DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE"

Transcript

1 Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE CLASSE 5AA TECNICO DELL ABBIGLIAMENTO E DELLA MODA ANNO SCOLASTICO 2008/2009 VICENZA, 15 MAGGIO 2009 Accreditato dalla Regione Veneto per la Formazione Superiore Aut. n. A0410 D. n. 221 del 05/06/2006 Via Mora, Vicenza

2 ANNO SCOLASTICO 2008/2009 ISTITUTO PROF. LE DI STATO PER I SERVIZI SOCIALI B. MONTAGNA VI CLASSE 5AA TECNICO ABBIGLIAMENTO MODA N. ORE DESCRIZIONE DOCENTE 3 ITALIANO PERETTI CHIARA 2 STORIA PERETTI CHIARA 3 LINGUA STRANIERA FRANCESE CONDORELLI CRISTINA 3 MATEMATICA PIROLA ELENA 5 DISEGNO PROFESSIONALE LUCA BRUNO 4 STORIA DELL ARTE E DEL COSTUME MONTALBANO VINCENZO 5 TECNOLOGIE DI SETTORE CARRARO MANUELA 2 EDUCAZIONE FISICA FATTORI DANIELE 1 RELIGIONE CALLIPO MARIA ROSARIA SOSTEGNO: SCHIAFONE ISABELLA MASCIA DAMIANO TOTALE ORE: 28 COORDINATORE: CONDORELLI CRISTINA SEGRETARIO: FATTORI DANIELE ALUNNI: PILIEGO LUCREZIA FURLAN CLAUDIA

3 Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Elenco generale degli alunni della classe 5^A A Anno scolastico 2008/09 Alunno 1CADALDINI BEATRICE 2CARBONARA CHIARA MARIA 3CELI LAURA 4DAL CENGIO GRETA 5DE MANI SONIA 6FACIN ERIKA 7FURLAN CLAUDIA 8GIACOMONI ELENA 9IMBRIGLIATI ELISA 10KORANTENG PATRICIA ASABEA 11MAHMOOD ANNAM 12MENEGATO MARGHERITA 13MITROVIC DRAGAN 14MUAMETAJ ESJANA 15OMENETTO SILVIA 16PERIC JELENA 17PILIEGO LUCREZIA 18SCALCO GIULIA 19SPASOJEVIC IVANA 20SPILLER CHIARA 21TESSAROLI FRANCESCA 22TRAFORETTI GIULIA 23VENDRAMIN JESSICA 24VEZZARO LIA 25ZARAMELLA LISA

4 DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE (Regolamento, art. 5) Sistema Gestione Qualità D2-11 Revisione n.1 CLASSE: 5^ A DELLA MODA INDIRIZZO: TECNICO DELL ABBIGLIAMENTO E ANNO SCOLASTICO: 2008/2009 Coordinatore di Classe Prof.ssa: Cristina Condorelli 1. Presentazione sintetica della classe a) Storia del biennio conclusivo del corso di studi La classe è formata da 25 alunni (24 femmine, di cui 2 diversamente abili) ed 1 maschio. 23 provengono dalla classe 4A TAM e 2 (1 alunno ed 1 alunna) dalla 5A TAM 2007/2008. Al termine dello scrutinio, relativo all anno scolastico 2007/2008 (classe 4A TAM), 8 allieve sono state ammesse alla classe quinta dopo aver sanato i debiti formativi nella sessione delle prove di verifica di settembre; i debiti formativi erano presenti in Italiano, Matematica e Storia. b) Continuità didattica nel biennio Nel biennio post-qualifica non c è stata continuità didattica per Disegno Professionale c) Situazione di partenza della classe nell anno scolastico in corso La classe si presenta, nel complesso, sufficientemente interessata alle attività didattiche proposte ed il profitto risulta per alcuni quasi discreto e per il resto della classe globalmente sufficiente. Nel corso del corrente anno scolastico, una parte degli alunni ha manifestato difficoltà in alcune materie. 2. Obiettivi generali (Educativi e formativi) Nel corso del presente hanno scolastico la maggioranza degli alunni ha consolidato la capacità di: collaborare attivamente al processo di insegnamento - apprendimento sviluppare la capacità di socializzare in modo corretto essere tolleranti accettando gli altri sviluppare atteggiamenti di solidarietà nei confronti dei compagni bisognosi o in difficoltà usare il proprio tempo in modo consapevole e propositivo sviluppare la capacità di svolgere il proprio lavoro in modo responsabile rispettare orari e regole della vita comunitaria mantenendo un comportamento corretto nei confronti del Dirigente Scolastico, dei docenti, del personale ATA e dei compagni utilizzare con cura e responsabilità ambienti, strumenti e materiali scolastici essere flessibili nell affrontare situazioni nuove, adattandosi ai cambiamenti anche attraverso percorsi di auto apprendimento usare la lingua italiana nelle relazioni interpersonali con i docenti

5 utilizzare un linguaggio consono all'ambiente scolastico lavorare con metodo raccogliere, classificare, rielaborare e rappresentare dati con disegni, schemi, grafici e diagrammi relazionare su interventi ed attività discutendo un argomento con sufficiente chiarezza espositiva e corretto utilizzo della terminologia specifica individuare sequenze logiche operando collegamenti, confronti ed astrazioni semplici all interno di una stessa disciplina e tra discipline diverse 3. Conoscenze, competenze e capacità Per gli obiettivi cognitivi definiti si rimanda alle relazioni finali dei docenti delle singole discipline (All. A) 4. Attività extra, para, inter curricolari Progetto Intesa (biennio integrato post-qualifica) Figura professionale: Assistente tecnico alla ricerca e sviluppo del prodotto Ente di formazione Pia Società San Gaetano. Durata totale lezioni + stage: 600 ore. MODULI SVOLTI ORE Informatica 40 Org. Aziendale Legislazione del lavoro Marketing 24 Prevenzione e sicurezza in ambiente di lavoro 22 Qualità 20 Comunicazione: Microlingua (inglese), Psicologia e sociologia della moda, Sviluppo abilità (simulazioni 69 aziendali) Professionalizzante: Organizzazione ntec. Stilistica del campionario, Progettazione cad grafich e model styling, Industrializzazione del prodotto, Materiali, attrezzature e 169 macchine, Costi prodotto: analisi dei metodi di produzione. Esame e prove finali 16 Stage 240 TOTALE 600 Progetto orientamento Incontro di orientamento con Università di Padova Incontro aziende-studenti (Fiera di Vicenza) 04/12/2008 Progetto orientamento IUAV Treviso per 10 alunne /05/2009 (esame finale previsto per il 28/05/2009) Attività e riflessione sui risultati del Siqus Uscite didattiche Visita guidata alla mostra di George Barbier e di Isabelle Borchgrave ( Palazzo Mariano Fortuny) Visita guidata alla mostra I Capolavori Futuristi al Museo Peggy Guggenheim

6 Visita guidata a Palazzo Mariano Fortuny Visita guidata alla Peggy Guggenheim collection Visita guidata alla mostra di Roberto Capuccial Palazzo Fortuny Venezia Visita alla mostra sul Futurismo al MART di Rovereto Attività generali Indicazioni metodologiche di stesura e relativa ottobre-novembre 2008 correzione delle relazioni dello stage estivo fatte dai docenti di Italiano e Tutor 3^ Area Giochi di Archimede (4 alunne) Corso di formazione: Alterità e cultura di pace a Treviso 26/11/2008 (10 alunne) Giornata della memoria: film Il bambino con il pigiama a righe Attività teatrale nell ambito dell educazione alla salute (teatro comunale di Vicenza) 5. Criteri e strumenti della misurazione e della valutazione approvati dal Consiglio di Classe Nel valutare i docenti hanno adottato i seguenti indicatori adeguati alla formulazione dei giudizi e all attribuzione dei punteggi: dell impegno dimostrato della correttezza espositiva dei progressi effettivamente riscontrati rispetto alla situazione di partenza della capacità di analisi, sintesi e rielaborazione dei contenuti della capacità di operare collegamenti all interno della stessa disciplina e di discipline diverse conoscenza dei contenuti Le prove scritte di esercitazione sulle tipologie d esame sono state svolte in tre momenti nei mesi di febbraio, marzo ed aprile. Per quanto concerne la III prova scritta, questa ha, di volta in volta, coinvolto le discipline di Francese, Matematica, Storia, Storia dell Arte e Tecniche di Settore; sono state utilizzate le tipologie B e B+C. L esercitazione del colloquio sarà sperimentata nel prima settimana di giugno. Tutte le esercitazione sono state valutate seguendo le griglie, con gli indicatori allegati alle prove stesse e al presente documento. Esercitazione prove scritte sulle tipologie d esame Esercitazione n. 1 : 09/02/2009 I prova scritta 11/02/2009 II prova scritta 13/02/2009 III prova scritta (tipologia B + C): Francese, Storia dell Arte e del Costume, Tecniche di Settore, Storia)

7 Esercitazione n. 2: 23/03/2009 I prova scritta 26/03/2009 II prova scritta 27/03/2009 III prova scritta (tipologia A): Francese, Storia dell Arte e del Costume, Tecniche di Settore, Matematica). Esercitazione n. 3 20/04/2009 I prova scritta 22/04/2009 II prova scritta 27/04/2009 III prova scritta (tipologia B): Francese, Storia dell arte e del costume, Tecniche di settore, Matematica, Storia). Visti i risultati ottenuti, il consiglio di classe ritiene più idonea la tipologia B, la risposta breve, poichè permette ad ogni studente di esporre le conoscenze in suo possesso. Modalità di recupero in corso d anno: nel corso del presente anno scolastico, sono state intraprese attività di recupero in orario curricolare, in quasi tutte le materie e con sportelli disciplinari su richiesta degli studenti Per definire il livello di valutazione del profitto si è utilizzata la seguente tabella di Istituto: VOTO DESCRITTORE 2 Nessun elemento significativo per poter formulare un giudizio Scarsissima conoscenza anche degli argomenti fondamentali. Assenza di comprensione o incapacità di applicazione delle conoscenze 3 acquisite. Gravi e numerosi errori e confusione nella comunicazione scritta e orale. Conoscenza carente o frammentaria degli argomenti significativi, difficoltà di esposizione. 4 Comprensione limitata o difficoltà evidente nella applicazione degli argomenti fondamentali. Numerosi errori nella comunicazione scritta e orale. Conoscenza incompleta o superficiale, esposizione impacciata degli argomenti fondamentali. 5 Comprensione parziale con incertezze o limitata autonomia nell applicazione degli argomenti appresi. Errori nella comunicazione scritta e orale. Conoscenza sostanziale degli argomenti fondamentali anche se esposti con qualche inesattezza. 6 Capacità di cogliere gli aspetti essenziali degli argomenti trattati. Comprensione o applicazione corretta dei contenuti fondamentali Conoscenza abbastanza sicura degli argomenti ed esposizione chiara e corretta. 7 Capacità di cogliere le relazioni tra i contenuti trattati. Comprensione ed applicazione corretta degli argomenti richiesti. Conoscenza approfondita degli argomenti ed esposizione chiara, corretta, appropriata e personale. 8 Capacità di cogliere in maniera organica le relazioni tra i contenuti trattati. Comprensione e applicazione corretta ed autonoma degli argomenti richiesti. Conoscenza approfondita degli argomenti ed esposizione chiara, corretta, appropriata e personale. 9 Capacità di padroneggiare argomenti e problematiche complesse e di organizzare le conoscenze sapendo operare gli opportuni collegamenti interdisciplinari. 10 Livelli e capacità del descrittore precedente con caratteristiche di eccezionalità.

8 Per le prove strutturate o semistrutturate ed in particolare per le esercitazioni sulle prove scritte d esame si è utilizzata la seguente tabella di conversione: Punteggio % Voto in decimi Voto in quindicesimi 0% 2 1 <31% % - 37% 3,5 5 38% - 44% % - 50% 4,5 7 51% - 56% % - 61% 5,5 9 62% - 66% % - 71% 6, % - 76% % - 80% 7,5 (12,5) 81% - 84% % - 88% 8,5 (13,5) 89% - 92% % - 96% 9,5 (14,5) 97% - 100% Per la valutazione della condotta, vedi allegato al presente documento. Data 06/05/2009 Firma del coordinatore Firma del Preside In allegato: n. 9 All. A n. 1 All. B n. 9 programmi e 2 relazioni finali relativi alle alunne diversamente abili Elenco alunni Elenco docenti del C.d.C. Documento di proprietà dell I.P.S.S.. Bartolomeo Montagna di Vicenza. Riproduzione vietata. Tutti i diritti sono riservati.

9 AREA PROFESSIONALIZZANTE

10 Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Area professionalizzante dell indirizzo Abbigliamento e Moda Assistente tecnico alla ricerca e sviluppo del prodotto e capace di gestire, programmare e operare concretamente nella costruzione dei campionari di varie tipologie di prodotto; e capace di interagire tra le diverse funzioni aziendali del comparto (campionari, prodotto, controllo qualità, costruzione prototipi) è in grado di rivestire un ruolo qualificante all interno del sistema aziendale. Lo specializzato opera in piccole medie, grandi aziende con competenze tecnico progettuali nell'ambito del settore abbigliamento. Articolazione del percorso I annualità del biennio: aree disciplinari Ore Informatica 20 Org.Az. Legislazione del lavoro Marketing 12 Prevenzione e sicurezza in ambiente di lavoro 10 Qualità 10 Comunicazione: Microlingua, Psicologia e sociologia della moda, Sviluppo abilità (simulazioni aziendali) 1 35 Professionalizzante: Organizzazione tecn. stilistica del campionario 1; Progettazione cad graphic e model styling, Industrializzazione del prodotto 1 Materiali - attrezzature e macchine 1, Costi prodotto - analisi dei metodi di produzione 1 84 II annualità del biennio: aree disciplinari Informatica 20 Org.Az. Legislazione del lavoro Marketing 12 Prevenzione e sicurezza in ambiente di lavoro 12 Qualità 10 Comunicazione Microlingua 2 Psicologia e sociologia della moda 2 Sviluppo abilità (simulazioni aziendali) 2 34 Professionalizzante Organizzazione tecn. stilistica del campionario 2, Progettazione cad graphic e model styling 2, Industrializzazione del prodotto 2, Materiali - attrezzature e macchine 2, Costi prodotto - analisi dei metodi di produzione 2 85 Esame e prove finali 16 Stage 240 Totale 600

11 ALLEGATO A RELAZIONE DEI DOCENTI E PROGRAMMI SVOLTI

12 RELAZIONE FINALE DEL DOCENTE Sistema Gestione Qualità D2-11/a Revisione n.1 ALL. A MATERIA ITALIANO Prof. CHIARA PERETTI classe e indirizzo 5^ A TAM anno scolastico 2008/09 CONOSCENZE Conoscenze linguistiche conoscenza delle strutture morfologiche sintattiche essenziali conoscenza delle caratteristiche delle tipologie testuali principali: relazione, saggio breve, articolo di giornale, testo argomentativo conoscenza delle caratteristiche fondameni specialistici Conoscenze letterarie caratteri principali del Realismo Naturalismo e Verismo caratteri principali del Decadentismo l evoluzione del romanzo: il romanzo della crisi l evoluzione della lirica tra Ottocento e Novecento: la lirica simbolista francese, la poesia italiana, le avanguardie, alcuni autori del novecento italiano COMPETENZE Competenze linguistiche esporre con correttezza e coerenza un argomento produrre testi rispondenti alle tipologie previste per l Esame di Stato: analisi e comprensione del testo, saggio breve, articolo di giornale, tema espositivo e argomentativo applicare procedimenti di analisi a testi letterari ed extraletterari Competenze letterarie applicare procedimenti di analisi di un testo narrativo e poetico collocare contestualmente un movimento, un autore, un opera operare confronti e collegamenti tra elementi della poetica di un autore, tra autori di uno stesso periodo storico- letterario, tra autori e movimenti diversi nell ambito della storia della letteratura studiata CAPACITÀ

13 instaurare semplici relazioni logiche fra nozioni di discipline diverse saper organizzare i risultati della ricerca fruire i testi a diversi livelli: informativo, psicologico, estetico CONTENUTI DISCIPLINARI E TEMPI DI REALIZZAZIONE Obiettivi: conoscere il quadro storico e il contesto politico-economico-culturale di un periodo letterario conoscere le caratteristiche di un periodo storico-letterario conoscere le caratteristiche di un genere letterario in uno specifico contesto storico riconoscere l evoluzione di un genere letterario saper contestualizzare storicamente e culturalmente un autore, un opera, correnti, movimenti e tendenze letterarie conoscere la biografia e la produzione letteraria di un autore saper riconoscere la funzione della letteratura, i modi della produzione e diffusione del prodotto letterario conoscere i centri e i luoghi della produzione letteraria e culturale individuare attraverso l analisi testuale le analogie e le differenze tematiche e stilistiche di uno stesso autore e/o tra autori e movimenti diversi individuare i mutamenti nelle idee e nella tipologia testuale applicare strumenti di analisi tematica e stilistica di un testo narrativo, letterario e di un testo poetico Periodo 1 Modulo: Il romanzo realista tra Naturalismo e Verismo- brani antologici settembre/ottobre Flaubert, Madame Bovary, romanzo, e approfondimento con visione film di Chabrol, 1991 Verga, la vita e le opere Le strategie narrative del Verga La visione della vita nella narrativa del Verga Vita dei campi I Malavoglia Novelle rusticane Mastro-don Gesualdo 2 Modulo: la poesia della fine dell Ottocento Il Simbolismo francese Baudelaire, I fiori del male: Corrispondenze Verlaine - Arte poetica 3 Modulo: Il Decadentismo novembre/dicembre Affresco di un epoca Il primo novecento

14 Nietzsche: Dio è morto Le avanguardie storiche Marinetti: Manifesto del Futurismo Tzara: Per fare una poesia dadaista Le riviste letterarie italiane Papini: da Lacerba Un foglio stonato, urtante, spiacevole e personale Espressioni poetiche I crepuscolari Il ruolo del poeta Corazzini- Desolazione del povero poeta sentimentale Palazzeschi- Chi sono? - E lasciatemi divertire 3 Modulo: Ritratto d autore due poeti a confronto gennaio/febbraio Pascoli, la vita, le opere, la poetica Il fanciullino Myricae: l Assiuolo - Temporale - Il Lampo - Il Tuono Canti di Castelvecchio: La mia sera D Annunzio, la vita e le opere, la poetica Laudi del cielo, della terra, del mare, degli eroi: La sera fiesolana- La pioggia nel pineto Il romanzo della crisi Il Piacere: Una guarigione incerta La critica: La musicalità di D Annunzio 4 Modulo: Ritratto d Autore Pirandello marzo/aprile La vita e le opere Il pensiero e la poetica - La visione dell esistenza - La rivoluzione teatrale L umorismo: Il sentimento del contrario Novelle per un anno: La patente - Il treno ha fiaschiato Il fu Mattia Pascal : Cambio treno Uno, nessuno, centomila : Filo d aria 5 Modulo: Incontro con un opera - La coscienza di Zeno Svevo e la sua epoca Svevo, La coscienza di Zeno: L ultima sigaretta - Un rapporto conflittuale - Una seduta spiritica L inettitudine di Zeno 6 Modulo: La poesia italiana del Novecento aprile /maggio Alcuni autori Biografia e opere L ermetismo Ungaretti, L allegria: San Martino del Carso - Mattina - Soldati - Fratelli

15 Saba, Il Canzoniere: la capra - A mia moglie - Ulisse Quasimodo, Acque e terre: Ed è subito sera Giorno dopo giorno: Alle fronde dei salici Montale, Ossi di seppia: Meriggiare pallido e assorto- Spesso il male di vivere ho incontrato Le occasioni: Non recidere, forbice quel volto 7 Modulo: Caratteri principali e significativi del romanzo del secondo Novecento Il neorealismo Nota bene: per la lettura e la conoscenza di un opera letteraria di autori italiani o stranieri si rimanda al lavoro individuale di approfondimento della tesina presentata dagli alunni per il colloqio Ore effettivamente svolte dal docente nell intero anno scolastico 95 METODOLOGIE Lezione frontale, lezione dialogata, analisi di testi letterari e non letterari, lettura e analisi di articoli di quotidiani e riviste, dibattiti guidati, ricerche e relazioni, approfondimenti individuali e collettivi, ricevimento dei genitori MATERIALI DIDATTICI Libro di testo: M. Sambugar, G. Salà, LIEM, Vol. N 1, La Nuova Italia M. Sambugar, G. Salà, LIEM, Vol. N 2, La Nuova Italia TIPOLOGIE DELLE PROVE DI VERIFICA UTILIZZATE Verifiche scritte e orali, verifiche strutturate e semistrutturate, questionari, produzione di testi e simulazioni di prima prova, secondo le tipologie A,B,C,D, dell Esame di Stato ( analisi e comprensione del testo, saggio breve, articolo di giornale, svolgimento della traccia di un tema a carattere generale) e di terza prova Sono allegati al documento del Consiglio di classe i seguenti esempi delle prove e delle verifiche effettuate, con griglie di correzione e valutazione: simulazione di prima prova: 9 febbr, 23 marzo, 20 aprile simulazione di terza prova: 13 febbr, 27 aprile Firma del docente Chiara Peretti Data, 6 maggio 2009 Documento di proprietà dell I.P.S.S.. Bartolomeo Montagna di Vicenza. Riproduzione vietata. Tutti i diritti sono riservati.

16 RELAZIONE FINALE DEL DOCENTE Sistema Gestione Qualità D2-11/a Revisione n.1 ALL. A MATERIA STORIA Prof. CHIARA PERETTI classe e indirizzo 5^ A TAM anno scolastico 2008/09 CONOSCENZE conoscenza dei principali fatti storici e politici, economici e sociali dell unificazione italiana conoscenza dei principali avvenimenti italiani ed europei dalla fine dell Ottocento alla prima metà del Novecento la prima Guerra Mondiale, il dopoguerra e il ruolo degli USA conoscenza delle ideologie e dei movimenti politici più rappresentativi della seconda metà dell Ottocento e del Novecento aspetti caratterizzanti i regimi totalitari europei la seconda guerra mondiale il dopoguerra in Italia e in Europa COMPETENZE utilizzare con sufficente proprietà i termini specifici del linguaggio della disciplina utilizzare schemi causali per spiegare fatti storici riconoscere e descrivere i principali avvenimenti storici dei periodi studiati saper analizzare le relazioni economiche, sociali, politiche, culturali dei periodi storici studiati CAPACITÀ usare carte storiche per individuare localizzazioni, contestualizzazioni, relazioni spaziali di fatti storici rielaborare le conoscenze acquisite con sufficiente chiarezza effetture connessioni e confronti fra eventi e problematiche formulare un giudizio critico personale su fatti storici analizzare e comprendere un testo storico

17 CONTENUTI DISCIPLINARI E TEMPI DI REALIZZAZIONE Periodo 1 Modulo: I problemi dell Italia unita settembre/ ottobre - la politica dei governi della Destra - l annessione del Veneto - la questione romana - i governi della sinistra - la politica estera della sinistra 2 Modulo: La seconda rivoluzione industriale - caratteristiche dell espansione economica - la diffusione del socialismo - la Chiesa di fronte alla questione sociale 3 Modulo: Scenari mondiali tra Ottocento e Novecento novembre / dicembre - colonialismo e imperialismo - fine dell eurocentrismo - spartizione coloniale dell Africa - economia e imperialismo negli USA - luci ed ombre della Belle époque - un nuovo sistema di alleanze - conflitti e crisi fra gli stati europei 4 Modulo: L Italia giolittiana gennaio / febbraio - lo sviluppo industriale dell Italia e la politica sociale di Giolitti - la politica interna di Giolitti - la politica estera e la guerra in Libia 5 Modulo: La Prima Guerra mondiale - cause della guerra - l intervento dell Italia - il 1917 e la rivoluzione russa - la fine del conflitto - il dopoguerra e il nuovo scenario mondiale - i mandati : la questione arabo-israeliana 6 Modulo: Il fascismo febbraio / marzo - il biennio rosso e la vittoria mutilata - i partiti politici - il fascismo al potere

18 - la dittatura - il regime fascista, la propaganda, il consenso - la politica interna - la politica estera 7 Modulo: Democrazie e totalitarismi Aprile / maggio - il nuovo ruolo degli USA e la crisi del 29 - la presa del potere di Hitler - il nazismo - l antisemitismo - lo stalinismo - la guerra civile spagnola - l Europa verso la guerra 8 Modulo: La Seconda Guerra Mondiale - la prima fase della guerra - l Italia in guerra - la seconda fase - il crollo del Fascismo - l armistizio - la resistenza - la fine della guerra 9 Modulo: il dopoguerra - la Costituzione - la ricostruzione - il mondo diviso - la guerra fredda 10 Modulo: scenari mondiali - la comunità europea - il 68 - il crollo del muro di Berlino Approfondimenti tematici sulla Prima Guerra Mondiale: Film: - La Grande Guerra di M. Monicelli (1959) - Uomini contro di F. Rosi (1970) Approfondimenti tematici: - Importanza della risorsa dell acqua - La Costituzione - Integrazione culturale - Razzismo

19 Nota bene: alcuni argomenti, che appartengono alla Storia del secondo Novecento, sono approfonditi individualmente dagli alunni nelle tesine preparate per il colloquio, secondo un approccio interdisciplinare ore effettivamente svolte dal docente nell intero anno scolastico 46 METODOLOGIE : Lezione frontale, lezione dialogata, ricerche e approfondimenti individuali e collettivi, riassunti, relazioni, questionari, lettura di brani letterari, lettura del giornale, analisi di articoli di quotidiani e riviste, discussioni e dibattiti, ricevimento genitori; nel corso dell anno scolastico è stato attivata l attività di sportello a richiesta, per approfondimenti e potenziamento didattico. MATERIALI DIDATTICI il testo adottato: A. Brancati, T. Pagliarani, Dialogo con la Storia, vol. 2 l Ottocento, La Nuova Italia A. Brancati, T. Pagliarani, Dialogo con la Storia, vol.3 Il Novecento, La Nuova Italia TIPOLOGIE DELLE PROVE DI VERIFICA UTILIZZATE: Verifiche scritte e orali, esercitazioni e produzione di testi secondo la tipologia prevista dall Esame di Stato ( articolo di giornale, saggio breve, analisi del testo, testi espositivi e argomentativi), prove strutturate con domande aperte, semistrutturate, analisi di testi storici. Sono allegati al documento del Consiglio di classe i seguenti esempi delle prove e delle verifiche effettuate: N 3 simulazioni di Prima Prova: 9 febbr, 23 marzo, 20 aprile N 2 prove di verifica di Terza prova: 13 febbr, 27 aprile data, 6 maggio 2009 Firma del docente Chiara Peretti Documento di proprietà dell I.P.S.S.. Bartolomeo Montagna di Vicenza.

20 RELAZIONE FINALE DEL DOCENTE Sistema Gestione Qualità D2-11/a Revisione n.1 ALL. A MATERIA Lingua Francese Prof. Cristina Condorelli classe e indirizzo_ V A AM anno scolastico 2008/09 CONOSCENZE Gli allievi conoscono: le strutture linguistiche (morfologia e sintassi semplice), i contenuti linguistici di base, il lessico settoriale adeguato, le funzioni comunicative, la microlingua riguardante la qualifica e riconoscono i vari registri linguistici anche specifici dell'indirizzo. Gli allievi possiedono, inoltre, una discreta conoscenza della civiltà soprattutto gli aspetti riguardanti la storia dell arte e il settore della moda. COMPETENZE La classe ha acquisito competenze a livelli diversi. Alcuni alunni comprendono in modo più che sufficiente il senso di enunciati su argomenti noti, sono in grado di relazionare su di essi e seguire una conversazione. Altri invece, si esprimono in maniera più personale, usando un vocabolario adeguato alla situazione comunicativa riconoscendo la funzione dei vari argomenti che stanno leggendo. Sanno produrre messaggi scritti utilizzando abbastanza correttamente anche in situazioni nuove, le strutture e il lessico appresi,sanno rispondere a questionari e riassumere brani di civiltà e specifici alla qualifica ( arte e moda ). CAPACITÀ La maggior parte degli allievi comprende, analizza ed espone oralmente in modo discreto documenti autentici di vario genere con particolare riferimento al settore specifico dell'indirizzo, utilizzando un lessico di base e,se necessario, la microlingua. Altri, invece, utilizzano i contenuti linguistici e le funzioni comunicative di base applicati anche al contesto specifico dell'indirizzo, analizzano documenti autentici di vario genere con particolare riferimento alla qualifica e dimostrano, inoltre, una certa correttezza espositiva. Rielaborano discretamente anche le conoscenze applicando in modo sufficientemente autonomo le competenze acquisite.

21 1. CONTENUTI DISCIPLINARI E TEMPI DI REALIZZAZIONE ESPOSTI PER 1 Unità didattiche e/o 2 Moduli e/o 3 Percorsi formativi ed 4 Eventuali approfondimenti U.D. Modulo Percorso Formativo - approfondimento Modulo 1 - Grammatica 1 Periodo Sett / ott. /08 Apprendimento dell'uso dei tempi : modo indicativo (tutti i tempi) e Congiuntivo presente. Modulo 2 - Grammatica 2 Nov./08 Riconoscere e applicare c'est o il est. Differenze ed uso dei pronomi relativi. Modulo 3 - Grammatica 3 Dic./08 Esprimere ipotesi, concatenare i fatti. Modulo 4 - Grammatica 4 Gen. /09 Riconoscere/ esprimere informazioni / idee indefinite. Modulo 5 - Civilisation 1 Sett./ott./08 Leggere e saper relazionare su alcuni aspetti della moda. Le vetement masculin futuriste.( Manifesto Futurista) Modulo 6 - Civilisation 2 Nov./Dic/08 Leggere e relazionare su alcuni testi riguardanti alcuni stilisti francesi : Paul Poiret - C.Chanel - C. Dior - Yves Saint Laurent - E. Schiaparelli Modulo 7 - Civilisation 3 Gen./feb./ mar./09 Leggere e relazionare sulle correnti artistiche tra l'800 e il '900: L' Art Nouveau La Belle Epoque- La Belle Epoque dans la mode Les Expositions universelles L'Impressionisme - Le Futurisme- Le cubisme orphique Descrizione di alcuni quadri di pittori appartenenti ai seguenti movimenti artistici : L'impressionisme: P.A.Renoir (vita) - opera :La Liseuse E.Degas (vita) - opera : La Danseuse de 14 ans.

22 C.Monet ( vita) Le Post-impressionisme: P.Signac (vita) - opera : Les modistes. P. Gauguin (vita) - opera: Arearea. V.Van Gogh (vita) Le Futurisme: S.Delaunay (vita) Modulo 8 - Civilisation 4 Leggere e relazionare su alcuni testi riguardanti alcuni simboli architettonici di Parigi: le Grand Louvre, La Pyramide, la Tour Eiffel, la Gare d'orsay, Beaubourg. Apr./09 Modulo 9 - Civilisation 5 Lexique :l'habillement,les bijoux,les accessoires,le maquillage - Modulo 10- Civilisation 6 Ricerca personale, in lingua francese, di uno stilista italiano ( a scelta) e descrizione di alcuni modelli. Mag./09 Modulo 10 - Civilisation 6 Fraseologia: l avion,le train, l hotel,le café, les magasins, le restaurant. Ore effettivamente svolte dal docente fino al 15/05/ METODOLOGIE (lezione frontale, gruppi di lavoro, processi individualizzati, attività di recupero-sostegno e integrazione, ecc.): Sono state effettuate lezioni frontali con frequenti momenti di dialogo. Sono state effettuate attività di recupero puntuali durante le lezioni. E stato effettuato un corso di recupero per sanare i debiti del primo quadrimestre. 3. MATERIALI DIDATTICI (Testo adottato, orario settimanale di laboratorio, attrezzature, spazi, biblioteca tecnologie audiovisive e/o multimediali, ecc.): Testi adottati : Edisco- Fiches de grammaire Dispensa personale riguardante la moda, l arte e la civiltà francese.

23 4.TIPOLOGIE DELLE PROVE DI VERIFICA UTILIZZATE Specificare: (prove scritte, verifiche orali, test oggettivi, prove grafiche, prove di laboratorio, ecc.): Verifiche scritte: prove strutturate e questionari su testi a risposte aperte. Gli alunni hanno sempre utilizzato il dizionario di lingua francese durante le prove di verifica e di simulazione. Verifiche orali, interrogazioni e valutazioni orali. A disposizione della commissione sono depositati in segreteria i seguenti esempi delle prove e delle verifiche effettuate: 1 Quadrimestre: Prova N.1 "La télévision française" ( ott./08) Prova N.2 "La Révolution impressioniste" (nov./08) Prova N.3 "Un jeune styliste monte son premier défilé "(dic./08) 2 Quadrimestre: Simulazioni 3a prova Esame di Stato. Prova N.1 Toulouse Lautrec ( febbraio. 09 ) Prova N.2 " H. Guimard" ( marzo.09) Prova N.3 " S.Delaunay" ( aprile 09) data_9/05/2009 Firma del docente Documento di proprietà dell I.P.S.S.. Bartolomeo Montagna di Vicenza. Riproduzione vietata. Tutti i diritti sono riservati.

MOD.1 L ETÀ DEL SIMBOLISMO E DEL DECADENTISMO

MOD.1 L ETÀ DEL SIMBOLISMO E DEL DECADENTISMO PROGRAMMA DI ITALIANO CLASSE 5 PASTICCERIA MOD.1 L ETÀ DEL SIMBOLISMO E DEL DECADENTISMO Inquadramento storico culturale: la crisi del Positivismo La poesia simbolista in Francia. C. Baudelaire Da I Fiori

Dettagli

LINGUA E LETTERATURA ITALIANA

LINGUA E LETTERATURA ITALIANA I.I.S. FEDERICO II DI SVEVIA LICEO SCIENTIFICO - OPZIONE SCIENZE APPLICATE - MELFI - PIANO DI LAVORO ANNUALE LINGUA E LETTERATURA ITALIANA CLASSE V AA A.S. 2015/2016 PROF.SSA VIOLANTE RIZZO FINALITÀ SPECIFICHE

Dettagli

Poesia narrativa cavalleresca: Ariosto e Tasso. Dante, Divina Commedia: selezione di canti e/o brani dell Inferno*

Poesia narrativa cavalleresca: Ariosto e Tasso. Dante, Divina Commedia: selezione di canti e/o brani dell Inferno* Programmazione di Dipartimento (Area 1) Lettere Programmazione di Lingua Letteratura Italiana Liceo delle Scienze Umane, Liceo Linguistico II Biennio A. S. 2013-2014 Programmazione disciplinare per anno

Dettagli

PROGRAMMA di Storia dell Arte. Prof. Carlo Bianchi

PROGRAMMA di Storia dell Arte. Prof. Carlo Bianchi ESAMI DI STATO SESSIONE ORDINARIA 2012/2013 CLASSE V SEZIONE B. PROGRAMMA di Storia dell Arte Prof. Carlo Bianchi Libro/i di testo in adozione: Itinerario nell Arte. Autori: Cricco-Di Teodoro Editore:

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Classe: QUINTA B A.S. 2015 / 2016 ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Classe: QUINTA B A.S. 2015 / 2016 ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO Disciplina: ITALIANO Classe: QUINTA B A.S. 2015 / 2016 Docente: DALLA VECCHIA MARIA TERESA ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO La classe è composta da diciotto alunni, di cui undici femmine e sette

Dettagli

Indirizzo: TURISMO. Classe: QUARTA AT BT. Disciplina: ARTE E TERRITORIO TRIENNIO. Competenze disciplinari:

Indirizzo: TURISMO. Classe: QUARTA AT BT. Disciplina: ARTE E TERRITORIO TRIENNIO. Competenze disciplinari: Indirizzo: TURISMO Classe: QUARTA AT BT Disciplina: ARTE E TERRITORIO prof. ssa DANIELA GERONI Competenze disciplinari: COMPETENZE 1. Individuare i rapporti intercorrenti tra uomo, ambiente, economia nazionale

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO STATALE Giordano BRUNO Piano di lavoro della classe prima G A.S. 2010/2011 Docente Mariarosa MAZZA

LICEO SCIENTIFICO STATALE Giordano BRUNO Piano di lavoro della classe prima G A.S. 2010/2011 Docente Mariarosa MAZZA LICEO SCIENTIFICO STATALE Giordano BRUNO Piano di lavoro della classe prima G A.S. 2010/2011 Docente Mariarosa MAZZA OBIETTIVI IN TERMINI DI CONOSCENZE,COMPETENZE E CAPACITA La classe deve apprendere le

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Classe: 5A SIA A.S. 20015/16 ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Classe: 5A SIA A.S. 20015/16 ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO Disciplina: MATEMATICA Classe: 5A SIA A.S. 20015/16 Docente: POLONIO NADIA ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO La classe risponde adeguatamente alle proposte formative, e lavora in modo disciplinato,

Dettagli

collaborare attivamente al processo di insegnamento apprendimento

collaborare attivamente al processo di insegnamento apprendimento Disciplina: FRANCESE Classe: 3 A SIA A.S. 2015/2016 Docente: Prof.ssa Maria Claudia Signorato ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO La componente classe che studia il francese è rappresentata da 6

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Classe: 1A A.S 2014/2015

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Classe: 1A A.S 2014/2015 Disciplina: Informatica, applicazioni gestionali Classe: 1A A.S 2014/2015 Docente: Prof. Renata Ambrosi ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO La classe è composta da 27alunni; 5 maschi e 22 femmine.

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE ITALIANO SECONDO BIENNIO E QUINTO ANNO

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE ITALIANO SECONDO BIENNIO E QUINTO ANNO PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE ITALIANO SECONDO BIENNIO E QUINTO ANNO Anno scolastico 2015-2016 1 Obiettivi disciplinari minimi metacognitivi - acquisizione della consapevolezza delle proprie strategie di

Dettagli

PROGRAMMA CONSUNTIVO

PROGRAMMA CONSUNTIVO PAGINA: 1 PROGRAMMA CONSUNTIVO A.S. 2013/14 SCUOLA: Liceo linguistico Manzoni DOCENTE: Elena Bordin MATERIA: Italiano Classe: V Sezione: M OBIETTIVI: COGNITIVI (Conoscenze, competenze): Riconoscere i sottocodici

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO CLASSE QUINTA (INGLESE E FRANCESE) e LICEO CLASSICO CLASSE TERZA (INGLESE)

LICEO SCIENTIFICO CLASSE QUINTA (INGLESE E FRANCESE) e LICEO CLASSICO CLASSE TERZA (INGLESE) LICEO SCIENTIFICO CLASSE QUINTA (INGLESE E FRANCESE) e LICEO CLASSICO CLASSE TERZA (INGLESE) OBIETTIVI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO Lo studente acquisisce competenze linguistico-comunicative corrispondenti

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DEL DIPARTIMENTO DI STORIA TRIENNIO Anno Scolastico 2014-15

PROGRAMMAZIONE DEL DIPARTIMENTO DI STORIA TRIENNIO Anno Scolastico 2014-15 PROGRAMMAZIONE DEL DIPARTIMENTO DI STORIA TRIENNIO Anno Scolastico 04-5 Competenze previste Abilità dello studente Conoscenze sapersi orientare sui concetti generali relativi alle istituzioni statali,

Dettagli

PROGRAMMA SVOLTO Sede di Bardolino

PROGRAMMA SVOLTO Sede di Bardolino Anno Scolastico PROGRAMMA SVOLTO Sede di Bardolino 2012-2013 Classe: V D Sezione TURISTIC O Docente: Disciplina: Pericolosi Walter Italiano e storia Descrizione: PROGRAMMA DI ITALIANO Modulo 1 L età del

Dettagli

Programma delle singole materie

Programma delle singole materie Programma delle singole materie Materia: Storia dell'arte Anno scolastico 2011-2012 Libro di testo Comunicarte, Omar Calabrese, Ed. Le Monnier, (voll. 5 e 6) Altri strumenti didattici Proiettore; L.I.M.;

Dettagli

ITI Faraday Programmazione individuale Lettere (italiano e storia) Docente: Stefano Marmigi Anno scolastico 2015/2016 Classe 4AIS

ITI Faraday Programmazione individuale Lettere (italiano e storia) Docente: Stefano Marmigi Anno scolastico 2015/2016 Classe 4AIS 1 ITI Faraday Programmazione individuale Lettere (italiano e storia) Docente: Stefano Marmigi Anno scolastico 2015/2016 Classe 4AIS SCANSIONE MODULARE DEL PERCORSO DIDATTICO Materia Italiano e Storia Modulo

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO STATALE "G.B.QUADRI" VICENZA DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE (Regolamento, art.5; O. M. 38 art.6) Anno scolastico 2014-2015

LICEO SCIENTIFICO STATALE G.B.QUADRI VICENZA DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE (Regolamento, art.5; O. M. 38 art.6) Anno scolastico 2014-2015 LICEO SCIENTIFICO STATALE "G.B.QUADRI" VICENZA DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE (Regolamento, art.5; O. M. 38 art.6) Anno scolastico 2014-2015 RELAZIONE FINALE DEL DOCENTE All. A Classe: 5 C Indirizzo:

Dettagli

ANALISI DELLA SITUAZIONE LIVELLO COGNITIVO

ANALISI DELLA SITUAZIONE LIVELLO COGNITIVO Disciplina: Telecomunicazioni Classe: A.S. 2014-2015 3^ AI (ITT) Docente: Codocente: Prof. Zicaro Rosario Damiano Prof. Zipoli Roberto ANALISI DELLA SITUAZIONE LIVELLO COGNITIVO La classe è formata da

Dettagli

TESTI IN ADOZIONE : Marina Polacco, Pierpaolo Eramo, Francesco De Rosa Letteratura Terzo Millennio Voll 2, 3.1, 3.2 Casa Editrice: Loescher

TESTI IN ADOZIONE : Marina Polacco, Pierpaolo Eramo, Francesco De Rosa Letteratura Terzo Millennio Voll 2, 3.1, 3.2 Casa Editrice: Loescher PERCORSO DISCIPLINARE ITALIANO DOCENTE: prof.ssa Maria Siliquini DISCIPLINA: ITALIANO CONTENUTI DISCIPLINARI SVILUPPATI TESTI IN ADOZIONE : Marina Polacco, Pierpaolo Eramo, Francesco De Rosa Letteratura

Dettagli

Liceo Marie Curie (Meda) Scientifico Classico Linguistico

Liceo Marie Curie (Meda) Scientifico Classico Linguistico Liceo Marie Curie (Meda) Scientifico Classico Linguistico PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE a.s. 2015/16 5^ AS CLASSE Indirizzo di studio Liceo Scientifico Docente Disciplina Prof.ssa Giuliana

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DI ITALIANO STORIA E GEOGRAFIA TERZA C

PROGRAMMAZIONE DI ITALIANO STORIA E GEOGRAFIA TERZA C PROGRAMMAZIONE DI ITALIANO STORIA E GEOGRAFIA TERZA C Insegnante : Piera Buono ITALIANO : obiettivi COMPRENSIONE DELLA LINGUA ORALE - prestare attenzione in situazione di ascolto - individuare gli elementi

Dettagli

Programmazione Attività del Consiglio di Classe (2 Biennio e 5 anno) Anno Scolastico 2015/2016. Docenti: Disciplina: Firma: 1. Analisi della Classe:

Programmazione Attività del Consiglio di Classe (2 Biennio e 5 anno) Anno Scolastico 2015/2016. Docenti: Disciplina: Firma: 1. Analisi della Classe: Programmazione Attività del Consiglio di Classe (2 Biennio e 5 anno) Anno Scolastico 2015/2016 Consiglio della Classe Sez. Indirizzo Scenografia Coordinatore: Data di approvazione: Docenti: Disciplina:

Dettagli

DIPARTIMENTO DI LETTERE DEL LICEO CLASSICO NICOLA SPEDALIERI PROGRAMMAZIONE DI ITALIANO ANNO SCOLASTICO 2010-2011 TRIENNIO

DIPARTIMENTO DI LETTERE DEL LICEO CLASSICO NICOLA SPEDALIERI PROGRAMMAZIONE DI ITALIANO ANNO SCOLASTICO 2010-2011 TRIENNIO DIPARTIMENTO DI LETTERE DEL LICEO CLASSICO NICOLA SPEDALIERI PROGRAMMAZIONE DI ITALIANO ANNO SCOLASTICO 2010-2011 TRIENNIO Competenze d ingresso Gli alunni, al termine del percorso formativo del biennio,

Dettagli

DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE (AI SENSI DELL ARTICOLO 5 Legge n. 425 10/12/1997) ALLEGATO B RELAZIONE SULLE ATTIVITA PLURIDISCIPLINARI

DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE (AI SENSI DELL ARTICOLO 5 Legge n. 425 10/12/1997) ALLEGATO B RELAZIONE SULLE ATTIVITA PLURIDISCIPLINARI ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE LEON BATTISTA ALBERTI Via A. Pillon 4-35031 ABANO T. (PD) - Tel 049 812424 - Fax. 049 810554 Distretto n. 45 Padova ovest - C. F. 80016340285 Sito: www.lbalberti.it - E-Mail:

Dettagli

CLASSI PRIME PROGRAMMAZIONE DI ITALIANO. Conoscenze

CLASSI PRIME PROGRAMMAZIONE DI ITALIANO. Conoscenze PROGRAMMAZIONE DI ITALIANO CLASSI PRIME Conoscenze Il sistema e le strutture fondamentali della lingua italiana ai diversi livelli: fonologia, ortografia, morfologia, sintassi del verbo. Le strutture della

Dettagli

Dipartimento di Lettere (Coordinatore: prof. Maria Elisa Tessarin)

Dipartimento di Lettere (Coordinatore: prof. Maria Elisa Tessarin) Dipartimento di Lettere (Coordinatore: prof. Maria Elisa Tessarin) PROGRAMMAZIONE GENERALE DI ITALIANO PROGRAMMAZIONE DI ITALIANO 1 biennio, 2 biennio, 5 anno. Conoscenze disciplinari Conoscere le strutture

Dettagli

OBIETTIVI FORMATIVI GENERALI DELLE DISCIPLINE LETTERARIE

OBIETTIVI FORMATIVI GENERALI DELLE DISCIPLINE LETTERARIE ISTITUTO PROFESSIONALE STATALE PER I SERVIZI ALBERGHIERI E DELLA RISTORAZIONE PREMESSA GENERALE AI PROGRAMMI DI MATERIE LETTERARIE BIENNIO POST-QUALIFICA OBIETTIVI FORMATIVI GENERALI DELLE DISCIPLINE LETTERARIE

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO STATALE "G.B.QUADRI" VICENZA DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE (Regolamento, art.5; O. M. 38 art.6) Anno scolastico 2014-2015

LICEO SCIENTIFICO STATALE G.B.QUADRI VICENZA DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE (Regolamento, art.5; O. M. 38 art.6) Anno scolastico 2014-2015 LICEO SCIENTIFICO STATALE "G.B.QUADRI" VICENZA DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE (Regolamento, art.5; O. M. 38 art.6) Anno scolastico 2014-2015 RELAZIONE FINALE DEL DOCENTE All. A Classe: 5FSC Indirizzo:

Dettagli

1. Competenze trasversali

1. Competenze trasversali 1 ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE G. CENA SEZIONE TECNICA ANNO SCOLASTICO 2015/2016 PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI MATEMATICA DOCENTI: PROF. ANGERA GIANFRANCO CLASSE V U TUR Secondo le linee guida, il corso

Dettagli

Contenuti disciplinari e tempi di realizzazione LICEO STATALE D.G. FOGAZZARO VICENZA RELAZIONE FINALE DEL DOCENTE

Contenuti disciplinari e tempi di realizzazione LICEO STATALE D.G. FOGAZZARO VICENZA RELAZIONE FINALE DEL DOCENTE LICEO STATALE D.G. FOGAZZARO VICENZA MATERIA: STORIA DELL'ARTE RELAZIONE FINALE DEL DOCENTE A.S. 2014-2015 CLASSE: 5CL DOCENTE: ZACCARIA EMANUELA In relazione alla programmazione curricolare sono stati

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Disciplina: Italiano Classe: 4CE A.S. 2015-2016 Docente: Ianaro Federica

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Disciplina: Italiano Classe: 4CE A.S. 2015-2016 Docente: Ianaro Federica SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE Disciplina: Italiano Classe: 4CE A.S. 2015-2016 Docente: Ianaro Federica ANALISI DI SITUAZIONE di partenza - LIVELLO COGNITIVO La classe è composta

Dettagli

PIANO DI LAVORO ANNUALE-PROGETTAZIONE INDIVIDUALE PER SINGOLA DISCIPLINA E PER CLASSE

PIANO DI LAVORO ANNUALE-PROGETTAZIONE INDIVIDUALE PER SINGOLA DISCIPLINA E PER CLASSE PIANO DI LAVORO ANNUALE-PROGETTAZIONE INDIVIDUALE PER SINGOLA DISCIPLINA E PER CLASSE Classe 4 a C A.S. 2015/2016 Disciplina: Italiano Docente: prof. ssa Anna Schiavo Ore settimanali: quattro Libro di

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE ISTITUTO ANNO SCOLASTICO INDIRIZZO CLASSE PRIMA SEZIONE DISCIPLINA DOCENTE QUADRO ORARIO (N. ore settimanali nella classe) 1. FINALITA DELLA DISCIPLINA L asse

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE PRIMO BIENNIO LICEO SCIENTIFICO OPZIONE SCIENZE APPLICATE CLASSE PRIMA COMPETENZE (1)

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE PRIMO BIENNIO LICEO SCIENTIFICO OPZIONE SCIENZE APPLICATE CLASSE PRIMA COMPETENZE (1) http://suite.sogiscuola.com/documenti_web/vris017001/documenti/9.. 1 di 8 15/11/2013 154 PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE PRIMO BIENNIO LICEO SCIENTIFICO OPZIONE SCIENZE APPLICATE ANNO SCOLASTICO

Dettagli

MODELLO DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE ANNO SCOLASTICO 2015/2016

MODELLO DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE ANNO SCOLASTICO 2015/2016 LICEO CLASSICO JACOPO STELLINI Piazza I Maggio, 26-33100 Udine Tel. 0432 504577 Fax. 0432 511490 Codice fiscale 80023240304 e-mail: info@liceostellini.it - Indirizzo Internet: www.stelliniudine.gov.it

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO DEFINIZIONE DEGLI OBIETTIVI COMPORTAMENTALI

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO DEFINIZIONE DEGLI OBIETTIVI COMPORTAMENTALI SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE Disciplina: Matematica e Complementi di Matematica Classe: 4 AI A.S. 2015/16 Docente: Carollo Maristella ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO

Dettagli

ANNO SCOLASTICO 2014 2015. Piano di lavoro individuale

ANNO SCOLASTICO 2014 2015. Piano di lavoro individuale ANNO SCOLASTICO 2014 2015 Piano di lavoro individuale Classe: 3 D SIA Materia: Francese Docente: Cavicchi Clara Daniela Situazione di partenza della classe Gli alunni del gruppo di francese, provengono

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Classi: 1A, 2A, 2B, 3A, 3B, 4A, 4B, 5A, 5B. ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Classi: 1A, 2A, 2B, 3A, 3B, 4A, 4B, 5A, 5B. ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO Disciplina:Educazione fisica Classi: 1A, 2A, 2B, 3A, 3B, 4A, 4B, 5A, 5B. A.S.2014-2015 Docente:CARLOTTO MONICA ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO La classe 1^A è numerosa, vivace e partecipe anche

Dettagli

LINGUA E LETTERATURA ITALIANA Secondo biennio e quinto anno degli Istituti Tecnici

LINGUA E LETTERATURA ITALIANA Secondo biennio e quinto anno degli Istituti Tecnici LINGUA E LETTERATURA ITALIANA Secondo biennio e quinto anno degli Istituti Tecnici Premessa Come già nel primo biennio, anche nel secondo biennio e nel quinto anno l apprendimento della lingua italiana

Dettagli

PROGETTUALITA DIDATTICA DIPARTIMENTO

PROGETTUALITA DIDATTICA DIPARTIMENTO Via dei Carpani 19/B 31033 Castelfranco V. ( TV ) Pag. 1 di 10 Anno Scolastico 2015-2016 PROGETTUALITA DIDATTICA DIPARTIMENTO Disciplina ITALIANO Classe PRIMA DATI IN EVIDENZA IN PREMESSA (richiami al

Dettagli

DIPARTIMENTO DI LINGUA INGLESE

DIPARTIMENTO DI LINGUA INGLESE LICEO CLASSICO CAVOUR TORINO DIPARTIMENTO DI LINGUA INGLESE Documento programmatico Anno scolastico 2014-15 1. DOCUMENTO PROGRAMMATICO DEI DOCENTI DI LINGUA INGLESE. Gli insegnanti di Lingua Inglese del

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Classe: 2A A.S 2014/2015 ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Classe: 2A A.S 2014/2015 ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO Disciplina: Informatica, applicazioni gestionali Classe: 2A A.S 201/2015 Docente: Prof. Renata Ambrosi ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO La classe è composta da 22 alunni; 8 maschi e 1 femmine.

Dettagli

DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE (AI SENSI DELL ARTICOLO 5 Legge n. 425 10/12/1997)

DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE (AI SENSI DELL ARTICOLO 5 Legge n. 425 10/12/1997) ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE LEON BATTISTA ALBERTI Via A. Pillon n. 4-35031 ABANO T. (PD) Tel. 049 812424 - Fax 049 810554 Distretto 45 - PD Ovest PDIS017007- Cod. fiscale 80016340285 sito web: http://www.lbalberti.it/

Dettagli

Istituto Superiore d Istruzione Statale Margherita di Savoia

Istituto Superiore d Istruzione Statale Margherita di Savoia Anno scolastico 2013/2014 Istituto Superiore d Istruzione Statale Margherita di Savoia Napoli Dipartimento di Disegno e Storia dell Arte Obiettivi Gli alunni saranno guidati a rafforzare la conoscenza

Dettagli

PROGRAMMA PREVENTIVO

PROGRAMMA PREVENTIVO COD. Progr.Prev. PAGINA: 1 PROGRAMMA PREVENTIVO A.S. 2014/2015 SCUOLA Civico Liceo linguistico A.Manzoni DOCENTE: Olivia Maneo MATERIA: Storia dell Arte Classe 5 SezioneHL 800 Il Romanticismo. Europa romantica.

Dettagli

RELAZIONE E PROGRAMMA FINALE DI MATEMATICA

RELAZIONE E PROGRAMMA FINALE DI MATEMATICA Allegato A Istituto paritario di Istruzione Secondaria Superiore Ivo de Carneri Civezzano Indirizzo I.T.A.S. indirizzo Biologico RELAZIONE E PROGRAMMA FINALE DI MATEMATICA A.S. 2010/2011 CLASSE 5 a Biologico

Dettagli

LINGUE E LETTERATURE STRANIERE. Inglese, francese, tedesco, spagnolo

LINGUE E LETTERATURE STRANIERE. Inglese, francese, tedesco, spagnolo LINGUE E LETTERATURE STRANIERE Inglese, francese, tedesco, spagnolo Indirizzi Classico e Linguistico BIENNIO (Li, L2), (L3 l a e 2 a liceo) OBIETTIVI GENERALI (L1, L2, L3 e sezioni classiche) Obiettivo

Dettagli

Programmazione Disciplinare: ITALIANO Classe: V

Programmazione Disciplinare: ITALIANO Classe: V Istituto Tecnico Tecnologico Basilio Focaccia Salerno Programmazione Disciplinare: ITALIANO Classe: V Anno scolastico 2014-2015 I Docenti della Disciplina Salerno, 12 settembre 2014 Finalità della Disciplina:

Dettagli

Programma di Storia dell'arte Docente: Silvia Verga a.s. 2014/2015

Programma di Storia dell'arte Docente: Silvia Verga a.s. 2014/2015 Programma di Storia dell'arte Docente: Silvia Verga a.s. 2014/2015 Premessa metodologica L insegnamento della Storia dell Arte mira a fare conoscere le diverse forme espressive dell arte, la cui fruizione

Dettagli

MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA - Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio

MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA - Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA - Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio Istituto Comprensivo Via Casal Bianco Cod. Mec.RMIC800R - C.F. 979800580 - Municipio V Via Casal Bianco,

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO STATALE A. VALLISNERI

LICEO SCIENTIFICO STATALE A. VALLISNERI LICEO SCIENTIFICO STATALE A. VALLISNERI Via delle Rose, 68 LUCCA - Tel. 0583/58211 Fax 0583/418619 E-mail: info@liceovallisneri.it Sito Internet: http://www.liceovallisneri.it A. S. 2014/2015 PROGRAMMAZIONE

Dettagli

UNITÀ DI APPRENDIMENTO. Progettazione

UNITÀ DI APPRENDIMENTO. Progettazione LA DIDATTICA PER COMPETENZE: NUOVI STRUMENTI PER L ACQUISIZIONE, LA VALUTAZIONE E LA CERTIFICAZIONE DELLE COMPETENZE Liceo Artistico "G. Sello" - Udine Anno scolastico 2014/2015 UNITÀ DI APPRENDIMENTO

Dettagli

COMPOSIZIONE DEL CONSIGLIO DI CLASSE LE PIANE ANTONELLA

COMPOSIZIONE DEL CONSIGLIO DI CLASSE LE PIANE ANTONELLA Istituto Tecnico Economico Statale Gino Zappa Anno Scolastico 201-1 Classe V A COMPOSIZIONE DEL CONSIGLIO DI CLASSE ITALIANO VAIRO NANCY STORIA VAIRO NANCY INGLESE LE PIANE ANTONELLA MATEMATICA FACCHI

Dettagli

ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE LICEO CLASSICO Luca Signorelli

ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE LICEO CLASSICO Luca Signorelli ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE LICEO CLASSICO Luca Signorelli ITALIANO BIENNIO Il Liceo Classico promuove lo sviluppo e l approfondimento delle quattro abilità di base (ascolto, lettura, rielaborazione

Dettagli

Istituto Tecnico Commerciale Statale e per Geometri E. Fermi Pontedera (Pi)

Istituto Tecnico Commerciale Statale e per Geometri E. Fermi Pontedera (Pi) Istituto Tecnico Commerciale Statale e per Geometri E. Fermi Pontedera (Pi) Via Firenze, 51 - Tel. 0587/213400 - Fax 0587/52742 http://www.itcgfermi.it E-mail: mail@itcgfermi.it PIANO DI LAVORO Prof. MARILENA

Dettagli

RELAZIONE FINALE DEL DOCENTE ANNO SCOLASTICO 2013-2014

RELAZIONE FINALE DEL DOCENTE ANNO SCOLASTICO 2013-2014 RELAZIONE FINALE DEL DOCENTE ANNO SCOLASTICO 2013-2014 INSEGNANTE MATERIA CLASSE/I Livio Gnucci Italiano V CO OBIETTIVI DIDATTICI DISCIPLINARI CONSEGUITI IN TERMINI DI COMPETENZE, CONOSCENZE, ABILITÀ PRESENTAZIONE

Dettagli

RELAZIONE FINALE DEL DOCENTE Classe 5^C - A.S. 2012/2013 STORIA DELL ARTE

RELAZIONE FINALE DEL DOCENTE Classe 5^C - A.S. 2012/2013 STORIA DELL ARTE ALL. A RELAZIONE FINALE DEL DOCENTE Classe 5^C - A.S. 2012/2013 STORIA DELL ARTE 1. SITUAZIONE DELLA CLASSE La classe (costituita da 21 elementi, 17 femmine e 4 maschi e caratterizzata da due indirizzi,

Dettagli

Disciplina: Tecniche di comunicazione Classe: 3 A IPSC A.S. 2014/2015 Docente: Vittorio Bassan (Todaro Elena, fino al 7/11/2014)

Disciplina: Tecniche di comunicazione Classe: 3 A IPSC A.S. 2014/2015 Docente: Vittorio Bassan (Todaro Elena, fino al 7/11/2014) Disciplina: Tecniche di comunicazione Classe: 3 A IPSC A.S. 2014/2015 Docente: Vittorio Bassan (Todaro Elena, fino al 7/11/2014) ANALISI DI SITUAZIONE di partenza - LIVELLO COGNITIVO la classe 3 A indirizzo

Dettagli

Piano di Lavoro. Di Matematica. Secondo Biennio

Piano di Lavoro. Di Matematica. Secondo Biennio SEZIONE TECNICA A.S. 2014 2015 Piano di Lavoro Di Matematica Secondo Biennio DOCENTE CENA LUCIA MARIA CLASSI 4 BM Libri di testo: Bergamini-Trifone-Barozzi Mod.U verde Funzioni e limiti Mod.V verde Calcolo

Dettagli

TABELLE DI VALUTAZIONE SCUOLA SECONDARIA

TABELLE DI VALUTAZIONE SCUOLA SECONDARIA TABELLE DI VALUTAZIONE SCUOLA SECONDARIA o COMPORTAMENTO o LETTERE (ITALIANO, STORIA, GEOGRAFIA) o MATEMATICA E SCIENZE o PRIMA E SECONDA LINGUA COMUNITARIA o TECNOLOGIA o EDUCAZIONE MUSICALE o SCIENZE

Dettagli

Liceo Marie Curie (Meda) Scientifico Classico Linguistico

Liceo Marie Curie (Meda) Scientifico Classico Linguistico Liceo Marie Curie (Meda) Scientifico Classico Linguistico PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE a.s. 2015/16 CLASSE 3AS Indirizzo di studio Scientifico Docente Disciplina Prof.ssa Silvia Carminati

Dettagli

LINGUA E LETTERATURA ITALIANA Secondo biennio e quinto anno

LINGUA E LETTERATURA ITALIANA Secondo biennio e quinto anno LINGUA E LETTERATURA ITALIANA Secondo biennio e quinto anno Premessa Come già nel primo biennio, anche nel secondo biennio e nel quinto anno l apprendimento della lingua italiana continua a fare parte

Dettagli

LICEO GINNASIO JACOPO STELLINI

LICEO GINNASIO JACOPO STELLINI LICEO GINNASIO JACOPO STELLINI Piazza I Maggio, 26-33100 Udine Tel. 0432 504577 Fax. 0432 511490 Codice fiscale 80023240304 e-mail: info@liceostellini.it - Indirizzo Internet: www.stelliniudine.it - PEC:

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO ROSSELLA CASINI Scuola Secondaria di primo grado Gianni Rodari

ISTITUTO COMPRENSIVO ROSSELLA CASINI Scuola Secondaria di primo grado Gianni Rodari ISTITUTO COMPRENSIVO ROSSELLA CASINI Scuola Secondaria di primo grado Gianni Rodari PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE LETTERE SULLA BASE DELLE INDICAZIONI NAZIONALI PER IL CURRICULO DELLA SCUOLA DELL INFANZIA

Dettagli

Traguardi di sviluppo delle competenze al termine della scuola secondaria di primo grado.( come da Indicazioni Nazionali per il curricolo)

Traguardi di sviluppo delle competenze al termine della scuola secondaria di primo grado.( come da Indicazioni Nazionali per il curricolo) ISTITUTO COMPRENSIVO SALVADOR ALLENDE Paderno Dugnano Linee progettuali disciplinari CLASSI TERZE - a.s.2014-2015 AREA DISCIPLINARE : Linguistico-artistica-espressiva MATERIA: ITALIANO FINALITA DELLA DISCIPLINA

Dettagli

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVA E DIDATTICA

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVA E DIDATTICA ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE G. VERONESE LICEO: SCIENTIFICO SCIENTIFICO OPZIONE SCIENZE APPLICATE - CLASSICO - SCIENZE UMANE - LINGUISTICO Via Togliatti, 833 30015 - CHIOGGIA (VE) - Tel. 041/5542997-5543371

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO La classe ha dimostrato fin dal primo momento grande attenzione e interesse verso gli

Dettagli

FONDAZIONE MALAVASI. SCUOLE MANZONI Liceo delle Scienze applicate

FONDAZIONE MALAVASI. SCUOLE MANZONI Liceo delle Scienze applicate FONDAZIONE MALAVASI SCUOLE MANZONI Liceo delle Scienze applicate PIANO DI LAVORO E PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DISCIPLINA: STORIA DOCENTE: prof. Alessandro Boselli CLASSE IV SEZ. A.S.2014 /2015 2 OBIETTIVI

Dettagli

Piano di Lavoro Di MATEMATICA. Secondo Biennio

Piano di Lavoro Di MATEMATICA. Secondo Biennio ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE ALDO MORO Liceo Scientifico Istituto Tecnico Via Gallo Pecca n. 4/6-10086 Rivarolo Canavese Tel 0124 454511 - Cod. Fiscale 85502120018 E-mail: segreteria@istitutomoro.it

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA RIFERITA ALLA DISCIPLINA :LINGUA E LETTERATURA ITALIANA

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA RIFERITA ALLA DISCIPLINA :LINGUA E LETTERATURA ITALIANA Anno Scolastico 2014-2015 Istituto PROFESSIONALE grafico PROGRAMMAZIONE DIDATTICA RIFERITA ALLA DISCIPLINA :LINGUA E LETTERATURA ITALIANA PRIMO BIENNIO OBIETTIVI GENERALI/ FINALITA' OBIETTIVI EDUCATIVI

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO STATALE LEONARDO DA VINCI"

LICEO SCIENTIFICO STATALE LEONARDO DA VINCI LICEO SCIENTIFICO STATALE LEONARDO DA VINCI" Indirizzi: Scienze applicate- Scienze umane- Economico-sociale - Linguistico- Classico-Musicale Via Roma, 66-81059 VAIRANO PATENORA-SCALO (CE) Tel.-fax- 0823/988081

Dettagli

IIS FERMI GALILEI CIRIE TAVOLA DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE CLASSI: SECONDO BIENNIO INDIRIZZO LICEO SCIENTIFICO

IIS FERMI GALILEI CIRIE TAVOLA DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE CLASSI: SECONDO BIENNIO INDIRIZZO LICEO SCIENTIFICO MATERIA: LATINO IIS FERMI GALILEI CIRIE TAVOLA DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE CLASSI: SECONDO BIENNIO INDIRIZZO LICEO SCIENTIFICO A.S. 2013-14 Competenze chiave trasversali di cittadinanza

Dettagli

ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE POLO COMMERCIALE ARTISTICO GRAFICO MUSICALE

ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE POLO COMMERCIALE ARTISTICO GRAFICO MUSICALE ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE POLO COMMERCIALE ARTISTICO GRAFICO MUSICALE a.s.2012/2013 ITALIANO A CURA DEL RESPONSABILE DEL DIPARTIMENTO Prof. David Baragiola 1 L AMBITO DISCIPLINARE DI ITALIANO STABILISCE

Dettagli

LICEO CLASSICO G. GARIBALDI DIPARTIMENTO D ITALIANO. Biennio triennio. Anno scolastico 2013-2014

LICEO CLASSICO G. GARIBALDI DIPARTIMENTO D ITALIANO. Biennio triennio. Anno scolastico 2013-2014 LICEO CLASSICO G. GARIBALDI DIPARTIMENTO D ITALIANO Biennio triennio Anno scolastico 2013-2014 Il Dipartimento nel redigere il documento di programmazione didattica annuale, fa riferimento a : la revisione

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA INDIVIDUALE. Anno scolastico 2013/2014 INSEGNAMENTO DISCIPLINE PROGETTUALI SCENOGRAFICHE CLASSE 4^ SEZ. C

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA INDIVIDUALE. Anno scolastico 2013/2014 INSEGNAMENTO DISCIPLINE PROGETTUALI SCENOGRAFICHE CLASSE 4^ SEZ. C Liceo Artistico Statale di Crema e Cremona Bruno Munari PROGRAMMAZIONE DIDATTICA INDIVIDUALE Cod. Doc.: M 7.3 A-1 Rev. 2 del : 08/10/2013 Anno scolastico 2013/2014 INSEGNAMENTO DISCIPLINE PROGETTUALI SCENOGRAFICHE

Dettagli

DIPARTIMENTO DI STORIA DELL'ARTE Programmazione disciplinare triennio

DIPARTIMENTO DI STORIA DELL'ARTE Programmazione disciplinare triennio DIPARTIMENTO DI STORIA DELL'ARTE Programmazione disciplinare triennio Classi: terze indirizzo classico, linguistico e scienze umane Prendere consapevolezza del valore estetico dell'opera d'arte nelle varie

Dettagli

UDA N 1 LA COLLEZIONE MODA

UDA N 1 LA COLLEZIONE MODA UDA N 1 LA COLLEZIONE MODA UNITÀ DIDATTICA DI APPRENDIMENTO PROGETTAZIONE TESSILE- ABBIGLIAMENTO, MODA E COSTUME CLASSE: V A PTS RIF. COMPETENZA:1 A.S. 2015-2016 TITOLO: LA COLLEZIONE MODA COD. 01 A PRESENTAZIONE

Dettagli

PROGRAMMA CONSUNTIVO

PROGRAMMA CONSUNTIVO PAGINA: 1 PROGRAMMA CONSUNTIVO A.S. SCUOLA: CIVICO LICEO LINGUISTICO A.MANZONI DOCENTE: FABIO NUNZIATA MATERIA: ITALIANO Classe 5 Sezione H OBIETTIVI Cognitivi 1. conoscere adeguatamente le regole del

Dettagli

scheda 3. PROGRAMMA PREVENTIVO 2013.14

scheda 3. PROGRAMMA PREVENTIVO 2013.14 scheda 3. PROGRAMMA PREVENTIVO 2013.14 MATERIA ITALIANO N ore settimanali n.4 INSEGNANTE Sergio Spadoni CLASSE IV C LIVELLO DI PARTENZA Il comportamento degli allievi non è sempre corretto e disciplinato

Dettagli

METODI E STRUMENTI. METODI e STRUMENTI

METODI E STRUMENTI. METODI e STRUMENTI E LETTERE BIENNIO ITALIANO e 3. lavoro individuale 4. lavoro di gruppo 5. laboratorio di lettura e scrittura 6. correzione sistematica collettiva e individualizzata degli esercizi eseguiti a casa e delle

Dettagli

LICEO STATALE G. GUACCI

LICEO STATALE G. GUACCI LICEO STATALE G. GUACCI BENEVENTO Programmazione Didattica Modulare di Lingua e Letteratura Italiana Classe III sezione B Ind. Scienze Applicate Anno scolastico 2015 2016 Presentazione della classe: La

Dettagli

I.P.S.S.S. DE AMICIS ROMA

I.P.S.S.S. DE AMICIS ROMA I.P.S.S.S. DE AMICIS ROMA PROGRAMMAZIONE a.s, 2014 2015 DIPARTIMENTO: MATERIE LETTERARIE MATERIA: ITALIANO COORDINATORE: De Benedictis Rosa Maria Classi: Quinte ARGOMENTO I: POSITIVISMO, NATURALISMO, VERISMO.

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Disciplina: Tecniche Professionali Classe:5 B A.S. 2015/16 Docente: Mazzotta Antonietta

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Disciplina: Tecniche Professionali Classe:5 B A.S. 2015/16 Docente: Mazzotta Antonietta SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE Disciplina: Tecniche Professionali Classe:5 B A.S. 2015/16 Docente: Mazzotta Antonietta ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO La classe

Dettagli

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DEL TRIENNIO DELLA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DEL TRIENNIO DELLA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO La scuola secondaria di primo grado rappresenta la fase in cui si realizza l accesso alle discipline come punti di vista sulla realtà e come modalità di interpretazione, simbolizzazione e rappresentazione

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio ISTITUTO COMPRENSIVO ALBANO - RMICGB00T via Virgilio n. 2-0001 Albano Laziale (Roma) Centralino: 0/320.12 Fax: 0/321.2 @: RMICGB00T@istruzione.it, RMICGB00T@pec.istruzione.it C.F.: 000 GRIGLIE E TABELLE

Dettagli

Programmazione educativo-didattica del C.d.C.

Programmazione educativo-didattica del C.d.C. I.I.S. Federico II di Svevia Liceo Scientifico Opzione Scienze Applicate - - Melfi - Programmazione educativo-didattica del C.d.C. Classe V sez. AA a. s. 2015-16 La programmazione educativa e didattica

Dettagli

Disciplina: Tecniche di comunicazione Classe: 4 B IPSC A.S. 2014/ 2015 Docente: Vittorio Bassan (Todaro Elena, fino al 7/11/2014)

Disciplina: Tecniche di comunicazione Classe: 4 B IPSC A.S. 2014/ 2015 Docente: Vittorio Bassan (Todaro Elena, fino al 7/11/2014) Disciplina: Tecniche di comunicazione Classe: 4 B IPSC A.S. 2014/ 2015 Docente: Vittorio Bassan (Todaro Elena, fino al 7/11/2014) ANALISI DI SITUAZIONE di partenza - LIVELLO COGNITIVO La classe 4 sezione

Dettagli

Liceo Scientifico C. Jucci PROGRAMMAZIONE PER COMPETENZE Italiano Secondo biennio e V anno ITALIANO

Liceo Scientifico C. Jucci PROGRAMMAZIONE PER COMPETENZE Italiano Secondo biennio e V anno ITALIANO Liceo Scientifico C. Jucci PROGRAMMAZIONE PER COMPETENZE Italiano Secondo biennio e V anno ITALIANO Finalità formative generali di tipo cognitivo I docenti di Italiano e Latino del triennio riconoscono

Dettagli

Consiglio della classe 3A Piano di lavoro annuale

Consiglio della classe 3A Piano di lavoro annuale Istituto comprensivo Como-Prestino-Breccia Scuola secondaria di primo grado A.Moro Consiglio della classe 3A Piano di lavoro annuale a.s. 2014-2015 Presentazione della classe La classe 3 A è composta da

Dettagli

Conoscenze, abilità e competenze. Saper collocare. fatti nel tempo e nello spazio;conoscere il contesto storico in cui nasce la letteratura

Conoscenze, abilità e competenze. Saper collocare. fatti nel tempo e nello spazio;conoscere il contesto storico in cui nasce la letteratura Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Sardegna ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE BUCCARI MARCONI Indirizzi: Trasporti Marittimi / Apparati ed Impianti

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE DOCENTI DI INFORMATICA E LABORATORIO PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE CLASSI 1 e E 2 e ITC IPC OBIETTIVI GENERALI DEL PROCESSO FORMATIVO: Potenziare la capacità d ascolto Sviluppare le capacità comunicative

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE Disciplina: Telecomunicazioni Classe: 1BM A.S. 2015/16 Docenti: Lombino Giuseppe Codocente Gianello Annalisa ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO La classe è composta da 16 alunni maschi di cui quattro

Dettagli

Programmazione Didattica del Dipartimento di Lingua e civiltà spagnola

Programmazione Didattica del Dipartimento di Lingua e civiltà spagnola Programmazione Didattica del Dipartimento di Lingua e civiltà spagnola A.S. 2015/2016 CLASSE: PRIMA INDIRIZZO DI STUDI: LINGUISTICO COMPETENZE LINGUISTICHE Alla fine del primo anno di studio della lingua

Dettagli

Liceo Marie Curie (Meda) Scientifico Classico Linguistico

Liceo Marie Curie (Meda) Scientifico Classico Linguistico Liceo Marie Curie (Meda) Scientifico Classico Linguistico PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE a.s. 2015/16 CLASSE 1AC Indirizzo di studio Liceo Classico Docente Disciplina Tiziana Soressi Latino

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE LEON BATTISTA ALBERTI Via A. Pillon n. 4-35031 ABANO T. (PD) Tel. 049812424 - Fax 049810554 Distretto 45 - PD Ovest PDIS017007- Cod. fiscale 80016340285 sito web: http://www.lbalberti.it/

Dettagli

Scuola Secondaria Statale di I grado Manara Valgimigli ALBIGNASEGO

Scuola Secondaria Statale di I grado Manara Valgimigli ALBIGNASEGO PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA Anno scolastico 2011/12 Docente Di Bella Carmela Disciplina Italiano Classe I Sezione F n. alunni 25 SITUAZIONE DI PARTENZA Livello della classe (indicare con X a sinistra):

Dettagli

Istituto Statale di Istruzione Superiore «Pio Paschini» Tolmezzo A.S. 2014/15. CLASSE 5 a B. Liceo Scientifico Documento del 15 maggio

Istituto Statale di Istruzione Superiore «Pio Paschini» Tolmezzo A.S. 2014/15. CLASSE 5 a B. Liceo Scientifico Documento del 15 maggio Istituto Statale di Istruzione Superiore «Pio Paschini» Tolmezzo A.S. 2014/15 CLASSE 5 a B Liceo Scientifico Documento del 15 maggio Liceo Scientifico - Piano di studi Discipline 1 Biennio 2 Biennio 5

Dettagli

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVA E DIDATTICA

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVA E DIDATTICA Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo Statale D. Alighieri Scuola dell'infanzia/primaria/secondaria di primo grado Via per Duno, 10-21030 CUVEGLIO (VA) tel. 0332.650200/650152

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO DEFINIZIONE DEGLI OBIETTIVI FORMATIVI

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO DEFINIZIONE DEGLI OBIETTIVI FORMATIVI Disciplina:ECONOMIA AZIENDALE Classe:4 A SIA A.S.2014/2015 Docente:CARBOGNIN AGOSTINO GIACOMO ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO La situazione di partenza e' generalmente sufficiente, con la presenza

Dettagli