LA SCUOLA DELL INFANZIA IN ITALIA e NEL VENETO (1) (2) ALUNNI % ,1% ,1%

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "LA SCUOLA DELL INFANZIA IN ITALIA e NEL VENETO (1) (2) ALUNNI 1.655.386 100% 960.987 58,1% 34.776 2,1%"

Transcript

1 LA SCUOLA DELL INFANZIA IN ITALIA e NEL VENETO Fonti: Ministero Pubblica Istruzione U.R. Ufficio Scolastico Regionale del Veneto AGESC Associazione Genitori Scuole Cattoliche FISM Veneto: statistiche e documenti vari. I - DATI GENERALI NAZIONALI anno scolastico 2007/2008 A - POPOLAZIONE SCOLASTICA/ALUNNI indicazione Totale generale Statali regionali (1) Paritarie Non paritarie (2) ALUNNI ,1% ,1% ,4% (3) ,4% UNITÀ scolastiche Sezioni alunni/sezione 22,66 22,73 29,32 22,85 - (1) Le scuole dell infanzia delle Regioni Valle d Aosta e Trentino Alto Adige sono equiparate alle statali (2) alcuni dati: - Campania: scuole 324; sezioni Sicilia: scuole 246, sezioni Lazio scuole 158 per 361 sezioni. (3) dato parziale calcolato per differenza. Il sito del Ministero non riferisce il numero degli alunni delle non paritarie. B POPOLAZIONE SCOLASTICA PER AREE GEOGRAFICHE (escluse le scuole materne regionali e le non paritarie) Area geografica Totale generale Totale statali/paritarie(*) Nord Ovest Nord Est Centro Sud e Isole TOTALI ,00% (*) escluse le scuole NON paritarie Statale ,52% ,49% ,92% ,98% ,02% paritaria ,48% ,51% ,08% ,02% ,98%

2 II - DATI DELLA REGIONE DEL VENETO anno scolastico 2007/2008 A DATI GENERALI della REGIONE DEL VENETO Indicazione Totale generali Statali Paritarie di cui FISM Alunni ,65% ,35% ,60% Unità scolastiche media alunni/ , , ,07 Sezioni Alunni/sezione 23,36 23,58 23,25 23,20 Docenti Alunni/docente 11,55-16,61 Altro personale Personale ATA - (*) (1 :30,6) (rapporto personale/alunni) Disabili Stranieri ,00% ,4% (*) le scuole FISM si avvalgono per i servizi amministrativi dei Centri di Servizio delle FISM Provinciali (oppure di consulenti esterni) e di Volontari locali. Non si hanno dati sul volontariato amministrativo presso le scuole FISM. Una recente ipotesi di studio ha calcolato in 23 ore medie al mese per l apporto del volontariato. Quindi: x 22 x 12 mesi = h : l anno (ore di lavoro in un anno di un dipendente) = 200 dipendenti x ,00 (costo annuo di un dipendente) = ,00 l anno: bambini =. 58,50 di risparmio di retta per la famiglia. B - NATURA GIURIDICA DELLE SCUOLE PARITARIE DEL VENETO (dati forniti dalla Regione del Veneto a.s ): 57,9% enti religiosi (Parrocchie, Congregazioni Rel.) : 24,3% associazioni genitori (con riferimento parrocchiale) : TOTALE: 82,2% 7,4% comunali 6,3% IPAB 1,3% fondazioni, ex IPAB 2,8% altro (cooperativa, ente morale, ecc.) C- STATALI e PARITARIE PER PROVINCIA (anno scolastico 2007/2008) BL PD RO TV VE VR VI Totali Regione Paritarie Statali TOTALE % paritarie/statali 46,47% 78,50% 57,31% 76,26% 55,96% 70,40% 66,56% 68,41%

3 D - SCUOLE DELL INFANZIA F.I.S.M. DELLA REGIONE VENETO A.S. 2007/2008 BL PD RO TV VE VR VI Totali Scuole Sezioni Tot alunni Handicap Stranieri Personale di cui Docenti E SERVIZI PRIMA INFANZIA (Nidi Integrati) Anni n. Servizi n. Posti disp n. Iscritti F SEZIONI PRIMAVERA (bambini due/tre anni) BL PD RO TV VE VR VI Totali III - DATI ECONOMICI A CONTRIBUTO STATALE (Ministero Pubblica Istruzione R.U.) Somme assegnate al Veneto: Bilancio anno Importo complessivo. Nr. bambini Quota annua , , , , (?) ,00 (?) ,51 B - CONTRIBUTI DELLA REGIONE VENETO L.R. 23/80 (Scuole dell Infanzia (3-6 anni) Bilancio anno Importo complessivo. Nr. bambini (1) Quota annua , ,36

4 2006 (*) , , , , ,00 (?) , (?) (?) (?) (1) solo scuole paritarie FISM; numero riferito ad anno scolastico 2005/2006, ecc. (*) con un contributo straordinario di ,00 C CONTRIBUTI DEI COMUNI del VENETO rilevazione su anno scolastico 2006/07. Dati raccolti da FISM VENETO causale Totali Regione % Comuni TOTALI 581 Comuni con Scuole FISM % CONVENZIONI: Convenzione SI: nr. scuole % (su scuole) Convenzione NO % ma viene erogato un contributo Convenzione NO senza alcun contributo 37 4% Contributo medio:. 360,00 per bambino per anno (misura non supportata da sufficiente documentazione) Modalità e misura: varie D BILANCIO DI UNA SCUOLA MATERNA PARITARIA Su dati delle contabilità di 155 scuole della FISM di Padova bilancio di esercizio 2007 Scuola con 3 Sezioni, 75 bambini, Coordinatrice parziale, 3 docenti, 1 cuoca, 2 ausiliarie p.t., edificio in comodato dalla Parrocchia; COSTO ANNUO PER BAMBINO: causale Importo annuo %. Personale 1.836,00 69,81% Spese generali di amministrazione (assicurazioni, cancelleria, posta, materiale, abbonamenti) 105,00 4,00% Servizi amministrativi esterni 108,00 4,10% Utenze e servizi (luce, acqua, gas, riscaldamento) 184,00 7,00% Manutenzioni ordinarie e pulizie 59,00 2,24% Refezione 258,00 9,81% Manutenzioni straordinarie (ammortamenti) 80,00 3,04% TOTALE 2.630,00 100,00%

5 COME VIENE COPERTO: Costo bambino al mese ( :10 mesi di ). 263,00 (100,00%) Contributi pubblici - contributo del Ministero. 57,00 - contributo della Regione. 15,00 - contributo del Comune. 36, ,00 (41,06%) DIFFERENZA. 155,00 (58,94%) COPERTA DA: RETTA a carico della Famiglia CONTRIBUTO DELLA PARROCCHIA (o della comunità) ENTRATE DIVERSE (fund raising, lotterie,feste e iniziative locali, ecc.). L incidenza dei contributi pubblici (quelli dello Stato e della Regione sono rimasti sostanzialmente invariati negli ultimi sette anni) sul costo suddetto, è passata dal 46,70% nel 2002 al 41,06% nel 2008 ( - 5,64%). QUANTO RISPARMIA LO STATO SUGLI STUDENTI CHE FREQUENTANO LE SCUOLE PARITARIE? A - QUANTO SPENDE LO STATO PER LE SCUOLE STATALI Spesa pubblica per allievo statale SCUOLA INFANZIA primaria primo secondo Per alunno per anno Fonti: Censis 2006 e Ocse 2006, riferimento anno 2003 (cambio dollaro = euro) B QUANTO LO STATO HA EROGATO ALLE SCUOLE PARITARIE NEL 2006 Spesa per studente paritaria per anno SCUOLA INFANZIA primaria primo Scuola secondo Legge Finanziaria Fonti: Legge Finanziaria 2006 e MPI

6 C QUANTO HA RISPARMIATO LO STATO. RISPARMIO FINANZE PUBBLICHE SU STUDENTI SCUOLE PARITARIE = MAGGIOR COSTO SE FREQUENTASSERO SCUOLE STATALI Risparmio della finanze pubbliche per ciascun studente di paritaria Risparmio complessivo delle finanze pubbliche per ciascun livello di IV^ - QUESTIONI APERTE: SCUOLA INFANZIA primaria primo second. secondo Totale risparmio A QUESTIONI POLITICHE - dell infanzia tra pubblica istruzione e sociale - piena attuazione del pluralismo scolastico - ruolo e funzioni delle scuole di comunità B NATURA, MODALITA E MISURA DEL CONTRIBUTO STATALE tra spese di stato : statale e contributi di governo : paritaria C ALTRE: - ONERI INTEGRAZIONE SCOLASTICA DISABILI (insegnante di sostegno) - CASI SOCIALI - MULTICULTURALITÀ Valdagno, 20 marzo 2009 Ugo Lessio, FISM Padova

LE SCUOLE DELL INFANZIA: UNA TRADIZIONE VENETA. Paritarie Non paritarie (2) ALUNNI 1.655.386 100% Statali regionali (1) 960.

LE SCUOLE DELL INFANZIA: UNA TRADIZIONE VENETA. Paritarie Non paritarie (2) ALUNNI 1.655.386 100% Statali regionali (1) 960. FEDERAZIONE ITALIANA SCUOLE MATERNE Associazione delle Scuole dell Infanzia paritarie e servizi alla Prima Infanzia Via G. Medici 9/d 35138 PADOVA Tel. 049.8711300 Fax 049.8710833 www.fismveneto.it segreteria@fismveneto.it

Dettagli

LE SCUOLE DELL INFANZIA PARITARIE: UNA TRADIZIONE VENETA

LE SCUOLE DELL INFANZIA PARITARIE: UNA TRADIZIONE VENETA FEDERAZIONE ITALIANA SCUOLE MATERNE Associazione delle Scuole dell Infanzia paritarie e servizi alla Prima Infanzia Via Visinoni,4/c 30174 VENEZIA ZELARINO c/centro Cardinal Urbani c.f. 94046810266, IBAN

Dettagli

LE SCUOLE DELL INFANZIA PARITARIE: UNA TRADIZIONE VENETA

LE SCUOLE DELL INFANZIA PARITARIE: UNA TRADIZIONE VENETA FEDERAZIONE ITALIANA MATERNE Associazione delle Scuole dell Infanzia paritarie e servizi alla Prima Infanzia Via G. Medici 9/d 35138 PADOVA Tel. 049.8711300 Fax 049.8710833 www.fismveneto.it segreteria@fismveneto.it

Dettagli

Le scuole paritarie in Veneto

Le scuole paritarie in Veneto Le scuole paritarie in Veneto anno scolastico 2009/10 www.istruzioneveneto.it Alunni frequentanti le scuole paritarie del Veneto, a.s. 2009/10 Alunni frequentanti Differenza con l'a.s. 2008/09 Provincia

Dettagli

CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI.SOLESINO (PD) E LE PARROCCHIE DI SANTA MARIA ASSUNTA E CUORE IMMACOLATO DI MARIA PER IL SERVIZIO DI SCUOLA DELL INFANZIA

CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI.SOLESINO (PD) E LE PARROCCHIE DI SANTA MARIA ASSUNTA E CUORE IMMACOLATO DI MARIA PER IL SERVIZIO DI SCUOLA DELL INFANZIA CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI.SOLESINO (PD) E LE PARROCCHIE DI SANTA MARIA ASSUNTA E CUORE IMMACOLATO DI MARIA PER IL SERVIZIO DI SCUOLA DELL INFANZIA IL COMUNE DI SOLESINO (PD), codice fiscale..., in persona

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA NON STATALE: CONTRATTI, COSTO DEL LAVORO, DIRITTI

SCUOLA DELL INFANZIA NON STATALE: CONTRATTI, COSTO DEL LAVORO, DIRITTI SCUOLA DELL INFANZIA NON STATALE: CONTRATTI, COSTO DEL LAVORO, DIRITTI BOLOGNA, 7 MARZO 2012 MARI (FLC CGIL NAZIONALE)MASSIMO MARI FLC CGIL NAZION IL SISTEMA Il sistema nazionale di istruzione destinato

Dettagli

L integrazione scolastica degli alunni con disabilità

L integrazione scolastica degli alunni con disabilità L integrazione scolastica degli alunni con disabilità dati statistici A.S. 2012/2013 (ottobre 2013) La presente pubblicazione fa riferimento ai dati aggiornati a ottobre 2013. I dati elaborati e qui pubblicati

Dettagli

COMUNE DI GERENZAGO (PROVINCIA DI PAVIA)

COMUNE DI GERENZAGO (PROVINCIA DI PAVIA) COMUNE DI GERENZAGO (PROVINCIA DI PAVIA) CONVENZIONE per la gestione della scuola materna L'anno duemilasette addì. del mese nell'ufficio del Comune di Gerenzago (PV) TRA Il Comune di Gerenzago, rappresentato

Dettagli

Appendice Statistica

Appendice Statistica REGIONE CALABRIA Dipartimento Istruzione, Università, Alta Formazione, Innovazione e Ricerca Osservatorio Regionale sull Istruzione e il Diritto allo Studio Dieci anni di scuola calabrese Appendice Statistica

Dettagli

Rapporto sulle scuole paritarie e non paritarie Le scuole non statali nel Veneto in cifre. Analisi e commenti. A.S. 2006/07

Rapporto sulle scuole paritarie e non paritarie Le scuole non statali nel Veneto in cifre. Analisi e commenti. A.S. 2006/07 MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL VENETO - DIREZIONE GENERALE Ufficio IV Parità scolastica, scuole e corsi d istruzione non statali e stranieri Rapporto sulle scuole

Dettagli

Comune di Gambettola Ufficio ragioneria

Comune di Gambettola Ufficio ragioneria n. 1 ASILO NIDO (punto 3, D.M. 31,12,1983) 1 ASILO NIDO 72,12% SPESE: Personale, acquisto di beni e servizi al 50%, spese di manutenzione ordinaria Tasso di copertura realizzato 72,12% 164.000,00 227.395,80

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DEL SISTEMA DOTE PER I SERVIZI DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE.

PROGRAMMAZIONE DEL SISTEMA DOTE PER I SERVIZI DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE. DOTESCUOLA PROGRAMMAZIONE DEL SISTEMA DOTE PER I SERVIZI DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE. Fonti: Costituzione della Repubblica Italiana (disponibili integralmente sul sito www.regione.lombardia.it)

Dettagli

Rapporto sulle scuole paritarie e non paritarie Le scuole non statali nel Veneto in cifre. Analisi e commenti. A.S. 2006/07

Rapporto sulle scuole paritarie e non paritarie Le scuole non statali nel Veneto in cifre. Analisi e commenti. A.S. 2006/07 MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL VENETO - DIREZIONE GENERALE Ufficio IV Parità scolastica, scuole e corsi d istruzione non statali e stranieri Rapporto sulle scuole

Dettagli

SCHEMA TECNICO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI INNOVATIVI. art. 4, comma 2, lettere b) e g) ANNO 2008

SCHEMA TECNICO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI INNOVATIVI. art. 4, comma 2, lettere b) e g) ANNO 2008 Allegato 3 SCHEMA TECNICO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI INNOVATIVI ai sensi della l.r. n. 23/99 Politiche regionali per la famiglia art. 4, comma 2, lettere b) e g) ANNO 2008 Progetto presentato all

Dettagli

Indice. p. 1. Introduzione. p. 2. Il consumo medio annuo pro capite di gas. p. 2. Il costo del gas con la tariffa di Maggior Tutela dell AEEG p.

Indice. p. 1. Introduzione. p. 2. Il consumo medio annuo pro capite di gas. p. 2. Il costo del gas con la tariffa di Maggior Tutela dell AEEG p. Gas: le Regioni Italiane con il maggior numero di consumi e quelle con il risparmio più alto ottenibile Indice: Indice. p. 1 Introduzione. p. 2 Il consumo medio annuo pro capite di gas. p. 2 Il costo del

Dettagli

Tavola 1 Istituti per ripartizione geografica Anno 2005. Nord Est. Tipologia Istituto. 1 1 Accademia Nazionale di Danza

Tavola 1 Istituti per ripartizione geografica Anno 2005. Nord Est. Tipologia Istituto. 1 1 Accademia Nazionale di Danza Numero 1 Si riporta di seguito una sintesi dei dati sul sistema dell Alta Formazione Artistica e Musicale in riferimento all anno accademico 2005/2006. Essa è il risultato dell ultima delle rilevazioni

Dettagli

ASSOCIAZIONE SCUOLA DELL INFANZIA ARCOBALENO

ASSOCIAZIONE SCUOLA DELL INFANZIA ARCOBALENO OGGETTO: SCHEMA DI CONVENZIONE CON LA SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA ASSOCIAZIONE SCUOLA DELL INFANZIA ARCOBALENO DI RONAGO PER L ATTUAZIONE DEL DIRITTO DEL BAMBINO ALL EDUCAZIONE. Il Comune di RONAGO,

Dettagli

I BILANCI DELLE SCUOLE PARITARIE. Aspetti legali e contrattuali, Vincoli operativi, Contributi Pubblici

I BILANCI DELLE SCUOLE PARITARIE. Aspetti legali e contrattuali, Vincoli operativi, Contributi Pubblici I BILANCI DELLE SCUOLE PARITARIE Aspetti legali e contrattuali, Vincoli operativi, Contributi Pubblici Il bilancio di una Scuola Paritaria Le ENTRATE, normalmente sono costituite da: Contributi dalle FAMIGLIE

Dettagli

Piano Dettagliato degli Obiettivi 2006 - Obiettivi di Funzionamento. Dirigente Dirigente Settore Commercio, Turismo/Immagine, Istruzione

Piano Dettagliato degli Obiettivi 2006 - Obiettivi di Funzionamento. Dirigente Dirigente Settore Commercio, Turismo/Immagine, Istruzione Dirigente Dirigente Settore Commercio, Turismo/Immagine, Istruzione CDC Assistenza Scolastica Trasporto, Ref. e altri serv - 1 - OBIETTIVO N. 170O01 OBIETTIVO DI FUNZIONAMENTO SERVIZI SCOLASTICI VARI (cdc

Dettagli

Rendiconto 2014 Casa Protetta-R.S.A. (Residenza sanitaria assistita)-centro Diurno ENTRATA Voce Descrizione Importo in Euro 2517:00:01

Rendiconto 2014 Casa Protetta-R.S.A. (Residenza sanitaria assistita)-centro Diurno ENTRATA Voce Descrizione Importo in Euro 2517:00:01 Rendiconto 2014 Casa Protetta-R.S.A. (Residenza sanitaria assistita)-centro Diurno ENTRATA Trasferimenti da A.U.S.L. per rimborso servizio infermieristico c/o Centro Diurno (Sp.6952.02.02) 14.050,48 2517:00:01

Dettagli

SCUOLA MATERNA CONTO CONSUNTIVO 2012 SERVIZIO SCUOLA MATERNA N.12 (Servizio istituzionale rilevante ai fini IVA)

SCUOLA MATERNA CONTO CONSUNTIVO 2012 SERVIZIO SCUOLA MATERNA N.12 (Servizio istituzionale rilevante ai fini IVA) SCUOLA MATERNA SERVIZIO SCUOLA MATERNA N.12 (Servizio istituzionale rilevante ai fini IVA) ENTRATE Risorsa 2020/10 Contributo statale 39.037,96 Risorsa 3014/20 Proventi del servizio materna 193.969,09

Dettagli

Nonprofit: un pilastro del Paese

Nonprofit: un pilastro del Paese Banca Prossima 1 Nonprofit: un pilastro del Paese Il mondo nonprofit è fondamentale per l economia e la società italiane 250.000 organizzazioni «laiche» 26,4 milioni di utenti diretti (il 45% della popolazione)

Dettagli

CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI VIGODARZERE E GLI ENTI MORALI PARROCCHIE DI SALETTO, TAVO, TERRAGLIONE E

CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI VIGODARZERE E GLI ENTI MORALI PARROCCHIE DI SALETTO, TAVO, TERRAGLIONE E N. 200 S. 1 del 27.02.2014 CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI VIGODARZERE E GLI ENTI MORALI PARROCCHIE DI SALETTO, TAVO, TERRAGLIONE E VIGODARZERE PER IL SERVIZIO DI SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA - TRIENNIO

Dettagli

COMUNE DI SINNAI (PROVINCIA DI CAGLIARI)

COMUNE DI SINNAI (PROVINCIA DI CAGLIARI) COMUNE DI SINNAI (PROVINCIA DI CAGLIARI) CONVENZIONE SCUOLE DELL INFANZIA (art. 2, comma 2, L.R. 25.6.1984, n 31) CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI SINNAI E LA SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA LE GIOVANI MARMOTTE

Dettagli

Quadro informativo sull insegnamento delle lingue straniere

Quadro informativo sull insegnamento delle lingue straniere Ministero dell'istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per lo Sviluppo dell Istruzione Servizio per l Automazione Informatica e l Innovazione Tecnologica EDS Servizio di Consulenza all

Dettagli

PROSPETTO RIEPILOGATIVO DIMOSTRATIVO DELLA PERCENTUALE DI COPERTURA DEI COSTI DEI SERVIZI PUBBLICI A DOMANDA INDIVIDUALE: TOTALE L.

PROSPETTO RIEPILOGATIVO DIMOSTRATIVO DELLA PERCENTUALE DI COPERTURA DEI COSTI DEI SERVIZI PUBBLICI A DOMANDA INDIVIDUALE: TOTALE L. Allegato alla delibera di G.C. N. 143 del 30/08/2013 PROSPETTO RIEPILOGATIVO DIMOSTRATIVO DELLA PERCENTUALE DI COPERTURA DEI COSTI DEI SERVIZI PUBBLICI A DOMANDA INDIVIDUALE: SERVIZIO SERVIZI CIMITERIALI

Dettagli

L A SCUOLA CATTOLICA IN CIFRE

L A SCUOLA CATTOLICA IN CIFRE L A SCUOLA CATTOLICA IN CIFRE Anno 2014/2015 Fonte: elaborazione CSSC su dati MIUR 2015 LE SCUOLE DELL INFANZIA Nell universo di scuola paritaria le scuole dell infanzia costituiscono la porzione più importante,

Dettagli

MATERIALI DI LAVORO PER LA

MATERIALI DI LAVORO PER LA Servizio sociale dei Comuni dell Ambito Distrettuale 6.1 Sacile MATERIALI DI LAVORO PER LA COSTRUZIONE DEL PROFILO MINORI ANNO 2013/2014 A CURA DELL OSSERVATORIO PROVINCIALE SULLE POLITICHE SOCIALI DELLA

Dettagli

Comune di Castiglione d Adda Provincia di Lodi PIANO DI DIRITTO ALLO STUDIO 2014/2015

Comune di Castiglione d Adda Provincia di Lodi PIANO DI DIRITTO ALLO STUDIO 2014/2015 Comune di Castiglione d Adda Provincia di Lodi PIANO DI DIRITTO ALLO STUDIO 2014/2015 La facciata ristrutturata Comune di Castiglione d Adda Via Roma 130, 26823 - Castiglione d Adda Tel. 0377/900403 Fax.

Dettagli

ISTITUZIONE SERVIZI EDUCATIVI, SCOLASTICI, CULTURALI E SPORTIVI PREV. 2010-2012

ISTITUZIONE SERVIZI EDUCATIVI, SCOLASTICI, CULTURALI E SPORTIVI PREV. 2010-2012 rette servizi educativi 240.000,00 253.175,00 rette refezioni materna 198.544,00 198.544,00 rette refezioni elementari 320.340,00 320.340,00 rette refezioni medie 61.000,00 61.000,00 ricavi vendite buoni

Dettagli

Le schede devono essere utilizzate per rendicontare l'attività svolta nell'esercizio 2014

Le schede devono essere utilizzate per rendicontare l'attività svolta nell'esercizio 2014 2. Asilo Nido / Micronido CONSUNTIVO ANNO 2014 B. Per quest'anno il presente allegato deve essere utilizzato anche per il micronido ai sensi della D.G.R. 20588/05 Le schede devono essere utilizzate per

Dettagli

TAB 7.12 Numero di brevetti europei pubblicati dall'epo (European Patent Office) Valori pro capite per milione di abitanti (*)

TAB 7.12 Numero di brevetti europei pubblicati dall'epo (European Patent Office) Valori pro capite per milione di abitanti (*) TAB 7.12 Numero di brevetti europei pubblicati dall'epo (European Patent Office) Valori pro capite per milione di abitanti (*) Regioni e province 1999 2000 2001 2002 2003 2004 2005 2006 ABRUZZO 15,07 19,62

Dettagli

Bilancio di Previsione 2015

Bilancio di Previsione 2015 Allegato 7 Comune di Riccione Bilancio di Previsione 2015 Prospetto servizi a domanda individuale Assessore al Bilancio Dott. Roberto Monaco Dirigente al Bilancio Dott.ssa Cinzia Farinelli Bilancio di

Dettagli

COMUNE DI ALBIATE (Provincia di Monza e della Brianza)

COMUNE DI ALBIATE (Provincia di Monza e della Brianza) COMUNE DI ALBIATE (Provincia di Monza e della Brianza) CONVENZIONE tra Comune di Albiate e Scuola dell Infanzia parrocchiale Paritaria Giovanni XXIII di Albiate per il sostegno alle famiglie albiatesi

Dettagli

L integrazione scolastica degli alunni con disabilità a.s.2014/2015. (novembre 2015)

L integrazione scolastica degli alunni con disabilità a.s.2014/2015. (novembre 2015) L integrazione scolastica degli alunni con disabilità a.s.2014/2015 (novembre 2015) La presente pubblicazione fa riferimento ai dati aggiornati al 17 settembre 2015. I dati elaborati e qui pubblicati sono

Dettagli

I NUMERI DELLA SCUOLA

I NUMERI DELLA SCUOLA Ministero della Pubblica Istruzione Dipartimento per la Programmazione Ministeriale, per la Gestione del Bilancio e per le Risorse umane e dell Informazione I NUMERI DELLA SCUOLA settembre 2007 RTI : EDS

Dettagli

Note Brevi LE COOPERATIVE NELL AMBITO DELLA STRUTTURA PRODUTTIVA ITALIANA NEL PERIODO 2007-2008. a cura di Francesco Linguiti

Note Brevi LE COOPERATIVE NELL AMBITO DELLA STRUTTURA PRODUTTIVA ITALIANA NEL PERIODO 2007-2008. a cura di Francesco Linguiti Note Brevi LE COOPERATIVE NELL AMBITO DELLA STRUTTURA PRODUTTIVA ITALIANA NEL PERIODO 2007-2008 a cura di Francesco Linguiti Luglio 2011 Premessa* In questa nota vengono analizzati i dati sulla struttura

Dettagli

La Concessione dei contributi a favore delle scuole dell infanzia non statali è subordinata al possesso dei seguenti requisiti:

La Concessione dei contributi a favore delle scuole dell infanzia non statali è subordinata al possesso dei seguenti requisiti: Allegato alla Delib.G.R. n. 49/32 del 7.12.2011 L.R. 14. 5 2009 n.1, art.17. Criteri e modalità di concessione e rendicontazione dei contributi a favore delle scuole dell infanzia non statali ai sensi

Dettagli

Istituto comprensivo San Martino di Lupari

Istituto comprensivo San Martino di Lupari F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo BUSON BERTILLA 47, VIA CAVOUR N 47 SAN MARTINO DI LUPARI PADOVA Telefono 049 5953624-3393187876

Dettagli

LA CIVICA SCUOLA PRIMARIA PER L EDUCAZIONE ALLO SPORT E ALLA MUSICA SAN GIUSTO

LA CIVICA SCUOLA PRIMARIA PER L EDUCAZIONE ALLO SPORT E ALLA MUSICA SAN GIUSTO LA CIVICA SCUOLA PRIMARIA PER L EDUCAZIONE ALLO SPORT E ALLA MUSICA SAN GIUSTO COMMISSIONE EDUCAZIONE 10 APRILE 2013 1 LA SCUOLA PRIMARIA DI VIA S.GIUSTO La Scuola Civica Primaria è stata istituita con

Dettagli

(DA FOTOCOPIARE E DIFFONDERE)

(DA FOTOCOPIARE E DIFFONDERE) INFORMAZIONI SCUOLE MATERNE N.. 3 NOVEMBRE 2009 N UMERO SPECIALE SULLA II^ GIORNATA DELLA SCUOLA CATTOLICA SCUOLE APERTE DOMENICA 29 NOVEMBRE 2009 S o m m a r i o Papa Benedetto XVI sulla educazione e

Dettagli

RELAZIONE CONTO CONSUNTIVO 2013

RELAZIONE CONTO CONSUNTIVO 2013 MINISTERO DELL ISTRUZIONE, UNIVERSITA E RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE VIA ARISTIDE LEONORI 74 Via Aristide Leonori,74-00142 Roma C.M. RMIC8FF00E - C.F.

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA SCUOLE MATERNE FEDERAZIONE PROVINCIALE DI LECCO

FEDERAZIONE ITALIANA SCUOLE MATERNE FEDERAZIONE PROVINCIALE DI LECCO 003 08.04.13 FEDERAZIONE ITALIANA SCUOLE MATERNE FEDERAZIONE PROVINCIALE DI LECCO SPECIALE 5 X 1000 ADESIONE 5 X 1000: MODULO DI ADESIONE E ISTRUZIONI E PROPOSTA DELLA COOPERATIVA SERVIZI DELLA FISM RENDICONTAZIONE

Dettagli

NOTA SU LA BUONA SCUOLA

NOTA SU LA BUONA SCUOLA NOTA SU LA BUONA SCUOLA Roma, 23 ottobre 2014 Il documento presenta aspetti prevalentemente di tipo politico e amministrativo prefigurando una "Buona scuola" come una scuola bene amministrata, e organizzando

Dettagli

Ufficio Scolastico Regionale per il Veneto Conferenza Stampa Venezia, 12 settembre usr per il veneto - conferenza stampa 12 settembre 2005

Ufficio Scolastico Regionale per il Veneto Conferenza Stampa Venezia, 12 settembre usr per il veneto - conferenza stampa 12 settembre 2005 Ufficio Scolastico Regionale per il Veneto Conferenza Stampa Venezia, 2 settembre 2005 istituzioni scolastiche e dirigenti scolastici a.s. 2005/2006 SCUOLE REGIONE VENETO A.S. 2005/2006 PROVINCIA INFANZIA

Dettagli

I BILANCI DELLE SCUOLE PARITARIE Aspetti legali e contrattuali, Vincoli operativi, Contributi Pubblici

I BILANCI DELLE SCUOLE PARITARIE Aspetti legali e contrattuali, Vincoli operativi, Contributi Pubblici I BILANCI DELLE SCUOLE PARITARIE Aspetti legali e contrattuali, Vincoli operativi, Contributi Pubblici Il bilancio di una Scuola Paritaria Le ENTRATE, normalmente sono costituite da: Contributi dalle FAMIGLIE

Dettagli

Piano Diritto allo Studio 2013/2014

Piano Diritto allo Studio 2013/2014 Piano Diritto allo Studio 2013/2014 (Legge Regionale n. 31/80) Scuola di ieri Scuola di oggi.. L'istruzione è l'arma più potente che si può usare per cambiare il mondo (Nelson Mandela) Introduzione Il

Dettagli

CASSA NAZIONALE DI PREVIDENZA ED ASSISTENZA PER GLI INGEGNERI ED ARCHITETTI LIBERI PROFESSIONISTI

CASSA NAZIONALE DI PREVIDENZA ED ASSISTENZA PER GLI INGEGNERI ED ARCHITETTI LIBERI PROFESSIONISTI CASSA NAZIONALE DI PREVIDENZA ED ASSISTENZA PER GLI INGEGNERI ED ARCHITETTI LIBERI PROFESSIONISTI inarcassa in Cifre Statistiche su iscritti e pensionati, redditi e volume d affari Ufficio Studi e Ricerche

Dettagli

Federazione Italiana Scuole Materne NOTE PER L INSERIMENTO DEI DATI DI INIZIO ANNO 2012-2013 - SECONDA PARTE -

Federazione Italiana Scuole Materne NOTE PER L INSERIMENTO DEI DATI DI INIZIO ANNO 2012-2013 - SECONDA PARTE - FISM LOMBARDIA Federazione Italiana Scuole Materne REGIONE LOMBARDIA NOTE PER L INSERIMENTO DEI DATI DI INIZIO ANNO 2012-2013 - SECONDA PARTE - Da oggi e fino al 20 OTTOBRE 2012 sono aperte le funzioni

Dettagli

Gli studenti universitari di quali aiuti beneficiano?

Gli studenti universitari di quali aiuti beneficiano? Gli studenti universitari di quali aiuti beneficiano? Il quadro attuale (e uno sguardo al futuro) Federica Laudisa La dimensione sociale degli studi in Europa e in Italia: quali risposte alle nuove domande?

Dettagli

L investimento progettuale dei CSV Veneti a favore delle associazioni di volontariato nel 2013

L investimento progettuale dei CSV Veneti a favore delle associazioni di volontariato nel 2013 Padova 5 dicembre 2014 I Centri Servizio Volontariato del Veneto l sette Centri Servizi Volontariato - CSV gestiti dai coordinamenti provinciali del volontariato (Enti gestori), sono enti che raggruppano

Dettagli

I Centri Servizio Volontariato del Veneto

I Centri Servizio Volontariato del Veneto I Centri Servizio Volontariato del Veneto l sette Centri Servizi Volontariato - CSV gestiti dai coordinamenti provinciali del volontariato (Enti gestori), sono enti che raggruppano 1.716 associazioni,

Dettagli

LA SCUOLA D INFANZIA A BOLOGNA

LA SCUOLA D INFANZIA A BOLOGNA LA SCUOLA D INFANZIA A BOLOGNA Le prime scuole d'infanzia vengono istituite a Bologna a metà dell 800 dal Comune e da enti religiosi. Per oltre un secolo restano le sole scuole esistenti. La scuola d infanzia

Dettagli

Contesto e risorse - Popolazione scolastica

Contesto e risorse - Popolazione scolastica Contesto e risorse - Popolazione scolastica Provenienza socio-economica e culturale degli studenti e caratteristiche della popolazione che insiste sulla scuola (es. occupati, disoccupati, tassi di immigrazione).

Dettagli

Posizione Organizzativa n. 4

Posizione Organizzativa n. 4 Posizione Organizzativa n. 4 Settore: Pubblica Istruzione - Servizi Socio-Educativi Cultura - Sport - Spettacolo- Tempo Libero La struttura indicata, concorre con gli altri Servizi, al perseguimento delle

Dettagli

1 0 Fino a 7.580,00 10,00 1,50 40 2 7.580,01 12.000,00 25.00 2,50 75 3 12.000,01 15.457,99 55,00 2.50 105 4 15.458,00 20.000,00 65,00 2,50 115

1 0 Fino a 7.580,00 10,00 1,50 40 2 7.580,01 12.000,00 25.00 2,50 75 3 12.000,01 15.457,99 55,00 2.50 105 4 15.458,00 20.000,00 65,00 2,50 115 Servizio Prescuola scuola Primaria E. de Amicis. Il servizio riservato agli alunni della scuola Primaria E. De Amicis (per minimo di 15 iscritti), è in funzione dalle ore 07:15 fino all ora di apertura

Dettagli

CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI BUSSETO E L ASSOCIAZIONE SCUOLA DELL INFANZIA GIUSEPPE VERDI GESTORE DELLA SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA.

CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI BUSSETO E L ASSOCIAZIONE SCUOLA DELL INFANZIA GIUSEPPE VERDI GESTORE DELLA SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA. Allegato A alla deliberazione del Consiglio Comunale di Busseto n del CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI BUSSETO E L ASSOCIAZIONE SCUOLA DELL INFANZIA GIUSEPPE VERDI GESTORE DELLA SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA.

Dettagli

Volontariato, mediazione culturale, scuole e università in carcere

Volontariato, mediazione culturale, scuole e università in carcere Volontariato, mediazione culturale, scuole e università in carcere Elaborazione del Centro Studi di Ristretti Orizzonti, basata sull articolo I numeri del trattamento, di Antonella Barone, in Le Due Città

Dettagli

3L ALTA FORMAZIONE ARTISTICA

3L ALTA FORMAZIONE ARTISTICA 3L ALTA FORMAZIONE ARTISTICA E MUSICALE IL PERSONALE GLI ISCRITTI I DIPLOMATI LA CONTRIBUZIONE E IL DIRITTO ALLO STUDIO I NUOVI INGRESSI NEI CORSI SUPERIORI 3 L ALTA FORMAZIONE ARTISTICA E MUSICALE Variabile

Dettagli

Ufficio Scolastico Regionale per il Veneto Conferenza Stampa Venezia, 11 settembre 2009

Ufficio Scolastico Regionale per il Veneto Conferenza Stampa Venezia, 11 settembre 2009 http://www.istruzioneveneto.it Ufficio Scolastico Regionale per il Veneto Conferenza Stampa Venezia, 11 settembre 2009 PROVINCIA MINISTERO DELL'ISTRUZIONE, DELL'UNIVERSITA' E DELLA RICERCA Ufficio Scolastico

Dettagli

COMUNE DI PISOGNE. Assessorato ai Servizi Scolastici

COMUNE DI PISOGNE. Assessorato ai Servizi Scolastici COMUNE DI PISOGNE Assessorato ai Servizi Scolastici PIANO DIRITTO ALLO STUDIO anno scolastico 2013/2014 1 POPOLAZIONE SCOLASTICA Anno scolastico 2013 2014 Scuole dell Infanzia Scuole Primarie Scuole Secondarie

Dettagli

Scuole statali e non statali: i risultati italiani di PISA 2009

Scuole statali e non statali: i risultati italiani di PISA 2009 Qualità della scuola Pubblica e Privata in Italia: criteri per un confronto Possibile Milano, 28 aprile 2011 INVALSI Scuole statali e non statali: i risultati italiani di PISA 2009 Laura Palmerio Responsabile

Dettagli

L'anno addì.. del mese di, in T R A. La Dr.ssa nata a ( ) il, nella. sua qualità di Dirigente del Comune di Desenzano del Garda

L'anno addì.. del mese di, in T R A. La Dr.ssa nata a ( ) il, nella. sua qualità di Dirigente del Comune di Desenzano del Garda L'anno addì.. del mese di, in Desenzano del Garda, nella Residenza Municipale T R A La Dr.ssa nata a ( ) il, nella sua qualità di Dirigente del Comune di Desenzano del Garda abilitato alla stipulazione

Dettagli

Progetto presentato all Azienda Sanitaria Locale di Varese ...

Progetto presentato all Azienda Sanitaria Locale di Varese ... SCHEMA TECNICO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI ai sensi della l.r. n. 23/99 Politiche regionali per la famiglia art. 4, comma 4 BIS interventi finalizzati a contrastare il fenomeno della violenza, anche

Dettagli

Circolare 20. del 29 luglio 2015. School bonus e detrazione IRPEF per le spese scolastiche Novità della L. 13.7.2015 n. 107 INDICE

Circolare 20. del 29 luglio 2015. School bonus e detrazione IRPEF per le spese scolastiche Novità della L. 13.7.2015 n. 107 INDICE Circolare 20 del 29 luglio 2015 School bonus e detrazione IRPEF per le spese scolastiche Novità della L. 13.7.2015 n. 107 INDICE 1 Premessa... 2 2 Credito d imposta per le erogazioni liberali agli istituti

Dettagli

I sintomi del ritardo italiano: un analisi territoriale di dati e di indagini recenti

I sintomi del ritardo italiano: un analisi territoriale di dati e di indagini recenti Seminari del QSN 7 luglio 25 Istruzione I sintomi del ritardo italiano: un analisi territoriale di dati e di indagini recenti Marta Foresti - Aline Pennisi Unità di Valutazione degli Investimenti Pubblici

Dettagli

I confidi e il credito alle piccole imprese durante la crisi

I confidi e il credito alle piccole imprese durante la crisi I confidi e il credito alle piccole imprese durante la crisi Valerio Vacca (Banca d Italia, ricerca economica Bari) Il laboratorio del credito, Napoli, 15 marzo 2012 La struttura del mercato in Cr (2010):

Dettagli

ASSESSORATO ALL ISTRUZIONE RELAZIONE AL BILANCIO DI PREVISIONE DELL ESERCIZIO 2011 E BILANCIO PLURIENNALE 2011-2013.

ASSESSORATO ALL ISTRUZIONE RELAZIONE AL BILANCIO DI PREVISIONE DELL ESERCIZIO 2011 E BILANCIO PLURIENNALE 2011-2013. ASSESSORATO ALL ISTRUZIONE RELAZIONE AL BILANCIO DI PREVISIONE DELL ESERCIZIO 2011 E BILANCIO PLURIENNALE 2011-2013. La scuola rappresenta un campo privilegiato per la formazione dei cittadini di domani.

Dettagli

RELAZIONE AMMINISTRATIVO-CONTABILE DELLA G.E. AL BILANCIO DI PREVISIONE ANNO 2011

RELAZIONE AMMINISTRATIVO-CONTABILE DELLA G.E. AL BILANCIO DI PREVISIONE ANNO 2011 DIREZIONE DIDATTICA STATALE 1 CIRCOLO Via S. Martino, 27 10024 MONCALIERI (TO) Tel. 011/641273 fax. 011/ 642174 E.Mail: toee12400v@istruzione.it Sito: http://share.dschola.it/primo.moncalieri Posta certificata:

Dettagli

A che punto siamo con l Alternanza Scuola- Lavoro? Pubblicati gli esiti del Monitoraggio 2008-2009

A che punto siamo con l Alternanza Scuola- Lavoro? Pubblicati gli esiti del Monitoraggio 2008-2009 A che punto siamo con l Alternanza Scuola- Lavoro? Pubblicati gli esiti del Monitoraggio 2008-2009 L Alternanza Scuola-Lavoro è stata introdotta In Italia come una delle modalità di realizzazione dei percorsi

Dettagli

TRENDS Q U A N T I F I G L I...

TRENDS Q U A N T I F I G L I... PULSE MAMME D'ITALIA FATTI E NUMERI SULLA MATERNITA' IN ITALIA. UN INVITO DEL CIRCOLO LE MAMME DI AZIONE NAZIONALE AD APRIRE UNA RIFLESSIONE, PER DAR VOCE E RAPPRESENTANZA POLITICA ALLA MATERNITÀ IN ITALIA

Dettagli

La Scuola a Monza Anno scolastico 2012/201 /2013

La Scuola a Monza Anno scolastico 2012/201 /2013 2013 4 La Scuola a Monza Anno scolastico 2012/201 /2013 L informazione statistica Deve essere considerata Dalla Pubblica Amministrazione Come una risorsa essenziale per operare meglio E con trasparenza,

Dettagli

alunni con cittadinanza non italiana

alunni con cittadinanza non italiana Ministero della Pubblica Istruzione alunni con scuole statali e non statali anno scolastico 6/7 NOVEMBRE 7 RTI : EDS Electronic Data Systems Auselda AED Group - Accenture Enel Servizi I dati presentati

Dettagli

I NUMERI DELLE DONNE

I NUMERI DELLE DONNE 1. I servizi socio-educativi per la prima infanzia nella regione Lombardia, Anni 2004-2009 2. I servizi all infanzia del Comune di Milano Anno 2010/2011 3. Bambini che non frequentano l'asilo nido e motivi

Dettagli

Fonte: Ufficio scolastico territoriale di Rimini per le scuole statali e Segreterie scolastiche per le scuole ed enti non statali Elaborazione :

Fonte: Ufficio scolastico territoriale di Rimini per le scuole statali e Segreterie scolastiche per le scuole ed enti non statali Elaborazione : 1 Fonte: Ufficio scolastico territoriale di Rimini per le scuole statali e Segreterie scolastiche per le scuole ed enti non statali Elaborazione : Provincia di Rimini / Ufficio Scuola 2 LA SCUOLA RIMINESE:

Dettagli

L offerta pubblica di asilo nido in provincia di Trento: cambiamenti e continuità nel periodo 1998-2002

L offerta pubblica di asilo nido in provincia di Trento: cambiamenti e continuità nel periodo 1998-2002 L offerta pubblica di asilo nido in provincia di Trento: cambiamenti e continuità nel periodo 1998-2002 Provincia Autonoma di Trento Servizio Statistica Il Servizio Statistica della Provincia Autonoma

Dettagli

OGGETTO: NOTE PER LA TRASPARENZA:

OGGETTO: NOTE PER LA TRASPARENZA: OGGETTO: Approvazione piano di riparto dei finanziamenti relativamente al progetto Scuola sport e territorio: Più sport @ scuola per l incentivazione dell avviamento all'attività motoria e alla pratica

Dettagli

Indagine sul livello di conoscenza delle droghe da parte della popolazione italiana

Indagine sul livello di conoscenza delle droghe da parte della popolazione italiana Indagine sul livello di conoscenza delle droghe da parte della popolazione italiana Roma, marzo 2007 Codice Ricerca: 2007-033bf www.formatresearch.com PREMESSA E NOTA METODOLOGICA Soggetto che ha realizzato

Dettagli

ALTERNANZA SCUOLA LAVORO in Impresa Formativa Simulata

ALTERNANZA SCUOLA LAVORO in Impresa Formativa Simulata Riva de Biasio - S. Croce 99 - VENEZIA ALTERNANZA SCUOLA LAVORO in Impresa Formativa Simulata DATI DEL MONITORAGGIO DEI PROGETTI REALIZZATI NELLE SCUOLE SECONDARIE DI SECONDO GRADO DEL VENETO a.s. - Riva

Dettagli

REGIONE CAMPANIA ASSESSORATO ISTRUZIONE E CULTURA

REGIONE CAMPANIA ASSESSORATO ISTRUZIONE E CULTURA REGIONE CAMPANIA ASSESSORATO ISTRUZIONE E CULTURA L. R. 26 aprile 1985, n. 30 PROGRAMMAZIONE DEGLI INTERVENTI REGIONALI PER IL DIRITTO ALLO STUDIO Anno scolastico 2002/2003 BURC n 61 del 9 dicembre 2002

Dettagli

CAPO I. Interventi regionali per il diritto allo studio. Art. 1

CAPO I. Interventi regionali per il diritto allo studio. Art. 1 Legge regionale 26 maggio 1980, n. 10 Norme regionali in materia di diritto allo studio. 1 Quando le disposizioni della presente legge menzionano un Assessorato, la menzione si intende riferita alla Direzione

Dettagli

Campagna di rilevazione dati : Anno 2010 Periodo di riferimento: anno scolastico 2009-2010 (settembre 2009 agosto 2010)

Campagna di rilevazione dati : Anno 2010 Periodo di riferimento: anno scolastico 2009-2010 (settembre 2009 agosto 2010) Allegato2 Scheda di rilevazione Asili Nido comunali Anno 2010 Campagna di rilevazione dati : Anno 2010 Periodo di riferimento: anno scolastico 2009-2010 (settembre 2009 agosto 2010) Struttura(denominazione):.

Dettagli

Comune di Vernate Provincia di Milano

Comune di Vernate Provincia di Milano Comune di Vernate Provincia di Milano SINTESI RISULTANZE FINALI RENDICONTO DELLA GESTIONE FINANZIARIA ANNO 2010 Con l approvazione del Rendiconto di gestione anno 2010 l Amministrazione Comunale vuole

Dettagli

Capitolo 4. Assistenza e previdenza sociale

Capitolo 4. Assistenza e previdenza sociale Capitolo 4 Assistenza e previdenza sociale 4. Assistenza e previdenza sociale Per saperne di più... Istat I.stat il tuo accesso diretto alla statistica italiana. Roma. http://dati.istat.it. Il sistema

Dettagli

REGOLAMENTO CONCERNENTE I CRITERI, LE MODALITA DI PROGRAMMAZIONE E DI INTERVENTO IN MATERIA DI TRASPORTO REFEZIONE SCOLASTICA

REGOLAMENTO CONCERNENTE I CRITERI, LE MODALITA DI PROGRAMMAZIONE E DI INTERVENTO IN MATERIA DI TRASPORTO REFEZIONE SCOLASTICA REGOLAMENTO CONCERNENTE I CRITERI, LE MODALITA DI PROGRAMMAZIONE E DI INTERVENTO IN MATERIA DI TRASPORTO E REFEZIONE SCOLASTICA Approvato con delibera del Consiglio dell Unione N. 21 del 30/04/2013 CAP.

Dettagli

Comune di Ponte San Nicolò

Comune di Ponte San Nicolò Comune di Ponte San Nicolò SERVIZIO PUBBLICA ISTRUZIONE E SPORT Il Servizio è finalizzato a rendere effettivo il diritto allo studio, alla promozione e valorizzazione delle attività sportive, motorie e

Dettagli

RELAZIONE CONTO CONSUNTIVO 2014

RELAZIONE CONTO CONSUNTIVO 2014 MINISTERO DELL ISTRUZIONE, UNIVERSITA E RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE VIA ARISTIDE LEONORI 74 Via Aristide Leonori,74-00142 Roma C.M. RMIC8FF00E - C.F.

Dettagli

REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE

REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE Termine ultimo di presentazione della domanda: 17 novembre 2014 1. Oggetto Obiettivo del bando è assicurare adeguato sostegno alle famiglie potenziando i servizi per l infanzia

Dettagli

L offerta comunale di asili nido e altri servizi socio-educativi per la prima infanzia

L offerta comunale di asili nido e altri servizi socio-educativi per la prima infanzia 14 giugno 2010 L offerta comunale di asili nido e altri servizi socio-educativi per la prima infanzia Anno scolastico 2008/2009 L Istat diffonde i principali risultati della rilevazione rapida relativa

Dettagli

Fondazione. L Asilo di Vignola. Scuola dell Infanzia paritaria Vittorio Emanuele II e Garibaldi. Estratto dal P.O.F. A.S.

Fondazione. L Asilo di Vignola. Scuola dell Infanzia paritaria Vittorio Emanuele II e Garibaldi. Estratto dal P.O.F. A.S. Fondazione L Asilo di Vignola Scuola dell Infanzia paritaria Vittorio Emanuele II e Garibaldi Estratto dal P.O.F. A.S. 2009/2010 La scuola dell infanzia è gestita dalla Fondazione L Asilo di Vignola che

Dettagli

L OFFERTA COMUNALE DI ASILI NIDO E ALTRI SERVIZI SOCIO-EDUCATIVI PER LA PRIMA INFANZIA

L OFFERTA COMUNALE DI ASILI NIDO E ALTRI SERVIZI SOCIO-EDUCATIVI PER LA PRIMA INFANZIA 18 luglio 2011 Anno scolastico 2009/2010 L OFFERTA COMUNALE DI ASILI NIDO E ALTRI SERVIZI SOCIO-EDUCATIVI PER LA PRIMA INFANZIA Nell anno scolastico 2009/2010 risultano iscritti negli asili nido comunali

Dettagli

Indagine conoscitiva presenza disabili, DSA e BES nelle scuole del Veneto

Indagine conoscitiva presenza disabili, DSA e BES nelle scuole del Veneto Indagine conoscitiva presenza disabili, DSA e BES nelle scuole del Veneto Report, gennaio 2015 Con nota prot. 14346 del 10 novembre 2014 è stata avviata l indagine volta a conoscere i dati quantitativi

Dettagli

Le scuole del Veneto all avvio dell anno scolastico 2015/16. Anticipazioni su dati provvisori a.s. 2015/16

Le scuole del Veneto all avvio dell anno scolastico 2015/16. Anticipazioni su dati provvisori a.s. 2015/16 Le scuole del Veneto all avvio dell anno scolastico 2015/16 Anticipazioni su dati provvisori a.s. 2015/16 Dirigenze scolastiche statali a.s. 2015/16 Provincia Direzione didattica Istituto comprensivo Scuola

Dettagli

PIANO PER L ATTUAZIONE DEL DIRITTO ALLO STUDIO 2014/2015

PIANO PER L ATTUAZIONE DEL DIRITTO ALLO STUDIO 2014/2015 PIANO PER L ATTUAZIONE DEL DIRITTO ALLO STUDIO 2014/2015 1 L azione amministrativa a favore della scuola: Servizio di trasporto scolastico Servizio di refezione scolastica Sostegno alle Scuole d Infanzia

Dettagli

Sussidiarietà orizzontale nelle politiche regionali in materia di parità scolastica. (a cura del prof. Bruno Bordignon)

Sussidiarietà orizzontale nelle politiche regionali in materia di parità scolastica. (a cura del prof. Bruno Bordignon) Sussidiarietà orizzontale nelle politiche regionali in materia di parità scolastica (a cura del prof. Bruno Bordignon) 1 ABRUZZO 1 BASILICATA BOLZANO (Provincia Autonoma di) A livello di normativa sono

Dettagli

La Scuola a Monza Anno scolastico 2014/201 /2015

La Scuola a Monza Anno scolastico 2014/201 /2015 2015 2 La Scuola a Monza Anno scolastico 2014/201 /2015 L informazione statistica Deve essere considerata Dalla Pubblica Amministrazione Come una risorsa essenziale per operare meglio E con trasparenza,

Dettagli

RASSEGNA STAMPA LOCALE

RASSEGNA STAMPA LOCALE IL GAZZETTINO.IT 29 novembre 2010 RASSEGNA STAMPA LOCALE Scuole cattoliche in rivolta: «I debiti aumentano, così lo Stato ci fa chiudere» Il coordinatore contro Sacconi e il governo: «Avanziamo 400mila

Dettagli

GUIDA COMPILAZIONE DOMANDA CONTRIBUTO A.S. 2014/15 da lunedì 4 maggio ore 12,00 a giovedì 04 giugno 2015 ore 17,00

GUIDA COMPILAZIONE DOMANDA CONTRIBUTO A.S. 2014/15 da lunedì 4 maggio ore 12,00 a giovedì 04 giugno 2015 ore 17,00 LOMBARDIA DOMANDA ON LINE CONTRIBUTO REGIONALE A.S. 2014/15 PER ENTRARE DIRETTAMENTE NEL SITO DELLA REGIONE DIGITARE: https://gefo.servizirl.it/dgformazione/ (O clicca direttamente su questo link) GUIDA

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIV0 DI POLESELLA

ISTITUTO COMPRENSIV0 DI POLESELLA ISTITUTO COMPRENSIV0 DI POLESELLA Scuola Primaria e Secondaria di primo grado Via G. Garibaldi,. 416-45038 Polesella - Tel 0425 444181 Fax 0425 4460 49 c.f.: 93019690291 E mail:roic808005@istruzione.it

Dettagli

SERVIZI SOCIALI DEL COMUNE

SERVIZI SOCIALI DEL COMUNE SERVIZI SOCIALI DEL COMUNE - Attività e Servizi - I Servizi Sociali del Comune di Cinto Caomaggiore operano nel territorio offrendo ai cittadini informazione e sponsorizzazione dei servizi presenti e si

Dettagli