Interazione tra erbicidi e geodisinfestanti del mais

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Interazione tra erbicidi e geodisinfestanti del mais"

Transcript

1 DIFESA DELLE CLTURE PSSIBILI INSRGENZE DI DANNI DA FITTSSICITÀ Interzione tr ericidi e geodisinfestnti del mis di Giovnni Cmpgn, Emnuele Geminini degli insetticidi nel terreno (geoinsetticidi o geodisinfestnti) si rende necessrio su mis (Blndino L impiego et l., 2013) e ltre colture per l protezione dei semi in germinzione e delle giovni pinte durnte le prime fsi di sviluppo dgli ttcchi di insetti terricoli, tr cui in prticolre gli elteridi (Meinke, 1998), m nche di ltri insetti (Cmpgn e Zvnell, 2003; Agosti et l., 2011). Nel corso degli nni Settnt e ttnt venne effettut un intens ttività di sperimentzione seguito dell revoc di vecchi geodisinfestnti (cloroderivti) fvore di ltri meno persistenti (fosforgnici e crmmti). In prticolre venne vlutto il grdo di efficci e di selettività dei geodisinfestnti pplicti si in pieno cmpo si in loclizzzione del seme. In numerose coltivzioni si osservrono frequenti sintomi di fitotossicità in fse di emergenz. Le successive verifiche effettute livello sperimen- Il crescente ritorno ll impiego dei geodisinfestnti in loclizzzione del mis h riproposto il prolem di possiili interzioni negtive con gli ericidi pplicti in pre e post-emergenz. È consiglito consultre ttentmente le indiczioni riportte in etichett per limitre possiili effetti di fitotossicità tle ttriuirono i sintomi fenomeni di interzione negtiv tr geodisinfestnti ed ericidi su mis, rietol d zucchero (Cmpgn e Zvnell, 2001; Cmpgn, 2002), pomodoro e ltre colture, con influenze dovute lle differenti condizioni pedoclimtiche. Lo sviluppo delle tecniche colturli, l esigenz di migliorre l protezione delle colture nelle prime fsi di sviluppo in sintoni con l miente e slvgurdi degli opertori, l evoluzione delle tecniche di ppliczione dei geodisinfestnti in conci (neonicotinoidi) e in loclizzzione, nonché l revoc dell mggior prte dei geodisinfestnti fosforgnici e crmmti, motivò l esigenz di procedere un nuov verific del grdo di selettività. Le nuove tecniche di difes non misero in evidenz interzioni negtive con gli ericidi pplicti in pre e post-emergenz delle colture, fronte del sempre più diffuso impiego di neonicotinoidi in conci del seme, pplicti d soli o con l ggiunt di ltri geoinsetticidi piretroidi. Con l sospensione cuteltiv di questo gruppo di insetticidi si è ritornti lle ppliczioni estempornee dei geodisinfestnti in loclizzzione del mis. Tr questi i fosforgnici non revocti (clorpirifos) e i piretroidi hnno trovto lrgo impiego fino lle più recenti disponiilità di lmd-cilotrin che h permesso di mplire l gmm di scelt. Le esigue disponiilità di prodotti in conci (ttulmente possono essere utilizzti solo con il monitorggio di ppositi deflettori sulle semintrici) che possono essere utilizzti con il montggio di ppositi deflettori sulle semintrici potreero richiedere l inmento di prodotti in loclizzzione qulor l pressione di pericolosi insetti ne giustifichi l impiego. D qui l esigenz di pprofondire le verifiche rigurdnti gli spetti di possiile insorgenz di interzioni negtive evidenzite d sintomi di fitotossicità. Qulor si verifichino sintomi di fitotossicità, occorre vlutre l cus che può derivre d un singolo fttore (di semplice identificzione) o dll interzione negtiv di sostnze ttive che in certe condizioni pedoclimtiche possono determinre un rllentmento dei ritmi di degrdzione iologic del mis con conseguente ccumulo di sostnze fitotossiche 44 L Informtore Agrrio 13/ Copyright Edizioni L'Informtore Agrrio S.r.l.

2 VERIFICHE SPERIMENTALI DIFESA DELLE CLTURE Nel corso degli nni , presso il Centro di fitofrmci dell Università di Bologn sono stte effettute prove per verificre eventuli interzioni negtive tr ericidi di pre-emergenz e geodisinfestnti impiegti in loclizzzione ll semin. I rilievi sono stti eseguiti llo stdio di 5-6 foglie dell coltur, determinndo il peso fresco e secco di un cmpione di pinte. Le differenze più evidenti sono stte rilevte nell nno 2013 (grfico A), GRAFIC A - Effetti dell interzione tr ericidi e geodisinfestnte clorpirifos su mis nel 2013 Peso secco 5-6 foglie Testimone S-metolchlor + terutilzin + mesotrione Isoxflutole Isoxflutole + thiencrzone crtterizzto d un più frequente piovosità e ssmenti di tempertur durnte il periodo primverile. Rispetto d ltri geodisinfestnti di riferimento, clorpirifos h mnifestto, in queste condizioni sfvorevoli, un minor selettività. È emers, inoltre, un interzione negtiv con l miscel di isossflutolo + tiencrzone-metile (ericid iniitore dell enzim ALS). Nel corso dell prov tli effetti sono progressivmente diminuiti. Di rilievi ese Testimone S-metolchlor + terutilzin + mesotrione Isoxflutole Isoxflutole + thiencrzone Produzione Peso secco medio (g) Peso medio grnell/spig (g) A lettere diverse corrispondono dti sttisticmente differenti per p 0,05. guiti ll rccolt su un cmpione di spighe si rilev ncor un lieve differenz produttiv nelle prcelle in cui si erno verificte le interzioni negtive tr il geodisinfestnte clorpirifos e l ericid di pre-emergenz (grfico A). Nel corso del 2014 le differenze sono pprse invece molto più lievi, e non sttisticmente significtive (grfico B). GRAFIC B - Effetti dell interzione tr ericidi e geodisinfestnte clorpirifos su mis nel 2014 Testimone S-metolchlor + terutilzin + mesotrione Isoxflutole Isoxflutole + thiencrzone Peso secco 5-6 foglie Peso secco medio (g) A lettere diverse corrispondono dti sttisticmente differenti per p 0,05. I rischi di interzioni negtive L ppliczione di più fitofrmci, nche se non distriuiti in miscel, può cusre fenomeni di interzione negtiv con possiile insorgenz di dnni d fitotossicità (Geminini et l., 2013). In prticolre nel pssto, i fosforgnici hnno provocto sintomi tlvolt grvi su mis cus dell riduzione dell cpcità d prte delle pinte, di degrdre gli ericidi pplicti in pre o post-emergenz. L generlità delle sostnze ttive che giscono livello dell iniizione dell enzim ALS (solfoniluree, trizoloni, trizolopirimidine, ecc.) sono mggiormente esposti questo rischio, m nche gli iniitori di HPPD (trichetoni) possono comportre le stesse prolemtiche. Le pinte di mis sono in grdo di detossificre le sostnze ericide medinte meccnismi di rottur delle molecole. Tuttvi se questi meccnismi vengono rllentti e se l concentrzione dei metoliti risult troppo elevt, l ccumulo di questi può comportre un intossiczione dell pint che rllent ulteriormente il suo metolismo e l cpcità di detossificzione, mnifestndo i sintomi di fitotossicità. I fosforgnici possono interferire negtivmente questo livello cusndo un ccumulo di sostnze tossiche. L metolizzzione di molti ericidi nel mis, m nche dei fosforgnici, vviene livello del citocromo medinte il complesso enzimtico P450. Le sostnze ttive sistemiche un volt ssorite confluiscono negli pici vegettivi ccumulndosi livello delle ree dove vviene l divisione cellulre. Qulor vengno utilizzti i fosforgnici, è consigliile non sovrccricre il metolismo detossictivo delle pinte di mis con gli ericidi che deono essere degrdti negli stessi siti, come ALS e HPPD. I fosforgnici più sistemici, come il vecchio terufos ormi revocto TABELLA 1 - Principli influenze negtive delle condizioni climtiche sul grdo di selettività Condizione climtic Cus-effetto Frequenti piogge post-trttmento Umidità terreno eccessiv Bsse temperture Formzione crost Mggior ssorimento delle sostnze ttive e mggior ccumulo negli pici vegettivi Asfissi rdicle e minor ttività degrdtiv delle sostnze ttive Riduzione ttività degrdtiv delle sostnze ttive Riduzione dei ritmi di emergenz e di sviluppo dell coltur 2015 Copyright Edizioni L'Informtore Agrrio S.r.l. 13/2015 L Informtore Agrrio 45

3 DIFESA DELLE CLTURE TABELLA 2 - Comptiilità tr ericidi e principli geodisinfestnti del mis Geodisinfestnti Ericidi Meccnismo d'zione HRAC ( 1 ) clorpirifos ( 2 ) lmd-cilotrin ( 3 ) teflutrin ( 4 ) zet-cipermetrin ( 5 ) Interventi di pre-emergenz Tiencrzone B Terutilzin C1 Isossflutolo F2 Mesotrione F2 Sulcotrione F2 Aclonifen F3 Clomzone F3 Pendimetlin K1 Dimetenmide-P K3 Flufencet K3 Petoxmide K3 S-metolclor K3 Interventi di post-emergenz Florsulm B Formsulfuron B Nicosulfuron B Prosulfuron B Rimsulfuron B Tifensulfuron B Tritosulfuron B Mesotrione F2 Sulcotrione F2 Temotrione F2 2,4D MCPA Clopirlid Dicm Fluroxipir = Comptiile. = Possiile comprs di lievi e trnsitori sintomi di fitotossicità (increspture fogliri, ingillimenti). = Possiile comprs di grvi sintomi di fitotossicità (riduzione di sviluppo, forti ingillimenti, ecc.). ( 1 ) Meccnismo d'zione: B = iniizione ALS; C1 = iniizione fotosintesi livello del fotosistem II; F2 = iniizione enzim 4-HPPD; K1 = iniizione ssemlggio microtuuli; K3 = iniizione processi di divisione e distensione cellulre; = uxino simile. ( 2 ) Cyren GR, Poker 7,5, ecc. ( 3 ) Ercole. ( 4 ) Force, Underline. ( 5 ) Crodix Geo. d tempo (Morton, 1993), influivno mggiormente nei confronti di questi meccnismi, tuttvi nche clorpirifos pur essendo più selettivo, è in grdo di influire negtivmente in funzione del suo grdo di ssorimento e dello stto fisiologico dell coltur. Anche le eventuli ppliczioni fogliri di insetticidi fosforgnici sull coltur (clorpirifos, dimetoto, ecc.) seguito di ttcchi di insetti (nottue, fidi, ecc.), possono determinre interzioni negtive con gli ericidi. I sintomi di fitotossicità non sempre sono visiili, m possono divenire grvi qulor le condizioni di ssorimento vengno essperte, con riduzioni di sviluppo dell pprto rdicle e ereo, ingillimenti diffusi, increspture fogliri fino perdite potenzili di produzione. Nei csi più grvi si può riscontrre mortlità di lcune pinte, in prticolre nei terreni più sciolti e con le dosi di ppliczione più elevte seguito di un decorso stgionle freddo e piovoso (tell 1). Il ruolo degli spetti pplictivi L conoscenz dei meccnismi di selettività di ericidi (Geminini e Cmpgn, 2014) e insetticidi è necessri per ridurre gli eventuli dnni d fitotossicità lle colture d impieghi impropri. L selettività tlvolt present dei limiti pplictivi legti in prticolre dose ed epoc di impiego (Cmpgn et l., 2007), stto fisiologico delle pinte, condizioni pedoclimtiche, ecc. Nei trttmenti preventivi, per esempio, svolge un importnte ruolo l ntur dei terreni. (Cmpgn e Rpprini, 2009). Nei trttmenti di post-emergenz l selettività può essere influenzt d un differenzit cpcità d prte dell coltur di trttenere, ssorire o trslocre l ericid. In tutti i csi viene fortemente condiziont d meccnismi fisiologici propri delle pinte, le quli possono detossificre l sostnz ericid medinte processi iochimici ed enzimtici tlvolt nche in funzione del ptrimonio genetico vrietle. Impiego di ntidoti e codiuvnti Gli enzimi deputti ll detossificzione possono essere ulteriormente stimolti nell loro positiv ttività medinte un congiunt ppliczione di ntidoti o fitoprotettori in grdo di ctlizzre l coniugzione dell molecol ericid con composti endogeni del vegetle (gluttione, glucosio, mminocidi). D ltro cnto se l espliczione del grdo di efficci e di selettività degli ericidi dipende prevlentemente dll ttività metolic svolt d ciscun pint prim, durnte e dopo l ppliczione, nche gli ntidoti possono suire le stesse sorti (Cmpgn e Rpprini, 2007). Sindrome d stress cust d nomli decorsi climtici come elevte o limitte temperture, m nche sfissi rdicle o siccità impediscono gli Nel mis l detossificzione dei geodisinfestnti fosforgnici e degli ericidi che giscono medinte l iniizione degli enzimi ALS e 4-HPPD, vviene negli stessi siti e pertnto frequenti piogge, sse temperture, crost e dosi elevte di ppliczione, in prticolre nei terreni più sciolti, possono determinre sintomi di fitotossicità 46 L Informtore Agrrio 13/ Copyright Edizioni L'Informtore Agrrio S.r.l.

4 ntidoti di svolgere l loro pien zione fitoprotettrice compromettendo przilmente l selettività vrietle. Anche le miscele ericide, l formulzione e l ddizione dei codiuvnti che fvorisce l ssorimento, possono influire negtivmente (Rpprini et l., 2003). Impiego di insetticidi fogliri Le ppliczioni fogliri di prodotti sistemici (insetticidi fosforgnici ed ericidi ALS e HPPD iniitori) possono intergire negtivmente, e per questo deono essere distnzite di lmeno 7-10 giorni. Tli ppliczioni possono risultre meno fitotossiche per un minor ssorimento di prodotto d prte delle pinte fisiologicmente meno ttive dopo periodi siccitosi. In tl cso per esempio l intervllo di tempo può risultre inferiore, m se il clo fisiologico vviene dopo l ssorimento, i sintomi di fitotossicità possono risultre più evidenti. Le interzioni negtive più grvi in genere vengono messe in rislto di prodotti che d soli risultno meno selettivi, comportndo un ritrdo dello sviluppo vegettivo dell coltur. In ogni cso è consigliile consultre preventivmente le indiczioni riportte in etichett di tutti i formulti che si possono impiegre. Inoltre è ene considerre le esperienze mturte in cmpo condividendole livello tecnico, mgri nche medinte ollettini, riproducendo in vi sperimentle tutti gli spetti non sufficientemente pprofonditi o chiriti. Nell tell 2 si riportno le cominzioni possiili e sconsiglite tr ericidi e geodisinfestnti. Principli fttori pedoclimtici negtivi Il decorso mientle condizion lo sviluppo delle pinte del mis riducendone lo sviluppo, tr cui in prticolre le sse temperture (Cmpgn e Rpprini, 2008). L frequente piovosità fvorisce l rittivzione e l ssorimento degli ericidi, nonché dei geoinsetticidi sistemici (fosforgnici). Inoltre compttmento e sfissi dei terreni possono mplificre l mnifestzione dei sintomi di fitotossicità cus dell riduzione dell ttività metolic dell coltur e quindi dell detossificzione nei confronti dei principi ttivi ccumulti. Più i tempi di ppliczione dei prodotti meno selettivi sono rvvicinti, mggiore risulterà l ccumulo di sostnze fitotossiche per il mis. Geoinsetticidi fosforgnici in loclizzzione ll semin (clorpirifos) e interventi in pre-emergenz con ericidi ALS iniitori (tiencrzone), m nche HPPD iniitori, possono determinre in condizioni pedoclimtiche sfvorevoli sintomi più evidenti rispetto gli ericidi pplicti in post-emergenz I terreni sciolti e con poc sostnz orgnic, che scrseggino in colloidi dsorenti, rilscino un mggior quntità di sostnz ttiv nell soluzione circolnte che viene prontmente ssorit dlle pinte. Gli ericidi che rimngono mggiormente nell soluzione circolnte, tr cui quelli più soluili in cqu e con un minor quntità di criche positive che riducono il grdo di dsorimento l suolo, possono risultre meno selettivi. L concentrzione ericid inoltre vri oltre che in funzione del contenuto idrico del suolo, nche dll dose di ppliczione e dl tipo di formulzione (per esempio i prodotti microincpsulti rilscino più lentmente il principio ttivo). Si viene determinre pertnto un equilirio dinmico tr terreno, soluzione circolnte e pint. Anche i terreni tendenzilmente limosi, che più fcilmente formno l crost superficile, possono influire mggiormente nei confronti delle interzioni negtive, come pure influenzno più vistosmente gli ndmenti stgionli umidi e freddi in concomitnz delle fsi di emergenz e di sviluppo delle prime foglie del mis. Più fttori negtivi si verificno contempornemente, mggiori possono essere i dnni nei confronti dell coltur. Al contrrio qulor il terreno si secco, vengono ssorite minori quntità di principio ttivo dl suolo in qunto vi è un minore disponiilità di soluzione circolnte. Un ltro spetto d considerre è l degrdzione delle sostnze ttive oper dell microflor tteric, che viene fvorit d un mggior contenuto di sostnz orgnic, tempertur mite e uon livello di umidità del terreno. Giovnni Cmpgn Emnuele Geminini Centro di fitofrmci Università di Bologn AGGIRNATI sul mondo degli grofrmci Con il volume «Informtore degli grofrmci 2015» Info e ordini: Con l nc dti moile per smrtphone e tlet «BDFUP» Info e ordini: Per commenti ll rticolo, chirimenti o suggerimenti scrivi : Per consultre gli pprofondimenti e/o l iliogrfi : rdli/15i13_7918_we 13/2015 L Informtore Agrrio Copyright Edizioni L'Informtore Agrrio S.r.l.

5 DIFESA DELLE CLTURE ARTICL PUBBLICAT SU L INFRMATRE AGRARI N. 13/2015 A PAG. 44 Interzione tr ericidi e geodisinfestnti del mis BIBLIGRAFIA Agosti M., Borini M., Edwrds C.R., Michelon L. (2011) - Concinti e geodisinfestnti ll prov contro l dirotic. L Informtore Agrrio, 5: Blndino M., Agosti M., Reyneri A. (2013) - Geodisinfestnti su mis, efficci se en distriuiti. L Informtore Agrrio, 3: Cmpgn G. (2002) - Interzione tr ericidi e geodisinfestnti su rietol. L Informtore Agrrio, 19: Cmpgn G., Rpprini G. (2007) - Antidoti, un ruolo fondmentle nel disero delle colture. L Informtore Agrrio, 38: Cmpgn G., Rpprini G. (2007) - Gli spetti pplictivi influenzno selettività ed efficci ericid. L Informtore Agrrio, 16: Cmpgn G., Rpprini G. (2008) - Clim e terreno influenzno l efficci degli ericidi residuli. L Informtore Agrrio, 39: Cmpgn G., Rpprini G. (2009) - Ruolo dell tecnic gronomic sull ttività degli ericidi residuli. L Informtore Agrrio, 46: Cmpgn G., Zvnell M. (2001) - The interction etween hericides nd soil insecticides in sugr eet. Atti 64th IIRB Congress - Bruges (B): Cmpgn G., Zvnell M. (2003) - Control of cleonus (Temnorhinus mendicus) with soil insecticides in loclistion during sowing nd seed dressing in sugr eet second contriution. Atti 1st Congress IIRB-ASSBT S. Antonio (Us): Geminini E., Cmpgn G. (2014) - Post-emergenz su mis: strtegie di intervento. L Informtore Agrrio, 12: Geminini E., Cmpgn G. (2014) - Pre-emergenz efficce contro le infestnti del mis. L Informtore Agrrio, 5: Geminini E., Cmpgn G., Rpprini G. (2013) - Disero preventivo risolutivo per il mis. L Informtore Agrrio, 4: Meinke L.J. (1998) - Adult susceptiility of Nersk western corn rootworm (Coleopter: Chrysomelide) popultions to selected insecticides. J. Econ. Entomol., 91 (3): Morton C.A. (1993) - In-furrow terufos reduces field nd sweet corn (Ze mys) tolernce to nicosulfuron. Weed Technol., 7: Rpprini G., Pzzi U., Nicotr G., Tllevi G., Cmpgn G. (2003) - Il ruolo dei codiuvnti nelle ppliczioni ericide. L Informtore Agrrio, 45:

6 Edizioni L Informtore Agrrio Tutti i diritti riservti, norm dell Legge sul Diritto d Autore e le sue successive modificzioni. gni utilizzo di quest oper per usi diversi d quello personle e privto è tsstivmente vietto. Edizioni L Informtore Agrrio S.r.l. non potrà comunque essere ritenut responsile per eventuli mlfunzionmenti e/o dnni di qulsisi ntur connessi ll uso dell oper.

Le spese di ricerca e sviluppo: gestione contabile ed iscrizione in bilancio *

Le spese di ricerca e sviluppo: gestione contabile ed iscrizione in bilancio * www.solmp.it Le : gestione contbile ed iscrizione in bilncio * Piero Pisoni, Fbrizio Bv, Dontell Busso e Alin Devlle ** 1. Premess Le sono esminte nei seguenti spetti: Il presente elborto è trtto d: definizione

Dettagli

ANALISI REALE E COMPLESSA a.a. 2007-2008

ANALISI REALE E COMPLESSA a.a. 2007-2008 ANALISI REALE E COMPLESSA.. 2007-2008 1 Successioni e serie di funzioni 1.1 Introduzione In questo cpitolo studimo l convergenz di successioni del tipo n f n, dove le f n sono tutte funzioni vlori reli

Dettagli

Titolazione Acido Debole Base Forte. La reazione che avviene nella titolazione di un acido debole HA con una base forte NaOH è:

Titolazione Acido Debole Base Forte. La reazione che avviene nella titolazione di un acido debole HA con una base forte NaOH è: Titolzione Acido Debole Bse Forte L rezione che vviene nell titolzione di un cido debole HA con un bse forte NOH è: HA(q) NOH(q) N (q) A (q) HO Per quest rezione l costnte di equilibrio è: 1 = = >>1 w

Dettagli

si definisce Funzione Integrale; si chiama funzione integrale in quanto il suo * x

si definisce Funzione Integrale; si chiama funzione integrale in quanto il suo * x Appunti elorti dll prof.ss Biondin Gldi Funzione integrle Si y = f() un funzione continu in un intervllo [; ] e si 0 [; ]; l integrle 0 f()d si definisce Funzione Integrle; si chim funzione integrle in

Dettagli

AUTOVALORI ED AUTOVETTORI. Sia V uno spazio vettoriale di dimensione finita n.

AUTOVALORI ED AUTOVETTORI. Sia V uno spazio vettoriale di dimensione finita n. AUTOVALORI ED AUTOVETTORI Si V uno spzio vettorile di dimensione finit n. Dicesi endomorfismo di V ogni ppliczione linere f : V V dello spzio vettorile in sé. Se f è un endomorfismo di V in V, considert

Dettagli

INTEGRALI IMPROPRI. f(x) dx. e la funzione f(x) si dice integrabile in senso improprio su (a, b]. Se tale limite esiste ma

INTEGRALI IMPROPRI. f(x) dx. e la funzione f(x) si dice integrabile in senso improprio su (a, b]. Se tale limite esiste ma INTEGRALI IMPROPRI. Integrli impropri su intervlli itti Dt un funzione f() continu in [, b), ponimo ε f() = f() ε + qundo il ite esiste. Se tle ite esiste finito, l integrle improprio si dice convergente

Dettagli

Il volume del cilindro è dato dal prodotto della superficie di base per l altezza, quindi

Il volume del cilindro è dato dal prodotto della superficie di base per l altezza, quindi Mtemtic per l nuov mturità scientific A. Bernrdo M. Pedone 3 Questionrio Quesito 1 Provre che un sfer è equivlente i /3 del cilindro circoscritto. r 4 3 Il volume dell sfer è 3 r Il volume del cilindro

Dettagli

La scelta di equilibrio del consumatore. Integrazione del Cap. 21 del testo di Mankiw 1

La scelta di equilibrio del consumatore. Integrazione del Cap. 21 del testo di Mankiw 1 M.Blconi e R.Fontn, Disense di conomi: 3) quilirio del consumtore L scelt di equilirio del consumtore ntegrzione del C. 21 del testo di Mnkiw 1 Prte 1 l vincolo di ilncio Suonimo che il reddito di un consumtore

Dettagli

Domanda n. del Pensione n. cat. abitante a Prov. CAP. via n. DICHIARA, sotto la propria responsabilità, che per gli anni:

Domanda n. del Pensione n. cat. abitante a Prov. CAP. via n. DICHIARA, sotto la propria responsabilità, che per gli anni: Mod. RED Sede di Domnd n. del Pensione n. ct. nto il stto civile bitnte Prov. CAP vi n. DICHIARA, sotto l propri responsbilità, che per gli nni: A B (brrre l csell reltiv ll propri situzione) NON POSSIEDE

Dettagli

Comparazione delle performance di 6 cloni di Gamay ad altitudine elevata

Comparazione delle performance di 6 cloni di Gamay ad altitudine elevata Comprzione delle performnce di 6 cloni di Gmy d ltitudine elevt 1 / 46 Motivzioni Selezione clonle IAR-4 Lo IAR-4 è stto selezionto in mbiente montno d un prticolre popolzione di mterile stndrd, dll qule

Dettagli

3. Funzioni iniettive, suriettive e biiettive (Ref p.14)

3. Funzioni iniettive, suriettive e biiettive (Ref p.14) . Funzioni iniettive, suriettive e iiettive (Ref p.4) Dll definizione di funzione si ricv che, not un funzione y f( ), comunque preso un vlore di pprtenente l dominio di f( ) esiste un solo vlore di y

Dettagli

Integrali de niti. Il problema del calcolo di aree ci porterà alla de nizione di integrale de nito.

Integrali de niti. Il problema del calcolo di aree ci porterà alla de nizione di integrale de nito. Integrli de niti. Il problem di clcolre l re di un regione pin delimitt d gr ci di funzioni si può risolvere usndo l integrle de nito. L integrle de nito st l problem del clcolo di ree come l equzione

Dettagli

EQUILIBRI IN SOLUZIONE ACQUOSA

EQUILIBRI IN SOLUZIONE ACQUOSA Dispense CHIMICA GENERALE E ORGANICA (STAL) 010/11 Prof. P. Crloni EQUILIBRI IN SOLUZIONE ACQUOSA Qundo si prl di rezioni di equilirio dei composti inorgnici, un considerzione prticolre viene rivolt lle

Dettagli

Ing. Alessandro Pochì

Ing. Alessandro Pochì Dispense di Mtemtic clsse quint -Gli integrli Quest oper è distriuit con: Licenz Cretive Commons Attriuzione - Non commercile - Non opere derivte. Itli Ing. Alessndro Pochì Appunti di lezione svolti ll

Dettagli

VERSO L ESAME DI STATO LA DERIVATA DI UNA FUNZIONE

VERSO L ESAME DI STATO LA DERIVATA DI UNA FUNZIONE VERSO L ESAME DI STATO LA DERIVATA DI UNA FUNZIONE Soluzioni di quesiti e prolemi trtti dl Corso Bse Blu di Mtemti volume 5 [] (Es. n. 8 pg. 9 V) Dell prol f ( ) si hnno le seguenti informzioni, tutte

Dettagli

13. EQUAZIONI ALGEBRICHE

13. EQUAZIONI ALGEBRICHE G. Smmito, A. Bernrdo, Formulrio di mtemti Equzioni lgerihe F. Cimolin, L. Brlett, L. Lussrdi. EQUAZIONI ALGEBRICHE. Prinipi di equivlenz Si die identità un'uguglinz tr due espressioni ontenenti un o più

Dettagli

Macchine elettriche in corrente continua

Macchine elettriche in corrente continua cchine elettriche in corrente continu Generlità Può essere definit mcchin un dispositivo che convert energi d un form un ltr. Le mcchine elettriche in prticolre convertono energi elettric in energi meccnic

Dettagli

Variazioni di sviluppo del lobo frontale nell'uomo

Variazioni di sviluppo del lobo frontale nell'uomo Istituto di Antropologi dell Regi Università di Rom Vrizioni di sviluppo del lobo frontle nell'uomo pel Dott. SERGIO SERGI Libero docente ed iuto ll cttedr di Antropologi. Il problem dei rpporti di sviluppo

Dettagli

Corso di Analisi Matematica Calcolo integrale per funzioni di una variabile

Corso di Analisi Matematica Calcolo integrale per funzioni di una variabile Corso di Anlisi Mtemtic Clcolo integrle per funzioni di un vribile Lure in Informtic e Comuniczione Digitle A.A. 2013/2014 Università di Bri ICD (Bri) Anlisi Mtemtic 1 / 40 1 L integrle come limite di

Dettagli

Cuscinetti ad una corona di sfere a contatto obliquo

Cuscinetti ad una corona di sfere a contatto obliquo Cuscinetti d un coron di sfere conttto obliquo Cuscinetti d un coron di sfere conttto obliquo 232 Definizione ed ttitudini 232 Serie 233 Vrinti 233 Tollernze e giochi 234 Elementi di clcolo 236 Crtteristiche

Dettagli

10 Progetto con modelli tirante-puntone

10 Progetto con modelli tirante-puntone 0 Progetto con modelli tirnte-puntone 0. Introduzione I modelli tirnte-puntone (S&T Strut nd Tie) sono utilizzti per l progettzione delle membrture in c.. che non possono essere schemtizzte come solidi

Dettagli

Appunti di Analisi matematica 1. Paolo Acquistapace

Appunti di Analisi matematica 1. Paolo Acquistapace Appunti di Anlisi mtemtic Polo Acquistpce 23 febbrio 205 Indice Numeri 4. Alfbeto greco................................. 4.2 Insiemi..................................... 4.3 Funzioni....................................

Dettagli

Definizioni fondamentali

Definizioni fondamentali Definizioni fondmentli Sistem scisse su un rett 1 Un rett si ce orientt qundo su ess è fissto un verso percorrenz Dti due punti qulsisi A e B un rett orientt r, il segmento AB che può essere percorso d

Dettagli

METODO VOLTAMPEROMETRICO

METODO VOLTAMPEROMETRICO METODO OLTAMPEOMETCO Tle etodo consente di isrre indirettente n resistenz elettric ed ipieg l definizione stess di resistenz : doe rppresent l tensione i cpi dell resistenz e l corrente che l ttrers coe

Dettagli

VERIFICA DI UN CIRCUITO RESISTIVO CONTENENTE PIÙ GENERATORI CON UN TERMINALE COMUNE E SENZA TERMINALE COMUNE.

VERIFICA DI UN CIRCUITO RESISTIVO CONTENENTE PIÙ GENERATORI CON UN TERMINALE COMUNE E SENZA TERMINALE COMUNE. FCA D UN CCUTO SSTO CONTNNT PÙ GNATO CON UN TMNAL COMUN SNZA TMNAL COMUN. Si verifino quttro iruiti on due genertori: genertori on polrità onorde e un terminle omune genertori on polrità disorde e un terminle

Dettagli

www.sipcamitalia.it Questo contenuto ti è offerto da: Articolo tratto da: Edizioni L Informatore Agrario

www.sipcamitalia.it Questo contenuto ti è offerto da: Articolo tratto da: Edizioni L Informatore Agrario Questo contenuto ti è offerto da: www.sipcamitalia.it Articolo tratto da: Edizioni L Informatore Agrario Tutti i diritti riservati, a norma della Legge sul Diritto d Autore e le sue successive modificazioni.

Dettagli

11. Attività svolta dall Agenzia, risorse e aspetti organizzativi

11. Attività svolta dall Agenzia, risorse e aspetti organizzativi 11. Attività svolt dll Agenzi, risorse e spetti orgnizztivi 11.1 Attività istituzionle svolt i sensi dell Deliberzione istitutiv In un vlutzione complessiv delle ttività svolte dll Agenzi i sensi dell

Dettagli

INTERCONNESSIONE CONNETTIVITÀ

INTERCONNESSIONE CONNETTIVITÀ EMC VMA AX 10K EMC VMAX 10K fornisce e un'rchitettu ur scle-out multi-controlller Tier 1 rele e che nsolidmento ed efficienz. EMC VMAX 10 0K utilizz l stess s grntisce lle ziende con stemi VMAX 20 0K e

Dettagli

Fatturiamo. Versione 5. Manuale per l utente. Active Software Corso Italia 149-34170 Gorizia email info@activeweb.it

Fatturiamo. Versione 5. Manuale per l utente. Active Software Corso Italia 149-34170 Gorizia email info@activeweb.it Ftturimo Versione 5 Mnule per l utente Active Softwre Corso Itli 149-34170 Gorizi emil info@ctiveweb.it Se questo documento ppre nell finestr del vostro browser Internet di defult, richimte il comndo Registr

Dettagli

1 b a. f(x) dx. Osservazione 1.2. Se indichiamo con µ il valore medio di f su [a, b], abbiamo che. f(x) dx = µ(b a) =

1 b a. f(x) dx. Osservazione 1.2. Se indichiamo con µ il valore medio di f su [a, b], abbiamo che. f(x) dx = µ(b a) = Note ed esercizi di Anlisi Mtemtic - (Fosci) Ingegneri dell Informzione - 28-29. Lezione del 7 novembre 28. Questi esercizi sono reperibili dll pgin web del corso ttp://utenti.unife.it/dmino.fosci/didttic/mii89.tml

Dettagli

LE INTERSEZIONI Dispense didattiche di TOPOGRAFIA

LE INTERSEZIONI Dispense didattiche di TOPOGRAFIA lsse qurt Docente: In. Ntt MODULO I: IL RILIEVO TOOGRFIO UD I: L INQUDRMENTO ON LE RETI - INTERSEZIONI LE INTERSEZIONI Dispense didttiche di TOOGRFI r M unto di ollins O s θ 00 O d O d 00 θ θ ω ' ω θ c'

Dettagli

Problemi di massimo e minimo in Geometria Solida Problemi su poliedri. Indice dei problemi risolti

Problemi di massimo e minimo in Geometria Solida Problemi su poliedri. Indice dei problemi risolti Problemi di mssimo e minimo in Geometri olid Problemi su poliedri Indice dei problemi risolti In generle, un problem si riferisce un figur con crtteristice specifice (p.es., il numero dei lti dell bse)

Dettagli

Grazie. Normativa sulle emissioni dell'epa. Avviso relativo alla garanzia. Servizio "Mercury Premier"

Grazie. Normativa sulle emissioni dell'epa. Avviso relativo alla garanzia. Servizio Mercury Premier Grzie per vere cquistto uno dei migliori motori fuoribordo sul mercto che si rivelerà un ottimo investimento per l nutic d diporto. Il fuoribordo è stto fbbricto d Mercury Mrine, leder internzionle nel

Dettagli

ISTRUZIONI OPERATIVE PER GLI INTERVENTI SULLE TARIFFE INCENTIVANTI RELATIVE AGLI IMPIANTI FOTOVOLTAICI ai sensi dell art. 26 della Legge 116/2014

ISTRUZIONI OPERATIVE PER GLI INTERVENTI SULLE TARIFFE INCENTIVANTI RELATIVE AGLI IMPIANTI FOTOVOLTAICI ai sensi dell art. 26 della Legge 116/2014 ISTRUZIONI OPERATIVE PER GLI INTERVENTI SULLE TARIFFE INCENTIVANTI RELATIVE AGLI IMPIANTI FOTOVOLTAICI i sensi dell rt. 26 dell Legge 116/2014 (c.d. Legge Copetitività ) Ro, 3 novebre 2014 Indice 1. Contesto

Dettagli

NOME BUBBICO ROCCO LUIGI CODICE FISCALE

NOME BUBBICO ROCCO LUIGI CODICE FISCALE Riservto ll Poste itline Sp N. Protocollo t di presentzione UNI CONORME AL PROVVEIMENTO AGENZIA ELLE ENTRATE EL 000 E SUCCESSIVI PROVVEIMENTI Periodo d'impost 0 COGNOME COICE ISCALE Informtiv sul trttmento

Dettagli

YOGURT. Dosi per. 150 più secondo il. fermenti. eccezionalee. il nostroo lavorare. intestino. forma. Alla fine

YOGURT. Dosi per. 150 più secondo il. fermenti. eccezionalee. il nostroo lavorare. intestino. forma. Alla fine YOGURT FATTO IN CASAA CON YOGURTIERA Lo yogurt ftto in cs è senz ltro un modoo sno per crere un limento eccezionlee per l nostr slute. Ricco di ltticii iut intestino fermenti il nostroo lvorre meglioo

Dettagli

Esempio Data la matrice E estraiamo due minori di ordine 3 differenti:

Esempio Data la matrice E estraiamo due minori di ordine 3 differenti: Minori di un mtrice Si A K m,n, si definisce minore di ordine p con p N, p

Dettagli

STUD FOTOVOLTAICO 16 LED 1.2W CW

STUD FOTOVOLTAICO 16 LED 1.2W CW Cod. 1879.185M STUD FOTOVOLTAICO 16 LED 1.2W CW Crtteristiche tecniche Corpo in lluminio pressofuso Portello di chiusur vno cblggio/btterie in termoindurente Riflettore in lluminio vernicito binco Diffusore

Dettagli

07 GUIDA ALLA PROGETTAZIONE. Guida alla progettazione

07 GUIDA ALLA PROGETTAZIONE. Guida alla progettazione 07 Guid ll progettzione Scelt tubzioni e giunti 2 tubi di misur [mm] Dimetro tubzioni unità esterne (A) Giunti 12Hp 1Hp 1Hp Selezionre il dimetro delle unità esterne dll seguente tbell Giunto Y tr unità

Dettagli

Numeri razionali COGNOME... NOME... Classe... Data...

Numeri razionali COGNOME... NOME... Classe... Data... I numeri rzionli Cpitolo Numeri rzionli Verifi per l lsse prim COGNOME............................... NOME............................. Clsse.................................... Dt...............................

Dettagli

4. Trasporto pubblico non di linea: taxi e noleggio con conducente (NCC)

4. Trasporto pubblico non di linea: taxi e noleggio con conducente (NCC) 4. Trsporto pubblico non di line: txi e noleggio con conducente (NCC) L domnd di mobilità dei cittdini incontr un corrispondente offert delle diverse modlità di trsporto, sull bse delle crtteristiche degli

Dettagli

GUIDA INCENTIVI all ASSUNZIONE e alla CREAZIONE d IMPRESA AGEVOLAZIONI SU DISPOSIZIONI NAZIONALI, REGIONALI E PROVINCIALI

GUIDA INCENTIVI all ASSUNZIONE e alla CREAZIONE d IMPRESA AGEVOLAZIONI SU DISPOSIZIONI NAZIONALI, REGIONALI E PROVINCIALI GUIDA ll ASSUNZIONE e ll CREAZIONE d IMPRESA AGEVOLAZIONI SU DISPOSIZIONI NAZIONALI, REGIONALI E PROVINCIALI Aggiornt l 31 gennio 2015 PROGRAMMA POT Pinificzione Territorile Opertiv PROGRAMMA POT Pinificzione

Dettagli

Catalogo generale Process Heat 2014 /15. La soluzione giusta per ogni applicazione. We know how. Versione 4.0

Catalogo generale Process Heat 2014 /15. La soluzione giusta per ogni applicazione. We know how. Versione 4.0 Ctlogo generle Process Het 2014 /15 L soluzione giust per ogni ppliczione. Versione 4.0 We know how. Leister Technologies AG, Corporte Center, Kegiswil, Schweiz Leister Technologies AG, Stilimento di produzione,

Dettagli

Epigrafe. Premessa. D.Lgs. 29 dicembre 2006, n. 311 (1).

Epigrafe. Premessa. D.Lgs. 29 dicembre 2006, n. 311 (1). D.Lgs. 29-12-2006 n. 311 Disposizioni correttive ed integrtive l D.Lgs. 19 gosto 2005, n. 192, recnte ttuzione dell direttiv 2002/91/CE, reltiv l rendimento energetico nell'edilizi. Pubblicto nell Gzz.

Dettagli

Realize success. DuPont Arigo Mais One-pass Post-emergenza. Il sigillo di garanzia DuPont Izon per la sicurezza della tua coltura. DuPont TM Arigo TM

Realize success. DuPont Arigo Mais One-pass Post-emergenza. Il sigillo di garanzia DuPont Izon per la sicurezza della tua coltura. DuPont TM Arigo TM Il sigillo di garanzia DuPont Izon per la sicurezza della tua coltura Il sigillo di garanzia DuPont Izon, applicato su tutte le confezioni consente di verificare con una semplice operazione visiva se il

Dettagli

Esercizi sulle serie di Fourier

Esercizi sulle serie di Fourier Esercizi sulle serie di Fourier Corso di Fisic Mtemtic,.. 3- Diprtimento di Mtemtic, Università di Milno Novembre 3 Sviluppo in serie di Fourier (esponenzile) In questi esercizi, si richiede di sviluppre

Dettagli

LA PREVISIONE DELLE TEMPERATURE MINIME IN TEMPO REALE:

LA PREVISIONE DELLE TEMPERATURE MINIME IN TEMPO REALE: LA PREVISIONE DELLE TEMPERATURE MINIME IN TEMPO REALE: DAI MODELLI TRADIZIONALI AI NUOVI APPROCCI REAL-TIME TEMPERATURE MINIMUM PREDICTION: FROM TRADITIONAL MODELS TO NEW APPROACHES Stefno Dll Nor 1, Emnuele

Dettagli

Sommario GIOVANI... 5 DONNE... 7. iscritti nelle liste. di mobilità IRAP... 24. Basilicataa. Piemontee Sicilia Toscana.

Sommario GIOVANI... 5 DONNE... 7. iscritti nelle liste. di mobilità IRAP... 24. Basilicataa. Piemontee Sicilia Toscana. lle ASSUN ZIONI AGEVOLAZIONI SU DISPOSIZIO NI NAZIONALI, REGIONALI E PROVINCIALII Guid 2013 PROGRAMMAA POT Pinificzione territorile opertiv Aggiornt l 31 dicembre 20133 Sommrio PRINCIPI GENERALI... 4 GIOVANI...

Dettagli

HARMONY 50 SX Granuli idrosolubili Erbicida selettivo per il diserbo in post-emergenza di mais e soia.

HARMONY 50 SX Granuli idrosolubili Erbicida selettivo per il diserbo in post-emergenza di mais e soia. (S20/21). Non gettare i residui nelle fognature (S29). Non disfarsi è un erbicida selettivo per il diserbo in postemergenza viene assorbito dalle foglie delle piante trattate e, con sintomi visibili (ingiallimento,

Dettagli

Le operazioni fondamentali in N Basic Arithmetic Operations in N

Le operazioni fondamentali in N Basic Arithmetic Operations in N Operzioi fodetli i - 1 Le operzioi fodetli i Bsic Arithetic Opertios i I geerle u operzioe è u procedieto che due o più ueri, dti i u certo ordie e detti terii dell'operzioe, e ssoci u ltro, detto risultto

Dettagli

1. L'INSIEME DEI NUMERI REALI

1. L'INSIEME DEI NUMERI REALI . L'INSIEME DEI NUMERI REALI. I pricipli isiemi di umeri Ripredimo i pricipli isiemi umerici N, l'isieme dei umeri turli 0; ; ; ; ;... L'ide ituitiv di umero turle è ssocit l prolem di cotre e ordire gli

Dettagli

INDURIMENTO SUPERFICIALE DI LEGHE DI TITANIO MEDIANTE TRATTAMENTI TERMICI DI DIFFUSIONE DI Ni

INDURIMENTO SUPERFICIALE DI LEGHE DI TITANIO MEDIANTE TRATTAMENTI TERMICI DI DIFFUSIONE DI Ni Memorie >> Titnio e ue leghe INDURIMENTO SUPERFICIALE DI LEGHE DI TITANIO MEDIANTE TRATTAMENTI TERMICI DI DIFFUSIONE DI Ni I. Rmpin, K. Brunelli, M. Dlà In queto lvoro ono tti ottenuti rivetimenti di Ni

Dettagli

Vietata la pubblicazione, la riproduzione e la divulgazione a scopo di lucro.

Vietata la pubblicazione, la riproduzione e la divulgazione a scopo di lucro. Viett l pubbliczione, l riprouzione e l ivulgzione scopo i lucro. GA00001 Qul è l mpiezz ell ngolo che si ottiene ) 95 b) 275 c) 265 ) 5 b sottreno 85 un ngolo giro? GA00002 Due ngoli ll circonferenz che

Dettagli

IL DIRIGENTE SCOLASTICO IN EUROPA

IL DIRIGENTE SCOLASTICO IN EUROPA n u m e r o m o n o g r f i c o IL DIRIGENTE SCOLASTICO IN EUROPA PREMESSA Nell Comuniczione dell Commissione Europe del 3 luglio 2008, intitolt Migliorre le competenze per il 21 secolo: un ordine del

Dettagli

La rappresentazione per elencazione consiste nell elencare tutte le coppie ordinate che verificano la relazione

La rappresentazione per elencazione consiste nell elencare tutte le coppie ordinate che verificano la relazione RELAZIONI E FUNZIONI Relzioni inrie Dti ue insiemi non vuoti e (he possono eventulmente oiniere), si ie relzione tr e un qulsisi legge he ssoi elementi elementi. L insieme A è etto insieme i prtenz. L

Dettagli

Esercizi della 8 lezione sulla Geomeria Linere ESERCIZI SULLA CIRCONFERENZA ESERCIZI SULLA PARABOLA ESERCIZI SULL' ELLISSE ERCIZI SULL' IPERBOLE

Esercizi della 8 lezione sulla Geomeria Linere ESERCIZI SULLA CIRCONFERENZA ESERCIZI SULLA PARABOLA ESERCIZI SULL' ELLISSE ERCIZI SULL' IPERBOLE Eserizi dell lezione sull Geomeri Linere ESERCIZI SULLA CIRCONFERENZA ESERCIZI SULLA PARABOLA ESERCIZI SULL' ELLISSE ES ERCIZI SULL' IPERBOLE ESERCIZI SULLA CIRCONFERENZA. Determinre l equzione dell ironferenz

Dettagli

Studio di funzione. Pertanto nello studio di tali funzioni si esamino:

Studio di funzione. Pertanto nello studio di tali funzioni si esamino: Prof. Emnul ANDRISANI Studio di funzion Funzioni rzionli intr n n o... n n Crttristich: sono funzioni continu drivbili in tutto il cmpo rl D R quindi non sistono sintoti vrticli D R quindi non sistono

Dettagli

v999999999 Italià (més grans de 25 anys) Aferrau una etiqueta identificativa Convocatòri a 2015 de codi de barres Model 1

v999999999 Italià (més grans de 25 anys) Aferrau una etiqueta identificativa Convocatòri a 2015 de codi de barres Model 1 Aferru un etiquet identifictiv v999999999 de codi de brres Itlià (més grns de 25 nys) Model 1 Not 1ª Not 2ª Aferru l cpçler d exmen un cop cbt l exercici Puntució: preguntes vertder/fls: 1 punt; preguntes

Dettagli

Istituto Tecnico Agrario Giuseppe Vivarelli Azienda Agraria Didattica VALUTAZIONE TECNICO AGRONOMICA DELLA SEMINA SU SODO DI GRANO DURO

Istituto Tecnico Agrario Giuseppe Vivarelli Azienda Agraria Didattica VALUTAZIONE TECNICO AGRONOMICA DELLA SEMINA SU SODO DI GRANO DURO Istituto Tecnico Agrario Giuseppe Vivarelli Azienda Agraria Didattica VALUTAZIONE TECNICO AGRONOMICA DELLA SEMINA SU SODO DI GRANO DURO FABRIANO 06 MAGGIO 2014 1 Fig 1 Intervento di semina su sodo con

Dettagli

I radicali 1. Claudio CANCELLI (www.claudiocancelli.it)

I radicali 1. Claudio CANCELLI (www.claudiocancelli.it) I rdicli Cludio CANCELLI (www.cludioccelli.it) Ed..0 www.cludioccelli.it Dec. 0 I rdicli INDICE DEI CONTENUTI. I RADICALI... INDICE DI RADICE PARI...4 INDICE DI RADICE DISPARI...5 RADICALI SIMILI...6 PROPRIETA

Dettagli

I vettori. a b. 180 α B A. Un segmento orientato è un segmento su cui è stato fissato un verso. di percorrenza, da verso oppure da verso.

I vettori. a b. 180 α B A. Un segmento orientato è un segmento su cui è stato fissato un verso. di percorrenza, da verso oppure da verso. I vettor B Un segmento orentto è un segmento su cu è stto fssto un verso B d percorrenz, d verso oppure d verso. A A Il segmento orentto d verso è ndcto con l smolo. Due segment orentt che hnno l stess

Dettagli

Codici bifissi ed insiemi Sturmiani

Codici bifissi ed insiemi Sturmiani Università degli Studi di Plermo Fcoltà di Scienze MM. FF. NN. Corso di Lure Specilistic in Mtemtic Codici ifissi ed insiemi Sturmini Studente Frncesco Dolce Reltore Prof. Antonio Restivo Anno Accdemico

Dettagli

PERDITE SU CREDITI E SVALUTAZIONE CREDITI

PERDITE SU CREDITI E SVALUTAZIONE CREDITI PERDITE SU CREDITI E SVALUTAZIONE CREDITI Codice civile: I crediti devono essere iscritti secondo il vlore presumibile di relizzzione; quindi già l netto dell svlutzione derivnte dl monitorggio di ciscun

Dettagli

Domanda di pagamento dei ratei di pensione maturati e non riscossi - 1/7

Domanda di pagamento dei ratei di pensione maturati e non riscossi - 1/7 Istituto Nazionale Previdenza Sociale PR O TOC OL L O COD. P23 maturati e non riscossi - 1/7 Questi moduli vanno utilizzati da tutti gli eredi di un pensionato, in assenza del coniuge. Se esistono più

Dettagli

Metodi d integrazione di Montecarlo

Metodi d integrazione di Montecarlo Metodi d itegrzioe di Motecrlo Simulzioe l termie simulzioe ell su ccezioe scietific h u sigificto diverso dll ccezioe correte. Nell uso ordirio è sioimo si fizioe; ell uso scietifico è sioimo di imitzioe,

Dettagli

FONDO MUTUALISTICO ALTRI SEMINATIVI

FONDO MUTUALISTICO ALTRI SEMINATIVI PREMESSA Si assiste sempre più spesso ad andamenti meteorologici imprevedibili e come tali differenti dall ordinario: periodi particolarmente asciutti alternati ad altri particolarmente piovosi. Allo stesso

Dettagli

ESERCIZI SUI PRODOTTI NOTEVOLI. ESERCIZI SUL M.C.D. E m.c.m. ESERCIZI SUL RACCOGLIMENTO A FATTOR COMUNE ERCIZI SURUFFINI

ESERCIZI SUI PRODOTTI NOTEVOLI. ESERCIZI SUL M.C.D. E m.c.m. ESERCIZI SUL RACCOGLIMENTO A FATTOR COMUNE ERCIZI SURUFFINI Esercii dell leione di Alger di se ESERCIZI SUI PRODOTTI NOTEVOLI ESERCIZI SUL M.C.D. E m.c.m. ESERCIZI SUL RACCOGLIMENTO A FATTOR COMUNE ES ES ERCIZI SURUFFINI ERCIZI SULLE SEMPLIFICAZIONI DI FRAZIONI

Dettagli

MATRICI SIMILI E MATRICI DIAGONALIZZABILI

MATRICI SIMILI E MATRICI DIAGONALIZZABILI MATRICI SIMILI E MATRICI DIAGONALIZZABILI DEFINIZIONE: Due mtici qudte A e B, dello stesso odine n, si dicono simili se esiste un mtice non singole S, tle che isulti: B S A S L mtice S si chim nche mtice

Dettagli

Prot. N 8502/A32 Augusta lì, 18/09/2014

Prot. N 8502/A32 Augusta lì, 18/09/2014 Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Sicilia 3 ISTITUTO COMPRENSIVO STTLE "SLVTORE TODRO" 96011 UGUST (SR) - Via Gramsci - 0931/993733-0931/511970

Dettagli

a Crediamo nel concetto di cucina a chilometro zero e nei prodotti di stagione, crediamo nel rispetto dell ambiente e delle tradizioni.

a Crediamo nel concetto di cucina a chilometro zero e nei prodotti di stagione, crediamo nel rispetto dell ambiente e delle tradizioni. Credimo nel concetto di cucin chilometro zero e nei prodotti di stgione, credimo nel rispetto dell mbiente e delle trdizioni. L nostr propost enogstronomic è bst sull riscopert delle ricette più semplici

Dettagli

COLTURE FORAGGERE. Scheda. 1 - Erbai autunno vernini. 2 - Erba medica. 3 - Favino. 4 - Sulla, lupinella e trifogli annuali e biennali da foraggio

COLTURE FORAGGERE. Scheda. 1 - Erbai autunno vernini. 2 - Erba medica. 3 - Favino. 4 - Sulla, lupinella e trifogli annuali e biennali da foraggio Regione Toscana PSR 2007/13 e L.R. 25/99 Agricoltura Integrata: Schede Tecniche Difesa e Diserbo Annata agraria 2015 Rev. 6 Pag.171 di 256 COLTURE FORAGGERE Scheda 1 - Erbai autunno vernini 2 - Erba medica

Dettagli

ΕΡΓ. ΓΕΩΡΓΙΚΗΣ ΜΗΧΑΝΟΛΟΓΙΑΣ TEL.: (+30210)5294040 FAX: (+301)5294032 ΚΑΘ. Ν. ΣΥΓΡΙΜΗΣ email:ns@aua.gr, www.aua.gr/ns

ΕΡΓ. ΓΕΩΡΓΙΚΗΣ ΜΗΧΑΝΟΛΟΓΙΑΣ TEL.: (+30210)5294040 FAX: (+301)5294032 ΚΑΘ. Ν. ΣΥΓΡΙΜΗΣ email:ns@aua.gr, www.aua.gr/ns ORTICOLE IN SERRA Preparazione del terreno Trapianto Post-Trapianto Inizio accrescimento vegetativo Accrescimento vegetativo Fioritura Allegagione Ingrossamento bacche frutti Invaiatura Maturazione Obiettivo/Problema

Dettagli

IL LIBRO DI MORMON UN ALTRO TESTAMENTO DI GESÙ CRISTO

IL LIBRO DI MORMON UN ALTRO TESTAMENTO DI GESÙ CRISTO IL LIBRO DI MORMON UN ALTRO TESTAMENTO DI GESÙ CRISTO IL LIBRO DI MORMON UN ALTRO TESTAMENTO DI GESÙ CRISTO IL Libro di Mormon RACCONTO SCRITTO SU TAVOLE PER MANO DI MORMON TRATTO DALLE TAVOLE DI NEFI

Dettagli

Il modello relazionale. Il Modello Relazionale. Il modello relazionale. Relazione. Dominio. Esempio

Il modello relazionale. Il Modello Relazionale. Il modello relazionale. Relazione. Dominio. Esempio Il Moello elzionle Proposto E. F. o nel 1970 per vorire l inipenenz ei ti e reso isponiile ome moello logio in DM reli nel 1981 si s sul onetto mtemtio i relzione, questo ornise l moello un se teori he

Dettagli

III.8.2 Elementi per il bilancio idrico del lago di Bracciano

III.8.2 Elementi per il bilancio idrico del lago di Bracciano III.8.2 Elementi per il bilancio idrico del lago di Bracciano (Fabio Musmeci, Angelo Correnti - ENEA) Il lago di Bracciano è un importante elemento del comprensorio della Tuscia Romana che non può non

Dettagli

MANUALE. GUIDA RAPIDA Alla ricarica con le impostazioni dell'ultimo programma

MANUALE. GUIDA RAPIDA Alla ricarica con le impostazioni dell'ultimo programma MNULE CONGRTULZIONI per l'acquisto di un nuovo professionale a tecnologia switc. Questo modello fa parte di una serie di professionali di CTEK SWEDEN B ed è dotato della tecnologia di ricarica delle batterie

Dettagli

Biblioteca Tecnica Knauf 05/2006. L acustica con Knauf. Soluzioni tecniche per l edilizia civile e industriale

Biblioteca Tecnica Knauf 05/2006. L acustica con Knauf. Soluzioni tecniche per l edilizia civile e industriale Biliotec Tecnic Knuf 05/2006 L cutic con Knuf Indice 1. Introduzione...4 2. Suoni e rumori...5 Glorio...5 Rumori erei...5 Rumori impttivi...6 Tempo di rivererzione (T60)...6 Fonoiolmento e fonoorimento...7

Dettagli

Primo caso italiano di resi al larvicida ciromazina da di musca domestica

Primo caso italiano di resi al larvicida ciromazina da di musca domestica TECNICA Primo caso italiano di resi al larvicida ciromazina da di musca domestica di Davide Di Domenico ( 1 ) Luigi Ruggeri ( 1 ) Guglielmo Pampiglione ( 2 ) Il problema dell inefficacia dei prodotti utilizzati

Dettagli

LE IRRESISTIBILI DOLCI TENTAZIONI DEL MOMENTO, SCEGLI LA TUA BASE SCATENA LA TUA FANTASIA CONQUISTA TANTI NUOVI CLIENTI!

LE IRRESISTIBILI DOLCI TENTAZIONI DEL MOMENTO, SCEGLI LA TUA BASE SCATENA LA TUA FANTASIA CONQUISTA TANTI NUOVI CLIENTI! Le ALL ITALIANA CREA LA TUA ALL ITALIANA Decidi di essere oriin le, cre tivo e diverso d i tuoi concorrenti : Cre le tue person lissime cup c kes ll it li n, LE IRRESISTIBILI DOLCI TENTAZIONI DEL MOMENTO,

Dettagli

TEORIA DELLA PROBABILITÀ II

TEORIA DELLA PROBABILITÀ II TEORIA DELLA PROBABILITÀ II Diprtimento di Mtemti ITIS V.Volterr Sn Donà di Pive Versione [14-15] Indie 1 Clolo omintorio 1 1.1 Introduzione............................................ 1 1.2 Permutzioni...........................................

Dettagli

Principal Mais. DuPont TM SEMPLICE - COMPLETO - EFFICACE: UNO PER TUTTE! I NOSTRI PRODOTTI PER IL DISERBO DEL MAIS. LA LINEA DuPont PER IL MAIS

Principal Mais. DuPont TM SEMPLICE - COMPLETO - EFFICACE: UNO PER TUTTE! I NOSTRI PRODOTTI PER IL DISERBO DEL MAIS. LA LINEA DuPont PER IL MAIS LA LINEA DuPont PER IL MAIS I NOSTRI PRODOTTI PER IL DISERBO DEL MAIS DuPont TM Principal Mais Programma di solo pre-emergenza: Programma di solo post emergenza precoce Programma di post emergenza standard

Dettagli

4. Qual è il requisito principale per la saldatura di acciai a basso contenuto di carbonio (acciai dolci)?

4. Qual è il requisito principale per la saldatura di acciai a basso contenuto di carbonio (acciai dolci)? 1. Qule ei metoi ell eleno è ppliile ll ossizione ell iio? Menio Iniezione Chimio A sintill 2. Qule elle seguenti frsi rigur l punzontur? È un lvorzione lo he non inue grne eformzione el pezzo È un lvorzione

Dettagli

Corso di ordinamento - Sessione suppletiva - a.s. 2009-2010

Corso di ordinamento - Sessione suppletiva - a.s. 2009-2010 Corso di ordinmnto - Sssion suppltiv -.s. 9- PROBLEMA ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO CORSO DI ORDINAMENTO SESSIONE SUPPLETIA Tm di: MATEMATICA. s. 9- Dt un circonrnz di cntro O rggio unitrio, si prndno

Dettagli

DUVRI Documento Unico di Valutazione dei Rischi Interferenziali

DUVRI Documento Unico di Valutazione dei Rischi Interferenziali DUVRI Documento Unico di Valutazione dei Rischi Interferenziali i sensi del D.lgs. 9 aprile 2008, n. 81 e ss.mm.ii. TESTO UNICO SULL SLUTE E SICUREZZ SUL LVORO ttuazione dell'articolo 1 della legge 3 agosto

Dettagli

ESERCITAZIONI. I. 1)Una coppia ha già due figlie. Se pianificassero di avere 6 figli, con quale probabilità avranno una famiglia di tutte figlie?

ESERCITAZIONI. I. 1)Una coppia ha già due figlie. Se pianificassero di avere 6 figli, con quale probabilità avranno una famiglia di tutte figlie? ESERCITZIONI. I 1)Un coppi h già due figlie. Se pinificssero di vere 6 figli, con qule probbilità vrnno un fmigli di tutte figlie? ) 1/4 b)1/8 c)1/16 d)1/32 e)1/64 2)In un fmigli con 3 bmbini, qul e l

Dettagli

CONOSCIAMO LE NORME SULLA SICUREZZA E SUL DIRITTO D AUTORE

CONOSCIAMO LE NORME SULLA SICUREZZA E SUL DIRITTO D AUTORE Conosimo le norme sull siurezz e sul iritto utore Unità 7 UNITÀ DIDATTICA 7 CONOSCIAMO LE NORME SULLA SICUREZZA E SUL DIRITTO D AUTORE IN QUESTA UNITÀ IMPAREREMO... onosere le norme he regolno il iritto

Dettagli

TRASFORMAZIONI GEOMETRICHE Una trasformazione geometrica del piano in sé è una corrispondenza biunivoca tra i punti del piano: ( ) , :,

TRASFORMAZIONI GEOMETRICHE Una trasformazione geometrica del piano in sé è una corrispondenza biunivoca tra i punti del piano: ( ) , :, TRASFORMAZIONI GEOMETRICHE Un rsforzione geoeric del pino in sé è un corrispondenz iunivoc r i puni del pino P P, P P P è l igine di P rispeo ll rsforzione. Ad ogni puno P(,) corrisponde uno ed un solo

Dettagli

APPROFONDIMENTI SUI NUMERI

APPROFONDIMENTI SUI NUMERI APPROFONDIMENTI SUI NUMERI. Il sistem di umerzioe deimle Be presto, ll operzioe turle del otre, si è ggiut l esigez di «rppresetre» i umeri. I sistemi di umerzioe possiili soo molti; per or i limitimo

Dettagli

CARATTERISTIC HE-ALIMENTARI. buono da mensa ottimo per salse fragranza intensa

CARATTERISTIC HE-ALIMENTARI. buono da mensa ottimo per salse fragranza intensa CARATTRISTICH- CARATTRISTIC H-ALIMNTARI DV pomodoro ovale di daniele semina: febbraio trapianto: aprile-maggio raccolta: luglio-novembre buccia chiara, arancione se maturo, polpa compatta, pochi semi,

Dettagli

LINGUAGGI'CREATIVITA 'ESPRESSIONE' '

LINGUAGGI'CREATIVITA 'ESPRESSIONE' ' LINGUAGGICREATIVITA ESPRESSIONE 3 4ANNI 5ANNI Mniplrmtrilidivritipin finlizzt. Fmilirizzrindivrtntcnil cmputr Ricnsclmntidl mnd/rtificilcglindn diffrnzprfrmmtrili Distingugliggttinturlidqulli rtificili.

Dettagli

DICHIARAZIONE DI INIZIO ATTIVITÀ, VARIAZIONE DATI O CESSAZIONE ATTIVITÀ AI FINI IVA

DICHIARAZIONE DI INIZIO ATTIVITÀ, VARIAZIONE DATI O CESSAZIONE ATTIVITÀ AI FINI IVA Modello 9/11 DIHIRZIONE DI INIZIO TTIVITÀ, VRIZIONE DTI O ESSZIONE TTIVITÀ I FINI IV (IMPRESE INDIVIDULI E LVORTORI UTONOMI) Informativa sul dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del

Dettagli

Relatore: per.agr. Roberto Nataloni Dlgs 150/2012 Art. 1 Oggetto Il presente decreto definisce le misure per un uso sostenibile dei pesticidi, che sono prodotti fitosanitari come definiti all articolo

Dettagli

Fonti alimentari di Inositolo

Fonti alimentari di Inositolo Fonti alimentari di Inositolo Agrumi Cereali integrali Frutta secca(arachidi) Semi(germe di grano) Legumi(fagioli) Lievito di birra Gli alimenti freschi contengono molto più Inositolo rispetto ai prodotti

Dettagli

MODENA E IL SUO CLIMA

MODENA E IL SUO CLIMA Comune di Modena - SERVIZIO STATISTICA: note divulgative Pagina 1 di 2 MODENA E IL SUO CLIMA Modena, pur non essendo estranea al fenomeno del riscaldamento generalizzato, continua ad essere caratterizzata

Dettagli

a) Dopo che avrò dormito starò meglio

a) Dopo che avrò dormito starò meglio SA00001 Qul è il complemento predictivo del soggetto nell frse: Mrio scoltv silenzioso, ffscinto dlle prole del professore? SA00002 Qule delle seguenti frsi contiene un predicto SA00003 Qul è l ttributo

Dettagli

Aliquote di imposta alla fonte Tabella B Edizione 2015

Aliquote di imposta alla fonte Tabella B Edizione 2015 Dipartimento delle finanze e dell'economia Divisione delle contribuzioni Aliquote di imposta alla fonte Tabella B Edizione 2015 1-3000 3001-3600 3601-4200 4201-4800 4801-5400 5401-6000 6001-6600 6601-7200

Dettagli

Aliquote di imposta alla fonte Tabella A Edizione 2015

Aliquote di imposta alla fonte Tabella A Edizione 2015 Dipartimento delle finanze e dell'economia Divisione delle contribuzioni Aliquote di imposta alla fonte Tabella A Edizione 2015 1-3000 3001-3600 3601-4200 4201-4800 4801-5400 5401-6000 6001-6600 6601-7200

Dettagli

Cosa sono? Conoscenze di base (alcune) Comportamento nell ambiente

Cosa sono? Conoscenze di base (alcune) Comportamento nell ambiente PRODOTTI FITOSANITARI: Cosa sono? Conoscenze di base (alcune) Comportamento nell ambiente 1 DEFINIZIONE: I Prodotti Fitosanitari, definiti dall'art.2 del D. Lgs. n. 194/955 e dall art.2 del DPR 290/01,

Dettagli

AGGIORNAMENTI Maggio 2012

AGGIORNAMENTI Maggio 2012 COLTURA AVVERSITA S.A. NOTA Cicoria Sclerotinia Bacillus subtilis Max 4 tratt./ciclo Cicorino CP Sclerotinia Bacillus subtilis Max 4 tratt./ciclo Erbe fresche CP Piridate Vietato in coltura protetta Foglie

Dettagli

Fitopro s.r.l. - Milano. Servizio Fitosanitario Regionaledel Veneto - Bovolino di Buttapietra (VR)

Fitopro s.r.l. - Milano. Servizio Fitosanitario Regionaledel Veneto - Bovolino di Buttapietra (VR) LOTTA ANTIPERONOSPORICA SU VITE IN REGIME DI AGRICOLTURA BIOLOGICA: CONFRONTO TRA STRATEGIA A PROTEZIONE CONTINUA E STRATEGIA SUPPORTATA DAL MODELLO EPI. VENETO, BIENNIO 2007/2008 M. Buccini 1, G. Rho

Dettagli