Piano di formazione. Addetta all informatica CFP / Addetto all informatica CFP. Formazione professionale TIC Svizzera. Approvata il 14 settembre 2010

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Piano di formazione. Addetta all informatica CFP / Addetto all informatica CFP. Formazione professionale TIC Svizzera. Approvata il 14 settembre 2010"

Transcript

1 Piano di formazione Addetta all informatica CFP / Addetto all informatica CFP Approvata il 14 settembre 2010 Pagina 1 (di 52)

2 Indice Introduzione 3 Designazione della professione 3 Profilo professionale 3 Basi della formazione degli addetti all informatica 4 Indicazioni metodologiche 4 Competenze extraprofessionali 5 Cooperazione dei luoghi di formazione 7 Parte A: Competenze operative 8 Parte B: Griglia delle lezioni 44 Formazione scolastica 44 Corsi di sostegno e facoltativi 45 Parte C: Organizzazione, ripartizione e durata dei corsi interaziendali 46 Scopo 46 Responsabili 46 Organi e i loro compiti 46 Durata, periodo e contenuti 48 Valutazione 48 Parte D: Procedura di qualificazione 49 Organizzazione 49 Campi di qualificazione 49 Nota per le conoscenze professionali 49 Valutazione 50 Approvazione ed entrata in vigore 51 Allegati 52 Documenti principali 52 Pagina 2 (di 52)

3 Introduzione Il presente piano di formazione descrive le competenze che devono essere pretese da una persona in formazione per poter esercitare la sua professione. Si basa sul profilo della professione descritto nell art. 1 dell ordinanza sulla formazione di base. La struttura del piano di formazione si orienta sui campi di attività professionali della persona in formazione. In questo modo l attività professionale dovrebbe essere rappresentata il più possibile vicino alla pratica. Designazione della professione Informatikpraktikerin EBA / Informatikpraktiker EBA Aide en informatique AFP Addetta all informatica CFP / Addetto all informatica CFP Profilo professionale Campo d attività Il campo professionale e di lavoro degli addetti all informatica comprende l installazione delle postazioni di lavoro, la relativa istruzione agli utenti, il supporto agli utenti e ai clienti, la gestione di siti web e l amministrazione in rapporto a queste attività. In base all orientamento dell azienda formatrice, i loro clienti sono interni all azienda, nei negozi o all esterno. Generalmente lavorano in un piccolo gruppo. Le principali competenze operative professionali La formazione degli addetti all informatica CFP deve condurre, in un ambiente di servizi informatici, alle seguenti capacità: Sono in grado di effettuare autonomamente, in base a liste di controllo e secondo le istruzioni, installazioni standard e lavori di manutenzione su postazioni informatiche e periferiche. Sono in grado di eliminare semplici errori su postazioni informatiche e periferiche. Assistono la clientela. Gestiscono siti web e sono responsabili dell attualità dei dati e documenti che vi compaiono. Vantano solide nozioni di informatica, lavorano in modo affidabile, sistematico e rispettoso dell ambiente. Inoltre sono particolarmente disponibili e orientati ai bisogni della clientela, di cui tengono debitamente conto. Esercizio della professione In generale, gli addetti all informatica lavorano nell officina informatica oppure presso il cliente. Gli addetti all informatica CFP lavorano in un campo parziale degli informatici con opzione di approfondimento supporto. A seconda dell azienda lavorano a stretto contatto con questi ultimi. Pagina 3 (di 52)

4 Significato della professione per la società, l economia e la cultura Per numerose aziende, il buon funzionamento delle loro postazioni informatiche e la competente assistenza agli utenti hanno un importanza vitale. Attraverso la buona qualità del loro lavoro, gli addetti all informatica fanno in modo che i professionisti, in caso di necessità, siano ben assistiti e possano lavorare senza problemi ed efficacemente con i mezzi informatici. Gli addetti all informatica sono i collaboratori del servizio esterno presso i clienti sono di conseguenza anche l immagine del reparto informatico. Basi della formazione degli addetti all informatica L insegnamento professionale e i corsi interaziendali sono modulari e si orientano al corrispondente piano modulare di I-CH SA, formazione professionale di base. Essi consistono in 8 moduli informatici di livello 1 e 2 del piano modulare di I-CH. Un modulo può contenere numerosi obiettivi fondamentali. I moduli sono assegnati specificatamente ai settori delle competenze operative professionali nel seguente modo: Campi di competenze operative A. Installare, mettere a punto e mantenere postazioni informatiche. B. Connettere postazioni di lavoro a reti interne ed esterne. C. Installare servizi Internet e gestire il sito Internet secondo le istruzioni. D. Fornire assistenza a utenti e clienti. E. Collaborare nell ambito delle ordinazioni e dell amministrazione. Moduli Modulo 124: Aggiornare/potenziare un PC Modulo 125: Mettere in funzione le periferiche Modulo 304: Mettere in funzione un PC Modulo 316: Misurare ed interpretare tensione e corrente Modulo 117: Realizzare l'infrastruttura informatica e di rete per una piccola azienda Modulo 101: Realizzare e pubblicare un sito web Modulo 112: Lavorare nell'assistenza di primo livello Modulo 301: Utilizzare gli strumenti di burotica Indicazioni metodologiche Nella parte A del piano di formazione trovate tutte le principali informazioni sulle competenze operative richieste nei moduli e nei controlli di competenza. Gli obiettivi fondamentali descrivono le tipiche situazioni operative, nelle quali è attivo un addetto all informatica formato. Gli obiettivi operativi corrispondono alle competenze che sono necessarie per l esercizio delle relative attività. Gli obiettivi di valutazione descrivono quelle conoscenze e capacità che sono insegnate e testate nei luoghi di formazione corrispondenti. Le indicazioni sulla tassonomia per gli obiettivi di valutazione contengono un informazione sulla complessità delle prestazioni richieste. Si distinguono quattro livelli di competenza, che in particolare significano: Pagina 4 (di 52)

5 (conoscenza) Ripetere delle informazioni e ricordarsene in situazioni simili. (comprensione) Non solo ripetere delle informazioni, ma anche saperle spiegare con parole proprie. (applicazione) Utilizzare le informazioni sui fatti in differenti situazioni. LC4 (analisi) Suddividere i fatti in singoli elementi, scoprire la relazione tra gli elementi e trovare le caratteristiche strutturali. Le persone in formazione elencano le cinque apparecchiature più importanti di una postazione di lavoro informatica (PC, schermo, tastiera, mouse, stampante). Le persone in formazione spiegano al cliente in modo comprensibile, per quale funzione vengono utilizzate le cinque periferiche più importanti. Le persone in formazione sanno collegare le cinque periferiche più importanti ed eseguono le necessarie configurazioni di base. Le persone in formazione sanno analizzare dei semplici malfunzionamenti delle cinque periferiche più importanti ed eliminare autonomamente l errore. La descrizione delle competenze extra-professionali si trovano nell allegato di questo piano di formazione. Competenze extraprofessionali Le competenze operative si suddividono in competenze professionali, metodologiche, sociali e personali. Esse permettono al professionista formato di esercitare il proprio mestiere in modo competente e di porsi sul mercato del lavoro. Nella parte A del piano di formazione, le cosiddette competenze extraprofessionali, sotto forma di competenze metodologiche, sociali e personali, sono rappresentate attraverso parole chiave. Esse si trovano all inizio della formulazione degli obiettivi operativi. Le competenze extraprofessionali fanno parte delle competenze operative professionali e sono perciò incoraggiate in relazione a queste ultime. Le singole competenze extraprofessionali sono descritte qui di seguito. Competenze metodologiche Le competenze metodologiche, grazie alla buona organizzazione personale del lavoro, permettono agli addetti all informatica di lavorare in modo finalizzato allo scopo e di utilizzare i mezzi in modo sensato. Le seguenti capacità e attitudini devono essere sviluppate ed incoraggiate in tutti i luoghi di formazione: Pagina 5 (di 52)

6 Lavoro sistematico Gli addetti all informatica eseguono sistematicamente i loro mandati secondo istruzioni o autonomamente. Si procurano le necessarie informazioni e ne pianificano le corrispondenti attività. Eseguono, controllano e documentano i mandati. Capacità d apprendimento e rapporto con il cambiamento Gli addetti all informatica acquisiscono delle nuove conoscenze e capacità in maniera guidata. Si creano delle buone condizioni di apprendimento e si preparano in maniera specifica e responsabile ad un apprendimento continuo per tutta la vita. Gli addetti all informatica sanno accettare i cambiamenti e si orientano in un ambiente in continuo cambiamento. Comunicazione e presentazione Gli addetti all informatica comunicano apertamente, professionalmente e in maniera comprensibile. Sanno descrivere e spiegare i loro lavori e i temi specifici al loro ambito professionale. A questo scopo, utilizzano in maniera appropriata i mezzi ausiliari di presentazione. Pensare e agire economicamente Gli addetti all informatica eseguono i compiti a loro affidati consapevoli dei costi e orientati al servizio e ai clienti. Conoscono i principi di qualità dell azienda e li applicano. Hanno familiarità con l organizzazione e i processi aziendali. Competenze personali e sociali Le competenze sociali e personali permettono agli addetti all informatica di portare a termine con sicurezza le situazioni operative professionali. A questo proposito, rinforzano il proprio comportamento personale e sono pronti a lavorare sul loro proprio sviluppo. Le seguenti capacità e attitudini devono essere sviluppate ed incoraggiate in tutti i luoghi di formazione: Affidabilità Gli addetti all informatica eseguono i mandati coscienziosamente, integralmente e rispettando le scadenze, osservando correttamente le disposizioni e le istruzioni. Se nel lavoro si presentano delle difficoltà impreviste, che non possono superare autonomamente, allora le annunciano alla persona competente e discutono le possibili soluzioni. Considerare la sicurezza sul lavoro Gli addetti all informatica sanno quali pericoli di incidenti e rischi per la salute possono presentarsi durante il lavoro. Si attengono alle regole di sicurezza e alle prescrizioni. Prendono i necessari provvedimenti allo scopo di proteggere sé stessi e il loro ambiente e si impegnano attivamente all eliminazione di mancanze. Gli addetti all informatica conoscono l organizzazione di emergenza della loro azienda e in caso di bisogno sanno organizzare i primi soccorsi. Accuratezza Gli addetti all informatica utilizzano con cura gli apparecchi e i dati che gli sono stati affidati e tengono conto della riservatezza dei dati ai quali hanno accesso. Capacità di lavorare in gruppo e gestione dei conflitti Gli addetti all informatica sanno lavorare in un gruppo con altri specialisti. Sono pronti ad accettare e a mettere in pratica le decisioni prese. Esercitano la critica costruttiva, percepiscono i conflitti e sono capaci di sopportarli in modo calmo e riflessivo. Si Pagina 6 (di 52)

7 inseriscono nella discussione, prendono in considerazione altri punti di vista e li discutono in modo pertinente. Discrezione Ogni azienda lavora con dati e obiettivi che, per la protezione della clientela e dei propri interessi esigono riservatezza. Inoltre, le prescrizioni legali e le ragioni economiche esigono dei rapporti discreti con le informazioni e le conoscenze provenienti dalle attività aziendali. Le persone in formazione sono consapevoli di questi fatti e si comportano in tutte le situazioni in modo tale da salvaguardare gli interessi dei clienti e dell azienda. Protezione della salute Gli addetti all informatica conoscono i rischi per la salute al lavoro e si attengono elle corrispondenti prescrizioni. Conoscono i principi ergonomici e allestiscono conformemente la propria postazione di lavoro. Forme comportamentali Gli addetti all informatica si comportano professionalmente nei rapporti con persone del loro ambiente di lavoro. Sono educati, puntuali, ordinati e fidati. Incontrano persone della propria o di un altra cultura con educazione, rispetto e comprensione. Comportamento ecologico Gli addetti all informatica utilizzano efficacemente ed ecologicamente i materiali, i materiali ausiliari e l energia. Riconoscono i pericoli ambientali e si impegnano attivamente per la loro eliminazione. Si attengono alle prescrizioni e alle raccomandazioni nello smaltimento dei materiali. Cooperazione dei luoghi di formazione Per garantire il successo della formazione sono indispensabili un armonizzazione permanente della formazione e un regolare scambio di esperienze fra i tre luoghi di formazione. Le scuole professionali, le organizzazioni del mondo del lavoro cantonali o regionali (in collaborazione con la commissione dei corsi) e le aziende formatrici assicurano la cooperazione dei luoghi di formazione nella formazione. L organizzazione della cooperazione dei luoghi di formazione è assunta dalle organizzazioni del mondo del lavoro cantonali o regionali. La responsabilità per la trasmissione di tutte le competenze operative elencate nella parte A sono ripartite sui luoghi di formazione come segue: - Gli obiettivi fondamentali e operativi riguardano tutti i luoghi di formazione. - Gli obiettivi di valutazione sono ripartiti fra i singoli luoghi di formazione. - Se degli obiettivi di valutazione sono assegnati a più luoghi di formazione, bisogna basarsi sulle seguenti competenze: il luogo di formazione scuola è responsabile per la trasmissione della teoria con esempi, esercitazioni e applicazioni. Il luogo di formazione azienda organizza le applicazioni, la messa in funzione e l approfondimento in un contesto pratico. Il luogo di formazione corsi interaziendali si occupa dell introduzione, dell applicazione e delle interconnessioni degli appresi. I responsabili dei tre luoghi di formazione armonizzano i loro programmi d insegnamento. Pagina 7 (di 52)

8 Parte A: Competenze operative Il seguente profilo di qualificazione è un riassunto delle competenze operative professionali che dovrebbe disporre un addetto all informatica alla fine della sua formazione. È la base degli obiettivi di formazione descritti in seguito. Campi di competenze operative professionali Competenze operative professionali A Installare, mettere a punto e mantenere postazioni informatiche A1 Assemblare o trasformare un computer con l ausilio di un manuale A2 Installare e configurare secondo le istruzioni sistemi operativi, applicazioni e aggiornamenti standard A3 Rendere operativi e configurare in modo autonomo dispositivi di sicurezza informatica A4 Effettuare secondo le istruzioni e in modo strutturato test di sistema ed eliminare autonomamente semplici errori A5 Installare postazioni informatiche in modo autonomo, secondo le prescrizioni ergonomiche A6 Installare e rendere operative le periferiche secondo le esigenze dei clienti o in base alle prescrizioni aziendali A7 Effettuare regolarmente compiti di aggiornamento, manutenzione e backup A8 Se necessario, traslocare o riconfigurare in base ai piani postazioni informatiche e installazioni client B Connettere postazioni di lavoro a reti interne ed esterne B1 Creare semplici collegamenti di rete secondo le istruzioni B2 Integrare autonomamente postazioni informatiche e periferiche in una rete esistente C Installare servizi Internet e gestire il sito Internet secondo le istruzioni C1 Curare in modo affidabile servizi Internet standard e altri dispositivi di comunicazione C2 Curare secondo le istruzioni i contenuti di un sito Internet con l ausilio di uno strumento software standard D Fornire assistenza a utenti e clienti D1 Accogliere le richieste di supporto dei clienti, gestirle autonomamente o trasmetterle a chi di dovere D2 Accogliere mandati di prestazione ed eseguirli autonomamente o trasmetterli a chi di dovere D3 Avviare al lavoro gli utenti e sostenerli in modo competente e chiaro D4 Gestire i dati dei clienti in modo responsabile E Collaborare nell ambito delle ordinazioni e dell amministrazione E1 Redigere rapporti di lavoro in modo autonomo e affidabile E2 Gestire il materiale in modo autonomo, secondo le prescrizioni interne E3 Attualizzare la configurazione di sistema e la documentazione in modo autonomo Pagina 8 (di 52)

9 Campo di competenze operative A: Installare, mettere a punto e mantenere postazioni informatiche A1. Competenze operative professionali: Assemblare o trasformare un computer con l ausilio di un manuale 1.1. Obiettivo fondamentale: L addetto all informatica riceve, internamente o direttamente dal cliente, il mandato di assemblare o di trasformare dei PC e l esegue con l ausilio di un manuale. Si procura i componenti necessari, li installa e li mette in funzione. Si orienta, nel limite del possibile, verso i desideri del cliente e le direttive aziendali. Verifica il funzionamento del sistema, rispettivamente dei componenti assemblati, identifica le componenti difettose e le sostituisce correttamente. Al termine del lavoro controlla le funzionalità del PC. Competenze metodologiche Competenze sociali e personali Lavoro sistematico Affidabilità Considerare la sicurezza sul lavoro Comportamento ecologico Accuratezza Obiettivo operativo: L addetto all informatica è capace, con l aiuto di un manuale, di assemblare rispettivamente modificare un PC È capace, conformemente alle direttive e alla documentazione, di assemblare un PC oppure di eseguire con successo un upgrade hardware È capace di rispettare le attuali misure di sicurezza e di protezione nel lavoro con un PC aperto. (M124) È capace di utilizzare con successo le attuali documentazioni di PC e i programmi di utilità. (M124) È capace di dimostrare come i parametri nel BIOS dei differenti componenti hardware possono influenzare la configurazione di questi componenti. (M124) Sa identificare, in semplici montaggi, componenti e collegamenti sulla base di uno schema. (M316) Sa utilizzare correttamente gli strumenti di montaggio È capace di montare i componenti hardware al posto giusto secondo le direttive. Pagina 9 (di 52)

10 È capace di collegare correttamente i componenti hardware secondo le direttive e di testare il loro funzionamento Obiettivo operativo: L addetto all informatica possiede delle solide conoscenze riguardo alle componenti hardware di un PC e le loro caratteristiche elettroniche Sa citare le caratteristiche importanti dell hardware che sono da verificare in un upgrade/aggiornamento di un sistema operativo o di un applicazione. (M124) Sa citare almeno tre provvedimenti contro i danni elettrostatici. (M316) È capace di spiegare quali importanti pericoli esistono nel lavoro con Computer aperti. (M124) È capace di mostrare quali compiti sono assegnati ai principali componenti Hardware (CPU, memoria di lavoro, memoria di massa, sistema a bus). (M304) Sa descrivere correttamente le attuali caratteristiche e i dati tipo dei componenti hardware di un PC. (M304) È capace di elencare i differenti tipi di sorgenti di energia elettrica (elementi primari, accumulatori, sorgenti di corrente alternata, UPS). (M316) È capace di descrivere con parole proprie il comportamento di base degli attuali componenti elettrici/elettronici come commutatori, resistenze, transistor, condensatori, bobine, diodi (LED) etc. (M316) Sa familiarizzare con nuovi componenti hardware sulla base della documentazione, in modo tale da poterli mettere autonomamente in funzione in un ambito di test Sa spiegare dove può trovare dell assistenza in caso di problemi nell installazione di componenti hardware Sa citare almeno tre risorse che gli permettono di trovare delle indicazioni a proposito della possibilità di potenziamento di un PC. (M124) Sa spiegare con l aiuto di uno schizzo come funziona Pagina 10 (di 52)

11 il flusso di dati tra i singoli componenti hardware. (M304) È capace di interpretare correttamente le principali grandezze delle differenti sorgenti di energia elettrica. (M316) Obiettivo operativo: L addetto all informatica è pronto ad eseguire coscienziosamente e scrupolosamente un mandato e orientandosi verso i desideri del cliente e/o delle direttive aziendali È capace di citare gli elementi di costo (costo d acquisto, lavoro) come anche le soluzioni energetiche efficienti, che bisogna prendere in considerazione nel confronto tra modifica e nuovo acquisto di un PC. (M124) È capace di citare le prescrizioni e le direttive interne aziendali che deve rispettare nei lavori su un PC Può definire per iscritto, in maniera comprensibile per un collega, le direttive concordate durante una conversazione con clienti/utenti per una modifica Sa elencare ogni ufficio dove trova assistenza in caso di problemi o domande relative ad un mandato di un cliente È capace di procedere correttamente ed ecologicamente nello smaltimento di vecchie apparecchiature e materiali Obiettivo operativo: L addetto all informatica è capace di verificare il funzionamento del PC modificato o assemblato e di identificare dei semplici errori È capace di spiegare chiaramente quali tipi di errore possono essere evitati con delle funzioni di verifica e di messa in sicurezza dell integrità dei supporti di memorizzazione (RAM, HD). (M124) È capace di descrivere in modo comprensibile il procedimento nella pianificazione ed esecuzione di un installazione di test come anche il significato di (M124) Pagina 11 (di 52)

12 ogni singola tappa Sa citare le più importanti categorie di messaggi d errore (hardware, sistema operativo, applicazioni, etc.), compresi gli indizi che sono determinanti per l attribuzione dei messaggi d errore a queste categorie. (M304) È capace di mettere in funzione professionalmente uno strumento di misura (multimetro). (M316) A2. Competenze operative professionali: Installare e configurare secondo le istruzioni sistemi operativi, applicazioni e aggiornamenti standard 1.2. Obiettivo fondamentale: L addetto all informatica installa un sistema stabile, pulito e sicuro. Installa il sistema operativo desiderato o prestabilito dalle direttive aziendali. L addetto all informatica trova autonomamente e velocemente i driver per tutti i componenti hardware e li installa. Infine installa autonomamente le applicazioni (applicazioni Office, etc.). L addetto all informatica configura le applicazioni, le adatta alle direttive aziendali e intraprende delle semplici automazioni. Nell installazione di aggiornamenti standard, se occorre, l addetto all informatica salvaguarda i dati del cliente e installa gli aggiornamenti secondo la procedura standard. Configura gli aggiornamenti software e istruisce brevemente l utente. L addetto all informatica testa l installazione rispettivamente la configurazione eseguita per quanto concerne la loro funzionalità e prende i necessari provvedimenti in caso di apparizione di errori. Competenze metodologiche Competenze sociali e personali Lavoro sistematico Affidabilità Comportamento ecologico Accuratezza Obiettivo operativo: L addetto all informatica è capace d installare e configurare sistemi operativi, applicazioni e aggiornamenti standard secondo le istruzioni È capace di eseguire con successo un upgrade software osservando le tappe fondamentali È capace di intraprendere le principali impostazioni nella configurazione di un sistema operativo di PC in maniera tale che l hardware e il sistema operativo siano ottimamente coordinati l un l altro. (M304) Sa adattare nel migliore dei modi l insieme di funzioni e dei percorsi nell installazione di pacchetti di burotica, (M304) Pagina 12 (di 52)

13 secondo i bisogni del cliente rispettivamente dell azienda È capace di intraprendere le possibili impostazioni per ridurre il consumo di energia. (M304) È capace di installare correttamente un sistema operativo e delle applicazioni secondo le direttive È capace di eseguire dei lavori indipendenti sulle applicazioni che riguardano la sua sfera di competenza e di intraprendere le appropriate impostazioni per questi lavori Obiettivo operativo: L addetto all informatica possiede una conoscenza di base sui sistemi operativi e di dati messi in funzione nell azienda, conoscenze sulle applicazioni standard e conoscenze consolidate in relazione ai differenti metodi di test È capace di spiegare comprensibilmente la struttura e la funzionalità di un gestionario di dati con cartelle e file su supporti di dati e di mostrare come questi favoriscono un efficiente amministrazione di dati sui supporti di dati. (M301) È capace di spiegare attraverso degli esempi come le funzionalità elementari di un sistema operativo di un PC regolano e assistono la diffusione di informazioni. (M304) È capace di descrivere correttamente le principali differenze tra una registrazione in linea o non in linea e le loro conseguenze in relazione con l aggiornamento software e la protezione dei dati. (M304) È capace di prendere confidenza con un nuovo software con l aiuto di documentazione al punto da poter rispondere con sicurezza alle domande corrispondenti Sa mostrare dove trova assistenza in caso di problemi con l installazione di software È capace di elencare in modo completo le prescrizioni e le direttive interne aziendali per i test di software installato È capace di descrivere, sulla base di un esempio concreto, su cosa bisogna fare attenzione nel fissare Pagina 13 (di 52)

14 le corrispondenti direttive per le impostazioni durante i colloqui con clienti/utenti Obiettivo operativo L addetto all informatica è capace, nell ambito delle sue conoscenze, di testare l installazione rispettivamente la configurazione intrapresa per quanto concerne la loro funzionalità e di identificare semplici errori È capace d applicare il metodo d esclusione delle parti di sistema intatte per scoprire efficacemente i tipici errori. LC4 (M304) Sa citare le più importanti categorie di messaggi d errore (hardware, sistema operativo, applicazioni, etc.), compresi gli indizi che sono determinanti per l attribuzione dei messaggi d errore a queste categorie. (M304) È capace di mettere in pratica con consuetudine le direttive e le prescrizioni interne aziendali nei test dei software installati. A3. Competenze operative professionali: Rendere operativi e configurare in modo autonomo dispositivi di sicurezza informatica 1.3. Obiettivo fondamentale: L addetto all informatica mette in pratica nel suo lavoro quotidiano le fondamentali misure di sicurezza ICT, la sicurezza dei dati e la protezione dei dati. In ambito delle direttive aziendali, configura programmi antivirus, salvaguarda i dati e li ripristina a seconda del bisogno. Riflette continuamente sul suo lavoro in riferimento al rispetto dei processi e delle direttive aziendali nella manipolazione dei dati. Competenze metodologiche Competenze sociali e personali Affidabilità Discrezione Obiettivo operativo: L addetto all informatica è capace di rendere operativi e di configurare dispositivi di sicurezza informatici Sa mettere in funzione in modo sicuro le attuali tecniche (ghost, backup, etc.) e i supporti di (M124) Pagina 14 (di 52)

15 memorizzazione (cassette, dischi, CD-ROM, DVD, etc.) per la salvaguardia e il ripristino di insiemi di dati Sa installare correttamente dispositivi di sicurezza come antivirus, backup, etc. e adattarli alle direttive Obiettivo operativo: L addetto all informatica possiede delle conoscenze sulle fondamentali misure di protezione ICT È capace di spiegare comprensibilmente in quali condizioni vengono impiegate le attuali tecniche (ghost, backup, etc.) e supporti di memorizzazione (cassette, dischi, CD-ROM, DVD, etc.) per la salvaguardia e il ripristino di insiemi di dati per quanto concerne il volume dei dati, la disponibilità e il tempo impiegato. (M124) È capace di prendere confidenza con nuovi dispositivi standard con l aiuto di documentazione al punto da poter rispondere con sicurezza alle rispettive domande dei clienti Sa mostrare dove trova assistenza in caso di problemi con l installazione di misure di protezione ICT Obiettivo operativo: L addetto all informatica è pronto a rispettare i processi e le direttive aziendali nella manipolazione dei dati È capace di elencare completamente le direttive interne per la protezione dei dati e dei sistemi Sa rimettere in funzione autonomamente un sistema danneggiato attraverso backup e immagini e ripristinare insiemi di dati È capace di rispettare rigorosamente le prescrizioni per la protezione dei dati dei clienti e le rispettive direttive sulla loro riservatezza. Pagina 15 (di 52)

16 Obiettivo operativo: L addetto all informatica è capace di stimare adeguatamente i rischi e le conseguenze riguardanti la protezione e la sicurezza dei dati Sa nominare quali possibili pericoli possono presentarsi nella trasmissione di informazioni attraverso Internet e sa spiegare con quali misure preventive e precauzioni (impostazioni del browser, programmi antivirus) questi possono essere contrastati. (M301) A4. Competenze operative professionali: A4 Effettuare secondo le istruzioni e in modo strutturato test di sistema ed eliminare autonomamente semplici errori 1.4. Obiettivo fondamentale: L addetto all informatica esegue regolarmente dei test di sistema secondo le direttive e produce il protocollo di test. Applica le metodologie di test prescritte. Circoscrive metodicamente gli errori trovati e li risolve nella misura del possibile oppure li inoltra secondo le direttive aziendali. L addetto all informatica aggiunge gli adattamenti del sistema nella rispettiva configurazione e documentazione di sistema. Allo scopo di assicurare un funzionamento impeccabile del sistema dopo la consegna al cliente, esegue dopo ogni intervento dei test di funzionamento completi e li protocolla Competenze metodologiche Competenze sociali e personali Lavoro sistematico Affidabilità Accuratezza Obiettivo operativo: L addetto all informatica è capace di eseguire dei test di sistema secondo le direttive È capace di testare autonomamente una postazione di lavoro IT secondo le direttive Sa spiegare i tipici errori e le loro conseguenze che possono apparire in un test di sistema È capace di protocollare la procedura dei test necessari prima della consegna dell apparecchio al cliente secondo le direttive. Pagina 16 (di 52)

17 Obiettivo operativo: L addetto all informatica possiede delle conoscenze fondamentali sui differenti metodi di test È capace di descrivere completamente con parole proprie il metodo di esclusione delle parti intatte del sistema. (M304) Sa descrivere quali test sono stati eseguiti e riportarne i risultati in una forma appropriata Obiettivo operativo: L addetto all informatica è predisposto per documentare coscienziosamente le modifiche intraprese e per assicurare un funzionamento impeccabile dei sistemi Sa spiegare chiaramente, sulla base di un esempio, il significato di una consegna ordinata di una postazione di lavoro PC (protocollo di consegna) a un cliente. (M304) È capace di elaborare autonomamente un protocollo di consegna completo Obiettivo operativo: L addetto all informatica è capace di circoscrivere sistematicamente gli errori trovati e di risolverli rispettivamente inoltrarli secondo le direttive aziendali È capace di nominare dei criteri secondo i quali, in caso di scoperta di malfunzionamenti, decide se può risolverli autonomamente o deve inoltrarli ai competenti uffici È capace di nominare gli errori più frequenti che si manifestano nella propria azienda in ambito di test di sistema eseguiti. A5. Competenze operative professionali: Pagina 17 (di 52)

18 Installare postazioni informatiche in modo autonomo, secondo le prescrizioni ergonomiche 1.5. Obiettivo fondamentale: L addetto all informatica allestisce delle postazioni di lavoro tenendo conto delle conoscenze dell ergonomia delle postazioni di lavoro. Installa le apparecchiature di lavoro e gli oggetti d arredamento come lo schermo, la tastiera o scrivania in modo tale che vengano considerati adeguatamente i principi ergonomici. Va incontro ai desideri dell utente. Competenze metodologiche Competenze sociali e personali Considerare la sicurezza sul lavoro Protezione della salute Forme comportamentali Obiettivo operativo: L addetto all informatica è capace di allestire delle postazioni di lavoro tenendo conto dei principi dell ergonomia È capace di adattare in modo ottimale le impostazioni dello schermo in base alle esistenti condizioni di luce. (M304) È capace d armonizzare l altezza della scrivania, la sedia e la tastiera in maniera tale da rendere possibile una posizione seduta sana e comoda. (M304) È capace, nell allestimento di postazioni di lavoro, di applicare correttamente le direttive interne È capace d interpretare correttamente un piano concreto d allestimento È capace, nell allestimento di postazioni di lavoro, di rispettare le limitazioni dovute agli allacciamenti elettrici e di rete Sa elencare le più importanti direttive per l installazione di un ergonomica postazione di lavoro PC. (M304) Obiettivo operativo: L addetto all informatica è pronto ad ascoltare i desideri da parte dell utente. Pagina 18 (di 52)

19 È capace di calcolare i costi derivanti dal consumo di energia sulla base delle indicazioni di potenza. (M316) È capace di fissare interamente per iscritto le rispettive direttive per l allestimento di postazioni di lavoro PC discusse con il cliente/utente È capace di verificare se i desideri dell utente siano realizzabili e sensati dal punto di vista tecnico e aziendale Obiettivo operativo: L addetto all informatica è capace di verificare se le misure intraprese corrispondono con le direttive sulla sicurezza del lavoro e la protezione della salute Sa spiegare con chiarezza con degli esempi concreti quali possibili danni alla salute sono dovuti ad un errata posizione seduta. (M304) È capace di verificare autonomamente le possibili fonti di pericolo (p. es. spigoli, cavi su cui incespicare, etc.) o di disturbo (fonti di rumore, raggi di sole, etc.). A6. Competenze operative professionali: Installare e rendere operative le periferiche secondo le esigenze dei clienti o in base alle prescrizioni aziendali 1.6. Obiettivo fondamentale: L addetto all informatica installa delle periferiche. Si orienta in ciò secondo i bisogni del cliente e/o le direttive aziendali. Rende operative le apparecchiature installate e testa il loro funzionamento impeccabile. L addetto all informatica riconosce e analizza un problema e, nel limite del possibile, lo risolve. In caso contrario, si assicura della riparazione dell apparecchio in questione oppure informa i competenti uffici secondo le direttive aziendali. Competenze metodologiche Competenze sociali e personali Forme comportamentali Accuratezza Obiettivo operativo: L addetto all informatica è capace di installare delle periferiche e di renderle operative. Pagina 19 (di 52)

20 È capace di intraprendere un installazione di periferiche secondo un procedimento base. (M125) Sa rendere operative stampanti, scanner, fotocopiatrici, fax e fotocamere digitali senza errori. (M125) È capace di dimostrare, sulla base delle caratteristiche delle interfacce standard delle periferiche e dei sistemi a bus di un PC, per quale apparecchio queste sono previste. (M304) Obiettivo operativo: L addetto all informatica possiede delle conoscenze fondamentali sulle attuali periferiche e il loro appropriato utilizzo Sa nominare le attuali periferiche e sa spiegare le loro caratteristiche essenziali. (M125) Sa spiegare con parole proprie perché una documentazione completa e attuale di adattamenti di sistema è di grande importanza. (M125) È capace di spiegare, sulla base delle specifiche, le differenze tra diversi modelli della rispettiva periferica Obiettivo operativo: L addetto all informatica è pronto a rispettare i desideri dei clienti e/o le direttive aziendali e, alla presenza di errori, di assicurare la riparazione del rispettivo apparecchio È capace di citare gli elementi di costo (costo d acquisto, lavoro), che bisogna prendere in considerazione nel confronto tra modifica e nuovo acquisto di una periferica. (M124) Sa fissare i rispettivi desideri e direttive discusse con il cliente/utente e per un determinato apparecchio e tenerne conto nella scelta del rispettivo modello È capace di descrivere comprensibilmente il Pagina 20 (di 52)

Contratto Assistenza Hardware - Software

Contratto Assistenza Hardware - Software Rimini, 2015. PARTNER E CERTIFICAZIONE: Computer NEXT Solutions S.r.l. Sede amministrativa = Via Emilia Vecchia 75 - CAP 47922 Rimini (RN) Sede legale = Via Don Minzoni 64, CAP 47822, Santarcangelo di

Dettagli

TECNICO SUPERIORE PER LE TELECOMUNICAZIONI

TECNICO SUPERIORE PER LE TELECOMUNICAZIONI ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE SETTORE I.C.T. Information and Communication Technology TECNICO SUPERIORE PER LE TELECOMUNICAZIONI STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI DESCRIZIONE

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DISCIPLINARE

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DISCIPLINARE Pag. 1 di 8 PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DISCIPLINARE Disciplina Tecnologie informatiche a.s. 2015/2016 Classe: 1 a Sez. Q,R,S Docente : Prof. Emanuele Ghironi / Prof.Davide Colella Pag. 2 di 8 PERCORSI MULTIDISCIPLINARI/INTERDISCIPLINARI

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

SCUOLA PRIMARIA OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO SCUOLA PRIMARIA TECNOLOGIA classe 1^ COMPETENZE CHIAVE Competenza in campo scientifico-tecnologico Competenza digitale Imparare a imparare TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE L alunno: riconosce

Dettagli

Informatica. Classe Prima

Informatica. Classe Prima Informatica Classe Prima Obiettivo formativo Conoscenze Abilità Conoscere e utilizzare il computer per semplici attività didattiche Conoscere i componenti principali del computer. o Distinguere le parti

Dettagli

Orientamenti Pubblicità

Orientamenti Pubblicità Guida metodica la formazione pratica di assistente alla stampa e all allestimento CPF Orientamenti Pubblicità 1 a edizione giugno 2012 Stato: 6.3.2012 2 Indice Introduzione 1. Scopo e uso della guida metodica...

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Don Lorenzo Milani Ferrara Curricolo 2014/2015 Infanzia-Primaria-Secondaria di I grado COMPETENZE DIGITALI

Istituto Comprensivo Statale Don Lorenzo Milani Ferrara Curricolo 2014/2015 Infanzia-Primaria-Secondaria di I grado COMPETENZE DIGITALI Dal Curricolo Scuola Primaria e Secondaria di I grado di Franca Da Re Indicazioni Nazionali 2012 La competenza digitale è ritenuta dall Unione Europea competenza chiave, per la sua importanza e pervasività

Dettagli

SEZIONE A: Traguardi formativi COMPETENZE SPECIFICHE ABILITA CONOSCENZE ATTIVITA OPERATIVE

SEZIONE A: Traguardi formativi COMPETENZE SPECIFICHE ABILITA CONOSCENZE ATTIVITA OPERATIVE DISCIPLINE DI RIFERIMENTO: tutte DISCIPLINE CONCORRENTI: tutte La competenza digitale è ritenuta dall Unione Europea competenza chiave, per la sua importanza e pervasività nel mondo d oggi. L approccio

Dettagli

Ordinanza sulla formazione professionale di base

Ordinanza sulla formazione professionale di base Ordinanza sulla formazione professionale di base con attestato federale di capacità (AFC) del 20 dicembre 2006 47413 Installatrice elettricista AFC/Installatore elettricista AFC Elektroinstallateurin EFZ/Elektroinstallateur

Dettagli

EUCIP IT Administrator - Modulo 2 Sistemi operativi Syllabus Versione 3.0

EUCIP IT Administrator - Modulo 2 Sistemi operativi Syllabus Versione 3.0 EUCIP IT Administrator - Modulo 2 Sistemi operativi Syllabus Versione 3.0 Copyright 2011 ECDL Foundation Tutti i diritti riservati. Questa pubblicazione non può essere riprodotta in alcuna forma se non

Dettagli

Programmazione educativo-didattica anno scolastico 2013-2014 TECNOLOGIA CLASSE PRIMA PRIMARIA TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE.

Programmazione educativo-didattica anno scolastico 2013-2014 TECNOLOGIA CLASSE PRIMA PRIMARIA TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE. Istituto Maddalena di Canossa Corso Garibaldi 60-27100 Pavia Scuola dell Infanzia Scuola Primaria Scuola Secondaria di 1 grado Programmazione educativo-didattica anno scolastico 2013-2014 TECNOLOGIA CLASSE

Dettagli

Formazione TIC / Docenti e ATA. Percorso C1

Formazione TIC / Docenti e ATA. Percorso C1 Formazione TIC / Docenti e ATA Percorso C1 Percorso C1-10 moduli Per creare una figura in grado di gestire le reti delle scuole nel loro uso quotidiano: configurare le stazioni di lavoro, installare e

Dettagli

LAVORI D UFFICIO, GRAFICA E INFORMATICA TECNICO HARDWARE

LAVORI D UFFICIO, GRAFICA E INFORMATICA TECNICO HARDWARE MACROSETTORE LAVORI D UFFICIO, GRAFICA E INFORMATICA TECNICO HARDWARE 1 TECNICO HARDWARE TECNICO PROFESSIONALI prima annualità 2 UNITÀ FORMATIVA CAPITALIZZABILE 1 Assemblaggio Personal Computer Approfondimento

Dettagli

Carta dei Servizi Servizi Informativi CENTRACON

Carta dei Servizi Servizi Informativi CENTRACON Carta dei Servizi Servizi Informativi CENTRACON Carta dei Servizi Servizi Informativi CENTRACON... 1 Art. 1 - Scopo... 1 Art. 2 - Riferimenti normativi... 2 Art. 3 - Servizi... 2 Art. 3.1 Elenco dei servizi...

Dettagli

Matrice delle competenze THEME - Settore tecnologie elettriche/elettroniche con competenze parziali/ risultati di apprendimento

Matrice delle competenze THEME - Settore tecnologie elettriche/elettroniche con competenze parziali/ risultati di apprendimento AREE DI COMPETENZA FASI DELLO SVILUPPO DELLE COMPETENZE 1. Preparazione, progettazione, montaggio e installazione di impianti elettrici e/o elettronici per edifici a uso civile e applicazioni industriali

Dettagli

ISIS C.Facchinetti Sede: via Azimonti, 5 21053 Castellanza Modulo Gestione Qualità UNI EN ISO 9001 : 2008

ISIS C.Facchinetti Sede: via Azimonti, 5 21053 Castellanza Modulo Gestione Qualità UNI EN ISO 9001 : 2008 PIANO DI STUDIO DELLA DISCIPLINA - TECNOLOGIE INFORMATICHE CLASSI 1 e - PIANO DELLE UDA ANNO SCOLASTICO 2013-2014 UDA COMPETENZE della UDA ABILITA UDA UDA n. 1 Struttura hardware del computer e rappresentazione

Dettagli

Ordinanza sulla formazione professionale di base

Ordinanza sulla formazione professionale di base Ordinanza sulla formazione professionale di base Telematica/Telematico con attestato federale di capacità (AFC) del 20 dicembre 2006 47415 Telematica AFC/Telematico AFC Telematikerin EFZ/Telematiker EFZ

Dettagli

Sicurezza nei lavori in presenza di rischi elettrici

Sicurezza nei lavori in presenza di rischi elettrici Con la pubblicazione della IV edizione della Norma CEI 11-27: Lavori su impianti elettrici sono state introdotte alcune sostanziali modifiche rispetto alla precedente edizione che non è più applicabile

Dettagli

NUOVO ORDINAMENTO ISTITUTI PROFESSIONALI IPSIA C2 INDIRIZZO PRODUZIONI INDUSTRIALI E ARTIGIANALI. Settore

NUOVO ORDINAMENTO ISTITUTI PROFESSIONALI IPSIA C2 INDIRIZZO PRODUZIONI INDUSTRIALI E ARTIGIANALI. Settore NUOVO ORDINAMENTO ISTITUTI PROFESSIONALI IPSIA C1 INDIRIZZO MANUTENZIONE E ASSISTENZA TECNICA C2 INDIRIZZO PRODUZIONI INDUSTRIALI E ARTIGIANALI CORSI di FORMAZIONE REGIONALE Tecnico industrie Tecnico elettroniche

Dettagli

Ordinanza sulla formazione professionale di base

Ordinanza sulla formazione professionale di base Ordinanza sulla formazione professionale di base con certificato federale di formazione pratica (CFP) del 20 dicembre 2006 46317 CFP Automobil-Assistentin EBA/Automobil-Assistent EBA Assistante en maintenance

Dettagli

Creare una Rete Locale Lezione n. 1

Creare una Rete Locale Lezione n. 1 Le Reti Locali Introduzione Le Reti Locali indicate anche come LAN (Local Area Network), sono il punto d appoggio su cui si fonda la collaborazione nel lavoro in qualunque realtà, sia essa un azienda,

Dettagli

Parte A: Descrizione delle competenze di azione

Parte A: Descrizione delle competenze di azione Parte A: Descrizione delle competenze di azione Competenze professionali (P) Competenze metodologiche (M) Competenze sociali e personali (S) Compiti e funzioni aziendali Tecniche di lavoro Senso di responsabilità

Dettagli

RAPPORTO DI FORMAZIONE GIARDINIERA / GIARDINIERE CFP

RAPPORTO DI FORMAZIONE GIARDINIERA / GIARDINIERE CFP RAPPORTO DI FORMAZIONE GIARDINIERA / GIARDINIERE CFP L ordinanza sulla formazione professionale, alla sezione 7, indica che il formatore rileva in un rapporto scritto il livello raggiunto dalla persona

Dettagli

51) Linux è: A) un sistema operativo B) una periferica C) un applicazione

51) Linux è: A) un sistema operativo B) una periferica C) un applicazione Conoscenze Informatiche 51) Linux è: A) un sistema operativo B) una periferica C) un applicazione 52) Un provider è: A) un ente che fornisce a terzi l accesso a Internet B) un protocollo di connessione

Dettagli

[ARCHITETTURA DI RETE ITIS TERAMO]

[ARCHITETTURA DI RETE ITIS TERAMO] Scuol@2.0 ITIS Teramo [ARCHITETTURA DI RETE ITIS TERAMO] Progetto di massima della rete che si vuole realizzare per implementare il progetto "Patto per la Scuol@2.0" Prof.Mauro De Berardis Progetto della

Dettagli

Pubblicazione informazioni integrative e correttive

Pubblicazione informazioni integrative e correttive Gara per la fornitura dei servizi di assistenza tecnica e manutenzione per i sistemi dipartimentali e per gli impianti LAN ubicati presso gli uffici centrali e periferici della Regione Basilicata. CIG:

Dettagli

PRIMO ISTITUTO COMPRENSIVO FRANCAVILLA FONTANA (Br) Scuola Secondaria di I grado P. Virgilio Marone

PRIMO ISTITUTO COMPRENSIVO FRANCAVILLA FONTANA (Br) Scuola Secondaria di I grado P. Virgilio Marone PRIMO ISTITUTO COMPRENSIVO FRANCAVILLA FONTANA (Br) Scuola Secondaria di I grado P. Virgilio Marone PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI EDUCAZIONE ECNICA Centro Territoriale Permanente per l Istruzione e la Formazione

Dettagli

Ordinanza dell UFFT sulla formazione professionale di base

Ordinanza dell UFFT sulla formazione professionale di base Ordinanza dell UFFT sulla formazione professionale di base Elettronica multimediale / Elettronico multimediale con attestato federale di capacità (AFC) del 1 novembre 2013 47006 Elettronica multimediale

Dettagli

Ordinanza della SEFRI sulla formazione professionale di base

Ordinanza della SEFRI sulla formazione professionale di base Ordinanza della SEFRI sulla formazione professionale di base Telematica/Telematico con attestato federale di capacità (AFC) del 27 aprile 2015 47420 Telematica AFC/Telematico AFC Telematikerin EFZ/Telematiker

Dettagli

Ordinanza sulla formazione professionale di base

Ordinanza sulla formazione professionale di base Ordinanza sulla formazione professionale di base Polimeccanica/Polimeccanico con attestato federale di capacità (AFC) del 3 novembre 2008 45705 Polimeccanica AFC/Polimeccanico AFC Polymechanikerin EFZ/Polymechaniker

Dettagli

Capire i benefici di una rete informatica nella propria attività. I componenti di una rete. I dispositivi utilizzati.

Capire i benefici di una rete informatica nella propria attività. I componenti di una rete. I dispositivi utilizzati. LA RETE INFORMATICA NELL AZIENDA Capire i benefici di una rete informatica nella propria attività. I componenti di una rete I dispositivi utilizzati I servizi offerti LA RETE INFORMATICA NELL AZIENDA Copyright

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI CREAZZO CURRICOLO DI TECNOLOGIA, INFORMATICA, COMPETENZA DIGITALE

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI CREAZZO CURRICOLO DI TECNOLOGIA, INFORMATICA, COMPETENZA DIGITALE ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI CREAZZO CURRICOLO DI TECNOLOGIA, INFORMATICA, COMPETENZA DIGITALE ASPETTI FORMATIVI Gli obiettivi formativi di tecnologia e informatica sono: Formare le basi per il pensiero

Dettagli

OPERATORE ELETTRONICO. Standard formativo minimo regionale

OPERATORE ELETTRONICO. Standard formativo minimo regionale OPERATORE ELETTRONICO Standard formativo minimo regionale Denominazione della figura professionale OPERATORE ELETTRONICO Referenziazioni della figura Professioni NUP/ISTAT correlate 6 Artigiani e operai

Dettagli

Sistema per il test dell impianto elettrico in linea di montaggio della vettura FERRARI 575 MM.

Sistema per il test dell impianto elettrico in linea di montaggio della vettura FERRARI 575 MM. Sistema per il test dell impianto elettrico in linea di montaggio della vettura FERRARI 575 MM. La sfida Certificare il corretto montaggio dell impianto elettrico, escludendo la presenza di cortocircuiti

Dettagli

Piano di formazione 47121. Mediamatiker / Mediamatikerin EFZ Médiamaticien / Médiamaticienne CFC Mediamatico / Mediamatica AFC

Piano di formazione 47121. Mediamatiker / Mediamatikerin EFZ Médiamaticien / Médiamaticienne CFC Mediamatico / Mediamatica AFC Piano di formazione 47121 Mediamatiker / Mediamatikerin EFZ Médiamaticien / Médiamaticienne CFC Mediamatico / Mediamatica AFC ICT Formazione professionale Approvato il 11 novembre 2010 Modello di piano

Dettagli

Progetto. TRANSALP Lavoro senza frontiere. Analisi delle competenze. profilo professionale: CAPO CANTIERE

Progetto. TRANSALP Lavoro senza frontiere. Analisi delle competenze. profilo professionale: CAPO CANTIERE Progetto TRANSALP Lavoro senza frontiere Analisi delle competenze profilo professionale: CAPO CANTIERE Analisi a cura di CARTESA Data a seguito dell intervista: Persona intervistata: Ruolo: indirizzo,

Dettagli

QUADRI ORARI E COMPETENZE SPECIFICHE DEGLI INDIRIZZI

QUADRI ORARI E COMPETENZE SPECIFICHE DEGLI INDIRIZZI QUADRI ORARI E COMPETENZE SPECIFICHE DEGLI INDIRIZZI Nel nostro Istituto sono attivi i seguenti indirizzi, articolati nelle classi e nei quadri orari di cui sotto. Meccanica, Meccatronica Elettrotecnica

Dettagli

Ordinanza dell UFFT sulla formazione professionale di base

Ordinanza dell UFFT sulla formazione professionale di base Ordinanza dell UFFT sulla formazione professionale di base con certificato federale di formazione pratica (CFP) del 3 maggio 2011 35316 CFP Printmedienpraktikerin EBA/Printmedienpraktiker EBA Assistante

Dettagli

ORGANIZZAZIONE DIDATTICA NUOVO ORDINAMENTO

ORGANIZZAZIONE DIDATTICA NUOVO ORDINAMENTO ORGANIZZAZIONE DIDATTICA NUOVO ORDINAMENTO ISTRUZIONE PROFESSIONALE - PERCORSO QUINQUENNALE SETTORE INDUSTRIA E ARTIGIANATO INDIRIZZO MANUTENZIONE EASSISTENZA TECNICA a) Opzione Apparati, impianti e servizi

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO PADRE PIO AIROLA

ISTITUTO COMPRENSIVO PADRE PIO AIROLA ISTITUTO COMPRENSIVO PADRE PIO AIROLA PROGETTO INFORMATICA: UNPLUGGED ANNO SCOLASTICO 2014-2015 PREMESSA Come è noto, l insegnamento della tecnologia/informatica è entrata a far parte del normale curricolo

Dettagli

Disposizioni d esecuzione Competenze interdisciplinari (CID) per

Disposizioni d esecuzione Competenze interdisciplinari (CID) per Disposizioni d esecuzione Competenze interdisciplinari () per Kauffrau/Kaufmann EFZ Employée/Employé de commerce CFC Impiegata/Impiegato di commercio AFC Formazione di base 68500 (profilo B) Formazione

Dettagli

MATERIA: 2014-2015 CLASSE: 3AE. Continuità di insegnante nella materia rispetto all anno precedente 1 Si No (classe iniziale per la disciplina TP)

MATERIA: 2014-2015 CLASSE: 3AE. Continuità di insegnante nella materia rispetto all anno precedente 1 Si No (classe iniziale per la disciplina TP) : A.S.: Prof.ssa Silvia Zirti Prof. Marco Perzolla MATERIA: 2014-2015 CLASSE: 3AE Tecnologie e progettazione di sistemi elettrici ed elettronici (TP) Continuità di insegnante nella materia rispetto all

Dettagli

APPROFONDIMENTO LABORATORIO SIMULAZIONE DI UNA MODERNA AZIENDA MECCATRONICA INTEGRATA DIVISIONE PER AREE AZIENDALI

APPROFONDIMENTO LABORATORIO SIMULAZIONE DI UNA MODERNA AZIENDA MECCATRONICA INTEGRATA DIVISIONE PER AREE AZIENDALI APPROFONDIMENTO LABORATORIO SIMULAZIONE DI UNA MODERNA AZIENDA MECCATRONICA INTEGRATA DIVISIONE PER AREE AZIENDALI Area Progettazione Area Acquisti Area Produzione Area Assistenza Tecnica Area Marketing

Dettagli

INFORMATICA APPLICATA AL TESSILE - I

INFORMATICA APPLICATA AL TESSILE - I INFORMATICA APPLICATA AL TESSILE - I prof.ssa Enrichetta GENTILE PRE-REQUISITI Nessuno. OBIETTIVI FORMATIVI La conoscenza delle nozioni fondamentali dell Informatica e le abilità di base nell uso dei computer

Dettagli

Progetto per la valutazione dei comportamenti organizzativi del personale del comparto in Arpa Repertorio

Progetto per la valutazione dei comportamenti organizzativi del personale del comparto in Arpa Repertorio Allegato 1 REVISIONE DEL SISTEMA DI VALUTAZIONE DEL COMPARTO Progetto per la valutazione dei comportamenti organizzativi del personale del comparto in Arpa Repertorio SINTESI DEI COMPORTAMENTI ORGANIZZATIVI

Dettagli

!!!!!!!!!!!!!! !!!!!! SISTEMI GESTIONALI !!!!!!!!!!!!! CATALOGO CORSI !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! ! 1!

!!!!!!!!!!!!!! !!!!!! SISTEMI GESTIONALI !!!!!!!!!!!!! CATALOGO CORSI !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! ! 1! 1 SISTEMI GESTIONALI CATALOGO CORSI CORSO:FORMAZIONEAUDIT Oredicorso: 24 Finalitàdell azione: Formazione interna Tematicheformative: Gestione aziendale Obiettividell azione: Risultatiattesi: Il corso è

Dettagli

Formazione Cuoco/a in dietetica

Formazione Cuoco/a in dietetica RAPPORTO I FORMAZIONE L'ordinanza sulla formazione professionale di base, sezione 7 (articolo 13, capoversi 2 e 3), specifica che il formatore deve rilevare in un rapporto scritto il livello raggiunto

Dettagli

Ordinanza della SEFRI sulla formazione professionale di base

Ordinanza della SEFRI sulla formazione professionale di base Ordinanza della SEFRI sulla formazione professionale di base Aiuto muratrice/aiuto muratore con certificato federale di formazione pratica (CFP) del 14 settembre 2010 (Stato: 1 settembre 2014) 51007 Aiuto

Dettagli

Diagramma delle competenze per l assistente d ufficio CFP

Diagramma delle competenze per l assistente d ufficio CFP Diagramma delle competenze per l assistente d ufficio CFP Il diagramma delle competenze è lo strumento per rilevare le prestazioni in azienda e nei corsi interaziendali e il comportamento della persona

Dettagli

Ordinanza dell UFFT sulla formazione professionale di base

Ordinanza dell UFFT sulla formazione professionale di base Ordinanza dell UFFT sulla formazione professionale di base Disegnatrice/Disegnatore con attestato federale di capacità (AFC) nel campo professionale pianificazione del territorio e della costruzione del

Dettagli

PROGETTAZIONE DIDATTICA CLASSI PRIME ANNO SCOLASTICO 2012-2013 TECNOLOGIA. Traguardi per lo sviluppo delle competenze OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

PROGETTAZIONE DIDATTICA CLASSI PRIME ANNO SCOLASTICO 2012-2013 TECNOLOGIA. Traguardi per lo sviluppo delle competenze OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO PROGETTAZIONE DIDATTICA CLASSI PRIME ANNO SCOLASTICO 2012-2013 TECNOLOGIA E compito della tecnologia quello di promuovere nei bambini e nei ragazzi forme di pensiero e atteggiamenti che preparino e sostengano

Dettagli

< Torna ai Corsi di Informatica

< Torna ai Corsi di Informatica < Torna ai Corsi di Informatica Corso Tecnico Hardware e Software Certificato 1 / 7 Profilo Professionale l corso mira a formare la figura di Tecnico Hardware e Software, che conosce la struttura interna

Dettagli

UNI CEI EN ISO/IEC 17025 Sez. 4 e requisiti SINAL per l accreditamento dei laboratori

UNI CEI EN ISO/IEC 17025 Sez. 4 e requisiti SINAL per l accreditamento dei laboratori UNI CEI EN ISO/IEC 17025 Sez. 4 e requisiti SINAL per l accreditamento dei laboratori Struttura della norma ISO/IEC 17025 1. Scopo 2. Riferimenti normativi 3. Termini e definizioni 4. Requisiti gestionali

Dettagli

OFFERTA FORMATIVA INDIRIZZI DI STUDIO

OFFERTA FORMATIVA INDIRIZZI DI STUDIO ISTITUTO TECNICO E. SCALFARO Piazza Matteotti, 1- CATANZARO Tel.: 0961 745155 - Fax: 0961 744438 E-mail:cztf010008@istruzione.it Sito: www.itiscalfaro.cz.it ANNO SCOLASTICO 2011 2012 OFFERTA FORMATIVA

Dettagli

FileMaker Pro 13. Utilizzo di una Connessione Desktop Remota con FileMaker Pro13

FileMaker Pro 13. Utilizzo di una Connessione Desktop Remota con FileMaker Pro13 FileMaker Pro 13 Utilizzo di una Connessione Desktop Remota con FileMaker Pro13 2007-2013 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054

Dettagli

Operatore elettrico. Standard della Figura nazionale

Operatore elettrico. Standard della Figura nazionale Operatore elettrico Standard della Figura nazionale 27 Denominazione della figura Referenziazioni della figura Professioni NUP/ISTAT correlate OPERATORE ELETTRICO 6 Artigiani e operai specializzati e agricoltori

Dettagli

IBM Implementation Services per Power Systems Blade server

IBM Implementation Services per Power Systems Blade server IBM Implementation Services per Power Systems Blade server Questo allegato descrittivo del servizio ( Allegato ) è tra il Cliente (nel seguito denominato Cliente ) e IBM Italia S.p.A. (nel seguito denominata

Dettagli

Regolamento Laboratori Multimediali

Regolamento Laboratori Multimediali M i n i s t e r o d e l l I s t r u z i o n e, d e l l U n i v e r s i t à e d e l l a R i c e r c a I s t i t u t o C o m p r e n s i v o di M o n t e c o m p a t r i P a o l o B o r s e l l i n o Via

Dettagli

Ordinanza dell UFFT sulla formazione professionale di base

Ordinanza dell UFFT sulla formazione professionale di base Ordinanza dell UFFT sulla formazione professionale di base Elettronica multimediale / Elettronico multimediale con attestato federale di capacità (AFC) Avamprogetto del 10 febbraio 2012 47006 Elettronica

Dettagli

DEPLIANT INFORMATIVO DI PRESENTAZIONE AZIENDALE

DEPLIANT INFORMATIVO DI PRESENTAZIONE AZIENDALE DEPLIANT INFORMATIVO DI PRESENTAZIONE AZIENDALE Il presente documento è rivolto a tutti i nostri potenziali clienti. E una breve presentazione di quello che facciamo e di quello che siamo. Di come ci proponiamo

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA DISCIPLINA DI RIFERIMENTO : TECNOLOGIA CLASSE PRIMA

SCUOLA PRIMARIA DISCIPLINA DI RIFERIMENTO : TECNOLOGIA CLASSE PRIMA Fonti di legittimazione: Raccomandazione del Parlamento Europeo e del Consiglio 18.12.2006 - Indicazioni Nazionali per il Curricolo 2012 SCUOLA PRIMARIA DISCIPLINA DI RIFERIMENTO : TECNOLOGIA CLASSE PRIMA

Dettagli

Sezione 1: Oggetto e durata. del 1 novembre 2013 (Stato 1 gennaio 2014)

Sezione 1: Oggetto e durata. del 1 novembre 2013 (Stato 1 gennaio 2014) Ordinanza della SEFRI sulla formazione professionale di base Addetta alla cucitura/addetto alla cucitura con certificato federale di formazione pratica (CFP) del 1 novembre 2013 (Stato 1 gennaio 2014)

Dettagli

Ordinanza della SEFRI sulla formazione professionale di base

Ordinanza della SEFRI sulla formazione professionale di base Ordinanza della SEFRI sulla formazione professionale di base Polimeccanica/Polimeccanico con attestato federale di capacità (AFC) del 3 novembre 2008 (Stato: ) 45705 Polimeccanica AFC/Polimeccanico AFC

Dettagli

La sicurezza su lavoro: prevenzione e protezione. Le misure generali di tutela, la formazione e la sorveglianza sanitaria

La sicurezza su lavoro: prevenzione e protezione. Le misure generali di tutela, la formazione e la sorveglianza sanitaria La sicurezza su lavoro: prevenzione e protezione Le misure generali di tutela, la formazione e la sorveglianza sanitaria 0 Presentazione La valutazione dei rischi è il presupposto necessario per l adozione

Dettagli

Ordinanza sulla formazione professionale di base

Ordinanza sulla formazione professionale di base Ordinanza sulla formazione professionale di base con attestato federale di capacità (AFC) del 22 agosto 2007 21806 Macellaia-salumiera AFC/Macellaio-salumiere AFC Fleischfachfrau EFZ/Fleischfachmann EFZ

Dettagli

C3 indirizzo Elettronica ed Elettrotecnica Profilo

C3 indirizzo Elettronica ed Elettrotecnica Profilo C3 indirizzo Elettronica ed Elettrotecnica Profilo Il Diplomato in Elettronica ed Elettrotecnica : - ha competenze specifiche nel campo dei materiali e delle tecnologie costruttive dei sistemi elettrici,

Dettagli

Ecoplat - Gestione Centro di Raccolta Comunale

Ecoplat - Gestione Centro di Raccolta Comunale Ecoplat - Gestione Centro di Raccolta Comunale Caratteristiche tecniche Box in acciaio inox adatto alle intemperie Panel PC industrial all in one con schermo da 11 Touch screen equipaggiato con S.O. windows

Dettagli

Approfondimento sulla ISO 29990

Approfondimento sulla ISO 29990 Approfondimento sulla ISO 29990 Lo standard ISO 29990 nasce da un progetto sul principio dell ISO 9001, volto alla creazione di uno standard dei servizi e dell organizzazione ed alla certificazione degli

Dettagli

AREA PROFESSIONALE DI RIFERIMENTO

AREA PROFESSIONALE DI RIFERIMENTO AREA PROFESSIONALE DI RIFERIMENTO Denominazione della figura 6. OPERATORE ELETTRONICO Referenziazioni della figura Nomenclatura delle Unità Professionali (NUP/ISTAT): 6 Artigiani, operai specializzati

Dettagli

TECNICO SUPERIORE PER I SISTEMI E LE TECNOLOGIE INFORMATICHE

TECNICO SUPERIORE PER I SISTEMI E LE TECNOLOGIE INFORMATICHE ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE SETTORE I.C.T. Information and Communication Technology TECNICO SUPERIORE PER I SISTEMI E LE TECNOLOGIE INFORMATICHE STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI

Dettagli

MANUALE DELLA QUALITÀ Pag. 1 di 10

MANUALE DELLA QUALITÀ Pag. 1 di 10 MANUALE DELLA QUALITÀ Pag. 1 di 10 INDICE IL SISTEMA DI GESTIONE DELLA QUALITÀ Requisiti generali Responsabilità Struttura del sistema documentale e requisiti relativi alla documentazione Struttura dei

Dettagli

PROGRAMMA DI LABORATORIO TRATTAMENTO TESTI

PROGRAMMA DI LABORATORIO TRATTAMENTO TESTI PROGRAMMA DI LABORATORIO TRATTAMENTO TESTI classi seconde beat ANNO SCOLASTICO 2010/2011 prof. Sergio Sapetti INDICE 1. Conoscenze disciplinari... 3 2. Competenze trasversali... 3 3. Metodi... 3 4. Strumenti...

Dettagli

Operatore elettronico Standard della Figura nazionale

Operatore elettronico Standard della Figura nazionale Operatore elettronico Standard della Figura nazionale 33 Denominazione della figura Referenziazioni della figura Professioni NUP/ISTAT correlate OPERATORE ELETTRONICO 6 Artigiani e operai specializzati

Dettagli

Indirizzi, profili, quadri orari e risultati di apprendimento del settore industria e artigianato

Indirizzi, profili, quadri orari e risultati di apprendimento del settore industria e artigianato Indirizzi, profili, quadri orari e risultati di apprendimento del settore industria e artigianato Area di istruzione generale RISULTATI DI APPRENDIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI COMUNI AGLI INDIRIZZI DEL SETTORE

Dettagli

MANUALE DELLA QUALITÀ Pag. 1 di 6

MANUALE DELLA QUALITÀ Pag. 1 di 6 MANUALE DELLA QUALITÀ Pag. 1 di 6 INDICE GESTIONE DELLE RISORSE Messa a disposizione delle risorse Competenza, consapevolezza, addestramento Infrastrutture Ambiente di lavoro MANUALE DELLA QUALITÀ Pag.

Dettagli

Azione su un prodotto-servizio NC, per renderlo conforme ai requisiti

Azione su un prodotto-servizio NC, per renderlo conforme ai requisiti Partipilo dr. Valerio ODONTOIATRIA E SISTEMA QUALITA Data: 14-07-09 Pag. 4 di 5 Prodotto (Uni en iso Prodotto di proprietà dei cliente (documentazione della) (uni 10722-3:1999) (modifica della) (uni en

Dettagli

Liceo Tecnologico. Indirizzo Elettrico Elettronico. Indicazioni nazionali per Piani di Studi Personalizzati

Liceo Tecnologico. Indirizzo Elettrico Elettronico. Indicazioni nazionali per Piani di Studi Personalizzati Indicazioni nazionali per Piani di Studi Personalizzati Obiettivi Specifici d Apprendimento Discipline con attività di laboratorio 3 4 5 Fisica 99 Gestione di progetto 132 99 *Tecnologie informatiche e

Dettagli

Uso del computer e gestione dei file. Elaborazione testi. Foglio elettronico. Strumenti di presentazione

Uso del computer e gestione dei file. Elaborazione testi. Foglio elettronico. Strumenti di presentazione Il è finalizzato a elevare il livello di competenza nell utilizzo del computer, del pacchetto Office e delle principali funzionalità di Internet. Il percorso formativo si struttura in 7 moduli Concetti

Dettagli

1) Una periferica di input è: A) il mouse B) il monitor C) la stampante

1) Una periferica di input è: A) il mouse B) il monitor C) la stampante CONOSCENZE DI INFORMATICA 1) Una periferica di input è: A) il mouse B) il monitor C) la stampante 2) Una memoria in sola lettura con la particolarità di essere cancellata in particolari condizioni è detta:

Dettagli

Ordinanza dell UFFT sulla formazione professionale di base

Ordinanza dell UFFT sulla formazione professionale di base Ordinanza dell UFFT sulla formazione professionale di base Lattoniera/lattoniere con attestato federale di capacità (AFC) del 12 dicembre 2007 45404 Lattoniera AFC/Lattoniere AFC Spenglerin EFZ/Spengler

Dettagli

Servizi. Web Solution

Servizi. Web Solution Web Solution Realizziamo siti web per portare la vostra immagine e la vostra attività su internet, avendo la possibilità di aprire una finestra sul mondo web con classe ed originalità.ci occupiamo della

Dettagli

L ambiente scolastico e /o la propria abitazione. Computer : parti e funzioni. Paint

L ambiente scolastico e /o la propria abitazione. Computer : parti e funzioni. Paint CURRICOLO DI TECNOLOGIA SCUOLA PRIMARIA CLASSE PRIMA TRAGUARDI OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO CONTENUTI L alunno riconosce e identifica nell ambiente che lo circonda elementi e fenomeni di tipo artificiale.

Dettagli

Ordinanza dell UFFT sulla formazione professionale di base

Ordinanza dell UFFT sulla formazione professionale di base Ordinanza dell UFFT sulla formazione professionale di base Falegname CFP Del 1 dicembre 2005 (stato: ) Proposte di modifica del 24.02.2012 30506 Falegname CFP Schreinerpraktikerin/Schreinerpraktiker Aide-menuisière/Aide-menuisier

Dettagli

Presentazione aziendale

Presentazione aziendale Presentazione aziendale Next IT Generation Assistenza NoStop dalle 08.00 alle 18.00 Lun.-Sab. Specialisti IT certificati a vari livelli e competenze. Contratti di assistenza monte ore scalare. Tecnologia

Dettagli

Percorso Apprendisti MODULO BASE

Percorso Apprendisti MODULO BASE Percorso Apprendisti MODULO BASE ORE: 40 COMPETENZE: Comunicare ed esprimersi correttamente nelle situazioni quotidiane e professionali saper identificare le proprie caratteristiche comunicative e le aree

Dettagli

Tecnologie Informatiche. service. Sicurezza aziendale Servizi Internet e Groupware

Tecnologie Informatiche. service. Sicurezza aziendale Servizi Internet e Groupware Tecnologie Informatiche service Sicurezza aziendale Servizi Internet e Groupware Neth Service è un sistema veloce, affidabile e potente per risolvere ogni necessità di comunicazione. Collega la rete Aziendale

Dettagli

Consulenza, Progettazione e Realizzazione. Nuove Tecnologie per la Didattica

Consulenza, Progettazione e Realizzazione. Nuove Tecnologie per la Didattica Via C.L. Maglione 151/A 80026 Casoria (NA) Tel 081 19718013 Mobile 334 8349047 Fax 081 19718013 info@dfrsystem.it www.dfrsystem.it Casoria 80026 (NA)www.techinform-an.it Consulenza, Progettazione e Realizzazione

Dettagli

PIANO DI LAVORO (a.s. 2015/2016)

PIANO DI LAVORO (a.s. 2015/2016) Istituto Tecnico Commerciale Statale e per Geometri E. Fermi Pontedera (Pi) Via Firenze, 51 - Tel. 0587/213400 - Fax 0587/52742 http://www.itcgfermi.it E-mail: mail@itcgfermi.it PIANO DI LAVORO (a.s. 2015/2016)

Dettagli

PIANO di LAVORO A. S. 2014/ 2015 I.P.I.A. G. PLANA

PIANO di LAVORO A. S. 2014/ 2015 I.P.I.A. G. PLANA Nome docente Vessecchia Laura Materia insegnata T.I.C. Classe I A/B Manutenzione Ore complessive di insegnamento 2 ore sett. ( tot. 66) Clippy extra - Corso di informatica per il primo biennio - Vol.1

Dettagli

Comune di Nola Provincia di Napoli. Regolamento di gestione utenti e profili di autorizzazione per trattamenti elettronici

Comune di Nola Provincia di Napoli. Regolamento di gestione utenti e profili di autorizzazione per trattamenti elettronici Comune di Nola Provincia di Napoli Regolamento di gestione utenti e profili di autorizzazione per trattamenti elettronici Sommario Articolo I. Scopo...2 Articolo II. Riferimenti...2 Articolo III. Definizioni

Dettagli

Ordinanza dell UFFT sulla formazione professionale di base

Ordinanza dell UFFT sulla formazione professionale di base Ordinanza dell UFFT sulla formazione professionale di base Assistente d ufficio con certificato federale di formazione pratica (CFP) dell 11 luglio 2007 (stato il 1 febbraio 2012) 68103 Assistente d ufficio

Dettagli

Capitolo 1 Installazione del programma

Capitolo 1 Installazione del programma Capitolo 1 Installazione del programma Requisiti Hardware e Software Per effettuare l installazione del software Linea Qualità ISO, il computer deve presentare una configurazione minima così composta:

Dettagli

Ordinanza della SEFRI sulla formazione professionale di base

Ordinanza della SEFRI sulla formazione professionale di base Ordinanza della SEFRI sulla formazione professionale di base Falegname con certificato federale di formazione pratica (CFP) 1 del 1 dicembre 2005 (stato al 1 gennaio 2013) 30506 Falegname CFP Schreinerpraktikerin

Dettagli

Ordinanza sulla formazione professionale di base

Ordinanza sulla formazione professionale di base Ordinanza sulla formazione professionale di base Operatrice per la pulizia ordinaria e manutentiva/ Operatore per la pulizia ordinaria e manutentiva con attestato federale di capacità (AFC) del 15 settembre

Dettagli

GUIDA ALLA MANUTENZIONE DEGLI IMPIANTI ELETTRICI

GUIDA ALLA MANUTENZIONE DEGLI IMPIANTI ELETTRICI NORME CEI 0-10 GUIDA ALLA MANUTENZIONE DEGLI IMPIANTI ELETTRICI La guida contiene le indicazioni relative alla manutenzione degli impianti elettrici di bassa tensione allo scopo di favorire il mantenimento

Dettagli

L organizzazione della sicurezza un compito di primaria importanza per ogni azienda

L organizzazione della sicurezza un compito di primaria importanza per ogni azienda L organizzazione della sicurezza un compito di primaria importanza per ogni azienda Compito del superiore è quello di organizzare l azienda in modo da garantire la sicurezza e la tutela della salute. In

Dettagli

19 - INDICE DELLA MATERIA SICUREZZA ELETTRICA ED ELETTROTECNICA

19 - INDICE DELLA MATERIA SICUREZZA ELETTRICA ED ELETTROTECNICA 19 - INDICE DELLA MATERIA SICUREZZA ELETTRICA ED ELETTROTECNICA D294 Corso teorico-pratico addetti ai lavori elettrici CEI 11-27:2014... pag. 2 D291 Corso di aggiornamento CEI 11-27-2014 per addetti ai

Dettagli

Università degli Studi di Udine. Modalità e limiti di utilizzo della rete telematica dell Università di Udine

Università degli Studi di Udine. Modalità e limiti di utilizzo della rete telematica dell Università di Udine Università degli Studi di Udine Modalità e limiti di utilizzo della rete telematica dell Università di Udine Gruppo di lavoro istituito il 16 aprile 2004 con decreto rettorale n. 281 Pier Luca Montessoro,

Dettagli

Gentile Cliente, Sinergica 3 s.r.l. Pag. 1 di 5

Gentile Cliente, Sinergica 3 s.r.l. Pag. 1 di 5 Gentile Cliente, la presente comunicazione ha lo scopo di illustrare i servizi compresi nel contratto che prevede la fornitura di aggiornamenti e assistenza sui prodotti software distribuiti da Sinergica

Dettagli

PIANO DI LAVORO ANNUALE anno scolastico 2011-2012

PIANO DI LAVORO ANNUALE anno scolastico 2011-2012 Istituto di Istruzione Superiore ITALO CALVINO telefono: 0257500115 via Guido Rossa 20089 ROZZANO MI fax: 0257500163 Sezione Associata: telefono: 025300901 via Karl Marx 4 - Noverasco - 20090 OPERA MI

Dettagli