Regione Siciliana ASSESSORATO TURISMO, COMUNICAZIONI E TRASPORTI Dipartimento Turismo, Sport e Spettacolo.

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Regione Siciliana ASSESSORATO TURISMO, COMUNICAZIONI E TRASPORTI Dipartimento Turismo, Sport e Spettacolo."

Transcript

1 Regione Siciliana ASSESSORATO TURISMO, COMUNICAZIONI E TRASPORTI Dipartimento Turismo, Sport e Spettacolo. Il turismo in Sicilia I flussi dell incoming nazionali ed internazionali

2

3 INDICE PRESENTAZIONE 7 CAPITOLO I LA DOMANDA TURISTICO-RICETTIVA IN SICILIA ANALISI STORICA ANALISI DELLA STAGIONALITÀ ANALISI DEI FLUSSI TURISTICI PER PROVENIENZA Analisi dei flussi turistici italiani Analisi dei flussi provenienti dall Italia Settentrionale Analisi dei flussi provenienti dall Italia Centrale Analisi dei flussi provenienti dall Italia Meridionale Analisi dei flussi turistici interni Analisi dei flussi turistici stranieri Analisi dei flussi turistici provenienti dall Europa Analisi dei flussi turistici provenienti dall Asia Analisi dei flussi turistici provenienti dall Africa Analisi dei flussi turistici provenienti dall America Analisi dei flussi turistici provenienti dall Oceania Analisi storica dei flussi turistici stranieri più rilevanti Analisi storica dei flussi turistici provenienti dalla Francia Analisi storica dei flussi turistici provenienti dalla Germania Analisi storica dei flussi turistici provenienti dal Regno Unito Analisi storica dei flussi turistici provenienti dagli Stati Uniti Analisi storica dei flussi turistici provenienti dalla Spagna Analisi storica dei flussi turistici provenienti dai Paesi Bassi Analisi storica dei flussi turistici provenienti dal Belgio Analisi storica dei flussi turistici provenienti da Svizzera e Liechtenstein Analisi storica dei flussi turistici provenienti dall Austria Analisi storica dei flussi turistici provenienti dal Giappone CAPITOLO II IL TURISMO NELLE PROVINCE DELLA SICILIA SITUAZIONE GENERALE Flussi turistici complessivi

4 INDICE Flussi turistici complessivi italiani Flussi turistici complessivi stranieri Flussi turistici alberghieri Flussi turistici alberghieri italiani Flussi turistici alberghieri stranieri Flussi turistici extralberghieri Flussi turistici extralberghieri italiani Flussi turistici extralberghieri stranieri LE NOVE PROVINCE SICILIANE La provincia di Agrigento La provincia di Caltanissetta La provincia di Catania La provincia di Enna La provincia di Messina La provincia di Palermo La provincia di Ragusa La provincia di Siracusa La provincia di Trapani CAPITOLO III L OFFERTA TURISTICO-RICETTIVA IN SICILIA LA CONSISTENZA RICETTIVA IL SETTORE ALBERGHIERO Esercizi a cinque stelle Esercizi a quattro stelle Esercizi a tre stelle Esercizi a due stelle Esercizi ad una stella Residenze Turistico Alberghiere Consistenza alberghiera nelle province siciliane Tasso di occupazione lordo dei posti letto nelle strutture alberghiere

5 INDICE 3.3 IL SETTORE EXTRALBERGHIERO Affittacamere Aziende agrituristiche Bed & Breakfast Case per ferie Case per vacanze Ostelli per la gioventù Rifugi alpini Villaggi turistici Parchi di campeggio Consistenza extralberghiera nelle province siciliane CAPITOLO IV INDICATORI TURISTICI IN SICILIA CONSIDERAZIONI GENERALI INDICE DI DENSITÀ TERRITORIALE DEL TURISMO INDICE DI FUNZIONE TURISTICA INDICE DI TURISTICITÀ INDICE DI SFRUTTAMENTO TERRITORIALE INDICATORE DI IMPATTO AMBIENTALE E SOCIO-ECONOMICO CONCLUSIONI 179 BIBLIOGRAFIA 181 5

6

7 PRESENTAZIONE Proseguendo il percorso iniziato qualche anno fa, con il primo studio sul settore turistico-ricettivo siciliano curato dalla U.O.B. Analisi e Statistica dell Osservatorio Turistico della Regione Siciliana, vede ora la luce la terza edizione del Rapporto sul turismo in Sicilia che mette a confronto gli anni 2004 e Il testo è suddiviso in quattro capitoli, di cui il primo analizza la domanda di ricettività da parte dei turisti che hanno visitato la nostra isola. In questo capitolo si parte da un analisi storica ed un analisi della stagionalità, per poi prendere in esame la provenienza dei turisti ed, in particolare, di quelli che hanno fatto rilevare le maggiori presenze sul territorio regionale. Nel secondo capitolo viene presa in esame la situazione del settore turistico nelle province siciliane, studiando prima lo stato del comparto alberghiero e di quello extralberghiero, e poi il contesto delle province prese singolarmente. Nel terzo capitolo viene valutato il settore turistico-ricettivo dal lato dell offerta, iniziando dal settore alberghiero in tutte le sue categorie, concludendo col comparto extralberghiero. Il quarto capitolo rappresenta un po la novità della presente indagine, in quanto, pur riprendendo gli elaborati precedentemente pubblicati, si è voluto dare nel nuovo rapporto un taglio orientato alla sostenibilità, che è un argomento oggi molto sentito e che desta interesse un po in tutti i settori produttivi in campo mondiale, anche in quello turistico. Un particolare ringraziamento va, infine, al dott. Calogero Marino, della U.O.B. Analisi e Statistica, che ancora una volta, così come per le precedenti edizioni, ha con certosina pazienza raccolto i dati forniti dagli Enti turistici territoriali, procedendo, quindi, alla elaborazione ed analisi degli stessi realizzando un testo che si propone di fornire tutte quelle indicazioni utili per individuare un efficace strategia per uno sviluppo sempre maggiore del turismo in Sicilia. Ed un ringraziamento, ancora, ai componenti dell Osservatorio Turistico della Regione Siciliana, che in vario modo hanno collaborato alla redazione di questo rapporto, con un particolare riconoscimento ai colleghi Loredana Merlino, che ha curato la banca dati dei flussi turistici regionali, e Marcello Guarino, che ha collaborato alla correzione delle bozze e ad attività varie necessarie per la stesura di questo lavoro. Ing. Manlio Scirè Dirigente Responsabile Area 3 Tur Osservatorio Turistico 7

8

9 Capitolo I LA DOMANDA TURISTICO-RICETTIVA IN SICILIA 1.1 ANALISI STORICA La Sicilia nell ultimo decennio ha registrato un continuo incremento degli arrivi turistici, non supportato però da un corrispondente andamento delle presenze, che hanno fatto registrare una flessione nel biennio (graf. 1.1). Arrivi e presenze hanno inoltre presentato un andamento non equipollente, avendo fatto rilevare un tasso di incremento differente fra le due tipologie di flussi (tav. 1.1). Tav. 1.1: Flussi turistici e la permanenza media in Sicilia dal 1996 al 2005 Ciò evidenzia che il continuo aumento di turisti in entrata nella regione, non ha fatto registrare un parallelo incremento della permanenza degli stessi nel territorio, come si può notare andando ad osservare il trend della permanenza media che, infatti, dopo il 2000 ha mostrato un rapido decremento, interrottosi soltanto nel 2005 (graf. 1.2). 9

10 Graf. 1.1: Andamento dei flussi turistici in Sicilia dal 1996 al arrivi presenze Graf. 1.2: Andamento della permanenza media dal 1996 al ,45 3,40 3,35 3,30 3,25 3,20 3,15 3,10 3,

11 Il dato più rilevante a livello economico è rappresentato dal flusso delle presenze, in quanto individuano il numero di pernottamenti che i turisti effettuano in un dato territorio, con una conseguente ricaduta sull economia turistica locale. Focalizzando l attenzione su questo flusso, possiamo andare a scomporlo nelle componenti relative alla provenienza dei turisti (italiani e stranieri) e alla tipologia degli esercizi ricettivi (alberghieri ed extralberghieri) ed analizzarne, quindi, l andamento storico. Per quel che concerne la provenienza, si denota un andamento similare per italiani e stranieri per buona parte del periodo considerato, per poi differenziarsi a partire dal 2001 (tav. 1.2). Tav. 1.2: Flussi turistici per provenienza dal 1996 al 2005 Infatti, mentre dal 1996 al 2000 si osserva un continuo incremento delle presenze sia di italiani che di stranieri, il 2001 mostra una flessione dei pernottamenti dei turisti italiani con un ulteriore aumento di quelli stranieri. L anno successivo si registra un inversione di tendenza, infatti vi è un espansione delle presenze italiane, che continua fino al 2005, accompagnata da una contrazione di quelle straniere, che presentano una ripresa soltanto nell ultimo anno preso in esame (graf. 1.3). 11

12 Graf. 1.3: Andamento delle presenze turistiche per provenienza da 1996 al Italiane Straniere Totali Andando a considerare i pernottamenti negli esercizi ricettivi alberghieri ed extralberghieri, è alquanto evidente che i primi assorbono la quota maggiore dei turisti in arrivo (tav. 1.3). Tav. 1.3: Flussi turistici per categoria dal 1996 al

13 I visitatori, nel corso di tutto l intervallo di tempo esaminato, hanno preferito alloggiare negli alberghi piuttosto che nelle strutture complementari, le quali hanno presentato un andamento stabilmente crescente per quasi tutto il decennio. Gli esercizi alberghieri, invece, hanno mostrato un trend in continua ascesa ad eccezione del biennio (graf. 1.4). Graf. 1.4: Andamento delle presenze turistiche per categoria dal 1996 al Alberghiere Extralberghiere Totali

14 1.2 ANALISI DELLA STAGIONALITÀ In Sicilia il movimento turistico risente storicamente delle condizioni meteorologiche particolarmente favorevoli e ciò porta, conseguentemente, al turismo stagionale, legato principalmente al mare ed alle sue mete tradizionali (Taormina, Isole minori, San Vito Lo Capo). (tav. 1.4). Tav. 1.4: Arrivi, presenze e permanenze medie mensili dal 1996 al 2005 Infatti negli ultimi dieci anni, le presenze dei turisti presentano un picco maggiore nel mese di agosto ed uno di minore intensità in primavera, in prossimità delle festività pasquali (graf. 1.5). Anche la permanenza media dei turisti nelle strutture ricettive isolane risente del fattore climatico; infatti, a fronte di una valore medio di poco più di tre pernottamenti annui nel decennio considerato, i valori mensili presentano un impennata nei mesi più caldi dell anno, per poi attestarsi, nel rimanente periodo, su grandezze inferiori alla media annua (graf. 1.6). 14

15 Graf. 1.5: Andamento mensile delle presenze dal 1996 al Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre Graf. 1.6: Andamento mensile della permanenza media dal 1995 al ,00 5,00 4,00 3,00 2, ,00 0,00 Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre 15

16 Consideriamo adesso la distinzione, dei flussi mensili e della relativa permanenza media, fra italiani e stranieri nel 2005 (tav. 1.5). Tav. 1.5: Arrivi, presenze e permanenza media di italiani e stranieri nel 2005 Come si può notare, che il flusso principale di visitatori in Sicilia è rappresentato dai turisti italiani, in quanto gli arrivi di questi superano nel corso dell intero anno quelli dei turisti stranieri. I pernottamenti, però, non seguono questa prassi, in quanto nei mesi di maggio ed ottobre le giornate di soggiorno dei visitatori esteri superano quelle degli italiani (graf. 1.7). Di contro, le permanenze medie degli ospiti stranieri superano per quasi tutto l intero corso del periodo quelle dei turisti connazionali, tranne che per i mesi di agosto e settembre (graf. 1.8). Questo, unitamente all evidente divario fra presenze italiane e straniere nella stagione calda, probabilmente sta a significare che i visitatori forestieri non sono particolarmente attratti dai mesi troppo caldi, ma preferiscono soggiornare nella nostra regione durante i rimanenti periodi più temperati. 16

17 Graf. 1.7: Andamento delle presenze di italiani e stranieri in Sicilia nel Italiani Stranieri Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre Graf. 1.8: Andamento delle permanenze medie di italiani e stranieri in Sicilia nel ,00 4,50 4,00 3,50 3,00 2,50 Italiani Stranieri 2,00 1,50 1,00 0,50 0,00 Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre 17

18 1.3 ANALISI DEI FLUSSI TURISTICI PER PROVENIENZA Nel 2005 i flussi turistici in Sicilia hanno fatto registrare un incremento, rispetto all anno precedente, sia negli arrivi con un +1,61%, che nelle presenze con +3,62% (tav. 1.6). Il turismo nazionale ha rappresentato la fetta più grossa del movimento turistico siciliano, superando abbondantemente il 60% sia negli arrivi che nelle presenze (tav. 1.7). Tav. 1.6: Provenienza dei flussi turistici in Sicilia ( ) Tav. 1.7: Incidenza percentuale di italiani e stranieri sul totale dei flussi turistici nel 2005 L incremento percentuale maggiore, comunque, lo hanno fatto registrare i turisti esteri, soprattutto negli arrivi con un incremento del 2,24% contro l 1,26% dei connazionali, mentre l aumento percentuale dei pernottamenti è stato di poco superiore al 3,5% sia per gli italiani che per gli stranieri (tav. 1.6). 18

19 1.3.1 Analisi dei flussi turistici italiani Abbiamo detto che flussi turistici italiani nel 2005 hanno presentato un incremento, sia negli arrivi che nelle presenze, ma la distribuzione delle variazioni è stata differente nelle varie regioni d Italia (tav. 1.8). Risulta subito evidente l incremento del +15,54% di pernottamenti dei turisti lucani e del +10,86% di quelli sardi e la diminuzione del -10,75% dei turisti valdostani. Notevole è anche l aumento dei soggiorni da parte dei turisti pugliesi (+7,03%) e lombardi (+5,08%); in direzione opposta rilevante è la riduzione delle presenze di turisti provenienti da Trentino Alto Adige (-5,15%) e Abruzzo (-5%). 19

20 Tav. 1.8: Flussi turistici provenienti dalle regioni italiane ( ) Rimane, comunque, prevalente il turismo interno, cioè quello dei siciliani che si muovono all interno del territorio regionale. I turisti isolani rappresentano, infatti, quasi il 45% dell intero flusso in entrata di visitatori (tav. 1.9), seguono i turisti lombardi con il 10,23%, i laziali con il 9,08% ed i campani con il 6,53%; ultima in questa graduatoria dei turisti in ingresso nella nostra regione è la Valle d Aosta con soltanto lo 0,11% del totale degli arrivi nazionali (graf. 1.8). Questo dato risente, però, dalla popolazione residente nelle varie regioni, in quanto è probabile che regioni con un maggior numero di abitanti facciano registrare anche un maggior numero di arrivi e, di conseguenza, una maggiore incidenza percentuale. Consideriamo, quindi, il numero degli arrivi ogni 100 abitanti residenti nelle varie regioni e notiamo che la situazione cambia decisamente aspetto (graf. 1.9). Infatti constatiamo che, per quel che concerne il turismo proveniente dal resto d Italia, la Calabria fa registrare un maggior numero di turisti ogni 100 residenti (5,29) con, a seguire, il Lazio (4,74) e per ultima la Sardegna con 1,5 turisti ogni 100 abitanti. 20

21 Tav. 1.9: Arrivi ogni 100 abitanti provenienti dalle regioni italiane nel 2005 Graf. 1.8: Incidenza degli arrivi dal resto d Italia sul totale dei turisti italiani (2005) Liguria Friuli Ven. Giulia Marche Sardegna Abruzzo Umbria Trentino A. Adige Basilicata Molise Val D'Aosta Lombardia Toscana Piemonte Veneto Lazio Emilia Romagna Puglia Calabria Campania 21

22 2,17 2,16 2,09 1,98 1,96 1,91 1,88 L OFFERTA TURISTICO-RICETTIVA IN SICILIA Graf. 1.9: Arrivi ogni 100 abitanti provenienti dal resto d Italia nel ,00 5,29 5,00 4,74 4,00 3,00 3,10 3,00 2,75 2,71 2,53 2,47 2,43 2,39 2,35 2,00 1,50 1,00 0,00 Calabria Lazio Campania Lombardia Basilicata Liguria Puglia Toscana Emilia Romagna Umbria Val D'Aosta Piemonte Molise Veneto Friuli Ven. Giulia Marche Trentino A. Adige Abruzzo Sardegna 22

23 1.3.2 Analisi dei flussi provenienti dall Italia Settentrionale Nel 2005 i visitatori provenienti dal Nord Italia, rispetto all anno precedente, sono diminuiti complessivamente dell 1,25%, facendo registrare, però, un incremento dei pernottamenti del 2,36%, con la conseguenza che la permanenza media è leggermente aumentata da 3,53 a 3,66 giorni (tav. 1.10). Tav. 1.10: Flussi turistici provenienti dall Italia Settentrionale ( ) 23

24 Andando ad analizzare le regioni settentrionali nel dettaglio, si nota che gli arrivi calano in tutte, ma soprattutto per quanto riguarda il Trentino Alto Adige (-9,9%) e la Val d Aosta (-8,34%). I turisti emiliani e lombardi, invece, rimangono quasi invariati, evidenziando un decremento inferiore all 1%. Le presenze, come abbiamo accennato, sono aumentate nel complesso, ma le regioni che hanno contribuito a questo incremento sono la Lombardia (+5,08%) in primis, l Emilia Romagna (+2,59%) ed il Piemonte (+1,85%); tutte le altre hanno fatto registrare una flessione più o meno accentuata. Per quel che concerne la permanenza media, l incremento riguarda quasi tutte le regioni del nord; si nota in particolare che Val d Aosta e Lombardia superano i quattro pernottamenti medi annui Analisi dei flussi alberghieri provenienti dall Italia Settentrionale Consideriamo ora i flussi turistici provenienti dal nord dell Italia registrati presso le strutture alberghiere della Sicilia nel 2005 (tav. 1.11). Tav. 1.11: Flussi turistici alberghieri provenienti dall Italia Settentrionale ( ) Anche in questo caso si osserva un discordante comportamento di arrivi (-1,36%) e presenze (+2,43%). Da notare, però, che Friuli Venezia Giulia e Veneto in questo caso fanno rilevare un leggero incremento negli arrivi, tuttavia inferiore all 1%. 24

25 I pernottamenti alberghieri nel 2005 sono aumentati del 2,43%, ma vi è una netta riduzione dei soggiorni dei turisti valdostani (- 24,53%), che, comunque, realizzano una permanenza media di circa 4 giorni. A questo valore si avvicinano i turisti lombardi, mentre i rimanenti visitatori settentrionali permangono mediamente nella nostra isola per circa 3 giorni l anno Analisi dei flussi extralberghieri provenienti dall Italia Settentrionale Andiamo ad analizzare adesso il volume dei flussi extralberghieri riscontrato in Sicilia fra il 2004 e il 2005 (tav. 1.12). Si nota che, anche nelle strutture ricettive complementari, arrivi e presenze hanno un comportamento opposto; tuttavia il gap fra le variazioni delle due categorie si riduce in questa circostanza. Gli arrivi, infatti, realizzano una variazione di -0,52%, mentre per le presenze questo valore è di +2,01%. Tav. 1.12: Flussi turistici extralberghieri provenienti dall Italia Settentrionale ( ) È rilevante il caso della Val d Aosta, che fa registrare un forte incremento nei flussi extralberghieri. L aumento dei turisti valdostani che hanno preferito le strutture complementari nel 2005, infatti, è stato di quasi il 47%, con un numero di pernottamenti quasi raddoppiato rispetto al È evidente che vi è stato un travaso di tali visitatori verso l extralberghiero, ma non tale da compensare le perdite alberghiere (-3.128) che 25

26 sono state quasi il doppio dell incremento registrato nelle strutture extralberghiere (+1.584). Per il resto, si può constatare che la permanenza media nelle strutture complementari supera quella nelle strutture alberghiere di più di un giorno, con punte superiori ai cinque giorni dei lombardi, dei valdostani e dei piemontesi Analisi dei flussi provenienti dall Italia Centrale Rispetto all anno precedente, nel 2005 sono arrivati in Sicilia meno turisti provenienti dal Centro Italia (-3,31%), ed anche le presenze hanno fatto riscontrare una flessione seppur di minore entità (-0,94%), con una conseguente risalita della permanenza media, anch essa però in misura trascurabile (tav. 1.13). 26

27 Tav. 1.13: Flussi turistici provenienti dall Italia Centrale ( ) L apporto dato dalle regioni dell Italia Centrale a queste variazioni è stato vario, ma per quasi tutte si denota una flessione più o meno marcata. Soltanto il Molise presenta una certa tenuta negli arrivi (+0,1%) e un modesto incremento delle presenze (+2,14). I turisti toscani fanno registrare una leggera crescita nei pernottamenti (+0,44%), ma i loro ingressi nell isola si riducono del 3,92%. Evidente appare la perdita dei visitatori abruzzesi; nel 2005 ne arrivano in Sicilia unità in meno (-11,47%) con giorni di soggiorno in misura inferiore rispetto al 2004 (pari a -5%). La permanenza media dei turisti del Centro Italia si attesta intorno ai tre giorni per tutte le regioni, con modeste differenze fra l una e l altra. In ogni caso, quasi tutte evidenziano un tenue incremento Analisi dei flussi alberghieri provenienti dall Italia Centrale I flussi alberghieri relativi ai turisti del Centro Italia nel 2005 presentano ancora una flessione negli arrivi (-3,05%), ma le presenze fanno registrare un inversione di tendenza rispetto al dato generale con un incremento, anche se modesto, dello 0,36% (tav. 1.14). La permanenza media presso le strutture ricettive alberghiere non fa rilevare variazioni rilevanti, con valori inferiori alle tre giornate medie annue. 27

28 Tav. 1.14: Flussi turistici alberghieri provenienti dall Italia Centrale ( ) I visitatori provenienti dall Italia Centrale e soggiornanti presso gli alberghi siciliani calano, rispetto al 2004, per tutte le regioni prese in esame, ad eccezione del Molise che si attesta pressappoco sugli stessi valori. Le notti trascorse nelle strutture alberghiere sono invece in aumento per i turisti di tutte le regioni considerate, tranne che per abruzzesi (-4%) e umbri (-2,08%). Questi ultimi sono pure quelli che permangono nella nostra isola per tre giorni circa, superando di poco gli ospiti delle rimanenti regioni, che non riescono però a raggiungere questa soglia Analisi dei flussi extralberghieri provenienti dall Italia Centrale Il movimento turistico extralberghiero dei turisti del Centro Italia ha visto, nel 2005, una notevole perdita sia di arrivi (-5,2%) che di presenze (-6,83%) riguardo al 2004 (tav. 1.15). Come rilevato per le regioni settentrionali, i turisti dell Italia Centrale permangono nelle strutture complementari della nostra regione più a lungo che negli alberghi; il valore della permanenza media è stato di 4,47 giorni, valore non molto difforme rispetto a quello dell anno precedente. Tutti gli ospiti provenienti dalle regioni centrali sono diminuiti: più marcata è stata la variazione percentuale fatta rilevare dai turisti abruzzesi (-22,17%). Anche i pernottamenti hanno subito una flessione nelle strutture complementari: rilevante quella degli abruzzesi (-10,08%), toscani (-9,36%) e marchigiani (-8,42%); unica eccezione i molisani che vanno in controtendenza (+2,3%). 28

29 Tav. 1.15: Flussi turistici extralberghieri provenienti dall Italia Centrale ( ) Analisi dei flussi provenienti dall Italia Meridionale L anno 2005 è stato caratterizzato da una minima riduzione di turisti provenienti dall Italia Meridionale (-0,54%) e da un incremento dei pernottamenti del 2,38% (tav. 1.16). 29

30 Tav. 1.16: Flussi turistici provenienti dall Italia Meridionale ( ) Nell anno in questione, si riscontra un evidente incremento rispetto al precedente, di ospiti lucani (+10,54%) e sardi (+6,35%); tengono sostanzialmente i pugliesi (+0,23%), mentre in calo sono i calabresi (-2,76%) ed i campani (-1,41%). I pernottamenti di quasi tutti i turisti meridionali sono in ascesa, con esclusione dei calabresi (-0,22%) e dei campani (-0,13%) che rimangono pressoché invariati. La permanenza media non fa registrare variazioni di rilievo fra un anno e l altro; da notare i quasi 4 giorni dei visitatori campani contrapposto ai 2,75 dei sardi Analisi dei flussi alberghieri provenienti dall Italia Meridionale I flussi turistici alberghieri relativi ai visitatori meridionali sono caratterizzati, nel 2005, da una lieve flessione degli arrivi (-0,56%) e da un accrescimento delle presenze del 2,73% (tav. 1.17). Le regioni del sud non hanno presentato un comportamento omogeneo, infatti si passa dal % di turisti lucani in ingresso in Sicilia, ad un 2,94% di turisti calabresi in meno rispetto al Abbastanza rilevante l incremento dei visitatori sardi che hanno preferito le strutture alberghiere siciliane (+6,74). Tav. 1.17: Flussi turistici alberghieri provenienti dall Italia Meridionale ( ) 30

31 Le permanenze totali presso queste strutture sono aumentate per tutti i turisti provenienti dal Sud Italia, tranne che per i calabresi per i quali sono diminuite del 2,23%. Buono l incremento di pernottamenti presso gli alberghi isolani dei sardi (+11,37%), notevole quello dei lucani (+28,83%). Le permanenze medie si attestano su valori superiori ai tre giorni per campani, pugliesi e lucani, mentre calabresi e sardi scendono al di sotto di questo valore Analisi dei flussi extralberghieri provenienti dall Italia Meridionale Arrivi e presenze presso le strutture extralberghiere di turisti provenienti dalle regioni meridionali hanno mostrato una certa tenuta fra il 2004 e il 2005 (tav. 1.18). Lo stesso si dica della permanenza media, che è stata più elevata rispetto a quella delle strutture alberghiere, avendo sfiorato la settimana di permanenza media annua per turista arrivato nell isola. Tav. 1.18: Flussi turistici extralberghieri provenienti dall Italia Meridionale ( ) I turisti delle varie regioni del sud dell Italia che hanno alloggiato nelle strutture complementari siciliane hanno palesato variazioni, fra il 2004 e il 2005, discordante fra loro. Rilevante è il calo dei turisti lucani pervenuti nelle strutture extralberghiere (-16,1%) e ancora di più dei loro pernottamenti (-24,85%), con una conseguente riduzione della permanenza media di mezza giornata circa. Mentre calabresi (+4.67) e pugliesi (+3.52) hanno fatto rilevare un buon incremento delle notti trascorse nelle strutture in questione. 31

32 Le permanenze medie, come abbiamo detto, sfiorano i sette giorni; rilevanti sono i 10,3 giorni trascorsi mediamente dagli ospiti provenienti dalla Calabria presso le strutture complementari e, all opposto, i quasi quattro dei turisti sardi Analisi dei flussi turistici interni I flussi turistici interni, cioè quelli costituiti da turisti locali che si spostano fra le province siciliane, rappresenta la fetta più importante dell intero movimento turistico isolano. Questo, infatti, nel 2005 ha fatto registrare presenze su un totale di notti trascorse nelle strutture ricettive siciliane da parte della totalità dei turisti ivi arrivati (quasi il 20%). Gli arrivi sono cresciuti del 5,05%, con un incremento maggiore nelle strutture complementari, mentre le presenze sono aumentate del 6,85%, ma in questo caso in percentuale è stato il settore alberghiero a mostrare l espansione maggiore (tav. 1.19). Tav. 1.19: Flussi turistici interni ( ) La permanenza media non è variata di molto fra il 2004 e il 2005, attestandosi su un valore inferiore ai tre giorni nel settore alberghiero, e superiore ai tre giorni in quello extralberghiero. 32

33 1.3.6 Analisi dei flussi turistici stranieri Abbiamo già accennato al fatto che i turisti stranieri arrivati in Sicilia nel 2005 sono stati , ossia il 36% del totale dei visitatori. L incremento percentuale è stato, rispetto al 2004, del 2,24%, mentre i pernottamenti degli ospiti esteri nell isola sono aumentati del 3,7% (tav. 1.20). In percentuale, l impennata più marcata l hanno fatta segnare i turisti egiziani (+94,19%), seguiti da islandesi (+84,41%), lussemburghesi (+78,83%) e danesi (+70,91%). La flessione percentuale più importante è stata, invece, quella dei visitatori israeliani con il 24,43% in meno e dei turchi con -19,15%. In merito alle presenze, si rilevano aumenti notevoli riguardanti ancora gli egiziani che evidenziano un valore più che doppio rispetto all anno precedente (+107,65), e di croati (+80,31%) e polacchi (+73,12%). Il decremento maggiore di pernottamenti lo fanno registrare anche in questo caso i visitatori israeliani (-22,59%). 33

34 Tav. 1.20: Flussi turistici provenienti dall estero ( ) 34

35 1.3.7 Analisi dei flussi turistici provenienti dall Europa Per analizzare più approfonditamente i flussi turistici provenienti dall Europa, il continente europeo verrà suddiviso in quattro zone: Europa Centro-Occidentale, Europa Centro-Orientale, Europa Settentrionale ed Europa Meridionale. In totale il nostro continente ha fatto registrare un aumento di visitatori in Sicilia del 3,22% e dei pernottamenti del 4,47% Analisi dei flussi turistici provenienti dall Europa Centro-Occidentale Nel 2005 i turisti arrivati in Sicilia dall Europa Centro-Occidentale che hanno fatto rilevare l incremento maggiore, sono stati quelli provenienti dal Lussemburgo (+78.83%), ma tale aumento non è stato supportato da un eguale proporzione nelle presenze che sono aumentate solo del 37,04%. Di conseguenza la permanenza media di tali visitatori si è ridotta di quasi un giorno (tav. 1.21). 35

36 Tav. 1.21: Flussi turistici provenienti dall Europa Centro-Occidentale ( ) Notevole è la riduzione di francesi e svizzeri arrivati nell isola, il cui valore infatti è superiore al 10% per entrambi. Lo stesso si dica dei pernottamenti degli ospiti provenienti da questi stessi paesi, che si aggira ancora una volta intorno al 10%. In compenso aumentano i visitatori tedeschi, il cui flusso in ingresso nella nostra regione si incrementa di oltre dieci punti percentuali, con uno sviluppo percentuale dei pernottamenti del 14,12%. Le permanenze medie che oltrepassano i quattro giorni sono quelle di belgi, inglesi ed irlandesi, con questi ultimi che sfiorano le cinque giornate di permanenza Analisi dei flussi turistici provenienti dall Europa Centro-Orientale I flussi turistici provenienti dall Europa Centro-Orientale nel 2005 hanno fatto rilevare una notevole espansione. Gli aumenti percentuali dei turisti provenienti da quest area, infatti, vanno dal +10,74% degli ungheresi, al +56,87% dei polacchi. Fanno eccezione i visitatori provenienti dalla Slovenia, che diminuiscono del 3,19% (tav. 1.22). Le presenze seguono pressappoco lo stesso trend, con ragguardevoli incrementi in percentuale. Ancora degni di nota sono quelli degli ospiti polacchi (+73,12%), mentre gli sloveni trascorrono meno notti nell isola rispetto al 2004 (-1,15%). Le permanenze medie mostrano una differenziazione per paese di provenienza; si va dai 2,37 giorni dei turisti sloveni, ai 5,25 di quelli provenienti dalla Slovacchia ed ai 6,17 degli ospiti russi. 36

37 Tav. 1.22: Flussi turistici provenienti dall Europa Centro-Orientale ( ) Analisi dei flussi turistici provenienti dall Europa Settentrionale I turisti giunti in Sicilia nel 2005 dal Nord Europa sono stati più numerosi rispetto al precedente anno. Il contributo maggiore lo hanno dato i danesi con unità in più (+70,91%) e gli islandesi che, con arrivi, hanno realizzato un incremento di quasi 85 punti percentuali (tav. 1.23). Tav. 1.23: Flussi turistici provenienti dall Europa Settentrionale ( ) Notevole, come già detto, il tasso di incremento degli ospiti provenienti dalla Danimarca (+70,91%), mentre i norvegesi mettono in evidenza un calo del 9,47%. Le permanenze totali dei nordeuropei seguono l andamento degli arrivi, ma con minore intensità per danesi (+47%) ed islandesi (+47,58%), invece, per quanto riguarda i norvegesi, arrivi e presenze presentano un comportamento inverso: i primi, come si è visto, diminuiscono, mentre i pernottamenti aumentano di quasi un punto. 37

38 Queste difformità si ripercuotono necessariamente sulle permanenze medie pro capite; infatti nel primo caso (danesi ed islandesi) diminuiscono, nel secondo (norvegesi), invece, aumenta superando i quattro giorni Analisi dei flussi turistici provenienti dall Europa Meridionale Il flusso dei visitatori arrivati in Sicilia dal Sud Europa nel 2005 è stato più nutrito in relazione all anno antecedente. I turisti croati, in particolare, sono aumentati del 61,63% ed hanno soggiornato nell isola per giorni in più (+80,31%). Seguono greci e portoghesi con incrementi di riguardo sia negli arrivi, che nelle presenze, con un trend similare per le due tipologie di flussi (tav. 1.24). Tav. 1.24: Flussi turistici provenienti dall Europa Meridionale ( ) Buona la crescita degli ospiti spagnoli (+5,4%), che si sono fermati nella nostra regione per giorni (+3,37%). La nota dolente arriva dal fronte delle permanenze medie, le quali sono quasi tutte inferiori ai tre giorni; solo coloro che provengono dalla Croazia si trattengono in Sicilia per poco più tempo. 38

39 1.3.8 Analisi dei flussi turistici provenienti dall Asia. Per esaminare i flussi turistici asiatici verrà considerata prima l area medio-orientale e, in seguito, il resto del continente Analisi dei flussi turistici provenienti dal Medio Oriente La quota più rilevante di turisti provenienti dal Medio Oriente, che approdano nella nostra regione, è rappresentata dagli israeliani (tav. 1.25). Questi, nel 2005, sono diminuiti del 24,43% ed hanno soggiornato per un numero di giorni di quasi il 23% inferiore rispetto al precedente anno. La loro permanenza media è stata bassa, inferiore ai tre giorni. 39

40 Tav. 1.25: Flussi turistici provenienti dal Medio Oriente ( ) I visitatori provenienti dai restanti paesi dell area medio-orientale sono stati solo 1.873, cifra comunque in aumento del 17,14% rispetto all anno prima, con pernottamenti che aumentano di oltre il 25%. La permanenza media è di poco superiore ai tre giorni Analisi dei flussi turistici provenienti dal resto dell Asia I turisti provenienti dai rimanenti paesi asiatici hanno realizzato crescite di rilievo sia negli arrivi che nelle presenze (tav. 1.26). In particolar modo quelli venuti dalla Corea del Sud hanno fatto riscontrare l incremento relativo maggiore sia negli arrivi (+35,85), che nelle presenze (+41,17%). L aumento assoluto più apprezzabile lo hanno fatto registrare i visitatori giapponesi con arrivi in più, anche se in percentuale l incremento è stato il più esiguo (+2,57%). Buona la crescita riguardante gli arrivi dei cinesi (+16,78%). Tav. 1.26: Flussi turistici provenienti dal resto dell Asia ( ) Le permanenze medie sono alquanto basse; da notare soprattutto quella dei giapponesi che sostano nella nostra regione per circa un giorno e mezzo. 40

41 1.3.9 Analisi dei flussi turistici provenienti dall Africa La parte più consistente dei flussi provenienti dal continente nero, sono relativi, come facilmente intuibile, alla fascia dell Africa Mediterranea (tav. 1.27). Da quest area, infatti, provengono più di quattromila ospiti, con un incremento nel 2005 del 4,33%; le connesse presenze tuttavia diminuiscono del 5,48%. Tav. 1.27: Flussi turistici provenienti dall Africa ( ) 41

42 Il maggiore incremento lo attuano i visitatori egiziani, i quali raddoppiano sia gli arrivi, che le presenze nella nostra regione. Le permanenze medie non presentano variazioni di rilievo. 42

43 Analisi dei flussi turistici provenienti dall America Per lo studio dei flussi provenienti dal nuovo continente, l analisi verrà fatta in primo luogo sugli stati dell America del Nord e dopo su quelli dell America Centro-Meridionale Analisi dei flussi turistici provenienti dall America del Nord I turisti nordamericani nel 2005 si sono complessivamente ridotti. Nel dettaglio sono arrivati in Sicilia statunitensi in meno (-8,43%), i quali hanno pernottato nelle strutture ricettive isolane in misura inferiore del 6,56% (tav. 1.28). Tav. 1.28: Flussi turistici provenienti dall America del Nord ( ) 43

44 Anche i messicani si sono ridotti, ma hanno soggiornato più a lungo, facendo cosi salire la loro permanenza media a 2,46 giorni. In controtendenza i canadesi, che fanno registrare un evidente incremento (+20,09%) sia negli arrivi, che nei pernottamenti (+17,62). Le permanenze medie si mantengono basse per tutti gli ospiti nordamericani, i quali dimorano nel territorio siciliano per meno di tre giorni Analisi dei flussi turistici provenienti dall America del Centro-Meridionale Nel 2005 in Sicilia si è rilevato un consistente accrescimento in percentuale dei visitatori latinoamericani (tav. 1.29). 44

45 In assoluto sono stati quelli provenienti dal Brasile che hanno realizzato la variazione maggiore (+909), ma la variazione relativa è stata superiore per i venezuelani (+22.88%). Tav. 1.29: Flussi turistici provenienti dall America Centro-Meridionale ( ) Le presenze hanno tenuto il passo con incrementi che superano i 23 punti percentuali dei brasiliani. Purtroppo anche per gli ospiti del Centro e Sud America, le permanenze medie sono inferiori ai tre giorni pro capite. 45

46 Analisi dei flussi turistici provenienti dall Oceania Prendiamo in esame, adesso, i flussi turistici provenienti dall Oceania e notiamo che i turisti provenienti da questo continente presentano una condotta differente fra loro. Tav. 1.30: Flussi turistici provenienti dall Oceania ( ) Gli australiani giungono in Sicilia nel 2005 in numero considerevolmente superiore rispetto all anno precedente (+2.375), realizzando una variazione percentuale in positivo del 13,47% di arrivi, e di quasi l 11% di presenze (tav. 1.30). 46

47 I neozelandesi, di contro, si riducono di quasi il 7%, ma soggiornano di più nella nostra regione (+2,52%). Comportamento analogo lo hanno avuto i visitatori provenienti dal resto del continente (-3,83% di arrivi e +5,01% di presenze). Anche in questo caso le permanenze medie sono inferiori ai tre giorni. 47

48 Analisi storica dei flussi turistici stranieri più rilevanti Analizziamo adesso i flussi turistici provenienti dai paesi esteri maggiormente rilevanti per numero di presenze in Sicilia nel 2005 (graf. 1.10). I visitatori che hanno soggiornato per più tempo nell isola sono i francesi seguiti da tedeschi e inglesi, mentre agli ultimi posti si trovano i turisti provenienti da Sud Africa, Venezuela ed Egitto (tav. 1.31). La cosa che appare più evidente è che i giapponesi si trovano al decimo posto di questa graduatoria, ma dal lato degli arrivi si piazzano ben più in alto. La conseguenza più lampante è che la loro permanenza media è stata la più bassa fra tutti gli stranieri che hanno visitato la nostra regione nell anno preso in esame, segno che il visitatore nipponico appartiene alla schiera dei turisti di passaggio nell isola. Di seguito verrà fatta un analisi storica del movimento turistico relativo agli ospiti stranieri che hanno prodotto un maggiore flusso di presenze. Graf. 1.10: Primi dieci paesi esteri per presenze in Sicilia (2005) Francia Germania Regno Unito U.S.A. Spagna Paesi Bassi Belgio Svizzera e Liecht. Austria Giappone 48

49 Tav. 1.31: Graduatoria dei paesi esteri per numero di presenze in Sicilia (2005) Analisi storica dei flussi turistici provenienti dalla Francia Come abbiamo già detto i turisti transalpini rappresentano il maggiore flusso di presenze nella nostra regione. 49

50 Tav. 1.32: Flussi turistici francesi dal 1996 al 2005 Nel corso del decennio i flussi turistici provenienti dalla Francia hanno presentato un andamento ciclico (graf. 1.11). Ad un iniziale flessione sia di arrivi che di presenze, ha fatto seguito un rialzo fino al 2002, per poi ricominciare a diminuire fino a livelli addirittura inferiori al Graf. 1.11: Andamento dei flussi turistici francesi dal 1996 al arrivi presenze arrivi presenze 50

51 È fatto salvo il settore extralberghiero, che mostra un continuo incremento per tutto il periodo considerato, con una lieve flessione nell ultimo biennio (tav. 1.32). Le permanenze medie superano costantemente i tre giorni per il settore alberghiero, mentre per quello complementare si toccano punte di cinque giorni all inizio del decennio, per attestarsi su valori non dissimili dal primo a fine periodo Analisi storica dei flussi turistici provenienti dalla Germania I flussi turistici tedeschi mostrano, nel corso del decennio considerato, un decorso altalenante (graf. 1.12). Dopo un avvio in sostanziale espansione che culmina con un picco nel 2000, si assiste ad un marcato declino fino alla ripresa dell ultimo biennio, che riporta le presenze germaniche ai livelli di inizio decennio. Tav. 1.33: Flussi turistici tedeschi dal 1996 al 2005 Essendo il settore alberghiero quello trainante per l intera industria dell ospitalità siciliana, questo determina in maniera sensibile l andamento del movimento turistico totale. Le presenze alberghiere, infatti, hanno avuto un trend del tutto similare a quelle totali, mentre il settore complementare ha presentato una tendenza sostanzialmente in espansione, con alcune leggere flessioni nel corso del decennio (tav. 1.33). 51

52 La permanenze medie alberghiere si sono mantenute intorno ai tre giorni e mezzo per tutto il periodo, mentre quelle nelle strutture extralberghiere sono state di poco superiori, più prossime ai quattro giorni. Graf. 1.12: Andamento dei flussi turistici tedeschi dal 1996 al arrivi presenze arrivi presenze Analisi storica dei flussi turistici provenienti dal Regno Unito Durante il decennio , i turisti inglesi che hanno visitato la Sicilia sono stati in continuo aumento (tav. 1.34). Anche i loro pernottamenti hanno seguito questo trend, con l unica piccola flessione relativa al 2003 (graf. 1.13). Entrambi i settori del settore turistico ricettivo hanno evidenziato tale comportamento, con la differenza che l extralberghiero ha presentato la lieve perdita nel

53 Tav. 1.34: Flussi turistici inglesi dal 1996 al 2005 Graf. 1.13: Andamento dei flussi turistici inglesi dal 1996 al arrivi presenze arrivi presenze 53

54 Le permanenze medie alberghiere sono state abbastanza buone nei dieci anni presi in esame e si sono mantenute prossime ai quattro giorni. Per quel che concerne il settore complementare, invece, si assiste ad una graduale flessione. Infatti si parte da una permanenza media di quasi sei giorni, per arrivare ad un valore di poco inferiore ai quattro giorni nel 2005, andando così in controtendenza rispetto al dato generale che evidenzia permanenze medie del settore complementare solitamente superiori a quelle del settore alberghiero Analisi storica dei flussi turistici provenienti dagli Stati Uniti Nell arco temporale in esame, i turisti statunitensi in arrivo in Sicilia sono stati in ascesa fino al 2001, dopodichè l andamento è stato più incerto (graf. 1.14). Anche le presenze hanno presentato una tendenza simile per quasi tutto il corso del periodo, per poi differenziarsi nell ultimo biennio, dove si è assistito ad una flessione delle stesse. Tav. 1.35: Flussi turistici statunitensi dal 1996 al 2005 Tale riduzione è stata più evidente nel settore extralberghiero, che viene preferito da un numero sempre crescente di americani i quali, di contro, soggiornano per un lasso di tempo di gran lunga inferiore rispetto a buona parte del decennio (tav. 1.35). 54

55 Infatti, come si nota immediatamente, la permanenza media nelle strutture di tale settore è molto elevata fino al 2003, aggirandosi intorno alle due settimane, e si riduce sensibilmente nell ultimo biennio, fino ad arrivare ad un valore, pur sempre apprezzabile, di poco meno di otto giorni. La permanenza media del settore alberghiero, invece, si rivela alquanto bassa, mantenendosi inferiore ai tre giorni per tutti i dieci anni. Graf. 1.14: Andamento dei flussi turistici statunitensi dal 1996 al arrivi presenze arrivi presenze Analisi storica dei flussi turistici provenienti dalla Spagna L incremento totale degli spagnoli che hanno visitato e soggiornato in Sicilia dal 1996 al 2005 è stato costante a partire dal Ciò vale soprattutto per il settore alberghiero, in quanto quello complementare ha mostrato un calo nei pernottamenti durante il biennio , per poi riprendere la crescita dal 2004 a livelli superiori rispetto al periodo precedente (tav. 1.36). 55

56 Tav. 1.36: Flussi turistici spagnoli dal 1996 al 2005 I pernottamenti sono andati di pari passo con gli arrivi, ma, a partire dal 2001 hanno presentato un tasso di incremento inferiore (graf. 1.15). Graf. 1.15: Andamento dei flussi turistici spagnoli dal 1996 al arrivi presenze arrivi presenze 56

57 Anche nel caso degli spagnoli le permanenze medie presso gli impianti extralberghieri sono state superiori rispetto a quelli alberghieri. Quelle alberghiere si sono attestate su valori di poco superiori ai due giorni pro capite nella prima metà del decennio, mentre nella seconda parte hanno oscillato intorno a questo valore. Per il settore complementare i valori della permanenza media sono partiti dai quasi cinque giorni del 1996, per scendere fino a misure di poco inferiori ai tre giorni nel In generale si sono aggirate intorno ai due giorni Analisi storica dei flussi turistici provenienti dai Paesi Bassi I flussi turistici olandesi hanno avuto un andamento crescente fino al 2001 compreso, dopodichè si è assistito ad un graduale declino, fino a riscontrare una leggera ripresa nel 2005 (tav. 1.37). Tav. 1.37: Flussi turistici olandesi dal 1996 al 2005 L andamento degli arrivi e delle presenze è stato alquanto similare durante tutto il decennio (graf. 1.16). 57

58 I due rami del settore ricettivo hanno seguito un po la stessa sorte, con la differenza che l extralberghiero ha sperimentato la riduzione di turisti fiamminghi un anno dopo rispetto all alberghiero. La permanenza media è stata, in totale, superiore ai tre giorni per l intero arco temporale, ma con una differenza fra l inizio e la fine del decennio di circa mezza giornata in meno. Mentre anche per il settore alberghiero è confermata tale circostanza, per quello complementare le cose sono andate diversamente. Infatti, oltre ad evidenziare valori delle permanenze medie più alte, il valore del comparto extralberghiero è stato in genere prossimo ai quattro giorni, con un periodo di quattro anni (dal 1999 al 2002) in cui è salito ad oltre cinque giorni. Anche per questo settore, comunque, si assiste ad una graduale riduzione della durata media del soggiorno dei turisti olandesi presso questi impianti ricettivi a partire dal Graf. 1.16: Andamento dei flussi turistici olandesi dal 1996 al arrivi presenze arrivi presenze 58

59 Analisi storica dei flussi turistici provenienti dal Belgio Le presenze degli ospiti belgi sul territorio siciliano, nel corso dei due lustri esaminati, hanno palesato un comportamento abbastanza incostante, con fluttuazioni per buona parte del periodo ed una evidente flessione nell ultimo triennio (tav. 1.38). Tav. 1.38: Flussi turistici belgi dal 1996 al 2005 L andamento fluttuante più marcato è stato quello delle presenze, mentre gli ultimi tre anni palesano il decremento di cui si è appena parlato (graf. 1.17). I settori dell alberghiero e dell extralberghiero hanno avuto un evoluzione discordante, tranne che per la parte centrale dell intervallo temporale in esame. Le permanenze medie dei visitatori provenienti dal Belgio sono state in genere superiori ai quattro giorni. I due comparti si sono comportati in maniera opposta, infatti, mentre durante il primo lustro il settore complementare ha fatto rilevare permanenze medie superiori rispetto all alberghiero, nella seconda metà dell intervallo osservato si è verificata la situazione opposta. Rilevante il dato del 1998, in cui ogni turista belga ha soggiornato in Sicilia, in media, per 6,23 giorni. 59

60 Graf. 1.17: Andamento dei flussi turistici belgi dal 1996 al arrivi presenze arrivi presenze Analisi storica dei flussi turistici provenienti da Svizzera e Liechtenstein I flussi turistici svizzeri nel complesso hanno mostrato un sostanziale declino durante lo spazio temporale che stiamo esaminando (tav. 1.39). Arrivi e presenze totali hanno mostrato un andamento abbastanza conforme che è precipitato fino a livelli al di sotto di quelli di inizio periodo (graf. 1.18). I due settori della ricettività hanno avuto invece un trend differenziato; infatti, mentre l alberghiero ha mostrato un evidente crollo specialmente nell ultima parte del decennio, il settore complementare si è rivelato in espansione soprattutto dal 2002 in poi. La permanenza media si è aggirata costantemente intorno ai tre giorni, sia in totale che per il settore alberghiero, mentre per l extralberghiero è stata più prossima alle quattro giornate ed ha evidenziato una certa flessione a fine decennio, quando si è attestata su valori attorno ai tre giorni e mezzo. 60

Risultati definitivi stagione invernale 2006-2007

Risultati definitivi stagione invernale 2006-2007 Statistiche in breve 29 giugno 2007 Turismo a cura di Roberta Savorelli e Manuela Genetti Risultati definitivi stagione invernale 2006-2007 Il Servizio Statistica presenta i dati definitivi relativi agli

Dettagli

Il turismo a Bologna nel 2013. Aprile 2013

Il turismo a Bologna nel 2013. Aprile 2013 Il turismo a Bologna nel 213 Aprile 213 Capo Dipartimento Programmazione: Gianluigi Bovini Direttore Settore Statistica: Franco Chiarini Redazione: Paola Ventura Le elaborazioni sono state effettuate sui

Dettagli

Il turismo a Bologna nel 2012

Il turismo a Bologna nel 2012 Il turismo a Bologna nel 212 Aprile 213 Capo Dipartimento Programmazione: Gianluigi Bovini Direttore Settore Statistica: Franco Chiarini Redazione: Paola Ventura Le elaborazioni sono state effettuate sui

Dettagli

tab.2.1.1consistenza delle strutture ricettive della provincia di Brindisi. Periodo 2006/2012

tab.2.1.1consistenza delle strutture ricettive della provincia di Brindisi. Periodo 2006/2012 Il Turismo 1 Nel 2012 la provincia di Brindisi ha migliorato la propria offerta ricettiva ed ha registrato un incremento degli indicatori quali-quantitativi della ricettività locale (densità degli esercizi

Dettagli

A.P.T. della Provincia di Venezia - Ufficio Studi & Statistica

A.P.T. della Provincia di Venezia - Ufficio Studi & Statistica RELAZIONE flussi turistici /2012 STL JESOLO ED ERACLEA 1. ARRIVI / PRESENZE 2. COMPARTO alberghiero ed extraalberghiero 3. PROVENIENZE 4. RICETTIVO 5. FOCUS: SETTEMBRE 2013 1. ARRIVI / PRESENZE Nel periodo

Dettagli

Tavola 8.1 - Capacità degli esercizi ricettivi per tipo di alloggio - Comune di Lecce - Anno 2009

Tavola 8.1 - Capacità degli esercizi ricettivi per tipo di alloggio - Comune di Lecce - Anno 2009 8. Turismo Nel 2009 nella categoria esercizi alberghieri gli alberghi a 4 stelle costituiscono il 40,0% degli esercizi con una dotazione di posti letto pari al 59,4% del totale. La permanenza media del

Dettagli

Settore cultura, turismo, moda, eccellenze

Settore cultura, turismo, moda, eccellenze Settore cultura, turismo, moda, eccellenze Flussi Turistici di Milano e Provincia 2013 in attesa di validazione da parte di ISTAT, i dati sono da ritenersi provvisori e soggetti a modifica Indice 1. Capacità

Dettagli

Osservatorio Turistico di Destinazione (NECSTOUR) 2011 2012 Provincia di Livorno Il mercato turistico in provincia di Livorno Anno 2011 maggio 2012

Osservatorio Turistico di Destinazione (NECSTOUR) 2011 2012 Provincia di Livorno Il mercato turistico in provincia di Livorno Anno 2011 maggio 2012 PROVINCIA DI LIVORNO Osservatorio Turistico di Destinazione (NECSTOUR) 2011 2012 Provincia di Livorno Il mercato turistico in provincia di Livorno Anno 2011 maggio 2012 1 1. Sintesi dei risultati Il mercato

Dettagli

La stagione turistica estiva 2013*

La stagione turistica estiva 2013* Novembre 2013 La stagione turistica estiva 2013* Il Servizio Statistica presenta i dati definitivi relativi agli arrivi e alle turistiche della stagione estiva (1) 2013 sulla base delle informazioni trasmesse

Dettagli

MOVIMENTO TURISTICO NELLA PROVINCIA DI CATANIA ANNO 2010

MOVIMENTO TURISTICO NELLA PROVINCIA DI CATANIA ANNO 2010 PROVINCIA REGIONALE DI CATANIA MOVIMENTO TURISTICO NELLA PROVINCIA DI CATANIA ANNO 2010 RELAZIONE E ANALISI 1 Progetto e redazione della pubblicazione a cura dell Ufficio Studi e Programmazione per lo

Dettagli

Regione Siciliana ASSESSORATO TURISMO, SPORT E SPETTACOLO Dipartimento Turismo, Sport e Spettacolo.

Regione Siciliana ASSESSORATO TURISMO, SPORT E SPETTACOLO Dipartimento Turismo, Sport e Spettacolo. Regione Siciliana ASSESSORATO TURISMO, SPORT E SPETTACOLO Dipartimento Turismo, Sport e Spettacolo. Il turismo in Sicilia Rapporto 29 21 A cura dell Osservatorio Turistico della Regione Siciliana Al collega

Dettagli

Movimento turistico Stagione invernale 2012/13

Movimento turistico Stagione invernale 2012/13 luglio 2013 Movimento turistico Stagione invernale 2012/13 Il Servizio Statistica della Provincia autonoma di Trento presenta i dati definitivi relativi agli arrivi e alle presenze turistiche registrati

Dettagli

Il movimento turistico in provincia di Pistoia. anno 2013

Il movimento turistico in provincia di Pistoia. anno 2013 Il movimento turistico in provincia di Pistoia anno 2013 Francesco Spinetti Lucia Capecchi Provincia di Pistoia Servizio Sviluppo Economico e Statistica Pistoia 20.5.2014 il notiziario sul turismo Il notiziario

Dettagli

Flussi Turistici di Milano e Provincia 1 Semestre 2013 gennaio giugno

Flussi Turistici di Milano e Provincia 1 Semestre 2013 gennaio giugno Flussi Turistici di Milano e Provincia 1 Semestre 2013 gennaio giugno in attesa di validazione da parte di ISTAT, i dati sono da ritenersi provvisori e soggetti a modifica Indice 1. Capacità ricettiva

Dettagli

Dalla spesa del visitatore ai risultati di bilancio delle aziende

Dalla spesa del visitatore ai risultati di bilancio delle aziende Dalla spesa del visitatore ai risultati di bilancio delle aziende Dalla spesa del visitatore ai risultati di bilancio delle aziende Regione Toscana Giunta Regionale Direzione Generale dello Sviluppo Economico

Dettagli

FOCUS settembre 2015. Il viaggio dei pugliesi all estero, in base all indagine della Banca d Italia. Fonti: Banca d Italia Turismo internazionale

FOCUS settembre 2015. Il viaggio dei pugliesi all estero, in base all indagine della Banca d Italia. Fonti: Banca d Italia Turismo internazionale struttura. Il confronto dei dati dell Istat con le stime della Banca d Italia sembra evidenziare la presenza di altri fenomeni, oltre quello misurato dalle presenze straniere nelle strutture ricettive.

Dettagli

Rapporto flussi turistici Anni dal 2010

Rapporto flussi turistici Anni dal 2010 Rapporto flussi turistici Anni dal 2010 2010 al 2014 Elaborazione a cura dell Ufficio del Turismo della Provincia di Novara turismo.statistica@provincia.novara.it 1 CAPACITA RICETTIVA Qualifica Stelle

Dettagli

Le imprese ricettive nel Comune di Livorno. Le caratteristiche dell offerta ricettiva L andamento dei flussi turistici

Le imprese ricettive nel Comune di Livorno. Le caratteristiche dell offerta ricettiva L andamento dei flussi turistici Le imprese ricettive nel Comune di Livorno Le caratteristiche dell offerta ricettiva L andamento dei flussi turistici Origine dei dati di rilevazione Rilevazione censuaria movimentazione clienti strutture

Dettagli

L inflazione nel 2004

L inflazione nel 2004 L inflazione nel 2004 Un quadro generale In Italia l inflazione media annua per l anno 2004 si è attestata intorno al 2,2%, un risultato di gran lunga migliore rispetto al 2003 quando il valore medio di

Dettagli

La Toscana del turismo tra crisi e capacità competitiva Enrico Conti Firenze, 8 luglio 2015

La Toscana del turismo tra crisi e capacità competitiva Enrico Conti Firenze, 8 luglio 2015 Turismo & Toscana La Toscana del turismo tra crisi e capacità competitiva Enrico Conti Firenze, 8 luglio 2015 Il turismo nell economia Toscana Nel 2014 oltre 43,5 milioni di presenze ufficiali (+ 3 milioni

Dettagli

Il turismo incoming: situazione attuale e prospettive. Fabrizio Guelpa Direzione Studi e Ricerche

Il turismo incoming: situazione attuale e prospettive. Fabrizio Guelpa Direzione Studi e Ricerche Il turismo incoming: situazione attuale e prospettive Fabrizio Guelpa Direzione Studi e Ricerche Milano, 10 febbraio 2016 Turismo incoming in crescita progressiva Arrivi di turisti negli esercizi ricettivi

Dettagli

BIBIONE: CON IL WEB IL TURISMO REGGE ALLA CRISI

BIBIONE: CON IL WEB IL TURISMO REGGE ALLA CRISI COMUNICATO STAMPA BIBIONE: CON IL WEB IL TURISMO REGGE ALLA CRISI Secondo uno studio dell'associazione Bibionese Albergatori, nella stagione 2012 Bibione ha ospitato più di 770.000 turisti. Prenotazioni

Dettagli

OSSERVATORIO TURISTICO DELLA PROVINCIA DI BERGAMO

OSSERVATORIO TURISTICO DELLA PROVINCIA DI BERGAMO Provincia di Bergamo OSSERVATORIO TURISTICO DELLA PROVINCIA DI BERGAMO DATI STATISTICI ANNO 2005 Introduzione...pag. 3 1. MOVIMENTI DEI CLIENTI NELLE STRUTTURE RICETTIVE DELLA PROVINCIA DI BERGAMO, COMPRESO

Dettagli

Nel 2010 si è assistito ad una decisa ripresa dei flussi turistici (arrivi +6,7%)

Nel 2010 si è assistito ad una decisa ripresa dei flussi turistici (arrivi +6,7%) Il monitoraggio dei dati per la formulazione dell offerta turistica regionale a cura dell Osservatorio turistico Dipartimento regionale turismo, sport e spettacolo 1. Lo scenario e le macrodinamiche Nel

Dettagli

Il turismo in Veneto nel 2015

Il turismo in Veneto nel 2015 Federico Caner Assessore all'attuazione del programma, rapporti con Consiglio regionale, programmazione fondi UE, turismo, commercio estero Palazzo Balbi Venezia, 18 febbraio 216 I numeri del turismo Veneto

Dettagli

Capitolo 18. Turismo

Capitolo 18. Turismo Capitolo 18 Turismo 18. Turismo Il sistema delle statistiche ufficiali sul turismo si avvale di diverse fonti informative, la maggior parte delle quali rappresentate da rilevazioni ed elaborazioni Istat.

Dettagli

AGGIORNAMENTO DATI 1999 PER MERCATO ESTERO

AGGIORNAMENTO DATI 1999 PER MERCATO ESTERO AGGIORNAMENTO DATI 1999 PER MERCATO ESTERO ARRIVI STRANIERI 1999 PER PROVENIENZA U.S.A. 1% S DK 1% 2% CZ 2% CH 2% ALTRI 10% GB 8% E 1% B 3% NL 6% F 2% A 7% D 55% STATI 1999 arrivi e presenze in provincia

Dettagli

Primo rapporto sul Turismo a Messina

Primo rapporto sul Turismo a Messina 2013 Primo rapporto sul Turismo a Messina A cura dell Ufficio Statistica Dipartimento servizi al cittadino Comune di Messina UFFICIO STATISTICA COMUNE DI MESSINA Palazzo Weigert Via Consolato del Mare

Dettagli

N.9. EDI.CO.LA.NEWS Edilizia e Costruzioni nel Lazio. Dati&Mercato

N.9. EDI.CO.LA.NEWS Edilizia e Costruzioni nel Lazio. Dati&Mercato EDI.CO.LA.NEWS Dati&Mercato N.9 EDILIZIA RESIDENZIALE: IL RINNOVO SI FERMA E PROSEGUE IL CALO DELLE NUOVE COSTRUZIONI Il valore di un mercato è determinato dalla consistenza degli investimenti che vi affluiscono.

Dettagli

Tavola rotonda Centri benessere tra sviluppo turistico e nuova regolamentazione. Rimini Wellness, 14 Maggio 2010

Tavola rotonda Centri benessere tra sviluppo turistico e nuova regolamentazione. Rimini Wellness, 14 Maggio 2010 AICEB (Associazione Italiana Centri Benessere) IL MERCATO DEL BENESSERE: IMPRESE E SERVIZI OFFERTI* Tavola rotonda Centri benessere tra sviluppo turistico e nuova regolamentazione Rimini Wellness, 14 Maggio

Dettagli

IL TURISMO IN PROVINCIA DI COMO NEL PERIODO MAGGIO OTTOBRE 2015. GLI EFFETTI DI EXPO MILANO 2015

IL TURISMO IN PROVINCIA DI COMO NEL PERIODO MAGGIO OTTOBRE 2015. GLI EFFETTI DI EXPO MILANO 2015 IL TURISMO IN PROVINCIA DI COMO NEL PERIODO MAGGIO OTTOBRE 2015. GLI EFFETTI DI EXPO MILANO 2015 Elaborazione su dati provvisori forniti dal Settore Turismo della Provincia di Como A cura di Massimo Gaverini

Dettagli

IL TURISMO INTERNAZIONALE E L ITALIA

IL TURISMO INTERNAZIONALE E L ITALIA IL TURISMO INTERNAZIONALE E L ITALIA CERNOBBIO 28 MARZO 2015 PREMESSA L esposizione universale, a due mesi dall avvio, è considerata come la grande occasione per il rilancio del turismo italiano. Non solo

Dettagli

RAPPORTO RIFIUTI 2011 Sintesi dei dati

RAPPORTO RIFIUTI 2011 Sintesi dei dati RAPPORTO RIFIUTI 2011 Sintesi dei dati Produzione rifiuti: valori nazionali Nel 2009 cala la produzione dei rifiuti urbani in tutte le macroaree geografiche italiane: -1,6% al Centro, -1,4% al Nord e -0,4%

Dettagli

Il turismo internazionale nel mondo: trend di mercato e scenario previsionale

Il turismo internazionale nel mondo: trend di mercato e scenario previsionale OSSERVATORIO TURISTICO DELLA LIGURIA Il turismo internazionale nel mondo: trend di mercato e scenario previsionale Dossier Ottobre 2012 A cura di Panorama competitivo del turismo internazionale nel mondo

Dettagli

LE VACANZE DEGLI ITALIANI NEL 2006 11.288.000 0 5.000.000 10.000.000 15.000.000 20.000.000 25.000.000 30.000.000 35.000.000

LE VACANZE DEGLI ITALIANI NEL 2006 11.288.000 0 5.000.000 10.000.000 15.000.000 20.000.000 25.000.000 30.000.000 35.000.000 ABSTRACT LE VACANZE DEGLI ITALIANI PRIMO SEMESTRE 2006 Sono 17,8 milioni gli italiani che nel primo semestre 2006 hanno effettuato almeno un periodo di vacanza (35,9% della popolazione). Nel complesso,

Dettagli

Note Brevi LE COOPERATIVE NELL AMBITO DELLA STRUTTURA PRODUTTIVA ITALIANA NEL PERIODO 2007-2008. a cura di Francesco Linguiti

Note Brevi LE COOPERATIVE NELL AMBITO DELLA STRUTTURA PRODUTTIVA ITALIANA NEL PERIODO 2007-2008. a cura di Francesco Linguiti Note Brevi LE COOPERATIVE NELL AMBITO DELLA STRUTTURA PRODUTTIVA ITALIANA NEL PERIODO 2007-2008 a cura di Francesco Linguiti Luglio 2011 Premessa* In questa nota vengono analizzati i dati sulla struttura

Dettagli

INDAGINE SULLE PRENOTAZIONI/PRESENZE NELLE AREE TURISTICHE E SUI SEGMENTI DI PRODOTTO

INDAGINE SULLE PRENOTAZIONI/PRESENZE NELLE AREE TURISTICHE E SUI SEGMENTI DI PRODOTTO in collaborazione con OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO INDAGINE SULLE PRENOTAZIONI/PRESENZE NELLE AREE TURISTICHE E SUI SEGMENTI DI PRODOTTO Maggio 2010 A cura di Storia del documento Copyright: IS.NA.R.T.

Dettagli

Gli spostamenti quotidiani per motivi di studio o lavoro

Gli spostamenti quotidiani per motivi di studio o lavoro Gli spostamenti quotidiani per motivi di studio o lavoro 4 agosto 2014 L Istat diffonde i dati definitivi del 15 Censimento generale della popolazione e delle abitazioni relativi agli spostamenti pendolari

Dettagli

Università degli Studi di Palermo ANALISI DEI FLUSSI TURISTICI NELLA CIRCOSCRIZIONE TURISTICA DI TAORMINA: LA STAGIONALITA

Università degli Studi di Palermo ANALISI DEI FLUSSI TURISTICI NELLA CIRCOSCRIZIONE TURISTICA DI TAORMINA: LA STAGIONALITA Università degli Studi di Palermo Corso di Laurea in Economia e Gestione dei Servizi Turistici ANALISI DEI FLUSSI TURISTICI NELLA CIRCOSCRIZIONE TURISTICA DI TAORMINA: LA STAGIONALITA Tesi di laurea di:

Dettagli

L INDUSTRIA ITALIANA COSTRUTTRICE DI MACCHINE UTENSILI, ROBOT, AUTOMAZIONE 2 L INDUSTRIA MONDIALE DELLA MACCHINA UTENSILE 8

L INDUSTRIA ITALIANA COSTRUTTRICE DI MACCHINE UTENSILI, ROBOT, AUTOMAZIONE 2 L INDUSTRIA MONDIALE DELLA MACCHINA UTENSILE 8 L INDUSTRIA ITALIANA COSTRUTTRICE DI MACCHINE UTENSILI, ROBOT, AUTOMAZIONE 2 I DATI RELATIVI AL 2011 2 LE ESPORTAZIONI 4 LE CARATTERISTICHE STRUTTURALI 6 La macchina utensile 6 La robotica 7 L INDUSTRIA

Dettagli

Capitolo 2.3. La situazione internazionale. Relazione Annuale

Capitolo 2.3. La situazione internazionale. Relazione Annuale Capitolo 2.3 Il turismo in Piemonte Carlo Alberto Dondona Si ringraziano Cristina Bergonzo (Sviluppo Piemonte Turismo), Amedeo Mariano(Città Metropolitana di Torino Sistema Informativo Turistico) La situazione

Dettagli

OSSERVATORIO NAZIONALE SUL TURISMO ITALIANO

OSSERVATORIO NAZIONALE SUL TURISMO ITALIANO Unioncamere Unione Italiana delle Camere di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura OSSERVATORIO NAZIONALE SUL TURISMO ITALIANO ESTATE 2005: 2 Rapporto Indagine sulle prenotazioni/presenze nelle

Dettagli

L integrazione scolastica degli alunni con disabilità

L integrazione scolastica degli alunni con disabilità L integrazione scolastica degli alunni con disabilità dati statistici A.S. 2012/2013 (ottobre 2013) La presente pubblicazione fa riferimento ai dati aggiornati a ottobre 2013. I dati elaborati e qui pubblicati

Dettagli

LE PERFORMANCE DI VENDITA DELLE IMPRESE DEL RICETTIVO

LE PERFORMANCE DI VENDITA DELLE IMPRESE DEL RICETTIVO OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO LE PERFORMANCE DI VENDITA DELLE IMPRESE DEL RICETTIVO Gennaio 2014 A cura di Storia del documento Copyright: IS.NA.R.T. Scpa Versione: 1.0 Quadro dell opera: Termine

Dettagli

Il Turismo Degli Appartamenti Per Vacanza ( SECONDE CASE ).

Il Turismo Degli Appartamenti Per Vacanza ( SECONDE CASE ). Il Turismo Degli Appartamenti Per Vacanza ( SECONDE CASE ). (febbraio 2008) Codice Prodotto- OSPS13-R01-D01 Copyright 2008 Osservatorio del Turismo della Campania Tutti i diritti riservati Osservatorio

Dettagli

Numero 22 /2015 Prime analisi dei dati desunti dall Allegato 3B del D.Lgs 81/2008

Numero 22 /2015 Prime analisi dei dati desunti dall Allegato 3B del D.Lgs 81/2008 Numero 22 /2015 Prime analisi dei dati desunti dall Allegato 3B del D.Lgs 81/2008 L art. 40 ha introdotto per il medico competente, al fine di favorire un utile rapporto di questi con il SSN, l obbligo

Dettagli

Pensionati e pensioni nelle regioni italiane

Pensionati e pensioni nelle regioni italiane Pensionati e pensioni nelle regioni italiane Adam Asmundo POLITICHE PUBBLICHE Attraverso confronti interregionali si presenta una analisi sulle diverse tipologie di trattamenti pensionistici e sul possibile

Dettagli

L Irpef pagata dagli stranieri nelle regioni italiane

L Irpef pagata dagli stranieri nelle regioni italiane Studi e ricerche sull economia dell immigrazione L Irpef pagata dagli stranieri nelle regioni italiane Anno 2011 per l anno di imposta 2010 Avvertenze metodologiche p. 2 I principali risultati dello studio

Dettagli

Movimento turistico periodo gennaio agosto 2011

Movimento turistico periodo gennaio agosto 2011 Movimento turistico periodo gennaio agosto 2011 MOVIMENTI TURISTICI Dati per province Periodo di riferimento Gennaio Agosto 2011 Arrivi: 522.704 Presenze: 3.364.619 Arrivi: 598.394 Presenze: 3.049.349

Dettagli

Piano Territoriale Provinciale di Catania (ex art.12 L.R.9/86) RELAZIONE GENERALE DELLO SCHEMA DI MASSINA.

Piano Territoriale Provinciale di Catania (ex art.12 L.R.9/86) RELAZIONE GENERALE DELLO SCHEMA DI MASSINA. 4.1.7. L ATTIVITÀ TURISTICA. Secondo le stime del World Travel and Tourism Council, l industria dei viaggi e del turismo diventerà, a breve termine, la prima industria mondiale sia in termini di fatturato

Dettagli

Indice. p. 1. Introduzione. p. 2. Il consumo medio annuo pro capite di gas. p. 2. Il costo del gas con la tariffa di Maggior Tutela dell AEEG p.

Indice. p. 1. Introduzione. p. 2. Il consumo medio annuo pro capite di gas. p. 2. Il costo del gas con la tariffa di Maggior Tutela dell AEEG p. Gas: le Regioni Italiane con il maggior numero di consumi e quelle con il risparmio più alto ottenibile Indice: Indice. p. 1 Introduzione. p. 2 Il consumo medio annuo pro capite di gas. p. 2 Il costo del

Dettagli

EDILIZIA, LA CRISI DIMEZZA I PERMESSI DI COSTRUIRE

EDILIZIA, LA CRISI DIMEZZA I PERMESSI DI COSTRUIRE EDILIZIA, LA CRISI DIMEZZA I PERMESSI DI COSTRUIRE Scendono del 50% le richieste per l edilizia residenziale, -30% per quella non residenziale. Tengono gli immobili destinati all agricoltura (-12,9%),

Dettagli

Tabella 1.1 Evoluzione arrivi e presenze degli stranieri in Puglia. Anni 2009-2010-2011. Arrivi Presenze Arrivi Presenze 2009 417.063 1.626.

Tabella 1.1 Evoluzione arrivi e presenze degli stranieri in Puglia. Anni 2009-2010-2011. Arrivi Presenze Arrivi Presenze 2009 417.063 1.626. Il turismo internazionale in Puglia Nel 2011 la Puglia ha registrato più di 540mila arrivi dall estero e 2,1milioni di presenze. Dal 2009 al 2011 l incoming dall estero è cresciuto di 2,8 punti percentuali

Dettagli

L ANDAMENTO DELLA SPESA FARMACEUTICA TERRITORIALE NEL 2013

L ANDAMENTO DELLA SPESA FARMACEUTICA TERRITORIALE NEL 2013 CONVEGNO LABORATORIO FARMACIA LA GESTIONE DELLA CRISI D IMPRESA NEL SETTORE DELLA DISTRIBUZIONE DEL FARMACO: STRATEGIE E STRUMENTI DI RISANAMENTO Pisa, 9 ottobre 2014 L ANDAMENTO DELLA SPESA FARMACEUTICA

Dettagli

LA DINAMICA DELLE IMPRESE GIOVANILI, FEMMINILI E STRANIERE NEL 3 TRIMESTRE 2015

LA DINAMICA DELLE IMPRESE GIOVANILI, FEMMINILI E STRANIERE NEL 3 TRIMESTRE 2015 LA DINAMICA DELLE IMPRESE GIOVANILI, FEMMINILI E STRANIERE NEL 3 TRIMESTRE 215 Saldi positivi ma in leggera flessione Nel terzo trimestre 215 i saldi tra iscrizioni e cessazioni di imprese liguri giovanili,

Dettagli

FLUSSI TURISTICI approfondimento 2009

FLUSSI TURISTICI approfondimento 2009 FLUSSI TURISTICI approfondimento 2009 Flussi Turistici 2009: confronto Milano e Rilevazione movimento clienti per tipologia di struttura ricettiva di Milano città e Milano città 2009 ARRIVI PRESENZE ARRIVI

Dettagli

La fedeltà nella scelta della destinazione turistica

La fedeltà nella scelta della destinazione turistica 1 La fedeltà nella scelta della destinazione turistica L Italia ed il turismo internazionale Venezia 15 Dicembre 2009 PAOLO SERGARDI Contesto 2 Ad Aprile 2008 è stata inserita una nuova domanda nel questionario

Dettagli

Area Turismo. I dati relativi al turismo sono stati forniti dall Assessorato Regionale al Turismo e riguardano gli anni dal 2002 al 2011.

Area Turismo. I dati relativi al turismo sono stati forniti dall Assessorato Regionale al Turismo e riguardano gli anni dal 2002 al 2011. Area Turismo I dati relativi al turismo sono stati forniti dall Assessorato Regionale al Turismo e riguardano gli anni dal 22 al 211. Glossario: Arrivi: il numero di clienti, italiani e stranieri, ospitati

Dettagli

EMBARGO FINO A SABATO 20 LUGLIO ORE 9.00 COMUNICATO STAMPA

EMBARGO FINO A SABATO 20 LUGLIO ORE 9.00 COMUNICATO STAMPA Ufficio Stampa EMBARGO FINO A SABATO 20 LUGLIO ORE 9.00 COMUNICATO STAMPA TURISMO ESTERO, CONFESERCENTI- REF: GLI STRANIERI CONTINUANO A SCEGLIERE L ITALIA, MA CONOSCONO POCO IL SUD: PREFERITO IL CENTRO-

Dettagli

RAPPORTO RIFIUTI URBANI ISPRA 2013 Sintesi dei dati

RAPPORTO RIFIUTI URBANI ISPRA 2013 Sintesi dei dati RAPPORTO RIFIUTI URBANI ISPRA 2013 Sintesi dei dati Contesto europeo Secondo i dati resi disponibili da Eurostat, integrati con i dati ISPRA per quanto riguarda l Italia, nel 2011 i 27 Stati membri dell

Dettagli

OSSERVATORIO NAZIONALE SUL TURISMO ITALIANO

OSSERVATORIO NAZIONALE SUL TURISMO ITALIANO Unioncamere Unione Italiana delle Camere di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura OSSERVATORIO NAZIONALE SUL TURISMO ITALIANO PASQUA 2004: GERMOGLI DI RIPRESA 1 Rapporto Indagine sulle prenotazioni/presenze

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Il traino olimpico porta il Piemonte sopra al tetto dei 10 milioni di presenze

COMUNICATO STAMPA. Il traino olimpico porta il Piemonte sopra al tetto dei 10 milioni di presenze COMUNICATO STAMPA Torino, 23 maggio 2006 Il traino olimpico porta il Piemonte sopra al tetto dei 10 milioni di presenze Il turismo in Piemonte continua a crescere. Nel 2005 gli arrivi di turisti che hanno

Dettagli

Il turismo in Trentino nell estate 2014

Il turismo in Trentino nell estate 2014 Il turismo in Trentino nell estate 2014 dicembre 2014 Il Servizio Statistica della Provincia autonoma di Trento presenta i dati definitivi relativi agli arrivi e alle turistiche nella stagione estiva 2014,

Dettagli

SISTAN. Marzo 2011 IL MOVIMENTO TURISTICO IN PROVINCIA DI PISTOIA NEL 2010

SISTAN. Marzo 2011 IL MOVIMENTO TURISTICO IN PROVINCIA DI PISTOIA NEL 2010 SISTAN P r o v i n c i a d i P i s t o i a N O T II Z II A R II O S T A T II S T II C O Marzo 2011 IL MOVIMENTO TURISTICO IN PROVINCIA DI PISTOIA NEL 2010 Il contesto internazionale e nazionale I risultati

Dettagli

LE PERFORMANCE DI VENDITA DELLE IMPRESE DEL RICETTIVO

LE PERFORMANCE DI VENDITA DELLE IMPRESE DEL RICETTIVO OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO in collaborazione con LE PERFORMANCE DI VENDITA DELLE IMPRESE DEL RICETTIVO Ottobre 2011 A cura di Storia del documento Copyright: IS.NA.R.T. Scpa Versione: 1.0 Quadro

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIPARTIMENTO PER L IMPRESA E L INTERNAZIONALIZZAZIONE DIREZIONE GENERALE PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE E GLI ENTI COOPERATIVI OSSERVATORIO MPMI REGIONI LE MICRO, PICCOLE

Dettagli

7. Assistenza primaria

7. Assistenza primaria 7. Assistenza primaria BSIP Marka Assistenza primaria 7.1. Medicina di base L assistenza distrettuale, allo scopo di coordinare ed integrare tutti i percorsi di accesso ai servizi sanitari da parte del

Dettagli

stabile o una serie di appartamenti dove l immigrato può permanere per un periodo già fissato dalla struttura stessa. Sono ancora tantissimi gli

stabile o una serie di appartamenti dove l immigrato può permanere per un periodo già fissato dalla struttura stessa. Sono ancora tantissimi gli P R E M E S S A Con la presente rilevazione, la Direzione Centrale per la Documentazione e la Statistica si propone di fornire un censimento completo delle strutture di accoglienza per stranieri, residenziali

Dettagli

L integrazione scolastica degli alunni con disabilità a.s.2014/2015. (novembre 2015)

L integrazione scolastica degli alunni con disabilità a.s.2014/2015. (novembre 2015) L integrazione scolastica degli alunni con disabilità a.s.2014/2015 (novembre 2015) La presente pubblicazione fa riferimento ai dati aggiornati al 17 settembre 2015. I dati elaborati e qui pubblicati sono

Dettagli

Lavoro occasionale Di tipo accessorio

Lavoro occasionale Di tipo accessorio Lavoro occasionale Di tipo accessorio PRIMO TRIMESTRE/ 211 Lavoro occasionale di tipo accessorio I trim 211 gennaio 212 Il Report è stato realizzato da Giorgio Plazzi e Chiara Cristini, ricercatori dell

Dettagli

OSSERVATORIO NAZIONALE SUL TURISMO ITALIANO

OSSERVATORIO NAZIONALE SUL TURISMO ITALIANO OSSERVATORIO NAZIONALE SUL TURISMO ITALIANO ESTATE 2006, IL TURISMO IN ITALIA HA PIU VELOCITA : PIU PRODOTTI PER PIU TURISTI SOPRATTUTTO STRANIERI 3 Rapporto Indagine sulle prenotazioni/presenze nelle

Dettagli

K I W I. DOSSIER 2012 Il punto della situazione sulla produzione mondiale, i consumi, i nuovi mercati, le novità.

K I W I. DOSSIER 2012 Il punto della situazione sulla produzione mondiale, i consumi, i nuovi mercati, le novità. K I W I DOSSIER 2012 Il punto della situazione sulla produzione mondiale, i consumi, i nuovi mercati, le novità. in sintesi Superficie mondiale di kiwi: 160.000 ettari Produzione mondiale di kiwi: 1,3

Dettagli

STUDIO SUGLI INCENDI IN ITALIA DAL 2007 AL 2010. Dirigente Superiore Dott. Ing. Maurizio D ADDATO

STUDIO SUGLI INCENDI IN ITALIA DAL 2007 AL 2010. Dirigente Superiore Dott. Ing. Maurizio D ADDATO STUDIO SUGLI INCENDI IN ITALIA DAL 2007 AL 2010 Dirigente Superiore Dott. Ing. Maurizio D ADDATO La ricerca sviluppata ha preso in esame tutte le segnalazioni pervenute al Centro Operativo Nazionale del

Dettagli

IL MERCATO DEI MUTUI IN ITALIA NEL III TRIMESTRE 2013

IL MERCATO DEI MUTUI IN ITALIA NEL III TRIMESTRE 2013 IL MERCATO DEI MUTUI IN ITALIA NEL III TRIMESTRE 2013 MERCATO DELLE EROGAZIONI ITALIA III trimestre 2013 Le famiglie italiane hanno ricevuto finanziamenti per l acquisto dell abitazione per 4.958,08 milioni

Dettagli

Capitolo 18. Turismo

Capitolo 18. Turismo Capitolo 18 Turismo 18. Turismo Il sistema delle statistiche ufficiali sul turismo si avvale di diverse fonti informative, la maggior parte delle quali rappresentate da rilevazioni e elaborazioni Istat.

Dettagli

NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009

NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009 NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009 Arrivi 2.016.536 Presenze 8.464.905 PROVINCIA IN COMPLESSO Arrivi: superata

Dettagli

AGGIORNAMENTO DELLE ANALISI E DELLE PREVISIONI

AGGIORNAMENTO DELLE ANALISI E DELLE PREVISIONI AGGIORNAMENTO DELLE ANALISI E DELLE PREVISIONI DEI CONSUMI DELLE FAMIGLIE NELLE REGIONI ITALIANE MARIANO BELLA LIVIA PATRIGNANI UFFICIO STUDI 9 AGOSTO 2010 L aggiornamento delle previsioni sull andamento

Dettagli

in collaborazione con OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO BOLLETTINO MENSILE INDAGINE QUANTITATIVA SUI COMPORTAMENTI TURISTICI DEGLI ITALIANI

in collaborazione con OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO BOLLETTINO MENSILE INDAGINE QUANTITATIVA SUI COMPORTAMENTI TURISTICI DEGLI ITALIANI in collaborazione con OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO BOLLETTINO MENSILE INDAGINE QUANTITATIVA SUI COMPORTAMENTI TURISTICI DEGLI ITALIANI 5 bollettino mensile Maggio 2009 Giugno 2009 A cura di Storia

Dettagli

Anno 2012 L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA

Anno 2012 L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA 27 ottobre 2014 Anno L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA Nel, in Italia, il 53,1% delle persone di 18-74 anni (23 milioni 351mila individui) parla in prevalenza in famiglia.

Dettagli

Turismo italiano: un'industria senza governo

Turismo italiano: un'industria senza governo Turismo italiano: un'industria senza governo «In Italia dichiara il Prof. Gian Maria Fara, Presidente dell Eurispes è tutto maledettamente più complicato che altrove, non solo perché siamo il paese leader

Dettagli

AGENZIA TERRITORIALE PER IL TURISMO VALLE SABBIA E LAGO D'IDRO FLUSSO TURISTICO ANNO 2005 DATI COMPARATI ANNO PRECEDENTE

AGENZIA TERRITORIALE PER IL TURISMO VALLE SABBIA E LAGO D'IDRO FLUSSO TURISTICO ANNO 2005 DATI COMPARATI ANNO PRECEDENTE AGENZIA TERRITORIALE PER IL TURISMO VALLE SABBIA E LAGO D'IDRO FLUSSO TURISTICO ANNO 25 DATI COMPARATI ANNO PRECEDENTE ESERCIZI ALBERGHIERI PERIODO I T A L I A N I S T R A N I E R I T O T A L E arrivi

Dettagli

Calano le imprese italiane, aumentano le straniere. Sentono meno la crisi e creano 85 miliardi di di valore aggiunto

Calano le imprese italiane, aumentano le straniere. Sentono meno la crisi e creano 85 miliardi di di valore aggiunto Calano le imprese italiane, aumentano le straniere. Sentono meno la crisi e creano 85 miliardi di di valore aggiunto Imprese straniere in aumento. Su 6.061.960 imprese operanti in Italia nel 2013, 497.080

Dettagli

LE PERFORMANCE DI VENDITA DELLE IMPRESE DEL RICETTIVO

LE PERFORMANCE DI VENDITA DELLE IMPRESE DEL RICETTIVO OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO in collaborazione con LE PERFORMANCE DI VENDITA DELLE IMPRESE DEL RICETTIVO Gennaio 2013 A cura di Storia del documento Copyright: IS.NA.R.T. Scpa Versione: 1.0 Quadro

Dettagli

Il peso del turismo nell economia Toscana

Il peso del turismo nell economia Toscana Turismo & Toscana Il turismo in Toscana: un modello export led alla prova della crisi Enrico Conti Firenze, 13 giugno 2014 Il peso del turismo nell economia Toscana Nel 2013 oltre 43 milioni di presenze

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico Direzione Generale per la politica industriale, la competitività e le piccole e medie imprese ex DIV.VIII PMI e artigianato IL CONTRATTO DI RETE ANALISI QUANTITATIVA

Dettagli

RIEPILOGO REGIONALE PER SPECIALIZZAZIONE RIEPILOGO REGIONALE PER SPECIALIZZAZIONE

RIEPILOGO REGIONALE PER SPECIALIZZAZIONE RIEPILOGO REGIONALE PER SPECIALIZZAZIONE ESERCIZI SPECIALIZZATI. AL 31/12/2013 PIEMONTE Altri prodotti 19 41.235 113 168 281 0 2 3 Articoli igienico-sanitari/materiali da 1 2.493 2 0 2 0 0 0 Articoli sportivi/attrezzatura campeggi 9 25.694 119

Dettagli

... e i pagamenti delle imprese ... G e n n a i o 2 0 1 413

... e i pagamenti delle imprese ... G e n n a i o 2 0 1 413 ...... Osservatorio sui protesti...... G e n n a i o 2 0 1 4 Osservatorio sui protesti In calo i mancati pagamenti e i gravi ritardi delle imprese... Sintesi dei risultati Nel terzo trimestre del i dati

Dettagli

IL TURISMO IN CAMPANIA - ANNO 2008. a cura di CINZIA BRUNO

IL TURISMO IN CAMPANIA - ANNO 2008. a cura di CINZIA BRUNO GIUNTA REGIONALE DELLA CAMPANIA AREA GENERALE DI COORDINAMENTO RICERCA SCIENTIFICA, STATISTICA, SISTEMI INFORMATIVI ED INFORMATICA SETTORE ANALISI, PROGETTAZIONE E GESTIONE SISTEMI INFORMATIVI SERVIZIO

Dettagli

OPERATORI COMMERCIALI ALL ESPORTAZIONE

OPERATORI COMMERCIALI ALL ESPORTAZIONE 8 luglio 2013 Anno 2012 OPERATORI COMMERCIALI ALL ESPORTAZIONE Nel 2012 gli operatori che hanno effettuato vendite di beni all estero sono 207.920, in lieve aumento (+0,3%) rispetto al 2011. Al netto dei

Dettagli

Nel 2012, l Istat rileva 33.728 esercizi alberghieri

Nel 2012, l Istat rileva 33.728 esercizi alberghieri 19 TURISMO Nel 2012, l Istat rileva 33.728 esercizi alberghieri (-0,6 per cento rispetto al 2011) e 123.500 esercizi extra-alberghieri (+3,1 per cento). Il flusso dei clienti nel 2013 (dati provvisori)

Dettagli

aa Strutture ricettive

aa Strutture ricettive 6 TURISMO aaa aa Strutture ricettive Tav. 6.01 Strutture ricettive alberghiere per categoria. Serie storica dal 2000 Categorie degli alberghi Anno Attrezzature Totale 5 stelle 4 stelle 3 stelle 2 stelle

Dettagli

IL MERCATO DEI MUTUI NEL 2010

IL MERCATO DEI MUTUI NEL 2010 IL MERCATO DEI MUTUI NEL 2010 Nel IV trimestre del 2010 le famiglie italiane hanno ricevuto finanziamenti per l acquisto dell abitazione per 15.041,15 milioni di euro. Rispetto allo stesso trimestre del

Dettagli

RAPPORTO MENSILE SUL SISTEMA ELETTRICO CONSUNTIVO DICEMBRE 2014

RAPPORTO MENSILE SUL SISTEMA ELETTRICO CONSUNTIVO DICEMBRE 2014 RAPPORTO MENSILE SUL SISTEMA ELETTRICO CONSUNTIVO DICEMBRE 2014 1 Rapporto Mensile sul Sistema Elettrico Consuntivo dicembre 2014 Considerazioni di sintesi 1. Il bilancio energetico Richiesta di energia

Dettagli

7.1 CONSIDERAZIONI GENERALI

7.1 CONSIDERAZIONI GENERALI CAPITOLO VII INDICATORI TURISTICI IN SICILIA 7.1 CONSIDERAZIONI GENERALI Per una più completa comprensione dei fenomeni turistici e delle dinamiche di utilizzazione del suolo, che interessano il territorio

Dettagli

Area Turismo. I dati relativi al turismo sono stati forniti dall Assessorato Regionale al Turismo e riguardano gli anni dal 2000 al 2009.

Area Turismo. I dati relativi al turismo sono stati forniti dall Assessorato Regionale al Turismo e riguardano gli anni dal 2000 al 2009. Area Turismo I dati relativi al turismo sono stati forniti dall Assessorato Regionale al Turismo e riguardano gli anni dal 2 al 29. Glossario: Arrivi: secondo la definizione dell ISTAT è il numero di clienti,

Dettagli

RAPPORTO SPECIALE BIT 2013

RAPPORTO SPECIALE BIT 2013 RAPPORTO SPECIALE BIT 2013 OSSERVATORIO DEL SISTEMA TURISTICO LAGO DI COMO 1 L Osservatorio è una iniziativa al servizio di tutti gli operatori pubblici e privati del Sistema Turistico Lago di Como realizzata

Dettagli

TOTALE DEI RISULTATI DEL CONTO ENERGIA (PRIMO, SECONDO, TERZO, QUARTO E QUINTO CONTO ENERGIA)

TOTALE DEI RISULTATI DEL CONTO ENERGIA (PRIMO, SECONDO, TERZO, QUARTO E QUINTO CONTO ENERGIA) DEI RISULTATI DEL CONTO ENERGIA (PRIMO, SECONDO, TERZO, QUARTO E QUINTO CONTO ENERGIA) (aggiornamento al 31 DICEMBRE 2014) REGIONE PUGLIA 11.310 31.758 22.145 168.396 2.866 208.465 1.819 1.566.140 55 172.237

Dettagli

LA PUBBLICITA IN SICILIA

LA PUBBLICITA IN SICILIA LA PUBBLICITA IN SICILIA Quadro produttivo, articolazione della spesa e strategie di sviluppo Paolo Cortese Responsabile Osservatori Economici Istituto G. Tagliacarne Settembr e 2014 Gli obiettivi del

Dettagli

L età dei vincitori La presenza femminile. L età dei vincitori La presenza femminile. Confronto tra il concorso ordinario ed il concorso riservato

L età dei vincitori La presenza femminile. L età dei vincitori La presenza femminile. Confronto tra il concorso ordinario ed il concorso riservato Premessa Corso-concorso ordinario L età dei vincitori La presenza femminile Corso-concorso riservato L età dei vincitori La presenza femminile Confronto tra il concorso ordinario ed il concorso riservato

Dettagli

superiore verso gli esercizi complementari, le cui quote di mercato risultano comunque largamente inferiori a quelle degli alberghi, che raccolgono

superiore verso gli esercizi complementari, le cui quote di mercato risultano comunque largamente inferiori a quelle degli alberghi, che raccolgono 13. Turismo Il turismo nel comune di Roma si conferma uno dei principali assi di sviluppo del territorio, costituendo, all interno del sistema economico e sociale, un elemento centrale di crescita, che

Dettagli