IL SISTEMA ASSICURAZIONE QUALITA DI ATENEO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "IL SISTEMA ASSICURAZIONE QUALITA DI ATENEO"

Transcript

1 IL SISTEMA ASSICURAZIONE QUALITA DI ATENEO Dott.ssa Lucia Romagnoli Ancona, 15 luglio 2015

2 maggio 2007 UNIVPM ottiene la certificazione del proprio Sistema di Gestione per la Qualità (SGQ) ai sensi della norma internazionale UNI EN ISO 9001: 2008

3 gennaio 2013 AVA Autovalutazione, Valutazione e Accreditamento del Sistema Universitario Italiano

4 Norma volontaria ogni Organizzazione decide liberamente se attenersi ad essa o meno Legge

5 CERTIFICAZIONE vs ACCREDITAMENTO CERTIFICAZIONE Norma ACCREDITAMENTO Legge Volontaria Obbligatorio Controllo terzo indipendente (Enti di certificazione) Controllo interno di sistema (Ministero/ANVUR)

6 ISO 9001:2008 vs AVA Oggetto del SGQ ISO 9001/2008: «Progettazione, erogazione e gestione dei corsi di studio e rilascio dei relativi titoli aventi valore legale delle Facoltà e dei Dipartimenti dell UNIVPM (e i servizi amministrativi di supporto)» Oggetto del sistema AVA: didattica e ricerca

7 Nuovo obiettivo Traslare il SGQ di Ateneo nel sistema AVA per valorizzare l esperienza fatta, le conoscenze acquisite e le buone prassi consolidate all interno dell Ateneo. Estendere tale approccio anche alla ricerca.

8 ISO 9001: 2008

9 LA FILOSOFIA DELLA NORMA ISO 9001: 2008 Scrivi quello che fai Fai quello che hai scritto Dimostra quello che hai fatto Pensa a come migliorarlo

10 APPROCCIO PER PROCESSI VANTAGGI Essere maggiormente vicino all Utente Superare la divisione verticale dell organizzazione Attraverso il loro monitoraggio favorisce il miglioramento continuo

11 IL CICLO PDCA A tutti i processi può essere applicata la metodologia conosciuta come "Plan-Do-Check-Act" (PDCA): Plan: stabilire gli obiettivi ed i processi necessari per fornire risultati in conformità ai requisiti dell utente e alle politiche dell'organizzazione. Do: attuare i processi. Check: monitorare e misurare i processi ed il servizio a fronte delle politiche, degli obiettivi e dei requisiti relativi al prodotto e riportarne i risultati. Act: intraprendere azioni per migliorare in continuo le prestazioni dei processi.

12 Il CICLO PDCA (o ruota di Deming) sintetizza le fasi che dovrebbero succedersi nell esecuzione di una qualsiasi attività. Ciclo PDCA PLAN = Pianificare DO = Fare CHECK = Controllare ACT = Consolidare ACT PLAN CHECK DO

13 Indice della Norma ISO 9001: Introduzione 1. Scopo e campo di applicazione 2. Riferimenti normativi 3. Termini e definizioni 4. Sistema di Gestione per la Qualità 5. Responsabilità della Direzione 6. Gestione delle Risorse 7. Realizzazione del prodotto 8. Misurazioni, analisi e miglioramento

14 4. SISTEMA DI GESTIONE PER LA QUALITÀ 4.1 REQUISITI GENERALI Stabilire, documentare attuare e tenere aggiornato il Sistema di Gestione per la Qualità (SGQ) e migliorarne l efficacia. Identificare e gestire i processi. 4.2 REQUISITI RELATIVI ALLA DOCUMENTAZIONE Predisporre la documentazione del SGQ (politica ed obiettivi, procedure, pianificazione e controllo processi, registrazioni). Preparare e tenere aggiornato il Manuale della Qualità. Tenere sotto i controllo i documenti richiesti dal SGQ. Predisporre e conservare le registrazioni del SGQ.

15 DOCUMENTAZIONE DELLA QUALITÀ Qualsiasi informazione scritta, illustrata o registrata che descriva le attività svolte, le procedure seguite, i risultati ottenuti.

16 DOCUMENTAZIONE DELLA QUALITÀ L'estensione della documentazione del Sistema di Gestione per la qualità può differire da un'organizzazione all'altra in funzione della: dimensione dell'organizzazione e del tipo di attività; complessità dei processi e delle loro interazioni; competenza del personale.

17 DOCUMENTI INTERNI ED ESTERNI I Documenti di un SGQ possono essere di origine: interna: documenti emessi dall Organizzazione stessa; esterna: leggi, norme, regolamenti e documenti che hanno impatto sulla qualità del servizio non direttamente emessi dall Organizzazione.

18 Documentazione del SGQ SGQ Manuale Schede Processo Istruzioni operative Registrazioni della qualità

19 MANUALE QUALITÀ Documento che fornisce informazioni di tipo generale che descrivono il funzionamento dell Organizzazione in relazione ai requisiti richiesti dalle Norme ISO.

20 SCHEDA PROCESSO Documento che precisa condizioni, modalità e responsabilità con cui si devono eseguire le attività che costituiscono un processo.

21 ISTRUZIONI OPERATIVE Documenti che forniscono dettagli di carattere operativo relativi ad una determinata attività.

22 REGISTRAZIONE Documento che riporta i risultati ottenuti o fornisce evidenza delle attività svolte.

23 Procedure espressamente richieste nella ISO 9001:2008 Gestione dei documenti (4.2.3) Gestione dei documenti di registrazione (4.2.4) Audit Interni (8.2.2) Gestione Non Conformità (8.3) Azioni correttive (8.5.2) Azioni preventive (8.5.3)

24 Registrazioni espressamente richieste nella ISO 9001:2008 Tenuta sotto controllo delle registrazioni (4.2.4) Riesame della Direzione (5.6.1) Registrazioni per le risorse umane (6.2.2) Pianificazione della realizzazione del prodotto (7.1) Riesame dei requisiti relativi al prodotto (7.2.2) Elementi in ingresso alla progettazione e sviluppo (7.3.2) Riesame della progettazione e sviluppo (7.3.4) Verifica della progettazione e sviluppo (7.3.5) Validazione della progettazione e sviluppo (7.3.6)

25 Registrazioni espressamente richieste nella ISO 9001:2008 Modifiche alla progettazione e sviluppo (7.3.7) Processo di approvvigionamento (7.4.1) Validazione dei processi di produzione e di erogazione del servizio (7.5.2) Identificazione e rintracciabilità (7.5.3) Proprietà del cliente (7.5.4) Tenuta sotto controllo delle apparecchiature di monitoraggio e valutazione (7.6) Audit interno (8.2.2) Monitoraggio e misurazione del prodotto (8.2.4) Tenuta sotto controllo del prodotto NC (8.3) Evidenze di conformità dei prodotti (8.4.2)

26 SISTEMA DOCUMENTALE UNIVPM Manuale Qualità di Ateneo Procedure Generali di Ateneo: PG01 Gestione dei documenti, dei dati e delle registrazioni PG02 Riesame PG03 Misurazioni, analisi e miglioramento

27 SISTEMA DOCUMENTALE UNIVPM 6 Schede Processo di Ateneo: SP01 Progettazione e sviluppo didattica SP02 Gestione Risorse Umane SP03 Erogazione del servizio formativo (una per ogni Area) SP04 Gestione Servizi alla Didattica SP05 Gestione Approvvigionamenti SP06 Gestione Risorse Materiali

28 SISTEMA DOCUMENTALE UNIVPM IO di Ateneo IO di Area Documenti di registrazione

29 MODALITÀ DI GESTIONE - Emissione L emissione di un documento passa attraverso tre fasi: Stesura Verifica Approvazione Stesura del documento effettuata solitamente dal personale interessato in collaborazione col RAQ di Dipartimento/Facoltà/Ateneo Controllo dei contenuti tecnico-scientifici e della conformità del documento rispetto ai requisiti della norma di riferimento e del SGQ Controllo della conformità del documento rispetto alla politica e agli obiettivi dell organizzazione (che autorizza la distribuzione del documento stesso)

30 MODALITÀ DI GESTIONE Identificazione Ogni documento è identificato dalle seguenti caratteristiche: titolo codice alfanumerico data di emissione

31 MODALITÀ DI GESTIONE Distribuzione I documenti approvati devono essere distribuiti al personale interessato. La distribuzione può avvenire tramite supporto cartaceo o elettronico. Deve essere conservata a cura del RAQ l evidenza dell avvenuta distribuzione.

32 MODALITÀ DI GESTIONE Modifica Ogni qualvolta si verificano modifiche all interno dell organizzazione, la documentazione del SGQ deve essere aggiornata. Le modifiche di un documento seguono le stesse fasi previste per l emissione iniziale.

33 TENERE SOTTO CONTROLLO I DOCUMENTI DEL SGQ Si possono utilizzare appositi elenchi che contengono titolo, codice, n. di revisione, supporto, ecc. dei documenti: Elenco generale dei documenti Elenco delle registrazioni Elenco dei documenti esterni

34 Indice della Norma ISO 9001: Introduzione 1. Scopo e campo di applicazione 2. Riferimenti normativi 3. Termini e definizioni 4. Sistema di Gestione per la Qualità 5. Responsabilità della Direzione 6. Gestione delle Risorse 7. Realizzazione del prodotto 8. Misurazioni, analisi e miglioramento

35 5. RESPONSABILITÀ DELLA DIREZIONE 5.1 IMPEGNO DELLA DIREZIONE Dare evidenza dell impegno della Direzione nello sviluppo, nella messa in atto e nel miglioramento del SGQ. 5.2 ATTENZIONE FOCALIZZATA AL CLIENTE 5.3 POLITICA PER LA QUALITÀ Assicurare che la Politica per la qualità contenga obiettivi ed impegni per la qualità, sia coerente con gli obiettivi aziendali e con esigenze / aspettative dei clienti, sia compresa ed attuata a tutti i livelli dell organizzazione. (Segue)

36 5.4 PIANIFICAZIONE 5.5 RESPONSABILITÀ, AUTORITÀ E COMUNICAZIONE Assicurare che responsabilità e autorità siano definite e rese note, designare un rappresentante della direzione, assicurare l attivazione di processi di comunicazione. 5.6 RIESAME DA PARTE DELLA DIREZIONE Riesaminare il SGQ ad intervalli prestabiliti (elementi in ingresso, elementi in uscita, registrazioni).

37 CHI E LA DIREZIONE? RETTORE SA e CdA PRESIDI di FACOLTA DIRETTORI di DIPARTIMENTO PRESIDENTI di CdS (Segue)

38 OBIETTIVI STRATEGICI e POLITICA PER LA QUALITA DI ATENEO PER LA DIDATTICA OBIETTIVI DI AREA NELLA PROGETTAZIONE DELL OFFERTA FORMATIVA OBIETTIVI FORMATIVI DEL CdS (Segue)

39 RIESAME Autovalutazione periodica sullo stato di raggiungimento degli obiettivi stabiliti dalla Direzione (Segue)

40 RAPPORTO ANNUALE DI RIESAME DI CdS RELAZIONE ANNUALE SULLO STATO DEL SGQ DI AREA RIESAME DELLA DIREZIONE DI ATENEO

41 RAPPORTO CICLICO DI RIESAME DI CdS CONFERMA PROGETTO FORMATIVO O RIPROGETTAZIONE/NUOVA PROGETTAZIONE

42 RIESAME DELLA DIREZIONE DI ATENEO La Direzione deve riesaminare ad intervalli pianificati il SGQ dell'organizzazione, per assicurarne la continua idoneità, l adeguatezza e l efficacia. Elementi in ingresso: a) risultati degli audit; b) informazioni di ritorno del cliente; c) prestazioni del processo e conformità del prodotto; d) stato delle azioni preventive e correttive; e) azioni derivanti da precedenti riesami di direzione; f) modifiche che potrebbero avere effetti sul SGQ; g) raccomandazioni per il miglioramento.

43 RIESAME DELLA DIREZIONE DI ATENEO Elementi in uscita: Gli elementi in uscita dal riesame di direzione devono comprendere ogni decisione ed azione relative: a) al miglioramento dell'efficacia del SGQ e dei relativi processi; b) al miglioramento del prodotto in relazione ai requisiti del cliente; c) alle esigenze di risorse.

44 Indice della Norma ISO 9001: Introduzione 1. Scopo e campo di applicazione 2. Riferimenti normativi 3. Termini e definizioni 4. Sistema di Gestione per la Qualità 5. Responsabilità della Direzione 6. Gestione delle Risorse 7. Realizzazione del prodotto 8. Misurazioni, analisi e miglioramento

45 6. GESTIONE DELLE RISORSE 6.1 MESSA A DISPOSIZIONE DELLE RISORSE 6.2 RISORSE UMANE Definire la competenza, assicurare la consapevolezza e fornire addestramento. 6.3 INFRASTRUTTURE 6.4 AMBIENTE DI LAVORO

46 Organigramma della Qualità di Ateneo Rettore Delegato del Rettore per la Qualità (Responsabile PQA e Rappresentante della Direzione per la Qualità di Ateneo) Responsabile Assicurazione Qualità di Area (componente del PQA) Responsabile Assicurazione Qualità di Dipartimento per la Didattica e/o per la Ricerca Referente Qualità di CdS (componente del Gruppo di Riesame)

47 Compiti e Responsabilità IO.00 Assicurazione Qualità della Formazione

48 Indice della Norma ISO 9001: Introduzione 1. Scopo e campo di applicazione 2. Riferimenti normativi 3. Termini e definizioni 4. Sistema di Gestione per la Qualità 5. Responsabilità della Direzione 6. Gestione delle Risorse 7. Realizzazione del prodotto 8. Misurazioni, analisi e miglioramento

49 7. REALIZZAZIONE DEL PRODOTTO 7.1 PIANIFICAZIONE DELLA REALIZZAZIONE DEL PRODOTTO Pianificare e sviluppare i processi richiesti per la realizzazione del prodotto in maniera coerente con i requisiti degli altri processi del SGQ. 7.2 PROCESSI RELATIVI AL CLIENTE Determinare i requisiti relativi al prodotto. Riesaminare i requisiti relativi al prodotto prima di impegnarsi a fornire un prodotto. Stabilire ed attivare modalità di comunicazione con il cliente.

50 7. REALIZZAZIONE DEL PRODOTTO 7.3 PROGETTAZIONE E SVILUPPO Pianificare e tenere sotto controllo la progettazione e sviluppo del prodotto. Definire gli elementi in ingresso alla progettazione e sviluppo, riguardanti i requisiti del prodotto. Fornire elementi in uscita in modo tale da poterli verificare a fronte degli elementi in ingresso. Effettuare riesami sistematici della progettazione e dello sviluppo. Effettuare verifiche di compatibilità tra elementi in uscita ed elementi in ingresso. Effettuare la validazione della progettazione e dello sviluppo per la soddisfazione dei requisiti. Identificare e tenere sotto controllo le modifiche della progettazione e dello sviluppo.

51 7. REALIZZAZIONE DEL PRODOTTO 7.4 APPROVVIGIONAMENTO Assicurare che i prodotti approvvigionati siano conformi ai requisiti specificati. Assicurare che le informazioni per l approvvigionamento descrivano i prodotti da acquistare. Verificare che i prodotti approvvigionati ottemperino ai requisiti specificati per l approvvigionamento. 7.5 PRODUZIONE ED EROGAZIONE DEI SERVIZI Pianificare e svolgere le attività di produzione e di erogazione di servizi in condizioni controllate. Validare i processi di produzione e di erogazione dei servizi...

52 7. REALIZZAZIONE DEL PRODOTTO 7.5 PRODUZIONE ED EROGAZIONE DEI SERVIZI.. Identificare e rintracciare i prodotti con mezzi adeguati lungo tutte le fasi per la realizzazione del prodotto. Avere cura delle proprietà del cliente che sono sotto il controllo o vengono utilizzate dall organizzazione. Mantenere inalterata la conformità dei prodotti durante le lavorazioni interne e fino alla consegna. 7.6 TENUTA SOTTO CONTROLLO DEI DISPOSITIVI DI MONITORAGGIO E DI MISURAZIONE

53 La mappatura dei processi del sistema di AQ di Ateneo SP01 Progettazione e sviluppo didattica SP02 Gestione Risorse Umane SP03 Erogazione del servizio formativo (una per ogni Area) SP04 Gestione Servizi alla Didattica SP05 Gestione Approvvigionamenti SP06 Gestione Risorse Materiali

54 SP01 Progettazione e sviluppo didattica Pianificazione del processo Tabella della progettazione (T01IO01.01) Registrazioni Verbali degli organi di governo di approvazione dell offerta formativa (SA-CdA-CdF-CdD) Verbali dei Consigli di Corso di Studio (attività di coordinamento) Scheda SUA-CdS Verbali consultazioni Parere del NdV Parere della Commissione paritetica ecc.

55 SP03 Erogazione del Servizio Formativo Pianificazione del processo Registrazioni Calendario didattico Orario delle lezioni Regolamento di Tirocinio Programmi di insegnamento ecc. Registro attività didattica Verbali esami Libretti di tirocinio Lista di distribuzione DPI ecc.

56 Indice della Norma ISO 9001: Introduzione 1. Scopo e campo di applicazione 2. Riferimenti normativi 3. Termini e definizioni 4. Sistema di Gestione per la Qualità 5. Responsabilità della Direzione 6. Gestione delle Risorse 7. Realizzazione del prodotto 8. Misurazioni, analisi e miglioramento

57 8. MISURAZIONI, ANALISI E MIGLIORAMENTO 8.1 GENERALITÀ Pianificare ed attuare i processi di monitoraggio, misurazione, analisi e miglioramento. 8.2 MONITORAGGI E MISURAZIONI Monitorare le informazioni relative alla soddisfazione del cliente. Pianificare ed effettuare audit interni. Adottare adeguati metodi per monitorare e misurare i processi del SGQ. Monitorare e misurare le caratteristiche dei prodotti per verificare la soddisfazione dei requisiti. (Segue)

58 8.3 TENUTA SOTTO CONTROLLO DEI PRODOTTI NON CONFORMI Assicurare che i prodotti non conformi ai requisiti siano identificati e tenuti sotto controllo per evitarne l utilizzo o la consegna. 8.4 ANALISI DEI DATI Individuare, raccogliere ed analizzare i dati appropriati per valutare e migliorare adeguatezza ed efficacia del SGQ. 8.5 MIGLIORAMENTO Migliorare con continuità l efficacia del SGQ. Attuare azioni correttive per eliminare le cause delle non conformità. Individuare le azioni per eliminare le cause delle non conformità potenziali.

59 MONITORAGGI E MISURAZIONE: PROCESSI I processi del Sistema di Gestione per la Qualità devono essere monitorati per verificarne l efficacia. L efficacia di un processo può essere valutata in modo sintetico attraverso la definizione di uno o più indicatori. Qualora i risultati attesi dal processo non siano ottenuti, devono essere intraprese azioni appropriate.

60 INDICATORI di ATENEO Carriera dello studente (AVA-ISO) Profilo dei laureati (Almalaurea) Condizione occupazionale (Almalaurea)

61 MONITORAGGI E MISURAZIONE: SODDISFAZIONE DELL UTENTE L organizzazione deve monitorare il grado di soddisfazione del Cliente relativamente ai prodotti/servizi erogati. QUESTIONARIO DI VALUTAZIONE DELLA DIDATTICA QUESTIONARIO DI VALUTAZIONE DEI TIROCINI QUESTIONARIO DOCENTI

62 NON CONFORMITÀ (NC) Il mancato soddisfacimento di quanto descritto nel Sistema di Gestione della Qualità

63 NON CONFORMITÀ (NC) L organizzazione deve: rilevare le NC registrare le NC effettuare il trattamento delle NC verificare l esito del trattamento monitorare la frequenza delle NC

64 MIGLIORAMENTO Azione Preventiva: Azione per eliminare la causa di una non conformità potenziale o di altre situazioni potenziali indesiderabili. Azione Correttiva: Azione per eliminare la causa di una non conformità rilevata, o di altre situazioni indesiderabili rilevate.

65 MONITORAGGI E MISURAZIONE: AUDIT INTERNO L organizzazione deve condurre ad intervalli pianificati audit interni per determinare se il SGQ è: conforme alla norma ISO 9001: 2008; efficacemente attuato e aggiornato. L organizzazione deve predisporre un programma di audit. L auditor designato deve essere esterno al processo sottoposto ad audit. Devono essere mantenute registrazioni degli audit e dei loro risultati.

66 Grazie per l attenzione

P03 - GESTIONE DEGLI AUDIT INTERNI DEGLI AUDIT INTERNI DATA DI APPROVAZIONE REVISIONE. 00 Emissione del documento

P03 - GESTIONE DEGLI AUDIT INTERNI DEGLI AUDIT INTERNI DATA DI APPROVAZIONE REVISIONE. 00 Emissione del documento Pagina 1 di 6 PROCEDURA DI GESTIONE DEGLI AUDIT INTERNI (APPROVATA DAL PQA) REDAZIONE VERIFICA APPROVAZIONE INDICE DI CAPITOLO/PARAGRAFO DATA DI APPROVAZIONE MOTIVO DELLA REVISIONE REVISIONE MODIFICATO

Dettagli

IL SISTEMA ASSICURAZIONE QUALITA DI ATENEO. Dott.ssa Lucia Romagnoli

IL SISTEMA ASSICURAZIONE QUALITA DI ATENEO. Dott.ssa Lucia Romagnoli IL SISTEMA ASSICURAZIONE QUALITA DI ATENEO Dott.ssa Lucia Romagnoli Macerata, 16 luglio 2014 AGENDA 1. Aggiornamento sul sistema di qualità di Ateneo 2. Individuazione e condivisione delle criticità emerse

Dettagli

LA NORMA UNI EN ISO 9001: 2000 E LA CERTIFICAZIONE. C-La Norma UNI EN ISO 9001: 2000 e la certificazione 1

LA NORMA UNI EN ISO 9001: 2000 E LA CERTIFICAZIONE. C-La Norma UNI EN ISO 9001: 2000 e la certificazione 1 LA NORMA UNI EN ISO 9001: 2000 E LA CERTIFICAZIONE C-La Norma UNI EN ISO 9001: 2000 e la certificazione 1 LE NORME SERIE ISO 9000 Guidare e condurre con successo un'organizzazione richiede che questa sia

Dettagli

UNI EN ISO 9001:2008 Sistemi di Gestione per la Qualità: requisiti e guida per l uso

UNI EN ISO 9001:2008 Sistemi di Gestione per la Qualità: requisiti e guida per l uso SORVEGLIANZA E CERTIFICAZIONI UNI EN ISO 9001:2008 Sistemi di Gestione per la Qualità: requisiti e guida per l uso Pagina 1 di 10 INTRODUZIONE La Norma UNI EN ISO 9001:2008 fa parte delle norme Internazionali

Dettagli

PROCESSO AVA-ANVUR Autovalutazione, Valutazione e Accreditamento. Claudia Moscheni

PROCESSO AVA-ANVUR Autovalutazione, Valutazione e Accreditamento. Claudia Moscheni PROCESSO AVA-ANVUR Autovalutazione, Valutazione e Accreditamento Claudia Moscheni AGENZIA NAZIONALE DI VALUTAZIONE DEL SISTEMA UNIVERSITARIO E DELLA RICERCA (ANVUR) Legge 24 Novembre 2006, n. 286 Art.

Dettagli

Il sistema di Assicurazione della Qualità nell'università degli Studi del Molise e la sua organizzazione a livello nazionale

Il sistema di Assicurazione della Qualità nell'università degli Studi del Molise e la sua organizzazione a livello nazionale Presidio della Qualità di Ateneo 18 giugno 2014 Il sistema di Assicurazione della Qualità nell'università degli Studi del Molise e la sua organizzazione a livello nazionale Bruno Moncharmont + Il concetto

Dettagli

ALLEGATO TECNICO PER L ACCREDITAMENTO DEGLI ORGANISMI DI FORMAZIONE CERTIFICATI

ALLEGATO TECNICO PER L ACCREDITAMENTO DEGLI ORGANISMI DI FORMAZIONE CERTIFICATI Allegato 4 ALLEGATO TECNICO PER L ACCREDITAMENTO DEGLI ORGANISMI DI FORMAZIONE CERTIFICATI Il presente Allegato tecnico, rivolto a tutti gli Enti di formazione già certificati secondo la norma internazionale

Dettagli

I Nuclei di Valutazione e i Presidî Qualità a un anno dall attivazione del Sistema AVA. I Presidî Qualità e la sfida dell'assicurazione Qualità

I Nuclei di Valutazione e i Presidî Qualità a un anno dall attivazione del Sistema AVA. I Presidî Qualità e la sfida dell'assicurazione Qualità I Nuclei di Valutazione e i Presidî Qualità a un anno dall attivazione del Sistema AVA I Presidî Qualità e la sfida dell'assicurazione Qualità MASSIMO TRONCI - CONPAQ 29 GENNAIO 2014 Questa Presentazione

Dettagli

AZIENDA SANITARIA LOCALE TO1 - SC MEDICINA LEGALE - OBITORIO CIVICO

AZIENDA SANITARIA LOCALE TO1 - SC MEDICINA LEGALE - OBITORIO CIVICO AZIENDA SANITARIA LOCALE TO1 - SC MEDICINA LEGALE - OBITORIO CIVICO PROCEDURA PR02 - Audit Interni Edizione 1 Approvata dal Direttore della SC Medicina Legale Emessa dal Referente Aziendale per la Qualità

Dettagli

Il Progetto Qualità sui corsi di studio a UNIFE: verso il sistema di assicurazione della qualità AVA

Il Progetto Qualità sui corsi di studio a UNIFE: verso il sistema di assicurazione della qualità AVA Il Progetto Qualità sui corsi di studio a UNIFE: verso il sistema di assicurazione della qualità AVA Università degli Studi della Basilicata 12 febbraio 2013 Maja Feldt Responsabile Ripartizione Management

Dettagli

Sistema di gestione UNI EN ISO 9001. C.so Garibaldi, n. 56-00195 Roma (RM) Tel. 0612345678 - Fax. 061234567 DEMO PROCEDURE WINPLE

Sistema di gestione UNI EN ISO 9001. C.so Garibaldi, n. 56-00195 Roma (RM) Tel. 0612345678 - Fax. 061234567 DEMO PROCEDURE WINPLE Sistema di gestione UNI EN ISO 9001 MANUALE DI QUALITÀ INTRODUZIONE MAN-00 Organizzazione AZIENDA s.p.a. C.so Garibaldi, n. 56-00195 Roma (RM) Tel. 0612345678 - Fax. 061234567 Web : www.nomeazienda.it

Dettagli

SISTEMI DI GESTIONE DELLA SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO

SISTEMI DI GESTIONE DELLA SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO Liceo Scientifico Galileo Galilei -Trento - SISTEMI DI GESTIONE DELLA SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO BS OHSAS 18001:2007 Maggio 2012 Maurizio Adami 1 Popolazione scolastica anno scolastico 2011/12 Docenti

Dettagli

Linee guida per l assicurazione della qualità della ricerca di dipartimento

Linee guida per l assicurazione della qualità della ricerca di dipartimento Presidio di Qualità Linee guida per l assicurazione della qualità della ricerca di dipartimento INDICE 1 Obiettivo 2 Termini e definizioni 3 Acronimi 4 Riferimenti normativi 5 Politica della qualità di

Dettagli

Commissione Didattica Paritetica Linee guida per la Relazione Annuale

Commissione Didattica Paritetica Linee guida per la Relazione Annuale Commissione Didattica Paritetica Linee guida per la Relazione Annuale 12 ottobre 2015 1 QUALITA 2 IL PROCESSO AVA DELLA DIDATTICA.. Un circolo virtuoso Programmazione 2 Valutazione Monitoraggio Corso di

Dettagli

PROCEDURA PR03 - Documentazione e Registrazioni del SGQ

PROCEDURA PR03 - Documentazione e Registrazioni del SGQ AZIENDA SANITARIA LOCALE TO1 - SC MEDICINA LEGALE TO1 - OBITORIO CIVICO PROCEDURA PR03 - Documentazione e Registrazioni del SGQ Edizione 2 Approvata dal Direttore della SC Medicina Legale Emessa dal Referente

Dettagli

La gestione dell Assicurazione di Qualità del Corso di Studi è articolata nelle seguenti quattro fasi: Nucleo di Valutazione Interna (NVA)

La gestione dell Assicurazione di Qualità del Corso di Studi è articolata nelle seguenti quattro fasi: Nucleo di Valutazione Interna (NVA) La gestione dell Assicurazione di Qualità del Corso di Studi è articolata nelle seguenti quattro fasi: 1) Plan (progettazione) per la verifica o la valutazione Riesame Parere sul Riesame del Senato Accademico

Dettagli

Le Verifiche Ispettive nei Sistemi Qualità ISO:2000

Le Verifiche Ispettive nei Sistemi Qualità ISO:2000 L attività del Laboratorio Analisi è certificata a norma ISO 9001:2000 Le Verifiche Ispettive nei Sistemi Qualità ISO:2000 A cura del dott. Luciano Ciccarone (durata 1 ora) PARTE PRIMA (37 dia) OSPEDALE

Dettagli

Palermo, 9 (I edizione) e 15 (II edizione) dicembre 2014

Palermo, 9 (I edizione) e 15 (II edizione) dicembre 2014 Palermo, 9 (I edizione) e 15 (II edizione) dicembre 2014 L ACCREDITAMENTO PERIODICO DELLA SEDE E DEI CORSI DI STUDIO E LA GESTIONE DELL ASSICURAZIONE DELLA QUALITÀ NELL ATENEO DI PALERMO/L ATTIVITA DI

Dettagli

Modello di AQ. Presidio per l Assicurazione della Qualità di Ateneo

Modello di AQ. Presidio per l Assicurazione della Qualità di Ateneo Modello di AQ Presidio per l Assicurazione della Qualità di Ateneo Composizione del Presidio per l Assicurazione della Qualità di Ateneo (triennio 2012/13 2013/14 2014/15) Prof.ssa Laura Calafà (Presidente)

Dettagli

Coordinamento fra le funzioni del Nucleo di Valutazione e del Presidio di Qualità dell Ateneo di Palermo nell ambito del sistema AVA

Coordinamento fra le funzioni del Nucleo di Valutazione e del Presidio di Qualità dell Ateneo di Palermo nell ambito del sistema AVA Coordinamento fra le funzioni del Nucleo di Valutazione e del Presidio di Qualità dell Ateneo di Palermo nell ambito del sistema AVA DOC3/14 Palermo, 7 Luglio 2014 1 1. PREMESSE Prima della definizione

Dettagli

Linee Guida per l Assicurazione della Qualità nella Ricerca

Linee Guida per l Assicurazione della Qualità nella Ricerca Linee Guida per l Assicurazione della Qualità nella Ricerca Rev. 1 del 27 gennaio 2015 1 INDICE 1 SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE 2 RIFERIMENTI NORMATIVI 3 TERMINI E DEFINIZIONI 4 ACRONIMI 5 ASSICURAZIONE

Dettagli

norma ISO 9001 e la norma UNI 11034: il modello CADIAI

norma ISO 9001 e la norma UNI 11034: il modello CADIAI Sistema gestione qualità secondo la norma ISO 9001 e la norma UNI 11034: il modello CADIAI ISO 9001: significato della certificazione Certificare il Sistema di Gestione per la Qualità secondo la norma

Dettagli

Relazione Il Sistema di Gestione Qualità nella formazione: esposizione di un caso reale

Relazione Il Sistema di Gestione Qualità nella formazione: esposizione di un caso reale VERONICA PETITT Matricola 710766 Iscritta al 2 anno 2008/09 Relazione Il Sistema di Gestione Qualità nella formazione: esposizione di un caso reale Esame di: Psicologia della formazione e dell orientamento

Dettagli

CHECK LIST - ISO 9001:2008

CHECK LIST - ISO 9001:2008 ENTE DI CERTIFICAZIONE DI QUALITÀ S.O.I. S.r.l. con socio unico V.I. del 4. SISTEMA DI GESTIONE PER LA QUALITÀ 4.1 REQUISITI GENERALI L'Organizzazione ha stabilito, documentato, attuato e tiene aggiornato

Dettagli

LINEA GUIDA PER L APPLICAZIONE ALLE ATTIVITA SVOLTE DA UNO STUDIO TECNICO PER GEOMETRI

LINEA GUIDA PER L APPLICAZIONE ALLE ATTIVITA SVOLTE DA UNO STUDIO TECNICO PER GEOMETRI COLLEGIO DEI GEOMETRI DELLA PROVINCIA DI FORLI -CESENA MANUALE DI GESTIONE PER LA QUALITÀ LINEA GUIDA PER L APPLICAZIONE ALLE ATTIVITA SVOLTE DA UNO STUDIO TECNICO PER GEOMETRI Il presente Manuale è stato

Dettagli

GUIDA SULL'APPROCCIO PER PROCESSI DEI SISTEMI DI GESTIONE PER LA QUALITÀ

GUIDA SULL'APPROCCIO PER PROCESSI DEI SISTEMI DI GESTIONE PER LA QUALITÀ GUIDA SULL'APPROCCIO PER PROCESSI DEI SISTEMI DI GESTIONE PER LA QUALITÀ 1) Introduzione Questo documento guida vuol aiutare gli utilizzatori delle norme serie ISO 9000:2000 a comprendere i concetti e

Dettagli

Sezione 4 Requisiti Gestionali

Sezione 4 Requisiti Gestionali INDICE Sezione 4 Requisiti Gestionali 4.1 Organizzazione... 2 4.1.1 Organigramma funzionale... 3 4.1.2 Quadro Mansioni e Competenze... 4 4.2 Sistema di Gestione Qualità... 6 4.2.1 Gestione della Politica

Dettagli

Breve guida alla conoscenza dei principi del Sistema Gestione Qualità e della norma UNI EN ISO 9001:2008

Breve guida alla conoscenza dei principi del Sistema Gestione Qualità e della norma UNI EN ISO 9001:2008 ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE+ J. NIZZOLA TREZZO SULL ADDA Breve guida alla conoscenza dei principi del Sistema Gestione Qualità e della norma UNI EN ISO 9001:2008 REDAZIONE VERIFICA APPROVAZIONE EMISSIONE

Dettagli

Azione su un prodotto-servizio NC, per renderlo conforme ai requisiti

Azione su un prodotto-servizio NC, per renderlo conforme ai requisiti Partipilo dr. Valerio ODONTOIATRIA E SISTEMA QUALITA Data: 14-07-09 Pag. 4 di 5 Prodotto (Uni en iso Prodotto di proprietà dei cliente (documentazione della) (uni 10722-3:1999) (modifica della) (uni en

Dettagli

Gli elementi critici del sistema AQ di Ateneo www.anvur.org

Gli elementi critici del sistema AQ di Ateneo www.anvur.org Gli elementi critici del sistema AQ di Ateneo www.anvur.org Giunio Luzzatto CARED-Università di Genova Università di Bari 9.11.2012 Assicurazione della Qualità di Ateneo Premessa Il sistema di Assicurazione

Dettagli

"L'APPROCCIO PER PROCESSI": UNA DELLE PRINCIPALI INNOVAZIONI DELLA NORMA

L'APPROCCIO PER PROCESSI: UNA DELLE PRINCIPALI INNOVAZIONI DELLA NORMA Vision 2000 I SUPPORTI DELL'ISO PER L'ATTUAZIONE DELLA NUOVA ISO 9001:2000 "L'APPROCCIO PER PROCESSI": UNA DELLE PRINCIPALI INNOVAZIONI DELLA NORMA I significati di questa impostazione e un aiuto per la

Dettagli

NSQ / il Software di Qualità

NSQ / il Software di Qualità La soluzione informatica per la costruzione di un Sistema Qualità Norme di riferimento: UNI EN ISO 9000:2005 Sistema di gestione per la qualità - Fondamenti e vocabolario UNI EN ISO 9001:2008 Sistema di

Dettagli

Formazione Esperti Disciplinari per la valutazione dei Corsi di Studio Valutazione della Qualità dei CdS-AQ 5 (nelle visite per l accreditamento periodico) Vincenzo Tucci Roma, 2-3 luglio 2015 Qualità

Dettagli

CORSO PRATICO SULL INTERPRETAZIONE E L APPLICAZIONE DELLA NORMA UNI EN ISO 9001:2008. Firenze, 3 Ottobre 2012 Maria Valeria Pennisi

CORSO PRATICO SULL INTERPRETAZIONE E L APPLICAZIONE DELLA NORMA UNI EN ISO 9001:2008. Firenze, 3 Ottobre 2012 Maria Valeria Pennisi CORSO PRATICO SULL INTERPRETAZIONE E L APPLICAZIONE DELLA NORMA UNI EN ISO 9001:2008 Firenze, 3 Ottobre 2012 Maria Valeria Pennisi 1 Qualità: concetti e definizioni Definizione di qualità Grado in cui

Dettagli

MANUALE DI GESTIONE AMBIENTALE COMUNE DI OFFIDA

MANUALE DI GESTIONE AMBIENTALE COMUNE DI OFFIDA NOR DI RIFERIMENTO UNI EN ISO 14001:2004 Pagina 1 di 14 NUALE DI GESTIONE COMUNE DI OFFIDA COPIA CONTROLLATA N 01 COPIA NON CONTROLLATA Rev Data Descrizione Rif. Paragr. Rif. pagina Note 0 Mag.2005 Prima

Dettagli

Preparazione Relazione Annuale

Preparazione Relazione Annuale UNIVERSITA TELEMATICA PEGASO SEMINARIO RIUNIONE CONGIUNTA COMMISSIONE PARITETICA DOCENTI-STUDENTI DIPARTIMENTO SCIENZE UMANE COMMISSIONE PARITETICA DOCENTI-STUDENTI DIPARTIMENTO SCIENZE GIURIDICHE ED ECONOMICHE

Dettagli

Manuale della Qualità

Manuale della Qualità Manuale della Qualità Il presente Manuale della Qualità è stato redatto in conformità alla Norma Europea Sistemi di Gestione per la Qualità - Requisiti EDIZIONE MQ N 1 del 15.09.2003 DATA ULTIMA REVISIONE

Dettagli

Assicurazione Qualità della Didattica

Assicurazione Qualità della Didattica Assicurazione Qualità della Didattica Indice 1) Premessa 2) Sistema di Gestione Assicurazione Qualità 3)La struttura organizzativa per l Assicurazione Qualità 4) Sistema di Gestione Assicurazione Qualità

Dettagli

PROGETTO TECNICO SISTEMA DI GESTIONE DELLA SICUREZZA IN CONFORMITÀ ALLA NORMA. BS OHSAS 18001 (ed. 2007) 1/10 progetto Tecnico OHSAS 18001

PROGETTO TECNICO SISTEMA DI GESTIONE DELLA SICUREZZA IN CONFORMITÀ ALLA NORMA. BS OHSAS 18001 (ed. 2007) 1/10 progetto Tecnico OHSAS 18001 PROGETTO TECNICO SISTEMA DI GESTIONE DELLA SICUREZZA IN CONFORMITÀ ALLA NORMA BS OHSAS 18001 (ed. 2007) Rev. 0 del 13/01/09 1/10 progetto Tecnico OHSAS 18001 Premessa La norma OHSAS 18001 rappresenta uno

Dettagli

Sistemi di gestione per la qualità Requisiti

Sistemi di gestione per la qualità Requisiti NORMA EUROPEA Sistemi di gestione per la qualità Requisiti UNI EN ISO 9001 NOVEMBRE 2008 Quality management systems Requirements La norma specifica i requisiti di un sistema di gestione per la qualità

Dettagli

La norma ISO 9001:2008

La norma ISO 9001:2008 L applicazione della norma ISO 9001:2008 al Sistema di Gestione per la Qualità (SGQ) del Gruppo di Ricerca Fusione La norma ISO 9001:2008 Frascati, 24 novembre 2009 L. Di Pace 24 novembre 2009 L. Di Pace

Dettagli

LA CERTIFICAZIONE. Dr.ssa Eletta Cavedoni Responsabile Qualità Cosmolab srl Tortona

LA CERTIFICAZIONE. Dr.ssa Eletta Cavedoni Responsabile Qualità Cosmolab srl Tortona LA CERTIFICAZIONE Dr.ssa Eletta Cavedoni Responsabile Qualità Cosmolab srl Tortona Qualità Grado in cui un insieme di caratteristiche intrinseche soddisfa i requisiti (UNI EN ISO 9000/00) Requisito Esigenza

Dettagli

D. Lgs.. 231/2001 e Sistema Gestione Qualità: quali integrazioni. M. Mengoli 5 giugno 2014

D. Lgs.. 231/2001 e Sistema Gestione Qualità: quali integrazioni. M. Mengoli 5 giugno 2014 D. Lgs.. 231/2001 e Sistema Gestione Qualità: quali integrazioni M. Mengoli 5 giugno 2014 Il D. Lgs. 231/01 introduce una nuova fattispecie di responsabilità da reato Reato nell organizzazione è imputabile

Dettagli

1.SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE

1.SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE Documento Manuale Gestione Qualità Il contenuto di questo documento è di proprietà di MADE IN BIT e non può essere riprodotto o divulgato a terzi senza autorizzazione.. Il sottoscritto assicura che il

Dettagli

Progetto LA POLITICA DELLA QUALITA PER IL MIGLIORAMENTO DELLE PRASSI SCOLASTICHE. Susanna Pascucci R.Q. ICS Galilei U.S.P.

Progetto LA POLITICA DELLA QUALITA PER IL MIGLIORAMENTO DELLE PRASSI SCOLASTICHE. Susanna Pascucci R.Q. ICS Galilei U.S.P. Progetto LA POLITICA DELLA QUALITA PER IL MIGLIORAMENTO DELLE PRASSI SCOLASTICHE Susanna Pascucci R.Q. ICS Galilei U.S.P. Pesaro 24/11/09 IL SISTEMA DI GESTIONE PER LA QUALITÀ APPLICATO NELLA SCUOLA 1.

Dettagli

Scheda per la Valutazione della Assicurazione della Qualità dei CdS

Scheda per la Valutazione della Assicurazione della Qualità dei CdS SOMMARIO 1 Introduzione Pag. 2 2 Il Scheda Pag. 7 3 Nota Operativa Pag.19 Verifica xxxxxxxx: Approvazione xxxxxxxxxxxxxxxx: Emissione xxxxxxxxxxxxxxx: Data: 1 Introduzione Il Referente per la Qualità dei

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI PROGETTO Auditor Amministrativi

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI PROGETTO Auditor Amministrativi UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI PROGETTO Auditor Amministrativi Corso di formazione per la qualifica di Auditor interno secondo Uni En Iso 9001-19011 Cagliari, 17/18-06-2010 Ing. Lorenzo Antonini 1

Dettagli

LINEE GUIDA DEL SISTEMA DI QUALITA DELL UNIVERSITA TELEMATICA INTERNAZIONALE UNINETTUNO

LINEE GUIDA DEL SISTEMA DI QUALITA DELL UNIVERSITA TELEMATICA INTERNAZIONALE UNINETTUNO LINEE GUIDA DEL SISTEMA DI QUALITA DELL UNIVERSITA TELEMATICA INTERNAZIONALE UNINETTUNO L'Università Telematica Internazionale Uninettuno ha individuato nel Sistema di Assicurazione Interna della Qualità

Dettagli

MANUALE DELLA QUALITÀ SIF CAPITOLO 08 (ED. 01) MISURAZIONI, ANALISI E MIGLIORAMENTO

MANUALE DELLA QUALITÀ SIF CAPITOLO 08 (ED. 01) MISURAZIONI, ANALISI E MIGLIORAMENTO INDICE 8.1 Generalità 8.2 Monitoraggi e Misurazione 8.2.1 Soddisfazione del cliente 8.2.2 Verifiche Ispettive Interne 8.2.3 Monitoraggio e misurazione dei processi 8.2.4 Monitoraggio e misurazione dei

Dettagli

GUIDA ALL'APPROCCIO PER PROCESSI NEI SISTEMI DI GESTIONE PER LA QUALITÀ

GUIDA ALL'APPROCCIO PER PROCESSI NEI SISTEMI DI GESTIONE PER LA QUALITÀ GUIDA ALL'APPROCCIO PER PROCESSI NEI SISTEMI DI GESTIONE PER LA QUALITÀ 1) Introduzione (traduzione del documento ISO/TC176/SC2/N544R) Questo documento guida vuole aiutare gli utilizzatori delle norme

Dettagli

INTERAZIONE TRA I DOCUMENTI DI ASSICURAZIONE DELLA QUALITA

INTERAZIONE TRA I DOCUMENTI DI ASSICURAZIONE DELLA QUALITA INTERAZIONE TRA I DOCUMENTI DI ASSICURAZIONE DELLA QUALITA Assegna funzioni e responsabilità differenziate Utilizza anche strumenti informatizzati Richiede la redazione di numerosi documenti coinvolge

Dettagli

Il Riesame nei Corsi di laurea delle professioni sanitarie

Il Riesame nei Corsi di laurea delle professioni sanitarie Il Riesame nei Corsi di laurea delle professioni sanitarie Bruno Moncharmont Bologna, 12 settembre 2014 Assicurazione della qualità nell istruzione superiore Dichiarazione di Bologna, 19 giugno 1999 Dichiarazione

Dettagli

La norma UNI EN ISO 19011 e le attività di audit. Linee guida per audit di sistemi di gestione

La norma UNI EN ISO 19011 e le attività di audit. Linee guida per audit di sistemi di gestione La norma UNI EN ISO 19011 e le attività di audit Linee guida per audit di sistemi di gestione 1 UNI EN ISO 19011:2012 Titolo : Linee guida per audit di sistemi di gestione ICS : [03.120.10] [13.020.10]

Dettagli

PROCEDURA 4.1 Gestione della documentazione e delle registrazioni. Redazione (referente di processo) Responsabile Sistema Qualità (RSG)

PROCEDURA 4.1 Gestione della documentazione e delle registrazioni. Redazione (referente di processo) Responsabile Sistema Qualità (RSG) PROCEDURA 4.1 Gestione della documentazione e delle registrazioni Ed.2 Rev.0 del 22/07/2014 Redazione (referente di processo) Approvazione Andrea Marchesi Responsabile Sistema Qualità (RSG) Silvio Braini

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE DEL RAPPORTO ANNUALE DI RIESAME CdS

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE DEL RAPPORTO ANNUALE DI RIESAME CdS Pagina 1 di 6 A1 L INGRESSO, IL PERCORSO, L USCITA DAL CDS a AZIONI CORRETTIVE GIÀ INTRAPRESE ED ESITI In questa sezione vanno illustrati i risultati raggiunti a seguito delle azioni correttive proposte

Dettagli

Manuale della qualità

Manuale della qualità Sistema di gestione per la qualità Pag. 1 di 10 SISTEMA DI GESTIONE PER LA QUALITÀ 1. REQUISITI GENERALI L ISTITUTO SUPERIORE L. LOTTO di Trescore Balneario si è dotato di un Sistema di gestione per la

Dettagli

MASTER GESTIONE INTEGRATA

MASTER GESTIONE INTEGRATA MASTER GESTIONE INTEGRATA ESPERTI in SISTEMI DI GESTIONE AZIENDALE: QUALITA, AMBIENTE E SICUREZZA ISO serie 9000, ISO serie 14000, OHSAS 18001, OHSAS 18002, ISO 22000, ISO 27001, Reg. EMAS, ISO 19011,

Dettagli

Un esempio di manuale operativo: la gestione della norma ISO 14001 nel settore delle tipografie

Un esempio di manuale operativo: la gestione della norma ISO 14001 nel settore delle tipografie 2 Un esempio di manuale operativo: la gestione della norma ISO 14001 nel settore delle tipografie L esempio di manuale operativo che qui si propone analizza il caso dell azienda tipografica (attività di

Dettagli

Il nuovo pacchetto per la gestione della qualità

Il nuovo pacchetto per la gestione della qualità Documenti in formato Microsoft Word Files modificabili completamente dall utente Grafica professionale completa a colori Formattazione pre-impostata Manuale di qualità completo Procedure e moduli completi

Dettagli

I SISTEMI DI GESTIONE PER LA SALUTE E SICUREZZA DEI LAVORI SECONDO QUANTO PREVISTO DALL ART. 30 DEL D.Lgs 81/08. di Paolo Bellotti

I SISTEMI DI GESTIONE PER LA SALUTE E SICUREZZA DEI LAVORI SECONDO QUANTO PREVISTO DALL ART. 30 DEL D.Lgs 81/08. di Paolo Bellotti I SISTEMI DI GESTIONE PER LA SALUTE E SICUREZZA DEI LAVORI SECONDO QUANTO PREVISTO DALL ART. 30 DEL D.Lgs 81/08 di Paolo Bellotti Premessa In questi ultimi anni si è fatto un gran parlare dei sistemi di

Dettagli

Istruzione operativa per la redazione dei Rapporti di Riesame (annuale e ciclico)

Istruzione operativa per la redazione dei Rapporti di Riesame (annuale e ciclico) 2014 Istruzione operativa per la redazione dei Rapporti di Riesame (annuale e ciclico) Presidio di Qualità di Ateneo Università degli Studi della Tuscia Rev. 2 approvata (15 Dicembre 2014) 0 INDICE 1.

Dettagli

AZIENDA SANITARIA LOCALE TO1 - SC MEDICINA LEGALE - OBITORIO CIVICO

AZIENDA SANITARIA LOCALE TO1 - SC MEDICINA LEGALE - OBITORIO CIVICO AZIENDA SANITARIA LOCALE TO1 - SC MEDICINA LEGALE - OBITORIO CIVICO PROCEDURA PR01 - n conformità, Reclami, Azioni Correttive, Azioni Preventive Edizione 2 Approvata dal Direttore della SC Medicina Legale

Dettagli

Modulo 1 Concetti di base della Qualità

Modulo 1 Concetti di base della Qualità Syllabus rev. 1.03 Modulo 1 Concetti di base della Qualità Il seguente Syllabus è relativo al Modulo 1, Concetti e approcci di base per la gestione della qualità in una organizzazione, e fornisce i fondamenti

Dettagli

Le procedure gestionali del SGQ di UTFUS TF GQL

Le procedure gestionali del SGQ di UTFUS TF GQL Le procedure gestionali del SGQ di UTFUS TF GQL Sommario Procedure gestionali obbligatorie secondo ISO 9001:2008; Gestione Documenti; Audit Interni; Non Conformità; Azioni di miglioramento (azioni correttive

Dettagli

PROCEDURA SGQ PRO-AUD. Procedura per la Gestione degli Audit del SGQ

PROCEDURA SGQ PRO-AUD. Procedura per la Gestione degli Audit del SGQ PROCEDURA SGQ PRO-AUD Procedura per la Gestione degli Audit del SGQ Rev. 02 Data 31.01.2011 INDICE GENERALE 1. SCOPO... 2 2. CAMPO DI APPLICAZIONE... 2 3. RIFERIMENTI... 2 3.1 PROCEDURE CORRELATE... 2

Dettagli

b) attività divulgativa delle politiche di qualità dell ateneo nei confronti degli studenti;

b) attività divulgativa delle politiche di qualità dell ateneo nei confronti degli studenti; Allegato n. 2 Linee Guida per la redazione della Relazione Annuale della Commissione Paritetica Docenti- Studenti Le Commissioni Didattiche Paritetiche, così come specificato nel Documento di Autovalutazione,

Dettagli

Evoluzione della qualità

Evoluzione della qualità SOMMARIO Evoluzione della qualità ISO 9000 L evoluzione delle norme ISO 9000 (Vision 2000) Il Manuale della qualità secondo le ISO 9000 Il ciclo PDCA I punti del Sistema Qualità La Certificazione e i Marchi

Dettagli

Il Sistema di Assicurazione interna della Qualità

Il Sistema di Assicurazione interna della Qualità Il Sistema di Assicurazione interna della Qualità del corso di Laurea in Ingegneria Elettrica ed Elettronica Premessa Il Corso di Laurea in Ingegneria Elettrica ed Elettronica intende perseguire una politica

Dettagli

OHSAS 18001:2007 Sistemi di Gestione della Sicurezza e della Salute sul Lavoro

OHSAS 18001:2007 Sistemi di Gestione della Sicurezza e della Salute sul Lavoro SORVEGLIANZA E CERTIFICAZIONI OHSAS 18001:2007 Sistemi di Gestione della Sicurezza e della Salute sul Lavoro Pagina 1 di 6 INTRODUZIONE L attenzione alla sicurezza e alla salute sui luoghi di lavoro (SSL)

Dettagli

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI Requisiti di valutazione per un percorso di Ateneo finalizzato all accreditamento in qualità dei Corsi di Studio:

Dettagli

VISION 2000 VISION 2000

VISION 2000 VISION 2000 VISION 2000 dalle QUALITA? ISO 9000 alle VISION 2000 SOMMARIO Aspetti generali, architettura e caratteristiche delle norme Evoluzione dei contenuti Ricadute sui processi di certificazione Applicazione

Dettagli

LINEA GUIDA PER L ACCERTAMENTO DI CONFORMITA DEL SISTEMA DI GESTIONE AZIENDALE. ALLE DISPOSIZIONI DEL REGOLAMENTO (UE) n.1179/2012 DELLA COMMISSIONE

LINEA GUIDA PER L ACCERTAMENTO DI CONFORMITA DEL SISTEMA DI GESTIONE AZIENDALE. ALLE DISPOSIZIONI DEL REGOLAMENTO (UE) n.1179/2012 DELLA COMMISSIONE LINEA GUIDA PER L ACCERTAMENTO DI CONFORMITA DEL SISTEMA DI GESTIONE AZIENDALE ALLE DISPOSIZIONI DEL REGOLAMENTO (UE) n.1179/2012 DELLA COMMISSIONE del 10 dicembre 2012 recante i criteri che determinano

Dettagli

SISTEMA AZIENDALE DI GESTIONE ENERGETICA: UN MODELLO DI RIFERIMENTO

SISTEMA AZIENDALE DI GESTIONE ENERGETICA: UN MODELLO DI RIFERIMENTO SISTEMA AZIENDALE DI GESTIONE ENERGETICA: UN MODELLO DI RIFERIMENTO Marco Bandiera Gestione per la qualità, l ambiente e la sicurezza Bologna, 1 luglio 2009 1 Sommario Perché un sistema di gestione energetica?

Dettagli

POLISTUDIO. Modulo 1

POLISTUDIO. Modulo 1 Modulo 1 TEORIA DEI MODELLI ORGANIZZATIVI E DI GESTIONE Sistemi di gestione: definizione Con tale termine si intendono tutti i sistemi di gestione organizzativi implementati nelle organizzazioni nei diversi

Dettagli

Manuale del Sistema di Gestione per la Qualità del Liceo Scientifico statale Elio Vittorini

Manuale del Sistema di Gestione per la Qualità del Liceo Scientifico statale Elio Vittorini Manuale del Sistema di Gestione per la Qualità del Liceo Scientifico statale Elio Vittorini Rev Data Causale ELABORAZIONE VERIFICA E APPROVAZIONE 07 11/11/2013 Modifica RESPONSABILE DELLA QUALITÀ DIRIGENTE

Dettagli

MANUALE DELLA QUALITÀ Pag. 1 di 12

MANUALE DELLA QUALITÀ Pag. 1 di 12 MANUALE DELLA QUALITÀ Pag. 1 di 12 INDICE RESPONSABILITÀ DELLA DIREZIONE Impegno della Direzione Attenzione focalizzata al cliente Politica della Qualità Obiettivi della Qualità Soddisfazione del cliente

Dettagli

INTERNATIONAL STANDARD ISO 29990 Prima Edizione 2010-09-01

INTERNATIONAL STANDARD ISO 29990 Prima Edizione 2010-09-01 Reference number ISO 29990:2010(E) ISO 2010 INTERNATIONAL STANDARD ISO 29990 Prima Edizione 2010-09-01 Servizi di formazione per l educazione e la formazione non formali Requisiti minimi per i fornitori

Dettagli

L approccio sistemico nell organizzazione e gestione della sicurezza: i sistemi di gestione della sicurezza sul lavoro.

L approccio sistemico nell organizzazione e gestione della sicurezza: i sistemi di gestione della sicurezza sul lavoro. L approccio sistemico nell organizzazione e gestione della sicurezza: i sistemi di gestione della sicurezza sul lavoro. ing-. Laura Dizorz INAIL D.R. Friuli Venezia Giulia C.T.E Udine, 21 gennaio 2010

Dettagli

MANUALE DEL SISTEMA QUALITÀ

MANUALE DEL SISTEMA QUALITÀ Assessorato all Ambiente, Urbanistica, Programmazione Territoriale e Paesaggistica, Sviluppo della Montagna, Foreste, Parchi, Protezione Civile DIREZIONE AMBIENTE, GOVERNO E TUTELA DEL TERRITORIO MANUALE

Dettagli

I SISTEMI QUALITÀ ISO 9001

I SISTEMI QUALITÀ ISO 9001 I SISTEMI QUALITÀ ISO 9001 INTRODUZIONE ALLA NORMA ISO 9001 ISO 9001: cosa significa? Con il termine ISO 9000 si identifica una famiglia di norme e linee guida riconosciute a livello internazionale e che

Dettagli

Bologna 8, 13 e 15 luglio 2015 ore 14:30 / 18:30

Bologna 8, 13 e 15 luglio 2015 ore 14:30 / 18:30 Bologna 8, 13 e 15 luglio 2015 ore 14:30 / 18:30 ANALISI, REVISIONE E IMPLEMENTAZIONE DI UN MODELLO ORGANIZZATIVO IN QUALITÀ NELLO STUDIO LEGALE ACEF Associazione Culturale Economia e Finanza è lieta di

Dettagli

ISO 45001. il nuovo ponte tra sicurezza e innovazione. Comprendere il cambiamento

ISO 45001. il nuovo ponte tra sicurezza e innovazione. Comprendere il cambiamento ISO 45001 il nuovo ponte tra sicurezza e innovazione Comprendere il cambiamento Premessa L art. 30 del Testo Unico della Sicurezza dice chiaramente che i modelli di organizzazione aziendale definiti conformemente

Dettagli

SISTEMA DI GESTIONE PER LA QUALITA 1. REQUISITI GENERALI...2

SISTEMA DI GESTIONE PER LA QUALITA 1. REQUISITI GENERALI...2 Pagina 1 di 10 INDICE 1. REQUISITI GENERALI...2 2. REQUISITI RELATIVI ALLA DOCUMENTAZIONE...4 2.1. QUALITÀ...4 2.2. TENUTA SOTTO CONTROLLO DEI DOCUMENTI...5 2.3. TENUTA SOTTO CONTROLLO DELLE REGISTRAZIONI...9

Dettagli

MANUALE DELLA QUALITÀ DI

MANUALE DELLA QUALITÀ DI MANUALE DELLA QUALITÀ Pag. 1 di 13 MANUALE DELLA QUALITÀ DI Copia master Copia in emissione controllata (il destinatario di questo documento ha l obbligo di conservarlo e di restituirlo, su richiesta della

Dettagli

L esperienza di Siena Stranieri come esperienza di metodo

L esperienza di Siena Stranieri come esperienza di metodo La buona amministrazione nelle università e negli enti di ricerca Ciclo della performance, trasparenza e anticorruzione Relazione tra performance, trasparenza e prevenzione alla corruzione L esperienza

Dettagli

Modalità della pianificazione e della conduzione degli audit e della gestione della documentazione dei risultati

Modalità della pianificazione e della conduzione degli audit e della gestione della documentazione dei risultati Procedura del Sistema di Gestione per la Qualità Modalità della pianificazione e della conduzione degli audit e della gestione della documentazione dei risultati PQ-8-01 ed. 4 rev. 01 14 ottobre 2014 originale

Dettagli

Manuale di Gestione per la Qualità

Manuale di Gestione per la Qualità Classif. MGQ Pagina 1 di 21 Manuale di Gestione per la UNI EN ISO 9001:2008 REV. MOTIVO DELLA MODIFICA REDATTO VERIFICATO APPROVATO DATA 0 Emissione F. Vigliotta R. Muti P. Gasparini 10/12/2006 1 Attuazione

Dettagli

Corso EQDL 2013 soluzioni delle domande sui lucidi Modulo 2

Corso EQDL 2013 soluzioni delle domande sui lucidi Modulo 2 Lucidi prima parte 2.1.1.1 ~ 2.2.1.3 Corso EQDL 2013 soluzioni delle domande sui lucidi Modulo 2 Pag. 8 Quale è lo scopo principale della norma UNI EN ISO 9001:2000/2008? A. Garantire il controllo della

Dettagli

PROCEDURA GESTIONE DELLE AZIONI CORRETTIVE E DELLE AZIONI PREVENTIVE

PROCEDURA GESTIONE DELLE AZIONI CORRETTIVE E DELLE AZIONI PREVENTIVE originale copia controllata copia non controllata N. distribuzione interna a cura del RQ bozza La presente procedura definisce le modalità e le responsabilità con cui ogni UO/Servizio dovrà gestire le

Dettagli

MANUALE DI GESTIONE PER LA QUALITÀ rif. UNI EN ISO 9001:2008

MANUALE DI GESTIONE PER LA QUALITÀ rif. UNI EN ISO 9001:2008 rev. data redatto verificato approvato MANUALE DI GESTIONE PER LA QUALITÀ rif. UNI EN ISO 9001:2008 COPIA CONTROLLATA N COPIA NON CONTROLLATA 3 30-09-14 RAQ f.to M. Catapano RDQ f.to V.Colangelo DIR f.to

Dettagli

RIF. NORMA UNI EN ISO

RIF. NORMA UNI EN ISO pag. 1 di 13 RIF. NORMA UNI EN ISO 9001:2008 Revisione n 01 Data 01-09-2012 pag. 2 di 13 AMBITO DI APPLICAZIONE DEL SGQ E APPROVAZIONI Il presente Manuale descrive il Sistema di Gestione per la Qualità

Dettagli

MANUALE DELLA QUALITA Sistema di Gestione per la Qualità della Formazione del Personale

MANUALE DELLA QUALITA Sistema di Gestione per la Qualità della Formazione del Personale Rev Data Redatto e elaborato Approvato Firma 0 Nuova Emissione Direttore UOS. Formazione del Personale Dr. Fabio Michelotti RAQ Laila Vinci Direttore UOS. Formazione del Personale Dr. Fabio Michelotti

Dettagli

PANORAMICA SULLE ISO 14000

PANORAMICA SULLE ISO 14000 PANORAMICA SULLE ISO 14000 Premessa La motivazione di fondo che induce un azienda, sia essa pubblica o privata, ad investire nell ambiente è sostanzialmente fondata sulla volontà di organizzare attività

Dettagli

ISO 9001:2015. Novità e cambiamenti. Udine 1 ottobre 2015

ISO 9001:2015. Novità e cambiamenti. Udine 1 ottobre 2015 ISO 9001:2015 Novità e cambiamenti Udine 1 ottobre 2015 1 Principale obiettivo dell'incontro: Agevolare una comprensione critica e approfondita dei nuovi requisiti, allo scopo di valutarne le implicazioni

Dettagli

Manuale della Qualità

Manuale della Qualità Ministero dell Istruzione, dell Universita e della Ricerca ISTITUTO STATALE ISTRUZIONE SUPERIORE Arturo Malignani Sistema di Gestione per la Qualità Laboratorio Prove Materiali LABORATORIO AUTORIZZATO

Dettagli

LINEE GUIDA PER L APPLICAZIONE DELLA NORMA UNI EN ISO 9001:2008 IN ORGANIZZAZIONI CHE EROGANO SERVIZI E OPERANO PER PROGETTI, PRATICHE O COMMESSE

LINEE GUIDA PER L APPLICAZIONE DELLA NORMA UNI EN ISO 9001:2008 IN ORGANIZZAZIONI CHE EROGANO SERVIZI E OPERANO PER PROGETTI, PRATICHE O COMMESSE LINEE GUIDA PER L APPLICAZIONE DELLA NORMA UNI EN ISO 9001:2008 IN ORGANIZZAZIONI CHE EROGANO SERVIZI E OPERANO PER PROGETTI, PRATICHE O COMMESSE ottobre 2010 SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE Scopo delle

Dettagli

Descrizione del Sistema di Assicurazione della Qualità Processi e Responsabilità interne

Descrizione del Sistema di Assicurazione della Qualità Processi e Responsabilità interne Descrizione del Sistema di Assicurazione della Qualità Processi e Responsabilità interne Rev14 13 maggio 2015 Sommario PREMESSA... 3 PARTE PRIMA... 4 1.1 I concetti fondamentali... 4 1.2 I principi ispiratori...

Dettagli

Audit Report UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BERGAMO. Surveillance 2

Audit Report UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BERGAMO. Surveillance 2 UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BERGAMO Audit Report Surveillance 2 I contenuti di questo rapporto sono strettamente confidenziali e rimangono di proprietà di Intertek Nr. MIC: Cliente/Indirizzo: CMPY-025707

Dettagli

www.fire-italia.org Valentina Bini, FIRE INFODAY Regione Marche 18 febbraio 2013, Ancona

www.fire-italia.org Valentina Bini, FIRE INFODAY Regione Marche 18 febbraio 2013, Ancona La norma ISO 50001 Valentina Bini, FIRE INFODAY Regione Marche 18 febbraio 2013, Ancona I problemi dell energy management Fondamentalmente l EM è richiesto per risparmiare sui costi aziendali. Costi sempre

Dettagli

Reggio Emilia 14 e 15 dicembre 2015 ore 9:30 / 18:30

Reggio Emilia 14 e 15 dicembre 2015 ore 9:30 / 18:30 Reggio Emilia 14 e 15 dicembre 2015 ore 9:30 / 18:30 ANALISI, REVISIONE E IMPLEMENTAZIONE DI UN MODELLO ORGANIZZATIVO IN QUALITÀ NELLO STUDIO PROFESSIONALE ACEF Associazione Culturale Economia e Finanza

Dettagli