Il progetto MIRRI: ruolo delle collezioni di microorganismi nello sviluppo delle biotecnologie italiane.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il progetto MIRRI: ruolo delle collezioni di microorganismi nello sviluppo delle biotecnologie italiane."

Transcript

1 Il progetto MIRRI: ruolo delle collezioni di microorganismi nello sviluppo delle biotecnologie italiane. Mycotheca Universitatis Taurinensis Dept. Life Science and Systems Biology

2

3 Il progetto MIRRI è stato ideato nell ambito dell ESFRI Ed è entrato nella Road Map europea nel 2010 European Strategy Forum on Research Infrastructures (ESFRI) ESFRI è uno strumento EU per: sviluppare l'integrazione scientifica in Europa; rafforzare la sua proiezione internazionale.

4 European Strategy Forum on Research Infrastructures Construzione di nuove Infrastrutture di Ricerca (RI) Fase preparatoria (3 anni) Fase esecutiva (3 anni) Struttura legale della RI European Research Infrastructure Consortium - ERIC Attraverso la costituzione di un ERIC si passa alla fase operativa Almeno 3 Stati della EU Ogni governo paga per la sua struttura (90%)

5 Costruire una Infrastruttura di Ricerca Pan Europea Fornire servizi per facilitare l'accesso a microrganismi di alta qualità, loro derivati e dati associati per favorire la ricerca, lo sviluppo e la bioeconomia; Connettere le Collezioni microbiche, i ricercatori e i politici per fornire le risorse e i servizi in modo più efficace ed efficiente per soddisfare le esigenze di innovazione nel settore delle biotecnologie.

6 Il network deve essere: Semplice Efficiente, veloce Multiuso, multi-utenti Economicamente sostenibile > per conservare e rendere disponibile in materiale biologico evitando inutili sovrapposizioni; > per gestire e sfruttare le informazioni; > condividere e diffondere la conoscenza. Condividere non sono il materiale biologico, ma anche l esperienza dei differenti centri implementando gli strumenti a disposizione della comunità scientifica e delle aziende.

7 Partners Core group (16) Collaborating parties (including ECCO members)

8 Deutsche Sammlung von Mikroorganismen und Zellkulturen - DSMZ CAB International Institut Pasteur Belgian Science Policy Office Koninklijke Nederlandse Akademie voor wetenschappen KNAW-CBS Goeteborgs Universitet Universitat de Valencia Universiteit Gent Institut National de la Recherche Agronomique Jacobs University Bremen Universidade do Minho Universita Degli Studi di Torino Consejo Superior de Investigaciones Cientificas Institute of Biochemistry and Physiology of Microorganisms - VKM Instytut Biotechnologi Przemyslu Rolno Spozywczego Azienda Ospedaliera Universitaria San Martino- Instituto Nazionale per la Ricerca sul Cancro USMI Germany UK France Belgium Netherlands Sweden Spain Belgium France Germany Portugal Italy Spain Russian Federation Poland Italy

9 Lo scopo della MUT è l acquisizione, l identificazione, la caratterizzazione, la conservazione e la distribuzione di colture di funghi per supportare la ricerca e la bioeconomia. Attualmente preserva circa 5300 isolati appartenenti a 1100 specie Certificazione ISO 9001 dal 2006 Dal 2008 la MUT è membro del: European Culture Collections' Organisation (ECCO); World Federation Culture Collections (WFCC).

10 La MUT è una collezione di servizio che offre servizi di: isolamento e identificazione (con tecniche convenzionali e molecolari) di funghi da differenti substrati; distribuzione di colture fungine a scopo di ricerca o per applicazioni commerciali; Deposito di colture fungine di pubblico accesso o garantite; screening e caratterizzazione di colture per proprietà utili; liofilizzazione di microorganismi; corsi di formazione; consulenza.

11 Strategie delle CC per affrontare i vincoli socioeconomici e diventare BRCs Culture Collections Biological Resources Centers Operare in conformità con le leggi Gestione delle Risorse biologiche Fornire informazioni e servizi affidabili Gestione dei dati & Comunicazione Assicurare la sostenibilità finanziaria

12 Bacteria Yeasts Archaea Fungi Plasmids, DNA, RNA Protozoa Animal/human viruses Microscopic Algae Plant viruses Dedifferentiated Plant Cells Bacterial viruses Immortalised Animal and Human Cells Fig. 1 Spectrum of Holdings of Microbial Resource Centres

13 WP1 gestione del progetto MIRRI nella fase preparatoria WP2 progettazione dell'infrastruttura di ricerca e delle risorse distribuite WP3 Struttura di governance del network, status giuridico e operativo WP4 Piano finanziario WP5 Comunicazione, diffusione e sensibilizzazione WP6 Organizzazione e sviluppo dei servizi, creazione di programmi interdisciplinari WP7 Organizzazione delle strutture, istruzione e formazione WP8 Gestione dei dati WP9 Inquadramento giuridico per l'accesso alle risorse microbiche WP10 Approcci innovativi

14 1. Definire la forma di governance e lo status legale di questa struttura; 2. Identificare e coinvolgere i centri di ricerca, le aziende con vocazione biotech e i politici; Steering Committee WP1: Management and Coordination WP3: Governance structure, legal status, operational practice WP2: Organisa - tional structure, defining services WP4: Financial and business plans Building the Research Infrastructure Expert Expert Expert Group Group Group Research Infrastructure Outputs WP5: Outreach and commu - nication WP8: Information resource and data base WP6: Developing WP7: Capacity services and building, education programmes and training WP9: Legal ope- WP10: Implerational framework menting for access innovation Advisory Board 3. Definire lo scopo, i programmi di lavoro e il piano finanziario per il funzionamento sostenibile del network; 4. Definire gli standard minimi per i centri affiliati a MIRRI; 5. Sviluppare pacchetti didattici per garantire una formazione adeguata dei ricercatori e del personale BRC; 6. Connessione con paesi extra-europei; 7. Garantire l'interoperabilità dei dati sistemi informativi innovativi.

15 MIRRI garantirà una copertura più ampia delle risorse biologiche e dei servizi forniti attraverso un approccio coordinato che garantisca una migliore utilizzazione delle competenze e un programma di sviluppo delle risorse umane. Accesso facilitato alle infrastrutture di ricerca, ai dati e alle infrastrutture. Verrà istituita una piattaforma di esperti nei differenti settori. Verranno istituite procedure operative comuni che permettano di lavorare in accordo con le normative vigenti a livello internazionale. Favorirà un dialogo per gestire le esigenze scientifiche e le politiche governative (consulenze per la classe dirigente a livello nazionale ed euroeo). Maggiore efficienza del sistema e più facile accesso ai dati legati al materiale microbico in accordo con le normative internazionali. Una maggiore trasparenza e tracciabilità del flusso di materiale microbico (Nagoya Protocol). Trasferimento tecnologico al tessuto industriale

16 Questionario x aziende

17 agriculture, environment energy, climate health, hygiene

18 Microbial Resource Research Infrastructure (MIRRI) Enhanced research in academia and industry, e.g. agriculture biotech energy & climate environment health innovation increase food production industrial products new sources for biofuels clearing of ecological desaster antagonists against pathogens academia fighting crop failure R&D fighting climate change biodiversity functional food industry health & wellbeing sustainable agriculture, food security secure, clean & efficient energy smart & green transport Horizon 2020 climate action, resource efficiency & raw material inclusive, innovative & secure societies

19 Nel 2030 circa 1/3 della produzione industriale deriverà dalle biotecnologie e dalle bioenergie (OECD Report, 2012). 1. Identificare il ruolo dei microrganismi nella gestione sostenibile del territorio; 2. Aumentare l'offerta alimentare e ridurre la fame nel mondo attraverso una riduzione delle perdite dovute a parassiti e malattie; 3. Fornire le risorse per migliorare le procedure sanitarie e fitosanitarie in ottemperanza alla richiesta WTO; 4. Supportare i processi di formazione di microbiologi, biotecnologi e sistematici; 5. Supportare i progetti sanitari e in particolare la scoperta di nuovi farmaci; Fig. 8 Examples for Uses and Applications of Microorganisms Genomics Food and Taxonomic food references Systems Biology additives Agriculture Antibiotics Biochemicals / Kits Enzymes Food and Bioremediation Pharmaceutical Beverage Industry Biocontrol Drugs Fuel/Energy Industry Cosmetics Biotechnology MIRRI Microorganism holdings: uses and properties Diagnostics Basic Reseach POTENTIAL FOR COOPERATION AND OUTPUT: COORDINATED SCREENING 6. Identificare nuovi prodotti microbici da inserire nel mercato come ed esempio probiotici; 7. Fornire nuovi strumenti per la produzione di energia e biocombustibil.

20

21 - Costituzione di gruppi di esperti - Dalle BRCs e da centri di ricerca esterni e dal mondo industriale su argomenti diversi (alimenti, agricoltura,ibioindustria,medicina) - Con competenza in tassonomia, controllo di qualità, questioni legali e di sostenibilità. - Gli esperti saranno disponibili attraverso un One-Stop-Consultation Platform Saràorganizzato un help desk per tutte le BRCs affiliate a MIRRI

22 - Offrire specifici corsi di formazione per Microbial Resource Centre (MRC), Culture Collection (CC) staff, ricercatori e personale tecnico - Argomenti sia scientifici che legali e di gestione - training will be offered in a distributed curriculum, depending on collection strength to broaden the scope of offered courses - development of a Master Curriculum to attract students Prevenire la perdita di competenze nella sistematica die microorganismi e nella gestione delle collezioni degli stessi. 22

23 - Possibilità di depositare ceppi di collezioni non pubbliche in collezioni pubbliche. Importante soprattuto per orphan collections o in pericolo. - Accesso facilitato alle risorse genetiche di MIRRI - Conservazione ex situ del materiale in modo adeguadato - Programmi coordinati per l isolamento di nuovo materile biologico - Sviluppo di strategie per obbligare il deposito del materiale pubblicato in collezioni pubbliche (< 1%) aumento della credibilitàdella scienza e delle nuove opportunità di sfruttamento (Trusted collections concept according to EU)

24 - l'accesso fisico alle strutture all'interno di MIRRI per promuovere la collaborazione e formazione tra i partner MRC e gli utenti - possibilità di utilizzare strumentazioni/ metodi che sono attualmente finanziariamente fuori portata nelle proprie strutture. opportunitàdi collaborare utilizzando una crescente gamma di apparecchiature che porterà ad aumento del numero di pubblicazioni e/o ricadute industriali

25 - supporto nel raggiungimento della conformitàcon il protocollo di Nagoya - Access and Benefit Sharing Policy (ABS) - Prior Informed Consent (PIC) - sostegno per l'attuazione del codice di condotta sulla biosicurezza per BRCs - Supporto per incrementare l utilizzo del MTA (core ECCO) - questioni giuridiche import / export The ABS Regulation has now been approved by both the European Parliament and the Council. A press release can be found here: Maggior rispetto delle regolamentazioni da parte dei curatori e degli scienziati

26 - Opportunità di integrare i tuoi dati in un pan-european database - integration into a given infrastructure - supported by MIRRI experts - Garantire open access ai vostri dati - Armonizzare la condivisione dei dati facilitare la visibilità dei propri dati pubblicati Incrementare l accesso a dati affidabili

27 Structure of MIRRI in the Implementation Phase Nella fase di attuazione MIRRI sarà aperto a nuovi partners, purchè abbiamo gli standard minimi richiesti.

28 - definition of criteria for membership is under development (WP2.2) - criteria should reflect at least the requirements already established for BRCs and for RIs, concerning - open access of microbial material - management - quality - data provision - science component - ( )

29 This preparatory phase project will have a catalytic and stimulating effect in many different ways. Governments should develop national road maps for BRCs ensuring the pan-european strategy can be implemented. The Italian Situation is not optimal. Great opportunity to develop an national network in Italy; To create, from the experience of already existing BRCs, new centres able to handle different kind of organisms; To support the academic research; To support the bio-based economy and the transfer-technology in different regions.

30 What do Italy needs to join MIRRI in the executive phase? 1. To convince the government to accede to MIRRI and found the Italian participation (Italian Road Map) 2. List all collections of microorganisms present in Italy and check the quality of the material and of the relative dataset; 3. Staff training on technical and legal aspects for the establishment of common operational procedures within a legal framework; 4. Ensuring funding management of the collections; 5. Development of National website for easy access to material and information.

31 MIRRI è cominciato nel Novembre 2012: i partner chiave sono stati identificati nei principali paesi europei. Questa fase preparatori sicuramente avrà un effetto catalizzatore e stimolante per tutte le collezioni di microorganismi. I singoli governi dovranno sviluppare delle strategie nazionali per le BRCs del loro paese per assicurare lo sviluppo del network Pan- Europeo. (SITUAZIONE ITALIANA DISASTROSA). La maggioranza delle collezioni sono di laboratorio ; Non sono collezioni di servizio con staff permanente Nella maggior parte dei casi non ottemperano alle normative internazionali relative alla biodiversità, nonché allo scambio di microorganismi; Non hanno un Quality Managment System e non sono certificate. Non sappiamo esattamente quali e quante sono che materiale conservano e in quali condizioni

32 MIRRI deve diventare lo stimolo per cominciare a lavorare ad un sistema di collezioni a livello nazionale che sicuramente raggrupperà collezioni diverse. Cominciare a lavorare in modo collaborativo e senza campanilismi (finanziamenti per depositi sui progetti finanziati ) Grande opportunità per sviluppare un network di collezioni italiano; Creare nuove BRCs in grado di gestire differenti tipi di organismi; Sostenere la ricerca accademica; Sostenere lo sviluppo della bioeconomia in diverse aree creando sinergia tra università e SMEs.

33 Cosa dobbiamo fare perché l Italia entri nella fase esecutiva di MIRRI? MUT 1. Adattare le nuove strutture acquisite per erogare servizi secondo gli standard più elevati; 2. Garantire l assunzione a tempo indeterminato di personale esperto; 3. Garantire il finanziamento a lungo termine della collezione. ITALY 1. Mappare le collezioni esistenti, il materiale conservato e le procedure utilizzate; 2. Formare il personale delle CC sugli aspetti legali e tecnici; 3. Garantire il finanziamento delle collezioni che vogliono diventare BCR. 4. Website nazionale per reperire materiale e informazioni.

34 Le collezioni microbiche piemontesi: creazione di un network e valorizzazione delle risorse biologiche - MICRONEP MIRRI Europe Operational Unit National Node Hub National Node Hub National Node Hub National Node Hub MUT IZS-PLV PLAVIT DISAF A MICRONEP CRA- ENO DISAF A

35 Thank you!!!!

Smart Specialisation e Horizon 2020

Smart Specialisation e Horizon 2020 Smart Specialisation e Horizon 2020 Napoli, 2 Febbraio 2013 Giuseppe Ruotolo DG Ricerca e Innovazione Unità Policy Che relazione tra R&D e crescita? 2 Europa 2020-5 obiettivi OCCUPAZIONE 75% of the population

Dettagli

Orizzontalità in Horizon 2020:

Orizzontalità in Horizon 2020: Orizzontalità in Horizon 2020: Strumento PMI e Cooperazione Internazionale Giornata Nazionale di Lancio NMP+B Roma, 15 Novembre 2013 Martina Desole - APRE Punto Contatto Nazionale: NMP + B desole@apre.it

Dettagli

Collegare Regione Lombardia all Europa per lo Sviluppo della Bioeconomy

Collegare Regione Lombardia all Europa per lo Sviluppo della Bioeconomy Collegare Regione Lombardia all Europa per lo Sviluppo della Bioeconomy Valentina PINNA Contenuti Presentazione 1. Il Ruolo della delegazione di regione Lombardia a Bruxelles 2. Il lavoro con le reti europee

Dettagli

SPACE TECHNOLOGY. Per la creazione d impresa. for business creation. and environmental monitoring. ICT and microelectronics. e monitoraggio ambientale

SPACE TECHNOLOGY. Per la creazione d impresa. for business creation. and environmental monitoring. ICT and microelectronics. e monitoraggio ambientale Green economy e monitoraggio ambientale Green economy and environmental monitoring Navigazione LBS Navigation LBS ICT e microelettronica ICT and microelectronics Per la creazione d impresa SPACE TECHNOLOGY

Dettagli

CiaoTech S.r.l. (Member of PNO Group)

CiaoTech S.r.l. (Member of PNO Group) CiaoTech S.r.l. (Member of PNO Group) Opportunità di finanziamento europee per la Ricerca e lo Sviluppo - The New EU Framework Programme for Research and Innovation- Horizon 2014-2020 and LIFE opportunities

Dettagli

La posizione dell Università di Trieste sulle grandi tematiche trasversali della ricerca

La posizione dell Università di Trieste sulle grandi tematiche trasversali della ricerca Università degli Studi di Trieste La posizione dell Università di Trieste sulle grandi tematiche trasversali della ricerca WWW.UNITS.IT pipan@units.it Michele Pipan - Delegato alla Ricerca Il Sistema Trieste

Dettagli

POLITECNICO DI TORINO. Un università internazionale per il territorio

POLITECNICO DI TORINO. Un università internazionale per il territorio POLITECNICO DI TORINO Un università internazionale per il territorio I valori Leader nella cultura politecnica Nazionale ed Internazionale Reputazione Eccellenza nell istruzione superiore e la formazione

Dettagli

HORIZON 2020: le tre Priorità e le Novità rispetto al VIIPQ

HORIZON 2020: le tre Priorità e le Novità rispetto al VIIPQ HORIZON 2020: le tre Priorità e le Novità rispetto al VIIPQ Adele Del Bello Responsabile Ripartizione Ricerca Università degli Studi di Ferrara Giornata annuale dell Internazionalizzazione Seminario Come

Dettagli

La Societal Challenge Secure, clean and efficient energy in Horizon 2020. Fuel Cells Hydrogen 2 Joint Udertaking

La Societal Challenge Secure, clean and efficient energy in Horizon 2020. Fuel Cells Hydrogen 2 Joint Udertaking La Societal Challenge Secure, clean and efficient energy in Horizon 2020 Fuel Cells Hydrogen 2 Joint Udertaking Roma, 15 Luglio 2014 Ing. Massimo Borriello APRE borriello@apre.it www.apre.it APRE 2013

Dettagli

La Ricerca europea Internet è il link tra ricerca e mercato in ICT

La Ricerca europea Internet è il link tra ricerca e mercato in ICT La Ricerca europea Internet è il link tra ricerca e mercato in ICT Sabato, 12 Novembre 2011 11.00 12.30 Domenico Laforenza Direttore dell Istituto di Informatica e Telematica Domenico Laforenza Direttore

Dettagli

Il ruolo dei Rappresentanti nazionali italiani nel Comitato Horizon 2020

Il ruolo dei Rappresentanti nazionali italiani nel Comitato Horizon 2020 ERC e FET open in Horizon 2020: Giornata di Lancio Bandi 2014-15 Roma, 30 gennaio 2014 MIUR - Sala C Il ruolo dei Rappresentanti nazionali italiani nel Comitato Horizon 2020 Daniela Corda Istituto di Biochimica

Dettagli

Horizon2020 EUREKA, EUROSTARS. Rovereto, EEN Days-28 Novembre 2013 Aleardo Furlani, Pier Luigi Franceschini

Horizon2020 EUREKA, EUROSTARS. Rovereto, EEN Days-28 Novembre 2013 Aleardo Furlani, Pier Luigi Franceschini Horizon2020 EUREKA, EUROSTARS Rovereto, EEN Days-28 Novembre 2013 Aleardo Furlani, Pier Luigi Franceschini Sommario Cos è Horizon 2020? Struttura del progamma Aspetti pratici Nuovo Strumento per le PMI

Dettagli

LA NUOVA PROGRAMMAZIONE EUROPEA 2014-2020

LA NUOVA PROGRAMMAZIONE EUROPEA 2014-2020 LA NUOVA PROGRAMMAZIONE EUROPEA 2014-2020 OPPORTUNITA DI FINANZIAMENTO NEL SETTORE AGRICOLO Cremona, 2 Dicembre 2013 Paolo Bonardi, EURODESK Bruxelles Politica Agricola Comune 2014-2020 L accordo politico

Dettagli

HORIZON 2020 SME INSTRUMENT

HORIZON 2020 SME INSTRUMENT HORIZON 2020 SME INSTRUMENT 1 Analisi: l impatto del sistema della ricerca sull economia delle PMI 2 L esperienza dei Ultimi Programmi Quadro (FP6 / FP7) evidenzia che: meno del 50% delle PMI utilizza

Dettagli

Il Work Programme ICT 2014-2015 nel contesto nazionale. Paola Inverardi Università dell Aquila

Il Work Programme ICT 2014-2015 nel contesto nazionale. Paola Inverardi Università dell Aquila Il Work Programme ICT 2014-2015 nel contesto nazionale Paola Inverardi Università dell Aquila Macro-Obiettivo Aumentare la capacità del sistema nazionale di acquisire fondi (14% contribuzione vs 8% ritorno)

Dettagli

Horizon 2020 Lo Strumento PMI ed il Fast Track to Innovation

Horizon 2020 Lo Strumento PMI ed il Fast Track to Innovation Horizon 2020 Lo Strumento PMI ed il Fast Track to Innovation Bologna, 25 febbraio 2015 Struttura H2020 Excellent Science Industrial Leadership Societal Challenges European Research Council Frontier research

Dettagli

Presentazione del sottogruppo Progetti EU e internazionali

Presentazione del sottogruppo Progetti EU e internazionali Workshop CoDAU Coordinamento Servizi supporto alla Ricerca L organizzazione dei servizi di supporto alla Ricerca delle Università italiane Esiti della rilevazione presso gli Atenei italiani Presentazione

Dettagli

N 1 alla versione bilingue (italiano-inglese) NORMA UNI EN ISO 9001 (novembre 2008) Sistemi di gestione per la qualità - Requisiti.

N 1 alla versione bilingue (italiano-inglese) NORMA UNI EN ISO 9001 (novembre 2008) Sistemi di gestione per la qualità - Requisiti. ERRATA CORRIGE N 1 alla versione bilingue (italiano-inglese) DEL 31 luglio 2009 NORMA UNI EN ISO 9001 (novembre 2008) TITOLO Sistemi di gestione per la qualità - Requisiti Punto della norma Pagina Oggetto

Dettagli

Il Work Programme ICT 2014-2015 nel contesto nazionale. Paola Inverardi Università dell Aquila

Il Work Programme ICT 2014-2015 nel contesto nazionale. Paola Inverardi Università dell Aquila Il Work Programme ICT 2014-2015 nel contesto nazionale Paola Inverardi Università dell Aquila Macro-Obiettivo Aumentare la capacità del sistema nazionale di acquisire fondi (14% contribuzione vs 8% ritorno)

Dettagli

I servizi della rete Enterprise Europe Network per l innovazione e lo sviluppo delle imprese piemontesi

I servizi della rete Enterprise Europe Network per l innovazione e lo sviluppo delle imprese piemontesi I servizi della rete Enterprise Europe Network per l innovazione e lo sviluppo delle imprese piemontesi Ing. Paolo Guazzotti Enterprise Europe Network Confindustria Piemonte Torino, 16 novembre 2015 STRUTTURA

Dettagli

Le iniziative in corso per una politica di promozione della cantieristica europea

Le iniziative in corso per una politica di promozione della cantieristica europea Le iniziative in corso per una politica di promozione della cantieristica europea Genova Port&ShippingTech 30 novembre 2012 ing. Vincenzo Zezza (PhD) Divisione IX politiche industriali dei settori automotive,

Dettagli

HORIZON 2020. Le opportunità per le imprese nella nuova programmazione 2014-2020

HORIZON 2020. Le opportunità per le imprese nella nuova programmazione 2014-2020 HORIZON 2020 Le opportunità per le imprese nella nuova programmazione 2014-2020 26 giugno 2014 1 Indice Falsi miti e luoghi 2 Falsi miti e luoghi Tutti prendono finanziamenti europei, voglio prenderli

Dettagli

Smart Cities: la via della città sostenibili

Smart Cities: la via della città sostenibili Cities: la via della città sostenibili Mauro Annunziato ENEA Sub-coordinatore European Joint Programme Cities - EERA mauro.annunziato@enea.it City Economy Mobility Governance smart city Environment Living

Dettagli

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Il Framework ITIL e gli Standard di PMI : : possibili sinergie Milano, Venerdì, 11 Luglio 2008 IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Maxime Sottini Slide 1 Agenda Introduzione

Dettagli

Calendario degli eventi organizzati e promossi dal Comitato Scientifico per Expo 2015 dal 1 maggio al 31 ottobre 2015

Calendario degli eventi organizzati e promossi dal Comitato Scientifico per Expo 2015 dal 1 maggio al 31 ottobre 2015 Calendario degli eventi organizzati e promossi dal Comitato Scientifico per Expo 2015 dal 1 maggio al 31 ottobre 2015 In collaborazione con Expo in Città In collaborazione con la Commissione Europea In

Dettagli

Horizon 2020. Le opportunità per le Piccole e Medie Imprese. Napoli, 9 maggio 2014

Horizon 2020. Le opportunità per le Piccole e Medie Imprese. Napoli, 9 maggio 2014 Horizon 2020 Le opportunità per le Piccole e Medie Imprese Napoli, 9 maggio 2014 Verso Horizon 2020 7 PQ CIP EIT Europa 2020 Innovation Union Horizon 2020 2007-2013 2014-2020 2 Ente di ricerca non profit

Dettagli

Il progetto e SENS e la strategia di interoperabilità europea

Il progetto e SENS e la strategia di interoperabilità europea e SENS Electronic Simple European Networked Services Il progetto e SENS e la strategia di interoperabilità europea Francesco Tortorelli Agenzia per l italia Digitale Agenzia per l Italia Digitale Presidenza

Dettagli

Horizon 2020 - Caratteristiche generali Le caratteristiche di una proposta di successo Strumento PMI

Horizon 2020 - Caratteristiche generali Le caratteristiche di una proposta di successo Strumento PMI Horizon 2020 - Caratteristiche generali Le caratteristiche di una proposta di successo Strumento PMI 7 PQ CIP EIT Europa 2020 Innovation Union Horizon 2020 2007-2013 2014-2020 3 1 SINGOLO PROGRAMMA (FP7+CIP+EIT)

Dettagli

CONVENZIONE DELLE ALPI Trattato internazionale per lo sviluppo sostenibile del territorio alpino

CONVENZIONE DELLE ALPI Trattato internazionale per lo sviluppo sostenibile del territorio alpino CONVENZIONE DELLE ALPI Trattato internazionale per lo sviluppo sostenibile del territorio alpino Un trattato per il territorio 1.Ambito di applicazione geografico* 2.Partecipazione attiva degli enti territoriali

Dettagli

Bologna, 25 febbraio 2015

Bologna, 25 febbraio 2015 Il Programma HORIZON 2020 Alessandra Borgatti Bologna, 25 febbraio 2015 ASTER ASTER è la società regionale che, dal 1985, promuove e supporta: l innovazione del sistema produttivo regionale lo sviluppo

Dettagli

Horizon 2020. Regole di Partecipazione Le opportunità per le piccole e medie imprese BRUNO MOURENZA. Horizon 2020 Punto di Contatto Nazionale SALUTE

Horizon 2020. Regole di Partecipazione Le opportunità per le piccole e medie imprese BRUNO MOURENZA. Horizon 2020 Punto di Contatto Nazionale SALUTE Horizon 2020 Regole di Partecipazione Le opportunità per le piccole e medie imprese BRUNO MOURENZA Horizon 2020 Punto di Contatto Nazionale SALUTE Ente di ricerca non profit Nasce come Task Force del Ministero

Dettagli

Click to edit Master title style

Click to edit Master title style SARDINIAN SMEs & 7Fwp Akhela Giorgio Falchi Erogazione e Sviluppo Servizi e Soluzioni giorgio.falchi@akhela.com PROMPT is a Specific Support Action cofinanced by the European Commission under the Stepping

Dettagli

World Bank Group. International Finance Corporation

World Bank Group. International Finance Corporation World Bank Group International Bank for Reconstruction and International Association International Finance Corporation Mutilateral Investment Guarantee Agency International Center for the Settlement of

Dettagli

BIM E LIFE-LONG LEARNING SCUOLA MASTER F.LLI PESENTI POLITECNICO DI MILANO

BIM E LIFE-LONG LEARNING SCUOLA MASTER F.LLI PESENTI POLITECNICO DI MILANO BIM SUMMIT 2015 2 EDIZIONE BIM E LIFE-LONG LEARNING SCUOLA MASTER F.LLI PESENTI POLITECNICO DI MILANO Paola Ronca prof. Ordinario di «Tecnica delle Costruzioni», Polimi Direttore Scuola Master F.lli Pesenti

Dettagli

GESTIONE IMMOBILIARE REAL ESTATE

GESTIONE IMMOBILIARE REAL ESTATE CONOSCENZA Il Gruppo SCAI ha maturato una lunga esperienza nell ambito della gestione immobiliare. Il know-how acquisito nei differenti segmenti di mercato, ci ha permesso di diventare un riferimento importante

Dettagli

HORIZON 2020 Padova, 23 maggio 2014

HORIZON 2020 Padova, 23 maggio 2014 Enterprise Europe Network 26 febbraio 2014 HORIZON 2020 Padova, 23 maggio 2014 Verso Horizon 2020 7 PQ CIP EIT Europa 2020 Innovation Union Horizon 2020 2007-2013 2014-2020 2 APRE - Ente di ricerca no

Dettagli

ITALY IN THE GLOBAL OUTLOOK L ITALIA NEL QUADRO GLOBALE

ITALY IN THE GLOBAL OUTLOOK L ITALIA NEL QUADRO GLOBALE Session/Sessione ITALY IN THE GLOBAL OUTLOOK L ITALIA NEL QUADRO GLOBALE ELECTRONIC POLL RESULTS RISULTATI DEL TELEVOTO INTELLIGENCE ON THE WORLD, EUROPE, AND ITALY LO SCENARIO DI OGGI E DI DOMANI PER

Dettagli

In-Diversity Newsletter 3

In-Diversity Newsletter 3 Newsletter 3 APRILE 2012 This project has been funded with support from the European Commission. This communication reflects the views only of the authors, and the Commission cannot be held responsible

Dettagli

Enterprise Europe Network 26 febbraio 2014 I FINANZIAMENTI UE PER IL SETTORE AGROALIMENTARE/TURISMO

Enterprise Europe Network 26 febbraio 2014 I FINANZIAMENTI UE PER IL SETTORE AGROALIMENTARE/TURISMO I FINANZIAMENTI UE PER IL SETTORE AGROALIMENTARE/TURISMO PROGRAMMA PER L INNOVAZIONE IN EUROPA 2014-2020. HORIZON 2020 AREA AGROALIMENTARE La Commissione Europea si propone di favorire l innovazione nel

Dettagli

in Horizon 2020 La collaborazione tra imprese e Università

in Horizon 2020 La collaborazione tra imprese e Università La collaborazione tra imprese e Università in Horizon 2020 Modena, 28 ottobre 2014 Barbara Rebecchi Ufficio Ricerca e Relazioni internazionali Università di Modena e Reggio Emilia Parola d ordine: rilanciare

Dettagli

Sfide energetico-ambientali ed opportunità di business. Strumenti di gestione e bilanci integrati. Climate-KIC

Sfide energetico-ambientali ed opportunità di business. Strumenti di gestione e bilanci integrati. Climate-KIC Il Progetto Green Industries e le opportunità per le PMI in materia di risparmio energetico e di riqualificazione 24 novembre 2014, Bologna Teresa Bagnoli, ASTER Sfide energetico-ambientali ed opportunità

Dettagli

EMPHASIS: i fattori di successo

EMPHASIS: i fattori di successo CENTRE OF COMPETENCE FOR THE INNOVATION IN THE AGRO-ENVIRONMENTAL SECTOR La ricerca dà i suoi frutti L ITALIA E IL PRIMO ANNO DI HORIZON 2020 Societal Challenge 2: Food Security, Sustainable Agriculture

Dettagli

AEO e sicurezza dei sistemi informativi. Luca Boselli, Senior Manager, KPMG Advisory S.p.A. Milano, 26 giugno 2008

AEO e sicurezza dei sistemi informativi. Luca Boselli, Senior Manager, KPMG Advisory S.p.A. Milano, 26 giugno 2008 AEO e sicurezza dei sistemi informativi Luca Boselli, Senior Manager, KPMG Advisory S.p.A. Milano, 26 giugno 2008 Agenda La sicurezza delle informazioni: introduzione e scenario di riferimento La sicurezza

Dettagli

Serialization and Good Distribution Practices: Regulatory Impacts, Opportunities and Criticalities for Manufacturers and Drugs Distribution Chain

Serialization and Good Distribution Practices: Regulatory Impacts, Opportunities and Criticalities for Manufacturers and Drugs Distribution Chain Sonia Ricci Presidente di ISPE Italy Affiliate Serialization and Good Distribution Practices: Regulatory Impacts, Opportunities and Criticalities for Manufacturers and Drugs Distribution Chain Venerdì

Dettagli

TRANSFORMation Dialogue

TRANSFORMation Dialogue TRANSFORMation Dialogue Genova 16 & 17.06.2014 Smart cities Horizon2020 e oltre Simona Costa IL CONTESTO: perché le città? ~70%della popolazione europea ~70%di concentrazione di consumo energetico ~75%gas

Dettagli

Convenzione ROL/NMS per Ricerca Pre-clinica

Convenzione ROL/NMS per Ricerca Pre-clinica Convenzione ROL/NMS per Ricerca Pre-clinica Milano 28 gennaio 2011 A MODEL UNDER ATTACK Pharma Know-how in drug development, limited access to new therapeutic concepts Output: Drug Discovery & Development

Dettagli

Nuovi approcci per rilanciare l innovazione: il contributo di Bivee

Nuovi approcci per rilanciare l innovazione: il contributo di Bivee Nuovi approcci per rilanciare l innovazione: il contributo di Bivee Claudia Diamantini Dipartimento di Ingegneria dell'informazione Università Politecnica delle Marche 1 Strategicità dell Innovazione Europe's

Dettagli

L innovazione tecnologica dell industria italiana verso la visione europea del prossimo futuro

L innovazione tecnologica dell industria italiana verso la visione europea del prossimo futuro L innovazione tecnologica dell industria italiana verso la visione europea del prossimo futuro Mercoledì 2 Aprile 2014 Cristina Piai, Intesa Sanpaolo S.p.A. Strumenti finanziari nell ambito di Horizon

Dettagli

LE MALATTIE RARE IN ITALIA E IN EUROPA

LE MALATTIE RARE IN ITALIA E IN EUROPA LE MALATTIE RARE IN ITALIA E IN EUROPA Domenica Taruscio Dire&ore Centro Nazionale Mala0e Rare Is4tuto Superiore di Sanità Roma Roma 21 Novembre 2014 MALATTIE RARE E FARMACI ORFANI INIZIATIVE INTERNAZIONALI

Dettagli

SVILUPPO LOCALE E CONOSCENZA

SVILUPPO LOCALE E CONOSCENZA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI FIRENZE DIPARTIMENTO DI TECNOLOGIE DELL ARCHITETTURA E DESIGN PIER LUIGI SPADOLINI SVILUPPO LOCALE E CONOSCENZA Il ruolo del Knowledge Management BENEDETTA BIONDI La conoscenza

Dettagli

Ilaria Re Project manager Consorzio Italbiotec

Ilaria Re Project manager Consorzio Italbiotec Ilaria Re Project manager Consorzio Italbiotec Dal 7 PQ a Horizon 2020 Le principali novità della nuova programmazione 2 Sommario La strategia Europa 2020 Obiettivi e iniziative prioritarie Horizon 2020

Dettagli

Data Network for better European organic market information. Rete europea di dati per una migliore informazione sul Mercato dei prodotti biologici

Data Network for better European organic market information. Rete europea di dati per una migliore informazione sul Mercato dei prodotti biologici Data Network for better European organic market information Rete europea di dati per una migliore informazione sul Mercato dei prodotti biologici Informazioni di base sul progetto Fonte di finanziamento:

Dettagli

di finanziamento Gaia della Rocca

di finanziamento Gaia della Rocca Horizon 2020: ilnuovo programmaeuropeo di finanziamento per laricerca ricerca, lo sviluppoe l innovazione Bologna 26 settembre 2013 Bologna, 26 settembre 2013 Gaia della Rocca VERSO HORIZON 2020 EUROPA

Dettagli

Orizzontalità in Horizon 2020 e altre opportunità

Orizzontalità in Horizon 2020 e altre opportunità Orizzontalità in Horizon 2020 e altre opportunità Monique Longo Punto di Contatto Nazionale Sfida sociale 6 «Europe in a changing world Inclusive, Innovative and inclusive societies» dal 1989 a supporto

Dettagli

A Solar Energy Storage Pilot Power Plant

A Solar Energy Storage Pilot Power Plant UNIONE DELLA A Solar Energy Storage Pilot Power Plant DELLA Project Main Goal Implement an open pilot plant devoted to make Concentrated Solar Energy both a programmable energy source and a distribution

Dettagli

BANDI & STAGES NEWSLETTER. patriziatoia.it FEBBRAIO 2015. Patrizia Toia. Care e cari tutti,

BANDI & STAGES NEWSLETTER. patriziatoia.it FEBBRAIO 2015. Patrizia Toia. Care e cari tutti, NEWSLETTER FEBBRAIO 2015 patriziatoia.it BANDI & STAGES Care e cari tutti, questa vuole essere una newsletter operativa sulle opportunità europee aperte, sia dal punto di vista di alcuni bandi relativi

Dettagli

Attività di Research Governance Antonio Addis

Attività di Research Governance Antonio Addis L o g o EVENTO INTERNAZIONALIZZAZIONE TORINO, 08 novembre 2012 Attività di Research Governance Antonio Addis Agenda The Region in a nutshell Internationalization genesis Mapping regional research preparing

Dettagli

Bundled benefits. Your payments in future-proof hands. Guido Gatti 15 Ottobre 2013. Classification: Open

Bundled benefits. Your payments in future-proof hands. Guido Gatti 15 Ottobre 2013. Classification: Open Bundled benefits Your payments in future-proof hands Guido Gatti 15 Ottobre 2013 Classification: Open Status: Final Full service, flexible solutions Dual processor: card & payment processing Complete and

Dettagli

La sfida di HORIZON 2020 per lo sviluppo del sistema regionale dell innovazione in Regione Campania

La sfida di HORIZON 2020 per lo sviluppo del sistema regionale dell innovazione in Regione Campania La sfida di HORIZON 2020 per lo sviluppo del sistema regionale dell innovazione in Regione Campania Dott. Giuseppe Russo, Staff Manger - Department of education, research, work, cultural and social policies

Dettagli

Smart Grids come fattore abilitante nello sviluppo delle Smart Cities. Jon Stromsather Pisa, 26 Maggio 2011

Smart Grids come fattore abilitante nello sviluppo delle Smart Cities. Jon Stromsather Pisa, 26 Maggio 2011 Smart Grids come fattore abilitante nello sviluppo delle Smart Cities Jon Stromsather Pisa, 26 Maggio 2011 Uso: Riservato Outline Introduzione Le Smart Grids e Smart Cities Progetti Smart Grids di Enel

Dettagli

AIRI e lo Sviluppo Tecnologico del Paese. Sesto Viticoli

AIRI e lo Sviluppo Tecnologico del Paese. Sesto Viticoli AIRI e lo Sviluppo Tecnologico del Paese Sesto Viticoli Avezzano, 20 novembre 2014 CHI SIAMO AIRI profilo Fondata nel 1974 (Confindustria,IMI, ENEL e CSM), sede a Roma e Ufficio a Milano Focal point per

Dettagli

Lo Strumento PMI in Horizon 2020

Lo Strumento PMI in Horizon 2020 Lo Strumento PMI in Horizon 2020 24 novembre 2014 Relatrici: Monica Proto e Carmela Cornacchia CNR-IMAA Sportello APRE Basilicata/TeRN Attenzione alle PMI in Horizon 2020 7 PQ CIP EIT Europa 2020 Innovation

Dettagli

Latitudini di progetto che incontrano longitudini operative. Design Latitudes meet operational longitudes

Latitudini di progetto che incontrano longitudini operative. Design Latitudes meet operational longitudes Latitudini di progetto che incontrano longitudini operative Design Latitudes meet operational longitudes 20 anni di esperienza nel campo dell ambiente e della sostenibilità 20 years of experience in environmental

Dettagli

La cooperazione per il mediterraneo

La cooperazione per il mediterraneo La cooperazione per il mediterraneo L unione per il Mediterraneo La politica europea di vicinato Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento politiche europee Teresa Panariello 1 L Unione per il

Dettagli

KIC Innovazione e IP

KIC Innovazione e IP KIC Innovazione e IP Ing. Giuseppe Conti Dirigente Area Ricerca Trasferimento Tecnologico Alma Mater Studiorum Coordinatore Gruppo Formazione NETVAL Rappresentante italiano nel Management Team Foodbest

Dettagli

Impact Investing & Agribusiness. Claudio Soregaroli 22 giugno 2015

Impact Investing & Agribusiness. Claudio Soregaroli 22 giugno 2015 Impact Investing & Agribusiness Claudio Soregaroli 22 giugno 2015 Chi siamo SMEA Alta Scuola in Management ed Economia Agro-Alimentare La missione è promuovere la conoscenza manageriale ed economica nel

Dettagli

Feeeding the World (and Europe):

Feeeding the World (and Europe): Feeeding the World (and Europe): Nuove fonti di proteine per una filiera sostenibile Stefano Sforza Delegato del Rettore per la Ricerca Europea ed Internazionale Responsabile di progetti europei nell ambito

Dettagli

Caterina BUONOCORE SC 1 Health, demographic change and wellbeing.

Caterina BUONOCORE SC 1 Health, demographic change and wellbeing. Horizon 2020: contesto, struttura, implementazione, cosa cambia. Caterina BUONOCORE SC 1 Health, demographic change and wellbeing. Strategia per una crescita intelligente, sostenibile e inclusiva Iniziativa

Dettagli

REGIONE ABRUZZO ATTUAZIONE DELLE POLITICHE DELL UE ATTRAVERSO L APPROCCIO BOTTOM UP E LA GOVERNANCE MULTILIVELLO IL PATTO DEI SINDACI IN ABRUZZO.

REGIONE ABRUZZO ATTUAZIONE DELLE POLITICHE DELL UE ATTRAVERSO L APPROCCIO BOTTOM UP E LA GOVERNANCE MULTILIVELLO IL PATTO DEI SINDACI IN ABRUZZO. ATTUAZIONE DELLE POLITICHE DELL UE ATTRAVERSO L APPROCCIO BOTTOM UP E LA GOVERNANCE MULTILIVELLO IL PATTO DEI SINDACI IN ABRUZZO. Il Piano Energetico Regionale (PER) Approvato con D.G.R. n. 470/c del 31/08/2009

Dettagli

Dipartimento di Scienze Agrarie, Alimentari ed Ambientali. UNIVPM - Ancona. www.agraria.univpm.it. Scienze Agrarie, Alimentari ed Ambientali - D3A

Dipartimento di Scienze Agrarie, Alimentari ed Ambientali. UNIVPM - Ancona. www.agraria.univpm.it. Scienze Agrarie, Alimentari ed Ambientali - D3A Dipartimento di Scienze Agrarie, Alimentari ed Ambientali UNIVPM - Ancona www.agraria.univpm.it 1 Agricoltura Ambiente Alimenti IL DIPARTIMENTO DELLE TRE A (D3A) LE 3 A IN EUROPA A A A INTERNAZIONALIZZAZIONE

Dettagli

Strumento per le PMI Horizon 2020

Strumento per le PMI Horizon 2020 Strumento per le PMI Horizon 2020 CHE COSA Vengono finanziate solo le PMI, da sole o in partenariato Possono partecipare anche le reti di impresa se possiedono personalità giuridica e se nell insieme delle

Dettagli

La nuova direttiva sull'efficienza energetica. Paolo Bertoldi

La nuova direttiva sull'efficienza energetica. Paolo Bertoldi La nuova direttiva sull'efficienza energetica Paolo Bertoldi L utilizzo dell energia è una fonte importante di emissioni Parte dei gas ad effetto serra 2008 Agricoltura 10% Industria 8% Rifiuti 3% Energia

Dettagli

Il contributo di Enea nello sviluppo delle Cities Stefano Pizzuti ENEA Dipartimento Tecnologie Energetiche Stefano.pizzuti@enea.it City Economy Mobility Governance smart city Environment Living Energy

Dettagli

IL BS7799 ALCUNI CONCETTI FONDAMENTALI. Relatore: Ing. Marcello Mistre, CISA marcello.mistre@sistinf.it BS 7799. Sistemi Informativi S.p.A.

IL BS7799 ALCUNI CONCETTI FONDAMENTALI. Relatore: Ing. Marcello Mistre, CISA marcello.mistre@sistinf.it BS 7799. Sistemi Informativi S.p.A. IL BS7799 Relatore: Ing. Marcello Mistre, CISA marcello.mistre@sistinf.it Sistemi Informativi S.p.A. ALCUNI CONCETTI FONDAMENTALI Sistemi Informativi S.p.A. 2 ATTIVITA DELLA SECURITY STUDIO, SVILUPPO ED

Dettagli

Governance e Indicatori di misurazione della S3 Roma, 25-26 novembre 2013 CONTRIBUTO DELLE REGIONI ALLA MATRICE PNR

Governance e Indicatori di misurazione della S3 Roma, 25-26 novembre 2013 CONTRIBUTO DELLE REGIONI ALLA MATRICE PNR PON GAT 2007-2013 Asse I Obiettivo Operativo I.4 Progetto «Supporto alla definizione e attuazione delle politiche regionali di ricerca e innovazione (Smart Specialisation Strategy Regionali)» Governance

Dettagli

Forum PA Dal Cloud per la PA alla PA in Cloud Giancarlo Capitani Roma, 10 maggio 2011

Forum PA Dal Cloud per la PA alla PA in Cloud Giancarlo Capitani Roma, 10 maggio 2011 Forum PA Dal Cloud per la PA alla PA in Cloud Giancarlo Capitani L iniziativa IBM - NetConsulting Next step Evento presentazione/ discussione Modello e White Paper Modelli di implementazione White Paper

Dettagli

Un anno dopo Rio+20 Rilanciare la crescita con la Green Economy Edoardo Croci edoardo.croci@unibocconi.it Milano, 16 settembre 2013

Un anno dopo Rio+20 Rilanciare la crescita con la Green Economy Edoardo Croci edoardo.croci@unibocconi.it Milano, 16 settembre 2013 Un anno dopo Rio+20 Rilanciare la crescita con la Green Economy Edoardo Croci edoardo.croci@unibocconi.it Milano, 16 settembre 2013 Relazione fra ambiente e sistema economico Principali cause dell insostenibilità

Dettagli

la roadmap per le città sostenibili

la roadmap per le città sostenibili Smart Cities la roadmap per le città sostenibili Mauro Annunziato Coordinatore Smart City ed Ecoindustria La strada maestra della sostenibilità ambientale passa attraverso l efficienza energetica Fonte

Dettagli

Forum PA. Open Data INPS

Forum PA. Open Data INPS Forum PA Roma, 9-12 maggio 2011 Open Data INPS Modelli di sviluppo per l Open Government nella PA 10 maggio 2011 pag. 1 Portale INPS Una piattaforma per i dati del settore pubblico: 10 maggio 2011 pag.

Dettagli

HORIZON 2020: in breve

HORIZON 2020: in breve Horizon 2020: struttura e regole di partecipazione Alessandra Borgatti Bologna, 24 gennaio 2014 HORIZON 2020: in breve COS È il nuovo PROGRAMMA QUADRO PER LA RICERCA E L INNOVAZIONE dell Unione Europea

Dettagli

Il progetto PASTEUR4OA: note sull efficacia delle policy Open Access e spunti da una prima analisi delle politiche universitarie italiane

Il progetto PASTEUR4OA: note sull efficacia delle policy Open Access e spunti da una prima analisi delle politiche universitarie italiane Il progetto PASTEUR4OA: note sull efficacia delle policy Open Access e spunti da una prima analisi delle politiche universitarie italiane 01/10/2015 Il progetto PASTEUR4OA: note sull efficacia delle policy

Dettagli

Il piano di implementazione delle STI Applicazioni Telematiche Trasporto Passeggeri e Merci ----

Il piano di implementazione delle STI Applicazioni Telematiche Trasporto Passeggeri e Merci ---- Roma, 5 novembre 2015 Il piano di implementazione delle STI Applicazioni Telematiche Trasporto Passeggeri e Merci ---- Informativa del Punto di Contatto Nazionale Il sottosistema funzionale Applicazioni

Dettagli

brand implementation

brand implementation brand implementation brand implementation Underline expertise in reliable project management reflects the skills of its personnel. We know how to accomplish projects at an international level and these

Dettagli

HP e il Progetto SPC. Daniele Sacerdoti Consulting&Integration Public Sector. 12 Maggio 2008. Technology for better business outcomes

HP e il Progetto SPC. Daniele Sacerdoti Consulting&Integration Public Sector. 12 Maggio 2008. Technology for better business outcomes HP e il Progetto SPC Daniele Sacerdoti Consulting&Integration Public Sector 12 Maggio 2008 Technology for better business outcomes 2007 Hewlett-Packard Development Company, L.P. The information contained

Dettagli

Politecnico di Torino. PRAISE & CABLE projects interaction

Politecnico di Torino. PRAISE & CABLE projects interaction PRAISE & CABLE projects interaction The projects PRAISE: Peer Review Network Applying Intelligence to Social Work Education Socrates-MINERVA project October 2003 - September 2005 (24 months) CABLE: Case-Based

Dettagli

AICA - Associazione Italiana per l Informatica ed il Calcolo Automatico. Certificazioni informatiche europee

AICA - Associazione Italiana per l Informatica ed il Calcolo Automatico. Certificazioni informatiche europee - Associazione Italiana per l Informatica ed il Calcolo Automatico Certificazioni informatiche europee Milano, 6 ottobre 2003 1 AICA Profilo istituzionale Ente senza fini di lucro, fondato nel 1961 Missione:

Dettagli

LE TECNOLOGIE ALIMENTARI PER LA SICUREZZA DEGLI ALIMENTI E IL RISPETTO PER L AMBIENTE

LE TECNOLOGIE ALIMENTARI PER LA SICUREZZA DEGLI ALIMENTI E IL RISPETTO PER L AMBIENTE LE TECNOLOGIE ALIMENTARI PER LA SICUREZZA DEGLI ALIMENTI E IL RISPETTO PER L AMBIENTE Luciano Piergiovanni COSA ABBIAMO NEL PIATTO: TECNOLOGIE, AMBIENTE, EDUCAZIONE, SICUREZZA. Milano, 17 ottobre 2012

Dettagli

LA VALUTAZIONE DELLA PROPOSTA

LA VALUTAZIONE DELLA PROPOSTA LA VALUTAZIONE DELLA PROPOSTA IN HORIZON 2020 Barbara Pernati CNR Ufficio Supporto alla Programmazione Operativa tel. +39 010 6475 306 voip +39 06 4993 2312 e-mail barbara.pernati@cnr.it AGENDA: - VALUTAZIONE

Dettagli

SME Instrument. Silvi Serreqi "COSME A1" UNIT EASME

SME Instrument. Silvi Serreqi COSME A1 UNIT EASME SME Instrument Silvi Serreqi "COSME A1" UNIT EASME 1 Obiettivi e approccio Misura specifica dedicata alle PMI nel quadro di H2020 (budget 2014-2020 circa 3mld) Obiettivo: collocare le PMI al centro del

Dettagli

Lavorare per progetti investendo nelle risorse umane

Lavorare per progetti investendo nelle risorse umane Lavorare per progetti investendo nelle risorse umane 27 settembre 2002 Agenda Accenture Chi siamo Cosa facciamo Come siamo organizzati I nostri ruoli La complessità dei progetti L organizzazione di un

Dettagli

Giuseppe De Pietro. Consiglio Nazionale delle Ricerche. Horizon2020 - La salute nella strategia europea 2014-2020

Giuseppe De Pietro. Consiglio Nazionale delle Ricerche. Horizon2020 - La salute nella strategia europea 2014-2020 Giuseppe De Pietro Consiglio Nazionale delle Ricerche Horizon2020 - La salute nella strategia europea 2014-2020 Centri di Ricerca ed Università I partner industriali Gestione Sistemi per l Informatica

Dettagli

LAUREA MAGISTRALE IN COMUNICAZIONE MULTIMEDIALE

LAUREA MAGISTRALE IN COMUNICAZIONE MULTIMEDIALE LAUREA MAGISTRALE IN COMUNICAZIONE MULTIMEDIALE CLASSE LM-19 INFORMAZIONE E SISTEMI EDITORIALI > A PORDENONE Curriculum Teorie e tecniche per la comunicazione multimediale Pervasive computing and media

Dettagli

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL Care Colleghe, Cari Colleghi, prosegue la nuova serie di Newsletter legata agli Schemi di Certificazione di AICQ SICEV. Questa volta la pillola formativa si riferisce alle novità dell edizione 2011 dello

Dettagli

Unità Finanziamenti per la Ricerca: organizzazione e servizi

Unità Finanziamenti per la Ricerca: organizzazione e servizi Unità Finanziamenti per la Ricerca: organizzazione e servizi Marco Degani FINARIC 22 giugno 2009 area della ricerca organizzazione Produzione FINARIC SSR CRA KTO Finanziamenti per la ricerca Sistema di

Dettagli

Pubblicazioni COBIT 5

Pubblicazioni COBIT 5 Pubblicazioni COBIT 5 Marco Salvato CISA, CISM, CGEIT, CRISC, COBIT 5 Foundation, COBIT 5 Trainer 1 SPONSOR DELL EVENTO SPONSOR DI ISACA VENICE CHAPTER CON IL PATROCINIO DI 2 La famiglia COBIT 5 3 Aprile

Dettagli

Standards for a Safer World. Sistemi di certificazione volontaria legati alla sicurezza alimentare"

Standards for a Safer World. Sistemi di certificazione volontaria legati alla sicurezza alimentare Le novità dettate dai nuovi regolamenti UE 852 853 854 882/04 Treviso 27 ottobre 2005 Sistemi di certificazione volontaria legati alla sicurezza alimentare" Dott.ssa Silvia Tramontin Standards for a Safer

Dettagli

APRE Agenzia per la promozione della Ricerca Europea. Keji Adunmo & Monique Longo, APRE Punti di Contatto Nazionale per il tema SSH

APRE Agenzia per la promozione della Ricerca Europea. Keji Adunmo & Monique Longo, APRE Punti di Contatto Nazionale per il tema SSH APRE Agenzia per la promozione della Ricerca Europea Keji Adunmo & Monique Longo, APRE Punti di Contatto Nazionale per il tema SSH AGENDA: 1. APRE come National Contact Point 2. Il Network dei National

Dettagli

Sustainability consulting

Sustainability consulting Consulenza per la Sostenibilità Sustainability consulting 25 anni di esperienza nel campo della sostenibilità 25 years of experience in sustainability consulting Profilo europeo e internazionale European

Dettagli

La programmazione Europea 2014-2020

La programmazione Europea 2014-2020 La programmazione Europea 2014-2020 Mariachiara Esposito Funzionario Servizi Direzionali - Ufficio di collegamento Regione Toscana con le istituzioni comunitarie a Bruxelles I programmi europei 2014-2020

Dettagli

Trasformare dati grezzi in Informazioni strategiche. Fredi Agolli, Country Manager 12 novembre 2013

Trasformare dati grezzi in Informazioni strategiche. Fredi Agolli, Country Manager 12 novembre 2013 Trasformare dati grezzi in Informazioni strategiche Fredi Agolli, Country Manager 12 novembre 2013 Dati mobile: la spesa si fa in metro Il motore è intelligente: i sensori smart delle grandi macchine Big

Dettagli