Preistoria Storia Cultura Usi e costumi Curiosità

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Preistoria Storia Cultura Usi e costumi Curiosità"

Transcript

1 6 Viaggiamo nel tempo Preistoria Storia Cultura Usi e costumi Curiosità Sommario La vita sulla Terra... 6 Prima dell uomo... 8 Dalla scimmia all Homo sapiens La scoperta del fuoco La diffusione nei continenti I primi villaggi Caccia, pesca e raccolta La nascita dell agricoltura Le prime armi Addomesticare gli animali Pitture rupestri La vita nel villaggio La grande glaciazione Popoli primitivi oggi Le prime civiltà... 34

2 La vita sulla Terra L unico pianeta dell Universo noto in cui si sono sviluppate forme di vita è la Terra: animali e vegetali hanno occupato ogni latitudine del Pianeta, evolvendosi nelle zone polari come all equatore. molti degli animali qui raffigurati sono estinti attinie: anemoni o pomodori di mare un antenato della seppia Com è nata la vita sulla Terra? Secondo gli scienziati l abiogenesi, ovvero l origine della vita, è avvenuta in una particolare soluzione, ricca di molecole di carbonio, nota con il nome di brodo primordiale. L ossigeno, fondamentale per l evoluzione delle specie, fu prodotto da organismi unicellulari. colonie di porifere o spugne La Terra fu sconvolta da violente eruzioni e terremoti finché i continenti non si separarono. lungo anche 2 m un euripteride, o scorpione di mare LA VITA SULLA TERRA Che cosa si intende per essere vivente? Batteri, alberi e primati sono tutti esseri viventi, eppure presentano differenze evidenti. Ciò che li unisce è la capacità di interagire con l ambiente per lo sviluppo e la riproduzione, e di trasferire così i propri geni alla discendenza. Le molecole organiche come gli amminoacidi che si agitavano nel brodo primordiale sono chiamate i mattoni della vita poiché da esse ebbero origine tutte le specie. Come si svilupparono? Furono necessari centinaia di milioni di anni e un elevato numero di tentativi regolati dalla selezione naturale perché dal mondo inorganico potessero nascere i primi esseri viventi, che si svilupparono in seguito a reazioni tra i nucleotidi e i gas dell atmosfera primordiale. La colonizzazione della terraferma da parte degli esseri viventi si fa risalire a circa 350 milioni di anni fa. il progenitore di ogni mammifero Molte specie si svilupparono velocemente nell Era cambriana: per questo ci si riferisce al periodo come esplosione cambriana. antichi invertebrati I primi organismi monocellulari nacquero probabilmente circa tre miliardi e mezzo di anni fa. comparsa degli anfibi dalla vita subacquea a quella terrestre 6 7

3 8 PREISTORIA Prima dell uomo Dagli anfibi si svilupparono i dinosauri, un gruppo di rettili che comparve sulla Terra nel Triassico e dominò il Pianeta fino all estinzione, avvenuta circa 65 milioni L ambra è una resina che fossilizzando, conserva di anni fa per cause a tutt oggi dibattute. al suo interno gli insetti o i vegetali intrappolati. Quando furono scoperti? Tutto ciò che sappiamo dei dinosauri deriva dallo studio dei fossili: i primi reperti, individuati in America alla fine del XVII secolo, non furono riconosciuti come resti di rettili preistorici e vennero scambiati per corvi giganteschi. Che dimensioni avevano? I dinosauri più antichi erano agili e piccoli, ma con il passare del tempo le specie si differenziarono molto: ai minuti Compsognathus, lunghi poco più di mezzo metro, si affiancarono rettili colossali, lunghi oltre 30 m. un esemplare di Oviraptor Dinosauro significa lucertola terribile : il nome fu coniato dal paleontologo Richard Owen nel il pianeta ai tempi dei dinosauri I dinosauri si distinguono in due grandi gruppi a seconda della forma del bacino: i saurischi, le cui ossa sono posizionate come nei moderni rettili, e gli ornitischi che possiedono un bacino simile a quello degli uccelli. La linea evolutiva degli uccelli però deriva curiosamente dai saurischi! L Oviraptor, letteralmente ladro di uova, fu così chiamato perché in un primo tempo si pensò che si nutrisse di uova; tale mito fu poi sfatato. ragno fossilizzato nell ambra E quale peso? I dinosauri differivano anche nel peso: dall Argentinosaurus con le sue 180 t ai 3 kg del Microraptor. un Brachiosaurus I sauropodi furono i più grandi animali che abbiano mai camminato sulla Terra: i più alti misuravano come un edificio di 9 piani! l inquinamento causato dai vulcani confronto con un uomo e un Compsognathus Le più antiche specie di dinosauro erano carnivore e addirittura, in rari casi, cannibali: in seguito si diffusero gli erbivori. Perché i dinosauri si estinsero? Gli studiosi non hanno ancora trovato conferme definitive, ma l ipotesi più accreditata è che i dinosauri si estinsero in seguito a un evento catastrofico come la caduta di un meteorite. L impatto di un meteorite sulla Terra potrebbe aver alterato le condizioni climatiche al punto da causare l estinzione di molte specie. il disastro ambientale PRIMA DELL UOMO Qual è la specie più conosciuta e famosa? Sicuramente il dinosauro che incute a tutt oggi più timore è il tirannosauro, un predatore alto anche 6 m dotato di mascelle ampie e potenti e denti aguzzi. Il tirannosauro si nutriva di altri dinosauri erbivori, anche di grande taglia. Nel Cretaceo si diffuse in Mongolia e in Nordamerica. L impatto del corpo celeste potrebbe aver incrementato l attività vulcanica, saturando l atmosfera con pulviscoli che oscurarono il Pianeta. 9

4 10 PREISTORIA Dalla scimmia all Homo sapiens Dopo la scomparsa dei dinosauri, la Terra si popolò di nuove specie, in genere più piccole, ma dotate di una caratteristica importante: un cervello più sviluppato. Erano i mammiferi, che avrebbero poi colonizzato tutto il Pianeta. Chi sono i progenitori dell uomo? Tra i mammiferi, il cervello si sviluppò sempre di più nei primati, da cui presumibilmente evolvette l uomo. Uno dei nostri più antichi progenitori è l australopiteco, un ominide che comparve circa quattro milioni di anni fa in Africa. Il suo cervello era meno della metà di quello dell uomo moderno. Molti studi di paleontologia combinata all analisi del DNA sono stati compiuti per chiarire se l Uomo di Neanderthal sia una specie autonoma rispetto all Homo sapiens. Stando ai risultati finora ottenuti, sembrerebbe che Neanderthal e sapiens appartengano a specie diverse; essi tuttavia convissero per migliaia di anni in Asia ed Europa. le pietre erano usate per rompere i gusci Molti dei mammiferi più antichi si sono estinti; il loro aspetto e le abitudini sono ricostruiti attraverso lo studio dei fossili. Homo sapiens Australopitecus afarensis Uno scheletro parzialmente integro di australopiteco fu rinvenuto nel 1974 in Etiopia. Il reperto fu battezzato Lucy in onore dell omonima canzone dei Beatles, Lucy in the Sky with Diamonds. Megazostrodon l evoluzione della vita Macrauchenia Brontotherium Smilodon Quali caratteristiche avevano gli ominidi? Gli ominidi, un gruppo di cui fanno parte oranghi, gorilla, scimpanzé, australopitechi e il genere Homo sono accomunati da diverse caratteristiche: hanno un patrimonio genetico pressoché identico ed esibiscono alcuni comportamenti sociali tipici, come l organizzazione gerarchica del branco e primitive forme di linguaggio. mammut Homo erectus o pitecantropo dinosauri Paramys Archaeopteryx I mammiferi comparvero nell Era mesozoica. La taglia ridotta e la capacità di scavare rifugi probabilmente li salvarono dagli eventi che causarono l estinzione dei dinosauri. i primi organismi unicellulari andatura bipede fisico minuto: altezza intorno al metro, peso sui kg Pur essendo bipedi, gli australopitechi conducevano buona parte della vita sugli alberi dove trovavano cibo e protezione. DALLA SCIMMIA ALL HOMO SAPIENS Lucy visse 3,2 milioni di anni fa circa. Il suo corpo fu fortunatamente risparmiato dagli animali sicché lo scheletro rimase integro e si fossilizzò, permettendo ai resti di conservarsi. Come vengono classificati gli antenati dell uomo? Forse il primo Homo che riuscì a padroneggiare gli utensili di pietra fu l Homo habilis, un ominide che visse circa tre milioni di anni fa. La sua abilità nella scelta dei materiali adatti per gli strumenti non fu superata nemmeno dall Homo erectus, che pure aveva maggiore capacità cranica. Entrambi furono nettamente superati dall Uomo di Neanderthal. Quale specie è il più vicino antenato dell uomo? L uomo moderno appartiene alla sottospecie Homo sapiens sapiens; un antica varietà della specie si diffuse in Europa, Asia, Nordafrica e Nordamerica nel Paleolitico superiore e viene chiamata Uomo di Cro-Magnon. 11

5 12 PREISTORIA La scoperta del fuoco Circa anni fa l uomo imparò a gestire il fuoco: questa capacità, insieme all abilità di cacciare e di adattarsi all ambiente, consentì alla specie umana di migrare in Europa e Asia, colonizzando così buona parte delle terre. La possibilità di cuocere il cibo modificò l aspetto dell uomo: la mandibola per esempio, dovendo macinare carni più tenere, si ridusse di dimensioni. il fuoco è utilizzato per illuminare, cucinare e difendersi Il fuoco fu un alleato di grande efficacia per l uomo primitivo: per questo e per il suo fascino ipnotico fu divinizzato ed ebbe nelle religioni antiche e nei miti un ruolo sacro, magico o rituale. Anche per i filosofi greci il fuoco era una delle quattro essenze che costituivano il mondo (con terra, acqua e aria). Perché è così importante? Grazie al fuoco l uomo poté cuocere i cibi, illuminare le caverne, riscaldarsi e allontanare i predatori. Quali conseguenze ebbe la scoperta del fuoco? Imparare ad addomesticare le fiamme portò l uomo verso le abitudini che ancora oggi lo caratterizzano: consentì per esempio le prime pitture rupestri (e dunque la nascita dell arte) e fece sì che i gruppi si riunissero attorno al focolare per consumare i pasti, facilitando l instaurarsi dei legami familiari. un insediamento primitivo Tutti gli animali sono intimiditi dal fuoco: anche l uomo dovette vincere un iniziale paura per utilizzarlo. Inizialmente l uomo osservò il fuoco come un fenomeno naturale, scaturito per esempio dalla caduta di un fulmine su un albero. Il fuoco può anche essere utilizzato per inviare messaggi: la forma delle nuvole di fumo, visibili anche da lontano può comunicare importanti informazioni. il fuoco come arma il metodo per sfregamento materiale infiammabile LA SCOPERTA DEL FUOCO In quali modi può essere ottenuto? In tempi preistorici i metodi per creare una fiamma erano due: per sfregamento e per percussione. Nel primo caso si sfregano due legnetti intrisi di materiale infiammabile finché questo non prende fuoco; nel secondo si battono tra loro due pietre in modo che ne scaturisca una scintilla. Anche i raggi solari, focalizzati in un unico punto da una lente, possono creare una fiamma. i legni venivano appoggiati su un letto di sterpaglie 13

6 14 PREISTORIA La diffusione nei continenti Già i primi ominidi si spostarono all interno del continente africano due milioni di anni fa. Gruppi di ominidi migrarono poi verso l Europa e l Est asiatico, fino a raggiungere America e australia. Che cosa spinse gli ominidi a migrare dall Africa? Gli ominidi come l Homo erectus, abbastanza evoluti da fabbricare armi semplici, divennero assai numerosi e dovettero quindi migrare alla ricerca di cibo. Reperti di questi antenati, infatti, sono stati trovati in Indonesia e Cina. spedizione esplorativa Si è calcolato grazie a simulazioni matematiche che la velocità di migrazione degli ominidi fosse di circa 1 km all anno via terra. I migranti via costa avanzavano mediamente di 3-4 km all anno. animali nella savana Le prime migrazioni iniziarono quando gli ominidi presero a seguire gli animali che a loro volta andavano in cerca di cibo. il passaggio a nord i primi insediamenti nordamericani In Asia e Australia sono state ritrovate collane fatte con conchiglie e denti di animali. È presumibile che la gioielleria fosse un segno di riconoscimento per le autorità e i membri di spicco all interno della tribù. la colonizzazione delle Americhe Quale fu il tragitto delle prime migrazioni? In base al ritrovamento dei reperti, si è dedotto che i primi uomini partirono dall Africa nordorientale circa anni fa (secondo studi recenti anni fa), per seguire il corso delle coste asiatiche e stanziarsi in India. Quali nuove mete raggiunsero in seguito? Le popolazioni che raggiunsero l India colonizzarono poi da una parte la Cina e dall altra il Sud-Est asiatico con le isole. Da qui, anni fa, si spinsero in Nuova Guinea e quindi in Australia. la migrazione all interno del continente africano le fasce più adatte alla vita sono quelle temperate fino in Australia In quali zone infine si stanziarono? L uomo riuscì dopo molti anni a colonizzare ogni zona del Pianeta: l area tuttavia dove nacque la storia è il Medi Oriente e precisamente la Mesopotamia. la vita in Australia Gli ominidi che si trasferirono in Tasmania anni fa trovarono un clima assai rigido, ma riuscirono a sopravvivere cacciando wallaby e canguri. migrazione attraverso l Asia LA DIFFUSIONE NEI CONTINENTI Il processo di colonizzazione dell Australia richiese molto probabilmente migliaia di anni. Come raggiunsero il continente americano? Circa anni fa, dove ora si trova lo stretto di Bering, il continente americano e l Asia erano uniti da un largo istmo. Questo permise ai nostri antenati di raggiungere l America più di anni fa. Anche molte specie animali, tra cui ghepardi e leoni, utilizzarono il passaggio per colonizzare le nuove terre. Gli ominidi si spostavano via mare in canoe rudimentali. Raggiunte terre ricche di risorse, l uomo rimase tendenzialmente nomade, ma iniziò a limitare gli spostamenti in aree ben definite. Nacquero, quindi, piccole comunità composte da cinquanta individui al massimo. 15

7 I primi villaggi Gli uomini preistorici vivevano in condizioni difficili, spesso soccombendo al freddo e agli animali feroci: per difendersi e aiutarsi iniziarono perciò ad aggregarsi in villaggi. Dove nacquero i primi insediamenti umani? Gli uomini preistorici cercavano solitamente di rimanere in prossimità di rifugi naturali, come caverne e boschi, ma, riuscendo sempre a trovare ripari adatti, impararono a costruirsi piccole case, utilizzando rami e pelli. È altamente probabile che proprio nei primi insediamenti umani sia nato il linguaggio, anche se non abbiamo alcun documento o testimonianza a favore di questa teoria. Quali strumenti si fabbricavano? Buona parte delle punte, utilizzate per uccidere e scuoiare gli animali, erano fatte con selci appuntite. Gli aghi usati per cucire le pelli erano invece ricavati dall osso, così come alcuni tipi di lame. Il legno era invece usato per l impugnatura di alcune armi e forse per alcuni tipi di contenitori. ossa usate come rinforzo Ossa di mammut, pellicce e paglia furono usati come elementi per costruire ripari in Ucraina e Siberia. Le ossa degli animali erano utilizzate sia come decorazioni sia per ottenere utensili: quelle con un estremità tonda e resistente erano usate come martelli. alcune rocce offrono protezione Per quali occasioni si univano le tribù? Le testimonianze relative alla vita preistorica sono frammentarie, ma secondo gli studiosi, nei villaggi si raggruppavano tribù di diverse famiglie. Queste probabilmente si univano per la caccia e per i riti che si praticavano in certi periodi dell anno: si suppone, infatti, che i nostri antenati venerassero una dea della fertilità. Uno dei primi siti africani dove gli uomini si raggrupparono in villaggi è il Kalemba, in Zambia, dove si trovano grandi colline che offrono riparo. all interno del villaggio ognuno ha un ruolo la capanna è sostenuta da una struttura in legno trasportano le armi e la preda I PRIMI VILLAGGI Gli animali più cacciati erano mammut, capre selvatiche, cervi, bisonti e cavalli. copertura di pelli i cacciatori rientrano al villaggio I cacciatori percorrevano grandi distanze alla ricerca di cibo, ma tornavano sempre negli stessi luoghi, dove sapevano di trovare riparo: questi siti erano noti ai membri della stessa tribù. più famiglie condividevano una stessa abitazione 16 pelli lavorate sono appese al sole per far evaporare l umidità dai tessuti lance di legno puntali di pietra 17

8 CACCIA, PESCA E RACCOLTA Caccia, pesca e raccolta Prima che l uomo imparasse a coltivare, il sostentamento della comunità era assicurato grazie a tre attività fondamentali: caccia, pesca e raccolta. Quali animali erano cacciati? Durante la glaciazione furono i grandi mammiferi come il mammut a essere bersaglio della caccia; con lo scioglimento dei ghiacci e l estinzione di molte specie invece l uomo ripiegò su elefanti, rinoceronti, bisonti, renne e cavalli. la caccia di gruppo assalto ai mammut Nel Neolitico, uomini e donne raccoglievano erbe, tuberi e frutta. In particolare erano apprezzati i frutti di bosco. frutta e bacche selvatiche Quali altri alimenti erano diffusi? La carne rappresentava una voce molto importante nell alimentazione dell uomo preistorico, ma non era l unica: la caccia infatti era integrata dalla pesca in acqua dolce (che forniva trote, storioni, animali acquatici e salmoni) e dalla raccolta di frutti e vegetali. Da alcuni animali erano estratti grassi utili per accendere le torce. i rischi della caccia erano molto elevati terre ghiacciate gli Smilodon erano molto aggressivi Le tigri dai denti a sciabola (Smilodon) in realtà attaccavano più facilmente prede assai più grandi dell uomo. Come erano cotte le carni? Le carni erano affumicate o arrostite in fosse riempite con tizzoni ardenti; in alcuni casi i cacciatori le lessavano in contenitori di corteccia. I mammut erano erbivori piuttosto timidi: in genere aggredivano l uomo solo in risposta a un attacco. Quali tecniche erano usate? Anzitutto gli uomini cercavano di isolare un individuo dal branco: poi lo spaventavano brandendo rami infuocati, lo circondavano e infine lo trafiggevano con aste appuntite nelle parti vitali. torcia infuocata Un altra tecnica diffusa consisteva nell allestire una trappola, come una buca poi mimetizzata, e quindi farvi cascare la preda. la caccia mieteva molte vittime le armi sono aste di legno appuntite gli uomini circondano l animale Come era effettuata la raccolta? Gli uomini conoscevano i cicli naturali e quindi sceglievano i tempi e i luoghi in cui la raccolta era più abbondante. Caccia, pesca e raccolta furono praticate anche dopo l introduzione dell agricoltura: le tecniche di coltivazione erano ancora troppo primitive per garantire un apporto sufficiente alla comunità. La terra si esauriva rapidamente, per cui i villaggi neolitici erano abitati per breve tempo: non più di quindici anni! 18 19

9 20 PREISTORIA La nascita dell agricoltura La caccia, così come la raccolta, era un attività ad alto rischio, sia perché chi la praticava metteva a repentaglio la propria vita sia perché non sempre clima, fortuna e condizioni locali favorivano gli uomini: perciò nacque l agricoltura. la stagione della raccolta il lavoro nei campi chicchi di cereale Quali miglioramenti portò? L agricoltura diede all uomo la possibilità di controllare le riserve di cibo e con essa quella di stabilirsi in un sito dove dedicarsi a più attività contemporaneamente e costruire case sicure e confortevoli. pietra per polverizzare piano di appoggio Il frumento era posto su una tavola rocciosa e pressato con una pietra ovale per ricavare la farina. Ogni regione era caratterizzata da colture peculiari: in Mesopotamia si coltivavano i cereali selvatici, in Cina riso e miglio e in America mais, zucche, patate e legumi. un falcetto di ferro Dove si sviluppò l agricoltura? I primi agricoltori si stabilirono nelle terre orientali del Mediterraneo, corrispondenti agli attuali stati di Siria, Israele, Palestina e alla confluenza di Tigri ed Eufrate. Qui, grazie alle piogge abbondanti, il grano cresceva spontaneamente. Per questo, e per la sua forma se vi si include anche l Egitto, la regione era detta la Mezzaluna fertile. le terre coltivate ceste di vimini per la raccolta Pur essendo l attività contadina molto faticosa, gli agricoltori non passavano tutto il tempo nei campi. Svilupparono sistemi religiosi complessi con riti e cerimonie cadenzate dall alternarsi delle stagioni e produssero nuove forme d arte come sculture d argilla decorate con motivi geometrici. prima della scoperta dei metalli, i falcetti erano di legno Al momento della raccolta tutti i componenti di una famiglia collaboravano: anche i bambini più piccoli cercavano di aiutare. la selezione dei semi nascono nuove attività LA NASCITA DELL AGRICOLTURA l uomo sceglie i semi delle piante che forniscono maggiori raccolti piante in crescita Come erano gestiti i raccolti sovrabbondanti? Intorno al 9000 a.c. gli uomini capirono che potevano piantare alcune erbe e crescerle anche laddove non nascevano spontaneamente. Ciò moltiplicò la resa dei raccolti che vennero in parte stipati nei granai per i periodi di siccità e in parte destinati ai commerci. Le prime colture estensive fecero sì che alcuni membri della comunità, non più assillati dalla necessità di cercare cibo potessero dedicarsi ad attività nuove e meno faticose. Come si diffuse? I contadini si arricchirono grazie all eccesso dei raccolti e ampliarono i villaggi fino a farli diventare piccole città. I terreni intorno ai nuclei abitativi erano seminati e adibiti al pascolo, mentre in città la popolazione prosperava, perciò, fu necessario fondarne di nuove. 21

10 22 PREISTORIA Le prime armi Le prime armi fabbricate dall uomo erano rudimentali: sassi appuntiti o bastoni abbastanza grandi e resistenti da poter essere usati come armi contundenti. Le pitture rupestri mostrano molte scene di caccia: forse gli uomini consideravano i dipinti benauguranti. Gli strumenti affilati che usava l uomo primitivo per tagliare la carne dovevano essere davvero efficaci: è stato stimato in base ai ritrovamenti, infatti, che con questi semplici coltellini di pietra l uomo arrivasse a tagliare animali grossi il doppio degli attuali elefanti! caccia con l arco gli ominidi selezionano le ossa utili Le frecce nacquero prima dell arco: lanciate attraverso fionde o propulsori chiamati atlatl, erano fabbricate con legno di pino e punta di selce; potevano essere lunghe anche cm. Che cos è un amigdala? L amigdala è una pietra a forma di mandorla, scheggiata in modo da essere tagliente su due lati e per questo nota anche con il nome di bifacciale. Facile da trasportare, fu il primo strumento che l Homo erectus usò per tagliare. Con che cosa pescavano? Animali acquatici come foche e leoni marini o pesci guizzanti come il salmone erano arpionati con strumenti d osso; la fabbricazione delle punte richiedeva un lavoro molto lungo. Quando nacque l arco? Le prime raffigurazioni dell arco sono molto antiche: presumibilmente fu inventato almeno anni fa. A Homelgaard, in Danimarca, sono stati ritrovati una serie di archi in legno di olmo lunghi tra i 150 e i 170 cm e larghi meno di 6 cm. gli ominidi capirono che le ossa potevano essere usate anche come armi L uomo primitivo utilizzava per lo più armi semplici come la clava: esse non sono arrivate ai giorni nostri a causa della deperibilità del legno. le punte sono legate al bastone di legno Quando la cacciagione era fresca, gli uomini separavano non solo le ossa, ma anche la pelliccia e i tendini che poi sarebbero serviti come legacci per fissare le punte alle lance. LE PRIME ARMI fabbricazione di lance Le lance erano armi molto diffuse poiché adatte sia come armi da mischia sia da lancio. Costruite inizialmente in solo legno, furono poi migliorate quando si iniziarono a usare tipi di legno che permettevano di affilare la punta con buoni risultati. In tutto il mondo le lance richiamano alla mente un idea di potenza e coraggio. Nella cultura cinese, la lancia, chiamata Qiang, è considerata la regina di tutte le armi. Tra i Celti invece era uso rompere la punta della lancia di un guerriero morto perché essa non fosse riutilizzata. I Macedoni svilupparono tecniche di guerra usando lance lunghe fino a sei metri, mentre presso i Romani le lance erano date in dotazione ai corpi scelti. Perché certe armi erano seghettate? Le tacche affilate su uno o entrambi i lati di un arma permettono alla punta di penetrare facilmente nella preda e la trattengono al suo interno. 23

11 Addomesticare gli animali La vita dei contadini era molto dura, specialmente quando la terra era da dissodare; per questo il bestiame addomesticato fu vitale anche per lo sviluppo dell agricoltura. l uomo non teme il cane e viceversa Può sembrare strano, ma il criceto, uno degli animaletti domestici più diffusi, fu addomesticato solo nel XX secolo. Il cane è addomesticato per difendere il territorio e i propri padroni. In una tomba risalente a anni fa sono stati rinvenuti i resti di un uomo che accarezza un cucciolo. Qual è stato il primo animale addomesticato? Probabilmente è il cane il primo animale che l uomo europeo rese domestico circa anni fa. Stretto parente del lupo, si cibava degli avanzi di caccia dell uomo e al contempo metteva in allarme gli uomini in caso di necessità. Le pecore sono importanti poiché forniscono carne, latte e soprattutto la lana. cane domestico Che cosa vuol dire addomesticare? Un animale è addomesticato quando interagisce con l uomo aiutandolo. Gli animali selvatici sono in genere molto diffidenti e le loro uniche interazioni con l uomo sono l attacco o la fuga; di norma inoltre sono più aggressivi e grandi di quelli addomesticati. In Cina già nel 3000 a.c. si allevavano i bachi da seta: da questi piccoli insetti infatti si ricava questo pregiato tessuto. un villaggio nella foresta Quali altri animali furono addomesticati? Tra i e gli 8000 anni fa iniziò l allevamento di capre, pecore, mucche e maiali che divennero comuni in ogni insediamento. Dopo recenti ritrovamenti si è scoperto che anche il gatto fu addomesticato in tempi molto antichi. foresta di latifoglie Asini e cavalli furono cacciati a lungo per la loro carne; solo nel 3000 a.c. l uomo riuscì a domarli, utilizzandoli non più come fonte di cibo, ma come mezzo di trasporto. non fu facile addomesticare l asino Nel 4000 a.c. l uomo riuscì ad allevare le api: il miele estratto dal favo era una risorsa preziosa nei periodi di carestia. le pecore erano preziose per il vello ADDOMESTICARE GLI ANIMALI Gli studiosi non sono concordi sull addomesticamento del gatto: secondo alcuni, infatti, esso sarebbe stato solo domato. L animale domato può vivere in simbiosi con l uomo, ma mantiene indole e aspetto tipici della specie selvatica, mentre l addomesticato è assai diverso dal corrispettivo selvaggio. i maiali fornivano carne in grande quantità 24 25

12 Pitture rupestri Le prime forme d arte furono realizzate dai cacciatori nell Europa centrale: questi, infatti, rappresentarono sulle pareti delle caverne grandi branchi di animali. Perché iniziare a dipingere? La vita dell uomo preistorico era così difficile che è strano pensare che trovasse il tempo di dedicarsi alle arti. E in effetti il suo scopo era diverso dalla pura rappresentazione del bello: secondo molti studiosi, la pittura aveva un significato magico, per cui l uomo dipingeva gli animali che si augurava di cacciare. Le pitture sono documenti inestimabili per capire come i nostri antenati cacciassero. Grazie a esse si è capita una tecnica che consisteva nel disporsi lungo un tracciato e attendere il passaggio di una nutrita mandria di animali. Spaventandoli con le torce accese li si deviava verso un percorso che terminava in un precipizio; quindi con calma si scendeva a recuperare la carne. grotta preistorica In Australia furono realizzati disegni con una tecnica oggi nota come stencil: l oggetto prende forma accentuandone il contorno. i disegni raccontano la caccia Quali tecniche furono utilizzate per le pitture? Nelle pitture più antiche l oggetto era rappresentato semplicemente ponendo il colore con le mani. Alcuni in seguito si accorsero che le figure spiccavano se se ne incidevano i contorni con una punta acuminata; poi si procedeva a colorare usando una sorta di cerbottana spara-colore. i colori più usati rosso-ocra segni di colore su pietra nero-carbone PITTURE RUPESTRI bianco-argilla I minerali usati per i colori più comuni erano polverizzati e mischiati con acqua. I pigmenti usati per le pitture rupestri sono molto resistenti: ancora oggi, dopo anni, i colori sono vivaci e ben visibili. C erano altre forme d arte? Molto diffusa era la scultura, praticata su pietre, corni e ossa: le figure riproducevano sia animali sia fattezze femminili assai prosperose. Vari monili e gioielli erano inoltre creati con l avorio. Una delle grotte più antiche è quella di Chauvet, i cui disegni risalgono a circa anni fa

13 La vita nel villaggio Con la diffusione dell agricoltura a ovest, dall Asia Minore e attraverso la Turchia fino all Europa, sorsero molti villaggi, ciascuno vicino ai campi per il pascolo e la raccolta. Già anni fa l uomo amava la musica. Ne è prova il ritrovamento effettuato in Germania di un flauto che risale appunto al Paleolitico. Lo strumento, lungo più di 20 cm, è stato ricavato dall osso di un avvoltoio ed è giunto ai giorni nostri in buone condizioni. A un estremità presenta una forma a V, dove soffiava il musicista. alcuni uomini fabbricano armi appuntite per la caccia Laddove la terra era paludosa, assai umida o soggetta a allagamenti, gli uomini costruivano passerelle di legno: in questo modo il passaggio era assicurato in ogni periodo dell anno. tetti di paglia Come erano costruite le case? Pur differendo a seconda del luogo, le case avevano in genere un unico ambiente riscaldato da un focolare. Il tetto era ricoperto con canne o paglia. le abitazioni del villaggio erano a pianta circolare Che cosa differenziava gli insediamenti? Il terreno a sud era più adatto alla coltivazione e al pascolo degli ovini, mentre al nord era più comune l allevamento di maiali. la concia di una pelliccia rientro dalla caccia la pelle è rasata con una pietra affilata La pelle, fondamentale per sopravvivere al gelo, va separata dal grasso sottocutaneo con utensili taglienti. un commerciante si appresta a scaricare sacchi di grano in cambio di altri beni Come avvenivano le sepolture? Già in tempi molto antichi era uso seppellire i morti importanti con gli oggetti che avevano accumulato in vita. la preparazione della cena buca nel terreno con tizzoni LA VITA NEL VILLAGGIO Che ruolo avevano boschi e foreste? La vicinanza ai boschi era molto importante per vari motivi: vi si trovavano infatti animali come i cervi e gli orsi, importanti sia per la carne sia per la pelliccia, e piante commestibili; inoltre, il legname era fondamentale per le costruzioni. I cibi erano cotti in una buca riscaldata da carboni ardenti oppure erano sistemati in recipienti di ceramica o pelle e quindi posti sul fuoco. Per muoversi con agio sulle nevi e raggiungere prima i villaggi, gli uomini si legarono delle assi di legno ai piedi: nacquero così gli sci, 4500 anni fa. Contenitori di ceramica e sacche di pelle erano indispensabili per stivare le riserve di cibo. Perché era importante la vicinanza ai fiumi? I villaggi erano collegati da un sistema di sentieri, ma il modo più rapido per viaggiare dall uno all altro era navigando sui fiumi: in questo modo i commercianti potevano trasportare anche grandi quantità di beni

14 La grande glaciazione Il clima della Terra attraversò fasi alterne di caldo intenso e freddo fino all ultima glaciazione, che raggiunse l apice circa anni fa. Quali terre ghiacciarono? Il grande freddo calò dal nord inglobando nei ghiacci Scandinavia, Siberia e Inghilterra mentre poco più a sud si andava formando la tundra. La fascia che comprende Spagna, Italia, Grecia e Paesi balcanici fu invece ricoperta di foreste. il capo tribù guidava la spedizione in genere portava un pendente d osso La glaciazione con le sue difficili condizioni di vita, forzò gli uomini a inventare nuovi sistemi di sopravvivenza: per esempio, per venire incontro alle scarse risorse disponibili, nacquero i primi commerci. La necessità di scambiare prodotti con altri gruppi fece nascere l esigenza di avere un capo che trattasse per conto della comunità. Il livello del mare era più basso durante la glaciazione: ciò significa che alcune terre che oggi sono separate allora erano unite. l esodo di una tribù in alta montagna la mappa mostra quali zone ghiacciarono Quali tecniche appresero? Per la sopravvivenza divenne necessario imparare a seguire le tracce delle prede quando queste riuscivano a sopravvivere agli attacchi e di pari passo fu fondamentale produrre armi sempre più sofisticate per limitare gli inseguimenti. la popolazione si sposta con gli animali addomesticati Uno degli animali più cacciati durante la glaciazione fu il mammut. La sua carne infatti era molto apprezzata, le sue zanne d avorio riutilizzate per fabbricare utensili o armi e la sua pelliccia ricercata per via dello spessore e della qualità. La specie si estinse circa anni fa, ma alcuni studiosi hanno scoperto di recente un esemplare nei ghiacci artici; l animale era talmente ben conservato e le sue carni si erano mantenute così bene che le si sarebbero potute mangiare. gli ominidi vanno in esplorazione LA GRANDE GLACIAZIONE Come si organizzarono gli uomini per vivere? Gli uomini cercarono di adattarsi al clima, praticando in ogni zona una diversa strategia di caccia: le attuali regioni russe erano terreno di caccia per grandi prede, come i mammut, mentre i pescatori rimanevano vicino alla tundra. Gli uni e gli altri cercavano riparo nelle foreste dove potevano anche reperire eventuali altre forme di cibo, come verdure, piccola cacciagione e funghi. portano con sé i propri averi Durante l era glaciale i valichi di montagna divennero insormontabili per gli uomini che cercavano di spostarsi alla ricerca di luoghi più favorevoli. Come riuscirono a resistere al freddo? Gli uomini impararono a lavorare schegge di osso per ottenere gli aghi: grazie a questi fu possibile cucire assieme pezzi di pelle per ottenere vesti pesanti

15 Popoli primitivi oggi un aborigeno australiano Ancora oggi esistono popoli che si sono stanziati in una determinata area in epoche preistoriche e hanno respinto ogni tentativo di assimilazione. Il didgeridoo è uno strumento a fiato tipico dell Australia. Chi sono gli aborigeni? Gli aborigeni sono quei popoli che fin dall antichità si sono radicati in un territorio e hanno protetto le proprie lingue, istituzioni e culture dal colonialismo, specialmente quello europeo. Fanno parte del gruppo quindi i nativi americani, gli indigeni australiani, i Bantu, i Pigmei, i Boscimani e gli abitanti dell Amazzonia; questi ultimi sono gli unici ad aver mantenuto la sovranità nel proprio Paese. Gli indigeni dell Amazzonia parlano un linguaggio molto particolare: non esistono parole per esprimere precise quantità (non si usano i numeri) e i colori. Alcune espressioni inoltre sono prodotte solo fischiando! A quali attività si dedicano? I popoli aborigeni sono per lo più cacciatori-raccoglitori e possiedono più accampamenti distribuiti nel territorio conosciuto, presso i quali si spostano quando le risorse iniziano a scarseggiare. Gli aborigeni dell Amazzonia si dipingono il corpo per mimetizzarsi e per evidenziare il ruolo sociale. Come vivono al nord? Poiché il territorio vicino al circolo polare artico non è adatto alla coltivazione, le popolazioni native nordiche, come gli Inuit, sopravvivono grazie alla caccia di foche, caribù e mammiferi marini. D estate vivono in tende coperte con pelli di foca, mentre d inverno creano piccoli rifugi, chiamati igloo, accatastando blocchi di ghiaccio. i nativi dell Amazzonia con i tipici segni tribali Quali popoli sono scomparsi? Molte culture aborigene sono a rischio di estinzione; alcune, come quelle della Tasmania, furono completamente distrutte dall invasione europea. POPOLI PRIMITIVI OGGI caccia con l arco Caccia e pesca sono praticate con arco e frecce avvelenate. L igloo, costruito con mattoni di neve pressata, ha una tipica forma a cupola con un piccolo foro in alto. Date le ridotte dimensioni, con l accensione di un fuoco può arrivare a mantenere al suo interno la temperatura di 17 C. E nella fascia equatoriale? Molte etnie abitano l Africa equatoriale: tra queste i Pigmei, un popolo i cui componenti si dedicano alla caccia con arco e frecce e alla pesca. Gli sciamani usano infusi di erbe per guarire i pazienti. l arte medica 32 33

L ENERGIA NELLA STORIA: dalle prima fonti energetiche alle rinnovabili.

L ENERGIA NELLA STORIA: dalle prima fonti energetiche alle rinnovabili. L ENERGIA NELLA STORIA: dalle prima fonti energetiche alle rinnovabili. Nella fisica classica l energia è definita come la capacità di un corpo o di un sistema di compiere lavoro (Lavoro: aggiungere o

Dettagli

Non è la specie più forte che sopravvive né la più intelligente ma quella più ricettiva ai cambiamenti. Charles Darwin (1809-1882)

Non è la specie più forte che sopravvive né la più intelligente ma quella più ricettiva ai cambiamenti. Charles Darwin (1809-1882) Non è la specie più forte che sopravvive né la più intelligente ma quella più ricettiva ai cambiamenti Charles Darwin (1809-1882) L evoluzione secondo LAMARCK (1744-1829) 1. Gli antenati delle giraffe

Dettagli

RELAZIONE MOSTRA: FOOD, LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO

RELAZIONE MOSTRA: FOOD, LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO RELAZIONE MOSTRA: FOOD, LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO La mostra è allestita nelle sale del Museo di Storia Naturale di Milano dal 28 Novembre 2014 al 28 Giugno 2015. Affronta il complesso tema del cibo

Dettagli

La terra di Punt. Per saperne di più. Ricostruire la storia

La terra di Punt. Per saperne di più. Ricostruire la storia Ricostruire la storia La terra di Punt Tuthmosi II ebbe, come tutti gli altri faraoni, molte mogli, ma la sua preferita era Hatshepsut, da cui però ebbe soltanto figlie femmine. Alla morte di Tuthmosi

Dettagli

CHE COS È IL CLIMA? Gli elementi del clima. Scopro le parole. 1 Voyager 4, pagina 159

CHE COS È IL CLIMA? Gli elementi del clima. Scopro le parole. 1 Voyager 4, pagina 159 CHE COS È IL CLIMA? L atmosfera: è l aria che circonda la Terra. Ti è capitato di vedere in televisione o su un giornale le previsioni del tempo? La persona che parla spiega che cosa succede nell aria

Dettagli

MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE VOLUME 1 CAPITOLO 2 ... ... ... ... ... ...

MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE VOLUME 1 CAPITOLO 2 ... ... ... ... ... ... VOLUME 1 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE ACQUE INTERNE 1. Parole per capire A. Conosci già queste parole? Scrivi il loro significato o fai un disegno: valle... ghiacciaio... vulcano... cratere...

Dettagli

Oppure si lavorava l argilla con il tornio (figg. 4 5).

Oppure si lavorava l argilla con il tornio (figg. 4 5). Ceramica Nell antichità il vaso non era un semplice un semplice oggetto utile nella vita quotidiana, ma era anche merce di scambio. Il lavoro del vasaio, inizialmente era collegato alle stagioni e dunque

Dettagli

IL CIELO PER GLI ANTICHI I fenomeni celesti più appariscenti e l influsso che hanno avuto sulla storia

IL CIELO PER GLI ANTICHI I fenomeni celesti più appariscenti e l influsso che hanno avuto sulla storia IL CIELO PER GLI ANTICHI I fenomeni celesti più appariscenti e l influsso che hanno avuto sulla storia Affronteremo un breve viaggio per scoprire il significato che la volta celeste aveva per i popoli

Dettagli

Cognome... Nome... LE CORRENTI MARINE

Cognome... Nome... LE CORRENTI MARINE Cognome... Nome... LE CORRENTI MARINE Le correnti marine sono masse d acqua che si spostano in superficie o in profondità negli oceani: sono paragonabili a enormi fiumi che scorrono lentamente (in media

Dettagli

Progetto, realizzazione e manutenzione di un laghetto da giardino - Direttive generali -

Progetto, realizzazione e manutenzione di un laghetto da giardino - Direttive generali - Progetto, realizzazione e manutenzione di un laghetto da giardino - Direttive generali - (tratto dalla relazione di Martino Buzzi del 17.09.06) Lo stagno: un angolo di natura Avere uno stagno nel proprio

Dettagli

Pietra dei solstizi di Montevila Perca (Alto Adige)

Pietra dei solstizi di Montevila Perca (Alto Adige) Dott. Huber Josef Pietra dei solstizi di Montevila Perca (Alto Adige) La pietra dei solstizi di Montevila é un blocco di granito con un volume di ca. 1,3 m³. Ha cinque fori con un diametro di ca. 3 cm

Dettagli

alluvioni e frane Si salvi chi può!

alluvioni e frane Si salvi chi può! alluvioni e frane Che cos è l alluvione? L alluvione è l allagamento, causato dalla fuoriuscita di un corso d acqua dai suoi argini naturali o artificiali, dopo abbondanti piogge, nevicate o grandinate,

Dettagli

GLI ANIMALI SI NUTRONO

GLI ANIMALI SI NUTRONO Azione 1 Italiano come L2 La lingua per studiare DISCIPLINA: SCIENZE Livello : A 2 GLI ANIMALI SI NUTRONO Gruppo 5 Autori: CRETI MARIELLA - GIONTI FRANCA Destinatari: alunni 1 biennio - scuola primaria

Dettagli

I tempi e le idee. il nuovo I tempi e le idee. La storia antica. Giuliano Gliozzi Ada Ruata Piazza Sergio Nicola

I tempi e le idee. il nuovo I tempi e le idee. La storia antica. Giuliano Gliozzi Ada Ruata Piazza Sergio Nicola Tempi_Idee_Nuovo-1storia pack_layout 1 29/06/11 10:02 Pagina 1 Giuliano Gliozzi Ada Ruata Piazza Sergio Nicola il nuovo I tempi e le idee La storia antica Gli avvenimenti e la vita materiale La trattazione

Dettagli

Slowfood. aprile 2010 ACQUA ALLE CORDE - PROFESSIONE HAPPYCOLTORE - DOVE OSANO LE VIGNE. Slowine. Acqua alle corde. Slowfood. Azioni sostenibili

Slowfood. aprile 2010 ACQUA ALLE CORDE - PROFESSIONE HAPPYCOLTORE - DOVE OSANO LE VIGNE. Slowine. Acqua alle corde. Slowfood. Azioni sostenibili 45 aprile 2010 ACQUA ALLE CORDE - PROFESSIONE HAPPYCOLTORE - DOVE OSANO LE VIGNE Slowfood aprile 2010 www.slowfood.it Acqua alle corde Azioni sostenibili Professione happycoltore La rete delle comunità

Dettagli

unità B3. Le teorie sull evoluzione

unità B3. Le teorie sull evoluzione documentazione fossile è provata da embriologia comparata anatomia comparata biologia molecolare L evoluzione avviene per selezione naturale microevoluzione può essere macroevoluzione speciazione allopatrica

Dettagli

Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE. Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia

Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE. Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia Nella prima parte dell anno scolastico 2014-2015 alcune classi del

Dettagli

Earthlearningidea - http://www.earthlearningidea.com/ E o non è un fossile? Discussione a proposito di che cosa è un fossile e che cosa non lo è

Earthlearningidea - http://www.earthlearningidea.com/ E o non è un fossile? Discussione a proposito di che cosa è un fossile e che cosa non lo è Earthlearningidea - http://www.earthlearningidea.com/ E o non è un fossile? Discussione a proposito di che cosa è un fossile e che cosa non lo è Questa attività pratica può essere realizzata con immagini

Dettagli

farro medio o farro dicocco o semplicemente farro (Triticum dicoccum);

farro medio o farro dicocco o semplicemente farro (Triticum dicoccum); Farro Da Wikipedia, l'enciclopedia libera. Il farro, nome comune usato per tre differenti specie del genere Triticum, rappresenta il più antico tipo di frumento coltivato, utilizzata dall'uomo come nutrimento

Dettagli

Verifica - Conoscere le piante

Verifica - Conoscere le piante Collega con una linea nome, descrizione e disegno Verifica - Conoscere le piante Erbe Hanno il fusto legnoso che si ramifica vicino al terreno. Alberi Hanno il fusto legnoso e resistente che può raggiungere

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi

ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi come Anno scolastico 2012-2013 Classe 2 a D 1 Istituto Comprensivo G. Mazzini Erice Trentapiedi Dirigente Scolastico: Filippo De Vincenzi Ideato e realizzato

Dettagli

LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO

LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO FOOD LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO FOOD. LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO PER LA PRIMA VOLTA IN ITALIA UNA STRAORDINARIA MOSTRA CHE AFFRONTA IL TEMA DEL CIBO DAL PUNTO DI VISTA SCIENTIFICO, SVELANDONE TUTTI

Dettagli

Gli organismi viventi

Gli organismi viventi Gli organismi viventi Gli organismi viventi Quali caratteristiche contraddistinguono i viventi? È facile distinguere un organismo vivente da un oggetto non vivente? Gli organismi viventi Tutti gli organismi

Dettagli

IL TEMPO METEOROLOGICO

IL TEMPO METEOROLOGICO VOLUME 1 CAPITOLO 4 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE IL TEMPO METEOROLOGICO 1. Parole per capire A. Conosci già queste parole? Scrivi il loro significato o fai un disegno: tempo... Sole... luce... caldo...

Dettagli

Giorni ideali per il taglio del legname nell anno 2015.

Giorni ideali per il taglio del legname nell anno 2015. Giorni ideali per il taglio del legname nell anno 2015. Giorni favorevoli per il taglio di legname da costruzione e uso falegnameria. Gli alberi dai quali si ricava legname da costruzione e per la fabbricazione

Dettagli

«DOVE SI TROVANO I BATTERI?»

«DOVE SI TROVANO I BATTERI?» 1 a STRATEGIA EVITARE LA CONTAMINAZIONE conoscere «DOVE SI TROVANO I BATTERI?» I batteri si trovano ovunque nell ambiente (aria, acqua, suolo ed esseri viventi): Sono presenti sulle materie prime, ad es.

Dettagli

GLI EGIZI UNITA DIDATTICA REALIZZATA DA: MARIANNA MEME

GLI EGIZI UNITA DIDATTICA REALIZZATA DA: MARIANNA MEME GLI EGIZI UNITA DIDATTICA REALIZZATA DA: MARIANNA MEME 1 PREMESSA Questa unità didattica è stata realizzata per bambini stranieri di livello linguistico A2 che frequentano la classe IV della Scuola Primaria.

Dettagli

il Krill Letterio Guglielmo CNR - IFA

il Krill Letterio Guglielmo CNR - IFA il Krill Letterio Guglielmo II Krill (Euphausia superba) è il più abbondante crostaceo del mondo. Nonostante sia lungo 65 mm esso costituisce la principale fonte di alimento per una grande varietà di animali

Dettagli

QUATTRO TOPI NEL FAR WEST!

QUATTRO TOPI NEL FAR WEST! QUATTRO TOPI NEL FAR WEST! GERONIMO STILTON Testi di Geronimo Stilton. Coordinamento editoriale di Piccolo Tao. Editing di Certosina Kashmir e Topatty Paciccia. Coordinamento artistico di Gògo Gó in collaborazione

Dettagli

OGGI LA BIANCHI PER FORTUNA NON C'E' MA L'ITALIANO LO SAI ANCHE TE PER OGNI PAROLA DICCI COS'E', E NUOVE ISTRUZIONI AVRAI PER TE.

OGGI LA BIANCHI PER FORTUNA NON C'E' MA L'ITALIANO LO SAI ANCHE TE PER OGNI PAROLA DICCI COS'E', E NUOVE ISTRUZIONI AVRAI PER TE. 1 SE UNA SORPRESA VOLETE TROVARE ATTENTAMENTE DOVETE CERCARE. VOI ALLA FINE SARETE PREMIATI CON DEI GOLOSI DOLCINI INCARTATI. SE ALLE DOMANDE RISPONDERETE E NON CADRETE IN TUTTI I TRANELLI, SE TROVERETE

Dettagli

QUESTIONARIO SULLE RISORSE ENERGETICHE : ALTERNATIVE E SUGGERIMENTI. Isitip Verrés sede Pont-Saint-Martin AS 2006/07

QUESTIONARIO SULLE RISORSE ENERGETICHE : ALTERNATIVE E SUGGERIMENTI. Isitip Verrés sede Pont-Saint-Martin AS 2006/07 QUESTIONARIO SULLE RISORSE ENERGETICHE : ALTERNATIVE E SUGGERIMENTI Isitip Verrés sede Pont-Saint-Martin AS 2006/07 Sezione A: Che cosa sappiamo delle risorse energetiche? Sono risorse energetiche non

Dettagli

by marktgerecht.jm.ohg strategische markenführung www.marktgerecht.com ADIOS VENTILOS! Perché si sono estinte le valvole. www.schiel.

by marktgerecht.jm.ohg strategische markenführung www.marktgerecht.com ADIOS VENTILOS! Perché si sono estinte le valvole. www.schiel. www.schiel.biz by marktgerecht.jm.ohg strategische markenführung www.marktgerecht.com ADIOS VENTILOS! Perché si sono estinte le valvole. Adios Ventilos! o Perché si sono estinte le valvole. Editore: Schiel

Dettagli

Il pianeta ci nutre nutriamo il pianeta!

Il pianeta ci nutre nutriamo il pianeta! Il pianeta ci nutre nutriamo il pianeta! Scuola dell Infanzia Istituto di Cultura e di Lingue Marcelline Progettazione Didattica Annuale a.s. 2014-2015 Dimensione valoriale L idea fondante del progetto

Dettagli

Diversità tra i viventi

Diversità tra i viventi Diversità tra i viventi PROPRIETÀ della VITA La CELLULA CLASSIFICAZIONE dei VIVENTI Presentazione sintetica Alunni OIRM Torino Tutti i viventi possiedono delle caratteristiche comuni Ciascun vivente nasce,

Dettagli

L agricoltura nell Europa industrializzata

L agricoltura nell Europa industrializzata L agricoltura nell Europa industrializzata L agricoltura delle società industrializzate europee si differenzia da quella dell età moderna per gli attrezzi, le fonti di energia, i macchinari utilizzati

Dettagli

COME VINCERE IL CALDO

COME VINCERE IL CALDO Centro Nazionale per la Prevenzione e il Controllo delle Malattie ESTATE SICURA COME VINCERE IL CALDO Raccomandazioni per il personale che assiste gli anziani a casa ESTATE SICURA COME VINCERE IL CALDO

Dettagli

ma quanto è antico quest osso?

ma quanto è antico quest osso? ATTIVITÀ: ma quanto è antico quest osso? LIVELLO SCOLARE: primo biennio della scuola secondaria di secondo grado PREREQUISITI: lettura e costruzione di grafici, concetti di base di statistica modello atomico,

Dettagli

vien... Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata Dipartimento di Prevenzione a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele

vien... Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata Dipartimento di Prevenzione a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele ERVIZIO ANITARIO REGIONALE A Azienda ervizi anitari N 1 triestina la vien... alute angiando M Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele Dipartimento

Dettagli

pianeti terrestri pianeti gioviani migliaia di asteroidi (nella fascia degli asteroidi tra Marte e Giove)

pianeti terrestri pianeti gioviani migliaia di asteroidi (nella fascia degli asteroidi tra Marte e Giove) mappa 3. Il sistema solare IL SISTEMA SOLARE il Sole Mercurio pianeti terrestri Venere Terra Marte 8 pianeti Giove Il Sistema solare 69 satelliti principali pianeti gioviani Saturno Urano Nettuno migliaia

Dettagli

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni.

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. 8 regioni settentrionali: il Piemonte (Torino), la Val d Aosta (Aosta),

Dettagli

POWERED BY SUN LEAF ROOF

POWERED BY SUN LEAF ROOF POWERED BY SUN LEAF ROOF DALLA COPERTURA COME PROTEZIONE... [...] essendo sorto dopo la scoperta del fuoco un principio di comunità fra uomini [...] cominciarono in tale assembramento alcuni a far tetti

Dettagli

DAI DINOSAURI AI RETTILI ATTUALI. Analogie e differenze tra dinosauri e rettili attuali.

DAI DINOSAURI AI RETTILI ATTUALI. Analogie e differenze tra dinosauri e rettili attuali. DAI DINOSAURI AI RETTILI ATTUALI Analogie e differenze tra dinosauri e rettili attuali. Temi sviluppati: Lucertole o dinosauri? Grandi differenze e analogie tra rettili attuali e dinosauri Grado di parentela

Dettagli

Tu ci metti i rifiuti La natura farà il resto CAMPAGNA DI PROMOZIONE DEL COMPOSTAGGIO DOMESTICO

Tu ci metti i rifiuti La natura farà il resto CAMPAGNA DI PROMOZIONE DEL COMPOSTAGGIO DOMESTICO Tu ci metti i rifiuti La natura farà il resto CAMPAGNA DI PROMOZIONE DEL COMPOSTAGGIO DOMESTICO ndice 1 Fai come fa la Natura 2 Cosa ci metti per fare la terra? 3 Come funziona il Compostaggio 4 Le cose

Dettagli

Sono nati per l autoconsumo,

Sono nati per l autoconsumo, Il prodotto bio è fai da te Consumatori Li considerano troppo cari e con una tracciabilità inadeguata. Eppure gli shopper apprezzano sempre di più le referenze biologiche. Così decidono di coltivarle in

Dettagli

ROVERETO: PERCORSO NELLE TRINCEE

ROVERETO: PERCORSO NELLE TRINCEE ROVERETO: PERCORSO NELLE TRINCEE Introduzione Il quindici e il sedici ottobre siamo andati in viaggio d'istruzione a Rovereto con la 3 C. Rovereto è una città a sud di Trento ricco di molte attrazioni

Dettagli

Se dico la parola TEMPO che cosa ti viene in mente?

Se dico la parola TEMPO che cosa ti viene in mente? Se dico la parola TEMPO che cosa ti viene in mente? Ognuno di noi ha espresso le proprie opinioni, poi la maestra le ha lette ad alta voce. Eravamo proprio curiosi di conoscere le idee ti tutti! Ecco tutti

Dettagli

Guida di lavoro per gli studenti

Guida di lavoro per gli studenti Guida di lavoro per gli studenti LIFE08 NAT IT/000325 WOLFNET Development of coordinated protection measures for Wolf in Apennines Sviluppo di misure coordinate di protezione per il lupo in Appennino Carta

Dettagli

allargarsi, andare da a Si dice anche: la pianura si estende; i confini si estendono... Scrivi tu una frase con il verbo estendersi...

allargarsi, andare da a Si dice anche: la pianura si estende; i confini si estendono... Scrivi tu una frase con il verbo estendersi... GLI APPENNINI Gli Appennini sono una catena montuosa che si estende da Nord a Sud per circa 1400 chilometri lungo la penisola italiana. Le montagne degli Appennini sono montagne meno alte di quelle delle

Dettagli

DOVE SONO I MIEI OCCHIALI

DOVE SONO I MIEI OCCHIALI DOVE SONO I MIEI OCCHIALI 60 NOTE PER L INSEGNANTE Questo gioco è utile per l apprendimento o il rinforzo di alcune strutture e di indicatori spaziali. Le strutture da utilizzare possono partire dalla

Dettagli

DOVE SONO I MIEI OCCHIALI

DOVE SONO I MIEI OCCHIALI DOVE SONO I MIEI OCCHIALI 60 NOTE PER L INSEGNANTE Questo gioco è utile per l apprendimento o il rinforzo di alcune strutture e di indicatori spaziali. Le strutture da utilizzare possono partire dalla

Dettagli

Ecco come funziona un sistema di recinzione!

Ecco come funziona un sistema di recinzione! Ecco come funziona un sistema di recinzione! A) Recinto elettrico B) Fili elettrici C) Isolatori D) Paletti E) Paletti messa a terra 3 m 3 m 1 m Assicurarsi che ci siano almeno 2500V in tutta la linea

Dettagli

UNA ZUPPA CON UN SASSO? E NON SOLO PERCHE LE VERDURE DANNO SAPORE!!!

UNA ZUPPA CON UN SASSO? E NON SOLO PERCHE LE VERDURE DANNO SAPORE!!! UNA ZUPPA CON UN SASSO? E NON SOLO PERCHE LE VERDURE DANNO SAPORE!!! SEDANO CAVOLO FINOCCHIO INTERPRETAZIONE GRAFICA DAL VERO CAROTA ZUCCHINA POMODORO E IL SASSO?...NON SI MANGIA MA SI USA PER GIOCARE

Dettagli

Scheda 4 «Territorio e Turismo sostenibile» IL TERRITORIO CULTURALE ED ECONOMICO. GREEN JOBS Formazione e Orientamento

Scheda 4 «Territorio e Turismo sostenibile» IL TERRITORIO CULTURALE ED ECONOMICO. GREEN JOBS Formazione e Orientamento Scheda 4 «Territorio e Turismo sostenibile» IL TERRITORIO TERRITORIO CULTURALE ED ECONOMICO GREEN JOBS Formazione e Orientamento L uomo è il principale agente di trasformazione del territorio sia direttamente,

Dettagli

IL SUOLO AMBIENTE VIVO gli organismi che vivono nel suolo

IL SUOLO AMBIENTE VIVO gli organismi che vivono nel suolo IL SUOLO AMBIENTE VIVO gli organismi che vivono nel suolo Le forze inorganiche creano sempre solo l inorganico. Mediante una forza superiore che agisce nel corpo vivente, al cui servizio sono le forze

Dettagli

Extatosoma tiaratum. Generalità

Extatosoma tiaratum. Generalità Extatosoma tiaratum Tassonomia Dominio: Eukaryota Regno: Animalia Sottoregno: Eumetazoa Ramo: Bilateria Phylum: Arthropoda Subphylum: Tracheata Superclasse: Hexapoda Classe: Insecta Sottoclasse: Pterygota

Dettagli

SCHEDA PRESENTAZIONE PROGETTO

SCHEDA PRESENTAZIONE PROGETTO Rete di Treviso Integrazione Alunni Stranieri LABORATORIO SUL TRATTAMENTO DEI TESTI DISCIPLINARI SCHEDA PRESENTAZIONE PROGETTO TITOLO: IL SISTEMA SOLARE AMBITO DISCIPLINARE: SCIENZE AUTORE: GIANCARLA VOLPATO

Dettagli

GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO

GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO Comune di CORI (Lt) Assessorato all RACCOLTA DIFFERENZIATA PORTA A PORTA GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO pagina 1 SOMMARIO Premessa... 3 1 Principi generali: Cos è il Compostaggio... 4 2 Cosa mettere nella

Dettagli

Alle nostre latitudini la domanda di

Alle nostre latitudini la domanda di minergie Protezioni solari con lamelle, in parte fisse, e gronde Benessere ter edifici ed effi Nella società contemporanea trascorriamo la maggior parte del nostro tempo in spazi confinati, in particolare

Dettagli

CURRICOLI SCUOLA DELL INFANZIA LA CONOSCENZA DEL MONDO Ordine, misura, spazio, tempo, natura

CURRICOLI SCUOLA DELL INFANZIA LA CONOSCENZA DEL MONDO Ordine, misura, spazio, tempo, natura CURRICOLI SCUOLA DELL INFANZIA LA CONOSCENZA DEL MONDO Ordine, misura, spazio, tempo, natura TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE Il bambino raggruppa e ordina secondo criteri diversi, confronta

Dettagli

Problemi Scarsa areazione, difficoltà di rivoltamento

Problemi Scarsa areazione, difficoltà di rivoltamento Che cos è il compost Il compost è il terriccio (humus) che si forma dai rifiuti organici (erba, foglie, avanzi di frutta e verdura, ecc) grazie all azione del sole, dell aria e dei microrganismi presenti

Dettagli

REGIONE ABRUZZO ARAEN ENERGIOCHI

REGIONE ABRUZZO ARAEN ENERGIOCHI REGIONE ABRUZZO ARAEN ENERGIOCHI Presentazione per le scuole primarie A cura di Enrico Forcucci, Paola Di Giacomo e Alessandra Santini ni Promuovere la conoscenza e la diffusione delle energie provenienti

Dettagli

4. Conoscere il proprio corpo

4. Conoscere il proprio corpo 4. Conoscere il proprio corpo Gli esseri viventi sono fatti di parti che funzionano assieme in modo diverso. Hanno parti diverse che fanno cose diverse. Il tuo corpo è fatto di molte parti diverse. Alcune

Dettagli

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15 Istituto «San Giuseppe» Scuole Primaria e dell Infanzia Paritarie 71121 Foggia, via C. Marchesi, 48-tel. 0881/743467 fax 744842 pec: istitutosangiuseppefg@pec.it e-mail:g.vignozzi@virgilio.it sito web:

Dettagli

LAVORO, ENERGIA E POTENZA

LAVORO, ENERGIA E POTENZA LAVORO, ENERGIA E POTENZA Nel linguaggio comune, la parola lavoro è applicata a qualsiasi forma di attività, fisica o mentale, che sia in grado di produrre un risultato. In fisica la parola lavoro ha un

Dettagli

Hawos Pegasus 230 Volt

Hawos Pegasus 230 Volt olt Pagina 2 Pagina 3 Pagina 3 Pagina 4 Pagina 5 Pagina 5 Pagina 6 Pagina 6/7 Pagina 7 Pagina 7 Pagina 8 Introduzione a Pegasus Scegliere le dimensioni della macinatura Iniziare e terminare il processo

Dettagli

Fin dove andrà il clonaggio?

Fin dove andrà il clonaggio? Fin dove andrà il clonaggio? Mark Post, il padrone della sezione di fisiologia dell Università di Maastricht, nei Paesi Bassi, ha dichiarato durante una conferenza tenuta a Vancouver, in Canada, che aveva

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

Agricoltura Bio nel mondo: la superficie

Agricoltura Bio nel mondo: la superficie Agricoltura Bio nel mondo: la superficie L agricoltura biologica occupa una superficie di circa 37,04 milioni di ettari nel 2010. Le dimensioni a livello globale sono rimaste pressoché stabili rispetto

Dettagli

Il cambiamento climatico degli ultimi 50 anni

Il cambiamento climatico degli ultimi 50 anni Il cambiamento climatico degli ultimi 50 anni Ho voluto scrivere su questo argomento poiché in base ai dati in nostro possesso si può ben vedere come il clima sia cambiato negli ultimi 50 anni ma resta

Dettagli

Livello intermedio DAL GRANO AL PANE

Livello intermedio DAL GRANO AL PANE Livello intermedio DAL GRANO AL PANE Indice Storia del pane 4 Selezione dei cereali 5 Cerealicoltura 6 Dal mugnaio 7 Dal panettiere 8 I tipi di pane 9 Il pane nell alimentazione 10/11 Il pane nelle usanze

Dettagli

Cos è una. pompa di calore?

Cos è una. pompa di calore? Cos è una pompa di calore? !? La pompa di calore aria/acqua La pompa di calore (PDC) aria-acqua è una macchina in grado di trasferire energia termica (calore) dall aria esterna all acqua dell impianto

Dettagli

Come creare un satellite metereologico?

Come creare un satellite metereologico? NATIONAL OCEANIC AND ATMOSPHERIC ADMINISTRATION U.S. DEPARTMENT OF COMMERCE Come creare un satellite metereologico? Libretto adattato dal lavoro originale di Ed Koenig Sono un metereologo. Devo poter vedere

Dettagli

Apparato scheletrico. Le funzioni dello scheletro

Apparato scheletrico. Le funzioni dello scheletro Apparato scheletrico Le funzioni dello scheletro Lo scheletro ha la funzione molto importante di sostenere l organismo e di dargli una forma; con l aiuto dei muscoli, a cui offre un attacco, permette al

Dettagli

RISORSE ENERGETICHE AREA 9 FONTI DI ENERGIA DA DOVE PROVIENE L ENERGIA? 10/12/2013 COME SFRUTTIAMO L ENERGIA DEL SOLE?

RISORSE ENERGETICHE AREA 9 FONTI DI ENERGIA DA DOVE PROVIENE L ENERGIA? 10/12/2013 COME SFRUTTIAMO L ENERGIA DEL SOLE? RISORSE ENERGETICHE ENERGIA 2 AREA 9 FONTI DI ENERGIA E INDISPENSABILE ALLA VITA SULLA TERRA ELEMENTO INDISPENSABILE PER SVILUPPO SOCIALE ED ECONOMICO FINO AD ORA: CONTINUO INCREMENTO DI PRODUZIONE E CONSUMO

Dettagli

Progetto Infea: 2006, energia dallo spazio

Progetto Infea: 2006, energia dallo spazio Progetto Infea: 2006, energia dallo spazio 1 lezione: risorse energetiche e consumi Rubiera novembre 2006 1.1 LE FONTI FOSSILI Oltre l'80 per cento dell'energia totale consumata oggi nel mondo è costituita

Dettagli

L=F x s lavoro motore massimo

L=F x s lavoro motore massimo 1 IL LAVORO Nel linguaggio scientifico la parola lavoro indica una grandezza fisica ben determinata. Un uomo che sposta un libro da uno scaffale basso ad uno più alto è un fenomeno in cui c è una forza

Dettagli

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela di Kristiina Salmela Gole di Fara San Martino (CH) Hei! Ciao! Sono un bel TONTTU - uno gnometto mezzo finlandese mezzo abruzzese, e mi chiamo Cristian alias Rikke. Più di sei anni fa sono nato nel Paese

Dettagli

Flame of Hope maggio 2015

Flame of Hope maggio 2015 Flame of Hope maggio 2015 Cari amici, Quand è che si apprezza maggiormente la vita e si è consapevoli di essere vivi e ne siamo grati? Quando quel dono prezioso è minacciato e poi si apprezza la vita il

Dettagli

Appunti della panificazione rurale

Appunti della panificazione rurale Appunti della panificazione rurale MATERIE PRIME Dal grano duro coltivato nell area del Sarcidano con il metodo di produzione Biologica, alla produzione di farine e semole macinate nel mulino di Nurri,

Dettagli

Il vapor saturo e la sua pressione

Il vapor saturo e la sua pressione Il vapor saturo e la sua pressione Evaporazione = fuga di molecole veloci dalla superficie di un liquido Alla temperatura T, energia cinetica di traslazione media 3/2 K B T Le molecole più veloci sfuggono

Dettagli

Effetti dell incendio sull ambiente

Effetti dell incendio sull ambiente Effetti dell incendio sull ambiente Dott. For. Antonio Brunori Effetti del fuoco Il fuoco danneggia e spesso distrugge il bosco, per valutare le effettive conseguenze di un incendio su un ecosistema forestale

Dettagli

EFFETTO ANTIGHIACCIO: La potenza occorrente al metro quadro per prevenire la

EFFETTO ANTIGHIACCIO: La potenza occorrente al metro quadro per prevenire la Sistema scaldante resistivo per la protezione antighiaccio ed antineve di superfici esterne Il sistema scaldante ha lo scopo di evitare la formazione di ghiaccio e l accumulo di neve su superfici esterne

Dettagli

La filosofia del viaggio nel tempo ROBERTA SPARROW

La filosofia del viaggio nel tempo ROBERTA SPARROW La filosofia del viaggio nel tempo di ROBERTA SPARROW Traduzione a cura di Paolo Xabaras Montalto In lingua originale lo trovate sul sito ufficiale del film: http://www.donniedarko.com o presso il sito:

Dettagli

Monti di Carate. Monte di Carate e Giseno visti dal lago

Monti di Carate. Monte di Carate e Giseno visti dal lago Monti di Carate Monte di Carate e Giseno visti dal lago Monte di Carate (Freccia gialla) visto da Brunate (*) Monte di Carate visto dalla strada del Bisbino E' formato da una cinquantina di baite immerse

Dettagli

La sicurezza dell LHC Il Large Hadron Collider (LHC) può raggiungere un energia che nessun altro acceleratore di particelle ha mai ottenuto finora,

La sicurezza dell LHC Il Large Hadron Collider (LHC) può raggiungere un energia che nessun altro acceleratore di particelle ha mai ottenuto finora, La sicurezza dell LHC Il Large Hadron Collider (LHC) può raggiungere un energia che nessun altro acceleratore di particelle ha mai ottenuto finora, ma la natura produce di continuo energie superiori nelle

Dettagli

Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile

Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile Come ottenere energia rinnovabile e compost dai rifiuti organici Un percorso di educazione ambientale alla scoperta dell impianto di compostaggio

Dettagli

3 m 3 m. 1 m. B) Fili elettrici C) Isolatori D) Paletti E) Paletti messa a terra. Assicurarsi che ci siano almeno 2500V in tutta la linea del recinto

3 m 3 m. 1 m. B) Fili elettrici C) Isolatori D) Paletti E) Paletti messa a terra. Assicurarsi che ci siano almeno 2500V in tutta la linea del recinto B) Fili elettrici C) Isolatori D) Paletti E) Paletti messa a terra 3 m 3 m 1 m Assicurarsi che ci siano almeno 2500V in tutta la linea del recinto Il sistema di recinzione elettrico consiste di: A) un

Dettagli

Andiamo più a fondo nella conoscenza del Sistema Solare

Andiamo più a fondo nella conoscenza del Sistema Solare Andiamo più a fondo nella conoscenza del Sistema Solare Come abbiamo visto nelle pagine precedenti il Sistema Solare è un insieme di molti corpi celesti, diversi fra loro. La sua forma complessiva è quella

Dettagli

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte)

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte) La canzone dei colori Rosso rosso il cane che salta il fosso giallo giallo il gallo che va a cavallo blu blu la barca che va su e giù blu blu la barca che va su e giù Arancio arancio il grosso cappello

Dettagli

Il giardino nella macchina

Il giardino nella macchina Idee per una rilettura Il giardino nella macchina La nuova scienza della vita artificiale Claus Emmeche Bollati Boringhieri, 1996 È possibile la vita artificiale? In che modo gli strumenti offerti dalla

Dettagli

GLI OPERATORI DELLA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE. Anno 2011

GLI OPERATORI DELLA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE. Anno 2011 GLI OPERATORI DELLA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE Anno 2011 La rilevazione riguarda gli operatori della cooperazione internazionale che hanno usufruito dell assistenza assicurativa della Siscos. Definizione

Dettagli

Il paracadute di Leonardo

Il paracadute di Leonardo Davide Russo Il paracadute di Leonardo Il sogno del volo dell'uomo si perde nella notte dei tempi. La storia è piena di miti e leggende di uomini che hanno sognato di librarsi nel cielo imitando il volo

Dettagli

ECONOMIA E SOCIETÀ NEL MONDO ROMANO-GERMANICO

ECONOMIA E SOCIETÀ NEL MONDO ROMANO-GERMANICO 1 2. Economia e società nel mondo romano-germanico. ECONOMIA E SOCIETÀ NEL MONDO ROMANO-GERMANICO mondo romano germanico mondo bizantino mondo arabo Cartina 1 UN MONDO CON MOLTI BOSCHI, POCHI UOMINI E

Dettagli

Sistematica di Ratisbona Classi principali per ARTE (LH LO)

Sistematica di Ratisbona Classi principali per ARTE (LH LO) Sistematica di Ratisbona Classi principali per ARTE (LH LO) La presente raccolta comprende solo le voci principali della classificazione di Ratisbona relativa all arte (LH LO) INDICE LD 3000 - LD 8000

Dettagli

Il lavoro nell Europa medievale La bottega artigiana come luogo dell'apprendere e del produrre

Il lavoro nell Europa medievale La bottega artigiana come luogo dell'apprendere e del produrre Il lavoro nell Europa medievale La bottega artigiana come luogo dell'apprendere e del produrre Botteghe artigiane. Partic. da Ambrogio Lorenzetti, Effetti del buon governo nella città Palazzo Pubblico,

Dettagli

Il carnevale degli animali. Grande fantasia zoologica

Il carnevale degli animali. Grande fantasia zoologica Il carnevale degli animali di Camille Saint Saёns Grande fantasia zoologica Per due pianoforti e piccola orchestra Obiettivi del nostro lavoro Imparare a riconoscere il timbro di alcuni strumenti musicali.

Dettagli

Lo scopo dell IFAD. Dove lavoriamo 1. Come lavoriamo

Lo scopo dell IFAD. Dove lavoriamo 1. Come lavoriamo L IFAD in breve Lo scopo dell IFAD La finalità del Fondo Internazionale per lo Sviluppo Agricolo (IFAD) è mettere le popolazioni rurali povere in condizione di raggiungere una maggiore sicurezza alimentare,

Dettagli

Laboratorio lettura. 8) Gli animali del carro sono: Leggi il libro Ma dov è il Carnevale?, poi esegui le consegne. Veri

Laboratorio lettura. 8) Gli animali del carro sono: Leggi il libro Ma dov è il Carnevale?, poi esegui le consegne. Veri Laboratorio lettura Leggi il libro Ma dov è il Carnevale?, poi esegui le consegne. 1) Quali anilmali sono i protagonisti della storia? 2) Che cosa fanno tutto l anno? 3) Perché decidono di scappare dal

Dettagli

.2Modulo 2 di 4 Modifiche in atto. Gli impatti. Progetto RACES Kit didattico sul cambiamento climatico http://www.liferaces.

.2Modulo 2 di 4 Modifiche in atto. Gli impatti. Progetto RACES Kit didattico sul cambiamento climatico http://www.liferaces. .2Modulo 2 di 4 Modifiche in atto. Gli impatti Progetto RACES Kit didattico sul cambiamento climatico http://www.liferaces.eu/a_scuola 2Modifiche in atto. Gli impatti Il riscaldamento globale Evidenze

Dettagli