Exhibition. Perché Exhibition

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Exhibition. Perché Exhibition"

Transcript

1 Exhibition Perché Exhibition

2 Exhibition: caratteristiche del prodotto Exhibition All Risks Tutti i beni artistici, storici, documentari e d antiquariato destinati all esposizione in pubblico Oggetti d Arte Formula da chiodo a chiodo Stima accettata / Valore dichiarato Deprezzamento Fino al 100% Servizi aggiuntivi Conservazione preventiva Global Risk Assessment Platform (GRASP) Art Expert: possibilità di fruire della rete di esperti d arte Art Restorer: possibilità di fruire della rete di restauratori specializzati in caso di sinistro Exhibition A chi si rivolge La polizza Exhibition si rivolge agli organizzatori di mostre in generale, siano essi pubblici o privati, musei, fondazioni, galleristi, organizzatori di fiere. Quanto costa assicurare una mostra? Il tasso per calcolare il premio di polizza varia a seconda di differenti variabili, per esempio: tipologia e numero delle opere d arte valori assicurati ubicazione del rischio rispetto degli standard di sicurezza e protezione modalità di trasporto modalità di imballaggio provenienza delle opere durata della copertura (esposizione trasporto) ampiezza delle garanzie prestate (terrorismo, rischi catastrofali) Sulla base dell analisi di tutte le variabili utili a determinare il tasso, AXA Art si impegna a fornire la sua migliore offerta. Ciò è possibile grazie alla combinazione vincente dell esperienza specifica maturata in campo tecnico-assicurativo e storico-artistico. Gli aspetti essenziali delle polizze AXA Art La polizza Exhibition presenta la formula All Risks, la stima accettata, il valore dichiarato ed il deprezzamento. All Risks La garanzia All Risks (tutti i rischi) proposta nelle polizze AXA Art è la formula di copertura più ampia esistente sul mercato perché copre tutti i possibili rischi, ad eccezione di quelli espressamente esclusi nel testo di polizza. Il vantaggio della stima accettata Ricorrere alla procedura della stima accettata consente di accelerare notevolmente i tempi in caso di sinistro e di evitare fastidiose ritrattazioni con il Cliente, in quanto l accordo per l indennizzo avviene a monte: il valore assicurato attribuito all oggetto è infatti stabilito di comune accordo fra le parti al momento della sottoscrizione della polizza e non verrà ulteriormente messo in discussione.

3 Perché siamo in grado di garantire l opzione della stima accettata? Questa procedura, è possibile grazie alla consulenza della rete di storici dell arte interni ed esterni alla Compagnia specializzati nella valutazione delle opere che AXA Art è in grado di metter al servizio del Tuo Cliente. Il valore delle opere d arte è infatti ricostruito sulla base di: documentazione probante (atto d acquisto dell opera d arte) documentazione proveniente da un archivio o da una fondazione valore dei passaggi in asta stima di uno storico dell arte accreditato. In assenza o a supporto ulteriore di questo tipo di documentazione, gli storici dell arte della rete AXA Art sono in grado di intervenire con la loro consulenza specialistica agevolando il raggiungimento di una stima accettata. In alternativa si procederà con il meccanismo de Il valore dichiarato Il valore commerciale attribuito agli oggetti da assicurare è stabilito sulla base della dichiarazione dell assicurato. In caso di sinistro, sarà a carico dell'assicurato la prova dell'effettivo valore commerciale dell'oggetto. Il deprezzamento Nell eventualità di sinistro, le opere d arte assicurate potrebbero subire un decremento di valore: ciò è particolarmente vero nel caso dell arte contemporanea. In questo caso, il calcolo dell indennizzo terrà in considerazione anche il deprezzamento eventualmente subito dagli oggetti assicurati per la perdita della loro integrità. Perché la rete di esperti restauratori è importante? Un restauro eccellente può ripristinare l opera d arte danneggiata allo stato originario o comunque limitare al massimo la eventuale perdita di valore. In caso di danno parziale alle opere d arte assicurate, le parti individueranno ed affideranno l incarico al restauratore più qualificato ad eseguire l intervento. Tutto ciò è possibile grazie alla rete di restauratori e artigiani specializzati selezionati da AXA Art su tutto il territorio. Le spese del restauro verranno interamente sostenute da AXA Art. La formula da chiodo a chiodo La formula da chiodo a chiodo è ideale per la copertura di opere d arte destinate all esposizione in pubblico: opere d arte che, tendenzialmente, vengono trasportate da un luogo di partenza sia questo una galleria, una collezione privata, un museo - al sito espositivo finale, attraversando tutta una serie di fasi intermede, come l imballaggio, il disimballaggio, l installazione finale per l esposizione al pubblico e le operazioni di disinstallazione a conclusione della mostra. In virtù della natura prettamente dinamica del destinatario ideale di questa polizza, la copertura Exhibition non si limita infatti alla giacenza presso la principale ubicazione del rischio ma si estende a tutte le fasi del processo espositivo (premessa l esistenza dei requisiti qualitativi richiesti dalla Compagnia specialmente per le modalità di trasporto e imballaggio). Cosa significa da chiodo a chiodo? Ipotizzando che l opera d arte assicurata sia un quadro, da chiodo a chiodo è un espressione figurata che significa che la copertura parte nel momento in cui l opera viene spostata dal chiodo della parete cui è appesa e perdura fino al momento in cui verrà ri-appesa a quel chiodo.

4 La garanzia assicurativa in sostanza: si attiva nel momento in cui le opere vengono imballate per intraprendere il primo trasporto prosegue durante il viaggio e le eventuali soste intermedie continua per tutta la durata della manifestazione espositiva copre il viaggio di ritorno e le eventuali soste intermedie termina nel momento in cui l opera viene ricollocata nel luogo di partenza Solidità e garanzia di competenza AXA Art L esperienza in campo assicurativo e la competenza specifica nel mondo dell arte maturate da AXA Art sono garanzia del mantenimento di elevati standard qualitativi nella valutazione del rischio, nella gestione della movimentazione, nell implementazione del livello di sicurezza, nella selezione di soggetti qualificati che operano a 360 nel mondo dell arte. Cosa succede in caso di esposizioni all estero? L esperienza di AXA Art e la possibilità di attingere ad una rete internazionale di partner specializzati è preziosa per garantire il buon esito delle movimentazioni d arte su scala mondiale. Nei prestiti internazionali AXA Art garantisce assistenza grazie alla possibilità di delegare alla rete locale di esperti le ispezioni tecniche per valutare il grado di sicurezza delle opere d arte rispetto ai siti espositivi e per la compilazione della documentazione reportistica necessaria. Servizi Conservazione Preventiva Con conservazione preventiva si intende un insieme di azioni che non riguardano solo gli aspetti tecnico-scientifici legati strettamente alla conservazione dell opera d arte - l analisi degli agenti di degrado, la misurazione e il controllo del clima e della luce, la scelta di supporti e arredi espositivi idonei - ma investono anche la qualità dei servizi messi in campo dagli organizzatori di mostre o dalle istituzioni titolari dei beni come musei o fondazioni: movimentazione opere, trasporti, imballaggi, condition report, assicurazione specializzata etc. Il servizio di conservazione preventiva ha lo scopo di prevenire possibili danneggiamenti alle opere d arte intervenendo per tempo e grazie alla competenza di soggetti qualificati. Il servizio coinvolge restauratori, storici dell arte e conservatori di grande esperienza che hanno il compito di seguire personalmente le fasi rilevanti nella dinamica del rischio, dall analisi delle criticità correlate al sito, alla funzionalità degli allestimenti in relazione alle caratteristiche fisiche delle opere e così via. Quali documenti garantiscono la qualità del processo espositivo? La documentazione descrittiva specifica di determinate fasi del processo espositivo è uno strumento imprescindibile di valutazione del rispetto di standard di qualità e di individuazione di possibili elementi di miglioramento. In occasione di esposizioni, la documentazione di supporto da fornire ad AXA Art è sempre costituita da: Facility Report: una scheda/relazione tecnica con l analisi delle caratteristiche della sede espositiva (condizioni di sicurezza ambientale, sistemi d allarme, guardiania e sorveglianza, mezzi di chiusura e protezione, etc.) Documento di Trasporto: un documento che deve sempre accompagnarsi al bene trasportato. E' fi nalizzato a tenere traccia di tutte le variazioni dello stato conservativo dell'opera d'arte occorse in ciascun passaggio della catena del trasporto, ovvero tra prestatore/imballatore/trasportatore/ disimballatore/espositore/imballatore/trasportatore/disimballatore/prestatore. Il Documento di trasporto si completa e si integra con le informazioni presenti nel "Condition Report".

5 Condition Report: una scheda di verifica delle condizioni conservative di ciascuna opera d arte accompagnata da documentazione fotografica. Il Condition Report viene compilato al momento della partenza dell opera d arte destinata all esposizione. Si tratta di un documento particolarmente utile in caso di sinistro. O in alternativa : Scheda Conservativa: è una vera è propria cartella clinica dell opera d arte, redatta dal museo prestatore, da aggiornare periodicamente per fornire una fotografia dello stato conservativo dell opera. Si tratta di un documento utilizzato tipicamente dalle strutture museali. Tale documentazione dev essere compilata da parte di un esperto con competenze specifiche. Global Risk Assessment Platform (GRASP) Il servizio tecnico di ispezione GRASP, ha come obiettivo la valutazione del grado di rischio e l individuazione delle aree di miglioramento nell ambito dei siti espositivi, dei musei, dei depositi. Attraverso l analisi di un certo numero di variabili, il servizio consente di individuare le determinanti del rischio che interessano un istituzione o un sito artistico con l obiettivo di predisporre piani di intervento basati su priorità oggettive per la messa in sicurezza delle opere d arte. Cosa significa GRASP? GRASP è l acronimo di Global Risk Assessment Project e significa Piattaforma di Valutazione del Rischio Globale. Come funziona GRASP? L obiettivo di GRASP è produrre una scheda sintetica per la valutazione del rischio di un sito espositivo. GRASP si basa sulla combinazione dei risultati di 1200 domande suddivise per aree tematiche. L obiettività di GRASP è garantita dal questionario a sistema binario: la risposta può essere solo si/no. Il questionario è compilato da una società indipendente accreditata e specializzata nella valutazione del rischio. Tra le aree indagate dal questionario: Sicurezza architettonica dell edificio e protezioni perimetrali Sistemi di allarme antintrusione e antincendio Protezione delle opere in esposizione Gestione del sito espositivo Gestione del personale e formazione Sistemi di inventariazione e deposito Procedure di sicurezza Art Expert e Art Restorer Grazie a una vasta struttura internazionale, AXA Art garantisce ai suoi Clienti di avvalersi, a condizioni privilegiate, della consulenza delle migliori competenze disponibili sul mercato in ogni campo e su qualunque forma di espressione artistica. Il network di esperti di comprovata esperienza ed elevata professionalità è a disposizione per offrire informazioni e servizi specialistici per quanto riguarda ad esempio: la catalogazione delle opere d arte e degli strumenti musicali la valutazione delle modalità conservative più idonee il restauro più appropriato la prevenzione del rischio le modalità di custodia e di protezione ambientale il trasporto in sicurezza. A questo proposito, AXA Art ha promosso una serie di partnership che coinvolgono esperti d arte, conservatori, restauratori, trasportatori, centri di ricerca, istituzioni culturali e museali che, nel loro insieme, costituiscono una delle più complete reti di soggetti specializzati disponibili sul mercato.

6 Per informazioni e approfondimenti Unità commerciale e marketing Photocredits (all images are used under licence from Shutterstock, Inc.) Cover: Image Copyright Salamanderman. Inside: Image Copyright Atanasis. Giuseppe Prelli Channel Developement dir Benedetta Brandi Marketing & Comunicazione Tel: Tel Fax

Trade: caratteristiche del prodotto

Trade: caratteristiche del prodotto Trade Perché Trade Trade: caratteristiche del prodotto Trade All Risks Ogni tipologia di oggetto d arte: eccetto collezioni numismatiche e filateliche Collezione Oggetti d Arte Valore dichiarato Nell ambito

Dettagli

Musical Instruments. Perché Musical Instruments

Musical Instruments. Perché Musical Instruments Musical Instruments Perché Musical Instruments Musical Instruments: caratteristiche del prodotto Musical Instruments All Risks Strumenti ad arco di liuteria contemporanea e antica, strumenti a fiato, a

Dettagli

Art Expert. Il servizio in breve

Art Expert. Il servizio in breve Art Expert Art Expert Il servizio in breve Il servizio si rivolge a tutti gli intermediari e ai clienti AXA Art, sia che abbiano già una polizza in corso, sia che siano in fase di trattativa. Il servizio

Dettagli

ArtPLUS. Perché ArtPLUS

ArtPLUS. Perché ArtPLUS ArtPLUS Perché ArtPLUS ArtPLUS: Caratteristiche del prodotto ArtPLUS All Risks Iva Inclusa Indennità aggiuntivaapercentuale Franchigia fissa di 2.500 La franchigia si annulla per danni superiori a 25.000

Dettagli

INDAGINE SULLA GESTIONE DEI DEPOSITI MUSEALI E SULLA MOVIMENTAZIONE DEI BENI ARCHEOLOGICI

INDAGINE SULLA GESTIONE DEI DEPOSITI MUSEALI E SULLA MOVIMENTAZIONE DEI BENI ARCHEOLOGICI INDAGINE SULLA GESTIONE DEI DEPOSITI MUSEALI E SULLA MOVIMENTAZIONE DEI BENI ARCHEOLOGICI QUESTIONARIO Nell'ambito del Dottorato in Scienze e Tecnologie per l'archeologia e i Beni Culturali dell Università

Dettagli

Polizza RC Professionale

Polizza RC Professionale Polizza RC Professionale Polizza RC Professionale tutela le perdite patrimoniali cagionate a terzi compresi i clienti, derivanti da errori e omissioni nell'esercizio dell'attività professionale. Coperture

Dettagli

ALETTI ART ADVISORY L ARTE DELL INVESTIRE

ALETTI ART ADVISORY L ARTE DELL INVESTIRE ALETTI ART ADVISORY L ARTE DELL INVESTIRE IN CO N TR A IL P IA CER E D EL L A RTE L ARTE, PATRIMONIO CULTURALE DA TUTELARE E VALORIZZARE, ESPRESSIONE DEL BELLO, MA ANCHE OPPORTUNITÀ DI INVESTIMENTO. Banca

Dettagli

School for Curatorial Studies Venice

School for Curatorial Studies Venice Corso in Management e display di spazi espositivi e conservazione preventiva delle opere d arte contemporanea La corretta gestione e la tutela delle opere d arte contemporanea sono questioni sempre più

Dettagli

Questionario di autovalutazione

Questionario di autovalutazione Questionario di autovalutazione SCHEDA ANAGRAFICA i Denominazione del museo e recapiti A.1.1 Denominazione. A.1.2 Complesso di appartenenza (1). A.1.3 Indirizzo (2) A.1.4 Località (3). A.1.5 CAP A.1.6

Dettagli

Vivere il museo 2013

Vivere il museo 2013 OBIETTIVI DEL PROGETTO: 1. ACQUARIO CIVICO (Sede 91334) Scheda progetto Vivere il museo 2013 apporre migliorie alle vasche espositive del percorso interno supportando il lavoro dei biologi acquaristi nella

Dettagli

COMUNE DI PORRETTA TERME (Provincia di Bologna) REGOLAMENTO DEL MUSEO E DELLE MOTO E DEI CICLOMOTORI DEMM

COMUNE DI PORRETTA TERME (Provincia di Bologna) REGOLAMENTO DEL MUSEO E DELLE MOTO E DEI CICLOMOTORI DEMM COMUNE DI PORRETTA TERME (Provincia di Bologna) REGOLAMENTO DEL MUSEO E DELLE MOTO E DEI CICLOMOTORI DEMM Approvato con D.G.C. n. 50 del 18/05/09 Art. 1 DENOMINAZIONE E SEDE Il presente regolamento disciplina

Dettagli

Catalogazione Object ID System

Catalogazione Object ID System Catalogazione Object ID System Catalogazione Object ID System Il servizio in breve Il servizio Object ID System è un metodo semplice e completo per la catalogazione degli oggetti d arte e antiquariato.

Dettagli

Regolamento per il prestito temporaneo di opere e documenti di archivio per mostre ed esposizioni

Regolamento per il prestito temporaneo di opere e documenti di archivio per mostre ed esposizioni Regolamento per il prestito temporaneo di opere e documenti di archivio per mostre ed esposizioni L Archivio del Moderno concede il prestito di opere e di documenti conservati nei propri fondi e collezioni

Dettagli

Entusiasmo? «Chi ama l arte apprezza la sicurezza.»

Entusiasmo? «Chi ama l arte apprezza la sicurezza.» Entusiasmo? «Chi ama l arte apprezza la sicurezza.» Franz von Stuck (1863 1928) Susanna al bagno, 1904, olio su lino, 134.5x98 cm* Helvetia Assicurazione per opere d arte Artas. Qualsiasi sia il suo progetto,

Dettagli

COMUNE DI BRACCIANO REGOLAMENTO DEL MUSEO CIVICO

COMUNE DI BRACCIANO REGOLAMENTO DEL MUSEO CIVICO COMUNE DI BRACCIANO REGOLAMENTO DEL MUSEO CIVICO Art. 1 Denominazione, definizione, sede Il Museo Civico di Bracciano è un organismo permanente, senza fini di lucro, istituito dal Comune di Bracciano con

Dettagli

REGOLAMENTI MUSEO FORTE BRAMAFAM REGOLAMENTO ISTITUTIVO

REGOLAMENTI MUSEO FORTE BRAMAFAM REGOLAMENTO ISTITUTIVO REGOLAMENTI MUSEO FORTE BRAMAFAM Il Consiglio Direttivo del due aprile 2012 visto il verbale di consegna da parte dell Ufficio Tecnico Erariale all Associazione per gli Studi di Storia e Architettura Militare

Dettagli

REGOLAMENTO DEL CIVICO MUSEO ARCHEOLOGICO DI CAMAIORE

REGOLAMENTO DEL CIVICO MUSEO ARCHEOLOGICO DI CAMAIORE Comune di Camaiore 12 REGOLAMENTO DEL CIVICO MUSEO ARCHEOLOGICO DI CAMAIORE Approvato con deliberazione del C.C. n 50 del 26.07.2005 Ripubblicato il Regolamento dal 26/08/2005 al 09/09/2005 REGOLAMENTO

Dettagli

GABINETTO SCIENTIFICO LETTERARIO G.P. VIEUSSEUX. Regolamento per il prestito temporaneo di opere e documenti di archivio

GABINETTO SCIENTIFICO LETTERARIO G.P. VIEUSSEUX. Regolamento per il prestito temporaneo di opere e documenti di archivio All. B GABINETTO SCIENTIFICO LETTERARIO G.P. VIEUSSEUX Regolamento per il prestito temporaneo di opere e documenti di archivio Normativa di riferimento: Dlgs. 42/2004, Codice dei beni culturali e del paesaggio

Dettagli

COMUNE DI MONTEPULCIANO (Provincia di Siena) REGOLAMENTO DEL MUSEO CIVICO PINACOTECA CROCIANI

COMUNE DI MONTEPULCIANO (Provincia di Siena) REGOLAMENTO DEL MUSEO CIVICO PINACOTECA CROCIANI COMUNE DI MONTEPULCIANO (Provincia di Siena) REGOLAMENTO DEL MUSEO CIVICO PINACOTECA CROCIANI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 16 del 29.03.2013 Indice: Art. 1 DENOMINAZIONE E SEDE...3

Dettagli

Regolamento di prestito per mostre

Regolamento di prestito per mostre Regolamento di prestito per mostre Il prestito temporaneo per mostre dei documenti dell Archivio Biblioteca della Quadriennale (ArBiQ) è concesso secondo le modalità previste dal presente Regolamento.

Dettagli

PRESS RELEASE. soci. in partnership. Inaugurazione dell impianto Art Defender Emilia Romagna.

PRESS RELEASE. soci. in partnership. Inaugurazione dell impianto Art Defender Emilia Romagna. PRESS RELEASE ART DEFENDER EMILIA ROMAGNA: CUSTODIRE, CONSERVARE E RESTAURARE IL PATRIMONIO ARTISTICO ITALIANO. DOPO L APERTURA DEL PRIMO IMPIANTO IN TOSCANA, APRE LA NUOVA SEDE EMILIA ROMAGNA A BOLOGNA.

Dettagli

L ARTE DELL INVESTIRE INCONTRA IL PIACERE DELL ARTE

L ARTE DELL INVESTIRE INCONTRA IL PIACERE DELL ARTE ART ADVISORY L ARTE DELL INVESTIRE INCONTRA IL PIACERE DELL ARTE L arte, patrimonio culturale da tutelare e valorizzare, espressione del bello, ma anche opportunità di investimento alternativo. L Art Advisory

Dettagli

Assicurazione Arte Privata

Assicurazione Arte Privata Sicurezza in casa Assicurazione Arte Privata La copertura a regola d arte per gli oggetti di valore La vostra passione è al sicuro Ogni opera d arte narra una storia personale. Gli oggetti scelti e collezionati

Dettagli

MASTER IN MANAGEMENT DEI BENI MUSEALI

MASTER IN MANAGEMENT DEI BENI MUSEALI MASTER IN MANAGEMENT DEI BENI MUSEALI E SUCCESSIVA GESTIONE DEL MUSEO DI ARTE CONTEMPORANEA DI VILLA CROCE Un innovativo progetto di alta formazione manageriale dedicato ai giovani per l ideazione di nuovi

Dettagli

REGOLAMENTO DEL MUSEO CIVICO DI CUNEO E DEL MUSEO CASA GALIMBERTI

REGOLAMENTO DEL MUSEO CIVICO DI CUNEO E DEL MUSEO CASA GALIMBERTI REGOLAMENTO DEL MUSEO CIVICO DI CUNEO E DEL MUSEO CASA GALIMBERTI Il Museo civico è, lo specchio della storia sociale, economica, culturale, religiosa ed artistica del territorio cuneese. Il suo patrimonio

Dettagli

QUESTIONARIO DI AUTOVALUTAZIONE PER IL RICONOSCIMENTO DEI MUSEI E DELLE RACCOLTE MUSEALI DI ENTE LOCALE EDI INTERESSE LOCALE

QUESTIONARIO DI AUTOVALUTAZIONE PER IL RICONOSCIMENTO DEI MUSEI E DELLE RACCOLTE MUSEALI DI ENTE LOCALE EDI INTERESSE LOCALE QUESTIONARIO DI AUTOVALUTAZIONE PER IL RICONOSCIMENTO DEI MUSEI E DELLE RACCOLTE MUSEALI DI ENTE LOCALE EDI INTERESSE LOCALE DATI GENERALI Dati informativi - descrittivi Denominazione del museo o della

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE DI ORGANIZZAZIONE E DI FUNZIONAMENTO DEL MUSEO ARCHEOLOGICO DEL FINALE

REGOLAMENTO COMUNALE DI ORGANIZZAZIONE E DI FUNZIONAMENTO DEL MUSEO ARCHEOLOGICO DEL FINALE Museo Archeologico del Finale Complesso Monumentale di Santa Caterina 17024 Finale Ligure Borgo (SV), Italia Tel. +39.019.690020 fax +39.019.681022 www.museoarcheofinale.it info@museoarcheofinale.it REGOLAMENTO

Dettagli

GLI STANDARD SUGLI ASSETTI FINANZIARI DEI MUSEI. IL CASO FONDAZIONE TORINO MUSEI

GLI STANDARD SUGLI ASSETTI FINANZIARI DEI MUSEI. IL CASO FONDAZIONE TORINO MUSEI Convegno Standard per i musei della Regione Piemonte GLI STANDARD SUGLI ASSETTI FINANZIARI DEI MUSEI. IL CASO FONDAZIONE TORINO MUSEI Adriano Da Re Torino, 3 Dicembre 2007 Agenda La Fondazione Torino Musei

Dettagli

IL SISTEMA MUSEALE DELLA PROVINCIA DI PARMA

IL SISTEMA MUSEALE DELLA PROVINCIA DI PARMA IL SISTEMA MUSEALE DELLA PROVINCIA DI PARMA Analisi su base economico gestionale delle realtà museali provinciali, per una progettazione consapevole di sviluppo futuro del Sistema museale provinciale.

Dettagli

Statuto Museo d Arte Moderna e Contemporanea A. Ortiz Echague

Statuto Museo d Arte Moderna e Contemporanea A. Ortiz Echague COMUNE DI ATZARA PROVINCIA DI NUORO Via Vittorio Emanuele, 27 08030 ATZARA telefono 0784/65205 fax 0784/65380 e-mail: servizi.sociali@comune.atzara.nu.it UFFICIO SERVIZI SOCIALI Statuto Museo d Arte Moderna

Dettagli

Merci Transito. Rif. quotazione n.: 245 Data: 20/10/2006. Nome Cognome / azienda: Indirizzo: Cap/citta/Prov.: Cod. Fisc./P.

Merci Transito. Rif. quotazione n.: 245 Data: 20/10/2006. Nome Cognome / azienda: Indirizzo: Cap/citta/Prov.: Cod. Fisc./P. SCHEDA DETTAGLIO COPERTURA PRESENTAZIONE DEL RISCHIO Rif. quotazione n.: 245 Data: 20/10/2006 Telefono: Nome Cognome / azienda: Indirizzo: Cap/citta/Prov.: Cod. Fisc./P.Iva: Attività: Mail: convenzione

Dettagli

DISEGNO DI LEGGE. Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 704. Istituzione del Museo del Risorgimento di Firenze. d iniziativa del senatore AMATO

DISEGNO DI LEGGE. Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 704. Istituzione del Museo del Risorgimento di Firenze. d iniziativa del senatore AMATO Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 704 DISEGNO DI LEGGE d iniziativa del senatore AMATO COMUNICATO ALLA PRESIDENZA IL 28 MAGGIO 2008 Istituzione del Museo del Risorgimento di Firenze TIPOGRAFIA

Dettagli

Statuto del Museo d'arte contemporanea Zavattarello (Pv) approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n,30 del 10/08/2009

Statuto del Museo d'arte contemporanea Zavattarello (Pv) approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n,30 del 10/08/2009 Statuto del Zavattarello (Pv) approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n,30 del 10/08/2009 1 Art. 1 Denominazione e sede del museo Per iniziativa del Comune di Zavattarello è costituito il del

Dettagli

REGOLAMENTO MUSEO LABORATORIO DELLA MENTE ASL ROMA E REGIONE LAZIO. Maggio 2012

REGOLAMENTO MUSEO LABORATORIO DELLA MENTE ASL ROMA E REGIONE LAZIO. Maggio 2012 REGOLAMENTO MUSEO LABORATORIO DELLA MENTE ASL ROMA E REGIONE LAZIO Maggio 2012 Il museo denominato Museo Laboratorio della Mente (d ora in avanti MLM) con sede a Roma Piazza S. Maria della Pietà n.5, Padiglione

Dettagli

14 Bollettino Ufficiale. Serie Ordinaria n. 8 - Giovedì 21 febbraio 2013

14 Bollettino Ufficiale. Serie Ordinaria n. 8 - Giovedì 21 febbraio 2013 14 Bollettino Ufficiale D.G. Occupazione e politiche del lavoro D.d.u.o. 15 febbraio 2013 - n. 1228 Regolamentazione dei percorsi abilitanti del tecnico del restauro dei beni culturali ai sensi dell art.

Dettagli

Allegato C Scheda progetto ENTE. Denominazione ANCI Lombardia. Città MILANO. Via PIAZZA DUOMO N. 21 CAP 20121. Codice di accreditamento NZ00504

Allegato C Scheda progetto ENTE. Denominazione ANCI Lombardia. Città MILANO. Via PIAZZA DUOMO N. 21 CAP 20121. Codice di accreditamento NZ00504 Allegato C Scheda progetto ENTE Denominazione ANCI Lombardia Città MILANO Via PIAZZA DUOMO N. 21 CAP 20121 Codice di accreditamento NZ00504 Iscrizione all albo regionale ALBO REGIONALE REGIONE LOMBARDIA

Dettagli

GROUP OVERVIEW CORPORATE ACCOUNTS. VIGILANZA Uomini e tecnologie al tuo servizio 24 ore su 24

GROUP OVERVIEW CORPORATE ACCOUNTS. VIGILANZA Uomini e tecnologie al tuo servizio 24 ore su 24 VIGILANZA Uomini e tecnologie al tuo servizio 24 ore su 24 IMPIANTI DI SICUREZZA Sicurezza integrale per la tua azienda GROUP OVERVIEW CORPORATE ACCOUNTS INVESTIGAZIONI E INTELLIGENCE Nessuna zona d ombra

Dettagli

Allegato A STANDARD PROFESSIONALE DEL TECNICO DEL RESTAURO DEI BENI CULTURALI

Allegato A STANDARD PROFESSIONALE DEL TECNICO DEL RESTAURO DEI BENI CULTURALI Allegato A STANDARD PROFESSIONALE DEL TECNICO DEL RESTAURO DEI BENI CULTURALI Premessa Il presente Allegato A è elaborato sulla base dello schema dello standard professionale della figura del Tecnico del

Dettagli

CORSO A CATALOGO 2011

CORSO A CATALOGO 2011 Dettaglio corso ID: Titolo corso: Tipologia corso: M A S T E R di I livello in CONSERVAZIONE E RESTAURO DEI BENI CULTURALI Attivato ai sensi del D.M. 09/99 e D.M. 270/2004 Il Master fa riferimento all'art.

Dettagli

N 23 del 29 settembre 2014

N 23 del 29 settembre 2014 DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N 23 del 29 settembre 2014 Oggetto: Modifica statuto e adozione regolamento Polo Museale Casa Zapata per partecipazione al bando Riconoscimento Regionale dei musei

Dettagli

ACCORDO DI PRESTITO. Titolo della mostra: Luogo: Date:

ACCORDO DI PRESTITO. Titolo della mostra: Luogo: Date: ACCORDO DI PRESTITO Parma, Rif. N. Titolo della mostra: Luogo: Date: Il sottoscritto (prestatore) accetta di prestare a L oggetto/gli oggetti indicato/i nell allegato n.1 (lista opere e documenti) sotto

Dettagli

F. Concessione in uso degli ambienti monumentali

F. Concessione in uso degli ambienti monumentali F. Concessione in uso degli ambienti monumentali Conferenze, convegni, manifestazioni ed esposizioni temporanee La concessione in uso degli ambienti di Palazzo Vecchio per conferenze, convegni, manifestazioni

Dettagli

Settore Trasporti. www.cnaeurope.com. I vostri clienti spediscono merci nel mondo. Noi possiamo fornirvi la copertura assicurativa più adatta

Settore Trasporti. www.cnaeurope.com. I vostri clienti spediscono merci nel mondo. Noi possiamo fornirvi la copertura assicurativa più adatta I vostri clienti spediscono merci nel mondo. Noi possiamo fornirvi la copertura assicurativa più adatta Settore Trasporti www.cnaeurope.com Il Vostro partner in Europa, specializzato in assicurazione commerciale

Dettagli

Mart Museo di arte moderna e contemporanea di Trento e Rovereto. facility report

Mart Museo di arte moderna e contemporanea di Trento e Rovereto. facility report Mart Museo di arte moderna e contemporanea di Trento e Rovereto facility report Galleria Civica La Galleria Civica di Trento è diventata dal 2012 uno degli edifici che ospitano l attività del Mart, Museo

Dettagli

BUSINESS IMAGING INTELLIGENCE

BUSINESS IMAGING INTELLIGENCE La nuova soluzione di Video Analisi e Business Intelligence dedicata alle realtà commerciali e agli ambienti pubblici Canon Business Imaging Intelligence COS È è la soluzione di Video Analisi e Business

Dettagli

LINEE-GUIDA PER LA COMPILAZIONE DEL QUESTIONARIO DI AUTOVALUTAZIONE

LINEE-GUIDA PER LA COMPILAZIONE DEL QUESTIONARIO DI AUTOVALUTAZIONE 1 LINEE-GUIDA PER LA COMPILAZIONE DEL QUESTIONARIO DI AUTOVALUTAZIONE Legenda D.G.R. 33/21 = Delibera della Giunta Regionale n. 33/21 del 08.08.2013 Riconoscimento regionale dei musei e delle raccolte

Dettagli

CRIMAS - Club Risk management nelle aziende sanitarie Sintesi dei contenuti dell incontro di avvio del network CRIMAS Milano, 11 giugno 2004

CRIMAS - Club Risk management nelle aziende sanitarie Sintesi dei contenuti dell incontro di avvio del network CRIMAS Milano, 11 giugno 2004 Contenuti per lo sviluppo del network CRIMAS CRIMAS - Club Risk management nelle aziende sanitarie Sintesi dei contenuti dell incontro di avvio del network CRIMAS Milano, 11 giugno 2004 Obiettivi e destinatari

Dettagli

bando per progetti di riordino e valorizzazione di archivi

bando per progetti di riordino e valorizzazione di archivi bando per progetti di riordino e valorizzazione di archivi riguardanti la storia della comunità, dell economia e delle istituzioni trentine budget complessivo 150.000 euro termine per la presentazione

Dettagli

La Carta dei servizi costituisce lo strumento attraverso cui il Museo comunica con i propri utenti e si confronta con loro.

La Carta dei servizi costituisce lo strumento attraverso cui il Museo comunica con i propri utenti e si confronta con loro. CARTA DEI SERVIZI CHE COS è LA CARTA DEI SERVIZI La Carta dei servizi costituisce lo strumento attraverso cui il Museo comunica con i propri utenti e si confronta con loro. La Carta individua i servizi

Dettagli

COMUNE DI LUCERA Provincia di Foggia

COMUNE DI LUCERA Provincia di Foggia COMUNE DI LUCERA Provincia di Foggia Settore II Servizio Pubblica Istruzione Ufficio Pubblica Istruzione OBBLIGO DI PUBBLICITÀ DELLE INFORMAZIONI (art. 35 del D. Lgs. 14 marzo 2013, n. 33) DEFINIZIONE

Dettagli

RADICI DEL PRESENTE COLLEZIONE ARCHEOLOGICA ASSICURAZIONI GENERALI ANNO SCOLASTICO 2013/2014 PROGETTO DIDATTICO PROMOSSO DA ASSICURAZIONI GENERALI

RADICI DEL PRESENTE COLLEZIONE ARCHEOLOGICA ASSICURAZIONI GENERALI ANNO SCOLASTICO 2013/2014 PROGETTO DIDATTICO PROMOSSO DA ASSICURAZIONI GENERALI RADICI DEL PRESENTE COLLEZIONE ARCHEOLOGICA ASSICURAZIONI GENERALI ANNO SCOLASTICO 2013/2014 PROGETTO DIDATTICO PROMOSSO DA ASSICURAZIONI GENERALI RADICI DEL PRESENTE Progetto promosso da Assicurazioni

Dettagli

Museo Archeologico Ambientale REGOLAMENTO. del MUSEO ARCHEOLOGICO AMBIENTALE di SAN GIOVANNI IN PERSICETO (BO)

Museo Archeologico Ambientale REGOLAMENTO. del MUSEO ARCHEOLOGICO AMBIENTALE di SAN GIOVANNI IN PERSICETO (BO) REGOLAMENTO del MUSEO ARCHEOLOGICO AMBIENTALE di SAN GIOVANNI IN PERSICETO (BO) INDICE: 1. DENOMINAZIONE E SEDE 2. NATURA DI ORGANISMO PERMANENTE E SENZA SCOPO DI LUCRO 3. COMPITI E FINALITÀ 4. POSSESSO

Dettagli

GESTIONE DELLA SICUREZZA E DELLA SALUTE NEI PARCHI GIOCO PUBBLICI

GESTIONE DELLA SICUREZZA E DELLA SALUTE NEI PARCHI GIOCO PUBBLICI GESTIONE DELLA SICUREZZA E DELLA SALUTE NEI PARCHI GIOCO PUBBLICI FACILITY MANAGEMENT GESTIONE SICUREZZA PARCHI GIOCO PUBBLICI 1 2 Premessa Ogni anno sono tanti i bambini che vengono soccorsi a causa di

Dettagli

1. IL PROGETTO FORMATIVO 2

1. IL PROGETTO FORMATIVO 2 e-learning PER LA CATALOGAZIONE 1. IL PROGETTO FORMATIVO 2 1.1 GLI OBIETTIVI 2 1.2 I PERCORSI DIDATTICI 2 1.3 I CONTENUTI: LA CATALOGAZIONE 3 1.4 I CONTENUTI: GLI STANDARD CATALOGRAFICI 3 1.5 I CONTENUTI:

Dettagli

Arte e Azienda: quali prospettive per le Corporate Collections in Italia. Milano -31 ottobre -Il Sole 24 ORE

Arte e Azienda: quali prospettive per le Corporate Collections in Italia. Milano -31 ottobre -Il Sole 24 ORE Arte e Azienda: quali prospettive per le Corporate Collections in Italia Milano -31 ottobre -Il Sole 24 ORE 1. Qualifica rispondente e responsabile della collezione Qualifica del rispondente Curatore (consulente

Dettagli

Regolamento del MUSEO CIVICO DI CASTELLEONE

Regolamento del MUSEO CIVICO DI CASTELLEONE Deliberazione della Giunta regionale 20 dicembre 2002 n -7/II643 (BURL-16 gennaio 2003-2 supp. Str.) recante i criteri e linee guida per il riconoscimento dei musei e delle raccolte museali in Lombardia,

Dettagli

SERVIZI OFFERTI Il Museo della Città eroga i seguenti servizi:

SERVIZI OFFERTI Il Museo della Città eroga i seguenti servizi: CARTA DEI SERVIZI DEL COMUNE DI SASSARI Settore Sviluppo Locale, Politiche Culturali e Marketing Turistico Macro categoria attività Museo della Città Finalità attività Il Museo della Città, è il luogo

Dettagli

Liceo DES AMBROIS. - Oulx - Servizio di Prevenzione e Protezione. della Salute e. Sicurezza sul Lavoro

Liceo DES AMBROIS. - Oulx - Servizio di Prevenzione e Protezione. della Salute e. Sicurezza sul Lavoro Scuola Media Liceo Istituto Professionale ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE STATALE DES AMBROIS - Oulx - SPP Servizio di Prevenzione e Protezione S Sistema di Gestione G della Salute e S Sicurezza sul Lavoro

Dettagli

Art. 1 E istituito IL MUSEO CIVICO ARCHEOLOGICO, denominato Del BOSCO a seguito del deposito dei beni storico archeologici provenienti

Art. 1 E istituito IL MUSEO CIVICO ARCHEOLOGICO, denominato Del BOSCO a seguito del deposito dei beni storico archeologici provenienti Art. 1 E istituito IL MUSEO CIVICO ARCHEOLOGICO, denominato Del BOSCO a seguito del deposito dei beni storico archeologici provenienti prevalentemente dal territorio relativo al comune di Supersano e i

Dettagli

STATUTO DEL CIVICO MUSEO ARCHEOLOGICO SA DOMU E SU NURAXI ARRUBIU E DELL AREA ARCHEOLOGICA NURAGHE ARRUBIU DI ORROLI

STATUTO DEL CIVICO MUSEO ARCHEOLOGICO SA DOMU E SU NURAXI ARRUBIU E DELL AREA ARCHEOLOGICA NURAGHE ARRUBIU DI ORROLI STATUTO DEL CIVICO MUSEO ARCHEOLOGICO SA DOMU E SU NURAXI ARRUBIU E DELL AREA ARCHEOLOGICA NURAGHE ARRUBIU DI ORROLI Approvato con deliberazione del consiglio comunale n 74 in data 26/11/2010.. Art. 1.

Dettagli

REGOLAMENTO DEL MUSEO DEL RISORGIMENTO E DELLA RESISTENZA

REGOLAMENTO DEL MUSEO DEL RISORGIMENTO E DELLA RESISTENZA REGOLAMENTO DEL MUSEO DEL RISORGIMENTO E DELLA RESISTENZA Approvato con delibera del Consiglio Comunale n. 16/104426/08 del 23/02/2009 CAPITOLO I Disposizioni generali Articolo 1 Il Museo Civico del Risorgimento

Dettagli

Affrontare i rischi, certi di superarli.

Affrontare i rischi, certi di superarli. Affrontare i rischi, certi di superarli. Gestione sinistri fenomeno elettrico Gestione sinistri risarcimento del danno in forma diretta Se vuoi costruire una barca, non radunare uomini per tagliare legna

Dettagli

Comune di Clusone. Regolamento di organizzazione e funzionamento del MAT Museo Arte e Tempo

Comune di Clusone. Regolamento di organizzazione e funzionamento del MAT Museo Arte e Tempo Comune di Clusone Deliberazione del Consiglio Comunale n. 54 del 27/12/2005 Regolamento di organizzazione e funzionamento del MAT Museo Arte e Tempo Art. 1 (Oggetto del Regolamento) E istituito il MAT

Dettagli

Piani di Emergenza - Scheda di Salvataggio Prioritario

Piani di Emergenza - Scheda di Salvataggio Prioritario Prevenzione Piani di Emergenza - Scheda di Salvataggio Prioritario In occasione di determinati eventi, come allagamenti o incendi, è prioritario salvaguardare gli oggetti con particolare valore storico,

Dettagli

BANDO TALENT PRIZE 2015

BANDO TALENT PRIZE 2015 BANDO TALENT PRIZE 2015 Inside Art promuove l ottava edizione del Talent Prize, concorso di arti visive nato con l intenzione di valorizzare, promuovere e sostenere i giovani artisti contemporanei. Il

Dettagli

Contratto di prestito

Contratto di prestito Contratto di prestito Contratto di prestito standard per esposizioni temporanee: Contratto di prestito (pagine 1-2) Condizioni di prestito (pagine 3-10) Questo contratto di prestito è stato fatto da e

Dettagli

DAI FORMA AL TUO SUCCESSO

DAI FORMA AL TUO SUCCESSO DAI FORMA AL TUO SUCCESSO AMMINISTRAZIONE E CONTROLLO GESTIONE DEL BUSINESS ANALISI DEI RISULTATI Accompagna il vostro sviluppo... E un sistema affidabile ed innovativo KING AZIENDA è la soluzione gestionale

Dettagli

DAI FORMA AL TUO SUCCESSO

DAI FORMA AL TUO SUCCESSO DAI FORMA AL TUO SUCCESSO AMMINISTRAZIONE E CONTROLLO GESTIONE DEL BUSINESS ANALISI DEI RISULTATI Accompagna il vostro sviluppo... E un sistema affidabile ed innovativo KING AZIENDA è la soluzione gestionale

Dettagli

RADICI DEL PRESENTE COLLEZIONE ARCHEOLOGICA ASSICURAZIONI GENERALI PROGETTO DIDATTICO PROMOSSO DA ASSICURAZIONI GENERALI

RADICI DEL PRESENTE COLLEZIONE ARCHEOLOGICA ASSICURAZIONI GENERALI PROGETTO DIDATTICO PROMOSSO DA ASSICURAZIONI GENERALI RADICI DEL PRESENTE COLLEZIONE ARCHEOLOGICA ASSICURAZIONI GENERALI PROGETTO DIDATTICO PROMOSSO DA ASSICURAZIONI GENERALI RADICI DEL PRESENTE Progetto promosso da Assicurazioni Generali Ideato e realizzato

Dettagli

LINEE-GUIDA PER LA COMPILAZIONE DEL QUESTIONARIO DI AUTOVALUTAZIONE

LINEE-GUIDA PER LA COMPILAZIONE DEL QUESTIONARIO DI AUTOVALUTAZIONE LINEE-GUIDA PER LA COMPILAZIONE DEL QUESTIONARIO DI AUTOVALUTAZIONE Legenda D.G.R. 33/21 = Delibera della Giunta Regionale n. 33/21 del 08.08.2013 Riconoscimento regionale dei musei e delle raccolte museali

Dettagli

REGOLAMENTO DEL MUSEO DELLA PREISTORIA DELLA TUSCIA E DELLA ROCCA FARNESE. Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n.

REGOLAMENTO DEL MUSEO DELLA PREISTORIA DELLA TUSCIA E DELLA ROCCA FARNESE. Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. REGOLAMENTO DEL MUSEO DELLA PREISTORIA DELLA TUSCIA E DELLA ROCCA FARNESE Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 53 del 21/11/2008 INDICE Premesse Art. 1 Denominazione, Sede, Appartenenza

Dettagli

TRASLOCHI INTERNAZIONALI

TRASLOCHI INTERNAZIONALI MOVING YOUR LIFE TRASLOCHI INTERNAZIONALI Trasferirsi in un altro stato o in un altro continente con CUCCHIARALE TRASLOCHI & LOGISTICA di Torino è possibile a prezzi concorrenziali e con la sicurezza che

Dettagli

SERVIZIO DESCRIZIONE CONDIZIONI

SERVIZIO DESCRIZIONE CONDIZIONI 5.1 Visite SERVIZIO DESCRIZIONE CONDIZIONI visita possibilità di accesso a: Piano Nobile Stanze del cardinale Museo del Barocco Romano Museo dell Arte Contemporanea Parco Chigi Mostra temporanea accesso:

Dettagli

STRUTTURE E SEDI DELL AMMINISTRAZIONE

STRUTTURE E SEDI DELL AMMINISTRAZIONE 1/6 STRUTTURE E SEDI DELL AMMINISTRAZIONE b. STANDARD MINIMI PER L ACCESSO AL PUBBLICO AVVERTENZA L argomento qui trattato è valido per tutti gli Istituti del Ministero (musei, archivi, biblioteche ),

Dettagli

59 PREMIO FAENZA CONCORSO INTERNAZIONALE DELLA CERAMICA D ARTE CONTEMPORANEA - 2015

59 PREMIO FAENZA CONCORSO INTERNAZIONALE DELLA CERAMICA D ARTE CONTEMPORANEA - 2015 59 PREMIO FAENZA CONCORSO INTERNAZIONALE DELLA CERAMICA D ARTE CONTEMPORANEA - 2015 DISCIPLINARE DI PARTECIPAZIONE Partecipazione Il Concorso Internazionale della Ceramica d Arte Contemporanea è organizzato

Dettagli

FUORI terza edizione. FUORI terza edizione. Progetto per la promozione e la valorizzazione degli artisti under 35

FUORI terza edizione. FUORI terza edizione. Progetto per la promozione e la valorizzazione degli artisti under 35 FUORI terza edizione FUORI terza edizione Progetto per la promozione e la valorizzazione degli artisti under 35 A cura di Claudia Gennari e Marta Paolini BANDO DI PARTECIPAZIONE MOSTRA COMETE Art.1 - AMBITO

Dettagli

BIBBIENA CITTÀ DELLA FOTOGRAFIA

BIBBIENA CITTÀ DELLA FOTOGRAFIA BIBBIENA CITTÀ DELLA FOTOGRAFIA Progetto del Centro Italiano della fotografia d'autore Il Centro Italiano della Fotografia d Autore è stato inaugurato il 28 maggio del 2005 su iniziativa del Comune di

Dettagli

BANDO DI SELEZIONE. - Centocinquant anni di saper fare.

BANDO DI SELEZIONE. - Centocinquant anni di saper fare. BANDO DI SELEZIONE CONFARTIGIANATO IMPRESE e CNA Confederazione Nazionale dell Artigianato e della Piccola e Media Impresa promuovono, in occasione delle celebrazioni dei 150 anni dell unità d Italia,

Dettagli

Le domande del questionario sono suddivise in tre diverse categorie e vengono graficamente differenziate come segue:

Le domande del questionario sono suddivise in tre diverse categorie e vengono graficamente differenziate come segue: Guida alla compilazione del questionario Il questionario di autovalutazione dovrà essere compilato on-line sul sito dell IBACN: la Regione Emilia-Romagna promuove, infatti, l utilizzo della tecnologia

Dettagli

COMUNE DI ACQUALAGNA PROVINCIA DI PESARO E URBINO

COMUNE DI ACQUALAGNA PROVINCIA DI PESARO E URBINO COMUNE DI ACQUALAGNA PROVINCIA DI PESARO E URBINO REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DELL ANTIQUARIUM PITINUM MERGENS Approvato con Delibera 1 Art.1 Costituzione dell Antiquarium Pitinum Mergens e sue finalità

Dettagli

FIMA SYSTEM FRANCHISING

FIMA SYSTEM FRANCHISING FIMA SYSTEM FRANCHISING Nata dalla ventennale esperienza di tecnici operanti nel settore edile, FIMA SYSTEM e un azienda che commercializza e applica sofisticati prodotti per l impermeabilizzazione, la

Dettagli

COMPANY PROFILE AZIENDA CERTIFICAZIONI

COMPANY PROFILE AZIENDA CERTIFICAZIONI COMPANY PROFILE AZIENDA Aristea presente sul mercato dal 1988 offre un ampia gamma di servizi nel settore dell organizzazione congressuale, della gestione di associazioni, dell editoria e della consulenza

Dettagli

REGOLAMENTO DEL MUSEO

REGOLAMENTO DEL MUSEO REGOLAMENTO DEL MUSEO Approvato con deliberazione del Consiglio d Istituto del 17 gennaio 2013 Art. 1 DENOMINAZIONE E SEDE Il presente regolamento disciplina l organizzazione e il funzionamento del Museo

Dettagli

Diamo sicurezze al tuo lavoro

Diamo sicurezze al tuo lavoro Diamo sicurezze al tuo lavoro Il termine SICUREZZA, (dal latino "sine cura": senza preoccupazione) può essere definita come la consapevolezza che quello che facciamo è al riparo da pericoli, difficoltà

Dettagli

COMUNE DI PALAGIANO. Provincia di Taranto. Regolamento DEL MUSEO CIVICO NARRACENTRO

COMUNE DI PALAGIANO. Provincia di Taranto. Regolamento DEL MUSEO CIVICO NARRACENTRO COMUNE DI PALAGIANO Provincia di Taranto Regolamento DEL MUSEO CIVICO NARRACENTRO Approvato con Delibera di C.C. n. 12 del 19 marzo 2012 ART. 1 Denominazione e sede Il Museo Civico di Palagiano denominato

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA Provincia di Pordenone. SETTORE CULTURA - ISTRUZIONE - SPORT Istruzione - Cultura - Politiche Familiari

REPUBBLICA ITALIANA Provincia di Pordenone. SETTORE CULTURA - ISTRUZIONE - SPORT Istruzione - Cultura - Politiche Familiari Proposta nr. 105 del 04/07/2011 - OGGETTO: mostra fotografica . Sottoscrizione copertura assicurativa. Impegno di spesa. I L F U N Z I O N A

Dettagli

P.Iva: 05974470964 Tel e Fax: (0039) 02.82.40.321 - Mobile: (0039) 338.45.34.114 www.e-ventimediterranei.it - info@e-ventimediterranei.

P.Iva: 05974470964 Tel e Fax: (0039) 02.82.40.321 - Mobile: (0039) 338.45.34.114 www.e-ventimediterranei.it - info@e-ventimediterranei. LA STORIA, I PROFUMI, I COLORI, I SAPORI DELLE NOSTRE TERRE RICERCHIAMO LE MIGLIORI PRODUZIONI ENO E AGRO ALIMENTARI ITALIANE OFFRIAMO SUPPORTO ALLE AZIENDE AGRICOLE E ARTIGIANE DI ECCELLENZA REALIZZIAMO

Dettagli

Exhibits3D Progetti Virtuali per una Cultura Reale

Exhibits3D Progetti Virtuali per una Cultura Reale 1 Exhibits3D Progetti Virtuali per una Cultura Reale 2 VISITE IMMERSIVE ON LINE CON LA TECNOLOGIA EXHIBITS3D Già da qualche anno Panebarco & C., esperta nella modellazione tridimensionale di eccellenze

Dettagli

REGOLAMENTO DELL UFFICIO COMUNALE DENOMINATO MANTOVA UFFICIO MUSEI e MONUMENTI. TITOLO I Costituzione del servizio

REGOLAMENTO DELL UFFICIO COMUNALE DENOMINATO MANTOVA UFFICIO MUSEI e MONUMENTI. TITOLO I Costituzione del servizio REGOLAMENTO DELL UFFICIO COMUNALE DENOMINATO MANTOVA UFFICIO MUSEI e MONUMENTI TITOLO I Costituzione del servizio 1 Costituzione, denominazione e sede Il Comune di Mantova, richiamate: la fondazione del

Dettagli

DISPOSIZIONI GENERALI

DISPOSIZIONI GENERALI DISPOSIZIONI GENERALI Ingresso alla Fiera riservato agli operatori. Prezzo del biglietto: 30,00 giornaliero Biglietto giornaliero speciale Insegnanti: 10,00 previa registrazione online ai convegni Non

Dettagli

CONTRATTO DI TUTORAGGIO Progetto Caplavur.

CONTRATTO DI TUTORAGGIO Progetto Caplavur. CONTRATTO DI TUTORAGGIO Progetto Caplavur. TRA: ASSOCIAZIONE CULTURALE YLDA avente sede in Torino (TO) Via Baretti, n. 20 P.IVA 09707280013 (in seguito YLDA) qui rappresentata dal Presidente, Dott. Damiano

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI DEL MUSEO GALLERIA D ARTE MODERNA DI MILANO

CARTA DEI SERVIZI DEL MUSEO GALLERIA D ARTE MODERNA DI MILANO CARTA DEI SERVIZI DEL MUSEO GALLERIA D ARTE MODERNA DI MILANO CHE COS É LA CARTA DEI SERVIZI La Carta dei servizi costituisce lo strumento attraverso cui il Museo comunica con i propri utenti e si confronta

Dettagli

DOMANDA DI PARTECIPAZIONE

DOMANDA DI PARTECIPAZIONE 25/26/27 SETTEMBRE 2015 VILLA BOTTINI LUCCA Mostra Mercato dell'alto Artigianato e della Moda Italiana 4 Edizione Ingresso libero DOMANDA DI PARTECIPAZIONE DATI FISCALI ESPOSITORE compilare in stampatello

Dettagli

Regolamento comunale dei Musei di Savignano

Regolamento comunale dei Musei di Savignano COMUNE DI SAVIGNANO SUL PANARO PROVINCIA DI MODENA Via Doccia n. 64, 41056 Savignano sul Panaro (MO) COPIA Regolamento comunale dei Musei di Savignano Il presente regolamento: è stato approvato con atto

Dettagli

l identità aziendale

l identità aziendale l identità aziendale i valori cooperativi Crediamo nella CULTURA come valore di tutti. Crediamo che la COOPERAZIONE sia la forma d impresa più innovativa e funzionale alla creazione di un nuovo modello

Dettagli

III BILA Biennale Internazionale del Libro d'artista Treviso - Regione Veneto

III BILA Biennale Internazionale del Libro d'artista Treviso - Regione Veneto III BILA Biennale Internazionale del Libro d'artista Treviso - Regione Veneto Organizzazione/Patrocinio: Biblioteca Comunale Comune di Morgano Provincia Treviso Regione Veneto Associazione Culturale Art

Dettagli

Le sezioni. Arte: più di 2000 dipinti e 17.000 disegni di oltre 200 artisti che documentano la ricerca artistica a partire dai primi decenni del 900.

Le sezioni. Arte: più di 2000 dipinti e 17.000 disegni di oltre 200 artisti che documentano la ricerca artistica a partire dai primi decenni del 900. Progetto Paradigna Lo CSAC Lo CSAC è un archivio dedicato alla comunicazione visiva che per ricchezza e articolazione non ha eguali al mondo in ambito accademico ed è il punto di partenza del Progetto

Dettagli

Via Gramsci, 60 30035 Mirano (VE) t. 0415702001 f. 0415727742 e. mbe187@mbe.it

Via Gramsci, 60 30035 Mirano (VE) t. 0415702001 f. 0415727742 e. mbe187@mbe.it Via Gramsci, 60 30035 Mirano (VE) t. 0415702001 f. 0415727742 e. mbe187@mbe.it MBE_brochure_17X12.indd Foglio 1 di 8 - Pagine(16, 1) 30/04/2011 12.18.50 MBE mission Facilitare in tutto il mondo l attività

Dettagli

Biblioteca del Castello del Buonconsiglio. Monumenti e collezioni Provinciali Carta dei Servizi

Biblioteca del Castello del Buonconsiglio. Monumenti e collezioni Provinciali Carta dei Servizi Biblioteca del Castello del Buonconsiglio. Monumenti e collezioni Provinciali Carta dei Servizi PREMESSA La Biblioteca del museo del Castello del Buonconsiglio. Monumenti e collezioni Provinciali si configura

Dettagli

P.O. FESR Puglia 2007-2013 ASSE VI INVESTIAMO NEL VOSTRO FUTURO. pugliasviluppo. Puglia Sviluppo S.p.A. Azionista Unico Regione Puglia

P.O. FESR Puglia 2007-2013 ASSE VI INVESTIAMO NEL VOSTRO FUTURO. pugliasviluppo. Puglia Sviluppo S.p.A. Azionista Unico Regione Puglia P.O. FESR Puglia 2007-2013 ASSE VI UNIONE EUROPEA FONDO EUROPEO DI SVILUPPO REGIONALE INVESTIAMO NEL VOSTRO FUTURO REGIONE PUGLIA AREA POLITICHE PER LO SVILUPPO ECONOMICO, IL LAVORO E L INNOVAZIONE SERVIZIO

Dettagli