Comune di Paterno. ( Provincia di Potenza ) P.zza Isabella Morra n. 2 - Tel

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Comune di Paterno. ( Provincia di Potenza ) P.zza Isabella Morra n. 2 - Tel. 0975.340301"

Transcript

1 Comune di Paterno ( Provincia di Potenza ) P.zza Isabella Morra n. 2 - Tel Avviso pubblico per volontariato individuale ai fini di attività utili alla collettività Il Responsabile dell Area Amministrativa In esecuzione della deliberazione del Consiglio Comunale n.18 del ai sensi di legge, e del Regolamento Comunale approvato con la stessa, in attuazione della Legge n. 267/2000 e successive modifiche ed integrazioni. Rende Noto: Sono aperti i termini per la presentazione delle dichiarazioni di disponibilità a prestare la propria opera per svolgere una delle seguenti attività di volontariato: - Vigilanza e sorveglianza presso gli edifici scolastici cittadini allo scopo di tutelare la sicurezza dei ragazzi all entrata ed all uscita da scuola e assistenza sugli scuolabus; - Pulizia delle strade, delle piazze e dei marciapiedi; - Sorveglianza e piccole manutenzioni dei boschi, torrenti, fiumi, parchi, aree giochi, giardini, strutture sportive, edifici pubblici o dati in concessione all Amministrazione Comunale e del patrimonio comunale in genere; - Custodia, conduzione e pulizia di edifici o strutture pubbliche; - Sorveglianza e manutenzione del verde pubblico in genere; - Sorveglianza, piccole manutenzioni e pulizie non ordinarie al cimitero; - Collaborazione alla sorveglianza dell'area del Centro di Raccolta Differenziata ed impianto di compostaggio; - Organizzazione di attività di tempo libero e di sostegno con il coinvolgimento di anziani, di minori in età scolare, di diversamente abili; - Assistenza alla mensa scolastica e consegna pasti a domicilio ad anziani e diversamente abili e a cittadini in particolari situazioni di disagio; - Accompagnamento per il trasporto agevolato dei disabili ed anziani; - Compiti di sorveglianza e vigilanza nelle biblioteche, mostre, nei luoghi cioè in cui è contenuto il patrimonio culturale della collettività, al fine di consentirne una maggiore fruizione;

2 - Collaborazione per attività manuali presso gli uffici comunali; - Attività educative e di sostegno nell apprendimento delle discipline scolastiche; - Attività di collaborazione, sostegno e sorveglianza in occasione di manifestazioni, festività, cortei; - Attività di sostegno allo sportello dei Servizi Sociali; - Assistenza e accompagno per anziani e disagiati; - Organizzazione e sostegno alle attività culturali, folcloristiche, sociali e sportive; - Attività di supporto all inserimento di famiglie immigrate; - Insegnamento in corsi professionali ed iniziative di carattere culturali; - Collaborazione alle attività ed alla realizzazione delle iniziative promosse dal Comune; - Attività di supporto e collaborazione ai diversi Servizi dell Amministrazione; - Collaborazione a specifici progetti predisposti dai vari Servizi Comunali; - Collaborazione ad attività socialmente utili convenzionate con l Amministrazione Comunale. - Eventuali altre attività individuate dalla Giunta Comunale. I cittadini interessati devono presentare il modulo appositamente predisposto di "dichiarazione di disponibilità a svolgere volontariato per attività utili alla collettività", disponibile presso gli sportelli comunali dal lunedì al venerdì dalle ore 8:30 alle ore 13:00, il pomeriggio di martedì e giovedì dalle ore 16:00 alle ore 18:00, nonché sul sito istituzionale del Comune. Eventuali chiarimenti possono essere richiesti all Area Amministrativa Comunale. Verranno prese in considerazione le dichiarazioni che perverranno, sulla base delle disponibilità finanziarie previste in bilancio. Si precisa che la dichiarazione deve essere debitamente compilata in tutte le sue parti e alla stessa deve essere allegata la documentazione richiesta. Il volontario/a deve avere compiuto i 18 anni d età; Potranno essere scelte una o più attività sopra elencate, come interventi utili alla collettività. A favore dei volontari sarà stipulata un apposita polizza assicurativa per la copertura dei rischi di R.C., per danni derivati a cose e persone in connessione di tali attività, nonché per danni che possano derivare ai volontari stessi durante lo svolgimento delle attività prescelte. Le attrezzature eventualmente necessarie per l espletamento delle attività sono messe a disposizione dall'amministrazione Comunale. Il Responsabile del procedimento è il Responsabile dell Area Amministrativa. Copia del presente bando, del modello di dichiarazione di disponibilità e del relativo Regolamento sono disponibili presso l Area Amministrativa e scaricabili dal sito Paterno li Il Responsabile Area Amministrativa (Dott.ssa Inverso Rosalba)

3 Allegato B Mittente: Al Comune di PATERNO P.zza Isabella Morra PATERNO Oggetto: dichiarazione di disponibilità a svolgere volontariato per attività utili alla collettività Il/la sottoscritto/a nato/a il residente a in Via n. Tel. codice fiscale , ai sensi di quanto previsto dal D.P.R. n. 445/2000, consapevole delle sanzioni penali ivi previste, per le ipotesi di falsità in atti e dichiarazioni mendaci, DICHIARA: DI RENDERSI DISPONIBILE A SVOLGERE VOLONTARIATO PER ATTIVITA' UTILI ALLA COLLETTIVITA A tal fine dichiara altresì : - di godere dei diritti civili e politici; - di essere in possesso del seguente titolo di studio: ; - di svolgere attualmente la seguente attività lavorativa: ovvero di essere: pensionato, disoccupato ; - di aver svolto in passato le seguenti attività lavorative: - ; - di aver svolto le seguenti attività di volontariato: - ; - di essere disponibile a svolgere le seguenti attività (barrare le attività di proprio interesse): Vigilanza e sorveglianza presso gli edifici scolastici cittadini allo scopo di tutelare la sicurezza dei ragazzi all entrata ed all uscita da scuola e assistenza sugli scuolabus; Pulizia delle strade, delle piazze e dei marciapiedi; Sorveglianza e piccole manutenzioni dei boschi, torrenti, fiumi, parchi, aree giochi, giardini, strutture sportive, edifici pubblici o dati in concessione all Amministrazione Comunale e del patrimonio comunale in genere;

4 Custodia, conduzione e pulizia di edifici o strutture pubbliche; Sorveglianza e manutenzione del verde pubblico in genere; Sorveglianza, piccole manutenzioni e pulizie non ordinarie al cimitero; Collaborazione alla sorveglianza dell'area del Centro di Raccolta Differenziata; Organizzazione di attività di tempo libero e di sostegno con il coinvolgimento di anziani, di minori in età scolare, di diversamente abili; Assistenza alla mensa scolastica e consegna pasti a domicilio ad anziani e diversamente abili e a cittadini in particolari situazioni di disagio; Accompagnamento per il trasporto agevolato dei disabili ed anziani; Compiti di sorveglianza e vigilanza nelle biblioteche, mostre, nei luoghi cioè in cui è contenuto il patrimonio culturale della collettività, al fine di consentirne una maggiore fruizione; Collaborazione per attività manuali presso gli uffici comunali; Attività educative e di sostegno nell apprendimento delle discipline scolastiche; Attività di collaborazione, sostegno e sorveglianza in occasione di manifestazioni, festività, cortei; Attività di sostegno allo sportello dei Servizi Sociali; Assistenza e accompagno per anziani e disagiati; Organizzazione e sostegno alle attività culturali, folcloristiche, sociali e sportive; Attività di supporto all inserimento di famiglie immigrate; Insegnamento in corsi professionali ed iniziative di carattere culturali; Collaborazione alle attività ed alla realizzazione delle iniziative promosse dal Comune; Attività di supporto e collaborazione ai diversi Servizi dell Amministrazione; Collaborazione a specifici progetti predisposti dai vari Servizi Comunali; Collaborazione ad attività socialmente utili convenzionate con l Amministrazione Comunale. Eventuali altre attività individuate dalla Giunta Comunale. Dichiara infine : di essere disponibile per n. ore giornaliere, nei seguenti giorni :, mattino, pomeriggio; di aver letto e di accettare integralmente il vigente Regolamento Comunale per il coinvolgimento di volontari in attività utili alla collettività. Allega : - Certificato del medico attestante l idoneità a svolgere le attività prescelte; - Eventuale certificazioni per particolari situazioni di disagio sociale; - Certificazione reddituale ISEE. Paterno, lì FIRMA

5 Nota: La dichiarazione, resa ai sensi del D.P.R. 445 del 28 dicembre 2000, può essere: 1. sottoscritta in presenza del Responsabile dell Area Amministrativa del Comune o di un suo incaricato; 2. sottoscritta ed inviata per posta o tramite incaricato, allegando la fotocopia non autenticata di un documento di identità. ACCORDO TRA IL COMUNE DI PATERNO ED IL VOLONTARIO PER LO SVOLGIMENTO DI ATTIVITA' DI VOLONTARIATO INDIVIDUALE AI SENSI DEL REGOLAMENTO APPROVATO CON DELIBERAZIONE DI C.C. n. DEL CONSIDERATO: - Che il COMUNE DI PATERNO ha istituito un Albo Volontari, elenco di volontari disponibili a prestare attività di volontariato individuale; - Che il Sig.. è stato iscritto in detto Albo Volontari in data con n. e che ha offerto la sua disponibilità di volontariato per lo svolgimento della seguente attività:... TRA il Comune di Paterno rappresentato da ( Responsabile Area Amministrativa,...), E il Sig.. nato a.. il.., residente a.. in via... SI CONCORDA QUANTO SEGUE: 1) Le prestazioni volontarie oggetto del presente accordo non sostituiscono in alcun modo quelle di lavoratori dipendenti o autonomi;. 2) Che nessun rapporto di lavoro intercorre tra l'amministrazione Comunale di Paterno ed il Sig..in relazione alle attività da questi svolte; 3) L'amministrazione Comunale ha stipulato un'apposita Assicurazione a favore del Sig...;

6 4) L'amministrazione Comunale si impegna a rimborsare in maniera forfettaria al volontario le spese sostenute per lo svolgimento delle attività nella misura di 10,00. al giorno; 5) Le attività svolte dal volontario che sottoscrive il presente accordo avvengono esclusivamente per fini di solidarietà, sono gratuite e senza alcun carattere di prestazione lavorativa dipendente o professionale; 6) Il volontario accetta di operare, in forma coordinata con il Responsabile-tutor nominato dall'ente, nell'ambito dei programmi impostati dall'amministrazione, assicurando l'adeguata continuità dell'intervento, per il periodo di tempo stabilito e la propria disponibilità alle verifiche concordate; 7) Il volontario e l'ente dichiarano di operare nel pieno rispetto dell'ambiente e delle persone a favore delle quali si svolge l'attività; 8) L'attività si svolge secondo le seguenti modalità: - durata prevista: - numero ore giornaliere previste:. - eventuali altri volontari o collaboratori con i quali si richiede di mantenere contatti/coordinamento... - attività di formazione alle quali il volontario è tenuto a partecipare:. - verifica dell'attività con cadenza.. Per il Comune di Paterno Il Responsabile del progetto. Il Volontario

CRITERI PER L UTILIZZO DI VOLONTARI PER SCOPI DI PUBBLICA UTILITA

CRITERI PER L UTILIZZO DI VOLONTARI PER SCOPI DI PUBBLICA UTILITA CRITERI PER L UTILIZZO DI VOLONTARI PER SCOPI DI PUBBLICA UTILITA Approvato con deliberazione Giunta Comunale n 97 del 23.04.2013 Sommario: PREMESSA Art. 1 DEFINIZIONE DI VOLONTARIO Art. 2- DEFINIZIONE

Dettagli

Comune di Paterno. ( Provincia di Potenza ) P.zza Isabella Morra n. 2 Tel. 0975. 340301 REGOLAMENTO

Comune di Paterno. ( Provincia di Potenza ) P.zza Isabella Morra n. 2 Tel. 0975. 340301 REGOLAMENTO Comune di Paterno ( Provincia di Potenza ) P.zza Isabella Morra n. 2 Tel. 0975. 340301 REGOLAMENTO PER IL VOLONTARIATO INDIVIDUALE IN ATTIVITA UTILI ALLA COLLETTIVITA All. alla delibera C.C. n. 18 del

Dettagli

REGOLAMENTO ATTINENTE LE MODALITA DI COINVOLGIMENTO DI VOLONTARI IN ATTIVITA UTILI ALLA COLLETTIVITA

REGOLAMENTO ATTINENTE LE MODALITA DI COINVOLGIMENTO DI VOLONTARI IN ATTIVITA UTILI ALLA COLLETTIVITA COMUNE DI BRESSANA BOTTARONE Provincia di Pavia REGOLAMENTO ATTINENTE LE MODALITA DI COINVOLGIMENTO DI VOLONTARI IN ATTIVITA UTILI ALLA COLLETTIVITA Approvato con deliberazione C.C. n. 49 del 04.11.2014

Dettagli

Comune di Airuno REGOLAMENTO PER IL COINVOLGIMENTO DI VOLONTARI IN ATTIVITA' UTILI ALLA COLLETTIVITÀ

Comune di Airuno REGOLAMENTO PER IL COINVOLGIMENTO DI VOLONTARI IN ATTIVITA' UTILI ALLA COLLETTIVITÀ Comune di Airuno REGOLAMENTO PER IL COINVOLGIMENTO DI VOLONTARI IN ATTIVITA' UTILI ALLA COLLETTIVITÀ Deliberazione di Consiglio Comunale 3 11.02.2010 Approvazione Pag. 1 di 9 TITOLO I PRINCIPI GENERALI

Dettagli

COMUNE DI SAN MARTINO SICCOMARIO PROVINCIA DI PAVIA REGOLAMENTO COMUNALE GRUPPO VOLONTARI CIVICI

COMUNE DI SAN MARTINO SICCOMARIO PROVINCIA DI PAVIA REGOLAMENTO COMUNALE GRUPPO VOLONTARI CIVICI COMUNE DI SAN MARTINO SICCOMARIO PROVINCIA DI PAVIA REGOLAMENTO COMUNALE GRUPPO VOLONTARI CIVICI APPROVATO CON DELIBERAZIONE DI CONSIGLIO COMUNALE N. 10 DEL 29.04.2013 I N D I C E Art. 1 - OGGETTO DEL

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI VOLONTARIATO COMUNALE

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI VOLONTARIATO COMUNALE REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI VOLONTARIATO COMUNALE APPROVATO CON D.C.C. n. 41 del 21.10.2014 1 INDICE Art. 1 Oggetto e finalità.... pag. 3 Art. 2 Ambito di applicazione...... pag. 3 Art. 3 Requisiti

Dettagli

COMUNE DI BIBIANA (PROVINCIA DI TORINO)

COMUNE DI BIBIANA (PROVINCIA DI TORINO) COMUNE DI BIBIANA (PROVINCIA DI TORINO) REGOLAMENTO COMUNALE PER L ISTITUZIONE DELL ALBO DEI VOLONTARI CIVICI Il presente regolamento (composto da n. 10 articoli) è stato approvato dal Consiglio Comunale

Dettagli

COMUNE DI ROVIANO (Provincia di Roma)

COMUNE DI ROVIANO (Provincia di Roma) REGOLAMENTO DEL COMUNE DI ROVIANO PER L'ISTITUZIONE E LA GESTIONE DEI VOLONTARI CIVICI Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 22 del 04/08/2014 ART. 1 OGGETTO DEL SERVIZIO 1. Il presente

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DI VOLONTARI PER SCOPI DI PUBBLICA UTILITA

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DI VOLONTARI PER SCOPI DI PUBBLICA UTILITA REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DI VOLONTARI PER SCOPI DI PUBBLICA UTILITA Art.1 Oggetto e finalità del regolamento. Principi generali 1.Il presente regolamento ha per oggetto la disciplina degli interventi

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DI VOLONTARI O ASSOCIAZIONI DI VOLONTARIATO PER SCOPI DI PUBBLICA UTILITA

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DI VOLONTARI O ASSOCIAZIONI DI VOLONTARIATO PER SCOPI DI PUBBLICA UTILITA COMUNE DI CITTIGLIO - PROVINCIA DI VARESE REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DI VOLONTARI O ASSOCIAZIONI DI VOLONTARIATO PER SCOPI DI PUBBLICA UTILITA APPROVATO CON DELIBERAZIONE DEL C.C. N. 18 DEL 14/04/2003

Dettagli

Comune di Codognè P r o v i n c i a d i T r e v i s o

Comune di Codognè P r o v i n c i a d i T r e v i s o Comune di Codognè P r o v i n c i a d i T r e v i s o REGOLAMENTO COMUNALE PER IL SERVIZIO DI VOLONTARIATO NELLE STRUTTURE E NEI SERVIZI DEL COMUNE. Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n.26

Dettagli

Comune di Tavazzano con Villavesco Provincia di Lodi REGOLAMENTO DEL VOLONTARIATO IN ATTIVITÀ SOCIALMENTE UTILI

Comune di Tavazzano con Villavesco Provincia di Lodi REGOLAMENTO DEL VOLONTARIATO IN ATTIVITÀ SOCIALMENTE UTILI Comune di Tavazzano con Villavesco Provincia di Lodi REGOLAMENTO DEL VOLONTARIATO IN ATTIVITÀ SOCIALMENTE UTILI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 61 del 22.12.2010 Articolo 1 Stato

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE DEL SERVIZIO CIVICO VOLONTARIO COMUNALE

REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE DEL SERVIZIO CIVICO VOLONTARIO COMUNALE Comune di GIOIOSA JONICA Provincia di Reggio Calabria REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE DEL SERVIZIO CIVICO VOLONTARIO COMUNALE Approvato con Delibera C.C. n. 10 del 21/05/2014 INDICE PREMESSA Art. 1 - DEFINIZIONE

Dettagli

MODULO UNIFICATO DI RICHIESTA

MODULO UNIFICATO DI RICHIESTA MODULO UNIFICATO DI RICHIESTA Domanda per l assegnazione di un contributo per borse di studio (RIMBORSO SPESE SCOLASTICHE) a sostegno delle spese sostenute dalle famiglie per l istruzione. ( Legge 10/03/2000,

Dettagli

DISCIPLINA DEI RAPPORTI DI COLLABORAZIONE TRA IL COMUNE DI MELZO E SINGOLI VOLONTARI PER LO SVOLGIMENTO DI ATTIVITA DI PUBBLICO INTERESSE

DISCIPLINA DEI RAPPORTI DI COLLABORAZIONE TRA IL COMUNE DI MELZO E SINGOLI VOLONTARI PER LO SVOLGIMENTO DI ATTIVITA DI PUBBLICO INTERESSE Allegato A DISCIPLINA DEI RAPPORTI DI COLLABORAZIONE TRA IL COMUNE DI MELZO E SINGOLI VOLONTARI PER LO SVOLGIMENTO DI ATTIVITA DI PUBBLICO INTERESSE Art. 1 PRINCIPI GENERALI Il Comune, volendo garantire

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL VOLONTARIATO IN ATTIVITA SOCIALMENTE UTILI ALLA COLLETTIVITA

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL VOLONTARIATO IN ATTIVITA SOCIALMENTE UTILI ALLA COLLETTIVITA COMUNE DI LANDRIANO PROVINCIA DI PAVIA P.zza Garibaldi 14-27015 Landriano TEL. 0382/64001 64002 FAX 0382/615581-615690 E-mail: info@comune.landriano.pv.it Pec: info@pec.comune.landriano.pv.it www.comune.landriano.pv.it

Dettagli

COMUNE DI VIGNOLA (PROVINCIA DI MODENA) REGOLAMENTO COMUNALE PER L ISTITUZIONE DELL ALBO DEI SINGOLI VOLONTARI CIVICI

COMUNE DI VIGNOLA (PROVINCIA DI MODENA) REGOLAMENTO COMUNALE PER L ISTITUZIONE DELL ALBO DEI SINGOLI VOLONTARI CIVICI COMUNE DI VIGNOLA (PROVINCIA DI MODENA) REGOLAMENTO COMUNALE PER L ISTITUZIONE DELL ALBO DEI SINGOLI VOLONTARI CIVICI Il presente regolamento (composto da n. 10 articoli) è stato approvato dal Consiglio

Dettagli

Approvato con delibera di C.C. n. 9 del 09.04.2014

Approvato con delibera di C.C. n. 9 del 09.04.2014 Approvato con delibera di C.C. n. 9 del 09.04.2014 COMUNE DI MORGANO PROVINCIA DI TREVISO Sede Municipale BADOERE Piazza Indipendenza, 2 CAP 31050 CF 80006320263 tel. 0422.8378 fax 0422.739573 P.IVA 00755130267

Dettagli

COMUNE DI BRESCELLO Provincia di Reggio Emilia

COMUNE DI BRESCELLO Provincia di Reggio Emilia COMUNE DI BRESCELLO Provincia di Reggio Emilia REGOLAMENTO PER RAPPORTI DI COLLABORAZIONE TRA ISTITUZIONI PUBBLICHE E SINGOLI VOLONTARI PER LO SVOLGIMENTO DI ATTIVITA SOLIDARISTICHE PROMOSSE DALLE STESSE

Dettagli

COMUNE DI CADEO (Provincia di Piacenza)

COMUNE DI CADEO (Provincia di Piacenza) COMUNE DI CADEO (Provincia di Piacenza) REGOLAMENTO CONCERNENTE LE MODALITA DI RAPPORTO TRA L AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI CADEO E LE PERSONE CHE INTENDONO SVOLGERE ATTIVITA INDIVIDUALE DI VOLONTARIATO

Dettagli

COMUNE DI CERRO AL LAMBRO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO DEL VOLONTARIATO PER SCOPI DI PUBBLICA UTILITA

COMUNE DI CERRO AL LAMBRO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO DEL VOLONTARIATO PER SCOPI DI PUBBLICA UTILITA COMUNE DI CERRO AL LAMBRO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO DEL VOLONTARIATO PER SCOPI DI PUBBLICA UTILITA Art. 1 Oggetto e finalità del regolamento. Principi generali 1. Il Comune di Cerro al Lambro riconosce

Dettagli

COMUNE DI RAVELLO PROVINCIA DI SALERNO

COMUNE DI RAVELLO PROVINCIA DI SALERNO COMUNE DI RAVELLO PROVINCIA DI SALERNO Stazione di Soggiorno e turismo citta della musica REGOLAMENTO per l istituzione dell Albo Comunale dei Volontari e per la disciplina dei rapporti di collaborazione

Dettagli

Comune di Dresano Provincia di Milano REGOLAMENTO DEL VOLONTARIATO IN ATTIVITÀ SOCIALMENTE UTILI

Comune di Dresano Provincia di Milano REGOLAMENTO DEL VOLONTARIATO IN ATTIVITÀ SOCIALMENTE UTILI Comune di Dresano Provincia di Milano REGOLAMENTO DEL VOLONTARIATO IN ATTIVITÀ SOCIALMENTE UTILI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 31 del 25.09.2013 Articolo 1 Stato giuridico dei volontari

Dettagli

COMUNE DI ARRONE PER LA FORMAZIONE DELL ALBO DEI VOLONTARI DEL COMUNE DI ARRONE

COMUNE DI ARRONE PER LA FORMAZIONE DELL ALBO DEI VOLONTARI DEL COMUNE DI ARRONE COMUNE DI ARRONE AVVISO PUBBLICO PER LA FORMAZIONE DELL ALBO DEI VOLONTARI DEL COMUNE DI ARRONE 1 Descrizione delle attività di volontariato da svolgersi Il Comune di Arrone area Ufficio Tecnico, intende

Dettagli

Comune di Riofreddo. Provincia di Roma. Regolamento Comunale del Gruppo Volontari. Regolamento Comunale del Gruppo Volontari

Comune di Riofreddo. Provincia di Roma. Regolamento Comunale del Gruppo Volontari. Regolamento Comunale del Gruppo Volontari Comune di Riofreddo Provincia di Roma Regolamento Comunale del Gruppo Volontari Approvato con delibera del Consiglio Comunale nr. 03 del 08 Febbraio 1 Premessa L istituzione di un gruppo di volontari nel

Dettagli

COMUNE DI MELITO DI NAPOLI

COMUNE DI MELITO DI NAPOLI COMUNE DI MELITO DI NAPOLI (Prov. di Napoli) SETTORE ORGANIZZAZIONE E PERSONALE Determina n. 74 del 13/03/2012 R.G. N. 323 del 13/03/2012 Oggetto: Indizione di selezione pubblica per l affidamento dell

Dettagli

COMUNE DI CADELBOSCO DI SOPRA. Provincia di Reggio Emilia Piazza Libertà n. 1 C.a.p. 42023-0522 918511 - Fax 0522 917302

COMUNE DI CADELBOSCO DI SOPRA. Provincia di Reggio Emilia Piazza Libertà n. 1 C.a.p. 42023-0522 918511 - Fax 0522 917302 COMUNE DI CADELBOSCO DI SOPRA Provincia di Reggio Emilia Piazza Libertà n. 1 C.a.p. 42023-0522 918511 - Fax 0522 917302 ************************************************************************************************

Dettagli

COMUNE DI VILLA MINOZZO PROVINCIA DI REGGIO EMILIA

COMUNE DI VILLA MINOZZO PROVINCIA DI REGGIO EMILIA COMUNE DI VILLA MINOZZO PROVINCIA DI REGGIO EMILIA Regolamento per l'istituzione e la gestione del Servizio di Volontariato civico Cittadinanza Attiva Art.1 Principi Generali 1. Il presente regolamento

Dettagli

AVVISO PUBBLICO PER LA STIPULA DI CONVENZIONI CON LE ASSOCIAZIONI DI VOLONTARIATO

AVVISO PUBBLICO PER LA STIPULA DI CONVENZIONI CON LE ASSOCIAZIONI DI VOLONTARIATO CITTA DI TERMINI IMERESE Provincia di Palermo 2 Settore - Servizio Ambiente - Ville e Giardini AVVISO PUBBLICO PER LA STIPULA DI CONVENZIONI CON LE ASSOCIAZIONI DI VOLONTARIATO PREMESSA In esecuzione dell'atto

Dettagli

COMUNE DI TRIUGGIO Provincia di Monza e Brianza

COMUNE DI TRIUGGIO Provincia di Monza e Brianza Cat. 7 Cl. 12 Fasc.13 Spett. Comune Via V. Veneto, 15 20844 TRIUGGIO (MB) Oggetto: Istanza di iscrizione all Albo dei Volontari civici del Comune di Triuggio Il/La sottoscritto/a Mail Cellulare Visto il

Dettagli

Comune di Cassino Ass.to Servizi Sociali REGOLAMENTO DEL VOLONTARIATO PER LO SVOLGIMENTO DI ATTIVITA' SOCIALMENTE UTILI

Comune di Cassino Ass.to Servizi Sociali REGOLAMENTO DEL VOLONTARIATO PER LO SVOLGIMENTO DI ATTIVITA' SOCIALMENTE UTILI REGOLAMENTO DEL VOLONTARIATO PER LO SVOLGIMENTO DI ATTIVITA' SOCIALMENTE UTILI 1 ART. 1 ISTITUZIONE DEL VOLONTARIATO Il presente regolamento istituisce e disciplina lo svolgimento delle attività di volontariato

Dettagli

SETTORE 1 SERVIZI SOCIALI

SETTORE 1 SERVIZI SOCIALI VÉÅâÇx w cxzézçtzt SETTORE 1 SERVIZI SOCIALI AVVISO PUBBLICO per l erogazione di contributo STRAORDINARIO a PERSONE CON FORTE DISAGIO ECONOMICO FINALIZZATO AL PAGAMENTO DELLE FATTURE GAS E LUCE RELATIVE

Dettagli

COMUNE DI CAVRIAGO (PROVINCIA DI REGGIO EMILIA)

COMUNE DI CAVRIAGO (PROVINCIA DI REGGIO EMILIA) COMUNE DI CAVRIAGO (PROVINCIA DI REGGIO EMILIA) Regolamento per i rapporti di collaborazione tra Comune di Cavriago e singoli volontari per lo svolgimento di attività solidaristiche promosse dal Comune

Dettagli

COMUNE DI CASTROVILLARI. Regolamento comunale di servizio volontario Nonno Vigile

COMUNE DI CASTROVILLARI. Regolamento comunale di servizio volontario Nonno Vigile COMUNE DI CASTROVILLARI Regolamento comunale di servizio volontario del Nonno Vigile Approvato con deliberazione Commissario Straordinario (con i poteri del Consiglio) n.2 del 24 Luglio 2014 Art.1 Premessa

Dettagli

AVVISO PUBBLICO «NONNI ORISTANESI ATTIVI - NOA»

AVVISO PUBBLICO «NONNI ORISTANESI ATTIVI - NOA» COMUNE DI ORISTANO Provincia di Oristano AVVISO PUBBLICO PER LA COSTITUZIONE DI UN ELENCO DI VOLONTARI DA INSERIRE NEL PROGETTO «NONNI ORISTANESI ATTIVI - NOA» CUP H19B14000030001 Il Dirigente del Settore

Dettagli

Art. 1 Normativa di riferimento

Art. 1 Normativa di riferimento REGOLAMENTO PER L UTILIZZO IN ATTIVITA SOCIALMENTE UTILI DI LAVORATORI TITOLARI DI TRATTAMENTI PREVIDENZIALI AI SENSI DELL ART. 1 E DELL ART. 7 DEL D. LGS. N. 468 DEL 01/12/1997 Art. 1 Normativa di riferimento

Dettagli

Comune di Fiorano Modenese Provincia di Modena

Comune di Fiorano Modenese Provincia di Modena Comune di Fiorano Modenese Provincia di Modena REGOLAMENTO CONCERNENTE I RAPPORTI DI COLLABORAZIONE TRA L'AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI FIORANO MODENESE E LE PERSONE CHE INTENDONO SVOLGERE ATTIVITÀ INDIVIDUALE

Dettagli

COMUNE DI GIOIA DEL COLLE (Provincia di Bari)

COMUNE DI GIOIA DEL COLLE (Provincia di Bari) COMUNE DI GIOIA DEL COLLE (Provincia di Bari) REGOLAMENTO COMUNALE DEL SERVIZIO VOLONTARIO DEL NONNO VIGILE (Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 50 del 5.7.2011) ART. 1 Premessa Con l

Dettagli

IL DIRETTORE DELL ISTITUZIONE DEI SERVIZI EDUCATIVI SCOLASTICI E PER LE FAMIGLIE

IL DIRETTORE DELL ISTITUZIONE DEI SERVIZI EDUCATIVI SCOLASTICI E PER LE FAMIGLIE All. A AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA PER TITOLI PER IL CONFERIMENTO DI UN INCARICO DI LAVORO AUTONOMO DI ESPERTO PER LA CONDUZIONE DI GRUPPI DI AUTO-MUTUO-AIUTO PER GENITORI CHE VIVONO CONDIZIONI DI PARTICOLARE

Dettagli

C O M U N E D I GRISIGNANO DI ZOCCO PROVINCIA DI VICENZA

C O M U N E D I GRISIGNANO DI ZOCCO PROVINCIA DI VICENZA C O M U N E D I GRISIGNANO DI ZOCCO PROVINCIA DI VICENZA REGOLAMENTO PER DISCIPLINARE I RAPPORTI TRA IL COMUNE E COLORO CHE INTENDONO ESPLETARE ATTIVITA DI VOLONTARIATO A FAVORE DELLA COLLETTIVITA IL SINDACO

Dettagli

REGOLAMENTO VOLONTARIATO COMUNALE

REGOLAMENTO VOLONTARIATO COMUNALE C OMUNE DI CICCIANO (Prov. di NAPOLI) REGOLAMENTO VOLONTARIATO COMUNALE Approvato con Delibera del Consiglio Comunale n. 17 del 15.04.2014 I N D I C E Premessa Pag. 3 1. Definizione e caratteristiche del

Dettagli

AVVISO DI SELEZIONE. lorde

AVVISO DI SELEZIONE. lorde AVVISO DI SELEZIONE La Comunità Montana bandisce una selezione per titoli e curricula per assistenti bagnanti con i quali stipulare contratti di prestazione occasionale di lavoro autonomo per l anno 2012.

Dettagli

C I T T A ' d i L O C R I 8 9 0 4 4 P r o v i n c i a d i R e g g i o C a l a b r i a

C I T T A ' d i L O C R I 8 9 0 4 4 P r o v i n c i a d i R e g g i o C a l a b r i a C I T T A ' d i L O C R I 8 9 0 4 4 P r o v i n c i a d i R e g g i o C a l a b r i a SERVIZI SOCIALI SPORT TEMPO LIBERO POLITICHE GIOVANILI Telefono 0964/391442 - Fax 0964/391405 e mail: locriserv.soc@alice.it

Dettagli

COMUNE DI MELEGNANO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO DEL VOLONTARIATO PER SCOPI DI PUBBLICA UTILITA

COMUNE DI MELEGNANO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO DEL VOLONTARIATO PER SCOPI DI PUBBLICA UTILITA COMUNE DI MELEGNANO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO DEL VOLONTARIATO PER SCOPI DI PUBBLICA UTILITA Art. 1 - Oggetto e finalità del regolamento. Principi generali 1. Il Comune di Melegnano riconosce e

Dettagli

APPENDICE F REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DI VOLONTARI PER MIGLIORAMENTO OFFERTA FORMATIVA

APPENDICE F REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DI VOLONTARI PER MIGLIORAMENTO OFFERTA FORMATIVA ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Alberto Burri Trestina Città di Castello (PG) APPENDICE F REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DI VOLONTARI PER MIGLIORAMENTO OFFERTA FORMATIVA Art.1 - Oggetto e finalità del regolamento.

Dettagli

OGGETTO REQUISITI DI PARTECIPAZIONE EVENTUALI TITOLI PREFERENZIALI

OGGETTO REQUISITI DI PARTECIPAZIONE EVENTUALI TITOLI PREFERENZIALI AVVISO PUBBLICO PER LA STIPULA DI CONVENZIONI CON LE ASSOCIAZIONI DI VOLONTARIATO Per la collaborazione con la Polizia Municipale (giusta delibera di Giunta Comunale n 131 del 29/07/2014), nell ambito

Dettagli

AVVISO PUBBLICO PER L INDIVIDUAZIONE DI COOPERATIVE SOCIALI DI TIPO B INTERESSATE A PROCEDURE DI CONVENZIONAMENTO DIRETTO.

AVVISO PUBBLICO PER L INDIVIDUAZIONE DI COOPERATIVE SOCIALI DI TIPO B INTERESSATE A PROCEDURE DI CONVENZIONAMENTO DIRETTO. AVVISO PUBBLICO PER L INDIVIDUAZIONE DI COOPERATIVE SOCIALI DI TIPO B INTERESSATE A PROCEDURE DI CONVENZIONAMENTO DIRETTO. PREMESSO CHE: La Regione Toscana con la Legge n 24/1997 ha introdotto importanti

Dettagli

Regolamento per l'istituzione e la gestione del Servizio di Volontariato civico Cittadinanza Attiva

Regolamento per l'istituzione e la gestione del Servizio di Volontariato civico Cittadinanza Attiva Comune di Diano Marina - Provincia di Imperia - Regolamento per l'istituzione e la gestione del Servizio di Volontariato civico Cittadinanza Attiva Art.1 Principi Generali 1. Il presente regolamento istituisce

Dettagli

REGOLAMENTO SULLA LIBERA COLLABORAZIONE TRA CITTADINI E AMMINISTRAZIONE PER LA CURA DEL PATRIMONIO COMUNALE

REGOLAMENTO SULLA LIBERA COLLABORAZIONE TRA CITTADINI E AMMINISTRAZIONE PER LA CURA DEL PATRIMONIO COMUNALE REGOLAMENTO SULLA LIBERA COLLABORAZIONE TRA CITTADINI E AMMINISTRAZIONE PER LA CURA DEL PATRIMONIO COMUNALE Approvato con delibera di C.C. n. 64 del 29 novembre 2014 Pubblicato all Albo Web dal 12.12.2014

Dettagli

A V V I S O PER L ANNO SCOLASTICO 2015/2016. Ai genitori dei bambini frequentanti la mensa delle Scuole dell Infanzia e Primarie

A V V I S O PER L ANNO SCOLASTICO 2015/2016. Ai genitori dei bambini frequentanti la mensa delle Scuole dell Infanzia e Primarie Orbassano, 19.05.2015 Prot. n. 13573/Fa A V V I S O PER L ANNO SCOLASTICO 2015/2016 Ai genitori dei bambini frequentanti la mensa delle Scuole dell Infanzia e Primarie O R B A S S A N O Si comunica che,

Dettagli

REGOLAMENTO PER L IMPIEGO DEL VOLONTARIATO IN ATTIVITÀ SOCIALMENTE UTILI

REGOLAMENTO PER L IMPIEGO DEL VOLONTARIATO IN ATTIVITÀ SOCIALMENTE UTILI COMUNE DI CANDA REGOLAMENTO PER L IMPIEGO DEL VOLONTARIATO IN ATTIVITÀ SOCIALMENTE UTILI Approvato con delibera di Consiglio Comunale n. 5 del 05.03.2009 Art. 1 Finalità 1. Il presente regolamento ha lo

Dettagli

COMUNE DI NICOTERA REGOLAMENTO ALBO COMUNALE DELLE COLLABORAZIONI GRATUITE E VOLONTARIE (VOLONTARIATO INDIVIDUALE)

COMUNE DI NICOTERA REGOLAMENTO ALBO COMUNALE DELLE COLLABORAZIONI GRATUITE E VOLONTARIE (VOLONTARIATO INDIVIDUALE) COMUNE DI NICOTERA REGOLAMENTO ALBO COMUNALE DELLE COLLABORAZIONI GRATUITE E VOLONTARIE (VOLONTARIATO INDIVIDUALE) Nicotera 15 Maggio 2013 Art. 1 ATTIVITA DI VOLONTARIATO 1. Il Comune di Nicotera volendo

Dettagli

PROGETTO AUSER PER LA REALIZZAZIONE DI VARIE ATTIVITA DI PUBBLICA UTILITA

PROGETTO AUSER PER LA REALIZZAZIONE DI VARIE ATTIVITA DI PUBBLICA UTILITA PROGETTO AUSER PER LA REALIZZAZIONE DI VARIE ATTIVITA DI PUBBLICA UTILITA Auser Volontariato Parma, Associazione di volontariato per l autogestione dei servizi e la solidarietà, ha predisposto un Progetto

Dettagli

C O M U N E D I V I L L A D A L M E

C O M U N E D I V I L L A D A L M E C O M U N E D I V I L L A D A L M E (Provincia di Bergamo) REGOLAMENTO PER I RAPPORTI DI COLLABORAZIONE CON SINGOLI VOLONTARI PER LO SVOLGIMENTO DI ATTIVITA SOLIDARISTICHE Pagina 1 di 7 Art. 1 1. Il Comune,

Dettagli

C O M U N E D I MASSAROSA PROVINCIA DI LUCCA

C O M U N E D I MASSAROSA PROVINCIA DI LUCCA C O M U N E D I MASSAROSA PROVINCIA DI LUCCA Regolamento per l'istituzione e la gestione del Servizio di Volontariato civico Cittadinanza Attiva Art.1 Principi Generali 1. Il presente regolamento istituisce

Dettagli

CITTA DI SAN MAURO TORINESE

CITTA DI SAN MAURO TORINESE Allegato delibera C.C. N. 24/2013 CITTA DI SAN MAURO TORINESE REGOLAMENTO DELL ALBO COMUNALE DEL VOLONTARIATO Approvato con deliberazione C.C. n. 24 del 16 maggio 2013 1 REGOLAMENTO DELL ALBO COMUNALE

Dettagli

ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO denominata

ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO denominata ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO denominata Data Oggetto: Trasmissione moduli per la revisione annuale del registro regionale delle organizzazioni di volontariato (art. 14 L.R.T. n. 28/93 e successive modifiche).anno

Dettagli

COMUNE di MASONE. (Provincia di Genova) REGOLAMENTO COMUNALE PER IL SERVIZIO DI VOLONTARIATO NELLE STRUTTURE E NEI SERVIZI DEL COMUNE

COMUNE di MASONE. (Provincia di Genova) REGOLAMENTO COMUNALE PER IL SERVIZIO DI VOLONTARIATO NELLE STRUTTURE E NEI SERVIZI DEL COMUNE COMUNE di MASONE (Provincia di Genova) REGOLAMENTO COMUNALE PER IL SERVIZIO DI VOLONTARIATO NELLE STRUTTURE E NEI SERVIZI DEL COMUNE Approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale n.43 del 27/11/2014

Dettagli

Città di Bollate Provincia di Milano

Città di Bollate Provincia di Milano Avviso pubblico per la formazione dell Albo dei Volontari per la promozione delle attività culturali e la collaborazione ai servizi della Biblioteca e del Servizio Cultura del Comune di BOLLATE Il Comune

Dettagli

Comune di Casatenovo

Comune di Casatenovo Comune di Casatenovo (Provincia di Lecco) Piazza della Repubblica 7, 23880 Casatenovo, P.I. 00631280138 Tel. : 039-9235.1 / 9235.212 - Fax : 039-9207098 SETTORE AFFARI GENERALI REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA

Dettagli

COMUNE DI SANT ANTIOCO (Provincia di Carbonia- Iglesias)

COMUNE DI SANT ANTIOCO (Provincia di Carbonia- Iglesias) COMUNE DI SANT ANTIOCO (Provincia di Carbonia- Iglesias) BANDO PUBBLICO PROGRAMMA PER LA REALIZZAZIONE DI AZIONI DI CONTRASTO DELLE POVERTA - Linea di intervento 3 - CONCESSIONE DI SUSSIDI PER LO SVOLGIMENTO

Dettagli

(APPROVATO CON DETERMINAZIONE DEL SEGRETARIO GENERALE N. 140 DEL 27 NOVEMBRE 2012)

(APPROVATO CON DETERMINAZIONE DEL SEGRETARIO GENERALE N. 140 DEL 27 NOVEMBRE 2012) AVVISO DI MOBILITA ESTERNA VOLONTARIA AI SENSI DELL ART. 30 DEL D.LGS. 30.03.2001 N. 165 RISERVATO ESCLUSIVAMENTE A PERSONALE DISABILE DI CUI ALL'ART. 1 DELLA LEGGE 68/1999, PER LA COPERTURA DI N. 1 POSTO

Dettagli

OGGETTO: Accordo di collaborazione con i CAF - schema di convenzione.-

OGGETTO: Accordo di collaborazione con i CAF - schema di convenzione.- OGGETTO: Accordo di collaborazione con i CAF - schema di convenzione.- CONVENZIONE TRA L'Istituto Autonomo per le Case Popolari della Provincia di TRAPANI rappresentato dal Dirigente Amministrativo, con

Dettagli

PROGETTO AUSER PER LA REALIZZAZIONE DI VARIE ATTIVITA DI PUBBLICA UTILITA

PROGETTO AUSER PER LA REALIZZAZIONE DI VARIE ATTIVITA DI PUBBLICA UTILITA Allegato A PROGETTO AUSER PER LA REALIZZAZIONE DI VARIE ATTIVITA DI PUBBLICA UTILITA AUSER Volontariato Parma, Associazione di volontariato per l autogestione dei servizi e la solidarietà, ha predisposto

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DI VOLONTARI PER SCOPI DI PUBBLICA UTILITÀ. Approvato con Deliberazione C.C. nr. 14 del 26 giugno 2012

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DI VOLONTARI PER SCOPI DI PUBBLICA UTILITÀ. Approvato con Deliberazione C.C. nr. 14 del 26 giugno 2012 REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DI VOLONTARI PER SCOPI DI PUBBLICA UTILITÀ Approvato con Deliberazione C.C. nr. 14 del 26 giugno 2012 ART. 1 - OGGETTO DEL REGOLAMENTO Il Comune di Lozza volendo garantire nell

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI VOLONTARIATO COMUNALE

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI VOLONTARIATO COMUNALE COMUNE DI CORNELIANO D'ALBA PROVINCIA DI CUNEO email :sindaco.corneliano.dalba@ruparpiemonte.it REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI VOLONTARIATO COMUNALE Art.1 OGGETTO E FINALITA' Il Comune di Corneliano d

Dettagli

IL DIRIGENTE SCOLASTICO

IL DIRIGENTE SCOLASTICO Prot. 6697/D29 Palermo 22/12/2015 Alle Istituzioni Scolastiche All Albo Al sito web OGGETTO: Bando per il reclutamento di esperti esterni In ottemperanza alle norme contemplate nelle Disposizioni ed Istruzioni

Dettagli

COMUNE DI POVIGLIO REGOLAMENTO CONCERNENTE LE MODALITA' DI RAPPORTO TRA L'AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI POVIGLIO E LE PERSONE CHE INTENDONO SVOLGERE

COMUNE DI POVIGLIO REGOLAMENTO CONCERNENTE LE MODALITA' DI RAPPORTO TRA L'AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI POVIGLIO E LE PERSONE CHE INTENDONO SVOLGERE COMUNE DI POVIGLIO REGOLAMENTO CONCERNENTE LE MODALITA' DI RAPPORTO TRA L'AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI POVIGLIO E LE PERSONE CHE INTENDONO SVOLGERE ATTIVITA' INDIVIDUALE DI VOLONTARIATO Approvato con atto

Dettagli

COMUNE DI PALAZZUOLO SUL SENIO Provincia di FIRENZE

COMUNE DI PALAZZUOLO SUL SENIO Provincia di FIRENZE REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE IN USO DI SALE E LOCALI APPROVATO DAL CONSIGLIO COMUNALE CON DELIBERAZIONE N. 38 DEL 29 LUGLIO 2002 \\Srv2\Ufficio\REGOLAMENTI E CONVENZIONI\regolamenti per sito\reg. USO

Dettagli

COMUNE DI TREBASELEGHE REGOLAMENTO DEL VOLONTARIATO IN ATTIVITA SOCIALMENTE UTILI

COMUNE DI TREBASELEGHE REGOLAMENTO DEL VOLONTARIATO IN ATTIVITA SOCIALMENTE UTILI COMUNE DI TREBASELEGHE CAP 35010 Codice Fiscale 80010250282 Partita IVA 00932400286 Provincia di Padova tel 049-9319511 Fax 049-9386455 REGOLAMENTO DEL VOLONTARIATO IN ATTIVITA SOCIALMENTE UTILI 1 Art.

Dettagli

C O M U N E D I P A T E R N O PROVINCIA DI POTENZA

C O M U N E D I P A T E R N O PROVINCIA DI POTENZA C O M U N E D I P A T E R N O PROVINCIA DI POTENZA AVVISO PUBBLICO PER SOLI TITOLI PER INCARICO IN CONVENZIONE PER UN ANNO DI UN ASSISTENTE SOCIALE E DI UN PSICOLOGO. IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO VISTA

Dettagli

Comune di Oltrona di San Mamette. Provincia di Como REGOLAMENTO DEL VOLONTARIATO PER LO SVOLGIMENTO DI ATTIVITA SOCIALMENTE UTILI

Comune di Oltrona di San Mamette. Provincia di Como REGOLAMENTO DEL VOLONTARIATO PER LO SVOLGIMENTO DI ATTIVITA SOCIALMENTE UTILI Comune di Oltrona di San Mamette Provincia di Como REGOLAMENTO DEL VOLONTARIATO PER LO SVOLGIMENTO DI ATTIVITA SOCIALMENTE UTILI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 46 del 5 Novembre

Dettagli

DISCIPLINARE COMUNALE

DISCIPLINARE COMUNALE COMUNE DI GESICO GESTIONE DEL PROGRAMMA REGIONALE AZIONI DI CONTRASTO ALLA POVERTA LINEA D INTERVENTO 3 CONCESSIONE DI SUSSIDI PER LO SVOLGIMENTO DEL SERVIZIO CIVICO DISCIPLINARE COMUNALE Programma anno

Dettagli

GESTIONE ASSOCIATA DELLE FUNZIONI COMUNALI DI SERVIZI SOCIALI SERVIZIO SOCIALE

GESTIONE ASSOCIATA DELLE FUNZIONI COMUNALI DI SERVIZI SOCIALI SERVIZIO SOCIALE GESTIONE ASSOCIATA DELLE FUNZIONI COMUNALI DI SERVIZI SOCIALI Comune di Comune di Comune di Comune di Chiaravalle Centrale Torre di Ruggiero Gagliato Argusto Sede Comune Capofila: 88064 Chiaravalle Centrale,

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEL VOLONTARIATO INDIVIDUALE IN ATTIVITA DI PUBBLICA UTILITA

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEL VOLONTARIATO INDIVIDUALE IN ATTIVITA DI PUBBLICA UTILITA Comune di Cairate REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEL VOLONTARIATO INDIVIDUALE IN ATTIVITA DI PUBBLICA UTILITA Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. del REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEL VOLONTARIATO

Dettagli

COMUNE DI LONATE CEPPINO Prov. di Varese REGOLAMENTO COMUNALE PER L UTILIZZO DI VOLONTARI ANZIANI PER SCOPI DI PUBBLICA UTILITA

COMUNE DI LONATE CEPPINO Prov. di Varese REGOLAMENTO COMUNALE PER L UTILIZZO DI VOLONTARI ANZIANI PER SCOPI DI PUBBLICA UTILITA COMUNE DI LONATE CEPPINO Prov. di Varese REGOLAMENTO COMUNALE PER L UTILIZZO DI VOLONTARI ANZIANI PER SCOPI DI PUBBLICA UTILITA 1 Indice dei contenuti PREMESSE Pag. 03 Oggetto e Finalità del Regolamento

Dettagli

PROVINCIA DI PORDENONE

PROVINCIA DI PORDENONE All. A RICHIESTA DI ADESIONE DEL LAVORATORE ALL AZIONE DI SISTEMA WELFARE TO WORK Oggetto: domanda di partecipazione all Azione di Sistema Welfare to Work - Dichiarazione ai sensi del D.P.R. 445/2000 Io

Dettagli

ORDINE DEGLI AVVOCATI DI BARI AVVISO PUBBLICO

ORDINE DEGLI AVVOCATI DI BARI AVVISO PUBBLICO ORDINE DEGLI AVVOCATI DI BARI Visto: AVVISO PUBBLICO PER LA SELEZIONE DELLE AVVOCATE E DEGLI AVVOCATI CHE USUFRUISCONO DI STRUMENTI DI FLESSIBILITA E RICHIEDONO L ACCESSO AL FONDO PER IL SOSTEGNO ALLA

Dettagli

MODULO RICHIESTA ANTICIPAZIONE: Ristrutturazione prima casa

MODULO RICHIESTA ANTICIPAZIONE: Ristrutturazione prima casa da inviare, tramite raccomandata r.r., a: Eurofer - via Bari, 20-00161 - Roma Modulo RA-2 MODULO RICHIESTA ANTICIPAZIONE: Ristrutturazione prima casa Il Sig...C.F. Nato/a a.. il / /, Residente a. Cap,

Dettagli

I N D I C E. 1 Oggetto e finalità del regolamento Principi generali. 2 Criteri generali di utilizzo ed ambito di applicazione

I N D I C E. 1 Oggetto e finalità del regolamento Principi generali. 2 Criteri generali di utilizzo ed ambito di applicazione COMUNE DI VEZZI PORTIO (PROVINCIA DI SAVONA) REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DI VOLONTARI PER ATTIVITA DI PUBBLICA UTILITA ADOTTATO CON DELIBERAZIONE C.C. n 34 DEL 27/11/2014 I N D I C E Articolo 1 Oggetto

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER L ISTITUZIONE DELL ALBO DEI SINGOLI VOLONTARI CIVICI

REGOLAMENTO COMUNALE PER L ISTITUZIONE DELL ALBO DEI SINGOLI VOLONTARI CIVICI REGOLAMENTO COMUNALE PER L ISTITUZIONE DELL ALBO DEI SINGOLI VOLONTARI CIVICI Il presente regolamento (composto da n. 11 articoli) è stato approvato dal Consiglio Comunale con deliberazione n. 43 del 25.07.2014

Dettagli

DOMANDA D ISCRIZIONE ALL ASILO NIDO. per l anno scolastico 2015/2016

DOMANDA D ISCRIZIONE ALL ASILO NIDO. per l anno scolastico 2015/2016 COMUNE DI BASTIGLIA (Provincia di Modena) UFFICIO UNICO SCUOLA Convenzione Comuni di Bastiglia Bomporto Nonantola Responsabile: dott.ssa Sandra Pivetti Via dei Tintori 26 Tel. (059) 81.56.16 DOMANDA D

Dettagli

COMUNE DI TARZO Provincia di Treviso BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DELLA GESTIONE DELLA PALESTRA COMUNALE

COMUNE DI TARZO Provincia di Treviso BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DELLA GESTIONE DELLA PALESTRA COMUNALE COMUNE DI TARZO Provincia di Treviso BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DELLA GESTIONE DELLA PALESTRA COMUNALE Il Comune di Tarzo, in esecuzione della delibera consiliare n.10 del 18.4.2013,

Dettagli

COMUNE DI PORTOCANNONE (Provincia di Campobasso)

COMUNE DI PORTOCANNONE (Provincia di Campobasso) COMUNE DI PORTOCANNONE (Provincia di Campobasso) BANDO DI SELEZIONE VOLONTARIA NONNI VIGILI Questa Amministrazione intende promuovere l'iniziativa "Nonni vigili", consistente nell'attività di sorveglianza,

Dettagli

PROGETTO NONNI VIGILI AVVISO PUBBLICO PER CONFERIMENTO INCARICO AD ANZIANI VOLONTARI PER LA VIGILANZA NEI PRESSI DELLE SCUOLE.

PROGETTO NONNI VIGILI AVVISO PUBBLICO PER CONFERIMENTO INCARICO AD ANZIANI VOLONTARI PER LA VIGILANZA NEI PRESSI DELLE SCUOLE. Città di Martano Prov. di Lecce Хώρα Μαρτάνα Ελλάς τόυ ερεντόυ Via G. Marconi n.21-73025 telefax 0836-575288 http://comune.martano.le.it/ mailto:poliziamunicipale@comune.martano.le.it COMANDO POLIZIA MUNICIPALE

Dettagli

CITTÀ DI CHIARI. Provincia di Brescia DISCIPLINARE INERENTE L'ISTITUZIONE E LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI VOLONTARIATO CIVICO CITTADINANZA ATTIVA

CITTÀ DI CHIARI. Provincia di Brescia DISCIPLINARE INERENTE L'ISTITUZIONE E LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI VOLONTARIATO CIVICO CITTADINANZA ATTIVA CITTÀ DI CHIARI Provincia di Brescia DISCIPLINARE INERENTE L'ISTITUZIONE E LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI VOLONTARIATO CIVICO CITTADINANZA ATTIVA 1 ART.1 PRINCIPI GENERALI 1. Il presente disciplinare fissa

Dettagli

BANDO COMUNALE SOSTEGNO FAMIGLIE NUMEROSE - 2015. SCADENZA PRESENTAZIONE DOMANDE: il giorno 23 dicembre 2015 alle ore 12.00

BANDO COMUNALE SOSTEGNO FAMIGLIE NUMEROSE - 2015. SCADENZA PRESENTAZIONE DOMANDE: il giorno 23 dicembre 2015 alle ore 12.00 BANDO COMUNALE SOSTEGNO FAMIGLIE NUMEROSE - 2015 SCADENZA PRESENTAZIONE DOMANDE: il giorno 23 dicembre 2015 alle ore 12.00 Il Comune di Vedano Olona, con deliberazione di Giunta Comunale n. 135 del 19

Dettagli

C I T T À DI SURBO Provincia di Lecce ~~~~~~o~~~~~~

C I T T À DI SURBO Provincia di Lecce ~~~~~~o~~~~~~ C I T T À DI SURBO Provincia di Lecce ~~~~~~o~~~~~~ REGOLAMENTO COMUNALE DEL SERVIZIO AUSILIARIO VOLONTARIO - Approvato con deliberazione C.C. n. 7 del 01.03.2013 - Modificato con deliberazione C.C. n.

Dettagli

COMUNE DI DERUTA AVVISO PUBBLICO. OGGETTO : Regolamento comunale per l utilizzo di volontari per scopi di pubblica utilità.

COMUNE DI DERUTA AVVISO PUBBLICO. OGGETTO : Regolamento comunale per l utilizzo di volontari per scopi di pubblica utilità. COMUNE DI DERUTA AVVISO PUBBLICO OGGETTO : Regolamento comunale per l utilizzo di volontari per scopi di pubblica utilità. Si comunica che con deliberazione di Consiglio comunale n 6 del 14.04.2014, è

Dettagli

BANDO DI SELEZIONE PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE DI AMMISSIONE ALLE AZIONI DI CONTRASTO ALLA POVERTA'

BANDO DI SELEZIONE PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE DI AMMISSIONE ALLE AZIONI DI CONTRASTO ALLA POVERTA' Allegato alla Determinazione n. 7 del.0.00 COMUNE DI LACONI Provincia di Oristano Servizio Sociale BANDO DI SELEZIONE PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE DI AMMISSIONE ALLE AZIONI DI CONTRASTO ALLA POVERTA'

Dettagli

COMUNE DI RENATE Provincia di Monza e Brianza

COMUNE DI RENATE Provincia di Monza e Brianza REGOLAMENTO DEL SERVIZIO VOLONTARIO CIVICO In vigore dal 15 maggio 2012 REGOLAMENTO del SERVIZIO dei VOLONTARI CIVICI Articolo 1 - PRINCIPI GENERALI DEL SERVIZIO Il presente regolamento definisce le modalità

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DI VOLONTARI PER IL MIGLIORAMENTO DELL OFFERTA FORMATIVA Approvato dal Consiglio di Istituto il 4/11/2015 delibera n o

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DI VOLONTARI PER IL MIGLIORAMENTO DELL OFFERTA FORMATIVA Approvato dal Consiglio di Istituto il 4/11/2015 delibera n o Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo Statale ALESSANDRO VOLTA Infanzia - Primaria - Secondaria I Grado Via Volta, 13-20093 Cologno Monzese (MI) Tel. 02 25492649

Dettagli

PROTOCOLLO DISCIPLINARE PER LE PRESTAZIONI DI SERVIZIO CIVICO COMUNALE

PROTOCOLLO DISCIPLINARE PER LE PRESTAZIONI DI SERVIZIO CIVICO COMUNALE COMUNE DI CAPOTERRA Provincia di Cagliari PROTOCOLLO DISCIPLINARE PER LE PRESTAZIONI DI SERVIZIO CIVICO COMUNALE 1 COMUNE DI CAPOTERRA Provincia di Cagliari PROTOCOLLO PER LE PRESTAZIONI DI SERVIZIO CIVICO

Dettagli

LINEA D INTERVENTO 1 SOSTEGNO ECONOMICO E PROGETTI PERSONALIZZATI DI AIUTO

LINEA D INTERVENTO 1 SOSTEGNO ECONOMICO E PROGETTI PERSONALIZZATI DI AIUTO COMUNE DI ZEDDIANI Provincia di Oristano Via Roma, 103 - CAP 09070 AVVISO PUBBLICO LINEA D INTERVENTO 1 SOSTEGNO ECONOMICO E PROGETTI PERSONALIZZATI DI AIUTO IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO VISTE: la deliberazione

Dettagli

DOMANDA DI ISCRIZIONE ALL ASILO NIDO COMUNALE

DOMANDA DI ISCRIZIONE ALL ASILO NIDO COMUNALE AL COMUNE DI POMEZIA SETTORE X POLITICHE SOCIALI P.ZA SAN BENEDETTO DA NORCIA, 25 00040 - POMEZIA DOMANDA DI ISCRIZIONE ALL ASILO NIDO COMUNALE ANNO EDUCATIVO 2016-2017 ( Da presentare entro e non oltre

Dettagli

L anno 2015, il giorno del mese di negli Uffici del Comune di.., siti in..., TRA

L anno 2015, il giorno del mese di negli Uffici del Comune di.., siti in..., TRA CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI E IL CENTRO AUTORIZZATO DI ASSISTENZA FISCALE PER LA RACCOLTA DELLE DOMANDE DEI BENEFICIARI DEL CONTRIBUTO PER L INIZIATIVA STRAORDINARIA INERENTE IL SOSTEGNO ALLE FAMIGLIE

Dettagli

IL DIRIGENTE SCOLASTICO

IL DIRIGENTE SCOLASTICO MINISTERO DELL ISTRUZIONE DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO Istituto Comprensivo Statale P.Ruffini Scuola dell infanzia primaria secondaria di I grado Via del Poggio,

Dettagli

REGOLAMENTO PER L IMPIEGO DEL VOLONTARIATO IN ATTIVITÀ SOCIALMENTE UTILI

REGOLAMENTO PER L IMPIEGO DEL VOLONTARIATO IN ATTIVITÀ SOCIALMENTE UTILI COMUNE DI BORGORICCO Provincia di Padova Viale Europa,10 35010 Borgoricco (Padova) Tel. 049.5798013/153 Fax. 049.9335726 c.f. 80008850283 p. IVA 01502870288 REGOLAMENTO PER L IMPIEGO DEL VOLONTARIATO IN

Dettagli

DOMANDA DI ATTRIBUZIONE DELLA BORSA DI STUDIO

DOMANDA DI ATTRIBUZIONE DELLA BORSA DI STUDIO DA PRESENTARE ALL ISTITUTO SCOLASTICO DOMANDA DI ATTRIBUZIONE DELLA BORSA DI STUDIO Attività Integrative inserite nel piano dell offerta formativa, contributi di laboratorio, spese di trasporto e di mensa

Dettagli

C I T T A D I E R I C E AVVISO PUBBLICO (CONFORME ALLA DELIBERAZIONE DI GIUNTA COMUNALE N.53 DEL 18 MARZO 2015)

C I T T A D I E R I C E AVVISO PUBBLICO (CONFORME ALLA DELIBERAZIONE DI GIUNTA COMUNALE N.53 DEL 18 MARZO 2015) C I T T A D I E R I C E Città di Pace e per la Scienza -------------------------- SERVIZIO DI ISPETTORE VOLONTARIO AMBIENTALE COMUNALE -------- AVVISO PUBBLICO (CONFORME ALLA DELIBERAZIONE DI GIUNTA COMUNALE

Dettagli