L Asma nel Bambino. 4 Cose SMS. Dal caso clinico alle linee guida (e ritorno)

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "L Asma nel Bambino. 4 Cose SMS. Dal caso clinico alle linee guida (e ritorno)"

Transcript

1 Dal caso clinico alle linee guida (e ritorno) L Asma nel Bambino 4 Cose Anselmo ha l ennesimo episodio di wheezing Quali le domande e gli accertamenti fondamentali?

2 Anselmo Ha preferito, giustamente, andare al San Camillo Da me, al Gemelli, si è invece presentata

3 Vittoria!!! 4 anni e il viso tondo, la mattina di San Valentino entra nella stanza 2 del 7 D Da un paio di anni soffre di broncospasmo ricorrente, quest anno è aumentata la frequenza: almeno 2 episodi al mese da Settembre ad oggi, ogni episodio dura 2-3 giorni con coda di tosse, tutti certificati dalla pediatra curante Durante gli episodi assume un puff di salbutamolo (pesa 18 kg [75 centile] ed è alta 101 cm [40 centile]) e uno di fluticasone 50 mattino e sera tramite distanziatore Gli episodi di asma sono preceduti da raffreddore, spesso ma non sempre. Non presenta asma dopo sforzo fisico. Non si è mai recata in pronto soccorso né tantomeno è stata mai ricoverata a causa della sua asma

4 Vittoria!!! - 2 Prick test Dermatophagoides pter = positivo (diametro medio del pomfo 7 mm) Mix graminacee = negativo Alternaria = negativo Parietaria = positivo (diametro medio del pomfo 5 mm) Olivo = negativo Cipresso = negativo Epitelio di gatto = negativo Epitelio di cane = negativo Controllo negativo = negativo Istamina = positivo (diametro medio del pomfo 5 mm)

5 Dal Caso Clinico alla Linee Guida L Asma è facile Basta ricordare 4 cose E per impararle

6 Cosa c è in letteratura? BTS-SIGN (2012) British Thoracic Society and Scottish Intercollegiate Guidelines Network. British Guideline on the Management of Asthma: A National Clinical Guideline. British Thoracic Society and Scottish Intercollegiate Guidelines Network, 2011 GINA (2011) Global Strategy for Asthma Management and Prevention. Global Initiative for Asthma (GINA), 2011 Linee guida JGCA (2008) Nishimuta T, Kondo N, Hamasaki Y, Morikawa A, Nishima S. Japanese guideline for childhood asthma. Allergol Int 2011 NAEPP (2007) Guidelines for the Diagnosis and Management of Asthma. National Asthma Education and Prevention Program, Third Expert Panel on the Diagnosis and Management of Asthma. Bethesda, MD, USA: National Heart, Lung, and Blood Institute (US), AAMH (2006) Asthma Management Handbook. National Asthma Council Australia, Melbourne, Documenti di consenso PRACTALL (2008) Bacharier LB, Boner A, Carlsen KH, Eigenmann PA, Frischer T, Gotz M, et al. Diagnosis and treatment of asthma in childhood: a PRACTALL consensus report. Allergy 2008 ICON (2012) International consensus on (ICON) pediatric asthma. Allergy. 2012

7 Definizione L asma è un disordine infiammatorio cronico associato ad un ostruzione variabile (ndr = e reversibile) delle vie aeree e ad un ipereattività bronchiale Si presenta con episodi ricorrenti di sibilo toracico, tosse, difficoltà respiratorie e senso di costrizione toracica 1^ Cosa

8 Diagnosi - 1 Convenzionalmente, si è deciso di definire asmatico colui che ha presentato almeno 3 episodi di sintomi asmatici Ma non è che abbia molta importanza pratica

9 Diagnosi - 2 To diagnose asthma, confirm the presence of episodic symptoms of reversible airflow obstruction, and exclude other conditions

10 Diagnosi differenziale N.d.R Comunque, la reversibilità dell ostruzione a seguito di somministrazione di salbutamolo non appartiene a nessuna di queste altre diagnosi SECONDO ME Al contrario, invece

11 Frederika Grazie ad Ilaria Sani Bambina di 10 anni affetta da asma persistente, diagnosticato all età di 5 anni ( dg gen 2007), trattato con cortisonici inalatori bd (flixotide 125 mcg) fino a settembre 2008 quando la bambina viene ricoverata in TIP per stato di male asmatico. Modifica la terapia di fondo aggiungendo l antileucotrienico al cortisonico inalatorio bd (flixotide + singulair). Data Ricovero TIP TIP TIP DH DH PED DH PED2 Successivamente (2009) 2 ulteriori ricoveri in TIP per stato di male asmatico, inizia terapia con cortisonici inalatori md + beta2-long-acting ( Aliflus 25/125 mcg 2 spruzzi die). Salbutamolo > 1 volta al mese Frequenti visite presso pediatra curante per crisi asmatiche Numerosi accessi presso DH di allergologia 2 ricoveri in Ped 2 Occasionali cicli di cortisonici per via orale!

12 Settembre 2011 Grazie ad Ilaria Sani Frederika viene rivalutata presso il DH allergologia pediatrica per nuova esacerbazione asmatica (difficoltà allo sforzo, risvegli notturni per tosse). Negli ultimi giorni aveva sospeso la sua terapia abituale (Aliflus 25/125 2 spruzzi die) e intrapreso trattamento con Bentelan e aerosol con Clenil A e Broncovaleas. Frederika presenta sibili diffusi, è tachipnoica e tachicardica; viene sottoposta a PFR e test di broncoreversibilità che mostrano: A riposo 8 spruzzi 8 spruzzi 20 spruzzi FVC 26% 30% 34% 38% FEV1 29% 33% 37% 37% Test broncoreversibilità: Se FEV 1 PATOLOGICO, Aumento FEV1 > o =12% (o >200 ml) PEF 41% 53% 58% 59% Nonostante la dose da carico di salbutamolo il FEV1 è BASSO! BTS-SIGN 2012 Ricovero in PED 2!!!!

13 Durante il ricovero in pediatria 2 infanzia : HRTC TORACE Grazie ad Ilaria Sani Acalasia esofagea Si segnala marcata ectasia dell esofago che appare dilatato in tutto il suo decorso (dimensioni assiali massime 24 x 20 mm), con ristagno di fluidi e materiale endoluminale fino al terzo superiore. Alterazioni diffuse e bilaterali delle vie aeree sostenute da: -ispessimento dell interstizio perilobulare, più evidente a carico del lobo medio, della lingula con associate iniziali bronchiectasie ed interessamento delle piccole vie aeree, con aree di bronchiolite ad albero in fiore. - Presenza di vaste aree di intrappolamento aereo con oligoemia a mosaico più evidente nelle scansioni eseguite in ESP (segmenti apicale e dorsale del LSD ed apico dorsale del LSS, lobo medio e lingula e segmenti basale mediale e posteriore dei LI)

14 INVECE AL CONTRARIO Ovvero Chi cerca, trova

15 Leonardo, 11 anni, da Salerno - 1 Il suo Pediatra è uno bravo Invio per una valutazione questo ragazzo che almeno da 2 anni presenta crisi accessuali di tosse secca In particolare dopo uno sforzo fisico Pensavo fosse asma, e invece era un calesse! Infatti è sensibilizzato nei confronti dell acaro Ma non risponde al salbutamolo Ed io non ho mai apprezzato broncospasmo durante le visite Ha eseguito prove di funzionalità respiratoria a riposo e TAC toracica, risultate normali Pochi giorni fa ne ha presentata una (di crisi di tosse accessuale) accompagnata da manifestazioni cutanee definite poi come orticaria Si è recato al pronto soccorso, lì hanno diagnosticato anafilassi e hanno vietato l assunzione di cacao, fragole e frutta secca Leonardo aveva mangiato cibi soliti due ore prima, e non erano compresi cacao, fragole e frutta secca

16 Leonardo, 11 anni, da Salerno - 2 Il suo Pediatra è uno bravo Il 31 Gennaio 2013 Leo fa il suo ingresso in ambulatorio, poi in DH e si scopre che Esegue le inalazioni dagli spray predosati senza adoperare il distanziatore Assume 2 spruzzi di Ventolin alla volta e pesa 51 kg Le manifestazioni cutanee erano costituite da eritema non pruriginoso e senza pomfi, nella parte alta del torace e al volto (la stessa manifestazione che lo accompagna, come accade alla madre, nei momenti di difficoltà-tensione) La sua spirometria a riposo (come l unica fatta in precedenza) è normale, ma dopo lo sforzo si assiste alla caduta del FEV1 del 20% e alla comparsa di broncospasmo Il test di broncodilatazione, dopo la somministrazione di 10 spruzzi di Ventolin tramite distanziatore, mostra una normalizzazione del FEV1 e la scomparsa del broncospasmo Leo, dunque, è affetto da asma, con una frequenza dei sintomi settimanali, merita una prevenzione farmacologica Il mistero delle crisi di tosse accessuali ricorrenti è stato svelato Sono state sufficienti delle domande per comprendere la direzione

17 E a proposito di frequenza dei sintomi SEVERITA Intermittente Persistente o Lieve o Moderata o Grave

18 Quando l asma merita una terapia di fondo - 1 Quando è Persistente 2^ Cosa CLASSIFICAZIONE DI GRAVITA Caratteristiche cliniche in assenza di terapia Sintomi Sintomi notturni FEV 1 o PEF STEP 4 Grave Persistente STEP 3 Moderato Persistente STEP 2 Lieve Persistente Continui Attività fisica limitata Quotidiani Attacchi che limitano L attività > 1 volta/settimana ma < 1 volta / giorno Frequenti 1 volta Alla settimana > 2 volte al mese 60% predetto Variabilità > 30% 60-80% predetto Variabilità > 30% 80% predetto Variabilità 20-30% STEP 1 Intermittente < 1 volta/settimana Asintomatico e con normale PEF tra gli attacchi 2 volte al mese 80% predetto Variabilita < 20% La presenza di almeno uno dei criteri di gravità è sufficiente per classificare un paziente in un determinato livello di gravità

19 Quando l asma merita una terapia di fondo - 2 O anche LG GINA 2011 In a child with intermittent wheezing episodes If a detailed history suggests the diagnosis of asthma, and wheezing episodes are frequent (eg 3 in a season) regular controller treatment should be initiated (EVIDENCE D). Regular controller treatment may also be indicated in a child with less frequent but more severe episodes of viral induced wheeze (EVIDENCE D) Fabbisogno di O2 ospedalizzazione? LG BTS 2012

20 Il Follow Up Come scendere o salire Dopo la valutazione iniziale, il trattamento farmacologico si fonda su diversi scalini a seconda del livello di controllo dei sintomi asmatici Se il controllo dei sintomi non è raggiunto dopo 1-3 mesi di terapia è necessario passare allo scalino successivo, dopo ovviamente essersi accertati della corretta modalità di assunzione della terapia in atto e della adesione del paziente Se nell arco di almeno 3 mesi si è raggiunto un controllo soddisfacente della sintomatologia è possibile considerare di passare allo scalino inferiore di trattamento Dopo un esacerbazione della sintomatologia clinica è preferibile un intervallo più breve di tempo Il monitoraggio dovrebbe esser proseguito/intensificato anche dopo aver eseguito uno «stepping down» o dopo la sospensione della terapia

21 Livelli di controllo dell asma - GINA 2009

22 Gli Scalini 3^ Cosa

23 Estimate Comparative Daily Dosages for Inhaled Glucocorticosteroids by age DRUG Low Daily dose (mcg) > 5 y Age < 5 y Medium Daily dose (mcg) > 5 y Age < 5 y High Daily dose (mcg) > 5 y Age < 5 y Beclomethasone > > >1000 >400 Budesonide > >1000 >400 Budesonide-Neb Inhalation Suspension > >1000 Ciclesonide > > > >320 Flunisolide > > >2000 >1250 Fluticasone > > >500 >500 Mometasone furoate > > > >400 Triamcinolone acetonide > > >2000 >1200

24 Le Riacutizzazioni Episodio acuto o subacuto caratterizzato da un incremento progressivo dei sintomi asmatici associato ad un ostruzione delle vie aeree Le riacutizzazioni possono essere di gravità variabile, in genere sono identificate come lievi, moderate, gravi, a seconda della sintomatologia clinica Pertanto si raccomanda l uso del Salbutamolo per via inalatoria (tramite distanziatore) al dosaggio di 2-10 puffs ( µg), ogni 20 minuti per la prima ora. L aggiunta di Ipratroprio Bromuro può portare ad un ulteriore miglioramento della sintomatologia clinica, cosi come la supplementazione di ossigeno I corticosteroidi per via orale sono molto efficaci se dati tempestivamente. La dose raccomandata è Prednisolone 1-2 mg/kg/die, fino a 20 mg nei bambini < 2 anni e fino a 60 mg nei bambini più grandi, per una durata di 3-5 giorni Non sono state raccomandate alte (n.d.r.: e meno che meno basse) dosi di steroidi per via inalatoria come sostitute della terapia sistemica corticosteroidea

25

26 4^ Cosa

27 INDICAZIONI PER IL RICOVERO Insufficienza respiratoria Gravità dei parametri clinici (dispnea importante, wheezing in-espiratorio, uso della muscolatura accessoria, cianosi, torace silente, stato mentale alterato), in particolare dopo il trattamento broncodilatatore SaO2 <92%, in particolare dopo trattamento broncodilatatore PEF <60% (valori riferiti a quelli teorici o, se conosciuto, al valore personale migliore), in particolare dopo broncodilatatore Presenza di complicanze (es. pneumotorace, pneumomediastino, atelectasie, polmonite) Criteri più rigidi devono essere invece adottati per pazienti osservati nel pomeriggio o di notte, con precedenti episodi asmatici gravi, con asma instabile, con ridotta percezione dei sintomi, con scarso sostegno familiare o con difficoltà a raggiungere l ospedale in caso di ulteriore aggravamento

28 Le LG SIP per l Asma Acuta

29 4 Cose 1. Per pensare all Asma, senti il broncospasmo e dimostra la sua reversibilità (almeno assicurati che l abbia fatto un altro medico) 2. Per decidere se prescrivere una terapia di fondo, valuta la frequenza e la gravità dei sintomi 3. Se necessario, inizia la terapia di fondo con uno steroide somministrato per via inalatoria (come prima scelta) 4. Cura l Asma acuta con il salbutamolo somministrato per via inalatoria e a dosaggio adeguato e, se necessario, con il cortisone per via orale a dosaggio adeguato

30 Cenni su Aspetti Minori C.A.M. I Fenotipi La Prevenzione Ambientale L ImmunoTerapia Specifica

31 Asma - Classificazione 2 FENOTIPI Virus-indotta Allergene-indotta Esercizio-indotta Multitrigger Obesità Non spiegata The clinical value of phenotype/endotype classifications, including differential response to treatment and/or natural history, needs to be demonstrated Future phenotypic classifications should demonstrate important advantages in management

32 Da Berlino con furore (moderato) Wahn & Matricardi, JACI July 2012 Guidelines have been based on a uniform therapeutic approach, as if asthma were rather homogeneous However, early childhood asthma has highly heterogeneous phenotypes, and a mismatch between heterogeneous phenotypes and homogeneous therapy contributes to treatment failure

33 Le LG BTS 2012 sulla prevenzione antiacaro Measures to decrease house dust mites have been shown to reduce numbers of house dust mites, but have not been shown to have an effect on asthma severity Families with evidence of house dust mite allergy and who wish to try mite avoidance might consider the following: complete barrier bed-covering systems removal of carpets removal of soft toys from bed high temperature washing of bed linen acaricides to soft furnishings good ventilation with or without dehumidification

34 Adnan ed Angela, 2 che hanno studiato molto Custovic, J Investig Allergol Clin Immunol 2012 While there is little evidence for the clinical benefits of single avoidance measures (eg, bedding encasings, vacuum cleaners, and air filters), multifaceted intervention in carefully selected patients may be of benefit Until conclusive evidence is available, a pragmatic approach in clinical practice should involve the following: interventions tailored to the patient s sensitization and allergen exposure (if exposure cannot be estimated, specific IgE antibody level or the results of skin testing can be used as a marker) a multifaceted allergen avoidance regime, based on removal of the accumulating allergen initiation of the intervention as early as possible Currently, no evidence-based advice on the use of allergen avoidance for prevention of allergic disease can be given

35 Le LG BTS 2012 sulla ITS SCIT Immunotherapy can be considered in patients with asthma where a clinically significant allergen cannot be avoided. The potential for severe allergic reactions to the therapy must be fully discussed with patients SLIT Sublingual immunotherapy cannot currently be recommended for the treatment of asthma in routine practice

36 La + recente revisione sulla SLIT Sandra Lin e i suoi amici, JAMA 2013 The overall evidence provides a moderate grade level of evidence to support the effectiveness of sublingual immunotherapy for the treatment of allergic rhinitis and asthma

37 Questo vs. il Placebo Ma noi vorremmo adoperare la ITS come unico trattamento di fondo o a complemento, appunto, di una terapia farmacologica, sempre di fondo, come ci suggerisce il Progetto Mondiale Asma 2011? E se la seconda che hai detto, l ITS è considerabile, oggi, un trattamento complementare? Vediamone tre esempi, non è che ce ne siano tanti di più

38 Zielen et al, JACI 2010 Patients included in the study were 6 to 17 years old, with mild-to-moderate house dust mite allergic asthma Were randomized to receive SCIT and ICS therapy or ICS alone The local investigator was blind to the diary evaluation of asthma control and the assessment of the next dose step, which were made in real time by a remote Clinical Research Organization using fax Non era prevista la prevenzione ambientale 65 furono randomizzati e 62 furono inclusi nell analisi finale dei dati Il 29.8% di pazienti in più è stato in grado di ridurre di due scalini la dose di CSI nel gruppo SCIT + CSI rispetto al gruppo CSI

39 Pajno et al, 2003 Loro hanno osservato un vantaggio sul VAS

40 Pham Ti et al, PAI 2007 After 18 months of treatment, diurnal and nocturnal asthma symptoms scores did not show significant differences between SLIT and placebo groups Inhaled corticosteroids and inhaled b2-agonists use was reduced in both groups without significant differences between groups There were no significant differences in lung function (forced expiratory volume in 1 s and peak flow rate variations) between groups. Rhinitis symptom score decreased in both groups, with no difference between the two groups The severity dimension of QoL was significantly improved in the SLIT group (age 6 12 yr)

41 Eppoi c è una questioncella Cristina de Bot et al PAI Marzo 2012 Sublingual immunotherapy not effective in house dust miteallergic children in primary care Da ammettere che erano bambini con rinite e non con asma, che è il topic di questa serata Comunque, Cristina (onomastico il 24 Luglio) ha indotto la vibrante protesta (ndr: citazione) degli Illustri

42 Il Brand (y?) Claus Bachert, G. Walter Canonica, Albrecht Bufe PAI 2012 SIT: efficacy depends on product, not on route of application Insomma, dicono Claus-Walter-Albrecht: Cara Cristina, al massimo puoi scrivere che non ha funzionato il prodotto (ndr: la marca, il brand) che hai usato tu. Non la SLIT in generale, o peggio, la ITS Allora, domando io, ciò vale solo quando l ITS non funziona o anche quando funziona? Solo SCIT Acaroid della Allergopharma?

43 E ritorno Adesso riprendiamo Vittoria E vediamo insieme cosa le proporremmo

44 Vittoria!!! 4 anni e il viso tondo, la mattina di San Valentino entra nella stanza 2 del 7 D Da un paio di anni soffre di broncospasmo ricorrente, quest anno è aumentata la frequenza: almeno 2 episodi al mese da Settembre ad oggi, ogni episodio dura 2-3 giorni con coda di tosse, tutti certificati dalla pediatra curante Durante gli episodi assume un puff di salbutamolo (pesa 18 kg [75 centile] ed è alta 101 cm [40 centile]) e uno di fluticasone 50 mattino e sera tramite distanziatore L Espace Gli episodi di asma sono preceduti da raffreddore, spesso ma non sempre. Non presenta asma dopo sforzo fisico. Non si è mai recata in pronto soccorso né tantomeno è stata mai ricoverata a causa della sua asma

45 Vittoria!!! - 2 Prick test Dermatophagoides pter = positivo (diametro medio del pomfo 7 mm) Mix graminacee = negativo Alternaria = negativo Parietaria = positivo (diametro medio del pomfo 5 mm) Olivo = negativo Cipresso = negativo Epitelio di gatto = negativo Epitelio di cane = negativo Controllo negativo = negativo Istamina = positivo (diametro medio del pomfo 5 mm) ALLORA?

46 Vittoria!!! - 3 Conclusioni Vista la frequenza degli episodi asmatici si suggerisce di iniziare prevenzione farmacologica con fluticasone 50 (due spruzzi al mattino e uno alla sera) per i prossimi 3 mesi Inoltre, poiché la causa degli episodi è spesso una infezione virale, si suggerisce di iniziare OM-85, una bustina pediatrica al giorno (tutti i giorni e non solamente 10 giorni al mese come da foglietto illustrativo) Gli episodi acuti andranno trattati con almeno 4 spruzzi di Broncovaleas spray alla volta, per esempio 2-3 volte al giorno, sempre tramite distanziatore Controllo ambulatoriale tra 3 mesi Federe e vaccino antiacaro sono delle possibili opzioni su cui riflettere

47 This is the end

Gestione dell Asma in primary care: raccomandazioni della Linea Guida SIGN

Gestione dell Asma in primary care: raccomandazioni della Linea Guida SIGN Gestione dell Asma in primary care: raccomandazioni della Linea Guida SIGN Diagnosi clinica di Asma nell adulto Dott.ssa Andreina Boschi - specialista in pneumologia. medico di medicina generale Asma:

Dettagli

Asma difficile on-line

Asma difficile on-line Asma difficile on-line è il nome di un Archivio web-based promosso dalla SIMRI e gestito in collaborazione con il CINECA che raccoglie casi di pazienti con asma problematico grave, affetti cioè da asma

Dettagli

Asma e Rinite Allergica: per un controllo bilanciato

Asma e Rinite Allergica: per un controllo bilanciato PROGETTO ARIA ITALIA GESTIONE DELLA RINITE ALLERGICA E DEL SUO IMPATTO SULL ASMA ALLERGIC RHINITIS IMPACT ON AND ITS AST H MA TM Asma e Rinite Allergica: per un controllo bilanciato in collaborazione con

Dettagli

FIMP Rete allergologica

FIMP Rete allergologica Linee Guida ASMA Il presente questionario è ANONIMO FIMP Medico compilatore ANONIMO Regione e località N bambini in convenzione Anno di entrata in convenzione Specializzazioni (oltre a quella in Pediatria)

Dettagli

PERCORSI DIAGNOSTICO TERAPEUTICI DELL ASMA BRONCHIALE

PERCORSI DIAGNOSTICO TERAPEUTICI DELL ASMA BRONCHIALE Direttore: Prof. L.M. Fabbri Progetto PnemoWeb E-medicine per la formazione e la gestione di Asma e BPCO PERCORSI DIAGNOSTICO TERAPEUTICI DELL ASMA BRONCHIALE Dr.ssa Elisabetta Rovatti Modena 17 gennaio

Dettagli

Patologie Ostruttive ASMA vs. BPCO Dr. Paolo Pretto Servizio Pneumologico Aziendale Azienda sanitaria dell Alto Adige

Patologie Ostruttive ASMA vs. BPCO Dr. Paolo Pretto Servizio Pneumologico Aziendale Azienda sanitaria dell Alto Adige Patologie Ostruttive ASMA vs. BPCO Dr. Paolo Pretto Servizio Pneumologico Aziendale Azienda sanitaria dell Alto Adige Sommario Definizione Asma Epidemiologia Asma Diagnosi differenziale Asma - BPCO Gestione

Dettagli

(jos. a. bellanti) Storia naturale dell asma nell infanzia

(jos. a. bellanti) Storia naturale dell asma nell infanzia (jos. a. bellanti) Storia naturale dell asma nell infanzia L asma é un disturbo infiammatorio cronico nel quale l infiammazione delle vie aeree porta ad iperreattivita bronchiale verso una miriade di fattori

Dettagli

GRADE applicato alle Linee Guida ARIA

GRADE applicato alle Linee Guida ARIA GRADE applicato alle Linee Guida ARIA Sergio Bonini Professor di Medicina Interna Seconda Università di Napoli INMM-CNR, ARTOV, Roma se.bonini@gmail.com The ARIA initiative was developed As a state-of-the-art

Dettagli

XIX Congresso Nazionale Società Italiana di Pediatria Preventiva e Sociale

XIX Congresso Nazionale Società Italiana di Pediatria Preventiva e Sociale XIX Congresso Nazionale Società Italiana di Pediatria Preventiva e Sociale TORINO, 27 OTTOBRE 2007 IMMUNOTERAPIA SUBLINGUALE : UN VALIDO STRUMENTO NELL ASMA ALLERGICO Sergio Arrigoni Melloni Pediatria

Dettagli

Cosa è l asma? L asma è una frequente patologia cronica che dura tutta la vita caratterizzata dall infiammazione e dal restringimento delle vie

Cosa è l asma? L asma è una frequente patologia cronica che dura tutta la vita caratterizzata dall infiammazione e dal restringimento delle vie ASMA BRONCHIALE Cosa è l asma? L asma è una frequente patologia cronica che dura tutta la vita caratterizzata dall infiammazione e dal restringimento delle vie 2 aeree. Il restringimento è intermittente

Dettagli

La gestione della malattia cronica tra primo e terzo livello. Un paradigma: l asma E. Bignamini

La gestione della malattia cronica tra primo e terzo livello. Un paradigma: l asma E. Bignamini La gestione della malattia cronica tra primo e terzo livello. Un paradigma: l asma E. Bignamini SC Pneumologia AO O.I.R.M.-S.ANNA -Torino 1900 STETOSCOPIO 1950 CENTRALIZZAZIONE OSPEDALIERA CURE DOMICILIARI

Dettagli

Immunoterapia iposensibilizzante specifica nelle malattie allergiche respiratorie e da veleno di imenotteri. Dr. Grazia Manfredi 2006

Immunoterapia iposensibilizzante specifica nelle malattie allergiche respiratorie e da veleno di imenotteri. Dr. Grazia Manfredi 2006 Immunoterapia iposensibilizzante specifica nelle malattie allergiche respiratorie e da veleno di imenotteri Dr. Grazia Manfredi 2006 A.R.I.A. Position Paper 2001 Allontanamento dell allergene indicato

Dettagli

INFORMARSI, CONOSCERE E PARTECIPARE PER MIGLIORARE LA QUALITÀ DELLA VITA Il caso di asma, diabete di tipo 2 e cancro al seno

INFORMARSI, CONOSCERE E PARTECIPARE PER MIGLIORARE LA QUALITÀ DELLA VITA Il caso di asma, diabete di tipo 2 e cancro al seno INFORMARSI, CONOSCERE E PARTECIPARE PER MIGLIORARE LA QUALITÀ DELLA VITA Il caso di asma, diabete di tipo 2 e cancro al seno Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri, 24 novembre 2010 Asma: i fattori

Dettagli

Respiro sibilante e tosse nel bambino: è asma?

Respiro sibilante e tosse nel bambino: è asma? Respiro sibilante e tosse nel bambino: è asma? Massimo Pifferi Emanuela De Marco Vincenzo Ragazzo Fisiopatologia Respiratoria e Allergologia - Clinica Pediatrica I Azienda Ospedaliera - Università di Pisa

Dettagli

1 SINTOMI ATTRIBUITI AD ALTRA PATOLOGIA. Tosse da reflusso gastroesofageo Tosse da rinorrea posteriore Stato ansioso Patologia Cardiovascolare Altro

1 SINTOMI ATTRIBUITI AD ALTRA PATOLOGIA. Tosse da reflusso gastroesofageo Tosse da rinorrea posteriore Stato ansioso Patologia Cardiovascolare Altro 1 SINTOMI ATTRIBUITI AD ALTRA PATOLOGIA Tosse da reflusso gastroesofageo Tosse da rinorrea posteriore Stato ansioso Patologia Cardiovascolare Altro Sottodiagnosi di Asma 90 80 70 Uomini Donne 60 % 50 40

Dettagli

Sabato 21 Febbraio 2015 TITOLO DEL CORSO: Novità nella gestione e nella terapia di alcune patologie croniche

Sabato 21 Febbraio 2015 TITOLO DEL CORSO: Novità nella gestione e nella terapia di alcune patologie croniche AGGIORNAMENTO OBBLIGATORIO MEDICI DI MEDICINA GENERALE Sabato 21 Febbraio 2015 TITOLO DEL CORSO: Novità nella gestione e nella terapia di alcune patologie croniche Responsabile del corso Dr. : Tesei Fiorenzo

Dettagli

Lo Spallanzani (2004) 18: 67-71. Atti di Convegni ASMA BRONCHIALE IN ETÀ PEDIATRICA: CASI CLINICI M. CORSINI

Lo Spallanzani (2004) 18: 67-71. Atti di Convegni ASMA BRONCHIALE IN ETÀ PEDIATRICA: CASI CLINICI M. CORSINI Lo Spallanzani (2004) 18: 67-71 M. Corsini Atti di Convegni ASMA BRONCHIALE IN ETÀ PEDIATRICA: CASI CLINICI M. CORSINI Unità Operativa di Pediatria - Ospedale di Guastalla (RE) RIASSUNTO L esecuzione della

Dettagli

Asma bronchiale. Diagnosi e gestione a lungo termine

Asma bronchiale. Diagnosi e gestione a lungo termine Asma bronchiale Diagnosi e gestione a lungo termine Asma bronchiale: definizione Malattia cronica delle vie aeree caratterizzata da ostruzione bronchiale più o meno accessionale solitamente reversibile

Dettagli

MEDICO E BAMBINO PAGINE ELETTRONICHE

MEDICO E BAMBINO PAGINE ELETTRONICHE Febbraio 2009 http://www.medicoebambino.com/?id=oae0902_20.html MEDICO E BAMBINO PAGINE ELETTRONICHE L'utilizzo episodico della budesonide e del montelukast nei bambini dell'età prescolare con wheezing

Dettagli

BPCO. 1. Patologia sottostimata rispetto all'impatto epidemiologico. 1. Numerose diagnosi non corrette e di conseguenza terapie inappropriate.

BPCO. 1. Patologia sottostimata rispetto all'impatto epidemiologico. 1. Numerose diagnosi non corrette e di conseguenza terapie inappropriate. BPCO 1. Patologia sottostimata rispetto all'impatto epidemiologico. 1. Numerose diagnosi non corrette e di conseguenza terapie inappropriate. 1.Terapie inappropriate in presenza di diagnosi corrette. 1.

Dettagli

Carmen Vitali Responsabile U.O. Area Farmaco e PMC AV1 Fano. Palmieri Giorgia Specializzanda SSFO Camerino

Carmen Vitali Responsabile U.O. Area Farmaco e PMC AV1 Fano. Palmieri Giorgia Specializzanda SSFO Camerino Analisi sulla gestione del paziente asmatico in medicina generale e dell aderenza alle indicazioni delle linee guida GINA: l esperienza della Area Vasta 1 Fano Asur Marche Carmen Vitali Responsabile U.O.

Dettagli

Il Bambino con dispnea

Il Bambino con dispnea Il Bambino con dispnea PARAMETRI VITALI PEDIATRICI FC VEGLIA FC SONNO FR P.A. SISTOLICA P.A. DIASTOLICA NEONATO 100-180 80-160 40-60 60-90 20-60 LATTANTE (1-12 mesi) 100-160 75-160 30-60 87-105 53-66 INFANZIA

Dettagli

Corticosteroidi Inalati somministrati

Corticosteroidi Inalati somministrati Paola De Compadri, 1 Antonio Clavenna 2 Corticosteroidi Inalati somministrati per manifestazioni asmatiche in età pre-scolare: valutazione economica budesonide Abstract Obiettivo. Valutare il rapporto

Dettagli

Asma : cos è. Fattori scatenanti : Allergeni, inquinamento ambientale, fumo, virus, infezioni, polveri sottili, attività fisica

Asma : cos è. Fattori scatenanti : Allergeni, inquinamento ambientale, fumo, virus, infezioni, polveri sottili, attività fisica Asma : cos è L'asma è una malattia infiammatoria cronica del polmone. Nei soggetti predisposti l Asma provoca episodi ricorrenti di respiro sibilante, difficoltà respiratoria, senso di costrizione toracica

Dettagli

N. 3/2014. La variabilità dei sintomi nella BPCO: importanza diagnostica e implicazioni terapeutiche A cura del Board del Progetto MOND

N. 3/2014. La variabilità dei sintomi nella BPCO: importanza diagnostica e implicazioni terapeutiche A cura del Board del Progetto MOND e-news Progetto MOND Update in BPCO N. 3/2014 La variabilità dei sintomi nella BPCO: importanza diagnostica e implicazioni terapeutiche A cura del Board del Progetto MOND La BPCO La broncopneumopatia cronica

Dettagli

L INFIAMMAZIONE ALLERGICA TRA IL NASO E I BRONCHI. Piacenza, 12 Ottobre 2013

L INFIAMMAZIONE ALLERGICA TRA IL NASO E I BRONCHI. Piacenza, 12 Ottobre 2013 2 PO INTS ON ALLERGY L INFIAMMAZIONE ALLERGICA TRA IL NASO E I BRONCHI Piacenza, 12 Ottobre 2013 SALA FARNESE A E B 08.30-09.00 Saluto delle Autorità Presentazione degli obiettivi formativi e modalità

Dettagli

PERCHE L ITS E POCO UTILIZZATA? Cristoforo Incorvaia Istituti Clinici di Perfezionamento, Milano

PERCHE L ITS E POCO UTILIZZATA? Cristoforo Incorvaia Istituti Clinici di Perfezionamento, Milano PERCHE L ITS E POCO UTILIZZATA? Cristoforo Incorvaia Istituti Clinici di Perfezionamento, Milano 1 Mancata utilizzazione dell ITS: quando la causa è evidente 2 Possibili motivi per l attuale sottoutilizzazione

Dettagli

Titolo: L utilizzo diffuso degli anticolinergici nel trattamento del broncospasmo dei bambini < 2 anni non è supportato da una buona evidenza.

Titolo: L utilizzo diffuso degli anticolinergici nel trattamento del broncospasmo dei bambini < 2 anni non è supportato da una buona evidenza. Titolo: L utilizzo diffuso degli anticolinergici nel trattamento del broncospasmo dei bambini < 2 anni non è supportato da una buona evidenza. Introduzione Il broncospasmo è un sintomo comune nel bambino

Dettagli

"2 Corso ECM per Farmacisti MODULO 5

2 Corso ECM per Farmacisti MODULO 5 "2 Corso ECM per Farmacisti MODULO 5 VIDEOANIMAZIONE E DISCUSSIONE SU CASI SIMULATI SUL TEMA: I SINTOMI E LA GESTIONE DELLE ALLERGIE RESPIRATORIE E SINDROMI CORRELATE (RUOLO DEL PAZIENTE, DEL FARMACISTA

Dettagli

BPCO in medicina generale. Dal sospetto alla diagnosi, alla stadiazione di malattia

BPCO in medicina generale. Dal sospetto alla diagnosi, alla stadiazione di malattia BPCO in medicina generale. Dal sospetto alla diagnosi, alla stadiazione di malattia BPCO: Definizione quadro caratterizzato da persistente ostruzione al flusso aereo la riduzione del flusso è di solito

Dettagli

CASO CLINICO FIMPAGGIORNA 2008 IL PEDIATRA TRA ANTICHI PROBLEMI E NUOVE ACQUISIZIONI IN TEMA DI.. Caserta 8 Maggio 2008. Lorenzo Mariniello

CASO CLINICO FIMPAGGIORNA 2008 IL PEDIATRA TRA ANTICHI PROBLEMI E NUOVE ACQUISIZIONI IN TEMA DI.. Caserta 8 Maggio 2008. Lorenzo Mariniello CASO CLINICO FIMPAGGIORNA 2008 IL PEDIATRA TRA ANTICHI PROBLEMI E NUOVE ACQUISIZIONI IN TEMA DI.. Caserta 8 Maggio 2008 Lorenzo Mariniello A.F., maschio 12 anni, è giunto per la prima volta alla mia osservazione

Dettagli

CHE COS È LA BRONCOPNEUMOPATIA CRONICA OSTRUTTIVA (BPCO)?

CHE COS È LA BRONCOPNEUMOPATIA CRONICA OSTRUTTIVA (BPCO)? CHE COS È LA BRONCOPNEUMOPATIA CRONICA OSTRUTTIVA (BPCO)? La Broncopneumopatia Cronica Ostruttiva (BPCO) è un quadro nosologico caratterizzato dalla progressiva limitazione del flusso aereo che non è completamente

Dettagli

Appendice C: Algoritmi

Appendice C: Algoritmi NHS National Institute for Health and Clinical Excellence Gestione della Bronchite Cronica Ostruttiva negli adulti in assistenza primaria e secondaria. (Aggiornamento parziale) Pubblicata nel mese di giugno

Dettagli

Assessment funzionale del paziente anziano con BPCO

Assessment funzionale del paziente anziano con BPCO Assessment funzionale del paziente anziano con BPCO Dott. Salvatore Battaglia Dipartimento Biomedico di Medicina Interna e Specialistica (Di.Bi.MIS) La spirometria semplice: BPCO Indicazioni e controindicazioni

Dettagli

SWISS UNDERWATER AND HYPERBARIC MEDICAL SOCIETY ASMA

SWISS UNDERWATER AND HYPERBARIC MEDICAL SOCIETY ASMA SUHMS SWISS UNDERWATER AND HYPERBARIC MEDICAL SOCIETY ASMA RACCOMANDAZIONI 2012-2015 DELLA SOCIETÀ SVIZZERA DI MEDICINA SUBACQUEA E IPERBARICA "SUHMS" Società svizzera di medicina subacquea e iperbarica

Dettagli

Piano Sanitario Regionale 2008-2010 LA SANITA DI INIZIATIVA IN AMBITO TERRITORIALE

Piano Sanitario Regionale 2008-2010 LA SANITA DI INIZIATIVA IN AMBITO TERRITORIALE Piano Sanitario Regionale 2008-2010 LA SANITA DI INIZIATIVA IN AMBITO TERRITORIALE PERCORSO DIAGNOSTICO TERAPEUTICO ASSISTENZIALE PER PAZIENTI CON BPCO Versione III Aprile 2012 1 FASE 1: IDENTIFICAZIONE

Dettagli

A.S.: respiro corto e tosse. Dr. Paolo Pretto Servizio Pneumologico Aziendale Azienda sanitaria dell Alto Adige

A.S.: respiro corto e tosse. Dr. Paolo Pretto Servizio Pneumologico Aziendale Azienda sanitaria dell Alto Adige A.S.: respiro corto e tosse Dr. Paolo Pretto Servizio Pneumologico Aziendale Azienda sanitaria dell Alto Adige Caso clinico A.S., donna di 41 aa. si rivolge al MMG: da una diecina di giorni ho nuovamente

Dettagli

Sabato 21 Febbraio 2015 TITOLO DEL CORSO: Novità nella gestione e nella terapia di alcune patologie croniche

Sabato 21 Febbraio 2015 TITOLO DEL CORSO: Novità nella gestione e nella terapia di alcune patologie croniche AGGIORNAMENTO OBBLIGATORIO MEDICI DI MEDICINA GENERALE Sabato 21 Febbraio 2015 TITOLO DEL CORSO: Novità nella gestione e nella terapia di alcune patologie croniche Responsabile del corso Dr. : Tesei Fiorenzo

Dettagli

L immunoterapia specifica nelle allergie respiratorie

L immunoterapia specifica nelle allergie respiratorie L immunoterapia specifica nelle allergie respiratorie Nelle ultime decadi la prevalenza delle malattie allergiche dell apparato respiratorio (asma bronchiale e rinite allergica) è progressivamente aumentata.

Dettagli

Medicina respiratoria pediatrica

Medicina respiratoria pediatrica 30 Medicina pediatrica Introduzione i Punti chiave La medicina pediatrica (PRM) è stata riconosciuta come sottospecialità della pediatria in alcune nazioni europee solo nel 1970; in molti Paesi non esiste

Dettagli

La Patogenesi e la Prognosi

La Patogenesi e la Prognosi 1 Cari amici, ho letto il documento della ERS Task Force, di P. Brand et al, Definition, assessment and treatment of wheezing disorders in preschool chidlren: an evidence-based approach (Eur Resp J 2008;

Dettagli

PER SENTIRSI E VIVERE MEGLIO E MIGLIORARE IL PROPRIO ASPETTO. Salute del respiro

PER SENTIRSI E VIVERE MEGLIO E MIGLIORARE IL PROPRIO ASPETTO. Salute del respiro PER SENTIRSI E VIVERE MEGLIO E MIGLIORARE IL PROPRIO ASPETTO Salute del respiro Salute respiratoria: febbre da fieno e asma L ostruzione delle vie aeree e i sintomi dell asma e della febbre da fieno sono

Dettagli

Self- Management e Adherence nella persona con Asma

Self- Management e Adherence nella persona con Asma 1 Self- Management e Adherence nella persona con Asma (E. Semprini, P. Di Giacomo, CdL in Infermieristica; G.Gardini, Ambulatorio Asma; K. Falcone, L. Lazzari Agli, UO Pneumologia - AUSL Romagna, Rimini)

Dettagli

Asma e allergie respiratorie da 0 a 18 anni. Gruppo di Lavoro GARD-Italy Asma ed Allergie nel Bambino

Asma e allergie respiratorie da 0 a 18 anni. Gruppo di Lavoro GARD-Italy Asma ed Allergie nel Bambino Asma e allergie respiratorie da 0 a 18 anni Assemblea Generale GARD-I, Ministero Salute, 25 Giugno 2015 1 Questo documento è stato preparato a cura del COMPONENTI DEL GRUPPO Leonardo Antonicelli Associazione

Dettagli

La terapia dell asma nel bambino. Dott.ssa K. Primon Pediatra di Famiglia Imperia

La terapia dell asma nel bambino. Dott.ssa K. Primon Pediatra di Famiglia Imperia La terapia dell asma nel bambino. Dott.ssa K. Primon Pediatra di Famiglia Imperia OBIETTIVI DEL TRATTAMENTO Nessun sintomo diurno Nessun risveglio no;urno a causa dell asma Nessun u?lizzo dei farmaci di

Dettagli

Angelo Maurizio Clerici U.O.C. Neurologia Direttore Prof. Giorgio Bono Ospedale di Circolo e Fondazione Macchi Università degli Studi dell Insubria

Angelo Maurizio Clerici U.O.C. Neurologia Direttore Prof. Giorgio Bono Ospedale di Circolo e Fondazione Macchi Università degli Studi dell Insubria Angelo Maurizio Clerici U.O.C. Neurologia Direttore Prof. Giorgio Bono Ospedale di Circolo e Fondazione Macchi Università degli Studi dell Insubria Disease Oriented-Therapy (if available) Primarily life-prolongation

Dettagli

U.O. FISIOPATOLOGIA RESPIRATORIA AZIENDA SANITARIA DI FIRENZE P.PALAGI

U.O. FISIOPATOLOGIA RESPIRATORIA AZIENDA SANITARIA DI FIRENZE P.PALAGI ASMA e SPORT FIRENZE 9 Giugno 2012 Dott. W. Castellani U.O. FISIOPATOLOGIA RESPIRATORIA AZIENDA SANITARIA DI FIRENZE P.PALAGI La correlazione fra ASMA ed ESERCIZIO FISICO risale alla seconda metà del II

Dettagli

Il subacqueo con problemi respiratori: immergersi in sicurezza. G. Fiorenzano, F.P.R. Cava de Tirreni

Il subacqueo con problemi respiratori: immergersi in sicurezza. G. Fiorenzano, F.P.R. Cava de Tirreni Il subacqueo con problemi respiratori: immergersi in sicurezza G. Fiorenzano, F.P.R. Cava de Tirreni Immersione e malattie respiratorie Clin. Chest. Med. 2005; 26: 355-380 La capacità d esercizio in immersione

Dettagli

PAZIENTI CON DEMENZA E LORO CAREGIVER Progetto Sperimentale: dati preliminari

PAZIENTI CON DEMENZA E LORO CAREGIVER Progetto Sperimentale: dati preliminari VI Convegno IL CONTRIBUTO DELLE UNITA DI VALUTAZIONE ALZHEIMER (UVA)NELL ASSISTENZA DEI PAZIENTI CON DEMENZA Roma 16 novembre 2012 ASSISTENZA DOMICILIARE INTEGRATA ADI PER PAZIENTI CON DEMENZA E LORO CAREGIVER

Dettagli

Allergene - Molecola con la capacità di stimolare il sistema immunitario a produrre anticorpi IgE, propri della reazione allergica.

Allergene - Molecola con la capacità di stimolare il sistema immunitario a produrre anticorpi IgE, propri della reazione allergica. A Allergene - Molecola con la capacità di stimolare il sistema immunitario a produrre anticorpi IgE, propri della reazione allergica. Allergia - Ipersensibilità dell'organismo verso una sostanza di origine

Dettagli

The risk of asthma exacerbation after stopping low-dose inhaled corticosteroids: A systematic review and

The risk of asthma exacerbation after stopping low-dose inhaled corticosteroids: A systematic review and The risk of asthma exacerbation after stopping low-dose inhaled corticosteroids: A systematic review and meta-analysis of randomized controlled trials. Rank MA et al. J Allergy Clin Immunol. 2013 Mar;131(3):724

Dettagli

La gestione dell asma di Famiglia. Il caso clinico: Alfredo (Parte II) Studio del Pediatra. Giovanni Cerimoniale Pediatra di Famiglia, Scauri (LT)

La gestione dell asma di Famiglia. Il caso clinico: Alfredo (Parte II) Studio del Pediatra. Giovanni Cerimoniale Pediatra di Famiglia, Scauri (LT) La gestione dell asma nello studio del Pediatra di Famiglia. Il caso clinico: Alfredo (Parte II) Giovanni Cerimoniale Pediatra di Famiglia, Scauri (LT) giovanni.cerimoniale0@alice.it Vi ricordate di Alfredo?

Dettagli

APPROCCIO PRATICO CLINICO AL PAZIENTE CON DISPNEA

APPROCCIO PRATICO CLINICO AL PAZIENTE CON DISPNEA 101 SIMPOSIO FAPPTO Diagnosi e trattamento delle malattie respiratorie croniche: un approccio pratico - Torino Sabato 28 Marzo 2015 APPROCCIO PRATICO CLINICO AL PAZIENTE CON DISPNEA Riccardo Pellegrino

Dettagli

MALATTIA TROMBOEMBOLICA VENOSA 2014 : NUOVI FARMACI = NUOVI PERCORSI? Rino Migliacci

MALATTIA TROMBOEMBOLICA VENOSA 2014 : NUOVI FARMACI = NUOVI PERCORSI? Rino Migliacci MALATTIA TROMBOEMBOLICA VENOSA 2014 : NUOVI FARMACI = NUOVI PERCORSI? Rino Migliacci Choice of Initial Anticoagulant Regimen in Patients With Proximal DVT In patients with acute DVT of the leg, we

Dettagli

Televoto Far comparire poi la domanda 2

Televoto Far comparire poi la domanda 2 Caso 1 sess. 1 Antonio, 50 anni, fumatore, si presenta al medico di famiglia dopo un episodio influenzale perché la tosse persiste da 3 settimane negli ultimi giorni anche con un po di catarro giallino.

Dettagli

PNEUMOLOGIA ASMA HOME

PNEUMOLOGIA ASMA HOME PNEUMOLOGIA HOME ASMA circa il 4% della popolazione inglese e americana soffre d'asma. La mortalità per asma è di circa 0,4 per 100.000 Tuttavia, si stima che circa l 80% dei decessi per asma possa essere

Dettagli

La PREVENZIONE DELLE MALATTIE RESPIRATORIE NELL AMBULATORIO DEL MMG

La PREVENZIONE DELLE MALATTIE RESPIRATORIE NELL AMBULATORIO DEL MMG Dott. Francesco AVITTO Specialista Medicina Interna Convenzionato MMG La PREVENZIONE DELLE MALATTIE RESPIRATORIE NELL AMBULATORIO DEL MMG L a f o r m a z i o n e n e l l a m b i t o d e l l e m a l a t

Dettagli

Palliative Care in Older Patients

Palliative Care in Older Patients Palliative Care in Older Patients Perchèla cura palliativa degli anziani sta diventando una prioritàsanitaria mondiale? 1) Population Ageing Chi cura chi Proiezioni in % 2) Polipatologie croniche Cause

Dettagli

Il montelukast, aggiunto alla terapia antiasmatica abituale, determina una modesta riduzione del numero di giorni con sintomi peggiori

Il montelukast, aggiunto alla terapia antiasmatica abituale, determina una modesta riduzione del numero di giorni con sintomi peggiori Il montelukast, aggiunto alla terapia antiasmatica abituale, determina una modesta riduzione del numero di giorni con sintomi peggiori Attenuation of the September epidemic of asthma exacerbations in children:

Dettagli

Desensibilizzazione. o Immunoterapia Allergene specifica

Desensibilizzazione. o Immunoterapia Allergene specifica La Desensibilizzazione o Immunoterapia Allergene specifica Le allergie interessano il 25% della popolazione italiana e raggiungeranno 1 persona su 2 entro il 2010 La ragione di questo aumento è in parte

Dettagli

Mi informo... 12.2013 - STG089 - Gi&Gi Srl

Mi informo... 12.2013 - STG089 - Gi&Gi Srl 12.2013 - STG089 - Gi&Gi Srl Opuscolo_Allergia_Resp_10x21.qxd:- 19/12/13 17:07 Page 1 Mi informo... Opuscolo_Allergia_Resp_10x21.qxd:- 19/12/13 17:07 Page 2 Cos è l allergia? Definizione L allergia è una

Dettagli

Introduzione - Le modificazioni ambientali e le alterazioni degli stili di vita verificatesi negli ultimi decenni hanno favorito il moltiplicarsi di

Introduzione - Le modificazioni ambientali e le alterazioni degli stili di vita verificatesi negli ultimi decenni hanno favorito il moltiplicarsi di Introduzione - Le modificazioni ambientali e le alterazioni degli stili di vita verificatesi negli ultimi decenni hanno favorito il moltiplicarsi di reazioni allergiche nella popolazione mondiale. Nell

Dettagli

Organizzazione ed erogazione delle cure e audit

Organizzazione ed erogazione delle cure e audit Organizzazione ed erogazione delle cure e audit LG SIGN 9 M.Mercuri 21/11/2010 IL CONTROLLO MEDICO E L EDUCAZIONE DEL PAZIENTE Gestione dell Asma in primary care: raccomandazioni della Linea Guida SIGN

Dettagli

Best practice nell asma cronico: le opzioni terapeutiche

Best practice nell asma cronico: le opzioni terapeutiche Best practice nell asma cronico: le opzioni terapeutiche Michele Miraglia del Giudice Dipartimento di Pediatria F.Fede Seconda Università di Napoli Distribuzione geografica della prevalenza del wheezing

Dettagli

L utilizzo della linea guida regionale su diagnosi e terapia della bpco per la sanità d iniziativa. Dott. Mario Berardi SIMG Perugia

L utilizzo della linea guida regionale su diagnosi e terapia della bpco per la sanità d iniziativa. Dott. Mario Berardi SIMG Perugia L utilizzo della linea guida regionale su diagnosi e terapia della bpco per la sanità d iniziativa Dott. Mario Berardi SIMG Perugia OBIETTIVI E INDICATORI Analisi del processo assistenziale al paziente

Dettagli

LA SALUTE DEI BAMBINI E L AMBIENTE Fase 2 Studio epidemiologico sulla condizione respiratoria nei bambini delle Province di Ferrara e Rovigo RISULTATI

LA SALUTE DEI BAMBINI E L AMBIENTE Fase 2 Studio epidemiologico sulla condizione respiratoria nei bambini delle Province di Ferrara e Rovigo RISULTATI Provincia di Ferrara Provincia di Rovigo LA SALUTE DEI BAMBINI E L AMBIENTE Fase 2 Studio epidemiologico sulla condizione respiratoria nei bambini delle Province di Ferrara e Rovigo RISULTATI Claudio Sartini

Dettagli

Acute Asthma in the Emergency Department: a neglected cause of Acute Respiratory Failure in the Elderly?

Acute Asthma in the Emergency Department: a neglected cause of Acute Respiratory Failure in the Elderly? Acute Asthma in the Emergency Department: a neglected cause of Acute Respiratory Failure in the Elderly? Rodolfo Ferrari, Fabrizio Giostra, Giorgio Monti, Mario Cavazza Unità Operativa di Medicina d'urgenza

Dettagli

Paziente MMG Pneumologo Infermiere Fisioterapista Distretto

Paziente MMG Pneumologo Infermiere Fisioterapista Distretto INIZIO a) Richiesta visita per sintomatologia (dispnea, tosse, ec) o INIZIO Individua tipologia dei pazienti Linee guida GOLD Ambulatori con agende riservate. Nella fase iniziale la frequenza dell ambulatorio

Dettagli

Questionario preliminare alle prove di funzionalità respiratoria

Questionario preliminare alle prove di funzionalità respiratoria Ultimo aggiornamento: 29 ottobre 2009 Questionario preliminare alle prove di funzionalità respiratoria Centro di Verona Numero identificativo Data di compilazione 0 9 GIOR MESE AN PRIMA DI INIZIARE IL

Dettagli

AZIENDA POLICLINICO UMBERTO I

AZIENDA POLICLINICO UMBERTO I AZIENDA POLICLINICO UMBERTO I CARTA DEI SERVIZI BRONCOPNEUMOPATIE CRONICHE E ASMA GRAVE 2015-2016 Con la Sponsorizzazione di BCPO La broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO) è una malattia delle vie

Dettagli

Convegno di aggiornamento in Allergologia. 18 marzo 2006. 1 Congresso Regionale AAITO

Convegno di aggiornamento in Allergologia. 18 marzo 2006. 1 Congresso Regionale AAITO Convegno di aggiornamento in Allergologia Inquinamento e malattia allergica 18 marzo 2006 1 Congresso Regionale AAITO Hotel Vis à Vis SESTRI LEVANTE Terapia della rinite allergica C. Castagneto. I. Grasso

Dettagli

Le Prove di funzionalità respiratoria (PFR) e i parametri valutativi in pneumologia. B. Macciocchi V. Cilenti P.Scavalli

Le Prove di funzionalità respiratoria (PFR) e i parametri valutativi in pneumologia. B. Macciocchi V. Cilenti P.Scavalli Le Prove di funzionalità respiratoria (PFR) e i parametri valutativi in pneumologia B. Macciocchi V. Cilenti P.Scavalli Test di funzionalità polmonare Indagano: La Ventilazione: Prove di Funzionalità Respiratoria

Dettagli

La rinosinusite nel bambino: una patologia troppo spesso sottovalutata

La rinosinusite nel bambino: una patologia troppo spesso sottovalutata La rinosinusite nel bambino: una patologia troppo spesso sottovalutata Mario La Rosa Dipartimento di Pediatria, Università degli Studi di Catania UO di Broncopneumologia, Allergologia e Fibrosi Cistica

Dettagli

Che fatica respirare!

Che fatica respirare! SPECIALE: ASMA SPECIALE: ASMA SPECIALE: ASMA SPECIALE: ASMA SPECIALE: ASMA SPECIALE: ASMA Che fatica respirare! L asma: una malatttia cronica che colpisce un bambino su 10. Facciamogli l identikit Silvia

Dettagli

Test di Reattività Bronchiale

Test di Reattività Bronchiale Test di Reattività Bronchiale Claudio Bruschi Servizio di Fisiopatologia Respiratoria Fondazione S.Maugeri I.R.C.C.S. Istituto Scientifico di Montescano Diagnosi di Asma VALUTAZIONE FUNZIONALE BASALE

Dettagli

GUIDA POCKET. per la diagnosi e il trattamento dell asma Revisione 2014 I T I A T I N I V E H M

GUIDA POCKET. per la diagnosi e il trattamento dell asma Revisione 2014 I T I A T I N I V E H M GUIDA POCKET per la diagnosi e il trattamento dell asma Revisione 2014 G L O B A L A I N S I T T I A T H M I V E A PROGETTO MONDIALE ASMA Adattamento italiano delle Linee Guida Internazionali GINA GINA

Dettagli

IL SELF HELP PER UN AMBULATORIO DI QUALITÀ L ATTENDIBILITÀ DEI TEST RAPIDI

IL SELF HELP PER UN AMBULATORIO DI QUALITÀ L ATTENDIBILITÀ DEI TEST RAPIDI IL SELF HELP PER UN AMBULATORIO DI QUALITÀ L ATTENDIBILITÀ DEI TEST RAPIDI V corso di approfondimento professionale per il Pediatra 19-22 Novembre 2007 Dott. Anna Maria Montano Pdf Rm E Self help Il Self

Dettagli

Ipersensibilità alimentare

Ipersensibilità alimentare ! " # $ " %% " # %& EAACI : European Academy of Allergology and Clinical Immunology Ipersensibilità alimentare Allergia alimentare Ipersensibilità non allergica IgE mediata Non IgE mediata Allergy, 2001;56:813

Dettagli

Report dei gruppi di lavoro >> [ Mieloma multiplo ]

Report dei gruppi di lavoro >> [ Mieloma multiplo ] Report dei gruppi di lavoro >> [ Mieloma multiplo ] Relatore: M.T. PETRUCCI 27-28 ottobre 2008 Borgo S. Luigi Monteriggioni (Siena) Mieloma multiplo - Copyright FSE 1 Gruppo di lavoro 2 [ Mieloma multiplo]

Dettagli

Apparato respiratorio: anatomia,fisiologia e patologia. Anatomia (2) Anatomia (1) Anatomia (3) Anatomia (4) O 2 CO 2

Apparato respiratorio: anatomia,fisiologia e patologia. Anatomia (2) Anatomia (1) Anatomia (3) Anatomia (4) O 2 CO 2 P.A. Lombardia Soccorso Corso di Formazione Base per Volontari-Soccorritori A cosa serve? Apparato respiratorio: anatomia,fisiologia e patologia F. Sangalli APPARATO RESPIRATORIO: Insieme di organi che

Dettagli

Modulo 4 LA GESTIONE CONDIVISA TRA SPECIALISTA E MMG DELLE SINDROMI RINO-BRONCHIALI

Modulo 4 LA GESTIONE CONDIVISA TRA SPECIALISTA E MMG DELLE SINDROMI RINO-BRONCHIALI Modulo 4 LA GESTIONE CONDIVISA TRA SPECIALISTA E MMG DELLE SINDROMI RINO-BRONCHIALI 1 Obiettivi del modulo 4 Definire i principali ostacoli che incontra il MMG nella sua attività quotidiana Spiegare le

Dettagli

FISIOPATOLOGIA, FARMACI, E FARMACOLOGIA CLINICA DELL ASMA. www.slidetube.it

FISIOPATOLOGIA, FARMACI, E FARMACOLOGIA CLINICA DELL ASMA. www.slidetube.it FISIOPATOLOGIA, FARMACI, E FARMACOLOGIA CLINICA DELL ASMA Incidenza superiore al 5% nei pazienti industrializzati Marcato restringimento vie aree (colpi di tosse, respiro superficiale, senso di costrizione

Dettagli

Gruppo di studio di pneumoallergologia pediatrica marchigiano. Test di provocazione orale con alimento Documento condiviso

Gruppo di studio di pneumoallergologia pediatrica marchigiano. Test di provocazione orale con alimento Documento condiviso Gruppo di studio di pneumoallergologia pediatrica marchigiano Bianchi Annamaria, Caferri Monaldo, Candelotti Paolo, Carotti Giuliana, De Angelis Fiorella, De Colli Rosa, Filomeni Nazzareno, Franceschini

Dettagli

GESTIONE DELL ATTACCO ACUTO DI ASMA IN ETA PEDIATRICA Linea Guida SIP

GESTIONE DELL ATTACCO ACUTO DI ASMA IN ETA PEDIATRICA Linea Guida SIP GESTIONE DELL ATTACCO ACUTO DI ASMA IN ETA PEDIATRICA Linea Guida SIP Coordinatore: Luciana Indinnimeo Estensori: Barbato A., Cutrera R., De Benedictis F.M., Di Pietro P., Duse M., Gianiorio P., Indinnimeo

Dettagli

Allergia e asma in gravidanza

Allergia e asma in gravidanza Allergia e asma in gravidanza In collaborazione con la Commissione di specialità della Società Svizzera di Allergologia e Immunologia (SSAI) Autore Prof. dott. med. Arthur Helbling, specialista FMH in

Dettagli

LA STORIA DI LORENZO. L. F. 10 anni

LA STORIA DI LORENZO. L. F. 10 anni LA STORIA DI LORENZO PERCORSI PEDIATRICI VAL DI NOTO L. F. 10 anni Lorenzo, terzogenito Nato alla 37 sett di gestazione da TC Peso alla nascita 3420 g, lunghezza 50 cm, cc 34,5 Apgar 7 a 1 min, 10 a 5

Dettagli

BRONCODILATATORI A LUNGA DURATA DI AZIONE IN PAZIENTI DIMESSI PER BRONCOPNEUMOPATIA CRONICA OSTRUTTIVA

BRONCODILATATORI A LUNGA DURATA DI AZIONE IN PAZIENTI DIMESSI PER BRONCOPNEUMOPATIA CRONICA OSTRUTTIVA BRONCODILATATORI A LUNGA DURATA DI AZIONE IN PAZIENTI DIMESSI PER BRONCOPNEUMOPATIA CRONICA OSTRUTTIVA Razionale La Broncopneumopatia Cronica Ostruttiva (BPCO) è una malattia infiammatoria progressiva

Dettagli

Azelastina in spray nasale: il trattamento scelto contro la rinite allergica

Azelastina in spray nasale: il trattamento scelto contro la rinite allergica COMUNICATO STAMPA Azelastina in spray nasale: il trattamento scelto contro la rinite allergica È sorprendente come un quarto della popolazione mondiale soffra di rinite allergica, conducendo una vita accompagnata

Dettagli

Stefano Nardini. * Regione Veneto -U.O. Pneumo-Tisiologia ULS 7 Vittorio Veneto (TV) * AIMAR- Vice Presidente

Stefano Nardini. * Regione Veneto -U.O. Pneumo-Tisiologia ULS 7 Vittorio Veneto (TV) * AIMAR- Vice Presidente Nuovo Alcol, tabagismo, droghe e NUOVO alcol e TABAGISMO droghe Stefano Nardini * Regione Veneto -U.O. Pneumo-Tisiologia ULS 7 Vittorio Veneto (TV) * AIMAR- Vice Presidente 1 SOMMARIO 1. ALCOL 2. DROGA

Dettagli

GENNAIO 2013. Guida alla Lista WADA delle Sostanze Vietate ed Esenzioni a Fini Terapeutici

GENNAIO 2013. Guida alla Lista WADA delle Sostanze Vietate ed Esenzioni a Fini Terapeutici GENNAIO 2013 Guida alla Lista WADA delle Sostanze Vietate ed Esenzioni a Fini Terapeutici Indice Lista WADA delle Sostanze Vietate 3 Esenzioni a Fini Terapeutici 5 Requisiti per una EFT per l asma 9 2

Dettagli

Bruno Meduri. Radioterapia Oncologica - A.O.U. Policlinico di Modena. Associazione Italiana di Radioterapia Oncologica

Bruno Meduri. Radioterapia Oncologica - A.O.U. Policlinico di Modena. Associazione Italiana di Radioterapia Oncologica Bruno Meduri Radioterapia Oncologica - A.O.U. Policlinico di Modena Associazione Italiana di Radioterapia Oncologica Follow up condiviso Il follow-up attivo della donna trattata è parte integrante del

Dettagli

ALLERGIE RESPIRATORIE ED AMBIENTE

ALLERGIE RESPIRATORIE ED AMBIENTE Scuola Elementare e Media di Levico Terme ALLERGIE RESPIRATORIE ED AMBIENTE Incontro con insegnanti e genitori Dr. C. Fanelli Pediatra Levico Terme 13 gennaio 2016 La salute è uno stato di completo benessere

Dettagli

Gestione dell insufficienza respiratoria acuta in autoambulanza: la CPAP pre-ospedaliera

Gestione dell insufficienza respiratoria acuta in autoambulanza: la CPAP pre-ospedaliera L INSUFFICIENZA RESPIRATORIA ACUTA DAL TERRITORIO ALLA MEDICINA D URGENZA Nola 28 SETTEMBRE 2010 Gestione dell insufficienza respiratoria acuta in autoambulanza: la CPAP pre-ospedaliera Pietro Di Cicco

Dettagli

Pseudoasthmatic syndromes through the ages: what should be the best diagnostic flow chart? Gian Luigi Marseglia Amelia Licari

Pseudoasthmatic syndromes through the ages: what should be the best diagnostic flow chart? Gian Luigi Marseglia Amelia Licari Pseudoasthmatic syndromes through the ages: what should be the best diagnostic flow chart? Gian Luigi Marseglia Amelia Licari Università degli Studi di Pavia Fondazione IRCCS Policlinico San Matteo INTERPRETARE

Dettagli

Attuale spazio terapeutico per le cefalosporine orali in pediatria. N. Principi

Attuale spazio terapeutico per le cefalosporine orali in pediatria. N. Principi Attuale spazio terapeutico per le cefalosporine orali in pediatria N. Principi Attuale spazio terapeutico per le cefalosporine orali in pediatria Nicola Principi Principali cefalosporine orali Farmaco

Dettagli

Ditta produttrice: Italchimici S.p.A. / Pharmaxis Pharmaceuticals Ltd

Ditta produttrice: Italchimici S.p.A. / Pharmaxis Pharmaceuticals Ltd REPORT HTA REGIONALE Decisioni CTR Data riunione: 19/09/2011 Decisione: NON INSERITO Nota ufficiale: fd Commenti: il mannitolo è un'alternativa ai test diretti di broncocostrizione (quello alla metacolina

Dettagli

AGGIORNAMENTI IN PNEUMOLOGIA

AGGIORNAMENTI IN PNEUMOLOGIA AGGIORNAMENTI IN PNEUMOLOGIA www.aimarnet.it DALL'INALATORE AL POLMONE: IMPLICAZIONI CLINICHE DEL CICLOESONIDE E DEGLI ALTRI STEROIDI INALATORI Review scientifica del lavoro: Autori: Nave R, Mueller H

Dettagli

LE DISPNEE IN ETÀ PEDIATRICA

LE DISPNEE IN ETÀ PEDIATRICA Corso di aggiornamento per i Medici di Continuità Assistenziale Savona, 14 ottobre 2008 LE DISPNEE IN ETÀ PEDIATRICA con mio estremo orrore e meraviglia, scoprii che avevo perso il fiato Edgar Allan Poe

Dettagli

A che punto siamo con la SLIT

A che punto siamo con la SLIT A che punto siamo con la SLIT Luciana Indinnimeo Dipartimento Integrato di Pediatria e di Neuropsichiatria Infantile Università di Roma Sapienza Dall inizio del XX secolo l immunoterapia specifica (ITS)

Dettagli

ALLERGIE IN PRIMAVERA LA RINITE ALLERGICA

ALLERGIE IN PRIMAVERA LA RINITE ALLERGICA Dipartimento di Area Medica per Intensità di Cure Resp. Dott. Livio Simioni La primavera è la stagione della rinascita ma anche delle allergie ALLERGIE IN PRIMAVERA LA RINITE ALLERGICA Dott. Pietro Tartaro

Dettagli