Interazione tra erbicidi e geodisinfestanti del mais

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Interazione tra erbicidi e geodisinfestanti del mais"

Transcript

1 DIFESA DELLE CLTURE PSSIBILI INSRGENZE DI DANNI DA FITTSSICITÀ Interzione tr ericidi e geodisinfestnti del mis di Giovnni Cmpgn, Emnuele Geminini degli insetticidi nel terreno (geoinsetticidi o geodisinfestnti) si rende necessrio su mis (Blndino L impiego et l., 2013) e ltre colture per l protezione dei semi in germinzione e delle giovni pinte durnte le prime fsi di sviluppo dgli ttcchi di insetti terricoli, tr cui in prticolre gli elteridi (Meinke, 1998), m nche di ltri insetti (Cmpgn e Zvnell, 2003; Agosti et l., 2011). Nel corso degli nni Settnt e ttnt venne effettut un intens ttività di sperimentzione seguito dell revoc di vecchi geodisinfestnti (cloroderivti) fvore di ltri meno persistenti (fosforgnici e crmmti). In prticolre venne vlutto il grdo di efficci e di selettività dei geodisinfestnti pplicti si in pieno cmpo si in loclizzzione del seme. In numerose coltivzioni si osservrono frequenti sintomi di fitotossicità in fse di emergenz. Le successive verifiche effettute livello sperimen- Il crescente ritorno ll impiego dei geodisinfestnti in loclizzzione del mis h riproposto il prolem di possiili interzioni negtive con gli ericidi pplicti in pre e post-emergenz. È consiglito consultre ttentmente le indiczioni riportte in etichett per limitre possiili effetti di fitotossicità tle ttriuirono i sintomi fenomeni di interzione negtiv tr geodisinfestnti ed ericidi su mis, rietol d zucchero (Cmpgn e Zvnell, 2001; Cmpgn, 2002), pomodoro e ltre colture, con influenze dovute lle differenti condizioni pedoclimtiche. Lo sviluppo delle tecniche colturli, l esigenz di migliorre l protezione delle colture nelle prime fsi di sviluppo in sintoni con l miente e slvgurdi degli opertori, l evoluzione delle tecniche di ppliczione dei geodisinfestnti in conci (neonicotinoidi) e in loclizzzione, nonché l revoc dell mggior prte dei geodisinfestnti fosforgnici e crmmti, motivò l esigenz di procedere un nuov verific del grdo di selettività. Le nuove tecniche di difes non misero in evidenz interzioni negtive con gli ericidi pplicti in pre e post-emergenz delle colture, fronte del sempre più diffuso impiego di neonicotinoidi in conci del seme, pplicti d soli o con l ggiunt di ltri geoinsetticidi piretroidi. Con l sospensione cuteltiv di questo gruppo di insetticidi si è ritornti lle ppliczioni estempornee dei geodisinfestnti in loclizzzione del mis. Tr questi i fosforgnici non revocti (clorpirifos) e i piretroidi hnno trovto lrgo impiego fino lle più recenti disponiilità di lmd-cilotrin che h permesso di mplire l gmm di scelt. Le esigue disponiilità di prodotti in conci (ttulmente possono essere utilizzti solo con il monitorggio di ppositi deflettori sulle semintrici) che possono essere utilizzti con il montggio di ppositi deflettori sulle semintrici potreero richiedere l inmento di prodotti in loclizzzione qulor l pressione di pericolosi insetti ne giustifichi l impiego. D qui l esigenz di pprofondire le verifiche rigurdnti gli spetti di possiile insorgenz di interzioni negtive evidenzite d sintomi di fitotossicità. Qulor si verifichino sintomi di fitotossicità, occorre vlutre l cus che può derivre d un singolo fttore (di semplice identificzione) o dll interzione negtiv di sostnze ttive che in certe condizioni pedoclimtiche possono determinre un rllentmento dei ritmi di degrdzione iologic del mis con conseguente ccumulo di sostnze fitotossiche 44 L Informtore Agrrio 13/ Copyright Edizioni L'Informtore Agrrio S.r.l.

2 VERIFICHE SPERIMENTALI DIFESA DELLE CLTURE Nel corso degli nni , presso il Centro di fitofrmci dell Università di Bologn sono stte effettute prove per verificre eventuli interzioni negtive tr ericidi di pre-emergenz e geodisinfestnti impiegti in loclizzzione ll semin. I rilievi sono stti eseguiti llo stdio di 5-6 foglie dell coltur, determinndo il peso fresco e secco di un cmpione di pinte. Le differenze più evidenti sono stte rilevte nell nno 2013 (grfico A), GRAFIC A - Effetti dell interzione tr ericidi e geodisinfestnte clorpirifos su mis nel 2013 Peso secco 5-6 foglie Testimone S-metolchlor + terutilzin + mesotrione Isoxflutole Isoxflutole + thiencrzone crtterizzto d un più frequente piovosità e ssmenti di tempertur durnte il periodo primverile. Rispetto d ltri geodisinfestnti di riferimento, clorpirifos h mnifestto, in queste condizioni sfvorevoli, un minor selettività. È emers, inoltre, un interzione negtiv con l miscel di isossflutolo + tiencrzone-metile (ericid iniitore dell enzim ALS). Nel corso dell prov tli effetti sono progressivmente diminuiti. Di rilievi ese Testimone S-metolchlor + terutilzin + mesotrione Isoxflutole Isoxflutole + thiencrzone Produzione Peso secco medio (g) Peso medio grnell/spig (g) A lettere diverse corrispondono dti sttisticmente differenti per p 0,05. guiti ll rccolt su un cmpione di spighe si rilev ncor un lieve differenz produttiv nelle prcelle in cui si erno verificte le interzioni negtive tr il geodisinfestnte clorpirifos e l ericid di pre-emergenz (grfico A). Nel corso del 2014 le differenze sono pprse invece molto più lievi, e non sttisticmente significtive (grfico B). GRAFIC B - Effetti dell interzione tr ericidi e geodisinfestnte clorpirifos su mis nel 2014 Testimone S-metolchlor + terutilzin + mesotrione Isoxflutole Isoxflutole + thiencrzone Peso secco 5-6 foglie Peso secco medio (g) A lettere diverse corrispondono dti sttisticmente differenti per p 0,05. I rischi di interzioni negtive L ppliczione di più fitofrmci, nche se non distriuiti in miscel, può cusre fenomeni di interzione negtiv con possiile insorgenz di dnni d fitotossicità (Geminini et l., 2013). In prticolre nel pssto, i fosforgnici hnno provocto sintomi tlvolt grvi su mis cus dell riduzione dell cpcità d prte delle pinte, di degrdre gli ericidi pplicti in pre o post-emergenz. L generlità delle sostnze ttive che giscono livello dell iniizione dell enzim ALS (solfoniluree, trizoloni, trizolopirimidine, ecc.) sono mggiormente esposti questo rischio, m nche gli iniitori di HPPD (trichetoni) possono comportre le stesse prolemtiche. Le pinte di mis sono in grdo di detossificre le sostnze ericide medinte meccnismi di rottur delle molecole. Tuttvi se questi meccnismi vengono rllentti e se l concentrzione dei metoliti risult troppo elevt, l ccumulo di questi può comportre un intossiczione dell pint che rllent ulteriormente il suo metolismo e l cpcità di detossificzione, mnifestndo i sintomi di fitotossicità. I fosforgnici possono interferire negtivmente questo livello cusndo un ccumulo di sostnze tossiche. L metolizzzione di molti ericidi nel mis, m nche dei fosforgnici, vviene livello del citocromo medinte il complesso enzimtico P450. Le sostnze ttive sistemiche un volt ssorite confluiscono negli pici vegettivi ccumulndosi livello delle ree dove vviene l divisione cellulre. Qulor vengno utilizzti i fosforgnici, è consigliile non sovrccricre il metolismo detossictivo delle pinte di mis con gli ericidi che deono essere degrdti negli stessi siti, come ALS e HPPD. I fosforgnici più sistemici, come il vecchio terufos ormi revocto TABELLA 1 - Principli influenze negtive delle condizioni climtiche sul grdo di selettività Condizione climtic Cus-effetto Frequenti piogge post-trttmento Umidità terreno eccessiv Bsse temperture Formzione crost Mggior ssorimento delle sostnze ttive e mggior ccumulo negli pici vegettivi Asfissi rdicle e minor ttività degrdtiv delle sostnze ttive Riduzione ttività degrdtiv delle sostnze ttive Riduzione dei ritmi di emergenz e di sviluppo dell coltur 2015 Copyright Edizioni L'Informtore Agrrio S.r.l. 13/2015 L Informtore Agrrio 45

3 DIFESA DELLE CLTURE TABELLA 2 - Comptiilità tr ericidi e principli geodisinfestnti del mis Geodisinfestnti Ericidi Meccnismo d'zione HRAC ( 1 ) clorpirifos ( 2 ) lmd-cilotrin ( 3 ) teflutrin ( 4 ) zet-cipermetrin ( 5 ) Interventi di pre-emergenz Tiencrzone B Terutilzin C1 Isossflutolo F2 Mesotrione F2 Sulcotrione F2 Aclonifen F3 Clomzone F3 Pendimetlin K1 Dimetenmide-P K3 Flufencet K3 Petoxmide K3 S-metolclor K3 Interventi di post-emergenz Florsulm B Formsulfuron B Nicosulfuron B Prosulfuron B Rimsulfuron B Tifensulfuron B Tritosulfuron B Mesotrione F2 Sulcotrione F2 Temotrione F2 2,4D MCPA Clopirlid Dicm Fluroxipir = Comptiile. = Possiile comprs di lievi e trnsitori sintomi di fitotossicità (increspture fogliri, ingillimenti). = Possiile comprs di grvi sintomi di fitotossicità (riduzione di sviluppo, forti ingillimenti, ecc.). ( 1 ) Meccnismo d'zione: B = iniizione ALS; C1 = iniizione fotosintesi livello del fotosistem II; F2 = iniizione enzim 4-HPPD; K1 = iniizione ssemlggio microtuuli; K3 = iniizione processi di divisione e distensione cellulre; = uxino simile. ( 2 ) Cyren GR, Poker 7,5, ecc. ( 3 ) Ercole. ( 4 ) Force, Underline. ( 5 ) Crodix Geo. d tempo (Morton, 1993), influivno mggiormente nei confronti di questi meccnismi, tuttvi nche clorpirifos pur essendo più selettivo, è in grdo di influire negtivmente in funzione del suo grdo di ssorimento e dello stto fisiologico dell coltur. Anche le eventuli ppliczioni fogliri di insetticidi fosforgnici sull coltur (clorpirifos, dimetoto, ecc.) seguito di ttcchi di insetti (nottue, fidi, ecc.), possono determinre interzioni negtive con gli ericidi. I sintomi di fitotossicità non sempre sono visiili, m possono divenire grvi qulor le condizioni di ssorimento vengno essperte, con riduzioni di sviluppo dell pprto rdicle e ereo, ingillimenti diffusi, increspture fogliri fino perdite potenzili di produzione. Nei csi più grvi si può riscontrre mortlità di lcune pinte, in prticolre nei terreni più sciolti e con le dosi di ppliczione più elevte seguito di un decorso stgionle freddo e piovoso (tell 1). Il ruolo degli spetti pplictivi L conoscenz dei meccnismi di selettività di ericidi (Geminini e Cmpgn, 2014) e insetticidi è necessri per ridurre gli eventuli dnni d fitotossicità lle colture d impieghi impropri. L selettività tlvolt present dei limiti pplictivi legti in prticolre dose ed epoc di impiego (Cmpgn et l., 2007), stto fisiologico delle pinte, condizioni pedoclimtiche, ecc. Nei trttmenti preventivi, per esempio, svolge un importnte ruolo l ntur dei terreni. (Cmpgn e Rpprini, 2009). Nei trttmenti di post-emergenz l selettività può essere influenzt d un differenzit cpcità d prte dell coltur di trttenere, ssorire o trslocre l ericid. In tutti i csi viene fortemente condiziont d meccnismi fisiologici propri delle pinte, le quli possono detossificre l sostnz ericid medinte processi iochimici ed enzimtici tlvolt nche in funzione del ptrimonio genetico vrietle. Impiego di ntidoti e codiuvnti Gli enzimi deputti ll detossificzione possono essere ulteriormente stimolti nell loro positiv ttività medinte un congiunt ppliczione di ntidoti o fitoprotettori in grdo di ctlizzre l coniugzione dell molecol ericid con composti endogeni del vegetle (gluttione, glucosio, mminocidi). D ltro cnto se l espliczione del grdo di efficci e di selettività degli ericidi dipende prevlentemente dll ttività metolic svolt d ciscun pint prim, durnte e dopo l ppliczione, nche gli ntidoti possono suire le stesse sorti (Cmpgn e Rpprini, 2007). Sindrome d stress cust d nomli decorsi climtici come elevte o limitte temperture, m nche sfissi rdicle o siccità impediscono gli Nel mis l detossificzione dei geodisinfestnti fosforgnici e degli ericidi che giscono medinte l iniizione degli enzimi ALS e 4-HPPD, vviene negli stessi siti e pertnto frequenti piogge, sse temperture, crost e dosi elevte di ppliczione, in prticolre nei terreni più sciolti, possono determinre sintomi di fitotossicità 46 L Informtore Agrrio 13/ Copyright Edizioni L'Informtore Agrrio S.r.l.

4 ntidoti di svolgere l loro pien zione fitoprotettrice compromettendo przilmente l selettività vrietle. Anche le miscele ericide, l formulzione e l ddizione dei codiuvnti che fvorisce l ssorimento, possono influire negtivmente (Rpprini et l., 2003). Impiego di insetticidi fogliri Le ppliczioni fogliri di prodotti sistemici (insetticidi fosforgnici ed ericidi ALS e HPPD iniitori) possono intergire negtivmente, e per questo deono essere distnzite di lmeno 7-10 giorni. Tli ppliczioni possono risultre meno fitotossiche per un minor ssorimento di prodotto d prte delle pinte fisiologicmente meno ttive dopo periodi siccitosi. In tl cso per esempio l intervllo di tempo può risultre inferiore, m se il clo fisiologico vviene dopo l ssorimento, i sintomi di fitotossicità possono risultre più evidenti. Le interzioni negtive più grvi in genere vengono messe in rislto di prodotti che d soli risultno meno selettivi, comportndo un ritrdo dello sviluppo vegettivo dell coltur. In ogni cso è consigliile consultre preventivmente le indiczioni riportte in etichett di tutti i formulti che si possono impiegre. Inoltre è ene considerre le esperienze mturte in cmpo condividendole livello tecnico, mgri nche medinte ollettini, riproducendo in vi sperimentle tutti gli spetti non sufficientemente pprofonditi o chiriti. Nell tell 2 si riportno le cominzioni possiili e sconsiglite tr ericidi e geodisinfestnti. Principli fttori pedoclimtici negtivi Il decorso mientle condizion lo sviluppo delle pinte del mis riducendone lo sviluppo, tr cui in prticolre le sse temperture (Cmpgn e Rpprini, 2008). L frequente piovosità fvorisce l rittivzione e l ssorimento degli ericidi, nonché dei geoinsetticidi sistemici (fosforgnici). Inoltre compttmento e sfissi dei terreni possono mplificre l mnifestzione dei sintomi di fitotossicità cus dell riduzione dell ttività metolic dell coltur e quindi dell detossificzione nei confronti dei principi ttivi ccumulti. Più i tempi di ppliczione dei prodotti meno selettivi sono rvvicinti, mggiore risulterà l ccumulo di sostnze fitotossiche per il mis. Geoinsetticidi fosforgnici in loclizzzione ll semin (clorpirifos) e interventi in pre-emergenz con ericidi ALS iniitori (tiencrzone), m nche HPPD iniitori, possono determinre in condizioni pedoclimtiche sfvorevoli sintomi più evidenti rispetto gli ericidi pplicti in post-emergenz I terreni sciolti e con poc sostnz orgnic, che scrseggino in colloidi dsorenti, rilscino un mggior quntità di sostnz ttiv nell soluzione circolnte che viene prontmente ssorit dlle pinte. Gli ericidi che rimngono mggiormente nell soluzione circolnte, tr cui quelli più soluili in cqu e con un minor quntità di criche positive che riducono il grdo di dsorimento l suolo, possono risultre meno selettivi. L concentrzione ericid inoltre vri oltre che in funzione del contenuto idrico del suolo, nche dll dose di ppliczione e dl tipo di formulzione (per esempio i prodotti microincpsulti rilscino più lentmente il principio ttivo). Si viene determinre pertnto un equilirio dinmico tr terreno, soluzione circolnte e pint. Anche i terreni tendenzilmente limosi, che più fcilmente formno l crost superficile, possono influire mggiormente nei confronti delle interzioni negtive, come pure influenzno più vistosmente gli ndmenti stgionli umidi e freddi in concomitnz delle fsi di emergenz e di sviluppo delle prime foglie del mis. Più fttori negtivi si verificno contempornemente, mggiori possono essere i dnni nei confronti dell coltur. Al contrrio qulor il terreno si secco, vengono ssorite minori quntità di principio ttivo dl suolo in qunto vi è un minore disponiilità di soluzione circolnte. Un ltro spetto d considerre è l degrdzione delle sostnze ttive oper dell microflor tteric, che viene fvorit d un mggior contenuto di sostnz orgnic, tempertur mite e uon livello di umidità del terreno. Giovnni Cmpgn Emnuele Geminini Centro di fitofrmci Università di Bologn AGGIRNATI sul mondo degli grofrmci Con il volume «Informtore degli grofrmci 2015» Info e ordini: Con l nc dti moile per smrtphone e tlet «BDFUP» Info e ordini: Per commenti ll rticolo, chirimenti o suggerimenti scrivi : Per consultre gli pprofondimenti e/o l iliogrfi : rdli/15i13_7918_we 13/2015 L Informtore Agrrio Copyright Edizioni L'Informtore Agrrio S.r.l.

5 DIFESA DELLE CLTURE ARTICL PUBBLICAT SU L INFRMATRE AGRARI N. 13/2015 A PAG. 44 Interzione tr ericidi e geodisinfestnti del mis BIBLIGRAFIA Agosti M., Borini M., Edwrds C.R., Michelon L. (2011) - Concinti e geodisinfestnti ll prov contro l dirotic. L Informtore Agrrio, 5: Blndino M., Agosti M., Reyneri A. (2013) - Geodisinfestnti su mis, efficci se en distriuiti. L Informtore Agrrio, 3: Cmpgn G. (2002) - Interzione tr ericidi e geodisinfestnti su rietol. L Informtore Agrrio, 19: Cmpgn G., Rpprini G. (2007) - Antidoti, un ruolo fondmentle nel disero delle colture. L Informtore Agrrio, 38: Cmpgn G., Rpprini G. (2007) - Gli spetti pplictivi influenzno selettività ed efficci ericid. L Informtore Agrrio, 16: Cmpgn G., Rpprini G. (2008) - Clim e terreno influenzno l efficci degli ericidi residuli. L Informtore Agrrio, 39: Cmpgn G., Rpprini G. (2009) - Ruolo dell tecnic gronomic sull ttività degli ericidi residuli. L Informtore Agrrio, 46: Cmpgn G., Zvnell M. (2001) - The interction etween hericides nd soil insecticides in sugr eet. Atti 64th IIRB Congress - Bruges (B): Cmpgn G., Zvnell M. (2003) - Control of cleonus (Temnorhinus mendicus) with soil insecticides in loclistion during sowing nd seed dressing in sugr eet second contriution. Atti 1st Congress IIRB-ASSBT S. Antonio (Us): Geminini E., Cmpgn G. (2014) - Post-emergenz su mis: strtegie di intervento. L Informtore Agrrio, 12: Geminini E., Cmpgn G. (2014) - Pre-emergenz efficce contro le infestnti del mis. L Informtore Agrrio, 5: Geminini E., Cmpgn G., Rpprini G. (2013) - Disero preventivo risolutivo per il mis. L Informtore Agrrio, 4: Meinke L.J. (1998) - Adult susceptiility of Nersk western corn rootworm (Coleopter: Chrysomelide) popultions to selected insecticides. J. Econ. Entomol., 91 (3): Morton C.A. (1993) - In-furrow terufos reduces field nd sweet corn (Ze mys) tolernce to nicosulfuron. Weed Technol., 7: Rpprini G., Pzzi U., Nicotr G., Tllevi G., Cmpgn G. (2003) - Il ruolo dei codiuvnti nelle ppliczioni ericide. L Informtore Agrrio, 45:

6 Edizioni L Informtore Agrrio Tutti i diritti riservti, norm dell Legge sul Diritto d Autore e le sue successive modificzioni. gni utilizzo di quest oper per usi diversi d quello personle e privto è tsstivmente vietto. Edizioni L Informtore Agrrio S.r.l. non potrà comunque essere ritenut responsile per eventuli mlfunzionmenti e/o dnni di qulsisi ntur connessi ll uso dell oper.

Acidi Deboli. Si definisce acido debole un acido con K a < 1 che risulta perciò solo parzialmente dissociato in soluzione. Esempi di acidi deboli:

Acidi Deboli. Si definisce acido debole un acido con K a < 1 che risulta perciò solo parzialmente dissociato in soluzione. Esempi di acidi deboli: Acidi Deboli Si definisce cido debole un cido con < 1 che risult perciò solo przilmente dissocito in soluzione. Esempi di cidi deboli: Acido cetico (H OOH) 1.75 1-5 Acido scorbico (vitmin ) 1 6.76 1-5.5

Dettagli

DEBITI VERSO BANCHE 1 PREMESSA 2 CONTENUTO DELLA VOCE. Passivo SP D.4. Prassi Documento OIC n. 12; Documento OIC n. 19 2.

DEBITI VERSO BANCHE 1 PREMESSA 2 CONTENUTO DELLA VOCE. Passivo SP D.4. Prassi Documento OIC n. 12; Documento OIC n. 19 2. Cp. 49 - Debiti verso bnche 49 DEBITI VERSO BANCHE Pssivo SP D.4 Prssi Documento OIC n. 12; Documento OIC n. 19 1 PREMESSA I debiti verso bnche ricomprendono tutti quei debiti in cui l controprte è un

Dettagli

Convenzione sull'unificazione di taluni elementi del diritto dei brevetti d'invenzione

Convenzione sull'unificazione di taluni elementi del diritto dei brevetti d'invenzione Serie dei Trttti Europei - n 47 Convenzione sull'unificzione di tluni elementi del diritto dei revetti d'invenzione Strsurgo, 27 novemre 1963 Trduzione ufficile dell Cncelleri federle dell Svizzer Gli

Dettagli

La fertilità del suolo e la qualità della sostanza organica

La fertilità del suolo e la qualità della sostanza organica Dniel Sid-Pullicino, Luisell Celi, Elisbett Brberis DiVPRA Settore di Chimic Agrri e Pedologi, Università degli Studi di Torino L fertilità del suolo e l qulità dell sostnz orgnic Sistemi colturli risicoli

Dettagli

Pareti verticali Cappotto esterno

Pareti verticali Cappotto esterno Preti verticli Cppotto esterno L isolmento termico dei fbbricti dll esterno, comunemente detto cppotto, h vuto le sue prime ppliczioni lcuni decenni f e ncor oggi costituisce uno dei sistemi di isolmento

Dettagli

LCA e prevenzione dei rifiuti: caso di studio sull acqua da bere

LCA e prevenzione dei rifiuti: caso di studio sull acqua da bere Anlisi del ciclo di vit del sistem di gestione rifiuti in Lombrdi Milno 8 Mggio 212 LCA e prevenzione dei rifiuti: cso di studio sull cqu d bere S. Nessi Politecnico di Milno DIIAR Sezione mbientle Obiettivo

Dettagli

per il diserbo e la protezione del mais

per il diserbo e la protezione del mais PER CHI AMA IL MAIS Formulti CHIMIBERG per il diserbo e l protezione del mis 2015 INDICE GENERALE DISERBO DI PRE-EMERGENZA...pg 4 DISERBO DI POST-EMERGENZA...pg 8 - LA SOLUZIONE COMPLETA... pg 8 - TRATTAMENTI

Dettagli

Il Primo Principio della Termodinamica non fornisce alcuna indicazione riguardo ad alcuni aspetti pratici.

Il Primo Principio della Termodinamica non fornisce alcuna indicazione riguardo ad alcuni aspetti pratici. Il Primo Principio dell Termodinmic non fornisce lcun indiczione rigurdo d lcuni spetti prtici. l evoluzione spontne delle trsformzioni; non individu cioè il verso in cui esse possono vvenire. Pistr cld

Dettagli

Temi speciali di bilancio

Temi speciali di bilancio Università degli Studi di Prm Temi specili di bilncio Le imposte (3) Il consolidto fiscle nzionle RIFERIMENTI Normtiv Artt. 117 129 del TUIR Art. 96 del TUIR Prssi contbile Documento OIC n. 25 Documento

Dettagli

STUDIO COMMERCIALE TRIBUTARIO TOMASSETTI & PARTNERS Corso Trieste 88 00198 Roma Tel. 06/8848666 (RA) Fax 068844588 info@mt-partners.

STUDIO COMMERCIALE TRIBUTARIO TOMASSETTI & PARTNERS Corso Trieste 88 00198 Roma Tel. 06/8848666 (RA) Fax 068844588 info@mt-partners. CIRCOLARE INFORMATIVA NR. 14 del 30/11/2012 ARGOMENTO: IMPOSTA SOSTITUIVA TFR 2013 Scde il prossimo 16 dicembre il termine per pgre l impost sostitutiv sul TFR. Tle impost rppresent l nticipo di tsse dovute

Dettagli

LE RETTIFICHE DI STORNO

LE RETTIFICHE DI STORNO Cpitolo 11 LE RETTIFICHE DI STORNO cur di Alfredo Vignò Le scritture di rettific di fine esercizio Sono composte l termine del periodo mministrtivo per inserire nel sistem vlori stimti e congetturti di

Dettagli

Ordinanza concernente la legge sul credito al consumo

Ordinanza concernente la legge sul credito al consumo Ordinnz concernente l legge sul credito l consumo (OLCC) 221.214.11 del 6 novemre 2002 (Stto 1 mrzo 2006) Il Consiglio federle svizzero, visti gli rticoli 14, 23 cpoverso 3 e 40 cpoverso 3 dell legge federle

Dettagli

Gioco Interno Tipologie e Norme

Gioco Interno Tipologie e Norme Gioco Interno Tipologie e Norme Per gioco interno si intende l misur complessiv di cui un nello si può spostre rispetto ll ltro in direzione oppost. E necessrio distinguere fr gioco rdile e gioco ssile.

Dettagli

Oggetto: SOGGETTI IRES - LA RILEVAZIONE CONTABILE DELLE IMPOSTE DI ESERCIZIO

Oggetto: SOGGETTI IRES - LA RILEVAZIONE CONTABILE DELLE IMPOSTE DI ESERCIZIO Ai gentili Clienti Loro sedi Oggetto: SOGGETTI IRES - LA RILEVAZIONE CONTABILE DELLE IMPOSTE DI ESERCIZIO Al termine di ciscun periodo d impost, dopo ver effettuto le scritture di ssestmento e rettific,

Dettagli

Corso di Laurea in Chimica Regolamento Didattico

Corso di Laurea in Chimica Regolamento Didattico Corso di Lure in Chimic Regolmento Didttico Art.. Il Corso di Lure in Chimic h come finlità l formzione di lureti con competenze nei diversi settori dell chimic per qunto rigurd si gli spetti teorici che

Dettagli

Modulo 6. La raccolta bancaria e il rapporto di conto corrente. Unità didattiche che compongono il modulo. Tempo necessario

Modulo 6. La raccolta bancaria e il rapporto di conto corrente. Unità didattiche che compongono il modulo. Tempo necessario 58 Modulo 6 L rccolt bncri e il rpporto di conto corrente I destintri del Modulo sono gli studenti del quinto nno che, dopo ver nlizzto e ppreso le crtteristiche fondmentli dell ttività delle ziende di

Dettagli

avvicendamenti, consociazioni E fertilità del suolo in agricoltura biologica

avvicendamenti, consociazioni E fertilità del suolo in agricoltura biologica vvicendmenti, consocizioni E fertilità del suolo in gricoltur iologic www.veneto.to vvicendmenti, consocizioni E fertilità del suolo in gricoltur iologic www.veneto.to Inizitiv finnzit dl Pino regionle

Dettagli

UNITÀ DI GUIDA E SLITTE

UNITÀ DI GUIDA E SLITTE UNITÀ DI GUIDA E SLITTE TIPOLOGIE L gmm di unità di guid e di slitte proposte è molto mpi. Rggruppimo le guide in fmiglie: Unità di guid d ccoppire cilindri stndrd Si trtt di unità indipendenti, cui viene

Dettagli

processo di decomposizione che porta, da una parte, alla mineralizzazione veloce della sostanza organica in anidride carbonica e sali minerali, utili

processo di decomposizione che porta, da una parte, alla mineralizzazione veloce della sostanza organica in anidride carbonica e sali minerali, utili 1.Introduzione L importnz dell risors suolo è stt sottolinet nel 1972 Strsurgo di memri del Consiglio d Europ con l redzione dell Crt Europe dei Suoli. Secondo tle documento il suolo rppresent uno dei

Dettagli

8 Controllo di un antenna

8 Controllo di un antenna 8 Controllo di un ntenn L ntenn prbolic di un rdr mobile è montt in modo d consentire un elevzione compres tr e =2. Il momento d inerzi dell ntenn, Je, ed il coefficiente di ttrito viscoso, f e, che crtterizzno

Dettagli

Due classi dell Istituto Comprensivo Carano - Mazzini diretto dal professor Antonio Pavone - 5 e la 4. C, e nel corso della premiazione anche la 5

Due classi dell Istituto Comprensivo Carano - Mazzini diretto dal professor Antonio Pavone - 5 e la 4. C, e nel corso della premiazione anche la 5 Scritto d Dlil Bellcicco Lunedì 25 Mrzo 2013 07:15 Due clssi dell Istituto Comprensivo Crno - Mzzini diretto dl professor Antonio Pvone - 5 e l 4 C, e nel corso dell premizione nche l 5 C - hnno prtecipto

Dettagli

Imparare: cosa, come, perché.

Imparare: cosa, come, perché. GIOCO n. 1 Imprre: cos, come, perché. L pprendimento scolstico non è solo questione di metodo di studio, m di numerose situzioni di tipo personle e di gruppo, oppure legte l contesto in cui pprendimo.

Dettagli

Stabilità dei sistemi di controllo in retroazione

Stabilità dei sistemi di controllo in retroazione Stbilità dei sistemi di controllo in retrozione Criterio di Nyquist Il criterio di Nyquist Estensione G (s) con gudgno vribile Appliczione sistemi con retrozione positiv 2 Criterio di Nyquist Stbilità

Dettagli

Le verifiche finali e le scritture di assestamento

Le verifiche finali e le scritture di assestamento Numero 60/2012 Pgin 1 di 8 Le verifiche finli e le scritture di ssestmento Numero : 60/2012 Gruppo : Oggetto : Norme e prssi : Scric l guid complet sulle scritture di chiusur e il pssggio del bilncio d

Dettagli

" Osservazione. 6.1 Integrale indefinito. R Definizione (Primitiva) E Esempio 6.1 CAPITOLO 6

 Osservazione. 6.1 Integrale indefinito. R Definizione (Primitiva) E Esempio 6.1 CAPITOLO 6 CAPITOLO 6 Clcolo integrle 6. Integrle indefinito L nozione fondmentle del clcolo integrle è quell di funzione primitiv di un funzione f (). Tle nozione è in qulche modo speculre ll nozione di funzione

Dettagli

Confronto fra Tecniche di Allevamento e Gestione del Noceto da Frutto

Confronto fra Tecniche di Allevamento e Gestione del Noceto da Frutto Confronto fr Tecniche di Allevmento e Gestione del Noceto d Frutto Tesi di Lure di Irene Tsini Reltore: Prof. Bruno Mrngoni Correltrice: Dr.ss Dontell Mlguti Cenni storici dell coltivzione del noce comune

Dettagli

tellurici Punti da discutere

tellurici Punti da discutere Lott iologic i ptogeni tellurici Giovnn Gilrdi AGROINNOVA, Università di Torino Br, 16 ferio 2012 Punti d discutere - Descrizione - Vntggi e limiti - Csi studio 1 - Riduzione del potenzili di inoculo o

Dettagli

Lotta alla Tignoletta della vite in ambiente biologico

Lotta alla Tignoletta della vite in ambiente biologico Lott ll Tignolett dell vite in mbiente biologico Muro Boselli - Servizio Fitosnitrio Regionle Mssimilino Melndri - Terremerse Gbriele Mrni - Agrisol L tignolett dell vite (Lobesi botrn) è un specie polivoltin

Dettagli

Conversione A/D e D/A. Quantizzazione

Conversione A/D e D/A. Quantizzazione Conversione A/D e D/A Per il trttmento dei segnli sempre più vengono preferite soluzioni di tipo digitle. È quindi necessrio, in fse di cquisizione, impiegre dispositivi che convertno i segnli nlogici

Dettagli

Da 9.500,01 a 15.000,00 > 15.000,01 9.500,00 COSTO PASTO 1,15 2,30 3,45 4,60

Da 9.500,01 a 15.000,00 > 15.000,01 9.500,00 COSTO PASTO 1,15 2,30 3,45 4,60 Per l Anno Scolstico 2015/2016 l Deliber di Giunt Comunle n.25 del 16.04.2015 d oggetto: Determinzione dei criteri e ppliczione delle triffe dei servizi comunli introitti dl Comune nno 2015. Ricognizione

Dettagli

REGOLAMENTO SULLA CONCESSIONE DELLA PROTEZIONE GIURIDICA

REGOLAMENTO SULLA CONCESSIONE DELLA PROTEZIONE GIURIDICA REGOLAMENTO SULLA CONCESSIONE DELLA PROTEZIONE GIURIDICA Il Comitto centrle decret il regolmento seguente conformemente ll rt. 57 e ll rt. 9, cpv. 4 lett. i degli sttuti dell ASI del 5 novemre 00 Tutte

Dettagli

In Sicilia, dove la disponibilità idrica

In Sicilia, dove la disponibilità idrica ZOOTECNIA S IL CORERAS E LA FACOLTÀ DI AGRARIA PER LE RAZZE AUTOCTONE SICILIANE Ltte ovino e cprino in estte con il pscolmento notturno C è l possiilità di produrre ltte ovino e cprino durnte il periodo

Dettagli

SERVIZIO DISTRIBUZIONE GAS METANO PREZZARIO DELLE ATTIVITA' ACCESSORIE

SERVIZIO DISTRIBUZIONE GAS METANO PREZZARIO DELLE ATTIVITA' ACCESSORIE SERVIZIO DISTRIBUZIONE GAS METANO PREZZARIO DELLE ATTIVITA' ACCESSORIE PERIODO DI VALIDITA' I corrispettivi indicti nel presente prezzrio si intendono vlidi nel periodo dl 1 Gennio 2009 l 31 Dicemre 2009

Dettagli

Nota metodologica. Finalità, campo di osservazione, concetto di prezzo

Nota metodologica. Finalità, campo di osservazione, concetto di prezzo Not metodologic numeri indici dei prezzi l consumo misurno le vrizioni nel tempo dei prezzi di un pniere di eni e servizi rppresenttivi di tutti quelli destinti l consumo finle delle fmiglie presenti sul

Dettagli

Le spese di ricerca e sviluppo: gestione contabile ed iscrizione in bilancio *

Le spese di ricerca e sviluppo: gestione contabile ed iscrizione in bilancio * www.solmp.it Le : gestione contbile ed iscrizione in bilncio * Piero Pisoni, Fbrizio Bv, Dontell Busso e Alin Devlle ** 1. Premess Le sono esminte nei seguenti spetti: Il presente elborto è trtto d: definizione

Dettagli

ASSENZE PER ASSISTENZA PORTATORI DI HANDICAP

ASSENZE PER ASSISTENZA PORTATORI DI HANDICAP NORMATIVA ASSENZE PER ASSISTENZA PORTATORI DI HANDICAP A cur di Libero Tssell d Scuol&Scuol del 21/10/2003 Riferimenti normtivi: rt. 21 e 33 5.2.1992 n. 104 e successive modifiche ed integrzioni, Dlgs.

Dettagli

Titolazione Acido Debole Base Forte. La reazione che avviene nella titolazione di un acido debole HA con una base forte NaOH è:

Titolazione Acido Debole Base Forte. La reazione che avviene nella titolazione di un acido debole HA con una base forte NaOH è: Titolzione Acido Debole Bse Forte L rezione che vviene nell titolzione di un cido debole HA con un bse forte NOH è: HA(q) NOH(q) N (q) A (q) HO Per quest rezione l costnte di equilibrio è: 1 = = >>1 w

Dettagli

Tecniche innovative per la gestione del vigneto : la defogliazione pre-fioritura e l allevamento a Siepe

Tecniche innovative per la gestione del vigneto : la defogliazione pre-fioritura e l allevamento a Siepe Tecniche innovtive per l gestione del vigneto : l defoglizione pre-fioritur e l llevmento Siepe Ilri Filippetti e Cesre Intrieri Diprtimento di Colture Aroree Università di Bologn - morfologi del grppolo

Dettagli

Effetto dei parametri di trattamento termico sull arricchimento superficiale di rame in un acciaio 20 Mn4

Effetto dei parametri di trattamento termico sull arricchimento superficiale di rame in un acciaio 20 Mn4 Trttmenti termici Effetto dei prmetri di trttmento termico sull rricchimento superficile di rme in un cciio 20 Mn4 M. Dlà, K. Brunelli, V. Zin, F. Toschi Il fenomeno HOT-SHORTNESS ffligge principlmente

Dettagli

ATTI Giornate Fitopatologiche, 2012, 1, 413-420

ATTI Giornate Fitopatologiche, 2012, 1, 413-420 ATTI Giornte Fitoptologiche, 2012, 1, 413-420 ANALISI DI UN DECENNIO DI VOLI DI LOBESIA BOTRANA NELLA REGIONE ABRUZZO: RELAZIONI TRA SOMMATORIE TERMICHE E DINAMICA DEI VOLI A. ZINNI, D. GIULIANI, B. DI

Dettagli

ESERCIZI RELATIVI AL CAP. 8 GLI INVESTIMENTI E I DISINVESTIMENTI IN TITOLI E PARTECIPAZIONI a cura di Daniela Corbetta

ESERCIZI RELATIVI AL CAP. 8 GLI INVESTIMENTI E I DISINVESTIMENTI IN TITOLI E PARTECIPAZIONI a cura di Daniela Corbetta ESERCIZI RELATIVI AL CAP. 8 GLI INVESTIMENTI E I DISINVESTIMENTI IN TITOLI E PARTECIPAZIONI cur di Dniel Corbett P.S.: l fine di trttre in modo esustivo l rgomento, si precis che nei seguenti esercizi

Dettagli

ANCORANTI CHIMICI EV II TASSELLO CHIMICO STRUTTURALE. Scheda tecnica rev. 1

ANCORANTI CHIMICI EV II TASSELLO CHIMICO STRUTTURALE. Scheda tecnica rev. 1 Sched tecnic rev. 1 EV II TASSELLO CHIMICO STRUTTURALE ncornte chimico d iniezione in resin epossicrilto/vinilestere bicomponente d ltissim resistenz Che cos'è È un ncornte chimico d iniezione composto

Dettagli

Generazione del potenziale d azione nervoso

Generazione del potenziale d azione nervoso Il potenzile d zione Permeilità ionic e potenzile di memrn; Misurzione del segnle lung distnz nei neuroni; Crtteristiche del potenzile d zione; Inizio e propgzione del potenzile d zione; Generzione del

Dettagli

COMITATO REGIONALE CAMPANO SCACCHI c/o Circolo IncontrArci Via Arco 132 80043 S. Anastasia http://www.campaniascacchi.org

COMITATO REGIONALE CAMPANO SCACCHI c/o Circolo IncontrArci Via Arco 132 80043 S. Anastasia http://www.campaniascacchi.org COMITATO REGIONALE CAMPANO SCACCHI c/o Circolo IncontrArci Vi Arco 132 80043 S. Anstsi http://www.cmpnisccchi.org F.S.I. C.O.N.I. ORGANIZZA IL 19 CAMPIONATO REGIONALE A SQUADRE TORNEO OMOLOGABILE PER VARIAZIONI

Dettagli

La Logica BAN. Formalismo

La Logica BAN. Formalismo Network Security Elements of pplied Cryptogrphy nlisi e progetto di protocolli crittogrfici L logic N Principi di progettzione Csi di studio: Needhm-Schroeder, Otwy- Rees; SSL (old version); 509; GSM Il

Dettagli

8. MOVIMENTAZIONE DI MAGAZZINO: LE PRINCIPALI SCRITTURE CONTABILI

8. MOVIMENTAZIONE DI MAGAZZINO: LE PRINCIPALI SCRITTURE CONTABILI 8. MOVIMENTAZIONE DI MAGAZZINO: LE PRINCIPALI SCRITTURE CONTABILI Movimentzione di mgzzino: le principli scritture contbili 8. Le rilevzioni contbili 8.1. 8.1. LE RILEVAZIONI CONTABILI Le rilevzioni ttinenti

Dettagli

L accertamento di un entrata corrente di natura patrimoniale

L accertamento di un entrata corrente di natura patrimoniale ........ Rilevzioni contbili: vecchi e nuov contbilità confronto. L ccertmento di un entrt corrente di ntur ptrimonile curdimurobellesi Dirigente Comune di Vicenz - Publicist... Premess Il cso L rubric

Dettagli

tubi corrugati in polietilene

tubi corrugati in polietilene tubi corrugti in polietilene Sistemi integrli per trsporto ed il trttmento dei fluidi tubi corrugti in polietilene istino cvidotti e drenggi PERETE INTERNA PRODOTTA CON PE ADDITIVATO PER FACIITARE O SCORRIMENTO

Dettagli

ISTRUZIONI DI MONTAGGIO

ISTRUZIONI DI MONTAGGIO Gruppo Imr ISTRUZIONI DI MONTAGGIO collettori sul tetto Figur 1 - I collettori DB possono essere montti fcilmente con il sistem di montggio per l sovrpposizione ll fld d due persone, senz necessità di

Dettagli

Mancanze disciplinari Sanzioni disciplinari Organi competenti

Mancanze disciplinari Sanzioni disciplinari Organi competenti Allegto 1 - REGOLAMENTO DI DISCIPLINA PER LA SCUOLA PRIMARIA Prte integrnte dello stesso Regolmento Mncnze disciplinri Snzioni disciplinri Orgni competenti Il presente llegto costituisce un elenco esemplifictivo,

Dettagli

LE OPERAZIONI DI INVESTIMENTO E DI DISINVESTIMENTO IN TITOLI E PARTECIPAZIONI

LE OPERAZIONI DI INVESTIMENTO E DI DISINVESTIMENTO IN TITOLI E PARTECIPAZIONI Cpitolo 8 LE OPERAZIONI DI INVESTIMENTO E DI DISINVESTIMENTO IN TITOLI E PARTECIPAZIONI cur di Alfredo Vignò Titoli e Prtecipzioni Sono strumenti finnziri che rppresentno impieghi rispettivmente in quote

Dettagli

CAMPO SPERIMENTALE DI RUTIGLIANO Notizie generali di tecniche colturali

CAMPO SPERIMENTALE DI RUTIGLIANO Notizie generali di tecniche colturali CAMPO SPERIMENTALE DI RUTIGLIANO Notizie generli di tecniche colturli Scrining vrietle (Sorgo d iomss,pioppo, Olmo e Pnico) Lo studio di screening vrietle è stto condotto sulle seguenti specie: 1. Sorgo

Dettagli

CORSO DI RAGIONERIA A.A. 2013/2014

CORSO DI RAGIONERIA A.A. 2013/2014 CORSO DI RAGIONERIA A.A. 2013/2014 MODULO A LEZIONE N. 10 LE SCRITTURE CONTABILI Il lesing IL CONTRATTO DI LEASING Il lesing è un contrtto tipico (non previsto dl Codice Civile) per mezzo del qule l ziend

Dettagli

-STRUTTURE DI LEWIS SIMBOLI DI LEWIS

-STRUTTURE DI LEWIS SIMBOLI DI LEWIS STRUTTURE DI LEWIS SIMBLI DI LEWIS ELETTRI DI VALEZA: sono gli elettroni del guscio esterno, i responsbili principli delle proprietà chimiche di un tomo e quindi dell ntur dei legmi chimici che vengono

Dettagli

NORME APPLICABILI ALLE ARMATURE 9

NORME APPLICABILI ALLE ARMATURE 9 QUADERNO III Strutture in clcestruzzo rmto e legno CALCESTRUZZO ARMATO Sched N : NORME APPLICABILI ALLE ARMATURE 9 Not generle: le indiczioni nel seguito riportte sono trtte dlle norme frncesi BAEL 91

Dettagli

ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO CORSO DI ORDINAMENTO 2002 Sessione straordinaria

ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO CORSO DI ORDINAMENTO 2002 Sessione straordinaria ESAME DI STAT DI LICE SCIENTIFIC CRS DI RDINAMENT 00 Sessione strordinri Il cndidto risolv uno dei due problemi e 5 dei 0 quesiti in cui si rticol il questionrio. PRBLEMA Con riferimento un sistem monometrico

Dettagli

si definisce Funzione Integrale; si chiama funzione integrale in quanto il suo * x

si definisce Funzione Integrale; si chiama funzione integrale in quanto il suo * x Appunti elorti dll prof.ss Biondin Gldi Funzione integrle Si y = f() un funzione continu in un intervllo [; ] e si 0 [; ]; l integrle 0 f()d si definisce Funzione Integrle; si chim funzione integrle in

Dettagli

10. Completare la seguente tabella, in cui sono riportate le produzioni assolute e relative di tre colture altamente diffuse in Italia.

10. Completare la seguente tabella, in cui sono riportate le produzioni assolute e relative di tre colture altamente diffuse in Italia. ESERCIZI DI BASE 1. I soci proprietri di un piccol compgni gricol sono tre: i signori A, B, C. Mentre i signori A e C hnno l stess quot di prtecipzione ll ziend, il signor B h solo il 50% dell quot degli

Dettagli

Seminario. Novità fitoiatriche nella difesa delle colture agrarie toscane. Anno 2008 ECOTRAP e NATURALIS (Beauveria

Seminario. Novità fitoiatriche nella difesa delle colture agrarie toscane. Anno 2008 ECOTRAP e NATURALIS (Beauveria Agenzi Regionle per lo Sviluppo e l Innovzione nel settore Agricolo-forestle Seminrio Centro di ricerc per l'agroiologi e l Pedologi Novità fitoitriche nell difes delle colture grrie toscne. Anno 28 ECOTRAP

Dettagli

5. Il servizio di illuminazione pubblica

5. Il servizio di illuminazione pubblica 5. Il servizio di illuminzione pubblic L illuminzione delle ree urbne rppresent un servizio di pubblic utilità vente rilevnz economic, soggetto obblighi di continuità, sicurezz e universlità. L normtiv

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO CARLO STRADI MARANELLO Via Boito, n 27 41053 Maranello Tel. 0536/941110 - fax 0536/945162. Anno Scolastico 2014/2015

ISTITUTO COMPRENSIVO CARLO STRADI MARANELLO Via Boito, n 27 41053 Maranello Tel. 0536/941110 - fax 0536/945162. Anno Scolastico 2014/2015 ISTITUTO COMPRENSIVO CARLO STRADI MARANELLO Vi Boito, n 27 41053 Mrnello Tel. 0536/941110 - fx 0536/945162 Anno Scolstico 2014/2015 Scuole dell Infnzi Sorelle Agzzi e C.Cssini L Scuol dell Infnzi, sttle

Dettagli

ANALISI REALE E COMPLESSA a.a. 2007-2008

ANALISI REALE E COMPLESSA a.a. 2007-2008 ANALISI REALE E COMPLESSA.. 2007-2008 1 Successioni e serie di funzioni 1.1 Introduzione In questo cpitolo studimo l convergenz di successioni del tipo n f n, dove le f n sono tutte funzioni vlori reli

Dettagli

COMUNICAZIONE PER VARIAZIONE BIVACCHI FISSI (Legge regionale 18 febbraio 2010, n. 8)

COMUNICAZIONE PER VARIAZIONE BIVACCHI FISSI (Legge regionale 18 febbraio 2010, n. 8) COMUNICAZIONE PER VARIAZIONE BIVACCHI FISSI (Legge regionle 18 febbrio 2010, n. 8) N Prot. VARIAZIONE...del (d compilrsi cur dell ufficio competente) Al Comune di.. Il/L sottoscritto/: Cognome Nome Dt

Dettagli

RIChIestA di BORsA di studio UNIVeRsItà O IstItUtI equipollenti

RIChIestA di BORsA di studio UNIVeRsItà O IstItUtI equipollenti prot. Istituto di Previdenz e Assistenz RIChIestA di BORsA di studio UNIVeRsItà O IstItUtI equipollenti SpzIo RISeRVTo ll Ip Cndidto punteggio esito Il sottoscritto (iscritto ll Ip) nto/ il residente in

Dettagli

BOZZA. 1 2a S/2 S/2. Lezione n. 27. Le strutture in acciaio Le unioni bullonate Le unioni saldate

BOZZA. 1 2a S/2 S/2. Lezione n. 27. Le strutture in acciaio Le unioni bullonate Le unioni saldate Lezione n. 7 Le strutture in cciio Le unioni bullonte Le unioni sldte Unioni Le unioni nelle strutture in cciio devono grntire un buon funzionmento dell struttur e l derenz dell stess llo schem sttico

Dettagli

Il sistema italiano dei confidi: tra storia ed evoluzione

Il sistema italiano dei confidi: tra storia ed evoluzione Il sistem itlino dei confidi: tr stori ed evoluzione Corso di investment bnking nd rel estte finnce Università degli Studi di Prm Prm, lì 25 febbrio 2014 I punti di nlisi L stori dei confidi: gli interventi

Dettagli

Fornitori 1.000,00 200,00. Crediti per contributi a Altri ricavi e proventi 400,00. Banca c/c a Crediti per contributi 400,00

Fornitori 1.000,00 200,00. Crediti per contributi a Altri ricavi e proventi 400,00. Banca c/c a Crediti per contributi 400,00 CONTRIBUTI I contributi, in bse ll loro motivzione e destinzione possono suddividersi in: - contributi in conto esercizio - seguono il principio di competenz; - contributi in conto impinti - seguono il

Dettagli

D.A.M.S. Legge sulla privacy D.Lgs 196/2003 e Codice della Privacy in merito alle misure di sicurezza per la protezione dei dati personali

D.A.M.S. Legge sulla privacy D.Lgs 196/2003 e Codice della Privacy in merito alle misure di sicurezza per la protezione dei dati personali D.A.M.S. Legge sull privcy D.Lgs 196/2003 e Codice dell Privcy in merito lle misure di sicurezz per l protezione dei dti personli Il presente documento intende fornire un prim vlutzione sui criteri tecnici

Dettagli

Automobile Club d'italia

Automobile Club d'italia Automobile Club d'itli SCHDA DI SINTSI MODALITA' DI AUTNTICA PRMSSA L'rt. 7 L. 24812006 non specific le modlit8 d seguire per I'utentic delle sottoscrizioni, né richim lcun disciplin già esistente, qule

Dettagli

Lavorazioni delle materie plastiche

Lavorazioni delle materie plastiche Lvorzioni delle mterie plstiche CONTENUTI Lvorzione delle mterie plstiche con prticolre rigurdo llo stmpggio iniezione PREREQUISITI Conoscenz delle proprietà dei mterili Conoscenz degli elementi costituenti

Dettagli

Protocollo di intesa tra :

Protocollo di intesa tra : Protocollo di intes tr : o Comune di Correggio Servizio Socile Integrto AUSL di Reggio Emili Distretfo di Correggio Movimento per l Vit (ssocizione di Volontrito) Crits Croce Ross per lo sviluppo di un

Dettagli

Il Database Topografico Regionale

Il Database Topografico Regionale Il Dtbse Topogrfico Regionle Stefno Olivucci Stefno Bonretti Servizio Sttistic ed Informzione Geogrfic Il Dtbse Topogrfico Regionle Rppresent il nucleo portnte dell infrstruttur regionle reltiv i dti territorili

Dettagli

LE SOLLECITAZIONI. Gli ingranaggi face gear, o a denti frontali (figura DEGLI INGRANAGGI A DENTI FRONTALI

LE SOLLECITAZIONI. Gli ingranaggi face gear, o a denti frontali (figura DEGLI INGRANAGGI A DENTI FRONTALI SANDRO BARONE, PAOLA FORTE LE SOLLECITAZIONI DEGLI INGRANAGGI A DENTI FRONTALI Un ingrnggio denti frontli (Fce Ger) offre vntggi si in termini di peso si in termini di riprtizione dei crichi sui denti,

Dettagli

SOLUZIONI PER INTERNI RIVESTIMENTO A PARETE. Pensa Trespa

SOLUZIONI PER INTERNI RIVESTIMENTO A PARETE. Pensa Trespa SOLUZIONI PER INTERNI RIVESTIMENTO A PARETE Pens Tresp Spring rchitecten, Pesi Bssi Clusol di esclusione dell responsilità Tresp Interntionl B.V., con sede Weert (Pesi Bssi), di seguito Tresp, declin ogni

Dettagli

Sondaggio piace l eolico?

Sondaggio piace l eolico? Songgio pie l eolio? Durnte l inugurzione i Stell sono stti istriuiti ei questionri per vlutre l inie i grimento ell eolio prte ell popolzione Sono stti ompilti e quini nlizzti 50 questionri Quest presentzione

Dettagli

Macchine elettriche in corrente continua

Macchine elettriche in corrente continua cchine elettriche in corrente continu Generlità Può essere definit mcchin un dispositivo che convert energi d un form un ltr. Le mcchine elettriche in prticolre convertono energi elettric in energi meccnic

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PDOV Diprtimento di gronomi mientle e Produzioni Vegetli Fcoltà di grri DOTTORTO DI RICERC IN GRONOMI MBIENTLE CICLO XIX TTITUDINE DI SPECIE DIVERSE LL FITOESTRZIONE DI METLLI

Dettagli

Manuale Generale Sintel Guida alle formule di aggiudicazione

Manuale Generale Sintel Guida alle formule di aggiudicazione MANUALE DI SUPPOTO ALL UTILIZZO DELLA PIATTAFOMA SINTEL GUIDA ALLE FOMULE DI AGGIUDICAZIONE Pgin 1 di 21 AGENZIA EGIONALE CENTALE ACQUISTI Indice 1 INTODUZIONE... 3 1.1 Cso di studio... 4 2 FOMULE DI CUI

Dettagli

Il volume del cilindro è dato dal prodotto della superficie di base per l altezza, quindi

Il volume del cilindro è dato dal prodotto della superficie di base per l altezza, quindi Mtemtic per l nuov mturità scientific A. Bernrdo M. Pedone 3 Questionrio Quesito 1 Provre che un sfer è equivlente i /3 del cilindro circoscritto. r 4 3 Il volume dell sfer è 3 r Il volume del cilindro

Dettagli

Elettronica dei Sistemi Digitali Il test nei sistemi elettronici: guasti catastrofici e modelli di guasto (parte I)

Elettronica dei Sistemi Digitali Il test nei sistemi elettronici: guasti catastrofici e modelli di guasto (parte I) Elettronic dei Sistemi Digitli Il test nei sistemi elettronici: gusti ctstrofici e modelli di gusto (prte I) Vlentino Lierli Diprtimento di Tecnologie dell Informzione Università di Milno, 26013 Crem e-mil:

Dettagli

15.1 L evoluzione nella gestione del servizio e alcuni dati quantitativi

15.1 L evoluzione nella gestione del servizio e alcuni dati quantitativi 15. I servizi cimiterili nel Comune di Rom Nell mbito degli pprofondimenti temtici nel settore socile, in questo cpitolo vengono esminti, dl punto di vist quntittivo e qulittivo, i servizi cimiterili nel

Dettagli

Scale con rampe diritte. Scala rettilinea a una rampa. Scala rettilinea a due rampe. Scala destra a una rampa a chiocciola (con un quarto di giro)

Scale con rampe diritte. Scala rettilinea a una rampa. Scala rettilinea a due rampe. Scala destra a una rampa a chiocciola (con un quarto di giro) 0.0 Scle di legno 9 0.0 Scle di legno Le scle servono superre le differenze di ltezz. Nelle cse unifmiliri sono sovente costruite in legno. Un scl è definit tle se formt d lmeno tre sclini consecutivi,

Dettagli

Edizioni L Informatore Agrario

Edizioni L Informatore Agrario www.vitincmpgn.it Edizioni L Informtore Agrrio Tutti i diritti riservti, norm dell Legge sul Diritto d Autore e le sue sucessive modificzioni. Ogni utilizzo di quest oper per usi diversi d quello personle

Dettagli

Analisi dei dati ottenuti dalla raccolta dei Questionari consegnati al Tessuto Imprenditoriale e Commerciale della Città di Magenta

Analisi dei dati ottenuti dalla raccolta dei Questionari consegnati al Tessuto Imprenditoriale e Commerciale della Città di Magenta QUESTIONRIO PINO GENERLE DEL TRFFIO URNO ITTÀ DI MGENT nlisi dei dti ottenuti dll rolt dei Questionri onsegnti l Tessuto Imprenditorile e ommerile dell ittà di Mgent Relizzt d onfommerio Mgent e stno Primo

Dettagli

AUTOVALORI ED AUTOVETTORI. Sia V uno spazio vettoriale di dimensione finita n.

AUTOVALORI ED AUTOVETTORI. Sia V uno spazio vettoriale di dimensione finita n. AUTOVALORI ED AUTOVETTORI Si V uno spzio vettorile di dimensione finit n. Dicesi endomorfismo di V ogni ppliczione linere f : V V dello spzio vettorile in sé. Se f è un endomorfismo di V in V, considert

Dettagli

http://www.regione.umbria.it/tributi-tasse/in-evidenza

http://www.regione.umbria.it/tributi-tasse/in-evidenza AUTO E MOTO STORICHE Sono esenti dll tss utomobilistic i veicoli (utovetture, motoveicoli, ecceter) costruiti d lmeno trent'nni, senz che si necessrio il possesso di prticolri requisiti (per l Lombrdi

Dettagli

COME SOPRAVVIVERE ALLA MATEMATICA. 1. La funzione matematica e la sua utilità in economia

COME SOPRAVVIVERE ALLA MATEMATICA. 1. La funzione matematica e la sua utilità in economia COME SOPRAVVIVERE ALLA MATEMATICA di Giuli Cnzin e Dominique Cppelletti Come potrete notre inoltrndovi nel corso di Introduzione ll economi, l interpretzione dell teori economic non presuppone conoscenze

Dettagli

INTEGRALI IMPROPRI. f(x) dx. e la funzione f(x) si dice integrabile in senso improprio su (a, b]. Se tale limite esiste ma

INTEGRALI IMPROPRI. f(x) dx. e la funzione f(x) si dice integrabile in senso improprio su (a, b]. Se tale limite esiste ma INTEGRALI IMPROPRI. Integrli impropri su intervlli itti Dt un funzione f() continu in [, b), ponimo ε f() = f() ε + qundo il ite esiste. Se tle ite esiste finito, l integrle improprio si dice convergente

Dettagli

affissioni e pubblicità 12. Analisi del servizio 12.1 Premessa

affissioni e pubblicità 12. Analisi del servizio 12.1 Premessa 12. Anlisi del servizio ffissioni e pubblicità 12.1 Premess In questo cpitolo sono riportti i principli risultti scturiti d uno studio condotto dll Agenzi nel mese di mggio 2007 sul Servizio Affissioni

Dettagli

La scelta di equilibrio del consumatore. Integrazione del Cap. 21 del testo di Mankiw 1

La scelta di equilibrio del consumatore. Integrazione del Cap. 21 del testo di Mankiw 1 M.Blconi e R.Fontn, Disense di conomi: 3) quilirio del consumtore L scelt di equilirio del consumtore ntegrzione del C. 21 del testo di Mnkiw 1 Prte 1 l vincolo di ilncio Suonimo che il reddito di un consumtore

Dettagli

1) In una equazione differenziale del tipo y (t)=a y(t), con a > 0, il tempo di raddoppio, cioè il tempo T tale che y(t+t)=2y(t) è:

1) In una equazione differenziale del tipo y (t)=a y(t), con a > 0, il tempo di raddoppio, cioè il tempo T tale che y(t+t)=2y(t) è: 1) In un equzione differenzile del tipo y (t)= y(t), con > 0, il tempo di rddoppio, cioè il tempo T tle che y(t+t)=y(t) è: A) T = B) 1 T = log e C) 1 T = log e ** D) 1 T = E) T = log e ) L equzione differenzile

Dettagli

1.134,23 24/03/2016 MERCATO LIBERO

1.134,23 24/03/2016 MERCATO LIBERO in cso di mncto recpito Koinè srl c/o Firenze CMP Accettzione G.C.50019 Sesto F.no Energetic Source Luce & Gs S.p.A. - Società soggett direzione e coordinmento d prte di Energetic Source S.p.A. Sede Legle

Dettagli

Il marciume bruno è una delle principali

Il marciume bruno è una delle principali Tecnic SPECIALE PESCO Lott l mrciume runo delle drupcee: un lterntiv i fungicidi di sintesi Alice Spdoni - Alessndr Di Frncesco - Mrt Mri CRIOF DipSA - Università di Bologn Significtivi progressi sono

Dettagli

Facoltà di Ingegneria

Facoltà di Ingegneria UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CAGLIARI Fcoltà di Ingegneri Corso di Lure Specilistic in Ingegneri per l Ambiente e il Territorio TESINA DI CALCOLO NUMERICO Anlisi dell errore nei metodi di risoluzione dei

Dettagli

TECNOLOGIE PER L ACQUACOLTURA

TECNOLOGIE PER L ACQUACOLTURA Scuol di specilizzzione in: Allevmento, igiene, ptologi delle specie cqutiche e controllo dei prodotti derivti TECNOLOGIE PER L ACUACOLTURA PROF. MASSIMO LAZZARI Anno ccdemico 007-008 L movimentzione meccnic

Dettagli

nelle aziende del Gruppo Comune di Roma 10. Pari opportunità di genere 10.1 Obiettivi dell analisi

nelle aziende del Gruppo Comune di Roma 10. Pari opportunità di genere 10.1 Obiettivi dell analisi 10. Pri opportunità di genere nelle ziende del Gruppo Comune di Rom 10.1 Obiettivi dell nlisi Il 2007 è stto proclmto d prte dell Unione Europe, con decisione n. 771/2006/CE, nno per le pri opportunità

Dettagli

NUMERAZIONE E BOLLATURA DEI LIBRI CONTABILI

NUMERAZIONE E BOLLATURA DEI LIBRI CONTABILI SOMMARIO SCHEMA DI SINTESI ALTRE MODIFICHE RMATIVE NUMERAZIONE PROGRESSIVA ASPETTI OPERATIVI NUMERAZIONE E BOLLATURA DEI LIBRI CONTABILI Art. 8 L. 18.10.2001, n. 383 - Art. 22 D.P.R. 29.09.73, n. 600 -

Dettagli

Allegato 1 RELAZIONE TECNICA RELATIVA ALLE FASI DI CANTIERIZZAZIONE

Allegato 1 RELAZIONE TECNICA RELATIVA ALLE FASI DI CANTIERIZZAZIONE - Progettzione impinti recupero e smltimento rifiuti - Consulenz mbientle - Sviluppo prtiche utorizztive - Prtiche Albo Gestori Rifiuti - Perizie Tecniche utomezzi - Consulenz A.D.R., Sicurezz sul lvoro,

Dettagli

La disciplina del conferimento d azienda

La disciplina del conferimento d azienda di Dniele Cherubini Dottore in Economi in Perugi 1. Premess Il conferimento d ziend rientr tr le operzioni strordinrie, in qunto esul di normli ftti di gestione, essendo volto d un rdicle riorgnizzzione

Dettagli

Attuatori pneumatici 1400, 2800 e 2 x 2800 cm² Tipo 3271 Comando manuale Tipo 3273

Attuatori pneumatici 1400, 2800 e 2 x 2800 cm² Tipo 3271 Comando manuale Tipo 3273 Attutori pneumtici 00, 00 e x 00 cm² Tipo Comndo mnule Tipo Appliczione Attutore linere per il montggio su vlvole di regolzione Serie 0, 0 e 0 Dimensione: 00 e 00 cm² Cors: fino 0 mm Gli ttutori pneumtici

Dettagli