ASA SVV Schweizerischer Versicherungsverband Association Suisse d Assurances Associazione Svizzera d Assicurazioni

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ASA SVV Schweizerischer Versicherungsverband Association Suisse d Assurances Associazione Svizzera d Assicurazioni"

Transcript

1 Schweizerischer Versicherungsverband Association Suisse d Assurances Associazione Svizzera d Assicurazioni CONDIZIONI GENERALI (CGA) PER L'ASSICURAZIONE DI COSE PER IMPRESE Edizione 2008 delle condizioni modello non vincolanti dell'asa. Le società possono prevedere deroghe alle presenti condizioni. (versione ) Sommario A Oggetto dell'assicurazione... 2 A 1 Cose... 2 A 2 Copertura automatica... 3 A 3 Cose e spese speciali... 3 A 4 Valori pecuniari... 4 A 5 Perdita di reddito e spese supplementari... 5 B Rischi e danni assicurati... 6 B 1 Incendio (incl. forze della natura)... 6 B 2 Extended Coverage (copertura ampliata)... 8 B 3 Furto con scasso e rapina... 9 B 4 Acqua B 5 Rottura di vetri e di impianti sanitari C Esclusioni generali C 1 Esclusioni generali D Validità territoriale D 1 Al luogo del rischio D 2 In circolazione (assicurazione esterna) E In caso di sinistro E 1 Obblighi E 2 Valutazione del danno E 3 Procedura peritale F Indennità F 1 In generale F 2 Cose F 3 Cose e spese speciali F 4 Valori pecuniari F 5 Perdita di reddito e spese supplementari F 6 Sottoassicurazione F 7 Franchigie Assocation Suisse d Assurances ASA C.F.Meyer-Strasse 14 CP 4288 CH Zurich Standard +41 (44) Téléfax +41 (44)

2 F 8 Limite delle prestazioni per i danni determinati dalle forze della natura F 9 Pagamento dell indennità F 10 Tutela del creditore pignoratizio F 11 Prescrizione e perenzione G Disposizioni varie G 1 Inizio e durata del contratto / Disdetta per la scadenza del contratto G 2 Disdetta in caso di sinistro G 3 Obblighi di diligenza G 4 Utile lordo ai fini dell'assicurazione o cifra d'affari - Ammontare provvisorio G 5 Premio / Modifiche del contratto G 6 Aggravamento e diminuzione del rischio G 7 Cambiamento di proprietario G 8 Doppia assicurazione G 9 Comunicazioni con la Società / Polizze collettive G 10 Disposizioni di legge A Oggetto dell'assicurazione A 1 Cose Purché espressamente specificato nella polizza, l'assicurazione copre: 1 Merci/Attrezzature e arredamenti (beni mobili) Sono assicurati i seguenti beni mobili di proprietà dello stipulante: 1.1 Merci Merci di fabbricazione propria e quelle acquistate (materie prime, prodotti semilavorati e finiti) che sono destinate alla vendita o al consumo e che possono essere commercializzate. 1.2 Attrezzature / arredamenti cose che sono destinate all'uso da parte dello stipulante e non vengono commercializzate, per esempio: - macchinari e relativi basamenti; - installazioni utilizzate per fini aziendali; - attrezzi, utensili e pezzi di ricambio; - attrezzature aziendali e di magazzino, arredamento d'ufficio; - veicoli aziendali privi di targa, come macchine operatrici semoventi, carrelli elevatori nonché ciclomotori e biciclette; - costruzioni mobili. 1.3 L'assicurazione copre anche: - installazioni edili che non devono essere assicurate con lo stabile; - cose di proprietà di terzi ricevute in consegna o custodia; - cose prese in leasing o in affitto. 1.4 Per la definizione di stabile e installazioni fanno fede: - le "Norme per l'assicurazione degli stabili" della Società; - le disposizioni cantonali, nel caso dei cantoni con un proprio istituto di assicurazione contro l'incendio. 2/21

3 Se viene stipulata una convenzione speciale, l'assicurazione copre anche: 2 Ulteriori veicoli (diversi da quelli specificati al precedente punto 1.2) come: veicoli a motore, rimorchi, rimorchi abitabili (roulotte), abitazioni mobili, natanti, veicoli su rotaia e aeromobili 3 Cose e spese speciali di cui alla disposizione A 3 4 Valori pecuniari di cui alla disposizione A 4. A 2 Copertura automatica Purché espressamente specificato nella polizza, l'assicurazione prevede: 1 Copertura automatica: per le cose designate separatamente nella polizza l'assicurazione viene automaticamente estesa ai nuovi acquisti/incrementi di valore. In caso di sinistro la copertura automatica e i gruppi ai quali essa fa riferimento vengono riuniti in un solo gruppo. A 3 Cose e spese speciali Purché espressamente specificato nella polizza, l'assicurazione copre: 1 Spese di sgombero e di smaltimento: le spese occorrenti per lo sgombero di residui di cose assicurate e il loro trasporto fino al più vicino e adeguato luogo di scarico nonché le spese di deposito, smaltimento e distruzione. L'assicurazione copre inoltre le spese per analisi tossicologiche nel caso di rifiuti speciali. 2 Spese per la decontaminazione del terreno e dell'acqua di spegnimento: le spese che lo stipulante sia tenuto ad assumersi, in seguito a disposizioni di diritto pubblico riguardanti una contaminazione, per: - l'analisi e, se necessario, la decontaminazione o sostituzione del terreno (compresa fauna e flora) che fa parte del fondo sul quale si è verificato il danno materiale; - l'analisi e, se necessario, la decontaminazione e l'eliminazione dell'acqua di spegnimento presente sul fondo sul quale si è verificato il danno materiale; - il trasporto del terreno o dell'acqua di spegnimento contaminati alla più vicina e adeguata discarica per conseguente deposito o eliminazione; - il successivo ripristino dello stato in cui il fondo si trovava prima dell'insorgere del sinistro. 3 Spese di ricostituzione: l'importo necessario per ricostituire, entro. anni dalla data del sinistro: - libri contabili, atti, registri, microfilm, dati, piani e disegni; - modelli, campioni, forme, sagome, strumenti di misurazione, matrici, incisioni, stampi, composizioni conservate, pellicole offset, lastre di stampa e cilindri stampatori, cliché, cartoni Jacquard, compresi i relativi piani, disegni e progetti e simili, compreso il materiale. L'assicurazione copre anche le spese di ricostituzione per cose di proprietà di terzi ricevute in consegna o custodia. 4 Perdite su debitori: le perdite di introiti derivanti dal fatto che copie di fatture o documenti necessari alla fatturazione siano stati distrutti, resi inservibili o andati perduti. 5 Effetti del personale e dei visitatori, comprese le biciclette e i ciclomotori. 6 Effetti di ospiti alloggiati. 7 Spese per il cambiamento delle serrature: le spese sostenute per il cambiamento o la sostituzione di chiavi, carte magnetiche e simili; serrature, impianti di chiusura elettrici presenti nei luoghi assicurati, nonché quelli di safe di banca o caselle postali presi in locazione. 8 Misure di sicurezza provvisorie: le spese per porte, serrature, vetrate provvisorie e simili. 9 Oscillazioni del prezzo di mercato: la differenza tra il prezzo d'acquisto effettivo delle merci e il prezzo di mercato delle stesse merci alla data del sinistro. 3/21

4 L'indennità è limitata alla differenza tra il prezzo di mercato alla data del sinistro e il prezzo d'acquisto effettivo valevole il primo giorno lavorativo, successivo alla data del sinistro, in cui è possibile effettuare l'acquisto. 10 Rincaro postsinistro per le attrezzature: la differenza tra il valore di risarcimento alla data del sinistro e le spese effettive per il rimpiazzo delle cose assicurate. L'assicurazione risarcisce l'importo effettivo delle spese supplementari sostenute nell'arco di due anni da quando si è verificato il sinistro. 11 Spese di scoprimento e di ricerca: le spese per scoprire e ricercare condutture avariate e, una volta eseguita la riparazione, per rimurare o ricoprire dette condutture posate per il trasporto di liquidi per fini aziendali. 12 Spese di spostamento e di protezione: le spese derivanti dal fatto che per la ricostituzione o il rimpiazzo di cose assicurate debbano essere spostate, modificate o protette altre cose assicurate (p. es. smontaggio e rimontaggio di macchine, ampliamento di aperture e lavori simili). La presente copertura è prestata in via sussidiaria, vale a dire che detti costi vengono indennizzati solo nella misura in cui non vengono risarciti da un istituto cantonale di assicurazione contro l'incendio. L'assicurazione non copre: 13 Effetti del personale e di visitatori nonché effetti di ospiti alloggiati: il denaro (fatta salva la copertura di cui alla presente disposizione A 3). 14 Spese di sgombero e di smaltimento: le spese per la decontaminazione dell'aria e dell'acqua, nonché per lo smaltimento del terreno (compresa fauna e flora), anche quando siano frammisti o coperti dalle cose assicurate. 15 Spese di scoprimento e di ricerca: le spese che possono essere assicurate assieme al fabbricato. A 4 Valori pecuniari L'assicurazione copre: 1 Valori pecuniari fino a CHF... Sono considerati valori pecuniari: - denaro; - carte valori e libretti di risparmio; - assegni di viaggio; - carte di credito e carte cliente; - monete e medaglie; - metalli preziosi (come scorte, lingotti o merci); - pietre preziose e perle sciolte; - biglietti trasferibili, abbonamenti, schede e buoni di ogni tipo che danno diritto all'acquisto di beni e servizi; - formulari di assegni e ricevute di carte di credito regolarmente compilati e firmati da persona autorizzata. Se viene stipulata una convenzione speciale, l'assicurazione copre anche: Valori pecuniari oltre CHF... 4/21

5 A 5 Perdita di reddito e spese supplementari Purché espressamente specificato nella polizza, l'assicurazione copre: 1 Utile lordo ai fini dell'assicurazione 1.1 Utile lordo ai fini dell'assicurazione: corrisponde alla cifra d'affari al netto delle spese variabili. Per cifra d'affari si deve intendere: - nel caso di imprese commerciali, il ricavo dalla vendita di merci; - nel caso di imprese di servizi, il ricavo dalla fornitura di servizi; - nel caso di imprese produttive, il ricavo dalla vendita di prodotti di fabbricazione propria. Gli incrementi e le riduzioni delle scorte di prodotti di fabbricazione propria, semilavorati e finiti, vanno considerati nella cifra d'affari. A tale effetto le scorte iniziali e quelle finali vanno valutate secondo i medesimi criteri prima della detrazione delle riserve latenti. Per spese variabili si devono intendere quelle relative alle merci (materie prime, materiali accessori e materiali d'esercizio, prodotti semifiniti acquistati e merci), le spese d'energia nonché le prestazioni fornite da terzi ai fini della produzione o della cifra d'affari. I rispettivi valori vengono stabiliti in base al formulario "Calcolo dell'utile lordo ai fini dell'assicurazione" che è allegato alla polizza. 1.2 L'assicurazione comprende anche le spese variabili se queste non possono essere ridotte nella stessa proporzione come nel caso della cifra d'affari di cui al precedente punto Cifra d affari Per cifra d'affari si deve intendere il ricavo dalla vendita di merci e prodotti fabbricati nonché dalla fornitura di servizi. 3 Spese supplementari Per spese supplementari si devono intendere quelle che si rendono necessarie per mantenere l'attività aziendale al suo livello previsto durante il periodo dell'interruzione e che, secondo le presenti Condizioni Generali, non possono essere incluse nell'assicurazione di cose. Nel caso specifico si tratta di: 3.1 spese per la limitazione del danno, ossia quelle sopportate dall'avente diritto per l'adempimento del suo obbligo di limitare il danno; 3.2 spese speciali fino a concorrenza del...% della somma assicurata, ossia quelle che non influiscono sulla limitazione del danno durante il periodo di garanzia ma solo dopo la scadenza della stessa. Rientrano in dette spese anche le penali giustificate e comprovabili, da pagare per contratto in seguito a mancata o ritardata esecuzione di ordinazioni a causa d'interruzione d'esercizio. Estensione della copertura assicurativa 4 Danni di interruzione d'esercizio L'assicurazione copre i danni dovuti ad interruzione d'esercizio, totale o parziale, che si verifica quando l'attività dell'azienda dello stipulante, temporaneamente, non può essere continuata, o solo parzialmente, a seguito di: 4.1 danni materiali a beni mobili, fabbricati o altre opere. Tali danni devono essersi verificati nei fabbricati designati nella polizza, o sull'area che ne fa parte, ed essere stati causati da un evento dannoso risarcibile in virtù delle Condizioni Generali di Assicurazione che sono alla base del presente contratto; 4.2 danni a beni mobili di cui al precedente punto 4.1, di proprietà dello stipulante, che si trovano temporaneamente fuori dell'area aziendale (assicurazione esterna). La garanzia prestata per i danni determinati dalle forze della natura è però limitata alla Svizzera, al Liechtenstein e alle enclave di Büsingen e di Campione. 5/21

6 4.3 Salvo convenzione contraria, la Società risarcisce il danno per un periodo di.mesi a contare dalla data in cui si è verificato il sinistro. Se viene stipulata una convenzione speciale, l'assicurazione copre anche: 5 Danni conseguenziali Danni di interruzione d'esercizio conseguenti ai danni materiali di cui al precedente punto 4.1 verificatisi in aziende di terzi. L'assicurazione non copre: 6 Danni di interruzione d'esercizio e danni conseguenziali 6.1 perdite di reddito e spese supplementari a seguito di danni a persone o a fatti che non hanno alcun nesso causale con il danno materiale; 6.2 disposizioni di diritto pubblico; 6.3 ampliamento di impianti o innovazioni effettuate successivamente alla data del sinistro; 6.4 mancanza di capitale determinata dal danno materiale o dal danno di interruzione d'esercizio; 7 Spese supplementari 7.1 spese che, secondo le presenti Condizioni Generali, possono essere incluse nell'assicurazione di cose; 7.2 prestazioni dei pubblici pompieri, della polizia e di altre istituzioni obbligate a prestare soccorso; 7.3 spese per la prova del danno; 8 Danni conseguenziali 8.1 danni determinati dalle forze della natura verificatisi all'estero (esclusi il Liechtenstein e le enclave di Büsingen e Campione); 8.2 danni conseguenziali determinati da un danno materiale a ponti, tunnel, canalizzazioni, strade o altre opere. B Rischi e danni assicurati B 1 Incendio (incl. forze della natura) Purché espressamente specificato nella polizza, l'assicurazione copre: 1 Incendio Rientrano in questa garanzia: 1.1 i danni causati da: - incendio; - fumo (azione repentina e effetto accidentale); - fulmine; - esplosione e implosione; - caduta o atterraggio di fortuna di aeromobili e veicoli spaziali o loro parti. 1.2 i danni determinati dalle forze della natura, ossia: - piene; - inondazioni; - uragani (= vento di almeno 75 km/h che abbatte alberi o scoperchia stabili nelle vicinanze delle cose assicurate); - grandine; 6/21

7 - valanghe; - pressione della neve; - frane; - caduta di sassi; - smottamenti. Non si considerano determinati dalle forze della natura: - i danni riconducibili a: cedimenti di terreno, cattivo terreno da costruzione, costruzione difettosa, deficiente manutenzione dello stabile, omissione di misure protettive, movimenti artificiali di terreno, caduta di neve dai tetti, acqua del sottosuolo, piene e straripamenti che, secondo l'esperienza, si ripetono a intervalli più o meno lunghi; - i danni dovuti al rigurgito dell'acqua della canalizzazione, indipendentemente dalla loro causa; - i danni d'esercizio che, secondo l'esperienza, sono da prevedere come: danni causati in occasione di lavori edili o del genio civile, costruzione di gallerie, estrazione di pietre, ghiaia, sabbia o argilla; - i danni dovuti a scosse la cui causa risiede nel franamento di cavità ottenute artificialmente; - i danni causati da uragani e dall'acqua a natanti che si trovano in acqua. Se viene stipulata una convenzione speciale, l'assicurazione copre anche: 2 Danni determinati dalle forze della natura a: - costruzioni facilmente spostabili (come padiglioni per esposizioni o feste, tendoni, giostre, baracconi da fiera e da mercato, capannoni pneumatici e romboidali) e al loro contenuto; - rimorchi abitabili (roulotte), abitazioni mobili, natanti e aeromobili, compresi gli accessori; - veicoli a motore usati come deposito di merci, sistemati sotto una tettoia o all'aperto; - ferrovie di montagna, funicolari, sciovie, linee aeree elettriche e pali (esclusa la rete locale); - cose che si trovano sui cantieri. È considerato cantiere tutto il terreno sul quale si trovano dei valori reali che sono in rapporto con la costruzione di un'opera, anche prima dell'inizio dei lavori e dopo il compimento degli stessi; - serre, vetrate e piante di letti caldi nonché tunnel di plastica accessibili. Estensione della copertura assicurativa 3 Relativamente ad un sinistro determinato da incendio o forze della natura, l'assicurazione risarcisce i danni consistenti nella distruzione, nel danneggiamento o nella scomparsa di cose assicurate, nonché le spese assicurate che ne derivano. L'assicurazione non copre: 4 Danni dovuti dall'azione normale e progressiva del fumo. 5 Danni di bruciature senza fiamme, non conseguenti a incendio; 6 Danni subiti dalle cose assicurate per il fatto di essere state esposte a un fuoco utilitario o a un'altra fonte di calore. 7 Danni a macchine, apparecchi e condutture elettriche sotto tensione, causati dall'effetto dell'energia elettrica stessa, da sovratensione o da riscaldamento dovuto a sovraccarico. 8 Danni a dispositivi elettrici di protezione, come fusibili, verificatisi durante l'uso a cui sono normalmente destinati. 9 Danni causati da bassa pressione (eccetto l'implosione), da irruzioni d'acqua, dalla forza centrifuga e da altre forze meccaniche d'esercizio. 7/21

8 B 2 Extended Coverage (copertura ampliata) Purché espressamente specificato nella polizza, l'assicurazione copre: 1 Disordini interni Violenza contro persone o cose in occasione di assembramenti, sommosse o tumulti. L'assicurazione comprende anche i saccheggi che siano in rapporto diretto con disordini interni. 2 Danno doloso Danneggiamento o distruzione intenzionale (anche in occasione di scioperi e serrate). 3 Colaggio da impianti Sprinkler Distruzione o danneggiamento dovuti all'acqua fuoriuscita in modo improvviso, imprevedibile e anomalo da un impianto Sprinkler (incl. impianti di spegnimento a pioggia/diluvio riconosciuti). Fanno parte dell'impianto le valvole Sprinkler, le condutture di distribuzione, i serbatoi dell'acqua, gli impianti di pompe, le rimanenti valvole e i tubi di alimentazione, che servono esclusivamente al funzionamento dell'impianto. 4 Danni dovuti alla fuoriuscita di liquidi Distruzione o danneggiamento dovuti a liquidi fuoriusciti in modo improvviso, imprevedibile e anomalo da impianti di condutture, cisterne e serbatoi. 5 Danni dovuti a fusione distruzione o danneggiamento dovuti al calore in seguito alla fuoriuscita di masse fuse in modo improvviso, imprevedibile e anomalo. 6 Urto di veicoli Distruzione o danneggiamento dovuti all'urto di veicoli. 7 Crollo di stabili Distruzione o danneggiamento dovuti al crollo di stabili o loro parti. 8 Contaminazione radioattiva Danni dovuti a contaminazione radioattiva, a condizione che nell'azienda assicurata non vi sia né un reattore né combustibile nucleare. È considerata contaminazione radioattiva l'inquinamento improvviso e imprevedibile con raggi radioattivi che rende inservibili le cose assicurate. Se l'assicurazione copre le spese di sgombero, per esse si devono intendere le spese per smontaggio, sgombero, trasporto, isolamento e deposito delle cose assicurate, che sono state inquinate con radioattività in seguito a sinistro coperto dall'assicurazione, a condizione che tali provvedimenti siano stati ordinati dalle autorità. L'assicurazione non copre: 9 In generale - i danni che possono essere oggetto di un'assicurazione incendio/forze della natura; - i danni a cose durante il loro trasporto; - i veicoli per i quali sono state rilasciate le targhe di controllo; - i danni a cose oggetto di montaggio e alle attrezzature per il montaggio, a prestazioni lavorative in materia di costruzione e attrezzature per la costruzione. 10 Disordini interni - i danni di rottura vetri 11 Danno doloso 8/21

9 - i danni cagionati da collaboratori dell'azienda, o da terzi che lavorano nell'azienda, a condizione che non siano stati causati in occasione di scioperi o serrate; - la scomparsa di cose. 12 Colaggio da impianti Sprinkler - i danni all'impianto stesso; - i danni verificatisi in occasione di prove della pressione, di lavori di revisione, di controllo e di manutenzione dell'impianto Sprinkler; - i danni agli stabili o all'impianto Sprinkler causati in occasione di lavori di costruzione o di riparazione. 13 Danni dovuti alla fuoriuscita di liquidi - i danni dovuti alla fuoruscita di acqua o di olio combustibile; - i danni al liquido stesso che è fuoriuscito, nonché la relativa perdita; - i danni a impianti di condutture, cisterne e serbatoi dovuti a usura, logoramento, ruggine e corrosione; - i danni dovuti a deficiente manutenzione e omissione di misure protettive; - le spese per l'eliminazione della causa del sinistro che ha comportato la fuoriuscita di liquido. 14 Danni dovuti a fusione - i danni alla massa fusa stessa che è fuoriuscita, nonché la relativa perdita; - le spese per il recupero della massa fusa che è fuoriuscita; - le spese per l'eliminazione della causa del sinistro che ha comportato la fuoriuscita di massa fusa. 15 Urto di veicoli - i danni a veicoli (compreso il carico) coinvolti nel sinistro; - i danni alle merci causati durante le operazioni di carico e scarico; - i danni coperti da un'assicurazione obbligatoria della responsabilità civile. 16 Crollo di stabili - i danni dovuti a deficiente manutenzione del fabbricato e a cattivo terreno da costruzione; - i danni causati da opere in costruzione o ristrutturazione. 17 Contaminazione radioattiva - i danni per i quali si può esigere un risarcimento in base alla normativa federale sulla responsabilità civile in materia nucleare; - i danni dovuti a radioattività proveniente da impianti di produzione di isotopi o da combustibile nucleare; - le spese per l'eliminazione del danno che ha comportato l'inquinamento radioattivo. B 3 Furto con scasso e rapina Purché espressamente specificato nella polizza, l'assicurazione copre: 1 Danni di furto con scasso e di rapina. Si considerano dovuti a furto con scasso e a rapina i danni constatabili attraverso tracce, testimoni o, a seconda delle circostanze, dimostrabili con prove convincenti: 1.1 furto con scasso, cioè quando l'autore: - si sia introdotto con la forza in uno stabile o nei locali dello stesso mediante effrazione oppure - abbia forzato un contenitore all'interno dello stabile. È parificato al furto con scasso il furto commesso impiegando le chiavi normali, le carte magnetiche e simili, o i codici, qualora l'autore se li sia procurati mediante furto con effrazione o rapina. Per il contenuto di locali-tesoro, casseforti corazzate e altre casseforti la Società risponde solo se queste 9/21

10 vengono tenute chiuse e le relative chiavi e codici: - portati addosso oppure - custoditi accuratamente a casa dalle persone responsabili oppure - chiusi in un contenitore analogo per le cui chiavi e codici si applicano le precedenti disposizioni. 1.2 rapina, cioè il furto commesso mediante: - minaccia o - violenza contro lo stipulante, i suoi dipendenti o le persone con lui conviventi. È parificato alla rapina il furto perpetrato in caso d'incapacità di difesa in seguito a infortunio, svenimento o decesso. 1.3 L'assicurazione copre anche: i danni agli stabili designati nella polizza come luogo di assicurazione, verificatisi in seguito a furto con scasso assicurato, rapina assicurata o al tentativo di tali atti, constatabili attraverso tracce, testimoni o, a seconda circostanze, dimostrabili con prove convincenti. L'indennità viene corrisposta solo se lo stipulante non può far valere il diritto alla stessa, o a parte di essa, nei confronti di un altro assicuratore. Estensione della copertura assicurativa 2 Relativamente ad un sinistro riconducibile a furto con scasso o a rapina, l'assicurazione risarcisce i danni consistenti nella distruzione, nel danneggiamento o nella scomparsa di cose assicurate e le spese assicurate che ne derivano. L'assicurazione non copre: 3 I danni causati da persone che convivono con lo stipulante o che sono alle sue dipendenze, qualora esse, in virtù delle loro mansioni, abbiano libero accesso ai locali assicurati; 4 i danni determinati da incendio e forze della natura di cui alla disposizione B 1. B 4 Acqua Purché espressamente specificato nella polizza, l'assicurazione copre: 1 Danni dell'acqua. Si devono considerare tali i danni causati da: 1.1 fuoriuscita di acqua o di altri liquidi: - da condutture di liquidi che servono all'azienda assicurata o al fabbricato in cui si trovano le cose assicurate; - da dispositivi e apparecchi collegati a dette condutture; 1.2 fuoriuscita di liquidi da impianti di riscaldamento e serbatoi; 1.3 fuoriuscita di acqua, in modo repentino e accidentale, da fonti ornamentali, acquari e letti idrostatici; 1.4 acqua piovana e dal fondersi della neve e del ghiaccio, a condizione che l'acqua sia penetrata nello stabile attraverso il tetto, dalle grondaie o dai tubi esterni di scarico; 1.5 rigurgito dell acqua di scarico; 1.6 acqua del sottosuolo e di falde idriche di versante all interno dello stabile; 1.7 gelo formatosi nelle installazioni idrauliche. Vengono risarcite le spese per riparare e scongelare le condutture e gli apparecchi ad esse collegati, danneggiati dal gelo, quando sia stato l'assicurato ad installarli all'interno dello stabile. 10/21

11 Estensione della copertura assicurativa 2 Relativamente ad un sinistro riconducibile all'azione dell'acqua, l'assicurazione risarcisce i danni consistenti nella distruzione, nel danneggiamento o nella scomparsa di cose assicurate nonché le spese assicurate che ne derivano. L'assicurazione non copre: 3 Danni ai liquidi stessi che sono fuoriusciti, nonché la relativa perdita. 4 Danni verificatisi durante le operazioni di riempimento o svuotamento di contenitori di liquidi e condutture nonché durante i lavori di revisione. 5 Danni a impianti frigoriferi causati da gelo prodotto artificialmente. 6 Danni a impianti frigoriferi, permutatori termici o pompe di calore verificatisi in seguito al mescolarsi dell'acqua con altri liquidi o gas, all'interno di questi sistemi. 7 Danni causati da acqua piovana e dal fondersi della neve e del ghiaccio, infiltratasi nello stabile da abbaini aperti, tetti provvisori o aperture praticate nel tetto, nel caso di costruzioni nuove, di ristrutturazioni o di lavori di altro genere. 8 Danni dovuti a rigurgito, dei quali debba rispondere il proprietario della canalizzazione. 9 Danni causati da cedimenti di terreno, cattivo terreno da costruzione, costruzione difettosa, deficiente manutenzione del fabbricato e omissione di misure protettive. 10 Spese per la riparazione delle condutture, degli apparecchi e degli impianti da cui è fuoriuscita acqua o altri liquidi (salvo quando si tratti di danni causati dal gelo). 11 Danni determinati da incendio e forze della natura di cui alla disposizione B 1. B 5 Rottura di vetri e di impianti sanitari Purché espressamente specificato nella polizza, l'assicurazione copre: 1 Danni di rottura vetri. L'assicurazione copre i danni consistenti nella rottura di: 1.1 vetri di fabbricati: le lastre montate in modo fisso nei locali aziendali utilizzati. L'assicurazione copre anche i danni dovuti alla rottura di rivestimenti di facciate e rivestimenti murali di vetro e vetrocemento; 1.2 vetri di mobili: le lastre di cose mobili costituenti l'arredamento (escluse le merci); 1.3 impianti sanitari: lavabi, lavandini, vasi di gabinetti (comprese le cassette degli sciacquoni), orinatoi (compresi i divisori) e bidè. 1.4 L'assicurazione copre anche: - i danni di rottura di superfici in vetroceramica per la cottura; - i danni di rottura di vetri dei collettori di energia solare; - i danni di rottura delle lastre di vetrine e di impianti di réclame luminose di proprietà dello stipulante, o da lui presi in affitto in Svizzera, nel Liechtenstein e nelle enclave di Büsingen e Campione; - le spese per vetrate provvisorie; - le spese per l'applicazione di iscrizioni e fogli trasparenti, incisioni, sabbiature, ecc. su lastre di vetro rotte; - i danni di rottura di vetri avvenuta in occasione di disordini interni. In deroga alle esclusioni generali, l'assicurazione comprende anche i danni di rottura di vetri avvenuta in occasione di disordini interni o in conseguenza delle misure repressive che ne derivano. 11/21

12 1.5 I materiali simili al vetro sono equiparati al vetro qualora vengano utilizzati al suo posto. Estensione della copertura assicurativa L'assicurazione risarcisce i danni di rottura delle lastre di vetro e di impianti sanitari assicurati nonché le spese assicurate che ne derivano. L'assicurazione non copre: 2 Danni conseguenziali e danni dovuti all'usura. 3 Danni agli impianti elettrici e meccanici. 4 Danni a vetri quale merce, vetri amovibili, lenti, stoviglie in vetro, vetri di forma concava, lampade di ogni genere, lampadine. 5 Danni a vetri di schermi e a display di ogni tipo. 6 Danni verificatisi a seguito di lavori eseguiti sulle vetrate o con le vetrate e oggetti. 7 Danni determinati da incendio e forze della natura di cui alla disposizione B 1. C Esclusioni generali C 1 Esclusioni generali 1 L'assicurazione non copre le cose e le spese che sono o devono essere assicurate presso un istituto cantonale di assicurazione contro l'incendio. 2 In caso di: - atti di guerra, - violazioni della neutralità, - rivoluzioni, ribellioni, insurrezioni, disordini interni (violenza contro persone o cose in occasione di assembramenti, sommosse o tumulti) e le misure repressive che ne derivano, come pure in caso di: - terremoti (scosse dovute a movimenti tettonici della crosta terrestre), - eruzioni vulcaniche o - trasmutazione del nucleo dell'atomo, la Società risponde soltanto se lo stipulante prova che il danno non ha alcun rapporto con tali eventi o se gli stessi sono espressamente assicurati in virtù di convenzione speciale. 3 L'esclusione "Disordini interni" non vale per la garanzia "Danni di rottura vetri". 4 Senza tener conto della loro causa, i danni verificatisi in seguito alla fuoriuscita di acqua da bacini artificiali non sono assicurati. D Validità territoriale D 1 Al luogo del rischio 1 L'assicurazione è valida nei luoghi designati nella polizza; nell'assicurazione incendio sono comprese le aree aziendali che ne fanno parte. Nell'assicurazione incendio è ammessa la libera circolazione delle cose assicurate fra i luoghi suddetti. 12/21

13 L'assicurazione non copre: 2 Danni determinati dalle forze della natura verificatisi fuori della Svizzera, del Liechtenstein e delle enclave di Büsingen e Campione. D 2 In circolazione (assicurazione esterna) Al di fuori dei luoghi designati, l'assicurazione copre: 1 Valori pecuniari (A 3), fino a concorrenza di CHF..., contro i rischi specificati nella polizza. Se viene stipulata una convenzione speciale l'assicurazione copre anche: 2 Cose (A 1). 3 Cose e spese speciali (A 3). L'assicurazione non copre: 4 Danni determinati dalle forze della natura verificatisi fuori della Svizzera, del Liechtenstein e delle enclave di Büsingen e Campione, anche nel caso in cui sia stata convenuta un'assicurazione esterna. 5 Danni determinati da furto con scasso in baracche, container e opere incomplete, verificatisi fuori della Svizzera, del Liechtenstein e delle enclave di Büsingen e Campione, anche nel caso in cui sia stata convenuta un'assicurazione esterna. E In caso di sinistro E 1 Obblighi 1 Al verificarsi di un evento assicurato, lo stipulante o l'avente diritto deve: 1.1 avvisare immediatamente la Società; 1.2 fornire tutte le informazioni concernenti le cause, l'entità e le circostanze particolari del danno. Se non diversamente convenuto, le indicazioni vanno fornite per iscritto; 1.3 autorizzare la Società ad effettuare accertamenti e sostenerla in questo intento; 1.4 trasmettere a proprie spese i dati necessari a giustificazione del suo diritto all'indennizzo e per la determinazione dell'entità delle prestazioni. Deve pure inoltrare la relativa documentazione e, se richiesta, presentare una distinta firmata, con l'indicazione del valore delle cose esistenti prima e dopo il sinistro nonché delle cose danneggiate. A tale effetto, la Società può fissare un periodo di tempo adeguato; 1.5 provvedere, durante e dopo l'evento, a conservare e salvare le cose assicurate e a limitare il danno, conformandosi alle istruzioni ricevute dalla Società; 1.6 in previsione dell'accertamento della causa del sinistro e dell'entità del danno, astenersi dall'apportare modifiche o dall'eliminare le cose danneggiate, a meno che ciò non avvenga allo scopo di limitare il danno o nell'interesse pubblico. 2 In caso di furto, rapina, disordini interni e danno doloso lo stipulante o l'avente diritto deve inoltre: 2.1 avvisare immediatamente la polizia, chiedere un'inchiesta ufficiale e non cancellare o modificare le tracce del reato senza il consenso delle autorità; 2.2 in collaborazione con le autorità istruttorie e la Società, prendere le misure necessarie per individuare gli autori del reato e per riacquistare il possesso delle cose scomparse; 13/21

14 2.3 avvisare immediatamente la Società se riacquista il possesso delle cose rubate o se riceve notizie concernenti le cose stesse. 3 In caso di danno determinato da interruzione d'esercizio lo stipulante o l'avente diritto deve inoltre: 3.1 durante il periodo di garanzia, adoperarsi al fine di limitare il danno. La Società ha il diritto di esigere durante questo periodo l'adozione di provvedimenti più adeguati ed esaminare le misure attuate. 3.2 avvisare la Società in caso di ripresa completa dell'attività aziendale, qualora ciò avvenga durante il periodo di garanzia; 3.3 consentire alla Società e ai periti di effettuare qualsiasi inchiesta concernente la causa, l'ammontare e le circostanze del sinistro nonché l'entità del suo obbligo di prestazione. Su richiesta della Società lo stipulante, o l'avente diritto, deve presentare libri contabili, inventari, bilanci, statistiche, giustificativi e altri dati sull'esercizio dell'anno precedente alla conclusione del contratto, quelli relativi all'esercizio in corso e quelli dei tre precedenti, nonché l'assicurazione di cose e i conteggi relativi all indennizzo derivante dai contratti in questione; 3.4 su richiesta della Società, redigere un bilancio intermedio all'inizio e alla fine dell'interruzione d'esercizio o del periodo di garanzia; a tale effetto la Società o il suo perito si riserva il diritto di collaborare alla compilazione dell'inventario. E 2 Valutazione del danno 1 L'avente diritto come pure la Società possono chiedere che il danno venga valutato senza indugio. Nel caso d'interruzione d'esercizio, il relativo danno viene accertato normalmente alla fine del periodo di garanzia. Se le parti sono d'accordo, il danno può essere valutato già prima. Il danno può essere valutato dalle parti stesse, da un perito nominato in comune oppure mediante procedura peritale. Ognuna delle parti può richiedere l applicazione della procedura peritale di cui alla disposizione E 3. 2 L'avente diritto deve provare a sue spese sia il verificarsi dell'evento che l'entità del danno. La polizza e la somma assicurata non costituiscono una prova né dell'esistenza né del valore delle cose assicurate al verificarsi dell'evento. 3 In caso di assicurazione per conto di terzi, la Società si riserva il diritto di accertare il danno esclusivamente in collaborazione con lo stipulante. 4 La Società non è obbligata a riprendere cose salvate o danneggiate. 5 La Società ha la facoltà di decidere a quali imprese affidare i lavori di riparazione. La prestazione assicurativa può essere corrisposta in contanti o in natura. E 3 Procedura peritale 1 Per la procedura peritale valgono le seguenti norme: 1.1 Ognuna delle parti nomina per iscritto un perito. Prima di dare inizio all'accertamento del danno, i due periti ne nominano un terzo in qualità di arbitro. Se una delle parti tralascia di designare il proprio perito entro 14 giorni da quando ne è stata invitata per iscritto, questo perito sarà nominato, su richiesta dell'altra parte, dal giudice competente; lo stesso giudice nomina anche l'arbitro, se i due periti non riescono ad accordarsi sulla sua scelta. 1.2 Possono essere ricusate quali periti le persone alle quali manca la competenza necessaria o che sono imparentate o altrimenti legate a una delle parti. In caso di contestazione in merito ai motivi di ricusa, sarà il giudice competente a decidere; se la ricusa è giustificata, nominerà perito o arbitro. 14/21

15 1.3 I periti accertano le cause, l'entità e le circostanze particolari del danno. Dovrà essere determinato il valore che le cose assicurate, salvate e danneggiate avevano immediatamente prima e dopo il sinistro; nell'assicurazione al valore a nuovo i periti accertano pure la somma necessaria per l'acquisto delle cose nuove. Se gli accertamenti dei periti divergono, l'arbitro designato deciderà sui punti controversi entro i limiti delle due perizie. 1.4 Gli accertamenti fatti dai periti nell'ambito delle loro competenze sono vincolanti, a meno che una delle parti non provi che gli stessi si scostano in modo considerevole dalla reale situazione. 1.5 Ciascuna parte sopporta le spese del proprio perito e per metà quelle dell'arbitro. F Indennità F 1 In generale 1 La somma assicurata indicata nella polizza per ciascun gruppo rappresenta il limite massimo dell'indennizzo. 2 Se la polizza o le Condizioni Generali di Assicurazione prevedono limiti di somma per determinate prestazioni, il diritto all'indennità esiste soltanto una volta per ogni evento, anche se la medesima copertura è garantita da diverse polizze. 3 Un eventuale valore d'affezione viene preso in considerazione soltanto se espressamente pattuito. 4 Vengono risarcite anche le spese per la limitazione del danno. Qualora dette spese e l'indennità superino complessivamente la somma assicurata, saranno risarcite soltanto le spese per le misure disposte dalla Società. La Società non corrisponde nessuna prestazione per l'intervento dei pubblici pompieri, della polizia o di altre istituzioni obbligate a prestare soccorso. 5 Se l'avente diritto riacquista successivamente il possesso delle cose scomparse, dovrà restituire l'indennità percepita, previa deduzione di un importo per un eventuale deprezzamento, o trasferire alla Società la proprietà delle cose recuperate. F 2 Cose 1 L'indennità per le cose assicurate viene determinata in base al loro valore di risarcimento al momento in cui si verifica l'evento, deducendo dal relativo ammontare il valore dei residui. Se le cose danneggiate sono suscettibili di riparazione, la Società risarcisce le relative spese, a condizione che non superino il valore di risarcimento. Eventuali restrizioni per la ricostruzione, emanate dalle autorità, non hanno alcuna influenza. 2 Il valore di risarcimento è costituito: 2.1 per le merci, dal prezzo di mercato per l'acquisto di merci equivalenti, valevole nel momento in cui si è verificato l'evento, ossia: - il prezzo di costo, per le merci acquistate; - il prezzo di vendita, per le merci di fabbricazione propria. Per le merci superate dal punto di vista tecnico, non più alla moda o che non siano più in linea con le tendenze, l'indennità corrisponde al ricavo complessivo dalla vendita delle merci ritenute fuori moda, che si sarebbe potuto conseguire sul mercato immediatamente prima del verificarsi sinistro. 15/21

16 2.2 per attrezzature e arredamenti, dal valore a nuovo che corrisponde alle spese per l'acquisto o la ricostruzione di cose dello stesso genere. Eventuali residui vengono valutati in modo corrispondente. Se le attrezzature e gli arredamenti sono assicurati solo al valore attuale, viene fatta deduzione del deprezzamento dovuto all'uso o ad altra causa. Eventuali residui vengono valutati in modo corrispondente. 2.3 La proprietà di terzi è assicurata al prezzo di mercato. 3 Se l'attività aziendale non viene ripresa entro 2 anni o viene ripresa con altro scopo, il valore di risarcimento corrisponde al ricavo dalla vendita delle attrezzature e degli arredamenti aziendali, che si sarebbe potuto conseguire immediatamente prima del verificarsi del sinistro. 4 Per le cose che non vengono più usate viene risarcito il valore attuale. F 3 Cose e spese speciali 1 Per gli effetti del personale e dei visitatori viene risarcito il valore a nuovo (spese per l'acquisto o la ricostruzione di cose dello stesso genere). In caso di danno parziale la Società rimborsa al massimo le spese per la riparazione. 2 Per le perdite su debitori la Società risarcisce la differenza tra gli introiti effettivamente conseguiti e quelli previsti se non si fosse verificato l'evento. 3 Nel caso delle spese per il cambiamento delle serrature, per le misure di sicurezza provvisorie, per la ricostituzione o il ripristino, per scoprire condutture nonché per lo sgombero e lo smaltimento, l'indennità viene stabilita secondo la disposizione A 3. 4 Se in seguito a un sinistro viene ordinata la decontaminazione del terreno e dell'acqua di spegnimento di cui alla disposizione A 3.2, le spese vengono rimborsate solo se le disposizioni di diritto pubblico: - sono fondate su atti normativi in vigore al momento in cui si è verificato l'evento; - vengono emanate entro un anno dal verificarsi del sinistro; - vengono comunicate alla Società, senza tener conto di eventuali termini di ricorso, entro 14 giorni dalla loro emanazione; - concernono una contaminazione di comprovata conseguenza di un danno assicurato. Se l'evento comporta l'aggravamento di una contaminazione già esistente, la Società risarcisce solo la parte delle spese eccedente l'importo necessario per l'eliminazione della contaminazione preesistente, senza tener conto se (o quando) dette spese sarebbero state effettivamente sostenute. L'indennità viene corrisposta solo nel caso in cui l'assicurato non possa far valere un risarcimento completo o parziale in virtù di un altro contratto d'assicurazione. F 4 Valori pecuniari 1 La Società risarcisce: - il valore nominale, nel caso del denaro; - il valore di mercato al momento in cui si verifica l'evento, nel caso di monete e medaglie, metalli preziosi, pietre preziose e perle sciolte; - l'ammontare del danno documentato, nel caso degli altri valori pecuniari di cui alla disposizione A 4. 2 Per le carte valori vengono risarcite le spese per la dichiarazione di nullità, come pure un'eventuale perdita d'interessi e di dividendi. Se la procedura d'ammortamento non comporta la dichiarazione di nullità, la Società indennizza il danno per le carte valori non ammortizzate. Essa ha anche la facoltà di rimpiazzarle. 16/21

17 F 5 Perdita di reddito e spese supplementari 1 Utile lordo La Società risarcisce la differenza tra l'utile lordo ai fini dell'assicurazione, realizzato durante il periodo di garanzia, e quello previsto in assenza d'interruzione d'esercizio, al netto delle spese risparmiate considerate nel relativo ammontare (danno di interruzione), nonché le spese supplementari di cui alla disposizione A 5.3. Nello stabilire l'utile lordo ai fini dell'assicurazione, effettivamente realizzato, si tiene anche conto delle spese variabili di cui alla disposizione A Cifra d affari La Società risarcisce: - la differenza tra la cifra d'affari realizzata durante il periodo di garanzia e quella prevista in assenza d'interruzione d'esercizio al netto della differenza fra le spese probabili e quelle effettivamente sostenute; - le spese per la limitazione del danno. Per tali spese si intendono quelle sopportate dall'avente diritto per l'adempimento del suo obbligo di limitare il danno; - le spese speciali di cui alla disposizione A Se il danno materiale si verifica in un'impresa ausiliare per lavori di manutenzione, o in un laboratorio di ricerca o di sviluppo, la Società risarcisce: - le spese improduttive. Queste vengono calcolate sulla base delle spese poste a carico di un tale servizio durante il periodo dell'interruzione - le quali non fanno riferimento a nessuna attività - ma al massimo durante il periodo di garanzia; - le spese supplementari di cui alla disposizione A Le spese per la limitazione del danno che si protraggono oltre la durata dell'interruzione o della garanzia qualora la copertura delle spese speciali sia esaurita vengono ripartite fra l'avente diritto e la Società a seconda dell'utilità che ciascuno ne ricava; 5 Circostanze particolari 5.1 Nel calcolo del danno si dovrà tenere conto delle circostanze che avrebbero influenzato l'utile lordo ai fini dell'assicurazione, o la cifra d'affari, nel corso della durata della garanzia anche se non si fosse verificata l'interruzione. 5.2 Se dopo il sinistro non viene ripresa l'attività aziendale, la Società risarcisce soltanto le spese correnti effettive, purché si tratti di spese che sarebbero state coperte con l'utile lordo ai fini dell'assicurazione, o con la cifra d'affari, se non ci fosse stata l'interruzione. In questo caso, e nei limiti del periodo di garanzia, si tiene conto della durata probabile dell'interruzione,. 6 L'indennità complessiva è limitata alla somma assicurata. F 6 Sottoassicurazione 1 Se la somma assicurata è inferiore al valore di risarcimento (sottoassicurazione), il danno viene risarcito solo nella proporzione esistente tra la somma assicurata e il valore di risarcimento. 2 Se nella polizza sono designati più gruppi con rispettiva somma assicurata, un'eventuale sottoassicurazione verrà calcolata separatamente per ciascun gruppo, salvo il caso di una convenzione di libero passaggio. 3 Nell'assicurazione a «primo rischio» (valore di assicurazione stabilito liberamente), il danno viene risarcito fino a concorrenza della somma assicurata, senza tener conto di un'eventuale sottoassicurazione. 17/21

18 4 Se, nel caso dell'assicurazione della perdita di reddito e delle spese supplementari, nel contratto è stato fissato un utile lordo ai fini dell'assicurazione, o la cifra d'affari, troppo bassi, il danno sarà risarcito solo nella proporzione esistente tra la somma dichiarata e quella accertata. A tale effetto è determinante l'anno d'esercizio che è indicato nella polizza. F 7 Franchigie 1 In generale Per ogni sinistro l'avente diritto sopporta la franchigia indicata nella polizza. Il relativo ammontare viene dedotto dall'indennità stabilita. Per i danni determinati dalle forze della natura di cui alla disposizione B 1.2 si applica quanto stabilito al seguente punto 2. 2 Forze della natura 2.1 Nel caso di danni determinati dalle forze della natura di cui alla disposizione B 1.1.2, l'avente diritto sopporta per ogni sinistro una franchigia pari al 10% dell'indennità, ma minimo CHF 2'500.- e massimo CHF 50' Per ogni sinistro l'ammontare della franchigia viene dedotto una volta dall'indennità prevista per l'assicurazione dei beni mobili e una volta da quella prevista dall'assicurazione degli stabili. 2.2 Nel caso di danni determinati dalle forze della natura di cui alla disposizione B 1.2, assicurati solo in base a convenzione speciale, come pure nel caso di danni di interruzione d'esercizio, l'avente diritto sopporta per ogni sinistro la franchigia indicata nella polizza, la quale viene dedotta dall'ammontare del danno. 2.3 I danni verificatisi in epoche e luoghi diversi costituiscono un unico evento se sono riconducibili alla stessa causa atmosferica o tettonica. F 8 Limite delle prestazioni per i danni determinati dalle forze della natura 1 Valgono i seguenti limiti delle prestazioni, tenendo conto che l'indennità per i danni ai beni mobili e quella per i danni allo stabile non vengono sommate: 1.1 Se le indennità spettanti ad ogni singolo stipulante, accertate da parte di tutti gli istituti di assicurazione autorizzati a operare in Svizzera, superano per un evento assicurato la somma di CHF 25 milioni, le indennità in questione saranno ridotte a detta somma. È fatta salva una maggiore riduzione secondo quanto stabilito al seguente punto Se le indennità accertate da parte di tutti gli istituti di assicurazione, autorizzati a operare in Svizzera, superano per un evento assicurato, verificatosi in Svizzera, la somma di CHF 1 miliardo, le indennità spettanti ai singoli aventi diritto saranno ridotte in modo da non potere superare complessivamente detta somma. 2 Questi limiti delle prestazioni non si applicano per i danni determinati dalle forze della natura assicurati in base a convenzione speciale secondo la disposizione B I danni verificatisi in epoche e luoghi diversi costituiscono un unico evento se sono riconducibili alla stessa causa atmosferica o tettonica. F 9 Pagamento dell indennità 1 L'indennità è esigibile dopo 4 settimane dal momento in cui la Società è venuta in possesso di tutti i dati necessari per determinare la prestazione assicurativa. Dopo 4 settimane dalla data del sinistro si può chiedere un primo versamento parziale pari all'importo stabilito in base alle risultanze dell'attuale valutazione del danno. 2 L'obbligo di pagamento della Società è differito per tutto il tempo in cui l'indennità non può essere fissata o erogata a causa di comportamento colposo dello stipulante o dell'avente diritto. 18/21

19 ASA SVV 3 In particolare l'indennità non è esigibile finché: 3.1 non sia chiaro a chi dovrà essere versata di diritto la prestazione assicurativa; 3.2 la polizia o le autorità istruttorie svolgano indagini in relazione all'evento o non sia ancora concluso il procedimento penale a carico dello stipulante o dell'avente diritto. F 10 Tutela del creditore pignoratizio 1 Se il creditore ha notificato per iscritto il suo diritto di pegno alla Società, e il debitore non può far fronte alle pretese tutelate in virtù del diritto di pegno, la Società risponde nei confronti del creditore pignoratizio fino a concorrenza dell'indennità dovuta anche quando lo stipulante, o l'assicurato, abbia perso del tutto o in parte il proprio diritto alle prestazioni assicurative. 2 Il creditore pignoratizio non è tutelato se è lui stesso l'avente diritto o se ha provocato il danno intenzionalmente o con colpa grave. F 11 Prescrizione e perenzione 1 Le pretese derivanti dal contratto di assicurazione si prescrivono in 2 anni da quando si è verificato il fatto su cui è fondato l'obbligo di prestazione. 2 Se la Società rifiuta le pretese di risarcimento, l'avente diritto deve farle valere in via giudiziaria nei 2 anni successivi all'evento; in caso contrario, perde tutti i suoi diritti (perenzione). 3 La prescrizione o perenzione delle pretese derivanti dall'assicurazione delle spese di ricostituzione, di cui alla disposizione A 3.3, prende effetto un anno dopo la scadenza del termine di ricostituzione. G Disposizioni varie G 1 Inizio e durata del contratto / Disdetta per la scadenza del contratto 1 Il contratto decorre dalla data che è indicata nella polizza. 2 Il contratto è valido per la durata che è indicata nella polizza. Alla data di scadenza il contratto si rinnova automaticamente di anno in anno, a meno che una delle parti contraenti non abbia ricevuto una disdetta per iscritto, al più tardi, il giorno che precede un termine di preavviso di 3 mesi. Se è stato concluso per una durata inferiore ad un anno, il contratto si estingue alla data convenuta. G 2 Disdetta in caso di sinistro 1 Dopo ogni danno risarcibile entrambe le parti hanno la facoltà di disdire il contratto mediante comunicazione scritta. 2 Per lo stipulante il termine di disdetta è di 14 giorni a contare dal momento in cui viene a conoscenza del pagamento dell'indennità. La responsabilità della Società si estingue 14 giorni dopo il ricevimento della disdetta. 3 La Società deve disdire il contratto al più tardi all'atto del pagamento dell'indennità. La sua responsabilità si estingue dopo 4 settimane da quando lo stipulante ha ricevuto la disdetta. 19/21

20 G 3 Obblighi di diligenza 1 Gli assicurati (stipulante e aventi diritto) hanno l'obbligo di usare la diligenza necessaria. In particolare devono prendere le misure richieste dalle circostanze per proteggere le cose e i valori pecuniari assicurati contro i rischi coperti dall'assicurazione. 2 Nell'assicurazione contro i danni causati dall'acqua, gli assicurati sono tenuti, a loro spese, a mantenere in efficienza le condutture dell'acqua, le installazioni e gli apparecchi ad esse collegati, pulire le installazioni idrauliche intasate e prendere le misure atte a impedire il congelamento dell'acqua. In particolare, nel caso di locali non utilizzati, l'impianto di riscaldamento deve essere tenuto in funzione e sotto adeguato controllo, altrimenti le condutture dell'acqua, le installazioni e gli apparecchi ad esse collegati devono essere vuotati. 3 Gli assicurati devono prendere le misure necessarie affinché, al verificarsi di un sinistro, le licenze, i programmi e i dati siano nuovamente disponibili per l'utilizzo consueto nel più breve tempo possibile. Queste misure consistono soprattutto nel conservare le copie dei dati, dei programmi e delle licenze in modo da non potere essere distrutte o scomparire insieme agli originali. In caso di violazione colposa degli obblighi di diligenza, delle prescrizioni di sicurezza o di altri obblighi, l'indennità può essere ridotta proporzionalmente all'influenza avuta da tale violazione sulla causa del sinistro o sull'entità del danno. G 4 Utile lordo ai fini dell'assicurazione o cifra d'affari - Ammontare provvisorio 1 Se l'ammontare dell'utile lordo ai fini dell'assicurazione, o della cifra d'affari, è indicato nella polizza come provvisorio, lo stipulante è tenuto a dichiarare l'ammontare conseguito, così come risulta dalla documentazione, entro 6 mesi dalla chiusura dell'esercizio in questione. Il premio viene adeguato con effetto retroattivo. In assenza di detta notifica, l ammontare provvisorio viene considerato definitivo ed impiegato come base per il calcolo di un eventuale sottoassicurazione. G 5 Premio / Modifiche del contratto 1 Il primo premio viene a scadenza alla data indicata nell'avviso di premio, mentre i premi successivi scadono il primo giorno di ogni anno di assicurazione. Se è stato convenuto il pagamento a rate, le frazioni di premio che vengono a scadenza nel corso dell anno di assicurazione si devono considerare come prorogate. 2 La Società può modificare premi e franchigie per l'inizio di un nuovo anno di assicurazione. A tale effetto dovrà comunicare allo stipulante le relative modifiche al più tardi 25 giorni prima della scadenza dell'anno di assicurazione in corso. 3 Qualora lo stipulante non sia d accordo con un aumento del premio o della franchigia, potrà disdire il contratto nel suo insieme o la parte di esso che è oggetto della modifica. Per essere valida la disdetta deve pervenire alla Società entro l'ultimo giorno dell'anno di assicurazione in corso. 4 Se un'autorità federale prescrive, per una copertura regolata su basi legali (p. es. i danni determinati dalle forze della natura), una modifica dei premi, delle franchigie, dei limiti di risarcimento o dell'estensione della copertura, la Società potrà procedere al relativo adeguamento del contratto. Per questo caso non sussiste il diritto di disdetta. 20/21

Condizioni generali di assicurazione

Condizioni generali di assicurazione Condizioni generali di assicurazione per l assicurazione veicoli a motore FORMULA Indice A. DISPOSIZIONI COMUNI Pagina 1. Basi del contratto 3 2. Genere d assicurazione 3 3. Veicolo assicurato / Veicolo

Dettagli

SVILUPPO ITALIA. Prima della sottoscrizione leggere attentamente la Nota Informativa. HDI Assicurazioni S.p.A. (Gruppo Talanx)

SVILUPPO ITALIA. Prima della sottoscrizione leggere attentamente la Nota Informativa. HDI Assicurazioni S.p.A. (Gruppo Talanx) SVILUPPO ITALIA Contratto di assicurazione Incendio-Furto dedicato alle Attività Produttive destinatarie delle agevolazioni finanziarie concesse dall Agenzia Nazionale per l attrazione degli investimenti

Dettagli

AUTOSYSTEM PIÙ DRIVERSYSTEM PIÙ MOTOSYSTEM PIÙ. Le polizze più complete per i tuoi veicoli. Condizioni di assicurazione. www.toroassicurazioni.

AUTOSYSTEM PIÙ DRIVERSYSTEM PIÙ MOTOSYSTEM PIÙ. Le polizze più complete per i tuoi veicoli. Condizioni di assicurazione. www.toroassicurazioni. AUTOSYSTEM PIÙ DRIVERSYSTEM PIÙ MOTOSYSTEM PIÙ Le polizze più complete per i tuoi veicoli Condizioni di assicurazione www.toroassicurazioni.it Indice Pagina AUTOSYSTEM PIÙ - DRIVERSYSTEM PIÙ - MOTOSYSTEM

Dettagli

Assicurazione d indennità giornaliera in complemento alla Sua assicurazione malattia

Assicurazione d indennità giornaliera in complemento alla Sua assicurazione malattia Assicurazione d indennità giornaliera in complemento alla Sua assicurazione malattia Informazione sul prodotto e condizioni contrattuali Edizione 2010 La vostra sicurezza ci sta a cuore. 2 Informazione

Dettagli

PROGRAMMA OGGI PER IL DOMANI PROGRAMMA OGGI PER IL DOMANI

PROGRAMMA OGGI PER IL DOMANI PROGRAMMA OGGI PER IL DOMANI COS E A CHI E RIVOLTA COSA OFFRE RC PROFESSIONALE È un programma assicurativo studiato per offrire una copertura completa e personalizzabile in base alle specifiche esigenze. Sono previste garanzie in

Dettagli

COMUNE DI LARI Piazza Vittorio Emanuele II 56035 Lari Pisa

COMUNE DI LARI Piazza Vittorio Emanuele II 56035 Lari Pisa Contraente: COMUNE DI LARI Piazza Vittorio Emanuele II 56035 Lari Pisa Partita IVA: 00350160503 Periodo di efficacia dell assicurazione: Premio: - Effetto dalle ore 24 del: 30/04/2009 - Scadenza alle 24

Dettagli

Liquidazione dei danni causati ai veicoli privati utilizzati nell ambito dell esercizio del mandato parlamentare

Liquidazione dei danni causati ai veicoli privati utilizzati nell ambito dell esercizio del mandato parlamentare Liquidazione dei danni causati ai veicoli privati utilizzati nell ambito dell esercizio del mandato parlamentare 1. In generale Conformemente all articolo 4 capoverso 2 dell ordinanza dell Assemblea federale

Dettagli

IL RISARCIMENTO DEL DANNO

IL RISARCIMENTO DEL DANNO IL RISARCIMENTO DEL DANNO Il risarcimento del danno. Ma che cosa s intende per perdita subita e mancato guadagno? Elementi costitutivi della responsabilità civile. Valutazione equitativa. Risarcimento

Dettagli

Tech in One Macchine e installazioni tecniche. L assicurazione degli oggetti tecnici può essere così semplice

Tech in One Macchine e installazioni tecniche. L assicurazione degli oggetti tecnici può essere così semplice Tech in One Macchine e installazioni tecniche L assicurazione degli oggetti tecnici può essere così semplice Assicurare le macchine e le installazioni tecniche Tech in One, l assicurazione semplice Perché

Dettagli

Condizioni generali per il Commercio all'ingrosso di Prodotti di floricoltura

Condizioni generali per il Commercio all'ingrosso di Prodotti di floricoltura Condizioni generali per il Commercio all'ingrosso di Prodotti di floricoltura adottate dall'associazione olandese Grossisti di Prodotti di Floricoltura ( Vereniging van Groothandelaren in Bloemkwekerijproducten

Dettagli

Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life

Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life 3 Indice 1. Autorizzazione e valori depositati 4 2. Apertura di un deposito 4 3. Autorizzazione di iscrizione

Dettagli

CASA CONTRATTO DI ASSICURAZIONE MULTIRISCHI ABITAZIONE. Genertel S.p.A.

CASA CONTRATTO DI ASSICURAZIONE MULTIRISCHI ABITAZIONE. Genertel S.p.A. CONTRATTO DI ASSICURAZIONE MULTIRISCHI ABITAZIONE Genertel S.p.A. CASA Il presente Fascicolo informativo, contenente la Nota Informativa e le Condizioni di Assicurazione, deve essere consegnato al contraente

Dettagli

ASSISTENZA GARANTITA. 10 anni

ASSISTENZA GARANTITA. 10 anni ASSISTENZA ESTRATTO DELLE CONDIZIONI DI SERVIZIO Il presente documento costituisce un estratto delle Condizioni di Servizio, il cui testo integrale è depositato presso la sede legale del contraente, oppure

Dettagli

del 23 marzo 2001 (Stato 10 dicembre 2002)

del 23 marzo 2001 (Stato 10 dicembre 2002) Legge federale sul credito al consumo (LCC) 221.214.1 del 23 marzo 2001 (Stato 10 dicembre 2002) L Assemblea federale della Confederazione Svizzera, visti gli articoli 97 e 122 della Costituzione federale

Dettagli

Abitare oggi plus. Assicurazione modulare per l abitazione. Prima della sottoscrizione leggere attentamente la Nota Informativa.

Abitare oggi plus. Assicurazione modulare per l abitazione. Prima della sottoscrizione leggere attentamente la Nota Informativa. Tutela patrimonio Per la famiglia Abitare oggi plus Assicurazione modulare per l abitazione Il presente Fascicolo informativo contenente: Nota Informativa e Glossario Condizioni Generali di Assicurazione

Dettagli

Aggiunte e modifiche al Regolamento per le prestazioni e gli onorari per l architettura SIA 102 (2003)

Aggiunte e modifiche al Regolamento per le prestazioni e gli onorari per l architettura SIA 102 (2003) Sezione della logistica Repubblica e Cantone Ticino Via del Carmagnola 7 Dipartimento delle finanze e dell'economia 6501 Bellinzona Divisione delle risorse Aggiunte e modifiche al Regolamento per le prestazioni

Dettagli

Pagina lasciata intenzionalmente in bianco

Pagina lasciata intenzionalmente in bianco Contratto di assicurazione per la copertura dei Rischi Tecnologici POLIZZA DI ASSICURAZIONE TUTTI I RISCHI DELLA COSTRUZIONE DI OPERE CIVILI Il presente Fascicolo informativo, contenente Nota informativa,

Dettagli

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15)

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) La redazione del bilancio civilistico 2014 : le principali novità. La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) dott. Paolo Farinella

Dettagli

Contratto di locazione a uso commerciale, industriale, artigianale. Tra le parti. cognome; luogo e data di nascita; domicilio e

Contratto di locazione a uso commerciale, industriale, artigianale. Tra le parti. cognome; luogo e data di nascita; domicilio e Contratto di locazione a uso commerciale, industriale, artigianale Tra le parti (per le persone fisiche, riportare: nome e cognome; luogo e data di nascita; domicilio e codice fiscale. Per le persone

Dettagli

Informazioni ai sensi della LCA e Condizioni generali di assicurazione (CGA) per i «Pacchetti di servizi ACS»

Informazioni ai sensi della LCA e Condizioni generali di assicurazione (CGA) per i «Pacchetti di servizi ACS» Informazioni ai sensi della LCA e Condizioni generali di assicurazione (CGA) per i «Pacchetti di servizi ACS» (ACS Classic, ACS Travel, ACS Classic & Travel, ACS Premium) Indice Informazioni ai sensi della

Dettagli

PARTNER GLOBALE UFFICIO

PARTNER GLOBALE UFFICIO $c1$ 40128 Bologna (Italia) Via Stalingrado, 45 C:\SIGMA\FORM\LOGO\ 30 unipol_div_milano.png piedino_solo_datisoc_gruppo.png Jmilano2.png UnipolSai Assicurazioni S.p.A. Divisione Milano www.unipolsai.com

Dettagli

C A P I T O L A T O POLIZZA DI ASSICURAZIONE CONTRO I RISCHI:

C A P I T O L A T O POLIZZA DI ASSICURAZIONE CONTRO I RISCHI: C A P I T O L A T O POLIZZA DI ASSICURAZIONE CONTRO I RISCHI: SEZIONE I. INCENDIO ED ALTRI EVENTI SEZIONE II. INCENDIO ED ALTRI EVENTI BENI IMMOBILI STORICO-ARTISTICI. SEZIONE III. FURTO ED ALTRI EVENTI

Dettagli

Norme che regolano il contratto

Norme che regolano il contratto Norme che regolano il contratto Mod. 250/B ed. 04/2007 (dati tipografia, n copie) L assicurazione in generale DEFINIZIONI Nel testo di polizza si intendono per: Assicurazione: il contratto di assicurazione

Dettagli

L anno, il giorno del mese di in, con la presente scrittura privata valida a tutti gli effetti di legge TRA

L anno, il giorno del mese di in, con la presente scrittura privata valida a tutti gli effetti di legge TRA Allegato n.3 Schema di contratto per il comodato d uso gratuito di n. 3 autoveicoli appositamente attrezzati per il trasporto di persone con disabilità e n. 2 autoveicoli per le attività istituzionali

Dettagli

CAPITOLATO DI ASSICURAZIONE FURTO ANNUALE

CAPITOLATO DI ASSICURAZIONE FURTO ANNUALE CAPITOLATO DI ASSICURAZIONE FURTO CONTRAENTE AZIENDA U.L.S.S. N. 8 ASOLO Via Forestuzzo, 41 31011 Asolo (TV) c.f. e p.i.v.a. 00896810264 DECORRENZA ORE 24.00 DEL 30.06.2012 SCADENZA ORE 24.00 DEL 30.06.2013

Dettagli

HELP 03 RIMBORSI SPESE

HELP 03 RIMBORSI SPESE a cura di Flavio Chistè RIMBORSI SPESE RIMBORSI SPESE Nella gestione ordinaria degli enti non commerciali accade spesso che vengano erogate delle somme ai collaboratori, ai professionisti e ai dipendenti

Dettagli

Multirischi Abitazione

Multirischi Abitazione Multirischi Abitazione Contratto di assicurazione Collettivo multirischi per l'abitazione IL PRESENTE FASCICOLO INFORMATIVO, CONTENENTE: Nota informativa, comprensiva di Glossario; Condizioni di assicurazione;

Dettagli

2008 Regole di condotta per commercianti di valori mobiliari. applicabili all esecuzione di transazioni su titoli

2008 Regole di condotta per commercianti di valori mobiliari. applicabili all esecuzione di transazioni su titoli 008 Regole di condotta per commercianti di valori mobiliari applicabili all esecuzione di transazioni su titoli Indice Preambolo... 3 A Direttive generali... 4 Art. Base legale... 4 Art. Oggetto... 5 B

Dettagli

RICHIESTA DI ABBONAMENTO AL SERVIZIO DI CAR SHARING Genova Car Sharing. (Enti e Aziende)

RICHIESTA DI ABBONAMENTO AL SERVIZIO DI CAR SHARING Genova Car Sharing. (Enti e Aziende) RICHIESTA DI ABBONAMENTO AL SERVIZIO DI CAR SHARING Genova Car Sharing (Enti e Aziende) Richiesta di abbonamento del Il/La sottoscritta Nome Cognome Legale Rappresentante dell Azienda Attività Sede Legale

Dettagli

3.01 Prestazioni dell AVS Rendite di vecchiaia e assegni per grandi invalidi dell'avs

3.01 Prestazioni dell AVS Rendite di vecchiaia e assegni per grandi invalidi dell'avs 3.01 Prestazioni dell AVS Rendite di vecchiaia e assegni per grandi invalidi dell'avs Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve Hanno diritto a una rendita di vecchiaia le persone che hanno raggiunto l'età ordinaria

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati

FOGLIO INFORMATIVO. 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati Pagina 1/8 FOGLIO INFORMATIVO 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati INFORMAZIONI SULLA BANCA CASSA DI RISPARMIO DI VOLTERRA S.p.A. Sede Legale: Piazza dei Priori, 16/18 56048 Volterra (PI) Tel.:

Dettagli

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI 24.12.2013 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 352/1 II (Atti non legislativi) REGOLAMENTI REGOLAMENTO (UE) N. 1407/2013 DELLA COMMISSIONE del 18 dicembre 2013 relativo all applicazione degli articoli

Dettagli

MULTIRISCHI IMPRESA E ARTIGIANO

MULTIRISCHI IMPRESA E ARTIGIANO Arca Assicurazioni S.p.A. Contratto di assicurazione multirischi MULTIRISCHI IMPRESA E ARTIGIANO Fascicolo Informativo edizione 1 Luglio 2011 Il presente Fascicolo Informativo contiene i seguenti documenti:

Dettagli

TCS Carta Aziendale: assistenza su misura per la Sua azienda

TCS Carta Aziendale: assistenza su misura per la Sua azienda TCS Carta Aziendale Soccorso stradale e protezione giuridica circolazione per veicoli aziendali TCS Carta Aziendale: assistenza su misura per la Sua azienda Un problema in viaggio? Ci pensa il Suo pattugliatore

Dettagli

NOVITA! Sono in via di pubblicazione la nuova norma sulle reti idranti UNI 10779 e la specifica tecnica TS sulle reti idranti a secco

NOVITA! Sono in via di pubblicazione la nuova norma sulle reti idranti UNI 10779 e la specifica tecnica TS sulle reti idranti a secco NOVITA! Sono in via di pubblicazione la nuova norma sulle reti idranti UNI 10779 e la specifica tecnica TS sulle reti idranti a secco Ing. Marco Patruno Forum Prevenzione Incendi Milano : 1 ottobre 2014

Dettagli

Polizza BNL Formula Continua

Polizza BNL Formula Continua CARGEAS Assicurazioni S.p.A. Polizza BNL Formula Continua Contratto di Assicurazione per la copertura dei Danni Indiretti Data ultimo aggiornamento: 0 Aprile 015 Il presente Fascicolo Informativo contenente:

Dettagli

CAPITOLATO DI ASSICURAZIONE FURTO CAPITOLATO SPECIALE

CAPITOLATO DI ASSICURAZIONE FURTO CAPITOLATO SPECIALE CAPITOLATO DI ASSICURAZIONE FURTO CAPITOLATO SPECIALE CONTRAENTE AZIENDA ULSS 20 VIA VALVERDE, 42 37122 VERONA (VR) C.F. 02573090236 DECORRENZA ORE 24.00 DEL 31.12.2010 SCADENZA ORE 24.00 DEL 31.12.2015

Dettagli

CARDIF ASSURANCES RISQUES DIVERS Rappresentanza Generale per l Italia

CARDIF ASSURANCES RISQUES DIVERS Rappresentanza Generale per l Italia CARDIF ASSURANCES RISQUES DIVERS Rappresentanza Generale per l Italia POLIZZA (modello MHFBDM0712 - data dell ultimo aggiornamento: Luglio 2012) IL PRESENTE FASCICOLO INFORMATIVO CONTIENE: - LA NOTA INFORMATIVA,

Dettagli

Cosa fanno gli altri?

Cosa fanno gli altri? Cosa fanno gli altri? Sig. Morgan Moras broker di riassicurazione INCENDIO (ANIA) Cosa fanno gli altri? rami assicurativi no copertura polizza incendio rischi nominali - rischio non nominato - esplosione,

Dettagli

Camera di combustione Struttura chiusa dentro cui un combustibile viene bruciato per riscaldare aria o altro.

Camera di combustione Struttura chiusa dentro cui un combustibile viene bruciato per riscaldare aria o altro. C Caldaia L'unità centrale scambiatore termico-bruciatore destinata a trasmettere all'acqua il calore prodotto dalla combustione. v. Camera di combustione, Centrali termiche, Efficienza di un impianto

Dettagli

Multirischi Abitazione

Multirischi Abitazione Multirischi Abitazione Contratto di assicurazione Collettivo multirischi per l'abitazione IL PRESENTE FASCICOLO INFORMATIVO, CONTENENTE: Nota informativa, comprensiva di Glossario; Condizioni di assicurazione;

Dettagli

L'associarsi di due o più professionisti in un' "Associazione Professionale" è una facoltà espressamente consentita dalla legge 1815 del 1939.

L'associarsi di due o più professionisti in un' Associazione Professionale è una facoltà espressamente consentita dalla legge 1815 del 1939. ASSOCIAZIONE TRA PROFESSIONISTI L'associarsi di due o più professionisti in un' "Associazione Professionale" è una facoltà espressamente consentita dalla legge 1815 del 1939. Con tale associazione,non

Dettagli

Tua Assicurazioni S.p.A.

Tua Assicurazioni S.p.A. Tua Assicurazioni S.p.A. Gruppo Cattolica Assicurazioni Contratto di assicurazione sui beni ed il patrimonio del Condominio Tua Casa Il presente Fascicolo Informativo, contenente a) Nota informativa, comprensiva

Dettagli

Tariffa comune Ma 2012 2015

Tariffa comune Ma 2012 2015 SUISA Cooperativa degli autori ed editori di musica SWISSPERFORM Società svizzera per i diritti di protezione affini Tariffa comune Ma 2012 2015 Juke-Box Approvata dalla Commissione arbitrale federale

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DIVISIONE COLORI (Visa Colori spa)

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DIVISIONE COLORI (Visa Colori spa) CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DIVISIONE COLORI (Visa Colori spa) 1) Definizioni 1.1 Ai fini delle presenti condizioni generali di vendita (di seguito denominate Condizioni di Vendita ), i seguenti termini

Dettagli

Legge sulla protezione dei dati personali (LPDP) 1)

Legge sulla protezione dei dati personali (LPDP) 1) 1.6.1.1 Legge sulla protezione dei dati personali (LPDP) (del 9 marzo 1987) IL GRAN CONSIGLIO DELLA REPUBBLICA E CANTONE TICINO visto il messaggio 2 ottobre 1985 n. 2975 del Consiglio di Stato, decreta:

Dettagli

Condizioni generali di BKW Energie SA per la fornitura di energia elettrica a consumatori finali con libero accesso alla rete

Condizioni generali di BKW Energie SA per la fornitura di energia elettrica a consumatori finali con libero accesso alla rete Condizioni generali di BKW Energie SA per la fornitura di energia elettrica a consumatori finali con libero accesso alla rete CG di BKW I per la fornitura di energia elettrica a consumatori finali con

Dettagli

Sintesi dei diritti dei passeggeri che viaggiano in autobus 1

Sintesi dei diritti dei passeggeri che viaggiano in autobus 1 Sintesi dei diritti dei passeggeri che viaggiano in autobus 1 Il regolamento (CE) n. 181/2011 (in appresso il regolamento ) entra in vigore il 1 marzo 2013. Esso prevede una serie minima di diritti dei

Dettagli

Manuale d uso. Per abitazioni, baite, camper, caravan, barche

Manuale d uso. Per abitazioni, baite, camper, caravan, barche Manuale d uso Regolatore di carica EP5 con crepuscolare Per abitazioni, baite, camper, caravan, barche ITALIANO IMPORTANTI INFORMAZIONI SULLA SICUREZZA Questo manuale contiene importanti informazioni sulla

Dettagli

LIGURIA PROTEGGE Polizza di Assicurazione della Responsabilità Civile Rischi Diversi

LIGURIA PROTEGGE Polizza di Assicurazione della Responsabilità Civile Rischi Diversi 1 LIGURIA PROTEGGE Polizza di Assicurazione della Responsabilità Civile Rischi Diversi S OMMARIO DEFINIZIONI pag. 2 CONDIZIONI GENERALI DI ASSICURAZIONE Oggetto dell assicurazione R.C.T. pag. 3 Oggetto

Dettagli

Arkema France Condizioni generali di vendita

Arkema France Condizioni generali di vendita Arkema France Condizioni generali di vendita Ai fini delle presenti Condizioni Generali di Vendita (di seguito CGV ), il termine Venditore indica Arkema France, Acquirente indica la persona a cui il Venditore

Dettagli

Assicurazione responsabilità civile organi direttivi

Assicurazione responsabilità civile organi direttivi Assicurazione responsabilità civile organi direttivi Informazioni per la clientela ai sensi della LCA e Condizioni generali di assicurazione (CGA) Indice del contenuto Art. Pagina Art. Pagina Art. Pagina

Dettagli

Assicurazione sul titolo di proprietà

Assicurazione sul titolo di proprietà Financial Services Commission of Ontario Assicurazione sul titolo di proprietà Se possedete un immobile o state pensando di acquistarlo, questa brochure vi aiuterà a comprendere le caratteristiche e i

Dettagli

ISTRUZIONI PER L USO

ISTRUZIONI PER L USO ASSOCIAZIONE DI BOLOGNA Servizi alla Comunità Settore Autoriparazione AUTO SOSTITUTIVA ISTRUZIONI PER L USO Premessa pag. 3 Tipologie con le quali è possibile gestire il servizio pag. 4 Aspetti gestionali

Dettagli

- - Visto l'art. 63 del testo unico delle leggi di pubblica sicurezza 18 giugno 1931, n. 773;

- - Visto l'art. 63 del testo unico delle leggi di pubblica sicurezza 18 giugno 1931, n. 773; Decreto Ministeriale del 12/09/2003 Approvazione della regola tecnica di prevenzione incendi per l'installazione e l'esercizio di depositi di gasolio per autotrazione ad uso privato, di capacita' geometrica

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO

CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO 1. CAMPO DI APPLICAZIONE 1.1 Le presenti Condizioni Generali di Acquisto ("GPC") si applicano all acquisto di materiali, articoli, prodotti, componenti, software ed i relativi

Dettagli

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Finalità La finalità del presente Principio è quella di definire il trattamento contabile delle imposte sul reddito. L aspetto principale della

Dettagli

TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA ED IL REGNO DELL'ARABIA SAUDITA SULLA RECIPROCA PROMOZIONE E PROTEZIONE DEGLI INVESTIMENTI

TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA ED IL REGNO DELL'ARABIA SAUDITA SULLA RECIPROCA PROMOZIONE E PROTEZIONE DEGLI INVESTIMENTI TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA ED IL REGNO DELL'ARABIA SAUDITA SULLA RECIPROCA PROMOZIONE E PROTEZIONE DEGLI INVESTIMENTI La Repubblica Italiana ed il Regno dell Arabia Saudita desiderando intensificare

Dettagli

PROGETTO DI ARTICOLI SULLA RESPONSABILITÀ DELLO STATO DELLA COMMISSIONE DEL DIRITTO INTERNAZIONALE

PROGETTO DI ARTICOLI SULLA RESPONSABILITÀ DELLO STATO DELLA COMMISSIONE DEL DIRITTO INTERNAZIONALE PROGETTO DI ARTICOLI SULLA RESPONSABILITÀ DELLO STATO DELLA COMMISSIONE DEL DIRITTO INTERNAZIONALE (2001) PARTE I L ATTO INTERNAZIONALMENTE ILLECITO DI UNO STATO CAPITOLO I PRINCIPI GENERALI Articolo 1

Dettagli

CONVENZIONE DELL'AJA DEL 25.10.1980 SUGLI ASPETTI CIVILI DELLA SOTTRAZIONE INTERNAZIONALE DI MINORI

CONVENZIONE DELL'AJA DEL 25.10.1980 SUGLI ASPETTI CIVILI DELLA SOTTRAZIONE INTERNAZIONALE DI MINORI CONVENZIONE DELL'AJA DEL 25.10.1980 SUGLI ASPETTI CIVILI DELLA SOTTRAZIONE INTERNAZIONALE DI MINORI Gli Stati firmatari della presente Convenzione, Profondamente convinti che l'interesse del minore sia

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ANTICIPAZIONE DEL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO DI LAVORO (LEGGE 29 MAGGIO 1982, N. 297)

REGOLAMENTO PER L ANTICIPAZIONE DEL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO DI LAVORO (LEGGE 29 MAGGIO 1982, N. 297) REGOLAMENTO PER L ANTICIPAZIONE DEL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO DI LAVORO (LEGGE 29 MAGGIO 1982, N. 297) 1) Beneficiari Hanno titolo a richiedere l anticipazione i lavoratori che abbiano maturato almeno

Dettagli

Comune di Giubiasco. Regolamento concernente le tasse per l»uso speciale di beni amministrativi

Comune di Giubiasco. Regolamento concernente le tasse per l»uso speciale di beni amministrativi Comune di Giubiasco Regolamento concernente le tasse per l»uso speciale di beni amministrativi Regolamento concernente le tasse per l»uso speciale di beni amministrativi In generale Art. 1 Per l»uso speciale

Dettagli

CONTRATTO DI ASSICURAZIONE PER NATANTI

CONTRATTO DI ASSICURAZIONE PER NATANTI CONTRATTO DI ASSICURAZIONE PER NATANTI Il presente fascicolo informativo contenente: a) Nota Informativa, comprensiva del glossario; b) Condizioni di assicurazione Deve essere consegnato al contraente

Dettagli

Indennità di perdita di guadagno. Persone aventi diritto alle indennità

Indennità di perdita di guadagno. Persone aventi diritto alle indennità 6.01 Stato al 1 gennaio 2009 perdita di guadagno Persone aventi diritto alle indennità 1 Hanno diritto alle indennità di perdita di guadagno (IPG) le persone domiciliate in Svizzera o all estero che: prestano

Dettagli

Previdenza professionale. Informazioni utili sul 2 pilastro/

Previdenza professionale. Informazioni utili sul 2 pilastro/ Previdenza professionale Informazioni utili sul 2 pilastro/ Previdenza professionale obbligatoria (LPP) in Svizzera Stato gennaio 2015 Sommario Il 2 pilastro nel sistema previdenziale svizzero 3 Obbligo

Dettagli

DDL 1345-S in materia di delitti ambientali. (Approvazione in Senato 4 marzo 2015)

DDL 1345-S in materia di delitti ambientali. (Approvazione in Senato 4 marzo 2015) DDL 1345-S in materia di delitti ambientali. (Approvazione in Senato 4 marzo 2015) Il testo inserisce nel codice penale un nuovo titolo, dedicato ai delitti contro l'ambiente, all'interno del quale vengono

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di FOGLIO INFORMATIVO relativo alle operazioni di FINANZIAMENTI IMPORT, ANTICIPI E PREFINANZIAMENTI EXPORT, FINANZIAMENTI SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE (questi ultimi se non rientranti nel credito ai consumatori)

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO COMUNE DI CISTERNA DI LATINA Medaglia d argento al Valor Civile REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 52 del 11.05.2009 a cura di : Dott. Bruno Lorello

Dettagli

2. Quali persone sono assoggettate all imposta alla fonte? 3. Quali prestazioni sono assoggettate all imposta alla fonte?

2. Quali persone sono assoggettate all imposta alla fonte? 3. Quali prestazioni sono assoggettate all imposta alla fonte? Kanton Zürich Finanzdirektion Scheda informativa per i dipendenti assoggettati all imposta alla fonte nel Cantone di Zurigo Valida dal 1 gennaio 2015 Kantonales Steueramt Dienstabteilung Quellensteuer

Dettagli

FONDO MUTUALISTICO ALTRI SEMINATIVI

FONDO MUTUALISTICO ALTRI SEMINATIVI PREMESSA Si assiste sempre più spesso ad andamenti meteorologici imprevedibili e come tali differenti dall ordinario: periodi particolarmente asciutti alternati ad altri particolarmente piovosi. Allo stesso

Dettagli

del 19 giugno 1992 (Stato 1 gennaio 2014)

del 19 giugno 1992 (Stato 1 gennaio 2014) Legge federale sulla protezione dei dati (LPD) 235.1 del 19 giugno 1992 (Stato 1 gennaio 2014) L Assemblea federale della Confederazione Svizzera, visti gli articoli 95, 122 e 173 capoverso 2 della Costituzione

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 e degli artt. 1571 e seguenti del codice civile. CON LA PRESENTE SCRITTURA PRIVATA la CAMERA

Dettagli

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI 1. IDENTITÀ E CONTATTI DEL FINANZIATORE/ INTERMEDIARIO DEL CREDITO Finanziatore/Emittente CartaSi S.p.A. Indirizzo Corso Sempione, 55-20145 Milano Telefono 02.3488.1 Fax 02.3488.4115 Sito web www.cartasi.it

Dettagli

Costi della Qualità. La Qualità costa! Ma quanto costa la non Qualità? La Qualità fa risparmiare denaro. La non Qualità fa perdere denaro.

Costi della Qualità. La Qualità costa! Ma quanto costa la non Qualità? La Qualità fa risparmiare denaro. La non Qualità fa perdere denaro. Costi della Qualità La Qualità costa! Ma quanto costa la non Qualità? La Qualità fa risparmiare denaro. La non Qualità fa perdere denaro. Per anni le aziende, in particolare quelle di produzione, hanno

Dettagli

IMPIANTI FOTOVOLTAICI PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA INSTALLATI SU EDIFICI

IMPIANTI FOTOVOLTAICI PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA INSTALLATI SU EDIFICI IMPIANTI FOTOVOLTAICI PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA INSTALLATI SU EDIFICI LINEE D INDIRIZZO PER LA VALUTAZIONE DEI RISCHI CORRELATI ALL INSTALLAZIONE DI IMPIANTI FOTOVOTAICI SU EDIFICI DESTINATI

Dettagli

REGOLAMENTO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE PICCOLE IMPRESE

REGOLAMENTO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE PICCOLE IMPRESE REGOLAMENTO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE PICCOLE IMPRESE INDICE Art. 1 - Oggetto e finalità del regolamento Art. 2 - Requisiti di ammissibilità al contributo Art. 3 - Tipologie di spese ammissibili

Dettagli

Sara Casa Pronta. Fascicolo Informativo. il contratto di assicurazione multirischio per la casa

Sara Casa Pronta. Fascicolo Informativo. il contratto di assicurazione multirischio per la casa Sara Casa Pronta il contratto di assicurazione multirischio per la casa Fascicolo Informativo ll presente Fascicolo Informativo, contenente: a) Nota Informativa comprensiva del glossario b) Condizioni

Dettagli

CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO

CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO AVVERTENZE PER LA REDAZIONE 1. La bozza di contratto proposta è da utilizzare come linea guida, potrà essere integrata e/o ridotta in funzione alle specifiche necessità.

Dettagli

REGOLAMENTO (CE) N. 1998/2006 DELLA COMMISSIONE

REGOLAMENTO (CE) N. 1998/2006 DELLA COMMISSIONE 28.12.2006 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 379/5 REGOLAMENTO (CE) N. 1998/2006 DELLA COMMISSIONE del 15 dicembre 2006 relativo all applicazione degli articoli 87 e 88 del trattato agli aiuti d

Dettagli

Uscita dal regime dei minimi

Uscita dal regime dei minimi Fiscal Adempimento La circolare di aggiornamento professionale N. 08 03.03.2014 Uscita dal regime dei minimi A cura di Devis Nucibella Categoria: Regimi speciali Sottocategoria: Contribuenti minimi Dopo

Dettagli

IL PROCEDIMENTO DISCIPLINARE

IL PROCEDIMENTO DISCIPLINARE IL PROCEDIMENTO DISCIPLINARE COSA CAMBIA CON LA RIFORMA PREVISTA NEL D.LGS DI ATTUAZIONE DELLA LEGGE DELEGA 15/2009. L OBBLIGO DI AFFISSIONE DEL CODICE DISCIPLINARE La pubblicazione sul sito istituzionale

Dettagli

CONTRATTO DI ASSICURAZIONE PER L'IMPRESA ARTIGIANALE O INDUSTRIALE DIFESA PIU' IMPRESA

CONTRATTO DI ASSICURAZIONE PER L'IMPRESA ARTIGIANALE O INDUSTRIALE DIFESA PIU' IMPRESA $c1$ 20161 Milano Via Senigallia n.18/2 C:\SAGNEW \FORM\LOGO\ 1 JMINESCOMPESTMPA.png Jmilano2.png Milano Assicurazioni S.p.A. www.milass.it firma_milano.png JMARCH.bmp C:\SAGNEW \FORM\LOGO\MINESCOMPESTMPA.JPG

Dettagli

COSTI ANNUI NON PROPORZIONALI ALLA PERCORRENZA

COSTI ANNUI NON PROPORZIONALI ALLA PERCORRENZA CONSIDERAZIONI METODOLOGICHE Per "costo di esercizio del veicolo", è inteso l'insieme delle spese che l'automobilista sostiene per l'uso del veicolo, più le quote di ammortamento (quota capitale e quota

Dettagli

Note e informazioni legali

Note e informazioni legali Note e informazioni legali Proprietà del sito; accettazione delle condizioni d uso I presenti termini e condizioni di utilizzo ( Condizioni d uso ) si applicano al sito web di Italiana Audion pubblicato

Dettagli

Contratto di Assicurazione Multirischi dell Abitazione. Famiglia Più. Modello 7023 - Ed. 01.07.2014

Contratto di Assicurazione Multirischi dell Abitazione. Famiglia Più. Modello 7023 - Ed. 01.07.2014 Contratto di Assicurazione Multirischi dell Abitazione Famiglia Più Modello 7023 - Ed. 01.07.2014 Il presente Fascicolo Informativo contenente a) Nota Informativa comprensiva del glossario b) Condizioni

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE DI IMMOBILE DESTINATO AD USO DIVERSO DALL'ABITAZIONE TRA:

CONTRATTO DI LOCAZIONE DI IMMOBILE DESTINATO AD USO DIVERSO DALL'ABITAZIONE TRA: CONTRATTO DI LOCAZIONE DI IMMOBILE DESTINATO AD USO DIVERSO DALL'ABITAZIONE TRA: il Sig. nato a il residente a, codice fiscale, di seguito denominato parte locatrice E: il Sig. nato a il residente a, codice

Dettagli

JOBS ACT : I CHIARIMENTI SUL CONTRATTO A TERMINE

JOBS ACT : I CHIARIMENTI SUL CONTRATTO A TERMINE Lavoro Modena, 02 agosto 2014 JOBS ACT : I CHIARIMENTI SUL CONTRATTO A TERMINE Legge n. 78 del 16 maggio 2014 di conversione, con modificazioni, del DL n. 34/2014 Ministero del Lavoro, Circolare n. 18

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. 4va - Pagamento di documenti all importazione (documenti import)

FOGLIO INFORMATIVO. 4va - Pagamento di documenti all importazione (documenti import) Pagina 1/7 FOGLIO INFORMATIVO 4va - Pagamento di documenti all importazione (documenti import) INFORMAZIONI SULLA BANCA CASSA DI RISPARMIO DI VOLTERRA S.p.A. Sede Legale: Piazza dei Priori, 16/18 56048

Dettagli

RACCOMANDAZIONE SULLA PROTEZIONE DEI LAVORATORI CONTRO LE RADIAZIONI IONIZZANTI 1

RACCOMANDAZIONE SULLA PROTEZIONE DEI LAVORATORI CONTRO LE RADIAZIONI IONIZZANTI 1 Raccomandazione 114 RACCOMANDAZIONE SULLA PROTEZIONE DEI LAVORATORI CONTRO LE RADIAZIONI IONIZZANTI 1 La Conferenza generale dell Organizzazione Internazionale del Lavoro, convocata a Ginevra dal Consiglio

Dettagli

Regolamento per l utilizzo dei parcheggi di proprietà comunale

Regolamento per l utilizzo dei parcheggi di proprietà comunale Comune di Lavis PROVINCIA DI TRENTO REGOLAMENTI COMUNALI Regolamento per l utilizzo dei parcheggi di proprietà comunale Approvato con deliberazione consiliare n. 57 di data 11/08/2011 1 ARTICOLO 1 OGGETTO

Dettagli

Accordo intercantonale sui contributi alle spese di formazione nelle scuole professionali di base (Accordo sulle scuole professionali di base, ASPr)

Accordo intercantonale sui contributi alle spese di formazione nelle scuole professionali di base (Accordo sulle scuole professionali di base, ASPr) 3.6. Accordo intercantonale sui contributi alle spese di formazione nelle scuole professionali di base (Accordo sulle scuole professionali di base, ASPr) del 22 giugno 2006 I. Disposizioni generali Art.

Dettagli

5 Contributo Autonoma Sistemazione

5 Contributo Autonoma Sistemazione 5 Contributo Autonoma Sistemazione CAS A valere sulle risorse finanziarie di cui all articolo 3 dell Ordinanza del Capo del Dipartimento della protezione civile (OCDPC) n. 232 del 30 marzo 2015 viene stimata

Dettagli

TITOLO VI ALTRI USI TITOLO VI

TITOLO VI ALTRI USI TITOLO VI TITOLO VI 167 Capitolo primo PRESTAZIONI D OPERA VARIE E DI SERVIZIO (nessun uso accertato) Capitolo secondo USI MARITTIMI (nessun uso accertato) 169 Capitolo terzo USI NEI TRASPORTI TERRESTRI TRASPORTI

Dettagli

Codice Disciplinare - Roma Multiservizi SpA. Roma Multiservizi SpA CODICE DISCIPLINARE

Codice Disciplinare - Roma Multiservizi SpA. Roma Multiservizi SpA CODICE DISCIPLINARE Codice Disciplinare - Roma Multiservizi SpA Roma Multiservizi SpA CODICE DISCIPLINARE C.C.N.L. per il personale dipendente da imprese esercenti servizi di pulizia e servizi integrati / multi servizi. Ai

Dettagli

www.sanzioniamministrative.it

www.sanzioniamministrative.it SanzioniAmministrative. it Normativa Legge 15 dicembre 1990, n. 386 "Nuova disciplina sanzionatoria degli assegni bancari" (Come Aggiornata dal Decreto Legislativo 30 dicembre 1999, n. 507) Art. 1. Emissione

Dettagli

ACCORDO TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA E IL GOVERNO DEL PRINCIPATO DI MONACO SULLO SCAMBIO DI INFORMAZIONI IN MATERIA FISCALE

ACCORDO TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA E IL GOVERNO DEL PRINCIPATO DI MONACO SULLO SCAMBIO DI INFORMAZIONI IN MATERIA FISCALE ACCORDO TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA E IL GOVERNO DEL PRINCIPATO DI MONACO SULLO SCAMBIO DI INFORMAZIONI IN MATERIA FISCALE Articolo 1 Oggetto e Ambito di applicazione dell Accordo Le autorità

Dettagli

3. L ingresso al campeggio è subordinato al consenso della Direzione.

3. L ingresso al campeggio è subordinato al consenso della Direzione. 1. Per l entrata ed il soggiorno in campeggio è obbligatoria la registrazione di ogni singola persona. All arrivo ogni ospite è tenuto a depositare un documento d identità e controllare l esattezza delle

Dettagli

Nuova disciplina sanzionatoria degli assegni bancari

Nuova disciplina sanzionatoria degli assegni bancari Legge 15 dicembre 1990, n. 386, come modificata dal Decreto Legislativo 30 dicembre 1999, n. 507. Nuova disciplina sanzionatoria degli assegni bancari Art. 1. Emissione di assegno senza autorizzazione

Dettagli

Consiglio Nazionale del Notariato

Consiglio Nazionale del Notariato Consiglio Nazionale del Notariato REGOLAMENTO DEL FONDO DI GARANZIA DI CUI AGLI ARTT. 21 E 22 DELLA LEGGE 16 FEBBRAIO 1913, N. 89 E SUCCESSIVE MODIFICAZIONI Capo I Istituzione e finalità del Fondo di garanzia

Dettagli