I. S. I. S. G. A. P U J A T I VIALE ZANCANARO, SACILE (PN) TEL. 0434/ FAX 0434/

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "I. S. I. S. G. A. P U J A T I VIALE ZANCANARO, 58-33077 SACILE (PN) TEL. 0434/71968 - FAX 0434/782759 E-MAIL: pnis00200x@istruzione."

Transcript

1 I. S. I. S. G. A. P U J A T I VIALE ZANCANARO, SACILE (PN) TEL. 0434/ FAX 0434/ ESAMI DI STATO CONCLUSIVI DI ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE Anno Scolastico DOCUMENTO FINALE DEL CONSIGLIO DELLA CLASSE 5 F LIN. SPERIMENTAZIONE LINGUISTICA ex C.M. 27 Deliberato in data : 6 maggio

2 Docenti e materie del Consiglio di Classe: Docenti : TRINCO FRANCESCA BUOSI KIM CESA ANTONELLA JUELICH BETTINA CASADIO ROSSANA SCHIAVO TERESA GRATTON ESTHER ROSSITTO VALLI TURCHET EMANUELA BENOTTI CHIARA PETTARIN GERMANO GROSSO SANTORO ( ANDRIOLI GIOVANNA) LI VOLSI CINZIA DE LEONARDIS LOREDANA BIASI CHIARA Coordinatore: Verbalizzante: Rappresentanti dei genitori : Rappresentanti degli studenti: materie: ITALIANO,STORIA,LATINO CONVERSAZIONE INGLESE INGLESE CONVERSAZIONE TEDESCO TEDESCO CONVERSAZIONE SPAGNOLO CONVERSAZIONE FRANCESE FRANCESE SPAGNOLO FILOSOFIA MATEMATICA SCIENZE STORIA DELL ARTE EDUCAZIONE FISICA RELIGIONE GROSSO SANTORO TURCHET EMANUELA TOFFOLI VIVIANNE MUTTI PAOLA FORTE LUCREZIA BUSETTI CHIARA l. PRESENTAZIONE DELLA CLASSE La classe risulta composta da 24 alunni: 23 allieve provenienti dalla IV F ed 1allievo ripetente. 18 allieve studiano, come terza lingua, lo spagnolo e 6 allievi il francese. La continuità didattica è stata mantenuta nel triennio per le discipline di Italiano, Storia, Filosofia,Tedesco,Inglese, Francese,Educazione Fisica,Scienze, Storia dell arte. Nell ultimo anno di corso vi sono due docenti che interagiscono con la classe per la prima volta (Spagnolo ematematica); nel corso del secondo quadrimestre il prof. Grosso è stato sostituito dalla prof.ssa Andrioli Giovanna. La classe ha mantenuto nel tempo un buon interesse verso le discipline. La partecipazione al dialogo educativo può ritenersi accettabile,anche se per qualche allievo,avviene solo su sollecitazione da parte dei docenti. L impegno, generalmente soddisfacente, ha permesso agli alunni di conseguire una preparazione nel complesso più che discreta. Un gruppo di allievi si distingue per buone capacità rielaborative ed espositive determinate anche dall acquisizione di un metodo di studio efficace; altri, malgrado l impegno profuso,dimostrano una preparazione che evidenzia ancora qualche difficoltà nell organizzare i contenuti e nell esporli in modo chiaro e scorrevole. Permangono, tuttavia, per un certo numero di allievi, alcune difficoltà grammaticali e di comprensione dei testi proposti, soprattutto nelle lingue straniere e in filosofia. Ciò riguarda la produzione scritta, mentre nell orale, la maggior parte, presenta risultati positivi. 2

3 Il comportamento può ritenersi corretto e rispettoso delle regole della civile convivenza; alcuni alunni hanno dimostrato interesse per tematiche di attualità anche mediante approfondimenti personali. La classe si è dimostrata collaborativa rispetto alle proposte educative, interagendo con gli insegnanti in modo serio e responsabile. 2. OBIETTIVI RAGGIUNTI IN TERMINI DI: CONOSCENZE In riferimento al Quadro Europeo delle Qualifiche e dei Titoli viene indicato come un insieme di conoscenze in ambito scolastico il risultato dell assimilazione di informazioni attraverso l apprendimento; sono l insieme di fatti, principi, teorie e pratiche, relative ad un determinato settore di studio; sono declinate come teoriche e/o pratiche. In termini di conoscenza ( sapere) gli obiettivi raggiunti sono : i meccanismi linguistici della lingua madre. i fondamenti dei meccanismi linguistici delle 3 lingue straniere studiate. i linguaggi specifici di ciascuna disciplina. i nuclei fondanti di ciascuna disciplina. gli strumenti necessari all analisi dei testi. le procedure per la corretta esposizione degli argomenti nelle varie discipline. adeguate strategie di studio e di esercitazione. vari strumenti di informatica efficaci allo scopo. COMPETENZE In riferimento al Quadro Europeo delle Qualifiche e dei Titoli si definisce competenza in ambito scolastico la comprovata capacità di usare conoscenze, abilità e capacità personali, sociali e metodologiche, in situazioni di studio e nello sviluppo personale; le competenze sono declinate in termini di responsabilità e autonomia, perché sono l insieme delle capacità potenziali di ciascuno. In termini di competenze ( saper fare) gli obiettivi raggiunti sono : utilizzare il linguaggio specifico, le tecniche, i metodi e i procedimenti di ciascuna disciplina comprendere e analizzare situazioni, fatti, fenomeni, testi, nella struttura e nel contenuto. individuare le tematiche essenziali ed i nessi all interno dei nuclei fondanti delle singole discipline per poter operare sintesi. mettere in correlazione i vari contenuti disciplinari organizzare in forma chiara le conoscenze e rielaborarle in modo personale utilizzare autonomamente ed in modo efficace i diversi strumenti multimediali. OBIETTIVI GENERALI FORMATIVI ED EDUCATIVI In relazione a quanto auspicato nel documento relativo alle competenze chiave di cittadinanza tese a favorire il pieno sviluppo della persona nella costruzione del sé e nella positiva interrelazione con gli altri e con l ambiente, gli obiettivi raggiunti sono: capacità di interagire e comunicare in modo costruttivo e pertinente all interno del gruppo classe, rispettando le regole e gli impegni, con spirito di collaborazione e senso di responsabilità 3

4 efficacia organizzativa, capacità di pianificare gli impegni e di individuare il proprio stile di apprendimento. Valutazione critica del proprio lavoro e interrelazione delle conoscenze. capacità di analisi ed utilizzo di fonti di conoscenza varie adatte agli scopi capacità e curiosità di documentarsi su temi di attualità esprimendo le proprie opinioni. 3. ATTIVITÀ INTEGRATIVE Teatro in lingua inglese: The Picture of Dorian Gray, 18 febbraio 2014 Teatro Zancanaro Teatro in lingua francese: Cyrano di Bergerac,7 marzo 2014 Teatro Eden Treviso Visita guidata alla mostra Verso Monet a Vicenza,11 aprile 2014 Concorso di traduzione dal tedesco, maggio 2014 (su base volontaria) Certificazione lingue straniere (su base volontaria) Viaggio d istruzione a Barcellona dal 12 al 15 febbraio 2014 Conferenza sulla prima guerra mondiale tenuta dal prof. Pilotto dell Università di Trieste,28 febbraio 2014 Manifestazione : Installazione Umana,8 marzo 2014 in piazza del Popolo a Sacile Diverse attività di orientamento sia collettive presso il nostro Istituto, sia individuali presso varie sedi universitarie. 4. METODI PER FAVORIRE L'APPRENDIMENTO DEGLI ALUNNI Metodo induttivo e deduttivo Lezione frontale Lezione interattiva Discussione guidata Esperienze di laboratori Lavori di gruppo o in coppia Relazioni su ricerche individuali o collettive 5. USO DEI LABORATORI E stato utilizzato il laboratorio multimediale di Lingue straniere della sede Linguistico. 6. STRUMENTI PER FAVORIRE L'APPRENDIMENTO Libri di testo Lavagna luminosa e lucidi Testi ausiliari di argomenti ed esercizi integrativi Software didattico e Internet Materiale audiovisivo e di laboratorio Quotidiani e riviste Attrezzature sportive 7. PREPARAZIONE ALLE PROVE DELL ESAME DI STATO Simulazione di prima prova : 14 aprile 2014 simulazione di seconda prova: 5 febbraio 2014 simulazioni di terza prova, entrambe di tipologia b : 25 novembre 2013 e 10 marzo

5 8. STRUMENTI PER LA VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO Tenuto conto di quanto deliberato nel Collegio Docenti di rispettare il numero minimo di due prove scritte e/o due orali sia nel primo che nel secondo periodo scolastico, ogni docente ha ritenuto opportuno svolgere dei momenti di verifica in coincidenza con la conclusione di un modulo o di una unità didattica. Per le prove scritte sono stati utilizzati: test oggettivi, risposte a quesiti sulla tipologia della terza prova, brevi riassunti, relazioni, prove di comprensione del testo scritto, composizioni, analisi e commenti di testi di vario tipo, saggio breve, soluzioni di problemi ed esercizi. Per le prove orali sono stati utilizzati: colloqui, esposizioni e relazioni individuali, discussioni guidate, esecuzione di esercizi alla lavagna. Sono state effettuate prove pratiche per l educazione fisica. 9.CRITERI COMUNI PER LA VALUTAZIONE La valutazione si basa su verifiche diversificate per la cui misurazione si fa riferimento alla tabella di corrispondenza tra voti e livelli di conoscenze/abilità deliberata dal Collegio dei Docenti e riportata nel Piano dell Offerta Formativa. La valutazione quadrimestrale terrà conto non solo del raggiungimento degli obiettivi didattici specifici, conseguiti in termini di conoscenze e competenze, ma anche dei progressi realizzati sulla base della situazione di partenza, dell impegno, dell interesse e della partecipazione 10.SCELTE PER RENDERE TRASPARENTE LA DIDATTICA I genitori sono stati informati dell andamento scolastico dei propri figli dai singoli insegnanti nei ricevimenti settimanali, nei colloqui collettivi quadrimestrali ( Novembre 2013; 14 e 15 Aprile 2014) e, anche al di fuori dei momenti istituzionali previsti, previo appuntamento con il docente. Gli allievi sono stati messi al corrente della programmazione del Consiglio di Classe, degli obiettivi delle singole discipline, dei metodi e dei criteri di valutazione. Le valutazioni sull andamento disciplinare sono state palesate agli allievi per una corretta autovalutazione del proprio quadro scolastico e per una idonea programmazione delle attività e sono state inserite nel registro elettronico consultabile sul sito della scuola. Il Coordinatore Il Dirigente Scolastico : Prof. Aldo Mattera 5

6 PROGRAMMA DI ITALIANO Docente: Prof.ssa Francesca Trinco Giovanni Verga: Il ciclo dei Vinti testo chiave: I vinti e la fiumana del progresso, da I Malavoglia, Prefazione; lettura integrale dell opera; Mastro-don Gesualdo, La tensione faustiana del self-made man (I, IV); Microsaggio: Lotta per la vita e darwinismo sociale ; Novelle rusticane: La roba; La critica: Alberto Asor Rosa, Verga antipopulistico e negativo. Gabriele D Annunzio: L estetismo e la sua crisi: Un ritratto allo specchio: Andrea Sperelli ed Elena Muti (da Il piacere, III, II); Una fantasia in bianco maggiore (idem, III, III); Il programma politico del superuomo (da Le vergini delle rocce, I); Le laudi, Alcyone: Lungo l Affrico nella sera di giugno dopo la pioggia; La sera fiesolana; La pioggia nel pineto; Meriggio; Nella belletta. Giovanni Pascoli: Il Fanciullino: Una poetica decadente; Microsaggio: Il fanciullino e il superuomo: due miti complementari; Myricae: I puffini dell Adriatico; Arano; L assiuolo; Novembre; La via ferrata: confronto con G.Carducci, Alla stazione in una mattina d autunno; I Canti di Castelvecchio: Il gelsomino notturno; La critica: Vittorio Roda, Pascoli e la modernità. Guido Gozzano: La signorina Felicita ovvero la Felicità (I, II, III, IV, V, VI, VIII). Italo Svevo: La coscienza di Zeno La morte del padre; La salute malata di Augusta; La vita non è né brutta né bella, ma è originale! ; La morte dell antagonista; Psico-analisi; La profezia di un apocalisse cosmica; Approfondimenti: Svevo e la psicoanalisi. Luigi Pirandello: Le novelle per un anno La trappola;il treno ha fischiato; lettura integrale de Il fu Mattia Pascal in particolare: La costruzione della nuova identità e la sua crisi; Lo strappo nel cielo di carta e la lanterninosofia ; Uno, nessuno e centomila Nessun nome ; Sei personaggi in cerca d autore Lettura e analisi delle parti dell opera presenti nell antologia; Salvatore Quasimodo: Giorno dopo giorno Alle fronde dei salici. Giuseppe Ungaretti: Il porto sepolto (L allegria); Girovago (idem); L isola (Sentimento del tempo). Eugenio Montale: Ossi di seppia I limoni; Non chiederci la parola; Meriggiare pallido e assorto; Spesso il male di vivere ho incontrato; Cigola la carrucola del pozzo; Le occasioni Non recidere, forbice, quel volto; La casa dei doganieri. 6

7 Umberto Saba: Canzoniere La capra; Trieste. Cesare Pavese: La casa in collina Ogni guerra è una guerra civile (cap.xxiii). Pier Paolo Pisolini: Le Ceneri di Gramsci (I); Una vita violenta Degradazione e innocenza del popolo (parte II). Italo Calvino: Se una notte d inverno un viaggiatore Entra in scena il lettore (cap.i); Ma questo romanzo esiste davvero? (cap.i); Ma quale libro scrivere? (cap.viii); Tutti i romanzi in un incipit solo (cap. XI, XII) Dante Alighieri: Commedia, Paradiso VI (cielo di Mercurio; personaggi: Giustiniano e Romeo di Villanova); XI, vv (cielo del Sole; personaggi: Tommaso d Aquino traccia la biografia di Francesco); XV, vv (cielo di Marte; personaggi: Cacciaguida); XVII,vv (cielo di Marte, personaggi: Cacciaguida); XXXIII, vv (Empireo; personaggi: Bernardo e Maria). Testo in adozione: Baldi, Giusto, Rametti, Zaccaria, La letteratura, voll , Paravia. Totale ore di lezione: 121 PROGRAMMA DI STORIA Docente: Prof.ssa Francesca Trinco L età giolittiana - I caratteri generali dell età giolittiana. Il doppio volto di Giolitti. Tra successi e sconfitte. La prima guerra mondiale - Cause ed inizio della guerra. L Italia in guerra. La grande guerra. I trattati di pace. La Rivoluzione russa - L Impero russo nel XIX secolo. Tre rivoluzioni. La nascita dell URSS. L URSS di Stalin. Il primo dopoguerra - I problemi del dopoguerra (i limiti dei trattati di pace; la Società delle Nazioni). Il biennio rosso ( ). L Europa delle dittature. L Italia tra le due guerre: il fascismo - La crisi del dopoguerra. Il biennio rosso in Italia. La marcia su Roma. Dalla fase legalitaria alla dittatura. L Italia fascista. L Italia antifascista. La crisi del Il Big Crash. Roosvelt e il New Deal. La Germania tra le due guerre: il nazismo - La Repubblica di Weimar. Dalla crisi economica alla stabilità. La fine della Repubblica di Weimar. Il nazismo. Il Terzo Reich. Verso la guerra La guerra civile in Spagna. La vigilia della guerra mondiale. 7

8 Il mondo in guerra : la guerra lampo. 1941: la guerra mondiale. Il dominio nazista in Europa : la svolta : la vittoria degli Alleati. Dalla guerra totale ai progetti di pace. La guerra e la Resistenza in Italia dal 1943 al Le origini della guerra fredda Gli anni difficili del dopoguerra. La divisione del mondo. La grande competizione. Caratteri generali della decolonizzazione La decolonizzazione in Medio Oriente e nel Maghreb. L Italia dalla fase costituente al centrismo L urgenza della ricostruzione. Dalla monarchia alla repubblica. Il centrismo. Guerra fredda e distensione Il disgelo. La nuova frontiera. La guerra del Vietnam ( ). Aree di tensione. L Italia dal miracolo economico agli anni di piombo Il miracolo economico. Dal centrosinistra al Sessantotto. Gli anni di piombo. Testo in adozione: Palazzo Bergese, Clio Magazine, vol. 3 A e B, Editrice La Scuola. Totale ore di lezione: 71 PROGRAMMA DI LATINO Docente: Prof.ssa Francesca Trinco Fedro e la favola in poesia: Potenti e prepotenti Il lupo e l agnello (in latino); La vacca e la capra, la pecora e il leone; L asino al vecchio pastore; Re Demetrio e il poeta Menandro. Un tipo umano: la volpe La volpe e la cicogna; La volpe e l uva (in latino); La volpe e il corvo; La volpe alla maschera tragica. La folla delle rane Le rane chiesero un re; Le rane guardano il sole; Le rane che temono le lotte dei tori; La rana scoppiata e il bue (in latino). Le innovazioni tematiche Tiberio Cesare al portinaio; La vedova e il soldato. Lucio Anneo Seneca: La vita interiore sotto il principato Nessun luogo è esilio (Consolatio ad Helviam matrem); Necessità dell esame di coscienza (De ira); La clemenza si addice ai potenti (De clementia); Parli in un modo e vivi in un altro! (De vita beata); Solo il tempo è nostro (Epistulae morales ad Lucilium); Qual è la vera gioia? (idem); Dio è dentro di te (idem); Scegliere la morte (idem); Il teatro della vita (idem); Una protesta sbagliata (in latino, De brevitate vitae, 1) Approfondimenti La filosofia dell interiorità in Seneca; Lo stile di Seneca; Contro il tempo che scorre; Il saggio, un modello da imitare; Seneca, il fallimento di un intellettuale di fronte al potere; Seneca, il Cristianesimo e San Paolo. Il romanzo dalla Grecia a Roma: Petronio Satyricon, romanzo moderno Una discussione sulla retorica; Un mantello rubato; I personaggi del Satyricon: Trimalcione; Fortunata; I discorsi dei convitati; Streghe e lupi mannari; La matrona di Efeso (L astuzia della matrona 112, 4-8 in latino); Un macabro testamento. Approfondimenti L incombere della morte nel Satyricon di Petronio; La rappresentazione di un mondo; Il Satyricon trova dei modelli nella tradizione letteraria?; La chiave per capire Petronio. 8

9 Publio Cornelio Tacito, artista della storia: Dialogus de oratoribus - Eloquenza, repubblica e principato; De vita Iulii Agricolae - Dure accuse all imperialismo romano; La morte di Agricola. Historiae - Il proemio: l argomento e l incorrupta fides; Il proemio: Affronto un epoca atroce ; La brama di potere, motore negativo della storia; L excursus sugli Ebrei. Annales - Gli imperatori negli Annales: Nerone; L incendio di Roma (in latino, XV, 38, 1-3);La tragedia del matricidio; Ritorno a Teutoburgo; De origine et situ Germanorum (Germania) - Origine e aspetto fisico dei Germani; Risorse del suolo e sottosuolo; Da tanto tempo la Germania viene sconfitta! ; La terra dell ambra. Approfondimenti - Le cause della corruzione dell eloquenza; Il problema della successione; Una storia senza speranza; La Germania e lo sviluppo dello stile tacitiano; Le donne nella società germanica; Tacito e i cristiani. Apuleio tra romanzo e magia: Asinus aureus Lucio si presenta; Panfile si trasforma in gufo; Lucio nella stalla e l arrivo dei briganti; C era una volta :la favola di amore e Psiche; libro XI: Lucio ritorna uomo; Approfondimenti - I due romanzi della letteratura latina: un confronto; Apuleio tra magia e misteri; Amore e Psiche nel cuore del romanzo; Ambiguità delle Metamorfosi e necessità di una ri-lettura. Aurelio Agostino: Confessiones X,27 in latino (pag.398); L invocazione a Dio; La lettura dell Hortensius ciceroniano; L incontro con la Bibbia; L esperienza dell amicizia; Tolle lege. De doctrina Christiana - Cultura classica e cultura cristiana; Approfondimenti - Il rapporto tra autori cristiani e classici pagani; Agostino tra fede e ragione. I brani trattati sono stati letti e analizzati in lingua italiana, tranne quelli con la specificazione in latino. Testo in adozione: Diotti, Dossi, Signoracci, Millennium, vol.3: Dall età di Tiberio alla letteratura cristiana; Casa editrice SEI. Totale ore di lezione: 50 PROGRAMMA DI FILOSOFIA Docente: Prof.ssa Chiara Benotti Testo in adozione: N. Abbagnano-G. Fornero Protagonisti e testi della filosofia, vol.3 Ed. Paravia Kantismo e Idealismo: i critici di Kant e il dibattito sulla cosa in sé. Dal kantismo al fichtismo: caratteri generali dell Idealismo. Il Romanticismo tedesco: il rifiuto della ragione illuministica e la ricerca della via d accesso all Assoluto. La ragione dialettica; l arte; la Sehnsucht; l Infinito. Fichte: la Dottrina della scienza e i suoi tre principi; la spiegazione idealistica dell attività conoscitiva e morale; la missione del popolo tedesco. Schelling: la teoria dell arte. 9

10 Hegel: i capisaldi del sistema. La realtà come Spirito; la dialettica; l Aufhebung. La Fenomenologia dello Spirito: significato e finalità; l itinerario delle tappe della coscienza. Lo Spirito Assoluto. Feuerbach: la sinistra hegeliana; il rovesciamento dei rapporti di predicazione; la critica della religione; umanismo. Marx: la concezione materialistica della storia; il comunismo come esito della storia; la dialettica; struttura e sovrastruttura; la rivoluzione del proletariato. Schopenhauer: radici culturali del sistema; l attacco all Idealismo; l interesse per il pensiero orientale; l influenza kantiana; il mondo come rappresentazione e il velo di Maya ; l intuizione e la via d accesso alla Volontà; il mondo come Volontà; il pessimismo; dolorenoia-piacere nella vita umana; le vie di liberazione dal dolore; dalla voluntas alla noluntas. Kierkegaard: la filosofia dell esistenza; possibilità e libertà; la teoria dei tre stadi di vita: estetica, etica, religiosa; angoscia e disperazione. Il Positivismo: caratteri generali; i significati del termine positivo ; le tesi generali del Positivismo; la fiducia nella scienza. Comte: la teoria dei tre stadi; la classificazione delle scienze. Nietzsche: la nascita della tragedia; Apollineo e Dionisiaco; la morte di Dio e il suo significato; la verità e la menzogna ; il nichilismo e il suo superamento; l Ubermensch; la volontà di potenza; l eterno ritorno. Freud: la fondazione della psicoanalisi; l inconscio e le vie d accesso alle province dell Io; la topica freudiana; i linguaggi dell inconscio, teoria della sessualità e complesso edipico. Caratteri generali dell Esistenzialismo; cenni al pensiero di Marcuse. Letture *Fichte: L Io pone se stesso ; L Io pone il non-io ; L Io oppone nell Io all io divisibile il nonio divisibile (da Fondamenti della dottrina della scienza) *Schelling: La teoria dell arte (da Sistema dell idealismo trascendentale) *Feuerbach: L alienazione religiosa (da L essenza del cristianesimo) *Marx: Classi e lotta di classi ; Struttura e sovrastruttura (da Manifesto del partito comunista) *Schopenhauer: La Volontà ; L ascesi ; Tra dolore e noia (da Il mondo come volontà e rappresentazione) *Kierkegaard: Aut-aut ; Essenza ed esistenza ; La categoria dello scandalo (da Aut-Aut) *Comte: Lo stadio positivo (da Discorso sullo spirito positivo) 10

11 *Nietzsche: Apollineo e Dionisiaco (da Nascita della tragedia); Contro lo storicismo (da Considerazioni inattuali); Il Superuomo (da Così parlò Zarathustra) *Freud: scelta antologica di un brano di ogni studente PROGRAMMA DI LINGUA E LETTERATURA INGLESE Docente: Prof.ssa Antonella Cesa Libro di testo: Marina Spiazzi Marina Tavella Lit and Lab, A History of English Literature:From the Early Romantic Age to The Present Age, edizione Zanichelli. MODULE 1: ROMANTIC POETRY The Early Romantic Age: industrial and agricultural revolutions, social implications of industrialism, new literary trends, philosophical influences. Key ideas of Romanticism. E. Burke From A Philosophical Enquiry into the origin of our ideas of the Sublime and The Beautiful: The Sublime, a new kind of vision p. 376 William Blake Songs of Innocence and Songs of Experience The Lamb, The Tyger p Meaning of Innocence and Experience, the idea of the complementary opposites, the dual notion of God. Imagination, symbolism, the role of the poet, criticism of society, style. William Wordsworth From Preface to Lyrical Ballads : Poetry and the poet p.293 Daffodils p. 297 My heart leaps up p. 296 The role and meanings of Nature; subject of poetry, language, role of the Imagination, poetry as memory, task of the poet, child and childhood. Samuel Taylor Coleridge From Biographia Literaria: Poetry and Imagination (photocopy) The Rime of The Ancient Mariner Part I (The Killing of the albatross) p. 301 Part II (photocopy), summary of Part III, Part IV (The water snakes) p.304 Part VII (the moral) Definition of Fancy, Primary and Secondary Imagination. The supernatural. The Rime of the Ancient Mariner: atmosphere and characters, symbolism, interpretations, the ballad form; nature as a living being, the relation between nature and the character s progression from sin to redemption. 11

12 MODULE 2 : THE VICTORIAN NOVEL AS A MIRROR OF THE CONTRADICTIONS OF THE AGE. Charles Dickens From Hard Times A town of Red Brick p.409 A Man of realities p.490 C. Dickens s critique of materialism and utilitarianism, the denunciation of the social evils of the Victorian Age, his didactic aim, his style. The Victorian Age: positive and negative aspects, the Victorian compromise, the Victorian frame of mind, influential philosophers. Features of The Victorian Novel. Aestheticism and Decadence Oscar Wilde From The Picture of Dorian Gray: The Preface (photocopy) Basil s study p.420 Don t resist temptations. (excerpt from Ch. 2, photocopy) I would give my soul p.511 A New Hedonism. ( excerpt from Ch.11,photocopy) Sources of inspiration, the rebel and the dandy, the aesthete s philosophy of life, art for art s sake, the theme of the double, allegorical meanings. MODULE 3: THE CRISIS OF CERTAINTIES IN THE AGE OF ANXIETY,THE ALIENATION OF MODERN MAN The Age of Anxiety: the crisis of certainties, modernism, the theories of Freud, Bergson and Einstein. The Modern novel and the Stream of Consciousness: the modern novel versus the Victorian novel. James Joyce From Dubliners: Eveline p.692 She was fast asleep from The Dead p.696 From Ulysses: The Funeral p.703 Molly s monologue (photocopy) The modernist features of his works, subjective perception of time, paralysis, escape, epiphany, failure in Dubliners; analysis of the characters, narrative technique. The mythical method, the relation to Homer s Odyssey, the representation of human nature, plot, characters, narrative technique in Ulysses. Thomas S. Eliot From The Waste Land Unreal city, from Section III, The Fire Sermon p

13 photocopy) Here there is only rock from Section IV, What the Thunder said ( The sterility of the present, the new concept of history, the mythical method, the objective correlative in Eliot s and Montale s poetry. MODULE 4 : MAN S CONDITIONING AND MASS-SOCIETY IN THE DYSTOPIC NOVEL The Twenties and the Thirties: historical background. The writers commitment and their warning against Totalitarianism. George Orwell From Nineteen Eighty-four: Big Brother is watching you. p.724 How can you control memory? p.725 Hints at Animal Farm. Nineteen Eighty Four: meaning of utopia and dystopia, purpose of the writer, a nightmarish vision of the future. The subordination of the individual to the State, man s inhumanity to man. Aldous Huxley From Brave New World (individual reading) Infant Nurseries I want God (photocopies) Critical attitude to progress, the use of technology to control society,the conditioning methods of a totalitarian system, the incompatibility of happiness and truth. R. Bradbury Fahrenheit 451 (individual reading) Man s conditioning through television, the destruction of books in a future nightmarish society. Totale ore di lezione svolte fino al 6 maggio 2014: 104 ore di cui 28 di conversazione compresenza con l esperta, prof.ssa Buosi Kim. Gli studenti sono stati preparati inoltre alla seconda e terza prova dell esame di stato. in PROGRAMMA SVOLTO: Summer experiences Taking a Gap year CONVERSAZIONE IN LINGUA INGLESE Docente: Prof.ssa Kim Buosi Jobs of the future and jobs that will disappear due to technology Genetic Engineering Human cloning Film view : Never let me go Beauty and Plastic surgery 13

14 Women s rights and role in society Domestic violence Globalization The Irish question Security cameras and Privacy PROGRAMMA DI LINGUA E LETTERATURA TEDESCA CONTENUTI DISCIPLINARI Docente: Prof.ssa Rossana Casadio Deutschland in der Bismarck-Ära - der politische und wirtschaftliche Aufstieg und der Rűckzug der Intellektuellen - Grundzűge des bürgerlichen Realismus Theodor Fontane aus: Der Schimmelreiter - die Handlung - die dargestellten Themen - Idealismus und Tragik der Hauptfigur Theaterstück Vajont Gerhard Hauptmann aus: Die Weber - die Handlung und die Merkmale des Naturalismus Der Aufstieg Deutschlands und die Jahrhundertwende in Ősterreich: Historischer Hintergrund die Grauen des ersten Weltkriegs Grundzüge des Expressionismus Themen und neue Ausdrucksmittel im Spiegel der Zeit (die Malerei; der Stummfilm Das Kabinett des Dr.Caligari ) Georg Heym Lyrikanalyse: Der Krieg Georg Trakl Lyrikanalyse: Grodek biographischer Vergleich zw. Heym und Trakl Die Jahrhundertwende in Ősterreich: Wien als Kulturzentrum Mitteleuropas Impressionismus und Symbolismus Arthur Schnitzler - Biografie 14

15 aus: Traumnovelle - die Handlung, die stilistische Wahl - die dargestellten Themen - die typischen Charaktere - die typischen Orte - der Einfluss der Psychoanalyse Film Christine Rainer Maria Rilke Lyrikanalyse: Der Panther 1945: Deutschland, Stunde Null Wolgang Borchert Das Brot das Thema Merkmale der Kurzgeschichte die Trümmerliteratur ARGOMENTI DI CONVERSAZIONE: Politische Organe der BRD Zukunftsaussichten und Zukunftspläne die Energiewende tot. ore di lezione al 06/05/2014: 94 (di cui 24 di conversazione) PROGRAMMA DI LINGUA E LETTERATURA FRANCESE Docente: Prof.ssa Valli Rossetto Materia: FRANCESE (III lingua) Contenuti disciplinari LETTERATURA Il programma si è sviluppato su queste tematiche: a) L evoluzione del romanzo nel XIX secolo: dalla pittura della società ( Realismo e Naturalismo) alle nuove tecniche nel romanzo del XX secolo. b) Il testo poetico dalla poesia di Baudelaire al Simbolismo e al Surrealismo, approfondendo alcuni temi principali attraverso l analisi dei testi più rappresentativi ( evasione, viaggio, disagio, rivolta, trasgressione, ricordo ). ( 100 ore) I brani analizzati sono tratti dal testo in uso, Kaleïdoscope, C, Jamet-Bonini, Valmartina e sono i seguenti: Gustave Flaubert : les thèmes de l amour, du rêve, de la réalité, de la désillusion. Madame Bovary + (lettura e commento personale dell opera integrale) Emile Zola : les thèmes de la violence, du progrès, de la foule, de la révolution. 15

16 Lecture des textes: Un ouvrier sans travail et sans gîte, Germinal Quatre heures du matin chez les Maheu, Idem Une masse affamée, Idem Le travail au fond de la mine, Idem Malaise chez les bourgeois, Idem Une existence impossible, L Assommoir Charles Baudelaire: les thèmes de l amour, du voyage, du souvenir, du spleen, de la folie, de l exotisme. Lecture des textes: Spleen: «Quand le ciel bas et lourd»les Fleurs du Mal L invitation au voyage, Idem L albatros, (photocopie) Enivrez-vous, Idem Correspondances, Idem Arthur Rimbaud: les thèmes du voyage, de la mort, de la guerre, de la nature. Lecture des textes: Le dormeur du val, Poésies Aube, Les Illuminations Le bateau ivre, Poésies Paul Verlaine: les thèmes de la mélancolie,de l amour,du souvenir, de la musicalit Lecture des textes: Mon rêve familier, Poèmes saturniens À la promenade, Fêtes galantes Il pleure dans mon cœur, (photocopie) Le ciel est, par-dessus le toit, Sagesse Art poétique, Jadis et Naguère Marcel Proust: les thèmes de la mémoire, de la conscience du temps et de la création littéraire. Lecture des textes: La petite madeleine, Du côté de chez Swann Le "clan" des Verdurin, Un amour de Swann Guillaume Apollinaire: les thèmes de l amour, de la fuite du temps, du souvenir, du rêve, de la guerre, de la modernité. Lecture des textes: Le pont Mirabeau, Alcools Zone, Idem Calligrammes: Il pleut, Poèmes épistolaires Jacques Prévert:les thèmes de l amour, de la guerre, du souvenir, du temps, de la solitude. Lecture des textes: La solitude, Histoires Chanson du geôlier, Paroles (photocopie) Barbara, Paroles (photocopie) Paris at night, Paroles Le lézard, Histoires Albert Camus: les thèmes de la société, du bonheur, de la nature, de la mort. 16

17 Lecture des textes: Le cortège, L Étranger Propositions, L Étranger Quatre coups brefs à la porte du malheur, L Étranger La plaidoirie du procureur, L Étranger La tendre indifférence du monde, L Étranger Samuel Beckett: le thème de l incommunicabilité existentielle. Lecture du texte: Rien n est plus drôle que le malheur, Fin de partie Michel Butor: le monologue intérieur La Modification Lecture des textes: (sur photocopies) Extrait 1: Le souvenir de la première rencontre avec Cécile. Extrait 2: Au milieu du roman «Si elle vient à Paris je la perds». Le génie du lieu. LINGUA Il programma di conversazione in lingua svolto dall esperto di lingua M.me Esther Gratton, parte integrante e di supporto all attività del docente, ha avuto lo scopo di approfondire sia gli elementi morfosintattici della lingua, sia la conoscenza di aspetti fondamentali della civiltà e della cultura del Paese di cui si è studiata la lingua. ( 30ore). Dopo un breve periodo di ripasso delle strutture grammaticali studiate l'anno precedente, sono stati trattati i seguenti argomenti: - l attualità attraverso il giornale Le Monde ; - approfondimento sull emigrazione friulana; - mostra fotografica e testimonianze sulla 1^ guerra mondiale PROGRAMMA DI LINGUA, LETTERATURA E CULTURA SPAGNOLA Docente: Prof.ssa Emanuela Turchet CONTENUTI LETTERARI: El siglo XIX en España: marco histórico y social El Romanticismo: rasgos generales. El Romanticismo español. Análisis algunos artículos de La constitución de 1812 (p. 217 fot. da Contextos literarios). José de Espronceda: El estudiante de Salamanca (frammenti p ; Canción del pirata (fot.da Viaje al texto literario p.218 ): la figura del pirata. José Zorrilla: (p.22) Don Juan Tenorio pp La figura del Don Juan en la literatura europea. Duque de Rivas: Don Álvaro o la fuerza del sino (fotocopia) Gustavo Adolfo Bécquer: Rimas VII, X, XI, XVII, XXI, XXIII,XXX, XLI, XLII, LXVI, LXXVII pp 16-17; rima LIII fot. P Contextos literarios) Leyendas brani da Los ojos verdes (p17-18), El monte de las ánimas (Abiertamente 1, pp 4-9), con video da youtube. Prosa costumbrista: la figura de Mariano José de Larra: Vuelva usted mañana, p.25 El arte romántico: Goya (El 3 de mayo de 1808) y Delacroix (La libertad guiando al pueblo) 17

18 - Approfondimento (fotocopie, appunti): los géneros narrativos, el narrador, la acción narrativa, la técnica y el lenguaje narrativos. El uso de los tiempos verbales en la narración. El Realismo: rasgos generales (pp.31-37) El Realismo en España: panorama histórico y social Peculiaridades del Naturalismo español frente al Naturalismo francés (p. 266 Contextos lit.) Emilia Pardo Bazán: La cuestión palpitante (p.272 Contextos Literarios) La novela realista: Clarín (p.44): La Regenta, selezione di testi da Viaje al texto literario ( p.285, 287) e Contextos literarios (p. 283). Benito Pérez Galdós (p.42): Fortunata y Jacinta, (Contextos literarios, pp ) Juan Valera (p.41): Pepita Jiménez, (p.41 e Contextos literarios, pp ). Del siglo XIX al XX: El Modernismo y la generación del '98 : panorama histórico, social y artístico (Gaudí). Pp El Modernismo: rasgos generales Ruben Darío (p.72): Sonatina (Contextos literarios, p ), Lo fatal (pp ) Juan Ramón Jiménez (pp ): El viaje definitivo (p.70), Platero y yo (Contextos literarios, p. 307), Viene una música lánguida (Contextos literarios, p.305); El andalucismo en Jiménez y Lorca (fot. P. 309 Contextos lit.) Panorama histórico del siglo XX en España -primera mitad- La renovación del relato y la novela en la generación del 98 (pp ) La generación del '98: comparación con Modernismo (fot. P. 295 Contextos lit.) Miguel de Unamuno (fotocopias pp Contextos lit.): fragmento del ensayo En torno al casticismo(p. 334 Contextos lit, fot.); Concepto de casticismo e intrahistoria; Niebla, capp. I y XXXI, pp ): concepto de nívola; profundización Unamuno y Pirandello, p Antonio Machado (pp ): solo escucha poema completo Retrato y análisis frammento p. 66; Es una tarde cenicienta y mustia de Soledades, galerías y otros poemas (fot. P. 326 Contextos lit.); Caminos de Campos de Castilla (p. 68); Caminante no hay camino de Cantares (fot.), con versión musical de Joan Manuel Serrat. Pío Baroja (p.100): El árbol de la ciencia : párrafos La experiencia en en pueblo y Andrés Hurtado y su familia (pp fot. Contextos lit.) Panorama histórico del siglo XX en España -La Guerra Civil La guerra civil: marco histórico y social (pp Contextos lit., fot.); visione e commento di un powerpoint La guerra civil española : Impresiones y expresiones : reacciones artísticas a la guerra: Picasso, Miró, Dalí (pintura), Robert Capa y Agustí Centelles (fotoreportaje); solo lectura de unas poesías representativas, españolas y latinoamericanas: España en el corazón de Neruda, El crimen fue en Granada de Antonio Machado, Pasaremos de Miguel Ángel Asturias, Madrid, corazón de España de Rafael Alberti, fusilamiento de Nicolás Guillén, No pasarán de Octavio Paz y Elegía española de Luis Cernuda. Lectura Solo en España hubo Guerra Civil (p. 62 Abiertamente). El siglo XX, Vanguardistas y poetas del '27 (pp ) Federico García Lorca (p.84): Romancero gitano: Romance de la pena negra y Romance Sonámbulo (fotocopia); el teatro de Lorca (p.113): fragmento de La casa de Bernardo Alba (p.117); profundización: visión y comentario powerpoint sobre biografía y obra de Lorca, con lectura de varios poemas. 18

19 La renovación latinoamericana del siglo XX, la nueva novela hispanoamericana El realismo mágico: Gabriel García Márquez (pp Contextos lit.): Cien años de soledad (cap. I: pp Abiertamente 2) Pablo Neruda: Veinte poemas de amor y una canción desesperada, poema 20 (pp Contextos lit.). Si è inoltre svolta una lezione di approfondimento, assieme alla classe 5G: La dictadura en Argentina y Chile; los desaparecidos; historia de las madres de la Plaza de Mayo. Ascolto di canzoni di protesta e denuncia e visione di alcune scene del film La noche de los lápices rotos di Hector de Olivera; lettura documento Argentina: una herida abierta ; ascolto dell ultimo discorso al popolo di Salvador Allende. Nota: Dove non diversamente specificato, il numero delle pagine si riferisce al testo in adozione (J.M. Cabrales e G. Hernández, Literatura española y latinoamericana vol. 1 e 2, SGEL, 2011) Per gli approfondimenti ci si è avvalsi di schede, appunti o materiale tratto da altri testi come ad esempio Contextos 2 Zanichelli, Viaje al texto literario Clitt, Abiertamente Zanichelli, ecc. Per le letture di brani delle opere dei vari autori, diverse da quelle proposte dal manuale in adozione, si sono utilizzate fotocopie tratte dalle stesse opere integrali o da altre pubblicazioni. CONTENUTI GRAMMATICALI E CULTURALI Unidad 13 No te pongas nervioso Funzioni linguistiche: chiedere e dare consigli esprimere finalità scrivere una lettera che accompagna il curriculum dare ordini, proibire, vietare redigere il curriculum esprimere la quantità di tempo trascorso Strutture grammaticali: imperativo di cortesia e imperativo negativo tener que + infinito desde, hace, hace que, desde hace, llevar + quantità di tempo + gerundio aggettivi e pronomi indefiniti (II): todo, tanto, bastante, los/las demás, cualquiera subordinate causali: porque, ya que, puesto que, dado que, como subordinate finali: para, para que ripasso regole degli accenti Lessico professioni il mondo del lavoro Unidad 14 Qué haría yo sin ti? Funzioni linguistiche richiedere un servizio, un favore chiedere informazioni esprimere probabilità e approssimazione consigliare e suggerire esprimere opinioni (I) esprimere preferenza e giustificarla esprimere impersonalità (I) 19

20 Strutture grammaticali condizionale semplice e composto uso del condizionale la traduzione delle infinitive italiane verbi di percezione fisica e comunicazione il neutro Lessico il lessico dell amore il linguaggio dei fiori Unidad 15 Si no fuera por la violencia Strutture grammaticali imperfetto del congiuntivo trapassato prossimo del congiuntivo il periodo ipotetico Unidad 17 Lo que me preguntó es Estructurar una conversación (ordenadores del discurso, conectores, marcadores discursivos) Expresar la objeción, expresar opinión Conjunciones adversativas Subordinadas concesivas Si sono inoltre svolte varie esercitazioni di comprensione e redazione di testi, in preparazione agli esami, tratte da Abiertamente 2. Il programma grammaticale proposto nel piano individuale ha subito delle variazioni perché, prima di affrontare nuovi argomenti, si è ritenuto necessario colmare varie lacune, causate in parte dall avvicendarsi negli anni di vari professori. Si è deciso di lavorare in maniera mirata, affrontando i dubbi linguistici e gli errori comuni man mano che venivano rilevati nelle varie esercitazioni e prove scritte e orali. Si sono colmate tali lacune attraverso ripasso, rinforzo (esercizi da Eso es) e correzioni di classe. CONVERSAZIONE: Nel primo periodo si è svolto un puntuale approfondimento di civiltà e cultura dei paesi ispano-americani, attraverso letture, ricerca internet presso il laboratorio informatico e la preparazione di presentazioni powerpoint di ogni singolo stato ispano-americano che le studentesse hanno esposto al resto della classe. In vista della visita di studio a Barcellona si sono svolte varie lezioni propedeutiche alla stessa: i vari quartieri di Barcellona, lettura e traduzione testi sul Modernismo catalano e in particolare Gaudí, organizzazione di circuiti turistici virtuali. Dopo la visita di studio a Barcellona si è prodotto un cartellone con descrizione dell esperienza vissuta. A seconda delle necessità didattiche, si è provveduto ad approfondire alcuni argomenti grammaticali e lessicali (attraverso role-plays ed esercitazioni in rete aula virtual Cervantes) e si sono utilizzate varie letture come punto di partenza per stimolare un dibattito in classe. El artículo de prensa: scelta di un articolo di attualità, analisi, riassunto ed esposizione alla classe. In occasione della morte dello scrittore colombiano Gabriel García Márquez, si propone una lezione di approfondimento sull autore sul suo pensiero; lettura, traduzione e dibattito. Approfondimento dittature a confronto, in Spagna e Ispanoamerica. 20

MOD.1 L ETÀ DEL SIMBOLISMO E DEL DECADENTISMO

MOD.1 L ETÀ DEL SIMBOLISMO E DEL DECADENTISMO PROGRAMMA DI ITALIANO CLASSE 5 PASTICCERIA MOD.1 L ETÀ DEL SIMBOLISMO E DEL DECADENTISMO Inquadramento storico culturale: la crisi del Positivismo La poesia simbolista in Francia. C. Baudelaire Da I Fiori

Dettagli

PROGRAMMA ANNUALE: ANNO SCOLASTICO 2014-2015

PROGRAMMA ANNUALE: ANNO SCOLASTICO 2014-2015 PROGRAMMA ANNUALE: ANNO SCOLASTICO 2014-2015 ISTITUTO: LINGUISTICO CLASSE: V MATERIA: FILOSOFIA Modulo n 1 KANT E LA FILOFOFIA CRITICA Il significato del criticismo come filosofia del limite. La Critica

Dettagli

PROGRAMMA SVOLTO Sede di Bardolino

PROGRAMMA SVOLTO Sede di Bardolino Anno Scolastico PROGRAMMA SVOLTO Sede di Bardolino 2012-2013 Classe: V D Sezione TURISTIC O Docente: Disciplina: Pericolosi Walter Italiano e storia Descrizione: PROGRAMMA DI ITALIANO Modulo 1 L età del

Dettagli

PIANO DI LAVORO DEL PROFESSORE

PIANO DI LAVORO DEL PROFESSORE ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE STATALE IRIS VERSARI - Cesano Maderno (MB) PIANO DI LAVORO DEL PROFESSORE Indirizzo : LICEO SCIENTIFICO MATERIA: INGLESE ANNO SCOLASTICO 2014/15 Profssa TERESA VOLGARINO

Dettagli

COMPETENZE PRIMO BIENNIO I.P.S Settore Industria ed Artigianato Indirizzo: Manutenzione e Assistenza Tecnica CLASSE: QUINTA

COMPETENZE PRIMO BIENNIO I.P.S Settore Industria ed Artigianato Indirizzo: Manutenzione e Assistenza Tecnica CLASSE: QUINTA COMPETENZE PRIMO BIENNIO I.P.S Settore Industria ed Artigianato Indirizzo: Manutenzione e Assistenza Tecnica CLASSE: QUINTA SOMMARIO Laboratori Tecnologici ed Esercitazioni... 2 Lingua e Letteratura Italiana...

Dettagli

TESTI IN ADOZIONE : Marina Polacco, Pierpaolo Eramo, Francesco De Rosa Letteratura Terzo Millennio Voll 2, 3.1, 3.2 Casa Editrice: Loescher

TESTI IN ADOZIONE : Marina Polacco, Pierpaolo Eramo, Francesco De Rosa Letteratura Terzo Millennio Voll 2, 3.1, 3.2 Casa Editrice: Loescher PERCORSO DISCIPLINARE ITALIANO DOCENTE: prof.ssa Maria Siliquini DISCIPLINA: ITALIANO CONTENUTI DISCIPLINARI SVILUPPATI TESTI IN ADOZIONE : Marina Polacco, Pierpaolo Eramo, Francesco De Rosa Letteratura

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO STATALE "G.B.QUADRI" VICENZA DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE (Regolamento, art.5; O. M. 38 art.6) Anno scolastico 2014-2015

LICEO SCIENTIFICO STATALE G.B.QUADRI VICENZA DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE (Regolamento, art.5; O. M. 38 art.6) Anno scolastico 2014-2015 LICEO SCIENTIFICO STATALE "G.B.QUADRI" VICENZA DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE (Regolamento, art.5; O. M. 38 art.6) Anno scolastico 2014-2015 RELAZIONE FINALE DEL DOCENTE All. A Classe: 5 C Indirizzo:

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO STATALE "G.B.QUADRI" VICENZA DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE (Regolamento, art.5; O. M. 38 art.6) Anno scolastico 2014-2015

LICEO SCIENTIFICO STATALE G.B.QUADRI VICENZA DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE (Regolamento, art.5; O. M. 38 art.6) Anno scolastico 2014-2015 LICEO SCIENTIFICO STATALE "G.B.QUADRI" VICENZA DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE (Regolamento, art.5; O. M. 38 art.6) Anno scolastico 2014-2015 RELAZIONE FINALE DEL DOCENTE All. A Classe: 5CSC Indirizzo:

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO STATALE "G.B.QUADRI" VICENZA DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE (Regolamento, art.5; O. M. 38 art.6) Anno scolastico 2014-2015

LICEO SCIENTIFICO STATALE G.B.QUADRI VICENZA DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE (Regolamento, art.5; O. M. 38 art.6) Anno scolastico 2014-2015 LICEO SCIENTIFICO STATALE "G.B.QUADRI" VICENZA DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE (Regolamento, art.5; O. M. 38 art.6) Anno scolastico 2014-2015 RELAZIONE FINALE DEL DOCENTE All. A Classe: 5FSC Indirizzo:

Dettagli

PROGRAMMA CONSUNTIVO

PROGRAMMA CONSUNTIVO PAGINA: 1 PROGRAMMA CONSUNTIVO A.S. 2013/14 SCUOLA: Liceo linguistico Manzoni DOCENTE: Elena Bordin MATERIA: Italiano Classe: V Sezione: M OBIETTIVI: COGNITIVI (Conoscenze, competenze): Riconoscere i sottocodici

Dettagli

PROGRAMMA PREVENTIVO

PROGRAMMA PREVENTIVO COD. Progr.Prev. PAGINA: 1 PROGRAMMA PREVENTIVO A.S. 2014/2015 SCUOLA Civico Liceo linguistico A.Manzoni DOCENTE: Olivia Maneo MATERIA: Storia dell Arte Classe 5 SezioneHL 800 Il Romanticismo. Europa romantica.

Dettagli

PROGRAMMA CONSUNTIVO

PROGRAMMA CONSUNTIVO PROGRAMMA CONSUNTIVO Anno scolastico 2014-2015 MATERIA ITALIANO CLASSE 5 SEZIONE A Liceo scientifico opzione scienze applicate DOCENTE DOSSO BARBARA ORE DI LEZIONE 4 SETTIMANALI **************** OBIETTIVI

Dettagli

LINGUA E LETTERATURA ITALIANA

LINGUA E LETTERATURA ITALIANA I.I.S. FEDERICO II DI SVEVIA LICEO SCIENTIFICO - OPZIONE SCIENZE APPLICATE - MELFI - PIANO DI LAVORO ANNUALE LINGUA E LETTERATURA ITALIANA CLASSE V AA A.S. 2015/2016 PROF.SSA VIOLANTE RIZZO FINALITÀ SPECIFICHE

Dettagli

PROGRAMMA CONSUNTIVO

PROGRAMMA CONSUNTIVO PAGINA: 1 PROGRAMMA CONSUNTIVO A.S. SCUOLA: CIVICO LICEO LINGUISTICO A.MANZONI DOCENTE: FABIO NUNZIATA MATERIA: ITALIANO Classe 5 Sezione H OBIETTIVI Cognitivi 1. conoscere adeguatamente le regole del

Dettagli

RELAZIONE E PROGRAMMA FINALE DI MATEMATICA

RELAZIONE E PROGRAMMA FINALE DI MATEMATICA Allegato A Istituto paritario di Istruzione Secondaria Superiore Ivo de Carneri Civezzano Indirizzo I.T.A.S. indirizzo Biologico RELAZIONE E PROGRAMMA FINALE DI MATEMATICA A.S. 2010/2011 CLASSE 5 a Biologico

Dettagli

Dipartimento di Lettere (Coordinatore: prof. Maria Elisa Tessarin)

Dipartimento di Lettere (Coordinatore: prof. Maria Elisa Tessarin) Dipartimento di Lettere (Coordinatore: prof. Maria Elisa Tessarin) PROGRAMMAZIONE GENERALE DI ITALIANO PROGRAMMAZIONE DI ITALIANO 1 biennio, 2 biennio, 5 anno. Conoscenze disciplinari Conoscere le strutture

Dettagli

Lingua Straniera: FRANCESE Prima, Seconda, Terza, Quarta, Quinta PIANO DI LAVORO. Classe Prima

Lingua Straniera: FRANCESE Prima, Seconda, Terza, Quarta, Quinta PIANO DI LAVORO. Classe Prima Istituto di Istruzione Superiore ITALO CALVINO telefono: 0257500115 via Guido Rossa 20089 ROZZANO MI fax: 0257500163 e-mail: info@istitutocalvino.gov.it Codice Fiscale: 97270410158 internet: www.istitutocalvino.gov.it

Dettagli

DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE (AI SENSI DELL ARTICOLO 5 Legge n. 425 10/12/1997)

DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE (AI SENSI DELL ARTICOLO 5 Legge n. 425 10/12/1997) ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE LEON BATTISTA ALBERTI Via A. Pillon n. 4-35031 ABANO T. (PD) Tel. 049 812424 - Fax 049 810554 Distretto 45 - PD Ovest PDIS017007- Cod. fiscale 80016340285 sito web: http://www.lbalberti.it/

Dettagli

MODELLO DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE ANNO SCOLASTICO 2015/2016

MODELLO DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE ANNO SCOLASTICO 2015/2016 LICEO CLASSICO JACOPO STELLINI Piazza I Maggio, 26-33100 Udine Tel. 0432 504577 Fax. 0432 511490 Codice fiscale 80023240304 e-mail: info@liceostellini.it - Indirizzo Internet: www.stelliniudine.gov.it

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DIPARTIMENTO DI SPAGNOLO

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DIPARTIMENTO DI SPAGNOLO Pagina 1 di 8 PROFILO CLASSE INGRESSO USCITA LA CLASSE È COMPOSTA DA 21 ALUNNI E SI DIMOSTRA NEL COMPLESSO ABBASTANZA MOTIVATA E INTERESSATA AL LAVORO DIDATTICO. IL LIVELLO DI APPRENDIMENTO RAGGIUNTO APPARE

Dettagli

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SUPERIORE Vincenzo Manzini

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SUPERIORE Vincenzo Manzini ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SUPERIORE Vincenzo Manzini Corsi di Studio: Amministrazione, Finanza e Marketing/IGEA- Costruzioni, Ambiente e Territorio/Geometra Liceo Linguistico/Linguistico Moderno -

Dettagli

METODI E STRUMENTI. METODI e STRUMENTI

METODI E STRUMENTI. METODI e STRUMENTI E LETTERE BIENNIO ITALIANO e 3. lavoro individuale 4. lavoro di gruppo 5. laboratorio di lettura e scrittura 6. correzione sistematica collettiva e individualizzata degli esercizi eseguiti a casa e delle

Dettagli

Liceo Marie Curie (Meda) Scientifico Classico Linguistico

Liceo Marie Curie (Meda) Scientifico Classico Linguistico Liceo Marie Curie (Meda) Scientifico Classico Linguistico PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE a.s. 2015/16 CLASSE 3AS Indirizzo di studio Scientifico Docente Disciplina Prof.ssa Silvia Carminati

Dettagli

... a.s. 2014/2015 PROGRAMMA SVOLTO DI LINGUA E LETTERATURA ITALIANA

... a.s. 2014/2015 PROGRAMMA SVOLTO DI LINGUA E LETTERATURA ITALIANA a.s. 2014/2015 PROGRAMMA SVOLTO DI LINGUA E LETTERATURA ITALIANA Docente: Nicoletta Antolini MODULO N. 1 (ritratto d autore) - ALESSANDRO MANZONI 1. ALESSANDRO MANZONI La vita Le opere: caratteri generali

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO CLASSE QUINTA (INGLESE E FRANCESE) e LICEO CLASSICO CLASSE TERZA (INGLESE)

LICEO SCIENTIFICO CLASSE QUINTA (INGLESE E FRANCESE) e LICEO CLASSICO CLASSE TERZA (INGLESE) LICEO SCIENTIFICO CLASSE QUINTA (INGLESE E FRANCESE) e LICEO CLASSICO CLASSE TERZA (INGLESE) OBIETTIVI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO Lo studente acquisisce competenze linguistico-comunicative corrispondenti

Dettagli

Indirizzo odontotecnico a.s. 2015/2016

Indirizzo odontotecnico a.s. 2015/2016 I.P.S.I.A E. DE AMICIS - ROMA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI MATEMATICA Classe 5C Indirizzo odontotecnico a.s. 2015/2016 Prof. Rossano Rossi La programmazione è stata sviluppata seguendo le linee guida ministeriali

Dettagli

Piano di Lavoro. Di Matematica. Secondo Biennio

Piano di Lavoro. Di Matematica. Secondo Biennio SEZIONE TECNICA A.S. 2014 2015 Piano di Lavoro Di Matematica Secondo Biennio DOCENTE CENA LUCIA MARIA CLASSI 4 BM Libri di testo: Bergamini-Trifone-Barozzi Mod.U verde Funzioni e limiti Mod.V verde Calcolo

Dettagli

Traguardi di sviluppo delle competenze al termine della scuola secondaria di primo grado.( come da Indicazioni Nazionali per il curricolo)

Traguardi di sviluppo delle competenze al termine della scuola secondaria di primo grado.( come da Indicazioni Nazionali per il curricolo) ISTITUTO COMPRENSIVO SALVADOR ALLENDE Paderno Dugnano Linee progettuali disciplinari CLASSI TERZE - a.s.2014-2015 AREA DISCIPLINARE : Linguistico-artistica-espressiva MATERIA: ITALIANO FINALITA DELLA DISCIPLINA

Dettagli

DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE (AI SENSI DELL ARTICOLO 5 Legge n. 425 10/12/1997)

DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE (AI SENSI DELL ARTICOLO 5 Legge n. 425 10/12/1997) ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE LEON BATTISTA ALBERTI Via A. Pillon n. 4-35031 ABANO T. (PD) Tel. 049 812424 - Fax 049 810554 Distretto 45 - PD Ovest PDIS017007- Cod. fiscale 80016340285 sito web: http://www.lbalberti.it/

Dettagli

Indirizzo: TURISMO. Classe: QUARTA AT BT. Disciplina: ARTE E TERRITORIO TRIENNIO. Competenze disciplinari:

Indirizzo: TURISMO. Classe: QUARTA AT BT. Disciplina: ARTE E TERRITORIO TRIENNIO. Competenze disciplinari: Indirizzo: TURISMO Classe: QUARTA AT BT Disciplina: ARTE E TERRITORIO prof. ssa DANIELA GERONI Competenze disciplinari: COMPETENZE 1. Individuare i rapporti intercorrenti tra uomo, ambiente, economia nazionale

Dettagli

PROGRAMMA di Storia dell Arte. Prof. Carlo Bianchi

PROGRAMMA di Storia dell Arte. Prof. Carlo Bianchi ESAMI DI STATO SESSIONE ORDINARIA 2012/2013 CLASSE V SEZIONE B. PROGRAMMA di Storia dell Arte Prof. Carlo Bianchi Libro/i di testo in adozione: Itinerario nell Arte. Autori: Cricco-Di Teodoro Editore:

Dettagli

ANNO SCOLASTICO 2015 2016. Piano di lavoro individuale

ANNO SCOLASTICO 2015 2016. Piano di lavoro individuale ANNO SCOLASTICO 2015 2016 Piano di lavoro individuale Classe: Materia: 4A ind. TURISMO Matematica Docente: CABERLOTTO GRAZIAMARIA Situazione di partenza della classe La classe è composta da 24 alunni di

Dettagli

Liceo Marie Curie (Meda) Scientifico Classico Linguistico

Liceo Marie Curie (Meda) Scientifico Classico Linguistico Liceo Marie Curie (Meda) Scientifico Classico Linguistico PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE a.s. 2015/16 5^ AS CLASSE Indirizzo di studio Liceo Scientifico Docente Disciplina Prof.ssa Giuliana

Dettagli

RELAZIONE FINALE DEL DOCENTE ANNO SCOLASTICO 2013-2014

RELAZIONE FINALE DEL DOCENTE ANNO SCOLASTICO 2013-2014 RELAZIONE FINALE DEL DOCENTE ANNO SCOLASTICO 2013-2014 INSEGNANTE MATERIA CLASSE/I Livio Gnucci Italiano V CO OBIETTIVI DIDATTICI DISCIPLINARI CONSEGUITI IN TERMINI DI COMPETENZE, CONOSCENZE, ABILITÀ PRESENTAZIONE

Dettagli

PIANO DI LAVORO ANNUALE-PROGETTAZIONE INDIVIDUALE PER SINGOLA DISCIPLINA E PER CLASSE

PIANO DI LAVORO ANNUALE-PROGETTAZIONE INDIVIDUALE PER SINGOLA DISCIPLINA E PER CLASSE PIANO DI LAVORO ANNUALE-PROGETTAZIONE INDIVIDUALE PER SINGOLA DISCIPLINA E PER CLASSE Classe 4 a C A.S. 2015/2016 Disciplina: Italiano Docente: prof. ssa Anna Schiavo Ore settimanali: quattro Libro di

Dettagli

I.T.G.C. Salvemini-Duca D'Aosta

I.T.G.C. Salvemini-Duca D'Aosta I.T.G.C. Salvemini-Duca D'Aosta Anno scolastico 2013-14 classe V sez..a Prof. A. Rogai Programma di Italiano Modulo I: Tra Positivismo e Naturalismo Il Positivismo: un nuovo indirizzo di pensiero Il Naturalismo:

Dettagli

PROGETTUALITA DIDATTICA DIPARTIMENTO

PROGETTUALITA DIDATTICA DIPARTIMENTO Via dei Carpani 19/B 31033 Castelfranco V. ( TV ) Pag. 1 di 10 Anno Scolastico 2015-2016 PROGETTUALITA DIDATTICA DIPARTIMENTO Disciplina ITALIANO Classe PRIMA DATI IN EVIDENZA IN PREMESSA (richiami al

Dettagli

Scuola Secondaria Statale di I grado Manara Valgimigli ALBIGNASEGO

Scuola Secondaria Statale di I grado Manara Valgimigli ALBIGNASEGO PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA Anno scolastico 2011/12 Docente Ketti Demo Disciplina Storia Classe II Sezione A n. alunni 23 SITUAZIONE DI PARTENZA Livello della classe (indicare con X a sinistra):

Dettagli

LICEO GINNASIO STATALE FRANCESCO PETRARCA 34139 TRIESTE 74 XVII

LICEO GINNASIO STATALE FRANCESCO PETRARCA 34139 TRIESTE 74 XVII LICEO GINNASIO STATALE FRANCESCO PETRARCA 34139 TRIESTE Via Domenico Rossetti, 74 XVII Distretto Tel.: 040390202 Fax: 0409383360 e-mail: scrivici@liceopetrarcats.it Anno Scolastico 2010-2011 RELAZIONE

Dettagli

CLASSI PRIME PROGRAMMAZIONE DI ITALIANO. Conoscenze

CLASSI PRIME PROGRAMMAZIONE DI ITALIANO. Conoscenze PROGRAMMAZIONE DI ITALIANO CLASSI PRIME Conoscenze Il sistema e le strutture fondamentali della lingua italiana ai diversi livelli: fonologia, ortografia, morfologia, sintassi del verbo. Le strutture della

Dettagli

Conoscenze, abilità e competenze. Saper collocare. fatti nel tempo e nello spazio;conoscere il contesto storico in cui nasce la letteratura

Conoscenze, abilità e competenze. Saper collocare. fatti nel tempo e nello spazio;conoscere il contesto storico in cui nasce la letteratura Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Sardegna ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE BUCCARI MARCONI Indirizzi: Trasporti Marittimi / Apparati ed Impianti

Dettagli

DIPARTIMENTO DI LETTERE DEL LICEO CLASSICO NICOLA SPEDALIERI PROGRAMMAZIONE DI ITALIANO ANNO SCOLASTICO 2010-2011 TRIENNIO

DIPARTIMENTO DI LETTERE DEL LICEO CLASSICO NICOLA SPEDALIERI PROGRAMMAZIONE DI ITALIANO ANNO SCOLASTICO 2010-2011 TRIENNIO DIPARTIMENTO DI LETTERE DEL LICEO CLASSICO NICOLA SPEDALIERI PROGRAMMAZIONE DI ITALIANO ANNO SCOLASTICO 2010-2011 TRIENNIO Competenze d ingresso Gli alunni, al termine del percorso formativo del biennio,

Dettagli

Piano di Lavoro Di MATEMATICA. Secondo Biennio

Piano di Lavoro Di MATEMATICA. Secondo Biennio ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE ALDO MORO Liceo Scientifico Istituto Tecnico Via Gallo Pecca n. 4/6-10086 Rivarolo Canavese Tel 0124 454511 - Cod. Fiscale 85502120018 E-mail: segreteria@istitutomoro.it

Dettagli

DIPARTIMENTO SCIENTIFICO

DIPARTIMENTO SCIENTIFICO DIPARTIMENTO SCIENTIFICO PROGRAMMAZIONE PER COMPETENZE DI MATEMATICA CLASSI QUINTE Anno scolastico 2015/2016 Ore di lezione previste nell anno: 165 (n. 5 ore sett. x 33 settimane) 1. FINALITÀ DELL INSEGNAMENTO

Dettagli

collaborare attivamente al processo di insegnamento apprendimento

collaborare attivamente al processo di insegnamento apprendimento Disciplina: FRANCESE Classe: 3 A SIA A.S. 2015/2016 Docente: Prof.ssa Maria Claudia Signorato ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO La componente classe che studia il francese è rappresentata da 6

Dettagli

Cavarzere (VE) PROGRAMMA PREVENTIVO DI ITALIANO. Docentte:: Sandro Marchioro

Cavarzere (VE) PROGRAMMA PREVENTIVO DI ITALIANO. Docentte:: Sandro Marchioro ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE G.VERONESE-G.MARCONI SEDE ASSOCIATA G.. MARCONII Cavarzere (VE) PROGRAMMA PREVENTIVO DI ITALIANO Docentte:: Sandro Marchioro Classe 2 IFP I a..s:: 20015/ /2016 FINALITA

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Disciplina: Italiano Classe: 4CE A.S. 2015-2016 Docente: Ianaro Federica

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Disciplina: Italiano Classe: 4CE A.S. 2015-2016 Docente: Ianaro Federica SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE Disciplina: Italiano Classe: 4CE A.S. 2015-2016 Docente: Ianaro Federica ANALISI DI SITUAZIONE di partenza - LIVELLO COGNITIVO La classe è composta

Dettagli

LICEO STATALE G. GUACCI

LICEO STATALE G. GUACCI LICEO STATALE G. GUACCI BENEVENTO Programmazione Didattica Modulare di Lingua e Letteratura Italiana Classe III sezione B Ind. Scienze Applicate Anno scolastico 2015 2016 Presentazione della classe: La

Dettagli

ANNO SCOLASTICO 2013-2014 PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI ARTE E IMMAGINE DOCENTE: NOVERO MARIA TERESA

ANNO SCOLASTICO 2013-2014 PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI ARTE E IMMAGINE DOCENTE: NOVERO MARIA TERESA ISTITUTO COMPRENSIVO CIRIE II SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO DI SAN CARLO C. ANNO SCOLASTICO 2013-2014 PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI ARTE E IMMAGINE DOCENTE: NOVERO MARIA TERESA Premessa Lo studio della disciplina

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE Istituto Statale d'istruzione Superiore R.FORESI LICEO CLASSICO LICEO SCIENTIFICO LICEO SCIENZE UMANE FORESI ISTITUTO PROFESSIONALE PER L INDUSTRIA E L ARTIGIANATO BRIGNETTI ISTITUTO ALBERGHIERO E DELLA

Dettagli

PROGRAMMA. MATERIA: ITALIANO DOCENTE: RAIMONDO Carlo

PROGRAMMA. MATERIA: ITALIANO DOCENTE: RAIMONDO Carlo PROGRAMMA MATERIA: ITALIANO DOCENTE: RAIMONDO Carlo LIBRI DI TESTO ADOTTATI: G. Baldi, S Giusso, Il piacere dei testi, vol. 5 R, Luperini, P. Cataldi, Il nuovo la scrittura e l interpretazione - Volume

Dettagli

Spiazzi Tavella PERFORMER FCE TUTOR Zanichelli Spiazzi Tavella Only Connect 1 New Directions Zanichelli

Spiazzi Tavella PERFORMER FCE TUTOR Zanichelli Spiazzi Tavella Only Connect 1 New Directions Zanichelli ANNO SCOLASTICO 2015/2016 CLASSE III SEZ C. INDIRIZZO LL PIANO DI LAVORO INDIVIDUALE DOCENTE MATERIA TESTI Prof. MUSSONI ROSSANA INGLESE Spiazzi Tavella PERFORMER FCE TUTOR Zanichelli Spiazzi Tavella Only

Dettagli

Liceo Scientifico G. Galilei Macerata Anno Scolastico 2009/2010 Contratto Formativo Individuale

Liceo Scientifico G. Galilei Macerata Anno Scolastico 2009/2010 Contratto Formativo Individuale Liceo Scientifico G. Galilei Macerata Anno Scolastico 2009/2010 Contratto Formativo Individuale Classe: III Sez. B Materia : Inglese Docente: prof.ssa Francesca Giorgetti 1.ANALISI DELLA CLASSE (giudizi

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO STATALE Giordano BRUNO Piano di lavoro della classe prima G A.S. 2010/2011 Docente Mariarosa MAZZA

LICEO SCIENTIFICO STATALE Giordano BRUNO Piano di lavoro della classe prima G A.S. 2010/2011 Docente Mariarosa MAZZA LICEO SCIENTIFICO STATALE Giordano BRUNO Piano di lavoro della classe prima G A.S. 2010/2011 Docente Mariarosa MAZZA OBIETTIVI IN TERMINI DI CONOSCENZE,COMPETENZE E CAPACITA La classe deve apprendere le

Dettagli

Scuola Primaria e Scuola Secondaria di primo grado

Scuola Primaria e Scuola Secondaria di primo grado ISTITUTO COMPRENSIVO G. MARCONI di Castelfranco Emilia Mo Via Guglielmo Marconi, 1 Tel 059 926254 - fax 059 926148 email: MOIC825001@istruzione.it Scuola Primaria e Scuola Secondaria di primo grado Anno

Dettagli

RELAZIONE E PROGRAMMA FINALE DI MATEMATICA

RELAZIONE E PROGRAMMA FINALE DI MATEMATICA Allegato A Istituto paritario di Istruzione Secondaria Superiore Ivo de Carneri Civezzano Indirizzo I.T.A.S. indirizzo Biologico RELAZIONE E PROGRAMMA FINALE DI MATEMATICA A.S. 2013/2014 CLASSE: 5 a I.T.A.S.

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA Campo d esperienza IMMAGINI,SUONI E COLORI. Disciplina: ARTE E IMMAGINE

SCUOLA DELL INFANZIA Campo d esperienza IMMAGINI,SUONI E COLORI. Disciplina: ARTE E IMMAGINE SCUOLA DELL INFANZIA Campo d esperienza IMMAGINI,SUONI E COLORI. Disciplina: ARTE E IMMAGINE TRAGUARDI ABILITA COMPETENZE FINE SCUOLA DELL INFANZIA 3 ANNI 4 ANNI 5 ANNI CONOSCENZE NUCLEO: ESPRIMERE E COMUNICARE

Dettagli

PROGRAMMA SVOLTO ITALIANO CLASSE V SEZ. F

PROGRAMMA SVOLTO ITALIANO CLASSE V SEZ. F LICEO SCIENTIFICO STATALE G. CASTELNUOVO ANNO SCOLASTICO 2014-2015 PROGRAMMA SVOLTO ITALIANO CLASSE V SEZ. F Testi adottati: Corrado Bologna, Paola Rocchi, Rosa fresca aulentissima, ed.loescher (vol.4-5-6)

Dettagli

LICEO DELLE SCIENZE UMANE Storia dell arte (2 h)

LICEO DELLE SCIENZE UMANE Storia dell arte (2 h) LICEO STATALE "DOMENICO BERTI PROGRAMMAZIONE DI DIPARTIMENTO: ARTE A.S. 2015/16 CARATTERISTICHE GENERALI DELL UTENZA OBIETTIVI TRASVERSALI LETT.A OBIETTIVI TRASVERSALI LETT.B OBIETTIVI DISCIPLINARI INDIVIDUAZIONE

Dettagli

conoscere lo svolgimento della storia letteraria italiana dei secoli XIX e XX.

conoscere lo svolgimento della storia letteraria italiana dei secoli XIX e XX. ANNO SCOLASTICO 2015/2016 CLASSE 5 SEZ.F INDIRIZZO scientifico PIANO DI LAVORO INDIVIDUALE DOCENTE MATERIA TESTI Prof. Marina Lugetti Italiano Langella, Frare, Gresti, Motta, Letteratura. it, ed. Bruno

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO STATALE "G.B.QUADRI" VICENZA DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE (Regolamento, art.5; O. M. 38 art.6) Anno scolastico 2014-2015

LICEO SCIENTIFICO STATALE G.B.QUADRI VICENZA DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE (Regolamento, art.5; O. M. 38 art.6) Anno scolastico 2014-2015 LICEO SCIENTIFICO STATALE "G.B.QUADRI" VICENZA DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE (Regolamento, art.5; O. M. 38 art.6) Anno scolastico 2014-2015 RELAZIONE FINALE DEL DOCENTE All. A Classe: V B Indirizzo:

Dettagli

IST. ST. D ISTR. SUP."G. V. GRAVINA"

IST. ST. D ISTR. SUP.G. V. GRAVINA IST. ST. D ISTR. SUP."G. V. GRAVINA" CLASSE V SEZ. B INDIRIZZO: SCIENZE DELLA FORMAZIONE ANNO SCOLASTICO 2013 2014 MATERIA DI INSEGNAMENTO: INGLESE ANALISI DELLA SITUAZIONE DI PARTENZA DELLA CLASSE A.

Dettagli

CONTENUTI 3. IL ROMANZO DA CERVANTES ALLA NARRATIVA DELL OTTOCENTO CONOSCENZE

CONTENUTI 3. IL ROMANZO DA CERVANTES ALLA NARRATIVA DELL OTTOCENTO CONOSCENZE LICEO ARTISTICO P. GOBETTI ANNO SCOLASTICO 2013/2014 CLASSE IV B INSEGNANTE: CINZIA BELTRAMI PROGRAMMAZIONE ITALIANO Consolidare la conoscenza della lingua italiana Conoscere le coordinate storico-culturali

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DI ITALIANO STORIA E GEOGRAFIA TERZA C

PROGRAMMAZIONE DI ITALIANO STORIA E GEOGRAFIA TERZA C PROGRAMMAZIONE DI ITALIANO STORIA E GEOGRAFIA TERZA C Insegnante : Piera Buono ITALIANO : obiettivi COMPRENSIONE DELLA LINGUA ORALE - prestare attenzione in situazione di ascolto - individuare gli elementi

Dettagli

Programmazione preventiva Italiano

Programmazione preventiva Italiano Programmazione preventiva Italiano Prof. ssa Gabriela Fantato Classe: 1 B- ITE Anno scol. 2014-15 PROGRAMMA PREVENTIVO FINALITÀ DELLA DISCIPLINA L insegnamento della disciplina, tenendo conto della centralità

Dettagli

Ministero della Pubblica Istruzione

Ministero della Pubblica Istruzione Ministero della Pubblica Istruzione Via Saint Denis 200 20099 Sesto San Giovanni Tel.: 02.26224610/16/10 Fax 02.2480991 Sito: www.iisdenicola.it - e_mail uffici: info@iisdenicola.it Anno scolastico: 2013/2014

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO DEFINIZIONE DEGLI OBIETTIVI COMPORTAMENTALI

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO DEFINIZIONE DEGLI OBIETTIVI COMPORTAMENTALI SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE Disciplina: Matematica e Complementi di Matematica Classe: 4 AI A.S. 2015/16 Docente: Carollo Maristella ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO

Dettagli

CLASSE PRIMA - SCUOLA PRIMARIA

CLASSE PRIMA - SCUOLA PRIMARIA Ricavare da fonti di tipo diverso informazioni e conoscenze su aspetti del passato. CLASSE PRIMA - SCUOLA PRIMARIA Individuazione delle parole del tempo (prima, dopo, poi, infine, mentre ). Individuazione

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO La classe ha dimostrato fin dal primo momento grande attenzione e interesse verso gli

Dettagli

Poesia narrativa cavalleresca: Ariosto e Tasso. Dante, Divina Commedia: selezione di canti e/o brani dell Inferno*

Poesia narrativa cavalleresca: Ariosto e Tasso. Dante, Divina Commedia: selezione di canti e/o brani dell Inferno* Programmazione di Dipartimento (Area 1) Lettere Programmazione di Lingua Letteratura Italiana Liceo delle Scienze Umane, Liceo Linguistico II Biennio A. S. 2013-2014 Programmazione disciplinare per anno

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO CASALSERUGO PROGRAMMAZIONE ANNUALE. Ambito disciplinare ITALIANO. Classe 3^ Sezione C - Casalserugo Anno scolastico 2008/09

ISTITUTO COMPRENSIVO CASALSERUGO PROGRAMMAZIONE ANNUALE. Ambito disciplinare ITALIANO. Classe 3^ Sezione C - Casalserugo Anno scolastico 2008/09 ISTITUTO COMPRENSIVO CASALSERUGO PROGRAMMAZIONE ANNUALE Ambito disciplinare ITALIANO Classe 3^ Sezione C - Casalserugo Anno scolastico 2008/09 TRAGUARDI DELLO SVILUPPO DELLE COMPETENZE al termine della

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE MATEMATICA-INFORMATICA. Classe Quarta. (Aggiornato) ANNO SCOLASTICO 2011/12

PROGRAMMAZIONE ANNUALE MATEMATICA-INFORMATICA. Classe Quarta. (Aggiornato) ANNO SCOLASTICO 2011/12 Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca I.I.S. CATERINA CANIANA Via Polaresco 19 24129 Bergamo Tel:035 250547 035 253492 Fax:035 4328401 http://www.istitutocaniana.it email: canianaipssc@istitutocaniana.it

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DI DIPARTIMENTO DISCIPLINARE SECONDO BIENNIO

PROGRAMMAZIONE DI DIPARTIMENTO DISCIPLINARE SECONDO BIENNIO PROGRAMMAZIONE DI DIPARTIMENTO DISCIPLINARE SECONDO BIENNIO SETTORI: ECONOMICO - TURISTICO - TECNOLOGICO INDIRIZZI: AMMINISTRAZIONE, FINANZA E MARKETING - RELAZIONI INTERNAZIONALI PER IL MARKETING - SISTEMI

Dettagli

QUARTA E QUINTA ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE

QUARTA E QUINTA ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE QUARTA E QUINTA ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE - Matematica - Griglie di valutazione Materia: Matematica Obiettivi disciplinari Gli obiettivi indicati si riferiscono all intero percorso della classe quarta

Dettagli

OBIETTIVI FORMATIVI GENERALI DELLE DISCIPLINE LETTERARIE

OBIETTIVI FORMATIVI GENERALI DELLE DISCIPLINE LETTERARIE ISTITUTO PROFESSIONALE STATALE PER I SERVIZI ALBERGHIERI E DELLA RISTORAZIONE PREMESSA GENERALE AI PROGRAMMI DI MATERIE LETTERARIE BIENNIO POST-QUALIFICA OBIETTIVI FORMATIVI GENERALI DELLE DISCIPLINE LETTERARIE

Dettagli

1. Competenze trasversali

1. Competenze trasversali 1 ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE G. CENA SEZIONE TECNICA ANNO SCOLASTICO 2015/2016 PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI MATEMATICA DOCENTI: PROF. ANGERA GIANFRANCO CLASSE V U TUR Secondo le linee guida, il corso

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE ITALIANO SECONDO BIENNIO E QUINTO ANNO

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE ITALIANO SECONDO BIENNIO E QUINTO ANNO PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE ITALIANO SECONDO BIENNIO E QUINTO ANNO Anno scolastico 2015-2016 1 Obiettivi disciplinari minimi metacognitivi - acquisizione della consapevolezza delle proprie strategie di

Dettagli

scheda 3. PROGRAMMA PREVENTIVO 2013.14

scheda 3. PROGRAMMA PREVENTIVO 2013.14 scheda 3. PROGRAMMA PREVENTIVO 2013.14 MATERIA ITALIANO N ore settimanali n.4 INSEGNANTE Sergio Spadoni CLASSE IV C LIVELLO DI PARTENZA Il comportamento degli allievi non è sempre corretto e disciplinato

Dettagli

Protocollo dei saperi imprescindibili a.s. 2012-2013 Ordine di scuola: professionale Indirizzi Servizi Commerciali

Protocollo dei saperi imprescindibili a.s. 2012-2013 Ordine di scuola: professionale Indirizzi Servizi Commerciali INDICE PROTOCOLLO SAPERI IMPRESCINDIBILI CLASSE 1 P. 2 PROTOCOLLO SAPERI IMPRESCINDIBILI CLASSE 2 P. 3 PROTOCOLLO SAPERI IMPRESCINDIBILI CLASSE 3 P. 4 PROTOCOLLO SAPERI IMPRESCINDIBILI CLASSE 4 P. 5 PROTOCOLLO

Dettagli

DIPARTIMENTO DI SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE Programmazione disciplinare biennio

DIPARTIMENTO DI SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE Programmazione disciplinare biennio Livelli di competenza A= Esperto (Livello 1) B= Competente (Livello 2) C= Principiante (Livello 3) ASSE LINGUAGGI DIPARTIMENTO DI SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE Programmazione disciplinare biennio FORMAT UNITARIO

Dettagli

IIS FERMI GALILEI CIRIE TAVOLA DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE CLASSI: SECONDO BIENNIO INDIRIZZO LICEO SCIENTIFICO

IIS FERMI GALILEI CIRIE TAVOLA DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE CLASSI: SECONDO BIENNIO INDIRIZZO LICEO SCIENTIFICO MATERIA: LATINO IIS FERMI GALILEI CIRIE TAVOLA DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE CLASSI: SECONDO BIENNIO INDIRIZZO LICEO SCIENTIFICO A.S. 2013-14 Competenze chiave trasversali di cittadinanza

Dettagli

LE COMPETENZE ESSENZIALI DI DISEGNO E STORIA DELL ARTE

LE COMPETENZE ESSENZIALI DI DISEGNO E STORIA DELL ARTE LE ESSENZIALI DI DISEGNO E classe prima Liceo scientifico utilizzare regole e tecniche grafiche progettare un minimo percorso grafico costruire un disegno geometrico, impiegando in maniera appropriata

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di OSPITALETTO SCUOLA PRIMARIA A. CANOSSI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE VERTICALE RELIGIONE CATTOLICA

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di OSPITALETTO SCUOLA PRIMARIA A. CANOSSI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE VERTICALE RELIGIONE CATTOLICA ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di OSPITALETTO SCUOLA PRIMARIA A. CANOSSI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE VERTICALE ANNO SCOLASTICO 2015/2016 CLASSE PRIMA L alunno riflette su Dio Creatore e Padre, sui dati fondamentali

Dettagli

CONOSCENZE Riconoscere i fenomeni linguistici a livello lessicale, morfologico e sintattico;

CONOSCENZE Riconoscere i fenomeni linguistici a livello lessicale, morfologico e sintattico; Istituto di Istruzione Superiore Liceo Scientifico, Liceo Classico, Liceo delle Scienze Umane, Liceo Linguistico TITO LUCREZIO CARO 35013 CITTADELLA (PD) Via Alfieri, 58 PROGRAMMAZIONE ANNUALE A.S. : 2010

Dettagli

1. COMPETENZE CHIAVE DI CITTADINANZA

1. COMPETENZE CHIAVE DI CITTADINANZA PROGRAMMAZIONE DIPARTIMENTO DI SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE Asse* LINGUAGGI Materia SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE COORDINATORE/I MAROTTA ROBERTO VINCENZO 1. COMPETENZE CHIAVE DI CITTADINANZA Da acquisire al

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA MODULI RELATIVI ALLE COMPETENZE STCW

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA MODULI RELATIVI ALLE COMPETENZE STCW PROGRAMMAZIONE DIDATTICA MODULI RELATIVI ALLE COMPETENZE STCW ISTITUTO : ISTITUTO DI ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE BUCCARI-MARCONI INDIRIZZO: ISTITUTO TECNICO A INDIRIZZO TRASPORTI MARITTIMI E LOGISTICA

Dettagli

LICEO GINNASIO DANTE ALIGHIERI ANNO SCOLASTICO 2015/16 PROGRAMMAZIONE DIDATTICA

LICEO GINNASIO DANTE ALIGHIERI ANNO SCOLASTICO 2015/16 PROGRAMMAZIONE DIDATTICA LICEO GINNASIO DANTE ALIGHIERI ANNO SCOLASTICO 2015/16 PROGRAMMAZIONE DIDATTICA CLASSE 4 A (n.o.) DISCIPLINA: ITALIANO PROF. GLORIA VERGANTINI PROFILO DELLA CLASSE Quest'anno seguirò la classe 4A oltre

Dettagli

I.P.S.S.S. DE AMICIS ROMA

I.P.S.S.S. DE AMICIS ROMA I.P.S.S.S. DE AMICIS ROMA PROGRAMMAZIONE a.s, 2014 2015 DIPARTIMENTO: MATERIE LETTERARIE MATERIA: ITALIANO COORDINATORE: De Benedictis Rosa Maria Classi: Quinte ARGOMENTO I: POSITIVISMO, NATURALISMO, VERISMO.

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE DIPARTIMENTO DI RELIGIONE CATTOLICA

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE DIPARTIMENTO DI RELIGIONE CATTOLICA Liceo Artistico E. Catalano Palermo PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE DIPARTIMENTO DI RELIGIONE CATTOLICA A.S. 2010/2011 Palermo, settembre 2010 Programmazione dipartimento Religione Cattolica a.s. 2010-2011

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI MORI PIANI DI STUDIO RELIGIONE CATTOLICA

ISTITUTO COMPRENSIVO DI MORI PIANI DI STUDIO RELIGIONE CATTOLICA ISTITUTO COMPRENSIVO DI MORI PIANI DI STUDIO RELIGIONE CATTOLICA Per sviluppare una competenza di area occorre in primo luogo promuovere l acquisizione delle relative conoscenze e abilità in modo che esse

Dettagli

ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE LICEO CLASSICO Luca Signorelli

ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE LICEO CLASSICO Luca Signorelli ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE LICEO CLASSICO Luca Signorelli ITALIANO BIENNIO Il Liceo Classico promuove lo sviluppo e l approfondimento delle quattro abilità di base (ascolto, lettura, rielaborazione

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO ALBERT EINSTEIN PROGRAMMA DI ITALIANO CLASSE V C A.S. 2011/2012

LICEO SCIENTIFICO ALBERT EINSTEIN PROGRAMMA DI ITALIANO CLASSE V C A.S. 2011/2012 LICEO SCIENTIFICO ALBERT EINSTEIN PROGRAMMA DI ITALIANO CLASSE V C A.S. 2011/2012 Docente: Prof.ssa Agata Spoto Testo adottato: La Divina Commedia Nuova edizione integrale Autori: Alighieri Dante / Jacomuzzi

Dettagli

MODELLO DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE

MODELLO DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE LICEO GINNASIO JACOPO STELLINI Piazza I Maggio, 26-33100 Udine Tel. 0432 504577 Fax. 0432 511490 Codice fiscale 80023240304 e-mail: info@liceostellini.it - Indirizzo Internet: www.stelliniudine.gov.it

Dettagli

PERCORSI FORMATIVI TEMPO NORMALE corsi A-B-C( Villa S. Giuseppe) corsi E--G SEDE CENTRALE

PERCORSI FORMATIVI TEMPO NORMALE corsi A-B-C( Villa S. Giuseppe) corsi E--G SEDE CENTRALE PERCORSI FORMATIVI TEMPO NORMALE corsi A-B-C( Villa S. Giuseppe) corsi E--G SEDE CENTRALE Discipline o gruppi di discipline I classe II classe III classe Italiano 5 5 5 Storia + laboratorio di Cittadinanza

Dettagli

IIS FERMI GALILEI CIRIE TAVOLA DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE CLASSI: SECONDO BIENNIO INDIRIZZO LICEO SCIENTIFICO

IIS FERMI GALILEI CIRIE TAVOLA DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE CLASSI: SECONDO BIENNIO INDIRIZZO LICEO SCIENTIFICO MATERIA: ITALIANO IIS FERMI GALILEI CIRIE TAVOLA DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE CLASSI: SECONDO BIENNIO INDIRIZZO LICEO SCIENTIFICO A.S. 2013-2014 Competenze chiave trasversali di cittadinanza

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DEL DIPARTIMENTO DI LINGUE STRANIERE

PROGRAMMAZIONE DEL DIPARTIMENTO DI LINGUE STRANIERE PROGRAMMAZIONE DEL DIPARTIMENTO DI LINGUE STRANIERE Le linee programmatiche del Dipartimento, sulla base della tassonomia specificata nel Quadro Comune Europeo di Riferimento per le Lingue Straniere (1996)

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIPARTIMENTO LETTERE MODERNE 2013/2014

PROGRAMMAZIONE DIPARTIMENTO LETTERE MODERNE 2013/2014 PROGRAMMAZIONE DIPARTIMENTO LETTERE MODERNE 2013/2014 ITALIANO (BIENNIO CLASSICO E SCIENTIFICO) Obiettivi generali dell insegnamento della lingua italiana nel biennio sono: affinare le capacità espressive

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE QUINT... SERVIZI SOCIO-SANITARI

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE QUINT... SERVIZI SOCIO-SANITARI 1 di 5 23/01/2015 12.36 PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE QUINTO ANNO PROFESSIONALE SERVIZI SOCIO-SANITARI 1. QUINTO ANNO DISCIPLINA: Matematica DOCENTI : Provoli, Silva, Vassallo MODULI CONOSCENZE

Dettagli

Liceo linguistico REGINA MUNDI. «Chi non conosce le lingue straniere, non conosce nulla della propria» (Johann Wolfgang von Goethe)

Liceo linguistico REGINA MUNDI. «Chi non conosce le lingue straniere, non conosce nulla della propria» (Johann Wolfgang von Goethe) Liceo linguistico REGINA MUNDI «Chi non conosce le lingue straniere, non conosce nulla della propria» (Johann Wolfgang von Goethe) OBIETTIVI DEL LICEO LINGUISTICO Il percorso del liceo linguistico è indirizzato

Dettagli

CLASSI PIANO DI LAVORO PER L'INSEGNAMENTO DELLA RELIGIONE CATTOLICA INSEGNANTI. Proff.: Silvana Giacchè, Francesca Canestrari, Francesca Cecchini,.

CLASSI PIANO DI LAVORO PER L'INSEGNAMENTO DELLA RELIGIONE CATTOLICA INSEGNANTI. Proff.: Silvana Giacchè, Francesca Canestrari, Francesca Cecchini,. PIANO DI LAVORO PER L'INSEGNAMENTO DELLA RELIGIONE CATTOLICA CLASSI 4 e INSEGNANTI Proff.: Silvana Giacchè, Francesca Canestrari, Francesca Cecchini,. FINALITÀ GENERALI DELL I.R.C. Anno scolastico 2012/13

Dettagli