Ministero dell Istruzione, dell Università, e della Ricerca

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Ministero dell Istruzione, dell Università, e della Ricerca"

Transcript

1 Ministero dell Istruzione, dell Università, e della Ricerca ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE A. MASERATI Sede Centrale e Uffici: Via Mussini, VOGHERA (PV) Sezione Maserati - Via Mussini 22 - Tel: 0383/ Fax: 0383/62862 Istituto Tecnico settore Tecnologico: Elettronica ed Elettrotecnica - Informatica e Telecomunicazioni - Meccanica, Meccatronica ed Energia Liceo Scientifico: Opzione Scienze Applicate Sezione Baratta - Via don Milani 21 - Tel: 0383/ Fax: 0383/41760 Istituto Tecnico settore Economico: Amministrazione, Finanza e Marketing - Turismo Istituto Tecnico settore Tecnologico: Costruzioni, Ambiente, Territorio PEC: Website: codice fiscale: codice meccanografico: PVIS00900Q DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE Classe 5 Sez. A Perito per il Turismo E S A M E D I S T A T O a. s / 1 4 1

2 C OMP OS IZ IO N E D E L C O NS IG LIO DI C LA SSE Materie Docenti Firma ITALIANO Rolandi Giuseppina.. STORIA Rolandi Giuseppina.. INGLESE Fava Elena.. FRANCESE Bruni Rosanna.. SPAGNOLO Guarino Generoso.. MATEMATICA Nonna Monica.. DISC. TURISTICHE AZIENDALI Montagna Gloria.. GEOGRAFIA DEL TURISMO Spampinato Sabrina.. ARTE E TERRITORIO Nai Oleari Maria Giovanna.. DIRITTO E LEG. TURISTICA Salerno Daniele.. EDUCAZIONE FISICA Madonna Francesco.. I.R.C. Papalia Milena.. LETTORATO DI INGLESE King Pauline.. LETTORATO DI FRANCESE Gilli Brigitte.. LETTORATO DI SPAGNOLO Zurro Maria Cristina.. SOSTEGNO Montagna Carla.. il Dirigente Scolastico Prof. Filippo Dezza Voghera, 15/05/2014 2

3 ESAME DI STATO CONCLUSIVO DEL CORSO DI STUDI (L. 425/97 DPR 323/98 art.5.2) DOCUMENTO FINALE INDICE 1. Profilo formativo del corso di studi pag Profilo della classe a. elenco docenti e quadro discipline pag. 6 b. elenco alunni pag Relazione di presentazione della classe pag Obiettivi trasversali pag. 9 a. comportamentali b. cognitivi c. strategie 5. Metodologie e strumenti didattici a. metodologie didattiche (tabella sinottica) pag. 10 b. strumenti didattici (tabella sinottica) pag Attività disciplinari a. relazione sintetica delle materie pag. 12 b. programmi svolti pag Strumenti di verifica e valutazione a. griglia comune pag. 52 b. strumenti utilizzati per la verifica formativa (tabella sinottica) pag. 54 c. strumenti utilizzati per la verifica sommativa (tabella sinottica) pag Progetti P.O.F., visite di istruzione e attività extracurricolari della classe a. esperienze dell intera classe pag. 56 b. esperienze individuali pag. 56 c. progetto alternanza scuola-lavoro pag. 57 3

4 9. Criteri per l'attribuzione del credito pag Scheda informativa sulle simulazioni di Terza Prova a. tipologia pag. 61 b. obiettivi comuni pag. 61 c. griglia di valutazione pag. 62 d. esiti finali pag. 63 e. simulazioni di Terze Prove somministrate alla classe 1 simulazione pag simulazione pag. 70 ALLEGATO 1 Simulazioni di Prima prova e Seconda prova ALLEGATO 2 Riservato al Presidente 4

5 1. PROFILO FORMATIVO DEL CORSO DI STUDI Il progetto ITER è finalizzato alla preparazione di un profilo professionale caratterizzato da competenze culturali, tecniche e comunicative immediatamente spendibili nel mondo del lavoro nell ambito del settore turistico (assessorati al turismo, aziende di promozione turistica, agenzie di viaggi, strutture alberghiere e ricreative), ma anche nei settori commerciale e industriale. Inoltre fornisce una solida preparazione utile alla prosecuzione degli studi a livello universitario. Il Perito per il Turismo sviluppa una professionalità flessibile con capacità di iniziativa e di adattamento al cambiamento, utilizza le tecnologie informatiche, applica le tecniche di gestione economico-finanziarie, di programmazione, di controllo e di marketing. Il corso di studi prevede, oltre alle materie tradizionali, lo studio di discipline professionali, tre lingue straniere (inglese e francese nel biennio; inglese, francese e spagnolo nel triennio), arte e geografia del turismo. La proposta formativa è completata dall opportunità di seguire stages. L utilizzo di laboratori linguistici informatici completa la formazione di una figura professionale dinamica e qualificata. 5

6 2. PROFILO DELLA CLASSE a. Elenco docenti e quadro discipline Quadro discipline Docenti Continuità I.R.C. Papalia Classi 3 a 4 a 5 a Italiano Rolandi Classi 3 a 4 a 5 a Storia Rolandi Classi 3 a 4 a 5 a Inglese Fava Classi 3 a 4 a 5 a Francese Bruni Classi 3 a 4 a 5 a Spagnolo Matematica Cesaro Travaglini Guarino Andreoli Nonna Classe 3 a Classe 4 a Classi 5 a Classe 3 a Classi 4 a 5 a Disc. turistiche e aziendali Milanese Montagna Classi 3 a 4 a Classe 5 a Diritto e legislazione turistica Salerno Classi 3 a 4 a 5 a Arte e territorio Labonia Ferrari Nai Oleari Classe 3 a Classe 4 a Classe 5 a Geografia per il turismo Spampinato Classe 3 a 4 a 5 a Educazione fisica Madonna Classi 3 a 4 a 5 a 6

7 b. Elenco alunni 1. ALBANO Lucia 2. BELLO Gaia 3. BERISONZI Gianluca 4. BIANCO Alice 5. BONINI Laura 6. CAMPAGNA Beatrice 7. CONGIU Giulia 8. COSTA ALVEZ Yara 9. CUCCHI Arianna 10. CURIA Debora 11. DACATRA Veronica 12. GUIDI Gaia 13. MARCHESI Michela 14. MASSONE Jessica 15. MONACO Camilla 16. OPIZZI Cristina 17. TOMNYUK Zhorzheta 18. ZANELLA Giorgia 7

8 3. RELAZIONE DI PRESENTAZIONE DELLA CLASSE La classe è composta da 18 alunni, di cui un solo maschio, tutti provenienti dalla classe quarta tranne una studentessa che lo scorso anno scolastico aveva seguito il corso come uditrice. Per il caso che si avvale di sostegno didattico si rimanda all allegato riservato al Presidente della Commissione. Durante il quinquennio il percorso scolastico è stato piuttosto stabile, tranne che per Discipline turistiche e aziendali, Spagnolo, Arte e territorio, Inglese. Nel corso dell anno scolastico gli alunni hanno mantenuto un buon livello di interesse per le attività svolte, unito a vivace partecipazione che si è evidenziata con interventi personali costruttivi da parte della maggioranza della classe, mentre alcuni hanno seguito con attenzione silenziosa dimostrando comunque, se sollecitati, di saper interagire in modo puntuale con l interlocutore. Alcuni alunni presentano buoni livelli di profitto; altri, pur avendo conseguito gli obiettivi programmati, hanno incontrato qualche difficoltà a causa di un metodo di studio manualistico. Complessivamente si ritiene che la classe abbia acquisito un metodo di studio accettabile, sviluppando approcci differenziati agli stili cognitivi delle varie discipline. La classe ha sempre dato prova di disponibilità allorché la scuola ha organizzato eventi in cui era indispensabile l attività di accoglienza e di preparazione della manifestazione; inoltre ha partecipato in larga parte a eventi esterni, in orario extrascolastico, su richiesta di enti pubblici e privati. I programmi sono stati regolarmente svolti. I docenti, controllati i verbali del consiglio di classe, accertano che le ore a debito, dovute all unità oraria di 55 minuti, sono state recuperate dalla classe. 8

9 4. OBIETTIVI TRASVERSALI a. comportamentali 1) Rispetto degli insegnanti, degli operatori e dei compagni 2) Rispetto delle attrezzature scolastiche, dei laboratori e della struttura scolastica 3) Osservanza delle regole dell Istituto 4) Puntualità nelle scadenze e negli impegni b. cognitivi 1) Sviluppo delle capacità di ragionamento e riflessione allo scopo di fornire una visione unitaria del sapere 2) Sviluppo delle capacità di collegamento, di analisi e di sintesi disciplinare ed interdisciplinare. 3) Sviluppo delle capacità di utilizzo di terminologie adeguate c. strategie 1) Comunicazione agli alunni degli obiettivi comportamentali e cognitivi individuati dal Consiglio di Classe allo scopo di promuoverne la condivisione 2) Adozione di atteggiamenti comuni dei docenti rispetto agli obiettivi indicati 9

10 METODOLOGIE Italiano Storia Francese Inglese Spagnolo Matematica Geografia Disc. tur. aziendali Diritto e leg. tur. Arte e territorio I.R.C. Educazione Fisica 5. METODOLOGIE E STRUMENTI DIDATTICI a. Metodologie didattiche Lezioni frontali X X X X X X X X X X X X Lezioni interattive X X X X X X X X X Lavoro di gruppo X X X X X Discussioni X X X X Analisi dei casi X X X X Attività di labor./pales. X X X 10

11 STRUMENTI Italiano Storia Francese Inglese Spagnolo Matematica Geografia Disc. tur. az.li Diritto e leg. tur. Arte e territorio I.R.C. Educazione Fisica b. Strumenti didattici Libri di Testo X X X X X X X X X X X Dispense o appunti Materiale: X X X X X X X X X X X 1. Cassette audio X 2. Giornali riviste X X X X X X X 3. Documenti X X 4. Codice Civile DVD X X X X CD-Rom X X X Laboratori Linguistici Laboratori PC X X X X X X 11

12 6. ATTIVITA DISCIPLINARI a. Relazione sintetica delle materie Materia: Docente: Libro di testo adottato: Autore: Ed.: ITALIANO Giuseppina Rolandi TRE Vol. III M. Magri V. Vittorini Paravia Durante l anno scolastico è stata richiesta agli alunni la conoscenza degli elementi basilari dell analisi di un testo in prosa e in poesia, la capacità di argomentare, di contestualizzare e di sapere disquisire, nelle prove scritte, seguendo un filo logico in forma accettabile. La classe ha mantenuto nel corso dell anno, un buon livello di interesse per le attività svolte. Per quanto riguarda la partecipazione al dialogo educativo, alcuni alunni hanno vivacizzato le lezioni con interventi puntuali e costruttivi, altri hanno seguito con attenzione silenziosa. La quasi totalità degli studenti ha raggiunto gli obiettivi prefissati in modo più che sufficiente; qualche alunna anche risultati buoni, possedendo strumenti utili a un apprendimento critico e discrete capacità di comunicazione. Una minoranza ha mostrato, talora, qualche difficoltà nella rielaborazione dei contenuti e/o nella padronanza espressiva. 12

13 Materia: Docente: Libro di testo adottato: Autore: Ed.: STORIA Giuseppina Rolandi Le voci della storia e dell attualità Brancati Pagliarani La Nuova Italia Nello svolgimento del programma ci si è posti come obiettivo di conoscere i principali eventi, collocandoli nello spazio e nel tempo, usando il lessico specifico essenziale, e di saper collegare le problematiche principali attraverso processi di causa-effetto esponendoli con sufficiente chiarezza e coerenza. Tali obiettivi sono stati conseguiti in modo soddisfacente per alcuni alunni che hanno dimostrato buone capacità rielaborative; altri hanno evidenziato un metodo di studio più mnemonico, incontrando talora qualche difficoltà nel dare una struttura logico-argomentativa ai temi presi in esame. 13

14 Materia: Docente: Libri di testo adottati: Autore: Ed.: FRANCESE Rosanna Bruni Le nouveau monde de voyages Parodi Vallacco Juvenilia Libri di testo adottati: Autore: Ed.: Decryptez la France Patricia Duport Esposito Lang La classe ha sempre dimostrato interesse e partecipazione per la materia ed il clima in cui si sono svolte le elezioni è stato in generale sereno e cordiale. Alcuni alunni hanno saputo coniugare l interesse con un metodo di lavoro costante, per altri i risultati ottenuti sono stati inferiori alle effettive potenzialità a causa di un impegno non sempre continuo. Per quanto riguarda le conoscenze gli alunni conoscono i fondamentali campi lessicali relativi sia ad aspetti di vita quotidiana che di ambito turistico. Relativamente alle competenze-capacità quasi tutti sono in grado di esprimersi senza grossolani errori di lessico e di strutture e di applicare le regole in semplici testi noti, di analizzare un testo di attualità, di comprendere le informazioni basilari e redigere un testo sintetico con sufficiente correttezza linguistica. Durante l anno con l intervento della lettrice (un ora alla settimana) sono stati svolti momenti di ripasso e recupero, volti a colmare lacune a livello fonetico, grammaticale e morfo-sintattico. 14

15 Materia: Docente: Libro di testo adottato: Autore: Ed.: LETTORATO DI LINGUA FRANCESE Brigitte GILLI Le Nouveau monde de voyages Lidia Parodi Marina Vallaco La classe ha raggiunto superficialmente le conoscenze programmate prediligendo l approccio comunicativo. Metà della classe non è completamente autonoma riguardo ai compiti assegnati e manifesta poca fiducia nelle proprie capacità. L attenzione e quindi la produzione sono risultati variabili in base ai contenuti, il lessico è ancora semplice e le frasi non sono sempre ben articolate. Nonostante il quadro disomogeneo, il livello di scolarizzazione è complessivamente accettabile. 15

16 Materia: Docente: Libri di testo adottati: Autore: Ed.: INGLESE Elena FAVA TRAVEL TEAM Bernardi Fici Braownlees Valmartina La classe che seguo da tre anni si è sempre dimostrata partecipe nell attività didattica e fin dalla terza ha fatto il possibile per recuperare le numerose lacune grammaticali pregresse. Nel corso di questo anno scolastico, nelle due ore settimanali a disposizione, nel primo quadrimestre ho insistito maggiormente sulle abilità di reading e writing (riassunti, composizioni e comprensioni), mentre nel secondo quadrimestre, oltre alle comprensioni del testo, ho trattato più ampiamente argomenti di turismo, civiltà, ecc. legati all abilità di speaking. Gli studenti hanno tutti risposto positivamente, in base alle loro capacità, emotività, esperienze all estero, nonché predisposizione alla lingua, alcuni raggiungendo un ottimo livello di preparazione, altri discreto, altri sufficiente. Pur mostrandosi una classe diligente e partecipe, la maggior parte ha conseguito una preparazione prevalentemente mnemonica. Nella valutazione orale ho sempre premiato diligenza e impegno anche in presenza di una pronuncia non perfetta. 16

17 Materia: Docente: Libri di testo adottati: Autore: Ed.: LETTORATO DI LINGUA INGLESE Pauline A. KING Slides from the world Zanichelli Sono stati trattati gli aspetti geografici, storici e culturali dei seguenti paesi anglofoni che fanno parte del Commonwealth: USA, Canada, Australia, New Zealand, South Africa e India. 17

18 Materia: Docente: Libri di testo adottati: Autore: Ed.: SPAGNOLO Generoso Antonio Guarino Sin duda- Gramàtica activa del español Gloria Boscaini CIDEB Libri di testo adottati: Autore: Ed.: De viaje por el mundo hispano Cristina M. Alegre Palazòn, Leonor Quarellos Demarcos CIDEB La classe ha dimostrato interesse ed impegno verso la materia. La partecipazione è stata sempre attiva ed è sempre avvenuta nel pieno rispetto delle regole. Nel corso dell anno sono state attuate lezioni frontali, lezioni in laboratorio linguistico ed approfondimenti didattici attraverso dispense e materiale reperito sul web. Sono stati trattati argomenti riguardanti la storia, la cultura, le tradizioni, gli aspetti turistici, economici, politici e socioculturali dei paesi di lingua spagnola. Si sono distinti due gruppi: il primo, corrispondente alla quasi totalità della classe, ha dimostrato forte interesse e discreta padronanza delle strutture linguistiche, il secondo ha dimostrato una padronanza della lingua non del tutto sufficiente, con lacune di carattere grammaticale e morfosintattico che sono state in parte colmate. I risultati sul piano del profitto sono stati prevalentemente discreti. 18

19 Materia: Docente: Libri di testo adottati: Autore: Ed.: LETTORATO DI LINGUA SPAGNOLA Maria Cristina Zurro De viaje por el mundo hispano Cristina M. Alegre Palazòn, Leonor Quarellos Demarcos CIDEB Nell ora settimanale di lettorato con l esperto madrelingua sono stati approfonditi la storia, la cultura, le tradizioni, gli aspetti turistici, economici, politici e socioculturali dei paesi ispano-americani. 19

20 Materia: Docente: Libro di testo adottato: Autore: Ed.: MATEMATICA Monica Nonna ITER MATEMATICA per il Turismo Modulo D M. Trovato Ghisetti & Corvi La classe ha partecipato in modo adeguato allo svolgimento delle lezioni durante tutto il corso dell anno scolastico. Gli studenti si sono sempre impegnati nello svolgimento dei compiti loro assegnati, sia in classe sia a casa. Nonostante ciò, nessuno si è distinto per competenze ed abilità particolari. I risultati conseguiti sono globalmente discreti; solo un esiguo gruppo di studenti ha raggiunto una preparazione al limite della sufficienza. 20

21 Materia: Docente: Libro di testo adottato: Autore: Ed.: GEOGRAFIA DEL TURISMO Sabrina SPAMPINATO Nuovo passaporto per il mondo - Corso di geografia turistica Bianchi Kohler Moroni Vigolini De Agostini La classe durante tutto il triennio si è sempre dimostrata interessata e attenta alle lezioni. Ha partecipato in modo attivo con interventi e approfondimenti personali. Gli itinerari preparati nel corso del triennio sono sempre stati accurati e ben studiati, con particolare attenzione ai tempi e alle destinazioni. Lo studio, pur se mnemonico per alcune studentesse, è sempre stato puntuale e preciso. In generale quindi la classe ha raggiunto un livello di preparazione soddisfacente. 21

22 Materia: Docente: Libro di testo adottato: Autori: Ed: DISCIPLINE TURISTICHE E AZIENDALI Gloria Montagna Nuovo turismo 3 I prodotti Giorgio Castoldi Hoepli Gli studenti hanno partecipato con interesse alle attività svolte, hanno mostrato motivazione allo studio e si sono lasciati coinvolgere nelle proposte di tipo soprattutto operativo, cercando di superare le difficoltà derivanti dal cambiamento del docente nell ultimo anno del corso. All interno del gruppo classe vi sono alcune alunne che esprimono interesse particolare per il settore turistico in genere; è comunque presente qualche fatica nella rielaborazione dei contenuti che, talvolta, possono risultare acquisiti in modo più mnemonico che personale. La preparazione risulta diversificata, in considerazione delle diverse attitudini e del differente impegno. 22

23 Materia: Docente: Libro di testo adottato: Autore: Ed.: DIRITTO E LEGISLAZIONE TURISTICA Daniele SALERNO La legislazione turistica Balacco Fusco Martignago Mistroni Edumond Le Monnier - Scuola & Azienda Il corso ha avuto come obiettivo, per quanto riguarda le conoscenze (in termini di sapere), il conoscere l essenziale normativa applicabile al settore turistico ed il conoscere i principali soggetti, pubblici e privati, presenti nel settore turistico italiano e internazionale. Per le competenze (in termini di saper fare), ci si è orientati nella legislazione in vigore, riuscendo ad applicare le nome corrette al caso reale, comprendendo l evoluzione giuridica in atto nel settore turistico italiano e internazionale, con le rilevanti conseguenze economiche che ne derivano. Quali capacità (in termini di abilità, atteggiamenti e comportamenti), la capacità di ricerca e approfondimento, la capacità di utilizzo di un linguaggio specifico e la capacità di ricavare informazioni utili attraverso la lettura di una norma. Attività: lezione frontale partecipata, problem solving e discussione di casi concreti, esposizione guidata degli allievi, lettura critica del testo, schematizzazioni. Il programma è stato svolto nella sua interezza, la classe ha partecipato in modo estremamente attivo alle lezioni, manifestando un coinvolgimento nel dialogo giuridico estremamente positivo. Più che soddisfacenti i risultati ottenuti. Nel complesso quindi un insieme di studenti precisi nell adempimento delle scadenze, volonterosi verso lo studio ed interessati alla materia, molto educati nel rapporto in classe con l insegnante. 23

24 Materia: ARTE E TERRITORIO Docente: Maria Giovanna NAI OLEARI Libro di testo adottato: Itinerario nell'arte 3. Dall Età dei lumi ai giorni nostri. Terza edizione. Versione azzurra. Autori: Giorgio Cricco, Francesco Paolo Di Teodoro Ed.: Zanichelli, 2003 La classe ha subito, durante il corso quinquennale di studi, l avvicendamento di diversi insegnanti della disciplina, fatto a mio avviso non secondario ai fini di una preparazione organica. In questo ultimo anno l interesse, l impegno e la partecipazione attiva alle lezioni sono stati comunque costanti per la maggior parte degli allievi, anche se a volte si è trattato di una partecipazione per certi aspetti disordinata e quindi dispersiva. Infatti, a fronte di un interesse vivo e curioso, i risultati ottenuti sono stati talvolta, soprattutto per alcuni allievi, inferiori alle aspettative. La classe è mediamente in grado di riconoscere i principali fenomeni artistici manifestatisi tra Ottocento e prima metà del Novecento e di affrontare la lettura dell opera d arte dal punto di vista descrittivo, tuttavia la maggior parte, nonostante uno studio assiduo, si limita a un sapere più nozionistico, mentre solo alcuni allievi sono in grado di compiere un analisi stilistica e rielaborata delle opere affrontate istituendo confronti tra esse attraverso un argomentazione più completa. 24

25 Materia: Docente: Libro di testo adottato: Autore: Ed.: EDUCAZIONE FISICA Francesco MADONNA Corpo Libero Due Movimento e salute Fiorini Coretti Bocchi Marietti scuola Classe partecipe e disponibile al dialogo educativo. Gruppo coeso con doti di grande umanità. I risultati conseguiti sono da ritenersi positivi. 25

26 Materia: Docente: Libro di testo adottato: Autore: Ed.: I.R.C. Milena PAPALIA TUTTI I COLORI DELLA VITA Solinas SEI Torino La totalità della classe si avvale dell IRC. Nel corso del triennio ha maturato un atteggiamento collaborativo e nell ultimo anno si è dimostrata interessata ai temi proposti in modo proficuo e approfondito. Le lezioni sono state svolte prevalentemente come lezioni dialogate, con particolare attenzione al dibattito in classe: gli alunni sono stati coinvolti nell'assumere una posizione in merito agli argomenti proposti affrontando criticamente i diversi aspetti dell'argomentazione. E stata utilizzata la videoteca scolastica per la visione di alcuni filmati/documentari. In generale la sintesi degli argomenti è stata proposta sotto forma di lezione frontale con l utilizzo di materiale fotocopiato. 26

27 b. Programmi svolti ITALIANO La letteratura del primo Novecento: contesto storico, sociale, culturale Il Naturalismo: contesto storico-culturale e caratteri generali della produzione letteraria Il Verismo: contesto storico-culturale e caratteri generali della produzione letteraria Giovanni Verga: vita, pensiero e opere. - Da Vita dei campi : lettura ed analisi di Rosso Malpelo e Fantasticheria, - I Malavoglia : trama, caratteristiche e temi dell opera; lettura ed analisi dell incipit del romanzo ( La famiglia Toscano, L addio di Ntoni - Da Novelle Rusticane : La roba, Libertà - Da Mastro don Gesualdo : La morte di Gesualdo Il Simbolismo: contesto storico-culturale e caratteri generali della produzione letteraria G. Baudelaire: vita e opere (cenni) Da I fiori del male : Corrisponenze, L alabatro La Scapigliatura: caratteri generali E. Praga: vita e opere (cenni) Da Penombre : Preludio Il Decadentismo: Contesto storico-culturale e caratteri generali della produzione letteraria G. Pascoli: Vita e opere Da Myricae : lettura ed analisi di Lavandare, Novembre, X Agosto Da I Canti di Castelvecchio : Nebbia, La mia sera G. D Annunzio: Vita, pensiero e opere Da Il Piacere : lettura ed analisi di la filosofia del dandy Da Alcyone : lettura ed analisi di La sera fiesolana, La pioggia nel pineto 27

28 Il Crepuscolarismo: Caratteri generali G. Gozzano Da I colloqui : lettura ed analisi di La signora Felicita L età delle avanguardie: contesto storico, sociale e culturale Il Futurismo:Caratteri generali F.T. Marinetti: vita, pensiero e opere Manifesto del futurismo : lettura e analisi Manifesto tecnico della letteratura fascista : lettura e analisi Pirandello: vita, pensiero,opere Da Novelle per un anno : Il treno ha fischiato, Ciaula scopre la luna, Da Il fu Mattia Pascal : lettura di Mattia-Adriano : un ombra d uomo; la conclusione Da L umorismo : Il sentimento del contrario I. Svevo: vita, pensiero,opere - La coscienza di Zeno : struttura, caratteri e tema dell opera. Lettura ed analisi di passi antologici La letteratura tra le due guerre U. Saba: vita, pensiero,opere Lettura ed analisi di Trieste., Città Vecchia, Ulisse G. Ungaretti: vita, pensiero,opere Da L allegria, lettura ed analisi: Veglia, Fratelli, Soldati, San Martino del Carso, I fiumi E. Montale: vita, pensiero,opere Da Ossi di seppia lettura ed analisi: di Meriggiare pallido e assorto, Spesso il male di vivere Non Chiederci la parola Da Le occasioni, lettura ed analisi: la casa dei doganieri, Non recidere forbice, quel voltoi Da Satura, lettura ed analisi: Ho sceso dandoti il braccio 28

29 L Ermetismo U. Quasimodo: vita, pensiero,opere da Acque e terre letturaa ed analisi di Alle fronde dei salici, Uomo del mio tempo L età del Neorealismo Calvino: lettura e commento del libro Il sentiero di nidi di ragno Libro di testo: TRE - Vol. III M. Magri-V. Vittorini Paravia La docente Giuseppina Rolandi 29

30 STORIA - I problemi economici, politici, culturali connessi all unificazione d Italia - Governo della Destra e della Sinistra storica - La Rivoluzione Industriale, l emigrazione, l imperialismo - L età Giolittiana - La Grande Guerra Mondiale - La Rivoluzione Russa - Il primo Dopoguerra: la crisi economica e della società italiana - La crisi del I regimi totalitari: Il Fascismo in Italia, il Nazismo in Germania, il Comunismo in URSS - Le democrazie - La Seconda Guerra Mondiale - Il nuovo ordine internazionale: La guerra fredda e il Bipolarismo Libro di testo: Le voci della storia - Vol. III Brancati-Pagliarini La Nuova Italia La docente Giuseppina Rolandi 30

31 FRANCESE MODULE 1- Le tourisme Introduction au tourisme Les types de tourisme Les entreprises touristiques MODULE 2 - Les transports Les transports en France Les transports aériens Les aéroports français Les transports ferroviaires La SNCF - Le TGV - L Eurotunnel - Le TER - Le RER Le Métro Les gares de Paris Les tarifs Les transports maritimes Les bateaux de ligne Les croisières - Les palaces flottants Savoir présenter une croisière La navigation de plaisance Les transports routiers L autocar La voiture MODULE 3 - Les types d hébergement Les types d hébergement La présentation d un hôtel Savoir présenter un hôtel Le travail à la réception Les autres types d hébergement Les villages touristiques Résidences et locations Séjours en résidence Louer une maison Les gîtes ruraux Les campings-caravanings Les auberges de jeunesse MODULE 4 - Les différentes formes de tourisme Le tourisme de santé Savoir présenter une station thermale Le tourisme vert Le tourisme sportif Le tourisme religieux Le tourisme pour le troisième age 31

32 MODULE 5 - La France La France physique Savoir présenter une région La Bretagne La Normandie La Pac Ile de France (Paris) Aquitaine MODULE 7 - Voyages dans le monde Les Tom et les DROM La Martinique et la Guadeloupe MODULE 9 Demander et donner des renseignements MODULE 10 La réservation MODULE 11- La modification d une réservation Libri di testo: Un nouveau monde de voyages Ed. Juvenilia Décryptez la France Ed. Lang La docente Rosanna Bruni 32

33 LETTORATO DI LINGUA FRANCESE - L évolution du tourisme en France - Les métiers du tourisme Confection d un itinéraire en Provence Guide dans les champs de lavande et les carrières d ocre - Le tourisme religieux (Lisieux- Rocamadour- Lourdes) - Le tourisme de santé le thermalisme dans la médecine d aujourd huila thalassothérapie Evian les bains - La francophonie L OIF - Les DROM ( Ile de la Réunion ) et les COM - Les Jeux olympiques de la francophonie à Nice 2013 (le slameur Grand Corps malade et sa chanson Ta famille ) - Les parcs d attraction (Vulcania, Disneyland) - Les transports Les transports ferroviaires (L Eurotunnel) Le TGV Le transport fluvial La vie à bord du Costa Serena - Les Nations unies - La déclaration universelle des droits de l homme -Technique du résumé scolaire 33

34 Metodologia: comunicativa Didattica: situazionale e nozionale funzionale. Simulazioni. Analisi di documenti professionali con approccio comunicativo. Lavoro per competenze in un ottica pluridisciplinare. Strumenti: Libro di testo Fotocopie Uso del registratore e del laboratorio linguistico Libro di testo: Le Nouveau monde de voyages Lidia Parodi Marina Vallaco La docente Gilli Brigitte 34

35 INGLESE Gli studenti hanno preparato alcuni moduli tematici, ciascuno incentrato su un argomento essenziale per chi sta per intraprendere una professione in ambito turistico. Gli studenti posseggono le specifiche competenze di saper esporre oralmente le nozioni di base del turismo con un linguaggio semplice ma corretto; comprendere testi sia di turismo che di attualità che letterari e saper rispondere sia scritto che oralmente alle domande inerenti; saper redigere un riassunto e una composizione; saper redigere un itinerario turistico, saper descrivere e promuovere le attrattive turistiche di una città o una regione, interagire con turisti in contesti professionali quali, per esempio, il front office di un agenzia turistica o di un hotel, redigere un voucher o una lettera o un di tipo turistico. I brani letterari indicati nel programma sono stati svolti come esercizi di Reading comprehension e pertanto gli studenti ne conoscono il riassunto e cenni biografici dell autore. Alcuni argomenti di geografia sono stati svolti in collaborazione con la lettrice. CONTENTS Tourism:features and trends : from the origins to the 20 th century, tourism on the net, positive and negative aspects of tourism Organisation of tourism : tour operators, travel agencies Transport: air travel, land and water transport Accomodation: serviced and self-catering accomodation Promoting destinations: Marketing research, marketing mix, segmentation of the tourism market Outgoing tourism: Short haul destination to Europe: visiting London; Long hauls to intercontinental destinations: visiting the USA, New York City, Arizona Canyons, California, Chicago and the Roaring Twenties (fotocopie) Target tourism : sport tourism, responsible tourism, agritourism and spas From learning to working : Travel training programme, career and financial prospects, working at a travel agency, skills and personal qualities, job interview Written correspondence: the layout of commercial letters, mails and faxes, enquiries, replies, bookings, confirmations and cancellations, complaints and adjustments, circulars, CV, applications Immigration approfondimento (fotocopie): general definition, theories of migration, pros and cons, the political debate about immigration, illegal immigration, Ellis Island, The making of Ireland 35

PROGRAMMA di Storia dell Arte. Prof. Carlo Bianchi

PROGRAMMA di Storia dell Arte. Prof. Carlo Bianchi ESAMI DI STATO SESSIONE ORDINARIA 2012/2013 CLASSE V SEZIONE B. PROGRAMMA di Storia dell Arte Prof. Carlo Bianchi Libro/i di testo in adozione: Itinerario nell Arte. Autori: Cricco-Di Teodoro Editore:

Dettagli

LINGUA E LETTERATURA ITALIANA

LINGUA E LETTERATURA ITALIANA I.I.S. FEDERICO II DI SVEVIA LICEO SCIENTIFICO - OPZIONE SCIENZE APPLICATE - MELFI - PIANO DI LAVORO ANNUALE LINGUA E LETTERATURA ITALIANA CLASSE V AA A.S. 2015/2016 PROF.SSA VIOLANTE RIZZO FINALITÀ SPECIFICHE

Dettagli

1. Competenze trasversali

1. Competenze trasversali 1 ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE G. CENA SEZIONE TECNICA ANNO SCOLASTICO 2015/2016 PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI MATEMATICA DOCENTI: PROF. ANGERA GIANFRANCO CLASSE V U TUR Secondo le linee guida, il corso

Dettagli

PROGRAMMA PREVENTIVO

PROGRAMMA PREVENTIVO COD. Progr.Prev. PAGINA: 1 PROGRAMMA PREVENTIVO A.S. 2014/2015 SCUOLA Civico Liceo linguistico A.Manzoni DOCENTE: Olivia Maneo MATERIA: Storia dell Arte Classe 5 SezioneHL 800 Il Romanticismo. Europa romantica.

Dettagli

I.I.S. Federico II di Svevia Melfi. Progettazione della classe I BS classe a. s. 2015-16

I.I.S. Federico II di Svevia Melfi. Progettazione della classe I BS classe a. s. 2015-16 I.I.S. Federico II di Svevia Melfi Progettazione della classe I BS classe a. s. 2015-16 La programmazione educativa e didattica per l a. s. in corso è elaborata dal Consiglio di classe con la sola presenza

Dettagli

Programma svolto Disegno e storia dell arte

Programma svolto Disegno e storia dell arte Programma svolto Disegno e storia dell arte A.S. 2014-15 Classe VE Prof Isabella Rossini Arte Neoclassica Caratteristiche generali del periodo Antonio Canova: stile letture e analisi di 1) Teseo sul Minotauro

Dettagli

ISTITUTO TECNICO "LEONARDO DA VINCI" AD INDIRIZZO TECNOLOGICO ED ECONOMICO BORGOMANERO (NO) PIANO DI LAVORO. Anno Scolastico 2015 2016

ISTITUTO TECNICO LEONARDO DA VINCI AD INDIRIZZO TECNOLOGICO ED ECONOMICO BORGOMANERO (NO) PIANO DI LAVORO. Anno Scolastico 2015 2016 ISTITUTO TECNICO "LEONARDO DA VINCI" AD INDIRIZZO TECNOLOGICO ED ECONOMICO BORGOMANERO (NO) PIANO DI LAVORO Anno Scolastico 2015 2016 Materia: DISCIPLINE TURISTICHE AZIENDALI Classe: V C - TURISMO Data

Dettagli

Documento del Consiglio di classe

Documento del Consiglio di classe Istituto Tecnico Statale Commerciale e per il Turismo C. Piaggia Viareggio Documento del Consiglio di classe Anno scolastico 2014-2015 Classe 5 serale Indirizzo: Amministrazione finanza e marketing Approvato

Dettagli

Contenuti disciplinari e tempi di realizzazione LICEO STATALE D.G. FOGAZZARO VICENZA RELAZIONE FINALE DEL DOCENTE

Contenuti disciplinari e tempi di realizzazione LICEO STATALE D.G. FOGAZZARO VICENZA RELAZIONE FINALE DEL DOCENTE LICEO STATALE D.G. FOGAZZARO VICENZA MATERIA: STORIA DELL'ARTE RELAZIONE FINALE DEL DOCENTE A.S. 2014-2015 CLASSE: 5CL DOCENTE: ZACCARIA EMANUELA In relazione alla programmazione curricolare sono stati

Dettagli

PROGRAMMA CONSUNTIVO

PROGRAMMA CONSUNTIVO PAGINA: 1 PROGRAMMA CONSUNTIVO A.S. 2013/14 SCUOLA: Liceo linguistico Manzoni DOCENTE: Elena Bordin MATERIA: Italiano Classe: V Sezione: M OBIETTIVI: COGNITIVI (Conoscenze, competenze): Riconoscere i sottocodici

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE QUINT... RELAZIONI INTERNAZIONALI

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE QUINT... RELAZIONI INTERNAZIONALI 1 di 6 26/01/2015 11.38 PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE QUINTO ANNO TECNICO RELAZIONI INTERNAZIONALI 1. QUINTO ANNO PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE QUINTO ANNO TECNICO RELAZIONI INTERNAZIONALI

Dettagli

MOD.1 L ETÀ DEL SIMBOLISMO E DEL DECADENTISMO

MOD.1 L ETÀ DEL SIMBOLISMO E DEL DECADENTISMO PROGRAMMA DI ITALIANO CLASSE 5 PASTICCERIA MOD.1 L ETÀ DEL SIMBOLISMO E DEL DECADENTISMO Inquadramento storico culturale: la crisi del Positivismo La poesia simbolista in Francia. C. Baudelaire Da I Fiori

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DI CLASSE

PROGRAMMAZIONE DI CLASSE I.I.S. Federico II di Svevia PROGRAMMAZIONE DI CLASSE a. s. 2013-2014 classe VB docente coordinatore Prof.ssa Teresa CARUSO La programmazione educativa e didattica per l a. s. in corso è elaborata dal

Dettagli

Programmazione Attività del Consiglio di Classe (2 Biennio e 5 anno) Anno Scolastico 2015/2016. Docenti: Disciplina: Firma: 1. Analisi della Classe:

Programmazione Attività del Consiglio di Classe (2 Biennio e 5 anno) Anno Scolastico 2015/2016. Docenti: Disciplina: Firma: 1. Analisi della Classe: Programmazione Attività del Consiglio di Classe (2 Biennio e 5 anno) Anno Scolastico 2015/2016 Consiglio della Classe Sez. Indirizzo Scenografia Coordinatore: Data di approvazione: Docenti: Disciplina:

Dettagli

DISCIPLINA TECNICHE PROFESSIONALI DEI SERVIZI COMMERCIALI DOCENTI MARCO TEODORO

DISCIPLINA TECNICHE PROFESSIONALI DEI SERVIZI COMMERCIALI DOCENTI MARCO TEODORO http://suite.sogiscuola.com/documenti_web/vris017001/documenti/9.. 1 di 6 21/11/2013 10.58 PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE PRIMO BIENNIO PROFESSIONALE SERVIZI COMMERCIALI ANNO SCOLASTICO 2013/2014

Dettagli

a. s. 2013-2014 PIANO DI LAVORO ANNUALE DEL CONSIGLIO DELLA CLASSE 3B DOCENTE Coordinatore Teresa Persiano

a. s. 2013-2014 PIANO DI LAVORO ANNUALE DEL CONSIGLIO DELLA CLASSE 3B DOCENTE Coordinatore Teresa Persiano a. s. 2013-2014 PIANO DI LAVORO ANNUALE DEL CONSIGLIO DELLA CLASSE 3B DOCENTE Coordinatore Teresa Persiano 1. PROFILO DELLA CLASSE La classe, formata quest anno da 25 alunni, comprende 20 alunne e 1 alunno

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI DIPARTIMENTO

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI DIPARTIMENTO Pagina 1 di 6 INGRESSO LA CLASSE, IN QUESTI MESI, HA DIMOSTRATO UNA BUONA ATTENZIONE DURANTE LE LEZIONI, IMPEGNO E DESIDERIO DI IMPARARE. IL COMPORTAMENTO È STATO CORRETTO. PROFILO CLASSE USCITA Il profilo

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE Anno Scolastico: 2014 2015 Dipartimento (1) : DIRITTO ED ECONOMIA Coordinatore (1) : Prof.ssa ALESSANDRA CALDARA Classe: 2 Indirizzo: SERVIZI SOCIO- SANITARI Ore di insegnamento

Dettagli

POF 2013-2014 - COMPETENZE

POF 2013-2014 - COMPETENZE POF 2013-2014 - COMPETENZE Seguendo le indicazioni della normativa, La Scuola anche per il SECONDO BIENNIO riconosce l importanza dei quattro assi culturali sulla base dei quali gestire la formulazione

Dettagli

METODI E STRUMENTI. METODI e STRUMENTI

METODI E STRUMENTI. METODI e STRUMENTI E LETTERE BIENNIO ITALIANO e 3. lavoro individuale 4. lavoro di gruppo 5. laboratorio di lettura e scrittura 6. correzione sistematica collettiva e individualizzata degli esercizi eseguiti a casa e delle

Dettagli

PIANO DI LAVORO: Disegno e storia dell arte

PIANO DI LAVORO: Disegno e storia dell arte Obiettivi educativi e didattici PIANO DI LAVORO: Disegno e storia dell arte Obiettivi formativi generali: Formazione di un metodo di studio flessibile. Inquadramento e schematizzazione degli argomenti.

Dettagli

Liceo Marie Curie (Meda) Scientifico Classico Linguistico

Liceo Marie Curie (Meda) Scientifico Classico Linguistico Liceo Marie Curie (Meda) Scientifico Classico Linguistico PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE a.s. 2015/16 5^ AS CLASSE Indirizzo di studio Liceo Scientifico Docente Disciplina Prof.ssa Giuliana

Dettagli

DIPARTIMENTO DI SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE Programmazione disciplinare biennio

DIPARTIMENTO DI SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE Programmazione disciplinare biennio Livelli di competenza A= Esperto (Livello 1) B= Competente (Livello 2) C= Principiante (Livello 3) ASSE LINGUAGGI DIPARTIMENTO DI SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE Programmazione disciplinare biennio FORMAT UNITARIO

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA RIFERITA ALLA DISCIPLINA :LINGUA E LETTERATURA ITALIANA

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA RIFERITA ALLA DISCIPLINA :LINGUA E LETTERATURA ITALIANA Anno Scolastico 2014-2015 Istituto PROFESSIONALE grafico PROGRAMMAZIONE DIDATTICA RIFERITA ALLA DISCIPLINA :LINGUA E LETTERATURA ITALIANA PRIMO BIENNIO OBIETTIVI GENERALI/ FINALITA' OBIETTIVI EDUCATIVI

Dettagli

I.I.S Niccolò Machiavelli Pioltello

I.I.S Niccolò Machiavelli Pioltello Pagina 1 di 6 Materia FISICA (secondo biennio) Anno Scolastico 2015-2016 Componenti del Consiglio di Materia: Docente Prof. Serafino Maria Antonia (Coordinatore di Materia) Prof. Adobbati Mauro Prof. Baderna

Dettagli

SCHEDA PROGRAMMAZIONE CONSIGLI DI CLASSE. CLASSE 5A igea ANNO SCOLASTICO 2009/2010

SCHEDA PROGRAMMAZIONE CONSIGLI DI CLASSE. CLASSE 5A igea ANNO SCOLASTICO 2009/2010 ISTITUTO STATALE DI ISTRUZIONE SUPERIORE ARCHIMEDE Via Cento n. 38/A 40017 San Giovanni in Persiceto (BO) C.F. 80073690374 Tel 051 821832/823651 Fax 051 825226 E-Mail: informazioni@isis-archimede.it Sito

Dettagli

PROGRAMMAZIONE INDIVIDUALE ANNUALE

PROGRAMMAZIONE INDIVIDUALE ANNUALE Al Dirigente Scolastico dell I.I.S. F. Algarotti Venezia PROGRAMMAZIONE INDIVIDUALE ANNUALE Prof /ssa A.M.PANCINO Classe 5 A AFM materia Economia Aziendale anno scolastico 2015//2016 Obiettivi generali

Dettagli

DIPARTIMENTO DI STORIA DELL'ARTE Programmazione disciplinare triennio

DIPARTIMENTO DI STORIA DELL'ARTE Programmazione disciplinare triennio DIPARTIMENTO DI STORIA DELL'ARTE Programmazione disciplinare triennio Classi: terze indirizzo classico, linguistico e scienze umane Prendere consapevolezza del valore estetico dell'opera d'arte nelle varie

Dettagli

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVA E DIDATTICA A.S. 2014-2015

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVA E DIDATTICA A.S. 2014-2015 IIS VERONESE-MARCONI PROGRAMMAZIONE EDUCATIVA E DIDATTICA A.S. 2014-2015 CLASSE III L Indirizzo Linguistico COORDINATORE: JESSICA NARDO 1. COMPONENTI DEI CONSIGLI DI CLASSE DOCENTE Lanza Saragene Filippo

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO STATALE Giordano BRUNO Piano di lavoro della classe prima G A.S. 2010/2011 Docente Mariarosa MAZZA

LICEO SCIENTIFICO STATALE Giordano BRUNO Piano di lavoro della classe prima G A.S. 2010/2011 Docente Mariarosa MAZZA LICEO SCIENTIFICO STATALE Giordano BRUNO Piano di lavoro della classe prima G A.S. 2010/2011 Docente Mariarosa MAZZA OBIETTIVI IN TERMINI DI CONOSCENZE,COMPETENZE E CAPACITA La classe deve apprendere le

Dettagli

Istituto Statale d'istruzione Secondaria Superiore. " U. Foscolo " Teano - Sparanise. Disciplina : Economia Aziendale

Istituto Statale d'istruzione Secondaria Superiore.  U. Foscolo  Teano - Sparanise. Disciplina : Economia Aziendale Istituto Statale d'istruzione Secondaria Superiore " U. Foscolo " Teano - Sparanise Disciplina : Economia Aziendale ANNO SCOLASTICO 2015/2016 Classe quinta/sez. A A.F.M. Il Docente Prof. Montanaro Raffaele

Dettagli

ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE VERONESE - MARCONI LICEO: SCIENTIFICO P.N.I. SCIENZE APPLICATE CLASSICO - SCIENZE UMANE

ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE VERONESE - MARCONI LICEO: SCIENTIFICO P.N.I. SCIENZE APPLICATE CLASSICO - SCIENZE UMANE ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE VERONESE - MARCONI LICEO: SCIENTIFICO P.N.I. SCIENZE APPLICATE CLASSICO - SCIENZE UMANE Via Togliatti 30015 - CHIOGGIA (VE) - Tel. 041/5542997-5543371 - FAX 5544315 e-mail:gveronese@legalmail.it

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE ITALIANO SECONDO BIENNIO E QUINTO ANNO

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE ITALIANO SECONDO BIENNIO E QUINTO ANNO PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE ITALIANO SECONDO BIENNIO E QUINTO ANNO Anno scolastico 2015-2016 1 Obiettivi disciplinari minimi metacognitivi - acquisizione della consapevolezza delle proprie strategie di

Dettagli

ANNO SCOLASTICO 2013-2014 PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI ARTE E IMMAGINE DOCENTE: NOVERO MARIA TERESA

ANNO SCOLASTICO 2013-2014 PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI ARTE E IMMAGINE DOCENTE: NOVERO MARIA TERESA ISTITUTO COMPRENSIVO CIRIE II SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO DI SAN CARLO C. ANNO SCOLASTICO 2013-2014 PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI ARTE E IMMAGINE DOCENTE: NOVERO MARIA TERESA Premessa Lo studio della disciplina

Dettagli

LICEO STATALE G. GUACCI

LICEO STATALE G. GUACCI LICEO STATALE G. GUACCI BENEVENTO Programmazione Didattica Modulare di Lingua e Letteratura Italiana Classe III sezione B Ind. Scienze Applicate Anno scolastico 2015 2016 Presentazione della classe: La

Dettagli

Letteratura italiana/ Storia

Letteratura italiana/ Storia Istituto Tecnico Statale Commerciale e per il Turismo C. Piaggia Viareggio Anno scolastico 2013-2014 Classe V AR Indirizzo IGEA Approvato il: Composizione del Consiglio di Classe MATERIA Economia Aziendale

Dettagli

Liceo Scientifico Tito Lucrezio Caro Napoli

Liceo Scientifico Tito Lucrezio Caro Napoli Liceo Scientifico Tito Lucrezio Caro Napoli Criteri di valutazione degli studenti per tutte le classi I singoli docenti attraverso i propri piani di lavoro, i consigli di classe e la programmazione di

Dettagli

Programmazione del dipartimento di Scienze motorie e sportive

Programmazione del dipartimento di Scienze motorie e sportive Programmazione del dipartimento di Scienze motorie e sportive Premessa L elaborazione della programmazione annuale impone al Dipartimento di Scienze motorie e sportive una serie di riflessioni sugli obbiettivi

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA PER LA CLASSE QUARTA E QUINTA

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA PER LA CLASSE QUARTA E QUINTA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA PER LA CLASSE QUARTA E QUINTA Questa programmazione didattica vuole semplicemente fornire uno strumento d aiuto e riflessione per i docenti di questa disciplina, in quanto non

Dettagli

VALUTAZIONE DELL ALUNNO

VALUTAZIONE DELL ALUNNO LA VALUTAZIONE VALUTAZIONE DELL ALUNNO In seguito all introduzione del voto decimale nella scuola, ripristinato dal tanto discusso e contestato decreto Gelmini, si è sviluppato, nelle scuole, un ampio

Dettagli

LICEO DELLE SCIENZE UMANE ed OPZIONE ECONOMICO-SOCIALE DI SANGANO Sez. associata del Liceo Scientifico Darwin di Rivoli

LICEO DELLE SCIENZE UMANE ed OPZIONE ECONOMICO-SOCIALE DI SANGANO Sez. associata del Liceo Scientifico Darwin di Rivoli LICEO DELLE SCIENZE UMANE ed OPZIONE ECONOMICO-SOCIALE DI SANGANO Sez. associata del Liceo Scientifico Darwin di Rivoli via San Giorgio 10090 Sangano - TO - tel. 011 90 87 184. e-mail: darwin@liceodarwin.rivoli.to.it

Dettagli

Traguardi di sviluppo delle competenze al termine della scuola secondaria di primo grado.( come da Indicazioni Nazionali per il curricolo)

Traguardi di sviluppo delle competenze al termine della scuola secondaria di primo grado.( come da Indicazioni Nazionali per il curricolo) ISTITUTO COMPRENSIVO SALVADOR ALLENDE Paderno Dugnano Linee progettuali disciplinari CLASSI TERZE - a.s.2014-2015 AREA DISCIPLINARE : Linguistico-artistica-espressiva MATERIA: ITALIANO FINALITA DELLA DISCIPLINA

Dettagli

Dipartimento di Lettere (Coordinatore: prof. Maria Elisa Tessarin)

Dipartimento di Lettere (Coordinatore: prof. Maria Elisa Tessarin) Dipartimento di Lettere (Coordinatore: prof. Maria Elisa Tessarin) PROGRAMMAZIONE GENERALE DI ITALIANO PROGRAMMAZIONE DI ITALIANO 1 biennio, 2 biennio, 5 anno. Conoscenze disciplinari Conoscere le strutture

Dettagli

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVA E DIDATTICA

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVA E DIDATTICA Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo Statale D. Alighieri Scuola dell'infanzia/primaria/secondaria di primo grado Via per Duno, 10-21030 CUVEGLIO (VA) tel. 0332.650200/650152

Dettagli

3.2 LICEO SCIENTIFICO DELLE SCIENZE APPLICATE

3.2 LICEO SCIENTIFICO DELLE SCIENZE APPLICATE 3.2 LICEO SCIENTIFICO DELLE SCIENZE APPLICATE Il Liceo Scientifico delle Scienze Applicate è un articolazione del Liceo Scientifico. Oltre agli obiettivi propri del Liceo Scientifico tradizionale, il Liceo

Dettagli

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE R. DEL ROSSO G. DA VERRAZZANO. Scuola Polo Liceale Orbetello. INDIRIZZO :Scientifico RELAZIONE FINALE

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE R. DEL ROSSO G. DA VERRAZZANO. Scuola Polo Liceale Orbetello. INDIRIZZO :Scientifico RELAZIONE FINALE ISTITUTO DI ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE R. DEL ROSSO G. DA VERRAZZANO Scuola Polo Liceale Orbetello INDIRIZZO :Scientifico RELAZIONE FINALE DISCIPLINA: Fisica DOCENTE: Lucia Serpico CLASSE 1 A Obiettivi

Dettagli

DIPARTIMENTO DI LETTERE DEL LICEO CLASSICO NICOLA SPEDALIERI PROGRAMMAZIONE DI ITALIANO ANNO SCOLASTICO 2010-2011 TRIENNIO

DIPARTIMENTO DI LETTERE DEL LICEO CLASSICO NICOLA SPEDALIERI PROGRAMMAZIONE DI ITALIANO ANNO SCOLASTICO 2010-2011 TRIENNIO DIPARTIMENTO DI LETTERE DEL LICEO CLASSICO NICOLA SPEDALIERI PROGRAMMAZIONE DI ITALIANO ANNO SCOLASTICO 2010-2011 TRIENNIO Competenze d ingresso Gli alunni, al termine del percorso formativo del biennio,

Dettagli

Istituto Superiore d Istruzione Statale Margherita di Savoia

Istituto Superiore d Istruzione Statale Margherita di Savoia Anno scolastico 2013/2014 Istituto Superiore d Istruzione Statale Margherita di Savoia Napoli Dipartimento di Disegno e Storia dell Arte Obiettivi Gli alunni saranno guidati a rafforzare la conoscenza

Dettagli

PROGRAMMAZIONE MODULARE

PROGRAMMAZIONE MODULARE PROGRAMMAZIONE MODULARE DISCIPLINA: INGLESE Classe QUINTA TURISMO I QUADRIMESTRE TOURISM MODULO 3 Promoting tourism to Italy: where to stay and what to visit testo di riferimento: New TRAVELMATE - English

Dettagli

COMPOSIZIONE DEL CONSIGLIO DI CLASSE LE PIANE ANTONELLA

COMPOSIZIONE DEL CONSIGLIO DI CLASSE LE PIANE ANTONELLA Istituto Tecnico Economico Statale Gino Zappa Anno Scolastico 201-1 Classe V A COMPOSIZIONE DEL CONSIGLIO DI CLASSE ITALIANO VAIRO NANCY STORIA VAIRO NANCY INGLESE LE PIANE ANTONELLA MATEMATICA FACCHI

Dettagli

Profilo di indirizzo. Integrare competenze scientifiche e tecnologiche di ambito meccanico, dell automazione e dell energia;

Profilo di indirizzo. Integrare competenze scientifiche e tecnologiche di ambito meccanico, dell automazione e dell energia; 27/04/2010 REV 02 INDIRIZZO MECCANICO CLASSE V A A.S. 14-15 Profilo di indirizzo Il perito in MECCANICA È una figura professionale in grado di: Integrare competenze scientifiche e tecnologiche di ambito

Dettagli

5 IL SISTEMA INTERNO DI VALUTAZIONE 5.1 RAPPORTI SCUOLA FAMIGLIA

5 IL SISTEMA INTERNO DI VALUTAZIONE 5.1 RAPPORTI SCUOLA FAMIGLIA 5 IL SISTEMA INTERNO DI VALUTAZIONE L autovalutazione delle attività progettuali previste nel POF viene attuata tramite la somministrazione di questionari rivolti agli alunni, ai genitori e agli insegnanti

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE SECO... PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE SECONDO BIENNIO TECNICO

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE SECO... PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE SECONDO BIENNIO TECNICO https://suite.sogiscuola.com/documenti_web/vris017001/documenti/.. 1 di 5 26/01/2015 14.06 PER IL TURISMO ANNO SCOLASTICO 2014/2015 SECONDO BIENNIO PER IL TURISMO ANNO SCOLASTICO 2014/2015 SECONDO BIENNIO

Dettagli

DIPARTIMENTO LINGUISTICO a. s. 2013/14

DIPARTIMENTO LINGUISTICO a. s. 2013/14 DIPARTIMENTO LINGUISTICO a. s. 2013/14 BIENNIO (S.C., L.S., ITT, T.T.) OBIETTIVI COMPORTAMENTALI E TRASVERSALI Il dipartimento linguistico individua obiettivi comportamentali trasversali indispensabili

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI LOGRATO SCUOLA SECONDARA DI PRIMO GRADO G. CERUTI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE DI STORIA

ISTITUTO COMPRENSIVO DI LOGRATO SCUOLA SECONDARA DI PRIMO GRADO G. CERUTI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE DI STORIA ISTITUTO COMPRENSIVO DI LOGRATO SCUOLA SECONDARA DI PRIMO GRADO G. CERUTI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE DI STORIA a.s. 2010-2011 Docenti : Margherita Lucchi, Luciana Beretti, Cristina Lanzini, Maria Giuliana

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE SECONDO BIENNIO TECNICO CLASSE TERZA

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE SECONDO BIENNIO TECNICO CLASSE TERZA 1 di 5 04/12/2013 100 PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE SECONDO BIENNIO TECNICO PER IL TURISMO ANNO SCOLASTICO 2013/2014 SECONDO BIENNIO DISCIPLINA DIRITTO E LEGISLAZIONE TURISTICA MODINA DOCENTI

Dettagli

L OFFERTA FORMATIVA. AMMINISTRAZIONE FINANZA MARKETING Articolazione Relazioni Internazionali per il Marketing

L OFFERTA FORMATIVA. AMMINISTRAZIONE FINANZA MARKETING Articolazione Relazioni Internazionali per il Marketing L OFFERTA FORMATIVA La nostra offerta formativa, alla luce del Regolamento di Riordino dei Cicli approvato dal Consiglio dei Ministri il 4.2.2010, comprende: A. - Settore Economico: Amministrazione, Finanza

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE ISTITUTO ANNO SCOLASTICO INDIRIZZO CLASSE PRIMA SEZIONE DISCIPLINA DOCENTE QUADRO ORARIO (N. ore settimanali nella classe) 1. FINALITA DELLA DISCIPLINA L asse

Dettagli

QUINTE. Nodi concettuali essenziali della disciplina (Saperi essenziali)

QUINTE. Nodi concettuali essenziali della disciplina (Saperi essenziali) Mod. DIP/FUNZ 1 - TRIENNIO MATERIA: ECONOMIA AZIENDALE CLASSI: PRIME TERZE SECONDE QUARTE QUINTE INDIRIZZI : AMMINISTRAZIONE FINANZA E MARKETING -SISTEMI INFORMATIVI AZIENDALI Nodi concettuali essenziali

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Foligno 1 Foligno (PG) Scuola Secondaria di primo grado Giuseppe Piermarini

Istituto Comprensivo Statale Foligno 1 Foligno (PG) Scuola Secondaria di primo grado Giuseppe Piermarini Istituto Comprensivo Statale Foligno 1 Foligno (PG) Scuola Secondaria di primo grado Giuseppe Piermarini DOCUMENTO DI PROGRAMMAZIONE ANNUALE DEL CONSIGLIO DI CLASSE 1. Situazione iniziale Anno Scolastico

Dettagli

DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE (AI SENSI DELL ARTICOLO 5 Legge n. 425 10/12/1997)

DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE (AI SENSI DELL ARTICOLO 5 Legge n. 425 10/12/1997) ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE LEON BATTISTA ALBERTI Via A. Pillon n. 4-35031 ABANO T. (PD) Tel. 049 812424 - Fax 049 810554 Distretto 45 - PD Ovest PDIS017007- Cod. fiscale 80016340285 sito web: http://www.lbalberti.it/

Dettagli

CERTIFICAZIONE DELLE COMPETENZE ITALIANO

CERTIFICAZIONE DELLE COMPETENZE ITALIANO CERTIFICAZIONE DELLE COMPETENZE ITALIANO Livello di base non raggiunto Non ha raggiunto tutte le competenze minime previste nel livello di base Riconosce ed utilizza le strutture linguistiche di base Comprende

Dettagli

DISEGNO E STORIA DELL ARTE LODDE PATRIZIA

DISEGNO E STORIA DELL ARTE LODDE PATRIZIA PIANO DI LAVORO DI DISEGNO E STORIA DELL ARTE CLASSE IV- SEZ.A -B -L.S.- A.S. - 2014/2015 INSEGNANTE LODDE PATRIZIA LICEO SCIENTIFICO BUONARROTI NOME MATERIA: _ DISEGNO E STORIA DELL ARTE CLASSE V I denominazione

Dettagli

LICEO CLASSICO ORDINAMENTALE

LICEO CLASSICO ORDINAMENTALE LICEO CLASSICO ORDINAMENTALE LETTERE AL GINNASIO Gli studenti, a conclusione del percorso di studio, oltre a raggiungere i risultati di apprendimento comuni, dovranno: aver raggiunto una conoscenza adeguata

Dettagli

Anno scolastico 2014-2015. Programmazione Classe Quarta Indirizzo Finanza e Marketing

Anno scolastico 2014-2015. Programmazione Classe Quarta Indirizzo Finanza e Marketing Anno scolastico 2014-2015 Programmazione Classe Quarta Indirizzo Finanza e Marketing Profilo Il Diplomato in Amministrazione, Finanza e Marketing ha competenze generali nel campo dei macrofenomeni economici

Dettagli

PIANO DI LAVORO ANNUALE

PIANO DI LAVORO ANNUALE Istituto di Istruzione Superiore ITALO CALVINO telefono: 0257500115 via Guido Rossa 20089 ROZZANO MI fax: 0257500163 Sezione Associata: telefono: 025300901 via Karl Marx 4 - Noverasco - 20090 OPERA MI

Dettagli

COMPETENZE PRIMO BIENNIO I.P.S Settore Industria ed Artigianato Indirizzo: Manutenzione e Assistenza Tecnica CLASSE: QUINTA

COMPETENZE PRIMO BIENNIO I.P.S Settore Industria ed Artigianato Indirizzo: Manutenzione e Assistenza Tecnica CLASSE: QUINTA COMPETENZE PRIMO BIENNIO I.P.S Settore Industria ed Artigianato Indirizzo: Manutenzione e Assistenza Tecnica CLASSE: QUINTA SOMMARIO Laboratori Tecnologici ed Esercitazioni... 2 Lingua e Letteratura Italiana...

Dettagli

Programmazione del dipartimento di Diritto e Economia. Biennio del Liceo delle Scienze Umane e del Liceo Economico Sociale. a.s.

Programmazione del dipartimento di Diritto e Economia. Biennio del Liceo delle Scienze Umane e del Liceo Economico Sociale. a.s. Programmazione del dipartimento di Diritto e Economia Biennio del Liceo delle Scienze Umane e del Liceo Economico Sociale a.s. 2015-2016 Premessa La seguente programmazione è stata sviluppata a partire

Dettagli

QUINTE. Nodi concettuali essenziali della disciplina (saperi essenziali)

QUINTE. Nodi concettuali essenziali della disciplina (saperi essenziali) Mod. DIP/FUNZ 1 - TRIENNIO MATERIA: RELAZIONI INTERNAZIONALI CLASSI: PRIME TERZE SECONDE QUARTE QUINTE INDIRIZZI : RELAZIONI INTERNAZIONALI PER IL MARKETING Nodi concettuali essenziali della disciplina

Dettagli

Programmazione educativo-didattica del C.d.C.

Programmazione educativo-didattica del C.d.C. I.I.S. Federico II di Svevia Liceo Scientifico Opzione Scienze Applicate - - Melfi - Programmazione educativo-didattica del C.d.C. Classe V sez. AA a. s. 2015-16 La programmazione educativa e didattica

Dettagli

ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE Federico II di Svevia Indirizzi: Liceo Scientifico Classico Linguistico Artistico e Scienze Applicate

ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE Federico II di Svevia Indirizzi: Liceo Scientifico Classico Linguistico Artistico e Scienze Applicate ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE Federico II di Svevia Indirizzi: Liceo Scientifico Classico Linguistico Artistico e Scienze Applicate PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE MATEMATICA CLASSE 3 AS ANNO SCOLASTICO 2013/2014

Dettagli

Orientamento. La scelta dell Istituto Tecnico Economico e i suoi tre indirizzi

Orientamento. La scelta dell Istituto Tecnico Economico e i suoi tre indirizzi Orientamento La scelta dell Istituto Tecnico Economico e i suoi tre indirizzi A cura del Prof. Graziano Galassi (Componente della Commissione Orientamento) IDENTITA DEGLI ISTITUTI TECNICI Solida base culturale

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE Disciplina: Gestione del progetto ed organizzazione d impresa Classe: 5BI A.S. 2015/16 Docente: Mattiolo ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO La classe è costituita da 21 alunni. 20 alunni provenienti

Dettagli

N.B. A CORREDO DEL MODELLO NELLA CARTE VIENE RIPORTATA LA DOCUMENTAZIONE UTILE PER LA PREDISPOSIZIONE DELLA PROGRAMMAZIONE

N.B. A CORREDO DEL MODELLO NELLA CARTE VIENE RIPORTATA LA DOCUMENTAZIONE UTILE PER LA PREDISPOSIZIONE DELLA PROGRAMMAZIONE N.B. A CORREDO DEL MODELLO NELLA CARTE VIENE RIPORTATA LA DOCUMENTAZIONE UTILE PER LA PREDISPOSIZIONE DELLA PROGRAMMAZIONE Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca ISTITUTO ISTRUZIONE

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA MODULI RELATIVI ALLE COMPETENZE STCW

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA MODULI RELATIVI ALLE COMPETENZE STCW PROGRAMMAZIONE DIDATTICA MODULI RELATIVI ALLE COMPETENZE STCW ISTITUTO : ISTITUTO DI ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE BUCCARI-MARCONI INDIRIZZO: ISTITUTO TECNICO A INDIRIZZO TRASPORTI MARITTIMI E LOGISTICA

Dettagli

ISTITUTO TECNICO "LEONARDO DA VINCI" AD INDIRIZZO TECNOLOGICO ED ECONOMICO BORGOMANERO (NO) PIANO DI LAVORO. Anno Scolastico 2015 2016

ISTITUTO TECNICO LEONARDO DA VINCI AD INDIRIZZO TECNOLOGICO ED ECONOMICO BORGOMANERO (NO) PIANO DI LAVORO. Anno Scolastico 2015 2016 ISTITUTO TECNICO "LEONARDO DA VINCI" AD INDIRIZZO TECNOLOGICO ED ECONOMICO BORGOMANERO (NO) pag. 1 di 7 PIANO DI LAVORO Anno Scolastico 2015 2016 Materia: Scienze a Tecnologie Applicate Classe: 2 a Sez.

Dettagli

Indirizzo: TURISMO. Classe: QUARTA AT BT. Disciplina: ARTE E TERRITORIO TRIENNIO. Competenze disciplinari:

Indirizzo: TURISMO. Classe: QUARTA AT BT. Disciplina: ARTE E TERRITORIO TRIENNIO. Competenze disciplinari: Indirizzo: TURISMO Classe: QUARTA AT BT Disciplina: ARTE E TERRITORIO prof. ssa DANIELA GERONI Competenze disciplinari: COMPETENZE 1. Individuare i rapporti intercorrenti tra uomo, ambiente, economia nazionale

Dettagli

I.I.S Niccolò Machiavelli Pioltello

I.I.S Niccolò Machiavelli Pioltello Pagina 1 di 6 Materia Lingua e cultura greca Anno Scolastico 2015-2016 secondo biennio Componenti del Consiglio di Materia: Docente Prof.ssa Lucia Piga (Coordinatore di Materia) Prof.ssa Enrica Piano Prof.ssa

Dettagli

Anno scolastico 2014-2015. Programmazione Classe Seconda Indirizzo Turismo

Anno scolastico 2014-2015. Programmazione Classe Seconda Indirizzo Turismo Anno scolastico 2014-2015 Programmazione Classe Seconda Indirizzo Turismo Profilo Il Diplomato nel Turismo ha competenze specifiche nel comparto delle imprese del settore turistico e competenze generali

Dettagli

ALLEGATO 1 ANNO SCOLASTICO 20013/14 F.S. AREA 1 GRIGLIE DI VALUTAZIONE SCUOLA PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO :

ALLEGATO 1 ANNO SCOLASTICO 20013/14 F.S. AREA 1 GRIGLIE DI VALUTAZIONE SCUOLA PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO : ALLEGATO 1 ANNO SCOLASTICO 20013/1 F.S. AREA 1 GRIGLIE DI VALUTAZIONE SCUOLA PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO : GRIGLIA PER LA VALUTAZIONE DEL COMPORTAMENTO GRIGLIA PER LA VALUTAZIONE DELLE PROVE ORALI

Dettagli

SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO STATALE "GUIDO CAVALCANTI

SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO STATALE GUIDO CAVALCANTI SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO STATALE "GUIDO CAVALCANTI Via G. Guerrazzi 178, 50019 Sesto Fiorentino (FI) Tel 055/4210541/2 FAX 055/4200419 E-mail: fimm495000x@istruzione.it Sito Web: www.scuolacavalcanti.gov.it

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO DEFINIZIONE DEGLI OBIETTIVI FORMATIVI

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO DEFINIZIONE DEGLI OBIETTIVI FORMATIVI Disciplina:ECONOMIA AZIENDALE Classe:4 A SIA A.S.2014/2015 Docente:CARBOGNIN AGOSTINO GIACOMO ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO La situazione di partenza e' generalmente sufficiente, con la presenza

Dettagli

Scuo1a Media Statale G. Leopardi - Mira (Venezia)

Scuo1a Media Statale G. Leopardi - Mira (Venezia) Scuo1a Media Statale G. Leopardi - Mira (Venezia) Anno scolastico 2010-2011 CLASSE III SEZ. RELAZIONE FINALE DEL CONSIGLIO DI CLASSE E CRITERI DEL COLLOQUIO D'ESAME Il Consiglio di Classe della 3 sez.,

Dettagli

Anno scolastico 2014-2015. Programmazione Classe Prima Indirizzo Finanza e Marketing

Anno scolastico 2014-2015. Programmazione Classe Prima Indirizzo Finanza e Marketing Anno scolastico 2014-2015 Programmazione Classe Prima Indirizzo Finanza e Marketing Profilo Il Diplomato in Amministrazione, Finanza e Marketing ha competenze generali nel campo dei macrofenomeni economici

Dettagli

Istruzione professionale statale Servizi Commerciali. Istruzione e formazione professionale regionale Promozione e accoglienza turistica

Istruzione professionale statale Servizi Commerciali. Istruzione e formazione professionale regionale Promozione e accoglienza turistica Istruzione professionale statale Servizi Commerciali Istruzione e formazione professionale regionale Promozione e accoglienza turistica All avanguardia da sempre nella formazione dei giovani L istituto

Dettagli

PROGETTUALITA DIDATTICA DIPARTIMENTO

PROGETTUALITA DIDATTICA DIPARTIMENTO Via dei Carpani 19/B 31033 Castelfranco V. ( TV ) Pag. 1 di 10 Anno Scolastico 2015-2016 PROGETTUALITA DIDATTICA DIPARTIMENTO Disciplina ITALIANO Classe PRIMA DATI IN EVIDENZA IN PREMESSA (richiami al

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO OPZIONE SCIENZE APPLICATE Dallo studio delle scienze sperimentali alla comprensione del mondo tecnologico

LICEO SCIENTIFICO OPZIONE SCIENZE APPLICATE Dallo studio delle scienze sperimentali alla comprensione del mondo tecnologico LICEO SCIENTIFICO OPZIONE SCIENZE APPLICATE Dallo studio delle scienze sperimentali alla comprensione del mondo tecnologico Non si impara mai pienamente una scienza difficile, per esempio la matematica,

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Disciplina: Italiano Classe: 4CE A.S. 2015-2016 Docente: Ianaro Federica

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Disciplina: Italiano Classe: 4CE A.S. 2015-2016 Docente: Ianaro Federica SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE Disciplina: Italiano Classe: 4CE A.S. 2015-2016 Docente: Ianaro Federica ANALISI DI SITUAZIONE di partenza - LIVELLO COGNITIVO La classe è composta

Dettagli

MATERIA: ECONOMIA DEGLI INTERMEDIARI FINANZIARI CLASSI: PRIME TERZE QUINTE INDIRIZZI : SCIENZE BANCARIE, FINANZIARIE ED ASSICURATIVE

MATERIA: ECONOMIA DEGLI INTERMEDIARI FINANZIARI CLASSI: PRIME TERZE QUINTE INDIRIZZI : SCIENZE BANCARIE, FINANZIARIE ED ASSICURATIVE MATERIA: ECONOMIA DEGLI INTERMEDIARI FINANZIARI CLASSI: PRIME TERZE SECONDE QUARTE QUINTE INDIRIZZI : SCIENZE BANCARIE, FINANZIARIE ED ASSICURATIVE Nodi concettuali essenziali della disciplina (Saperi

Dettagli

SCHEDA PROGRAMMAZIONE ATTIVITÀ EDUCATIVE E DIDATTICHE INDIRIZZO I.G.E.A.

SCHEDA PROGRAMMAZIONE ATTIVITÀ EDUCATIVE E DIDATTICHE INDIRIZZO I.G.E.A. SCHEDA PROGRAMMAZIONE ATTIVITÀ EDUCATIVE E DIDATTICHE INDIRIZZO I.G.E.A. Anno scolastico 2012/2013 Consiglio Classe IV A Data di approvazione 23/10/2012 Doc.: Mod.PQ12-003 Rev.: 3 Data: 04.10.10 Pag.:

Dettagli

OBIETTIVI FORMATIVI GENERALI DELLE DISCIPLINE LETTERARIE

OBIETTIVI FORMATIVI GENERALI DELLE DISCIPLINE LETTERARIE ISTITUTO PROFESSIONALE STATALE PER I SERVIZI ALBERGHIERI E DELLA RISTORAZIONE PREMESSA GENERALE AI PROGRAMMI DI MATERIE LETTERARIE BIENNIO POST-QUALIFICA OBIETTIVI FORMATIVI GENERALI DELLE DISCIPLINE LETTERARIE

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO STATALE A. CALINI

LICEO SCIENTIFICO STATALE A. CALINI LICEO SCIENTIFICO STATALE A. CALINI VIA MONTE SUELLO, 2 25128 BRESCIA tel. 030-304924 - fax 030-396105 E-MAIL: bscalini@ provincia.brescia.it LICEO STATALE B R E S C I A SCIENTIFICO A. CALINI via Monte

Dettagli

Nodi concettuali essenziali della disciplina (Saperi essenziali)

Nodi concettuali essenziali della disciplina (Saperi essenziali) Mod. DIP/FUNZ 1 - TRIENNIO MATERIA: ECONOMIA AZIENDALE CLASSI: PRIME TERZE SECONDE QUARTE QUINTE INDIRIZZI : Sistemi Informativi aziendali e Scienze bancarie Finanziarie e Assicurative Nodi concettuali

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO STATALE LEONARDO DA VINCI"

LICEO SCIENTIFICO STATALE LEONARDO DA VINCI LICEO SCIENTIFICO STATALE LEONARDO DA VINCI" Indirizzi: Scienze applicate- Scienze umane- Economico-sociale - Linguistico- Classico-Musicale Via Roma, 66-81059 VAIRANO PATENORA-SCALO (CE) Tel.-fax- 0823/988081

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO CEPAGATTI a. s. 2014-2015. DIPARTIMENTI per AREE DISCIPLINARI e/o per ASSI CULTURALI

ISTITUTO COMPRENSIVO CEPAGATTI a. s. 2014-2015. DIPARTIMENTI per AREE DISCIPLINARI e/o per ASSI CULTURALI ISTITUTO COMPRENSIVO CEPAGATTI a. s. 2014-2015 DIPARTIMENTI per AREE DISCIPLINARI e/o per ASSI CULTURALI Composizione I Dipartimenti sono composti dai docenti, raggruppati per aree disciplinari e/o per

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Classe: 5A SIA A.S. 20015/16 ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Classe: 5A SIA A.S. 20015/16 ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO Disciplina: MATEMATICA Classe: 5A SIA A.S. 20015/16 Docente: POLONIO NADIA ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO La classe risponde adeguatamente alle proposte formative, e lavora in modo disciplinato,

Dettagli

Come Raggiungerci. Tel. 0331/841260. Tel. 0331/519000. Tel. 0331/841260. Tel. 0331/841379 Tel. 0332/236127

Come Raggiungerci. Tel. 0331/841260. Tel. 0331/519000. Tel. 0331/841260. Tel. 0331/841379 Tel. 0332/236127 Come Raggiungerci Tel. 0331/841260 Tel. 0331/519000 Tel. 0331/841260 Tel. 0331/841379 Tel. 0332/236127 ISTITUTO di ISTRUZIONE SUPERIORE Eugenio Montale Via Gramsci, 1 21049 TRADATE C.F.80101550129 Tel.

Dettagli

LICEO DELLE SCIENZE UMANE Storia dell arte (2 h)

LICEO DELLE SCIENZE UMANE Storia dell arte (2 h) LICEO STATALE "DOMENICO BERTI PROGRAMMAZIONE DI DIPARTIMENTO: ARTE A.S. 2015/16 CARATTERISTICHE GENERALI DELL UTENZA OBIETTIVI TRASVERSALI LETT.A OBIETTIVI TRASVERSALI LETT.B OBIETTIVI DISCIPLINARI INDIVIDUAZIONE

Dettagli

L INDIRIZZO SPERIMENTALE LINGUISTICO BROCCA

L INDIRIZZO SPERIMENTALE LINGUISTICO BROCCA L INDIRIZZO SPERIMENTALE LINGUISTICO BROCCA Che cos è L indirizzo si caratterizza per lo studio delle lingue straniere in stretto collegamento con il latino e l italiano. L obiettivo primario è far acquisire

Dettagli

PIANO DI LAVORO ANNUALE DELLA DISCIPLINA di MATEMATICA Classi QUINTE PROFESSIONALI A.S. 2015/2016

PIANO DI LAVORO ANNUALE DELLA DISCIPLINA di MATEMATICA Classi QUINTE PROFESSIONALI A.S. 2015/2016 Note Il presente documento va inviato in formato elettronico all indirizzo piani.lavoro@majorana.org a cura del Coordinatore della Riunione Disciplinare. Il Registro Elettronico SigmaSchool è il canale

Dettagli