una miss alla corte dei pio

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "una miss alla corte dei pio"

Transcript

1 Spedizione in Abbonamento Postale Regime libero Modena tassa riscossa, Tax percue. Settimanale di Autorizzazione della Filiale di Modena Poste Italiane spa a soli 5 agosto ANNO XII N. 31 in edicola una miss alla corte dei pio attualità, cultura, spettacolo, musica, sport e appuntamenti Omero Moretti Omero moretti: marinaio made in carpi Franco pederzoli: un gentleman driver Eita Nakamura Franco Pederzoli moda e creativita secondo eita nakamura per La 18enne Lidia Lekova, bulgara che vive a Carpi da 9 anni, dopo aver conquistato il << >> titolo di Miss Modena, il sogno di partecipare al concorso di miss italia si fa più vicino Ci rivediamo il 2 settembre in edicola Un altra rapina ha sconvolto la nostra citta

2 n 31 Appunti di un venditore di donne Qualcuno a suo tempo ha pesantemente decurtato la mia possibilità di essere. Quello che mi resta è la possibilità di avere. Si presenta così il protagonista di Appunti di un venditore di donne, l ultimo romanzo di Giorgio Faletti, uno che nella sua vita si è trovato sempre dalla parte sbagliata di una pistola o di un coltello. Lui, conosciuto da tutti come Bravo, ci svela la sua verità sin dall incipit: qualcuno lo ha evirato. Da quel momento, si è tenuto per sé il suo segreto e ha deciso di rifugiarsi nell anonimato. Il suo settore sono le donne. Lui le vende a uomini che hanno paura e non hanno tempo far andare avanti un azienda, una banca o un partito politico. Tutte queste cose il tempo se lo divorano. La paura, invece, è quella di sentirsi dire in faccia il monosillabo che meno riescono ad accettare: no. E nella prigione mentale in cui vive da anni, Bravo divide le sue ore d aria col vicino di casa cieco, Lucio, con cui ogni giorno scambia crittografie. Finchè un giorno una donna gli sussurra in faccia un desiderio che non sentiva da tempo: Con te ci verrei anche gratis. Lei è Carla, lavora per una ditta di pulizie e dietro l apparenza dimessa, Bravo sa che si nasconde una dea e decide di reclutarla. Ma quella frase sussurrata in faccia non smette di tormentarlo. Il romanzo di Faletti appassiona, si beve d un fiato, e riporta in vita atmosfere di anni passati. E il 1978: a Roma le Brigate Rosse hanno rapito Aldo Moro, in Sicilia boss mafiosi come Gaetano Badalamenti soffocano ogni tentativo di resistenza civile, all ombra della Madonnina le bande di Vallanzasca e Turatello fanno salire la tensione in una città già segnata dagli scontri sociali. Ma anche in questo clima la dolcevita del capoluogo lombardo, che si prepara a diventare la Milano da bere degli Anni Ottanta, non conosce soste. Si moltiplicano i locali in cui la società opulenta, che nella bella stagione si trasferisce a Santa Margherita e Paraggi, trova il modo di sperperare la propria ricchezza. Quella di Faletti però è una Milano limitrofa e crepuscolare. Una Milano che si trascina alle prime luci dell alba fuori dai club di viale Monte Rosa, la città delle Renault 4 lanciate sulla bretella di Assago, o verso Cesano Boscone, dei parcheggi umidi accanto ai casali di campagna, dove boss della malavita trasformano autorimesse in bische e lacché di ogni tipo, con auto dai colori improbabili, sono lì per guardargli le spalle. Il fascino di New York e Montecarlo, palcoscenici di Io uccido, il sorprendente thriller d esordio di Giorgio Faletti e di Io sono Dio, il suo ultimo libro, lasciano il posto in questo nuovo romanzo alla città più noir d Italia, un posto che sul finire degli Anni Settanta ha concentrato nelle sue strade alcuni degli eventi più terribili della storia repubblicana. Intanto che dormivate di giorno e vi illudevate di vivere la notte, il mondo è cambiato e non ve ne siete accorti. Il 68, il 77, la lotta di classe, la lotta armata. Tutte cose senza senso, per voi. Peggio ancora, tutte cose sconosciute. Siete solo nebbia sottile, quel tratto di nulla fra il bene e il male. Forse il thriller più umano di Faletti, in cui vengono citati personaggi, luoghi e situazioni che ha conosciuto e vissuto nei primi anni della sua carriera. Il tributo a un tempo in cui lo stereotipo della terra di nessuno che deve essere conquistata e dell uomo capace di creare la propria fortuna imperavano, con buona pace della morale. Tra le righe... Il fu centro storico! Ci sono luoghi che fanno parte di ciascuno di noi. Angoli, scorci ed esercizi commerciali dai profili famigliari che hanno accompagnato intere generazioni. Immutabili. Molti di quei punti di riferimento stanno però scomparendo. L uno dopo l altro abbassano le serrande e, insieme ad essi, a morire, sono veri e propri pezzi di storia carpigiana. Molte lacrime sono scese quando Tosi Dischi, il 30 settembre del 2008, dopo trent anni, decise di chiudere baracca e burattini, sancendo la fine di un era all insegna di lunghi pomeriggi passati ad ascoltare musica e quella non trascurabile di via Paolo Guaitoli. Stessa sorte anche per lo storico Bar Milano che, il 30 giugno scorso, dopo oltre un secolo, ha chiuso i battenti. Teatro di P n 04 Quest anno, lo storico negozio di piazza martiri anceschi, compie 110 anni Anceschi: commercianti da quattro generazioni C è una storia che comincia tanto tempo fa. Precisamente nel Carpi non aveva il volto di oggi e la sua area si riduceva solo al nucleo del centro storico. Una famiglia in particolare ha avuto l onore di veder crescere e mutare la nostra città: gli Anceschi, proprietari dagli inizi del secolo scorso dell omonimo negozio di abbigliamento. Il capostipite, Giuseppe Anceschi, seguito dai figli Cornelio e Giuseppe, aprì una piccola bottega di sartoria che ha visto succedersi negli anni i vari figli. Fino ad oggi. Al compimento del 109esimo anno di età il negozio di Piazza Martiri conta sulla disponibilità e la professionalità di Giuseppe, Rita, Deanna e Arturo. Rita Anceschi ripercorre questi splendidi anni all approssimarsi del compleanno numero 110. Il mio bisnonno ha iniziato come sarto racconta - in corso Alberto Pio: da allora il negozio si è spostato all odierna sistemazione risalente al Ci siamo tramandati l attività di generazione in generazione: io rappresento la quarta. Il mio avo cominciò vendendo drapperie, biancheria per la casa, pedane, tessuti in metratura, foderame poi, pian piano, con l avvento della confezione industriale negli Anni 60, il negozio è diventato quello che è oggi. Negli anni la famiglia ha visto passarle davanti l intera città, con i suoi cambiamenti a livello urbanistico e sociale. E Questa è la legge del poeta licenzioso: non può piacere se non è pruriginoso (Marco Valerio Marziale) Da sinistra: Lucia Morselli in Anceschi, Giuseppe e Rita Anceschi, Deanna Morini in Anceschi e Arturo Anceschi stato un bellissimo percorso continua Rita impreziosito da una clientela affezionata, ottima e fidelizzata. Abbiamo clienti che si riforniscono da noi non solo da Carpi, ma anche da fuori provincia, che si spostano appositamente per venirci a trovare. Questo è molto lusinghiero per noi, poiché la filosofia della nostra famiglia è sempre stata quella di ascoltare il cliente, oltre a servirlo materialmente. Questo ci ha permesso di creare rapporti umani importanti. E, d altra parte, un mestiere che si fa con il cuore, cosa che oggi diventa sempre più difficile a causa di una concorrenza molto forte. Ci In anteprima a modena Il 29 gennaio alle 21 e Il 30 gennaio alle 16, presso la sala teatro sted Pene Immaginifiche Enrico Mescoli ene Immaginifiche è teatro (perché un attore, il carpigiano Davide Bulgarelli, ci porta nel mondo delle fantasie sessuali del poeta dell ottocento Paul Verlaine, noto per i suoi eccessi, e del poeta latino del primo secolo d.c. Marco Valerio Marziale, nato in Spagna, che ci dà un ritratto proibito e inedito dei vizi dell Impero romano) ma è anche una mostra (perché un pittore, Giorgio Bernucci, ha selezionato quadri della storia dell arte erotica da Schiele a Picasso a Lempicka e li proietterà durante lo spettacolo illuminando i performers) ed è pure un concerto (perché un musicista, il carpigiano Enrico Mescoli, improvviserà performances vocali e musicali, sperimentando suoni dissonanti rispetto al a voce recitante e i testi). Lo spettacolo debutta in antepri- a Modena il 29 gennaio alle lma 21 e il 30 gennaio alle 16, presso lo spazio, sempre aperto alle novità del teatro di ricerca, della Sala Teatro Sted di viale Muratori 75/d. La prenotazione è consigliata al , così come è consigliata la visione ad un solo pubblico adulto. Davide Bulgarelli 13 si è quindi dovuti adattare ai tempi, tenendosi al passo con i gusti e la moda. Ma senza esagerare. In un secolo, almeno una volta, tutta Carpi si è vestita da Anceschi e alla domanda se ci sia un aneddoto o un cliente che si sia distinto in modo particolare, Rita risponde che tutti i clienti sono speciali. Ognuno, con le sue caratteristiche, lascia qualcosa di sé, si apre e si racconta. Chiaramente afferma - ci sono anche persone più difficoltose ma il bilancio è decisamente positivo. Siamo molto fortunati, dobbiamo tutto ai nostri clienti. E che dire dei crocchi di persone che giornalmente fanno capannello davanti alle vetrine? E sempre stata una caratteristica del nostro negozio spiega divertita la signora Anceschi - molti si fermano a salutare: questa è un abitudine che perdura da quando qui lavorava mio nonno e così è rimasto. Al mattino, per i conoscenti, la prima tappa obbligata è qui, anche solo per fare un saluto, quattro chiacchiere. Rita Anceschi si ritiene una donna molto fortunata: non è da tutti svolgere un lavoro che sia anche una grande passione. E una grande fortuna fare quello che piace afferma - e farlo in questo modo, senza la freddezza di uno scambio commerciale fine a se stesso. Occorrono attenzione, carattere e tanta disponibilità. Quando la sera arrivo a casa, per mezz ora ho bisogno di silenzio, ma la mattina quando mi alzo sono contenta di andare a lavorare: è sempre una sorpresa, non sai mai chi verrà quel giorno. Devo dire grazie i miei genitori per il patrimonio che ci siamo tramandati: non solo per le mura, per il nome sulla tenda, ma per tutto quanto ho ricevuto dalle persone. Un enormità di ricordi affollano la mente di Rita Anceschi, commossa al pensiero che, a fine anno, l attività chiuderà. Purtroppo oggi è venuto a mancare il ricambio generazionale che ci ha sempre contraddistinto conclude e dispiace molto lasciare la clientela. Il nostro cognome ha sempre connotato il negozio: passare l attività ad altri non avrebbe senso. Ma in futuro e dopo tanto lavoro, spero proprio di riuscire anche ad annoiarmi un po. Valeria Cammarota NEGOZI STORICI Carpi cambia e il centro ha un nuovo volto. Ti piace? Rispondi su: dibattiti, testimone silenzioso dei grandi eventi che hanno abitato Piazza Martiri, non è più lì. Per comprare un Bif e resistere alla canicola agostana cittadina occorre superare una soglia tristemente desolata che, probabilmente, a breve, ospiterà l ennesimo franchising, e proseguire verso altro locale. Ora, a mettere i sigilli - come avevamo già anticipato a gennaio, nel numero 4 - sarà la bottega storica Anceschi. Una storia, la sua, iniziata nel lontano 1902 e che, il prossimo 31 dicembre, terminerà. Il centro cittadino - eccezion fatta per corso A. Pio - è ormai un pezzo di groviera tra negozi chiusi, altri che si accingono a farlo e altri ancora in attesa di risorgere - forse - a nuova vita. Non tutti i buchi però lasciano lo stesso vuoto. Questioni affettive. Di pelle. Ragioni sentimentali. Vetrine che, se la morsa della crisi non allenterà la presa, saranno destinate a restar deserte ancora a lungo e a ricordarci così che un epoca - quella dell opulenza - si è ormai definitivamente chiusa. Jessica Bianchi Frase della settimana... Dal 1 al 31 luglio la Polizia Municipale delle terre d Argine ha multato 86 ciclisti. Da La Gazzetta di Carpi del 30 luglio. attualità, cultura, spettacolo, musica, sport e appuntamenti DIRETTORE RESPONSABILE Gianni Prandi CAPOREDATTORE Sara Gelli REDAZIONE Jessica Bianchi, Valeria Cammarota, Francesca Desiderio, Enrico Gualtieri, Federico Campedelli, Marcello Marchesini, Clarissa Martinelli. IMPAGINAZIONE e GRAFICA Liliana Corradini PUBBLICITA Multiradio STAMPA Centro stampa delle Venezie REDAZIONE e AMMINISTRAZIONE Via Nuova Ponente, 24/A CARPI Tel Fax COOPERATIVA RADIO BRUNO arl Registrazione al Tribunale di Modena N del 9 aprile 1999 Chiuso in redazione il 3 agosto 2011

3 n 31 D iversi critici letterari sono convinti che Ulisse, protagonista dell Odissea di Omero, fosse arrivato sino in Sardegna e poi allo Stretto di Messina, mentre Dante era addirittura convinto che fosse giunto allo Stretto di Gibilterra per poi proseguire verso l Oceano Atlantico. Tuttavia, l itinerario del viaggio di Ulisse deve la sua ricostruzione alla sensibilità moderna, poiché quanto viene descritto da Omero è semplicemente un accumulo di tappe piuttosto vaghe. Tali divagazioni valgono soprattutto per un carpigiano che, da anni, ha fatto delle rotte di Ulisse - il Mediterraneo e l Atlantico - la propria casa e che, ne è fermamente convinto, ritiene sia il viaggio, e non la meta, ciò che gli dona respiro ogni giorno. Omero Moretti quando si dice che i nomi talvolta sono profetici - è nato a Carpi 60 anni fa, ma da 30 trascorre ben 11 mesi all anno in mare compiendo traversate dell Atlantico, dalla Spagna ai Caraibi e, durante la stagione estiva, organizzando crociere nel Mediterraneo e viaggivacanza tramite il consorzio La Compagnia degli Skippers Oceanici. Non è facile fermare un marinaio: è come tentare di placare le onde del mare. E, infatti, in questi giorni Omero Moretti è a Palau, in Sardegna, e l intervista si svolge telefonicamente, il che non gli impedisce di farci sognare mari cristallini e atmosfere d altri tempi. Un idea folle quella che l ha portato a lasciare il proprio lavoro, tanti anni fa, e intraprendere la via dell acqua? E Moretti stesso a rispondere. Cosa ti ha portato a questa ardita decisione? Avevo un officina metalmeccanica che produceva stampi. D estate, per hobby e per svago, andavo in barca. Col passare del tempo, la mia passione per il mare si è tramutata in un sogno che poi, pian piano, si è realizzato. Ho preso questa decisione perché ero scontento del mio lavoro, irto di difficoltà. Un po per gioco, un po per scommessa, insomma. Un idea folle? Nessuno me l ha mai detto apertamente, anche se i colleghi che da anni svolgevano questa professione dicevano che fare il marinaio era un attività in via d estinzione. Nel mio piccolo ho tuttavia saputo conciliare l aspetto vacanziero con l esperienza che il viaggiare in mare dona a chi lo fa. La svolta nel settore del turismo ha fatto la differenza: la barca è un luogo di ritrovo e rappresenta un modo di vedere la terra in modo diverso. Come si svolge la tua professione? Da giugno a settembre viaggio per il Mediterraneo, mentre da ottobre a fine marzo compio la Omero Moretti traversata dell Atlantico (ne ha compiute 28 ndr). Quest ultima necessita di venti giorni all andata e altrettanti al ritorno: nel mezzo, c è una permanenza di quattro mesi ai Caraibi e, da lì, con gli ospiti della mia barca, facciamo crociere nelle Antille: 10 giorni, di isola in isola. E le tue, di vacanze? Quando lavoro! Una vacanza vera e propria non so più nemmeno cosa sia. Ogni settimana ospito sulla mia barca otto persone diverse che mi raccontano le proprie esperienze, le proprie storie: non vivo più solo la mia vita, ma anche quella di tutte le persone con cui entro in contatto. Contrariamente a quanto si possa pensare, questo è un lavoro pesante, ma è legato a Omero Moretti è nato a Carpi 60 anni fa, ma da 30 trascorre 11 mesi all anno in mare compiendo traversate dell Atlantico, dalla Spagna ai Caraibi e, durante la stagione estiva, organizzando crociere nel Mediterraneo e viaggi-vacanza una passione e ciò rappresenta una fortuna e un privilegio, per me. Freya è il nome della tua barca: cosa significa? Sarà diventata la tua migliore amica.. E il nome di una divinità scandinava considerata la dea dell amore e della famiglia. Rappresenta il calore tra le persone e credo si addica bene alla mia imbarcazione che, per lavoro, trasporta persone che per lunghi giorni stanno a stretto contatto tra loro. E un nome nato apposta per lei. Più che un amica, rappresenta la mia amante, qualcosa di vivo. Questo mestiere me la fa condividere con tante persone, ma lo faccio volentieri. Come insegna la letteratura, anche tu ricorri a qualche rito Marinai si diventa... scaramantico a bordo? No. Le superstizioni derivano da vecchie storie. Oggi manca una buona cultura nautica: tutti desiderano la barca, ma nessuno sa o vuole impegnarsi nell apprenderne i segreti. Tra questi non c è spazio per dicerie d altri tempi. C è chi pensa, ad esempio, che una donna a bordo sia di cattivo auspicio, ma è solo una chiacchiera derivante dal passato, quando le traversate duravano anche anni e il gentil sesso poteva creare un certo scompiglio. Il viaggio più bello? La mia vita. Non ricordo un viaggio in particolare: ognuno è diverso e di ognuno conservo qualcosa di splendido. Il posto che amo di più è quella che oggi sento come casa mia: la Sardegna. A Carpi conservo i miei affetti famigliari, ma è il mio Mediterraneo il luogo dove mi sento a mio agio. Il tuo prossimo progetto? Sto lavorando a un autobiografia. Una casa editrice si è interessata ai racconti del mio blog e mi ha chiesto di mettere le mie esperienze su carta. Non sono certo un filosofo, quindi sto semplicemente scrivendo ciò che negli anni ho Omero moretti: marinai si diventa Scopri la sua storia su: 3 vissuto: ne sta uscendo una sorta di diario che ripercorre la mia storia. Quale altro sogno vorresti veder realizzato? Ho realizzato i miei sogni remando contro le regole classiche del vivere. C è chi mi invidia perché ho fatto questa scelta, ma è un invidia sana: li faccio sognare. Per il futuro ho un desiderio, sì. La strada verso i Caraibi l ho compiuta per lavoro, non per motivi esotici. Sono posti straordinari: senti la vera leggerezza del vivere, a differenza dell Italia dove siamo intrappolati tra doveri e scadenze. Tuttavia il mio vero sogno, da appassionato di archeologia, è visitare i luoghi delle mie letture preferite: Croazia, Grecia e Turchia. Lo sogno da tempo. Potrei rimanere deluso? Se non vado, non lo saprò mai. Nomen omen, affermavano gli antichi Romani, a voler significare che nel nome delle persone è racchiuso il loro destino. Se è vero che la saggezza dei latini raramente viene smentita, crediamo che Omero non rimarrà affatto deluso dai suoi sogni. Valeria Cammarota

4 n 31 Accordo per riunire Iride, Carpi e Modena Formazione Verso un unico ente I sindaci di Modena, Carpi e dell Unione dei Comuni Modenesi Area Nord hanno raggiunto un accordo per giungere all unificazione delle società pubbliche di formazione professionale dell area modenese. L operazione ha l obiettivo di razionalizzare il sistema formativo provinciale mettendo a frutto al meglio le risorse pubbliche disponibili. Le società coinvolte sono Modena Formazione, Carpi Formazione e Iride Formazione. La prima è controllata dal Comune di Modena con una quota del 57%, la seconda dal Comune di Carpi con una quota dell 82% e la terza è interamente posseduta dall Unione Area Nord. Il nuovo soggetto che risulterà dall aggregazione continuerà a presidiare le aree di attività sulle quali le tre società si sono specializzate nel corso degli anni: la formazione a sostegno delle politiche di welfare, la formazione a supporto delle transizioni lavorative, la formazione per le filiere produttive e i distretti, e quella per la pubblica amministrazione. L unificazione avverrà mediante l ingresso dell Unione dei Comuni modenesi Area Nord nella compagine sociale di Modena Formazione e l incremento della partecipazione del Comune di Carpi nella stessa Modena Formazione. Si proseguirà con l acquisizione, da parte di Modena Formazione, dei rami di azienda di Carpi Formazione e Iride Formazione, necessari per lo svolgimento delle attività, e si concluderà con la messa in liquidazione di Carpi Formazione e Iride Formazione, da completare una volta conclusi i progetti formativi attualmente in corso. Si prevede che la nuova società avrà fra i propri soci il Comune di Modena (58% circa), il Comune di Carpi (9% circa), l Unione dei Comuni Modenesi Area Nord (7%), i Comuni di Vignola e Pavullo (3% ciascuno), l Università di Modena e Reggio Emilia (10%) e le Aziende Policlinico e Usl di Modena (5% ciascuna). Fossoli - Il Consorzio per la promozione aeroportuale chiede all Amministrazione di poter allungare la pista di atterraggio, per aumentare l offerta di trasporto e la possibilità, per le imprese che operano all aeroporto, di investire sull ampliamento delle loro strutture Non chiediamo soldi al Comune S e non vuole che il già malandato aeroporto di Fossoli cada in rovina, se non vuol vedersi costretto a dire definitivamente addio al comparto aeronautico, il Comune di Carpi deve darsi da fare per soddisfare le richieste dei sei imprenditori riunitisi nel neonato Consorzio per la promozione aeroportuale (CPRA) che sono, fondamentalmente, due: rapidità e buon senso. Ci sono già 250mila euro sul piatto - spiega Mario Marinelli, presidente del Consorzio e amministratore di Aelia - in una situazione di crisi economica, per sviluppare infrastrutture aeroportuali che andrebbero a vantaggio non soltanto dei privati, ma della comunità intera. All Amministrazione chiediamo un aiuto nel far decollare il progetto. Marinelli sostiene di aver sempre colto una grande disponibilità, ma che sia mancato: il coraggio di consentirci di partire gradualmente. Non abbiamo mai desiderato soldi dal Comune di Carpi. Vorremmo semplicemente uno strumento che consenta alle aziende di costruire il minimo, per cominciare a operare, per poi completare le strutture nel corso del tempo se il progetto avrà successo. Pretendere che nel piano particolareggiato sia costruito subito un parcheggio di 100 posti auto, con aree verdi e giardini, è un assurdità. Giampaolo Ghidotti, titolare delle omonime Officine Aeronautiche, parla chiaro: il problema non sono le regole, che tutti devono rispettare, bensì i tempi di reazione dell Amministrazione. Non si possono attendere delle risposte per mesi. Per una città, avere un piccolo ma efficiente aeroporto equivale alla presenza di un casello autostradale, di una stazione o di un porto: il territorio ne ha un ritorno importante. Precisa Marinelli: le aree che, nel Nord Italia, hanno investito in ambito aeroportuale, si sono ritrovate un indotto che non si aspettavano. Si sprecano gli esempi delle opportunità di sviluppo che Carpi, attualmente, si sta lasciando scappare. Le Officine Ghidotti hanno recentemente perso una commessa per la revisione di tutti gli aeromobili leggeri della Polizia di Stato perché non avevano abbastanza spazio. Non è una cosa accettabile commenta l imprenditore. Un azienda che si occupa dell allestimento degli interni per piccoli velivoli business voleva insediarsi a Carpi, ma è stata costretta a optare per Modena: l Amministrazione gli ha comprato un terreno di fianco alla pista, dandogli l edificabilità. Incalza Marinelli: il progetto di sviluppo che abbiamo in testa ha un rischio: non solo che le due aziende che hanno dimostrato il loro interesse a trasferirsi qui non possano farlo, ma anche che le due già presenti se ne vadano via. Nelle Officine Ghidotti per ora non si possono tenere a riparazione più di 2 o 3 aerei, mentre ce ne vorrebbero almeno 7. Se non potrà costruire, se ne andrà a inizio del prossimo anno o, al massimo, nei primi mesi della primavera. Situazione molto simile a quella dell Elicompany di Mario Forghieri: la nostra esigenza è quella di ampliare l attuale sede, nata più di 30 anni fa. Operiamo nel settore elicotteri, con una flotta di 8 macchine. E da tempo che abbiamo questo progetto sul tavolo e speriamo di poterlo realizzare quanto prima, pena il blocco dello sviluppo della nostra attività. Nella sua azienda lavorano 12 persone tra tecnici, piloti e amministrativi. Siamo purtroppo costretti a tenere dei mezzi all aperto, con tutti gli evidenti rischi ambientali che ciò comporta. Il problema vero riguarda l edificabilità che esiste solo Da sinistra: Giampaolo Ghidotti, Mario Forghieri, Mario Marinelli nel momento in cui c è il piano particolareggiato. Il quale, per essere approvato, richiede 850mila euro. Troppi per i sei imprenditori: chiediamo di poter partire per gradi, senza fideiussioni e impegni futuri rispetto a cifre non ben definite. Il nostro territorio si è sempre concentrato su settori come quelli del tessile, della meccanica e delle macchine per il legno, mentre è carente di nuove aree d impresa. Va anche considerato come il settore dell aeronautica sia uno dei pochi che, in Italia, continua a tirare. L idea di tentare uno sviluppo in questo senso può apparire strana, e comporta un rischio dal punto di vista imprenditoriale. Ma ci sono uomini capaci, volenterosi e pronti a investire - una situazione non così scontata, di questi tempi che desiderano essere messi nelle condizioni di farlo. E chiedere troppo, in un momento di crisi nel quale allargare la propria visuale potrebbe rappresentare uno dei passi iniziali per la rinascita economica? La possibilità di produrre nuovi posti di lavoro specializzati, ben retribuiti e stabili sul territorio rappresenta una scommessa che il Comune dovrebbe accettare. Marcello Marchesini Zadi - Il 29 luglio era stato fissato un incontro durante il quale la direzione dell azienda avrebbe dovuto formalizzare le decisioni prese. La riunione si è però conclusa con un nulla di fatto Arrivederci a settembre... Un impresa su quattro ha rinunciato a investire e a innovare a causa degli ostacoli e dei ritardi della burocrazia. Semmai ce ne fosse bisogno, recentemente è arrivato, con tanto di numeri, anche l allarme dell Anci Lombardia per confermare l importanza di un tema che Cna ha messo ai primi posti nella propria agenda di lavoro: quello della semplificazione burocratico normativa per favorire la creazione e lo sviluppo delle piccole imprese. Il problema della burocrazia, in Italia, ha infatti assunto nel tempo proporzioni preoccupanti: aprire un azienda in Inghilterra o in Francia costa un ventesimo ed è molto più semplice. In Europa siamo secondi D opo la mancata ratifica notarile dell accordo di vendita di un ramo d azienda, il 30 giugno scorso tra il colosso indiano Minda Spa e Zadi, venerdì 29 luglio, nella sede della Provincia di Modena, si sono riuniti intorno a un tavolo, ancora una volta, amministratori, sindacalisti di Fiom/Cgil e direzione aziendale. Purtroppo la direzione non si è ancora espressa - ha commentato Antonio Petrillo di Fiom/ Cgil Carpi - e ci ha dato appuntamento il prossimo 5 settembre per chiarire definitivamente la propria posizione. Gli scenari che ora si profilano all orizzonte sono sostanzialmente due: o subentra un compratore oppure dovrà essere immediatamente attivata una procedura che garantisca la continuità produttiva e la salvaguardia dei 193 lavoratori, ovvero l amministrazione straordinaria. Quel che è certo è che Zadi ha i giorni contati: considerati i problemi finanziari dell azienda infatti, entro Da Cna una nuova proposta contro il peso schiacciante della burocrazia: la Carta dei diritti delle piccole imprese Per una burocrazia amica solo alla Grecia per difficoltà formali all apertura di una nuova attività. I costi, poi, sono eccessivi: la burocrazia in Italia grava sul sistema delle imprese per 30 miliardi l anno, circa il 5% del Pil. Tutto ciò ostacola la competitività del nostro sistema imprenditoriale Ma la burocrazia non è solo quella che fa riferimento allo Stato. Sulla vita delle imprese un ruolo rilevante lo gioca anche la burocrazia comunale. Per rilanciare lo sviluppo e l occupazione e, quindi, per favorire la creazione di nuove iniziative imprenditoriali, è indispensabile una burocrazia locale amica e non controparte delle imprese, liberata da procedure inutili, ripetitive e onerose, che dialoga e supporta le imprese. Anche con interventi a costo zero per le amministrazioni pubbliche, si possono produrre benefici importanti per il nostro territorio. Cna intende lanciare una proposta di confronto e di lavoro ai sindaci dei Comuni della Provincia di Modena, per arrivare a definire una vera e propria Carta dei diritti delle piccole imprese. L obiettivo è quello di migliorare e semplificare il rapporto imprese/comuni. Tra gli obiettivi della carta - si legge nella nota di Cna - vi è l impegno di uniformare i diversi regolamenti comunali per superare la differenziazione delle norme, che rappresenta una complicazione e un costo aggiuntivo per le imprese e le stesse amministrazioni, in un ottica di unione il 15 settembre - conclude Petrillo - il titolare Aldo Quintavalla dovrà prendere una decisione. Alla saga quindi, con l inizio dell autunno, dovrebbe essere posta la parola fine. La speranza è che, a fronte di un Quintavalla per la prima volta possibilista, venga perseguita la strada dell amministrazione straordinaria: in tal modo 193 lavoratori potrebbero continuare a sperare di non ritrovarsi in mezzo a una strada. Arrivederci a settembre... J.B. dei comuni. Le norme vanno poi semplificate per essere facilmente applicabili. Chiediamo anche che si possa interagire con la pubblica amministrazione con modalità semplificate, facilitando, ad esempio, le comunicazioni via web e che si intervenga per superare o limitare alcune barriere che complicano l avvio di nuove attività d impresa, ad esempio le norme riguardanti le destinazioni d uso dei locali. La Carta dei Diritti delle Piccole Imprese diventa, di fatto, una Carta dei Doveri dei Comuni. Un impegno bilaterale che non può essere ulteriormente rimandato, per restituire al territorio appetibilità e competitività, e per contribuire a risvegliare negli individui la volontà di fare impresa.

5 n 31 A lla diatriba relativa alla legittimità delle villette di Budrione costruite a 50 metri dal cimitero frazionale, all interno cioè della fascia di rispetto che lo Stato sancisce in 200 metri, è stata messa - per ora - la parola fine dal giudice civile del Tribunale di Carpi. La sentenza emessa ha infatti decretato la regolarità del complesso residenziale, respingendo le accuse avanzate da Alleanza per Carpi, Popolo delle Libertà e Lega nord, in raccoglimento delle istanze di Loris Vincenzi che, da tempo, ne denunciava il presunto abuso edilizio. Giliola Pivetti, Roberto Andreoli e Argio Alboresi avevano presentato un ricorso di urgenza contro due imprese costruttrici, ravvedendo nelle abitazioni, un danno irreparabile per la collettività (articolo 700 del codice di procedura civile), in particolar modo, un rischio per la salute pubblica, a causa della vicinanza, illegittima secondo i ricorrenti, al cimitero frazionale. Dopo aver ascoltato tutte le parti in causa, (il Comune per aver rilasciato il nulla osta a edificare, i costruttori e i capigruppo di ApC, PdL e Lega) il giudice ha deciso di rigettare il ricorso. Due le motivazioni addotte: i ricorrenti I lettori ci scrivono... Il giudice civile del Tribunale di Carpi rigetta il ricorso di ApC, PdL e Lega Nord sul presunto abuso edilizio delle villette di Budrione, costruite a soli 50 metri dal cimitero frazionale Se ne occupi il Tar... si sarebbero dovuti rivolgere al Tribunale amministrativo regionale e, allo stesso tempo, non sono state ravvisate le condizioni per invocare l articolo 700. Bocce Nessuna giustificazione per l omicida Ho letto l articolo che riguarda Pina (Giuseppa Caruso ndr) magari ho frainteso poiché, essendo sua amica, soffro ancora per il modo orribile in cui è morta. Premetto che non voglio insegnare a nessuno come scrivere un articolo, né voglio offendere nessuno, ma credo che il pezzo sia una giu- ferme dunque e palla al centro: mentre il Comune di Carpi esulta per la vittoria, insieme ai costruttori che non assisteranno inermi all abbattimento delle villette, per stificazione per ciò che ha fatto il marito, Dario Solomita (in foto). Per quanto mi riguarda, mi dispiace, ma non posso e non voglio scusarlo; le persone muoiono da sole. Pina non tradiva il marito e non mi risulta che lo volesse risvegliare, ma se anche fosse stato (e non lo è), non si possono uccidere le persone a causa di un buco nero in una webcam. Non sono neppure d accordo nel fornirgli delle attenuati per il semplice fatto che abbia aspettato le Forze dell Ordine. Io non voglio dare giudizi ma l Opposizione si apre invece la possibilità di ricorrere al Tar. Se ne parlerà dopo l estate. Un dato certo però resta: nonostante i Piani regolatori cimiteriali non possano nemmeno giustificare un omicida: ormai è un dire comune non era capace di intendere e di volere. Per quanto riguarda i famigliari di lui, non vorrei essere al loro posto. Soltanto loro possono - o meno - perdonarlo o stargli accanto. Capisco anche che non hanno alcuna colpa, ma credo debbano capire la famiglia di Pina: riservata e con un cuore grande. Mi sono permessa di scrivere il mio pensiero e se lo poteste pubblicare ve ne sarei grata. Credo che le tante persone che vogliono bene a Pina e 5 determinare né variare la fascia di rispetto di 200 metri, sancita dallo Stato, le villette svettano a soli 50 metri dal camposanto di Budrione. Jessica Bianchi alla sua bambina vorrebbero sentire le mie parole e non quelle che ho letto sul vostro settimanale nell articolo dal titolo: Famiglie spezzate, del 22 luglio. Con questo non voglio atteggiarmi a giudice, ma solo sottolineare che la vittima è stata Pina, che non vedrà la sua splendida bambina crescere e, ancora peggio, la vittima in assoluto è proprio la piccola che non solo non ha più la sua mamma, ma dovrà crescere con la certezza che chi l ha uccisa è stato il suo papà. Ombretta

6 n 31 L Unione delle Terre d Argine ha accordato al Centro Culturale turco-islamico, con sede in via Unione Sovietica, di riunirsi per tutto il periodo di Ramadan, dalle 21 alle 24, nella palestra della Scuola primaria G. Rodari di Carpi per compiere le preghiere di rito Ramadan: la Lega torna all attacco L a Giunta dell Unione delle Terre d Argine ha accolto favorevolmente la richiesta del Centro Culturale turcoislamico, con sede in via Unione Sovietica, al civico 13, di utilizzare gratuitamente nel periodo di Ramadan la palestra della Scuola primaria G. Rodari. Dopo il parere positivo espresso dal Comprensivo Carpi 2 infatti, la Giunta ha concesso lo spazio all associazione che potrà così accedere ai locali per compiere le preghiere di rito legate al mese santo dell Islam, dalle 21 alle 24 fino al 29 agosto e il giorno 30 agosto dalle 6,30 alle 8 per festeggiare la fine del Ramadan. All interno del locale di via Cuneo, i fedeli reciteranno la quinta preghiera rituale e l orazione di Ramadan. Immediata la reazione della Lega Nord. L associazione - ha commentato Argio Alboresi, rappresentante carpigiano del Carroccio - non soddisfatta della Argio Alboresi sala d attesa della stazione delle corriere, concessa in uso dalla Giunta Comunale negli anni passati, ha chiesto e ottenuto molto di più, ovvero una confortevole palestra recintata e in uso completamente gratuito. Riteniamo che, se i Testimoni di Geova che sono italiani si pagano i loro locali di preghiera - aggiunge Alboresi - lo stesso dovrebbe valere per gli islamici che, in buona parte, non lo sono e, addirittura, parlano nella loro lingua e praticano una religione che ci vuole sottomessi. Inoltre, tra i fedeli, ci saranno sicuramente anche clandestini, fatto certamente non trascurabile. Una proposta, quella leghista, difficilmente praticabile dal momento che a Carpi non esiste una moschea. La questione - annosa e complessa - esce dalla contingenza del momento, (Ramadan) per assumere piuttosto i tratti dell ordinaria amministrazione. Gli stranieri, a Carpi, hanno raggiunto quota (dati al 31 dicembre 2010), di cui considerando soltanto marocchini, tunisini e pachistani - provengono da aree di religione islamica. A differenza di cattolici, evangelici e Testimoni di Geova che hanno luoghi di culto nei quali pregare e riunirsi regolarmente, i musulmani residenti trovano delle soluzioni fai da te per dedicarsi alle loro cinque preghiere quotidiane. Affittano o acquistano appartamenti da adibire al culto, col risultato che numerosi vicini ne lamentano l invasione. La Giunta però resta in silenzio e la moschea rimane un miraggio. Un tema spinoso, che divide l opinione pubblica, sul quale la squadra Campedelli - rispetto ad altre realtà a noi limitrofe - è però in grave ritardo, forse per il timore di perdere consensi. Starsene con le mani in mano comunque, non ne favorisce di certo la popolarità. J.B. Stiamo aspettando di poter accedere alla consulta da due anni. Nel 2009 il tema era molto caldo. Non solo Carpi, ma anche Soliera e Campogalliano si erano detti pronti. Poi tutto è stato bloccato. ora però Siamo fiduciosi, commenta il pakistano Javed Iqbal Ma gli stranieri vogliono entrare nella Consulta? Javed Iqbal S orride, mentre mi invita a entrare. Un divano marrone, alcune sedie, un televisore. Qualche foto e un poster alle pareti. Questi e pochi altri oggetti, racchiusi in una stanza ricavata sul retro della sua piccola impresa - una lavanderia che gestisce insieme a una socia italiana costituiscono la modesta sede dell associazione che resta illuminata ogni sera fino alle 22, per permettere a chi avesse bisogno di recarvisi anche dopo l uscita dal lavoro di trovare le porte aperte. Prima, però, ci tiene a offrirmi un caffè al bar di fianco. Insiste, tanto che capisco che un rifiuto lo offenderebbe. Il suo nome è Javed Iqbal: pakistano, è il presidente di MLNW, una delle 20 e più associazioni di immigrati che il Comune di Carpi ha contattato in vista della costituzione della Consulta degli stranieri dell Unione Terre d Argine. All appello dell Amministrazione gli immigrati rispondono positivamente, e già questa è una buona notizia. Hanno voglia di partecipare, di farsi sentire, di dire la loro sulla città. Quando ci sarà la Consulta, tanti stranieri capiranno che il Comune chiede anche il loro contributo, che li considera importanti. Sarà una spinta fortissima per farli partecipare maggiormente. I suoi connazionali, insieme a tutti gli altri gruppi di stranieri, non vogliono solo poter accedere a un luogo nel quale confrontarsi: vogliamo aiutare, per esempio dando una mano alla Croce Blu e alle altre associazioni: non ci interessa soltanto avere i nomi delle nostre associazioni scritti su qualche registro ufficiale. Desideriamo fare cose concrete, per il bene di quella che sentiamo anche la nostra casa. Viene da chiedersi quanti, come lui, aspettino soltanto una buona occasione per intervenire più attivamente. Sono qui da 21 anni, e l Italia è diventata il mio Paese. La sento come la mia terra e non credo che tornerò in Pakistan. E qui che i nostri figli sono nati e qui avranno un futuro. Per questo vorremmo poter contribuire al benessere della comunità. Sul fatto che molti immigrati vogliano integrarsi, Javed non ha dubbi: prenda tutti i piccoli imprenditori stranieri. Condividono con i loro colleghi carpigiani i momenti belli e quelli più difficili. Come ad esempio la crisi economica, che tocca tutti noi da vicino. Anche a lui, quando ha aperto la sua attività in viale De Amicis è toccato scontrarsi con pregiudizi e diffidenze. All inizio molti mi guardavano con sospetto. Poi, col tempo, abbiamo imparato a conoscerci e ora ho tanti amici italiani. Se resto assente dal lavoro anche solo un giorno, si informano per sapere se va tutto bene. Secondo Iqbal la vera integrazione può venire soltanto dal lavorare insieme, da progetti condivisi e dalla frequentazione costante. Mentre è nell emarginazione che degrado e pregiudizio trovano terreno fertile. Le associazioni coinvolte del Comune spaziano da quelle che rappresentano le donne dell Europa dell Est, passando per il Maghreb e l Africa Centrale, al Pakistan. Va però detto che questa è l ultima possibilità per il Comune. Per troppo tempo, infatti, quella della Consulta degli stranieri è rimasta soltanto un idea. Se anche stavolta il progetto dovesse concludersi con un nulla di fatto, il dazio da pagare sarà, per il Comune, la definitiva perdita di credibilità. Stiamo aspettando di poter accedere alla consulta da due anni. Nel 2009 il tema era molto caldo. Non solo Carpi, ma anche Soliera e Campogalliano si erano detti pronti, tanto che avevamo avuto degli incontri con una professoressa di Bologna, che ci aveva insegnato come gestire al meglio tale impegno. Sembrava, insomma, il momento giusto: il Comune ci aveva assicurato che si sarebbe presto creato questo organo. Non so cosa sia successo in seguito. Abbiamo aspettato tanto, ma le cose si sono completamente bloccate. Sono i tempi lunghi ad aver generato qualche comprensibile diffidenza tra gli stranieri: gli immigrati di Carpi ci sono rimasti male, perché in contesti come Bologna, Novi, Modena e Suzzara queste cose sono già realtà. La maggior parte di loro è comunque intenzionata a concedere al Comune un altra occasione, perché la questione è troppo importante. Ora, nel 2011, attendiamo la decisione definitiva, che dovrebbe arrivare presto. Quindi sono fiducioso chiosa Javed, tranquillo e sorridente. Gli extracomunitari non sono però gli unici ad aspettare la nascita della Consulta. Con loro anche le associazioni di volontariato carpigiane. Il nostro parere è positivo, all unanimità. Insieme si possono trovare le soluzioni migliori per i problemi esistenti dichiara il presidente della Consulta C Carlo Alberto Fontanesi. La proposta è considerata positiva dalle 47 associazioni che a Carpi operano in ambito socio - assistenziale. Anche perché quest organo sarà misto, formato non solo dai rappresentanti degli immigrati, ma anche da quelli di varie realtà: consulte del volontariato, Comuni dell Unione Terre d Argine, Usl, mondo produttivo e sindacati: ne faranno parte tutti i portatori di interessi diffusi. L immigrazione è una realtà: esiste da decenni. Essendo un dato di fatto, lo riteniamo un ambito sul quale lavorare per fare progressi. L opinione di Fontanesi è che l integrazione andrà a beneficio dell intera comunità: se si escludesse una frangia di popolazione che adesso vive qui, si correrebbe il rischio di tagliarla fuori dai processi di convivenza, creando dei problemi con le nostre stesse mani. I migranti potranno, se coinvolti, diventare cittadini e contribuire al benessere generale di tutto il territorio, è questa l idea di fondo sottesa all operazione. Tra i primi impegni della nuova Consulta ci saranno la questione femminile e quella delle seconde generazioni: affrontare questi due nodi significa confrontarsi con i principali ostacoli all integrazione. La Consulta non toglierà lavoro al mondo del volontariato, dando anzi nuove possibilità di impegno: cercheremo di dare una mano per realizzare insieme delle iniziative che favoriscano l incontro tra le varie etnie presenti sul territorio. Sia gli immigrati che le associazioni di volontariato hanno espresso un parere positivo. Portare a buon fine questo progetto potrebbe rappresentare un importante risultato per il team dell assessore alle Politiche Sociali Alberto Bellelli, e soprattutto per la città di Carpi. Marcello Marchesini

7 n 31 7 H anno preso il via le indagini archeologiche preventive necessarie per chiudere lo studio di fattibilità, relativo al parcheggio interrato che dovrebbe sorgere nel Piazzale della Meridiana. La Soprintendenza per i Beni Archeologici di Bologna ci ha autorizzati a procedere sotto la guida di un archeologo di comprovata fiducia - spiega l architetto Giovanni Gnoli, dirigente responsabile del Settore Restauro del Comune di Carpi - col quale è stato concordato di eseguire cinque trincee, ovvero scavi lunghi 5 metri e profondi oltre 3, per leggere la stratigrafia del terreno e rilevare eventuali manufatti o presenze archeologiche nel sottosuolo. Numerose le competenze tecniche messe in campo: i carotaggi ci consentono di descrivere con precisione le caratteristiche geofisiche del terreno e i rilievi laser di osservare cosa si nasconde sotto il camminamento del piazzale. Al momento i lavori, che termineranno alla fine di agosto, non hanno portato al ritrovamento di reperti significativi, conclude l architetto, ma la prudenza, in questi casi, è d obbligo. Se tutto filerà liscio, a settembre, verrà inoltrata la relazione alla Soprintendenza per ottenere il via libera ai lavori. Previo nulla osta dell ente, i posti auto ricavati con il parcheggio interrato di piazzale della Meridiana consentirebbero di recuperare quelli eliminati a seguito della riqualificazione di corso Fanti e corso Cabassi e quelli che si perderanno sistemando a verde l ex Bocciofila Malatesta. Piazzale della Meridiana, nato al posto dello stabilimento della Manifattura Tabacchi (abbattuto negli Anni Settanta) su un area Al via le indagini archeologiche preventive necessarie per chiudere lo studio di fattibilità, relativo al parcheggio interrato che dovrebbe sorgere nel Piazzale della Meridiana Carotaggi nel Piazzale delle Poste di circa quattromila metri quadrati vedrebbe così raddoppiare la sua disponibilità di piazzole. Il parcheggio dovrebbe costare circa 3 milioni e 200mila euro - di cui 400mila saranno adibiti alla riqualificazione dell area ex Bocciofila Malatesta che diverrà un area verde - e verrà predisposto un bando di gara per l affidamento in concessione e gestione, tale per cui al vincitore toccherà anche la progettazione esecutiva del manufatto. L investimento verrà poi ammortizzato dal soggetto privato che si aggiudicherà la gara attraverso la vendita dei box auto ricavati nel parcheggio interrato (che richiederà oltre un anno per la sua realizzazione) e mettendo poi a tariffa oraria i posti in superficie. Nei piani della Giunta Campedelli vi è anche un altro progetto importante per la città, ovvero la realizzazione di un parcheggio sopraelevato in Piazzale Donatori di Sangue, attraverso un sistema prefabbricato modulare, simile a quello già esistente in Piazzale Maestri del Lavoro, adiacente all ingresso dell ospedale Ramazzini. Il nuovo parcheggio dell ospedale (costo previsto 900mila euro) che sorgerà su un area comunale, si autofinanzierà mettendo a tariffa i suoi 180 posti auto, tariffa che verrà riscossa dal gestore in base a una Convenzione. Jessica Bianchi Luca Ghelfi (PdL): interpella la Provincia sull impoverimento dell offerta sanitaria nell area nord Nuovo ospedale, addio... Il Consigliere provinciale (PdL) Luca Ghelfi interroga la Provincia di Modena circa l impoverimento dell offerta sanitaria nell Area Nord. Da quanto si evince dal Pal, il Piano Attuativo Locale, l ospedale Ramazzini di Carpi, denuncia Ghelfi è e rimane così com è, eccezion fatta per il Pronto Soccorso finanziato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Carpi, mentre a Mirandola l ospedale perde pezzi e a Finale Emilia è destinato a sparire, a favore di una Casa della Salute. In tutta questa pianificazione non ci sono accenni a potenziamenti seri parere favorevole del Consiglio Comunale Via libera al metanodotto Il Consiglio Comunale ha discusso una delibera relativa al passaggio sul territorio della frazione di Gargallo di un metanodotto, esprimendo un parere di conformità alla strumentazione urbanistica vigente su questa importante opera della Snam. L architetto Attilio Palladino ha spiegato le caratteristiche del progetto ricordando che, all ordine del giorno, vi era solo il tratto carpigiano di un metanodotto che parte da Cremona e arriva a Poggio Renatico in Romagna, e che sostituirà una linea esistente ricalcandone il tracciato, di circa 150 chilometri. Una volta che il Consiglio si sarà della rete. Dunque un urgenza da Finale dovrà arrivare fino a Carpi o a Baggiovara. Per non parlare poi dei ricoveri. Del nuovo ospedale dell Area Nord non vi è più traccia da nessuna parte. Sembra un capitolo ormai chiuso. La mia interpellanza presentata in Provincia è un tentativo di capire se ci sia stato uno studio serio di flussi e utenza per decidere questi depotenziamenti, senza la contropartita di potenziamenti di altre strutture, o se - come sempre - l Area Nord della Provincia paga il conto salato di un ospedale, quello pronunciato con il suo parere - ha spiegato - con quella che diverrà anche Variante al Prg vigente, la Provincia di Modena potrà deliberare l autorizzazione alla costruzione dell opera, che viene considerata d interesse nazionale e quindi prevede espropri urgenti per pubblica utilità, a cura di Snam. Il passaggio sotterraneo delle condotte - che avranno un diametro massimo di 90 centimetri - interesserà terreni agricoli e garantirà una fascia di rispetto di 16 metri contro i 30 attualmente esistenti per la vecchia di Baggiovara, che non si regge con le sue gambe. Luca Ghelfi linea che corre in parallelo e verrà sostituita dalla nuova. L assessore all Urbanistica e all Ambiente Simone Tosi ha ribadito la sicurezza dell opera, che le operazioni di accantieramento sono già in corso e visibili ad esempio a chi passa sulla strada provinciale Romana nord e che il nuovo metanodotto passerà nell attuale fascia di rispetto e quindi è conforme al Prg. Un eventuale voto contrario al progetto di un singolo Consiglio Comunale ha poi concluso - non fermerebbe la costruzione e la messa in esercizio dell opera dal momento che questa è di interesse nazionale ed è il Ministero competente a essersi occupato della Valutazione ambientale. La delibera è stata approvata da tutti i consiglieri in aula a esclusione di Lorenzo Paluan (Carpi a 5 Stelle - Prc) che si è invece astenuto. Alberi tagliati a Cibeno, tra via Bonasi e via Canalvecchio Largo al polo scolastico Dopo aver ricevuto la segnalazione di un lettore relativa al taglio di numerosi alberi a Cibeno, tra via Bonasi e via Canalvecchio, abbiamo interpellato l assessore all Ambiente del Comune di Carpi, Simone Tosi, per conoscere il motivo di tale abbattimento. Le alberature erano una vecchia piantumazione del vivaio Crea. Alcuni alberi sono stati tagliati per far spazio al nuovo polo scolastico di Cibeno Pile - e all area verde antistante - che sorgerà nella zona. Altre invece, conciliabili col progetto sono state salvate e si uniranno a quelle che verranno piantumate ex novo. Ricordiamo che il polo ospiterà alunni delle primarie di primo e di secondo grado (elementari e medie) e occuperà un area di circa metri quadri. Il costo dell opera ammonta a 8 milioni di euro, 2 dei quali messi a disposizione dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Carpi. I lavori che cominceranno a breve - il 17 giugno è stata effettuata l apertura dell offerta economica che ha individuato la ditta esecutrice nell associazione temporanea d impresa Ati Reggiani spa - Manzi Impianti - termineranno in 18 mesi, come stabilito dalla tempistica contrattuale.

8 n 31 lo hanno Fermato a un posto di blocco vicino ad Arezzo per un controllo. in auto aveva ancora i 28mila euro del bottino. Finisce così l avventura del malvivente che, il 26 luglio scorso, aveva rapinato il titolare della Tabaccheria Cesario di via pezzana a Carpi Arrestato il rapinatore A ppena un giorno: tanto è durata la fuga del malvivente che a Carpi, la mattina del 26 luglio, ha sottratto ben euro l incasso della settimana precedente al sessantanovenne titolare, insieme alla moglie Anna Maria, della Tabaccheria Cesario, al civico 61 di via Pezzana. Nei pressi del casello autostradale di Arezzo C.L.P (il pregiudicato napoletano di 44 anni che si era allontanato senza permesso da Sanremo, località nella quale risiedeva da sorvegliato speciale) è stato arrestato dalla Polizia Stradale dopo un controllo. La La figlia Amelia fortuna ha voluto che, al momento del fermo, l uomo avesse nella vettura l ingente quantitativo di denaro, bottino della rapina, sicurezza a carpi I Fatti della Settimana San Felice, carpigiano denunciato per danneggiamento I Carabinieri di San Felice sul Panaro hanno deferito in stato di libertà alla Magistratura G.F, 58enne di Carpi, poichè responsabile di danneggiamento aggravato. I Militari hanno accertato che l uomo, nei pressi della Croce Blu ha forato quattro pneumatici a un autovettura Opel che ha insospettito gli agenti. A raccontare la dinamica dei fatti è Amelia, figlia del titolare dell attività. Eravamo in tabaccheria, Astra Sw, parcheggiata. I Carabinieri hanno appurato che il gesto è relazionabile a diverbi tra il denunciato e il proprietario del mezzo. Quasi completata la rosa del nuovo Consiglio d amministrazione della Fondazione A. Paltrinieri Giliola Pivetti E fuori? Si è ormai completata la rosa del nuovo Consiglio d amministrazione della Fondazione Antonio Paltrinieri che, probabilmente vedrà l esclusione della consigliera - nonché presidente uscente - Giliola Pivetti, su nomina del Comune di Carpi. Dopo il rinnovo del consigliere di spettanza della Consulta per il Volontariato Gianni Ronchetti, le nomine di Francesco Grillenzoni e Luigi Soliani da parte della Parrocchia di Santa Croce, quella di Sergio Garuti che prende il posto di Attilio Sacchetti (rinunciatario a causa dall età avanzata) per la Diocesi di Carpi e, a parte sorprese dell ultima ora, il rinnovo di Elisetta Bellelli per la Fondazione Cassa di Risparmio di Carpi, non resta che attendere i nomi dei due consiglieri scelti dal sindaco Enrico Campedelli. Persone che, pur essendo già state nominate, sono ancora in attesa di ufficiale formalizzazione. Laconica la Pivetti: a me non risulta di essere nel prossimo consiglio. Un esclusione che molto ha a che fare con la volontà della presidente uscente di realizzare una residenza psichiatrica a Santa Croce. Progetto che ha scaldato gli animi dei residenti, fortemente contrari all operazione che, evidentemente ha costituito un motivo per estromettere me e chi era favorevole, conclude Pivetti. Ricordiamo che la Fondazione Antonio Paltrinieri è la prosecuzione delle Opere Pie di Carpi che affondano le loro radici nel Con il proprio patrimonio, la Fondazione si propone di attuare scopi sociali, prevalentemente verso i bambini, i giovani e le famiglie erogando servizi e finanziamenti. La gestione dell ente è attualmente orientata all asilo nido Primavera, collegato alla scuola d infanzia paritaria Matilde Cappello a Santa Croce, alla scuola d infanzia Caduti in Guerra a Gargallo e, collaborando con la Fondazione Cassa di Risparmio di Carpi, all erogazione del microcredito. I sette consiglieri sceglieranno poi il nuovo presidente. ma non ci siamo accorti di nulla. Abbiamo iniziato a capire che era successo qualcosa di grave quando è arrivato, pallido e col volto insanguinato. La rapina ha avuto luogo pochi minuti prima che l uomo arrivasse in tabaccheria: come ogni martedì, mio padre doveva passare di qui alle 9.30 per lasciare il cane che aveva al guinzaglio. Subito dopo avrebbe preso l auto per recarsi in banca e depositare l incasso della settimana. Un percorso abituale che non aveva mai destato motivi di allarme. Almeno sino a quella fatidica mattina. Mentre stava attraversando la strada, a pochi Polizia Municipale di Carpi, incidente a Ponte Motta E sceso dalla sua auto per chiedere informazioni, ma è stato investito in pieno da una Fiat Multipla. Un sessantenne di Rozzano, nel milanese, è ora ricoverato in gravi condizioni all ospedale di Baggiovara. L uomo è stato travolto lungo la Statale Motta, in località ponte Motta a Carpi. Aveva accostato ed era sceso dalla macchina per chiedere un indicazione stradale quando è stato investito dalla vettura che sopraggiungeva, condotta da un 40enne. Trasportato con l elisoccorso all ospedale, ha riportato varie fratture ed è in prognosi riservata. I rilievi sono stati fatti dalla Polizia Municipale di Carpi. Giliola Pivetti metri dalla tabaccheria, è stato improvvisamente afferrato alle spalle da qualcuno. Tentando di resistere, è stato spintonato. Così è caduto a terra, mentre il rapinatore è scappato, a bordo di una motocicletta, insieme a un complice. Tutto è avvenuto nell arco di pochi istanti e in maniera così inaspettata che la vittima non è stata in grado di notare che un unico dettaglio: l uomo che lo ha aggredito portava un casco. Riguardo alla salute del proprietario, fortunatamente nulla di grave, anche se la mattina dopo la rapina non si trovava sul posto di lavoro. E ancora sotto shock. Sente dolore agli arti per la colluttazione, al naso perché ha sbattuto il viso, ma soprattutto ha mal di schiena e fatica a muoversi per la caduta a terra. E probabile che i due malviventi avessero preparato il piano nei minimi particolari, considerati i tempi di esecuzione rapidissimi, l azione priva di sbavature e senza che i due complici parlassero tra loro o si tradissero in alcun modo. Ci hanno messo non più di un paio di minuti, per questo pensiamo che lo pedinassero già da qualche tempo continua la figlia tra stupore, paura e incredulità - è Islam e dintorni... di Francesca Zanni Laureata in Storia, Culture e Civiltà Orientali, presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell Università di Bologna Criminalità e immigrazione Da tempo ormai i media, dalla televisione ai giornali, riportano notizie riguardanti gli immigrati. Uno studio di Minorities Stereotypes on Media, svolto in collaborazione con l Università La Sapienza di Roma, ha approfondito questo argomento con un progetto di ricerca. Secondo i dati dello studio, in più della metà dei casi (58,6%) le prime pagine dei quotidiani presentano notizie riguardanti gli immigrati e il 36% di esse riguarda fatti di cronaca nera o giudiziaria. I reati commessi dagli stranieri sul nostro territorio sembrano essere davvero numerosi, quasi più di quelli commessi da italiani. Uno studio di Caritas Migrantes del 2009 però aveva già analizzato la questione e i dati emersi illustrano una situazione curiosa. Il tasso di criminalità per gli immigrati nella fascia d età anni oscilla tra l 1,23% e l 1,40%, cioè solo qualche decimale più degli italiani della stessa fascia di età (0,75%), mentre tra i anni è superiore quello degli italiani (0,65% contro 0,44%). Come affermano gli autori dello studio, i due tassi sono praticamente identici se si tiene conto delle proporzionalità: gli italiani del primo gruppo (18-44) sono meno numerosi, dal momento che la popolazione italiana sta invecchiando mentre i migranti che accorrono nel nostro Paese sono prevalentemente giovani. I dati sin qui riportati suggeriscono quindi di guardare criticamente la questione. La Caritas stessa parla di eccessivo allarme per la criminalità degli immigrati : il numero di notizie sui crimini commessi da stranieri non corrisponde all effettiva incidenza sulla quantità di reati avvenuti in Italia. Infine, un altro dato significativo è connesso alla natura stessa della maggior parte dei crimini: 4 stranieri su 5 violano la legge in quanto immigrati illegalmente - reato reso tale solo recentemente - che un italiano, per ovvie ragioni, non potrebbe mai commettere nel suo paese natio. FONTI andato alla Polizia a sporgere denuncia, ma gli è stato detto che senza numero di targa dato che quella della moto era coperta e una descrizione, sarebbe stato difficile, per gli investigatori, fare qualcosa. Fortunatamente tanto l esecuzione del piano era stata ben congeniata, quanto nelle fasi successive il rapinatore arrestato si è dimostrato incauto. Tra le persone impegnate nelle attività vicine alla tabaccheria, nessuno sembra aver notato l accaduto: soltanto la cameriera di un bar di fronte sostiene che un cliente le avrebbe detto di aver notato due persone su una moto aggirarsi in zona il giorno del fattaccio. Prima del ritrovamento del bottino, la famiglia stava valutando, insieme alle assicurazioni, l entità del risarcimento: anche se l incasso settimanale gli verrà restituito, per i proprietari le cose non saranno più le stesse. Abbiamo intenzione di cambiare le nostre abitudini. Gestiamo questa attività in quattro da più di 20 anni, ma non era mai avvenuto qualcosa di questa gravità. Soltanto uno scasso del distributore di sigarette qui fuori. Intanto il pm Bernardo Albergotti ha chiesto e ottenuto la custodia cautelare in carcere, e il processo sarà celebrato in tempi brevi. Marcello Marchesini

9 n 31 Durante la ristrutturazione di una porzione del Portico Lungo, in corrispondenza del Condominio Armagni, ai civici 28, 29 e 30, sono riaffiorate decorazioni databili al 1518, probabilmente realizzate in occasione del matrimonio tra Alberto III Pio e Cecilia Orsini L affresco ritrovato 9 I l Condominio Armagni, antico palazzo del portico lungo di Piazza Martiri, ai civici 28, 29 e 30, attingendo dai fondi messi a disposizione dal Comune di Carpi per la riqualificazione dei portici, e grazie allo sforzo economico degli otto condomini, ha deciso di restaurare la propria porzione di loggia. Il progetto di consolidamento dell intonaco e delle volte - affidato a Unigruppo Studio srl, degli ingegneri Leonardo Gualandi e Maria Elena De Franco, con la consulenza dell architetto Stefano Righi - ha riservato una straordinaria sorpresa. Una perla che, alla fine di agosto, sarà restituita alla cittadinanza. Ma andiamo con ordine. La ditta 2Erre Restauri di Concordia ha dapprima iniettato una malta fluida per far riaderire l intonaco al supporto murario, eliminando le bolle d aria presenti, dopodiché ha iniziato le procedure di restauro, attraverso l asportazione delle tinteggiature che erano state sovrapposte nel tempo alla superficie originaria. Il descialbo ha fatto riaffiorare bellissimi affreschi, di cui uno di particolare valore. Di fronte a tale scoperta - commenta l ingegner De Franco - abbiamo immediatamente contattato la direttrice dei Musei di Carpi, Manuela Rossi che, dopo vari sopralluoghi, è riuscita a datare gli affreschi tornati alla luce grazie allo stemma centrale. Le decorazioni - che risalgono al sarebbero state realizzate in occasione del matrimonio tra Alberto III Pio e Cecilia Orsini. L emblema araldico centrale infatti, unisce i due casati degli sposi, da una parte i Pio di Savoia (visibili il leone rampante e la croce dei Savoia e lo stemma a linee orizzontali bianco e rosso dei Pio) e dall altra quello degli Orsini dell Anguillara (ammirabili la rosa rossa su sfondo argento e le bande oblique rosse e argento con al centro l anguilla, simboli della signoria degli Orsini). Una decorazione che non si trova in nessun altra volta del portico carpigiano, - continua Maria Elena De Franco - probabilmente un omaggio personale della Famiglia Coccapani, proprietaria, all epoca, del palazzo, per celebrare pubblicamente i due illustri sposi. Sulle volte del portico sono poi riemerse altre decorazioni: nei costoloni, racemi con pigne dorate (simbolo dei Pio) e, ancora, una grottesca con un tralcio abitato fiorito e uccelli. Sulle pareti sono visibili anche nastri rossi e stemmi che presentano linee bianche e rosse inclinate, probabilmente simbolo del casato della famiglia proprietaria del Palazzo, conclude De Franco. I lavori condotti sotto l egida della Soprintendenza ai Beni Culturali, termineranno entro la fine di agosto e, solo allora, i carpigiani potranno tornare ad ammirare un piccolo pezzo di storia rimasto nascosto per anni. Jessica Bianchi

10 n 31 per La 18enne Lidia Lekova, bulgara che vive a Carpi da 9 anni, vincitrice del titolo di Miss Modena, il sogno di partecipare al concorso di Miss Italia si fa più vicino Una Miss alla Corte dei Pio I l sogno di diventare la prossima Miss Italia, per Lidia Lekova, continua. Nata il 6 ottobre 1992, Lidia frequenta l Istituto Meucci e, il prossimo settembre, comincerà l ultimo anno di scuola che la porterà a prendere il diploma di ragioniera. Alta 1 metro e 78, snella e dal portamento raffinato, la giovane è stata recentemente incoronata Miss Modena: un passo in più verso le pre-finali della 72sima edizione del più famoso concorso di bellezza. Con maturità e, forse, con un pizzico di incredulità, nonostante la sua giovane età, Lidia mostra di non lasciarsi sopraffare da facili ambizioni di successo, mantenendo ben saldi i piedi per terra e riconoscendo che la strada è irta di ostacoli. L abbiamo incontrata tra una selezione e l altra - per parlare di questa eccezionale, e quanto mai imprevista, avventura. Parlaci di te. Sono nata in Bulgaria, a Varna. Con i miei genitori ci siamo trasferiti a Carpi quando avevo 7 anni. Mi sono ambientata presto e devo dire che mi sono sempre trovata benissimo. Come hai deciso di partecipare alle selezioni di Miss Italia? Non volevo partecipare, ma tutti mi spronavano a tentare, cercando di convincermi che sarebbe andato tutto bene. Quindi ho pensato che magari non sarei arrivata in Lidia Lekova finale, ma tanto valeva provare. Alla fine mi sono decisa e mi sono iscritta tramite Internet. Ho quindi Lidia Lekova: una miss alla corte dei pio Conoscila su: fatto la prima selezione a Reggio Emilia, grazie alla quale mi sono aggiudicata la fascia di Miss Wella Professional. Qualche settimana fa, invece, sono diventata Miss Modena. I tuoi cari sono stati contenti di questa decisione? Decisamente sì. Sia i miei genitori che il mio fidanzato, Stefano Bassoli, mi hanno appoggiata moltissimo. Stefano, a dire il vero, è diventato un po più geloso. Ha paura che possiamo allontanarci a causa di questa esperienza, ma non credo possa succedere: stiamo insieme da poco più di un anno e mi sento sicura del nostro rapporto di coppia. Qual è il tuo giudizio su questa esperienza? Non esprimo giudizi, per scaramanzia. Confesso, però, che a questo punto vorrei arrivare a Montecatini Terme. Posso comunque dire che il giudizio è positivo: ho fatto molte amicizie e l ambiente mi piace molto. Se il sogno dovesse proseguire o, al contrario, fermarsi qui, cosa farai? Se dovessi procedere nelle selezioni e arrivare alle prefinali nazionali sarei molto soddisfatta. Per me questo rappresenta un sogno. In caso contrario, non importa: questa rimane - e rimarrà - un esperienza straordinaria. Cosa vorresti fare da grande? Mi piacerebbe frequentare la facoltà di Giurisprudenza. Mi piace moltissimo il diritto: spesso, quando non ho nulla da fare, anziché leggere un libro qualsiasi leggo il codice civile. I miei amici mi prendono per matta, ma io amo questa materia! Tuttavia ammetto che il mondo dello spettacolo mi attira molto: vorrei diventare modella o entrare nel mondo dello spettacolo, in particolare in televisione. Se non riuscirò in questo intento, comunque, studierò diritto. Nell ambito di Miss Italia è possibile stringere amicizie? Certo! Ci si immagina che noi partecipanti siamo tutte una contro l altra: assolutamente no. Dietro le quinte si stringono tantissime amicizie che continuano anche al di fuori delle selezioni. Con molte ragazze, anche adesso, continuo a sentirmi e durante le gare, dietro le quinte, ci aiutiamo l un l altra. Non pensavo, ma è proprio così. Sei bellissima. Ma un difetto ce l hai? Sono molto testarda: se voglio qualcosa, devo assolutamente raggiungerlo. Il che, oltre a essere un pregio, può diventare un difetto se portato all eccesso. Ho altri difetti, ma dovresti chiederlo al mio ragazzo.... Lidia Lekova dedica la fascia di Miss Modena alla sorella che, per motivi di salute, non ha potuto a sua volta partecipare alle selezioni per Miss Italia. In bocca al lupo! Valeria Cammarota

11 n 31 P assione, entusiasmo e tanta voglia di sfondare, ritagliandosi un posto nell Olimpo dei grandi della moda. Il designer ventunenne Eita Nakamura ha talento da vendere e le idee chiare. Come in ogni favola che si rispetti, l amore di Eita per la moda è stata una scoperta nata quasi per caso. Lavorando come commesso da George & Mildred ho capito qual era la mia passione ed è grazie a quell esperienza che è iniziata la mia straordinaria avventura nel mondo del fashion. Appeso al chiodo il diploma conseguito all Istituto Meucci infatti, Eita ha frequentato un corso di fashion design al Centro di formazione professionale cittadino, che gli ha poi consentito di varcare la soglia di uno studio stile di Carpi, dove oggi lavora come assistente stilista. Insieme a uno staff composto da una ventina di amici e collaboratori, Eita coltiva nel tempo libero la passione per una moda tutta sua, sartoriale e preziosa, completamente Made in Italy. L omonima linea Eita Nakamura si compone di 30 capi che mixano vintage couture con elementi extreme-glam per una donna decisamente contemporanea. Londra, a mio parere, è la capitale della moda per antonomasia. Una città multiforme dove le nuove tendenze sono il frutto di accoppiamenti inconsueti tra stili e concezioni diverse; un luogo dove tutto diventa stimolo a creare qualcosa che non c era, qualcosa che colpisca i sensi in maniera esplosiva. Adoro lo style londinese, dove l eccentrica commistione tra generi e la raffinatezza convivono. Così come amo la preziosità del vintage targato Anni Cinquanta e Sessanta. Un binomio questo, che descrive al meglio il mio concept di moda. Capi dal sapore un po retrò, reinterpretati Passione, entusiasmo e tanta voglia di sfondare, ritagliandosi un posto nell Olimpo dei grandi della moda. Il designer ventunenne carpigiano Eita Nakamura ha talento da vendere e le idee chiare Dive dal fascino un po retrò... Eita Nakamura Le dive retrò di eita nakamura Un tuffo nella moda Anni 50: 11 nelle forme e nei volumi. Capi sofisticati, costruiti, per una femminilità mai ostentata. E una donna pura, aggraziata, divinizzata quasi, quella proposta da Eita, sicura di sè e del proprio corpo, ma sempre elegantissima. La collezione del giovane creativo, dalla doppia anima - carpigiana e nipponica - presenta gonne e pantaloni dalla vita alta, per slanciare la figura e abiti che mettono in evidenza la sensualità senza troppo scoprire. Insomma una donna un po diva e un po retrò. La prossima sfida di Eita è affrontare la moda uomo: sto approntando anche una linea maschile, nella quale gioco con sovrapposizioni, volumi e simmetrie, per un uomo che sappia reinterpretare se stesso con un pizzico di estro e creatività. Per scoprire la collezione firmata da Eita Nakamura e e assaggiarne il talento, basta sfogliare la sua pagina Facebook. A settembre - conclude il fashion designer - vorrei organizzare insieme al mio staff, una sorta di sfilata dei miei modelli attraverso le vie del centro, tra i locali più frequentati dai giovani, per far conoscere loro la mia collezione. Jessica Bianchi

12 n 31 Vacanze: Come coniugare le tasche impoverite dal carovita col bisogno di ferie? Con un pizzico di ingegno e... una buona guida Dove vanno i carpigiani? N onostante l instabilità economica e la crescente disoccupazione, gli italiani paiono non demordere e confermano che allontanarsi da casa, in occasione delle vacanze estive, è un bisogno a cui proprio non si può rinunciare! Ma come coniugare le tasche impoverite dal carovita col bisogno di svago? Con un pizzico di ingegno... Le vacanze si accorciano e la caccia alle sistemazioni a basso costo è all ordine del giorno. Secondo una ricerca dell Adoc, solo il 20% degli italiani farà le ferie, contro la metà del Anche la durata della vacanza diminuisce: in media la famiglia tricolore si allontana da casa per una settimana (il 62%) mentre solo l 1% potrà permettersi quasi un mese. Il 58% sceglierà l Italia e le località di mare, mentre per chi andrà all estero, la meta preferita sarà l Europa, in particolare le città d arte, mentre solo il 23% volerà oltreoceano. In aumento anche le prenotazioni nei campeggi, che sono la meta scelta dal 5% dei vacanzieri. E mentre molti scelgono di pagare le ferie a rate, si rafforza anche il couch surfing, persone che, da ogni parte del mondo, si ospitano l un l altra in casa, a tutto vantaggio del risparmio. E se proprio non ce la fate a trascorrere alcuni giorni fuori porta, non disperate: le cose da fare gratis sono numerosissime. Per farvi scoprire il meraviglioso mondo della bella vita a costo zero, la giornalista 101 cose da fare gratis in italia Scoprile sul sito: e scrittrice Isa Grassano ha scelto luoghi poco conosciuti ed esperienze appassionanti, sagre e manifestazioni, musei ed eventi, percorsi e itinerari, tutti unici e liberamente fruibili, raccolti nel testo 101 Cose divertenti, insolite e curiose da fare gratis in Italia (Netwon Compton). Molti suggerimenti hanno come destinazione l Emilia Romagna, tra le regioni con più segnalazioni. Per chi ama la natura, il verde e le passeggiate non c è che l imbarazzo della scelta. Si può fare birdwatching nell Oasi di Punte Alberete, Ravenna, nel parco del Delta del Po, che ricorda una piccola Camargue. Tra silenziose foreste allagate, fruscii di giuncheti e specchi d acqua lucente ci s immerge in un mondo quasi fiabesco. Oppure raggiungere La Riviera Romagnola la sommità della Pietra di Bismantova a Castelnovo ne Monti. Per gli appassionati d arte, Dozza, tra le colline di Bologna e Imola, è una galleria a cielo aperto. Non chiude mai e offre un ricco patrimonio di murales a ogni angolo del borgo medievale. Oppure si va a Fontanelle di Parma per vivere il mondo piccolo di Giovannino Guareschi o ancora a Cento di Ferrara per farsi rapire dall eccezionale patrimonio artistico del Guercino. Chi ama la musica e i divertimenti, può scatenarsi con le note del soul di Porretta Terme - solo il primo giorno di apertura o durante le prove - o, in agosto, vale la pena divertirsi con i buskers in ogni strada e piazza di Ferrara. Per ritornare bambini, a Cervia, si può giocare sul litorale con un aquilone, dopo Gaia Davolio, attrice Io quest anno non andrò via, magari mi dedicherò a qualche gitarella durante i fine settimana, ma nulla più. Una meta che sogno? Sui sogni non c è limite: comunque il primo della mia wishlist è Istambul! Quella città credo abbia qualcosa di magico. aver imparato a costruire un modello originale o ci si lascia incantare dalle sculture di sabbia. Oppure si va al Museo delle Figurine a Modena. Ma Isa Grassano consiglia anche il Museo del disco d epoca a Sogliano al Rubicone e quello del Bottone a Santarcangelo di Romagna. Anche Bologna ha diverse tappe. La Sala Borsa con la possibilità di leggere, senza mettere mano al portafogli, quotidiani, riviste e libri. Oppure ci si può affacciare alla finestrella segreta per meravigliarsi del brusio delle acque che scorrono in città. O andare a piedi a San Luca per far avverare un desiderio. Tra gli altri suggerimenti che la giornalista ha inserito nel suo libro, c è quello di provare a sfiorare il cappello a punta di uno gnomo a Bagno di Romagna per avere fortuna, di toccare con mano gli antichi attrezzi in uso nelle saline a Cervia. Infine per godersi, magari insieme ai propri figli, tutta l Italia, si può scegliere quella in miniatura di Rimini. Quando? Il giorno del proprio compleanno. Il festeggiato non paga il biglietto di ingresso ed è un ottima occasione per festeggiare in maniera insolita, passando nel giro di qualche ora dalle gondole di Venezia, ai trulli di Alberobello. Sono tutte cose che vale la pena di provare almeno una volta nella vita. E se proprio qualcosa non dovesse soddisfare in pieno, basta ricordare che, in fondo, non si è speso nulla. Ma i carpigiani, come passeranno questa estate 2011? Lo abbiamo chiesto ad alcuni dei nostri concittadini. Continua a pagina 13

13 n 31 Luciano Barbieri, presidente Comitato Chernobyl Katia Cavazzuti, responsabile Bottega del Sole Cristian Heinrich Stove, avvocato 13 Enrico Gualdi, speaker Radio Bruno Andrò in Sardegna per due settimane. Il viaggio è stato tutto organizzato da mia moglie... prevedo preparazione fisica per mia figlia, mentre io mi dedicherò a quello che so fare meglio, ovvero mangiare e pescare tanto pesce e, ancora, tanto, tanto, tantissimo riposo. Continuo a sognare di passare una settimana da solo in una baita in montagna ad almeno 2000 metri nel periodo invernale, possibilmente con tanta neve di contorno! Chissà.... Quest anno proseguiamo l itinerario ciclistico dal punto di arrivo dello scorso agosto. Nel 2010 la nostra meta era Berlino che abbiamo raggiunto partendo da Merano. Dopo essere atterrati nella capitale tedesca la nostra destinazione sarà Klaipeda in Lituania. Una pedalata che si aggira, sulla carta, intorno ai km. Vanda Menon, medico Amo molto i percorsi itineranti, dove già il viaggio diventa parte integrante ed essenziale della vacanza. Mi piace soprattutto stancarmi fisicamente: camminare, nuotare, andare in bicicletta... forse perchè tutto l anno svolgo una professione che non mi consente molto esercizio fisico. Amo le grandi città e il contatto con le persone ed, essendo tremendamente curiosa, adoro i cibi e le culture altrui e spesso porto a casa qualche ricetta o qualche Cd con le musiche del luogo. La prima cosa che metaforicamente metto in valigia sono le persone che amo: sarà perchè coi ritmi intensi delle giornate lavorative a volte si trascurano proprio i familiari. La vacanza da sogno per me non rappresenta una meta esotica ma un luogo dove la mia famiglia si riunisce, viaggia e vive esperienze e avventure insieme. Manuela Sabbadini, imprenditrice Quest anno andremo in vacanza al Lido degli Estensi, dove abbiamo la casa, ovviamente io, mio marito e i nostri bambini. Una meta che sogno e spero di realizzare al più presto invece è l isola di Cuba. Sono abbastanza abitudinario e affezionato - anche per tradizione famigliare - alla Versilia e, in particolare, a Forte dei Marmi, quindi passerò sicuramente una parte del mio agosto lì, quantomeno per non mancare all irrinunciabile festa del patrono del Forte, Sant Ermete, il 28 del mese. Altro appuntamento irrinunciabile per me è con il mare, con il suo silenzio, i suoi ritmi, i colori, il vento. E la barca a vela è - se e quando posso - la soluzione migliore per viverlo. Una settimana senza televisione, telefono, fax, computer e caos tra le isole del Mediterraneo sarà la mia meta. Quanto a viaggi, oltre a quelli fatti, quelli sognati sono sempre tanti. Alcuni resteranno tali, altri forse prenderanno forma. Vedremo.... Pierluigi Senatore, giornalista Dopo alcuni anni e dopo le ripetute sollecitazioni della famiglia, ritorno negli Stati Uniti in particolare sulla costa atlantica: New York, Washington, Boston e le Cascate del Niagara. Con me oltre alla mia famiglia ci sarà anche un gruppo di amici. Confrontarsi con New York è sempre una bella sfida: sono curioso di vedere come la Grande Mela si stia preparando a ricordare il Davide Dalle Ave, segretario Pd di Carpi Sono stato qualche giorno in Croazia, a Porec, con alcuni amici, in occasione del compleanno di uno di questi. Quest estate però rimarrò a casa a studiare, poiché voglio laurearmi nei prossimi mesi. Dopo la laurea invece mi concederò una vacanza. Dal momento che amo l Europa del Nord, opterò per la Scandinavia o per qualche capitale europea che non ho ancora visto: Copenhagen, Helsinki o Tallin. decimo anniversario di Ground Zero. Per i miei prossimi viaggi non ho in mente un luogo in particolare: vorrei vedere tutto, ma il mio cuore è rimasto tra la Cambogia e il Laos.

14 n 31 Il 65enne carpigiano Franco pederzoli partecipa al Trofeo Ferrari Club: 7 gare su 6 circuiti nazionali e un circuito estero. Predico ai giovani da anni che è la pista la palestra dove allenarsi per andar forte e non certo le strade. Un gentleman driver A ma sottolineare che quelli come lui a 60 anni non sono ancora da rottamare. Quelli come lui sono, nella fattispecie, uomini maturi che non hanno perso l entusiasmo per le proprie passioni. Lui è Franco Pederzoli. Sessantacinque anni e forte personalità, Franco Pederzoli a tutt oggi lavora nella sua azienda che, da 40 anni, opera nel settore della fornitura di impianti automatici di produzione e confezionamento di prodotti farmaceutici. Contrariamente ai più, che forse desidererebbero riposarsi e finalmente condurre una vita oziosa, Pederzoli ama ancora e tanto il proprio lavoro e soprattutto le auto. Non quelle normali, ma le Ferrari. Anzi, La Ferrari con la L e la F maiuscole. Ma per Franco Pederzoli le Ferrari non sono solo vetture da guardare o guidare su strada, bensì bolidi che devono essere lasciati liberi di esprimere la propria potenza in pista: per questo è da una vita che partecipa a gare e, in queste settimane, al Trofeo Ferrari Club nell ambito del quale ha ottenuto vari successi. Quando prende origine la sua passione per le auto? Ho guidato la mia prima macchina a 15 anni, pur non avendo la patente. Era una Topolino A e la passione è esplosa subito. Con mio fratello Bernardino ho poi condiviso per anni la passione per i rally, partecipando al Trofeo A112 Abart. Fino ad arrivare agli Anni 80, quando ci siamo avvicinati alle prime Ferrari con la voglia di iniziare una nuova Franco Pederzoli avventura in pista. Quali Ferrari di sua proprietà porta nel cuore? Oggi, la Ferrari 430 Scuderia, che ritengo la migliore sotto ogni punto di vista tra tutte quelle avute, poiché consente anche a piloti non professionisti, come me, di cimentarsi in pista con la massima sicurezza pur avendo 530 cavalli. Nel recente passato, invece, la Ferrari F40, auto molto tecnica e difficilissima da guidare in pista. Ci racconti del Trofeo Ferrari Club Italia. E nato con lo scopo di permettere ai possessori di Ferrari con la passione della pista di recarsi con la propria auto al circuito per cimentarsi in gara e, la sera, rientrare a casa con la propria vettura. Questo trofeo - che interpreta perfettamente il concetto di gentleman driver, di cui fu sempre convinto assertore Enzo Ferrari - si sviluppa in 7 gare su 6 circuiti nazionali e uno estero. Quest anno le sfide sono previste sui circuiti Nardò, Mugello, Monza, Imola, Vallelunga, Zeltweg Austria e Misano. Torno a parteciparvi dopo 15 anni di abbandono a causa di un incidente avuto nel 1996 (ma nel frattempo ho sempre continuato a frequentare le piste per tenermi in allenamento e soddisfare questa mia grande passione) e lo faccio con la Ferrari F40 Scuderia nella categoria F Gold. Non è cosa da tutti poter partecipare: occorre infatti ottenere l idoneità fisica e la patente C internazionale rilasciata dalla CSAI, la Commissione Sportiva Automobilistica Italiana a seguito del superamento di un esame di guida pratica e di un esame scritto. Quali emozioni le regala guidare la Ferrari? Per chi ha una vera passione le emozioni che si provano guidando una Ferrari in pista sono infinite e appaganti sotto ogni punto di vista. La pista inoltre ti rende consapevole che il pericolo non è su quel particolare asfalto, bensì nelle strade percorse tutti i giorni. Predico ai giovani da anni che è la pista la palestra dove allenarsi per andare forte e non certo le strade. Una differenza tra un giovane pilota e un gentleman driver? L irruenza del primo, specie quando si affaccia alla pista le prime volte, è invidiabile, ma l esperienza spesso paga maggiormente. Di frequente i giovani piloti non hanno la pazienza di percorrere il primo giro a velocità contenuta, in modo da scaldare le gomme e noi senior li vediamo dopo poche curve fuori pista nella ghiaia se va bene o, alla peggio, contro i muri di protezione. Ha qualche altro sogno nel cassetto? Spero di poter partecipare al Trofeo anche il prossimo anno e mi auguro che questa mia esperienza possa convincere molti miei coetanei che, alla nostra età, si può ancora dare pieno sfogo e appagamento alle proprie passioni. Valeria Cammarota Come tutte le discipline, anche il restauro delle moto d epoca è frutto della passione, dell interesse e della manualità di chi lo esegue, ma anche della sua preparazione, della sua conoscenza storica e tecnica. Il restauro diventa un arte proprio perché è attraverso questa operazione che si può far conoscere e tramandare alle generazioni future una parte importante della nostra storia. Paolo Conti Il Motoclub 2000, club modenese di moto d epoca federato FMI, apre le iscrizioni per il Terzo Corso di Restauro di Moto e Scooter d Epoca Ridar vita alle motociclette d epoca Il restauro di un veicolo storico permette la conservazione di un oggetto che concretizza l evoluzione dell ingegno e del gusto dell uomo, un oggetto che è in grado di affascinare per la ricchezza di memorie che porta racchiuse in sé, insomma di un opera d arte. Come avviene per il restauro di un quadro o una scultura, anche per le moto occorrono precisione, coscienza di ciò che si fa, sensibilità e conoscenze approfondite. Il Motoclub 2000, club modenese di moto d epoca federato FMI, apre le iscrizioni per il Terzo Corso di Restauro di Moto e Scooter d Epoca. Nei due anni precedenti l iniziativa ha ricevuto l adesione di decine di appassionati provenienti dalla provincia e un po da tutta Italia. I buoni risultati ottenuti hanno costituito un gradito compenso per tutti coloro che hanno prestato tempo, impegno ed esperienza in nome di una comune passione per le moto. La partecipazione degli iscritti è stata molto attiva e, ogni volta, sono nati approfondimenti interessanti. Dal punto di vista umano, ci sono state molte occasioni di divertirsi, conoscersi e condividere le gioie e i dolori di cui è ricco il mondo delle motociclette. Dal materiale raccolto nel corso delle prime due edizioni è anche nato un manuale di oltre 200 pagine, ricco di illustrazioni a colori, che ha incontrato il parere favorevole di numerosi esperti del settore. Il corso prevede 14 lezioni monotematiche, tenute da noti esperti presso la sede del motoclub con cadenza quindicinale e alcune visite presso collezionisti e artigiani operanti nel campo. L invito è rivolto sia ai giovani appassionati, al fine di fornire loro gli strumenti di base per poter lavorare nel migliore dei modi, sia a chi ha già esperienza nei restauri: per costoro sarà un occasione di confronto e crescita. Tutti sono ben accetti, l unico requisito richiesto è la serietà nell aderire all iniziativa, per rispetto nei confronti delle persone che mettono a disposizione il proprio tempo. Gli argomenti trattati saranno: l introduzione al restauro e le sue tipologie, l attrezzatura, la bulloneria, la carrozzeria e la verniciatura, i lamierati e il telaio, gli impianti di frenatura, le ruote a raggi, gli pneumatici, la revisione del motore a due tempi e a quattro tempi, il carburatore, l impianto elettrico, il magnete, la dinamo e lo spinterogeno, il cambio e le trasmissioni, la burocrazia, le reimmatricolazioni Le lezioni sono teoriche e pratiche. Attraverso spiegazioni chiare e accessibili a tutti, gli insegnanti mirano a dare ai corsisti gli strumenti per operare in prima persona quanto trattato. Infatti la pratica e l esperienza, unitamente allo studio della documentazione, sono l unica via per raggiungere l eccellenza in questo ambito. Gli incontri si terranno il giovedì sera dalle 21 alle 23, presso la polisportiva Sirenella, in via Montegrappa 47 a Modena (zona Maserati). L inizio del corso è fissato per il mese di ottobre. La quota di iscrizione di 100 euro comprende la tessera del motoclub, il manuale del corso e la T-shirt del motoclub. I referenti sono i signori Fabio Baraldi e Giorgio Gozzoli. Per iscrizioni e ulteriori informazioni:

15 n 31 LAVORO NEL COMMERCIO Disoccupazione in crescita L Angolo di Cesare Pradella Guadagnare sul mattone è ancora possibile Nella foto le 5 imprese, il coordinatore tecnico della rete Micaela Travasoni, Lorena Gasperi di Cna e Marco Catellani della Banca Popolare di San Felice Dal 3 all 11 agosto Sagra di San Lorenzo Gargallo in festa Le nubi della crisi non accennano a diradarsi e la situazione dal punto di vista lavorativo e occupazionale, fa registrare sul territorio nuove fasi di sofferenza. Un conto salato e saldato anche dalle piccole imprese del commercio e del turismo, con un calo degli occupati, al 30 giugno, omogeneo in tutti i settori. A rilevarlo, l Osservatorio Andamento Imprese di Confesercenti Modena nella sua indagine semestrale che ha messo sotto la lente oltre imprese del commercio al dettaglio, dell ingrosso, dei servizi e dei pubblici esercizi della provincia modenese. Rispetto al medesimo periodo dell anno precedente, il primo semestre 2011 ha registrato un -1,1% complessivo; a conferma di una situazione che non mostra nessuna inversione di tendenza. In diminuzione poi pesantemente, il numero delle ore lavorate: rispetto al 2010, il decremento è stato del 4,5%. Si è ridotto inoltre in maniera esponenziale, -70%, anche il ricorso agli ammortizzatori sociali in deroga: il perdurare della crisi ha costretto molti imprenditori a ristrutturare la propria forza lavoro, rinunciando a richiedere nuove proroghe per questi strumenti. Nessun settore è rimasto immune alla flessione occupazionale che ha caratterizzato il periodo gennaio-giugno Dalla vendita di alimentari al dettaglio, all extralimentare, passando per l ingrosso, i servizi alla persona fino a bar e ristoranti, la situazione economica e la contrazione dei consumi, segnano per molte imprese un nuovo balzo all indietro. Lavoratori in calo così come le ore lavorate. E la prima Sagra di San Lorenzo per don Antonio Dotti, parroco di Gargallo dal 14 novembre scorso. Da allora, sono varie le iniziative realizzate dal giovane sacerdote che, dal suo ingresso in parrocchia, ha detto che il desiderio, condiviso sin da subito, è stato quello di risvegliare la parrocchia affinché non rimanesse un dormitorio, cercando di coinvolgere più persone possibili. E in quest ottica che vanno viste tutte le proposte di questi mesi, ed è ovviamente in quest ottica che ci accostiamo alla Sagra. Don Antonio Dotti ci tiene a sottolineare la spiccata vocazione missionaria della parrocchia di Gargallo che si traduce in numerose attività di sostegno ai progetti di suor Angela Bertelli e Luciano Lanzoni, due amatissimi missionari partiti proprio da Gargallo per fare del bene in Guardare al mercato edilizio con un occhio diverso dal passato, che lo proietti al futuro, puntando alla riqualificazione energetica degli edifici attraverso la coibentazione muraria e delle coperture, la sostituzione degli infissi e l installazione di impianti di riscaldamento a basso consumo con pannelli fotovoltaici. Questo ha sottolineato l architetto novese Micaela Travasoni, una laurea all Università di Firenze, presentando in due conferenze, a Novi e a Rovereto, la rete di cinque imprese operanti nel settore dell edilizia volte alla riqualificazione e al recupero degli edifici esistenti utilizzando le nuove tecniche messe a disposizione dalle ricerche svolte nel settore. La nostra è una sfida al momento negativo del mercato del mattone spiega l architetto Travasoni perché i nostri progetti prevedono interventi sui fabbricati che hanno ormai trenta, quarant anni, costruiti cioè senza tener conto del risparmio energetico, tema divenuto oggi dominante ogni parte del mondo. Spendono le loro vite con amore, per amore, e Gargallo dà il suo piccolo contributo anche grazie agli introiti della Sagra. La Sagra di San Lorenzo conclude don Antonio Dotti è una delle più famose della zona; io sono davvero molto curioso, e soprattutto molto felice di poterla vivere quest anno in assoluta pienezza, insieme ai miei parrocchiani e 15 per il contenimento dei costi di gestione delle abitazioni. Ma in cosa consiste il servizio che la rete di imprese mette a disposizione dei clienti e del mercato? Significa far risparmiare al committente le bollette abbattendo i consumi di luce e gas, migliorando l ambiente interno ed esterno. Al progetto, che abbiamo chiamato Rinnova Novi, hanno sinora aderito l impresa edile Baraldi e Artioli, l imbianchino coibentatore Rover Color, l elettricista SL Impianti, l idraulico Claudio Marassi e l installatore di infissi Falegnameria Fabio, mentre io - conclude l architetto - svolgo le funzioni di coordinamento dell iniziativa, dalla progettazione alla certificazione finale. Alle due conferenze erano presenti i dirigenti di Cna e Banca Popolare di San Felice, partner dell iniziativa che offre anche l opportunità di un mutuo agevolato per la ristrutturazione del fabbricato. E, ancora, il sindaco di Novi Luisa Turci e il consigliere regionale Palma Costi che hanno entrambe apprezzato e sostenuto l idea. non solo. Dal 3 all 11 agosto sono davvero tanti gli appuntamenti da non perdere: dalla catechesi di don Antonio Dotti sulla figura del patrono, San Lorenzo, all Adorazione eucaristica alla Processione e alla Messa solenne; ma sono tanti anche gli appuntamenti civili, dalle serate musicali agli spettacoli per adulti e bambini. E, appuntamento imperdibile, il ristorante. BONUS BEBE : Giovanardi chiede venia per i toni sgarbati del Ministero dell economia Il Governo si scusa ma invita, con garbo, a pagare! Prende carta e penna (virtuali) e, rivolgendosi a tutte le mamme e papà, a cui è stato chiesto di restituire il Bonus Bebé del 2005, chiede di verificare se, in base al reddito dichiarato allora, avevano diritto a incassarlo. In caso contrario, sono invitati a restituirlo; sul reso non verranno applicati interessi. Il mittente è il sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Carlo Giovanardi, il mezzo una lettera pubblicata sul sito web del Dipartimento delle Politiche per la Famiglia. Nel 2005 il Governo Berlusconi aveva previsto un bonus per i nuovi nati (un assegno di mille euro) da destinare alle famiglie con un reddito complessivo inferiore ai 50mila euro. Nei giorni scorsi, come da noi denunciato, migliaia di famiglie hanno ricevuto una lettera in cui veniva chiesto di restituire l assegno. Su oltre 700 mila assegni inviati - scrive il sottosegretario - incassati dagli aventi diritto, purtroppo circa 8mila, a una verifica fatta dagli uffici sull autocertificazione, sono risultati non in regola con quanto stabilito dal Parlamento. Chiedendo scusa per i toni sgarbati e minacciosi della lettera che gli uffici del Ministero dell Economia vi hanno inviato per richiedere la restituzione di tale somma, Giovanardi invita i genitori a verificare se al momento della nascita del loro figlio il reddito complessivo era inferiore ai 50mila euro. Chi ha ricevuto la lettera, spiega, può prendere contatto con gli uffici che vi hanno scritto per dimostrare la correttezza dell autocertificazione e non procedere alla restituzione. Se questo non fosse possibile, perché per esempio c è stato un equivoco fra reddito lordo e reddito netto, tutto potrà venire sanato con la restituzione dei mille euro, senza interessi e se necessario anche a rate. In sostanza, precisa Giovanardi, é come se una banca Carlo Giovanardi vi avesse prestato sei anni fa mille euro e oggi ne richiedesse semplicemente la restituzione senza nessun interesse. Posso concordare con voi - conclude prima di congedarsi - che la cosa sia spiacevole ma occorre tener conto delle migliaia di coppie a cui è nato un figlio e che i mille euro non li hanno incassati perché hanno interpretato correttamente la norma di legge. Ricordiamo però che il sottosegretario, nel rispondere in sede di Commissione Affari sociali alla Camera, all interrogazione delle due deputate del Partito Democratico Manuela Ghizzoni e Donata Lenzi, aveva specificato che il pagamento dell importo a titolo di sanzione amministrativa dovrà essere effettuato solo dopo che il giudice penale si sarà pronunciato in merito alla punibilità della falsa autocertificazione. Quindi è vero, il Governo si accontenta di riavere i suoi mille euro a bambino ma si rimette nelle mani dei giudici. Siano loro a stabilire se è stato volontariamente dichiarato il falso e, in quel caso, siano loro a punire l atto fraudolento, intimando il pagamento della sanzione. Attendiamo gli sviluppi della vicenda.

16 n 31

17 n 31 Dal 7 al 28 agosto - Appennino modenese Scenari del Teatro Errante L estate fomenta i litigi tra vicini di casa a cura di Clarissa Martinelli 17 E la tradizione popolare del teatro errante la protagonista di Scenari del Teatro Errante, la rassegna dell arte di strada che dal 7 al 28 agosto approderà in Appennino e inonderà di risate, stupore e divertimento, per grandi e piccoli, i centri storici e le piazze di: Fanano, Fiumalbo, Pavullo nel Frignano, Prignano sulla Secchia e Sestola. La manifestazione. giunta alla 5a edizione, presenta in cartellone 11 appuntamenti di alta qualità con i migliori artisti e le compagnie nazionali del momento, come Teatrovivo, Fratelli di Taglia e Compagnia dei Ciarlatani. Il programma spazia dai monologhi ironici e profondi di Ascanio Celestini al divertente, e divertito, equilibrismo musicale di Alessandra Casali fino alla danza acrobatica ritmata dalle note di clarinetto e fisarmonica del duo italo-tedesco Los Filonautas. Scenari del Teatro Errante prende il via domenica 7 agosto a Fanano, in serata, con lo spettacolo di teatro comico della Compagnia dei Ciarlatani che vede protagonista un divertente Dracula nostrano, inpersonato da Francesco Tonti, assistito da Alex Gabellini, alias Igor il gobbo. Venerdì 12 agosto a Sestola, dal pomeriggio, anteprima del festival di teatro di strada Fantasticheria, che proseguirà nel centro montano per tutto il fine settimana. Sabato 13 agosto arriva a Fiumalbo la singolare famiglia di saltimbanchi Circus Colombazzi con i Fratelli di Taglia mentre domenica 14 agosto, a Prignano, saranno di scena l equilibrismo su filo teso e le acrobazie di Los Filonautas. Grande appuntamento lunedì 15 agosto a Prignano con il teatro d autore di Ascanio Celestini nello spettacolo: La fila indiana, il razzismo è una brutta storia. Una rappresentazione viva che, a ogni tappa della tournee, aggiunge racconti alle storie di migrazione e discriminazione di ieri e di oggi che compongono il conovaccio originale. Nella stessa serata a Fanano, è in programma la commedia dell Arte di Teatrovivo in Cosmicomica. Domenica 21 agosto, Music, please a Pavullo con Alessandra Casali, in un intreccio sapiente ed equilibrato di teatro fisico, d attore e clownesco. Lunedì 22 agosto a Fanano è la volta della magia comica con I 4 Elementi in Farabutti e Farabuloni. La rassegna si conclude domenica 28 agosto a Fanano con il teatro comico e le arti circensi di Frizzo Clown. Cara Clarissa, d estate, con le finestre aperte, peggiorano tutti i rapporti di vicinato. Se faccio una grigliata con gli amici sul terrazzo qualcuno non sopporta il fumo, qualcuno le risate, qualcuno ritiene sia notte fonda anche alle dieci di sera perchè ci sono dei bambini che devono dormire. Ne ho fatta una in un anno: polemiche per due giorni. E un problema anche se esco a cena, perchè se rientro tardi si sente il rumore dei passi sulle scale e ci sono dei bambini che devono dormire; se faccio le pulizie di sabato pomeriggio e accendo la radio anche a basso volume mi chiedono di spegnerla perchè nuovamente ci sono bambini che devono riposare. Io dei bambini non ne ho, cerco di non disturbare nessuno, sono giovane, viva, ho amici e una vita sociale. Forse dovrei attaccare a mia volta i vicini perchè i loro figli, spesso, piangono, corrono, usano tricicli sulla mia testa e fanno cadere delle cose, ma io so di abitare in un centro storico carpigiano Recuperato un gheppio Dopo il recupero del canguro wallaby scappato dal Circo Togni la scorsa settimana, a Rio Saliceto, questa volta ad essersi smarrito è un gheppio. Un giovane gheppio da falconeria, forse ancora in addestramento, si è infatti perduto e, non riuscendo a rientrare alla base, si è posato sul davanzale di una terrazza nel centro storico di Carpi. Quando l ha visto, la proprietaria ha immediatamente chiamato i volontari del Centro Fauna Il Pettirosso, che sono intervenuti mettendo in salvo il rapace che ora è custodito condominio dove vivono altre persone e, fino a quando non avrò soldi e mezzi per coronare l immenso sogno di una casetta indipendente dovrò adattarmi. Perchè per tanti è così impossibile fare lo stesso ragionamento? Elena Foto di repertorio Cara Elena, non conosco direttamente la situazione che descrivi e mi attengo a quanto racconti, ma ho rilevato come ci siano persone che vivono nella convinzione di essere uniche depositarie di diritti. Qualsiasi ostacolo si frapponga come elemento di disturbo, anche minimo, va subito rimosso a costo di liti o peggio. La soglia di sopportazione è nulla: nessuna tolleranza o comprensione dello spazio altrui, esiste solo il proprio con le proprie esigenze. Capita tra vicini, ai semafori, per un parcheggio, che le persone arrivino a perdere la testa, polemizzare, urlare fino a degenerazioni che finiscono nella cronaca nera, come il recente e allucinante caso del pensionato che per una lite stradale ha investito e ucciso uno scooterista arrivando, dicono i testimoni, a passare una seconda volta sopra il cadavere. Gestacci, parolacce, bestemmie. Abbiamo parlato spesso in radio di rapporti tra vicini e c è chi racconta storie al limite dell inverosimile tra denunce e controdenunce per ragioni che, ascoltate, paiono incredibili. Un ramo di un albero si affaccia sulla proprietà dell altro; l altro potrebbe dire, gentilmente: Posso chiederti di far tagliare quel ramo?. Invece più probabilmente dirà, tra parolacce, Come ti permetti di invadere la mia proprietà col tuo schifo di pianta? Se il ramo cade sulla macchina ti faccio causa. L inizio della fine di qualsiasi rapporto umano decente e di qualsiasi collaborazione e aiuto reciproco futuri. C è la figura del giudice di pace cui rivolgersi per tentate la mediazione di qualche conflitto, ma non ci si aspettino miracoli: gli incivili non diventano civili con una sentenza. Purtroppo. al Centro. Il gheppio, una femmina, porta alle zampe i geti, i laccetti utilizzati nella falconeria e un anella di riconoscimento, ed è evidentemente abituato alle persone, infatti è molto socievole e sta tranquillamente appollaiato sul braccio nella tipica posizione di lancio. Finora, comunicano dal Centro Il Pettirosso, nessuno si è presentato per rivendicarne la proprietà. Il Centro, che si trova via Nonantolana 1217, opera sulla base di una convezione con la Provincia di Modena per il recupero e il salvataggio della fauna selvatica in difficoltà. Tempo... di quiz! PALINDROMO DEFINITO DA UN TAUTOGRAMMA Frase ( , 2 1 4) Pur picchiando pocanzi principessa, permane piuttosto pessimista A Carnevale Or Enea menò Didone, ma è nero Il bambino chiede al padre: Papà, mi compri i coriandoli? E il papà: No, tanto li butti per terra... Sudoku Come si gioca Questo gioco di logica propone una griglia di 9 9 celle, ciascuna delle quali può contenere un numero da 1 a 9, oppure essere vuota; la griglia è suddivisa, da bordi in neretto, in 9 sottogriglie, chiamate regioni, di 3 3 celle contigue. Le griglie proposte al giocatore hanno da 20 a 35 celle contenenti un numero. Scopo del gioco è quello di riempire le caselle bianche con numeri da 1 a 9, in modo tale che in ogni riga, colonna e regione siano presenti tutte le cifre da 1 a 9, e pertanto senza ripetizioni.

18 n 31 L aforisma della settimana... Il futuro è come il paradiso: tutti lo cercano ma nessuno lo vuole subito. Mostre CARPI 1-15 agosto L umorismo ai tuoi piedi Personale di Martina Tauro O&A Centro Affari Eventi CARPI 5 agosto - ore Terje Nordgarden Spazio Giovani Mac è! 5 agosto - ore Era un ragasòl... sòl un ragasòl Letture in dialetto carpigiano sulla resistenza vista dagli occhi di un bambino di Massimo Loschi Commento musicale di Alessandro Pivetti, pianoforte Cortile Parrocchia di Gargallo Fino al 5 agosto 36ª Sagra di Quartirolo Quartirolo Teatro Asioli Correggio: presentata la stagione spettacoli di prosa e 3 di teatro musicale e danza, cui si aggiungono 4 titoli per le famiglie I protagonisti dell Asioli In questo momento di crisi economica è prevista una riduzione del 50% sul prezzo dell abbonamento, per tutti coloro che si trovano in condizioni di disoccupazione, cassa integrazione o mobilità. Edolo Vincenzi 10 agosto - ore Carosello indiano Proiezioni di foto di viaggi avventurosi Di Antonio Barretta Piazza Garibaldi 12 agosto - ore Comaneci in concerto Spazio Giovani Mac è! 13 agosto - ore Discoverland Pier Cortese e Roberto Angelini Spazio Giovani Mac è! 14 agosto - ore Il domatore di squali Spazio Giovani Mac è! 15 agosto - ore 19 Aperitivo di Ferragosto con DJ Piro Spazio Giovani Mac è! agosto Festa del Partito Democratico a Cortile Circolo Barbaro 6 agosto - ore Babel in concerto Spazio Giovani Mac è! Fino al 7 agosto Festa in festa 5 agosto - ore 22 Dynamica - The Rock Blues Band 6 agosto - ore 22 Parrucche pazze tour Official Drag Queen Sosia 7 agosto - ore 22 Anima Mia Serata anni 70/80 originale di Radio Stella Ai dischi è dj Diego Ferrari, supportato da Filippo Verni Presenta Andrea Barbi Zona Piscine 7 agosto - ore Poesie e canzoni d amore, non d amore e del terzo tipo Reading Concerto di Guido Catalano & Federico Sirianni Spazio Giovani Mac è! 7 agosto - ore Musica e degustazioni all Azienda Agricola Verrini Munari La Banda di Carpi Durante la serata sarà possibile: Degustazione gratuita dell aceto balsamico direttamente dalla botte Cena a pagamento con gnocco fritto e lambrusco e altre specialità Via Cavata, 20 8 agosto - ore La luna e il topolino Spettacolo d attore di e con Alberto Zoina della Compagnia Tiriteri Cortile parrocchia di Gargallo 9 agosto - ore Oci Dok Piazza Garibaldi E stata presentata la stagione del Teatro Asioli di Correggio, la decima dalla riapertura, avvenuta nel Secondo Pietro Valenti, direttore di Ert, questo è un momento doloroso per il teatro italiano e anche frustrante per chi ogni giorno si impegna a proporre qualità. Il teatro è spesso visto come una specie di servizio pubblico e forse ora occorrerebbe riflettere su come, invece, possa essere considerato un bene culturale, alla stregua di musei e biblioteche. Infine, è toccato ad Alessandro Pelli, direttore del Teatro Asioli, illustrare nel dettaglio la stagione che si caratterizza, ancor più rispetto al passato, per un linguaggio altro rispetto a quello teatrale classico, capace di mescolare elementi provenienti dalla musica, dal circo e dalla letteratura. Possiamo quasi parlare di un teatro a 3D - ha commentato Pelli - perché il palco dell Asioli il prossimo anno vedrà protagonisti attori che hanno una forte connotazione cinematografica: Stefano Accorsi, Filippo Timi, Isabella Ragonese, Elio Germano, Luigi Lo Cascio e Silvio Orlando, tra gli altri. 12 spettacoli di prosa e 3 di teatro musicale e danza cui si aggiungono 4 titoli per ragazzi e famiglie. Sarà Umberto Orsini, protagonista di La resistibile ascesa di Arturo Ui di Bertolt Brecht, ad aprire la stagione in abbonamento con una parabola satirica sull avvento del nazismo che prende le forme di una rivista briosa e nitida, caustica ed elegante, grazie all incisiva brevità dei singoli numeri e alle musiche. La Compagnia 320 Chili presenterà Ai migranti, spettacolo vincitore del Premio Equilibrio 2010: danza contemporanea, acrobatica, teatro di strada e contemporaneo confluiscono in una energica e precisa messinscena di nouveau cirque. Segue Il nipote di Rameau di Denis Diderot, diretto e interpretato da Silvio Orlando, capolavoro satirico della seconda metà del 700, ritratto grottesco di un musico fallito, cortigiano convinto, amorale per vocazione, che paradossalmente ribalta la visione del bene e del male, del genio e della mediocrità, della natura umana e delle possibilità di redimerla. Il sorprendente e talentuoso Filippo Timi è autore e interprete di Favola: due donne, due amiche, due impeccabili mogli e un terribile e scabroso segreto da nascondere. Paolo Poli presenterà la sua versione de Il mare, dai racconti di Anna Maria Ortese: figure e figurine di un italietta arrancante nella storia dove le canzonette fanno la parte del leone. Il narrare onirico e le cento Sicilie di Diceria dell untore di Gesualdo Bufalino diventano teatro con due prestigiose personalità artistiche: Luigi Lo Cascio e Vincenzo Pirrotta. Lo straordinario Elio Germano trova nuove possibilità espressive in Viaggio al termine della notte, capolavoro di Louis-Ferdinad Celine, combinando la voce e le musiche dal vivo di Teho Teardo. Un tram che si chiama desiderio - capolavoro di Tennessee Williams diretto in questa nuova produzione Ert da Antonio Latella - vede nei ruoli principali Laura Marinoni, grande nome della generazione attoriale di mezzo, e Vinicio Marchioni, clamorosa rivelazione della serie Romanzo criminale. Alessandro Bergonzoni con il suo nuovo straordinario spettacolo Urge dimostra che la comicità è fatta di materiali non solo legati all evidente o al rappresentato e mette sotto i nostri occhi il suo voto di vastità, un vero e proprio canone artistico che Elio Giordano lo obbliga a non distogliere mai gli occhi dal tutto. Stefano Accorsi, con l adattamento e la regia di Marco Baliani, racconta l Orlando furioso, spettacolo nato da una esperienza di lettura del 2009 al Museo del Louvre. La commedia di Orlando, dal romanzo di Virginia Woolf, con Isabella Ragonese ed Erika Blanc, vede la stella del cinema nazionale impegnata nell interpretazione del geniale eroe moderno che attraversa quattro secoli di passioni travolgenti e cupe delusioni e racchiude in sé la parte maschile e quella femminile. Spetta al registaattore argentino Cesar Brie chiudere la stagione di prosa con il suo Karamazov, che con leggerezza e ironia rappresenta questa commedia umana dostoevskijana, tragica, farsesca e ridicola, svelando con risate amare la cocciuta idiozia dell umanità. L offerta si completa con tre titoli di teatro musicale: oltre a L elisir d amore, il classico donizettiano allestito dall Associazione Opera Futura con un cast in corso di definizione, saranno programmati Can Can - celebre musical di Cole Porter - messo in scena da Corrado Abbati, e Alice nel paese delle meraviglie, nuova produzione di Aterballetto con coreografie di Francesco Nappa e musiche di Balanescu Quartet. La campagna abbonamenti avrà inizio l 8 ottobre, con diritto di prelazione per gli abbonati della stagione precedente. I nuovi abbonamenti saranno messi in vendita dal 29 ottobre. In questa grave congiuntura economica, per rimarcare la funzione fondamentale del teatro come spazio di riflessione, riconoscimento e sviluppo per la comunità, è prevista una riduzione del 50% sul prezzo dell abbonamento per tutti coloro che si trovano in condizioni di disoccupazione, cassa integrazione, sospensione dal lavoro, mobilità. 17 agosto - ore Madagascar - Oman - Egitto Di Antonio Cosi Piazza Garibaldi 18 agosto - ore Archiviazione Provvisoria Un documentario sull insabbiamento dei fascicoli d indagine riguardanti le stragi nazifasciste in Italia Di Carmine Cicchetti, Christian Caiumi, Antonio Dell Aquila Spazio Giovani Mac è! 18 e 25 agosto - ore Mostri e bellezze. Rock e look Due incontri sulle mode che hanno informato stili e atteggiamenti dei musicisti (e del pubblico) della scena rock internazionale Di e con Giampaolo Violi Cortile Biblioteca 19 agosto - ore Samuel Katarro in concerto Spazio Giovani Mac è! 20 agosto - ore Le Band e Le Band a la Voix (Francia) in concerto Spazio Giovani Mac è! 21 agosto - ore Visualinwonderland Spazio Giovani Mac è! 22 agosto - ore Best Off Ozu Piazza Garibaldi 23 agosto - ore Gwynedd & Môn Symphonic Wind Band Piazza Garibaldi 24 agosto - ore Birmania Di Stefano Anzola Piazza Garibaldi

19 n 31 Cinema estivo San Rocco Inizio proiezioni: agosto alle ore 21,15 Tenera è la notte... 5 agosto Source Code Di Duncan Jones Il capitano Colter Stevens, pilota di elicotteri e veterano della guerra in Afghanistan, si risveglia su un treno di pendolari senza avere la minima idea di dove si trovi. Di fronte a lui Christina, una ragazza che lo conosce ma che lui non riconosce affatto. In tasca (e nello specchio) l identità di un insegnante di nome Sean Fentress. Poi l esplosione, che 11 agosto Vallanzasca Gli angeli del male Di Michele Placido squarcia il convoglio. Ma Colter non è morto, da un monitor un ufficiale donna lo informa che dovrà tornare sul treno per identificare l attentatore e prevenire un successivo, più micidiale attacco. Ogni volta che farà ritorno sul treno avrà solo 8 minuti a disposizione. Di più non gli è dato sapere, la missione è top-secret, il suo nome: Source Code Renato Vallanzasca, 35 anni, è detenuto in isolamento nel carcere di Ariano Irpino. E lui stesso a raccontarci le sue prime imprese adolescenziali che gli frutteranno la prima reclusione nel carcere minorile. E l inizio di una carriera che, con il supporto di alcuni amici d infanzia, lo condurrà a divenire il boss della Comasina. All inizio degli Anni 70 inizia a insidiare il dominio, fino allora incontrastato di Francis Turatello ma la rapina a un portavalori gli procura un arresto con conseguente evasione dopo quattro anni e mezzo. La battaglia con il clan Turatello si fa sempre più dura così come sempre più sanguinose divengono le rapine ascritte alla Banda Vallanzasca. Vallanzasca sta scontando una condanna complessiva a quattro ergastoli e 260 anni di reclusione con l accusa di sette omicidi di cui quattro direttamente compiuti, una settantina di rapine e quattro sequestri di persona nonché numerosi tentativi di evasione. E detenuto da 38 anni. Superlativa l interpretazione di Kim Rossi Stuart nel film targato Michele Placido. 17 agosto - Di Christopher Nolan Inception Ciò che più stupisce nel film di Duncan Jones, è che dentro un idea tanto cerebrale, dentro una messa in forma calcolata al secondo, batta un cuore davvero caldo; e non è (solo) bravura attoriale o suggestione spetattoriale: è il cuore del film, l anelito alla vita di ciò che resta del capitano Colter Stevens. Vita è conoscenza, conoscenza di sé. Al capitano serve molto più di una chance, molto più di una replica per arrivarci, ed è proprio questa fallibilità, questa necessità di ricominciare da capo a fare della sua vicenda straordinaria e fantascientifica una metafora della vicenda terrena di ogni essere umano. 7 agosto The Tree of life Di Terrence Malick Texas, Anni 50. Jack cresce tra un padre autoritario e una madre protettiva. Stretto tra due modi dell amore forti e diversi è costretto a condividerli con i due fratelli che vengono dopo di lui. Poi la tragedia, che moltiplica le domande di ciascuno. La vita, la morte, l origine, la destinazione, la grazia di contro alla natura. L albero della vita è tutto questo, l albero che si può piantare e che sovrasta, che è simbolo e creatura, schema dell universo e genealogia di una piccola famiglia degli Stati Uniti d America, immagine e realtà. L attesa della nuova opera di uno degli sguardi più dotati e personali dell arte cinematografica è ricompensata da un film tanto esteso, per la natura dei temi indagati, quanto essenziale. Popolato persino da frasi quasi fatte, che la genialità del regista riesce a spogliare di ogni banalità e a resuscitare al senso. Terrence Malick parla la sua lingua inimitabile, le cui frasi sono composte di immagini e parole. 16 agosto I baci mai dati Di Roberta Torre Dom Cobb possiede una qualifica speciale: è in grado di inserirsi nei sogni altrui per prelevare i segreti nascosti nel più profondo del subconscio. Viene contattato da Saito, un potentissimo industriale di origine giapponese, che gli chiede di tentare l operazione opposta. Non deve prelevare pensieri celati ma inserire un idea che si radichi nella mente di una persona. Costui è Robert Fischer Jr. che, alla morte dell anziano e dittatoriale genitore, dovrà convincersi che l unica cosa che può fare è distruggere l impero ereditato. Saito avrà allora campo libero. In cambio offrirà a Cobb la possibilità di rientrare negli Stati Uniti dove è ricercato per omicidio. Christopher Nolan affronta le dinamiche della psiche nello stato di sonno con la competenza di un esploratore dotato di mappe sconosciute ai più ma anche con la consapevolezza di chi è altrettanto a conoscenza delle alchimie più segrete della macchina-cinema i cui elementi sa distillare con sapienza, cercando anche di evitare il più possibile il ricorso agli effetti speciali. Inception è al contempo una detection, una riflessione sul funzionamento della psiche, un melodramma, un film d azione. Il tutto inserito nell ambigua cornice di quella incapacità di distinguere tra apparenza e realtà che è propria di ogni essere umano quando, nel sonno, crea mondi tanto inesistenti quanto assolutamente reali. Estate. Catania. Librino, quartiere satellite. Manuela ha tredici anni, una sorella maggiore che si sta infilando in giri pericolosi, una madre che non sa bene che fare della propria vita e un padre che c è e non c è. E un esistenza come tante la sua fino a che un giorno la statua della Madonna che è stata eretta nello spiazzo antistante la sua abitazione diventa qualcosa di più di un monumento. Le parla o, almeno, così sembra. Da quel momento la vita di Manuela e di chi la circonda si trasforma radicalmente. La voce si diffonde e la sua abitazione diviene meta di persone che chiedono di ricevere una grazia. Diviene anche occasione di arricchimento per sua madre e di stress per lei. Finché un giorno Roberta Torre è tornata insieme a un umanità alla disperata ricerca di qualcuno che sia disposto ad ascoltare le sue lacerazioni, i suoi bisogni, talvolta le sue pretese che sfiorano l assurdo involontario. E un umanità disposta a credere a chiunque sembri credere in lei. 26 agosto - ore Il meglio di Nonantola Film Festival Piazza Garibaldi 26 agosto - 4 settembre Sagra della Madonna dei Ponticelli Parrocchia di San Marino 29 agosto - ore La città nel tempo Carpi nelle immagini di Giuseppe Lodi Conduce Federico Baracchi Cortile Biblioteca 31 agosto - ore Storie in Movimento il Film Proiezione del documentario realizzato in occasione di Un Treno per Auschwitz 2011 Piazza Garibaldi 13 agosto La fine e il mio inizio Di Jo Baier 20 e 21 agosto - Di Darren Aronofsky Il cigno nero Nina è una ballerina del New York City Ballet che sogna il ruolo della vita e un amore che spezzi l incantesimo di un adolescenza mai finita. Incalzata da una madre frustrata, si sottopone a un allenamento estenuante sotto lo sguardo esigente di Thomas Leroy che le assegna la parte della protagonista nella sua versione rinnovata del Lago dei cigni. Eterea e piena di grazia Nina incarna alla perfezione il candore del cigno bianco e con difficoltà il suo doppio nero e tenebroso, che in una superba variazione ingannerà il suo principe e la voterà al suicidio. La ricerca ossessiva del suo lato oscuro e della consapevolezza della propria sessualità la condurranno verso una tempesta emozionale e all incontro con Lily, insidiosa rivale in nero settembre - ore Appunti per una discografia. Consigli per gli audionauti Cortile Biblioteca Mancano poche settimane alla fine. Tiziano Terzani, da tempo malato di cancro, sta per morire. Mentre raccoglie i suoi ultimi pensieri, tra salutari risate e umane preoccupazioni, decide di richiamare il figlio Folco da New York per trascorrere con lui, nella sua casa di campagna, un momento di confronto confessionale. Quei dialoghi, registrati con devoto impegno dal figlio, diventeranno il libro La fine è il mio inizio. Il film di Jo Baier è un atto di coraggio che sfida le dure leggi dell intrattenimento perché è un opera fatta di parole, silenzi e sguardi, pochi movimenti agitati e tante inquadrature delicate. Chiusi, e allo stesso tempo liberi, nella casa di campagna del giornalista, i protagonisti sono in burrasca, attendono con controllata pacatezza un dolore annunciato. Ma il desiderio di ribellarsi a un programma stabilito di sofferenza viene incanalato in un senso più ampio di pace. La confessione arguta di un uomo che ripercorre, episodio dopo episodio (l incontro con la moglie Angela, gli aneddoti sui due figli), paese dopo paese (Cina, Vietnam, Singapore), tutte le più grandi esperienze della sua vita, investe il figlio della responsabilità di registrare tutto perché, mentre il corpo se ne va, l animo continui a vivere nella memoria di chi rimane.

20 n 31 Calcio Carpi al battesimo di Coppa: Domenica sera il derby con la Reggiana Diario da Montese Con il debutto ufficiale si conclude il ritiro: analisi dello stato dell arte dei lavori. I mpressioni sparse e considerazioni finali da Montese, dopo le ultime amichevoli ed a poche ore dal debutto ufficiale in Coppa Italia (Domenica 7 agosto, ore 20.45, al Giglio con la Reggiana) che segnerà di fatto la conclusione del ritiro. I PIU IN PALLA Di Gaudio tira il gruppetto dei brevilinei che già tracimano esplosività. L infortunio è decisamente superato. Finta, sgasa, e squarcia il vuoto: i cambi di peso e di passo mozzano il fiato come nei giorni migliori. In eccellente evidenza anche Sogus, Poli (diligenza e duttilità sui due lati della difesa), e i due portieri Bastianoni e Mandrelli in estrema competizione per la maglia da titolare (nelle gerarchie resta comunque avanti il giovane). I PIU INDIETRO Il carico di lavoro grava maggiormente sulle corazze di Cesca e Cioffi, fisiologicamente imballati. Per genotipo e temperamento non hanno controfigure: sono i cardini insostituibili. Germoglieranno più in là, come da logica e convenienza. Piuttosto, crucciano i contrattempi: ancora senza minuti nelle gambe, Marchi e Lorusso sono ai box da due settimane; anche Obeng è fermo (fastidio al quadricipite), mentre Laurini viaggia a marce ridotte a causa di un infiammazione ai tendini delle caviglie. Nel complesso, nulla di davvero allarmante. Ma certamente è una somma di piccoli ritardi che sono destinati a ripercuotersi. MISTER Per quanto embrionale, l impronta dell allenatore è già identificabile. La squadra non brilla, ma di questi tempi sarebbe preoccupante il contrario. Corre con gambe pesanti e ha lavorato troppo poco sugli schemi d attacco per sprigionare creatività. Ma ogni cantiere comincia dalle fondamenta. E i nuovi principi di fase difensiva sono già visibilmente efficaci: distanze più corte, linea sollevata (tendenzialmente metri sopra il limite dell area), elastico frequente, zona sulle palle inattive. Dettagli che annunciano l arrivo di un calcio profondamente diverso. Dove il rilancio è un errore, e i centrali cominciano ogni azione. Anche coinvolgendo il portiere palla al piede. Maddaloni sta attuando una piccola rivoluzione copernicana d un reparto che pure è stato il meno battuto degli ultimi campionati italiani. In attesa di verificarne gli effetti, è senz altro un sintomo di coraggio, ambizione e grande personalità. MODULO 4 dietro, 3 avanti, e triangolo di centrocampo con due possibili configurazioni: vertice alto (di base o meglio ) o vertice basso (variante 4-3-3). Ovvero: due mediani (uno di lotta e uno di governo) a protezione di un tuttocampista più libero; oppure un mediano unico abbinato a due mezzali d incontro e spinta. Ma nell applicazione del calcio totale (dove nessuno è mai fermo, e i riferimenti primari sono la palla e il compagno più vicino), al di là dei numeri contano i concetti: blocco unico difensivo, e qualità rapida su tutta la trequarti. In fase di non possesso, si arretra d insieme (in 9) stringendo gli spazi. In fase di possesso, viceversa, li si creano allargando il campo con la messa in moto delle catene laterali. E li si attaccano occupando i vuoti con gli inserimenti dei cursori. INCOGNITE Età, esperienza, e altezza media sono sottodimensionate. Il progetto riparte dalla conferma di un blocco vincente, e si riformula sull agilità e sulla fame di calcio dei nuovi ingredienti. Tonnellaggio e conoscenza della categoria dunque difettano. L obiettivo muterà in divenire. Al momento è puntato sulla salvezza tranquilla. Un modo elegante e scaramantico per dire che il gruppo dovrà prima d ogni altra cosa pesare sé stesso sulla tara dei nuovi avversari. L altro interrogativo riconduce al primo punto: Totò Di Gaudio detto Pudducino e la linea sottile tra partire e restare. Ipotizzandone la permanenza, diverrà senza dubbio la chiave congeniale di un sistema fondato sull ampiezza offensiva. Qualora invece ne maturino i presupposti per la cessione si spalancherebbero altri scenari di mercato. Rebus: al Carpi attuale serve più il suo talento supersonico, o la dote per un attaccante più universale? Domanda impossibile, a cui Giuntoli risponderà entro fine Agosto. Non oltre, né molto prima. SORPRESE Dal sottobosco delle alternative, spuntano Kabine e Pietribiasi. Nessuno dei due può essere l alter-ego di Cesca. Ma entrambi possono portare parecchie diversità di corsa e spunto partendo da lontano. La rivelazione annunciata è Perrulli. Che sembra disegnato dal sarto per il calcio di Maddaloni. Sull uomo e sul giocatore, il Carpi non ha mai avuto un dubbio. Sull integrità dell atleta invece sì, e lo ha messo alla prova. Con umiltà ed eleganza, sta lottando per il contratto a colpi di classe e fioretto. Salvo ricadute, lo strapperà meritocraticamente. NUOVI Giudizio sospeso sui più giovani, in attesa che condizione e inserimento migliorino. Pollice su per Concas e Memushaj, immediatamente sincronizzatisi alla musicalità del collettivo. Il primo gioca l out o l intermedio. E più podista, cerca il campo aperto. Calcia prevalentemente di destro e ha marce superiori per attaccare gli spazi. L altro va invece sfruttato nella centralità del gioco. Ha passo più corto, ma tempi raffinati. D inserimento, ma anche d elaborazione ed esecuzione. Usa (quasi indifferentemente) ambo i piedi per battere o per fraseggiare nello stretto. Sono dunque simili (anche fisionomicamente), pensano calcio alla medesima velocità, ma portano cose complementari. Due gemelli diversi. Dal cui impatto passerà molto del destino della stagione che sta per cominciare. Enrico Gualtieri TIM CUP Vernissage al Giglio in serata Da domenica 7, dunque, si fa sul serio. Sarà un derby il vernissage ufficiale della stagione biancorossa. E infatti la Reggiana l avversario del Carpi nel primo turno di TIM CUP a eliminazione diretta: gara secca, rigori oltre il 90 in caso di parità, chi passa trova il Padova (all Euganeo) nel secondo turno in programma domenica 14. Con poche novità d organico (la più rilevante in attacco: Mario Gurma, centravanti albanese ex Panathinaikos, fresco vincitore della serie B ellenica), e molte conferme importanti (tra cui l ex doc Salvatore Lanna), i granata di mister Mangone puntano a riscattare l ultima annata. La più deludente dell ultimo lustro, ancorché unica senza qualificazione ai playoff. Calcio di inizio allo stadio Giglio, ore E.G. ABBONAMENTI Partita la campagna S intitola Con voi. Allo stadio, ha nel volto di capitan Cioffi il testimonial, ed è iniziata lunedì 1 agosto: è la campagna abbonamenti Carpi FC stagione 2011/2012. La tessere potranno essere sottoscritte presso la sede di via Marx. Orari: 9-12; I prezzi sono relativi ai nuovi settori del Cabassi. Tribuna VIP (centrale e poltronissime): 450 Euro; tribuna laterale azzurra: 300 Euro; tribuna laterale biancorossa: 225 Euro; distinti: 180 Euro. Previsti sconti per genitori, donne e Under 18. Per le prime partite che verranno disputate al Giglio, ogni sistemazione verrà mutuata in un settore di pregio comparabile. E.G.

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

7ª tappa È il Signore che apre i cuori

7ª tappa È il Signore che apre i cuori Centro Missionario Diocesano Como 7 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Aprile 2009 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 7ª tappa È il Signore che apre

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

33. Dora perdona il suo pessimo padre

33. Dora perdona il suo pessimo padre 33. Dora perdona il suo pessimo padre Central do Brasil (1998) di Walter Salles Il film racconta la storia di una donna cinica e spietata che grazie all affetto di un bambino ritrova la capacità di amare

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI In questa lezione ci siamo collegati via Skype con la Professoressa Paola Begotti, docente di lingua italiana per stranieri dell Università Ca Foscari di Venezia che ci ha parlato delle motivazioni che

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

(da I Malavoglia, cap. XV)

(da I Malavoglia, cap. XV) 4. GIOVANNI VERGA (ANALISI DEL TESTO) L addio di Ntoni Una sera, tardi, il cane si mise ad abbaiare dietro l uscio del cortile, e lo stesso Alessi, che andò ad aprire, non riconobbe Ntoni il quale tornava

Dettagli

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO La riorganizzazione dell ospedale dev essere affrontata in Consiglio In Consiglio comunale si parlerà ancora di riorganizzazione ospedaliera.

Dettagli

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può!

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! Pag. 1/3 Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! (Articolo tratto da ALCER n 153 edizione 2010) Conoscere posti nuovi, nuove culture e relazionarsi con persone di altri paesi, di altre città

Dettagli

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013 Farra, 24 febbraio 2013 informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara dare alcune indicazioni pratiche suggerire alcuni percorsi Quali sono le reazioni

Dettagli

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE Presentazione La guida dell educatore vuole essere uno strumento agile per preparare gli incontri con i ragazzi.

Dettagli

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale.

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Istituto di Scienze e Tecnologie della Cognizione - CNR progetto internazionale "La città dei bambini" Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Non mi mancava la memoria o l intelligenza,

Dettagli

Flame of Hope maggio 2015

Flame of Hope maggio 2015 Flame of Hope maggio 2015 Cari amici, Quand è che si apprezza maggiormente la vita e si è consapevoli di essere vivi e ne siamo grati? Quando quel dono prezioso è minacciato e poi si apprezza la vita il

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Un po di storia Il seme dell affido è germogliato in casa Tagliapietra nel lontano 1984 su un esigenza di affido consensuale in ambito parrocchiale. Questo seme ha cominciato

Dettagli

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Il romanzo Tra donne sole è stato scritto da Pavese quindici mesi prima della sua morte, nel 1949. La protagonista, Clelia, è una

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste.

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste. FIGLI DI DIO Cosa significa essere un figlio di Dio? E importante essere figli di Dio? Se sono figlio di Dio che differenza fa nella mia vita quotidiana? Queste sono questioni importanti ed è fondamentale

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA EDUCARE OGGI/9 A CURA DI ANNA TERESA Borrelli PREFAZIONE DI MATTEO Truffelli Amare e far AMARE GESÙ CONTRIBUTI DI: Marco Ghiazza Luca Marcelli Paolo e Rita Seghedoni Marcello Semeraro Lucio Soravito De

Dettagli

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Scuola Primaria 1 Circolo di Cuneo PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Responsabile del Progetto: Ins. Rosanna BLANDI 2 INDICE PRESENTAZIONE DEL PROGETTO pag. 5 L

Dettagli

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia Scuola Primaria Istituto Casa San Giuseppe Suore Vocazioniste Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar Classe IV Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia È il 19 febbraio 2011

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958)

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958) NOTIZIARIO PARROCCHIALE Anno XC - N 8 dicembre 2012 - L Angelo in Famiglia Pubbl. mens. - Sped. abb. post. 50% Bergamo Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone

Dettagli

Tesi per il Master Superformatori CNA

Tesi per il Master Superformatori CNA COME DAR VITA E FAR CRESCERE PICCOLE SOCIETA SPORTIVE di GIACOMO LEONETTI Scorrendo il titolo, due sono le parole chiave che saltano agli occhi: dar vita e far crescere. In questo mio intervento, voglio

Dettagli

Meno carte più sicurezza. Procedure semplificate per la prevenzione incendi C O R P O N A Z I O N A L E

Meno carte più sicurezza. Procedure semplificate per la prevenzione incendi C O R P O N A Z I O N A L E FUOCO DEL VIGILI Meno carte più sicurezza Procedure semplificate per la prevenzione incendi C O R P O N A Z I O N A L E Premessa La semplificazione per le procedure di prevenzione incendi entra in vigore

Dettagli

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 Comitato Italiano per l UNICEF Onlus Direzione Attivita` culturali e Comunicazione Via Palestro, 68-00185 Roma tel. 06478091 - fax 0647809270 scuola@unicef.it pubblicazioni@unicef.it

Dettagli

Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare

Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare 1 Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare.. 1. LA RAPPRESENTAZIONE DEI MEDIA Dal 23 aprile 2010 dai mezzi di comunicazione italiani, tramite: Agenzie stampa;

Dettagli

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente)

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) TU Per San Lazzaro Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) Territorio: Urbanistica: Cosa: Agevolazioni per la riqualificazione dell esistente:

Dettagli

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto.

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Gentili congiunti, Questa piccola guida è stata creata per voi con l obiettivo di aiutarvi

Dettagli

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI MATEMATICA Scuola Primaria Classe Quinta Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS MA IL CIELO È SEMPRE PIÙ BLU di Rino Gaetano Didattizzazione di Greta Mazzocato Univerisità Ca Foscari di Venezia Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano

Dettagli

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali LA RICERCA DI DIO Gradi della fede in Dio La maggior parte delle persone non sospetta nemmeno la reale esistenza di Dio, e naturalmente non s interessa molto a Dio. Ce ne sono altre che, sotto l influsso

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

PRONOMI DIRETTI (oggetto)

PRONOMI DIRETTI (oggetto) PRONOMI DIRETTI (oggetto) - mi - ti - lo - la - La - ci - vi - li - le La è la forma di cortesia. Io li incontro spesso. (gli amici). Non ti sopporta più. (te) Lo legge tutti i giorni. (il giornale). La

Dettagli

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA

SENATO DELLA REPUBBLICA 10^ COMMISSIONE INDUSTRIA SENATO DELLA REPUBBLICA AUDIZIONE MARTEDI 8 MAGGIO 2012 ORE 14,30 I CONTRATTI D AREA ED I PATTI TERRITORIALI UN ESPERIENZA DI VALORE PER LO SVILUPPO DEL TERRITORIO Via degli Uffici

Dettagli

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte)

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte) La canzone dei colori Rosso rosso il cane che salta il fosso giallo giallo il gallo che va a cavallo blu blu la barca che va su e giù blu blu la barca che va su e giù Arancio arancio il grosso cappello

Dettagli

IL SENSO DELLA CARITATIVA

IL SENSO DELLA CARITATIVA IL SENSO DELLA CARITATIVA SCOPO I Innanzitutto la natura nostra ci dà l'esigenza di interessarci degli altri. Quando c'è qualcosa di bello in noi, noi ci sentiamo spinti a comunicarlo agli altri. Quando

Dettagli

DA CHE PARTE STARE. dagli 11 anni ALBERTO MELIS

DA CHE PARTE STARE. dagli 11 anni ALBERTO MELIS PIANO DI LETTURA dagli 11 anni DA CHE PARTE STARE ALBERTO MELIS Illustrazioni di Paolo D Altan Serie Rossa n 78 Pagine: 144 Codice: 566-3117-3 Anno di pubblicazione: 2013 L AUTORE Alberto Melis, insegnante,

Dettagli

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Il baseball, uno sport. Il baseball, uno sport di squadra. Il baseball, uno sport che non ha età. Il baseball, molto di più di uno sport, un MODO

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT SEGUI LE STORIE DI IGNAZIO E DEL SUO ZAINO MAGICO Ciao mi chiamo Ignazio Marino, faccio il medico e voglio fare il sindaco di Roma.

Dettagli

Per ulteriori informazioni visita il nostro Sito Web: www.a-light-against-human-trafficking.info

Per ulteriori informazioni visita il nostro Sito Web: www.a-light-against-human-trafficking.info Per ulteriori informazioni visita il nostro Sito Web: www.a-light-against-human-trafficking.info Ogni essere umano uomo, donna, bambino, bambina è immagine di Dio; quindi ogni essere umano è una persona

Dettagli

Dov eri e cosa facevi?

Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Produzione libera 15 marzo 2012 Livello B1 Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Descrivere, attraverso l uso dell imperfetto, azioni passate in corso di svolgimento. Materiale

Dettagli

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 Cari catechisti, buonasera! Mi piace che nell Anno della fede ci

Dettagli

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama Adorazione Eucaristica a cura di Don Luigi Marino Guida: C è un esperienza che rivela il potere unificante e trasformante dell amore, ed è l innamoramento, descritto in modo splendido nel Cantico dei Cantici.

Dettagli

COME UNO SPARTITO MUSICALE Intervista a Mario Lodi

COME UNO SPARTITO MUSICALE Intervista a Mario Lodi COME UNO SPARTITO MUSICALE Intervista a Mario Lodi L'equilibrio tra libertà e regole nella formazione dei bambini Incontro Mario Lodi nella cascina ristrutturata a Drizzona, nella campagna tra Cremona

Dettagli

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini,

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini, Cari bambini, Civile questo libretto che vi viene oggi proposto vi aiuterà a conoscere i rischi e ad imparare come difendervi, in particolare dai rischi legati al terremoto. Questo come tutti sapete è

Dettagli

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B.

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A. Ignone - M. Pichiassi unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A B 1. È un sogno a) vuol dire fare da grande quello che hai sempre sognato

Dettagli

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Per la quarta annualità ho ricoperto il ruolo di Responsabile del Piano dell'offerta Formativa e dell Autovalutazione di

Dettagli

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO Sono arrivata in Italia in estate perché i miei genitori lavoravano già qui. Quando ero in Cina, io e mia sorella Yang abitavamo con i nonni, perciò mamma e papà erano tranquilli.

Dettagli

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere!

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Anna La Prova Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Chi sono i bambini Oppositivi e Provocatori? Sono bambini o ragazzi che sfidano l autorità, che sembrano provare piacere nel far

Dettagli

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana Edizione giugno 2014 IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 perchè diventare cittadini italiani?

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA LIBRO IN ASSAGGIO SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA DI ROBERT L. LEAHY INTRODUZIONE Le sette regole delle persone molto inquiete Arrovellarvi in continuazione, pensando e ripensando al peggio, è la

Dettagli

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Il primo maggio 2015 si inaugura a Milano l EXPO, un contenitore di tematiche grandi come l universo: "Nutrire il pianeta. Energia per la vita. Una

Dettagli

RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015

RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015 RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015 COMUNICATO STAMPA La Regione che vogliamo: la CIDA organizza il confronto con i candidati alla Presidenza della regione Toscana 29 Aprile

Dettagli

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 cosa significa diventare cittadino italiano? 7 come muoverti? 8 senza cittadinanza 9 devi sapere 11 Prefazione Cari ragazzi,

Dettagli

Pagliaccio. A Roma c è un. che cambia ogni giorno. 66 Artù n 58

Pagliaccio. A Roma c è un. che cambia ogni giorno. 66 Artù n 58 format nell accostare gli ingredienti e da raffinatezza della presentazione che fanno trasparire la ricchezza di esperienze acquisite nelle migliori cucine di Europa e Asia da questo chef 45enne d origini

Dettagli

Progetto Rubiera Centro

Progetto Rubiera Centro LE POLITICHE DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA PER LA QUALIFICAZIONE DEI CENTRI COMMERCIALI NATURALI Progetti anno 2013 (D.G.R. n. 1822/2013) Bologna, 1 luglio 2014 Progetto Rubiera Centro Il progetto del comune

Dettagli

La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata

La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata Osservatorio internazionale Cardinale Van Thuân La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata + Giampaolo Crepaldi Arcivescovo-Vescovo Relazione introduttiva al Convegno del 3 dicembre 2011

Dettagli

La Convenzione Onu sui diritti dei bambini I DIRITTI DEI BAMBINI NELLA VITA DI OGNI GIORNO

La Convenzione Onu sui diritti dei bambini I DIRITTI DEI BAMBINI NELLA VITA DI OGNI GIORNO La Convenzione Onu sui diritti dei bambini I DIRITTI DEI BAMBINI NELLA VITA DI OGNI GIORNO Che cos è la Convenzione Onu sui diritti dei bambini? La Convenzione sui diritti dei bambini è un accordo delle

Dettagli

GLI OGRIN. Eh, sì, lo sappiamo: gli Ogrin sono semplici, ma ci vuole un po di tempo per spiegare il loro funzionamento!

GLI OGRIN. Eh, sì, lo sappiamo: gli Ogrin sono semplici, ma ci vuole un po di tempo per spiegare il loro funzionamento! GLI OGRIN Il sistema di Punti scambiabili nei servizi ANKAMA Eh, sì, lo sappiamo: gli Ogrin sono semplici, ma ci vuole un po di tempo per spiegare il loro funzionamento! Si tratta, in primo luogo, di un

Dettagli

Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di gioco d azzardo patologico Testo redatto sulla

Dettagli

Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore

Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore Crescere un bambino Indaco o Cristallo è un privilegio speciale in questo momento di turbolenze e cambiamenti. Come genitori, state contribuendo

Dettagli

Spiegami e dimenticherò, mostrami e

Spiegami e dimenticherò, mostrami e PROGETTO Siracusa e Noto anche in lingua dei segni Spiegami e dimenticherò, mostrami e ricorderò, coinvolgimi e comprenderò. (Proverbio cinese) Relatrice: Prof.ssa Bernadette LO BIANCO Project Manager

Dettagli

COME POSSO AIUTARE UNA DONNA CHE SUBISCE VIOLENZA.

COME POSSO AIUTARE UNA DONNA CHE SUBISCE VIOLENZA. COME POSSO AIUTARE UNA DONNA CHE SUBISCE VIOLENZA. Avere il sospetto o essere a conoscenza che una donna che conosciamo è vittima di violenza da parte del compagno/marito/amante/fidanzato (violenza intrafamiliare)

Dettagli

5ª tappa L annuncio ai Giudei

5ª tappa L annuncio ai Giudei Centro Missionario Diocesano Como 5 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Febbraio 09 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 5ª tappa L annuncio ai Giudei Pagina

Dettagli

La cooperativa Fai compie 30 anni

La cooperativa Fai compie 30 anni Anziani e assistenza La cooperativa Fai compie 30 anni TRENTO Fai, la prima cooperativa sociale che si occupa di assistenza domiciliare in Trentino, si prepara a festeggiare ben 30 anni di attività. Sabato

Dettagli

163 ANNIVERSARIO DELLA FONDAZIONE DELLA POLIZIA DI STATO CATANZARO VENERDÌ 22 MAGGIO 2015 DISCORSO DEL QUESTORE GIUSEPPE RACCA

163 ANNIVERSARIO DELLA FONDAZIONE DELLA POLIZIA DI STATO CATANZARO VENERDÌ 22 MAGGIO 2015 DISCORSO DEL QUESTORE GIUSEPPE RACCA 163 ANNIVERSARIO DELLA FONDAZIONE DELLA POLIZIA DI STATO CATANZARO VENERDÌ 22 MAGGIO 2015 DISCORSO DEL QUESTORE GIUSEPPE RACCA Sig. Prefetto, Sig. Sindaco, Sig. Presidente della Provincia, Eccellenza Reverendissima,

Dettagli

OGGETTO: Piano coordinato di interventi per la sicurezza urbana e il decoro

OGGETTO: Piano coordinato di interventi per la sicurezza urbana e il decoro A Sua Eccellenza il Signor Prefetto di Roma OGGETTO: Piano coordinato di interventi per la sicurezza urbana e il decoro Signor Prefetto, come abbiamo concordato nei nostri precedenti incontri, Le scrivo

Dettagli

Tip #2: Come siriconosceun leader?

Tip #2: Come siriconosceun leader? Un saluto alla Federazione Italiana Tennis, all Istituto Superiore di Formazione e a tutti gli insegnanti che saranno presenti al SimposioInternazionalechesiterràilprossimo10 maggio al ForoItalico. Durante

Dettagli

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno Indice 01. 02. 03. I tipi di house organ Dall idea al progetto I contenuti A

Dettagli

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo?

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? In Italia, secondo valutazioni ISTAT, i nonni sono circa undici milioni e cinquecento mila, pari al 33,3% dei cittadini che hanno dai 35 anni in su. Le donne

Dettagli

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO Il disegno di legge 1212 Disposizioni sulle Città metropolitane, sulle Province, sulle unioni e fusioni di Comuni approvato dal Senato ha

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico SASHA La nostra storia é molto molto recente ed é stata fin da subito un piccolo "miracolo" perche' quando abbiamo contattato l' Associazione nel mese di Novembre ci é stato detto che ormai era troppo

Dettagli

LIMITARE LA CIRCOLAZIONE DELLE AUTO? PER I CITTADINI SI PUÒ FARE

LIMITARE LA CIRCOLAZIONE DELLE AUTO? PER I CITTADINI SI PUÒ FARE LIMITARE LA CIRCOLAZIONE DELLE AUTO? PER I CITTADINI SI PUÒ FARE AUDIMOB O SSERVATORIO SUI C OMPORTAMENTI DI M OBILITÀ DEGLI I TALIANI Dicembre 2007 LE FERMATE AUDIMOB S U L L A M O B I L I T A n. 3 La

Dettagli

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore Sac. Don Giuseppe Pignataro L oratorio: centro del suo cuore L'anima del suo apostolato di sacerdote fu l'oratorio: soprattutto negli anni di Resina, a Villa Favorita per circa un decennio, dal 1957 al

Dettagli

Perché i progetti di Welfare falliscono? Falsi miti e azioni concrete per un welfare di successo

Perché i progetti di Welfare falliscono? Falsi miti e azioni concrete per un welfare di successo Perché i progetti di Welfare falliscono? Falsi miti e azioni concrete per un welfare di successo SOMMARIO Perché i progetti di Welfare falliscono? Falsi miti e azioni concrete per un welfare di successo

Dettagli

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO 90 ICARO MAGGIO 2011 LA TEORIA DEL CUCCHIAIO di Christine Miserandino Per tutti/e quelli/e che hanno la vita "condizionata" da qualcosa che non è stato voluto. La mia migliore amica ed io eravamo nella

Dettagli

Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno

Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno Dialoghi tra scuole d Europa: esperienze e curricola a confronto Scuola media Manzoni Lucarelli di Bari - Carbonara 21

Dettagli

Meglio prevenire. Alcuni accorgimenti da adottare contro i ladri:

Meglio prevenire. Alcuni accorgimenti da adottare contro i ladri: Introduzione Sono ormai sempre più frequenti i furti negli appartamenti, nelle case e negli uffici. Il senso di insicurezza della popolazione è comprensibile. Con questo opuscolo si vuole mostrare che

Dettagli

MA VOI CHI DITE CHE IO SIA? Mc 8,27-30 (cf Mt 16,13-23; Lc 9,18-27

MA VOI CHI DITE CHE IO SIA? Mc 8,27-30 (cf Mt 16,13-23; Lc 9,18-27 MA VOI CHI DITE CHE IO SIA? Mc 8,27-30 (cf Mt 16,13-23; Lc 9,18-27 2 L Siamo alla domanda fondamentale, alla provocazione più forte perché va diritta al cuore della mia vita, della tua, di ogni uomo che,

Dettagli