DESERTO L ENERGIA DEL. Euro 2,50. N 7 - Giugno STILI DI VITA Risorsa acqua. ALIMENTAZIONE Vorrei la pelle nera! ECOABITARE Armonia sul litorale

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "DESERTO L ENERGIA DEL. Euro 2,50. N 7 - Giugno 2010. STILI DI VITA Risorsa acqua. ALIMENTAZIONE Vorrei la pelle nera! ECOABITARE Armonia sul litorale"

Transcript

1 Euro 2,50 N 7 - Giugno 2010 N.7 - GIUGNO POSTE ITALIANE SPED.IN A.P. - D.L. 353/2003 CONV. L.46/2004, ART. 1, C. 1, DCB - MILANO L ENERGIA DEL DESERTO STILI DI VITA Risorsa acqua ALIMENTAZIONE Vorrei la pelle nera! ECOABITARE Armonia sul litorale AMBIENTE E TERRITORI Sparkling 2010

2 ECOIDEARE E STATO PRODOTTO NEL RISPETTO DELL AMBIENTE GRAZIE ALLA CERTIFICAZIONE 100% ENERGIA PULITA MULTIUTILITY Ecoideare, la prima rivista rivolta al consumatore sensibile all eco-sostenibilità, ha intrapreso un importante azione concreta verso questo tema, rendendo la produzione stessa della rivista ecocompatibile. Questo è stato possibile certificando tutti i consumi di energia elettrica legati alla produzione dei numeri di Ecoideare del 2010 con 100% energia pulita Multiutility. Grazie alla questa iniziativa è stata evitata l emissione in atmosfera di 69,9 t di CO 2 e risparmiati Kg di petrolio. Il marchio 100% energia pulita Multiutility che appare in copertina, marchio di proprietà di Multiutility S.p.A. registrato a livello europeo e che viene concesso solamente a chi rispetta l ambiente, è l attestazione della scelta etica che ha deciso di portare avanti la redazione di Ecoideare. La certificazione 100% energia pulita è basata sull immissione in rete (tramite l annullamento di certificati RECS), di un quantitativo di energia rinnovabile pari al consumo di energia necessaria alla realizzazione della rivista. I certificati RECS (Renewable Energy Certificate System) sono titoli che attestano la produzione di energia elettrica da fonte rinnovabile per una taglia minima pari a 1 MWh e favoriscono la produzione di energia elettrica da fonte rinnovabile dagli impianti che altrimenti non avrebbero le condizioni economiche per continuare a produrre energia verde. I certificati RECS sono distinti dall erogazione fisica dell elettricità e la loro emissione consente la commercializzazione dei certificati stessi anche separatamente dall energia elettrica cui fanno riferimento. Mediante il loro consumo, l acquirente finanzia l energia elettrica prodotta da fonti rinnovabili testimoniando, pertanto, il suo impegno a favore dell ambiente. Per maggiori informazioni: nr. verde oppure

3 Stampato su carta Rubriche SOMMARIO Periodico di cultura, informazione, stili di vita e progetti sui temi dell ecosostenibilità Editoriale Stili di vita > Risorsa acqua, sull oro blu una campagna nelle scuole della Lombardia - Stefano Apuzzo e Cristina Donati > Il verde terapeutico - L energia della natura - Raffaela M. A. Borghi > La natura per migliorare la vita - Gaia Gusso > Biodiversità e Quattro zampe in tribunale - Antonella Lanzillo > Bicocca Green Days - a cura della redazione Alimentazione > 100 domande sul cibo - Emiliano Angelelli > Quel mazzolin di fiori...nel cocktail - Elena Marcon > Vorrei la pelle nera - Gaia Gusso Ecoabitare > Armonia sul litorale - Raffaela M. A. Borghi > Sparkling Ecologically correct - Giorgia Giavenni > Io riciclo, tu ricicli: Eco-creativi in mostra - Giorgia Giavenni Ambiente e territori > La lunga attesa del popolo Saharawi - Stefano Leoperdi > Emission Trading System - Giorgia Giavenni > La primavera delle farfalle - Ilaria Caramani > Ecologia in vetrina - Gaia Gusso > Giorgio Nebbia: quarant anni di ecologia > La foto di Ecoideare > Rinenergy: cambiamenti climatici - a cura della redazione > EcoNews - Gaia Gusso > Prospettive sostenibili - Giorgia Giavenni > Biblioteca della sostenibilità - Gaia Gusso Pag. 4 Pag. 16 Pag. 26 Direzione, Redazione, Amministrazione e Pubblicità Brand Evolution srl Via Sardegna, Milano Tel Fax Periodico realizzato da Brand Evolution srl Direttore editoriale: Nicoletta Cova Direttore responsabile: Edgar Meyer Progetto grafico e art direction: Franca Lissi Redazione: Giorgia Giavenni, Gaia Gusso Pubblicità: - Tel Si ringraziano per la collaborazione: Giorgio Nebbia, Stefano Apuzzo, Cristina Donati, Elena Marcon (Green News), Stefano Leoperdi, Raffaela M. A. Borghi, Antonella Lanzillo, Emiliano Angelelli, Ilaria Caramani Impaginazione: Giuseppe Grippa Sito internet: - Daniele Sala Rivista realizzata in collaborazione con: Rinenergy associazione no-profit e Gaia Animali & Ambiente Onlus Stampa: Faenza Industrie Grafiche S.r.l. Via Vittime Civili di Guerra, Faenza (RA) Registro Tribunale di Milano N. 60 del 13 Febbraio Registro stampa periodica Pag. 34 Pag. 40 1

4 Modulo di richiesta adesione I supereroi non esistono e l ecosostenibilità ambientale non piove dal cielo. L adesione è libera e subordinata al versamento della quota associativa annuale da versarsi, contestualmente alla presente richiesta, presso: Barclays Bank IBAN IT69L Socio ordinario 50 euro (colui che presta la sua collaborazione di lavoro o volontariato) Socio professionista 100 euro (colui che lavora nel settore energetico ed ambientale) Socio Azienda/Ente pubblico 300 euro Il presente modulo di adesione e la fotocopia del versamento dovranno essere inviati a Rinenergy, via fax, allo L accettazione avverrà tramite delibera del Consiglio Direttivo, che provvederà ad avvisare il nuovo socio, inviando la ricevuta del versamento, la carta dei servizi i dati per il login e lo statuto associativo. Nome Cognome Nato/a il Residente in Cap Via n Tel. Cell. Professione P.IVA Indirizzo professionale Breve descrizione dell attività svolta (solo per i soci professionisti): (Solo per i soci azienda) Azienda Via Città Cap Tel. P.IVA Nominativo di contatto Breve descrizione dell attività svolta: Sostenersi a vicenda per sostenere il pianeta. Associarsi a Rinenergy vuol dire credere fermamente che la qualità del vivere debba e possa migliorare. Vuol dire prendere parte a un azione concreta. I soci avranno la possibilità di entrare in un network di conoscenze e contatti nel settore, potranno coinvolgere Rinenergy in iniziative, progetti ed eventi. Potranno inoltre avvalersi della consulenza e del supporto di professionisti della comunicazione e del marketing. Possono essere Soci Rinenergy i professionisti operatori nel settore e le aziende di prodotti o servizi ad alta sostenibilità e sensibili alla Responsabilità Sociale d impresa. Possono essere Partners Rinenergy enti pubblici e privati, associazioni, università, scuole e istituti formativi. In base agli art. 6 e 7 del nostro statuto, la sua ammissione sarà deliberata dal Consiglio Direttivo. I dati personali acquisiti saranno utilizzati da parte di Rinenergy, anche con l ausilio di mezzi elettronici e /o automatizzati esclusivamente per l evasione della sua richiesta. Ai sensi del D.L. n 196/2003, è garantito comunque il diritto di accedere ai propri dati chiedendone la correzione, l integrazione e ricorrendone gli estremi, la cancellazione in blocco. Quanto sopra indirizzando richiesta scritta a Rinenergy, via Sardegna 57, Milano. data Firma MEDIA PARTNER ECORADIO 2 ecoideare - giugno 2010 Via Sardegna, Milano Tel Fax

5 editoriale Estate Ecocompatibile, please. Il 2010, come è noto, è l anno della biodiversità. Alla biodiversità dedichiamo un pezzetto di questo numero. Scoprendo che biodiversità è anche economia, riscoprendo che biodiversità è anche poesia (ad esempio seguendo l affascinante mondo delle farfalle in campagna), scoprendo che la biodiversità può essere difesa nei tribunali. Il 2010 è stato anche l anniversario dei 40 anni dalla prima Giornata della Terra. Giorgio Nebbia, con le consuete lucidità e franchezza, traccia un bilancio in chiaroscuro su quattro decenni di attività e di celebrazioni. L estate sta iniziando. Ecco allora che non potevamo esimerci da dare alcuni consigli green : dai cocktail naturali per dissetarci a frutta e verdura adatte all estate. E, più in generale, ad occuparci di alimentazione corretta, che sarà sempre più uno dei temi portanti della rivista. In questo numero lo facciamo con una lunga intervista a Stefano Carnazzi, autore dell interessante (e utile) libro 100 domande sul cibo. Sempre più interesse sono destinate ad avere le nostre rubriche sugli acquisti ecocompatibili. Del resto, secondo il recente rapporto della società di indagini di mercato Kelkoo UK che ha preso in considerazione tutti i prodotti ecologici (dagli alimenti e bevande alle lampadine a risparmio energetico, dai prodotti da giardino a quelli di bellezza, dagli articoli di cartoleria a quelli di abbigliamento, alle auto ibride ecc.), le vendite di prodotti ecocompatibili raddoppieranno in Europa entro il 2015: da un volume di affari di 56 miliardi di euro del 2009 a 114 miliardi nel Cifre ancora troppo basse, a nostro avviso. Ma che indicano la strada da percorrere. Infine, in questo denso numero parliamo di bioarchitettura, di sostenibilità economica e sociale nei paesi in via di sviluppo (con un intenso reportage sul popolo dei Saharawi), di arte e riciclo, di emission trading system, della risorsa acqua (che qualcuno sta trasformando sempre più in merce), del difficile rapporto tra scienza e informazione (con particolare riferimento ai cambiamenti climatici) e, insomma, di tutti gli argomenti della compatibilità ambientale. Come sempre, cercando di essere pratici. Perché, come diceva la Grande Anima, i pensieri senza le azioni contano poco. Edgar Meyer Sono le azioni che contano. I nostri pensieri, per quanto buoni possano essere, sono perle false fintanto che non vengono trasformati in azioni. Sii il cambiamento che vuoi vedere avvenire nel mondo Mahatma Gandhi 3

6 RISORSA ACQUA. SULL ORO BLU UNA CAMPAGNA NELLE SCUOLE DELLA LOMBARDIA di Stefano Apuzzo e Cristina Donati CAMPAGNA ED EVENTO A MILANO Alessandro Cecchi Paone, volto noto della Tv e giornalista scientifico, è stato il testimonial dell evento conclusivo di un lungo percorso didattico che l associazione Amici della Terra ha svolto nelle scuole della Lombardia: il progetto educativo Risorsa Acqua, realizzato dall associazione ambientalista con il contributo di Amiacque srl e Cap Holding spa, aziende pubbliche che gestiscono il ciclo idrico integrato in molti comuni e province lombarde. 4 ecoideare - giugno 2010

7 STILI DI VITA 5

8 Il progetto di educazione ambientale, realizzato in 34 comuni delle province di Milano, Pavia e Monza Brianza, ha coinvolto oltre bambini e studenti delle scuole dell infanzia, degli Istituti primari e degli Istituti secondari di primo grado. All evento finale, animato da Alessandro Cecchi Paone, hanno partecipato oltre 400 bambini e studenti. Gli incontri nelle classi e nelle scuole hanno consentito di approfondire le tematiche legate all acqua potabile, all inquinamento idrico e alle situazioni di emergenza idrica nel mondo, oltre a svolgere attività tecnico-sperimentali sull acqua. I bambini si sono anche recati in visita ad impianti di depurazione e Case dell acqua, dove sgorga, gratis, acqua di pozzo refrigerata e frizzante. L evento ha visto sul palco del teatro milanese Derby lo spettacolo teatrale Il mistero dell acqua scomparsa, realizzato dalla Fondazione veronese AIDA. Agli studenti è stato proposto un breve filmato sull impegno profuso dalle aziende pubbliche dell acqua per assicurare alle vittime del terremoto di Haiti la potabilità dell acqua. Sono stati anche proiettati 3 cortometraggi sull acqua realizzati dagli studenti dello IED di Milano. Sul palco si sono alternati Franco De Angeli, vice presidente di CAP Holding, e Alberto Vitale, direttore dell Area Logistica di Amiacque, che hanno ricordato l impegno delle due aziende per diffondere nelle nuove generazioni una cultura dell acqua più attenta agli sprechi e al valore della risorsa idrica. Sorprendente la risposta dei bambini e delle bambine, ha dichiarato Cecchi Paone, aggiungendo i più piccoli recepiscono il messaggio ecologico in maniera eccelsa ed hanno compreso a fondo l importanza dell acqua e l impegno a non sprecarla. Lo testimoniano le domande e le risposte che hanno dato. ACQUA DEL RUBINETTO O ACQUA IN BOTTIGLIA Alcuni momenti dell evento al Teatro Derby di Milano. L acqua è un elemento vivo e quindi deve vivere, scorrere. Nelle bottiglie, l acqua stagna per mesi o anni e non sempre è stoccata come si deve. Sovente le cataste di bottiglie sono esposte al sole o a fonti di calore che rischiano di far cedere sostanze non propriamente salubri dalla plastica. Le acque industriali, imbottigliate, inoltre, sono molto diverse tra loro e non sempre adatte, per la presenza o l assenza di sali minerali, alle esigenze di chi la beve. Davvero ciò che acquistiamo, pagando profumatamente, vale la spesa? Siamo a conoscenza che alcuni marchi vendono nei supermercati perfino acqua da tavola, ovvero acqua del rubinetto in bottiglia? Per l acqua potabile della rete pubblica (la cosiddetta Acqua del Sindaco ) sono stabiliti dalla Legge parametri molto rigorosi di possibili residui chimici o di pesticidi. Parametri (e controlli) che non sono certo così rigorosi e così frequenti per le acque industriali. Per promuovere tra i cittadini il consumo dell acqua di rete, del rubinetto, le aziende pubbliche hanno realizzato in molti comuni 6 ecoideare - giugno 2010

9 STILI DI VITA CHI SONO I PROMOTORI DELLA CAMPAGNA RISORSA ACQUA AMICI DELLA TERRA, AMIACQUE E CAP HOLDING Amici della Terra Lombardia, è l Associazione regionale di Amici della Terra Italia per la tutela dell ambiente che fa parte di un grande network internazionale, Friends of the Earth International. Amici della Terra ha promosso e conduce da anni una campagna informativa e educativa per il corretto utilizzo dell acqua, per una buona raccolta differenziata dei rifiuti e per la salvaguardia della natura attraverso interventi di educazione ambientale nelle scuole della Lombardia. Amici della Terra promuove le buone pratiche per incentivare e valorizzare le imprese verdi e le pubbliche amministrazioni virtuose ed eco compatibili. Amiacque, società pubblica costituita nel 2006, da gennaio 2009 è diventata l unico soggetto operativo responsabile per le attività di erogazione del Servizio Idrico Integrato nell ATO della Provincia di Milano e in numerosi comuni delle Province di Lodi, Pavia, Monza e Brianza. Si occupa dell intero ciclo idrico, costituito dall insieme dei servizi pubblici di captazione e distribuzione d acqua ad usi civili, dei servizi di fognatura e di depurazione delle acque reflue. In Amiacque sono confluite CAP Gestione, S.I.No.Mi, TASM Service e TAM Servizi Idrici, società storiche che nel loro settore hanno sempre dimostrato grande capacità operativa. CAP Holding è la patrimoniale di riferimento del sistema idrico nelle province di Milano, Lodi, Pavia, Monza e Brianza, ovvero la proprietaria degli impianti e delle reti. Interamente a capitale pubblico, garantisce il servizio idrico integrato (acquedotto, fognatura, depurazione) in un bacino di circa 2 milioni di abitanti. I soci sono 196 Comuni e le Province di Milano e Lodi. Un azienda solida ed efficiente, che attraverso la controllata Amiacque eroga ogni giorno acqua buona e sicura, con 750 pozzi e una rete idrica di circa km. CAP Holding (ma anche il TASM) realizza le Case dell Acqua, moderni impianti per la distribuzione di acqua di rete, naturale e frizzante. CAP Holding è anche tra i fondatori di Acqua Pubblica Europea, l associazione internazionale che promuove la gestione pubblica dell acqua. le Case dell acqua, distributori gratuiti di oro blu, anche refrigerata e frizzante. E stato un successone. Ogni Casa dell acqua (in Lombardia sono circa 50) eroga litri di acqua al giorno consentendo di risparmiare bottiglie di plastica da 1 litro e mezzo. Un buon contributo all ambiente e alla salute, oltre che alle tasche, dei cittadini. PERCHÉ NON SPRECARE L ACQUA L acqua è vita, dove c è acqua è raro che la gente muoia di fame (e di sete) o di gravi malattie. Lo testimoniano i Paesi africani sub sahariani ancora ricoperti da foreste pluviali e attraversate da fiumi come il Congo, il Nilo, l Ivindo, l Oguè. La superficie del nostro pianeta è coperta per il 71% dall acqua. La maggior parte di essa (più del 97%) è quella salata dei mari e degli oceani, la restante parte, il 3%, è quella dolce, di cui metà è contenuta nei ghiacciai; a disposizione abbiamo solo l 1% in falde, fiumi e torrenti, da utilizzare per bere, lavarsi e per le attività umane. Il Sud del mondo non ha da bere, mentre il Nord spreca l acqua. I paesi ricchi consumano circa l 80% delle risorse idriche mondiali. In Italia il 33% dell acqua che passa nella rete idrica si disperde a causa dei tubi colabrodo. Ciascuno di noi ha a disposizione una media di 250 litri di acqua al giorno; siamo il paese, dopo gli USA, con il più alto consumo d acqua in Due degli attori che hanno interpretato lo spettacolo Il mistero dell acqua scomparsa. agricoltura rispetto alla produzione agricola stessa. Allungando lo sguardo a sud, notiamo che il Madagascar ha a disposizione circa 10 litri procapite. L assenza o la cattiva qualità dell acqua in Africa e in Asia portano alla morte ogni anno 3 milioni di esseri umani per dissenteria, 1,5 milioni per malaria; 1 persona su 5 non ha acqua potabile, mentre 15 milioni di bambini sono vittime annualmente delle malattie che l acqua infetta trasmette. Questi dati, così asciutti nonostante si parli di acqua, dovrebbero essere sufficienti a non sprecare l oro blu. 7

10 IL VERDE TERAPEUTICO L ENERGIA DALLA NATURA Nell antichità, curarsi nei giardini era normale ed ancora oggi, nonostante tutte le scoperte scientifiche, la scienza moderna riconosce ad un ambiente ricco di piante la capacità di rigenerare l organismo, grazie anche all effetto rilassante che produce su corpo e mente con tutti i benefici che ne conseguono. Per questo motivo, negli ultimi decenni, cresce la tendenza di dotare ospedali e carceri di spazi verdi, nel primo caso con scopo terapeutico e nel secondo per favorire il recupero sociale dei carcerati. La scelta degli alberi può, dunque, essere fatta per motivi estetici, simbolici o terapeutici. C è chi sostiene che tra uomo e piante sia possibile comunicare empaticamente e alcuni esperimenti hanno dimostrato non solo che le piante hanno una loro sensibilità, ma che reagiscono agli avvenimenti e che, anche se solo molto lentamente, possono muoversi. Secondo la cultura occidentale ogni essere vivente emette energia. Non fanno eccezione le piante che emettono energia in quantità variabile e la cui qualità è determinata dal tipo d essenza (il tiglio, ad esempio, condiziona favorevolmente il sistema nervoso, mentre la quercia il sistema immunitario). Nel suo libro Bioenergetic Landscape, l ecodesigner Marco Nieri, che da anni si occupa della possibile funzione terapeutica del verde, spiega come sfruttare al meglio le emissioni elettromagnetiche delle piante. Nieri, che ha collaborato per anni con il dott. Walter Kunnen*, propone una tecnica che, grazie all utilizzo di un particolare strumento radioestesico (l antenna Lecher) permette di sfruttare le qualità energetiche emesse dalle varie specie di piante, creando nelle aree verdi vere e proprie zone di benessere. Questa antenna, infatti, consente una selettività precisa della lunghezza *Walter Kunnen è stato il fondatore del Centro ARCHIBO BIOLOGICA di Anversa nel 1960 per lo studio delle infl uenze della biosfera sulla salute. di Raffaela M. A. Borghi d onda e la misurazione separata dell intensità sulle due polarità che, abbinate alla rivelazione elettromagnetica sul posto per individuare la posizione delle correnti elettromagnetiche indispensabili alla vita, permettono di identificare i punti più adatti alla collocazione delle piante. Questa antenna, infatti, consente di effettuare particolari rilevazioni bio-energetiche sul posto, individuando la eventuale presenza di alcune deboli correnti elettromagnetiche favorevoli alla vita dell uomo e delle piante. Se collochiamo precisamente una pianta benefica in corrispondenza di uno di questi percorsi energetici, creiamo la condizione necessaria affinché la pianta trasferisca al campo magnetico le sue informazioni, creando un area benefica che, nel caso di alberi, si estende fino a 20/30 metri dalla pianta. E evidente che in questo modo è possibile realizzare in un giardino vere e proprie zone di benessere, dove sostare può contribuire ad alimentare positivamente i nostri processi vitali e a superare momenti di difficoltà psico-fisici. Questo metodo consente dunque di creare giardini terapeutici bioenergetici fortemente orientati al nostro benessere. 8 ecoideare - giugno 2010

11 STILI DI VITA > Disegni di Corte Roncati, il polo per le disabilità di Bologna dove è stato realizzato un giardino accessibile terapeutico e bioenergetico. 9

12 Il blu, colore dell infinito, ha un effetto calmante. Muscari armeniacaum Il verde, colore della natura per antonomasia, infonde pace ed armonia. Gladiolus essential I GIARDINI NEL TEMPO Parlando di giardini terapeutici, è impossibile non andare con la mente al medioevale hortus conclusus oppure al tao yin ding shu qi gong, alla silvoterapia, alla horticultural therapy o alla cromoterapia, che si possono considerare le diverse facce di un unica realtà. L hortus conclusus, che tradotto dal latino significa giardino chiuso, veniva così chiamato per l alto muro che lo isolava dal mondo esterno. In esso ci si recava per pregare e trovare la solitudine necessaria alla meditazione; al centro veniva realizzata una fontana che, in chiave simbolica, rappresentava la sorgente di giovinezza. Si può far risalire l origine dell hortus conclusus alla donazione di un campo, fatta dal conte Maldolo all abate Romualdo, che vi creò un eremo per una nuova famiglia benedettina. Caratteristica degli eremi erano gli orti (i giardini chiusi appunto) dove i monaci coltivavano fiori, legumi ed erbe medicinali. Il tao yin ding shu qi gong consiste in una serie di esercizi di contatto con gli alberi praticata in Cina. Questa antica tradizione taoista invita il praticante a riequilibrare le proprie energie attraverso il contatto con una pianta. Per questo motivo non è raro vedere nei parchi o nei giardini intorno ai templi, cinesi che al mattino abbracciano un albero per acquistare energia ed alla sera per rilassarsi. Silva in latino significa foresta, silvoterapia dunque letteralmente significa curarsi nelle foreste, nei luoghi boscosi (luoghi particolarmente ricchi di ioni negativi che contribuiscono al mantenimento della salute). Era proprio questa la terapia maggiormente consigliata, intorno agli anni trenta, per la tubercolosi e le malattie dei bronchi in generale. La horticultural therapy, in italiano ortoterapia, è nata nei paesi anglosassoni, paesi in cui il giardinaggio, la coltivazione delle piante e degli ortaggi sono molto amati. Questo tipo di attività stimola contemporaneamente il senso del tatto, dell olfatto e della vista. Pare che i benefici dell ortoterapia siano dovuti alla soddisfazione di sentirsi partecipi al raggiungimento di un obiettivo (il germogliare e il fiorire di una pianta) ed alla necessità di rispettare i tempi della natura. CROMOTERAPIA IN GIARDINO Anche in giardino si può ricorrere ai benefici della cromoterapia, sfruttando i colori dei fiori. Come in una casa, in cui per ogni specifica zona si consigliano determinati colori che contribuiscano ad ottenere l atmosfera desiderata, così in un giardino la scelta dei fiori può aiutarci a creare delle zone cromatiche in grado di influenzare il nostro morale. Il rosso, colore della passione, dona una sferzata di energia. Dahlia Bishop of Auchland > Foto Centro Internazionale bulbi da fiore 10 ecoideare - giugno 2010

13 STILI DI VITA Il giallo, colore del sole, regala ottimismo. Lilium Intervista all ecodesigner Marco Nieri. Ecoideare - E possibile creare zone di benessere in spazi di piccole dimensioni e in spazi chiusi? Nieri - La tecnica del Bioenergetic Landscape è applicabile anche in spazi chiusi, dove vi sia la possibilità di collocare piante di dimensioni medie e grandi, come Palme d appartamento o Dracene, e dove la fruibilità dello spazio non sia compromessa dalla loro precisa collocazione, come emerge dalle misurazioni. L effetto all interno è sicuramente molto interessante ed utile per coloro che vivono a lungo in questi ambienti. E Se le piante sono collocate in vasi cambia la quantità o la qualità di emissione energetica? E A chi rivolgersi per realizzare un giardino terapeutico bioenergetico? I costi sono accessibili anche ai privati? N Da poco tempo è nato a Bologna il Bioenergetic Landscapes Laboratory, con l intento di fare ricerca, realizzare corsi e formare persone capaci di operare in questo senso. Al momento sono l unico in grado di operare correttamente nell applicazione di questa tecnica, ma conto di avere assistenti e collaboratori capaci nel giro di qualche anno. Il costo di un giardino di questo tipo è identico a quello di qualunque spazio verde progettato e realizzato con cura. N L importante è che la pianta sia viva, ma non importa quale sia il substrato, e meglio ancora se si trova in buona salute. In questo caso la sua capacità di influire elettromagneticamente sull ambiente sarà ancora migliore. E Con l aiuto delle piante possiamo ottenere benefici anche sui singoli organi (fegato, polmoni, cuore...)? N Le particolari modalità di misurazione degli effetti ottenuti permettono di valutare precisamente su quali organi otteniamo i risultati benefici e anche in quale misura. Esistono poi delle differenze di influenza biologica tra specie e specie, che possiamo utilizzare per favorire alcuni organi in particolare. Titolo: Bioenergetic Landscape Autore: Marco Nieri Collana: Teorie e tecnologie per il benessere Edito da: Sistemi Editoriali-Esselibri Simone 11

14 LA NATURA PER MIGLIORARE LA VITA di Gaia Gusso Il 2010 è stato proclamato dall Onu Anno Internazionale della Biodiversità, un modo per porre l attenzione dell intero pianeta sulla questione dell impoverimento ambientale degli habitat e degli ecosistemi. Cosa si intende per biodiversità? Dal punto di vista strettamente scientifico, la biodiversità è l insieme di tutte le forme viventi e dei diversi habitat presenti nella biosfera. In termini più pratici, è la varietà di specie animali e vegetali che popolano una determinata zona: maggiore è il numero di specie differenti, maggiore è la biodiversità. Attenzione, non va confusa con l abbondanza di esemplari, anzi. Un ambiente degradato non permette la sopravvivenza delle specie più delicate e sensibili, che in breve tempo periscono o si spostano in cerca di luoghi migliori; pertanto si adattano, crescono e si riproducono in gran numero solo quelle più resistenti, spesso le più generaliste e opportuniste. Un tipico esempio è dato dai gabbiani: benché siano uccelli marini, non disdegnano luoghi ambientalmente compromessi, ma fonte infinita di cibo, come le discariche di rifiuti. 12 ecoideare - giugno 2010

15 STILI DI VITA 13

16 I gabbiani si sono adattati facilmente a una nuova tipologia di alimentazione, costante e facile da reperire: possono formare colonie anche molto numerose, ma non sono certo un buon esempio di biodiversità. Il rischio che corriamo, distruggendo i vari habitat e i loro ecosistemi, è quello di banalizzare gli ambienti, uniformando a livello globale le specie che li abitano ed eliminando quella variabilità anche genetica fondamentale per la vita. L evoluzione ha impiegato miliardi di anni per diversificare le varie specie, la maggior parte delle quali si è adattata in maniera perfetta ai propri habitat o alla relazione con altre specie, in un rapporto molto stretto noto come coevoluzione. Purtroppo, l estrema specializzazione che rende interdipendenti specie diverse fa sì che la perdita di una condanni inesorabilmente anche quella ad essa collegata e ad essa un altra ancora, e così via. Succede sia lungo la catena alimentare, in cui la diminuzione o, peggio, la sparizione di un componente sconvolge tutto il sistema, sia per la riproduzione, specialmente nell impollinazione. Sono frequenti i casi in cui un determinato fiore si è evoluto, come forma, colore e profumo, per attirare un solo tipo di animale, senza il quale la fecondazione non può avvenire. Se uno dei due scompare, anche l altro è condannato in breve tempo all estinzione. Biodiversità è reciprocità, è ricchezza, è vita, ma è anche bellezza. La visione dei pesci della barriera corallina, delle piante e degli animali della foresta pluviale, degli abitanti di una prateria o di una zona umida lasciano senza fiato. Ma è anche economia: Julia Marton-Lefevre, direttore generale dell International union for conservation of nature (Iucn - Unione mondiale per la conservazione della natura) afferma che se gestite bene le risorse naturali sono fondamentali per lo sviluppo sostenibile, per il sostegno alle comunità per incoraggiare una crescita economica equilibrata e contribuire a ridurre la povertà. La tutela della biodiversità protegge le risorse preziose che sono vitali per l economia globale. Per il direttore del gruppo di conservazione della Biodiversità dell Iucn, Jane Smart, siamo di fronte a una crisi di estinzione: in tutto il mondo sono a rischio il 21% dei mammiferi del mondo, un anfibio su tre, un uccello su otto e il 27% dei coralli. Una vera estinzione di massa. Ricordiamoci, però, che è molto facile portare all estinzione una specie, animale o vegetale, ma è terribilmente difficile riportarla a livelli di sicurezza e che, una volta estinta, una specie non si può riportare in vita. Nella realtà, Jurassic Park non esiste! 14 ecoideare - giugno 2010

17 CITTA CAMPAGNA UN FUTURO DI ALLEANZA STRATEGICA. Paola Santeramo, Presidente Istvap Città campagna. Un futuro di alleanza strategica, una storia di rapporti complicati e reciproca indifferenza, un presente che segna l inizio della ricostruzione dei legami tra cittadini e agricoltori. Per sostenere questo processo sociale, economico e ambientale è nato l Istvap, Istituto per lo studio e la valorizzazione dell agricoltura periurbana, promosso da Cia, Coldiretti, Confagricoltura, Politecnico di Milano e Facoltà di Agraria dell Università Statale di Milano. Un organismo per sviluppare questa branca dell agricoltura sostenibile, già diffusa con successo in città europee come Barcellona o Lille, per citare alcuni esempi tra i più noti. E finito il tempo della campagna limitrofa alla città come terreno destinato alla dismissione dell attività primaria per far posto a case o aziende. La necessità di buon cibo, di miglioramento della qualità della vita urbana e di ricostruzione della connessione tra chi produce e chi consuma hanno riconosciuto agli agricoltori il ruolo di custodi dei beni comuni terra e acqua. Questi ambiti sono stati anche sanciti dall ultima Politica agricola comunitaria e saranno ulteriormente sviluppati da quella che sarà varata nel 2012, come si legge nelle bozze sin qui condivise. Per realizzare questi obiettivi è necessario progettare il paesaggio rurale in collaborazione con gli agricoltori. E indispensabile che le istituzioni creino le condizioni affinché all attività primaria periurbana, e non solo, sia riconosciuto il valore economico delle esternalità qualitative positive che crea. Il mantenimento dei luoghi e delle risorse primarie acqua e terra, la loro fruizione da parte dei vicini abitanti delle aree urbane come risorsa per il tempo libero, per la didattica, oltre che i propri approvvigionamenti alimentari sono alcune delle opportunità realizzabili. La multifunzionalità delle aziende agricole, con le diverse e ancora inesplorate molteplicità di attività realizzabili, dalla classica ristorazione ai nuovi spazi benessere del corpo, è un altro cardine di questo approccio produttivo sostenibile. L agricoltura periurbana può infatti migliorare il bilancio energetico degli alimenti freschi, sia per la vicinanza tra il luogo della produzione e quello del consumo, sia per le tecniche di coltivazione. I comuni che vogliono intraprendere questa strada possono adottare la Carta per l agricoltura periurbana, che si basa sulle definizioni e sulle indicazioni date dall Unione europea per rendere sostenibile l attività primaria e per sviluppare la sussidiarietà, per ridare il ruolo di protagonisti agli imprenditori agricoltori. Via Col Moschin, Milano Tel

18 BIODIVERSITÀ E QUATTRO ZAMPE IN TRIBUNALE di Antonella Lanzillo Intervista a Edgar Meyer e Claudia Taccani La biodiversità si difende anche nei tribunali. Sempre più avvocati sono chiamati ad occuparsi di tutelare gli animali davanti alla legge. Animali domestici ma anche animali selvatici o esotici. Alcune storie sono raccontate nel libro Quattrozampe in tribunale. Storie di animali (e uomini) alle prese con la legge di Edgar Meyer e Claudia Taccani. Gli attentati alla biodiversità, piccoli o grandi che siano, sempre più spesso fanno finire in tribunale. E così? Esatto. Nel libro, ad esempio, raccontiamo la storia di marito e moglie di Pozzuoli condannati a quattro mesi di reclusione perché, come si legge nel capo di imputazione, per crudeltà e senza necessità, cagionavano lesioni e sottoponevano a sevizie alcuni cardellini. Lesioni e sevizie stanno nell aver accecato e parzialmente mutilato le ali e la coda di alcuni volatili. Chiusi in gabbia, erano tenuti nella nota pizzeria della coppia allo scopo di renderne gradevole la presenza agli ospiti del locale. I cardellini, piccoli uccelli molto graziosi e con un canto soave, appartengono alla fauna selvatica, la cui detenzione è regolata da rigida procedura. In particolar modo la legge vieta la detenzione di cardellini non nati in cattività. Accecare gli uccelli con aghi arroventati è vietatissimo ma c è chi si ostina a farlo per ottenere esemplari che cantano in continuazione. E in uso negli ambienti venatori allo scopo di utilizzarli come richiamo per la caccia ma anche a scopo amatoriale per il loro canto melodioso. La sentenza del tribunale di Napoli è un bel passo. In Quattrozampe in tribunale raccontate anche la storia di uno scrittore di libri gialli che prima utilizzava animali esotici protetti per trarre ispirazione per i propri romanzi e dopo li rivendeva a prezzi da capogiro. Due bradipi, un tamadua (un particolare formichiere arboricolo), un chirottero asiatico, una civetta delle nevi, una volpe volante, un serpente falso corallo. Questi gli animali sequestrati a uno scrittore che li deteneva in modo illecito in un seminterrato privo di illuminazione e areazione, li usava come ispirazione e poi li vendeva attraverso internet. Il responsabile del traffico è stato denunciato a piede libero per maltrattamento di animali e sono tuttora in corso indagini per valutare il volume del traffico e la provenienza degli animali. 16 ecoideare - giugno 2010

19 STILI DI VITA Tra le cause di perdita di biodiversità c è quella del commercio di animali esotici. E vero? Purtroppo sì. Sia chiaro: ci sono alcune specie di esotici, dall iguana ad alcuni serpenti, da alcune specie di tartarughe a svariati tipi di pappagalli, che è consentito ospitare a casa propria. Ma altri no. E vietato tenere in casa animali esotici in via d estinzione o pericolosi, che sono tutelati dalla Convenzione di Washington (Cites). Sembrerebbe logico. E invece no. Perché il contrabbando illegale di questi animali da Africa, Australia, Centro e SudAmerica è fiorente. Esistono vere e proprie organizzazioni criminali che controllano questo traffico: dal bracconiere indigeno al trafficante locale, dal commerciante internazionale al collezionista che compra l animale. Un grande giro d affari che non procura però alcun beneficio alle popolazioni locali perché l indigeno guadagna pochissimo per la cattura di un esemplare, mentre quelli che si arricchiscono sono i contrabbandieri internazionali. La cattura per il commercio a scopo amatoriale ed ornamentale è quella che più mette in pericolo d estinzione molte specie di pappagalli. E così, in pochi giorni, volatili bellissimi come l Ara o il Cenerino passano dalla foresta amazzonica alle gabbie delle nostre città. Con tanto di falso certificato di provenienza. Solo quelli più fortunati (o sfortunati?) sopravvivono però al viaggio. Tre su quattro muoiono per lo stress della cattura o, stipati in maniera inverosimile, per le condizioni disumane del viaggio stesso. Per capire un po meglio cosa si cela dietro al fenomeno della compra-vendita di animali esotici nel libro fate l esempio della tartarughina dalle guance rosse. A chi non è capitato in passato, visitando uno dei tanti punti vendita di animali, di vedere decine di queste piccole tartarughe ammassate in poca acqua? L animaletto è l emblematica dimostrazione della crudeltà del commercio di animali esotici. Stipati a migliaia in piccoli contenitori, soggetti ad alti tassi di mortalità durante il viaggio, arrivano da noi per poi morire con percentuali prossime al 70% nel primo anno di prigionia. La piccola tartaruga si chiama Trachemys scripta elegans ed è stata catturata a milioni, negli ultimi venti anni, appena nata. Diminuito il prelievo in natura (non se ne trovavano quasi più) la tartarughina dalle guance rosse è stata riprodotta in mega allevamenti. Milioni di questi animaletti sono stati esportati dagli Stati Uniti, luogo d origine della specie. A partire da dieci anni fa migliaia di loro cominciano a comparire nei parchi urbani di molte città italiane e ancora oggi ne vengono abbandonate ogni anno a centinaia. Oggi, finalmente, si è arrivati al blocco delle importazioni grazie ad un regolamento comunitario: le Trachemys sono protette e non si possono più vendere e comprare. Fatta la legge, trovato l inganno... giusto? Ora nei negozi italiani compaiono sempre più spesso altre specie di tartarughine d acqua dolce come la Graptemys kohni o la Pseudemys concinna, sempre di provenienza americana. Non sono in via d estinzione e quindi sono commerciabili. Soprattutto sono destinate a soffrire come quelle che le hanno precedute. Anzi, di più. Il paradosso è che la Graptemys kohni, comunemente chiamata Tartaruga carta geografica, anch essa esotica ma non in via d estinzione, è oggi commerciata in Italia anche se ancora più delicata della Trachemys. In attesa di provvedimenti drastici, come si ferma questa strage? In un solo modo. Non acquistando animaletti esotici. Le uniche bestiole che stanno bene nelle nostre case sono quelle che, proprio per questo, si chiamano animali domestici: cani e gatti. Solo loro non sono prigionieri 17

20 > Edgar Meyer con una volpe selvatica nel Parco Nazionale del Gran Paradiso ma condividono con noi emozioni e sentimenti. Solo loro creano, per le loro caratteristiche etologiche, un rapporto affettivo con gli esseri umani. Solo loro possono essere nostri compagni di strada e di amicizia, e apprezzare appieno i nostri sforzi di socializzazione. Per quanto ci si sforzi, gli animali selvatici o esotici in cattività non stanno mai bene. C è una differenza tra benessere e gestione della sopravvivenza. Ecco, con gli animali esotici come tartarughe, serpenti o iguane al massimo si può gestire la loro sopravvivenza. Ma non si garantirà loro mai il benessere. Non solo. Persino garantire la sopravvivenza non è facile. Gli esotici, anche quelli più comuni, hanno bisogno di mangimi specifici e spesso costosi per stare bene. E non raramente i negozianti stessi danno informazioni sbagliate. Questi animali hanno poi bisogno di trattamenti sanitari fatti da professionisti esperti. Non si può portare un iguana o un serpente da un veterinario qualunque. Cosa dice la legge a proposito delle importazioni di fauna e flora? Dal 1975 è attiva la Convenzione sul Commercio Internazionale delle Specie di Fauna e Flora minacciate di estinzione, chiamata CITES (o Convenzione di Washington). Si tratta di un accordo tra stati per la regolamentazione del commercio internazionale di animali e piante minacciate da estinzione. Gli stati membri, tra i quali c è l Italia, hanno l obbligo di sottoporre a rigidi controlli le esportazioni e le importazioni delle specie elencate nella Convenzione. La Convenzione è nata dall esigenza di controllare il commercio degli animali e delle piante (vivi, morti o parti e prodotti derivati), in quanto lo sfruttamento commerciale è, assieme alla distruzione degli ambienti naturali nei quali vivono, una delle principali cause dell estinzione e rarefazione in natura di numerose specie. Si incorre in pesanti sanzioni se si introducono illegalmente specie minacciate o controllate. SPECIE MINACCIATE Sono incluse in Appendice I della Convenzione di Washington. Il commercio è vietato a livello internazionale. Si tratta di un elenco di circa 1000 specie animali e vegetali elencate nel Reg.(CE). Tra queste specie si trovano: tutte le scimmie antropomorfe (Oranghi, Scimpanzé e Gorilla), i lemuri, il panda, alcune scimmie sudamericane, i mammiferi marini, il lupo indiano, alcuni orsi, le lontre, i giaguari, le tigri, i leopardi, l ocelot, gli elefanti, qualche zebra, i rinoceronti, la vigogna, alcuni cervi, le volpi volanti, lo struzzo nordafricano, alcune specie di fenicotteri, i rapaci diurni e notturni, molte specie di pappagalli (soprattutto le Are e le Amazzoni), le tartarughe marine, alcune testuggini di terra, alcune specie di alligatori e coccodrilli, alcuni varani asiatici, le salamandre giganti, il pitone indiano, la vipera degli Orsini, lo storione comune, certe conchiglie, alcune farfalle (Papilionidi), le orchidee e i cactus selvatici, alcune specie di aloe. SPECIE SOGGETTE A CONTROLLO Sono le specie iscritte all Appendice II e III della Convenzione di Washington. Il loro commercio deve essere compatibile con la sopravvivenza delle specie in natura. L elenco comprende oltre specie elencate nel Reg.(CE), delle quali le più comuni sono: tutte le specie, che non risultino iscritte all Appendice I, di scimmie, lupi, orsi, lontre, felini, zebre, pecari, ippopotami, guanachi, alcune specie di cervi e antilopi, fenicotteri, gru, pappagalli, tucani, colibrì, tartarughe di terra, alligatori, caimani, coccodrilli, gechi, camaleonti, iguane, varani, cobra, salamandre, storioni, farfalle della specie ornitottere. 18 ecoideare - giugno 2010

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi Tra Il Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, con sede in Via Cristoforo Colombo, 44, 00187

Dettagli

Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta

Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta isstock Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta 7 PAA Programma generale di azione dell Unione in materia di ambiente fino al 2020 A partire dalla metà degli anni 70 del secolo scorso, la politica

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO

LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO FOOD LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO FOOD. LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO PER LA PRIMA VOLTA IN ITALIA UNA STRAORDINARIA MOSTRA CHE AFFRONTA IL TEMA DEL CIBO DAL PUNTO DI VISTA SCIENTIFICO, SVELANDONE TUTTI

Dettagli

Il pianeta ci nutre nutriamo il pianeta!

Il pianeta ci nutre nutriamo il pianeta! Il pianeta ci nutre nutriamo il pianeta! Scuola dell Infanzia Istituto di Cultura e di Lingue Marcelline Progettazione Didattica Annuale a.s. 2014-2015 Dimensione valoriale L idea fondante del progetto

Dettagli

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15 Istituto «San Giuseppe» Scuole Primaria e dell Infanzia Paritarie 71121 Foggia, via C. Marchesi, 48-tel. 0881/743467 fax 744842 pec: istitutosangiuseppefg@pec.it e-mail:g.vignozzi@virgilio.it sito web:

Dettagli

Slowfood. aprile 2010 ACQUA ALLE CORDE - PROFESSIONE HAPPYCOLTORE - DOVE OSANO LE VIGNE. Slowine. Acqua alle corde. Slowfood. Azioni sostenibili

Slowfood. aprile 2010 ACQUA ALLE CORDE - PROFESSIONE HAPPYCOLTORE - DOVE OSANO LE VIGNE. Slowine. Acqua alle corde. Slowfood. Azioni sostenibili 45 aprile 2010 ACQUA ALLE CORDE - PROFESSIONE HAPPYCOLTORE - DOVE OSANO LE VIGNE Slowfood aprile 2010 www.slowfood.it Acqua alle corde Azioni sostenibili Professione happycoltore La rete delle comunità

Dettagli

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di:

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di: Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014 Sede di Torino RUGGIERI Nicoletta Maria Mobility Manager Elaborazione e Cura di: CAGGIANIELLO Giorgio SAPIO Michele VENTURA Lorella Amministrazione

Dettagli

LA GESTIONE SOSTENIBILE DELLE RISORSE NATURALI IN EUROPA. Silva Marzetti

LA GESTIONE SOSTENIBILE DELLE RISORSE NATURALI IN EUROPA. Silva Marzetti L EUROPA E LE RISORSE AMBIENTALI, ENERGETICHE E ALIMENTARI BOLOGNA, 16 MARZO 2015 LA GESTIONE SOSTENIBILE DELLE RISORSE NATURALI IN EUROPA Silva Marzetti Scuola di Economia, Management e Statistica Università

Dettagli

LUPI DIETRO GLI ALBERI

LUPI DIETRO GLI ALBERI dai 7 anni LUPI DIETRO GLI ALBERI Roberta Grazzani Illustrazioni di Franca Trabacchi Serie Azzurra n 133 Pagine: 176 Codice: 978-88-566-2952-1 Anno di pubblicazione: 2014 L Autrice Scrittrice milanese

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola IC n 5 L.Coletti Progetto GREEN SCHOOL Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola GREEN SCHOOL Principio fondante del Progetto GREEN SCHOOL..Coniugare conoscenza, ambiente, comportamenti nell

Dettagli

Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni

Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni Ferrara, giovedì 27 Settembre 2012 Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni Giacomo Zanni (Dipartimento di Ingegneria ENDIF, Università di Ferrara) giacomo.zanni@unife.it SOMMARIO

Dettagli

L ENERGIA NELLA STORIA: dalle prima fonti energetiche alle rinnovabili.

L ENERGIA NELLA STORIA: dalle prima fonti energetiche alle rinnovabili. L ENERGIA NELLA STORIA: dalle prima fonti energetiche alle rinnovabili. Nella fisica classica l energia è definita come la capacità di un corpo o di un sistema di compiere lavoro (Lavoro: aggiungere o

Dettagli

Box: Perché sostenere il modello agricolo Biologico nella PAC?

Box: Perché sostenere il modello agricolo Biologico nella PAC? La PAC che verrà: Smart change or business as usual? La posizione ufficiale IFOAM EU sulla prossima riforma PAC 2014 2020 Alessandro Triantafyllidis, IFOAM EU Group Siamo a metà dell attuale periodo di

Dettagli

GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO

GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO Comune di CORI (Lt) Assessorato all RACCOLTA DIFFERENZIATA PORTA A PORTA GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO pagina 1 SOMMARIO Premessa... 3 1 Principi generali: Cos è il Compostaggio... 4 2 Cosa mettere nella

Dettagli

Lo scopo dell IFAD. Dove lavoriamo 1. Come lavoriamo

Lo scopo dell IFAD. Dove lavoriamo 1. Come lavoriamo L IFAD in breve Lo scopo dell IFAD La finalità del Fondo Internazionale per lo Sviluppo Agricolo (IFAD) è mettere le popolazioni rurali povere in condizione di raggiungere una maggiore sicurezza alimentare,

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE Volume VIII manuali campi volontariato Il fare e il dire di Legambiente nei campi Dal 1991 ad oggi sono stati oltre 3.000 i campi di volontariato che Legambiente

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi

ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi come Anno scolastico 2012-2013 Classe 2 a D 1 Istituto Comprensivo G. Mazzini Erice Trentapiedi Dirigente Scolastico: Filippo De Vincenzi Ideato e realizzato

Dettagli

Progetto MA.RI.SA. (MAngio e RIsparmio in SAlute)

Progetto MA.RI.SA. (MAngio e RIsparmio in SAlute) Progetto MA.RI.SA. (MAngio e RIsparmio in SAlute) La ristorazione collettiva ed in particolare quella scolastica è stata individuata come un ambito prioritario di intervento relativamente al Progetto MA.RI.SA.

Dettagli

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela di Kristiina Salmela Gole di Fara San Martino (CH) Hei! Ciao! Sono un bel TONTTU - uno gnometto mezzo finlandese mezzo abruzzese, e mi chiamo Cristian alias Rikke. Più di sei anni fa sono nato nel Paese

Dettagli

Progetto Educazione al Benessere. Per star bene con sé e con gli altri. Progetto di Circolo

Progetto Educazione al Benessere. Per star bene con sé e con gli altri. Progetto di Circolo DIREZIONE DIDATTICA 3 Circolo di Carpi Progetto Educazione al Benessere Per star bene con sé e con gli altri Progetto di Circolo Anno scolastico 2004/2005 Per star bene con sé e con gli altri Premessa

Dettagli

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione Economia > News > Italia - mercoledì 16 aprile 2014, 12:00 www.lindro.it Sulla fame non si spreca La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo

Dettagli

PENSA CHE MENSA SCOLASTICA!

PENSA CHE MENSA SCOLASTICA! PENSA CHE MENSA SCOLASTICA! Buona, pulita e giusta Linee guida per una mensa scolastica di qualità 1 A cura di: Valeria Cometti, Annalisa D Onorio, Livia Ferrara, Paolo Gramigni In collaborazione con:

Dettagli

L agricoltura nell Europa industrializzata

L agricoltura nell Europa industrializzata L agricoltura nell Europa industrializzata L agricoltura delle società industrializzate europee si differenzia da quella dell età moderna per gli attrezzi, le fonti di energia, i macchinari utilizzati

Dettagli

Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE. Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia

Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE. Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia Nella prima parte dell anno scolastico 2014-2015 alcune classi del

Dettagli

Unità VI Gli alimenti

Unità VI Gli alimenti Unità VI Gli alimenti Contenuti - Gusti - Preferenze - Provenienza Attività AREA ANTROPOLOGICA 1. Cosa piace all Orsoroberto L Orsoroberto racconta ai bambini quali sono i cibi che lui ama e che mangia

Dettagli

Fin dove andrà il clonaggio?

Fin dove andrà il clonaggio? Fin dove andrà il clonaggio? Mark Post, il padrone della sezione di fisiologia dell Università di Maastricht, nei Paesi Bassi, ha dichiarato durante una conferenza tenuta a Vancouver, in Canada, che aveva

Dettagli

Pagliaccio. A Roma c è un. che cambia ogni giorno. 66 Artù n 58

Pagliaccio. A Roma c è un. che cambia ogni giorno. 66 Artù n 58 format nell accostare gli ingredienti e da raffinatezza della presentazione che fanno trasparire la ricchezza di esperienze acquisite nelle migliori cucine di Europa e Asia da questo chef 45enne d origini

Dettagli

Tutt uno con la natura: godetevi le squisite specialità di speck e salumi dalle falde del Massiccio dello Sciliar.

Tutt uno con la natura: godetevi le squisite specialità di speck e salumi dalle falde del Massiccio dello Sciliar. Tutt uno con la natura: godetevi le squisite specialità di speck e salumi dalle falde del Massiccio dello Sciliar. Tutto il fascino delle montagne dell Alto Adige, catturato nelle specialità L Alto Adige,

Dettagli

Sono nati per l autoconsumo,

Sono nati per l autoconsumo, Il prodotto bio è fai da te Consumatori Li considerano troppo cari e con una tracciabilità inadeguata. Eppure gli shopper apprezzano sempre di più le referenze biologiche. Così decidono di coltivarle in

Dettagli

I regimi di qualità riconosciuti a livello comunitario: D.O.P., I.G.P., S.T.G. e indicazioni facoltative di qualità TITOLO RELAZIONE

I regimi di qualità riconosciuti a livello comunitario: D.O.P., I.G.P., S.T.G. e indicazioni facoltative di qualità TITOLO RELAZIONE TITOLO RELAZIONE I regimi di qualità riconosciuti a livello comunitario: D.O.P., I.G.P., S.T.G. e indicazioni facoltative di qualità A partire dal 3 gennaio 2013 è entrato in vigore il regolamento (UE)

Dettagli

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI SCENARI ENERGETICI AL 24 SINTESI Leggi la versione integrale degli Scenari Energetici o scaricane una copia: exxonmobil.com/energyoutlook Scenari Energetici al 24 Gli Scenari Energetici offrono una visione

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

vien... Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata Dipartimento di Prevenzione a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele

vien... Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata Dipartimento di Prevenzione a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele ERVIZIO ANITARIO REGIONALE A Azienda ervizi anitari N 1 triestina la vien... alute angiando M Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele Dipartimento

Dettagli

I cambiamenti di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo

I cambiamenti di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo I cambiamenti di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo Le raccomandazioni della CIDSE per la Conferenza delle Nazioni Unite sullo Sviluppo Sostenibile (Rio, 20-22 giugno 2012) Introduzione Il

Dettagli

Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile

Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile Come ottenere energia rinnovabile e compost dai rifiuti organici Un percorso di educazione ambientale alla scoperta dell impianto di compostaggio

Dettagli

III.8.2 Elementi per il bilancio idrico del lago di Bracciano

III.8.2 Elementi per il bilancio idrico del lago di Bracciano III.8.2 Elementi per il bilancio idrico del lago di Bracciano (Fabio Musmeci, Angelo Correnti - ENEA) Il lago di Bracciano è un importante elemento del comprensorio della Tuscia Romana che non può non

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità

Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità Paola Garrone, Marco Melacini e Alessandro Perego Politecnico di Milano Indagine realizzata da Fondazione per la Sussidiarietà e

Dettagli

MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE VOLUME 1 CAPITOLO 2 ... ... ... ... ... ...

MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE VOLUME 1 CAPITOLO 2 ... ... ... ... ... ... VOLUME 1 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE ACQUE INTERNE 1. Parole per capire A. Conosci già queste parole? Scrivi il loro significato o fai un disegno: valle... ghiacciaio... vulcano... cratere...

Dettagli

CORSO PER SOMMELIER. Diventare. Sommelier

CORSO PER SOMMELIER. Diventare. Sommelier Sommelier, nella prestigiosa realtà della Sommellerie di Roma e del Lazio, significa Professionismo nel vino. Chiediamo agli appassionati di essere professionisti del buon bere in maniera concreta, nella

Dettagli

LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA

LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA . LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA Gruppo di esperti costituito presso l Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione (INRAN)

Dettagli

Annuario dei dati ambientali

Annuario dei dati ambientali Annuario dei dati ambientali CAPITOLO IV RADIAZIONI NON IONIZZANTI Autori: Giovanni FINOCCHIARO Coordinatore: ha fornito contributi: Patrizia VALENTINI ISPRA 2 IV. LA PERCEZIONE DEI CITTADINI EUROPEI E

Dettagli

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali Calo degli esercizi commerciali in sede fissa. Nell ultimo decennio l intero comparto della distribuzione commerciale ha

Dettagli

approfondimento e informazione CHI È LA PERSONA SENZA DIMORA OGGI i clochard esistono ancora? Fondazione Comunità Solidale

approfondimento e informazione CHI È LA PERSONA SENZA DIMORA OGGI i clochard esistono ancora? Fondazione Comunità Solidale Fondazione Comunità Solidale approfondimento e informazione CHI È LA PERSONA SENZA DIMORA OGGI i clochard esistono ancora? chi è la persona senza dimora povertà assoluta e povertà relativa Di cosa parleremo:

Dettagli

Routine per l Ora della Nanna

Routine per l Ora della Nanna SCHEDA Routine per l Ora della Nanna Non voglio andare a letto! Ho sete! Devo andare al bagno! Ho paura del buio! Se hai mai sentito il tuo bambino ripetere queste frasi notte dopo notte, con ogni probabilità

Dettagli

Prodotti di cui ti puoi fidare

Prodotti di cui ti puoi fidare Prodotti di cui ti puoi fidare Vogliamo offrirti alimenti di buona qualità a prezzi bassi, prodotti in modo responsabile. Stiamo lavorando in tutte le parti della catena alimentare, dalla fattoria al negozio

Dettagli

DALLE FOSSILI ALLE RINNOVABILI

DALLE FOSSILI ALLE RINNOVABILI MANIFESTO PER L ENERGIA SOSTENIBILE DALLE FOSSILI ALLE RINNOVABILI COSTRUISCI CON NOI UN SISTEMA ENERGETICO SOSTENIBILE PER L ITALIA Organizzazione Non Lucrativa di Utilità Sociale. FINALITà Favorire la

Dettagli

Misure per la tutela dell ambiente e degli ecosistemi

Misure per la tutela dell ambiente e degli ecosistemi Misure per la tutela dell ambiente e degli ecosistemi Carlo Zaghi Dirigente Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Direzione Generale per le Valutazioni e le Autorizzazioni Ambientali

Dettagli

1.Il Ristorante/La Trattoria

1.Il Ristorante/La Trattoria Agli italiani piace andare a mangiare in trattoria. Ma che cos è la trattoria? È un locale tipicamente italiano, che rispecchia il gusto e la mentalità degli italiani. Agli italiani piace mangiare bene,

Dettagli

Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010. Soci Fondatori. - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A.

Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010. Soci Fondatori. - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A. 01 Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010 Soci Fondatori - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A. - Associazione Partners di Palazzo Strozzi Promossa da 02 MISSION Volontariato

Dettagli

Porto di mare senz'acqua

Porto di mare senz'acqua Settembre 2014 Porto di mare senz'acqua Nella comunità di Piquiá passa un onda di ospiti lunga alcuni mesi Qualcuno se ne è già andato. Altri restano a tempo indeterminato D a qualche tempo a questa parte,

Dettagli

Gruppo cantonale per lo sviluppo sostenibile (GrussTI) Coordinamento: Cancelleria dello Stato, Bellinzona Presentazione a cura di Sabrina Caneva

Gruppo cantonale per lo sviluppo sostenibile (GrussTI) Coordinamento: Cancelleria dello Stato, Bellinzona Presentazione a cura di Sabrina Caneva Gruppo cantonale per lo sviluppo sostenibile (GrussTI) Coordinamento: Cancelleria dello Stato, Bellinzona Presentazione a cura di Sabrina Caneva Sviluppo sostenibile e gestione responsabile delle risorse

Dettagli

Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale

Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale Preambolo La Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale è il documento che definisce i valori e i princìpi condivisi da tutte le organizzazioni

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 Comitato Italiano per l UNICEF Onlus Direzione Attivita` culturali e Comunicazione Via Palestro, 68-00185 Roma tel. 06478091 - fax 0647809270 scuola@unicef.it pubblicazioni@unicef.it

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO I. Il bambino gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa argomentare, confrontarsi, sostenere le proprie ragioni con adulti e bambini. I I. Sviluppa il

Dettagli

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 INDICE Le tante facce della documentazione Pag.3 Il progetto per lo sviluppo e l apprendimento

Dettagli

LA SALUTE VIEN MANGIANDO

LA SALUTE VIEN MANGIANDO Comune di Trino Assessorato Istruzione e Cultura Settore Extrascolastico-Culturale Istituto Comprensivo di Trino Scuola dell Infanzia e Scuola Primaria Asl 21 di Casale Dipartimento di Prevenzione Servizio

Dettagli

Quando entrano in gioco gli altri

Quando entrano in gioco gli altri Quando entrano in gioco gli altri di Francesco Silva, Professore ordinario di Economia, Università degli Studi di Milano-Bicocca e Presidente onorario AEEE-Italia 1) Per semplicità consideriamo un economia

Dettagli

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni.

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. 8 regioni settentrionali: il Piemonte (Torino), la Val d Aosta (Aosta),

Dettagli

Luigino Bruni Milano-Bicocca e Sophia (Firenze) Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio.

Luigino Bruni Milano-Bicocca e Sophia (Firenze) Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio. Luigino Bruni Milano-Bicocca e Sophia (Firenze) Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio. Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio, recita un noto proverbio africano. Perché la famiglia

Dettagli

LA DECOLONIZZAZIONE. Nel 1947 l India diventa indipendente

LA DECOLONIZZAZIONE. Nel 1947 l India diventa indipendente LA DECOLONIZZAZIONE Nel 1939 quasi 4.000.000 km quadrati di terre e 710 milioni di persone (meno di un terzo del totale) erano sottoposti al dominio coloniale di una potenza europea. Nel 1941, in piena

Dettagli

La Carta di Ottawa per la Promozione della Salute

La Carta di Ottawa per la Promozione della Salute La Carta di Ottawa per la Promozione della Salute The Ottawa Charter for Health Promotion 1 Conferenza Internazionale sulla promozione della salute 17-21 novembre 1986 Ottawa, Ontario, Canada La 1 Conferenza

Dettagli

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ...

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ... LA CITTÀ VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE 1. Parole per capire Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: città... città industriale... pianta della città...

Dettagli

La Fame: una sfida da affrontare

La Fame: una sfida da affrontare La Fame: una sfida da affrontare La fame nascosta La fame è tra le minacce più grandi dell'umanità. Colpisce oltre 850 milioni di persone in tutto il mondo. Ciononostante, quante volte i giornali pubblicano

Dettagli

RELAZIONE MOSTRA: FOOD, LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO

RELAZIONE MOSTRA: FOOD, LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO RELAZIONE MOSTRA: FOOD, LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO La mostra è allestita nelle sale del Museo di Storia Naturale di Milano dal 28 Novembre 2014 al 28 Giugno 2015. Affronta il complesso tema del cibo

Dettagli

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori 1 Dalla lettura di una poesia del libro di testo Un ponte tra i cuori Manca un ponte tra i cuori, fra i cuori degli uomini lontani, fra i cuori vicini, fra i cuori delle genti, che vivono sui monti e sui

Dettagli

LETTURE PER L'INFANZIA (dai 2 ANNI)

LETTURE PER L'INFANZIA (dai 2 ANNI) LETTURE PER L'INFANZIA (dai 2 ANNI) STORIE PICCINE PICCIO' (dai 2 ai 5 anni) Una selezione di storie adatte ai piu' piccoli. Libri per giocare, libri da guardare da gustare e ascoltare. Un momento di condivisione

Dettagli

DALL ALTRA PARTE DEL MARE

DALL ALTRA PARTE DEL MARE PIANO DI LETTURA dai 9 anni DALL ALTRA PARTE DEL MARE ERMINIA DELL ORO Illustrazioni di Giulia Sagramola Serie Arancio n 149 Pagine: 128 Codice: 566-3278-1 Anno di pubblicazione: 2013 L AUTRICE La scrittrice

Dettagli

Extatosoma tiaratum. Generalità

Extatosoma tiaratum. Generalità Extatosoma tiaratum Tassonomia Dominio: Eukaryota Regno: Animalia Sottoregno: Eumetazoa Ramo: Bilateria Phylum: Arthropoda Subphylum: Tracheata Superclasse: Hexapoda Classe: Insecta Sottoclasse: Pterygota

Dettagli

COME VINCERE IL CALDO

COME VINCERE IL CALDO Centro Nazionale per la Prevenzione e il Controllo delle Malattie ESTATE SICURA COME VINCERE IL CALDO Raccomandazioni per il personale che assiste gli anziani a casa ESTATE SICURA COME VINCERE IL CALDO

Dettagli

FATTI FURBO... DIFFERENZIA

FATTI FURBO... DIFFERENZIA Per i comuni del Consorzio Canavesano Ambiente Guida alla raccolta differenziata... FATTI FURBO... DIFFERENZIA anche fatti tu furbo...!!!... e al rispetto dell ambiente DIFFERENZIA ANCHE TU!!! Bastano

Dettagli

33. Dora perdona il suo pessimo padre

33. Dora perdona il suo pessimo padre 33. Dora perdona il suo pessimo padre Central do Brasil (1998) di Walter Salles Il film racconta la storia di una donna cinica e spietata che grazie all affetto di un bambino ritrova la capacità di amare

Dettagli

REGOLAMENTI REGOLAMENTO (CE) N. 834/2007 DEL CONSIGLIO. del 28 giugno 2007

REGOLAMENTI REGOLAMENTO (CE) N. 834/2007 DEL CONSIGLIO. del 28 giugno 2007 20.7.2007 IT Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 189/1 I (Atti adottati a norma dei trattati CE/Euratom la cui pubblicazione è obbligatoria) REGOLAMENTI REGOLAMENTO (CE) N. 834/2007 DEL CONSIGLIO

Dettagli

PER SAPERNE DI PIÙ DAL CAMPO... AL MERCATO ALLA TAVOLA. Per saperne di più

PER SAPERNE DI PIÙ DAL CAMPO... AL MERCATO ALLA TAVOLA. Per saperne di più PER SAPERNE DI PIÙ DAL CAMPO... AGRICOLTURA BIOLOGICA LA FILIERA (dal campo alla tavola) AL MERCATO L ETICHETTA PRODOTTI A KM ZERO MERCATI CONTADINI, VENDITA DIRETTA, GAS ALLA TAVOLA LA PIRAMIDE ALIMENTARE

Dettagli

DIRITTI DEI CONSUMATORI

DIRITTI DEI CONSUMATORI DIRITTI DEI CONSUMATORI 1. Quali sono i diritti dei consumatori stabiliti dal Codice del Consumo 2. Qual è la portata della disposizione? 3. Qual è l origine dell elencazione? 4. In che cosa consiste il

Dettagli

Rassegna OCSE Sviluppo sostenibile: Interazione tra Economia, Società, Ambiente

Rassegna OCSE Sviluppo sostenibile: Interazione tra Economia, Società, Ambiente OECD Insights Sustainable Development: Linking Economy, Society, environment Summary in Italian Rassegna OCSE Sviluppo sostenibile: Interazione tra Economia, Società, Ambiente Sintesi in italiano L espressione

Dettagli

IL RIMARIO IL RICALCO

IL RIMARIO IL RICALCO Preparare un rimario: IL RIMARIO - gli alunni, a coppie o singolarmente, scrivono su un foglio alcune parole con una determinata rima; - singolarmente, scelgono uno dei fogli preparati e compongono nonsense

Dettagli

Valdigrano: quando l ambiente è un valore!

Valdigrano: quando l ambiente è un valore! Valdigrano: quando l ambiente è un valore! Valutazione di impatto ambientale delle linee Valdigrano, Valbio e La Pasta di Franciacorta Programma per la valutazione dell impronta ambientale Progetto co-finanziato

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA TRA

PROTOCOLLO DI INTESA TRA PROTOCOLLO DI INTESA TRA L Associazione Fare Ambiente, Movimento Ecologista Europeo, già riconosciuta con Decreto del Ministro dell Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare del 27 febbraio 2009,

Dettagli

Valutazione Crediti e proposte Progetti. Area Turismo

Valutazione Crediti e proposte Progetti. Area Turismo Valutazione Crediti e proposte Progetti Area Turismo a cura di Bruno Turra Questo documento intende affrontare l analisi delle priorità di valutazione nell area turismo individuandone le principali componenti

Dettagli

Partenariato transatlantico su commercio e investimenti. Parte normativa

Partenariato transatlantico su commercio e investimenti. Parte normativa Partenariato transatlantico su commercio e investimenti Parte normativa settembre 2013 2 I presidenti Barroso, Van Rompuy e Obama hanno chiarito che la riduzione delle barriere normative al commercio costituisce

Dettagli

C era una bianca un foglio, di sana fibra e bell animo. Forte di valori e ideali puliti, attendeva di nascere in un mondo migliore, un luogo dove

C era una bianca un foglio, di sana fibra e bell animo. Forte di valori e ideali puliti, attendeva di nascere in un mondo migliore, un luogo dove I love Ci C era una bianca un foglio, di sana fibra e bell animo. Forte di valori e ideali puliti, attendeva di nascere in un mondo migliore, un luogo dove poter crescere con gioia e buon senso, contribuendo

Dettagli

Dieci anni di lavoro, progetti, sviluppo. in Valle d Aosta e in Italia CVA. VALORE ENERGIA

Dieci anni di lavoro, progetti, sviluppo. in Valle d Aosta e in Italia CVA. VALORE ENERGIA Dieci anni di lavoro, progetti, sviluppo in Valle d Aosta e in Italia CVA. VALORE ENERGIA C V A M O S T R E Mostre in Centrale 2010 Doppio appuntamento a Maën A Valtournenche, in occasione dei dieci anni

Dettagli

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno Indice 01. 02. 03. I tipi di house organ Dall idea al progetto I contenuti A

Dettagli

La Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano

La Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano La Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano VISTO gli articoli 2, comma 2, lett. b) e 4, comma 1 del decreto legislativo 28 agosto 1997,

Dettagli

Tra reale e ideale: come gestire e far crescere un organizzazione non profit.

Tra reale e ideale: come gestire e far crescere un organizzazione non profit. Tra reale e ideale: come gestire e far crescere un organizzazione non profit. NID Non profit Innovation Day Università Bocconi Milano, 12 novembre 2014 18/11/2014 1 Mi presento, da dove vengo? E perché

Dettagli

Progetto di Filiera Dalla DOP Liquirizia di Calabria Fare squadra verso un obiettivo comune

Progetto di Filiera Dalla DOP Liquirizia di Calabria Fare squadra verso un obiettivo comune Progetto di Filiera Dalla DOP Liquirizia di Calabria Fare squadra verso un obiettivo comune 1 Il Progetto di Filiera Dalla liquirizia di Calabria DOP Il Progetto di Filiera Dalla liquirizia di Calabria

Dettagli

VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE (VIA) E LO STUDIO DI IMPATTO AMBIENTALE (SIA)

VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE (VIA) E LO STUDIO DI IMPATTO AMBIENTALE (SIA) La Valutazione di Impatto Ambientale e lo Studio di Impatto Ambientale VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE (VIA) E LO STUDIO DI IMPATTO AMBIENTALE (SIA) http://people.unica.it/maltinti/lezioni Link: SIAeVIA

Dettagli

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO Premessa: RITORNARE ALL ECONOMIA REALE L economia virtuale e speculativa è al cuore della crisi economica e sociale che colpisce l Europa.

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

www.ipaper.com/europe Questa brochure è stata stampata su carta IP Pro-Design, certificata PEFC

www.ipaper.com/europe Questa brochure è stata stampata su carta IP Pro-Design, certificata PEFC www.ipaper.com/europe Questa brochure è stata stampata su carta IP Pro-Design, certificata PEFC Gestione forestale sostenibile Tutto quello che bisogna sapere Sommario 1. Che cosa si intende per gestione

Dettagli

Un pipistrello per amico Istituto di Istruzione Superiore "A. Cecchi. (Villa Caprile) Pesaro 15 Ottobre 2010 storia e risultati di un progetto nazionale di divulgazione e di ricerca Paolo AGNELLI Giacomo

Dettagli

Risanamento delle tubazioni dall interno

Risanamento delle tubazioni dall interno La soluzione di oggi per le tubazioni di ieri: Risanamento delle tubazioni dall interno Costi inferiori fino al 50% niente demolizioni, niente sporco, niente macerie nessuna interruzione nella gestione

Dettagli