CONTENUTI SPECIFICI IN CARICO ALLA FONDAZIONE CONTENUTI GIA' PUBBLICATI CONTENUTI IN FASE DI ELABORAZIONE

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CONTENUTI SPECIFICI IN CARICO ALLA FONDAZIONE CONTENUTI GIA' PUBBLICATI CONTENUTI IN FASE DI ELABORAZIONE"

Transcript

1 Programma per la Trasparenza e l'integrità Atti generali Riferime a Programma triennale per la trasparenza e l'integrità e relativo Art. 10, c. 8, lett. stato di attuazione a) Riferimenti con i relativi link alle norme di legge statale pubblicate nella banca dati "Normattiva" che regolano l'istituzione, l'organizzazione e l'attività delle pubbliche amministrazioni Direttive, circolari, programmi, istruzioni emanati dall'amministrazione e ogni atto che dispone in generale sulla organizzazione, sulle funzioni, sugli obiettivi, sui procedimenti, ovvero nei quali si determina l'interpretazione di norme giuridiche che riguardano o dettano disposizioni per l'applicazione di esse Codice disciplinare, recante l'indicazione delle infrazioni del codice disciplinare e relative sanzioni (pubblicazione on line in alternativa all'affissione in luogo accessibile a tutti - art. 7, l. n. 300/1970) Codice di condotta inteso quale codice di comportame Art. 12, c. 1 Art. 12, c. 1 Art. 12, c. 1 Art. 10, cc. 1,2, 3 Art. 43, cc. 1,2 Art. 55, c. 2, d.lgs. n. 165/ Riferimenti del responsabile della trasparenza 2- Decreto di nomina del responsabile della trasparenza 3- Programma triennale per la trasparenza e l'integrità e relativo stato di attuazione Atti amministrativi generali: 1- Regolamenti Fondazione 2- Delibere del Consiglio di Gestione 3- Statuto della Fondazione 4- Determinazioni Direttore 1- Riferimenti del responsabile della trasparenza 2- Decreto di nomina del responsabile della trasparenza 1- Regolamenti Fondazione 3- Statuto della Fondazione 3- Programma triennale per la trasparenza e l'integrità e relativo stato di attuazione Annuale 0 2- Delibere del Consiglio di Gestione 4- Determinazioni Direttore 1- Codice di comportame della Fondazione 1- Codice di comportame della Fondazione Entro 31 dicembre 2014 A seguito di approvazione da parte del CdG e della Città di Torino Disposizioni generali Organizzazione Oneri informativi per cittadini e imprese Burocrazia zero Attestazioni OIV o struttura analoga Organi di indirizzo politicoamministrativo Sanzioni per mancata comunicazione dei dati Articolazione degli uffici Telefono e posta elettronica Regolamenti ministeriali o interministeriali, provvedimenti amministrativi a carattere generale adottati dalle amministrazioni dello Stato per regolare l'esercizio di poteri autorizzatori, concessori o certificatori, nonchè l'accesso ai servizi pubblici ovvero la concessione di benefici con allegato elenco di tutti gli oneri informativi gravanti sui cittadini e sulle imprese introdotti o eliminati con i medesimi atti Scadenzario con l'indicazione delle date di efficacia dei nuovi obblighi amministrativi a carico di cittadini e imprese introdotti dalle amministrazioni (secondo le modalità determinate con uno o più D.P.C.M. da adottare entro 90 gg. dall'entrata in vigore del d.l. n. 69/2013) Casi in cui il rilascio delle autorizzazioni di competenza è sostituito da una comunicazione dell'interessato. Elenco delle attività delle imprese soggette a controllo (ovvero per le quali le pubbliche amministrazioni competenti ritengono necessarie l'autorizzazione, la segnalazione certificata di inizio attività o la mera comunicazione) Docume di attestazione, prodotto dall'oiv o di altra struttura analoga, sull'assolvime degli obblighi di pubblicazione e attività di vigilanza e controllo della Commissione Organi di indirizzo politico e di amministrazione e gestione, con l'indicazione delle rispettive competenze Art. 34 Art. 12, c. 1-bis, d.lgs. n. 33/2013 Art. 13, c. 1, lett. a) Per ogni titolare di incarico politico, di carattere elettivo o comunque di esercizio di poteri di indirizzo politico deve essere pubblicato: 1- Atto di nomina o di proclamazione con indicazione della durata dell'incarico o del mandato elettivo 3- Compensi di qualsiasi natura connessi all assunzione della carica; gli importi di viaggi di servizio e missioni pagati con fondi pubblici Art. 14, c Dati relativi all'assunzione di altre cariche, presso enti pubblici o privati, ed i relativi compensi a qualsiasi titolo corrisposti 5- Altri eventuali incarichi con oneri a carico della finanza pubblica e l'indicazione dei compensi spettanti 6- Dichiarazioni patrimoniali limitate al soggetto, al coniuge non separato e ai parenti entro il secondo grado, ove gli stessi vi consentano. Viene in ogni caso data evidenza al mancato consenso. (cfr. L.441/82, Art.2 per dettaglio docs da pubblicare) Provvedime sanzonatorio relativo alla mancata o incompleta comunicazione delle informazioni e dei dati dei componenti degli organi di indirizzo politico Informazioni e dati concernenti l'articolazione degli uffici, competenze e risorse a disposizione di ciascun ufficio, anche di dirigenziale non generale. Nomi dei dirigenti responsabili dei singoli uffici Illustrazione in forma semplificata, ai fini della piena accessibilità e comprensibilità dei dati, dell'organizzazione dell'amministrazione, mediante l'organigramma o analoghe rappresentazioni grafiche Elenco completo dei numeri di telefono e delle caselle di posta elettronica istituzionali e delle caselle di posta elettronica certificata dedicate, cui il cittadino possa rivolgersi per qualsiasi richiesta inerente i compiti istituzionali Art. 47, c. 1 e Art.14 Art. 13, c. 1, lett. b) Art. 13, c. 1, lett. c) Art. 13, c. 1, lett. d) Art. 37, c. 3, 3-bis, d.l. n. 69/2013 Art. 14, c. 4, lett. g), d.lgs. n. 150/2009 Delibera CiVIT 71/2013 cap.2 - Delibera ANAC 77/2013 Legge 441/1982, Artt. 1, 2, 3 e 4 50/2013, all. 1 65/2013 Obbligo di pubblicazione limitato alle Amministrazioni dello Stato, perta non applicabile alla Fondazione Torino Smart City Obbligo di pubblicazione limitato alle Amministrazioni dello Stato, perta non applicabile alla Fondazione Torino Smart City Sezione non applicabile per gli enti di diritto privato in controllo La Fondazione Torino Smart City non ha nominato alcun Organismo Indipendente di Vigilanza (OIV) in qua non applicabile per gli enti di diritto privato in controllo Elenco organi, con composizione e competenze 1- Consiglio di Gestione 2- Consiglio di Indirizzo Componenti CdG: 1- Atto di nomina con indicazione della durata dell'incarico 3- Compensi di qualsiasi natura connessi all assunzione della carica; gli importi di viaggi di servizio e missioni pagati con fondi pubblici 4- Dati relativi all'assunzione di altre cariche, presso enti pubblici o privati, ed i relativi compensi a qualsiasi titolo corrisposti 5- Altri eventuali incarichi con oneri a carico della finanza pubblica e l'indicazione dei compensi spettanti 6- Dichiarazioni patrimoniali limitate al soggetto, al coniuge non separato e ai parenti entro il secondo grado, ove gli stessi vi consentano. Componenti CdI: vedi elenco CdG Elenco organi, con composizione e competenze 1- Consiglio di Gestione 2- Consiglio di Indirizzo Componenti CdG: 1- Atto di nomina con indicazione della durata dell'incarico 3- Compensi di qualsiasi natura connessi all assunzione della carica; gli importi di viaggi di servizio e missioni pagati con fondi pubblici 4- Dati relativi all'assunzione di altre cariche, presso enti pubblici o privati, ed i relativi compensi a qualsiasi titolo corrisposti 5- Altri eventuali incarichi con oneri a carico della finanza pubblica e l'indicazione dei compensi spettanti 6- Dichiarazioni patrimoniali limitate al soggetto, al coniuge non separato e ai parenti entro il secondo grado, ove gli stessi vi consentano. Per i PUNTI 2, 4, 5, 6 link a Sanzioni per mancata comunicazione dei dati Nessuna sanzione ricevuta 0 Elenco uffici con indicazione competenze e risorse: 1- Segreteria ed amministrazione 2- Divisione Smart City 3- Divisione Energy Gate Elenco uffici con indicazione competenze e risorse: 1- Segreteria ed amministrazione 2- Divisione Smart City 3- Divisione Energy Gate 0 1- Organigramma della Fondazione 1- Organigramma della Fondazione 0 1- Numeri di telefono uffici Fondazione (segreteria, amministrazione, ProgetTo Energia) 2- elenco caselle di posta elettronica istituzionale (segreteria, amministrazione, ProgetTo Energia) 3- elenco completo delle caselle di posta elettronica certificata (Fondazione, ProgetTo Energia) 1- Numeri di telefono uffici Fondazione (segreteria, amministrazione, ProgetTo Energia) 2- elenco caselle di posta elettronica istituzionale (segreteria, amministrazione, ProgetTo Energia) 3- elenco completo delle caselle di posta elettronica certificata (Fondazione, ProgetTo Energia) 0 La composizione del CdI è attualmente in fase di ridefinizione

2 Per ogni titolare di incarico di collaborazione o consulenza a soggetti esterni a qualsiasi titolo (compresi quelli affidati con contratto di collaborazione coordinata e continuativa) per i quali è previsto un compenso, devono essere pubblicati: 1- Estremi dell'atto di conferime dell'incarico in formato europeo 3- Dati relativi allo svolgime di incarichi o la titolarità di Art. 15 amministrazione o lo svolgime di attività professionali lavoro, di consulenza o di collaborazione, con specifica evidenza delle eventuali componenti variabili o legate alla valutazione del risultato. Riferime a 1- Estremi dell'atto di conferime dell'incarico in formato europeo 3- Dati relativi allo svolgime di incarichi o la titolarità di amministrazione o lo svolgime di attività professionali lavoro, di consulenza o di collaborazione, con specifica evidenza delle eventuali componenti variabili o legate alla valutazione del risultato. 1- Estremi dell'atto di conferime dell'incarico in formato europeo lavoro, di consulenza o di collaborazione. 3- Dati relativi allo svolgime di incarichi o la titolarità di amministrazione o lo svolgime di attività professionali Consulenti e collaboratori Dalla delibera del CC: p er ogni titolare di incarico di collaborazione o consulenza a soggetti esterni a qualsiasi titolo, devono essere pubblicati: a- ufficio proponente b- tipologia dell'incarico (studio, progetto, prestazione, contratto a tempo determinato) c- data di conferime e di scadenza dello stesso, se trattasi di nuovo incarico, viceversa data di rinnovo se l'assegnatario ha già usufruito precedentemente di un incarico dell'amministrazione, comprensivo delle attribuzioni attualmente in essere o assegnate da questa Amministrazione d- obbligo di dichiarare se i consulenti hanno rapporti di consulenza con le società controllate o partecipate dal comune e per quali importi e- obbligo di dichiarare che i consulenti non hanno condizioni di incompatibilità Delibera CC del 26/04/2010 a- ufficio proponente b- tipologia dell'incarico (studio, progetto, prestazione, contratto a tempo determinato) c- data di conferime e di scadenza dello stesso d- obbligo di dichiarare se i consulenti hanno rapporti di consulenza con le società controllate o partecipate dal comune e per quali importi e- obbligo di dichiarare che i consulenti non hanno condizioni di incompatibilità a- ufficio proponente b- tipologia dell'incarico (studio, progetto, prestazione, contratto a tempo determinato) c- data di conferime e di scadenza dello stesso d- obbligo di dichiarare se i consulenti hanno rapporti di consulenza con le società controllate o partecipate dal comune e per quali importi e- obbligo di dichiarare che i consulenti non hanno condizioni di incompatibilità Entro 3 mesi dal conferime dell'incarico. Fino a 3 anni successivi alla cessazione dell'incarico Incarichi amministrativi di vertice Dirigenti Estremi degli atti di conferime di incarichi di collaborazione o di consulenza a soggetti esterni a qualsiasi titolo per i quali è previsto un compenso, completi di indicazione dei soggetti percettori, della ragione dell'incarico e dell'ammontare erogato. Tabelle relative agli elenchi dei consulenti con indicazione di oggetto, durata e compenso dell'incarico (comunicate alla Funzione pubblica) Attestazione dell'avvenuta verifica dell'insussistenza di situazioni, anche potenziali, di conflitto di interesse Art. 15, c.2 Art. 15, c. 2 Per ogni titolare di incarico amministrativo di vertice a qualsiasi titolo conferito, devono essere pubblicati: 1- Estremi dell'atto di conferime dell'incarico 3- Dati relativi allo svolgime di incarichi o la titolarità di amministrazione o lo svolgime di attività professionali Art. 15, c. 1 lavoro, di consulenza o di collaborazione, con specifica evidenza delle eventuali componenti variabili o legate alla valutazione del risultato 5- Dichiarazione sulla insussistenza di una delle cause di inconferibilità dell'incarico 6- Dichiarazione sulla insussistenza di una delle cause di incompatibilità al conferime dell'incarico Per ogni titolare di incarico dirigenziale a qualsiasi titolo conferito, devono essere pubblicati: 1- Estremi dell'atto di conferime dell'incarico 3- Dati relativi allo svolgime di incarichi o la titolarità di amministrazione o lo svolgime di attività professionali Art. 15, c. 1 lavoro, di consulenza o di collaborazione, con specifica evidenza delle eventuali componenti variabili o legate alla valutazione del risultato 5- Dichiarazione sulla insussistenza di una delle cause di inconferibilità dell'incarico 6- Dichiarazione sulla insussistenza di una delle cause di incompatibilità al conferime dell'incarico Estremi degli atti di conferime di incarichi dirigenziali a soggetti estranei alla pubblica amministrazione Art. 15, c Estremi degli atti di conferime di incarichi per i quali è previsto un compenso, 2- indicazione dei soggetti percettori, 3- ragione dell'incarico 4- ammontare erogato TABELLA che per ogni titolare di incarico di consulenza con Divisione Energy Gate, di collaborazione con Divisione Smart City e altri titolari riporti: 1- oggetto incarico, 2- durata, 3- compenso Art. 53, c. 14, d.lgs. n. 165/ attestazione avvenuta verifica dell'insussistenza di situazioni, 50/2003, all.1 anche potenziali, di conflitto di interesse D.Lgs. 39/2013 Art. 20, c3 DIRETTORE: 1- Estremi dell'atto di conferime dell'incarico 3- Dati relativi allo svolgime di incarichi o la titolarità di amministrazione o lo svolgime di attività professionali lavoro, con specifica evidenza delle eventuali componenti variabili o legate alla valutazione del risultato 5- Dichiarazione sulla insussistenza di una delle cause di inconferibilità dell'incarico 6- Dichiarazione sulla insussistenza di una delle cause di incompatibilità al conferime dell'incarico D.Lgs. 39/2013 Art. All interno dell organico della Fondazione Torino Smart City non 20, c3 sono presenti dirigenti. All interno dell organico della Fondazione Torino Smart City non sono presenti dirigenti. 1- Estremi degli atti di conferime di incarichi per i quali è previsto un compenso, 2- indicazione dei soggetti percettori, 3- ragione dell'incarico 4- ammontare erogato TABELLA che per ogni titolare di incarico di consulenza con Divisione Energy Gate, di collaborazione con Divisione Smart City e altri titolari riporti: 1- oggetto incarico, 2- durata, 3- compenso DIRETTORE: 1- Estremi dell'atto di conferime dell'incarico 3- Dati relativi allo svolgime di incarichi o la titolarità di amministrazione o lo svolgime di attività professionali lavoro, con specifica evidenza delle eventuali componenti variabili o legate alla valutazione del risultato 0 1- attestazione avvenuta verifica dell'insussistenza di situazioni, anche potenziali, di conflitto di interesse 5- Dichiarazione sulla insussistenza di una delle cause di inconferibilità dell'incarico 6- Dichiarazione sulla insussistenza di una delle cause di incompatibilità al conferime dell'incarico Semestrale. Annuale per il pu 5 Entro 3 mesi dal conferime dell'incarico. Fino a 3 anni successivi alla cessazione dell'incarico

3 Riferime a Elenco delle posizioni dirigenziali, integrato dai relativi titoli e curricula, attribuite a persone, anche esterne alle pubbliche amministrazioni, individuate discrezionalmente dall'organo di indirizzo politico senza procedure pubbliche di selezione Art. 15, c. 5 Legge 190/2012 Art. 1 c.39 e 40 All interno dell organico della Fondazione Torino Smart City non sono presenti dirigenti. Personale Posizioni organizzative Dotazione organica Numero e tipologia dei posti di funzione che si rendono disponibili nella dotazione organica e relativi criteri di scelta Curricula dei titolari di posizioni organizzative redatti in conformità al vigente modello europeo Art. 10, c. 8, lett. D Co annuale del personale e relative spese sostenute, nell'ambito del quale sono rappresentati i dati relativi alla dotazione organica e al personale effettivamente in servizio e al relativo costo, con l'indicazione della distribuzione tra le diverse Art. 16, c. 1 qualifiche e aree professionali, con particolare riguardo al personale assegnato agli uffici di diretta collaborazione con gli organi di indirizzo politico Art. 19, c. 1-bis, d.lgs. n. 165/ All interno dell organico della Fondazione Torino Smart City non sono presenti dirigenti. 50/2013 all.1 D.Lgs. 165/2001, Art. 60, c.2 Curriculum Viate Responsabile Energy Gate Curriculum Viate Responsabile Energy Gate 0 Co annuale del personale (COMPLESSIVO PER TUTTE LE TIPOLOGIE DI CONTRATTO) e relative spese sostenute, con evidenza di: 1- dati relativi alla dotazione organica e al personale effettivamente in servizio e al relativo costo, 2- distribuzione tra le diverse qualifiche e aree professionali Co annuale 2013 del personale e relative spese sostenute, con evidenza di: 1- dati relativi alla dotazione organica e al personale effettivamente in servizio e al relativo costo, 2- distribuzione tra le diverse qualifiche e aree professionali Annuale 0 Costo complessivo del personale a tempo indeterminato in servizio, articolato per aree professionali, con particolare riguardo al personale assegnato agli uffici di diretta collaborazione con gli organi di indirizzo politico Art. 16, c. 2 Costo annuale per contratti a T.I., con indicazione area professionale di appartenenza Costo annuale per 1 contratto a T.I., con indicazione area professionale di appartenenza Annuale 0 Personale non a tempo indeterminato Tassi di assenza Dati relativi al personale con rapporto di lavoro non a tempo indeterminato ed elenco dei titolari dei contratti a tempo determinato, con l'indicazione delle diverse tipologie di rapporto, Art. 17, c. 1 della distribuzione di questo personale tra le diverse qualifiche e aree professionali, ivi compreso il personale assegnato agli uffici di diretta collaborazione con gli organi di indirizzo politico Costo complessivo del personale con rapporto di lavoro non a tempo indeterminato, articolato per aree professionali, con particolare riguardo al personale assegnato agli uffici di diretta collaborazione con gli organi di indirizzo politico Tassi di assenza del personale distinti per uffici di dirigenziale Elenco degli incarichi conferiti o autorizzati a ciascun Incarichi conferiti e dipendente (dirigente e non dirigente), con l'indicazione autorizzati ai dell'oggetto, della durata e del compenso spettante per ogni dipendenti (dirigenti incarico, nonché l'attestazione dell'avvenuta verifica e non dirigenti) dell'insussistenza di situazioni, anche potenziali, di conflitto di interessi Contrattazione collettiva Dati relativi a contratti a T.D.: 1 - elenco dei titolari dei contratti a tempo determinato 2- distribuzione tra le diverse qualifiche e aree professionali Dati relativi a 1 contratto a T.D.: 1 - elenco dei titolari dei contratti a tempo determinato 2- distribuzione tra le diverse qualifiche e aree professionali Annuale 0 Art. 17, c. 2 Trimestrale 0 Art. 16, c. 3 Tabella tassi di assenza del personale Tabella tassi di assenza del personale 2014 Tabella tassi di assenza del personale 2013 Trimestrale 0 Art. 18 Riferimenti necessari per la consultazione dei contratti e accordi Art. 21, c. 1 collettivi nazionali ed eventuali interpretazioni autentiche Art. 53, c. 14, d.lgs. Tabella evenutali incarichi conferiti o autorizzati Tabella evenutali incarichi conferiti o autorizzati 0 n. 165/2001 Art. 47, c. 8, d.lgs. n. 165/2001 Riferimenti necessari per la consultazione dei contratti e accordi Riferimenti necessari per la consultazione dei contratti e accordi collettivi nazionali ed eventuali interpretazioni autentiche collettivi nazionali ed eventuali interpretazioni autentiche 0 In considerazione dell'esiguo numero di dipendenti e nel rispetto della normativa sulla privacy, il dato è pubblicato in forma aggregata. Contrattazione integrativa Contratti integrativi stipulati, con la relazione tecnico-finanziaria e quella illustrativa certificate dagli organi di controllo, nonché le informazioni trasmesse annualmente. La relazione illustrativa, Art. 21, c. 2 fra l'altro, evidenzia gli effetti attesi in esito alla sottoscrizione del contratto integrativo in materia di produttività ed efficienza dei servizi erogati, anche in relazione alle richieste dei cittadini. Eventuali contratti integrativi stipulati, con la relazione tecnicofinanziaria e quella illustrativa certificate dagli organi di controllo, nonché le informazioni trasmesse annualmente. La relazione illustrativa, fra l'altro, evidenzia gli effetti attesi in esito alla sottoscrizione del contratto integrativo in materia di produttività ed efficienza dei servizi erogati, anche in relazione alle richieste dei cittadini. 0 OIV Nominativi, curricula ed eventuali compensi dei componenti degli Organismi indipendenti di valutazione (OIV) Art. 10, c. 8, lett. c) Par. 14.2, delib. CiVIT n. 12/2013 La Fondazione Torino Smart City non ha nominato alcun Organismo Indipendente di Vigilanza (OIV) in qua non applicabile per gli enti di diritto privato in controllo Bandi di concorso per il reclutame, a qualsiasi titolo, di personale presso l'amministrazione (in formato tabellare) Art. 19, c. 1, Tabella eventuali bandi in corso Tabella eventuali bandi in corso 0 Bandi di concorso Piano della Relazione sulla Ammontare complessivo dei premi Elenco dei bandi in corso e dei bandi espletati nel corso dell'ultimo triennio con l'indicazione, per ciascuno di essi, del numero dei dipendenti assunti e delle spese effettuate Art. 19, c. 2, Per ciascun provvedime adottato dagli organi politici e dai dirgienti relativo a concorsi e prove selettive per l'assunzione del personale e progressioni di carriera: Art. 23, cc. 1 e 2 1) oggetto 2) eventuale spesa prevista 3) estremi relativi ai principali documenti contenuti nel fascicolo relativo al procedime Piano della Relazione sulla Ammontare complessivo dei premi collegati alla performance stanziati e Ammontare dei premi effettivamente distribuiti Art. 10, c. 8, lett. b) Art. 20, c. 1, d.lgs. n. 33/2013 Art. 1, c. 16, lett. d), l. n. 190/ /2013, all.1 art. 10, d.lgs. 150/2009 Elenco evantuali bandi e selezioni espletate con: 1 - Numero dipendenti assunti 2- Spese effettuate Per ciascun provvedime adottato dagli organi politici e dai dirgienti relativo a concorsi e prove selettive per l'assunzione del personale e progressioni di carriera: 1) oggetto 2) eventuale spesa prevista 3) estremi relativi ai principali documenti contenuti nel fascicolo relativo al procedime Elenco evantuali bandi e selezioni espletate con: 1 - Numero dipendenti assunti 2- Spese effettuate Per ciascun provvedime adottato dagli organi politici e dai dirgienti relativo a concorsi e prove selettive per l'assunzione del personale e progressioni di carriera: 1) oggetto 2) eventuale spesa prevista 3) estremi relativi ai principali documenti contenuti nel fascicolo relativo al procedime per la durata di 3 anni 0

4 Enti controllati Dati relativi ai premi Benessere organizzativo Sistema di misurazione e valutazione della Docume dell'oiv di validazione della Relazione sulla Enti pubblici vigilati Società partecipate Dati, in forma tabellare, relativi all'entità del premio mediamente conseguibile dal personale dirigenziale e non dirigenziale, i dati relativi alla distribuzione del trattame accessorio, in forma aggregata, al fine di dare co del di selettività utilizzato nella distribuzione dei premi e degli incentivi, nonché i dati relativi al grado di differenziazione nell'utilizzo della premialità sia per i dirigenti sia per i dipendenti Riferime a Art. 20, c. 2 Livelli di benessere organizzativo Art. 20, c. 3 Sistema di misurazione e valutazione della Docume dell'oiv di validazione della Relazione sulla Elenco degli enti pubblici, comunque denominati, istituiti, vigilati e finanziati dall'amministrazione ovvero per i quali l'amministrazione abbia il potere di nomina degli amministratori Art. 22, c. 1, lett. dell'ente, con l'indicazione delle funzioni attribuite e delle attività a) svolte in favore dell'amministrazione o delle attività di servizio pubblico affidate Elenco delle società di cui l'amministrazione detiene direttamente quote di partecipazione anche minoritaria, con l'indicazione dell'entità, delle funzioni attribuite e delle attività svolte in favore dell'amministrazione o delle attività di servizio pubblico affidate, ad esclusione delle società partecipate da amministrazioni pubbliche, quotate in mercati regolamentati e loro controllate (ex art. 22, c. 6, d.lgs. n. 33/2013) Art. 22, c. 1, lett. b) Par. 1, delib. CiVIT n. 104/ art. 7, d.lgs. n. 150/2009 Par. 2.1, delib. CiVIT n. 6/ art. 14, c. 4, lett. c), d.lgs. n. 150/2009 La compilazione di questa sezione e delle sue sotto-sezioni non rientra nell ambito soggettivo di applicazione per gli enti di diritto privato in controllo La Fondazione Torino Smart City non detiene quote di partecipazione, anche minoritaria, in alcuna società nè detiene il controllo in enti di diritto pubblico e privato. Attività e procedimenti Elenco degli enti di diritto privato, comunque denominati, in Enti di diritto privato controllo dell'amministrazione, con l'indicazione delle funzioni controllati attribuite e delle attività svolte in favore dell'amministrazione o delle attività di servizio pubblico affidate Rappresentazione grafica Dati aggregati attività amministrativa Tipologie di procedime Monitoraggio tempi procedimentali Dichiarazioni sostitutive e acquisizione d'ufficio dei dati Una o più rappresentazioni grafiche che evidenziano i rapporti tra l'amministrazione e gli enti pubblici vigilati, le società partecipate, gli enti di diritto privato controllati Dati relativi alla attività amministrativa, in forma aggregata, per settori di attività, per competenza degli organi e degli uffici, per tipologia di procedimenti Art. 22, c. 1, lett. c) Art. 22, c. 1, lett. d) Art. 24, c. 1, d.lgs. n. 33/2013 Dati relativi alle tipologie di procedime, ove per ciascuna tipologia sono pubblicate le seguenti informazioni: a) una breve descrizione del procedime con indicazione di tutti i riferimenti utili b) l'unità organizzativa responsabile dell'istruttoria c) il nome del responsabile del procedime, unitamente ai recapiti telefonici e alla casella di posta elettronica istituzionale nonché, ove diverso, l'ufficio competente all'adozione del provvedime finale, con l'indicazione del nome del responsabile dell'ufficio, unitamente ai Art. 35 c.1 rispettivi recapiti telefonici e alla casella di posta elettronica istituzionale d) per i procedimenti ad istanza di parte: gli atti e i documenti da allegare all'istanza e la modulistica necessaria, compresi i fac simile per le autocertificazioni, anche se la produzione a corredo dell'istanza è prevista da norma di legge, regolamenti o atti pubblicati nella Gazzetta Ufficiale, nonché gli uffici ai quali rivolgersi per informazioni, gli orari e le modalità di accesso con indicazione degli indirizzi, dei Risultati del monitoraggio periodico concernente il rispetto dei tempi procedimentali Relativamente ai procedimenti amministrativi vengono pubblicati: a) i recapiti telefonici e la casella di posta elettronica istituzionale dell'ufficio responsabile per le attività volte a gestire, garantire e verificare la trasmissione dei dati o l'accesso diretto agli stessi da parte delle amministrazioni procedenti b) le convenzioni-quadro volte a disciplinare le modalità di accesso ai dati c) le ulteriori modalità per la tempestiva acquisizione d'ufficio dei dati nonché per lo svolgime dei controlli sulle dichiarazioni sostitutive da parte delle amministrazioni procedenti Art. 24, c. 2 Art. 35, c. 3 50/2013, all.1 Art. 1, c. 28, l. n. 190/2012 La compilazione di questa sezione e delle sue sotto-sezioni non rientra nell ambito soggettivo di applicazione per gli enti di diritto privato in controllo

5 Provvedimenti Controlli sulle imprese Provvedimenti organi indirizzo politico Provvedimenti dirigenti amministrativi Elenco, in formato tabellare, dei provvedimenti finali dei procedimenti, adottati dagli organi di indirizzo politico con particolare riferime ai provvedimenti finali dei procedimenti di: * scelta del contraente per l'affidame di lavori, forniture e servizi, anche con riferime alla modalità di selezione * accordi stipulati dall'amministrazione con soggetti privati o con altre amministrazioni pubbliche. Per ciascun provvedime sono pubblicati: fascicolo relativo al procedime La pubblicazione avviene nella forma di una scheda sintetica Elenco dei provvedimenti finali dei procedimenti, adottati dai dirigenti con particolare riferime ai provvedimenti finali dei procedimenti di: * scelta del contraente per l'affidame di lavori, forniture e servizi, anche con riferime alla modalità di selezione * accordi stipulati dall'amministrazione con soggetti provati o con altre amministrazioni pubbliche. Per ciascun provvedime sono pubblicati: fascicolo relativo al procedime La pubblicazione avviene nella forma di una scheda sintetica Riferime a Art. 23, c. 1, 2 Art. 23, c. 1, 2 Elenco delle tipologie di controllo a cui sono assoggettate le imprese in ragione della dimensione e del settore di attività, con Art. 25, c. 1, lett. l'indicazione per ciascuna di esse dei criteri e delle relative a) modalità di svolgime Elenco degli obblighi e degli adempimenti oggetto delle attività di controllo che le imprese sono tenute a rispettare per Art. 25, c. 1, lett. B ottemperare alle disposizioni normative Con riferime ai procedimenti di affidame di lavori, forniture e servizi, soprasoglia comunitaria e sottosoglia comunitaria, occorre pubblicare: 1) la struttura proponente (L. 190/2012) del bando (L. 190/2012) 3) l'elenco degli operatori invitati a presentare offerte (L. 190/2012) 4) l'aggiudicatario (L. 190/2012) 5) l'importo di aggiudicazione (L. 190/2012) 6) i tempi di completame dell'opera, servizio o fornitura (L. 190/2012) 7) l'importo delle somme liquidate (L. 190/2012) 8) delibera a contrarre, nell'ipotesi di procedura negoziata senza previa pubblicazione di un bando di gara (art.37, c. 2) Art. 37, c. 1, 2 Elenco, in formato tabellare, dei provvedimenti finali del CdG con particolare riferime ai provvedimenti finali dei procedimenti di: * scelta del contraente per l'affidame di lavori, forniture e servizi, anche con riferime alla modalità di selezione * accordi stipulati dall'amministrazione con soggetti privati o con altre amministrazioni pubbliche. Per ciascun provvedime scheda sintetica con: fascicolo relativo al procedime Elenco dei provvedimenti finali dei procedimenti, adottati dal DIRETTORE con particolare riferime ai provvedimenti finali dei procedimenti di: * scelta del contraente per l'affidame di lavori, forniture e servizi, anche con riferime alla modalità di selezione * accordi stipulati dall'amministrazione con soggetti provati o con altre amministrazioni pubbliche. Per ciascun provvedime scheda sintetica con: fascicolo relativo al procedime soggettivo di applicazione per gli enti di diritto privato in controllo Elenco, in formato tabellare, dei provvedimenti finali del CdG con particolare riferime ai provvedimenti finali dei procedimenti di: * scelta del contraente per l'affidame di lavori, forniture e servizi, anche con riferime alla modalità di selezione * accordi stipulati dall'amministrazione con soggetti privati o con altre amministrazioni pubbliche. Per ciascun provvedime scheda sintetica con: fascicolo relativo al procedime Elenco dei provvedimenti finali dei procedimenti, adottati dal DIRETTORE con particolare riferime ai provvedimenti finali dei procedimenti di: * scelta del contraente per l'affidame di lavori, forniture e servizi, anche con riferime alla modalità di selezione * accordi stipulati dall'amministrazione con soggetti provati o con altre amministrazioni pubbliche. Per ciascun provvedime scheda sintetica con: fascicolo relativo al procedime Bandi di gara e contratti - procedura di scelta del contraente (AVCP, Del. 26) - CIG (AVCP, Del. 26) - breve descrizione (AVCP, Del. 26) - codice fiscale del proponente (AVCP, specifiche tecniche) - codice fiscale di ogni partecipante (AVCP, specifiche tecniche) - identificativo fiscale OE di ogni partecipante (AVCP, specifiche tecniche) - ragione sociale OE di ogni partecipante (AVCP, specifiche tecniche) - per ogni partecipante, ruolo in caso di associazione in partecipazione con altri soggetti (AVCP, specifiche tecniche) - data di effettivo inizio dei lavori, servizi o forniture (AVCP, specifiche tecniche) - data di ultimazione dei lavori, servizi o forniture (AVCP, specifiche tecniche) - importo complessivo liquidato al netto dell'iva (AVCP, specifiche tecniche) Legge 190/2012, Art. 1, c. 32 La compilazione di questa sezione e delle sue sotto-sezioni non Delibera AVCP rientra nell ambito soggettivo di applicazione per gli enti di diritto 26/2013, Art. 3 privato in controllo AVCP, Specifiche tecniche per la pubblicazione dei dati ai sensi dell art. 1 comma 32 Legge 190/2012 D. Lgs. 163/2006, Art. 57, c. 6 D. Lgs. 163/2006, Artt. 66, 206 Avviso di preinformazione come previsto dall'art. 63 del D. Lgs. 163/2006 Avvisi sui risultati della procedura di affidame come previsto dagli artt. 65 e 66 del D. Lgs. 163/2006 Art. 37, c. 1 Avvisi periodici indicativi e avvisi sull'esistenza di un sistema di qualificazione - settori speciali, come previsto dagli artt. 66 e 223 del D. Lgs. 163/ /2013, all. 1 D. Lgs. 163/2006, Artt. 63, 65, 66, 223

6 Sovvenzioni, contributi, sussidi, vantaggi economici Criteri e modalità Atti di concessione Bilancio preventivo e consuntivo Atti con i quali sono determinati i criteri e le modalità cui le amministrazioni devono attenersi per la concessione di sovvenzioni, contributi, sussidi ed ausili finanziari e l'attribuzione di vantaggi economici di qualunque genere a persone ed enti pubblici e privati Atti di concessione delle sovvenzioni, contributi, sussidi ed ausili finanziari alle imprese, e comunque di vantaggi economici di qualunque genere a persone ed enti pubblici e privati, di importo superiore ai mille euro nel corso dell'anno solare al medesimo beneficiario. La pubblicazione (anche in formato tabellare) comprende: a) il nome dell'impresa o dell ente e i rispettivi dati fiscali o il nome di altro soggetto beneficiario b) l'importo del vantaggio economico corrisposto c) la norma o il titolo a base dell'attribuzione d) l'ufficio e il funzionario o dirigente responsabile del relativo procedime amministrativo e) la modalità seguita per l'individuazione del beneficiario f) il link al progetto selezionato e al curriculum del soggetto incaricato Dati relativi al bilancio di previsione e a quello consuntivo di ciascun anno in forma sintetica, aggregata e semplificata, anche con il ricorso a rappresentazioni grafiche Riferime a Art. 26, c. 1 Art. 26, c. 1, 2 Art. 29, c. 1 Legge 241/1990, Art / Regolame patrocini e contributi 1- Regolame patrocini e contributi 0 Per ciascuno CONTRIBUTO e comunque di vantaggi economici di qualunque genere a persone, di importo superiore ai mille euro (anche in forma tabellare e con link a dati dei relativi provvedimenti finali): a) il nome dell'impresa o dell ente e i rispettivi dati fiscali o il nome di altro soggetto beneficiario b) l'importo del vantaggio economico corrisposto c) la norma o il titolo a base dell'attribuzione d) l'ufficio e il funzionario o dirigente responsabile del relativo procedime amministrativo e) la modalità seguita per l'individuazione del beneficiario f) il link al progetto selezionato e al curriculum del soggetto incaricato 1- Bilanci previsionali 2- Bilanci consuntivi 1- Bilanci previsionali 2- Bilanci consuntivi Per ciascuno CONTRIBUTO e comunque di vantaggi economici di qualunque genere a persone, di importo superiore ai mille euro (anche in forma tabellare e con link a dati dei relativi provvedimenti finali): a) il nome dell'impresa o dell ente e i rispettivi dati fiscali o il. nome di altro soggetto beneficiario Annuale il b) l'importo del vantaggio economico corrisposto prospetto c) la norma o il titolo a base dell'attribuzione tabellare d) l'ufficio e il funzionario o dirigente responsabile del relativo riassuntivo procedime amministrativo e) la modalità seguita per l'individuazione del beneficiario f) il link al progetto selezionato e al curriculum del soggetto incaricato Elaborazione in forma sintentica con rappresentazioni grafiche Bilanci Beni immobili e gestione patrimonio Controlli e rilievi sull'amministrazi one Servizi erogati Piano degli indicatori e dei risultati attesi di bilancio Piano degli indicatori e risultati attesi di bilancio, con l integrazione delle risultanze osservate in termini di raggiungime dei risultati attesi e le motivazioni degli eventuali scostamenti e gli aggiornamenti in corrispondenza di Art. 29, c. 2 ogni nuovo esercizio di bilancio, sia tramite la specificazione di nuovi obiettivi e indicatori, sia attraverso l aggiorname dei valori obiettivo e la soppressione di obiettivi già raggiunti oppure oggetto di ripianificazione Patrimonio Informazioni identificative degli immobili posseduti e loro Art. 30 immobiliare destinazione d'uso Canoni di locazione Canoni di locazione o di affitto versati o percepiti Art. 30 o affitto In merito ai dati relativi ai controlli sull'organizzazione e sull'attività dell'amministrazione, unitamente agli atti cui si riferiscono, devono essere pubblicati i rilievi non recepiti degli organi di controllo interno, degli organi di revisione Art. 31 amministrativa e contabile e tutti i rilievi ancorché recepiti della Corte dei Conti, riguardanti l'organizzazione e l'attività dell'amministrazione o di singoli uffici Carta dei servizi e standard di qualità Costi contabilizzati Tempi medi di erogazione dei servizi Class action Indicatore di tempestività dei pagamenti Indicatore di tempestività dei pagamenti Pagamenti IBAN e pagamenti dell'amministrazi informatici one Carta dei servizi o docume contenente gli standard di qualità dei servizi pubblici Art. 32, c. 1 Per tutti i servizi erogati agli utenti, sia finali che intermedi, devono essere pubblicati in forma tabellare i costi contabilizzati, Art. 32, c. 2, lett. a evidenziando quelli effettivamente sostenuti e quelli imputati al Art. 10, c. 5 personale per ogni servizio erogato, e il relativo andame nel tempo Per tutti i servizi erogati agli utenti, sia finali che intermedi, devono essere pubblicati in forma tabellare i tempi medi di Art. 32, c. 2, lett. B erogazione dei servizi, con riferime all'esercizio finanziario precedente 1) Notizia del ricorso in giudizio proposto dai titolari di interessi giuridicamente rilevanti ed omogenei nei confronti delle amministrazioni e dei concessionari di servizio pubblico al fine di ripristinare il corretto svolgime della funzione o la corretta erogazione di un servizio 2) Sentenza di definizione del giudizio 3) Misure adottate in ottemperanza alla sentenza Elenco delle misure organizzative per garantire il tempestivo pagame delle somme dovute per somministrazioni, forniture ed appalti Indicatore dei propri tempi medi di pagame relativi agli acquisti di beni, servizi e forniture Art. 33 Nelle richieste di pagame: i codici IBAN identificativi del co di pagame, ovvero di imputazione del versame in Tesoreria, tramite i quali i soggetti versanti possono effettuare i pagamenti mediante bonifico bancario o postale, ovvero gli Art. 36 identificativi del co corrente postale sul quale i soggetti versanti possono effettuare i pagamenti mediante bollettino postale, nonchè i codici identificativi del pagame da indicare obbligatoriamente per il versame D. Lgs. 31 maggio La compilazione di questa sotto-sezione non rientra nell ambito 2011, n. 91, Art. 19 soggettivo di applicazione per gli enti di diritto privato in e Art. 22 controllo 50/2013, all. 1 D. Lgs. 198/2009, Art. 1, c. 2 D. Lgs. 198/2009, Art. 4, cc. 2 e 6 D.L. 78/2009, Art. 9, c. 1, lett a), pu 1 La Fondazione Torino Smart City non possiede alcun immobile. La Fondazione Torino Smart City non versa e non percepisce canoni di locazione e affitti. soggettivo di applicazione degli enti di diritto privato in controllo La compilazione di questa sezione e delle sue sotto-sezioni non rientra nell ambito soggettivo di applicazione per gli enti di diritto privato in controllo D. Lgs. 7 marzo 2005, n. 82 (CAD), La compilazione di questa sezione e delle sue sotto-sezioni non Art. 5, c. 1, lett. a) rientra nell ambito soggettivo di applicazione per gli enti di diritto L. 35/2012, Art. 6- privato in controllo ter Termini di pagame dei fornitori Comunicazione ai creditori dell'importo e della data entro la quale l'amministrazione provvederà ai pagamenti dei debiti di cui agli articoli 1, 2, 3 e 5. D.L. 35/2013, Art. 6, c. 9, convertito con modificazioni in Legge 6 giugno 2013, n. 64

7 Opere pubbliche Riferime a Relativamente ai processi di pianificazione, realizzazione e valutazione delle opere urbanistiche occorre pubblicare: - I documenti di programmazione anche pluriennale delle opere pubbliche di competenza dell'amministrazione - Le linee guida per la valutazione degli investimenti - Le relazioni annuali - Ogni altro docume predisposto nell'ambito della Art. 38, c. 1 valutazione, ivi inclusi i pareri dei valutatori che si discostino dalle scelte delle amministrazioni e gli esiti delle valutazioni ex post che si discostino dalle valutazioni ex ante - Le informazioni relative ai Nuclei di valutazione e verifica degli investimenti pubblici incluse le funzioni e i compiti specifici ad essi attribuiti, le procedure e i criteri di individuazione dei componenti e i loro nominativi Legge 144/1999, Art. 1 soggettivo di applicazione degli enti di diritto privato in controllo Informazioni relative ai tempi e agli indicatori di realizzazione delle opere pubbliche completate Informazioni relative ai costi unitari di realizzazione delle opere pubbliche completate Art. 38, c. 2 Pianificazione e governo del territorio Atti di governo del territorio, quali, tra gli altri, piani territoriali, piani di coordiname, piani paesistici, strumenti urbanistici, generali e di attuazione, nonché le loro varianti. Per ciascuno degli atti di cui sopra sono pubblicati: 1) gli schemi di provvedime prima che siano portati all'approvazione 2) le delibere di adozione o approvazione 3) i relativi allegati tecnici Documentazione continuamente aggiornata relativa a ciascun procedime di presentazione e approvazione delle proposte di trasformazione urbanistica d'iniziativa privata o pubblica in variante allo strume urbanistico generale comunque denominato vigente, nonché delle proposte di trasformazione urbanistica d'iniziativa privata o pubblica in attuazione dello strume urbanistico generale vigente che comportino premialità edificatorie a fronte dell'impegno dei privati alla realizzazione di opere di urbanizzazione extra oneri o della cessione di aree o volumetrie per finalità di pubblico interesse Art. 39, c. 1 Art. 39, c.2 soggettivo di applicazione degli enti di diritto privato in controllo Informazioni ambientali Informazioni ambientali e relazioni detenute ai fini delle attività istituzionali: 1) Stato dell'ambiente 2) Fattori inquinanti 3) Misure incidenti sull'ambiente e relative analisi di impatto Art. 40, c. 2 4) Misure a protezione dell'ambiente e relative analisi di impatto 5) Relazioni sull'attuazione della legislazione 6) Stato della salute e della sicurezza umana 7) Relazione sullo stato dell'ambiente del Ministero dell'ambiente e della tutela del territorio D. Lgs. 19 agosto 2005, n. 195, Art. 2, c. 1, lett. a) D. Lgs. 19 agosto 2005, n. 195, Art. 5 D. Lgs. 19 agosto soggettivo di applicazione degli enti di diritto privato in controllo 2005, n. 195, Art. 10 D. Lgs. 19 agosto 2005, n. 195, Art. 11 Interventi straordinari e di emergenza Relativamente ai provvedimenti adottati contingibili e urgenti e in generale provvedimenti di carattere straordinario in caso di calamità naturali o di altre emergenze, deve essere pubblicato: a) il provvedime con l'indicazione espressa delle norme di legge eventualmente derogate e dei motivi della deroga, nonché l'indicazione di eventuali atti amministrativi o giurisdizionali intervenuti b) i termini temporali eventualmente fissati per l'esercizio dei poteri di adozione dei provvedimenti straordinari c) il costo previsto degli interventi e il costo effettivo sostenuto dall'amministrazione d) le particolari forme di partecipazione degli interessati ai procedimenti di adozione dei provvedimenti straordinari Art. 42 soggettivo di applicazione degli enti di diritto privato in controllo Nome del Responsabile della trasparenza cui è presentata la richiesta di accesso civico, nonché modalità per l'esercizio di Art. 5, c. 1 tale diritto, con indicazione dei recapiti telefonici e delle caselle di posta elettronica istituzionale 1- Nome del Responsabile della trasparenza cui è presentata la 1- Nome del Responsabile della trasparenza cui è presentata la richiesta di accesso civico richiesta di accesso civico 2- modalità per l'esercizio di tale diritto, con indicazione dei 2- modalità per l'esercizio di tale diritto, con indicazione dei recapiti telefonici e delle caselle di posta elettronica istituzionale recapiti telefonici e delle caselle di posta elettronica istituzionale 0 Accesso civico Altri contenuti Nome del titolare del potere sostitutivo, attivabile nei casi di ritardo o mancata risposta a seguito di richiesta di accesso civico, con indicazione dei recapiti telefonici e delle caselle di posta elettronica istituzionale Art. 5, c Nome del titolare del potere sostitutivo, attivabile nei casi di ritardo o mancata risposta a seguito di richiesta di accesso civico 2- indicazione dei recapiti telefonici e delle caselle di posta elettronica istituzionale 1- Nome del titolare del potere sostitutivo, attivabile nei casi di ritardo o mancata risposta a seguito di richiesta di accesso civico 2- indicazione dei recapiti telefonici e delle caselle di posta elettronica istituzionale 0 Elenco soggetti aderenti al progetto Torino Smart City Elenco soggetti aderenti al progetto Torino Smart City Elenco soggetti aderenti al progetto Torino Smart City Elenco Protocolli d'intesa sottoscritti Elenco Protocolli d'intesa sottoscritti Elenco Protocolli d'intesa sottoscritti Dati ulteriori Elenco iniziative ed eventi patrocinati Elenco iniziative ed eventi patrocinati Elenco iniziative ed eventi patrocinati Elenco ed iniziative organizzate Elenco ed iniziative organizzate Elenco ed iniziative organizzate Partecipazione a convegni ed eventi organizzati da terzi Partecipazione a convegni ed eventi organizzati da terzi Partecipazione a convegni ed eventi organizzati da terzi

8 Riferime a pubblicazione* Indicazioni sui tempi di prima pubblicazione ed eventuali obbligo di permanenza nella sezione dei dati in oggetto Sezioni non coerenti con la tipologia di ente o su cui non sussiste obbligo di pubblicazione per la Fondazione

Programma per la Trasparenza e l'integrità. Art. 10, c. 8, lett. a), d.lgs. n. 33/2013

Programma per la Trasparenza e l'integrità. Art. 10, c. 8, lett. a), d.lgs. n. 33/2013 Programma per la Trasparenza e l'integrità Art. 10, c. 8, lett. a), d.lgs. n. Programma per la Trasparenza e l'integrità Programma triennale per la trasparenza e l'integrità e relativo stato di attuazione

Dettagli

ONLINE l'integrità d.lgs. 33/2013) Riferimenti normativi su organizzazione e attività. Atti amministrativi generali

ONLINE l'integrità d.lgs. 33/2013) Riferimenti normativi su organizzazione e attività. Atti amministrativi generali Disposizioni generali SEZIONE "AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE" - ELENCO DEGLI OBBLIGHI DI PUBBLICAZIONE - PIANIFICAZIONE Macrofamiglie Tipologie di dati Riferimento normativo Denominazione del singolo obbligo

Dettagli

Tempi di pubblicazione * Aggiorname nto CONTENUTI SPECIFICI IN CARICO ALLA FONDAZIONE

Tempi di pubblicazione * Aggiorname nto CONTENUTI SPECIFICI IN CARICO ALLA FONDAZIONE I MONITORAGGIO PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L'INTEGRITA' 2014-2016 DELLA FONDAZIONE TORINO SMART CITY. Contenuti della sezione "Amministrazione Trasparente" del sito www.torinosmartcity.it

Dettagli

ORDINE ASSISTENTI SOCIALI DELL'EMILIA ROMAGNA

ORDINE ASSISTENTI SOCIALI DELL'EMILIA ROMAGNA ORDINE ASSISTENTI SOCIALI DELL'EMILIA ROMAGNA SEZIONE "AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE" - ELENCO DEGLI OBBLIGHI DI PUBBLICAZIONE - PIANIFICAZIONE Macrofamiglie Tipologie di dati Riferimento normativo Denominazione

Dettagli

Allegato al Piano per la trasparenza e l integrità Categorie di dati ed informazioni da pubblicare

Allegato al Piano per la trasparenza e l integrità Categorie di dati ed informazioni da pubblicare 1 Allegato al Piano per la trasparenza e l integrità Categorie di dati ed informazioni da pubblicare 2 Denominazione sotto-sezione 1 livello (Macrofamiglie) Denominazione sotto-sezione 2 livello (Tipologie

Dettagli

AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE

AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE ALLEGATO a) AL PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA E L'INTEGRITA' 2015-2017 - Approvato con deliberazione di Giunta Comunale n._12_ del 29/01/2015 AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE SOTTOSEZIONE 1 livello sottosezione

Dettagli

ALLEGATO 1) SEZIONE "AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE" - ELENCO DEGLI OBBLIGHI DI PUBBLICAZIONE VIGENTI

ALLEGATO 1) SEZIONE AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE - ELENCO DEGLI OBBLIGHI DI PUBBLICAZIONE VIGENTI ALLEGATO 1) SEZIONE "AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE" - ELENCO DEGLI OBBLIGHI DI PUBBLICAZIONE VIGENTI Denominazione sotto-sezione livello 1 (Macrofamiglie) Denominazione sottosezione 2 livello (Tipologie

Dettagli

ALLEGATO 1 PROGRAMMA TRIENNALE DI TRASPARENZA E INTEGRITA' DELL'AUTORITA' DI BACINO DEL FIUME SERCHIO - ELENCO DEGLI OBBLIGHI DI PUBBLICAZIONE VIGENTI

ALLEGATO 1 PROGRAMMA TRIENNALE DI TRASPARENZA E INTEGRITA' DELL'AUTORITA' DI BACINO DEL FIUME SERCHIO - ELENCO DEGLI OBBLIGHI DI PUBBLICAZIONE VIGENTI ALLEGATO 1 PROGRAMMA TRIENNALE DI TRASPARENZA E INTEGRITA' DELL'AUTORITA' DI BACINO DEL FIUME SERCHIO - ELENCO DEGLI OBBLIGHI DI PUBBLICAZIONE VIGENTI Denominazione sottosezione Programma per la Trasparenza

Dettagli

COMUNE DI CARMIANO PROVINCIA DI LECCE PROGRAMMA TRIENNALE DELLA TRASPARENZA E DELL INTEGRITA ALLEGATO 1. Contenuti dell obbligo

COMUNE DI CARMIANO PROVINCIA DI LECCE PROGRAMMA TRIENNALE DELLA TRASPARENZA E DELL INTEGRITA ALLEGATO 1. Contenuti dell obbligo COMUNE DI CARMIANO PROVINCIA DI LECCE PROGRAMMA TRIENNALE DELLA TRASPARENZA E DELL INTEGRITA ALLEGATO 1 Denominazione dell obbligo Atti amministrativi generali Burocrazia Zero Consulenti e collaboratori

Dettagli

SEZIONE AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE - ELENCO DEGLI OBBLIGHI DI PUBBLICAZIONE

SEZIONE AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE - ELENCO DEGLI OBBLIGHI DI PUBBLICAZIONE sottosezione del singolo obbligo Contenuti dell'obbligo Aggiornamento Disposizioni generali Attestazioni OIV o struttura analoga Art. 14, c. 4, lett. g), 150/2009 Attestazioni OIV o struttura analoga Attestazione

Dettagli

PIANO TRASPARENZA 2014-2015-2016. Responsabile. Decorrenza pubblicazione. caricamento sul sito. Responsabile CED Maritan G.

PIANO TRASPARENZA 2014-2015-2016. Responsabile. Decorrenza pubblicazione. caricamento sul sito. Responsabile CED Maritan G. DISPOSIZIONI GENERALI Programma per la trasparenza e l'integrità Atti Oneri informativi per cittadini e imprese Scadenziario obblighi amministrativi Burocrazia zero art. 10, c. 8, lett a) D.L.gs 33/13

Dettagli

OBBLIGHI DI TRASPARENZA 2015-2017

OBBLIGHI DI TRASPARENZA 2015-2017 OBBLIGHI DI TRASPARENZA 2015-2017 Allegato A Al Programma Triennale per la 2015-2017 Di seguito i dati oggetto di pubblicazione, ai sensi di quanto previsto dalla normativa sulla di cui al 33 del 2013.

Dettagli

TABELLA A - SEZIONE "AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE" - ELENCO DEGLI OBBLIGHI DI PUBBLICAZIONE VIGENTI

TABELLA A - SEZIONE AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE - ELENCO DEGLI OBBLIGHI DI PUBBLICAZIONE VIGENTI (Tipologie d) Programma per la e l'integrità Atti generali Disposizioni generali Art. 10, c. 8, lett. a), d.lgs. n. 33/2013 Art. 12, c. 1, d.lgs. n. 33/2013 Art. 12, c. 2, d.lgs. n. 33/2013 Programma per

Dettagli

D. LGS. N.33/2013: ELENCO DEGLI OBBLIGHI DI PUBBLICAZIONE VIGENTI DENOMINAZIONE SOTTO-SEZIONE LIVELLO 1 (macrofamiglia) DISPOSIZIONI GENERALI

D. LGS. N.33/2013: ELENCO DEGLI OBBLIGHI DI PUBBLICAZIONE VIGENTI DENOMINAZIONE SOTTO-SEZIONE LIVELLO 1 (macrofamiglia) DISPOSIZIONI GENERALI Delibera 2015/0000003 del 28/01/2015 (Allegato) Pagina 1 di 32 D. LGS. N.: ELENCO DEGLI OBBLIGHI DI PUBBLICAZIONE VIGENTI DISPOSIZIONI GENERALI Atti generali SOVVENZIONI, CONTRIBUTI, SUSSIDI, VANTAGGI

Dettagli

ALLEGATO 2 DEL PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L'INTEGRITÀ

ALLEGATO 2 DEL PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L'INTEGRITÀ ALLEGATO 2 DEL PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L'INTEGRITÀ Programma per la Trasparenza e l'integrità Art. 10 Programma per la trasparenza e l'integrità. 5 anni Annuale Art. 12 Riferimenti normativi

Dettagli

ALLEGATO AL PROGRAMMA TRIENNALE DELLA TRASPARENZA E DELL'INTEGRITA' 2015-2017

ALLEGATO AL PROGRAMMA TRIENNALE DELLA TRASPARENZA E DELL'INTEGRITA' 2015-2017 2 livello Disposizioni generali Attestazioni OIV o struttura analoga U Art. 14, c. 4, lett. g), 150/2009 Attestazioni OIV o struttura analoga Attestazione dell'oiv o di altra struttura analoga nell'assolvimento

Dettagli

Tabella per la pubblicazione dei dati previsti dall All. 1 della Delibera A.N.AC. 50/2013

Tabella per la pubblicazione dei dati previsti dall All. 1 della Delibera A.N.AC. 50/2013 Organizzazione - Organi di indirizzo politico-amministrativo - Organi di indirizzo politico-amministrativo Nome / Cognome Curricula (art. 14, c. 1, lett. b), D. Lgs. n. Compensi di qualsiasi natura connessi

Dettagli

SEZIONE "AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE" - INFORMAZIONI DA PUBBLICARE (dati obbligatori e ulteriori)

SEZIONE AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE - INFORMAZIONI DA PUBBLICARE (dati obbligatori e ulteriori) SEZIONE "AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE" - INFORMAZIONI DA PUBBLICARE (dati obbligatori e ulteriori) Denominazione sotto-sezione 1 livello Denominazione sotto-sezione 2 livello Riferimento normativo Denominazione

Dettagli

Tempistica di aggiornamento. Annuale e in relazione a delibere CiVIT. Tempestivo. Pubblicazione tempestiva. dell atto Entro 3 mesi dall adozione

Tempistica di aggiornamento. Annuale e in relazione a delibere CiVIT. Tempestivo. Pubblicazione tempestiva. dell atto Entro 3 mesi dall adozione Centro di Riferimento Oncologico obblighi di pubblicazione : situazione al 31.12.2013 data di svolgimento della rilevazione: 24.01.2014 modalità seguite per la rilevazione: verifica sul sito istituzionale

Dettagli

ALLEGATO 1) SEZIONE "AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE" - ELENCO DEGLI OBBLIGHI DI PUBBLICAZIONE VIGENTI

ALLEGATO 1) SEZIONE AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE - ELENCO DEGLI OBBLIGHI DI PUBBLICAZIONE VIGENTI ALLEGATO 1) SEZIONE "AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE" - ELENCO DEGLI OBBLIGHI DI PUBBLICAZIONE VIGENTI Denominazione sotto-sezione livello 1 (Macrofamiglie) Denominazione sotto-sezione 2 livello (Tipologie

Dettagli

PIANO TRIENNALE DELLA TASPARENZA AFOL EST 2014-2016 aggiornamento al 28.11.2014

PIANO TRIENNALE DELLA TASPARENZA AFOL EST 2014-2016 aggiornamento al 28.11.2014 Programma per la trasparenza e l'integrità art. 10, c. 8, lett. a Programma triennale per la trasparenza e l'integrità e relativo stato di attuazione (art. 10, cc. 1, 2, 3, d.lgs. ) (art. 10, c. 1, ) Attestazioni

Dettagli

ASL CN2 Tabella - Sezione "Amministrazione trasparente" e relativi contenuti Allegato 3

ASL CN2 Tabella - Sezione Amministrazione trasparente e relativi contenuti Allegato 3 ASL CN2 Tabella - Sezione " trasparente" e relativi contenuti Allegato 3 Programma per la e l'integrità Adozione, aggiornamento, monitoraggio e pubblicazione sul sito dell'ente del Programma triennale

Dettagli

ELENCO DEGLI OBBLIGHI DI PUBBLICAZIONE VIGENTI (Allegato 1 - delibera CIVIT n.50/2013)

ELENCO DEGLI OBBLIGHI DI PUBBLICAZIONE VIGENTI (Allegato 1 - delibera CIVIT n.50/2013) degli obblighi pubblicazione ex d.lgs.n. Disposizioni generali Programma per la Trasparenza e l'integrità Atti generali Riferimento normativo Denominazione del singolo obbligo Contenuti dell'obbligo Aggiornamento

Dettagli

TEMPI DI AGGIORNAMENTO DEI DATI PRESENTI NELLE SEZIONI DI AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE

TEMPI DI AGGIORNAMENTO DEI DATI PRESENTI NELLE SEZIONI DI AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE sottosezione del singolo obbligo Contenuti dell'obbligo Aggiornamento Art. 10, c. 8, Programma per la lett. a), Trasparenza e l'integrità Programma per la Trasparenza e l'integrità Programma triennale

Dettagli

Comune di Novedrate obblighi di trasparenza Allegato A al Piano Triennale della Trasparenza. CONTENUTI (documenti da pubblicare)

Comune di Novedrate obblighi di trasparenza Allegato A al Piano Triennale della Trasparenza. CONTENUTI (documenti da pubblicare) Comune di Novedrate obblighi di trasparenza Allegato A al Piano Triennale della Trasparenza SEZIONE Amministrazione trasparente Disposizioni generali SOTTOSEZIONE Programma per la trasparenza e 'integrità

Dettagli

ALLEGATO 1) SEZIONE "AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE" - ELENCO DEGLI OBBLIGHI DI PUBBLICAZIONE VIGENTI Errata corrige (settembre 2013)

ALLEGATO 1) SEZIONE AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE - ELENCO DEGLI OBBLIGHI DI PUBBLICAZIONE VIGENTI Errata corrige (settembre 2013) Contenuti dell' Aggiornamento Referente Art. 10, c. 8, Programma per la lett. a), Trasparenza e l'integrità Programma per la Trasparenza e l'integrità Programma triennale per la trasparenza e l'integrità

Dettagli

ALLEGATO 1 ALLA DELIBERA. 77/2013- GRIGLIA DI RILEVAZIONE AL27.03.2014

ALLEGATO 1 ALLA DELIBERA. 77/2013- GRIGLIA DI RILEVAZIONE AL27.03.2014 mministrazione "COMUNE DI ERCOLNO" Data di compilazione 27/03/2014 LLEGTO 1 LL DELIBER. 77/2013- GRIGLI DI RILEVZIONE L27.03.2014 PUBBLICZIONE COMPLETEZZ DEL CONTENUTO COMPLETEZZ RISPETTO GLI UFFICI Denominazione

Dettagli

ALLEGATO 1 PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ

ALLEGATO 1 PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ DATI DA PUBBLICARE NORMATIVA DURATA PUBBLICAZIONE PUBBLICAZIONE UFFICIO COMPETENTE RESPONSABILE - DISPOSIZIONI GENERALI - PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ Art. 10 c. 8 lett. a), 5 anni

Dettagli

Denominazione del singolo obbligo (1) Programma per la Trasparenza e l'integrità

Denominazione del singolo obbligo (1) Programma per la Trasparenza e l'integrità Tabella 1 allegata al Programma Triennale per la Trasparenza e l Integrità SEZIONE "AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE" - ELENCO DEGLI OBBLIGHI DI PUBBLICAZIONE VIGENTI Macrofamiglie Programma per la Trasparenza

Dettagli

Modalità di trasmissione dei dati e. Tempistiche di pubblicazione e di aggiornamento. Contenuti dell'obbligo. di pubblicazione

Modalità di trasmissione dei dati e. Tempistiche di pubblicazione e di aggiornamento. Contenuti dell'obbligo. di pubblicazione L'elenco degli obblighi presente in questo allegato è stato redatto sulla scorta di quanto previsto dall allegato A del e dell'allegato A della Delibera Civit n. 50/2013. Gli obblighi sono da attuarsi

Dettagli

DISPOSIZIONI GENERALI

DISPOSIZIONI GENERALI Piano per la Trasparenza e l'integrità Allegato 1 ELENCO DEGLI OBBLIGHI DI PUBBLICAZIONE VIGENTI (d.lgs. e delibera CiVIT DISPOSIZIONI GENERALI Denominazione livello 2 (tipologie di dati) Riferimento normativo

Dettagli

ALLEGATO 1 ALLA DELIBERA. 77/2013- GRIGLIA DI RILEVAZIONE AL 31/12/2013

ALLEGATO 1 ALLA DELIBERA. 77/2013- GRIGLIA DI RILEVAZIONE AL 31/12/2013 llegato 1 mministrazione.t.e.r. DI MTER Data di compilazione 31/01/2014 LLEGTO 1 LL DELIBER. 77/2013- GRIGLI DI RILEVZIONE L 31/12/2013 PUBBLICZIONE COMPLETEZZ DEL CONTENUTO livello 1 (Macrofamiglie) 2

Dettagli

ELENCO DEGLI OBBLIGHI DI PUBBLICAZIONE VIGENTI (Allegato 1 - delibera CIVIT n.50/2013)

ELENCO DEGLI OBBLIGHI DI PUBBLICAZIONE VIGENTI (Allegato 1 - delibera CIVIT n.50/2013) degli obblighi di pubblicazione ex d.lgs.n. sottosezione Riferimento normativo del singolo obbligo Contenuti dell'obbligo Aggiornamento Programma per la Trasparenza e l'integrità Art. 10, c. 8, lett. a),

Dettagli

AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE

AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE LIVELLO 1 LIVELLO 2 RIFERIMENTO NORMATIVO 1a- Programma per la Trasparenza e l'integrità Art. 10, c.8, lett. a), d.lgs. N. 33/2013 1b- Attestazione OIV o struttura analoga Art.

Dettagli

ALLEGATO 1) SEZIONE "AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE" - ELENCO DEGLI OBBLIGHI DI PUBBLICAZIONE VIGENTI

ALLEGATO 1) SEZIONE AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE - ELENCO DEGLI OBBLIGHI DI PUBBLICAZIONE VIGENTI Programma per la art.10, c.8, lett. a) d.lgs Trasparenza e l'integrità Programma triennale per la trasparenza e l'integrità (art. 10, c. 1, d.lgs. n. Disposizioni generali Organizzazione Atti generali

Dettagli

Denominazione del singolo obbligo (1) Programma per la Trasparenza e l'integrità

Denominazione del singolo obbligo (1) Programma per la Trasparenza e l'integrità Tabella allegata al Piano Triennale per la Trasparenza e l Integrità SEZIONE "AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE" - ELENCO DEGLI OBBLIGHI DI PUBBLICAZIONE VIGENTI Macrofamiglie Tipologie Programma per la Trasparenza

Dettagli

ALLEGATO 1) SEZIONE "AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE" - ELENCO DEGLI OBBLIGHI DI PUBBLICAZIONE VIGENTI

ALLEGATO 1) SEZIONE AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE - ELENCO DEGLI OBBLIGHI DI PUBBLICAZIONE VIGENTI LLEGTO 1) SEZIONE "MMINISTRZIONE TRSPRENTE" - ELENCO DEGLI OLIGHI DI PULICZIONE VIGENTI sottosezione mbito del singolo obbligo Contenuti dell'obbligo ggiornamento Programma per la Trasparenza e l'integrità

Dettagli

ELENCO OBBLIGHI DI PUBBLICAZIONE D.lgs 33/2013

ELENCO OBBLIGHI DI PUBBLICAZIONE D.lgs 33/2013 ELENCO OBBLIGHI DI PUBBLICAZIONE D.lgs Denominazio Disposizioni generali Programma per la Trasparenza e l'integrità Attestazioni OIV o struttura analoga Atti generali Oneri informativi per cittadini e

Dettagli

PUBBLICAZIONE. Il dato è pubblicato nella sezione "Amministrazione trasparente" del sito istituzionale? (da 0 a 2)

PUBBLICAZIONE. Il dato è pubblicato nella sezione Amministrazione trasparente del sito istituzionale? (da 0 a 2) llegato 1 genzia Nazionale di Valutazione del sistema Universitario e della Ricerca 30/01/2014 LLEGTO 1 LL DELIBER. 77/2013- GRIGLI DI RILEVZIONE L 31/12/2013 PUBBLICZIONE COMPLETEZZ DEL CONTENUTO COMPLETEZZ

Dettagli

ALLEGATO 1 ALLA DELIBERA. 148/2014- GRIGLIA DI RILEVAZIONE AL 31/12/2014. Curricula. Compensi di qualsiasi natura connessi all'assunzione della carica

ALLEGATO 1 ALLA DELIBERA. 148/2014- GRIGLIA DI RILEVAZIONE AL 31/12/2014. Curricula. Compensi di qualsiasi natura connessi all'assunzione della carica mministrazione BEDOLLO 31/1/215 LLEGTO 1 LL DELIBER. 148/214- GRIGLI DI RILEVZIONE L 31/12/214 livello 1 (Macrofamiglie) Denominazione sotto-sezione 2 livello (Tipologie di dati) mbito soggettivo (vedi

Dettagli

RIEPILOGO ADEMPIMENTI IN MATERIA DI TRASPARENZA. Denominazione sotto-sezione 2 livello Responsabile Pubblicazione Tempistica controlli

RIEPILOGO ADEMPIMENTI IN MATERIA DI TRASPARENZA. Denominazione sotto-sezione 2 livello Responsabile Pubblicazione Tempistica controlli Disposizioni generali Organizzazione sotto-sezione 2 Responsabile Pubblicazione Tempistica controlli Programma triennale per la trasparenza e l integrità (d. lgs. 33/2013 art.10, co. 8 lett a) Atti generali

Dettagli

MODULO DIDATTICO 3 Trasparenza amministrativa: gli obblighi normativi per le scuole dopo il D.LGS. n. 33/2013

MODULO DIDATTICO 3 Trasparenza amministrativa: gli obblighi normativi per le scuole dopo il D.LGS. n. 33/2013 MODULO DIDATTICO 3 Trasparenza amministrativa: gli obblighi normativi per le scuole dopo il D.LGS. n. 33/2013 Gli obblighi di pubblicazione sui siti delle scuole 1 of 21 MODULO DIDATTICO 3 Trasparenza

Dettagli

RIFERIMENTO. diversamente. specificato si intende il D.lgs. 33/2013) art. 14, c. 4, lett. G D.lgs 150/2009

RIFERIMENTO. diversamente. specificato si intende il D.lgs. 33/2013) art. 14, c. 4, lett. G D.lgs 150/2009 Allegato B - Aggiornamento del Programma Triennale per la Trasparenza e l'integrità 2014-2016 DESCRIZIONE SOTTOSEZIONE II RIFERIMENTO UFFICIO (*IL NORMATIVO (se non DIRIGENTE PUO' CONTENUTI DA PUBBLICARE

Dettagli

ALLEGATO 1) SEZIONE "AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE" - ELENCO DEGLI OBBLIGHI DI PUBBLICAZIONE VIGENTI Errata corrige (settembre 2013)

ALLEGATO 1) SEZIONE AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE - ELENCO DEGLI OBBLIGHI DI PUBBLICAZIONE VIGENTI Errata corrige (settembre 2013) LLEGTO 1) SEZIONE "MMINISTRZIONE TRSPRENTE" - ELENCO DEGLI OBBLIGHI DI PUBBLICZIONE VIGENTI mbito Denominazione del singolo obbligo Contenuti dell'obbligo ggiornamento Programma per la e l'integrità rt.

Dettagli

ALLEGATO 2) Obiettivo: ATTUAZIONE DEL D.LGS. 33/2013 Tempi di realizzazione: 2014/2016

ALLEGATO 2) Obiettivo: ATTUAZIONE DEL D.LGS. 33/2013 Tempi di realizzazione: 2014/2016 LLEGTO 2) Obiettivo: TTUZIONE DEL D.LGS. Tempi di realizzazione: 2014/2016 mbito del singolo obbligo Programma per la Trasparenza e l'integrità rt. 10, c. 8, lett. a), Programma per la Trasparenza e l'integrità

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L'INTEGRITA' 2015-2017

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L'INTEGRITA' 2015-2017 PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L'INTEGRITA' 2015-2017 Redatto dal Responsabile della Prevenzione della Corruzione e per la Trasparenza dr. Piero Canino (I aggiornamento) INDICE 1. Introduzione

Dettagli

PROSPETTO RIEPILOGATIVO DELLE AZIONI PREVISTE NEL PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA DEL COMUNE DI INVERIGO

PROSPETTO RIEPILOGATIVO DELLE AZIONI PREVISTE NEL PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA DEL COMUNE DI INVERIGO COMUNE DI INVERIGO Provincia di Como PROSPETTO RIEPILOGATIVO DELLE AZIONI PREVISTE NEL PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA DEL COMUNE DI INVERIGO 1 Adozione programma triennale per la

Dettagli

Allegato A. Sottocategorie (2 livello) Categorie (1 livello) Tempistica pubblicazione. Riferimento normativo

Allegato A. Sottocategorie (2 livello) Categorie (1 livello) Tempistica pubblicazione. Riferimento normativo Allegato A Categorie (1 livello) Riferimento normativo Sottocategorie (2 livello) Dati da pubblicare Area Competente Tempistica pubblicazione Disposizioni generali Organizzazione Art.10, c.8 lett.a) del

Dettagli

Atti amministrativi generali: art. 12 co. 1

Atti amministrativi generali: art. 12 co. 1 Allegato SEZIONE Amministrazione trasparente Elenco degli obblighi di pubblicazione Riferimento: allegato al D.L.gs 33/2013 Denominazione sotto-sezione 1 livello Denominazione sotto-sezione 2 livello Tipologia

Dettagli

ELENCO OBBLIGHI PUBBLICAZIONE sul SITO ACI

ELENCO OBBLIGHI PUBBLICAZIONE sul SITO ACI ELENCO OBBLIGHI PUBBLICAZIONE sul SITO ACI SOTTOSEZIONE 1 SOTTOSEZIONE 2 CONTENUTO STRUTTURA COMPETENTE AGGIORNAMENTO Pubblicazione del Programma triennale per la Programma per la trasparenza e l'integrità

Dettagli

COMUNE DI BERTINORO PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA E L'INTEGRITA' (D.LGS. 33/2013)

COMUNE DI BERTINORO PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA E L'INTEGRITA' (D.LGS. 33/2013) 1 Disposizioni generali 1A Programma per la Trasparenza e l'integrità 1A.1 Programma per la Trasparenza e l'integrità Annuale Segretario Generale D.Lgs. 33/2013 - Art. 10, c. 8, lett. A 1A.2 Piano anticorruzione

Dettagli

E D i S U E N T E P E R I L D I R I T T O A L L O S T U D I O U N I V E R S I T A R I O PAV I A PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA E L'INTEGRITA'

E D i S U E N T E P E R I L D I R I T T O A L L O S T U D I O U N I V E R S I T A R I O PAV I A PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA E L'INTEGRITA' PAV I A PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA E L'INTEGRITA' Triennio -2016 Articolo 1 Premessa Il Piano contiene le disposizioni per assicurare la trasparenza e l accessibilità delle informazioni e dei dati detenuti

Dettagli

ELENCO DATI SOGGETTI A PUBBLICAZIONE - SORGEA S.R.L.

ELENCO DATI SOGGETTI A PUBBLICAZIONE - SORGEA S.R.L. sottosezione Programma per la Trasparenza e l'integrità Art. 10, c. 8, lett. a), d.lgs. n. Programma per la Trasparenza e l'integrità Ogni amministrazione ha l' di pubblicare sul proprio sito istituzionale

Dettagli

COMUNE DI LEONFORTE - PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA E L'INTEGRITA' (D.LGS. 33/2013)

COMUNE DI LEONFORTE - PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA E L'INTEGRITA' (D.LGS. 33/2013) 1 Disposizioni generali 1A Programma per la Trasparenza e l'integrità D.Lgs. 33/2013 - Art. 10, c. 8, lett. A D. Lgs. 150/2010 - Art. 15 Annuale 1A.1 Programma per la Trasparenza e l'integrità 1A.2 Piano

Dettagli

Schema degli obiettivi triennio 2014-2016

Schema degli obiettivi triennio 2014-2016 PTTI 2014 2016 ALLEGATO 3) Schema degli obiettivi triennio 2014-2016 TIPOLOGIA DATI Sottosezione livello 1 Disposizioni Generali Organizzazione Consulenti e Collaboratori OBIETTIVI DI TRASPARENZA Sottosezione

Dettagli

OPERA PIA CASA DI RIPOSO "S. VINCENZO DE' PAOLI" - VIZZINI -

OPERA PIA CASA DI RIPOSO S. VINCENZO DE' PAOLI - VIZZINI - OPERA PIA CASA DI RIPOSO "S. VINCENZO DE' PAOLI" - VIZZINI - (Istituzione Pubblica di Assistenza e Beneficenza Programma Triennale per la Trasparenza e l'integrità (PTTI) 2015-2017 Il presente Programma

Dettagli

COMUNE DI VILLACIDRO Provincia del Medio Campidano UFFICIO TRASPARENZA

COMUNE DI VILLACIDRO Provincia del Medio Campidano UFFICIO TRASPARENZA COMUNE DI VILLACIDRO Provincia del Medio Campidano UFFICIO TRASPARENZA Villacidro, 30.07.2014 Oggetto: Stato di attuazione del Programma per la Trasparenza 2014-2016. 1 semestre 2014. Verifica e aggiornamento

Dettagli

Programma triennale per la Trasparenza e l integrità 2015-2017

Programma triennale per la Trasparenza e l integrità 2015-2017 Programma triennale per la Trasparenza e l integrità 2015-2017 Dicembre 2014 1 Sommario Introduzione... 3 L applicazione del d.lgs. alle Fondazioni universitarie... 3 L adozione di un Programma triennale

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ Triennio (2015-2017)

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ Triennio (2015-2017) PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ Triennio (2015-2017) Allegato 1 al Piano triennale di Premessa In attuazione della delega contenuta nella Legge 6 novembre 2012, n. 190 ( Disposizioni

Dettagli

COMUNE DI MAGNAGO - PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA E L'INTEGRITA' (D.LGS. 33/2013)

COMUNE DI MAGNAGO - PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA E L'INTEGRITA' (D.LGS. 33/2013) COMUNE DI MAGNAGO - PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA E L'INTEGRITA' (D.LGS. 33/03) Disposizioni generali A Programma per la Trasparenza e l'integrità B Atti generali C Oneri informativi per cittadini e imprese

Dettagli

ALLEGATO 1 ALLA DELIBERA. 77/2013- GRIGLIA DI RILEVAZIONE AL 31/12/2013

ALLEGATO 1 ALLA DELIBERA. 77/2013- GRIGLIA DI RILEVAZIONE AL 31/12/2013 llegato 1 CISP Comuni Collegno e Grugliasco 27/01/14 LLEGTO 1 LL DELIBER. 77/2013- GRIGLI DI RILEVZIONE L 31/12/2013 Denominazione sottosezione livello 1 (Macrofamiglie) Denominazione sotto-sezione 2 livello

Dettagli

Il dato è pubblicato nella sezione "Amministrazione trasparente" del sito istituzionale? (da 0 a 2) Tempo di pubblicazione/ Aggiornamento.

Il dato è pubblicato nella sezione Amministrazione trasparente del sito istituzionale? (da 0 a 2) Tempo di pubblicazione/ Aggiornamento. llegato 1 mministrazione "Comune di Cervaro" Data di compilazione "28/01/15" COMPLETEZZ COMPLETEZZ DEL LLEGTO 1 LL DELIER. 148/2014- GRIGLI DI RILEVZIONE L 31/12/2014 PULICZIONE RISPETTO GLI GGIORNMENTO

Dettagli

Sezione Amministrazione trasparente Elenco degli obblighi di pubblicazione Riferimento: allegato al D.Lgs 33/2013

Sezione Amministrazione trasparente Elenco degli obblighi di pubblicazione Riferimento: allegato al D.Lgs 33/2013 Elenco degli di pubblicazione Disposizioni generali Programma per la Trasparenza e l'integrità Atti generali Programma per la Trasparenza e l'integrità: - art. 10 comma 8 lett. a) Riferimenti normativi

Dettagli

Il Programma che segue indica gli obiettivi di trasparenza triennali da aggiornare annualmente.

Il Programma che segue indica gli obiettivi di trasparenza triennali da aggiornare annualmente. Il Programma che segue indica gli obiettivi di trasparenza triennali da aggiornare annualmente. SEZIONE "AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE" - ELENCO DEGLI OBBLIGHI DI PUBBLICAZIONE VIGENTI Programma per la Trasparenza

Dettagli

Contenuti dell'obbligo. Programma triennale per la trasparenza e l'integrità e relativo stato di attuazione (art. 10, cc. 1, 2, 3, d.lgs.

Contenuti dell'obbligo. Programma triennale per la trasparenza e l'integrità e relativo stato di attuazione (art. 10, cc. 1, 2, 3, d.lgs. llegato 1 Data compilazione 30/01/2015 (Tipologie mbito soggettivo (ve foglio 3 "mbito LLEG 1 LL DELIBER. 148/2014- GRIGLI DI RILEVZIO L 31/12/2014 Tempo ione/ ggiornamento PUBBLICZIO è nella "mministrazion

Dettagli

ALLEGATO 1) SEZIONE "AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE" - ELENCO DEGLI OBBLIGHI DI PUBBLICAZIONE VIGENTI AL 08/05/2013 - BOZZA PER CONSULTAZIONE PUBBLICA

ALLEGATO 1) SEZIONE AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE - ELENCO DEGLI OBBLIGHI DI PUBBLICAZIONE VIGENTI AL 08/05/2013 - BOZZA PER CONSULTAZIONE PUBBLICA LLEGTO 1) SEZIONE "MMINISTRZIONE TRSPRENTE" - ELENCO DEGLI OLIGHI DI PULICZIONE VIGENTI L 08/05/2013 - OZZ PER CONSULTZIONE PULIC Denominazione sotto-sezione livello 1 (Macrofamiglie) Denominazione sottosezione

Dettagli

Programma per la Trasparenza e l'integrità. (Cartella) Atti generali (Cartella) Disposizioni generali. (Cartella)

Programma per la Trasparenza e l'integrità. (Cartella) Atti generali (Cartella) Disposizioni generali. (Cartella) 1 Programma per la Trasparenza e l'integrità A) Programma triennale per la trasparenza e l'integrità Art. 10, c. 8, lett. A Art. 1, commi 7 e 14, della legge 190/2012 Segreteria dell'ente A) revisione

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE DEI PERITI INDUSTRIALI E DEI PERITI INDUSTRIALI LAUREATI PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA

CONSIGLIO NAZIONALE DEI PERITI INDUSTRIALI E DEI PERITI INDUSTRIALI LAUREATI PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA Regolamento recante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione delle informazioni da parte del Consiglio Nazionale dei Periti Industriali e dei Periti Industriali Laureati e dei Consigli territoriali

Dettagli

ELENCO DEGLI OBBLIGHI DI PUBBLICAZIONE VIGENTI

ELENCO DEGLI OBBLIGHI DI PUBBLICAZIONE VIGENTI Denominazione sottosezione livello 1 Disposizioni generali Organizzazione (art. 10, c. 1, d.lgs. n. ) (art. 10, c. 1, d.lgs. n. Programma per la Trasparenza e Art. 10, c. 8, lett. a), d.lgs. n. Responsabile

Dettagli

COLLEGIO DEI PERITI INDUSTRIALI E DEI PERITI INDUSTRIALI LAUREATI DELLA PROVINCIA DI VERONA

COLLEGIO DEI PERITI INDUSTRIALI E DEI PERITI INDUSTRIALI LAUREATI DELLA PROVINCIA DI VERONA Regolamento recante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione delle informazioni da parte del Consiglio dei Periti Industriali e dei Periti Industriali Laureati della Provincia di Verona ai

Dettagli

ELENCO DEGLI OBBLIGHI DI PUBBLICAZIONE VIGENTI

ELENCO DEGLI OBBLIGHI DI PUBBLICAZIONE VIGENTI ELENCO DEGLI OBBLIGHI DI PUBBLICAZIONE VIGENTI sotto-sezione 2 livello Disposizioni generali Organizzazione Programma per la Trasparenza e l'integrità Art. 10, c. 8, lett. a), d.lgs. n. Responsabile della

Dettagli

ALLEGATO 1 BIS) SEZIONE "AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE" - ELENCO DEGLI OBBLIGHI DI PUBBLICAZIONE VIGENTI (v.sett. 2013)

ALLEGATO 1 BIS) SEZIONE AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE - ELENCO DEGLI OBBLIGHI DI PUBBLICAZIONE VIGENTI (v.sett. 2013) ALLEGAO 1 IS) SEZIONE "AMMINISRAZIONE RASPARENE" - ELENCO DEGLI OLIGHI DI PULICAZIONE VIGENI (v.sett. 2013) sotto-sezione del singolo Disposizioni generali Attestazioni OIV o struttura analoga U Art. 14,

Dettagli

Capo I Definizioni e principi generali. Articolo 1. Definizioni. Articolo 2. Oggetto del regolamento

Capo I Definizioni e principi generali. Articolo 1. Definizioni. Articolo 2. Oggetto del regolamento Regolamento sugli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazione da parte della Commissione di garanzia dell attuazione della legge sullo sciopero nei servizi pubblici essenziali, ai

Dettagli

ALLEGATO 1) SEZIONE "AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE" - ELENCO DEGLI OBBLIGHI DI PUBBLICAZIONE VIGENTI Errata corrige (settembre 2013)

ALLEGATO 1) SEZIONE AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE - ELENCO DEGLI OBBLIGHI DI PUBBLICAZIONE VIGENTI Errata corrige (settembre 2013) LLEGTO 1) SEZIONE MMINISTRZIONE TRSPRENTE - ELENCO DEGLI OLIGHI DI PULICZIONE VIGENTI mbito Denominazione del singolo obbligo Contenuti dell'obbligo ggiornamento Programma per la Trasparenza e l'integrità

Dettagli

Collegio Territoriale dell Ordine dei Periti Industriali e dei Periti Industriali Laureati delle Province di Bari e B.A.T.

Collegio Territoriale dell Ordine dei Periti Industriali e dei Periti Industriali Laureati delle Province di Bari e B.A.T. Collegio Territoriale dell Ordine dei Periti Industriali e dei Periti Industriali Laureati delle Province di Bari e B.A.T. Regolamento sugli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione delle informazioni

Dettagli

Il presente regolamento è emanato ai sensi dell art. 2 comma 2 bis del D.L. 31 agosto 2013 n. 101, convertito nella L. 30 ottobre 2013 n. 125.

Il presente regolamento è emanato ai sensi dell art. 2 comma 2 bis del D.L. 31 agosto 2013 n. 101, convertito nella L. 30 ottobre 2013 n. 125. Regolamento recante obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte dell Ordine degli avvocati presso l ex Tribunale di Sanremo Il presente regolamento è emanato ai sensi dell

Dettagli

TABELLA A: COMUNE DI CALENZANO - OBBLIGHI DI TRASPARENZA E PUBBLICAZIONE EX D.LGS.33/2013 E INDIVIDUAZIONE COMPETENZE

TABELLA A: COMUNE DI CALENZANO - OBBLIGHI DI TRASPARENZA E PUBBLICAZIONE EX D.LGS.33/2013 E INDIVIDUAZIONE COMPETENZE TABELLA A: COMUNE DI CALENZANO - OBBLIGHI DI TRASPARENZA E PUBBLICAZIONE EX D.LGS. E sottosezione del singolo obbligo Contenuti dell'obbligo Aggiornamento Artt. 10, c.8, lett. a), 43 e 47 d.lgs. Programma

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2013-2015

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2013-2015 PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2013-2015 Indice 1.PREMESSA 1.1 I contenuti del Programma triennale della trasparenza e l integrità 2.ORGANIZZAZIONE E SOGGETTI RESPONSABILI DELLA PUBBLICAZIONE

Dettagli

Trasparenza e integrità

Trasparenza e integrità Trasparenza e integrità In base al D.Lgs.33/2013 Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte della pubbliche amministrazioni e alle

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA (2015/2017)

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA (2015/2017) PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA (2015/2017) PTTI ASL ROMA D 2015-2017 aggiornato al 01/2015 1 Indice Premessa... 3 1. INTRODUZIONE: ORGANIZZAZIONI E FUNZIONI DELL AMMINISTRAZIONE...

Dettagli

Allegato 3 Posizione web

Allegato 3 Posizione web Pa gi na di 1 1 SCHEMA DI PUBBLICAZIONE NELLA SEZIONE DEL SITO WEB DEL COMUNE Sotto sezione 2 Allegato 3 Disposizioni Generali Programma per la trasparenza e l'integrità della Art. 10, c. 8, lett. a Trasparenza

Dettagli

Programma per la Trasparenza e l'integrità. (Cartella) Atti generali (Cartella) Disposizioni generali. (Cartella) Foglio1.

Programma per la Trasparenza e l'integrità. (Cartella) Atti generali (Cartella) Disposizioni generali. (Cartella) Foglio1. Denominazion e sottosezione livello 1 (Macrofamigli e) Denominazione sotto-sezione 2 livello (Tipologie di dati) Contenuti (in attesa dei modelli della Funzione pubblica) Programma per la Trasparenza e

Dettagli

STRUTTURA DELLA SEZIONE AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE SUI SITI ISTITUZIONALI DEGLI ENTI LOCALI

STRUTTURA DELLA SEZIONE AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE SUI SITI ISTITUZIONALI DEGLI ENTI LOCALI STRUTTURA DELLA SEZIONE AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE SUI SITI ISTITUZIONALI DEGLI ENTI LOCALI La sezione dei siti istituzionali denominata "Amministrazione trasparente" deve essere organizzata in sotto-sezioni

Dettagli

Programma per la Trasparenza e l'integrità. (Cartella) Atti generali (Cartella) Disposizioni generali. (Cartella)

Programma per la Trasparenza e l'integrità. (Cartella) Atti generali (Cartella) Disposizioni generali. (Cartella) Foglio1 Denominazion Denominazione e sottosezione livello sotto-sezione 2 livello 1 (Tipologie di (Macrofamigli dati) e) Contenuti (in attesa dei modelli della Funzione pubblica) Riferimento al decreto

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ DELLA PROVINCIA DI ANCONA. Anni 2011-2013

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ DELLA PROVINCIA DI ANCONA. Anni 2011-2013 PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ DELLA PROVINCIA DI ANCONA Anni 2011-2013 (approvato con deliberazione di giunta provinciale n. 440 del 22/11/2011) 1 SOMMARIO ART. 1- PRINCIPI 3 ART.

Dettagli

LA BUSSOLA DELLA TRASPARENZA DEI SITI WEB

LA BUSSOLA DELLA TRASPARENZA DEI SITI WEB 1 di 7 26/11/2015 16.31 Seleziona lingua LA BUSSOLA DELLA TRASPARENZA DEI SITI WEB Accesso rapido Colora la trasparenza Classifica Verifica il sito La tua opinione Confronta i siti Consulta i siti Ti trovi

Dettagli

Corso di formazione Amministrazione Trasparente D.Lgs. 33/2013

Corso di formazione Amministrazione Trasparente D.Lgs. 33/2013 Corso di formazione Amministrazione Trasparente D.Lgs. 33/2013 Dicembre/2014 Torre del Greco Personale 3 Settore Assetto del Territorio e Decoro Ambientale 1 Sommario Servizio personale; Procedimenti;

Dettagli

SEZIONE AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE ELENCO DEGLI OBBLIGHI DI PUBBLICAZIONE VIGENTI. Programma per la Trasparenza e l'integrità

SEZIONE AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE ELENCO DEGLI OBBLIGHI DI PUBBLICAZIONE VIGENTI. Programma per la Trasparenza e l'integrità SEZIONE AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE ELENCO DEGLI OBBLIGHI DI PUBBLICAZIONE VIGENTI N. 1 Sotto-sezione di 1 livello Disposizioni generali Sotto-sezione di 2 livello Norma di riferimento Servizio/Responsabile

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E INTEGRITA 2015-2017

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E INTEGRITA 2015-2017 (allegato Delibera Giunta n. 4 del 02.02.2015) PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E INTEGRITA 2015-2017 (in attuazione del D. Leg.vo 33/2013) PREMESSA Con la redazione del Programma Triennale per la

Dettagli

LA BUSSOLA DELLA TRASPARENZA DEI SITI WEB

LA BUSSOLA DELLA TRASPARENZA DEI SITI WEB 1 di 8 LA BUSSOLA DELLA TRASPARENZA DEI SITI WEB Accesso rapido Colora la trasparenza Classifica Verifica il sito La tua opinione Confronta i siti Consulta i siti Ti trovi in :>Nuovi adempimenti Decreto

Dettagli

Programma per la Trasparenza e l Integrità 2015-2016

Programma per la Trasparenza e l Integrità 2015-2016 Programma per la Trasparenza e l Integrità 2015-2016 Pag. 1 a 10 Sommario 1 Premessa...3 2 Programma per la Trasparenza e l Integrità...3 2.1 Il principio della Trasparenza e la politica per la Trasparenza...3

Dettagli

CASA DI RIPOSO F. BEGGIATO Via Fossalta n. 4 35026 CONSELVE (PD)

CASA DI RIPOSO F. BEGGIATO Via Fossalta n. 4 35026 CONSELVE (PD) Via Fossalta n. 4 35026 CONSELVE (PD) N 11063 PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2014 2016 1) PREMESSA Il presente Programma Triennale per la Trasparenza e l Integrità viene adottato

Dettagli

Delibera Consiglio Direttivo n 100 del 23 febbraio 2015

Delibera Consiglio Direttivo n 100 del 23 febbraio 2015 Regolamento recante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e prevenzione della corruzione del Collegio dei Geometri e Geometri Laureati di Bologna ai sensi dell art. 2, comma 2-bis del D.L. 31 agosto

Dettagli

LA BUSSOLA DELLA TRASPARENZA DEI SITI WEB

LA BUSSOLA DELLA TRASPARENZA DEI SITI WEB 1 of 7 17/11/2013 22.49 Seleziona lingua LA BUSSOLA DELLA TRASPARENZA DEI SITI WEB Accesso rapido Colora la trasparenza Classifica Verifica il sito Ti trovi in :>Nuovi adempimenti Decreto legislativo n.33/2013>verifica

Dettagli

FONTE INFORMATIVA SE DIVERSA DALLA STRUTTURA RESPONSABILE RIFERIMENTO NORMATIVO. Legge 190/2012 art. 1 c. 32. Art. 12 D.

FONTE INFORMATIVA SE DIVERSA DALLA STRUTTURA RESPONSABILE RIFERIMENTO NORMATIVO. Legge 190/2012 art. 1 c. 32. Art. 12 D. ALLEGATO "3" ADEGUAMENTO PIANO TRIENNALE DELLA TRASPARENZA ADOTTATO CON DELIBERAZIONE COMMISSARIALE N. 9 DEL 24.01.2013 ALLA LEGGE 6 NOVEMBRE 2012 N. 190 E AL D.LGS. 14 MARZO 2013 N. 33 PROGRAMMA DI ATTUAZIONE

Dettagli

Comune di Tivoli. Elenco obblighi trasparenza Dlgs 33/2013 - Albero trasparenza. Disposizioni generali

Comune di Tivoli. Elenco obblighi trasparenza Dlgs 33/2013 - Albero trasparenza. Disposizioni generali lenco obblighi trasparenza lgs 33/2013 - Albero trasparenza A isposizioni generali B 1 lenco obblighi trasparenza lgs 33/2013 - Albero trasparenza 1 Programma per la Trasparenza e l'integrità Art. 10,

Dettagli

Allegato 1 al Programma per la trasparenza e l integrità 2014-2016 ASL RM A

Allegato 1 al Programma per la trasparenza e l integrità 2014-2016 ASL RM A DATI RSPONSABILI AGGIORNAMNTO Programma triennale per la trasparenza e l'integrità (e relativo stato attuazione) a), d.lgs. n. Disposizioni Generali Resp.Trasparenza per il Programma - Direttori U.O. /Gruppo

Dettagli

ALLEGATO 1) SEZIONE "AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE" - ELENCO DEGLI OBBLIGHI DI PUBBLICAZIONE VIGENTI Errata corrige (settembre 2013)

ALLEGATO 1) SEZIONE AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE - ELENCO DEGLI OBBLIGHI DI PUBBLICAZIONE VIGENTI Errata corrige (settembre 2013) LLEGTO 1) SEZIONE "MMINISTRZIONE TRSPRENTE" - ELENCO DEGLI OLIGHI DI PULICZIONE VIGENTI mbito del singolo obbligo Contenuti dell'obbligo Responsabile della redazione ggiornamento pubblicazione Programma

Dettagli

ALLEGATO 2) - Obiettivo: ATTUAZIONE DEL D.LGS. 33/2013 - Tempi di realizzazione: 2014/2016

ALLEGATO 2) - Obiettivo: ATTUAZIONE DEL D.LGS. 33/2013 - Tempi di realizzazione: 2014/2016 LLEGO 2) - Obiettivo: UZIONE DEL D.LGS. - empi di realizzazione: 2014/2016 mbito del singolo obbligo Periodicità ggiornamento Programma per la rasparenza e l'integrità rt. 10, c. 8, lett. a), Programma

Dettagli

1. Premessa. - gli obiettivi che l ente si pone per dare piena attuazione al principio di trasparenza;

1. Premessa. - gli obiettivi che l ente si pone per dare piena attuazione al principio di trasparenza; 1. Premessa Il Parco Valle Lambro dimostra la propria piena partecipazione al processo di attivazione delle buone prassi di trasparenza ed etica con l adozione del presente piano, intitolato Programma

Dettagli