SERVIZI EUROPEI DI SUPPORTO PER L IMPRENDITORIA FEMMINILE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "SERVIZI EUROPEI DI SUPPORTO PER L IMPRENDITORIA FEMMINILE"

Transcript

1 Centrum vzdel-vania manauerov SERVIZI EUROPEI DI SUPPORTO PER L IMPRENDITORIA FEMMINILE l integrazione Delle Donne Nella Creazione Di Imprese TRANSFER Slovensko spol. s.r.o.

2

3 SERVIZI EUROPEI DI SUPPORTO PER L IMPRENDITORIA FEMMINILE GUIDA Questo manuale è pubblicato nell ambito di WIN-BUS: Women Integration in Business Creation, Leonardo Da Vinci TOI progetto n TR1-LEO Coordinatore di Progetto: Pendik Municipality TURCHIA Partner di progetto: Centro Ligure per la Produttività (CLP) Otalia Inova Consultancy Ltd (Inova) REGNO UNITO Transfer Slovensko (S.R.O.) Slovacchia Pendik Women s Business Incubator (Pendik Kisgem) TURCHIA Pendik Local Education Authority (PMEM) TURCHIA Pendik Industrialists and Businessmen s Association (PESIAD) TURCHIA Genova, Italia,

4 INDICE 1.RICERCA TURCHIA RICERCA ITALIA RICERCA REGNO UNITO RICERCA SLOVACCHIA

5 PREFAZIONE Questa guida propone i risultati di una ricerca sui servizi europei per l imprenditoria femminile. In qualità di team di progetto di Win-Bus abbiamo rilevato che avviare un azienda da sola richiede troppo sforzo ed energie se mancano adeguati servizi di supporto. Questa guida consta di 4 parti, dedicate a progetti attuali e passati realizzati nei Paesi partner e dedicati all avvio di impresa e allo sviluppo imprenditoriale. I partner del progetto, grati alla Commissione Europea e all Agenzia Nazionale Leonardo Da Vinci della Turchia, auspicano che questa pubblicazione risulti d aiuto alle neoimprenditrici e a tutte le persone interessate. 3

6 Pendik Women Business Incubator Pendik Kisgem è uno dei 4 incubatori d impresa femminile fondati in Turchia nel 2008, grazie ad un progetto della Comunità Europea sotto l egida della municipalità di Pendik e di altre istituzioni nazionali e locali. Il progetto ha previsto la realizzazione fisica d aree e edifici destinate alle aziende neonate e il supporto allo sviluppo d innovazione grazie anche a programmi di supporto ai fabbisogni di crescita. Come in tutta Europa, tali incubatori nascono come ambiente protetto per favorire nuove idee d impresa, soddisfano i fabbisogni d investimento nella fase d avvio, progettano e implementano strumenti di sviluppo, il tutto nell ambito di un più vasto programma dedicato alla formazione degli imprenditori. Servizi e assistenza erogati da Pendik Kisgem Adeguato ambiente di lavoro vista la fase di start-up Consulenza di management Redazione del business plan Servizi amministrativi Supporto tecnico Consulenze di natura fiscale e legale Business networking Servizi e attrezzature d ufficio condivisi Periodo: Fonte di finanziamento: UE e Municipalità di Pendik Pendik Kisgem ha assistito 39 imprenditrici nell avvio dell attività supportandole anche nella fase d ingresso sul mercato. Fornisce tuttora supporto a 15 imprenditrici e organizza incontri per illustrare i propri servizi. Phone: Website: / 4

7 Multipurpose Society Centres Tutti i CATOM sono finalizzati allo sviluppo delle pari opportunità in una società in evoluzione, dal GAP (Southeast Development Project) Directorate. I CATOM sono centri a valenza sociale ubicati in villaggi ed aree rurali interessati da fenomeni migratori e da svantaggio femminile. In tali centri le donne si riuniscono per condividere problemi comuni, organizzare attività, acquisire informazioni e guadagnare qualcosa. Attività integrate sono rivolte a donne dai 14 ai 50 anni e si basano su temi collettivi quali: esigenze sociali, sanitarie, finanziarie. I vantaggi della partecipazione, momento aggregante, sono lo sviluppo dell autostima, l acquisizione di migliori competenze organizzative, l indipendenza economica anche attraverso percorsi imprenditoriali, il supporto a gruppi svantaggiati, lo sviluppo di sensibilità sociale e solidarietà, la formazione. Periodo: aprile Fonte di finanziamento: UE e molteplici istituzioni a livello locale e regionale Phone: Website: 5

8 The Women Entrepreneurship Support Project Finanziata dall UE, l iniziativa era rivolta a favorire l ingresso delle donne nell imprenditoria e a sviluppare il business aziendale. In tale ottica sono stati creati 25 centri di supporto tramite la Turkish Confederation of Tradesmen and Craftsmen (TESK) e le Unions of Chambers of Tradesmen and Craftsmen. Il progetto prevedeva l erogazione di servizi di consulenza e formazione per più di donne. Il finanziamento dell UE si basava sull assunto che lo sviluppo sostenibile sia attingibile anche attraverso la proposta di pari opportunità alle donne. Attività principali Analisi di fabbisogni consulenziali e formativi per le imprenditrici Creazione di un database di consulenti e formatori Formazione formatori Progettazione e produzione di materiale formativo Azioni di sensibilizzazione circa l impresa in rosa Sviluppo di un modello di supporto specifico Visite di approfondimento all estero Monitoraggio ex post Proposta di servizi di consulenza Periodo: Fonte di finanziamento: UE Phone: +90 (212 ) Website: 6

9 Kagider Ogni anno Kagider propone formazione sui temi dell imprenditoria e della leadership a centinaia di donne, mettendo anche a disposizione il proprio network di contatti con Università, ONG e imprenditrici di successo. Mission è lo sviluppo dell imprenditoria femminile in un ottica di progresso socioeconomico, vision è la creazione di un mondo in cui le donne possano decidere liberamente della propria esistenza e ricoprire ruoli reali nei processi decisionali. Fondata a Istanbul nel 2002 da trentotto imprenditrici di successo, Kagider è una realtà no profit di portata nazionale. Oggi ha 200 membri attivi in settori quali il tessile, la comunicazione, le PR, il turismo, il minerario, la chimica, la salute. Periodo: Fonte di finanziamento: sponsor e partner aziendali Phone: (0212) Fax: (0212) Website: 7

10 Foundation for the Support of Women s Work Fondata nel 1986, FSWW è un organizzazione no profit non governativa. L obiettivo è supportare gruppi femminili a basso reddito nel migliorare la qualità delle loro vite, delle loro comunità e della loro capacità di leadership. Aree di attività La Fondazione opera in territori a basso reddito, anche colpiti da calamità naturali, e sostiene Municipalità, ONG, progetti di sviluppo, comunità femminili in tutta la Turchia. Offre servizi di consulenza, mentoring e formazione. E membro attivo di reti locali, nazionali e internazionali. E una delle più grandi realtà in grado di erogare training per l imprenditoria femminile. Periodo: Fonte di finanziamento: donazioni Phone: Fax: Website: 8

11 D.R.E.A.M. - Donne in Rete: Esperienza di Accompagnamento attraverso il MENTORING Il progetto DREAM è rivolto all accrescimento dalla consapevolezza che la Provincia di Siena è ricca di esperienze e capacità imprenditoriali delle donne. Una fitta rete di piccole e medie imprese, attività commerciali e agricoltura, sostenuta da una forte presenza di associazioni di categoria e di servizio, che risulta essere un quadro ideale per testare la metodologia del Mentoring. L Amministrazione Provinciale ha avviato, attraverso il Centro per le pari opportunità, il Business Service Center CESID Donne e cooperazione con il Sud Eurobic (Business Information Centre) Toscana Ltd, una serie di progetti integrati, che consistono nella fornitura di servizi qualificati che spaziano dall animazione agli formazione alla consulenza per lo sviluppo dell imprenditoria femminile. Il progetto DREAM si è posto l obiettivo di creare un nucleo di imprenditori di successo che insieme compongono il Club di mentor disponibili nei confronti degli aspiranti imprenditori a trasferire esperienze e suggerimenti per l avvio e la gestione di un impresa. Il progetto è sostenuto da un forte partenariato locale, che ha coinvolto come sostenitori le associazioni imprenditoriali. Il percorso è stato progettato per creare il Club delle Mentor, prevedeva una serie di azioni da intraprendere insieme con gli operatori del territorio. Preparazione dell intervento: 1.informazioni e promozione del progetto DREAM 2.identification di mentori e tutor Sviluppo della metodologia del mentoring: 1.Seminari per la conoscenza e la diffusione della metodologia di accompagnamento del mentoring 2.Video delle simulazioni 3.Creazione del Club delle Mentor Sperimentazione del processo di mentoring: 1.Identificazione di aspiranti - nuovi imprenditori 2.Matching tra mentore e nuovi imprenditori o aspiranti tali 3.Dating di mentoring individuale con l utilizzo di strumenti di gestione 4.Valutazine dell efficacia dell attività di accompagnamento Valutazione e diffusione dei risultati: 1.Evento finale (workshop) dell azione fra tutte le parti coinvolte nel progetto 2. Rapporto finale: Dream - Il Club delle Mentor (stampa e web) 3.Distribuzione di simulazioni del percorso di mentoring via video. Periodo Finanziamento: Provincia di Siena Website: 9

12 Progetto Donne & Lavoro Premio sull impresa sociale per le donne che si propone di offrire alle donne un opportunità di progresso e di emancipazione sociale attraverso il lavoro. Tre progetti vincitori saranno selezionati in tre diverse aree, a ognuno sarà concesso un finanziamento di ,00. Le aree di partecipazione sono tre: 1.Solidarietà: progetti per le donne in difficoltà; 2.Web: i progetti per le nuove professioni; 3.Casa & Lavoro: progetti per la gestione della vita quotidiana Il bando si propone di finanziare l avvio di progetti promossi dalle donne nelle seguenti aree: A) progetti che promuovano l occupazione delle donne che hanno subito violenza o di disagio socio-economico, attraverso la creazione di iniziative imprenditoriali con il supporto della Fondazione Pangea, ove necessario; B) I progetti in rete e di telecomunicazione che mettano in risalto il ruolo unico che le nuove professioni, nate con lo sviluppo dell IT e telefoni cellulari (sottolineando il valore aggiunto delle donne e dell impresa sociale nella società dell informazione, tecnologia e nuovi media); C) progetti che promuovono una migliore gestione delle esigenze di lavoro e vita familiare delle donne nella vita quotidiana (attività legate alla conciliazione di vita familiare e reinserimento lavorativo di una donna dopo il completamento della maternità). Periodo: Dal 15 ottobre 2010 al 15 gennaio 2011 per la presentazione delle proposte. 15 aprile per la comunicazione dei vincitori. Finanziamenti: Privato (Vodafone) Phone: / Website: 10

13 Busy-Ness Women Madre Figlia - Mentoring Accompagnamento Donne in REte e Formazione Imprenditoriale Giovani Leader Imprenditrici Autonome Il progetto si propone di fornire alle donne imprenditrici, e a coloro che vogliono iniziare una nuova attività, uno strumento pratico destinato ad aumentare le proprie conoscenze e competenze manageriali. Rispetto alla tradizionale formazione, Busy-ness WOMEN offre qualcosa di più. E il risultato della tecnica di mentoring da donna a donna, che prevede l affiancamento di imprenditori di esperienza (mentor) e imprenditori esordienti (mentee). La formazione si arricchisce con l esperienza sul campo e l esperienza delle relazioni umane. Le imprenditrici nuove arrivate e le imprenditrici esperte ricevono il sostegno e la guida di docenti di alto profilo attraverso due corsi di formazione separati che confluiranno in una classe integrata per una formazione congiunta. L obiettivo è quello di promuovere la comprensione reciproca, attraverso il trasferimento di competenze e conoscenze acquisite nella comunicazione di strumenti operativi per avviare un attività in proprio o migliorare la gestione di quella esistente. Il bando per la selezione dei partecipanti è stato aperto a 24 mentee/mentor di cui 12 in Toscana, e una priorità è stata individuata nel reclutamento fra coloro che risiedono in Toscana. Le attività formative sono state intraprese da settembre a dicembre 2010 e si sono tenute una volta a settimana principalmente nella città di Pisa, presso la sede della Camera di Commercio, fornendo per undici settimane, oltre alle lezioni in aula con metodo tradizionale, momenti di scambio, verifica dei progetti e degli scambi di esperienza. La formazione della Mentor: La formazione dei mentor è destinata a imprenditori esperti che desiderano acquisire nuovi strumenti per la pianificazione e gestione propria azienda o per il contributo al quella altrui, attraverso un processo di studio tecnico e la creazione di reti di relazioni e il miglioramento elle proprie capacità comunicative. Il mentor si prende cura di ogni imprenditore delle diverse prospettive di mercato, e individua nei mentee nuovi e potenziali i soggetti di riferimento portatori di nuove energie ed entusiasmo. Questi imprenditori riconoscono la necessità di cogliere tutte le opportunità di scambio e sono pronti a passare la loro esperienza alla futura generazione di business nel tentativo di rafforzare l imprenditorialità femminile. La formazione della Mentee: Il percorso formativo della mentee parte dal desiderio di creare e sviluppare un idea di impresa autonoma sulla base dell esperienza e grazie alla vicinanza di altre donne che hanno già sperimentato un percorso simile. Si prevede che siano assistite da insegnanti qualificati per la progettazione del loro idea imprenditoriale e nella fase di scrittura di un business plan. Periodo: Bando giugno 2010, attività a partire da luglio 2010 Finanziamento: Regione Toscana, rete delle Camere di Commercio italiane / Website: oduleid=384&itemid=11760&action=viewitem&type=edititem 11

14 Centro Servizi per l imprenditoria femminile L obiettivo del Centro è quello di rendere più facile per le donne l accesso alle aree, posizioni, ruoli e qualifiche in cui sono attualmente sottorappresentate. Sviluppo di possibilità riguardanti il lavoro autonomo e imprenditorialità; Promozione delle condizioni adeguate, soprattutto in termini di servizi, per conciliare vita familiare e vita lavorativa in un mix sostenibile. Le attività del centro sono state erogate a titolo gratuito per gli utenti. servizi offerti 1.Orientaento per l imprenditoria femminile: per mettere alla prova le abilità e le proprie inclinazioni per lo sviluppo di un attività in proprio. 2.Sostegno tecnico: nella ricerca delle risorse finanziarie,i prestiti agevolati e altre opportunità per lo sviluppo dell impresa. 3.Workshops e seminari sullo sviluppo di competenze tecniche e manageriali. 4.Supporto per la creazione e lo sviluppo del business: la preparazione di nuovi piani di business delle imprese candidate 5.Azioni di consulenza specializzata nelle aree di business. Servizi online: 1.Chiedi all esperto: per ricevere risposte personalizzate alle esigenze delle donne per la creazione del loro nuovo business 2.On-line Forum: per fornire informazioni ed ottenere uno scambio con imprenditori di successo, circa l iter amministrativo necessario per aprire attività in particolari attività come asili, parchi giochi, parchi, saloni di bellezza, ristoranti, ecc. 3.Newsletter: Per essere aggiornati mensilmente su tutte le novità dal mondo della finanza agevolata e imprenditoria femminile in generale. Periodo: 2008/2009 Finanziamento: FSE, regione Lazio, Ministero del Welfare Website: 12

15 PODI Percorsi di Opportunità per le Donne Immigrate: Orientamento, inclusione sociale e imprenditorialità Il progetto PODI - finanziato dal Ministero del Lavoro e degli Affari Sociali, Direzione Generale per l Immigrazione con il Fondo per l inclusione sociale degli immigrati (2007), prodotto da risorse della Fondazione della donna e CRAS Onlus, rivolto a donne immigrate non dall Europa, che vivono nel Regione Lazio. Il progetto - finalizzato a prevenire e combattere i fenomeni di esclusione sociale, lo sfruttamento e la discriminazione contro le donne immigrate - ha promosso l inserimento lavorativo delle donne e l occupazione in modo autonomo e / o in forma associativa e si è svolto in 5 province della regione Lazio. Bilancio di competenze: percorso di 4 incontri individuali con consulenza di esperti, finalizzato a sviluppare una maggiore consapevolezza delle proprie capacità, attitudini e interessi professionali, tra cui, attraverso l individuazione di un progetto di sviluppo professionale, inserimento lavorativo o di formazione per l occupazione. L orientamento al lavoro: incontri individuali e di gruppo progettati per fornire gli strumenti conoscitivi e le operazioni per facilitare l integrazione delle donne immigrate nel mercato del lavoro italiano e la possibilità di imprenditorialità. Durante la micro-impresa: la formazione di 300 ore per 24 donne immigrate extracomunitarie per favorire lo sviluppo di competenze individuali e capacità imprenditoriali per l avvio e / o il consolidamento di percorsi imprenditoriali. Accompagnamento per l accesso al microcredito: corso progettato per aiutare i beneficiari del progetto ad entrare nel mondo del lavoro, sia attraverso la ricerca di lavoro che, con il lancio di un business. Attraverso incontri individuali il supporto di strumenti per i beneficiari sono stati forniti nelle prime fasi di start-up e accesso al credito, micro-credito o di credito. Uno sportello unico a cui si sono rivolte le donne in cerca di occupazione e di aspiranti imprenditori per ricevere informazioni sui servizi offerti dal progetto, come vie d accesso al mercato del lavoro e micro-credito. Il progetto è stato impostato anche attraverso lo sviluppo di 5 workshop, uno per ciascuna delle province del Lazio, su problemi di immigrazione delle donne imprenditrici, servizi di orientamento per gli stranieri e l accesso al credito. Periodo: 2008/2010 Finanziamento: Ministero degli Affari Sociali Website: 13

16 Manuale Passepartout Regione Toscana e Istituzioni per la promozione dell imprenditoria femminile PASSEPARTOUT: una chiave da lanciare in modo flessibile, facile da usare e particolarmente utile per le donne che vogliono provare la sfida dell impresa. L obiettivo della Regione Toscana è stato quello di fornire un supporto dedicato per le informazioni agli imprenditori che vogliono capire le diverse opportunità che il territorio può offrire per iniziare o rinnovare un business. E stato creato un manuale progettato per una facile lettura, che invita i futuri imprenditori ad intraprendere una attività nuova o un attività diversa attraverso un percorso fondamentale per raggiungere l obiettivo: trasformare un concetto in realtà, auto-valutare la propria capacità di raggiungere competenze e le risorse in modo da sapere dove e quando muoversi verso un business di successo. Come diventare un imprenditore: istruzioni per l avvio di una nuova attività A-Quattro passi per trasformare dal progetto alla realtà. Una azienda non si crea dall oggi al domani. Per avere successo è necessario intraprendere una salita lunga e difficile. La salita, tuttavia, non può essere percorsa tutta d un fiato: dobbiamo procedere per tappe, immaginando il processo di creazione di imprese suddivise in una serie di fasi. Quattro in particolare sono le fasi principali per raggiungere la cima della collina, dove è un business di successo. Quattro fasi, ma anche quattro comandamenti che un aspirante imprenditore deve rispettare: 1.Conosci te stesso (e le vostre competenze) per avere successo 2.Non inventare 3.Guardatevi intorno 4.Si può parlare i numeri B-A chi rivolgersi Una visita guidata tra i rami e servizi per la creazione di imprese nella Regione. C-Seminari, corsi di formazione, master ed esperienze lavorative Quali corsi di formazione si possono seguire per superare le competenze per la creazione di nuove imprese femminili. D-finanziamento Opportunità di finanziamento per l imprenditoria femminile: finanziamenti pubblici e privati (banche) per lo sviluppo di nuovi business. E-La responsabilità sociale d impresa: conciliare l etica con il profitto Strumenti della RSI adottando un nuovo approccio nella valutazione di una società non solo in termini di capacità produttiva di generare profitti economici, ma anche in termini sociali e ambientali. F-I servizi di rete La rete dei servizi di informazione sul territorio e tutti i punti in cui le donne possono avviare un impresa dove si può trovare le informazioni necessarie. Periodo: disponibile dal 2009 Finanziamento: Amministrazione Regionale della Toscana Website: 14

17 Impresa femminile nell area Ionica e Mediterranea L Associazione Forum delle Camere di Commercio dell Adriatico e dello Ionio è stata costituita nel 2001 attraverso un accordo tra la Camera di Commercio di Ancona e Camera dell Economia di Spalato, con l obiettivo di promuovere lo sviluppo economico dell area adriatica. L obiettivo principale era quello di rafforzare i contatti commerciali tra le camere dei due Paesi transfrontalieri, favorire la cooperazione amministrativa e legale attraverso l armonizzazione delle procedure tra Paesi, facilitare il confronto e il dialogo tra diverse camere e diffondere la cultura imprenditoriale attraverso il coinvolgimento di tutti gli attori che agiscono per del territorio. Il gruppo di lavoro sull imprenditorialità femminile ha lavorato dal 2003 nell ambito del Forum delle Camere di Commercio dell Adriatico e dello Ionio, con l obiettivo di attuare azioni e progetti tra i paesi membri del Forum, così come di promuovere occasioni di collaborazione per sviluppare iniziative che facilitassero lo scambio di idee e buone pratiche, per armonizzare le strategie per l imprenditoria femminile. I paesi membri del forum perseguono i seguenti obiettivi: Promozione e sviluppo dell imprenditoria femminile Creazione di una rete istituzionale di associazioni di donne e imprese Mappatura del territorio attraverso analisi quantitative del fenomeno imprenditoriale L integrazione e la diffusione delle buone pratiche Scambio di conoscenze, informazioni, progetti e idee in occasione di un incontro annuale che testimoniano l iniziativa imprenditoriale delle donne e offrono loro occasioni di business e contatti EVENTO SPECIALE Invito per l identificazione e attribuzione di imprese innovative donne dell Adriatico e dello Ionio Periodo: 2003, attualmente in corso. Finanziamento: Camera di Commercio di Ancona Website: 15

18 Incubatore di imprese femminili L incubatore impresa donna è un progetto che si propone di essere non solo un organizzazione di servizi per lo start up di nuove attività gestite da donne imprenditrici, ma anche un luogo per il supporto e la crescita delle attuali attività gestite da donne un luogo per erogare servizi e consulenze tecniche, sia nella delicata fase di start-up che e nei primi tre anni di sviluppo e consolidamento. Uno degli obiettivi più importanti del progetto è quello di creare una rete di contatti tra imprese, istituzioni, esperti e gruppi economici nonché la possibilità di fornire alle donne imprenditrici un luogo fisico e uno spazio virtuale attraverso il sito della Pari Opportunità. L incubatore impresa donna è configurato come: un luogo protetto per il lancio di nuove attività imprenditoriali gestite da donne un luogo per il supporto e la crescita di imprese femminili già esistenti un servizio integrato di consulenza tecnica e anche personale (mentoring) per le imprese incubate nella zona, sia nella delicata fase di start-up che nei primi 3 anni di sviluppo un luogo dove le donne possono creare una propria rete locale di contatti e relazioni tra donne imprenditrici e dirigenti d azienda, etc. un luogo dove le donne possono scambiarsi opinioni sulle esperienze e informazioni, progettare collaborazioni attraverso lo scambio di risorse professionali e personali. Attività svolte nell incubatore: verifica di fattibilità del progetto e la valutazione di ricettività su alcuni obiettivi di mercato gestione dell attività con competenza e attenzione alla qualità del servizio / prodotto monitoraggio e controllo dello sviluppo del business fusione della cultura d impresa nel sistema scolastico mappatura delle opportunità di business Creazione di reti regionali per l affermazione e lo sviluppo delle imprese Periodo: In corso Finanziamento: Provincia di Lucca / Website: 16

19 CRISALIDE Il Progetto Crisalide è volto a incoraggiare la creazione e lo sviluppo dell imprenditoria femminile attraverso la fornitura di servizi di formazione, assistenza personalizzata e di orientamento nella Regione Lombardia. Il progetto parte dal presupposto che il lavoro autonomo è oggi una scelta, a volte quasi un imperativo, per un numero crescente di donne perché risponde alla necessità di trovare un modo più stabile di entrare nel mercato del lavoro. Obiettivi 1.Supportare le donne che vogliono avviare nuove attività o di lavoro autonomo; 2.Fornire assistenza mirata a sostenere le donne imprenditrici e lavoratori autonomi nella gestione della loro attività; 3.Fornire consulenza alle donne che vogliono inserirsi o re-inserirsi nel mondo del lavoro. Iniziative 1.Informazione e orientamento sulle procedure amministrative, e le particolarità legislative per avviare una nuova impresa / lavoro; 2. Seminari di orientamento, acquisizione di competenze, e una migliore comprensione degli atteggiamenti da attuare; 3.Assistenza personalizzata attraverso colloqui individuali con esperti e professionisti qualificati Periodo Finanziamento: Fondi pubblici della Camera di Commercio di Brescia Website: 17

20 Project E.M.M.A. - Methodology Entrepreneurship Mediterranean Assistance Il progetto mira a creare una rete / piattaforma transnazionale tra pubblico e privato per il supporto per le donne imprenditrici per lo sviluppo della cultura imprenditoriale, orientamento verso la nascita e la crescita di un business, l accesso ai finanziamenti, risorse umane, marketing, creazione di partnership commerciali, e sviluppo sostenibile. Comporta la costituzione di punti di orientamento su ogni territorio attivo, tenendo conto delle peculiarità di ciascun territorio, per informare e fornire tutoraggio e assistenza alle PMI. Il progetto mira a conseguire un impatto sulle regioni in termini di attenzione alla sostenibilità dello sviluppo economico locale, al fine di un approccio eco-friendly, e la creazione e la promozione di modelli stabili di governance, tra cui il coinvolgimento degli attori locali nel progetto e stakeholder. Tavole Rotonde Pubblico-privato MED: Nel contesto del progetto, vengono organizzati e condotti 8 incontri-workshop con le parti interessate da vari settori pubblici, privati e commerciali, con temi di discussione specifici per ogni riunione. Le conclusioni di questi incontri saranno pubblicati in lingue partner e costituiranno una preziosa guida per l imprenditorialità femminile. Punti informativi: Il progetto creerà un Punto di Informazione e orientamento, al fine di promuovere la fornitura di materiale informativo ai soggetti interessati e servire da collegamento tra imprese femminili operanti in ciascuna regione. Fiera Internazionale: Questa azione si riferisce alla organizzazione di una fiera internazionale, che mira a promuovere prodotti, servizi e le operazioni delle PMI. Durante la mostra, un nodo di comunicazione opererà al fine di sostenere dal vivo, on-line discussioni e scambi di informazioni, con attori di business simili dal resto dei paesi partecipanti. Periodo: 2010/2012 Finanziamento: Finanziato dall Unione Europea ERDF funding in the Med, Programma di Cooperazione Internazionale. Website: 18

21 Enterprising Women L obiettivo è aumentare il numero (e l affermazione) delle donne imprenditrici. La partecipazione è aperta a donne di ogni provenienza e settore, sia in avvio di attività sia già attive imprenditorialmente. Il progetto fornisce assistenza, formazione, opportunità di networking e di mentoring. Venne avviato nel 2006 al fine di sbloccare e stimolare il potenziale economico dell imprenditoria femminile. La strategia si è basata su un format originale, centrato sul concetto di comunità e vòlto a soddisfare le esigenze delle donne (neo)imprenditrici grazie anche al commitment di tutte le organizzazioni e reti territoriali. Fra i partner originari, realtà istituzionali e imprese di successo, che hanno apportato un notevole stock di esperienze dirette. Ciò rappresenta garanzia di qualità operativa, servizi e supporti concreti. Un programma ricco e integrato è stato proposto sino a fine 2007, ricerche e materiali possono esser scaricate dal sito. Dal 2008 altri soggetti hanno supportato economicamente l iniziativa anche a livello nazionale. Periodo: in essere Fonte di finanziamento: inizialmente East of England Development Agency e FSE Impatto sul gruppo-target Più di donne nella comunità Più di donne formate circa i know how imprenditoriali Più di 700 imprese hanno migliorato la performance 250 nuovi posti di lavoro Partecipazione di più di 250 organizzazioni di business support Phone: Website: 19

CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE

CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE BROCHURE INFORMATIVA 2013-2015 L Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico (OCSE) è un organizzazione inter-governativa e multi-disciplinare

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

CONCILIAZIONE FAMIGLIA & LAVORO IN IMPRESA

CONCILIAZIONE FAMIGLIA & LAVORO IN IMPRESA CONCILIAZIONE FAMIGLIA & LAVORO IN IMPRESA (Operazione 2011-796/PR - approvata con Delibera di Giunta Provinciale n. 608 del 01/12/2011) BANDO DI SELEZIONE DOCENTI E CONSULENTI La Provincia di Parma ha

Dettagli

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI di Giulia Caminiti Sommario: 1. Premessa. 2. La politica di coesione. 3. Fondi a gestione diretta. 4. Fondi a gestione indiretta. 5. Conclusioni.

Dettagli

Aiutare le persone a trovare lavoro. Il Fondo sociale europeo al lavoro. L Europa sociale

Aiutare le persone a trovare lavoro. Il Fondo sociale europeo al lavoro. L Europa sociale Il Fondo sociale europeo al lavoro Aiutare le persone a trovare lavoro Il Fondo sociale europeo (FSE) finanzia progetti in tutta l UE per consentire a più persone di trovare posti di lavoro migliori, attraverso

Dettagli

Guida 2014 Attività & Progetti

Guida 2014 Attività & Progetti Guida 2014 Attività & Progetti Sommario pag. Premessa... 4 Obiettivo di questa GUIDA... 4 Lista Progetti... 4 Referenti Progetti... 5 I. Progetto UN FIOCCO IN AZIENDA... 6 Benefici del Programma II. Progetto

Dettagli

Comincio da tre! I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA LE MIE ESPERIENZE IL MIO PASSATO COSA VOLEVO FARE DA GRANDE LE MIE RELAZIONI

Comincio da tre! I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA LE MIE ESPERIENZE IL MIO PASSATO COSA VOLEVO FARE DA GRANDE LE MIE RELAZIONI I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA IL MIO PASSATO LE MIE ESPERIENZE COSA VOLEVO FARE DA GRANDE COME SONO IO? I MIEI DIFETTI LE MIE RELAZIONI LE MIE PASSIONI I SOGNI NEL CASSETTO IL MIO CANE IL MIO GATTO Comincio

Dettagli

71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE)

71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE) 71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE) di TIZIANA LANG * Finalmente è partita: dal 1 maggio i giovani italiani possono iscriversi on line al programma della Garanzia

Dettagli

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile INVITO A PRESENTARE MANIFESTAZIONI DI INTERESSE 1. COSA SONO I LABORATORI DAL BASSO I Laboratori dal

Dettagli

INNO-TAL Talenti per l innovazione globale e la professionalizzazione

INNO-TAL Talenti per l innovazione globale e la professionalizzazione INNO-TAL Talenti per l innovazione globale e la professionalizzazione Bando Fondazione Cariplo Promuovere la Formazione di Capitale Umano di Eccellenza 2012-2014 soggetti coinvolti Libera Università di

Dettagli

Formazione Su Misura

Formazione Su Misura Formazione Su Misura Contattateci per un incontro di presentazione inviando una mail a formazione@assoservizi.it o telefonando ai nostri uffici: Servizi alle Imprese 0258370-644.605 Chi siamo Assoservizi

Dettagli

5 %>"G: (JPWFOU} JO NPWJNFOUP * 08*/>0 Mµ&VSPQB TPTUJFOF J HJPWBOJ -67 6 D3"G: 63 & E"G& > 5J * * 5 6 1G:/ &G& "34 7 / "3*D 83: & in & U 3 OP "

5 %>G: (JPWFOU} JO NPWJNFOUP * 08*/>0 Mµ&VSPQB TPTUJFOF J HJPWBOJ -67 6 D3G: 63 & EG& > 5J * * 5 6 1G:/ &G& 34 7 / 3*D 83: & in & U 3 OP in U OP Né la Commissione europea né alcuna persona che agisca a nome della Commissione europea è responsabile dell uso che dovesse essere fatto delle informazioni contenute nella presente pubblicazione.

Dettagli

REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE

REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE Premessa Impresa in azione è il programma didattico dedicato agli studenti degli ultimi anni della Scuola Superiore e pensato per valorizzare la creatività e lo spirito imprenditoriale

Dettagli

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School.

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. Avviso 2014C-01 del 30/12/2014 Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. La Fondazione Bologna University Business School (d ora in poi

Dettagli

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE LINEE DI INDIRIZZO PER UNA NUOVA PROGRAMMAZIONE CONCERTATA TRA LO STATO, LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO IN MATERIA IN.F.E.A. (INFORMAZIONE-FORMAZIONE-EDUCAZIONE AMBIENTALE) VERSO

Dettagli

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE 7 TH QUALITY CONFERENCE Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE INFORMAZIONI DI BASE 1. Stato: Italia 2. Nome del progetto: La diffusione di Best Practice presso gli Uffici Giudiziari

Dettagli

Parma, 23 settembre 2011. Dal modello formativo europeo al percorso formativo per l assistente familiare non professionale

Parma, 23 settembre 2011. Dal modello formativo europeo al percorso formativo per l assistente familiare non professionale Parma, 23 settembre 2011 Dal modello formativo europeo al percorso formativo per l assistente familiare non professionale Dopo il meeting europeo svoltosi a Granada e partendo dal percorso formativo l

Dettagli

SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling. settembre dicembre 2014 OBIETTIVI

SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling. settembre dicembre 2014 OBIETTIVI Organizzato da Impact Hub Rovereto in collaborazione con TrentunoTre con la supervisione scientifica di ISIPM SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling settembre dicembre

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE D.R. n.1035/2015 Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT In collaborazione con CONFAPI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

Dettagli

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Chi siamo Siamo una delle più consolidate realtà di Internet Marketing in Italia: siamo sul mercato dal 1995, e

Dettagli

LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO

LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO + DIREZIONE GENERALE PER LA COOPERAZIONE ALLO SVILUPPO Coordinamento Cooperazione Universitaria LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO Criteri di orientamento e linee prioritarie per la cooperazione allo sviluppo

Dettagli

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali 1 Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali CRISTIANA D AGOSTINI Milano, 17 maggio 2012 Il Gruppo Generali nel mondo 2 Oltre 60 paesi nel mondo in 5 continenti 65

Dettagli

Urban Farming: Second Use of Public Spaces. Sviluppare progetti per il recupero urbano Entrepreneurial thinking. Scheda progetto

Urban Farming: Second Use of Public Spaces. Sviluppare progetti per il recupero urbano Entrepreneurial thinking. Scheda progetto Urban Farming: Second Use of Public Spaces Sviluppare progetti per il recupero urbano Entrepreneurial thinking Scheda progetto CSAVRI - Centro Servizi di Ateneo per la Valorizzazione della Ricerca e Incubatore

Dettagli

Descrizione della pratica: 1. Identificazione:

Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Istituto scolastico dove si sviluppa la pratica: Al momento attuale (maggio 2008) partecipano al progetto n. 47 plessi di scuola primaria e n. 20 plessi di

Dettagli

IL PROGETTO MINDSH@RE

IL PROGETTO MINDSH@RE IL PROGETTO MINDSH@RE Gruppo Finmeccanica Attilio Di Giovanni V.P.Technology Innovation & IP Mngt L'innovazione e la Ricerca sono due dei punti di eccellenza di Finmeccanica. Lo scorso anno il Gruppo ha

Dettagli

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse Le ragioni della

Dettagli

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Master in 2013 10a edizione 18 febbraio 2013 MANAGEMENT internazionale Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Durata

Dettagli

MASTER IN INNOVATIVE MARKETING, E-MANAGEMENT & CREATIVE SOLUTIONS

MASTER IN INNOVATIVE MARKETING, E-MANAGEMENT & CREATIVE SOLUTIONS MASTER IN INNOVATIVE MARKETING, E-MANAGEMENT & CREATIVE SOLUTIONS Eidos Communication Via G. Savonarola, 31 00195 Roma T. 06. 45.55.54.52. F. 06. 45.55.55.44. E. info@eidos.co.it W. www.eidos.co.it INFORMAZIONI

Dettagli

Excellence Programs executive. Renaissance management

Excellence Programs executive. Renaissance management Excellence Programs executive Renaissance management Renaissance Management: Positive leaders in action! toscana 24.25.26 maggio 2012 Renaissance Management: positive leaders in action! Il mondo delle

Dettagli

Dr. Maurizio Apicella

Dr. Maurizio Apicella Dr. Maurizio Apicella Nato a Campagna (SA) il 2.2.1962 Residente in Roma Coniugato con 2 figli FORMAZIONE 1985 Laurea in Giurisprudenza, Università di Salerno 1987 Master Formez per Consulenti di Direzione

Dettagli

CARTA DELLE UNIVERSITÀ EUROPEE SULL APPRENDIMENTO PERMANENTE. Associazione delle Università Europee

CARTA DELLE UNIVERSITÀ EUROPEE SULL APPRENDIMENTO PERMANENTE. Associazione delle Università Europee CARTA DELLE UNIVERSITÀ EUROPEE SULL APPRENDIMENTO PERMANENTE Associazione delle Università Europee Copyright 2008 della European University Association Tutti i diritti riservati. I testi possono essere

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

1. AGROALIMENTARE, PROMOZIONE TERRITORIALE E TURISMO

1. AGROALIMENTARE, PROMOZIONE TERRITORIALE E TURISMO CHI SIAMO Sagitter One é la compagnia specializzata nel fornire soluzioni all avanguardia nel mercato dell ospitalità, della promozione agroalimentare, del marketing territoriale e dell organizzazione

Dettagli

CTI della provincia di Verona. Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013

CTI della provincia di Verona. Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013 CTI della provincia di Verona Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013 Per non perdere nessuno La crisi economica e valoriale che stiamo vivendo entra dapprima nelle famiglie e poi nella scuola. Gli

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE Master MES - Management of Education and School 4 a EDIZIONE APRILE 2015 - NOVEMBRE 2016 partner MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT

Dettagli

AALBORG+10 ISPIRARE IL FUTURO

AALBORG+10 ISPIRARE IL FUTURO AALBORG+10 ISPIRARE IL FUTURO LA NOSTRA VISIONE COMUNE Noi, governi locali europei, sostenitori della Campagna delle Città Europee Sostenibili, riuniti alla conferenza di Aalborg+10, confermiamo la nostra

Dettagli

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE Master di I livello in MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE In Sigla Master 74 Anno Accademico 2009/2010 (1500 ore 60 CFU) TITOLO Management nelle organizzazioni sanitarie FINALITÀ Con la locuzione

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

Manifesto IFLA Per la Biblioteca Multiculturale

Manifesto IFLA Per la Biblioteca Multiculturale Manifesto IFLA Per la Biblioteca Multiculturale La biblioteca multiculturale Porta di accesso a una società di culture diverse in dialogo Tutti viviamo in una società sempre più eterogenea. Nel mondo vi

Dettagli

(adottata dal Comitato dei Ministri l 11 maggio 2010 alla sua 120 Sessione)

(adottata dal Comitato dei Ministri l 11 maggio 2010 alla sua 120 Sessione) Raccomandazione CM/Rec(2010)7 del Comitato dei Ministri agli stati membri sulla Carta del Consiglio d Europa sull educazione per la cittadinanza democratica e l educazione ai diritti umani * (adottata

Dettagli

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Inizio master: 26 ottobre 2015 chiusura selezioni: 01 ottobre 2015 La SESEF è una scuola di management, socia ASFOR, con 12 anni di esperienza, che svolge

Dettagli

RESPONS.In.City - Methodology

RESPONS.In.City - Methodology RESPONS.In.City - Methodology THE METHODOLOGY OF A RESPONSIBLE CITIZENSHIP PROMOTION Metodologia di Promozione della Cittadinanza come Responsabilità Condivisa 1 Premessa La possibilità di partecipare

Dettagli

Il master è in collaborazione con

Il master è in collaborazione con Il Master in Turismo Sostenibile e Responsabile - Imprenditorialità e Management ideato dal Centro Studi CTS, giunto alla XII edizione, in collaborazione con Scuola di Comunicazione IULM e AITR - Associazione

Dettagli

Il tirocinio extracurriculare. come, quando, dove e perché

Il tirocinio extracurriculare. come, quando, dove e perché Il tirocinio extracurriculare come, quando, dove e perché Contenuti Cos è un tirocinio Le finalità del tirocinio extracurriculare La legislazione che lo regola Come cercare informazioni Prima di iniziare

Dettagli

Il progetto Boat DIGEST ha bisogno di te

Il progetto Boat DIGEST ha bisogno di te Il progetto Boat DIGEST ha bisogno di te Lo spettacolo di una vecchia fatiscente imbarcazione da diporto, sia in decomposizione nel suo ormeggio che mezza affondata con gli alberi che spuntano dall acqua

Dettagli

IL SETTIMO PROGRAMMA QUADRO

IL SETTIMO PROGRAMMA QUADRO La ricerca europea in azione IL SETTIMO PROGRAMMA QUADRO (7º PQ) Portare la ricerca europea in primo piano Per alzare il livello della ricerca europea Il Settimo programma quadro per la ricerca e lo sviluppo

Dettagli

EXECUTIVE MASTER WEB MARKETING, SOCIAL MEDIA MARKETING & COMMUNITY MANAGEMENT

EXECUTIVE MASTER WEB MARKETING, SOCIAL MEDIA MARKETING & COMMUNITY MANAGEMENT MASTER Istituto Studi Direzionali Management Academy EXECUTIVE MASTER WEB MARKETING, SOCIAL MEDIA MARKETING & COMMUNITY MANAGEMENT SEDI E CONTATTI Management Academy Sida Group master@sidagroup.com www.mastersida.com

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA PER LO SVILUPPO DELLA FOOD POLICY DEL COMUNE DI MILANO

PROTOCOLLO D INTESA PER LO SVILUPPO DELLA FOOD POLICY DEL COMUNE DI MILANO PROTOCOLLO D INTESA Comune di Milano Settore Gabinetto del Sindaco Fondazione Cariplo PER LO SVILUPPO DELLA FOOD POLICY DEL COMUNE DI MILANO Milano,.. Giugno 2014 2 Il Comune di Milano, con sede in Milano,

Dettagli

IL 7 PQ in breve Come partecipare al Settimo programma quadro per la ricerca

IL 7 PQ in breve Come partecipare al Settimo programma quadro per la ricerca Ricerca comunitaria idee cooperazione persone euratom capacità IL 7 PQ in breve Come partecipare al Settimo programma quadro per la ricerca Guida tascabile per i nuovi partecipanti Europe Direct è un servizio

Dettagli

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris BANDO II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris Spiegami i diritti dell uomo: diritto all Educazione, diritto

Dettagli

MASTER TRIENNALE DI FORMAZIONE MANAGERIALE

MASTER TRIENNALE DI FORMAZIONE MANAGERIALE Management Risorse Umane MASTER TRIENNALE DI FORMAZIONE MANAGERIALE La formazione di eccellenza al servizio dei Manager PRESENTAZIONE Il Master Triennale di Formazione Manageriale è un percorso di sviluppo

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 Il Master MEA Management dell Energia e dell Ambiente è organizzato dall Università degli Studi Guglielmo Marconi

Dettagli

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1 Nutrire il pianeta: qual è il contributo delle tecnologie, e in particolare di quelle meccaniche, elettroniche, digitali realizzate in Emilia-Romagna? Idee per un progetto di ricerca economica sui sistemi

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

Quando a scuola ci si esercita nel far del gruppo il soggetto che apprende

Quando a scuola ci si esercita nel far del gruppo il soggetto che apprende Workshop n. 3 Quando a scuola ci si esercita nel far del gruppo il soggetto che apprende Introducono il tema e coordinano i lavori - Irene Camolese, Confcooperative - Franca Marchesi, Istituto Comprensivo

Dettagli

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM 1. Introduzione 2. Pianificazione dell attività formativa ECM 3. Criteri per l assegnazione dei crediti nelle diverse tipologie di formazione ECM

Dettagli

LAVORO DI GRUPPO. Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali

LAVORO DI GRUPPO. Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali LAVORO DI GRUPPO Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali Esistono molti manuali e teorie sulla costituzione di gruppi e sull efficacia del lavoro di gruppo. Un coordinatore dovrebbe tenere

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per l Umbria

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per l Umbria Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per l Umbria SCHEDA PROGETTO (ex art. 9 CCNL 2006-2009) Dati identificativi dell'istituto Nome scuola/tipologia Scuola

Dettagli

Guida per Auto Valutazione Secondo l EFQM GUIDA PER L APPLICAZIONE IONE DELLA METODOLOGIA DI AUTO VALUTAZIONE EFQM NEL PARTENARIATO

Guida per Auto Valutazione Secondo l EFQM GUIDA PER L APPLICAZIONE IONE DELLA METODOLOGIA DI AUTO VALUTAZIONE EFQM NEL PARTENARIATO GUIDA PER L APPLICAZIONE IONE DELLA METODOLOGIA DI AUTO VALUTAZIONE EFQM NEL PARTENARIATO 1 INDICE 1. INTRODUZIONE... 3 2. LA METODOLOGIA EFQM E IL QUESTIONARIO DI AUTO VALUTAZIONE... 4 3. LA METODOLOGIA

Dettagli

La collaborazione tra le imprese e le scuole per migliorare la preparazione dei diplomati tecnici. Laura Mengoni

La collaborazione tra le imprese e le scuole per migliorare la preparazione dei diplomati tecnici. Laura Mengoni La collaborazione tra le imprese e le scuole per migliorare la preparazione dei diplomati tecnici Laura Mengoni Milano, 24 febbraio 2011 Seminario di formazione per i dirigenti scolastici sui temi della

Dettagli

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di

Dettagli

FARE COOPERATIVA La cooperativa in 10 domande

FARE COOPERATIVA La cooperativa in 10 domande FARE COOPERATIVA La cooperativa in 10 domande 1. Quali sono le caratteristiche distintive dell impresa cooperativa? L impresa cooperativa è un impresa costituita da almeno 3 soci e può avere la forma della

Dettagli

DEOR DISSEMINATION AND EXPLOITATION OF RESULTS

DEOR DISSEMINATION AND EXPLOITATION OF RESULTS DEOR DISSEMINATION AND EXPLOITATION OF RESULTS AGENDA Il contesto la strategia europea Significati e definizioni Disseminazione:quando e come, a beneficio di chi? Youthpass Link e materiali di disseminazione

Dettagli

Patto europeo. per la salute mentale e il benessere. Bruxelles, 12-13 GIUGNO 2008

Patto europeo. per la salute mentale e il benessere. Bruxelles, 12-13 GIUGNO 2008 Patto europeo per la salute mentale e il benessere CONFERENZA DI ALTO LIVELLO DELL UE INSIEME PER LA SALUTE MENTALE E IL BENESSERE Bruxelles, 12-13 GIUGNO 2008 Slovensko predsedstvo EU 2008 Slovenian Presidency

Dettagli

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO 1 AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO Caro Presidente Buzek, Vice Presidenti, colleghi italiani ed europei,

Dettagli

COS E CRES: CLIMA RESILIENTI

COS E CRES: CLIMA RESILIENTI COS E CRES: CLIMA RESILIENTI PROGETTO DI KYOTO CLUB VINCITORE DI UN BANDO DEL MINISTERO DELL AMBIENTE SUI PROGETTI IN MATERIA DI EDUCAZIONE AMBIENTALE E SVILUPPO SOSTENIBILE OBIETTIVI DEL PROGETTO CRES

Dettagli

AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A. delle Vie Francigene

AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A. delle Vie Francigene AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A delle Vie Francigene Pacchetto Soci 2015 1 MOSTRA DA CANTERBURY A ROMA: 1.800 KM ATTRAVERSO L EUROPA La mostra approfondisce, attraverso immagini supportate da testi

Dettagli

La disseminazione dei progetti europei

La disseminazione dei progetti europei La disseminazione dei progetti europei Indice 1. La disseminazione nel 7PQ: un obbligo! 2. Comunicare nei progetti europei 3. Target audience e Key Message 4. Sviluppare un dissemination plan 5. Message

Dettagli

Allegato A COMUNE DI ALANO DI PIAVE Provincia di Belluno PIANO TRIENNALE DI AZIONI POSITIVE PER LE PARI OPPORTUNITÀ 2015-2017 (ART. 48, COMMA 1, D.LGS. 11/04/2006 N. 198) Il Decreto Legislativo 11 aprile

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E FINANZA MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ECONOMIA DELLA CULTURA: POLITICHE, GOVERNO E GESTIONE modalità didattica mista presenza/distanza

Dettagli

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ E NON

Dettagli

Tre Ires e tre progetti comuni

Tre Ires e tre progetti comuni IRESQUARE N.7 Tre Ires e tre progetti comuni Elaborazione: indagine tra i lavori cognitivi in Italia I distretti industriali e lo sviluppo locale I Servizi Pubblici Locali in -Romagna, Toscana e Veneto

Dettagli

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale.

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale. Università Commerciale Luigi Bocconi Graduate School MEMIT Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture X Edizione 2013-2014 MEMIT Master in Economia e management

Dettagli

PROGRAMMA DI STUDIO. SALUTE in AUTOGESTIONE

PROGRAMMA DI STUDIO. SALUTE in AUTOGESTIONE PROGRAMMA DI STUDIO SALUTE in AUTOGESTIONE 2013 1 This project has been funded with support from the European Commission. Indice dei contenuti 1. DESTINATARI. 3 2. CARICO DI LAVORO.3 3. ento/insegnamento

Dettagli

La definizione L approccio

La definizione L approccio I BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI (BES) La definizione Con la sigla BES si fa riferimento ai Bisogni Educativi Speciali portati da tutti quegli alunni che presentano difficoltà richiedenti interventi individualizzati

Dettagli

I profili con maggiore potenzialità occupazionale nel non profit in Europa, riscontrati attraverso le vacancy e nel recruitment passaparola

I profili con maggiore potenzialità occupazionale nel non profit in Europa, riscontrati attraverso le vacancy e nel recruitment passaparola I profili con maggiore potenzialità occupazionale nel non profit in Europa, riscontrati attraverso le vacancy e nel recruitment passaparola Europrogettista Il profilo è ricercato in particolare da ONG,

Dettagli

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana Storie di successo Microsoft per le Imprese Scenario: Software e Development Settore: Servizi In collaborazione con Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci

Dettagli

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & 2013 GENNAIO-MARZO 9 CORSI: MARKETING STRATEGY BRANDING & VIRAL-DNA CONTENT STRATEGY DESIGN & USABILITY WEB MARKETING CUSTOMER RELATIONSHIP MANAGEMENT SOCIAL

Dettagli

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO Settore di intervento: Assistenza agli anziani Sede di attuazione del Benevento 1- VIA DEI LONGOBARDI 9 progetto: Numero di volontari richiesti: 4 Attività di

Dettagli

La carta dei servizi al cliente

La carta dei servizi al cliente La carta dei servizi al cliente novembre 2013 COS E LA CARTA DEI SERVIZI La Carta dei Servizi dell ICE Agenzia si ispira alle direttive nazionali ed europee in tema di qualità dei servizi e rappresenta

Dettagli

ATTIVITA 2012 L ORMA. Educazione e Promozione Sociale. Presentazione servizi e attività Anno 2012

ATTIVITA 2012 L ORMA. Educazione e Promozione Sociale. Presentazione servizi e attività Anno 2012 ATTIVITA 2012 L ORMA Educazione e Promozione Sociale Presentazione servizi e attività Anno 2012 L Orma è una realtà che opera da più di 10 anni nel settore dell Educazione e della Promozione Sociale. Tutte

Dettagli

Dichiarazione Popolazione e cultura

Dichiarazione Popolazione e cultura IX/11/1 Dichiarazione Popolazione e cultura I Ministri delle Parti contraenti della Convenzione delle Alpi attribuiscono agli aspetti socio economici e socio culturali indicati all art 2, comma 2, lettera

Dettagli

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015 THE FUND RAISING SCHOOL Calendario Corsi 2015 www.fundraisingschool.it LA PRIMA SCUOLA ITALIANA DI RACCOLTA FONDI Nata nel 1999 The Fund Raising School è la prima scuola di formazione italiana dedicata

Dettagli

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI CSC ritiene che la Business Intelligence sia un elemento strategico e fondamentale che, seguendo

Dettagli

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT edizione 2015 Foto di Benedetta Pitscheider Se il tuo futuro è lo spettacolo, il tuo presente è il Master in Performing Arts Management in collaborazione con OSMOSI

Dettagli

Facciamo scuola consapevolmente

Facciamo scuola consapevolmente SCHEDA PRESENTAZIONE PROGETTO Progettazione e realizzazione di laboratori sull educazione al Consumo consapevole - Anno scolastico 2011/2012 BANDO 2011 ATTENZIONE La scheda progettuale, divisa in una parte

Dettagli

EaSI. Nuovo programma ombrello comunitario per l occupazione e la politica sociale. sociale

EaSI. Nuovo programma ombrello comunitario per l occupazione e la politica sociale. sociale EaSI Nuovo programma ombrello comunitario per l occupazione L Europa sociale EaSI Nuovo programma ombrello comunitario per l occupazione Commissione europea Direzione generale per l Occupazione, gli affari

Dettagli

Consulenza tecnologica globale

Consulenza tecnologica globale Orientamento al cliente Innovazione Spirito di squadra Flessibilità Un gruppo di professionisti dedicati alle imprese di ogni settore merceologico e dimensione, capaci di supportare il Cliente nella scelta

Dettagli

Master in Fundraising e Project Management

Master in Fundraising e Project Management Master in Fundraising e Project Management Il Master in Fundraising e Project Management, in collaborazione con l Università degli Studi di Roma Tor Vergata, è volto a formare esperti di raccolta fondi

Dettagli

Il quadro europeo delle qualifiche (EQF)

Il quadro europeo delle qualifiche (EQF) Il quadro europeo delle qualifiche (EQF) di A. Sveva Balduini ISFOL Agenzia Nazionale LLP Nell aprile del 2008, al termine di un lungo lavoro preparatorio e dopo un ampio processo di consultazione che

Dettagli

Linee guida per le Scuole 2.0

Linee guida per le Scuole 2.0 Linee guida per le Scuole 2.0 Premesse Il progetto Scuole 2.0 ha fra i suoi obiettivi principali quello di sperimentare e analizzare, in un numero limitato e controllabile di casi, come l introduzione

Dettagli

LA FORMAZIONE PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE FINANZIATA DAL FONDO SOCIALE EUROPEO 1

LA FORMAZIONE PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE FINANZIATA DAL FONDO SOCIALE EUROPEO 1 LA FORMAZIONE PER LA PA FINANZIATA DAL FSE PARTE II - CAPITOLO 2 LA FORMAZIONE PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE FINANZIATA DAL FONDO SOCIALE EUROPEO 1 LA PROGRAMMAZIONE DELLE REGIONI E DELLE PROVINCE AUTONOME

Dettagli

La gestione delle risorse energetiche e naturali del territorio nella programmazione comunitaria 2014-2020

La gestione delle risorse energetiche e naturali del territorio nella programmazione comunitaria 2014-2020 La gestione delle risorse energetiche e naturali del territorio nella programmazione comunitaria 2014-2020 Giuseppe Gargano Rete Rurale Nazionale - INEA Varzi, 18 giugno 2014 Priorità dell'unione in materia

Dettagli

5.1 Complesso delle attività realizzate dall Ente e identificazione dei destinatari dal punto di vista sia qualitativo che quantitativo:

5.1 Complesso delle attività realizzate dall Ente e identificazione dei destinatari dal punto di vista sia qualitativo che quantitativo: SCHEDA 1/B SCHEDA PROGETTO PER L IMPEGNO DI GIOVANI IN SERVIZIO CIVILE REGIONALE IN EMILIA-ROMAGNA ENTE 1)Ente proponente il progetto: CARITAS DIOCESANA DI REGGIO EMILIA GUASTALLA (legata da vincoli associativi

Dettagli

Settore Inclusione Sociale e Nuove Povertà SERVIZIO NUOVE POVERTA AREA PROGETTI INNOVATIVI PROGETTO SPERIMENTALE

Settore Inclusione Sociale e Nuove Povertà SERVIZIO NUOVE POVERTA AREA PROGETTI INNOVATIVI PROGETTO SPERIMENTALE Settore Inclusione Sociale e Nuove Povertà SERVIZIO NUOVE POVERTA AREA PROGETTI INNOVATIVI PROGETTO SPERIMENTALE FAMIGLIA IN COMPAGNIA (allegato n. 2) PREMESSA Il Progetto FAMIGLIA IN COMPAGNIA mette al

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici Il

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Corso di Certificazione in Business Process Management Progetto Didattico 2015 con la supervisione scientifica del Dipartimento di Informatica Università degli Studi di Torino Responsabile scientifico

Dettagli