Note di Rilascio Utente Fix

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Note di Rilascio Utente Fix 09.10.10"

Transcript

1 OSRA SOFTWARE FISCALE - LAVORO Note di Rilascio Utente Fix CONTENUTI - Sispac/Cosmo - 23/02/ MODULO BASE... 1 Proposta attivazione interfaccia grafica standard o evoluta BILANCIO UE... 2 Generazione del Bilancio XBRL con la Tassonomia definitiva del 15/12/ CESPITI... 2 Ammortamenti fiscali Rivalutazione Immobili MODULO ICAD... 4 Allineamento delle funzioni AM/AR/AC di gestione del quadro EC MODELLO 730 / MODELLI UNICO / MODELLO ICI... 4 Variazione immobili MODELLI UNICO... 4 Unico Persone Fisiche Scheda di rilevazione dati... 4 Unico Persone Fisiche Scheda di rilevazione dati redditometro MODELLO ISEE... 5 Prestazione!SGATE! Agevolazione tariffe elettriche RICHIESTA BONUS FAMILIARE... 5 Campo Disabile PAGHE E STIPENDI / CO.CO.CO Bonus Famiglia... 5 Avvertenza PAGHE E STIPENDI... 8 Modello CUD Avvertenze 9 Modello CUD Preparazione CUD 9 Stampa Costi Mod.Annuali e Deduzioni IRAP... 9 Avvertenza 9 Tabella Codici per Costi Mod.Ann. 9 Generazione Fascicolo per il Commercialista Preinput Cedolini Creazione Giornaliera Preinput Cedolini Giornaliera Input Cedolino Stampa Cedolino Libro Unico Avvertenza 14 Stampa Libro Unico sez. Calendario 14 Libro Unico Totali Riepilogativi Libro Unico Gestione Calendario Libro Unico Novità 15 Cassa Edile Telematico MUT Aggiornamento Integrazione Tabellare ConQuest Avvertenza 16 Contratto Studi professionali WINBALANCE Aggiornamento validatore XBRL Integrazione del Client Grafico con WinBalance Modulo Base Proposta attivazione interfaccia grafica standard o evoluta Per i prodotti in ambiente Windows, se impostata interfaccia semi-grafica, all accesso all applicativo viene proposto il seguente messaggio che consiglia l'adozione dell'interfaccia grafica standard o evoluta : "Sulla stazione di lavoro è attualmente configurata l interfaccia semi-grafica. Poiché con le future implementazioni non sarà più garantito il funzionamento di tale tipologia di interfaccia, si suggerisce di modificare la configurazione impostando l interfaccia grafica standard o evoluta". Gli Studi di Settore 2009 saranno il primo modulo applicativo funzionante esclusivamente con interfaccia grafica standard o evoluta.

2 2. Bilancio UE Generazione del Bilancio XBRL con la Tassonomia definitiva del 15/12/2008 Il DPCM 10/12/2008 (pubblicato nella G.U. n. 304 del 31/12/2008) prevede che i bilanci riferiti all esercizio in corso al 31/03/2008 (e successivi) chiusi dopo la pubblicazione sul sito delle specifiche tecniche devono essere depositati in formato elaborabile, vale a dire in un formato che consentirà al Registro Imprese di acquisirne i dati in modo diretto. Con questo aggiornamento viene resa disponibile la procedura di generazione del file XBRL allineata alla tassonomia definitiva del 15/12/2008 (é stata comunque mantenuta la possibilità di effettuare la generazione del file XBRL anche con la tassonomia sperimentale del 05/02/2008). La Tassonomia XBRL prevede: il bilancio in formato ordinario; il bilancio in formato abbreviato; il bilancio in formato abbreviato semplificato; il bilancio consolidato. La procedura gestisce le prime due tipologie di bilancio (esclusivamente tramite la struttura 3), mentre con Tuttobilancio é possibile gestire tutte e quattro le tipologie di bilancio. Segnaliamo infine che è possibile generare il file XBRL e validarlo tramite il portale: 3. Cespiti Ammortamenti fiscali 2008 Con questo aggiornamento viene rilasciata la procedura di calcolo delle quote fiscali che tiene conto che l importo massimo deducibile, a partire dall esercizio 2008, non può più essere superiore a quanto imputato a conto economico. La procedura è attiva esclusivamente per le aziende per le quali risulta abilitata la gestione civilistica. Sintesi della problematica L art.1, comma 33, lettera q), della L.244/2007 (Finanziaria 2008), ha abrogato i periodi secondo, terzo, quarto e quinto del comma 4, lettera b), dell articolo 109 del TUIR, sopprimendo fra gli altri anche il capoverso che prevedeva la compilazione di un apposito prospetto della dichiarazione dei redditi ai fini della deduzione di determinati costi non imputati a conto economico (quadro EC). Ciò in sintesi significa, nel caso di adozione del doppio binario (gestione civilistica), che: le quote civilistiche continuano ad essere calcolate con gli attuali criteri, sulla base dell utilizzo del bene; le quote fiscali non possono più superare quanto imputato in conto economico. Nel computo delle quote imputate in conto economico si deve tener conto sia delle quote contabilizzate nell esercizio corrente che delle quote contabilizzate negli esercizi precedenti, con riferimento dunque al fondo civile iniziale incrementato della quota civile dell esercizio. In definitiva non sono più ammesse deduzioni extra-contabili rispetto a quanto imputato a conto economico, con la sola eccezione relativa ai beni acquistati nel 2008 (si veda il paragrafo a seguire). Per effetto dell art.1, comma 33, lettera n), della Finanziaria 2008, che ha abrogato il terzo comma dell art.102 del TUIR, vengono meno a partire dal periodo d imposta successivo a quello in corso al 31/12/2007 (dunque dal 2008), anche gli istituti dell ammortamento anticipato e dell ammortamento accelerato. L ammortamento per i beni acquistati nel 2008 L art.1, comma 34, della Finanziaria 2008 prevede, in deroga alla disciplina generale di cui all art.102 del TUIR, che per il solo periodo d imposta successivo a quello in corso al 31/12/2007 (dunque per il 2008), per i beni nuovi ed entrati in funzione nello stesso periodo, esclusi le autovetture ed i motocicli, non si applichi la riduzione alla metà del coefficiente tabellare e che l eventuale differenza non imputata a conto economico può essere dedotta nella dichiarazione dei redditi. Note di Rilascio Utente Fix del 23/02/2009 Pagina 2 di 17

3 Le istruzioni ministeriali di Unico 2009 hanno confermato che trattasi di norma non perentoria, ovvero permane comunque la facoltà per i contribuenti di applicare la riduzione a metà del coefficiente ministeriale (in tal modo non sarà necessario procedere al ricalcolo delle II.DD. ai fini degli acconti 2009). Si ritiene che la deducibilità fiscale piena (ovvero fruibile anche per la parte eccedente alle quote imputate a conto economico) spetti indipendentemente dal fatto che il contribuente abbia o meno applicato la riduzione alla metà del coefficiente tabellare, con la possibilità di dedurre in Unico l eventuale differenza non imputata a conto economico. Primo accesso alla procedura Al primo accesso alla procedura, in riferimento all esercizio 2008 (a condizione che sia già avvenuta la storicizzazione dell esercizio 2007), viene elaborata automaticamente per tutti i cespiti la quota fiscale deducibile, con le seguenti modalità: se la quota fiscale deducibile già calcolata è inferiore o uguale alla quota civilistica, la procedura mantiene invariata tale quota; se la quota fiscale deducibile è superiore alla quota civilistica, la procedura calcola il limite massimo di deducibilità sommando la quota civilistica con l eccedenza civilistica pregressa già imputata a conto economico (differenza positiva tra il fondo fiscale ed il fondo civile di inizio esercizio) e poi riconduce la quota fiscale deducibile a tale limite massimo di deducibilità. Il risultato di tale seconda operazione viene evidenziato in un report di stampa che segnala la quota fiscale deducibile originaria e la quota fiscale deducibile ricalcolata dalla procedura. Rivalutazione Immobili Il D.L.185/2008, convertito dalla Legge 2/2009, ha previsto con l art.15, commi da 16 a 23, la possibilità di effettuare una rivalutazione sugli immobili: con effetto esclusivamente civilistico (in questo caso tale rivalutazione sarà gratuita); con effetto civilistico e fiscale, con pagamento di un imposta sostitutiva del 3% per i fabbricati ammortizzabili e dell 1,5% per i gli immobili non ammortizzabili (terreni). Anche per questa rivalutazione sono possibili le tre tecniche usuali già gestire dalla procedura, ovvero: 1. Incremento valore e fondo 2. Incremento solo valore 3. Decremento fondo. In caso di rivalutazione con effetto esclusivamente civilistico l utente dovrà valorizzare (in caso di esercizio solare): Data: 01/01/2008 nella colonna FISCALE, rigo Effetto : 2008/2008 nella colonna FISCALE, rigo Incremento Valore : 0 nella colonna FISCALE, rigo Variazione Fondo : 0 nella colonna CIVILISTICA, rigo Effetto : 2008/2008 nella colonna CIVILISTICA, rigo Incremento Valore : importo della rivalutazione del bene nella colonna CIVILISTICA, rigo Variazione Fondo : importo della rivalutazione del fondo In caso di rivalutazione con effetto civilistico e fiscale occorrerà valorizzare (in caso di esercizio solare): Data: 01/01/2008 nella colonna FISCALE, rigo Effetto : 2013/2013 nella colonna FISCALE, rigo Incremento Valore : importo della rivalutazione del bene nella colonna FISCALE, rigo Variazione Fondo : importo della rivalutazione del fondo Note di Rilascio Utente Fix del 23/02/2009 Pagina 3 di 17

4 nella colonna CIVILISTICA, rigo Effetto : 2008/2008 nella colonna CIVILISTICA, rigo Incremento Valore : importo della rivalutazione del bene nella colonna CIVILISTICA, rigo Variazione Fondo : importo della rivalutazione del fondo 4. Modulo ICAD Allineamento delle funzioni AM/AR/AC di gestione del quadro EC Sono state allineate le funzioni AM Ammort. e cespiti - EC sez.i, AR Altre rettifiche - EC sez.ii e AC Accantonamenti - EC sez.iii alle nuove modalità di compilazione del quadro EC che non prevedono più la possibilità di compilare la colonna Eccedenza di Periodo. In relazione alla funzione AM Ammort. e cespiti - EC sez.i, nel caso la quota fiscale deducibile risulti superiore alla quota civilistica (eventualità che riguarda i beni acquistati nel primo esercizio successivo a quello in corso al 31/12/2007, dunque di regola nel 2008) viene gestito un rigo di dettaglio la cui compilazione interessa esclusivamente il campo Rettifica DR che confluisce nel quadro RF nel rigo delle Altre variazioni in diminuzione. L'intervento è stato effettuato in concomitanza con il rilascio dell'aggiornamento della procedura Cespiti (si veda l apposito paragrafo) per cui, nel caso si fosse già provveduto ad effettuare il prelievo da Cespiti dalla funzione AM Ammort. e cespiti - EC sez.i, occorrerà effettuare nuovamente il prelievo dopo aver effettuato il presente aggiornamento. 5. Modello 730 / Modelli Unico / Modello ICI Variazione immobili Con la release 9.10 è stata rilasciata una nuova funzionalità che, in fase di variazione di ogni terreno/fabbricato, posiziona il cursore, negli help dei quadri A e B, sull'ultimo immobile variato. Al fine di non incidere negativamente sulle consolidate operatività degli utenti, con il presente aggiornamento viene resa opzionale la modalità di visualizzazione dell help degli immobili. Accedendo alla tabella di studio viene ora presentato un nuovo test: o o valorizzare il test a N per posizionare l help degli immobili sempre sul primo immobile gestito valorizzare il test a S per posizionare l help degli immobili sull ultimo immobile variato 6. Modelli Unico Unico Persone Fisiche Scheda di rilevazione dati Si rilascia la stampa in modalità Laser di una scheda per la richiesta al contribuente dei dati variati rispetto alla dichiarazione dell anno precedente. Il professionista può consegnare la scheda al cliente prima di iniziare la compilazione delle dichiarazioni dei redditi La scheda di rilevazione dati riporta i dati desunti dalla dichiarazione redditi 2008 e per ogni dato prevede degli appositi spazi grigi in cui il contribuente potrà indicare manualmente le variazioni da considerare per la dichiarazione La stampa si ottiene con la funzione Richiesta dati contribuente presente nel menu Stampe Varie ; l operatore può inserire, per tutte le anagrafiche selezionate, le annotazioni da stampare nell apposita sezione del modello di richiesta dati. La richiesta contiene i seguenti dati: Dati anagrafici Familiari a carico Note di Rilascio Utente Fix del 23/02/2009 Pagina 4 di 17

5 Oneri Terreni/Fabbricati Lavoro Dipendente/Pensione Redditi di partecipazione Redditi di capitale Redditi diversi del quadro L Altri redditi di lavoro autonomo del quadro L Reddito soggetti a tassazione separata relativamente al quadro RM Trasferimento da e per l estero e investimenti esteri relativamente al quadro RW Somme Versate Eccedenze a Credito Modalità di Versamento Si consiglia la compilazione e la stampa della lettera generica da inviare al cliente unitamente alla scheda di richiesta dati variati. Unico Persone Fisiche Scheda di rilevazione dati redditometro Viene rilasciata la stampa in modalità Laser di una scheda per la richiesta dei dati che variano rispetto alla dichiarazione dell anno precedente. Il professionista potrà consegnare questa scheda al proprio cliente prima di iniziare la compilazione delle dichiarazioni dei redditi La scheda contiene degli appositi righi in cui sono riportati, in automatico, i dati del 2008 e degli spazi di colore grigio in cui il contribuente indicherà manualmente le variazioni relative alla dichiarazione La scelta per ottenere la stampa è presente nel menu Stampe Varie - Richiesta dati redditometro. 7. Modello ISEE Prestazione!SGATE! Agevolazione tariffe elettriche A seguito delle modifiche introdotte dalla versione definitiva del file telematico relativo alla prestazione ISEE!SGATE! vengono apportate le seguenti modifiche alla gestione della domanda per l agevolazione delle tariffe elettriche: Vengono disattivati i campi relativi alle date di agevolazione: data inizio agevolazione, data fine agevolazione, data inizio retroattività, data fine retroattività, data limite rinnovo Viene disattivato il campo "Tariffa utenza elettrica" In caso di disagio fisico, se il "tipo certificato" è rilasciato dall ASL, viene forzato automaticamente a N il campo "Soggetto iscritto al P.E.S.S.E."; al contrario, se il "tipo certificato" è rilasciato dal DSN, viene forzato a S il campo "Soggetto iscritto al P.E.S.S.E." 8. Richiesta Bonus Familiare Campo Disabile A seguito dei chiarimenti forniti dalla circolare n.2 dell Agenzia delle Entrate, è ora possibile inserire lo stato di disabile anche sugli altri familiari a carico. 9. Paghe e Stipendi / Co.Co.Co. Bonus Famiglia A seguito dello slittamento al 28 Febbraio 2009 del termine di consegna della domanda, da parte del dipendente all azienda, anche il termine per l erogazione del Bonus da parte del sostituto è di conseguenza Note di Rilascio Utente Fix del 23/02/2009 Pagina 5 di 17

6 posticipato al 31 Marzo 2009; questo termine è valido per le domande riferite ai redditi 2007, mentre per le domande riferite ai redditi 2008 il termine per l erogazione è il 30 Aprile Pertanto, in caso di riferimento ai redditi 2007, per le ditte con versamento IRPEF uguale a Mese Corrente, è possibile effettuare l erogazione del bonus con il cedolino di competenza 02-Febbraio o 03-Marzo mentre, per le ditte con versamento IRPEF Mese Precedente, è esclusivamente possibile effettuare l erogazione del bonus con le paghe relative al mese di competenza 02-Febbraio in quanto, in questo caso la corresponsione è relativa al mese 03-Marzo. In caso di riferimento ai redditi 2008, per le ditte con versamento IRPEF uguale a Mese Corrente è possibile effettuare l erogazione del Bonus con il cedolino di competenza 04-Aprile mentre, per le ditte con versamento IRPEF mese Precedente, l erogazione del Bonus sarà effettuata con il cedolino di competenza 03-Marzo in quanto, in questo caso la corresponsione è relativa al mese 04-Aprile. Gestione dipendente sez. SR - Bonus Famiglia (Sispac scelta Sez.SR) (Cosmo Staz. Paghe e Stipendi/Archivi Co.Co.Co./Archivi/Gestione Collaboratore) A seguito della novità sopra riportata, all interno della sezione Bonus Famiglia, sono state apportate alcune modifiche: Campo Competenze E stato introdotto il nuovo campo Competenze in cui è possibile indicare il periodo di competenza in cui sarà erogato bonus secondo la seguente tabella: Tipologia ditta Anno di riferimento reddito 2007 Anno di riferimento reddito 2008 Ditte versamento IRPEF mese corrente 02 febbraio o 03 - marzo 04 aprile Ditte versamento IRPEF mese precedente 02 - febbraio 03 - marzo Per le domande precedentemente caricate, le procedure di conversione hanno provveduto a valorizzare questo nuovo campo uguale a 02 febbraio in caso di anno di riferimento reddito uguale a 2007 mentre in caso di anno di riferimento reddito uguale a 2008 uguale a 03 marzo per le ditte con versamento IRPEF mese precedente e 04 aprile per le ditte con versamento IRPEF mese corrente. Nuclei con portatori di handicap La circolare 2 del 3 febbraio 2009 precisa che il riferimento generico ai componenti del nucleo familiare porta a ritenere che la norma in esame sia applicabile in tutti i casi in cui nel nucleo familiare sia presente il coniuge, un figlio o altro familiare del richiedente, portatori di handicap ai sensi dell articolo 3, della legge 5 febbraio 1992, n. 104, per i quali ricorre la condizione di persona fiscalmente a carico ai sensi dell articolo 12 del Tuir.. Pertanto, il bonus maggiorato di 1.000,00 euro spetta quando nel nucleo sia presente coniuge, figlio o altro familiare disabile ai sensi dell art. 3 L. 104 e fiscalmente a carico. Restano quindi esclusi dal bonus maggiorato: i nuclei in cui il soggetto disabile sia un familiare non fiscalmente a carico (reddito > 2.841,00 euro) i nuclei in cui il soggetto disabile sia il richiedente Al fine di individuare il soggetto portatore di handicap, in corrispondenza test Includi, che è accessibile per ogni componente del nucleo familiare, oltre ai valori (S)i/(N)o è anche possibile indicare (G)rave handicap; quest ultima opzione deve essere valorizzata manualmente dall utente al momento del caricamento della domanda.. Input Cedolino (Sispac scelta ) (Cosmo Staz. Paghe e Stipendi/Preparazione Mensile Co.Co.Co./Preparazione Mensile) Effettuando l elaborazione del cedolino di competenza Febbraio, Marzo o Aprile, in funzione della tipologia della ditta e Anno del reddito di riferimento della domanda, la procedura eroga il bonus tramite il parametro di chiusura fisso n. 229 o n. 230 a seconda dell anno di riferimento della domanda. I suddetti rimborsi verranno riportati nella delega F24 relativa al periodo di corresponsione emolumenti del cedolino paga con il codice tributo Note di Rilascio Utente Fix del 23/02/2009 Pagina 6 di 17

7 All interno della Gestione Dipendente sez. SR Bonus Famiglia, la procedura valorizza in corrispondenza del campo Erogazione il mese/anno competenza e la mensilità in cui il bonus è stato erogato; contestualmente viene valorizzato il campo Erogato con il valore Automatico = Si. Verifica monte ritenute e contributi per erogazione Bonus (Sispac scelta ) (Cosmo Staz. Paghe e Stipendi/Preparazione Mensile Co.Co.Co./Preparazione Mensile) Come è noto, il sostituto eroga il bonus straordinario secondo l ordine di presentazione delle richieste e nei limiti del monte ritenute e contributi disponibili nel mese di erogazione; è stata pertanto predisposta questa procedura che deve essere eseguita al termine dell elaborazione di tutti i cedolini dell azienda. Devono inoltre essere rispettati i seguenti requisiti: i cedolini contenenti i rimborsi non devono essere stampati in bollato; deve essere eseguita l elaborazione dei contributi del mese. La procedura determina il monte ritenute e contributi nel mese nel seguente modo: sommatoria delle ritenute del mese (IRPEF + Addizionali Regionali + Addizionali Comunali); sommatoria dei contributi INPS relativi al modello DM10 sommatoria dei contributi versati ad altri enti (INPGI, ENPALS, ecc.) sommatoria dei premi INAIL 2^rata (solo per le domande riferite ai redditi 2008 da compensare con la delega del 16 Maggio) Per determinare i contributi versati ad altri enti viene effettuata la sommatoria dei contributi c/ditta+c/dipendente di tutti i parametri contributivi che hanno il codice ente diverso da 1-INPS e che hanno i test Contrib.Fondo e TFR.Fondo Comp. sono uguali a No (vengono esclusi i contributi versati a previdenza complementare). In caso di incapienza del monte ritenute e contributi per erogare il bonus a tutti i dipendenti che hanno presentato la domanda, tenuto conto che, il diritto ad ottenere il rimborso del bonus spetta ai dipendenti in ordine di presentazione della domanda, la procedura azzera il bonus (parametro 229/230 e rettifica il totale competenze e netto in busta) partendo a ritroso dall ultima domanda presentata finché il totale delle ritenute e contributi sia sufficiente ad effettuare le erogazioni dei bonus ai rimanenti dipendenti. Per i dipendenti per il quali il bonus è stato azzerato per incapienza del monte ritenute e contributi, la procedura espone nel cedolino paga un apposito messaggio in cui viene evidenziata la mancata erogazione del bonus per incapienza del monte ritenute e contributi; in questo caso il dipendente dovrà inoltrare la domanda all Agenzia delle Entrate entro il 31 Marzo Al termine dell elaborazione la procedura emette un apposito tabulato in cui sono indicati separatamente i dipendenti a cui è stato possibile erogare il bonus da quelli per i quali non è stato possibile con indicazione della causa della mancata erogazione. Viene inoltre riportato il monte delle ritenute e contributi che è stato utilizzato per effettuare il suddetto controllo. Il tabulato può essere eseguito sia in modalità reale che in modalità simulata; in modalità simulata, in caso di incapienza, non vengono modificati i cedolini dei dipendenti che risultano avere i rimborsi al di fuori della capienza. Le ditte mese corrente, che hanno indicato in corrispondenza delle domande il periodo competenza 02-Febbraio, in caso di incapienza del monte ritenute e contributi di febbraio possono decidere di rinviare l erogazione del bonus ai dipendenti che risultano al di fuori della capienza al mese successivo; in questo caso la procedura esegue le seguenti modifiche nell archivio: o azzera il bonus nei cedolini dei dipendenti che risultano al di fuori della capienza senza indicare alcun messaggio di mancata erogazione del bonus; o modifica, per i suddetti dipendenti, il campo Competenza all interno della sezione bonus famiglia in 03-Marzo in modo erogare il bonus nel mese successivo. Note di Rilascio Utente Fix del 23/02/2009 Pagina 7 di 17

8 Avvertenza Sispac/Cosmo Si fa presente che, per le ditte con versamento IRPEF mese precedente (es. Competenza 02- Febbraio con corresponsione 03-Marzo -> versamento delega 16 Aprile), il monte dei contributi INPS deve essere riferito ai cedolini di competenza 03-Marzo che materialmente non sono ancora disponibili al momento dell erogazione del bonus con competenza 02-Febbraio. Nel caso in cui il solo monte ritenute non sia sufficiente a effettuare l erogazione del bonus a tutti i dipendenti, l utente, valutando l importo teorico dei contributi del mese successivo, può decidere di erogare comunque il bonus senza eseguire il controllo della capienza in modalità reale in quanto risulterà comunque capiente per le suddette erogazioni. Effettuando la verifica in modalità Reale, la procedura modifica all interno della Gestione Dipendente sez. SR Bonus Famiglia, il campo Erogato nel seguente modo: con il valore Elaborato = Si nel caso in cui il dipendente risulti all interno della capienza del monte ritenute e contributi dell azienda, con il valore Elaborato = No nel caso in cui non sia stato possibile erogare il bonus al dipendente in quanto fuori dalla capienza dell azienda; si ricorda che in questo caso è stato indicato nel cedolino che il Bonus Famiglia non è stato erogato. Si precisa che, successivamente alla verifica della capienza del monte ritenute e contributi eseguita in modalità reale, è possibile forzare l erogazione o la NON erogazione del bonus ai singoli dipendenti interessati tramite l apposito tasto funzione Gestione Erogato che è attivato, all interno della sez.sr Bonus Famiglia, in corrispondenza del campo Anno di riferimento. Modificando il test da Si a No o viceversa la procedura provvede a modificare il cedolino togliendo o inserendo il bonus spettante e rettificando il netto in busta del cedolino; la suddetta modifica non è consentita nel caso in cui il cedolino sia stampato in bollato. In seguito alla modifica del test Erogato, la procedura non effettua più la verifica della capienza. 10. Paghe e Stipendi Modello CUD 2009 Con la circolare n.21 del 19 febbraio 2009, l INPS ha riportato alcune precisazioni sulle modalità di compilazione da parte dei datori di lavoro del riquadro relativo ai dati previdenziali ed assistenziali INPS della Certificazione; in particolare ha specificato che l imponibile contributivo deve essere riportato al lordo delle somme decontribuite: [..] Per i premi di risultato, in relazione alla nuova disciplina introdotta dall anno 2008 dalla L. 247/2008 e dal D.M. 7 maggio 2008 (vedi circolare n. 110 del 12 dicembre 2008), deve essere indicato l intero premio od erogazione compresa la parte soggetta al particolare sgravio (massimo 25 punti datore di lavoro e quota totale lavoratore).[..] Relativamente a quanto specificato nella suddetta circolare, e contrariamente a quanto comunicato nelle precedenti note di rilascio, di seguito viene riportato l esempio di caricamento della tabella di calcolo CUDPRE riguardante l imponibile previdenziale dove occorre eliminare la parte barrata: Codice Modulo : CUDPRE CUD Dati Previdenziali Codice Calcolo : 1 Imponibile Previdenziale Formato stampa : 0 Condizione : 0 Valuta : Si Descriz.stampa : Imponibile Previdenziale Num. Op. Tipo Campo Cod./Cost. Descrizione Campo Contenuto Rip. 1 + CV Ventilazione 1 5 Imponibile CF Param.fiss 652 Premio dec. Az. 6 Importo CF Param.fiss 653 Premio dec. Ter. 6 Importo 0 Note di Rilascio Utente Fix del 23/02/2009 Pagina 8 di 17

9 Si precisa che la tabella relativa ai contributi c/dipendente è corretta come indicato nelle precedenti note di rilascio. Avvertenze Modello CUD 2009 Contrariamente a quanto riportato nelle Note di Rilascio della Rel , in corrispondenza dell annotazione AI riguardante il dettaglio delle tipologie di reddito, non deve essere indicata la presenza o meno del TFR. La procedura e le relative tabelle riguardanti la suddetta tipologia reddito sono impostate correttamente già dal rilascio Rel Preparazione CUD In alcuni particolari casi la procedura compilava l annotazione AN anche per i dipendenti per i quali non era stata applicata la detrazione minima; al fine di individuare i casi interessati, dopo l installazione dell aggiornamento, viene effettuato un apposito report con i dipendenti per i quali deve essere rieseguita la Preparazione dati CUD. Stampa Costi Mod.Annuali e Deduzioni IRAP (Sispac scelta ) (Cosmo Staz. Paghe e Stipendi/Tabulati Vari) Con questo aggiornamento vengono rilasciate le procedure relative al calcolo dei Costi Annuali e Deduzioni IRAP; i principali interventi apportati sono i seguenti: Stampa Costi Gestione Rateo Premio1 e Premio2 dell anagrafica dipendente; Revisione pagina totali. Deduzioni IRAP Inserimento in tabella dei valori unitari delle deduzioni suddivisi fra saldo e acconto; Adeguamento normativo calcolo del saldo deduzione tipo 5 (deduzione contributi e deduzione forfetaria per tutti i dipendenti a tempo determinato) per i quali non deve più essere effettuata la riduzione in percentuale dei mesi (es. 0% gennaio,50 % da febbraio a giugno e 100% da luglio a dicembre). Gestione Prelievo IRAP Nuovo archivio contenente i dati che saranno riportati nella stampa Prelievo dati IRAP (tabulato finale); questo archivio viene generato automaticamente dalla procedura di Elaborazione deduzioni IRAP; Possibilità di intervento manuale su ogni singolo dato relativo alla stampa Prelievo dati IRAP; in caso di modifica, i dati non verranno ricalcolati da eventuali successive rielaborazioni del Tabulato Costi / Elaborazione Deduzioni. Stampa Prelievo Dati IRAP Stampa dati memorizzati all interno della nuova gestione Dati Prelievo IRAP con possibilità di stampa dei dati di dettaglio che compongono ogni singolo punto della dichiarazione IRAP (Quadro IS - sezione I). Avvertenza Tabella Codici per Costi Mod.Ann. La tabella codici per Costi Mod.Ann. è stata spostata all interno del menu Gestione tabelle IRAP (Scelta ). Note di Rilascio Utente Fix del 23/02/2009 Pagina 9 di 17

10 Generazione Fascicolo per il Commercialista Di seguito vengono descritte, sinteticamente, le operazioni per generare la documentazione da consegnare allo Studio Commercialista: Stampa Costi Mod.Ann. (Sispac scelta ) (Cosmo Staz. Paghe e Stipendi/Tabulati Vari) Eseguire la stampa costi mod.ann. come descritto di seguito: Si consiglia di non stampare il dettaglio dei dipendenti per non produrre un fascicolo eccessivamente corposo; non stampando il dettaglio la procedura fornisce unicamente il totale dei costi dei dipendenti suddivisi per: Operai Full-Time/Part-Time Apprendisti/Disabili/Addetti alla Ricerca e Sviluppo Contratti di formazione Co.Co.Co. Associati in Partecipazione Si ricorda che l esecuzione di questa stampa è indispensabile ai fini della successiva Elaborazione Deduzioni e che la stessa deve essere eseguita con Selezione modalità di stampa (G)lobale. Elaborazione Deduzioni (Sispac scelta ) (Cosmo Staz. Paghe e Stipendi/Tabulati Vari) Eseguire l elaborazione come descritto di seguito ponendo attenzione al test fruizione della deduzione di euro per massimo 5 dipendenti spettante ai soggetti minori. Note di Rilascio Utente Fix del 23/02/2009 Pagina 10 di 17

11 Tabulato Deduzioni (Sispac scelta ) (Cosmo Staz. Paghe e Stipendi/Tabulati Vari) Eseguire il tabulato relativo al calcolo delle deduzioni; è possibile ottenere il tabulato con i soli totali di ogni singola deduzione oppure con il dettaglio dei dipendenti che hanno determinato i valori delle stesse. Tabulato Prelievo IRAP (Sispac scelta ) (Cosmo Staz. Paghe e Stipendi/Tabulati Vari) Eseguire il tabulato Prelievo IRAP; anche in questo caso è possibile ottenere il tabulato con i soli importi relativi alla dichiarazione IRAP oppure con il dettaglio dei valori che compongono ogni singola deduzione. Note di Rilascio Utente Fix del 23/02/2009 Pagina 11 di 17

12 Tutte le stampe descritte possono essere generate in formato pdf in modo da poter essere inviate e/o archiviate per successive consultazioni. Per ulteriori e dettagliate informazioni riguardanti la Stampa Costi e la Gestione deduzioni IRAP si prega di fare riferimento all apposito manuale distribuito in allegato a questo aggiornamento. Preinput Cedolini Creazione Giornaliera (Sispac scelta ) (Cosmo Staz. Paghe e Stipendi/Preparazione Mensile) Tramite questa scelta è possibile effettuare la creazione della giornaliera per tutte le ditte, dell archivio paghe, che sono state attivate all interno del Preinput Cedolini. Dopo la richiesta del Periodo di competenza, la procedura richiede la conferma Elaborazione giornaliere per tutte le ditte. Confermando l elaborazione la procedura effettua la generazione della giornaliera Teorica per tutti i dipendenti delle ditte attivate all interno del preinput cedolini. Note di Rilascio Utente Fix del 23/02/2009 Pagina 12 di 17

13 Si precisa che, la creazione della giornaliera non viene eseguita per quei dipendenti per i quali la giornaliera sia già stata caricata dall operatore; la procedura provvede pertanto ad effettuare la creazione della stessa esclusivamente per i dipendenti per i quali la giornaliera, del mese selezionato, risulta in Caricamento. Preinput Cedolini Giornaliera (Sispac scelta ) (Cosmo Staz. Paghe e Stipendi/Preparazione Mensile) Nel caso in cui la sezione retribuzioni o presenze siano state stampate in bollato, accedendo alla Gestione della Giornaliera, la procedura emette un apposita segnalazione e non consente di modificare i dati contenuti in questa gestione. Input Cedolino (Sispac scelta ) (Cosmo Staz. Paghe e Stipendi/Preparazione Mensile) Al fine di effettuare il corretto controllo del minimale orario per i dipendenti con contratto di lavoro Intermittente, da questo rilascio, la procedura, per i dipendenti con tipo contribuzione uguale a G0 o H0 effettua, per il calcolo del minimale INPS, lo stesso calcolo, già in uso per i dipendenti Part-Time; vengono pertanto utilizzate le ore minimale ed il relativo minimale orario prelevato dalla tabella Minimali/Massimali. Si ricorda che per la corretta gestione dei dipendenti con contratto di lavoro intermittente occorre che gli stessi siano gestiti come dipendenti ad Orario Ridotto e che sia collegata la tabella Part- Time con l orario settimanale di lavoro uguale a zero. Stampa Cedolino Libro Unico (Sispac scelta ) (Cosmo Staz. Paghe e Stipendi/Mensili Dipendenti) In caso di stampa del Libro Unico sul layout pagina unica è stata ottimizzata la stampa della Legenda causali relative alla sezione calendario; si ricorda che la suddetta legenda viene riportata all interno dallo Note di Rilascio Utente Fix del 23/02/2009 Pagina 13 di 17

14 spazio Note. Si ricorda inoltre che l indicazione della legenda è facoltativa e può essere tenuta anche separatamente dal libro unico. Con questo rilascio vengono nuovamente distribuite le immagini laser relative al libro unico in quanto è stato apportato un intervento grafico migliorativo della sezione Calendario Presenze. Avvertenza Stampa Libro Unico sez. Calendario Da questo rilascio, in presenza di eccezioni lavorative con zero ore (es. Trasferta, Malattia su sabati e domeniche, ecc.) la procedura riporta all interno della stampa del calendario in corrispondenza del giorno in cui si è verificato l evento, in luogo delle ore, il codice dell eccezione. Libro Unico Totali Riepilogativi (Sispac scelta ) (Cosmo Staz. Paghe e Stipendi/Mensili Dipendenti) Con questo rilascio è possibile effettuare la stampa dei totali riepilogativi sullo stesso layout utilizzato per la stampa del Libro Unico. Si ricorda che la norma non prevede l obbligo di elaborazione e registrazione nel Libro Unico dei totali riepilogativi; l utente può pertanto decidere liberamente se effettuare la stampa dei totali in modalità Prova o Bollato. La funzionalità è identica ai totali riepilogativi dei cedolini paga con l unica differenza che è possibile selezionare il Numero minimo dipendenti per stampa totali ; in questo campo è possibile indicare un valore compreso fra zero e 10 (es. con zero viene stampato il totale riepilogativo di tutte le ditte selezionate indipendentemente dal numero di dipendenti, con 10 viene stampato il totale riepilogativo solamente delle ditte che hanno almeno 10 dipendenti in forza nel mese). Nel totale riepilogativo viene inoltre effettuato anche il riepilogo delle ore indicate nelle sezioni calendario dei dipendenti (totale ore ordinarie, straordinarie, supplementari, causali di assenza); in presenza di dipendenti, relativi alla stessa ditta, con l esposizione del calendario del mese precedente e di altri con quello del mese corrente, la procedura effettua la suddivisione del riepilogo ore fra mese precedente e mese corrente. Libro Unico Gestione Calendario Libro Unico (Sispac scelta ) (Cosmo Staz. Paghe e Stipendi/Preparazione Mensile) Note di Rilascio Utente Fix del 23/02/2009 Pagina 14 di 17

15 All interno della Gestione Calendario per Libro Unico è stata introdotta la possibilità di indicare, come già fatto per il Cedolino Paga (sezione retribuzioni), quattro righe di messaggio. In corrispondenza della colonna Ore Ordinarie è stato attivato un apposito tasto funzione Gestione Messaggi, che consente di scrivere l annotazione che sarà riportata nella stampa del Libro Unico; di seguito viene riportato un esempio pratico dell utilizzo di questo messaggio: La presenza del messaggio registrato in questa sezione, viene identificata da un apposita descrizione riportata al fondo della videata. Si precisa che il messaggio caricato all interno di questa gestione viene riportato nel layout in cui è stampato il calendario, pertanto se è stato selezionato il layout Pagina Unica, il suddetto messaggio sarà riportato, nella sezione retribuzioni, in coda ai parametri di chiusura e all eventuale messaggio impostato nell input del cedolino; nel caso in cui sia stato selezionato il layout su due pagine, questo messaggio verrà riportato nella pagina relativa al calendario delle presenze, sotto la sezione Legenda. Novità Nel caso in cui la sezione presenze sia stata stampata in bollato, accedendo alla Gestione calendario libro unico, la procedura emette un apposita segnalazione e non consente di modificare i dati contenuti in questa gestione; lo stesso controllo è stato introdotto anche nel caso di acquisizione della giornaliera tramite il file Tracciato acquisizione calendario da rilevazione presenze. Cassa Edile Telematico MUT Con questo rilascio la procedura di generazione del file XML è stata allineata al documento tecnico Ver che introduce i seguenti nuovi TAG : <LV_AnticipoAccantonamento> <TFR_OreUtili> <TFR_PagaOraria> Al fine di valorizzare i suddetti campi, occorre procedere come descritto di seguito: Tabelle di calcolo (Sispac scelta ) (Cosmo Staz. Paghe e Stipendi/Altri Enti/Cassa Edile) Note di Rilascio Utente Fix del 23/02/2009 Pagina 15 di 17

16 Caricare tre apposite tabelle di calcolo, utilizzando codici non ancora utilizzati; di seguito viene descritto il contenuto che devono assumere le nuove tabelle: Anticipo Accantonamento Indicare il codice di corpo con cui viene erogato l anticipo Ore Utili TFR Indicare le ore utili TFR (es. ore ordinarie + festività) Paga Oraria Indicare la paga oraria per il TFR (es.paga ordinaria + magg.ne 18,5%) Elaborazione Mensile (Sispac scelta ) (Cosmo Staz. Paghe e Stipendi/Altri Enti/Cassa Edile) Collegare quindi le nuove tabelle di calcolo all interno della gestione Totalizzatori Cassa Edile tramite l apposito tasto funzione attivato in corrispondenza della richiesta del mese di elaborazione: Aggiornamento Integrazione Tabellare ConQuest Con questo rilascio viene distribuito un aggiornamento tabellare: il dettaglio dei contratti con i relativi valori modificati possono essere stampati tramite l apposito tabulato prodotto dalla procedura di aggiornamento. Si precisa che sono stati aggiornati i dati tabellari già previsti dai rinnovi dei contratti collettivi fino al periodo Maggio Avvertenza Contratto Studi professionali Si precisa che, relativamente al CCNL Studi Professionali, occorre fare riferimento al contratto con codice SE-B4 STUDI PROFESSIONALI. Il contratto SE-76 STUDI PROFESSIONALI Tecnici è pertanto valido fino al ; questa specifica è stata riportata all interno della descrizione del contratto SE-76. Note di Rilascio Utente Fix del 23/02/2009 Pagina 16 di 17

17 11. Winbalance Aggiornamento validatore XBRL Viene rilasciato l'aggiornamento del visualizzatore XBRL (in grado di utilizzare sia la tassonomia del 05/02/2008 che quella "nuova" del 15/12/2008). Integrazione del Client Grafico con WinBalance A partire da questo aggiornamento risulta possibile utilizzare WinBalance in versione integrata con il Client Grafico anche con la versione Windows di Sispac. In tal modo non sarà più necessario installare WinBalance stand-alone sul Pc client. Lo spostamento degli archivi eventualmente già gestiti con la versione di WinBalance stand-alone, al momento non viene effettuato in modo automatico dalla procedura. Note di Rilascio Utente Fix del 23/02/2009 Pagina 17 di 17

Note di Rilascio Utente Fix 10.20.10

Note di Rilascio Utente Fix 10.20.10 31/03/2010 Note di Rilascio Utente Fix 10.20.10 CONTENUTI - StudioNeXt - 1. RICALCOLO... 1 Modulo Paghe Ricalcolo per l azienda con conguaglio fiscale nell Anno Successivo... 1 2. MODULO BASE... 2 residenti

Dettagli

Note di Rilascio Utente Fix 09.40.10

Note di Rilascio Utente Fix 09.40.10 OSRA SOFTWARE FISCALE-LAVORO-AZIENDA Note di Rilascio Utente Fix 09.40.10 CONTENUTI - StudioNeXt - 28/05/2009 1. MODULO ICAD... 1 Prospetto AI Ammortamenti non deducibili e riassorbimento IRAP... 1 Prospetto

Dettagli

Note di Rilascio Utente Fix - 09.01.20

Note di Rilascio Utente Fix - 09.01.20 OSRA SOFTWARE FISCALE-LAVORO-AZIENDA 89 22/12/2008 Note di Rilascio Utente Fix - 09.01.20 CONTENUTI - NextStudio - 1. MODULO BASE... 2 Configurazione parametri SIAR... 2 Rilevazione annotazioni SIAR...

Dettagli

INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2015 IN BASE ALLA CERTIFICAZIONE UNICA 2015

INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2015 IN BASE ALLA CERTIFICAZIONE UNICA 2015 INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2015 IN BASE ALLA CERTIFICAZIONE UNICA 2015 Di seguito, riepiloghiamo i principali campi della Certificazione Unica (CU) che DEVONO essere inseriti

Dettagli

Note di Rilascio Utente Fix 10.40.10

Note di Rilascio Utente Fix 10.40.10 03/06/2010 Note di Rilascio Utente Fix 10.40.10 CONTENUTI - StudioNeXt - 1. MODELLO F24... 1 Stampa Modello: Rateazione Codice tributo 6494... 1 2. MODULO CONTABILE... 1 Intrastat - Fatture con beni e

Dettagli

SISPAC / COSMO Fix 8.01.10. Premessa. Le presenti note di rilascio sono parte integrante della Fix 8.01.10 di SISPAC/COSMO.

SISPAC / COSMO Fix 8.01.10. Premessa. Le presenti note di rilascio sono parte integrante della Fix 8.01.10 di SISPAC/COSMO. Note di Rilascio Novità Funzionali Numero 89 del 19/12/2007 BUSINESS UNIT: SOFTWARE FISCALE - LAVORO SISPAC / COSMO Fix 8.01.10 Premessa Le presenti note di rilascio sono parte integrante della Fix 8.01.10

Dettagli

COMUNICAZIONE DATI CERTIFICAZIONI LAVORO DIPENDENTE, ASSIMILATI ED ASSISTENZA FISCALE

COMUNICAZIONE DATI CERTIFICAZIONI LAVORO DIPENDENTE, ASSIMILATI ED ASSISTENZA FISCALE COMUNICAZIONE DATI CERTIFICAZIONI LAVORO DIPENDENTE, ASSIMILATI ED ASSISTENZA FISCALE la comunicazione richiede tutti i dati già presenti nelle certificazioni rilasciate ai dipendenti. In particolare i

Dettagli

Travaso da CU a Mod. 770

Travaso da CU a Mod. 770 HELP DESK Nota Salvatempo L0013 MODULO Travaso da CU a Mod. 770 Quando serve Per effettuare il travaso delle Certificazioni Uniche e dei quadri ST-SV-SX - SY al Modello 770. Novità Il travaso dei quadri

Dettagli

Assistenza Fiscale Sostituti D'Imposta. Comunicazione per la ricezione dei dati Mod.730-4. Passaggio dati Paghe-730-Paghe

Assistenza Fiscale Sostituti D'Imposta. Comunicazione per la ricezione dei dati Mod.730-4. Passaggio dati Paghe-730-Paghe UR1006105010 Assistenza Fiscale Sostituti D'Imposta Comunicazione per la ricezione dei dati Mod.730-4 Passaggio dati Paghe-730-Paghe Manuale Operativo Wolters Kluwer Italia s.r.l. - Tutti i diritti riservati.

Dettagli

Travaso 730 Paghe. La normativa. Termini presentazione. In questo documento:

Travaso 730 Paghe. La normativa. Termini presentazione. In questo documento: HELP DESK Nota Salvatempo L0001 MODULO PAGHE Travaso 730 Paghe Quando serve Per travasare i risultati delle dichiarazioni dall applicativo Modello 730 all applicativo Paghe direttamente nella Sezione 'Dati

Dettagli

FAQ CUD 2006 1 \ 6. la gestione PDF. Gecom Paghe

FAQ CUD 2006 1 \ 6. la gestione PDF. Gecom Paghe 1 \ 6 Cos è TeamSystem la gestione PDF Gecom Paghe FAQ CUD 2006 2 \ 6 Per un dipendente licenziato e riassunto viene stampato un solo CUD con i dati dell ultima matricola Non sono stati inseriti i dati

Dettagli

Note di Rilascio Utente Versione 14.30.10 - PAGHE

Note di Rilascio Utente Versione 14.30.10 - PAGHE Note di Rilascio Utente Versione 14.30.10 - PAGHE INFORMAZIONI AGGIORNAMENTO Eseguire il salvataggio degli archivi prima di procedere con l aggiornamento. La Fix 14.30.10 può essere utilizzata come aggiornamento

Dettagli

Operazione Chiusura e Apertura Anno Fiscale

Operazione Chiusura e Apertura Anno Fiscale HELP DESK Nota Salvatempo L0008 MODULO Operazione Chiusura e Apertura Anno Fiscale Quando serve Per effettuare la CHIUSURA dell'anno fiscale 2015 e l'apertura dell'anno fiscale 2016. È possibile eseguire

Dettagli

ELENCO MEMORIE PER CUD 2014

ELENCO MEMORIE PER CUD 2014 ELENCO MEMORIE PER CUD 2014 MEMORIE NUMERICHE 1 Redditi lavoro dipendente e assimilati (Cas. 1) 2 Assegni periodici corrisposti dal coniuge (Cas. 5) 3-18 Caselle da 11 a 26 19 Altri datori - Imponibile

Dettagli

NEWSLETTER LAVORO FEBBRAIO 2014 ULTIME NOVITÀ FISCALI

NEWSLETTER LAVORO FEBBRAIO 2014 ULTIME NOVITÀ FISCALI NEWSLETTER N. 2/2014 NEWSLETTER LAVORO FEBBRAIO 2014 ULTIME NOVITÀ FISCALI ULTIME NOVITA FISCALI GESTIONE SEPARATA INPS: ALIQUOTE VE 2014 CIRCOLARE INPS N. 18 DEL FEBRRAIO 2014 DIFFERIMENTO AUTOLIQUIDAZIONE

Dettagli

6. Sgravio contributivo contrattazione secondo livello

6. Sgravio contributivo contrattazione secondo livello 6. Sgravio contributivo contrattazione secondo livello 6.1 Riferimenti normativi Legge n. 247/2007 - art. 67; Decreto Ministero dell Economia e Finanze del 7 maggio 2008 (G.U. del 31/7/2008); Circolare

Dettagli

Dalla Direzione Produzione OSRA ai Clienti OSRA

Dalla Direzione Produzione OSRA ai Clienti OSRA 21/07/2009 Dalla Direzione Produzione OSRA ai Clienti OSRA Spettabile Cliente, il rilascio della release 9.60 coincide con due tappe importanti: Il rilascio del nuovo logo OSRA che evidenzia l appartenenza

Dettagli

LA CERTIFICAZIONE UNICA 2016

LA CERTIFICAZIONE UNICA 2016 LA CERTIFICAZIONE UNICA 2016 L Agenzia delle entrate, con provvedimento del 15 gennaio 2016, ha reso disponibile la versione definitiva della Certificazione Unica 2016, meglio nota come CU, da utilizzare

Dettagli

TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO, ALTRE INDENNITA E SOMME SOGGETTE A TASSAZIONE SEPARATA

TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO, ALTRE INDENNITA E SOMME SOGGETTE A TASSAZIONE SEPARATA TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO, ALTRE INDENNITA E SOMME SOGGETTE A TASSAZIONE SEPARATA punto 94: ammontare corrisposto nel 2007: - al netto di quanto corrisposto in anni precedenti casella 95; - ridotto

Dettagli

MODELLO CUD 2011. Il programma per gestire il modello CUD 2011 è contenuto nella cartella Elaborazioni annuali, Gestione modello CUD :

MODELLO CUD 2011. Il programma per gestire il modello CUD 2011 è contenuto nella cartella Elaborazioni annuali, Gestione modello CUD : Modello CUD 2011 1 Il programma per gestire il modello CUD 2011 è contenuto nella cartella Elaborazioni annuali, Gestione modello CUD : Il programma per stampare il modello CUD 2011 è contenuto nella cartella

Dettagli

CIRCOLARE N. 11 /E INDICE. Premessa...2. 1. Redditi dell anno 2012...3. 2. Determinazione dell imposta sostitutiva...4

CIRCOLARE N. 11 /E INDICE. Premessa...2. 1. Redditi dell anno 2012...3. 2. Determinazione dell imposta sostitutiva...4 CIRCOLARE N. 11 /E Direzione Centrale Normativa Roma, 30 aprile 2013 OGGETTO: Imposta sostitutiva sulla retribuzione di produttività - Art. 1, comma 481, della legge n. 228/2012 (legge di stabilità 2013)

Dettagli

Gecom Paghe. Conguaglio risultanze 730. ( Rif. rilascio PAGHE vers. 2015.1.0 )

Gecom Paghe. Conguaglio risultanze 730. ( Rif. rilascio PAGHE vers. 2015.1.0 ) Gecom Paghe Conguaglio risultanze 730 ( Rif. rilascio PAGHE vers. 2015.1.0 ) CONG730 2015 2/47 INDICE Conguagli del sostituto d imposta per risultanze modello 730... 3 Modalità e termini... 3 Conguagli

Dettagli

Conguaglio risultanze 730

Conguaglio risultanze 730 Gecom Paghe Conguaglio risultanze 730 ( Rif. rilascio PAGHE vers. 2012.00.10 ) INDICE Circolare Agenzia delle Entrate n. 15/2012: conguagli del sostituto d imposta... 3 Modalità e termini... 3 Conguagli

Dettagli

INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2013 IN BASE AL MOD. CUD 2013

INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2013 IN BASE AL MOD. CUD 2013 INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2013 IN BASE AL MOD. CUD 2013 Di seguito, riepiloghiamo i principali campi del CUD che DEVONO essere inseriti nel 730: Reddito lavoro dipendente Punto

Dettagli

INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2016 IN BASE ALLA CERTIFICAZIONE UNICA 2016

INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2016 IN BASE ALLA CERTIFICAZIONE UNICA 2016 INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2016 IN BASE ALLA CERTIFICAZIONE UNICA 2016 Di seguito, riepiloghiamo i principali campi della Certificazione Unica (CU) che DEVONO essere inseriti

Dettagli

genzia ntrate UNICO Persone fisiche

genzia ntrate UNICO Persone fisiche genzia ntrate 2013 PERIODO D IMPOSTA 2012 UNICO Persone fisiche INDICATORI DI NORMALITÀ ECONOMICA UNICO PERSONE FISICHE L articolo 1, comma 19, primo periodo, della legge n. 296 del 2006 (Legge Finanziaria

Dettagli

Note di Rilascio Utente Fix 9.70.20

Note di Rilascio Utente Fix 9.70.20 19/11/2009 Note di Rilascio Utente Fix 9.70.20 CONTENUTI - StudioNeXt - 1. MODELLO UNICO PERSONE FISICHE. 1 Ricalcolo per riduzione II acconto IRPEF 1 2. PAGHE E STIPENDI / CO.CO.CO.... 5 Sostituti d Imposta:

Dettagli

Compensazione bonus 80,00 euro erogati in busta paga

Compensazione bonus 80,00 euro erogati in busta paga Circolare n. 12 del 17 luglio 2014 Compensazione bonus 80,00 euro erogati in busta paga INDICE 1 Premessa... 2 2 Disciplina prevista dal testo originario del DL 66/2014... 2 2.1 Utilizzo delle ritenute

Dettagli

Note di Rilascio Utente Release 10.60.00

Note di Rilascio Utente Release 10.60.00 22/07/2010 Note di Rilascio Utente Release 10.60.00 CONTENUTI - StudioNeXt - 1. DELEGA F24... 2 Stampa autorizzazione pagamenti... 2 2. ALTRI ADEMPIMENTI... 2 Comunicazione delle operazioni con soggetti

Dettagli

genzia ntrate BOZZA Internet 22/01/2015 PERIODO D IMPOSTA 2014 UNICO Persone fisiche

genzia ntrate BOZZA Internet 22/01/2015 PERIODO D IMPOSTA 2014 UNICO Persone fisiche genzia ntrate PERIODO D IMPOSTA 2014 UNICO Persone fisiche 2015 INDICATORI DI NORMALITÀ ECONOMICA UNICO PERSONE FISICHE L articolo 1, comma 19, primo periodo, della legge n. 296 del 2006 (Legge Finanziaria

Dettagli

Mod. 730/2015 quadro C: bonus IRPEF e Certificazione Unica Saverio Cinieri - Dottore commercialista e pubblicista

Mod. 730/2015 quadro C: bonus IRPEF e Certificazione Unica Saverio Cinieri - Dottore commercialista e pubblicista Mod. 730/2015 quadro C: bonus IRPEF e Certificazione Unica Saverio Cinieri - Dottore commercialista e pubblicista ADEMPIMENTO " NOVITA " FISCO I contribuenti che possiedono redditi di lavoro dipendente,

Dettagli

Modello 730/2015 novità

Modello 730/2015 novità Modello 730/2015 novità Saverio Cinieri Dottore Commercialista Revisore Contabile Giornalista pubblicista Agg. 24/03/2015 1 Principali riferimenti normativi Provvedimento del Direttore dell Agenzia delle

Dettagli

CU Travaso dati, gestione dichiarazione e stampa ministeriale

CU Travaso dati, gestione dichiarazione e stampa ministeriale Nuoro 10 febbraio 2016 CU Travaso dati, gestione dichiarazione e stampa ministeriale Prima di procedere al calcolo delle CU lanciamo il ricalcolo dell acconto dell addizionale comunale 2016 (è possibile

Dettagli

Conguagli di fine anno 2014

Conguagli di fine anno 2014 Guida Operativa ai Conguagli di fine anno 2014 Data rilascio: NOVEMBRE 2014 Lo scopo che si prefigge questa guida è quello di elencare una serie di azioni utili allo sviluppo controllato dei Conguagli

Dettagli

Circolare N. 72 del 14 Maggio 2015. Modello Unico PF/2015: inizia la raccolta documenti

Circolare N. 72 del 14 Maggio 2015. Modello Unico PF/2015: inizia la raccolta documenti Circolare N. 72 del 14 Maggio 2015 Modello Unico PF/2015: inizia la raccolta documenti Soggetti interessati Sono obbligati alla presentazione della dichiarazione dei redditi (Mod. Unico PF 2015) i contribuenti

Dettagli

Di seguito, riepiloghiamo i campi del CUD che DEVONO essere inseriti nel modello di dichiarazione:

Di seguito, riepiloghiamo i campi del CUD che DEVONO essere inseriti nel modello di dichiarazione: Indicazioni sulla Compilazione dei Quadri del Modello 730/2012 in presenza di CUD 2012 Di seguito, riepiloghiamo i campi del CUD che DEVONO essere inseriti nel modello di dichiarazione: Reddito lavoro

Dettagli

CONG730 2010. Gecom Paghe. Conguaglio risultanze 730

CONG730 2010. Gecom Paghe. Conguaglio risultanze 730 Gecom Paghe Conguaglio risultanze 730 INDICE Circolare Agenzia delle Entrate n. 16/2010: conguagli del sostituto d imposta... 3 Modalità e termini... 3 Conguagli a credito... 3 Conguagli a debito... 3

Dettagli

Note di Rilascio Utente Versione 11.50.10 - Tutti gli Applicativi

Note di Rilascio Utente Versione 11.50.10 - Tutti gli Applicativi Note di Rilascio Utente Versione 11.50.10 - Tutti gli Applicativi INFORMAZIONI AGGIORNAMENTO Eseguire il salvataggio degli archivi prima di procedere con l aggiornamento. La Fix 11.50.10 può essere utilizzata

Dettagli

Travaso 730 Paghe - Conguagli in Busta Paga

Travaso 730 Paghe - Conguagli in Busta Paga HELP DESK Nota Salvatempo L0001 MODULO PAGHE Travaso 730 Paghe - Conguagli in Busta Paga Quando serve Per travasare i risultati delle dichiarazioni dall applicativo Modello 730 all applicativo Paghe direttamente

Dettagli

genzia ntrate UNICO Società di persone

genzia ntrate UNICO Società di persone genzia ntrate 2013 PERIODO D IMPOSTA 2012 UNICO Società di persone INDICATORI DI NORMALITÀ ECONOMICA UNICO SOCIETÀ DI PERSONE L articolo 1, comma 19, primo periodo, della legge n. 296 del 2006 (Legge Finanziaria

Dettagli

C.I.V.A. di Negri Daniela e C. s.a.s.

C.I.V.A. di Negri Daniela e C. s.a.s. Sede Operativa: Via Isonzo n 24 20900 Monza - Milano Tel 039/2848474 Fax 039/2845933 C.I.V.A. di Negri Daniela e C. s.a.s. Sede Legale: Via Copernico n 14/b 20092 Cinisello Balsamo - Milano Rev. REVISIONE

Dettagli

Gruppo Buffetti S.p.A. Via F. Antolisei 10-00173 Roma

Gruppo Buffetti S.p.A. Via F. Antolisei 10-00173 Roma VERSIONI CONTENUTE NEL PRESENTE CD...2 CERTIFICAZIONE UNICA REVISIONE 01.00.00...4 Premessa...4 Lavorare con il modulo...5 Importazione dati da moduli attivi...5 Certificazione unica 2015...8 Stampe...14

Dettagli

LE NOVITÀ DEL MODELLO 770/2015 SEMPLIFICATO 2 A PARTE

LE NOVITÀ DEL MODELLO 770/2015 SEMPLIFICATO 2 A PARTE INFORMATIVA N. 198 22 MAGGIO 2015 Fiscale LE NOVITÀ DEL MODELLO 770/2015 SEMPLIFICATO 2 A PARTE Agenzia delle Entrate, Provvedimento n. 4793 del 15 gennaio 2015 Agenzia delle Entrate, Provvedimento prot.

Dettagli

Circolare 06/2013 WEURO

Circolare 06/2013 WEURO Circolare 06/2013 WEURO Ponte San Giovanni, 03 Giugno 2013 A tutti gli utenti Procedura paghe e stipendi Loro Sedi OGGETTO: 0,50% IVS su Sgravio Contributivo Altre eventuali Lettura integrale della circolare

Dettagli

Note di Rilascio Utente Versione 12.60.00 - Tutti gli Applicativi

Note di Rilascio Utente Versione 12.60.00 - Tutti gli Applicativi Note di Rilascio Utente Versione 12.60.00 - Tutti gli Applicativi INFORMAZIONI AGGIORNAMENTO Eseguire il salvataggio degli archivi prima di procedere con l aggiornamento. La Release 12.60.00 può essere

Dettagli

Direzione Centrale Entrate Direzione Centrale Bilanci e Servizi Fiscali Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici.

Direzione Centrale Entrate Direzione Centrale Bilanci e Servizi Fiscali Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici. Direzione Centrale Entrate Direzione Centrale Bilanci e Servizi Fiscali Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Roma, 13-02-2015 Messaggio n. 1144 Allegati n.2 OGGETTO: Circolare n. 17/2015

Dettagli

La certificazione unica CUD

La certificazione unica CUD La certificazione unica CUD Il datore di lavoro sostituto d'imposta dei propri dipendenti: il CUD Entro il 28 febbraio di ogni anno (fino al 2007 il termine era il 15 marzo) il sostituto deve rilasciare

Dettagli

Note di Rilascio Utente Versione 12.70.10 - Tutti gli Applicativi

Note di Rilascio Utente Versione 12.70.10 - Tutti gli Applicativi Note di Rilascio Utente Versione 12.70.10 - Tutti gli Applicativi INFORMAZIONI AGGIORNAMENTO Eseguire il salvataggio degli archivi prima di procedere con l aggiornamento. La FIX 12.70.10 può essere utilizzata

Dettagli

Mod. 730: tutte le novita` e le scadenze del 2012

Mod. 730: tutte le novita` e le scadenze del 2012 Mod. 730: tutte le novita` e le scadenze del di Saverio Cinieri (*) L ADEMPIMENTO L Agenzia delle Entrate ha approvato il Mod. 730/ che permette ad alcune categorie di contribuenti (per lo piu` lavoratori

Dettagli

CONTENUTO DELL AGGIORNAMENTO

CONTENUTO DELL AGGIORNAMENTO Rescaldina 26/04/2012 Release AG201208 CONTENUTO DELL AGGIORNAMENTO Unico Persone Fisiche - fascicolo 2 e 3 Unico Societa di Persone USC: prospetto ACE USC: stampa perdita sistematica Enti non commerciali

Dettagli

NOVITA MARZO 2008 1. NUOVO MENU 3 1.1. MAPPA CO.CO.CO... 5 1.2. SUPPORTO FONDI PENSIONE COMPLEMENTARE... 5 2. IRAP 6

NOVITA MARZO 2008 1. NUOVO MENU 3 1.1. MAPPA CO.CO.CO... 5 1.2. SUPPORTO FONDI PENSIONE COMPLEMENTARE... 5 2. IRAP 6 NOVITA MARZO 2008 SOMMARIO 1. NUOVO MENU 3 1.1. MAPPA CO.CO.CO... 5 1.2. SUPPORTO FONDI PENSIONE COMPLEMENTARE... 5 2. IRAP 6 2.1. STORICIZZAZIONE DATI IRAP... 6 2.1.1 DITTA: VIDEATA 9^ - INCR. OCCUPAZIONALE...

Dettagli

Vademecum. Guida alla lettura della busta paga PRATICA LAVORO 2/2011 - INSERTO. Riferimenti normativi e nozione. Soggetti interessati.

Vademecum. Guida alla lettura della busta paga PRATICA LAVORO 2/2011 - INSERTO. Riferimenti normativi e nozione. Soggetti interessati. Guida alla lettura della busta paga Riferimenti normativi e nozione R.D.L. 10 settembre 1923, n. 1955 R.D.L. 28 agosto 1924, n. 1422 (*) L. 5 gennaio 1953, n. 4, art. 1 D.P.R. 30 maggio 1955, n. 797, artt.

Dettagli

Manuale Operativo UR0911100000. Rimborso IRAP 2009. Manuale Operativo

Manuale Operativo UR0911100000. Rimborso IRAP 2009. Manuale Operativo Manuale Operativo UR0911100000 Rimborso IRAP 2009 Manuale Operativo Wolters Kluwer Italia s.r.l. - Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questi documenti può essere riprodotta o trasmessa in qualsiasi

Dettagli

GECOM PAGHE Oggetto: Aggiornamento procedura Versione: 2008.0.9 (Update) Data di rilascio: 30.04.2008

GECOM PAGHE Oggetto: Aggiornamento procedura Versione: 2008.0.9 (Update) Data di rilascio: 30.04.2008 NOTE OPERATIVE DI RELEASE Il presente documento costituisce un integrazione al manuale utente del prodotto ed evidenzia le variazioni apportate con la release. SPEDIZIONE Applicativo: GECOM PAGHE Oggetto:

Dettagli

Certificazione Unica: le risposte dell'agenzia delle entrate al Telefisco 2015, Videoforum Italia Oggi e Forum lavoro

Certificazione Unica: le risposte dell'agenzia delle entrate al Telefisco 2015, Videoforum Italia Oggi e Forum lavoro A cura della Redazione Directio Certificazione Unica: le risposte dell'agenzia delle entrate al Telefisco 2015, Videoforum Italia Oggi e Forum lavoro Quesito n. 1 - CU e Ravvedimento operoso Rispetto all

Dettagli

Note di Rilascio Utente Versione 14.20.20 - Tutti gli Applicativi

Note di Rilascio Utente Versione 14.20.20 - Tutti gli Applicativi Note di Rilascio Utente Versione 14.20.20 - Tutti gli Applicativi INFORMAZIONI AGGIORNAMENTO Eseguire il salvataggio degli archivi prima di procedere con l aggiornamento. La Fix 14.20.20 può essere utilizzata

Dettagli

LA FATICA NELLE MANI LAVORO, FAMIGLIA e FUTURO. Come leggere la Busta Paga

LA FATICA NELLE MANI LAVORO, FAMIGLIA e FUTURO. Come leggere la Busta Paga LA FATICA NELLE MANI LAVORO, FAMIGLIA e FUTURO Come leggere la Busta Paga ANNO 2016 Le GUIDE della Fondazione Studi A cura del Dipartimento Scientifico della Fondazione Studi - Consiglio Nazionale dei

Dettagli

DAL CALCOLO DELL IMPOSTA AL CONGUAGLIO

DAL CALCOLO DELL IMPOSTA AL CONGUAGLIO DAL CALCOLO DELL IMPOSTA AL CONGUAGLIO IL MODELLO 730-3: La STRUTTURA e i DATI IDENTIFICATIVI. Le sezioni del prospetto di liquidazione 730-3 Il risultato dell elaborazione dei dati esposti nel modello

Dettagli

1. Gestione dei cespiti civilistici / fiscali...2

1. Gestione dei cespiti civilistici / fiscali...2 1. Gestione dei cespiti civilistici / fiscali...2 Introduzione...2 Nuova struttura del menù dei cespiti...4 Conversione archivi...5 Aggiornamento anagrafiche...6 Anagrafica cespiti...8 Calcolo degli ammortamenti...

Dettagli

Consiglio Provinciale dei Consulenti del Lavoro di Napoli. Dentro la Notizia 54/2012 LUGLIO/8/2012 (*)

Consiglio Provinciale dei Consulenti del Lavoro di Napoli. Dentro la Notizia 54/2012 LUGLIO/8/2012 (*) Consiglio Provinciale dei Consulenti del Lavoro di Napoli A CURA DELLA COMMISSIONE COMUNICAZIONE DEL CPO DI NAPOLI Dentro la Notizia 54/2012 LUGLIO/8/2012 (*) 18 Luglio 2012 SCADE IL 31 LUGLIO 2012 IL

Dettagli

Novità software Unico 2015

Novità software Unico 2015 Novità software Unico 2015 Elenco argomenti : Trasferimento valori contabili Alcune precisazioni operative Gestioni IVS Gestione Cooperative Gestione ZFU Ricalcolo rate non stampate Gestione manuale quadro

Dettagli

GECOM PAGHE Oggetto: Aggiornamento procedura Versione: 2008.1.2 (Update) Data di rilascio: 04.07.2008

GECOM PAGHE Oggetto: Aggiornamento procedura Versione: 2008.1.2 (Update) Data di rilascio: 04.07.2008 NOTE OPERATIVE DI RELEASE Il presente documento costituisce un integrazione al manuale utente del prodotto ed evidenzia le variazioni apportate con la release. SPEDIZIONE Applicativo: GECOM PAGHE Oggetto:

Dettagli

Massimo Importo deducibile Importo che si vuole versare per la previdenza complementare Massimo importo deducibile

Massimo Importo deducibile Importo che si vuole versare per la previdenza complementare Massimo importo deducibile Manuale per l utilizzo della procedura I campi che possono essere compilati dall operatore si presentano di colore G Giallo o ;viceversa, i campi che sono calcolati dal programma e che, conseguentemente,

Dettagli

Guida Operativa. Implementazioni nuova Release Procedura. PAGHE Rel. 4.0.5.2. Data rilascio: OTTOBRE 2010

Guida Operativa. Implementazioni nuova Release Procedura. PAGHE Rel. 4.0.5.2. Data rilascio: OTTOBRE 2010 Guida Operativa Implementazioni nuova Release Procedura PAGHE Rel. 4.0.5.2 Data rilascio: OTTOBRE 2010 Lo scopo che si prefigge questa guida è quello di documentare le implementazioni introdotte nella

Dettagli

Studio Tributario e Societario

Studio Tributario e Societario Studio Tributario e Societario Studio Tributario e Societario Convegno Novità Tributarie 2011/2012 Genova, 19 Gennaio 2012 La tassazione delle persone fisiche come stumento di redistribuzione della ricchezza:

Dettagli

Gestione Credito IVA Annuale

Gestione Credito IVA Annuale HELP DESK Nota Salvatempo 0004 MODULO Gestione Credito IVA Annuale Quando serve La normativa Novità 2012 La funzione consente di gestire in modo automatico i vincoli sull utilizzo del credito introdotti

Dettagli

NOVITA APRILE 2008 1.1. DETRAZIONI D IMPOSTA TFR DA 01 APRILE 2008... 3 1.2. DETRAZIONE PER CANONI DI LOCAZIONE... 7

NOVITA APRILE 2008 1.1. DETRAZIONI D IMPOSTA TFR DA 01 APRILE 2008... 3 1.2. DETRAZIONE PER CANONI DI LOCAZIONE... 7 NOVITA APRILE 2008 SOMMARIO 1. DETRAZIONI 3 1.1. DETRAZIONI D IMPOSTA TFR DA 01 APRILE 2008... 3 1.1.1 PREMESSA... 3 1.1.2 DECORRENZA... 3 1.1.3 CALCOLO DETRAZIONI... 3 1.1.4 ACCONTO TFR... 5 1.1.5 INDENNITA

Dettagli

PAGHE Rel. 4.0.5.4. Attenzione!!:

PAGHE Rel. 4.0.5.4. Attenzione!!: Guida Operativa Implementazioni nuova Release Procedura PAGHE Rel. 4.0.5.4 Data rilascio: NOVEMBRE 2010 Lo scopo che si prefigge questa guida è quello di documentare le implementazioni introdotte nella

Dettagli

2 DISCIPLINA PREVISTA DAL TESTO ORIGINARIO DEL DL 66/2014

2 DISCIPLINA PREVISTA DAL TESTO ORIGINARIO DEL DL 66/2014 Dott. Mauro ROVIDA Dott. Luca Andrea CIDDA Dott. Francesca RAPETTI Dott. Pietro GRONDONA Dott. Luca GIACOMETTI Dott. Paolo STAGNO Dott. Barbara MARINI Dott. Micaela MARINI Dott. Paolo PICCARDO Telef.:

Dettagli

Come leggere la Busta Paga. A cura del Dipartimento Scientifico della Fondazione Studi - Consiglio Nazionale dei Consulenti del Lavoro

Come leggere la Busta Paga. A cura del Dipartimento Scientifico della Fondazione Studi - Consiglio Nazionale dei Consulenti del Lavoro Come leggere la Busta Paga A cura del Dipartimento Scientifico della Fondazione Studi - Consiglio Nazionale dei Consulenti del Lavoro CHE COS È E' un documento obbligatorio che indica la retribuzione,

Dettagli

Guida Operativa Implementazioni nuova Release Procedura. PAGHE Rel. 5.0.2.0. Data rilascio: 30 Settembre 2014

Guida Operativa Implementazioni nuova Release Procedura. PAGHE Rel. 5.0.2.0. Data rilascio: 30 Settembre 2014 Guida Operativa Implementazioni nuova Release Procedura PAGHE Rel. 5.0.2.0 Data rilascio: 30 Settembre 2014 Lo scopo che si prefigge questa guida è quello di documentare le implementazioni introdotte nella

Dettagli

OGGETTO: Bonus Irpef. Le novità

OGGETTO: Bonus Irpef. Le novità OGGETTO: Bonus Irpef. Le novità Premessa Il bonus Irpef, contenuto nell art. 1 del D.L. n. 66/2014 (entrato in vigore il 24 aprile 2014), vale esclusivamente per il 2014, anche se il Governo ha fatto sapere

Dettagli

1 ANF NUOVE TABELLE VALIDE DAL 1 LUGLIO 2013 (redditi 2012)

1 ANF NUOVE TABELLE VALIDE DAL 1 LUGLIO 2013 (redditi 2012) Circolare n. 3.04.11 del 12/06/2013 (2.08.07 AlaPagWin) Per effettuare il seguente aggiornamento devono essere stati effettuati tutti gli aggiornamenti precedenti. Rammentiamo per coloro che hanno la procedura

Dettagli

Circolare n. 7 del 19 maggio 2014

Circolare n. 7 del 19 maggio 2014 Circolare n. 7 del 19 maggio 2014 Bonus IRPEF: chiarimenti dell Agenzia delle Entrate Indice 1. Premessa 2. Soggetti beneficiari 2.1 Possesso di redditi di lavoro dipendente o di alcuni redditi assimilati

Dettagli

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE 1

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE 1 DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE 1 1 Deliberato dal Consiglio di Amministrazione in data 22 luglio 2014 Sommario REGIME FISCALE DEI CONTRIBUTI... 3 Contributi versati fino al 31 dicembre 2006... 3 Contributi

Dettagli

Le novità in tema di addizionali IRPEF, recupero versamenti in eccesso e dei rimborsi ai dipendenti, Bonus Renzi, ticket restaurant, TFR in busta paga

Le novità in tema di addizionali IRPEF, recupero versamenti in eccesso e dei rimborsi ai dipendenti, Bonus Renzi, ticket restaurant, TFR in busta paga Le novità in tema di addizionali IRPEF, recupero versamenti in eccesso e dei rimborsi ai dipendenti, Bonus Renzi, ticket restaurant, TFR in busta paga Piergiorgio Mondini 17-18-19 febbraio 2015 Addizionali

Dettagli

GESTIONE IRAP IMPOSTAZIONI ANAGRAFICA AZIENDA. In azienda sono presenti alcune informazioni utili alla determinazione del calcolo Irap:

GESTIONE IRAP IMPOSTAZIONI ANAGRAFICA AZIENDA. In azienda sono presenti alcune informazioni utili alla determinazione del calcolo Irap: GESTIONE IRAP La stampa dei dati Irap e l export verso altri applicativi si eseguono dal menù principale accedendo alla sezione Elaborazioni annuali/ Gestione Irap (come da immagine sottostante) o lanciando

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento.

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento. N. 21230 / 2009 protocollo Modifica delle istruzioni per la compilazione dei modelli per la richiesta del bonus straordinario per famiglie, lavoratori, pensionati e non autosufficienza, ai sensi dell art.

Dettagli

Circolare N.52 del 06 Aprile 2012

Circolare N.52 del 06 Aprile 2012 Circolare N.52 del 06 Aprile 2012 Modello 730/2012. Il 30 Aprile è la scadenza per chi ha scelto di presentare la dichiarazione al proprio sostituto di imposta Modello 730/2012: il 30 aprile 2012 è la

Dettagli

I TRIBUTI. Tributi locali (ICI sostituita a far data dall anno 2012 dall IMU)

I TRIBUTI. Tributi locali (ICI sostituita a far data dall anno 2012 dall IMU) I TRIBUTI I cittadini sono tenuti a concorrere alla spese pubblica in ragione della loro capacità contributiva, come recita l articolo 53 della Costituzione Italiana. I tributi che gravano sui cittadini

Dettagli

I lavoratori dipendenti e i pensionati (in possesso di determinati redditi), possono presentare la dichiarazione con il modello 730.

I lavoratori dipendenti e i pensionati (in possesso di determinati redditi), possono presentare la dichiarazione con il modello 730. 03 giugno 2013 Più tempo per consegnare il modello 730 ai Caf o ai professionisti abilitati. Un Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri, firmato il 29 maggio scorso, ha fatto slittare dal 31

Dettagli

RIEPILOGO DELLE CIRCOLARI DI AGGIORNAMENTO GIUGNO 2007 GESTIONE FONDO PENSIONE COMPLEMENTARE

RIEPILOGO DELLE CIRCOLARI DI AGGIORNAMENTO GIUGNO 2007 GESTIONE FONDO PENSIONE COMPLEMENTARE M:\MANUALI\MANUALE_GESTIONE_FPC\RIEP_CIRCOLARI_AGG_200706.DOC RIEPILOGO DELLE CIRCOLARI DI AGGIORNAMENTO GIUGNO 2007 GESTIONE FONDO PENSIONE COMPLEMENTARE Di seguito riportiamo in un unico documento tutte

Dettagli

Il risultato della dichiarazione dei redditi

Il risultato della dichiarazione dei redditi Il risultato della dichiarazione dei redditi Capitolo 12 12.1 CONCETTI GENERALI 12.2 IRPEF : CALCOLO IMPOSTA LORDA 12.3 IRPEF : DALL IMPOSTA LORDA ALL IMPOSTA NETTA : LE DETRAZIONI 12.4 IRPEF : DALL IMPOSTA

Dettagli

ALLEGATO A); POSIZIONE ASSICURATIVA INAIL E RELATIVE VOCI DI RISCHIO;

ALLEGATO A); POSIZIONE ASSICURATIVA INAIL E RELATIVE VOCI DI RISCHIO; DIREZIONE GENERALE CENTRALE ORGANIZZAZIONE, PERSONALE, SISTEMI INFORMATIVI E TELEMATICA SERVIZIO AMMINISTRAZIONE E GESTIONE IL RESPONSABILE ROVERSI ELENA TIPO ANNO NUMERO REG. PG/2015/52015 DEL 29/01/2015

Dettagli

Le novità del modello 730/2012 e del modello Unico Persone fisiche 2012 (fascicolo 1) Roma, 9 marzo 2012

Le novità del modello 730/2012 e del modello Unico Persone fisiche 2012 (fascicolo 1) Roma, 9 marzo 2012 Le novità del modello 730/2012 e del modello Unico Persone fisiche 2012 (fascicolo 1) Roma, 9 marzo 2012 Le principali novità di quest anno Cedolare secca sulle locazioni Immobili di interesse storico-artistico

Dettagli

QUESITI FORUM LAVORO 2015 L AGENZIA DELLE ENTRATE RISPONDE

QUESITI FORUM LAVORO 2015 L AGENZIA DELLE ENTRATE RISPONDE QUESITI FORUM LAVORO 2015 * * * L AGENZIA DELLE ENTRATE RISPONDE 1. Stampa progressivo certificazione Ai fini della compilazione della dichiarazione precompilata, il numero di progressivo della certificazione

Dettagli

NOVITA FEBBRAIO 2008

NOVITA FEBBRAIO 2008 NOVITA FEBBRAIO 2008 SOMMARIO 1.1 CONTROLLO ANTICIPO TFR... 2 1.2 GESTIONE PRESTITI / CESSIONE 5^... 3 1.2.1 ANAGRAFICA DITTA... 3 1.2.2 ANAGRAFICA DIPENDENTE... 4 1.2.3 CHIUSURE MENSILI...11 1.3 GESTIONE

Dettagli

Nuovo calcolo Cedolino e Elaborazioni Mensili Integrate

Nuovo calcolo Cedolino e Elaborazioni Mensili Integrate Manuale Operativo Nuovo calcolo Cedolino e Elaborazioni Mensili Integrate UR1303133000 Wolters Kluwer Italia s.r.l. - Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questi documenti può essere riprodotta

Dettagli

www.ecnews.it Agenzia: ancora chiarimenti sulla precompilata DICHIARAZIONI a cura del Comitato di redazione

www.ecnews.it Agenzia: ancora chiarimenti sulla precompilata DICHIARAZIONI a cura del Comitato di redazione DICHIARAZIONI Agenzia: ancora chiarimenti sulla precompilata a cura del Comitato di redazione L Agenzia delle entrate si adopera per fornire ogni precisazione possibile sull imminente adempimento della

Dettagli

Gestione del Personale

Gestione del Personale Gestione funzionale e completa del Personale sia dal punto di vista giuridico che da quello finanziario. La procedura consente di elaborare, per ciascun mese, due mensilità ordinarie e 98 mensilità straordinarie

Dettagli

TABELLE PRECARICATE. - Fiscali - Contratti - Previdenziali INPS. - Previdenziali di settore: Industria - Commercio - Edilizia - Editoria

TABELLE PRECARICATE. - Fiscali - Contratti - Previdenziali INPS. - Previdenziali di settore: Industria - Commercio - Edilizia - Editoria SPEED AREA LAVORO - Gestione del personale Subordinato - Gestione del personale Parasubordinato - Modello 770 - Collocamento Telematico - CCNL Aggionamento contratti di lavoro CARATTERISTICHE FUNZIONALI

Dettagli

Note di Rilascio Utente Release 11.01 - Tutti gli Applicativi

Note di Rilascio Utente Release 11.01 - Tutti gli Applicativi 17/12/2010 Note di Rilascio Utente Release 11.01 - Tutti gli Applicativi INFORMAZIONI AGGIORNAMENTO Eseguire il salvataggio degli archivi prima di procedere con l aggiornamento. La Release 11.01 può essere

Dettagli

Dottore Commercialista

Dottore Commercialista DECRETO SEMPLIFICAZIONI: DAL 2015 NUOVO MODELLO 730 PRECOMPILATO a cura del Dott. Vito SARACINO e in Bitonto (BA) Il D.Lgs. 21.11.2014, n. 175 pubblicato sulla G.U. del 28 novembre 2014 ed entrato in vigore

Dettagli

Guida Operativa. Risultanze Modello 730-4/2013. Data rilascio: 26 Giugno 2013

Guida Operativa. Risultanze Modello 730-4/2013. Data rilascio: 26 Giugno 2013 Guida Operativa Risultanze Modello 730-4/2013 Data rilascio: 26 Giugno 2013 Lo scopo che si prefigge questa guida è quello di supportare l operatore alla gestione delle risultanze del Modello 730-4/2013.

Dettagli

Suite Pro. Contabilità generale e cespiti. Compensi a terzi e certificazioni. Parcellazione. Simulazione fiscale. Telematico. Anagrafica nominativi

Suite Pro. Contabilità generale e cespiti. Compensi a terzi e certificazioni. Parcellazione. Simulazione fiscale. Telematico. Anagrafica nominativi Suite Pro Gestione completa delle attività dello studio commercialista Struttura modulare Integrazione tra i moduli software, che condividono un anagrafica realmente unica Impostazione grafica e funzionale

Dettagli

REDDITI DI LAVORO DIPENDENTE CORRISPOSTI NEL 2008...pag. 19. REDDITI ASSIMILATI A QUELLI DI LAVORO DIPENDENTE...pag. 24

REDDITI DI LAVORO DIPENDENTE CORRISPOSTI NEL 2008...pag. 19. REDDITI ASSIMILATI A QUELLI DI LAVORO DIPENDENTE...pag. 24 INDICE Sezione Prima - INTRODUZIONE INTRODUZIONE...pag. 14 Lo schema del CUD 2009 - Certificazione Unica Dipendenti...» 14 Termini di consegna al dipendente...» 15 Il trattamento dei dati personali...»

Dettagli

In talune particolari circostanze il rigo PL66 (Bonus IRPEF spettante) non era calcolato secondo le specifiche fornite dall'agenzia delle Entrate.

In talune particolari circostanze il rigo PL66 (Bonus IRPEF spettante) non era calcolato secondo le specifiche fornite dall'agenzia delle Entrate. Installazione Aggiornamento Prima di eseguire l aggiornamento: NOTE Ver. DI 16.20.20 RILASCIO Eseguire il salvataggio degli archivi Verificare che la versione installata sia 16.20.00 e successive Visionare

Dettagli

Passaggi di fine anno

Passaggi di fine anno Passaggi di fine anno Installazione versione 2013.0.0 ed eseguire la CONVERS Aggiornamento indice ISTAT Dicembre 2012 definitivo Controllare opzioni in TB1203 (annullamento licenziati, numerazione inail

Dettagli

GUIDA ALLA LETTURA DEL PROSPETTO DI LIQUIDAZIONE DATI IDENTIFICATIVI Sono riportati il codice fiscale, il cognome e il nome o la denominazione del sostituto d'imposta o del CAF o del professionista abilitato

Dettagli

Applicativo GISPAGHE Versione 11.01.3c00 Tipo Versione Aggiornamento Data Rilascio 04.03.2011

Applicativo GISPAGHE Versione 11.01.3c00 Tipo Versione Aggiornamento Data Rilascio 04.03.2011 Applicativo GISPAGHE Versione 11.01.3c00 Tipo Versione Aggiornamento Data Rilascio 04.03.2011 Gentile cliente, La informiamo che è disponibile un aggiornamento GIS PAGHE. Accedere all area riservata del

Dettagli