Proge&azione orientata alle prestazioni di strategie per la ges1one delle risorse in ambien1 Cloud

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Proge&azione orientata alle prestazioni di strategie per la ges1one delle risorse in ambien1 Cloud"

Transcript

1 Proge&azione orientata alle prestazioni di strategie per la ges1one delle risorse in ambien1 Cloud h&p://www.ce.uniroma2.it/courses/mmi/

2 Riferimen1 In questa lezione viene discusso l ar1colo Ye Hu, Johnny Wong, Gabriel Iszlai, and Marin Litoiu Resource provisioning for cloud computing. In Proceedings of the 2009 Conference of the Center for Advanced Studies on Collaborative Research (CASCON '09), Patrick Martin, Anatol W. Kark, and Darlene Stewart (Eds.). ACM, New York, NY, USA,

3 Problema del Resource Provisioning Sta1c resource alloca1on vs autonomic resource alloca1on Applica1on Environment (AE) = insieme di risorse condivise da una o più applicazioni applicazioni (requisi1 di limitata capacità computazionale e basso tempo di risposta) applicazioni cara&erizzate dallo stello SLA insieme di risorse = server un arbitro globale deve decidere la migliore allocazione di risorse ad un AE SLA: SLA(x,y)={Prob[ responce 5me <= x ] >= y}

4 Strategie di Allocazione Shared Alloca1on (SA): I server sono condivisi da applicazioni (job) appartenen1 a tu&e le classi di servizio. scheduling: FCFS, priorità (applicazioni con SLA stringen1 sono processa1 con priorità) Dedicated Alloca1on (DA) Ad ogni classe di applicazione è assegnato un numero fisso di server scheduling: FCFS

5 Modello di prestazione SA Processo degli arrivi: Poisson λ i arrival rate Service 1me esponenziale 1/μ i media

6 Modello di prestazione: DA Processo degli arrivi: Poisson λ i arrival rate Service 1me esponenziale 1/μ i media

7 Resource Provisioning: DA FCFS F(x)=Pr[responce 1me <= x] CDF del tempo di risposta M/M/m (per ogni classe) μ 1 = μ 2 = μ λ 1, λ 2 m D1, m D2 numero minimo di server per soddisfare l SLA m = m D = m D1 + m D2

8 Resource Provisioning: SA FCFS F(x)=Pr[responce 1me <= x] CDF del tempo di risposta M/M/m (1 per tu&e le classi) μ 1 = μ 2 = μ λ= λ 1 + λ 2 ρ = (λ 1 + λ 2 )/μ m S1, m S2 numero minimo di server per soddisfare l SLA m = m S = max{ m S1, m S2 }

9 Confronto tra SA e DA OBIETTIVO: Proge&are un algoritmo (euris1co) che determini la strategia di allocazione preferita (DA o SA) in funzione dello stato del sistema

10 SLA difference: una metrica per rimuovere la dipendenza dall SLA e tasso di arrivo per un dato SLA(x,y) le prestazioni di DA/SA variano al variare del tasso di arrivo Devo trovare una metrica che mi perme&a di confrontare le due strategie di allocazione su tu&o il range del tasso di arrivo

11 Dipendenza dal tasso di arrivo: SA v.s. DA Scelgo scenari con D simile Valuto se SA migliore di DA, ossia m S < m D m S < m D m S < m D m S > m D m S > m D

12 m S < m D m S < m D m S > m D m S > m D

13 Allocazione Euris1ca: Algoritmo

14 Valutazione delle prestazioni (FCFS) Indice di prestazione: Effec5veness S S = Pr[Alg. euris1co trova una soluzione corre&a] = n_correct / L

15 Scheduling con priorità: Probability Dependent Priority (PDP) proge&ato per massimizzare la probabilità di soddisfare un (vincolo) sul tempo di risposta dovrebbe avere come side effect la minimizzazione del numero di server necessari ad un AE τ i frequenza misurata dell evento {responce_1me i <= x i }

16 FCFS Altre discipline di scheduling Head of the Line priority (HOL): Job con il più elevato valore di G(SLA) sono considera1 prima

17 Valutazione delle prestazioni frazione del numero di volte una disciplina è megliore delle altre: q F =n F /L, q H =n H /L, q P =n P /L Differenza in numero di server alloca1 da PDP rispe&o a FCFS e HOL: Δ F =s F /n, Δ H =s H /n

Lo scheduling. Tipici schedulatori

Lo scheduling. Tipici schedulatori Lo scheduling Un processo durante la sua evoluzione è o running o in attesa di un evento. Nel secondo caso trattasi della disponibilità di una risorsa (CPU, I/O, struttura dati, ecc.) di cui il processo

Dettagli

Scheduling. Livelli Algoritmi

Scheduling. Livelli Algoritmi Scheduling Livelli Algoritmi Introduzione Lo scheduling Ha lo scopo di decidere quale processo eseguire in un dato istante Si realizza mediante un componente specifico del sistema operativo Lo scheduler

Dettagli

Lezione 6. Sistemi operativi. Marco Cesati System Programming Research Group Università degli Studi di Roma Tor Vergata.

Lezione 6. Sistemi operativi. Marco Cesati System Programming Research Group Università degli Studi di Roma Tor Vergata. Lezione 6 Sistemi operativi 31 marzo 2015 System Programming Research Group Università degli Studi di Roma Tor Vergata SO 15 6.1 Di cosa parliamo in questa lezione? La schedulazione 1 e caratteristiche

Dettagli

Specialis nell Energy Saving

Specialis nell Energy Saving Specialis nell Energy Saving LA STORIA Geicolender S.p.a., società dall'esperienza ventennale nei se!ori della ges one e manutenzione di impian tecnologici ed edifici complessi, nell'aprile 2011 incomincia

Dettagli

Sistemi Real-Time Ing. Rigutini Leonardo

Sistemi Real-Time Ing. Rigutini Leonardo Sistemi Real-Time Ing. Rigutini Leonardo Dipartimento di Ingegneria dell informazione Università di Siena Sistema Real-Time Sistema in cui la correttezza non dipende solamente dai valori di output ma anche

Dettagli

Criteri di Scheduling Algoritmi di Scheduling Multiple-Processor Scheduling Asymmetric/Symmetric multiprocessing Processori Multicore

Criteri di Scheduling Algoritmi di Scheduling Multiple-Processor Scheduling Asymmetric/Symmetric multiprocessing Processori Multicore Criteri di Scheduling Algoritmi di Scheduling Multiple-Processor Scheduling Asymmetric/Symmetric multiprocessing Processori Multicore 5.2 Silberschatz, Galvin and Gagne 2005 1 Massimizzare lʼutilizzo della

Dettagli

Pag. 1. Introduzione allo scheduling. Concetti fondamentali. Scheduling della CPU. Concetti fondamentali. Concetti fondamentali. Algoritmi.

Pag. 1. Introduzione allo scheduling. Concetti fondamentali. Scheduling della CPU. Concetti fondamentali. Concetti fondamentali. Algoritmi. Concetti fondamentali Scheduling della CU Introduzione allo scheduling Uno degli obbiettivi della multiprogrammazione è quello di massimizzare l utilizzo delle risorse e in particolare della CU er raggiungere

Dettagli

Validazione, Analisi del rischio ed Onere della prova in sterilizzazione

Validazione, Analisi del rischio ed Onere della prova in sterilizzazione Validazione, Analisi del rischio ed Onere della prova in sterilizzazione STERILIZZAZIONE i risulta= possono essere verifica= solo u=lizzando il disposi=vo o distruggendone la cara7eris=ca resa dal processo.

Dettagli

1) Descrivere dettagliatamente a quale problema di scheduling corrisponde il problema.

1) Descrivere dettagliatamente a quale problema di scheduling corrisponde il problema. Un veicolo viene utilizzato da una società di trasporti per trasportare beni a partire da un unico deposito verso prefissate località di destinazione. Si supponga che occorre trasportare singolarmente

Dettagli

La schedulazione. E.Mumolo mumolo@units.it

La schedulazione. E.Mumolo mumolo@units.it La schedulazione E.Mumolo mumolo@units.it Concetti fondamentali Multiprogrammazione: esecuzione simultanea di più sequenze di esecuzione Pseudo-parallelismo su una sola CPU Esecuzione parallela su più

Dettagli

Sistemi Operativi. ugoerr+so@dia.unisa.it 5 LEZIONE SCHEDULING DELLA CPU CORSO DI LAUREA TRIENNALE IN INFORMATICA. Sistemi Operativi 2007/08

Sistemi Operativi. ugoerr+so@dia.unisa.it 5 LEZIONE SCHEDULING DELLA CPU CORSO DI LAUREA TRIENNALE IN INFORMATICA. Sistemi Operativi 2007/08 Sistemi Operativi Docente: Ugo Erra ugoerr+so@dia.unisa.it 5 LEZIONE SCHEDULING DELLA CPU CORSO DI LAUREA TRIENNALE IN INFORMATICA UNIVERSITA DEGLI STUDI DELLA BASILICATA Sommario della lezione Introduzione

Dettagli

Scheduling. Dipartimento di Informatica Università di Verona, Italy. Sommario

Scheduling. Dipartimento di Informatica Università di Verona, Italy. Sommario Scheduling Dipartimento di Informatica Università di Verona, Italy Sommario Concetto di scheduling Tipi di scheduling Lungo termine Breve termine (scheduling della CPU) Medio termine Scheduling della CPU

Dettagli

Lez. 4 Lo scheduling dei processi. Corso: Sistemi Operativi Danilo Bruschi

Lez. 4 Lo scheduling dei processi. Corso: Sistemi Operativi Danilo Bruschi Sistemi Operativi Lez. 4 Lo scheduling dei processi 1 Cicli d'elaborazione In ogni processo i burst di CPU si alternano con i tempi di I/O 2 Uso tipico di un calcolatore 3 CPU-bound e I/O-bound Processi

Dettagli

LA SCELTA DEL WEB HOSTING PER L E- COMMERCE. Filippo De Cecco Up Provider srl

LA SCELTA DEL WEB HOSTING PER L E- COMMERCE. Filippo De Cecco Up Provider srl LA SCELTA DEL WEB HOSTING PER L E- COMMERCE Filippo De Cecco Up Provider srl Il web è pieno di Hos/ng Provider che offrono piani hos/ng per tu: i gus/. Acquistare un hos/ng sbagliato può portare all esaurimento

Dettagli

Concetti di base. Scheduling della CPU. Diagramma della durata dei CPU-burst. Sequenza Alternata di CPU Burst e I/O Burst

Concetti di base. Scheduling della CPU. Diagramma della durata dei CPU-burst. Sequenza Alternata di CPU Burst e I/O Burst Impossibile visualizzare l'immagine. Scheduling della CPU Concetti di base La multiprogrammazione cerca di ottenere la massima utilizzazione della CPU. L esecuzione di un processo consiste in cicli d esecuzione

Dettagli

Scheduling della CPU. Concetti fondamentali. Concetti fondamentali. Concetti fondamentali. Dispatcher. Scheduler della CPU

Scheduling della CPU. Concetti fondamentali. Concetti fondamentali. Concetti fondamentali. Dispatcher. Scheduler della CPU Scheduling della CPU Concetti fondamentali Criteri di scheduling Algoritmi di scheduling Concetti fondamentali L obiettivo della multiprogrammazione è di avere processi sempre in esecuzione al fine di

Dettagli

Il servizio in cloud computing per gli Studi Notarili che fa la differenza

Il servizio in cloud computing per gli Studi Notarili che fa la differenza SINFON ASP Il servizio in cloud computing per gli Studi Notarili che fa la differenza? Un servizio unico che eliminando costi, procedure e complessità ti permette di accedere ad un software notarile facile,

Dettagli

Risparmio energetico nei Data Center

Risparmio energetico nei Data Center Risparmio energetico nei Data Center Danilo Ardagna, Mara Tanelli, Politecnico di Milano {ardagna,tanelli}@elet.polimi.it Politecnico di Milano, 22 Febbraio 2010 Consumi energetici dei Data Center: un

Dettagli

Scheduling della CPU. Contenuti delle lezioni del 23 e del 26 Marzo 2009. Sequenza alternata di CPU burst e di I/O burst.

Scheduling della CPU. Contenuti delle lezioni del 23 e del 26 Marzo 2009. Sequenza alternata di CPU burst e di I/O burst. Contenuti delle lezioni del 23 e del 26 Marzo 2009 Scheduling della CPU Introduzione allo scheduling della CPU Descrizione di vari algoritmi di scheduling della CPU Analisi dei criteri di valutazione nella

Dettagli

egovernment e Cloud computing

egovernment e Cloud computing egovernment e Cloud computing Alte prestazioni con meno risorse Giornata di studio CNEL Stefano Devescovi Business Development Executive IBM Agenda Quali sono le implicazioni del cloud computing? Quale

Dettagli

RUBRICA ERP L implementazione e la gesone di un ERP può seguire i principi dell IT Governance? L IT Governance applicata ai sistemi ERP

RUBRICA ERP L implementazione e la gesone di un ERP può seguire i principi dell IT Governance? L IT Governance applicata ai sistemi ERP RUBRICA ERP L implementazione e la gesone di un ERP può seguire i principi dell IT Governance? L IT Governance applicata ai sistemi ERP INDICE Introduzione Intervista all Ing. Paolo Di Mar!no, Responsabile

Dettagli

Scheduling. Sistemi Operativi e Distribuiti A.A. 2004-2005 Bellettini - Maggiorini. Concetti di base

Scheduling. Sistemi Operativi e Distribuiti A.A. 2004-2005 Bellettini - Maggiorini. Concetti di base Scheduling Sistemi Operativi e Distribuiti A.A. 2-25 Bellettini - Maggiorini Concetti di base Il massimo utilizzo della CPU si ottiene mediante la multiprogrammazione Ogni processo si alterna su due fasi

Dettagli

Sistemi Operativi. Rappresentazione e gestione delle attività e della computazione: processi e thread

Sistemi Operativi. Rappresentazione e gestione delle attività e della computazione: processi e thread Modulo di Sistemi Operativi per il corso di Master RISS: Ricerca e Innovazione nelle Scienze della Salute Unisa, 17-26 Luglio 2012 Sistemi Operativi Rappresentazione e gestione delle attività e della computazione:

Dettagli

Grid Scheduling e WS-Agreement

Grid Scheduling e WS-Agreement Grid Scheduling e WS-Agreement D. Talia - UNICAL Griglie e Sistemi di Elaborazione Ubiqui Sommario Il Problema del esource Management Applicazioni in più domini Obiettivi del proprietario vs. obiettivi

Dettagli

scheduling Riedizione modifi cata delle slide della Prof. DI Stefano

scheduling Riedizione modifi cata delle slide della Prof. DI Stefano scheduling Riedizione modifi cata delle slide della Prof. DI Stefano 1 Scheduling Alternanza di CPU burst e periodi di I/O wait a) processo CPU-bound b) processo I/O bound 2 CPU Scheduler Seleziona uno

Dettagli

CAPITOLO 6 La programmazione operativa (operations scheduling)

CAPITOLO 6 La programmazione operativa (operations scheduling) CAPITOLO 6 La programmazione operativa (operations scheduling) Contenuti Le funzioni della PO Gli obiettivi della PO Il job loading Il metodo dell assegnazione Il job sequencing Regole e tecniche di priorità

Dettagli

L iniziativa Cloud DT

L iniziativa Cloud DT L iniziativa Cloud DT Francesco Castanò Dipartimento del Tesoro Ufficio per il Coordinamento Informatico Dipartimentale (UCID) Roma, Luglio 2011 Il Cloud Computing Alcune definizioni Il Cloud Computing

Dettagli

WS-Agreement. Sommario. Il Problema del Resource Management. Obiettivi del proprietario vs. obiettivi delle applicazioni

WS-Agreement. Sommario. Il Problema del Resource Management. Obiettivi del proprietario vs. obiettivi delle applicazioni Gid Grid Scheduling Shdli e WS-Agreement D. Talia - UNICAL Griglie e Sistemi di Elaborazione Ubiqui Sommario Il Problema del esource Management Applicazioni i i in più domini i Obiettivi del proprietario

Dettagli

Sommario. Introduzione al problema Infrastruttura realizzata Procedure di ottimizzazione Validazione Conclusioni

Sommario. Introduzione al problema Infrastruttura realizzata Procedure di ottimizzazione Validazione Conclusioni Sommario Introduzione al problema Infrastruttura realizzata Procedure di ottimizzazione Validazione Conclusioni 2 Il cluster INFN Perugia Oltre 250 cpu e 40TB di spazio dati 9 gruppi, 100 utenti locali

Dettagli

1. INTRODUZIONE 2. UN FRAMEWORK PER STUDIARE LA COORDINAZIONE 3. UNA PROSPETTIVA DI COORDINAZIONE 4. LAVORI FUTURI 5. CONCLUSIONI 1.

1. INTRODUZIONE 2. UN FRAMEWORK PER STUDIARE LA COORDINAZIONE 3. UNA PROSPETTIVA DI COORDINAZIONE 4. LAVORI FUTURI 5. CONCLUSIONI 1. Contenuti The Interdisciplinary Study of Coordination THOMAS W. MALONE KEVIN CROWSTON DI ACM Computing Surveys, Vol. 26, No. 1, March 1994 1 - INTRODUZIONE DI La viene studiata in differenti aspetti: Sistemi

Dettagli

Sistemi Operativi A.A. 2011/2012

Sistemi Operativi A.A. 2011/2012 Sistemi Operativi A.A. 2011/2012 Esercitazione 13 Dicembre 2011 Esercizio 1 - Scheduling dei processi Data la seguente sequenza di processi Processo Istante Arrivo Durata Priorità P 1 0 6 3 P 2 2 5 2 P

Dettagli

Università degli Studi di Napoli Federico II Corso di Laurea Magistrale in Informatica I Anno

Università degli Studi di Napoli Federico II Corso di Laurea Magistrale in Informatica I Anno Griglie computazionali Università degli Studi di Napoli Federico II Corso di Laurea Magistrale in Informatica I Anno LEZIONE N. 16 Resource Management Systems: PBS, MAUI Il Computing Element Griglie computazionali

Dettagli

Pianificazione e controllo delle risorse

Pianificazione e controllo delle risorse Pianificazione e controllo delle risorse Pianificazione e controllo delle risorse Gestione dell allocazione delle risorse in modo che i processi dell azienda siano efficienti e riflettano la domanda di

Dettagli

Scheduling della CPU Simulazione in linguaggio Java

Scheduling della CPU Simulazione in linguaggio Java Scheduling della CPU Simulazione in linguaggio Java Realizzato da: Amelio Francesco 556/001699 Di Matteo Antonio 556/000067 Viola Antonio 556/000387 Progetto di Sistemi Operativi Docente Giancarlo Nota

Dettagli

Un successo internazionale

Un successo internazionale Un successo internazionale Case History Sediarreda Un caso di successo di E-commerce nel contesto di un distretto in crisi 2 Il cliente: Sediarreda oggi Tra i maggiori distributori italiani di prodo1 per

Dettagli

Sistemi Operativi. Schedulazione della CPU

Sistemi Operativi. Schedulazione della CPU Sistemi Operativi (modulo di Informatica II) Schedulazione della CPU Patrizia Scandurra Università degli Studi di Bergamo a.a. 2008-09 Sommario Concetti di base Come si realizza il multi-tasking Come si

Dettagli

Sommario. G. Piscitelli

Sommario. G. Piscitelli Sommario Fondamenti dei Sistemi Operativi Device Manager Dispositivi di I/O Interfaccia (o controller) e software di pilotaggio (driver) di un dispositivo Schedulazione dei dischi: i parametri Schedulazione

Dettagli

Scheduling della CPU. Concetti base. Criteri di Scheduling. Algoritmi di Scheduling

Scheduling della CPU. Concetti base. Criteri di Scheduling. Algoritmi di Scheduling Scheduling della CPU Concetti base Criteri di Scheduling Algoritmi di Scheduling 1 Scheduling di processi Obbiettivo della multiprogrammazione: esecuzione contemporanea di alcuni processi in modo da massimizzare

Dettagli

Capitolo 6: CPU scheduling

Capitolo 6: CPU scheduling Capitolo 6: CPU scheduling Concetti di base. Criteri di schedulazione. Gli algoritmi di schedulazione. Schedulazione per sistemi multiprocessore. Schedulazione per sistemi in tempo reale. Schedulazione

Dettagli

Abstract. Reply e il Cloud Computing: la potenza di internet e un modello di costi a consumo. Il Cloud Computing per Reply

Abstract. Reply e il Cloud Computing: la potenza di internet e un modello di costi a consumo. Il Cloud Computing per Reply Abstract Nei nuovi scenari aperti dal Cloud Computing, Reply si pone come provider di servizi e tecnologie, nonché come abilitatore di soluzioni e servizi di integrazione, volti a supportare le aziende

Dettagli

DALLA FORMAZIONE DEI DOCENTI ALL INNOVAZIONE DI SISTEMA

DALLA FORMAZIONE DEI DOCENTI ALL INNOVAZIONE DI SISTEMA ED Educare Digitale DALLA FORMAZIONE DEI DOCENTI ALL INNOVAZIONE DI SISTEMA p. 1 Testimonianze ore 15:20 15:30 Corso Pia7aforma Dida;ca (Learning Management System) M A in Direzione aziendale e Ges;one

Dettagli

Apps4Law: Riflessioni sul Cloud Computing. Roma 21 marzo 2013 Sala Seminari UNIRIZ. Alessandro Graziani, Avvocato alessandrograziani@iuslaw.

Apps4Law: Riflessioni sul Cloud Computing. Roma 21 marzo 2013 Sala Seminari UNIRIZ. Alessandro Graziani, Avvocato alessandrograziani@iuslaw. Apps4Law: Riflessioni sul Cloud Computing Roma 21 marzo 2013 Sala Seminari UNIRIZ 2 3 Il Cloud Computing si definisce consuetamente secondo due distinte accezioni: 1. un di carattere tecnologico 2. l altra

Dettagli

Corso di Informatica

Corso di Informatica Corso di Informatica Modulo T3 3-Schedulazione 1 Prerequisiti Concetto di media Concetto di varianza 2 1 Introduzione Come sappiamo, l assegnazione della CPU ai processi viene gestita dal nucleo, attraverso

Dettagli

Meccanismi di Autoscaling nel Cloud computing

Meccanismi di Autoscaling nel Cloud computing Scuola Politecnica e delle Scienze di Base Corso di Laurea in Ingegneria Informatica Elaborato finale in Reti di Calcolatori I Meccanismi di Autoscaling nel Cloud computing Anno Accademico 2014/2015 Candidato:

Dettagli

Come ottenere la flessibilità aziendale con un Agile Data Center

Come ottenere la flessibilità aziendale con un Agile Data Center Come ottenere la flessibilità aziendale con un Agile Data Center Panoramica: implementare un Agile Data Center L obiettivo principale è la flessibilità del business Nello scenario economico attuale i clienti

Dettagli

Scheduling. Tipi di processi. Classi di scheduling. P1 (CPU bound) P2 /I/O bound) Scheduling a lungo termine. A. Ferrari

Scheduling. Tipi di processi. Classi di scheduling. P1 (CPU bound) P2 /I/O bound) Scheduling a lungo termine. A. Ferrari Scheduling A. Ferrari Tipi di processi CPU Bound Processi che sfru;ano pesantemente le risorse computazionali del processore, ma non richiedono servizi di ingresso/uscita dab al sistema operabvo in quanbtà

Dettagli

Government Cloud Computing

Government Cloud Computing Government Cloud Computing FORUM PA 19.05.2010 Aldo Liso DigitPA Osservatorio del mercato Resp. sez. hardware e sistemi operativi Government Cloud Computing L evoluzione delle architetture elaborative

Dettagli

Il futuro del web hosting passa per il cloud computing

Il futuro del web hosting passa per il cloud computing Il futuro del web hosting passa per il cloud computing continuos on demand scalability Antonio Baldassarra Seeweb S.r.l. GMFE Soiel Village - Bologna, 24 Aprile 2009 Un utile premessa..

Dettagli

Scheduling della CPU:

Scheduling della CPU: Coda dei processi pronti (ready( queue): Scheduling della CPU primo ultimo PCB i PCB j PCB k contiene i descrittori ( process control block, PCB) dei processi pronti. la strategia di gestione della ready

Dettagli

Qualità di Servizio (QoS) in Internet

Qualità di Servizio (QoS) in Internet Marco Listanti Qualità di Servizio (QoS) in Internet QoS in IP: Aspetti Generali (1) Il servizio di trasferimento offerto da Internet è punto-punto, p connectionless, best effort Non è adatto alle applicazioni

Dettagli

Sistemi Operativi. Scheduling della CPU SCHEDULING DELLA CPU. Concetti di Base Criteri di Scheduling Algoritmi di Scheduling

Sistemi Operativi. Scheduling della CPU SCHEDULING DELLA CPU. Concetti di Base Criteri di Scheduling Algoritmi di Scheduling SCHEDULING DELLA CPU 5.1 Scheduling della CPU Concetti di Base Criteri di Scheduling Algoritmi di Scheduling FCFS, SJF, Round-Robin, A code multiple Scheduling in Multi-Processori Scheduling Real-Time

Dettagli

Sistemi Operativi SCHEDULING DELLA CPU. Sistemi Operativi. D. Talia - UNICAL 5.1

Sistemi Operativi SCHEDULING DELLA CPU. Sistemi Operativi. D. Talia - UNICAL 5.1 SCHEDULING DELLA CPU 5.1 Scheduling della CPU Concetti di Base Criteri di Scheduling Algoritmi di Scheduling FCFS, SJF, Round-Robin, A code multiple Scheduling in Multi-Processori Scheduling Real-Time

Dettagli

Diagramma delle durate dei CPU burst. Lo scheduler della CPU. Criteri di scheduling. Dispatcher

Diagramma delle durate dei CPU burst. Lo scheduler della CPU. Criteri di scheduling. Dispatcher Schedulazione della CPU Scheduling della CPU Introduzione allo scheduling della CPU Descrizione di vari algorimi di scheduling della CPU Analisi dei criteri di valutazione nella scelta di un algoritmo

Dettagli

Scheduling Introduzione Tipi di scheduler Scheduler di lungo termine (SLT) Scheduler di medio termine (SMT) Scheduler di breve termine (SBT)

Scheduling Introduzione Tipi di scheduler Scheduler di lungo termine (SLT) Scheduler di medio termine (SMT) Scheduler di breve termine (SBT) Scheduling Introduzione Con scheduling si intende un insieme di tecniche e di meccanismi interni del sistema operativo che amministrano l ordine in cui il lavoro viene svolto. Lo Scheduler è il modulo

Dettagli

MPS: Fare Marketing, Vendere e Soddisfare il Cliente ABI Dimensione Cliente 2015

MPS: Fare Marketing, Vendere e Soddisfare il Cliente ABI Dimensione Cliente 2015 MPS: Fare Marketing, Vendere e Soddisfare il Cliente ABI Dimensione Cliente 2015 Roma, 9-10 Aprile Paolo Pellegrini Banca Monte dei Paschi di Siena Responsabile Marketing Strategico Retail Negli ultimi

Dettagli

Uno storage in evoluzione per le esigenze enterprise

Uno storage in evoluzione per le esigenze enterprise Storage 2013 Uno storage in evoluzione per le esigenze enterprise di Riccardo Florio La sfida dei Big Data L'incremento esponenziale del volume di dati è la cifra distintiva che ha guidato lo sviluppo

Dettagli

Introduzione al Cloud Computing

Introduzione al Cloud Computing Risparmiare ed innovare attraverso le nuove soluzioni ICT e Cloud Introduzione al Cloud Computing Leopoldo Onorato Onorato Informatica Srl Mantova, 15/05/2014 1 Sommario degli argomenti Definizione di

Dettagli

6 CPU Scheduling. 6.1 Concetti Fondamentali dello Scheduling della CPU. 6.1 Concetti Fondamentali

6 CPU Scheduling. 6.1 Concetti Fondamentali dello Scheduling della CPU. 6.1 Concetti Fondamentali 1 6 CPU Scheduling La gestione della CPU (soltanto) può rendere la multi-programmazione più efficiente della mono-programmazione Infatti, la multiprogrammazione permette di ottenere l utilizzazione massima

Dettagli

5. Scheduling della CPU. 5.1 Concetti Fondamentali. 5.1.2. Lo scheduler della CPU

5. Scheduling della CPU. 5.1 Concetti Fondamentali. 5.1.2. Lo scheduler della CPU 5. Scheduling della CPU 1 Il multitasking e il time sharing (quando è usato) cercano di massimizzare l utilizzo della CPU. Per questo, il progettista del SO deve stabilire delle regole per decidere, quando

Dettagli

5. Scheduling della CPU

5. Scheduling della CPU 1 5. Scheduling della CPU Il multitasking e il time sharing (quando è usato) cercano di massimizzare l utilizzo della CPU. Per questo, il progettista del SO deve stabilire delle regole per decidere, quando

Dettagli

I nostri servizi Dynamic Data Centre Infrastructure-as-a-Service.

I nostri servizi Dynamic Data Centre Infrastructure-as-a-Service. I nostri servizi Infrastructure-as-a-Service. 02 / TelecityGroup Cos è? (DDC) è la proposta di TelecityGroup nell ambito Infrastructure-as-a-Service (IaaS), uno dei cardini del cloud computing. Attraverso

Dettagli

Università Telema/ca Internazionale UNINETTUNO Corso Vi9orio Emanuele II, n.39 00186 Roma Italia info@unine9unouniversity.net

Università Telema/ca Internazionale UNINETTUNO Corso Vi9orio Emanuele II, n.39 00186 Roma Italia info@unine9unouniversity.net Università Telema/ca Internazionale UNINETTUNO Corso Vi9orio Emanuele II, n.39 00186 Roma Italia info@unine9unouniversity.net Accesso agli ambien/ di apprendimento online Ges/one della Pagina dello Studente

Dettagli

Ambienti di calcolo a griglia - Parte 3

Ambienti di calcolo a griglia - Parte 3 TOC Ambienti di calcolo a griglia - Parte 3 Obiettivo Formativo Un software di griglia può essere installato con una certa facilità da programmatori. Al crescere dell uso e della dipendenza dell utenza,

Dettagli

Desktop Cloud: modelli, vantaggi, criticità

Desktop Cloud: modelli, vantaggi, criticità Dipartimento di Elettronica e Informazione Desktop Cloud: modelli, vantaggi, criticità Eugenio Capra eugenio.capra@polimi.it Evento ZeroUno, Milano, 24 marzo 2011 Le esigenze degli IT manager Le principali

Dettagli

Nuove prospettive: il cloud privato Microsoft

Nuove prospettive: il cloud privato Microsoft Nuove prospettive: il cloud privato Microsoft Andrea Gavazzi, Microsoft Technology Specialist Settore Pubblico " Utilizzando i servizi cloud Microsoft, possiamo distribuire nel cloud privato una completa

Dettagli

Scheduling di processi HRT

Scheduling di processi HRT Scheduling di processi HRT Primo modello per la schedulazione di processi periodici N processi P1, P2,, PN indipendenti senza vincoli di precedenza, senza risorse condivise; ogni processo Pj (j = 1, 2,,N)

Dettagli

Valorizzare le potenzialità del Cloud Computing all interno di un piano di miglioramento ed innovazione d assieme. Luca Bolognini Altran Italia

Valorizzare le potenzialità del Cloud Computing all interno di un piano di miglioramento ed innovazione d assieme. Luca Bolognini Altran Italia Valorizzare le potenzialità del Cloud Computing all interno di un piano di miglioramento ed innovazione d assieme Luca Bolognini Altran Italia Efficienza & Tecnologia Efficienza come fattore competitivo,

Dettagli

Schedulazione non omogenea

Schedulazione non omogenea SERVER APERIODICI Mario Collotta Dipartimento di Ingegneria Informatica e delle Telecomunicazioni Università di Catania mcollotta@diit.unict.it Schedulazione non omogenea Task periodici hard RT con RM

Dettagli

Organizzazioni nel Grid Computing

Organizzazioni nel Grid Computing Il ruolo delle Organizzazioni nel Grid Computing Un primo sguardo a Globus - Parte 5 Organizzazioni di Grid Computing Panoramica sui prodotti software Primo sguardo a Globus Dott. Marcello CASTELLANO La

Dettagli

the cool way to stay connected

the cool way to stay connected Introduzione a 4ME 2 the cool way to stay connected COS È 4ME? Da un unico punto puoi gestire tutta la comunicazione aziendale. 3 Utilizza qualsiasi tipo di contenuto per: Cartelle personali e condivise

Dettagli

Definizione di processo. Un processo è un programma (o una parte di una programma) in corso di esecuzione

Definizione di processo. Un processo è un programma (o una parte di una programma) in corso di esecuzione SISTEMI OPERATIVI (parte prima - gestione dei processi) Tra i compiti di un sistema operativo sicuramente troviamo i seguenti: Gestione dei processi Gestione della memoria Gestione del file-system Ci occuperemo

Dettagli

Echi dal PMI Global Congress Europe 2004. Area of focus SWT. Software and Technical Skills

Echi dal PMI Global Congress Europe 2004. Area of focus SWT. Software and Technical Skills Echi dal PMI Global Congress Europe 2004 Area of focus SWT Software and Technical Skills Maria Antonietta Cervini Senior Clinical Planner Nerviano Medical Science Nerviano (Milano) Italy 21 May 2004 1

Dettagli

Dalla virtualizzazione al Cloud Computing: identificare le corrette strategie di sicurezza per la protezione dei dati critici

Dalla virtualizzazione al Cloud Computing: identificare le corrette strategie di sicurezza per la protezione dei dati critici Dalla virtualizzazione al Cloud Computing: identificare le corrette strategie di sicurezza per la protezione dei dati critici Maurizio Martinozzi Manager Sales Engineering Il Datacenter Dinamico L 88%

Dettagli

1.5: Gestione dei Processi e della CPU

1.5: Gestione dei Processi e della CPU 1.5: Gestione dei Processi e della CPU Concetto di Processo Multitasking Operazioni sui processi Stati di un processo Eventi e risorse Context switch Scheduling dei processi A breve termine A medio/lungo

Dettagli

Produzione e forza lavoro

Produzione e forza lavoro Produzione e forza lavoro Testo Un azienda produce i modelli I, II e III di un certo prodotto a partire dai materiali grezzi A e B, di cui sono disponibili 4000 e 6000 unità, rispettivamente. In particolare,

Dettagli

IL PRIVATE CLOUD DELLA FRIENDS' POWER

IL PRIVATE CLOUD DELLA FRIENDS' POWER IL PRIVATE CLOUD DELLA FRIENDS' POWER Evoluzione al Cloud Computing Condivisione dei lavori Integrazione con Android & iphone Cos è il Cloud: le forme e i vantaggi Durante la rivoluzione industriale, le

Dettagli

Clienti ISDN e Trasformazione della linea in Analogica

Clienti ISDN e Trasformazione della linea in Analogica Clienti ISDN e Trasformazione della linea in Analogica l Offerta Microbusiness Il Mercato delle Partite IVA: linee analogiche e ISDN Il 54% delle PARTITE IVA sono in area ULL La maggioranza dei Clienti

Dettagli

CloudSim. A Framework for Modeling and Simulation of Cloud Computing Infrastructures and Services. Luca Silvestri silvestri@ing.uniroma2.

CloudSim. A Framework for Modeling and Simulation of Cloud Computing Infrastructures and Services. Luca Silvestri silvestri@ing.uniroma2. CloudSim A Framework for Modeling and Simulation of Cloud Computing Infrastructures and Services Luca Silvestri Agenda Richiami su Cloud Computing Architettura Federation of Clouds Motivazioni CloudSim

Dettagli

QoS a livello Network

QoS a livello Network p.1 QoS a livello Network Paolo Campegiani campegiani@ing.uniroma2.it http://www.ce.uniroma2.it p.2 IP: un protocollo best effort Il protocollo IP é un protocollo best effort: non c é garanzia che i pacchetti

Dettagli

Ottimizzazione del processo di acquisto delle Telecomunicazioni

Ottimizzazione del processo di acquisto delle Telecomunicazioni Ottimizzazione del processo di acquisto delle Telecomunicazioni Nicolò Romani Convegno ABI Costi & Business 2003 Roma, 18 novembre 2003 INDICE 1. SCENARIO DI MERCATO 2. PERCORSI DI COST CUTTING TLC SUGGERITI

Dettagli

Windows 7 più semplice con. Citrix XenDesktop. www.citrix.it

Windows 7 più semplice con. Citrix XenDesktop. www.citrix.it Windows 7 più semplice con Windows 7 offre alle aziende e alle loro organizzazioni IT un opportunità e una sfida. Dopo anni di investimenti rimandati e ambienti desktop obsoleti, l implementazione dell

Dettagli

Principi di Schedulazione in tempo reale

Principi di Schedulazione in tempo reale Principi di Schedulazione in tempo reale 1 Task in tempo reale Un task t i è una sequenza di processi in tempo reale τ ik ciascuno caratterizzato da q un tempo d arrivo r ik (r=release time, oppure a=arrival

Dettagli

Struttura dei dischi

Struttura dei dischi Università di Udine Facoltà di Scienze MM.FF.NN. A.A. 2007-2008 Copyright c 2000 04 Marino Miculan (miculan@dimi.uniud.it) La copia letterale e la distribuzione di questa presentazione nella sua integrità

Dettagli

Gli scenari della sicurezza nell era post pc. Maurizio Martinozzi Manager Sales Engineering 26/06/2012

Gli scenari della sicurezza nell era post pc. Maurizio Martinozzi Manager Sales Engineering 26/06/2012 Gli scenari della sicurezza nell era post pc Maurizio Martinozzi Manager Sales Engineering 26/06/2012 Network & Perimetro Virtualizzazione, Cloud, Consumerizzazione New Perimeter IaaS SaaS Internet Old

Dettagli

Milano Italia, 14 Maggio 2013, MiCo - Milano Congressi. Come sviluppare servizi e reattività con il Cloud? Marco Ciceri Country Manager per l'italia

Milano Italia, 14 Maggio 2013, MiCo - Milano Congressi. Come sviluppare servizi e reattività con il Cloud? Marco Ciceri Country Manager per l'italia Milano Italia, 14 Maggio 2013, MiCo - Milano Congressi Come sviluppare servizi e reattività con il Cloud? Marco Ciceri Country Manager per l'italia Agenda Il trinomio Cloud Dedicated VS Public Strategie

Dettagli

IL WEB NON SI LIMITA A COLLEGARE MACCHINE.

IL WEB NON SI LIMITA A COLLEGARE MACCHINE. IL WEB NON SI LIMITA A COLLEGARE MACCHINE. CONNETTE DELLE PERSONE PROPONENTI Egidio Murru, CEO, Founder, Comunica1on Manager Elia Con/ni, CTO, Founder, User Expirience Designer / Front End Engineer Sassari,

Dettagli

CLOUD COMPUTING REFERENCE ARCHITECTURE: LE INDICAZIONI DEL NATIONAL INSTITUTE OF STANDARDS AND TECHNOLOGY. Prima parte: Panoramica sugli attori

CLOUD COMPUTING REFERENCE ARCHITECTURE: LE INDICAZIONI DEL NATIONAL INSTITUTE OF STANDARDS AND TECHNOLOGY. Prima parte: Panoramica sugli attori ANALISI 11 marzo 2012 CLOUD COMPUTING REFERENCE ARCHITECTURE: LE INDICAZIONI DEL NATIONAL INSTITUTE OF STANDARDS AND TECHNOLOGY Nella newsletter N 4 abbiamo già parlato di Cloud Computing, introducendone

Dettagli

Specialis nel Building Automa on e Impian Speciali

Specialis nel Building Automa on e Impian Speciali Specialis nel Building Automa on e Impian Speciali LA STORIA Geicolender S.p.a., società dall'esperienza ventennale nei se!ori della ges one e manutenzione di impian tecnologici ed edifici complessi, nell'aprile

Dettagli

Zerouno IBM IT Maintenance

Zerouno IBM IT Maintenance Zerouno IBM IT Maintenance Affidabilità e flessibilità dei servizi per supportare l innovazione d impresa Riccardo Zanchi Partner NetConsulting Roma, 30 novembre 2010 Il mercato dell ICT in Italia (2008-2010P)

Dettagli

Presentazione progetti di tesi e tesine. Ottobre 2011

Presentazione progetti di tesi e tesine. Ottobre 2011 Presentazione progetti di tesi e tesine Ottobre 2011 Alcuni lavori di breve termine New Media & New Internet L offerta e l utilizzo dei Video in Internet e le nuove Connected TV Inizio da subito/fine 2011

Dettagli

Reti di Calcolatori GRIGLIE COMPUTAZIONALI

Reti di Calcolatori GRIGLIE COMPUTAZIONALI D. Talia RETI DI CALCOLATORI - UNICAL 10-1 Reti di Calcolatori GRIGLIE COMPUTAZIONALI D. Talia RETI DI CALCOLATORI - UNICAL 10-2 Griglie Computazionali Cosa è il Grid Computing? Architettura Ambienti Globus

Dettagli

GRIGLIE COMPUTAZIONALI

GRIGLIE COMPUTAZIONALI Reti di Calcolatori GRIGLIE COMPUTAZIONALI D. Talia RETI DI CALCOLATORI - UNICAL 10-1 Griglie Computazionali Cosa è il Grid Computing? Architettura Ambienti Globus D. Talia RETI DI CALCOLATORI - UNICAL

Dettagli

Enterprise Cloud Computing Report

Enterprise Cloud Computing Report Enterprise Cloud Computing Report La Verità sul Cloud Computing Una Ricerca di The Innovation Group Elena Vaciago Research Manager Cloud Computing Summit 2013 Milano, 21 Marzo 2013 Moving to the Cloud.

Dettagli

Salvataggi (dal questionario sui gruppi)

Salvataggi (dal questionario sui gruppi) PAOLO BECHERUCCI www.raid.i Salvaaggi (dal quesionario sui gruppi) Ricordiamoci delle norme sulla Privacy!!! Vengono eseguii dei backup dei dai? regolarmene in modo manuale 46% non regolarmene 3% regolarmene

Dettagli

Sistemi Operativi: Sistemi realtime

Sistemi Operativi: Sistemi realtime 1 Sistemi Operativi: Sistemi realtime Amos Brocco, Ricercatore, DTI / ISIN 30 luglio 2012 Basato su: [STA09] Operating Systems: Internals and Design Principles, 6/E, William Stallings, Prentice Hall, 2009

Dettagli

Infrastruttura di produzione INFN-GRID

Infrastruttura di produzione INFN-GRID Infrastruttura di produzione INFN-GRID Introduzione Infrastruttura condivisa Multi-VO Modello Organizzativo Conclusioni 1 Introduzione Dopo circa tre anni dall inizio dei progetti GRID, lo stato del middleware

Dettagli

Il Cloud per aziende e pubbliche amministrazioni

Il Cloud per aziende e pubbliche amministrazioni Il Cloud per aziende e pubbliche amministrazioni Raffaello Balocco School of Management Politecnico di Milano 26 Giugno 2012 Il mercato del cloud mondiale: una crescita inarrestabile According to IDC Public

Dettagli

Corso Sistemi Informativi Aziendali, Tecnologie dell Informazione applicate ai processi aziendali. Sistemi informativi aziendali

Corso Sistemi Informativi Aziendali, Tecnologie dell Informazione applicate ai processi aziendali. Sistemi informativi aziendali Corso Sistemi Informativi Aziendali,. Sistemi informativi aziendali di Simone Cavalli (simone.cavalli@unibg.it) Bergamo, Febbraio - Marzo 2009 Produzione (cenni) Pagina 2 Produzione La produzione, in termini

Dettagli

Scheduling della CPU (2) CPU bursts (2)

Scheduling della CPU (2) CPU bursts (2) Scheduling della CPU (1) - La gestione delle risorse impone al SO di prendere decisioni sulla loro assegnazione in base a criteri di efficienza e funzionalità. - Le risorse più importanti, a questo riguardo,

Dettagli

Strumenti ICT per una gestione efficiente dei sistemi di raccolta e trattamento dei rifiuti solidi urbani

Strumenti ICT per una gestione efficiente dei sistemi di raccolta e trattamento dei rifiuti solidi urbani Strumenti ICT per una gestione efficiente dei sistemi di raccolta e trattamento dei rifiuti solidi urbani Prof. ing. Gianpaolo Ghiani1 Università del Salento & Itaca srl ICT e Igiene Ambientale Igiene

Dettagli