DOTT.SSA STEFANIA GARBIN

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "DOTT.SSA STEFANIA GARBIN"

Transcript

1 DOTT.SSA STEFANIA GARBIN PROFILO PROFESSIONALE La Dott.ssa Stefania Garbin, milanese, è un medico chirurgo specializzato in chirurgia plastica ricostruttiva ed estetica. Si è formata in Italia ed è stata per anni chef de Clinique à l Hopital Cantonal de Genève. Attualmente vive ed esercita la sua professione in Svizzera. Ha lavorato molteplici anni presso la Divisione di Chirurgia Plastica e Centro Ustioni dell Ospedale Niguarda di Milano e nel Centro di colture cellulari e biomateriali del medesimo ente ospedaliero di ricerca. Da diversi anni è unicamente libero- professionista. Ha vasta esperienza clinica nella medicina e chirurgia estetica. Suo attuale campo di interesse e di applicazioni cliniche è quello della medicina rigenerativa e delle cellule staminali, applicate soprattutto alla prevenzione e cura dell invecchiamento. Gli elementi di spicco nel suo profilo professionale sono diversi, definendo una combinazione di competenze eterogenee ed originali. Le sue esperienze tecniche, europee e internazionali, infatti, ne qualificano la capacità relazionale e le doti umane; la sua cultura multidisciplinare, così come la varietà delle esperienze lavorative, ne qualifica l impegno professionale. La Dottoressa Garbin è un medico diligente oltre che intellettualmente molto apprezzato e stimato. Per maggiori informazioni sulla d.ssa Garbin

2 CONSULENZA DI MEDICINA ESTETICA Consulenza iniziale, senza trattamento ,00 Consulenza iniziale, con trattamento 60 60,00 Visita post trattamento 15 gratuita Visita medica consulenza stile di vita/antiaging ,00 Check up medico completo in base agli esami praticati su richiesta TRATTAMENTI ANTI AGING Dermoabrasione viso - 30'ʹ 180,00 Peeling medico chimico viso - 30'ʹ 180,00 Mesoterapia viso con vitamine - 30'ʹ 300,00 Mesoterapia/ filler PRP autologo viso, collo, décolleté, mani (cuoio capelluto, smagliature) a seduta - 60'ʹ 850,00 Mesoterapia/filler e crema PRP autologo - 75'ʹ 950,00 Correzione rughe con filler 45 da 650,00 Contorno labbra con filler - 30'ʹ 650,00 Aumento volume labbra con filler - 30'ʹ 650,00 Correzione rughe botulino Glabella e fronte - 30'ʹ 500,00 Rughe peri- oculari - 30'ʹ 500,00 Glabella/fronte/rughe perioculari 45'ʹ 700,00 Mesoterapia anticellulite corpo, a seduta - 30'ʹ 350,00 Iniezioni lipolitiche per fiala - 30'ʹ 250,00 Asportazione dermatofibromi / verruche/macchie/ nei, in anestesia locale 45 da 550,00 Cocktail vitaminici immunostimolanti e antiaging per seduta - 45'ʹ 350,00 Ai suddetti prezzi va aggiunta l IVA al 22%.

3 I FILLERS I filler sono dispositivi di tipo medico, se iniettati intradermici e/o sottocute, possono correggere molti inestetismi del viso e del corpo. Esiste una varietà di filler con analoghe finalità terapeutiche, ma differiscono tra loro per alcune caratteristiche che li rendono più o meno adatti a trattare specifiche aree ed inestetismi. Le caratteristiche ideali di un Filler E oramai opinione concorde di molti specialisti che la scelta debba cadere su un filler a completa riassorbibilità, la durata media, a seconda dello specifico prodotto utilizzato e della risposta individuale del paziente, è di circa un anno, nonché allo stile di vita dello stesso. I soggetti fumatori potrebbero avere un riassorbimento più veloce, al pari dei pazienti che effettuano una forte, continua e non protetta foto- esposizione naturale o artificiale. Le caratteristiche ideali di un filler dipendono dall area anatomica e dal tipo di inestetismo. Lo stesso filler non può valere per ogni area del corpo e per ogni specifico inestetismo ogni zona anatomica necessita di filler con caratteristiche chimico fisiche diverse. Per applicarlo si usa un ago o cannula smussata, completamente indolore e quasi privo di effetti collaterali (si utilizza un anestetico locale prima del trattamento). Prima di Fare il Filler E necessario fare un anamnesi generale e mirata in base al filler che il paziente deve eseguire. In secondo luogo, per ottenere un buon risultato con il filler, occorre ovviamente prendere in considerazione prima di tutto l aspetto fisico generale, rivolto nello specifico all area da trattare e al grado di lassità cutanea. Da tutto questo dipende anche la scelta del filler. In caso di presenza di lesioni o infezioni nelle aree da sottoporre al trattamento, non è possibile eseguire il filler.

4 Dopo il Trattamento con i Filler Per alcune ore dopo il trattamento, evitare attività fisica intensa, evitare foto- esposizione eccessiva. Molto importante è evitare prodotti aggressivi per la pelle almeno per tutto il giorno successivo al trattamento. Evitare trucco per alcune ore dopo le iniezioni. Sono possibili piccole ecchimosi e lievi gonfiori, che verranno minimizzati con l uso di specifiche pomate antibiotiche ed antiedemigene. Ripetibilità del Trattamento con i Filler Sarà il medico a stabilire, a seconda della risposta individuale del paziente, le modalità e i tempi di ripetizione del trattamento. Controindicazioni I filler sono controindicati durante la gravidanza e l allattamento. Non può essere eseguito su: cute lesa, infiammata o con infezione in corso. Non vanno eseguiti su pazienti con ipersensibilità specifiche accertate. In presenza di alcune malattie autoimmuni non è ammesso effettuare trattamento a base di filler. Zone trattabili: RUGHE ORIZZONTALI DELLA FRONTE SOPRACCIGLA OCCHIAIE VOLUME ZIGOMI RUGHE NASO LABIALI ANGOLI DELLA BOCCA GUANCE RUGA LABIO MENTONIERA MENTO LABBRA INFERIORI E SUPERIORI CONTORNO DEL VISO RUGHE PERIORALI RIMODELLARE ARCO DI CUPIDO RUGHE PERIOCULARI GLABELLA ( zona tra le sopracciglia)

5 BOTULINO Il botulino o tossina botulinica è una sostanza chimica di laboratorio che blocca la contrazione muscolare e pertanto impedisce temporaneamente la contrazione muscolare del muscolo trattato e la conseguente formazione delle rughe sovrastanti. Quanto dura l'ʹeffetto levigante e distensivo del botulino? La durata del trattamento al botulino varia in base alla risposta individuale del soggetto e alla regolarità dei successivi trattamenti, generalmente il periodo di efficacia va dai 3 ai 6 mesi. Risultati apprezzabili si riscontrano già al quarto giorno dopo l'ʹintroduzione della tossina botulinica e raggiungono il loro massimo dopo due settimane dalla data delle iniezioni. Con quale frequenza è possibile effettuare le sedute di Botulino? L applicazione ripetuta di botulino, se eseguita rispettando tempi e protocolli stabiliti, è consigliata per il suo effetto preventivo sulle rughe d espressione e per il prolungamento della risposta del paziente all'ʹeffetto distensivo che il botulismo esercita agendo sulla contrazione muscolare. Fasi di svolgimento della seduta di Botulino e durata della seduta 1. Valutazione attenta dell'ʹanatomia del volto, contrazione muscolare, rughe d'ʹespressione 2. Individuazione dei muscoli target nei quali applicare il botulino 3. Disinfezione delle zone da trattare con botulino Si sente dolore durante le iniezioni? Un leggero fastidio al momento dell iniezione ma trattandosi di un ago molto fine, il trattamento al botulino è molto ben tollerato. Quali sono gli effetti collaterali? Le iniezioni di Botulino non influiscono con la routine quotidiana del paziente. In genere le reazioni hanno luogo nei giorni immediatamente successivi all iniezione e sono transitorie, ma in genere sono di gravità lieve come piccole ecchimosi.

6 IL PRP o GEL PIASTRINICO Il PRP stimola la produzione di fibroblasti e stimola la produzione di collagene permettendo il riempimento delle rughe e la formazione di tessuto adiposo sottocutaneo, diminuendo la lassità dei tessuti che si inizia a riscontrare dopo i 40 anni. Il PRP stimola l'ʹangiogenesi, lo sviluppo di nuovi vasi sanguinei partendo da altri già esistenti. Importantissima è anche la proliferazione delle cellule staminali mesenchimali adulte dovute all'ʹintroduzione di PRP nei tessuti. Inoltre migliora la guarigione delle ferite e ne accelera la cicatrizzazione e il recupero dopo trattamenti estetici aggressivi. Che cos'ʹè il PRP e come agisce PRP è acronimo di plasma ricco di piastrine (platelet rich plasma). Le piastrine sono una preziosa fonte di fattori di crescita deputati alla regolazione della crescita, differenziamento e proliferazione cellulare. Il Plasma Ricco di Piastrine stimola i processi riparativi e la crescita dei tessuti nei quali è applicato. Le piastrine attivate nella loro doppia concentrazione, rilasciano numerosi fattori di crescita quali PDGF, TGF alfa e beta, IGF I e II, EGF, VEGF. Applicazioni del PRP Il PRP si applica per rallentare l'ʹinvecchiamento, nella calvizie maschile e femminile, per le ferite diabetiche, ulcere, acne, cicatrici,tendiniti, artriti e articolazioni. Nell ambito della medicina rigenerativa, dove il PRP è maggiormente utilizzato, l'ʹinvecchiamento viene spesso definito come una ferita cronica, il processo di rigenerazione del corpo è rallentato o addirittura annullato dall'ʹetà. L invecchiamento porta ad una riduzione della produzione del collagene fino al 20% circa che il PRP può'ʹ ristabilire. Il trattamento con PRP mira ai tre maggiori componenti della cute: epidermide, derma e tessuto adiposo sottocutaneo. In questo senso il PRP è un ulteriore trattamento anti età non chirurgico applicato alla medicina estetica rigenerativa. Fasi e tempi del trattamento Il tempo del trattamento di PRP è di 60 minuti e di natura ambulatoriale. Per prelevare il PRP al paziente viene effettuato un normale prelievo di sangue,

7 (è consigliato un controllo ematologico, esame del sangue, prima del trattamento). La provetta ottenuta viene centrifugata e grazie ad uno speciale gel, il plasma viene separato dai globuli rossi e bianchi, trattenendo in esso le piastrine (PRP= Platelet Rich Plasma in inglese o Plasma Ricco in Piastrine). Si procede poi ad iniettare il PRP nella zona da trattare. Effetti collaterali Il PRP viene iniettato con un ago molto sottile e in genere senza l utilizzo di anestetici locali. Il trattamento non impedisce l immediato ritorno alla vita sociale e lavorativa e come ogni trattamento autologo, non crea allergie o rigetto ma solo un leggero gonfiore che passa in poche ore. Cosa trattiamo con PRP Rughe del viso e perdita di elasticità, smagliature, cicatrici, rilassamento cutaneo, cuoio capelluto. In cosa consiste la tecnica del PRP La tecnica del Plasma Ricco in Piastrine o PRP si fonda sulla proprietà piastrinica di contenere all interno dei propri organi intracellulari detti granuli, i fattori di crescita in grado di stimolare la differenziazione delle cellule staminali presenti nel tessuto. Con il PRP si ottiene 1. L'ʹattivazione funzionale delle cellule dei complessi connettivi 2. La rivascolarizzazione e la proliferazione dei fibroblasti, le cellule dermiche responsabili della produzione di acido ialuronico e collagene L'ʹalopecia androgenetica colpisce il 60% degli uomini e il 40% delle donne dopo la menopausa: il PRP blocca la progressione dell AGA (acronimo di alopecia andro- genetica) nell 80% dei casi, e ripristina una crescita significativa. Il PRP si è dimostrato più valido di tutti i trattamenti fino ad ora praticati anche nell alopecia areata, chiamata così per la sua caratteristica conformazione a chiazze. Nel 99% dei casi, nelle aree trattate si assiste ad un irrobustimento del fusto e ad una maggiore luminosità, poiché porta a una ripigmentazione dei primi capelli bianchi. Naturalmente, tanto più precocemente viene fatto il PRP, maggiori sono le possibilità di stimolare la ricrescita dei capelli. Oltre alla diminuzione della miniaturizzazione del

8 riduzione del prurito e della tricodinia (quel leggero dolore che si avverte allo spostamento dei capelli). Si può usare il PRP autologo anche per tecniche non infiltrative o invasive, preparando con il gel ottenuto una maschera facciale da applicare sul viso o una crema su prescrizione galenica medica.

9 LA CELLULITE La cellulite estetica è conosciuta in ambito medico con il termine di pannicolopatia edemato- fibro- sclerotica. E'ʹ una patologia che altera la topografia della pelle, e colpisce in particolare il sesso femminile: si manifesta come un'ʹipertrofia dei componenti connettivi e adiposi del tessuto sottocutaneo; è inoltre caratterizzata da un accumulo di acqua negli spazi intercellulari dell'ʹipoderma. Tali disordini, sono provocati principalmente da un'ʹalterazione del sistema venoso e linfatico, con conseguente rallentamento del flusso sanguigno. La cellulite è caratterizzata da quattro fasi evolutive, ognuna delle quali rappresenta un vero e proprio peggioramento dello stato dell'ʹipoderma interessato dalla patologia. La prima fase - conosciuta con il nome di Cellulite edematosa, è contraddistinta da un rallentamento della circolazione venosa e linfatica nella zona interessata da cellulite. Nella cellulite edematosa, la permeabilità dei vasi tende ad aumentare, causando la trasudazione del plasma. Questo liquido in eccesso si accumula e ristagna negli spazi interstiziali (edema, da cui deriva il nome). La seconda fase - conosciuta con il nome di Cellulite fibrosa, la microcircolazione rallenta ulteriormente e aumenta il ristagno dei liquidi; inoltre, a causa della presenza costante dell'ʹedema vi è una sovrapproduzione di tessuto connettivo- fibroso, che aumenta la durezza del tessuto adiposo stesso nell'ʹarea interessata dalla cellulite. Possono quindi generarsi piccoli noduli che peggiorano ancor di più gli scambi micro circolatori. Durante questa fase, la pelle presenta il tipico aspetto a buccia d'ʹarancia. La terza fase - conosciuta con il nome di Cellulite sclerotica vede un peggioramento della circolazione e la formazione di micronoduli duri sclerotizzati, a causa dell'ʹaccorpamento degli adipociti ingrossati. La pelle, nella fase di cellulite sclerotica, tende ad assumere un aspetto a buccia d'ʹarancia più marcato. La quarta fase - i micronoduli possono evolvere in macronoduli riconoscibili alla palpazione. Questi noduli di grandi dimensioni

10 sono molto dolorosi e causano una compromissione della circolazione sanguigna della zona interessata da cellulite; inoltre la ritenzione idrica causata dalla cellulite diviene ingente: tutto questo porta ad una profonda alterazione del relativo tessuto connettivo e della struttura cutanea. Questa fase viene considerata irreversibile e pressoché incurabile. La Classificazione Cellulite compatta: è osservata soprattutto in giovani donne che praticano regolare attività fisica e colpisce, in particolare, glutei, ginocchia e cosce (tipiche zone della cellulite). E'ʹ dura e soda al tatto. Si manifesta ad un livello profondo del derma: pinzando con le dita la pelle, è possibile notare la "ʺfamosa"ʺ buccia d'ʹarancia. Cellulite molle: viene riscontrata principalmente in soggetti inattivi (soprattutto donne). La cellulite molle è associata a ipotonia muscolare o, anche, a repentini aumenti o diminuzioni di peso. La pelle si presenta flaccida e, in alcuni casi, con piccoli noduli sclerotizzati. Colpisce prevalentemente braccia e cosce. Cellulite edematosa: si presenta con un aumento globale del volume degli arti inferiori; mostra la tipica persistenza delle depressioni causate dalla palpazione con il dito. La cellulite edematosa è associata ad un grande ristagno di liquidi e di problemi alla microcircolazione. Cellulite mista: è una delle forme più comuni. Vale a dire la compresenza di più tipologie di cellulite nello stesso paziente. Le Cause della Cellulite Può essere causata da svariati fattori, spesso sommati, che portano al peggioramento della microcircolazione venosa e linfatica. In particolare, le cause genetiche ne sono le principali portatrici. Lo stile di vita, inoltre, influisce sul suo sviluppo. Tra i fattori ereditari è bene ricordare: Il sesso (le donne sono maggiormente colpite) La razza antropologica (le donne caucasiche sono le più colpite) La distribuzione del tessuto adiposo La posizione e la sensitività dei recettori ormonali La predisposizione ai disturbi circolatori

11 Squilibri ormonali (come l eccessiva produzione di estrogeni) possono influenzare il peggioramenti della patologia Fattori Aggravanti. Posture errate: gli atteggiamenti corporei scorretti, possono ostacolare la circolazione venosa e linfatica. Scarpe inadatte (come i tacchi alti): problemi di microcircolazione causati dalla pressione sulla piante del piede. Abiti troppo stretti: ostacolano la microcircolazione sanguigna. Fumo a causa dei radicali liberi e dell azione vasocostrittrice della nicotina. Alcol, in quanto apporta calorie. Eccessivi sforzi fisici, l acido lattico contribuisce alla formazione di cellulite. Stress psicologico: lo stress altera la produzione dei neurotrasmettitori noradrenalina, serotonina e dopamina. Aumenta inoltre il livello di cortisolo. Questi fattori sono alla base di un peggioramento della microcircolazione e favoriscono la formazione di edemi. Sovrappeso, le cellule adipose, nelle donne soprattutto, penetrano nel tessuto connettivo. Dimagrimenti repentini: raggiungere il peso forma è importante, ma un dimagrimento troppo veloce con una dieta squilibrata (fenomeno comune nelle diete fai da te) può portare una eccessiva diminuzione della massa magra aumentando la proporzione di tessuto adiposo, portando ad un peggioramento della patologia. Troppa sedentarietà rallenta il metabolismo basale e al contempo causa la perdita del tono muscolare. Una dieta ricca di calorie, grassi e sale che sono causa di aumento di peso corporeo e ritenzione idrica. Trattamento Esistono varie tipologie di terapie per il trattamento della cellulite. Innanzitutto è bene porre attenzione a tutti quei fattori, precedentemente elencati, che ne peggiorano il quadro clinico. Sarà quindi opportuno mantenersi fisicamente attivi, eliminare fumo e alcol, seguire una dieta equilibrata e ricca in frutta e verdura. La medicina estetica fusto e della caduta, si è osservato che il PRP autologo porta ad una

12 mette a disposizione terapie farmacologiche e chirurgiche. Elettroporazione: tramite una corrente alternata, viene generato un campo elettromagnetico in grado di far penetrare i principi attivi attraverso la pelle. Radiofrequenza Tripolare: attraverso il trasporto del calore nei tessuti bersaglio, si atrofizzano le cellule adipose. Pressoterapia: questo metodo fisioterapico contrasta la cellulite per mezzo di un massaggio pneumatico (tramite gambali appositi), composto da compressioni sequenziali. Effettuata nella direzione del flusso circolatorio, tale operazione aiuta il drenaggio dei liquidi e la riattivazione della microcircolazione venosa per il miglioramento della condizione della cellulite. Drenaggio linfatico: questa tecnica per la cura della cellulite prevede un massaggio manuale, effettuato in direzione del flusso linfatico, atto a riattivare la circolazione linfatica stessa. Mesoterapia: tale trattamento contro la cellulite prevede iniezioni sottocutanee di sostanze apposite, tramite piccoli aghi. Queste sostanze agiscono sulla circolazione, drenando i liquidi e stimolando il ricambio degli adipociti con miglioramento del quadro clinico ed agendo direttamente sulla cellula adiposa stessa.

13 ACNE L'ʹacne (o acne vulgaris) è una patologia cronica infiammatoria molto comune. L'ʹacne è caratterizzata dalla presenza di comedoni (punti neri), papule e pustole, noduli, cisti e seborrea. L'ʹacne è di solito diffusa sulla pelle del volto, del torace e della schiena. Le Cause dell'ʹacne TAPPO CHERATINICO: L'ʹacne è causata da un aumento della produzione di cheratina, che porta alla chiusura dei follicoli pilosebacei per accumulo di cellule cheratiniche. Tali follicoli producono normalmente sebo, nell'ʹacne però è impedita la fisiologica fuoriuscita di sebo dall'ʹinfundibolo, a causa del suddetto tappo di cheratina. IPERSECREZIONE SEBACEA. In particolare in età adolescenziale fase a maggior incidenza di acne, i follicoli producono una eccessiva quantità di sebo: questo processo di sovra- produzione sebacea, propria dell'ʹacne, si pensa sia causato dall'ʹaumento della secrezione ormonale durante il periodo di maturazione sessuale. INFIAMMAZIONE. Il sebo, insieme a batteri e ad altri microrganismi, rimane sigillato all'ʹinterno del follicolo e, dopo la rottura delle pareti infundibolari, si riversa nei tessuti circostanti; qui degenera fino al raggiungimento di uno stadio infiammatorio. Nei casi più gravi, si può arrivare persino alla formazione di noduli e cisti, portando quindi ad acne cistica ed acne nodulo- cistica. PROLIFERAZIONE BATTERICA. Il Propionibacterium acne è un batterio pressoché ubiquitario, che abita lo strato superficiale della pelle. È in grado di sopravvivere in ambienti anaerobici ed è in grado di tollerare il sistema immunitario dell'ʹuomo. Questo microrganismo, parallelamente allo Staphylococcus epidermidis e ad altri batteri, è la principale causa di infiammazione e di formazione di cisti e foruncoli, nonché dello sfaldamento del dotto pilosebaceo, è una delle cause principali dello sviluppo dell'ʹacne.

14 Dati Statistici L'ʹinsorgenza dell'ʹacne è frequente nella fascia di età compresa fra i 14 e i 19 anni, per poi, solitamente, risolversi dopo i 20 anni. L'ʹacne è molto più comune nelle donne ma, nei maschi, l'ʹacne, può presentarsi in forme più gravi. Nel corso degli anni, sono state individuate varie cause ulteriori che portano allo sviluppo dell'ʹacne. Ancora oggi però, si indaga per approfondire e determinare eventuali nuovi agenti portatori. Fattori Aggravanti Stress psicologico: durante l'ʹadolescenza, le forti emozioni e i vari stress psichici causano ulteriori squilibri ormonali, in grado di aumentare la produzione di sebo da parte delle ghiandole epidermiche. Dieta: studi recenti conferiscono all'ʹeccessivo consumo di latte un conseguente aumento della produzione di sebo e, quindi, dell'ʹaggravamento della patologia. Altre tipologie di alimenti non sono legate allo sviluppo dell'ʹacne. Un piccolo mito da sfatare: l'ʹimmaginario collettivo correla il consumo cioccolata con l'ʹinsorgenza dell'ʹacne, non è stato ancora dimostrato che tale alimento sia in qualche modo legato alla suddetta patologia. Genetica: recentemente, sono stati individuati alcuni geni che potrebbero effettivamente essere concausa di alcune forme gravi di acne. Terapie L'ʹacne nella maggior parte dei casi viene curato efficacemente, benché sia necessario intervenire in tempo e con metodologie mirate. Vari pazienti trascurano l'ʹacne, sperando che il quadro clinico regredisca spontaneamente. Questo errore non deve essere commesso in quanto l'ʹacne è una patologia e, come tale, deve essere trattata. I danni da acne non trattato, possono essere tanti e andare ben oltre al mero deturpamento estetico del volto; in particolare è bene ricordare che l'ʹacne nei soggetti più sensibili può portare ad ansietà e, in alcuni casi, persino a depressione. I trattamenti dell'ʹacne spaziano dall'ʹapplicazione di creme, a cure per mezzo di metodologie fisiche e terapie topiche e sistemiche

15 Terapie Ormonali Sistemiche Vista l'ʹelevata influenza degli ormoni sull'ʹinsorgenza dell'ʹacne, è possibile agire per mezzo di terapie ormonali, le quali riducono il livello di androgeni. Questo tipo di terapie è esclusivo per il sesso femminile. Antibiotici Combattono l'ʹazione microbica del P. acnes. e di altri batteri patogeni. In caso di acne possono essere applicati topicamente o assunti per via orale. I più utilizzati sono la tetraciclina, l'ʹeritromicina e la clindamicina. Di contro, un eccessivo trattamento con antibiotici può essere causa di un aumento di resistenza da parte del batterio e, quindi, di una successiva difficoltosa regressione dell'ʹacne stessa. Benzoil Perossido E'ʹ una sostanza molto utilizzata nella terapia dell'ʹacne, grazie alla sue proprietà antibatteriche e cheratolitiche. Retinoidi Topici Oltre ad avere un ottima azione anti infiammatoria nell'ʹacne, hanno la proprietà di ridurre l'ʹiper- cheratinizzazione che causa la formazione dei tappi follicolari. I retinoidi sono derivati della vitamina A.

16 LA TECNICA MESOTERAPICA Inizialmente una tecnica sviluppata dal Medico Francese Dottor Michel Pistor nel 1952, la mesoterapia è una tecnica mininvasiva largamente utilizzata in Europa e nel resto del mondo per trattare varie condizioni mediche e patologiche. Questa specialità medica individua le aree problematiche con micro iniezioni di farmaci, vitamine, minerali e aminoacidi. Sono da considerare come piccole cartucce mediche che sono sparate nel derma, uno strato che compone la cute. Il derma si trova tra l epidermide, ovvero lo strato superficiale, e l ipoderma, lo strato più profondo. Il cocktail di ingredienti attivi, è specifico per la condizione che deve essere curata. Spesso ogni medico personalizza la propria ricetta in funzione di specifici protocolli e in base a rigorosi criteri dettati dalla propria esperienza e professionalità. USO DELLA MESOTERAPIA I molti usi della mesoterapia possono essere applicati ai seguenti ambiti: Eliminare la cellulite Aiutare il paziente nel percorso verso la perdita di peso Offrire benefici anti- aging Eliminare adiposità localizzate Curare affezioni dermatologiche Migliorare la circolazione venosa e linfatica La mesoterapia è una tecnica sicura utilizzata ogni giorno da migliaia di medici per aiutare decine di migliaia di pazienti in diversi campi della medicina, anche al di fuori del ramo estetico.

17 ASSICURAZIONE BIOLOGICA È importante investire oggi nella prevenzione sanitaria di domani; come desideriamo avere una garanzia finanziaria per il futuro, oggi è possibile pianificare la propria prevenzione sanitaria e conservare le proprie cellule staminali, soprattutto in caso di predisposizione a patologie cardiocircolatorie o al diabete, famigliarità per tumori, neuropatie o malattie del sistema immunitario Le staminali adulte sono cellule che il nostro organismo attiva ogni volta che verifica processi d invecchiamento cellulare, morte cellulare da stress, sovraffaticamento o danno a seguito di un trauma. Pur trovandosi in tutto il corpo, le cellule staminali vengono accumulate in maggior quantità nel tessuto adiposo. Il prelievo di tessuto adiposo sterile avviene tramite un intervento di mini- liposuzione manuale, ambulatoriale e in anestesia locale. Bastano pochi grammi di grasso prelevati con una sottile cannula, per ricavare il tessuto adiposo necessario, per isolare, selezionare e creare una personale riserva di cellule staminali, adulte, non espanse in auto- donazione. In seguito tramite un trasporto sanitario dedicato, vengono inviate ad una bio- banca in Svizzera, dove si procede all'ʹanalisi del grasso prelevato per garantire la conservazione esclusivamente delle cellule staminali sane e vitali nel massimo rispetto dei più severi criteri di qualità. Le cellule staminali vengono conservate ad una temperatura pari a per poter rimanere giovani e sane come al momento del prelievo. Alti standard in termini di purezza e qualità, consentono il deposito sicuro fino a 20 anni. Un sofisticato sistema di identificazione e bancaggio, garantisce, su richiesta del donatore, l immediata disponibilità delle cellule staminali. Costo ,00 (Prelievo. Trasporto. Bancaggio 10 anni.)

18 COSMESI PERSONALIZZATA Nella cura del proprio corpo non bisogna dimenticare una corretta gestione della cute. La cura avviene attraverso tre fasi principali: detersione, idratazione e fotoprotezione. Queste tre fasi effettuate ogni giorno costituiscono un fattore di prevenzione. Dopo un approfondito check-up cutaneo si potranno creare prodotti, incluso quelli con PRP autologo, su misura per la risoluzione del singolo problema personalizzando i prodotti in base alla e alla profumazione più gradita. Costo da 350,00 a 550,00 (Check up cutaneo. Crema giorno/notte)

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS)

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Che cos é? Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) La sindrome di Blau è una malattia genetica. I pazienti affetti presentano rash

Dettagli

Tecnica ed esperienza per prestazioni elevate.

Tecnica ed esperienza per prestazioni elevate. Tecnica ed esperienza per prestazioni elevate. INDICE La presente guida contiene suggerimenti e indicazioni di carattere generale e a scopo puramente informativo. Non si deve prescindere dal leggere attentamente

Dettagli

INFLUENZA. Che cos è

INFLUENZA. Che cos è INFLUENZA Che cos è L influenza è una malattia infettiva provocata da virus del genere Othomixovirus che colpiscono le vie aeree come naso, gola e polmoni. I soggetti colpiti nel nostro Paese vanno dai

Dettagli

Castrazione e sterilizzazione

Castrazione e sterilizzazione Centro veterinario alla Ressiga Castrazione e sterilizzazione Indicazioni, controindicazioni, effetti collaterali ed alternative Dr. Roberto Mossi, medico veterinario 2 Castrazione e sterilizzazione Castrazione

Dettagli

Le tecnologie Baldan Group Le tecnologie Baldan Group

Le tecnologie Baldan Group Le tecnologie Baldan Group Le Le tecnologie tecnologie Baldan Baldan Group Group Le tecnologie Baldan Group Le tecnologie Baldan Group Epilazione progressiva e permanente in totale sicurezza. Epilazione Pharma Epil progressiva System

Dettagli

Altre informazioni sul papilloma virus (HPV)

Altre informazioni sul papilloma virus (HPV) Altre informazioni sul papilloma virus (HPV) Questo è un documento di approfondimento sull HPV. Prima di leggerlo guardate le informazioni di base contenute in Alcune informazioni sull esame per il papilloma

Dettagli

VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI

VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI 1 Questo schema di cura impiega i seguenti farmaci: vincristina, doxorubicina (adriamicina) o epidoxorubicina, cortisone. Le informazioni contenute in questo modello

Dettagli

Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore ARTRITI DA

Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore ARTRITI DA Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore LA GOTTA ED ALTRE ARTRITI DA CRISTALLI REGGIO EMILIA,, APRILE 2007 La Gotta ed altre Artriti da Cristalli

Dettagli

LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI

LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI Che cos è la depressione? Tutti noi ci possiamo sentire tristi a volte, tuttavia la depressione è una cosa seria. La malattia della depressione a volte denominata Depressione

Dettagli

IL BENESSERE DELLE GAMBE

IL BENESSERE DELLE GAMBE IL BENESSERE DELLE GAMBE Se la circolazione venosa non funziona come dovrebbe, il normale ritorno del sangue dalle zone periferiche del corpo al cuore risulta difficoltoso. Il flusso sanguigno infatti,

Dettagli

La natura restituisce...cio che il tempo sottrae

La natura restituisce...cio che il tempo sottrae Benessere olistico del viso 100% natura sulla pelle 100% trattamento olistico 100% benessere del viso La natura restituisce......cio che il tempo sottrae BiO-REVITAL il Benessere Olistico del Viso La Natura

Dettagli

Diabete e nefropatia cronica (o malattia renale cronica)

Diabete e nefropatia cronica (o malattia renale cronica) Diabete e nefropatia cronica (o malattia renale cronica) Cos è il diabete? Il diabete mellito, meglio noto come diabete, è una malattia che compare quando l organismo non produce insulina a sufficienza

Dettagli

Che cosa occorre sapere sull alopecia.

Che cosa occorre sapere sull alopecia. 01/ 2014 Sandoz Pharmaceuticals S.A. Suurstoffi 14 Casella postale 6343 Rotkreuz Tel. 0800 858 885 Fax 0800 858 888 www.generici.ch Che cosa occorre sapere sull alopecia. Struttura dei capelli 4 Ciclo

Dettagli

Altre informazioni sul virus HPV: informazioni approfondite per le utenti

Altre informazioni sul virus HPV: informazioni approfondite per le utenti Altre informazioni sul virus HPV: informazioni approfondite per le utenti Questo è un documento di approfondimento sull HPV. Prima di leggerlo consultate il documento Alcune informazioni sul virus HPV

Dettagli

Le cellule staminali pluripotenti (embrionali) Prof. Fulvio Gandolfi Università degli Studi di Milano

Le cellule staminali pluripotenti (embrionali) Prof. Fulvio Gandolfi Università degli Studi di Milano Le cellule staminali pluripotenti (embrionali) Prof. Fulvio Gandolfi Università degli Studi di Milano Facoltà di Medicina Veterinaria Embriologia e Terapia Genica e Cellulare Le cellule staminali adulte:

Dettagli

RIGENERANTI. AGLI ENZIMI Trattamento efficace di rinnovamento cellulare, stimola il ricambio epidermico e rende la pelle luminosa ed elastica.

RIGENERANTI. AGLI ENZIMI Trattamento efficace di rinnovamento cellulare, stimola il ricambio epidermico e rende la pelle luminosa ed elastica. TRATTAMENTI VISO RIGENERANTI ESFOLIANTE attamento indicato per ottenere una pelle liscia, luminosa e elastica, previene o attenua gli inestetismi più comuni e diffusi. Rimuove le cellule morte, leviga

Dettagli

PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE

PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE SI PARTE DALLA VITAMINA D Relatore dr Donata Soppelsa Medico di medicina generale Associato alla Società Italiana di Nutriceutica Quali domande? E sufficiente l integrazione

Dettagli

CHE COS E L IPERTENSIONE ARTERIOSA E COME SI PUO CURARE

CHE COS E L IPERTENSIONE ARTERIOSA E COME SI PUO CURARE Lega Friulana per il Cuore CHE COS E L IPERTENSIONE ARTERIOSA E COME SI PUO CURARE Materiale predisposto dal dott. Diego Vanuzzo, Centro di Prevenzione Cardiovascolare, Udine a nome del Comitato Tecnico-Scientifico

Dettagli

BORTEZOMIB (Velcade)

BORTEZOMIB (Velcade) BORTEZOMIB (Velcade) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI Le informazioni contenute in questo modello sono fornite in collaborazione con la Associazione Italiana Malati di Cancro, parenti ed amici ; per maggiori

Dettagli

La banca dati contiene oltre 10000 quiz dei concorsi svolti sino ad ora in tutta Italia.

La banca dati contiene oltre 10000 quiz dei concorsi svolti sino ad ora in tutta Italia. QUIZ TEM: Ulcere da decubito Quiz estratti dalla banca dati del sito e La banca dati contiene oltre 10000 quiz dei concorsi svolti sino ad ora in tutta Italia. 1) I germi responsabili di ulcere da pressione

Dettagli

L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA. Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa

L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA. Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa L atleta moderno ha bisogno di un maggior numero di adattamenti metabolici all esercizio fisico.

Dettagli

LA MALNUTRIZIONE NELL ANZIANO E LE SINDROMI CARENZIALI

LA MALNUTRIZIONE NELL ANZIANO E LE SINDROMI CARENZIALI LA MALNUTRIZIONE NELL ANZIANO E LE SINDROMI CARENZIALI Daniela Livadiotti Società Italiana di Medicina di Prevenzione e degli Stili di Vita INVECCHIAMENTO L invecchiamento può essere definito come la regressione

Dettagli

La degenerazione maculare legata all età (AMD) Informazioni ai malati -Progetto EUFEMIA

La degenerazione maculare legata all età (AMD) Informazioni ai malati -Progetto EUFEMIA Che cos è la degenerazione maculare? La degenerazione maculare è una malattia che interessa la regione centrale della retina (macula), deputata alla visione distinta necessaria per la lettura, la guida

Dettagli

Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD)

Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD) Che cos è? Il deficit di mevalonato chinasi è una malattia genetica. E un errore congenito

Dettagli

INTERVENTI DI CHIRURGIA DEL PIEDE

INTERVENTI DI CHIRURGIA DEL PIEDE INTERVENTI DI CHIRURGIA DEL PIEDE CORREZIONE DELL ALLUCE VALGO 5 METATARSO VARO CON OSTEOTOMIA PERCUTANEA DISTALE Intervento Si ottiene eseguendo una osteotomia (taglio) del primo metatarso o del 5 metatarso

Dettagli

COS E LA BRONCOSCOPIA

COS E LA BRONCOSCOPIA COS E LA BRONCOSCOPIA COS E LA BRONCOSCOPIA La broncoscopia è un esame con cui è possibile osservare direttamente le vie aeree, cioè laringe, trachea e bronchi, attraverso uno strumento, detto fibrobroncoscopio,

Dettagli

Dall Altopiano di Piné

Dall Altopiano di Piné Dall Altopiano di Piné Trattamenti Beauty La Carezza Alpina Montagnaga di Piné Beauty Viso PULIZIA PROFONDA DEL VISO ALLA GENZIANA Trattamento esfoliante e purificante agli estratti rigeneranti della genziana

Dettagli

L'IMPORTANZA DELL'ACQUA

L'IMPORTANZA DELL'ACQUA L'IMPORTANZA DELL'ACQUA L'acqua è il principale costituente del nostro corpo. Alla nascita il 90% del nostro peso è composto di acqua: nell'adulto è circa il 75% e nelle persone anziane circa il 50%; quindi

Dettagli

Cattedra e Divisione di Oncologia Medica. Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia. Il Port

Cattedra e Divisione di Oncologia Medica. Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia. Il Port Cattedra e Divisione di Oncologia Medica Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia Il Port Dott. Roberto Sabbatini Dipartimento Misto di Oncologia ed Ematologia Università degli Studi di Modena

Dettagli

beauty Make up sposa Trucco semipermanente Tatuaggio Ricostruzione unghie

beauty Make up sposa Trucco semipermanente Tatuaggio Ricostruzione unghie laurita ricci Make up sposa Trucco semipermanente Tatuaggio Ricostruzione unghie Dimagrimento e benessere con: Endermologie LPG Eporex Infrafit Pedana vibrante Massaggi Ayurvedici Cabina termale Depilazione

Dettagli

dell epidermide. Compare soprattutto tra i 30 e i 60 anni, con una leggera prevalenza nelle donne, dove è spesso localizzato agli arti inferiori,

dell epidermide. Compare soprattutto tra i 30 e i 60 anni, con una leggera prevalenza nelle donne, dove è spesso localizzato agli arti inferiori, melanoma Il melanoma è il tumore che nasce dai melanociti, cellule responsabili della colorazione della pelle e che si trovano nello strato più profondo 2 dell epidermide. Compare soprattutto tra i 30

Dettagli

INFIAMMAZIONE. L infiammazione è strettamente connessa con i processi riparativi! l agente di malattia e pone le basi per la

INFIAMMAZIONE. L infiammazione è strettamente connessa con i processi riparativi! l agente di malattia e pone le basi per la INFIAMMAZIONE Risposta protettiva che ha lo scopo di eliminare sia la causa iniziale del danno cellulare (es. microbi, tossine etc), sia i detriti cellulari e le cellule necrotiche che compaiono a seguito

Dettagli

L A CLINICA SPECIALIZZ ATA IN CHIRURGIA ORTOPEDICA E MEDICINA SPORTIVA. Ci muoviamo insieme a voi.

L A CLINICA SPECIALIZZ ATA IN CHIRURGIA ORTOPEDICA E MEDICINA SPORTIVA. Ci muoviamo insieme a voi. L A CLINICA SPECIALIZZ ATA IN CHIRURGIA ORTOPEDICA E MEDICINA SPORTIVA Ci muoviamo insieme a voi. PREMESSA LA ORTHOPÄDISCHE CHIRURGIE MÜNCHEN (OCM) È UN ISTITUTO MEDICO PRIVATO DEDICATO ESCLUSIVAMENTE

Dettagli

Regalo n. 1. Keope MFV

Regalo n. 1. Keope MFV Regalo n. 1 Keope MFV Struttura ergonomica a risonanza propriocettiva: La vibrazione è la forza vitale. Nell'universo tutto vibra. Attraverso la vibrazione meccanica, con il corpo in completo scarico funzionale,

Dettagli

INFORMAZIONE E CONSENSO ALLA FLUORANGIOGRAFIA ED ALL ANGIOGRAFIA AL VERDE INDOCIANINA

INFORMAZIONE E CONSENSO ALLA FLUORANGIOGRAFIA ED ALL ANGIOGRAFIA AL VERDE INDOCIANINA INFORMAZIONE E CONSENSO ALLA FLUORANGIOGRAFIA ED ALL ANGIOGRAFIA AL VERDE INDOCIANINA FOGLIO INFORMATIVO PER IL PAZIENTE L angiografia retinica serve a studiare le malattie della retina; localizzare la

Dettagli

OSTEOPOROSI. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI. *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* Resp. Dott.

OSTEOPOROSI. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI. *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* Resp. Dott. C. I. D. I. M. U. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI Resp. Dott. Antonio Vercelli OSTEOPOROSI *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* *Cos è l osteoporosi?* L osteoporosi

Dettagli

ESSERE OPERATI ALLE VIE LACRIMALI OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI

ESSERE OPERATI ALLE VIE LACRIMALI OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI DIPARTIMENTO CHIRURGICO SPECIALISTICO Unità Operativa di Oculistica Direttore: Prof. Paolo Perri ESSERE OPERATI ALLE VIE LACRIMALI OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI Gentile Signora/e, questo opuscolo

Dettagli

Cos è il diabete? Qual è effettivamente il problema? Parliamo di diabete N. 42

Cos è il diabete? Qual è effettivamente il problema? Parliamo di diabete N. 42 Parliamo di diabete N. 42 Revisione agosto 2010 Cos è il diabete? What is diabetes? - Italian Diabete è il nome dato a un gruppo di diverse malattie in cui vi è troppo glucosio nel sangue. Il pancreas

Dettagli

E SE MI CHIAMANO... DOPO IL PAP TEST?

E SE MI CHIAMANO... DOPO IL PAP TEST? E SE MI CHIAMANO... DOPO IL PAP TEST? Informazioni sui percorsi di approfondimento diagnostico e di cura PROGRAMMA REGIONALE PER LA PREVENZIONE DEI TUMORI FEMMINILI Coordinamento editoriale e di redazione:

Dettagli

SILVIA SAVASTANO ANNA MARIA COLAO. Che cosa è la tiroide?

SILVIA SAVASTANO ANNA MARIA COLAO. Che cosa è la tiroide? SILVIA SAVASTANO ANNA MARIA COLAO CAPITOLO 7 LA TIROIDE CHE SI AMMALA DI PIÙ È FEMMINILE 147 Che cosa è la tiroide? La tiroide è una ghiandola endocrina posta alla base del collo. Secerne due tipi di ormoni,

Dettagli

Apparato scheletrico. Le funzioni dello scheletro

Apparato scheletrico. Le funzioni dello scheletro Apparato scheletrico Le funzioni dello scheletro Lo scheletro ha la funzione molto importante di sostenere l organismo e di dargli una forma; con l aiuto dei muscoli, a cui offre un attacco, permette al

Dettagli

Sommario IL PORT SOTTOCUTANEO. Che cos è? Come viene impiantato? DOVE VIENE POSIZIONATO IL PORT? L intervento L uso del Port

Sommario IL PORT SOTTOCUTANEO. Che cos è? Come viene impiantato? DOVE VIENE POSIZIONATO IL PORT? L intervento L uso del Port Che cos è il Port? Le informazioni fornite in questo opuscolo vi aiuteranno a capire meglio che cosa sono i port e a trovare risposta ad alcuni quesiti riguardanti i port sottocutanei Bard Access. Sommario

Dettagli

Alimentazione e salute dell intestino: siamo quello che mangiamo

Alimentazione e salute dell intestino: siamo quello che mangiamo Alimentazione e salute dell intestino: siamo quello che mangiamo La dieta, il microbiota intestinale e la salute digestiva sono intrecciati fra loro. Questi legami e il potenziale benefico dei probiotici

Dettagli

INTERVENTO DI ARTROPROTESI D ANCA

INTERVENTO DI ARTROPROTESI D ANCA INTERVENTO DI ARTROPROTESI D ANCA Particolare dell incisione chirurgica Componenti di protesi d anca 2 Immagine di atrosi dell anca Sostituzione mediante artroprotesi La protesizzazione dell anca (PTA)

Dettagli

Lo screening cervicale.

Lo screening cervicale. Lo screening cervicale. Per migliorare il grado di informazione dei pazienti su alcuni importanti argomenti (quali ad esempio le terapie svolte, l alimentazione da seguire e gli esercizi di riabilitazione)

Dettagli

La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità

La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità Dott. Mag. Nicola Torina Coordinatore infermieristico Unità Terapia Intensiva di Rianimazione Metodologie operative

Dettagli

Cos'è esattamente la gelatina

Cos'è esattamente la gelatina Cos'è esattamente la gelatina LA GELATINA È PURA E NATURALE La gelatina attualmente in commercio viene prodotta in moderni stabilimenti operanti in conformità ai più rigorosi standard di igiene e sicurezza.

Dettagli

acqua Bevi ogni giorno in abbondanza

acqua Bevi ogni giorno in abbondanza 5. acqua Bevi ogni giorno in abbondanza 5. Bevi ogni giorno acqua in abbondanza Nell organismo umano l acqua rappresenta un costituente essenziale per il mantenimento della vita, ed è anche quello presente

Dettagli

Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation. Sindrome di Behçet

Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation. Sindrome di Behçet Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Sindrome di Behçet Che cos è? La sindrome di Behçet (BS), o malattia di Behçet, è una vasculite sistemica (infiammazione dei vasi sanguigni) la

Dettagli

ALLENARE GLI ADDOMINALI

ALLENARE GLI ADDOMINALI ALLENARE GLI ADDOMINALI La teoria di allenamento degli addominali spesso non è ben compresa; molte persone si limitano ad eseguire centinaia di crunch senza però capire come funzionano i muscoli addominali

Dettagli

Liponax Sol. Innovativa formulazione LIQUIDA. ad elevata biodisponibilità. Acido R (+) a-lipoico

Liponax Sol. Innovativa formulazione LIQUIDA. ad elevata biodisponibilità. Acido R (+) a-lipoico Innovativa formulazione LIQUIDA ad elevata biodisponibilità L acido a lipoico è una sostanza naturale che ricopre un ruolo chiave nel metabolismo energetico cellulare L acido a lipoico mostra un effetto

Dettagli

Il desiderio insoddisfatto di un figlio: le cause

Il desiderio insoddisfatto di un figlio: le cause Il desiderio insoddisfatto di un figlio: le cause Si parla di "sterilità" quando dopo un anno di rapporti sessuali regolari non è ancora intervenuta una gravidanza. Le cause di una mancanza di figli non

Dettagli

Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti

Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti Le necessità del nostro corpo Cibo e bevande sono i mezzi con cui il nostro organismo si procura le sostanze di cui ha bisogno per le sue attività vitali.

Dettagli

Capelli sani: quanto ne sai?

Capelli sani: quanto ne sai? Antonella Tosti Antonella Tosti è Professore Ordinario di Clinica Dermatologica presso l Università di Bologna. Da molti anni si interessa di malattie dei capelli ed è considerata un esperto in questo

Dettagli

ESAME CON MEZZO DI CONTRASTO ORGANO-IODATO (TAC)

ESAME CON MEZZO DI CONTRASTO ORGANO-IODATO (TAC) OSPEDALE FATEBENEFRATELLI E OFTALMICO Azienda Ospedaliera di rilievo nazionale M I L A N O S.C. RADIOLOGIA Direttore Dott. G. Oliva ESAME CON MEZZO DI CONTRASTO ORGANO-IODATO (TAC) ESAMI DA ESEGUIRE (VALIDITA'

Dettagli

da Norda una Novità nel Mondo del Beverage

da Norda una Novità nel Mondo del Beverage da Norda una Novità nel Mondo del Beverage Benessere da Bere una Carica di Energia Prima in Italia, Norda lancia sul mercato, una Linea INNOVATIVA di Bevande Funzionali che è già un Grande Successo negli

Dettagli

1 LEZIONE CHE COS E L ALLENAMENTO

1 LEZIONE CHE COS E L ALLENAMENTO 1 LEZIONE CHE COS E L ALLENAMENTO Sono molte le definizioni di allenamento: Definizione generale: E un processo che produce nell organismo un cambiamento di stato che può essere fisico, motorio, psicologico.

Dettagli

ANEURISMA AORTA TORACICA ASCENDENTE

ANEURISMA AORTA TORACICA ASCENDENTE ANEURISMA AORTA TORACICA ASCENDENTE Definizione Dilatazione segmentaria o diffusa dell aorta toracica ascendente, avente un diametro eccedente di almeno il 50% rispetto a quello normale. Cause L esatta

Dettagli

EFFETTI FISIOPATOLOGICI DELLA CORRENTE ELETTRICA SUL CORPO UMANO

EFFETTI FISIOPATOLOGICI DELLA CORRENTE ELETTRICA SUL CORPO UMANO EFFETTI FISIOPATOLOGICI DELLA CORRENTE ELETTRICA SUL CORPO UMANO Appunti a cura dell Ing. Emanuela Pazzola Tutore del corso di Elettrotecnica per meccanici, chimici e biomedici A.A. 2005/2006 Facoltà d

Dettagli

REaD REtina and Diabetes

REaD REtina and Diabetes Progetto ECM di formazione scientifico-pratico sulla retinopatia diabetica REaD REtina and Diabetes S.p.A. Via G. Spadolini 7 Iscrizione al Registro delle 20141 Milano - Italia Imprese di Milano n. 2000629

Dettagli

STRUTTURA DEI CAPELLI

STRUTTURA DEI CAPELLI I CAPELLI Struttura del capello Composizione chimica Fisiologia del capello I tipi di capelli Il colore dei capelli Patologie di cute e capello Trattamento igienico I CAPELLI I capelli sono un mezzo d'espressione

Dettagli

Chemioterapia e i suoi principali effetti collaterali. Guida informativa per i pazienti. Unità Operativa Ematologia e Centro Trapianti Midollo Osseo.

Chemioterapia e i suoi principali effetti collaterali. Guida informativa per i pazienti. Unità Operativa Ematologia e Centro Trapianti Midollo Osseo. Chemioterapia e i suoi principali effetti collaterali. Guida informativa per i pazienti. Unità Operativa Ematologia e Centro Trapianti Midollo Osseo. Ospedale Oncologico Armando Businco Cagliari. Le informazioni

Dettagli

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza Con la vaccinazione l influenza si allontana La prevenzione dell influenza La vaccinazione antinfluenzale è il mezzo più efficace di protezione dalla malattia e di riduzione delle sue complicanze per le

Dettagli

VALUTAZIONE DEL LIVELLO DELLA FUNZIONE RENALE

VALUTAZIONE DEL LIVELLO DELLA FUNZIONE RENALE VALUTAZIONE DEL LIVELLO DELLA FUNZIONE RENALE La stima del Filtrato Glomerulare (FG) èil miglior indicatore complessivo della funzione renale. La sola creatininemia non deve essere usata come indice di

Dettagli

SISTEMA ROBOTICO DA VINCI

SISTEMA ROBOTICO DA VINCI SISTEMA ROBOTICO DA VINCI Dalla Laparoscopia urologica alla Chirurgia robotica. S I S T E M A R O B O T I C O D A V I N C I CHE COSA BISOGNA SAPERE SUL SISTEMA ROBOTICO DA VINCI: 1 IL VANTAGGIO PRINCIPALE

Dettagli

SERVIZI TRASFUSIONALI REQUISITI MINIMI STRUTTURALI TECNOLOGICI E ORGANIZZATIVI SPECIFICI

SERVIZI TRASFUSIONALI REQUISITI MINIMI STRUTTURALI TECNOLOGICI E ORGANIZZATIVI SPECIFICI Allegato A). Requisiti strutturali, tecnologici e organizzativi minimi per l esercizio delle attività sanitarie dei servizi trasfusionali e delle unità di raccolta del sangue e degli emocomponenti, ai

Dettagli

La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico.

La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico. La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico. Per migliorare il grado di informazione dei pazienti su alcuni importanti argomenti (quali ad esempio le terapie svolte, l alimentazione da seguire

Dettagli

TUMORI DELLA MAMMELLA

TUMORI DELLA MAMMELLA TUMORI DELLA MAMMELLA INFORMAZIONI GENERALI La mammella Struttura e funzione della mammella La mammella è costituita da grasso (tessuto adiposo), tessuto connettivo e tessuto ghiandolare. Quest'ultimo

Dettagli

NUTRACEUTICA Corpo come Arte

NUTRACEUTICA Corpo come Arte NUTRACEUTICA Corpo come Arte efficacia sinergia RESVERA-VITIS 60 cps Antiossidante Riossigenante Tessutale Integratore a base di Resveratrolo e OPC ad alto dosaggio (in 1 cps 585 mg di Vitis Vinifera 17.000

Dettagli

FARMACOLOGIA DEL SISTEMA NERVOSO AUTONOMO SIMPATICO. Il sistema ortosimpatico media le risposte della reazione di lotta e fuga

FARMACOLOGIA DEL SISTEMA NERVOSO AUTONOMO SIMPATICO. Il sistema ortosimpatico media le risposte della reazione di lotta e fuga FARMACOLOGIA DEL SISTEMA NERVOSO AUTONOMO SIMPATICO Il sistema ortosimpatico media le risposte della reazione di lotta e fuga Le basi anatomiche del sistema nervoso autonomo Reazioni connesse alla digestione

Dettagli

a state of complete physical, men al , an social well ll-bei ng an not merely the absence of disease or infirmity

a state of complete physical, men al , an social well ll-bei ng an not merely the absence of disease or infirmity SALUTE: definizione Nel 1948, la World Health Assembly ha definito la salute come a state of complete physical, mental, and social well-being and not merely the absence of disease or infirmity. Nel1986

Dettagli

«DOVE SI TROVANO I BATTERI?»

«DOVE SI TROVANO I BATTERI?» 1 a STRATEGIA EVITARE LA CONTAMINAZIONE conoscere «DOVE SI TROVANO I BATTERI?» I batteri si trovano ovunque nell ambiente (aria, acqua, suolo ed esseri viventi): Sono presenti sulle materie prime, ad es.

Dettagli

LA DONAZIONE DI SANGUE

LA DONAZIONE DI SANGUE CHE COSA è La donazione di sangue consiste nel prelievo di un determinato volume di sangue da un soggetto sano, chiamato donatore, al fine di trasfonderlo in un soggetto che ha bisogno di sangue o di uno

Dettagli

ELENCO DRG AD ALTO RISCHIO DI NON APPROPRIATEZZA IN REGIME DI DEGENZA ORDINARIA

ELENCO DRG AD ALTO RISCHIO DI NON APPROPRIATEZZA IN REGIME DI DEGENZA ORDINARIA ELENCO DRG AD ALTO RISCHIO DI NON APPROPRIATEZZA IN REGIME DI DEGENZA ORDINARIA Codice Descrizione DRG 006 Decompressione tunnel carpale Allegato 6 A 008 INTERVENTI SU NERVI PERIFERICI E CRANICI E ALTRI

Dettagli

VITAMINA D : Nuove evidenze per una vitamina poco conosciuta

VITAMINA D : Nuove evidenze per una vitamina poco conosciuta - WELKOME FITNESS 2013 Evoluzione e ricerca nel mondo degli integratori Vitamina D3: aggiornamenti e nuove applicazioni Dott Marco Neri: Comitato Tecnico Nazionale FIPCF/CONI Comitato scientifico Federazione

Dettagli

INTERVENTO DI RICOSTRUZIONE DELLA CUFFIA DEI ROTATORI DELLA SPALLA E TRATTAMENTO DEL CONFLITTO SOTTOACROMIALE

INTERVENTO DI RICOSTRUZIONE DELLA CUFFIA DEI ROTATORI DELLA SPALLA E TRATTAMENTO DEL CONFLITTO SOTTOACROMIALE INTERVENTO DI RICOSTRUZIONE DELLA CUFFIA DEI ROTATORI DELLA SPALLA E TRATTAMENTO DEL CONFLITTO SOTTOACROMIALE Acromioplastica a cielo aperto Lesione della cuffia dei rotatori Sutura della cuffia dei rotatori

Dettagli

INFORMAZIONI GENERALI SUL NEVO CONGENITO GIGANTE

INFORMAZIONI GENERALI SUL NEVO CONGENITO GIGANTE INFORMAZIONI GENERALI SUL NEVO CONGENITO GIGANTE CHE COSA E UN NEVO? Il Nevo, parola latina che significa voglia o mola, è un termine generico che indica una lesione congenita della cute. Mola è il termine

Dettagli

LE DOMANDE POSSIBILI PER LO SCREENING MAMMOGRAFICO VADEMECUM PER GLI OPERATORI DI SCREENING DELLA ASL RMC

LE DOMANDE POSSIBILI PER LO SCREENING MAMMOGRAFICO VADEMECUM PER GLI OPERATORI DI SCREENING DELLA ASL RMC LE DOMANDE POSSIBILI PER LO SCREENING MAMMOGRAFICO VADEMECUM PER GLI OPERATORI DI SCREENING DELLA ASL RMC (*risponde l infermiera / l ostetrica/ il medico) AGGIORNATO A Maggio 2009 1 CHE COSA E UN PROGRAMMA

Dettagli

Foglio1. 5-7.00 Piega 10,00. Masch.x lavaggio/sh.speciale

Foglio1. 5-7.00 Piega 10,00. Masch.x lavaggio/sh.speciale LISTINO PREZZI Servizio Singolo Pettinata 5-7.00 Piega Taglio Masch.x lavaggio/sh.speciale 2,00 Fiala ai minerali x lavaggio 5,00 Fiala x caduta 5,00 Cachet Masch.con elastina Masch.con cheratina Pagina

Dettagli

Infortunio sul lavoro:

Infortunio sul lavoro: Infortunio sul lavoro: evento che determina un danno alla persona, che si verifica per causa violenta in occasione di lavoro nell ambiente di lavoro, in un breve periodo di tempo (< 8 ore lavorative) Malattia

Dettagli

Questa guida è stata realizzata per fornire ai pazienti e ai loro famigliari alcune informazioni, nella speranza che ciò possa essere d aiuto.

Questa guida è stata realizzata per fornire ai pazienti e ai loro famigliari alcune informazioni, nella speranza che ciò possa essere d aiuto. Il port. Per migliorare il grado di informazione dei pazienti su alcuni importanti argomenti (quali ad esempio le terapie svolte, l alimentazione da seguire e gli esercizi di riabilitazione) lo IEO pubblica

Dettagli

LE SCALE M U S I C A PER LA TUA SALUTE CALORIE AUTOSTIMA LONGEVITÀ EFFICIENZA. Aumenti la tua salute, se sali le scale. Perdi peso, se sali le scale

LE SCALE M U S I C A PER LA TUA SALUTE CALORIE AUTOSTIMA LONGEVITÀ EFFICIENZA. Aumenti la tua salute, se sali le scale. Perdi peso, se sali le scale SALUTE Aumenti la tua salute, CALORIE Perdi peso, AUTOSTIMA Accresci la tua autostima, LONGEVITÀ Allunghi la tua vita, EFFICIENZA Potenzi i tuoi muscoli e migliori il tuo equilibrio, LE SCALE M U S I C

Dettagli

BEAUTY. 01. Trattamenti viso. 02. Trattamenti corpo. 03. Depilazione. 04. Mani e piedi. 05. Lpg Endermologie. 06. Pacchetti speciali. 07.

BEAUTY. 01. Trattamenti viso. 02. Trattamenti corpo. 03. Depilazione. 04. Mani e piedi. 05. Lpg Endermologie. 06. Pacchetti speciali. 07. BEAUTY 01. Trattamenti viso 02. Trattamenti corpo 03. Depilazione 04. Mani e piedi 05. Lpg Endermologie 06. Pacchetti speciali 07. Suite Spa 01 - TRATTAMENTI VISO TRATTAMENTI VISO L unione della nostra

Dettagli

INJEX - Iniezione senza ago

INJEX - Iniezione senza ago il sistema per le iniezioni senz ago INJEX - Iniezione senza ago Riempire le ampolle di INJEX dalla penna o dalla cartuccia dalle fiale con la penna Passo dopo Passo Per un iniezione senza ago il sistema

Dettagli

Monossido d azoto NO (Nitric Oxide) Messaggero del segnale cellulare. Molecola regolatoria nel sistema nervoso centrale e periferico

Monossido d azoto NO (Nitric Oxide) Messaggero del segnale cellulare. Molecola regolatoria nel sistema nervoso centrale e periferico Monossido d azoto NO (Nitric Oxide) Ruolo biologico: Messaggero del segnale cellulare Molecola regolatoria nel sistema cardiovascolare Molecola regolatoria nel sistema nervoso centrale e periferico Componente

Dettagli

Centro Documentazione SerT Arezzo COSA NE SO? QUESTIONARIO DI VALUTAZIONE DELLE CONOSCENZE POSSEDUTE SU DROGHE E ALCOL. Barrare la risposta corretta

Centro Documentazione SerT Arezzo COSA NE SO? QUESTIONARIO DI VALUTAZIONE DELLE CONOSCENZE POSSEDUTE SU DROGHE E ALCOL. Barrare la risposta corretta Centro Documentazione SerT Arezzo COSA NE SO? QUESTIONARIO DI VALUTAZIONE DELLE CONOSCENZE POSSEDUTE SU DROGHE E ALCOL Barrare la risposta corretta A cura della Dott.ssa Cristina Cerbini Febbraio 2006

Dettagli

SISTEMA CIRCOLATORIO. Permette, attraverso il sangue, il trasporto di O 2. , sostanze nutritizie ed ormoni ai tessuti e la rimozione di CO 2

SISTEMA CIRCOLATORIO. Permette, attraverso il sangue, il trasporto di O 2. , sostanze nutritizie ed ormoni ai tessuti e la rimozione di CO 2 SISTEMA CIRCOLATORIO Permette, attraverso il sangue, il trasporto di O 2, sostanze nutritizie ed ormoni ai tessuti e la rimozione di CO 2 e cataboliti, per mantenere costante la composizione del liquido

Dettagli

Antibiotici. quandosì quandono. Lavarsi le mani

Antibiotici. quandosì quandono. Lavarsi le mani Antibiotici quandosì quandono Lavarsi le mani semplice ma efficace Lavarsi le mani è il modo migliore per arrestare la diffusione delle infezioni respiratorie. L 80% delle più comuni infezioni si diffonde

Dettagli

LO SBIANCAMENTO DEI DENTI (DENTAL BLEACHING)

LO SBIANCAMENTO DEI DENTI (DENTAL BLEACHING) LO SBIANCAMENTO DEI DENTI (DENTAL BLEACHING) Cosa bisogna sapere prima di decidere di fare lo sbiancamento dei denti? In inglese viene definito:dental bleaching 1. L'igiene orale correttamente eseguita

Dettagli

Depressione e adolescenza di S. Di Salvo, S. Cavalitto e A. Martinetto

Depressione e adolescenza di S. Di Salvo, S. Cavalitto e A. Martinetto Associazione per la Ricerca sulla Depressione C.so G. Marconi 2 10125 Torino Tel. 011-6699584 Sito: www.depressione-ansia.it Depressione e adolescenza di S. Di Salvo, S. Cavalitto e A. Martinetto Nella

Dettagli

Informazioni ai pazienti per colonoscopia

Informazioni ai pazienti per colonoscopia - 1 - Informazioni ai pazienti per colonoscopia Protocollo informativo consegnato da: Data: Cara paziente, Caro paziente, La preghiamo di leggere attentamente il foglio informativo subito dopo averlo ricevuto.

Dettagli

le MINIGUIDE di ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo

le MINIGUIDE di ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo 3 IN ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo sezione 1 L ALIMENTAZIONE Latte e coccole... Il latte materno costituisce l alimento più adatto ai bisogni del neonato e non solo dal punto di vista nutrizionale:

Dettagli

LA DEPRESSIONE NEI BAMBINI E NEGLI ADOLESCENTI

LA DEPRESSIONE NEI BAMBINI E NEGLI ADOLESCENTI Che cos è la depressione? LA DEPRESSIONE NEI BAMBINI E NEGLI ADOLESCENTI La depressione è un disturbo caratterizzato da un persistente stato di tristezza che può durare mesi o addirittura anni. Può manifestarsi

Dettagli

Conduzione di uno studio epidemiologico (osservazionale)

Conduzione di uno studio epidemiologico (osservazionale) Conduzione di uno studio epidemiologico (osservazionale) 1. Definisco l obiettivo e la relazione epidemiologica che voglio studiare 2. Definisco la base dello studio in modo che vi sia massimo contrasto

Dettagli

La degenerazione maculare correlata all età (DME) è una malattia della retina, nel fondo dell occhio.

La degenerazione maculare correlata all età (DME) è una malattia della retina, nel fondo dell occhio. Che cos è la Degenerazione Maculare correlata all Età (DME)? La degenerazione maculare correlata all età (DME) è una malattia della retina, nel fondo dell occhio. Essa porta a una limitazione o alla perdita

Dettagli

VADEMECUM PER MISURA DELLA VITAMINA D (25-idrossivitamina D e 1,25-diidrossivitamina D)

VADEMECUM PER MISURA DELLA VITAMINA D (25-idrossivitamina D e 1,25-diidrossivitamina D) DAI Diagnostica di Laboratorio - Laboratorio Generale - Direttore Dr. Gianni Messeri Gentile Collega, negli ultimi anni abbiamo assistito ad un incremento delle richieste di dosaggio di vitamina D (25-

Dettagli

Ipertiroidismo. Serie n. 15a

Ipertiroidismo. Serie n. 15a Ipertiroidismo Serie n. 15a Guida per il paziente Livello: medio Ipertiroidismo - Series n. 15a (Revisionato Agosto 2006) Questo opuscolo è stato prodotto dal dott. Fernando Vera, dal Prof. Gary Butler

Dettagli

Carta dei trattamenti PALACE & SPA TUSCANY

Carta dei trattamenti PALACE & SPA TUSCANY Carta dei trattamenti Indice 3 Benvenuti a Bagni di Pisa 9 Scrub menu 5 Viso 10 Grotta termale 6 L esclusiva linea ETERIA 10 Massaggi benessere L esperienza di Kanebo 11 Discipline olistiche 2 7 Corpo

Dettagli

PIU' eliminarle e così via. Se. provocare. maligne. metastasi. uno. durante saranno. eliminate: Italia

PIU' eliminarle e così via. Se. provocare. maligne. metastasi. uno. durante saranno. eliminate: Italia PIU' BELLEZZA Quali sono le fasi che determin nano l accumularsi dellee tossine nel nostro corpo: L organismo, non sapendo gestire le tossine chee entrano, le espelle attraverso il sudore, l urina, feci,

Dettagli

Zuccheri. Zuccheri, dolci e bevande. zuccherate: nei giusti limiti

Zuccheri. Zuccheri, dolci e bevande. zuccherate: nei giusti limiti 4. Zuccheri Zuccheri, dolci e bevande zuccherate: nei giusti limiti 4. Zuccheri, dolci e bevande zuccherate: nei giusti limiti 36 1. ZUCCHERI E SAPORE DOLCE Tutti gli zuccheri sono fonti di energia e non

Dettagli