stipulate dalla Clinica. Copertura diretta Copertura indiretta

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "stipulate dalla Clinica. Copertura diretta Copertura indiretta"

Transcript

1 Elenco delle convenzioni stipulate dalla Clinica. Copertura diretta CASAGIT MONDIAL ASSISTANCE UNISALUTE CASPIE ASSIRETE NEWMED EUROPASSISTANCE FIMIV/INSIEME SALUTE I.P.A.S. FILO DIRETTO UNIONE EUROPEA SISTEMI SANITARI EMVAP PREVIMEDICAL SANITRAS FASDAC MEDIC4ALL SARA ASS BLUEASSISTANCE MAPFRE WARRENTY FASI (ASSIDAI) FASIOPEN FASCHIM GBS GRUPPO GENERALI ACEM APDAC APDAI/CIDA APDIA ASIDA/ALENIA ASSIDA B.I./B.I.T. BLUE ASSISTANCE C.C.E. CAPI-DAM CAPI-DIRAM CMN FAIT FASDIR FIMIV FISDAC FISDAF FISDAM Copertura indiretta DIRIGENTI ENEL FONDO INTEGRATIVO AZIENDE COMMERCIALI FONDO INTEGRATIVO DIRIGENTI INDUSTRIALI FONDO INTEGRATIVO IMPRESE ASIICURATRICI FONDO INTEGRATIVO DIRIGENTI AERITALIA E SELENIA ASSISTENZA INTEGRATIVA DIRIGENTI STET BIELLA INSURANCE B.I.T. FORMULE INDIRETTE COLLEGIO COSTRUTTORI EDILI DIPENDENTI MARTII E ROSSI DIPENDENTI MARTINI E ROSSI CONSORZIO MUTUE DI NOVARA FONDO INTEGRATIVO DIRIGENTI AZIENDE TORINO FONDO INTEGRATIVO DIRIGENTI RAI FEDERAZIONE IT. MUTUALITÀ INTEGR. VOLONTARIA FONDO INTEGRATIVO SANITARIO DIRIGENTI FONDO INTEGRATIVO DIRIGENTI FIAT FONDO INTEGRATIVO AZIENDE MONTEDISON

2 P P CLINICA PINNA PINTOR Gentile Signora, Per visitare il Reparto di maternità: Su prenotazione Per gli accertamenti in gravidanza: Lunedì venerdì: 8,00-20,00 Per prenotare un ricovero: Lunedì venerdì: 9,00-12,30/14,00-17,00 Per informazioni amministrative: Lunedì venerdì: 9,00-12,30/14,00-17,00 Per richiedere documenti clinici: Lunedì venerdì: 8,00-12,30/14,00-17,00 Il Centro di nascita della Clinica Pinna Pintor è stato realizzato ed è organizzato per offrire un assistenza al massimo livello di qualità e sicurezza, per la madre e per il neonato. Con oltre cento anni di attività ed esperienza in ostetricia e neonatologia, il nostro Centro si propone costantemente di offrire un assistenza completa, integrando al proprio interno tutti i servizi per il migliore svolgimento dell evento parto. Dagli accertamenti prenatali in gravidanza sino all uscita dalla Clinica dopo il parto, ogni passo è stato predisposto per favorire la massima serenità dei genitori, per assisterli sotto ogni aspetto affinché possano dedicarsi completamente alla nuova vita che li aspetta. Nelle pagine che seguono Lei troverà una breve descrizione del Centro di nascita e della sua organizzazione. Con i migliori auguri di un sereno evento. Plinio Pinna Pintor

3 LA STRUTTURA Il Reparto di Ostetricia, situato al terzo piano della Clinica, è composto da dodici camere singole con bagno, isola per l igiene del neonato e letto per accompagnatore. Nel Nido ogni culla é singolarmente ripresa da videocamera per vedere il neonato dalla camera di degenza dei genitori. Ogni neonato nel nido è permanentemente sotto controllo strumentale (battito cardiaco, saturazione di ossigeno), anche nel sonno, con una tecnologia che offre un livello di sicurezza, già in uso per i casi critici, che abbiamo esteso, per primi in Europa in un punto nascita di 1 livello, alla sorveglianza di tutti i neonati sani. Il Servizio alberghiero offre una ristorazione fresca e varia ogni giorno, interamente preparata all interno, al quale si affianca, nei casi richiesti, un Servizio Dietetico gestito da dietiste interne. All interno del Nido è attrezzata un isola protetta dotata di incubatrici per l eventuale assistenza neonatale subintensiva. I parti spontanei si svolgono nella sala parto, in un ambiente medicalizzato che garantisce la massima sicurezza per la madre ed il bambino. La sala parto è attrezzata anche per l assistenza complessa, in caso di necessità. I parti cesarei si svolgono nel Reparto operatorio, composto da cinque sale costantemente attive e pronte per ogni evenienza 24 ore al giorno per 365 giorni l anno. Il Servizio interno di diagnostica per immagini (radiologia, ecografia, risonanza magnetica, T.A.C) è in funzione 24 ore al giorno ed è affidato ai più qualificati specialisti di ciascun settore. Le analisi cliniche sono effettuate dal Laboratorio interno di chimica clinica, istocitopatologia e microbiologia, attivo 24 ore al giorno per 365 giorni l anno. IL PERSONALE DI ASSISTENZA Il Reparto di degenza possiede un proprio organico completo, composto di Capo ostetrica, ostetriche, infermiere professionali, operatrici socio sanitarie, personale ausiliario e cameriere, tutte dirette dalla loro Caposala. Tutto il personale è dotato di ottima professionalità, ha una consolidata esperienza, è partecipe e coordinato, opera con rigorosi protocolli di assistenza ma allo stesso tempo è orientato alla comprensione delle esigenze individuali, che ogni momento costituiscono l aspetto peculiare dell assistenza materno-neonatale. 2

4 IL PERCORSO DEL PARTO Il primo contatto con la Clinica. Prima e dopo il parto. Durante la gravidanza la donna si preoccupa di scegliere dove partorire, ed è bene che la P scelta sia consapevole dopo aver visitato la struttura e appreso il sistema di assistenza e il personale che la assisterà. Il Reparto di maternità della Clinica Pinna Pintor si può visitare, con la guida del personale sanitario del reparto, ogni giorno dal lunedì al sabato, dalle 8,00 alle 20,00 su prenotazione (tel ). Il Personale è a disposizione per presentare il reparto e il nido, le camere di degenza e, se possibile, la sala parto, dà informazioni sull assistenza e su come prepararsi al ricovero, consiglia cosa mettere in valigia e informa sugli accertamenti sanitari che sono prescritti prima del ricovero. La prenotazione del ricovero La prenotazione può avvenire da un massimo di tre mesi ad un minimo di tre giorni prima della data del parto. E comunque possibile il ricovero d urgenza. Il centro prenotazioni dei ricoveri è al piano terra della Clinica (ingresso Via A. Vespucci 61; tel ); è attivo dal lunedì al venerdì, dalle 9,00 alle 12,30 e dalle 14,00 alle 17,00. L ufficio raccoglie i dati personali e le informazioni riguardanti eventuali coperture assicurative, accerta l adesione dei medici curanti a convenzioni assicurative, consegna il preventivo, fornisce chiarimenti sui termini di pagamento e richiede la sottoscrizione dell accettazione delle condizioni economiche. Il ricovero. La camera di degenza è tenuta riservata con largo anticipo sul momento del ricovero: la Paziente può scegliere di entrare in Clinica secondo le proprie esigenze, senza temere che sia troppo presto per essere accolta. Al momento del ricovero in camera vengono richiesti alla Paziente i referti degli esami già effettuati e vengono eseguiti accertamenti integrativi fondamentali, nei casi in cui è necessario, su parere del ginecologo. Al momento del ricovero i Medici sottopongono la sottoscrizione dei consensi informati. La camera è il luogo ideale per lo svolgimento del travaglio perché vi si trovano riservatezza e comfort, la possibilità di partecipazione di persone desiderate, la libertà di uso del proprio tempo. Subito dopo il parto e dopo il suo primo contatto con la madre, il neonato -già sottoposto alla prima visita pediatrica- viene trasferito nel nido, e la madre nella propria camera di degenza. La possibilità di tenere con sé il proprio neonato in camera sin dalle prime ore dopo la nascita dipende dalle condizioni della madre e del neonato, senza limitazioni da parte della Clinica, tuttavia nel rispetto delle indicazioni dei Medici (ginecologo e pediatra). La presenza di un accompagnatore durante il parto La presenza di un accompagnatore in sala parto durante lo svolgimento del parto spontaneo è libera, salvo eccezionale parere contrario del medico curante. Il reparto operatorio invece, dove si svolge il parto cesareo, non è un ambiente adatto alla presenza di visitatori; pur non essendo proibito (se non per espresso parere del Medico curante), assistere al parto cesareo è, per diversi motivi, ragionevolmente sconsigliato. Il ricovero avviene, di norma, secondo le indicazioni dei medici curanti sebbene vengano sempre rispettate le necessità personali della Paziente. Nei casi urgenti ci si può ricoverare immediatamente. La Paziente è ricevuta all Ufficio accettazione ricoveri, al piano terra della Clinica (ingresso Via A. Vespucci), attivo dal lunedì al venerdi, dalle 7,30 alle 17,00. L ufficio registra i dati personali ed elabora la cartella clinica di ingresso. Al di fuori dell orario di apertura dell ufficio, e nei casi urgenti, l accettazione si svolge direttamente in reparto di degenza. 3 4

5 5 La degenza. Nel corso della degenza la Paziente viene costantemente assistita dal personale della Clinica sulla base delle indicazioni del ginecologo e, nel caso sia stata prescelta, dell ostetrica personale. Alcune procedure assistenziali sono previste di routine (terapie, medicazioni, toilette medica) mentre, nelle altre attività, l assistenza è attentamente personalizzata (allattamento, rooming-in). Un accompagnatore può pernottare in camera e usufruire del servizio di ristorazione. I pasti a menù del giorno sono serviti in camera, per la Paziente e per l accompagnatore. Nel corso della degenza la Paziente può ricevere liberamente i visitatori nella propria camera. La mamma può accedere al Nido in ogni momento, per allattare e per dare le cure al proprio bambino sotto la guida del personale sanitario. Pur essendo praticabili anche nella camera di degenza, il Nido è l ambiente più adatto dove la mamma possa svolgere queste attività. Il rooming-in. Una delle più importanti qualità di una nursery moderna è quella di favorire, sin dal primo momento dopo la nascita, la serena e intima relazione tra madre e bambino, con la partecipazione del padre, e la situazione ideale è la camera per la famiglia. La pratica del rooming-in, che letteralmente significa in camera, permette alla madre di tenere il neonato liberamente nella propria stanza; in questo modo, con l aiuto del personale di assistenza, la madre può anche acquisire, in un ambiente riservato, esperienza e pratica nella cura del proprio neonato (igiene, piccole medicazioni, allattamento). Nel nostro Centro di nascita le camere sono state progettate ed il servizio è stato organizzato per il rooming-in: si può richiedere che il bambino venga lasciato in camera quando e per quanto tempo si desidera; quando sarà più opportuno, invece, l appoggio del bambino al Nido assicurerà la possibilità di riposo e di tranquillità. La dimissione La dimissione dalla Clinica avviene per consenso del ginecologo e del pediatra, nel rispetto del desiderio della Paziente; in caso di prolungamento della degenza oltre la durata prevista dal forfait la paziente è invitata ad informarsi presso i nostri uffici sulle condizioni economiche applicate dalla Clinica come dalla propria eventuale assicurazione. La presenza di un accompagnatore al momento della dimissione permette alla madre, se preferisce, di attendere in camera con il proprio bambino mentre chi la accompagna svolge le pratiche di pagamento e ritira i documenti amministrtivi presso l ufficio cassa. I SERVIZI CLINICI Il percorso del parto alla Clinica Pinna Pintor ha una gestione integrata di tutti i servizi clinici che sono necessari per lo svolgimento dell evento. Dall inizio della gravidanza sino alla dimissione dopo il parto, ogni necessità di cura, di indagine supplementare, di accertamento clinico di legge è soddisfatta da un organizzazione che vi provvede direttamente, incaricandosi di ogni adempimento. L agenda della gravidanza. In linea con le attuali raccomandazioni sanitarie nazionali ed internazionali, in Clinica si eseguono tutti gli accertamenti consigliati nella gravidanza fisiologica, e quelli prescritti in casi specifici, quali: - esami di laboratorio - test integrato, o combinato - ecografie ostetriche, di primo e di secondo livello - amniocentesi - prelievo dei villi coriali - eco-cardiografie fetali - cardiotocografie Gli accertamenti possono essere integrati in un programma di assistenza in gravidanza gestito dalla Clinica. Le donne con una unica richiesta iniziale possono aderire a questo servizio, e verranno periodicamente contattate dalla Clinica, alle scadenze prestabilite, per essere invitate all esecuzione degli accertamenti. La Clinica conserva il dossier personalizzato della gravidanza e di volta in volta consegna a domicilio gli esiti clinici. Screening neonatale oftalmologico. E opinione affermata l utilità di una visita oculistica neonatale per porre una diagnosi precoce di alcune eventuali patologie oftalmiche di origini genetiche, gravidiche o ambientali, che possono provocare disturbi visivi e, se necessario, per impostare un tempestivo trattamento di recupero. Una corretta informazione Le può essere data dal Pediatra o dallo Specialista. La Clinica dispone di un servizio di oftalmologia in grado di effettuare la visita oculistica ai neonati. 6

6 Screening neonatale audiologico. I SERVIZI AMMINISTRATIVI Lo screening neonatale audiologico consente di identificare precocemente la eventuale sordità, in P età ottimale per il trattamento di recupero. Indipendentemente dalle cause, una larga maggioranza di disturbi permanenti dell udito in età pediatrica è dovuta ad un danno cocleare, che può essere facilmente identificato con un esame semplice ed assai affidabile chiamato TEOAE (transient evoked otoacustic emission): l esame viene effettuato con un apparecchiatura che rileva i suoni, sia spontanei che provocati, emessi dalla coclea. L apparecchio registra la risposta cocleare. L esame non è doloroso per il bambino e dura solo pochi minuti. Screenings neonatali genetico-metabolici. Nei primi giorni dopo la nascita è previsto un prelievo di sangue al neonato, nel quadro del programma regionale di screening neonatali che comprende sia analisi obbligatorie per legge sia analisi di cui si raccomanda l esecuzione. I test di screening neonatale permettono di accertare eventuali malattie, in gran parte di origine genetica, già esistenti ma non evidenti alla nascita, i cui disturbi possono essere alleviati o evitati se si inizia una cura fin dalle prime settimane di vita. Se i risultati saranno normali non Vi sarà data alcuna comunicazione. La Clinica potrà contattarla nelle prime settimane successive alla nascita del bambino solo se il campione di sangue prelevato si sia rivelato insufficiente o nel caso in cui il risultato di uno degli esami sia dubbio o fuori norma. Deposito di sangue del cordone ombelicale. Adempimenti amministrativi quali: registrazioni di nascita, tesoreria dei medici curanti, gestione delle pratiche assicurative ed altre procedure amministrative attinenti al ricovero sono svolte dai nostri uffici che vi provvedono direttamente, sollevando la Paziente dalle numerose pratiche burocratiche proprie di un evento complesso come il parto. Registrazioni di nascita L attestazione di nascita, redatta dall Ostetrica, e l atto di dichiarazione di nascita, predisposto dalla Clinica, vengono inoltrati direttamente dalla nostra Segreteria all Ufficio di stato civile del Comune di residenza della mamma. La trascrizione del neonato all anagrafe avviene quindi senza necessità di azioni da parte dei genitori, che tuttavia possono effettuarla personalmente, recandosi all Ufficio comunale. Tesoreria medici. In base alle disposizioni di Legge, i pagamenti degli onorari medici devono essere raccolti dall ufficio della Clinica, che li registra per versarli ai beneficiari. La Paziente quindi usufruirà degli uffici della Clinica anche per il pagamento dei medici, ove previsto dalle proprie condizioni assicurative. Modalità di pagamento e tariffe. La Clinica è convenzionata con numerose compagnie assicuratrici e fondi integrativi aziendali. Le convenzioni possono essere di tipo diretto, che offrono il pagamento delle spese senza alcuna anticipazione da parte della Paziente (salvo eventuali franchigie), o di tipo indiretto, che comportano il pagamento delle spese da parte della Paziente la quale successivamente viene rimborsata dalla propria assicurazione, o fondo integrativo. Alcune convenzioni stipulate con fondi integrativi aziendali prevedono esclusivamente delle agevolazioni tariffarie. Prima di effettuare una prenotazione, è bene esaminare la propria copertura assicurativa, o di rimborso integrativo, ed informare il centro prenotazione, sia per definire le modalità e le entità di pagamento sia per aprire la pratica di pagamento diretto o di rimborso entro i termini necessari. Per le Pazienti private senza copertura assicurativa, la Clinica offre due distinti forfaits: per il parto spontaneo o In Italia è possibile raccogliere e conservare le cellule staminali del cordone ombelicale per uso per il parto cesareo, rispettivamente per le degenze di 4 e 5 giorni ( forfaits che si applicano anche in numerosi allogenico, ossia altruistico, presso Banche pubbliche del sangue placentare. La prima tra queste, casi di pagamento da parte di assicurazioni o fondi integrativi). fondata in Italia, ha sede presso l Ospedale S. Anna di Torino, dove può essere depositato il campione prelevato al momento del parto in Clinica. Diversamente non è consentita dla con- I forfaits comprendono le rette di degenza, il ricovero del neonato, l uso delle sale (sala parto o sala operatoria), gli esami di laboratorio fondamentali, materiale sanitario standard e farmaci di base. Sono separate dai forfaits servazione per uso unicamente autologo (personale), tranne in casi particolari. E peraltro consentito esportare presso banche estere il sangue del cordone ombelicale prelevato al momento della le prestazioni di prolungamento del ricovero, i consumi e le prestazioni sanitarie e alberghiere extra e gli onorari professionali dei propri curanti (ginecologo, pediatra, ostetrica personale). Diversamente, l assistenza può anche nascita del proprio figlio, se le condizioni cliniche lo consentono, e conservarlo ad uso personale. essere offerta indipendentemente dai forfaits, con addebito di singole voci, denominato a piè di lista. La scelta della banca è strettamente personale dei genitori. La Direzione sanitaria della Clinica Per le Pazienti non assicurate è richiesto il versamento di un anticipo, all atto della prenotazione o all ingresso in provvede a certificare le condizioni cliniche favorevoli, accertate nell ultimo mese di gravidanza, Clinica, secondo la preferenza. Le tariffe dei forfaits, con la distinta delle voci non comprese, e le tariffe delle singole e rilascia l autorizzazione all esportazione del sangue cordonale. Il campione raccolto durante il voci indipendenti dai forfaits, possono essere consegnate personalmente presso il centro prenotazioni dei ricoveri. parto viene prelevato presso la Clinica dal corriere ed inviato presso la banca prescelta dai genitori. 7 8

Servizio Sanitario Nazionale Regione Calabria AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE RC. OSPEDALE DI L O C R I (R.C.)

Servizio Sanitario Nazionale Regione Calabria AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE RC. OSPEDALE DI L O C R I (R.C.) Servizio Sanitario Nazionale Regione Calabria AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE RC. OSPEDALE DI L O C R I (R.C.) Dipartimento Materno Infantile Struttura Operativa Complessa di OSTETRICIA E GINECOLOGIA CARTA

Dettagli

PRESENTAZIONE INFORMAZIONI GENERALI DELL U.O. Numero annuale nuovi nati anno 2010: circa 1000 Tasso di mortalità neonatale annuale: anno 2010 = 0

PRESENTAZIONE INFORMAZIONI GENERALI DELL U.O. Numero annuale nuovi nati anno 2010: circa 1000 Tasso di mortalità neonatale annuale: anno 2010 = 0 1 PRESENTAZIONE Il settore di Neonatologia dell U. O. C. di Pediatria dell Ospedale di Vibo Valentia attualmente è rappresentato dal Nido. In questa struttura si accolgono tutti i nati sani all interno

Dettagli

Residente a..in via.c.a.p.. Numero di telefono..n. di fax.. Cognome padre..nome padre.

Residente a..in via.c.a.p.. Numero di telefono..n. di fax.. Cognome padre..nome padre. Ospedale S.Giovanni Calibita Fatebenefratelli Accordo Stato Regioni n.62 del 29 Aprile 2010 ALLEGATO 2 RICHIESTA DI AUTORIZZAZIONE ALLA ESPORTAZIONE DI CAMPIONE DI SANGUE DEL CORDONE OMBELICALE per USO

Dettagli

REGIONE DEL VENETO AZIENDA ULSS N. 7 PIEVE DI SOLIGO (TV) MODULO INFORMATIVO SULLA RACCOLTA E CONSERVAZIONE DEL SANGUE DEL CORDONE OMBELICALE

REGIONE DEL VENETO AZIENDA ULSS N. 7 PIEVE DI SOLIGO (TV) MODULO INFORMATIVO SULLA RACCOLTA E CONSERVAZIONE DEL SANGUE DEL CORDONE OMBELICALE MODULO INFORMATIVO SULLA RACCOLTA E CONSERVAZIONE DEL SANGUE DEL CORDONE OMBELICALE Gent.ma Sig.ra / Gent.mo Sig.re, Le chiediamo di leggere con attenzione le informazioni sotto riportate e di rispondere

Dettagli

USO APPROPRIATO DEL SANGUE DA CORDONE OMBELICALE

USO APPROPRIATO DEL SANGUE DA CORDONE OMBELICALE USO APPROPRIATO DEL SANGUE DA CORDONE OMBELICALE 1. Cosa sono le cellule staminali emopoietiche? Le cellule staminali emopoietiche sono cellule in grado di riprodursi dando origine agli elementi corpuscolati

Dettagli

MODULO INFORMATIVO SULLA RACCOLTA E CONSERVAZIONE DEL SANGUE DEL CORDONE OMBELICALE

MODULO INFORMATIVO SULLA RACCOLTA E CONSERVAZIONE DEL SANGUE DEL CORDONE OMBELICALE Allegato C/1 MODULO INFORMATIVO SULLA RACCOLTA E CONSERVAZIONE DEL SANGUE DEL CORDONE OMBELICALE Gent.ma Sig.ra/Gent.mo Sig.re Le chiediamo di leggere con attenzione le informazioni sotto riportate e il

Dettagli

A COSA SERVONO LE CELLULE STAMINALI DEL CORDONE OMBELICALE?

A COSA SERVONO LE CELLULE STAMINALI DEL CORDONE OMBELICALE? MODULO INFORMATIVO ORDINANZA 4 MAGGIO 2007 IN MATERIA DI ESPORTAZIONE DI STAMINALI DI CORDONE OMBELICALE Gent.ma Sig.ra, Le chiediamo di leggere con attenzione le informazioni sotto riportate e di rispondere

Dettagli

MODULO INFORMATIVO PER IL COUNSELLING SULLA RACCOLTA E CONSERVAZIONE DEL SANGUE DEL CORDONE OMBELICALE

MODULO INFORMATIVO PER IL COUNSELLING SULLA RACCOLTA E CONSERVAZIONE DEL SANGUE DEL CORDONE OMBELICALE DIREZIONE SANITARIA DI PRESIDIO TEL. 02 5503.2143-2570 3202 FAX 0255185528 e-mail direzione.presidio@policlinico.mi.it P.01.CLT.M.03 PAGINA 1 DI 6 MODULO INFORMATIVO PER IL COUNSELLING SULLA RACCOLTA E

Dettagli

GUIDA OPERATIVA GUIDA OPERATIVA

GUIDA OPERATIVA GUIDA OPERATIVA GUIDA OPERATIVA Gentile Cliente, è la polizza sanitaria di AXA MPS Assicurazioni Danni, Compagnia di Assicurazioni del Gruppo MPS operativa nel ramo danni. garantisce, a fronte di un premio mensile od

Dettagli

2-3-2 Percorso Neonatale

2-3-2 Percorso Neonatale 2-3-2 Percorso Neonatale Primo accesso percorso Colloquio di informazione e di accoglienza Consegna libretto protocollo esami previsti per la gravidanza Consegna opuscolo informativo tradotto in più lingue

Dettagli

Atmosfera in sala travaglio. Presenza del marito o persona di fiducia durante il travaglio Clistere e tricotomia

Atmosfera in sala travaglio. Presenza del marito o persona di fiducia durante il travaglio Clistere e tricotomia Atmosfera in sala travaglio Presenza del marito o persona di fiducia durante il travaglio Clistere e tricotomia Libertà di movimento in travaglio Assunzione cibi e liquidi Monitoraggio continuo o intermittente?

Dettagli

GUIDA AI SERVIZI ASSISTENZIALI

GUIDA AI SERVIZI ASSISTENZIALI GUIDA AI SERVIZI ASSISTENZIALI FASIE è una associazione senza scopo di lucro che persegue lo scopo di garantire ai propri assistiti trattamenti sanitari integrativi del Servizio Sanitario Nazionale. Inoltre,

Dettagli

GINECOLOGIA. Guida al DAY SURGERY

GINECOLOGIA. Guida al DAY SURGERY GINECOLOGIA Guida al DAY SURGERY Gentile utente, questa guida contiene le informazioni utili per accedere al Day Surgery. Le indicazioni che troverà nella guida la faciliteranno nel percorso pre e post

Dettagli

Carta dei Servizi rev. 2 del 20 maggio 2009. Ambulatorio ostetrico-ginecologico Albero di Gaia

Carta dei Servizi rev. 2 del 20 maggio 2009. Ambulatorio ostetrico-ginecologico Albero di Gaia Carta dei Servizi rev. 2 del 20 maggio 2009 Ambulatorio Azienda ULSS n. 22 Bussolengo VR Dipartimento Materno Infantile Ospedale di Villafranca Monoblocco - Primo piano Direttore: dott. Alberto Ottaviani

Dettagli

FONDO SANITARIO INTEGRATIVO ITALIA LAVORO

FONDO SANITARIO INTEGRATIVO ITALIA LAVORO FONDO SANITARIO INTEGRATIVO ITALIA LAVORO GUIDA OPERATIVA Edizione 01/2014 Questo manuale è stato predisposto in modo da costituire un agile strumento esplicativo; in nessun caso può sostituire il contratto,

Dettagli

Banca del Sangue Cordonale di Cagliari Una possibilità in più per tutti

Banca del Sangue Cordonale di Cagliari Una possibilità in più per tutti Banca del Sangue Cordonale di Cagliari Una possibilità in più per tutti Sede: Piano terra, Presidio Ospedaliero Binaghi via Is Guadazzonis n.2-09126 Cagliari Struttura della Banca del Sangue Cordonale

Dettagli

UNITÀ OPERATIVA DI OSTETRICIA E GINECOLOGIA - OSPEDALE DI BENTIVOGLIO DIPARTIMENTO MATERNO INFANTILE

UNITÀ OPERATIVA DI OSTETRICIA E GINECOLOGIA - OSPEDALE DI BENTIVOGLIO DIPARTIMENTO MATERNO INFANTILE UNITÀ OPERATIVA DI OSTETRICIA E GINECOLOGIA - OSPEDALE DI BENTIVOGLIO DIPARTIMENTO MATERNO INFANTILE Come si accede Per le prestazioni ambulatoriali si prenota: - attraverso il punto CUP, con la richiesta

Dettagli

GUIDA PRATICA all ASSISTENZA SANITARIA INTEGRATIVA. Iprass ASSISTENZA

GUIDA PRATICA all ASSISTENZA SANITARIA INTEGRATIVA. Iprass ASSISTENZA GUIDA PRATICA all SANITARIA INTEGRATIVA Iprass C A S S A D I Sintesi a titolo esemplificativo delle prestazioni riconosciute dal Piano Sanitario Integrativo. Si rimanda alla lettura della Guida pratica

Dettagli

PIANO SANITARIO Integrativo FASI Dirigenti

PIANO SANITARIO Integrativo FASI Dirigenti PIANO SANITARIO Integrativo FASI Dirigenti Milano 2013 1 PIANO SANITARIO Integrativo Dirigenti Riservato agli iscritti al FONDO DI ASSISTENZA SANITARIA F.A.S.I. Le prestazioni previste nel presente Piano

Dettagli

dei Servizi La Carta del Punto Nascita dell Ospedale San Giuseppe

dei Servizi La Carta del Punto Nascita dell Ospedale San Giuseppe PER LA VOSTRA SALUTE GUIDE PRATICHE Centro Unico di Prenotazione (CUP): Servizio Sanitario Nazionale: tel. 02 86 87 88 89 A pagamento, con Fondi e/o Assicurazioni: tel. 02 999 61 999 Per orari e caratteristiche

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Il Percorso Nascita integrato Cuorgnè-Ciriè

COMUNICATO STAMPA. Il Percorso Nascita integrato Cuorgnè-Ciriè UFFICIO COMUNICAZIONE Responsabile: dott.ssa Tiziana Guidetto tel. 0125 414726 011 9176594 cell. 335 5812438 fax 0125 641248 e-mail: tguidetto@aslto4.piemonte.it COMUNICATO STAMPA Il Percorso Nascita integrato

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERO-UNIVERSITARIA Clinica Neonatologica e Terapia Intensiva Neonatale. Guida per i genitori

AZIENDA OSPEDALIERO-UNIVERSITARIA Clinica Neonatologica e Terapia Intensiva Neonatale. Guida per i genitori AZIENDA OSPEDALIERO-UNIVERSITARIA Clinica Neonatologica e Terapia Intensiva Neonatale Guida per i genitori introduzione L a nascita di un bambino è vissuta come un evento meraviglioso e felice, anche

Dettagli

A cura della UOC Audit Clinico e Sistemi informativi Sanitari

A cura della UOC Audit Clinico e Sistemi informativi Sanitari Ingressi L ingresso al percorso può essere: - Sanità Territoriale: PUA, servizio sociale distrettuale, consultorio famigliare e materno infantile, servizio dipendenze, DSM - Territorio (sociale): Servizi

Dettagli

APPLICATIVO PER LA RILEVAZIONE DEI DATI SUGLI SCREENING NEONATALI

APPLICATIVO PER LA RILEVAZIONE DEI DATI SUGLI SCREENING NEONATALI APPLICATIVO PER LA RILEVAZIONE DEI DATI SUGLI SCREENING NEONATALI MANUALE UTENTE REGISTRAZIONE del NEONATO Dopo essersi autenticati compare questa maschera. Per entrare nel modulo che permette la registrazione

Dettagli

Tutti gli associati a Mutua Nuova Sanità posseggono la TESSERA AZZURRA sulla quale viene applicato ogni anno il bollino di convalida.

Tutti gli associati a Mutua Nuova Sanità posseggono la TESSERA AZZURRA sulla quale viene applicato ogni anno il bollino di convalida. SERVIZI BASE ( estesi gratuitamente al nucleo famigliare) CONVENZIONI SPECIALISTICHE ED OSPEDALIERE Tutti gli associati a Mutua Nuova Sanità posseggono la TESSERA AZZURRA sulla quale viene applicato ogni

Dettagli

Esercitazione di gruppo

Esercitazione di gruppo 12 Maggio 2008 FMEA FMECA: dalla teoria alla pratica Esercitazione di gruppo PROCESSO: accettazione della gravida fisiologica a termine (38-40 settimana). ATTIVITA INIZIO: arrivo della donna in Pronto

Dettagli

AGENDA DELLA GRAVIDANZA

AGENDA DELLA GRAVIDANZA AGENDA DELLA GRAVIDANZA CEFFA M. CARMEN DMI ASL NOVARA- 2012 DGR n. 34-8769 del 12/05/2008 Piano socio-sanitario sanitario regionale 2012-2015. 2015. Area materno-infantile infantile: : definizione obiettivi

Dettagli

OGGETTO: Istanza di interpello - IRPEF detrazione - spese sanitarie conservazione cellule staminali - art 15 - DPR 22 dicembre 1986, n.

OGGETTO: Istanza di interpello - IRPEF detrazione - spese sanitarie conservazione cellule staminali - art 15 - DPR 22 dicembre 1986, n. RISOLUZIONE N. 155/E Roma, 12 giugno 2009 Direzione Centrale Normativa e Contenzioso OGGETTO: Istanza di interpello - IRPEF detrazione - spese sanitarie conservazione cellule staminali - art 15 - DPR 22

Dettagli

SC ONCOLOGIA CHE COSA È UTILE SAPERE

SC ONCOLOGIA CHE COSA È UTILE SAPERE SC ONCOLOGIA CHE COSA È UTILE SAPERE DOVE ANDARE PER cominciare un percorso oncologico, prenotare una visita CENTRO ACCOGLIENZA E SERVIZI (CAS): Ospedale U. Parini, blocco D, piano -1 È la struttura dedicata

Dettagli

La donazione del sangue dal cordone ombelicale

La donazione del sangue dal cordone ombelicale ASL NUORO La donazione del sangue dal cordone ombelicale CONSULTORIO NUORO La donazione del sangue dal cordone ombelicale La donazione del sangue dal cordone ombelicale è innocua e indolore. Il sangue

Dettagli

O s p e d a l i Riuniti Papardo-Piemonte. ..Tornando a casa

O s p e d a l i Riuniti Papardo-Piemonte. ..Tornando a casa Az i e n d a O s p e d a l i e r a O s p e d a l i Riuniti Papardo-Piemonte M e s s i n a..tornando a casa Gentile Sig. / Sig.ra, sta per tornare a casa dopo un periodo di ricovero presso la nostra Struttura

Dettagli

OSPEDALE DI VOGHERA U.O. DI OSTERICIA E GINECOLOGIA

OSPEDALE DI VOGHERA U.O. DI OSTERICIA E GINECOLOGIA OSPEDALE DI VOGHERA U.O. DI OSTERICIA E GINECOLOGIA DIRETTORE Struttura Complessa dott. Marco Galbusera STAFF ATTIVITÀ PRINCIPALI Medici Ostetrica Coordinatore Ostetriche Infermieri dott. Graziano Gabetta

Dettagli

Mini Guida Informativa per i dipendenti

Mini Guida Informativa per i dipendenti ASSICASSA Piano Sanitario Dipendenti a cui si applica il CCNL Telecomunicazioni Mini Guida Informativa per i dipendenti Sintesi delle Condizioni del Piano Sanitario MINI GUIDA AL PIANO SANITARIO ASSICASSA

Dettagli

ASSISTENZA SANITARIA PER I DIPENDENTI LUXOTTICA

ASSISTENZA SANITARIA PER I DIPENDENTI LUXOTTICA ASSISTENZA SANITARIA PER I DIPENDENTI LUXOTTICA 1 PRINCIPALI ATTORI COINVOLTI COS É Sanint è una Cassa di Assistenza, ossia un associazione senza fini di lucro ex art. 36 del codice civile e seguenti.

Dettagli

Paolo Biglioli Direttore Scientifi co. 2 Centro Cardiologico Monzino

Paolo Biglioli Direttore Scientifi co. 2 Centro Cardiologico Monzino Attività private II di Milano è un Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifi co (IRCCS) dedicato alle malattie cardiovascolari. E convenzionato con l Università degli Studi di Milano. Persegue

Dettagli

Medici e Pediatri di Famiglia

Medici e Pediatri di Famiglia Medici e Pediatri di Famiglia L assistenza del medico e del pediatra di famiglia Il Medico di Medicina Generale (MMG) ed il Pediatra di Famiglia (PdF) sono le figure di riferimento per ogni problema che

Dettagli

ALLEGATO ALLA DELIBERAZIONE N. 118 DEL 12 MARZO 2014 CONVENZIONE TRA. 06909360635, nella persona del Direttore Generale Prof.

ALLEGATO ALLA DELIBERAZIONE N. 118 DEL 12 MARZO 2014 CONVENZIONE TRA. 06909360635, nella persona del Direttore Generale Prof. ALLEGATO ALLA DELIBERAZIONE N. 118 DEL 12 MARZO 2014 CONVENZIONE TRA L AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA FEDERICO II, Partita IVA n. 06909360635, nella persona del Direttore Generale Prof. Giovanni Persico,

Dettagli

Legge Regionale Marche 27/7/1998 n.22. B.U.R. 4/8/1998 n.66 DIRITTI DELLA PARTORIENTE, DEL NUOVO NATO E DEL BAMBINO SPEDALIZZATO.

Legge Regionale Marche 27/7/1998 n.22. B.U.R. 4/8/1998 n.66 DIRITTI DELLA PARTORIENTE, DEL NUOVO NATO E DEL BAMBINO SPEDALIZZATO. Legge Regionale Marche 27/7/1998 n.22 B.U.R. 4/8/1998 n.66 DIRITTI DELLA PARTORIENTE, DEL NUOVO NATO E DEL BAMBINO SPEDALIZZATO. Articolo 1 Fnalità 1. La Regione favorisce il benessere psicofisico della

Dettagli

Mini Guida Informativa per i dipendenti

Mini Guida Informativa per i dipendenti Piano Sanitario Dipendenti a cui si applica il CCNL Telecomunicazioni Mini Guida Informativa per i dipendenti Sintesi delle Condizioni del Piano Sanitario MINI GUIDA AL PIANO SANITARIO PER I DIPENDENTI

Dettagli

Nascere all Ospedale San Giuseppe. Guida pratica per future mamme

Nascere all Ospedale San Giuseppe. Guida pratica per future mamme Nascere all Ospedale San Giuseppe Guida pratica per future mamme Indice Nascere all Ospedale San Giuseppe. Guida pratica per future mamme La storia Pag. 2 Benvenuta Pag. 3 L accoglienza Pag. 4 L assistenza

Dettagli

Le proponiamo un appuntamento per il giorno alle ore <00.00> presso l ambulatorio di via , Roma

Le proponiamo un appuntamento per il giorno <gg/mm/aaa> alle ore <00.00> presso l ambulatorio di via <indirizzo>, Roma La Regione Lazio e la ASL Roma XY La invitano a partecipare ad un programma di prevenzione del tumore del collo dell utero rivolto alle donne di età compresa fra i 25 e 64 anni. Il programma ha lo scopo

Dettagli

Regione del Veneto. Azienda Unità Locale S ocio Sanitaria OVEST VICENTINO CARTA DEI SERVIZI

Regione del Veneto. Azienda Unità Locale S ocio Sanitaria OVEST VICENTINO CARTA DEI SERVIZI Regione del Veneto Azienda Unità Locale S ocio Sanitaria OVEST VICENTINO DISTRETTO SOCIO SANITARIO OSPEDALE DI COMUNITA VALDAGNO CARTA DEI SERVIZI 1 Presentazione dell Ospedale di Comunità: L Ospedale

Dettagli

ENPAM. Offerta salute

ENPAM. Offerta salute ENPAM Offerta salute Offerta salute Per Te Salute Reale Garanzia Gravi patologie Garanzia Assistenza Preventivo Salute Facile Reale Garanzia Indennità Interventi Chirurgici Preventivo Focus I servizi offerti

Dettagli

PIANO ATTUATIVO LOCALE 2008-2010

PIANO ATTUATIVO LOCALE 2008-2010 REGIONE LAZIO AZIENDA UNITÀ SANITARIA LOCALE RIETI PIANO ATTUATIVO LOCALE 2008-2010 Allegato n 3 PROGRAMMA DI PRESA IN CARICO DELLE DONNE IN GRAVIDANZA E NEONATI A RISCHIO SOCIALE Dipartimento Programma

Dettagli

VALUTAZIONE DELL ASSISTENZA SANITARIA OSTETRICA: L ESPERIENZA DI INDAGINI DI SODDISFAZIONE DELLA PERSONA ASSISTITA

VALUTAZIONE DELL ASSISTENZA SANITARIA OSTETRICA: L ESPERIENZA DI INDAGINI DI SODDISFAZIONE DELLA PERSONA ASSISTITA VALUTAZIONE DELL ASSISTENZA SANITARIA OSTETRICA: L ESPERIENZA DI INDAGINI DI SODDISFAZIONE DELLA PERSONA ASSISTITA Torino 22 febbraio 2011 Grace Rabacchi Direttore Sanitario P.O. S. ANNA 1 Direttiva del

Dettagli

tutto quanto bisogna sapere

tutto quanto bisogna sapere CASSA PER L ASSISTENZA SANITARIA PER IL PERSONALE DEL GRUPPO INTESA tutto quanto bisogna sapere a cura di Elisa Malvezzi Dicembre 2004 ciclostilato in proprio ad uso interno Durante la gravidanza la Cassa

Dettagli

MODULO INFORMATIVO SULLA RACCOLTA E CONSERVAZIONE DEL SANGUE DEL CORDONE OMBELICALE

MODULO INFORMATIVO SULLA RACCOLTA E CONSERVAZIONE DEL SANGUE DEL CORDONE OMBELICALE Alla Direzione Sanitaria di Presidio Alba Bra Allegato C MODULO INFORMATIVO SULLA RACCOLTA E CONSERVAZIONE DEL SANGUE DEL CORDONE OMBELICALE Gent.ma Sig.ra /Gent.mo Sig.re Le chiediamo di leggere con attenzione

Dettagli

guida Piano Sanitario per gli addetti e le addette delle cooperative sociali

guida Piano Sanitario per gli addetti e le addette delle cooperative sociali guida SINTETICA AL Piano Sanitario per gli addetti e le addette delle cooperative sociali Diagnostica e terapie specialistiche Se il tuo medico curante ti prescrive delle terapie e/o degli accertamenti,

Dettagli

26/05/2016. Importanza di definire dall inizio una gravidanza come fisiologica. «piramide rovesciata di Nicolaides»

26/05/2016. Importanza di definire dall inizio una gravidanza come fisiologica. «piramide rovesciata di Nicolaides» Il percorso diagnostico nella gravidanza fisiologica Il percorso diagnostico nella gravidanza fisiologica Rosalba Giacchello Responsabile SSD Ecografia ostetrico-ginecologica e diagnosi prenatale ASL Cn1

Dettagli

Presidio Ospedaliero di Pordenone Sacile Via Montereale 24 - Pordenone NOTA INFORMATIVA PER AMNIOCENTESI

Presidio Ospedaliero di Pordenone Sacile Via Montereale 24 - Pordenone NOTA INFORMATIVA PER AMNIOCENTESI Azienda per l Assistenza Sanitaria n. 5 Friuli Occidentale Via della Vecchia Ceramica, 1 33170 Pordenone C.F. e P.I. 01772890933 PEC aas5.protgen@certsanita.fvg.it Presidio Ospedaliero di Pordenone Sacile

Dettagli

O.N.DA Milano 17 novembre 2014

O.N.DA Milano 17 novembre 2014 O.N.DA Milano 17 novembre 2014 Miriam Guana Presidente Federazione Nazionale Collegi Ostetriche Caterina Masè - Presidente Collegio Ostetriche Trento PREGRAVIDICO COUNSELLING PRECONCENZIONALE STILI DI

Dettagli

Roma, 12 Febbraio 2014. Spett.le INTERCRALVICENZA & C.M. Via Capiterlina, 3 36033 Isola Vicentina - Vicenza

Roma, 12 Febbraio 2014. Spett.le INTERCRALVICENZA & C.M. Via Capiterlina, 3 36033 Isola Vicentina - Vicenza Roma, 12 Febbraio 2014 Spett.le INTERCRALVICENZA & C.M. Via Capiterlina, 3 36033 Isola Vicentina - Vicenza Oggetto: Proposta di Convenzione Odontoiatrica Alla C.A. del Dott. Libero Piazza Gentile Dott.

Dettagli

Guida alle prestazioni ambulatoriali

Guida alle prestazioni ambulatoriali Az i e n d a O s p e d a l i e r a O s p e d a l i Riuniti Papardo-Piemonte M e s s i n a P r e s i d i o O s p e d a l i e r o P I E MO NTE Guida alle prestazioni ambulatoriali Gentile Signore/a, l Azienda,

Dettagli

LEGGE REGIONALE 27 luglio 1998, n. 22 Diritti della partoriente, del nuovo nato e del bambino spedalizzato. (B.U.R. 4 agosto 1998, n.

LEGGE REGIONALE 27 luglio 1998, n. 22 Diritti della partoriente, del nuovo nato e del bambino spedalizzato. (B.U.R. 4 agosto 1998, n. LEGGE REGIONALE 27 luglio 1998, n. 22 Diritti della partoriente, del nuovo nato e del bambino spedalizzato. (B.U.R. 4 agosto 1998, n. 66) Art. 1 (Finalità) 1. La Regione favorisce il benessere psicofisico

Dettagli

" # * $ " 3# $ 8 " " $

 # * $  3# $ 8   $ ! "# $ %&""'( ) $ $* $ $ $ * "# + $ ),-./00/ 1,- "2/00/ 2 13,- "&4&2/ $$ 5 63 " ),7 28 &"' 09,"'(/'2/'727&5/'%27""&'(' - 6,"'(/'2/'7"'(' %1 " # * $ " 3# $ 8 " " $ PRENOTAZIONE PRESTAZIONI SOCIO-SANITARIE

Dettagli

BILANCI DI SALUTE BILANCI DI SALUTE

BILANCI DI SALUTE BILANCI DI SALUTE BILANCI DI SALUTE Il Bilancio di Salute è il risultato dell incontro tra la donna e il professionista che segue la sua gravidanza. Durante tale incontro la donna fornisce tutte le informazioni sulla sua

Dettagli

EMISSIONE PREPARATA VERIFICATA APPROVATA. Afd Moreno Saccon Coordinatore Infermieristico Direzione Medica. Copia in distribuzione controllata

EMISSIONE PREPARATA VERIFICATA APPROVATA. Afd Moreno Saccon Coordinatore Infermieristico Direzione Medica. Copia in distribuzione controllata Pag 1 di 6 TRASPORTO DEL PAZIENTE per l esecuzione di esami / visite specialistiche / trasferimenti / esami radiologici all interno. EMISSIONE PREPARATA VERIFICATA APPROVATA FUNZIONE Afd Paolo Scattolin

Dettagli

Ospedale San Martino - Belluno Unità operativa/servizio Ostetricia e Ginecologia Dipartimento Salute della donna e del bambino Direttore

Ospedale San Martino - Belluno Unità operativa/servizio Ostetricia e Ginecologia Dipartimento Salute della donna e del bambino Direttore CARTA DEI SERVIZI UNITÀ OPERATIVA DI OSTERICIA E GINECOLOGIA Ospedale San Martino - BELLUNO Sistema di gestione per la Qualità Carta dei Servizi Struttura Ospedale San Martino - Belluno Unità operativa/servizio

Dettagli

La donazione del sangue da cordone ombelicale

La donazione del sangue da cordone ombelicale La donazione del sangue da cordone ombelicale Il sangue del cordone ombelicale è una fonte importante di cellule staminali emopoietiche Le cellule staminali emopoietiche: sono cellule in grado di dividersi

Dettagli

gravidanza nascita maternità paternità allattamento al seno

gravidanza nascita maternità paternità allattamento al seno gravidanza nascita maternità paternità allattamento al seno Quando il primo bambino al mondo rise per la prima volta, il suo riso si ruppe in mille frammenti che se ne andarono saltando tutto intorno.

Dettagli

S. C. PEDIATRIA D URGENZA E PRONTO SOCCORSO PEDIATRICO (Direttore dott. EGIDIO BARBI)

S. C. PEDIATRIA D URGENZA E PRONTO SOCCORSO PEDIATRICO (Direttore dott. EGIDIO BARBI) Lo staff è composto da dirigenti medici : dott. Egidio Barbi, Direttore Dipartimento di Pediatria Direttore: Prof. Alessandro Ventura S. C. PEDIATRIA D URGENZA E PRONTO SOCCORSO PEDIATRICO (Direttore dott.

Dettagli

IN ITALIA. Infatti, una. precedenza

IN ITALIA. Infatti, una. precedenza P.O. Savona e Cairo M.tte Ospedale San Paolo Savona S.C. Direzione Medica Conn certificato n 17551/08/S MODULO INFORMATIVO SULLA RACCOLTAA E CONSERVAZIONE DEL SANGUE DEL CORDONE OMBELICALE Gent.ma Sig.ra

Dettagli

"La tutela della partoriente e la tutela del bambino in ospedale".

La tutela della partoriente e la tutela del bambino in ospedale. LEGGE REGIONALE 8 maggio 1987, N. 16 "La tutela della partoriente e la tutela del bambino in ospedale". (BURL n. 19, 1º suppl. ord. del 13 Maggio 1987 ) urn:nir:regione.lombardia:legge:1987-05-08;16 Titolo

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa del deputato BARANI

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa del deputato BARANI Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 4747 PROPOSTA DI LEGGE d iniziativa del deputato BARANI Disciplina dei centri pubblici e privati di raccolta, conservazione e distribuzione

Dettagli

Roma, 23 Gennaio 2015. Spett.le Circolo Ricreativo Aziendale Lavoratori Dipendenti della Regione Toscana Via Di Novoli, 26 50127 Firenze

Roma, 23 Gennaio 2015. Spett.le Circolo Ricreativo Aziendale Lavoratori Dipendenti della Regione Toscana Via Di Novoli, 26 50127 Firenze Roma, 23 Gennaio 2015 Spett.le Circolo Ricreativo Aziendale Lavoratori Dipendenti della Regione Toscana Via Di Novoli, 26 50127 Firenze Oggetto: Proposta di Convenzione Odontoiatrica Alla C. A. del Presidente

Dettagli

DEGENZE PRIVATE Sanità a 5 stelle Regione Veneto AZIENDA ULSS N. 6 VICENZA

DEGENZE PRIVATE Sanità a 5 stelle Regione Veneto AZIENDA ULSS N. 6 VICENZA Ospedale San Bortolo SEZIONE DEGENZE PRIVATE Sanità a 5 stelle Regione Veneto AZIENDA ULSS N. 6 VICENZA L eccellenza della Sanità Pubblica e tutti i comfort di una clinica privata. Da oggi il San Bortolo

Dettagli

Progetto co-finanziato da MINISTERO DELL INTERNO UNIONE EUROPEA. Fondo europeo per l integrazione di cittadini di paesi terzi L OSPEDALE IN TASCA

Progetto co-finanziato da MINISTERO DELL INTERNO UNIONE EUROPEA. Fondo europeo per l integrazione di cittadini di paesi terzi L OSPEDALE IN TASCA Progetto co-finanziato da UNIONE EUROPEA MINISTERO DELL INTERNO Fondo europeo per l integrazione di cittadini di paesi terzi H L OSPEDALE IN TASCA 1 INDICE Il Pronto Soccorso Il ricovero in ospedale Le

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI. n. 3, 4 novembre 2013

CARTA DEI SERVIZI. n. 3, 4 novembre 2013 CARTA DEI SERVIZI n. 3, 4 novembre 2013 Cos è il Consultorio Familiare Il Consultorio Familiare è un luogo che offre interventi di tutela, di prevenzione e di promozione della salute. In modo particolare

Dettagli

Carta dei Servizi rev. 1 del 15 aprile 2009. Unità Operativa di Ostetricia e Ginecologia Ospedale di Bussolengo

Carta dei Servizi rev. 1 del 15 aprile 2009. Unità Operativa di Ostetricia e Ginecologia Ospedale di Bussolengo Carta dei Servizi rev. 1 del 15 aprile 2009 Unità Operativa di Azienda ULSS n. 22 Bussolengo VR Dipartimento Materno Infantile Unità Operativa di Ostetricia Ginecologia Monoblocco - Terzo piano Direttore:

Dettagli

DEL FONDO SANITARIO PLURIAZIENDALE della S.M.P.

DEL FONDO SANITARIO PLURIAZIENDALE della S.M.P. DEL FONDO SANITARIO PLURIAZIENDALE della S.M.P. PIANO COMPLEMENTARE Regolamento applicativo di assistenza sanitaria integrativa per il personale di PGF In vigore dal 01 GENNAIO 2014 1. Adesioni L adesione

Dettagli

Guida alle prestazioni ambulatoriali

Guida alle prestazioni ambulatoriali Az i e n d a O s p e d a l i e r a O s p e d a l i Riuniti Papardo-Piemonte M e s s i n a P r e s i d i o O s p e d a l i e r o P AP AR D O Guida alle prestazioni ambulatoriali Gentile Signore/a, l Azienda,

Dettagli

DISPOSIZIONI IN MATERIA DI TRAPIANTO DI ORGANI ALL ESTERO AI SENSI DELL ARTICOLO 20 DELLA LEGGE 1 APRILE 1999, n. 91 IL MINISTRO

DISPOSIZIONI IN MATERIA DI TRAPIANTO DI ORGANI ALL ESTERO AI SENSI DELL ARTICOLO 20 DELLA LEGGE 1 APRILE 1999, n. 91 IL MINISTRO Direzione Generale per i Rapporti con l Unione Europea e per i Rapporti Internazionali DISPOSIZIONI IN MATERIA DI TRAPIANTO DI ORGANI ALL ESTERO AI SENSI DELL ARTICOLO 20 DELLA LEGGE 1 APRILE 1999, n.

Dettagli

S.C. PRONTO SOCCORSO Medicina d Urgenza e OSSERVAZIONE BREVE INTENSIVA Direttore Dr Roberto Lerza

S.C. PRONTO SOCCORSO Medicina d Urgenza e OSSERVAZIONE BREVE INTENSIVA Direttore Dr Roberto Lerza Dipartimento di Emergenza e Accettazione S.C. PRONTO SOCCORSO Medicina d Urgenza e OSSERVAZIONE BREVE INTENSIVA Direttore Dr Roberto Lerza Ospedale San Paolo di Savona Guida ai Servizi Tel. 019 8404963/964

Dettagli

Unità Operativa di Assistenza Neonatale Tel. 049/8213484 Fax 049/8218540

Unità Operativa di Assistenza Neonatale Tel. 049/8213484 Fax 049/8218540 Dipartimento di Pediatria Terapia Intensiva e Patologia Neonatale ASSISTENZA NEONATALE Il neonato al Nido Unità Operativa di Assistenza Neonatale Tel. 049/8213484 Fax 049/8218540 CARTA DI ACCOGLIENZA PER

Dettagli

SOCIETÀ DI MUTUO SOCCORSO. servizi d integrazione sanitaria FWA ODONTOIATRIA MINORI. Allegato al Regolamento applicativo dello Statuto

SOCIETÀ DI MUTUO SOCCORSO. servizi d integrazione sanitaria FWA ODONTOIATRIA MINORI. Allegato al Regolamento applicativo dello Statuto SOCIETÀ DI MUTUO SOCCORSO servizi d integrazione sanitaria FWA ODONTOIATRIA MINORI Allegato al Regolamento applicativo dello Statuto FWA ODONTOIATRIA MINORI FORMA DI ASSISTENZA BASE Contributo associativo

Dettagli

ASL CASERTA OSPEDALE DI COMUNITA. Guida ai Servizi SETTEMBRE 2015

ASL CASERTA OSPEDALE DI COMUNITA. Guida ai Servizi SETTEMBRE 2015 Regione Campania ASL CASERTA OSPEDALE DI COMUNITA di TEANO Guida ai Servizi SETTEMBRE 2015 GUIDA AI SERVIZI OSPEDALE DI COMUNITÀ DI TEANO (OdC) Premessa L Ospedale di Comunità di Teano è una struttura

Dettagli

DEDICATO A TE CHE ASPETTI UN BAMBINO

DEDICATO A TE CHE ASPETTI UN BAMBINO DEDICATO A TE CHE ASPETTI UN BAMBINO Questo volume e stato realizzato con il contributo della Dssa Patrizia Vergani, i medici del reparto ostetricia, gli amministrativi e l ostetrica e interprete Amal

Dettagli

DEL FONDO SANITARIO PLURIAZIENDALE della S.M.P.

DEL FONDO SANITARIO PLURIAZIENDALE della S.M.P. DEL FONDO SANITARIO PLURIAZIENDALE della S.M.P. BASE Regolamento applicativo di assistenza sanitaria integrativa per il personale di PGF In vigore dal 01 LUGLIO 2013 1. Adesioni L adesione alla Società

Dettagli

AZIENDA USL ROMA H Borgo Garibaldi,12 00041 Albano Laziale (Roma) Tel. 06 93.27.1 Fax 06 93.27.38.66

AZIENDA USL ROMA H Borgo Garibaldi,12 00041 Albano Laziale (Roma) Tel. 06 93.27.1 Fax 06 93.27.38.66 AZIENDA USL ROMA H Borgo Garibaldi,12 00041 Albano Laziale (Roma) Tel. 06 93.27.1 Fax 06 93.27.38.66 UO RISK MANAGEMENT PROCEDURA PER LA CORRETTA IDENTIFICAZIONE DEL PAZIENTE NEI PRESIDI OSPEDALIERI DELLA

Dettagli

Consultare : http://www.ginecologia.unipd.it/ http://www.sanita.padova.it/reparti/ostetricia-e-ginecologia-clinica,1001,29

Consultare : http://www.ginecologia.unipd.it/ http://www.sanita.padova.it/reparti/ostetricia-e-ginecologia-clinica,1001,29 Pagina 1 di 14 Indice Presentazione pag. 2 Attività ambulatoriale pag. 3 Ambulatorio ed orari pag. 6 Modalità di accesso pag. 8 Modulo soddisfazione pag. 14 Gentile Signora, il Personale Sanitario desidera

Dettagli

PROGETTO OBIETTIVO MATERNO INFANTILE (PIANO SANITARIO NAZIONALE 1998 2000 )

PROGETTO OBIETTIVO MATERNO INFANTILE (PIANO SANITARIO NAZIONALE 1998 2000 ) PROGETTO OBIETTIVO MATERNO INFANTILE (PIANO SANITARIO NAZIONALE 1998 2000 ) INDICE DOCUMENTO PRECEDENTE LEGENDA SIGLE E ABBREVIAZIONI SUCCESSIVA 2. IL PERCORSO NASCITA La gravidanza ed il parto sono eventi

Dettagli

APERTURA DEL CONTO CORRENTE SALUTE

APERTURA DEL CONTO CORRENTE SALUTE REGIONE LIGURIA AZIENDA SANITARIA LOCALE n. 4 CHIAVARESE Via G.B. Ghio, 9-16043 Chiavari CONTO CORRENTE SALUTE Progetto sperimentale INFORMATIVA PER CONSENSO AL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI per APERTURA

Dettagli

ATTIVITà. visite e accertamenti diagnostici

ATTIVITà. visite e accertamenti diagnostici 1 PRESENTAZIONE Il Consultorio Familiare garantisce le cure primarie nell area della salute sessuale, riproduttiva e psico-relazionale per la donna e per la coppia, con equipe costituite da ostetriche,

Dettagli

Carta dei Servizi di Ostetricia e Ginecologia

Carta dei Servizi di Ostetricia e Ginecologia Dipartimento Donna Bambino - Carta dei servizi Ostetricia e Ginecologia Dipartimento Donna Bambino Dipartimento Donna Bambino - Carta dei servizi Ostetricia e Ginecologia Carta dei Servizi di Ostetricia

Dettagli

UniSalute: la 1 assicurazione sanitaria per clienti gestiti. La vostra salute, la nostra specialità

UniSalute: la 1 assicurazione sanitaria per clienti gestiti. La vostra salute, la nostra specialità UniSalute: la 1 assicurazione sanitaria per clienti gestiti La vostra salute, la nostra specialità Edizione aprile 2014 CHI SIAMO UniSalute specialisti nell assicurazione salute Prima Compagnia in Italia

Dettagli

DIAGRAMMA DI FLUSSO ESPORTAZIONE S.C.O. PER USO AUTOLOGO (all.1)

DIAGRAMMA DI FLUSSO ESPORTAZIONE S.C.O. PER USO AUTOLOGO (all.1) DIAGRAMMA DI FLUSSO ESPORTAZIONE S.C.O. PER USO AUTOLOGO (all.1) I diretti interessati si recano presso la struttura all'uopo identificata: Direzione Sanitaria (DS) sede del parto per tutte le Aziende

Dettagli

PROCEDURA IDENTIFICAZIONE DEL NEONATO

PROCEDURA IDENTIFICAZIONE DEL NEONATO 17.01.2013 1 di 5 LISTA DI DISTRIBUZIONE Direttori Presidi Ospedalieri Direttori di Dipartimento Servizio Infermieristico Direttori UU.OO. Coordinatori Infermieristici UU.OO. Rev. Data Causale Redazione

Dettagli

Percorso Diagnostico Terapeutico Assistenziale - Mammella

Percorso Diagnostico Terapeutico Assistenziale - Mammella Opuscolo informativo Percorso Diagnostico Terapeutico Assistenziale PDTA Mammella 1 Gentilissima Signora, lei è stata invitata ad eseguire esami di accertamento perché dopo aver visto l ultima mammografia

Dettagli

SOCIETÀ DI MUTUO SOCCORSO. servizi d integrazione sanitaria FWA ASSISTENZA A DOMICILIO. Allegato al Regolamento applicativo dello Statuto

SOCIETÀ DI MUTUO SOCCORSO. servizi d integrazione sanitaria FWA ASSISTENZA A DOMICILIO. Allegato al Regolamento applicativo dello Statuto SOCIETÀ DI MUTUO SOCCORSO servizi d integrazione sanitaria FWA ASSISTENZA A DOMICILIO Allegato al Regolamento applicativo dello Statuto FWA ASSISTENZA A DOMICILIO FORMA DI ASSISTENZA BASE Contributo associativo

Dettagli

IL SEGRETARIO (dott.ssa Alessandra Forgiarini)

IL SEGRETARIO (dott.ssa Alessandra Forgiarini) FEDERFARMA FRIULI VENEZIA GIULIA UNIONE REGIONALE TITOLARI DI FARMACIA DEL FRIULI VENEZIA GIULIA Circolare n. 046/11 Trieste, 11 aprile 2011 Alle Farmacie delle province di Gorizia Pordenone Trieste Udine

Dettagli

PraenaTest. Esame non invasivo delle trisomie nel feto. Qualità dall Europa ORA NUOVO. Brochure informativa per gestanti

PraenaTest. Esame non invasivo delle trisomie nel feto. Qualità dall Europa ORA NUOVO. Brochure informativa per gestanti ORA NUOVO PraenaTest express Esito in 1 settimana PraenaTest Qualità dall Europa Esame non invasivo delle trisomie nel feto Brochure informativa per gestanti Care gestanti, Tutti i futuri genitori si chiedono

Dettagli

UNISALUTE - Bologna, 30 settembre 2011

UNISALUTE - Bologna, 30 settembre 2011 Cellule staminali ematopoietiche del cordone ombelicale donazione autologa e allogenica legislazione, risultati e obiettivi Lorenza Ridolfi UNISALUTE - Bologna, 30 settembre 2011 L esperienza francese

Dettagli

Consultorio Familiare

Consultorio Familiare Distretto Sanitario di Trebisacce Consultorio Familiare Botero: Famiglia Il Consultorio Familiare Il Consultorio Familiare è un presidio socio-sanitario pubblico che offre interventi di tutela e di prevenzione

Dettagli

INFORMATIVA SUL SERVIZIO CONTO CORRENTE SALUTE (ai sensi dell Art. 13 Dgls 196/2003, Codice in materia di protezione di dati personali)

INFORMATIVA SUL SERVIZIO CONTO CORRENTE SALUTE (ai sensi dell Art. 13 Dgls 196/2003, Codice in materia di protezione di dati personali) INFORMATIVA SUL SERVIZIO CONTO CORRENTE SALUTE (ai sensi dell Art. 13 Dgls 196/2003, Codice in materia di protezione di dati personali) Gentile Signora / Gentile Signore, desideriamo informarla sulle finalità

Dettagli

DECRETO DIREZIONE GENERALE SANITA' N. 11685 DEL 20/10/2006 Identificativo Atto n. 992

DECRETO DIREZIONE GENERALE SANITA' N. 11685 DEL 20/10/2006 Identificativo Atto n. 992 DECRETO DIREZIONE GENERALE SANITA' N. 11685 DEL 20/10/2006 Identificativo Atto n. 992 Oggetto: APPROVAZIONE DI UNO SCHEMA-TIPO DI CONVENZIONE PER IL SERVIZIO DI MEDICINA TRASFUSIONALE TRA LA STRUTTURA

Dettagli

DIPARTIMENTO DELLA PREVENZIONE E DELLA COMUNICAZIONE DIREZIONE GENERALE DELLA PREVENZIONE SANITARIA UFFICIO VIII ORDINANZA

DIPARTIMENTO DELLA PREVENZIONE E DELLA COMUNICAZIONE DIREZIONE GENERALE DELLA PREVENZIONE SANITARIA UFFICIO VIII ORDINANZA DIPARTIMENTO DELLA PREVENZIONE E DELLA COMUNICAZIONE DIREZIONE GENERALE DELLA PREVENZIONE SANITARIA UFFICIO VIII ORDINANZA Misure urgenti in materia di cellule staminali da cordone ombelicale. IL MINISTRO

Dettagli

SOCIETÀ DI MUTUO SOCCORSO. servizi d integrazione sanitaria FWA PREVENZIONE DONNE. Allegato al Regolamento applicativo dello Statuto

SOCIETÀ DI MUTUO SOCCORSO. servizi d integrazione sanitaria FWA PREVENZIONE DONNE. Allegato al Regolamento applicativo dello Statuto SOCIETÀ DI MUTUO SOCCORSO servizi d integrazione sanitaria FWA PREVENZIONE DONNE Allegato al Regolamento applicativo dello Statuto FWA PREVENZIONE DONNE FORMA DI ASSISTENZA BASE Contributo associativo

Dettagli

CAMPAGNA DI SENSIBILIZZAZIONE SUI DIRITTI DEL MALATO

CAMPAGNA DI SENSIBILIZZAZIONE SUI DIRITTI DEL MALATO CAMPAGNA DI SENSIBILIZZAZIONE SUI DIRITTI DEL MALATO Cittadinanzattiva/ Active Citizenship Network ha realizzato la Carta Europea dei Diritti del Malato Questa guida vuole essere uno strumento per portare

Dettagli

Progetto QPCO: Qualità Percepita della Cura in Ospedale

Progetto QPCO: Qualità Percepita della Cura in Ospedale Progetto QPCO: Qualità Percepita della Cura in Ospedale Indagine di soddisfazione rivolta agli utenti dei servizi di degenza INTRODUZIONE L applicazione di strumenti per la rilevazione della soddisfazione

Dettagli

Genera Soc. Coop. Soc. Onlus. Centro Diurno Integrato SDB REGOLAMENTO INTERNO

Genera Soc. Coop. Soc. Onlus. Centro Diurno Integrato SDB REGOLAMENTO INTERNO REGOLAMENTO INTERNO Centro Diurno Integrato SDB Edizione Novembre 2015 1 Premessa Il di Via Bicetti de Buttinoni 15 a Milano è una struttura sociosanitaria semiresidenziale che accoglie persone affette

Dettagli