COMUNE DI CAMPI BISENZIO - Provincia di Firenze REGOLAMENTO DELL AREA PEDONALE DEL CAPOLUOGO

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "COMUNE DI CAMPI BISENZIO - Provincia di Firenze REGOLAMENTO DELL AREA PEDONALE DEL CAPOLUOGO"

Transcript

1 COMUNE DI CAMPI BISENZIO - Provincia di Firenze REGOLAMENTO DELL AREA PEDONALE DEL CAPOLUOGO 1

2 COMUNE DI CAMPI BISENZIO - Provincia di Firenze - REGOLAMENTO DELL AREA PEDONALE DEL CAPOLUOGO INDICE Art. 1) DEFINIZIONE DI AREA PEDONALE Art. 2) DELIMITAZIONE DELL AREA PEDONALE Art. 3) ACCESSO ALL AREA PEDONALE Art. 4) SEGNALETICA STRADALE Art. 5) REGOLAMENTAZIONE DELLA CIRCOLAZIONE E DELLA SOSTA NELL AREA PEDONALE. Art. 6) PROVVEDIMENTI SULLA RETE VIARIA LIMITROFA ALLA A.P.. Art. 7) AUTORIZZAZIONI PER ACCESSO ALL AREA PEDONALE Art. 8) CONTRASSEGNI DI AUTORIZZAZIONE PER L ACCESSO ALL AREA PEDONALE Art. 9) MODALITA PER LA RICHIESTA DEI CONTRASSEGNI DI AUTORIZZAZIONE PER L ACCESSO ALL AREA PEDONALE Art. 10) MODALITA DI ATTUAZIONE DEL REGOLAMENTO Art. 11) MODIFICHE DEL REGOLAMENTO Art. 12) NORME FINALI Allegato A) PLANIMETRIA Allegato B) CONTRASSEGNI DI AUTORIZZAZIONE PER L ACCESSO ALL AREA PEDONALE 2

3 COMUNE DI CAMPI BISENZIO - Provincia di Firenze - REGOLAMENTO DELL AREA PEDONALE DEL CAPOLUOGO Art. 1) DEFINIZIONE DI AREA PEDONALE 1. Stante la definizione dell art. 3, comma 1, voce 2, del D.Lgs n 285 Codice della Strada -, per Area Pedonale (A.P.) si deve intendere l area interdetta alla circolazione dei veicoli, salvo quelli di servizio di emergenza e salvo deroghe per i velocipedi e per i veicoli al servizio di persone con limitate o impedite capacità motorie, nonché quelli ad emissioni zero aventi ingombro e velocità tali da poter essere assimilati ai velocipedi. Art. 2) DELIMITAZIONE DELL AREA PEDONALE 1. L Area Pedonale del capoluogo ha come limiti territoriali quelli riportati nell allegata planimetria A e che corrispondono alla Rocca Strozzi e giardino adiacente (inclusi), alla piazza Matteotti (inclusa), alla via Don Minzoni (esclusa), alla via F. Sestini (incluso il solo tratto tra piazza Dante e via Don Minzoni, al teatro Dante (incluso), alla piazza Dante (inclusa), alla via G. Tesi tra piazza Dante e piazza della Resistenza (esclusa), a piazza della Resistenza (esclusa la parte carrabile), alla via B. Rucellai (esclusa), alla Galleria G. Di Vittorio (esclusa), alla via Garibaldi (esclusa), alla piazza L. Ballerini (inclusa la sola parte pedonale verso la ex caserma C.C.), al ponte sul fiume Bisenzio della via S. Stefano (incluso), alla via Roma (inclusa) alla piazza Gramsci (inclusa la sola parte di collegamento con via Roma). 2. All interno della A.P. ricadono le seguenti aree destinate a verde pubblico: giardini di piazza della Resistenza, giardini di via Don Minzoni, giardini di piazza A. Gramsci, verde pertinenziale della Rocca Strozzi, aree a verde interne all argine del fiume Bisenzio comprese tra la chiesa di Santa Maria ed il ponte della via S. Stefano. Art. 3) ACCESSO ALL AREA PEDONALE 1. All Area Pedonale, come delimitata all art.2, si può accedere dalla via V. Veneto e dalla piazza A. Gramsci. E inoltre consentito l accesso da via B. Rucellai ai soli mezzi di trasporto pubblico di linea, ai taxi, ai mezzi di soccorso sanitario e di polizia, ai veicoli aventi esposto il contrassegno per disabili, ai mezzi dei VV.FF.. 3

4 2. La limitazione al transito nella A.P. ha effetto dalle ore 0,00 alle ore 24,00 di ogni giorno feriale e festivo, ad eccezione delle fasce orarie destinate ai veicoli utilizzati limitatamente per il carico o scarico delle merci nell A.P., di cui al successivo comma Alla A.P. possono accedere senza ulteriore autorizzazione: Veicoli di trasporto pubblico di linea urbano lungo gli itinerari corrispondenti; Taxi; Veicoli di noleggio con conducente riportante esposto l apposito contrassegno; Veicoli della Polizia di Stato, dei Carabinieri, della Guardia di Finanza, della Polizia Municipale - Locale, della Polizia Provinciale, della Polizia Idraulica, della Polizia Forestale e della Polizia Penitenziaria; Veicoli appartenenti ad Istituti di Vigilanza Privata purché contraddistinti dalla relativa simbologia per servizi da svolgere all interno della A.P.; Veicoli di soccorso sanitario contraddistinti da apposita simbologia (es. ambulanze); Veicoli della A.S.L (Azienda Sanitaria Locale), e delle Associazioni di Volontariato che effettuano servizi di assistenza sanitaria, sociale od infermieristica, contraddistinti dalla relativa simbologia o da contrassegno esposto sulla parte anteriore; Veicoli della Guardia Medica contraddistinti da apposita simbologia o da contrassegno esposto sulla parte anteriore; Veicoli di medici di base in possesso del codice regionale aventi ambulatorio nel territorio di Campi Bisenzio, previa esposizione sul parabrezza dell apposito contrassegno dell Ordine dei Medici; Veicoli dei Vigili del Fuoco e delle Forze Armate; Veicoli delle Poste Italiane, od esercenti per queste il servizio di recapito postale, purché contraddistinti dall apposita simbologia; Veicoli per la Protezione Civile contraddistinti dall apposita simbologia; Veicoli del Genio Civile e del Consorzio di Bonifica dell area Fiorentina e dell Ombrone esclusivamente per lo svolgimento di attività ricadenti nell area pedonale; Veicoli destinati alla raccolta di rifiuti soldi urbani, liquami, raccolta differenziata; Veicoli dell Amministrazione Comunale di Campi Bisenzio contraddistinti da apposita simbologia o contrassegno; Veicoli destinati a lavori commissionati dal Comune, quali ad esempio manutenzione ed installazione segnaletica stradale, riparazioni stradali, della fognatura, dell illuminazione ed altri impianti pubblici ricadenti all interno della A.P.; Veicoli dei fornitori di servizi acqua, elettricità, gas, telefoni, contraddistinti dalle relative simbologie esclusivamente per lo svolgimento di attività ricadenti nell area pedonale; Biciclette; Veicoli a propulsione elettrica; Veicoli a braccia; Veicoli con trazione animale; 4

5 Veicoli utilizzati per eventi civili o religiosi che si svolgono all interno della A.P. oltre n 2 veicoli al seguito; Veicoli aventi esposto l apposito contrassegno per disabili; Veicoli utilizzati per il carico o scarico di merci destinate a soggetti con sede o residenza all interno della A.P. a condizione che l accesso e la permanenza nell area avvenga nelle fasce orarie dalle ore 5,00 alle ore 6,30, dalle ore 9,00 alle ore 10,00 e dalle ore 14,30 alle ore 16,30; Veicoli utilizzati dagli operatori per lo svolgimento del mercato ambulante del capoluogo ordinario o straordinario; Veicoli utilizzati per l allestimento o lo svolgimento di manifestazioni culturali, religiose, ricreative o sportive svolte dal Comune od autorizzate all interno della A.P. previa esibizione di copia della relativa autorizzazione agli addetti al controllo; Veicoli utilizzati da artigiani riparatori per l effettuazione di interventi di riparazione d urgenza all interno dell A.P., previa esibizione di apposita autocertificazione che attesti sia la località di chiamata che l urgenza dell intervento. Veicoli utilizzati per l esecuzione di lavori edili ad edifici interni all A.P. limitatamente per le operazioni di carico scarico, a condizione che a richiesta degli addetti al controllo sia dimostrato il possesso di apposito titolo per l esecuzione dei lavori (es. D.I.A., Permesso di Costruire, ecc...). Art. 4) SEGNALETICA STRADALE 1. Agli accessi della A.P. deve risultare installata la segnaletica stradale di cui alla fig. II. 320, art. 135, del D.P.R n 495. La segnaletica verticale ed orizzontale interna alla A.P. deve essere sensibilmente ridotta così da garantire il massimo rispetto del contesto architettonico del centro storico. Art. 5 ) REGOLAMENTAZIONE DELLA CIRCOLAZIONE E DELLA SOSTA NELL AREA PEDONALE. 1. Nell A.P. devono risultare istituiti i seguenti provvedimenti in materia di disciplina della circolazione veicolare descritti nella planimetria allegata A : Via Roma piazza A. Gramsci tratto di collegamento con via Roma: Doppio senso di circolazione; segnale di stop a favore dei veicoli provenienti da via T. Fiesoli; divieto di transito ai veicoli di lunghezza superiore a metri 10. Via Santo Stefano: doppio senso di circolazione; divieto di transito ai veicoli di lunghezza superiore a metri 10. Via Del Lavoro: senso unico di marcia con direzione via Lungo Le Mura; divieto di transito ai veicoli di lunghezza superiore a metri 6. Via Lungo Le Mura: senso unico di marcia con direzione via Catalani; divieto di transito ai veicoli di lunghezza superiore a metri 6. 5

6 Via Catalani: senso unico di marcia con direzione via Santo Stefano; stop a favore di via S. Stefano; divieto di transito ai veicoli di lunghezza superiore a metri 6. Via I Maggio- via del Ragno: doppio senso di circolazione; stop a favore di via S. Stefano; divieto di transito ai veicoli di lunghezza superiore a metri 6. Via IV Novembre: doppio senso di circolazione; stop a favore di via S. Stefano; divieto di transito ai veicoli di lunghezza superiore a metri 6. Via del Castellare: doppio senso di circolazione; stop a favore di via S. Stefano; divieto di transito ai veicoli di lunghezza superiore a metri 6. Via F. Sestini tratto compreso tra piazza Dante e via Don Minzoni: senso unico di marcia con direzione via Ferrucci; n 2 stalli di sosta per i veicoli con esposto il contrassegno per disabili sul lato verso Firenze presso piazza Dante; divieto di transito ai veicoli di lunghezza superiore a metri 10. Piazza Fra Ristoro: divieto di transito ai veicoli di lunghezza superiore a metri 10; Senso unico di marcia con direzione piazza L. Ballerini nel tratto di collegamento con piazza L. Ballerini. Via M. Falcini tratto compreso tra piazza Fra Ristoro e via Garibaldi: doppio senso di circolazione con posizionamento ostacoli per impedire il transito ai veicoli a due ruote tra piazza Fra Ristoro e via Garibaldi; stop a favore di via M. Paoli; divieto di transito ai veicoli di lunghezza superiore a metri 6. Piazza Matteotti: divieto di transito ai veicoli di lunghezza superiore a metri 10; senso unico di marcia con direzione via delle Corti nel tratto compreso tra la piazza ed il numero civico 19. Piazza Ballerini: Senso unico di marcia con direzione piazza L. Ballerini nel tratto di collegamento con piazza Fra Ristoro;divieto di transito ai veicoli di lunghezza superiore a metri 10. Piazza Dante: senso unico di marcia con direzione via S. Stefano; divieto di transito ai veicoli di lunghezza superiore a metri 10. Nell Area Pedonale come delimitata all art. 2, limite di velocità di km/h 30 zonale. Art. 6) PROVVEDIMENTI SULLA RETE VIARIA LIMITROFA ALLA A.P.. 1. Nelle aree limitrofe all A.P. devono risultare istituiti i seguenti provvedimenti in materia di disciplina della circolazione veicolare descritti nella planimetria allegata A : Via Rucellai tratto compreso tra piazza Dante ed il parcheggio prospiciente piazza della Resistenza: Doppio senso di circolazione con corsia riservata ai veicoli di Polizia, di soccorso sanitario, dei VV.FF., aventi esposto il contrassegno per portatori di handicap, di trasporto pubblico di linea e taxi in direzione di piazza Dante; divieto di sosta dalle ore 0,00 alle ore 24,00 s ambo i lati ad eccezione di un area di sosta per i veicoli con esposto il contrassegno per disabili ed un area per il carico/scarico merci sul lato verso Prato; divieto di transito ai veicoli di lunghezza superiore a metri 10; Stop a favore di piazza Dante. Via B. Rucellai tratto corrispondente ai giardini di piazza della Resistenza: Doppio senso di circolazione limitatamente per raggiungere il parcheggio a pettine; Stop a favore di via B. 6

7 Rucellai provenienza da via B. Croce; divieto di sosta dalle ore 0,00 alle ore 24,00 sul lato verso Prato; divieto di transito ai veicoli di lunghezza superiore a ml. 10,00; area di sosta per i veicoli con esposto il contrassegno per disabili sul lato verso Firenze; area riservata alla sosta dei veicoli a due ruote sul lato verso Firenze; Sosta regolamentata a disco orario nel parcheggio a pettine sul lato verso i giardini. Via G. Tesi tratto compreso tra piazza Dante e piazza della Resistenza: senso unico di marcia con direzione via Masaccio ad eccezione dei mezzi di soccorso sanitario e polizia; divieto di transito ai veicoli di lunghezza superiore a metri 10; Stop a favore di piazza della Resistenza. Via B. Buozzi tratto compreso tra via dei Tintori e piazza Dante: Senso unico di marcia con direzione via dei Tintori;divieto di transito ai veicoli di lunghezza superiore a ml. 10,00; stallo di sosta riservato ai veicoli aventi esposto il contrassegno per disabili presso la farmacia; area riservata al carico/scarico delle merci presso la farmacia; area riservata alla sosta dei veicoli a due ruote presso piazza Dante e presso le scuole F. Matteucci sul lato verso via Tesi; area riservata allo stazionamento dei taxi presso piazza Dante sul lato verso via G. Verdi; area riservata alla sosta dei veicoli aventi esposto il contrassegno per disabili presso le scuole F. Matteucci sul lato verso via G. Verdi; area per la fermata degli scuolabus presso l ingresso alle scuole F. Matteucci; sosta regolamentata a disco orario su ambo i lati. Via V. Veneto tratto compreso tra via Montalvo e via Buozzi: Senso unico di marcia con direzione via B. Buozzi; divieto di transito ai veicoli di lunghezza superiore a ml. 10,00; divieto di sosta dalle ore 0,00 alle ore 24,00 sul lato verso Prato e su ambo i lati dei tratti a carreggiata ristretta nel tratto compreso tra via Sestini e via Buozzi; impianto semaforico automatico all intersezione con le vie G. Verdi Montalvo; impianto semaforico a chiamata pedonale presso l intersezione con via Buozzi; Area riservata al carico/scarico delle merci presso l intersezione con via Buozzi sul lato verso Firenze; area riservata alla sosta dei veicoli a due ruote presso l intersezione con via Buozzi sul lato verso Firenze; Via Sestini tratto compreso tra via V. Veneto e via Ferrucci: Senso unico di marcia con direzione via Ferrucci; divieto di transito ai veicoli di lunghezza superiore a ml. 10,00; stop a favore di via Sestini-Don Minzoni; area riservata alla sosta dei veicoli a due ruote sul lato verso piazza Dante; divieto di sosta dalle ore 0,00 alle ore 24,00 sul lato verso Prato. Via Sestini tratto compreso via Don Minzoni e via F. Ferrucci: Senso unico di marcia con direzione via Ferrucci; divieto di transito ai veicoli di lunghezza superiore a ml. 10,00; divieto di sosta dalle ore 0,00 alle ore 24,00 su ambo i lati. Via F. Ferrucci tratto compreso tra via Sestini e via Montalvo: Senso unico di marcia con direzione via Montalvo; stop a favore di via Montalvo; divieto di transito ai veicoli di lunghezza superiore a ml. 10,00; divieto di sosta dalle ore 0,00 alle ore 24,00 per ml. 15 dall intersezione con via Montalvo sul lato verso via Piave. Via delle Corti tratto compreso tra il numero civico 19 verso piazza Matteotti e via Don Minzoni: Doppio senso di circolazione con stop a favore di via delle Corti Don Minzoni; divieto di sosta dalle ore 0,00 alle ore 24,00 su ambo i lati; divieto di transito ai veicoli di lunghezza superiore a ml. 10,00. Via G. Tesi tratto compreso tra piazza della Resistenza e via Masaccio: Senso unico di marcia con direzione Firenze; Stop a favore di via Masaccio; divieto di transito ai veicoli di lunghezza superiore a ml. 10,00; divieto di sosta dalle ore 0,00 alle ore 24,00 sul lato verso via Buozzi e su ambo i lati nel tratto a carreggiata ristretta; area riservata alla sosta dei veicoli della Polizia Municipale presso piazza della Resistenza sul lato verso villa Rucellai. Piazza della Resistenza: Senso unico di marcia con direzione via Tesi; divieto di transito ai veicoli di lunghezza superiore a ml. 10,00; area riservata alla sosta dei veicoli a due ruote 7

8 presso l intersezione con via Tesi sul lato verso Firenze; Area riservata alla sosta dei veicoli aventi esposto il contrassegno per portatori di handicap presso l ingresso a villa Rucellai; Sosta regolamentata a disco orario su ambo i lati. Piazza L. Ballerini: Senso unico rotatorio con verso antiorario attorno al parcheggio centrale ad eccezione del lato su via Garibaldi; Stop a favore di via Garibaldi; divieto di transito ai veicoli di lunghezza superiore a ml. 10,00; Divieto di sosta dalle ore 0,00 alle ore 24,00 fuori dei limiti segnati sul lato verso via S. Stefano per il tratto confinante con l Area Pedonale; area riservata alla sosta dei veicoli comunali presso l ingresso agli uffici comunali; Area riservata alla sosta dei veicoli aventi esposto il contrassegno per portatori di handicap presso l ingresso agli uffici Comunali e sul lato della piazza verso via M. Falcini; Area riservata ai veicoli della ASL sul lato della piazza verso via M. Falcini; Sosta regolamentata a disco orario nel parcheggio centrale alla piazza. Via Tevere tratto compreso tra via Garibaldi e via Po: Senso unico di marcia con direzione via Po; divieto di transito ai veicoli di lunghezza superiore a ml. 10,00. Via delle Corti tratto compreso tra via Montegrappa e via Don Minzoni: Senso unico di marcia con direzione via Don Minzoni; divieto di transito ai veicoli di lunghezza superiore a ml. 10,00; Divieto di sosta dalle ore 0,00 alle ore 24,00 i corrispondenza dell argine del fiume Bisenzio, ad eccezione dell area di parcheggio; Via Don Minzoni: Senso unico di marcia con direzione via F. Sestini; divieto di transito ai veicoli di lunghezza superiore a ml. 10,00; divieto di sosta dalle ore 0,00 alle ore 24,00 sul lato verso via Montalvo; Stop a favore di via Sestini; Area riservata ai veicoli della parrocchia di Santo Stefano sul lato verso piazza Matteotti; Area riservata alla sosta dei veicoli aventi esposto il contrassegno per portatori di handicap sul lato verso piazza Matteotti; area riservata alla sosta dei veicoli a due ruote sul lato verso via Santo Stefano; Area riservata al carico/scarico delle merci presso l intersezione con via Piave sul lato verso via S. Stefano; Via Piave tratto compreso tra via Don Minzoni e via Montalvo: Senso unico di marcia con direzione via Don Minzoni; Stop a favore di via Don Minzoni; Divieto di transito ai veicoli di lunghezza superiore a ml. 10,00; Divieto di sosta dalle ore 0,00 alle ore 24,00 sul lato verso via Ferrucci. Via M. Paoli tratto compreso tra via 25 Aprile e via Garibaldi: Senso unico di marcia con direzione via Garibaldi; divieto di transito ai veicoli di lunghezza superiore a ml. 10,00; Divieto di sosta dalle ore 0,00 alle ore 24,00 sul lato verso piazza Matteucci. Via Garibaldi tratto compreso tra via M. Paoli e via Tevere: Senso unico di marcia con direzione via Tevere; Stop a favore di piazza L. Ballerini, divieto di transito ai veicoli di lunghezza superiore a ml. 10,00; Area riservata al carico/scarico delle merci presso l intersezione con via M. Paoli sul lato verso via Po; Via Garibaldi tratto compreso tra via Tevere e fiume Bisenzio: Doppio senso di circolazione; Divieto di transito ai veicoli di lunghezza superiore a ml. 10,00; area riservata alla sosta dei veicoli a due ruote in corrispondenza di piazza L. Ballerini. Sono confermati i provvedimenti adottati in materia di sosta (divieti di sosta, soste riservate, disco orario, ecc..) non in contrasto ed istituiti con Ordinanze emesse antecedentemente all adozione del presente Regolamento. Art. 7) AUTORIZZAZIONI PER L ACCESSO ALL AREA PEDONALE 8

9 1. Oltre ai veicoli di cui all art. 3 possono accedere alla A.P. i veicoli aventi esposto l apposito contrassegno di Autorizzazione di cui all art Hanno diritto all ottenimento del contrassegno di Autorizzazione, con validità fino al mantenimento della residenza: I veicoli di proprietà di soggetti residenti all interno della A.P. ad eccezione dei ciclomotori. I ciclomotori con contrassegno di identificazione intestato a residente all interno della A.P. purché condotto da un residente nella A.P.. I veicoli di proprietà di Ditte ma utilizzati da residenti all interno della A.P. che sono titolari, soci, amministratori, presidenti o legali rappresentanti delle Ditte stesse. I veicoli di proprietà di Ditte ma utilizzati da dipendenti residenti all interno della A.P., a condizione che alla comunicazione di richiesta del contrassegno di autorizzazione venga allegata apposita dichiarazione della Ditta di conferimento ad uso permanente del veicolo. 3. Hanno diritto all ottenimento di un unico contrassegno di Autorizzazione per l accesso i veicoli (fino ad un massimo di 6 veicoli) di proprietà di soggetti non residenti nella A.P., i nuclei familiari con residenza all interno della A.P. che non risultino proprietari di alcun veicolo. Alla richiesta del contrassegno di autorizzazione dovrà essere allegata apposita autocertificazione dalla quale risulti che nel nucleo familiare non sono presenti possessori di veicoli. 4. Hanno diritto all ottenimento del contrassegno di Autorizzazione, con validità fino al mantenimento dell area di sosta privata: I veicoli di proprietà di persone fisiche non residenti nell A.P., proprietarie, affittuarie od in regime di comodato di aree di sosta (autorimesse, garage, posti auto, ecc ) di uso privato ricadenti all interno della A.P, ovvero i veicoli di proprietà di loro familiari. I veicoli di proprietà di ditte proprietarie, affittuarie od in regime di comodato di aree di sosta ad uso privato (autorimesse, garage, posti auto, ecc ), ricadenti all interno della A.P., ovvero i veicoli di proprietà di loro titolari o soci. I veicoli di proprietà di ditte i cui titolari o soci, non residenti nell A.P., siano proprietari, affittuari od in regime di comodato di aree di sosta ad uso privato (autorimesse, garage, posti auto, ecc..), ricadenti all interno della A.P.. 5. Possono ottenere il contrassegno temporaneo di Autorizzazione, di validità non superiore ad anni uno rinnovabile, per l accesso alla A.P.: I veicoli di proprietà di domiciliati all interno della A.P., non residenti nel Comune di Campi Bisenzio, purché alla domanda venga allegata apposita dichiarazione congiunta, del proprietario dell alloggio e dell affittuario (nel caso di locazione) od utilizzatore, dalla quale risulta l indirizzo e l utilizzo dell immobile, la durata ed i motivi della locazione o dell utilizzo. I veicoli di proprietà di persone non residenti all interno della A.P., ma condotti temporaneamente da soggetti residenti nella A.P., ad eccezione dei ciclomotori. Alla domanda 9

10 dovrà essere allegata apposita dichiarazione congiunta, del proprietario del veicolo e dell utilizzatore, dalla quale risulta l affidamento del mezzo, la durata dell uso del mezzo ed il luogo da raggiungere all interno della A.P.. Tali veicoli, all interno della A.P., dovranno essere condotti esclusivamente dall intestatario del contrassegno di autorizzazione. 6. Sono da considerarsi autorizzati tutti i veicoli sostitutivi dei veicoli descritti nei commi 2, 3, 4 e 5 dell art. 7 a condizione che la riparazione o vendita del veicolo indicato nel contrassegno di autorizzazione sia opportunamente documentata con attestato dell officina di riparazione o della concessionaria. 7. La Polizia Municipale potrà concedere, esclusivamente per esigenze temporanee ed eccezionali, l autorizzazione all accesso all Area Pedonale ed alla sosta nella piazza Dante per un periodo non superiore al giorno del rilascio dell autorizzazione stessa. 8. L Amministrazione Comunale può concedere ulteriori autorizzazioni all accesso alla A.P. previa domanda degli interessati che dovranno specificare i motivi della richiesta. Art. 8) CONTRASSEGNI DI AUTORIZZAZIONE PER L ACCESSO ALL AREA PEDONALE 1. I veicoli autorizzati ad accedere alla A.P.. di cui all art. 7, ad eccezione dei veicoli a due ruote, devono esporre in modo ben visibile, sul parabrezza, il contrassegno di Autorizzazione del tipo di cui all allegato B, sul quale sono riportati sulla parte anteriore il numero di autorizzazione, la targa del veicolo od il numero di contrassegno di identificazione, l eventuale data di scadenza, e sul retro il nominativo del soggetto richiedente l autorizzazione, la sua residenza o sede, la targa del veicolo od il numero di contrassegno di identificazione, oltre alle eventuali prescrizioni o limitazioni di validità. Sul retro del contrassegno di Autorizzazione deve essere indicata anche la data di registrazione, ed essere apposta la firma del Responsabile del Servizio Mobilità e Traffico oltre al timbro del Comune. Sul contrassegno di Autorizzazione possono essere inoltre riportati ulteriori dati variabili dipendenti dal tipo di richiesta presentata. 2. Sulla parte anteriore del contrassegno di Autorizzazione è riportata una circonferenza colorata in blu all interno della quale è presente il simbolo del pedone di colore bianco di cui alla figura II 125 del D.P.R. 495/ Ai nuclei familiari con residenza o domicilio all interno della A.P. è rilasciato un unico contrassegno di Autorizzazione sul quale sono riportati i dati identificativi di tutti i veicoli di proprietà del nucleo familiare stesso. 4. I contrassegni di Autorizzazione di tipo permanente rilasciati ai soggetti di cui all art. 7, commi 2 e 3 sono esentati dall imposta di bollo. 5. I contrassegni di Autorizzazione rilasciati con validità limitata, devono riportare la scritta TEMPORANEO in caratteri rossi, sul lato ove è presente la circonferenza colorata in blu. 10

11 6. Tutti i contrassegni di Autorizzazione devono essere compilati e consegnati dal Servizio Mobilità e Traffico Comunale che redigerà e conserverà i relativi registri fatte salve le Autorizzazioni di cui all art. 7 comma Per i veicoli utilizzati da artigiani riparatori per l effettuazione di interventi di urgenza di cui all art. 3, deve essere esposta sul parabrezza del veicolo apposita autocertificazione riportante il giorno e l orario di transito nella A.P., la targa ed il tipo del veicolo, la località da raggiungere ed i motivi del transito oltre alla firma in originale del conducente. 8. La Polizia Municipale potrà adottare propri contrassegni di autorizzazione all accesso e sosta nell Area Pedonale per i veicoli di cui all art. 7 comma 7, di cui il fax-simile dovrà essere depositato presso il Servizio Mobilità e Traffico Comunale. Art. 9) MODALITA PER LA RICHIESTA DEI CONTRASSEGNI DI ACCESSO ALLA A.P.. 1. Per l ottenimento dei contrassegni di Autorizzazione per l accesso alla A.P., deve essere presentata apposita richiesta al Sindaco contenente: Generalità e residenza del proprietario e dell utilizzatore del veicolo. Luogo da raggiungere all interno della A.P.. Indicazione della ragione sociale e della sede della Ditta. Tipo e targa del veicolo (esclusi i ciclomotori). Numero del contrassegno di identificazione (per i ciclomotori). Generalità dell intestatario del contrassegno di identificazione (per i ciclomotori). Motivo per il quale si richiede l accesso alla A.P.. Alla richiesta deve essere allegata copia integrale della carta di circolazione del veicolo o del certificato di consegna del contrassegno di identificazione. 2. Per l ottenimento dei contrassegni temporanei di Autorizzazione per l accesso alla A.P., deve essere presentata apposita domanda in bollo al Sindaco contenente: Generalità e residenza del proprietario e dell utilizzatore del veicolo. Luogo da raggiungere all interno della A.P.. Indicazione della ragione sociale e della sede della Ditta. Tipo e targa del veicolo (esclusi i ciclomotori). Numero del contrassegno di identificazione (per i ciclomotori). Generalità dell intestatario del contrassegno di identificazione (per i ciclomotori). Motivo per il quale si richiede l accesso alla A.P.. Periodo per il quale si richiede il transito nella A.P. 11

12 Alla domanda deve essere allegata copia integrale della carta di circolazione del veicolo o del certificato di consegna del contrassegno di identificazione. 3. L istruttoria di cui alle domande per l accesso alla A.P. è effettuata dal Servizio Mobilità e Traffico Comunale. Art. 10) MODALITA DI ATTUAZIONE DEL REGOLAMENTO 1. Il presente Regolamento per l Istituzione e l Organizzazione della A.P. del Capoluogo deve essere approvato con Delibera della Giunta Comunale secondo il disposto dell art. 7 comma 9 del D.lgs 285/92. Il Regolamento approvato dovrà costituire modifica del Piano Urbano del Traffico (P.U.T.) che verrà adottato ed attuato secondo le procedure previste dalle Direttive Ministeriali del I vari provvedimenti in materia di circolazione e sosta sono istituiti mediante installazione della necessaria segnaletica previa emissione di Ordinanza di cui all art. 7 del D.Lgs n 285 Codice della Strada Il Servizio Mobilità e Traffico Comunale seguirà le procedure necessarie alla emissione degli atti di cui ai commi 1 e 2 nonché coordinerà e vigilerà sulla installazione della segnaletica stradale necessaria alla istituzione dei provvedimenti. Art. 11) MODIFICHE DEL REGOLAMENTO 1. Le modifiche da apportare al presente Regolamento dovranno essere approvate con Delibera della Giunta Comunale. Il Regolamento modificato dovrà costituire modifica del Piano Urbano del Traffico (P.U.T.) secondo le procedure previste dalle Direttive Ministeriali del Art. 12) NORME FINALI 1. Il presente Regolamento abroga e sostituisce il precedente approvato con Deliberazione della Giunta Comunale n 220/ Sono da ritenersi valide tutte le autorizzazioni per l accesso all Area Pedonale emesse prima dell adozione del presente Regolamento fino alla loro scadenza. 12

COMUNE CAMPI BISENIO. Ordinanza per l istituzione e la disciplina della zona a traffico limitato e del centro storico di Capalle

COMUNE CAMPI BISENIO. Ordinanza per l istituzione e la disciplina della zona a traffico limitato e del centro storico di Capalle COMUNE CAMPI BISENIO Ordinanza per l istituzione e la disciplina della zona a traffico limitato e del centro storico di Capalle Ordinanza del Responsabile del Servizio Mobilità e Traffico n. 262/2005 IL

Dettagli

COMUNE DI CAMPI BISENZIO - Provincia di Firenze REGOLAMENTO DELLA ZONA A TRAFFICO LIMITATO DEL CENTRO STORICO DI CAPALLE

COMUNE DI CAMPI BISENZIO - Provincia di Firenze REGOLAMENTO DELLA ZONA A TRAFFICO LIMITATO DEL CENTRO STORICO DI CAPALLE COMUNE DI CAMPI BISENZIO - Provincia di Firenze REGOLAMENTO DELLA ZONA A TRAFFICO LIMITATO DEL CENTRO STORICO DI CAPALLE APPROVATO CON DELIBERAZIONE DI GIUNTA COMUNALE N. 138 DEL 11/07/2008 1 COMUNE DI

Dettagli

REGOLAMENTO DI DISCIPLINA DELLA ZONA A TRAFFICO LIMITATO (Z.T.L.)

REGOLAMENTO DI DISCIPLINA DELLA ZONA A TRAFFICO LIMITATO (Z.T.L.) Approvato con deliberazione n. 271 del 29.07.10 del Consiglio Comunale REGOLAMENTO DI DISCIPLINA DELLA ZONA A TRAFFICO LIMITATO (Z.T.L.) Art. 1 Oggetto e finalità Il presente regolamento disciplina la

Dettagli

A.O. POLIZIA MUNICIPALE ORDINANZA DIRIGENZIALE N. 169 del 11-07-2014

A.O. POLIZIA MUNICIPALE ORDINANZA DIRIGENZIALE N. 169 del 11-07-2014 A.O. POLIZIA MUNICIPALE ORDINANZA DIRIGENZIALE N. 169 del 11-07-2014 OGGETTO: ZONA A RILEVANZA URBANISTICA: VIA DI BOBOLI, VIA DELLA TORRE E VIA NIERI - ISTITUZIONE STALLI DI SOSTA RESIDENTI. IL RESPONSABILE

Dettagli

COMUNE DI BARLETTA Medaglia d oro al Merito Civile ed al Valor Militare Città della Disfida Criteri di Funzionamento della Zona a Traffico Limitato e delle Aree Pedonali Criteri di funzionamento della

Dettagli

COPIA ORDINANZA SINDACALE n. 48 DEL 09-09-2015

COPIA ORDINANZA SINDACALE n. 48 DEL 09-09-2015 COMUNE DI SAMMICHELE DI BARI Provincia di Bari COPIA ORDINANZA SINDACALE n. 48 DEL 09-09-2015 OGGETTO: ORDINANZA SINDACALE REGOLAMENTAZIONE VEICOLARE Z.T.L. CENTRO STORICO. Premesso che - risulta necessario

Dettagli

Polizia Municipale Cervia P.zza Garibaldi n 21 - e mail:pm@comunecervia.it Tel. 0544/979251 - Fax. 0544 970476

Polizia Municipale Cervia P.zza Garibaldi n 21 - e mail:pm@comunecervia.it Tel. 0544/979251 - Fax. 0544 970476 DISCIPLINA PER L ACCESSO E LA CIRCOLAZIONE DEI VEICOLI NELLE ZONE A TRAFFICO LIMITATO E NELLE AREE PEDONALI URBANE PERMANENTI e RILASCIO CONTRASSEGNI (approvato con D.G. nr.95 del 19/06/2012) ART. 1 OGGETTO

Dettagli

Regolamento per l istituzione e l organizzazione dell area pedonale del capoluogo.

Regolamento per l istituzione e l organizzazione dell area pedonale del capoluogo. COMUNE DI CAMPI BISENZIO Regolamento per l istituzione e l organizzazione dell area pedonale del capoluogo. Approvato con deliberazione della Giunta Comunale n. 21 del 9 febbraio 2006. 1 COMUNE DI CAMPI

Dettagli

REGOLAMENTO PER L'ACCESSO E LA CIRCOLAZIONE DEI VEICOLI NELLA ZONA A TRAFFICO LIMITATO E NELLE AREE PEDONALI DEL CENTRO STORICO

REGOLAMENTO PER L'ACCESSO E LA CIRCOLAZIONE DEI VEICOLI NELLA ZONA A TRAFFICO LIMITATO E NELLE AREE PEDONALI DEL CENTRO STORICO REGOLAMENTO PER L'ACCESSO E LA CIRCOLAZIONE DEI VEICOLI NELLA ZONA A TRAFFICO LIMITATO E NELLE AREE PEDONALI DEL CENTRO STORICO VERSIONE DEFINITIVA (APPROVATA DA CONSIGLIO COMUNALE) ARTICOLI 1 FINALITA'

Dettagli

DELIMITAZIONE DELLA ZONA A TRAFFICO LIMITATO DELL AREA PEDONALE E DELLE ZONE A RILEVANZA URBANISTICA E LORO DISCIPLINA DI FUNZIONAMENTO

DELIMITAZIONE DELLA ZONA A TRAFFICO LIMITATO DELL AREA PEDONALE E DELLE ZONE A RILEVANZA URBANISTICA E LORO DISCIPLINA DI FUNZIONAMENTO DELIMITAZIONE DELLA ZONA A TRAFFICO LIMITATO DELL AREA PEDONALE E DELLE ZONE A RILEVANZA URBANISTICA E LORO DISCIPLINA DI FUNZIONAMENTO Allegato alla Delibera di Giunta Comunale n. 111 del 13.10.2005 (Art.

Dettagli

CITTA DI BARLETTA COMANDO POLIZIA MUNICIPALE Tel. 0883/33 23 70 0883/578 313 Fax : 0883/578 337

CITTA DI BARLETTA COMANDO POLIZIA MUNICIPALE Tel. 0883/33 23 70 0883/578 313 Fax : 0883/578 337 CONTROLLO ZONA A TRAFFICO LIMITATO DEL CENTRO STORICO ( VARCHI ELETTRONICI ) A Barletta sono stati istallati dei varchi elettronici per controllare gli accessi dei veicoli nel centro storico, all interno

Dettagli

Comune di San Quirico d'orcia Provincia di Siena

Comune di San Quirico d'orcia Provincia di Siena Comune di San Quirico d'orcia Provincia di Siena Oggetto: Nuova regolamentazione per il rilascio dei permessi di transito nella ZTL del Capoluogo e di Bagno Vignoni. Art.1 Premessa Premesso che ad oggi

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA ZONA A TRAFFICO LIMITATO (ZTL) E DELL AREA PEDONALE (AP) ZONA A TRANSITO LIMITATO

REGOLAMENTO DELLA ZONA A TRAFFICO LIMITATO (ZTL) E DELL AREA PEDONALE (AP) ZONA A TRANSITO LIMITATO REGOLAMENTO DELLA ZONA A TRAFFICO LIMITATO (ZTL) E DELL AREA PEDONALE (AP) (approvato con Delibera di Giunta Comunale n. 153 del 31/10/2012) ZONA A TRANSITO LIMITATO ART. 1 INDIVIDUAZIONE DELLA ZONA A

Dettagli

DISCIPLINARE TECNICO DELLA ZONA A TRAFFICO LIMITATO CENTRALE

DISCIPLINARE TECNICO DELLA ZONA A TRAFFICO LIMITATO CENTRALE AREA DELLA PARTECIPAZIONE, DECENTRAMENTO, SERVIZI AL CITTADINO E MOBILITÀ Ufficio del Piano Tecnico del Traffico DISCIPLINARE TECNICO DELLA ZONA A TRAFFICO LIMITATO CENTRALE I N D I C E TITOLO I AMBITO

Dettagli

CORPO POLIZIA MUNICIPALE

CORPO POLIZIA MUNICIPALE C I T T À D I P R O V I N C I A D I C A R I N I P A L E R M O CORPO POLIZIA MUNICIPALE REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DEL CONTRASSEGNO DI PARCHEGGIO PER INVALIDI E PER L ISTITUZIONE DEI PARCHEGGI

Dettagli

` Ç áàxüé wxääx \ÇyÜtáàÜâààâÜx x wx gütáñéüà

` Ç áàxüé wxääx \ÇyÜtáàÜâààâÜx x wx gütáñéüà ` Ç áàxüé wxääx \ÇyÜtáàÜâààâÜx x wx gütáñéüà UFFICIO CIRCONDARIALE MARITTIMO DI SANTA MARGHERITA LIGURE O R D I N A N Z A N. 196 / 2004 Il Capo del Circondario Marittimo di Santa Margherita Ligure; VISTA

Dettagli

ALLEGATO 1 ORDINANZA DIRIGENZIALE N. _ DEL / / Tipologie e caratteristiche delle autorizzazioni (e relativi contrassegni di sosta)

ALLEGATO 1 ORDINANZA DIRIGENZIALE N. _ DEL / / Tipologie e caratteristiche delle autorizzazioni (e relativi contrassegni di sosta) Città di Grosseto Settore: POLIZIA MUNICIPALE ALLEGATO 1 ORDINANZA DIRIGENZIALE N. _ DEL / / Tipologie e caratteristiche delle autorizzazioni (e relativi contrassegni di sosta) per la circolazione nella

Dettagli

COMUNE DI CELLAMARE Provincia di Bari

COMUNE DI CELLAMARE Provincia di Bari COMUNE DI CELLAMARE Provincia di Bari REGOLAMENTO PER IL RILASCIO DEL CONTRASSEGNO DI DEROGA ALLA SOSTA E ALLA CIRCOLAZIONE STRADALE ALLE PERSONE DIVERSAMENTE ABILI Approvato con deliberazione di C.C.

Dettagli

COMUNE DI CAMPI BISENZIO - Provincia di Firenze REGOLAMENTO PER LA ZONA A TRAFFICO LIMITATO NELLA GALLERIA G. DI VITTORIO

COMUNE DI CAMPI BISENZIO - Provincia di Firenze REGOLAMENTO PER LA ZONA A TRAFFICO LIMITATO NELLA GALLERIA G. DI VITTORIO COMUNE DI CAMPI BISENZIO - Provincia di Firenze REGOLAMENTO PER LA ZONA A TRAFFICO LIMITATO NELLA GALLERIA G. DI VITTORIO APPROVATO CON DELIBERAZIONE DI GIUNTA COMUNALE N. 215 DEL 27-11-2008 1 COMUNE DI

Dettagli

COMUNE DI MIRANO Provincia di Venezia

COMUNE DI MIRANO Provincia di Venezia COMUNE DI MIRANO Provincia di Venezia ORDINANZA n. 121 SINDACO Polizia Locale OGGETTO: ATTIVAZIONE DEL SISTEMA DEI VARCHI ELETTRONICI PER IL CONTROLLO DEGLI ACCESSI ALLA ZONA A TRAFFICO LIMITATO - ZTL.

Dettagli

A NORME CONCERNENTI LA DISCIPLINA PER L ACCESSO E IL TRANSITO CON VEICOLI NELLA ZONA A TRAFFICO LIMITATO DEL CENTRO STORICO

A NORME CONCERNENTI LA DISCIPLINA PER L ACCESSO E IL TRANSITO CON VEICOLI NELLA ZONA A TRAFFICO LIMITATO DEL CENTRO STORICO 1 2 Allegato A NORME CONCERNENTI LA DISCIPLINA PER L ACCESSO E IL TRANSITO CON VEICOLI NELLA ZONA A TRAFFICO LIMITATO DEL CENTRO STORICO 3 DISPOSIZIONI DI CARATTERE GENERALE Per tutte le categorie di utenti,

Dettagli

Dovrà essere consentito il transito ai veicoli di pronto soccorso, di Polizia ed in servizio d emergenza;

Dovrà essere consentito il transito ai veicoli di pronto soccorso, di Polizia ed in servizio d emergenza; Cremona 26 Aprile 2016 Prot. Gen. prec. n. Oggetto: Ordinanza sulla circolazione stradale inerente lo svolgimento della manifestazione denominata Invasioni Botaniche nei giorni 30 Aprile 2016 e 01 Maggio

Dettagli

Comune di Marciana Provincia di Livorno

Comune di Marciana Provincia di Livorno Comune di Marciana Provincia di Livorno ORDINANZA DIRIGENZIALE N. 141 DEL 03/12/2015 Assunto il giorno TRE del mese di DICEMBRE dell'anno DUEMILAQUINDICI dal Setore 3 - Corpo Di Polizia - Protezione Civile

Dettagli

COMANDO POLIZIA MUNICIPALE

COMANDO POLIZIA MUNICIPALE COMUNE DI COMUNE ALL IONIO ( Provincia di COSENZA ) COMANDO POLIZIA MUNICIPALE REGOLAMENTO DEI PASSI CARRABILI proposta elaborata da : Ten. Pietro Atene : Responsabile del Corpo di P.M. 1 INDICE Art. 1

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL RILASCIO PERMESSI DI ACCESSO AL CENTRO STORICO E ALLE ZONE A TRAFFICO LIMITATO

REGOLAMENTO PER IL RILASCIO PERMESSI DI ACCESSO AL CENTRO STORICO E ALLE ZONE A TRAFFICO LIMITATO C O M U N E DI T R E V I G L I O Provincia di Bergamo REGOLAMENTO PER IL RILASCIO PERMESSI DI ACCESSO AL CENTRO STORICO E ALLE ZONE A TRAFFICO LIMITATO Art.1 OGGETTO Le presenti norme intendono fissare

Dettagli

COMUNE DI ROCCAGORGA (Provincia di Latina)

COMUNE DI ROCCAGORGA (Provincia di Latina) COMUNE DI ROCCAGORGA (Provincia di Latina) REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DEL CONTRASSEGNO DI PARCHEGGIO PER INVALIDI E PER L ISTITUZIONE DEI PARCHEGGI RISERVATI (Simbolo e contrassegno redatto

Dettagli

IL COMANDANTE DELLA POLIZIA MUNICIPALE

IL COMANDANTE DELLA POLIZIA MUNICIPALE COMUNE DI UDINE Servizio Polizia Municipale e Attività Economiche e Turistiche U.O. Polizia Municipale U.S. TRAFFICO Udine, 30 luglio 2004 Prot. N. Prot.Gen. N. OGGETTO: Zone a Traffico Limitato e Area

Dettagli

Comune di COLONNA Ufficio Polizia Locale 00030 COLONNA (RM) Il sottoscritto nato a ( )il / / e residente a Colonna (RM) in via n. recapito telefonico

Comune di COLONNA Ufficio Polizia Locale 00030 COLONNA (RM) Il sottoscritto nato a ( )il / / e residente a Colonna (RM) in via n. recapito telefonico Protocollo Al Comune di COLONNA Ufficio Polizia Locale 00030 COLONNA (RM) Oggetto: Richiesta/o Rinnovo contrassegno di parcheggio per disabili. Il sottoscritto nato a ( )il / / e residente a Colonna (RM)

Dettagli

COMUNE DI SAN GIOVANNI VALDARNO

COMUNE DI SAN GIOVANNI VALDARNO COMUNE DI SAN GIOVANNI VALDARNO Provincia di Arezzo Registro degli Atti del Sindaco N. 1 del 02/01/2014 OGGETTO: REGOLAMENTAZIONE DELLA CIRCOLAZIONE VEICOLARE NELLA ZONA A TRAFFICO LIMITATO E NELLA ZONA

Dettagli

COMUNE DI LECCO SETTORE LAVORI PUBBLICI Lecco, 21 Maggio 2009 Ufficio Viabilita N 129 R.O. SR.gf

COMUNE DI LECCO SETTORE LAVORI PUBBLICI Lecco, 21 Maggio 2009 Ufficio Viabilita N 129 R.O. SR.gf COMUNE DI LECCO SETTORE LAVORI PUBBLICI Lecco, 21 Maggio 2009 Ufficio Viabilita N 129 R.O. SR.gf OGGETTO: Strade classificate Zone a Traffico Limitato e relativa organizzazione. IL SINDACO Premesso che

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE DEI PASSI CARRABILI. (Artt. 22, 26 e 27 del Codice della Strada Art. 46 del relativo Regolamento di esecuzione)

REGOLAMENTO COMUNALE DEI PASSI CARRABILI. (Artt. 22, 26 e 27 del Codice della Strada Art. 46 del relativo Regolamento di esecuzione) REGOLAMENTO COMUNALE DEI PASSI CARRABILI (Artt. 22, 26 e 27 del Codice della Strada Art. 46 del relativo Regolamento di esecuzione) Testo Approvato con Deliberazione C.C. n. 151 del 18/12/2004 Modificato

Dettagli

COMUNE DI MATERA. Settore Polizia Locale Ufficio Traffico. Prot. n. 039860 Ord. n. 291 Matera, 27 Agosto 2014

COMUNE DI MATERA. Settore Polizia Locale Ufficio Traffico. Prot. n. 039860 Ord. n. 291 Matera, 27 Agosto 2014 COMUNE DI MATERA Settore Polizia Locale Ufficio Traffico Prot. n. 039860 Ord. n. 291 Matera, 27 Agosto 2014 Oggetto: Regolamentazione mobilità urbana nel Centro Storico e nei Rioni Sassi. IL DIRIGENTE

Dettagli

CITTA DI FINALE LIGURE SETTORE SICUREZZA URBANA

CITTA DI FINALE LIGURE SETTORE SICUREZZA URBANA R E P U B B L I C A I T A L I A N A CITTA DI FINALE LIGURE SETTORE SICUREZZA URBANA Servizio di Polizia Municipale DISCIPLINARE per l accesso e la sosta all interno delle Zone a Traffico Limitato approvato

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COMUNE DI MONTOPOLI IN VAL D'ARNO Via Francesco Guicciardini n 61-56020 - Montopoli in Val d'arno (PI) - ( 0571/44.98.11) - COPIA - DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 23 del 11/03/2009 OGGETTO: Progetto

Dettagli

REGOLAMENTO SULLA CONCESSIONE DI SPAZI SOSTA PERSONALIZZATI AI DIVERSAMENTE ABILI INDICE

REGOLAMENTO SULLA CONCESSIONE DI SPAZI SOSTA PERSONALIZZATI AI DIVERSAMENTE ABILI INDICE REGOLAMENTO SULLA CONCESSIONE DI SPAZI SOSTA PERSONALIZZATI AI DIVERSAMENTE ABILI INDICE - Art.1 OggettO del regolamento - Art.2 Fonti normative - Art.3 ConCessionari - Art.4 IstruttorIa: competenze -

Dettagli

COMUNE DI LEVERANO Provincia di Lecce

COMUNE DI LEVERANO Provincia di Lecce COMUNE DI LEVERANO Provincia di Lecce REGOLAMENTO PER L ACCESSO E LA SOSTA NELLA ZONA A TRAFFICO LIMITATO del Centro Storico e individuazione dell Isola Pedonale di via Roma ART. 1 FINALITA ED AMBITO D

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO ALL AREA PEDONALE DEL COMUNE DI COURMAYEUR

REGOLAMENTO PER L ACCESSO ALL AREA PEDONALE DEL COMUNE DI COURMAYEUR REGOLAMENTO PER L ACCESSO ALL AREA PEDONALE DEL COMUNE DI COURMAYEUR Indice degli articoli Art. 1 Definizioni...2 Art. 2 Oggetto ed ambito di applicazione...2 Art. 3 Deroghe al divieto di circolazione

Dettagli

C O M U N E DI O P E R A

C O M U N E DI O P E R A C O M U N E DI O P E R A PROVINCIA DI MILANO REGOLAMENTO RELATIVO ALLE MODALITA DI RILASCIO ED UTILIZZO DEL CONTRASSEGNO PER LA CIRCOLAZIONE E LA SOSTA DELLE PERSONE CON DIVERSE ABILITA PREMESSE - RIFERIMENTI

Dettagli

PROVVEDIMENTO DIRIGENZIALE

PROVVEDIMENTO DIRIGENZIALE PROVVEDIMENTO DIRIGENZIALE Numero: 2015/M/09036 Del: 26/08/2015 Esecutiva da: 26/08/2015 Proponente: Direzione Nuove Infrastrutture e Mobilità,Posizione Organizzativa (P.O.) Traffico e Provvedimenti viabilita'

Dettagli

Servizio Coordinamento Sezioni Territoriali Ufficio Coordinamento e Servizi. Prot.n 2001.4712 20/07/2001

Servizio Coordinamento Sezioni Territoriali Ufficio Coordinamento e Servizi. Prot.n 2001.4712 20/07/2001 CITTA DI VENEZIA Direzione Centrale Polizia Municipale Servizio Coordinamento Sezioni Territoriali Ufficio Coordinamento e Servizi Prot.n 2001.4712 20/07/2001 Ordinanza dirigenziale di viabilità. Disciplina

Dettagli

Approvato con deliberazione del CC nr. del

Approvato con deliberazione del CC nr. del CITTA DI MARTINENGO Provincia di Bergamo CORPO DI POLIZIA LOCALE Piazza Maggiore, 1-24057 MARTINENGO Tel: 0363/986011 fax: 0363/987765 protocollo@comune.martinengo.bg.it protocollo@pec.comune.martinengo.bg.it

Dettagli

Siena Parcheggi SpA. Verbale esibizione carta di circolazione del veicolo + copia contratto locazione per domiciliati. Comando PM

Siena Parcheggi SpA. Verbale esibizione carta di circolazione del veicolo + copia contratto locazione per domiciliati. Comando PM Tipologie di permesso Somme dovute Tipo di richiesta Competenza al rilascio note Validità: 30 frazionabili in 15 + 15 solo per l'accompagnamento di anziani, minori o animali alle strutture veterinarie

Dettagli

ORDINANZA n 335/2011

ORDINANZA n 335/2011 ORDINANZA n 335/2011 Spett.le Ufficio MANUTENZIONI S E D E Spett.li Stazioni CARABINIERI 52044 CORTONA (AR) 52044 CAMUCIA (AR) 52044 TERONTOLA (AR) 52044 MERCATALE (AR) Spett.le Distaccamento VIGILI del

Dettagli

Luogo residenza prov. c.a.p. Indirizzo n. Tel. Fax e-mail

Luogo residenza prov. c.a.p. Indirizzo n. Tel. Fax e-mail Al dirigente del sesto settore del Comune di Termini Imerese Oggetto: Richiesta modifica temporanea della disciplina vigente di circolazione o di sosta. Cognome nome Luogo di nascita Data di nascita Luogo

Dettagli

Lungomare G. Giardina (tratto compreso tra Piazza C. Colombo e Via Archimede)

Lungomare G. Giardina (tratto compreso tra Piazza C. Colombo e Via Archimede) Le principali novità del provvedimento sono le seguenti: istituzione delle seguenti ZTL: Z. T. L. 1 definita dal perimetro costituito dalle seguenti Vie e Piazze: Via Giudecca (tratto di strada dalla Cabina

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO E LA SOSTA DEGLI AUTOVEICOLI NELL AREA DEL PRESIDIO OSPEDALIERO DI PIOVE DI SACCO

REGOLAMENTO PER L ACCESSO E LA SOSTA DEGLI AUTOVEICOLI NELL AREA DEL PRESIDIO OSPEDALIERO DI PIOVE DI SACCO REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N.16 Dirigenza Medica Presidio Ospedaliero Piove di Sacco PT REGOLAMENTO PER L ACCESSO E LA SOSTA DEGLI AUTOVEICOLI NELL AREA DEL PRESIDIO OSPEDALIERO

Dettagli

COMUNE DI FIANO ROMANO

COMUNE DI FIANO ROMANO Allegati N 4 Fiano Romano, lì 20.11.2014 OGGETTO: DISCIPLINA DELLA CIRCOLAZIONE E SOSTA DEI VEICOLI NELLA Z.T.L. ISTITUITA ALL INTERNO DEL CENTRO STORICO COMUNE DI FIANO ROMANO ---------------------------------------

Dettagli

COMUNE DI TARQUINIA Provincia di Viterbo

COMUNE DI TARQUINIA Provincia di Viterbo COMUNE DI TARQUINIA Provincia di Viterbo REGOLAMENTO COMUNALE DELLA ZONA A SOSTA CONTROLLATA APPROVATO CON DELIBERAZIONE CONSILIARE N. 54 DEL 08.09.2010 Sommario PREMESSA AMBITO TERRITORIALE DI APPLICAZIONE

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO, LA CIRCOLAZIONE E LA SOSTA DEI VEICOLI NELLE ZONE A TRAFFICO LIMITATO, ISTITUITE NEL TERRITORIO DEL COMUNE DI COMACCHIO

REGOLAMENTO PER L ACCESSO, LA CIRCOLAZIONE E LA SOSTA DEI VEICOLI NELLE ZONE A TRAFFICO LIMITATO, ISTITUITE NEL TERRITORIO DEL COMUNE DI COMACCHIO COMUNE DI COMACCHIO Provincia di Ferrara REGOLAMENTO PER L ACCESSO, LA CIRCOLAZIONE E LA SOSTA DEI VEICOLI NELLE ZONE A TRAFFICO LIMITATO, ISTITUITE NEL TERRITORIO DEL COMUNE DI COMACCHIO (approvato con

Dettagli

ORDINANZA ALLA CIRCOLAZIONE STRADALE

ORDINANZA ALLA CIRCOLAZIONE STRADALE N. 51 del Registro Ordinanze anno 2011 Oggetto: REGOLAMENTAZIONE VIE E PIAZZE COMPRESE NELLA C.D. AREA CENTRO STORICO I L D I R I G E N T E - Richiamata l Ordinanza n 31/2011, che regolamenta la c.d. Area

Dettagli

Punto 2 Accesso al centro storico ai veicoli degli operatori merceologici della rassegna

Punto 2 Accesso al centro storico ai veicoli degli operatori merceologici della rassegna Cremona 29 Giugno 2015 Prot. Gen. prec. n. 00.../15 Oggetto: Ordinanza sulla circolazione stradale inerente lo svolgimento dei restanti appuntamenti stagionali dell iniziativa denominata Giovedì d Estate

Dettagli

REGOLAMENTO ZONA CONTROLLO SOSTA (ZCS)

REGOLAMENTO ZONA CONTROLLO SOSTA (ZCS) REGOLAMENTO ZONA CONTROLLO SOSTA (ZCS) (Approvato con D.G. n. del.) 1. STRADE DEL CENTRO: v. Sanzio (da v. A. di Cambio a v. Fattori); v. Brunelleschi (da v. A. di Cambio a v. Fattori); v. Fattori (da

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE DI STALLI DI SOSTA PER IL CARICO E SCARICO MERCI I N D I C E

REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE DI STALLI DI SOSTA PER IL CARICO E SCARICO MERCI I N D I C E REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE DI STALLI DI SOSTA PER IL CARICO E SCARICO MERCI I N D I C E - Art.1 OggettO ed ambito di applicazione - Art.2 Definizioni - Art.3 OrariO e sosta dei veicoli riservata al

Dettagli

COMUNE DI CASTELMOLA Provincia di Messina Comando di Polizia Municipale

COMUNE DI CASTELMOLA Provincia di Messina Comando di Polizia Municipale COMUNE DI CASTELMOLA Provincia di Messina Comando di Polizia Municipale ************************************** ORDINANZA n.18 del 19 luglio 2005 I L S I N D A C O Limitando il traffico nel centro storico

Dettagli

REGOLAMENTO ACCESSO NELLE ZTL

REGOLAMENTO ACCESSO NELLE ZTL REGOLAMENTO ACCESSO NELLE ZTL Comune di ASTI Un lungo e dettagliato elenco dei veicoli che possono accedere nelle zone a traffico limitato nel Comune di Asti, e le tipologie di pass e modalità per richiederlo.

Dettagli

COMUNE DI TRIGGIANO Provincia di Bari

COMUNE DI TRIGGIANO Provincia di Bari COMUNE DI TRIGGIANO Provincia di Bari REGOLAMENTO PER LA CIRCOLAZIONE E LA SOSTA DEI VEICOLI AL SERVIZIO DI PERSONE DISABILI (Approvato con Delibera di C.C. n. 2 del 28 Gennaio 2005) Art. 1 (Oggetto) -

Dettagli

Il sottoscritto. nato a il. residente in Via/P.zza C.F: Denominazione: con sede nel Comune di: Prov. Via, Piazza C.F. o P.

Il sottoscritto. nato a il. residente in Via/P.zza C.F: Denominazione: con sede nel Comune di: Prov. Via, Piazza C.F. o P. Marca da Bollo da. 14,62 Al Sig. Sindaco del Comune di: Gioi Comando Polizia Municipale Oggetto: Richiesta chiusura strada temporanea per lavori vari. Il sottoscritto nato a il residente in Via/P.zza C.F:

Dettagli

A Autorità Portuale '-' Livorno

A Autorità Portuale '-' Livorno A Autorità Portuale '-' Livorno AUTORITA' PORTUALE DI LIVORNO ORDINANZA N. :t\ DATO ATTO che il Porto Mediceo, nella zona dei moli Elba e Capitaneria, è stato oggetto di intervento di riorganizzazione

Dettagli

COPIA CONFORME ALL'ORIGINALE

COPIA CONFORME ALL'ORIGINALE Comune di Piacenza Direzione Operativa Riqualificazione e Sviluppo del Territorio Servizio Manutenzione Controllo Ordinanza n 184 del 06/03/2013 OGGETTO: disciplina della circolazione stradale all interno

Dettagli

COMUNE DI PISA SERVIZIO MOBILITA E QUALITA DELLA CITTA IDENTIFICATIVO N. 107493. Ordinanza n. 2 E/PS DEL 9.01.2004 IL SINDACO

COMUNE DI PISA SERVIZIO MOBILITA E QUALITA DELLA CITTA IDENTIFICATIVO N. 107493. Ordinanza n. 2 E/PS DEL 9.01.2004 IL SINDACO COMUNE DI PISA SERVIZIO MOBILITA E QUALITA DELLA CITTA IDENTIFICATIVO N. 107493 Ordinanza n. 2 E/PS DEL 9.01.2004 Oggetto: APPLICAZIONE IN SEDE LOCALE DELL ACCORDO DI PROGRAMMA STIPULATO IN DATA 10.10.2003

Dettagli

LA STRADA MARCIAPIEDE CORSIA CORSIA RISERVATA. Normalmente la strada è composta da:

LA STRADA MARCIAPIEDE CORSIA CORSIA RISERVATA. Normalmente la strada è composta da: COMUNE DI SIENA L uomo, nell antichità, si spostava a piedi o a dorso di animali, l invenzione della ruota portò una grande innovazione, i trasporti si fecero sempre più veloci ed i commerci favorirono

Dettagli

COMUNE DI BARI SARDO PROVINCIA OGLIASTRA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

COMUNE DI BARI SARDO PROVINCIA OGLIASTRA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COMUNE DI BARI SARDO PROVINCIA OGLIASTRA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 97 di Reg. OGGETTO: Istituzione e ubicazione di stalli di sosta a pagamento e disco orario nucleo abitato La Torre. Data

Dettagli

TARIFFA ORARIA ORDINARIA. TARIFFA FORFAIT 2H ALTA ROTAZIONE (Acquisto Associazione di Categoria) ABBONAMENTO MENSILE ORDINARIO

TARIFFA ORARIA ORDINARIA. TARIFFA FORFAIT 2H ALTA ROTAZIONE (Acquisto Associazione di Categoria) ABBONAMENTO MENSILE ORDINARIO SOSTA IN CENTRO T A R I F F E TARIFFA ORARIA ORDINARIA TARIFFA FORFAIT 2H ALTA ROTAZIONE (Acquisto Associazione di Categoria) ABBONAMENTO MENSILE ORDINARIO ABBONAMENTO ANNUALE ORDINARIO ABBONAMENTO MENSILE

Dettagli

Città di Novi Ligure. ORDINANZA DIRIGENZIALE N. 74 del 06/05/2015

Città di Novi Ligure. ORDINANZA DIRIGENZIALE N. 74 del 06/05/2015 Sett. 7 - Polizia Municipale Ufficio proponente: Viabilità Proposta n. 72 del 30/04/2015 Città di Novi Ligure ORDINANZA DIRIGENZIALE N. 74 del 06/05/2015 Oggetto: CENTRO STORICO: DISCIPLINA VIABILE DI

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE DEI PASSI CARRABILI

REGOLAMENTO COMUNALE DEI PASSI CARRABILI REGOLAMENTO COMUNALE DEI PASSI CARRABILI Approvato con delibera di consiglio del Commissario Straordinario n. 17 del 18.03.2004 1 INDICE Art. 1 - Contenuto del Regolamento. Art. 2 - Definizione di passo

Dettagli

COMUNE DI ANACAPRI. (Provincia di Napoli) REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DELL ATTIVITA DI NOLEGGIO DI VEICOLI SENZA CONDUCENTE

COMUNE DI ANACAPRI. (Provincia di Napoli) REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DELL ATTIVITA DI NOLEGGIO DI VEICOLI SENZA CONDUCENTE COMUNE DI ANACAPRI (Provincia di Napoli) REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DELL ATTIVITA DI NOLEGGIO DI VEICOLI SENZA CONDUCENTE Approvato con delibera di C.C. n. 23 del 21.04.2010 Art. 1 - Esercizio di noleggio

Dettagli

Servizio Polizia Locale

Servizio Polizia Locale Reg. Ord. n. 10 Ord. Resp. 05/09 Prot. n. 2780 Rep. n. 136 Pieve Ligure, 19 maggio 2008 OGGETTO: Istituzione Zone a Sosta Limitata. Periodo 1 giugno 2009-31 agosto 2009.- IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO VISTA

Dettagli

CITTA di CANOSA di PUGLIA

CITTA di CANOSA di PUGLIA CITTA di CANOSA di PUGLIA Provincia BAT ******* COMANDO DI POLIZIA MUNICIPALE Spett.le COMANDO POLIZIA MUNICIPALE Viale 1 Maggio n. 17 Canosa di Puglia Oggetto: Richiesta autorizzazione accesso nell Area

Dettagli

INCENTIVI ECONOMICI PER L ACQUISTO DI VEICOLI ECOLOGICI O PER LA TRASFORMAZIONE A GAS DI QUELLI PIU VECCHI

INCENTIVI ECONOMICI PER L ACQUISTO DI VEICOLI ECOLOGICI O PER LA TRASFORMAZIONE A GAS DI QUELLI PIU VECCHI INCENTIVI ECONOMICI PER L ACQUISTO DI VEICOLI ECOLOGICI O PER LA TRASFORMAZIONE A GAS DI QUELLI PIU VECCHI La Regione, tramite i Comuni, mette a disposizione incentivi destinati a privati o aziende che

Dettagli

C O M U N E D I C A S T E L B O L O G N E S E Medaglia d Argento al Merito Civile Provincia di Ravenna

C O M U N E D I C A S T E L B O L O G N E S E Medaglia d Argento al Merito Civile Provincia di Ravenna C O M U N E D I C A S T E L B O L O G N E S E Medaglia d Argento al Merito Civile Provincia di Ravenna SETTORE GESTIONE TERRITORIO ORDINANZA SINDACALE n. 14 / 2015 del 01/10/2015 OGGETTO: DISPOSIZIONI

Dettagli

DOMANDA DI CONCESSIONE OCCUPAZIONE TEMPORANEA SUOLO PUBBLICO PER OPERAZIONI DI CARICO/SCARICO MATERIALI POSIZIONAMENTO AUTOCARRI

DOMANDA DI CONCESSIONE OCCUPAZIONE TEMPORANEA SUOLO PUBBLICO PER OPERAZIONI DI CARICO/SCARICO MATERIALI POSIZIONAMENTO AUTOCARRI Marca da bollo 16,00 DOMANDA DI CONCESSIONE OCCUPAZIONE TEMPORANEA SUOLO PUBBLICO PER OPERAZIONI DI CARICO/SCARICO MATERIALI POSIZIONAMENTO AUTOCARRI Al Comune di Il sottoscritto Cognome Nome Data di nascita

Dettagli

COMUNE DI SPILIMBERGO

COMUNE DI SPILIMBERGO COMUNE DI SPILIMBERGO PROVINCIA DI PORDENONE REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DEL SERVIZIO DI NOLEGGIO CON CONDUDCENTE CON AUTOBUS DA RIMESSA E PER LE MODALITA DI RILASCIO E DI RINNOVO DELLE RELATIVE

Dettagli

Piazza Bracci 40068 San Lazzaro di Savena (BO) fax 051.622.82.23 mail ufficiotraffico@comune.sanlazzaro.bo.it web: www.comune.sanlazzaro.bo.

Piazza Bracci 40068 San Lazzaro di Savena (BO) fax 051.622.82.23 mail ufficiotraffico@comune.sanlazzaro.bo.it web: www.comune.sanlazzaro.bo. Area Programmazione del Territorio Settore Mobilità Piazza Bracci 40068 San Lazzaro di Savena (BO) fax 051.622.82.23 mail ufficiotraffico@comune.sanlazzaro.bo.it web: www.comune.sanlazzaro.bo.it File :

Dettagli

Capitolo. Sosta, fermata, definizioni stradali. 6.1 Sosta

Capitolo. Sosta, fermata, definizioni stradali. 6.1 Sosta . S. p. A 6 Sosta, fermata, definizioni stradali Capitolo br i 6.1 Sosta La sosta è la sospensione della marcia del veicolo protratta nel tempo. La sosta non è consentita: Es se li in corrispondenza o

Dettagli

Bollo A 16,00. il residente a CAP. in Via n tel. E-mail in qualità di : Proprietaria/o Codice fiscale

Bollo A 16,00. il residente a CAP. in Via n tel. E-mail in qualità di : Proprietaria/o Codice fiscale SUA_03_01 Bollo A 16,00 l Spazio riservato al protocollo al Dirigente del Settore Urbanistica, Edilizia, Suap e Sviluppo Economico c.a. Sportello Unico RICHIESTA DI AUTORIZZAZIONE ALLA REALIZZAZIONE /

Dettagli

COMUNE DI GUBBIO (Provincia di Perugia)

COMUNE DI GUBBIO (Provincia di Perugia) () REGOLAMENTO SUL RILASCIO DEI PERMESSI DI CIRCOLAZIONE NELLA ZTL ART. 1 OGGETTO E FINALITA 1. Il presente regolamento disciplina il transito e la sosta dei veicoli nei settori della zona a traffico limitato

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI PERMESSI PER LA SOSTA IN AREE RISERVATE

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI PERMESSI PER LA SOSTA IN AREE RISERVATE REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI PERMESSI PER LA SOSTA Art. 1 - Residenti IN AREE RISERVATE Ai residenti anagrafici nel Comune di Praiano è concesso un permesso di sosta avente validità triennale per

Dettagli

CITTÀ DI IMOLA POLIZIA MUNICIPALE

CITTÀ DI IMOLA POLIZIA MUNICIPALE POLIZIA MUNICIPALE Ordinanza n. 5 09/01/2014 Oggetto: Ridefinizione e nuova regolamentazione della circolazione stradale della Zona a traffico Limitato e dell Area Pedonale nel centro storico di Imola

Dettagli

COMUNE DI VALEGGIO SUL MINCIO. Verbale di deliberazione della Giunta Comunale

COMUNE DI VALEGGIO SUL MINCIO. Verbale di deliberazione della Giunta Comunale C O P I A Verbale di deliberazione della Giunta Comunale OGGETTO: MODIFICHE ALLA DELIBERAZIONE G.C. N. 265 DEL 12/12/2003 RELATIVA ALLA ISTITUZIONE DELLA ZTL DEL CENTRO STORICO E SUCCESSIVE MODIFICHE Oggi

Dettagli

REGOLAMENTO ZONA CONTROLLO SOSTA (ZCS)

REGOLAMENTO ZONA CONTROLLO SOSTA (ZCS) REGOLAMENTO ZONA CONTROLLO SOSTA (ZCS) (Approvato con D.G. n. del.) 1. STRADE DEL CENTRO: v. Sanzio (da v. A. di Cambio a v. Fattori); v. Brunelleschi (da v. A. di Cambio a v. Fattori); v. Fattori (da

Dettagli

Città di Cosenza Settore Programmazione e Sviluppo Economico Servizio AA.EE.PP.

Città di Cosenza Settore Programmazione e Sviluppo Economico Servizio AA.EE.PP. Città di Cosenza Settore Programmazione e Sviluppo Economico Servizio AA.EE.PP. FIERA DI SAN GIUSEPPE EDIZIONE 2010 AVVISO PUBBLICO PER L ASSEGNAZIONE DEI POSTEGGI LA DIRIGENTE DEL SERVIZIO ATTIVITA ECONOMICHE

Dettagli

COMUNE DI BRESCIA DISCIPLINA DEI CONTRASSEGNI PER LA CIRCOLAZIONE E LA SOSTA IN ZTL E PER LA SOSTA NELLE VIE DEL RING- CONTRORING

COMUNE DI BRESCIA DISCIPLINA DEI CONTRASSEGNI PER LA CIRCOLAZIONE E LA SOSTA IN ZTL E PER LA SOSTA NELLE VIE DEL RING- CONTRORING COMUNE DI BRESCIA DISCIPLINA DEI CONTRASSEGNI PER LA CIRCOLAZIONE E LA SOSTA IN ZTL E PER LA SOSTA NELLE VIE DEL RING- CONTRORING Adottata dalla Giunta Comunale con deliberazione n. 821/2015 in data 29.12.2015,

Dettagli

C O M U N E D I B A R D O N E C C H I A Provincia di Torino CAP. 10052

C O M U N E D I B A R D O N E C C H I A Provincia di Torino CAP. 10052 C O M U N E D I B A R D O N E C C H I A Provincia di Torino CAP. 10052 COMANDO POLIZIA MUNICIPALE REGOLAMENTO DI ACCESSO ALLA ZONA A TRAFFICO LIMITATO 1. NORME GENERALI 1) l accesso alla Zona a Traffico

Dettagli

COMUNE DI COMO REGOLAMENTO PER RILASCIO ABBONAMENTI ANNUALI PER SPAZI DI SOSTA AGEVOLATI RESIDENTI SENZA RISERVA DI POSTO AUTO (STALLI BLU).

COMUNE DI COMO REGOLAMENTO PER RILASCIO ABBONAMENTI ANNUALI PER SPAZI DI SOSTA AGEVOLATI RESIDENTI SENZA RISERVA DI POSTO AUTO (STALLI BLU). COMUNE DI COMO REGOLAMENTO PER RILASCIO ABBONAMENTI ANNUALI PER SPAZI DI SOSTA AGEVOLATI RESIDENTI SENZA RISERVA DI POSTO AUTO (STALLI BLU). (Approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale n. 24 del

Dettagli

AREA CITTA, TERRITORIO E AMBIENTE ORD.PERM. 019/2015

AREA CITTA, TERRITORIO E AMBIENTE ORD.PERM. 019/2015 Trieste, 14 maggio 2015 AREA CITTA, TERRITORIO E AMBIENTE ORD.PERM. 019/2015 SERVIZIO EDILIZIA PRIVATA ED EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA MOBILITÀ E TRAFFICO prot. gen. n. 80573 prot. corr. n. 15-14696/8/15/19-1

Dettagli

PROCEDIMENTI ED ATTIVITA PISAMO

PROCEDIMENTI ED ATTIVITA PISAMO PROCEDIMENTI ED ATTIVITA PISAMO 1) PERMESSO ALLA SOSTA IN ZONA TRAFFICO CONTROLLATO (ZCS) ZONA A CENTRO 2) PERMESSO ALLA SOSTA IN ZONA TRAFFICO CONTROLLATO (ZCS) ZONA B PERIFERIA 3) PERMESSO TEMPORANEO

Dettagli

PROVVEDIMENTO DIRIGENZIALE

PROVVEDIMENTO DIRIGENZIALE PROVVEDIMENTO DIRIGENZIALE Numero: Del: 17/07/2013 Esecutiva dal: 17/07/2013 Proponente: Direzione Nuove Infrastrutture e Mobilità,Posizione Organizzativa (P.O.) Z.T.L., Aree Pedonali e Autorizzazioni

Dettagli

COMUNE DI BRESCIA SETTORE POLIZIA LOCALE Servizio Gestione del Traffico Prot. N. 27837/15 /N

COMUNE DI BRESCIA SETTORE POLIZIA LOCALE Servizio Gestione del Traffico Prot. N. 27837/15 /N COMUNE DI BRESCIA SETTORE POLIZIA LOCALE Servizio Gestione del Traffico Prot. N. 27837/15 /N Brescia, lì 3 marzo 2015 OGGETTO: Domenica ecologica, in concomitanza della 13^ edizione della Maratona, nella

Dettagli

Contrassegno unificato disabili Europeo. Giuseppe Mangiatordi Responsabile Ufficio Permessi e servizio clienti Genova Parcheggi Spa

Contrassegno unificato disabili Europeo. Giuseppe Mangiatordi Responsabile Ufficio Permessi e servizio clienti Genova Parcheggi Spa Contrassegno unificato disabili Europeo Giuseppe Mangiatordi Responsabile Ufficio Permessi e servizio clienti Genova Parcheggi Spa Genova Parcheggi Spa Genova Parcheggi S.p.A. è una società per azioni

Dettagli

COMUNE di PADERNO D'ADDA

COMUNE di PADERNO D'ADDA COMUNE di PADERNO D'ADDA c.a.p. 23877 PROVINCIA DI LECCO Allegato A File: RegolparcheggioTAMBORINI\2013 REGOLAMENTO PER L USO DEL PARCHEGGIO COMUNALE DI PALAZZO TAMBORINI Approvato con delibera C.C. n.

Dettagli

Città di Novi Ligure. ORDINANZA DIRIGENZIALE N. 104 del 15/10/2010

Città di Novi Ligure. ORDINANZA DIRIGENZIALE N. 104 del 15/10/2010 Sett. 7 - Polizia Municipale Ufficio proponente: Viabilità Proposta n. 153 del 15/10/2010 Città di Novi Ligure ORDINANZA DIRIGENZIALE N. 104 del 15/10/2010 Oggetto: CENTRO STORICO NORME VIABILI SPERIMENTALI

Dettagli

C O M U N E D I P A L E R M O AREA DELLA PARTECIPAZIONE E DEL DECENTRAMENTO SERVIZI AL CITTADINO E MOBILITA

C O M U N E D I P A L E R M O AREA DELLA PARTECIPAZIONE E DEL DECENTRAMENTO SERVIZI AL CITTADINO E MOBILITA C O M U N E D I P A L E R M O AREA DELLA PARTECIPAZIONE E DEL DECENTRAMENTO SERVIZI AL CITTADINO E MOBILITA Ufficio del Piano Tecnico del Traffico Via Ausonia, 69-091/7403779 091/7402607 e-mail ufficio.traffico@comune.palermo.it

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL ACCESSO, CIRCOLAZIONE E SOSTA DEI VEICOLI ALL INTERNO DEL PARCHEGGIO FONTANAROSSA

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL ACCESSO, CIRCOLAZIONE E SOSTA DEI VEICOLI ALL INTERNO DEL PARCHEGGIO FONTANAROSSA AZIENDA METROPOLITANA TRASPORTI CATANIA S.p.A Via Sant Euplio, 168 95125 - Catania REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL ACCESSO, CIRCOLAZIONE E SOSTA DEI VEICOLI ALL INTERNO DEL PARCHEGGIO FONTANAROSSA 1.

Dettagli

DISPOSIZIONI PARTICOLARI SULLA CIRCOLAZIONE URBANA IL DIRIGENTE

DISPOSIZIONI PARTICOLARI SULLA CIRCOLAZIONE URBANA IL DIRIGENTE Ordinanza N. Prot. N. del DISPOSIZIONI PARTICOLARI SULLA CIRCOLAZIONE URBANA IL DIRIGENTE Tenuto conto che, con proprie ordinanze sindacali, sono stati istituiti divieti di transito e di sosta in diverse

Dettagli

Concessione Edilizia n. del / / ; Permesso di Costruire n. del / / ;

Concessione Edilizia n. del / / ; Permesso di Costruire n. del / / ; Modello di domanda volta ad ottenere il certificato di agibilità pag. 1 Vers. 1/2006 Marca da Bollo 14,62 Spazio per Ufficio Protocollo AL SINDACO DEL COMUNE DI CASTELFIDARDO PROCEDIMENTO DI CERTIFICAZIONE

Dettagli

COMUNITÀ MONTANA ALTA VALLE SUSA COMUNE DI SAUZE D OULX C.A.P. 10050 Via della Torre n. 11 tel. 0122-850380 - fax 0122-858920 PROVINCIA DI TORINO

COMUNITÀ MONTANA ALTA VALLE SUSA COMUNE DI SAUZE D OULX C.A.P. 10050 Via della Torre n. 11 tel. 0122-850380 - fax 0122-858920 PROVINCIA DI TORINO COMUNITÀ MONTANA ALTA VALLE SUSA COMUNE DI SAUZE D OULX C.A.P. 10050 Via della Torre n. 11 tel. 0122-850380 - fax 0122-858920 PROVINCIA DI TORINO COMANDO POLIZIA MUNICIPALE e - mail: polizia.municipale@comune.sauzedoulx.

Dettagli

REGOLAMENTO PER RILASCIO ABBONAMENTI ANNUALI PER SPAZI DI SOSTA RISERVATI A TITOLO ONEROSO PER VEICOLI PRIVATI DEI SOLI RESIDENTI (STALLI GIALLI).

REGOLAMENTO PER RILASCIO ABBONAMENTI ANNUALI PER SPAZI DI SOSTA RISERVATI A TITOLO ONEROSO PER VEICOLI PRIVATI DEI SOLI RESIDENTI (STALLI GIALLI). COMUNE DI COMO REGOLAMENTO PER RILASCIO ABBONAMENTI ANNUALI PER SPAZI DI SOSTA RISERVATI A TITOLO ONEROSO PER VEICOLI PRIVATI DEI SOLI RESIDENTI (STALLI GIALLI). (Approvato con Deliberazione del Consiglio

Dettagli

PERMESSI ZTL, LE NUOVE TARIFFE IN VIGORE DAL 17/9

PERMESSI ZTL, LE NUOVE TARIFFE IN VIGORE DAL 17/9 PERMESSI ZTL, LE NUOVE TARIFFE IN VIGORE DAL 17/9 PERMESSO R (Residenti) Residenti in una delle ZTL di Roma (1 per ogni residente). con potenza fino 1 permesso 91,62 91,62 91,62 91,62 2 permesso 336,62

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO DEI PARCHEGGI PUBBLICI A PAGAMENTO NON CUSTODITI

REGOLAMENTO PER L USO DEI PARCHEGGI PUBBLICI A PAGAMENTO NON CUSTODITI C O M U N E D I B U S S E R O PROVINCIA DI MILANO P.IVA c.f. 03063770154 C.A.P. 20060 Piazza Diritti dei Bambini n. 1 TEL. 02 / 953331 - FAX. 02 / 9533337 REGOLAMENTO PER L USO DEI PARCHEGGI PUBBLICI A

Dettagli

CITTA DI VIGEVANO Settore Lavori pubblici e Viabilità Unità di Staff Viabilità etrasporti ORDINANZA N. 289 / 2014 IL DIRIGENTE ORDINA

CITTA DI VIGEVANO Settore Lavori pubblici e Viabilità Unità di Staff Viabilità etrasporti ORDINANZA N. 289 / 2014 IL DIRIGENTE ORDINA COPIA DELL ORIGINALE Firma autografa sostituita a mezzo stampa ai sensi dell art. 3, comma 2, del D.Lgs. n.39/1993. L originale è agli atti dell Ente. CITTA DI VIGEVANO Settore Lavori pubblici e Viabilità

Dettagli