GeMUN Genoa ModelUnited Nations

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "GeMUN Genoa ModelUnited Nations"

Transcript

1 GeMUN Genoa ModelUnited Nations 1

2 Indice Checos èilgemun...3 PerchéprenderpartealGeMUN...4 ProssimieventiMUNaGenova...5 Laconferenzainpratica...6 Lastrutturadellaconferenza...7 StoriadelGeMUN...8 2

3 Che cos è il GeMUN GeMUN sta per Genoa Model United Nations ed è una conferenza di tre giorni che simula le attività dell ONU. Nel 1953 l Università di Harvard (Stati Uniti) realizzò la prima conferenza MUN. In seguito L Aia, nei Paesi Bassi, nella quale era presente una sede ONU, creò la sua conferenza, il THIMUN (The Hague International Model United Nations), ed anni dopo si associò alle Nazioni Unite. Da allora le sedi affiliate al THIMUN si sono moltiplicate nelmondo,creandounafittaretediscambiotraragazzidi ogni paese. Anche il GeMUN fa parte di questo grande progetto ed è l unico, in tutta Italia, ad essere affiliato al THIMUN, un riconoscimento che ne garantisce l alta qualità e professionalità. Delegati provenienti da scuole superiori e le università di tutto il mondo discutono in lingua inglese argomenti di interesse internazionale che vanno dall economia, alla sicurezza, all ambiente, agli aiuti umanitari con lo scopo di trovare soluzioni attuabili ai problemi dibattuti. Dal GeMUN 2011 è inoltre possibile partecipare alla Corte Internazionale di Giustizia, simulazione della corte di giustizia del tribunale internazionale de L Aia. 3

4 Perché prender parte al GeMUN Le iniziative del GeMUN sono pensate per sviluppare le abilità di dibattito, negoziazione e riflessione critica. Servono per conoscere e approfondire i problemi della politica internazionale, imparare a cooperare, guardare il mondo da diverse angolazioni. La partecipazione al GeMUN permette di rinforzare la lingua inglese, attraverso le attività di dibattito e il dialogo con giovani provenienti da tutto il mondo. Se siete sensibili alle problematiche mondiali e globali, se aspirate a contribuire al miglioramento della vita comune, il GeMUN fa esattamente per voi! Per maggiori informazioni sulla partecipazione, contattate il GeMUN Office. 4

5 Prossimi eventi MUN a Genova GeMINIMUN 2012 Il GeMiniMUN è una conferenza pensata e organizzata per aiutare i nuovi delegati e i nuovi membri del ambiente del MUN di Genova e Liguria a familiarizzare con tutte le procedure formali del dibattito. Dove: Castello d Albertis Quando: Novembre 2012 Comitati: Commissione per il Progresso Commissione per la Sostenibilità Disarmo e Sicurezza Internazionale GeMUN 2013 La conferenza GeMUN è il risultato di tutto il nostro lavoro. Essa ha una durata di 3 giorni in cui studenti provenienti da tutto il mondo si incontrano nella nostra città, per dibattere su tematiche mondiali. Sono invitati studenti dell università e delle scuole superiori. La lingua ufficiale è l inglese. La conferenza è suddivisa in 9 comitati, ognuno riguardante uno specifico argomento Il GeMUN è, in breve, una fedelissima riproduzione del lavoro svolto dalle Nazioni Unite. Dove: Palazzo ducale, Palazzo Rosso, Biblioteca Berio, Palazzo S. Giorgio Quando: Febbraio 2013 GeMUN Debating Day È un giorno in cui i giovani si riuniscono per confrontarsi e dibattere su tematiche mondiali. È suddivisa nei seguenti comitati: Comitato italiano Comitato inglese Dove: Biblioteca Berio Quando: Aprile

6 La conferenza in pratica La conferenza si articola in diversi comitati che corrispondono a quelli in cui si compone l assemblea ONU. Ogni delegato può scegliere di rappresentare qualsiasi paese che non sia quello della nazionalità di appartenenza e di partecipare ad uno dei seguenti comitati. I ruoli ricoperti all interno della conferenza sono diversi. Di seguito sono riportati in ordine alfabetico. Avvocato: colui difende la causa del paese che rappresenta; Capo redattore: il responsabile del lavoro eseguito dalla stampa; Capo Security: il responsabile dell organizzazione del lavoro svolto dalla Security; Capo Staff: il responsabile dell organizzazione del lavoro eseguito dallo Staff; Delegato: rappresenta un paese dell ONU in un comitato specifico e può intervenire proponendo delle soluzioni ai problemi in discussione, formando dei gruppi di interesse e cercando il maggior numero di delegati possibili che appoggino le sue idee per poter arrivare a comporre un documento conclusivo, la risoluzione, che difenderà e discuterà durante il dibattito; Direttore della conferenza MUN: colui che supporta e supervisiona l intero lavoro prima, dopo e durante la conferenza; Dirigente: coordina la conferenza, gestisce il dibattito e si assicura che tutto proceda secondo le regole; Executive Staff: organizza e dirige i settori di logistica, preparazione dello staff, amministrazione d ufficio, del programma culturale e della sicurezza (v. Security) e dell organizzazione generale della conferenza; Giudice: colui che segue il caso, esamina le prove presentate dagli avvocati ed emana un verdetto secondo le leggi internazionali; Presidente dell Assemblea Generale: l organizzatore dell Assemblea, ossia l unione di più comitati che dibattono le risoluzioni migliori. Gestisce i partecipanti di più comitati organizzati per delegazione; Presidente ICJ: responsabile e organizzatore della Corte Internazionale di Giustizia. Durante la conferenza, gestisce la Corte Internazionale e si assicura che tutto proceda secondo le regole; Security: coloro che garantiscono la sicurezza nei comitati. Sono chiamati a sorvegliare le sale e si accertano che nessuno non autorizzato entri o esca; Segretario Generale: l organizzatore dell intera conferenza, il cui ruolo è gestire tutti i responsabili dei vari settori e coordinarne il lavoro; Staff: coloro che garantiscono la buona organizzazione della conferenza e dei comitati da un punto di vista pratico. Sono responsabili della logistica in generale; Stampa: si occupa di documentare l evento, intervistando i delegati e preparando un giornalino della conferenza. I ruoli di giudice e di avvocato sono ricoperti all interno della Corte Internazionale di Giustizia (International Court of Justice- ICJ), una simulazione del lavoro che svolge la vera Corte Internazionale, il principale corpo giudiziario delle Nazione Unite, il cui scopo è risolvere casi internazionali fra due specifici governi in conflitto. I casi presentati alla Corte del GeMUN sono sempre esistenti e ancora irrisolti dalla Corte Internazionale. 6

7 La struttura della conferenza GeMUN I delegati si riuniscono in 9 comitati diversi, 7 dei quali destinati agli studenti del liceo e 2 indirizzati agli studenti universitari. I comitati sono i seguenti: Conferenza Speciale: gli argomenti di dibattito cambiano ogni anno a seconda del tema della conferenza; Consiglio di Sicurezza: il comitato comprende solo 15 delegati(5 membri permanenti -Regno Unito, Stati Uniti, Francia, Cina e Russia- e 10 membri che cambiano ogni 2 anni) e tratta le crisi mondiali più urgenti; Consiglio Economico e Sociale delle Nazioni Unite: promuove lo sviluppo economico e sociale dei paesi meno sviluppati; Conferenza del Mediterraneo: in questo comitato ogni nazione è rappresentata da 2 delegati e i paesi rappresentati sono quelli dell aerea mediterranea; Commissione per l Ambiente: si occupa dei problemi legati all ambiente; Consiglio per il Disarmo e la Sicurezza Internazionale: dibatte questioni riguardanti aspetti che minano la sicurezza internazionale; Comitato Sociale, Culturale e Umanitario: i diritti umani sono alla base dei dibattiti di questo comitato, che lavora per promuoverli ed attuarli; Comitato Economico e Finanziario (livello universitario): discute problemi di finanza ed economia mondiale; Comitato Legale (livello universitario): si occupa delle leggi internazionali. 7

8 Storia del GeMUN 1998: il primo gruppo parte per San Pietroburgo per partecipare alla conferenza SPIMUN. 1999: partecipazione al MUN di Bratislava. 2000: su invito personale di Stephan dio Mistura, rappresentante dell ONU in Italia, il Gruppo di Genova parte per Londra per il Millenium Summit. 2001: preparazione del primo Evento MUN Genovese. 2002: 140 ragazzi provenienti da 14 scuole italiane si riuniscono alla Sala Rossa del Palazzo Tursi per il primo GeMUN. 2003: Viene formato il comitato Organizzativo GeMUN, del quale fanno parte 5 scuole superiori e 2 facoltà. 2004: la conferenza organizzata presso il Palazzo Ducale e Fiera Congressi è stata affiliata al THIMUN e rientra nel circuito internazionale. L'unica conferenza a proporre una commissione sul Mediterraneo conta 450 partecipanti provenienti da 15 scuole da tutto il mondo. 2005: al Liceo Linguistico G.Deledda apre l'ufficio GeMUN e si svolgono gli incontri fissi della Debating Society. Partecipazione alla conferenza THIMUN all'aja. 2006: viene aggiunto il comitato del Disarmo e la sicurezza Internazionale. Tema: sicurezza del Cibo. Presenza dei rappresentanti FAO in qualità dei Keynote speaker. 2007: la conferenza GeMUN accoglie per la prima volta 650 ragazzi di 40 scuole provenienti da tutto il mondo. 2008: la Conferenza GeMUN conta 650 partecipanti provenienti da 40 scuola da tutto il mondo. Tema: l'energia. 2009: tema: biodiversità e limiti della crescita. Viene organizzato il primo GeMiniMUN per la preparazione dei giovani delegati. Durante la conferenza GeMUN viene organizzato il primo comitato per gli studenti universitari. 2010: tema principale: i limiti della crescita. Prima partecipazione alla Corte internazionale di Giustizia alla conferenza (CIG) del Cairo. Inizia la preparazione del comitato simile Genovese. 2011: La conferenza GeMUN è dedicata al Progresso Comune. Parte la sessione genovese della CIG e viene aggiunto il comitato per l'ambiente dopo la catastrofe di Fukushima Si aggiunge il comitato Economico e Finanziario. In collaborazione con la Biblioteca Berio, viene organizzato il primo Debating Day. 2012: dedicata alla gioventù. Si aggiunge il comitato Legale a livello universitario. 8

EVENTI MUN PER L ANNO SCOLASTICO 2014-2015

EVENTI MUN PER L ANNO SCOLASTICO 2014-2015 L ufficio GeMUN organizza la partecipazione alle conferenze Model United Nations presso le scuole affiliate alla conferenza THIMUN dell Aja (www.thimun.org). I costi sono indicativi e in fase di approvazione

Dettagli

EVENTI MUN PER L ANNO SCOLASTICO 2013-2014

EVENTI MUN PER L ANNO SCOLASTICO 2013-2014 L ufficio GeMUN organizza la partecipazione alle conferenze Model United Nations presso le scuole affiliate alla conferenza THIMUN dell Aja (www.thimun.org). I costi sono indicativi e in fase di approvazione

Dettagli

ASSOCIAZIONE DIPLOMATICI. Immagina 2500 studenti provenienti da

ASSOCIAZIONE DIPLOMATICI. Immagina 2500 studenti provenienti da ASSOCIAZIONE DIPLOMATICI Immagina Roma e New York ASSOCIAZIONE Immagina il centro DIPLOMATICI della diplomazia mondiale Immagina più di 1200 studenti ASSOCIAZIONE DIPLOMATICI provenienti da ogni parte

Dettagli

Le funzioni dell ONU

Le funzioni dell ONU Le funzioni dell ONU Allo scopo di tutelare la pace nel mondo, nel 1945 venne istituita l ONU (Organizzazione delle nazioni unite). Oltre che della tutela della pace, l ONU si occupa della salvaguardia

Dettagli

Progetto Diplomatici a New York 2012/2013- Change the world Model UN

Progetto Diplomatici a New York 2012/2013- Change the world Model UN Progetto Diplomatici a New York 2012/2013- Change the world Model UN Diplomatici: l associazione Diplomatici gestisce da tredici anni la partecipazione degli studenti ai Model United Nations, le prestigiose

Dettagli

Quali sono gli organismi internazionali preposti alla promozione e alla tutela dei diritti umani?

Quali sono gli organismi internazionali preposti alla promozione e alla tutela dei diritti umani? Quali sono gli organismi internazionali preposti alla promozione e alla tutela dei diritti umani? Un'organizzazione internazionale è per definizione ogni organizzazione con membri, scopo o presenza internazionali;

Dettagli

2.6. Organizzazioni non governative

2.6. Organizzazioni non governative 2.6. Organizzazioni non governative L espressione ONG è stata introdotta per la prima volta in un trattato internazionale dall articolo 71 della Carta delle Nazioni Unite, che prevede la possibilità del

Dettagli

Le indicazioni del Comitato ONU sui diritti dell infanzia

Le indicazioni del Comitato ONU sui diritti dell infanzia Le indicazioni del Comitato ONU sui diritti dell infanzia Laura Baldadassarre Responsabile Advocacy Istituzionale Roma, 13 febbraio 2012 La Convenzione sui diritti dell infanzia Il Comitato ONU sui diritti

Dettagli

!!! PROGETTI MODEL UNITED NATIONS. Anno Scolastico 2014/2015

!!! PROGETTI MODEL UNITED NATIONS. Anno Scolastico 2014/2015 PROGETTI MODEL UNITED NATIONS Anno Scolastico 2014/2015 INTRODUZIONE UNlab è un ente composto da giovani professionisti e studenti che cooperano per diffondere in Italia e in Europa la conoscenza della

Dettagli

PERCORSO INTRAPRENDO INTRODUZIONE METODOLOGIA ORGANIZZAZIONE

PERCORSO INTRAPRENDO INTRODUZIONE METODOLOGIA ORGANIZZAZIONE PERCORSO INTRAPRENDO Sessione STORYTELLING INTRODUZIONE METODOLOGIA ORGANIZZAZIONE + INTRODUZIONE SOCIAL INNOVATION AROUND è l Appuntamento dove puoi trasmettere con facilità e in maniera coinvolgente

Dettagli

SERVIZIO VOLONTARIO EUROPEO

SERVIZIO VOLONTARIO EUROPEO SERVIZIO VOLONTARIO EUROPEO CHE COS È È un programma di mobilità che permette ai giovani di impegnarsi nel volontariato in un paese diverso da quello di residenza per un periodo non superiore ai 12 mesi.

Dettagli

Italian!Diplomatic!Academy!!!Accademia!Italiana!per!la!Formazione!e!gli!Alti!Studi! Internazionali!

Italian!Diplomatic!Academy!!!Accademia!Italiana!per!la!Formazione!e!gli!Alti!Studi! Internazionali! MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO NATIONALHIGHSCHOOLMODELUNITEDNATIONS201542016 StudentiAmbasciatorialleNazioniUnite ItalianDiplomaticAcademy

Dettagli

STATUTO SOCIETÀ ITALIANA PER L ORGANIZZAZIONE INTERNAZIONALE SIOI PALAZZETTO DI VENEZIA PIAZZA DI SAN MARCO 51 00186 ROMA

STATUTO SOCIETÀ ITALIANA PER L ORGANIZZAZIONE INTERNAZIONALE SIOI PALAZZETTO DI VENEZIA PIAZZA DI SAN MARCO 51 00186 ROMA SOCIETÀ ITALIANA PER L ORGANIZZAZIONE INTERNAZIONALE STATUTO SIOI PALAZZETTO DI VENEZIA PIAZZA DI SAN MARCO 51 00186 ROMA TEL. 06-6920781 FAX 06-6789102 sioi@sioi.org - WWW.SIOI.ORG STATUTO STATUTO DELLA

Dettagli

CITTA DI SPINEA PROVINCIA DI VENEZIA

CITTA DI SPINEA PROVINCIA DI VENEZIA CITTA DI SPINEA PROVINCIA DI VENEZIA Regolamento concorso Scuole e Studenti Zero Emissioni Anno scolastico 2015-2016 Acqua: risorsa infinita? Informazioni preliminari Per l anno scolastico 2015-2016 il

Dettagli

STATUTO PER IL SITO INTERNET DELL ENCJ

STATUTO PER IL SITO INTERNET DELL ENCJ STATUTO PER IL SITO INTERNET DELL ENCJ Introduzione Il sito www.encj.net è il sito internet della Rete Europea dei Consigli di Giustizia (ENCJ). È stato stilato uno statuto redazionale al fine di regolare

Dettagli

Che cos è AIESEC? Cambiare il mondo tramite l educazione

Che cos è AIESEC? Cambiare il mondo tramite l educazione AIESEC Italia Che cos è AIESEC? Nata nel 1948, AIESEC è una piattaforma che mira allo sviluppo della leadership nei giovani, offrendo loro l opportunità di partecipare a stage internazionali con l obiettivo

Dettagli

Risoluzione adottata dall Assemblea Generale [sul rapporto del Terzo Comitato (A/66/457)]

Risoluzione adottata dall Assemblea Generale [sul rapporto del Terzo Comitato (A/66/457)] Risoluzione adottata dall Assemblea Generale [sul rapporto del Terzo Comitato (A/66/457)] Dichiarazione delle Nazioni Unite sull educazione e la formazione ai diritti umani (Traduzione non ufficiale) L

Dettagli

Progetto di cittadinanza attiva

Progetto di cittadinanza attiva Comune di Sant Antioco Progetto di cittadinanza attiva Il Consiglio Comunale dei ragazzi Il Consiglio Comunale dei ragazzi Nell'ambito del programma dell Amministrazione comunale di Sant Antioco, in particolar

Dettagli

Servizi sociali per tutti

Servizi sociali per tutti Servizi sociali per tutti Servizi sociali per tutti 4 Una voce che conta per i lavoratori e le lavoratrici dei servizi sociali d Europa La FSESP è la Federazione sindacale europea dei lavoratori dei servizi

Dettagli

PROPOSTA DI INCHIESTA PARLAMENTARE

PROPOSTA DI INCHIESTA PARLAMENTARE SENATO DELLA REPUBBLICA XVII LEGISLATURA Doc. XXII n. 12 PROPOSTA DI INCHIESTA PARLAMENTARE d iniziativa del senatore MICHELONI COMUNICATO ALLA PRESIDENZA IL 23 OTTOBRE 2013 Istituzione di una Commissione

Dettagli

DEL REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI (C.C.R.)

DEL REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI (C.C.R.) DEL REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI (C.C.R.) (Approvato con deliberazione consiliare n. 30 del 24.06.2010 e successiva modifica con deliberazione consiliare n. 50 del 25.09.2012) PREMESSA

Dettagli

L AZIONE CONTRO LA FAME NEL MONDO

L AZIONE CONTRO LA FAME NEL MONDO CELEBRAZIONI UFFICIALI ITALIANE PER LA GIORNATA MONDIALE DELL ALIMENTAZIONE 2009 Conseguire la sicurezza alimentare in tempi di crisi PARTE III L AZIONE CONTRO LA FAME NEL MONDO L Italia con l ONU contro

Dettagli

Regolamento del Consiglio per la Cooperazione Internazionale, Solidarietà e Accoglienza Città di Genova

Regolamento del Consiglio per la Cooperazione Internazionale, Solidarietà e Accoglienza Città di Genova Regolamento del Consiglio per la Cooperazione Internazionale, Solidarietà e Accoglienza Città di Genova Approvato con deliberazione C.C. n. 48 del 08/09/2015 In vigore dal 9 ottobre 2015 www.comune.genova.it

Dettagli

L Integrazione dei Processi di Gestione delle Risorse Umane

L Integrazione dei Processi di Gestione delle Risorse Umane L Integrazione dei Processi di Gestione delle Risorse Umane 1 L integrazione dei processi della gestione delle Risorse Umane 3 2 Come i Modelli di Capacità consentono di integrare i processi? 5 pagina

Dettagli

Sicily Model United Nations 2015 Simulazione di una conferenza ONU in lingua Inglese Hotel Tre Torri Agrigento

Sicily Model United Nations 2015 Simulazione di una conferenza ONU in lingua Inglese Hotel Tre Torri Agrigento PRESENTA Sicily Model United Nations 2015 Simulazione di una conferenza ONU in lingua Inglese Hotel Tre Torri Agrigento Progetto Didattico per il triennio della scuola superiore A.S. 2014/2015 in collaborazione

Dettagli

LE POLITICHE DELL U.E. PER LA SCUOLA LE ISTITUZIONI E LE POLITICHE EUROPEE

LE POLITICHE DELL U.E. PER LA SCUOLA LE ISTITUZIONI E LE POLITICHE EUROPEE GOVERNO ITALIANO Dipartimento Politiche Comunitarie COMMISSIONE EUROPEA PARLAMENTO EUROPEO LE POLITICHE DELL U.E. PER LA SCUOLA LE ISTITUZIONI E LE POLITICHE EUROPEE LE ISTITUZIONI E LE POLITICHE EUROPEE

Dettagli

L Assemblea Generale,

L Assemblea Generale, Dichiarazione delle Nazioni Unite sull educazione e la formazione ai diritti umani. Adottata il 23 marzo 2011 dal Consiglio diritti umani, con Risoluzione 16/1 L Assemblea Generale, 165 Riaffermando gli

Dettagli

III CONFERENZA GLOBALE SUL LAVORO MINORILE

III CONFERENZA GLOBALE SUL LAVORO MINORILE III CONFERENZA GLOBALE SUL LAVORO MINORILE Dichiarazione di Brasilia sul lavoro minorile Noi, rappresentanti dei governi e delle organizzazioni dei datori di lavoro e dei lavoratori che hanno partecipato

Dettagli

Le Olimpiadi entrano nelle scuole Firmato il protocollo tra TOROC e MIUR

Le Olimpiadi entrano nelle scuole Firmato il protocollo tra TOROC e MIUR COMUNICATO STAMPA 26/2003 Le Olimpiadi entrano nelle scuole Firmato il protocollo tra e MIUR (TORINO, 17 MARZO 2003) Valentino Castellani, presidente del e la senatrice Maria Grazia Siliquini, sottosegretario

Dettagli

Avocats sans Frontières Italia

Avocats sans Frontières Italia Avocats sans Frontières Italia BAMBINI SOLDATO IN AFRICA UN DRAMMA NEL DRAMMA Presentazione del Rapporto di Amnesty International 21.000 bambini soldato in Liberia Roma 8 Novembre 2004 Processabilità e

Dettagli

Oggi parlare di educazione ambientale significa sempre più aprirsi ad un ampio ventaglio di tematiche tra loro trasversali, con l obiettivo comune di

Oggi parlare di educazione ambientale significa sempre più aprirsi ad un ampio ventaglio di tematiche tra loro trasversali, con l obiettivo comune di Oggi parlare di educazione ambientale significa sempre più aprirsi ad un ampio ventaglio di tematiche tra loro trasversali, con l obiettivo comune di puntare ad una diffusione della sostenibilità sul territorio.

Dettagli

Approvata all unanimità

Approvata all unanimità Approvata all unanimità Nella sesta conferenza della CALRE del 28 e 29 ottobre 2002 a Bruxelles è stato discusso il funzionamento contenutistico dei Parlamenti regionali a potere legislativo ed è stata

Dettagli

REGOLAMENTO CONGRESSUALE 60 CONGRESSO NAZIONALE DEGLI ORDINI DEGLI INGEGNERI D ITALIA VENEZIA 2015

REGOLAMENTO CONGRESSUALE 60 CONGRESSO NAZIONALE DEGLI ORDINI DEGLI INGEGNERI D ITALIA VENEZIA 2015 REGOLAMENTO CONGRESSUALE 60 CONGRESSO NAZIONALE DEGLI ORDINI DEGLI INGEGNERI D ITALIA VENEZIA 2015 ART.1 Denominazione del Congresso Il Consiglio Nazionale Ingegneri, con la finalità di promuovere l immagine

Dettagli

2.5. Educazione alla Cittadinanza Democratica

2.5. Educazione alla Cittadinanza Democratica 2.5. Educazione alla Cittadinanza Democratica L educazione alla cittadinanza democratica (EDC) è il risultato di un dibattito che nasce da diverse problematiche: il basso livello di partecipazione alle

Dettagli

Distr.: General 19 June 2008

Distr.: General 19 June 2008 United Nations S/RES/1820 (2008) Security Council Distr.: General 19 June 2008 Risoluzione del Consiglio di Sicurezza 1820 (2008) La risoluzione è stata adottata dal Consiglio di Sicurezza alla sua 5916esima

Dettagli

1. Concetti chiave della formazione

1. Concetti chiave della formazione 1. Concetti chiave della formazione Obiettivi di apprendimento I partecipanti acquisiranno una conoscenza di base su: - l ONU e le istituzioni internazionali competenti sulla disabilità ed i diritti -

Dettagli

AZIONE CATTOLICA ITALIANA. Partecipazione e responsabilità dei laici nella Chiesa locale

AZIONE CATTOLICA ITALIANA. Partecipazione e responsabilità dei laici nella Chiesa locale AZIONE CATTOLICA ITALIANA ASSOCIAZIONE DIOCESANA DI TORINO Corso Matteotti, 11 10121 TORINO Tel. 011.562.32.85 Fax 011.562.48.95 E-mail: presidenza.ac@diocesi.to.it Partecipazione e responsabilità dei

Dettagli

LA RISOLUZIONE DI GÖTEBORG

LA RISOLUZIONE DI GÖTEBORG TERZA CONFERENZA AMBIENTALE DEI MINISTRI E DEI LEADER POLITICI REGIONALI DELL'UNIONE EUROPEA LA RISOLUZIONE DI GÖTEBORG Dopo l incontro di preparazione tenuto nella regione Rhône-Alpes, Francia, il 28

Dettagli

UNIONE POPOLARE CRISTIANA STATUTO

UNIONE POPOLARE CRISTIANA STATUTO UNIONE POPOLARE CRISTIANA STATUTO Art.1 E costituita, ai sensi degli artt. 18 e 49 della Costituzione, e dell art. 36 e ss. del Codice Civile, l Associazione UNIONE POPOLARE CRISTIANA (UPC), successivamente

Dettagli

Università dell'età libera Giuseppe Malvermi. Presentazione Regolamento Auser Insieme di Piacenza

Università dell'età libera Giuseppe Malvermi. Presentazione Regolamento Auser Insieme di Piacenza Università dell'età libera Giuseppe Malvermi 15 Maggio 2012 Dove siamo: la sede della Casa delle associazioni sala riunioni caselle postali L'AUSER è anche ente gestore dei servizi comuni recapito telefonico

Dettagli

Sedi. Europa/Africa Rotary International Witikonerstrasse 15 CH-8032 Zurigo SVIZZERA Tel.: +41 1387 71 11 Fax: +41 1 422 50 41

Sedi. Europa/Africa Rotary International Witikonerstrasse 15 CH-8032 Zurigo SVIZZERA Tel.: +41 1387 71 11 Fax: +41 1 422 50 41 rotary il rotary è Sedi Europa/Africa Rotary International Witikonerstrasse 15 CH-8032 Zurigo SVIZZERA Tel.: +41 1387 71 11 Fax: +41 1 422 50 41 Rotary International One Rotary Center 1560 Sherman Avenue

Dettagli

INDICATORI, ABILITA /CAPACITA, CONOSCENZE

INDICATORI, ABILITA /CAPACITA, CONOSCENZE BIENNIO BIENNIO 5 ANNO Competenza storico-sociale n. Comprendere il cambiamento e la diversita dei tempi storici in una dimensione diacronica attraverso il confronto fra epoche e in una dimensione sincronica

Dettagli

1 Forum Internazionale sulla Regolazione dei Servizi Idrici e la Sostenibilità

1 Forum Internazionale sulla Regolazione dei Servizi Idrici e la Sostenibilità 1 Forum Internazionale sulla Regolazione dei Servizi Idrici e la Sostenibilità Roma, 21 Gennaio 2009 Palazzo Marini Sala delle Colonne Discorso di apertura, Luciano Baggiani Presidente ANEA Illustri ospiti,

Dettagli

Manifesto TIDE per un Educazione allo Sviluppo accessibile

Manifesto TIDE per un Educazione allo Sviluppo accessibile Manifesto TIDE per un Educazione allo Sviluppo accessibile Pagina 2 Contenuto Il progetto TIDE...4 Il manifesto TIDE...6 La nostra Dichiarazione...8 Conclusioni...12 Pagina 3 Il progetto TIDE Verso un

Dettagli

Agenda 2030 per uno sviluppo sostenibile

Agenda 2030 per uno sviluppo sostenibile Agenda 2030 per uno sviluppo sostenibile L Agenda 2030 in breve Perché c è bisogno di obiettivi globali per uno sviluppo sostenibile? Il mondo deve far fronte a grandi sfide come la povertà estrema, il

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA CONSULTA DELLE ASSOCIAZIONI E DELLE ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO

REGOLAMENTO DELLA CONSULTA DELLE ASSOCIAZIONI E DELLE ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO II Municipalità Avvocata - Montecalvario Mercato - Pendino Porto - San Giuseppe REGOLAMENTO DELLA CONSULTA DELLE ASSOCIAZIONI E DELLE ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO approvato nella seduta del Consiglio

Dettagli

Discutila nel workshop

Discutila nel workshop Seconda Edizione Invia la tua proposta Discutila nel workshop Presentala in Senato Alla prima edizione hanno partecipato 90 giovani provenienti da tutta Italia Sono state presentate ad un delegazione di

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA CONFERENZA COMUNALE PERMANENTE DELLE ASSOCIAZIONI E DEI CITTADINI PER LA PACE

REGOLAMENTO DELLA CONFERENZA COMUNALE PERMANENTE DELLE ASSOCIAZIONI E DEI CITTADINI PER LA PACE Comune di Casalecchio di Reno Provincia di Bologna REGOLAMENTO DELLA CONFERENZA COMUNALE PERMANENTE DELLE ASSOCIAZIONI E DEI CITTADINI PER LA PACE Approvato dal Consiglio Comunale nella seduta del 2005

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa del deputato DE POLI

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa del deputato DE POLI Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 349 PROPOSTA DI LEGGE d iniziativa del deputato DE POLI Istituzione del Garante nazionale dei diritti dell infanzia e dell adolescenza Presentata

Dettagli

Mercoledì 24 ottobre: PORTE APERTE ALLE CELEBRAZIONI TRIESTINE PROGRAMMATE PER LA GIORNATA MONDIALE DELLE NAZIONI UNITE

Mercoledì 24 ottobre: PORTE APERTE ALLE CELEBRAZIONI TRIESTINE PROGRAMMATE PER LA GIORNATA MONDIALE DELLE NAZIONI UNITE COMUNICATO STAMPA 17.10.2007 Con cortese preghiera di diffusione Mercoledì 24 ottobre: PORTE APERTE ALLE CELEBRAZIONI TRIESTINE PROGRAMMATE PER LA GIORNATA MONDIALE DELLE NAZIONI UNITE -Incontro pubblico

Dettagli

Vademecum per organizzare un evento CaffExpo

Vademecum per organizzare un evento CaffExpo Vademecum per organizzare un evento CaffExpo 1 - Cosa è CaffExpo Nato da un idea del Centro di Ricerca sull agricoltura sostenibile OPERA e sviluppato grazie al contributo importante di altri centri di

Dettagli

Agricoltura e sistemi alimentari per migliorare la nutrizione

Agricoltura e sistemi alimentari per migliorare la nutrizione Agricoltura e sistemi alimentari per migliorare la nutrizione Giornata Mondiale dell Alimentazione 2013: Sistemi Alimentari sostenibili per la sicurezza alimentare e la nutrizione Convegno Sicurezza alimentare,

Dettagli

Allegato II L ONU e le persone con disabilità

Allegato II L ONU e le persone con disabilità Allegato II L ONU e le persone con disabilità L impegno delle Nazioni Unite sul miglioramento dello Stato delle persone con disabilità Oltre mezzo miliardo di persone sono disabili come risultato di una

Dettagli

Notizie dal Consiglio

Notizie dal Consiglio Notizie dal Consiglio z N U M E R O 4 / 2 0 1 5 4 M A G G I O 2 0 1 5 DALLE ISTITUZIONI 1. Dal nostro Consiglio - Assemblea bilancio consuntivo 2014 e bilancio preventivo 2015 - Servizio di restituzione

Dettagli

Italian Model European Parliament

Italian Model European Parliament Italian Model European Parliament IMEP è un progetto innovativo, per giovani studenti, riconosciuto a livello internazionale. Nel ruolo di europarlamentari terranno discorsi, scriveranno proposte di legge

Dettagli

RACCOLTA ABSTRACT E PUBBLICAZIONI

RACCOLTA ABSTRACT E PUBBLICAZIONI Indice PREFAZIONE INTRODUZIONE La Consulta dei Medici in Formazione Specialistica SItI L attività della Consulta Normativa MATERIALI E METODI Studi inclusi RISULTATI Competenze teoriche - Attività didattica

Dettagli

VADEMECUM UFFICIO PACE

VADEMECUM UFFICIO PACE VADEMECUM UFFICIO PACE In questi ultimi anni, in molti comuni italiani, si è andata diffondendo la pratica dell istituzione di un ufficio pace. Ma che cosa sono questi uffici? E di cosa si occupano? Attraverso

Dettagli

Zont@Web Bando di concorso dedicato ai giovani sulla grafica web

Zont@Web Bando di concorso dedicato ai giovani sulla grafica web Zont@Web Bando di concorso dedicato ai giovani sulla grafica web Servizio Politiche Giovanili del Comune di Cremona Via Dante 149 tel. 0372 407753-407781 Fax 0372 407320 E mail ufficiogiovani@comune.cremona.it

Dettagli

Comune di San Vito al Tagliamento Consiglio Comunale dei Ragazzi

Comune di San Vito al Tagliamento Consiglio Comunale dei Ragazzi Comune di San Vito al Tagliamento Consiglio Comunale dei Ragazzi Soggetti Coinvolti Alunni Scuola Primaria delle classi 4^ 5^ dei plessi di San Vito, Ligugnana e Prodolone per un totale di 12 classi e

Dettagli

Regolamento del Tribunale federale delle assicurazioni

Regolamento del Tribunale federale delle assicurazioni Regolamento del Tribunale federale delle assicurazioni (Corte delle assicurazioni sociali del Tribunale federale) del 16 novembre 1999 Il Tribunale federale delle assicurazioni, visti gli articoli 122

Dettagli

- Corso introduttivo alla comunicazione interculturale, all associazionismo e politiche giovanili dell Unione Europea

- Corso introduttivo alla comunicazione interculturale, all associazionismo e politiche giovanili dell Unione Europea Percorsi di educazione non formale all Europa: - Corso introduttivo alla comunicazione interculturale, all associazionismo e politiche giovanili dell Unione Europea - Progettazione e realizzazione di uno

Dettagli

Il Programma "Europa per i cittadini«

Il Programma Europa per i cittadini« Il Programma "Europa per i cittadini«gemellaggi di città 2007-2013 Marijke Vanbiervliet Direttore Relazioni internazionali, Cittadinanza europea e Gemellaggi A.I.C.C.R.E. Vanbiervliet@aiccre.it Che cosa

Dettagli

L ORDINE DEGLI AVVOCATI DI MILANO VERSO EXPO 2015

L ORDINE DEGLI AVVOCATI DI MILANO VERSO EXPO 2015 Cari colleghi, dal 1 maggio al 31 ottobre 2015 Milano ospita l Esposizione Universale dedicata al tema Nutrire il Pianeta, Energia per la vita : una sfida globale volta a garantire il diritto al cibo sano

Dettagli

PROGETTI MODEL UNITED NATIONS BANDO DI PARTECIPAZIONE Anno Scolastico 2014/2015

PROGETTI MODEL UNITED NATIONS BANDO DI PARTECIPAZIONE Anno Scolastico 2014/2015 PROGETTI MODEL UNITED NATIONS BANDO DI PARTECIPAZIONE Anno Scolastico 2014/2015 Riferimento normativo: Ø Circolare Ministeriale n. 623 per visite e viaggi di istruzione del 2 ottobre 1996 Ø Circolare Ministeriale

Dettagli

CITTA-DIAMOCI. Descrizione progetti 1. La Casa dell accoglienza per senza dimora Archè a Merano

CITTA-DIAMOCI. Descrizione progetti 1. La Casa dell accoglienza per senza dimora Archè a Merano CITTA-DIAMOCI La Caritas di Bolzano-Bressanone offre ai giovani interessati al Servizio Civile Nazionale tre posti all interno di strutture che lavorano con persone senza dimora. Descrizione progetti 1.

Dettagli

STATUTO ASSOCIAZIONE GIOVANI BANCA di CREDITO COOPERATIVO Giuseppe Toniolo CAPO I - PRINCIPI FONDAMENTALI

STATUTO ASSOCIAZIONE GIOVANI BANCA di CREDITO COOPERATIVO Giuseppe Toniolo CAPO I - PRINCIPI FONDAMENTALI STATUTO ASSOCIAZIONE GIOVANI BANCA di CREDITO COOPERATIVO Giuseppe Toniolo CAPO I - PRINCIPI FONDAMENTALI Art. 1 - L Associazione L Associazione GIOVANI BANCA di CREDITO COOPERATIVO Giuseppe Toniolo (GIOVANI

Dettagli

Per rendere fruttuosa la riunione che faremo, preghiamo tutti di lavorare con la seguente modalità:

Per rendere fruttuosa la riunione che faremo, preghiamo tutti di lavorare con la seguente modalità: Tutti i gruppi delle parrocchie di S.Agnese e S.Andrea sono invitati a confrontarsi sulla seguente bozza di progetto educativo e a dare il proprio contributo nel corso dell incontro di venerdì 28 marzo

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa del deputato GIULIETTI

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa del deputato GIULIETTI Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 2581 PROPOSTA DI LEGGE d iniziativa del deputato GIULIETTI Iniziative e manifestazioni per la celebrazione del sessantesimo anniversario della

Dettagli

_Come segnalare che avete un dibattito in programma?

_Come segnalare che avete un dibattito in programma? _Come segnalare che avete un dibattito in programma? Tutto quello che sarà prodotto dalle scuole sarà reso pubblico alla pagina https://labuonascuola.gov.it/dibattiti/, e una sezione della pagina sarà

Dettagli

RELAZIONE DI MISSIONE 2010 SPORT2BUILD

RELAZIONE DI MISSIONE 2010 SPORT2BUILD RELAZIONE DI MISSIONE 2010 SPORT2BUILD 1. MISSIONE E IDENTITÀ DELL ENTE... 3 1.1 FINALITÀ ISTITUZIONALI... 3 1.2 SISTEMA DI VALORI E DI PRINCIPI... 3 1.3 PRINCIPALI TIPOLOGIE DI ATTIVITÀ ATTRAVERSO LE

Dettagli

FORUM COMUNALE DEI GIOVANI E DELLE AGGREGAZIONI GIOVANILI

FORUM COMUNALE DEI GIOVANI E DELLE AGGREGAZIONI GIOVANILI FORUM COMUNALE DEI GIOVANI E DELLE AGGREGAZIONI GIOVANILI REGOLAMENTO Regolamento Forum dei Giovani Pag. 1 di 8 ART.1 Istituzione Il Consiglio Comunale della Città di Pollena Trocchia riconosciuto: l importanza

Dettagli

3URSRVWDGLGHFLVLRQHGLILQDQ]LDPHQWRDLVHQVLGHOODUWLFROR%GHO ELODQFLR 3URJUDPPDGLERUVHGLVWXGLR8(&LQD

3URSRVWDGLGHFLVLRQHGLILQDQ]LDPHQWRDLVHQVLGHOODUWLFROR%GHO ELODQFLR 3URJUDPPDGLERUVHGLVWXGLR8(&LQD IB/1043/99IT (EN) COMMISSIONE EUROPEA DIREZIONE GENERALE I RELAZIONI ESTERNE: POLITICA COMMERCIALE, RELAZIONI CON L AMERICA SETTENTRIONALE, L ESTREMO ORIENTE, L AUSTRALIA E LA NUOVA ZELANDA Direzione F

Dettagli

Smantellata con la II guerra mondiale

Smantellata con la II guerra mondiale Europa dopoguerra I organismo di cooperazione Devastata, sminuito il ruolo centrale del potere economico e politico Nasce a Ginevra, 10/01/1920 Inizialmente scarsi risultati politici Società delle Nazioni

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA XV LEGISLATURA

SENATO DELLA REPUBBLICA XV LEGISLATURA SENATO DELLA REPUBBLICA XV LEGISLATURA N. 1380 DISEGNO DI LEGGE d iniziativa dei senatori DE POLI, BUTTIGLIONE, CICCANTI e TREMATERRA COMUNICATO ALLA PRESIDENZA L 8 MARZO 2007 Istituzione del Garante nazionale

Dettagli

La Carta di Ottawa per la Promozione della Salute

La Carta di Ottawa per la Promozione della Salute La Carta di Ottawa per la Promozione della Salute The Ottawa Charter for Health Promotion 1 Conferenza Internazionale sulla promozione della salute 17-21 novembre 1986 Ottawa, Ontario, Canada La 1 Conferenza

Dettagli

Dichiarazione di Copenaghen (The Copenhagen Declaration)

Dichiarazione di Copenaghen (The Copenhagen Declaration) Dichiarazione di Copenaghen (The Copenhagen Declaration) Conferenza Europea sulle Politiche sanitarie: opportunità per il futuro Copenaghen, Danimarca, 5-9 dicembre 1994. La Conferenza ha concordato di

Dettagli

forum COMUNALE DEI GIOVANI LINEE GUIDA PER LA REALIZZAZIONE

forum COMUNALE DEI GIOVANI LINEE GUIDA PER LA REALIZZAZIONE LINEE GUIDA PER LA REALIZZAZIONE DI UN forumcomunale DEI GIOVANI forum COMUNALE DEI GIOVANI Promuovere l interesse e la partecipazione dei giovani alla vita sociale e politica del comune e della regione

Dettagli

NATIONAL HIGH SCHOOL MODEL UNITED NATIONS 2015 - Studenti Ambasciatori alle Nazioni Unite-

NATIONAL HIGH SCHOOL MODEL UNITED NATIONS 2015 - Studenti Ambasciatori alle Nazioni Unite- NATIONAL HIGH SCHOOL MODEL UNITED NATIONS 2015 - Studenti Ambasciatori alle Nazioni Unite- TARGET DEL PROGETTO: Il programma NHSMUN - Studenti Ambasciatori alle Nazioni Unite mira a consolidare la cultura

Dettagli

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE. Proposta di DECISIONE DEL CONSIGLIO

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE. Proposta di DECISIONE DEL CONSIGLIO COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE Bruxelles, 13.09.2005 COM(2005) 426 definitivo Proposta di DECISIONE DEL CONSIGLIO concernente la firma, a nome della Comunità europea, della convenzione n. 198 del Consiglio

Dettagli

Economia e scienze sociali

Economia e scienze sociali Giornate di orientamento Tommaso Monacelli, Direttore corso di laurea Economia e scienze sociali I corsi di laurea in economia I corsi di laurea 5 corsi di laurea triennale in Economia 4 corsi a base disciplinare

Dettagli

C I T T À D I S U R B O Provincia di Lecce ~~~~~~o~~~~~~

C I T T À D I S U R B O Provincia di Lecce ~~~~~~o~~~~~~ C I T T À D I S U R B O Provincia di Lecce ~~~~~~o~~~~~~ Settore Servizi Amministrativi REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI E DELLE RAGAZZE Approvato con deliberazione del

Dettagli

ORGANIZZAZIONE INTERNAZIONALE DEL LAVORO TTMLM/2013/14. Riunione Tecnica Tripartita sulla Migrazione per Lavoro

ORGANIZZAZIONE INTERNAZIONALE DEL LAVORO TTMLM/2013/14. Riunione Tecnica Tripartita sulla Migrazione per Lavoro Conclusioni 1 La Riunione Tecnica Tripartita sulla migrazione per lavoro, ORGANIZZAZIONE INTERNAZIONALE DEL LAVORO Riunione Tecnica Tripartita sulla Migrazione per Lavoro TTMLM/2013/14 Ginevra, 4-8 novembre

Dettagli

Workcare synergies. Il progetto in Italia. Social care and work-care balance

Workcare synergies. Il progetto in Italia. Social care and work-care balance Workcare synergies Il progetto in Italia Social care and work-care balance Newsletter n. 1 del 1/05/2011 Il progetto Gli obiettivi del progetto WORKCARE SYNERGIES è un progetto di supporto per diffondere

Dettagli

Master Executive in Security & Intelligence

Master Executive in Security & Intelligence Dipartimento di Scienze della Security, Investigazione e Intelligence Bando del Master Executive in Security & Intelligence Direttore: Prof. MASSIMO BLANCO Coordinamento Scientifico: MASSIMO QUATTROCCHI

Dettagli

Pace, fraternità e dialogo Programma nazionale di Educazione alla Cittadinanza Democratica Anno scolastico 2015-2016

Pace, fraternità e dialogo Programma nazionale di Educazione alla Cittadinanza Democratica Anno scolastico 2015-2016 Pace, fraternità e dialogo Programma nazionale di Educazione alla Cittadinanza Democratica Anno scolastico 2015-2016 Premessa Educare alla pace è responsabilità di tutti ma la scuola ha una responsabilità

Dettagli

Every Child Needs a Teacher Traccia per le attività

Every Child Needs a Teacher Traccia per le attività Every Child Needs a Teacher Traccia per le attività FOCUS TEMATICO: Perché gli insegnanti? Ogni bambino nel mondo ha diritto ad un educazione di qualità e nessuno ha la possibilità di esercitare questo

Dettagli

MOVIMENTO CULTURALE IDEELIBERE

MOVIMENTO CULTURALE IDEELIBERE All attenzione del Dirigente Scolastico del Liceo Classico Adolfo Pansini, prof. Salvatore Pace Oggetto: Progetto Scriviamo... CAMBIAMO Introduzione Il sottoscritto, Salvatore Salzano, Presidente Nazionale

Dettagli

La Scuola di Volontariato. Il tema: gratuità e felicità. Metodologia didattica

La Scuola di Volontariato. Il tema: gratuità e felicità. Metodologia didattica La Scuola di Volontariato La Scuola di Volontariato è promossa dal Coge Emilia Romagna e dal Coordinamento Centri di Servizio per il Volontariato Emilia Romagna con l intento di stimolare riflessioni sugli

Dettagli

Seoul Agenda: Goals for Development of Arts Education. Agenda Seoul: obiettivi per lo sviluppo dell educazione all arte

Seoul Agenda: Goals for Development of Arts Education. Agenda Seoul: obiettivi per lo sviluppo dell educazione all arte Seoul Agenda: Goals for Development of Arts Education Agenda Seoul: obiettivi per lo sviluppo dell educazione all arte La Agenda Seoul, obiettivi per lo sviluppo dell educazione all arte è uno dei maggiori

Dettagli

LINEE GUIDA PER I SERVITORI DELLA LETTERATURA

LINEE GUIDA PER I SERVITORI DELLA LETTERATURA LINEE GUIDA PER I SERVITORI DELLA LETTERATURA Cosa sono le Linee Guida e a cosa servono? Nel 1992, il Comitato per la Letteratura in Conferenza suggerì che i Fiduciari sviluppassero delle Linee Guida con

Dettagli

MASTER DI SPECIALIZZAZIONE IN STUDI EUROPEI

MASTER DI SPECIALIZZAZIONE IN STUDI EUROPEI ISTITUTO DI STUDI EUROPEI ALCIDE DE GASPERI (D.P.R. N 492 DEL 29/4/1956 E D.P.R. N 1126 DELL 11/10/1982) SCUOLA POST-UNIVERSITARIA DI STUDI EUROPEI 60 ANNO ACCADEMICO 2014-2015 MASTER DI SPECIALIZZAZIONE

Dettagli

Carta dei servizi Onda Società Cooperativa Sociale

Carta dei servizi Onda Società Cooperativa Sociale Carta dei servizi 1 INDICE Presentazione...p. 3 Principi fondamentali...p. 3 A chi ci rivolgiamo...p. 4 Il nostro assetto istituzionale: ruoli e funzioni...p. 4 Progetti e Servizi...p. 6 Standard di qualità...

Dettagli

POAT. Europa per i Cittadini. Presentare una proposta di progetto. Comune di Agrigento Giovedì 14 Maggio 2015

POAT. Europa per i Cittadini. Presentare una proposta di progetto. Comune di Agrigento Giovedì 14 Maggio 2015 POAT PROGETTO OPERATIVO DI ASSISTENZA TECNICA ALLE REGIONI DELL OBIETTIVO CONVERGENZA Linea 3 - Ambito 1 Azioni a supporto della partecipazione ai programmi comunitari a gestione diretta e al lavoro in

Dettagli

PROGRAMMA DELLE ATTIVITA CALRE 2015 1. AUMENTARE RAPPRESENTATIVITA E AUTOREVOLEZZA DELLA CALRE

PROGRAMMA DELLE ATTIVITA CALRE 2015 1. AUMENTARE RAPPRESENTATIVITA E AUTOREVOLEZZA DELLA CALRE PROGRAMMA DELLE ATTIVITA CALRE 2015 1. AUMENTARE RAPPRESENTATIVITA E AUTOREVOLEZZA DELLA CALRE La CALRE deve diventare ancor più la voce forte, autorevole, ascoltata delle Assemblee legislative regionali

Dettagli

LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO

LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO + DIREZIONE GENERALE PER LA COOPERAZIONE ALLO SVILUPPO Coordinamento Cooperazione Universitaria LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO Criteri di orientamento e linee prioritarie per la cooperazione allo sviluppo

Dettagli

ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. TITOLO DEL PROGETTO: Giovani e Europa: rete a sostegno della mobilità internazionale

ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. TITOLO DEL PROGETTO: Giovani e Europa: rete a sostegno della mobilità internazionale ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO TITOLO DEL PROGETTO: Giovani e Europa: rete a sostegno della mobilità internazionale SETTORE e Area di Intervento: Settore: Educazione e promozione culturale

Dettagli

REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI

REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI COMUNE DI CUTROFIANO Provincia di L E C C E REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 39 del 04-12-2014 1 PRINCIPI GENERALI Il presente Regolamento

Dettagli

LIFELONG LEARNING PROGRAMME. Il Programma d'azione comunitaria nel campo dell'apprendimento

LIFELONG LEARNING PROGRAMME. Il Programma d'azione comunitaria nel campo dell'apprendimento LIFELONG LEARNING PROGRAMME Il Programma d'azione comunitaria nel campo dell'apprendimento permanente, o Lifelong Learning Programme (LLP), è stato istituito con decisione del Parlamento europeo e del

Dettagli

L EDUCAZIONE AI DIRITTI UMANI

L EDUCAZIONE AI DIRITTI UMANI L EDUCAZIONE AI DIRITTI UMANI L educazione ai diritti umani può essere definita come l insieme dei programmi e delle attività educative centrati sulla promozione dell uguaglianza della dignità umana, al

Dettagli