IL DIRIGENTE COMUNE DI PESCARA. Gentro di responsabilità AN RAGIONERIA Dirigente responsabile D'AQUINO GIOVANNI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "IL DIRIGENTE COMUNE DI PESCARA. Gentro di responsabilità AN RAGIONERIA Dirigente responsabile D'AQUINO GIOVANNI"

Transcript

1 COMUNE DI PESCARA CITTA'DI PESCARA Medaglì: d oto al Mèrito C ivile Gentro di responsabilità AN RAGIONERIA Dirigente responsabile D'AQUINO GIOVANNI ATTO Dl DETERMINAZIONE Numero 23 Del Oggetto: GESTIONE ATTIVA DELL'INDEBITAMENTO - ASSISTENZA TECNICA GONTENZIOSO LEGALE CONTRATTI DERIVATIN corso IL DIRIGENTE Premesso che la Giunta Comunale con proprio atto n. 890 del 9/9/2008 ha individuato lo Studio CFI & Partners s.r.l. quale advisor finanziario indirizzato all'individuazione strategie di gestione attiva dell'indebitamento dell'ente. Preso atto che nell'analisi e nella valutazione del debito dell'ente nella individuazione delle migliori strategie di gestione attiva dell'indebitamento la Società CFI & Partners s.r.l. ha convalidato l'esame del dirigente del Settore Ragioneria circa la imperfezione formale dei contratti di swap stipulati dall'ente; Vista la deliberazione n del con la quale la Giunta Comunale ha autorizzato la proposizione di azioni giudiziarie nei confronti di B.N.L., UNICREDIT CORPORATE BANKING già UNICREDIT BANCA D'IMPRESA e UBM (UNICREDIT BANCA MOBILIARE) dinanzi ai competenti organi giurisdizionali per la nullità e/o annullamento e/o risoluzione di contratti di SWAP sottoscritti dal Comune di Pescara con i richiamati lstituti Bancari, nonché per l'eventuale risarcimento dei danni e/o rimborso di commissioni implicite percepite dagli stessi istituti di credito. Considerato che attualmente è ancora in corso il contenzioso tra l'ente e gli lstituti di Credito richiamati circa i contratti derivatin essere, per i quali la

2 stessa società ha prodotto idonea relazione di parte a favore del legale dell'ente, su cui si è incentrato il richiamato contenzioso, appositamente depositata ed inserita nel fascicolo delle cause competenti per territorio nella giurisdizione Pescara diversamente da quelle pendenti presso il Tribunale di Milano allo stato ancora in fase istruttoria. Visto la deliberazione n del con la quale la Giunta Comunale ha confermato l'incarico di advisor finanziario fino al finalizzato alla individuazione delle migliori strategie di gestione attiva dell'indebitamento dell'ent e che tale mandato si è reso indispensabile quale assistenza tecnica nel contenzioso di cui al punto precedente le cui azioni giudiziarie sono ancora in corso; Vista la deliberazione n. 328 del con la quale la Giunta Comunale, ai sensi dell'art. 169 del decreto legislativo , ha approvato il piano esecutivo di gestione per l'esercizio 2011 assegnando al sottoscritto responsabile di questo settore le risorse finanziarie necessarie per il raggiungimento degli obiettivi gestionali affidativi compreso quello relativo alla gestione attiva del debito - contratti derivati con lstituti Bancari; Rilevato che la sopraccitata società CFI & Partners s.r.l. presta attività finanziaria indipendent ed ha evidenziato una maturata esperienza nel campo della ingegneria finanziaria ed è specializzata in valutazioni tecnico-finanziarie di operazionin strumenti finanziari derivati come ampiamente riconosciuto stante le diffuse attività di assistenzatecnica prestate; Verificato che in uno dei recenti processi sui derivati, la causa si e conclusa con esito positivo per I'ente promotore - al quale è stato riconosciuto un risarcimento danni - giusta pronuncia n '1 della Vl Sezione Civile del Tribunale di Milano - il cui legale si è avvalso della assistenza tecnica della medesima società CFI & Partners s.r.l, : Ritenuto, per quanto sopra specificato, necessario ed indispensabile avvalersi del supporto tecnico della società CFI & Partners s.r.l. alla luce della Afto del dirigente n. 23 dei Pag.2- COMTINE DI PESCARA

3 già verificata collaborazione con questo Ente, al fine di consentire anche continuità e stabilità all'assistenza legale relativa al contenzioso ; Visto l'offerta presentata dalla società CFI & Partners s.r.l. del che si allega in copia e che forma parte integrante del presente atto; Ritenuto indispensabile awalersi dell'assistenza della suddetta Società CFI & Partners.r.l. per il periodo di un anno a partire dal 1'giugno 2011 con possibilità di conferma per le annualità 2012 e 2013 all'esito finale dei contenziosi attualmente in essere ravvisando la necessità di garantire supporto tecnico in fase preventiva, concomitante e conclusiva delle attivita poste in essere dal perito incaricato dal Tribunale ; Visto lo stanziamento iscritto nel Bilancio di Previsione 2011 al Titolo 1' Funzione 01 Servizio 03 Intervento 03: " Spese per perizia contenzioso civile causa derivati" Cap ; Visto I'art. 6 del D.L.vo n. 78 convertito in Legge ; Vista la deliberazione n. 6 del della Sezione di Controllo della Corte dei Conti della Regione Toscana; Vista la deliberazione n. 5 del delle Sezioni Riunite in sede di Controllo della Corte dei Conti: Con voto unanime espresso nelle forme di legge; DETERMINA 1. di avvalersi dell'assistenza tecnica della società CFI & Partners.r.l. a partire dal l" giugno 2011 e perla durata di anni uno con possibilità di conferma per le annualità 2012 e 2013 all'esito finale dei contenziosi attualmente in essere ravvisando la necessità di garantire supporto tecnico in fase preventiva, concomitante e conclusiva delle Atto del dirisente n. 23 del23-q Pae. 3- COMLI{E DI PESCARA,

4 attività poste in essere dal perito incaricato dal Tribunale ; 2. di evidenziare che il compenso e pari ad ,00 + IVA 20o/oper un totale di : 3. di precisare che la suddetta spesa è prevista agli stanziamenti iscritti e da iscrivere nei seguenti Bilanci di Previsione al Titolo 1' Funzione 01 Servizio 03 Intervento 03: "Spese per perizia contenzioso civile causa derivati" - Cap : ,00 bilancio di previsione impegno n. 4448; 9.500,00 bilancio di previsione impegno pluriennale n.4291; 4. di precisare, altresì, che al pagamento del suddetto compenso si provvederà semestralmente posticipatamente con successivi atti dirigenziali dietro presentazione di apposita fattura da parte della società CFI & Partner s.r.l. L'INCARICATO Carla Di Persio l.-it - " i.t'\i', Atto del dirigente n. 23 de i I - Pag. 4- COMLINE DI PESCARA

5 ,rìttfriyfiw1 Spett. Ie Comune di Pescara Alla Cortese Attenzione: Dirisente Finanziano Prot. sin Dott. G. D'Aquino Pescara, 11 Maggio 2011 DATA OGGETTo: PROPOSTA DI ASSISTENZA SU FINANZA ORDINARIA E DERIVATA Con riferimento alla Ys ultima delibera di Giunta n del arente oggetto: conferma incarico Società da a 30.1,1.20^10, \'i ringraziamo per a'r.ercinterpellato in merito alla possibiìità di continuare a nvesdre il ruolo di ldrisor e ci apprestiamo a fornire al Comune di Pescara la Ns proposta di itcanco su quelle che sono le professionalità che il nosrro Studio di Consulenza Finanziaria Indipendente può mettere a disposizione neli'ambito di una "gestione attiva dell'indebitamento". Si precisa che la seguente rîppresenta una nmodulazione delìa proposta rnrzrale datata i da \-oi protocollata in data con n. 11,9022 e mira in esclusir-a a -garantrre continuità all'azione dr asststenza finanztana-, che la scrivente ha svolto nei passao 24 mesi a beneficio del Comune di Pescara. Caratteristiche del Servizio: - Durata: "3" flre) anru, - Decorrenza: dal e scadenza il ; articolato in due parti: una fissa e l'aìtra variabile (ancorata a progetti), qui di segurto evidenziate; - Ogsetto: Analisi e valutazione: a. del debito ante '9ó; b. di strumenti alternatiu per la rinegozrazione debito ante '9ó: Boc/llutru; c. debito post'96; d. di strumenti alternauvi per la rinegozi,aztone debito post '9ó: Boc/\Iutui; e. della oosizione in essere con cadetza semesttale: f. penah applicate: C. piani di ammortamento fino aiia stipula mandaîo di Consulenza; h. nuovo piano di indebitamento; i. incontro preliminare con Istituti di Credito; i. piano di ristrutturazione del debito da consegnàre agìr Istiruti; k. venfica delle proposte; l. hnalequantitati\ia/qualitativa; m. presenza in sede di stipula; lì. e relatir-a aderenza al debito residuo di derivati eventuali; o. del mark to market della proposra in cssere di derivati e'r'entuali;

6 i.t" t! ' i-:,,t:: 'i --'i1: i1:'r '.'z! p. della proposta itr e ssete di denvati eventuali; q. del pncrng di apertura/cluusura" deila proposta in essere di denvati e\rentuali; r. della sostenibilità,/opportututà" ftnanziana della proposta in essere di derir-au eventuali; s. dr fatubilltà di stratep;ie alternatir.e" alla proposta in essere di denvati e\:enftrah; t. di strume ni ftr'anzrari derivati più adeguati" ed alternatrvi di derivau evenruali; u. della posizione in essere" con cadenza semestrale dr derir.ati evenruali; r. assistenza per la parte frnanziana rn fase di redazione del biiancio di prer-isione; - Pricing firsso: la cui competerìza per ciascun anno è di seguito evidenziata e da pagarsi semestralmerìte in ria postecipata 1o anno: ,00 + Ita 2o anno: ,00 + iva.lo anno: Iva - Pricing variabile. ^n.coî^ta all'implementazior;.e dei seguenti progetti: 7, Riduzione degli oneri finanziad dell'indebitamento pre e post'96: in seguito all'implementazione di procedure di gestione attira delf indebitamento mediante ftnanza ordinaria, rrerrà riconosctuto a1 Consulentr una "fee" del 159 o + I\'-\ della differetza, tra gli interessi del piano in essere e gli interessi del nuovo piirno di ammortamento per il pnmo anno di efftcacia dell'operazione; tale fee si applicherà ad ogni operazione di ristrutrunzione del debito; 2, Azzeramento totale della penale su nuovi mufui destinati ad opere o ristrutturazione di mutui precedenti: se al termine di ciascuno anno di mandato su tutte le operazioru di muruo eseguite nel corso dell'anno l'ente ha ottenuto penale di estinzione antrcipata paà a zero "()" verrà riconosciuta ai Consulenti una "fee" di ,00 + I\1; 3. Assistenza legale e/o extra-g"iudiziale: nell'ipotesi rn cur la CFI & Partners dovesse assistere l'ente in sede iegale od in trattative extra-5'iudiziarie relative a tematicire ayelti ad oggetto la parte derìvata e tale intervento portasse ad un abbattimento totale o parziale de1 i\iark to market oggetto della trattarir-a, mediante accordo tra le parti o serìtenza di I ^ grado, verrà riconosciuta un "fee una tantum" determinata nella misura del 5% + I\'^\ del differenziale tra il mark to market del giorno di chiusura dell'operazione e quello realmente pagato dall'ente, dedotta la quota fìssa maturata in quelì' anno. CFI & PARTNERS s'r'l' L'Ammlnistrators Datt. CtULIO CAS0 II

7 íol"* \ ffiàpescore, lì 19 Maggio 2077 Oggetto: Breve presentazione di CFI & Partners s.r.l. La CFI partners s.r.l. opera dal 2003 nel campo della Consulenza Finanziaria Indipendente. La CFI & rtners s.r.l. lavora per individuare quelle soluzioni finanziarie efficaci ed efficienti che si accostano alle genze del proprio Cliente, in assenza di conflitti di interesse con il sistema bancario dal quale risulta mpletamente slegato ed indipendente. Proprio per questo motivo riceve il proprio compenso solo ed :lusivamente attraverso la parcella dal suo Cliente. I sui fondatori, il dott. Roberto DIODATI, il dott. lssimiliano palumbaro ed il dott. Giulio CASO, hanno seguito qualificati Master in campo finanziario e 3uono periodicamente aggiornamenti nelsettore ed in partícolar modo in quello dell'ingegneria finanziaria. La CFI & Partners è stata nominata perito di parte del comune di ortona nella causa verso unicredit nca presso il Tribunale di Milano, avente ad oggetto operazioni di Finanza derivata; lo stesso in data.4.2oli con sentenza n ha accolto le ragioni della ns assistita condannando Unicredit Banca ed bligandola risarcire tutte le spese digiudizio ed al risarcimento danni. ostri principali servizi riservati agli Enti Pubblici: Financial Risk manoqement: e Costruzione di differenti ipotesi di copertura rischio tassi, valute e materie o Analisi di sensitività delle stesse, al mutare delle condizioni mercato. Report delle analisi effettuate r Scelta della strategia di copertura più adeguata r Presentazione della strategia a diversi intermediari r Analisi di proposte pervenute dagli intermediari r Sceltadell'intermediario r Controllo dei pricing "real time" in fase di chiusura operazione;. Report finale dell'operazione conclusa r Attività di analisi e simulazione su tassi, valut e materie a supporto della Direzione aziendale; r Redazione del documento di risk disclosure (fine anno)

8 Í'; \ i*i {à ANALISI DEI PRODATTI DERIVATI PRE ESISTENTI. Ricostruzione storica dell'intera operatività in derivati r Analisi contrattualistica e verifiche correttezze f errori formali o Ricostruzione storica dei pricing di apertura/chiusura di ogni prodotto derivato o Calcolo dei costi occulti pagati dall'ente r Ricostruzione flussi storici e verifica scostamenti con addebiti/accrediti sul conto dell'ente r Valutazione dei rischi analisi di sensitività sui prodotti ancora in essere o Redazione perizie per uso legale ovvero per trattative extragiudiziarie r Assistenza dell'ente in ipotesi di contenziosovvero trattative extragiudiziarie Corporate F i na nci a I Ma n oq e rn e nt o Analisi degli utilizzi delle linee di breve con indicatori di costo del denaro, con cadenza trimestrale. Cash Flow Statement IAS n. 7 -diretto- con cadenza mensile, a supporto delle previsioni economico finanziarie r Margine di liquidità, con cadenza quindicinale r Livello di indebitamento per forma tecnica annuale. Cash Management r Posizione finanziaria netta (PFN), con cadenza mensile r Mapping dell'indebitamento per valuta, con cadenza trimestrale r Controllo piani di ammortamento finanziamentl essere o Controllo flussi scambiati con l'lrs Step up sottoscritto con Caripe o Analisi di sensitività degli oneri finanziari all'oscillazione tassi di interesse o Bilancia valutaria, con cadenza mensile o Analisi di sensitività sull'esposizione valutaria o Indicatori di performance nella gestione cambi, con cadenza trimestrale o Analisi delle garanzie prestate, con cadenza trimestrale F i na nza Strutt u rata - St ra o rd i n o ri o e Studio ed elaborazione di dati previsionali sui flussi di cassa con stress-test o Studio ed elaborazione dello strumento più edeguato sotto il profilo economico, finaziario, e giuridico r Redazione del capitolato da far quotare al sistema bancario r Attività di reporting delle attività svolte. Attività di reporting comparativa: economica, finaziaria, e giuridica delle proposte pervenute r Assistenza ooerativa in fase di loro realizzazione r Assistenza operativa in ipotesi dl loro sostituzione/rinegoziazione; L'indipendenza dal sistema bancario ci permette di individuare la migliore soluzione possibile per l'ente. rltre qualsiasi prodotto/strumento finanziario che l'ente va a sottoscrivere, deriva rigorosamente da una gara bblica cui vengono invitati tutti gli istituti bancari presenti nell'area terrìtoriale dell'ente stesso, piir le ncipali banche che operano con la pubblica amministrazione.

9 q,f.r Ciò fa sì che ad ogni gara vengono invitati mediamente tra L5 e 30 banche diverse. In questo caso CFI rvisors non ha mai contatti diretti con gli istituti bancari, ma assiste l'ente nella predisposizione del bando, lla fase di apertrrra delle buste, che avviene in sede pubblica, e nella successiva fase di sottoscrizione dello umento. Tra i propriclienti primari nel campo aziendaled istituzionale annovera: lmprese Gruppo Valagro S.p.A. Gruppo DiVincenzo Gruppo Ma rramiero s.r.l. Gruppo Zaccagnini s.r.l. Gruppo Gravina s.r.l. ll Sole 24 Ore (pubblicista dal 2007) Pescara Gas S.p.A. Pescara Dístribuzione Gas srl Marsia Distribuzione Gas srl Eco Gas srl BonattiS.p.A. Gruppo TOSCANO Wheelrent s.r.l. Alto Sangro Distribuzione Gas Società Agricola Marramiero snc Azíenda Marramiero srl Marrollo Costruzioni srl SMisrl Tecnoasfalti srl Gruppo Cogem Delfino Due Terra disiena Lares Costruzioni Miramare S.p.A. Hopera Holding srl Rustichella d'abruzzo S.p.A. Luigi D'Amico Parrozzo s.a.s. lmmobiliare DAFF Acquachiara s.r.l. Europet s.r.l.

10 'ituzionoli Regione Marche Comune di Pescara Provincia di Ascoli Piceno Comune di Lanciano Comune divasto Comune di Atessa Comune di Francavilla al Mare Comune di Collecorvino Comune di Loreto Aprutino Comune di Monte Urano (AP) Comune di Moscufo Comune di Penne Comune di Pianella Comune dispoltore Comune ditorre de' Passeri Comune di Campofilone (AP) Comune di Civitella Casanova Comune diortona Comune ditollo ln fede l'amministratore Dr. Giulio í\ S$SO. \ \.1 r\".\\ - I z \\

11 ATTESTAZIONE COPERTURA FINANZIARIA E REGOLARITA' CONTABILE DELLA SPESA (aé comma 5" - D.Lgs. 18 Agosto 2O0O n" 267) Siattesla la regolarità contabile della complessiva spesa di Euro ,00 finanziata con i fondi di bilancio di comoetenza dei relativi esercizindicati all'interno del presente atto. Li, 25 HAG tnn IL DIRIGENTE UAI SERVIZI FINANZIARI Atto del dirigente n. 23 del Pag. 5- COMLTNE Dl PESCARA

CITTÀ DI MOGLIANO VENETO PROVINCIA DI TREVISO

CITTÀ DI MOGLIANO VENETO PROVINCIA DI TREVISO COPIA Reg. pubbl. N. lì CITTÀ DI MOGLIANO VENETO PROVINCIA DI TREVISO DETERMINAZIONE N. 109 DEL 10-03-2014 - STAFF DEL SEGRETARIO GENERALE - OGGETTO: Integrazione impegno di spesa assunto con determina

Dettagli

Comune di Cattolica Provincia di Rimini

Comune di Cattolica Provincia di Rimini Comune di Cattolica Provincia di Rimini ADEMPIMENTI CERTIFICATO DI PUBBLICAZIONE (art 124 D.Lgs 267/2000 ss.mm.) La presente determinazione dirigenziale è stata pubblicata in data odierna all'albo pretorio

Dettagli

P R O V I N C I A D I C A G L I A R I

P R O V I N C I A D I C A G L I A R I Allegato alla deliberazione del C.P. n del P R O V I N C I A D I C A G L I A R I PROVINCIA DE CASTEDDU PROPOSTA DI DELIBERAZIONE N. 0091205310003 IL CONSIGLIO PROVINCIALE Proponente: ASSESSORATO FINANZE

Dettagli

COMUNE DI FAENZA Provincia di Ravenna

COMUNE DI FAENZA Provincia di Ravenna VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Deliberazione n. 204 del 29/07/2014 OGGETTO: STRUMENTI FINANZIARI - VALUTAZIONE CONVENIENZA ECONOMICA E TUTELE CONSEGUENTI L anno duemilaquattordici, il giorno

Dettagli

Convenzione per attività di collaborazione professionale per prestazioni di ingegneria clinica.

Convenzione per attività di collaborazione professionale per prestazioni di ingegneria clinica. DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE - -------------------------------------------------------------------- ----------------------------------------------------------------------------------- numero data

Dettagli

Comune di Palma di Montechiaro Provincia di Agrigento

Comune di Palma di Montechiaro Provincia di Agrigento Comune di Palma di Montechiaro Provincia di Agrigento DISCIPLINARE D ONERI/SCHEMA DI CONTRATTO Oggetto: Contratto di Appalto servizio giuridico-legale per il Comune di Palma di Montechiaro PREMESSE - Il

Dettagli

Protocollo n. 23379 Deliberazione n. 76. Verbale delle deliberazioni della GIUNTA PROVINCIALE. Seduta del 08 maggio 2012 Ore 13,25

Protocollo n. 23379 Deliberazione n. 76. Verbale delle deliberazioni della GIUNTA PROVINCIALE. Seduta del 08 maggio 2012 Ore 13,25 Provincia di Rovigo Protocollo n. 23379 Deliberazione n. 76 Verbale delle deliberazioni della GIUNTA PROVINCIALE Seduta del 08 maggio 2012 Ore 13,25 Oggetto 01: Avvio operazioni di monitoraggio e valutazione

Dettagli

SETTORE TERRITORIO E SVILUPPO ECONOMICO

SETTORE TERRITORIO E SVILUPPO ECONOMICO Prot.Urb.// Lì Protocollo generale SETTORE TERRITORIO E SVILUPPO ECONOMICO Servizio Urbanistica ed Edilizia DETERMINAZIONE N 243 DEL 26/08/2013 Oggetto: Affidamento di incarico di consulenza ed assistenza

Dettagli

LA GIUNTA COMUNALE. - questo Ente ha in essere finanziamenti a tasso fisso e a tasso variabile con il sistema

LA GIUNTA COMUNALE. - questo Ente ha in essere finanziamenti a tasso fisso e a tasso variabile con il sistema Il Sindaco, in qualità di Presidente, constatata la validità dell adunanza, dichiara aperta la seduta e pone in discussione la proposta di deliberazione indicata in oggetto: PREMESSO che: LA GIUNTA COMUNALE

Dettagli

V e r b a le di delibera zione della Giunta Co mu n a l e

V e r b a le di delibera zione della Giunta Co mu n a l e COPIA D E L I B E R A 1 1 6 D E L 2 0 / 1 0 / 2 0 1 5 V e r b a le di delibera zione della Giunta Co mu n a l e Oggetto: ESTINZIONE ANTICIPATA MUTUO ISTITUTO PER IL CREDITO SPORTIVO. L anno duemilaquindici,

Dettagli

SCHEMA DI CONVENZIONE TRA ISTITUTO REGIONALE PER LE VILLE VENETE E ISTITUTI BANCARI PER LA GESTIONE DI FORME DI FINANZIAMENTO

SCHEMA DI CONVENZIONE TRA ISTITUTO REGIONALE PER LE VILLE VENETE E ISTITUTI BANCARI PER LA GESTIONE DI FORME DI FINANZIAMENTO SCHEMA DI CONVENZIONE TRA ISTITUTO REGIONALE PER LE VILLE VENETE E ISTITUTI BANCARI PER LA GESTIONE DI FORME DI FINANZIAMENTO TRA l Istituto Regionale per le Ville Venete (IRVV) rappresentato dal Direttore

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 260 /2015

DELIBERAZIONE N. 260 /2015 Comune di Tione di Trento Provincia di Trento DELIBERAZIONE N. 260 /2015 DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: Autorizzazione all estinzione anticipata dei mutui contratti con vari Istituti di credito e con il

Dettagli

Verbale di Deliberazione della Giunta comunale. n. 1 dd. 20.05.2015

Verbale di Deliberazione della Giunta comunale. n. 1 dd. 20.05.2015 Deliberazione n. 1 dd. 20.05.2015 Pagina 1 di 5 COMUNE DI SAN LORENZO DORSINO Provinci a di T r en to Verbale di Deliberazione della Giunta comunale n. 1 dd. 20.05.2015 OGGETTO: Operazione di estinzione

Dettagli

DIREZIONE RAGIONERIA - SETTORE CONTABILITA' E FINANZA DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 2014-180.2.0.-19

DIREZIONE RAGIONERIA - SETTORE CONTABILITA' E FINANZA DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 2014-180.2.0.-19 DIREZIONE RAGIONERIA - SETTORE CONTABILITA' E FINANZA DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 2014-180.2.0.-19 L'anno 2014 il giorno 16 del mese di Giugno il sottoscritto Librici Giovanni in qualita' di dirigente

Dettagli

UFFICIO SPECIALE DEL SEGRETARIO E DIRETTORE GENERALE AFFARI LEGALI. Determinazione n. 1945 del 19/09/2013. Il SEGRETARIO E DIRETTORE GENERALE

UFFICIO SPECIALE DEL SEGRETARIO E DIRETTORE GENERALE AFFARI LEGALI. Determinazione n. 1945 del 19/09/2013. Il SEGRETARIO E DIRETTORE GENERALE UFFICIO SPECIALE DEL SEGRETARIO E DIRETTORE GENERALE AFFARI LEGALI Determinazione n. 1945 del 19/09/2013 Oggetto: AFFIDAMENTO SERVIZIO DI DOMICILIAZIONE DELLE CONTROVERSIE INCARDINATE DAVANTI ALLE AA.GG.

Dettagli

della Provincia di Roma sui derivati finanziari

della Provincia di Roma sui derivati finanziari DERIVATI Presentazione del servizio di assistenza della Provincia di Roma sui derivati finanziari Le indagini Istituzionali 2005 Commissione i Finanze della Camera. 2007 Commissione i Finanze della Camera.

Dettagli

4540968 importo 100.000,00 avente ad oggetto: Rifacimento illuminazione pubblica Zambana con apparecchi a Led.

4540968 importo 100.000,00 avente ad oggetto: Rifacimento illuminazione pubblica Zambana con apparecchi a Led. COMUNE DI ZAMBANA PROVINCIA DI TRENTO VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 67/2015 D E L L A G I U N T A C O M U N A L E Oggetto: Estinzione anticipata mutuo assunto con la Cassa Depositi e Prestiti posizione n.

Dettagli

Art. 1 Finalità. Art. 2 Requisiti di ammissibilità al contributo

Art. 1 Finalità. Art. 2 Requisiti di ammissibilità al contributo Il presente bando vige in regime de minimis (ex Reg.CE 1998/2006, Reg. CE 15353/2007 ereg. CE 75/2007 ) 1 Art. 1 Finalità 1. La Camera di Commercio di Pistoia, anche al fine di sostenere il mantenimento

Dettagli

COMUNE DI GAETA (Provincia di Latina)

COMUNE DI GAETA (Provincia di Latina) COMUNE DI GAETA (Provincia di Latina) I DIPARTIMENTO AFFARI GENERALI - DEMOGRAFIA - PERSONALE COPIA DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N 42 del 27/03/2014 Oggetto: Affidamento incarico Monitoraggio, Razionalizzazione

Dettagli

V e r b a le di deliberazione della Giunta Comu n a l e

V e r b a le di deliberazione della Giunta Comu n a l e COPIA D E L I B E R A 1 2 7 D E L 2 8 / 1 1 / 2 0 1 4 V e r b a le di deliberazione della Giunta Comu n a l e Oggetto: ESTINZIONE ANTICIPATA PARZIALE MUTUO ISTITUTO CREDITO SPORTIVO. L anno duemilaquattordici,

Dettagli

Verbale di deliberazione della Giunta Comunale

Verbale di deliberazione della Giunta Comunale C O M U N E D I A L A (Provincia di Trento) N. 078 Registro delibere Verbale di deliberazione della Giunta Comunale OGGETTO: Autorizzazione estinzione anticipata mutui L'anno duemilaquindici, addì ventuno

Dettagli

COMUNE DI NERETO AREA CONTABILE E SVILUPPO ECONOMICO SETTORE CONTABILE DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE 19/12/2012

COMUNE DI NERETO AREA CONTABILE E SVILUPPO ECONOMICO SETTORE CONTABILE DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE 19/12/2012 COMUNE DI NERETO COPIA N. Registro Generale 506 del 19/12/2012 AREA CONTABILE E SVILUPPO ECONOMICO SETTORE CONTABILE DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE N. Registro di Settore 48 del 19/12/2012 OGGETTO: ESTINZIONE

Dettagli

C O M U N E D I S C O R R A N O Provincia di Lecce

C O M U N E D I S C O R R A N O Provincia di Lecce C O M U N E D I S C O R R A N O Provincia di Lecce COPIA CONFORME ALL'ORIGINALE DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE NUM. 105 DEL 25-05-10 Oggetto:RAPPORTI FINANZIARI TRA IL COMUNE DI SCORRANO E BANCA NAZIONALE

Dettagli

Servizio Bilancio e Controllo di Gestione

Servizio Bilancio e Controllo di Gestione Servizio Bilancio e Controllo di Gestione Responsabile settore: Mara Fabbiani Telefono: 0522 610 214 e mail: m.fabbiani@comune.castelnovo-nemoti.re.it Dotazione organica Loretta Marciani Rossella Tognetti

Dettagli

MUTUO IPOTECARIO E FONDIARIO PRIMA CASA destinato all acquisto di abitazione principale (Tasso Indicizzato)

MUTUO IPOTECARIO E FONDIARIO PRIMA CASA destinato all acquisto di abitazione principale (Tasso Indicizzato) FOGLIO INFORMATIVO MUTUO IPOTECARIO E FONDIARIO PRIMA CASA destinato all acquisto di abitazione principale (Tasso Indicizzato) Sezione I - Informazioni sulla banca Denominazione e forma giuridica: BANCA

Dettagli

Regione Calabria NOTA INFORMATIVA. Allegata al Rendiconto generale della regione Calabria esercizio finanziario 2011

Regione Calabria NOTA INFORMATIVA. Allegata al Rendiconto generale della regione Calabria esercizio finanziario 2011 Regione Calabria NOTA INFORMATIVA SUGLI ONERI E GLI IMPEGNI DERIVANTI DA CONTRATTI RELATIVI A STRUMENTI FINANZIARI DERIVATI Allegata al Rendiconto generale della regione Calabria esercizio finanziario

Dettagli

CONVENZIONE. per la disciplina delle operazioni di delegazione di pagamento di cui al D.P.R. 180/1950 Il giorno del mese di dell anno 2015 in Firenze

CONVENZIONE. per la disciplina delle operazioni di delegazione di pagamento di cui al D.P.R. 180/1950 Il giorno del mese di dell anno 2015 in Firenze CONVENZIONE per la disciplina delle operazioni di delegazione di pagamento di cui al D.P.R. 180/1950 Il giorno del mese di dell anno 2015 in Firenze TRA - L Azienda Regionale per il Diritto allo Studio

Dettagli

COMUNE DI CORROPOLI. (Provincia di Teramo) Copia di DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE SEDUTA DEL 07/03/2014 N 16

COMUNE DI CORROPOLI. (Provincia di Teramo) Copia di DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE SEDUTA DEL 07/03/2014 N 16 COMUNE DI CORROPOLI (Provincia di Teramo) Copia di DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE SEDUTA DEL 07/03/2014 N 16 OGGETTO: ATTO DI INDIRIZZO AI FINI DELL AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO

Dettagli

Foglio Informativo B1) FINANZIAMENTO AUTONOMO (FA)

Foglio Informativo B1) FINANZIAMENTO AUTONOMO (FA) 1 NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI (D. LGS. 385 dell 01/09/93 - Delibera C.I.C.R. del 04/03/03 - Provvedimento BANCA D ITALIA del 25/07/03). Foglio Informativo B1) FINANZIAMENTO

Dettagli

MUTUO CHIROGRAFARIO A CONSUMATORI

MUTUO CHIROGRAFARIO A CONSUMATORI FOGLIO INFORMATIVO MUTUO CHIROGRAFARIO A CONSUMATORI Prodotto riservato ai consumatori INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione e forma giuridica BIVERBANCA S.p.A Sede legale e sede amministrativa Via Carso,

Dettagli

C O M U N E D I I S C H I A

C O M U N E D I I S C H I A C O M U N E D I I S C H I A ORIGINALE VERBALE DI DELIBERAZIONE DI GIUNTA COMUNALE Seduta del 25/02/2005 N. 36 OGGETTO: AUTORIZZAZIONE A RESISTERE NEI GIUDIZI PROPOSTI INNANZI AL CONSIGLIO DI STATO E ALL'A.G.O.

Dettagli

COMUNE DI MONTE ROMANO PROVINCIA DI VITERBO

COMUNE DI MONTE ROMANO PROVINCIA DI VITERBO COMUNE DI MONTE ROMANO PROVINCIA DI VITERBO COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N 82 DEL PROTOCOLLO DELLE DELIBERAZIONI OGGETTO: ISTITUZIONE REGISTRO UNICO FATTURE DIRETTIVE IN MATERIA DEI TEMPI

Dettagli

UNE DELLA SPEZIA SERVIZI FINANZIARI

UNE DELLA SPEZIA SERVIZI FINANZIARI . UNE DELLA SPEZIA SERVIZI FINANZIARI CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L INDIVIDUAZIONE DI UN ISTITUTO DI CREDITO AI FINI DELLA CONTRAZIONE DI UN MUTUO DELL IMPORTO MASSIMO DI EURO 3.550.000,00= PER IL

Dettagli

IL AREA AMMINISTR.CONTABILE

IL AREA AMMINISTR.CONTABILE OGGETTO: Manutenzione ordinaria arredo urbano. Affidamento alla Cooperativa Promozione Lavoro di San Bonifacio. IL AREA AMMINISTR.CONTABILE RICHIAMATA la delibera di Giunta Comunale n. 13 del 01.03.2012,

Dettagli

COMUNE DI GALLARATE (Provincia di Varese) DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

COMUNE DI GALLARATE (Provincia di Varese) DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE COMUNE DI GALLARATE (Provincia di Varese) DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 69 DEL 08/02/2016 SETTORE: PROGRAMMAZIONE E ORGANIZZAZIONE SERVIZIO: CONTRATTI, CONTENZIOSO E SERVIZI INTERNI UFFICIO: CONTENZIOSO

Dettagli

REGOLAMENTO IN MATERIA DI CONTROLLI INTERNI. Capo I. Il Sistema dei Controlli Interni

REGOLAMENTO IN MATERIA DI CONTROLLI INTERNI. Capo I. Il Sistema dei Controlli Interni REGOLAMENTO IN MATERIA DI CONTROLLI INTERNI Capo I Il Sistema dei Controlli Interni Art. 1 OGGETTO E FINALITA 1. Il presente regolamento disciplina l istituzione del sistema dei controlli interni sull

Dettagli

COMUNE DI PISA. TIPO ATTO DETERMINA CON IMPEGNO con FD N. atto DN-14 / 895 del 29/08/2013 Codice identificativo 925760

COMUNE DI PISA. TIPO ATTO DETERMINA CON IMPEGNO con FD N. atto DN-14 / 895 del 29/08/2013 Codice identificativo 925760 COMUNE DI PISA TIPO ATTO DETERMINA CON IMPEGNO con FD N. atto DN-14 / 895 del 29/08/2013 Codice identificativo 925760 PROPONENTE Manutenzioni - Manifestazioni storiche - Sport OGGETTO INCARICO PROFESSIONALE

Dettagli

Allegato A2 alla deliberazione della GIUNTA COMUNALE n. 50 del 15 marzo 2011

Allegato A2 alla deliberazione della GIUNTA COMUNALE n. 50 del 15 marzo 2011 Allegato A2 alla deliberazione della GIUNTA COMUNALE n. 50 del 15 marzo 2011 Dott.ssa Paola BULFON SEGRETARIO COMUNALE TITOLARE DELLA POSIZIONE ORGANIZZATIVA ECONOMICO - FINANZIARIA RESPONSABILE DEI SERVIZI

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 2145 DEL 09/11/2015

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 2145 DEL 09/11/2015 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 2145 DEL 09/11/2015 SETTORE PERSONALE SERVIZIO AMMINISTRATIVO PERSONALE OGGETTO: SERVIZIO FUNZIONI RSPP IN MATERIA DI SICUREZZA SUL LAVORO DI CUI AL D.LGS 81/08 E S.M.I.

Dettagli

ARPAB AGENZIA PER LA PROTEZIONE AMBIENTALE DELLA BASILICATA - POTENZA OGGETTO: CONTRATTO DI MUTUO DI COMPLESSIVI

ARPAB AGENZIA PER LA PROTEZIONE AMBIENTALE DELLA BASILICATA - POTENZA OGGETTO: CONTRATTO DI MUTUO DI COMPLESSIVI ALLEGATO E 1 ARPAB AGENZIA PER LA PROTEZIONE AMBIENTALE DELLA BASILICATA - POTENZA OGGETTO: CONTRATTO DI MUTUO DI COMPLESSIVI 4.000.00,00 PER L ACQUISTO DI UN IMMOBILE DA DESTINARSI A SEDE DEL DIPARTIMENTO

Dettagli

Città di Portogruaro

Città di Portogruaro Città di Portogruaro Provincia di Venezia ORIGINALE VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Seduta N 16 Delibera N 47 del 03/04/2013 OGGETTO: Presa d atto del mancato pagamento della rata del mutuo

Dettagli

SCHEDA OBIETTIVI PERFORMANCE ORGANIZZATIVA E INDIVIDUALE DEI TITOLARI DI POSIZIONE ORGANIZZATIVA E DEL PERSONALE DIPENDENTE

SCHEDA OBIETTIVI PERFORMANCE ORGANIZZATIVA E INDIVIDUALE DEI TITOLARI DI POSIZIONE ORGANIZZATIVA E DEL PERSONALE DIPENDENTE ALLEGATO 1 PIANO DI ASSEGNAZIONE DELLE RISORSE E DEGLI OBIETTIVI E DELLA PERFORMANCE - PAROP SCHEDA OBIETTIVI PERFORMANCE ORGANIZZATIVA E INDIVIDUALE DEI TITOLARI DI POSIZIONE ORGANIZZATIVA E DEL PERSONALE

Dettagli

DETERMINA N. 515 / 12 DEL 18/12/2012

DETERMINA N. 515 / 12 DEL 18/12/2012 COMUNE DI MONTOPOLI IN VAL D ARNO Via Francesco Guicciardini n 61-56020 - Montopoli in Val d'arno (PI) - ( 0571/44.98.11) SETTORE RAGIONERIA CODICE SERVIZIO RAGIONERIA DETERMINA N. 515 / 12 DEL 18/12/2012

Dettagli

INFORMAZIONI SULLA BANCA

INFORMAZIONI SULLA BANCA Il presente foglio informativo non costituisce offerta al pubblico ai sensi dell art. 1336 Cod.Civ. Mutuo ipotecario/fondiario offerto ai consumatori MUTUO SICURO Riservato a Soci persone fisiche (alla

Dettagli

SETTORE N. 3 GESTIONE E ORGANIZZAZIONE RISORSE UMANE D E T E R M I N A Z I O N E

SETTORE N. 3 GESTIONE E ORGANIZZAZIONE RISORSE UMANE D E T E R M I N A Z I O N E AMMINISTRAZIONE STRAORDINARIA EX PROVINCIA OLBIA TEMPIO Legge Regionale 12 marzo 2015, n. 7 Delibera Giunta Regionale n.14/8 del 8.4.2015 SETTORE N. 3 GESTIONE E ORGANIZZAZIONE RISORSE UMANE D E T E R

Dettagli

Trento - Bassano del Grappa - Baselga di Pinè

Trento - Bassano del Grappa - Baselga di Pinè Trento - Bassano del Grappa - Baselga di Pinè dott. Marco Picetti Laurea in Economia Università degli Studi di Trento (2002) Iscrizione Albo dei Promotori Finanziari n. 13942 (Trento, delibera dd. 11/02/2003)

Dettagli

Indebitamento sottostante

Indebitamento sottostante Indebitamento sottostante Copertura Specifica Copertura Generica Alta correlazione con sottostante Bassa correlazione con sottostante Annullamento rischio di mercato (es. tasso) Persistono rischi di mercato

Dettagli

COMUNE DI CUNEO Regolamento sui controlli interni

COMUNE DI CUNEO Regolamento sui controlli interni COMUNE DI CUNEO Regolamento sui controlli interni (art. 147 del TUELL 267/2000, modificato dal D.L. 174/2012 convertito nella legge 213/2012) INDICE Parte 1^ Premesse generali Art. 1 Finalità e ambito

Dettagli

COMUNE DI CUNEO DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE DEL SETTORE PATRIMONIO E ATTIVITA DI PIANO

COMUNE DI CUNEO DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE DEL SETTORE PATRIMONIO E ATTIVITA DI PIANO COMUNE DI CUNEO DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE DEL SETTORE PATRIMONIO E ATTIVITA DI PIANO N. Proposta 1399 del 25/09/2015 OGGETTO: INDIVIDUAZIONE E AFFIDAMENTO ATTIVITA FINALIZZATE AL SUPPORTO ALLA STAZIONE

Dettagli

COMUNE DI GENOVA DIREZIONE RAGIONERIA

COMUNE DI GENOVA DIREZIONE RAGIONERIA ALLEGATO A COMUNE DI GENOVA DIREZIONE RAGIONERIA CAPITOLATO SPECIALE PER IL SERVIZIO FINANZIARIO E BANCARIO PER L ACQUISIZIONE DEL FINANZIAMENTO DI UN IMPORTO MASSIMO DI EURO 36.628.000,00.=, SUDDIVISO

Dettagli

ASL 4 Lanusei. Proposta della Direzione Generale n 4 del 08/01/2013. Deliberazione del Direttore Generale n 18 del 22/01/2013

ASL 4 Lanusei. Proposta della Direzione Generale n 4 del 08/01/2013. Deliberazione del Direttore Generale n 18 del 22/01/2013 Proposta della Direzione Generale n 4 del 08/01/2013 Deliberazione del Direttore Generale n 18 del 22/01/2013 Oggetto: Affidamento del servizio di affiancamento normativo e metodologico per le attività

Dettagli

MUTUO CHIROGRAFARIO OFFERTO ALLE IMPRESE

MUTUO CHIROGRAFARIO OFFERTO ALLE IMPRESE MUTUO CHIROGRAFARIO OFFERTO ALLE IMPRESE INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca di Credito Cooperativo di Anagni Società Cooperativa Piazza G. Marconi n. 17-03012 ANAGNI (FR) Tel.: 0775 73391 - Fax: 0775 728276

Dettagli

CONSULENZA COSTO FUNDING

CONSULENZA COSTO FUNDING CONSULENZA COSTO FUNDING (compresa nell abbonamento ad entrambe le membership Tassi Imprese & Professionisti e Plus Tesorerie aziendali ). Il Cliente ha a disposizione il servizio di consulenza denominato

Dettagli

Verbale di deliberazione della Giunta Comunale

Verbale di deliberazione della Giunta Comunale ORIGINALE DELIBERAZIONE n 49 del 30/06/2009 Verbale di deliberazione della Giunta Comunale OGGETTO: RICORSO AL TAR VENETO NS. PROT. 8892/2009: AUTORIZZAZIONE A RESISTERE IN GIUDIZIO. L'anno duemilanove

Dettagli

CITTÀ DI MELISSANO PROVINCIA DI LECCE

CITTÀ DI MELISSANO PROVINCIA DI LECCE CITTÀ DI MELISSANO PROVINCIA DI LECCE COPIA DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SETTORE SETTORE AFFARI GENERALI ISTITUZIONALI E LEGALI - SERVIZI ALLA POPOLAZIONE Nr. 331 Registro Generale del 06/05/2015

Dettagli

Direzione Finanza 2015 06779/024 Area Bilancio Ufficio Finanziamenti CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

Direzione Finanza 2015 06779/024 Area Bilancio Ufficio Finanziamenti CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Direzione Finanza 2015 06779/024 Area Bilancio Ufficio Finanziamenti CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. Cronologico 86 approvata il 9 dicembre 2015 DETERMINAZIONE: MUTUO DI EURO 688.990,96

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE PROPONENTE Settore Centrale Unica Acquisti Avvocatura e Contratti Patrimonio DIRETTORE GHILARDI avv. LAMBERTO Numero di registro Data dell'atto 1736 09/11/2015 Oggetto : Rideterminazione,

Dettagli

COMUNE DI SALA CONSILINA Provincia di Salerno AREA TECNICA ORIGINALE

COMUNE DI SALA CONSILINA Provincia di Salerno AREA TECNICA ORIGINALE COMUNE DI SALA CONSILINA Provincia di Salerno Determina n. 87 del 21-04-2015 - pubblicata all'albo Pretorio Comunale il 21-04-2015 AREA TECNICA ORIGINALE DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE DELL'AREA OGGETTO:

Dettagli

Direzione Finanza 2015 06679/024 Area Bilancio Ufficio Finanziamenti CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

Direzione Finanza 2015 06679/024 Area Bilancio Ufficio Finanziamenti CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Direzione Finanza 2015 06679/024 Area Bilancio Ufficio Finanziamenti CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. Cronologico 84 approvata il 3 dicembre 2015 DETERMINAZIONE: MUTUO DI EURO 200.000,00

Dettagli

CONVENZIONE D INCARICO PROFESSIONALE PER LA DIREZIONE LAVORI E COORDINAMENTO DELLA SICUREZZA IN FASE DI ESECUZIONE DEI

CONVENZIONE D INCARICO PROFESSIONALE PER LA DIREZIONE LAVORI E COORDINAMENTO DELLA SICUREZZA IN FASE DI ESECUZIONE DEI CONVENZIONE D INCARICO PROFESSIONALE PER LA DIREZIONE LAVORI E COORDINAMENTO DELLA SICUREZZA IN FASE DI ESECUZIONE DEI LAVORI DI Manutenzione della rete idrica e fognaria a servizio dell intero territorio

Dettagli

COMUNE DI MOLA DI BARI

COMUNE DI MOLA DI BARI COMUNE DI MOLA DI BARI DISCIPLINARE PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI LEGALI ESTERNI I N D I C E ART. 1 - ART. 2 ART. 3 - ART. 4 ART. 5 - ART. 6 ART. 7 - ART. 8 - ART. 9 ART. 10 ART. 11 - ART. 12 - ART.

Dettagli

SERVIZIO DI RISONANZA MAGNETICA

SERVIZIO DI RISONANZA MAGNETICA Presidio Ospedaliero Nord S.MARIA GORETTI DI LATINA SERVIZIO DI RISONANZA MAGNETICA GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA PER LA FORNITURA DI UNA RM 1,5 T, L AFFIDAMENTO DEI LAVORI DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA

Dettagli

CREDITO AL CONSUMO (Tasso Fisso)

CREDITO AL CONSUMO (Tasso Fisso) FOGLIO INFORMATIVO CREDITO AL CONSUMO (Tasso Fisso) Sezione I - Informazioni sulla banca Denominazione e forma giuridica: BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DEGLI ULIVI - TERRA DI BARI - Società Coop. Sede legale

Dettagli

COMUNE di CAPUA. Provincia di Caserta. COPIA di DELIBERAZIONE della GIUNTA MUNICIPALE. N 87 del 25.06.2015

COMUNE di CAPUA. Provincia di Caserta. COPIA di DELIBERAZIONE della GIUNTA MUNICIPALE. N 87 del 25.06.2015 COMUNE di CAPUA Provincia di Caserta COPIA di DELIBERAZIONE della GIUNTA MUNICIPALE N 87 del 25.06.2015 Oggetto: Vert. soc. FIN.SE.CO. s.r.l./comune di Capua di cui alla delibera di G.M. n. 72 del 29.5.2015.

Dettagli

Decorrenza dell ammortamento fissata al primo gennaio del terzo anno solare successivo a quello della data di perfezionamento;

Decorrenza dell ammortamento fissata al primo gennaio del terzo anno solare successivo a quello della data di perfezionamento; Direzione Finanza 2015 07074/024 Area Bilancio Ufficio Finanziamenti CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. Cronologico 91 approvata il 11 dicembre 2015 DETERMINAZIONE: MUTUO DI EURO 1.999.996,00

Dettagli

DETERMINAZIONE DEL SEGRETARIO GENERALE

DETERMINAZIONE DEL SEGRETARIO GENERALE C O P I A DETERMINAZIONE DEL SEGRETARIO GENERALE Numero Registro Generale 475 del 09-12-2013 Servizio Segretario Generale - N 3 / 2013 Oggetto: ASSUNZIONE DI IMPEGNO DI SPESA PER CONFERIMENTO INCARICO

Dettagli

COMUNE di CAPUA Provincia di Caserta

COMUNE di CAPUA Provincia di Caserta COMUNE di CAPUA Provincia di Caserta COPIA di DELIBERAZIONE della GIUNTA MUNICIPALE N 151 del 03.12.2015 Oggetto: ACCESSO AL FONDO DI LIQUIDITA PER ASSICURARE IL PAGAMENTO DEI DEBITI DEGLI ENTI LOCALI

Dettagli

IL DIRETTORE GENERALE. In esecuzione della deliberazione di Giunta Comunale n. 38 del 15/02/2010 dichiarata immediatamente NELL INTENTO

IL DIRETTORE GENERALE. In esecuzione della deliberazione di Giunta Comunale n. 38 del 15/02/2010 dichiarata immediatamente NELL INTENTO Prot. n. 2471 del 22/02/2010 BANDO ANNO 2010 PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO INTERESSI PER FINANZIAMENTI AGEVOLATI ALLE ATTIVITA COMMERCIALI, TURISTICHE, ARTIGIANALI E DEI SERVIZI. IL DIRETTORE

Dettagli

BANDO PER LA CONCESSIONE DI FINANZIAMENTI AGEVOLATI ALLE ATTIVITA COMMERCIALI ARTIGIANALI TURISTICHE E DEI SERVIZI ANNO 2011

BANDO PER LA CONCESSIONE DI FINANZIAMENTI AGEVOLATI ALLE ATTIVITA COMMERCIALI ARTIGIANALI TURISTICHE E DEI SERVIZI ANNO 2011 Allegato A Prot. n. 1645 Pratica n. 16761/2010 Tit. 08 Cat. 07 Cl. 01 BANDO PER LA CONCESSIONE DI FINANZIAMENTI AGEVOLATI ALLE ATTIVITA COMMERCIALI ARTIGIANALI TURISTICHE E DEI SERVIZI ANNO 2011 IL DIRIGENTE

Dettagli

Foglio informativo (I0403) MUTUO IPOTECARIO TASSO MISTO 5x5

Foglio informativo (I0403) MUTUO IPOTECARIO TASSO MISTO 5x5 Foglio informativo (I0403) MUTUO IPOTECARIO TASSO MISTO 5x5 INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI FORNACETTE S.C.P.A. Sede Legale e amministrativa: via Tosco Romagnola n. 101/A Fornacette

Dettagli

CITTA' DI TEMPIO PAUSANIA C.A.P. 07029 PIAZZA GALLURA N.3 PROVINCIA DI OLBIA TEMPIO

CITTA' DI TEMPIO PAUSANIA C.A.P. 07029 PIAZZA GALLURA N.3 PROVINCIA DI OLBIA TEMPIO CITTA' DI TEMPIO PAUSANIA C.A.P. 07029 PIAZZA GALLURA N.3 PROVINCIA DI OLBIA TEMPIO proposta n. 1788 Servizio Finanziario N GENERALE 721 DEL 24/09/2015 OGGETTO: TESORERIA COMUNALE: ACCENSIONE CONTO CORRENTE

Dettagli

CODICE DI CONDOTTA EUROPEO PER I MUTUI CASA

CODICE DI CONDOTTA EUROPEO PER I MUTUI CASA CODICE DI CONDOTTA EUROPEO PER I MUTUI CASA CODICE DI CONDOTTA VOLONTARIO PER I MUTUI DESTINATI ALL ACQUISTO O ALLA TRASFORMAZIONE DI IMMOBILI RESIDENZIALI ( MUTUI CASA ) Questo documento costituisce un

Dettagli

Verbale di deliberazione della Giunta Comunale

Verbale di deliberazione della Giunta Comunale COMUNE DI COMACCHIO Provincia di Ferrara Reg. delib. N. 49 Verbale di deliberazione della Giunta Comunale Seduta del 29/01/2014 alle ore 14.30. In seguito ad inviti si è riunita nell apposita sala della

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COPIA Delibera N. 93 COMUNE DI MIRANO Provincia di Venezia Servizio Segreteria CONTRATTI/edb VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: POLIZZA R.C. PATRIMONIALE PER SINDACO, ASSESSORI, DIRIGENTI

Dettagli

Foglio informativo (I0404) MUTUO IPOTECARIO TASSO CONVERTIBILE

Foglio informativo (I0404) MUTUO IPOTECARIO TASSO CONVERTIBILE Foglio informativo (I0404) MUTUO IPOTECARIO TASSO CONVERTIBILE INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI FORNACETTE S.C.P.A. Sede Legale e amministrativa: via Tosco Romagnola n. 101/A Fornacette

Dettagli

L eventuale durata medio-lunga del finanziamento (superiore ai 18 mesi) permette di avvalersi del regime fiscale agevolato.

L eventuale durata medio-lunga del finanziamento (superiore ai 18 mesi) permette di avvalersi del regime fiscale agevolato. Pagina 1 di 9 Foglio informativo relativo al mutuo chirografario (a tasso fisso o indicizzato) Informazioni sulla banca Banca di Credito Cooperativo di Monopoli s.c. Sede legale : Via Lepanto n.1/c ang.

Dettagli

Allegato alla deliberazione della Giunta Comunale n. 256 di data 07.10.2014 S C H E M A D I C O N V E N Z I O N E

Allegato alla deliberazione della Giunta Comunale n. 256 di data 07.10.2014 S C H E M A D I C O N V E N Z I O N E Allegato alla deliberazione della Giunta Comunale n. 256 di data 07.10.2014 IL SINDACO F.F. F.to Lucia Vicentini IL SEGRETARIO COMUNALE F.to dott.ssa Tiziana Angeli S C H E M A D I C O N V E N Z I O N

Dettagli

REGOLAMENTO SUL SISTEMA DEI CONTROLLI INTERNI

REGOLAMENTO SUL SISTEMA DEI CONTROLLI INTERNI UNIONE MONTANA ALTA VAL DI CECINA PROVINCIA DI PISA REGOLAMENTO SUL SISTEMA DEI CONTROLLI INTERNI Approvato con delibera del Consiglio n. 1 del 07.01.2013 1 CAPO I PRINCIPI GENERALI INDICE Art. 1 Oggetto

Dettagli

64 71121 - C.F.: 94035230716 - P.IVA:

64 71121 - C.F.: 94035230716 - P.IVA: Avviso pubblico per il conferimento di un incarico di lavoro autonomi di Responsabile Amministrativo e Finanziario del Progetto LIFE+ Natura 10-NAT- IT000262 denominato: Azioni MirAtE al ripristino ed

Dettagli

CONSIGLIO COMUNALE. Vista la deliberazione di Giunta Comunale n. 17 del 23/01/2008 Assegnazione aree PIP ;

CONSIGLIO COMUNALE. Vista la deliberazione di Giunta Comunale n. 17 del 23/01/2008 Assegnazione aree PIP ; C.C. n. 50 del 26.11.2014 Oggetto: Assunzione mutuo per Debito fuori bilancio derivante da sentenza esecutiva n. 100/2014 emessa dalla Corte d Appello di Brescia, Sezione Prima Civile, ai sensi dell art.

Dettagli

PROVINCIA DI MANTOVA REGOLAMENTO SULL ORGANIZZAZIONE, L ATTIVITA E LA CORRESPONSIONE DEI COMPENSI PROFESSIONALI AGLI AVVOCATI DEL SERVIZIO AVVOCATURA

PROVINCIA DI MANTOVA REGOLAMENTO SULL ORGANIZZAZIONE, L ATTIVITA E LA CORRESPONSIONE DEI COMPENSI PROFESSIONALI AGLI AVVOCATI DEL SERVIZIO AVVOCATURA PROVINCIA DI MANTOVA REGOLAMENTO SULL ORGANIZZAZIONE, L ATTIVITA E LA CORRESPONSIONE DEI COMPENSI PROFESSIONALI AGLI AVVOCATI DEL SERVIZIO AVVOCATURA Adottato dalla Giunta Provinciale con deliberazione

Dettagli

COMUNE DI CALVANICO CAPITOLATO SPECIALE

COMUNE DI CALVANICO CAPITOLATO SPECIALE COMUNE DI CALVANICO Procedura aperta, per l individuazione di un istituto mutuante con il quale stipulare un contratto di mutuo a tasso fisso finalizzato al finanziamento di debiti fuori bilancio, per

Dettagli

MUTUO CHIROGRAFARIO ORDINARIO (Tasso Indicizzato)

MUTUO CHIROGRAFARIO ORDINARIO (Tasso Indicizzato) FOGLIO INFORMATIVO MUTUO CHIROGRAFARIO ORDINARIO (Tasso Indicizzato) Sezione I - Informazioni sulla banca Denominazione e forma giuridica: BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DEGLI ULIVI - TERRA DI BARI - Società

Dettagli

COMUNE DI ARZIGNANO PROVINCIA DI VICENZA

COMUNE DI ARZIGNANO PROVINCIA DI VICENZA COMUNE DI ARZIGNANO PROVINCIA DI VICENZA tel. 0444/476589 476585 e-mail: ufficio.contratti@comune.arzignano.vi.it SERVIZIO APPALTI E CONTRATTI Prot. n. 16485/BL Arzignano, 30 maggio 2013 BANDO PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

I TIPI DI MUTUO E I LORO RISCHI

I TIPI DI MUTUO E I LORO RISCHI INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca di Credito Cooperativo di Staranzano e Villesse Soc.Coop. Sede Legale e Amministrativa: Piazza della Repubblica, 9 34079 Staranzano Gorizia Tel.: 0481 716.111 - Fax: 0481

Dettagli

COMUNE DI SESTU. Tributi - Contenzioso SETTORE : Pisanu Anna Franca. Responsabile: DETERMINAZIONE N. 12/05/2014. in data

COMUNE DI SESTU. Tributi - Contenzioso SETTORE : Pisanu Anna Franca. Responsabile: DETERMINAZIONE N. 12/05/2014. in data COMUNE DI SESTU SETTORE : Responsabile: Tributi - Contenzioso Pisanu Anna Franca DETERMINAZIONE N. in data 833 12/05/2014 OGGETTO: Conferimento incarico all'avvocato Rita Branca per azione di recupero

Dettagli

OGGETTO: Estinzione anticipata mutui in ammortamento al 31.12.2014.

OGGETTO: Estinzione anticipata mutui in ammortamento al 31.12.2014. OGGETTO: Estinzione anticipata mutui in ammortamento al 31.12.2014. Relazione: La Giunta provinciale con provvedimento n. 708 di data 4 maggio 2015 ha definito i criteri e le modalità per l operazione

Dettagli

Parco Fluviale del Po e dell Orba

Parco Fluviale del Po e dell Orba REGIONE PIEMONTE Parco Fluviale del Po e dell Orba PROT. N. 49 Valenza, 9 gennaio 2009 DETERMINAZIONE N. 49 di impegno di spesa senza impegno di spesa Oggetto Conferimento di un incarico relativo a: consulenza

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE PROPONENTE Settore Lavori Pubblici e Mobilità Urbana DIRETTORE PAGLIARINI ing. MARCO Numero di registro Data dell'atto 1984 10/12/2015 Oggetto : Conferimento d'incarico professionale

Dettagli

Determinazione Dirigenziale n. 1444 del 18.9.2014. Centro di Responsabilità n. 11 Centro di Costo n. 172 Pratica n. 3281647 del 18.9.

Determinazione Dirigenziale n. 1444 del 18.9.2014. Centro di Responsabilità n. 11 Centro di Costo n. 172 Pratica n. 3281647 del 18.9. Centro di Responsabilità n. 11 Centro di Costo n. 172 Pratica n. 3281647 del 18.9.2014 Oggetto: Affidamento allo Studio Legale Associato Corinaldesi Mischi dell incarico professionale di supporto al Responsabile

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 40 della Giunta Comunale

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 40 della Giunta Comunale COMUNE DI CLOZ Originale Provincia di Trento VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 40 della Giunta Comunale OGGETTO: Autorizzazione all estinzione anticipata mutui (delibera G.P. n.708, dd.04.05.2015). L anno duemilaquindici

Dettagli

Belluno, 28 luglio 2011 prot. 35390/2011

Belluno, 28 luglio 2011 prot. 35390/2011 Belluno, 28 luglio 2011 prot. 35390/2011 AVVISO PUBBLICO PER L INDIVIDUAZIONE E IL CONFERIMENTO DI UN INCARICO DI CONSULENZA ESTERNA IN TEMA DI DIRITTO SOCIETARIO IL DIRETTORE GENERALE Richiamata la deliberazione

Dettagli

COMUNE DI TERNO D ISOLA PROVINCIA DI BERGAMO

COMUNE DI TERNO D ISOLA PROVINCIA DI BERGAMO COMUNE DI TERNO D ISOLA PROVINCIA DI BERGAMO COPIA VERBALE N. 47 DEL 18.10.2011 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Adunanza di prima convocazione - seduta pubblica OGGETTO: ESTINZIONE ANTICIPATA

Dettagli

TAS: APPROVATI I RISULTATI DEL PRIMO TRIMESTRE 2011

TAS: APPROVATI I RISULTATI DEL PRIMO TRIMESTRE 2011 Milano, 10 maggio 2011 COMUNICATO STAMPA ex artt. 114 D.Lgs. 24 febbraio 1998 n. 58 e 66 del Regolamento Consob 11971/99 TAS: APPROVATI I RISULTATI DEL PRIMO TRIMESTRE 2011 Ricavi consolidati: 10,3 milioni

Dettagli

Determinazione Dirigenziale n. 1677 del 28/10/2014. Centro di Responsabilità 21 Centro di Costo 041 Pratica n. 3318990 IL DIRIGENTE

Determinazione Dirigenziale n. 1677 del 28/10/2014. Centro di Responsabilità 21 Centro di Costo 041 Pratica n. 3318990 IL DIRIGENTE Centro di Responsabilità 21 Centro di Costo 041 Pratica n. 3318990 Oggetto: Conferimento di incarico di collaborazione autonoma, di natura occasionale, alla dott.ssa Elisa Tosi Brandi per attività di inventariazione

Dettagli

PROVINCIA DI PRATO. Determina N. 2580 del 19/07/2010

PROVINCIA DI PRATO. Determina N. 2580 del 19/07/2010 Determina N. 2580 del 19/07/2010 Oggetto: Difesa del Suolo e Protezione Civile Incarico professionale per redazione relazione geologica relativa alla progettazione preliminare, definitiva ed esecutiva

Dettagli

CORTE DEI CONTI SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER IL PIEMONTE

CORTE DEI CONTI SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER IL PIEMONTE CORTE DEI CONTI SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER IL PIEMONTE Delibera n. 248/2011/SRCPIE/PRSE La Sezione Regionale di Controllo per il Piemonte, composta dai Magistrati: Dott. ssa Enrica LATERZA Presidente

Dettagli

PIANO ESECUTIVO. Obiettivi e dotazioni. Volume 6: SERVIZI DELL AREA EA RISORSE FINANZIARIE. di GESTIONE 2012

PIANO ESECUTIVO. Obiettivi e dotazioni. Volume 6: SERVIZI DELL AREA EA RISORSE FINANZIARIE. di GESTIONE 2012 PIANO ESECUTIVO di GESTIONE 2012 Approvato con deliberazione della Giunta Provinciale n. 550-25679 del 28/06/2012 Obiettivi e dotazioni Volume 6: SERVIZI DELL AREA EA RISORSE FINANZIARIE Piano esecutivo

Dettagli