Distretto Sicilia 2 OTTOBRE GENNAIO 2015 PERIODICO INFORMATIVO SULLE ATTIVITÀ DEL DISTRETTO SICILIA FIDAPA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Distretto Sicilia 2 OTTOBRE 2014-17 GENNAIO 2015 PERIODICO INFORMATIVO SULLE ATTIVITÀ DEL DISTRETTO SICILIA FIDAPA"

Transcript

1 2 OTTOBRE GENNAIO 2015 PERIODICO INFORMATIVO SULLE ATTIVITÀ DEL DISTRETTO SICILIA FIDAPA Distretto Sicilia Federazione Italiana Donne Arti Professioni Affari

2 Sommario Un fil rouge che lega tutte le sezioni del Distretto Convegni Distrettuale 25 Novembre: No alla violenza Tema Internazionale Tema Nazionale Attività Convegni Fidapa in Tour Leggere Rigenera la Mente Natale: Tradizione, solidarietà, creatività Start up Fiocco Rosa in casa Fidapa Buon Compleanno Fidapa Medicina e Salute Progetti e Borse di Studio Fidapa in versi Rassegna stampa

3 Un fil rouge che lega tutte le sezioni del Distretto Carissime Amiche, il nostro giornalino riaccende i motori per riprendere il cammino intrapreso durante il primo anno sociale e continuare ad essere quel file rouge capace di legare tutte le Sezioni. Splendido, intenso e proficuo è stato il lavoro svolto fin qui da tutte Voi, affiancato da una capillare azione di proselitismo che ha permesso la costituzione di nuove Sezioni e l ammissione di tante nuove Socie, molte delle quali Young. L essere vicina alle Sezioni, ha permesso a tutte Noi di condividere idee, iniziative, di beneficiare di suggerimenti migliorativi dell azione comune: insieme abbiamo lavorato, discusso, organizzato; insieme abbiamo cercato di superare quelle criticità all insegna del dialogo aperto e leale, del rispetto reciproco. Siamo riuscite a dimostrare che si può fare squadra al di là di ogni individualismo o protagonismo: Il NOI al posto dell IO è stato il nostro motto. Grazie, carissime Amiche, per la ricchezza delle proposte efficaci e creative, per le tematiche affrontate e le manifestazioni realizzate, tutte di elevato spessore culturale, etico e sociale, per aver portato avanti i temi della Legalità, delle Pari Opportunità, per aver organizzato eventi in occasione di giornate significative: giornata internazionale contro la violenza sulle donne, l 8 marzo, per ricordare sia le conquiste sociali, politiche ed economiche, sia le discriminazioni e le violenze di cui le donne sono ancora oggetto in ogni parte del mondo; giornata dell Equal-pay-Day, per parlare di disparità salariale attraverso dibattiti e distribuzione di materiale informativo; giornata della memoria, per offrire occasioni di riflessioni sul complesso fenomeno del razzismo. Il tema della Cultura è stato caratterizzato da dibattiti, tavole rotonde, premi letterari, presentazioni di libri, incontri di poesia, mostre, laboratori, rassegne letterarie e cinematografiche, borse di studio, concorsi per giovani talenti. Il pianeta Salute si è snodato tra bellezza, disturbi alimentari, celiachia, malattie reumatiche, igiene orale per i bambini, acido ialuronico quale rimedio per l estetica e le articolazioni, menopausa e attività fisica, fitoalimurgia, medicina ed etica, eutanasia e fecondazione assistita, prevenzione. Alla fine, care Amiche, tutte le vostre attività sono state gelosamente racchiuse in uno scrigno : il nostro giornalino on line Tematicamente in rete le Sezioni si raccontano! Siamo riuscite a creare un archivio facilmente consultabile, con lo scopo di non condannare all oblio il prezioso lavoro svolto dalle Sezioni e al tempo stesso diffondere la conoscenza della nostra Associazione sul territorio. Attraverso il nostro giornalino siamo riuscite a dare voce a tutte le vostre attività, a far sì che diventasse il cuore palpitante del nostro Distretto. Un ringraziamento affettuoso va al mio Comitato di Presidenza: Rosa Maria, Cettina, Maria, Cettina, alle Consigliere: Caterina, Mimma, Silvana, Stefania, al Collegio dei Revisori: Conny, Franca, Lia, alle Responsabili delle Commissioni Nazionali e Distrettuali e dei Gruppi di studio, alla mia Segretaria esecutiva, Gabriella, per la fattiva collaborazione, il sostegno e la condivisione, che sono sicura proseguirà anche in questo anno. Un GRAZIE di CUORE alle Presidenti e a tutte le SOCIE, patrimonio umano e culturale della nostra Federazione, che con il loro operato e il loro impegno rendono grande il nostro DISTRETTO SICILIA! Infine, un affettuoso ringraziamento a Letizia, Responsabile Distrettuale Commissione Rapporti con la stampa e a tutte le Referenti di Sezione che con la loro pazienza e l impegno profuso hanno permesso tutto questo! Sono veramente orgogliosa di essere la Vostra Presidente Distrettuale! Affettuosamente Nora Caserta Presidente Distretto Sicilia

4 apertura Anno Sociale 2014/2015 Carissime Presidenti e Socie del Distretto Sicilia, Grazie di cuore per la Vostra calorosa partecipazione! Il Convegno ha avuto un enorme successo sicuramente per la tematica trattata che per lo spessore dei Relatori, ma siete state Voi a determinare questo risultato! Voi mi avete dato carica, entusiasmo, energia! Questa è la Fidapa che sognavo! E Voi mi state aiutando a realizzarla! Andiamo avanti così, con Correttezza, Coerenza e Condivisione! E con tanta Armonia! Un grosso affettuoso abbraccio a tutte Voi! Il successo del Convegno è stato anche il risultato del lavoro svolto dalla fattiva collaborazione delle Componenti del Consiglio Distrettuale, del Collegio dei Revisori dei Conti, delle Responsabili delle Commissioni, della Segretaria Esecutiva! Grazie di cuore a Tutte!

5 SEMINARIO DI STUDI ORGANIZZATO IN SINERGIA CON LA COMMISSIONE NAZIONALE E DISTRETTUALE PARI OPPORTUNITÀ

6 PROMOSSO DALLA SEZIONE VENETICO CON LA COMMISSIONE NAZIONALE E DISTRETTUALE PARI OPPORTUNITÀ Toponomastica al Femminile Nei nuovi locali del Decentramento Amministrativo a Rometta Marea si è svolto nella giornata di sabato 17 gennaio 2015 il Convegno sulla Toponomastica Femminile dal titolo Via delle Pari Opportunità. L Evento, inquadrato in un cartello di iniziative Nazionali e Regionali sul Tema è stato organizzato dalla FIDAPA, Distretto Sicilia, Commissione Nazionale Donne - Politiche Sociali e Pari Opportunità, Sezione di Venetico e dal Gruppo Nazionale Toponomastica Femminile, con il patrocinio gratuito del Comune di Rometta. Ha dato avvio ai lavori la dott.ssa Rosalba Rantuccio, Presidente della sezione FIDAPA di Venetico e Presidente della Commissione Romettese per la Toponomastica. Dopo l intervento del Sindaco Avv. Nicola Merlino, la Dott.ssa Ester Rizzo ha coordinato gli interventi dei Relatori: Prof.ssa Maria Pia Ercolini fondatrice del gruppo Toponomastica Femminile - Prof.ssa Giuseppina Seidita Responsabile Internazionale FIDAPA BPW di Standing Committè Projects Chair e Past Presidente Nazionale FIDAPA - Dott.ssa Lucia Chisari Santoro Responsabile della Commissione Nazionale FIDAPA Donne, Politiche Sociali e Pari Opportunità - Dott.ssa Emanuela Sciarrone Segretaria della commissione Toponomastica Romettese - Dott.ssa Maria Andaloro Componente della Commissione Toponomastica e ideatrice di Posto Occupato. La Dott.ssa Eleonora Caserta, Presidente FIDAPA Distretto Sicilia ha concluso i lavori. Non è superfluo evidenziare che la Commissione Toponomastica del Comune di Rometta è costituita da 17 donne, per espressa volontà del Sindaco Merlino e si prefigge l obiettivo di colmare il divario di genere che ancora oggi vede la donna troppo spesso non meritevole di menzione o intitolazioni, non alla pari dell uomo in termini di dignità storica e sociale, e ridurre il GAP tra i generi. Purtroppo anche a Rometta, come nel resto d Italia le strade intitolate con nomi al femminile sono percentualmente esigue ma, rassicura la Presidente Rosalba Rantuccio, stiamo già lavorando e daremo un significativo contributo per dare dignità alla parità di genere.

7 PROMOSSO DALLA SEZIONE VENETICO IN SINERGIA CON LE SEZIONI DELLA PROVINCIA DI MESSINA E CON LA COMMISSIONE NAZIONALE E DISTRETTUALE PARI OPPORTUNITÀ POSTO OCCUPATO Troppi urli troppi silenzi

8 PROMOSSO DALLA SEZIONE TAORMINA IN SINERGIA CON LE SEZIONI DELLA PROVINCIA DI MESSINA Nessun altra Mai In occasione della Giornata mondiale contro la violenza sulle donne la sezione di Taormina in collaborazione con le sezioni della provincia di Messina e il Distretto Sicilia ha presentato lo spettacolo "Nessun altra mai " messo in scena dai giovani attori dell'actorgym, scuola teatrale di Messina, guidati dalla sapiente regia di Vincenzo Tripodo,tratto dal libro di Serena Dandini " Ferite a morte". Uno spettacolo tragicomico, purtroppo più che mai attuale, che dà voce alle vittime femminili della violenza maschile. Donne morte ammazzate in vari modi che dall'aldilà raccontano alcune tranches delle loro vite e i modi come i loro uomini le hanno tolte da questo mondo. Quattordici protagoniste, un universo femminile vario fatto da mogli, ex mogli, sorelle, figlie, fidanzate, ex fidanzate che non sono state ai patti, che sono uscite dal solco delle regole assegnate e che per questa disobbedienza hanno pagato con la loro vita. Quattordici universi femminili rappresentati in maniera trasversale passando da racconti degni di personaggi da Cavalleria Rusticana a cretinette con tacco sei, strangolate con foulard griffati; da Caltanissetta a Peshawar, solo un fiore di loto, simbolo estremo di femminilità, reca in sé speranza nel racconto di una donna bambina soldatessa, che viene freddata "perché una donna istruita può cambiare il mondo". La sezione di Taormina, in collaborazione con le sezioni della provincia di Messina, è stata lieta di condividere con tutte le sezioni del Distretto Sicilia questo momento di forte impatto emotivo. Lo spettacolo è stato messo in scena nella saletta del Teatro San Giorgio dei Salesiani di Taormina nei pressi della centralissima Piazza IX Aprile alla presenza della Presidente Distrettuale Nora Caserta, del direttivo distrettuale e di numerosissime socie venute appositamente da tutta la Sicilia. L'evento è stato inserito in un programma che prevedeva altri eventi al femminile fortemente voluto dal Comune di Taormina nella persona dell'assessore Dott.ssa Alessandra Caruso. Inoltre l'evento ha ricevuto i complimenti della presidente nazionale Anna La Marca che per motivi personali non è potuta intervenire

9

10 SEZIONE SALEMI Corteo di Solidarietà Un corteo di solidarietà ha sfilato per le vie di Salemi partendo da piazza Libertà con in testa la presidente della sezione di Salemi Dina Vanella, e i rappresentanti delle istituzioni comunali e scolastiche, seguiti dalle socie della sezione, gli alunni delle scuole e dai numerosi partecipanti alla manifestazione. Il corteo ha proseguito fino in piazza Alicia e si è raccolto sul sagrato della chiesa dove gli studenti dell Istituto «Giovanni Paolo II» e del «G. Garibaldi» hanno letto alcune testimonianze di donne che hanno dovuto sopportare e sono state vittime di questa forma di prepotenza sia fisica che psicologica. La sezione Fidapa di Salemi ha voluto organizzare questa manifestazione per esprimere il collettivo rifiuto alla violenza di genere e la vicinanza a tutte le vittime. «Parlare per capire, mostrare per reagire e farlo in modo corale: questo è il senso della proposta che non è fine a se stessa, ma uno stimolo a reagire e agire anche nel quotidiano rispetto a un fenomeno sommerso, invisibile e purtroppo in crescita. La manifestazione fa incontrare le persone, le avvicina e le coinvolge nella preparazione e poi nella performance stessa. Questo crea un legame fra i presenti, uno scambio di emozioni che poi muove all azione e al rifiuto di una violenza così cruda». Cosa rende l evento così forte e coinvolgente? «Portare agli occhi per portare al cuore: l associazione si è voluta mettere a servizio della società per testimoniare visivamente il fenomeno, ci sono stati tanti momenti e particolarità per una manifestazione aperta a tutti: in prima fila le Associazioni, accanto a loro, i ragazzi delle scuole del territorio e tutti quelli che, per caso e per scelta, hanno assistito all evento. Nella mattinata del 25 novembre, uno striscione bianco con la scritta in rosso: La violenza sulle donne è una sconfitta per tutti è stato esposto sulla facciata dell ex caserma dei carabinieri in piazza Libertà. Con questo messaggio si è voluto invitare tutti a riconoscere il fatto che è arrivato il tempo di aprire uno spazio per un incontro ed un dialogo diverso tra donne e uomini. Si è anche fatta una raccolta di scarpe rosse: perché le scarpe rosse? Scarpe rosse, dello stesso colore del sangue versato da tantissime donne in tutto il mondo. Le scarpe rosse vogliono simboleggiare la nostra adesione ad una lotta che ci deve vedere tutte unite, per dire basta ad ogni tipo di violenza. Scarpe rosse in memoria delle donne che quelle scarpe, purtroppo, non le indosseranno più. Dopo gli interventi dei rappresentanti politici si è proseguito con le letture degli studenti: Storie di donne, di violenza, fisica e psicologica, femminicidio, per riflettere, ascoltare, fare proposte. E stato un evento non per gli altri ma fatto con gli altri, perché la donna non sia il problema di qualcuno ma una questione di tutti». Tutti insieme per esprimere il collettivo rifiuto alla violenza di genere e la vicinanza a tutte le vittime. Quanto dolore hanno voluto esprimere le scarpe rosse che hanno colorato il sagrato dell ex Chiesa Madre di Salemi in piazza Alicia. Un messaggio sociale e di protesta espresso dalla Fidapa di Salemi che, per la giornata mondiale contro la violenza sulle donne, ha voluto essere vicina a quelle donne che hanno incontrato l amore che amore non era.. ma solo prepotenza, egoismo e violenza.

11 SEZIONE GELA A GELA NASCE LO SPORTELLO ROSA ED IL CENTRO ANTIVIOLENZA Insieme possiamo dire basta alla violenza sulle donne se non vuoi perdere la tua dignità non toccare la mia La Fidapa insieme alle associazioni femminili Inner Weel e Soroptimist, con il patrocinio del Comune di Gela, come ogni anno, ha voluto ribadire il suo impegno sociale nella lotta contro la piaga della violenza, sulle donne in particolare e in generale sui soggetti più deboli della Società. Quest anno è stata promotrice di una serie di iniziative, proposte e progetti, che hanno coinvolto Istituzioni, ASP, Procura della Repubblica e Forze dell Ordine. Un convegno si è tenuto presso l Auditorium degli Istituti Superiori di Piano Notaro, ospiti del Liceo scientifico Elio Vittorini e con la rappresentanza di tutti gli Istituti Superiori della città. Al convegno hanno partecipato le Istituzioni con il Sindaco e Assessore alla P.I. che hanno ringraziato le associazioni per l impegno costante nei confronti del problema, in particolare nell ambito scolastico. Il Procuratore della Repubblica che ha sottolineato l aumento delle denunce, grazie anche al fatto che queste problematiche vengono trattate nelle scuole. Lo scorso anno il problema è stato ampiamente trattato, con il progetto della nostra sezione,contro la violenza di genere. La rappresentante dell ASP ha ufficializzata l istituzione, a breve, dello Sportello Rosa, progetto fortemente sostenuto dalla nostra Sezione. La nostra presidente Angela Incardona ha sottolineato che uomini e donne devono camminare insieme per affrontare i problemi della vita. Lo stesso giorno, in altra sede, e stato presentato il progetto Negli occhi delle donne in collaborazione con l Associazione Progetto H. L idea progettuale è una riflessione intensa sulla donna tra musica, cinema, poesia e letteratura in un approccio nuovo, ma con occhio critico proprio da parte delle donne.

12 SEZIONE FLORIDIA Floridia scende in piazza tra le donne Giorno 25 novembre c.a. anche la sezione di Floridia, su proposta della Commissione Progetti, la cui responsabile è la giovane socia Fabiola Guarino, ha voluto dare testimonianza con una iniziativa che ha coinvolto il territorio, per sensibilizzare su questo problema così grave. E stato consegnato al Sindaco della nostra Città uno striscione con la scritta Tutti insieme per dire no alla violenza contro le donne, che è stato esposto nel balcone del Palazzo Municipale. In serata tutte le fidapine ci siamo date appuntamento in Piazza del Popolo e assieme al Sindaco ed alla cittadinanza che è accorsa numerosa, abbiamo acceso delle fiaccole, per sollecitare l attenzione sul problema. Abbiamo chiesto alle Istituzioni di dare voce alle donne in difficoltà, attraverso dei centri di ascolto. Abbiamo coinvolto anche i Centri Sportivi, le cui giovani allieve si sono esibite in danze, il cui tema è stato la donna che subisce discriminazione e violenza, come le donne africane o le giovani donne, vittime di stupri e ricatti sessuali. Anche le donne presenti hanno espresso le loro idee e ci hanno ringraziato per aver dato voce ad un problema così grave, che merita tutta l attenzione al fine di poterlo debellare. La serata si è conclusa con un Flash Mob molto coinvolgente. SEZIONE BARCELLONA P.G. Convegno: Parliamone.Il silenzio uccide Si è svolto martedì 25 novembre presso l Auditorium San Vito di Barcellona P.G il Convegno Parliamone il silenzio uccide, organizzato dalla Fidapa in collaborazione con l Ordine degli avvocati di Barcellona P.G., in occasione della Giornata Mondiale contro la violenza sulle donne. L incontro ha registrato una sentita partecipazione da parte del numeroso pubblico. Ad aprire il Convegno è stata la Presidente della sezione Fidapa Dott..ssa Letizia Panella, la quale ha sottolineato l impegno della Fidapa in una attiva campagna di sensibilizzazione dell opinione pubblica di fronte ad un problema così grave, diventato oggi una vera emergenza. Di grande spessore i relatori: la Dott.ssa Rosaria D Addea, G.U.P presso il Tribunale di Barcellona P.G., la Dott.ssa Rosalba Stramandino, Vice Questore aggiunto e funzionario della Squadra mobile di Messina, la Dott.ssa Roberta Genovese, psicologa e psicoterapeuta, le quali tutte hanno sottolineato l importanza di campagne di sensibilizzazione come questa, finalizzate a far capire che davvero il silenzio uccide, occasioni utili soprattutto per informare che oggi gli strumenti per aiutare le donne a denunciare ci sono, e che comunque è necessaria la sinergia tra tutte le forze sociali per riuscire con efficacia a contrastare il fenomeno. La dott.ssa Lina Panella, assessore alle politiche sociali del Comune, condividendo, nel suo intervento, quanto messo in luce dalle relatrici, facendo riferimento alla Convenzione di Istanbul ha voluto esprimere un sentimento di speranza. Molto puntuale nei suoi interventi, quale moderatrice, l Avv. Maria Concetta Santamaria, Vice-Presidente della sez. Fidapa: Il silenzio-ha detto- si traduce in complicità; abbiamo tutti la grande responsabilità di fare quanto è in nostro potere per arginare questo male.l incontro si è concluso con il saluto della tesoriera del Distretto FIDAPA Prof. Maria Ciancitto e del Sindaco Maria Teresa Collica la quale oltre a complimentarsi con la Fidapa per l impegno della sezione da sempre profuso nel puntare i fari sui più scottanti problemi di attualità, e con le relatrici per aver offerto interessanti spunti di riflessione, nel volgere il suo pensiero alle tante donne vittime di violenza, ha voluto ricordare anche le tante donne orgoglio del nostro paese e tra queste Samantha Cristoforetti, la prima donna italiana che sta orbitando nello spazio.

13 SERZIONE ADRANO-BIANCAVILLA Tutti in piazza per la Tutela dei Diritti Della Donna Il 25 Novembre 2014 la Fidapa sezione Adrano- Biancavilla, in occasione della giornata contro la violenza sulle donne, scende in piazza per apportare il proprio sostegno a tutte quelle donne troppo spesso vittime di angherie e soprusi e troppo spesso rimaste inascoltate nel loro silenzioso grido di aiuto. Le socie della sezione hanno coinvolto le istituzioni e le altre associazioni presenti sul territorio, per dar voce a questo grido poiché, solo rimanendo unite e solidali, si diventa forza. SEZIONE CEFALÙ Corteo contro la Violenza La Fidapa Sez. di Cefalù in occasione della giornata mondiale contro la violenza sulle donne, ha organizzato una conferenza seguita da una fiaccolata, per dire no alla violenza sulle donne. Alla conferenza sono intervenuti: Rosa Maria La Scola, vicepresidente distrettuale, che ha ricordato il primo caso di violenza denunciato da una donna Siciliana nel 1976, aiutando le donne ad avere coraggio di denunciare, e come sia importante la certezza della pena quando c'è una condanna. Giuseppina Seidita, responsabile Progetti Commissione Internazionale, ha informato quanto la FIDAPA si sia impegnata su territorio Nazionale ed Internazionale per ogni forma di violenza e come sia attenta a, difesa dei diritti umani. Inoltre, è intervenuto il Presidente del consiglio comunale Prof Toni Franco da docente si è rivolto ai giovani dicendo loro, quanto sia importante la cultura e l'informazione. L'assessore alla cultura Antoniella Marinaro, donna d'istituzione, ci ha informato sulle leggi vigenti sul tema violenza, di quanto si è fatto e quanto ci sia ancora da fare per proteggere le donne. La presidente di Sez. Margherita Neri Novi da poetessa ha versificato il tormento e la paura delle donne che subiscono violenza. Presente idealmente con una lettera l'avvocato Giulia Bongiorno che con Michelle Unziker hanno fondato "Doppia Difesa", dove le donne possono trovare aiuto, l'avvocato Bongiorno si congratula con la FIDAPA per la splendida manifestazione e con tutti i cittadini Cefaludesi. Presenti anche autorità Civili, Militari ed il Clero. Al termine della fiaccolata in piazza, d'avanti alla Cattedrale, il Sindaco di Cefalù, Rosario La Punzina, ha ringraziato tutti i partecipanti, ricordando che si è fatto molto e tanto c'è da fare ancora, e come sia importante essere uniti nella lotta su ogni forma di violenza.

14 SEZIONE LEONFORTE Una rivoluzione culturale per vincere la violenza sulle donne Un seminario per educare gli studenti della scuola secondaria di secondo grado a riconoscere e prevenire la violenza sulle donne. Sabato 29 Novembre 2014 presso il Cine Evolution di Leonforte si è svolto il seminario formativo "Stop al Femminicidio", organizzato dalla sezione Fidapa di Leonforte, indirizzato agli studenti del Scuola Secondaria di secondo grado degli istituti E. Medi e N. Vaccalluzzo, attraverso una vera e propria lezione volta ad educare i ragazzi e le ragazze a riconoscere e quindi prevenire la violenza sulle donne. Le due relatrici, Ester Rizzo e Maria Grasso, coordinate dalla presidente di sezione, Maria Concetta Glorioso, hanno interagito con gli studenti in un serrato colloquio attento e partecipato. Ester Rizzo, referente Fidapa distretto Sicilia della Commissione Nazionale Pari Opportunità, ha introdotto il tema attraverso un giro geografico molto ampio: l infibulazione e le spose bambine in Africa, le bambine mai nate o mancanti dell Asia, la violenza sulle donne in Messico fino ad arrivare nel mondo occidentale dove sembra di vivere apparentemente in un società più civile ma in realtà si celano in essa forme discriminatorie occulte, per emendare le quali non sono certamente sufficienti le leggi contro la violenza sulle le donne ma occorre una rivoluzione culturale, partendo anche da piccoli semplici gesti di cambiamento. L altro intervento molto carismatico è stato quello di Maria Grasso, presidente dell associazione Donneinsieme Sandra Crescimano. La relatrice ha fatto toccare con mano come, in un mondo non molto lontano da noi, spesso vi sono donne che, apparentemente serene, vivono il dramma della violenza coniugale e familiare e per paura o vergogna non denunciano. La Grasso, rivolgendosi alle ragazze, ha elencato tutti quei segnali premonitori che possono evolvere in violenza. Gli studenti meravigliosamente attenti hanno interagito con le relatrici porgendo domande pertinenti e mostrando slogan cuciti sulle loro magliette. La presidente della sezione, M.C. Glorioso, alla fine del seminario, ha consegnato a tutti i 237 studenti presenti, un attestato di partecipazione avente valore di credito formativo e ha concluso i lavori ringraziando il Sindaco Sinatra per la collaborazione dell amministrazione comunale alla realizzazione dell evento, la preside prof.ssa Porrello per aver accolto il progetto e un ringraziamento speciale lo ha rivolto alla referente dell ANPE, Francesca Pirronitto, che ha collaborato alla realizzazione dell evento.

15 SEZIONE GANGI Dallo Stalking Al Femminicidio Si è svolta a Gangi il 23/11/2014 presso Palazzo Bongiorno a cura della locale FIDAPA la conferenza dal titolo: Dallo Stalking Al Femminicidio. Scopo della stessa è quello di sensibilizzare gli attori sociali ed istituzionali sul fenomeno degenerativo della violenza contro le donne. Magistrale nei contenuti, superba nell esposizione e accessibile nel linguaggio dichiara la Presidente della Fidapa di Gangi Giuseppina Cigno la performance del Prof. Malizia Nicola, criminologo, dell Università Kore di Enna che ha illustrato con professionalità i profili criminologici, vittimologici e giuridici del fenomeno catturando l attenzione di una gremita platea. Alcuni importanti passaggi della relazione del prof. Malizia: Il termine femminicidio raccoglie in sé tutte le violenze sulla donna in quanto tale che violano i suoi diritti umani attraverso condotte di sopruso di vario tipo. Originato da una forma di controllo che il genere maschile e la società stessa esercitano in modo da fare adeguare la donna a comportamenti rispondenti alle loro aspettative, queste condotte limitano la donna nella formazione della sua identità personale sia come singolo che nelle formazioni sociali, in cui deve avvenire il pieno sviluppo della persona umana... In Italia il femminicidio non è previsto come figura autonoma di reato, ma alle diverse fattispecie criminose viene applicato l art. 575 c.p. che disciplina l omicidio in genere. Tra le fenomenologie Uxoricidio (uccisione della moglie) e Femminicidio, si possono rilevare dei punti in comune come: scena criminis: secondo indagini statistiche il luogo più frequente dove si consuma il delitto è l abitazione domestica; rapporto autore-vittima: rapporto intimo tra autore e vittima instaurato sulla base di fiducia. Criteri di differenziazione : rapporto autore-vittima dal punto di vista giuridico: nell uxoricidio il rapporto è prevalentemente di tipo coniugale, mentre nel femminicidio vi è un rapporto non riconosciuto dalla legge se non per alcuni aspetti a tutela dei figli naturali; movente: nell uxoricidio il movente è di tipo passionale date le sue origine storiche, a differenza del femminicidio in cui non vi è una netta prevalenza della motivazione passionale... La donna che subisce violenze sviluppa la cosiddetta sindrome della donna maltrattata, dato che può riportare traumi di tipo organico, psicologico e relazionale, che vanno ad incidere sulla sfera esistenziale. Le violenze possono comportare un danno maggiore durante la gravidanza alla quale si associa un aumento di severità e frequenza di episodi violenti, e un maggior rischio per la donna di essere uccisa... Lo Stalking, oggi, viene rappresentato, come la c.d. anticamera della morte. Per configurarsi come stalking (atti persecutori previsti nel n.s. Codice Penale all art. 612bis) il fenomeno deve presentare i seguenti criteri: la presenza di uno stalker che individua e sceglie un soggetto vittima; una serie di comportamenti perpetrati nel tempo, caratterizzati dalla lesione della sfera della privacy; il c.d. Stalking victim, ossia la percezione dell individuo che subisce tali atti come sgradevoli o minacciosi... In Italia lo stalking o sindrome del molestatore assillante è disciplinato dall art. 612 bis del Codice Penale, che configura il reato di atti persecutori introdotto con il D.L. Maroni del 23 febbraio 2009, n Dal punto di vista della tutela civilistica, in caso di sentenza di condanna dello stalker in sede penale, la vittima ha diritto al risarcimento del danno esistenziale nonché del danno biologico, in quanto viene lesa la sfera personale della vittima, che a causa dello stress di tipo emozionale può sviluppare una serie di patologie. Tale danno biologico-esistenziale non solo danneggia la sfera individuale ma anche i suoi rapporti interpersonali... Le diverse organizzazioni anti-violenza a sostegno delle vittime, anche presenti nelle reti informatiche, possono alleviare l isolamento della vittima e rafforzare la sua autostima. Completi e di grande interesse gli interventi dell avv. Ribbeni Veronica sull art. 612 bis del c.p. e dell avv. Panatteri Filippa sul rapporto avvocato donna vittima di stalking. Ha moderato i lavori l avv. Angela Blando.

16 SEZIONE MISTERBIANCO L educazione di genere attraverso la nuova toponomastica Una stele contro la violenza sulle donne Una lapide in memoria delle donne vittime di violenza può essere un efficace simbolo di opposizione al fenomeno del femminicidio. In occasione della giornata contro la violenza sulle donne, la sezione Fidapa di Misterbianco ha inaugurato la stele In memoria delle donne vittime di violenza, una lastra in pietra lavica raffigurante il volto stilizzato di una donna, segnato dalla violenza subita. Il luogo che ospita questa lapide è la biblioteca Comunale, lo spazio della cultura e della formazione, dove ogni giorno i giovani trascorrono le ore dedicate allo studio e alla socializzazione. È proprio da qui che la Fidapa di Misterbianco intende partire, per sensibilizzare i più giovani sull argomento, per poi avviare un percorso più completo di educazione di genere nelle scuole del territorio. Quella del femminicidio è una ferita ancora aperta tra la comunità di Misterbianco, che ha recentemente avuto un altra giovane vittima della brutale violenza perpetuata tra le mura domestiche. Solo iniziando a lavorare con i più piccoli si possono porre le fondamenta per una cultura di genere, su cui far crescere le nuove generazioni afferma Dina Palmeri, Presidente della sezione Fidapa di Misterbianco, che ha fortemente voluto questa manifestazione, sostenuta dalle sue socie. L impegno della sezione di Misterbianco sull educazione di genere è alimentato dalla partecipazione della comunità femminile del territorio, occupata su più fronti, che si oppone con fermezza a ogni forma di discriminazione per rivalutare il ruolo della donna nella società moderna. La lapide vuole essere una testimonianza indelebile dell ignoranza e del pregiudizio che ancora vive dentro le piccole comunità, per rendere partecipe tutte le donne del territorio, rompendo così il muro della solitudine che circonda le donne vittime di violenza. I rappresentanti dell amministrazione, presenti all inaugurazione, si sono mostrati sensibili sul tema della violenza sulle donne e hanno dato il pieno appoggio all evento. SEZIONE PACECO Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne condividendo l invito della Commissione Nazionale Pari Opportunità abbiamo esposto sulla facciata del Municipio del Comune di Paceco il banner Tutte Insieme per dire no alla violenza sulle donne ed abbiamo allestito nell androne del Palazzo una immagine statica,provocatoria per mostrare alcuni messaggi a cui profondamente crediamo. L iniziativa ha avuto successo di pubblico e ne è stata oggetto di un servizio da parte di una nostra televisione locale.

17 SEZIONE GANGI La violenza sulle donne nel prisma della violazione dei diritti Umani e della protezione del testimone vulnerabile La violenza sulle donne nel prisma della violazione dei diritti Umani e della protezione del testimone vulnerabile della dott. Mirella Agliastro Sostituto Procuratore Generale presso la Corte di Appello Di Palermo. Il volume affronta l inquadramento della violenza sulle donne nell ambito della violazione dei diritti umani, approfondisce gli aspetti della violenza psichica e del fenomeno del femminicidio in generale, con il richiamo alla più recente giurisprudenza della Suprema Corte." L opera offre una approfondita disamina della Convenzione di Istanbul, della Direttiva Europea n. 29/2012 e soprattutto del D.L. n. 93/13 convertito nella legge n. 119/13, in tema di violenza di genere. Sul piano processuale vengono analizzati gli strumenti e le tecniche di indagine e la formazione della prova dibattimentale proveniente dalle vittime vulnerabili. Infine vengono illustrate le fattispecie a tutela della donna maltrattata (artt. 572 e 612 bis c.p.). L opera è di ausilio per l attività di avvocati, magistrati, psicologi, operatori dei centri sociali, polizia giudiziaria, operatori del pronto soccorso e mondo del volontariato. L'incontro moderato da un'abile Michela Misuraca, gli interventi qualificati del Dott. Agueci e dell'avvocato Cinzia Di Vita hanno impreziosito il pomeriggio. A sorpresa tra il pubblico il P.M. Roberto Tartaglia e Pino Maniaci di Tele Jato. La dott.ssa Agliastro ha approfondito con grande professionalità alcuni aspetti del libro.

18 SEZIONE LICATA I Mille Volti della Violenza FIDAPA COMISO BASTA VIOLENZA ALLE DONNE Prosegue l impegno della sez. licatese della FIDAPA per quanto concerne la tematica violenza di genere, infatti nel mese di novembre si è svolto un convegno presso l Istituto Tecnico di Licata. Si sono affrontati argomenti inerenti questa problematica come ad es.: stalking, stereotipo di genere, autonomia ed indipendenza, fattori transculturali ed interculturali. Gli alunni si sono mostrati partecipi al convegno intervenendo al dibattito, ponendo domande e esplicitando delle accurate riflessioni. Fra i relatori intervenuti all evento ricordiamo la nostra presidente la prof. A. Montana, il preside dell Istituto Tecnico il prof. Coniglio, il tenente dei Carabinieri M. Currao e la dott.ssa V.Romano. "Basta violenza alle donne" con questo slogan la Fidapa di Comiso ha suggellato varie iniziative, tutte volte a informare e sensibilizzare su questa drammatica realtà che coinvolge trasversalmente donne di ogni ceto sociale, età o latitudine. La Fidapa di Comiso è stata presente con varie attività durante tutta la settimana clou di sensibilizzazione, anche se del problema si occupa in vario modo,operando nelle scuole e sul territorio, nel corso di tutto l'anno. Sono particolarmente degni di menzione l'incontro realizzato dalla Presidente Francesca Cassarino con gli alunni della Scuola Media "G.Verga" di Comiso, l'affissione di uno striscione sul palazzo municipale. La violenza contro le donne trova le sue radici e si nutre di stereotipi e arretratezza culturale. È quanto affermato dal presidente della Fidapa Comiso Francesca Cassarino, introducendo i lavori del convegno. "La Scuola e le agenzie educative - ha detto -, hanno un ruolo fondamentale per superare i preconcetti da cui nasce la violenza". Il segretario distrettuale Fidapa Cettina Corallo ha osservato come l'ambiente sociale incide nel fenomeno della violenza contro le donne. "Se la donna è vittima, l'uomo nasce violento? Certamente no - ha osservato -. È il contesto sociale che induce alla violenza perciò abbiamo molto lavoro da fare in questa prospettiva". Il deputato regionale Giuseppe Digiacomo e l'assessore comunale alle Pari Opportunità Sandra Sanfilippo hanno richiamato all'educazione al rispetto verso la donna e alla necessità di una vera e propria rivoluzione culturale. Rossana Caudullo, presidente dell'associazione Donne a Sud" nel suo intervento ha evidenziato le origini della violenza. "La violenza nasce da una dispar! ità della relazione uomo-donna - ha spiegato l'avvocata Caudullo. Esplode perché, purtroppo, si sconta un'educazione ultra millenaria secondo cui la donna è debole e l'uomo forte. È uno stereotipo culturale che inizia fin con la nascita e prosegue per tutta la vita. Quando la donna si stanca d'essere considerata oggetto e si ribella, ecco nascere la violenza. Si badi che la violenza sulle donne viene consumata a tutti i livelli sociali, non soltanto quando vi è povertà economica o morale o culturale. Anche in classi sociali elevate, troviamo donne che subiscono violenza. Perché accade? Perché la donna che subisce violenza difetta di autostima per il semplice fatto che essa non è stata fatta crescere ad iniziare dalla famiglia. L'inversione di tendenza, debellare la violenza contro le donne è davvero un fatto culturale che deve partire dalla famiglia e dalla scuola.lucia Chisari, responsabile nazionale Commissione Donne e Pari Opportunità, a questo proposito ha rilevato che "la violenza è generata da una educazione di! storta e che la donna deve smettere di sentirsi come il sesso debole. Daniela Lo Presti, presidente del Centro Donna Antiviolenza, ha posto l'accento sulla necessità del rispetto che vuol dire accettare l'altro-l'altra com'è, testimoniando come i casi di violenza sono sessuale, fisica, morale ed economica.

19 SEZIONE NISCEMI Corso di difesa personale per donne La sezione Fidapa di Niscemi organizza il Corso di difesa personale per donne. L'obiettivo del corso è di aiutare le donne ad apprendere nozioni e strumenti con alcune tecniche di base per imparare a riconoscere segnali di pericolo e situazioni a rischio,per vivere il quotidiano con maggiore tranquillità. Il corso propone un metodo di difesa semplice, efficace e rivolto ad un pubblico femminile di qualsiasi tipo di struttura fisica e,inoltre prevede un approfondimento di carattere psicologico. Le lezioni si svolgeranno a partire dal 22/10/2014, ogni mercoledì dalle 17 alle 19 per la durata dell'anno sociale, sotto la guida dell'istruttore Giuseppe Santariano. SEZIONE ALCAMO Solidarieta : VOCE AL SILENZIO Il giorno 24 novembre 2014 presso la palestra comunale Tre Santi di Alcamo, le socie della sezione di Alcamo per il secondo anno consecutivo hanno voluto sensibilizzare l opinione pubblica sul tema Donne vittime di violenza. Le socie hanno organizzato coinvolgendo le stelle del Basket femminile nazionale la Partita del cuore. Il 25 novembre l assessorato alle Pari Opportunità ha organizzato un momento per ricordare le donne vittime di violenza. Alla presenza del Sindaco della città Dr. Sebastiano Bonventre, dell Amministrazione e del Presidente del Consiglio alcune donne alcamesi hanno riportato le proprie esperienze di vita e di affermazione in tanti campi. Esperienze positive di crescita per incoraggiare ed aiutare altre donne ad uscire dal SILENZIO. Alla fine dell incontro è stata scoperta una targa contro tutte le violenze e contro la tratta che il Comune di Alcamo ha posto nei pressi della via Veronica Lazio.

20 TEMA INTERNAZIONALE Le Past Presidenti della Provincia di Agrigento MANAGEMENT AL FEMMINILE DIFFERENTI MODELLI DI LEADERSHIP Lavorare sul tema internazionale, questo l impegno che le Past Presidenti della Provincia di Agrigento hanno portato avanti con il coordinamento della Past President del Distretto Sicilia, Maria Concetta Oliveri. Il lavoro svolto ha preso corpo, il 9 gennaio 2015, nel Convegno, magistralmente organizzato e condotto dalla Past Oliveri, dal titolo Management al femminile. Differenti modelli di leadership. Durante il convegno è stata evidenziata la capacità innata delle donne ad essere leader e manager nei suoi differenti aspetti, spaziando dalla vita sociale a quella politica, da quella istituzionale a quella gestionale e familiare. Il convegno ha riscosso un grande successo di partecipazione, interesse e consenso. Dopo l intervento della Past President Nazionale, Giuseppina Seidita, si sono succedute nella discussione le Pasts delle Sez. della Prov. di Agrigento Sandra Gerardi, Maria Martina Piritore, Daniela Messina, Gera Destro, Antonella Vita, Cettina Callea e Isabella Rumè. Ha concluso il Convegno la Presidente del Distretto Sicilia Nora Caserta. Tutti gli interventi, coordinati dalla Past Oliveri, sono stati intercalati da momenti di poesia e narrazione condotti da Francesca Scarnà e Gisella Vizzini della Sez. di Palma di Montechiaro e dagli interventi di graditi ospiti quali Lia Madonia, Ricercatrice di Didattica della Fisica presso l Università Tubinga Germany, Nelli Scilabra, Capo Gabinetto della Segr. della Pres. della Regione Sicilia e Arturo Bizzarro, Console Onorario della Grecia. Al Convegno era presente tutto il Comitato di Presidenza del Distretto Sicilia: la Vicepresidente Rosamaria La Scola; la Segretaria Concetta Corallo e la Tesoriera Maria Ciancitto. Presenti, inoltre, la Consigliera Domenica Torre, la Responsabile della Commissione BPW Adriana Roccadamo, le Presidenti delle Sezioni della Provincia di Agrigento con le Socie e le Autorità civili.

21 TEMA NAZIONALE Ruolo e finalità delle associazioni femminili in una società in rapida e continua evoluzione ADRANO-BIANCAVILLA, BELPASSO, BRONTE, MOTTA, PATERNÒ Tutela e valorizzazione della valle del Simeto Conferenza sul Patto di fiume Simeto Il 24 Ottobre 2014 presso Palazzo Bianchi di Adrano, in occasione del tema nazionale Ruolo e finalità delle associazioni in una società in rapida e continua evoluzione, si è tenuta una conferenza di intersezioni (Adrano-Biancavilla, Belpasso, Bronte, Motta, Paternò) che ha avuto come relatori l Ing. Laura Saija e l assessore all ambiente e territorio Prof/ssa Chiara Longo. L incontro programmato dalle vice presidenti di dette sezioni e dalla vice presidente distretto Sicilia Rosa Maria La Scola, ha avuto come tema Tutela e valorizzazione della valle del Simeto. Il laboratorio di progettazione del Patto, nasce da un grande e certosino lavoro fatto da alcune associazioni di Adrano e, a distanza di anni, tale progetto è approdato presso il Ministero dello sviluppo economico tant è che sarà proprio quest ultimo, il referente per la strategia nazionale aree interne. Il laboratorio, inoltre, servirà a catalizzare fondi europei sul territorio attraverso una programmazione strategica complessiva e progetti mirati allo sviluppo di tutta la valle del Simeto. Il convegno tenutosi, ha messo in rilievo le bellezze paesaggistiche e culturali dei territori che si affacciano sulla valle simetina.

22

23 SEZIONE PALERMO MONDELLO Emozioni Donna cinema e società: Rassegna dal 28 ottobre al 12 dicembre2014 a cura di Carmela Sapuppo Palermo presso Centro Artistico Culturale DaroArt: La materia e il colore La sezione ha voluto affrontare le numerose problematiche con cui veniamo a contatto e che suscitano emozioni che a volte non riusciamo a mettere a fuoco. Nella nostra società attraverso la settima arte: il cinema che la nostra sezione, con questa piccola rassegna cui seguirà un successivo ciclo, ha cercato di affrontare alcuni argomenti di interesse come la migrazione e l inclusione sociale, l amicizia tra le donne, la situazione israelo-palestinese e il razzismo. 28 ottobre 2014 ore terraferma regia di: E. Crialese. Ha coordinato Suor Fernanda Di Monte Giornalista Presidente Associazione Comunicazione e Cultura Paoline Onlus", è stata responsabile dell'ufficio stampa del Simposio internazionale Bene e Male dopo Auschwitz. Implicazioni etiche per l'oggi",segue gli eventi culturali per la Libreria Paoline. Collabora con l'ufficio comunicazioni sociali e fa parte dell'équipe della pastorale della cultura dell'arcidiocesi di Palermo. È consigliera per le Comunicazioni sociali per l'usmi Regionale collabora anche con Avvenire" (pagine culturali), Famiglia Cristiana" e Jesus". 14 novembre 2014 ore AMICHE DA MORIRE regia di: G. Farina ha coordinato: Dott.ssa Stella Gentile - Psicologa 28 novembre 2014 ore IL GIARDINO DEI LIMONI regia di: E. Riklis 12Dicembre 2014 ore THE HELP regia di: T. Taylor Ha coordinato gli incontri: Dott.ssa Maria Fobert Veutro - Ricercatrice di Sociologia Generale presso l Università Kore di Enna ogni evento è stato una proficua occasione per uno scambio di opinioni ed idee. L ultimo incontro dell anno è stato chiuso con la gradita presenza della Vice Presidente del Distretto dott.ssa Rosa Maria La Scola.

24 SEZIONE AGRIGENTO Visita al Farm Cultural Park di Favara SEZIONE FLORIDIA Caffe Musicale Omaggio a Giacomo Puccini La Sezione di Floridia, giorno 29 novembre c. a., su proposta della Commissione Arte e Cultura, ha organizzato un Caffè Musicale in omaggio a Giacomo Puccini, nel novantesimo anno della sua morte. Il relatore è stato il Dott. Carmelo La Rosa, eccellente conoscitore di musica classica, che ci ha illustrato la tecnica musicale di Puccini, facendoci vivere profondamente la personalità del grande musicista. Abbiamo gustato le opere liriche ed ascoltato i relativi brani musicali, cantati da tenori e soprani di altissima fama, che hanno suscitato forti emozioni in tutto il numeroso pubblico presente, anche maschile, a dimostrazione del fatto che la nostra Città ama ed apprezza la musica classica. Al Caffè Musicale erano presenti il nostro Sindaco e l Assessore alla Cultura, che hanno apprezzato la nostra iniziativa. La serata si è conclusa con un thè, accompagnato da dolci preparati dalle nostre fidapine e con la promessa di ripetere la bella esperienza. Volendo continuare il percorso, iniziato lo scorso anno, della ricerca della Bellezza nei luoghi del degrado urbanistico e sociale, la Fidapa di Agrigento ha visitato, il 17 Ottobre scorso, il Farm Cultural Park di Favara, grosso centro dell interland agrigentino. Sono i famosi Sette Cortili del vecchio centro storico di una cittadina degradata, recuperati da uno straordinario ed illuminato mecenate, il Notaio Bartoli, e trasformati in Un posto che rende felici (http://www.farmculturalpark.com/). La Farm, come comunemente viene chiamata, è diventata, in pochissimo tempo, un Centro Culturale e Turistico Contemporaneo ed un luogo di incontro di Artisti di tutto il mondo, molto apprezzato a livello internazionale, che comprende Gallerie d'arte Contemporanea, Installazioni permanenti e temporanee, Performance d'artisti, Concept Store e tanto altro ancora In una città come Agrigento, ultima nella classifica italiana della vivibilità, ferita da una serie di crolli, dove anche la Cattedrale Normanna e tutta la collina su cui poggia rischiano di franare, è importante che la nostra Associazione, vista l inerzia della politica, vada alla ricerca di modelli di riferimento alternativi. Quello della Farm non è un esempio facile da seguire, ma costituisce senza dubbio uno stimolo che ha risvegliato, in tutto il circondario, il gusto per la Bellezza e la sensazione che, insieme a questa, si possa anche recuperare un senso civico diffuso ed una rinnovata capacità di crescita sociale e (perché no?) anche economica.

25 SEZIONE FLORIDIA Festeggiando San Martino La Sezione di Floridia, su proposta della Commissione Arte e Cultura, ha organizzato l 11 novembre c.a., giorno di San Martino, una serata fidapina, in interclub con la sezione di Palazzolo Acreide. La serata si è svolta presso l Hotel Colle Acre, di proprietà della Presidente di Palazzolo A. Concetta Fava. Tutte le fidapine sia dell una che dell altra Sezione, sono intervenute numerose, assieme alle loro famiglie, e tutte, abbiamo trascorso una bella serata, durante la quale sono stati rinsaldati i rapporti di amicizia. Ha accolto il nostro invito anche la tesoriera distrettuale Maria Ciancitto che assieme al suo consorte, con nostro grande piacere, ha trascorso la serata assieme a noi. SEZIONE GELA San Martino Martino, soldato dell impero Romano, nato pagano, nel 335 d.c. in una fredda notte d inverno incontrò un mendicante seminudo e infreddolito. Vedendolo sofferente tagliò in due parti il suo mantello(la clamide bianca della guardia imperiale) e ricoprì con esso il mendicante. La notte seguente sognò Gesù coperto con il mezzo mantello e si accorse che il suo mantello era tornato integro. Il sogno sconvolse la vita di Martino che, in seguito, diventò cristiano e si fece battezzare. Nel 371 divenne vescovo di Tours e viene ricordato come uomo di grande carità e giustizia. L 11 novembre, data della sua sepoltura, è grande festa in tutto l Occidente. Simbolo di generosità e di amore per il prossimo, nella nostra sezione di Gela viene ogni anno ricordato ed onorato con segni concreti di attenzione verso i deboli e bisognosi. Quest anno la nostra iniziativa si è concretizzata con la consegna di alcuni giochi alla Scuola Materna dell Istituto S. Maria di Gesù Plesso Madre Teresa di Calcutta Bellissima cerimonia insieme ai bambini felici e festosi e alla Dirigente, nostra Socia, grata per il dono, poiché la Scuola era stata privata del materiale ludico a seguito di vari atti vandalici. Altra iniziativa è l adozione a distanza di una bambina del Ruanda di nome Anita Mujamarya. La Presidente Angela Incardona ha annunciato la collaborazione con la Fondazione Rita Levi Montalcini per far studiare trenta ragazze che vivono in Congo e l erogazione di un contributo al microcredito per le donne in Etiopia per permettere loro, con l autonomia economica, di non sottostare alle azioni violente dei mariti

26 PATROCINIO DISTRETTO SICILIA IN SINERGIA CON LE DIECI SEZIONI DELLA PROVINICIA DI TRAPANI SEZIONE PARTANNA Blue Sea Land expo 2014 La Fidapa Distretto Sicilia, insieme alla Sua Presidente Eleonora Caserta ed alle dieci Sezioni della provincia di Trapani Alcamo, Campobello di Mazara, Castelvetrano, Gibellina, Marsala, Mazara del Vallo, Parsala, Paceco, Partanna, Salemi e Trapani - ha presenziato all edizione 2014 di Blue Sea Land, l expo dei Distretti Agroalimentari del Mediterraneo, Africa e Medioriente che si è svolta dal 9 al 12 ottobre a Palermo, Gibellina, Marsala e Mazara del Vallo. La manifestazione, che ha avuto il suo cuore nella caratteristica casbah di Mazara del Vallo, ha perseguito come obiettivo la creazione di cluster di imprese dei Paesi partecipanti ed è stata pertanto una preview dell Expò 2015 grazie alla collaborazione di numerosi enti a livello nazionale, regionale e locale tra cui il Nostro Distretto Fidapa rappresentato dalla Presidente Eleonora Caserta. La Presidente del Distretto ha presenziato all evento di caratura internazionale nei giorni di sabato 11 e domenica 12 ottobre. Nel corso di queste due intense giornate la Presidente ha avuto il piacere e l onore di accogliere, all interno dello stand che la Fidapa Distretto Sicilia insieme alle dieci Sezioni della Provincia di Trapani ha allestito in Piazza Plebiscito a Mazara Del Vallo per tutta la durata dell evento, alcune delegazioni straniere tra cui l Ambasciatrice della Costa D Avorio e la Presidente del Distretto pesca dell Angola. All evento hanno partecipato circa trenta delegazioni istituzionali, imprenditoriali (produttori e buyers) e scientifiche di diversi Paesi. Blue Sea Land è stata la vetrina della Blue Economy attraverso incontri scientifici, laboratori del gusto, innovazioni tecnologiche, eventi culturali, spettacoli; una grande occasione affinché le imprese dei diversi settori dell agro-ittico-alimentare possano valorizzare la loro capacità di fare filiera e di aggregarsi per affrontare meglio i mercati. In foto alcune immagini dell'evento che raccontano emozioni, stati d'animo momenti di condivisione, coesione e collaborazione. Elementi questi che hanno caratterizzato il Nostro percorso da Gibellina a Mazara del Vallo attraverso un Ponte immaginario che ha attraversato Mediterraneo, Africa e Medioriente.

27 SEZIONE MAZARA DEL VALLO Incontro e dialogo interculturale tra passato e presente Blu Sea Land: EXPO 2014 La sezione Fidapa di Mazara del Vallo ha partecipato alla 3 edizione dello straordinario evento Blu Sea Land, Expo dei distretti agroalimentari del Mediterraneo, dell Africa e del Medioriente dal 9 al 12 Ottobre Per il Blu Workshop, sezione dedicata ai convegno e alle attività divulgative, politiche, culturali della Blu Economy, è stato allestito nell antico centro storico della città che conserva memoria della civiltà arabo normanna, uno stand per divulgare e pubblicizzare le attività delle sezioni della provincia di Trapani, nonché per partecipare all incontro e al dialogo interculturale con autorevoli rappresentanti politici e religiosi di 12 paesi stranieri.ha visto una notevole partecipazione di pubblico anche la conferenza dal titolo La scrittura dell occhio. La tematica culturale sulla Sicilia di fine ottocento negli scrittori fotografi, delineata dal Prof. Renato Lo Schiavo ha fatto cogliere,attraverso l arte della fotografia, tracce storiche a forte matrice letteraria ed estetica rappresentando la quotidianità e il fascino femminile della Sicilia del tempo con aspetti inediti che trovano analogia con il tempo presente in una società in continua evoluzione. All evento ha partecipato in modo attivo e sentito la Presidente Eleonora Caserta del Distretto Sicilia e tutte le presidenti delle 10 sezioni della provincia di Trapani e a tutti va il personale e sentito ringraziamento per la collaborazione offerta a garanzia del successo dell evento e della ricaduta positiva nel territorio.

28 SEZIONE PACECO Sagra Blue Sand: il melone bianco SEZIONE FLORIDIA Del mangiare Siciliano: il gusto e il giusto

29 SEZIONE NICOSIA II^ Edizione della sagra dell ulivo e dell olio extravergine d oliva Con grande successo anche quest anno ha avuto luogo a Nicosia la Sagra dell ulivo e dell olio extravergine di oliva a cura della sezione FIDAPA locale. La manifestazione ha visto la partecipazione di un cospicuo numero di espositori, aumentati rispetto all anno scorso. L evento ha avuto inizio la mattina di sabato 29 Novembre, con la visita didattica presso i frantoi locali, con gruppi di studenti delle scuole primarie e secondarie di 1^ grado di Nicosia; a cura degli esperti della SOAT di Leonforte, è stata effettuata anche la degustazione dell olio extra vergine d oliva. L attività ha suscitato notevole interesse da parte dei genitori, presenti all attività, delle maestre e, naturalmente, dei bambini, nella consapevolezza che è facendo formazione sulle generazioni future che ci si avvicina sempre più ad un uso corretto dell olio perché se ne conoscono gli aspetti benefici sulla salute dell individuo. Nel pomeriggio, presso l aula consiliare del Comune di Nicosia, si è tenuta la conferenza sul tema: L ulivo: dalla raccolta alla tavola, con i relatori: dott. Andrea Scoto, Agronomo, dal prof. Carmelo Barberi, docente di laboratorio enogastronomico e dalla dott.ssa Maria Lidia Lo Prinzi, esperta in nutrizione clinica e dieta mediterranea. Essi hanno aggiornato gli intervenuti sulle colture tipiche, sugli olii commestibili e sugli aspetti nutrizionali dell olio extravergine d oliva. Alla fine della conferenza, è stata fatta la proclamazione del vincitore del concorso: L ulivo amico che, grazie alla collaborazione delle Presidenti delle sezioni Fidapa coinvolte, Maria Teresa Caccetta di Cerami, Melinda Calandra di Capizzi, Pina Cigno di Gangi, Maria Concetta Glorioso di Leonforte, Rita Zafonte di Petralie Madonie, ha visto impegnati 300 bambini delle 4^ e 5^ classi delle scuola elementari. L organizzazione è stata curata nei minimi particolari dal Direttivo e dalla Commissione all uopo costituita dalla FIDAPA sezione di Nicosia ed ha visto vincitore del primo premio Pietro Pillitteri della scuola elementare Vaccalluzzo di Leonforte. La manifestazione si è svolta sotto i portici del Tribunale e lungo la via IV Novembre, dove una cinquantina di espositori, dei paesi limitrofi e anche provenienti da altre province, hanno potuto mettere in evidenza i loro prodotti, riscuotendo un diffuso apprezzamento fra il pubblico che ha visitato la sagra. Non sono mancati i prodotti artigianali, i prodotti culinari, cosmetici e a marchio DOP. Era presente anche lo stand con il patrocinio della FIDAPA di Nicosia e Petralie Madonie in favore della donazione degli organi e dei tessuti presso il quale sono state raccolte molte adesioni, tra le quali quella del primo cittadino dott. Sergio Malfitano. La mattina della domenica 30, alla presenza del vice- sindaco Carmelo Amoruso, la presidente Ina Di Figlia ha inaugurato la sagra ed ha ringraziato l Amministrazione comunale e le sezioni FIDAPA di Capizzi, Cerami, Gangi, Leonforte e Petralie Madonie, le associazioni, i dirigenti scolastici e tutti coloro i quali hanno sponsorizzato la manifestazione. L evento è stato allietato dal gruppo folkloristico, composto da ragazzi che frequentano l IIS A. Volta di Nicosia, che hanno eseguito canti e balli tipici siciliani. La manifestazione ha permesso la degustazione dell olio di oliva, di prodotti tipici locali oltre a valorizzare e far conoscere il territorio.

30 SEZIONE LEONFORTE AFFACCIATI ALLA FINESTRA BELLA MIA 30^ CONCORSO DI PITTURA ESTERPORNEA Passato e presente della figura femminile in uno scorcio di paese in pesca. Questo il tema proposto agli artisti per il 30 concorso di pittura estemporanea che si è tenuto domenica 5 ottobre nell ambito delle attività della 33 sagra della pesca di Leonforte. La sezione Fidapa di Leonforte, su invito del Comune, ha avuto l incarico di organizzare il concorso ed ha patrocinato un attività, che negli anni passati è stata gestita dall Ente locale, dietro approvazione dell assemblea delle socie, nella consapevolezza dell importanza per la sezione di incidere significativamente nel territorio. Molti gli artisti provenienti da tutta la Sicilia che hanno partecipato al concorso ma un elemento nuovo, rispetto alle precedenti edizione, è stata la partecipazione, fuori concorso, dei bambini delle Scuole Elementari, che ha arricchito l attività dando un senso di freschezza e di entusiasmo. La premiazione si è svolta alle 19,30 presso la Galleria Comunale della Creatività E.Barbera". La commissione giudicatrice, nominata e presieduta dalla presidente M. Concetta Glorioso, composta dalle fidapine con competenze tecniche Michela Daidone, Maria Algozino, Maria Crimi, Pina Mantia, Licia Rizzo e due esterne, Dora Liotta e Francesca Ferragosto, esperte di pittura estemporanea, dopo attenta valutazione, ha assegnato i tre premi previsti, conferendo il primo premio di 250 Euro all artista catanese Balestrazzi Umberto, il quale ha raffigurato la figura femminile in scaglie di colore vivo come gemme colorate, sprigionando una straordinaria forza emotiva. Il secondo premio di 200 euro è stato assegnato al pittore Coco Emanuele di Viagrande, per avere rappresentato con cromatismo acceso e solare una scena di vita quotidiana immersa in un architettura ambientale fedele al territorio. Il terzo premio di 150 euro è andato all artista Rizzo Fausto Roberto di San Cataldo che, con la tecnica delicata dell acquarello, ha rappresentato uno scorcio di paese come sfondo ad un messaggio di vita simbolica, che rappresenta il passaggio alle nuove generazioni del lavoro duro e generoso della terra. La giuria ha ritenuto doveroso istituire un premio speciale, non previsto dal Regolamento, e dare un quarto premio di 100 euro all artista Marlon Thales De Paulo di Assoro sottolineando che la spontaneità creativa dell opera unita alla magia del colore fa sì che l opera si differenzi per l originalità di trasmettere il messaggio attraverso l espressione interiore. A tutti i bambini e agli artisti non premiati è stata consegnata una medaglia ricordo. La presidente ha ringraziato la giuria e ha consegnato delle targhe come ricordo dell attività. Presente alla premiazione il Sindaco Francesco Sinatra, l assessore Domenico Livolsi, tutti i genitori dei bambini, molta gente ma soprattutto le fidapine della sezione che sempre con entusiasmo partecipano a tutte le iniziative. La presidente alla fine della premiazione ha voluto ricordare che la presenza di una sezione Fidapa in un territorio è un valore aggiunto e come da più di ottanta anni la Fidapa lavora accanto e con le Istituzioni per promuovere e incoraggiare tutte quelle attività che determinano crescite culturali..

31 SEZIONE LEONFORTE DAL MARE UN AIUTO PER LA SALVEZZA DI TANTI Da un vecchio rimorchiatore russo dismesso è nata la nave ospedale Elpis, un unità navale provvista di sala operatoria polispecialistica, di laboratorio analisi, farmacia, emoteca e di altra strumentazione per la diagnostica. La nave inaugurata il 13 settembre del 2014 opererà con la partecipazione di volontari di diverse figure professionali e tecniche e verrà impiegata in missioni sanitarie nell'ambito della cooperazione con i Paesi a basso reddito e in occasione di emergenze di varie natura. La sezione Fidapa di Leonforte ha aderito ad una iniziativa di raccolta fondi, dando così una grande valenza umanitaria alla tradizionale conviviale per gli auguri di Natale, che si è tenuta il 16 dicembre 2014, e ha devoluto al progetto ONLUS il ricavato di una lotteria che ha messo in palio i tradizionali panettoni artigianali della pasticceria Fiasconaro. Dopo i saluti e il breve discorso della Presidente di sezione, dott.ssa Maria Concetta Glorioso, è intervenuta la Presidente del Distretto Sicilia, dott.ssa Eleonora Caserta, la quale si è congratulata con la sezione per la numerosa presenza delle socie e per tutte le attività svolte in questo biennio. La presenza in sala di alcune giovani aspiranti socie di una futura sezione YOUNG è stata particolarmente apprezzata dalla Presidente Caserta che ha sottolineato la necessità di favorire l ingresso di ragazze dai 18 ai 35 anni, linfa vitale per un naturale prosieguo della vita associativa. Un momento molto importante è stato la riflessione del parroco, Don Orazio Macchione, il quale ha tenuto una breve omelia sul significato del Natale la luce vera che illumina ogni uomo (Gv1,9), la sola che porta gioia autentica nella vita di noi cristiani.

32 SEZIONE FLORIDIA Tabulato di farro e la Cuccia La nostra Sezione, sabato 22 gennaio 2015, ha svolto un corso di cucina, presso la villa della cara e generosa Consigliera Distrettuale Silvana Randone. L attività è stata organizzata dalla Commissione Arte e Cultura, la cui responsabile è Lucia Carbonaro e la lezione è stata tenuta dal Prof. Giuseppe Calascibetta, docente presso L Istituto Alberghiero di Siracusa, che ci ha illustrato e fatto partecipare alla preparazione del Tabulato di farro e della Cuccia. Le fidapine partecipanti siamo state numerose ed abbiamo imparato tante tecniche che non conoscevamo, sia per la preparazione dei piatti, che per la decorazione degli stessi. SEZIONE ALCAMO Mostra Fotografica 100 Di Grazia Il giorno 24 giugno 2014 le socie della sezione di Alcamo hanno inaugurato la mostra fotografica 100 di grazia del Monastero delle Clarisse Sacro Cuore. Alla presenza di S.E. Mons. Pietro Maria Fragnelli Vescovo della Diocesi di Trapani, tutta la cittadinanza alcamese ha goduto di un momento di intensa spiritualità. FIDAPA SCIACCA Gemellaggio Fidapa Sezioni di Sciacca e di Marsala Il 26 ottobre 2014 si è svolto il gemellaggio tra le Sezioni Fidapa di Sciacca e di Marsala. Tale legame è nato da un rapporto di amicizia e collaborazione tra le due sezioni e tra le loro Presidenti, Luisa Troso, di Sciacca, e Venera Pace, di Marsala. Ma il gemellaggio scaturisce pure dalle tante affinità, geografiche, storiche, sociali, culturali, economiche, esistenti tra le due città. La cerimonia si è svolta nella suggestiva Sala Blasco del Palazzo Comunale di Sciacca, alla presenza delle Autorità FIDAPA del Distretto Sicilia e delle Autorità Civili. Cospicuo il numero di socie presenti, sia di Sciacca che di Marsala. Tale gemellaggio ha avuto la finalità non solo di rafforzare le relazioni umane e culturali tra le Socie delle due Sezioni, ma anche di promuovere, con il contributo fattivo delle Autorità Civili, i rispettivi territori, entrambi a forte vocazione turistica. La giornata si è svolta all insegna di un alternanza di momenti culturali e conviviali in un clima di festosa amicizia. Dopo la cerimonia, si è svolta la visita guidata del centro storico di Sciacca. Molto apprezzata la visita al laboratorio del Corallo l Oro di Sciacca, la granita con brioche in un bar che si affaccia sulla piazza principale e il pranzo in trattoria con i piatti tipici a base pesce della cucina di Sciacca. La tappa conclusiva della manifestazione si è svolta in una pasticceria per gustare i tradizionali dolci tipici saccensi, le Uova murine.

33 FIDAPA PETRALIE MADONIE "VII Biennale arte e artigianato 2014" dedicata alla nostra socia Maria Albanese Calderaro Il nostro obiettivo come Associazione Fidapa è quello di valorizzare le competenze e la preparazione delle socie e di tutte le donne. Un viaggio tra arte e artigianato. L'arte è colore, passione, gioia. Noi abbiamo voluto esporre sculture, quadri, gioielli, oggetti natalizi, tappeti, cucito per unire arte e artigianato. L'artigianato è l'arte del fare, del costruire; s'inserisce con le bellezze artistiche e patrimoniali del territorio e ritengo che può essere una forte componente del turismo. Grazie al Presidente dell'ente Parco delle Madonie per averci concesso Palazzo Pucci Martinez location eccezionale. Grazie al Sindaco di Petralia Sottana e a tutta l'amministrazione Comunale per aver patrocinato il nostro evento. Grazie a tutte le espositrici, che hanno realizzato dei piccoli capolavori artistici, esperienza emozionante! Grazie a tutte le socie Fidapa Petralie Madonie per la grande collaborazione senza di loro non avrei potuto realizzare nulla. In particolare grazie a Letizia Li Puma che con la sua personale di scultura ha impreziosito la nostra Biennale. SEZIONE ALCAMO Ricamare il tempo PASSATO-PRESENTE-FUTURO La FIDAPA di Alcamo in collaborazione con l associazione AGO E SVAGO ha dato il via alla prima edizione dell evento dedicato al ricamo,forma d arte artigianale, patrimonio della cultura siciliana. La manifestazione che ha coinvolto le eccellenze del ricamo isolano ha goduto della massiva presenza di donne proiettate nell imprenditoria. Relatori di eccellenza la fidapina Prof.ssa Rosalba Di Bella; la Prof.ssa scrittrice Adalpina Fabra Bignardelli; la poetessa Rita Elia ; Pasquale Chimenti Promotore finanziario e la Dott.ssa Caterina Di Chiara Presidente comitato imprenditoriale femminile Camera di Commercio Palermo portavoce tavolo delle politiche di genere regione Sicilia. L evento è stato promosso dal mensile RAKAM. SEZIONE PORTO EMPEDOCLE REALMONTE Gemellaggio tra associazioni e viaggio alla scoperta delle bellezze agrigentine Il 19 ottobre 2014, in una splendida cornice quasi estiva, la Sezione Fidapa di Porto Empedocle Realmonte ha avuto il piacere di accogliere la Sezione Fidapa di Cefalù e l Associazione Mariposa per guidarle orgogliosamente nel tour organizzato alla scoperta della Scala dei Turchi di Realmonte, dichiarata Patrimonio dell'unesco, con successiva e obbligatoria visita della casa natale di Luigi Pirandello, per apprezzare in modo suggestivo l eredità culturale lasciata dallo stesso. La parte conclusiva del tour ha visto deliziare il palato dei presenti con piatti tipici della zona, accostamenti di sapori mediterranei elaborati e curati dallo Chef del ristorante Il Salmoriglio. FIDAPA BRONTE Omaggio a Bronte Nel contesto della XXV sagra del pistacchio si è svolta nei locali della Pinacoteca Nunzio Sciavarrello la 15 edizione del concorso di pittura Omaggio a Bronte che ha visto la partecipazione di numerosi pittori dell Accademia delle Belle Arti di Catania. Le opere presentate sono rimaste esposte e sono state ammirate da tanti visitatori dal 27 Settembre al 5 Ottobre 2014, giorno in cui alla presenza di Autorità FIDAPA e Civili c è stata la premiazione.

34 SEZIONE PACECO Festival "Quadro del Mondo Il cinque novembre 2014 presso la biblioteca Comunale del Comune di Paceco, con l'associazione ASTRI Sicilia (Associazione per lo sviluppo del turismo e delle relazioni internazionali) abbiamo ricevuto una delegazione russa di studenti di scuole ed accademie di musica e pittura. La serata inaugurale del Festival, "Quadro del Mondo ha preso il via, con un Concerto Jazz, sassofono, percussione, arpa e la musica del compositore maestro Anton Kotikov. Gli studenti russi, accompagnati dai loro illustri insegnanti hanno partecipato, nell'arco di 5 giorni dal 6 al 10 Novembre ad un concorso di pittura "Kandinskij-Guttuso con gli studenti dei vari Licei e Accademie della città, dipingendo alcune estemporanee relative ad aspetti paesaggistici di Trapani, Nubia, Paceco, Erice. I musicisti hanno presentato il loro repertorio in alcuni locali della città venendo a contatto diretto con nostri giovani. L'iniziativa per la sua grade finalità culturale ha riscosso notevole successo, ha promosso la divulgazione e la realizzazione e l'interscambio internazionale di attività culturalmente rilevanti SEZIONE PATERNÒ 1 MOSTRA DI ABITI E COSTUMI FUOCO SACRO IN ONORE A SANTA BARBARA Il 2 Dicembre 2014 alle ore presso la sede comunale di Palazzo Alessi si è svolta l inaugurazione della 1 Mostra di Abiti e Costumi Fuoco Sacro in omaggio a S. Barbara. Al taglio del nastro sono presenti le autorità civili: il sindaco Mauro Mangano, l Assessore alla Cultura,Alessandro Cavallaro, l autorità Fidapa del Distretto Sicilia, la Tesoriera Maria Ciancitto, la Presidente della Sezione Marilina Cancelliere, la Presidente AMMI, Maria Virgillito, la presidente Città Viva, Grazia Scavo, il presidente Lions Club Giuseppe Oliveri e numerosi partecipanti, soci delle suddette associazioni. Curatrice della mostra la Prof.ssa Maria Liliana Nigro docente di costumi per spettacolo, con la collaborazione dell Accademia di Belle Arti di Catania. La Nigro che porta avanti il progetto artistico, con i suoi allievi, ha accettato con slancio l invito della nostra socia FIDAPA Cettina Garraffo. Anche se non è stato facile trovare l intesa sin da subito con gli amministratori locali, grazie all intervento risolutivo delle altre associazioni locali AMMI (Associazione Mogli medici Italiani), Città Viva, Lions Club Paternò, abbiamo dato vita a questa prestigiosa e raffinata mostra, su impronta di quella catanese. Gli abiti e i costumi, destinati a rimanere opere d arte, sono pezzi unici ispirati dalle virtù eroiche della bellissima Vergine e Martire S. Barbara. La 1^ edizione Fuoco Sacro nasce come fase sperimentale, abiti come forma di scultura, per alcuni carichi di fede, per altri forme espressive della creatività onirica. Alla mostra concorso hanno risposto anche due artisti emergenti paternesi Antonino Viola e Pier Manuel Maria Cartalemi, che ben conoscono le virtù eroiche della santa patrona. In poco tempo sono riusciti ad inventare ed imbastire un abito, nel primo risalta la Torre luogo della prigionia, ma anche simbolo della SS. Trinità; l altro mette in evidenza la Palma del Martirio, la spada come simbolo di Croce, fonte della salvezza umana. Ad ogni punto cucito con delicatezza sulla tela, c è il richiamo, l emozione, l appartenenza ad una comunità che ama la sua santa. La Mostra è rimasta aperta solo per pochi giorni dal 2 al 6 Dicembre in occasione della Festa della Patrona S. Barbara, ha riscosso molto successo e numerosi sono stati i visitatori che l hanno gradita ed apprezzata. SEZIONE ALCAMO Educazione Ambientale Il giorno 17 giugno 2014 le socie della sezione di Alcamo hanno organizzato la giornata verde : esplorazione dell Arboreto Maruggi. La visita, presso uno dei pochi polmoni verdi presenti in città,è stata organizzata dalla socia Dott.ssa Francesca De Luca già dirigente tecnico forestale che ha illustrato le finalità del vivaio sperimentale utilizzato per la propagazione delle piante arboree e arbustive presenti all arboreto.

35

36 SEZIONE PALERMO MONDELLO Donne in Neuroscienze Il 18 ottobre 2014 alle ore 9,00 a Villa Niscemi Sala delle Carrozze la F.I.D.A.P.A. Palermo Mondello ha aperto l anno 2013/2014 con la partecipazione alla Tavola Rotonda con Donne in Neuroscienze sul tema Cosa fare contro la mercificazione delle bambine e delle adolescenti All evento collaborano le Associazioni FIDAPA Palermo Mondello, l AIDDA, le ANDE, AIDM, la FILDIS, l Inner Wheell Palermo e per il CONI la Consulta Femminile dello Sport. Il tema: Le bambine e le adolescenti tra principi e vita reale scelto dalla Sezione è stato trattato dalla componente della Commissione Nazionale FIDAPA Carta dei Diritti della Bambina Valeria Fiscella, alla manifestazione oltre la Presidente della Sezione Paola Scelfo è intervenuta la Presidente Distrettuale Nora Caserta e la Responsabile di Donne in Neuroscienze Marina Rizzo socia della Sezione Palermo Mondello.

37 SEZIONE GELA Salvatore Aldisio CONVEGNO SULL UOMO POLITICO L Istituto Dramma Antico Eschilo insieme alla Fidapa di Gela ed al Soroptimist, con il patrocinio della Presidenza della Repubblica, della Presidenza del Consiglio dei Ministri, del Senato Della Repubblica, della Presidenza della Regione Siciliana, del Comune di Gela e di altre importanti Istituzioni ha organizzato un convegno, nella ricorrenza del 50 anniversario della morte dell Onorevole Salvatore Aldisio Padre dello Statuto Siciliano. Nel corso della cerimonia e stata posizionata una lapide, ai piedi del monumento dello stesso, già esistente in piazza S. Francesco. La lapide riporta i titoli e le cariche politiche ricoperte da Aldisio durante la sua carriera e riporta in fondo alla stessa la scritta Fidapa Sezione di Gela ed il nome dell attuale presidente prof.ssa Angela Incardina a duratura memoria della presenza attiva della nostra Associazione nel territorio.

38 SEZIONE PARTINICO LE PIANTE della SALUTE Il Convegno Le Piante della salute, che la nostra sezione di Partinico ha organizzato in collaborazione con il Lions Club Serenianus il 12 ottobre 2014, ha riscosso un grande successo di pubblico. Di grande pregio gli interventi dei relatori. li Prof. D. Inghilleri, specialista e cultore di queste piante, con la sua coinvolgente e appassionata esposizione, ha illustrato le diapositive di numerose piante officinali del nostro territorio, da lui fotografate e catalogate, offrendo anche interessanti notizie legate alla tradizione locale. Il Prof. R. Schicchi, docente di Botanica presso l Università di Palermo, ha dato la definizione di pianta officinale e pianta medicinale ed ha parlato dei principi attivi delle piante che possono essere estratti dal fitocomplesso attraverso particolari e numerose tecniche estrattive e che conferiscono alla pianta le sue proprietà medicamentose e/o aromatiche. La carrellata di piante medicinali offerta, attraverso bellissime diapositive, dal Prof. Schicchi spaziava dal cardo mariano utilizzato per le cure del fegato all asfodelo, conosciuto per le proprietà disinfettanti e cicatrizzanti, dall acanto, indicata per alleviare i dolori articolari all iperico, utilizzato come topico per la cura delle scottature, delle ferite, delle piaghe, all asparago dalle proprietà diuretiche e depurative una vera miniera di notizie e di suggerimenti. Infatti le piante medicinali, se sapute usare correttamente dietro consiglio di esperti, come ha sottolineato la Farmacista Dott. G. Caronna, sono una fonte inesauribile di medicamenti per ogni tipo di patologia. Ma il Convegno ha affrontato anche un altro aspetto riguardante queste piante, trattato dal Dott. Agronomo S. Fiore, Presidente dell ordine degli Agronomi della Provincia di Palermo. Egli ha parlato delle nuove opportunità per il rilancio e la valorizzazione delle piccole e medie aziende agricole che potrebbero investire proprio sulla coltura delle piante officinali e/o aromatiche anche perché il nostro Paese importa il 70% di queste piante che poi vengono trasformate. Nonostante le nostre condizioni climatiche siano molto favorevoli, solo in pochi, finora, hanno riconosciuto nella coltivazione di piante officinali ed aromatiche un potenziale business di successo. Infatti esse vengono utilizzate sia nell industria alimentare (aromi, erboristeria, coloranti ecc.), sia nell industria chimica, cosmetica e farmaceutica. Il dott. Fiore ha inoltre offerto tanti consigli per la coltura di queste piante e ha parlato anche di interventi economici a supporto delle aziende ( P.S.R.- Programma Sviluppo Rurale , Misura 4 Sottomisura 1 Ammodernamento strutturale ; Misura 6 sottomisura 1 Aiuto all avviamento di imprese da parte di giovani agricoltori ). Non c è che dire: una belle opportunità per i nostri giovani!! La bella e ricca esposizione di piante medicinali raccolte per l occasione e corredate delle bellissime schede esplicative, ha fatto da degna cornice all evento. SEZIONE PALMA DI MONTECHIARO Il ritorno di Francesco Giganti a Palma Di Montechiaro Sabato 13 dicembre 2014 nel salone angolare del Palazzo ducale, il Sindaco Pasquale Amato, a nome della comunità, e la locale sezione della Fidapa hanno tributato gli onori a Francesco Giganti, uno dei loro concittadini più illustri, considerato tra i più affermati designer industriali d'europa. È stata per il geniale professionista l'occasione per fare conoscere ai suoi concittadini i suoi 30 anni di attività di designer industriale, esercitata a Parigi e a Milano. Attraverso le slides proiettate, Giganti ha sbalordito i presenti, mostrando parte delle sue geniali creazioni, scelte e prodotte dalle industrie più importanti d'europa per le quali ha contribuito a elevare notorietà e fatturato. In particolare, l'architetto ha mostrato il treno automatico Cdgval dell'aeroporto Charles de Gaulle di Parigi, gli apparecchi di radiografia dentaria per Kodak, le caldaie murali a gas per Saunier Duval et Vaillant, le finestre per tetti per Velux e le diverse location per l'expo 2015 di Milano. Prove queste dell'autenticità di una carriera luminosa, impreziosita dalla conquista di numerosi premi internazionali tra cui il concorso Impex, che gli consente di esporre i suoi prodotti al museo George Pompidou di Parigi. Il Sindaco ha manifestato il suo apprezzamento, non tralasciando la possibilità che il designer industriale, sempre legato alle sue origini, possa offrire un segno della sua genialità, proponendo un progetto per la valorizzazione del patrimonio monumentale, mentre Letizia Pace ha sottolineato che l'incontro al Palazzo ducale con il noto professionista, è stato uno degli eventi più esaltanti della meritoria attività della locale sezione della Fidapa. Filippo Bellia

39

40 SEZIONE ADRANO BIANCAVILLA Tutela e valorizzazione della valle del Simeto Conferenza sul Patto di fiume Simeto Il 24 Ottobre 2014 presso Palazzo Bianchi di Adrano, in occasione del tema nazionale Ruolo e finalità delle associazioni in una società in rapida e continua evoluzione, si è tenuta una conferenza di intersezioni (Adrano-Biancavilla, Belpasso, Bronte, Motta, Paternò) che ha avuto come relatori l Ing. Laura Saija e l assessore all ambiente e territorio Prof/ssa Chiara Longo. L incontro programmato dalle vice presidenti di dette sezioni e dalla vice presidente distretto Sicilia Rosa Maria La Scola, ha avuto come tema Tutela e valorizzazione della valle del Simeto. Il laboratorio di progettazione del Patto, nasce da un grande e certosino lavoro fatto da alcune associazioni di Adrano e, a distanza di anni, tale progetto è approdato presso il Ministero dello sviluppo economico tant è che sarà proprio quest ultimo, il referente per la strategia nazionale aree interne. Il laboratorio, inoltre, servirà a catalizzare fondi europei sul territorio attraverso una programmazione strategica complessiva e progetti mirati allo sviluppo di tutta la valle del Simeto. Il convegno tenutosi, ha messo in rilievo le bellezze paesaggistiche e culturali dei territori che si affacciano sulla valle simetina. SEZIONE PATERNÒ Chi sono i ciarlatani del xxi secolo? confronti storici tra credenze nelle pseudomedicine Il 7 Novembre 2014 alle ore nel salone della Biblioteca Comunale G. B. Nicolosi a Paternò si è svolta una importante conferenza sul tema: Chi sono i ciarlatani del XXI secolo? Confronti storici tra credenze nelle pseudo medicine. Relatore della serata Gilberto Corbellini professore ordinario di Storia della Medicina e docente di bioetica alla Sapienza Università di Roma. Dopo i saluti di rito la Presidente introduce il tema trattato : Cosa sono le illusioni, e chiede come possiamo difenderci da quei venditori di illusioni che incontriamo ogni giorno nella nostra vita quotidiana. Corbellini spiega che il nostro cervello non è diverso da quello dei nostri antenati che anche grazie alle credenze e alle illusioni riuscivano a sopravvivere in un ambiente ignoto e ostile. L uomo di oggi, si affida ancora quotidianamente e massicciamente agli illusionisti degli oroscopi, ai guaritori del farmaco salvavita. Per finire con demagoghi e SEZIONE AGRIGENTO ADDIO, MIA BELLA, ADDIO: LE DONNE NELLA GRANDE GUERRA La Fidapa di Agrigento, insieme alle altre Associazioni femminili della città (ANDE e Soroptimist), ha iniziato, il 21 Novembre scorso, le celebrazioni per il centenario della Grande Guerra ricordando il ruolo delle Donne nel conflitto e l importanza che questo ha avuto per l emancipazione femminile. Partendo da un ricco ed inedito repertorio di immagini e lettere appartenenti alla sua famiglia, la prof.ssa Adalgisa Morreale ha fatto rivivere, quasi dal vivo, le fasi salienti e il dramma del periodo, mentre la nostra socia Patrizia Pilato ci ha emozionato con la sua appassionata conversazione dal titolo Tu che hai fatto durante la Grande Guerra, mamma?. Sullo schermo intanto scorreva un video, curato dalla nostra young Antonella Inglima, che mostrava l evoluzione della moda femminile nei primi decenni del secolo scorso. populisti, emblematici rappresentanti degli illusionisti della politica. Questo bisogno dell uomo di certezza nella casualità della vita quotidiana - ha spiegato Corbellini si accentua in momenti di insicurezza economica e sociale come quello odierno. Ecco quindi il proliferare di figure politiche assimilabili ai venditori di illusioni, capaci di creare il messaggio illusionistico che meglio si adatta al carattere della popolazione cui si rivolgono; la comunicazione persuasiva della pseudomedicina caso Di Bella caso Stamina. Come si ci può difendere? Corbellini non ha esitazioni. Una parola sola: più istruzione, più sapere, più cultura scientifica. Numerosi sono stati gli interventi e confronti di alcuni medici partecipanti.

41 SEZIONE ADRANO- BIANCAVILLA La Fidapa a sostegno dei bambini immigrati rimasti soli L 8 Novembre 2014 presso l hotel ristorante Casale dei Greci di Biancavilla, sotto la presidenza della Prof.ssa Enza Bonomo, si è tenuta la serata di apertura dell anno sociale 2014/2015 della Fidapa sezione Adrano-Biancavilla. Il tema centrale della serata ha avuto come slogan il linguaggio del cuore. I relatori, dott/ssa Virginia Giugno, capo gabinetto del Sindaco di Pozzallo, e il Presidente Unicef Prof. Vincenzo Lorefice, hanno illustrato alla folta platea il lavoro che quotidianamente svolgono nel tutelare i bambini svantaggiati senza distinzioni di nazionalità o condizione sociale. In particolare, la dott.ssa Giugno, ha donato la sua commovente testimonianza sulle condizioni in cui versano i bambini immigrati che approdano a Pozzallo senza genitori e il relativo impegno che la stessa offre loro nell accudirli e nel dare una sistemazione in una famiglia che li ami. Mentre il Presidente Unicef ha illustrato l impegno e la tenacia con cui questa organizzazione mondiale, opera per affermare e consolidare i diritti dei bambini. SEZIONE CAPO D ORLANDO Seminari di studi sui Laghetti di Marinello, un ecosistema da salvare. Giornata di studi sulla genesi di una particolare e bellissima parte del nostro territorio I LAGHETTI DI MARINELLO Se è vero che i detti antichi sono grani di saggezza.. possiamo dire che la conoscenza fa scienza.. la sezione FIDAPA di Capo d Orlando ha voluto porre in essere una giornata di studi su questa lingua di terra così speciale che la natura ha voluto regalarci Pianificazione e tutela del territorio Genesi_ Patologie e Rigenerazione Urbana: suggeriamoun modello di sostenibilità il tema della giornata di studi sui Laghetti di Marinello svoltasi a Patti. Il convegno è stato promosso da Paola Sarasso presidente della commissione Ambiente e turismo della sezione FIDAPA di Capo d Orlando. I lavori aperti e coordinati dalla professoressa Rosetta Vitanza, Presidente della FIDAPA di Capo d Orlando, hanno visto i relatori affrontare diversi aspetti della tematica. L urbanista Carmelo Celona ha relazionato su strategie di rigenerazione urbana territoriale, l archeologa Giordana Marletta su Archeologia urbana e Genius Loci, il giologo Fabio Mondello su aspetti naturalistici della Laguna di Marinello. È emerso che l area di Marinello ha un clima particolare tanto da consentire lo sviluppo di specie endemiche che, purtroppo, a causa dell azione sconsiderata dell uomo sono a rischio visto che non si fa abbastanza per salvaguardare queste ricchezze. Sarebbe auspicabile una politica di salvaguardia al fine di conservare le specie tipiche ed uniche esitenti a Marinello. Al convegno è interevnuta la prof.ssalucia Scolaro dell IIS Borghese Faranda di Patti che ha presentato alcuni lavori realizzati dagli studenti sulla tematica La tonnara di San Giorgio e la dott.ssa Angela Pipitò responsabile di Legambiente. In chiusura Girolamo Maiorana, decano dei pescatori del Golfo di Patti ha portato la sua testimonianza e ha relazionato sul tema Esasperato uso della tecnologia e depauperamento delle risorse ittiche: consigli per una pesca sostenibile Una giornata dunquedavvero interessante condivisa con la presidente Ina Di Figlia e alcune socie della sezione di Capizzi che si è conclusa con una visita in loco ai Laghetti arricchita dalle spiegazioni del dott. Mondello sulla fauna e sulla flora della riserva.

42 SEZIONE SCIACCA Vulcani e petrolio : convegno sul tema delle trivellazioni nel Canale di Sicilia Dopo l approvazione del Decreto Sblocca Italia, che prevede la liberalizzazione delle trivellazioni sulla terraferma e in mare, a Sciacca, tra la gente, si è creata molta preoccupazione e apprensione. Per capire meglio la situazione, la Sezione FIDAPA di Sciacca ha organizzato un convegno con qualificati relatori. Era presente il Sindaco Avv. Fabrizio Di Paola, che ha espresso indignazione per questo provvedimento e ha invitato i cittadini a mobilitarsi unitamente all Amministrazione Comunale. L Ing. Mario Di Giovanna, portavoce del Comitato Stoppa la piattaforma, si è soffermato sui risultati raggiunti dal Comitato e su quello che è necessario fare per impedire l assalto al nostro mare. Il Dott. Mimmo Macaluso, ricercatore subacqueo, ha illustrato i gravi rischi che comportano le trivellazioni per l estrazione di petrolio nel nostro tratto di mare. La nostra è una zona altamente sismica a causa della faglia tettonica che esiste nel Canale di Sicilia, responsabile di tanti eventi sismici tra cui il terremoto del Belice del 68. Questo tratto di costa nasconde diversi vulcani attivi, di cui fa parte la Ferdinandea, e vulcani sedimentari, che possono dare origine a disastri come quello che si è verificato il 27 settembre ad Aragona. Per questi motivi, sarebbe rischioso effettuare trivellazioni nei nostri mari che provocherebbero terremoti e maremoti E terribile pensare ha detto la Presidente Luisa Troso che, affacciandosi dalla balconata di Piazza Scandaliato, tra pochi mesi vedremo gigantesche piattaforme petrolifere che trivellano il nostro mare. Un tesoro di biologia marina, con pesci, crostacei, alghe, coralli, cetacei, che andrà distrutto, un mare meraviglioso che verrà inquinato. In una città che vive di pesca, turismo e termalismo sarebbe una vera catastrofe per la nostra economia. Certamente, la Comunità saccense non rimarrà a guardare, ma è decisa a difendere il suo territorio.

43 SEZIONE MOTTA SANT ANASTASIA Note Storiche sulla Prima Guerra Mondiale Una inutile strage tra eroismi e barbarie. Note storiche sulla prima guerra mondiale è il titolo della conferenza organizzata dalla sezione Fidapa di Motta Sant Anastasia, presieduta da Rosa Distefano, per ricordare il centenario dello scoppio del conflitto. Nel saloncino della Biblioteca Comunale, addobbato con il tricolore, le socie e gli amici intervenuti hanno avuto il piacere di ascoltare la Prof.ssa Rosa La Rocca, docente erudita e curiosa, sostenitrice di varie iniziative culturali, la quale, grazie a fotografie dell epoca, ritagli di giornale e musica è riuscita, ricreando l atmosfera dei primi del Novecento, a rendere coinvolgente il non facile racconto della Grande Guerra. L excursus storico che ha delineato le fasi salienti del conflitto, a partire dall attentato di Sarajevo fino ad arrivare all armistizio di Versailles, ha costituito la trama su cui si è sviluppata la trattazione. Cosa ci resta della Prima guerra mondiale? è l interrogativo che si è posto la relatrice. Quattro lunghi anni di barbarie e di eroismi che colpirono e segnarono tutti, uomini al fronte e famiglie a casa. Ma anche sostanziali trasformazioni della società e una rapida maturazione della coscienza collettiva: milioni di uomini divennero consapevoli del loro ruolo sociale e impararono a leggere e a scrivere; milioni di donne, immesse in modo massiccio nella produzione in sostituzione dei loro uomini al fronte, fecero il loro ingresso nel mondo del lavoro acquisendo autonomia e indipendenza economica. Parlare della guerra è doloroso, ma è un occasione per riflettere sull idea di una bandiera come identità ha concluso la Prof.ssa La Rocca, parole incisive che suscitano l amore per la nostra Patria e ci invitano a ricordare tutti gli uomini che con il loro sacrificio hanno contribuito a renderla tale. SEZIONE BRONTE Dislessia e diritto allo studio Il 29 novembre presso la Pinacoteca Nunzio Sciavarrello la sez. di Bronte ha organizzato una tavola rotonda su Dislessia e diritto allo studio, magistralmente presieduta dalla nostra socia Past presidente Prof. Lucia Firrarello. La tematica è stata affrontata in tutte le sue sfaccettature: come si manifesta, come si riconosce, come si affronta, cosa fare dopo che si è fatta diagnosi, cosa devono fare i genitori e gli insegnanti, quali sono gli interventi riabilitativi.

44 SEZIONE TAORMINA "La Giornata della Legalità" Malgrado il tempo non fosse promettente, Domenica 5 Ottobre un nutrito gruppo delle nostre socie si è posizionato in Piazza IX Aprile, dalle ore 10 di mattina fino alle 15,30 con un banchetto pieno di prodotti biologici di Libera Terra ed ha provveduto alla vendita. Dal vino "I cento passi" ai legumi, dalle marmellate ai gadgets la vendita è stata un successo, incontrando la simpatia dei taorminesi ma soprattutto dei tantissimi stranieri presenti sulla piazza che si sono complimentati per l'impegno profuso. Come sempre, la nostra sezione, e il direttivo in particolare, si è dimostrata sensibile ai temi della legalità e alla diffusione della cultura contro le mafie. Nel pomeriggio si è svolto nei locali dell'archivio Storico un interessante incontro con i responsabili di Libera. La Past President Lucia Lo Giudice ha moderato l'incontro e introdotto gli ospiti. All'incontro erano presenti le sezioni di Giardini Naxos, di Santa Teresa di Riva e la consigliera distrettuale Stefania Luppino. Ha spiegato in maniera chiara cosa significa" lotta alla mafia" il coordinatore provinciale di Libera Catania, Giuseppe Strazzulla. Poi la testimonianza di Giovanna Raiti, sorella di Salvatore Raiti, giovanissimo poliziotto ucciso negli anni ottanta in un agguato contro un boss durante un trasferimento dal carcere di Palermo a quello di Favignana, ci riporta agli anni bui. E ci ricorda che soltanto attraverso l'esercizio della memoria tutte le persone morte nello svolgimento delle loro funzioni possono avere giustizia. l'importanza della conoscenza del lavoro svolto dall'associazione Libera, attraverso l'utilizzo delle terre confiscate alla mafia da parte di cooperative giovanili e sociali ci è stato spiegato dai responsabili di Libera, sottolineando l'importanza di fare rete tra le varie associazioni. Grande la soddisfazione da parte di tutte noi di partecipare al cammino verso la legalità e di rendere noto lo sforzo verso il riscatto sociale. SEZIONI NARO LA FULGENTISSIMA PORTO EMPEDOCLE REALMONTE Alimentazione salute e benessere Si è svolta il 24 ottobre 2014 presso il Castello Chiaramonte di Naro la Conferenza su Alimentazione Salute e Benessere, organizzata dalla Sezione Fidapa di Naro La Fulgentissima in collaborazione con la Sezione di Porto Empedocle Realmonte. Durante la conferenza, sono stati trattati i delicati temi relativi alla conoscenza e/o educazione alimentare, strettamente connessi con la sfera psicologica. Dopo i saluti di rito, la Dott.ssa Gera Destro (Presidente della Sezione di Naro) ha presentato e introdotto il relatore, Dott. Massimo Trovato, il quale ha sottolineato la necessità di tenere nella giusta considerazione la diversità del singolo individuo, anche sotto il profilo medicodiagnostico, ai fini di una corretta nutrizione e i rischi ai quali si incorre seguendo diete non confacenti al proprio organismo, sottoponendolo inutilmente a uno stress psico-fisico. L argomento ha suscitato l interesse del pubblico presente in sala, tanto che molte sono state le domande alle quali il relatore ha risposto in modo puntuale e incisivo.

45 FIDAPA BRONTE La società del convivere: un cantiere aperto a tutti Nel contesto dell inaugurazione dell anno sociale 2014/15 il prof. Abramo Emiliano,docente di storia contemporanea e presidente della comunità di Sant Egidio di Catania, ha relazionato su La società del convivere: un cantiere aperto a tutti, un tema di grande attualità che coinvolge tutti e deve farci riflettere perché la società in cui viviamo non è per niente società del convivere. I centri di accoglienza hanno una grande missione da compiere : quella di far capire che il viaggio dei migranti deve essere un vero viaggio di speranza: Bisogna che l indifferenza non crei ulteriore danno a chi è stato provato nel corpo e nell anima e che ci deve essere il rispetto reciproco della dignità della persona umana. Solo cosi l accoglienza e la solidarietà cristiana saranno la bussola del vivere civile della società che diventa società del convivere e della condivisione. SEZIONE MOTTA SANT ANASTASIA LA VALORIZZAZIONE DEL TERRITORIO COME FONTE DI BENESSERE La sezione Fidapa di Motta Sant Anastasia, accogliendo l invito della Presidente Distrettuale Nora Caserta a riscoprire il prezioso patrimonio enogastronomico siciliano, ha organizzato, nella splendida cornice del Castello Normanno, un incontro dal titolo La valorizzazione del territorio come fonte di benessere, fase conclusiva di un ampio progetto che ha visto impegnate le socie nella ricerca e realizzazione di ricette della tradizione mottese. Il Dott. Giosuè Catania, Vicepresidente vicario CIA e il Dr. Giovanni Pappalardo, Presidente Provinciale Coldiretti sono intervenuti sulle produzioni locali di qualità che, collegate ai valori culturali ed ambientali del territorio, possono rappresentare un tesoro da valorizzare e far conoscere anche all estero e hanno sottolineato l importanza di rivalutare un modo di vivere dove il lavoro, il cibo e l ambiente non sono elementi contrapposti e indipendenti, ma convivono armoniosamente. Significative le testimonianze di alcuni giovani che hanno fatto dell agricoltura, da sempre considerato un lavoro duro, difficile e poco gratificante, la propria scelta di vita mediante la realizzazione di attività innovative e creative, consapevoli dell importanza di difendere e trasmettere le peculiarità della nostra cultura e del nostro territorio. A cornice della conferenza, allestita nelle sale del castello, la mostra fotografica Antichi saperi e sapori, che, attraverso le immagini, ha documentato il lavoro di ricerca svolto dalle socie della sezione, un percorso di memoria storica sulle tradizioni gastronomiche tipiche di Motta Sant Anastasia. L evento non vuol essere una manifestazione nostalgica delle nostre origini, ma un invito a Il progetto si propone l obiettivo di valorizzare sul nostro prezioso patrimonio enogastronomico. È evidente la presenza di risorse rurali, agricole, umane, artigianali e turistiche di grande rilievo e di imprenditori che credono nelle proprie capacità. Riconnettere la nostra cucina al lavoro degli agricoltori e dei pastori riscoprendo così una società che non dipenda dal mondo globalizzato che sta soffocando culture e colture.

46 SEZIONE TRAPANI LA POLITICA DELLA BELLEZZA L anno sociale della Sezione Fidapa di Trapani si è aperto con un inno alla bellezza e lo ha fatto a partire dall insolita location scelta dalla Presidente Concetta Mazzola e dalle sue collaboratrici: le sale del Museo Regionale Agostino Pepoli di Trapani. Se poi alla magnificenza del luogo si accompagnano anche le suggestioni regalate da un ospite prestigioso, come nel caso del mecenate Antonio Presti, il mix che ne viene fuori è quello di un incontro felice, di un occasione per fermarsi a riflettere su temi del vivere sociale con leggerezza ma non con superficialità. Parlare di cultura, di arte, di bellezza, di questi tempi non è facile e, forse, lo è ancora meno in una terra come la Sicilia, piagata da una crisi economica sempre più evidente anche nel territorio trapanese e dalla presenza di poteri criminali che sembrano voler succhiare fino al midollo la linfa vitale dell Isola e dei suoi abitanti. Nella sua battaglia culturale, iniziata nel 1982 con la Fiumara d Arte di Tusa, Antonio Presti, con tenacia e determinazione, ha fatto della politica della bellezza la sua missione di vita, come lui stesso ha raccontato nel corso dell incontro con le fidapine e gli ospiti presenti, e prosegue nel suo impegno per regalare bellezza ad una terra, la Sicilia, già meravigliosa di per sé. Una bellezza che trascende l ambito dell estetica e dell arte e che si fa, in definitiva, impegno sociale e civile. Da questa filosofia nascono i progetti nel quartiere satellite di Librino, alla periferia di Catania, del risanamento dell alveo del fiume Oreto a Palermo, dove vorrebbe realizzare un museo di sculture monumentali. Proprio il racconto della sua esperienza catanese, all interno di un quartiere e di contesti certamente complessi e difficili, è stato tra i passaggi più intensi e coinvolgenti della conversazione trapanese di Presti, condotta con apparente levità e con una buona dose di ironia e auto-ironia che fanno di lui un personaggio davvero interessante e in grado di catturare ad ampio raggio l attenzione del pubblico. Il suo messaggio è risultato chiaro: riuscire a legare etica ed estetica è, per lui, il modo migliore per proporre una nuova politica dell'essere, un modo per mettere in crisi mentalità incrostate, per produrre linfa nuova in grado di nutrire un pensiero che si fa azione concreta, cambiamento. E allora la sfida forte è rivolta non solo al mondo dell arte, agli intellettuali, agli artisti, ma a tutta la società, a partire dai giovani, per intraprendere un percorso di impegno politico e sociale. La prova che si può fare ce l abbiamo davanti agli occhi: le opere della Fiumara d Arte, l art hotel Atelier sul mare - un albergo-museo d arte contemporanea unico al mondo a Castel di Tusa la Porta della Bellezza a Librino, tutte opere che testimoniano un idea di bellezza che può essere compresa e, soprattutto, condivisa anche da chi non ha alcuna dimestichezza con l arte. Una bellezza che crea stupore e unità tra i viventi. Come dice Presti quel che serve è un'arte non protagonista di un'estetica dell'apparire ma che si fa azione, che interviene nella vita sociale.

47 SEZIONE RAGUSA Militello, Val di Catania e Vizzini Le Socie Fidapa della Sezione di Ragusa hanno partecipato, numerose, alla gita che si è svolta a Militello Val di Catania e a Vizzini il giorno 12 ottobre La gita ha avuto due momenti importanti: la mattina è stata dedicata alla visita di Militello, ai suoi meravigliosi monumenti come la chiesa madre di S.Nicolò, la Basilica di S.Maria degli Angeli con il dipinto di Filippo Paladini, la chiesa della Madonna della catena e non è mancata una parte turistica con la visita alla sagra del fico d india (stands, sfilata di carri siciliani, ecc.). La seconda parte è stata caratterizzata dalla visita a Vizzini. Con l aiuto di una guida particolarmente esperta e molto vicina al proprio territorio, sono state visitate chiese e monumenti lungo un itinerario verghiano culminato poi con una piccola manifestazione in cui le partecipanti alla gita hanno interpretato delle pieces verghiane per rivivere l atmosfera e la profonda sicilianità del noto Autore. Soddisfazione e compiacimento sono stati espressi da tutti i Partecipanti alla gita.

48 SEZIONE FRANCAVILLA Gangi e Petralia il 9/11/2014 la Fidapa sezione di Francavilla va alla scoperta di Gangi e Petralia Sottana accolte e ospitate da Giuseppina Cigno e Rita Zafonte. SEZIONE FLORIDIA Alla scoperta del parco archeologico di Taormina e Giardini Giorno 26 ottobre c.a. la Sezione di Floridia, nell ambito della Commissione Arte e Cultura, ha svolto una gita ricreativa e culturale, a Taormina e Giardini Naxos. All arrivo a Taormina, siamo state accolte con gioia dalla cara Anne, Presidente della Sezione di Taormina, che si é unita a noi, durante la visita ai siti più belli della Città. Nel pomeriggio, dopo il pranzo in un ristorante dal panorama bellissimo, siamo andate a Giardini per la visita al parco archeologico. Abbiamo trascorso una bella giornata, all insegna dell amicizia e della condivisione, a riprova del grande spirito associativo che ci unisce. SEZIONE CEFALÙ Porto Empedocle La Fidapa Sez. di Cefalù il 19/10/2014, apre l anno sociale con una gita a Porto Empedocle con 79 partecipanti tra soci, amici e parenti. A pochi chilometri da Porto Empedocle troviamo la Cattedrale naturale, composta da gradoni di gesso bianco ocra, conosciuta come Scala dei Turchi, patrimonio naturale dell Unesco. Proseguiamo la visita ed arriviamo in contrada Caos per visitare la casa Museo di Luigi Pirandello drammaturgo, scrittore e poeta, insegnito del premio Nobel per la letteratura nel Questi luoghi sono ripresi più volte nella sua narrativa, avendo un legame particolare, quasi viscerale con la sua terra. La casa natale è solitaria in mezzo alla campagna, circondata da ulivi e querce a strapiombo sul mare. Le sue ceneri sono custodite dentro un urna e giacciono ai piedi del suo amato pino, luogo dove lo scrittore amava scrivere e dipingere. La casa biblioteca è un centro multimediale di documentazione sul drammaturgo siciliano. Continuiamo verso la città di Porto Empedocle e ci fermiamo per gustare i piatti tipici nel locale Salmoriglio. Sulla strada del ritorno attraversiamo la zona di Agrigento ed ammiriamo un altra delle grandi meraviglie siciliane, la Valle dei Templi testimonianza della Magna Grecia e patrimonio mondiale dell Unesco, spettacolo mozzafiato. Arrivo a Cefalù alle ore 19:00, stanchi ma con la mente piena di Cultura.

49

50 SEZIONE GELA Presentazione del Libro di Carlo Barbieri Uno si e uno no è il titolo del terzo libro di Carlo Barbieri, presentato presso la libreria della nostra socia Felicia Randazzo. Carlo Barbieri, scrittore palermitano, alla sua terza esperienza, è autore adottato dalla Fidapa, sezione di Gela che ha avuto il piacere di presentare anche le precedenti opere. Vissuto tra l Italia e l estero vive a Roma, ma torna spesso in Sicilia. La prof. Rita Salvo, nostra socia e responsabile Arte e Cultura, ha gradevolmente conversato con l autore. Brani del libro sono stati letti, in divertente dialetto siciliano, da due studenti del Liceo Classico Eschilo di Gela. I racconti uno in italiano ed uno in dialetto siciliano, alternativamente, trattano diversi argomenti come l emancipazione della donna e l immigrazione visti con gli occhi di chi osserva la vita e fa una riflessione che evidenzia cambiamenti di costumi e modi di vivere con gli occhi di un analfabeta saggio. Piacevolissima serata trascorsa con l autore che nella sua carriera ha ricevuto riconoscimenti come Premio Città di Cattolica, Premio di Letteratura Umoristica Umberto Domina, Premio nazionale Città di Torino, Efesto Citta di Catania.

51 SEZIONE FLORIDIA MALERBA Giorno 23 novembre c. a. la Sezione fidapa di Floridia, assieme alle Associazioni culturali Euros e Syraform e alla Melino Nerella Editore, ha presentato il libro Malerba, edito da Mondadori, dello scrittore e giornalista del TG5 Carmelo Sardo. Lo scrittore ha spiegato agli ospiti intervenuti numerosi all evento, che il libro, vincitore del Premio Leonardo Sciascia, Recalmare 2014, è nato da un suo incontro avvenuto in carcere, con Giuseppe Grassonelli, un killer della mafia agrigentina, che non si è mai pentito, che sconta le sue colpe in prigione, ma che si è laureato in Lettere Moderne, all Università Orientale di Napoli, riscattandosi almeno dal punto di vista intellettuale. Il libro ha riscosso un grande successo, anche perché racconta storie realmente accadute ed è stato tradotto per le librerie di 10 Paesi del mondo, compreso il Giappone. La serata è stata anche l occasione per presentare il libro Happy Hour edito dalla Melino Nerella, che nasce da una idea di Corrada Vinci e Silvio Aparo, con lo scopo di promuovere i Siti Unesco della Sicilia. SEZIONE PARTINICO CAMICETTE BIANCHE- Oltre l 8 Marzo Il 16 Dicembre 2014, la nostra sezione ha presentato il saggio CAMICETTE BIANCHE- Oltre l 8 Marzo di Ester Rizzo, Referente del Distretto Sicilia della Commissione Donne- Pari Opportunità. Il Liceo Scientifico Santi Savarino della nostra città ha voluto condividere con noi questo momento di riflessione ritenendo il testo di grande interesse per gli studenti a cui è stato attribuito un credito. Infatti il volume di Ester Rizzo è un documentato e appassionato racconto dell incendio della fabbrica di camicette Triangle che il 25 Marzo 1911, a New York, provocò 146 vittime di cui 129 donne (24 di origine siciliana) e delle iniziative che ne seguirono nel campo della sicurezza sul lavoro. Ester Rizzo, con tanta pazienza ma con altrettanta determinazione, partendo da alcuni documenti conservati negli archivi di New York, è riuscita a risalire all identità delle donne di origine siciliana (di Licata, Marsala, Casteldaccia, Marineo, Bisacquino, Sambuca di Sicilia, Sciacca, Cerda, Mazara del Vallo, Noto, Cerami, Sperlinga, Palermo, Enna), andando alla ricerca dei loro dati presso i paesi di origine, consultando registri anagrafici e intervistando, ove possibile, i discendenti. Il tutto fatto con un atteggiamento di rispetto e coinvolgimento emotivo e con una lodevole capacità descrittiva. La prima parte del libro provoca una forte angoscia nel leggere quel lungo elenco di donne che, nel fiore degli anni, con la speranza nel cuore sono state annientate in terra lontana, a causa di mancanza di leggi adeguate sulla sicurezza sul posto di lavoro. La seconda parte del volume, invece, con la storia di quelle altre donne, grandi donne, che partendo da una simile tragedia, hanno voluto e saputo dare una svolta al ruolo femminile nei sindacati (siamo agli inizi del 1900!!) ed hanno dato un determinante contributo per l introduzione di leggi volte a migliorare le condizioni dei lavoratori ma sopratutto delle lavoratrici, rappresenta una catarsi del sacrificio umano delle vittime dell incendio della TRIANGLE. Insieme all Autrice ne hanno parlato sapientemente la giornalista del quotidiano La Repubblica Amelia Crisantino e la Prof.ssa Dina Provenzano del Liceo stesso. In esordio il toccante video con immagini originali dell incendio della TRIANGLE, quindi la lettura di alcuni passi significativi da parte delle alunne, in camicetta bianca, intercalata da brevi frasi musicali al pianoforte e gli interventi qualificati delle relatrici hanno reso coinvolgente l incontro.

52 SEZIONE CALASCIBETTA L Assenza L ultima opera dell affermata autrice Alfonsina Campisano Cancemi è stata presentata venerdì 28 novembre 2014,alle ore 17,30, dalla Sezione FIDAPA di Calascibetta, presidente la prof.ssa Angela Riviera, presso l Auditorium del Comune, che ha patrocinato la manifestazione. Brani scelti sono stati recitati dall autrice stessa e dall attrice prof.ssa Francesca Nicosia. Alfonsina Campisano Cancemi, poetessa e drammaturga, è Nata a Catania. Docente di lettere classiche, è residente a Caltagirone. Numerosa e premiatissima la sua produzione di liriche. Pubblica dal 1986 e la sua opera teatrale Liolà di Pirandello ha ottenuto notevole successo di pubblico e di critica ed è stata rappresentata anche in Germania. Tra le ultime produzioni letterarie Schegge e diademi e L Assenza, una raccolta di liriche che, come afferma la prof.ssa Angela Riviera, presidente della sez. FIDAPA di Calascibetta, E un percorso arduo e illuminato, ricco di luci e ombre, che si snoda dal dolore e dall assenza della persona profondamente amata, fino a giungere alla memoria del dolore, non meno forte ed incisiva, bensì ricca di profonda e variegata connotazione spirituale ed umana. SEZIONE CAPIZZI Sicilia esoterica Domenica 26 ottobre si è svolta, presso La Perla di Pancallo, la Cerimonia di apertura dell anno associativo 2014/2015 della sezione FIDAPA di Capizzi, un apertura tenuta a battesimo dalla magistrale presenza della Dott.sa Marinella Fiume. La Presidente l avv. Melinda Calandra ha voluto inaugurane il nuovo anno attraverso un evento culturale quale il convegno dal titolo la Sicilia sconosciuta. Risorse per il rilancio del nostro territorio. Il titolo trae spunto dal libro Sicilia esoterica scritto per l appunto da Marinella Fiume, nostra referente Distrettuale Commissione arte e cultura, che si inserisce in un percorso di valorizzazione della cultura popolare siciliana e del territorio. La serata è stata allietata dalla presenza della Presidente Distrettuale Dott.ssa Eleonora Caserta, dalla Consigliera del Distretto Sicilia Dott.ssa Stefania Luppino, dalle presidenti di sezione: per Cerami Dott.ssa Maria Teresa Caccetta; per Nicosia Prof.ssa Ina Di Figlia; per Santa Teresa Riva Antonella Maimone, dalla segretaria della sezione di Giardini Naxos Dott.ssa Pina Cuneo,ilComandante del Corpo Forestale di Capizzi Fasolo Pietro e il Presidende dell Associazione Culturale San FranescoSarraMinichello Francesco. La Dott.sa Fiume con la sua verve narrativa ha incantato gli ospiti attraverso una proiezione spazio temporale nella Sicilia più arcaica, tessendone le fila con il presente. La spiegazione di miti e leggende, di superstizioni ed evoluzioni ha dato corpo e rivendicazione a molte delle tradizioni popolari largamente condivise e praticate, quasi come fossero un atto di fede, ma di cui non ci chiede mai l origine.il tema dell esoterismo, che l autrice ha ben separato dall occultismo, si intreccia con le antiche tradizioni religiose dell isola arricchendo quella che è la tradizione orale. La presidente Melinda Calandra ha definito l opera come un testo «solo apparentemente semplice e immediato: in realtà è lettura impegnativa, complessa, che disvela molteplici significati via via che la si medita; Sicilia esoterica ha il merito, tra l altro, di consegnare alle giovani generazioni, affinché non ne perdano la memoria, il passato di riti, simboli, luoghi e tradizioni e, insieme, la loro consapevolezza.» Le ricerche storico-filologiche delle fidapine capitine, realizzate in collaborazione con il presidente dell associazione San Francesco, hanno voluto ricreare un filo diretto tra mitologia greca e il proprio territorio attraverso la lettura di tre leggende che vedono come protagonista la città di Capizzi e i suoi antichi fasti. I brani letti hanno acceso l interesse della Dott.sa Fiume che ha soddisfatto alcuni dei quesiti sollevati durante il dibattito. La serata è stata allietata dalla soave voci della Sara Calvo (socia Young della Sezione di Rosolini) accompagnata alla chitarra da Mario Bianco. La serata si è conclusa nell entusiasmo generale dei partecipanti, che affascinati dalla tematica, hanno proposto una successiva collaborazione con la Dott.sa Fiume che darà i suoi frutti in primavera. SEZIONE PATERNÒ ROBERTA BRUZZONE psicologa criminologa ospite della Fidapa Il 30 Ottobre 2014 alle ore presso la Biblioteca Comunale G. B. Nicolosi a Paternò nella suggestiva sala Antica si è svolto l incontro con la Psicologa forense e Criminologa, Roberta Bruzzone che per l occasione ha presentato il suo libro STATE OF FLORIDA VS ENRICO FORTI- Il Grande Abbaglio. La Presidente Marilina Cancelliere dopo i rituali saluti da il benvenuto al numeroso pubblico presente in sala e passa la parola alle autorità civili, militari e Fidapa; rispettivamente al Sindaco Mauro Mangano, al Capitano dei Carabinieri Lorenzo Provenzano e alla Tesoriera del Distretto la nostra socia Maria Ciancitto. A conversare con l ospite è la socia Rosanna Natoli Avvocato Penalista. La Presidente introduce la relatrice. Questi, dopo aver illustrato alcuni dei casi di cui si è occupata, fra cui l omicidio di Sara Scazzi, ha iniziato introducendo il tema della serata, fornendo una breve biografia di Enrico Forti, che da ben 14 anni sta scontando la pena di una sentenza di condanna all ergastolo negli USA, nonché tutti i punti deboli riscontrati sulla scena del crimine, e di come sia certa dell innocenza del Forti. Ha precisato che tutto il lavoro che sta svolgendo in America, per dimostrare l innocenza di Forti è a titolo gratuito e da qui la doppia necessità di pubblicare un libro, la prima è quello di farlo conoscere ulteriormente al pubblico visto che i mass media l hanno dimenticato, l altro di raccogliere fondi per sostenere un processo negli USA. L esposizione intrigante e appassionante cattura l interesse e la curiosità del pubblico stimolando in loro numerosi interventi.

53 SEZIONE CATANIA "La casa del mandorlo" di Lella Seminerio Un amore tenero e profumato come fiori di mandorlo, ma disperato e impossibile, vittima di un orgoglio profondo e di un destino brutale. E' un libro che va letto tutto d'un fiato. L'autrice, scrivendo in maniera fluida e coinvolgente, riesce a far immedesimare il lettore in Mara, la giovane donna protagonista della storia, vivendo insieme a lei passioni, emozioni e sentimenti. Notevole anche la capacità della scrittrice di far rivivere luoghi e tradizioni di una ormai perduta civiltà contadina della vecchia Sicilia. Davvero un bell'esordio. Il romanzo, è una difficile e quasi impossibile storia d amore nella Sicilia degli anni Trenta, tra una ragazzina figlia di un contadino e un ragazzo figlio del Barone di Roccasalva. L'amicizia diventa pian piano amore, ma le distanze sociali tra i due sono talmente grandi che i loro sentimenti sono "costretti" a non incontrarsi. Mara sposa il figlio del fattore, un uomo grezzo e violento; Giovanni, invece, è costretto a sposare una nobildonna dai costumi troppo facili. Di mezzo ci sarà la Seconda Guerra Mondiale e una società agricola destinata al cambiamento. Passano gli anni. Finito è il tempo dei sogni adolescenziali e faticosa è diventata la vita per entrambi i nostri protagonisti. Quelle vite che sembravano destinate a non incontrarsi mai, si incroceranno, un giorno, a Catania, una città nel pieno del boom economico degli anni Settanta, una città in trasformazione ma ancora in bilico tra un passato fortemente maschilista e un futuro di emancipazione femminile. Il romanzo narra la storia d'amore tra Mara e Giovanni, ma narra anche di un mondo in trasformazione e di una condizione della donna che, purtroppo, le vicende di cronaca quotidiana ci dicono che ancora non appartengono del tutto al passato. FIDAPA SCIACCA La circolarità del dono Il 5 dicembre 2014 si è svolto a Sciacca, nella Chiesa di S. Nicola, l evento La circolarità del dono, con la presentazione del libro Camicette bianche di Ester Rizzo, che tratta delle vittime dell incendio della fabbrica Triangle Shirtwaist Company, avvenuto a New York il 25 marzo Molte operaie, avvolte dalle fiamme, si buttarono dalle finestre dell'ottavo e decimo piano, sfracellandosi al suolo, altre bruciarono vive: ben 126 donne quasi tutte giovanissime, quasi tutte emigrate; 38 italiane, di queste 24 siciliane, di cui una di Sciacca. Si chiamava Vincenza Bellotto, un operaia capo appena quindicenne. Oggi la nostra città ritrova un tassello della sua storia ha detto la Presidente, Luisa Troso, che ha anche proposto di far intitolare dalle Istituzioni Comunali, un luogo pubblico a Vincenza, per ricordare questa giovane donna coraggiosa e intraprendente. Durante la serata, si è voluto legare il presente al passato ricordando anche i drammi dei migranti di oggi, in particolare i dieci naufraghi morti nel nostro mare il 3 ottobre 2013 che la città ha accolto nel proprio cimitero. Nell'Oratorio sono stati letti alcuni passi del libro della Rizzo e altri del racconto Amèn Inshallah Shalom, di Pinuccia Corrias,(Lingua Madre 2014), dedicato a questa azione di umana pietà. Al suono dei violini, nella splendida cornice dell'altare, giovani immigrati africani e ragazze saccensi, severe nelle loro "camicette bianche", hanno acceso i ceri in memoria delle vittime ma anche, come ha detto la conduttrice Pinuccia Corrias, come omaggio degli adulti ai giovani che sono il loro orgoglio e la loro speranza. Il dialogo con l autrice, condotto da Pinuccia Corrias, ha permesso di ricostruire il prezioso lavoro di E. Rizzo e di ricordare i "doni" che sono venuti da quelle morti, grazie all'impegno di altre donne americane che si sono battute per migliorare le condizioni lavorative. Durante il convegno, l estemporanea di pittura di Lucia Stefanetti, conclusasi con la mostra di un volto di Vincenza, commentato dalla stessa pittrice.

54 FIDAPA RAGUSA Conoscere insieme il libro su Malala Yousafzai Giovedì, 13 novembre 2014, si è svolto presso l abitazione della Presidente della Sezione Fidapa di Ragusa, un incontro tra le Socie per sviluppare, all interno della Sezione, un dibattito culturale tipico di un caffè letterario in cui si leggono documenti importanti, libri, riviste tecniche per discuterne liberamente. La socia Maria Scrofani ha introdotto e presentato il libro su Malala Yousafzai, che, a soli 15 anni, divenne il simbolo dell'affermazione dei diritti civili, in particolare per il suo impegno a favore dell'istruzione delle donne. La studentessa pakistana, rea semplicemente di voler andare a scuola, fu ferita a colpi d'arma da fuoco il 9 ottobre del 2012 da talebani che fecero irruzione sul pullman che la riportava a casa. Sopravvisse alle gravi ferite alla testa. Il 12 luglio del 2013, in occasione del suo 16.mo compleanno, parlò al Palazzo di Vetro dell'onu a New York lanciando un appello in favore dell'istruzione di tutti i bambini e le bambine del mondo. La socia Marisa Moltisanti ha letto una parte di quel discorso dopo il quale si è svolta una interessantissima discussione che ha toccato molti aspetti della vita moderna evidenziandone differenze e contraddizioni con le culture di altri Paesi, come nelle conoscenze dirette di alcune Socie. Le conclusioni non potevano non riguardare, appunto, l evidenziazione del ruolo della cultura e della conoscenza riportata, tra l altro, anche alle cronache tremende su fatti e misfatti che coinvolgono le donne a tutti i livelli. SEZIONE TERMINI IMERESE Incontro culturale con Simonetta Agnello Hornby Nella suggestiva sala della Pinacoteca del Museo Civico Baldassare Romano di Termini Imerese, la Presidente della sezione Giuseppina Caruana ha aperto l incontro culturale con Simonetta Agnello Hornby. Un attento e interessato pubblico ha ascoltato la scrittrice nella sua coinvolgente esposizione e traendo spunto dai suoi romanzi, ha dato inizio ad un dialogo ricco di argomentazioni. La sezione Fidapa ha voluto dar voce ad una donna impegnata nella cultura, nota in ambito nazionale ed internazionale.

55 FIDAPA COMISO BRICIOLE DI TEMPO raccolta narrativa di Adalgisa Licalzi La stupenda Sala Pietro Palazzo di Comiso con la solennità dei suoi affreschi del 18 secolo, sabato 20 dicembre 2014 è stata teatro di un evento di notevole spessore culturale tutto al femminile. L occasione è stata la presentazione del libro Briciole di tempo, opera di Adalgisa Licalzi, socia della Fidapa di Comiso che, già anni addietro,nominandola socia onoraria, l ha riconosciuta come esempio di donna impegnata, nella vita familiare, nel lavoro, nella società con la sua attività di scrittrice e testimone ironica ed attenta di un passato non troppo lontano. Con parole di sincera stima, la presidente,prof.ssa Francesca Cassarino ha espresso il suo compiacimento di tenere a battesimo questa nuova edizione di un libro che, pubblicato nel 1991 ed ormai da tempo esaurito, si arricchisce in questa II edizione di altri racconti e di scritti occasionali.la presidente ha ricordato come nelle sue pagine la Licalzi abbia saputo intrappolare frammenti di vita passata e, attraverso il ricordo, sia riuscita a consegnarci la rappresentazione di come era la vita del nostro paese appena qualche decennio fa. Le sue narrazioni,dal dato memoriale personale, autobiografico,assurgono ad una dimensione collettiva interpretando e testimoniando sentimenti, pensieri,esperienze comuni alla sua generazione. In Briciole di tempo, in particolare,fatti semplici,quotidiani,momenti di vita paesana,visti con gli occhi della scrittrice ancora bambina diventano testimonianza e documento storico, e in questo intreccio la microstoria diventa storia ed ha sapore di autenticità perché vissuta e raccontata senza retorica,anzi con ironia e leggerezza. Dagli scritti di Adalgisa Licalzi, così come dai suoi versi,viene fuori, non soltanto un affresco di vita paesana, una galleria di personaggi,ma soprattutto il ritratto di un donna della provincia siciliana, di una donna intelligente che in tempi ancora poco favorevoli per la donna trova nella scrittura un occasione per esprimere il proprio mondo interiore. La sua vicenda biografica ci racconta un esistenza come tante, una vita tranquilla divisa tra famiglia, scuola, amicizie di paese,ma che ha avuto come filo conduttore, elemento unificatore un atteggiamento vigile, attento, critico, la volontà di esserci e farsi sentire. Coltivando la passione per lo scrivere,ha assecondato un inclinazione tipicamente femminile perché l arte di raccontare è femminile,in particolare il narrare vicende di vita vissuta, di sé, della propria identità ed unicità. I racconti più significativi della raccolta sono stati attentamente analizzati, con l acume critico che la caratterizza, dalla prof.ssa Maria Rita Schembari, mentre l attrice Lella Lombardo, con la sua sensibilità ha saputo dare ulteriore risalto ai brani. La manifestazione ha riscosso il consenso del pubblico ed ha messo ancora una volta in risalto, qualora ce ne fosse bisogno, quanto brave siano le donne determinate, consapevoli, volitive, tenaci. SEZIONE LICATA Educare alla legalità La Sezione FIDAPA di Licata inaugura l apertura dell anno sociale con un convegno tenutosi presso l Istituto Comprensivo V. Linares, con le prime e seconde classi del liceo classico, giorno 08/11/2014 disquisendo sulla legalità. La tematica è stata affrontata sia da un angolazione giuridica con la relatrice Avv. Giusy Castrogiovanni, che ha letto e argomentato alcuni articoli del codice penale concernenti il concetto di responsabilità civile e penale, sia secondo un ottica pedagogica con la Dott.ssa Vania Romano, la quale ha attuato un feed-back con i ragazzi rendendoli partecipi al dibattito. Pur sembrando così differenti, i due approcci si sono perfettamente integrati fra loro facendo sì che i ragazzi avessero una visione globale dell argomento in questione. Al meeting è intervenuto anche il Preside dell Istituto, il prof. S. Lo Presti, che si è soffermato a far riflettere i presenti su quanti gesti quotidiani a volte si attuano senza tener conto della loro illegalità, sottolineando, altresì, l importanza della denuncia sociale contro le prepotenze e spronando i ragazzi a non cadere nella complicità e nell omertà. La Presidente della Sezione, prof Annita Montana ha fatto presente come oggigiorno le forme di illegalità siano mutate in base anche all attuale tecnologia parlando di cyber bullismo. L intento della Fidapa è quello di promuovere i concetti chiave come quelli della condivisione e del rispetto delle regole, il combattere l indifferenza sociale, spronare gli atteggiamenti che rispettano le regole e premiarli, cercare di far maturare la consapevolezza dell Esser-Ci per far diventare i giovani futuri cittadini capaci di apportare delle risorse positive alla nostra società.

56

57 SEZIONE GELA CONCERTO DI NATALE In collaborazione con i Club Services della città, la Sezione Fidapa di Gela, ha organizzato il tradizionale Concerto di Natale. Nella accogliente atmosfera della Parrocchia di S: Antonio si è esibito il Coro Polifonico Totus Tuus presieduto dal Dott. Giuseppe Leopardi e diretto dal Maestro Mirko Musco. La pianista Rocca Alfieri insieme all intero gruppo polifonico hanno intrattenuto l auditorio con musiche sacre e classiche catturando l attenzione e immergendoci gradevolmente nella sacra atmosfera del Santo Natale. Scambio di auguri tra tutti i presenti per il Santo Natale già trascorso e gli auspici di un sereno Anno Nuovo. SEZIONE PALERMO MONDELLO

58 SEZIONE SALEMI CONCERTO DI NATALE Domenica 28 dicembre 2014 presso il Centro Kim di Salemi Anche per quest`anno il tradizionale Concerto di Natale, come evento di beneficenza, è stato confermato, organizzato dai tre Club: Rotary, Lions e Fidapa. Il Natale è il periodo dell anno in cui la musica è protagonista assoluta: nelle strade, nelle case, nelle chiese Canto e musica sono mezzi che ci conducono alla gioia. La platea ha avuto modo di gustare la gioia che ci è stata donata dal Coro Polifonico Maria SS. di Tagliavia diretto dal maestro Vito Tibaudo, che con la loro disponibilità e bravura hanno permesso la realizzazione di questo concerto con musiche e melodie di ispirazione natalizia, sacra e tradizionale La somma raccolta come beneficenza è stata devoluta per la vaccinazione contro poliomelite e morbillo per i bambini dell Africa e dell America del Sud. SEZIONE RIVIERA DEI CICLOPI CATANIA SCAMBIO DI AUGURI TOMBOLA DI BENEFICENZA E CONCERTO In un clima di solidarietà e di amicizia, nella stupenda cornice della Chiesa della Badia di Sant'Agata, si è svolto il concerto di Natale, organizzato dalla FIDAPA- RIVIERA DEI CICLOPI CATANIA, su proposta della Presidente del club, prof.ssa Isabella Frescura Costa, in collaborazione con la prof.ssa Cynthia Torrisi Di Mauro, segretaria del club e presidente dell'associazione culturale International Societas Artis (ISA). Dopo l'introduzione della Presidente, che ha sottolineato la necessità di riflettere sul messaggio natalizio, sui suoi simboli e sul suo valore, la dott.ssa Nora Pennisi, funzionaria del Museo Diocesano, ha guidato i soci nella visita alla Badia, mostrando gli schizzi autografi del Vaccarini sulla parete della Sacrestia e la bugia dietro l'altare, scoperta il giorno dopo ii restauro. È seguito, quindi, il Concerto dell' Italian Quartet, composto da: I violino Gabriele Bargione, II violino Pierangelo Caviglia, Fagotto Mariangela Romano, Violoncello: Marco Correnti, che è anche l'autore di alcune musiche suonate al concerto, eseguendo musiche di Piazzolla, Anonimo Veneziano, Mozart, dello stesso giovane violinista, chiudendo con un Medley natalizia. Un interpretazione impeccabile degli artisti che hanno fin dall inizio creato un atmosfera di suggestione e di commozione, con un repertorio toccante di brani sia tradizionali che dedicati alle feste natalizie per avvicinarsi a una esclusiva cornice di pubblico, ottenendo un clamoroso successo. Un gruppo di socie fidapine ha poi brindato presso l'enoteca del Caffé del Duomo ; si è conclusa una serata nella finalità di raccogliere fondi per i fratelli bisognosi, nell ottica di fare anche piccole cose con grande amore. Le socie della Fidapa-Riviera dei Ciclopi di Catania si sono nuovamente riunite il 15 Dicembre nell'auditorium del Collegio Sacro Cuore di Gesù di Via Milano, addobbato a festa per la Tombola di beneficenza in favore del progetto del club Diritto allo studio per ragazze meritevoli senza famiglia, che ha consentito alla giovane Deborah Munzone di concludere gli studi con la laurea specialistica in Direzione Aziendale, conseguita lo scorso 3 Dicembre. Una piattaforma di solidarietà per il club Fidapa Riviera dei Ciclopi di Catania che raccoglie numerose iniziative, con un processo di sensibilizzazione verso la cultura del dono, che si concretizza con regolarità nel tempo; il messaggio, la beneficenza non può e non deve essere solo occasionale.

59 SEZIONE CERAMI visita a Gangi in occasione del Presepe Vivente Il 27 dicembre 2014 le fidapine di Cerami hanno partecipato ad uno degli eventi indubbiamente più suggestivi del Natale che la Sicilia ha celebrato : Il Presepe vivente di Gangi da Nazareth a Betlemme. In una straordinaria cornice di stradine e viuzze, nel Borgo più bello d Italia 2014, abbiamo assistito ad un singolare allestimento della natività ricca di animazione che ha rappresentato la vita quotidiana in Palestina al tempo della nascita di Gesù. Un aspetto peculiare di tutto l evento è stato il perfetto equilibrio tra due elementi: la teatralità dell allestimento fatta di costumi, personaggi e scene di indubbia suggestione con la mestizia unita ad una profonda religiosità e fede che ha tenuto uniti tutti i partecipanti in un bellissimo viaggio indietro nel tempo e lungo le stradine del borgo. Di rara suggestione e molto emozionante e ricco di fede è stato il momento iniziale con l Annunciazione celebrata all interno della Chiesa, alla quale è seguito un altro bellissimo momento: i Magi che vagano alla ricerca della stella cometa. Lo slargo con i viandanti, le cartomanti e i banchi di vendita, che è stato allestito dal gruppo FIDAPA di Gangi, ha lasciato senza parole, una perfetta trasposizione della realtà tale da ingenerare in tutti noi il dubbio su dove ci trovassimo veramente. E stato un momento di immenso coinvolgimento guidato dalla fede e dalle conoscenze storiche e religiose che ognuno di noi. E stata rievocata la nascita di Gesù ma in un contesto fortemente influenzato dalla presenza militare della Roma imperiale. Un esperienza davvero unica che speriamo poter ripetere nel natale Ringraziamo la FIDAPA di Gangi per averci ospitato tra le stradine del borgo e le formuliamo i nostri complimenti per la loro bellissima cittadina esempio di proficuo lavoro di promozione turistica dal quale molti paesi limitrofi dovrebbero trarne spunto. SEZIONE RAVANUSA CAMPOBELLO DI LICATA Mercatino natalizio La F.I.D.A.P.A. Sez. Ravanusa Campobello di Licata ha contribuito unitamente con l Associazione Gruppo Scout di Campobello di Licata e l Associazione Mediterranea Art, all organizzazione dei mercatini natalizi inaugurati il 6 Dicembre 2014 presso la Piazza Tien An Men di Campobello di Licata. La manifestazione denominata Viaggiando nel Natale, patrocinata dal comune di Campobello di Licata, ha scopi prevalentemente benefici. La Sezione nel proprio stand ha offerto doni e biscotti natalizi il cui ricavato sarà devoluto in beneficienza per un adozione a distanza. All evento hanno preso parte tante associazioni di volontariato. Le giornate sono state allietate da musiche tipicamente natalizie e dagli zampognari oltre che da tanti giochi e attività per bambini. Inoltre, ha preso parte alla manifestazione il gruppo di artigianato femminile LE CREATIVE, che ha potuto far conoscere, apprezzare e vendere i loro prodotti artigianali SEZIONE TERMINI IMERESE Insieme per Natale Giovedi 18 Dicembre 2014, alla presenza della Past President Nazionale Giuseppina Seidita, si è svolta nella Sezione di Termini Imerese, come da tradizione, la serata degli Auguri di Natale, con annessa raccolta fondi per la beneficenza. Le socie, accompagnate dai gentili consorti, hanno partecipato con gioia.

60 SEZIONE PATERNÒ AD UN PASSO DAL CUORE UNA SPERANZA PER CHAARIA Il 14 Dicembre 2014 alle ore presso il Ristorante Il Pozzo di Catania ci siamo riuniti con tutte le socie e i loro consorti per il tradizionale Scambio di Auguri di Natale. La Presidente Marilina Cancelliere e la Tesoriera del Distretto Maria Ciancitto danno il loro saluto ed esprimono i loro più vivi Auguri. Nell occasione a lanciare un messaggio augurale di vera vita, di vera solidarietà e di vero amore attraverso la sua testimonianza è il Prof. Dott. Salvatore Costa Membro dell Associazione Volontari Mission Hospital Cottolengo Chaaria. Con il lavoro umile e nascosto assieme ai volontari missionari, ha vissuto la sua meravigliosa esperienza a Chaaria, in una zona rurale poverissima, in Africa nel Kenya nelle corsie di ospedale, dove vengono accolti e curati tutti i poveri e gli ammalati. Chaaria rappresenta l'unico punto di riferimento per gli ultimi, coloro che mai si potrebbero permettere di farsi curare in un paese dove la sanita' pubblica è a pagamento. Ai pazienti vengono offerti servizi di Medicina Interna, Riabilitazione- Fisioterapia e soprattutto di Chirurgia Generale, dove gli interventi sono diventati più impegnativi oltre che numerosi ed un programma di prevenzione, diagnosi SEZIONE CALASCIBETTA dell AIDS e delle malattie sessualmente trasmesse, di vaccinazioni per i bambini e per le donne in gravidanza. Inoltre, al Cottolengo Center si trova una casa per l assistenza ai disabili chiamati buoni figli. Il Dott. Costa elogia il direttore della struttura Fratel Beppe Gaido, medico infettivologo, specializzato in malattie tropicali che ha scritto un libro Ad un passo dal cuore l emozionante diario di un medico che lotta ogni giorno per ridare speranza a Chaaria, di cui tutto il ricavato dei diritti d autore sarà completamente devoluto a favore della costruzione della nuova maternità di Chaaria. E stato emozionante vedere attraverso l album fotografico i volti e le sofferenze di quella popolazione flagellata dalla povertà, dalla malnutrizione e dalle malattie. Il cammino percorso negli anni, da numerose e motivate persone che hanno svolto attività di volontariato hanno dato un segno tangibile di speranza e di solidarietà a questa gente. SEZIONE LICATA CONCERTO di Esmeralda Greco La FIDAPA sez. di Licata ha sponsorizzato il Concerto Policorale Come le viole tenutosi ad inizio anno presso la chiesa del Carmine a Licata. L evento presentato da L. Caci ha visto il susseguirsi delle magistrali esecuzioni della Schola Cantorum M.V. Majorana di Licata diretta dal maestro M. G. Torregrossa, della Polifonica Luigi Cherubini di Licata, del Coro Polifonico Uniti in Cristo di Palma di Montechiaro, del Pueri et Juvens voci bianche di Don Bosco di Naro. Nel corso della serata sono intervenuti l attore Ireneo Moscato e il soprano F. Faldetta accompagnata dalla pianista S. Scinaldi. SEZIONE LICATA LA GIORNATA DEL DONO Nel mese di dicembre la nostra sez. di Licata della FIDAPA ha partecipato assieme alle altre associazioni: A.I.D.O., Cittadinanzattiva, UNAC, CIF,CAV, Procivis, Angeli per la vita, Benemerite, Oratorio Sabuci, ANC Licata, Oasi Nostra Signora di Fatima all evento Un dono per un sorriso che ha avuto luogo nel nostro paese presso la piazza S. Angelo. La sez., conoscendo la realtà del nostro territorio, ha donato alla Chiesa Sabuci degli indumenti per neonati

61 SEZIONE FRANCAVILLA DI SICILIA Natale all insegna dell arte e della solidarietà sociale con la Fidapa di Francavilla La locale sezione del sodalizio femminile ha allestito la consueta rassegna dei presepi ed una tombolata con pizza, abbinando ad entrambe delle iniziative di beneficenza. Al concorso sulle migliori rappresentazioni della Natività si sono fatti onore i partecipanti del vicino Comune di Castiglione di Sicilia. L ormai canonico appuntamento con la Rassegna del Presepe Artistico organizzata dalla sezione francavillese dell associazione femminile F.I.D.A.P.A. acquista di anno in anno sempre maggiore rilevanza ultralocale. Alla recente diciassettesima edizione di tale mostra-concorso hanno, infatti, partecipato presepisti ed istituti scolastici dei vari Comuni della Valle dell Alcantara nonché di Messina e Giardini Naxos. Ed a fare incetta di premi sono stati i concorrenti del Comune etneo di Castiglione di Sicilia, con il primo piazzamento assegnato al presepe dei fratelli Salvatore ed Enzo Verduci (i quali hanno ambientato la scena della Natività nel caratteristico antico contesto del loro paese di provenienza) ed il terzo conquistato da Franco Chiara (artefice di un originale Notte Santa dislocata lungo gli arnesi domestici del passato, come tegami, macinini e mestoli). Al secondo posto si è, invece, piazzata Mariella Tornatore, giovane signora di Francavilla di Sicilia i cui raffinatissimi e significativi presepi, in grado di conciliare il più autentico messaggio evangelico con le più innovative forme espressive dell arte contemporanea, sono ormai da anni apprezzati a livello nazionale. A decretare i vincitori dell appena trascorsa edizione della Rassegna del Presepe Artistico della Fidapa di Francavilla sono state le preferenze espresse dai visitatori che, durante le settimane natalizie, hanno potuto visionare le oltre venti opere in concorso presso le sale di Palazzo Cagnone, dove la sera di martedì scorso, 6 gennaio, ha anche avuto luogo la cerimonia di premiazione dei presepisti. All evento hanno presenziato la consigliera distrettuale della Fidapa, Stefania Luppino, e la responsabile nazionale della Commissione Donne Pari Opportunità, Lucia Chisari. La proclamazione dei premiati è stata preceduta da un applauditissimo recital del medico e musicista acese Gesuele Sciacca il quale, accompagnato da un affiatatissimo quartetto di professionisti delle sette note, ha proposto le sue delicate e coinvolgenti riscritture nella forma di canzone degli immortali capolavori della poesia di tutti i tempi. A fare gli onori di casa, ovviamente, l attuale presidente della sezione Fidapa di Francavilla di Sicilia, ossia Rosaria Buemi, la quale si è dichiarata più che soddisfatta delle recenti iniziative natalizie messe in campo dal sodalizio da lei guidato. «Oltre a questa riuscitissima edizione della Rassegna del Presepe Artistico ha sottolineato la dottoressa Buemi abbiamo anche organizzato, presso il ritrovo Il Quadrifoglio Blu, una tombolata con pizza che, grazie ai suoi quaranta partecipanti ed ai premi generosamente offerti dai nostri concittadini operatori economici, ci ha consentito di raccogliere quattrocentocinquanta euro, che destineremo per metà all organizzazione per i diritti umani Emergency e per metà all acquisto di libri per l Istituto Scolastico Comprensivo di Francavilla. Alla Caritas, inoltre, consegneremo il ricavato del sorteggio effettuato in occasione della serata di premiazione dei presepi. La sottoscritta e le amiche dirigenti e socie della sezione Fidapa che mi onoro di rappresentare siamo, dunque, particolarmente orgogliose di aver proposto alla nostra comunità un Natale all insegna dell arte e della solidarietà sociale». SEZIONE CEFALÙ Missa Brevis In data 22 dicembre 2014 alle ore 20 la FIDAPA BPW- Italy Sezione di Cefalù insieme al Centro di Cultura Polis Kephaloidion e all'associazione Siciliana Musica per l'uomo e il coro di Maria Elisa Di Fatta ha organizzato il concerto di Natale "Missa Brevis ", nella Basilica Cattedrale di Cefalù, sono intervenuti tutti i rappresentanti delle associazioni locali, e grande è stata la partecipazione della cittadinanza. I presenti sono stati allietati dal Coro, Maria Elisa di Fatta diretto da M Ildebrando D'angelo e dal Orchestra di fiati V.M. Pintorno Direttore M Andrea Cangelosi. Il 14 Dicembre 2014 presso i locali della "Villa dei Melograni " a Cefalù la FIDAPA BPW- Italy sezione di Cefalù si è riunita per lo scambio degli Auguri di Natale. Hanno partecipato tutte le socie con grande entusiasmo, gradita la partecipazione del Sindaco, dell'assessore alla cultura e di un rappresentante dell'associazione LIONS. La presidente Margherita Neri ha dato il benvenuto a tutti i presenti ed ha presentato 3 nuove socie, Rosanna De Gaetani, Alessandra Santoro, Anna Di Fatta.

62 SEZIONE TRAPANI LA NATIVITA TRA ARTE E TEOLOGIA Accolte dalla suggestiva atmosfera natalizia sapientemente ricreata con competenza ed impegno dalle nostre Cerimoniere, le Socie Fidapine di Trapani si sono incontrate nella sala del Giardino Eden per il consueto scambio degli auguri. Un augurio particolare, quest anno, quasi un abbraccio di Pace e Speranza che ridia il calore di una emozione positiva, di un progetto di convivenza per tutta l umanità svilita dalla sfiducia del futuro. Il discorso della Presidente, prof.ssa Concetta Mazzola, come una accorata denuncia sull incapacità dell uomo di dirigere il suo Amore ed il suo Intelletto per il bene dei suoi simili, pone l accento su come il Natale dovrebbe agire catarticamente sul nostro spirito, dissipando le angosce delle depressioni e le controversie degli egoismi. Il Presepe, con il miracolo della Nascita e la Benevolenza della Famiglia, diventa il simbolo di un rinnovamento sempieterno del nostro animo; e sul Presepe, o meglio sui presepi artistici della Tradizione Trapanese, verte la relazione dell Arch. Luigi Biondo, Direttore del Museo Pepoli. Il simbolismo presepiale nell arte è stato ripreso da Monsignor Liborio Palmeri, delegato vescovile alla Cultura, per un dotto commento sulle immagini della Natività. Per l umiltà intelligente dell uomo oltre che per la rappresentatività del ruolo, graditissimo ed inaspettato ospite è stata Sua Eccellenza Vescovo di Trapani Mons. Pietro Maria Fragnelli che, senza il rigore di alcun distacco dottrinale, ha augurato alle signore presenti di accogliere e vivere con consapevolezza l importanza del loro genere : essere donna attiva il concetto della centralità della vita, determina un alternanza critica di riferimento all autorità ed alla forza dell uomo, trasmette con l Amore la memoria dell essere. Affettuosamente presenti La past Presidente Nazionale Giuseppina Seidita e la Vice Presidente distrettuale Rosa Maria La Scola la consigliera de Distretto Caterina Mistretta.

63 SEZIONE PARTANNA Venerdì 28 novembre 2014, le Socie della Sezione FIDAPA di Partanna presso la sede della stessa, sita in via Don Luigi Sturzo, hanno festeggiato l inizio del nuovo Anno Sociale La serata si è svolta all insegna della progettazione delle attività che verranno svolte durante il corso dell anno, della convivialità e dello scambio di idee tra le socie che con entusiasmo si apprestano ad affrontare il nuovo anno. Le Socie coadiuvate dalla Loro Presidente, Annamaria Clemenza, hanno programmato alcune attività che si svolgeranno a breve ed a lungo termine durante il corso dell anno sociale. Tra le attività in programma: il Convegno del 25 gennaio 2015 con la compartecipazione delle 10 Sezioni della provincia di Trapani, sul Tema Internazionale Making a difference through Leadership and Action (Fare la differenza attraverso la leadership e l azione) che sarà curato dalla Past President Sebastiana Ciarcià; un Convegno a gennaio 2015 in collaborazione con lo staff di Villa Eleonora di Castelvetrano per trattare la tematica dell osteoporosi: prevenzione, cure e rimedi; il Convegno del 22 febbraio 2015 con la compartecipazione delle 10 Sezioni della provincia di Trapani sul Tema Nazionale Ruolo e finalità delle Associazioni Femminili in una società in rapida e continua evoluzione. La tematica approfondita riguarderà: Sicilia, da periferia dell Europa ad Euroregione del Mediterraneo curato dalla Vice Presidente Anna Maria Napoli ; Marzo 2015 Caltanissetta: Convegno organizzato dalla Responsabile Distrettuale Commissione Young dal titolo Le young e la società di oggi: qual è il ruolo della Fidapa? in collaborazione con tutte le Young del Distretto Sicilia. Tavola rotonda con varie figure: politologo, psicologo, counseling, per affrontare insieme ai giovani i problemi che li riguardano. A conclusione del Convegno: Dai un calcio alla violenza partita di calcio con le Young, a scopo benefico. L attività sarà coordinata dalla Socia Youg Mimma Amari; il convegno di maggio 2015 organizzato con la compartecipazione delle 10 Sezioni della Provincia di Trapani dal titolo Trame Mediterranee, un file rouge tra luoghi storia e tradizioni, con la collaborazione della Commissione Agricoltura, Ambiente e Turismo, Arte e Cultura, con visita al sito Unesco di Erice. E per ultimo, ma non in ordine di importanza, il tema affrontato è stato quello dei festeggiamenti per la celebrazione del decennale della nascita della Sezione che ricorrerà in data 26 Aprile Nonostante la data per celebrare l importante ricorrenza non è ancora stata stabilita, tante sono le idee, i progetti, la voglia di creare un evento significativo che coinvolga non soltanto le Socie ma tutta l opinione pubblica per sensibilizzarla alle attività ed agli scopi della Federazione. Un ruolo di primo piano avranno nella realizzazione dell evento tutte le presidenti che si sono succedute nel corso dei dieci anni: Graziella Pino, Graziella Mendolia, Katia Leo, Sebastiana Ciarcià ed Annamaria Clemenza che in qualità di Presidente pro tempore per l anno Sociale in corso coordinerà le attività. Durante il corso della serata è stato ufficializzato l ingresso di una nuova socia, Antonella Mendolia che è stata accolta con grande piacere da tutta l assemblea delle socie. È giunto a tutta l assemblea in occasione dell inaugurazione, il messaggio della Presidente del Distretto Sicilia Eleonora Caserta. Non vogliamo, però, svelarvi tutto in questa sede ma cercheremo di sorprendervi e darvi conferma che il nostro è un gruppo di donne coeso che porta avanti degli ideali, impegnato in iniziative ed attività tutte di elevato spessore culturale, etico e sociale. Sempre con lo stesso entusiasmo e con immutato impegno ci prefiggiamo di portare a termine tutti i progetti programmati; di continuare a interagire con le Istituzioni e con le altre Associazioni presenti sul territorio; di pubblicizzare al massimo le nostre attività affinché le nostre azioni abbiano una ricaduta sul territorio.

64 Gemellaggio SEZIONI GANGI E DI ENNA Il 19/10/2014 la sezione Fidapa di Gangi ha inaugurato l inizio dell anno sociale gemellandosi con la sezione Fidapa di Enna. Con il gemellaggio le rispettive presidenti Giuseppina Cigno e Anna Dongarrà hanno stipulato un patto di reciproca amicizia, di mutua cooperazione per un confronto di idee, uno scambio di esperienze e un progetto di attività congiunte al fine di: - rafforzare i vincoli di conoscenza, solidarietà e amicizia; - aumentare l efficacia della loro azione per raggiungere obiettivi comuni; - promuovere e realizzare iniziative idonee a eliminare ogni forma di discriminazione e di violenza contro le donne, per costruire una società più giusta e pacifica. Questa è la prima esperienza di gemellaggio per la sez. di Gangi afferma la Presidente Giuseppina Cigno. L abbiamo definita, all unisono, un esperienza meravigliosa, positiva e costruttiva: con questo gemellaggio abbiamo stipulato un patto di amicizia, volano per una proficua collaborazione e condivisione di intenti! Voglio ringraziare, per essere state presenti, la Presidente Distrettuale Nora Caserta, la Vice Presidente Rosa Maria La Scola, la Segretaria Cettina Corallo, la Tesoriera Maria Ciancitto, la past Presidente Cettina Oliveri. Un grazie di cuore alle Consigliere Silvana Randone e Stefania Luppino, alle Fidapine di Gangi e, per ultima ma non ultima, la sezione di Enna per la calorosissima accoglienza e per l affettuosità riservataci. Un grazie ancora alla CITTA DI ENNA!!! SEZIONE FIUMEFREDDO DI SICILIA Il 12 Dicembre 2014 la sezione Fidapa Fiumefreddo Sicilia ha inaugurato il nuovo anno sociale presso il Resort park Ore Felici a Portosalvo Nunziata Mascali (CT). La presidente di sezione Gabriella Correnti, dopo i saluti di rito, ha esposto il programma, ricco di contenuti di spessore sociale e culturale. La manifestazione si basa sul tema distrettuale Sicilia-Cinema = Cultura Riscoprire la storia, le tradizioni, le bellezze paesaggistiche che hanno dato vita a produzioni nazionali e internazionali, rivivere testi letterari e avvenimenti che hanno ispirato tanti capolavori. E stato istituito un concorso per cortometraggi Fidapa FILM Donne tra realtà, storia e mito, rivolto ai ragazzi delle scuole limitrofe. Al vincitore sarà assegnato un premio di 200 euro in denaro. La premiazione avverrà nel mese di Maggio c.a.; il cortometraggio vincitore sarà proiettato in occasione della nota manifestazione Corti in Cortile Short Film Festival a Catania. La serata è entrata nel vivo del tema, con l interpretazione di Agata Musumeci, che ha cantato Smile, colonna sonora del film La vita è bella, Oscar del 1997,di Roberto Benigni, musiche di Nicola Piovani. La Prof.ssa M. Fiume, referente Commissione Arte e Cultura del Distretto Sicilia ha illustrato l evoluzione del cinema dalle origini fino ai giorni nostri, evidenziando come il nostro territorio è stato sempre all avanguardia nell arte e nella cultura. Intervenuti gli ospiti, esperti nel settore dei cortometraggi: - Davide Catalano regista e Presidente di Corti in Cortile,ha illustrato la sua manifestazione e le sue origini ; - Mario Cosentino regista, ha descritto quali sono le difficoltà per realizzare un cortometraggio. Proiettati: - Il vecchio mare di Davide Catalano; Capolinea di Mario Cosentino; Salvatore di Fabrizio e Bruno Urso. Seguiti i ringraziamenti della presidente del distretto Sicilia Nora Caserta. Al termine un rinfresco, offerto dalle socie.

65 SEZIONE ALCAMO ARTE CULTURA: CROMOSOMATICHE Apertura anno sociale , giorno 13 ottobre 2014 la Fidapa sezione di Alcamo si è pregiata di inaugurare lo spazio espositivo del Complesso del Collegio dei Gesuiti sito in Piazza Ciullo Alcamo. Madrina d onore la nostra Presidente Ins. Maria Angela Castellino cha alla presenza di numerose autorità civili e militari ha tagliato il nastro tricolore del maestoso complesso architettonico dando colore con la mostra di pittura CROMOSOMATICHE del Maestro Architetto Giusto Bonanno.

66 SEZIONE MESSINA

67

68

69 SEZIONE CALTANISSETTA 40 anni di amore per la F I D A P A Noi fidapine siamo state abituate a condividere sentimenti, idee, aspettative, valori ed anche qualche frustrazione per ciò che non siamo riuscite a realizzare. Ma sono sempre state presenti nella nostra sezione molte socie che hanno portato avanti azioni positive per migliorare la vita delle donne, sostenerle durante il lavoro, le difficoltà familiari. Negi anni si sono tenute aggiornate le socie sugli obiettivi raggiunti sia a livello nazionale che internazionale, anche per rafforzare lo spirito e l orgoglio di appartenenza. Nella rilettura degli articoli delle riviste scritte e pubblicate dalla sezione di Caltanissetta, sin dal 1975, si possono ripercorrere le tappe delle attività svolte, prettamente culturali, quali la storia delle nostre origini, le tradizioni, gli usi, i costumi e delle tematiche affrontate ancora valide nella società odierna sempre in evoluzione, anche se più sofferente. Molti traguardi sono stati raggiunti, ma numerose sono ancora le tematiche non risolte e gli obiettivi da perseguire. Dobbiamo essere unite per contrastare la violenza contro le donne, sia essa fisica che morale; sollecitare la partecipazione più attiva negli organi di amministrazione locale, la rappresentazione giovanile nei comitati di presidenza, a tutti i livelli. Prossimo obiettivo, maggiore diffusione a livello locale della legge N. 38 del 2010 sulla terapia del dolore, con particolare riferimento al parto indolore nei livelli essenziali di assistenza (LEA). Le studentesse e gli studenti delle scuole medie inferiori e superiori devono essere più informati perché debbono prendere coscienza dei loro doveri ma anche dei diritti; conoscere per formare delle idee che porteranno ad azioni positive nel rispetto dei valori di ogni persona, di entrambi i generi. Le donne debbono sapere che possono avere un ruolo importante nella soluzione della crisi attuale che non è solo economica. Donne, madri e lavoratrici devono sostenersi reciprocamente perché insieme sono una forza. Ben venga la vita associativa, la forza che è la nostra Federazione FIDAPA BPW Italy. Un pensiero affettuoso a quelle amiche che non sono più con noi. Nel loro lavoro in FIDAPA si perpetua il loro ricordo. FIDAPA GIARRE- RIPOSTO Questo nostro amore anni Tema della serata:''la nostra storia''cultura, tradizione e risorse. Potenziali veicoli per una rinnovata crescita sociale e politica. Nella splendida cornice de I giardini di Villa Fago di Santa. Venerina, si é svolta la cerimonia del Ventennale della sezione Fidapa di Giarre- Riposto. Erano presenti la Presidente Nazionale Fidapa B.P.W. Dott.essa Anna Di Domenico Lamarca,, la Presidente Distretto Sicilia Dott.essa Eleonora Caserta, autorità Fidapa, il Senatore Dott. Giuseppe Pagano, la Dott.essa Alessandra Bonaccorsi, Direttrice magazine Sicilia e Donna. Madrina della serata la splendida attrice catanese Manuela Ventura, interprete di Teresa Strano in ''Questo nostro amore...anni'70'', fiction di successo trasmessa da Rai 1.Per la sua straordinaria professionalità e per il su amore per la nostra Sicilia e la sue tradizioni è stata assegnato a Manuela Ventura il Premio Fidapa Sicilia e Donna. Apprezzati gli interventi della Prof.essa Anna Castiglione Garozzo, del musicista catanese Giorgio Maltese,studioso antichi strumenti siciliani, della scrittrice Natasha Puglisi, delle socie artiste Sciuto Romualda e MariaPrivitera.. Dopo il momento dedicato alla Past Presidenti che si sono succedute in questi vent'anni, la cerimonia si é conclusa con il conviviale nel rispetto delle tradizioni enogastronomiche siciliane.

70 SEZIONE DI GELA Buon compleanno Fidapa di Gela. Grande festa al De Susino Resort per ricordare e ripercorrere i vent anni della Fidapa attraverso il racconto delle sue Presidenti. Venti candeline spente con grande emozione e commozione nella bellissima sala, addobbata in piena atmosfera natalizia, alla presenza del Direttivo Distrettuale al completo, delle Presidenti delle sezioni vicine, del Sindaco e dell Assessore alla P.I. del Comune di Gela e delle dieci Presidenti che si sono succedute nel ventennio. Vogliamo elencarle tutte perché con il loro impegno nel territorio e collaborando con le Istituzioni hanno contribuito a dare lustro alla nostra sezione e fanno parte della sua storia. Sono, in ordine cronologico : Lina Grasso Altamore, Concetta Battaglia, Chiarina Romano Roveccio, Pina Arces Giordano, Enza Tardino Bartolozzi, Mariuccia Miccichè Lo Curto, Pinuccia Purpura Morgana, Angela Scandura Mirabile, Carmela Condello Città, Angela Incardona, Sbirziola. Nel corso della cerimonia, alla presenza della Presidente Distrettuale Nora Caserta, è stato proiettato un dvd che ha ripercorso le tappe del cammino della Fidapa nella città. Ai presenti è stato donato un libro che costituisce la memoria storica dei venti anni di presenza dell Associazione a Gela. Dalla Presidente in carica Angela Incardona Sbirziola è stato fatto un bilancio delle attivià del ventennio nel territorio e del contributo che ogni presidente, con le sue caratteristiche peculiari, ha dato spendendosi per promuovere tematiche culturali ambientali e sociali con grande impegno ed entusiasmo. Particolare attenzione è sempre stata data ai soggetti più deboli ed alle donne e alla lotta per promuovere una EFFETTIVA parità di genere. L impegno di tutte le socie è di continuare a collaborare con le Istituzioni e sensibilizzare le giovani generazioni inculcando loro il seme dei valori che renderanno migliore la nostra società. Serata e atmosfera indimenticabili di emozioni e ricordi.

71

72 SEZIONE GELA PREVENZIONE DEI TUMORI FEMMINILI Giorno 14 novembre, presso l Aula Magna del Liceo Classico Eschilo, si è tenuto un interessante Convegno sulla prevenzione dei tumori femminili rivolto agli alunni delle ultime classi degli Istituti Superiori. Hanno relazionato il dott. Di Martino Giuseppe, primario di senologia presso l Ospedale V: Emanuele di Gela, la dott. Emanuela Bartoli, ginecologa, e la dott.ssa Elisabetta Pasqualetto, psicologa a psicoterapeuta, entrambe nostre socie. Il dott. Di Martino ha sottolineato l importanza della diagnostica di ultima generazione che consente di evidenziare neo formazioni anche di piccolissime dimensioni e della necessaria attenzione che ciascuno di noi deve rivolgere al proprio corpo. Ha illustrato le ultime scoperte scientifiche ed ha parlato della istituzione a Gela della Breast Unit, l Unità Integrata che consentirà ai cittadini gelesi di curarsi totalmente a Gela evitando le trasferte fuori sede. La dott.ssa Bartoli, con l aiuto di supporti informatici, ha parlato dell apparato genitale femminile; dell ignoranza diffusa da parte di maschi e femmine sul rischio delle malattie trasmettibili sessualmente, sulla necessità delle opportune precauzioni da adottare e ha sensibilizzato le ragazze sull utilità del vaccino per la prevenzione del papilloma virus. La dott.ssa Pasqualetto ha evidenziato il cancro fa paura perché c è poca conoscenza in merito e quindi subentra l immaginario collettivo. La Presidente Fidapa Angela Incardona dichiara che il suo pensiero va ancora oggi ai ragazzi. Informare conoscere e sapere sono gli elementi fondamentali per riuscire ad affrontare ogni tipo di problema, sostenendo la prevenzione a tutti i livelli

73 SEZIONE PALMA DI MONTECHIARO Un successo... «A cuore aperto» I coniugi Giuseppe Ruvolo e Margherita La Rocca sono stati i protagonisti della conferenza "A cuore aperto", organizzata il 31 ottobre 2014 dalla sezione di Palma di Montechiaro della Fidapa, svoltasi al Palazzo ducale. I due, che da anni svolgono una generosa azione per l'assistenza sanitaria alle popolazioni del Terzo mondo, hanno polarizzato l'attenzione per avere esposto le loro esperienze professionali. Come è noto, Ruvolo è tra i più affermati cardiochirurghi italiani e la sua relazione su "Rivascolarizzazione miocardica" ha interessato diversi addetti ai lavori. Il cardiochirurgo si è soffermato sulla messa a punto di metodiche che rendono più sicura, efficace e definitiva la chirurgia delle coronarie, di riparazione delle valvole cardiache e dell'aorta. Interventi che - ha preannunciato il professionista - potrà eseguire anche al policlinico Tor Vergata di Roma, dove opererà in "prestito" dall'unità operativa di Cardiochirurgia dell'azienda ospedaliera del Policlinico "Paolo Giaccone di Palermo" di cui è primario. Al termine dell'intervento il cardiochirurgo è stato calorosamente salutato da alcuni pazienti palmesi, tra i quali don Alberto Inguanta. Particolarmente, apprezzato è stato inoltre l'intervento di Margherita La Rocca, moglie di Giovanni Ruvolo, che ha fatto conoscere all'uditorio, come psicologa e come appartenente al movimento "Cristiani nel mondo", l'azione di volontariato che riesce a svolgere in paesi del Terzo mondo tra cui la Tanzania, con il progetto "un cuore per Ipologo", molto importante e fondamentale per la prevenzione cardiovascolare in adulti e bambini dal tenore di vita disastroso. La presidente della Fidapa Mattia Aquilino, nelle vesti di medico epidemiologico e prevenzione dell'asp, si è soffermata sui "Fattori di rischio e prevenzione delle malattie coronariche". FILIPPO BELLIA SEZIONE PALMA DI MONTECHIARO Cancro: Insieme nella ricerca Si è svolto presso la sala convegni del Palazzo Ducale il Convegno Cancro: Insieme nella ricerca promosso dalla Fidapa, in collaborazione con il Comune di Palma di Montechiaro, il cui obbiettivo è la conoscenza e la prevenzione della malattia. Dopo il saluto della Presidente Dott.ssa Mattia Aquilino, che ha sottolineato l importanza della ricerca nella prevenzione della malattia oncologica e del volontariato, ha relazionato la Dott.ssa Simona Taverna, che ha illustrato i vari aspetti delle malattie cancerogene, soffermandosi in particolar modo sui rischi tumorali della mammella e dell utero. Tra le cause che possono provocare la malattia vi sono il tabagismo, l alcol, l obesità e la vita sedentaria. Ad una domanda da noi posta sulle possibilità di sconfitta del male, la biologa ha auspicato che nel giro di qualche decennio, si possa trovare un rimedio a quella che è stata definita la malattia del secolo. Toccante è stato l intervento della Dott.ssa Melinda Santoro, Dirigente del Centro Salute Mentale del distretto Palma- Licata, che ha spiegato come la malattia si ripercuote sul nucleo familiare con costi economici e, soprattutto, con conseguenze di natura psicologica che si manifestano con ansia e depressione, con ripercussioni non indifferenti anche sulla sfera sessuale. Infine, la Dott.ssa Giusy Castellino, volontaria AIRC, ha parlato delle varie iniziative che l Associazione porta avanti per raccogliere fondi in favore della ricerca, tra cui le uova di cioccolato nel periodo pasquale, l azalea e i cioccolatini nel periodo di Natale. Quest ultima ha invitato i presenti a dare una mano all ARC anche sotto forma di volontariato. In rappresentanza dell Amministrazione Comunale, il Sindaco Pasquale Amato e l assessore alle Politiche e Sociali, Vincenzo Salerno, hanno ringraziato la Sezione per l importanza della manifestazione. SEZIONE CEFALÙ LA VITA NELLE TUE MANI Il 06 Dicembre 2014 dalle ore 9,00 alle ore 13,00 la FIDAPA BPW- Italy Sezione di Cefalù ha organizzato la giornata PRO DONAZIONI ORGANI nella Piazza D'uomo di Cefalù, con la collaborazione della FIDAPA Petralie e Madonie, partecipano, L'associazione Medici Madoniti, Medici Cattolici Italiani che, con personale ospedaliero sono al servizio dei cittadini dando,assistenza, consulto e controllo medico. L'iniziativa riscosso molto successo sia sulla raccolta delle firme per la donazione, sia per il Test e visita gratuita contro il diabete. Slogan della manifestazione "LA VITA NELLE TUE MANI ".

74 SEZIONE GIARRE Conferenza sulla lotta contro il tumore al seno Una conferenza dedicata alla lotta contro il tumore al seno si è svolta nel Salone degli specchi del palazzo comunale, su iniziativa della Fidapa, sezione Giarre - Riposto, presieduta dalla prof. Maria Rosa Tedesco. E' stata la stessa prof. Tedesco a introdurre le finalità della campagna «Nastro Rosa 2014» per sconfiggere il tumore al seno. Presente alla conferenza la consigliera distrettuale Stefania Luppino che ha avvalorato la sofferenza del mondo femminile. «Appuntamento culturale con la campagna Nastro Rosa 2014, sconfiggiamo il tumore al seno» è stato il titolo della conferenza tenuta dal dott. Giuseppe Francesco Catanuto. Il relatore si è molto soffermato sulla necessità di un programma di prevenzione mirata e sugli stili di vita della donna consigliando alimentazione appropriata ed esercizio fisico ed esaminando le conseguenze di abitudini e predisposizioni genetiche. Spesso, ha osservato il medico, si deve porre attenzione ad alcuni comportamenti apparentemente innocui, ma in realtà pericolosi, sensibilizzare un numero sempre più ampio di donne sull' importanza vitale della prevenzione e della diagnosi precoce della mammella informando il pubblico femminile anche sugli stili di vita sani da adottare e sui controlli diagnostici da effettuare. Il tumore al seno resta il grande nemico per il genere femminile e la sua incidenza, anche se ben monitorata, è in incessante crescita. Negli ultimi anni la mortalità per cancro alla mammella è notevolmente diminuita: le nuove tecniche diagnostiche sempre più precise consentono di individuare lesioni in fase iniziale e in questi casi la probabilità di guarigione è molto elevata. FIDAPA PETRALIE MADONIE Donare è un gesto d amore Grande successo dell attività di sensibilizzazione Pro Donazione Organi. La Sezione Fidapa Bpw Italy Petralie Madonie ha promosso un progetto di sensibilizzazione pro donazione organi in collaborazione con l Ass. Medici Madoniti e l Ass. Medici Cattolici Diocesi di Cefalù. Lo scopo del progetto è quello di sensibilizzare la popolazione sull importanza della donazione in termini di vantaggio sociale per la comunità e di valorizzare la donazione come gesto altruista di grande valore per la vita umana. L inizio è stato cauto: in punta di piedi e senza aspettative, ma la Fidapa, quale movimento di opinione, è riuscita a scuotere le coscienze e promuovere l iniziativa di grande rilevanza sociale.presso la Curia di Cefalù, in presenza di S.E.Mons. Vincenzo Manzella, abbiamo incontrato i Sindaci Madoniti per presentare il progetto che è stato subito condiviso da tutti. Successivamente nelle piazze (Petralia Sottana, Bompietro, Castellana Sicula, Valledolmo, Gangi) abbiamo informato la gente in gazebo appositamente realizzati: tantissimi contatti e molte dichiarazioni di volontà.questa esperienza evidenzia che la pecca del calo delle donazioni sta nella carenza di informazioni. E necessario parlarne, non perdere occasione per farlo visto che tanti sono ben disposti a gesti di altruismo se opportunamente informati e rassicurati. Visto il successo il progetto continua. Nel convegno di ottobre sono stati analizzati i risultati ed è stata pianificata l ulteriore attività per non fermare l opera di sensibilizzazione.altre Sezioni Fidapa hanno sposato il progetto e vogliono riproporlo nel loro territorio: Sezione di Gangi, Nicosia, Cefalù,Agrigento e, nel 2015 ci ospiteranno Palma di Montechiaro, Francavilla, Trapani, Partinico. Ci vorrà tempo, pazienza e molta tenacia, ma il successo è garantito. SEZIONE ALCAMO Educazione alla salute La Fidapa sezione di Alcamo ha organizzato domenica 06 aprile 2014 Concerto di primavera PROTELETHON a conclusione dell impegno assunto a sostegno della ricerca. La sezione si è pregiata della presenza del Dr. Gibilaro responsabile Telethon regione Sicilia che ha relazionato sulle attività di ricerca medico-scientifica su patologie rare. L orchestra sinfonica Mediterranea diretta dal Maestro Antonino Lampasona ha eseguito brani di musica classica e operette magistralmente interpretate dal soprano Letizia Colajanni e il tenore Leonardo Alaimo.

75 SEZIONE FLORIDIA Come salvare un bambino dal soffocamento La Sezione di Floridia, ha organizzato nell ambito della Commissione Igiene e Sanità, un corso salvavita, diretto non solo alle fidapine, ma anche a docenti, genitori e nonni della nostra città. Il corso è stato intitolato: Come salvare un bambino dal soffocamento ed è diretto dalle fidapine Dott.sse Anna Sarnataro e Paola Germano. Il primo si è tenuto mercoledì 21 gennaio alle ore 16,30 presso l Istituto Scolastico Comprensivo S. Quasimodo ed abbiamo avuto il piacere di avere con noi, anche la Presidente Distrettuale Nora Caserta. Le due esperte, hanno dimostrato al numeroso pubblico intervenuto, come comportarsi e quali manovre eseguire, prima dell arrivo del 118, nel caso di ostruzione delle vie respiratorie dei lattante fino ad un anno e dei bambino oltre un anno. Le manovre, dopo la spiegazione su dei bambolotti, sono state eseguite anche dai genitori, che hanno voluto provare personalmente. Il corso ha avuto molto successo e sarà svolto in date successive, presso tutti gli Istituti Comprensivi della nostra Città ed anche tra gli studenti del Liceo Scientifico L. Da Vinci. FIDAPA RAGUSA Conferenza del prof. Avitabile sul glaucoma e maculopatia Il giorno 17 novembre 2014, organizzato dalla sezione Fidapa di Ragusa, si è svolto, presso la sede dell Ordine dei Medici di Ragusa, un incontro con il prof. Avitabile, ordinario dell Università di Catania e Direttore della Divisione di Oftalmologia del Policlinico Vittorio Emanuele, su " Glaucoma e diabete- nemici invisibili da debellare quanto prima." Il convegno ha avuto molte adesioni e tantissimo successo, in quanto la tematica ha aiutato a fornire delle indicazioni specifiche alla collettività su queste malattie devastanti in cui è necessaria la massima attenzione soprattutto in materia di prevenzione. Il prof. Avitabile, in particolare, ha insistito molto sulla diagnosi precoce della malattia che, in questo caso, può essere trattata con maggiore successo proprio conoscendo i fattori di rischio per il glaucoma e la maculopatia come, per esempio, familiarità, soprattutto per il primo grado, diabete, miopia elevata, episodi di aumento della pressione oculare, storia di traumi oculari, uso di cortisone.

76 SEZIONE FLORIDIA Nevi e Melanomi La sezione di Floridia, nell ambito della Commissione Igiene e Sanità, la cui responsabile è la fidapina Anna Sarnataro, ha svolto venerdì nove gennaio 2015 presso la Galleria civica d Arte Contemporanea del Comune di Floridia, la conferenza su Nevi e Melanomi. Illustre relatore, è stato il Dott. Giampiero Castelli, Direttore dell Unità operativa di dermatologia Asp 8 di Siracusa. La nostra Sezione è da tempo impegnata in una attività di prevenzione sanitaria, e si è parlato di melanomi e nevi, perché risulta una patologia in aumento. I tumori della pelle, sono stati illustrati dal relatore anche attraverso delle immagini, spiegando come ci si deve comportare per prevenire il problema e comunque ha richiamato l attenzione di tutto il pubblico, stimolandolo a non trascurare mai i controlli, perché se e nevi tumorali sono diagnosticati in tempo, la loro asportazione aumenta di molto la possibilità di guarigione. A questo proposito, il Dottor Castelli, per stimolare i cittadini della Provincia di Siracusa ad eseguire i controlli dermatologici, ha comunicato che è riuscito a creare un Centro Melanoma, attraverso un gruppo di lavoro, che comprende un oncologo, un anatomo patologo, ed un chirurgo; in questo centro, una volta a settimana, si effettuano visite gratuite. All iniziativa è stato presente anche l Assessore alla cultura del nostro Comune, che ha elogiato la nostra Sezione, per l importante contributo di crescita che offre a tutta la comunità. 1

77 SEZIONE RAVANUSA CAMPOBELLO DI LICATA Un percorso per crescere Territorio, Prodotti e Salute Il 31 ottobre 2014 la F.I.D.A.P.A. Sezione Ravanusa Campobello di Licata ha inaugurato, presso il centro polivalente di Campobello di Licata, l insieme di attività dal titolo Un Percorso Per Crescere Territorio, Prodotti e Salute, che verrà svolto in collaborazione con la SOAT e con il patrocinio del Comune di Campobello di Licata. Un percorso che mira a celebrare e valorizzare quelli che sono i prodotti culinari della nostra tradizione, ponendo l attenzione sull importanza del cibo non solo come semplice mezzo per nutrire il nostro corpo ma, soprattutto, su quanto il buon cibo e il mangiare bene possano incidere sul benessere del nostro organismo. In questo primo evento, è stato affrontato il tema Uva Vino e Benessere Alimentare, durante il quale sono intervenuti il Sindaco di Campobello di Licata Giovanni Picone, l agronomo dott. Ignazio Vassallo, il nutrizionista dott. Pietro Fanara e l epatologo dott. Antonio Magro, tutti coordinati dalla Dott.ssa Santina Accascio. Infine, un tocco poetico è stato dato da Calogero Patti che ha letto dei versi tratti dal brano "Matri Terra" della scrittrice Margherita Neri Novi. SEZIONI RAVANUSA CAMPOBELLO DI LICATA E DI NARO LA FULGENTISSIMA Conferenza sull Alzheimer Sabato 8 novembre 2014 la F.I.D.A.P.A Sezione di Ravanusa- Campobello di Licata, con la partecipazione della Sezione di Naro La Fulgentissima, ha organizzato, presso la sala Dante Alighieri del Centro Polivalente di Campobello di Licata, una conferenza sulla demenza senile dal titolo Non dimenticate chi dimentica Alzheimer - Conoscerlo per vivere meglio. La Presidente della Sezione locale, Avv. Liliana Aceto, ha accolto e salutato gli ospiti introducendo la Dott.ssa Gera Destro, Presidente della Seziona di Naro, che ha aperto i lavori presentando al numeroso e interessato pubblico, in qualità di moderatrice, la situazione sanitaria riguardante questa malattia nel distretto. Successivamente, hanno preso la parola il Sindaco del Comune di Campobello di Licata, Giovanni Picone, che ha auspicato l effettiva realizzazione di progetti finanziati e la Dott.ssa Angela Alletto che ha illustrato le attività svolte presso il Centro Diurno Demenza di Camastra. Fondamentale è stato l intervento effettuato dal Dott. Claudio Millia, Responsabile del Centro Diurno Alzheimer dell Ospedale Chiello di Piazza Armerina, per la comprensione del percorso della malattia e per come poter interagire con il malato. Il Dott. Millia ha esaurientemente illustrato come nel centro da lui diretto si cerca di curare ogni soggetto a cui questa malattia sconvolge e devasta la qualità della vita. Varie le domande poste al dottore da parte degli intervenuti, miranti ad avere risposte utili ad aiutare anche i familiari coinvolti che subiscono le conseguenze di questa drammatica situazione. Olive, Olio e Benessere Alimentare Sabato 22 novembre 2014 la FIDAPA, Sezione Ravanusa Campobello di Licata ha organizzato con la partecipazione della SOAT e il patrocinio del Comune di Campobello di Licata presso la sala Dante Alighieri del Centro Polivalente di Campobello di Licata, la giornata informativa sul tema Olive, Olio e Benessere Alimentare, secondo evento previsto nel programma Un percorso per crescere - Territori prodotti e salute. Dopo i saluti di rito e l introduzione dell evento da parte della Presidente Fidapa, Avv. Liliana Aceto, la parola è passata al Sindaco di Campobello di Licata, Giovanni Picone, il quale ha rimarcato l importanza di questo nostro prodotto nella filiera alimentare del Made in Italy, tanto da rappresentare uno dei punti cardine della regione Sicilia all Expo 2015 di Milano. Successivamente, l agronomo dott. Ignazio Vassallo, dirigente responsabile Soat di Campobello di Licata, ha interagito con il pubblico con una serie di domande mirate a mettere in luce le peculiarità intrinseche di questo frutto e delle caratteristiche organolettiche dell olio da esso estratto. Il nutrizionista dott. Pietro Fanara ha presentato una serie di slides sulle olive, sulla produzione dell olio e sul suo uso alimentare. Ha concluso gli interventi l epatologo dott. Antonio Magro dell ospedale di Canicattì che da un punto di vista medico ha relazionato sugli olii e i grassi alimentari esistenti sul mercato evidenziando il loro impatto sulla nostra salute. Inoltre, il Regista Calogero Patti ha emozionato interpretando una delle poesie della scrittrice Margherita Neri Novi. La manifestazione si è conclusa con la degustazione guidata degli olii extravergini (così da apprezzare gli aspetti propri e tipici di un buon prodotto, quali odore, fluidità, corposità, amaro, aspro e piccante) accostati a deliziosi tocchetti di pane rigorosamente preparati con farina di grano duro siciliano.

78 SEZIONE PALERMO MONDELLO CORSO DI AGGIORNAMENTO ECM La sezione ha patrocinio ad un corso di aggiornamento ECM per Medici e tutte le Professioni Sanitarie su: La Filiera Alimentare nel rapporto Ambiente Salute, uno dei temi più ricorrenti e di maggio rilevanza affrontati nell attuale biennio. La manifestazione è stata organizzata in collaborazione con l Equipe Medica dell Ospedale Buccheri La Ferla e della Associazione Agorà. All evento ha partecipato la Presidente Dott.ssa Paola Scelfo in rappresentanza della Sezione.

79 PROGETTI e BORSE di STUDIO

80 SEZIONE PALERMO MONDELLO PROGETTO DELL UNESCO DESS 2014 La sezione ha partecipato su invito dell Associazione Archikromie, la cui presidente è la nostra socia arch. Francesca Aiello, alla settimana conclusiva del progetto dell UNESCO DESS 2014 dal 24 al 30 Novembre 2014 sulla promozione della cultura e delle azioni sostenibili urbane nel centro storico di Palermo. Il percorso progettuale ha previsto l adozione di un monumento la Chiesa dei Tre Re Orientali, itineraripercorsi didattico culturali ne centro storico di Palermo, concorsi artistici e fotografici e manifestazioni teatrali. La giornata conclusiva del 29 novembre ha visto la piena partecipazione della Sezione Palermo Mondello con una relazione della Presidente alla tavola rotonda all interno della Chiesa di San Giovanni dei Napoletani, aperta per l occasione alla presenza di numerose Autorità Istituzionali. A cura della Sezione è stata proposta una straordinaria performance musicale offerta dal Gruppo da Camera di Giovani Studenti del Liceo Musicale Regina Margherita di Palermo con cui la Sezione ha intrapreso una collaborazione culturale. L esibizione è stata particolarmente apprezzata tanto che il gruppo da Camera dei Giovani Talenti è stato richiesto per il concerto di Natale nella Chiesa dei Tre Re Orientali contribuendo a creare una suggestiva atmosfera natalizia nei vicoli del Centro storico di Palermo. Le iniziative sono state trasmesse nelle TV regionali e locali e riportate sulla stampa.

81 SEZIONE GANGI DEPRESSIONE Psicoterapia e/o Farmaci? La Presidente Giuseppina Cigno così introduce l argomento: La depressione è un disturbo dell umore molto diffuso. Ne soffrono circa 15 persone su 100. Si calcola che su 6 neonati, almeno uno soffrirà di depressione durante la sua vita. Il disturbo depressivo può colpire chiunque a qualunque età, ma è più frequente tra i 25 e i 44 anni di età ed è due volte più comune nelle donne adolescenti e adulte, mentre le bambine e i bambini sembrano soffrirne in egual misura. Possiamo certamente affermare che la malattia è sempre più rosa Riuscire a cogliere in tempo i primi sintomi permette di arrivare in anticipo alla diagnosi e quindi alla terapia più appropriata con maggiori probabilità di successo. La Fidapa sez. di Gangi vuole da quest anno intraprendere un percorso istituzionalizzandolo e considerare anche l ipotesi di renderlo itinerante al fine di avvicinare i pazienti alle cure e alla psicoterapia superando lo stigma sociale. La dottoressa Ferrara Manuela afferma: "Conoscere bene i sintomi con i quali si possa manifestare una depressione, affrontarli in tempo con una buona terapia, non vergognarsi di riconoscere la problematica, sono le uniche possibilità di guarire da una patologia tanto invalidante come la Depressione. L'incontro è servito a definire bene le varie manifestazioni cliniche con la quali possa esprimersi uno stato depressivo, per poi porre l'accento su quali siano le cause biologiche, genetiche, psicologiche, ambientali e familiari. La terapia proposta e che viene riconosciuta come l'unica realmente efficace è l'associazione di un Percorso Psicoterapeutico e Psicofarmacologico. Lo psicofarmaco agisce sulla sintomatologia e permette di dare maggiore spazio al percorso psicoterapico che lavora sulle cause che hanno determinato la patologia, la presa di consapevolezza di sé e il riconoscimento di strategie e risorse con cui fronteggiare le esperienze di vita in maniera diversa... Entrambi i percorsi devono essere assolutamente suggeriti e seguiti da professionisti competenti e non secondo la regola del "fai da te". Ciò avviene, soprattutto, per l'abuso di psicofarmaci spesso utilizzati in maniera impropria e sproporzionata". Eccellente la performance della dott. Ferrara: alta professionalità, linguaggio accessibile, grande esperienza e umanità sono stati gli ingredienti con cui il relatore ha tenuto inchiodati e attenti i tantissimi amici intervenuti. SEZIONE LEONFORTE DA UN "PREMIO" A UN "DONO" Il vincitore del concorso L ulivo Amico devolve il premio ai bambini di una comunità per bambini. Il 9 dicembre 2014 presso l Aula Magna della Scuola Elementare N Vaccalluzzo di Leonforte alla presenza della preside, dott.ssa Anna Marmo, si è svolta la premiazione del Concorso L Ulivo Amico, promosso dalla presidente Fidapa della sez. di Nicosia, Ina Di Figlia e divulgato nelle scuole elementari di Leonforte dalla presidente di Sezione Fidapa, Maria Concetta Glorioso. Al concorso hanno anche partecipato alunni provenienti dalle scuole di Gangi, Capizzi, Nicosia, Petralia invitati dalle rispettive presidenti di sezione. Ben 60 i bambini della scuola elementare di Leonforte ed il primo premio per il rispetto della traccia, l originalità dei materiali e creatività è andato a uno di loro, Pietro Pillitteri della 5 elementare, il quale ha devoluto il suo premio, un tablet, ai bambini della Comunità Alloggio Arcobaleno di Assoro. In perfetta armonia con il progetto del dono che in occasione del Natale stanno svolgendo a scuola, anche gli altri alunni faranno doni delle cose proprie ai bambini della casa famiglia. A tutti gli alunni che hanno partecipato al concorso è stata consegnata una pergamena. La presidente, M C Glorioso ha ringraziato la preside e i docenti per la collaborazione e rivolgendosi all amica Ina Di Figlia, ha messo in evidenza come ancora una volta il lavoro di squadra e di sinergia tra sezioni produce attività sociali ed educative di grandissimo valore, coinvolgendo tutte le realtà presenti nel territorio.

82 SEZIONE CAPO D ORLANDO BORSA DI STUDIO FIDAPA La sezione FIDAPA di Capo d Orlando, in linea con le sue finalità di promozione e tutela della donna e della Bambina ha indetto ed organizzato la 1a edizione della <<BORSA DI STUDIO FIDAPA >> riservata alle alunne della Terza Media degli istituti comprensivi della città di Capo d Orlando. La borsa di studio corrispondente all acquisto di libri scolastici per il primo anno dell istituto superiore, è stata assegnata e verrà assegnata, ogni anno, all alunna che si sarà maggiormente distinta nel corso degli studi e nell esame di stato, nella concreta partecipazione ad attività culturali e/o scientifiche e, non ultimo, nei comportamenti attestanti evidenti doti di umanità. La cerimonia di assegnazione si è svolta nella sala consiliare del comune della cittadina nebroidea, alla presenza delle socie della sezione, delle autorità civili, dei dirigenti scolastici delle scuole del comune e degli alunni della terza media e del primo anno degli istituti superiori. A tutte le allieve segnalate sono state consegnate come riconoscimento delle targhe ricordo, due, infine, le vincitrici di questo anno premiate a pari merito. Protagoniste sono le ragazze della scuola media quelle ragazze che saranno il domani della nostra società alle quali si vuole trasmettere un messaggio fondamentale, indicare la strada maestra per costruire il futuro fondato sui valori imprescindibili della civiltà di un popolo: solidarietà e cultura. Per questo il nostro impegno nell istituire questa borsa di studio è stato quello di attenzionare le ragazze nelle diverse peculiarità, fornendo loro lo strumento del sapere.il libro. A tutte comunque una attestazione di merito, per cui tutte le ragazze segnalate dalle scuole possono festeggiare con gioia il riconoscimento del proprio impegno, tutte devono ripromettersi di continuare con sempre maggiore volontà a costruire il proprio futuro con una chiave che è la sola che apre tutte le porte.. il libro la cultura perché solo così si può essere liberi, solo così si può guardare lontano e raggiungere le stelle. SEZIONE TERMINI IMERESE Premio Borsa di studio Consegna Borsa di Studio (27/11/2014) A Termini Imerese, presso la chiesa Santa Maria dell Itria, si è svolta la XX edizione della consegna del Premio Borsa di studio, istituito dalla socia fondatrice Prof.ssa Antonina Santino, conferito ad una studentessa della città che si è distinta agli esami di Maturità con la votazione 100/100. Nel corso della cerimonia il pubblico presente è stato allietato dalla musica del giovane violoncellista termitano Adriano Fazio, che ha eseguito musiche di J.S.Bach alla presenza della Vice Presidente del Distretto Sicilia Rosa Maria La Scola. SEZIONE TERMINI IMERESE 1 edizione Progetto la Fidapa In-con-tra Visita della Termini Romana da parte degli alunni dell Ist. Comprensivo Paolo Balsamo. Il Progetto che ha la finalità di stimolare ed accrescere l interesse per il territorio, prevede la visita dei luoghi del periodo storico Romano di Termini Imerese: Anfiteatro, Acquedotto Cornelio, la parte Romana del Museo Civico, e la Cornice della Casa di Stenio. I ragazzi hanno seguito con molto interesse l esposizione della guida su arte, cultura e tradizioni e alla fine sono stati premiati quelli che hanno prodotto i migliori disegni sul tema.

83 FIDAPA PETRALIE MADONIE Progetto BPW Internazionale "Dai luce alla Pace" Educazione alla pace, alla comunicazione, al dialogo interculturale Consegna delle Pergamene ai ragazzi per i disegni selezionati per il Grande Poster della pace Tommasa Schipani in qualita' di componente della BPW International commissione Task Force Peace ci ha coinvolte nel rispetto del tema indicato dalle Nazioni Unite per il 2013"Education for peace" con il messaggio del segretario Generale dell'onu Ban KI-moon: "Non è sufficiente insegnare ai bambini a leggere, scrivere e contare. L'educazione deve coltivare il reciproco rispetto per gli altri e il mondo in cui viviamo,e aiutare le persone a formare una societa' più giusta, inclusiva e pacifica. Ai ragazzi va la mia la mia immensa gratitudine per aver condiviso questo meraviglioso cammino di pace insieme a noi. I più vivi ringraziamenti alle tante disponibili Persone che oltre a credere hanno lavorato al Progetto Nazionale ed Internazionale "Dai luce alla Pace".Grazie a Tommasa e complimenti per questo Progetto Internazionale, la mia sezione ha subito apprezzato il progetto di essere "Operatori e Produttori di Pace e Dialogo interculturale". Educare i giovani dei vari paesi alla Pace, attraverso la comunicazione ed il dialogo interculturale, favorirà l'incontro e la reciproca comprensione per costruire un mondo migliore e un umanita' piu' unita. Grazie alla mia socia Giuseppa Oddo che si è tanto impegnata insieme a due colleghe la Prof. Pierangela Di Gangi e Prof. Salvina Farinella rispettivamente per l'istituto Comprensivo Castellana-Polizzi e Istituto Superiore "Pietro Domina" di Petralia Sottanae ai Dirigenti Scolastici subito disponili e collaborativi. Non basta parlare di pace, uno ci deve credere; non basta crederci uno ci deve lavorare (Eleanor Roosevelt). SEZIONE LICATA Master Class di Lirica 2014 Nel mese di novembre si è tenuto il consueto appuntamento del Master Class di lirica a Licata presso il suggestivo scenario del Teatro Re Grillo. Si sono succedute due serate indimenticabili per gli appassionati di lirica, ma anche per i neofiti del genere. Gli spettacoli serali sono stati dedicati all opera L Elisir d amore di Donizetti, presentati magistralmente dal prof F. Pira e dirette con grande perizia dal maestro V. Terranova. In occasione di tale evento, la Sezione Fidapa di Licata ha conferito una borsa di studio alla promettente giovane soprano bresciana, Alessia Pintossi, che durante le serate aveva interpretato la parte di Adina.

84 SEZIONE GANGI Concorso di Natalizio Un tortellino per cappello, uno spaghetto per bastone e poi ricami che si incontrano intorno alle sfere glabre e bottoni che sigillano la stoffa di una capanna intorno ad una stella cometa. Ma non solo. Un concorso di emozioni è realizzato dall associazione Fidapa di Gangi, giunto ormai alla sua ottava edizione. Il titolo di quest anno La mia visione del Natale ha visto così la partecipazione delle scuole e di liberi artisti del territorio madonita e siciliano che hanno realizzato manufatti con materiale eco sostenibile, anche di riciclo e riutilizzo in particolare nelle scuole, inerenti al Natale. Il concorso prevedeva che i lavori fossero esposti nelle vetrine dei commercianti del bellissimo centro storico di Gangi. Sono diverse le manifestazioni che la Fidapa organizza nel comune madonita al fine di sensibilizzare le scuole e non solo, all arte, alla cultura con un occhio particolare ai problemi sociali. Con questo concorso il centro storico si è arricchito di visioni molteplici. Gli occhi dei bambini seguiti dallo sguardo dei grandi, e adulti che continuano a realizzare cose che probabilmente amavano già da bambini, Alberi di Natale e presepi rivisitati secondo il proprio sentire. Non c è banalità in nessuna delle opere realizzate, tutte hanno il tocco unico di chi li ha realizzati, una propria visione del mondo, delle giornate della festa, della luce che entra nelle piccole cose quotidiane. È un modo di far capire ai bambini che ognuno ha un occhio diverso nel mondo, condivisibile e unico, un modo di educarli al rispetto delle cose perdute, al bello che si deve cercare. Una perla fortemente voluta dall Associazione e dalla Presidente Professoressa Giuseppina Cigno, arricchisce il tesoro creato con questo concorso, la Personale di scultura del geometra Lillo Curto, artista originario di Canicattì, che dalle radici degli ulivi crea visioni oniriche. Accanto alla sede della Bcc del Comune di Gangi, in prossimità dei mercatini di Natale l allestimento. Impossibile non fermarsi a guardare, un clown con pollice verso l alto, invita gli osservatori quasi increduli ad entrare. Ma è tutto all interno che è un circondarsi di materia viva che nasce e diviene. Il legno intagliato che segue le onde madri si avvolge e non finisce. Con i presepi realizzati negli incavi degli alberi, il signor Curto partecipa al concorso. Soddisfatta la Presidente Giuseppina Cigno inoltre per la partecipazione e per l impegno volontario che l associazione ha messo anche nell allestimento dell addobbo del corso Umberto. Sfere di erba e fiocchi rossi scendono dall alto, ciondolando festose lungo la via. Inoltre è dell associazione l allestimento della spettacolare sezione del mercato dei ricchi nel Presepe Vivente che vede ormai la conclusione in queste ore la sezione dei ricchi. La cultura a tutto tondo, è proprio il caso di dirlo. Parte dalle scuole ma coinvolge tutti, diventando momento di condivisione e di fruizione per tutti. Un buon modo di agire nel territorio che arricchisce prima ancora di chi lo realizza chi la fortuna di usufruirne.

85 Fidapa in Versi Sezione Palermo - Mondello

86

Distretto Sicilia 2 OTTOBRE 2014-17 GENNAIO 2015 PERIODICO INFORMATIVO SULLE ATTIVITÀ DEL DISTRETTO SICILIA FIDAPA

Distretto Sicilia 2 OTTOBRE 2014-17 GENNAIO 2015 PERIODICO INFORMATIVO SULLE ATTIVITÀ DEL DISTRETTO SICILIA FIDAPA 2 OTTOBRE 2014-17 GENNAIO 2015 PERIODICO INFORMATIVO SULLE ATTIVITÀ DEL DISTRETTO SICILIA FIDAPA Distretto Sicilia Federazione Italiana Donne Arti Professioni Affari Sommario Un fil rouge che lega tutte

Dettagli

ROMPIAMO IL SILENZIO CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE Sono caduta dalle scale

ROMPIAMO IL SILENZIO CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE Sono caduta dalle scale 1 ROMPIAMO IL SILENZIO CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE Sono caduta dalle scale 2 Sono caduta dalle scale : dietro questa affermazione si nasconde spesso una realtà ben più tragica: una violenza subita da

Dettagli

IL RISULTATO DEI VOSTRI CONTRIBUTI

IL RISULTATO DEI VOSTRI CONTRIBUTI #NOVIOLENZA CONTRO LO STALKING, IL FEMMINICIDIO, ED OGNI ALTRA FORMA DI VIOLENZA SULLE DONNE IL RISULTATO DEI VOSTRI CONTRIBUTI CONCRETI Durante le due settimane (dal 16 al 29 aprile) dell iniziativa No

Dettagli

Allegato 1 - Linee di Indirizzo a.s.2015/2016

Allegato 1 - Linee di Indirizzo a.s.2015/2016 Allegato 1 - Linee di Indirizzo a.s.2015/2016 La valigia delle idee Progetti e percorsi formativi per gli studenti delle scuole dell infanzia, primarie e secondarie di primo grado di Sesto Fiorentino 1

Dettagli

PROGRAMMA N. 16: PER LE PARI OPPORTUNITA

PROGRAMMA N. 16: PER LE PARI OPPORTUNITA PROGRAMMA N. 16: PER LE PARI OPPORTUNITA 185 186 PROGETTO 16.1: CONTRASTO AL MALTRATTAMENTO ED ALLA VIOLENZA SULLE DONNE OBIETTIVI PER IL TRIENNIO 2014-2016 Titolo obiettivo 1: Sostenere la legge contro

Dettagli

L Associazione Scuola per Scuola uguale Solidarietà indice la 8^ edizione mostra - concorso 2015. Colora il Pianeta. Cibo e acqua per tutti

L Associazione Scuola per Scuola uguale Solidarietà indice la 8^ edizione mostra - concorso 2015. Colora il Pianeta. Cibo e acqua per tutti SCUOLA PER SCUOLA UGUALE SOLIDARIETÀ Associazione di promozione sociale sulla pace, solidarietà e diritti umani Sede sociale c/o Casa delle Associazioni, Via Canova, 45 20024 Garbagnate Milanese Codice

Dettagli

Comunità della Val di Non Assessorato distretto famiglia -

Comunità della Val di Non Assessorato distretto famiglia - 611 FAX: 0463/424353 Cod. Fisc. 92019340220 Part. IVA 02170450221 E Mail info@comunitavaldinon.tn.it Sito Web www.comunitavaldinon.tn.it In occasione del 25 novembre, Giornata internazionale per l eliminazione

Dettagli

Presentazione Progetti a.s. 2013-2014 - Scuola Media

Presentazione Progetti a.s. 2013-2014 - Scuola Media Presentazione Progetti a.s. 2013-2014 - Scuola Media Interventi di prevenzione delle situazioni di disagio a scuola Percorsi educativi Classi Prime Educazione psico-affettiva L educazione psico-affettiva,

Dettagli

La criminalità in Sardegna Reati, autori e incidenza sul territorio

La criminalità in Sardegna Reati, autori e incidenza sul territorio Università degli studi di Sassari Dipartimento di Economia, Istituzioni e Società Centro di Studi Urbani La criminalità in Sardegna Reati, autori e incidenza sul territorio PRIMO RAPPORTO DI RICERCA ANTONIETTA

Dettagli

Educare alla solidarietà, scoprire il volontariato

Educare alla solidarietà, scoprire il volontariato Educare alla solidarietà, scoprire il volontariato Il progetto Educare alla solidarietà, scoprire il volontariato è nato in seguito ad un progetto pilota avviato durante l anno scolastico 1999/2000 e presentato

Dettagli

Istituto comprensivo A. Manzoni di Parabiago. Progetto Scuola Famiglia per l A. s. 2014-2015:

Istituto comprensivo A. Manzoni di Parabiago. Progetto Scuola Famiglia per l A. s. 2014-2015: Istituto comprensivo A. Manzoni di Parabiago Progetto Scuola Famiglia per l A. s. 2014-2015: INTRODUZIONE Il corpo e l anima sono ugualmente importanti: se il primo va nutrito con il cibo, come appunto

Dettagli

ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO NO MAFIE BIELLA BILANCIO SOCIALE

ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO NO MAFIE BIELLA BILANCIO SOCIALE ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO NO MAFIE BIELLA BILANCIO SOCIALE IDENTITA' DELL'ASSOCIAZIONE L'Associazione NO MAFIE BIELLA, che per brevità chiameremo NO MAFIE è un associazione di volontariato ONLUS (organizzazione

Dettagli

l amore criminale 5 uccise vanno solo a ingrossare il numero di una statistica. E a ricordare quelle figlie ammazzate restano solo le madri e i padri.

l amore criminale 5 uccise vanno solo a ingrossare il numero di una statistica. E a ricordare quelle figlie ammazzate restano solo le madri e i padri. «La famiglia ammazza piú della mafia». Tutto è iniziato da qui, dal titolo di un articolo che commentava i dati di una ricerca. Era il 2007 e in Italia la legge sullo stalking non esisteva ancora. Secondo

Dettagli

Percorso di Formazione sulla violenza maschile contro le donne

Percorso di Formazione sulla violenza maschile contro le donne Percorso di Formazione sulla violenza maschile contro le donne Il percorso formativo. Il percorso formativo si pone l obiettivo di intervenire sulla capacità dei diversi avvocati coinvolti nell affrontare

Dettagli

L'analisi del fenomeno della violenza attraverso le rilevazioni dell'istat

L'analisi del fenomeno della violenza attraverso le rilevazioni dell'istat L'analisi del fenomeno della violenza attraverso le rilevazioni dell'istat Maria Giuseppina Muratore Pisa, 26 novembre 2013 Gli omicidi di donne: un quadro costante nel tempo Gli omicidi risultano in forte

Dettagli

Progetto Casa Pangea Calcutta. Report semestrale Gennaio-Giugno 2015

Progetto Casa Pangea Calcutta. Report semestrale Gennaio-Giugno 2015 Progetto Casa Pangea Calcutta Report semestrale Gennaio-Giugno 2015 Sommario 3 Introduzione 5 Programma di supporto e riabilitazione fisico-mentale 5 Supporto medico 5 Accesso alle agevolazioni statali

Dettagli

Io sono dono di Dio. Progetto educativo Di Religione Cattolica. Servizio Educativo San Michele Arcangelo Villanova del Ghebbo

Io sono dono di Dio. Progetto educativo Di Religione Cattolica. Servizio Educativo San Michele Arcangelo Villanova del Ghebbo Io sono dono di Dio Progetto educativo Di Religione Cattolica Servizio Educativo San Michele Arcangelo Villanova del Ghebbo Anno scolastico 2014 2015 PREMESSA L insegnamento della Religione Cattolica nella

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. L Associazione. LIBERE DONNE di Crotone-Calabria. presenta CONFERENZA STAMPA-TAVOLA ROTONDA

COMUNICATO STAMPA. L Associazione. LIBERE DONNE di Crotone-Calabria. presenta CONFERENZA STAMPA-TAVOLA ROTONDA COMUNICATO STAMPA L Associazione LIBERE DONNE di Crotone-Calabria presenta CONFERENZA STAMPA-TAVOLA ROTONDA RICORDANDO LEA: dibattito sul reato di violenza di identità di genere GIOVEDI, 21 novembre 2013-

Dettagli

PROGETTO DI EDUCAZIONE ALLA LEGALITA

PROGETTO DI EDUCAZIONE ALLA LEGALITA ISTITUTO SCOLASTICO COMPRENSIVO SCUOLA DELL INFANZIA PRIMARIA SECONDARIA DI 1 GRADO MINEO PROGETTO DI EDUCAZIONE ALLA LEGALITA Anno scolastico 2013/2014 Premessa Educare, sostenere e incrementare attività

Dettagli

Prot. 262/09. Venezia, 18 dicembre 2009

Prot. 262/09. Venezia, 18 dicembre 2009 Prot. 262/09 Venezia, 18 dicembre 2009 Ogg.: Presentazione del Progetto Europeo Sensibilizzazione ed educazione allo sviluppo in Europa anno 2010-2011 Egregi Signori/Direttori scolastici, siamo lieti di

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA SANTA LUCIA - ISTITUTO COMPRENSIVO «GABRIELE ROSSETTI» IN COLLABORAZIONE CON LA CLASSE 4 C DEL LICEO DELLE SCIENZE UMANE

SCUOLA DELL INFANZIA SANTA LUCIA - ISTITUTO COMPRENSIVO «GABRIELE ROSSETTI» IN COLLABORAZIONE CON LA CLASSE 4 C DEL LICEO DELLE SCIENZE UMANE SCUOLA DELL INFANZIA SANTA LUCIA - ISTITUTO COMPRENSIVO «GABRIELE ROSSETTI» IN COLLABORAZIONE CON LA CLASSE 4 C DEL LICEO DELLE SCIENZE UMANE «PANTINI PUDENTE» VASTO (CH) IL MAGGIO DEI LIBRI nella SCUOLA

Dettagli

1 livello: alfabetizzazione di base per alunni neo immigrati 2 livello: rinforzo, consolidamento della lingua italiana

1 livello: alfabetizzazione di base per alunni neo immigrati 2 livello: rinforzo, consolidamento della lingua italiana dal POF 6.. Progettii comunii a tuttii ii pllessii Progetto di accoglienza per alunni di lingua non italiana Il Progetto di Accoglienza del nostro Istituto è articolato in diversi interventi educativo

Dettagli

Intervento del Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza in occasione della Giornata della Memoria, 27 gennaio 2014

Intervento del Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza in occasione della Giornata della Memoria, 27 gennaio 2014 Intervento del Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza in occasione della Giornata della Memoria, 27 gennaio 2014 Signor Presidente della Repubblica, Gentili Autorità, Cari amici della comunità ebraica,

Dettagli

Centro donna CGIL Cagliari. Servizi offerti

Centro donna CGIL Cagliari. Servizi offerti Centro donna CGIL Cagliari - Ascolto e accoglienza per le donne in stato di disagio o con difficoltà di vario genere (personali, familiari, relative ad abusi, maltrattamenti e violenza fisica e psicologica)

Dettagli

PROGETTO: In Genere la Parità è Meglio BANDO Concorso-Premio dedicato alla memoria della Dr.ssa Roberta Zedda

PROGETTO: In Genere la Parità è Meglio BANDO Concorso-Premio dedicato alla memoria della Dr.ssa Roberta Zedda PROGETTO: In Genere la Parità è Meglio BANDO Concorso-Premio dedicato alla memoria della Dr.ssa Roberta Zedda Promotore Azienda Sanitaria Locale di Oristano in collaborazione con l' Ufficio Scolastico

Dettagli

RETE CONTRO LA VIOLENZA ALLE DONNE ED AI MINORI DELLA CITTA DI AGRIGENTO

RETE CONTRO LA VIOLENZA ALLE DONNE ED AI MINORI DELLA CITTA DI AGRIGENTO RETE CONTRO LA VIOLENZA ALLE DONNE ED AI MINORI DELLA CITTA DI AGRIGENTO COMUNE DI AGRIGENTO - PROVINCIA REGIONALE DI AGRIGENTO - PROCURA DELLA REPUBBLICA C/O TRIBUNALE ORDINARIO DI AGRIGENTO - QUESTURA

Dettagli

Periodico d informazione del Club ANNO 2015/2016-14 gennaio

Periodico d informazione del Club ANNO 2015/2016-14 gennaio Periodico d informazione del Club ANNO 2015/2016-14 gennaio 100 Percent Paul Harris Fellow Club www.rotaryclubdalminecentenario.org Femminicidio: la denuncia e l appello del Generale Luciano Garofano Alla

Dettagli

Fate che chiunque venga a voi se ne vada sentendosi meglio e più felice. (Madre Teresa di Calcutta)

Fate che chiunque venga a voi se ne vada sentendosi meglio e più felice. (Madre Teresa di Calcutta) Fate che chiunque venga a voi se ne vada sentendosi meglio e più felice. (Madre Teresa di Calcutta) FIABA ONLUS FIABA si propone di abbattere tutte le barriere, da quelle architettoniche a quelle culturali,

Dettagli

Proposta del Coordinamento Donne di Trento

Proposta del Coordinamento Donne di Trento Proposta del Coordinamento Donne di Trento Disposizioni per la promozione ed il sostegno di Centri per donne in situazioni di violenza Art. 1 Principi 1. La Provincia Autonoma di Trento coerentemente con

Dettagli

INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità

INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità Programmazione IRC 2014-2015 1 INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità della Chiesa, sia perché

Dettagli

ATTIVARE LA SOLIDARIETÀ Percorsi formativi per studenti. www.trevisovolontariato.org

ATTIVARE LA SOLIDARIETÀ Percorsi formativi per studenti. www.trevisovolontariato.org ATTIVARE LA SOLIDARIETÀ Percorsi formativi per studenti www.trevisovolontariato.org Il Laboratorio Scuola & Volontariato è un iniziativa del Coordinamento delle associazioni di volontariato della Provincia

Dettagli

PROGETTAZIONE ANNUALE A.S. 2010/2011 SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA SAN GIUSEPPE SULLE ALI DELLE EMOZIONI

PROGETTAZIONE ANNUALE A.S. 2010/2011 SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA SAN GIUSEPPE SULLE ALI DELLE EMOZIONI PROGETTAZIONE ANNUALE A.S. 2010/2011 SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA SAN GIUSEPPE SULLE ALI DELLE EMOZIONI FESTE E RICORRENZE Le feste rappresentano esperienze belle e suggestive da vivere e ricordare per

Dettagli

8 Febbraio 2013 Festa di S. Giuseppina Bakhita: Incontro di Preghiera per eliminare la Tratta di Esseri Umani

8 Febbraio 2013 Festa di S. Giuseppina Bakhita: Incontro di Preghiera per eliminare la Tratta di Esseri Umani 8 Febbraio 2013 Festa di S. Giuseppina Bakhita: Incontro di Preghiera per eliminare la Tratta di Esseri Umani Introduzione: Oggi, nella festa di Santa Giuseppina Bakhita, ci uniamo in solidarietà con tutte

Dettagli

IL CANTIERE DELLE RELAZIONI

IL CANTIERE DELLE RELAZIONI IL CANTIERE DELLE RELAZIONI Favorire le competenze relazionali per costruire relazioni sane e prevenire la discriminazione e la violenza di genere Progetto di intervento per le Scuole secondarie di secondo

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI RELIGIONE CATTOLICA Scuola dell Infanzia di VESTRENO A.S. 2013/2014

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI RELIGIONE CATTOLICA Scuola dell Infanzia di VESTRENO A.S. 2013/2014 PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI RELIGIONE CATTOLICA Scuola dell Infanzia di VESTRENO A.S. 2013/2014 Insegnante: BARINDELLI PAOLA PREMESSA: L insegnamento della Religione Cattolica nella scuola dell Infanzia

Dettagli

CURRICULUM VITAE AVV. TERESA MANENTE PATROCINANTE IN CASSAZIONE

CURRICULUM VITAE AVV. TERESA MANENTE PATROCINANTE IN CASSAZIONE CURRICULUM VITAE AVV. TERESA MANENTE PATROCINANTE IN CASSAZIONE INFORMAZIONI PERSONALI Data e luogo di nascita: 13.10.1957 in Castellabate ( Sa) Email: info@studiolegalemanente.it Numero di cellulare:

Dettagli

Istituto Comprensivo G. Siani S.Angelo a Cupolo S. Nicola Manfredi PROPOSTA FORMATIVA. Incontriamoci a scuola!!!

Istituto Comprensivo G. Siani S.Angelo a Cupolo S. Nicola Manfredi PROPOSTA FORMATIVA. Incontriamoci a scuola!!! Istituto Comprensivo G. Siani S.Angelo a Cupolo S. Nicola Manfredi PROPOSTA FORMATIVA Incontriamoci a scuola!!! Cari genitori, come sapete, entro il prossimo 20 Febbraio, dovrete provvedere ad iscrivere

Dettagli

FIABADAY 11 anni di impegno per la Total Quality

FIABADAY 11 anni di impegno per la Total Quality La vita è un continuo movimento e cambiamento, e la forma è una specie di sistema sociale, di legge esterna, in cui l'uomo cerca di fermare e di fissare la vita; per questo l'uomo è prigioniero di queste

Dettagli

CPO CUP COMMISSIONE PER LE PARI OPPORTUNITÀ DEL COMITATO UNITARIO DELLE PROFESSIONI DI MODENA

CPO CUP COMMISSIONE PER LE PARI OPPORTUNITÀ DEL COMITATO UNITARIO DELLE PROFESSIONI DI MODENA CPO CUP COMMISSIONE PER LE PARI OPPORTUNITÀ DEL COMITATO UNITARIO DELLE PROFESSIONI DI MODENA COMMISSIONE PER LE PARI OPPORTUNITÀ DELLA PROVINCIA DI MODENA CONSIGLIERA DI PARITA DELLA PROVINCIA DI MODENA

Dettagli

TRA PREMESSO TUTTO QUANTO SOPRA PREMESSO OBIETTIVI DEL PROTOCOLLO:

TRA PREMESSO TUTTO QUANTO SOPRA PREMESSO OBIETTIVI DEL PROTOCOLLO: PROTOCOLLO D INTESA PER LA PROMOZIONE DI STRATEGIE CONDIVISE FINALIZZATE ALLA PREVENZIONE ED AL CONTRASTO DEL FENOMENO DELLA VIOLENZA NEI CONFRONTI DELLE DONNE. TRA La Prefettura di Modena, l Amministrazione

Dettagli

Progetto AZIONI PER UNA CITTADINANZA ATTIVA di Marilena Zanella

Progetto AZIONI PER UNA CITTADINANZA ATTIVA di Marilena Zanella Progetto AZIONI PER UNA CITTADINANZA ATTIVA di Marilena Zanella Da vari anni nel territorio della città di Roma e provincia stiamo cercando di realizzare un progetto, cominciato quasi 10 anni fa da alcuni

Dettagli

Giornata internazionale per l eliminazione della violenza contro le donne

Giornata internazionale per l eliminazione della violenza contro le donne 25 Novembre 2013 Giornata internazionale per l eliminazione della violenza contro le donne il nostro impegno l iniziativa di Torino 22 Novembre 2013 Organizzata dal segretario dell Utl Luca Pantanella

Dettagli

Scuola dell Infanzia Sacra Famiglia Via Roma,7 Arese

Scuola dell Infanzia Sacra Famiglia Via Roma,7 Arese Scuola dell Infanzia Sacra Famiglia Via Roma,7 Arese RIFERIMENTI LEGISLATIVI DAGLI ORIENTAMENTI PER IL CONTRIBUTO AI PIANI PERSONALIZZATI DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DI INSEGNAMENTO DI RELIGIONE CATTOLICA

Dettagli

Queste le attività presentate in ordine cronologico:

Queste le attività presentate in ordine cronologico: Queste le attività presentate in ordine cronologico: 2011; 12 aprile, Inaugurazione nuova sede operativa in via F. Ferri, 10 a Palermo e avvio del progetto Gli anziani nel territorio dell Ottava Circoscrizione

Dettagli

PROGETTO CENTRO ANTIVIOLENZA PER DONNE E MINORI. RIMODULAZIONE

PROGETTO CENTRO ANTIVIOLENZA PER DONNE E MINORI. RIMODULAZIONE PROGETTO CENTRO ANTIVIOLENZA PER DONNE E MINORI. RIMODULAZIONE PAG.1 DI 10 INDICE SISTEMATICO 1. OBIETTIVI GENERALI 5 2. OBIETTIVI SPECIFICI 5 3. TEMPI E MODALITÀ DI ATTUAZIONE 6 3.1. INFORMAZIONE E SENSIBILIZZAZIONE

Dettagli

PROGETTI IN COLLABORAZIONE CON L ASSESSORATO ALLA SCUOLA COMUNE DI BRESCIA 2015 2016 PROGETTO SALUTE. Secondaria di primo grado classi

PROGETTI IN COLLABORAZIONE CON L ASSESSORATO ALLA SCUOLA COMUNE DI BRESCIA 2015 2016 PROGETTO SALUTE. Secondaria di primo grado classi PROGETTI IN COLLABORAZIONE CON L ASSESSORATO ALLA SCUOLA COMUNE DI BRESCIA 2015 2016 PROGETTO GRADO SCOLASTICO PROGETTO SALUTE LO PSICOLOGO A SCUOLA Secondaria di primo grado LOTTA ALLE DIPENDENZE Secondaria

Dettagli

CPO CUP CONVEGNO LA VIOLENZA SULLE DONNE: ASPETTI GIURIDICI, CRIMINOLOGICI, PSICOLOGICI E SOCIALI

CPO CUP CONVEGNO LA VIOLENZA SULLE DONNE: ASPETTI GIURIDICI, CRIMINOLOGICI, PSICOLOGICI E SOCIALI CPO CUP COMMISSIONE PER LE PARI OPPORTUNITÀ DEL COMITATO UNITARIO DELLE PROFESSIONI DELLA PROVINCIA DI MODENA In collaborazione con CONSIGLIERA DI PARITA DELLA PROVINCIA DI MODENA COMITATO IMPRENDITORIA

Dettagli

L incontro con i cresimandi. 31 marzo, sabato pomeriggio in San Pio V.

L incontro con i cresimandi. 31 marzo, sabato pomeriggio in San Pio V. Tre giorni di festa, dal 30 marzo al 1 aprile, hanno animato la Parrocchia di San Pio V che ha vissuto intensamente la propria Missione Cittadina. Una missione che, partendo dall interno della comunità

Dettagli

INDICE. Nella Programmazione Didattica, suddivisa per campi di esperienza, si potranno trovare: - L INTRODUZIONE, che motiva le scelte educative;

INDICE. Nella Programmazione Didattica, suddivisa per campi di esperienza, si potranno trovare: - L INTRODUZIONE, che motiva le scelte educative; INDICE Nella Programmazione Didattica, suddivisa per campi di esperienza, si potranno trovare: - L INTRODUZIONE, che motiva le scelte educative; - LE LINEE DI METODO, che individuano le esperienze di apprendimento,

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

PIANO dell OFFERTA FORMATIVA P.O.F.

PIANO dell OFFERTA FORMATIVA P.O.F. ISTITUTO COMPRENSIVO VIA VOLSINIO Via Volsinio, 23-25 - 00199 Roma Tel./Fax 06/8546344 E-MAIL: rmic8d900r@istruzione.it PEC: rmic8d900r@pec.istruzione.it SITO WEB: www.istitutoviavolsinio.it PIANO dell

Dettagli

All. B - PROGETTO GENERALE. ANNO SCOLASTICO 2013-2014 PROMOSSO DA: Presidenza della Commissione P.O. della Regione Calabria 1 :

All. B - PROGETTO GENERALE. ANNO SCOLASTICO 2013-2014 PROMOSSO DA: Presidenza della Commissione P.O. della Regione Calabria 1 : All. B - PROGETTO GENERALE LAVORI IN CORSO La scuola come cantiere di parità & legalità Percorso multidisciplinare di pedagogia civile rivolto a scuole dei tre ordini ANNO SCOLASTICO 2013/ 14 COMMISSIONE

Dettagli

TRA PREMESSO. che il fenomeno della violenza nei confronti delle donne rappresenta un tema di grande attualità e particolare gravità;

TRA PREMESSO. che il fenomeno della violenza nei confronti delle donne rappresenta un tema di grande attualità e particolare gravità; PROTOCOLLO D INTESA PER LA PROMOZIONE DI STRATEGIE CONDIVISE FINALIZZATE ALLA PREVENZIONE ED AL CONTRASTO DEL FENOMENO DELLA VIOLENZA NEI CONFRONTI DELLE DONNE TRA l Amministrazione Provinciale di Vercelli,

Dettagli

Donne e violenza, le parole non bastano più

Donne e violenza, le parole non bastano più DISCUSSIONI Donne e violenza, le parole non bastano più Anna Maria Fellegara È un aberrazione dal costo individuale e sociale inaccettabile, come tutti gli studi dimostrano: il contrasto al fenomeno non

Dettagli

Anno scolastico 2014-2015 CONCORSO BASTA CONOSCERSI! III edizione

Anno scolastico 2014-2015 CONCORSO BASTA CONOSCERSI! III edizione Anno scolastico 2014-2015 CONCORSO BASTA CONOSCERSI! III edizione Il concorso Basta conoscersi! nasce dall idea di alcuni ragazzi di offrire ai propri coetanei la possibilità di vivere un esperienza concreta

Dettagli

RETE CONTRO LA VIOLENZA ALLE DONNE ED AI MINORI DEL DISTRETTO SOCIO SANITARIO DI GELA

RETE CONTRO LA VIOLENZA ALLE DONNE ED AI MINORI DEL DISTRETTO SOCIO SANITARIO DI GELA BOZZA DI PROTOCOLLO DI INTESA SOTTOPOSTO AI DECISORI RETE CONTRO LA VIOLENZA ALLE DONNE ED AI MINORI DEL DISTRETTO SOCIO SANITARIO DI GELA Comune di Gela Comune di Mazzarino Comune di Niscemi Comune di

Dettagli

INVIOLABILITÀ DEL CORPO [presentazione sistematica per aree]

INVIOLABILITÀ DEL CORPO [presentazione sistematica per aree] INVIOLABILITÀ DEL CORPO [presentazione sistematica per aree] 1. corpo-riproduzione 2. corpo-soggettività 3. corpo-soggetti 4. relazioni 5. qualità della vita 6. corpo violato 7. politica 8. strutture di

Dettagli

Regione Lazio. Leggi Regionali 20/03/2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO - N. 23

Regione Lazio. Leggi Regionali 20/03/2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO - N. 23 Regione Lazio Leggi Regionali Legge Regionale 19 marzo 2014, n. 4 Riordino delle disposizioni per contrastare la violenza contro le donne in quanto basata sul genere e per la promozione di una cultura

Dettagli

RELAZIONE FINALE FUNZIONE STRUMENTALE AREA 6 EDUCAZIONE ALLA SALUTE

RELAZIONE FINALE FUNZIONE STRUMENTALE AREA 6 EDUCAZIONE ALLA SALUTE RELAZIONE FINALE FUNZIONE STRUMENTALE AREA 6 ANNO SCOLASTICO 2012/2013 DOCENTE: Prof.ssa Antonella Caronti DATA 10 giugno 2013 FIRMA Il presente progetto,conferitomi con 3018/IA, è stato rivolto a tutti

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO

ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO 1 programmazionescinfdonmandirc14.15 ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO 2 GIORNATA SCOLASTICA

Dettagli

NON CHIUDERE UN OCCHIO. La violenza domestica si deve prevenire si può prevenire

NON CHIUDERE UN OCCHIO. La violenza domestica si deve prevenire si può prevenire La violenza domestica si deve prevenire si può prevenire Perché questo progetto? La violenza domestica o intrafamiliare è una violenza di genere (il più delle volte le vittime sono le donne, i responsabili

Dettagli

La PROGETTUALITA nella SCUOLA dell INFANZIA

La PROGETTUALITA nella SCUOLA dell INFANZIA La PROGETTUALITA nella SCUOLA dell INFANZIA 1 DIRITTO DI ESSERE UN BAMBINO Chiedo un luogo sicuro dove posso giocare chiedo un sorriso di chi sa amare chiedo un papà che mi abbracci forte chiedo un bacio

Dettagli

La Scuola Primaria. Affrontare insieme le difficoltà

La Scuola Primaria. Affrontare insieme le difficoltà La Scuola Primaria Un percorso di crescita fondamentale nello sviluppo delle competenze e delle conoscenze. Un ambiente educativo sereno e inclusivo nel quale è possibile promuovere, sostenere ed accompagnare

Dettagli

Inventare il Futuro Accordo di Programma Quadro Giovani protagonisti di sé e del territorio

Inventare il Futuro Accordo di Programma Quadro Giovani protagonisti di sé e del territorio Inventare il Futuro Accordo di Programma Quadro Giovani protagonisti di sé e del territorio Inventare il Futuro è un progetto APQ multiazione che ha come obiettivo fondamentale il coinvolgimento e il protagonismo

Dettagli

PROGETTO DI FORMAZIONE CONTRO LA VIOLENZA MASCHILE SULLE DONNE

PROGETTO DI FORMAZIONE CONTRO LA VIOLENZA MASCHILE SULLE DONNE Ufficio Scolastico Regionale per la Sicilia PROGETTO DI FORMAZIONE CONTRO LA VIOLENZA MASCHILE SULLE DONNE 0. Premessa La violenza sulle donne è un fenomeno sempre più drammaticamente presente nel nostro

Dettagli

IO, CITTADINO DEL MONDO

IO, CITTADINO DEL MONDO Scuola dell Infanzia S.Giuseppe via Emaldi13, Lugo (RA) IO, CITTADINO DEL MONDO VIAGGIARE E UN AVVENTURA FANTASTICA A.S. 2013 / 2014 INTRODUZIONE Quest anno si parte per un viaggio di gruppo tra le culture

Dettagli

RIUNIONE 19 MARZO INTERVENTO CENTRO DI ASCOLTO UR SICILIA CST PALERMO RESPONSABILE ADRIANA ARONADIO

RIUNIONE 19 MARZO INTERVENTO CENTRO DI ASCOLTO UR SICILIA CST PALERMO RESPONSABILE ADRIANA ARONADIO RIUNIONE 19 MARZO INTERVENTO CENTRO DI ASCOLTO UR SICILIA CST PALERMO RESPONSABILE ADRIANA ARONADIO Grazie ad Alessandra per avermi invitata qui oggi. Sono Adriana Aronadio, responsabile del Centro Ascolto

Dettagli

SERVIZI PER IL CONTRASTO ALLA VIOLENZA DI GENERE

SERVIZI PER IL CONTRASTO ALLA VIOLENZA DI GENERE L espressione violenza domestica designa tutti gli atti di violenza fisica, sessuale, psicologica o economica che si verificano all interno della famiglia o del nucleo familiare o tra attuali o precedenti

Dettagli

2)i metodi e le procedure di segnalazione e presa in carico delle vittime, come degli autori dei reati;

2)i metodi e le procedure di segnalazione e presa in carico delle vittime, come degli autori dei reati; CIF COMUNALE BENEVENTO CORSO DI PERFEZIONAMENTO TEORIE, METODI E STRATEGIE PER LA PREVENZIONE E IL CONTRASTO DELLO STALKING E DELLA VIOLENZA CONTRO LE DONNE Proponente: CIF Comunale di Benevento Progettista:

Dettagli

La rete territoriale contro la violenza sulle donne di Varese: lavori in corso e priorità per il prossimo futuro

La rete territoriale contro la violenza sulle donne di Varese: lavori in corso e priorità per il prossimo futuro La rete territoriale contro la violenza sulle donne di Varese: lavori in corso e priorità per il prossimo futuro Intervista a Gabriella Sberviglieri, socia fondatrice di EOS onlus, Centro Ascolto e accompagnamento

Dettagli

LA VIOLENZA SULLE DONNE E LE STRADE PER LA PREVENZIONE. Assessorato alle Politiche attive di Cittadinanza, Diritti Sociali e Parità

LA VIOLENZA SULLE DONNE E LE STRADE PER LA PREVENZIONE. Assessorato alle Politiche attive di Cittadinanza, Diritti Sociali e Parità LA VIOLENZA SULLE DONNE E LE STRADE PER LA PREVENZIONE Assessorato alle Politiche attive di Cittadinanza, Diritti Sociali e Parità 1 I numeri della violenza nei confronti delle donne in Italia ancora non

Dettagli

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA Scuole dell Infanzia Gianni Rodari Istituto Comprensivo Crespellano R E L I G I O N E C A T T O L I C A Anno scolastico 2014-2015 Insegnante: Calì Angela PREMESSA Insegnare

Dettagli

Una finestra sul mondo

Una finestra sul mondo Domus Coop Una finestra sul mondo LA CARTA DEI SERVIZI La Carta dei Servizi è uno strumento che noi della Cooperativa Sociale Domus Coop mettiamo a disposizione di chi vuole conoscerci per orientarsi al

Dettagli

http://notes.regione.lazio.it/regionelazio/leggi.nsf/ricconsiglio/e38b...

http://notes.regione.lazio.it/regionelazio/leggi.nsf/ricconsiglio/e38b... Pagina 1 di 6 L.R. 19 Marzo 2014, n. 4 Riordino delle disposizioni per contrastare la violenza contro le donne in quanto basata sul genere e per la promozione di una cultura del rispetto dei diritti umani

Dettagli

Costruiamo insieme una nuova cultura!

Costruiamo insieme una nuova cultura! Cittadinanza &Costituzione - Programma nazionale di EducAzione alla pace e ai Diritti Umani La mia scuola per la pace promosso dal Coordinamento Nazionale degli Enti Locali per la pace e i diritti umani

Dettagli

PROGETTI IN RETE PROGETTO LA SCUOLA IN PIAZZA

PROGETTI IN RETE PROGETTO LA SCUOLA IN PIAZZA PROGETTI IN RETE PROGETTO LA SCUOLA IN PIAZZA Premessa: Il progetto La Scuola in Piazza, nasce dall esigenza di ricercare forme e momenti di incontro della scuola con il proprio territorio di appartenenza.

Dettagli

AZIONE CATTOLICA DEI RAGAZZI

AZIONE CATTOLICA DEI RAGAZZI AZIONE CATTOLICA DEI RAGAZZI MESE DELLA PACE 2013 SUSSIDIO PER GLI EDUCATORI dai luce alla pace sommario Introduzione...4 Dai luce alla pace -...6 L iniziativa di pace...8 Per approfondire...11 3 4 Introduzione

Dettagli

Progetto Fe.n.ice.: In-formazione contro la violenza Iniziativa di qualificazione del Servizio SCHEDA MONITORAGGIO AL 31.3.2008

Progetto Fe.n.ice.: In-formazione contro la violenza Iniziativa di qualificazione del Servizio SCHEDA MONITORAGGIO AL 31.3.2008 Iniziativa di qualificazione del Servizio SCHEDA MONITORAGGIO AL 31.3.2008 Obiettivi della qualificazione - Offrire alle donne che si rivolgono ad esso un luogo dove chiedere e trovare aiuto, dove poter

Dettagli

MOZIONE N.170 ... OGGETTO: PRESENTATA DAI CONSIGLIERI: RAUTI - RODANO - FIORITO - MIELE

MOZIONE N.170 ... OGGETTO: PRESENTATA DAI CONSIGLIERI: RAUTI - RODANO - FIORITO - MIELE ... ~ N.170 OGGETTO: INIZIATIVE ISTITUZIONALI E POLITICHE DI CONTRASTO ALLE VIOLENZE SULLE DONNE. PRESENTATA DAI CONSIGLIERI: RAUTI - RODANO - FIORITO - MIELE - GATTI - CETRONE - COLOSIMO BATTISTONI -

Dettagli

2 al GIUGNO 2015. 30 Verona, dal MAGGIO LA GRANDE SFIDA INTERNATIONAL. La Grande. Sfida 20. (dal 25 Aprile 2015 La Grande Sfida on Tour)

2 al GIUGNO 2015. 30 Verona, dal MAGGIO LA GRANDE SFIDA INTERNATIONAL. La Grande. Sfida 20. (dal 25 Aprile 2015 La Grande Sfida on Tour) Sfida 20 MANIFESTAZIONE INTERNAZIONALE DI CULTURA, SPORT, ARTI E DIALOGO: LE CITTÀ E I PAESI COME LUOGHI DI INCONTRO PER TUTTI Assessorato allo Sport Lasciati stupire... 30 Verona, dal MAGGIO 2 al GIUGNO

Dettagli

I TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE RELATIVI ALL IRC NEI CAMPI DI ESPERIENZA.

I TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE RELATIVI ALL IRC NEI CAMPI DI ESPERIENZA. I TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE RELATIVI ALL IRC NEI CAMPI DI ESPERIENZA. (Cfr. Indicazioni nazionali per il curricolo Sc. Infanzia D.P.R. dell 11-02-2010) Il sé e l altro Le grandi domande,

Dettagli

CURRICOLO VERTICALE DI ISTITUTO SCUOLA DELL INFANZIA - PRIMARIA - SECONDARIA RELIGIONE CATTOLICA

CURRICOLO VERTICALE DI ISTITUTO SCUOLA DELL INFANZIA - PRIMARIA - SECONDARIA RELIGIONE CATTOLICA CURRICOLO VERTICALE DI ISTITUTO SCUOLA DELL INFANZIA - PRIMARIA - SECONDARIA RELIGIONE CATTOLICA L I.R.C., come ogni altra materia curricolare, contribuisce allo sviluppo delle competenze per l apprendimento

Dettagli

UNIVERSITÁ DEGLI STUDI DI BARI COMITATO PARI OPPORTUNITÁ

UNIVERSITÁ DEGLI STUDI DI BARI COMITATO PARI OPPORTUNITÁ UNIVERSITÁ DEGLI STUDI DI BARI COMITATO PARI OPPORTUNITÁ Bari, 31 ottobre 2008 Comitato Pari Opportunità triennio 2005-2008 Relazione attività realizzate Le linee guida individuate dal Comitato Pari Opportunità

Dettagli

LA SCUOLA PRIMARIA. Le parole insegnano, gli esempi trascinano solo i fatti danno credibilità alle parole. Sant Agostino

LA SCUOLA PRIMARIA. Le parole insegnano, gli esempi trascinano solo i fatti danno credibilità alle parole. Sant Agostino LA SCUOLA PRIMARIA Le parole insegnano, gli esempi trascinano solo i fatti danno credibilità alle parole. Sant Agostino 1 Istituto Comprensivo Savignano sul Panaro PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA 2014-2015

Dettagli

UNA COMUNITA IN CRESCITA

UNA COMUNITA IN CRESCITA UNA COMUNITA IN CRESCITA Proposte di formazione per bambini, ragazzi, insegnanti e genitori 2008-2009 2009 La Bottega dei Ragazzi Cooperativa Sociale Onluss Via Tintoretto 41 35020 Albignasego (PD) Tel.

Dettagli

ANNO SCOLASTICO 2015 / 2016 PROPOSTE FORMATIVE. ATTIVITA di AMPLIAMENTO dell OFFERTA FORMATIVA

ANNO SCOLASTICO 2015 / 2016 PROPOSTE FORMATIVE. ATTIVITA di AMPLIAMENTO dell OFFERTA FORMATIVA ANNO SCOLASTICO 2015 / 2016 PROPOSTE FORMATIVE di AMPLIAMENTO dell OFFERTA FORMATIVA I tre ordini di scuola, in accordo fra loro per garantire una continuità dalla scuola dell Infanzia alla scuola Superiore

Dettagli

FORMAZIONE e SENSIBILIZZAZIONE: COSTRUIRE UNA RETE PER IL CONTRASTO ALLA VIOLENZA DI GENERE

FORMAZIONE e SENSIBILIZZAZIONE: COSTRUIRE UNA RETE PER IL CONTRASTO ALLA VIOLENZA DI GENERE FORMAZIONE e SENSIBILIZZAZIONE: COSTRUIRE UNA RETE PER IL CONTRASTO ALLA VIOLENZA DI GENERE CentroAntiviolenza Associazione Artemisia Via del Mezzetta, 1 int. 50135 Firenze settore donne: tel. 055/602311

Dettagli

Scuola paritaria dell Infanzia Don Carlo San Martino - Villa Olginati del Pio Istituto pei Figli della Provvidenza. ATTIVITÀ a.s.

Scuola paritaria dell Infanzia Don Carlo San Martino - Villa Olginati del Pio Istituto pei Figli della Provvidenza. ATTIVITÀ a.s. Scuola paritaria dell Infanzia Don Carlo San Martino - Villa Olginati del Pio Istituto pei Figli della Provvidenza ATTIVITÀ a.s. 2013 2014 SPICCHIAMO NEL TEMPO Nel corso dell anno scolastico 2013-2014

Dettagli

Edizione speciale del Bollettino divisionale. Luogotenente Governatore Salvatore Sciliberto

Edizione speciale del Bollettino divisionale. Luogotenente Governatore Salvatore Sciliberto Edizione speciale del Bollettino divisionale Luogotenente Governatore Salvatore Sciliberto Cerimonia del Centenario del Kiwanis International In occasione del centenario della Fondazione del Kiwanis International,

Dettagli

Guida alla didattica e ai servizi infanziasaonara@libero.it

Guida alla didattica e ai servizi infanziasaonara@libero.it Scuola dell Infanzia Parrocchia S. Martino Saonara (Pd) Guida alla didattica e ai servizi infanziasaonara@libero.it Carissimi genitori, l ambiente e le persone a cui affidare l educazione dei vostri figli

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA PER LA PROMOZIONE DI STRATEGIE CONDIVISE FINALIZZATE ALLA PREVENZIONE ED AL CONTRASTO DEL FENOMENO DELLA VIOLENZA DI GENERE TRA

PROTOCOLLO D INTESA PER LA PROMOZIONE DI STRATEGIE CONDIVISE FINALIZZATE ALLA PREVENZIONE ED AL CONTRASTO DEL FENOMENO DELLA VIOLENZA DI GENERE TRA PROTOCOLLO D INTESA PER LA PROMOZIONE DI STRATEGIE CONDIVISE FINALIZZATE ALLA PREVENZIONE ED AL CONTRASTO DEL FENOMENO DELLA VIOLENZA DI GENERE TRA Provincia di Lucca Prefettura di Lucca Procura della

Dettagli

Istituto Maria Consolatrice

Istituto Maria Consolatrice ISTITUTO PARITARIO MARIA CONSOLATRICE Via Melchiorre Gioia, 51 20 124 MILANO Tel. 02/66.98.16.48 - Fax 02/66.98.43.64 - Cod.Fiscale: 01798650154 e-mail:direzioneprimaria@ismc.it sito internet: www.consolatricemilano.it

Dettagli

RELIGIONE CATTOLICA INDICATORE (CATEGORIA) DIO E L UOMO

RELIGIONE CATTOLICA INDICATORE (CATEGORIA) DIO E L UOMO TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE Il bambino osserva con meraviglia ed esplora con curiosità il mondo, come dono di Dio Creatore. RELIGIONE CATTOLICA INDICATORE (CATEGORIA) DIO E L UOMO PRIMARIA

Dettagli

Rete Antiviolenza Città di Livorno. Arma dei Carabinieri Livorno

Rete Antiviolenza Città di Livorno. Arma dei Carabinieri Livorno Rete Antiviolenza Città di Livorno Comune di Livorno Questura di Livorno Arma dei Carabinieri Livorno Azienda USL 6 Livorno Ippogrifo Associazione PROTOCOLLO DI INTESA TRA COMUNE DI LIVORNO/ASSESSORATO

Dettagli

PIANO DI LAVORO ANNUALE SCUOLA DELL'INFANZIA PROGETTO IRC A.S. 2015/2016 IO HO DIRITTO

PIANO DI LAVORO ANNUALE SCUOLA DELL'INFANZIA PROGETTO IRC A.S. 2015/2016 IO HO DIRITTO PIANO DI LAVORO ANNUALE SCUOLA DELL'INFANZIA PROGETTO IRC A.S. 2015/2016 IO HO DIRITTO Premessa La Scuola Cattolica si differenzia da ogni altra scuola che si limita a formare l uomo, mentre essa si propone

Dettagli

Mai più violenza sulle donne

Mai più violenza sulle donne Mai più violenza sulle donne L iniziativa, alla prima edizione, intende sollecitare, nell ambito delle attività didattiche e di ricerca, un approfondita analisi, da parte dei docenti e degli studenti della

Dettagli