SERVICEPACK C MARZO 2010

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "SERVICEPACK 16.0.0C MARZO 2010"

Transcript

1 Apogeo gruppo Zucchetti SERVICEPACK C MARZO 2010 SOMMARIO DEGLI ARGOMENTI TRATTATI RICTEL - GESTIONE RICEVUTE TELEMATICHE INTERMEDIARI...1 ACQUISIZIONE FILE ENTRATEL...1 INTRASTAT...1 ASPETTI NORMATIVI...1 GESTIONE MODELLI...4 STAMPA MODELLI...4 PRODUZIONE FILE TELEMATICO...5 A PROPOSITO DELLA REL RICTEL - GESTIONE RICEVUTE TELEMATICHE INTERMEDIARI Acquisizione file Entratel Rimosso blocco riferito ai file ricevute relativi alla dichiarazione IVA annuale Di conseguenza è possibile procedere all acquisizione ed alla successiva generazione ricevute Entratel anche per questa tipologia di documento. Per quanto concerne le funzionalità e le modalità operative del modulo RICTEL si rimanda alla lettura delle note di accompagnamento della release INTRASTAT Aspetti normativi Con l emanazione del D.M. 22 febbraio 2010 è stato completato il quadro di recepimento delle nuove regole in materia di elenchi Intrastat. Di seguito si fornisce un sunto delle principali novità: negli elenchi riepilogativi delle operazioni effettuate nei confronti di soggetti passivi stabiliti in un altro stato membro della Comunità europea devono essere incluse le prestazioni di servizi diverse da quelle di cui agli art. 7-quater e 7-quinquies del DPR 633/72; negli elenchi riepilogativi delle operazioni acquisite presso soggetti passivi stabiliti in un altro stato membro della Comunità europea devono essere incluse le prestazioni di servizi di cui all art. 7-ter del DPR 633/72; è prevista la periodicità trimestrale per i soggetti che nei quattro trimestri precedenti e per ciascuna categoria di operazioni hanno realizzato un ammontare totale trimestrale non superiore a euro; i restanti soggetti devono presentare gli elenchi con periodicità mensile. E data facoltà ai soggetti tenuti alla presentazione trimestrale di procedere con la periodicità mensile per l intero anno solare; i soggetti con periodicità trimestrale che nel corso del trimestre superano il valore soglia totale trimestrale sopra indicato, sono tenuti alla presentazione degli elenchi con periodicità mensile a partire dal mese successivo a quello in cui il valore soglia viene superato, mentre fino al mese di superamento di euro dovrà essere presentato un elenco con periodicità trimestrale; la scadenza di presentazione degli elenchi, unica per mensili e trimestrali, è fissata per il giorno 25 del mese successivo al periodo di riferimento; fino al 30 aprile 2010 è prevista la Pagina 1 di 7

2 consegna degli elenchi in formato elettronico direttamente presso gli uffici doganali territorialmente competenti, da eseguirsi entro il giorno 20 del mese successivo al periodo di riferimento. gli elenchi si compongono di una parte fiscale e di una parte statistica: o parte fiscale: da compilare sia per periodicità mensile sia per periodicità trimestrale. Nella parte fiscale sono riepilogate le cessioni e gli acquisti intracomunitari aventi ad oggetto beni comunitari registrati o soggetti a registrazione, ai sensi delle disposizioni in materia di imposta sul valore aggiunto, nel periodo di riferimento. Sono definiti beni comunitari i beni originari degli Stati membri della Comunità europea e quelli provenienti dai Paesi terzi immessi in libera pratica nella Comunità. Gli elenchi riepilogativi delle prestazioni di servizi non comprendono le operazioni per le quali non è dovuta l imposta nello stato membro del committente, quindi in tali elenchi devono includere le prestazioni di servizi generiche. Le variazioni intervenute successivamente alla presentazione degli elenchi vanno indicate negli elenchi riferiti al periodo di registrazione delle rettifiche stesse. o Parte statistica: da compilare a cura dei contribuenti con periodicità mensile, ad eccezione di quelli che possono presentare con periodicità trimestrale ma che per l intero anno solare optano per la presentazione mensile degli elenchi. Le colonne valore statistico, condizioni di consegna e modalità di trasporto devono essere compilate dai soggetti che nell anno precedente hanno realizzato un volume di operazioni superiori a 20 milioni di euro; in caso di inizio attività detta regola di compilazione si applica ai soggetti che presumono di superare il limite nell anno in corso. Le disposizioni contenute nel DM 22 febbraio 2010 si applicano alle operazioni effettuate dal 1 gennaio 2010; a decorrere dalla stessa data sono abrogati i modelli e le regole precedentemente in vigore. Con Determinazione del Direttore dell Agenzia delle Dogane del 22 febbraio 2010 sono stati approvati: i nuovi modelli degli elenchi riepilogativi degli scambi intracomunitari riferiti alle cessioni di beni e alle prestazioni di servizi, così strutturati: o Mod. INTRA-1, relativo al frontespizio dell elenco riepilogativo delle cessioni intracomunitarie di beni e dei servizi resi registrati nel periodo (allegato I) o Mod. INTRA-1 bis, relativo alla sezione 1 dell elenco riepilogativo delle cessioni o intracomunitarie di beni registrate nel periodo (allegato II) Mod. INTRA-1 ter, relativo alla sezione 2 dell elenco riepilogativo delle cessioni intracomunitarie di beni registrate nel periodo (allegato III) o Mod. INTRA-1 quater, relativo alla sezione 3 dell elenco riepilogativo dei servizi resi registrati nel periodo (allegato IV) o Mod. INTRA-1 quinquies, relativo alla sezione 4 dell elenco riepilogativo dei servizi resi registrati nel periodo (allegato V) i nuovi modelli degli elenchi riepilogativi degli scambi intracomunitari riferiti agli acquisti di beni e dei servizi ricevuti, così strutturati: o Mod. INTRA-2, relativo al frontespizio dell elenco riepilogativo degli acquisti intracomunitarie di beni e dei servizi ricevuti registrati nel periodo (allegato VI) o o Mod. INTRA-2 bis, relativo alla sezione 1 dell elenco riepilogativo degli acquisti intracomunitari di beni registrati nel periodo (allegato VII) Mod. INTRA-2 ter, relativo alla sezione 2 dell elenco riepilogativo degli acquisti intracomunitarie di beni registrati nel periodo (allegato VIII) o Mod. INTRA-2 quater, relativo alla sezione 3 dell elenco riepilogativo dei servizi ricevuti registrati registrati nel periodo (allegato IX) o Mod. INTRA-2 quinquies, relativo alla sezione 4 dell elenco riepilogativo dei servizi ricevuti registrati nel periodo (allegato X) le istruzioni alla compilazione dei modelli (allegato XI) le modalità tecniche ed operative per la presentazione degli elenchi (allegati XII e XIII) Pagina 2 di 7

3 Con riferimento alle istruzioni alla compilazione dei modelli, si evidenziano alcuni aspetti: per i beni (modelli Intra-1 bis e Intra-2 bis) occorre compilare o tutte le colonne, se le operazioni sono riepilogate sia ai fini fiscali sia ai fini statistici o le colonne da 1 a 6, se le operazioni sono riepilogate solo ai fini fiscali oppure in caso di elenchi riepilogativi con cadenza trimestrale o le colonne da 5 a 13, se le operazioni sono riepilogate solo ai fini statistici Gli importi da indicare nelle colonne Ammontare delle operazioni in euro e Valore statistico in euro devono essere arrotondati all unità di euro e in caso di importi inferiori a 0,5 euro, deve essere indicato il valore 1. Le quantità da indicare nelle colonne Massa netta e Unità supplementare devono essere arrotondate all unità e in caso di massa netta inferiore a 1 kg, deve essere indicato il valore 1. per le rettifiche ai beni (modelli Intra-1 ter e Intra-2 ter), da compilare sia in caso di variazioni dell ammontare delle operazioni, intervenute successivamente alla presentazione degli elenchi, sia per correggere errori od omissioni sostanziali non ancora rilevate dai competenti uffici doganali, si precisa che: o in caso di rettifica di partita iva comunitaria, nomenclatura combinata o natura transazione devono essere compilate due righe, di cui la prima con segno negativo per annullare quanto dichiarato in precedenza e la seconda con segno positivo per inserire i dati corretti; o in caso di rettifica dell ammontare delle operazioni o del valore statistico, è sufficiente indicare la partita iva comunitaria e la variazione in aumento/diminuzione dell importo; se la rettifica riguarda un elenco con periodicità mensile, dovranno essere compilate anche le colonne riservate alla nomenclatura combinata e alla natura della transazione; o in caso di più rettifiche dell ammontare delle operazioni, riferite a più periodi, anche appartenenti ad anni diversi, è consentito indicarle globalmente a parità di partita iva comunitaria e nomenclatura combinata, inserendo come riferimento l ultimo periodo in cui le operazioni rettificate sono state incluse negli elenchi riepilogativi; per i servizi (modelli Intra-1quater e Intra-2quater) devono essere compilate tutte le colonne. Nel dettaglio: o Importi: gli importi da indicare nelle colonne Ammontare delle operazioni in euro devono essere arrotondati all unità di euro e in caso di importi inferiori a 0,5 euro, deve essere indicato il valore 1; o Codice servizio: occorre far riferimento a quanto previsto nella classificazione CPA 2008 (classificazione dei prodotti associati alle attività) pubblicata su settore intrastat; o Modalità di erogazione: sono previsti il codice I (Istantanea), se il servizio è erogato in un unica soluzione e il codice R (A più riprese) se il servizio è erogato a più riprese; o Modalità di incasso: sono previsti il codice B (Bonifico) se il servizio è pagato mediante bonifico bancario, il codice A (Accredito) se il servizio è pagato mediante accredito in conto corrente bancario e il codice X (Altro) se il servizio è pagato con modalità diverse da bonifico bancario o accredito in c/c bancario; per le rettifiche ai servizi (modelli Intra-1 quinquies e Intra-2 quinquies), da compilare esclusivamente per comunicare modifiche e/o cancellazioni alla sezione 3 di elenchi riferiti a periodi precedenti, già presentati, si precisa che: o per modificare una qualsiasi informazione di una riga dettaglio già dichiarata in precedenza, nelle colonne da 2 a 5 devono essere indicati gli estremi identificativi della riga dichiarata (sezione doganale/anno/protocollo dichiarazione/progressivo di riga della sezione 3), mentre nelle colonne da 6 a 15 devono essere indicati i dati originari, comprensivi delle modifiche; o in caso di cancellazione di una riga dettaglio già dichiarata in precedenza, nelle colonne da 2 a 5 devono essere indicati gli estremi identificativi della riga dichiarata (sezione Pagina 3 di 7

4 doganale, anno, protocollo dichiarazione e progressivo di riga della sezione 3), mentre le colonne da 6 a 15 non devono essere compilate; o qualora sia necessario integrare in una precedente dichiarazione delle prestazioni di servizio rese/ricevute, si dovrà compilare un apposita dichiarazione indicando tali operazioni nella sezione 3. Da quanto sopra emergono differenze di compilazione tra le rettifiche ai servizi e le rettifiche dei beni, con particolare riferimento alle note di accredito: o nei modello Intra-1 ter e Intra-2 ter l importo della nota di accredito deve essere indicato nelle colonne Ammontare delle operazioni in euro/valuta (con segno negativo); o nei modelli Intra-1 quinquies e Intra-2 quinquies, se la nota di accredito rettifica parzialmente la fattura riferita al servizio, la riga originale (precedentemente dichiarata nella sezione dei servizi) deve essere esposta nella sezione delle rettifiche per l importo residuo dell operazione, vale a dire l importo al netto della nota di accredito. Qualora la nota di accredito rettifichi integralmente la fattura riferita al servizio, la riga originale deve essere azzerata. Ne consegue che la nota di accredito riferita a servizi precedentemente fatturati e dichiarati non deve mai essere indicata separatamente nei modelli Intra-1 quinquies e Intra-2 quinquies. Gestione modelli Con la presente service pack, le informazioni riferite all invio dei soli beni su modelli 2009, presenti nei Dati aggiuntivi, sono state riportare in un apposita voce collocata nel menù Funzioni. Tale nuova area di dati deve essere compilata solo da parte di coloro che intendono inviare, anche per i mesi successivi a gennaio, un elenco contenente i soli beni su tracciato 2009, con obbligo di integrare i dati dei servizi con un secondo invio (circolare Agenzia Entrate n. 5/E del 17 febbraio 2010). E altresì consentito procedere all invio integrativo dell elenco riferito ai soli servizi, per un elenco per il quale sono già stati inviati i beni, come di seguito illustrato: accedere alla gestione del modello già presentato, richiamare il menù Funzioni e verificare che nella nuova sezione Invio beni su modelli sia attivo il corrispondente flag (barrato in precedenza per eseguire il primo invio dell elenco, contenente i soli beni); sempre dal menù Funzioni verificare che nella sezione Dati aggiuntivi siano attivi i flag Pronto per telematico e Invio telematico effettuato (già barrati, come nel precedente punto 1, per eseguire l invio del primo elenco); procedere all inserimento delle informazioni relative ai servizi e salvare l elenco in modalità definitiva. Stampa modelli Abilitata la stampa sui nuovi modelli approvati con Determinazione del Direttore dell Agenzia delle Dogane del 22 febbraio Rispetto alla versione rilasciata con la release (e successive service pack), si segnala l introduzione nei frontespizi dei campi Data e Firma, atti a consentire la consegna diretta agli uffici doganali competenti degli elenchi in formato elettronico, accompagnati dai frontespizi. Si precisa che in caso di invio integrativo dei soli servizi, per un elenco già presentato in precedenza per i soli beni, l applicativo elabora contemporaneamente sia la stampa dell elenco contenente i soli beni (su modello 2009) sia la stampa dell elenco contenente i soli servizi (modello 2010). Pagina 4 di 7

5 Trattandosi di due invii successivi dello stesso elenco, l Agenzia Dogane chiede di attribuire un nuovo numero di riferimento elenco, da effettuarsi con la funzione di Produzione file telematico, come precisato nell apposito paragrafo. Si precisa che le istruzioni di seguito riportate devono essere eseguite solo nel caso in cui non si è ancora provveduto ad effettuare la stampa dell elenco originale inviato in dogana (soli beni) e si intende conservare una copia di tale elenco che evidenzi, nell apposito campo del frontespizio, il numero di riferimento con cui è stata effettato il primo invio: procedere alla stampa dei modelli fiscali impostando la scelta 1 - Elabora e non stampa nel campo Supporto di stampa e barrando l opzione Memorizza PDF. Vengono così prodotti due distinti file per singolo elenco elaborato, di cui uno con estensione _09 (che identifica l elenco inviato su modelli 2009, contenente i soli beni) e un secondo file che contiene le informazioni riferite ai soli servizi e rappresenta l invio integrativo dell elenco. Entrambi i file riportano nel campo Numero di riferimento il progressivo elenco riferito al primo invio (soli beni); dal menù Utilità richiamare il pulsante Gestione PDF e, confermando l anno 2010, accedere alla cartella Intra e rinominare il file contrassegnato da estensione _09 (elenco soli beni su modelli 2009), prima di procedere all invio telematico dei soli servizi; elaborare il file telematico dei soli servizi, secondo le modalità precisate al paragrafo successivo; procedere di nuovo alla stampa del frontespizio, a seguito della quale si otterranno i due frontespizi, entrambi contrassegnati dal nuovo numero di riferimento elenco. Il file senza estensione _09 potrà essere utilizzato per la presentazione diretta in Dogana dell elenco integrativo dei soli servizi. Produzione file telematico Abilitata la produzione del file telematico, conforme ai tracciati previsti dalla Determinazione del Direttore dell Agenzia delle Dogane del 22 febbraio Per le modalità operative si rimanda alla lettura delle note relative alla service pack a. Si precisa che: l elaborazione degli elenchi è completa sia delle informazioni riguardanti i beni (mod. Intra-1 bis e ter, Intra-2 bis e ter) sia dei servizi (mod. Intra-1 quater e quinquies, Intra-2 quater e quinquies); è stata introdotta la possibilità di produrre il file telematico dei soli servizi, da utilizzarsi da parte di coloro che hanno presentato in precedenza gli elenchi per i soli beni (nella fattispecie gli elenchi riferiti a gennaio 2010) e che devono integrare i dati dei servizi, in conformità di quanto previsto dalla circolare Agenzia Entrate n.5/e del 17 febbraio 2010; è mantenuta la possibilità di inviare solo i beni, in conformità di quanto previsto dalla circolare Agenzia Entrate n.5/e del 17 febbraio Di seguito vengono riepilogate in dettaglio le differenti possibilità di presentazione previste dall applicativo. Elaborazione file telematico (completo) L elaborazione telematica completa produce, come sopra evidenziato, un file telematico conforme alle specifiche tecniche di cui alla Determinazione del Direttore dell Agenzia Dogane del 22 febbraio 2010 e prevede l elaborazione delle informazioni riferite ai beni e ai servizi. Tale elaborazione deve essere utilizzata per la presentazione di elenchi diversi da elenchi integrativi, contenenti i dati di beni e servizi, i soli dati dei beni oppure i soli dati dei servizi, e non richiede l apposizione di alcun particolare flag. Per la procedura da seguire, si rimanda alla lettura delle note allegate alla service pack a. Pagina 5 di 7

6 Elaborazione file telematico per invio integrativo delle informazioni riferite ai servizi Per produrre il file telematico di un invio integrativo dei soli servizi, per un elenco già presentato in precedenza per i soli beni, devono essere eseguiti i seguenti passaggi: accedere alla gestione del modello già presentato, richiamare il menù Funzioni e verificare che nella nuova sezione Invio beni su modelli sia attivo il corrispondente flag (barrato in precedenza per eseguire il primo invio dell elenco, contenente i soli beni); sempre dal menù Funzioni verificare che nella sezione Dati aggiuntivi siano attivi i flag Pronto per telematico e Invio telematico effettuato (già barrati, come nel precedente punto 1, per eseguire l invio del primo elenco); procedere all inserimento delle informazioni relative ai servizi e salvare l elenco in modalità definitiva. Nel caso siano già state inserite, passare direttamente al punto successivo; accedere alla funzione Produzione file telematico ed impostare gli estremi dell elenco da elaborare, selezionando nel campo Tipo elaborazione il valore 2. All utente si presenteranno in sequenza le segnalazioni di: o elenco già elaborato, per il quale si dovrà confermare la successiva elaborazione, in quanto si tratta di un invio integrativo o numero di riferimento elenco già attribuito in precedenza, per il quale si dovrà richiedere l assegnazione di un nuovo progressivo, selezionando l opzione NO. L attribuzione di un nuovo numero di riferimento elenco è dovuta al fatto che l Agenzia Dogane non accetta un flusso contrassegnato da un numero di riferimento già inviato in precedenza. Tale nuovo numero di riferimento verrà memorizzato nel frontespizio dell elenco in elaborazione, andando a sostituire il numero di riferimento precedentemente memorizzato. Si precisa che se il primo invio (solo beni) è stato elaborato con impostata l informazione riferita alla dogana (Dati aggiuntivi del frontespizio dell elenco), il numero di riferimento è stato assegnato all interno di una tabella che prevede come elementi distintivi, oltre al codice del soggetto obbligato/delegato e all anno, anche il codice dogana. Tale particolarità di elaborazione è giustificata dal fatto che l elaborazione dell elenco è stata effettuata con la procedura di elaborazione dei modelli 1993/2009, per la quale la dogana era elemento di selezione dell elaborazione. Come già precisato nelle note allegate alla service pack a, a partire dal 2010 la produzione del file telematico non considera come elemento distintivo il codice dogana durante la fase di assegnazione del numero di riferimento dell elenco. Infatti la nuova elaborazione assegna il numero di riferimento in base a quanto presente nella tabella Progressivi elenco, in corrispondenza del record identificato da tipo soggetto (obbligato/delegato), codice soggetto (obbligato/delegato), anno. Qualora durante l elaborazione del file telematico viene riscontrato che per il contribuente/anno elaborato non esiste il record della tabella progressivi, la procedura, con apposito messaggio, consente: di creare in automatico la tabella, identificata da tipo soggetto/codice/anno, assegnando all elenco in elaborazione il progressivo 1. Detta opzione dovrà essere confermata in caso di invio di primo elenco per il contribuente; abbandonare l elaborazione. Detta opzione dovrà essere confermata in caso di contribuente evidenziato per il quale sia già stato elaborato almeno un elenco riferito ad un periodo precedente, da cui si rende necessaria la verificare della tabella progressivi. Ne consegue che: se il primo invio di soli beni è stato effettuato senza impostare il codice dogana nei Dati aggiuntivi dell elenco elaborato, la tabella dei progressivi elenco è già correttamente impostata anche per le nuove modalità di elaborazione; Pagina 6 di 7

7 se il primo invio di soli beni è stato effettuato impostando il codice dogana, prima di procedere alla nuova elaborazione è necessario accedere alla tabella dei progressivi e creare un nuovo record che ha come elementi identificativi il tipo di soggetto (obbligato/delegato), il codice del soggetto, l anno (nella fattispecie 2010) e non ha compilato il campo Dogana. Quindi inserire in corrispondenza della riga dell elenco già elaborato (nella fattispecie Gennaio) il progressivo finale presente nel record di tabella identificato da tipo soggetto, codice soggetto, anno e codice dogana. In questo modo l invio integrativo assume numero di invio successivo rispetto all invio dell elenco per i soli beni. Elaborazione file telematico per invio dei soli beni Viene mantenuta ancora attiva la possibilità di produrre il file telematico secondo le specifiche di presentazione in vigore per l anno 2009, al fine di presentare solo i beni. Per le modalità operative si rimanda alla lettura delle note allegate alla service pack b. A PROPOSITO DELLA REL Dichiarazione IVA annuale - Dati aggiuntivi modulo: in presenza di contribuenti con periodicità trimestrale senza applicazione di interessi su liquidazioni trimestrali (ad ex., autotrasportatori), il passaggio del cursore sul campo "Periodicità liquidazioni - anno corrente" determinava la barratura automatica del campo "Applicazione interessi su liquidazioni trimestrali". Bilancio UE - Fascicolazione prospetti contabili: rimossa anomalia tale per cui l eventuale testo inserito manualmente nell ultimo campo in calce al conto economico (foglio Bilrid o Bilest ) non veniva riportato in stampa. Bilancio UE - Fascicolazione prospetti contabili: rimossa anomalia tale per cui in fascicolazione con opzione Escludi anno precedente non funzionava correttamente l elimina righe a zero. Bilancio UE - Generazione file xbrl: variato il nome del file xbrl per allineamento a Fedra che non accetta allegati con nome file contenente il carattere _. A partire dalla presente service pack, il nome del file telematico xbrl sarà bil<esercizio>-<codice contribuente>.xbrl. Bilancio UE - Prospetto società non operative: nella versione base, in cui non è presente il recupero dati dal modulo cespiti e nella versione plus qualora non ci si avvalga di tale funzionalità, sono state riviste le formule di ripresa dati dal modulo cespiti, in modo tale che non agiscano sui dati provenienti dallo stato patrimoniale del bilancio alla chiusura dell esercizio. Bilancio UE - Maestro: se non viene inserito un conto sul foglio "Piano conti", ma lo stesso è movimentato con un saldo sui fogli Patrimoniale/Economico/C_ordine, la procedura permetteva comunque di eseguire il collegamento diretto al Bilancio UE. Inserito un controllo, in fase di esportazione dei saldi, che segnala la dimenticanza e blocca la generazione del bilancio. Pagina 7 di 7

Struttura degli elenchi riepilogativi

Struttura degli elenchi riepilogativi Allegato XII SPECIFICHE TECNICHE E TRACCIATI RECORD DEGLI ELENCHI RIEPILOGATIVI DELLE CESSIONI E DEGLI ACQUISTI INTRACOMUNITARI DI BENI E DEI SERVIZI RESI E RICEVUTI (PRESENTAZIONE TELEMATICA ATTRAVERSO

Dettagli

I dichiarazione Intrastat Frontespizio elenco 1. I riga sezione 1. II riga sezione 1. N riga sezione 1. I riga sezione 1.

I dichiarazione Intrastat Frontespizio elenco 1. I riga sezione 1. II riga sezione 1. N riga sezione 1. I riga sezione 1. Allegato XII CARATTERISTICHE TECNICHE E CONTENUTO DEGLI ELENCHI RIEPILOGATIVI DELLE CESSIONI E DEGLI ACQUISTI INTRACOMUNITARI DI BENI E DEI SERVIZI RESI E RICEVUTI. Il flusso contenente i dati degli elenchi

Dettagli

Bolzano, lì 22/03/2010. OGGETTO: Nuovo regime dei modelli INTRASTAT

Bolzano, lì 22/03/2010. OGGETTO: Nuovo regime dei modelli INTRASTAT Wirtschaftsprüfer Dottori Commercialisti Dr. Hugo Endrizzi Dr. Elmar Weis Dr. Friedrich Alber Dr. Bernd Wiedenhofer Arbeitsrechtsberater Consulente del Lavoro Dr. Georg Innerhofer Rechtskanzlei Studio

Dettagli

Circolare n. 3 2010. Oggetto: Modelli Intrastat.

Circolare n. 3 2010. Oggetto: Modelli Intrastat. Circolare n. 3 2010 Oggetto: Modelli Intrastat. Con la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale del 19 febbraio 2010 del decreto di recepimento delle direttive comunitarie sulla nuova disciplina Iva delle

Dettagli

VERSIONE MINIMA COMPATIBILE

VERSIONE MINIMA COMPATIBILE Applicativo GIS CONTABILITA Versione 10.00.5c00 Tipo Versione Aggiornamento Data Rilascio 19.03.2010 Gentile cliente, La informiamo che è disponibile un aggiornamento GIS CONTABILITA. COMPATIBILITÀ E INSTALLAZIONE

Dettagli

SERGIO VACCA & ASSOCIATI

SERGIO VACCA & ASSOCIATI SERGIO VACCA & ASSOCIATI DOTTORI COMMERCIALISTI ED ESPERTI CONTABILI STUDIO DI CONSULENZA SOCIETARIA, TRIBUTARIA E DI ECONOMIA AZIENDALE 1 ASSOCIATI DOTT. SERGIO VACCA DOTT. ALBERTO VACCA RAG. MAGDA VACCA

Dettagli

Informativa Clienti. del 1 marzo 2010

Informativa Clienti. del 1 marzo 2010 S T U D I O C O M M E R C I A L I S T A dott. sa Ausilia RUBIANO Commercialista Revisore Contabile Consulente Tecnico del Giudice Informativa Clienti. del 1 marzo 2010 MODELLI INTRASTAT: NOVITA. Con il

Dettagli

Circolare n. 8. del 15 marzo 2010

Circolare n. 8. del 15 marzo 2010 Via Principe Amedeo 11 10123 Torino c.f. e p.iva 06944680013 Tel. 011 8126939 Fax. 011 8122079 Email: info@studiobgr.it www.studiobgr.it Circolare n. 8 del 15 marzo 2010 Modelli INTRASTAT - Recepimento

Dettagli

SERVICEPACK 16.0.0A FEBBRAIO 2010

SERVICEPACK 16.0.0A FEBBRAIO 2010 Apogeo gruppo Zucchetti SERVICEPACK 16.0.0A FEBBRAIO 2010 SOMMARIO DEGLI ARGOMENTI TRATTATI RICTEL - GESTIONE RICEVUTE TELEMATICHE INTERMEDIARI...1 ACQUISIZIONE FILE ENTRATEL...1 INTRASTAT...1 MENÙ GENERALE

Dettagli

FAQ n.ro MAN-82GBT727949 Data ultima modifica 05/02/2013. Prodotto Contabilità. Modulo Contabilità - Intrastat. Oggetto Modulo Intrastat

FAQ n.ro MAN-82GBT727949 Data ultima modifica 05/02/2013. Prodotto Contabilità. Modulo Contabilità - Intrastat. Oggetto Modulo Intrastat Supporto On Line Allegato FAQ FAQ n.ro MAN-82GBT727949 Data ultima modifica 05/02/2013 Prodotto Contabilità Modulo Contabilità - Intrastat Oggetto Modulo Intrastat * in giallo le modifiche apportate rispetto

Dettagli

Anno 2010 N. RF 121. La Nuova Redazione Fiscale

Anno 2010 N. RF 121. La Nuova Redazione Fiscale ODCEC VASTO Anno 2010 N. RF 121 La Nuova Redazione Fiscale www.redazionefiscale.it Pag. 1 / 5 OGGETTO SANATORIA - INTRASTAT CORRETTIVO E INTEGRATIVO RIFERIMENTI D.LGS 18/2010 CM 5/2010 E 14/2010 INFO FISCO

Dettagli

5.8.2 Novità funzionali

5.8.2 Novità funzionali - 176 - Manuale di Aggiornamento 5.8.2 Novità funzionali Le modifiche al programma contabile sono le seguenti: implementazione nei Parametri della procedura implementazione delle tabelle Intra per gestire

Dettagli

NOTE OPERATIVE DI RELEASE

NOTE OPERATIVE DI RELEASE NOTE OPERATIVE DI RELEASE Il presente documento costituisce un integrazione al manuale utente del prodotto ed evidenzia le variazioni apportate con la release. RELEASE Versione 2010.0.2 Applicativo: GECOM

Dettagli

Allegato XI. Titolo I AVVERTENZE GENERALI

Allegato XI. Titolo I AVVERTENZE GENERALI Titolo I ISTRUZIONI PER L'USO E LA COMPILAZIONE DEGLI ELENCHI RIEPILOGATIVI DELLE CESSIONI E DEGLI ACQUISTI INTRACOMUNITARI DI BENI E DEI SERVIZI RESI E RICEVUTI AVVERTENZE GENERALI 1 Allegato XI 1. Gli

Dettagli

Ricordiamo tuttavia che le prestazioni accessorie vengono attratte dall operazione principale (es. addebito spese di trasporto su cessione di beni).

Ricordiamo tuttavia che le prestazioni accessorie vengono attratte dall operazione principale (es. addebito spese di trasporto su cessione di beni). 09 febbraio 2012 INTRASTAT: Periodicità degli elenchi e termini di presentazione Con la presente comunicazione si intende fornire un quadro completo dei principali adempimenti in materia di compilazione

Dettagli

GESTIONE INTRASTAT PER UTENTI CON CONTABILITA' IPSOA

GESTIONE INTRASTAT PER UTENTI CON CONTABILITA' IPSOA Last update: 04/08/2010 10:37 ipsoa:intrastat http://www.aegsystem.it/doku.php?id=ipsoa:intrastat GESTIONE INTRASTAT PER UTENTI CON CONTABILITA' IPSOA IMPOSTAZIONI DITTA 1. Aprire/creare l azienda in contabilità.

Dettagli

NUOVE REGOLE COMUNITARIE SULLA TERRITORIALITA DELL IVA

NUOVE REGOLE COMUNITARIE SULLA TERRITORIALITA DELL IVA NUOVE REGOLE COMUNITARIE SULLA TERRITORIALITA DELL IVA Le risposte pubblicate dalla stampa specializzata Confindustria Genova - Martedì 4 maggio 2010 D Come deve comportarsi una società italiana che abbia

Dettagli

I MODELLI INTRA. Modelli INTRA 2010: novità

I MODELLI INTRA. Modelli INTRA 2010: novità I MODELLI INTRA Bologna, 2 Ottobre 2014 D.ssa Nadia Gentina Modelli INTRA 2010: novità La disciplina comunitaria relativa alle dichiarazioni Intrastat è stata recentemente aggiornata dalle direttive: 2008/8/CE

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. di concerto con il Direttore dell Agenzia delle Entrate e d intesa con l Istituto Nazionale di Statistica

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. di concerto con il Direttore dell Agenzia delle Entrate e d intesa con l Istituto Nazionale di Statistica Prot. n. 22778/RU IL DIRETTORE DELL AGENZIA di concerto con il Direttore dell Agenzia delle Entrate e d intesa con l Istituto Nazionale di Statistica VISTA la direttiva 2006/112/CE del Consiglio, del 28

Dettagli

NUOVE REGOLE E MODALITA DI TRASMISSIONE DEI MODELLI INTRASTAT

NUOVE REGOLE E MODALITA DI TRASMISSIONE DEI MODELLI INTRASTAT NUOVE REGOLE E MODALITA DI TRASMISSIONE DEI MODELLI INTRASTAT EMISSIONE DELLA FATTURA PER I SERVIZI EXTRATERRITORIALI - MODALITA D INTEGRAZIONE DELLE FATTURE ESTERE PER I SERVIZI GENERICI RESI AD OPERATORI

Dettagli

Modelli INTRASTAT - Nuove modalità e termini di presentazione - Chiarimenti dell'agenzia delle Entrate.

Modelli INTRASTAT - Nuove modalità e termini di presentazione - Chiarimenti dell'agenzia delle Entrate. Page 1 of 7 ISTITUTO DI RICERCA DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI CIRCOLARE PER LA CLIENTELA - 22/03/2010 N. 14 Modelli INTRASTAT - Nuove modalità e termini di presentazione - Chiarimenti

Dettagli

Elenchi Intrastat. Indice degli argomenti. Premessa. Operazioni preliminari. Inserimento manuale dei movimenti e presentazione

Elenchi Intrastat. Indice degli argomenti. Premessa. Operazioni preliminari. Inserimento manuale dei movimenti e presentazione Elenchi Intrastat Indice degli argomenti Premessa Operazioni preliminari Inserimento manuale dei movimenti e presentazione Collegamento con la Contabilità Collegamento con il ciclo attivo e passivo Generazione

Dettagli

CONFCOMMERCIO. La novità della dichiarazione intrastat. Roma, 14 aprile 2010. Francesca Graziano Rosa Trinchese. Copyright 2008-2009

CONFCOMMERCIO. La novità della dichiarazione intrastat. Roma, 14 aprile 2010. Francesca Graziano Rosa Trinchese. Copyright 2008-2009 CONFCOMMERCIO La novità della dichiarazione intrastat Roma, 14 aprile 2010 Francesca Graziano Rosa Trinchese Direzione Centrale Tecnologie per l Innovazione Copyright 2008-2009 Direzione Centrale Tecnologie

Dettagli

CORREZIONE DEGLI INTRASTAT

CORREZIONE DEGLI INTRASTAT CORREZIONE DEGLI INTRASTAT Occorre distinguere tra: INTRASTAT PER SCAMBIO DI BENI integrazioni di operatori non comunicati in precedenza rettifiche di dati di Intra-bis già presentati in precedenza. INTEGRAZIONI

Dettagli

In questo documento è possibile trovare tutte le operazioni da eseguire per la Gestione della Comunicazione Intra CEE

In questo documento è possibile trovare tutte le operazioni da eseguire per la Gestione della Comunicazione Intra CEE GESTIONE INTRA CEE In questo documento è possibile trovare tutte le operazioni da eseguire per la Gestione della Comunicazione Intra CEE OPERAZIONI PRELIMINARI Per attivare la gestione dell Intrastat,

Dettagli

Elenchi riepilogativi delle operazioni intracomunitarie.

Elenchi riepilogativi delle operazioni intracomunitarie. Elenchi riepilogativi delle operazioni intracomunitarie. CNA Modifiche alla disciplina dell IVA, in vigore dal 1 gennaio 2010, a seguito del recepimento delle Direttive comunitarie 8/2008 9/2008 117/2008.

Dettagli

Si rammenta che per accedere all invio telematico è necessario effettuare l apposita abilitazione collegandosi al sito dell Agenzia delle Dogane.

Si rammenta che per accedere all invio telematico è necessario effettuare l apposita abilitazione collegandosi al sito dell Agenzia delle Dogane. Confederazione Generale Italiana dei Trasporti e della Logistica 00198 Roma - via Panama 62 tel.068559151-3337909556 - fax 068415576 e-mail: confetra@confetra.com - http://www.confetra.com Roma, 23 febbraio

Dettagli

A cura dello Studio Battaini, Corso Sempione 15, Gallarate e-mail : infocsp@tin.it. Sommario

A cura dello Studio Battaini, Corso Sempione 15, Gallarate e-mail : infocsp@tin.it. Sommario A cura dello Studio Battaini, Corso Sempione 15, Gallarate e-mail : infocsp@tin.it Sommario 1 - Dietro-Front della Cassazione sulla doppia contribuzione per i soci amministratori di srl "commerciali" 2

Dettagli

Documentazione illustrativa

Documentazione illustrativa Documentazione illustrativa 1. INTRODUZIONE... 3 2. DESCRIZIONE SOMMARIA DEL SOFTWARE... 3 2.1 Tabelle per semplificare l inserimento dei dati... 3 2.2 Gestione delle dichiarazioni intrastat... 4 2.3 Stampa

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. di concerto con il Direttore dell Agenzia delle Entrate e d intesa con l Istituto Nazionale di Statistica

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. di concerto con il Direttore dell Agenzia delle Entrate e d intesa con l Istituto Nazionale di Statistica Prot. n. 18978/RU IL DIRETTORE DELL AGENZIA di concerto con il Direttore dell Agenzia delle Entrate e d intesa con l Istituto Nazionale di Statistica VISTA la direttiva 2006/112/CE del Consiglio, del 28

Dettagli

Le operazioni Intracomunitarie

Le operazioni Intracomunitarie UR1001101000 Le operazioni Intracomunitarie Manuale Operativo Wolters Kluwer Italia s.r.l. - Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questi documenti può essere riprodotta o trasmessa in qualsiasi

Dettagli

NOTA INFORMATIVA N. 10/2010

NOTA INFORMATIVA N. 10/2010 Dottori Commercialisti Associati ASSOCIATI: GIOVANNI ALBERTI Professore Ordinario di Economia Aziendale all Università di Verona CLAUDIO UBINI ALBERTO CASTAGNETTI COLLABORATORI: ELISABETTA UBINI RITA MAGGI

Dettagli

INTRA 2010: Servizi e Telematico

INTRA 2010: Servizi e Telematico INTRA 2010: Servizi e Telematico 1 Il quadro normativo completo La normativa completa è disponibile sul sito www.agenziadogane.gov.it nel settore Intrastat/riferimenti normativi 2 In corso di emanazione

Dettagli

Allegato VIII SPECIFICHE GENERALI

Allegato VIII SPECIFICHE GENERALI Allegato VIII CARATTERISTICHE TECNICHE E CONTENUTO DEI SUPPORTI MAGNETICI CONTENENTI I DATI DEGLI ELENCHI RIEPILOGATIVI, IN EURO, DELLE CESSIONI E DEGLI ACQUISTI INTRACOMUNITARI DI BENI. SPECIFICHE GENERALI

Dettagli

Oggetto: ELENCHI RIEPILOGATIVI INTRASTAT - DAL 2010 OBBLIGO ESTESO ALLE PRESTAZIONI INTRACOMUNITARIE DI SERVIZI

Oggetto: ELENCHI RIEPILOGATIVI INTRASTAT - DAL 2010 OBBLIGO ESTESO ALLE PRESTAZIONI INTRACOMUNITARIE DI SERVIZI Oggetto: ELENCHI RIEPILOGATIVI INTRASTAT - DAL 2010 OBBLIGO ESTESO ALLE PRESTAZIONI INTRACOMUNITARIE DI SERVIZI L applicazione - a partire dal 1 gennaio 2010 - de lle nuove regole riguardanti la territorialità

Dettagli

REGISTRAZIONE DA PRIMA NOTA DI ACQUISTI E VENDITE INTRA CON METODO REVERSE CHARGE

REGISTRAZIONE DA PRIMA NOTA DI ACQUISTI E VENDITE INTRA CON METODO REVERSE CHARGE REGISTRAZIONE DA PRIMA NOTA DI ACQUISTI E VENDITE CON METODO REVERSE CHARGE Note: Il presente manuale vuole essere solo una guida sommaria per agevolare l operatore nell utilizzo della procedura e pertanto

Dettagli

Studio Corbella dottori commercialisti associati

Studio Corbella dottori commercialisti associati dottori commercialisti - revisori dei conti: Piero Luigi Corbella Luigi Corbella Laura Corbella Torella Giacomo Corbella Benedetta Sirtori Daniela Bruniera esperto contabile - revisore dei conti: Franco

Dettagli

* in giallo le modifiche apportate rispetto alla versione precedente datata 09/03/2011

* in giallo le modifiche apportate rispetto alla versione precedente datata 09/03/2011 Supporto On Line Allegato FAQ FAQ n.ro MAN-86GKJM79678 Data ultima modifica 09/03/2011 Prodotto Contabilità Modulo Contabilità - Intrastat Oggetto Genera dichiarazione Intrastat * in giallo le modifiche

Dettagli

INDICE CAPITOLO PRIMO ASPETTI GENERALI

INDICE CAPITOLO PRIMO ASPETTI GENERALI INDICE CAPITOLO PRIMO ASPETTI GENERALI 1. Quadro generale e riferimenti normativi... 11 2. I soggetti obbligati alla presentazione degli elenchi Intrastat... 16 3. La struttura degli elenchi... 17 3.1

Dettagli

ELENCO CLIENTI E FORNITORI (SPESOMETRO)

ELENCO CLIENTI E FORNITORI (SPESOMETRO) ELENCO CLIENTI E FORNITORI (SPESOMETRO) RADIX ERP by ACS Data Systems Comunicazione telematica art 21 del DL. 72/2010 (spesometro) Operazioni IVA 2012 Release: 31.10.2013 ACS Data Systems AG/spa 1 / 23

Dettagli

IVA - Elenchi riepilogativi delle operazioni intra-comunitarie - circolare dall'agenzia delle Entrate n. 36/E del 21 giungo 2010 - Nota

IVA - Elenchi riepilogativi delle operazioni intra-comunitarie - circolare dall'agenzia delle Entrate n. 36/E del 21 giungo 2010 - Nota IVA - Elenchi riepilogativi delle operazioni intra-comunitarie - circolare dall'agenzia delle Entrate n. 36/E del 21 giungo 2010 - Nota Come noto, la direttiva 2006/112/CE (il testo di rifusione della

Dettagli

INDICE CAPITOLO PRIMO ASPETTI GENERALI

INDICE CAPITOLO PRIMO ASPETTI GENERALI INDICE CAPITOLO PRIMO ASPETTI GENERALI 1. Quadro generale e riferimenti normativi...9 2. I soggetti obbligati alla presentazione degli elenchi Intrastat... 12 3. La struttura degli elenchi... 13 3.1 Frontespizio

Dettagli

2. LE CESSIONI E GLI ACQUISTI INTRACOMUNITARI

2. LE CESSIONI E GLI ACQUISTI INTRACOMUNITARI SOMMARIO 1. IL TERRITORIO DELL UNIONE EUROPEA 1.1. I Paesi dell Unione Europea... 3 1.2. Lo status di operatore comunitario... 3 1.2.1. La verifica dello status di operatore comunitario... 4 1.2.2. Acquisizione

Dettagli

LA GESTIONE INTRASTAT DAL 2010

LA GESTIONE INTRASTAT DAL 2010 LA GESTIONE INTRASTAT DAL 2010 1) PREMESSA Come noto, dal 2010 gli elenchi intrastat devono essere presentati telematicamente con cadenza trimestrale (per la generalità dei contribuenti). Inoltre, l obbligo

Dettagli

Circolare n. 6. Indice. 1 Premessa... 2. 2 Territorialità delle prestazioni di servizi... 2. 3 I "nuovi" modelli Intrastat... 5

Circolare n. 6. Indice. 1 Premessa... 2. 2 Territorialità delle prestazioni di servizi... 2. 3 I nuovi modelli Intrastat... 5 Circolare n. 6 Novità modelli Intrastat (D.Lgs. 18.2.2010, n. 11) Indice 1 Premessa... 2 2 Territorialità delle prestazioni di servizi... 2 3 I "nuovi" modelli Intrastat... 5 3.1 Obbligo di inclusione

Dettagli

STUDIO BOIDI & PARTNERS

STUDIO BOIDI & PARTNERS & PARTNERS commercialisti revisori contabili Dott. ALDO BOIDI DOTT. PROF. MARIO BOIDI DOTT. MASSIMO BOIDI DOTT. FABIO PASQUINI Dott. VALTER RUFFA Dott. ALESSANDRO MARTINI Dott. CAROLA ALBERTI Dott. GIULIANA

Dettagli

INTRA. Elenchi Cessioni ed Acquisti. Release 5.20 Manuale Operativo

INTRA. Elenchi Cessioni ed Acquisti. Release 5.20 Manuale Operativo Release 5.20 Manuale Operativo INTRA Elenchi Cessioni ed Acquisti La procedura consente di gestire gli acquisti e le cessioni all interno dei paesi appartenenti dell Unione Europea: il modulo è interamente

Dettagli

CONTABILITÀ. Regime Beni Usati. Release 5.20 Manuale Operativo

CONTABILITÀ. Regime Beni Usati. Release 5.20 Manuale Operativo Release 5.20 Manuale Operativo CONTABILITÀ Regime Beni Usati Il D.L. 41/1995, conv. in L. 85/1995 prevede un particolare regime (cd. Regime del margine) per la cessione di beni mobili usati e di oggetti

Dettagli

MODELLO IVA TRIMESTRALE

MODELLO IVA TRIMESTRALE MODELLO IVA TRIMESTRALE Il Modello IVA trimestrale si gestisce dalla voce di menù Stampe Fiscali contabili- Deleghe/Comunic./Invii telem. Modello IVA trimestrale Il menù si compone delle seguenti funzioni:

Dettagli

NOVITA NORMATIVE IVA ANNO D IMPOSTA 2010

NOVITA NORMATIVE IVA ANNO D IMPOSTA 2010 NOVITA NORMATIVE IVA ANNO D IMPOSTA 2010 Normativa comunitaria e normativa nazionale L imposta sul valore aggiunto è disciplinata da leggi nazionali che sono subordinate alle direttive comunitarie. Queste

Dettagli

Le operazioni Intracomunitarie

Le operazioni Intracomunitarie UR1007106000 Le operazioni Intracomunitarie Manuale Operativo Wolters Kluwer Italia s.r.l. - Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questi documenti può essere riprodotta o trasmessa in qualsiasi

Dettagli

Intra 2010 Invio telematico

Intra 2010 Invio telematico Intra 2010 Invio telematico A seguito dell'entrata in vigore del decreto attuativo che recepisce le nuove normative europee in materia di modelli INTRA, dal 2010 non sono più accettati i modelli cartacei

Dettagli

Modello INTRASTAT: modalità di compilazione e casistiche operative

Modello INTRASTAT: modalità di compilazione e casistiche operative Modello INTRASTAT: modalità di compilazione e casistiche operative a cura di Marco Politano Torino Martedì, 08 novembre 2011 Modelli Intrastat Elenco riepilogativo delle cessioni intracomunitarie di beni

Dettagli

STATO CODICE ISO N.RO CARATTERE DEL CODICE IVA. Bulgaria BG 9 ovvero 10

STATO CODICE ISO N.RO CARATTERE DEL CODICE IVA. Bulgaria BG 9 ovvero 10 N. 2 del 2007 NOVITA IN MATERIA DI ELENCHI INTRASTAT ADESIONE ALL UNIONE EUROPEA DI DUE NUOVI STATI A decorrere dal 1 gennaio 2007, sono entrati a far parte dell Unione Europea due nuovi Stati: la Bulgaria

Dettagli

CIRCOLARE 36/E 21.06.2010

CIRCOLARE 36/E 21.06.2010 CIRCOLARE 36/E 21.06.2010 SIMONE DEL NEVO 24.06.2010 Studio Del Nevo I CHIARIMENTI Assumono rilevanza intrastat solo le prestazioni di servizio generiche disciplinate dall articolo 7 ter DPR 633/72: CICLO

Dettagli

DAMIANO ADRIANI. Dottore Commercialista

DAMIANO ADRIANI. Dottore Commercialista 1/6 OGGETTO COMUNICAZIONE ANNUALE DATI IVA RELATIVA ALL ANNO 2013 RIFERIMENTI NORMATIVI ART. 9 D.P.R. 7 DICEMBRE 2001 N. 435; ART. 8BIS D.P.R. 22 LUGLIO 1998 N. 322; PROVVEDIMENTO AGENZIA DELLE ENTRATE

Dettagli

CONTABILITÀ. Regime Beni Usati. Release 4.90 Manuale Operativo

CONTABILITÀ. Regime Beni Usati. Release 4.90 Manuale Operativo Release 4.90 Manuale Operativo CONTABILITÀ Regime Beni Usati Il D.L. 41/1995, conv. in L. 85/1995 prevede un particolare regime (cd. Regime del margine) per la cessione di beni mobili usati e di oggetti

Dettagli

Bologna, 30 marzo 2015. Circolare n. 06/2015. Oggetto: Spesometro 2015

Bologna, 30 marzo 2015. Circolare n. 06/2015. Oggetto: Spesometro 2015 Dott. Rag. Giorgio Palmeri Rag. Tiberio Frascari Dott. Fabio Ceroni Dott. Carlo Bacchetta Dott. Mariangela Frascari Dott. Marta Lambertucci Dott. Lorenzo Nadalini Dott. Simone Pizzi Rag. Marinella Quartieri

Dettagli

Le principali novità del modello Iva 2010 a cura di Sergio Pellegrino e Giovanni Valcarenghi

Le principali novità del modello Iva 2010 a cura di Sergio Pellegrino e Giovanni Valcarenghi Il Punto sull Iva Le principali novità del modello Iva 2010 a cura di Sergio Pellegrino e Giovanni Valcarenghi Premessa Con Provvedimento del Direttore dell Agenzia delle Entrate di data 15 gennaio 2010

Dettagli

Operazioni Intracomunitarie

Operazioni Intracomunitarie Informatica Aretusa Operazioni Intracomunitarie Dal singolo movimento all invio telematico by Informatica Aretusa 08/07/2010 Operazioni Intracomunitarie Le voci di questo menù permettono la gestione degli

Dettagli

Circolare N. 164 del 12 Dicembre 2014

Circolare N. 164 del 12 Dicembre 2014 Circolare N. 164 del 12 Dicembre 2014 Operatori che intrattengono rapporti con l estero - semplificazioni IVA in vista Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che il DLgs. di semplificazione

Dettagli

Gecom Paghe. Comunicazione per ricezione telematica dati 730-4. ( Rif. News Tecnica del 14/03/2014 )

Gecom Paghe. Comunicazione per ricezione telematica dati 730-4. ( Rif. News Tecnica del 14/03/2014 ) Gecom Paghe Comunicazione per ricezione telematica dati 730-4 ( Rif. News Tecnica del 14/03/2014 ) TE7304 2 / 16 INDICE Comunicazione per la ricezione in via telematica dei dati relativi ai modelli 730-4...

Dettagli

SOMMARIO... 3 INTRODUZIONE...

SOMMARIO... 3 INTRODUZIONE... Sommario SOMMARIO... 3 INTRODUZIONE... 4 INTRODUZIONE ALLE FUNZIONALITÀ DEL PROGRAMMA INTRAWEB... 4 STRUTTURA DEL MANUALE... 4 INSTALLAZIONE INRAWEB VER. 11.0.0.0... 5 1 GESTIONE INTRAWEB VER 11.0.0.0...

Dettagli

3. LE CESSIONI E GLI ACQUISTI INTRACOMUNITARI DI BENI

3. LE CESSIONI E GLI ACQUISTI INTRACOMUNITARI DI BENI SOMMARIO 1. IL TERRITORIO DELL UNIONE EUROPEA 1.1. I Paesi dell Unione Europea... 3 1.1.1. Ingresso di nuovi Stati nell Unione Europea: disposizioni transitorie... 3 1.2. Lo status di operatore comunitario...

Dettagli

Nella Circolare n. 36/2010 sono forniti dei chiarimenti in relazione alle riparazioni di beni.

Nella Circolare n. 36/2010 sono forniti dei chiarimenti in relazione alle riparazioni di beni. Sezione prima - Aspetti generali Operazioni soggette a rilevazione ed esclusioni Operazioni soggette a rilevazione ed esclusioni Dal 1 gennaio 2010, oggetto di riepilogo negli appositi Modelli, non sono

Dettagli

NOTE OPERATIVE Elaborazione Dati Fiscali (EDF) - 02/2010

NOTE OPERATIVE Elaborazione Dati Fiscali (EDF) - 02/2010 Elaborazione Dati Fiscali (EDF) - 02/2010 Sommario 1. Modello Intrastat: novità 2010... 2 Integrazione dati Intrastat... 2 Supporto magnetico... 2 Stampa Modello... 2 Consegna dichiarazioni Intrastat all'agenzia

Dettagli

ESEMPI DI COMPILAZIONE SUL SOFTWARE ISOIVA FATTURE DI BENI E SERVIZI IN AMBITO ISTITUZIONALE

ESEMPI DI COMPILAZIONE SUL SOFTWARE ISOIVA FATTURE DI BENI E SERVIZI IN AMBITO ISTITUZIONALE ESEMPI DI COMPILAZIONE SUL SOFTWARE ISOIVA FATTURE DI BENI E SERVIZI IN AMBITO ISTITUZIONALE Il programma è stato realizzato per gestire sia l attività istituzionale che quella commerciale. Durante l inserimento

Dettagli

SPAZIANI & LONGO ASSOCIATI

SPAZIANI & LONGO ASSOCIATI Circolare numero 04 del 3 febbraio del 2012 Oggetto: Comunicazione annuale dati Iva anno d imposta 2011 I soggetti IVA tenuti alla presentazione della dichiarazione annuale sono obbligati a trasmettere

Dettagli

GLI ADEMPIMENTI INTRASTAT

GLI ADEMPIMENTI INTRASTAT GLI ADEMPIMENTI INTRASTAT L anno 2008 non ha apportato sostanziali modifiche sia alle modalità sia ai termini di presentazione delle dichiarazioni intrastat. Pertanto con la presente trattazione ci limitiamo

Dettagli

La circolare per i clienti 06 agosto 2012

La circolare per i clienti 06 agosto 2012 La circolare per i clienti 06 agosto 2012 Anteprima I dati delle dichiarazioni dei redditi vanno on-line pag. 2 Annotazione cumulativa anche per registrare incassi e pagamenti pag. 2 Società in perdita:

Dettagli

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del genzia ntrate BENI CONCESSI IN GODIMENTO A SOCI O FAMILIARI E FINANZIAMENTI, CAPITALIZZAZIONI E APPORTI EFFETTUATI DAI SOCI O FAMILIARI DELL'IMPRENDITORE NEI CONFRONTI DELL'IMPRESA (ai sensi dell articolo,

Dettagli

3. LE CESSIONI E GLI ACQUISTI INTRACOMUNITARI DI BENI

3. LE CESSIONI E GLI ACQUISTI INTRACOMUNITARI DI BENI SOMMARIO 1. IL TERRITORIO DELL UNIONE EUROPEA 1.1. I paesi dell Unione Europea... 3 1.1.1. Ingresso di nuovi Stati nell Unione Europea: disposizioni transitorie... 3 1.2. Lo status di operatore comunitario...

Dettagli

GESTIONE MODELLI INTRA 1 e 2

GESTIONE MODELLI INTRA 1 e 2 GESTIONE MODELLI INTRA 1 e 2 Nel menù Contabilità è presente la procedura Modelli INTRA che consente di immettere i dati relativi ad acquisti e/o vendite Intracomunitarie ai fini della stampa e/o memorizzazione

Dettagli

NOTE OPERATIVE DI RELEASE

NOTE OPERATIVE DI RELEASE NOTE OPERATIVE DI RELEASE Il presente documento costituisce un integrazione al manuale utente del prodotto ed evidenzia le variazioni apportate con la release. IMPLEMENTAZIONI RELEASE Versione 2016.1.0

Dettagli

WOPSpesometro Note sull utilizzo v. 5.0.0 marzo 2015 (comunicazione dati 2012, 2013 e 2014)

WOPSpesometro Note sull utilizzo v. 5.0.0 marzo 2015 (comunicazione dati 2012, 2013 e 2014) WOPSpesometro Note sull utilizzo v. 5.0.0 marzo 2015 (comunicazione dati 2012, 2013 e 2014) Sommario: 1) Attivazione del prodotto; 2) Configurazione; 3) Contribuente; 4) Gestione operazioni rilevanti ai

Dettagli

CIRCOLARE DELLO STUDIO

CIRCOLARE DELLO STUDIO Avv. GIORGIO ASCHIERI* Rag. Comm. SIMONETTA BISSOLI* Dott. Comm. MARCO GHELLI* Dott. Comm. ALBERTO MION* Dott. Comm. ALBERTO RIGHINI* Avv. ANTONIO RIGHINI* Dott. MONICA SECCO* Avv. ORNELLA BERTOLAZZI Avv.

Dettagli

Le operazioni Intracomunitarie

Le operazioni Intracomunitarie Manuale Operativo Le operazioni Intracomunitarie UR1306135000 Wolters Kluwer Italia s.r.l. - Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questi documenti può essere riprodotta o trasmessa in qualsiasi

Dettagli

SI CONSIGLIA DI DISATTIVARE TEMPORANEAMENTE EVENTUALI SOFTWARE ANTIVIRUS PRIMA DI PROCEDERE CON IL CARICAMENTO DELL'AGGIORNAMENTO.

SI CONSIGLIA DI DISATTIVARE TEMPORANEAMENTE EVENTUALI SOFTWARE ANTIVIRUS PRIMA DI PROCEDERE CON IL CARICAMENTO DELL'AGGIORNAMENTO. Operazioni preliminari Gestionale 1 ZUCCHETTI ver. 4.6.0 Prima di installare la nuova versione è obbligatorio eseguire un salvataggio completo dei dati comuni e dei dati di tutte le aziende di lavoro.

Dettagli

NOTE OPERATIVE DI RELEASE

NOTE OPERATIVE DI RELEASE NOTE OPERATIVE DI RELEASE Il presente documento costituisce un integrazione al manuale utente del prodotto ed evidenzia le variazioni apportate con la release. IMPLEMENTAZIONI RELEASE Versione 2016.1.2

Dettagli

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 4.90.1G. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 4.90.1G. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit KING Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO Rel. 4.90.1G DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit - 2 - Manuale di Aggiornamento Sommario 1 PER APPLICARE L AGGIORNAMENTO... 3 2 CONTABILITA : IVA PER CASSA...

Dettagli

Codice identificativo dell aggiornamento: 20241504A

Codice identificativo dell aggiornamento: 20241504A Sommario VERSIONI CONTENUTE NEL PRESENTE AGGIORNAMENTO... 2 DICHIARAZIONE 770 / 2015... 3 CERTIFICAZIONE DEGLI UTILI CORRISPOSTI... 3 CONTI INDIVIDUALI / 2015... 3 DELEGA F24... 4 COLLEGAMENTO CON IL MODULO

Dettagli

Scolari & Partners T a x a n d l e g a l

Scolari & Partners T a x a n d l e g a l A tutti i Signori Clienti loro sedi Saronno, 18 Marzo 2010 Oggetto: Circolare del 18.03.2010 Argomento nr. 1) AL VIA LE NUOVE REGOLE IVA SULLA TASSAZIONE DEI SERVIZI NEI RAPPORTI CON L ESTERO Dal 1 gennaio

Dettagli

MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE

MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE DECRETO 22 febbraio 2010 Elenchi riepilogativi delle operazioni intracomunitarie. (10A02690) (G.U. n. 53 del 5.3.2010) IL MINISTRO DELL' ECONOMIA E DELLE FINANZE

Dettagli

Circolare n. 5 del 27 marzo 2015

Circolare n. 5 del 27 marzo 2015 Circolare n. 5 del 27 marzo 2015 Spesometro 2015 (operaziionii 2014), da trasmettere entro iill 10/20 dii apriille 2015 L art. 21 del D.L. n. 78 del 31 maggio 2010 ha introdotto l obbligo, per i soggetti

Dettagli

Semplificazione agli Elenchi Intra di servizi

Semplificazione agli Elenchi Intra di servizi Piattaforma Applicativa Gestionale Documentazione Fast Patch Nr. 0042 Rel.8.2 Semplificazione agli Elenchi Intra di servizi COPYRIGHT 1992-2015 by ZUCCHETTI S.p.A. Tutti i diritti sono riservati. Questa

Dettagli

Documento. n. 10. Gli elenchi riepilogativi delle operazioni intracomunitarie (Modelli Intrastat)

Documento. n. 10. Gli elenchi riepilogativi delle operazioni intracomunitarie (Modelli Intrastat) Documento n. 10 Gli elenchi riepilogativi delle operazioni intracomunitarie (Modelli Intrastat) Febbraio 2011 GLI ELENCHI RIEPILOGATIVI DELLE OPERAZIONI INTRACOMUNITARIE (MODELLI INTRASTAT) GLI ELENCHI

Dettagli

INTRA. Elenchi Cessioni ed Acquisti. Release 4.90 Manuale Operativo

INTRA. Elenchi Cessioni ed Acquisti. Release 4.90 Manuale Operativo Release 4.90 Manuale Operativo INTRA Elenchi Cessioni ed Acquisti La procedura consente di gestire gli acquisti e le cessioni all interno dei paesi appartenenti dell Unione Europea: il modulo è interamente

Dettagli

CIRCOLARE N.28/E. Roma, 22 agosto 2013

CIRCOLARE N.28/E. Roma, 22 agosto 2013 CIRCOLARE N.28/E Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti Roma, 22 agosto 2013 OGGETTO: Assistenza fiscale prestata dai Centri di assistenza fiscale per lavoratori dipendenti e dai professionisti abilitati

Dettagli

Codice identificativo dell aggiornamento: 20241508A

Codice identificativo dell aggiornamento: 20241508A Sommario VERSIONI CONTENUTE NEL PRESENTE AGGIORNAMENTO... 2 DICHIARAZIONE UPF / 2015... 3 ALIQUOTE ADDIZIONALI COMUNALI ANNO 2014 E 2015... 4 DELEGA UNIFICATA F24... 4 Versamento contributi fissi IVS anno

Dettagli

Dott. Marco Baccani 20121 Milano - Via Bigli, 2 Dott. Salvatore Fiorenza Tel. (+39) 02 764214.1 Dott. Ferdinando Ramponi Fax (+39) 02 764214.

Dott. Marco Baccani 20121 Milano - Via Bigli, 2 Dott. Salvatore Fiorenza Tel. (+39) 02 764214.1 Dott. Ferdinando Ramponi Fax (+39) 02 764214. Dott. Marco Baccani 20121 Milano - Via Bigli, 2 Dott. Salvatore Fiorenza Tel. (+39) 02 764214.1 Dott. Ferdinando Ramponi Fax (+39) 02 764214.61 Dott. Massimo Rho Dott. Federico Baccani Dott. Stefano Ramponi

Dettagli

Certificazione Unica (c.d. CU2015)

Certificazione Unica (c.d. CU2015) (c.d. CU2015) Indice degli argomenti Introduzione 1. Disposizioni normative 2. Prerequisiti tecnici 3. Impostazioni necessarie per operare in Gestionale 1 4. Stampa Certificazioni Unica Assis tenza tecni

Dettagli

ULTIME NOVITÀ FISCALI

ULTIME NOVITÀ FISCALI Circolare nr.03/2015 Ai sig.ri Clienti E loro sedi ULTIME NOVITÀ FISCALI Diritto CCIAA 2015 Decreto Ministero Sviluppo economico 8.1.2015 Tremonti-quater Circolare Agenzia Entrate 19.2.2015, n. 5/E È stato

Dettagli

Gestione comunicazione operazioni con paesi a fiscalità privilegiata (Black List) Sviluppo #2964

Gestione comunicazione operazioni con paesi a fiscalità privilegiata (Black List) Sviluppo #2964 Gestione comunicazione operazioni con paesi a fiscalità privilegiata (Black List) Sviluppo #2964 Il recepimento della normativa per la presentazione delle operazioni con paesi in regime di Black List è

Dettagli

SOMMARIO. Nella presente circolare tratteremo i seguenti argomenti: IL MOD. IVA 2016 PAG. 2

SOMMARIO. Nella presente circolare tratteremo i seguenti argomenti: IL MOD. IVA 2016 PAG. 2 CIRCOLARE N. 03 DEL 20/01/2016 SOMMARIO Nella presente circolare tratteremo i seguenti argomenti: IL MOD. IVA 2016 PAG. 2 IN SINTESI: L Agenzia delle Entrate ha recentemente emanato il Provvedimento di

Dettagli

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DELLA DICHIARAZIONE DI CONSUMO DI GAS METANO, MODELLO AD-2, PER L ANNO D IMPOSTA 2006

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DELLA DICHIARAZIONE DI CONSUMO DI GAS METANO, MODELLO AD-2, PER L ANNO D IMPOSTA 2006 Allegato 2 ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DELLA DICHIARAZIONE DI CONSUMO DI GAS METANO, MODELLO AD-2, PER L ANNO D IMPOSTA 2006 1. GENERALITÀ Ciascun depositario autorizzato o altro soggetto senza impianto

Dettagli

CIRCOLARE N. 16/E. OGGETTO: Risposte a quesiti in materia di controllo delle compensazioni Iva Nuovo canale di assistenza dedicato

CIRCOLARE N. 16/E. OGGETTO: Risposte a quesiti in materia di controllo delle compensazioni Iva Nuovo canale di assistenza dedicato CIRCOLARE N. 16/E Roma, 19 aprile 2011 Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti OGGETTO: Risposte a quesiti in materia di controllo delle compensazioni Iva Nuovo canale di assistenza dedicato 2 INDICE

Dettagli

NOVITA IN TEMA DI IVA E DI CRITERI DI TERRITORIALITA

NOVITA IN TEMA DI IVA E DI CRITERI DI TERRITORIALITA ADC ASSOCIAZIONE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI SINDACATO NAZIONALE UNITARIO SEZIONE ROMA NOVITA IN TEMA DI IVA E DI CRITERI DI TERRITORIALITA Roma, 11 febbraio 2010 LE NOVITA DEI

Dettagli

ALBERTI - UBINI - CASTAGNETTI Dottori Commercialisti Associati

ALBERTI - UBINI - CASTAGNETTI Dottori Commercialisti Associati Dottori Commercialisti Associati ASSOCIATI: GIOVANNI ALBERTI Professore Ordinario di Economia Aziendale all Università di Verona CLAUDIO UBINI ALBERTO CASTAGNETTI COLLABORATORI: ELISABETTA UBINI RITA MAGGI

Dettagli

Novità più rilevanti (1) parità di trattamento tra fattura cartacea e fattura elettronica libera scelta sull autenticità dell origine, l integrità del contenuto e la leggibilità della fatture (facilita

Dettagli

Elenchi riepilogativi INTRASTAT: nuove modalità di presentazione ed obbligo esteso alle prestazioni intracomunitarie di servizi

Elenchi riepilogativi INTRASTAT: nuove modalità di presentazione ed obbligo esteso alle prestazioni intracomunitarie di servizi ACERBI & ASSOCIATI CONSULENZA TRIBUTARIA, AZIENDALE, SOCIETARIA E LEGALE NAZIONALE E INTERNAZIONALE CIRCOLARE N. 12 10 MAGGIO 2010 Elenchi riepilogativi INTRASTAT: nuove modalità di presentazione ed obbligo

Dettagli