GeMUN Genoa ModelUnited Nations

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "GeMUN Genoa ModelUnited Nations"

Transcript

1 GeMUN Genoa ModelUnited Nations 1

2 Indice Checos èilgemun...3 PerchéprenderpartealGeMUN...4 ProssimieventiMUNaGenova...5 Laconferenzainpratica...6 Lastrutturadellaconferenza...7 StoriadelGeMUN...8 2

3 Che cos è il GeMUN GeMUN sta per Genoa Model United Nations ed è una conferenza di tre giorni che simula le attività dell ONU. Nel 1953 l Università di Harvard (Stati Uniti) realizzò la prima conferenza MUN. In seguito L Aia, nei Paesi Bassi, nella quale era presente una sede ONU, creò la sua conferenza, il THIMUN (The Hague International Model United Nations), ed anni dopo si associò alle Nazioni Unite. Da allora le sedi affiliate al THIMUN si sono moltiplicate nelmondo,creandounafittaretediscambiotraragazzidi ogni paese. Anche il GeMUN fa parte di questo grande progetto ed è l unico, in tutta Italia, ad essere affiliato al THIMUN, un riconoscimento che ne garantisce l alta qualità e professionalità. Delegati provenienti da scuole superiori e le università di tutto il mondo discutono in lingua inglese argomenti di interesse internazionale che vanno dall economia, alla sicurezza, all ambiente, agli aiuti umanitari con lo scopo di trovare soluzioni attuabili ai problemi dibattuti. Dal GeMUN 2011 è inoltre possibile partecipare alla Corte Internazionale di Giustizia, simulazione della corte di giustizia del tribunale internazionale de L Aia. 3

4 Perché prender parte al GeMUN Le iniziative del GeMUN sono pensate per sviluppare le abilità di dibattito, negoziazione e riflessione critica. Servono per conoscere e approfondire i problemi della politica internazionale, imparare a cooperare, guardare il mondo da diverse angolazioni. La partecipazione al GeMUN permette di rinforzare la lingua inglese, attraverso le attività di dibattito e il dialogo con giovani provenienti da tutto il mondo. Se siete sensibili alle problematiche mondiali e globali, se aspirate a contribuire al miglioramento della vita comune, il GeMUN fa esattamente per voi! Per maggiori informazioni sulla partecipazione, contattate il GeMUN Office. 4

5 Prossimi eventi MUN a Genova GeMINIMUN 2012 Il GeMiniMUN è una conferenza pensata e organizzata per aiutare i nuovi delegati e i nuovi membri del ambiente del MUN di Genova e Liguria a familiarizzare con tutte le procedure formali del dibattito. Dove: Castello d Albertis Quando: Novembre 2012 Comitati: Commissione per il Progresso Commissione per la Sostenibilità Disarmo e Sicurezza Internazionale GeMUN 2013 La conferenza GeMUN è il risultato di tutto il nostro lavoro. Essa ha una durata di 3 giorni in cui studenti provenienti da tutto il mondo si incontrano nella nostra città, per dibattere su tematiche mondiali. Sono invitati studenti dell università e delle scuole superiori. La lingua ufficiale è l inglese. La conferenza è suddivisa in 9 comitati, ognuno riguardante uno specifico argomento Il GeMUN è, in breve, una fedelissima riproduzione del lavoro svolto dalle Nazioni Unite. Dove: Palazzo ducale, Palazzo Rosso, Biblioteca Berio, Palazzo S. Giorgio Quando: Febbraio 2013 GeMUN Debating Day È un giorno in cui i giovani si riuniscono per confrontarsi e dibattere su tematiche mondiali. È suddivisa nei seguenti comitati: Comitato italiano Comitato inglese Dove: Biblioteca Berio Quando: Aprile

6 La conferenza in pratica La conferenza si articola in diversi comitati che corrispondono a quelli in cui si compone l assemblea ONU. Ogni delegato può scegliere di rappresentare qualsiasi paese che non sia quello della nazionalità di appartenenza e di partecipare ad uno dei seguenti comitati. I ruoli ricoperti all interno della conferenza sono diversi. Di seguito sono riportati in ordine alfabetico. Avvocato: colui difende la causa del paese che rappresenta; Capo redattore: il responsabile del lavoro eseguito dalla stampa; Capo Security: il responsabile dell organizzazione del lavoro svolto dalla Security; Capo Staff: il responsabile dell organizzazione del lavoro eseguito dallo Staff; Delegato: rappresenta un paese dell ONU in un comitato specifico e può intervenire proponendo delle soluzioni ai problemi in discussione, formando dei gruppi di interesse e cercando il maggior numero di delegati possibili che appoggino le sue idee per poter arrivare a comporre un documento conclusivo, la risoluzione, che difenderà e discuterà durante il dibattito; Direttore della conferenza MUN: colui che supporta e supervisiona l intero lavoro prima, dopo e durante la conferenza; Dirigente: coordina la conferenza, gestisce il dibattito e si assicura che tutto proceda secondo le regole; Executive Staff: organizza e dirige i settori di logistica, preparazione dello staff, amministrazione d ufficio, del programma culturale e della sicurezza (v. Security) e dell organizzazione generale della conferenza; Giudice: colui che segue il caso, esamina le prove presentate dagli avvocati ed emana un verdetto secondo le leggi internazionali; Presidente dell Assemblea Generale: l organizzatore dell Assemblea, ossia l unione di più comitati che dibattono le risoluzioni migliori. Gestisce i partecipanti di più comitati organizzati per delegazione; Presidente ICJ: responsabile e organizzatore della Corte Internazionale di Giustizia. Durante la conferenza, gestisce la Corte Internazionale e si assicura che tutto proceda secondo le regole; Security: coloro che garantiscono la sicurezza nei comitati. Sono chiamati a sorvegliare le sale e si accertano che nessuno non autorizzato entri o esca; Segretario Generale: l organizzatore dell intera conferenza, il cui ruolo è gestire tutti i responsabili dei vari settori e coordinarne il lavoro; Staff: coloro che garantiscono la buona organizzazione della conferenza e dei comitati da un punto di vista pratico. Sono responsabili della logistica in generale; Stampa: si occupa di documentare l evento, intervistando i delegati e preparando un giornalino della conferenza. I ruoli di giudice e di avvocato sono ricoperti all interno della Corte Internazionale di Giustizia (International Court of Justice- ICJ), una simulazione del lavoro che svolge la vera Corte Internazionale, il principale corpo giudiziario delle Nazione Unite, il cui scopo è risolvere casi internazionali fra due specifici governi in conflitto. I casi presentati alla Corte del GeMUN sono sempre esistenti e ancora irrisolti dalla Corte Internazionale. 6

7 La struttura della conferenza GeMUN I delegati si riuniscono in 9 comitati diversi, 7 dei quali destinati agli studenti del liceo e 2 indirizzati agli studenti universitari. I comitati sono i seguenti: Conferenza Speciale: gli argomenti di dibattito cambiano ogni anno a seconda del tema della conferenza; Consiglio di Sicurezza: il comitato comprende solo 15 delegati(5 membri permanenti -Regno Unito, Stati Uniti, Francia, Cina e Russia- e 10 membri che cambiano ogni 2 anni) e tratta le crisi mondiali più urgenti; Consiglio Economico e Sociale delle Nazioni Unite: promuove lo sviluppo economico e sociale dei paesi meno sviluppati; Conferenza del Mediterraneo: in questo comitato ogni nazione è rappresentata da 2 delegati e i paesi rappresentati sono quelli dell aerea mediterranea; Commissione per l Ambiente: si occupa dei problemi legati all ambiente; Consiglio per il Disarmo e la Sicurezza Internazionale: dibatte questioni riguardanti aspetti che minano la sicurezza internazionale; Comitato Sociale, Culturale e Umanitario: i diritti umani sono alla base dei dibattiti di questo comitato, che lavora per promuoverli ed attuarli; Comitato Economico e Finanziario (livello universitario): discute problemi di finanza ed economia mondiale; Comitato Legale (livello universitario): si occupa delle leggi internazionali. 7

8 Storia del GeMUN 1998: il primo gruppo parte per San Pietroburgo per partecipare alla conferenza SPIMUN. 1999: partecipazione al MUN di Bratislava. 2000: su invito personale di Stephan dio Mistura, rappresentante dell ONU in Italia, il Gruppo di Genova parte per Londra per il Millenium Summit. 2001: preparazione del primo Evento MUN Genovese. 2002: 140 ragazzi provenienti da 14 scuole italiane si riuniscono alla Sala Rossa del Palazzo Tursi per il primo GeMUN. 2003: Viene formato il comitato Organizzativo GeMUN, del quale fanno parte 5 scuole superiori e 2 facoltà. 2004: la conferenza organizzata presso il Palazzo Ducale e Fiera Congressi è stata affiliata al THIMUN e rientra nel circuito internazionale. L'unica conferenza a proporre una commissione sul Mediterraneo conta 450 partecipanti provenienti da 15 scuole da tutto il mondo. 2005: al Liceo Linguistico G.Deledda apre l'ufficio GeMUN e si svolgono gli incontri fissi della Debating Society. Partecipazione alla conferenza THIMUN all'aja. 2006: viene aggiunto il comitato del Disarmo e la sicurezza Internazionale. Tema: sicurezza del Cibo. Presenza dei rappresentanti FAO in qualità dei Keynote speaker. 2007: la conferenza GeMUN accoglie per la prima volta 650 ragazzi di 40 scuole provenienti da tutto il mondo. 2008: la Conferenza GeMUN conta 650 partecipanti provenienti da 40 scuola da tutto il mondo. Tema: l'energia. 2009: tema: biodiversità e limiti della crescita. Viene organizzato il primo GeMiniMUN per la preparazione dei giovani delegati. Durante la conferenza GeMUN viene organizzato il primo comitato per gli studenti universitari. 2010: tema principale: i limiti della crescita. Prima partecipazione alla Corte internazionale di Giustizia alla conferenza (CIG) del Cairo. Inizia la preparazione del comitato simile Genovese. 2011: La conferenza GeMUN è dedicata al Progresso Comune. Parte la sessione genovese della CIG e viene aggiunto il comitato per l'ambiente dopo la catastrofe di Fukushima Si aggiunge il comitato Economico e Finanziario. In collaborazione con la Biblioteca Berio, viene organizzato il primo Debating Day. 2012: dedicata alla gioventù. Si aggiunge il comitato Legale a livello universitario. 8

EVENTI MUN PER L ANNO SCOLASTICO 2014-2015

EVENTI MUN PER L ANNO SCOLASTICO 2014-2015 L ufficio GeMUN organizza la partecipazione alle conferenze Model United Nations presso le scuole affiliate alla conferenza THIMUN dell Aja (www.thimun.org). I costi sono indicativi e in fase di approvazione

Dettagli

EVENTI MUN PER L ANNO SCOLASTICO 2013-2014

EVENTI MUN PER L ANNO SCOLASTICO 2013-2014 L ufficio GeMUN organizza la partecipazione alle conferenze Model United Nations presso le scuole affiliate alla conferenza THIMUN dell Aja (www.thimun.org). I costi sono indicativi e in fase di approvazione

Dettagli

Le funzioni dell ONU

Le funzioni dell ONU Le funzioni dell ONU Allo scopo di tutelare la pace nel mondo, nel 1945 venne istituita l ONU (Organizzazione delle nazioni unite). Oltre che della tutela della pace, l ONU si occupa della salvaguardia

Dettagli

!!! PROGETTI MODEL UNITED NATIONS. Anno Scolastico 2014/2015

!!! PROGETTI MODEL UNITED NATIONS. Anno Scolastico 2014/2015 PROGETTI MODEL UNITED NATIONS Anno Scolastico 2014/2015 INTRODUZIONE UNlab è un ente composto da giovani professionisti e studenti che cooperano per diffondere in Italia e in Europa la conoscenza della

Dettagli

Progetto Diplomatici a New York 2012/2013- Change the world Model UN

Progetto Diplomatici a New York 2012/2013- Change the world Model UN Progetto Diplomatici a New York 2012/2013- Change the world Model UN Diplomatici: l associazione Diplomatici gestisce da tredici anni la partecipazione degli studenti ai Model United Nations, le prestigiose

Dettagli

Le indicazioni del Comitato ONU sui diritti dell infanzia

Le indicazioni del Comitato ONU sui diritti dell infanzia Le indicazioni del Comitato ONU sui diritti dell infanzia Laura Baldadassarre Responsabile Advocacy Istituzionale Roma, 13 febbraio 2012 La Convenzione sui diritti dell infanzia Il Comitato ONU sui diritti

Dettagli

Distr.: General 19 June 2008

Distr.: General 19 June 2008 United Nations S/RES/1820 (2008) Security Council Distr.: General 19 June 2008 Risoluzione del Consiglio di Sicurezza 1820 (2008) La risoluzione è stata adottata dal Consiglio di Sicurezza alla sua 5916esima

Dettagli

ASSOCIAZIONE DIPLOMATICI. Immagina 2500 studenti provenienti da

ASSOCIAZIONE DIPLOMATICI. Immagina 2500 studenti provenienti da ASSOCIAZIONE DIPLOMATICI Immagina Roma e New York ASSOCIAZIONE Immagina il centro DIPLOMATICI della diplomazia mondiale Immagina più di 1200 studenti ASSOCIAZIONE DIPLOMATICI provenienti da ogni parte

Dettagli

Smantellata con la II guerra mondiale

Smantellata con la II guerra mondiale Europa dopoguerra I organismo di cooperazione Devastata, sminuito il ruolo centrale del potere economico e politico Nasce a Ginevra, 10/01/1920 Inizialmente scarsi risultati politici Società delle Nazioni

Dettagli

Sicily Model United Nations 2015 Simulazione di una conferenza ONU in lingua Inglese Hotel Tre Torri Agrigento

Sicily Model United Nations 2015 Simulazione di una conferenza ONU in lingua Inglese Hotel Tre Torri Agrigento PRESENTA Sicily Model United Nations 2015 Simulazione di una conferenza ONU in lingua Inglese Hotel Tre Torri Agrigento Progetto Didattico per il triennio della scuola superiore A.S. 2014/2015 in collaborazione

Dettagli

PROGETTI MODEL UNITED NATIONS BANDO DI PARTECIPAZIONE Anno Scolastico 2014/2015

PROGETTI MODEL UNITED NATIONS BANDO DI PARTECIPAZIONE Anno Scolastico 2014/2015 PROGETTI MODEL UNITED NATIONS BANDO DI PARTECIPAZIONE Anno Scolastico 2014/2015 Riferimento normativo: Ø Circolare Ministeriale n. 623 per visite e viaggi di istruzione del 2 ottobre 1996 Ø Circolare Ministeriale

Dettagli

Le donne nel mondo della scienza; le attività del Centro Internazionale Ipazia Maria Paola Azzario Chiesa

Le donne nel mondo della scienza; le attività del Centro Internazionale Ipazia Maria Paola Azzario Chiesa Le donne nel mondo della scienza; le attività del Centro Internazionale Ipazia Maria Paola Azzario Chiesa La mia vuol essere una breve presentazione di quanto il Centro UNESCO di Torino, di cui sono presidente,

Dettagli

Indicatori di qualità per l Educazione alla cittadinanza mondiale

Indicatori di qualità per l Educazione alla cittadinanza mondiale Indicatori di qualità per l Educazione alla cittadinanza mondiale Premessa La Carta di qualità di cui si parla in questa scheda è stata elaborata da ONG e associazioni di 5 regioni italiane nel corso del

Dettagli

Regolamento del Consiglio per la Cooperazione Internazionale, Solidarietà e Accoglienza Città di Genova

Regolamento del Consiglio per la Cooperazione Internazionale, Solidarietà e Accoglienza Città di Genova Regolamento del Consiglio per la Cooperazione Internazionale, Solidarietà e Accoglienza Città di Genova Approvato con deliberazione C.C. n. 48 del 08/09/2015 In vigore dal 9 ottobre 2015 www.comune.genova.it

Dettagli

2.6. Organizzazioni non governative

2.6. Organizzazioni non governative 2.6. Organizzazioni non governative L espressione ONG è stata introdotta per la prima volta in un trattato internazionale dall articolo 71 della Carta delle Nazioni Unite, che prevede la possibilità del

Dettagli

La nascita dell Organizzazione delle Nazioni Unite

La nascita dell Organizzazione delle Nazioni Unite La nascita dell Organizzazione delle Nazioni Unite Conferenza di San Francisco (1945) Carta delle Nazioni Unite (San Francisco, USA 1945) : http://www.un.org/en/documents/charter/ 19 capitoli, 111 articoli

Dettagli

Risoluzione adottata dall Assemblea Generale [sul rapporto del Terzo Comitato (A/66/457)]

Risoluzione adottata dall Assemblea Generale [sul rapporto del Terzo Comitato (A/66/457)] Risoluzione adottata dall Assemblea Generale [sul rapporto del Terzo Comitato (A/66/457)] Dichiarazione delle Nazioni Unite sull educazione e la formazione ai diritti umani (Traduzione non ufficiale) L

Dettagli

NATIONAL HIGH SCHOOL MODEL UNITED NATIONS 2015 - Studenti Ambasciatori alle Nazioni Unite-

NATIONAL HIGH SCHOOL MODEL UNITED NATIONS 2015 - Studenti Ambasciatori alle Nazioni Unite- NATIONAL HIGH SCHOOL MODEL UNITED NATIONS 2015 - Studenti Ambasciatori alle Nazioni Unite- TARGET DEL PROGETTO: Il programma NHSMUN - Studenti Ambasciatori alle Nazioni Unite mira a consolidare la cultura

Dettagli

Le organizzazioni internazionali

Le organizzazioni internazionali La cooperazione tra gli stati Le organizzazioni internazionali Prof. SILVIA SILLANO Si distinguono in Organizzazioni internazionali governative OIG Organizzazioni internazionali NON governative ONG Organizzazioni

Dettagli

Progetto CHANGE THE WORLD MODEL UNITED NATIONS 2013/14. Corso di formazione e selezione, per i Model United Nations e il Future Leaders Programme

Progetto CHANGE THE WORLD MODEL UNITED NATIONS 2013/14. Corso di formazione e selezione, per i Model United Nations e il Future Leaders Programme Progetto CHANGE THE WORLD MODEL UNITED NATIONS 2013/14 Roma 18-19 Marzo New York City 20-27 Marzo Corso di formazione e selezione, per i Model United Nations e il Future Leaders Programme La partecipazione

Dettagli

IL CONSIGLIO DELL UNIONE EUROPEA E I RAPPRESENTANTI DEI GOVERNI DEGLI STATI MEMBRI, RIUNITI IN SEDE DI CONSIGLIO, I. INTRODUZIONE

IL CONSIGLIO DELL UNIONE EUROPEA E I RAPPRESENTANTI DEI GOVERNI DEGLI STATI MEMBRI, RIUNITI IN SEDE DI CONSIGLIO, I. INTRODUZIONE C 463/4 IT Gazzetta ufficiale dell'unione europea 23.12.2014 Conclusioni del Consiglio e dei Rappresentanti dei governi degli Stati membri, riuniti in sede di Consiglio, su un piano di lavoro per la cultura

Dettagli

Italian!Diplomatic!Academy!!!Accademia!Italiana!per!la!Formazione!e!gli!Alti!Studi! Internazionali!

Italian!Diplomatic!Academy!!!Accademia!Italiana!per!la!Formazione!e!gli!Alti!Studi! Internazionali! MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO NATIONALHIGHSCHOOLMODELUNITEDNATIONS201542016 StudentiAmbasciatorialleNazioniUnite ItalianDiplomaticAcademy

Dettagli

SERVIZIO VOLONTARIO EUROPEO

SERVIZIO VOLONTARIO EUROPEO SERVIZIO VOLONTARIO EUROPEO CHE COS È È un programma di mobilità che permette ai giovani di impegnarsi nel volontariato in un paese diverso da quello di residenza per un periodo non superiore ai 12 mesi.

Dettagli

(adottata dal Comitato dei Ministri l 11 maggio 2010 alla sua 120 Sessione)

(adottata dal Comitato dei Ministri l 11 maggio 2010 alla sua 120 Sessione) Raccomandazione CM/Rec(2010)7 del Comitato dei Ministri agli stati membri sulla Carta del Consiglio d Europa sull educazione per la cittadinanza democratica e l educazione ai diritti umani * (adottata

Dettagli

Avocats sans Frontières Italia

Avocats sans Frontières Italia Avocats sans Frontières Italia BAMBINI SOLDATO IN AFRICA UN DRAMMA NEL DRAMMA Presentazione del Rapporto di Amnesty International 21.000 bambini soldato in Liberia Roma 8 Novembre 2004 Processabilità e

Dettagli

CURRICULUM DELL ATTIVITA DIDATTICA E SCIENTIFICA DELLA PROF. MARIA RITA SAULLE

CURRICULUM DELL ATTIVITA DIDATTICA E SCIENTIFICA DELLA PROF. MARIA RITA SAULLE CURRICULUM DELL ATTIVITA DIDATTICA E SCIENTIFICA DELLA PROF. MARIA RITA SAULLE Laureata in giurisprudenza nell Università di Roma il 13 Marzo 1958 con voti 110/110 e lode. Assistente volontaria alla Cattedra

Dettagli

Pensando a questa domanda certamente a ognuno di noi verrà in mente una definizione per la parola "salute".

Pensando a questa domanda certamente a ognuno di noi verrà in mente una definizione per la parola salute. Bianca Rita Cannavò Pensando a questa domanda certamente a ognuno di noi verrà in mente una definizione per la parola "salute". Le nostre risposte sono condizionate: dalla nostra cultura, dall'educazione

Dettagli

REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO DI ZONA 4 DEI RAGAZZI E DELLE RAGAZZE

REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO DI ZONA 4 DEI RAGAZZI E DELLE RAGAZZE REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO DI ZONA 4 DEI RAGAZZI E DELLE RAGAZZE Approvato con delibera del CdZ4 N.127 del 09/05/2013 Parte prima PRINCIPI GENERALI Art. 1 PREMESSA Il presente regolamento definisce le finalità,

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E M AT T E O SCALIA F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo MATTEO SCALIA

Dettagli

LA RISOLUZIONE DI GÖTEBORG

LA RISOLUZIONE DI GÖTEBORG TERZA CONFERENZA AMBIENTALE DEI MINISTRI E DEI LEADER POLITICI REGIONALI DELL'UNIONE EUROPEA LA RISOLUZIONE DI GÖTEBORG Dopo l incontro di preparazione tenuto nella regione Rhône-Alpes, Francia, il 28

Dettagli

INDICE INTRODUZIONE. Capitolo I IL DIRITTO FINANZIARIO DELLE NAZIONI UNITE

INDICE INTRODUZIONE. Capitolo I IL DIRITTO FINANZIARIO DELLE NAZIONI UNITE INDICE Abbreviazioni... xiii INTRODUZIONE 1. Il ruolo delle Nazioni Unite nel terzo millennio e la questione del finanziamento... 1 2. La rigidità del bilancio ordinario dell ONU: un limite alle risorse

Dettagli

Lo Sport come strumento per la realizzazione degli obiettivi del Millennio dell onu

Lo Sport come strumento per la realizzazione degli obiettivi del Millennio dell onu Sport e Diritti Umani 249 Capitolo quarto Lo Sport come strumento per la realizzazione degli obiettivi del Millennio dell onu Jacopo Tognon ed Elisabetta Biviano Nel corso del Vertice del Millennio, convocato

Dettagli

Quali sono gli organismi internazionali preposti alla promozione e alla tutela dei diritti umani?

Quali sono gli organismi internazionali preposti alla promozione e alla tutela dei diritti umani? Quali sono gli organismi internazionali preposti alla promozione e alla tutela dei diritti umani? Un'organizzazione internazionale è per definizione ogni organizzazione con membri, scopo o presenza internazionali;

Dettagli

STATUTO ART. 1 DENOMINAZIONE E costituita l associazione denominata Emmanuel-Family Fondazione Italia Associazione di Volontariato O.N.L.U.S.

STATUTO ART. 1 DENOMINAZIONE E costituita l associazione denominata Emmanuel-Family Fondazione Italia Associazione di Volontariato O.N.L.U.S. 1 STATUTO ART. 1 DENOMINAZIONE E costituita l associazione denominata Emmanuel-Family Fondazione Italia Associazione di Volontariato O.N.L.U.S. (Associazione di volontariato ex legge n. 266/91 - O.N.L.U.S.

Dettagli

Infanzia, giovani e scuola: principali eventi di GeNova 04

Infanzia, giovani e scuola: principali eventi di GeNova 04 10 Infanzia, giovani e scuola: principali eventi di GeNova 04 A CURA DELLA SOCIETÀ GENOVA 2004 Diverse e variegate sono le iniziative che esprimono il tema di Genova città marittima metaforicamente collegata

Dettagli

Considerato che gli studenti stranieri con difficoltà di integrazione sono da ritenersi a tutti gli effetti in situazione di svantaggio;

Considerato che gli studenti stranieri con difficoltà di integrazione sono da ritenersi a tutti gli effetti in situazione di svantaggio; DELIBERAZIONE GIUNTA PROVINCIALE Prot. 0088129/2004 DEL 27/7/2004 Oggetto: Adesione al Protocollo d'intesa "Scuole e nuove culture" avente fine di promuovere un piano interistituzionale di interventi per

Dettagli

Notizie dal Consiglio

Notizie dal Consiglio Notizie dal Consiglio z N U M E R O 4 / 2 0 1 5 4 M A G G I O 2 0 1 5 DALLE ISTITUZIONI 1. Dal nostro Consiglio - Assemblea bilancio consuntivo 2014 e bilancio preventivo 2015 - Servizio di restituzione

Dettagli

entro domenica 30 novembre 2014 direttamente online sul sito. È preferibile comunicare l avvenuta iscrizione anche al prof. referente del progetto

entro domenica 30 novembre 2014 direttamente online sul sito. È preferibile comunicare l avvenuta iscrizione anche al prof. referente del progetto Progetto CW MUN Change the World Model United Nations Scheda riassuntiva Ente organizzatore: Iscrizione: Costi iniziali: Associazione Diplomatici www.diplomatici.it entro domenica 30 novembre 2014 direttamente

Dettagli

PROGETTO DI RELAZIONE

PROGETTO DI RELAZIONE ASSEMBLEA PARLAMENTARE PARETICA ACP-UE Commissione per gli affari politici 31.7.2014 PROGETTO DI RELAZIONE sulla sfida della riconciliazione nazionale nei paesi in situazione di postconflitto e di post-crisi

Dettagli

Partecipanti dal Vs Istituto 15 studenti

Partecipanti dal Vs Istituto 15 studenti Titolo FESTIVAL DELLE CARRIERE INTERNAZIONALI Referente/i Referente Orientamento in uscita/progetti internazionali Destinatari Studenti degli ultimi due anni delle scuole secondarie di II grado Pre-requisiti

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA XV LEGISLATURA

SENATO DELLA REPUBBLICA XV LEGISLATURA SENATO DELLA REPUBBLICA XV LEGISLATURA N. 1380 DISEGNO DI LEGGE d iniziativa dei senatori DE POLI, BUTTIGLIONE, CICCANTI e TREMATERRA COMUNICATO ALLA PRESIDENZA L 8 MARZO 2007 Istituzione del Garante nazionale

Dettagli

LO STATO E GLI ALTRI ORDINAMENTI. L ORDINAMENTO INTERNAZIONALE

LO STATO E GLI ALTRI ORDINAMENTI. L ORDINAMENTO INTERNAZIONALE LO STATO E GLI ALTRI ORDINAMENTI. L ORDINAMENTO INTERNAZIONALE L ordinamento giuridico internazionale Diritto internazionale generale e diritto internazionale particolare L adattamento del diritto interno

Dettagli

Tribunale di Brescia

Tribunale di Brescia Ufficio Relazioni con il Pubblico Palagiustizia di Brescia Una gestione associata per un primo contatto qualificato, l accoglienza e l accompagnamento dell utenza, una maggiore attenzione ai soggetti fragili

Dettagli

LE POLITICHE DELL U.E. PER LA SCUOLA LE ISTITUZIONI E LE POLITICHE EUROPEE

LE POLITICHE DELL U.E. PER LA SCUOLA LE ISTITUZIONI E LE POLITICHE EUROPEE GOVERNO ITALIANO Dipartimento Politiche Comunitarie COMMISSIONE EUROPEA PARLAMENTO EUROPEO LE POLITICHE DELL U.E. PER LA SCUOLA LE ISTITUZIONI E LE POLITICHE EUROPEE LE ISTITUZIONI E LE POLITICHE EUROPEE

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA PROGETTO CITTA SOSTENIBILI E AMICHE DEI BAMBINI E DEGLI ADOLESCENTI

PROTOCOLLO D INTESA PROGETTO CITTA SOSTENIBILI E AMICHE DEI BAMBINI E DEGLI ADOLESCENTI Inserire il Logo del Comune PROTOCOLLO D INTESA PROGETTO CITTA SOSTENIBILI E AMICHE DEI BAMBINI E DEGLI ADOLESCENTI Seconda annualità 2014/15 Premesso che i diritti dell Infanzia e dell Adolescenza sono

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa del deputato DE POLI

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa del deputato DE POLI Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 349 PROPOSTA DI LEGGE d iniziativa del deputato DE POLI Istituzione del Garante nazionale dei diritti dell infanzia e dell adolescenza Presentata

Dettagli

Qualifica conseguita Laurea magistrale in Giurisprudenza Voto di laurea Tesi di laurea

Qualifica conseguita Laurea magistrale in Giurisprudenza Voto di laurea Tesi di laurea CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Vera Di Stefano Indirizzo Via Marco Polo, n. 34, Aci Sant Antonio (CT) Telefono 3491235257 E-mail vera_12@hotmail.it Nazionalità italiana Data di nascita 5

Dettagli

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE. Proposta di DECISIONE DEL CONSIGLIO

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE. Proposta di DECISIONE DEL CONSIGLIO COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE Bruxelles, 13.09.2005 COM(2005) 426 definitivo Proposta di DECISIONE DEL CONSIGLIO concernente la firma, a nome della Comunità europea, della convenzione n. 198 del Consiglio

Dettagli

1. Concetti chiave della formazione

1. Concetti chiave della formazione 1. Concetti chiave della formazione Obiettivi di apprendimento I partecipanti acquisiranno una conoscenza di base su: - l ONU e le istituzioni internazionali competenti sulla disabilità ed i diritti -

Dettagli

INDICE ATTIVITÁ REALIZZATE NEL 2014

INDICE ATTIVITÁ REALIZZATE NEL 2014 1984-2014 30 anni per i Diritti Umani e la promozione di Educazione, Scienza, Cultura, Comunicazione in Piemonte e nel mondo INDICE ATTIVITÁ REALIZZATE NEL 2014 Centro UNESCO di Torino, Viale Maestri del

Dettagli

Università dell'età libera Giuseppe Malvermi. Presentazione Regolamento Auser Insieme di Piacenza

Università dell'età libera Giuseppe Malvermi. Presentazione Regolamento Auser Insieme di Piacenza Università dell'età libera Giuseppe Malvermi 15 Maggio 2012 Dove siamo: la sede della Casa delle associazioni sala riunioni caselle postali L'AUSER è anche ente gestore dei servizi comuni recapito telefonico

Dettagli

CURRICULUM VITAE ASSOCIAZIONE AMISTÀ

CURRICULUM VITAE ASSOCIAZIONE AMISTÀ CURRICULUM VITAE ASSOCIAZIONE AMISTÀ Dati enerali Nome Sede legale Telefono Email Contatti AMISTÀ Associazione di Promozione Sociale via Casaregis 52/21, 16129 Genova +39 3462146073 (Valeria Fusco/Presidente)

Dettagli

Attività di stage in azienda per docenti e alunni

Attività di stage in azienda per docenti e alunni Premessa Attività di stage in azienda per docenti e alunni Progetto di stage Docenti in Azienda - collaborazione con Ufficio Regionale per la Liguria e Confindustria di Genova fa parte delle iniziative

Dettagli

Istituto Comprensivo Aldo Moro Saronno OPEN DAY 2011

Istituto Comprensivo Aldo Moro Saronno OPEN DAY 2011 Istituto Comprensivo Aldo Moro Saronno OPEN DAY 2011 L alunno al centro RISPETTO DELLE INDIVIDUALITA ATTENZIONE ALLE SPECIFICITA PERSONALI ATTENZIONE AI DIVERSI STILI DI APPRENDIMENTO CURA DELLE RELAZIONI

Dettagli

CURRICULUM. Avv. Giuseppe Frugis, nato a Bari il 21.4.1941, ed ivi residente alla via C. Rosalba 10.

CURRICULUM. Avv. Giuseppe Frugis, nato a Bari il 21.4.1941, ed ivi residente alla via C. Rosalba 10. CURRICULUM Avv. Giuseppe Frugis, nato a Bari il 21.4.1941, ed ivi residente alla via C. Rosalba 10. Laureato in giurisprudenza presso l Università di Bari il 21.4.1970; Avvocato dal 4.5.74 ; Abilitato

Dettagli

ISTITUTO TECNICO NAUTICO STATALE BUCCARI 09125 Cagliari Viale Colombo, 60 Tel +39/070-300303/301793 Fax +39/070-340742 E-Mail: mail@itnbuccari.

ISTITUTO TECNICO NAUTICO STATALE BUCCARI 09125 Cagliari Viale Colombo, 60 Tel +39/070-300303/301793 Fax +39/070-340742 E-Mail: mail@itnbuccari. ISTITUTO TECNICO NAUTICO STATALE BUCCARI 09125 Cagliari Viale Colombo, 60 Tel +39/070-300303/301793 Fax +39/070-340742 E-Mail: mail@itnbuccari.it ISTITUTO TECNICO NAUTICO STATALE BUCCARI CAGLIARI & LICEO

Dettagli

Rifugiati siriani: come organizzare e sostenere gli aiuti internazionali?

Rifugiati siriani: come organizzare e sostenere gli aiuti internazionali? Risoluzione 1971 (2014) Rifugiati siriani: come organizzare e sostenere gli aiuti internazionali? 1. L Assemblea parlamentare ha affrontato la situazione dei rifugiati siriani nella sua Risoluzione 1902

Dettagli

Elenco matricole per ritiro libretti immatricolazione - 2013/2014

Elenco matricole per ritiro libretti immatricolazione - 2013/2014 FACOLTA' DI SCIENZE POLITICHE RELAZIONI INTERNAZIONALI PER LA COOPERAZIONE E LO SVILUPPO 2181 612814 FACOLTA' DI SCIENZE POLITICHE RELAZIONI INTERNAZIONALI PER LA COOPERAZIONE E LO SVILUPPO 2181 612939

Dettagli

_Come segnalare che avete un dibattito in programma?

_Come segnalare che avete un dibattito in programma? _Come segnalare che avete un dibattito in programma? Tutto quello che sarà prodotto dalle scuole sarà reso pubblico alla pagina https://labuonascuola.gov.it/dibattiti/, e una sezione della pagina sarà

Dettagli

Perdite: aspetti civilistici

Perdite: aspetti civilistici Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 89 25.03.2014 Perdite: aspetti civilistici Se la perdita supera 1/3 del capitale sociale, senza abbattere il capitale sociale al di sotto del

Dettagli

LE ISTITUZIONI DELL UNIONE EUROPEA

LE ISTITUZIONI DELL UNIONE EUROPEA LE ISTITUZIONI DELL UNIONE EUROPEA L UE è uno Stato, una confederazione, una federazione, un organizzazione internazionale? È un organizzazione internazionale dotata di ampi poteri che configurano cessioni

Dettagli

Progetto di cittadinanza attiva

Progetto di cittadinanza attiva Comune di Sant Antioco Progetto di cittadinanza attiva Il Consiglio Comunale dei ragazzi Il Consiglio Comunale dei ragazzi Nell'ambito del programma dell Amministrazione comunale di Sant Antioco, in particolar

Dettagli

010582234 vincenzo.grasso@giustizia.it

010582234 vincenzo.grasso@giustizia.it INFORMAZIONI PERSONALI Nome Data di nascita Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio Fax dell ufficio E-mail istituzionale GRASSO VINCENZO 18/12/1953 II Fascia MINISTERO

Dettagli

ORGANIZZAZIONE INTERNAZIONALE DEL LAVORO TTMLM/2013/14. Riunione Tecnica Tripartita sulla Migrazione per Lavoro

ORGANIZZAZIONE INTERNAZIONALE DEL LAVORO TTMLM/2013/14. Riunione Tecnica Tripartita sulla Migrazione per Lavoro Conclusioni 1 La Riunione Tecnica Tripartita sulla migrazione per lavoro, ORGANIZZAZIONE INTERNAZIONALE DEL LAVORO Riunione Tecnica Tripartita sulla Migrazione per Lavoro TTMLM/2013/14 Ginevra, 4-8 novembre

Dettagli

Dirigente - Dirigente dell'ufficio Centrale di Bilancio e Ragioneria

Dirigente - Dirigente dell'ufficio Centrale di Bilancio e Ragioneria INFORMAZIONI PERSONALI Nome CONTE MARCUS GIORGIO Data di nascita 21/09/1960 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio II Fascia CONSIGLIO DI STATO Dirigente - Dirigente

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI INFORMAZIONI PERSONALI Nome Data di nascita Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio Fax dell ufficio E-mail istituzionale CONTE MARCUS GIORGIO 21/09/1960 II Fascia CONSIGLIO

Dettagli

L AZIONE CONTRO LA FAME NEL MONDO

L AZIONE CONTRO LA FAME NEL MONDO CELEBRAZIONI UFFICIALI ITALIANE PER LA GIORNATA MONDIALE DELL ALIMENTAZIONE 2009 Conseguire la sicurezza alimentare in tempi di crisi PARTE III L AZIONE CONTRO LA FAME NEL MONDO L Italia con l ONU contro

Dettagli

ART. 1 RIFERIMENTI NORMATIVI

ART. 1 RIFERIMENTI NORMATIVI Regolamento di Tirocinio per i laureati nel Corso di Laurea in Scienze e Tecniche Psicologiche (classe L24) e del Corso di Laurea Specialistica (58/S) e Magistrale in Psicologia (classe LM51), anche ai

Dettagli

Curriculum Vitae Europass

Curriculum Vitae Europass Curriculum Vitae Europass Informazioni personali Nome Cognome Indirizzo Alice Parodi 186, via XX Settembre, 19121, La Spezia, Italia. Telefono +39 3479221644 E-mail aliceparodi3@gmail.com Cittadinanza

Dettagli

Approvata all unanimità

Approvata all unanimità Approvata all unanimità Nella sesta conferenza della CALRE del 28 e 29 ottobre 2002 a Bruxelles è stato discusso il funzionamento contenutistico dei Parlamenti regionali a potere legislativo ed è stata

Dettagli

L educazione ambientale

L educazione ambientale Ferdinando Pirro L educazione ambientale Dalla tutela della natura all educazione allo sviluppo sostenibile Provincia Autonoma di Bolzano Intendenza scolastica italiana - Ufficio processi educativi Le

Dettagli

Master universitario di primo livello Istituto di Studi Ecumenici San Bernardino. Facoltà di Teologia - Pontificia Università Antonianum

Master universitario di primo livello Istituto di Studi Ecumenici San Bernardino. Facoltà di Teologia - Pontificia Università Antonianum DIALOGO INTERRELIGIOSO DIDATTICA E METODOLOGIA DELLE RELIGIONI Master universitario di primo livello Istituto di Studi Ecumenici San Bernardino Facoltà di Teologia - Pontificia Università Antonianum Venezia

Dettagli

ASSISTENTE SOCIALE. Aggiornato il 9 luglio 2009

ASSISTENTE SOCIALE. Aggiornato il 9 luglio 2009 ASSISTENTE SOCIALE Aggiornato il 9 luglio 2009 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie?... 6 Conoscenze...

Dettagli

MASTER DI SPECIALIZZAZIONE IN STUDI EUROPEI

MASTER DI SPECIALIZZAZIONE IN STUDI EUROPEI ISTITUTO DI STUDI EUROPEI ALCIDE DE GASPERI (D.P.R. N 492 DEL 29/4/1956 E D.P.R. N 1126 DELL 11/10/1982) SCUOLA POST-UNIVERSITARIA DI STUDI EUROPEI 60 ANNO ACCADEMICO 2014-2015 MASTER DI SPECIALIZZAZIONE

Dettagli

ETTARO ZERO FARE PAESAGGIO, COSTRUIRE NATURA, PRENDERSI CURA DEL SUOLO L agricoltura di fronte alle sfide di oggi e domani

ETTARO ZERO FARE PAESAGGIO, COSTRUIRE NATURA, PRENDERSI CURA DEL SUOLO L agricoltura di fronte alle sfide di oggi e domani ETTARO ZERO FARE PAESAGGIO, COSTRUIRE NATURA, PRENDERSI CURA DEL SUOLO L agricoltura di fronte alle sfide di oggi e domani CONVEGNO Milano, 7 e 8 maggio 2009 Auditorium Giorgio Gaber Palazzo della Regione

Dettagli

Workshop NEW INTERNATIONAL SPORT TELEVISION MARKET TRENDS

Workshop NEW INTERNATIONAL SPORT TELEVISION MARKET TRENDS Workshop NEW INTERNATIONAL SPORT TELEVISION MARKET TRENDS Report del PROF. FRANCO B. ASCANI - Presidente Federation Internationale Cinema Television Sportifs - Membro della Commissione Cultura ed Educazione

Dettagli

AZIONE CATTOLICA ITALIANA. Partecipazione e responsabilità dei laici nella Chiesa locale

AZIONE CATTOLICA ITALIANA. Partecipazione e responsabilità dei laici nella Chiesa locale AZIONE CATTOLICA ITALIANA ASSOCIAZIONE DIOCESANA DI TORINO Corso Matteotti, 11 10121 TORINO Tel. 011.562.32.85 Fax 011.562.48.95 E-mail: presidenza.ac@diocesi.to.it Partecipazione e responsabilità dei

Dettagli

Decreto Legislativo 30 gennaio 2006, n. 26

Decreto Legislativo 30 gennaio 2006, n. 26 Decreto Legislativo 30 gennaio 2006, n. 26 Istituzione della scuola superiore della magistratura, nonché disposizioni in tema di tirocinio e formazione dei magistrati ordinari aggiornamento professionale

Dettagli

Federico Petronzi Facoltà di Lettere e Filosofia Corso di Laurea Magistrale in Storia e Società

Federico Petronzi Facoltà di Lettere e Filosofia Corso di Laurea Magistrale in Storia e Società Mary Christine Albanese Facoltà di Giurisprudenza Corso di Laurea Magistrale in Giurisprudenza Federico Petronzi Facoltà di Lettere e Filosofia Corso di Laurea Magistrale in Storia e Società Dove esiste

Dettagli

L Assemblea Generale,

L Assemblea Generale, Dichiarazione delle Nazioni Unite sull educazione e la formazione ai diritti umani. Adottata il 23 marzo 2011 dal Consiglio diritti umani, con Risoluzione 16/1 L Assemblea Generale, 165 Riaffermando gli

Dettagli

STATUTO SOCIETÀ ITALIANA PER L ORGANIZZAZIONE INTERNAZIONALE SIOI PALAZZETTO DI VENEZIA PIAZZA DI SAN MARCO 51 00186 ROMA

STATUTO SOCIETÀ ITALIANA PER L ORGANIZZAZIONE INTERNAZIONALE SIOI PALAZZETTO DI VENEZIA PIAZZA DI SAN MARCO 51 00186 ROMA SOCIETÀ ITALIANA PER L ORGANIZZAZIONE INTERNAZIONALE STATUTO SIOI PALAZZETTO DI VENEZIA PIAZZA DI SAN MARCO 51 00186 ROMA TEL. 06-6920781 FAX 06-6789102 sioi@sioi.org - WWW.SIOI.ORG STATUTO STATUTO DELLA

Dettagli

SICUREZZA ALIMENTARE MONDIALE

SICUREZZA ALIMENTARE MONDIALE Verso la costruzione della SICUREZZA ALIMENTARE MONDIALE Insieme possiamo porre fine alla fame e alla malnutrizione José Graziano da Silva, Direttore Generale della FAO UNA VISIONE COMUNE L Organizzazione

Dettagli

STATUTO NAZIONALE CENTRO DI AZIONE GIURIDICA (Ce.A.G.) Il Centro di Azione Giuridica ha sede in Roma, Via Salaria n.

STATUTO NAZIONALE CENTRO DI AZIONE GIURIDICA (Ce.A.G.) Il Centro di Azione Giuridica ha sede in Roma, Via Salaria n. STATUTO NAZIONALE CENTRO DI AZIONE GIURIDICA (Ce.A.G.) DI LEGAMBIENTE ONLUS Approvato il 14.04.2013 ART. 1. Organizzazione e sede del Ce.A.G. Il Centro di Azione Giuridica ha sede in Roma, Via Salaria

Dettagli

People First Affrontare insieme la dimensione umana della crisi

People First Affrontare insieme la dimensione umana della crisi G8 Social Summit People First Affrontare insieme la dimensione umana della crisi Conclusioni della Riunione del G8 sul Lavoro e l Occupazione 1. I Ministri del Lavoro e dell Occupazione dei paesi del G8

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO REGINA ELENA SOLARO SCUOLA MEDIA LUIGI PIRANDELLO. RELAZIONE FINALE DEL PROGETTO LIFE SKILLS TRAINING a.s.

ISTITUTO COMPRENSIVO REGINA ELENA SOLARO SCUOLA MEDIA LUIGI PIRANDELLO. RELAZIONE FINALE DEL PROGETTO LIFE SKILLS TRAINING a.s. ISTITUTO COMPRENSIVO REGINA ELENA SOLARO SCUOLA MEDIA LUIGI PIRANDELLO RELAZIONE FINALE DEL PROGETTO LIFE SKILLS TRAINING a.s. 2012/2013 Nel corrente anno scolastico, la Scuola Media L. Pirandello ha organizzato,

Dettagli

Land Grabbing La necessità di una disciplina legale internazionale. Matteo Manfredi Neolaureato in giurisprudenza Università Cattolica di Milano

Land Grabbing La necessità di una disciplina legale internazionale. Matteo Manfredi Neolaureato in giurisprudenza Università Cattolica di Milano Land Grabbing La necessità di una disciplina legale internazionale Matteo Manfredi Neolaureato in giurisprudenza Università Cattolica di Milano Land Grabbing Un attività ambigua: Consiste in acquisizioni

Dettagli

STATUTO DELL ORGANIZZAZIONE INTERNAZIONALE DELLE ISTITUZIONI SUPERIORI DI CONTROLLO DELLE FINANZE PUBBLICHE (INTOSAI)

STATUTO DELL ORGANIZZAZIONE INTERNAZIONALE DELLE ISTITUZIONI SUPERIORI DI CONTROLLO DELLE FINANZE PUBBLICHE (INTOSAI) * Traduzione a cura dell Ufficio Relazioni Internazionali e Comunitarie maggio 2007 INTOSAI STATUTO DELL ORGANIZZAZIONE INTERNAZIONALE DELLE ISTITUZIONI SUPERIORI DI CONTROLLO DELLE FINANZE PUBBLICHE (INTOSAI)

Dettagli

PRESIDENT AND CHIEF EXECUTIVE OFFICER MB&PARTNERS SRL

PRESIDENT AND CHIEF EXECUTIVE OFFICER MB&PARTNERS SRL CURRICULUM VITAE DOTT.SSA MARINA BRESCIANI INFORMAZIONI PERSONALI Nome BRESCIANI, MARINA Indirizzo 13, VIA A. MANZONI, 00027, ROVIANO, ROMA, ITALIA Telefono 335.1997687 / 392 1935461 Fax 0774.903004 E-mail

Dettagli

C I T T À D I S U R B O Provincia di Lecce ~~~~~~o~~~~~~

C I T T À D I S U R B O Provincia di Lecce ~~~~~~o~~~~~~ C I T T À D I S U R B O Provincia di Lecce ~~~~~~o~~~~~~ Settore Servizi Amministrativi REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI E DELLE RAGAZZE Approvato con deliberazione del

Dettagli

A digiuno di diritti

A digiuno di diritti VOLONTARIATO INTERNAZIONALE PER LO SVILUPPO Corso di formazione al Volontariato Internazionale e di Educazione alla Mondialità 2008-2009 A digiuno di diritti Corso di formazione al Volontariato Intern

Dettagli

Collana dell Istituto di Teoria e Tecniche dell Informazione Giuridica del Consiglio Nazionale delle Ricerche

Collana dell Istituto di Teoria e Tecniche dell Informazione Giuridica del Consiglio Nazionale delle Ricerche Collana dell Istituto di Teoria e Tecniche dell Informazione Giuridica del Consiglio Nazionale delle Ricerche diretta da Costantino Ciampi (direttore dell ITTIG) Serie «Studi e documenti», n. 9 Indice

Dettagli

Il 25 Novembre 2014 si celebra la costituzione dell International Society of Doctors for the Environment ISDE

Il 25 Novembre 2014 si celebra la costituzione dell International Society of Doctors for the Environment ISDE Il 25 Novembre 2014 si celebra la costituzione dell International Society of Doctors for the Environment ISDE Il 25 Novembre1990 si costituiva l Associazione Internazionale Medici per l Ambiente ISDE.

Dettagli

Organizzazione delle Nazioni Unite

Organizzazione delle Nazioni Unite Pagina 1 di 5 Organizzazione delle Nazioni Unite Da Wikipedia, l'enciclopedia libera. (Reindirizzamento da Nazioni Unite) «Noi, popoli delle Nazioni Unite, decisi a salvare le future generazioni dal flagello

Dettagli

Le principali istituzioni. economiche internazionali

Le principali istituzioni. economiche internazionali Le principali istituzioni economiche internazionali Quali sono? Fondo Monetario Internazionale Banca Mondiale Organizzazione Mondiale del Commercio Le prime due sono nate dalla conferenza di Bretton Woods

Dettagli

CREARE UN ONU ADATTA AL 21 SECOLO

CREARE UN ONU ADATTA AL 21 SECOLO CREARE UN ONU ADATTA AL 21 SECOLO Il Vertice Mondiale 2005 dibatterà le proposte che potrebbero dar vita alla ristrutturazione di maggiore portata che le Nazioni Unite abbiano mai conosciuto nei sessanta

Dettagli

BARCA ELENA 01/12/1958 II Fascia MINISTERO DELLA GIUSTIZIA Dirigente - TRIBUNALE DI BOLOGNA. 051332393 elena.barca@giustizia.it

BARCA ELENA 01/12/1958 II Fascia MINISTERO DELLA GIUSTIZIA Dirigente - TRIBUNALE DI BOLOGNA. 051332393 elena.barca@giustizia.it INFORMAZIONI PERSONALI Nome Data di nascita Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio Fax dell ufficio E-mail istituzionale BARCA ELENA 01/12/1958 II Fascia Dirigente -

Dettagli

STATUTO DI Ai.Bi. ASSOCIAZIONE AMICI DEI BAMBINI

STATUTO DI Ai.Bi. ASSOCIAZIONE AMICI DEI BAMBINI Documentazione AI.BI Ai.Bi. pagina 1 di 6 Denominazione e Sede STATUTO DI Ai.Bi. ASSOCIAZIONE AMICI DEI BAMBINI Art. 1 E costituita una associazione denominata Ai.Bi. Associazione Amici dei Bambini, siglabile

Dettagli