DIREZIONE CENTRALE SUPPORTO ALLA GESTIONE DELLE RISORSE. Ufficio Monitoraggio Risorse e Ragioneria della Struttura Amministrativa Centrale

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "DIREZIONE CENTRALE SUPPORTO ALLA GESTIONE DELLE RISORSE. Ufficio Monitoraggio Risorse e Ragioneria della Struttura Amministrativa Centrale"

Transcript

1 DIREZIONE CENTRALE SUPPORTO ALLA GESTIONE DELLE RISORSE Ufficio Monitoraggio Risorse e Ragioneria della Struttura Amministrativa Centrale MANUALE OPERATIVO a supporto del Regolamento per le acquisizioni in economia di beni e servizi del CNR (pubblicato in G.U.R.I. n. 133 dell 8 giugno 2013) A CURA DI: SONIA MIGALI EDOARDA SANCI PROGETTO GRAFICO E IMPAGINAZIONE FABIANA CARINCI OTTOBRE

2 INDICE 1. INTRODUZIONE AMBITO DI APPLICAZIONE NORME E PRINCIPI MODALITÀ DI AFFIDAMENTO DELLE ACQUISIZIONI IN ECONOMIA AMMINISTRAZIONE DIRETTA COTTIMO FIDUCIARIO LA DECISIONE A CONTRATTARE IL R.U.P REQUISITI COMPITI RESPONSABILITÀ ADESIONE A CONVENZIONE CONSIP E ACQUISTO IN MEPA L INDAGINE DI MERCATO ESPLETATA IN MANIERA APERTA RISPETTO AL PUBBLICO LA LETTERA DI INVITO L ACQUISIZIONE DI BENI E SERVIZI A COTTIMO FIDUCIARIO DI IMPORTO INFERIORE AD EURO ,00: AFFIDAMENTO DIRETTO I REQUISITI DEGLI OPERATORI ECONOMICI I REQUISITI DI ORDINE GENERALE DELL ART. 38 DEL CODICE I REQUISITI DI IDONEITÀ PROFESSIONALI DI CUI ALL ART. 39 DEL CODICE I REQUISITI SPECIALI DI CUI AGLI ARTT. 41 E 42 DEL CODICE DEI CONTRATTI PUBBLICI. LA VERIFICA DI CUI ALL ART. 48 DEL CODICE LA BANCA DATI NAZIONALE PRESSO L AVCP. IL SISTEMA AVCPASS IL DURC I CRITERI DI AGGIUDICAZIONE IL CRITERIO DEL PREZZO PIÙ BASSO IL CRITERIO DELL OFFERTA ECONOMICAMENTE PIÙ VANTAGGIOSA L ATTIVITÀ DELLA COMMISSIONE GIUDICATRICE LE GARANZIE L AGGIUDICAZIONE PUBBLICITÀ E COMUNICAZIONI ACCESSO AGLI ATTI SOGGETTI COINVOLTI NELL ACCESSO AGLI ATTI

3 17.2 OGGETTO DELL ISTANZA E LIMITI ALL ACCESSO MODALITÀ DI ACCESSO IL TERMINE DILATORIO: LO STANDSTILL LA SOTTOSCRIZIONE DEL CONTRATTO. FORMA E CONTENUTO COMUNICAZIONI ALL OSSERVATORIO SUI CONTRATTI PUBBLICI ESECUZIONE E VERIFICA DELLA PRESTAZIONE PAGAMENTI COLLAUDO O VERIFICA DI REGOLARE ESECUZIONE I PAGAMENTI RITARDI ED INADEMPIMENTI LA RISOLUZIONE AFFIDAMENTO IN ECONOMIA DI LAVORI L APPALTO DI SERVIZI E I CONTRATTI DI COLLABORAZIONE STIPULATI AI SENSI DELL ART. 7, COMMA 6 DEL D.LGS. 165/ GLI ELEMENTI DISTINTIVI L OGGETTO DELLA PRESTAZIONE

4 1. Introduzione Il presente Manuale operativo costituisce il necessario supporto al Regolamento per le acquisizioni in economia di beni e servizi (di seguito Regolamento) ed illustra in maniera analitica l ambito di applicazione, i presupposti di legittimità, nonché le procedure di attuazione dello stesso. In particolare, alla luce delle norme recate dai decreti sulla c.d. Spending Review, viene affrontata l applicazione del predetto Regolamento all interno e all esterno del mercato elettronico della pubblica amministrazione (MePA) e vengono inoltre richiamate ed illustrate le norme sulla tracciabilità dei flussi finanziari di cui alla L. 136/2010. Per quanto attiene all affidamento delle consulenze, viene analizzata la differenza dell affidamento delle medesime mediante il ricorso all art. 7, comma 6, del D.Lgs. n. 165/2001 (Disciplinare e Manuale incarichi) ovvero al D.Lgs. n. 163/2006 (di seguito Codice), anche alla luce degli orientamenti espressi dalla giurisprudenza contabile e dell ampia nozione di operatore economico delineata in ambito europeo. 2. Ambito di applicazione Il Regolamento trova applicazione quando: - il bene o servizio da acquisire è compreso nelle voci di spesa di cui all art. 4 dello stesso e si tratta, per i soli servizi, di attività strumentali rispetto agli obiettivi istituzionali dell amministrazione; - l importo del bene o servizio da acquisire è inferiore alla soglia individuata nell art. 28 del Codice, attualmente pari a ,00 euro (tale soglia viene periodicamente aggiornata). Le condizioni sopra citate devono essere contemporaneamente presenti affinché si possa procedere all acquisto in economia. Gli importi monetari, di volta in volta determinati, devono essere calcolati: - al netto dell IVA e delle eventuali altre imposte non a carico dell operatore economico; - comprendendo qualsiasi forma di rinnovo, nel caso in cui lo stesso sia ammissibile. È opportuno sottolineare che il rinnovo, qualora previsto, costituisce per la stazione appaltante solo una facoltà e mai un obbligo, anche se il relativo importo sia stato calcolato per determinare il valore dell appalto nel suo complesso. Nessun importo relativo alla fornitura di beni e/o servizi potrà essere artificiosamente frazionato allo scopo di ricondurne l'esecuzione alla disciplina del Regolamento. 4

5 Quando il valore dei beni e dei servizi da acquisire è pari o superiore ad euro ,00, ovvero quando, pur restando nei suddetti limiti di valore, il bene o servizio da acquisire non sia compreso nelle voci di spesa di cui all art. 4 del Regolamento e non ci si trovi nelle ipotesi particolari di seguito indicate, si applicano le ordinarie procedure di acquisto di servizi e forniture di cui al Codice, e cioè la procedura aperta ovvero la procedura ristretta e, soltanto qualora si verificassero le condizioni di cui agli artt. 56 e 57 del Codice, le procedure negoziate. Il Regolamento trova applicazione anche nelle seguenti ipotesi: a) risoluzione di un precedente rapporto contrattuale, o in danno del contraente inadempiente, quando ciò sia ritenuto necessario o conveniente per conseguire la prestazione nel termine previsto dal contratto; b) necessità di completare le prestazioni di un contratto in corso, ivi non previste, se non sia possibile imporne l esecuzione nell ambito del contratto medesimo; c) prestazioni periodiche di servizi, forniture, a seguito della scadenza dei relativi contratti, nelle more dello svolgimento delle ordinarie procedure di scelta del contraente, nella misura strettamente necessaria; d) urgenza, determinata da eventi oggettivamente imprevedibili, al fine di scongiurare situazioni di pericolo per persone, animali o cose, ovvero per l igiene e salute pubblica, ovvero per il patrimonio storico, artistico, culturale (art. 125, comma 10, del Codice). Il ricorso all acquisizione in economia nelle predette ipotesi è, quindi, consentito: - comunque nel rispetto del limite massimo di spesa già indicato (attualmente pari a ); - indipendentemente dalla circostanza che i beni e servizi da affidare siano ricompresi nella tipologia di beni e servizi previamente individuati nel Regolamento. 3. Norme e principi Le norme che regolano l affidamento delle acquisizioni in economia sono l art. 125 del Codice, nonché gli artt del D.P.R. n. 207/2010. L affidamento dei servizi e forniture in economia deve essere ispirato ai principi di imparzialità e massima trasparenza, contemperando il principio del l efficienza dell azione amministrativa con quelli di parità di trattamento, non discriminazione e concorrenza tra gli operatori economici, e deve essere altresì rispettoso dei principi di economicità, efficacia, tempestività correttezza, proporzionalità e pubblicità. 5

6 Tali principi sono in via generale applicabili sia alla fase pubblicistica della procedura di affidamento, che va dalla pubblicazione del bando/lettera di invito sino alla stipula del contratto, sia a quella privatistica, che riguarda la fase esecutiva del contratto stesso. Di seguito una sintesi dei principi previsti dal Codice: Economicità: obbligo dell amministrazione di conseguire un risultato determinato, attraverso l impiego ottimale delle risorse disponibili, nell ottica del giusto contemperamento tra spesa parametrata e grado di soddisfazione da raggiungere; Efficacia: parametro con il quale viene valutata l idoneità dell azione amministrativa rispetto al raggiungimento di uno scopo prefissato; Tempestività: obbligo per la pubblica amministrazione di snellire, ove possibile, l azione amministrativa, anche tramite l utilizzo dei mezzi elettronici, allo scopo di ridurre i tempi delle procedure; Correttezza: regola di comportamento cui è sottoposto ogni soggetto dell ordinamento nelle relazioni intersoggettive, con una duplice valenza: sul piano pubblicistico si traduce nel dovere di coerenza e non contraddizione nell esercizio del potere e dell attività amministrativa; sul piano privatistico nella specificazione del dovere di buona fede prescritto dall art c.c.; Non discriminazione: obbligo di scelta del contraente tramite un confronto concorrenziale, affinché l amministrazione sia in grado di individuare il miglior contraente sul mercato, in assenza di discriminazioni, specie sulla base della nazionalità; Trasparenza: obbligo di garantire in favore di ogni potenziale offerente un adeguato livello di pubblicità che consenta l apertura del mercato alla concorrenza; Proporzionalità: divieto di adottare atti limitativi dei diritti e delle libertà fondamentali degli amministrati in misura superiore, e quindi sproporzionata, rispetto al pubblico interesse da perseguire. Il mezzo adottato: a) deve essere idoneo a raggiungere il fine perseguito; b) deve essere necessario rispetto al fine perseguito; lo stesso può essere quindi adoperato solo quando non possa essere utilizzato un altro mezzo meno gravoso (l art. 1, comma 2, del D.L. 95/2012 ha modificato l art. 2, comma 1 bis, del Codice, aggiungendo il seguente periodo: i criteri di partecipazione alle gare devono essere tali da non escludere le piccole e medie imprese ); Pubblicità: obbligo di far conoscere gli atti della gara e di far partecipare alla stessa il maggior numero di imprese interessate in ambito comunitario (nel diritto interno costituisce applicazione del principio costituzionale di imparzialità e buona amministrazione). 6

7 4. Modalità di affidamento delle acquisizioni in economia Le acquisizioni in economia possono avvenire tramite: - amministrazione diretta; - cottimo fiduciario; - affidamento diretto. 4.1 Amministrazione diretta Nel caso in cui la pubblica amministrazione proceda in amministrazione diretta le acquisizioni vengono effettuate con materiali e mezzi propri o appositamente acquistati o noleggiati e con personale proprio della stazione appaltante, sotto la direzione del responsabile del procedimento. Il ricorso a tale modalità avviene nei limiti in cui essa risulti maggiormente economica in concreto rispetto all acquisizione di beni e servizi tramite affidamento a operatori economici esterni. 4.2 Cottimo fiduciario L affidamento mediante cottimo fiduciario avviene nel rispetto dei seguenti principi: trasparenza; rotazione; parità di trattamento; previa consultazione di almeno 5 operatori economici, se sussistono in tal numero soggetti idonei, che dovranno essere individuati: - tramite indagine di mercato, con le modalità di cui al successivo paragrafo 8; - ovvero tramite elenchi di operatori economici predisposti dalla stazione appaltante. 5. La decisione a contrattare Le acquisizioni in economia sono disposte con provvedimento del direttore/dirigente mediante il quale l Ente manifesta la volontà di stipulare un contratto. Il direttore/dirigente, dopo aver ricevuto richiesta formale per l approvvigionamento di beni o servizi, con tale provvedimento determina: - le modalità di acquisizione; 7

8 - il criterio di aggiudicazione prescelto (prezzo più basso ovvero offerta economicamente più vantaggiosa); - il nominativo del RUP; - per forniture e servizi, che si procederà a verificare l esistenza del metaprodotto in MePA, e solo qualora lo stesso non sia ivi rinvenibile, che si procederà fuori MePA; - i criteri da utilizzare per selezionare gli operatori economici da invitare, nel caso si proceda con l espletamento dell indagine di mercato in modo aperto al pubblico e si intenda limitare a 5 il numero degli operatori da invitare in presenza di una più elevata richiesta di partecipazione; - l ammontare della spesa dell intervento nei limiti fissati dal Regolamento; - le caratteristiche tecniche dell acquisizione; - le modalità di pagamento in conformità a quanto stabilito nella circolare n. 36/2012; - le condizioni generali di esecuzione dell intervento; - la cauzione e le penali in caso di ritardo nell esecuzione del contratto; - la disponibilità finanziaria e la prenotazione del relativo stanziamento di costo. L allegato n. 1 al presente Manuale riporta un fac-simile di decisione a contrattare da rimodulare ed adattare alle esigenze dei singoli casi concreti. 6. Il R.U.P. La figura del Responsabile Unico del Procedimento (RUP) deriva dalla L. n. 241/90. Tale legge prevede l obbligo per le predette amministrazioni di determinare, per ciascun tipo di procedimento relativo ad atti di propria competenza, l unità organizzativa responsabile dell istruttoria e di ogni altro adempimento procedimentale. Il responsabile del procedimento, nominato per ciascun singolo procedimento amministrativo, ha quindi la funzione di facilitare i rapporti esterni con il cittadino attraverso l individuazione di un unico referente e di dare impulso all efficacia e all efficienza dell azione amministrativa con l attribuzione ad un unica figura della responsabilità dell intero procedimento. La menzionata L. n. 241/1990 ha disposto che l individuazione del responsabile del procedimento spetta al dirigente di ciascuna unità organizzativa, che provvede ad assegnare a sé o ad altro dipendente addetto all'unità la responsabilità dell'istruttoria e di ogni altro adempimento inerente il singolo procedimento nonché, eventualmente, dell'adozione del provvedimento finale. In particolare, il responsabile del procedimento deve: - valutare, ai fini istruttori, le condizioni di ammissibilità, i requisiti di legittimazione ed i presupposti che siano rilevanti per l emanazione del provvedimento; 8

9 - accertare d ufficio i fatti, disponendo il compimento degli atti all uopo necessari, e adottare ogni misura per l adeguato e sollecito svolgimento dell istruttoria. Segnatamente, il responsabile del procedimento può chiedere il rilascio di dichiarazioni e la rettifica di dichiarazioni o istanze erronee o incomplete e può esperire accertamenti tecnici ed ispezioni ed ordinare esibizioni documentali; - proporre l indizione o, avendone la competenza, indire le conferenze di servizi; - curare le comunicazioni, le pubblicazioni e le notificazioni previste dalle leggi e dai regolamenti; - adottare, ove ne abbia la competenza, il provvedimento finale, ovvero trasmettere gli atti all organo competente per l adozione. Coerentemente con la L. n. 241/1990, l art. 10 comma 1 del Codice stabilisce che per ogni singolo intervento da realizzarsi mediante un contratto pubblico, le amministrazioni aggiudicatrici nominano, ai sensi della L. n. 241/90, un responsabile del procedimento, unico per le fasi della: - progettazione - affidamento - esecuzione. L amministrazione deve nominare il RUP contestualmente alla decisione di realizzare il singolo intervento, potendo provvedere mediante la medesima determinazione a contrarre adottata ai sensi dell art. 11, 2 comma, del Codice. Il nominativo del RUP deve essere inoltre indicato negli atti con cui la gara viene indetta (avviso o invito a presentare l offerta) e l assenza di tale indicazione costituisce un vizio dell intera procedura. 6.1 Requisiti L art. 10 del Codice (che costituisce la norma di riferimento per la disciplina dell organo in esame) dispone che il RUP venga individuato tra i dipendenti di ruolo dell Amministrazione e, in caso di accertata carenza di tale figura, tra i dipendenti in servizio. La stessa disposizione prevede, inoltre, quale requisito per svolgere le funzioni di RUP nella materia degli appalti pubblici, il possesso di un titolo di studio e della competenza adeguati in relazione ai compiti per cui è nominato, specificando, però, che per i lavori e per i servizi attinenti l ingegneria e l architettura, deve trattarsi di un tecnico, abilitato all esercizio della professione ovvero, quando l abilitazione non sia prevista, un funzionario di area tecnica, anche di qualifica non dirigenziale, con anzianità di servizio non inferiore a cinque anni (art. 9, comma 4, del D.P.R. n. 207/2010). 9

10 Ai sensi dell art. 10, comma 7, del Codice, nel caso in cui l organico dell amministrazione presenti carenze accertate o in esso non sia compreso nessun soggetto in possesso della specifica professionalità necessaria per lo svolgimento dei compiti propri del RUP, secondo quanto attestato dal dirigente competente, i compiti di supporto all attività del responsabile del procedimento possono essere affidati, con le procedure previste dal Codice per l affidamento di incarichi di servizi, ai soggetti aventi le specifiche competenze di carattere tecnico, economico finanziario, amministrativo, organizzativo e legale. Qualora la funzione di supporto al RUP venga attribuita con le modalità appena indicate, e quindi ad un soggetto esterno all amministrazione, lo stesso dovrà obbligatoriamente e preventivamente stipulare adeguata polizza assicurativa a copertura dei rischi professionali connessi all incarico. Nell ambito dei lavori il RUP può cumulare anche le funzioni di progettista o di direttore dei lavori, a condizione che gli interventi non abbiano un importo superiore a euro e non siano correlati a progetti integrali ovvero ad opere di speciale complessità (art. 9, comma 4 del D.P.R. n. 207/2010). Per i contratti di servizi e/o forniture, l art. 272, comma 5, del citato D.P.R. n. 207/2010 ammette il RUP allo svolgimento congiunto delle funzioni di direttore dell esecuzione del contratto, nei limiti delle proprie competenze professionali, a meno di diversa indicazione della stazione appaltante, e salvi i casi di cui all art. 300, comma 2, del medesimo D.P.R. (sul punto v. infra, paragrafo 21). Il ruolo di RUP non è mai compatibile con quello di segretario amministrativo in base al principio secondo il quale le funzioni di controllore e controllato non possono coincidere nella stessa persona. 6.2 Compiti Il RUP è l autorità guida dell intera procedura di gara e allo stesso vengono assegnati tutti i compiti che non siano specificamente attribuiti ad altri organi o soggetti relativi alle procedure di affidamento previste dal Codice ed alla vigilanza sulla corretta esecuzione dei contratti. Si tratta, quindi, di una pluralità di funzioni ed interventi nelle varie fasi della procedura di gara, disciplinati nel dettaglio agli articoli 9 e 10 del D.P.R. n. 207/2010 per i lavori ed agli articoli 272, 273 e 274 per servizi e forniture. Nell allegato n. 2 al presente Manuale vengono riportati i più importanti articoli del D.P.R. n. 207/2010 di riferimento alla figura del RUP nei contratti di lavori, servizi e forniture nei settori ordinari. 10

11 6.3 Responsabilità In relazione all esercizio delle funzioni attribuitegli dal Codice, il RUP risponde per : - responsabilità civile nei confronti dei terzi e nei confronti dell esecutore laddove oltrepassi i limiti dei propri compiti; - responsabilità per danno erariale nei confronti della p.a. laddove cagioni danno ingiusto con dolo o colpa grave; - responsabilità disciplinare tipica del funzionario pubblico in seguito a violazione dei doveri di servizio; - responsabilità penale sia per i reati contro la p.a. compiuti da pubblico ufficiale che per quelli specifici derivanti dal concreto esercizio dei propri compiti. 7. Adesione a Convenzione CONSIP e acquisto in MePA Le norme sulla c.d. spending review impongono ad ogni centro di responsabilità di verificare preliminarmente che il bene o servizio da acquistare, anche se compreso nelle voci del Regolamento, sia presente in CONSIP e in MePA al fine di aderire alla convenzione CONSIP ovvero di stipulare un contratto tramite MePA. Pertanto, l amministrazione dovrà innanzitutto verificare che in CONSIP esistano convenzioni attive per il bene o servizio da acquistare. Se esistono convenzioni attive il centro di responsabilità interessato potrà: aderire alla Convenzione CONSIP, ovvero ricorrere al MePA o ad altre centrali di committenza regionali (ove presenti) tenendo, però, conto dei parametri prezzo qualità della Convenzione CONSIP. Se non esistono Convenzioni CONSIP attive, l amministrazione sarà comunque obbligata a verificare l esistenza del prodotto in MePA al fine di procedere in esso al corrispondente acquisto. - I due sistemi sopra indicati, in linea generale, si differenziano per i seguenti aspetti: - la Convenzione CONSIP è utilizzabile per acquisti di valore sia sopra soglia comunitaria sia sotto soglia comunitaria, mentre il mercato elettronico si rivolge esclusivamente agli acquisti per volumi sotto soglia comunitaria; - nel caso di Convenzione CONSIP vengono approntate dalla centrale di committenza convenzioni quadro per beni e servizi specifici (in base ad un lotto, generalmente, regionale o interregionale), in relazione alle quali le imprese fornitrici - aggiudicatarie di gare indette da CONSIP su singole categorie merceologiche - s'impegnano ad accettare (alle condizioni e ai prezzi stabiliti in gara e in base agli standard di qualità previsti nei capitolati) ordinativi di fornitura da parte delle Pubbliche Amministrazioni, 11

12 fino al limite massimo previsto (il cosiddetto massimale); nel mercato elettronico la stazione appaltante consulta cataloghi di beni e servizi, con diversificate specifiche tecniche, resi disponibili da più operatori economici già abilitati dalla centrale di committenza. Ulteriore fattore distintivo tra le due forme di acquisto è rappresentato dall elemento economico: - le Convenzioni non consentono di modificare le condizioni di prezzo dei beni e dei servizi, già individuate all esito della gara svolta dalla concessionaria, per cui il predetto dato non è variabile; ne consegue che la stazione appaltante può solo decidere se aderire o meno alla convenzione, ma non può modificarne il contenuto; - il mercato elettronico consente di interpellare un novero di operatori economici per ottenere diversificate condizioni economiche. In sintesi il sistema delle convenzioni CONSIP consiste in una «vetrina» in cui un unico fornitore selezionato da CONSIP espone, a prezzi e condizioni prefissati in una convenzione, un assortimento di beni definito in fase di gara; il Mercato Elettronico della P.A. (cd. MePA), invece, è un mercato digitale in cui le pubbliche amministrazioni registrate possono ricercare, confrontare ed acquistare, anche mediante specifica negoziazione, beni e servizi per valori inferiori alla soglia comunitaria proposti dalle aziende fornitrici abilitate a presentare i propri cataloghi sul sistema. L acquisto in MePA avviene alternativamente tramite: - ordine diretto (c.d. acquisto a carrello): fino a e per voci di spesa preventivamente individuate nel Regolamento. Si tratta di una modalità di acquisto che permette di acquisire sul Mercato Elettronico i prodotti/servizi con le caratteristiche e le condizioni contrattuali indicate a monte nei singoli bandi e visualizzabili sui cataloghi on line. E' sufficiente scegliere gli articoli presenti sul catalogo, verificare le relative condizioni generali di fornitura, compilare il modulo d'ordine indicando la quantità e il luogo di consegna e sottoscriverlo con firma digitale. Al termine della procedura, l'ordine firmato digitalmente è inviato automaticamente al Fornitore che lo evade nei termini e alle condizioni previste nelle condizioni generali di fornitura presenti in ciascun bando di abilitazione. - richiesta di offerta (R.d.O.): richiesta rivolta ad almeno 5 operatori economici per voci di spesa individuate nel Regolamento. Si tratta di una modalità di acquisto che permette di negoziare prezzi e condizioni migliorative o specifiche dei prodotti/servizi pubblicati sui cataloghi on line; è possibile, infatti, richiedere ai fornitori diverse e ulteriori offerte personalizzate sulla base di specifiche esigenze. In quest ultimo caso l applicazione informatica è in grado di predisporre una graduatoria degli offerenti, consentendo 12

13 all amministrazione di selezionare l offerta più conveniente ed emettere l ordine di acquisto. Nell ipotesi di R.d.O. rivolta unicamente a 5 operatori economici (ovvero ad un numero ristretto rispetto alla pluralità di aziende disponibili per il metaprodotto interessato), ove non sia possibile aggiudicare comunque l appalto, non può procedersi all acquisto fuori MePA prima di aver avanzato senza successo la stessa R.d.O. a tutti gli operatori economici relativi al metaprodotto interessato. Nei limiti di spesa dettati per l affidamento diretto (importo inferiore a euro) è possibile lanciare una R.d.O. ad un unico operatore economico al fine di ottenere condizioni economiche migliorative rispetto all offerta presente in catalogo. Ai contratti conclusi tramite MePA non si applica il termine di standstill di cui al successivo paragrafo L indagine di mercato espletata in maniera aperta rispetto al pubblico Nel caso in cui il bene o il servizio non sia rinvenibile in MePA occorrerà rivolgersi al mercato secondo le modalità indicate nel Regolamento. L affidamento dei servizi e l acquisizione di beni a cottimo fiduciario di importo pari o superiore ad euro ,00 ed inferiore ad euro ,00, avviene previa consultazione di almeno cinque operatori economici interpellati secondo le indicazioni contenute nella lettera d invito, nel rispetto dei principi di trasparenza, rotazione e parità di trattamento. Prima di invitare gli operatori economici, almeno nel numero di cinque, sarà necessario - in attesa che venga costituito un unico albo fornitori - che l indagine di mercato - e cioè il sondaggio del mercato a carattere meramente conoscitivo, svolto dalla stazione appaltante per acquisire informazione sui servizi e prodotti disponibili sulle imprese fornitrici e sui prezzi disponibili - venga espletata in modo aperto rispetto al pubblico mediante un avviso preventivo da pubblicare sul profilo del committente. La ratio di tale prescrizione deve essere rinvenuta nell esigenza di rispettare il principio della trasparenza, principio che in mancanza dell albo fornitori non potrebbe altrimenti trovare idonea applicazione, in quanto non sarebbe consentito agli operatori economici interessati di essere sempre visibili alla stazione appaltante. L albo fornitori è, infatti, un albo sempre aperto che consente ad ogni operatore economico in possesso dei requisiti previsti dalla legge l iscrizione al medesimo in qualsiasi momento. L avviso preventivo è quindi rivolto ad un numero potenzialmente illimitato di operatori economici ed è diretto ad rendere noto agli stessi l intenzione della pubblica amministrazione di affidare un appalto; lo stesso deve contenere una succinta descrizione degli elementi essenziali 13

14 dell appalto, della procedura di aggiudicazione che si intende seguire e dei criteri da utilizzare per l individuazione degli operatori economici da invitare, accompagnata da una richiesta a prendere contatto, se interessati, con la stazione appaltante al fine di ricevere la lettera di invito da parte della stessa. Se il numero di operatori economici che avrà manifestato la propria volontà di essere invitato alla procedura di cottimo fiduciario, sarà superiore a cinque, l amministrazione potrà alternativamente: - invitarne in numero superiore a cinque, qualora tutti abbiano i requisiti richiesti; - invitarne in numero di cinque utilizzando, per la scelta, i criteri a tal fine indicati nell avviso pubblicato sull URP. Se il numero di operatori economici che avrà manifestato la propria volontà di essere invitato alla procedura di cottimo fiduciario, sarà inferiore a cinque, l amministrazione dovrà: - prima di invitare gli operatori economici che ne hanno fatto richiesta e che abbiano i requisiti, reperire in altro modo gli operatori mancanti per raggiungere il numero di cinque, invitando contemporaneamente anche questi ultimi; - invitare solo gli operatori economici che ne hanno fatto richiesta e che abbiano i requisiti nel caso in cui non sussistano, nel mercato, operatori economici idonei nel numero di cinque. In tale ultimo caso, dovranno essere interpellati quelli esistenti, previa debita motivazione in apposito provvedimento del direttore/dirigente. Non è necessario espletare l indagine di mercato in maniera aperta al pubblico nel caso di affidamento diretto e qualora si acquisti in MePA o presso le centrali di committenza regionali. 9. La lettera di invito La lettera di invito, rivolta ad almeno cinque operatori economici, ove esistenti sul mercato, dovrà prevedere un termine per la ricezione delle offerte di almeno dieci giorni, decorrenti dalla data di spedizione della lettera stessa. Per i casi di urgenza, tale termine potrà essere ridotto dal RUP, previa debita motivazione. La lettera di invito contiene: a) il codice identificativo di gara (CIG); b) il nominativo del RUP c) l oggetto della prestazione; d) le eventuali garanzie richieste all affidatario del contratto; e) le caratteristiche tecniche; f) il termine di presentazione delle offerte; 14

15 g) il periodo in giorni di validità delle offerte stesse; h) l indicazione del termine per l esecuzione della prestazione; i) la qualità e le modalità di esecuzione; j) i prezzi, con riguardo all importo massimo previsto (IVA esclusa); k) l indicazione dei termini di pagamento; l) il criterio di aggiudicazione prescelto; m) gli elementi di valutazione, nel caso si utilizzi il criterio dell offerta economicamente più vantaggiosa; n) l eventuale clausola che preveda di non procedere all aggiudicazione nel caso di presentazione di un unica offerta valida; o) l eventuale importo della contribuzione a carico dell operatore economico con indicazione dell obbligo di effettuare il versamento secondo le modalità stabilite dall Autorità di vigilanza sui contratti pubblici (AVCP); p) la misura delle penali, determinata in conformità alle disposizioni del Codice e del D.P.R. n. 207/2010; q) l obbligo per l offerente di dichiarare nell offerta di assumere a proprio carico tutti gli oneri assicurativi e previdenziali di legge, di osservare le norme vigenti in materia di sicurezza sul lavoro e di retribuzione dei lavoratori dipendenti, nonché di accettare condizioni contrattuali e penalità; r) ove necessario, indicazioni in merito agli oneri di sicurezza e DUVRI; s) i requisiti soggettivi prescritti in capo all operatore economico e la richiesta allo stesso di rendere a tal fine apposita e puntuale dichiarazione; t) l obbligo per l offerente di indicare il numero di fax o l indirizzo di posta elettronica certificata al quale ricevere l avviso di post-informazione di cui al successivo paragrafo 16. Le comunicazioni, gli scambi e l archiviazione delle informazioni devono essere realizzati salvaguardando l integrità dei dati e la riservatezza delle offerte ed in modo da non consentire alle stazioni appaltanti di prendere visione del contenuto delle offerte prima della scadenza del termine previsto per la loro presentazione. 10. L acquisizione di beni e servizi a cottimo fiduciario di importo inferiore ad euro ,00: affidamento diretto. Per le spese in economia di importo inferiore ad euro ,00, il RUP valuta l opportunità di affidare direttamente il servizio ovvero di procedere egualmente ad un preventivo confronto 15

16 concorrenziale, tenuto anche conto dell osservanza del principio di economicità dell azione amministrativa. Nel caso in cui, sulla base delle valutazioni del RUP, l amministrazione decida di affidare direttamente il servizio, la stessa dovrà motivare in termini di congruità e proficuità argomentando, quindi, sia in ordine alla scelta della procedura adottata sia in ordine all individuazione dell operatore economico prescelto. In tale ultimo caso il RUP, dopo aver espletato un indagine di mercato informale e valutato i preventivi a tal fine acquisiti, interpellerà direttamente il fornitore per l acquisizione a prezzo di mercato di quanto necessario al perseguimento dei fini dell Ente affinché il competente Dirigente/Direttore possa emettere apposito ordine e/o stipulare il relativo contratto, previo ottenimento del preventivo di spesa. La richiesta all operatore economico avviene mediante buono d ordine o lettera di affidamento contenente i dati essenziali della fornitura o del servizio. Le lettere e gli altri documenti di ordinazione della spesa potranno essere sottoscritti anche mediante l utilizzo della firma digitale e trasmessi mediante PEC, ai sensi del D.Lgs n. 82. Anche per gli acquisti in economia di beni e servizi di importo inferiore ad euro ,00 occorrerà verificare, in via preliminare, la presenza in MePA del bene o servizio da acquisire. Ove tale verifica abbia esito positivo, si potrà procedere all acquisto secondo le modalità sopra illustrate al paragrafo 7, cioè mediante ordine diretto (c.d. acquisto a carrello), ovvero attraverso un confronto concorrenziale delle offerte ricevute sulla base di una R.d.O. diretta ai fornitori abilitati ovvero ad un unico fornitore. 11. I requisiti degli operatori economici Nell ambito degli appalti pubblici i requisiti che i concorrenti devono possedere ai fini della partecipazione alle gare si distinguono in: - requisiti di ordine generale; - requisiti di idoneità professionale; - requisiti di ordine speciale. I requisiti di ordine generale, disciplinati dall articolo 38 del Codice, riguardano l affidabilità morale dell operatore economico e devono essere richiesti per tutte le procedure di acquisto, anche di modico importo, sia in affidamento diretto che mediante cottimo fiduciario. L operatore economico carente di uno o più dei predetti requisiti di carattere generale è escluso dalla partecipazione alle procedure di gara, non può essere affidatario di subappalti, e, più in 16

17 generale, non può stipulare contratti pubblici (si parla, dunque, di cause di esclusione). I requisiti in questione devono essere posseduti dall'operatore economico partecipante alla gara al momento della scadenza del termine di presentazione delle offerte e devono perdurare per tutto lo svolgimento della procedura di affidamento fino alla stipula del contratto. I requisiti di idoneità professionale attestano la capacità dell operatore economico di svolgere una professione/mestiere tramite l avvenuta iscrizione in appositi albi o registri: camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura, registro delle commissioni provinciali per l'artigianato, competenti ordini professionali. I requisiti di ordine speciale attengono alle capacità che l operatore economico deve possedere ai fini della partecipazione ad una determinata procedura di gara, sulla base di quanto previsto dalla lex specialis ossia, per il cottimo fiduciario, dalla lettera di invito. Essi sono finalizzati a garantire l idoneità dei concorrenti a svolgere a regola d arte le prestazioni oggetto di affidamento (capacità tecnica e professionale), nonché a far fronte agli impegni economici che possono derivare dall esecuzione di uno specifico appalto (capacità economia e finanziaria). Rispetto ai requisiti di carattere generale (che sono predeterminati e devono essere presenti in ogni affidamento), quelli di idoneità professionale e di carattere speciale sono eventuali e variabili in relazione alla natura e all oggetto dell appalto, alle caratteristiche specifiche, all importanza ed alla complessità della fornitura e/o del servizio da acquisire. Per gli appalti di servizi e forniture, inoltre, a differenza di quanto accade per i lavori, non esiste un sistema unico di qualificazione affidato ad uno o più organismi terzi (per i lavori si tratta delle SOA), per cui il possesso dei requisiti speciali viene richiesto e dimostrato gara per gara I requisiti di ordine generale dell art. 38 del Codice L art. 38 del Codice prescrive che non possono partecipare alle procedure di affidamento, né stipulare i relativi contratti, né essere affidatari di subappalto, i soggetti che versano in una delle situazioni ivi dettagliatamente elencate e di seguito brevemente e distintamente esaminate: a) Lo stato fallimentare, la liquidazione coatta, il concordato preventivo, o la pendenza del procedimento per la dichiarazione di una di tali situazioni. Sulla base del tenore testuale della disposizione, non costituiscono causa di esclusione la liquidazione volontaria (in cui è ammessa la continuazione, anche parziale, dell attività d impresa) e l amministrazione straordinaria di cui al D.Lgs. n. 270/99. Il relativo controllo deve essere effettuato mediante apposita visura presso la competente CCIAA o con verifica presso la cancelleria fallimentare del Tribunale del luogo in cui ha sede l operatore economico. 17

18 b) La sottoposizione a procedimento per l irrogazione di misure di prevenzione antimafia. Al riguardo si evidenzia in primo luogo che, a seguito dell approvazione del nuovo Codice delle leggi antimafia e delle misure di prevenzione (D.Lgs. n. 159 del ), i richiami previsti dalla disposizione in esame alle misure di prevenzione di cui all art. 3 della L , n. 1423, ora si intendono riferiti all art. 6 del citato D.Lgs. n. 159/2011, mentre quelli relativi ad una delle cause ostative di cui all art. 10 della L , n. 575, ora si intendono riferiti all art. 67 dello stesso D.Lgs. n. 159/2011. I soggetti interessati dalla disposizione in esame sono: titolare o direttore tecnico per le imprese individuali; soci o direttore tecnico per le società in nome collettivo; soci accomandatari o direttore tecnico per le società in accomandita semplice; amministratori con poteri di rappresentanza o direttore tecnico per le altre società; il socio unico, persona fisica, o il socio di maggioranza in caso di società con meno di quattro soci se si tratta di altro tipo di società. La corrispondente dichiarazione di essere in regola con il requisito in esame deve essere presentata da tutti i soggetti indicati dalla norma (soci/amministratori e direttore tecnico). In via generale, il procedimento per l'applicazione delle misure di prevenzione è autonomo e distinto rispetto al procedimento penale; pertanto, la valutazione della pericolosità sociale, alla quale è subordinata l'applicazione delle misure in oggetto, non implica necessariamente l'esistenza di un'eventuale condanna penale. Per quanto riguarda gli strumenti utilizzabili per effettuare i riscontri necessari, si segnala che il è entrata in vigore quella parte del citato Codice delle leggi antimafia che riguarda la documentazione prefettizia. In base alle nuove norme il codice mantiene la distinzione fra comunicazione antimafia ed informazione antimafia: la prima attesta la sussistenza o meno di cause di decadenza, di sospensione e di divieto di cui all'art. 67 del Codice delle leggi antimafia, derivanti dall'adozione di misure di prevenzione, o di sentenze di condanna, anche non definitive ma confermate in grado di appello, per talune tipologie di reati particolarmente gravi, connessi all'attività della criminalità organizzata (reati indicati nell'art. 51, comma 3 bis del codice di procedura penale); la seconda, invece, comprende, oltre a tali ipotesi, anche l'attestazione della sussistenza o meno di eventuali tentativi di infiltrazione mafiosa tendenti a condizionare le scelte e gli indirizzi delle società o imprese. Vengono inoltre individuate le soglie di valore che indicano l'obbligatorietà dell'una o dell'altra tipologia di documento, o al di sotto delle quali non è richiesta la documentazione antimafia. In particolare: - non è obbligatoria alcuna documentazione per i contratti di importo non superiore a ,00 euro; 18

19 - non è richiesta alcuna documentazione per la stipulazione o approvazione di contratti e per la concessione di erogazioni a favore di chi esercita attività agricole o professionali, non organizzate in forma di impresa, nonché a favore di chi esercita attività artigiana in forma di impresa individuale e attività di lavoro autonomo anche intellettuale in forma individuale; - la comunicazione è richiesta per la stipula dei contratti di importo superiore a ,00 euro ed inferiore alla soglia comunitaria; - l'informazione è richiesta per la stipula di contratti di importo pari o superiore alla soglia comunitaria e per l'autorizzazione di subcontratti di importo superiore a ,00 euro. Tuttavia, anche nei casi in cui non è obbligatoria alcuna documentazione, l operatore economico che partecipa alla gara deve rilasciare una dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà, resa ai sensi dell art. 46 del D.P.R. n. 445/2000, con la quale attesti che nei propri confronti non sussiste la causa di esclusione di cui all art. 38 comma 1 lett. b) del D.Lgs. n. 163/2006 (pendenza di procedimento per l irrogazione di una misura di prevenzione di cui all art. 6 del D.Lgs. n. 159/2011 o di una delle cause ostative di cui all art. 67 del D.Lgs. n. 159/2011), e tale dichiarazione è soggetta alla verifica a campione di cui agli artt. 43 e 71 del D.P.R. n. 445/2000. Scompare, invece, la previsione che equiparava i certificati camerali alle comunicazioni delle prefetture, per cui le amministrazioni appaltanti non potranno più richiedere il certificato della camera di commercio con dicitura "antimafia", ma dovranno acquisire la comunicazione direttamente dal Prefetto della provincia nella quale hanno sede; il Prefetto, a sua volta, potrà attingere i dati attraverso il collegamento informatico del Centro elaborazione dati del Ministero dell'interno. c) L esistenza di sentenza penale di condanna passata in giudicato per reati che incidono sulla moralità professionale e/o per reati di partecipazione ad un organizzazione criminale, corruzione, frode, riciclaggio. Si deve, innanzitutto, rilevare che la norma parla di condanne passate in giudicato, cioè non più impugnabili. La pendenza di un procedimento penale, pertanto, in linea generale non assume alcun valore ai fini dell ammissione alla gara, stante il principio sancito dall art. 27 della Costituzione in base al quale l imputato non è considerato colpevole sino alla condanna definitiva (salve le ipotesi di cui alla precedente lett. b). Per la stessa ragione non è causa di esclusione l esistenza di condanne NON definitive (perché, ad esempio, sottoposte ad appello). L esclusione e il divieto di partecipazione alle procedure concorsuali per l aggiudicazione dei contratti pubblici operano se la sentenza o il decreto definitivi siano stati emessi: nei 19

20 confronti del titolare o del direttore tecnico, per le imprese individuali; nei confronti dei soci o del direttore tecnico per le società in nome collettivo; nei confronti dei soci accomandatari o del direttore tecnico per le società in accomandita semplice; nei confronti del direttore tecnico o degli amministratori con poteri di rappresentanza o del socio unico persona fisica, ovvero del socio di maggioranza in caso di società con meno di quattro soci, se si tratta di altro tipo di società o consorzio ; la corrispondente dichiarazione di essere in regola con il requisito in esame deve essere presentata da tutti i soggetti indicati dalla norma (soci/amministratori e direttore tecnico). L esclusione e il divieto in esame si estendono anche nei confronti dei soggetti cessati dalla carica nell anno antecedente la data di pubblicazione del bando/avviso di gara qualora l impresa non dimostri che vi sia stata completa ed effettiva dissociazione dalla condotta penalmente sanzionata. A titolo esemplificativo, possono essere considerati indici rivelatori dell effettività della dissociazione l estromissione del soggetto dalla compagine sociale e/o da tutte le cariche sociali con la prova concreta che non vi sono collaborazioni in corso, il licenziamento ed il conseguente avvio di un azione risarcitoria, la denuncia penale. In sostanza, il concorrente deve fornire alla stazione appaltante una ricostruzione storica delle cariche sociali nell'arco dell'ultimo anno per consentire la verifica in ordine alla sussistenza o meno del requisito, nonché gli elementi per provare la dissociazione qualora esistano condanne penali. In sede di dichiarazione dei requisiti, il concorrente deve dichiarare tutte le condanne penali riportate, ivi comprese quelle per le quali abbia beneficiato della non menzione nel casellario giudiziale; e ciò in quanto la valutazione della gravità della condanna dichiarata, e della sua incidenza sulla "moralità professionale", non spetta all'impresa concorrente, ma all amministrazione. Non devono essere invece dichiarate le condanne quando il reato sia stato depenalizzato ovvero le condanne per le quali sia intervenuta la riabilitazione, o quando il reato sia stato dichiarato estinto dopo la condanna, o dopo la revoca della condanna stessa. Per consentire alla stazione appaltante di eseguire la valutazione sopra indicata non è sufficiente che gli operatori economici partecipanti dichiarino genericamente, in autocertificazione, l'inesistenza di condanne incidenti sulla moralità professionale, ovvero di non trovarsi in alcuna delle condizioni di cui alla lett. c) dell'articolo 38, comma 1, del Codice, ma è necessario che l Amministrazione prescriva (nel disciplinare di gara o nella lettera di invito) che la dichiarazione relativa al possesso dei requisiti autocertificabili, in merito alla lett. c), contenga l'attestazione circa l'assenza di sentenze di condanna, senza o con il beneficio della non menzione, e/o di irrogazione di pene patteggiate e/o di decreti penali di condanna, ovvero, se presenti, l'elencazione di tali precedenti penali. Per semplificare il successivo controllo in ordine alla completezza e congruità della corrispondente dichiarazione, pertanto, è opportuno che alla lettera di invito e/o al 20

REGOLAMENTO Elenco elettronico degli operatori economici. Albo Fornitori

REGOLAMENTO Elenco elettronico degli operatori economici. Albo Fornitori REGOLAMENTO Elenco elettronico degli operatori economici Albo Fornitori INDICE ART. 1 PREMESSA 3 ART. 2 OGGETTO 3 ART. 3 STRUTTURA DELL ALBO 3 ART.4 REQUISITI PER L ISCRIZIONE 3 ART. 5 MODALITA DI ISCRIZIONE

Dettagli

Regolamento provvisorio e sperimentale avente ad oggetto l istituzione, presso Sviluppo Campania spa, di un Albo Fornitori.

Regolamento provvisorio e sperimentale avente ad oggetto l istituzione, presso Sviluppo Campania spa, di un Albo Fornitori. Provvedimento dell Amministratore Delegato Prot.n. 590 del 10 aprile 2015 Regolamento provvisorio e sperimentale avente ad oggetto l istituzione, presso Sviluppo Campania spa, di un Albo Fornitori. Art.1

Dettagli

CITTA DI CORBETTA Provincia di Milano

CITTA DI CORBETTA Provincia di Milano CITTA DI CORBETTA Provincia di Milano CIG Z860C834DD AVVISO DI AVVIO PROCEDURA NEGOZIATA (EX TRATTATIVA PRIVATA ), AI SENSI DELL ART. 57 DEL D. LGS. 163/2006 E S.M.I., PER L AFFIDAMENTO DELLA FORNITURA

Dettagli

AL COMUNE di BARI RIPARTIZIONE

AL COMUNE di BARI RIPARTIZIONE Ragione sociale della Ditta concorrente Allegato SUB A) ad Avviso di gara (utilizzare esclusivamente questo modulo) Domanda di partecipazione con autocertificazioni e dichiarazioni richieste all offerente

Dettagli

F.to Il Presidente dell Azienda Speciale Centro Sicilia Sviluppo

F.to Il Presidente dell Azienda Speciale Centro Sicilia Sviluppo AVVISO PER AFFIDAMENTO INCARICO PER L ACCREDITAMENTO DELL AZIENDA SPECIALE CENTRO SICILIA SVILUPPO QUALE ENTE DI FORMAZIONE E PROGETTAZIONE CORSI PER LA FORMAZIONE DI FIGURE PROFESSIONALI. L Azienda Speciale

Dettagli

ISTANZA DI PARTECIPAZIONE E DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONE

ISTANZA DI PARTECIPAZIONE E DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONE Mod. A Alla AMS srl Via dei Drappieri, snc 58043 - Castiglione della Pescaia (GR) Oggetto: Servizi assicurativi per Polizza RCT- RCO ISTANZA DI PARTECIPAZIONE E DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONE

Dettagli

PROCEDURA NEGOZIATA IN ECONOMIA PER L AFFIDAMENTO DI UNA CAMPAGNA PUBBLICITARIA PER LA PROMOZIONE DELLA DONAZIONE DI ORGANI DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA

PROCEDURA NEGOZIATA IN ECONOMIA PER L AFFIDAMENTO DI UNA CAMPAGNA PUBBLICITARIA PER LA PROMOZIONE DELLA DONAZIONE DI ORGANI DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA PROCEDURA NEGOZIATA IN ECONOMIA PER L AFFIDAMENTO DI UNA CAMPAGNA PUBBLICITARIA PER LA PROMOZIONE DELLA DONAZIONE DI ORGANI DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA (la presente dichiarazione, rilasciata anche ai sensi

Dettagli

Il sottoscritto. nato il..a. con codice fiscale. con partita IVA n tel. FA ISTANZA

Il sottoscritto. nato il..a. con codice fiscale. con partita IVA n tel. FA ISTANZA I presenti modelli hanno carattere esemplificativo, sulla base di quanto disposto nel disciplinare di gara e nel capitolato. Resta in ogni caso prevalente la disciplina ivi dettata. Modello allegato n.

Dettagli

Zètema Progetto Cultura S.r.l. REGOLAMENTO ACQUISTI E SPONSORIZZAZIONI

Zètema Progetto Cultura S.r.l. REGOLAMENTO ACQUISTI E SPONSORIZZAZIONI Zètema Progetto Cultura S.r.l. REGOLAMENTO ACQUISTI E SPONSORIZZAZIONI 28 marzo 2014 INDICE Art. 1- Premessa e principi.. 3 Art. 2 - Individuazione della procedura di acquisto.. 3 Art. 3 - Responsabile

Dettagli

REGOLAMENTO DELL ATTIVITA NEGOZIALE PER LA FORNITURA DI BENI E SERVIZI

REGOLAMENTO DELL ATTIVITA NEGOZIALE PER LA FORNITURA DI BENI E SERVIZI Istituto Comprensivo Zona Est "Aldo Moro" Fabriano (AN) Via Aldo Moro, n. 4-60044 Fabriano (AN) tel. +39 0732 779005 fax +39 073 2709353 e-mail: anic84500p@istruzione.it p.e.c: anic84500p@pec.it; sito

Dettagli

AVVALIMENTO - DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA REDATTA AI SENSI DEL D.P.R. N. 445 DEL 28 DICEMBRE 2000 DELL OPERATORE ECONOMICO AUSILIARIO

AVVALIMENTO - DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA REDATTA AI SENSI DEL D.P.R. N. 445 DEL 28 DICEMBRE 2000 DELL OPERATORE ECONOMICO AUSILIARIO ALLEGATO D PROCEDURA APERTA PER LA FORNITURA DI FARMACI, PARAFARMACI E DI TUTTI GLI ALTRI PRODOTTI EROGABILI NEL NORMALE CICLO DISTRIBUTIVO DELLE FARMACIE CIG 602865075B CIG 6028660F99 Spett.le FARMACIA

Dettagli

Il sottoscritto. Recapito corrispondenza (presso sede legale o sede operativa)

Il sottoscritto. Recapito corrispondenza (presso sede legale o sede operativa) ALLEGATO 2) Manifestazione di interesse a partecipare alla procedura di spese negoziata senza previa pubblicazione di un bando di gara art. 57 comma 2 lett. C D. lgs 163/2006 per l affidamento di simulazioni

Dettagli

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEI REQUISITI GENERALI DI CUI ALL ART. 38, C. 1 DEL D.LGS. N. 163/06

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEI REQUISITI GENERALI DI CUI ALL ART. 38, C. 1 DEL D.LGS. N. 163/06 PROCEDURA APERTA, AI SENSI DELL ART. 124 DEL D.LGS. 163/2006 E DELL ART. 326 DEL DPR 207/2010, PER L AFFIDAMENTO QUADRIENNALE DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO. CIG: 30590339E1 DICHIARAZIONE

Dettagli

ALLEGATO B) MODELLO DI AUTOCERTIFICAZIONE (allegare copia del documento di identità del sottoscrittore)

ALLEGATO B) MODELLO DI AUTOCERTIFICAZIONE (allegare copia del documento di identità del sottoscrittore) ALLEGATO B) MODELLO DI AUTOCERTIFICAZIONE (allegare copia del documento di identità del sottoscrittore) AVVISO INERENTE LA FORMAZIONE DI ELENCO OPERATORI PER SERVIZI DI CONSULENZA BREVETTUALE Fascicolo

Dettagli

CIG 5883516EFB. P a r t e A - D O M A N D A D I P A R T E C I P A Z I O N E E D I C H I A R A Z I O N E S O S T I T U T I V A

CIG 5883516EFB. P a r t e A - D O M A N D A D I P A R T E C I P A Z I O N E E D I C H I A R A Z I O N E S O S T I T U T I V A B A N D O D I G A R A C O N P R O C E D U R A N E G O Z I A T A P E R I S E R V I Z I D I A S S I C U R A Z I O N E R. C. A. E I N C E N D I O R I S C H I D I V E R S I D E G L I A U T O B U S A Z I E

Dettagli

AVVALIMENTO - DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA REDATTA AI SENSI DEL D.P.R. N. 445 DEL 28 DICEMBRE 2000 DELL OPERATORE ECONOMICO AUSILIARIO

AVVALIMENTO - DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA REDATTA AI SENSI DEL D.P.R. N. 445 DEL 28 DICEMBRE 2000 DELL OPERATORE ECONOMICO AUSILIARIO ALLEGATO D PROCEDURA RISTRETTA PER L AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DELLA GESTIONE DEI RAMI D AZIENDA DENOMINATI GRAN CAFFE DELLE TERME E CHALET PARCO TERMALE CON CHIOSCO PISCINA Spett.le BAGNI DI CASCIANA

Dettagli

Il sottoscritto.. codice fiscale n. nato a provincia di...stato. il.autorizzato, nella qualità di. a rappresentare legalmente l'impresa:...

Il sottoscritto.. codice fiscale n. nato a provincia di...stato. il.autorizzato, nella qualità di. a rappresentare legalmente l'impresa:... allegato A. Alla Fondazione Montagna sicura - Montagne sûre Villa Cameron Località Villard de La Palud, 1 11013 Courmayeur (Ao) Oggetto: AVVISO DI INTERPELLO PER L AFFIDAMENTO IN COTTIMO FIDUCIARIO, MEDIANTE

Dettagli

MODELLO B AUTOCERTIFICAZIONE DEL POSSESSO DEI REQUISITI DI PARTECIPAZIONE

MODELLO B AUTOCERTIFICAZIONE DEL POSSESSO DEI REQUISITI DI PARTECIPAZIONE MODELLO B AUTOCERTIFICAZIONE DEL POSSESSO DEI REQUISITI DI PARTECIPAZIONE Al Comune di Vittorio Veneto Piazza del Popolo, n. 14 31029 VITTORIO VENETO (TV) Oggetto: Procedura aperta per l affidamento della

Dettagli

Ufficio Studi CODAU. Disposizioni in materia di contratti pubblici.

Ufficio Studi CODAU. Disposizioni in materia di contratti pubblici. Ufficio Studi CODAU Analisi sintetica e commento della Legge n. 106 del 12/7/2011, di conversione del Decreto Legge 13 maggio 2011 n. 70. Semestre Europeo. Prime disposizioni urgenti per l economia (c.d.

Dettagli

(utilizzare esclusivamente questo modulo) Importo complessivo del servizio posto a base d asta: 88.014,37, oltre IVA 21%.

(utilizzare esclusivamente questo modulo) Importo complessivo del servizio posto a base d asta: 88.014,37, oltre IVA 21%. Ragione sociale della Ditta concorrente Allegato SUB A) al bando di PROCEDURA APERTA (utilizzare esclusivamente questo modulo) Domanda di partecipazione con autocertificazioni e dichiarazioni richieste

Dettagli

Dichiarazione per L IMPRESA AUSILIARIA ai sensi dell art. 49 del D. Lgs. 163/2006 AVVALIMENTO

Dichiarazione per L IMPRESA AUSILIARIA ai sensi dell art. 49 del D. Lgs. 163/2006 AVVALIMENTO ALLEGATO 8 Dichiarazione per L IMPRESA AUSILIARIA ai sensi dell art. 49 del D. Lgs. 163/2006 AVVALIMENTO OGGETTO: Procedura aperta per l affidamento dei Lavori di Manutenzione straordinaria della sede

Dettagli

CARATTERISTICHE DELL INCARICO:

CARATTERISTICHE DELL INCARICO: AVVISO PER AFFIDAMENTO INCARICO PER LA RICERCA, IL MONITORAGGIO E LA FRUIZIONE DI FINANZIAMENTI NELL AMBITO DEI PIANI DI SVILUPPO EROGATI DALLE COMUNITA LOCALI, REGIONALI, NAZIONALI, COMUNITARIE ED INTERNAZIONALI,

Dettagli

REGOLAMENTO LAVORI, SERVIZI, FORNITURE E SERVIZI TECNICI IN ECONOMIA ART. 125 D.Lgs. 163/2006 e s.m.i.

REGOLAMENTO LAVORI, SERVIZI, FORNITURE E SERVIZI TECNICI IN ECONOMIA ART. 125 D.Lgs. 163/2006 e s.m.i. Approvato con Determinazione del Direttore n. 007/DD del 22.01.2013 REGOLAMENTO LAVORI, SERVIZI, FORNITURE E SERVIZI TECNICI IN ECONOMIA ART. 125 D.Lgs. 163/2006 e s.m.i. ARTICOLO. 1 - OGGETTO DEL REGOLAMENTO....

Dettagli

PROCEDURA APERTA PER L APPALTO

PROCEDURA APERTA PER L APPALTO Allegato A1 PROCEDURA APERTA PER L APPALTO SERVIZIO DI CONCESSIONE DI UN MUTUO CHIROGRAFO PARI AD 5.000.000,00 ALLA VALLE UMBRA SERVIZI S.P.A. GARANTITO DA DELEGAZIONI DI PAGAMENTO SULLE ENTRATE ORDINARIE

Dettagli

ISTANZA DI PARTECIPAZIONE

ISTANZA DI PARTECIPAZIONE ALLEGATO A Al Comune di Altofonte Piazza Falcone Borsellino 90030 ALTOFONTE (PA) ISTANZA DI PARTECIPAZIONE Procedura di cottimo fiduciario avente per oggetto: Noleggio di luminarie artistiche in occasione

Dettagli

GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE PER IL PERIODO 1-1-2014 31-12-2018. DICHIARAZIONE UNICA DI POSSESSO DEI REQUISITI DI GARA

GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE PER IL PERIODO 1-1-2014 31-12-2018. DICHIARAZIONE UNICA DI POSSESSO DEI REQUISITI DI GARA MODULO B AL COMUNE DI BIOGLIO VIA VITTORIO EMANUELE II, 5 13841 BIOGLIO GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE PER IL PERIODO 1-1-2014 31-12-2018. DICHIARAZIONE UNICA DI POSSESSO DEI

Dettagli

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA Allegato 2 requisiti di ordine generale e idoneità professionale DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA (ai sensi degli artt. 46 e 47 del DPR. 445/2000) Il/ la sottoscritto/a: nato/a a: ( ) il / / domiciliato per la

Dettagli

COMUNE DI PARMA REGOLAMENTO COMUNALE PER LAVORI SERVIZI E FORNITURE IN ECONOMIA

COMUNE DI PARMA REGOLAMENTO COMUNALE PER LAVORI SERVIZI E FORNITURE IN ECONOMIA COMUNE DI PARMA REGOLAMENTO COMUNALE PER LAVORI SERVIZI E FORNITURE IN ECONOMIA Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 33 del 16/5/2011; successivamente modificato con deliberazione di Consiglio

Dettagli

DOCUMENTAZIONE AMMINISTRATIVA.

DOCUMENTAZIONE AMMINISTRATIVA. ISTANZA E RELATIVE DICHIARAZIONI PER LA PARTECIPAZIONE ALLA PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI COPERTURA ASSICURATIVA DELLA SOCIETA STRUTTURA VALLE D AOSTA S.R.L. PERIODO 01/10/2014 01/10/2017

Dettagli

REGOLAMENTO PER GLI ACQUISTI IN ECONOMIA DI BENI, SERVIZI E LAVORI

REGOLAMENTO PER GLI ACQUISTI IN ECONOMIA DI BENI, SERVIZI E LAVORI REGOLAMENTO PER GLI ACQUISTI IN ECONOMIA DI BENI, SERVIZI E LAVORI Rev. 1 del 28.01.2014 Premesse Il presente regolamento disciplina i procedimenti di acquisizione in economia di beni, servizi e lavori

Dettagli

Allegato 1 ALL UFFICIO PROTOCOLLO DEL COMUNE DI MONTESARCHIO CAPOFILA DELL AMBITO B3 Piazza San Francesco, n.1 82016 Montesarchio (BN)

Allegato 1 ALL UFFICIO PROTOCOLLO DEL COMUNE DI MONTESARCHIO CAPOFILA DELL AMBITO B3 Piazza San Francesco, n.1 82016 Montesarchio (BN) Allegato 1 ALL UFFICIO PROTOCOLLO DEL COMUNE DI MONTESARCHIO CAPOFILA DELL AMBITO B3 Piazza San Francesco, n.1 82016 Montesarchio (BN) l sottoscritt nat a. il. residente nel Comune di... prov...via/piazza....

Dettagli

ALLEGATO 2) CIG: Z5C0B3412A CUP: F79G13000370005

ALLEGATO 2) CIG: Z5C0B3412A CUP: F79G13000370005 ALLEGATO 2) DICHIARAZIONI PER LA PARTECIPAZIONE ALLA PROCEDURA NEGOZIATA MEDIANTE COTTIMO FIDUCIARIO PER L'APPALTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO PER GLI STUDENTI PENDOLARI RESIDENTI NEL COMUNE DI

Dettagli

Allegato 1) Avviso per l accreditamento per la fornitura di libri di testo agli alunni della scuola primaria

Allegato 1) Avviso per l accreditamento per la fornitura di libri di testo agli alunni della scuola primaria Allegato 1) Avviso per l accreditamento per la fornitura di libri di testo agli alunni della scuola primaria Spett.le COMUNE DI COLOGNO AL SERIO VIA ROCCA, 1 24055 COLOGNO AL SERIO AREA SERVIZI ALLA PERSONA

Dettagli

ALLEGATO A2 PER R.T.I. COSTITUITO (ART. 34, COMMA 1, LETTERA D DEL CODICE DEI CONTRATTI)

ALLEGATO A2 PER R.T.I. COSTITUITO (ART. 34, COMMA 1, LETTERA D DEL CODICE DEI CONTRATTI) ALLEGATO A2 PER R.T.I. COSTITUITO (ART. 34, COMMA 1, LETTERA D DEL CODICE DEI CONTRATTI) DOMANDA DI AMMISSIONE ALLA GARA E DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DELL ATTO DI NOTORIETÀ (Art. 47 D.P.R. 445 del 28 dicembre

Dettagli

GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE PER IL PERIODO 01/01/2015 31/12/2019 CIG: 5928937995 Allegato A)

GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE PER IL PERIODO 01/01/2015 31/12/2019 CIG: 5928937995 Allegato A) in bollo Euro 16,00 GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE PER IL PERIODO 01/01/2015 31/12/2019 CIG: 5928937995 Allegato A) Fac-simile istanza / dichiarazione sostitutiva ai sensi degli

Dettagli

Il sottoscritto.. nato il.. a... in qualità di. dell impresa... con sede in... codice fiscale. partita IVA n.. REA n.

Il sottoscritto.. nato il.. a... in qualità di. dell impresa... con sede in... codice fiscale. partita IVA n.. REA n. Marca da bollo ALLEGATO A Istituzione elenco delle Imprese e degli operatori professionali per l affidamento di forniture, lavori e servizi, a procedura negoziata ovvero in economia in relazione alle disposizioni

Dettagli

MARCA DA BOLLO DA 16,00 Modulo A) FAC-SIMILE ISTANZA DI PARTECIPAZIONE ALLA GARA. (da riportare su carta intestata) DOMANDA DI PARTECIPAZIONE

MARCA DA BOLLO DA 16,00 Modulo A) FAC-SIMILE ISTANZA DI PARTECIPAZIONE ALLA GARA. (da riportare su carta intestata) DOMANDA DI PARTECIPAZIONE MARCA DA BOLLO DA 16,00 Modulo A) FAC-SIMILE ISTANZA DI PARTECIPAZIONE ALLA GARA (da riportare su carta intestata) Da inserire nella Busta B) Documentazione amministrativa DOMANDA DI PARTECIPAZIONE Spett.le

Dettagli

DOMANDA DI AMMISSIONE E DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA MODELLO A

DOMANDA DI AMMISSIONE E DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA MODELLO A DOMANDA DI AMMISSIONE E DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA MODELLO A La dichiarazione sostitutiva di cui al presente modello A deve essere sottoscritta dal legale rappresentante in caso di concorrente singolo.

Dettagli

AUTOMOBILE CLUB LIVORNO Via G. Verdi, 32 57126 LIVORNO

AUTOMOBILE CLUB LIVORNO Via G. Verdi, 32 57126 LIVORNO AUTOMOBILE CLUB LIVORNO Via G. Verdi, 32 57126 LIVORNO PROJECT FINANCING RELATIVO AL SERVIZIO INTEGRATO DI PROGETTAZIONE, REALIZZAZIONE E GESTIONE DI UN IMPIANTO DI DISTRIBUZIONE CARBURANTI CON CARATTERISTICHE

Dettagli

CHIEDE. come capogruppo di un associazione temporanea o di un consorzio o di un GEIE di tipo. misto già costituito fra le seguenti imprese:...

CHIEDE. come capogruppo di un associazione temporanea o di un consorzio o di un GEIE di tipo. misto già costituito fra le seguenti imprese:... PROCEDURA APERTA PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI FORNITURA DI ENERGIA ELETTRICA A FAVORE DELLA SOCIETÀ MAAS MERCATI AGRO ALIMENTARI SICILIA S.C.P.A. CIG: 6237839B93 DOMANDA DI AMMISSIONE E DICHIARAZIONE

Dettagli

FAC SIMILE DOMANDA DI PARTECIPAZIONE E DICHIARAZIONI SOSTITUTIVE AI SENSI DEGLI ARTICOLI 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000

FAC SIMILE DOMANDA DI PARTECIPAZIONE E DICHIARAZIONI SOSTITUTIVE AI SENSI DEGLI ARTICOLI 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 Modello B Gara 3-f-2015 FAC SIMILE DOMANDA DI PARTECIPAZIONE E DICHIARAZIONI SOSTITUTIVE AI SENSI DEGLI ARTICOLI 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II UFFICIO GARE E

Dettagli

COMUNE DI CREVALCORE Provincia di Bologna Area Tecnica - Servizio Lavori Pubblici Manutenzioni

COMUNE DI CREVALCORE Provincia di Bologna Area Tecnica - Servizio Lavori Pubblici Manutenzioni MOD. A bis Modulo Dichiarazioni relative al possesso dei requisiti di ordine generale da compilarsi da parte di ciascuna impresa consorziata individuata dal Consorzio quale esecutrice di lavori/servizi/forniture

Dettagli

Scheda A Domanda di partecipazione

Scheda A Domanda di partecipazione Procedura aperta per il servizio di tesoreria per il Consiglio regionale dell Abruzzo. CIG 6378273D60 La società rappresentata da nato a il residente a in C.F. in qualità di 1 denominazione/sede legale

Dettagli

DOMANDA DI ISCRIZIONE NELL ELENCO APERTO DI OPERATORI ECONOMICI PER LE PROCEDURE DI CUI ALL ART. 125 DEL D.LGS N. 163/06

DOMANDA DI ISCRIZIONE NELL ELENCO APERTO DI OPERATORI ECONOMICI PER LE PROCEDURE DI CUI ALL ART. 125 DEL D.LGS N. 163/06 MOD.A DOMANDA DI ISCRIZIONE NELL ELENCO APERTO DI OPERATORI ECONOMICI PER LE PROCEDURE DI CUI ALL ART. 125 DEL D.LGS N. 163/06 (apposizione marca da bollo - ai sensi del DPR 642/72, allegato A, tariffa

Dettagli

PER CONSORZI D IMPRESE/GEIE

PER CONSORZI D IMPRESE/GEIE PER CONSORZI D IMPRESE/GEIE DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITA NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M.Minghetti 10 00187 - Roma CIG 633214180D GARA A PROCEDURA APERTA SOPRA SOGLIA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO

Dettagli

COMUNE DI SAN CIPIRELLO AVVISO PUBBLICO FORMAZIONE ALBO IMPRESE DI FIDUCIA

COMUNE DI SAN CIPIRELLO AVVISO PUBBLICO FORMAZIONE ALBO IMPRESE DI FIDUCIA COMUNE DI SAN CIPIRELLO Se r vizio Te c nic o AVVISO PUBBLICO FORMAZIONE ALBO IMPRESE DI FIDUCIA Con Deliberazione del Consiglio Comunale n. 3 del 08/01/2010, è istituito il nuovo Albo delle Imprese di

Dettagli

C H I E D E. di partecipare alla gara in oggetto (barrare la casella che interessa) nella seguente forma:

C H I E D E. di partecipare alla gara in oggetto (barrare la casella che interessa) nella seguente forma: Ragione sociale dell Organismo concorrente Modello A Servizio Parchi Aperti nei parchi cittadini: Don Tonino Bello e Largo 2 Giugno - CIG., importo a base d asta - Intervento finanziato con fondi di cui

Dettagli

PER CONSORZIO DI COOPERATIVE/CONSORZIO STABILE. Presentata dal Consorzio di Cooperative. (ovvero) Presentata dal Consorzio Stabile.

PER CONSORZIO DI COOPERATIVE/CONSORZIO STABILE. Presentata dal Consorzio di Cooperative. (ovvero) Presentata dal Consorzio Stabile. PER CONSORZIO DI COOPERATIVE/CONSORZIO STABILE Allegato 2 DOMANDA DI PARTECIPAZIONE PROCEDURA APERTA n.41/2013 PER L AFFIDAMENTO, IN N.2 LOTTI, DEI SERVIZI DI VIGILANZA, PORTIERATO/RECEPTION E TRASPORTO

Dettagli

ALBO DEI FORNITORI DI BENI E SERVIZI 1) Requisiti per l iscrizione 2) Elenco delle categorie merceologiche 3) Modalità di presentazione della domanda

ALBO DEI FORNITORI DI BENI E SERVIZI 1) Requisiti per l iscrizione 2) Elenco delle categorie merceologiche 3) Modalità di presentazione della domanda ALBO DEI FORNITORI DI BENI E SERVIZI 1) Requisiti per l iscrizione 2) Elenco delle categorie merceologiche 3) Modalità di presentazione della domanda Premessa In applicazione a quanto previsto dalla normativa

Dettagli

Presentata dall Impresa

Presentata dall Impresa PER IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITA NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via Marco Minghetti 10 00187 Roma CIG 633214180D GARA A PROCEDURA APERTA SOPRA SOGLIA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO

Dettagli

Al signor Sindaco del comune di Tradate

Al signor Sindaco del comune di Tradate ALLEGATO 2 Modulo B.1 (Istanza) Lì,... Al signor Sindaco del comune di Tradate OGGETTO: Richiesta di partecipazione alla gara per l aggiudicazione della gestione di centro per persone disabili in Gornate

Dettagli

Per CONSORZIO DI COOPERATIVE/CONSORZIO STABILE

Per CONSORZIO DI COOPERATIVE/CONSORZIO STABILE Fac-simile MODELLO. n. 2 (Busta A) Per CONSORZIO DI COOPERATIVE/CONSORZIO STABILE DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL ISTITUTO SUPERIORE DI SANITA Viale Regina Elena n. 299. 00161 - Roma OGGETTO: PROCEDURA APERTA

Dettagli

BANDO DI GARA per l appalto del servizio di tesoreria Articolo 1 Amministrazione aggiudicatrice Denominazione: Consorzio Gestione Area Marina

BANDO DI GARA per l appalto del servizio di tesoreria Articolo 1 Amministrazione aggiudicatrice Denominazione: Consorzio Gestione Area Marina BANDO DI GARA per l appalto del servizio di tesoreria Articolo 1 Amministrazione aggiudicatrice Denominazione: Consorzio Gestione Area Marina Protetta Torre del Cerrano C.F. e P.Iva: 90013490678 Indirizzo:

Dettagli

La Mandataria del RTI costituito dalle seguenti società: 1. 2. 3. Il sottoscritto nato a il in qualità di (carica sociale) della società

La Mandataria del RTI costituito dalle seguenti società: 1. 2. 3. Il sottoscritto nato a il in qualità di (carica sociale) della società Facsimile per RTI Allegato N.4 e N.4Bis Spett.le Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale Via della Ferratella, n. 51 00184 ROMA Oggetto: Dichiarazioni

Dettagli

MODULO ESEMPLIFICATIVO DI ISTANZA IN AUTOCERTIFICAZIONE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI COMUNALI. Al Comune di Brembio

MODULO ESEMPLIFICATIVO DI ISTANZA IN AUTOCERTIFICAZIONE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI COMUNALI. Al Comune di Brembio MODULO ESEMPLIFICATIVO DI ISTANZA IN AUTOCERTIFICAZIONE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI COMUNALI Al Comune di Brembio Oggetto: Richiesta partecipazione a gara mediante procedura aperta

Dettagli

ALLEGATO B1 DICHIARA. Allega alla presente: - dichiarazioni di cui ai modelli C1 e D1; - curriculum professionale - documento di identità valido Firma

ALLEGATO B1 DICHIARA. Allega alla presente: - dichiarazioni di cui ai modelli C1 e D1; - curriculum professionale - documento di identità valido Firma ALLEGATO B1 MODELLO 1 - PROFESSIONISTA SINGOLO Al Comune di Todi UFFICIO PROTOCOLLO Piazza del Popolo 29/30, Todi 06059 Servizio VI Gestione del Territorio, Pianificazione e Sviluppo Economico OGGETTO:

Dettagli

DICHIARAZIONE RILASCIATA AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. N. 445/2000

DICHIARAZIONE RILASCIATA AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. N. 445/2000 ALLEGATO A2 DICHIARAZIONE RILASCIATA AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. N. 445/2000 PROCEDURA APERTA AI SENSI DEL D.LGS. 163/2006 PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI ADVISORY REALTIVI ALLA VENDITA DELLA

Dettagli

COTTIMO FIDUCIARIO PER TRASLOCO BIBLIOTECA, CENTRO MULTIMEDIALE AL CENTRO ILPERTINI INDETTO CON DETERMINAZIONE 1.597/2011 - CIG 3638406B9A

COTTIMO FIDUCIARIO PER TRASLOCO BIBLIOTECA, CENTRO MULTIMEDIALE AL CENTRO ILPERTINI INDETTO CON DETERMINAZIONE 1.597/2011 - CIG 3638406B9A COTTIMO FIDUCIARIO PER TRASLOCO BIBLIOTECA, CENTRO MULTIMEDIALE AL CENTRO ILPERTINI INDETTO CON DETERMINAZIONE 1.597/2011 - CIG 3638406B9A DITTA: 3. CORTESI REQUISITI GIURIDICO-AMMINISTRATIVI - BUSTA A

Dettagli

CIG : 5903505E6D CUP: F24B14000260005

CIG : 5903505E6D CUP: F24B14000260005 Istituto Nazionale Previdenza Sociale Direzione regionale Sardegna ALLEGATO 1 Coordinamento tecnico edilizio Dichiarazione di responsabilità Oggetto: Opere edili ed accessorie inerenti il risanamento delle

Dettagli

DOMANDA DI ISCRIZIONE E DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO DI NOTORIETA' ai sensi degli artt. 46 e 47 del D.P.R. 28 dicembre 2000 n.

DOMANDA DI ISCRIZIONE E DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO DI NOTORIETA' ai sensi degli artt. 46 e 47 del D.P.R. 28 dicembre 2000 n. DOMANDA DI ISCRIZIONE E DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO DI NOTORIETA' ai sensi degli artt. 46 e 47 del D.P.R. 28 dicembre 2000 n. 445 Il sottoscritto,... nato a... e residente a... in via... codice fiscale...

Dettagli

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila Modello B) REGIONE ABRUZZO CONSIGLIO REGIONALE Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila acquisito di materiale di cancelleria per l Ufficio amministrativo

Dettagli

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE - LOTTO 2) COMUNE DI SOLAROLO. nato il. Numero di telefono Numero di fax Indirizzo di PEC

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE - LOTTO 2) COMUNE DI SOLAROLO. nato il. Numero di telefono Numero di fax Indirizzo di PEC Spett.le COMUNE DI FAENZA Settore Legale e Affari istituzionali - SERVIZIO ARCHIVIO Piazza del Popolo, 31 48018 FAENZA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE - LOTTO 2) COMUNE DI SOLAROLO

Dettagli

ALLEGATO 1 AL DISCIPLINARE DI GARA

ALLEGATO 1 AL DISCIPLINARE DI GARA ALLA REGIONE AUTONOMA FRIULI VENEZIA GIULIA Direzione centrale funzione pubblica, autonomie locali e coordinamento delle riforme Servizio provveditorato e servizi generali Via Sabbadini, 31 33100 - UDINE

Dettagli

- DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DELL ATTO DI NOTORIETÀ E DI CERTIFICAZIONE- (D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445)

- DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DELL ATTO DI NOTORIETÀ E DI CERTIFICAZIONE- (D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445) Spett.le Associazione Trento RISE Ufficio Legale Legal Affairs Via Sommarive, 18 38123 Povo Trento Italy - DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DELL ATTO DI NOTORIETÀ E DI CERTIFICAZIONE- (D.P.R. 28 dicembre 2000,

Dettagli

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONE E DELL ATTO DI NOTORIETA NECESSARIA PER L AMMISSIONE ALLA GARA. Il sottoscritto, nato il

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONE E DELL ATTO DI NOTORIETA NECESSARIA PER L AMMISSIONE ALLA GARA. Il sottoscritto, nato il Allegato 3) ALLA COMUNITA MONTANA DELL ESINO FRASASSI VIA DANTE, 268 60044 FABRIANO (AN) OGGETTO: SERVIZIO DI PULIZIA e SANIFICAZIONE DEGLI UFFICI E DEI LOCALI DI COMPETENZA DELLA COMUNITA MONTANA DELL

Dettagli

APPALTO, MEDIANTE PROCEDURA APERTA, PER L AFFIDAMENTO DELLA FORNITURA DI ENERGIA ELETTRICA PER LE UTENZE RELATIVE ALLE STRUTTURE DI CREMONA SOLIDALE

APPALTO, MEDIANTE PROCEDURA APERTA, PER L AFFIDAMENTO DELLA FORNITURA DI ENERGIA ELETTRICA PER LE UTENZE RELATIVE ALLE STRUTTURE DI CREMONA SOLIDALE APPALTO, MEDIANTE PROCEDURA APERTA, PER L AFFIDAMENTO DELLA FORNITURA DI ENERGIA ELETTRICA PER LE UTENZE RELATIVE ALLE STRUTTURE DI CREMONA SOLIDALE MOD. 1 - Istanza di ammissione alla gara / dichiarazione

Dettagli

ISTANZA DI PARTECIPAZIONE E CONTESUTALE DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONE E DI ATTO DI NOTORIETA CHIEDE

ISTANZA DI PARTECIPAZIONE E CONTESUTALE DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONE E DI ATTO DI NOTORIETA CHIEDE Marca da bollo da Euro 16,00 Al Comune di Volvera Via Ponsati 34 10040 VOLVERA (TO) Oggetto : Affidamento in concessione del servizio di informazione e comunicazione mediante la redazione, la stampa e

Dettagli

AUTORITA PER IL SERVIZIO DI GESTIONE INTEGRATA DEI RIFIUTI URBANI ATO TOSCANA SUD

AUTORITA PER IL SERVIZIO DI GESTIONE INTEGRATA DEI RIFIUTI URBANI ATO TOSCANA SUD AVVISO PUBBLICO ALBO ACQUIRENTI AMMENDANTE COMPOSTATO MANIFESTAZIONE DI INTERESSE AGGIORNAMENTO Premesse L Autorità di Ambito ATO Toscana Sud (di seguito anche solo la Autorità ), in ragione dei rapporti

Dettagli

BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA RISTRETTA

BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA RISTRETTA Istituto Nazionale Previdenza Sociale Direzione regionale Puglia BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA RISTRETTA procedura: art. 3, comma 38 e art. 55, comma 6, decreto legislativo n. 163 del 2006 criterio:

Dettagli

DICHIARAZIONI PER LA PARTECIPAZIONE

DICHIARAZIONI PER LA PARTECIPAZIONE ALLEGATO A DICHIARAZIONI PER LA PARTECIPAZIONE Oggetto: Procedura aperta per il servizio di Tesoreria del Comune di Lezzeno (CO) per il periodo dal 01/01/2010 AL 31/12/2018 Il sottoscritto:.. Nato (luogo

Dettagli

AL COMUNE DI TORTORETO Settore Personale-Scolastico- Materno Infantile Piazza Liberta n. 12-64018 Tortoreto (TE)

AL COMUNE DI TORTORETO Settore Personale-Scolastico- Materno Infantile Piazza Liberta n. 12-64018 Tortoreto (TE) Marca da bollo ALLEGATO A AL COMUNE DI TORTORETO Settore Personale-Scolastico- Materno Infantile Piazza Liberta n. 12-64018 Tortoreto (TE) Oggetto: Istanza di ammissione alla gara di appalto mediante procedura

Dettagli

DICHIARA DI PRESENTARE OFFERTA PER I SEGUENTI LOTTI (barrare la casella che interessa) lotto A Vacanze Anziani Quartiere 1 e 4

DICHIARA DI PRESENTARE OFFERTA PER I SEGUENTI LOTTI (barrare la casella che interessa) lotto A Vacanze Anziani Quartiere 1 e 4 MODULO A COMUNICAZIONE E DICHIARAZIONE DEL LEGALE RAPPRESENTANTE CHE SOTTOSCRIVE L'OFFERTA (DA INSERIRE NELLA BUSTA A ) * * * Il sottoscritto in qualità di LEGALE RAPPRESENTANTE/PROCURATORE dell'impresa

Dettagli

Allegato 1 - da compilare on-line sul sito www.aziendesanitarieavpn.albofornitori.net

Allegato 1 - da compilare on-line sul sito www.aziendesanitarieavpn.albofornitori.net Allegato 1 - da compilare on-line sul sito www.aziendesanitarieavpn.albofornitori.net FAC-SIMILE n 1 ISTANZA DEL LEGALE RAPPRESENTANTE PER L ISCRIZIONE NELL ELENCO DEI FORNITORI DI BENI E APPALTATORI DI

Dettagli

AUTODICHIARAZIONE UNICA CONTESTUALE (articoli 46, 47, 71 del D.P.R. 445/2000)

AUTODICHIARAZIONE UNICA CONTESTUALE (articoli 46, 47, 71 del D.P.R. 445/2000) ALLEGATO 1bis ISTANZA DI AMMISSIONE ALLA GARA IN FORMA PLURIMA E DICHIARAZIONE UNICA CONTESTUALE MODULO DI DOMANDA DI PARTECIPAZIONE E AMMISSIONE / DICHIARAZIONE (coassicuratrice e/o mandante) Comune di

Dettagli

Per RAGGRUPPAMENTO TEMPORANEO D IMPRESA (R.T.I.)/IMPRESE DI RETE

Per RAGGRUPPAMENTO TEMPORANEO D IMPRESA (R.T.I.)/IMPRESE DI RETE Fac-simile MODELLO. n. 4 (Busta A) Per RAGGRUPPAMENTO TEMPORANEO D IMPRESA (R.T.I.)/IMPRESE DI RETE DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL ISTITUTO SUPERIORE DI SANITA Viale Regina Elena n. 299. 00161 - Roma OGGETTO:

Dettagli

Dichiarazione sostitutiva resa ai sensi degli artt. 46 e 47 del DPR 445/2000

Dichiarazione sostitutiva resa ai sensi degli artt. 46 e 47 del DPR 445/2000 Ragione Sociale della Ditta Alla Siena Casa Via B. di Montluc n.2 53100 SIENA Allegato A Dichiarazione sostitutiva resa ai sensi degli artt. 46 e 47 del DPR 445/2000 Il sottoscritto nato il a in qualità

Dettagli

Per IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL ISTITUTO SUPERIORE DI SANITA. Viale Regina Elena n. 299. 00161 - Roma

Per IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL ISTITUTO SUPERIORE DI SANITA. Viale Regina Elena n. 299. 00161 - Roma Fac-simile MODELLO. n. 1 (Busta A) Per IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL ISTITUTO SUPERIORE DI SANITA Viale Regina Elena n. 299. 00161 - Roma OGGETTO: PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL

Dettagli

Prot. n. 2331/C-14 Conversano, 28.04.2015. Oggetto: Richiesta di preventivo di spesa per il noleggio di n. 2 fotocopiatori. CIG:

Prot. n. 2331/C-14 Conversano, 28.04.2015. Oggetto: Richiesta di preventivo di spesa per il noleggio di n. 2 fotocopiatori. CIG: Via Positano, 8 70014 Conversano (BA) Segreteria e fax 080 495.53.38 e-mail: bapm04000r@istruzione.it, bapm04000r@pec.istruzione.it www.sanbenedettoconversano.it Prot. n. 2331/C-14 Conversano, 28.04.2015

Dettagli

REGOLAMENTO PER GLI ACQUISTI IN ECONOMIA DI BENI E SERVIZI

REGOLAMENTO PER GLI ACQUISTI IN ECONOMIA DI BENI E SERVIZI sede operativa: Via Corte d Appello 16-10122 Torino telefono +39 011 4432580 fax +39 011 4432585 fondazione@torinosmartcity.it - www.torinosmartcity.it REGOLAMENTO PER GLI ACQUISTI IN ECONOMIA DI BENI

Dettagli

ALBO DELLE IMPRESE DI FIDUCIA DELL AZIENDA SPECIALE FIERA INTERNAZIONALE DELLA SARDEGNA

ALBO DELLE IMPRESE DI FIDUCIA DELL AZIENDA SPECIALE FIERA INTERNAZIONALE DELLA SARDEGNA ALBO DELLE IMPRESE DI FIDUCIA DELL AZIENDA SPECIALE FIERA INTERNAZIONALE DELLA SARDEGNA Disciplinare per la tenuta dell Albo dei Fornitori di beni, servizi e lavori in economia ART. 1 Istituzione dell'albo

Dettagli

AUTODICHIARAZIONI. (da compilare e sottoscrivere in ogni sua pagina da parte del legale rappresentante del soggetto concorrente)

AUTODICHIARAZIONI. (da compilare e sottoscrivere in ogni sua pagina da parte del legale rappresentante del soggetto concorrente) ALL. A1 Procedura di gara in economia per la fornitura di n. 6 autovetture nuove con doppia alimentazione benzina/gpl ed il contestuale ritiro di n. 6 autovetture di proprietà dell Ente, da destinare alla

Dettagli

nella sua qualità di della Società/Impresa con sede legale in

nella sua qualità di della Società/Impresa con sede legale in (Allegato A) DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA (resa ai sensi degli artt. 46 e 47, del D.P.R. 445/2000) Spett.le Fondazione IRCCS Istituto Neurologico Carlo Besta, in relazione alla: PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

di essere ammesso alla gara di cui in oggetto come impresa singola mandatario mandante in raggruppamento temporaneo o in consorzio di e a tal fine

di essere ammesso alla gara di cui in oggetto come impresa singola mandatario mandante in raggruppamento temporaneo o in consorzio di e a tal fine marca da bollo 14,62 Al Sindaco Comune di San Raffaele Cimena Via Ferrarese 16 10090 SAN RAFFAELE CIMENA Oggetto LAVORI DI BANDO DI GARA LAVORI DI REALIZZAZIONE IMPIANTO FOTOVOLTAICO GRID CONNECTED INSTALLATO

Dettagli

S.A.P. NA. Sistema Ambiente Provincia di Napoli S.p.A. a socio unico

S.A.P. NA. Sistema Ambiente Provincia di Napoli S.p.A. a socio unico AVVISO PER LA FORMAZIONE DELL ALBO DEI FORNITORI DI BENI, SERVIZI E LAVORI DELLA SOCIETA SISTEMA AMBIENTE PROVINCIA DI NAPOLI SPA a socio unico 1. Premessa a. In conformità a quanto previsto dall art.

Dettagli

Allegato 3. Spettabile Assemblea regionale siciliana Piazza Parlamento, 1 90134 Palermo (PA)

Allegato 3. Spettabile Assemblea regionale siciliana Piazza Parlamento, 1 90134 Palermo (PA) Allegato 3 Spettabile Assemblea regionale siciliana Piazza Parlamento, 1 90134 Palermo (PA) OGGETTO: Appalto di fornitura di componenti hardware e software ai fini dell'adeguamento del Sistema di Videosorveglianza

Dettagli

Allegato B Dichiarazione cumulativa - Assenza cause di esclusione e requisiti di partecipazione AVVALIMENTO (solo per ditta/impresa ausiliaria)

Allegato B Dichiarazione cumulativa - Assenza cause di esclusione e requisiti di partecipazione AVVALIMENTO (solo per ditta/impresa ausiliaria) Allegato B Dichiarazione cumulativa - Assenza cause di esclusione e requisiti di partecipazione AVVALIMENTO (solo per ditta/impresa ausiliaria) il sottoscritto Dichiarazioni dell impresa ausiliaria articolo

Dettagli

Allegato 1 al bando di gara ISTANZA E DICHIARAZIONE REQUISITI PER L AMMISSIONE ALLA GARA PER CONCORRENTI INDIVIDUALI I

Allegato 1 al bando di gara ISTANZA E DICHIARAZIONE REQUISITI PER L AMMISSIONE ALLA GARA PER CONCORRENTI INDIVIDUALI I Allegato 1 al bando di gara ISTANZA E DICHIARAZIONE REQUISITI PER L AMMISSIONE ALLA GARA PER CONCORRENTI INDIVIDUALI I bollo 16,00 Al Comune di Loiri Porto San Paolo V.le Dante n 28 07020 Loiri Porto San

Dettagli

Regolamento per l affidamento degli appalti di lavori, servizi e forniture di importo inferiore alle soglie comunitarie ai sensi dell art.

Regolamento per l affidamento degli appalti di lavori, servizi e forniture di importo inferiore alle soglie comunitarie ai sensi dell art. Regolamento per l affidamento degli appalti di lavori, servizi e forniture di importo inferiore alle soglie comunitarie ai sensi dell art. 238, comma 7 Dlgs 163/06 e s.m.i. indice premessa p. 2 art. 1

Dettagli

COMUNE DI SELARGIUS Provincia di Cagliari

COMUNE DI SELARGIUS Provincia di Cagliari COMUNE DI SELARGIUS Area 6 Lavori Pubblici Gara del giorno: 15/09/2015 Scadenza offerte: 25/08/2015, ore 17.30 PROCEDURA APERTA PER L APPALTO DELLA PROGETTAZIONE ESECUTIVA, PREVIA ACQUISIZIONE DEL PROGETTO

Dettagli

COMUNE DI COMUN NUOVO

COMUNE DI COMUN NUOVO COMUNE DI COMUN NUOVO Provincia di Bergamo P.zza De Gasperi, 10 24040 Comun Nuovo Tel. 035/595043 fax 035/595575 p.i.00646020164 SERVIZIO AFFARI GENERALI Allegato A) Avviso pubblico per l aggiornamento

Dettagli

Allegato A 2. Alla S.A.S.I. SpA c.a. Coordinamento Operativo Via Zona Industriale n 5 66034 LANCIANO (CH)

Allegato A 2. Alla S.A.S.I. SpA c.a. Coordinamento Operativo Via Zona Industriale n 5 66034 LANCIANO (CH) Allegato A 2 DOMANDA DICHIARAZIONE PER L ISCRIZIONE NELL ALBO IMPRESE DI FIDUCIA PER L AFFIDAMENTO DI LAVORI MEDIANTE PROCEDURA NEGOZIATA OVVERO IN ECONOMIA - CLASSE DI IMPORTO: inferiore a 150.000,00

Dettagli

COMUNE DI GAZZO VERONESE Provincia di Verona

COMUNE DI GAZZO VERONESE Provincia di Verona Prot. n. 10606 COMUNE DI GAZZO VERONESE Provincia di Verona OGGETTO: Invito a gara per l affidamento mediante cottimo fiduciario del servizio di pulizia della Sede municipale e altre sedi comunali per

Dettagli

ALLEGATO 2 DICHIARAZIONE CUMULATIVA AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL DPR

ALLEGATO 2 DICHIARAZIONE CUMULATIVA AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL DPR ALLEGATO 2 DICHIARAZIONE CUMULATIVA AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL DPR 445/2000 (Nel caso di concorrenti costituiti da imprese associate temporaneamente o consorziate in Consorzio Ordinario - o da associarsi

Dettagli

Il sottoscritto... nato il.. a... in qualità di... dell impresa... con sede in... via. n. telefono...n. fax... indirizzo e-mail...pec...

Il sottoscritto... nato il.. a... in qualità di... dell impresa... con sede in... via. n. telefono...n. fax... indirizzo e-mail...pec... ALLEGATO A Istanza di inserimento nell Elenco operatori economici consultabile dall AGC 14 Trasporti e Viabilità Settore Demanio Marittimo Opere Marittime nelle procedure negoziate di cui all art. 125

Dettagli