INQUINAMENTO DELL ARIA INDOOR ED EFFETTO SUI BAMBINI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "INQUINAMENTO DELL ARIA INDOOR ED EFFETTO SUI BAMBINI"

Transcript

1 INQUINAMENTO DELL ARIA INDOOR ED EFFETTO SUI BAMBINI Salsomaggiore 5 novembre 2009 Silvia Girotto Paolo Regini

2 INQUINAMENTO INDOOR Presenza nell aria di ambienti confinati di contaminanti fisici, chimici e biologici non presenti naturalmente nell aria esterna.

3 L aria interna è fondamentalmente la stessa di quella esterna ma cambiano QUANTITA e TIPI di contaminanti Infatti a quelli esterni si aggiungono quelli propri degli ambienti interni

4 Si stima che nei paesi sviluppati la popolazione passi il 90% del proprio tempo in ambiente chiuso Woodcock A, Custovic A. BMJ 1998; 316:

5 L esposizione indoor ad agenti tossici risulta da 10 a 50 volte superiore rispetto a quella outdoor USEPA 1998

6 L aria indoor è più inquinata dell outdoor perché: 1. Effetto Intrappolamento dell aria esterna 2. Inquinanti propri dell abitazione 3. Attività umane

7 1. Effetto Intrappolamento dell aria esterna Azione adsorbente di pareti, pavimenti, mobili e suppellettili varie Bertoni G, Tappa R, Ciuchini C. Ann Chim. 2003;93: Valori maggiori d inverno d che d estated Schneider P, et INGA Study Group. INdoor exposure and Genetics in Asthma. Sci Total Environ Feb 21;267(1-3): Indoor > outdoor sia per i piani bassi che quelli alti Jo WK, Kim KY, Park KH, Kim YK, Lee HW, Park JK. Environ Res Jun;92(2):

8 2.Inquinanti propri dell abitazione Polvere domestica Materiali da costruzione e arredi Rivestimenti (pitture murali, vernici, pavimenti ecc.) Impianti di condizionamento

9 Polvere domestica Complessa miscela eterogenea di: materiale di derivazione biologica (frammenti cutanei di animali domestici, spore fungine) materiale particolato depositato particelle di terreno introdotte dal passaggio Butte W and Heinzow B (2002). Rev Environ Contam Toxicol 175:1-46

10 Materiali da costruzione e arredi Isolanti contenenti amianto o policlorobifenili (PCB) Preservanti del legno (clorofenoli, piretroidi, TBT) Preservanti di tappezzerie (piretroidi) Colle per parquet (VOC) Antiparassitari per arredi (piretroidi) Gommapiuma,tappeti e tappezzerie (difenil eteri polibromurati)

11 I rivestimenti Vernici (piombo) Pavimenti- suolo (radon) Resine per moquettes, arredi, materiali isolanti (formaldeide) Vetro, ceramiche, carbonio etc. (fibre minerali sintetiche)

12 Impianti di condizionamento (specie se non correttamente funzionanti) Non garantiscono ricambio d ariad Consentono penetrazione di inquinanti dall esterno Terreno favorevole per coltura di muffe

13 3.Attività umane Fumo di tabacco Processi di combustione (stufe, fornelli etc.) Uso di prodotti per la pulizia e la manutenzione della casa Stampanti per computer, fotocopiatrici, prodotti per l hobbistica l (colle, vernici solventi, adesivi)

14 Processi di combustione Riscaldamento casa e cottura cibi con carbone o legna : fumi di monossido di carbonio, ossido nitrico, ossido di zolfo, benzene, formaldeide, composti poliaromatici, e particolato sospeso Cottura cibo con gas: I livelli di ossido nitrico d inverno d in cucina sono il doppio di quelli esterni

15 Prodotti per la manutenzione e pulizia della casa Contengono solventi organici (VOC come acetone, benzene, etilbenzene etc) che possono venire rilasciati : quando questi prodotti vengono usati in parte anche se solo tenuti in casa

16 Stampanti per computer, fotocopiatrici, prodotti per l hobbistical Resine dei toner Colle Vernici Solventi Adesivi VOC

17 Le evidenze Per la maggior parte delle sostanze elencate, i dati sono ancora insufficienti per un accurata valutazione del rischio in casa. I dati riguardano l esposizione l professionale e gli studi su modelli animali I sintomi clinici sono generalmente acuti,, di breve durata e scompaiono con la fine dell esposizione: esposizione:

18 Effetti acuti Processi di combustione irritazione acuta delle membrane mucose di occhi, naso, gola e vie respiratorie. VOC A seconda del componente principale: irritazione degli occhi e delle alte vie respiratorie, rinite, congestione nasale, rash, prurito, cefalea, nausea, vomito

19 Tuttavia Nuovi studi cominciano ad essere prodotti:

20 VOC Aumento di rischio di infezioni polmonari in lattanti di 6 sett. in caso di restauri o ripavimentazioni e dipinture avvenuti durante la gravidanza (dipinture OR 5.6; 95% C l ). Il fumo passivo (OR = 2.0; 95% Cl ) e i restauri (OR = 1.9; 95% Cl ) sono anche fattori di rischio per la presenza di wheezing nei bambini di 1 anno. Diez U, Kroessner T, Rehwagen M, Richter M, Wetzig H, Schulz R, Borte M, Metzner G, Krumbiegel P, Herbarth O. Int J Hyg Environ Health Mar;203(1):23-8. Studio LARS( Leipzig Allergy High-Risk Children Study) (LARS) Livello di evidenza II

21 voc Il benzene seguito dall etilbenzene e dal toluene sono i VOC più pericolosi per il rischio d asma. d Per ogni aumento di 10 unità nella conc. di toluene e benzene (microg/m3) aumenta rispettivamente di 2 e 3 volte il rischio di asma (anche per concentazioni al di sotto dei limiti raccomandati). Rumchev K, Spickett J, Bulsara M, Phillips M, Stick S. Thorax Sep;59(9): Livello di evidenza III

22 Formaldeide Esposizione indoor alla formaldeide e rischio d asma. d. Odds ratio ± 95 % intervalli di confidenza. K.B. Rumchev, J.T. Spickett, M.K. Bulsara, M.R. Phillips, S.M. StickS Eur Respir J 2002; 20: Livello di evidenza III 408 Livello di evidenza III

23 Radon Moderata associazione tra la concentrazione indoor di radon e la leucemia mieloide acuta infantile. Evrard AS, Hemon D, Billon S, Laurier D, Jougla E, Tirmarche M, Clavel J. Eur J Cancer Prev Apr;14(2): Livello di evidenza II

24 Apprendimento L'esposizione precoce ad inquinamento indoor da uso di apparecchi a gas domestici sembra associarsi negativamente allo sviluppo neuropsicologico nei primi 4 anni di vita Morales E, Julvez J, Torrent M, de Cid R, et al. Association of early life exposure to household gas appliances and a indoor nitrogen dioxide with cognition and attention behavior in preschoolers Am J Epidemiol, 2009 Jun 1; 169 (11) : Epub 2009 Apr 24.

25 Una nota di speranza In Svizzera negli anni 90 si è assistito ad una moderata riduzione dell'inquinamento atmosferico a cui si è associata una riduzione dei problemi respiratori nella popolazione infantile Bayer-Oglesby L, Grize L, Gassner M, et al Decline of ambient air pollution level and improve of respiratory y health in Swiss children Environ Health Perspect Nov ; 113 (11):

26 FAQ 1. Come proteggere il mio bambino dall inquinamento indoor? 2. Mio figlio ha un raffreddore perenne può essere colpa del tappeto nuovo? 3. I rinfrescanti dell aria sono pericolosi? 4. Quali sono gli effetti degli antitarme? 5. Come si può ridurre il particolato emesso da stufe e caminetti? 6. Si devono usare i dispositivi per la purificazione dell aria? 7. Le piante possono ridurre l inquinamento l indoor? 8. Un tappeto può essere di danno alla salute? 9. Può essere utile utilizzare un aspirapolvere con filtro HEPA?

27 1.Come proteggere il mio bambino dall inquinamento indoor? Non fumare Mantenere la casa il più possibile asciutta e arieggiata Controllare il buon funzionamento di stufe e caminetti Non usare forni a gas come fonte di riscaldamento supplementare Evitare che i bambini vengano a contatto con gli antitarme I rinfrescanti dell ambiente non migliorano la qualità dell aria e contengono prodotti chimici per profumarla

28 2. Mio figlio ha un raffreddore perenne può essere colpa del tappeto nuovo? Il sintomo può essere dovuto a virus batteri o allergie. E E anche possibile che i sintomi possano essere collegati a qualcosa presente nell ambiente del bambino: il fumo di tabacco o un tappeto nuovo

29 3. I rinfrescanti dell aria sono pericolosi? Attualmente non ci sono dati sulla loro pericolosità.. Comunque gli effetti a lungo termine non sono stati studiati

30 4. Quali sono gli effetti degli antitarme? Due prodotti sono usati come antitarme: il p-p diclorobenzene e il naftalene. Esistono dati sull esposizione professionale. I dati sull esposizione residenziale sono limitati. Il PDCB è il più usato, può dare: irritazione di occhi, naso e gola; edema palpebrale; cefalea; rinite, reversibili entro 24 ore dall esposizione. L esposizione L professionale prolungata può provocare: anoressia, nausea, vomito, perdita di peso e danno epatico. E stato riportato un caso di porpora allergica indotta da PDCB

31 5.Come si può ridurre il particolato emesso da stufe e caminetti? Posizionare la stufa in una stanza con adeguata ventilazione e assicurarsi che abbia un efficiente tiraggio all esterno Le stufe di nuova costruzione hanno dei dispositivi che riducono l emissione di particolato

32 6. Si devono usare i dispositivi per la purificazione dell aria? Gli ionizzatori agiscono dando una carica elettrica alle particelle, che vengono quindi attratte verso le superfici della stanza. L abrasione delle superfici porta ad una loro risospensione. Sono attivi nei confronti delle particelle più piccole ma non nei confronti dei gas o delle particelle più grosse I generatori di ozono possono produrre livelli di ozono sufficientemente alti da essere dannosi per un bambino e il loro uso non è raccomandato nelle abitazioni e nelle scuole./.

33 I filtri meccanici, elettronici (precipitatori elettrostatici) e purificatori ibridi che usano 2 o più tecniche possono presentare i seguenti difetti : Rimozione inadeguata degli inquinanti Ridispersione degli inquinanti Illusorio mascheramento degli inquinanti al posto della loro rimozione Produzione di ozono Livelli di rumore inaccettabili

34 7. Le piante possono ridurre l inquinamento indoor? L unico studio disponibile non ha dimostrato alcun beneficio. I meccanismi di rimozione degli inquinanti sembrano irrilevanti quando vengono paragonati ai risultati di una buona ventilazione e di un efficiente ricambio dell aria Il terreno umido delle piante può favorire la crescita di muffe

35 8. Un tappeto può essere di danno alla salute? I tappeti nuovi emettono VOC in occasione dell introduzione in casa di tappeti nuovi, vengono riportati: irritazione di occhi, naso e gola; mal di testa; irritazione cutanea; difficoltà di respiro o tosse e debolezza. I tappeti possono agire da cloaca per inquinanti chimici e biologici, inclusi pesticidi, acari e muffe

36 9. Può essere utile utilizzare un aspirapolvere con filtro HEPA? I filtri HEPA ( high efficiency particulate air) riducono la polvere intrappolando la polvere mentre si aspira. Non è chiaro se l uso l di tali filtri riduca i sintomi o l uso di farmaci nei bambini con asma Se il filtro non è contenuto in un contenitore perfettamente sigillato può fuoriuscire aria sporca Controllare che il sistema sia definito come True HEPA termine che sta a significare che l intero sistema, e non solo il filtro, soddisfa gli standards HEPA

37 CONCLUSIONI: Riduzione del rischio Garantire una buona ventilazione dei locali di uso domestico Abolire il fumo di tabacco Controllare il funzionamento di stufe a legna e caminetti Non usare forni a gas come fonti di riscaldamento supplementare./.

38 Garantire un accurato stoccaggio dei prodotti chimici Nella pulizia non eccedere con la quantità di detersivi Utilizzare i sistemi naturali ( uso del bianco di Spagna,ammoniaca, aceto) Preferire agli spray i prodotti a stantuffo Pulire accuratamente le griglie spargifiamma Ventilare per ore i locali dove vengono posizionati nuovi tappeti o nuove tappezzerie Fare un uso prudente dei tarmicidi./.

39 Non ci sono prove sulla reale efficacia di: Ionizzatori, ozonizzatori, filtri meccanici, filtri elettronici e depuratori ibridi Piante da interni ( Spatifillo, clorofito, sanseveria etc ).

40 Bibliografia Woodcock A, Custovic A. Avoiding exposure to indoor allergens. BMJ 1998; 316: Bertoni G, Tappa R, Ciuchini C. Evaluation of indoor BTX in an outskirt zone of Rome (Italy). Ann Chim. 2003;93: Schneider P, Gebefugi I, Richter K, Wolke GW, Schneille J, Wichmann HE, Heinrich J; INGA Study Group. INdoor exposure and Genetics in Asthma. Indoor and outdoor BTX levels in German cities Sci Total Environ Feb 21;267(1-3):41-51 Jo WK, Kim KY, Park KH, Kim YK, Lee HW, Park JK. Comparison of outdoor and indoor mobile source-related volatile organic compounds between low- and high-floor apartments Environ Res Jun;92(2):166-71

41 Butte W and Heinzow B (2002). Pollutants in house dust as indicators of indoor contamination. Rev Environ Contam Toxicol 175:1-46 Diez U, Kroessner T, Rehwagen M, Richter M, Wetzig H, Schulz R, Borte M, Metzner G, Krumbiegel P, Herbarth O. Effects of indoor painting and smoking on airway symptoms in atopy risk children in the first year of life results of the LARS-study. Leipzig Allergy High-Risk Children Study. Int J Hyg Environ Health Mar;203(1):23-8. Rumchev K, Spickett J, Bulsara M, Phillips M, Stick S. Association of domestic exposure to volatile organic compounds with w asthma in young children. Thorax Sep;59(9): K.B. Rumchev, J.T. Spickett, M.K. Bulsara, M.R. Phillips, S.M. StickS Domestic exposure to formaldehyde significantly increases the risk of asthma in young children. Eur Respir J 2002; 20: Evrard AS, Hemon D, Billon S, Laurier D, Jougla E, Tirmarche M, Clavel J. Ecological association between indoor radon concentration and childhood leukaemia incidence in France, Eur J Cancer Prev Apr;14(2): Figà- Talamanca, A. Mantovani Ambiente ed infanzia in Italia, Roma American Academy of Pediatrics Committee on Environmental Health Edited by R.A. Etzel.S.J.Balk Pediatric Environmental health- 2 edition 2003

LA QUALITA DELL ARIA DENTRO LA NOSTRA CASA. arch. Luca Farinelli studio anguillametrica luca@anguillametrica.com

LA QUALITA DELL ARIA DENTRO LA NOSTRA CASA. arch. Luca Farinelli studio anguillametrica luca@anguillametrica.com LA QUALITA DELL ARIA DENTRO LA NOSTRA CASA arch. Luca Farinelli studio anguillametrica luca@anguillametrica.com NELLA CASA SI TRASCORRE L 80% DEL TEMPO DELLA NOSTRA VITA CHE ARIA RESPIRIAMO DENTRO LA NOSTRA

Dettagli

Ambienti abitativi. Ambienti abitativi Radon, Contaminanti indoor

Ambienti abitativi. Ambienti abitativi Radon, Contaminanti indoor Ambienti abitativi Radon, Contaminanti indoor Radon Cos è e da dove viene Il radon è un gas radioattivo di origine naturale proveniente dal sottosuolo che si può infiltrare e accumulare nelle abitazioni

Dettagli

Centro Nazionale per la Prevenzione ed il Controllo delle Malattie

Centro Nazionale per la Prevenzione ed il Controllo delle Malattie PROGETTO INDOOR SCHOOL Esposizione ad inquinanti indoor: linee guida per la valutazione dei fattori di rischio in ambiente scolastico e definizione delle misure per la tutela della salute respiratoria

Dettagli

Inquinamento indoor: effetti della condensazione superficiale

Inquinamento indoor: effetti della condensazione superficiale 1) La Ventilazione meccanica applicazioni e normativa vigente 2) applicazione nella ristrutturazione 3) La classe A e la ventilazione meccanica i perchè della scelta. Umberto Buzzoni Inquinamento indoor:

Dettagli

Che aria tira a Moie?

Che aria tira a Moie? Questo studio è stato realizzato da Daniele Campolucci ed Emanuela Piedimonte. Alcuni cittadini, anche se si sentivano rassicurati sulla presenza e sulla gestione della discarica dai risultati dei continui

Dettagli

IV GIORNATE ITALIANE MEDICHE DELL AMBIENTE

IV GIORNATE ITALIANE MEDICHE DELL AMBIENTE IV GIORNATE ITALIANE MEDICHE DELL AMBIENTE Salsomaggiore Terme, 4-64 6 Novembre 2009 Malattie allergiche respiratorie da esposizione a muffe negli ambienti confinati: prevenzione primaria e diagnosi precoce

Dettagli

QUALITÀ DELL ARIA INDOOR

QUALITÀ DELL ARIA INDOOR QUALITÀ DELL ARIA INDOOR Composizione dell aria atmosferica Inquinanti primari e secondari Altre sostanze Energia Attività umane Inquinanti primari Reazioni Inquinanti secondari Esempio... Radiazioni Ossigeno

Dettagli

LA SINDROME DELL EDIFICIO MALATO

LA SINDROME DELL EDIFICIO MALATO LA SINDROME DELL EDIFICIO MALATO Dott. Stefano Borghesi Specialista in Medicina del Lavoro Università degli Studi di Brescia Medico Competente Provincia di Brescia AMBIENTE CONFINATO Trasformazione dell

Dettagli

Prevenzione dell allergia ad inalanti

Prevenzione dell allergia ad inalanti Prevenzione dell allergia ad inalanti La patologia allergica respiratoria è molto frequente nella popolazione generale: la sua prevalenza si aggira in media intorno al 10-15%. Inoltre, negli ultimi 20

Dettagli

Un dovere di tutti LA QUALITÀ DELL ARIA NELLE AULE SCOLASTICHE

Un dovere di tutti LA QUALITÀ DELL ARIA NELLE AULE SCOLASTICHE Un dovere di tutti LA QUALITÀ DELL ARIA NELLE AULE SCOLASTICHE i bambini sono l indicatore più sensibile delle relazioni tra fattori di rischio ambientale e salute delle popolazioni il Progetto multicentrico

Dettagli

3M Prodotti per la Sicurezza sul Lavoro. Guida ai rischi. Protezione Vie Respiratorie. Prendi. a cuore. la tua sicurezza

3M Prodotti per la Sicurezza sul Lavoro. Guida ai rischi. Protezione Vie Respiratorie. Prendi. a cuore. la tua sicurezza 3M Prodotti per la Sicurezza sul Lavoro Protezione Vie Respiratorie Guida ai rischi Prendi a cuore la tua sicurezza A ogni respiro, possiamo inalare milioni di particelle. Le particelle nocive non sono

Dettagli

Qualità dell aria e salute: è ora di cambiare

Qualità dell aria e salute: è ora di cambiare Qualità dell aria e salute: è ora di cambiare Qualità dell aria: cosa respiriamo? 4 giugno 2015 Marina Camatini Inquadriamo il problema COS È L INQUINAMENTO DELL ARIA? E una modifica alla normale composizione,

Dettagli

ALCUNE IMPORTANTI REGOLE COMPORTAMENTALI PER I GENITORI

ALCUNE IMPORTANTI REGOLE COMPORTAMENTALI PER I GENITORI ALCUNE IMPORTANTI REGOLE COMPORTAMENTALI PER I GENITORI 1. Conducete vostro figlio alle visite di controllo programmate dal medico, anche quando il bambino apparentemente sta bene. 2. Accertatevi che i

Dettagli

Luigi Turrio Baldassarri Igiene degli ambienti di vita Istituto superiore di sanità, Roma

Luigi Turrio Baldassarri Igiene degli ambienti di vita Istituto superiore di sanità, Roma Luigi Turrio Baldassarri Igiene degli ambienti di vita Istituto superiore di sanità, Roma L aria indoor è contaminata? L aria degli ambienti interni può essere contaminata sia da sostanze già presenti

Dettagli

FOGLIO DI ISTRUZIONI D USO IN SICUREZZA

FOGLIO DI ISTRUZIONI D USO IN SICUREZZA FOGLIO DI ISTRUZIONI D USO IN SICUREZZA Grigliati in Poliestere Rinforzato con Fibra di Vetro (PRFV) Revisione 5 del 30/12/2014 0. INTRODUZIONE La Normativa Europea sui prodotti chimici N 1907/2 006 (REACH)

Dettagli

PlasmaMade e aria pulita. Come vendere aria pulita per tutti, ovunque V1.0 000-11.1

PlasmaMade e aria pulita. Come vendere aria pulita per tutti, ovunque V1.0 000-11.1 PlasmaMade e aria pulita Come vendere aria pulita per tutti, ovunque V1.0 000-11.1 Le garanzie del filtro aria PlasmaMade: Aria Sana Aria Pulita In spazi dove più persone coabitano, come soggiorni, camere

Dettagli

IL RISCHIO CHIMICO, CANCEROGENO, MUTAGENO

IL RISCHIO CHIMICO, CANCEROGENO, MUTAGENO Via Cassala 88 Brescia Tel. 030.47488 info@cbf.191.it Decreto Legislativo 9 aprile 2008, n. 81 e successive modifiche e integrazioni IL RISCHIO CHIMICO, CANCEROGENO, MUTAGENO CHE COS E IL RISCHIO CHIMICO?

Dettagli

DEFINIRE LE PRINCIPALI PATOLOGIE MEDICHE RICONOSCERE I SEGNI CHE DIFFERENZIAMO LE VARIE PATOLOGIE MEDICHE

DEFINIRE LE PRINCIPALI PATOLOGIE MEDICHE RICONOSCERE I SEGNI CHE DIFFERENZIAMO LE VARIE PATOLOGIE MEDICHE CAPITOLO 5_e 1 OBIETTIVI DEFINIRE LE PRINCIPALI PATOLOGIE MEDICHE RICONOSCERE I SEGNI CHE DIFFERENZIAMO LE VARIE PATOLOGIE MEDICHE IDENTIFICARE I SEGNI DI GRAVITÀ E LE MANOVRE DI SOSTEGNO 2 ALTRE PATOLOGIE

Dettagli

Prot. Trento, 30 aprile 2013

Prot. Trento, 30 aprile 2013 Prot. Trento, 30 aprile 2013 AL PERSONALE DOCENTE AL PERSONALE ATA e AE DEL LICEO LINGUISTICO TRENTO SEDE Oggetto: Accordo, ai sensi dell'articolo 9 del decreto legislativo 27 agosto 1997, n. 281, tra

Dettagli

Scheda di sicurezza Secondo regolamento nr. 1907/2006 (REACH) Secondo regolamento nr. 453/2010

Scheda di sicurezza Secondo regolamento nr. 1907/2006 (REACH) Secondo regolamento nr. 453/2010 Versione: 2.0.0 Data compilazione: 18.02.2013 Pagina:1/7 1. Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa. 1.1 Identificatori del prodotto. Numero articolo (produttore):/ Nome

Dettagli

SCHEDE INFORMATIVE SUL POLMONE

SCHEDE INFORMATIVE SUL POLMONE SCHEDE INFORMATIVE SUL POLMONE Patologie polmonari professionali L ambiente di lavoro può causare patologie polmonari dovute ad allergie, irritazioni o alla formazione di minuscole particelle all interno

Dettagli

POLITECNICO DI TORINO Debora Fino, Guido Saracco, Nunzio Russo

POLITECNICO DI TORINO Debora Fino, Guido Saracco, Nunzio Russo Spett.: Ecoservice Office S.r.l. C.F./P.I 01474030416, Borgo S. Maria n. 43, Pesaro c.a. Sig. G. Simoncelli Torino, 20/11/2006 Oggetto: Relazione finale attività svolte per Ecoservice Office S.r.l Introduzione

Dettagli

Inquinamento atmosfera

Inquinamento atmosfera Inquinamento atmosfera Lo smog in una stanza Siamo sicuri che contro l'inquinamento delle città sia meglio rifugiarsi in casa o in ufficio? Secondo le ultime ricerche no: tra le quattro mura si può rischiare

Dettagli

aria pulita a scuola Come difendere i nostri figli (e gli insegnanti) dall inquinamento dentro le aule

aria pulita a scuola Come difendere i nostri figli (e gli insegnanti) dall inquinamento dentro le aule Rita Dalla Rosa aria pulita a scuola Come difendere i nostri figli (e gli insegnanti) dall inquinamento dentro le aule Indice pag. 7 Introduzione 11 Scuole italiane: edifici malati? 14 Le cause dell inquinamento

Dettagli

SCHEDA informativa di SICUREZZA DM 04-04-97, DM 28-01-92

SCHEDA informativa di SICUREZZA DM 04-04-97, DM 28-01-92 pag. 01/06-NTM25 SCHEDA informativa di SICUREZZA DM 04-04-97, DM 28-01-92 Data di emissione : 5 agosto 1998 Versione N. : 3 1. DENOMINAZIONE COMMERCIALE PRODOTTO 1.1 Nome commerciale : 1.2 Società produttrice

Dettagli

SOSTENIBILE DEL CONDOMINIO

SOSTENIBILE DEL CONDOMINIO LA RIQUALIFICAZIONE SOSTENIBILE DEL CONDOMINIO Lecco 21 aprile 2012 Milano BENESSERE ABITATIVO E RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA Isolamento dell involucro edilizio: risparmio energetico e benessere abitativo

Dettagli

Consigli per la pulizia dei vostri tessuti per esterni. Bisogno di proteggere e restituire splendore ai vostri tessuti per esterni?

Consigli per la pulizia dei vostri tessuti per esterni. Bisogno di proteggere e restituire splendore ai vostri tessuti per esterni? Consigli per la pulizia dei vostri tessuti per esterni Bisogno di proteggere e restituire splendore ai vostri tessuti per esterni? Perché proteggere e pulire il tessuto? Uno dei modi migliori per conservare

Dettagli

ALLERGIA RESPIRATORIA? Consigli utili.

ALLERGIA RESPIRATORIA? Consigli utili. ALLERGIA RESPIRATORIA? Consigli utili. MED Utile nella protezione delle mucose nasali in caso di congestioni rino-faringee. Think Green. Live Green. Cos è l allergia. L allergia è un disturbo del sistema

Dettagli

Mi informo... 12.2013 - STG089 - Gi&Gi Srl

Mi informo... 12.2013 - STG089 - Gi&Gi Srl 12.2013 - STG089 - Gi&Gi Srl Opuscolo_Allergia_Resp_10x21.qxd:- 19/12/13 17:07 Page 1 Mi informo... Opuscolo_Allergia_Resp_10x21.qxd:- 19/12/13 17:07 Page 2 Cos è l allergia? Definizione L allergia è una

Dettagli

Scopri i prodotti LG che ti offrono: PIÙ IGIENE E PIÙ SALUTE PER LA FAMIGLIA

Scopri i prodotti LG che ti offrono: PIÙ IGIENE E PIÙ SALUTE PER LA FAMIGLIA Scopri i prodotti LG che ti offrono: PIÙ IGIENE E PIÙ SALUTE PER LA FAMIGLIA LG: PIÙ IGIENE E PIÙ SALUTE PER LA TUA FAMIGLIA ASPIRAPOLVERE KOMPRESSOR LAVABIANCHERIA DIRECT DRIVE A VAPORE Da sempre LG è

Dettagli

VENTILAZIONE CONTROLLATA NEGLI EDIFICI AD ELEVATE PRESTAZIONI ENERGETICHE

VENTILAZIONE CONTROLLATA NEGLI EDIFICI AD ELEVATE PRESTAZIONI ENERGETICHE VENTILAZIONE CONTROLLATA NEGLI EDIFICI AD ELEVATE PRESTAZIONI ENERGETICHE Arch. Valentina Raisa Assegnista di ricerca dell Università di Ferrara (finanziamento di AldesItalia) Qual è l edificio ad elevate

Dettagli

QUALITA DELL ARIA INDOOR E RISCHIO BIOLOGICO NELLE. Federica Venanzetti, INAIL Direzione Generale CONVEGNO NAZIONALE SPES 27-28 ottobre 2011

QUALITA DELL ARIA INDOOR E RISCHIO BIOLOGICO NELLE. Federica Venanzetti, INAIL Direzione Generale CONVEGNO NAZIONALE SPES 27-28 ottobre 2011 QUALITA DELL ARIA INDOOR E RISCHIO BIOLOGICO NELLE STRUTTURE DI PRONTO SOCCORSO riduzione qualità prestazioni riduzione soddisfazione sovraffollamento POTENZIALE INCREMENTO TRASMISSIONE INFEZIONI riduzione

Dettagli

ACARI DELLA POLVERE DOMESTICA E DELLE DERRATE

ACARI DELLA POLVERE DOMESTICA E DELLE DERRATE ACARI DELLA POLVERE DOMESTICA E DELLE DERRATE Informazioni e consigli per i pazienti allergici Your Partner in Anaphylaxis + Immunotherapy Cara paziente allergica, Caro paziente allergico, Gli acari della

Dettagli

Che cos'è il radon? Il gas radon è rilevabile con i sensi?

Che cos'è il radon? Il gas radon è rilevabile con i sensi? Che cos'è il radon? Il Radon è un gas inodore e incolore presente in natura. Il suo isotopo (atomo di uno stesso elemento chimico con numero di protoni fisso e numero di neutroni variabile) 222Rn è radioattivo

Dettagli

SIMBOLOGIA FACCIALI FILTRANTI

SIMBOLOGIA FACCIALI FILTRANTI SIMBOLOGIA FACCIALI FILTRANTI FACCIALI FILTRANTI CLASSE DI APPARTENENZA ESEMPIO SIMBOLOGIA FFP 1 D AV RESISTENZA ALL'INTASAMENTO PROTEZIONE AGGIUNTIVE SIMBOLOGIA : TIPOLOGIA DEL PRODOTTO: FFP (Facciali

Dettagli

Inquinamento indoor: aspetti generali e casi studio in Italia RAPPORTI

Inquinamento indoor: aspetti generali e casi studio in Italia RAPPORTI Inquinamento indoor: aspetti generali e casi studio in Italia RAPPORTI 117 / 2010 ISPRA Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale INQUINAMENTO INDOOR: aspetti generali e casi studio

Dettagli

Fate riferimento sempre alle schede di sicurezza del fornitore per informazioni più specifiche.

Fate riferimento sempre alle schede di sicurezza del fornitore per informazioni più specifiche. In molti ambienti industriali i lavoratori dell industria del poliestere insaturo sono esposti ogni giorno a pericoli occupazionali. L uso di mezzi di protezione personali è la soluzione finale dopo le

Dettagli

www.enerline.it MANUTENZIONE PERIODICA DELLA COPERTURA Enerline S.r.l. Via F. Bocconi, 9 20136 Milano Tel. 02-58432143 email: info@enerline.

www.enerline.it MANUTENZIONE PERIODICA DELLA COPERTURA Enerline S.r.l. Via F. Bocconi, 9 20136 Milano Tel. 02-58432143 email: info@enerline. Enerline S.r.l. Via F. Bocconi, 9 20136 Milano Tel. 02-58432143 email: info@enerline.it www.enerline.it MANUTENZIONE PERIODICA DELLA COPERTURA MONOSSIDO DI CARBONIO Le cause Ventilazione Combustione Evacuazione

Dettagli

DAL LEGNO AL FUOCO. come ottenere una buona combustione domestica e migliorare la qualità dell aria

DAL LEGNO AL FUOCO. come ottenere una buona combustione domestica e migliorare la qualità dell aria ARPA FVG Agenzia Regionale per la Protezione dell Ambiente del Friuli Venezia Giulia DAL LEGNO AL FUOCO come ottenere una buona combustione domestica e migliorare la qualità dell aria Fumo della legna

Dettagli

Gazzetta Ufficiale Supplemento Ordinario n. 276 del 27/11/2001.

Gazzetta Ufficiale Supplemento Ordinario n. 276 del 27/11/2001. Linee guida per la tutela e la promozione della salute negli ambienti confinati Accordo del 27/09/2001 tra il Ministro della salute, le regioni e le province autonome. Documento 601S27SE.000 emanato dalla

Dettagli

I FATTORI DI RISCHIO. Ing. Guido SAULE

I FATTORI DI RISCHIO. Ing. Guido SAULE I FATTORI DI RISCHIO Ing. Guido SAULE I PRINCIPALI FATTORI DI RISCHIO I rischi lavorativi presenti negli ambienti di lavoro, in conseguenza dello svolgimento delle attività lavorative in un determinato

Dettagli

Per questo sono qui a proporvi oggi alcuni spunti su cui riflettere e magari approfondire nel tempo.

Per questo sono qui a proporvi oggi alcuni spunti su cui riflettere e magari approfondire nel tempo. Martedì, 26 novembre 2013. LA PERCEZIONE DEL RISCHIO Sono una pensionata e casalinga, oggi a tempo pieno e mi occupo anche dei genitori anziani nella loro abitazione. Conosco le difficoltà del lavoro in

Dettagli

Scheda di dati di sicurezza Ai sensi del Regolamento CE 1907/2006 REACH Stampato il 01/06/08 Denominazione commerciale: EFFE 91 ACC-U-SOL ml.

Scheda di dati di sicurezza Ai sensi del Regolamento CE 1907/2006 REACH Stampato il 01/06/08 Denominazione commerciale: EFFE 91 ACC-U-SOL ml. Pagina: 1/ 6 1. IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/PREPARATO E DELLA SOCIETA /IMPRESA Articolo numero: art.04920 Utilizzazione della Sostanza / del Preparato: Rivelatore fughe gas Produttore/fornitore: FIMI

Dettagli

MASSIMIZZARE L ACQUISTO come ottenere il meglio dai nuovi infissi

MASSIMIZZARE L ACQUISTO come ottenere il meglio dai nuovi infissi MASSIMIZZARE L ACQUISTO come ottenere il meglio dai nuovi infissi IL CONFORT Il confort all interno degli edifici è dato dalla somma di diversi fattori: l isolamento termo-acustico, la luminosità, la temperatura

Dettagli

RESPIRA PROJECT Code A1.2.3-72

RESPIRA PROJECT Code A1.2.3-72 Oggetto: relazione finale relativa all attività svolta nel periodo aprile 2011 agosto 2013 nell ambito del progetto Indoor and Outdoor Air Quality and Respiratory Health in Malta and Sicily (RESPIRA) P.O.

Dettagli

SCHEDA DEI DATI DI SICUREZZA

SCHEDA DEI DATI DI SICUREZZA Pagina 1 di 9 SCHEDA DEI DATI DI SICUREZZA NITRATO POTASSICO / MULTIGREEN NK 13.0.46 1. Identificazione del prodotto e dell azienda 1.1. Identificazione della sostanza / preparato: - Denominazione NITRATO

Dettagli

LE SOSTANZE PERICOLOSE

LE SOSTANZE PERICOLOSE SICUREZZA NELLA CASE Incontro informativo a cura dei vigili del fuoco L INCENDIO LE SOSTANZE PERICOLOSE IL RISCHIO ELETTRICO IL GAS COMBUSTIBILE ALTRI RISCHI DOMESTICI COSA FARE IN CASO DI LE SOSTANZE

Dettagli

Sistema antimuffa per interni. Vivere bene in un ambiente sano

Sistema antimuffa per interni. Vivere bene in un ambiente sano Sistema antimuffa per interni Vivere bene in un ambiente sano Effetti negativi della muffa Muffa: cos è in realtà? Muffa è un termine generico per indicare tante diverse tipologie di funghi. La muffa consiste

Dettagli

L asma non va in vacanza

L asma non va in vacanza L asma non va in vacanza Non dimenticare di controllare ASMA e RINITE allergica anche d estate A cura della Merck Sharp & Dohme (Italia) S.p.A.Via G. Fabbroni, 6-00191 Roma www.msd-italia.it www.univadis.it

Dettagli

Requisiti ambientali e controlli di qualità ambientale

Requisiti ambientali e controlli di qualità ambientale Cap 1 Requisiti ambientali e controlli di qualità ambientale Aldo Volpes Centro Andros s.r.l. Unità di Medicina della Riproduzione, Palermo 1 I requisiti minimi, per quanto riguarda la qualità dell aria,

Dettagli

SCHEDA DATI DI SICUREZZA ARGILLA. Argilla di cava

SCHEDA DATI DI SICUREZZA ARGILLA. Argilla di cava S.E.I. SpA SCHEDA DATI DI SICUREZZA (REGOLAMENTO CE 1907/2006, TITOLO IV) Rev. 0 Data 31/5/2008 ARGILLA 1. IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/DEL PREPARATO E DELLA SOCIETÀ/IMPRESA Descrizione del prodotto

Dettagli

LA CURA CHE ALLUNGA LA VITA DELLA TUA PORTA. MANUALE D USO della porta blindata Mexall 1

LA CURA CHE ALLUNGA LA VITA DELLA TUA PORTA. MANUALE D USO della porta blindata Mexall 1 LA CURA CHE ALLUNGA LA VITA DELLA TUA PORTA MANUALE D USO della porta blindata Mexall Indice pag. 5 pag. 6 pag. 7 pag. 8 pag. pag. pag. 4 pag. 7 La tua porta blindata Istruzioni per l uso La manutenzione

Dettagli

MANUALE D USO E MANUTENZIONE SERRAMENTI SERPLAST

MANUALE D USO E MANUTENZIONE SERRAMENTI SERPLAST MANUALE D USO E MANUTENZIONE SERRAMENTI SERPLAST Gentile cliente, complimenti per avere scelto il nostro prodotto! Un serramento di qualità che resterà bello e inalterato nel tempo, anche grazie ad alcuni

Dettagli

MSDS - Scheda. Seieffe Industrie Via Appia Km 240,300 82013 BONEA (BN) Italia. Tel.: +39 0824 847911 Fax: +39 0824 847999

MSDS - Scheda. Seieffe Industrie Via Appia Km 240,300 82013 BONEA (BN) Italia. Tel.: +39 0824 847911 Fax: +39 0824 847999 MSDS - Scheda dati di Sicurezza Seieffe Industrie Via Appia Km 240,300 82013 BONEA (BN) Italia Tel.: +39 0824 847911 Fax: +39 0824 847999 okite@okite.com www.okite.com 6 - MSDS - Scheda dati di Sicurezza

Dettagli

Catalogo Aspirapolvere 2008/1

Catalogo Aspirapolvere 2008/1 Catalogo Aspirapolvere 2008/1 Passi da gigante. Gli aspirapolvere Hoover sono concepiti per assicurare la massima potenza di aspirazione e una perfetta filtrazione della polvere. Ottima mossa. Perchè secondo

Dettagli

Secondo al regolamento (CE) n. 1907/2006 (REACH) Articolo 31 e Allegato II CONFIX. Redatta e stampata il: 15/12/2007 Pagina 1/10

Secondo al regolamento (CE) n. 1907/2006 (REACH) Articolo 31 e Allegato II CONFIX. Redatta e stampata il: 15/12/2007 Pagina 1/10 TECHNO SYSTEMS ITALIA srl SCHEDA DI SICUREZZA Secondo al regolamento (CE) n. 1907/2006 (REACH) Articolo 31 e Allegato II CONFIX Redatta e stampata il: 15/12/2007 Pagina 1/10 1 IDENTIFICAZIONE DEL PRODOTTO

Dettagli

LA SANIFICAZIONE DELL ARIA DI AMBIENTI CONFINATI

LA SANIFICAZIONE DELL ARIA DI AMBIENTI CONFINATI LA SANIFICAZIONE DELL ARIA DI AMBIENTI CONFINATI IL DISPOSITIVO AIRFREE P 80 PRO HEALTH Il problema della qualità dell aria confinata ha suscitato soprattutto nelle ultime due decadi un crescente interesse

Dettagli

GRADE applicato alle Linee Guida ARIA

GRADE applicato alle Linee Guida ARIA GRADE applicato alle Linee Guida ARIA Sergio Bonini Professor di Medicina Interna Seconda Università di Napoli INMM-CNR, ARTOV, Roma se.bonini@gmail.com The ARIA initiative was developed As a state-of-the-art

Dettagli

LOSSNAY SERIE RECUPERATORI DI CALORE. I ventilatori a recupero di calore. Comfort e risparmio energetico

LOSSNAY SERIE RECUPERATORI DI CALORE. I ventilatori a recupero di calore. Comfort e risparmio energetico SERIE PRESTAZIONI CERTIFICATE RECUPERATORI DI CALORE I ventilatori a recupero di calore Elevato comfort I ventilatori a recupero di calore, universalmente riconosciuti per la loro efficienza, per il loro

Dettagli

Il dispositivo Cairsens può essere utilizzato nella maggior parte delle situazioni lavorative ed è costituito da:

Il dispositivo Cairsens può essere utilizzato nella maggior parte delle situazioni lavorative ed è costituito da: CAIRSENS O3 & NO2 MANUALE D ISTRUZIONE Descrizione tecnica Cairsens è un dispositivo di misurazione dell inquinamento atmosferico di Ozono e Biossido di Azoto; esso misura in modo continuo il livello di

Dettagli

PROCESSI DI STAMPA Aspetti legati alla salute dei lavoratori

PROCESSI DI STAMPA Aspetti legati alla salute dei lavoratori PROCESSI DI STAMPA Aspetti legati alla salute dei lavoratori Marco Fontana - Roberto Riggio Struttura Semplice 20.02 Igiene industriale Utilizzo di agenti chimici nelle lavorazioni di stampa metalli pesanti

Dettagli

La prevenzione primaria e secondaria delle malattie allergiche

La prevenzione primaria e secondaria delle malattie allergiche La prevenzione primaria e secondaria delle malattie allergiche Negli ultimi decenni la frequenza delle malattie allergiche in Italia e nel mondo ha subìto un continuo aumento, dando luogo a quella che

Dettagli

L Ozono è un gas altamente reattivo, di odore pungente e ad elevate concentrazioni di colore blu, dotato di un elevato potere ossidante.

L Ozono è un gas altamente reattivo, di odore pungente e ad elevate concentrazioni di colore blu, dotato di un elevato potere ossidante. Ozono (O 3 ) Che cos è Danni causati Evoluzione Metodo di misura Che cos è L Ozono è un gas altamente reattivo, di odore pungente e ad elevate concentrazioni di colore blu, dotato di un elevato potere

Dettagli

Scheda Dati di Sicurezza

Scheda Dati di Sicurezza Rev. 1 Novembre 2008 Pag.:1/5 1 Materiale / Processo e Società 1.1 Nome del prodotto: "URSA XPS" 1.2 Dati del fabbricante: 1.2.1 Distributore per l Italia: URSA ITALIA s.r.l. via Paracelso, 16 20041 Agrate

Dettagli

Workshop: Attuali orientamenti nel controllo dell inquinamento indoor: l esperienze italiane nelle valutazioni.

Workshop: Attuali orientamenti nel controllo dell inquinamento indoor: l esperienze italiane nelle valutazioni. Workshop: Attuali orientamenti nel controllo dell inquinamento indoor: l esperienze italiane nelle valutazioni. Rimini, 10 Novembre 2011 Le principali patologie legate all inquinamento indoor Luciana Indinnimeo,

Dettagli

L attuale stato normativo europeo e le procedure per la determinazione della qualità dell aria indoor. Dimitrios Kotzias

L attuale stato normativo europeo e le procedure per la determinazione della qualità dell aria indoor. Dimitrios Kotzias L attuale stato normativo europeo e le procedure per la determinazione della qualità dell aria indoor Dimitrios Kotzias Josefa Barrero, Paolo Leva, Otmar Geiss, Salvatore Tirendi, Arturo ro Bellintani

Dettagli

attività lavorative sorgenti di radiazioni naturali

attività lavorative sorgenti di radiazioni naturali Per una presentazione più dettagliata della tematica del radon, presentiamo un contributo di Flavia Groppi, che incomincia con l attuale regolamentazione: La normativa Italiana di Radioprotezione, in attuazione

Dettagli

prima volta il riscaldamento elettrico in un opzione conveniente.

prima volta il riscaldamento elettrico in un opzione conveniente. prima volta il riscaldamento elettrico in un opzione conveniente. *si veda la Legge dello spostamento di Wien La legge dello spostamento di Wien La legge di Wien afferma che se si riduce il numero di watt

Dettagli

INCAPSULAMENTO DELL AMIANTO

INCAPSULAMENTO DELL AMIANTO 05 INCAPSULAMENTO DELL AMIANTO 05 INCAPSULAMENTO DELL AMIANTO Come ormai risaputo, l amianto che si disperde nell aria costituisce un reale pericolo cancerogeno per coloro che si trovano a inalarne le

Dettagli

Pomeriggio informativo Modalità di consegna dei rifiuti all ICTR

Pomeriggio informativo Modalità di consegna dei rifiuti all ICTR Pomeriggio informativo Modalità di consegna dei rifiuti all ICTR Giubiasco, autunno 2013 Giornata informativa Modalità di consegna dei rifiuti all ICTR Presentata da: Pietro Casari, Consulente tecnico

Dettagli

Rete HT 130 PRODOTTI PER IL SOTTOFONDO 1. IDENTIFICAZIONE DEL PREPARATO E DELLA SOCIETA'

Rete HT 130 PRODOTTI PER IL SOTTOFONDO 1. IDENTIFICAZIONE DEL PREPARATO E DELLA SOCIETA' PRODOTTI PER IL SOTTOFONDO Rete HT 130 1. IDENTIFICAZIONE DEL PREPARATO E DELLA SOCIETA' Denominazione commerciale del prodotto: Rete HT 130. Tipo di prodotto ed impiego: Rete in fibra di vetro per rinforzo

Dettagli

UTILIZZO IN SICUREZZA DEL FAX

UTILIZZO IN SICUREZZA DEL FAX Pagina 1 di 6 SOMMARIO Generalita... 2 Scopo... 2 Riferimenti normativi... 2 Responsabilità ed aggiornamento... 2 Campo di applicazione... 3 Procedure operative e di sicurezza... 3 Scelta della posizione...

Dettagli

Frasi H informazioni sui rischi

Frasi H informazioni sui rischi 2 Analisi chimica strumentale Frasi H informazioni sui rischi Pericoli fisici H200 Esplosivo instabile. H201 Esplosivo; pericolo di esplosione di massa. H202 Esplosivo; grave pericolo di proiezione. H203

Dettagli

SCHEDA DI SICUREZZA. Sezione I - Identificazione del Prodotto e del Produttore. Sezione II - Composizione/Informazione sugli ingredienti

SCHEDA DI SICUREZZA. Sezione I - Identificazione del Prodotto e del Produttore. Sezione II - Composizione/Informazione sugli ingredienti Kerr Italia SpA Nome Commerciale del Prodotto: Mirror 3 Adhesive (V.P.S.) SCHEDA DI SICUREZZA ai sensi della Direttiva Comunitaria 91/155 Sezione I - Identificazione del Prodotto e del Produttore Data

Dettagli

Gestione del Rischio Chimico nei laboratori di ricerca e di didattica

Gestione del Rischio Chimico nei laboratori di ricerca e di didattica Gestione del Rischio Chimico nei laboratori di ricerca e di didattica Definizioni Danno: alterazione transitoria o permanente dell organismo umano o/e delle sue funzioni Danno biologico: infortunio o malattia

Dettagli

SCHEDA DI DATI DI SICUREZZA

SCHEDA DI DATI DI SICUREZZA SEZIONE 1 IDENTIFICAZIONE DEL PRODOTTO Denominazione commerciale: SINONIMI: Abrasivo all'ossido di alluminio Pietra abrasiva, alluminio legato, pietra all ossido di alluminio, pietra per affilare, pietra

Dettagli

Gli Agenti Cancerogeni del Titolo IX Capo II-D.Lgs.81/08 e la nostra esperienza sul territorio di Piacenza

Gli Agenti Cancerogeni del Titolo IX Capo II-D.Lgs.81/08 e la nostra esperienza sul territorio di Piacenza U.O.Prevenzione Sicurezza Ambienti di Lavoro Gli Agenti Cancerogeni del Titolo IX Capo II-D.Lgs.81/08 e la nostra esperienza sul territorio di Piacenza Piacenza, 10 Febbraio 2012 A cura di Anna Bosi Titolo

Dettagli

Agenti chimici Agenti fisici Agenti biologici

Agenti chimici Agenti fisici Agenti biologici INQUINAMENTO INDOOR Nell ambito delle nostre case siamo di frequente soggetti ad inquinanti di diversa natura. Ci capita spesso di avere i problemi più svariati e non sapere da dove possano derivarci.

Dettagli

1. IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/PREPARATO E DELLA SOCIETÀ/IMPRESA. Lisozima (proteina enzima).

1. IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/PREPARATO E DELLA SOCIETÀ/IMPRESA. Lisozima (proteina enzima). Oenozym Lyso 1. IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/PREPARATO E DELLA SOCIETÀ/IMPRESA Nome prodotto: Oenozym Lyso Sinonimi: Lisozima (proteina enzima). Sostanza/preparazione: Preparazione enzimatica in polvere

Dettagli

52&.:22/,7$/,$6S$ SCHEDA DATI DI SICUREZZA (Aggiornamento del 3 Gennaio 2002)

52&.:22/,7$/,$6S$ SCHEDA DATI DI SICUREZZA (Aggiornamento del 3 Gennaio 2002) SCHEDA DATI DI SICUREZZA (Aggiornamento del 3 Gennaio 2002) 1) IDENTIFICAZIONE DEL PRODOTTO E DELLA SOCIETA' Nome del prodotto : Produttore : Tipo di utilizzazione : Lana di roccia ROCKWOOL ITALIA SpA

Dettagli

MIRADOR Ditta: SCAM S.r.l. Strada Bellaria, 164 41010 - S.MARIA MUGNANO - MODENA (Tel. 059/586511 - Fax 059/460133)

MIRADOR Ditta: SCAM S.r.l. Strada Bellaria, 164 41010 - S.MARIA MUGNANO - MODENA (Tel. 059/586511 - Fax 059/460133) S C A M S.r.l. Pag. 1 di 5 SCHEDA DI SICUREZZA 1. Denominazione della sostanza/preparato e della Ditta (Registr. n. 11624 del 11/03/2003) MIRADOR Ditta: SCAM S.r.l. Strada Bellaria, 164 41010 - S.MARIA

Dettagli

PROCEDURA DI SICUREZZA UTILIZZO DELLA FOTOCOPIATRICE

PROCEDURA DI SICUREZZA UTILIZZO DELLA FOTOCOPIATRICE SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE DAI RISCHI Pagina 1 di 6 PROCEDURA DI SICUREZZA 1. UTILIZZO DELLA FOTOCOPIATRICE 2. Revisione numero Data emissione e/o ultima modifica Approvata da Emessa da S.P.P.R.

Dettagli

L approccio preventivo nella BPCO

L approccio preventivo nella BPCO IV Giornata Mondiale BPCO Prevenzione e Controllo della BPCO Roma 16 novembre 2005 L approccio preventivo nella BPCO Annamaria de Martino Ministero della Salute Direzione Generale Prevenzione Sanitaria

Dettagli

Informazioni generali sul tema protezione respiratoria

Informazioni generali sul tema protezione respiratoria Informazioni generali sul tema protezione respiratoria Si intende per Dispositivi di Protezione Individuale, definizione spesso surrogata dall acronimo DPI, qualsiasi attrezzatura destinata ad essere indossata

Dettagli

SISTEMI INNOVATIVI PER IL RECUPERO E LA DISTRIBUZIONE DEL CALORE

SISTEMI INNOVATIVI PER IL RECUPERO E LA DISTRIBUZIONE DEL CALORE SISTEMI INNOVATIVI PER IL RECUPERO E LA DISTRIBUZIONE DEL CALORE TRASFORMA IL TUO CAMINO O LA TUA STUFA IN UN VERO IMPIANTO DI RISCALDAMENTO CALORE E BENESSERE IL PROBLEMA: Con i tradizionali camini o

Dettagli

Scuola: I.I.S. Giulio MANUALE DI AUTOCONTROLLO AZIENDALE N 14. UTILIZZO APPARECCHIATURE DA UFFICIO Pag. 1/5 Preparato da: Ing.

Scuola: I.I.S. Giulio MANUALE DI AUTOCONTROLLO AZIENDALE N 14. UTILIZZO APPARECCHIATURE DA UFFICIO Pag. 1/5 Preparato da: Ing. UTILIZZO APPARECCHIATURE DA UFFICIO Pag. 1/5 APPARECCHIATURE E MACCHINARI DA UFFICIO INDICE 1. SCOPO 2. CAMPO DI APPLICAZIONE 3. ASPETTI GENERALI 4. MISURE PREVENTIVE DA ADOTTARE 5. SCHEDE INFORMATIVE

Dettagli

IL PARTICOLATO ATMOSFERICO

IL PARTICOLATO ATMOSFERICO IL PARTICOLATO ATMOSFERICO Il particolato atmosferico Definito anche aerosol o genericamente polveri Costituito da particelle solide o liquide in sospensione che provengono: da processi naturali e da processi

Dettagli

SALE OPERATORIE. Roberto Bruschi

SALE OPERATORIE. Roberto Bruschi SALE OPERATORIE Roberto Bruschi UNI EN 13795-1 GIUGNO 2004 Teli chirurgici, camici e tute per blocchi operatori, utilizzati come dispositivi medici, per pazienti, personale clinico e attrezzature Requisiti

Dettagli

Fabbrica di Aria Pura. Le uniche Cappe che Sanificano l aria. Eurocucina 2012 - FTK Milano - Salone Internazionale del Mobile

Fabbrica di Aria Pura. Le uniche Cappe che Sanificano l aria. Eurocucina 2012 - FTK Milano - Salone Internazionale del Mobile Le uniche Cappe che Sanificano l aria Fabbrica di Aria Pura FALMEC PRESENTA FABBRICA DI ARIA PURA Tecnologia tutelata da brevetto Internazionale Un nuovo concetto di aria pura in cucina Oggi le condizioni

Dettagli

L AMBIENTE CONFINATO RISCHIO CHIMICO FISICO BIOLOGICO. A cura di: Carla Iacobelli

L AMBIENTE CONFINATO RISCHIO CHIMICO FISICO BIOLOGICO. A cura di: Carla Iacobelli L AMBIENTE CONFINATO RISCHIO CHIMICO FISICO BIOLOGICO A cura di: Carla Iacobelli 1 Gruppo di Lavoro: de Martino Annamaria Direzione Generale Prevenzione Sanitaria - Ministero della Salute Iacobelli Carla

Dettagli

Riduzione Odori e Grassi UV-SMELL-RK

Riduzione Odori e Grassi UV-SMELL-RK UV-SMELL-RK UV-SMELL-RK Apparecchio a raggi UV-C + Ozono + Tiox per l abbattimento dei cattivi odori e dei grassi nelle cappe aspiranti delle cucine. UV-SMELL-RK è un modulo emettitore che può essere equipaggiato

Dettagli

TIPOLOGIA DI CONDIZIONATORI

TIPOLOGIA DI CONDIZIONATORI TIPOLOGIA DI CONDIZIONATORI I condizionatori si dividono in due grandi famiglie quelli chiamati solo freddo e quelli detti a pompa di calore. La differenza sostanziale è che quelli a pompa di calore oltre

Dettagli

Paola Fermo. Dipartimento di Chimica Inorganica, Metallorganica e Analitica, Milano, Acquario Civico, 14 marzo 2012

Paola Fermo. Dipartimento di Chimica Inorganica, Metallorganica e Analitica, Milano, Acquario Civico, 14 marzo 2012 Paola Fermo Dipartimento di Chimica Inorganica, Metallorganica e Analitica, via Venezian 21, 20133, Milano, paola.fermo@unimi.it i it Milano, Acquario Civico, 14 marzo 2012 Gli inquinanti atmosferici

Dettagli

La Valutazione del Rischio da Polveri e Silice Libera Cristallina in Edilizia

La Valutazione del Rischio da Polveri e Silice Libera Cristallina in Edilizia La Valutazione del Rischio da Polveri e Silice Libera Cristallina in Edilizia Piacenza 30 Maggio 2007 A cura di Anna Bosi, Giorgio Passera e Claudio Arcari Dipartimento di Sanità Pubblica AUSL di Piacenza

Dettagli

1. IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/DEL PREPARATO E DELLA SOCIETÀ/ DELL'IMPRESA

1. IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/DEL PREPARATO E DELLA SOCIETÀ/ DELL'IMPRESA 1. IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/DEL PREPARATO E DELLA SOCIETÀ/ DELL'IMPRESA Nome commerciale Prod-Nr. 3014, 3015 Fornitore Settore che fornisce informazioni Informazioni d'emergenza Neogard AG Industriestrasse,

Dettagli

PROCEDURE PER GLI ADDETTI INTERNI ALLE PULIZIE PARTE PRIMA ELENCO DELLE SOSTANZE

PROCEDURE PER GLI ADDETTI INTERNI ALLE PULIZIE PARTE PRIMA ELENCO DELLE SOSTANZE PROCEDURE PER GLI ADDETTI INTERNI ALLE PULIZIE PARTE PRIMA ELENCO DELLE SOSTANZE Il D.S.G.A. dovrà produrre l Elenco delle Sostanze Utilizzate (prodotti per la pulizia, l igiene, ecc.). L originale del

Dettagli

Aria sana nei tunnel un diritto per tutti Informazioni tecniche per i lavoratori

Aria sana nei tunnel un diritto per tutti Informazioni tecniche per i lavoratori Aria sana nei tunnel un diritto per tutti Informazioni tecniche per i lavoratori Questa pubblicazione si rivolge a tutti coloro che sono impiegati nello scavo di tunnel. Su questo argomento è disponibile

Dettagli

Muffe in ambienti interni

Muffe in ambienti interni Newsletter n. 16-2009 Muffe in ambienti interni L aria che respiriamo può contenere, oltre ai pollini, altre particelle biologiche non visibili ad occhio nudo: si tratta di virus, batteri, alghe, spore

Dettagli

INQUINAMENTO ATMOSFERICO E MALATTIE RESPIRATORIE. N. Marcobruni U.O. Pneumologia, Spedali Civili di Brescia 24 Novembre 2007

INQUINAMENTO ATMOSFERICO E MALATTIE RESPIRATORIE. N. Marcobruni U.O. Pneumologia, Spedali Civili di Brescia 24 Novembre 2007 INQUINAMENTO ATMOSFERICO E MALATTIE RESPIRATORIE N. Marcobruni U.O. Pneumologia, Spedali Civili di Brescia 24 Novembre 2007 PRINCIPALI FONTI DI INQUINAMENTO traffico veicolare sistemi di produzione di

Dettagli

GESTIONE SCOLASTICA DEL VIRUS INFLUENZALE A/H1N1

GESTIONE SCOLASTICA DEL VIRUS INFLUENZALE A/H1N1 I.T.I. OMAR GESTIONE SCOLASTICA DEL VIRUS INFLUENZALE A/H1N1 Procedure igienico sanitarie OTTOBRE 2009 REVISIONE 01 SOMMARIO La sindrome influenzale da virus A/H1N1 3 Misure di prevenzione 3 Come lavare

Dettagli