Brasile: Il Settore Agroalimentare

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Brasile: Il Settore Agroalimentare"

Transcript

1 Brasile: Il Settore Agroalimentare L Istituto nazionale per il Commercio Estero, con la propria rete di Uffici nel mondo e con le attività di promozione e di assistenza, costituisce un osservatorio sui mercati internazionali al servizio delle imprese italiane. Maggio 2011 Copyright Istituto nazionale per il Commercio Estero

2 Overview del Settore Il mercato brasiliano dei prodotti alimentari importati è cresciuto negli ultimi anni grazie a diversi fattori interni come, ad esempio, l aumento del potere d acquisto dei consumatori locali e la valorizzazione del real in relazione all euro e al dollaro nord americano. I prodotti alimentari contrassegnati con il Made in Italy sono considerati in questo contesto prodotti di qualità, di ricercatezza e di vivere all italiana. Le vendite di alimentari importati rappresentano una parte consistente ed in crescita del mix di prodotti venduti nei supermercati brasiliani: dal 2008 al 2010, la partecipazione dei prodotti importati è aumentata del 42%, con previsione per il 2011 di un ulteriore 20% di crescita. Nuovi ristoranti, ma anche gastronomie, enoteche, bar e caffe contribuiscono a diffondere nuove abitudini culinarie e a creare nuove esigenze alimentari ai consumatori attenti ai cambiamenti ed aperti a nuove esperienze gastronomiche. Tra gli alimentari italiani più ricercati nel mercato brasiliano si colloca la pasta di grano duro, l olio d oliva e l aceto balsamico, preparati di verdure e sottoaceti, biscotti, formaggi ed affettati. Molti di questi prodotti rientrano nel fenomeno denominato Italian Souding, molto diffuso in Brasile. Innumerevoli sono i prodotti alimentari con nomi, indicazioni e etichette che ricordano l Italia e l origine italiana, ma prodotti 100% in Brasile. Diversi prodotti tipicamente italiani e di origine controllata, come il Parmigiano Reggiano, sono prodotti in Brasile e legalmente distribuiti con il nome di parmesão. 2

3 Tendenze del Settore La tendenza del mercato degli alimenti importati in Brasile è di continua crescita. Secondo il ministro Luis Carlos Furlan l Italia è una delle priorità della politica commerciale brasiliana e partner naturale del Brasile, anche per le loro affinità culturali. Nell intero 2010 l aumento delle importazioni di alimenti italiani è stato del 35% vs il 2009; nel primo trimestre 2011 questo aumento, rispetto allo stesso periodo 2009, è stato pari al 52,85%. Le importazioni mensili sono passate da FOB US$ (gen. 2010) a FOB US$ (gen. 2011). Si nota una lenta, ma chiara tendenza del Settore verso il biologico. La Sig.ra Livia Barbosa, direttrice della Centrale Studi della ESPM (CAEPM), conferma che il consumatore cosciente ed di alto potere economico, ricerca di forma crescente alimenti biologici nei punti vendita abituali. Uno studio dell istituto di ricerca Euromonitor indica che il mercato alimentare biologico rappresenta oggi in termini di fatturato circa R$ 33 miliardi, considerando tuttavia le vendite nel retail di cibi naturali, organici, fortificati, diet e light. Inoltre una ricerca dell Ibope, Istituto brasiliano dell opinione pubblica, realizzata tra Agosto 2009 e Luglio 2010, su un campione di persone, ha mostrato che una quota del 10% è vegetariana. Pure esistendo questo un segmento di mercato in crescita, il consumatore brasiliano è ancora poco propenso agli alimenti biologici e di produzione ecologica. L aumento della coscienza nei consumatori per la protezione dell ambiente è un dato di fatto: a Sao Paulo ed a Rio de Janeiro, il 73% dei consumatori hanno risposto affermativamente alla disponibilità di pagare un premium price per prodotti la cui produzione difende l ambiente. (ricerca Kantar Worldpanel). La realtà tuttavia indica che il prezzo di vendita è ancora considerato un importante ostacolo all acquisito di prodotti biologici in Brasile. 3

4 Analisi della domanda L economia brasiliana vive un momento di crescita importante, con una moneta forte ed esportazioni di materie prime in crescita. Nonostante numerosi problemi strutturali ancora da risolvere, la crescita economica è sostenuta anche in prospettiva da diverse attività rilevanti e strategiche come la produzione di petrolio, l esportazione di prodotti agrobusiness, di minerali ferrosi e biocombustibili. Con la crescita dell economia locale, due classi sociali brasiliane hanno avuto il maggiore beneficio: La classe media con un reddito tra R$ e R$ che rappresenta circa 100 milioni di brasiliani, la metà della popolazione brasiliana. La seconda è dei milionari, passata da 130 mila persone nel 2006 a 200 mila nel Grazie allo scenario economico favorevole, i consumatori della classe media ricercando sempre più qualità, marca ed imballaggi appropriati, oltre ad un prezzo competitivo. Molti brasiliani delle classi economiche alte conoscono i prodotti italiani di qualità nei viaggi all estero e in alcuni ristoranti italiani nei grandi centri urbani brasiliani. Le regioni del Sud e del Sud-Est del paese, con influenza gastronomica europea ed italiana, presentano usanze e consumi simili all Italia di oggi e di ieri, come innumerevoli tipi di pizze, maccheroni, tortellini in brodo e panettoni al cioccolato. Come indicato, l uso dei prodotti biologici è in aumento nelle classi più abbienti. La media di consumo di alimenti biologici, come verdura ed insalata, è del 17% per la classe A, 13% per la classe B e 8% per la classe C. 4

5 Da evidenziare l aumento del reddito dei brasiliani nelle classi basse D e E dove la proporzione del consumo per alimenti è maggiore rispetto alle classi più abbienti e la qualità dei prodotti alimentari è anche in aumento, come sottolineato dalla direttrice Fátima Merlin, della Kantar Worldpanel. Secondo la ricerca della Kantar Worldpanel, i consumi delle classi D e C sono cresciuti del 21% nel 2010 rispetto all anno precedente, più che nelle classi A, B e C. Le regioni Nord, Nord-est e Centro Ovest hanno visto aumentare il consumo nel 2009 nel 14% in relazione alla grande San Paolo, dove la crescita è stata di 3%. La ricerca della Kantar Worldpanel ha concluso che esiste un ampio spazio per l espansione del consumo in questi segmenti della popolazione, specialmente delle regioni Nord e Nord-est. Classe Popolazione Reddito Sociale (Milioni) Media A1 0, A2 7, B1 17, B2 37, C1 49,

6 C2 44,6 478 D E 1,9 178 Vendita al dettaglio e grossisti Secondo l Abras, Associazione Brasiliana dei Supermercati, i due maggiori lider della vendita al dettaglio di alimentari sono: il Pão de Açúcar, con 600 negozi ed un fatturato annuo di R$ 26,2 miliardi e il Carrefour, con 500 negozi ed un fatturato annuo di R$ 25,6 miliardi. Entrambi ricercano partnership continuative con il loro fornitori locali o esteri. Marche estere sono molto ben viste e ricercate. Generalmente il prezzo del prodotto è anche in funzione del mix di prodotti che il fornitore può offrire localmente. Quando si tratta di prodotti considerati Premium o di alto livello, le grandi reti di vendita al dettaglio acquistano da società di importazioni specializzate, generalmente in mediograndi volumi. Anche secondo Carolina Pirré de Castro, responsabile marketing di La Pastina, i clienti più importanti della loro società d importazione sono sempre le grandi reti di vendita al dettaglio di alimentari. I retailers alimentari distribuiscono una vasta varietà di prodotti importati, come pasta, riso, sughi, olio di oliva, prosciutti e salumi, tradizionalmente di marche italiane. Il segmento di alto livello rappresenta una nicchia di mercato, stimata nel 2010 al 4% dell intero mercato degli alimentari in Brasile. 6

7 Alcune società di importazione hanno tra i loro clienti, empori, ristoranti ed alberghi di alto livello oltre ai consumatori finali tradizionali. I responsabili delle società d importazione brasiliane partecipano spesso a fiere o eventi specializzati in Italia al fine di conoscere i prodotti disponibili e prendere contatto con i produttori locali. Alcune dei principali negozi specializzati in delicatessens, come ad es. l Emporio Santa Luzia a San Paolo, importano direttamente da produttori italiani e possiedono generalmente l esclusività di mercato di alcune marche italiane, in particolar modo di prodotti con volumi di vendita elevati. Gli stati brasiliani che più acquistano prodotti italiani di alto livello sono localizzati nella regione Sud-Est: San Paolo, con più di 500 società di import e grandi negozi di vendita, seguito dallo stato di Minas Gerais e da Rio de Janeiro. La regione centro occidentale presenta consumi in forte crescita come ad esempio gli stati di Mato Grosso, Mato Grosso del Sud, Goiás e nel Distretto Federale, stati che superano la crescita media nazionale del 10,4%. I consumi articolati per sottoprodotti Pasta Alimentare Il Brasile è il terzo maggior produttore di pasta con fini alimentari del mondo, dopo l Italia e gli Stati Uniti. Tuttavia, quando si parla di consumo pro capite, il Brasile scende alla tredicesima posizione. La maggior parte della pasta secca in Brasile è prodotta a partire da grano tenero e si può dividere in: pasta di semola con uova, pasta di semola, pasta comune e tipo fatta in casa. 7

8 Esiste anche una certa quantità di produzione di pasta di grano duro, a partire da materia prima importata, che rappresenta il 3% del volume totale. Molte imprese del Settore possiedono una produzione integrata con un mulino per macinare il grano. La maggior parte del grano utilizzato in Brasile è prodotto negli stati di Paraná e Rio Grande del Sud, nel Sud del paese o importato dall Argentina. Produzione e Consumo di Grano, Brasile, tonnellate Anno Produzione Consumo Stock 2007 / ,9 10 0, / , / ,9 10,1 1 In Brasile la pasta secca rappresenta l 84% del consumo totale di paste alimentari. Tuttavia negli ultimi anni si nota un aumento nel consumo soprattutto di pasta istantanea, ma anche di pasta fresca. Il consumo di pasta secca è cresciuto del 2% tra il 2008 e il 2009, mentre nello stesso periodo il consumo della pasta istantanea è cresciuto del 13% e quello di pasta fresca del 3%. Fatturato, miliardi di R$ Tipo di Pasta Pasta Secca 3,337 3,193 3,384 3,761 3,835 Pasta Istantanea 1,319 1,345 1,407 1,516 1,643 8

9 Pasta Fresca 0,321 0,348 0,366 0,373 0,401 Totale Pasta Alimentare 4,98 4,89 5,16 5,65 5,88 Importazione di Pasta Alimentare Considerando i 5 principali paesi esportatori di pasta in Brasile, di un totale di 15 millioni di Euro, si osserva che l Italia rappresenta ben l 85% del totale importato, superando il Cile, l Uruguay e l Argentina che presentano anche vantaggi doganali. Le importazione brasiliane dalla Cina tendono ad aumentare, pure presentando attualmente ancora una minima parte. Nel 2008 il Brasile importava 75 mila Euro di noodle dalla Cina, nel 2009 queste importazione sono aumentate del 66%, pari a 125 mila Euro. Questa crescita si deve principalmente al crescente consumo di noodle da parte dei brasiliani nelle regione del Nord e Nord-est. Origine delle Importazioni di pasta alimentare, 2010 (di un totale di 15 milioni di Euro) 1,79% 10,22% 2,45% 0,80% Italia Cile Uruguai Argentina Cina 85% Fonte: Aladi Il prossimo grafico indica le esportazioni italiane negli ultimi 4 anni in Brasile, dal quale si nota tra l altro una certa ripresa delle importazioni di pasta dal 2009 al

10 Importazioni brasiliane di spaghetti italiani negli ultimi 4 anni (1.000 Euro) Fonte: Aladi Olio d Oliva L olio d oliva è un prodotto ancora poco diffuso nel mercato brasiliano e poco conosciuto tanto nelle sue caratteristiche, quanto nelle sue varietà, proprietà e uso. Nonostante la sua tradizione millenaria, in Brasile l uso dell olio è rimasto per lungo tempo limitato alle colonie di immigranti eurpei, soprattutto portoghesi, italiane e spagnole. Solo negli ultimi anni l uso dell olio d oliva si è diffuso a livello nazionale ed apprezzato anche per le sue qualità e benefici sulla salute. Il Brasile si trova tra i primi 10 consumatori mondiali di olio d oliva, con un volume di circa ton. all anno, valore similare a quello giapponese e superiore a quelli di Australia e Canada. Il Brasile è tra i primi 10 consumatori mondiali di olio d oliva, con consumi di circa ton. all anno, valore similare al giapponese e superiore all australiano o canadese. 10

11 Il Brasile non presenta una produzione industriale di olio d oliva, ma lo importa soprattutto dal Portogallo, Italia, Spagna ed Argentina. Importazione di olio di olvia A partire dal 2007, il Portogallo ha aumentato significativamente le esportazioni di olio di oliva in Brasile, raggiungendo nel 2010 valori pari a 67 milioni di Euro. Attualmente le importazioni brasiliane di olio di oliva dal Portogallo rappresentano il 50% delle importazioni totali. Origine delle Importazioni di olio di oliva, 2010 (di un totale di 134,6 milioni di Euro) 0,0914 0,0132 0,135 0,5021 Portogallo Spagna Argentina Italia Grecia 0,2581 Fonte: Aladi Anche se il Brasile è uno dei maggiori consumatori mondiali, il mercato dell olio d oliva possiede ancora un forte potenziale di crescita, dato che il consumo pro capite è ancora molto basso (170 gr./anno) se equiparato al greco (25 kg/anno) o italiano (12 kg/anno). Nel 2010 il Brasile ha importato dall Italia 12,3 milioni di olio d oliva, di questi 11,1 milioni di olio vergine ed extravergine. L olio di oliva importato dall Italia è considerato olio di alta qualità e presenta un prezzo più elevato rispetto ai concorrenti. Tuttavia dato il crescente potere d acquisto e la conseguente ricerca di prodotti di alta qualità, il consumo dell olio italiano è in continua crescita. 11

12 Importazioni di olio di oliva negli ultimi 4 anni (1.000 Euro) Fonte: Aladi Sughi al pomodoro La crescita del consumo di pomodori in Brasile può essere attribuita soprattuto all aumento medio del reddito pro capite dove si è visto un cambio nelle abitudini alimentari tradizionali. A questo elemento si può aggiungere la crescita notevole delle reti di fast food e delle pizzerie in Brasile che spesso utilizzano il pomodoro tra i propri ingredienti. Il Brasile è il 5 maggiore produttore di pomodori nel mondo, avendo prodotto nel 2008 ca tonnellate di pomodori. Nel 2010, con la valorizzazione del Real e con la riduzione dei prezzi internazionali, il Brasile ha aumentato il consumo di prodotti importati, riducendo drasticamente la produzione a circa tonnellate. Produzione Pomodori Processati Paesi Tonnellate 12

13 Stati Uniti Cina Italia Spagna Brasile Importazioni di sughi al pomodoro La produzione brasiliana di pomodori è insufficiente per soddisfare il consumo interno. Secondo specialisti del Settore, il paese importa sugo di pomodoro dal Cile, che rappresenta il 35% delle importazioni totali seguito dalla Cina, con il 31% Le importazioni dalla Cina, dal 2009 sono aumentate e pari oggi a 12 milioni di Euro con un indice di crescita del 500%, superando le importazioni dagli USA e dall Italia. Origine delle Importazioni di pomodori, 2010 (di un totale di milioni di Euro) 15,78% 2,02% 16,24% 35% Cile Cina Stati Uniti Italia Argentina 30,73% Il Brasile ha importato nel 2010 quasi 56 mila tonnellate di sugo al pomodoro pronto, di cui tonnellate dall Italia, equivalente a Euro 6,5 milioni. Tra le principali tipologie 13

14 di pomodori importati dall Italia si evidenziano i pelati. Da sottolineare che fino al 2008 il principale esportatore di pomodori in Brasile era l Italia. Il seguente grafico illustra il trend delle importazioni di pomodori dall Italia che non ha subito gli effetti della crisi internazionale del 2008 e Importazioni brasiliane di pomodori dall'italia negli ultimi 4 anni (1.000 Euro) Molte marche brasiliane capitalizzano il fenomeno denominato Italian Sounding per competere con i prodotti originali importati dall Italia. Questo fenomeno consiste nell utilizzazione strategica di nomi e immagini che si riferiscono all Italia, con la finalità di attribuire al prodotto brasiliano una immagine di qualità e status made in Italy. Prosciutto e Salumi Secondo l agenzia di ricerca internazionale Nielsen, la categoria degli affettati ed insaccati è composta dai seguenti prodotti: salsiccia, cotechino, prosciutto, salame, mortadella, coppa, falda, prosciutto di Parma e pancetta. All interno di questo gruppo i volumi di cotechino, salsiccia e mortadella rappresentano l 81,6% del volume venduto di affettati ed insaccati. 14

15 Il consumo nel Settore è stato pari a 297 mila tonnellate nel 2009, con un fatturato nell ordine di Euro 1,35 miliardi. Importazioni di prosciutto e salumi Nel 2010 le importazioni di affettati provenienti dall Italia sono state superiori a Euro FOB 2,3 milioni, con un aumento del 170% rispetto al Da notare che il consumo di affettati provenienti dall Italia tende ad aumentare nella misura del 20% durante le feste natalizie. Origine delle Importazioni di affettati, 2010 (di un totale di 3,5 milioni di Euro) 3,70% 3,21% 0,17% 28,83% 64% Italia Spanha Argentina Portogallo Uruguai Fonte: Aladi L Italia è il maggiore esportatore in Brasile, rappresentando il 64% delle importazioni totali; la Spagna segue con il 28,8%. L Italia e la Spagna hanno aumentato considerevolmente le esportazioni in Brasile nel 2010 rispetto al 2009; nel 2010, l Italia del 41%, pari oggi a 2,2 milioni di Euro, la Spagna del 33%, pari a 1 milione di Euro. Questo aumento dimostra che una parte del mercato è pronto a consumare, ad esempio, mortadella o prosciutti di alta qualità. 15

16 Importazioni di affettati negli ultimi 4 anni (1.000 di Euro) Il Settore è cresciuto negli ultimi anni e la tendenza indica una leggera crescita per i prossimi 3-5 anni. Formaggi I formaggi più consumati in Brasile sono la mozzarella (30% del mercato), formaggio bianco denominato prato (20%) ed un formaggio da spalmare denominato requeijao, che rappresentano il 12,5% del consumo di formaggi in Brasile. Nelle regioni del Sud e Sud-Est si consumano formaggi di origine italiana, come il parmigiano. Esistono tre tipi di parmigiano offerti sul mercato: quello montanhes che è lasciato a stagionare per 4 mesi; il parmigiano reggiano, che stagiona per più di sei mesi e quello Premium, con stagionatura che può arrivare ai tre anni. Il Brasile offre 200 tipi di formaggi ed è il sesto maggiore produttore mondiale, anche se il consumo è ancora ridotto (2,7 kg pro capite), soprattutto se paragonato a quello di altri paesi, come l Argentina, dove questo valore tocca gli 11 kg pro capite, o la Francia (23 kg pro capite). Nonostante ciò vi è stato un aumento del 107% nel consumo di formaggio in generale e del 269% per quel che riguarda il consumo di formaggi di lusso negli ultimi anni. 16

17 Importazioni di formaggi Origine delle Importazioni di formaggio, 2010 (di un totale di 48 milioni di Euro) 5,36% 4,19% 9,62% 49% Argentina Uruguai Paesi Bassi Francia Italia 32,15% Le importazioni relative ai formaggi italiani sono molto volatili e con importanti oscillazioni; nel 2009 sono ad esempio diminuite del 17%, nel 2010 cresciute del 74%. Le importazioni dall Italia nel 2010 sono state pari a 2 milioni di Euro e caratterizzate da prodotti considerati premium o di alta qualità. Importazioni di quiejo negli ultimi 4 anni (1.000 Euro)

18 Funghi e Tartufi Il mercato dei tartufi in Brasile è ristretto alle classi più abbienti, lo si trova in pochi punti vendita e ristoranti, es. gruppo Fasano, ed alcuni hotel a 5 stelle, i cui ristoranti offrono questa specialità. Esistono due tipi di tartufo in Brasile, oltre all olio aromatizzato al tartufo, che vengono importati: tartufi bianchi, di qualità superiore; tartufi neri. I tartufi importati in Brasile provengono spesso dal Nord Italia, in particolare dalla provincia di Alba. Il maggior esportatore di tartufi in Italia è l impresa Urbani: il gruppo Fasano acquista da loro. Quando si tratta di importazione di tartufi neri sottolio uno dei players principali del Settore è la società di import Toscana. I tartufi sono un prodotto essenzialmente caro già nel paese di origine: quando il prodotto viene importato il suo valore triplica a cause delle imposte di importazione. Una pratica piuttosto diffusa in questo mercato è il contrabbando. La produzione intensiva di funghi per fini commerciali è un mercato poco conosciuto, ma con possibilità di espansione. Oltre ai più noti usi gastronomici, i funghi possono essere usati per sintetizzare tinte di svariate tonalità e nel trattamento di effluenti chimici. L Italia è uno dei maggiori esportatori al mondo di questo prodotto. Il Brasile nel 2010 ha importato R$ 78 milioni in funghi provenienti dall Italia, anche se il consumo pro capite dei brasiliani è di soli 30 grammi. I funghi porcini secchi sono considerati un prodotto Premium, dove 20 grammi di porcini secchi non costano meno di R$15. 18

19 Importazioni di funghi e tartufi L Italia è il principale paese esportatore di tartufi in Brasile, anche se i dati officiali non rappresentano le dimensioni reali del trade, essendo tale prodotto importato soprattutto via canali non officiali. Il seguente grafico indica le importazioni brasiliane relative ai tartufi e funghi negli ultimi 4 anni. Da notare una forte oscillazione nei relativi valori negli ultimi anni. Importazioni di funghi e tartufi negli ultimi 4 anni (1.000 Euro) Fonte: Aladi Le importazioni brasiliane relative ai funghi sono originate nella misura del 53% dalla Cina, del 37,5% dal Cile e del 5,15% dalla Malesia. Questi tre paesi esportano funghi commestibili, ma soprattutto funghi medicinali utilizzati nella ricerca. Origine delle Importazioni di Tartufi e Funghi, 2010 (di un totale di 13 milioni di Euro) 5,15% 2,54% 2,12% 37,53% 53% Cina Cile Malesia Italia Peru 19

20 Analisi dell offerta locale In Brasile esistono forti players del settore degli alimentari. Secondo l ABIMA Associazione Brasiliana di Pasta Alimentare che rappresenta i produttori di pasta alimentare e derivati del grano in Brasile, i suoi associati sono responsabili circa dell 85% del mercato nazionale, con una produzione di 1,3 milioni annui ed un fatturato di R$ 5 miliardi. Esistono oltre 80 imprese di piccole, medie e grandi dimensioni, oltre a svariate microimprese, che producono pasta artigianale. La pasta alimentare secca in Brasile è prodotta a partire da grano tenero, solo il 3 % del volume della pasta è di grano duro, e questa materia prima è esclusivamente importata. Riguardo ai formaggi, la presenza di formaggi prodotti realmente in Italia è ancora esigua; si trovano una grande quantità formaggi italiani prodotti in Brasile, come il gorgonzola o il grana padano. Nel caso del pecorino o del parmigiano reggiano, questi vengono spesso re-imballati dalle società di import brasiliane, con il proprio nome e la propria marca. Quando si parla di affettati, la gran parte dei prodotti è prodotta localmente, con una presenza minima di marche di mortadella e prosciutti, come il San Daniele, Parma e Villani. Per quel che riguarda il sugo di pomodoro, esiste una grande varietà di prodotti provenienti dall Italia. Il sugo di pomodoro italiano è di qualità superiore rispetto ai nazionali e propone una varietà di combinazioni ed una immagine di sicuro interesse per i consumatori locali. 20

21 Opportunità per le aziende italiane Al fine di operare con successo, oggi e in prospettiva, nel crescente Settore dei prodotti alimentari in Brasile è consigliabile disporre di una minima presenza commerciale locale. Per presenza locale si intende la disponibilità di una organizzazione e presenza stabile e continuativa in grado di interagire con costanza e in tempo reale con il mercato locale. Tale presenza comprende il servizio essenziale di marketing, di importazione e di stoccaggio locale. A tale fine una figura giuridica è consigliabile, con o senza socio locale, idealmente composta da più di una azienda del Settore italiana. La società commerciale locale potrebbe quindi proporre prodotti alimentari complementari, capitalizzando le risorse umane ed economiche disponibili e promuovendo attività di marketing sinergiche e di impatto sul mercato. A titolo di esempio, una società commerciale nella città di San Paolo avrebbe un costo di apertura e costituzione inferiore a Euro Da non sottovalutare l importanza in questo contesto di registrare localmente, e non solo dall Italia, il marchio/logo dell azienda italiana in Brasile. Alla luce dei dati attuali e prospettici del Settore, in termini generali si ritiene non necessario realizzare insediamenti industriali diretti in Brasile essendo il mercato di consumo interno ancora troppo limitato per potere capitalizzare l economia di scala necessaria al fine di garantire la rentabilità all investimento diretto. Inoltre in diversi casi manca la varietà e qualità della materia prima necessaria, oltre al know how umano di produzione. 21

il mercato dei prodotti agroalimentari in B R A S I L E

il mercato dei prodotti agroalimentari in B R A S I L E (in gestione transitoria - ex Lege 214/2011) il mercato dei prodotti agroalimentari in B R A S I L E 1 B r a s i l e G i a p p o n e A u s t r a l i a S t a t i U n i t i S v i z z e r a F r a n c i a

Dettagli

OPPORTUNITÀ IN BRASILE PER I PRODOTTI ITALIANI DEL SETTORE AGROALIMENTARE. Camera di Commercio Italo-brasiliana Minas Gerais - Brasile

OPPORTUNITÀ IN BRASILE PER I PRODOTTI ITALIANI DEL SETTORE AGROALIMENTARE. Camera di Commercio Italo-brasiliana Minas Gerais - Brasile OPPORTUNITÀ IN BRASILE PER I PRODOTTI ITALIANI DEL SETTORE AGROALIMENTARE 2002 Camera Italo-Brasiliana di Commercio e Industria Rio de Janeiro - Brasile Camera di Commercio Italo-brasiliana Minas Gerais

Dettagli

PROGETTO SIMEST-ASSOCAMERESTERO BUSINESS SCOUTING E ASSISTENZA ALLE PMI NECESSITÀ STRUTTURALI DELLA LOGISTICA BRASILIANA OPPORTUNITÀ DI INVESTIMENTO

PROGETTO SIMEST-ASSOCAMERESTERO BUSINESS SCOUTING E ASSISTENZA ALLE PMI NECESSITÀ STRUTTURALI DELLA LOGISTICA BRASILIANA OPPORTUNITÀ DI INVESTIMENTO PROGETTO SIMEST-ASSOCAMERESTERO BUSINESS SCOUTING E ASSISTENZA ALLE PMI NECESSITÀ STRUTTURALI DELLA LOGISTICA BRASILIANA OPPORTUNITÀ DI INVESTIMENTO L economia brasiliana vive un momento di forte crescita

Dettagli

il mercato dei prodotti agroalimentari in C O R E A D E L S U D

il mercato dei prodotti agroalimentari in C O R E A D E L S U D (in gestione transitoria - ex Lege 214/2011) il mercato dei prodotti agroalimentari in C O R E A D E L S U D 1 C o r e a d e l S u d G i a p p o n e A u s t r a l i a S t a t i U n i t i C a n a d a B

Dettagli

Il mercato cinese dei prodotti agroalimentari

Il mercato cinese dei prodotti agroalimentari Il mercato cinese dei prodotti agroalimentari Il mercato cinese dei prodotti agroalimentari Il settore alimentare cinese sta progressivamente cambiando grazie all aumento del potere d acquisto e all evoluzione

Dettagli

IL MERCATO AGROALIMENTARE CANADESE & IL MADE IN ITALY ASCAL BOVA ITALIAN TRADE COMMISSIONER

IL MERCATO AGROALIMENTARE CANADESE & IL MADE IN ITALY ASCAL BOVA ITALIAN TRADE COMMISSIONER IL MERCATO AGROALIMENTARE CANADESE & IL MADE IN ITALY ASCAL BOVA ITALIAN TRADE COMMISSIONER Avvertenze I dati utilizzati sono gli ultimi disponibili, eccetto ove indicato. Le fonti sono istituti statistici

Dettagli

Osservatorio SANA 2012

Osservatorio SANA 2012 Osservatorio SANA 2012 A cura di: Evento organizzato da: In collaborazione con: I CONSUMI ALIMENTARI BIOLOGICI DI FRONTE ALLA CRISI ECONOMICA I risultati dell indagine di Nomisma Fabio Lunati - Silvia

Dettagli

il mercato dei prodotti agroalimentari negli S T A T I U N I T I

il mercato dei prodotti agroalimentari negli S T A T I U N I T I (in gestione transitoria - ex Lege 214/2011) il mercato dei prodotti agroalimentari negli S T A T I U N I T I 1 R e g n o U n i t o G i a p p o n e G e r m a n i a S t a t i U n i t i S v i z z e r a F

Dettagli

Incremento dell export agroalimentare: importante valorizzare i prodotti DOP e IGP

Incremento dell export agroalimentare: importante valorizzare i prodotti DOP e IGP Incremento dell export agroalimentare: importante valorizzare i prodotti e IGP Fra gli obiettivi del Governo a sostegno dell economia e dell occupazione, c è l incremento, entro il 2020, dell export agroalimentare

Dettagli

Hong Kong e Cina: Un Paese, due Sistemi Stefano De Paoli, Presidente, Sviluppo Cina

Hong Kong e Cina: Un Paese, due Sistemi Stefano De Paoli, Presidente, Sviluppo Cina www.confapiexport.org Hong Kong e Cina: Un Paese, due Sistemi Stefano De Paoli, Presidente, Sviluppo Cina E-mail: info@umbriaproduce.com Un Paese due Sistemi: Hong Kong Tradizionale Modello di Consumo

Dettagli

IL MERCATO ALIMENTARE TEDESCO: CARATTERISTICHE ED OPPORTUNITÁ DI BUSINESS

IL MERCATO ALIMENTARE TEDESCO: CARATTERISTICHE ED OPPORTUNITÁ DI BUSINESS IL MERCATO ALIMENTARE TEDESCO: CARATTERISTICHE ED OPPORTUNITÁ DI BUSINESS Alessandro Marino Segretario Generale Camera di Commercio Italo-Tedesca IMPORT TEDESCO ALIMENTARE Altri 33,3% Paesi Bassi 18,7%

Dettagli

L industria del Made in Italy e la route to market verso l internazionalizzazione. Spunti su come l Europa ci può aiutare

L industria del Made in Italy e la route to market verso l internazionalizzazione. Spunti su come l Europa ci può aiutare Milano, 28 aprile 2014 L industria del Made in Italy e la route to market verso l internazionalizzazione. Spunti su come l Europa ci può aiutare Paolo De Castro Presidente Commissione Agricoltura e Sviluppo

Dettagli

Il Mercato dei prodotti Agroalimentari Biologici in CINA INCOMING OPERATORI ESTERI AL SANA

Il Mercato dei prodotti Agroalimentari Biologici in CINA INCOMING OPERATORI ESTERI AL SANA Il Mercato dei prodotti Agroalimentari Biologici in CINA INCOMING OPERATORI ESTERI AL SANA Bologna 12 15 settembre 2015 MERCATO DEI PRODOTTI BIOLOGICI Introduzione Il mercato dei prodotti biologici in

Dettagli

Il mercato dell olio di oliva in Russia Analisi delle opportunità commerciali per le imprese italiane

Il mercato dell olio di oliva in Russia Analisi delle opportunità commerciali per le imprese italiane Il mercato dell olio di oliva in Russia Analisi delle opportunità commerciali per le imprese italiane Roberto Cassanelli - Responsabile Commerciale Corporate Nord Est Verona, 8 aprile 2013 INDICE IL QUADRO

Dettagli

IL VINO ITALIANO ALLA LUCE DEI NUOVI SCENARI EVOLUTIVI: OPPORTUNITÀ E PROSPETTIVE FUTURE

IL VINO ITALIANO ALLA LUCE DEI NUOVI SCENARI EVOLUTIVI: OPPORTUNITÀ E PROSPETTIVE FUTURE IL VINO ITALIANO ALLA LUCE DEI NUOVI SCENARI EVOLUTIVI: OPPORTUNITÀ E DENIS PANTINI Direttore Area Agricoltura e Industria Alimentare Nomisma spa PROSPETTIVE FUTURE I temi di approfondimento I consumi

Dettagli

il mercato dei prodotti agroalimentari in G I A P P O N E

il mercato dei prodotti agroalimentari in G I A P P O N E (in gestione transitoria - ex Lege 214/2011) il mercato dei prodotti agroalimentari in G I A P P O N E 1 B r a s i l e G i a p p o n e A u s t r a l i a S t a t i U n i t i C a n a d a F r a n c i a m

Dettagli

CONSUMI E DIMENSIONI DEL

CONSUMI E DIMENSIONI DEL CONSUMI E DIMENSIONI DEL BIOLOGICO IN ITALIA FABIO DEL BRAVO ISMEA 12 settembre 2015 www.ismea.it www.ismeaservizi.it AGENDA Il contesto Le dinamiche recenti Il valore del mercato bio Il ruolo della GDO

Dettagli

Alimentazione naturale

Alimentazione naturale B Alimentazione naturale Secondo i dati dell ISMEA (Osservatorio del mercato dei prodotti biologici), in un anno di crisi come il 2010 i consumi di prodotti ortofrutticoli biologici hanno avuto un andamento

Dettagli

Thai-Italian Chamber of Commerce

Thai-Italian Chamber of Commerce IL MERCATO AGROALIMENTARE IN THAILANDIA Il settore del Food in Thailandia è sicuramente uno dei piu promettenti e in rapida crescita. La concorrenza sta crescendo di pari passo; ogni anno infatti assistiamo

Dettagli

Osservatorio SANA 2015 L AGROALIMENTARE BIOLOGICO ITALIANO ALL ESTERO SILVIA ZUCCONI - Nomisma

Osservatorio SANA 2015 L AGROALIMENTARE BIOLOGICO ITALIANO ALL ESTERO SILVIA ZUCCONI - Nomisma Osservatorio SANA 2015 L AGROALIMENTARE BIOLOGICO ITALIANO ALL ESTERO SILVIA ZUCCONI - Nomisma Progetto promosso da: Con il patrocinio di: OSSERVATORIO SANA 2015 OSSERVATORIO SANA 2015 a cura di OBIETTIVI

Dettagli

Il Mercato del Biologico

Il Mercato del Biologico Il Mercato del Biologico Tendenza del mercato biologico Mercato Bio globale Nel mondo gli acquisti di prodotti bio continuano a crescere con una media del 7-9% e hanno raggiunto un mercato di 19,5 miliardi

Dettagli

OSSERVATORIO SANA 2015

OSSERVATORIO SANA 2015 Progetto promosso da: Progetto realizzato da: Progetto realizzato con il patrocinio di: OSSERVATORIO SANA 2015 A CURA DI NOMISMA L AGROALIMENTARE BIOLOGICO ITALIANO ALL ESTERO La filiera biologica italiana

Dettagli

Agricoltura Bio nel mondo: la superficie

Agricoltura Bio nel mondo: la superficie Agricoltura Bio nel mondo: la superficie L agricoltura biologica occupa una superficie di circa 37,04 milioni di ettari nel 2010. Le dimensioni a livello globale sono rimaste pressoché stabili rispetto

Dettagli

Quello che vogliamo esportare è ciò che siamo da sempre, ciò che vogliamo continuare ad essere.

Quello che vogliamo esportare è ciò che siamo da sempre, ciò che vogliamo continuare ad essere. Quello che vogliamo esportare è ciò che siamo da sempre, ciò che vogliamo continuare ad essere. L idea Il Consorzio Il Made in Italy, conosciuto ovunque nel mondo, ha nei PRODOTTI AGROALIMENTARI una delle

Dettagli

PRODOTTI TIPICI E MADE IN ITALY: MERCATO, OPPORTUNITA, PROSPETIVE

PRODOTTI TIPICI E MADE IN ITALY: MERCATO, OPPORTUNITA, PROSPETIVE Bolzano, 29 maggio 2015 PRODOTTI TIPICI E MADE IN ITALY: MERCATO, OPPORTUNITA, PROSPETIVE DENIS PANTINI Direttore Area Agroalimentare Nomisma spa I TEMI DI APPROFONDIMENTO Il Made in Italy Dop e Igp :

Dettagli

Giovanni Peira. Università degli studi di Torino

Giovanni Peira. Università degli studi di Torino Giovanni Peira Università degli studi di Torino L agricoltura dalla parte del consumatore Domanda e offerta di prodotti agroalimentari: il punto di vista del consumatore. 2 dicembre 2008, Torino 1 Evoluzione

Dettagli

Belgio. Il mercato delle paste alimentari

Belgio. Il mercato delle paste alimentari Belgio Il mercato delle paste alimentari La presente pubblicazione rientra nel programma editoriale dell Agenzia ICE - collana PROFILI PRODOTTO/MERCATO - ed è stata realizzata dall ufficio di Bruxelles.

Dettagli

Il mercato delle Dop e Igp in Italia nel 2007

Il mercato delle Dop e Igp in Italia nel 2007 Il mercato delle Dop e Igp in Italia nel 2007 Ismea Direzione Mercati e Risk management e.deruvo@ismea.it (06 85568460) 1 Il mercato delle Dop e Igp in Italia nel 2007 1. I riconoscimenti Alla fine di

Dettagli

L Industria Alimentare Italiana e le certificazioni Bio, Kosher e Halal

L Industria Alimentare Italiana e le certificazioni Bio, Kosher e Halal L Industria Alimentare Italiana e le certificazioni Bio, Kosher e Halal Marcella Pedroni Fiere di Parma Spa Confindustria Palermo, 16 aprile 2014 L Industria Alimentare Italiana Consuntivo 2013 Fatturato

Dettagli

Progetto Nord Europa. Il mercato del vino in Norvegia. Presentazione elaborata dall Ufficio ICE di Oslo

Progetto Nord Europa. Il mercato del vino in Norvegia. Presentazione elaborata dall Ufficio ICE di Oslo Progetto Nord Europa Il mercato del vino in Norvegia Presentazione elaborata dall Ufficio ICE di Oslo 1 Quadro congiunturale Al secondo posto al mondo per reddito pro-capite, la Norvegia, paese con 4,5

Dettagli

Il turismo internazionale nel mondo: trend di mercato e scenario previsionale

Il turismo internazionale nel mondo: trend di mercato e scenario previsionale OSSERVATORIO TURISTICO DELLA LIGURIA Il turismo internazionale nel mondo: trend di mercato e scenario previsionale Dossier Ottobre 2012 A cura di Panorama competitivo del turismo internazionale nel mondo

Dettagli

Progetto Este Farms. Prodotti agroalimentari toscani di alta qualità nella GDO statunitense Matthew Battaglia, 10 giugno 2015

Progetto Este Farms. Prodotti agroalimentari toscani di alta qualità nella GDO statunitense Matthew Battaglia, 10 giugno 2015 Progetto Este Farms Prodotti agroalimentari toscani di alta qualità nella GDO statunitense Matthew Battaglia, 10 giugno 2015 Chi siamo: PromoFirenze e Este Farms PromoFirenze è l Azienda Speciale della

Dettagli

Ministero delle. politiche agricole. alimentari e. forestali

Ministero delle. politiche agricole. alimentari e. forestali Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali COMUNICATO STAMPA STATI GENERALI IG A EXPO, MIPAAF: ACCORDO CON GDO PER PROMOZIONE PRODOTTI DOP E IGP IN ITALIA MARTINA: RAFFORZATA LOTTA ALLA

Dettagli

Gli acquisti domestici di prodotti biologici confezionati in Italia nella GDO

Gli acquisti domestici di prodotti biologici confezionati in Italia nella GDO Maggio 2012 In sintesi Il quadro internazionale dell agricoltura biologica Nel 2010, secondo gli ultimi dati disponibili, l agricoltura biologica a livello mondiale ha sostanzialmente confermato l estensione

Dettagli

A N A L IS I D E L L A D O M A N D A TU R IS TIC A N E G L I E S E R C IZI A L B E R G H IE R I D I R O M A E P R O V IN C IA

A N A L IS I D E L L A D O M A N D A TU R IS TIC A N E G L I E S E R C IZI A L B E R G H IE R I D I R O M A E P R O V IN C IA A N A L IS I D E L L A D O M A N D A TU R IS TIC A N E G L I E S E R C IZI A L B E R G H IE R I D I R O M A E P R O V IN C IA A N N O 2 0 0 8 R A P P O R TO A N N U A L E 2 0 0 8 1. L andamento del mercato

Dettagli

Progetto Nord Europa. Il mercato alimentare in Norvegia. Presentazione elaborata dall Ufficio ICE di Oslo

Progetto Nord Europa. Il mercato alimentare in Norvegia. Presentazione elaborata dall Ufficio ICE di Oslo Progetto Nord Europa Il mercato alimentare in Norvegia Presentazione elaborata dall Ufficio ICE di Oslo 1 Quadro congiunturale Al secondo posto al mondo per reddito pro-capite, la Norvegia, paese con 4,5

Dettagli

FIG. 2.3 $QGDPHQWRGHOOHYHQGLWHGLROLG ROLYDFRQIH]LRQDWLW

FIG. 2.3 $QGDPHQWRGHOOHYHQGLWHGLROLG ROLYDFRQIH]LRQDWLW ,&2168,',2/,2',2/,9,1,7/, E importante, prima di tutto, fare una macro distinzione tra due aree principali: quella a tradizionale produzione e consumo di olio di oliva, e quella a non tradizionale produzione

Dettagli

NUMERI CHIAVE DELLA FILIERA BIOLOGICA dalla produzione al consumatore: il ruolo dell ortofrutta

NUMERI CHIAVE DELLA FILIERA BIOLOGICA dalla produzione al consumatore: il ruolo dell ortofrutta NUMERI CHIAVE DELLA FILIERA BIOLOGICA dalla produzione al consumatore: il ruolo dell ortofrutta Silvia ZUCCONI Coordinatore Area Agroalimentare NOMISMA > SUPERFICI BIO SUPERFICI BIOLOGICHE (milioni di

Dettagli

Il made in Italy nel commercio con l estero dei prodotti agroalimentari

Il made in Italy nel commercio con l estero dei prodotti agroalimentari L agroalimentare italiano nel commercio mondiale: Specializzazione, competitività e dinamiche Il made in Italy nel commercio con l estero dei prodotti agroalimentari Roberto Henke (Inea) Gruppo di lavoro:

Dettagli

Crisi economica e prospettive dei consumi

Crisi economica e prospettive dei consumi Crisi economica e prospettive dei consumi Le difficoltà di una filiera estremamente importante Angelo Massaro Amministratore Delegato - Italia e Grecia 11 Dicembre, 2013 Il Largo Consumo Confezionato:

Dettagli

Il mercato tedesco dei prodotti agroalimentari biologici

Il mercato tedesco dei prodotti agroalimentari biologici Ufficio di Berlino Nota Settoriale Il mercato tedesco dei prodotti agroalimentari biologici Berlino, luglio 2015 1. Dimensione del mercato tedesco. La Germania, con oltre 80,5 milioni di abitanti, si colloca

Dettagli

CLUB ITALIA BRASIL 2014/2015

CLUB ITALIA BRASIL 2014/2015 CLUB ITALIA ITA BRASIL 2014/2015 PRESENTAZIONE DEL CLUB! PROFILI DEI MEMBRI! MERCATO BRASILIANO! OBIETTIVI! STRATEGIA! AZIONI! INVESTIMENTO PRESENTAZIONE DEL CLUB Il CLUB ITALIA BRASIL é una partnership

Dettagli

Il mercato internazionale dei prodotti biologici

Il mercato internazionale dei prodotti biologici Marzo 2014 Il mercato internazionale dei prodotti biologici In sintesi Il presente Report sintetizza i principali dati internazionali diffusi di recente in occasione della Fiera Biofach di Norimberga.

Dettagli

NETWORKING! ITALIA DEL GUSTO: CASE HISTORIES INTERNAZIONALI

NETWORKING! ITALIA DEL GUSTO: CASE HISTORIES INTERNAZIONALI NETWORKING! ITALIA DEL GUSTO: CASE HISTORIES INTERNAZIONALI Alberto Volpe - Direzione Italia del Gusto Bergamo, 24 th October 2013 Italia del Gusto Terzo livello 24 October Bergamo (Italy) 1 1. Cos è Italia

Dettagli

PRODOTTI DOP E IGP: PRESENTE, FUTURO, FATTORE DI COMPETITIVITA

PRODOTTI DOP E IGP: PRESENTE, FUTURO, FATTORE DI COMPETITIVITA Accademia dei Georgofili Firenze, 2 dicembre 2014 PRODOTTI DOP E IGP: PRESENTE, FUTURO, FATTORE DI COMPETITIVITA PAOLO DE CASTRO Commissione Agricoltura e Sviluppo Rurale del Parlamento Europeo LA CRESCITA

Dettagli

DINAMICA DEL COMMERCIO AGROALIMENTARE MONDIALE: ATTORI E DETERMINANTI

DINAMICA DEL COMMERCIO AGROALIMENTARE MONDIALE: ATTORI E DETERMINANTI DINAMICA DEL COMMERCIO AGROALIMENTARE MONDIALE: ATTORI E DETERMINANTI Anna Carbone (Università della Tuscia) Antonella Finizia (Ismea) Workshop del Gruppo 2013 L agroalimentare italiano nel commercio mondiale:

Dettagli

GLI ORTAGGI DI IV GAMMA NEL RAPPORTO COMPETITIVO CON IL FRESCO TRADIZIONALE

GLI ORTAGGI DI IV GAMMA NEL RAPPORTO COMPETITIVO CON IL FRESCO TRADIZIONALE GLI ORTAGGI DI IV GAMMA NEL RAPPORTO COMPETITIVO CON IL FRESCO TRADIZIONALE Mario Schiano lo Moriello Cesena, 7 ottobre 2011 Report Economico Finanziario Gli obiettivi dell analisi ISMEA IPSOA Il REF è

Dettagli

LA G.D.O. DEL SETTORE ALIMENTARE IN NORVEGIA

LA G.D.O. DEL SETTORE ALIMENTARE IN NORVEGIA LA G.D.O. DEL SETTORE ALIMENTARE IN NORVEGIA Giugno 2010 Ufficio di Oslo Henrik Ibsens gate 60A N-0255 Oslo T + 47 22 54 05 40 F +47 22 54 05 41 oslo@ice.it http://www.ice.it/paesi/europa/norvegia/ ICE

Dettagli

INDICE. 1. Agenzia di viaggi leader nel Sud Europa

INDICE. 1. Agenzia di viaggi leader nel Sud Europa INDICE 1. Agenzia di viaggi leader nel Sud Europa 2. Una storia di successo 3. Valori che fanno la differenza Prezzo Servizio clienti Sicurezza degli acquisti Facilità e flessibilità Innovazione e tecnologia

Dettagli

Il Mercato dei prodotti Agroalimentari Biologici in GERMANIA INCOMING OPERATORI ESTERI AL SANA

Il Mercato dei prodotti Agroalimentari Biologici in GERMANIA INCOMING OPERATORI ESTERI AL SANA Il Mercato dei prodotti Agroalimentari Biologici in GERMANIA INCOMING OPERATORI ESTERI AL SANA Bologna 12 15 settembre 2015 1. Dimensione del mercato tedesco. La Germania, con oltre 80,5 milioni di abitanti,

Dettagli

Agricoltura biologica oggi Estratto dalla pubblicazione Scegliere l agricoltura biologica in Calabria, Edagricole (2015).

Agricoltura biologica oggi Estratto dalla pubblicazione Scegliere l agricoltura biologica in Calabria, Edagricole (2015). Agricoltura biologica oggi Estratto dalla pubblicazione Scegliere l agricoltura biologica in Calabria, Edagricole (2015). L agricoltura biologica nel mondo ha registrato negli ultimi venti anni un trend

Dettagli

Export alimentare italiano: opportunità di crescita nei partner storici e nei nuovi mercati

Export alimentare italiano: opportunità di crescita nei partner storici e nei nuovi mercati Export alimentare italiano: opportunità di crescita nei partner storici e nei nuovi mercati Associazione Industriali delle Carni e dei Salumi «La crescita dell industria alimentare passa necessariamente

Dettagli

STRATEGIE COMMERCIALI

STRATEGIE COMMERCIALI STRATEGIE COMMERCIALI Le differenti strategie tra Mercato Italia e Estero di Michele Ghibellini ORIGINI AZIENDA Fondate nel 1948 da Airaghi Ezio con l obiettivo di progettare e produrre macchine e ricambi

Dettagli

IL MERCATO DEI PRODOTTI AGROALIMENTARI IN POLONIA

IL MERCATO DEI PRODOTTI AGROALIMENTARI IN POLONIA IL MERCATO DEI PRODOTTI AGROALIMENTARI IN POLONIA Incoming operatori esteri al CIBUS 2014 Parma 5-8maggio 2014 Questa indagine è stata realizzata dall ICE - Agenzia per la promozione all estero e l internazionalizzazione

Dettagli

I FLUSSI DI ESPORTAZIONE DEL COMPARTO AGROALIMENTARE ITALIANO. Milano, 6 ottobre 2015

I FLUSSI DI ESPORTAZIONE DEL COMPARTO AGROALIMENTARE ITALIANO. Milano, 6 ottobre 2015 I FLUSSI DI ESPORTAZIONE DEL COMPARTO AGROALIMENTARE ITALIANO Milano, 6 ottobre 2015 INFORMAZIONI GENERALI Export Il settore agroalimentare ha continuato a registrare negli ultimi anni una costante crescita

Dettagli

IL MERCATO DEL VINO IN BRASILE

IL MERCATO DEL VINO IN BRASILE Brasile IL MERCATO DEL VINO IN BRASILE Tra i BRIC (Brasile Russia India Cina paesi caratterizzati da una notevole crescita del PIL), il Brasile rappresenta il paese che indubbiamente sta dando segnali

Dettagli

Facoltà di Scienze Politiche e di Scienze della Comunicazione. Corso di laurea in Economia e Metodi Quantitativi per le Aziende

Facoltà di Scienze Politiche e di Scienze della Comunicazione. Corso di laurea in Economia e Metodi Quantitativi per le Aziende Facoltà di Scienze Politiche e di Scienze della Comunicazione Marketing MARKETING DEL Corso di laurea in Economia e Metodi Quantitativi per le Aziende TURISMO II MODULO STATISTICA ECONOMICA E MARKETING

Dettagli

Italian sounding sinonimo di contraffazione made in Italy

Italian sounding sinonimo di contraffazione made in Italy Italian sounding sinonimo di contraffazione made in Italy L talian Life style ancora oggi puo essere definito quale icona di stile, di qualità di eccellenza. Infatti anche in un momento di forte crisi

Dettagli

MERCATI E CONSUMI DEI VINI E DEI PRODOTTI ALIMENTARI DOP/IGP: SCENARIO E TENDENZE EVOLUTIVE. DENIS PANTINI Direttore Area Agroalimentare

MERCATI E CONSUMI DEI VINI E DEI PRODOTTI ALIMENTARI DOP/IGP: SCENARIO E TENDENZE EVOLUTIVE. DENIS PANTINI Direttore Area Agroalimentare 11 ottobre 2014 MERCATI E CONSUMI DEI VINI E DEI PRODOTTI ALIMENTARI DOP/IGP: SCENARIO E TENDENZE EVOLUTIVE DENIS PANTINI Direttore Area Agroalimentare I TEMI DI APPROFONDIMENTO Vini e prodotti alimentari

Dettagli

elò ITALIA Going to China

elò ITALIA Going to China elò ITALIA Going to China elò ITALIA: l unione di esperti per il massimo dei risultati Consulvendite Srl Italy Professional Srl SG Consulting Core Business aziendale Società specializzata nella consulenza

Dettagli

Provincia di Forlì Cesena Assessorato alle Politiche Agroalimentari

Provincia di Forlì Cesena Assessorato alle Politiche Agroalimentari Provincia di Forlì Cesena Assessorato alle Politiche Agroalimentari Gian Luca Bagnara RUOLO E STRATEGIE DEI MERCATI ALL INGROSSO AL SERVIZIO DELLA FILIERA ORTOFRUTTICOLA 1 SOMMARIO Perché parlare di mercati

Dettagli

Panel Famiglie. La spesa domestica per i prodotti biologici confezionati nel 2002

Panel Famiglie. La spesa domestica per i prodotti biologici confezionati nel 2002 OSSERVATORIO CONSUMI Panel Famiglie La spesa domestica per i prodotti biologici confezionati nel 2002 Gli acquisti nazionali Si stima in 301 milioni di euro il valore degli acquisti domestici di prodotti

Dettagli

La scelta dei canali di entrata. Michela Floris micfloris@unica.it

La scelta dei canali di entrata. Michela Floris micfloris@unica.it La scelta dei canali di entrata Michela Floris micfloris@unica.it Una premessa Individuare il canale che, meglio degli altri può essere efficace per la propria attività nei mercati esteri non è semplice

Dettagli

PAESE COLOMBIA. A. Quadro degli indici economici, demografici, e sociali (dati relativi al primo semestre 2009)

PAESE COLOMBIA. A. Quadro degli indici economici, demografici, e sociali (dati relativi al primo semestre 2009) PAESE COLOMBIA I. Analisi del contesto sociale ed economico di riferimento A. Quadro degli indici economici, demografici, e sociali (dati relativi al primo semestre 2009) Nome ufficiale del paese: Repubblica

Dettagli

L agro-alimentare italiano e la sfida dell internazionalizzazione

L agro-alimentare italiano e la sfida dell internazionalizzazione Dies Academicus 2014-2015 in occasione del trentennale della sede di Cremona e della SMEA Lectio L agro-alimentare italiano e la sfida dell internazionalizzazione Prof. SMEA, Alta scuola in economia agro-alimentare

Dettagli

il mercato dei prodotti agroalimentari in F R A N C I A

il mercato dei prodotti agroalimentari in F R A N C I A (in gestione transitoria - ex Lege 214/2011) il mercato dei prodotti agroalimentari in F R A N C I A 1 R e g n o U n i t o G i a p p o n e G e r m a n i a S t a t i U n i t i S v i z z e r a F r a n c

Dettagli

Il mercato del vino in Germania

Il mercato del vino in Germania Il mercato del vino in Germania Baccelle Enrico Aprile 212 milioni di euro milioni di litri Mercato del vino imbottigliato in Germania (GTI, Istituto Spagnolo Commercio Estero -ICEX-, Euromonitor, Aprile

Dettagli

FIG. 2.14 FIG. 2.15 7LSRORJLDGLROLRGLROLYD HVSRUWDWRGDOO,WDOLD LPSRUWDWRGDOO,WDOLD 9ROXPH W 9DORUH

FIG. 2.14 FIG. 2.15 7LSRORJLDGLROLRGLROLYD HVSRUWDWRGDOO,WDOLD LPSRUWDWRGDOO,WDOLD 9ROXPH W 9DORUH &$5$77(5,67,&+('(//,17(56&$0%,2,7$/,$12 E interessante osservare, a questo punto, verso quali paesi l Italia realizza la sua attività commerciale, per porre un confronto con quelli diretti concorrenti.

Dettagli

MERCATO LATTIERO CASEARIO

MERCATO LATTIERO CASEARIO MERCATO LATTIERO CASEARIO Scenario mondiale e nazionale Treviso, 10 giugno 2011 1 LA PRODUZIONE MONDIALE DI LATTE Nel 2010 la produzione mondiale di latte è aumentata, grazie all incremento dell offerta

Dettagli

IL MERCATO RETAIL DEI PRODOTTI BIOLOGICI IN ITALIA

IL MERCATO RETAIL DEI PRODOTTI BIOLOGICI IN ITALIA IL MERCATO RETAIL DEI PRODOTTI BIOLOGICI IN ITALIA NICOLA LASORSA - ISMEA 12 settembre 2015 www.ismea.it www.ismeaservizi.it IL VALORE DEL MERCATO BIO AL CONSUMO IN ITALIA -2014 STIMA DEL MERCATO RETAIL

Dettagli

Attori coinvolti. Con il coordinamento e la consulenza tecnica dell Istat

Attori coinvolti. Con il coordinamento e la consulenza tecnica dell Istat Osservatorio Regionale Prezzi Spesa consapevole per il benessere dei consumatori Convegno Nazionale Usci Attori coinvolti Dal 2003 la Regione dell Umbria ha promosso la realizzazione di un importante progetto

Dettagli

Il mercato tedesco del vino

Il mercato tedesco del vino Agenzia per la promozione all estero e l internazionalizzazione delle imprese italiane Ufficio di Berlino Nota Settoriale Il mercato tedesco del vino Berlino, marzo 2013 2 INDICE 1. Importanza del mercato

Dettagli

Il GRUPPO CREMONINI Cremonini Gruppo Cremonini Inalca IF&B

Il GRUPPO CREMONINI Cremonini Gruppo Cremonini Inalca IF&B Il GRUPPO CREMONINI Il nome Cremonini è sinonimo di Eccellenza italiana nel settore agroalimentare. Il Gruppo, fondato grazie all iniziativa imprenditoriale di Luigi Cremonini, si è distinto sia a livello

Dettagli

L Industria Alimentare Italiana e le certificazioni Bio, Kosher e Halal

L Industria Alimentare Italiana e le certificazioni Bio, Kosher e Halal L Industria Alimentare Italiana e le certificazioni Bio, Kosher e Halal Giovanni Delle Donne Area Promozione e Internazionalizzazione Napoli, 2 maggio 2013 L Industria Alimentare Italiana Valori 2012 Fatturato

Dettagli

COME E CAMBIATA LA SPESA DELLE FAMIGLIE

COME E CAMBIATA LA SPESA DELLE FAMIGLIE GLI EFFETTI DELLA CRISI: EROSIONE DEL CETO MEDIO E CRESCITA DELLA POVERTA COLLOCAZIONE SOCIALE DELLE FAMIGLIE IN BASE AL REDDITO, AI COMPORTAMENTI DI CONSUMO E AGLI STILI DI VITA COME E CAMBIATA LA SPESA

Dettagli

Il mercato elvetico, il Made in Italy e la CCIS

Il mercato elvetico, il Made in Italy e la CCIS Quadro di riferimento Il mercato elvetico, il Made in Italy e la CCIS Tendenze primo semestre 2012 L economia svizzera è una delle più ricche e solide dell Occidente, fortemente orientata ai servizi ed

Dettagli

Zhujiang Beer. ZHUJIANG BEER INBEV GROUP

Zhujiang Beer. ZHUJIANG BEER INBEV GROUP Zhujiang Beer. INBEV GROUP SETTORE BIRRA Zhujiang Beer Gruppo Inbev Guangzhou, Cina >> cartonatrice SMI WP 450 Inbev è leader mondiale nella produzione di birra, con 13.3 miliardi di euro fatturati nel

Dettagli

Acquisti Domestici: DERIVATI DEI CEREALI (1)

Acquisti Domestici: DERIVATI DEI CEREALI (1) Consumi Indagini speciali News Panel Consumi Acquisti Domestici: DERIVATI DEI CEREALI (1) N. 1 2000-2004 La tendenza degli acquisti La tendenza degli acquisti in volume 2000-2004 Il volume degli acquisti

Dettagli

I Focus de l OIV. Il mercato dei vini spumati

I Focus de l OIV. Il mercato dei vini spumati I Focus de l OIV Il mercato dei vini spumati Il mercato dei vini spumanti è cresciuto nel corso degli ultimi anni grazie alla spinta di una forte domanda mondiale. La produzione è aumentata notevolmente:

Dettagli

Cosa sono e come utilizzare le reti solidali

Cosa sono e come utilizzare le reti solidali Freebook è un progetto di libro libero. L Edup dona ai suoi lettori dei veri e propri libri, prodotti editoriali completi rispetto all opera da cui sono tratti. Possono essere letti, stampati, citati,

Dettagli

Il mercato iraniano dei prodotti alimentari e delle bevande analcoliche

Il mercato iraniano dei prodotti alimentari e delle bevande analcoliche Il mercato iraniano dei prodotti alimentari e delle bevande analcoliche Agosto 2010 Principali indicatori del Paese: Superficie: 1.648.195 mq. Popolazione: 75,1 milioni PIL: 415 Mld. di dollari PIL per

Dettagli

IL VINO IN TAVOLA: TENDENZE e DATI. Overview:

IL VINO IN TAVOLA: TENDENZE e DATI. Overview: IL VINO IN TAVOLA: TENDENZE e DATI Overview: La prima settimana di Aprile si è svolta a Verona la 47 edizione del VINITALY che ha registrato 148.000 (+6% rispetto lo scorso anno) dei quali 50.000 esteri

Dettagli

Indice. Il mercato internazionale dei cereali: tendenze e prospettive per l Italia. Premessa 14/10/2010

Indice. Il mercato internazionale dei cereali: tendenze e prospettive per l Italia. Premessa 14/10/2010 Il mercato internazionale dei cereali: tendenze e prospettive per l Italia Grano Italia, Bologna 30 settembre - 1 ottobre 2010 Aula Magna della Facoltà di Agraria Prof. Gabriele Canali SMEA, Alta Scuola

Dettagli

Parma a Stelle e Strisce Vendere negli USA il FOOD italiano istruzioni per l uso

Parma a Stelle e Strisce Vendere negli USA il FOOD italiano istruzioni per l uso Parma a Stelle e Strisce Vendere negli USA il FOOD italiano istruzioni per l uso Carlo Alberto Bertozzi Giovanni Grimaldi Parma, 16 Aprile 2014 Gli argomenti di oggi 2 Chi siamo Fondata nel 1986, Management

Dettagli

Le nuove tendenze del largo consumo. Volantino: istruzioni per l uso Università di Parma 24 Febbraio 2012

Le nuove tendenze del largo consumo. Volantino: istruzioni per l uso Università di Parma 24 Febbraio 2012 Le nuove tendenze del largo consumo Volantino: istruzioni per l uso Università di Parma 24 Febbraio 2012 La fiducia dei consumatori Più risparmio Italiani preoccupati 25% ha paura di perdere il lavoro

Dettagli

A N A L IS I D E L L A D O M A N D A TU R IS TIC A N E G L I E S E R C IZI A L B E R G H IE R I D I R O M A E P R O V IN C IA

A N A L IS I D E L L A D O M A N D A TU R IS TIC A N E G L I E S E R C IZI A L B E R G H IE R I D I R O M A E P R O V IN C IA A N A L IS I D E L L A D O M A N D A TU R IS TIC A N E G L I E S E R C IZI A L B E R G H IE R I D I R O M A E P R O V IN C IA A N N O 2 0 0 9 R A P P O R TO A N N U A L E 2 0 0 9 1. L andamento del mercato

Dettagli

CAMERA DI COMMERCIO ITALO BRASILIANA www.ccib.it

CAMERA DI COMMERCIO ITALO BRASILIANA www.ccib.it CAMERA DI COMMERCIO ITALO BRASILIANA www.ccib.it SCHEDA PAESE BRASILE IL BRASILE IN BREVE Storia e geografia Ordinamento interno Economia Produzioni STORIA e GEOGRAFIA Storia Il Brasile è stato scoperto

Dettagli

PRODOTTI ALIMENTARI CONFEZIONATI

PRODOTTI ALIMENTARI CONFEZIONATI shangguan chao jiang jiabei roberto manzari dong mi huang qin enrico rondinelli maicol zoia evoluzione dei PRODOTTI ALIMENTARI CONFEZIONATI BIJKER s SCOT THEORY esemplificazione sul nostro caso studio

Dettagli

/(',0(16,21,'(,&$1$/,',',675,%8=,21(

/(',0(16,21,'(,&$1$/,',',675,%8=,21( /(',0(16,21,'(,&$1$/,',',675,%8=,21( Abbiamo visto, nel paragrafo precedente, quali sono le figure e le strutture che possono costituire i canali di vendita per l impresa produttrice di olio di oliva,

Dettagli

BREVE OVERVIEW DEL GRUPPO

BREVE OVERVIEW DEL GRUPPO BREVE OVERVIEW DEL GRUPPO Probios, azienda leader in Italia nella distribuzione degli alimenti biologici vegetariani, promuove la coltivazione di materie prime nel rispetto dell uomo e della natura e da

Dettagli

Alimentaria & Horexpo & Tecnoalimentaria Lisbona, 22-24 Novembre2015

Alimentaria & Horexpo & Tecnoalimentaria Lisbona, 22-24 Novembre2015 Alimentaria & Horexpo & Tecnoalimentaria Lisbona, 22-24 Novembre2015 Salone Internazionale dell Alimentazione, dell Ospitalità Alberghiera e della Tecnologia per l Industria Alimentare. La realizzazione

Dettagli

INDUSTRIA INDIANA della TRASFORMAZIONE ALIMENTARE

INDUSTRIA INDIANA della TRASFORMAZIONE ALIMENTARE INDUSTRIA INDIANA della TRASFORMAZIONE ALIMENTARE Novembre 2010 Report realizzato dalla Indo-Italian Chamber of Commerce & Industry Introduzione L industria della trasformazione alimentare in India è una

Dettagli

TRADIZIONE & CULTURA

TRADIZIONE & CULTURA PALATIPICO MODENA TRADIZIONE & CULTURA Le Produzioni Agroalimentari Modenesi D.O.P. e I.G.P. Corso 30560 MARKETING STRATEGICO Laurea in Economia e marketing nel sistema agro-industriale Facoltà di Agraria

Dettagli

Annuario Istat-Ice 2008

Annuario Istat-Ice 2008 Le informazioni statistiche sul Commercio estero e sulle Attività Internazionali delle imprese Luigi Biggeri 1 Struttura della presentazione 1. L Annuario e lo sviluppo delle informazioni statistiche sul

Dettagli

Birra e bevande Pasta ripiena Importatori. Delicatessen. Salumi Spezie. Olio. Formaggi. Export. Aceto. Latte e derivati. Parma, 5-8 Maggio CIBUS 2014

Birra e bevande Pasta ripiena Importatori. Delicatessen. Salumi Spezie. Olio. Formaggi. Export. Aceto. Latte e derivati. Parma, 5-8 Maggio CIBUS 2014 Prodotti BiologiciFrozenfood Pane e sostituti Formaggi Pasta ripiena CioccolatoAcque minerali Conserve vegetali Export Pasta secca Formaggi Carni Delicatessen CIBUS 2014 Salumi Buyer Parma, 5-8 Maggio

Dettagli

Nuovi modelli di produzione e consumo

Nuovi modelli di produzione e consumo Nuovi modelli di produzione e consumo Francesco Bertolini Francesco.bertolini@unibocconi.it Una crisi senza precedenti La crisi che stiamo attraversando ha caratteristiche che la rendono, nella percezione

Dettagli

SCENARI IMMOBILIARI ISTITUTO INDIPENDENTE DI STUDI E RICERCHE

SCENARI IMMOBILIARI ISTITUTO INDIPENDENTE DI STUDI E RICERCHE SCENARI IMMOBILIARI ISTITUTO INDIPENDENTE DI STUDI E RICERCHE OSSERVATORIO NAZIONALE IMMIGRATI E CASA 9 RAPPORTO LUGLIO 2012 VIA LORENZO MAGALOTTI, 15 00197 ROMA TEL. 06/8558802 FAX 06/84241536 E' in corso

Dettagli

INDUSTRIA ELETTROTECNICA ED ELETTRONICA ITALIANA

INDUSTRIA ELETTROTECNICA ED ELETTRONICA ITALIANA INDUSTRIA ELETTROTECNICA ED ELETTRONICA ITALIANA Hannover Messe 2014 Walking Press Conference, 8 Aprile 2014 L industria Elettrotecnica ed Elettronica in Italia ANIE rappresenta da sessant anni l industria

Dettagli

$/&81,'$7,68// 2/,2%,2/2*,&2

$/&81,'$7,68// 2/,2%,2/2*,&2 $/&81,'$7,68// 2/,2%,2/2*,&2 / DUHDGLSURGX]LRQHELRORJLFD A fianco l uso dell olio di oliva tradizionale, sono cresciute la produzione ed il consumo dell olio biologico, con il conseguente aumento dell

Dettagli

RETAIL SURVEY OSSERVATORIO SANA 2013 A CURA DI NOMISMA

RETAIL SURVEY OSSERVATORIO SANA 2013 A CURA DI NOMISMA In collaborazione con A cura di Evento organizzato da RETAIL SURVEY OSSERVATORIO SANA 2013 A CURA DI NOMISMA OSSERVATORIO SANA il contributo di Nomisma Il Bio in cifre Consumer Survey Retail Survey strumento

Dettagli