ANNO 18 # 03 OTTOBRE 2013 BOLLETTINO DELL INNOVAZIONE TECNOLOGICA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ANNO 18 # 03 OTTOBRE 2013 BOLLETTINO DELL INNOVAZIONE TECNOLOGICA"

Transcript

1 ANNO 18 # 03 OTTOBRE 2013 BOLLETTINO DELL INNOVAZIONE TECNOLOGICA

2 #03 ottobre editoriale 3 brantabee 4 mdp srl material design & processing 7 istituto nazionale di fisica nucleare 10 VIS4 srl 14 B.I.T. Bollettino dell Innovazione Tecnologica Periodico bimestrale di informazione aziendale Anno 18 numero 3 - ottobre 2013 Edito da: Umbria Innovazione s.c.a r.l. Sede legale: Strada delle Campore TERNI Tel.: Fax: Registrazione n. 7/96 del 16/03/1996 del Tribunale di Perugia Direttore editoriale GIUSEPPE CARDONI Direttore responsabile TIBERIO GRAZIANI Responsabile di redazione SUSANNA PAONI Ufficio Stampa ELISA PARADISI Hanno collaborato a questo numero: VALERIA MANNA ELISABETTA BONCIO CATHLEEN FODERARO ANDREA MASSOLI SIMONETTA SPITONI Progetto grafico MARCO PALONE collezione dei lieviti industriali dbvpg 17 laboratorio di colture in vitro 22 ce.s.a.r 25 sira lab 28 wisepower 30 ciriaf 33 master up 36 tree srl 38 en4 42 mercato 45 innovazione 48 agenda 53

3 Editoriale L importanza della ricerca per lo sviluppo e la crescita delle economie regionali L innovazione e la crisi L innovazione costituisce sempre di più il cardine su cui imperniare lo sviluppo delle economie territoriali. In un epoca di particolare crisi economico-finanziaria sistemica, quale quella attuale, l introduzione di processi e di prodotti innovativi nel circuito produttivo locale rappresenta l opportunità/necessità per le imprese sia di aumentare il proprio grado di competitività, sia di ri-attivare le dinamiche di crescita e sviluppo. L importanza della qualità dell innovazione in un modo competitivo Sei un centro di ricerca? Vuoi partecipare alla poster section? Umbria Innovazione Dott.ssa Elisa Paradisi Tel *Le schede delle offerte di competenza regionali possono essere consultate on-line all indirzzo: competenzediricercainumbria Affinché le imprese umbre possano competere con successo, occorre che l innovazione introdotta sia una innovazione di qualità, di alta qualità, come quella generata dai centri di ricerca universitari e privati e da aziende innovative. Il raccordo costante tra il sistema della ricerca e quello delle imprese deve, pertanto, essere ripensato proprio nel quadro di ricerche fruibili in tempi brevi dal sistema produttivo ed in ragione di un elevato livello di qualità. La ricerca umbra a favore delle imprese Proprio in considerazione dei due criteri sopra esposti (fruibilità a breve della ricerca e qualità dell innovazione), Umbria Innovazione ritiene opportuno, con la pubblicazione di questo numero di BIT, dedicato all offerta scientifica e tecnologica dei principali centri di ricerca umbri e da altri detentori di competenze, che si consolidi un canale comunicativo tra imprese e operatori della ricerca. BIT Speciale POSTER SECTION vuol essere un numero in progress che verrà continuamente incrementato con la pubblicazione di nuove offerte di competenze e con esperienze di integrazione di successo tra impresa e ricerca.

4

5 Industrial Design Se hai una grande idea non lasciarla nel cassetto, make your idea! Brantabee: abbiamo la soluzione per te!

6 BRANTABEE S.A.S. DI DIEGO PEPINI & C. Sede principale e altre sedi operative Via Dottori Passignano sul Trasimeno (PG) - ITALY Via Collelungo, 20 - int Taverne di Corciano (PG) - ITALY Persona/e di contatto e indirizzi Diego Pepini - Massimo Mearini - Contatti tel.: Mobile: fax: Skype: brantabee ITALIA Sito web: PRINCIPALI ATTIVITÀ E SETTORE TECNOLOGICO Brantabee opera nel settore della ideazione, progettazione, sviluppo di prodotti e servizi innovativi destinati a vari settori industriali ed in particolar modo alle imprese di produzione di beni che competono in mercati dove design, innovazione e velocità di lancio di nuovi prodotti costituiscono fattori fondamentali per la realizzazione di un vantaggio competitivo duraturo. Brantabee è per i propri clienti il partner che li supporta nel processo di analisi, sviluppo e introduzione dell innovazione tecnologica e funzionale dei prodotti: partendo dallo studio dello stato dell arte dell innovazione ed in funzione del settore, si passa alla capacità di progettare in funzione del processo produttivo e a pianificare i tempi di sviluppo dei nuovi prodotti, evitando i problemi di qualità e minimizzando il numero di modifiche durante il ciclo di vita, aumentando le potenzialità delle aziende ad alto livello di innovatività, soprattutto in una fase storica dove, comunque, la pressione competitiva sui costi è molto elevata. Competenze e know-how Organizzazione Aziendale, Pianificazione Strategica, Marketing Strategico, Ricerche di mercato, Servizi Tecnici per Progettazione di Prodotto e Processo, Organizzazione della Produzione, Sistemi di Miglioramento e analisi del prodotto/ processo, Analisi logistica Catena della Fornitura. Dotazioni tecnologiche Software modellazione e progettazione 3D; software PDM Risultati della ricerca Fin dalla sua costituzione la società ha collaborato a progetti che hanno ottenuto vari riconoscimenti e premi (Ministero dello Sviluppo Economico), alla concessione di varie tutele della proprietà intellettuale in Italia e all Estero. Consulenza per ideazione progettazione SERVIZI E PRODOTTI OFFERTI sviluppo di nuovi prodotti. Realizzazione di prototipi e pre-serie di produzione. Il cliente può essere una pmi o una grande impresa che opera come produttore di prodotti propri. L azienda vanta molteplici esperienze nel campo della meccatronica, dei macchinari Industriali con design personalizzato, della difesa e aerospazio. BRANTABEE / INDUSTRIAL DESIGN

7 TORRETTA DISTRIBUZIONE SERVIZI (SETTORE FASHION / BEAUTY) Cosa fa. Torretta distribuzione servizi (energia elettrica, aria compressa, rete dati, illuminazione) per isola di lavoro. Esigenza. Il cliente, (gruppo Gucci leader mondiale nel settore fashion), aveva necessità di un innovativa torretta distribuzione servizi che si adattasse alla rinnovata organizzazione del processo produttivo in ottica lean production. La torretta, oltre ad erogare i servizi, è dotata di corpi illuminanti montati su bracci in modo da rendere ideale l illuminazione delle aree di lavoro. Infine, la torretta servizi doveva essere caratterizzata da un design innovativo in grado di sottolineare il livello di eccellenza delle produzioni realizzate nello stabilimento. Servizi proposti. Concept di Prodotto, Engineering,Prototipazione, Industrializzazione, Riduzione costi di prodotto, Ricerca e selezione fornitori,contract Product Manufacturing,Riorganizzazione processi di produzione. Soluzione. La torretta distribuzione servizi è stata ideata e sviluppata per rispondere alle esigenze di flessibilità produttiva necessarie al nuovo modello di organizzazione. E stato realizzato il primo prototipo che è stato testato sul campo. Infine è stata realizzata la produzione e istallazione del nuovo prodotto.

8

9 A corto di idee? Cerchiamo insieme soluzioni innovative MDP material end design processing Ricerca e sviluppo sui materiali MDP SRL MATERIAL DESIGN & PROCESSING

10 MDP SRL MATERIAL DESIGN & PROCESSING Sede principale e altre sedi operative Strada di Pentima, Terni (TR) Persona/e di contatto e indirizzi Ing. Iannoni Antonio Ing. Andrea Terenzi Contatti Tel/Fax: Sito web: PRINCIPALI ATTIVITÀ E SETTORE TECNOLOGICO La M.D.P. S.r.l. ha come missione quella di fornire assistenza e supporto alle piccole e medie imprese, nei campi della progettazione e della ricerca e sviluppo, fornendo una serie di consulenze ampie e diversificate, che risultano necessarie alle imprese nell ambito delle tecnologie avanzate e dell innovazione di prodotti e di processi, che si possono tradurre in una maggiore competitività a livello nazionale ed internazionale. L azienda risponde, quindi, alle richieste dell industria valorizzando sul mercato i risultati della ricerca sui materiali ed i processi industriali avanzati. Competenze e know-how La MDP S.r.l. è attiva nei seguenti settori di Ricerca e Sviluppo nel campo dei materiali: Polimeri Compositi a matrice polimerica Nanocompositi a matrice polimerica Materiali nanostrutturati Fornisce inoltre servizi avanzati di analisi degli impatti ambientali (Life Cycle Analysis) di prodotti e processi utilizzando la metodologia LCA, modellazione agli elementi finiti (FEM), modellazione e simulazione di processi industriali, caratterizzazione delle proprietà chimico-fisiche, termiche, meccaniche, reologiche e di superficie di diverse tipologie di materiali (polimerici, metallici e ceramici). Tali caratterizzazioni sono svolte in collaborazione con il gruppo di ricerca di Scienza e Tecnologia dei Materiali dell Università di Perugia. La M.D.P. S.r.l. ha inoltre maturato nel corso degli anni una profonda esperienza nel campo di progetti di ricerca internazionali per lo sviluppo di materiali innovativi, compositi e nanocompositi a base polimerica. Tali attività sono svolte in collaborazione con partner accademici, quali l Università di Perugia, laboratorio di scienza e tecnologia dei materiali, ed industriali provenienti da Paesi anche al di fuori della Comunità Europea. SERVIZI E PRODOTTI OFFERTI SCELTA DEI MATERIALI Data l esperienza e preparazione nel campo della Scienza dei Materiali, la fase di scelta e di ottimizzazione del materiale e del processo rappresenta uno dei punti di forza dell intero servizio fornito dalla M.D.P. Questa fase, infatti, oltre ad essere un momento essenziale nell ambito di una progettazione accurata ed efficace costituisce, inoltre, un importante servizio di consulenza per quelle aziende che, già in possesso di un progetto, vogliano ottimizzare il prodotto finale tramite la scelta del materiale più opportuno, rispondente alle loro esigenze. La selezione e l ottimizzazione del materiale stesso può essere realizzata dalla M.D.P. mediante: consultazione bibliografica su riviste specializzate e di settore consultazione di banche dati visita di fiere e manifestazioni esperienze aziendali e collaborazioni con altri centri ricerca ed Università REALIZZAZIONE DI PROTOTIPI O MINISERIE La maggior parte delle competenze appena viste possono essere opportunamente abbinate all utilizzo di macchinari a nostra disposizione quali estrusore, pressa ad iniezione, pressa a piani caldi, stampi ecc., al fine di realizzare un prototipo o una miniserie in materiale polimerico. MDP SRL MATERIAL DESIGN & PROCESSING

11 TRASFERIMENTO TECNOLOGICO Assistenza Tecnica progettazione del prodotto. studi di fattibilità. analisi dei costi di produzione. ottimizzazione del processo di produzione. prove e verifiche funzionali sui prototipi. PROJECT MANAGEMENT redazione di progetti di ricerca pubblicazioni e partecipazioni a congressi PARTECIPAZIONE PROGETTI EUROPEI La MDP Dipartimento ricerca e sviluppo è attualmente attiva come partner nei seguenti progetti di ricerca europei La MDP è stata di supporto a importanti aziende europee nella realizzazione di studi LCA (Life Cycle Analysis) per valutare l impatto sia di nuovi processi che nuovi prodotti. Tale strumento di è dimostrato di estrema utilità nell individuare e selezionare quei processi e quei prodotti che risultano meno impattanti da un punto di vista ambientale. L MDP ha sviluppato inoltre, anche su imput di necessità emerse dall agenzia spaziale europea, nuove formulazioni di adesivi a basso coefficente di dilatazione termica ed elevata temperatura di esercizio per applicazione in aerospazio e nello specifico di giunzioni carbon carbon. MDP SRL MATERIAL DESIGN & PROCESSING

12 Ricerca Se investi in ricerca oggi, avrai innovazione tra cinque anni e ricchezza tra dieci. Istituto Nazionale di fisica nucleare: un partner per la ricerca

13 ISTITUTO NAZIONALE DI FISICA NUCLEARE (INFN) Sede principale e altre sedi operative Sede principale: Via Enrico Fermi, Frascati, Roma Sede della sezione di Perugia: Via Pascoli snc 06123, Perugia Persona/e di contatto e indirizzi Dott. Bruno Checcucci - Contatti Tel.: Sito web: PRINCIPALI ATTIVITÀ E SETTORE TECNOLOGICO Sviluppi tecnologici in aree interdisciplinari tra cui: la meccanica, la micormeccanica, l elettronica, l informatica, la medicina, lo sviluppo di materiali innovativi, l energia, il settore aerospaziale ed il campo della sensoristica. Fisica nucleare e subnucleare. Fisica delle particelle, delle astroparticelle e delle interazioni fondamentali. Fisica dei materiali e dei processi. Competenze e know-how Le competenze che caratterizzano la Sezione di Perugia dell INFN sono riconducibili ai settori dell elettronica, della microelettronica, dell informatica, della scienza dei materiali, della meccanica e della meccanica di precisione. Si forniscono alcuni esempi di attività che possono essere effettuate presso l INFN di Perugia: lavorazioni tipiche di assemblaggio ed interconnessione di dispositivi elettronici (es. wire-bonding, assemblaggi di precisione, dispensaggio di fluidi ad alto controllo); attività di progettazione e sviluppo di sistemi elettronici (anche del tipo FPGA) e PCB, su vari substrati (vari materiali organici, ceramiche e in materiale termoplastico: kaptonupilex); supporto tecnologico per lo sviluppo di dispositivi elettronici prototipali; test elettrici di affidabilità ed accettanza in accordo alle principali norme militari e civili; misure elettriche su dispositivi a semiconduttore; misurazioni di precisione a 3D con risoluzione di 2 micron per parti meccaniche ed elettroniche; consulenza e studio di sviluppo di sistemi meccanici a basso attrito; consulenza e studio di sviluppo di materiali utilizzabili nel settore dell energia rinnovabile (fotovoltaico, termosolare); consulenza, studio di sviluppo di dispositivi e soluzioni tecnologiche in ambito della salute umana (dosimetria, sistemi per l elettrografia ad alta risoluzione, modelli simulativi, ottimizzazione di solutori grafici per la visualizzazione di immagini); consulenza e studio di sviluppo di soluzioni di reti informatiche, anche con l approccio di paradigmi come: le grigli computazionali e le reti cloud; consulenza e studio di sviluppo di soluzioni di reti informatiche mediante ottimizzazione ed integrazione di tutte le tecniche di connettività in accordo a protocolli: xdslx, PLC (trasferimento dati su linea elettrica), MPLS, reti wireless; consulenza e studio di sviluppo di soluzioni di reti informatiche per applicazioni domotiche (Smart Grid, smart metering); servizi di consulenza per la progettazione ed il testing finalizzati alla qualifica meccanica e termica per diverse applicazioni industriali ISTITUTO NAZIONALE DI FISICA NUCLEARE (INFN)

14 Dotazioni tecnologiche Le competenze sopraelencate sono messe a disposizione attraverso le collaborazioni, di cui l INFN attualmente si avvale, con i laboratori dell Università degli Studi di Perugia che di seguito vengono brevemente descritti. La camera pulita in classe /100 (classe = numero di particelle di massa superiore a 5 micron per piede cubo d aria) risponde ad un ambiente di lavoro con precise caratteristiche termoigrometriche, elettrostatiche e di filtraggio e flussaggio di masse d aria. Tale laboratorio consente la manipolazione di particolari oggetti elettronici e microelettronici, quanto mai sensibili a variazioni delle caratteristiche predette. La camera pulita risponde alla normativa US FED. Std. 209E con un controllo sulla temperatura di +/- 1 C e di +/- 5% sulla umidità relativa. Il laboratorio è dotato di un circuito interno di flussaggio di azoto. Ogni stazione di lavoro prevede zone ad alto vuoto e a controllo dei fenomeni di antistaticità. All interno del laboratorio sono presenti diversi macchinari per la caratterizzazione elettrica di dispositivi a semiconduttore, per il test di sistemi elettronici e meccanici (misurazioni 3Dad alta precisione) e per la gestione nelle procedure di assemblaggio ed interconnessione di dispositivi microelettronici (per l allineamento, per l incollaggio, per il wire-bonding, per l ispezione ottica). Polo Scientifico e Didattico di Terni: Laboratorio SERMS Il SERMS è dedicato allo sviluppo di strutture avanzate e di materiali con l obiettivo di potere realizzare all interno di un unico laboratorio tutte le prove meccaniche e termiche al fine di garantire l operatività in condizioni ambientali estreme. Risultati della ricerca La ricerca fondamentale nel campo della Fisica Nucleare e delle Particelle Elementari propone continuamente problemi di tecnologia avanzata che richiedono soluzioni innovative. La ricerca di tali soluzioni presenta varie occasioni di trasferimento tecnologico al tessuto sociale ed industriale: dallo sviluppo di prodotti specifici utilizzabili anche all esterno dell ambito della ricerca, al trasferimento di conoscenze tecnologiche dai ricercatori alle imprese che collaborano alla realizzazione di prototipi. In questa ottica molteplici sono i risultati ottenuti dalle ricerche svolte dall INFN. Per quanto attiene agli ambiti d interesse specifico citiamo: Salute umana Elettronica e microelettronica Meccanica di precisione Trattamento dei materiali Aerospaziale Energia SERVIZI E PRODOTTI OFFERTI Descrizione prodotti/servizi I servizi messi a disposizione posso essere quelli di fornire consulenze ed assistenza alla progettazione ed al testing ad aziende operanti nei settori: Settore elettronico e elettromeccanico Settore ICT Settore biomedicale Settore energia rinnovabile Settore auto motive Settore avionico Settore aerospaziale Settore navale Settore dei materiali speciali ISTITUTO NAZIONALE DI FISICA NUCLEARE (INFN)

15 BREVETTI BEVETTi IN ATTO- INFN Nazionale Rilevatore dell energia e della posizione di incidenza di radiazioni elettromagnetiche o particelle ionizzanti a deriva controllata. Metodo di progettazione di una cavità a radiofrequenza, in particolare da utilizzare in un ciclotrone, cavità a radiofrequenza realizzata utilizzando tale metodo, e ciclotrone utilizzante tale cavità. NFN-IBA-DFS camera pixel per la misurazione di fasci terapeutici di fotoni e adroni. NFN-IBA-DFS Detectors for dosimetry, quality assurance and beam monitoring for radiotherapy. Metodo ed apparato di rilevamento della frazione di origine remota di radon presente in un sito di misura (RaMonA). Zeosensor(S). Crescita di fibre di silicio Monocristallino. Un sistema per ottimizzare l interconnessione di rete di cluster di GPGCU. Metodo di compressione e riduzione dei canali di read-out e sua applicazione per la realizzazione di un sistema di indagine per particelle cariche, in tempo reale, di grande area e alta risoluzione spaziale. Sonda eco-scintigrafica per applicazioni mediche e relativa procedura di fusione delle immagini. Matrice di transistori bipolari NPN per rivelazione di particelle alfa finalizzata alla misura della concentrazione ambientale di gas radon. Proposta di brevetto Sinergy depositata il 19/9/2012. ISTITUTO NAZIONALE DI FISICA NUCLEARE (INFN)

16 Ingegneria del software Visualizzare i dati per individuare le relazioni, analizzare le informazioni e prendere le giuste decisioni

17 Vis4 SRL Sede principale e altre sedi operative: Via G.B. Pontani 3b - Perugia Persona/e di contatto e indirizzi Contatti Sito web: PRINCIPALI ATTIVITÀ E SETTORE TECNOLOGICO Competenze e know-how Le competenze e le esperienze in ingegneria del software, permettono a Vis4 di offrire ai propri clienti consulenza specialistica altamente professionale. Consulenza che garantisce la progettazione e realizzazione di interi progetti chiavi in mano, così come la copertura verticale di speciali requisiti utente. Questa società è il frutto della collaborazione tra il Dipartimento di Ingegneria Elettronica e dell Informazione dell Università di Perugia e Jobnet srl, azienda di Human Capital Management Umbra. Il gruppo universitario che partecipa a Vis4 opera nel campo dell Ingegneria Informatica presso il Dipartimento di Ingegneria Elettronica e dell Informazione dell Università di Perugia. È riconosciuto a livello internazionale per le sue ricerche nel campo della Visualizzazione dell Informazione, con particolare riguardo allo sviluppo di tecniche per il disegno automatico e la visualizzazione di reti. Le reti (dette anche grafi) sono strutture ricorrenti in moltissimi campi applicativi, che modellano entità da analizzare (chiamate anche nodi o vertici) e relazioni tra tali entità (chiamate archi). Il gruppo di ricerca studia e progetta nuove metodologie e strumenti software per il disegno automatico e l analisi visuale di reti in vari campi di applicazione come i sistemi informatici, le basi di dati, l ingegneria del software, i motori di ricerca per il web, le reti di computer, le reti sociali. Risultati della ricerca Le principali soluzioni pacchettizzate attualmente realizzate da Vis4 rientrano nelle seguenti aree: Motori di ricerca visuali. Realizzazione di ambienti visuali per l estrazione e l esplorazione di informazioni da collezioni di documenti eterogenee e variamente strutturate. Soluzioni particolarmente efficaci per domini semantici in contesti verticali e specialistici, tipo, ad esempio: portali aziendali, di distetto o di associazione di categoria; portali informativi, media, blog; social network, infoprovider, data base tematici, open data. Business Intelligence. Realizzazione di strumenti visuali per l analisi interattiva dei dati a supporto delle decisioni aziendali. Interfacce visuali personalizzate per l analisi dei dati. Consulenza specialistica per la progettazione e realizzazione di interfacce di analisi visuale di dati in un ampio insieme di contesti applicativi (ad esempio modelli di reti sociali per l Antiriciclaggio). SERVIZI E PRODOTTI OFFERTI Vis4Search: Overview Sempre più spesso nelle realtà aziendali e delle grandi organizzazioni esistono collezioni di documenti (files, messaggi di mail, etc.) di varia natura e di notevoli dimensioni archiviate senza alcuna organizzazione logica o semantica. La ricerca delle informazioni di interesse in tali collezioni può risultare un attività complessa e estremamente dispendiosa in termini di tempo. Un problema analogo si presenta nei portali Web utilizzati dalle aziende quale principale canale di comunicazione verso la propria clientela, nei quali il reperimento di informazioni da parte degli utenti può risultare un compito non facile. La linea di business VIS4Search propone strumenti di ricerca visuale con classificazione automatica dei risultati al fine di supportare l utente nel recupero delle informazioni di interesse. Vis4

18 Ogni sistema della linea Vis4Search opera secondo il seguente approccio. L individuazione dei documenti di interesse nella collezione avviene mediante tecniche standard di ricerca per parola chiave (query). I risultati in risposta alla query vengono automaticamente catalogati dal sistema in categorie e sottocategorie tematiche (clustering). Il sistema calcola quindi, sempre in automatico, una mappa grafica delle categorie tematiche e l utente può interagire con tale mappa al fine di navigarla, semplificare o arricchire le informazioni visualizzate, aprire i documenti nelle varie categorie, personalizzare le impostazioni grafiche. L interazione con il sistema avviene attraverso interfaccia Web, cioè con il semplice uso di un Web browser. Al fine di estrarre i risultati in risposta ad una query, il sistema interroga uno strumento di indicizzazione e ricerca dei documenti di tipo tradizionale (indicizzatore). I sistemi della linea Vis4Search offrono le seguenti funzionalità di base: Funzionalità di calcolo automatico Calcolo automatico di categorie tematiche (clustering) Calcolo automatico di mappe grafiche (graph visualization) Funzionalità di gestione file Salvataggio di mappe per query Caricamento di mappe precedentemente salvate Funzionalità di interazione Navigazione di categorie Filtraggio di informazioni Vis4Search-News Prodotto basato sulla linea Vis4Search e che si pone come soluzione verticale per il settore dei Media. Tale soluzione è il frutto dell applicazione delle tecnologie di ricerca visuale tipiche della linea Search alle nuove esigenze del mercato dei Media. Vis4AML: Overview La crescente attenzione del mondo Istituzionale e Finanziario verso i fenomeni di riciclaggio comporta per gli Intermediari Finanziari la necessità di dotarsi di strumenti efficaci per evitare qualsiasi rischio di coinvolgimento in reati di questa tipologia ed offrire un contributo attivo nella comunicazione alle Istituzioni di operatività potenzialmente sospette. Nel contesto dell applicazione della Terza Direttiva Antiriciclaggio, recepita dal nostro paese con il Dlgs 231/07, in affiancamento agli strumenti tradizionali di analisi della clientela, Vis4 propone la linea di prodotti Vis4AML. Vis4AML Anti Money Laundering - è una suite di soluzioni rivolte agli analisti per l individuazione e segnalazione di operazioni finanziarie sospette (STR Suspicious Transaction Reporting), che hanno bisogno di analizzare insiemi più o meno vasti di dati dall AUI Archivio Unico Informatico (Vis4AUI,soluzione ideata e realizzata in partnership con Studio Informatica srl) o altre basi dati anche proprietarie (Vis4AML), al fine di cogliere correlazioni sospette tra i soggetti coinvolti nell indagine e al fine di individuare eventuali attività criminose. A tale scopo, il sistema supporta l analista attraverso un ambiente visuale che permette di esplorare in modo dinamico ed interattivo reti di correlazioni tra le varie entità coinvolte nelle STR. Il sistema supporta la visualizzazione automatica di varie tipologie di relazioni tra tali entità, fornendo meccanismi di navigazione incrementale dell informazione e strategie di clustering visuale. Il sistema permette all analista di avviare progetti di indagine, ciascuno dei quali avrà una sua storicità persistente, cosicché esso possa essere ripreso ed ampliato più volte nel tempo dall analista. Il sistema offre inoltre all analista la possibilità di generare automaticamente report che documentino le fasi principali di un singolo progetto di indagine; tali report possono essere generati in diversi formati. Inoltre, il sistema è progettato e realizzato con l obiettivo di essere facilmente utilizzabile dall analista e facilmente installabile ed integrabile nell ambiente software/hardware della propria organizzazione. I possibili contesti di applicazione sono: Approfondimenti delle operazioni potenzialmente sospette segnalate dai motori di analisi (Gianos, Tonbeller, ). Analisi di fenomeni comportamentali sospetti, significativi ai fini antiriciclaggio. Supporto al monitoraggio e all adeguata verifica dell operatività di un singolo cliente. Approfondimenti di un singolo cliente individuato come sospetto ai fini delle procedure antiterrorismo VisAML supporta gli utenti nella manipolazione e nell analisi di dati complessi permettendo di scoprire, più rapidamente rispetto a metodologie tradizionali di indagine pattern comportamentali o correlazioni tra i dati altrimenti difficilmente individuabili. Vis4

19 Ceppi microbici per uso alimentare, delle bevande, farmaceutico, e cosmetico Lievito, fermento per l eccellenza La collezione DBVPG: oltre 6000 ceppi di lieviti per il tuo business

20 COLLEZIONE DEI LIEVITI INDUSTRIALI DBVPG Sede principale e altre sedi operative Dipartimento di Biologia Applicata, Università di Perugia, Borgo XX Giugno 74, 06121, Pertugia (Italy) Persona/e di contatto e indirizzi Prof. Pietro Buzzini - Dr.ssa Benedetta Turchetti - Contatti Prof. Pietro Buzzini, Dr.ssa Benedetta Turchetti, Sito web: PRINCIPALI ATTIVITÀ E SETTORE TECNOLOGICO La Collezione dei Lieviti Industriali DBVPG è un centro accademico di risorse biologiche (CRB) affiliato alle seguenti organizzazioni internazionali: ECCO (European Culture Collection Organization) e WFCC (World Federation of Culture Collections). Gli obiettivi principali della Collezione DBVPG sono la conservazione, lo studio e la distribuzione di ceppi di lieviti e la fornitura di servizi alla comunità scientifica internazionale ed a Istituzioni private. Competenze e know-how La collezione DBVPG mantiene circa 6000 ceppi di lievito e di microrganismi lievito-simili (rappresentativi di una larga percentuale delle specie attualmente conosciute) in quattro sezioni separate: sezione 1 - lieviti associati all industria della fermentazione alcolica. Racchiude circa 1300 ceppi di interesse per l industria enologica, della birra e della panificazione. Tra queste, circa 1100 colture di saccharomyces cerevisiae (e specie correlate) sono state riviste dal punto di vista tassonomico, selezionate per la presenza di attività killer e studiate per le loro caratteristiche nologiche/ tecnologiche in processi di micro fermentazione condotti sia in laboratorio che sulla scala pilota. Sezione 2 - lieviti da differenti habitat. Racchiude circa 2700 colture isolate durante 60 anni di indagini ecologiche da oltre 300 differenti habitat di tipo tecnologico ed ambientale. Queste appartengono ad oltre 400 specie di circa 80 generi e sono correntemente l oggetto di programmi di screening su larga scala condotti allo scopo di selezionare ceppi iper-produttori di nuove molecole di interesse per l industria alimentare, farmaceutica e cosmetica, nonché per la presenza di proteine killer. Sezione 3 - ceppi tipo e colture certificate di lievito provenienti da altre collezioni. Racchiude oltre 1600 colture ottenute tramite scambi con altre collezioni di colture microbiche. Sezione 4 - ceppi di microrganismi lievito-simili. Racchiude oltre 300 colture (in particolare appartenenti al genere Prototheca) provenienti dall ambiente di stalla (lettiera, feci, acqua di abbeveratoio e di lavaggio, tamponi) di allevamenti bovini localizzati in differenti paesi europei. Origine dei ceppi conservati: 40% Italia, 20% altri paesi europei, 20% Americhe, 20 % altri continenti (Africa, Asia, Oceania e Antartide). Supporto al deposito di brevetti che coinvolgono l uso di lieviti: fin dal 1997 la Collezione DBVPG ha acquisito dal Ministero del Commercio la qualifica di IDA (International Depositary Authority), cioè un centro accreditato al deposito di ceppi brevettati di lievito sulla base della Convenzione di Budapest (attualmente esistono 37 IDA nel mondo e solo 2 in Italia). Dotazioni tecnologiche Nei suoi laboratori, la Collezione DBVPG possiede tutte le dotazioni tecnologiche e le attrezzature scientifiche ed analitiche per la conservazione, lo studio e la distribuzione di ceppi di lieviti e la fornitura di servizi a terzi. Risultati della ricerca Principali pubblicazioni su riviste COLLEZIONE DEI LIEVITI INDUSTRIALI DBVPG

Ceppi microbici per uso alimentare, delle bevande, farmaceutico, e cosmetico

Ceppi microbici per uso alimentare, delle bevande, farmaceutico, e cosmetico Ceppi microbici per uso alimentare, delle bevande, farmaceutico, e cosmetico Lievito, fermento per l eccellenza La collezione DBVPG: oltre 6000 ceppi di lieviti per il tuo business Sede principale e altre

Dettagli

AREA Ceppi microbici per uso alimentare, delle bevande, farmaceutico, e cosmetico - DBVPG

AREA Ceppi microbici per uso alimentare, delle bevande, farmaceutico, e cosmetico - DBVPG AREA Ceppi microbici per uso alimentare, delle bevande, farmaceutico, e cosmetico - DBVPG Sede principale e altre sedi operative: Dipartimento di Scienze Agrarie Alimentari e Ambientali- Borgo XX Giugno,

Dettagli

L Istituto Galileo GALILEI di Crema

L Istituto Galileo GALILEI di Crema L Istituto Galileo GALILEI di Crema in continuità con la sua proposta formativa propone, a partire dall a.s. 2010/11, corsi quinquennali di: - ISTITUTO TECNOLOGICO, diurni e serali (ex ITIS) - LICEO SCIENTIFICO

Dettagli

AGRARIA Via Brecce Bianche, Monte Dago 60100 Ancona Tel. 071 2204935

AGRARIA Via Brecce Bianche, Monte Dago 60100 Ancona Tel. 071 2204935 facoltà di AGRARIA AGRARIA Via Brecce Bianche, Monte Dago 60100 Ancona Tel. 071 2204935 Sistema Gestione Qualità Certificato RINA 10039/03/S Registrazione IQNet IT-33732 Corsi di Laurea Triennale in: SCIENZE

Dettagli

Proposta di istituzione della SCUOLA DI DOTTORATO IN SCIENZE E TECNOLOGIE AGRARIE E FORESTALI

Proposta di istituzione della SCUOLA DI DOTTORATO IN SCIENZE E TECNOLOGIE AGRARIE E FORESTALI PRIMA STESURA Proposta di istituzione della SCUOLA DI DOTTORATO IN SCIENZE E TECNOLOGIE AGRARIE E FORESTALI Approvato con Decreto Commissariale n. 127/C del 20.07.2011 INDICE 1. Finalità ed obiettivi 2.

Dettagli

ALLEGATO C INDIRIZZI, PROFILI E QUADRI ORARI DEL SETTORE TECNOLOGICO

ALLEGATO C INDIRIZZI, PROFILI E QUADRI ORARI DEL SETTORE TECNOLOGICO ALLEGATO C INDIRIZZI, PROFILI E QUADRI ORARI DEL SETTORE TECNOLOGICO Il profilo educativo, culturale e professionale dello studente di cui all allegato A), costituisce il riferimento per tutti gli indirizzi

Dettagli

Finalità. Requisiti soggetto proponente. Attività oggetto di finanziamento

Finalità. Requisiti soggetto proponente. Attività oggetto di finanziamento Bando di concorso per la concessione di contributi alle pmi per favorire lo sviluppo di progetti, prodotti, servizi, processi e modelli organizzativi innovativi nonche l adozione di tecnologie e servizi

Dettagli

I.T.I. M. FARADAY PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA A.S. 2014 2015

I.T.I. M. FARADAY PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA A.S. 2014 2015 INDIRIZZI DI STUDIO QUADRI ORARI - PROFILI Il riordino degli Istituti tecnici, in vigore dal a.s. 2010-2011 e da quest anno a regime, ha modificato l articolazione del nostro Istituto. La nuova struttura,

Dettagli

CApitolo 7 la ricerca nel CAmpo delle scienze della vita

CApitolo 7 la ricerca nel CAmpo delle scienze della vita Capitolo 7 La ricerca nel campo delle scienze della vita 7. la ricerca nel campo delle scienze della vita Promozione e valorizzazione della ricerca per il Sistema sanitario regionale In ambito di promozione

Dettagli

QCM. MASTER UNIVERSITARIO di II livello in QUALITY CONTROL MANAGER. della filiera agroalimentare biologica e biotecnologica (60 CFU) A.A.

QCM. MASTER UNIVERSITARIO di II livello in QUALITY CONTROL MANAGER. della filiera agroalimentare biologica e biotecnologica (60 CFU) A.A. MASTER UNIVERSITARIO di II livello in QUALITY CONTROL MANAGER della filiera agroalimentare biologica e biotecnologica (60 CFU) A.A. 2011/2012 QCM Direttore Scientifico del Master Prof. Gaetano Ragno Dipartimento

Dettagli

L esperienza della Rete Alta Tecnologia e la Strategia Regionale di Smart Specialisation RIS3ER. ASTER all rights reserved

L esperienza della Rete Alta Tecnologia e la Strategia Regionale di Smart Specialisation RIS3ER. ASTER all rights reserved L esperienza della Rete Alta Tecnologia e la Strategia Regionale di Smart Specialisation RIS3ER ASTER all rights reserved Priorità A. Rafforzare la capacità innovativa dei sistemi industriali consolidati

Dettagli

RICERCA E INNOVAZIONE: NUOVE OPPORTUNITA PER LA COMPETITIVITA DEL SISTEMA PRODUTTIVO

RICERCA E INNOVAZIONE: NUOVE OPPORTUNITA PER LA COMPETITIVITA DEL SISTEMA PRODUTTIVO RICERCA E INNOVAZIONE: NUOVE OPPORTUNITA PER LA COMPETITIVITA DEL SISTEMA PRODUTTIVO REGIONE MARCHE, P.F. Innovazione, Ricerca e competitività dei settori produttivi POR MARCHE FESR 2014-2020 ASSE 1 AZIONE

Dettagli

Consorzio Italbiotec. Industria&Università. insieme. per lo sviluppo delle biotecnologie

Consorzio Italbiotec. Industria&Università. insieme. per lo sviluppo delle biotecnologie CONSORZIO ITALBIOTEC 1 Consorzio Italbiotec Alta Formazione e corsi di perfezionamento Ricerca, Sviluppo e Innovazione Fund Raising per lo sviluppo delle biotecnologie Industria&Università insieme 2 CONSORZIO

Dettagli

BIOLOGA e BIOLOGO MOLECOLARE

BIOLOGA e BIOLOGO MOLECOLARE Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 BIOLOGA e BIOLOGO MOLECOLARE Aggiornato il 6 luglio 2009 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 4 3. DOVE LAVORA...

Dettagli

La manualistica di prodotto come elemento di user centered design

La manualistica di prodotto come elemento di user centered design come elemento di user centered design Fondazione la Fornace di Asolo 21 aprile 2009 Asolo, 21 aprile 2009 1 Treviso Tecnologia: Innovazione come missione Treviso Tecnologia èl Azienda Speciale per l innovazione

Dettagli

ALTA FORMAZIONE IN APPRENDISTATO

ALTA FORMAZIONE IN APPRENDISTATO ALTA FORMAZIONE IN APPRENDISTATO Progetto di Master Universitario MATERIALI, MATEMATICA E MODELLI PER LA PRODUZIONE E PROGETTAZIONE Master di II livello - Seconda Edizione BDM collabora con l Università

Dettagli

ALTA FORMAZIONE IN APPRENDISTATO

ALTA FORMAZIONE IN APPRENDISTATO ALTA FORMAZIONE IN APPRENDISTATO Progetto di Master Universitario PROCESSI PRODUTTIVI CHIMICO BIOLOGICI Bozza Master di I/II livello Seconda Edizione BDM collabora con l Università di Torino nella realizzazione

Dettagli

SICUREZZA, AMBIENTE, QUALItà

SICUREZZA, AMBIENTE, QUALItà SICUREZZA, AMBIENTE, QUALItà L IMPRESA AL SERVIZIO DELLE IMPRESE Perchè scegliere di rispettare il proprio business e affidarsi a I NOSTRI SERVIZI SICUREZZA SUL LAVORO FORMAZIONE H.A.C.C.P. AMBIENTE B.ETHIC

Dettagli

ISTITUTO OMNICOMPRENSIVO D. Alighieri. Industria e Artigianato Istituto Superiore per Tecnico delle Industrie Elettriche M.G.

ISTITUTO OMNICOMPRENSIVO D. Alighieri. Industria e Artigianato Istituto Superiore per Tecnico delle Industrie Elettriche M.G. NOCERA UMBRA ISTITUTO OMNICOMPRENSIVO D. Alighieri Industria e Artigianato Istituto Superiore per Tecnico delle Industrie Elettriche M.G. Sigismondi Istruzione, cultura e competenze per professionalità

Dettagli

Dipartimento di Scienze Agrarie, Alimentari ed Ambientali. UNIVPM - Ancona. www.agraria.univpm.it. Scienze Agrarie, Alimentari ed Ambientali - D3A

Dipartimento di Scienze Agrarie, Alimentari ed Ambientali. UNIVPM - Ancona. www.agraria.univpm.it. Scienze Agrarie, Alimentari ed Ambientali - D3A Dipartimento di Scienze Agrarie, Alimentari ed Ambientali UNIVPM - Ancona www.agraria.univpm.it 1 Agricoltura Ambiente Alimenti IL DIPARTIMENTO DELLE TRE A (D3A) LE 3 A IN EUROPA A A A INTERNAZIONALIZZAZIONE

Dettagli

Istituto Istruzione Superiore Galilei - Ferrari Liceo Delle Scienze Applicate Meccanica Meccatronica,Energia

Istituto Istruzione Superiore Galilei - Ferrari Liceo Delle Scienze Applicate Meccanica Meccatronica,Energia Istituto Istruzione Superiore Galilei - Ferrari Liceo Delle Scienze Applicate Meccanica Meccatronica,Energia IIS. Galilei- Ferrari SEDE FERRARI Torino via P. Gaidano 126 I. I. S. Galilei Ferrari Torino

Dettagli

U N I V E R S I T À D E G L I S T U D I D I T O R I N O

U N I V E R S I T À D E G L I S T U D I D I T O R I N O U N I V E R S I T À D E G L I S T U D I D I T O R I N O Il Centro della Innovazione Nato inizialmente per ospitare alcune attività didattiche dell Università di Torino, il complesso polifunzionale di Via

Dettagli

Workshop ASI 1 Bando PMI Materiali, Componenti e Sensori

Workshop ASI 1 Bando PMI Materiali, Componenti e Sensori Workshop ASI 1 Bando PMI Materiali, Componenti e Sensori Roma, 17 Dicembre 2010 Workshop ASI Bando Materiali, Componenti e Sensori, 17 Dicembre 2010 1 Miniaturised Multi-parameter Cell Analysis ASTRALAB

Dettagli

REGIONE MARCHE GIUNTA REGIONALE

REGIONE MARCHE GIUNTA REGIONALE 13 Il contributo è altresì cumulabile con le agevolazioni che non siano qualificabili come aiuti di stato ai sensi 4. TIPOLOGIA E VALORE DEL VOUCHER 7. IMPORTO VOUCHER o strumento dei 20.000,00 per le

Dettagli

Noi pensiamo al mondo dei nostri clienti e lo raffiguriamo come essi non l hanno visto mai

Noi pensiamo al mondo dei nostri clienti e lo raffiguriamo come essi non l hanno visto mai Soluzioni per l analisi e la rappresentazione del territorio Noi pensiamo al mondo dei nostri clienti e lo raffiguriamo come essi non l hanno visto mai L iniziativa imprenditoriale Geo4Map nasce come spin-off

Dettagli

WAVECOMM S.r.l. Partner tecnologico per l'innovazione. Profilo. Mission

WAVECOMM S.r.l. Partner tecnologico per l'innovazione. Profilo. Mission WAVECOMM S.r.l. Partner tecnologico per l'innovazione Profilo Wavecomm S.r.l. è una azienda specializzata nella progettazione e realizzazione di sistemi elettronici avanzati, focalizzata nei settori dell'elettronica

Dettagli

ATTIVITÀ E INSEGNAMENTI GENERALI COMUNI AGLI INDIRIZZI DEL SETTORE ECONOMICO

ATTIVITÀ E INSEGNAMENTI GENERALI COMUNI AGLI INDIRIZZI DEL SETTORE ECONOMICO allegati B e C ISTITUTI TECNICI INDIRIZZI, PROFILI E QUADRI ORARI DEI SETTORI ECONOMICO E TECNOLOGICO B. SETTORE ECONOMICO Il profilo educativo, culturale e professionale dello studente di cui all allegato

Dettagli

Roldresearch: design strategico, materiali polimerici e di nuova generazione, comunicazioni e sensoristica per l industria. La ricerca continua!

Roldresearch: design strategico, materiali polimerici e di nuova generazione, comunicazioni e sensoristica per l industria. La ricerca continua! Roldresearch: design strategico, materiali polimerici e di nuova generazione, comunicazioni e sensoristica per l industria. La ricerca continua! Riunitosi il Comitato Roldresearch per valutare le prime

Dettagli

ITS FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE. Nuovi saperi per l Agroalimentare CORSO 2012-2014. www.itsparma.it

ITS FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE. Nuovi saperi per l Agroalimentare CORSO 2012-2014. www.itsparma.it ITS CORSO 2012-2014 TECNICO RESPONSABILE DELLE PRODUZIONI E DELLE TRASFORMAZIONI AGRARIE, AGRO-ALIMENTARI E AGRO-INDUSTRIALI www.itsparma.it TECNICI DI ALTO PROFILO PER IL SETTORE AGROALIMENTARE il nuovo

Dettagli

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE "Antonio Della Lucia" Istituto Prof.le Agricoltura e Ambiente Istituto Tecnico per l Agricoltura Loc.

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE Antonio Della Lucia Istituto Prof.le Agricoltura e Ambiente Istituto Tecnico per l Agricoltura Loc. ISTITUTO TECNICO Settore tecnologico ad indirizzo AGRARIA, AGROALIMENTARE E AGROINDUSTRIA L indirizzo è finalizzato all acquisizione, per il settore agrario integrato, di un complesso di competenze relative

Dettagli

Indirizzo Grafica e Comunicazione

Indirizzo Grafica e Comunicazione Istituti tecnici Settore tecnologico Indirizzo Grafica e Comunicazione L indirizzo Grafica e Comunicazione ha lo scopo di far acquisire allo studente, a conclusione del percorso quinquennale, le competenze

Dettagli

BIOTECNOLOGIE UNIVERSITA DI UDINE. CORSO DI STUDIO in

BIOTECNOLOGIE UNIVERSITA DI UDINE. CORSO DI STUDIO in UNIVERSITA DI UDINE 1. DIPARTIMENTO DI CHIMICA, FISICA E AMBIENTE 2. DIPARTIMENTO DI SCIENZE DEGLI ALIMENTI 3. DIPARTIMENTO DI SCIENZE AGRARIE ED AMBIENTALI 4. DIPARTIMENTO DI MATEMATICA ED INFORMATICA

Dettagli

INGEGNERIA INFORMATICA E ROBOTICA CORSO DI LAUREA MAGISTRALE

INGEGNERIA INFORMATICA E ROBOTICA CORSO DI LAUREA MAGISTRALE INGEGNERIA INFORMATICA E ROBOTICA CORSO DI LAUREA MAGISTRALE Obiettivo didattico CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN INGEGNERIA INFORMATICA E ROBOTICA Il corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Informatica

Dettagli

2012 Extreme srl riproduzione riservata

2012 Extreme srl riproduzione riservata Web & Social Media: il BIG DATA* Le aziende devono gestire il BIG DATA perché è attraverso di esso che sviluppano relazioni con i clienti, riscontrano e gestiscono la customer satisfaction, studiano e

Dettagli

Tecnologie di conversione e gestione dei flussi energetici

Tecnologie di conversione e gestione dei flussi energetici Tecnologie di conversione e gestione dei flussi energetici Ravenna, 26 Settembre 2012 Tiziano Terlizzese NIER Ingegneria S.p.A. IL RAGGRUPPAMENTO La rete di imprese è composta da 3 PMI con un alta propensione

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO

MASTER UNIVERSITARIO Con il patrocinio della Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura di Cosenza, dal Comune di Reggio Calabria e dall ordine degli agronomi di Cosenza MASTER UNIVERSITARIO di I livello IN

Dettagli

Project Automation S.p.a.

Project Automation S.p.a. PROJECT AUTOMATION S.P.A. 1. PROFILO DELLA SOCIETÀ è la denominazione assunta nel 1999 da Philips Automation S.p.a., a sua volta costituita nel 1987 rilevando dalla Divisione Industrial & ElectroAcustic

Dettagli

PROGRAMMA OPERATIVO REGIONALE PIEMONTE FESR 2007/2013 Asse 1: Innovazione e transizione produttiva Attività I.1.3 Innovazione e P.M.I.

PROGRAMMA OPERATIVO REGIONALE PIEMONTE FESR 2007/2013 Asse 1: Innovazione e transizione produttiva Attività I.1.3 Innovazione e P.M.I. PROGRAMMA OPERATIVO REGIONALE PIEMONTE FESR 2007/2013 Asse 1: Innovazione e transizione produttiva Attività I.1.3 Innovazione e P.M.I. ALLEGATO 2 al Bando Progetti innovativi di Creatività Digitale ideati

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA. Corso di laurea magistrale in Ingegneria Informatica e dell'automazione. Dipartimento di Ingegneria

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA. Corso di laurea magistrale in Ingegneria Informatica e dell'automazione. Dipartimento di Ingegneria UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA Corso di laurea magistrale in Ingegneria Informatica e dell'automazione Dipartimento di Ingegneria Obiettivo didattico INGEGNERIA INFORMATICA E DELL'AUTOMAZIONE La Laurea

Dettagli

IL LUOGO IDEALE PER LE AZIENDE ITALIANE E INTERNAZIONALI

IL LUOGO IDEALE PER LE AZIENDE ITALIANE E INTERNAZIONALI IL LUOGO IDEALE PER LE AZIENDE ITALIANE E INTERNAZIONALI Il Technology Park è un sistema di strutture e servizi avanzati che favoriscono l innovazione, lo sviluppo e l industrializzazione della ricerca.

Dettagli

QUADRI ORARI E COMPETENZE SPECIFICHE DEGLI INDIRIZZI

QUADRI ORARI E COMPETENZE SPECIFICHE DEGLI INDIRIZZI QUADRI ORARI E COMPETENZE SPECIFICHE DEGLI INDIRIZZI Nel nostro Istituto sono attivi i seguenti indirizzi, articolati nelle classi e nei quadri orari di cui sotto. Meccanica, Meccatronica Elettrotecnica

Dettagli

Corporate & Continuing Education

Corporate & Continuing Education Corporate & Continuing Corporate & Continuing \ chi siamo Siamo l ufficio di raccordo tra le aziende e le strutture che erogano formazione al Politecnico. Crediamo che l aggiornamento continuo del personale

Dettagli

PERCHE SCEGLIERE UN CORSO CERTIFICATO Nel moderno mondo del lavoro dove la didattica e l istruzione sono ormai

PERCHE SCEGLIERE UN CORSO CERTIFICATO Nel moderno mondo del lavoro dove la didattica e l istruzione sono ormai w w w. c e r t e t. i t COSA E CERTET è un sistema che permette di Certificare i contenuti di un percorso formativo e verificare le competenze professionali e tecniche acquisite dai partecipanti. Il sistema

Dettagli

INFORMATICA. Prof. MARCO CASTIGLIONE ISTITUTO TECNICO STATALE TITO ACERBO - PESCARA

INFORMATICA. Prof. MARCO CASTIGLIONE ISTITUTO TECNICO STATALE TITO ACERBO - PESCARA INFORMATICA Prof. MARCO CASTIGLIONE ISTITUTO TECNICO STATALE TITO ACERBO - PESCARA Informatica per AFM 1. SISTEMA INFORMATIVO AZIENDALE E SISTEMA INFORMATICO ITS Tito Acerbo - PE INFORMATICA Prof. MARCO

Dettagli

PROFILO AZIENDALE MISSION & VISION

PROFILO AZIENDALE MISSION & VISION COMPANY PROFILE 2014 PROFILO AZIENDALE Posytron è una società di consulenza tecnologica e gestionale certificata ISO 9001:2008 fondata nel 1999 da Alberto Muritano, attuale CEO, per supportare l'innovazione

Dettagli

INGEGNERIA dell INFORMAZIONE

INGEGNERIA dell INFORMAZIONE INGEGNERIA dell INFORMAZIONE 1 L ingegneria dell Informazione è ovunque!!! o Comunicazione: o Internet: o Intrattenimento: o Elettromedicale: o Automotive: ABS, EPS, Dov`è l ingegneria dell informazione?

Dettagli

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it ISO 9001: 2008 Profilo Aziendale METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it Sede legale: * Viale Brodolini, 117-60044 - Fabriano (AN) - Tel. 0732.251856 Sede amministrativa:

Dettagli

Servizi di Proprietà Intellettuale Chimica, Farmaceutica e Biotecnologia

Servizi di Proprietà Intellettuale Chimica, Farmaceutica e Biotecnologia Servizi di Proprietà Intellettuale Chimica, Farmaceutica e Biotecnologia Versione 1.0 Servizi alle imprese Siamo un gruppo di professionisti altamente qualificati molti di noi hanno esperienze in ambito

Dettagli

ITIS M.O.V.M. DON G.MOROSINI

ITIS M.O.V.M. DON G.MOROSINI ITIS M.O.V.M. DON G.MOROSINI ITIS M.O.V.M. DON G.MOROSINI Via Casilina - Ferentino (Fr) tel. 0775. 395345 www.itismorosini.it - frtf06000c@istruzione.it I.T.I.S. M.O.V.M. DON GIUSEPPE MOROSINI" L Istituto

Dettagli

Spettabile. Termine attività PREMESSA

Spettabile. Termine attività PREMESSA Spettabile Ogetto: Regione Lazio - Bando per l educazione permanente degli adulti. Misura 1.a di Sistema. Delibera Giunta Regionale n. 30 dell 11/01/2001 - (Pubblicato nel BUR Lazio n.5 del 20 febbraio

Dettagli

Due torni automatici e passione per la meccanica. Così nasce in quell anno la Torneria Nostrali Arnaldo

Due torni automatici e passione per la meccanica. Così nasce in quell anno la Torneria Nostrali Arnaldo Noi, Nostrali 1967 1979 1982 1995 Due torni automatici e passione per la meccanica. Così nasce in quell anno la Torneria Nostrali Arnaldo La Nostrali realizza il suo primo prodotto complesso: una valvola

Dettagli

Health research and innovation services

Health research and innovation services Health research and innovation services ALIDANS OFFRE SERVIZI E PRODOTTI PER LA RICERCA E INNOVAZIONE (R&I) IN AMBITO SANITARIO GRAZIE AD UNA RETE DI ESPERTI A LIVELLO MONDIALE, DANDO SUPPORTO A TUTTE

Dettagli

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome GIUSEPPINA DI PALMA Indirizzo Via Balbo,19 Stornarella FG Telefono 3297761618,0885-432023 Fax E-mail giusydipalma.3@libero.it Nazionalità

Dettagli

ALLEGATO B INDIRIZZI, PROFILI E QUADRI ORARI DEL SETTORE ECONOMICO

ALLEGATO B INDIRIZZI, PROFILI E QUADRI ORARI DEL SETTORE ECONOMICO ALLEGATO B INDIRIZZI, PROFILI E QUADRI ORARI DEL SETTORE ECONOMICO Il profilo educativo, culturale e professionale dello studente di cui all allegato A), costituisce il riferimento per tutti gli indirizzi

Dettagli

INTRODUZIONE OGGI PER RISULTARE COMPETITIVI CONTA PIÙ LA CAPACITÀ DI ADATTAMENTO A CONDIZIONI MUTEVOLI CHE IL RISULTATO ECONOMICO DI BREVE PERIODO.

INTRODUZIONE OGGI PER RISULTARE COMPETITIVI CONTA PIÙ LA CAPACITÀ DI ADATTAMENTO A CONDIZIONI MUTEVOLI CHE IL RISULTATO ECONOMICO DI BREVE PERIODO. INTRODUZIONE I cambiamenti di questi ultimi anni hanno avuto come principale ripercussione la crescita della complessità dell ambiente in cui operiamo e in cui viviamo. Una complessità determinata dalle

Dettagli

la Società Chi è Tecnoservice

la Società Chi è Tecnoservice brochure 09/04/2009 11.16 Pagina 1 brochure 09/04/2009 11.16 Pagina 2 la Società Chi è Tecnoservice Nata dall incontro di esperienze decennali in diversi campi dell informatica e della comunicazione TsInformatica

Dettagli

COMPANY PROFILE IMPIANTI TECNOLOGICI AUTOMAZIONE INDUSTRIALE ENERGIE RINNOVABILI BUILDING AUTOMATION IMPIANTI TECNOLOGICI

COMPANY PROFILE IMPIANTI TECNOLOGICI AUTOMAZIONE INDUSTRIALE ENERGIE RINNOVABILI BUILDING AUTOMATION IMPIANTI TECNOLOGICI COMPANY PROFILE AUTOMAZIONE INDUSTRIALE ENERGIE RINNOVABILI BUILDING AUTOMATION La mente per competere, il cuore per vincere. Insieme da oltre 30 anni. Intelligenza e passione: SINECTRA è un importante

Dettagli

VADEMECUM CONSUMO SOSTENIBILE

VADEMECUM CONSUMO SOSTENIBILE VADEMECUM CONSUMO SOSTENIBILE INDICE PREMESSA I PRODOTTI ALIMENTARI PRODOTTI BIOLOGICI PRODOTTI LOCALI BENI DI CONSUMO 2 PREMESSA Ogni giorno, tutti noi consumiamo una quantità di prodotti per soddisfare

Dettagli

LAUREA SPECIALISTICA IN SCIENZE, TECNOLOGIE E GESTIONE DEL SISTEMA AGRO-ALIMENTARE

LAUREA SPECIALISTICA IN SCIENZE, TECNOLOGIE E GESTIONE DEL SISTEMA AGRO-ALIMENTARE LAUREA SPECIALISTICA IN SCIENZE, TECNOLOGIE E GESTIONE DEL SISTEMA AGRO-ALIMENTARE Classe 78/S - Scienze e Tecnologie agroalimentari Coordinatore: prof. Marco Gobbetti Tel. 0805442949; e-mail: gobbetti@ateneo.uniba.it

Dettagli

Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca. Liceo Tecnologico. Indirizzo Elettrico Elettronico

Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca. Liceo Tecnologico. Indirizzo Elettrico Elettronico Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Liceo Tecnologico Indicazioni nazionali per i Piani di Studio Personalizzati Obiettivi Specifici di Apprendimento Allegato_C8-LT-02-Elettrico

Dettagli

Il trasferimento tecnologico e dell innovazione nel sistema agro-industriale italiano

Il trasferimento tecnologico e dell innovazione nel sistema agro-industriale italiano Il trasferimento tecnologico e dell innovazione nel sistema agro-industriale italiano Marco Baccanti Presidente Commissione Innovazione Confindustria E-R Amm. Delegato Spark srl m.baccanti@libero.it @mbaccanti

Dettagli

Regione Lombardia Unioncamere. Bando ricerca e innovazione 2014

Regione Lombardia Unioncamere. Bando ricerca e innovazione 2014 Regione Lombardia Unioncamere Bando ricerca e innovazione 2014 Beneficiari Imprese con i seguenti requisiti: - micro, piccola o media impresa - iscritte e attive al Registro Imprese - sede legale e/o operativa

Dettagli

MIUR. I nuovi. Istituti Tecnici

MIUR. I nuovi. Istituti Tecnici I nuovi Istituti Tecnici NUOVO IMPIANTO ORGANIZZATIVO 2 SETTORI, 11 INDIRIZZI SETTORE ECONOMICO SETTORE TECNOLOGICO 1. Amministrazione, Finanza e Marketing; 2. Turismo 1. Meccanica, Meccatronica ed Energia

Dettagli

Università e trasferimento tecnologico

Università e trasferimento tecnologico UNIVERSITÀ DI BOLOGNA CENTRO INTERDIPARTIMENTALE DI RICERCA INDUSTRIALE INFORMATION AND COMMUNICATION TECHNOLOGIES (CIRI-ICT) Prof. Marco Chiani Direttore Responsabili scientifici: Prof. F. Callegati,

Dettagli

INDIRIZZO Informatica e Telecomunicazioni

INDIRIZZO Informatica e Telecomunicazioni ISTRUZIONE TECNICA INDIRIZZO Informatica e Telecomunicazioni L indirizzo Informatica e Telecomunicazioni ha lo scopo di far acquisire allo studente, al termine del percorso quinquennale, specifiche competenze

Dettagli

LA STRUTTURA OPERATIVA DEL PROGETTO IL PROGETTO DI RICERCA

LA STRUTTURA OPERATIVA DEL PROGETTO IL PROGETTO DI RICERCA IL PROGETTO DI RICERCA Il progetto Applicazione di biotecnologie molecolari e microrganismi protecnologici per la caratterizzazione e valorizzazione delle filiere lattiero-casearia e prodotti da forno

Dettagli

Il Foresight Tecnologico quale strumento di business intelligence a supporto della competitività delle imprese

Il Foresight Tecnologico quale strumento di business intelligence a supporto della competitività delle imprese XXXIV CONVEGNO ANNUALE AIDEA AZIENDE DI SERVIZI E SERVIZI PER LE AZIENDE. LA RICERCA DI UN PERCORSO DI SVILUPPO SOSTENIBILE PER SUPERARE LA CRISI. PERUGIA, 13 E 14 OTTOBRE 2011 FILONE DI RIFERIMENTO: SERVIZI

Dettagli

Allegato A) OSSERVATORIO REGIONALE PERMANENTE PER LA BIODIVERSITA, IL PAESAGGIO RURALE E LO SVILUPPO SOSTENIBILE

Allegato A) OSSERVATORIO REGIONALE PERMANENTE PER LA BIODIVERSITA, IL PAESAGGIO RURALE E LO SVILUPPO SOSTENIBILE Allegato A) OSSERVATORIO REGIONALE PERMANENTE PER LA BIODIVERSITA, IL PAESAGGIO RURALE E LO SVILUPPO SOSTENIBILE OSSERVATORIO REGIONALE PERMANENTE PER LA BIODIVERSITA, IL PAESAGGIO RURALE E LO SVILUPPO

Dettagli

Piano Operativo di Animazione

Piano Operativo di Animazione ALLEGATO A Direzione Regionale Risorsa Umbria. Federalismo, Risorse Finanziarie Umane e Strumentali Piano Operativo di Animazione POR FESR 2007-2013 - ASSE III Efficienza Energetica e Sviluppo delle Fonti

Dettagli

gestione documentale dalla dematerializzazione dei documenti alla digitalizzazione dei processi fino all azienda digitale

gestione documentale dalla dematerializzazione dei documenti alla digitalizzazione dei processi fino all azienda digitale gestione documentale dalla dematerializzazione dei documenti alla digitalizzazione dei processi fino all azienda digitale Gestione documentale Gestione documentale Dalla dematerializzazione dei documenti

Dettagli

CORSO DI FORMAZIONE PROFESSIONALE

CORSO DI FORMAZIONE PROFESSIONALE CORSO DI FORMAZIONE PROFESSIONALE AGRICOLTURA BIOLOGICA: CERTIFICAZIONE DI QUALITA DEI PRODOTTI AGROALIMENTARI ENTE DI FORMAZIONE: CO.S.P.A. Cooperativa Servizi Professionali Agroalimentari F.I.P.A. Federazione

Dettagli

ELENCO NAZIONALE DELLE ULTERIORI ARTICOLAZIONI DELLE AREE DI INDIRIZZO DEI PERCORSI DEGLI ISTITUTI PROFESSIONALI IN OPZIONI

ELENCO NAZIONALE DELLE ULTERIORI ARTICOLAZIONI DELLE AREE DI INDIRIZZO DEI PERCORSI DEGLI ISTITUTI PROFESSIONALI IN OPZIONI A LLEGATO B ELENCO NAZIONALE DELLE ULTERIORI ARTICOLAZIONI DELLE AREE DI INDIRIZZO DEI PERCORSI DEGLI ISTITUTI PROFESSIONALI IN OPZIONI ALLEGATO B1 Indirizzo: Manutenzione e assistenza tecnica - Opzione:

Dettagli

L esperienza della certificazione del

L esperienza della certificazione del L esperienza della Qualità e della Certificazione in Ateneo a cinque anni dal suo avvio. Un occasione di verifica e di sviluppi futuri. L esperienza della certificazione del Perugia, 29 ottobre 2008 Le

Dettagli

Istituto Tecnico Industriale P. Paleocapa

Istituto Tecnico Industriale P. Paleocapa ESPERIA Istituto Tecnico Industriale P. Paleocapa Prospetto informativo per l orientamento agli studi Tecnici Superiori Per informazioni via Gavazzeni 29, Bergamo tel. 035-319388 fax 035-318741 Sito internet:

Dettagli

Università Federico II, Napoli Facoltà di Scienze Corsi di Studio in Fisica

Università Federico II, Napoli Facoltà di Scienze Corsi di Studio in Fisica Università Federico II, Napoli Facoltà di Scienze Corsi di Studio in Fisica I Corsi di Studio in Fisica comprendono quattro percorsi didattici. Al termine di ciascun percorso si consegue uno dei seguenti

Dettagli

Abstract. Il mercato dell Energy & Utilities: l offerta Reply. Scenario

Abstract. Il mercato dell Energy & Utilities: l offerta Reply. Scenario Abstract Il mercato dell Energy & Utilities in Italia è stato completamente liberalizzato da alcuni anni. A valle di pluriennali processi di unbundling gestionale e societario, gli operatori sono ormai

Dettagli

GPT: un esperienza locale di rete

GPT: un esperienza locale di rete GPT: un esperienza locale di rete 27/01/2012 Work shop 2012 Hotel Garden di Città di Castello ing. Massimiliano Brilli Presidente GPT 02/23/10 02/23/10 IL NETWORK GPT srl AGENDA Il network GPT Evoluzione

Dettagli

ISTRUZIONE TECNICA SETTORE TECNOLOGICO. Indirizzo Agraria, Agroalimentare, Agroindustria

ISTRUZIONE TECNICA SETTORE TECNOLOGICO. Indirizzo Agraria, Agroalimentare, Agroindustria ISTRUZIONE TECNICA SETTORE TECNOLOGICO Indirizzo Agraria, Agroalimentare, Agroindustria L indirizzo è finalizzato all acquisizione, per il settore agrario integrato, di un complesso di competenze relative

Dettagli

APPROFONDIMENTO LABORATORIO SIMULAZIONE DI UNA MODERNA AZIENDA MECCATRONICA INTEGRATA DIVISIONE PER AREE AZIENDALI

APPROFONDIMENTO LABORATORIO SIMULAZIONE DI UNA MODERNA AZIENDA MECCATRONICA INTEGRATA DIVISIONE PER AREE AZIENDALI APPROFONDIMENTO LABORATORIO SIMULAZIONE DI UNA MODERNA AZIENDA MECCATRONICA INTEGRATA DIVISIONE PER AREE AZIENDALI Area Progettazione Area Acquisti Area Produzione Area Assistenza Tecnica Area Marketing

Dettagli

Intraprendenza, la dote di chi non teme il rischio.

Intraprendenza, la dote di chi non teme il rischio. La CRB Software Division sostiene e traduce in realtà idee innovative con: Intelligenza, la capacità di comprendere, ideare e fare; Intuito, l'abilità di interpretare le varie opportunità tecnologiche

Dettagli

L automazione, sotto controllo.

L automazione, sotto controllo. L automazione, sotto controllo. STORIA EVOLUZIONE Automazione, controllo dei processi e informatica industriale: dal 1980 P.R.A.E. Senza errori, oltre ogni traguardo, da trent anni un Azienda sicura ed

Dettagli

IL RETTORE. la Legge 30/12/2010 n. 240 ed, in particolare, l art. 2 comma 2 lett. a) e b);

IL RETTORE. la Legge 30/12/2010 n. 240 ed, in particolare, l art. 2 comma 2 lett. a) e b); U.S.R. DR/2013/103 del 11/01/2013 Firmatari: MASSIMO MARRELLI IL RETTORE VISTA la Legge 30/12/2010 n. 240 ed, in particolare, l art. 2 comma 2 lett. a) e b); lo Statuto dell Ateneo emanato con Decreto

Dettagli

Il ruolo dell Ateneo dellateneo padovano nell ecosistema della green economy

Il ruolo dell Ateneo dellateneo padovano nell ecosistema della green economy Il ruolo dell Ateneo dellateneo padovano nell ecosistema della green economy Salone Energinnova Fiera di Padova, 11 ottobre 2013 Prof. Giuseppe Stellin Prorettore con delegaairapporti con le imprese Università

Dettagli

L ICT e l innovazione

L ICT e l innovazione Il valore del Project Management nei Progetti di Innovazione nelle Piccole e Medie Imprese L ICT e l innovazione Milano, 15 dicembre 2006 Enrico Masciadra, PMP emasciadra@libero.it Le cinque forze competitive

Dettagli

Le attività sono finanziate dalla Regione Emilia-Romagna tramite Fondi Regionali. Operazioni approvate con Delibera della Giunta Regionale n.

Le attività sono finanziate dalla Regione Emilia-Romagna tramite Fondi Regionali. Operazioni approvate con Delibera della Giunta Regionale n. Le attività sono finanziate dalla Regione Emilia-Romagna tramite Fondi Regionali. Operazioni approvate con Delibera della Giunta Regionale n. 1496 del 15/10/2012 Rif. P.A. 2012-1706/RER - Rif. P.A. 2012-1720/RER

Dettagli

PRESENTAZIONE AZIENDALE

PRESENTAZIONE AZIENDALE PRESENTAZIONE 1/8 PRESENTAZIONE Produrre innovazione e trasformare idee in realta Adoperiamo le nostre competenze tecnologiche per aiutare i nostri clienti a raggiungere i loro obbiettivi di business in

Dettagli

Misura 124 "Cooperazione per lo sviluppo di nuovi prodotti, processi e tecnologie nei settori agricolo e alimentare e in quello forestale"

Misura 124 Cooperazione per lo sviluppo di nuovi prodotti, processi e tecnologie nei settori agricolo e alimentare e in quello forestale Misura 124 "Cooperazione per lo sviluppo di nuovi prodotti, processi e tecnologie nei settori agricolo e alimentare e in quello forestale" Consorzio Iniziative per la Formazione dei Divulgatori Agricoli

Dettagli

architettoniche, del design e storico artistiche

architettoniche, del design e storico artistiche Codice Denominazione A 01 Arte e immagine nella scuola secondaria di primo grado Scuola secondaria di I grado Arte e immagine Allegato A A 02 Danza classica Liceo Musicale e coreutico sezione coreutica

Dettagli

il Master Cosa è A chi si rivolge I docenti

il Master Cosa è A chi si rivolge I docenti X edizione a.a. 2014-2015 il Master Cosa è Il master EFER - Efficienza Energetica e Fonti Energetiche Rinnovabili - è un master universitario di II livello, finalizzato alla formazione di diverse figure

Dettagli

QCM. MASTER UNIVERSITARIO di II livello. in QUALITY CONTROL MANAGER. della filiera agroalimentare biologica e biotecnologica (60 CFU) A.A.

QCM. MASTER UNIVERSITARIO di II livello. in QUALITY CONTROL MANAGER. della filiera agroalimentare biologica e biotecnologica (60 CFU) A.A. MASTER UNIVERSITARIO di II livello in QUALITY CONTROL MANAGER della filiera agroalimentare biologica e biotecnologica (60 CFU) A.A. 2011/2012 QCM Direttore Scientifico del Master Prof. Gaetano Ragno Dipartimento

Dettagli

Gli incentivi di Invitalia per le imprese innovative

Gli incentivi di Invitalia per le imprese innovative Gli incentivi di Invitalia per le imprese innovative Bari, 28 marzo 2015 Perché promuovere nuova imprenditorialità, in particolare quella innovativa? Per creare nuovi posti di lavoro Per aprire nuovi mercati

Dettagli

MASTER DI II LIVELLO IN MANENERGY: MANAGEMENT E PROGETTAZIONE DELLE FILIERE BIOENERGETICHE

MASTER DI II LIVELLO IN MANENERGY: MANAGEMENT E PROGETTAZIONE DELLE FILIERE BIOENERGETICHE MASTER DI II LIVELLO IN MANENERGY: MANAGEMENT E PROGETTAZIONE DELLE FILIERE BIOENERGETICHE Proponente Università degli Studi della Basilicata Coordinatore Scientifico del Master Prof. Severino Romano Consiglio

Dettagli

Pag 1 di 41. BUSACCA Alessandro

Pag 1 di 41. BUSACCA Alessandro BUSACCA Alessandro Giudizio del Prof. Castagnolo Il candidato ha svolto un attività di ricerca di buon livello ed arricchita da periodi di ricerca all estero, come testimoniato dalla produzione scientifica.

Dettagli

Dipartimento di Scienze Agrarie, Alimentari ed Ambientali. UNIVPM - Ancona. www.agraria.univpm.it. Scienze Agrarie, Alimentari ed Ambientali - D3A

Dipartimento di Scienze Agrarie, Alimentari ed Ambientali. UNIVPM - Ancona. www.agraria.univpm.it. Scienze Agrarie, Alimentari ed Ambientali - D3A Dipartimento di Scienze Agrarie, Alimentari ed Ambientali UNIVPM - Ancona www.agraria.univpm.it 1 Università Politecnica delle Marche Dipartimento di Scienze Agrarie, Alimentari ed Ambientali La ricerca,

Dettagli

SEZIONE I OFFERTA DIDATTICA

SEZIONE I OFFERTA DIDATTICA 1 SEZIONE I OFFERTA DIDATTICA INTRODUZIONE 1 Per i Corsi di Studi di Ingegneria dell Università degli Studi di Roma Tor Vergata viene applicato, dall A.A. 2008/2009, un ordinamento didattico conforme

Dettagli

Corporate & Continuing Education

Corporate & Continuing Education Corporate & Continuing Corporate & Continuing \ chi siamo Welcome! All interno del Servizio di Offerta Formativa Post Laurea promuoviamo la formazione e l aggiornamento continuo nelle imprese. Rettore

Dettagli

Con l auspicio che questa nuova iniziativa venga diffusa a tutti gli interessati, l occasione ci è gradita per porgerle i nostri migliori saluti.

Con l auspicio che questa nuova iniziativa venga diffusa a tutti gli interessati, l occasione ci è gradita per porgerle i nostri migliori saluti. Azioni di Orientamento del Politecnico di Bari! Gent.ma/o Dirigente, Le inviamo in allegato una serie di iniziative che il Dipartimento di Ingegneria Elettrica e dell Informazione organizza per gli studenti

Dettagli

Università degli Studi di Parma Centro Interdipartimentale Packaging CIPACK. (Dir. Prof. Angelo Montenero)

Università degli Studi di Parma Centro Interdipartimentale Packaging CIPACK. (Dir. Prof. Angelo Montenero) Università degli Studi di Parma Centro Interdipartimentale Packaging CIPACK (Dir. Prof. Angelo Montenero) Lo spreco alimentare Nel mondo: Viene sprecato 1/3 del cibo prodotto Lo spreco equivale a 1,3 miliardi

Dettagli

Distretto Tecnologico Campano. Ingegneria dei MAteriali Polimerici e Compositi e STrutture

Distretto Tecnologico Campano. Ingegneria dei MAteriali Polimerici e Compositi e STrutture Distretto Tecnologico Campano Ingegneria dei MAteriali Polimerici e Compositi e STrutture La filiera della conoscenza Politiche strutturali per la ricerca Politiche industriali Politiche economiche Alta

Dettagli