Ricerche sulla sismicità brasiliana

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Ricerche sulla sismicità brasiliana"

Transcript

1 60 _ cumulativamente per le di assolata <li voti dei soci nazionali, verse cariche, a mezzo di lettera. UGO MONDELLO 7. 1 meni luì del Consiglio Direttivo e di quello Amministrativo durano in carica tre anni e sono rieleggibili, salvo il Presidente elle non può es.-ere rieletto alla stessa carica consecutivamente per un altro triennio. 9. Il Presidente convoca la Società in assemblea plena quando questa sia deliberata dal Consiglio Direttivo, o cine da un gruppo di almeno 12 soci. ria sia K. Tutte le cariche sociali sono gratuite. 1"- Nelle asseuddee non si potrà deliberare se non su questioni poste all'ordine del giorno. Le modificazioni al presente Statuto devono essere sottoposte a «Referendum» per Si o per No, e s'intendono approvate quando raggiungano la maggioranza di almeno due terzi dei votanti. 11- I mezzi finanziari della Società risultano: da quote sociali: abbonamenti e vendila del Bollettino; sussidi governativi; eventuali aiuti da parie di privali, di accademie e dello stesso Istituto che la ospita. 12. La quota sociale è fissata in annue lire 30 italiane sia per i soci nazionali come per quelli stranieri e dà diritto a ricevere gratis il Bollettino. 13- L'invio del Bollettino e il diritto al voto verranno sospesi ai soci die risultassero morosi per due anni consecutivi. Trascorso un altro anno, senza che siansi messi in regola col pagamento, tali soci cesseranno di essere considerati membri dèlia Società. 14. Il Consiglio Direttivo decide insindacabilmente, tenuto anche conto dei fonili disponibili, sulla convenienza della pubblicazione di memorie pel Bollettino presentate dui soci. Le memorie possono essere redatte soltanto in una delle seguenti lingue: italiana. Ialina, frúncese, spagnola, portoghese, inglese e tedeseu. Ogni memoria deve essere preceduta da un riassunto, preferibilmente in lutino, di non oltre 8 righe di stampa. 10. I soci, autori di memorie dell'estensione ili almeno una pagina iutiera del Bollettino, riceveranno grati»!>() copie degli Estratti. DISPOSIZIONI TRANSITORIE In via provvisoria i servizi di cassa e di archivio potranno essere affidati ad una sola persona. Ricerche sulla sismicità brasiliana (Contimtaàone e fine) PARTE 111. I TERREMOTI DEL (*) MINAS GEHAES. RIO JANEIRO. SAU PAULO Terremoto del 31 luglio ^ufficienti sono i dati raccolti intorno a questo sismo per consentircene una indagine più ampia. L'area macrosismica interessa tre Provincie della Confederazione e precisamente:' il territorio meridionale dello stato di Mina-, l'orientale di quello di San Paolo e l'occidentale dì Rio. La regione percorsa dall'onda sismica, ad eccezione di una zona nel littorale paulonie, è piuttosto accidentata: l'andamento della costa è seguilo dalla Serra Geral o do Mar le cui prò pagi ni si protèndono sino ali Atlantico, mentre nell'interno, quasi nello -te--o senso della catena marittima, si svolge la CordilUera della Mantiqueira. con moltissime ramificazioni che dallo stato di Minas vanno a confondersi con l'altipiano paulense. Il tratto costiero è frastaglìatissimo e contornato di isole. Spiccatissimo il carattere vulcanico dei massicci litoranei di questa regione i quali si conservano anche in varie ramificazioni della Serra Mantiqueira. Le rocce dei massicci intorno a Rio ci sono risultate di formazione eruttiva recente fàcilmente riconoscibile e non sembrano dissimili da quelli della Manl* Vedi Fi*. 1.

2 62 _ 63 tiqueira, onde crediamo di non errare nel ritenere appartenente alla medesima formazione geologica tutto l'aggruppamento montuosi) appartenente ai sistemi della Mantìqueira e della -Serro do Mar Sul sismo di! :ìl luglio avvertito in questa regione e interessante i paesi liltoranei tra Rio Janeiro e Santos, con uno sviluppo costiero non minore ai 300 Km. e propagatosi nell'interno sino alle ultime propaggini occidentali della Mantiqueira, abbiamo varie località di riferimento per permetterci di definirne con discreta approssimazione le aree: epicentrale e macrosismica. Crediamo peni opportuno esaminare prima il grado intensivo del fenomeno deducemmo dalle cronache locali (58). dalle relazioni (59) e dagli annuari più degni di fede (60). Intensità varie del fenomeno. /// Grado: ìlio de Janeiro, Rezunde, S. Paulo, luudahy, avvertita da pochi. IV Grado: Santos, Campinhas. Braganza, Christina. Rio Claro, avvertita generalmente. V Grado: Ancra, Paraty, S. Sebastiào, Iiha Grande. VI Grado: Areas, lacarahy, S. Bento, avvertita nelle strade con oscillazione ampia di oggetti, caduta di calcinacci e panico generale. Vii Grado : Itajubà, Pouso Alto e Serra Mantiqueira provocando caduta di oggetti, di tegole e comignoli, dislocamento di travicellati. In Itajubà e Pouso Alto, come nei paesi serrani, la scossa fu lunga, accompagnata da rombo e >tunata della durala di circa un minuto. (?). Limitando tra Rio de Janeiro e Santos l'azione littoranea del sismo, e in Rio Claro il limile occidentale interno, ci risulta, riferendoci alle località estreme scosse, un'area dì forma elittica di circa Km'., con l'asse maggiore Rio Claro - Rio de Janeiro e l'asse minore Itajubà - S. Sebastiano, con l'orientazione rispettivi di NNE - SSW e WNW - ESE. Riferendoci alla scossa di VII grado in Iiajubà, l'arca epicentrale è rappresentata dalla regione compresa tra le propaghi! più meridionali della Serra Mantiqueira e precisamente nei punti di ramificazione di questa catena e della cordilliera mariltima [Serra do Mar). Ciò nonostante non rileniamo però che l'epicentro di questo sismo debba proprio trovarsi in Itajubà. Infatli. mentre a Sud di tale località l'onda sismica conserva ancora un grado intensivo elevato sino alle distanze di Km., col grado VI in Areas. Tacarahy. e del V in S. Sebastiào, Ancra, Paraty verso ÌNord.invece, non se ne ha più traccia appena a pochi Km. È vero peraltro che in molti sismi noi abbiamo notato siffatte brusche diminuzioni dell'intensità da un lato dell'epicentro. D'altra parte non siamo ben certi dei limiti della scossa nel lato occidentale della regione, come non sappiamo se il VII grado della medesima in Itajubà rappresenti la sua intensità massima dovendo tener calcolo che i punti di riferimento sono separati fra loro da distanze di alcune diecine di Km. entro le quali, mezzo secolo or sono, si stendevano plaghe completamente disabitate. È certo perii che il focolare, da cui si sono irradiate le onde sismiche nella notle del 31 luglio 1861 (il fenomeno fu avvertito intorno a Ih) non è molto lungi da Itajubà e dovrebbe trovarsi a SE di tale località e molto probabilmente nella zona occidentale ove divergono le cordilliere, e precisamente nelle regioni di confine dei tre stati di Minas, Sào Paulo. Rio de Janeiro, per il fatto che il maggior numero dei terremoti dello stato di Minas ci risulta essersi verificato lungi» la Serra da Mantiqueira. In modo assoluto escludiamo l'ipotesi dell'epicentro in mare, non risultandoci alcun elemento capace di farcene sorgere il sospetto, come accenno a marcinolo o rinforzo d'intensità nella regione lilloranea. Contrariamente all'ipotesi di un epicentro in mare, facciamo rimarcare la debole intensità della scossa sia a Oriente che a Occidente del trailo Anera-S. Sebastiào. quantunque le località costiere piotendentisi sul mare si trovassero nelle condizioni più favorevoli per essere investile da onde irradiate da un focolare sismico sottomarino.

3 64 _ MINAS GKRAES Terremoto dell'11 novembre Il parossisma dell'll novembre 1872 nello stato <li Mina- è indubbiamente la manifestazione sismica di maggiore importanza di cui si abbia ricordo al Brasile. SÌ propagò in una zona non molto vasta della regione montuosa a Nord di (turo Preto, e, precisamente, in una località accidentata ove convergono varie ramificazioni della Serra di Itacambira e di S. Antonio, i cui massicci presentano il carattere comune a quelli della Serro do Mar e «Iella Montiqueira. già ricordate e di cui son parie. L'area epicenlrale. di forma circolare, ammonta a circa Km'., ed ha per centro la località Contado, prossima alla città di Serro, nella vallata del Ilio do Peixe. Ivi. come pure in tutta la zona epicenlrale. il fenomeno si manifestò in una forma paurosa raggiungendo l'intensità del X grado come si deduce dalle descrizioni delle cronache del tempo (61). dai rapporti ufficiali (62) e dalle conferme che abbiamo avuto da testimoni degni di fede (63). Il fenomeno si manifestò nelle ore notturne dell'll novembre, tra 2h-3h, con alcuni boati prolungatissimi, che riteniamo in concomitanza di scosse leggere, seguile, con intervallo di alcuni secondi; da una scossa sussultoria fortissima, e. a quanto si apprende «la alcuni autori (64). da prolungale scosse secondarie, che gettarono nella rosimi 1 intiera regione. Il fenomeno fu risentito in modo sensibile dalle acque dei limili che si sollevarono di tanto dal loro livello normale da provocare. 15 minuti dopo la scossa, l'inondazione generale del terrilorio colpito. Nella notte stessa si scatenò nella regione un forte temporale con scariche elettriche e pioggia abbondante. Esaminando gli effetti ilei sismo, regislriamo la completa distruzione della località di Contado, il crollo e il solterramento delle case nella comunità di Serro, fendiiure nel suolo, frane, intiere vallate sconvolte, e, in conseguenza, un'elevata mortalità. Dai rilievi eseguiti semina che il fenomeno abbia ululato completamente la conligiirazionc della località per lo spostamento violento dei massicci di quella regione. Ma a tale riguardo riteniamo opportuno usare le maggiori cautele uell'acceltare come veri tutti i falli riportati, tanto più che lo stesso Gaina (65) ritiene che vi sia esagerazione nel racconto dei contemporanei. È accertato però che il terremoto dell'll novembre, interessante Falla regione di Minas. fu di carattere catastrofico e impressionante con tracce nel suolo che testimoniano la intensità della manifestazione sismica. Di questo sismo non possiamo tracciare 1 area macrosismica per mancanza dì riferimenti esatti; per cui ci limitiamo a identificare l'epicentro. nella soprannominata località di Contado, da cui. dall'csauie generale del fenomeno, deduciamo che si siano irradiate le onde sismiche che in tempi anteriori e posteriori, si sono fatte avvertire nella comunità di Serro. A MINAS, RIO DE JANEIRO. S. PAULO Terremoto del ) maggio ISIiti. Come per la commozione del 1861, così per quella del 9 maggio 1886 le l onde sismiche si propagarono per tre provincie della Confederazione, interessando approssimativamente il medesimo territorio del precedente e cioè, le regioni orientali dello stato dì S. Paolo, quella occidentale di Rio de Janeiro e la meridionale di Minas. Con la differenza però che l'area ci appare spostata dal littorale verso l'interno e con una maggiore propagazione della scossa \erso il Nord, facendosi avvertire nella regione marittima appena nel trailo costiero intorno a Rio de Janeiro. Rileviamo però subito come 1 azione del sismo si sia svolta in un terrilorio egualmente montuoso interessando precisamente parte di quella stessa regione accidentata dalle molle ramificazioni delle Serre do Mar e Mantiqueìra, con propagazione (piasi nel senso di quest'ultima catena.

4 66 _ 67 Le notizie che <i sono tramandate intorno a questo sismo non sono uè, carse, uè incerte per dedurne la sua ini portanza. 11 fenomeno si verificò intorno alle 15h del maggio con una intensità nell'art» macrosismica che va dal IV al VI grado, raggiungendo il VII nell'epicentro; Rimettendoci sii una relazione della f errovia Centrale del Brasile (66), in non meno di 7(1 località, lungo le varie linee, fu avvertito il passaggio dell'onda sismica, con forte vibrazione dei fabbricali e oscillazione dei carrozzimi ferroviari; ma non si ebbero uè disgrazie di persone nè danni notevoli, se si esclude la caduta di calcinacci e la Fenditura di pareti in alcune case comprese nell'area epirentrale. La maggiore intensità si verificò in Ylapiranga, Palmeìras. Parahyba do Sul, ove raggiunse il VII grado, provocando caduta di oggetti, arresto di orologi, fenditure di pareti. L'area epicentrale si troverebbe adunque nella parte occidentale dello Stalo di Rio de Janeiro con penetrazione in quello di Minas G-eraes; area che collima con quella del terremoto del 1861 trovandosi, tanto l'una quanto l'altra, non lontane dalla già ricordata catena della Mantiqheira, dove, anche per questo, crediamo che debba ritrovarsi il focolare da cui si sono irradiale le onde sismiche. Nelle altre località il movimento fu avvertilo con intensità decrescente; però si mantenne sensibile in località abbastanza lontane, quali Porto Novo da Cttnha e Manbucaba distanti fra loro circa 250 Km. Le località di riferimento ci permettono di tracciare I area macrosismica che ci risulta «li forma clinica orientata NK-SW con una superficie che si aggira sui Km"., come calcola anche il Sig. Cruls (67). Questi, infatti, assegna all'area macrosismica una forma clinica con l'asse maggiore diretto appunto da Porlo Noto da Cimba a Manbueaba e l'asse minore di circa 110 Km. con gli estremi in Rio Bonito e Rio de Janeiro. Come si vede, la superficie abbracciata da questo si- sino è abbastanza eslesa, se si tiene calcolo che l'area ìnacrosisuiica è limitata alle località ove la scossa assunse una certa intensità. Computando infine questo sismo con quello del 1861 e con altri che hanno Interessato le stesse regioni, notiamo come lutti i sismi di queslo distretto facciano avvertire i loro effetti sempre sino al territorio di Rio de Janeiro, sia che si propaghino più a Sud o più a Nord. Questo rilievo ci pone nella favorevole condizione di ricercare i focolari sismici di questa regione nella Serra della Mantiqueira, nel tratto che si aggira intorno al punto d intersecazione della perpendicolare abbassala da Rio de Janeiro sulla cordilliera stessa, non potendosi spiegare che con la presenza di uno o più focolari in tali condizioni l'instabilità di Rio rispetto al maggior numero dei sismi propagautisi nel territorio comune agli stali di Minas - Rio - S. Paulo, sia che l'area macrosismica risulti più a Nord o più a Sud della perpendicolare abbassata da Rio de Janeiro. Al contrario, si dovrebbero supporre degli epicentri in mare: ma in tal caso sarebbe su Rio che essi dovrebbero manifestare la loro maggiore azione, mentre contro tale ipotesi sta il fallo che l'area epicentrale si ritrova sempre nella zona compresa tra i massicci della Serra do Mar e quelli della Mantiqueira, dove, per le molte ramificazioni delle due cordilliere, la regione presenta le maggiori accidentalità - NOTE ILLA PARTE TERZA i ifli (iiornali pollini. l59i Teiulra dr Mello: Ephemend** Ym'ioiim'<. Vol. II. p. 55. i Mit Nfl.iin dr St'iina: Inniinrio ile Minut Grrari, V (61) Giornali polttid. (621 Ephnnvriiim Minerais, V., IV. I63i Notizie riferiti: dal Sig. Osborne. Ingegnere in Rio de Janeiro. (64) Doti. Nelson de Senna: Op. Cit., V., 19116, pag (65) Alpinii» Oama: Op. Cit., pag (66) Memoria Hislorira, Estrada de Ferro Oiitrnl do Brazil. Memorili Hixtorira. iag (67) Lui?. Croia: Revisla ilo Observittti'io Imperiai ilo Ri» ite Janeiro, mt. V. VI.

5 68 _ 69 PASTE IV. DISTRIBUZIONE DELLA SISMICITÀ BRASILIANA I sismi riportali, quantunque non stiano a rappresentare la totalità «Ielle perturbazioni sismiche di questa parte del Sud America, sono sufficienti per porre in evidenza alcune aree instabili sfuggile alla distribuzione globale.iella sismicità. Ci sembra opportuno riassumerli rispetto alle intensità e alle regioni colpite: Dittribuzione intensiva : Distribuzione regionale : H I irli *\ Minas Geraes 1 Mallo Groom Kiii Crande do Sul --- Baino ftiii (Ir. do Norl Espirite Santo Coyaz. Min ile Janeiro Penuunbnoo Pari I iearà Uaranhao Totale Intensità X Numero dei sismi 1» IX»»» 1» v m,», 2» VII 'I»»» 3» VI i,» D a 11 B Vf,»»» 11 a IV D» Il» III "»»» 4 Incerti.. ' B*'' l\ Vili m Totale 48 INTENSITÀ TI ITA LIT i va VI V IV HI ti inrtrtì l :Ì , I 1 _ _ 4 48 Dalla tabella che precede sì deduce che le maggiori intensità sono raggiunte, in Mina- (X. VIII. VII. grado) Cearà (IX). Matto Crosso, Rio Grande do Nort (VII). Infine la distribuzione secolare assegna un sismo al secolo xvi. nessuno nel XVII, 8 nel win. 30 nel XIX, 6 nei primi dodici anni del XX. La regione di maggior attività sismica, sia in relazione al numero dei terremoti locali, sia in relazione all'intensità, è rappresentala dal territorio di Minas Geraes a cui segue Matto (ìrosso. La distribuzione secolare, infine, dimostra apparentemente un rinforzo nei secoli più prossimi al nostro, mentre quella regionale una maggiore sismicità nelle regioni dì più denso e più antico popolamento, ciò che ci fa intravedere come la sismicità del Brasile sia relativa allo sviluppo e all'incivilimento ilei suo vasto lerritorio. Classificazione delle zone sismiche. Allo stalo presente delle nostre indagini le aree sismiche brasiliane, nonostante le non trascurabili lacune, ci risultano sufficientemente identificate, per permetterci una divisione zonale della sismicità brasiliana: a) Zone eminentemente sismiche; Le Serre Mantiqueira e S. Amonio e \ersanti orientale e occidentale 1 delle Serre stesse nello Slato di Minas Geraes: i massicci dos Pareéis e la valle del Cuyabà nello stato dì Matto Grosso; le coste atlantiche Nord orientali dal capo S. Roque a Sud sino alle foci del Jaguarybe a Nord; l'alia valle (lei Rio Grande nello Slato di Minas: la regione Meridionale di Minas; l'occidentale di S. Paulo e la occidentale di Rio de Janeiro nella regione accideutala intorno al bifor- Camento della Serra do Mar con la Mantiqueira. b) Zone mediocremente sismiche: 11 gruppo delle Voronha : hi Stalo di Rio de Janeiro: il distretto f ederale: la regione littoranea di S. Paulo e le prossimità dell'altipiano paulense; la regione Nord Orientale del Rio Grande e la meridionale dello stato di Santa Caterina tra la Serra do Mar e il littorale riograudense : la parle centrale e la settentrionale di Minas.

6 - 70 _ 71 _ e) Zone debolmente finniche: Alcuni tratti littnranei del Pura e di Maranhàn, le regioni liltoranee di Pernainhucn, la pa(fu orientale dello stato di Sunti» Catharina e di quello di Espiriti» Santo, il territorio di Goyaz, le regioni occidentali ilei Rio Grande del Sud. il) Zone asismiche orientali: I territori dell'acre, di Amazonas, Para. Pi a uh y, Parahyba, Alagoas, esclusi i tratti littoranei già ricordati; le regioni centrali di Pernaiuliuco, Rio Grande del Nord. Gearà, Maranhào, Bahia, Espirilo Santo, San Paulo; la (piasi totalità degli stati di Goyaz e Santa Caterina; le regioni meridionali e settentrionali del Matto Grosso; il territorio di Paranà (vedi : Carta sismica del Brasile). Distribuzione della sismicità. La divisione sismica del territorio brasiliano, dedotta dai sismi catalogali, non va però accoltala come corrispondente allo slato sismico della vasta confederazione: Io sviluppo economico del paese, per cui nuovi shocchi saranno aperti alla civiltà, nonché i mezzi scientifici posti a controllo di ogni lieve movimento del suolo, modificheranno profondamente l'attuale distribuzione sismica. Sul grado di sismicità di alcune regioni sono da notarsi stridenti contraddizioni, il che non si può spiegare che per le condizioni inesplorate di quei territori e per la mancanza di statistiche regionali. Lo stato di asìsmicità di alcune zone va considerato perciò puramente provvisorio, per cui riferendoci alle aree sismiche già delimitate, non crediamo inopportuno avanzare delle ipotesi sulla distribuzione della sismicità brasiliana, che deduciamo dai caratteri delle regioni e dalla formazione geologica dei vari territori. DISTRIBUZIONE SISMICA IPOTETICA Littorale Nord-Occidentale Atlantico dalle foci del Para a quelle (lei Paranhvba debolmente sismico ma con zone eminentemente sismiche; littorale Atlantico: generalmente debolmente sismico con zone mediocremente sismiche lungo le coste degli stati di Rio, San Paulo, Santa Caterina (Sud), Rio Grande (Noni). Tratto asismico, o quasi, Santos-S. Francesco; zona mediocremente sismica lungo 1 allineamento della Serra do Mar; debolmente sismiche le cordilliere Sud occidentali del Rio («rande del Sul; linee di sismicità eminente in corrispondenza alle cordilliere centrali dello stato di Muia&; sismicità debole: la regione occidentale dello stesso stato e in generale il Brasile Centrale; zone asismiche nei bacini orientale ed occidentale del Paraguay; simtettò eminente nel Malto Grosso centrale e orientale; asismicità nei bacini dei grandi fiumi (territori dell'amazunas e del Para); zone mediocremente sismiche lungo i confini Nord Occidentali del Brasile (vedi: Carta sismica del Brasile). Epicentri. Arbitraria riescirebbe la determinazione degli epicentri dei vari terremoti, deducendoli dalla maggiore intensità locale. Soltanto per pochi Fepicentro corrisponde alla località più intensamente scossa, mentre per gli altri è unicamente per via d'induzione che determiniamo i radianti sismici delle commozioni registrate. Ad esempio, per varj sismi non ci fu possibile, su una vasta zona interessala al fenomeno, che conoscere due sole località assai distanti fra loro nelle quali si ebbero scosse di eguale intensità, senza altra indicazione sull'andamento del fenomeno nella regione interposta, e ciò a motivo di plaghe pressoché spopolale. Similmente per altri terremoti sarebbe egualmente arbitrario porre l'epicentro in corrispondenza alla località scossa, quando il fenomeno, benché avvertito con un grado d'intensità debole, fu accompagnalo da manifestazioni dipendenti da un più forte grado di intensità sismica, quali maremoto o sollevamento «li acque (Inviali.

7 72 _ 73 REGIONI DI MINAS, S. PAOLO, RIO JANEIRO, GOVAZ, ESPIRITO SANTO Da queste regioni si sono irradiati complessivamente 16 terremoti (li cui due discretamente intensi, comuni alle tre provincie e con epicentro quasi tutti in quella di Minas Geraes. Determiniamo i seguenti centri sismici (vedi: Fig. I). 1*11 novembre 1872 e altri minori (68); Camfmnha, regione meridionale di Minas, bacino del Rio Grande, 100 Km. a W della Serra Mantitpieira da cui si irradiarono varj sismi di discreta intensità ( ); Serro (NE di Minas) tra i massicci delle cordilliere Itacambini e S. Antonio; Bom Successo, sul versante occidentale della Mantiqueira sud di Minas, con formazione geologica di gneis nella città e dintorni, mentre le rocce delle cordilliere presentano chiaramente la formazione eruttiva (69); Caldas, nella regione Sud Occidentale di Minas poco distante da Campanha (80 Km. circa), distretto sismico ben distinto; llayubà, sul versante occidentale della Mantiqueira, tra le propagìni di questa e la Serra do Mar e che fu il centro più scosso nella commozione sismica del 1861 propagatasi agli stati di Rio e San Paolo; S. Joao fìaptista, nell'alta valle deu'icquiudionlia, regione Nord di Minas, da cui si diramarono molti sismi. b) Secondari: Christina, scossa per molti terremoti del Sud di Minas; Ouro Preto, con varie scosse sismiche locali e unica località soggetta a repliche nel sismo del IO dicembre epicentro che si ritiene nella regione Sud di Minas, tra Christina e Ouro Preto; Ytapirajiga, Paimeiras; (Rio) Parahyba do Sul: centri sismici secondari nel distretto sismico delle Serra do Mar e Mantiqueira; Rio de Janeiro con terremoti locali: Goyaz con deludi pro pagini. Fig. [ Regione sismica di Minas Geraes. Aree dei massimi sismici dei ISSI l«stt. a) Primari: Contado, comune di Serro Frio, vallata del Rio do Peixe nella regione montuosa NE dello Stato di Minas. dal (piale s'irradiò il terremoto catastrofico del- e) Ipotetici: propagìni sud della Mantiqueira, e della Serra do Mar. centro sismico irradiaule i terremoti connessi ai territori di Sào Paulo e Rio (esempio: Terr. 1861); regione montuosa tra la.serra Mantiqueira (vers. occidentale) e Serra do Mar, da cui si irraggiarono le onde sismiche che investirono le tre provincie, manifestando la maggiore intensità nella parte Sud-Occidentale di ([nella di Rio (esempio: Terr. 1886); tratto centrale della Serra Mantiqueira, versante occidentale, da cui si dipartirono le commozioni sismiche della regione Sud-Centrale di Minas (esempio: Terremoto del 1876 Ouro Preto): Serra do Mar 3

8 74 _ nel tratto S. Fidelis-Macahè con terremoti d'intensità eguale nelle località estreme, più diffusamente esaminate nel nostro studio sul terremoto del 30 marzo nello stato di Kio de Janeiro ( 70); Serrarla Ckibata con terremoto propagatosi in Espirito Santo. 75 babililà, sono in dipendenza di vari epicentri ipotetici. Un centro sismico non trascurabile da cui si sono irradiate le onde sismiche, che per più volte nel secolo xix hanno investito le regioni littoranec del Rio Grande, lo presumiamo nell'atlantico di fronte alle coste riogran- REGIONE DI MATTO GROSSO Le scarse notizie non ci consentono clic di definire i seguenti epicentri : a) Primario: Cayabà da cui si sono irradiati i sismi che hanno afflitto il Matto Grosso nella comunità di Cuyahà. b) Ipotetico: A Est di Cuyabà nella regione montuosa, centro clic deduciamo, rilevando come i sismi di questo distretto non si propaghino che poco oltre Cuyahà (vedi: Carta sismica del Brasile). REGIONI : SANTA CATHERINA, RIO GRANDE DO SUL I focidari sismici di questa parte meridionale del Brasile non sono ben determinati dipendendo i terremoti di questa regione, come diciamo più sotto, da epicentri in mare o nel massiccio di confine con l'alto Uruguay. a) Epicentri primari: Nelle regioni di Santa Caterina e Rio Grande del Sud non si incontra un vero e proprio centro ben determinato, poiché ci troviamo di fronte a sismi estesi senza una spiccata intensità tra le varie località che nelle varie epoche li avvertirono. b) Se co n ilari : Porto Aiegre al termine della laguna dos Patos nelle ultime propagìni della regione serrana con scosse Limitate ; d proprio distretto: Torres e Laguna, i cui centri parteciparono ai terremoti littoranei. c) Ipotetici: f terremoti riograndesi. con molta pro- Fic. Il Rio Grande do Sul. Epicentro e area dei terremoti del 1SJ B09. desi. In un noslro studio (71) su un terremoto riograndense accennammo alla possibilità di un focolaio non lungi dalla costa, nel tratto Torres-Laguna. Serro do Mar: Nell'ultimo tratto di questa cordilliera nella regione serrana del Rio Grande, come nella Serra d'herval, ammettiamo l'ipotesi di epicenlri da cui si sono irradiati i terremoti della regione Sud occidentale (vedi : Fig. II). REGIONE NORD ORIENTALE I centri sismici di questa parte N E del Brasile possono determinarsi come appresso: (vedi: figura III alla pagina seguente).

9 _ 77 a) Primari: Aracaty alle foci del Jaguaryba nell'atlantico : questo eentro influisce sulle regioni littoranee del Rio Grande del Nord e di Cearà forse col concorso di fo- Fig. Ili Regione Nord Atlantica. Epicentri ed area del terremoto del 2 Dicembre 18"i2. colari sismici in mare non lungi dalla costa (Terremoto in Cearà del 2 dicembre 1852); Assà nel bacino occidentale del Rio da Piranhas, centro di primaria importanza dove molto probabilmente si propagarono le onde sismiche della commozione dell'8 agosto 1808, quantunque la scossa assunse un'eguale intensità in Touras, paese lungo la costa atlantica, il che farebbe sospettare che in quest'ultima città, o in mare, debba ricercarsi il centro da cui s'irradiarono le onde sismiche dell'8 agosto. Contrariamente a quest'ipotesi faremo osservare che la commozione sismica non si estese oltre il Capo San Roque mentre verso l'interno, sulla perpendicolare di Toures, non ebbe che una propagazione limitata; verso occidente, a! contrario, avrebbe investito Assù distante, più o meno, 80 Km. e situala a 40 Km. dalla costa atlantica. b) Secondari: Isole Noronlia, sensibile ai sismi delle regioni littoranee continentali e con terremoti di origine locale; S. Luiz (Maranhào) con notizia di alcuni sismi non propagatisi oltre il distretto di S. Luiz; Ligia, alle foci del Para nel territorio omonimo, centro sismico di scarsa importanza; Touros con debole sismo littoranee-; San Salvador (Stato di Bahia) porto sull'atlantico che sembra il centro di irradiazione dei terremoti Httoranei Bahiani; Recife, centro sismico determinato arbitrariamente, poiché i pochi terremoti pernamhuchiani non devono avere, a nostro avviso, il loro epicentro in Recife, essendosi manifestati con eguale intensità in zone più lontane da Recife e dal littorale per alcune diecine di Km., per cui riteniamo che i radianti dei terremoti di questa regione vadano ricercati nelle prime montuosità che iniziano la catena montuosa littoranea. c) Ipotetici: centri in nutre. Riteniamo che focolari sismici debbano sussistere non lungi dalle coste NW presso Aracaty (Cearà) e Touros (R. Grande del Nort); nell'atlantico in prossimità delle Noronha; Baia di Todos os Santos e S. Salvador (Bahia), e nella cordilliera marittima che attraversa, lungo l'atlantico, lo stato di Fernambuco. RIEPILOGO L'analisi complessiva dei sismi di questa parte del continente Sud Americano ci autorizza infine a porre in rilievo le condizioni a cui normalmente sembra assoggettarsi la sismicità brasiliana: 1 Le grandi linee di sismicità traversano il territorio nella direzione NE-SW seguendo l'allineamento delle Cordilliere. 2 Le linee dì sismicità indeboliscono coll'ìndebolire delle Cordilliere. 3 I centri sismici Httoranei atlantici si trovano approssimativamente alle latitudini dei radiami sismici dell'opposta costa del Pacifico.

10 " L'attività sismica, partendo da un minimo a Sud e un minimo a Nord, raggiunge un massimo nella regione del tropico, mentre le zone di sismicità si riducono da una estensione massima a Est a una minima a W (vedi: Fig. I). Concludiamo ancora che queste ricerche sulla sismicità del Brasile, le quali si ricollegano ad altro nostro studio sulla vulcanicità dello stesso territorio (72), mettono in evidenza l'esistenza di un'area sismica sul versante atlantico del Continente sud-americano, area considerala asismica o quasi. 11 Montessus (73) e altri autori ammettono infatti, da deduzioni d'ordine geologico, che il paese da noi esplorato dovrebbe essere del tutto immune da terremoti; ipotesi che però ritengono dubbiosa, data la scarsità di osservazioni e di esplorazione del vasto territorio brasiliano. Questo nostro studio, quantunque vi siano non poche lacune, torna quindi a proposito quale contributo alla conoscenza dello stato di sismicità del Brasile e dell Atlantico equatoriale e tropicale e per la correzione della carta sismica del Globo. NOTE ALLA PARTE QUARTA (68) Vedi P. IV Terremoto del (69) Alvaro Da Silveira: Op. cit. (70) U. Mondello: Op. cit. (71) id. id., Op. clt. (72) id. id.. Contribuiti alla vutcanogiù ilei Brasile - Bulletin Vulcanologi que Orbane de la Seelion de Volcanologie de l'union géod. et géoph. intcr., N. 1S à 18, Napoli, (731 V. de Monlessiis de Itallore: Les Tremblements de terre, pug. 17». Paris. Colila, 19IM. INTRODUZIONE. PARTE I - CENNI SULLE NOTE ALLA PJUTB 1. PARTI-: II - PRINCIPALI SOMMARIO REGIONI DEL BRASILE. FENOMENI SISMICI OEL BRASILE. ni terremoti brasiliani in ordine cronologico ( ); b) distribuzione regionale ilei terremoti brasiliani: 1 - Mina Gemei. 2. Mallo Grosso. 3 - Ilio Gronda ilo /Vort 4 Rio Granile ilo Sul. S fernambuco. 6 Rubili. 7 - Espirilo Santo. 8 Para. 9 - Cearn Varali/ni». 11 Gayai. 12 Rio ile Janeiro. ci NOTE ALLA PAKTK II. PARTE III - I TERREMOTI DEL il) Minas Geracs, Rio de laneiro, Sào l'auto; 6) Minas Geraes; c) Minas Geraes e eentro [trafile; rfi NOTE ALLA PAKTK HI. PAKTK IV - DISTRIBUZIONE DELLA SISMICITÀ BRASILIANA. n) distribuzione intensiva; di distribuzione regionale; c) classifica zi ime delle zone sismiche : (f) distribuzioni' della sismicità; e) epicentri; 1 - Minili Geram, Suo Paulo, Rio. Coiai, Espirilo Santo. 2 - Mallo Grosso. 3 - SaMa Cnlhnrina. 4 - Regione noril-arientale. fi riepilogo - conclusioni: gl NOTE ALLA PARTE IV. G l H i n l *) Qui», d'i tnili (tinnì miu). I) Zone ìimichn morali. I Rio Orinili ilo Sul. 3l Zunt Nmd OiimiiN.

Cognome... Nome... LE CORRENTI MARINE

Cognome... Nome... LE CORRENTI MARINE Cognome... Nome... LE CORRENTI MARINE Le correnti marine sono masse d acqua che si spostano in superficie o in profondità negli oceani: sono paragonabili a enormi fiumi che scorrono lentamente (in media

Dettagli

SISMO. Storia sismica di sito di ManOppello

SISMO. Storia sismica di sito di ManOppello SISMO Storia sismica di sito di ManOppello Rapporto tecnico per conto del: Dr. Luciano D Alfonso, Sindaco Comune di Pescara (PE) Eseguito da: Umberto Fracassi Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia

Dettagli

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni.

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. 8 regioni settentrionali: il Piemonte (Torino), la Val d Aosta (Aosta),

Dettagli

STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*)

STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*) 1 STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*) I - Costituzione dell Accademia Articolo 1 1. L Accademia Nazionale dei Lincei, istituzione di alta cultura, con sede in Roma, ai sensi dell art. 33 della

Dettagli

CORSO DI GEOPEDOLOGIA A.S. 2012 2013 prof. Luca Falchini LA STRUTTURA INTERNA DELLA TERRA

CORSO DI GEOPEDOLOGIA A.S. 2012 2013 prof. Luca Falchini LA STRUTTURA INTERNA DELLA TERRA CORSO DI GEOPEDOLOGIA A.S. 2012 2013 prof. Luca Falchini LA STRUTTURA INTERNA DELLA TERRA Indagini dirette Scavi per ricerche minerarie, energetiche e idriche; carotaggi Non si giunge oltre i 12 km di

Dettagli

UN ANNO DI MONITORAGGIO CLIMATICO A PERUGIA IN 100 ANNI DI CONFRONTO

UN ANNO DI MONITORAGGIO CLIMATICO A PERUGIA IN 100 ANNI DI CONFRONTO Con il patrocinio di energia UN ANNO DI MONITORAGGIO CLIMATICO A PERUGIA IN 100 ANNI DI CONFRONTO Dopo un anno di monitoraggio climatico nella città di Perugia, effettuato grazie alla rete meteo installata

Dettagli

200 milioni di anni fa. 65 milioni di anni fa. 50 milioni di anni fa oggi. Mantello. Nucleo

200 milioni di anni fa. 65 milioni di anni fa. 50 milioni di anni fa oggi. Mantello. Nucleo QUANDO LA TERRA TREMA Cari bambini, in questi giorni ho pensato molto a voi e infine ho deciso di mettermi al lavoro per aiutarvi a capire cosa accade a me, la terra, quando c è un terremoto. E non solo...vorrei,

Dettagli

Capitolo 9: PROPAGAZIONE DEGLI ERRORI

Capitolo 9: PROPAGAZIONE DEGLI ERRORI Capitolo 9: PROPAGAZIOE DEGLI ERRORI 9.1 Propagazione degli errori massimi ella maggior parte dei casi le grandezze fisiche vengono misurate per via indiretta. Il valore della grandezza viene cioè dedotto

Dettagli

2.1 DATI NAZIONALI E TERRITORIALI (AREE E Regioni)

2.1 DATI NAZIONALI E TERRITORIALI (AREE E Regioni) ANALISI TERRITORIALE DEL VALORE DEL PATRIMONIO ABITATIVO Gli immobili in Italia - 2015 ANALISI TERRITORIALE DEL VALORE DEL PATRIMONIO ABITATIVO Nel presente capitolo è analizzata la distribuzione territoriale

Dettagli

Risposta sismica dei terreni e spettro di risposta normativo

Risposta sismica dei terreni e spettro di risposta normativo Dipartimento di Ingegneria Strutturale, Aerospaziale e Geotecnica Risposta sismica dei terreni e spettro di risposta normativo Prof. Ing. L.Cavaleri L amplificazione locale: gli aspetti matematici u=spostamentoin

Dettagli

OSSERVATORIO NORD EST. Il Nord Est indipendentista ma anche italiano

OSSERVATORIO NORD EST. Il Nord Est indipendentista ma anche italiano OSSERVATORIO NORD EST Il Nord Est indipendentista ma anche italiano Il Gazzettino, 17.03.2015 NOTA INFORMATIVA L'Osservatorio sul Nord Est è curato da Demos & Pi per Il Gazzettino. Il sondaggio è stato

Dettagli

I BORGHI PIU' BELLI D'ITALIA Statuto

I BORGHI PIU' BELLI D'ITALIA Statuto I BORGHI PIU' BELLI D'ITALIA Statuto ARTICOLO 1- COSTITUZIONE E' costituito il Club denominato I Borghi più Belli d'italia ai sensi dello Statuto dell Associazione Nazionale Comuni Italiani, in breve ANCI.

Dettagli

Il clima degli ultimi 50 anni in Veneto

Il clima degli ultimi 50 anni in Veneto Abano Terme, 27 29 Aprile 2007 Il clima degli ultimi 50 anni in Veneto Adriano Barbi, Alessandro Chiaudani, Irene Delillo ARPAV Centro Meteorologico di Teolo Sabato 28 Aprile 2007 In collaborazione con

Dettagli

La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità

La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità La sezione relativa all esposizione sintetica e analitica dei dati relativi al Tfr, alle indennità equipollenti e alle altre indennità e somme,

Dettagli

Il Servizio Sismico Svizzero (SED)

Il Servizio Sismico Svizzero (SED) Il Servizio Sismico Svizzero (SED) Storia e missione del SED Il Servizio Sismico Svizzero registra in media due terremoti al giorno. Di questi, circa dieci ogni anno sono abbastanza forti da essere percepiti

Dettagli

ACCORDO TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA E IL GOVERNO DEL PRINCIPATO DI MONACO SULLO SCAMBIO DI INFORMAZIONI IN MATERIA FISCALE

ACCORDO TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA E IL GOVERNO DEL PRINCIPATO DI MONACO SULLO SCAMBIO DI INFORMAZIONI IN MATERIA FISCALE ACCORDO TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA E IL GOVERNO DEL PRINCIPATO DI MONACO SULLO SCAMBIO DI INFORMAZIONI IN MATERIA FISCALE Articolo 1 Oggetto e Ambito di applicazione dell Accordo Le autorità

Dettagli

Norme per la preparazione di sentenze da pubblicarsi ne «IL FORO ITALIANO»

Norme per la preparazione di sentenze da pubblicarsi ne «IL FORO ITALIANO» Norme per la preparazione di sentenze da pubblicarsi ne «IL FORO ITALIANO» ROMA SOCIETÀ EDITRICE DEL «FORO ITALIANO» 1969 (2014) Norme per la preparazione di sentenze da pubblicarsi ne «IL FORO ITALIANO»

Dettagli

LA DEFORMAZIONE DELLE ROCCE LA TETTONICA DELLE PLACCHE

LA DEFORMAZIONE DELLE ROCCE LA TETTONICA DELLE PLACCHE Deformazione delle rocce LA DEFORMAZIONE DELLE ROCCE pieghe (sinclinali e anticlinali) faglie dirette inverse trascorrenti associate in fosse tettoniche LA TETTONICA DELLE PLACCHE Struttura della Terra

Dettagli

Ogni volta che un evento naturale come un terremoto, un eruzione

Ogni volta che un evento naturale come un terremoto, un eruzione Ci si può difendere dai terremoti? Sebbene si sappia da molto tempo che l Italia è un paese sismico la storia della classificazione sismica e quindi anche della normativa che avrebbe potuto ridurre i danni

Dettagli

RACCOMANDAZIONE SULLA PROTEZIONE DEI LAVORATORI CONTRO LE RADIAZIONI IONIZZANTI 1

RACCOMANDAZIONE SULLA PROTEZIONE DEI LAVORATORI CONTRO LE RADIAZIONI IONIZZANTI 1 Raccomandazione 114 RACCOMANDAZIONE SULLA PROTEZIONE DEI LAVORATORI CONTRO LE RADIAZIONI IONIZZANTI 1 La Conferenza generale dell Organizzazione Internazionale del Lavoro, convocata a Ginevra dal Consiglio

Dettagli

L INCENTIVO PER LE ASSUNZIONI DEI GIOVANI DI ETA COMPRESA TRA I 18 ED I 29 ANNI

L INCENTIVO PER LE ASSUNZIONI DEI GIOVANI DI ETA COMPRESA TRA I 18 ED I 29 ANNI L INCENTIVO PER LE ASSUNZIONI DEI GIOVANI DI ETA COMPRESA TRA I 18 ED I 29 ANNI (pubblicato sul n. 51 della rivista: "The world of il Consulente") (Le considerazioni che seguono sono frutto esclusivo del

Dettagli

L agricoltura nell Europa industrializzata

L agricoltura nell Europa industrializzata L agricoltura nell Europa industrializzata L agricoltura delle società industrializzate europee si differenzia da quella dell età moderna per gli attrezzi, le fonti di energia, i macchinari utilizzati

Dettagli

Liceo Don Lorenzo Milani Romano di Lombardia

Liceo Don Lorenzo Milani Romano di Lombardia Lo Stato Cos è lo Stato Definizione ed elementi Organizzazione politica Lo Stato è un ente, un organizzazione che si forma quando un popolo che vive entro un territorio determinato, si sottopone all autorità

Dettagli

Indagine sui consumi degli edifici pubblici (direzionale e scuole) e potenzialità degli interventi di efficienza energetica

Indagine sui consumi degli edifici pubblici (direzionale e scuole) e potenzialità degli interventi di efficienza energetica Indagine sui consumi degli edifici pubblici (direzionale e scuole) e potenzialità degli interventi di efficienza energetica Marco Citterio, Gaetano Fasano Report RSE/2009/165 Ente per le Nuove tecnologie,

Dettagli

Premessa. 11100 Aosta (Ao) 2/A, via Promis telefono +39 0165272866 telefax +39 0165272840

Premessa. 11100 Aosta (Ao) 2/A, via Promis telefono +39 0165272866 telefax +39 0165272840 Assessorat des Ouvrages Publics de la protection des sols et du logement public Assessorato Opere Pubbliche, Difesa del Suolo e Edilizia Residenziale Pubblica Premessa Le fondamentali indicazioni riportate

Dettagli

Gli STRUMENTI della DEMOCRAZIA

Gli STRUMENTI della DEMOCRAZIA Fulco Lanchester Gli STRUMENTI della DEMOCRAZIA Lezioni di Diritto costituzionale comparato.-,->'j.*v-;.j.,,* Giuffre Editore INDICE SOMMARIO Premessa Capitolo I LA COMPARAZIONE GIUSPUBBLICISTICA 1. L'ambito

Dettagli

STATUTO DELLA S.I.A.

STATUTO DELLA S.I.A. STATUTO DELLA S.I.A. Art. 1 È costituita a tempo indeterminato una Associazione sotto la denominazione Società Italiana di Agopuntura S.I.A. Art. 2 La Società Italiana di Agopuntura ha lo scopo di dare

Dettagli

REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI. Art. 1 - Fonti

REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI. Art. 1 - Fonti REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI Art. 1 - Fonti 1. Il presente Regolamento disciplina la composizione, la durata e le modalità di funzionamento del Collegio dei Revisori

Dettagli

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 Norme sui procedimenti e giudizi di accusa (Gazzetta Ufficiale 13 febbraio 1962, n. 39) Artt. 1-16 1 1 Articoli abrogati dall art. 9 della legge 10 maggio 1978, n. 170. Si

Dettagli

ALLEGATO A ALLE NORME TECNICHE PER LE COSTRUZIONI: PERICOLOSITÀ SISMICA

ALLEGATO A ALLE NORME TECNICHE PER LE COSTRUZIONI: PERICOLOSITÀ SISMICA ALLEGATO A ALLE NORME TECNICHE PER LE COSTRUZIONI: PERICOLOSITÀ SISMICA Le Norme Tecniche per le Costruzioni (NTC) adottano un approccio prestazionale alla progettazione delle strutture nuove e alla verifica

Dettagli

Passività iscritte nei bilanci IAS: il coordinamento fiscale con le modifiche apportate allo IAS 37

Passività iscritte nei bilanci IAS: il coordinamento fiscale con le modifiche apportate allo IAS 37 Le novità civilistiche e fiscali per la stesura del bilancio di Stefano Chirichigno e Vittoria Segre Passività iscritte nei bilanci IAS: il coordinamento fiscale con le modifiche apportate allo IAS 37

Dettagli

ANALISI MEDIANTE LO SPETTRO DI RISPOSTA

ANALISI MEDIANTE LO SPETTRO DI RISPOSTA ANALISI EDIANTE LO SPETTRO DI RISPOSTA arco BOZZA * * Ingegnere Strutturale, già Direttore della Federazione regionale degli Ordini degli Ingegneri del Veneto (FOIV), Amministratore di ADEPRON DINAICA

Dettagli

Intervista a Gabriela Stellutti, studentessa di italiano presso la Facoltà di Lettere dell Università di São Paulo (FFLCH USP).

Intervista a Gabriela Stellutti, studentessa di italiano presso la Facoltà di Lettere dell Università di São Paulo (FFLCH USP). In questa lezione abbiamo ricevuto Gabriella Stellutti che ci ha parlato delle difficoltà di uno studente brasiliano che studia l italiano in Brasile. Vi consiglio di seguire l intervista senza le didascalie

Dettagli

3. ANALISI DELLE PROBLEMATICHE RELATIVE ALLE MODIFICAZIONI DELLA LINEA DI RIVA E DELLA COSTA

3. ANALISI DELLE PROBLEMATICHE RELATIVE ALLE MODIFICAZIONI DELLA LINEA DI RIVA E DELLA COSTA 3. ANALISI DELLE PROBLEMATICHE RELATIVE ALLE MODIFICAZIONI DELLA LINEA DI RIVA E DELLA COSTA L analisi di seguito riguarda l intero sviluppo del litorale che ricade nei confini del Comune di Rosignano

Dettagli

MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE VOLUME 1 CAPITOLO 2 ... ... ... ... ... ...

MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE VOLUME 1 CAPITOLO 2 ... ... ... ... ... ... VOLUME 1 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE ACQUE INTERNE 1. Parole per capire A. Conosci già queste parole? Scrivi il loro significato o fai un disegno: valle... ghiacciaio... vulcano... cratere...

Dettagli

Convenzione di Vienna sul diritto dei trattati

Convenzione di Vienna sul diritto dei trattati Traduzione 1 Convenzione di Vienna sul diritto dei trattati 0.111 Conclusa a Vienna il 23 maggio 1969 Approvata dall Assemblea federale il 15 dicembre 1989 2 Istrumento d adesione depositato dalla Svizzera

Dettagli

IL PIANETA TERRA. IL RETICOLATO TERRESTRE POLI: sono i punti di intersezione tra l asse terrestre e la superficie terrestre. s i pia i paralleli

IL PIANETA TERRA. IL RETICOLATO TERRESTRE POLI: sono i punti di intersezione tra l asse terrestre e la superficie terrestre. s i pia i paralleli IL PIANETA TERRA IL RETICOLATO TERRESTRE POLI: sono i punti di intersezione tra l asse terrestre e la superficie terrestre. s i pia i paralleli all a r e a su. EQUATORE: piano perpendic lare all i rotazione,

Dettagli

Il riporto delle perdite nelle società cooperative e la deducibilità degli interessi sul prestito sociale

Il riporto delle perdite nelle società cooperative e la deducibilità degli interessi sul prestito sociale Il riporto delle perdite nelle società cooperative e la deducibilità degli interessi sul prestito sociale Sebastiano Di Diego Sebastiano Di Diego Il regime fiscale delle perdite La disciplina generale

Dettagli

AUTOLIVELLI (orizzontalità ottenuta in maniera automatica); LIVELLI DIGITALI (orizzontalità e lettura alla stadia ottenute in maniera automatica).

AUTOLIVELLI (orizzontalità ottenuta in maniera automatica); LIVELLI DIGITALI (orizzontalità e lettura alla stadia ottenute in maniera automatica). 3.4. I LIVELLI I livelli sono strumenti a cannocchiale orizzontale, con i quali si realizza una linea di mira orizzontale. Vengono utilizzati per misurare dislivelli con la tecnica di livellazione geometrica

Dettagli

tanhαl + i tan(ωl/v) 1 + i tanh αl tan(ωl/v). (10.1)

tanhαl + i tan(ωl/v) 1 + i tanh αl tan(ωl/v). (10.1) 10 - La voce umana Lo strumento a fiato senz altro più importante è la voce, ma è anche il più difficile da trattare in modo esauriente in queste brevi note, a causa della sua complessità. Vediamo innanzitutto

Dettagli

ATTO COSTITUTIVO DI ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA. L anno 2014 il giorno 11 del mese di FEBBRAIO in Bari (BA) Torre a mare alla Via

ATTO COSTITUTIVO DI ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA. L anno 2014 il giorno 11 del mese di FEBBRAIO in Bari (BA) Torre a mare alla Via 1 ATTO COSTITUTIVO DI ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA L anno 2014 il giorno 11 del mese di FEBBRAIO in Bari (BA) Torre a mare alla Via Pitagora n. 7 alle ore 20,00 si sono riuniti i Sigg.: - Iacobellis

Dettagli

Corso di Aggiornamento Professionale INDICATORI GEOMORFOLOGICI PER L ANALISI DEL TERRITORIO: CASI DI STUDIO

Corso di Aggiornamento Professionale INDICATORI GEOMORFOLOGICI PER L ANALISI DEL TERRITORIO: CASI DI STUDIO INDICATORI GEOMORFOLOGICI PER L ANALISI DEL TERRITORIO: CASI DI STUDIO Giovedì 25 Novembre 2010 Ex Infermeria dell Abbazia di Fossanova, Priverno (LT) Indicatori geomorfologici per la caratterizzazione

Dettagli

Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta

Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta isstock Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta 7 PAA Programma generale di azione dell Unione in materia di ambiente fino al 2020 A partire dalla metà degli anni 70 del secolo scorso, la politica

Dettagli

TBLUE SAUNA MILANO ASSOCIAZIONE RICREATIVA CULTURALE

TBLUE SAUNA MILANO ASSOCIAZIONE RICREATIVA CULTURALE STATUTO CIRCOLO TBLUE Art. 1 COSTITUZIONE - SEDE E costituito, come associazione culturale ricreativa non riconosciuta ai sensi dell art 36 e ss. Codice Civile ed art. 148 comma 3 D.P.R. 917/1986 (T.U.I.R.),

Dettagli

Il mio ricorso alla CEDU: Come presentarlo e in che modo lo stesso viene gestito

Il mio ricorso alla CEDU: Come presentarlo e in che modo lo stesso viene gestito Il mio ricorso alla CEDU: Come presentarlo e in che modo lo stesso viene gestito La Corte dichiara inammissibili la maggior parte dei ricorsi senza esaminarli nel merito, a causa del mancato rispetto dei

Dettagli

Legge sulla protezione dei dati personali (LPDP) 1)

Legge sulla protezione dei dati personali (LPDP) 1) 1.6.1.1 Legge sulla protezione dei dati personali (LPDP) (del 9 marzo 1987) IL GRAN CONSIGLIO DELLA REPUBBLICA E CANTONE TICINO visto il messaggio 2 ottobre 1985 n. 2975 del Consiglio di Stato, decreta:

Dettagli

AVVISO PUBBLICO SELEZIONE DEI PROGETTI DI INFORMAZIONE ED EDUCAZIONE ALLO SVILUPPO PROMOSSI DALLE ONG DOTAZIONE FINANZIARIA 2015

AVVISO PUBBLICO SELEZIONE DEI PROGETTI DI INFORMAZIONE ED EDUCAZIONE ALLO SVILUPPO PROMOSSI DALLE ONG DOTAZIONE FINANZIARIA 2015 AVVISO PUBBLICO SELEZIONE DEI PROGETTI DI INFORMAZIONE ED EDUCAZIONE ALLO SVILUPPO PROMOSSI DALLE ONG DOTAZIONE FINANZIARIA 2015 DATA DI PUBBLICAZIONE DELL ESTRATTO DEL BANDO SULLA GURI: DATA DI SCADENZA

Dettagli

Il cambiamento climatico degli ultimi 50 anni

Il cambiamento climatico degli ultimi 50 anni Il cambiamento climatico degli ultimi 50 anni Ho voluto scrivere su questo argomento poiché in base ai dati in nostro possesso si può ben vedere come il clima sia cambiato negli ultimi 50 anni ma resta

Dettagli

Meteo Varese Moti verticali dell aria

Meteo Varese Moti verticali dell aria Movimento verticale dell aria Le masse d aria si spostano prevalentemente lungo direzioni orizzontali a seguito delle variazioni della pressione atmosferica. I movimenti più importanti sono però quelli

Dettagli

DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE

DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELL ORGANISMO DI VIGILANZA D.LGS 231/01 DI GALA S.P.A. DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE 2013 INDICE ARTICOLO 1 SCOPO E AMBITO DI APPLICAZIONE..3

Dettagli

LA PENSIONE DI VECCHIAIA

LA PENSIONE DI VECCHIAIA Le pensioni di vecchiaia e di invalidità specifica per i lavoratori dello spettacolo (Categorie elencate nei numeri da 1 a 14 dell art. 3 del Dlgs CPS n.708/1947) Questa scheda vuole essere un primo contributo

Dettagli

Studio sperimentale della propagazione di un onda meccanica in una corda

Studio sperimentale della propagazione di un onda meccanica in una corda Studio sperimentale della propagazione di un onda meccanica in una corda Figura 1: Foto dell apparato sperimentale. 1 Premessa 1.1 Velocità delle onde trasversali in una corda E esperienza comune che quando

Dettagli

Dai rapporti temporanei all occupazione stabile: un percorso sempre più incerto?

Dai rapporti temporanei all occupazione stabile: un percorso sempre più incerto? Dai rapporti temporanei all occupazione stabile: un percorso sempre più incerto? di Anna de Angelini La maggior flessibilità in entrata introdotta dalla normativa sui rapporti di lavoro a partire seconda

Dettagli

STATUTO ( di Associazione non riconosciuta)

STATUTO ( di Associazione non riconosciuta) 1 Articolo -1 Denominazione e sede sociale STATUTO ( di Associazione non riconosciuta) 1 - E costituita con sede in. ( ) Via un Associazione sportiva, ai sensi degli art. 36 e ss. Codice Civile denominata

Dettagli

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente 1 INDICE Premessa 4 Soggetti Destinatari 6 - Indicazione nominativa dei destinatari che sono componenti del Consiglio di Amministrazione dell Emittente, delle società controllanti e di quelle, direttamente

Dettagli

SLAM: UN PROGETTO PER LA MAPPATURA E IL MONITORAGGIO DELLE FRANE

SLAM: UN PROGETTO PER LA MAPPATURA E IL MONITORAGGIO DELLE FRANE ORDINE REGIONALE DEI GEOLOGI PUGLIA SLAM: UN PROGETTO PER LA MAPPATURA E IL MONITORAGGIO DELLE FRANE Antonio Buonavoglia & Vincenzo Barbieri Planetek Italia s.r.l. n 2/2004 pagg. 32-36 PREMESSA Il progetto

Dettagli

PROCURA DELLA REPUBBLICA presso il Tribunale di L AQUILA

PROCURA DELLA REPUBBLICA presso il Tribunale di L AQUILA PROCURA DELLA REPUBBLICA presso il Tribunale di L AQUILA Proc. Pen. 253/10 R.G. Noti Al Giudice per l Udienza Preliminare SEDE MEMORIA del P.M. art.121 c.p.p. 1. L IMPUTAZIONE 1. BARBERI Franco, nato a

Dettagli

Metodo speditivo per la costruzione di carte della suscettibilità da crolli in roccia prerilievo di terreno (Metodo Arpa-prog.

Metodo speditivo per la costruzione di carte della suscettibilità da crolli in roccia prerilievo di terreno (Metodo Arpa-prog. Metodo speditivo per la costruzione di carte della suscettibilità da crolli in roccia prerilievo di terreno (Metodo Arpa-prog. MASSA) Davide Damato, Michele Morelli, Luca Lanteri, Daniele Bormioli, Rocco

Dettagli

El valor de ser padre y de ser madre -----

El valor de ser padre y de ser madre ----- El valor de ser padre y de ser madre ----- San Luis, 27 de Octubre 2012 Vengo da un continente dove esiste una vera crisi della paternità. La figura del padre non è molto precisa, la sua autorità naturale

Dettagli

I permessi brevi (art. 20 del CCNL del 6.7.1995 del personale del comparto Regioni e Autonomie locali) Luglio 2013

I permessi brevi (art. 20 del CCNL del 6.7.1995 del personale del comparto Regioni e Autonomie locali) Luglio 2013 I permessi brevi (art. 20 del CCNL del 6.7.1995 del personale del comparto Regioni e Autonomie locali) Luglio 2013 INDICE Presupposti... 2 Modalità di fruizione... 4 Particolari tipologie di rapporto di

Dettagli

Il concetto di valore medio in generale

Il concetto di valore medio in generale Il concetto di valore medio in generale Nella statistica descrittiva si distinguono solitamente due tipi di medie: - le medie analitiche, che soddisfano ad una condizione di invarianza e si calcolano tenendo

Dettagli

MODENA E IL SUO CLIMA

MODENA E IL SUO CLIMA Comune di Modena - SERVIZIO STATISTICA: note divulgative Pagina 1 di 2 MODENA E IL SUO CLIMA Modena, pur non essendo estranea al fenomeno del riscaldamento generalizzato, continua ad essere caratterizzata

Dettagli

PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE (ai sensi dell art. 4 del Regolamento adottato da Consob con delibera n. 17221 del 12 marzo 2010, come successivamente modificato ed integrato) INDICE 1. OBIETTIVI

Dettagli

2. 1. Il datore di lavoro, imprenditore o non imprenditore, deve comunicare per iscritto il licenziamento al prestatore di lavoro.

2. 1. Il datore di lavoro, imprenditore o non imprenditore, deve comunicare per iscritto il licenziamento al prestatore di lavoro. L. 15 luglio 1966, n. 604 (1). Norme sui licenziamenti individuali (2). (1) Pubblicata nella Gazz. Uff. 6 agosto 1966, n. 195. (2) Il comma 1 dell art. 1, D.Lgs. 1 dicembre 2009, n. 179, in combinato 1.

Dettagli

Come realizzare una buona presentazione (traduzione libera a cura della redazione di EpiCentro)

Come realizzare una buona presentazione (traduzione libera a cura della redazione di EpiCentro) Come realizzare una buona presentazione (traduzione libera a cura della redazione di EpiCentro) Quando si realizzano dei documenti visivi per illustrare dati e informazioni chiave, bisogna sforzarsi di

Dettagli

Allegato "A" al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE "In Atto" Art. 1) Ai sensi della Legge 7

Allegato A al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE In Atto Art. 1) Ai sensi della Legge 7 Allegato "A" al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE "In Atto" Art. 1) Ai sensi della Legge 7 dicembre 2000, n. 383 e delle norme del codice civile in tema

Dettagli

Gli indicatori socio-sanitari. sanitari

Gli indicatori socio-sanitari. sanitari Gli indicatori socio-sanitari sanitari 1 1 INDICATORI SOCIO-SANITARI Misurare: EFFICACIA (rispetto degli obiettivi prefissati) EFFICIENZA (rispetto delle azioni e risorse impegnate) del sistema ospedaliero

Dettagli

I TRASFERIMENTI REGIONALI ALLE PROVINCE PIEMONTESI L ANALISI DEI DATI DELL ANNO 2009 IN RAPPORTO A QUELLI DEGLI ANNI PRECEDENTI

I TRASFERIMENTI REGIONALI ALLE PROVINCE PIEMONTESI L ANALISI DEI DATI DELL ANNO 2009 IN RAPPORTO A QUELLI DEGLI ANNI PRECEDENTI I TRASFERIMENTI REGIONALI ALLE PROVINCE PIEMONTESI L ANALISI DEI DATI DELL ANNO 2009 IN RAPPORTO A QUELLI DEGLI ANNI PRECEDENTI Dall anno 2003 l Unione Province Piemontesi raccoglie, con la collaborazione

Dettagli

Present-day Vertical kinematic. Northern Italy form permanent GPS stations

Present-day Vertical kinematic. Northern Italy form permanent GPS stations Present-day Vertical kinematic pattern in the Central and Northern Italy form permanent GPS stations N. Cenni 12, P. Baldi 2, F. Loddo 3, G. Casula 3, M. Bacchetti 2 (1) Dipartimento Scienze Biologiche,

Dettagli

IL TEMPO METEOROLOGICO

IL TEMPO METEOROLOGICO VOLUME 1 CAPITOLO 4 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE IL TEMPO METEOROLOGICO 1. Parole per capire A. Conosci già queste parole? Scrivi il loro significato o fai un disegno: tempo... Sole... luce... caldo...

Dettagli

ALOIS RIEGL (1858-1905)

ALOIS RIEGL (1858-1905) ALOIS RIEGL (1858-1903 DER MODERNE DENKMALKULTUS : IL CULTO MODERNO DEI MONUMENTI ANTICHI... NEGLI ULTIMI ANNI SI E VERIFICATO UN PROFONDO CAMBIAMENTO NELLE NOSTRE CONCEZIONI SULLA NATURA E LE ESIGENZE

Dettagli

studio dei titolari di protezione internazionale

studio dei titolari di protezione internazionale Il riconoscimento dei titoli di studio dei titolari di protezione internazionale IL RICONOSCIMENTO DEI TITOLI DI STUDIO LA NORMATIVA L art 170 del RD 1592 del 3/ 31/08/33 /33di approvazione del Testo Unico

Dettagli

QUAL È LA DISTANZA TRA ROMA E NEW YORK? UN PO' DI GEOMETRIA ANALITICA SULLA SFERA

QUAL È LA DISTANZA TRA ROMA E NEW YORK? UN PO' DI GEOMETRIA ANALITICA SULLA SFERA QUAL È LA DISTANZA TRA ROMA E NEW YORK? UN PO' DI GEOMETRIA ANALITICA SULLA SFERA Michele Impedovo Bollettino dei Docenti di Matematica del Canton Ticino (CH) n 36, maggio 98. Il problema Il lavoro che

Dettagli

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI In questa lezione ci siamo collegati via Skype con la Professoressa Paola Begotti, docente di lingua italiana per stranieri dell Università Ca Foscari di Venezia che ci ha parlato delle motivazioni che

Dettagli

III.8.2 Elementi per il bilancio idrico del lago di Bracciano

III.8.2 Elementi per il bilancio idrico del lago di Bracciano III.8.2 Elementi per il bilancio idrico del lago di Bracciano (Fabio Musmeci, Angelo Correnti - ENEA) Il lago di Bracciano è un importante elemento del comprensorio della Tuscia Romana che non può non

Dettagli

Le nuove fonti di energia

Le nuove fonti di energia Le nuove fonti di energia Da questo numero della Newsletter verranno proposti alcuni approfondimenti sui temi dell energia e dell ambiente e sul loro impatto sul commercio mondiale osservandone, in particolare,

Dettagli

La compilazione del quadro RF per gli interessi passivi. dott. Gianluca Odetto. Eutekne Tutti i diritti riservati

La compilazione del quadro RF per gli interessi passivi. dott. Gianluca Odetto. Eutekne Tutti i diritti riservati La compilazione del quadro RF per gli interessi passivi dott. Gianluca Odetto Eutekne Tutti i diritti riservati Interessi passivi soggetti a monitoraggio AMBITO OGGETTIVO Tutti gli interessi passivi sostenuti

Dettagli

G LI ITALIANI E LA BICICLETTA: DALLA RISCOPERTA ALLA CRESCITA MANCATA

G LI ITALIANI E LA BICICLETTA: DALLA RISCOPERTA ALLA CRESCITA MANCATA G LI ITALIANI E LA BICICLETTA: DALLA RISCOPERTA ALLA CRESCITA MANCATA AUDIMOB O SSERVATORIO SUI C OMPORTAMENTI DI M OBILITÀ DEGLI I TALIANI Maggio 2012 LE FERMATE AUDIMOB S U L L A M O B I L I T A n. 15

Dettagli

Un'infrastruttura IT inadeguata provoca danni in tre organizzazioni su cinque

Un'infrastruttura IT inadeguata provoca danni in tre organizzazioni su cinque L'attuale ambiente di business è senz'altro maturo e ricco di opportunità, ma anche pieno di rischi. Questa dicotomia si sta facendo sempre più evidente nel mondo dell'it, oltre che in tutte le sale riunioni

Dettagli

Regolamento di arbitrato della Camera di Commercio Internazionale

Regolamento di arbitrato della Camera di Commercio Internazionale Regolamento di arbitrato della Camera di Commercio Internazionale In vigore dal gennaio 0 Camera di Commercio Internazionale (ICC) Corte Internazionale di Arbitrato 8, Cours Albert er, 7008 Paris/Parigi,

Dettagli

Si precisa che nessuna delle modifiche rientra tra le ipotesi che attribuiscono ai soci il diritto di recesso.

Si precisa che nessuna delle modifiche rientra tra le ipotesi che attribuiscono ai soci il diritto di recesso. RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLE MODIFICHE DEGLI ARTICOLI 15, 17, 27 E 28 DELLO STATUTO SOCIALE, E SULL INTRODUZIONE DELL ART. 28 BIS. La presente Relazione ha lo scopo di illustrare in

Dettagli

IL FESTIVAL. Il Tuscia In Jazz, ormai giunto al suo tredicesimo anno, è un festival saldamente radicato nel territorio

IL FESTIVAL. Il Tuscia In Jazz, ormai giunto al suo tredicesimo anno, è un festival saldamente radicato nel territorio IL FESTIVAL Il Tuscia In Jazz, ormai giunto al suo tredicesimo anno, è un festival saldamente radicato nel territorio della Tuscia ma con una forte vocazione internazionale, premiato al Jazzit Awards come

Dettagli

ANALISI DEL PEGGIORAMENTO AVVENUTO SUL VENETO DAL 7 AL 10 SETTEMBRE 2010 A cura di Alessandro Buoso Una pubblicazione di SERENISSIMAMETEO.

ANALISI DEL PEGGIORAMENTO AVVENUTO SUL VENETO DAL 7 AL 10 SETTEMBRE 2010 A cura di Alessandro Buoso Una pubblicazione di SERENISSIMAMETEO. AVVENUTO SUL VENETO DAL 7 AL 10 SETTEMBRE 2010 A cura di Alessandro Buoso Una pubblicazione di SERENISSIMAMETEO.EU Tra le giornate di martedì 7 e venerdì 10 Settembre 2010, il Veneto è stato interessato

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE ai sensi dell'art. 2 e dell'art. 6 delle disposizioni AIM Italia in tema di Parti Correlate del maggio 2012, nonché

Dettagli

ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com

ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLE PROPOSTE CONCERNENTI LE MATERIE POSTE ALL ORDINE DEL GIORNO DELLA ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI DEL

Dettagli

Capitolo 10. LE SOSPENSIONI DEI LAVORI

Capitolo 10. LE SOSPENSIONI DEI LAVORI LE SOSPENSIONI DEI LAVORI 10.1- Profili generali della sospensione dei lavori. 10.2- Le sospensioni legittime dipendenti da forza maggiore. Casi in cui si tramutano in illegittime. 10.3- Le sospensioni

Dettagli

CONFERENZA STATO-REGIONI SEDUTA DEL 15 GENNAIO 2004

CONFERENZA STATO-REGIONI SEDUTA DEL 15 GENNAIO 2004 Repertorio Atti n. 1901 del 15 gennaio 2004 CONFERENZA STATO-REGIONI SEDUTA DEL 15 GENNAIO 2004 Oggetto: Accordo tra il Ministro dell istruzione, dell università e della ricerca, il Ministro del lavoro

Dettagli

VADANO PER IL MONDO ANNUNZIANDO I VIZI E LE VIRTÙ CON BREVITÀ DI DISCORSO

VADANO PER IL MONDO ANNUNZIANDO I VIZI E LE VIRTÙ CON BREVITÀ DI DISCORSO VADANO PER IL MONDO ANNUNZIANDO I VIZI E LE VIRTÙ CON BREVITÀ DI DISCORSO I frati non predichino nella diocesi di alcun vescovo qualora dallo stesso vescovo sia stato loro proibito. E nessun frate osi

Dettagli

Come Si Arriva Ad Una Decisione Se Sette Ancora Disabilitato

Come Si Arriva Ad Una Decisione Se Sette Ancora Disabilitato Come Si Arriva Ad Una Decisione Se Sette Ancora Disabilitato Come Si Arriva Ad Una Decisione Se Sette Ancora Disabilitato Nella maggior parte dei casi, chi legge quest opuscolo ha da poco ricevuto una

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

S T A T U T O ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA. Affiliata FIPSAS - CONI

S T A T U T O ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA. Affiliata FIPSAS - CONI S T A T U T O Art. 1 - Al fine di collaborare con g1i Organi preposti alla tutele dell ambiente lagunare, nonché per conservare e razionalizzare le attività sportive che in esso vengono svolte durante

Dettagli

VALUTAZIONE DELLE RISERVE PRESTAZIONALI DEGLI EDIFICI IN TERRA DI CORRIDONIA (MC) RISPETTO ALL USO ATTUALE: LA SICUREZZA SISMICA

VALUTAZIONE DELLE RISERVE PRESTAZIONALI DEGLI EDIFICI IN TERRA DI CORRIDONIA (MC) RISPETTO ALL USO ATTUALE: LA SICUREZZA SISMICA VALUTAZIONE DELLE RISERVE PRESTAZIONALI DEGLI EDIFICI IN TERRA DI CORRIDONIA (MC) RISPETTO ALL USO ATTUALE: LA SICUREZZA SISMICA ISTITUTO DI EDILIZIA ISTITUTO DI SCIENZA E TECNICA DELLE COSTRUZIONI TESI

Dettagli

Il regime fiscale delle anticipazioni erogate dai fondi pensione Michela Magnani Dottore commercialista in Bologna

Il regime fiscale delle anticipazioni erogate dai fondi pensione Michela Magnani Dottore commercialista in Bologna PREVIDENZA COMPLEMENTARE E TFR Guida al Lavoro Il regime fiscale delle anticipazioni erogate dai fondi pensione Michela Magnani Dottore commercialista in Bologna 14 Confronto di convenienza, anche fiscale,

Dettagli

D.R. n. 15 del 26.01.2015

D.R. n. 15 del 26.01.2015 IL RETTORE Vista la legge 30 dicembre 2010, n. 240 Norme in materia di organizzazione delle Università, di personale accademico e reclutamento, nonché delega al Governo per incentivare la qualità e l efficienza

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

Circolare 26 MARZO 1966 N. 12480

Circolare 26 MARZO 1966 N. 12480 Circolare 26 MARZO 1966 N. 12480 Ministero dei lavori pubblici Direzione generale edilizia statale e sovvenzionata div. XVI-bis: Norme per i collaudi dei fabbricati costruiti da cooperative edilizie fruenti

Dettagli

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea straordinaria, recante: Attribuzione al Consiglio di Amministrazione

Dettagli

Nota su Crescita e Convergenza

Nota su Crescita e Convergenza Nota su Crescita e Convergenza S. Modica 28 Ottobre 2007 Nella prima sezione si considerano crescita lineare ed esponenziale e le loro proprietà elementari. Nella seconda sezione si spiega la misura di

Dettagli

Le precipitazioni sul Veneto - Valori stagionali

Le precipitazioni sul Veneto - Valori stagionali Le precipitazioni sul Veneto - Valori stagionali Adriano Barbi, Federica Checchetto, Irene Delillo, Francesco Rech Servizio Meteorologico Teolo (PD) ARPAV, Dipartimento Regionale Sicurezza del Territorio

Dettagli