Infezione e asma. Corso residenziale teorico pratico MISURINA PEDIATRIC ASTHMA LEARNING Novembre 2007.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Infezione e asma. Corso residenziale teorico pratico MISURINA PEDIATRIC ASTHMA LEARNING 2007. 22-24 Novembre 2007."

Transcript

1 MISURINA PEDIATRIC ASTHMA LEARNING 2007 Corso residenziale teorico pratico Infezione e asma Novembre 2007 Università degli Studi di Bologna Dipartimento di Pediatria Filippo Bernardi

2 ASMA Malattia infiammatoria cronica delle vie aeree nella quale diverse cellule giocano un ruolo fondamentale, in particolare mastcellule ed eosinofili, linfociti T, neutrofili e cellule epiteliali; tale infiammazione è responsabile della comparsa di sintomi associati a broncostruzione reversibile, sia spontaneamente che dopo terapia, ed è un fattore determinante della concomitante ipereattività bronchiale.

3 Meccanismo dell infiammazione Le via aeree degli asmatici sono infiltrate da: 1. T linfociti helper (CD4+ CD45RO+) che esprimono il recettore per l IL-2 (CD25) segno di attivazione. Sono prevalentemente TH2 che producono IL-4, IL-5, IL-6, TNFα e GM-CSF 2. Mastcellule che nei momenti di attività della malattia si spostano superficialmente ad infiltrare la mucosa

4 3. Eosinofili, normalmente assenti nella mucosa respiratoria dei soggetti sani, sono cellule caratteristiche dell infiltrato infiammatorio dei soggetti con asma ed il loro numero correla con la gravità dei sintomi e con la necessità dei farmaci per controllare la malattia. Si accumulano al di sotto della membrana basale e da qui infiltarno la mucosa. Il loro reclutamento dipende da l aumentato numero di cellule circolanti, l aumentato richiamo tissutale ad opera di fattori chemiotattici e di molecole di adesione (ICAM-1, ICAM-2, VCAM-1) e da un aumentata sopravvivenza di queste cellule nel tessuto infiltrato.

5 Quindi stretto collegamento fra asma, infiammazione e atopia: molti fattori che inducono atopia sono coinvolti nei meccanismi alla base dell iperreattività bronchiale

6 Sistema Nervoso Autonomo Tono muscolatura liscia Anatomia costituzionale Allergia e Immunità CALIBRO VIE AEREE Flogosi Iperreattività Bronchiale Genetica Ambiente Infezioni

7 Allergia e Immunità Genetica Flogosi Ambiente Infezioni

8 Fattori di fondo e fattori scatenanti Fattori sensibilizzanti (allergeni) Predisposizione genetica Fattori potenzianti agenti infettivi Endotossine Inquinamento dell aria Ipersensibilità IgE mediata Fattori sensibilizzanti (allergeni) Predisposizione genetica Infiammazione delle vie aeree ed iper-reattività bronchiale Fattori scatenanti (infiammatori) Infezioni Allergeni Inquinamento dell aria Endotossine SINTOMI DELL ASMA Fattori scatenanti (non infiammatori) Esercizio fisico Istamina Aria fredda Metacolina Fumo

9 Asma - Atopia e Genetica Familiarità Gemelli Geni Cromosoma 5-14: Ig E Cromosoma 11: recettori Ig E Cromosoma 12: regolazione asma Cromosoma 6: flogosi Cromosoma 20 Adam 33:ipereattività bronchiale

10 Fattori di rischio Fattori di rischio Bronchite asmatiforme Asma bronchiale * Fumo passivo in utero +++? dopo la nascita * Infezioni virali * Atopia Allattamento artificiale + - Rinite + ++

11 Fattori suscettibili di influenzare la persistenza di asma Influenza dei trattamenti sulla storia naturale della malattia (?) Sesso maschile Genetica Età del primo episodio Frequenza e gravità delle manifestazioni Atopia Infezioni Tabagismo Taglia delle vie aeree Ipereattività bronchiale

12 Coorte di Tucson Follow-up di una coorte di bambini dalla nascita fino a 13 anni. 58,5% dei bambini hanno presentato almeno 1 infezione delle basse vie aeree prima dei 3 anni di vita. Un wheezing non era sempre associato a tali episodi. Una inchiesta virale sistematica mostra che il VRS è presente nel 43.9% di questi episodi. 27,4% dei bambini con infezione bassa precoce presenta manifestazioni di wheezing a 11 ans, e il 25,8% a 13 anni. Il rischio di wheezing dopo una infezione bassa precoce da VRS diminuisce con l età: rimane significativo fino a 11 anni, ma non lo è più a 13 anni.

13 Martinez, et al. 2002

14 Equilibrio Th1-Th2 Th 1 IFN-γ Th 2 IL-4 IL-5 Th 1 IFN-γ Th 2 IL-4 IL-5 Normale Asma

15 Risposta immunitaria Feto Th1 < Th2 Allergeni Th2 Virus-batteri VRS - Atipici Th1 IL-4 IL-5 Th2? IL-2 IFN-γ IgE Eosinofili IgA IgG Atopia Flogosi persistente

16 Allergene Cellule infiammatorie ed asma Sensibilizzazione ed esposizione agli allergeni IgE Mediatori dell infiammazione Ad es. leucotrieni, prostanoidi Cellula Th2 Cellula Th1 Cellula dendritica - IFN-γ IL-4 IL-13 IL-12 Linfocita B Cellula dendritica IL-4 IL-9 Il-6 Mastocita Eosinofilo IL-3 IL-5 GM-CSF Batteri Programmazione prenatale (Th2) Virus

17 Infezione e Asma Studio di 4262 soggetti tra anni intervistati per infezioni respiratorie nei primi 18 anni di vita e valutati per patologia atopica quali dermatite atopica, rinite allergica e asma con anche prelievo ematico per RAST alimenti e inalanti. Le infezioni virali nell infanzia contribuiscono allo sviluppo di rinite allergica aumentando la frequenza di sensibilizzazione agli aeroallergeni Infezioni delle basse vie aeree e wheezing da RSV o altri virus possono alterare il normale sviluppo del polmone e predisporre allo sviluppo successivo di asma. Le infezioni batteriche sono fortemente associate ad una riduzione della prevalenza di patologie atopiche (dermatite, rinite allergica e asma) Resch A et al. 2004

18 Atopia e Asma Influenza delle infezioni Batteri Virus Atipici

19 Batteri Ipotesi igienista Micloflora intestinale Azione potenzialmente antiallergica Stimolazione immunità Th1 Generazione di IFN- Induzione tolleranza orale Produzione di IgA Lo Lo stile di di vita eccessivamente igienico ha ha alterato il il normale quadro di di colonizzazione intestinale nell infanzia con conseguente ridotta tolleranza verso antigeni innocui come le le proteine alimentari e gli gli allergeni inalatori

20 Batteri Ipotesi igienista Infezioni Le Le infezioni precoci, stimolando la la produzione di di IFN-γed IL-2, possono determinare la la deviazione del sistema Th2 verso il il sistema Th1 L osservazione negli ultimi decenni di di una drastica riduzione di di molte infezioni tipiche dell età pediatrica, grazie all uso di di vaccinazioni ed ed antibiotici, sembra contribuire all aumento delle malattie allergiche

21 TEORIA IGIENISTA Riduzione delle allergie nei bambini svedesi che frequentano le scuole Steiner rispetto a bambini dello stesso gruppo etnico che frequentano scuole vicine Nelle scuole Steiner: - uso ristretto di antibiotici - meno vaccinazioni (rosolia, morbillo) - alimentazione ricca in legumi fermentati ricchi in lactobacillus J Alm, et al. 1999

22 Ruolo delle infezioni virali L infezione da VRS o Virus parainfluenzale può determinare una risposta delle citochine Th2 > Th1 favorisce la sensibilizzazione allergica potrebbe rivelare un terreno predisposto

23 Ruolo delle infezioni virali Esiste un reclutamento delle cellule CD8+T in corso ad infezione da VRS E stato dimostrato che le cellule CD8+ T attivate dai virus possono andare incontro ad uno «switch» verso un fenotipo CD8+ che produce citochine tipo Th2 (IL-5) secerne meno IFNγ induce eosinofilia delle vie aeree Coyle, A.J. J Exp Med 1995: 181:

24 Ruolo delle infezioni virali Studio su 25 bambini (13 atopici e 12 non atopici) con asma intermittente indotto da virus valutati con prick test, test alla metacolina, questionari sulle infezioni respiratorie per 9 mesi La prima virosi respiratoria è stata individuata nel 68% dei pazienti e il Rhinovirus è il principale colpevole (82%). L iperreattività bronchiale aumenta significativamente 10 giorni dopo l infezione delle alte vie aeree in entrambi i gruppi e rimane elevata per almeno 5 settimane. Xepapadaki P. et al. 2005

25 Khetsuriani N et all. Prevalence of viral respiratory tract infections in children with asthma.j Allergy Clin Immunol Feb;119(2): Epub 2006 Nov 30. Dal marzo 2003 al febbraio 2004 studio di bambini tra 2 e 17 anni: 1 gruppo 65 con asma acuto 1 gruppo 77 con asma stabile Valutati per PCR dei virus respiratori (VRS, Rhinovirus, Metapneumovirus, Coronavirus, Parainfluenza, Influenza, Adenovirus, Bocavirus) Stretta associazione tra asma e infezione da Rhinovirus (30%) di cui il 47.8% è asintomatico (100% nel gruppo di controllo) Non ci sono altre associazioni statisticamente significative L infezione da VRS è bassa in quanto i bambini sotto i 2 anni sono stati esclusi dallo studio

26 Khetsuriani N et all. Prevalence of viral respiratory tract infections in children with asthma.j Allergy Clin Immunol Feb;119(2): Epub 2006 Nov 30. La presenza di un infezione da Rhinovirus anche nell asmatico senza sintomi di infezione è poco chiara, ma potrebbe indicare la persistenza del virus in un organismo non capace di debellare completamente l infezione. In futuro terapia antirhinovirus in acuto o preventiva negli asmatici. Vaccino???

27 Heymann PW et al Role of viral infections, atopy and antiviral Immunity in the etiology of wheezing exacerbations among children and young adults Pediatr infect Dis J November 2005; 24:S L eziologia degli attacchi asmatici suggerisce che l atopia e l infiammazione allergica nelle vie aeree possono essere elementi critici che determinano una risposta inadeguata all infezione da da rhinovirus. I I risultati di di alcuni studi suggeriscono che il il trattamento dell infiammazione allergica delle vie aeree può ridurre la la frequenza e la la severità dei sintomi scatenati dai rhinovirus Rhinovirus

28 Friedlander SL and Busse WW The role of rhinovirus in asthma exacerbation J Allergy Clin Immunol august 2005; I rhinovirus sono la principale causa di riacutizzazioni asmatiche nel bambino (circa 80% degli episodi di wheezing indotti da virus) Fanno parte della famiglia dei Picornavirus e sono presenti almeno 100 sierotipi Rhinovirus

29 Friedlander SL and Busse WW The role of rhinovirus in asthma exacerbation J Allergy Clin Immunol august 2005; Il complesso meccanismo con cui il Rhinovirus provoca esacerbazioni asmatiche è ancora da definire. Sicuramente determina un effetto negativo sulle vie aeree basse con sintomi ostruttivi tramite citochine proinfiammatorie, predisponendo i pazienti asmatici a infezioni respiratorie più severe ed a maggiori esacerbazioni. Il difetto della risposta dei Th1 negli asmatici sembra un importante fattore in causa per l associazione tra asma e infezione da rhinovirus Rhinovirus

30 Deficit della risposta TH1 nell asmatico in corso di infezione da Rhinovirus Controlli Asmatici Papadopoulos et al Thorax 2002

31 Università degli studi di Bologna Bronchiolite Vi è una maggiore probabilità di di ripetere episodi broncoostruttivi in in corso di di infezioni respiratorie in in tutta l età pediatrica Predisposizione alla risposta Th2 Predisposizione alla risposta Th2 Questa tendenza non espone il il soggetto ad un maggior rischio né di di asma né di di sensibilizzazione allergica nell età successiva Welliver RC et al. the relationship of RSV-specific immunoglobulin E antibody Welliver RC et al. the relationship of RSV-specific immunoglobulin E antibody responses in infancy, recurrent wheezing, and pulmonary function at age 7-8 years. responses in infancy, recurrent wheezing, and pulmonary function at age 7-8 years. Pediatr Pulmonol 1993; 15 (1): Pediatr Pulmonol 1993; 15 (1):

32 Meccanismi di determinazione dell iperreattività bronchiale secondaria ad infezione da RSV VRS Graham BS et al Immune-mediated disease pathogenesis in respiratory Syncytial Virus Infection. Immunopharmacol 2000;48:

33 Infezioni respiratorie virali: ruolo delle chemochine Predisposizione all asma Pattern di produzione delle chemochine diverso a seconda del virus CXCL8: IL8 CCL1: macrophage inflammatoryprotein 1α CCL5: RANTES Schaller M, et al. 2006

34 Schaller M, et al ma forse le differenze più significative avvengono a distanza dall infezione mediante meccanismi mediati dalle chemochine: l Adenovirus predispone alla bronchite obliterante, il VRS predispone all asma: i virus infatti possono avere un effetto prolungato sulla struttura e funzione del polmone Contributo delle attività biologiche delle chemochine alla malattia asmatica virus-indotta 1: effetto sulle cellule epiteliali 2: induzione della proliferazione cellulare 3: deposizione di matrice 4: induzione della chemotassi leucocitaria a livello polmonare

35 Patogeni atipici Fattori inizianti Fattori esacerbanti Fattori promuoventi Comparsa di asma in soggetti sani Riacutizzazioni nei soggetti con malattia Persistere della tendenza a manifestare sintomi

36 Patogeni atipici Esposizione fibre sensoriali Danno epiteliale Perdita di mediatori protettivi Endopeptidasi neutra Aumento sostanza P Neuroflogosi Ridotta attività β adrenergica Mycoplasma Chlamidya Alterazione recettori Muscarinici M 2 Aumentata responsività colinergica Epitelio Linfocita Monociti Macrofagi Basofili IL-8 IL-4 INF β IL-1β Richiamo neutrofili GMCSF IL-5 RANTES Richiamo eosinofili Produzione di IgE Aumentato rilascio di istamina

37 Patogeni atipici Può determinarsi broncospasmo ed aumento di BHR sia nell adulto che nel bambino I sintomi persistono, nonostante la terapia steroidea, finchè non viene trattata l infezione che può essere difficile da eradicare (mesi) Nei pazienti con respiro sibilante sono state dimostrate IgE per Chlamidya

38 Schmidt SM et al Inverse association betwueen Chlamydia Pneumoniae respiratory tract infection and initiation of asthma or allergic rhinitis in children Pediatr Allergy Immunol 2005; 16: Studio di 3 gruppi di bambini di età diverse in 22 mesi per valutazione del ruolo delle infezioni respiratorie da Chlamydia Pneumoniae nell esordio dell asma, della rinite allergica o della dermatite atopica tramite tampone faringeo e PCR del batterio acellulare, comparati con gruppo di controllo random non infetto, né asmatico. Non ci sono differenze tra i due gruppi di studio per i livelli dei parametri infiammatori nel condensato del respiro, nella frequenza di quadri restrittivi o ostruttivi della funzionalità respiratoria e nell infiammazione eosinofilica nasale. L incidenza e la prevalenza per asma e rinite allergica sono significativamente più alte nel gruppo di controllo. Chlamydia Pneumoniae

39 Schmidt SM et al Inverse association betwueen Chlamydia Pneumoniae respiratory tract infection and initiation of asthma or allergic rhinitis in children Pediatr Allergy Immunol 2005; 16: La prima spiegazione concerne il rapporto Th1 e Th2. Nella patologia atopica c è una predominante secrezione di citochine Th2 Per l eradicazione dell agente patogeno intracellulare è necessaria una forte stimolazione Th1. Nei bambini non allergici una forte risposta immunitaria Th1 per combattere l infezione da C. Pneumoniae comporta una soppressione della risposta Th2 caratteristica nello sviluppo dell asma. Nei bambini allergici la risposta immunitaria con prevalenza di Th2 può comportare la non eradicazione della C. Pneumoniae e quindi determinare la persistenza dell infezione respiratoria da parte di questo agente Chlamydia Pneumoniae

40 Annagür A et all. Is there any relationship between asthma and asthma attack in children and atypical bacterial infections; Chlamydia pneumoniae, Mycoplasma pneumoniae and helicobacter pylori.j Trop Pediatr Oct;53(5): Epub 2007 May 29.

41 Infezione e Asma Bambino sano Chlamydia Mycoplasma RSV PIV Malattia dispnoica Atopia Risoluzione ASMA

42 C è un risvolto terapeutico nel rapporto infezione e asma? Trattando l infezione riduco l asma? Trattando la flogosi riduco l effetto dell infezione?

43 Approccio terapeutico Per la continuità anatomica e funzionale tra le alte e le basse vie aeree, infezioni delle prime vie da Mycoplasma e Chlamydia possono provocare una risposta flogistica anche distalmente con broncostruzione. Importanza non solo del trattamento dell infiammazione ma anche dell infezione nel tentativo di modificare la patogenesi dell asma e prevenire le esacerbazioni.

44 Macrolidi Modificatori della risposta biologica riducono l infiammazione delle vie aeree, indipendentemente dall attività antibiotica. Efficacia di effetto antiinfiammatorio già dimostrato nella fibrosi cistica, panbronchiolite diffusa, trapianto polmonare. Nell asma: - dimostrata miglior controllo di asma in pz cortico-dipendenti (Eitches RW, et al. ) - associati a terapia con steroidi riduce l ipereattività bronchiale in bambini ricoverati per asma acuto (Ball BD, et al. ) - riduce la clearance degli steroidi, permette, dunque di ridurre la dose, ma visti anche maggiori effetti secondari - riducono eosinofilia sierica e nasale, e la proteina eosinofilica cationica. Nuovi macrolidi hanno un interazione minore con CytP450, quindi minore effetti sul metabolismo degli steroidi e della teofillina

45 Università degli studi di Bologna VRS - Profilassi Ac monoclonali anti VRS: Palivizumab 15 mg/lg i.m. Riduce la frequenza di ospedalizzazione: prematuri (< 35 settimane EG) entro i primi 6 mesi di vita durante il periodo stagionale del VRS < 2 anni con broncodisplasia < 2 anni con patologia multiorgano pretermine con cardiopatia emodinamicamente significativa N D Embleton et al. Palivizumab for preterm infants. N D Embleton et al. Palivizumab for preterm infants. Is it worth it? Arch. Dis. Child. Fetal Neonatal Ed Is it worth it? Arch. Dis. Child. Fetal Neonatal Ed 2005;90; ;90;

46 Trattando l infezione riduco l asma? Non riduco l asma, ma eradicando l infezione da atipici (Macrolidi) in particolare per la C. pneumoniae, riduco il rischio di wheezing ricorrente

47 Approccio terapeutico Da quanto finora esposto appare evidente che sia nell infanzia che nelle età successive i trigger più frequenti di esacerbazioni asmatiche sono rappresentati dai processi infettivi che troverebbero un habitat ottimale nell infiammazione allergica dell atopico che risulta inefficace ad eliminare i germi responsabili 1. Trattando la flogosi riduco la persistenza dei patogeni sia virali sia atipici 2. Trattando la flogosi allergica riduco il numero delle infezioni respiratorie ricorrenti e i sintomi legati alla conseguente iperreattività bronchiale

48 Steroidi Nei soggetti atopici gli steroidi rimangono il farmaco di prima scelta nell asma persistente. Fluticasone propionato e salmeterolo agiscono in modo sinergico riducendo il vascular endothelial growth factor (VEGF) e fibroblast growth factor (FGF-2), indotti dal RV e che sono implicati nel rimodellamento aereo. Tale associazione potrebbe rappresentare un opzione importante nelle acuzie asmatiche virus-indotte. Fasce L, et al Steroide p.o. (prednisolone) per 3 giorni nel trattamento dello wheezing indotto da rhinovirus versus placebo: non differenze nei tempi per la dimissione, ma ritarda le ricaduta nei 2 mesi successivi dopo il primo episodio di wheezing. Jartti t, et al. 2006

49 Steroidi tuttavia Non in grado di modificare la storia naturale della malattia in pazienti ad alto rischio di sviluppare asma. Guilbert TW, et al Terapia inalatoria intermittente con steroidi non impedisce la progressione da asma episodico ad asma persistente Bisgaard H, et al. 2006

50 Antistaminici La cetirizina, loratidina e desloratidina rappresentano una possibile strategia terapeutica per prevenire lo sviluppo di asma in bambini ad alto rischio, già sensibilizzati. L attività antiinfiammatoria può rappresentare un nuovo meccanismo per contrastare un esacerbazione asmatica virus-indotta mediante inibizione dell espressione diicam- 1 a livello delle cellule respiratorie, ma il meccanisimo non è verosimilmente mediante dall inibizione del canale H1. Associati in terapia con antileucotrienici in rinite allergica stagionale con miglioramento statisticamente importante sui sintomi e sui parametri di laboratorio (eosinofilia, IL5, IL8). Ciprandi G., et al. 2004; Di Lorenzo G, et al

51 Antileucotrienici Leucotrieni giocano un ruolo chiave nella malattia respiratoria virus-indotta. Aumento di LTC4 in secrezioni naso-faringee in bambini con wheezing virus-indotta a differenza di soggetti che hanno sintomi non virali. Efficacia dimostrata degli antagonisti dei recettori nel controllo delle esacerbazioni asmatiche nei bambini di età scolare e prescolare e negli adulti. Knorr B, et al e 2001 Rispetto al placebo riduce i sintomi e esacerbazioni in bambini nel periodo seguente a bronchiolite da VRS Bisgaard H, et al Non tutti i pazienti rispondono a terapia con antileucotrienici e non è possibile prevedere chi risponderà e chi no Meyer KA, et al. 2003

52 Montelukast nel respiro sibilante ricorrente I leucotrieni sono importanti mediatori dell infiammazione in tutti i fenotipi di respiro sibilante (asma allergico, respiro sibilante non allergico e respiro sibilante transitorio) bronchiolite inclusa. Tale fenomeno rende potenzialmente utile l impiego di farmaci inibitori in tutte queste condizioni ed in particolare nel wheezing d origine virale, situazione nella quale la terapia con steroidi si è dimostrata di scarsa efficacia. Adattata da Boner A, Gli antileucotrieni nel wheezing ricorrente di origine virale Pneum Ped 2005; 17:10-14

53 Montelukast in Infrequent Episodic Asthma The Pre-Empt study Period I Run -in Period II Active treatment Double- blind Children aged 2 to 5 years Β- agonist prnonly permitted Montelukast 4 mg once daily with episodes of URTI or asthma for minimum of 1 week maximum 20 days Montelukast placebo once daily with episodes of URTI or asthma for minimum of 1 week maximum 20 days Children aged 5 to 14 years Β - agonist prn only permitted Montelukast 5 mg once daily with episodes of URTI or asthma for minimum of 1 week maximum 20 days Montelukast placebo once daily with episodes of URTI or asthma for minimum of 1 week maximum 20 days or Weeks 5 episodes treated Colin F Roberston et all. Short course montelukast for intermittent asthma in children: a randomised controlled trial AJRCCM Articles in Press. Published on November 16, 2006 as doi: /rccm oc

54 Al genitore o a chi si prendeva cura del bambino è stato richiesto di iniziare il trattamento dello studio, somministrando una compressa al giorno, la sera prima di andare a letto, alla comparsa dei primissimi sintomi di asma (tosse, wheezing, dispnea alleviata dai SABA) o di infezione delle vie aeree superiori (tosse, rinorrea, febbre). Il paziente continuava il trattamento per almeno 7 giorni e fino alle 48 ore dopo la completa risoluzione di tutti i sintomi asmatici (p. es. wheezing, tosse, dispnea), per un massimo di 20 giorni.

55 QUINDI Nessun trattamento si era in precedenza dimostrato realmente efficace nell asma intermittente o negli episodi di wheezing scatenato da virus in individui suscettibili Montelukast assunto per un periodo di 7-20 giorni riduce: la necessità di ricorrere a risorse sanitarie (- 28,5%) perdita di lavoro dei genitori (- 33 %) assenze scolastiche (- 37%) risvegli notturni (-8,6%) sintomi asmatici (-14%)

56 CONCLUSIONI Ancora una volta quando si parla di ASMA bisogna pensare che la multifattorialità eziologica che è alla base dei sintomi deve essere affrontata con una terapia personalizzata, che tenga conto delle caratteristiche di quel bambino ANTINFETTIVI ANTIALLERGICI ANTINFIAMMATORI

57

58 Nafstad P et al Early respiratory Infections, Asthma, and Allergy: 10-Year follow up of the oslo Birth Cohort Pediatrics August2005;116: Non si si può escludere che le le infezioni sia respiratorie sia da da parte di di alcuni agenti infettivi influenzino lo lo sviluppo dei disordini di di sensibilizzazione e di di atopia nei bambini delle età successive. Le Le infezioni respiratorie precoci non proteggono dallo sviluppo dell asma e della rinite allergica o della sensibilizzazione ai ai comuni allergeni durante i i primi anni di di vita, ma aumentano il il rischio di di sintomi asmatici all etàdi di anni

Gli obiettivi del secondo modulo possono essere così riassunti: Identificare le cause principali e fornire una stima epidemiologica delle forme più

Gli obiettivi del secondo modulo possono essere così riassunti: Identificare le cause principali e fornire una stima epidemiologica delle forme più 1 Gli obiettivi del secondo modulo possono essere così riassunti: Identificare le cause principali e fornire una stima epidemiologica delle forme più diffuse di rinite acuta Evidenziare come il raffreddore,

Dettagli

La prevenzione primaria e secondaria delle malattie allergiche

La prevenzione primaria e secondaria delle malattie allergiche La prevenzione primaria e secondaria delle malattie allergiche Negli ultimi decenni la frequenza delle malattie allergiche in Italia e nel mondo ha subìto un continuo aumento, dando luogo a quella che

Dettagli

Sabato 21 Febbraio 2015 TITOLO DEL CORSO: Novità nella gestione e nella terapia di alcune patologie croniche

Sabato 21 Febbraio 2015 TITOLO DEL CORSO: Novità nella gestione e nella terapia di alcune patologie croniche AGGIORNAMENTO OBBLIGATORIO MEDICI DI MEDICINA GENERALE Sabato 21 Febbraio 2015 TITOLO DEL CORSO: Novità nella gestione e nella terapia di alcune patologie croniche Responsabile del corso Dr. : Tesei Fiorenzo

Dettagli

Wheezing in età prescolare. Francesco Paravati UOC Pediatria - Crotone

Wheezing in età prescolare. Francesco Paravati UOC Pediatria - Crotone Wheezing in età prescolare Francesco Paravati UOC Pediatria - Crotone Nel bambino da che età si può parlare di asma? 1) > 1 anno 2) > 3 anni 3) > 5 anni 4) > 10 anni Nel bambino che fischia, qual è il

Dettagli

L immunoterapia specifica nelle allergie respiratorie

L immunoterapia specifica nelle allergie respiratorie L immunoterapia specifica nelle allergie respiratorie Nelle ultime decadi la prevalenza delle malattie allergiche dell apparato respiratorio (asma bronchiale e rinite allergica) è progressivamente aumentata.

Dettagli

Asma e Rinite Allergica: per un controllo bilanciato

Asma e Rinite Allergica: per un controllo bilanciato PROGETTO ARIA ITALIA GESTIONE DELLA RINITE ALLERGICA E DEL SUO IMPATTO SULL ASMA ALLERGIC RHINITIS IMPACT ON AND ITS AST H MA TM Asma e Rinite Allergica: per un controllo bilanciato in collaborazione con

Dettagli

PERCORSI DIAGNOSTICO TERAPEUTICI DELL ASMA BRONCHIALE

PERCORSI DIAGNOSTICO TERAPEUTICI DELL ASMA BRONCHIALE Direttore: Prof. L.M. Fabbri Progetto PnemoWeb E-medicine per la formazione e la gestione di Asma e BPCO PERCORSI DIAGNOSTICO TERAPEUTICI DELL ASMA BRONCHIALE Dr.ssa Elisabetta Rovatti Modena 17 gennaio

Dettagli

PUMP FAILURE LUNG FAILURE FATIGUE MECCANISMI FISIOPATOLOGICI DELLA I.R.A. Compromissione della ventilazione. Compromissione dello scambio gassoso

PUMP FAILURE LUNG FAILURE FATIGUE MECCANISMI FISIOPATOLOGICI DELLA I.R.A. Compromissione della ventilazione. Compromissione dello scambio gassoso MECCANISMI FISIOPATOLOGICI DELLA I.R.A. LUNG FAILURE (EPA, ARDS, etc.) Compromissione dello scambio gassoso IPOSSIEMIA PUMP FAILURE (BPCO, cifoscoliosi, etc.) Compromissione della ventilazione IPOSSIEMIA

Dettagli

Gestione dell Asma in primary care: raccomandazioni della Linea Guida SIGN

Gestione dell Asma in primary care: raccomandazioni della Linea Guida SIGN Gestione dell Asma in primary care: raccomandazioni della Linea Guida SIGN Diagnosi clinica di Asma nell adulto Dott.ssa Andreina Boschi - specialista in pneumologia. medico di medicina generale Asma:

Dettagli

Cosa è l asma? L asma è una frequente patologia cronica che dura tutta la vita caratterizzata dall infiammazione e dal restringimento delle vie

Cosa è l asma? L asma è una frequente patologia cronica che dura tutta la vita caratterizzata dall infiammazione e dal restringimento delle vie ASMA BRONCHIALE Cosa è l asma? L asma è una frequente patologia cronica che dura tutta la vita caratterizzata dall infiammazione e dal restringimento delle vie 2 aeree. Il restringimento è intermittente

Dettagli

Immunoterapia iposensibilizzante specifica nelle malattie allergiche respiratorie e da veleno di imenotteri. Dr. Grazia Manfredi 2006

Immunoterapia iposensibilizzante specifica nelle malattie allergiche respiratorie e da veleno di imenotteri. Dr. Grazia Manfredi 2006 Immunoterapia iposensibilizzante specifica nelle malattie allergiche respiratorie e da veleno di imenotteri Dr. Grazia Manfredi 2006 A.R.I.A. Position Paper 2001 Allontanamento dell allergene indicato

Dettagli

Definizione. L Asma bronchiale professionale è causata da agenti specifici presenti in ambiente di lavoro

Definizione. L Asma bronchiale professionale è causata da agenti specifici presenti in ambiente di lavoro ASMA PROFESSIONALE Definizione L Asma bronchiale è una malattia respiratoria caratterizzata da broncocostrizione totalmente o parzialmente reversibile, iperreattività bronchiale e infiammazione delle vie

Dettagli

Asma : cos è. Fattori scatenanti : Allergeni, inquinamento ambientale, fumo, virus, infezioni, polveri sottili, attività fisica

Asma : cos è. Fattori scatenanti : Allergeni, inquinamento ambientale, fumo, virus, infezioni, polveri sottili, attività fisica Asma : cos è L'asma è una malattia infiammatoria cronica del polmone. Nei soggetti predisposti l Asma provoca episodi ricorrenti di respiro sibilante, difficoltà respiratoria, senso di costrizione toracica

Dettagli

Citochine dell immunità specifica

Citochine dell immunità specifica Citochine dell immunità specifica Proprietà biologiche delle citochine Sono proteine prodotte e secrete dalle cellule in risposta agli antigeni Attivano le risposte difensive: - infiammazione (immunità

Dettagli

U.O. FISIOPATOLOGIA RESPIRATORIA AZIENDA SANITARIA DI FIRENZE P.PALAGI

U.O. FISIOPATOLOGIA RESPIRATORIA AZIENDA SANITARIA DI FIRENZE P.PALAGI ASMA e SPORT FIRENZE 9 Giugno 2012 Dott. W. Castellani U.O. FISIOPATOLOGIA RESPIRATORIA AZIENDA SANITARIA DI FIRENZE P.PALAGI La correlazione fra ASMA ed ESERCIZIO FISICO risale alla seconda metà del II

Dettagli

Rinite allergica: quando, come e perché curarsi

Rinite allergica: quando, come e perché curarsi 1 / 8 2 / 8 La mucosa polvere manifesta rappresenta su dell infanzia. 6. rinite Nella e nasale allergica con peli popolazione il congestione quinto di a animali. seguito è definita disturbo pediatrica

Dettagli

In alcuni casi, il sistema immunitario di un individuo reagisce verso un antigene in modo eccessivo e causa danno. Queste reazioni eccessive,

In alcuni casi, il sistema immunitario di un individuo reagisce verso un antigene in modo eccessivo e causa danno. Queste reazioni eccessive, In alcuni casi, il sistema immunitario di un individuo reagisce verso un antigene in modo eccessivo e causa danno. Queste reazioni eccessive, definite reazioni di ipersensibilità, sono mediate dagli anticorpi

Dettagli

Allergene - Molecola con la capacità di stimolare il sistema immunitario a produrre anticorpi IgE, propri della reazione allergica.

Allergene - Molecola con la capacità di stimolare il sistema immunitario a produrre anticorpi IgE, propri della reazione allergica. A Allergene - Molecola con la capacità di stimolare il sistema immunitario a produrre anticorpi IgE, propri della reazione allergica. Allergia - Ipersensibilità dell'organismo verso una sostanza di origine

Dettagli

INQUINAMENTO ATMOSFERICO E MALATTIE RESPIRATORIE. N. Marcobruni U.O. Pneumologia, Spedali Civili di Brescia 24 Novembre 2007

INQUINAMENTO ATMOSFERICO E MALATTIE RESPIRATORIE. N. Marcobruni U.O. Pneumologia, Spedali Civili di Brescia 24 Novembre 2007 INQUINAMENTO ATMOSFERICO E MALATTIE RESPIRATORIE N. Marcobruni U.O. Pneumologia, Spedali Civili di Brescia 24 Novembre 2007 PRINCIPALI FONTI DI INQUINAMENTO traffico veicolare sistemi di produzione di

Dettagli

CHE COS È LA BRONCOPNEUMOPATIA CRONICA OSTRUTTIVA (BPCO)?

CHE COS È LA BRONCOPNEUMOPATIA CRONICA OSTRUTTIVA (BPCO)? CHE COS È LA BRONCOPNEUMOPATIA CRONICA OSTRUTTIVA (BPCO)? La Broncopneumopatia Cronica Ostruttiva (BPCO) è un quadro nosologico caratterizzato dalla progressiva limitazione del flusso aereo che non è completamente

Dettagli

6. Asma. RSV: respiratory syncytial virus/virus respiratorio sinciziale

6. Asma. RSV: respiratory syncytial virus/virus respiratorio sinciziale 6. Asma La crescente incidenza e prevalenza dell asma in molte parti del mondo fanno di questa patologia un argomento di grande preoccupazione per la salute a livello globale. L eterogenità delle manifestazioni

Dettagli

Istituto Giannina Gaslini Istituto Pediatrico di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico Via Gerolamo Gaslini 5 16147 Genova Quarto

Istituto Giannina Gaslini Istituto Pediatrico di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico Via Gerolamo Gaslini 5 16147 Genova Quarto Dermatite Atopica : verità e luoghi comuni Quante volte e sempre più frequentemente nell ambulatorio di dermatologia pediatrica ci sentiamo dire da genitori preoccupati: nostro figlio ha una dermatite

Dettagli

PATOLOGIA POLMONARE Le infezioni polmonari. www.fisiokinesiterapia.biz

PATOLOGIA POLMONARE Le infezioni polmonari. www.fisiokinesiterapia.biz PATOLOGIA POLMONARE Le infezioni polmonari www.fisiokinesiterapia.biz Infezioni polmonari Vie di ingresso dei microorganismi: Inalazione (attraverso le alte vie respiratorie): batteri e virus Aspirazione

Dettagli

PER SENTIRSI E VIVERE MEGLIO E MIGLIORARE IL PROPRIO ASPETTO. Salute del respiro

PER SENTIRSI E VIVERE MEGLIO E MIGLIORARE IL PROPRIO ASPETTO. Salute del respiro PER SENTIRSI E VIVERE MEGLIO E MIGLIORARE IL PROPRIO ASPETTO Salute del respiro Salute respiratoria: febbre da fieno e asma L ostruzione delle vie aeree e i sintomi dell asma e della febbre da fieno sono

Dettagli

Introduzione - Le modificazioni ambientali e le alterazioni degli stili di vita verificatesi negli ultimi decenni hanno favorito il moltiplicarsi di

Introduzione - Le modificazioni ambientali e le alterazioni degli stili di vita verificatesi negli ultimi decenni hanno favorito il moltiplicarsi di Introduzione - Le modificazioni ambientali e le alterazioni degli stili di vita verificatesi negli ultimi decenni hanno favorito il moltiplicarsi di reazioni allergiche nella popolazione mondiale. Nell

Dettagli

Gli obiettivi del terzo modulo possono essere così riassunti: Illustrare i segni associati alla rinite acuta, differenziandone le principali forme

Gli obiettivi del terzo modulo possono essere così riassunti: Illustrare i segni associati alla rinite acuta, differenziandone le principali forme 1 Gli obiettivi del terzo modulo possono essere così riassunti: Illustrare i segni associati alla rinite acuta, differenziandone le principali forme cliniche Descrivere le possibili complicanze che possono

Dettagli

Allergie, ipersensibilità, reazioni avverse ai cibi, intolleranze. Alterazioni della risposta immunitaria e del metabolismo

Allergie, ipersensibilità, reazioni avverse ai cibi, intolleranze. Alterazioni della risposta immunitaria e del metabolismo Allergie, ipersensibilità, reazioni avverse ai cibi, intolleranze Alterazioni della risposta immunitaria e del metabolismo 1 Categorie di reazioni ai cibi reazioni immunologiche mediate da anticorpi IgE

Dettagli

Azelastina in spray nasale: il trattamento scelto contro la rinite allergica

Azelastina in spray nasale: il trattamento scelto contro la rinite allergica COMUNICATO STAMPA Azelastina in spray nasale: il trattamento scelto contro la rinite allergica È sorprendente come un quarto della popolazione mondiale soffra di rinite allergica, conducendo una vita accompagnata

Dettagli

Allergia da alimenti. Cause. Manifestazioni cliniche

Allergia da alimenti. Cause. Manifestazioni cliniche Allergia da alimenti Il problema delle reazioni avverse agli alimenti era noto fin dai tempi degli antichi greci e particolari manifestazioni erano già state associate all ingestione di cibi. Tutti gli

Dettagli

Le bronchiti asmatiche ricorrenti nel bambino in età prescolare

Le bronchiti asmatiche ricorrenti nel bambino in età prescolare n. 3 / 2015 FAD Le bronchiti asmatiche ricorrenti nel bambino in età prescolare Luciano de Seta 1, Maria Simona Sabbatino 1, Federica de Seta 2 1. UOC di Pediatria e Patologia Neonatale, Ospedale S. Paolo

Dettagli

REFLUSSO GASTROESOFAGEO. Paolo Franceschi franceschipao@libero.it Tel.0198404231 Savona 19 Dicembre 2005

REFLUSSO GASTROESOFAGEO. Paolo Franceschi franceschipao@libero.it Tel.0198404231 Savona 19 Dicembre 2005 REFLUSSO GASTROESOFAGEO Paolo Franceschi franceschipao@libero.it Tel.0198404231 Savona 19 Dicembre 2005 MRGE: sintomi extraesofagei MRGE: molto diffusa e frequente nella pratica clinica. Manifestazioni

Dettagli

La parte Fc delle Ig regola la vita media delle Ig, e quindi la quantità di Ig presenti in circolo e nei tessuti.

La parte Fc delle Ig regola la vita media delle Ig, e quindi la quantità di Ig presenti in circolo e nei tessuti. La parte dell Ig che non lega l antigene (la parte Fc, viola chiaro nel disegno) è responsabile delle funzioni effettrici dell Ig e quindi ne determina l attività biologica. Quando un Ig ha legato un antigene,

Dettagli

ASMA BRONCHIALE E. Dr.ssa Noemi igrassi. A.O. G.SALVINI Garbagnate Milanese

ASMA BRONCHIALE E. Dr.ssa Noemi igrassi. A.O. G.SALVINI Garbagnate Milanese ASMA BRONCHIALE E GRAVIDANZA Dr.ssa Noemi igrassi U.O. PNEUMOLOGIA A.O. G.SALVINI Garbagnate Milanese Prevalenza 8% delle donne soffre di asma durante la gravidanza Trend in aumento : la prevalenza dell

Dettagli

1 SINTOMI ATTRIBUITI AD ALTRA PATOLOGIA. Tosse da reflusso gastroesofageo Tosse da rinorrea posteriore Stato ansioso Patologia Cardiovascolare Altro

1 SINTOMI ATTRIBUITI AD ALTRA PATOLOGIA. Tosse da reflusso gastroesofageo Tosse da rinorrea posteriore Stato ansioso Patologia Cardiovascolare Altro 1 SINTOMI ATTRIBUITI AD ALTRA PATOLOGIA Tosse da reflusso gastroesofageo Tosse da rinorrea posteriore Stato ansioso Patologia Cardiovascolare Altro Sottodiagnosi di Asma 90 80 70 Uomini Donne 60 % 50 40

Dettagli

Teofillina: meccanismo d azione 1

Teofillina: meccanismo d azione 1 Teofillinici Università degli studi di Cagliari Facoltà di Medicina e Chirurgia Dipartimento di Neuroscienze Bernard B. Brodie Sezione Farmacologia Clinica Prof.ssa Maria Del Zompo 1 Teofillina 3 HC N

Dettagli

Titolo: L utilizzo diffuso degli anticolinergici nel trattamento del broncospasmo dei bambini < 2 anni non è supportato da una buona evidenza.

Titolo: L utilizzo diffuso degli anticolinergici nel trattamento del broncospasmo dei bambini < 2 anni non è supportato da una buona evidenza. Titolo: L utilizzo diffuso degli anticolinergici nel trattamento del broncospasmo dei bambini < 2 anni non è supportato da una buona evidenza. Introduzione Il broncospasmo è un sintomo comune nel bambino

Dettagli

Asma difficile on-line

Asma difficile on-line Asma difficile on-line è il nome di un Archivio web-based promosso dalla SIMRI e gestito in collaborazione con il CINECA che raccoglie casi di pazienti con asma problematico grave, affetti cioè da asma

Dettagli

sonoallergico.it CURA LE ALLERGIE RESPIRATORIE, SCOPRI L IMMUNOTERAPIA CON ALLERGENI

sonoallergico.it CURA LE ALLERGIE RESPIRATORIE, SCOPRI L IMMUNOTERAPIA CON ALLERGENI sonoallergico.it CURA LE ALLERGIE RESPIRATORIE, SCOPRI L IMMUNOTERAPIA CON ALLERGENI LE ALLERGIE RESPIRATORIE Cosa sono e come si manifestano LA REAZIONE ALLERGICA Le allergie sono una reazione eccessiva

Dettagli

Il fumo di sigaretta. Salvatore Barberi. Clinica Pediatrica Ospedale San Paolo Università degli Studi di Milano

Il fumo di sigaretta. Salvatore Barberi. Clinica Pediatrica Ospedale San Paolo Università degli Studi di Milano Il fumo di sigaretta Salvatore Barberi Clinica Pediatrica Ospedale San Paolo Università degli Studi di Milano Gli Italiani secondo l abitudine al fumo (Analisi secondo il sesso) Prevalenza del fumo di

Dettagli

TERAPIE BIOLOGICHE PER IL TRATTAMENTO DEL MORBO DI CROHN (CD). Studente: Di Savino Augusta Corso di Immunologia Molecolare A.

TERAPIE BIOLOGICHE PER IL TRATTAMENTO DEL MORBO DI CROHN (CD). Studente: Di Savino Augusta Corso di Immunologia Molecolare A. TERAPIE BIOLOGICHE PER IL TRATTAMENTO DEL MORBO DI CROHN (CD). Studente: Di Savino Augusta Corso di Immunologia Molecolare A.A 2007/2008 LE TERAPIE BIOLOGICHE: possono avere una maggiore efficacia terapeutica;

Dettagli

PREFAZIONE GENERALITÀ. 1 - IMMUNOPATOGENESI DELLE MALATTIE ALLERGICHE Bibliografia

PREFAZIONE GENERALITÀ. 1 - IMMUNOPATOGENESI DELLE MALATTIE ALLERGICHE Bibliografia I N D I C E pag. 1 PREFAZIONE 3 I GENERALITÀ 5 19 1 - IMMUNOPATOGENESI DELLE MALATTIE ALLERGICHE 21 21 21 23 24 25 26 27 2 - LA SENSIBILIZZAZIONE ALLERGICA NEL PERIODO FETO-NEONATALE La sensibilizzazione

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PARMA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PARMA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PARMA DOTTORATO DI RICERCA IN FISIOPATOLOGIA RESPIRATORIA SPERIMENTALE XX CICLO RIMODELLAMENTO E INFIAMMAZIONE DELLE VIE AEREE NEI BAMBINI CON ASMA BRONCHIALE: EVENTI PRECOCI

Dettagli

Convegno di aggiornamento in Allergologia. 18 marzo 2006. 1 Congresso Regionale AAITO

Convegno di aggiornamento in Allergologia. 18 marzo 2006. 1 Congresso Regionale AAITO Convegno di aggiornamento in Allergologia Inquinamento e malattia allergica 18 marzo 2006 1 Congresso Regionale AAITO Hotel Vis à Vis SESTRI LEVANTE Terapia della rinite allergica C. Castagneto. I. Grasso

Dettagli

INFLUENZA. Che cos è

INFLUENZA. Che cos è INFLUENZA Che cos è L influenza è una malattia infettiva provocata da virus del genere Othomixovirus che colpiscono le vie aeree come naso, gola e polmoni. I soggetti colpiti nel nostro Paese vanno dai

Dettagli

Il sistema immunitario: LE MALATTIE CHIARA SARACENI 3B A.S.2011-2012

Il sistema immunitario: LE MALATTIE CHIARA SARACENI 3B A.S.2011-2012 Il sistema immunitario: LE MALATTIE CHIARA SARACENI 3B A.S.2011-2012 DIFESA DELL ORGANISMO IMMUNITA INNATA IMMUNITA ACQUISITA Immunità innata IMMUNITA ACQUISITA IMMUNITA CELLULO-MEDIATA IMMUNITA UMORALE

Dettagli

Il Bambino con dispnea

Il Bambino con dispnea Il Bambino con dispnea PARAMETRI VITALI PEDIATRICI FC VEGLIA FC SONNO FR P.A. SISTOLICA P.A. DIASTOLICA NEONATO 100-180 80-160 40-60 60-90 20-60 LATTANTE (1-12 mesi) 100-160 75-160 30-60 87-105 53-66 INFANZIA

Dettagli

Università degli Studi di Perugia Facoltà di Medicina e Chirurgia Cattedra di Malattie dell Apparato Respiratorio Asma bronchiale Lucio Casali

Università degli Studi di Perugia Facoltà di Medicina e Chirurgia Cattedra di Malattie dell Apparato Respiratorio Asma bronchiale Lucio Casali Università degli Studi di Perugia Facoltà di Medicina e Chirurgia Cattedra di Malattie dell Apparato Respiratorio Asma bronchiale Lucio Casali Asma: dalla clinica alla fisiopatologia Asma: dalla clinica

Dettagli

INFORMARSI, CONOSCERE E PARTECIPARE PER MIGLIORARE LA QUALITÀ DELLA VITA Il caso di asma, diabete di tipo 2 e cancro al seno

INFORMARSI, CONOSCERE E PARTECIPARE PER MIGLIORARE LA QUALITÀ DELLA VITA Il caso di asma, diabete di tipo 2 e cancro al seno INFORMARSI, CONOSCERE E PARTECIPARE PER MIGLIORARE LA QUALITÀ DELLA VITA Il caso di asma, diabete di tipo 2 e cancro al seno Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri, 24 novembre 2010 Asma: i fattori

Dettagli

Definizione. mediata.

Definizione. mediata. La rinite allergica Definizione La rinite allergica è una patologia infiammatoria a carico delle cavità nasali, caratterizzata da una tipica sintomatologia e da una reazione immunopatologica IgE-mediata

Dettagli

LA BRONCHIOLITE DEFINIZIONE

LA BRONCHIOLITE DEFINIZIONE LA BRONCHIOLITE PERCORSI PEDIATRICI Val di Noto 2012 Dott.ssa Novella Rotolo DEFINIZIONE Processo infiammatorio acuto ad eziologia virale associato ad ostruzione bronchiolare caratterizzato clinicamente

Dettagli

Ustekinumab Vs Etanercept nella psoriasi: Risultati dello studio ACCEPT

Ustekinumab Vs Etanercept nella psoriasi: Risultati dello studio ACCEPT Ustekinumab Vs Etanercept nella psoriasi: Risultati dello studio ACCEPT I nuovi agenti biologici offrono un alternativa importante nel della psoriasi; spesso però, il profilo rischio-beneficio non è bene

Dettagli

Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD)

Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD) Che cos è? Il deficit di mevalonato chinasi è una malattia genetica. E un errore congenito

Dettagli

Carmen Vitali Responsabile U.O. Area Farmaco e PMC AV1 Fano. Palmieri Giorgia Specializzanda SSFO Camerino

Carmen Vitali Responsabile U.O. Area Farmaco e PMC AV1 Fano. Palmieri Giorgia Specializzanda SSFO Camerino Analisi sulla gestione del paziente asmatico in medicina generale e dell aderenza alle indicazioni delle linee guida GINA: l esperienza della Area Vasta 1 Fano Asur Marche Carmen Vitali Responsabile U.O.

Dettagli

ALLERGIE IN PRIMAVERA LA RINITE ALLERGICA

ALLERGIE IN PRIMAVERA LA RINITE ALLERGICA Dipartimento di Area Medica per Intensità di Cure Resp. Dott. Livio Simioni La primavera è la stagione della rinascita ma anche delle allergie ALLERGIE IN PRIMAVERA LA RINITE ALLERGICA Dott. Pietro Tartaro

Dettagli

Università degli Studi di Perugia Facoltà di Medicina e Chirurgia Cattedra di Malattie dell Apparato Respiratorio Asma bronchiale Lucio Casali

Università degli Studi di Perugia Facoltà di Medicina e Chirurgia Cattedra di Malattie dell Apparato Respiratorio Asma bronchiale Lucio Casali Università degli Studi di Perugia Facoltà di Medicina e Chirurgia Cattedra di Malattie dell Apparato Respiratorio Asma bronchiale Lucio Casali Asma: dalla clinica alla fisiopatologia Asma: dalla clinica

Dettagli

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS)

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Che cos é? Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) La sindrome di Blau è una malattia genetica. I pazienti affetti presentano rash

Dettagli

Respiro sibilante e tosse nel bambino: è asma?

Respiro sibilante e tosse nel bambino: è asma? Respiro sibilante e tosse nel bambino: è asma? Massimo Pifferi Emanuela De Marco Vincenzo Ragazzo Fisiopatologia Respiratoria e Allergologia - Clinica Pediatrica I Azienda Ospedaliera - Università di Pisa

Dettagli

Riconoscere i sintomi dell'allergia ai pollini

Riconoscere i sintomi dell'allergia ai pollini ALLERGIE STAGIONALI É arrivata la primavera, la natura si risveglia, i microscopici granuli, contenuti negli stami dei fiori, cominciano a svolazzare numerosissimi per l aria, è il ciclo della natura che

Dettagli

IL NEONATO DOPO LA DIMISSIONE FRA OSPEDALE E TERRITORIO Monza, 18 gennaio 2014. Dr.ssa Daniela DONI

IL NEONATO DOPO LA DIMISSIONE FRA OSPEDALE E TERRITORIO Monza, 18 gennaio 2014. Dr.ssa Daniela DONI IL NEONATO DOPO LA DIMISSIONE FRA OSPEDALE E TERRITORIO Monza, 18 gennaio 2014 Dr.ssa Daniela DONI

Dettagli

USO ED ABUSO DEGLI ANTIBIOTICI NEL BAMBINO. Alfredo Guarino

USO ED ABUSO DEGLI ANTIBIOTICI NEL BAMBINO. Alfredo Guarino USO ED ABUSO DEGLI ANTIBIOTICI NEL BAMBINO Alfredo Guarino Outline della presentazione Dimensioni del problema Cause e conseguenze dell uso inappropriato di antibiotici Strategie per la razionalizzazione

Dettagli

Che cos è l Asma LA SALUTE. L asma è l unica malattia cronica curabile per la quale non si verifica statisticamente un miglioramento

Che cos è l Asma LA SALUTE. L asma è l unica malattia cronica curabile per la quale non si verifica statisticamente un miglioramento a cura di Pompeo Pindozzi Che cos è l Asma L asma è l unica malattia cronica curabile per la quale non si verifica statisticamente un miglioramento L asma colpisce tutte le fasce d età in ogni parte del

Dettagli

Che cosa sono le allergie?

Che cosa sono le allergie? Che cosa sono le allergie? IL SISTEMA DI DIFESA DELL ORGANISMO Il corpo umano è dotato di un sofisticato sistema di difesa che si è evoluto per proteggere l organismo da una serie di minacce, tra cui i

Dettagli

La rinite una dura realtà anche durante la stagione fredda:

La rinite una dura realtà anche durante la stagione fredda: COMUNICATO STAMPA La rinite una dura realtà anche durante la stagione fredda: L azelastina intranasale è efficace nell alleviare i sintomi associati alla rinite allergica perenne Starnuti, prurito, naso

Dettagli

DONNA ED AUTOIMMUNITA : vecchie paure e nuove certezze.

DONNA ED AUTOIMMUNITA : vecchie paure e nuove certezze. DONNA ED AUTOIMMUNITA : vecchie paure e nuove certezze. Le malattie autoimmuni e gli ormoni femminili. La maggior parte delle malattie autoimmuni (artrite reumatoide, sindrome di Sjogren, sclerodermia,

Dettagli

Pseudoasthmatic syndromes through the ages: what should be the best diagnostic flow chart? Gian Luigi Marseglia Amelia Licari

Pseudoasthmatic syndromes through the ages: what should be the best diagnostic flow chart? Gian Luigi Marseglia Amelia Licari Pseudoasthmatic syndromes through the ages: what should be the best diagnostic flow chart? Gian Luigi Marseglia Amelia Licari Università degli Studi di Pavia Fondazione IRCCS Policlinico San Matteo INTERPRETARE

Dettagli

Argomento della lezione

Argomento della lezione Argomento della lezione CITOCHINE DELL IMMUNITÀ INNATA II parte 1 Chemochine Le chemochine sono una grande famiglia di circa 50 citochine, omologhe per la struttura, che hanno il compito di: Richiamare

Dettagli

Indicatori territoriali: Risultati

Indicatori territoriali: Risultati Direttore: Fernando Antonio Compostella Convegno Indicatori di Qualità del Servizio Sanitario nella Regione Veneto Indicatori territoriali: Risultati Roberto Turra Mestre, 30-11-2006 Contenuto Definizione

Dettagli

IPEREATTIVITA BRONCHIALE ED ALLERGIA

IPEREATTIVITA BRONCHIALE ED ALLERGIA IPEREATTIVITA BRONCHIALE ED ALLERGIA I CONGRESSO REGIONALE AAITO Sestri Levante 18 marzo 2006 Dott.Antonello NICOLINI S.C.Pneumologia REATTIVITA BRONCHIALE Iperreattivita bronchiale : esagerata risposta

Dettagli

Sito dell Assessorato alla tutela della salute e sanità www.regione.piemonte.it/sanita

Sito dell Assessorato alla tutela della salute e sanità www.regione.piemonte.it/sanita Iniziativa di comunicazione della Regione Piemonte. Sito dell Assessorato alla tutela della salute e sanità www.regione.piemonte.it/sanita Non farti influenzare Contro l A/H1N1 scegli la prevenzione www.regione.piemonte.it/sanita

Dettagli

Citotossicità mediata dai linfociti T CD8 + nell eziologia eziologia di patologie neurodegenerative. Manuele Ongari

Citotossicità mediata dai linfociti T CD8 + nell eziologia eziologia di patologie neurodegenerative. Manuele Ongari Citotossicità mediata dai linfociti T CD8 + nell eziologia eziologia di patologie neurodegenerative Manuele Ongari Esame di Immunologia Scuola di specializzazione in Biochimica clinica I LINFOCITI T CD8

Dettagli

FIMP Rete allergologica

FIMP Rete allergologica Linee Guida ASMA Il presente questionario è ANONIMO FIMP Medico compilatore ANONIMO Regione e località N bambini in convenzione Anno di entrata in convenzione Specializzazioni (oltre a quella in Pediatria)

Dettagli

REAZIONI AVVERSE AGLI ALIMENTI

REAZIONI AVVERSE AGLI ALIMENTI REAZIONI AVVERSE AGLI ALIMENTI Allergie alimentari : si manifestano con reazione immediata (orticariaangioedema ) e produzione di IgE. Pseudo allergie : dovute a deficit enzimatici (lattosio,fruttosio,sorbitolo)

Dettagli

Ipersensibilità e Autoimmunità

Ipersensibilità e Autoimmunità Ipersensibilità e Autoimmunità Gli effetti delle risposte immunitarie Effetti fisiologici (Benefici) - Attivazione dell immunità specifica per eliminare i patogeni infettanti (batteri, virus e tossine)

Dettagli

Malattie da Pneumococco

Malattie da Pneumococco 1 Malattie da Pneumococco La Circolare Ministeriale relativa alla vaccinazione Antipneumococcica si riporta come aggiornamento ritenendo corretto spendere qualche parola in più vista la novità legislativa

Dettagli

Progetto ASMA/GINA. Adattamento italiano Linee Guida GINA

Progetto ASMA/GINA. Adattamento italiano Linee Guida GINA Progetto ASMA/GINA Adattamento italiano Linee Guida GINA Progetto ASMA/GINA Slide-Kit 2009. lobal itiative for sthma Linee-Guida Italiane Aggiornamento 2009 Modena, 1-4 marzo 2009 Slide-Kit 2009. La definizione

Dettagli

La vaccinazione contro il papillomavirus

La vaccinazione contro il papillomavirus Conegliano, 9 maggio 2013 La vaccinazione contro il papillomavirus Dott.ssa Ester Chermaz Responsabile U.O. Profilassi delle Malattie Infettive Servizio Igiene e Sanità Pubblica ULSS 7 Pieve di Soligo

Dettagli

CAPITOLO PROGRAMMA DI TRATTAMENTO DELL ASMA IN SEI PARTI

CAPITOLO PROGRAMMA DI TRATTAMENTO DELL ASMA IN SEI PARTI CAPITOLO 7 PROGRAMMA DI TRATTAMENTO DELL ASMA IN SEI PARTI INTRODUZIONE L asma è una malattia cronica con notevole impatto sui singoli individui, sulle loro famiglie e sulla società. Sebbene non si possa

Dettagli

Markers biologici nelle patologie ostruttive del polmone. Correlazioni clinico funzionali.

Markers biologici nelle patologie ostruttive del polmone. Correlazioni clinico funzionali. Alma Mater Studiorum Università di Bologna DOTTORATO DI RICERCA IN SCIENZE PNEUMO-CARDIO-TORACICHE DI INTERESSE MEDICO E CHIRURGICO Ciclo XXIV Settore Concorsuale di afferenza: 06/D1 Settore Scientifico

Dettagli

Asma bronchiale in condizioni particolari

Asma bronchiale in condizioni particolari Asma bronchiale in condizioni particolari 3.1 ATTUALITÀ SULL ASMA IN ETÀ EVOLUTIVA G. Caramia L asma è una malattia infiammatoria cronica delle vie aeree, con diversi livelli di gravità, che colpisce soggetti

Dettagli

Corticosteroidi Inalati somministrati

Corticosteroidi Inalati somministrati Paola De Compadri, 1 Antonio Clavenna 2 Corticosteroidi Inalati somministrati per manifestazioni asmatiche in età pre-scolare: valutazione economica budesonide Abstract Obiettivo. Valutare il rapporto

Dettagli

Test di Reattività Bronchiale

Test di Reattività Bronchiale Test di Reattività Bronchiale Claudio Bruschi Servizio di Fisiopatologia Respiratoria Fondazione S.Maugeri I.R.C.C.S. Istituto Scientifico di Montescano Diagnosi di Asma VALUTAZIONE FUNZIONALE BASALE

Dettagli

L asma non va in vacanza

L asma non va in vacanza L asma non va in vacanza Non dimenticare di controllare ASMA e RINITE allergica anche d estate A cura della Merck Sharp & Dohme (Italia) S.p.A.Via G. Fabbroni, 6-00191 Roma www.msd-italia.it www.univadis.it

Dettagli

IGIENE. disciplina che studia i mezzi e definisce le norme atte a conservare la salute fisica e mentale dell individuo e della collettività

IGIENE. disciplina che studia i mezzi e definisce le norme atte a conservare la salute fisica e mentale dell individuo e della collettività IGIENE branca della medicina che ha lo scopo di promuovere e mantenere lo stato di salute della popolazione disciplina che studia i mezzi e definisce le norme atte a conservare la salute fisica e mentale

Dettagli

SCHEDA DI VALUTAZIONE PER L INSERIMENTO DI FARMACI NON PRESENTI NEL PTR

SCHEDA DI VALUTAZIONE PER L INSERIMENTO DI FARMACI NON PRESENTI NEL PTR RICHIESTA DI INSERIMENTO IN PTR DI MARAVIROC ATC J05AX09 (Celsentri ) Presentata da Commissione Terapeutica Provinciale Sassari In data novembre 2008 Per le seguenti motivazioni: Trattamento dell infezione

Dettagli

FISIOPATOLOGIA, FARMACI, E FARMACOLOGIA CLINICA DELL ASMA. www.slidetube.it

FISIOPATOLOGIA, FARMACI, E FARMACOLOGIA CLINICA DELL ASMA. www.slidetube.it FISIOPATOLOGIA, FARMACI, E FARMACOLOGIA CLINICA DELL ASMA Incidenza superiore al 5% nei pazienti industrializzati Marcato restringimento vie aree (colpi di tosse, respiro superficiale, senso di costrizione

Dettagli

CAPITOLO PATOGENESI DELL ASMA

CAPITOLO PATOGENESI DELL ASMA CAPITOLO 4 PATOGENESI DELL ASMA MESSAGGI PRINCIPALI L asma è una malattia infiammatoria cronica delle vie aeree con ricorrenti riacutizzazioni. L infiammazione cronica delle vie aeree è sempre associata

Dettagli

Il montelukast, aggiunto alla terapia antiasmatica abituale, determina una modesta riduzione del numero di giorni con sintomi peggiori

Il montelukast, aggiunto alla terapia antiasmatica abituale, determina una modesta riduzione del numero di giorni con sintomi peggiori Il montelukast, aggiunto alla terapia antiasmatica abituale, determina una modesta riduzione del numero di giorni con sintomi peggiori Attenuation of the September epidemic of asthma exacerbations in children:

Dettagli

Febbre Ricorrente Associata a NLRP12

Febbre Ricorrente Associata a NLRP12 www.printo.it/pediatric-rheumatology/it/intro Febbre Ricorrente Associata a NLRP12 Versione 2016 1.CHE COS È LA FEBBRE RICORRENTE ASSOCIATA A NLRP12 1.1 Che cos è? La febbre ricorrente associata a NLRP12

Dettagli

L INFIAMMAZIONE ALLERGICA TRA IL NASO E I BRONCHI. Piacenza, 12 Ottobre 2013

L INFIAMMAZIONE ALLERGICA TRA IL NASO E I BRONCHI. Piacenza, 12 Ottobre 2013 2 PO INTS ON ALLERGY L INFIAMMAZIONE ALLERGICA TRA IL NASO E I BRONCHI Piacenza, 12 Ottobre 2013 SALA FARNESE A E B 08.30-09.00 Saluto delle Autorità Presentazione degli obiettivi formativi e modalità

Dettagli

SWISS UNDERWATER AND HYPERBARIC MEDICAL SOCIETY ASMA

SWISS UNDERWATER AND HYPERBARIC MEDICAL SOCIETY ASMA SUHMS SWISS UNDERWATER AND HYPERBARIC MEDICAL SOCIETY ASMA RACCOMANDAZIONI 2012-2015 DELLA SOCIETÀ SVIZZERA DI MEDICINA SUBACQUEA E IPERBARICA "SUHMS" Società svizzera di medicina subacquea e iperbarica

Dettagli

NOVITà. Indicazione pediatrica. Guida per i genitori

NOVITà. Indicazione pediatrica. Guida per i genitori NOVITà Indicazione pediatrica Guida per i genitori Che cos è la vaccinazione antiallergica? 3 n Rinocongiuntivite allergica: una condizione diffusa 3 n La vaccinazione antiallergica 4 Che cos è GRAZAX?

Dettagli

Quiz multiple choice per valutazione apprendimento dei partecipanti

Quiz multiple choice per valutazione apprendimento dei partecipanti Quiz multiple choice per valutazione apprendimento dei partecipanti 1. Quali recettori di citochine condividono la catena gamma del recettore di IL-2? A. IL-2, IL-4, IL15 B. IL-4, IL-15, GM-CSF C. IL-2,

Dettagli

L intervento precoce nella fibrosi cistica. Quando iniziare un trattamento terapeutico e come valutarne la risposta? Prof.

L intervento precoce nella fibrosi cistica. Quando iniziare un trattamento terapeutico e come valutarne la risposta? Prof. MEDICINA L intervento precoce nella fibrosi cistica. Quando iniziare un trattamento terapeutico e come valutarne la risposta? Prof. Eitan Kerem, MD La sopravvivenza dei pazienti affetti da FC è migliorata

Dettagli

INTOLLERANZE ALIMENTARI

INTOLLERANZE ALIMENTARI Dott. Lorenzo Grandini Naturopata iridologo Biologo nutrizionista INTOLLERANZE ALIMENTARI VERO O FALSO? LA STORIA Hare (1905) pubblica The food factor in Disease Shannon (1922) e Duke (1925) pubblicano

Dettagli

Influenza suina A/H1N1v Raccomandazioni alle persone con fibrosi cistica

Influenza suina A/H1N1v Raccomandazioni alle persone con fibrosi cistica Influenza suina A/H1N1v Raccomandazioni alle persone con fibrosi cistica Informazioni generali La nuova influenza A(H1N1) è un infezione virale acuta dell'apparato respiratorio con sintomi fondamentalmente

Dettagli

Prof. Corrado Moretti Policlinico Umberto I Sapienza Università di Roma

Prof. Corrado Moretti Policlinico Umberto I Sapienza Università di Roma Prof. Corrado Moretti Policlinico Umberto I Sapienza Università di Roma Romina Valeria Verde Bambina di 23 mesi. La madre riferisce febbre max 38.8 C giovedì 25/11, venerdì 26/11, sabato 27/11 e domenica

Dettagli

Le allergie alimentari

Le allergie alimentari Le allergie alimentari A cura del Dott. Renato Caviglia, MD, PhD Specialista in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva Dottore di Ricerca in Scienze Epato-Gastroenterologiche Introduzione L'allergia

Dettagli

EPIDEMIOLOGIA DELLE INFEZIONI CORRELATE ALL ASSISTENZA

EPIDEMIOLOGIA DELLE INFEZIONI CORRELATE ALL ASSISTENZA EPIDEMIOLOGIA DELLE INFEZIONI CORRELATE ALL ASSISTENZA 1 INTRODUZIONE 2 Le infezioni correlate all assistenza (ICA) rappresentano una complicanza frequente. In media il 5-10% dei pazienti ricoverati in

Dettagli

LE CURE TERMALI. Le cure inalatorie

LE CURE TERMALI. Le cure inalatorie LE CURE TERMALI Le cure inalatorie LE ACQUE TERMALI DI COMANO Curano la pelle, migliorano la vita L acqua di Comano è un acqua oligominerale caratterizzata dalla presenza di sali di bicarbonato, calcio,

Dettagli

Difese dell organismo

Difese dell organismo Difese dell organismo Gli organismi hanno essenzialmente 3 tipi di difese, disposte sequenzialmente, che il virus deve superare: Difese di superficie Barriere fisiche Difese sistemiche Immunità innata

Dettagli