DESERTO L ENERGIA DEL. Euro 2,50. N 7 - Giugno STILI DI VITA Risorsa acqua. ALIMENTAZIONE Vorrei la pelle nera! ECOABITARE Armonia sul litorale

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "DESERTO L ENERGIA DEL. Euro 2,50. N 7 - Giugno 2010. STILI DI VITA Risorsa acqua. ALIMENTAZIONE Vorrei la pelle nera! ECOABITARE Armonia sul litorale"

Transcript

1 Euro 2,50 N 7 - Giugno 2010 N.7 - GIUGNO POSTE ITALIANE SPED.IN A.P. - D.L. 353/2003 CONV. L.46/2004, ART. 1, C. 1, DCB - MILANO L ENERGIA DEL DESERTO STILI DI VITA Risorsa acqua ALIMENTAZIONE Vorrei la pelle nera! ECOABITARE Armonia sul litorale AMBIENTE E TERRITORI Sparkling 2010

2 ECOIDEARE E STATO PRODOTTO NEL RISPETTO DELL AMBIENTE GRAZIE ALLA CERTIFICAZIONE 100% ENERGIA PULITA MULTIUTILITY Ecoideare, la prima rivista rivolta al consumatore sensibile all eco-sostenibilità, ha intrapreso un importante azione concreta verso questo tema, rendendo la produzione stessa della rivista ecocompatibile. Questo è stato possibile certificando tutti i consumi di energia elettrica legati alla produzione dei numeri di Ecoideare del 2010 con 100% energia pulita Multiutility. Grazie alla questa iniziativa è stata evitata l emissione in atmosfera di 69,9 t di CO 2 e risparmiati Kg di petrolio. Il marchio 100% energia pulita Multiutility che appare in copertina, marchio di proprietà di Multiutility S.p.A. registrato a livello europeo e che viene concesso solamente a chi rispetta l ambiente, è l attestazione della scelta etica che ha deciso di portare avanti la redazione di Ecoideare. La certificazione 100% energia pulita è basata sull immissione in rete (tramite l annullamento di certificati RECS), di un quantitativo di energia rinnovabile pari al consumo di energia necessaria alla realizzazione della rivista. I certificati RECS (Renewable Energy Certificate System) sono titoli che attestano la produzione di energia elettrica da fonte rinnovabile per una taglia minima pari a 1 MWh e favoriscono la produzione di energia elettrica da fonte rinnovabile dagli impianti che altrimenti non avrebbero le condizioni economiche per continuare a produrre energia verde. I certificati RECS sono distinti dall erogazione fisica dell elettricità e la loro emissione consente la commercializzazione dei certificati stessi anche separatamente dall energia elettrica cui fanno riferimento. Mediante il loro consumo, l acquirente finanzia l energia elettrica prodotta da fonti rinnovabili testimoniando, pertanto, il suo impegno a favore dell ambiente. Per maggiori informazioni: nr. verde oppure

3 Stampato su carta Rubriche SOMMARIO Periodico di cultura, informazione, stili di vita e progetti sui temi dell ecosostenibilità Editoriale Stili di vita > Risorsa acqua, sull oro blu una campagna nelle scuole della Lombardia - Stefano Apuzzo e Cristina Donati > Il verde terapeutico - L energia della natura - Raffaela M. A. Borghi > La natura per migliorare la vita - Gaia Gusso > Biodiversità e Quattro zampe in tribunale - Antonella Lanzillo > Bicocca Green Days - a cura della redazione Alimentazione > 100 domande sul cibo - Emiliano Angelelli > Quel mazzolin di fiori...nel cocktail - Elena Marcon > Vorrei la pelle nera - Gaia Gusso Ecoabitare > Armonia sul litorale - Raffaela M. A. Borghi > Sparkling Ecologically correct - Giorgia Giavenni > Io riciclo, tu ricicli: Eco-creativi in mostra - Giorgia Giavenni Ambiente e territori > La lunga attesa del popolo Saharawi - Stefano Leoperdi > Emission Trading System - Giorgia Giavenni > La primavera delle farfalle - Ilaria Caramani > Ecologia in vetrina - Gaia Gusso > Giorgio Nebbia: quarant anni di ecologia > La foto di Ecoideare > Rinenergy: cambiamenti climatici - a cura della redazione > EcoNews - Gaia Gusso > Prospettive sostenibili - Giorgia Giavenni > Biblioteca della sostenibilità - Gaia Gusso Pag. 4 Pag. 16 Pag. 26 Direzione, Redazione, Amministrazione e Pubblicità Brand Evolution srl Via Sardegna, Milano Tel Fax Periodico realizzato da Brand Evolution srl Direttore editoriale: Nicoletta Cova Direttore responsabile: Edgar Meyer Progetto grafico e art direction: Franca Lissi Redazione: Giorgia Giavenni, Gaia Gusso Pubblicità: - Tel Si ringraziano per la collaborazione: Giorgio Nebbia, Stefano Apuzzo, Cristina Donati, Elena Marcon (Green News), Stefano Leoperdi, Raffaela M. A. Borghi, Antonella Lanzillo, Emiliano Angelelli, Ilaria Caramani Impaginazione: Giuseppe Grippa Sito internet: - Daniele Sala Rivista realizzata in collaborazione con: Rinenergy associazione no-profit e Gaia Animali & Ambiente Onlus Stampa: Faenza Industrie Grafiche S.r.l. Via Vittime Civili di Guerra, Faenza (RA) Registro Tribunale di Milano N. 60 del 13 Febbraio Registro stampa periodica Pag. 34 Pag. 40 1

4 Modulo di richiesta adesione I supereroi non esistono e l ecosostenibilità ambientale non piove dal cielo. L adesione è libera e subordinata al versamento della quota associativa annuale da versarsi, contestualmente alla presente richiesta, presso: Barclays Bank IBAN IT69L Socio ordinario 50 euro (colui che presta la sua collaborazione di lavoro o volontariato) Socio professionista 100 euro (colui che lavora nel settore energetico ed ambientale) Socio Azienda/Ente pubblico 300 euro Il presente modulo di adesione e la fotocopia del versamento dovranno essere inviati a Rinenergy, via fax, allo L accettazione avverrà tramite delibera del Consiglio Direttivo, che provvederà ad avvisare il nuovo socio, inviando la ricevuta del versamento, la carta dei servizi i dati per il login e lo statuto associativo. Nome Cognome Nato/a il Residente in Cap Via n Tel. Cell. Professione P.IVA Indirizzo professionale Breve descrizione dell attività svolta (solo per i soci professionisti): (Solo per i soci azienda) Azienda Via Città Cap Tel. P.IVA Nominativo di contatto Breve descrizione dell attività svolta: Sostenersi a vicenda per sostenere il pianeta. Associarsi a Rinenergy vuol dire credere fermamente che la qualità del vivere debba e possa migliorare. Vuol dire prendere parte a un azione concreta. I soci avranno la possibilità di entrare in un network di conoscenze e contatti nel settore, potranno coinvolgere Rinenergy in iniziative, progetti ed eventi. Potranno inoltre avvalersi della consulenza e del supporto di professionisti della comunicazione e del marketing. Possono essere Soci Rinenergy i professionisti operatori nel settore e le aziende di prodotti o servizi ad alta sostenibilità e sensibili alla Responsabilità Sociale d impresa. Possono essere Partners Rinenergy enti pubblici e privati, associazioni, università, scuole e istituti formativi. In base agli art. 6 e 7 del nostro statuto, la sua ammissione sarà deliberata dal Consiglio Direttivo. I dati personali acquisiti saranno utilizzati da parte di Rinenergy, anche con l ausilio di mezzi elettronici e /o automatizzati esclusivamente per l evasione della sua richiesta. Ai sensi del D.L. n 196/2003, è garantito comunque il diritto di accedere ai propri dati chiedendone la correzione, l integrazione e ricorrendone gli estremi, la cancellazione in blocco. Quanto sopra indirizzando richiesta scritta a Rinenergy, via Sardegna 57, Milano. data Firma MEDIA PARTNER ECORADIO 2 ecoideare - giugno 2010 Via Sardegna, Milano Tel Fax

5 editoriale Estate Ecocompatibile, please. Il 2010, come è noto, è l anno della biodiversità. Alla biodiversità dedichiamo un pezzetto di questo numero. Scoprendo che biodiversità è anche economia, riscoprendo che biodiversità è anche poesia (ad esempio seguendo l affascinante mondo delle farfalle in campagna), scoprendo che la biodiversità può essere difesa nei tribunali. Il 2010 è stato anche l anniversario dei 40 anni dalla prima Giornata della Terra. Giorgio Nebbia, con le consuete lucidità e franchezza, traccia un bilancio in chiaroscuro su quattro decenni di attività e di celebrazioni. L estate sta iniziando. Ecco allora che non potevamo esimerci da dare alcuni consigli green : dai cocktail naturali per dissetarci a frutta e verdura adatte all estate. E, più in generale, ad occuparci di alimentazione corretta, che sarà sempre più uno dei temi portanti della rivista. In questo numero lo facciamo con una lunga intervista a Stefano Carnazzi, autore dell interessante (e utile) libro 100 domande sul cibo. Sempre più interesse sono destinate ad avere le nostre rubriche sugli acquisti ecocompatibili. Del resto, secondo il recente rapporto della società di indagini di mercato Kelkoo UK che ha preso in considerazione tutti i prodotti ecologici (dagli alimenti e bevande alle lampadine a risparmio energetico, dai prodotti da giardino a quelli di bellezza, dagli articoli di cartoleria a quelli di abbigliamento, alle auto ibride ecc.), le vendite di prodotti ecocompatibili raddoppieranno in Europa entro il 2015: da un volume di affari di 56 miliardi di euro del 2009 a 114 miliardi nel Cifre ancora troppo basse, a nostro avviso. Ma che indicano la strada da percorrere. Infine, in questo denso numero parliamo di bioarchitettura, di sostenibilità economica e sociale nei paesi in via di sviluppo (con un intenso reportage sul popolo dei Saharawi), di arte e riciclo, di emission trading system, della risorsa acqua (che qualcuno sta trasformando sempre più in merce), del difficile rapporto tra scienza e informazione (con particolare riferimento ai cambiamenti climatici) e, insomma, di tutti gli argomenti della compatibilità ambientale. Come sempre, cercando di essere pratici. Perché, come diceva la Grande Anima, i pensieri senza le azioni contano poco. Edgar Meyer Sono le azioni che contano. I nostri pensieri, per quanto buoni possano essere, sono perle false fintanto che non vengono trasformati in azioni. Sii il cambiamento che vuoi vedere avvenire nel mondo Mahatma Gandhi 3

6 RISORSA ACQUA. SULL ORO BLU UNA CAMPAGNA NELLE SCUOLE DELLA LOMBARDIA di Stefano Apuzzo e Cristina Donati CAMPAGNA ED EVENTO A MILANO Alessandro Cecchi Paone, volto noto della Tv e giornalista scientifico, è stato il testimonial dell evento conclusivo di un lungo percorso didattico che l associazione Amici della Terra ha svolto nelle scuole della Lombardia: il progetto educativo Risorsa Acqua, realizzato dall associazione ambientalista con il contributo di Amiacque srl e Cap Holding spa, aziende pubbliche che gestiscono il ciclo idrico integrato in molti comuni e province lombarde. 4 ecoideare - giugno 2010

7 STILI DI VITA 5

8 Il progetto di educazione ambientale, realizzato in 34 comuni delle province di Milano, Pavia e Monza Brianza, ha coinvolto oltre bambini e studenti delle scuole dell infanzia, degli Istituti primari e degli Istituti secondari di primo grado. All evento finale, animato da Alessandro Cecchi Paone, hanno partecipato oltre 400 bambini e studenti. Gli incontri nelle classi e nelle scuole hanno consentito di approfondire le tematiche legate all acqua potabile, all inquinamento idrico e alle situazioni di emergenza idrica nel mondo, oltre a svolgere attività tecnico-sperimentali sull acqua. I bambini si sono anche recati in visita ad impianti di depurazione e Case dell acqua, dove sgorga, gratis, acqua di pozzo refrigerata e frizzante. L evento ha visto sul palco del teatro milanese Derby lo spettacolo teatrale Il mistero dell acqua scomparsa, realizzato dalla Fondazione veronese AIDA. Agli studenti è stato proposto un breve filmato sull impegno profuso dalle aziende pubbliche dell acqua per assicurare alle vittime del terremoto di Haiti la potabilità dell acqua. Sono stati anche proiettati 3 cortometraggi sull acqua realizzati dagli studenti dello IED di Milano. Sul palco si sono alternati Franco De Angeli, vice presidente di CAP Holding, e Alberto Vitale, direttore dell Area Logistica di Amiacque, che hanno ricordato l impegno delle due aziende per diffondere nelle nuove generazioni una cultura dell acqua più attenta agli sprechi e al valore della risorsa idrica. Sorprendente la risposta dei bambini e delle bambine, ha dichiarato Cecchi Paone, aggiungendo i più piccoli recepiscono il messaggio ecologico in maniera eccelsa ed hanno compreso a fondo l importanza dell acqua e l impegno a non sprecarla. Lo testimoniano le domande e le risposte che hanno dato. ACQUA DEL RUBINETTO O ACQUA IN BOTTIGLIA Alcuni momenti dell evento al Teatro Derby di Milano. L acqua è un elemento vivo e quindi deve vivere, scorrere. Nelle bottiglie, l acqua stagna per mesi o anni e non sempre è stoccata come si deve. Sovente le cataste di bottiglie sono esposte al sole o a fonti di calore che rischiano di far cedere sostanze non propriamente salubri dalla plastica. Le acque industriali, imbottigliate, inoltre, sono molto diverse tra loro e non sempre adatte, per la presenza o l assenza di sali minerali, alle esigenze di chi la beve. Davvero ciò che acquistiamo, pagando profumatamente, vale la spesa? Siamo a conoscenza che alcuni marchi vendono nei supermercati perfino acqua da tavola, ovvero acqua del rubinetto in bottiglia? Per l acqua potabile della rete pubblica (la cosiddetta Acqua del Sindaco ) sono stabiliti dalla Legge parametri molto rigorosi di possibili residui chimici o di pesticidi. Parametri (e controlli) che non sono certo così rigorosi e così frequenti per le acque industriali. Per promuovere tra i cittadini il consumo dell acqua di rete, del rubinetto, le aziende pubbliche hanno realizzato in molti comuni 6 ecoideare - giugno 2010

9 STILI DI VITA CHI SONO I PROMOTORI DELLA CAMPAGNA RISORSA ACQUA AMICI DELLA TERRA, AMIACQUE E CAP HOLDING Amici della Terra Lombardia, è l Associazione regionale di Amici della Terra Italia per la tutela dell ambiente che fa parte di un grande network internazionale, Friends of the Earth International. Amici della Terra ha promosso e conduce da anni una campagna informativa e educativa per il corretto utilizzo dell acqua, per una buona raccolta differenziata dei rifiuti e per la salvaguardia della natura attraverso interventi di educazione ambientale nelle scuole della Lombardia. Amici della Terra promuove le buone pratiche per incentivare e valorizzare le imprese verdi e le pubbliche amministrazioni virtuose ed eco compatibili. Amiacque, società pubblica costituita nel 2006, da gennaio 2009 è diventata l unico soggetto operativo responsabile per le attività di erogazione del Servizio Idrico Integrato nell ATO della Provincia di Milano e in numerosi comuni delle Province di Lodi, Pavia, Monza e Brianza. Si occupa dell intero ciclo idrico, costituito dall insieme dei servizi pubblici di captazione e distribuzione d acqua ad usi civili, dei servizi di fognatura e di depurazione delle acque reflue. In Amiacque sono confluite CAP Gestione, S.I.No.Mi, TASM Service e TAM Servizi Idrici, società storiche che nel loro settore hanno sempre dimostrato grande capacità operativa. CAP Holding è la patrimoniale di riferimento del sistema idrico nelle province di Milano, Lodi, Pavia, Monza e Brianza, ovvero la proprietaria degli impianti e delle reti. Interamente a capitale pubblico, garantisce il servizio idrico integrato (acquedotto, fognatura, depurazione) in un bacino di circa 2 milioni di abitanti. I soci sono 196 Comuni e le Province di Milano e Lodi. Un azienda solida ed efficiente, che attraverso la controllata Amiacque eroga ogni giorno acqua buona e sicura, con 750 pozzi e una rete idrica di circa km. CAP Holding (ma anche il TASM) realizza le Case dell Acqua, moderni impianti per la distribuzione di acqua di rete, naturale e frizzante. CAP Holding è anche tra i fondatori di Acqua Pubblica Europea, l associazione internazionale che promuove la gestione pubblica dell acqua. le Case dell acqua, distributori gratuiti di oro blu, anche refrigerata e frizzante. E stato un successone. Ogni Casa dell acqua (in Lombardia sono circa 50) eroga litri di acqua al giorno consentendo di risparmiare bottiglie di plastica da 1 litro e mezzo. Un buon contributo all ambiente e alla salute, oltre che alle tasche, dei cittadini. PERCHÉ NON SPRECARE L ACQUA L acqua è vita, dove c è acqua è raro che la gente muoia di fame (e di sete) o di gravi malattie. Lo testimoniano i Paesi africani sub sahariani ancora ricoperti da foreste pluviali e attraversate da fiumi come il Congo, il Nilo, l Ivindo, l Oguè. La superficie del nostro pianeta è coperta per il 71% dall acqua. La maggior parte di essa (più del 97%) è quella salata dei mari e degli oceani, la restante parte, il 3%, è quella dolce, di cui metà è contenuta nei ghiacciai; a disposizione abbiamo solo l 1% in falde, fiumi e torrenti, da utilizzare per bere, lavarsi e per le attività umane. Il Sud del mondo non ha da bere, mentre il Nord spreca l acqua. I paesi ricchi consumano circa l 80% delle risorse idriche mondiali. In Italia il 33% dell acqua che passa nella rete idrica si disperde a causa dei tubi colabrodo. Ciascuno di noi ha a disposizione una media di 250 litri di acqua al giorno; siamo il paese, dopo gli USA, con il più alto consumo d acqua in Due degli attori che hanno interpretato lo spettacolo Il mistero dell acqua scomparsa. agricoltura rispetto alla produzione agricola stessa. Allungando lo sguardo a sud, notiamo che il Madagascar ha a disposizione circa 10 litri procapite. L assenza o la cattiva qualità dell acqua in Africa e in Asia portano alla morte ogni anno 3 milioni di esseri umani per dissenteria, 1,5 milioni per malaria; 1 persona su 5 non ha acqua potabile, mentre 15 milioni di bambini sono vittime annualmente delle malattie che l acqua infetta trasmette. Questi dati, così asciutti nonostante si parli di acqua, dovrebbero essere sufficienti a non sprecare l oro blu. 7

10 IL VERDE TERAPEUTICO L ENERGIA DALLA NATURA Nell antichità, curarsi nei giardini era normale ed ancora oggi, nonostante tutte le scoperte scientifiche, la scienza moderna riconosce ad un ambiente ricco di piante la capacità di rigenerare l organismo, grazie anche all effetto rilassante che produce su corpo e mente con tutti i benefici che ne conseguono. Per questo motivo, negli ultimi decenni, cresce la tendenza di dotare ospedali e carceri di spazi verdi, nel primo caso con scopo terapeutico e nel secondo per favorire il recupero sociale dei carcerati. La scelta degli alberi può, dunque, essere fatta per motivi estetici, simbolici o terapeutici. C è chi sostiene che tra uomo e piante sia possibile comunicare empaticamente e alcuni esperimenti hanno dimostrato non solo che le piante hanno una loro sensibilità, ma che reagiscono agli avvenimenti e che, anche se solo molto lentamente, possono muoversi. Secondo la cultura occidentale ogni essere vivente emette energia. Non fanno eccezione le piante che emettono energia in quantità variabile e la cui qualità è determinata dal tipo d essenza (il tiglio, ad esempio, condiziona favorevolmente il sistema nervoso, mentre la quercia il sistema immunitario). Nel suo libro Bioenergetic Landscape, l ecodesigner Marco Nieri, che da anni si occupa della possibile funzione terapeutica del verde, spiega come sfruttare al meglio le emissioni elettromagnetiche delle piante. Nieri, che ha collaborato per anni con il dott. Walter Kunnen*, propone una tecnica che, grazie all utilizzo di un particolare strumento radioestesico (l antenna Lecher) permette di sfruttare le qualità energetiche emesse dalle varie specie di piante, creando nelle aree verdi vere e proprie zone di benessere. Questa antenna, infatti, consente una selettività precisa della lunghezza *Walter Kunnen è stato il fondatore del Centro ARCHIBO BIOLOGICA di Anversa nel 1960 per lo studio delle infl uenze della biosfera sulla salute. di Raffaela M. A. Borghi d onda e la misurazione separata dell intensità sulle due polarità che, abbinate alla rivelazione elettromagnetica sul posto per individuare la posizione delle correnti elettromagnetiche indispensabili alla vita, permettono di identificare i punti più adatti alla collocazione delle piante. Questa antenna, infatti, consente di effettuare particolari rilevazioni bio-energetiche sul posto, individuando la eventuale presenza di alcune deboli correnti elettromagnetiche favorevoli alla vita dell uomo e delle piante. Se collochiamo precisamente una pianta benefica in corrispondenza di uno di questi percorsi energetici, creiamo la condizione necessaria affinché la pianta trasferisca al campo magnetico le sue informazioni, creando un area benefica che, nel caso di alberi, si estende fino a 20/30 metri dalla pianta. E evidente che in questo modo è possibile realizzare in un giardino vere e proprie zone di benessere, dove sostare può contribuire ad alimentare positivamente i nostri processi vitali e a superare momenti di difficoltà psico-fisici. Questo metodo consente dunque di creare giardini terapeutici bioenergetici fortemente orientati al nostro benessere. 8 ecoideare - giugno 2010

11 STILI DI VITA > Disegni di Corte Roncati, il polo per le disabilità di Bologna dove è stato realizzato un giardino accessibile terapeutico e bioenergetico. 9

12 Il blu, colore dell infinito, ha un effetto calmante. Muscari armeniacaum Il verde, colore della natura per antonomasia, infonde pace ed armonia. Gladiolus essential I GIARDINI NEL TEMPO Parlando di giardini terapeutici, è impossibile non andare con la mente al medioevale hortus conclusus oppure al tao yin ding shu qi gong, alla silvoterapia, alla horticultural therapy o alla cromoterapia, che si possono considerare le diverse facce di un unica realtà. L hortus conclusus, che tradotto dal latino significa giardino chiuso, veniva così chiamato per l alto muro che lo isolava dal mondo esterno. In esso ci si recava per pregare e trovare la solitudine necessaria alla meditazione; al centro veniva realizzata una fontana che, in chiave simbolica, rappresentava la sorgente di giovinezza. Si può far risalire l origine dell hortus conclusus alla donazione di un campo, fatta dal conte Maldolo all abate Romualdo, che vi creò un eremo per una nuova famiglia benedettina. Caratteristica degli eremi erano gli orti (i giardini chiusi appunto) dove i monaci coltivavano fiori, legumi ed erbe medicinali. Il tao yin ding shu qi gong consiste in una serie di esercizi di contatto con gli alberi praticata in Cina. Questa antica tradizione taoista invita il praticante a riequilibrare le proprie energie attraverso il contatto con una pianta. Per questo motivo non è raro vedere nei parchi o nei giardini intorno ai templi, cinesi che al mattino abbracciano un albero per acquistare energia ed alla sera per rilassarsi. Silva in latino significa foresta, silvoterapia dunque letteralmente significa curarsi nelle foreste, nei luoghi boscosi (luoghi particolarmente ricchi di ioni negativi che contribuiscono al mantenimento della salute). Era proprio questa la terapia maggiormente consigliata, intorno agli anni trenta, per la tubercolosi e le malattie dei bronchi in generale. La horticultural therapy, in italiano ortoterapia, è nata nei paesi anglosassoni, paesi in cui il giardinaggio, la coltivazione delle piante e degli ortaggi sono molto amati. Questo tipo di attività stimola contemporaneamente il senso del tatto, dell olfatto e della vista. Pare che i benefici dell ortoterapia siano dovuti alla soddisfazione di sentirsi partecipi al raggiungimento di un obiettivo (il germogliare e il fiorire di una pianta) ed alla necessità di rispettare i tempi della natura. CROMOTERAPIA IN GIARDINO Anche in giardino si può ricorrere ai benefici della cromoterapia, sfruttando i colori dei fiori. Come in una casa, in cui per ogni specifica zona si consigliano determinati colori che contribuiscano ad ottenere l atmosfera desiderata, così in un giardino la scelta dei fiori può aiutarci a creare delle zone cromatiche in grado di influenzare il nostro morale. Il rosso, colore della passione, dona una sferzata di energia. Dahlia Bishop of Auchland > Foto Centro Internazionale bulbi da fiore 10 ecoideare - giugno 2010

13 STILI DI VITA Il giallo, colore del sole, regala ottimismo. Lilium Intervista all ecodesigner Marco Nieri. Ecoideare - E possibile creare zone di benessere in spazi di piccole dimensioni e in spazi chiusi? Nieri - La tecnica del Bioenergetic Landscape è applicabile anche in spazi chiusi, dove vi sia la possibilità di collocare piante di dimensioni medie e grandi, come Palme d appartamento o Dracene, e dove la fruibilità dello spazio non sia compromessa dalla loro precisa collocazione, come emerge dalle misurazioni. L effetto all interno è sicuramente molto interessante ed utile per coloro che vivono a lungo in questi ambienti. E Se le piante sono collocate in vasi cambia la quantità o la qualità di emissione energetica? E A chi rivolgersi per realizzare un giardino terapeutico bioenergetico? I costi sono accessibili anche ai privati? N Da poco tempo è nato a Bologna il Bioenergetic Landscapes Laboratory, con l intento di fare ricerca, realizzare corsi e formare persone capaci di operare in questo senso. Al momento sono l unico in grado di operare correttamente nell applicazione di questa tecnica, ma conto di avere assistenti e collaboratori capaci nel giro di qualche anno. Il costo di un giardino di questo tipo è identico a quello di qualunque spazio verde progettato e realizzato con cura. N L importante è che la pianta sia viva, ma non importa quale sia il substrato, e meglio ancora se si trova in buona salute. In questo caso la sua capacità di influire elettromagneticamente sull ambiente sarà ancora migliore. E Con l aiuto delle piante possiamo ottenere benefici anche sui singoli organi (fegato, polmoni, cuore...)? N Le particolari modalità di misurazione degli effetti ottenuti permettono di valutare precisamente su quali organi otteniamo i risultati benefici e anche in quale misura. Esistono poi delle differenze di influenza biologica tra specie e specie, che possiamo utilizzare per favorire alcuni organi in particolare. Titolo: Bioenergetic Landscape Autore: Marco Nieri Collana: Teorie e tecnologie per il benessere Edito da: Sistemi Editoriali-Esselibri Simone 11

14 LA NATURA PER MIGLIORARE LA VITA di Gaia Gusso Il 2010 è stato proclamato dall Onu Anno Internazionale della Biodiversità, un modo per porre l attenzione dell intero pianeta sulla questione dell impoverimento ambientale degli habitat e degli ecosistemi. Cosa si intende per biodiversità? Dal punto di vista strettamente scientifico, la biodiversità è l insieme di tutte le forme viventi e dei diversi habitat presenti nella biosfera. In termini più pratici, è la varietà di specie animali e vegetali che popolano una determinata zona: maggiore è il numero di specie differenti, maggiore è la biodiversità. Attenzione, non va confusa con l abbondanza di esemplari, anzi. Un ambiente degradato non permette la sopravvivenza delle specie più delicate e sensibili, che in breve tempo periscono o si spostano in cerca di luoghi migliori; pertanto si adattano, crescono e si riproducono in gran numero solo quelle più resistenti, spesso le più generaliste e opportuniste. Un tipico esempio è dato dai gabbiani: benché siano uccelli marini, non disdegnano luoghi ambientalmente compromessi, ma fonte infinita di cibo, come le discariche di rifiuti. 12 ecoideare - giugno 2010

15 STILI DI VITA 13

16 I gabbiani si sono adattati facilmente a una nuova tipologia di alimentazione, costante e facile da reperire: possono formare colonie anche molto numerose, ma non sono certo un buon esempio di biodiversità. Il rischio che corriamo, distruggendo i vari habitat e i loro ecosistemi, è quello di banalizzare gli ambienti, uniformando a livello globale le specie che li abitano ed eliminando quella variabilità anche genetica fondamentale per la vita. L evoluzione ha impiegato miliardi di anni per diversificare le varie specie, la maggior parte delle quali si è adattata in maniera perfetta ai propri habitat o alla relazione con altre specie, in un rapporto molto stretto noto come coevoluzione. Purtroppo, l estrema specializzazione che rende interdipendenti specie diverse fa sì che la perdita di una condanni inesorabilmente anche quella ad essa collegata e ad essa un altra ancora, e così via. Succede sia lungo la catena alimentare, in cui la diminuzione o, peggio, la sparizione di un componente sconvolge tutto il sistema, sia per la riproduzione, specialmente nell impollinazione. Sono frequenti i casi in cui un determinato fiore si è evoluto, come forma, colore e profumo, per attirare un solo tipo di animale, senza il quale la fecondazione non può avvenire. Se uno dei due scompare, anche l altro è condannato in breve tempo all estinzione. Biodiversità è reciprocità, è ricchezza, è vita, ma è anche bellezza. La visione dei pesci della barriera corallina, delle piante e degli animali della foresta pluviale, degli abitanti di una prateria o di una zona umida lasciano senza fiato. Ma è anche economia: Julia Marton-Lefevre, direttore generale dell International union for conservation of nature (Iucn - Unione mondiale per la conservazione della natura) afferma che se gestite bene le risorse naturali sono fondamentali per lo sviluppo sostenibile, per il sostegno alle comunità per incoraggiare una crescita economica equilibrata e contribuire a ridurre la povertà. La tutela della biodiversità protegge le risorse preziose che sono vitali per l economia globale. Per il direttore del gruppo di conservazione della Biodiversità dell Iucn, Jane Smart, siamo di fronte a una crisi di estinzione: in tutto il mondo sono a rischio il 21% dei mammiferi del mondo, un anfibio su tre, un uccello su otto e il 27% dei coralli. Una vera estinzione di massa. Ricordiamoci, però, che è molto facile portare all estinzione una specie, animale o vegetale, ma è terribilmente difficile riportarla a livelli di sicurezza e che, una volta estinta, una specie non si può riportare in vita. Nella realtà, Jurassic Park non esiste! 14 ecoideare - giugno 2010

17 CITTA CAMPAGNA UN FUTURO DI ALLEANZA STRATEGICA. Paola Santeramo, Presidente Istvap Città campagna. Un futuro di alleanza strategica, una storia di rapporti complicati e reciproca indifferenza, un presente che segna l inizio della ricostruzione dei legami tra cittadini e agricoltori. Per sostenere questo processo sociale, economico e ambientale è nato l Istvap, Istituto per lo studio e la valorizzazione dell agricoltura periurbana, promosso da Cia, Coldiretti, Confagricoltura, Politecnico di Milano e Facoltà di Agraria dell Università Statale di Milano. Un organismo per sviluppare questa branca dell agricoltura sostenibile, già diffusa con successo in città europee come Barcellona o Lille, per citare alcuni esempi tra i più noti. E finito il tempo della campagna limitrofa alla città come terreno destinato alla dismissione dell attività primaria per far posto a case o aziende. La necessità di buon cibo, di miglioramento della qualità della vita urbana e di ricostruzione della connessione tra chi produce e chi consuma hanno riconosciuto agli agricoltori il ruolo di custodi dei beni comuni terra e acqua. Questi ambiti sono stati anche sanciti dall ultima Politica agricola comunitaria e saranno ulteriormente sviluppati da quella che sarà varata nel 2012, come si legge nelle bozze sin qui condivise. Per realizzare questi obiettivi è necessario progettare il paesaggio rurale in collaborazione con gli agricoltori. E indispensabile che le istituzioni creino le condizioni affinché all attività primaria periurbana, e non solo, sia riconosciuto il valore economico delle esternalità qualitative positive che crea. Il mantenimento dei luoghi e delle risorse primarie acqua e terra, la loro fruizione da parte dei vicini abitanti delle aree urbane come risorsa per il tempo libero, per la didattica, oltre che i propri approvvigionamenti alimentari sono alcune delle opportunità realizzabili. La multifunzionalità delle aziende agricole, con le diverse e ancora inesplorate molteplicità di attività realizzabili, dalla classica ristorazione ai nuovi spazi benessere del corpo, è un altro cardine di questo approccio produttivo sostenibile. L agricoltura periurbana può infatti migliorare il bilancio energetico degli alimenti freschi, sia per la vicinanza tra il luogo della produzione e quello del consumo, sia per le tecniche di coltivazione. I comuni che vogliono intraprendere questa strada possono adottare la Carta per l agricoltura periurbana, che si basa sulle definizioni e sulle indicazioni date dall Unione europea per rendere sostenibile l attività primaria e per sviluppare la sussidiarietà, per ridare il ruolo di protagonisti agli imprenditori agricoltori. Via Col Moschin, Milano Tel

18 BIODIVERSITÀ E QUATTRO ZAMPE IN TRIBUNALE di Antonella Lanzillo Intervista a Edgar Meyer e Claudia Taccani La biodiversità si difende anche nei tribunali. Sempre più avvocati sono chiamati ad occuparsi di tutelare gli animali davanti alla legge. Animali domestici ma anche animali selvatici o esotici. Alcune storie sono raccontate nel libro Quattrozampe in tribunale. Storie di animali (e uomini) alle prese con la legge di Edgar Meyer e Claudia Taccani. Gli attentati alla biodiversità, piccoli o grandi che siano, sempre più spesso fanno finire in tribunale. E così? Esatto. Nel libro, ad esempio, raccontiamo la storia di marito e moglie di Pozzuoli condannati a quattro mesi di reclusione perché, come si legge nel capo di imputazione, per crudeltà e senza necessità, cagionavano lesioni e sottoponevano a sevizie alcuni cardellini. Lesioni e sevizie stanno nell aver accecato e parzialmente mutilato le ali e la coda di alcuni volatili. Chiusi in gabbia, erano tenuti nella nota pizzeria della coppia allo scopo di renderne gradevole la presenza agli ospiti del locale. I cardellini, piccoli uccelli molto graziosi e con un canto soave, appartengono alla fauna selvatica, la cui detenzione è regolata da rigida procedura. In particolar modo la legge vieta la detenzione di cardellini non nati in cattività. Accecare gli uccelli con aghi arroventati è vietatissimo ma c è chi si ostina a farlo per ottenere esemplari che cantano in continuazione. E in uso negli ambienti venatori allo scopo di utilizzarli come richiamo per la caccia ma anche a scopo amatoriale per il loro canto melodioso. La sentenza del tribunale di Napoli è un bel passo. In Quattrozampe in tribunale raccontate anche la storia di uno scrittore di libri gialli che prima utilizzava animali esotici protetti per trarre ispirazione per i propri romanzi e dopo li rivendeva a prezzi da capogiro. Due bradipi, un tamadua (un particolare formichiere arboricolo), un chirottero asiatico, una civetta delle nevi, una volpe volante, un serpente falso corallo. Questi gli animali sequestrati a uno scrittore che li deteneva in modo illecito in un seminterrato privo di illuminazione e areazione, li usava come ispirazione e poi li vendeva attraverso internet. Il responsabile del traffico è stato denunciato a piede libero per maltrattamento di animali e sono tuttora in corso indagini per valutare il volume del traffico e la provenienza degli animali. 16 ecoideare - giugno 2010

19 STILI DI VITA Tra le cause di perdita di biodiversità c è quella del commercio di animali esotici. E vero? Purtroppo sì. Sia chiaro: ci sono alcune specie di esotici, dall iguana ad alcuni serpenti, da alcune specie di tartarughe a svariati tipi di pappagalli, che è consentito ospitare a casa propria. Ma altri no. E vietato tenere in casa animali esotici in via d estinzione o pericolosi, che sono tutelati dalla Convenzione di Washington (Cites). Sembrerebbe logico. E invece no. Perché il contrabbando illegale di questi animali da Africa, Australia, Centro e SudAmerica è fiorente. Esistono vere e proprie organizzazioni criminali che controllano questo traffico: dal bracconiere indigeno al trafficante locale, dal commerciante internazionale al collezionista che compra l animale. Un grande giro d affari che non procura però alcun beneficio alle popolazioni locali perché l indigeno guadagna pochissimo per la cattura di un esemplare, mentre quelli che si arricchiscono sono i contrabbandieri internazionali. La cattura per il commercio a scopo amatoriale ed ornamentale è quella che più mette in pericolo d estinzione molte specie di pappagalli. E così, in pochi giorni, volatili bellissimi come l Ara o il Cenerino passano dalla foresta amazzonica alle gabbie delle nostre città. Con tanto di falso certificato di provenienza. Solo quelli più fortunati (o sfortunati?) sopravvivono però al viaggio. Tre su quattro muoiono per lo stress della cattura o, stipati in maniera inverosimile, per le condizioni disumane del viaggio stesso. Per capire un po meglio cosa si cela dietro al fenomeno della compra-vendita di animali esotici nel libro fate l esempio della tartarughina dalle guance rosse. A chi non è capitato in passato, visitando uno dei tanti punti vendita di animali, di vedere decine di queste piccole tartarughe ammassate in poca acqua? L animaletto è l emblematica dimostrazione della crudeltà del commercio di animali esotici. Stipati a migliaia in piccoli contenitori, soggetti ad alti tassi di mortalità durante il viaggio, arrivano da noi per poi morire con percentuali prossime al 70% nel primo anno di prigionia. La piccola tartaruga si chiama Trachemys scripta elegans ed è stata catturata a milioni, negli ultimi venti anni, appena nata. Diminuito il prelievo in natura (non se ne trovavano quasi più) la tartarughina dalle guance rosse è stata riprodotta in mega allevamenti. Milioni di questi animaletti sono stati esportati dagli Stati Uniti, luogo d origine della specie. A partire da dieci anni fa migliaia di loro cominciano a comparire nei parchi urbani di molte città italiane e ancora oggi ne vengono abbandonate ogni anno a centinaia. Oggi, finalmente, si è arrivati al blocco delle importazioni grazie ad un regolamento comunitario: le Trachemys sono protette e non si possono più vendere e comprare. Fatta la legge, trovato l inganno... giusto? Ora nei negozi italiani compaiono sempre più spesso altre specie di tartarughine d acqua dolce come la Graptemys kohni o la Pseudemys concinna, sempre di provenienza americana. Non sono in via d estinzione e quindi sono commerciabili. Soprattutto sono destinate a soffrire come quelle che le hanno precedute. Anzi, di più. Il paradosso è che la Graptemys kohni, comunemente chiamata Tartaruga carta geografica, anch essa esotica ma non in via d estinzione, è oggi commerciata in Italia anche se ancora più delicata della Trachemys. In attesa di provvedimenti drastici, come si ferma questa strage? In un solo modo. Non acquistando animaletti esotici. Le uniche bestiole che stanno bene nelle nostre case sono quelle che, proprio per questo, si chiamano animali domestici: cani e gatti. Solo loro non sono prigionieri 17

20 > Edgar Meyer con una volpe selvatica nel Parco Nazionale del Gran Paradiso ma condividono con noi emozioni e sentimenti. Solo loro creano, per le loro caratteristiche etologiche, un rapporto affettivo con gli esseri umani. Solo loro possono essere nostri compagni di strada e di amicizia, e apprezzare appieno i nostri sforzi di socializzazione. Per quanto ci si sforzi, gli animali selvatici o esotici in cattività non stanno mai bene. C è una differenza tra benessere e gestione della sopravvivenza. Ecco, con gli animali esotici come tartarughe, serpenti o iguane al massimo si può gestire la loro sopravvivenza. Ma non si garantirà loro mai il benessere. Non solo. Persino garantire la sopravvivenza non è facile. Gli esotici, anche quelli più comuni, hanno bisogno di mangimi specifici e spesso costosi per stare bene. E non raramente i negozianti stessi danno informazioni sbagliate. Questi animali hanno poi bisogno di trattamenti sanitari fatti da professionisti esperti. Non si può portare un iguana o un serpente da un veterinario qualunque. Cosa dice la legge a proposito delle importazioni di fauna e flora? Dal 1975 è attiva la Convenzione sul Commercio Internazionale delle Specie di Fauna e Flora minacciate di estinzione, chiamata CITES (o Convenzione di Washington). Si tratta di un accordo tra stati per la regolamentazione del commercio internazionale di animali e piante minacciate da estinzione. Gli stati membri, tra i quali c è l Italia, hanno l obbligo di sottoporre a rigidi controlli le esportazioni e le importazioni delle specie elencate nella Convenzione. La Convenzione è nata dall esigenza di controllare il commercio degli animali e delle piante (vivi, morti o parti e prodotti derivati), in quanto lo sfruttamento commerciale è, assieme alla distruzione degli ambienti naturali nei quali vivono, una delle principali cause dell estinzione e rarefazione in natura di numerose specie. Si incorre in pesanti sanzioni se si introducono illegalmente specie minacciate o controllate. SPECIE MINACCIATE Sono incluse in Appendice I della Convenzione di Washington. Il commercio è vietato a livello internazionale. Si tratta di un elenco di circa 1000 specie animali e vegetali elencate nel Reg.(CE). Tra queste specie si trovano: tutte le scimmie antropomorfe (Oranghi, Scimpanzé e Gorilla), i lemuri, il panda, alcune scimmie sudamericane, i mammiferi marini, il lupo indiano, alcuni orsi, le lontre, i giaguari, le tigri, i leopardi, l ocelot, gli elefanti, qualche zebra, i rinoceronti, la vigogna, alcuni cervi, le volpi volanti, lo struzzo nordafricano, alcune specie di fenicotteri, i rapaci diurni e notturni, molte specie di pappagalli (soprattutto le Are e le Amazzoni), le tartarughe marine, alcune testuggini di terra, alcune specie di alligatori e coccodrilli, alcuni varani asiatici, le salamandre giganti, il pitone indiano, la vipera degli Orsini, lo storione comune, certe conchiglie, alcune farfalle (Papilionidi), le orchidee e i cactus selvatici, alcune specie di aloe. SPECIE SOGGETTE A CONTROLLO Sono le specie iscritte all Appendice II e III della Convenzione di Washington. Il loro commercio deve essere compatibile con la sopravvivenza delle specie in natura. L elenco comprende oltre specie elencate nel Reg.(CE), delle quali le più comuni sono: tutte le specie, che non risultino iscritte all Appendice I, di scimmie, lupi, orsi, lontre, felini, zebre, pecari, ippopotami, guanachi, alcune specie di cervi e antilopi, fenicotteri, gru, pappagalli, tucani, colibrì, tartarughe di terra, alligatori, caimani, coccodrilli, gechi, camaleonti, iguane, varani, cobra, salamandre, storioni, farfalle della specie ornitottere. 18 ecoideare - giugno 2010

Nutrire il pianeta, energia per la vita

Nutrire il pianeta, energia per la vita Nutrire il pianeta, energia vita Nei giorni 8-9-10 maggio si terrà a Seveso presso il Centro Ricerche e Formazione Ambientale della Fondazione per l Ambiente e il Bosco delle Querce, la 21^ edizione di

Dettagli

con il patrocinio di CONSIGLIO DELLA PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO COMUNE DI TRENTO Servizio Cultura e Turismo

con il patrocinio di CONSIGLIO DELLA PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO COMUNE DI TRENTO Servizio Cultura e Turismo da sotto il mango con il patrocinio e il contributo di con il patrocinio di CONSIGLIO DELLA PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO COMUNE DI TRENTO Servizio Cultura e Turismo da sotto il mango... mostra video-fotografica

Dettagli

Training Local Leaders Progetto di educazione alimentare a Itabo, Cuba

Training Local Leaders Progetto di educazione alimentare a Itabo, Cuba Training Local Leaders Progetto di educazione alimentare a Itabo, Cuba Un progetto per rafforzare la produzione agricola locale organizzato dalla comunità di Terra Madre Proyecto Comunitario Conservación

Dettagli

Decalogo delle Buone Pratiche

Decalogo delle Buone Pratiche SOVRANITA ALIMENTARE: Decalogo delle Buone Pratiche Il progetto è realizzato con il contributo dell Unione Europea: Buone Pratiche Promuovi l educazione alimentare e l educazione al consumo consapevole

Dettagli

PER SOSTENERE IL FUTURO, COME RIDURRE GLI SPRECHI ALIMENTARI

PER SOSTENERE IL FUTURO, COME RIDURRE GLI SPRECHI ALIMENTARI OTALL Il salone della Ricerca, Innovazione e Sicurezza alimentare Cosa abbiamo nel piatto: Tecnologie, Ambiente, Educazione, Sicurezza PER SOSTENERE IL FUTURO, COME RIDURRE GLI SPRECHI ALIMENTARI Claudia

Dettagli

Prefazione. Se non cambiamo il nostro modo di pensare non riusciremmo mai a risolvere i problemi che noi stessi abbiamo creato Albert Einstein

Prefazione. Se non cambiamo il nostro modo di pensare non riusciremmo mai a risolvere i problemi che noi stessi abbiamo creato Albert Einstein Prefazione Se non cambiamo il nostro modo di pensare non riusciremmo mai a risolvere i problemi che noi stessi abbiamo creato Albert Einstein Durante l anno scolastico, nelle lezioni di scienze, gli insegnanti

Dettagli

PROGETTI DI EDUCAZIONE AMBIENTALE + ARTISTICA PER LE SCUOLE DI GERENZANO

PROGETTI DI EDUCAZIONE AMBIENTALE + ARTISTICA PER LE SCUOLE DI GERENZANO PROGETTI DI EDUCAZIONE AMBIENTALE + ARTISTICA PER LE SCUOLE DI GERENZANO anno scolastico 2014-2015 Dall anno scolastico 2013/2014, l associazione Il Gelso Gerenzano e la cooperativa Ardea, con le paesaggiste

Dettagli

Safari Ravenna, il giardino zoologico all avanguardia per tutta la famiglia!

Safari Ravenna, il giardino zoologico all avanguardia per tutta la famiglia! Safari Ravenna, il giardino zoologico all avanguardia per tutta la famiglia! Il parco Safari Ravenna, in località Mirabilandia, si estende su un area di 450.000 metri quadri e ospita oltre 450 animali

Dettagli

Poesia segnalata al premio Silvano Ceccherelli della Banca di Credito Cooperativo di Cascia

Poesia segnalata al premio Silvano Ceccherelli della Banca di Credito Cooperativo di Cascia I COLORI Poesia segnalata al premio Silvano Ceccherelli della Banca di Credito Cooperativo di Cascia I colori sono tanti almeno cento: marrone come il legno, bianco come la nebbia, rosso come il sangue,

Dettagli

Dossier Lupi. 1. Sito Internet : http://www.pandatribe.it/client/render.aspx?root=1541& Adotta un lupo. Forum Stampa Invia ad un amico

Dossier Lupi. 1. Sito Internet : http://www.pandatribe.it/client/render.aspx?root=1541& Adotta un lupo. Forum Stampa Invia ad un amico Dossier Lupi 1. Sito Internet : http://www.pandatribe.it/client/render.aspx?root=1541& Adotta un lupo Forum Stampa Invia ad un amico Adotta Francesco Francesco è un lupo e poco tempo fa è stato trovato

Dettagli

se vuoi nutrirti bene non puoi digerire tutto

se vuoi nutrirti bene non puoi digerire tutto se vuoi nutrirti bene non puoi digerire tutto siamo quello che mangiamo STAGIONALE E LOCALE: LA DIETA GIUSTA La tua salute dipende in gran parte dalla tua alimentazione. Mangia un po di tutto con moderazione,

Dettagli

Cosa sono i Global Goals?

Cosa sono i Global Goals? Cosa sono i Global Goals? I Global Goals conosciuti anche con il nome di Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (Sustainable Development Goals) sono 17 obiettivi contenuti in un grande piano d azione su cui

Dettagli

Una scuola grande un mondo!!!

Una scuola grande un mondo!!! Una scuola grande un mondo!!! Laboratori di educazione allo sviluppo sostenibile, alla mondialità, all educazione ambientale e all intercultura a.s. 2015/2016 centro per appropriato sviluppo tecnologico

Dettagli

La normativa CITES e le leggi nazionali sulla detenzione e sul commercio degli animali esotici. Vice Questore Aggiunto For. Dr.

La normativa CITES e le leggi nazionali sulla detenzione e sul commercio degli animali esotici. Vice Questore Aggiunto For. Dr. 1 La normativa CITES e le leggi nazionali sulla detenzione e sul commercio degli animali esotici Vice Questore Aggiunto For. Dr. Fabrizio Mari 2 Le norme nazionali e la disciplina CITES Dalla LR n. 40/1994

Dettagli

La scelta naturale. Cosa significa acquistare biologico. Fa bene alla natura, fa bene a te. www.organic-farming.europa.eu KF-30-08-128-IT-C

La scelta naturale. Cosa significa acquistare biologico. Fa bene alla natura, fa bene a te. www.organic-farming.europa.eu KF-30-08-128-IT-C KF-30-08-128-IT-C Commissione europea Agricoltura e Sviluppo rurale www.organic-farming.europa.eu La scelta naturale Cosa significa acquistare biologico Fa bene alla natura, fa bene a te. Cos è l agricoltura

Dettagli

LE CLASSI 1 e 2 Scuola Media Gioacchino da Fiore Sede coordinata di le Castella PRESENTANO

LE CLASSI 1 e 2 Scuola Media Gioacchino da Fiore Sede coordinata di le Castella PRESENTANO LE CLASSI 1 e 2 Scuola Media Gioacchino da Fiore Sede coordinata di le Castella PRESENTANO Progetto di recupero naturalistico di un terreno confiscato ANNO SCOLASTICO 2010/2011 V Bando di concorso Regoliamoci

Dettagli

Casa delle Farfalle & Co.

Casa delle Farfalle & Co. Foto Giulia Maioli Casa delle Farfalle & Co. Il fantastico mondo dei piccoli via Jelenia Gora 6/D 48015 Milano Marittima (RA) tel 0544 995671 fax 0544 082810 e-mail: casadellefarfalle@atlantide.net web:

Dettagli

OFFERTA DIDATTICA DEL MUSEO DI ZOOLOGIA Anno scolastico 2013/2014

OFFERTA DIDATTICA DEL MUSEO DI ZOOLOGIA Anno scolastico 2013/2014 OFFERTA DIDATTICA DEL MUSEO DI ZOOLOGIA Anno scolastico 2013/2014 Il Museo di Zoologia dell Università di Padova conserva le collezioni storiche del Dipartimento di Biologia, esponendo i reperti di maggior

Dettagli

I PAESAGGI NATURALI DELLA FASCIA TROPICALE

I PAESAGGI NATURALI DELLA FASCIA TROPICALE 1 I PAESAGGI NATURALI DELLA FASCIA TROPICALE Nella fascia tropicale ci sono tre paesaggi: la foresta pluviale, la savana, il deserto. ZONA VICINO ALL EQUATORE FORESTA PLUVIALE Clima: le temperature sono

Dettagli

PROGETTI DI EDUCAZIONE AMBIENTALE PER LE SCUOLE DI GERENZANO

PROGETTI DI EDUCAZIONE AMBIENTALE PER LE SCUOLE DI GERENZANO PROGETTI DI EDUCAZIONE AMBIENTALE PER LE SCUOLE DI GERENZANO ANNO SCOLASTICO 2013-2014 2014 Dall anno scolastico 2013/2014, l associazione Il Gelso Gerenzano enzano e la cooperativa Ardea propongono un

Dettagli

Consultazione sulla Food Policy nelle 9 zone

Consultazione sulla Food Policy nelle 9 zone Consultazione sulla Food Policy nelle zone Ecco i principali temi emersi nelle discussioni sulla Food Policy avvenuta nelle zone di Milano tra il e il maggio 0 TEMA ZONA EDUCAZIONE Educazione alimentare

Dettagli

I_I06.e Cibo: biodiversità, sostenibilità e tradizione

I_I06.e Cibo: biodiversità, sostenibilità e tradizione PoliCulturaExpoMilano2015 I_I06.e Cibo: biodiversità, sostenibilità e tradizione Versione estesa Paolo Paolini, HOC-LAB (DEIB, Politecnico di Milano, IT), da una intervista a Dott.ssa Antonia Trichopoulou

Dettagli

GUIDA DEL DOCENTE Risorse didattiche proposte da

GUIDA DEL DOCENTE Risorse didattiche proposte da GUIDA DEL DOCENTE Risorse didattiche proposte da Indice Obiettivi del concorso... 3 Perché partecipare... 3 Quando e come... 3 Interesse didattico... 4 Quali sono le classi interessate... 4 Quali sono

Dettagli

Visite guidate SCUOLA PRIMARIA

Visite guidate SCUOLA PRIMARIA Visite guidate SCUOLA PRIMARIA 1 ora e 30 minuti Ogni visita guidata è strutturata appositamente per i diversi livelli scolastici. La prima parte di ogni guida prevede un percorso a 1 guida ogni 30 persone

Dettagli

ELIMINARE LA FAME E LA POVERTÀ

ELIMINARE LA FAME E LA POVERTÀ Secondo le Nazioni Unite, circa 25 mila persone muoiono di fame tutti i giorni, soprattutto bambini e anziani. Per ELIMINARE LA FAME E LA POVERTÀ, è prioritario affrontare la questione della terra, del

Dettagli

PROGETTO MILLEPIEDI PROGETTI DI EDUCAZIONE AMBIENTALE E ALLA SOSTENIBILITA

PROGETTO MILLEPIEDI PROGETTI DI EDUCAZIONE AMBIENTALE E ALLA SOSTENIBILITA PROGETTO MILLEPIEDI PROGETTI DI EDUCAZIONE AMBIENTALE E ALLA SOSTENIBILITA PER SCUOLE PRIMARIE E SECONDARIE DI PRIMO GRADO 2015/2016 PER INFO E PRENOTAZIONI TEL: 0541/709157 ambiente@cooperativailmillepiedi.org

Dettagli

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi Tra Il Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, con sede in Via Cristoforo Colombo, 44, 00187

Dettagli

S a n a. Gioca con noi! A l i m e n t a z i o n e

S a n a. Gioca con noi! A l i m e n t a z i o n e Regole per 10 una S a n a Gioca con noi! A l i m e n t a z i o n e Ti ricordi quando hai imparato ad andare in bicicletta? La parte più importante è stata cercare il giusto equilibrio. Una volta che l

Dettagli

I_I04.e Alimentazione sostenibile

I_I04.e Alimentazione sostenibile PoliCulturaExpoMilano2015 I_I04.e Alimentazione sostenibile Versione estesa Paolo Paolini, HOC-LAB (DEIB, Politecnico di Milano, IT), da una intervista a Prof.ssa Dorothy Klimis-Zacas Docente di Medicina

Dettagli

STILI DI VITA COSA SONO?

STILI DI VITA COSA SONO? STILI DI VITA COSA SONO? PICCOLE AZIONI PER GRANDI CAMBIAMENTI guardare le cose da un altro punto di vista incentivare una economia pensare a cosa solidale ci rende veramente felici rispettare l ambiente

Dettagli

Roma, 20-23 Maggio 2010 Auditorium Parco della Musica

Roma, 20-23 Maggio 2010 Auditorium Parco della Musica LA SETTIMANA DELLA BIODIVERSITÀ Roma, 20-23 Maggio 2010 Auditorium Parco della Musica ATTIVITÀ PER RAGAZZI PRENOTAZIONE DEI LABORATORI Per informazioni e per verificare la disponibilità dei laboratori

Dettagli

Mission Gli ecosistemi le foreste tropicali Come opera forplanet forplanet

Mission Gli ecosistemi le foreste tropicali Come opera forplanet forplanet Mission forplanet Onlus sviluppa progetti per contrastare il continuo deterioramento degli ecosistemi naturali e promuove pratiche e prodotti che mirino ad uno sviluppo sostenibile della società. Gli ecosistemi

Dettagli

In particolare, il settimo obiettivo prevede di assicurare la sostenibilità ambientale.

In particolare, il settimo obiettivo prevede di assicurare la sostenibilità ambientale. ASSICURARE LA SOSTENIBILITA' AMBIENTALE Nel settembre 2000, con l'approvazione unanime della Dichiarazione del Millennio, 191 Capi di Stato e di Governo hanno sottoscritto un patto globale di impegno congiunto

Dettagli

Educazione Rurale per un futuro sostenibile Proposte per le scuole

Educazione Rurale per un futuro sostenibile Proposte per le scuole WWF Italia Riserva Naturale Ripa Bianca di Jesi Via Zanibelli, 2 60035 Jesi e-mail: info@riservaripabianca.it sito: www.riservaripabianca.it Tel. / Fax. 0731 619213 Cell. 334 6047703 Educazione Rurale

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

Terramacchina: viaggiando nella Food Valley tra cibo e sostenibilità

Terramacchina: viaggiando nella Food Valley tra cibo e sostenibilità Terramacchina: viaggiando nella Food Valley tra cibo e sostenibilità Antonella Bachiorri*, Alessandra Puglisi*, Guido Giombi* *Centro Italiano di Ricerca ed Educazione Ambientale (C.I.R.E.A.) Dipartimento

Dettagli

Scienze della natura Biologia, chimica, fisica

Scienze della natura Biologia, chimica, fisica Scienze della natura Biologia, chimica, fisica Obiettivi L insegnamento delle scienze naturali vuole essere un apporto alla comprensione della natura. Esso introduce agli svariati fenomeni e alle leggi

Dettagli

presentano percorsi didattici per bambini da 3 a 13 anni a scuola con la cultura e le pratiche del mondo agricolo

presentano percorsi didattici per bambini da 3 a 13 anni a scuola con la cultura e le pratiche del mondo agricolo e e CONSORZIO CANTIERE CUCCAGNA CO CA CU presentano presentano ORTI NELLE SCUOLE ORTI NELLE SCUOLE percorsi didattici per bambini da 3 a 13 anni percorsi didattici per bambini da 3 a 13 anni a scuola con

Dettagli

C E N T R O D I M O N T E C C H I O

C E N T R O D I M O N T E C C H I O 4_CENTRO VIVAISTICO DI MONTECCHIO PRECALCINO Il Centro Vivaistico e per le Attività Fuori Foresta di Veneto Agricoltura si inserisce nell area di una ex cava riorganizzata a moderno centro vivaistico che

Dettagli

MANIFESTO del Terzo Settore per la sostenibilità PREMESSA

MANIFESTO del Terzo Settore per la sostenibilità PREMESSA MANIFESTO del Terzo Settore per la sostenibilità PREMESSA Il Gruppo tematico Politiche ambientali e educazione chiede a tutte le realtà del Terzo Settore di impegnarsi per un futuro sostenibile e propone:

Dettagli

EXPO 2015 WWF: LE BUONE ABITUDINI ALIMENTARI FANNO BENE AL PIANETA EVENTI SUL TERRITORIO PER EXPO 2015 OASI WWF PERSANO

EXPO 2015 WWF: LE BUONE ABITUDINI ALIMENTARI FANNO BENE AL PIANETA EVENTI SUL TERRITORIO PER EXPO 2015 OASI WWF PERSANO EXPO 2015 WWF: LE BUONE ABITUDINI ALIMENTARI FANNO BENE AL PIANETA EVENTI SUL TERRITORIO PER EXPO 2015 OASI WWF PERSANO TUTELA DELLA BIODIVERSITA ED AGRICOLTURA BIOLOGICA Domenica 25 Ottobre 2015 con inizio

Dettagli

www.coolfoodplanet.org www.efad.org coolf et.org www.eufic.org

www.coolfoodplanet.org www.efad.org coolf et.org www.eufic.org g olf or w. coo n lf o o d p l a et. g or co w w et. ww w.efa d.o.eufic.org w ww rg Ti ricordi quando hai imparato ad andare in bicicletta? La parte più importante è stata cercare il giusto equilibrio.

Dettagli

Progetto d Istituto: Alimentazione e ambiente: sano per te, sostenibile per il pianeta A.s. 2010 1

Progetto d Istituto: Alimentazione e ambiente: sano per te, sostenibile per il pianeta A.s. 2010 1 A.s. 2010 1 ALIMENTAZIONE E AMBIENTE: SANO PER TE, SOSTENIBILE PER IL PIANETA Struttura del Progetto 1. Introduzione 2. Premessa 3. Progetto educativo 4. Finalità / Obiettivi 5. Metodologia / Strumenti

Dettagli

CONSIGLI PRATICI PER RIDURRE IL CONSUMO DI ACQUA

CONSIGLI PRATICI PER RIDURRE IL CONSUMO DI ACQUA «Sono le azioni che contano. I nostri pensieri, per quanto buoni possano essere, sono perle false fintanto che non vengono trasformati in azioni. Sii il cambiamento che vuoi vedere nel mondo.» Mahatma

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO T: ANARDI SCUOLA PRIMARIA S. MARIA DELLE GRAZIE ANNO SCOLASTICO 2013/2014 - CLASSE III D IPERTESTO. Il mondo della natura

ISTITUTO COMPRENSIVO T: ANARDI SCUOLA PRIMARIA S. MARIA DELLE GRAZIE ANNO SCOLASTICO 2013/2014 - CLASSE III D IPERTESTO. Il mondo della natura ISTITUTO COMPRENSIVO T: ANARDI SCUOLA PRIMARIA S. MARIA DELLE GRAZIE ANNO SCOLASTICO 2013/2014 - CLASSE III D IPERTESTO Il mondo della natura Non viventi Viventi animali piante funghi invertebrati vertebrati

Dettagli

Nuovi stili di vita attivi per bambini e famiglie. Guida per gli insegnanti

Nuovi stili di vita attivi per bambini e famiglie. Guida per gli insegnanti Nuovi stili di vita attivi per bambini e famiglie Guida per gli insegnanti insegnanti-interno Marco 18-10-2006 17:30 Pagina 3 Cari insegnanti, Cosa intendiamo per stile di vita sano? come certamente sapete

Dettagli

Laboratori di ZOOANTRPOLOGIA DIDATTICA

Laboratori di ZOOANTRPOLOGIA DIDATTICA Laboratori di ZOOANTRPOLOGIA DIDATTICA Che emozione in fattoria! Tema: EDUCAZIONE AMBIENTALE-EDUCAZIONE ALLE EMOZIONI Età: ASILI NIDO E SCUOLA DELL INFANZIA Periodo: Marzo-Giugno; Settembre-Ottobre Costo,

Dettagli

L importanza dell acqua dolce. Bene sempre più raro e prezioso, l acqua è una risorsa non rinnovabile e per questo non va sprecata.

L importanza dell acqua dolce. Bene sempre più raro e prezioso, l acqua è una risorsa non rinnovabile e per questo non va sprecata. L importanza dell acqua dolce Bene sempre più raro e prezioso, l acqua è una risorsa non rinnovabile e per questo non va sprecata. Il deficit mondiale di acqua L acqua è un bene indispensabile per la sopravvivenza

Dettagli

L acqua è un bene prezioso!

L acqua è un bene prezioso! Con il Patrocinio di: In collaborazione con: Istituto Onnicomprensivo A. Argoli Scuola Primaria D. Bevilacqua - Tagliacozzo L acqua è un bene prezioso! Il ciclo dell acqua raccontato ai genitori dai bambini

Dettagli

la Gemma, troverai bio

la Gemma, troverai bio Cerca la Gemma, troverai bio La Gemma Due terzi della popolazione svizzera consuma regolarmente bio, tendenza in aumento. I consumatori apprezzano soprattutto la genuinità, il sapore naturale e la sicurezza

Dettagli

Attività di Educazione Ambientale per le SCUOLE DELL INFANZIA

Attività di Educazione Ambientale per le SCUOLE DELL INFANZIA Attività di Educazione Ambientale per le SCUOLE DELL INFANZIA PRECISAZIONI: I percorsi sono consigliati per tutte le classi: varierà la specificità ed il grado di approfondimento del programma. La maggior

Dettagli

La storia della Terra

La storia della Terra Gli uomini, fin dai tempi antichi e in tutti i luoghi del mondo si sono fatti delle domande. Per esempio: come ha avuto origine la Terra? come hanno avuto origine il Sole e la Luna? come hanno avuto origine

Dettagli

Il Parco di Villa Carcano

Il Parco di Villa Carcano Il Parco di Villa Carcano Punto d incontro tra Natura, Storia, Arte e Tecnologia Villa Carcano: punto d incontro tra Natura, Storia, Arte e Tecnologia Nel cuore dell Alta Brianza il Parco di Villa Carcano

Dettagli

Organismi Geneticam ente Modificati O.G.M

Organismi Geneticam ente Modificati O.G.M Organismi Geneticam ente Modificati O.G.M Uno dei problemi inerenti lo sviluppo del progresso scientifico e tecnologico, che sarà di seguito affrontato per gli importanti risvolti che presenta per lo sviluppo

Dettagli

PROGETTO: AcquaMente. Attivita' previste per ogni classe: Strumenti: Metodologia:

PROGETTO: AcquaMente. Attivita' previste per ogni classe: Strumenti: Metodologia: PROGETTO: AcquaMente Il progetto AcquaMente è nato dalla necessità di far comprendere l importanza della risorsa idrica quale bene limitato, cercando di responsabilizzare i giovani ad un uso razionale

Dettagli

National Wildlife Federation. Parco Nazionale dei Monti Sibillini

National Wildlife Federation. Parco Nazionale dei Monti Sibillini National Wildlife Federation La NWF è una delle più grandi associazioni ambientaliste americane (conta oggi oltre 4 milioni di iscritti) che dal 1936 è impegnata nella conservazione e salvaguardia della

Dettagli

Programma delle Attività Didattiche Anno Scolastico 2013/2014

Programma delle Attività Didattiche Anno Scolastico 2013/2014 Area Protetta Provinciale GIARDINO BOTANICO MONTANO PRATORONDANINO Programma delle Attività Didattiche Anno Scolastico 2013/2014 2 PRESENTAZIONE Il Giardino Botanico di Pratorondanino, ideato nel 1979

Dettagli

svitati eco-appunti per l ambiente Progetto didattico promosso da

svitati eco-appunti per l ambiente Progetto didattico promosso da anno scolastico 2014/2015 svitati per l ambiente eco-appunti per i ragazzi Progetto didattico promosso da COSA DEVI SAPERE PRIMA DI INIZIARE! Questi ECO-APPUNTI sono stati realizzati affinché tu possa

Dettagli

Base di lavoro. Idea principale

Base di lavoro. Idea principale Base di lavoro Idea principale «Gli esseri viventi vivono in relazione tra loro e con l ambiente che li ospita, all interno di particolari ecosistemi dotati di un equilibrio ben preciso. Tutti gli organismi

Dettagli

FATTORIE DIDATTICHE DELLA PROVINCIA DI TORINO

FATTORIE DIDATTICHE DELLA PROVINCIA DI TORINO FATTORIE DIDATTICHE DELLA PROVINCIA DI TORINO Il Piano di Sviluppo Rurale del Piemonte Qualità e sicurezza alimentare Claudia Cominotti R&P Ricerche e Progetti Torino E- mail : c.cominotti@repnet.it 1

Dettagli

LA DIVERSITÀ BIOLOGICA

LA DIVERSITÀ BIOLOGICA LA DIVERSITÀ BIOLOGICA Partiamo da noi Cosa conosco di questo argomento? Cosa si intende con biodiversità? Ma quante sono le specie viventi sul pianeta? ancora domande Come mai esistono tante diverse specie

Dettagli

PROGETTO ORTO IN CONDOTTA

PROGETTO ORTO IN CONDOTTA PROGETTO ORTO IN CONDOTTA 1. IL TEMA L Orto in Condotta Realizzazione di orti per promuovere e sviluppare l educazione alimentare e ambientale nelle scuole. Costituzione di una comunità dell apprendimento.

Dettagli

L ACQUARIO DI BOLSENA, offre ad adulti e ragazzi una grande quantità di attività:

L ACQUARIO DI BOLSENA, offre ad adulti e ragazzi una grande quantità di attività: L ACQUARIO DI BOLSENA, offre ad adulti e ragazzi una grande quantità di attività: visite guidate, laboratori didattici, filmati, conferenze, convegni, mostre, eventi artistici, ma anche: soggiorni per

Dettagli

CASA DELLE FARFALLE & Co.

CASA DELLE FARFALLE & Co. CASA DELLE FARFALLE & Co. Via Jelenia Gora 6/d 48015 Milano Marittima (RA) tel. 0544/995671-fax: 0544/998308 e/mail:casadellefarfalle@atlantide.net sito:www.atlantide.net/casadellefarfalle Inserita nella

Dettagli

PREFAZIONE Con questa utile pubblicazione si è voluto fare il punto su due argomenti centrali nell odierno dibattito sul turismo: la certificazione del turismo responsabile e la lotta alla povertà attraverso

Dettagli

A SCUOLA CON GUSTO. Progetto di educazione alimentare, sensoriale e del gusto

A SCUOLA CON GUSTO. Progetto di educazione alimentare, sensoriale e del gusto A SCUOLA CON GUSTO Progetto di educazione alimentare, sensoriale e del gusto Il progetto A SCUOLA CON GUSTO Il progetto A SCUOLA CON GUSTO, giunto oggi alla quarta edizione, mira ad avvicinare adulti e

Dettagli

PROGETTO CARTA DEI PRINCIPI

PROGETTO CARTA DEI PRINCIPI Città di Portogruaro Assessorato all Ambiente PROGETTO CARTA DEI PRINCIPI PREMESSA Questa Carta dei Principi nasce da un anno di lavoro sul progetto Vivere con Stile, promosso dall Amministrazione Comunale

Dettagli

L Impronta ecologica

L Impronta ecologica Scheda didattica Foglio di lavoro Impronta Ecologica WWF SVIZZERA www.wwf.ch/scuola L Impronta ecologica Attività: Paragonare e osservare un paesaggio della prima metà del 20esimo secolo con lo stesso

Dettagli

PROGETTO IO MI DIVERTO E SCOPRO CHE I QUATTRO ELEMENTI

PROGETTO IO MI DIVERTO E SCOPRO CHE I QUATTRO ELEMENTI PROGETTO IO MI DIVERTO E SCOPRO CHE I QUATTRO ELEMENTI FINALITA Sviluppare nei bambini una sensibilità nei confronti dell ambiente, con la consapevolezza che in un ecosistema tutto deve essere in equilibrio

Dettagli

Programmazione 2014/15: Scuola dell Infanzia Santa Marta

Programmazione 2014/15: Scuola dell Infanzia Santa Marta Programmazione 2014/15: Scuola dell Infanzia Santa Marta IL GUSTO DI CRESCERE INSIEME NELLA GIOIA. Per l anno educativo 2014/15 proponiamo ai bambini un viaggio nel mondo dell alimentazione: partendo dalla

Dettagli

CREPAPANZA ERA. 1.buono e generoso 2.avido ed ingordo 3.cattivo e pericoloso CREPAPANZA ERA. 1.buono e generoso 2.avido ed ingordo 3.cattivo e pericoloso IL NUTRIMENTO E UNA NECESSITA VITALE PER L UOMO,

Dettagli

Batti la crisi col cervello!

Batti la crisi col cervello! Batti la crisi col cervello! 20 suggerimenti per vivere meglio consumando meno alimentazione trasporti economia domestica denaro tempo libero calcola il valore della tua AltraCard! Batti la crisi col cervello!

Dettagli

Programma di adozioni a distanza

Programma di adozioni a distanza Programma di adozioni a distanza Tutti noi siamo stati bambini, certamente più fortunati di molti altri perchè abbiamo avuto chi ci ha seguito e ci ha consentito di diventare adulti. Ma in tutto il mondo

Dettagli

La Rete Natura 2000 in Sicilia: tra tutela e sviluppo PALERMO, 28 NOVEMBRE 2007

La Rete Natura 2000 in Sicilia: tra tutela e sviluppo PALERMO, 28 NOVEMBRE 2007 La Rete Natura 2000 in Sicilia: tra tutela e sviluppo PALERMO, 28 NOVEMBRE 2007 I Siti Natura 2000: esperienze a confronto Dott. Giorgio Occhipinti Task Force Rete Ecologica Regione Siciliana Il Piano

Dettagli

Le scuole dell infanzia del 1 Circolo di ABBIATEGRASSO

Le scuole dell infanzia del 1 Circolo di ABBIATEGRASSO Le scuole dell infanzia del 1 Circolo di ABBIATEGRASSO Scuola dell infanzia di v.le Papa Giovanni XXIII Scuola dell infanzia di Ozzero Scuola dell infanzia di Morimondo propongono ampliamento del progetto

Dettagli

utilizzare in classe IL KIT COME

utilizzare in classe IL KIT COME COME utilizzare IL KIT in classe Tutte le attività interattive che si trovano nel software affrontano in modo diversificato e sfaccettato i temi dell agricoltura sostenibile, sovranità alimentare, sostenibilità

Dettagli

progettazione di un applicazione per il WWF

progettazione di un applicazione per il WWF progettazione di un applicazione per il WWF Andrea Ferrentino Sonia Aitoro Marco Cilio Chiara Calise Raffaele Cortese Piero La Terza istituto superiore di design strategic design 2012 2013 il WWF La missione

Dettagli

L ECOSISTEMA. Educazione ambientale

L ECOSISTEMA. Educazione ambientale L ECOSISTEMA Sai che cos è un ambiente? Il tuo ambiente, ad esempio, è il posto dove vivi ed è fatto dalla casa dove vivi, ma anche dalle persone, delle piante, degli animali che vi abitano. Un ambiente

Dettagli

Quanta acqua serve per produrre un kg di carta?

Quanta acqua serve per produrre un kg di carta? Quanta acqua serve per produrre un kg di carta? a) nuova 10 litri / riciclata 0,5 litri b) nuova 100 litri / riciclata 2 litri c) nuova 350 litri / riciclata 70 litri Quasi nessun prodotto può essere fabbricato

Dettagli

L Associazione Scuola per Scuola uguale Solidarietà indice la 8^ edizione mostra - concorso 2015. Colora il Pianeta. Cibo e acqua per tutti

L Associazione Scuola per Scuola uguale Solidarietà indice la 8^ edizione mostra - concorso 2015. Colora il Pianeta. Cibo e acqua per tutti SCUOLA PER SCUOLA UGUALE SOLIDARIETÀ Associazione di promozione sociale sulla pace, solidarietà e diritti umani Sede sociale c/o Casa delle Associazioni, Via Canova, 45 20024 Garbagnate Milanese Codice

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

SISTEMI NORMATIVI E ISTITUZIONALI NAZIONALI E DELL UNIONE EUROPEA NEL SETTORE TURISTICO E DEI BENI CULTURALI

SISTEMI NORMATIVI E ISTITUZIONALI NAZIONALI E DELL UNIONE EUROPEA NEL SETTORE TURISTICO E DEI BENI CULTURALI L Agenda 21 per il turismo europeo Nella comunicazione del novembre 2003, Orientamenti di base per la sostenibilità del turismo europeo 20, la Commissione europea preannunciava «una serie di provvedimenti

Dettagli

Progetti SAPERI E SAPORI IN FATTORIA

Progetti SAPERI E SAPORI IN FATTORIA Progetti SAPERI E SAPORI IN FATTORIA Con l eredità lasciata da EXPO 2015, conoscere il territorio significa anche recuperare antichi mestieri e tradizioni, riscoprire i prodotti della nostra terra, far

Dettagli

Unità di Apprendimento ideata da Sabrina Ercolani nell'ambito dell'attività per l'integrazione.

Unità di Apprendimento ideata da Sabrina Ercolani nell'ambito dell'attività per l'integrazione. Unità di Apprendimento ideata da Sabrina Ercolani nell'ambito dell'attività per l'integrazione. Destinatario: alunno con deficit cognitivo di grado lieve e sindrome ipercinetica da danno cerebrale lieve

Dettagli

Conservare l ambiente per

Conservare l ambiente per Conservare l ambiente per difendere la salute Soroptimist Club Monza 18 febbraio 2015 Claudia Sorlini Già prof. Ordinario di Microbiologia Agraria Università di Milano Presidente Comitato Scientifico per

Dettagli

SCHEDA DI PROGETTO ORTO IN CONDOTTA

SCHEDA DI PROGETTO ORTO IN CONDOTTA ALLEGATO A SCHEDA DI PROGETTO ORTO IN CONDOTTA 1. IL TEMA L Orto in Condotta Realizzazione di orti per promuovere e sviluppare l educazione alimentare e ambientale nelle scuole. Costituzione di una comunità

Dettagli

La varietà della natura

La varietà della natura La varietà della natura Compiti: 1. Leggi il testo 2. Risolvi il quiz sulla biodiversità Cosa centra la biodiversità con me? Dai uno sguardo alla tua classe. Ci sono compagni con i capelli biondi, compagne

Dettagli

BIO SUISSE E SOSTENIBILITÀ IN ALTRE PAROLE? CON COERENZA, DAL 1981

BIO SUISSE E SOSTENIBILITÀ IN ALTRE PAROLE? CON COERENZA, DAL 1981 BIO SUISSE E SOSTENIBILITÀ IN ALTRE PAROLE? Proteggere la natura, gli animali, le piante e l ambiente, ossia le basi stesse della vita umana, è oggi più importante che mai. Sostenibilità significa produrre

Dettagli

L illuminazione. La cucina curativa

L illuminazione. La cucina curativa 5 L illuminazione Il Mio nome è Alessandro, faccio il cuoco, non sono un curatore e non posso fare miracoli, ma da qualche anno non uso più medicine o almeno cerco di evitarle il più possibile. Come? Semplice,

Dettagli

G. Paci, R. Paci PROGETTARE E FARE Zanichelli 2011. Integrazione a cura di A. Millefanti ATTIVITÀ ECONOMICHE

G. Paci, R. Paci PROGETTARE E FARE Zanichelli 2011. Integrazione a cura di A. Millefanti ATTIVITÀ ECONOMICHE ATTIVITÀ ECONOMICHE 1 IERI E OGGI Diecimila anni fa: agricoltori in Mesopotamia Nell 8000 a.c. in Mesopotamia vivevano le prime tribù di agricoltori e pastori. L uomo smise di spostarsi in cerca di cibo

Dettagli

Uso consapevole dell acqua nelle scuole superiori

Uso consapevole dell acqua nelle scuole superiori Uso consapevole dell acqua nelle scuole superiori LICEO ALDO MORO Reggio Emilia, 17 Novembre 2010 OBIETTIVI - VALORIZZAZIONE DELLA RISORSA: IL PROBLEMA DELL ORO BLU azioni locali e sfide globali - RISPARMIO

Dettagli

Il progetto e le altre iniziative di prevenzione dei rifiuti Filippo M. Bocchi Corporate Social Responsibility Gruppo Hera

Il progetto e le altre iniziative di prevenzione dei rifiuti Filippo M. Bocchi Corporate Social Responsibility Gruppo Hera Il progetto e le altre iniziative di prevenzione dei rifiuti Filippo M. Bocchi Corporate Social Responsibility Gruppo Hera Verso il Programma Nazionale di Prevenzione dei Rifiuti: partire dalle esperienze

Dettagli

Api che vanno, bombi che vengono

Api che vanno, bombi che vengono Unità didattica 7 Piante e Alimentazione Api che vanno, bombi che vengono Durata 1 ora più osservazioni all aperto Materiali - schede di lavoro F24 (se possibile stampata a colori), F25 e F26 - schede

Dettagli

CLASSE PRIMA - SCUOLA PRIMARIA

CLASSE PRIMA - SCUOLA PRIMARIA AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA CLASSE PRIMA - SCUOLA PRIMARIA L alunno esplora i fenomeni con un approccio scientifico: con l aiuto dell insegnante, dei compagni, in modo autonomo, osserva e descrive

Dettagli

Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta

Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta isstock Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta 7 PAA Programma generale di azione dell Unione in materia di ambiente fino al 2020 A partire dalla metà degli anni 70 del secolo scorso, la politica

Dettagli

Faccio l orto per chi? 1. perché fai l orto?

Faccio l orto per chi? 1. perché fai l orto? Faccio l orto per chi? 1. perché fai l orto? a) per passione 39% lavorare nell orto offre 1. una sana opportunità di esercizio fisico e vita attiva 2. crea salute e benessere fisico e psicologico 3. passione

Dettagli

Progetto per il recupero dell olio alimentare domestico. Valter Molinaro Responsabile innovazione e gestione servizi

Progetto per il recupero dell olio alimentare domestico. Valter Molinaro Responsabile innovazione e gestione servizi Progetto per il recupero dell olio alimentare domestico Valter Molinaro Responsabile innovazione e gestione servizi Coop per l ambiente e la sostenibilità Stiamo consumando più risorse di quanto la Terra

Dettagli

BIODIVERSITÀ NELL AGROECOSISTEMA

BIODIVERSITÀ NELL AGROECOSISTEMA BIODIVERSITÀ NELL AGROECOSISTEMA po p i l i F ri Alleg Zurla G ia Barbi er i nluca Luca 2^C a.s. 2013/2014 COS È LA BIODIVERSITÀ È LA VARIETÀ DI SPECIE ANIMALI E VEGETALI PRESENTI NELLA BIOSFERA PERCHÉ

Dettagli