RASSEGNA WEB DEL 6 MARZO 2013

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "RASSEGNA WEB DEL 6 MARZO 2013"

Transcript

1 RASSEGNA WEB DEL 6 MARZO 2013 NEWSLOT E VLT... 3 NEW SLOT E OMOLOGAZIONI: CHIONNA (ACMI), VERSO UN NUOVO MODELLO INDUSTRIALE... 3 SCOMMESSE, POKER E ONLINE... 3 BANDO 2000 NEGOZI DI GIOCO. PREVISTA PER IL 12 MARZO L APERTURA DELLE BUSTE: 108 LE SOCIETÀ AMMESSE.. 3 POKER ONLINE, IN ITALIA COMPIE 5 ANNI... 5 D'ALOIA SI DIMETTE DA PRESIDENTE MICROGAME, AD INTERIM SALE LEHMAN MA L'EX NUMERO UNO ANNUNCIA RICORSI... 5 PADDY POWER. NEL 2012 PROFITTI IN CRESCITA DEL 31%... 6 TAR LAZIO, RINVIATI I RICORSI STANLEYBET SULLA PROROGA DELLE STORICHE E SULL AZZERAMENTO DELLA RETE... 6 AZZERAMENTO RETE, OGGI STANLEY AL TAR... 6 TAR LAZIO, IN DISCUSSIONE RICORSO POKER&BET SU SANZIONI TOTEM... 6 CRONACA... 6 ENADA PRIMAVERA, GIOCO E BUSINESS SICURO... 6 CASINÒ CAMPIONE, PRIMO BIMESTRE 2013 INCASSI IN CRESCITA DEL 4,7%... 7 REGIONI. ANCORA IN STAND BY AGGIORNAMENTO DEI LEA E MISURE DI CONTRASTO ALLA LUDOPATIA... 7 EMILIA ROMAGNA. ANGELINI (IDV): CRESCE LA CONSAPEVOLEZZA DEGLI EFFETTI DEVASTANTI DEL GIOCO D AZZARDO... 7 BOLZANO. SONO BEN 54 LE LICENZE PER SALE GIOCHI RILASCIATE DALLA PROVINCIA... 8 SALERNO. SEQUESTRATI DALLE FIAMME GIALLE APPARECCHI DA GIOCO ILLEGALI... 8 GENOVA, CONSIGLIO COMUNALE: "STOP A SLOT MACHINE E MINICASINÒ"... 8 LUCCA: IL 7 MARZO SI PARLA DI GIOCO CON I DATI DI AZZARDOPOLI MONDO... 9 GIOCO D AZZARDO E MINORI. LA COMMISSIONE EU: OGNI STATO MEMBRO RESPONSABILE DELLA REGOLAMENTAZIONE... 9 BOZKURT (EU): SERVE UN APPROCCIO GLOBALE PER CONTRASTARE GLI INTERESSI DELLA CRIMINALITÀ ORGANIZZATA NELLO SPORT EUROPEO SLOT. IN GERMANIA MODIFICA DELLE NORME: NUOVE OMOLOGHE E CORSI DI FORMAZIONE PER GLI ESERCENTI GERMANIA. A RISCHIO POSTI DI LAVORO E RITIRO DI APPARECCHI A CURA DELL UFFICIO STAMPA E COMUNICAZIONE DI GAMENET S.P.A.

2 Rassegna WEB di mercoledì 6 marzo 2013 Pag. 2

3 NEWSLOT E VLT NEW SLOT E OMOLOGAZIONI: CHIONNA (ACMI), VERSO UN NUOVO MODELLO INDUSTRIALE (GIOCONEWS 06/03/2013) La notizia divulgata da GiocoNews.it riguardo alla 'stretta' da parte dei Monopoli nel rilascio dei nulla osta di distribuzione con particolare attenzione allo strumento dei 'kit' - ha suscitato grande attenzione nel settore. Per questo abbiamo approfondito il tema con il presidente di Acmi, l'associazione di costruttori di apparecchi da gioco, in un'intervista che sarà pubblicata in versione integrale nei prossimi giorni (nella quale si spazia anche sul campo delle cosiddette 'new slot 3') di cui anticipiamo un estratto. Un tema centrale in questo passaggio generazionale del comparto slot è quello dei cosiddetti 'kit', che dovrebbero scomparire dal futuro del settore, in qualunque forma e modalità, anche attraverso una attribuzione di maggiore responsabilità ai produttori. Cosa ne pensa di questo aspetto? I produttori la responsabilità la hanno da sempre, la norma infatti attribuisce a questa figura la responsabilità dell apparecchio sino alla definitiva dismissione. In tal senso, per il futuro, si è giustamente pensato di delineare con maggiore precisione ruoli e responsabilità prevedendo, per gli organi preposti ai controlli, degli strumenti e delle procedure che consentiranno agli stessi di identificare in modo inconfutabile i responsabili di eventuali manomissioni o di interventi non autorizzati. Per quanto concerne l attualità, riteniamo la circolare recentemente inviata da Aams ai propri uffici territoriali sufficientemente chiara rispetto alla posizione dei Monopoli sull argomento. L intervento di aggiornamento del modello industriale, alla studio di Acmi in questo momento, interviene anche su questo annoso argomento, prevedendo un nuovo sistema di distribuzione e assistenza che, a nostro avviso, porterà notevoli benefici all intero comparto andando incontro in particolare, alle esigenze dei gestori. Secondo l'associazione dei costruttori, in effetti, la nuova normativa sugli apparecchi predisposta da Aams e in attesa di adozione, comporterebbe un cambiamento del settore dal punto di vista industriale e, quindi, nella sua strutturazione. Con maggiori oneri per gli operatori ma anche, e soprattutto, maggiori certezze. Questo decreto (di nuove regole tecniche, Ndr) ha da subito fatto capire la volontà del Legislatore di cambiare la modalità di produzione, distribuzione e gestione del prodotto Awp e nel contempo, la volontà di determinare con estrema chiarezza le responsabilità di ogni attore della filiera. Appare quindi evidente la necessità, per la parte produttiva, di aggiornare l attuale modello industriale in funzione della trasformazione in atto. Le nuove macchine richiederanno una qualità di assemblaggio e di scelta della componentistica molto superiore all attuale, sarà fondamentale garantire all operatore una minor necessità di manutenzione e quindi tutto il modello industriale dovrà subire un cambiamento rispetto all attuale. Acmi sta lavorando da tempo ad una possibile certificazione di qualità della filiera, che preveda la valutazione preventiva dei prodotti da immettere sul mercato, certificandone la qualità secondo i canoni richiesti. SCOMMESSE, POKER E ONLINE BANDO 2000 NEGOZI DI GIOCO. PREVISTA PER IL 12 MARZO L APERTURA DELLE BUSTE: 108 LE SOCIETÀ AMMESSE (JAMMA 06/03/2013) L Agenzia delle Dogane e dei Monopoli ha pubblicato la lista delle società ammesse all apertura delle buste B contenenti l offerta economica per il bando delle 2000 agenzie. 108 le società ammesse alla seduta pubblica che si terrà il 12 marzo prossimo alle ore 9,30, presso la sede della Direzione Generale dell Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, via Carucci 71, Roma. Per ciascun candidato potrà assistere alla seduta il legale rappresentante ovvero un suo incaricato munito di delega specifica. Di seguito delle società ammesse: Rassegna WEB di mercoledì 6 marzo 2013 Pag. 3

4 Num. Plico Società Num. Prog. 1 REGINA SRL 1 2 MC SRL 2 3 GECH GECH SRL 3 4 A.I. DI MELONI SIMONETTA S.r.l. 4 5 A.I. DI MELONI ATTILIO S.r.l. 5 7 MERKUR INTERACTIVE ITALIA SPA 6 8 FERRERO E TOPPINO SRL 7 9 LA MIRAVALLE A.I. SRL 8 10 LADY-N AG.IPPICA SRL 9 11 PRODIGIO BET SRL A.I. FALETRA SALVATORE BARDI BET SRL REPLATZ SRL ADDA GESTIONI SPA ANGELO SONVICO S.r.l AGENZIA ITALIA MARSON DI ANGELO SONVICO S.r.l SCALISE ORLANDO SRL COSENZA SCOMMESSE SRL IPPOBET SRL TRE ESSE SCOMMESSE SRL TOTOTEAM SRL CAMA SRL SKS365 GROUP GMBH RIBOT S.R.L ROMAR SRL GIUSEPPE MARIA D ANNUCCI SRL QUALITY NETWORK SRL CECCA CELESTINA SRL AG. M3 SRL LA SCOMMESSA VINCENTE GI.LU.PI. SRL AG. IPPICA DI LUCIANO GIOVE NINEANDNINE S.r.l ASCOT S.r.l MINNIE SRL THREE OLD BET SRL DI.GI. SRL RIFA SRL MEGARIS BINGO SRL GB ORETO SCOMMESSE SEVENBET SRL AG. IPPICA PARMENSE DI BASSI CARLA SRL TOTALBET SRL AYCONS SRL GIADABET SRL CORSAL SRL PARMABET SRL EMA SRL ITAPROINVEST SRL DITTA INDIVIDUALE ROSOLIO FRANCO BLACK MAGIC SRL SOCIETA COST TRA FRATELLI ACANFORA SRL E RAFFAELLA CASILLO ADMIRAL BET ITALIA SRL COSTITUENDA PLANET GROUP SRL ESPOSITO MARIO AGENZIA DOTT. DOMENICO SEMERARO SRL BASTA SRL SISAL MATCH POINT DOMUS BET SRL TOTORICEVITORIA ESPOSITO DI ABBRUZZESE CHIARA E C. SAS KING BET SRL EURAC SRL EUROBET ITALIA SRL UNIPERSONALE ZILLY S.r.l TELEBINGO S.r.l CIEMME BETTING SRL GI & EM SRL FLASH BET SRL RIBOT SRL DIMENSIONE GIOCO SRL SNAI SPA AGENZIA SALVO D ACQUISTO SRL VICENZA SCOMMESSE SRL SERVIZI E GESTIONI SRL LA COMPAGNIA DEI GIOCHI SRL SOC COSTITUENDA DI MARTINO 2000 DI ORIGGI C DITTA IND BRAMANTE SRL LUDIKA FLY SRL ARTEMIDE SRL SCOMMETENDO SRL SOCIETA ITALIANA BETTING SRL S.A.I.T.A. SPA GALASSIA GAME SRL MONDIAL BETTING SRL BINGOBON SRL HBG ON LINE GAMING SRL NOVA SERVICE SRL GAMENET SCOMMESSE SPA SE.DI.L.SRL COGETECH GAMING SRL RO.MA. SRL SOC. COSTITUENDA A.I. COLOGNO MONZESE E LAINATI STEFANO DOUBLE VINS SRL XBET SRL SUN BET SRL PERUGIA GIOCHI SRL SECONBET SRL LOTTOMATICA SCOMMESSE NEW GIOCO SRL SOC. COST. GOLDBET ITALIA.IT 100 Rassegna WEB di mercoledì 6 marzo 2013 Pag. 4

5 110 SOCIETA COSTITUENDA GROUP SERVICE SRL M & C SRL DI MASSIMO CAVANNA NUOVA GENOVA BET SRL TUTTO SCOMMESSE SRL SOC. COSTITUENDA ALARIO AZZURRA E LABARBERA ROSALIA SOC. COSTITUENDA AG PONTI ROSSI E NAPOLI SCOMMESSE SOCIETA COSTITUENDA BET FOR BET AZETA GAMES SRL SOCIETA COSTITUENDA SCOMMETTENDO S.R.L. e TRE EMME SRL 108 POKER ONLINE, IN ITALIA COMPIE 5 ANNI (AGICOS 06/03/2013) Dal Texas Hold'Em allo Stud, dal Razz al Draw: le varianti del poker oggi spopolano online. E sono 4 milioni gli italiani che hanno giocato almeno una volta una mano di poker online, mentre sono 500 mila quelli che giocano regolarmente almeno una volta al mese. I due terzi di essi spendono mensilmente meno di 50 euro e in prevalenza i giocatori sono uomini (65%) residenti al Centro-Sud (68%). É il profilo tracciato da NetBetPoker.it, portale leader in Italia per il poker online, in collaborazione con LivePartners, società che promuove e gestisce a livello mondiale alcuni dei più grandi marchi nel settore dei giochi online e che offre ai webmasters di tutto il mondo programmi di affiliazione per promuovere i migliori casinò online e le migliori poker room. Sono trascorsi ormai 5 anni da quando, nel 2008, si disputarono le prime partite di poker virtuale sui siti web degli operatori che già allora avevano aperto le prime poker room. All'inizio era possibile giocare solo in modalità "for fun", senza quote d'iscrizione né premi in denaro, poi dal 2 settembre 2008 iniziarono le prime partite online con soldi veri al poker in modalità a torneo, mentre bisognerà invece attendere il 18 luglio 2011 per le prime partite di poker cash. «Con il poker in modalità a torneo ciascun giocatore versa la stessa quota d'iscrizione e inizia a giocare nello stesso momento con l'obiettivo di arrivare primo o comunque nella zona "in the money", quella che permette di aggiudicarsi un premio: una sessione di gioco quindi può durare anche molte ore, mentre nel poker cash il giocatore può sedersi a un tavolo anche per una singola mano, l'esito della quale comporta l'immediata vincita o perdita della puntata» spiegano i responsabili del portale NetBetPoker.it. In questi 5 anni il poker online nelle sue varie versioni ha attratto un numero sempre maggiore di giocatori. Il successo fu immediato: nel 2009, il primo anno di piena attività, il poker a torneo attrasse giocate per 2,3 miliardi di euro (secondo i dati AAMS sulla raccolta complessiva), per superare i 3,1 miliardi nell'esercizio successivo, sempre secondo i dati AAMS sulla raccolta complessiva. Così come pure fu immediato il successo del poker cash che nel 2011, partendo il 18 luglio, totalizzò giocate che secondo i dati AAMS sulla raccolta complessiva hanno toccato i 6,9 miliardi di euro. D'ALOIA SI DIMETTE DA PRESIDENTE MICROGAME, AD INTERIM SALE LEHMAN MA L'EX NUMERO UNO ANNUNCIA RICORSI (GIOCONEWS 06/03/2013) Un Consiglio d'amministrazione che si annunciava turbolento e, purtroppo, sembra aver rispettato le attese. Ieri il presidente di Microgame/People's Fabrizio D'Aloia si è dimesso dalla carica di numero uno del gruppo e da consigliere insieme al consigliere Cucilovo. Da fonti vicine a Microgame si apprende che potrebbero partire presto ricorsi alle autorità giudiziarie che rischierebbero di portare alla completa paralisi della società di Benevento. I due dimissionari avrebbero motivato le dimissioni per aver riscontrato gravi illeggitimità nella gestione dell'azienda. Dall'azienda fanno sapere che svolge la funzione di Presidente ad interim il Vice Presidente Dott. Stephen A. Lehman. Intanto Consiglio ha convocato una Assemblea Generale dei Soci per il rinnovo dell intero Consiglio di Amministrazione. Nelle more della prossima Assemblea rimane in carica il CDA attuale. Confermata la nomina di Francesca Artioli come amministratore unico e quella di qualche settimana fa di Massimiliano Casella come amministratore delegato. Rassegna WEB di mercoledì 6 marzo 2013 Pag. 5

6 PADDY POWER. NEL 2012 PROFITTI IN CRESCITA DEL 31% (JAMMA 06/03/2013) Paddy Power chiude il 2012 con una raccolta in crescita del 25% (5,7 miliardi di euro circa), e profitti netti in aumento del 31% (654 milioni di euro). E quanto emerge dal bilancio preliminare pubblicato oggi. In positivo anche l Ebitda (168,2 milioni, +15%). In termini di profitti netti, tutte le divisioni della compagnia registrano un andamento positivo, in particolare le operazioni in Australia (156 milioni, +34%) e il canale online (che escluse le attività in Australia mette a segno una crescita del 27%, raggiungendo i 263 milioni). Le reti a terra in Irlanda e in Gran Bretagna assicurano rispettivamente profitti netti per 110 e 101 milioni, in crescita del 7 e del 31%. Le giocate via telefono infine beneficiano di una crescita del 22% (22 milioni). Proposto un dividendo di 81 centesimi per azione, il 16% in più del TAR LAZIO, RINVIATI I RICORSI STANLEYBET SULLA PROROGA DELLE STORICHE E SULL AZZERAMENTO DELLA RETE (JAMMA 06/03/2013) Tar Lazio, sono stati rinviati entrambi i ricorsi StanleyBet sulla rete di raccolta delle scommesse che avrebbero dovuto essere discussi oggi in camera di consiglio presso la Seconda Sezione. Con il primo ricorso, il bookmaker anglo-maltese aveva impugnato il silenzio rifiuto dei Monopoli sulla domanda di azzerare la rete di raccolta. Il ricorso è stato rinviato al 10 luglio prossimo. con il secondo ricorso, invece era stata impugnata la proroga delle concessioni storiche. In questo caso, per fissare la nuova udienza si attende che il Consiglio di Stato si pronunci in secondo grado a febbraio il Tar ha respinto le istanze di Stanley sul ricorso intentato contro il bando di gara per le 2mila agenzie di scommesse. AZZERAMENTO RETE, OGGI STANLEY AL TAR (AGICOS 06/03/2013) Revocare tutte le concessioni per la raccolta delle scommesse, e indire una nuova gara per rimettere in palio l'intero pacchetto di diritti. È la richiesta di Stanleybet ai giudici della seconda Sezione del Tar del Lazio, dove oggi si terrà l'udienza in Camera di Consiglio relativa al ricorso del bookmaker anglomaltese contro il silenzio rifiuto da parte dei Monopoli di Stato di azzerare l'intera rete delle scommesse. Il ricorso - che il Collegio, con un'ordinanza dello scorso ottobre, aveva disposto venisse notificato a ogni concessionario delle scommesse attraverso pubblico proclami, e con la pubblicazione di un sunto del ricorso in Gazzetta Ufficiale e su quotidiani di rilievo nazionale - verrà discusso congiuntamente a quello relativo alla proroga delle concessioni storiche per la raccolta delle scommesse, scadute lo scorso 30 giugno. TAR LAZIO, IN DISCUSSIONE RICORSO POKER&BET SU SANZIONI TOTEM (AGIMEG - 06/03/2013) Va in discussione il ricorso, presentato dalla società Poker&Bet, contro la sanzione disposta da AAMS relativamente alla vicenda dei totem per il gioco on-line. Lo ha stabilito la seconda sezione del Tar del Lazio. La sanzione in questione ammonta a circa euro. CRONACA ENADA PRIMAVERA, GIOCO E BUSINESS SICURO (AGICOS 06/03/2013) E' in programma dal 12 al 15 marzo a Rimini Fiera la 25esima edizione di Enada Primavera, la manifestazione di riferimento del settore, a cui parteciperanno 400 aziende, disposte su 40mila metri quadri del quartiere fieristico riminese, che proporranno tecnologie, prodotti e servizi per la filiera del gioco. La manifestazione, organizzata da Rimini Fiera e SAPAR, ribadirà ancora una volta, e con forza, l'impegno per un gioco responsabile e legale, controllato e sicuro. Già lo scorso anno SAPAR (Associazione nazionale sezione apparecchi per le pubbliche attrazioni ricreative) aveva lanciato la campagna di prevenzione 'Affinché il gioco rimanga un gioco' a tutela dei minori e per il contrasto delle ludopatie. La campagna, attraverso una stretta sinergia fra i gestori degli apparecchi e gli esercenti, si pone l'obiettivo di diffondere capillarmente sul territorio, ed in particolare negli esercizi pubblici e commerciali in cui tali apparecchi sono installati, la cultura del gioco responsabile, al fine di prevenire qualsiasi forma di disagio individuale e sociale che possa derivare dal non corretto utilizzo degli apparecchi medesimi. Rassegna WEB di mercoledì 6 marzo 2013 Pag. 6

7 Particolare attenzione viene dedicata ai minori, che tra le cosiddette "fasce a rischio" è certamente la più esposta. Fermo restando che la legge vieta l'utilizzo delle macchine da gioco da parte degli Under18, si richiede, da parte degli operatori, una partecipazione coerente e consapevole a questa opera di prevenzione, per far sì che la campagna in oggetto non rimanga una pura e semplice "operazione di immagine", ma abbia contenuti ed obiettivi concreti. CASINÒ CAMPIONE, PRIMO BIMESTRE 2013 INCASSI IN CRESCITA DEL 4,7% (AGIMEG - 06/03/2013) Alla prova del terzo mese, dopo dicembre 2012 e gennaio 2013, la tenuta del Casinò Campione d Italia è confermata dagli incrementi registrati a febbraio in termini sia di incassi sia di ingressi. I dati segnano un aumento rispettivamente del 5,4 e del 2,3 per cento. Rispetto al primo bimestre del 2012, quest anno il bilancio ha una crescita dei proventi pari al 4,7 per cento e una precisa parità di accessi alle sale. Il segnale è evidentemente positivo, anche se per Carlo Pagan, amministratore delegato del Casinò campionese, la situazione resta difficilissima, tanto più sotto la pressione del recente apprezzamento del franco svizzero sull euro con effetti particolarmente gravosi per la casa da gioco che incassa più che altro euro, ma i cui costi sono esclusivamente in franchi. Eppure la costante lieve crescita dell andamento attesta l efficacia di iniziative come quella che consente di giocare in euro su tavoli dove si batte per tradizione la divisa svizzera, ma anche la rinnovata architettura interna delle sale, nonché la azioni promozionali (il mass market legato al mondo della grande distribuzione organizzata ha oltrepassato di recente quota ingressi) stanno producendo i primi, tanto auspicati risultati. lp/agimeg REGIONI. ANCORA IN STAND BY AGGIORNAMENTO DEI LEA E MISURE DI CONTRASTO ALLA LUDOPATIA (JAMMA 06/03/2013) Secondo quanto emerso da un documento elaborato dalla segreteria della Conferenza delle Regioni, le tre leggi più significative del Governo Monti in materia sanitaria: legge di stabilità, spending review e legge Balduzzi, rischiano di rimanere incompiute, visto il complesso scenario politico uscito dalle urne elettorali. All appello mancano infatti diversi decreti attuativi per applicare del tutto le tre leggi. Tra le questioni ancora aperte ritroviamo anche l aggiornamento dei Lea. A fine anno il ministero della Salute ha emanato un decreto che aggiorna i Lea per le malattie rare, che prevede alcune nuove cronicità, e introduce misure di contrasto alla ludopatia. Senza però i necessari provvedimenti, che dovranno essere emanati in sede di Conferenza Stato-Regioni e Conferenza Unificata, le norme rimarranno al palo. EMILIA ROMAGNA. ANGELINI (IDV): CRESCE LA CONSAPEVOLEZZA DEGLI EFFETTI DEVASTANTI DEL GIOCO D AZZARDO (JAMMA 06/03/2013) Durante la campagna elettorale ho portato in ogni sede la mia personale battaglia contro il gioco d azzardo patologico. Così Liana Angelini dell Italia dei Valori in Emilia Romagna. L incoraggiamento ricevuto da parte di molti cittadini, spiega ma anche di alcuni amministratori della nostra regione sensibili al tema, mi convince dell importanza di questo impegno, già affrontato anche dall Italia dei Valori con due convegni del 2012, e dai nostri parlamentari nella scorsa legislatura. Sono convinta che stia aumentando la consapevolezza circa gli effetti devastanti del gioco d azzardo patologico (GAP), ormai ognuno di noi conosce qualcuno sfiorato da questa problematica, e rimanere indifferenti davanti a vite che vanno in rovina è impossibile. Va ricordato che il gioco in sè non è cattivo, tanto che che molte persone riescono ad avere un approccio unicamente ludico senza sviluppare dipendenze; tuttavia non si può nemmeno negare che le cifre relative alla dipendenza, o alla fase che la precede, sono allarmanti. Inoltre va messo in evidenza che attorno al gioco d azzardo legale si sviluppa un sottobosco di attività illegali, quali l usura e la criminalità organizzata. Lo Stato allora non può rimanere indifferente alle ricadute negative di questo fenomeno, in questo bailamme post-elezioni è bene non perdere di vista che i problemi non sono risolti, ma anzi nell incertezza e nella precarietà si fanno, se possibile, più acuti. Rassegna WEB di mercoledì 6 marzo 2013 Pag. 7

8 BOLZANO. SONO BEN 54 LE LICENZE PER SALE GIOCHI RILASCIATE DALLA PROVINCIA (JAMMA 06/03/2013) Sono esattamente 54 le sale giochi per le quali la Provincia ha concesso una licenza, di cui 22 per sale dedicate. Lo si desume dalla risposta del governatore altoatesino Luis Durnwalder ad un interrogazione del consigliere provinciale Donato Seppi. «Si tratta sottolinea Seppi di un numero spaventoso: vuol dire che abbiamo una sala giochi ogni residenti. A cui si aggiungono tutte le slot machine presenti in migliaia di bar, con licenza comunale». Come aveva denunciato nei giorni scorsi Mirco Benetello di Confesercenti si è avuta anche la conferma che ci sono diverse sale giochi che al loro interno somministrano cibi e bevande. Queste ultime hanno sottratto così l indotto ai tanti bar che sono stati costretti a togliere le slot machine a seguito dell ordinanza comunale. «Dall elenco fornitoci dalla Provincia sottolinea Seppi risulta che ci sono un paio di iscritti al registro dei preposti in diversi esercizi. E ciò la dice lunga sulla qualità del servizio offerto e sulla facilità con cui sono state rilasciate le licenze». Unitalia, che spiega di aver fatto diversi sopralluoghi in sale dedicate e non di Bolzano e dintorni, ritiene che «diversi locali con servizio bar non siano assolutamente in regola». È giallo anche sugli orari di apertura e chiusura dei singoli esercizi. Nella risposta all interrogazione il governatore altoatesino Luis Durnwalder spiega che i locali possono aprire alle 6 della mattina e chiudere all una di notte. «Peccato che in zona industriale denuncia il consigliere provinciale Seppi la sala giochi gestita da una nota catena risulti aperta tutta la notte. Anche per questo abbiamo già denunciato questa incongruenza alle autorità competenti. Gli orari delle licenze vanno rispettati». SALERNO. SEQUESTRATI DALLE FIAMME GIALLE APPARECCHI DA GIOCO ILLEGALI (JAMMA 06/03/2013) I baschi verdi del Gruppo di Salerno hanno eseguito un ulteriore operazione di controllo in provincia, che ha portato al sequestro di tre apparecchi Totem, un Videopoker e una Slot Machine illegale, denunciando a piede libero il responsabile. I terminali Totem, dell aspetto molto simile ai comuni apparecchi da intrattenimento, sono in realtà dei terminali collegati ad internet che consentono l accesso da remoto alla raccolta a distanza di giochi presenti sulla rete. Essi differiscono dagli apparecchi regolari per la presenza di un lettore ottico di banconote e di una card munita di microprocessore. Gli avventori potevano cimentarsi in una vasta platea di giochi vietati, tra i quali videopoker classici, roulette, baccarat, black jack e slot machine con rulli virtuali che riproducevano fedelmente le modalità di gioco degli apparecchi regolari. La fase di gioco aveva inizio mediante l inserimento delle sole banconote, riconosciute attraverso il lettore ottico installato al di sotto del monitor. Mediante tale dispositivo le macchine erano in grado di riconoscere ed accettare anche banconote da 500 euro. Durante il controllo è stato rinvenuto e sottoposto a sequestro anche un videopoker classico, apparecchio divenuto illegale sin dal gennaio 2004, quando la legge Finanziaria sancì il divieto assoluto di riproduzione delle regole del poker nei videogiochi, stante l elevata pericolosità sociale di questa tipologia di intrattenimento. Sequestrata, infine, una slot machine illegale in quanto non allacciata alla rete telematica dei Monopoli di Stato e priva del nulla osta di distribuzione. Al controllo seguiranno idonei accertamenti per la determinazione ed il recupero delle imposte non versate, atteso che l imposta è comunque dovuta, ancorchè la raccolta del gioco avvenga in assenza di concessione A.A.M.S. GENOVA, CONSIGLIO COMUNALE: "STOP A SLOT MACHINE E MINICASINÒ" (GIOCONEWS 06/03/2013) "Cosa intende fare il Comune per fermare il dilagare delle sale giochi?": a chiederlo sono stati Franco De Benedictis (Gruppo Misto) e Lilli Lauro (PDL), nel corso della seduta del consiglio comunale tenutasi martedì pomeriggio al palazzo Tirsi di Genova. Sul tavolo, anche una richiesta di chiarimenti sull iter che ha portato la Giunta a fermare l inaugurazione (non la presunta apertura)della Slot House ex Bailamme di Pegli, al centro della manifestazione 'CasiNo' promossa da Don Gallo venerdì scorso. Rassegna WEB di mercoledì 6 marzo 2013 Pag. 8

9 L'intervento della Giunta, secondo l assessore allo Sviluppo economico Francesco Oddone, è stato un atto dovuto: il titolare della sala slot "aveva chiesto e ottenuto l autorizzazione questorile, ma ha iniziato a fare operazioni che non poteva, senza richiedere l'autorizzazione comunale. Così, "di fronte a questa sbandierata inaugurazione, abbiamo posto la determinazione giudiziale per i mancati passaggi e verificato che è ancora in atto una procedura sanatoria relativa a abusi non conclusa. Per quanto concerne l'azione di contrasto agli effetti negativi del gioco portata avanti dall'amministrazione locale, Oddone ha promesso "un regolamento comunale, basato sulla legge regionale, che consenta di frapporre ostacoli all apertura di nuove sale". Ma sono necessari, continua, "una campagna sociale per giovani e fasce deboli, e un azione in sede di Anci per fare fronte comune per un cambiamento della normativa nazionale, se non cambia quella, noi abbiamo limitatissimi poteri aldilà della legge regionale e del Tar Liguria. Sulla stessa linea l'assessore alla Legalità Elena Fiorini, che ha fatto chiarezza sul proliferare delle sale e degli apparecchi da gioco nel comune genovese: "Nel nostro territorio esistono due tipi di sale da gioco, quelle pubbliche (una si trova alla Fiumara) e quelle con video lottery. Su queste ultime il Comune non ha voce in capitolo per quanto riguarda le autorizzazioni, ma può intervenire a protezione delle fasce deboli dei consumatori e per ragioni di pubblica sicurezza". La legge regionale emanata nell aprile scorso, ha proseguito la Fiorini, dapprima non distingueva fra le due tipologie quindi non aveva ambiti applicativi chiari. A questo si deve aggiungere una giurisprudenza dei Tar che hanno limitato i poteri di interferenza comunale, sulla base delle norme comunali e regionali, rispetto al Puc e alla tutela fasce deboli. Ma dopo la sentenza del 24 gennaio scorso del Tar Liguria, che ha legittimato l inibitoria del Comune di Recco nei confronti di una sala giochi, per le amministrazioni locali sembra esserci più libertà di intervento. "Siamo di fronte", ha concluso la Fiorini, "a una materia fluida con giurisprudenza contrastante, è su questo che si va a innescare l iniziativa comunale per fronteggiare e combattere la diffusione delle sale gioco e il fenomeno della ludopatia. LUCCA: IL 7 MARZO SI PARLA DI GIOCO CON I DATI DI AZZARDOPOLI 2012 (GIOCONEWS 06/03/2013) Giovedì 7 marzo, a Lucca, Daniele Poto giornalista, curatore per l associazione Libera del dossier I costi sociali del gioco d azzardo - Azzardopoli 2012, interverrà nell incontro organizzato dalla Scuola per la Pace della Provincia e dal Comune di Lucca, in occasione della XVIII giornata della memoria e dell impegno in ricordo delle vittime delle mafie, 100 passi verso il 21 marzo. "Un paese dove si spendono circa 1450 euro pro capite, neonati compresi euro pro capite considerando solo i maggiorenni - per tentare la fortuna che possa cambiare la vita tra videopoker, slot machine, gratta e vinci, sale bingo. E dove si stimano 800mila persone dipendenti dal gioco d'azzardo e quasi due milioni di giocatori a rischio. Un fatturato legale valutato in 79,9 miliardi di euro nel 2011, a cui si devono aggiungere, mantenendoci prudenti, i dieci miliardi di quello illegale", si legge nel dossier. MONDO GIOCO D AZZARDO E MINORI. LA COMMISSIONE EU: OGNI STATO MEMBRO RESPONSABILE DELLA REGOLAMENTAZIONE (JAMMA 06/03/2013) Gli Stati membri sono i soli responsabili per la regolamentazione dei limiti minimi di età e la loro applicazione. E quanto ricorda la Commissione Europea rispondendo ad una interrogazione dell europarlamentare Borg. Per quanto riguarda il gioco d azzardo, gli Stati membri fissno limiti per impedire il gioco d azzardo tra i minorenni, nonché le procedure di verifica da seguire. Come annunciato nella comunicazione per quanto riguarda il gioco d azzardo on-line, la Commissione intende adottare due raccomandazioni, con l obiettivo di fornire un elevato livello di tutela dei consumatori di servizi di gioco d azzardo. Per quanto riguarda i videogiochi, l autoregolamentazione Pan European Game Information Rassegna WEB di mercoledì 6 marzo 2013 Pag. 9

10 (PEGI) è un sistema di valutazione età ed è utilizzato in quasi tutta Europa e alcuni Stati membri lo hanno reso giuridicamente vincolante. BOZKURT (EU): SERVE UN APPROCCIO GLOBALE PER CONTRASTARE GLI INTERESSI DELLA CRIMINALITÀ ORGANIZZATA NELLO SPORT EUROPEO (AGIMEG - 06/03/2013) La Commissione europea è a conoscenza del coinvolgimento della criminalità organizzata nel calcio professionistico europeo? A chiederlo Emine Bozkurt e Petra Kammerevert, del gruppo S&D in una interrogazione presentata in questi giorni in Commissione. Lunedì 4 febbraio 2013 hanno dichiarato gli europarlamentari Europol ha dichiarato di aver scoperto una vasta rete criminale coinvolta nelle partite di calcio truccate, in tutta Europa. Stando alle indagini di Europol, 380 partite svoltesi in Europa possono essere considerate sospette. Europol ha inoltre rivelato che 425 fra arbitri, giocatori, dirigenti di club e responsabili di gravi reati sono sotto inchiesta e che finora 50 persone sono state arrestate. Stando a Europol si tratta solo della punta dell iceberg. Si sospetta che dietro tale rete criminale vi sia un organizzazione di criminalità con sede in Asia. L incapacità degli Stati membri di lottare contro l intrusione della criminalità organizzata nello sport minaccia di rovinare l onestà dello sport in Europa. La Commissione hanno continuato attende che il Consiglio d Europa costituisca una convenzione sulla lotta contro le partite truccate. Tuttavia, la convenzione sarà ultimata solo nella seconda metà del 2014 e non è ancora chiaro se tutti gli Stati membri dell Unione europea decideranno di firmarla. Le partite truccate sono atti collegati con attività criminali transfrontaliere, come il riciclaggio di denaro sporco, la tratta di esseri umani e il traffico di stupefacenti, l estorsione e l intimidazione, e pertanto urge un approccio a livello europeo. Bozkurt e Kammerevert hanno quindi chiesto: La Commissione sta affrontando l aspetto sport delle partite truccate tramite le attività dell unità sport. Può tuttavia spiegare come affronta gli aspetti giuridici delle partite truccate? Intende adottare un approccio globale per lottare contro il coinvolgimento della criminalità organizzata nello sport europeo?. SLOT. IN GERMANIA MODIFICA DELLE NORME: NUOVE OMOLOGHE E CORSI DI FORMAZIONE PER GLI ESERCENTI (JAMMA 06/03/2013) Corsi di formazione sui rischi del gioco, nuove procedure di omologa per gli apparecchi e più trasparenza sui processi di gioco. Sono queste le linee guida del progetto di decreto messo a punto dal Ministero delle Finanze e che presto verrà comunicato alla Commissione Europea. Il governo tedesco è quanto mai deciso a imporre delle limitazioni alla offerta di gioco di sale giochi e ristoranti e detta le nuove regole su produzione e gestione degli apparecchi da gioco. Le motivazioni alla base di questo provvedimento sono state annunciate come un intervento per limitare i rischi derivanti dal gioco ai danni di giovani e persone vulnerabili. La misure, fa sapere il Ministero, determinerà la riduzione di circa delle macchine da gioco presenti sul territorio, ma per gli operatori del settore si tratta di almeno slot che spariranno dal mercato con l introduzione del limite del numero delle slot per ristorante, da tre a uno. Divieto ai minori I minori non potranno più accedere alle slot. La norma prevede infatti l introduzione di dispositivi che impediscono l accesso al gioco da parte dei minori. Macchine più sicure Verranno rafforzate tutte le misure che garantiscono la sicurezza degli apparecchi contro le manomissioni. I dispositivi di gioco saranno sottoposti ad una prima procedure di omologa e quindi ad una successiva verifica tecnica in fase di funzionamento. Corsi di formazione Rassegna WEB di mercoledì 6 marzo 2013 Pag. 10

11 I dipendenti delle società di gestione degli apparecchi così come i loro addetti dovranno frequentare un corso di formazione sui rischi del gioco eccessivo e sulla normativa della durata di 6 lezioni di almeno 45 minuti ciascuna. Alla fine del corso verrà consegnato un attestato. Riduzione del costo giocate Viene ridotto il costo della giocata e previsto lo spegnimento della macchina dopo una serie interrotta di giocate. La perdita media oraria viene ridotta da 33 euro, attuali, a 20 euro. Divieto gioco su più dispositivi Non sarà più possibile per il giocatore giocare contemporaneamente su più slot e la somma massima di denaro introducibile passa da 25 a 10 euro per volta. Il titolare della sala giochi o del ristorante non può caricare punti sulla macchine da gioco. Le nuove norme in vigore dal 2014 Le varie disposizioni previste dal decreto entreranno in vigore, progressivamente, a partire dal 1 gennaio 2014 fino al Entro questa data tutte le nuove norme dovranno esser rispettate. Secondo quanto viene riportato nella relazione tecnica che accompagna il decreto le nuove disposizioni sono determinate dalla necessità di garantire una maggior tutela dei giocavi. Con le recenti modifiche infatti lo Stato ha scongiurato il rischio di illegalità ma non ha fornito risposte adeguate in materia di contrasto del gioco minorile. Qualche preoccupazione invece sul fronte di pratiche di pagamento delle vincite non proprio ortodosse. Il ministero ritiene infatti che tale fenomeno sia praticamente nullo nelle sale giochi ma, seppur raro, presente nei ristoranti. GERMANIA. A RISCHIO POSTI DI LAVORO E RITIRO DI APPARECCHI (JAMMA 06/03/2013) Gauselmann AG si prepara al contrattacco in Germania. I progetti del Governo per gli apparecchi da intrattenimento sarebbero una catastrofe per il settore, ha dichiarato Paul Gauselmann e toglierebbero lavoro a più di addetti del settore. La reazione arriva dopo l annuncio delle restrizioni volute dal Governo per limitare gli effetti negativi legati a questa tipologia di gioco. Una bozza del progetto che potrebbe modificare l attuale normativa, include infatti una serie di interventi attraverso i quali limitare la possibilità di manipolare le macchine da gioco. Si prevede anche l introduzione di una carta del giocatore e la promozione di una cultura del gioco responsabile. Tra le novità l introduzione del limite di una macchine per esercizio pubblico (nel caso specifico i ristoranti). Fonti del Governo hanno fatto sapere che l introduzione di queste limitazioni porterà inevitabilmente al ritiro dal mercato di almeno macchine da gioco. Rassegna WEB di mercoledì 6 marzo 2013 Pag. 11

Analisi della comunicazione del gioco nella sua evoluzione

Analisi della comunicazione del gioco nella sua evoluzione Nel nostro Paese il gioco ha sempre avuto radici profonde - Caratteristiche degli italiani in genere - Fattori difficilmente riconducibili a valutazioni precise (dal momento che propensione al guadagno

Dettagli

dei cosiddetti ambienti dedicati

dei cosiddetti ambienti dedicati In risposta ad una richiesta di Sapar e con una propria circolare del 7 settembre l Amministrazione ha chiarito i vari dubbi interpretativi sugli ambienti dedicati introdotti dal Decreto del 22 gennaio

Dettagli

Agenzia delle Dogane e dei Monopoli

Agenzia delle Dogane e dei Monopoli Prot. R.U. 20990 IL DIRETTORE DELL AGENZIA Visto il Regolamento generale delle lotterie nazionali approvato con Decreto del Presidente della Repubblica 20 novembre 1948, n.1677 e successive modificazioni;

Dettagli

A chi mi rivolgo? Cos è il diritto di accesso? Qual è la normativa di riferimento?

A chi mi rivolgo? Cos è il diritto di accesso? Qual è la normativa di riferimento? IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI A chi mi rivolgo? L' dell garantisce a tutti i soggetti interessati l'esercizio dei diritti d informazione e di accesso ai documenti amministrativi, e favorisce la conoscenza

Dettagli

RFI:Informativa e invio documentazione. Verbale di accordo e comunicato unitario. Convocazione comitato di settore

RFI:Informativa e invio documentazione. Verbale di accordo e comunicato unitario. Convocazione comitato di settore ATTIVITA FERROVIARIE RFI:Informativa e invio documentazione ACI GLOBALE Verbale di accordo e comunicato unitario AUTONOLEGGIO Comunicato unitario di proclamazione sciopero TRASPORTO MERCI LOGISTICA AUTOSTRADE

Dettagli

Mini Guida. Lotta alle frodi nella RC Auto

Mini Guida. Lotta alle frodi nella RC Auto Mini Guida Lotta alle frodi nella RC Auto Guida realizzata da Con il patrocinio ed il contributo finanziario del LOTTA ALLE FRODI NELLA RC AUTO Le frodi rappresentano un problema grave per il settore della

Dettagli

1. Premessa. Il contesto generale.

1. Premessa. Il contesto generale. Linee di indirizzo del Comitato interministeriale (d.p.c.m. 16 gennaio 2013) per la predisposizione, da parte del Dipartimento della funzione pubblica, del PIANO NAZIONALE ANTICORRUZIONE di cui alla legge

Dettagli

PRONTUARIO. DELLE PRINCIPALI NOVITA IN MATERIA DI PROCEDIMENTI E TERMINI PROCESSUALI (ad uso delle segreterie)

PRONTUARIO. DELLE PRINCIPALI NOVITA IN MATERIA DI PROCEDIMENTI E TERMINI PROCESSUALI (ad uso delle segreterie) Codice del processo amministrativo - Commissione per l esame dei profili organizzativi ed informatici - PRONTUARIO DELLE PRINCIPALI NOVITA IN MATERIA DI PROCEDIMENTI E TERMINI PROCESSUALI (ad uso delle

Dettagli

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione Economia > News > Italia - mercoledì 16 aprile 2014, 12:00 www.lindro.it Sulla fame non si spreca La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo

Dettagli

CARIBBEAN POKER. Come si gioca

CARIBBEAN POKER. Come si gioca CARIBBEAN POKER INDICE Caribbean Poker 2 Il tavolo da gioco 3 Le carte da gioco 4 Il Gioco 5 Jackpot Progressive 13 Pagamenti 14 Pagamenti con Jackpot 16 Combinazioni 18 Regole generali 24 CARIBBEAN POKER

Dettagli

BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ

BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ Tra le modifiche introdotte nell agosto 2010 all art. 186, C.d.S., vi è anche l inserimento del nuovo comma 9 bis, che prevede l applicazione del lavoro

Dettagli

Il sottoscritto... nato il.. a... in qualità di... dell impresa... con sede in... via. n. telefono...n. fax... indirizzo e-mail...pec...

Il sottoscritto... nato il.. a... in qualità di... dell impresa... con sede in... via. n. telefono...n. fax... indirizzo e-mail...pec... ALLEGATO A Istanza di inserimento nell Elenco operatori economici consultabile dall AGC 14 Trasporti e Viabilità Settore Demanio Marittimo Opere Marittime nelle procedure negoziate di cui all art. 125

Dettagli

CIO S.p.A. Ottici optometristi selezionati REGOLAMENTO DEL CLUB

CIO S.p.A. Ottici optometristi selezionati REGOLAMENTO DEL CLUB TITOLO I: IL CLUB DEI MIGLIORI NEGOZI DI OTTICA IN ITALIA. Il Club dei migliori negozi di ottica in Italia è costituito dall insieme delle imprese operanti nel campo del commercio dell ottica selezionate

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

Ai Signori Segretari Regionali

Ai Signori Segretari Regionali Venezia, 14 GEN. 1993, prot. n. 313/SGP Oggetto: L. 7 agosto 1990, n. 241 Ai Signori Segretari Regionali Ai Signori Assistenti Alla Segreteria Generale Ai Signori Assistenti Alla Segreteria per il Territorio

Dettagli

Codice di Comportamento Genesi Uno. Linee Guida e Normative di Integrità e Trasparenza

Codice di Comportamento Genesi Uno. Linee Guida e Normative di Integrità e Trasparenza Codice di Comportamento Genesi Uno Linee Guida e Normative di Integrità e Trasparenza Caro Collaboratore, vorrei sollecitare la tua attenzione sulle linee guida ed i valori di integrità e trasparenza che

Dettagli

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale Protocollo N. del. Deliberazione N. del ASSESSORATO SERVIZI SOCIALI Proposta N. 66 del 24/03/2015 SERVIZIO SERVIZI SOCIALI Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Dettagli

SCIA valida anche ai fini dell art. 86 del Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza, approvato con R.D. 18/6/1931, n. 773.

SCIA valida anche ai fini dell art. 86 del Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza, approvato con R.D. 18/6/1931, n. 773. Modulo di segnalazione certificata di inizio attività per la somministrazione di alimenti e bevande all' interno dei circoli privati da presentare in carta libera Spazio per apporre il timbro di protocollo

Dettagli

sul ricorso numero di registro generale 6522 del 2007, proposto da:

sul ricorso numero di registro generale 6522 del 2007, proposto da: N. 00513/2015 REG.PROV.COLL. N. 06522/2007 REG.RIC. R E P U B B L I C A I T A L I A N A Il Tribunale Amministrativo Regionale della Campania (Sezione Quarta) ha pronunciato la presente ORDINANZA sul ricorso

Dettagli

Nel procedimento per la sospensione dell esecuzione del provvedimento impugnato (art. 5, L. 742/1969).

Nel procedimento per la sospensione dell esecuzione del provvedimento impugnato (art. 5, L. 742/1969). Il commento 1. Premessa La sospensione feriale dei termini è prevista dall art. 1, co. 1, della L. 07/10/1969, n. 742 1, il quale dispone che: Il decorso dei termini processuali relativi alle giurisdizioni

Dettagli

P.O.S. (POINT OF SALE)

P.O.S. (POINT OF SALE) P.O.S. (POINT OF SALE) INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Popolare dell Emilia Romagna società cooperativa Sede legale e amministrativa in Via San Carlo 8/20 41121 Modena Telefono 059/2021111 (centralino)

Dettagli

Raccordo tra VAS-VIA-VIC (Valutazione ambientale, Valutazione di impatto ambientale, Valutazione di incidenza)

Raccordo tra VAS-VIA-VIC (Valutazione ambientale, Valutazione di impatto ambientale, Valutazione di incidenza) Allegato 2 Raccordo tra VAS-VIA-VIC (Valutazione ambientale, Valutazione di impatto ambientale, Valutazione di incidenza) Sono molto frequenti le situazioni in cui l obbligo di effettuare valutazioni ambientali

Dettagli

1. Quali sono gli estremi per l iscrizione all Albo Nazionale Gestori Ambientali?

1. Quali sono gli estremi per l iscrizione all Albo Nazionale Gestori Ambientali? Domanda: Risposta (a cura di Maurizio Santoloci): Oggi un impresa edile che trasporta in proprio i rifiuti non pericolosi con proprio mezzo al contrario di quanto accadeva nella previdente disciplina deve

Dettagli

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE LINEE DI INDIRIZZO PER UNA NUOVA PROGRAMMAZIONE CONCERTATA TRA LO STATO, LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO IN MATERIA IN.F.E.A. (INFORMAZIONE-FORMAZIONE-EDUCAZIONE AMBIENTALE) VERSO

Dettagli

Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati

Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati Roma, 29 maggio 2012 Indice Il Gestore dei Servizi Energetici GSE S.p.A. I nostri servizi Nuove attività 2012-2013 Evoluzione delle attività

Dettagli

LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper

LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper le famiglie in condizioni economiche precarie ROSIGNANO

Dettagli

La par condicio. Sintesi dei principali adempimenti per l emittenza radiotelevisiva locale

La par condicio. Sintesi dei principali adempimenti per l emittenza radiotelevisiva locale La par condicio Sintesi dei principali adempimenti per l emittenza radiotelevisiva locale Par condicio fonti normative Legge 515/93 (Disciplina delle campagne elettorali per l elezione alla Camera dei

Dettagli

Soluzioni di risparmio

Soluzioni di risparmio Soluzioni di risparmio Alla ricerca delle spese nascoste Visibile Gestita totalmente Aereo Treno Gestita tradizionalmente Servizi generalmente prenotati in anticipo e approvati dal line manager Meno potenziale

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIPARTIMENTO PER L IMPRESA E L INTERNAZIONALIZZAZIONE DIREZIONE GENERALE PER IL MERCATO, LA CONCORRENZA, IL CONSUMATORE, LA VIGILANZA E LA NORMATIVA TECNICA Divisione

Dettagli

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI 1. IDENTITÀ E CONTATTI DEL FINANZIATORE/ INTERMEDIARIO DEL CREDITO Finanziatore/Emittente CartaSi S.p.A. Indirizzo Corso Sempione, 55-20145 Milano Telefono 02.3488.1 Fax 02.3488.4115 Sito web www.cartasi.it

Dettagli

COMUNE DI MASSA DI SOMMA Provincia di Napoli www.comunedimassadisomma.na.gov.it PEC: protocollo.massadisomma@cstnapoli.legalmail.

COMUNE DI MASSA DI SOMMA Provincia di Napoli www.comunedimassadisomma.na.gov.it PEC: protocollo.massadisomma@cstnapoli.legalmail. COMUNE DI MASSA DI SOMMA Provincia di Napoli www.comunedimassadisomma.na.gov.it PEC: protocollo.massadisomma@cstnapoli.legalmail.it bollo di 16,00 da apporre solo se si richiedono copie conformi Al Responsabile

Dettagli

COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE

COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE SUBINGRESSO NELL ESERCIZIO DELL ATTIVITÀ DI VENDITA SU AREE PUBBLICHE SIA DI TIPO A (su posteggi dati in concessione per dieci anni) SIA DI TIPO B (su qualsiasi area purché

Dettagli

ATTO COSTITUTIVO DI ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA. L anno 2014 il giorno 11 del mese di FEBBRAIO in Bari (BA) Torre a mare alla Via

ATTO COSTITUTIVO DI ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA. L anno 2014 il giorno 11 del mese di FEBBRAIO in Bari (BA) Torre a mare alla Via 1 ATTO COSTITUTIVO DI ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA L anno 2014 il giorno 11 del mese di FEBBRAIO in Bari (BA) Torre a mare alla Via Pitagora n. 7 alle ore 20,00 si sono riuniti i Sigg.: - Iacobellis

Dettagli

BUONI DI SERVIZIO Procedura di richiesta di inserimento nell Elenco dei Soggetti Erogatori di Servizi attraverso lo Strumento Buoni di Servizio

BUONI DI SERVIZIO Procedura di richiesta di inserimento nell Elenco dei Soggetti Erogatori di Servizi attraverso lo Strumento Buoni di Servizio BUONI DI SERVIZIO Procedura di richiesta di inserimento nell Elenco dei Soggetti di Servizi attraverso lo Strumento Buoni di Servizio Aprile 2011 INDICE 1. ACCESSO ALLA PROCEDURA... 1 2. INSERIMENTO DATI...

Dettagli

Bando speciale BORSE LAVORO 2015

Bando speciale BORSE LAVORO 2015 Bando speciale BORSE LAVORO 2015 PREMESSA La Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia considera la mancanza di occasioni di lavoro per i giovani, in misura non più conosciuta da decenni, come

Dettagli

SERVIZIO P.O.S. POINT OF SALE

SERVIZIO P.O.S. POINT OF SALE Pag. 1 / 6 SERVIZIO P.O.S. POINT OF SALE Foglio Informativo INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Monte dei Paschi di Siena S.p.A. Piazza Salimbeni 3-53100 - Siena Numero verde. 800.41.41.41 (e-mail info@banca.mps.it

Dettagli

Comunicare il proprio business: il Bilancio sociale come strumento trasparente di rendicontazione. Treviso - 19 novembre 2012

Comunicare il proprio business: il Bilancio sociale come strumento trasparente di rendicontazione. Treviso - 19 novembre 2012 Comunicare il proprio business: il Bilancio sociale come strumento trasparente di rendicontazione. Treviso - 19 novembre 2012 Presentazione dei risultati del progetto e prospettive future dr. Antonio Biasi

Dettagli

2. L iscrizione nel Registro delle Imprese

2. L iscrizione nel Registro delle Imprese 2. L iscrizione nel Registro delle Imprese 2.1 Gli effetti dell iscrizione nel Registro delle Imprese L art. 2 del d.lgs. 18 maggio 2001, n. 228 (in materia di orientamento e modernizzazione del settore

Dettagli

Principi d Azione. www.airliquide.it

Principi d Azione. www.airliquide.it Principi d Azione Codice Etico www.airliquide.it Il bene scaturisce dall'onestà; l'onestà ha in sè la sua origine: quello che è un bene avrebbe potuto essere un male, ciò che è onesto, non potrebbe essere

Dettagli

OGGETTO: Sospensione feriale: si riparte il 17 settembre

OGGETTO: Sospensione feriale: si riparte il 17 settembre Informativa per la clientela di studio N. 131 del 05.09.2012 Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: Sospensione feriale: si riparte il 17 settembre Gentile Cliente, con la stesura del presente documento

Dettagli

inform@ata news n.02.15

inform@ata news n.02.15 Per contatti o segnalazioni: e-mail: r.fiore@flcgil.it siti internet: www.flc-cgiltorino.it www.flcgil.it inform@ata news n.02.15 la newsletter di informazione sulle problematiche del settore ATA della

Dettagli

I regimi di qualità riconosciuti a livello comunitario: D.O.P., I.G.P., S.T.G. e indicazioni facoltative di qualità TITOLO RELAZIONE

I regimi di qualità riconosciuti a livello comunitario: D.O.P., I.G.P., S.T.G. e indicazioni facoltative di qualità TITOLO RELAZIONE TITOLO RELAZIONE I regimi di qualità riconosciuti a livello comunitario: D.O.P., I.G.P., S.T.G. e indicazioni facoltative di qualità A partire dal 3 gennaio 2013 è entrato in vigore il regolamento (UE)

Dettagli

PRIMI DATI SULLA SPERIMENTAZIONE DEL SOSTEGNO PER L INCLUSIONE ATTIVA (SIA) NEI GRANDI COMUNI

PRIMI DATI SULLA SPERIMENTAZIONE DEL SOSTEGNO PER L INCLUSIONE ATTIVA (SIA) NEI GRANDI COMUNI DIREZIONE GENERALE PER flash 29 L INCLUSIONE E LE POLITICHE SOCIALI PRIMI DATI SULLA SPERIMENTAZIONE DEL SOSTEGNO PER L INCLUSIONE ATTIVA (SIA) NEI GRANDI COMUNI Roma, 1 settembre 2014 Il punto di partenza:

Dettagli

IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Consiglio di Stato. in sede giurisdizionale (Sezione Sesta) DECISIONE

IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Consiglio di Stato. in sede giurisdizionale (Sezione Sesta) DECISIONE N. 01133/2010 01471/2009 REG.DEC. REG.RIC. R E P U B B L I C A I T A L I A N A ha pronunciato la presente IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Sesta) DECISIONE

Dettagli

PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014

PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014 PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014 (CIG ) (CPV ) Io sottoscritto... nato a... il...... nella mia

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

IL TRATTAMENTO FISCALE DELLE SPESE DI RAPPRESENTANZA

IL TRATTAMENTO FISCALE DELLE SPESE DI RAPPRESENTANZA IL TRATTAMENTO FISCALE DELLE SPESE DI RAPPRESENTANZA Una circolare dell Agenzia delle entrate chiarisce il trattamento fiscale delle spese di rappresentanza Con la circolare in oggetto, l Agenzia delle

Dettagli

LE IMPORTAZIONI DI PRODOTTI BIOLOGICI DAI PAESI TERZI NELLA UE

LE IMPORTAZIONI DI PRODOTTI BIOLOGICI DAI PAESI TERZI NELLA UE LE IMPORTAZIONI DI PRODOTTI BIOLOGICI DAI PAESI TERZI NELLA UE Procedure per il controllo e la gestione delle irregolarità Lunedì 17 giugno 2013 Unioncamere Sala Convegni De Longhi Horti Sallustiani, Piazza

Dettagli

IL DIRETTORE. VISTO il decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, e successive modificazioni;

IL DIRETTORE. VISTO il decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, e successive modificazioni; Prot. n. 4084 AGENZIA DELLE DOGANE E DEI MONOPOLI IL DIRETTORE VISTO il decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, e successive modificazioni; VISTO l articolo 12, comma 1, lettera m), del decreto-legge

Dettagli

Partenariato transatlantico su commercio e investimenti. Parte normativa

Partenariato transatlantico su commercio e investimenti. Parte normativa Partenariato transatlantico su commercio e investimenti Parte normativa settembre 2013 2 I presidenti Barroso, Van Rompuy e Obama hanno chiarito che la riduzione delle barriere normative al commercio costituisce

Dettagli

LA LEGGE QUADRO 447/95 E I DECRETI ATTUATIVI

LA LEGGE QUADRO 447/95 E I DECRETI ATTUATIVI LA LEGGE QUADRO 447/95 E I DECRETI ATTUATIVI Luca Menini, ARPAV Dipartimento di Vicenza via Spalato, 14-36100 VICENZA e-mail: fisica.arpav.vi@altavista.net 1. INTRODUZIONE La legge 447 del 26/10/95 Legge

Dettagli

VADEMECUM SUI CIRCOLI PRIVATI La disciplina della somministrazione nei circoli privati. Le garanzie costituzionali

VADEMECUM SUI CIRCOLI PRIVATI La disciplina della somministrazione nei circoli privati. Le garanzie costituzionali VADEMECUM SUI CIRCOLI PRIVATI La disciplina della somministrazione nei circoli privati I circoli privati rappresentano, da sempre, un problema nella gestione delle attività di controllo sul territorio

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

ANTINTRUSIONE - ANTINCENDIO - DIFESE PASSIVE - HOME & BUILDING AUTOMATION - INTELLIGENCE E ANTITERRORISMO - POLIZIA LOCALE E VIGILANZA PRIVATA

ANTINTRUSIONE - ANTINCENDIO - DIFESE PASSIVE - HOME & BUILDING AUTOMATION - INTELLIGENCE E ANTITERRORISMO - POLIZIA LOCALE E VIGILANZA PRIVATA ANTINTRUSIONE - ANTINCENDIO - DIFESE PASSIVE - HOME & BUILDING AUTOMATION - INTELLIGENCE E ANTITERRORISMO - POLIZIA LOCALE E VIGILANZA PRIVATA RHO, DAL 25 AL 28 NOVEMBRE 2008 Un quarto di secolo di storia,

Dettagli

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 Norme sui procedimenti e giudizi di accusa (Gazzetta Ufficiale 13 febbraio 1962, n. 39) Artt. 1-16 1 1 Articoli abrogati dall art. 9 della legge 10 maggio 1978, n. 170. Si

Dettagli

inform@ata news n.02.14

inform@ata news n.02.14 inform@ata news n.02.14 Per contatti o segnalazioni: e-mail: r.fiore@flcgil.it siti internet: www.flc-cgiltorino.it www.flcgil.it la newsletter di informazione sulle problematiche del settore ATA della

Dettagli

HO SCELTO IL SOFTWARE GESTIONALE CHE SI ADATTA A TUTTE LE MIE ESIGENZE. GRUPPO BUFFETTI S.p.A. - DIVISIONE RISTORAZIONE

HO SCELTO IL SOFTWARE GESTIONALE CHE SI ADATTA A TUTTE LE MIE ESIGENZE. GRUPPO BUFFETTI S.p.A. - DIVISIONE RISTORAZIONE HO SCELTO IL SOFTWARE GESTIONALE CHE SI ADATTA A TUTTE LE MIE ESIGENZE GRUPPO BUFFETTI S.p.A. - DIVISIONE RISTORAZIONE FACILITÀ TECNOLOGIA DISPONIBILITÀ ASSISTENZA D USO WI-FI IN 8 LINGUE TECNICA Collegamento

Dettagli

DICHIARAZIONE DELL ORGANIZZAZIONE INTERNAZIONALE DEL LAVORO SUI PRINCIPI E I DIRITTI FONDAMENTALI NEL LAVORO E SUOI SEGUITI

DICHIARAZIONE DELL ORGANIZZAZIONE INTERNAZIONALE DEL LAVORO SUI PRINCIPI E I DIRITTI FONDAMENTALI NEL LAVORO E SUOI SEGUITI DICHIARAZIONE DELL ORGANIZZAZIONE INTERNAZIONALE DEL LAVORO SUI PRINCIPI E I DIRITTI FONDAMENTALI NEL LAVORO E SUOI SEGUITI adottata dalla Conferenza internazionale del Lavoro nella sua Ottantaseiesima

Dettagli

Progetto Istanze On Line

Progetto Istanze On Line 2014 Progetto Istanze On Line 09 aprile 2014 INDICE 1 INTRODUZIONE ALL USO DELLA GUIDA... 3 1.1 SIMBOLI USATI E DESCRIZIONI... 3 2 GESTIONE DELL UTENZA... 4 2.1 COS È E A CHI È RIVOLTO... 4 2.2 NORMATIVA

Dettagli

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Allegato 1 Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Progetto e Concorso Dalle aule parlamentari alle aule di scuola. Lezioni di Costituzione

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

Il Ministro della Pubblica Istruzione

Il Ministro della Pubblica Istruzione Prot. n. 30/dip./segr. Roma, 15 marzo 2007 Ai Direttori Generali Regionali Loro Sedi Ai Dirigenti degli Uffici scolastici provinciali Loro Sedi Al Sovrintendente Scolastico per la Provincia di Bolzano

Dettagli

*è stato invitato a partecipare; da confermare

*è stato invitato a partecipare; da confermare 1 *è stato invitato a partecipare; da confermare 8.30 Registrazione Partecipanti GIOVEDÌ 30 OTTOBRE - Mattina SESSIONE PLENARIA DI APERTURA (9.30-11.00) RILANCIARE IL MERCATO DELLA PA: STRATEGIE ED AZIONI

Dettagli

Al Responsabile del S.U.A.P.

Al Responsabile del S.U.A.P. Marca da bollo Da inviare al Comune competente mediante lettera A/R Al Responsabile del S.U.A.P. Comune di Penna Sant Andrea (TE) M0297/83-AB OGGETTO: Domanda di rilascio nuova autorizzazione di tipo A

Dettagli

Alessandro Gandolfo e Valeria De Bonis. Discussion Papers Collana di E-papers del Dipartimento di Economia e Management Università di Pisa

Alessandro Gandolfo e Valeria De Bonis. Discussion Papers Collana di E-papers del Dipartimento di Economia e Management Università di Pisa Discussion Papers Collana di E-papers del Dipartimento di Economia e Management Università di Pisa Alessandro Gandolfo e Valeria De Bonis Il modello italiano di tassazione del gioco d azzardo: linee guida

Dettagli

Documento su. Conferenza Stato Città Autonomie locali

Documento su. Conferenza Stato Città Autonomie locali Documento su Situazione finanziaria delle Province e valutazione sulla sostenibilità del concorso delle Province e Città metropolitane alla riduzione della spesa pubblica Analisi tecnica operata sulla

Dettagli

*è stato invitato a partecipare; da confermare

*è stato invitato a partecipare; da confermare 1 8.30 Registrazione Partecipanti GIOVEDÌ 30 OTTOBRE Mattina SESSIONE PLENARIA DI APERTURA (9.30 11.00) RILANCIARE IL MERCATO DELLA PA: STRATEGIE ED AZIONI Il settore della PA è tra le priorità dell agenda

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI.

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI. REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI. Foglio notizie: APPROVATO con deliberazione di Consiglio Comunale n. 23 del 05.05.2009 MODIFICATO PUBBLICATO All Albo Pretorio per 15 giorni: - all adozione

Dettagli

DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE

DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELL ORGANISMO DI VIGILANZA D.LGS 231/01 DI GALA S.P.A. DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE 2013 INDICE ARTICOLO 1 SCOPO E AMBITO DI APPLICAZIONE..3

Dettagli

COMUNE DI ROTTOFRENO Provincia di Piacenza SETTORE: SVILUPPO ECONOMICO cod: SE UFFICIO: COMMERCIO cod: ELENCO DEI PROCEDIMENTI

COMUNE DI ROTTOFRENO Provincia di Piacenza SETTORE: SVILUPPO ECONOMICO cod: SE UFFICIO: COMMERCIO cod: ELENCO DEI PROCEDIMENTI rev.0 -data:pagina 1 di 10 TTORE: SVILUPPO ECONOMICO cod: 01 COM 1- Esercizio di vicinato: (Sup di vendita fino a 250 mq.) apertura, trasferimento di sede, ampliamento della superficie, subentro, cessazione,

Dettagli

N. 00244/2015 REG.RIC. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Piemonte.

N. 00244/2015 REG.RIC. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Piemonte. N. 00244/2015 REG.RIC. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Piemonte (Sezione Seconda) ha pronunciato la presente SENTENZA ex art. 60 cod. proc.

Dettagli

Dr. Maurizio Apicella

Dr. Maurizio Apicella Dr. Maurizio Apicella Nato a Campagna (SA) il 2.2.1962 Residente in Roma Coniugato con 2 figli FORMAZIONE 1985 Laurea in Giurisprudenza, Università di Salerno 1987 Master Formez per Consulenti di Direzione

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DELL ATTIVITA DI ALLIETAMENTO, DI TRATTENIMENTO E DI PUBBLICO SPETTACOLO

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DELL ATTIVITA DI ALLIETAMENTO, DI TRATTENIMENTO E DI PUBBLICO SPETTACOLO COMUNE DI SOCCHIEVE Prov. Udine REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DELL ATTIVITA DI ALLIETAMENTO, DI TRATTENIMENTO E DI PUBBLICO SPETTACOLO Approvato con deliberazione Del C.C. n 29 del 24/8/2007 REGOLAMENTO

Dettagli

La Carta dei diritti fondamentali : un testo essenziale per i diritti sociali e sindacali

La Carta dei diritti fondamentali : un testo essenziale per i diritti sociali e sindacali La Carta dei diritti fondamentali : un testo essenziale per i diritti sociali e sindacali I. Introduzione : una Carta essenziale per tutti i lavoratori europei II. Contesto storico : come è stata elaborata

Dettagli

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio.

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio. articolo N.40 MARZO 2007 RIVISTA ELETTRONICA DELLA CASA EDITRICE WWW.ALLENATORE.NET REG. TRIBUNALE DI LUCCA N 785 DEL 15/07/03 DIRETTORE RESPONSABILE: FERRARI FABRIZIO COORDINATORE TECNICO: LUCCHESI MASSIMO

Dettagli

Roma, 11 marzo 2011. 1. Premessa

Roma, 11 marzo 2011. 1. Premessa CIRCOLARE N. 13/E Direzione Centrale Accertamento Roma, 11 marzo 2011 OGGETTO : Attività di controllo in relazione al divieto di compensazione, in presenza di ruoli scaduti, di cui all articolo 31, comma

Dettagli

C:\DOCUME~1\ascanim\IMPOST~1\Temp\Domino Web Access\34\schema SCIA pe.doc Pagina 1 di 34

C:\DOCUME~1\ascanim\IMPOST~1\Temp\Domino Web Access\34\schema SCIA pe.doc Pagina 1 di 34 TIMBRO PROTOCOLLO MODULO DI SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA PER LA SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE (SUBINGRESSO NUOVA APERTURA (di cui art. 4 comma 5^ L.R. 14/2003) - CESSAZIONE VARIAZIONI

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI

REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI Art. 1 Oggetto. Il Comune di Varedo, nell ottica di garantire una sempre maggiore attenzione alle politiche sportive e ricordando i principi ispiratori del

Dettagli

Legge federale su l acquisto e la perdita della cittadinanza svizzera

Legge federale su l acquisto e la perdita della cittadinanza svizzera Legge federale su l acquisto e la perdita della cittadinanza svizzera (Legge sulla cittadinanza, LCit) 1 141.0 del 29 settembre 1952 (Stato 1 gennaio 2013) L Assemblea federale della Confederazione Svizzera,

Dettagli

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI ART. 1 Campo di applicazione e definizioni 1. Il presente regolamento

Dettagli

TRA. REGIONE TOSCANA (C.fisc. in persona di autorizzato alla sottoscrizione del presente atto a seguito di deliberazione della Giunta regionale n.

TRA. REGIONE TOSCANA (C.fisc. in persona di autorizzato alla sottoscrizione del presente atto a seguito di deliberazione della Giunta regionale n. PROTOCOLLO D INTESA PER LO SMOBILIZZO DEI CREDITI DEI SOGGETTI DEL TERZO SETTORE NEI CONFRONTI DEGLI ENTI LOCALI E DEL SERVIZIO SANITARIO DELLA TOSCANA TRA REGIONE TOSCANA (C.fisc. in persona di autorizzato

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 3 giugno 2010, n. 1309

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 3 giugno 2010, n. 1309 18120 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 104 del 16-06-2010 vista la dichiarazione posta in calce al presente provvedimento da parte dei Dirigenti responsabili per competenza in materia che

Dettagli

Indagine, coordinata dalla Procura della Repubblica di Arezzo, che ha permesso di disvelare un articolato sodalizio criminale finalizzato all

Indagine, coordinata dalla Procura della Repubblica di Arezzo, che ha permesso di disvelare un articolato sodalizio criminale finalizzato all Indagine Fort Knox Roma, 08 aprile 2014 Indagine Fort Knox Indagine, coordinata dalla Procura della Repubblica di Arezzo, che ha permesso di disvelare un articolato sodalizio criminale finalizzato all

Dettagli

Per i licenziamenti collettivi: semplificazione delle procedure, variabilità del regime sanzionatorio e termini più stretti per le impugnazioni

Per i licenziamenti collettivi: semplificazione delle procedure, variabilità del regime sanzionatorio e termini più stretti per le impugnazioni Per i licenziamenti collettivi: semplificazione delle procedure, variabilità del regime sanzionatorio e termini più stretti per le impugnazioni di Pierluigi Rausei * La Sezione II, del Capo III (Disciplina

Dettagli

Circolare n. 64 del 15 gennaio 2014

Circolare n. 64 del 15 gennaio 2014 Circolare n. 64 del 15 gennaio 2014 Ordinativo informatico locale - Revisione e normalizzazione del protocollo sulle regole tecniche ed obbligatorietà dell utilizzo nei servizi di tesoreria PREMESSA L

Dettagli

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ)

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) La musica è l'armonia dell'anima Alessandro Baricco, Castelli di rabbia Premessa L insegnamento di uno strumento musicale nella

Dettagli

Access Key per i vostri UBS Online Services Istruzioni

Access Key per i vostri UBS Online Services Istruzioni ab Access Key per i vostri UBS Online Services Istruzioni www.ubs.com/online ab Disponibile anche in tedesco, francese e inglese. Dicembre 2014. 83378I (L45365) UBS 2014. Il simbolo delle chiavi e UBS

Dettagli

> IL RIMBORSO PARTE VI DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI

> IL RIMBORSO PARTE VI DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI PARTE VI > IL RIMBORSO DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI Rimborsi risultanti dal modello Unico Rimborsi eseguiti su richiesta 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI Accredito su conto corrente

Dettagli

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA PROVINCIA DI REGGIO EMILIA REGOLAMENTO PER IL CONSEGUIMENTO DELL IDONEITA PROFESSIONALE PER L ESERCIZIO DELL ATTIVITA DI CONSULENZA PER LA CIRCOLAZIONE DEI MEZZI DI TRASPORTO - Approvato con deliberazione

Dettagli

Area Vigilanza AVVISA

Area Vigilanza AVVISA COMUNE DI VILLASOR Provincia di Cagliari Area Vigilanza P.zza Matteotti, 1 - C.A.P. 09034 Part. IVA 00530500925 Tel 070 9648023 - Fax 070 9647331 www.comune.villasor.ca.it C.F: 82002160925 MANIFESTAZIONE

Dettagli

ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000

ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 (N.B. la presente dichiarazione deve essere prodotta unitamente a copia fotostatica non autenticata

Dettagli

GUIDA di ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI e ALLA TRASPARENZA (Allegata al modulo di richiesta di accesso agli atti amministrativi)

GUIDA di ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI e ALLA TRASPARENZA (Allegata al modulo di richiesta di accesso agli atti amministrativi) GUIDA di ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI e ALLA TRASPARENZA (Allegata al modulo di richiesta di accesso agli atti amministrativi) Principali norme di riferimento 1) Legge n. 241/1990 - Nuove norme in

Dettagli

Tre Ires e tre progetti comuni

Tre Ires e tre progetti comuni IRESQUARE N.7 Tre Ires e tre progetti comuni Elaborazione: indagine tra i lavori cognitivi in Italia I distretti industriali e lo sviluppo locale I Servizi Pubblici Locali in -Romagna, Toscana e Veneto

Dettagli

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale.

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Istituto di Scienze e Tecnologie della Cognizione - CNR progetto internazionale "La città dei bambini" Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Non mi mancava la memoria o l intelligenza,

Dettagli

La FLI si rinnova per essere sempre al passo con i tempi.

La FLI si rinnova per essere sempre al passo con i tempi. Carissimi Soci, anche quest anno di vita associativa si avvia gradualmente a conclusione con moltissimi obiettivi raggiunti, moltissime iniziative a tutela e promozione della nostra Professione concluse

Dettagli

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO La riorganizzazione dell ospedale dev essere affrontata in Consiglio In Consiglio comunale si parlerà ancora di riorganizzazione ospedaliera.

Dettagli

IL 7 PQ in breve Come partecipare al Settimo programma quadro per la ricerca

IL 7 PQ in breve Come partecipare al Settimo programma quadro per la ricerca Ricerca comunitaria idee cooperazione persone euratom capacità IL 7 PQ in breve Come partecipare al Settimo programma quadro per la ricerca Guida tascabile per i nuovi partecipanti Europe Direct è un servizio

Dettagli

ANTICIPO IMPORT / EXPORT FINANZIAMENTI IN DIVISA

ANTICIPO IMPORT / EXPORT FINANZIAMENTI IN DIVISA INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Popolare Etica Società Cooperativa per Azioni Via Niccolò Tommaseo, 7 35131 Padova Tel. 049 8771111 Fax 049 7399799 E-mail: posta@bancaetica.it Sito Web: www.bancaetica.it

Dettagli

Tesi per il Master Superformatori CNA

Tesi per il Master Superformatori CNA COME DAR VITA E FAR CRESCERE PICCOLE SOCIETA SPORTIVE di GIACOMO LEONETTI Scorrendo il titolo, due sono le parole chiave che saltano agli occhi: dar vita e far crescere. In questo mio intervento, voglio

Dettagli