Janeiro, legate alla coltivazione del caffè e all allevamento di bovini da latte. Secondo Fausto [...] nella Repubblica Vecchia le forze sociali sono composte da diverse oligarchie regionali sulle quali l oligarchia del caffè di São Paulo esercita una funzione egemonica, che ha come base un alleanza con l oligarchia di Minas Gerais 7 (Stato grande produttore di latte). Così, con i governatori che avevano garantito il sostentamento delle oligarchie regionali, si istituì ciò che convenzionalmente è chiamata Repubblica del caffelatte, alludendo all alleanza che fece alternare al potere rappresentanti di São Paulo e di Minas Gerais fino a 1930, con un egemonia più marcata dei paulisti. In questo periodo di cambiamento politico, il mantenimento del potere da parte dell oligarchia del caffè paulista fu possibile solo perché in quegli anni la coltivazione del caffè raggiunse il suo punto più alto, dovuto ad un insieme di fattori interni (crescita bancaria, aumento dei crediti, costanti emissioni di moneta) ed esterni (espansione dei mercati americani e europei e l evoluzione internazionale del prezzo del caffè, ecc.). Secondo Prado Junior, il rafforzamento del suo potere avviene proprio in concomitanza di una serie di crisi causate da politiche federali errate, dalla protezione della produzione nazionale di caffè, dal conseguente surplus nei primi anni della Repubblica, dall eccessiva dipendenza dall estero e da una gravissima crisi finanziaria che segnò i primi anni dell era repubblicana, determinata da un costante squilibrio nella bilancia dei pagamenti 8. Secondo uno dei più stimati studiosi del periodo, l economista Prado Junior, l espansione della produzione in quel periodo non si verificò solo nella coltura del caffè, ma in tutti i settori produttivi nazionali insieme a: 3 S. B. DE HOLANDA, Do Império à República, in S. B. DE HOLANDA (a cura di), História Geral da Civilização Brasileira: O Brasil Monárquico, (tomo II), vol. V, Difel, São Paulo, 1972, cit. in Ivi, p E. V. DA COSTA, Sobre as origens da República, in Anais do Museu Paulista, v. XVIII, São Paulo, 1964, pp ; e A proclamação da República, in Anais do Museu Paulista, v. XIX, São Paulo, 1965, pp B. FAUSTO, A Expansão do café e a Política cafeeira, in B. FAUSTO (a cura di), História Geral da Civilização Brasileira: O Brasil Republicano, (tomo III), vol. I, Difel, São Paulo, 1975 p T. E. SKIDMORE, The Historiography... cit., p B. FAUSTO, A Expansão... cit., p C. PRADO JUNIOR, História Econômica... cit., p

8 un progresso materiale inedito nel Paese, che si prolunga e accelera ancora di più nei primi anni del nuovo secolo... Tale progresso rappresentava l apice del ciclo economico nazionale che durò tutto il XIX secolo quello della produzione estensiva di materie prime tropicali volte quasi esclusivamente all esportazione e fu generato [...] dal grande aumento del commercio internazionale [...] del notevole sviluppo della popolazione europea e nord-americana [...] dal perfezionamento tecnico e dei trasporti [...] stimolati dal liberalismo economico di allora 9. Rispetto alla convergenza economica e sociale interna, Prado Junior enfatizza inoltre il peso del fattore abolizione della schiavitù (avvenuta nel 1888) il quale, alla fine del secolo XIX, svincolò l economia nazionale affermando il lavoro libero, rispondendo così alla necessità di manodopera con l immigrazione sussidiata e di massa di lavoratori europei 10 soprattutto italiani, la quale diede impulso allo sviluppo economico e sociale del Paese. Si formò per la prima volta una massa di salariati che lentamente diedero vita ad un mercato interno di prodotti di uso quotidiano 11. Durante tutto il periodo della Prima Repubblica, la politica monetaria federale privilegiò le necessità della borghesia paulista del caffè, semplicemente perché questo era il settore che più di tutti dava guadagno per il governo federale attraverso le imposte sull esportazione. Eppure, molti aspetti di questa politica protezionistica come la valorizzazione del caffè, l emissione di moneta, le imposte di importazione danneggiavano altri settori dell economia nazionale che si stavano sviluppando all epoca: come l industria nascente; il settore degli importatori; il settore degli esportatori di prodotti agricoli quali zucchero e gomma; ecc. Malgrado ciò, tutti questi settori rappresentavano per l epoca fonte di grande crescita. Si deve infine aggiungere a questi attori nazionali, che segnavano il destino della nazione in quel periodo, anche il capitale internazionale, che aumentò il suo potere nel Paese repubblicano, dato il carattere esportatore della base economica sia sotto forma di filiali delle grandi banche europee e poi nord-americane 12 (che si stabilirono in questo periodo), sia, in seguito, sotto forma di imprese private multinazionali, che poco a poco investirono in Brasile appropriandosi così dei principali settori delle infrastrutture del Paese: ferroviario, energetico, siderurgico, ecc. Nella Prima Repubblica tutti questi attori, che esercitavano pressioni differenti, contribuivano ad un impulso di crescita virtuoso del mercato interno, all aumento delle importazioni e allo sviluppo di un tipo d economia all inizio manifatturiera, 9 Ivi, p Camargos cerca di quantificare il flusso migratorio a São Paulo: se nel 1890 si contavano solo 65 mila anime, da quando fu promulgata la legge sul popolamento del territorio nel 1907 su iniziativa di Miguel Calmon, nell arco di otto anni São Paulo ricevette l incredibile quota di circa un milione di immigrati. In seguito riporta una citazione di Antonio Piccarolo, intellettuale socialista che arrivò nella città paulista nel 1904, il quale diceva di aver l impressione di stare in un Italia d oltremare dove venivano trapiantati, insieme alla lingua, i costumi, le tradizioni familiari, le feste popolari, in definitiva tutto ciò che ci fa ricordare la nostra terra d origine. Ai tre gruppi razziali della colonia l indio, il portoghese e l africano si aggiungevano allora quello italiano, tedesco, slavo e anglo-sassone. Camargos così prosegue: già nel censimento del 1920, non meno di due terzi dei 579 mila abitanti di São Paulo erano costituiti da stranieri, con un notevole gruppo di italiani, i quali corrispondevano a più della metà della popolazione adulta di genere maschile. Dei immigrati che sbarcarono nel Paese dal 1871 fino a quell anno, più di erano italiani, la maggior parte dei quali residenti nello Stato di São Paulo, i cui fazendeiros e grandi proprietari terrieri favorivano la venuta di questa manodopera (M. CAMARGOS, Semana de 22: entre vaias e aplausos, São Paulo, Edições Melhoramentos, 1975, p. 46). 11 C. PRADO JUNIOR, História Econômica... cit., p Ivi, p

9 in seguito di prodotti di base caratterizzando così questo periodo come un epoca di cambiamenti profondi e innovatori. Si prenda il caso dello sviluppo dell industria manifatturiera 13, che fu l esempio più significativo di questa diversificazione dell economia verificatasi all epoca, focalizzandoci sul ramo tessile e alimentare. Questo slancio avvenne grazie ai profitti del settore del caffè 14 e, nonostante le difficoltà come la mancanza di fonti di energia e di tradizione manifatturiera, il mercato di consumo ridotto e la bassa qualità di vita, tale attività venne facilitata dal cambio favorevole e dall aumento dei dazi doganali che determinò la riduzione delle importazioni. Dall inizio di questo slancio favorevole la concentrazione delle attività industriali si riscontra a Rio, ma sarà a São Paulo dove la sua evoluzione diventerà più significativa; non solo perché si trattava dello Stato più ricco (ricchezza dovuta alla coltivazione di caffè), ma per via della vicinanza a fonti di energia e della concentrazione di lavoratori immigrati 15 con abilità tecniche che servivano da manodopera industriale. Questo impulso di sviluppo industriale che era di carattere spiccatamente urbano ebbe luogo parallelamente al rimodellamento delle principali città del paese Rio e São Paulo con grandi opere urbane 16 e una crescita demografica accelerata. Per questo sviluppo fu fondamentale la partecipazione degli immigrati e fu di nuovo nello Stato di São Paulo - sede della ricchezza derivata dal caffè, culla dell industria di rilievo in quel periodo e luogo d immigrazione di manodopera qualificata per eccellenza dove questi mutamenti presero forma in modo più intenso e prolungato. Sul piano politico, l egemonia della ricchezza del caffè, inglobando tutte queste trasformazioni e modernizzazioni economiche, garantì un clima di stabilità politica alla Prima Repubblica, il quale raggiunse il punto più alto nei due primi decenni del nuovo sistema politico. Dal 1909 la politica dei governatori cominciò a costituire un problema serio, data la mancanza di consenso da parte dei leader statali rispetto alla questione dei futuri governanti 17. Secondo Fausto, queste dispute erano dovute alle proteste degli altri settori agricoli dediti all esportazione (gomma, cacao e zucchero) contro i privilegi garantiti al caffè nell economia nazionale 18. L opposizione dei riformisti liberali era per lo più al di fuori dell asse São Paulo Minas Gerais e costituì l inizio di una serie di disordini che segnarono i governi presidenziali a partire da questo momento in avanti. Durante la Prima Guerra Mondiale la crisi peggiorò e nel 1919 il Paese ebbe per la prima volta un presidente non appartenente all asse del caffelatte : Epitácio 13 Ivi, p T. E. SKIDMORE, The Historiography... cit., p Come nota Prado Junior lo Stato di São Paulo cominciò a concetrare la grande produzione di caffè dell epoca - decadente in buona parte delle regioni dato che si trovavano lì le terre più ricche e ancora non esplorate, la facilità di trasporto data dalla topografia regolare e un clima al quale era facile adattarsi. Questo Stato diede quindi un attenzione speciale alla questione immigratoria, creando un quadro complesso e sofisticato di aiuti e sussidi agli immigrati - specialmente agli italiani che garantì circa 2 milioni di entrate nei primi anni della Repubblica fino al 1930, destinando i lavoratori alla colativazione del caffè (C. PRADO JUNIOR, História Econômica... cit., pp ). 16 Ivi, p T. E. SKIDMORE, The Historiography... cit., p B. FAUSTO, A Expansão... cit., p

10 Pessoa 19 (il cui mandato durò dal 1919 al 1922). Il suo governo fu segnato da una serie di rivolte militari che continuarono durante tutti gli anni Venti in vari Stati del Brasile, in particolar modo in Rio Grande do Sul e São Paulo. La più famosa di queste rivolte fu quella del Levante do Forte de Copacabana nel 1922 a Rio de Janeiro e la costituzione del movimento definito Tenentismo, un gruppo che racchiudeva in sé correnti ideologiche molto diverse secondo Skidmore, e l epico Coluna Prestes dal 1924 al 1927, ossia una marcia per le regioni del Paese con l obbiettivo di reclutare sostenitori di indirizzo politico di sinistra 20. In concomitanza con la crisi del caffè, che si fece più seria durante gli anni della Prima Guerra Mondiale (a causa della caduta consistente di domanda internazionale del prodotto), l industria, rafforzata dagli anni di conflitto, cominciò ad ottenere un posto sempre più importante nell economia nazionale, soprattutto l industria paulista che era guidata da imprenditori che sarebbero in seguito diventati di rilievo per tutti i settori più importanti della vita del Paese. Per il fine del nostro lavoro è opportuno sottolineare la formazione in questo periodo di una élite industriale paulista che partecipò ai mutamenti culturali incentivandoli. Il debole processo di capitalizzazione dell economia e l accumulo di risparmi nel Paese fece sì che la maggioranza delle imprese industriali fossero individuali o familiari, oppure società di persone e non società di capitali. Così, l élite industriale che si stava formando in quel periodo, era sostanzialmente formata da individui che si arricchivano durante i periodi di speculazione finanziaria - sia all inizio della Repubblica, sia nei momenti di emissione monetaria senza limitazioni 21 o anche da fazendeiros 22 di caffè, che con la crisi di questo prodotto a partire dall inizio del secolo diversificarono gli investimenti in altre attività o, ancora, antichi aristocratici dell Impero. Secondo Prado Junior però, molti di questi industriali brasiliani erano anche individui di origine modesta, proprietari di piccoli stabilimenti, che accumulavano capitale con una vita di sacrifici questo sarà il caso in particolare degli immigrati stranieri [ ] effettivamente buona parte dell industria brasiliana si trovò subito in mano a stranieri da poco ivi stabilitisi, oppure dai loro successori i Matarazzo, i Crespi, i Jaffet, i Pereira Ignacio, ecc. 23. Durante il periodo della Prima Guerra Mondiale questa élite dovette affrontare, insieme ad un governo impreparato a gestire le questioni sociali, una serie di scioperi dei lavoratori, che apparivano inediti sia nella loro finalità sia nella loro costituzione 24. Senza tradizione di politiche sociali, la risposta del governo fu da subito la repressione per mezzo delle forze dell ordine, che diventò la caratteristica del mandato del presidente paulista Arthur Bernardes, il quale guidò la Repubblica a partire dal Fu proprio in questo 19 T. E. SKIDMORE, The Historiography... cit., p Ibidem. 21 C. PRADO JUNIOR, História Econômica... cit., p Il termine fazendeiro è usato per indicare il proprietario e il gestore di una fazenda, che in Brasile è una struttura dove l agricoltura e l allevamento del bestiame vengono praticati per ottenere prodotti alimentari e agricoli. 23 C. PRADO JUNIOR, História Econômica... cit., p J. P. CALÓGERAS, Epitácio Pessoa e o juìzo de seus contemporaneos, Gráfica Pátria Degli Italiani, Rio de Janeiro, 1925, in T. E. SKIDMORE, The Historiography... cit., p

11 periodo della Prima Repubblica, nell ambiente socio-economico innovatore e conturbante della città di São Paulo che ebbero luogo i primi importanti cambiamenti volti a introdurre il modernismo nello scenario culturale. 1.2 Lo scenario culturale e artistico del Brasile all inizio del secolo XX e l introduzione del modernismo Secondo vari studiosi delle arti plastiche in Brasile, come Gonçalves, fu esattamente durante la prima metà del XX secolo che il modernismo artistico si costituì nel Paese 25. Questo fu un processo complesso, graduale, diverso da quello europeo e che va perciò inteso in tutta la sua specificità socioculturale. In primo luogo si nota che la modernizzazione avvenuta in campo politico in questo periodo non riuscì immediatamente a scuotere lo scenario culturale nei due centri più importanti di allora: Rio de Janeiro e São Paulo. In realtà, come ricorda Amaral, a cavallo tra il XIX e il XX secolo il Brasile si trovava in una fase di adattamento politico ai cambiamenti introdotti dalla transizione da impero alla nuova vita repubblicana, ma anche così, pochi cambiamenti sarebbero stati percepiti in campo artistico nella capitale federale Rio de Janeiro, nei primi due decenni dopo la proclamazione della Repubblica 26. Pure Camargos, analizzando la situazione artistica di Rio de Janeiro in quel periodo, considerata il polo culturale del Brasile, sottolinea: centro di un arte a servizio dei governanti e gelosa delle sue tradizioni, la capitale federale ruotava intorno ai canoni stabiliti dall Accademia Imperiale delle Belle Arti 27. Anche agli occhi degli stranieri Rio de Janeiro era ancora il centro d attrazione del Brasile con la sua Scuola Nazionale di Belle Arti, i Saloni annuali e i premi, i quali costituivano una struttura molto dipendente dal mecenatismo ufficiale 28. Infatti questa Accademia, fondata all inizio del secolo XIX, segnò profondamente la formazione artistica che fin da subito aveva privilegiato l importazione (sempre con un certo ritardo) delle correnti europee neoclassiche. Fondò inoltre un suo sistema di assegnazione di 25 L. R. GONÇALVES, Modernização e Modernidade na Arte Brasileira do Século XX, in L. R. GONÇALVES (a cura di), Arte Brasileira no Século XX, São Paulo, ABCA - Imprensa Oficial, 2007, p. 17. Edição especial para o XLI Congresso Mundial da AICA, 1-4 de outubro de 2007, São Paulo, Brasil. 26 A. A. AMARAL, Artes plásticas na Semana de 22, São Paulo, Editora 34, 2004, p M. CAMARGOS, Semana de cit., p. 50. Nel terzo capitolo verrà descritta dettagliatamente la fondazione e la realizzazione dell Accademia Imperiale delle Belle Arti, creata nel 1816 grazie all influenza della Missione Culturale Francese che sbarcò in Brasile su invito del re Dom João VI. Si sottolinea inoltre l importanza dell Accademia nella formazione della classe artistica brasiliana, caratterizzata da una tendenza all importazione di stili europei e dalla dipendenza dalla classe dominante, che forniva lavoro e guadagno. L Accademia cominciò a funzionare con regolarità solo a partire dal 1840 (con l inizio del Secondo Regno, il quale durò fino al 1889), rimanendo attiva per tutta la Prima Repubblica ( ). Durand evidenzia che dal 1858 all Accademia vennero organizzati i primi concorsi e, ancor prima, dal 1855 fu dato inizio alla regolamentazione del pensionato, un sistema grazie al quale gli artisti locali erano mandati per due anni in Europa presso gli atelier e le scuole di Parigi, Roma e Firenze. Questi sistemi durarono circa 30 anni e, per causa loro, l arte brasiliana subì un influenza marcata dell arte europea, dato che con queste borse dominavano i contatti con le correnti del Neoclassicismo europeo, così come coltivato nelle accademie europee di Belle Arti (J. C. DURAND, Arte, Privilégio e Distinção: Artes Plásticas, Arquitetura e Classe Dirigente no Brasil, 1855/1985, São Paulo, Editora Perspectiva, 1989, pp ). 28 M. R. BATISTA, Y. S. DE LIMA (a cura di), Coleção Mário de Andrade: Artes Plásticas, IEB-USP, São Paulo, 1998, p. XXXIII. 11

12 borse di studio in Europa orientato verso l accademismo di questo continente e istituì una serie di Saloni che, per diversi decenni, privilegiarono e premiarono l arte accademica. São Paulo, dal canto suo, pur essendo la più grande e la più ricca città del Brasile, si mostrava ancora provinciale dal punto di vista culturale e legata agli stili artistici più conservatori. In questo periodo lo scenario culturale della città era controllato da gruppi dell aristocrazia del caffè, i quali mantenevano con gli artisti un rapporto di complicità ma anche di controllo, in un clima di mecenatismo dal gusto molto legato ai più tradizionali canoni estetici europei. Era così che l accademismo della fine del XIX secolo regnava nella pittura con l arte di Almeida Júnior, Benedito Calixto, Pedro Alexandrino e Oscar Pereira da Silva a São Paulo e, dei pittori João Batista da Costa, Artur Timóteo da Costa, Belmiro de Almeida e Rodolfo Amoedo e dei paesaggisti come Castagneto a Rio de Janeiro. Quello che veniva importato da Parigi non era tanto l impressionismo, il post-impressionismo, l espressionismo, il fauvismo o il cubismo, quanto piuttosto ciò che veniva insegnato negli atelier di professori quali Horace Vernet, Alexandre Cabanel, Antoine Vollon, diligentemente ricercati dagli artisti brasiliani 29. È interessante evidenziare, sempre in questo contesto, altre forme di espressione artistica come l architettura, la pubblicità, la propaganda e il cinema, al fine di ottenere una visione più ampia della scena artistico-culturale del Brasile e le sue tendenze, caratteristiche e influenze in quel periodo. In architettura, per esempio, si percepisce la preferenza della classe dominante per i modelli neoclassici europei. Il Neoclassico in architettura apparve per la prima volta a São Paulo nel 1878 con il tedesco Hermann von Puttkammer e, successivamente, con un gruppo di italiani, tra cui Tommaso Gaudenzio Bezzi e Luigi Pucci 30, i quali si avvalsero di questo stile per costruire le prime residenze dei grandi fazendeiros in città 31, come anche nei principali edifici pubblici di allora 32. A São Paulo, con la sua prosperità e la rapida crescita urbana durante la fase delle grandi migrazioni, il mercato delle costruzioni civili e delle arti decorative era controllato da italiani, spagnoli e portoghesi, anche perché la richiesta delle classi ricche e dei gruppi che si stavano arricchendo grazie ad un intenso accumulo di beni era volta ai modelli europei 33, il che si riflesse nello stile dei monumenti pubblici, piazze e giardini della città 34. Inoltre, gli immigrati arricchiti che dovevano costruire i loro palazzi nei quartieri nobili di São Paulo, 29 A. A. AMARAL, Artes plásticas... cit., p L architetto e ingegnere Tommaso Gaudenzio Bezzi fu il progettista dell attuale Museo dell Ipiranga, conosciuto anche come Museo Paulista o Museo Paulista dell Università di São Paulo. La sua inaugurazione ebbe luogo il 15 novembre 1890 in occasione del primo anniversario della Proclamazione della Repubblica del Brasile del 15 novembre 1889 e oggi si trova all interno del gruppo architettonico del Parco dell Indipendenza, esattamente nel luogo dove venne proclamata l Indipendenza del Brasile il 7 settembre del Secondo lo storico Warren Dean, con l arrivo della ferrovia e dei telegrafi i fazendeiros più benestanti avevano la possibilità di trasferirsi dalle loro fazendas alla città di São Paulo, dato che riuscivano a mantenere il controllo dei loro affari in campagna attraverso le relazioni quotidiane degli amministratori da loro assunti (W. DEAN in J. C. DURAND, Arte, Privilégio... cit., p. 58 in nota). 32 A. A. AMARAL, Artes plásticas... cit., p J. C. DURAND, Arte, Privilégio... cit., p Per soddisfare questa domanda di professionisti del settore edile, dal 1873, São Paulo vantava già un suo Liceo di Arti e Mestieri, il quale offriva una produzione molto fertile di artigianato raffinato già dai primi decenni del secolo XX. Questo momento precedette però la fase che progressivamente caratterizzò l istituto come luogo d insegnamento professionalizzante e di formazione di operai per il settore industriale (J. C. DURAND, Arte, Privilégio... cit., p. 58), costituendo la prima istituzione con queste caratteristiche in Brasile a partire dal 1900 (M. CAMARGOS, Semana de cit., p. 50). Il terzo capitolo offrirà più dettagli sul Liceo e sulla sua influenza nella formazione di manodopera in Brasile. 12

La rivoluzione industriale

La rivoluzione industriale La rivoluzione industriale 1760 1830 Il termine Rivoluzione industriale viene applicato agli eccezionali mutamenti intervenuti nell industria e, in senso lato, nell economia e nella società inglese, tra

Dettagli

evidenziate le cause che hanno portato alla crisi, tra cui la pesante regolamentazione, lo spreco di risorse, la lenta crescita delle esportazioni, l

evidenziate le cause che hanno portato alla crisi, tra cui la pesante regolamentazione, lo spreco di risorse, la lenta crescita delle esportazioni, l Riassunto L India è uno dei paesi più grandi del mondo, il secondo in quanto a popolazione e uno di quelli in via di sviluppo che negli ultimi anni ha mostrato le maggiori potenzialità di crescita economica

Dettagli

Istituto Comprensivo di Bellano a.s 2012/2013

Istituto Comprensivo di Bellano a.s 2012/2013 Istituto Comprensivo di Bellano a.s 2012/2013 Prof.ssa Genoveffa Caliò Classe III B Piano delle Unità di Apprendimento di Italiano Ascoltare in modo attivo e partecipe. L alunno comprende testi orali di

Dettagli

Scheda didattica GLI ACCORDI DI BRETTON WOODS

Scheda didattica GLI ACCORDI DI BRETTON WOODS Scheda didattica GLI ACCORDI DI BRETTON WOODS La fine della Seconda Guerra Mondiale aprì un periodo di gravi problemi economici, politici e sociali. Gli unici che uscirono economicamente rafforzati dalla

Dettagli

Accademia G. Carrara di Belle Arti Bergamo Scheda informativa

Accademia G. Carrara di Belle Arti Bergamo Scheda informativa Accademia G. Carrara di Belle Arti Bergamo Scheda informativa Nata dalla volontà di Giacomo Carrara alla fine del Settecento come Scuola di Pittura, dal 1958 l Accademia di Belle Arti Giacomo Carrara è

Dettagli

L immigrazione straniera in Italia e il ruolo della statistica

L immigrazione straniera in Italia e il ruolo della statistica L immigrazione straniera in Italia e il ruolo della statistica Luigi Biggeri Roma, 15-16 dicembre 2005 Circondati dai paesi poveri con vasti eserciti di giovani che reclamano lavori modesti nei paesi sviluppati

Dettagli

POLITECNICO DI TORINO FACOLTA' DI ARCHITETTURA Corso di Laurea in Architettura Tesi meritevoli di pubblicazione

POLITECNICO DI TORINO FACOLTA' DI ARCHITETTURA Corso di Laurea in Architettura Tesi meritevoli di pubblicazione POLITECNICO DI TORINO FACOLTA' DI ARCHITETTURA Corso di Laurea in Architettura Tesi meritevoli di pubblicazione Camillo Riccio Architetto di Monica Montesi, Relatore: Micaela Viglino Correlatore: Elena

Dettagli

Densità della popolazione

Densità della popolazione http://digilander.libero.it/ilmiobrasile/mappe.htm MAPPE VARIE http://www.framor.info/viaggi/america/brasile.php BREVE DESCRIZIONE http://www.icponte.it/ipertesti/america_meridionale/index.htm IPERTESTO

Dettagli

SINTESI DEL PROGETTO

SINTESI DEL PROGETTO Ministero dell Economia e delle Finanze Ministero per i Beni e le Attività Culturali Società di Cultura La Biennale di Venezia ALLEGATO I PROGETTO PER LA PROMOZIONE E DIFFUSIONE DELL ARTE CONTEMPORANEA

Dettagli

Storia della scienza per le lauree triennali Prof. Giuliano Pancaldi

Storia della scienza per le lauree triennali Prof. Giuliano Pancaldi Storia della scienza per le lauree triennali Prof. Giuliano Pancaldi 2011-2012 Modulo 8 Ancora un altra tradizione di ricerca in biologia: Gregor Mendel, gli ibridatori e la riscoperta di Mendel nel Novecento

Dettagli

Nascita e sviluppo dell impresa negli Stati Uniti

Nascita e sviluppo dell impresa negli Stati Uniti Nascita e sviluppo dell impresa negli Stati Uniti corso di Storia economica lezione 7.03.2014 L impresa tradizionale e la sua specializzazione Nel mondo preindustriale, conviene ricordarlo, gli affari

Dettagli

Presentazione dell Istituto Culturale e di Documentazione Lazzerini del Comune di Prato

Presentazione dell Istituto Culturale e di Documentazione Lazzerini del Comune di Prato Presentazione dell Istituto Culturale e di Documentazione Lazzerini del Comune di Prato La nuova biblioteca pubblica della città di Prato, l Istituto Culturale e di Documentazione Lazzerini, è situata

Dettagli

La RIVOLUZIONE INDUSTRIALE

La RIVOLUZIONE INDUSTRIALE La RIVOLUZIONE INDUSTRIALE PAROLE CHIAVE Inghilterra Incremento demografico Macchina a vapore Lavoro a domicilio Carbone Mezzi di trasporto Campagne Cambiamenti sociali nel mondo lavorativo Associazioni

Dettagli

Istituto Tecnico per Geometri Genga Via Nanterre - 61100 Pesaro (PU) Programma svolto di Storia (A.S. 2013-2014) Classe: IV D n alunni: 24

Istituto Tecnico per Geometri Genga Via Nanterre - 61100 Pesaro (PU) Programma svolto di Storia (A.S. 2013-2014) Classe: IV D n alunni: 24 Istituto Tecnico per Geometri Genga Via Nanterre - 61100 Pesaro (PU) Programma svolto di Storia (A.S. 2013-2014) Classe: IV D n alunni: 24 Docente: Prof.ssa Mariotti Maria Adele Libri di testo adottati

Dettagli

La politica economica degli stati e la nascita dell economia come scienza. Fisiocrazia e liberismo.

La politica economica degli stati e la nascita dell economia come scienza. Fisiocrazia e liberismo. PROGRAMMA SVOLTO DI STORIA CLASSE IV B geo A.S. 2010-2011 DOCENTE: CRISTINA FORNARO L antica aspirazione alla riforma della Chiesa. La riforma di Lutero. La diffusione della riforma in Germania e in Europa.

Dettagli

La crisi del XVII secolo

La crisi del XVII secolo La crisi del XVII secolo L Europa visse nel XVII una grave emergenza economica e sociale. Nel XV e nel XVI secolo la popolazione era aumentata era necessario accrescere anche la produzione agricola. Le

Dettagli

CRISI MONDIALE! CONFRONTI ED ANALOGIE CON IL 1929

CRISI MONDIALE! CONFRONTI ED ANALOGIE CON IL 1929 CRISI MONDIALE! CONFRONTI ED ANALOGIE CON IL 1929 Sintesi del seminario tenuto presso l'università di Trieste - Facoltà di Scienze Politiche - per l'insegnamento di Geografia Economica. Milano, aprile

Dettagli

St rica L A B O R A T O R I O D I S T O R I A. ALMA MATER STUDIORUM Università di Bologna Dipartimento di Storia Culture Civiltà.

St rica L A B O R A T O R I O D I S T O R I A. ALMA MATER STUDIORUM Università di Bologna Dipartimento di Storia Culture Civiltà. St rica L A B O R A T O R I O D I S T O R I A ALMA MATER STUDIORUM Università di Bologna Dipartimento di Storia Culture Civiltà biblioteca storicamente.org Laboratorio di Storia Roberta Cimino Vittorio

Dettagli

I SERVIZI CULTURALI A BERLINO

I SERVIZI CULTURALI A BERLINO I SERVIZI CULTURALI A BERLINO Introduzione La Città di Berlino è un Land Autonomo. I suoi abitanti eleggono il parlamento cittadino, il Senatskanzlei; questo elegge il sindaco di Berlino che, dietro approvazione

Dettagli

La società francese. Nobiltà

La società francese. Nobiltà 1. Nuovi ideali e crisi economica demoliscono l antico regime La Rivoluzione francese, insieme a quella americana, è giustamente considerata uno dei momenti essenziali della nostra storia e della nostra

Dettagli

LE BANCHE PER LA CULTURA

LE BANCHE PER LA CULTURA LE BANCHE PER LA CULTURA PIANO D AZIONE 2014-2015 II AGGIORNAMENTO L OBIETTVO: VALORIZZARE L IMPEGNO NELLA CULTURA DELLE IMPRESE BANCARIE ABI, con la collaborazione degli Associati, promuove un azione

Dettagli

Storia della Catalogazione in Italia. Prof. Francesco Morante

Storia della Catalogazione in Italia. Prof. Francesco Morante Storia della Catalogazione in Italia Prof. Francesco Morante Origini della catalogazione Le prime disposizioni legislative legate alla catalogazione dei beni culturali sorgono per la necessità di limitare

Dettagli

Libera Università di Lingue e Comunicazione IULM. di CANELLA Cecilia

Libera Università di Lingue e Comunicazione IULM. di CANELLA Cecilia Libera Università di Lingue e Comunicazione di CANELLA Cecilia La missione dell Università IULM Creare professionisti per l Europa attraverso una preparazione fondata su l approfondita conoscenza della

Dettagli

Liceo T.L. Caro Cittadella (PD) PROGRAMMA SVOLTO Anno scolastico 2008-2009 STORIA. Insegnante: Guastella Egizia

Liceo T.L. Caro Cittadella (PD) PROGRAMMA SVOLTO Anno scolastico 2008-2009 STORIA. Insegnante: Guastella Egizia Liceo T.L. Caro Cittadella (PD) PROGRAMMA SVOLTO Anno scolastico 2008-2009 STORIA Classe IV F Insegnante: Guastella Egizia Argomenti svolti con l uso degli appunti proposti dall insegnante e del manuale

Dettagli

Appunti di storia Classe 5^- Prof.ssa Livia Dumontet

Appunti di storia Classe 5^- Prof.ssa Livia Dumontet LA CRISI DEL 29 La crisi del 1929 rappresenta un periodo della storia economica del Novecento durante il quale si ridussero su scala mondiale: Produzione Occupazione Redditi Salari Consumi Investimenti

Dettagli

Rapporto sul mondo del lavoro 2014

Rapporto sul mondo del lavoro 2014 Rapporto sul mondo del lavoro 2014 L occupazione al centro dello sviluppo Sintesi del rapporto ORGANIZZAZIONE INTERNAZIONALE DEL LAVORO DIPARTIMENTO DELLA RICERCA I paesi in via di sviluppo colmano il

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI GUGLIELMO MARCONI FACOLTA DI SCIENZE POLITICHE CORSO DI LAUREA IN SCIENZE POLITICHE

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI GUGLIELMO MARCONI FACOLTA DI SCIENZE POLITICHE CORSO DI LAUREA IN SCIENZE POLITICHE UNIVERSITÀ DEGLI STUDI GUGLIELMO MARCONI FACOLTA DI SCIENZE POLITICHE CORSO DI LAUREA IN SCIENZE POLITICHE L Europa secondo De Gasperi: proposte istituzionali e prospettive teoriche negli anni della ricostruzione

Dettagli

ISTRUZIONE PRE-SCOLARE (ETÀ DI FREQUENZA TEORICA: 0-5 ANNI)

ISTRUZIONE PRE-SCOLARE (ETÀ DI FREQUENZA TEORICA: 0-5 ANNI) CAPITOLO 3 ISTRUZIONE SCOLASTICA In base al Piano per l istruzione decennale nazionale, redatto per offrire a tutta la popolazione un offerta formativa migliore, l istruzione di base ha una durata nominale

Dettagli

La Russia e il modello standard «modificato» 1/2. La Russia e il modello standard «modificato» 2/2

La Russia e il modello standard «modificato» 1/2. La Russia e il modello standard «modificato» 2/2 La Russia e il modello standard «modificato» 1/2 La Russia era una delle regioni più arretrate d Europa ancora a metà del Ottocento Lo Zar Alessandro II per modernizzare il paese e stimolare la crescita

Dettagli

Premessa. Risultati della rilevazione misura 311

Premessa. Risultati della rilevazione misura 311 VALUTAZIONE DELL INCIDENZA DELLE MISURE DI SVILUPPO RURALE SULLE SCELTE DEGLI IMPRENDITORI AGRICOLI E DEI LORO FAMILIARI CON PARTICOLARE RIGUARDO ALLA PROPENSIONE VERSO LA DIVERSIFICAZIONE. Premessa In

Dettagli

Colonialismo e Neocolonialismo

Colonialismo e Neocolonialismo Colonialismo e Neocolonialismo Introduzione Nella sua definizione propria, il colonialismo viene rappresentato come l'estensione della sovranità di una nazione su territori e popoli all'esterno dei suoi

Dettagli

CAP 5 IL DECLINO INGLESE E L EMERGERE DI TEMIBILI COMPETITORI FUORI DELL EUROPA: STATI UNITI E GIAPPONE

CAP 5 IL DECLINO INGLESE E L EMERGERE DI TEMIBILI COMPETITORI FUORI DELL EUROPA: STATI UNITI E GIAPPONE CAP 5 IL DECLINO INGLESE E L EMERGERE DI TEMIBILI COMPETITORI FUORI DELL EUROPA: STATI UNITI E GIAPPONE Il declino della Gran Bretagna Anche il first mover pur avendo grandi vantaggi non li riesce a mantenere

Dettagli

NOVARA. citta per la cultura. La cultura e una risposta all umana ricerca di conoscenza

NOVARA. citta per la cultura. La cultura e una risposta all umana ricerca di conoscenza NOVARA la La e una risposta all umana ricerca di conoscenza PER VALORIZZARE IL PATRIMONIO E INVESTIRE NELLA CONOSCENZA E NEL RISPETTO DELLA PROPRIA STORIA: Nuovo Spazio la Cultura PICCOLO COCCIA Nella

Dettagli

DIALETTO E ITALIANO DALL UNITÀ A OGGI. Lezione del 16 ottobre 2014

DIALETTO E ITALIANO DALL UNITÀ A OGGI. Lezione del 16 ottobre 2014 DIALETTO E ITALIANO DALL UNITÀ A OGGI Lezione del 16 ottobre 2014 Nel 1861 la stragrande maggioranza della popolazione italiana si esprimeva ancora in dialetto. Politici e intellettuali si chiesero allora

Dettagli

PROGRAMMA DI STORIA PER IL DOPPIO RILASCIO DEL DIPLOMA: ESAME DI STATO BACCALAURÉAT

PROGRAMMA DI STORIA PER IL DOPPIO RILASCIO DEL DIPLOMA: ESAME DI STATO BACCALAURÉAT PROGRAMMA DI STORIA PER IL DOPPIO RILASCIO DEL DIPLOMA: ESAME DI STATO BACCALAURÉAT Il programma comune di storia del dispositivo per il doppio rilascio del diploma di Baccalauréat e d Esame di Stato ha

Dettagli

Gli imprenditori agricoli in Lombardia

Gli imprenditori agricoli in Lombardia Saperi e pratiche delle relazioni del cibo nel Parco agricolo Sud Milano SINTESI DEL PROGETTO Il contesto Nel 2010 il Consorzio Cantiere Cuccagna ha vinto il bando dell Archivio Etnografico della Regione

Dettagli

Carlo Fuortes Amministratore Delegato Fondazione Musica per Roma

Carlo Fuortes Amministratore Delegato Fondazione Musica per Roma Carlo Fuortes Amministratore Delegato Fondazione Musica per Roma Lo spettacolo dal vivo e la cultura contemporanea. L esperienza dell Auditorium Parco della Musica di Roma A otto anni dalla sua nascita

Dettagli

MODELLI DI INTERVENTO PUBBLICO NEL SETTORE ARTISTICO - CULTURALE. Dott.ssa Teresa Fiorita teresa.fiorita@unisalento.it

MODELLI DI INTERVENTO PUBBLICO NEL SETTORE ARTISTICO - CULTURALE. Dott.ssa Teresa Fiorita teresa.fiorita@unisalento.it 1 MODELLI DI INTERVENTO PUBBLICO NEL SETTORE ARTISTICO - CULTURALE Dott.ssa Teresa Fiorita teresa.fiorita@unisalento.it L ANALISI COMPARATA DELLE POLITICHE CULTURALI NAZIONALI 1 APPROCCIO Cummings and

Dettagli

UN ESPERIENZA DI STORIA MONDIALE IN UN CURRICOLO DI TRIENNIO DI SCUOLA SUPERIORE

UN ESPERIENZA DI STORIA MONDIALE IN UN CURRICOLO DI TRIENNIO DI SCUOLA SUPERIORE Dipartimento di Discipline storiche Università di Bologna IRRE Emilia Romagna Insegnare storia mondiale: risorse storiografiche e risorse didattiche Seminario di studio UN ESPERIENZA DI STORIA MONDIALE

Dettagli

Remo Alessandro Piperno

Remo Alessandro Piperno La non arte quella astratta, surrealista, non tocca il Ferretti perchè egli ama restare nel concreto, ama la fisica e non la metafisica. Il mondo iperuranio, oggetto di favola mistica per primitivi, selvaggi

Dettagli

Sistemi monetari a base metallica (1)

Sistemi monetari a base metallica (1) La moneta La moneta Sistemi monetari a base metallica (1) La moneta è qualunque merce che serve da intermediario negli scambi o come deposito di valore Numerose merci sono servite come moneta nelle società

Dettagli

NOVE DA FIRENZE. L evoluzione della cartografia militare dai Lorena ai Savoia

NOVE DA FIRENZE. L evoluzione della cartografia militare dai Lorena ai Savoia NOVE DA FIRENZE www.nove.firenze.it http://www.nove.firenze.it/levoluzione-della-cartografia-militare-dai-lorena-ai-savoia.htm L evoluzione della cartografia militare dai Lorena ai Savoia sabato 07 novembre

Dettagli

I mass-media. di Roberto Cirone

I mass-media. di Roberto Cirone I mass-media di Roberto Cirone I mass-media, conseguenza dello sviluppo tecnologico, condizionano ormai tanta parte del nostro vivere quotidiano. Analizziamo gli effetti socialmente positivi e quelli negativi.

Dettagli

Prof. Renato Belvedere Presentazione per utilizzo didattico

Prof. Renato Belvedere Presentazione per utilizzo didattico LICEO SOCIO-PSICOPEDAGOGICO REGINA MARGHERITA PALERMO Lezioni di Storia dell Arte A.S. 2014/2015 - Classi 5e Presentazione per utilizzo didattico 2 Di là del faro. Paesaggi e pittori siciliani dell'ottocento

Dettagli

PROPOSTA SCUOLE PRIMARIE

PROPOSTA SCUOLE PRIMARIE PROPOSTA SCUOLE PRIMARIE La Macchina del Tempo Il progetto ideato e realizzato da L Asino d Oro Associazione Culturale per le scuole primarie, dal titolo La Macchina del Tempo, si propone come uno strumento

Dettagli

LA RIVOLUZIONE FRANCESE

LA RIVOLUZIONE FRANCESE LA RIVOLUZIONE FRANCESE LA SOCIETÀ FRANCESE NEL 1700 In Francia, nel 1700, il re Luigi XVI ha tutti i poteri. I nobili sono amici del re. I nobili hanno molti privilegi. Anche il clero (vescovi e cardinali)

Dettagli

PROGRAMMA PREVENTIVO

PROGRAMMA PREVENTIVO COD. Progr.Prev. PAGINA: 1 PROGRAMMA PREVENTIVO A.S. 2014/15 SCUOLA Liceo Linguistico Manzoni DOCENTE: Gabriele Gualtieri MATERIA: Storia Classe 4 Sezione A FINALITÀ DELLA DISCIPLINA OBIETTIVI: COGNITIVI

Dettagli

CAMERA DI COMMERCIO ITALO BRASILIANA www.ccib.it

CAMERA DI COMMERCIO ITALO BRASILIANA www.ccib.it CAMERA DI COMMERCIO ITALO BRASILIANA www.ccib.it SCHEDA PAESE BRASILE IL BRASILE IN BREVE Storia e geografia Ordinamento interno Economia Produzioni STORIA e GEOGRAFIA Storia Il Brasile è stato scoperto

Dettagli

Racconti popolari giapponesi

Racconti popolari giapponesi Adriana Lisboa Racconti popolari giapponesi traduzione di Natale P. Fioretto Graphe.it edizioni 2013 UN PAIO DI PAROLE DELL AUTRICE S e sei arrivato fino a qui, se hai aperto questo libro, probabilmente

Dettagli

ATTI PARLAMENTARI XVII LEGISLATURA CAMERA DEI DEPUTATI RELAZIONE

ATTI PARLAMENTARI XVII LEGISLATURA CAMERA DEI DEPUTATI RELAZIONE ATTI PARLAMENTARI XVII LEGISLATURA CAMERA DEI DEPUTATI Doc. LXXX-bis n. 1 RELAZIONE CONCERNENTE L ATTUAZIONE DEGLI INTERVENTI RELATIVI ALLA PROMOZIONE DELLO SVILUPPO DELLE LINGUE E DELLE CULTURE INDICATE

Dettagli

L Italia e l Europa nel XVI secolo

L Italia e l Europa nel XVI secolo L Italia e l Europa nel XVI secolo L Italia era un paese formato da stati regionali, divisi e fragili, che nel XV secolo erano rimasti in pace a vicenda visto l accordo di Lodi del 1454. Questo equilibrio

Dettagli

IL CARDINALE RICHELIEU

IL CARDINALE RICHELIEU In Francia la monarchia fu rafforzata dall opera di due abili ministri IL CARDINALE RICHELIEU Tra i propositi di Richelieu alla guida dello stato, c'erano il rafforzamento del potere del re di Francia e

Dettagli

CLASSE PRIMA - SCUOLA PRIMARIA

CLASSE PRIMA - SCUOLA PRIMARIA Ricavare da fonti di tipo diverso informazioni e conoscenze su aspetti del passato. CLASSE PRIMA - SCUOLA PRIMARIA Individuazione delle parole del tempo (prima, dopo, poi, infine, mentre ). Individuazione

Dettagli

CARTA ICOMOS DI ENAME

CARTA ICOMOS DI ENAME TERZA VERSIONE RIVEDUTA 5 Luglio 2005 CARTA ICOMOS DI ENAME PER L INTERPRETAZIONE DEI SITI DEL PATRIMONIO CULTURALE Preambolo Obiettivi Principi PREAMBOLO Cosi come la Carta di Venezia ha stabilito il

Dettagli

2011-2012 - EDITRICE LA SCUOLA

2011-2012 - EDITRICE LA SCUOLA L Impero russo alla fine del XIX secolo Un territorio immenso e multietnico retto da una monarchia assoluta che reprimeva ogni forma di opposizione. Profonda arretratezza nelle campagne: Il 90% della terra

Dettagli

Benvenuti a Sezze Rumeno

Benvenuti a Sezze Rumeno Facoltà di Scienze Politiche Sociologia Comunicazione Corso di Laurea Magistrale Scienze Sociali Applicate Sociologia e management della sicurezza Tesi di Laurea Anno accademico 2011/2012 Benvenuti a Sezze

Dettagli

PROGRAMMA SVOLTO Anno scolastico 2007-2008 STORIA. Argomenti svolti con l uso degli appunti dell insegnante e del manuale in adozione:

PROGRAMMA SVOLTO Anno scolastico 2007-2008 STORIA. Argomenti svolti con l uso degli appunti dell insegnante e del manuale in adozione: Liceo T.L.Caro Cittadella (PD) PROGRAMMA SVOLTO Anno scolastico 2007-2008 STORIA CLASSE IV BSO Insegnante:Guastella Egizia Argomenti svolti con l uso degli appunti dell insegnante e del manuale in adozione:

Dettagli

La prima guerra mondiale

La prima guerra mondiale La prima guerra mondiale CAUSE POLITICHE 1. Le cause Contrasti Francia Germania per l Alsazia Lorena Contrasto Italia Impero Austro Ungarico per Trento e Trieste Espansionismo di Austria, Russia e Italia

Dettagli

Storia e modelli del giornalismo 19/11/2015. Modelli di giornalismo Modello democratico-corporativo. Dott. Giovanni Brancato

Storia e modelli del giornalismo 19/11/2015. Modelli di giornalismo Modello democratico-corporativo. Dott. Giovanni Brancato Storia e modelli del giornalismo 19/11/2015 Modelli di giornalismo Modello Dott. Giovanni Brancato Modelli d informazione giornalistica Modello liberale Modello democraticocorporativo Modello pluralistapolarizzato

Dettagli

FACOLTA DI LETTERE E FILOSOFIA PIANO DEGLI STUDI CORSI DI LAUREA TRIENNALI CORSI DI LAUREA MAGISTRALI A.A. 2011/2012

FACOLTA DI LETTERE E FILOSOFIA PIANO DEGLI STUDI CORSI DI LAUREA TRIENNALI CORSI DI LAUREA MAGISTRALI A.A. 2011/2012 FACOLTA DI LETTERE E FILOSOFIA PIANO DEGLI STUDI CORSI DI LAUREA TRIENNALI E CORSI DI LAUREA MAGISTRALI A.A. 2011/20 LETTERE...3 BENI ARTISTICI E DELLO SPETTACOLO...5 CIVILTA E LINGUE STRANIERE MODERNE...5

Dettagli

PROGETTO STRANIERI STORIA

PROGETTO STRANIERI STORIA Scuola Secondaria di 1 Grado Via MAFFUCCI-PAVONI Via Maffucci 60 Milano PROGETTO STRANIERI STORIA 9 1600-1700 A cura di Maurizio Cesca PROGETTO STRANIERI SMS Maffucci-Pavoni Milano pag. 1 L Europa dal

Dettagli

Jolanda Conti e Angelo Dragone fidanzati, 1942

Jolanda Conti e Angelo Dragone fidanzati, 1942 Jolanda Conti e Angelo Dragone fidanzati, 1942 foto Mauro Raffini Per tutta la Loro vita, ancora prima del matrimonio, Jolanda e Angelo Dragone, hanno raccolto con cura e metodo libri, lettere, fotografie

Dettagli

L euro e l integrazione dei mercati bancari e finanziari

L euro e l integrazione dei mercati bancari e finanziari EURO 6 L euro e l integrazione dei mercati bancari e finanziari Giovanni Berneschi Dopo anni di attesa e di preparazione, a partire dal 1 gennaio 2002 l Euro ha preso il posto di dodici monete nazionali

Dettagli

UFFICIO STAMPA ALLEMANDI Cristina Casoli Tel.: +39 011 8199115 Email: cristina.casoli@allemandi.com

UFFICIO STAMPA ALLEMANDI Cristina Casoli Tel.: +39 011 8199115 Email: cristina.casoli@allemandi.com COMUNICATO STAMPA MOSCA FABBRICHE DELL UTOPIA Museo Statale di Architettura Schusev MUAR - Mosca 27 aprile - 17 di giugno 2012 Inaugurazione giovedì 26 aprile h. 18.00 curatore Umberto Zanetti Dal 27 aprile

Dettagli

Crisi finanziaria e politica economica

Crisi finanziaria e politica economica Crisi finanziaria e politica economica * Istituzioni finanziarie e governi I progressi finanziari degli ultimi mesi sono stati piuttosto eclatanti. Essi hanno prodotto dei grandi cambiamenti all interno

Dettagli

Elaborazione generale dei risultati dei questionari sulla lettura. Prime riflessioni

Elaborazione generale dei risultati dei questionari sulla lettura. Prime riflessioni Elaborazione generale dei risultati dei questionari sulla lettura. Prime riflessioni Coordinamento di Feljeu : Caterina Colonna, Anna Cornacchia, Annalisa Divincenzo Finalità della ricerca Il sondaggio

Dettagli

L abolizione della pena di morte in Italia

L abolizione della pena di morte in Italia L abolizione della pena di morte in Italia 1. Dal Medioevo all Ottocento: il primato della Toscana. La pena capitale cominciò ad essere applicata in Italia dall Imperatore Enrico II, all inizio dell XI

Dettagli

Roma, gennaio 2011. EcclesiaStudio

Roma, gennaio 2011. EcclesiaStudio La Chiesa ha bisogno di santi, lo sappiamo, ma essa ha bisogno anche di artisti bravi e capaci; gli uni e gli altri, santi e artisti, sono testimoni dello spirito vivente in Cristo. PAOLO VI Lettera ai

Dettagli

Lezione 8: Il dibattito tra protezionismo e libero scambio: Organizzazione del commercio estero e la banca mondiale

Lezione 8: Il dibattito tra protezionismo e libero scambio: Organizzazione del commercio estero e la banca mondiale Corso di Economia e Politica economica nei mercati globali S. Papa spapa@unite.it Lezione 8: Il dibattito tra protezionismo e libero scambio: Organizzazione del commercio estero e la banca mondiale Facoltà

Dettagli

FRATELLI D'ITALIA. spettacolo teatrale per scuole medie inferiori e biennio delle scuole medie superiori

FRATELLI D'ITALIA. spettacolo teatrale per scuole medie inferiori e biennio delle scuole medie superiori FRATELLI D'ITALIA spettacolo teatrale per scuole medie inferiori e biennio delle scuole medie superiori Di seguito vi proponiamo una serie di tematiche, presenti nello spettacolo teatrale, che possono

Dettagli

LICEO STATALE C. TENCA MILANO Dipartimento di Lingue PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE DI LINGUE E CULTURE STRANIERE

LICEO STATALE C. TENCA MILANO Dipartimento di Lingue PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE DI LINGUE E CULTURE STRANIERE MILANO PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE DI LINGUE E CULTURE STRANIERE STRUTTURA DELLA DISCIPLINA 2 Riflessione sulla lingua Dimensione comunicativa-funzionale Dimensione letteraria 3 Articolazione della disciplina

Dettagli

Rivoluzione Francese

Rivoluzione Francese Rivoluzione Francese Alla fine degli anni 80 del XVIII secolo la Francia attraversata una grave crisi economica: la produzione agricola era calata, le spese militari viste le numerose guerre erano aumentate,

Dettagli

Museo Cantonale d Arte e Museo d Arte di Lugano: creazione di un museo unico

Museo Cantonale d Arte e Museo d Arte di Lugano: creazione di un museo unico Messaggio Museo unico, Allegato 03, Rapporto GDL Museo unico p. 1 Museo Cantonale d Arte e Museo d Arte di Lugano: creazione di un museo unico Rapporto del Gruppo di lavoro RG 4632, novembre 2013 Premessa

Dettagli

L E C I T TA G E M E L L AT E

L E C I T TA G E M E L L AT E PERUGIA / IT L E C I T TA G E M E L L AT E C O N P o t s d a m POTSDAM / DE Sette città gemellate con Potsdam Sioux Falls USA FINNLAND Jyväskylä Potsdam POLEN Avendo un carattere internazionale, Potsdam

Dettagli

NEWSLETTER BIBLIOTECA

NEWSLETTER BIBLIOTECA 1 di 5 02/02/2013 10.23 LA NEWSLETTER MENSILE DELLA BIBLIOTECA PROVINCIALE PASQUALE ALBINO DI CAMPOBASSO NEWSLETTER BIBLIOTECA Agosto 2012 - numero 6 Tutti i colori della lettura in Biblioteca Albino Il

Dettagli

XXI Triennale International Exhibition 2016 2 April 12 September 21 st Century. Design After Design

XXI Triennale International Exhibition 2016 2 April 12 September 21 st Century. Design After Design XXI Triennale International Exhibition 2016 2 April 12 September 21 st Century. Design After Design 21 Bando pubblico di partecipazione per Giovani Architetti, Designer, Artigiani, Artisti, Scuole Scadenza

Dettagli

VERONIKA VAN EYCK 1936-2001. Sculture

VERONIKA VAN EYCK 1936-2001. Sculture VERONIKA VAN EYCK 1936-2001 Sculture Veronika van Eyck Sculture Nel vasto panorama della scultura italiana del Novecento, una posizione di rilievo è occupata da Veronika van Eyck, nativa di Monaco ma milanese

Dettagli

Introduzione. Storia della ricerca

Introduzione. Storia della ricerca Introduzione L oggetto di questo studio è la Biennale di Dakar, che dal 7 maggio al 7 giugno 2004 presenterà la sua sesta edizione. Dak Art come è chiamata la manifestazione dal 1996 è nata grazie all

Dettagli

Nuovi fermenti sociali e politici (1967-1973)

Nuovi fermenti sociali e politici (1967-1973) Nuovi fermenti sociali e politici (1967-1973) Lo sviluppo economico degli anni 60 viene fondato su tre fattori: il primo, scatenante, è definito dalla crescita forzata delle grandi aree urbane nazionali.

Dettagli

Ivano Sonzogni. Ivanus Sonzogni totus noster. Ivano Sonzogni ci appartiene, Ivano Sonzogni è anche nostro.

Ivano Sonzogni. Ivanus Sonzogni totus noster. Ivano Sonzogni ci appartiene, Ivano Sonzogni è anche nostro. Ivano Sonzogni Ivanus Sonzogni totus noster Ivano Sonzogni ci appartiene, Ivano Sonzogni è anche nostro. Diciamo nostro con orgoglio, perché Ivano è un intellettuale di prim ordine che noi docenti abbiamo

Dettagli

PIANO PER IL MARKETING TERRITORIALE DELLA REGIONE DI SUMADIJA- POMORAVLJA

PIANO PER IL MARKETING TERRITORIALE DELLA REGIONE DI SUMADIJA- POMORAVLJA PIANO PER IL MARKETING TERRITORIALE DELLA REGIONE DI SUMADIJA- POMORAVLJA Introduzione: le strategie di marketing territoriale L Agenzia di Sviluppo Economico della Regione Sumadija-Pomoravlja, nell ambito

Dettagli

PRIMO ISTITUTO COMPRENSIVO di PALAZZOLO S/O via Zanardelli n.34 Anno scolastico 2014/2015

PRIMO ISTITUTO COMPRENSIVO di PALAZZOLO S/O via Zanardelli n.34 Anno scolastico 2014/2015 PRIMO ISTITUTO COMPRENSIVO di PALAZZOLO S/O via Zanardelli n.34 Anno scolastico 2014/2015 CURRICOLI DISCIPLINARI SCUOLA DELL INFANZIA e PRIMO CICLO di ISTRUZIONE Percorso delle singole discipline sulla

Dettagli

XXI Triennale International Exhibition 2016 2 April 12 September 21 st Century. Design After Design

XXI Triennale International Exhibition 2016 2 April 12 September 21 st Century. Design After Design XXI Triennale International Exhibition 2016 2 April 12 September 21 st Century. Design After Design 21 Bando pubblico di partecipazione per Giovani Architetti, Designer, Artigiani, Artisti, Scuole Scadenza

Dettagli

Leopoldo Metlicovitz ANNIVERSARIO. Pittore, cartellonista, illustratore e scenografo teatrale. Con il patrocinio e il contributo di:

Leopoldo Metlicovitz ANNIVERSARIO. Pittore, cartellonista, illustratore e scenografo teatrale. Con il patrocinio e il contributo di: Con il patrocinio e il contributo di: PROVINCIA DI COMO COMUNE DI PONTE LAMBRO in collaborazione con il Comitato Organizzatore per il 140 ANNIVERSARIO della nascita di Leopoldo Metlicovitz Leopoldo Metlicovitz

Dettagli

obiettivi 1,2,3 sì obiettivi 4,5,6,7,8 una parte della classe

obiettivi 1,2,3 sì obiettivi 4,5,6,7,8 una parte della classe PQ 11.3 Ed. 3 del 1/9/2007 ISTITUTO MAGISTRALE STATALE ERASMO DA ROTTERDAM ATTIVITÀ DEL DOCENTE. SEZIONE C : RELAZIONE A CONSUNTIVO DOCENTE Andrea Inglese MATERIA Storia DESTINATARI 4 DSO ANNO SCOLASTICO

Dettagli

Introduzione. Lezione 1 29 ottobre 2014. UniGramsci a.a. 2014/2015 1

Introduzione. Lezione 1 29 ottobre 2014. UniGramsci a.a. 2014/2015 1 Introduzione Lezione 1 29 ottobre 2014 UniGramsci a.a. 2014/2015 1 Rivoluzione industriale (ca.( 1780) Trasformazione della vita umana più radicale della storia Uk: intera economia mondiale costruita attorno

Dettagli

in immagini Vittore Grubicy de Dragon, Verso il lago, 1896 olio su tela, cm. 64,5x55,5 LUCE E PITTURA IN ITALIA. 1850-1914

in immagini Vittore Grubicy de Dragon, Verso il lago, 1896 olio su tela, cm. 64,5x55,5 LUCE E PITTURA IN ITALIA. 1850-1914 LUCE E PITTURA IN ITALIA. 1850-1914 in immagini Dal 23 gennaio al 4 maggio 2003 il Museo Civico Giovanni Fattori di Livorno ospita la grande mostra Luce e pittura in Italia. 1850-1914, curata da Renato

Dettagli

Progetto Continuità Scuola Media Superiore di Primo e di Secondo Grado. Anno Scolastico 2006-07 Classe IIIA

Progetto Continuità Scuola Media Superiore di Primo e di Secondo Grado. Anno Scolastico 2006-07 Classe IIIA Scuola Media E. Cozzi di Crespina Istituto Comprensivo G. Mariti Progetto Continuità Scuola Media Superiore di Primo e di Secondo Grado I progetti di continuità, che interessano le classi terze, hanno

Dettagli

LINGUA E LETTERATURA ITALIANA Secondo biennio e quinto anno

LINGUA E LETTERATURA ITALIANA Secondo biennio e quinto anno LINGUA E LETTERATURA ITALIANA Secondo biennio e quinto anno Premessa Come già nel primo biennio, anche nel secondo biennio e nel quinto anno l apprendimento della lingua italiana continua a fare parte

Dettagli

GUIDA TURISTICA. Aggiornato il 7 luglio 2009

GUIDA TURISTICA. Aggiornato il 7 luglio 2009 Aggiornato il 7 luglio 2009 GUIDA TURISTICA 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 4 3. DOVE LAVORA... 5 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 6 5. COMPETENZE... 7 Quali competenze sono necessarie?... 7 Conoscenze...

Dettagli

L Europa e il mondo nel primo Novecento p. 8

L Europa e il mondo nel primo Novecento p. 8 Libro misto DVD Atlante Storico Percorso di cittadinanza e Costituzione con testi integrali Materiali aggiuntivi per lo studio individuale immagini, carte, mappe concettuali RISORSE ONLINE Schede per il

Dettagli

EXPO 2015 lacittàteatrodeibambini

EXPO 2015 lacittàteatrodeibambini Associazione CittàTeatro per i bambini via A. Soffredini 75-20126 Milano tel. 02 27002476 - fax 02 27001084 direzionegenerale@teatrodelburatto.it - amministrazione@teatrodelburatto.it EXPO 2015 lacittàteatrodeibambini

Dettagli

Lecce: frammenti di storia urbana. Tesori archeologici sotto la Banca d Italia

Lecce: frammenti di storia urbana. Tesori archeologici sotto la Banca d Italia Università degli Studi di Lecce Soprintendenza Archeologica della Puglia Provincia di Lecce Inaugurazione della Mostra Lecce: frammenti di storia urbana. Tesori archeologici sotto la Banca d Italia Intervento

Dettagli

PROGETTI DI ALTERNANZA SCUOLA / LAVORO. Anno scolastico 2015/2016

PROGETTI DI ALTERNANZA SCUOLA / LAVORO. Anno scolastico 2015/2016 PROGETTI DI ALTERNANZA SCUOLA / LAVORO Anno scolastico 2015/2016 Le recenti disposizioni in materia di alternanza scuola / lavoro sono state una preziosa opportunità per sviluppare nuovi progetti di collaborazione

Dettagli

CreArt RETE DI CITTÀ PER LA CREATIVITÀ ARTISTICA DESCRIZIONE DEL PROGETTO

CreArt RETE DI CITTÀ PER LA CREATIVITÀ ARTISTICA DESCRIZIONE DEL PROGETTO CreArt RETE DI CITTÀ PER LA CREATIVITÀ ARTISTICA DESCRIZIONE DEL PROGETTO MOTIVAZIONE... 3 OBIETTIVI DEL PROGETTO... 5 METODOLOGIA... 6 PIANO DI LAVORO... 8 GRUPPI DI RIFERIMENTO.IMPATTO... 9 2 MOTIVAZIONE

Dettagli

La storia del commercio equo e solidale

La storia del commercio equo e solidale Pagina 1 di 5 La storia del commercio equo e solidale 60 anni di fair trade: breve storia del movimento del commercio equo e solidale (versione ufficiale di IFAT scritta nel Gennaio 2004 ed aggiornata

Dettagli

AGRICOLA ESPOSIZIONE EVENTI POLO CITTÀ E CAMPAGNA

AGRICOLA ESPOSIZIONE EVENTI POLO CITTÀ E CAMPAGNA AGRICOLA ESPOSIZIONE EVENTI POLO CITTÀ E CAMPAGNA AGRICOLA L OBIETTIVO È CREARE UN POLO AGRICOLO, L OCCASIONE PER RIUNIRE I DIVERSI SETTORI DELL AGRICOLTURA E COLLEGARLI CON UN PUBBLICO ETEROGENEO, CREANDO

Dettagli

PROGRAMMA A.S. 2012/2013

PROGRAMMA A.S. 2012/2013 Istituto Tecnico Commerciale Statale Giuseppe Ginanni Via Carducci, 11, 48121 Ravenna Percorsi di studio: - Amministrazione Finanza e Marketing - Sistemi informativi aziendali - Turismo - Relazioni internazionali

Dettagli

Il Patto Globale. Corporate Leadership in the World Economy

Il Patto Globale. Corporate Leadership in the World Economy Il Patto Globale. Corporate Leadership in the World Economy Kofi Annan * Abstract Il Segretario Generale delle Nazioni Unite, Kofi Annan, propose per primo il Global Compact in un discorso al World Economic

Dettagli

Communication Strategies Lab via Laura 48 50121 Firenze tel +39 055 2756196 email info@csl.unifi.it website www.csl.unifi.it 1

Communication Strategies Lab via Laura 48 50121 Firenze tel +39 055 2756196 email info@csl.unifi.it website www.csl.unifi.it 1 Luca Toschi intervista Jose Antonio Cordón García sul futuro delle biblioteche, della lettura e della scrittura digitale Il patrimonio storico, artistico, ambientale come risorsa. Dalle prediche alle pratiche

Dettagli