I lavoratori operanti in laboratorio prima di intraprendere una qualsiasi attività devono ricevere adeguata informazione in merito:

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "I lavoratori operanti in laboratorio prima di intraprendere una qualsiasi attività devono ricevere adeguata informazione in merito:"

Transcript

1 Regolamento e norme comportamentali per l'utilizzo in sicurezza dei laboratori didattici e di ricerca del a cura del Dott. Roberto, Carlo Di Caterina 1. Premessa Le attività sperimentali svolte in laboratorio richiedono spesso l utilizzo di sostanze chimiche ed apparecchiature che possono diventare pericolose se si utilizzano senza attenzione e responsabilità. Occorre, pertanto, definire le principali regole di comportamento da rispettare per lavorare bene e in sicurezza. Seguire le indicazioni di seguito riportate servirà non solo a ridurre il rischio di incidenti, ma anche a rendere il lavoro svolto in laboratorio stimolante e piacevole. Il regolamento si articola in più sezioni: la prima riguarda l informazione e la formazione del lavoratore necessarie a rendere lo stesso edotto circa i principali rischi e pericoli presenti sul posto di lavoro. Seguono gli obblighi, i divieti ed i consigli utili a rendere l attività lavorativa la più possibile sicura. L ultima sezione, infine, tratta la disciplina dell accesso al posto di lavoro da parte del personale. 2. Definizioni Sono considerati lavoratori i dipendenti strutturati (docenti, ricercatori e tecnici), i dipendenti a tempo determinato (dottorandi, titolari di borse di studio, assegni di ricerca e contratti di collaborazione e consulenza), gli studenti, i tirocinanti ed i collaboratori esterni volontari. 3. Informazione e formazione I lavoratori operanti in laboratorio prima di intraprendere una qualsiasi attività devono ricevere adeguata informazione in merito: - ai rischi e pericoli presenti nel luogo di lavoro; - alla segnaletica di sicurezza; - ai dispositivi di protezione collettiva ed individuale; - alle norme elementari di prevenzione infortuni; - all ubicazione dei dispositivi di sicurezza e di protezione individuale (estintori, docce, lavaocchi, guanti, occhiali). Tutti i lavoratori operanti in laboratorio devono partecipare ai corsi di formazione in materia di sicurezza ai sensi degli artt. 36 e 37 del D.lgs. n. 81/2008. Il responsabile dell attività didattica o di ricerca in laboratorio, infatti, deve segnalare al Direttore di dipartimento i lavoratori in servizio presso i laboratori di propria pertinenza da avviare ai corsi di formazione secondo quanto previsto dall art. 20 del regolamento interno di funzionamento del Dipartimento. 1

2 4. Obblighi E obbligatorio: - attenersi sempre alle norme di sicurezza illustrate dal responsabile dell attività didattica o di ricerca in laboratorio, dal referente tecnico e dal responsabile tecnico con funzioni di preposto alla gestione della sicurezza; - utilizzare i dispositivi di protezione collettiva ed individuale quando richiesti. In base all art. 33 del D.lgs. n. 81/2008 è compito del Servizio di Prevenzione e Protezione elaborare le misure preventive e protettive adeguate ai rischi di lavoro. In particolare, occorre: 1) lavorare sotto cappa quando si producono fumi o vapori nocivi o si travasano solventi organici e composti corrosivi; 2) indossare il camice che deve essere sempre chiuso e pulito; 3) usare guanti, occhiali o quant altro si renda di volta in volta necessario per la propria protezione individuale. Il responsabile dell attività didattica o di ricerca in laboratorio deve accertarsi che il lavoratore abbia in dotazione dispositivi di protezione (collettiva ed individuale) adeguati ai rischi e pericoli presenti in laboratorio. Si ricorda che chiunque induca il lavoratore ad operare in assenza dei dispositivi di protezione, laddove previsti, commette un grave illecito; 4) leggere attentamente le etichette e le schede di sicurezza dei reattivi e preparati chimici da utilizzare; 5) conservare i reattivi in sicurezza. Al termine dell utilizzo i contenitori dei reattivi vanno ben chiusi e conservati in armadi di sicurezza. I reattivi termolabili da conservare a basse temperature e che sono al tempo stesso pericolosi ed infiammabili, devono essere stoccati nei frigo-reagentari; 6) trasportare i reattivi all interno del laboratorio in sicurezza e a tal fine occorre utilizzare specifiche custodie di sicurezza; 7) prelevare i reattivi allo stato solido servendosi di spatole e fare sempre uso di guanti protettivi; 8) prelevare i reattivi liquidi mediante pro-pipette o pipettatori automatici; 9) identificare qualsiasi soluzione, preparato, miscela o reattivo sfuso, apponendo sul relativo contenitore un etichetta chiara ed indelebile; 10) usare sempre le pinze o le protezioni quando si maneggiano oggetti caldi; 11) controllare sempre e con attenzione le reazioni chimiche in corso o gli apparecchi in funzione; 2

3 12) interrompere l alimentazione elettrica prima di effettuare qualsiasi intervento su apparecchiature e macchinari; 13) avvisare tempestivamente i docenti, il responsabile dell attività didattica e di ricerca in laboratorio ed il responsabile tecnico con funzione di preposto alla gestione della sicurezza in caso di : - malessere del lavoratore; - rottura di oggetti o apparecchiature, - versamento di reattivi e contatto con sostanze pericolose; - eventuale imperizia ed imprudenza dei lavoratori che possono pregiudicare la sicurezza di persone e cose; 14) tenere pulito e in ordine il posto di lavoro perché il disordine aumenta la probabilità di incidenti; 15) lavare con cura la vetreria utilizzata; 16) lasciare le bilance pulite e con gli sportelli chiusi; 17) rimettere al loro posto le bottiglie dei solventi o dei reagenti dopo l utilizzo; 18) lavarsi con cura le mani a conclusione del lavoro. Il lavoratore deve controllare che la postazione di lavoro e l attrezzatura ricevuta in dotazione siano integri, funzionali ed efficienti. Il lavoratore è tenuto a segnalare tempestivamente al responsabile dell attività didattica o di ricerca in laboratorio, al docente di riferimento o al responsabile tecnico con funzioni di preposto alla gestione della sicurezza eventuali anomalie relative al materiale ricevuto in dotazione nonchè le violazioni alle norme di sicurezza ed al presente regolamento. Devono essere adottate, inoltre, le seguenti precauzioni: 1) calzare possibilmente scarpe chiuse e se necessario le calzature di sicurezza; 2) raccogliere i capelli lunghi dietro la nuca; 3) usare preferibilmente gli occhiali da vista in luogo delle lenti a contatto. Gli studenti, i tesisti, i dottorandi, gli assegnisti ed i tirocinanti devono eseguire solo ciò che è stato indicato dal docente responsabile. I lavoratori, inoltre, non possono utilizzare le macchine, le attrezzature ed i reattivi in dotazione ai laboratori se non previo accordo con il responsabile dell attività didattica o di ricerca in laboratorio ed il responsabile tecnico con funzioni di preposto alla gestione della sicurezza. Possono operare in laboratorio solo i lavoratori che dispongono di adeguata copertura assicurativa. La polizza d assicurazione deve prevedere sia la copertura dei danni che il lavoratore può patire a causa di incidenti ed infortuni che la responsabilità civile verso terzi. 3

4 5. Divieti E vietato: 1) impiegare reattivi e preparati chimici senza prima aver consultato le schede di sicurezza utili per conoscere le caratteristiche fisiche e chimiche della sostanza e la sua eventuale pericolosità; 2) mescolare fra loro sostanze diverse senza prima aver verificato la loro compatibilità chimica; 3) guardare e annusare dentro provette, beute o contenitori; 4) forzare la vetreria, i tappi o le connessioni smerigliate bloccate; 5) toccare i reattivi con le mani; 6) aspirare liquidi con la bocca; 7) muoversi troppo bruscamente e /o correre ; 8) mangiare, bere e fumare in laboratorio; 9) utilizzare i lettori video, i lettori audio mp3 e le connessioni internet per svago. Le connessioni internet, utilizzate per intrattenimento oltre a non essere previste dalle condizioni di utilizzo della rete internet interuniversitaria, contribuiscono a ridurre il livello di attenzione del lavoratore in laboratorio e, conseguentemente, aumentano la probabilità di incidenti; 10) utilizzare la spruzzetta in modo improprio (ad esempio giocare con gli schizzi d acqua); 11) dirigere verso di sé o altre persone i contenitori nel cui interno sono in atto reazioni da cui potrebbero generarsi schizzi o vapori pericolosi; 12) modificare l ubicazione di apparecchiature, macchinari e reattivi senza prima aver interpellato il responsabile dell attività didattica o di ricerca in laboratorio, il docente guida, il responsabile tecnico con funzioni di preposto alla gestione della sicurezza; 13) smaltire i rifiuti speciali di laboratorio in deroga alle disposizioni contenute nell apposito regolamento interno di dipartimento; 14) improvvisarsi elettricisti tentando di riparare apparecchiature e macchinari senza la necessaria preparazione tecnica; 15) toccare parti di circuiti elettrici in tensione; 16) far funzionare dispositivi elettrici in zone del laboratorio dove c è ristagno di acqua o di altri liquidi. 6. Consigli e raccomandazioni 4

5 Si raccomanda di: 1) usare un camice di colore bianco, preferibilmente anti-acido; 2) non lasciare i telefoni cellulari accesi in prossimità di macchine ed apparecchiature per evitare che possibili interferenze possano alterare il regolare funzionamento delle stesse; 3) evitare di indossare ciondoli, collane, bracciali, borse e zainetti durante l esecuzione degli esperimenti; 4) prestare la massima attenzione quando si svolgono operazioni ritenute pericolose; 5) annotare calcoli, schemi e procedure su un block notes ordinato e facilmente consultabile. 7. Regolamentazione degli accessi ai laboratori L accesso ai laboratori didattici e di ricerca del è consentito solo al personale autorizzato. E il responsabile dell attività didattica o di ricerca di laboratorio che, all inizio di ogni anno, redige un elenco in cui sono indicati i lavoratori a cui è consentito l accesso nei laboratori di sua competenza ed è sua cura aggiornarlo in caso di reclutamento di nuovi lavoratori. Non è ammesso l ingresso ai laboratori ad amici, conoscenti e parenti di lavoratori e studenti se non previa autorizzazione del responsabile dell attività didattica e di ricerca in laboratorio. Visite guidate da parte di scolaresche presso i laboratori del Dipartimento possono aver luogo solo dopo aver ricevuto il nulla osta dal Direttore sentito il parere del responsabile dell attività didattica o di ricerca in laboratorio. Si rammenta, inoltre, che è assolutamente vietato operare in laboratorio da soli. Gli studenti, i tirocinanti, i volontari, i dottorandi ed i titolari di borse di studio ed assegni di ricerca devono svolgere l attività di laboratorio in presenza del docente guida e/o del responsabile dell attività didattica o di ricerca in laboratorio. Eventuali deroghe rispetto a tale disposizione devono essere autorizzate in forma scritta dal responsabile dell attività didattica o di ricerca in laboratorio. Quest ultimo ed il responsabile tecnico con funzione di preposto alla gestione della sicurezza, infine, svolgono attività di sorveglianza e controllo circa il rispetto delle norme di sicurezza da parte dei lavoratori limitatamente ai propri orari di servizio. Possono accedere ai laboratori, oltre l orario di servizio del personale strutturato, solo i lavoratori autorizzati in forma ufficiale dal responsabile dell attività didattica o di ricerca in laboratorio. E consentito, inoltre, l accesso ai laboratori in assenza del personale e fuori dagli orari di servizio ai soli addetti alle pulizie. Questi ultimi devono chiedere le chiavi di accesso al custode. Il responsabile dell attività didattica o di ricerca in laboratorio, se ritiene opportuno, può dare una copia delle suddette chiavi al personale di laboratorio previa accettazione dello stesso. In alternativa il lavoratore può utilizzare le chiavi in dotazione al custode e restituirle allo stesso al termine del turno lavorativo. Presso Dipartimento di Scienze Agrarie, degli Alimenti e sono operativi laboratori sia didattici che di ricerca di uso comune. Qualora siano previste più utenze è necessario attenersi alle seguenti disposizioni: 1) il docente che intende utilizzare il laboratorio di uso comune per finalità didattiche e/o di ricerca deve formulare richiesta scritta al Direttore di dipartimento sentito il parere del responsabile dell attività didattica o di ricerca del laboratorio; 5

6 2) il docente o suo delegato deve controllare se la dotazione di sicurezza del laboratorio che gli è stato affidato è adeguata alla sperimentazione che intende svolgervi. Provvederà eventualmente ad integrarla se ritenuta inadeguata e/o insufficiente; 3) il docente che riceve in affidamento il laboratorio, con riferimento ai rischi e pericoli correlati alla sperimentazione che intende svolgere, si assume ogni responsabilità rispetto a persone e cose liberando da ogni onere il responsabile dell attività didattica e di ricerca in laboratorio ed il preposto alla gestione della sicurezza. Una copia del presente regolamento verrà rilasciata ad ogni addetto di laboratorio che la controfirmerà per accettazione incondizionata. In mancanza di tale assenso al lavoratore non è consentito l ingresso e l utilizzo del laboratorio. Nome del lavoratore e/o studente Firma Note: 6

Prot. 3806 /A23 del 3/12/2015. Ai Responsabili dei Laboratori di Fisica, Informatica, Chimica. Oggetto: divulgazione regolamenti di laboratorio.

Prot. 3806 /A23 del 3/12/2015. Ai Responsabili dei Laboratori di Fisica, Informatica, Chimica. Oggetto: divulgazione regolamenti di laboratorio. Oggetto: divulgazione regolamenti di laboratorio. Ai Responsabili dei Laboratori di Fisica, Informatica, Chimica In ottemperanza alle indicazioni relative alla sicurezza nei posti di lavoro (D.Lgs. 81/08),

Dettagli

Norme di comportamento per lo studente che compie un esperienza di tirocinio

Norme di comportamento per lo studente che compie un esperienza di tirocinio Norme di comportamento per lo studente che compie un esperienza di tirocinio 1. In quanto assimilato a lavoratore dipendente lo studente è tenuto al segreto professionale,, pertanto non può rivelare informazioni

Dettagli

Scienze laboratorio: I RISCHI

Scienze laboratorio: I RISCHI Queste note pratiche presentano i rischi che si incontrano durante le esercitazioni di laboratorio e i comportamenti corretti da tenere. Seguire queste indicazioni servirà non solo a ridurre il rischio

Dettagli

CHIMICA REGOLAMENTO DI LABORATORIO

CHIMICA REGOLAMENTO DI LABORATORIO ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE A. MEUCCI Sede A. Meucci Via Marina Vecchia, 230 54100 MASSA (MS) Tel. 0585 252708-fax.0585 251012 Sede G. Toniolo Via XXVII Aprile, 8/10 54100 MASSA (MS) Tel. 058541284 fax

Dettagli

Ma,.. sapete chi è il vero Responsabile della. Sicurezza?

Ma,.. sapete chi è il vero Responsabile della. Sicurezza? L Istituzione che vi ospita, l Università nel nostro caso, ha il compito di: mettervi a disposizione le condizioni per un lavoro sicuro fornirvi l equipaggiamento per operare in sicurezza provvedere alla

Dettagli

LA SICUREZZA IN LABORATORIO. di F. Luca

LA SICUREZZA IN LABORATORIO. di F. Luca LA SICUREZZA IN LABORATORIO di F. Luca IN LABORATORIO NORME DI COMPORTAMENTO X. NON correre. NON ingombrare con gli zaini lo spazio intorno ai banconi di lavoro o in prossimità delle uscite X. NON mangiare

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO STATALE Alessandro Tassoni Modena. INFORMAZIONI SULLA SICUREZZA e NORME DI COMPORTAMENTO nel LABORATORIO DI CHIMICA

LICEO SCIENTIFICO STATALE Alessandro Tassoni Modena. INFORMAZIONI SULLA SICUREZZA e NORME DI COMPORTAMENTO nel LABORATORIO DI CHIMICA LICEO SCIENTIFICO STATALE Alessandro Tassoni Modena INFORMAZIONI SULLA SICUREZZA e NORME DI COMPORTAMENTO nel LABORATORIO DI CHIMICA Il presente opuscolo vuole offrire un informazione/ formazione essenziale

Dettagli

Norme sicurezza e procedure LABORATORIO DI FISICA

Norme sicurezza e procedure LABORATORIO DI FISICA ! Norme sicurezza e procedure LABORATORIO DI FISICA FIRME PRESA VISIONE LABORATORIO DI FISICA NORME DI SICUREZZA Premessa Nel laboratorio di fisica, per il particolare tipo di operazioni che vi si eseguono

Dettagli

SICUREZZA CHI SA COSA STA FACENDO VIVE BENE E A LUNGO E NON PROVOCA DANNO AL VICINO

SICUREZZA CHI SA COSA STA FACENDO VIVE BENE E A LUNGO E NON PROVOCA DANNO AL VICINO SICUREZZA CHI SA COSA STA FACENDO VIVE BENE E A LUNGO E NON PROVOCA DANNO AL VICINO SICUREZZA DPI DISPOSITIVI PROTEZIONE INDIVIDUALE CAMICE GUANTI OCCHIALI PROTETTIVI VANNO INDOSSATI SEMPRE IN LABORATORIO

Dettagli

LICEO CLASSICO F. SCADUTO BAGHERIA

LICEO CLASSICO F. SCADUTO BAGHERIA LICEO CLASSICO F. SCADUTO BAGHERIA DIPARTIMENTO DI FISICA, CHIMICA E SCIENZE NATURALI in ottemperanza al D.lgs. 81/2008 NORME DI FORMAZIONE ED INFORMAZIONE SULLA SICUREZZA E SALUTE NEL LABORATORIO DI SCIENZE

Dettagli

Norme di sicurezza e comportamentali del personale autorizzato a lavorare nei locali adibiti a Camera Pulita

Norme di sicurezza e comportamentali del personale autorizzato a lavorare nei locali adibiti a Camera Pulita Pag. 1 di 5 Norme di sicurezza e comportamentali del personale autorizzato a lavorare nei locali adibiti a Camera Pulita Premessa Questa nota è indirizzata al personale, dipendente e/o associato, autorizzato

Dettagli

1. INTRODUZIONE 2. ANALISI DEI RISCHI

1. INTRODUZIONE 2. ANALISI DEI RISCHI 1. INTRODUZIONE La normativa di riferimento per la sicurezza resta il Testo Unico (T.U.) per la sicurezza sui luoghi di lavoro ovvero il decreto legislativo 81/2008. In esso si evince chiaramente come

Dettagli

REGOLAMENTO DEI LABORATORI SCIENTIFICI

REGOLAMENTO DEI LABORATORI SCIENTIFICI REGOLAMENTO DEI LABORATORI SCIENTIFICI Norme di sicurezza e prevenzione degli infortuni nei laboratori Redatto dall insegnante Responsabile dei Laboratori per l'applicazione del T.U.81/2008 e del D.Lgs

Dettagli

ALLEGATO N.5 PROCEDURE E PROTOCOLLI DI SICUREZZA NELL?USO DEI LABORATORI DI MICRO BIOLOGIA, SCIENZE DELLA TERRA E DI CHIMICA

ALLEGATO N.5 PROCEDURE E PROTOCOLLI DI SICUREZZA NELL?USO DEI LABORATORI DI MICRO BIOLOGIA, SCIENZE DELLA TERRA E DI CHIMICA D.LGS. 626/94 APPLICAZIONE DELLE NORME DI SICUREZZA ALLEGATO N.5 PROCEDURE E PROTOCOLLI DI SICUREZZA NELL?USO DEI LABORATORI DI MICRO BIOLOGIA, SCIENZE DELLA TERRA E DI CHIMICA PROCEDURE E PROTOCOLLI DI

Dettagli

REGOLAMENTO DEI LABORATORI SCIENTIFICI

REGOLAMENTO DEI LABORATORI SCIENTIFICI 1 di 7 REGOLAMENTO DEI LABORATORI SCIENTIFICI I laboratori dovranno essere lasciati chiusi a chiave. Dispongono di una chiave personale: gli Insegnanti di Scienze l Assistente. Copie della chiavi sono

Dettagli

SIMBOLI CONSIGLI DI PRUDENZA S1 - S2 - S3 - S13 - S20 - S27 - S28 - S35 TOSSICO S36 - S37 - S38 - S39 - S46 - S53

SIMBOLI CONSIGLI DI PRUDENZA S1 - S2 - S3 - S13 - S20 - S27 - S28 - S35 TOSSICO S36 - S37 - S38 - S39 - S46 - S53 CONSIGLI DI PRUDENZA S1 - S2 - S3 - S13 - S20 - S27 - S28 - S35 TOSSICO S36 - S37 - S38 - S39 - S46 - S53 CONSERVARE SOTTO CHIAVE - FUORI DALLA PORTATA DEI BAMBINI - LONTANO DA LOCALI ABITAZIONE - LONTANO

Dettagli

adozione di tutte le misure necessarie per impedire o ridurre la possibilità di contatto con il pericolo

adozione di tutte le misure necessarie per impedire o ridurre la possibilità di contatto con il pericolo PREVENZIONE PROTEZIONE individuazione ed eliminazione dei pericoli alla fonte adozione di tutte le misure necessarie per impedire o ridurre la possibilità di contatto con il pericolo 2 NORME GENERALI DI

Dettagli

Gestione del Rischio Chimico nei laboratori di ricerca e di didattica

Gestione del Rischio Chimico nei laboratori di ricerca e di didattica Gestione del Rischio Chimico nei laboratori di ricerca e di didattica Definizioni Danno: alterazione transitoria o permanente dell organismo umano o/e delle sue funzioni Danno biologico: infortunio o malattia

Dettagli

Sede legale: Via Spalato, 87075 Trebisacce (CS) Tel. e Fax 0981 51725

Sede legale: Via Spalato, 87075 Trebisacce (CS) Tel. e Fax 0981 51725 1 Sede legale: Via Spalato, 87075 Trebisacce (CS) Tel. e Fax 0981 51725 TITOLO VI LABORATORI E BIBLIOTECA Capo I Disciplina comune a tutti i laboratori Art. 74 Laboratori dell Istituto L Istituto dispone

Dettagli

ISTRUZIONE OPERATIVA N. 04 ATTIVITÀ DI RICERCA CHE UTILIZZA ANIMALI DA LABORATORIO

ISTRUZIONE OPERATIVA N. 04 ATTIVITÀ DI RICERCA CHE UTILIZZA ANIMALI DA LABORATORIO ATTIVITÀ DI RICERCA CHE UTILIZZA ANIMALI DA LABORATORIO Revisione 01 - Maggio 2013 A cura di: Servizio Prevenzione, Protezione, Ambiente e Sicurezza 1 ATTIVITÀ DI RICERCA CHE UTILIZZA ANIMALI DA LABORATORIO

Dettagli

DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI PROCEDURE PROCEDURA E. Procedura stoccaggio e smaltimento rifiuti speciali

DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI PROCEDURE PROCEDURA E. Procedura stoccaggio e smaltimento rifiuti speciali DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI PROCEDURE EDIZIONE N 01 REVISIONE N 00 DATA 20/06/08 SEZIONE 09 PAGINA 1 di 2 PROCEDURA E Procedura stoccaggio e smaltimento rifiuti speciali La gestione di un rifiuto

Dettagli

ISTITUTO ATERNO-MANTHONE'

ISTITUTO ATERNO-MANTHONE' ISTITUTO ATERNO-MANTHONE' INTRODUZIONE Il termine sicurezza nella comune accezione indica una caratteristica di ciò che non presenta pericoli o ne è ben difeso. Sicurezza è una caratteristica anche delle

Dettagli

D.Lgs. 81/08 Titolo IX SOSTANZE PERICOLOSE

D.Lgs. 81/08 Titolo IX SOSTANZE PERICOLOSE Dipartimento Sanità Pubblica SERVIZI PREVENZIONE SICUREZZA AMBIENTI DI LAVORO DALLA SCUOLA UN LAVORO SICURO Corso L ABC della Sicurezza e Igiene sul Lavoro STOP DALLA SCUOLA UN LAVORO SICURO Corso L ABC

Dettagli

La gestione dei laboratori: le norme tecniche

La gestione dei laboratori: le norme tecniche Gestione dei laboratori e delle sostanze pericolose a scuola 1 SEGMENTO QUALIFICAZIONE di BASE (ex Art.3) Funzionalità e sicurezza nei laboratori La gestione dei laboratori: le norme tecniche I requisiti

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEI LABORATORI INDICE

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEI LABORATORI INDICE REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEI LABORATORI INDICE ARGOMENTO PAG. 1 Regolamento 2 2 Obblighi e responsabilità in tema di sicurezza ed igiene del lavoro nei laboratori scolastici 2 3 Responsabilità 3 4 Apertura

Dettagli

PROCEDURA OPERATIVA USO E MANIPOLAZIONE DI SOSTANZE CANCEROGENE E MUTAGENE

PROCEDURA OPERATIVA USO E MANIPOLAZIONE DI SOSTANZE CANCEROGENE E MUTAGENE UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA PROCEDURA OPERATIVA USO E MANIPOLAZIONE DI SOSTANZE CANCEROGENE E MUTAGENE A cura di: Servizio Prevenzione e Protezione Servizio di Prevenzione e Protezione Data: 03/03/2015

Dettagli

TITOLO VII : REGOLAMENTO DEI LABORATORI DI INFORMATICA

TITOLO VII : REGOLAMENTO DEI LABORATORI DI INFORMATICA TITOLO VI : REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA Art.71 (Norme generali).la biblioteca è luogo finalizzato alla consultazione e al prestito dei testi, all uso didattico con sussidi multimediali e di rete, allo

Dettagli

ALCUNE NORME PRINCIPALI DI SICUREZZA DA SEGUIRE IN UN LABORATORIO CHIMICO

ALCUNE NORME PRINCIPALI DI SICUREZZA DA SEGUIRE IN UN LABORATORIO CHIMICO ALCUNE NORME PRINCIPALI DI SICUREZZA DA SEGUIRE IN UN LABORATORIO CHIMICO Versione 28 febbraio 2003: per "Laboratorio di Chimica" per Scienze Biologiche Dott. Claudio Tavagnacco UN LABORATORIO CHIMICO

Dettagli

Norme di comportamento del personale autorizzato a lavorare nei locali del Servizio di Calcolo

Norme di comportamento del personale autorizzato a lavorare nei locali del Servizio di Calcolo Pag. 1 di 7 Norme di comportamento del personale autorizzato a lavorare nei locali del Servizio di Calcolo PREMESSA Questa nota e indirizzata al personale dipendente dell INFN e/o ad esso assimilato che

Dettagli

VADEMECUM PER LA SICUREZZA LABORATORIO DIDATTICO DI CHIMICA

VADEMECUM PER LA SICUREZZA LABORATORIO DIDATTICO DI CHIMICA VADEMECUM PER LA SICUREZZA LABORATORIO DIDATTICO DI CHIMICA Dipartimento di Ingegneria Chimica Materiali Ambiente Università Sapienza di Roma NORME DI CARATTERE GENERALE Correre, bere, mangiare, fumare,

Dettagli

REGOLAMENTO AZIENDALE DI ACCESSO DEPURATORE DI BASSANO DEL GRAPPA

REGOLAMENTO AZIENDALE DI ACCESSO DEPURATORE DI BASSANO DEL GRAPPA Reg. n. 05 REGOLAMENTO AZIENDALE DI ACCESSO DEPURATORE DI BASSANO DEL GRAPPA (Art. 26 D.Lgs. 81/08) In relazione alle disposizioni previste dall art. 26 del D.Lgs. n. 81/2008 comma 1, il quale prevede

Dettagli

Codice Ambientale. Scopo e campo di applicazione. Definizioni

Codice Ambientale. Scopo e campo di applicazione. Definizioni Codice Ambientale Scopo e campo di applicazione Il presente documento, regola le norme che il personale della Società Nava deve rispettare nell esecuzione dei servizi di pulizia in merito alle modalità

Dettagli

Informazioni sulla Segnaletica di Sicurezza da adottare

Informazioni sulla Segnaletica di Sicurezza da adottare Informazioni sulla Segnaletica di Sicurezza da adottare Introduzione Poiché, anche a seguito della valutazione effettuata in conformità all art. 4, comma 1, del D.Lvo 626/94, risultano rischi che non possono

Dettagli

DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI PROCEDURE PROCEDURA M. Norme operative accesso ai laboratori

DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI PROCEDURE PROCEDURA M. Norme operative accesso ai laboratori DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI PROCEDURE EDIZIONE N 01 REVISIONE N 00 DATA 20/06/08 SEZIONE 09 PAGINA 1 di 2 PROCEDURA M Norme operative accesso ai laboratori Il presente allegato costituisce una

Dettagli

Sicurezza nei laboratori di Chimica e Biologia. A cura della prof.ssa Fino Maria Pia

Sicurezza nei laboratori di Chimica e Biologia. A cura della prof.ssa Fino Maria Pia Sicurezza nei laboratori di Chimica e Biologia A cura della prof.ssa Fino Maria Pia Manuale di rischio chimico Sicurezza: caratteristica di ciò che non presenta pericoli o ne è ben difeso. Salvaguardia

Dettagli

Norme e linee guida (regolamento) per un uso corretto delle Risorse Tecnologiche e di Rete dell Istituto Comprensivo Teodoro Ciresola.

Norme e linee guida (regolamento) per un uso corretto delle Risorse Tecnologiche e di Rete dell Istituto Comprensivo Teodoro Ciresola. MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE DELLA LOMBARDIA ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLE PRIMARIE E SECONDARIE DI PRIMO GRADO TEODORO CIRESOLA V.LE BRIANZA

Dettagli

Multimediale e Informatico

Multimediale e Informatico M.I.U.R. Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO Istituto d Istruzione Superiore U.Midossi Via F. Petrarca s.n.c. 01033 Civita Castellana (VT)

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA SICUREZZA-LABORATORI DI CHIMIA, SCIENZE

REGOLAMENTO PER LA SICUREZZA-LABORATORI DI CHIMIA, SCIENZE Istituto Tecnico Internazionale Economico E. Tosi Busto Arsizio Amministrazione Finanza e Marketing Relazioni internazionali Sistemi informativi aziendali Turismo Internazionale Quadriennale CertINT 2012

Dettagli

RISCHI DERIVANTI DALL USO DI APPARECCHIATURE ELETTRICHE

RISCHI DERIVANTI DALL USO DI APPARECCHIATURE ELETTRICHE Pagina 1 di 5 INDICE Scopo Riferimenti normativi Campo di applicazione Responsabilità ed aggiornamento Rischi derivanti dall uso di apparecchiature a funzionamento elettrico Cautele e misure di prevenzione

Dettagli

ORGANIZZAZIONE DELLA SICUREZZA

ORGANIZZAZIONE DELLA SICUREZZA ORGANIZZAZIONE DELLA SICUREZZA Datore di lavoro (Rettore) Servizio di Prevenzione e Protezione Sorveglianza sanitaria Servizio di Radioprotezione Dirigenti RLS Preposti Lavoratori DEFINIZIONI: 1. DATORE

Dettagli

REGOLAMENTO LABORATORI CHIMICA MICROBIOLOGIA FISICA e SCIENZE

REGOLAMENTO LABORATORI CHIMICA MICROBIOLOGIA FISICA e SCIENZE CHIMICA MICROBIOLOGIA FISICA e SCIENZE II laboratorio è un luogo di lavoro e pertanto è soggetto al D.Lgs. 81/2008 sulla prevenzione e la sicurezza sul lavoro. Gli studenti sono assimilati ai lavoratori

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO DEL LABORATORIO DI FISICA a.s. 2014-15

REGOLAMENTO PER L USO DEL LABORATORIO DI FISICA a.s. 2014-15 ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE STATALE MAX PLANCK REGOLAMENTO PER L USO DEL LABORATORIO DI FISICA a.s. 2014-15 Per tutti i DOCENTI che utilizzano il laboratorio: 1) Gli insegnanti cureranno che gli allievi

Dettagli

ISTRUZIONI PREVENTIVE ANTINCENDIO A TUTTO IL PERSONALE

ISTRUZIONI PREVENTIVE ANTINCENDIO A TUTTO IL PERSONALE ISTRUZIONI PREVENTIVE ANTINCENDIO A TUTTO IL PERSONALE MISURE PREVENTIVE PER TUTTI I LAVORATORI E vietato depositare e manipolare sostanze infiammabili in quantità superiori alla normale dotazione prevista.

Dettagli

B2-2. Gestione delle sostanze pericolose a scuola. CORSO DI FORMAZIONE RESPONSABILI E ADDETTI SPP EX D.Lgs. 195/03. MODULO B Unità didattica

B2-2. Gestione delle sostanze pericolose a scuola. CORSO DI FORMAZIONE RESPONSABILI E ADDETTI SPP EX D.Lgs. 195/03. MODULO B Unità didattica SiRVeSS Sistema di Riferimento Veneto per la Sicurezza nelle Scuole Gestione delle sostanze pericolose a scuola MODULO B Unità didattica B2-2 CORSO DI FORMAZIONE RESPONSABILI E ADDETTI SPP EX D.Lgs. 195/03

Dettagli

DUVRI. Per ciascun lotto, i costi della sicurezza, non soggetti a ribasso sono quantificati in 35,00

DUVRI. Per ciascun lotto, i costi della sicurezza, non soggetti a ribasso sono quantificati in 35,00 PROCEDURA, IN ECONOMIA, PER LA SOTTOSCRIZIONE DI ACCORDI QUADRO PER L ACQUISIZIONE DEI SERVIZI DI ASSISTENZA ALLE ATTIVITÁ DI VIGILANZA DELL UFFICIO METROLOGIA LEGALE DELLA CCIAA DI VERONA Lotto 1: CIG

Dettagli

In-formazione in sicurezza?

In-formazione in sicurezza? In-formazione in sicurezza? take it easy, il futuro è nelle tue mani IL RISCHIO NEI LABORATORI Modulo generale per il 1 e il 2 anno INAIL DIREZIONE CENTRALE PREVENZIONE In-formazione in sicurezza? ''take

Dettagli

Regolamento del Laboratorio di Chimica

Regolamento del Laboratorio di Chimica ISTITUTO STATALE DI ISTRUZIONE SUPERIORE Giordano Bruno Viale 1 Maggio, 5-40054 BUDRIO ( 051-6923910 - 6923911-7 051/808234 - C.F. 80074410376 E-mail: isibruno2005@libero.it bois00300a@pec.istruzione.it

Dettagli

SEZIONE S. SPAVENTA REGOLAMENTO LABORATORIO DI CHIMICA, FISICA, SCIENZE. Art.1 NORME PER I DOCENTI

SEZIONE S. SPAVENTA REGOLAMENTO LABORATORIO DI CHIMICA, FISICA, SCIENZE. Art.1 NORME PER I DOCENTI ISTITUTO OMINICOMPRENSIVO Ciampoli-Spaventa Scuola dell Infanzia, Primaria, Secondaria di Primo Grado, Secondaria di Secondo Grado: ITE - Liceo Scientifico - Scientifico S.A. - Ist. Prof.le Socio Sanitario

Dettagli

Parte IV Area personale ATA

Parte IV Area personale ATA Sommario PARTE IV AREA PERSONALE ATA... 1 Art. 29 Norme di comportamento comuni a tutto il Personale A.T.A.... 1 Art. 30 - Norme di comportamento specifiche del Personale amministrativo agli sportelli

Dettagli

LABORATORIO AUTOMAZIONI INDUSTRIALI

LABORATORIO AUTOMAZIONI INDUSTRIALI I.T.I.S. Max Planck Lancenigo di Villorba (TV) LABORATORIO AUTOMAZIONI INDUSTRIALI A) Aspetti generali REGOLAMENTO DEL LABORATORIO 1) Tutti i docenti che, a qualsiasi titolo, utilizzano il laboratorio

Dettagli

I.P. C. Musatti SERVIZI ENOGASTRONOMICI

I.P. C. Musatti SERVIZI ENOGASTRONOMICI I.P. C. Musatti SERVIZI ENOGASTRONOMICI CLASSI PRIME a. s. 2015/2016 Per accedere alle attività didattiche nei laboratori di CUCINA, studentesse e studenti devono indossare le seguenti divise: Giacca bianca

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEI LABORATORI

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEI LABORATORI REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEI LABORATORI PREMESSA Il Regolamento di Laboratorio è volto a garantire la buona conservazione del patrimonio dell'istituto, nel rispetto delle norme di prevenzione degli infortuni.

Dettagli

1. CONSIDERAZIONI GENERALI SUL GRUPPO 2. DISPOSITIVI DI PROTEZIONE INDIVIDUALE (DPI) ELETTROGENO PORTATILE

1. CONSIDERAZIONI GENERALI SUL GRUPPO 2. DISPOSITIVI DI PROTEZIONE INDIVIDUALE (DPI) ELETTROGENO PORTATILE Unione 1. CONSIDERAZIONI GENERALI SUL GRUPPO ELETTROGENO PORTATILE La seguente scheda mostra le norme di sicurezza che deve seguire l operatore di un GRUPPO ELETTROGENO PORTATILE. Le norme qui di seguito

Dettagli

SCHEDA DI SICUREZZA secondo direttiva 2001/58/CE RTV12C 01P-Bottle (0.800 Lbs-0.363 Kg)

SCHEDA DI SICUREZZA secondo direttiva 2001/58/CE RTV12C 01P-Bottle (0.800 Lbs-0.363 Kg) 1. IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/PREPARATO E DELLA SOCIETÀ/IMPRESA Informazioni sul prodotto Marchio : Società : GE Silicones 260 Hudson River Road 12188 Waterford Telefono : Telefax : +49 (0)214/3072397

Dettagli

REGOLAMENTO INTERNO PER I CFP DI ABF corsi di qualifica e diploma professionale

REGOLAMENTO INTERNO PER I CFP DI ABF corsi di qualifica e diploma professionale REGOLAMENTO INTERNO PER I CFP DI ABF corsi di qualifica e diploma professionale Questo documento contiene le norme che regolano la vita interna dei Centri di Formazione Professionale di ABF; tutti devono

Dettagli

Lo Stoccaggio dei Prodotti Fitosanitari

Lo Stoccaggio dei Prodotti Fitosanitari Lo Stoccaggio dei Prodotti Fitosanitari Dal 01/01/15, come previsto dal Piano di Azione Nazionale sull uso sostenibile dei prodotti fitosanitari, diventeranno obbligatorie le norme relative al Deposito

Dettagli

MINISTERO DELL ISTRUZIONE DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO ISTITUTO COMPRENSIVO ANTONIO DE CURTIS

MINISTERO DELL ISTRUZIONE DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO ISTITUTO COMPRENSIVO ANTONIO DE CURTIS Circ. n. 10 Ai docenti Al personale ATA Albo Sito web Prot. N.3657/S2 Oggetto: disposizioni in materia di sicurezza e prevenzione rischi (D. Lgs. 81/08 ex legge 626/94). Per opportuna conoscenza e per

Dettagli

Regolamento dei laboratori: multimediale-informatico multimediale-linguistico

Regolamento dei laboratori: multimediale-informatico multimediale-linguistico MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE - UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO Liceo Classico Statale Sperimentale JAMES JOYCE INDIRIZZO LINGUISTICO E SOCIO-PSICO-PEDAGOGICO 00040 Ariccia (Rm) Via Alcide

Dettagli

REGOLAMENTO DI ACCESSO E UTILIZZO DEI LABORATORI MULTIMEDIALI

REGOLAMENTO DI ACCESSO E UTILIZZO DEI LABORATORI MULTIMEDIALI REGOLAMENTO DI ACCESSO E UTILIZZO DEI LABORATORI MULTIMEDIALI (Art. 1) Individuazione dei laboratori Multimediali Il presente regolamento ha validità per le seguenti aule attrezzate, di seguito denominate

Dettagli

POLITECNICO DI TORINO

POLITECNICO DI TORINO POLITECNICO DI TORINO Dipartimento di Scienza Applicata e Tecnologia Organigramma per la gestione della sicurezza e relativi attori Elemento essenziale per una corretta e funzionale realizzazione delle

Dettagli

LABORATORIO DI CHIMICA E BIOLOGIA MANUALE PRATICO AD USO DELLE CLASSI

LABORATORIO DI CHIMICA E BIOLOGIA MANUALE PRATICO AD USO DELLE CLASSI Istituto di Istruzione Superiore Statale "Iris Versari" Liceo Scientifico - Liceo delle Scienze Umane - Istituto Tecnico Settore Economico LABORATORIO DI CHIMICA E BIOLOGIA MANUALE PRATICO AD USO DELLE

Dettagli

SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATO

SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATO File SE34010902 Informativa per i visitatori e norme di comportamento Data 20.05.14 Lariana Depur SpA Pag. 1 di 7 Contenuto 1. Scopo 2. Politica Aziendale 3. Modalità della visita e responsabilità 4. Responsabilità

Dettagli

REGOLAMENTO DI SICUREZZA PER GLI STUDENTI

REGOLAMENTO DI SICUREZZA PER GLI STUDENTI REGOLAMENTO DI SICUREZZA PER GLI STUDENTI Articolo 1 - Premessa 1. Di seguito sono riassunte le norme generali di prevenzione e quelle di emergenza, alle quali tutti gli studenti-ospiti dell Università

Dettagli

REGOLAMENTO DEI LABORATORI

REGOLAMENTO DEI LABORATORI REGOLAMENTO DEI LABORATORI Il Dirigente Scolastico prof.ssa Concetta Carrozzo PREMESSA I laboratori dell Istituto sono patrimonio comune, pertanto si ricorda che il rispetto e la tutela delle attrezzature

Dettagli

Norme di sicurezza e di comportamento nei laboratori didattici e di ricerca del Campus di Scienze degli Alimenti (versione provvisoria)

Norme di sicurezza e di comportamento nei laboratori didattici e di ricerca del Campus di Scienze degli Alimenti (versione provvisoria) martedì 27 febbraio 2007 Norme di sicurezza e di comportamento nei laboratori didattici e di ricerca del Campus di Scienze degli Alimenti (versione provvisoria) Gli utilizzatori delle strutture di laboratorio

Dettagli

Regolamento per l utilizzo dei Laboratori di Informatica

Regolamento per l utilizzo dei Laboratori di Informatica ISTITUTO SUPERIORE DI TRESCORE BALNEARIO Lorenzo Lotto Istituto Tecnico Commerciale Istituto Professionale per i servizi Commerciali, Turistici e Sociali Via dell'albarotto - 24069 TRESCORE BALNEARIO (Bg)

Dettagli

Regolamento concernente la sicurezza e la salute sui luoghi di lavoro ai sensi del D.Lgs. n. 626 del 19 settembre 1994 e del D.M. 363/98.

Regolamento concernente la sicurezza e la salute sui luoghi di lavoro ai sensi del D.Lgs. n. 626 del 19 settembre 1994 e del D.M. 363/98. Regolamento concernente la sicurezza e la salute sui luoghi di lavoro ai sensi del D.Lgs. n. 626 del 19 settembre 1994 e del D.M. 363/98. Art. 1 - Datore di lavoro 1. Il Rettore, quale Rappresentante legale

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PARMA

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PARMA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PARMA FORMAZIONE INFORMAZIONE PER STUDENTI E SIMILARI AFFERENTI ALLA FACOLTA DI VETERINARIA IN MATERIA DI Sicurezza e Salute dei Lavoratori sul Luogo di Lavoro UNIVERSITA DEGLI

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO VIA BRAVETTA

ISTITUTO COMPRENSIVO VIA BRAVETTA REGOLAMENTO LABORATORIO D INFORMATICA I laboratori della scuola sono patrimonio comune, pertanto si ricorda che il rispetto e la tutela delle attrezzature sono condizioni indispensabili per il loro utilizzo

Dettagli

LICEO REGINA MARGHERITA

LICEO REGINA MARGHERITA LICEO REGINA MARGHERITA Indirizzi: Linguistico Scienze Umane Economico Sociale - Scienze Applicate Tel 089224887 fax 089250588 Via Cuomo n.6 84122 -SALERNO Cod. mecc. SAPM050003 C. F. 80027420654 e-mail

Dettagli

Informativa per la gestione delle emergenze (Si raccomanda di tenere una copia cartacea di questa informativa in luogo accessibile)

Informativa per la gestione delle emergenze (Si raccomanda di tenere una copia cartacea di questa informativa in luogo accessibile) Informativa per la gestione delle emergenze (Si raccomanda di tenere una copia cartacea di questa informativa in luogo accessibile) Norme di comportamento per tutto il personale in caso di Emergenza: Tutto

Dettagli

PROCEDURA DI SICUREZZA

PROCEDURA DI SICUREZZA SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE DAI RISCHI Pagina 1 di 5 PROCEDURA DI SICUREZZA 1. NORME DI COMPORTAMENTO GENERALI 2. Revisione numero Data emissione e/o ultima modifica Approvata da Emessa da S.P.P.R.

Dettagli

SCHEDA n. 5. Le figure costitutive della sicurezza. 1. Le figure costitutive del D. Lgs. 626/ 94. Contenuti e finalità del D. Lgs. 19-9-94, n.

SCHEDA n. 5. Le figure costitutive della sicurezza. 1. Le figure costitutive del D. Lgs. 626/ 94. Contenuti e finalità del D. Lgs. 19-9-94, n. SCHEDA n. 5 Le figure costitutive della sicurezza 1. Le figure costitutive del D. Lgs. 626/ 94 Contenuti e finalità del D. Lgs. 19-9-94, n. 626/94 Il D. Lgs. del 19-9-94 n. 626 recepisce direttive comunitarie

Dettagli

SICUREZZA SUL LAVORO SCHEDE DI SICUREZZA DEI PRODOTTI DETERGENTI

SICUREZZA SUL LAVORO SCHEDE DI SICUREZZA DEI PRODOTTI DETERGENTI SICUREZZA SUL LAVORO SCHEDE DI SICUREZZA DEI PRODOTTI DETERGENTI Ai sensi del Reg. (CE) 1907/2006 e Reg. (CE) 453/2010 SCHEDA SICUREZZA DENOMINAZIONE PRODOTTO: DET. PIATTI LIMONE FLEUR. ML. 1250 CODICE

Dettagli

Modulistica Servizio Protezione Prevenzione: ISTRUZIONI OPERATIVE DI SICUREZZA

Modulistica Servizio Protezione Prevenzione: ISTRUZIONI OPERATIVE DI SICUREZZA Pagina 1 di 5 Nella scuola sono state individuate ed integrate su indicazione del personale, le seguenti misure di prevenzione e protezione: MISURE ANTINCENDIO E DI EMERGENZA Tutto il personale docente

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DON ANGELI REGOLAMENTO LABORATORIO INFORMATICO SECONDARIA MICHELANGELO Parte prima Accesso al laboratorio 1.

ISTITUTO COMPRENSIVO DON ANGELI REGOLAMENTO LABORATORIO INFORMATICO SECONDARIA MICHELANGELO Parte prima Accesso al laboratorio 1. ISTITUTO COMPRENSIVO DON ANGELI REGOLAMENTO LABORATORIO INFORMATICO SECONDARIA MICHELANGELO Parte prima Accesso al laboratorio 1. L accesso al laboratorio e l uso delle attrezzature multimediali è riservato

Dettagli

Regolamento di pasticceria

Regolamento di pasticceria Regolamento di pasticceria Norme igieniche Della persona Non si possono portare orecchini, bracciali, collane e anelli in laboratorio. Avere sempre le mani pulite con unghie corte e senza smalto. Non mettere

Dettagli

MODALITA DI PULIZIA E SANIFICAZIONE DEGLI AMBIENTI E DEGLI ARREDI SCOLASTICI

MODALITA DI PULIZIA E SANIFICAZIONE DEGLI AMBIENTI E DEGLI ARREDI SCOLASTICI Data 30-11-2009 Rev. N. 01 Pagina 1 di 5 MODALITA DI PULIZIA E SANIFICAZIONE DEGLI AMBIENTI E DEGLI ARREDI SCOLASTICI Ddl RSPP RLS INDICE ISTITUTO MAGISTRALE STATALE LEONARDO DA VINCI Data 30-11-2009 Rev.

Dettagli

Regolamento del Laboratorio di Chimica

Regolamento del Laboratorio di Chimica Regolamento del Laboratorio di Chimica Modificato con delibera del Consiglio di Istituto n. 39 del 18/12/2014. Indicazioni generali I locali del Laboratorio di Chimica consistono in un Deposito, uno Studio,

Dettagli

PROCEDURA DI SICUREZZA UTILIZZO DELLE APPARECCHIATURE ELETTRICHE NEGLI UFFICI

PROCEDURA DI SICUREZZA UTILIZZO DELLE APPARECCHIATURE ELETTRICHE NEGLI UFFICI SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE DAI RISCHI Pagina 1 di 6 PROCEDURA DI SICUREZZA 1. UTILIZZO DELLE APPARECCHIATURE ELETTRICHE NEGLI UFFICI 2. Revisione numero Data emissione e/o ultima modifica Approvata

Dettagli

* RISCHIO CHIMICO alcune definizioni

* RISCHIO CHIMICO alcune definizioni * * RISCHIO CHIMICO alcune definizioni Ai sensi dell art. 222 del D.Lgs. 81/08 e smi si intendono per agenti chimici: tutti gli elementi o composti chimici, sia da soli sia nei loro miscugli, allo stato

Dettagli

REGOLAMENTO D ISTITUTO LABORATORIO CHIMICA-FISICA-BIOLOGIA IL CONSIGLIO DI ISTITUTO

REGOLAMENTO D ISTITUTO LABORATORIO CHIMICA-FISICA-BIOLOGIA IL CONSIGLIO DI ISTITUTO ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE SPEZZANO ALBANESE Liceo Sc. V. BACHELET IPA Via Nazionale -87019 (CS) (Tel 0981/953570, Fax 0981/1989904) Codice Meccanografico CSIS05300V Codice fiscale: 88001870786 EMAIL

Dettagli

SICUREZZA IN LABORATORIO In ottemperanza al D.Lgs. 81/08

SICUREZZA IN LABORATORIO In ottemperanza al D.Lgs. 81/08 SICUREZZA IN LABORATORIO In ottemperanza al D.Lgs. 81/08 Il laboratorio chimico può essere un posto di lavoro sicuro se vengono prese alcune precauzioni che possono evitare imprevisti spiacevoli ed incidenti.

Dettagli

2) REGOLAMENTO D ACCESSO E COMPORTAMENTO ALL INTERNO DEL CENTRO DI RACCOLTA

2) REGOLAMENTO D ACCESSO E COMPORTAMENTO ALL INTERNO DEL CENTRO DI RACCOLTA ALLEGATO B 1) SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE La presente procedura ha lo scopo di realizzare le condizioni di massima sicurezza per tutti coloro che intendono conferire materiali/rifiuti nel CENTRO DI RACCOLTA

Dettagli

Esposizione ad agenti biologici

Esposizione ad agenti biologici Esposizione ad agenti biologici Il Titolo X corrisponde al Titolo VIII del D.Lgs. 626/94 di attuazione della direttiva 90/679/CEE, relativa alla protezione di lavoratori contro i rischi derivanti dall

Dettagli

FORMAZIONE ED INFORMAZIONE SULLA SICUREZZA E SALUTE SUL LUOGO DI LAVORO Scheda riassuntiva (da conservare presso la Struttura)

FORMAZIONE ED INFORMAZIONE SULLA SICUREZZA E SALUTE SUL LUOGO DI LAVORO Scheda riassuntiva (da conservare presso la Struttura) FORMAZIONE ED INFORMAZIONE SULLA SICUREZZA E SALUTE SUL LUOGO DI LAVORO Scheda riassuntiva (da conservare presso la Struttura) In ottemperanza alle normative in materia di salute e sicurezza nei luoghi

Dettagli

SOSTANZE PERICOLOSE: Istruzioni per l uso. Introduzione

SOSTANZE PERICOLOSE: Istruzioni per l uso. Introduzione Introduzione Il presente lavoro consta in una serie di schede informative sulle corrette modalità di gestione delle sostanze pericolose ed è indirizzato ai lavoratori dei diversi comparti produttivi. Esso

Dettagli

LICEO GINNASIO STATALE VIRGILIO

LICEO GINNASIO STATALE VIRGILIO MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO LICEO GINNASIO STATALE VIRGILIO Via Giulia, 38 - Roma SICUREZZA NELLA SCUOLA (Opuscolo informativo per

Dettagli

PROCEDURA DI SICUREZZA RELATIVA ALL ACCESSO ALL IMPIANTO BHS AREA SEGREGATA

PROCEDURA DI SICUREZZA RELATIVA ALL ACCESSO ALL IMPIANTO BHS AREA SEGREGATA N pagina 1 PROCEDURA DI SICUREZZA RELATIVA ALL ACCESSO ALL IMPIANTO BHS AREA SEGREGATA N pagina 2 1. INDICE 2. SCOPO...3 3. APPLICABILITA'...3 4. RIFERIMENTI...3 5. RESPONSABILITA'...3 6. DEFINIZIONI...3

Dettagli

I.S.I.S.S. L. Scarambone REGOLAMENTI LABORATORI

I.S.I.S.S. L. Scarambone REGOLAMENTI LABORATORI I.S.I.S.S. L. Scarambone REGOLAMENTI LABORATORI a.s. 2010/2011 REGOLAMENTO LABORATORI DI INFORMATICA (Sede Lecce) I laboratori di informatica sono uno strumento indispensabile e privilegiato per lo svolgimento

Dettagli

Sicurezza e Comportamento in un Laboratorio Chimico

Sicurezza e Comportamento in un Laboratorio Chimico Università degli Studi MagnaGræcia Facoltà di Farmacia Sicurezza e Comportamento in un Laboratorio Chimico Francesco Ortuso Obiettivi Dare informazioni sul comportamento da tenere in laboratorio. Porre

Dettagli

Fattori di rischio a scuola 2 a parte CORSO DI FORMAZIONE REFERENTI DI PLESSO PER LA SICUREZZA. Unità didattica 2.1

Fattori di rischio a scuola 2 a parte CORSO DI FORMAZIONE REFERENTI DI PLESSO PER LA SICUREZZA. Unità didattica 2.1 Fattori di rischio a scuola 2 a parte Unità didattica CORSO DI FORMAZIONE REFERENTI DI PLESSO PER LA SICUREZZA 2.1 Rischio nelle attività di pulizia I prodotti chimici Sono da considerare potenzialmente

Dettagli

La Normativa di Sicurezza nelle Università- PREVENZIONE DAGLI AGENTI CHIMICI

La Normativa di Sicurezza nelle Università- PREVENZIONE DAGLI AGENTI CHIMICI La Normativa di Sicurezza nelle Università- PREVENZIONE DAGLI AGENTI CHIMICI A cura Dell ing. Sabina Spagnolo E dell Ufficio Sicurezza e Qualità del Dipartimento di Ingegneria dell Innovazione Coordinatore

Dettagli

ETICHETTATURA DELLE SOSTANZE PERICOLOSE "Frasi di Rischio" ( R ) e "Consigli di Prudenza" ( S )

ETICHETTATURA DELLE SOSTANZE PERICOLOSE Frasi di Rischio ( R ) e Consigli di Prudenza ( S ) ETICHETTATURA DELLE SOSTANZE PERICOLOSE "Frasi di Rischio" ( R ) e "Consigli di Prudenza" ( S ) La Legge 29 Maggio 1974, N 0 256 obbliga tutti i fabbricanti di prodotti aventi determinate caratteristiche

Dettagli

ELENCO DELLE FRASI DI RISCHIO R E DEI CONSIGLI DI PRUDENZA S E DELLE LORO RELATIVE COMBINAZIONI ELENCO DELLE FRASI DI RISCHIO R

ELENCO DELLE FRASI DI RISCHIO R E DEI CONSIGLI DI PRUDENZA S E DELLE LORO RELATIVE COMBINAZIONI ELENCO DELLE FRASI DI RISCHIO R Le sigle R e S sempre presenti sulle etichette dei prodotti chimici utilizzati in laboratorio rappresentano rispettivamente una definizione dei rischi specifici connessi con l impiego della sostanza chimica

Dettagli

I.I.S. BODONI - PARAVIA LA SICUREZZA NEL LABORATORIO DIDATTICO DI CHIMICA E TECNOLOGIA FOTOGRAFICA

I.I.S. BODONI - PARAVIA LA SICUREZZA NEL LABORATORIO DIDATTICO DI CHIMICA E TECNOLOGIA FOTOGRAFICA 1 di 15 LA SICUREZZA NEL LABORATORIO DIDATTICO DI CHIMICA E TECNOLOGIA FOTOGRAFICA Vademecum per gli studenti in ottemperanza al D.L. 81/2008 2 di 15 Queste note pratiche presentando i rischi che si incontrano

Dettagli

LA CULTURA DELLA PREVENZIONE NELLA SCUOLA. Documento di lavoro a cura di Paola Ricci. RISCHIO: Conoscere per prevenire

LA CULTURA DELLA PREVENZIONE NELLA SCUOLA. Documento di lavoro a cura di Paola Ricci. RISCHIO: Conoscere per prevenire LA CULTURA DELLA PREVENZIONE NELLA SCUOLA Documento di lavoro a cura di Paola Ricci RISCHIO: Conoscere per prevenire CONTENUTI / FINALITA / NUCLEI FONDANTI DI COMPETENZA Scuola secondaria di primo grado

Dettagli

ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE P. HENSEMBERGER. Oggetto : Informazioni e disposizioni sulla vita della scuola.

ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE P. HENSEMBERGER. Oggetto : Informazioni e disposizioni sulla vita della scuola. ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE P. HENSEMBERGER ISTITUTO TECNICO : Elettrotecnica, Informatica, Meccanica e Meccatronica LICEO SCIENTIFICO SCIENZE APPLICATE Via Berchet 2-20900 Monza 039324607 - Fax 039322122

Dettagli

ACCOGLIENZA NUOVA OSPITE

ACCOGLIENZA NUOVA OSPITE CASA DI SECONDA ACCOGLIENZA DI CARPI Via Puccini, n. 17-19 ACCOGLIENZA NUOVA OSPITE Agape di Mamma Nina Ramo ONLUS della Pia Fondazione Casa della Divina Provvidenza, Ente Ecclesiastico civilmente riconosciuto

Dettagli

REGOLAMENTO BIBLIOTECA

REGOLAMENTO BIBLIOTECA REGOLAMENTO BIBLIOTECA di INGEGNERIA Art. 1) Art.2) Art. 3) Art. 4) Art. 5) Art. 6) Art. 7) Art. 8) La Biblioteca di Ingegneria mette a disposizione dell utenza un organica raccolta di periodici, libri

Dettagli