E.11 IL PIANO MOSAICO DEI PRG DEI COMUNI DELLA PROVINCIA DI BOLOGNA

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "E.11 IL PIANO MOSAICO DEI PRG DEI COMUNI DELLA PROVINCIA DI BOLOGNA"

Transcript

1 E.11 IL PIANO MOSAICO DEI PRG DEI COMUNI DELLA PROVINCIA DI BOLOGNA Introduzione ed inquadramento generale La formazione del primo modello del Mosaico dei PRG dei Comuni della Provincia di Bologna risale alla prima metà degli anni 90. Dopo il trasferimento alle Province del potere di approvazione delle varianti urbanistiche, avvenuto con la legge regionale n. 6 del 3 febbraio 1995 e attraverso il processo di elaborazione dello Schema Direttore Territoriale Metropolitano , si è avviato un processo di riforma del Mosaico teso a costruire una struttura informativa, versatile e flessibile, capace di soddisfare le diverse esigenze presenti nei soggetti preposti alla pianificazione e gestione del territorio. Tale processo di riforma, supportato dal Servizio Sistemi Informativi Geografici e dal Servizio Urbanistica della Regione Emilia-Romagna, ha come principio fondante quello di procedere attraverso la riproduzione fedele dei contenuti cartografici dei piani, senza quindi operare alcuna sintesi grafica e la trasposizione dell apparato normativo attraverso una selezione delle informazioni finalizzata alla rappresentazione di due principali contenuti di piano: la destinazione di zona urbanistica e la capacità edificatoria assegnata dal piano. La sistematizzazione modellistica operata è illustrata più compiutamente nel Manuale per la formazione e comprensione della struttura informativa del Mosaico dei PRG pubblicato dal settore Pianificazione Territoriale nell aprile 2001, che sarà poi riferimento principale per l ulteriore fase riformatrice promossa dalla nuova legge urbanistica regionale n. 20/2000. Il presente scritto è sintesi del suddetto manuale. Valutazioni ed interpretazioni Lo strumento del Mosaico è stato fonte di conoscenza fondamentale per quasi tutte le analisi condotte e descritte nei precedenti capitoli. Non è quindi questo il luogo in cui esporre valutazioni e sintesi, per le quali si rimanda quindi la lettura dei singoli capitoli tematici (si veda la sintesi operata nella Tav. C degli allegati tematici). Fig. E2: stato della pianificazione dei PRG considerati 442

2 In base alle esigenze di analisi ed elaborazione dei singoli temi trattati nel quadro conoscitivo del PTCP, sono stati considerati tutti i PRG vigenti e loro varianti, alla data del 31 aprile 2001, mentre lo stato di attuazione delle zone urbanistiche risale all anno 2000; la realizzazione delle previsioni urbanistiche dei 60 PRG è stata verificata attraverso sopralluoghi, colloqui con i tecnici comunali, verifiche con l ortofoto del volo Italia 2000; nella tabella E3 sono riportate le singole date dei PRG considerati. Si richiama un elemento di particolare importanza: vi è un eccezionale aggiornamento di quasi tutti gli strumenti urbanistici comunali, molti dei quali arrivati ormai alla quarta generazione di piano. Considerando quindi che molti Comuni non avvieranno a brevemedio termine la procedura di elaborazione del Piano Strutturale, tale dato, rispetto all azione di efficacia del PTCP, richiama la necessità di operare anche attraverso la concertazione dell attuazione delle aree insediative già previste nei piani per mezzo di accordi territoriali (art. 15 L.R. 20/2000). A riguardo si richiama l esperienza dello Schema Direttore Metropolitano, che già anticipava la necessità di programmare l attuazione dei PRG rispetto alle effettive condizioni di sostenibilità ambientali e territoriali. Comune Piano Data Ad. Data App. Comune Piano Data Ad. Data App. ANZOLA PRG 28/08/97 26/10/98 GRIZZANA PRG 12/06/82 11/09/84 ARGELATO PRG 07/04/89 10/12/91 IMOLA VG 29/04/99 BARICELLA VG 26/04/99 LIZZANO PRG 21/10/94 20/04/98 BAZZANO PRG 03/07/97 26/10/98 LOIANO PRG 04/06/98 14/02/00 BENTIVOGLIO PRG 17/12/98 18/12/00 MALALBERGO PRG 26/10/95 14/07/97 BOLOGNA PRG 17/07/86 30/05/89 MARZABOTTO VG 26/04/99 BORGO TOSSIGNANO VG 27/04/99 MEDICINA PRG 29/07/92 06/06/95 BUDRIO PRG 10/07/96 22/09/97 MINERBIO PRG 27/07/93 24/05/96 CALDERARA PRG 20/04/93 23/07/96 MOLINELLA PRG 14/04/99 18/12/00 CAMUGNANO VG 26/06/98 MONGHIDORO PRG 20/04/98 13/09/99 CASALECCHIO PRG 15/04/99 26/02/01 MONTERENZIO PRG 25/07/97 05/10/99 CASALFIUMANESE VG 16/04/99 MONTE S.PIETRO PRG 26/05/97 07/06/99 CASTEL D'AIANO PRG 15/12/94 05/05/97 MONTEVEGLIO PRG 06/11/89 26/07/94 CASTEL DEL RIO PRG 03/03/97 01/06/98 MONZUNO PRG 12/10/96 05/10/99 CASTEL DI CASIO PRG 30/11/83 19/04/88 MORDANO PRG 12/12/97 07/06/99 CASTEL GUELFO VG 22/04/99 09/10/00 OZZANO PRG 15/01/98 31/05/99 CASTELLO D'ARGILE PRG 29/12/92 04/04/95 PIANORO VG 23/04/99 CASTELLO DI SERRAV PRG 21/03/96 14/12/98 PIEVE DI CENTO PRG 09/03/98 07/06/99 CASTEL MAGGIORE PRG 24/03/98 13/12/99 PORRETTA T. PRG 11/04/83 29/01/85 CASTEL S.PIETRO T VG 22/04/99 SALA B. PRG 30/09/94 17/02/97 CASTENASO PRG 24/10/91 26/07/94 S.BENEDETTO VG 30/04/99 CASTIGLIONE PEPOLI VG 13/07/00 S.GIORGIO VG 13/07/00 CRESPELLANO PRG 04/09/96 03/08/98 S.GIOVANNI PRG 10/03/95 10/02/97 CREVALCORE PRG 21/07/98 29/12/99 S.LAZZARO PRG 14/03/90 17/05/94 DOZZA PRG 23/04/99 26/01/01 S. PIETRO PRG 27/04/98 11/10/99 FONTANELICE PRG 30/11/94 04/11/96 S.AGATA PRG 29/04/99 19/03/01 GAGGIO MONTANO PRG 22/10/89 28/03/95 SASSO MARCONI PRG 19/03/90 15/12/92 GALLIERA PRG 15/02/99 23/10/00 SAVIGNO PRG 13/03/95 15/07/97 GRANAGLIONE PRG 18/12/89 28/09/93 VERGATO PRG 10/03/95 22/06/98 GRANAROLO PRG 03/03/95 07/10/96 ZOLA PREDOSA PRG 29/01/97 31/08/98 Tab. E3: data degli strumenti urbanistici comunali considerati nelle analisi del PTCP. (Tab. C allegati tematici) 443

3 Indicatori per il monitoraggio di efficacia Rimane scontato che l aggiornamento costante del Mosaico è da ritenersi una priorità determinante per avere lo stato delle previsioni urbanistiche aggiornato in tempo reale rispetto alle varianti a cui i PRG sono sottoposti. Per le varianti urbanistiche tradizionali, e cioè quelle che seguono la procedura della ex L.R. 47/78, l aggiornamento sarà assicurato perché rientra in un consolidato processo di approvazione e di comunicazione dei dati urbanistici. Relativamente, invece, alle nuove forme di elaborazione ed approvazione dei PSC e dei POC introdotte dalla legge 20, si dovrà, in tempi ristretti, definire sia la modalità di informatizzazione dei contenuti dei nuovi strumenti urbanistici comunali, sia le necessarie forme di collaborazione fra i Comuni e la Provincia, visto che, soprattutto per i POC, il ruolo della Provincia assume caratteristiche di partecipazione differente rispetto al passato. La prossima uscita di una delibera di indirizzo regionale relativa alla condivisione dei dati informativi sarà un elemento dal quale trarre i principali spunti per definire il modello di elaborazione di quello che sarà il Mosaico dei PSC e dei POC dei Comuni della Provincia di Bologna. Metodologia di analisi I dataset che compongono il PRG informatizzato Per definire un modello di organizzazione delle coperture che compongono un PRG informatizzato è stato necessario determinare un numero specifico, ma flessibile, di dataset e cioè di differenti livelli cartografici. L elenco che segue è stato utilizzato genericamente per tutti i PRG. nome esteso della copertura zone urbanistiche vincoli, rispetti e tutele Contenuti della copertura Zonizzazione urbanistica del territorio comunale. vincoli, rispetti e tutele determinate dalla legislazione vigente, dalla pianificazione sovraordinata o dallo stesso PRG. Nel caso un vincolo sia anche zona urbanistica allora esso deve comparire anche nella copertura zone. Tale classificazione prevede la definizione di tante coperture quanti sono i vincoli (una copertura = 1 vincolo). perimetro del territorio urbanizzato strade di nuova previsione centri storici unità di paesaggio Piani Particolareggiati perimetro del territorio urbanizzato definito ai sensi dell'art. 13 della L.R. 47/78. strade di previsione contenute nei PRG. Questa copertura non è direttamente contenuta nel database del Mosaico, ma trasferita in un altro database relativo alla viabilità di progetto. perimetro dei centri storici classificati come tali dai PRG che comprendono solo i centri storici, o nuclei storici, di origine urbana e quindi escludendo gli episodi edilizi storici isolati quali ville, case coloniche, ecc. unità di paesaggio ai sensi dell'art. 6 del PTPR. Progetto degli strumenti attuativi dei PRG approvati dal Consiglio Comunale. Tab. E4: elenco e spiegazione delle coperture informatiche del Mosaico 444

4 Rimane comunque l esigenza che per alcuni PRG si possano definire ulteriori livelli cartografici rispetto al numero di elaborati che costituiscono il Piano. La lista sopra descritta non è da considerarsi come schema rigido, ma altresì possibile di ulteriori aggiunte determinate dall impossibilità di ricondurre a quella lista eventuali elaborati aggiuntivi di PRG. Elementi cartografici e geografici La riproduzione informatica della cartografia di uno strumento di pianificazione, quale il PRG, permette di rappresentare con assoluta fedeltà e quindi senza semplificazioni, tutte le zone urbanistiche, i vincoli, ecc. La scelta del Mosaico della Provincia di Bologna è stata quindi quella di rimanere assolutamente aderenti ai contenuti cartografici di PRG: non vi sono quindi né accorpamenti di poligoni, né divisioni. I software in dotazione permettono poi di operare successive semplificazione di rappresentazione dello stato della pianificazione, così come è stato fatto per la Tav. C degli allegati tematici. Normativa tecnica di PRG e compilazione del database delle zone urbanistiche La riproduzione informatica dei contenuti normativi di un PRG richiede, al contrario di quella cartografica, una selezione ed una semplificazione della Normativa Tecnica di Attuazione e quindi una perdita, in parte inevitabile, di molte delle informazioni normative, soprattutto di quelle prescrittive e di indirizzo. Sono stati quindi immessi prevalentemente i dati parametrici che permettono di definire, zona per zona, la destinazione d uso e la capacità edificatoria potenziale. Di tutte le coperture componenti il Mosaico, è stato ritenuto opportuno riportare in questa sede il metodo di compilazione solo per la copertura zone urbanistiche, sia perché più complessa e sia perché notevolmente più utilizzata rispetto alle altre coperture. CAMPO Cod_Istat Località Area_p N_comp Cod_prg Cod_mos Cod_rer NOTE ESPLICATIVE codice Istat del Comune Località o toponimo in cui è inserito il poligono. Il campo è previsto nel caso ci siano strumenti urbanistici che abbiano, oltre ai comparti attuativi, anche delle "Aree Programma", costituite da insiemi di comparti attuativi, che richiedono un disegno unitario preventivo alla progettazione dei singoli piani particolareggiati. E inserito il n del comparto di attuazione di PRG a cui appartiene eventualmente il poligono. E' inserito il codice omogeneo di piano regolatore della relativa zona urbanistica. Per la compilazione di questo campo è necessaria estrema precisione nel senso che debbono essere riportati tutti i codici espressi sia in normativa che nelle tavole di PRG, senza doversi inventare alcun codice aggiuntivo. E' inserito il codice di omogeneizzazione del mosaico provinciale. Per la compilazione di questo campo è necessario far corrispondere le diverse zone di PRG ai codici del mosaico provinciale attraverso una lettura delle destinazioni d'uso assegnate dalle NTA. Per far ciò, si utilizza una specifica "tabella di interfaccia". E' inserito il codice di omogeneizzazione del mosaico regionale. Per la compilazione di questo campo è necessario far corrispondere le diverse zone di PRG ai codici del mosaico regionale attraverso una lettura delle destinazioni d'uso assegnate dalle NTA. Per far ciò, si utilizza una specifica "tabella di interfaccia". 445

5 Cod_omo Uf E' inserito il codice omogeneo ai sensi dell'art 13 L.R. 47/78. La compilazione del campo avviene attraverso l'inserimento di una delle 7 zone omogenee (A, B, C, D, E, F, G). A queste abbiamo ritenuto opportuno aggiungere una ottava zona che indichi le parti di territorio dedicate alla viabilità stradale chiamandola con il codice STRA. Si veda a riguardo la richiamata tabella di interfaccia. Indice di utilizzazione fondiaria (mq/mq) così come indicato nelle NTA di PRG. Nel caso il PRG non indichi alcun indice edificatorio, allora è necessario ipotizzare un indice (attraverso supposizioni soggettive) e dichiarare questa ipotesi inserendo il codice 1 nel campo "orig" (vedi oltre). Ut Se Orig Um Zone_miste Trasf Cod_att Indice di utilizzazione territoriale (mq/mq). Nel caso il PRG non indichi alcun indice edificatorio, allora è necessario ipotizzare un indice (attraverso supposizioni soggettive) e dichiarare questa ipotesi inserendo il codice 1 nel campo "orig" (vedi oltre). In questo campo è necessario inserire la superficie edificabile complessiva dichiarata nelle NTA nel caso il PRG non indichi alcun indice. Per superficie edificabile si intende la superficie così come definita dal PRG stesso. Nel caso il PRG non indichi alcun indice edificatorio, allora è necessario ipotizzare un indice (attraverso supposizioni soggettive) e dichiarare questa ipotesi inserendo il codice 1 nel campo "orig" (vedi oltre). In questo campo viene dichiarato quando l'indice edificatorio compilato (Uf, Ut, Se) è dedotto direttamente dalle NTA (orig = 0), oppure se invece si tratta di una ipotesi soggettiva compiuta in quanto le NTA non contengono l'indice ma solo generiche informazioni (orig = 1). Si tratta di una informazione numerica che indica il fattore di conversione che permette di trasformare la Superficie edificabile (e cioè la superficie così come definita dal PRG) in Superficie Utile netta ai sensi del DM 801/77. Nel caso nella zona urbanistica siano previsti più usi, si inserisce la percentuale dell'uso minoritario della zona mista accertata. Si tratta di specificare se la zona è di completamento (C), di espansione (E) o di ristrutturazione (R). % di attuazione della zona, da 0 (zona completamente attuata) a 1 (zona da attuare al 100%). Una zona si considera attuata se è stata rilasciata la concessione edilizia. Tab. E5: struttura tipo del database della copertura zone urbanistiche del Mosaico. Per una più completa lettura consultare il Manuale redatto dal Settore Pianificazione Tabella di interfaccia dei codici urbanistici Dalla lettura degli usi ammessi per le diverse zone urbanistiche che compongono un PRG, vengono assegnati i relativi codici del Mosaico (Cod_Mos), ai quali corrispondono poi automaticamente i codici regionali (cod_rer) e i codici di zona omogenea (cod_omo) ai sensi dell art. 13 della L.R. 47/78. Le definizioni dei codici del Mosaico sono ovviamente molto semplificate rispetto alla casistica che si riscontra nei differenti PRG. 446

Valori Agricoli Medi della provincia. Annualità 2014

Valori Agricoli Medi della provincia. Annualità 2014 REGIONE AGRARIA N : 1 REGIONE AGRARIA N : 2 MONTAGNA DEL MEDIO RENO Comuni di: CASTEL D`AIANO, GAGGIO MONTANO, GRIZZANA MORANDI, MONZUNO, VERGATO BOSCHI CEDUI DEGRADATI 1500,00 2-IN QUESTA I BOSCHI CEDUI

Dettagli

Comune di Anzola dell'emilia

Comune di Anzola dell'emilia Comune di Anzola dell'emilia 1.224 1.118 61 79-18 Imprese Artigiane 406 405 18 36-18 Cooperative 17 12 1 2-1 Imprese Individuali 623 613 34 53-19 Imprese Femminili 234 216 19 15 +4 Imprese Giovanili 91

Dettagli

hanno FIRMATO SCUOLE pubbliche DIREZIONE DIDATTICA N. 10 BOLOGNA DIREZIONE DIDATTICA N. 13 BOLOGNA DIREZIONE DIDATTICA N.

hanno FIRMATO SCUOLE pubbliche DIREZIONE DIDATTICA N. 10 BOLOGNA DIREZIONE DIDATTICA N. 13 BOLOGNA DIREZIONE DIDATTICA N. (dato aggiornato al 14 ottobre 2009) SCUOLE pubbliche DIREZIONE DIDATTICA N. 1 BOLOGNA DIREZIONE DIDATTICA N. 3 BOLOGNA DIREZIONE DIDATTICA N. 5 BOLOGNA DIREZIONE DIDATTICA N. 8 BOLOGNA DIREZIONE DIDATTICA

Dettagli

Struttura dati per introduzione nel Sistema Informativo Siti Contaminati ARPA Sez. Bologna

Struttura dati per introduzione nel Sistema Informativo Siti Contaminati ARPA Sez. Bologna Struttura dati per introduzione nel Sistema Informativo Siti Contaminati ARPA Sez. Bologna settembre 2006 Pagina 1 di 10 Indice: PREMESSA... 3 MATERIALE DA CONSEGNARE.. 3 ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE

Dettagli

INDAGINE STATISTICA SULL IMPRENDITORIA GIOVANILE NELLA PROVINCIA DI BOLOGNA

INDAGINE STATISTICA SULL IMPRENDITORIA GIOVANILE NELLA PROVINCIA DI BOLOGNA INDAGINE STATISTICA SULL IMPRENDITORIA GIOVANILE NELLA PROVINCIA DI BOLOGNA A cura di: Elisa Facchini Ufficio Statistica e Studi Piazza Mercanzia, 4 40125 Bologna Tel. +39 051 6093440 Fax +39 051 6093467

Dettagli

CITTÀ METROPOLITANA DI BOLOGNA

CITTÀ METROPOLITANA DI BOLOGNA PRONTO SOCCORSO CANI E GATTI VITTIME DI INCIDENTI STRADALI SUL TERRITORIO PROVINCIALE La seguente tabella riporta le informazioni fornite dai Comuni relativamente alle convenzioni attivate con strutture

Dettagli

Statistiche. del Turismo. anno 2014 CITTÀ METROPOLITANA DI BOLOGNA

Statistiche. del Turismo. anno 2014 CITTÀ METROPOLITANA DI BOLOGNA Statistiche del Turismo anno 2014 CITTÀ METROPOLITANA DI BOLOGNA STATISTICHE DEL TURISMO anno 2014 CITTÀ METROPOLITANA DI BOLOGNA SERVIZIO ATTIVITÀ PRODUTTIVE E TURISMO PREMESSA I dati relativi alle

Dettagli

PIANO PROVINCIALE PER LA SICUREZZA STRADALE

PIANO PROVINCIALE PER LA SICUREZZA STRADALE PIANO PROVINCIALE PER LA SICUREZZA STRADALE Per una nuova cultura della Sicurezza stradale e della Mobilità sostenibile Nel 2004 la Provincia di Bologna ha approvato il Piano Provinciale per la Sicurezza

Dettagli

Il sistema informativo anagrafico della provincia di Bologna: realizzazione, elementi di criticità e primi risultati

Il sistema informativo anagrafico della provincia di Bologna: realizzazione, elementi di criticità e primi risultati Il sistema informativo anagrafico della provincia di Bologna: realizzazione, elementi di criticità e primi risultati Il fabbisogno conoscitivo e le necessità informative per la programmazione dei servizi.

Dettagli

Assessorato alla Istruzione. Formazione. Lavoro. Politiche per la sicurezza sul lavoro SERVIZIO SCUOLA E FORMAZIONE

Assessorato alla Istruzione. Formazione. Lavoro. Politiche per la sicurezza sul lavoro SERVIZIO SCUOLA E FORMAZIONE Assessorato alla Istruzione. Formazione. Lavoro. Politiche per la sicurezza sul lavoro SERVIZIO SCUOLA E FORMAZIONE Servizio di Supporto alle relazioni scuola-territorio-mondo del lavoro del Servizio Scuola

Dettagli

Statistiche. del Turismo. Provincia di Bologna - anno 2013

Statistiche. del Turismo. Provincia di Bologna - anno 2013 Statistiche del Turismo Provincia di Bologna - anno 2013 tipografia metropolitana bologna Statistiche del turismo Anno 2013 Indice Analisi capacità ricettiva e movimento turistico p. 3 TABELLE Capacità

Dettagli

Programma Operativo Regionale FESR 2007-2013 PROVINCIA DI BOLOGNA

Programma Operativo Regionale FESR 2007-2013 PROVINCIA DI BOLOGNA Programma Operativo Regionale FESR 2007-2013 PROVINCIA DI BOLOGNA Scheda sintetica del bando relativo alle attività: Attività IV. 2.1: Sostegno alla qualificazione delle attività di servizi a supporto

Dettagli

AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIA-ROMAGNA

AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIA-ROMAGNA AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIA-ROMAGNA PER I SERVIZI IDRICI E RIFIUTI CLBO/2015/2 del 27.02.2015 CONSIGLIO LOCALE DI BOLOGNA Oggetto: SERVIZIO RIFIUTI URBANI - PIANO FINANZIARIO 2015 DEL COMUNE DI BOLOGNA

Dettagli

1. Obiettivi della presentazione

1. Obiettivi della presentazione Bologna, 15 febbraio 2012 PERCORSO FORMATIVO SUI SERVIZI EDUCATIVI E SCOLASTICI DI COMPETENZA DEGLI ENTI LOCALI Analisi dei costi : ricerca e metodologie di controllo. Strumenti di gestione e loro utilizzo

Dettagli

GLI SPOSTAMENTI GIORNALIERI PER STUDIO E LAVORO IN PROVINCIA DI BOLOGNA

GLI SPOSTAMENTI GIORNALIERI PER STUDIO E LAVORO IN PROVINCIA DI BOLOGNA Provincia di Bologna Provincia di Bologna Servizio Studi per la Programmazione Ufficio di Statistica Sistema statistico nazionale Ufficio di statistica GLI SPOSTAMENTI GIORNALIERI PER STUDIO E LAVORO IN

Dettagli

RELAZIONE TECNICA INTERVENTI RELATIVI AL DIRITTO ALLO STUDIO PROGETTI DI QUALIFICAZIONE SCOLASTICA E.F.

RELAZIONE TECNICA INTERVENTI RELATIVI AL DIRITTO ALLO STUDIO PROGETTI DI QUALIFICAZIONE SCOLASTICA E.F. Allegato A) alla Determinazione Dirigenziale n. 19/2008 CR 42 Premessa RELAZIONE TECNICA INTERVENTI RELATIVI AL DIRITTO ALLO STUDIO PROGETTI DI QUALIFICAZIONE SCOLASTICA E.F. 2007 (L.R. n. 12/03 capo III,

Dettagli

Provincia di Bologna. Sup. in km 2 Abitanti per km 2. resid.1/1/2016

Provincia di Bologna. Sup. in km 2 Abitanti per km 2. resid.1/1/2016 Provincia di Bologna Comuni Pop. resid.1/1/2016 Sup. in km 2 Abitanti per km 2 Alto Reno Terme 6.947 73,64 94,35 Anzola dell'emilia 12.289 36,6 335,80 Argelato 9.850 35,1 280,60 Baricella 6.949 45,48 152,78

Dettagli

INFORMASALUTE BOLOGNA. I Servizi Sanitari di. e Provincia. Accesso al Servizio Sanitario Nazionale per i cittadini non comunitari

INFORMASALUTE BOLOGNA. I Servizi Sanitari di. e Provincia. Accesso al Servizio Sanitario Nazionale per i cittadini non comunitari Progetto cofinanziato da UNIONE EUROPEA ISTITUTO NAZIONALE SALUTE, MIGRAZIONI E POVERTÀ MINISTERO DELLA SALUTE MINISTERO DELL INTERNO Fondo Europeo per l'integrazione dei cittadini di Paesi terzi INFORMASALUTE

Dettagli

ACCORDO ATTUATIVO TRA PROVINCIA DI BOLOGNA, COMUNE DI BOLOGNA, COMUNI DELLA PROVINCIA DI BOLOGNA E L ASSOCIAZIONE CASA DELLE DONNE

ACCORDO ATTUATIVO TRA PROVINCIA DI BOLOGNA, COMUNE DI BOLOGNA, COMUNI DELLA PROVINCIA DI BOLOGNA E L ASSOCIAZIONE CASA DELLE DONNE ACCORDO ATTUATIVO TRA PROVINCIA DI BOLOGNA, COMUNE DI BOLOGNA, COMUNI DELLA PROVINCIA DI BOLOGNA E L ASSOCIAZIONE CASA DELLE DONNE PER NON SUBIRE VIOLENZA, RELATIVO ALLA REALIZZAZIONE, IN AMBITO METROPOLITANO,

Dettagli

LE IMPRESE A BOLOGNA

LE IMPRESE A BOLOGNA LE IMPRESE A BOLOGNA IMPRESE E IMPRENDITORI STRANIERI Anno 2013 UFFICIO STATISTICA A cura di: Alessandro De Felice Ufficio Statistica e Studi Piazza Mercanzia, 4 40125 - Bologna Tel. 051/6093445 Fax 051/6093467

Dettagli

Il contributo della Pianificazione Comunale nel calcolo degli indicatori

Il contributo della Pianificazione Comunale nel calcolo degli indicatori Il contributo della Pianificazione Comunale nel calcolo degli indicatori A cura di: Gianluca Bortolini - referente per il Mosaico Informatizzato Provinciale - Sintesi PRG Settore Operativo Pianificazione

Dettagli

Guida per aiutare alla Compilazione della SCHEDA SISMICA (Livello 0)

Guida per aiutare alla Compilazione della SCHEDA SISMICA (Livello 0) Arcidiocesi di Bologna Ufficio Amministrativo Diocesano Guida per aiutare alla Compilazione della SCHEDA SISMICA (Livello 0) Al fine di rendere meno oneroso questo lavoro, si è preparata questa piccola

Dettagli

Criteri di valutazione degli interventi destinati alla sistemazione, al miglioramento e alla realizzazione di opere stradali

Criteri di valutazione degli interventi destinati alla sistemazione, al miglioramento e alla realizzazione di opere stradali Criteri di valutazione degli interventi destinati alla sistemazione, al miglioramento e alla realizzazione di opere stradali In relazione a quanto previsto dall art. 167bis della L.r. 3/99, dalla Deliberazione

Dettagli

tutte le farmacie di turno

tutte le farmacie di turno 2 0 1 4 tutte le farmacie di turno federfarma bologna introduzione Care cittadine, cari cittadini, se avete in mano questo libretto che riporta tutte le farmacie di turno della Provincia di Bologna, siete

Dettagli

2015 TUTTE LE FARMACIE DI TURNO

2015 TUTTE LE FARMACIE DI TURNO 2015 TUTTE LE FARMACIE DI TURNO INTRODUZIONE 2015 Care cittadine, cari cittadini, Colgo l occasione della stampa di questo libretto, rinnovato nella sua veste grafica al fine di renderlo ancora più facile

Dettagli

PUNTI DI INFORMAZIONE E ACCOGLIENZA CITTADINI STRANIERI

PUNTI DI INFORMAZIONE E ACCOGLIENZA CITTADINI STRANIERI PUNTI DI INFORMAZIONE E ACCOGLIENZA CITTADINI STRANIERI Aggiornato LUG 2011 CALENDARIO SETTIMANALE L U N E D I' 8.40-12.40 Comune di San Pietro in Casale (Punto Migranti) c/o Municipio via Matteotti, 154

Dettagli

COMUNE DI BOLOGNA Settore Istruzione e Politiche delle Differenze. I Numeri della Scuola di Bologna. classi - alunni - provenienze

COMUNE DI BOLOGNA Settore Istruzione e Politiche delle Differenze. I Numeri della Scuola di Bologna. classi - alunni - provenienze COMUNE DI BOLOGNA Settore Istruzione e Politiche delle Differenze I Numeri della Scuola di Bologna classi - alunni - provenienze Pubblicazione a cura di: Settore Istruzione e Politiche delle Differenze

Dettagli

NOTA TERRITORIALE Andamento del mercato immobiliare nel I semestre 2015 Provincia di Bologna - Settore residenziale

NOTA TERRITORIALE Andamento del mercato immobiliare nel I semestre 2015 Provincia di Bologna - Settore residenziale Andamento del mercato immobiliare nel I semestre Settore residenziale a cura dell Ufficio Provinciale di Bologna data di pubblicazione: 27 novembre periodo di riferimento: primo semestre Andamento del

Dettagli

Accordi sottoscritti 17

Accordi sottoscritti 17 LOCAZIONE AD USO ABITATIVO GUIDA AL CONTRATTO CONCORDATO sommario Presentazione.. 5 A chi si applica la legge 431/98... 7 I vari tipi di contratto 7 Regole comuni di maggior rilievo.. 9 I contratti ad

Dettagli

PROVINCIA DI BOLOGNA DOC. 2 GIUGNO 2007

PROVINCIA DI BOLOGNA DOC. 2 GIUGNO 2007 PROVINCIA DI BOLOGNA PIANO PROVINCIALE PER LA SICUREZZA STRADALE L I N E E G U I D A DOC. 2 GIUGNO 2007 RST RICERCHE E SERVIZI PER IL TERRITORIO - VIA DEGLI SCIPIONI, 181-00192 ROMA. TEL: 06.32.18.101

Dettagli

Tutela dei versanti e sicurezza idrogeologica

Tutela dei versanti e sicurezza idrogeologica Tutela dei versanti e sicurezza idrogeologica 20 ottobre 2004 Tutela dei versanti e sicurezza idrogeologica Norme di Attuazione: Titolo 6 Elaborati grafici di riferimento: Tavola 2 OBIETTIVI DEL PTCP COORDINAMENTO

Dettagli

AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIA-ROMAGNA

AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIA-ROMAGNA AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIA-ROMAGNA PER I SERVIZI IDRICI E RIFIUTI CLBO/2016/1 del 30 marzo 2016 CONSIGLIO LOCALE di BOLOGNA. Oggetto: PARERE SULLA PROPOSTA DI BILANCIO PREVENTIVO 2016 DELL AGENZIA

Dettagli

Sedi Patronati e CAF. Patronati CGIL INCA

Sedi Patronati e CAF. Patronati CGIL INCA Sedi Patronati e CAF Indice dei contenuti 1. Patronati 1. CGIL INCA 2. CAF 1. USB Emilia Romagna 2. Caaf 50&Più 3. CAAF CIA SERVIZI srl. 4. CISL 5. CAF CNA 6. CAAF Ce.S.Conf. 1 Confesercenti 7. CAF UIL

Dettagli

PIANO PROVINCIALE 2008 - BIBLIOTECHE, ARCHIVI STORICI, MUSEI E BENI CULTURALI (L.R. 18/2000) RISORSE REGIONE EMILIA-ROMAGNA

PIANO PROVINCIALE 2008 - BIBLIOTECHE, ARCHIVI STORICI, MUSEI E BENI CULTURALI (L.R. 18/2000) RISORSE REGIONE EMILIA-ROMAGNA PIA PROVINCIALE - BIBLIOTECHE, ARCHIVI STORICI, MUSEI E BENI CULTURALI (L.R. 18/2000) RISORSE REGIONE EMILIA-ROMAGNA ARCHIVI-BIBLIOTECHE Soggetto richiedente: COMUNE DI BORGO TOSGNA ARCHIVI Titolo e breve

Dettagli

Un intervento di riequilibrio del territorio per la riduzione del digital divide

Un intervento di riequilibrio del territorio per la riduzione del digital divide Un intervento di riequilibrio del territorio per la riduzione del digital divide Una fascia particolarmente interessata dal digital divide è rappresentata dai cittadini e dalle imprese che risiedono nei

Dettagli

BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ

BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ 2014 BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ Chi siamo CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE Gianfranco Franchi 15/07/1952 Presidente Laurea in ingegneria La cooperativa Edificatrice Ansaloni esiste da più di sessant anni sul

Dettagli

RELAZIONE ILLUSTRATIVA

RELAZIONE ILLUSTRATIVA COMUNE DI CRESPELLANO (Provincia di Bologna) VARIANTE AL PIANO PARTICOLAREGGIATO DI INIZIATIVA PRIVATA IN LOCALITÀ CAPOLUOGO COMPARTO EDIFICATORIO N. 11 (C2) RELAZIONE ILLUSTRATIVA LA PROPRIETÀ: Soc. L.

Dettagli

ACCORDO APPLICABILE NEI COMUNI DI:

ACCORDO APPLICABILE NEI COMUNI DI: ACCORDO APPLICABILE NEI COMUNI DI: ARGELATO, BARICELLA, BAZZANO, BENTIVOGLIO, BUDRIO, CAMUGNANO, CASTEL D AIANO, CASTELLO D ARGILE, CASTEL DI CASIO, CASTELLO DI SERRAVALLE, CASTIGLIONE DEI PEPOLI, CRESPELLANO,

Dettagli

BALLANDI ROBERTO Ingegnere. C.F. BLL RRT 54BO9 A944B P.IVA 02225750377 Iscritto all'albo degli Ingegneri della Provincia di Bologna al n 3346

BALLANDI ROBERTO Ingegnere. C.F. BLL RRT 54BO9 A944B P.IVA 02225750377 Iscritto all'albo degli Ingegneri della Provincia di Bologna al n 3346 C.F. BLL RRT 54BO9 A944B P.IVA 02225750377 Iscritto all'albo degli Ingegneri della Provincia di Bologna al n 3346 STUDIO BOLOGNA, via O. Regnoli 42 tel.051/ 4294370 - fax. 051/ 6360618 robertoballandi@alice.it

Dettagli

TITOLO 3 VALORIZZAZIONE DELLE RISORSE NATURALI E PAESAGGISTICHE Art. 3.1-3.2 - Unità di paesaggio

TITOLO 3 VALORIZZAZIONE DELLE RISORSE NATURALI E PAESAGGISTICHE Art. 3.1-3.2 - Unità di paesaggio Art. 3.1-3.2 - Unità di paesaggio Unità di paesaggio (Art. 3.1-3.2) Indicazioni generali Le unità di paesaggio, al fine di garantire una gestione del territorio coerente con gli obiettivi di valorizzazione

Dettagli

OSSERVATORIO SULL ECONOMIA E IL LAVORO IN PROVINCIA DI BOLOGNA - numero QUATTRO - Luglio 2009 a cura di Daniela Freddi. IRES Emilia-Romagna

OSSERVATORIO SULL ECONOMIA E IL LAVORO IN PROVINCIA DI BOLOGNA - numero QUATTRO - Luglio 2009 a cura di Daniela Freddi. IRES Emilia-Romagna OSSERVATORIO SULL ECONOMIA E IL LAVORO IN PROVINCIA DI BOLOGNA - numero QUATTRO - Luglio 2009 a cura di Daniela Freddi IRES Emilia-Romagna Coordinamento progetto: Cesare Minghini (Presidente Ires Emilia-Romagna)

Dettagli

QUADRO DEI REFERENTI PER IL CONTRASTO ALLA DISPERSIONE SCOLASTICA E FORMATIVA AGGIORNATO AL 12 APRILE 2010

QUADRO DEI REFERENTI PER IL CONTRASTO ALLA DISPERSIONE SCOLASTICA E FORMATIVA AGGIORNATO AL 12 APRILE 2010 QUADRO DEI REFERENTI PER IL CONTRASTO ALLA DISPERSIONE SCOLASTICA E FORMATIVA AGGIORNATO AL 12 APRILE 2010 Le Linee di indirizzo provinciali per il contrasto alla dispersione scolastica e formativa, elaborate

Dettagli

COMUNE DI SAN GIORGIO DI PIANO Provincia di Bologna

COMUNE DI SAN GIORGIO DI PIANO Provincia di Bologna 1 COMUNE DI SAN GIORGIO DI PIANO Provincia di Bologna Area Programmazione e Gestione del Territorio ALLEGATO 1 DETERMINAZIONE VALORI DI RIFERIMENTO DELLE AREE INSERITE NEL P.R.G., NEL P.S.C. E NEL R.U.E.

Dettagli

Rendiconto. Territori per la pace

Rendiconto. Territori per la pace Rendiconto Territori per la pace Progetto di promozione di una cultura di pace e solidarietà nel territorio della provincia di Bologna Finanziato con il contributo della Regione Emilia Romagna, Programma

Dettagli

Aggiornamento e Sviluppo Professionale Continuativo

Aggiornamento e Sviluppo Professionale Continuativo architettibologna ordine degli architetti, pianificatori, paesaggisti e conservatori di bologna Aggiornamento e Sviluppo Professionale Continuativo Triennio Sperimentale 2014-2016 Questionario Formazione

Dettagli

Gli alberi monumentali in Emilia-Romagna di Michele T. Mazzucato

Gli alberi monumentali in Emilia-Romagna di Michele T. Mazzucato Gli alberi monumentali in Emilia-Romagna di Michele T. Mazzucato La tutela degli esemplari alborei monumentali nella Regione Emilia- Romagna è prevista dalla LR del 24 gennaio 1977 n. 2 (Provvedimenti

Dettagli

Corso Base Formazione/Informazione. Sicurezza alimentare per OSA delle associazioni sociali, culturali, sportive e le organizzazioni di volontariato

Corso Base Formazione/Informazione. Sicurezza alimentare per OSA delle associazioni sociali, culturali, sportive e le organizzazioni di volontariato Corso Base Formazione/Informazione Sicurezza alimentare per OSA delle associazioni sociali, culturali, sportive e le organizzazioni di volontariato Provincia di Bologna Via Zamboni, 13 Bologna 30 Novembre

Dettagli

DIREZIONE CENTRALE PIANIFICAZIONE URBANA E ATTUAZIONE P.R. SETTORE 787 SPORTELLO UNICO PER L EDILIZIA. Prot. Gen. n. 569668/05 del 9/6/05

DIREZIONE CENTRALE PIANIFICAZIONE URBANA E ATTUAZIONE P.R. SETTORE 787 SPORTELLO UNICO PER L EDILIZIA. Prot. Gen. n. 569668/05 del 9/6/05 DIREZIONE CENTRALE PIANIFICAZIONE URBANA E ATTUAZIONE P.R. SETTORE 787 SPORTELLO UNICO PER L EDILIZIA Prot. Gen. n. 569668/05 del 9/6/05 PROPOSTA DI DELIBERAZIONE - OGGETTO - ESTENSIONE DELL AMBITO DI

Dettagli

RETE PROPONENTE Denominazione Rete : SCUOLE PROVINCIA di Bologna. Scuole aderenti alla Rete IC 1. Scuole aderenti alla Rete IC 9

RETE PROPONENTE Denominazione Rete : SCUOLE PROVINCIA di Bologna. Scuole aderenti alla Rete IC 1. Scuole aderenti alla Rete IC 9 ISTITUTO COMPRENSIVO N.9 Via Luigi Longo, 4 40139 Bologna C.F. 91201100376 C.M. BOIC85200B Tel. 051 460205 Fax 051 460007 boic85200b@istruzione.it - postmaster@pec.ic9bo.it ISTITUTO COMPRENSIVO N.1 Via

Dettagli

Piano di Zona per la salute e il benessere sociale Programma Attuativo 2015

Piano di Zona per la salute e il benessere sociale Programma Attuativo 2015 Piano di Zona per la salute e il benessere sociale Programma Attuativo 2015 DISTRETTO DI SAN LAZZARO DI SAVENA (Sottoscritto in COMITATO DI DISTRETTO il 3/08/2015 P.G.29374/15) Comuni di: San Lazzaro di

Dettagli

socio-assistenziali per minori, gestanti e madri con bambino

socio-assistenziali per minori, gestanti e madri con bambino Coordinamento provinciale accoglienza l e s t r u t t u r e socio-assistenziali per minori, gestanti e madri con bambino nella provincia di bologna LE STRUTTURE SOCIO-ASSISTENZIALI PER MINORI, GESTANTI

Dettagli

Indicazione facoltativa Prodotto di Montagna

Indicazione facoltativa Prodotto di Montagna Indicazione facoltativa Prodotto di Montagna Gli obiettivi della presente iniziativa sono la qualificazione dei prodotti di qualità locali e la valorizzazione del territorio attraverso le peculiarità delle

Dettagli

NOTA TERRITORIALE Andamento del mercato immobiliare nel I semestre 2013 Settore residenziale

NOTA TERRITORIALE Andamento del mercato immobiliare nel I semestre 2013 Settore residenziale NOTA TERRITORIALE Andamento del mercato immobiliare nel estre Settore residenziale a cura dell Ufficio Provinciale di Maurizio Tesini (referente OMI) Luca Panzacchi (collaboratore) data di pubblicazione:

Dettagli

Piano Provinciale Gestione Rifiuti

Piano Provinciale Gestione Rifiuti Allegato all I.P. 268/2009 Piano Provinciale Gestione Rifiuti VALSAT/Rapporto Ambientale di VAS Gennaio 2009 1 1. Il Piano Provinciale di gestione rifiuti in relazione agli obiettivi ambientali e di settore...

Dettagli

DISTRETTO PIANURA OVEST

DISTRETTO PIANURA OVEST AZIENDA USL DI BOLOGNA - RIDUZIONE ESTIVA DEGLI SPORTELLI FRONT OFFICE DAL 22 DICEMBRE AL 6 GENNAIO COMPRESI HD tecnico 0514206206 HD normativo 848822222 Call Center 800-884888 Prenotazioni e disdette

Dettagli

COMUNE DI TROVO Provincia di Pavia P.G.T. PIANO DEL GOVERNO DEL TERRITORIO

COMUNE DI TROVO Provincia di Pavia P.G.T. PIANO DEL GOVERNO DEL TERRITORIO COMUNE DI TROVO Provincia di Pavia P.G.T. PIANO DEL GOVERNO DEL TERRITORIO RECEPIMENTO DELLE PRESCRIZIONI PREVALENTI DELLA PROVINCIA IN MERITO ALLA VERIFICA DI COMPATIBILITA CON IL P.T.C.P. ART.13 commi

Dettagli

SERVIZI DI TRASPORTO IKEA.it/servizi

SERVIZI DI TRASPORTO IKEA.it/servizi SERVIZI DI TRASPORTO I pacchi piatti sono facili da trasportare. Se la tua auto non è abbastanza grande, puoi usufruire delle diverse modalità di servizio a domicilio a pagamento. Per ulteriori informazioni

Dettagli

RETE BOLOGNESE CONTRO LE DISCRIMINAZIONI

RETE BOLOGNESE CONTRO LE DISCRIMINAZIONI RETE BOLOGNESE CONTRO LE DISCRIMINAZIONI (aggiornata al 27 aprile 2011) Distretti: Bologna città pag. 1 Pianura Ovest (S. Giovanni in Persiceto) pag. 4 Pianura Est (S. Pietro in Casale) pag. 5 Casalecchio

Dettagli

relativo alla Seconda Soluzione Agosto 2013

relativo alla Seconda Soluzione Agosto 2013 COMUNE DI FOSDINOVO Località CANIPAROLA PIANO DI RECUPERO CASA ALBACHIARA VERIFICA DI ASSOGGETTABILITÀ A V.A.S. ai sensi dell art. 22, L.R.T. n 10/2010 RAPPORTO AMBIENTALE PRELIMINARE relativo alla Seconda

Dettagli

2.2. Adeguamento alle N.T.A del P.R.G... 3. 2.3. Adeguamento di aree classificate come aree per spazi pubblici a parco, per il gioco e lo sport...

2.2. Adeguamento alle N.T.A del P.R.G... 3. 2.3. Adeguamento di aree classificate come aree per spazi pubblici a parco, per il gioco e lo sport... SOMMARIO: 1. PREMESSA... 1 2. CONTENUTI DELLA VARIANTE... 2 2.1. Soppressione di un'area classificata come aree turistiche di nuovo impianto dal P.R.G. Vigente e inserimento di previsione di area per impianti

Dettagli

Biblioteche afferenti alla Città Metropolitana ELENCO RESPONSABILI TRATTAMENTO DATI

Biblioteche afferenti alla Città Metropolitana ELENCO RESPONSABILI TRATTAMENTO DATI Biblioteche afferenti alla Città Metropolitana ELENCO RESPONSABILI TRATTAMENTO DATI Cod. Bib. Comune Località Denominazione Indirizzo AE AP Anzola dell'emilia Argelato Biblioteca comunale di Anzola dell'emilia

Dettagli

TRA. disciplina e delega le funzioni di Stazione Appaltante e di Struttura Tecnica di Supporto, limitatamente alla fase di gara.

TRA. disciplina e delega le funzioni di Stazione Appaltante e di Struttura Tecnica di Supporto, limitatamente alla fase di gara. 1/30 Convenzione tra il Comune di Bologna, i Comuni dell ATEM Bologna 1, Città ed Impianto di Bologna e dell Atem Bologna 2, Provincia ed il Consorzio CON.AMI per l affidamento del servizio di distribuzione

Dettagli

BOZZA DEL 13 SETTEMBRE 2006

BOZZA DEL 13 SETTEMBRE 2006 PROVINCIA DI BOLOGNA Settore Pianificazione Territoriale http://cst.provincia.bologna.it/ptcp/psc.htm BOZZA DEL 13 SETTEMBRE 2006 APPROFONDIMENTI TECNICI MODI E TEMPI DI SVOLGIMENTO DELLA CONFERENZA DI

Dettagli

Conferenza Stampa lunedì 28 novembre, alle ore 11.30 presso la sala stampa Luca Savonuzzi di Palazzo d'accursio

Conferenza Stampa lunedì 28 novembre, alle ore 11.30 presso la sala stampa Luca Savonuzzi di Palazzo d'accursio La S.V. è invitata a partecipare alla Conferenza Stampa lunedì 28 novembre, alle ore 11.30 presso la sala stampa Luca Savonuzzi di Palazzo d'accursio indetta per presentare MediaLibraryOnline: la biblioteca

Dettagli

ART. 1 - FINALITÀ. 2 ART. 2 - DEFINIZIONI. 2 ART. 3 - PARAMETRI URBANISTICI PER LA VALUTAZIONE DELL'AREA. 2 ART. 3 ART. 4 ART. 4 ART. 4 ART. 5 ART.

ART. 1 - FINALITÀ. 2 ART. 2 - DEFINIZIONI. 2 ART. 3 - PARAMETRI URBANISTICI PER LA VALUTAZIONE DELL'AREA. 2 ART. 3 ART. 4 ART. 4 ART. 4 ART. 5 ART. REGOLAMENTO IN MATERIA DI VALORE DELLE AREE FABBRICABILI AI FINI DELL ACCERTAMENTO DELL IMPOSTA COMUNALE SUGLI IMMOBILI E DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA - Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale

Dettagli

Le Aliquote IMU 2012 dei comuni della provincia di Bologna e dei capoluoghi della regione Emilia Romagna

Le Aliquote IMU 2012 dei comuni della provincia di Bologna e dei capoluoghi della regione Emilia Romagna Le Aliquote IMU 2012 dei comuni della provincia di Bologna e dei capoluoghi della regione Emilia Romagna Responsabile Osservatorio Immobiliare Confabitare Eduart Murati Introduzione Con la manovra finanziaria

Dettagli

grafica Servizio comunicazione Provincia di Bologna - Gabriella Napoli tipografia metropolitana bologna

grafica Servizio comunicazione Provincia di Bologna - Gabriella Napoli tipografia metropolitana bologna grafica Servizio comunicazione Provincia di Bologna - Gabriella Napoli tipografia metropolitana bologna Sostanziale.it è un progetto del Servizio Politiche Sociali e per la Salute della Provincia di Bologna,

Dettagli

ASSOCIAZIONE INTERCOMUNALE AREA BAZZANESE

ASSOCIAZIONE INTERCOMUNALE AREA BAZZANESE ASSOCIAZIONE INTERCOMUNALE AREA BAZZANESE Comuni di Bazzano, Castello di Serravalle, Crespellano, Monte San Pietro, Monteveglio, Savigno, Zola Predosa Provincia di Bologna PSC PIANO STRUTTURALE DEI COMUNI

Dettagli

QUERCE" IN ZONA DI ESPANSIONE C2-1 - LOCALITA' SAN BIAGIO - ADOZIONE.

QUERCE IN ZONA DI ESPANSIONE C2-1 - LOCALITA' SAN BIAGIO - ADOZIONE. Oggetto: VARIANTE AL PIANO DI LOTTIZZAZIONE RESIDENZIALE "DUE QUERCE" IN ZONA DI ESPANSIONE C2-1 - LOCALITA' SAN BIAGIO - ADOZIONE. LA GIUNTA COMUNALE Premesso che: - con delibera della Giunta Comunale

Dettagli

Hanno collaborato al documento, per gli aspetti relativi alla mobilità e al trasporto pubblico:

Hanno collaborato al documento, per gli aspetti relativi alla mobilità e al trasporto pubblico: Emanuele Burgin Assessore all Ambiente Provincia di Bologna Gianpaolo Soverini - Direttore Settore Ambiente Provincia di Bologna Responsabilità e Coordinamento Gabriele Bollini Dirigente Servizio Tutela

Dettagli

I REDDITI NEI COMUNI DELLA PROVINCIA DI BOLOGNA

I REDDITI NEI COMUNI DELLA PROVINCIA DI BOLOGNA I REDDITI NEI COMUNI DELLA PROVINCIA DI BOLOGNA Obiettivo Rapportando l imponibile Irpef al numero di e alla popolazione residente si ottengono degli indicatori in grado di definire il livello di ricchezza

Dettagli

PIANO DI EDILIZIA SCOLASTICA

PIANO DI EDILIZIA SCOLASTICA Direzione Affari Economici e Centro Studi PIANO DI EDILIZIA SCOLASTICA Le misure del Governo Renzi FOCUS EMILIA ROMAGNA Luglio 2014 INDICE 1. Nota di inquadramento sulle decisioni assunte dal Governo 2.

Dettagli

PSCP i a n o S t r u t t u r a l e C o m u n a l e

PSCP i a n o S t r u t t u r a l e C o m u n a l e P R O V I N C I A D I P A R M A Comune di SALA BAGANZA PSCP i a n o S t r u t t u r a l e C o m u n a l e Q U A D R O C O N O S C I T I V O Bilancio urbanistico del PRG vigente Sindaco Cristina Merusi

Dettagli

U.P. SERVIZI PER IL TERRITORIO SPORTELLO UNICO PER L'EDILIZIA

U.P. SERVIZI PER IL TERRITORIO SPORTELLO UNICO PER L'EDILIZIA RELAZIONE Oggetto: VARIANTE ART.32 bis L.R.n.20/2000 AL PIANO STRUTTURALE COMUNALE INCREMENTO DELL ALTEZZA CONSENTITA PER LA REALIZZAZIONE DI MAGAZZINI AUTOMATICI PREMESSA La presente variante al Piano

Dettagli

Guida ai servizi nella provincia di Bologna. per chiedere consiglio e aiuto sull uso/abuso di sostanze psicoattive

Guida ai servizi nella provincia di Bologna. per chiedere consiglio e aiuto sull uso/abuso di sostanze psicoattive s o s t a n z i a l e. i t Guida ai servizi nella provincia di Bologna per chiedere consiglio e aiuto sull uso/abuso di sostanze psicoattive grafica Servizio comunicazione Provincia di Bologna - Gabriella

Dettagli

SCUOLE PARITARIE. hanno FIRMATO X

SCUOLE PARITARIE. hanno FIRMATO X (dato aggiornato al 13 ottobre 2009) SCUOLE PARITARIE NIDI DELL'INFANZIA "A. Ramponi" - SAN GIORGIO DI PIANO "Abba" - "Al Girotondo" - SAN LAZZARO DI SAVENA "Al Girotondo" - SAN LAZZARO DI SAVENA "Angela

Dettagli

I PROGRAMMI INTEGRATI NELL ESPERIENZA ROMANA UNA RICOGNIZIONE

I PROGRAMMI INTEGRATI NELL ESPERIENZA ROMANA UNA RICOGNIZIONE INU Lazio Gruppo di Lavoro Programmi integrati Paola Carobbi Daniel Modigliani Irene Poli Chiara Ravagnan I PROGRAMMI INTEGRATI NELL ESPERIENZA ROMANA UNA RICOGNIZIONE I Programmi integrati: principi e

Dettagli

COMUNE DI NOVENTA DI PIAVE

COMUNE DI NOVENTA DI PIAVE COMUNE DI NOVENTA DI PIAVE Quarta Variante Parziale al Piano degli Interventi (PRG) modifica dell articolo 34 Parcheggi e servizi pubblici delle N.T.A.. Ai sensi dell'art. 18 della L.R.V. 11/2004 e s.m.i..

Dettagli

COMUNE DI PORTOSCUSO Via Marco Polo, 1 09010 PORTOSCUSO (CI)

COMUNE DI PORTOSCUSO Via Marco Polo, 1 09010 PORTOSCUSO (CI) ASSESSORADU DE SOS ENTES LOCALES, FINANTZIAS E URBANISTICA ASSESSORATO DEGLI ENTI LOCALI, FINANZE E URBANISTICA Diretzione generale de sa pianificatzione urbanìstica territoriale e de sa vigilàntzia edilìtzia

Dettagli

NUCLEI DI ANTICA FORMAZIONE - AMBITO DI RIQUALIFICAZIONE N 2: Piano di Recupero N 3 Albergo Trieste - via San Rocco

NUCLEI DI ANTICA FORMAZIONE - AMBITO DI RIQUALIFICAZIONE N 2: Piano di Recupero N 3 Albergo Trieste - via San Rocco NUCLEI DI ANTICA FORMAZIONE - AMBITO DI RIQUALIFICAZIONE N 2: Piano di Recupero N 3 Albergo Trieste - via San Rocco ORTOFOTO PLANIMETRIA AEROFOTOGRAMETRICA (scala 1:1000) Nuclei di antica formazione Criteri

Dettagli

CITTADINI STRANIERI IN PROVINCIA DI BOLOGNA: CARATTERISTICHE E TENDENZE

CITTADINI STRANIERI IN PROVINCIA DI BOLOGNA: CARATTERISTICHE E TENDENZE Fondazione di ricerca Istituto Carlo Cattaneo CITTADINI STRANIERI IN PROVINCIA DI BOLOGNA: CARATTERISTICHE E TENDENZE Rapporto di ricerca realizzato per la Provincia di Bologna dalla Fondazione di ricerca

Dettagli

integrati nella città della trasformazione. Progetti urbani per le nuove Centralità urbane/metropolitane)

integrati nella città della trasformazione. Progetti urbani per le nuove Centralità urbane/metropolitane) integrati nella città della trasformazione. Progetti urbani per le nuove Centralità urbane/metropolitane) Standard Urbanistici: si introduce il metodo della perequazione e della cessione compensativa per

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI SANITARI DELL AZIENDA

CARTA DEI SERVIZI SANITARI DELL AZIENDA POLIAMBULATORIO PRIVATO CAVOUR GALLERIA SANT'APOLLONIA 12 SASSO MARCONI BO CARTA DEI SERVIZI SANITARI DELL AZIENDA SASSO MARCONI, 01 GIUGNO 1999 SOMMARIO PARTE I 1 PRESENTAZIONE DELLA STRUTTURA POLIAMBULATORIALE

Dettagli

SETTORE CULTURA, TURISMO, SPORT E TEMPO LIBERO PIANO PROVINCIALE 2003

SETTORE CULTURA, TURISMO, SPORT E TEMPO LIBERO PIANO PROVINCIALE 2003 SETTORE CULTURA, TURISMO, SPORT E TEMPO LIBERO PIANO PROVINCIALE 2003 INTERVENTI PER BIBLIOTECHE, ARCHIVI STORICI, MUSEI E BENI CULTURALI (L. R. 18/2000) ALLEGATO ALLA DELIBERA DI GIUNTA N. 173 DEL 23/04/2003

Dettagli

Il censimento della popolazione e delle abitazioni 2011: primi risultati per la provincia di Bologna

Il censimento della popolazione e delle abitazioni 2011: primi risultati per la provincia di Bologna Il censimento della popolazione e delle abitazioni 2011: primi risultati per la provincia di Bologna Novembre 2012 Capo Dipartimento Programmazione: Gianluigi Bovini Direttore Settore Statistica: Franco

Dettagli

PROPOSTA DI DELIBERA DI CONSIGLIO COMUNALE

PROPOSTA DI DELIBERA DI CONSIGLIO COMUNALE PROPOSTA DI DELIBERA DI CONSIGLIO COMUNALE Enunciato l argomento iscritto al n. dell o.d.g., il Presidente mette in approvazione la seguente proposta di deliberazione: OGGETTO: VARIANTE AL REGOLAMENTO

Dettagli

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA ENTE 1) Ente proponente il progetto: ASSOCIAZIONE ITALIANA DONAZIONE ORGANI (AIDO) 2) Codice di accreditamento: NZ02515 3) Albo e

Dettagli

COMUNE DI BAZZANO Città d arte Provincia di BOLOGNA C O P I A

COMUNE DI BAZZANO Città d arte Provincia di BOLOGNA C O P I A COMUNE DI BAZZANO Città d arte Provincia di BOLOGNA C O P I A DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 12 DEL 27/01/2011 OGGETTO: TRASFERIMENTO PRESSO NUOVA SEDE DEL C.I.P. (CENTRO PER L'IMPIEGO) DI ZOLA

Dettagli

'#./&0)*%)1(&)-%#"-%#)*%)!%(&#!"#$%&'%()*%)+#,#-&(

'#./&0)*%)1(&)-%#-%#)*%)!%(&#!#$%&'%()*%)+#,#-&( '#./&0)*%)1(&)-%#"-%#)*%)!%(&#!"#$%&'%()*%)+#,#-&( *0,%+0"(2%#&0)*0,,()-%/&3()'#./&(,0 &4)56)789):;

Dettagli

Quadro normativo delle Regioni e Province Autonome sulla VAS LIGURIA. Disciplina della valutazione di impatto ambientale.

Quadro normativo delle Regioni e Province Autonome sulla VAS LIGURIA. Disciplina della valutazione di impatto ambientale. L.R. 4/09/1997, n. 36. Pubblicata nel B.U. Liguria 17 settembre 1997, n. 16, L.R. 30/12/1998, n. 38. Pubblicata nel B.U. Liguria 20 gennaio 1999, n. 1. L.R. 4/08/2006, n. 20. Pubblicata nel B.U. Liguria

Dettagli

ELETTRODOTTI E DI IMPIANTI RADIOELETTRICI...8

ELETTRODOTTI E DI IMPIANTI RADIOELETTRICI...8 1. SOMMARIO 1. SOMMARIO...2 2. INTRODUZIONE...3 3. RIFERIMENTI NORMATIVI...3 4. INDIVIDUAZIONE DELLE AREE SENSIBILI...4 4.1 APPROCCIO METODOLOGICO...4 4.2 AREE SENSIBILI INDIVIDUATE...5 5. AREE SENSIBILI

Dettagli

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione del Consiglio Comunale

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione del Consiglio Comunale Protocollo N. del. Deliberazione N. del IL SINDACO Proposta N. 10 del 31/01/2014 SERVIZIO --Pianificazione Urbanistica Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione del Consiglio Comunale

Dettagli

SCHEMA DI NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE SUA

SCHEMA DI NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE SUA NTA di SUA di iniziativa privata SCHEMA DI NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE SUA.. INDICE ART. 1 AMBITO DI APPLICAZIONE... pag. 2 ART. 2 ELABORATI DEL PIANO...» 2 ART. 3 DATI COMPLESSIVI DEL PIANO...» 2 ART.

Dettagli

Dossier tematico DISABILITÀ. dai Piani Sociali di Zona 2005-2007 dei Distretti socio sanitari della provincia di Bologna

Dossier tematico DISABILITÀ. dai Piani Sociali di Zona 2005-2007 dei Distretti socio sanitari della provincia di Bologna Dossier tematico DISABILITÀ dai Piani Sociali di Zona 2005-2007 dei Distretti socio sanitari della provincia di Bologna Il Dossier è stato curato da Paola Atzei - csv VOLABO, con la collaborazione della

Dettagli

SERVIZIO SCUOLA E FORMAZIONE

SERVIZIO SCUOLA E FORMAZIONE PROVINCIA DI BOLOGNA Assessorato alla Istruzione, Formazione. Lavoro. Politiche per la sicurezza sul lavoro SERVIZIO SCUOLA E FORMAZIONE Servizio di assistenza tecnica, formazione, monitoraggio e valutazione

Dettagli

1. Gli interventi a sostegno dell agricoltura (2002/2003)

1. Gli interventi a sostegno dell agricoltura (2002/2003) Rapporto sull annata agraria della provincia di Bologna - Anno 2003 A cura del prof. Roberto Fanfani CAPITOLO II: I CONTRIBUTI DELLE AZIENDE AGRICOLE 1. Gli interventi a sostegno dell agricoltura (2002/2003)

Dettagli

donne: infiniti possibili

donne: infiniti possibili donne: infiniti possibili donne: infiniti possibili Rapporto di ricerca realizzato nell ambito del progetto cofinanziato dalla Regione Emilia-Romagna e dalla Provincia di Bologna con FSE OB. 3 Asse E Rif.PA

Dettagli

COMUNE DI ROCCASTRADA (Provincia di Grosseto)

COMUNE DI ROCCASTRADA (Provincia di Grosseto) COMUNE DI ROCCASTRADA (Provincia di Grosseto) Contributi per gli oneri di urbanizzazione e per il costo di costruzione relativi ai permessi di costruire e alle denunce di inizio attività Marzo 2010 Indice

Dettagli

CONTENUTI DELLA MANIFESTAZIONE:

CONTENUTI DELLA MANIFESTAZIONE: scheda N 1 loc. PIEDIMONTE / COMPARTO 46 R CONTENUTI DELLA MANIFESTAZIONE: Realizzazione di manufatti con destinazione artigianale/industriale/direzionale per una S.U.L. complessiva di mq 4.000 e una volumetria

Dettagli

Provincia di Reggio Emilia

Provincia di Reggio Emilia COMUNE di CASTELNOVO di SOTTO Provincia di Reggio Emilia VALOR I MED I DI MERCATO DELLE AREE FABBRICABIL I - INTRODUZIONE - QUADRO D UNIONE - DESCRIZIONE ZONE OMOGENEE - TABELLE VALORI DI MERCATO anno

Dettagli