ognuno di noi. Il risparmio di Rafi Korn

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ognuno di noi. Il risparmio di Rafi Korn"

Transcript

1 S PECIALE Anno III - n.85 - giovedì 10 maggio 2007 Organo ufficiale di informazione della Federazione dei Verdi Sped. in Abb. Post. - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art. 1 comma 1 DCB - Roma Direttore responsabile: Enrico Fontana Comitato editoriale: Roberto Poletti, Giuseppe Trepiccione, Gianpaolo Silvestri (inserto Mappe) Editore: undicidue srl, via R. Fiore, 8 - Roma Stampa: Rotopress, via E. Ortolani, 33 - Roma Reg. Trib. di Roma n. 34 del 7/2/2005 Redazione: via A. Salandra, Roma - tel fax Stampato su carta ecologica La testata fruisce dei contributi di cui alla legge 7 agosto 1990 n. 250 Giovani Kyoto e gli sforzi musica parte anche da dei Governi per Acqua di tutta rubinetto?. ungrazie! altra Si, lambiente. Ma l impegno ognuno di noi. Il risparmio di Rafi Korn Tasse universitarie alle stelle, libri energetico carissimi, affitti miliardari, trasporti impossibili e poi precariato ne e un esempio permanente, poca fiducia verso le istituzioni, i valori civici e politici e poi tanta, troppa incertezza: eh sì, è proprio difficile essere giovani nella società di oggi. Tra le prime conseguenze, senza dubbio, c è il progressivo ma costante allontanamento dell interesse dei giovani per la vecchia politica, ormai non più percepita come la madre di tutte le arti, ma come un insieme di giochi di potere e compromessi, come un di Giovanni Verardi meccanismo più o meno oscuro al quale un numero sempre più grande di giovani ue anni dall entrata in vigore cercano di spiegare come esista l emer- tenendo le finestre chiuse e spegnendolo (e non solo) si sta disamorando e allontadel Protocollo di Kyoto. Bilan- genza climatica, ma non sia necessario quando in casa non c è nessuno, aprire nando in preda a crisi di rigetto, di valori e cio? A livello globale c è chi si limitare lo sviluppo industriale. Ed è il il rubinetto dell acqua solo il tempo nedi ideologia. Forse è vero che la classe polista impegnando, ed è il caso dell Euro- caso dell Amministrazione USA. Se però cessario per insaponarsi, risciacquarsi, tica di oggi sembra lontana dai valori e dalla pa, ma servirebbero sforzi governativi è vero che le sorti del pianeta dipendono pulirsi i denti o farsi la barba (si risparpassione che animavano gli uomini politici di maggiori; c è chi inizia ora a prendere in gran parte dalle azioni dei Governi, miano fino a 30 litri!), avviare lavaaltri mondi, coinvolti molto più attivamente a coscienza dell emergenza climatica cer- è altrettanto vero che i primi attori del trici e lavastoviglie sempre a pieno tutelare gli interessi della res publica, ma è candovi soluzioni, perché ci comincia cambiamento sono i singoli. Ed è anche carico (hanno bisogno della stessa pur sempre vero che, se noi ci disinteressiamo a fare i conti (ed è il caso della Cina e il da qui che si può/deve ripartire. Come? quantità d acqua, circa 100 litri, sia completamente, alla fine qualcuno che deciderà suo boom economico). C è poi chi non Risparmio energetico. semivuote sia piene); nel caso della per noi, ma senza di noi, ci sarà sempre. La soha aderito al Protocollo, vanta il prima- Risparmiare energia vuol dire tante cose lavastoviglie poi, spegnerla quando cietà moderna, globalizzata ed egoista allo stesto mondiale di emissioni di CO2 e per insieme: avere più soldi nel portafoglio (e parte l asciugatura: è più che suffiso tempo, corre e sfugge via ad altissima velocigiunta arruola scienziati negazionisti che per noi giovani non è poca cosa!), contri- ciente a tal fine aprire lo sportello tà. Non sempre si riesce a starle dietro,carpendo buire a rendere l Italia meno dipendente per far circolare l aria e ciò conle bellezze della dall estero per gli approvvigionamenti sente un risparmio di circa il 45% vita e capendo le di combustibili fossili, favorire l incisivi- di energia! E ancora: sostituire le problematiche in Cerchiamo giovani tà delle energie alternative (fotovoltaico, lampadine a incandescenza con profondità. Sopratdinamici, intraprendenti, ma soprattutto solare termico, geotermico ), diminuire quelle a basso consumo (durano tutto quelle legate al determinati a migliorare l immissione di prodotti di scarto nell at- dieci volte di più e consumano mondo di noi giovail Pianeta su cui viviamo. mosfera. Ma soprattutto vuol dire aiuta- 1/5 in meno), non abbassare ni, sempre sbandieresta giovane, re personalmente l ambiente. la temperatura del frigorifero rati come classe diridiventa Verde. Per i più scettici ecco qualche esempio do- sotto i 3 gradi, spegnere il pulgenziale di un domani, mestico. Accorgimenti facilmente rispet- sante principale di computer, oramai non più tanto tabili, che non sottraggono confort alla televisione, dvd ( la lucina lontano ma quanto vostra casa, eppure fondamentali stru- rossa, funzione Standby). mai incerto, che non Contattaci: Tel menti di risparmio di energia : regolare Ovvero: quando i dettagli dovrà farsi prendere alla il riscaldamento a non più di 18/19 gradi, eccome se contano. sprovvista dai mille ostacoli che incontrerà lungo il proprio percorso. E proprio della nostra cosa pubblica che noi giovani dovremmo ricominciare ad occuparci. Con un impegno fatto di amici, di persone che hanno voglia di fare e che hanno l obiettivo di riavvicinare e riaccendere la passione per la cultura, le tematiche sociali ed ambientali, l impegno, la denuncia. Dobbiamo trovare nuovi strumenti in grado di affacciarsi a questo mondo in modo Cotta e mangiata. giovane e moderno, con passione ma senza retorica, e No, non parliamo della mela, nuovo come risposta a tutti coloro che additano i giovani come simbolo dei Giovani Verdi Italiani entità aliena e disinteressata ai problemi della nostra socieche si affiancherà all intramontabile tà, ai suoi ruoli e ai suoi doveri. La speranza, che è nostra Sole-che-ride, bensì della decisione certezza allo stesso tempo, è quella di riuscire a coinvolgere dell Ufficio di Presidenza GV di essere il maggior numero di giovani appassionati, di una passiopresenti dove c è la notizia ne che è antica ma, allo stesso tempo, sicuramente nuova. La nostra, legata al mondo dei giovani ed alle loro mille incermonia Franceschini tezze e difficoltà. a pagina 8 Sky 906 e in streaming su Risparmio energetico D Quando i dettagli contano Nasce la Segreteria Organizzativa Nazionale GV Notizie Verdi TV dal lunedì al venerdì alle su EcoTV

2 s p e c i a l e inchiesta 2 UN DECALOGO DELL ECAS. OGGETTO: I DIRITTI FONDAMENTALI DEL CITTADINO EUROPEO. E CONSIGLI PER SUPERARE L ATTUALE DEFICIT DEMOCRATICO DELL UE Un appello alla commissione sul problema della mobilitàdei lavoratori europei In un incontro con EURACTIV, Tony Venables direttore del- Europa, manifesto dei cittadini non deve essere Il Manifesto comincia con un l ECAS - ha segnalato come ancora sette vecchi Stati Europei putati europei? indipendentemente dal sesso, in Cosa ne pensano i nostri decolazione per i partner registrati, solo economica, è soprattutto l Europa dei della Commissione Europea, ri- mantengano ancora restrizioni In merito alla libertà di circola- conformità alla legislazione nazio- appello alla Presidenza tedesca L Europa Cittadini. volgendosi alle Istituzioni UE alla libera circolazione di lavoratori zione e di soggiorno dei cittadinale applicata in materia. E questa la nuova frontiera che affinché questa Dichiarazione provenienti da otto paesi ni e dei loro familiari negli Stati I Verdi infatti ritengono che la intende raggiungere con il suo neo- preveda l operatività del Piano D dell Europa centrale e Orientale. membri(adozione finale in seconda legislazione dell Unione Euro- Manifesto l ECAS (European Citizen (Democrazia, Dialogo e Dibatti- Tanto la Germania che l Austria lettura: marzo rapporto pea in merito alla libera circola- Action Service), una Organizzato) intorno ai temi costituzionali, paiono decise a mantenere in Santini, Cittadinanza dell Unione), zione debba riflettere e rispet- zione Non Governativa, impegnata nonché la realizzazione di Forum vigore le loro restrizioni fino al il Gruppo dei Verdi/ALE al Parlamento tare la diversità delle relazioni dal 1990 nella rappresentanza presso della Società Civile nei 27 Stati 2009, data della prossima revisione, Europeo hanno presen- familiari esistenti nella società le Istituzioni UE dei cittadini europei membri, che vadano ad aggiornare che le costringerà alla detato un emendamento, adottato allo stato attuale, che sono il e delle associazioni contro le lobbies il concetto di cittadinanza finitiva eliminazione di ostacoli in prima lettura (purtroppo non matrimonio, l unione civile o commerciali. europea inserito nell art. 18 del alla libera circolazione, entro il riconfermato nell adozione finale), la coppia di fatto (da www. Da allora, non c è che dire, il Citizen Trattato di Maastricht. 30 aprile in base al quale si chiedeva l applicazione monicafrassoni.it). WatchDog (come si definisce) di strada A questo proposito, emerge un del diritto alla libera cir- Monia Franceschini ne ha fatta, bussando alle porte delle dato significativo. Nel corso del- L ECAS in questo contesto ha Direzioni Generali della Commissione le svariate riunioni in Europa, affermato che le restrizioni temporanee Europea (principalmente alla DG XXI, preparatorie ai referendum sulla comportano una sepa- quella che si occupa di Politica dei Consumatori Costituzione Europea, il Presirazione artificiosa tra i vecchi e i e di Sicurezza Sanitaria), del Pardente dell ECAS Mario Monti, era nuovi Europei, dando luogo a so- lamento Europeo, e coinvolgendo grandissime entrato in contatto con commenti spetti e pregiudizi tra le due parti. Organizzazioni Internazionali come il e preoccupazioni sulla attuale di- Chiaro, dunque, come la questio- WWF o l European Public Health Alliance. stanza tra UE e cittadini, tale da ne rivesta carattere d urgenza da Un cammino difficile,quello di questi professionisti portare molti soggetti a votare No. portare all attenzione delle Istituna, dei diritti fondamentali della perso- Paradossalmente, oggi, alcuni dei zioni UE. Tony Venables racconta iniziato nella costellazione di Associazioni concetti da cui derivavano quelle come, per i lavoratori emigrati, impegnate nei settori della catena alimentare preoccupazioni, sono contenuti specie giovani, la mobilità rappre- e della salute pubblica che gravitano intorno nella parte prima del Trattato senti più inconvenienti e difficol- alle strutture europee,e culminato in questo Costituzionale. A differenza della tà, che reali opportunità. I lavoratori Manifesto che segnerà un appuntamento fondamentale Corte di Giustizia Europea, che in lasciano il loro paese con un con i cittadini e soprattutto con il sede di giudizio cerca di rivestire biglietto di sola andata, 50 euro in Consiglio Europeo. di contenuti reali l art.18 del Trattato tasca e una lettera di una agenzia L obiettivo? Questo decalogo ambizioso, che di Maastricht (ribattezzato che propone un lavoro stagionale sarà diffuso in concomitanza con la Dichiarazione Cinderella Article), le altre Isti- e un posto dove dormire. per il cinquantesimo Anniversario del Trattato tuzioni UE ancora non accolgo- Certo non vanno a visitare i siti di Roma (pubblicato il 25 Marzo 2007), reclama no pienamente il concetto di una web delle agenzie indicati in occasione finalmente la realizzazione di una serie di riforme dell Anno Europeo sul- necessarie a ottenere rinnovato consenso democratico, la Mobilità, per verificare quali e a superare l attuale impasse del Trattato sono i loro diritti. E solo quando Costituzionale. hanno perduto il loro lavoro, che cittadinanza europea potenziata, che possa riguardare non solo la nazionalità ma anche la residenza, in un passaggio evolutivo oltre i diritti di libera circolazione negli Stati. Ecco che il cane da guardia dei cittadini europei si è attivato, lanciando una Petizione che chiede al Parlamento Europeo di prendere l iniziativa, risolvendo la questione. La Petizione è on line sul sito dell Associazione, disponibile in diverse lingue e può essere firmata da soggetti, Istituzioni e Associazioni. il datore deve loro del denaro e non hanno più un alloggio,che scoprono le vere difficoltà. Secondo Venables, la commissione e gli stati membri devono impegnarsi ad informare meglio e con strumenti adatti i lavoratori che desiderano emigrare, indicando gli eventuali rischi,e garantendo la cooperazione tra amministrazioni locali. Processi di questo tipo sono fondamentali per non abbandonare al loro destino i cittadini, evitando loro di trovarsi in difficoltà solo perché hanno dimenticato certi documenti nel loro paese di origine.

3 3 territorio s p e c i a l e SUD CALABRIA Acqua pubblica, ci metto la firma! Ha preso il via il 13 gennaio, la campagna nazionale di raccolta firme a sostegno della proposta di legge di iniziativa popolare, sottoscritta da movimenti, associazioni e partiti. L accesso all acqua è un diritto fondamentale dell uomo, diritto che può diventare un dovere quando per ottenerlo bisogna lottare. Il Forum Italiano dei movimenti per l acqua, nasce proprio per la tutela di questo diritto. E un percorso che parte da Firenze quando nel 2003, dichiarato dall ONU Anno mondiale dell acqua, si svolse il Forum Mondiale Alternativo dell Acqua che, ispirandosi al concetto di acqua come bene comune necessario alla vita, bocciò le politiche commerciali delle libere fonti idriche, anche mediante l introduzione del partenariato pubblico-privato, chiedendone con forza la proprietà e la gestione pubblica come garanzia di libero accesso per tutti. Le realtà territoriali e le reti nazionali che hanno promosso il Forum Italiano dei Movimenti per l Acqua hanno deciso di fornire al Paese uno strumento normativo che disegni il quadro della svolta auspicata: una proposta di legge d iniziativa popolare con gli obiettivi di tutela della risorsa e della sua qualità, di ripubblicizzazione del servizio idrico integrato, di gestione dello stesso attraverso strumenti di democrazia partecipativa. I coordinamenti locali si stanno impegnando per la raccolta di 500mila firme, per supportare la proposta di legge, che il 24 ottobre scorso è stata depositata in Cassazione. Numerose piazze italiane coinvolte da gennaio, per concludere la fase a maggio prossimo. Nel frattempo sono previsti ulteriori banchetti informativi, eventi artistici e manifestazioni che siano momenti di sensibilizzazione e di informazione sui rischi di una privatizzazione del servizio idrico, per permettere a tutte le realtà italiane di venire a conoscenza dei temi, ed affrontare così i problemi legati ad un bene che dovrebbe essere innegabile. Francesca Tortorella BASILICATA la lezione di Scanzano. Un fumetto. Stampate altre 1000 copie del fumetto La lezione di Scanzano al prezzo speciale per associazioni, gruppi e studenti di 2 euro per renderlo accessibile a tutti (grazie al contributo di molti volontari che coprono i costi di distribuzione,il 50% del ricavato inoltre va ai bambini di strada di korogocho Nairobi Africa). Per una divulgazione dell opera e per continuare a parlare di nucleare, pace,ambiente e storia della basilicata ho bisogno del vs. aiuto per divulgare l opera nelle scuole, nelle associazioni e nei gruppi.la presentazione viene fatta con l ausilio di un pc e di un proiettore (per evitare che i ragazzi o gli adulti si annoino ) e per avere una interattività nella discussione che nasce dalla narrazione della storia.tutte le scuole e le associazioni visitate sin d ora hanno apprezzato l iniziativa. L opera è pubblicizzata anche sul sito di peacelink.it (primo sito italiano del no profit) e sui nostri siti lucani e svizzeri e finora nessuno ha fatto critiche negative (solo apprezzamenti). Attraverso il passaparola,la rete e la buona volontà dobbiamo raggiungere la quota di 5000 copie ( siamo a 1000 più 200 che acquisterà a breve il Comune di Filiano per la scolaresca ) per realizzare il progetto collegato (casa di recupero per 40 bambini strada che sniffano la colla delle scarpe per sopperire alla fame e alle malattie, Korogocho.org). Confido nel vostro impegno. Felice Santarcangelo, Tel.335/ LAZIO Ecoenergia al via Il Comune di Roma ha stilato un protocollo d intesa con la Coldiretti per l utilizzo di biocombustibili nei Trasporti Pubblici e nel riscaldamento della Capitale. Il protocollo segue di qualche giorno a quello tra coldiretti e Regione Lazio che prevede la conversione a colture di colza e girasole di ettari entro il 2008 nel Lazio. Nella Regione, oltre alla coltivazione di colza e girasoli verranno realizzati di trasformazione -compatibili con il territorio- per la produzione in loco dei biocarburanti. Questo comporterà una riduzione delle sostanze inquinanti e gas serra nell aria (e quindi in adempimento del protocollo di Kyoto), ridurrà la dipendenza energetica della regione e costituirà un elemento di sviluppo economico per il settore agricolo. Tra i territori interessati ricordiamo la Valle dei Latini, ex Valle del Sacco recentemente al centro delle cronache a causa dell inquinamento industriale ed il degrado ambientale. l investimento nel settore agroenergetico nella zona, quindi, sarà un importante passo per il recupero della valle in modo ecocompatibile. Letizia Palmisano CENTRO TOSCANA Greenpeace si oppone al rigassificatore al largo della costa di Pisa e Livorno. Si tratterebbe della prima area marina industriale d Italia, in pieno Santuario dei Cetacei afferma il movimento e sarebbe una violazione della Convenzione di Barcellona tra Francia, Italia e Monaco che istituisce il Santuario. Altri numerosi problemi sottendono alla protesta: non ci sono norme italiane idonee alla fattispecie, sarebbero gravi gli effetti della risospensione dei sedimenti, a causa della costruzione di una condotta per il gas proprio dove in passato sono stati gettati i fanghi contaminati del porto di Livorno, l impianto dovrà utilizzare cloro, versato poi in mare, non è stata effettuata alcuna valutazione delle emissioni sonore dell impianto e del loro impatto sui cetacei. Greenpeace, per evitare il probabile eco-disastro, chiede protezione per il Santuario e la sua inclusione nella rete di riserve marine per salvare il Mediterraneo (proposta da Greenpeace nel maggio 2006), nonché di revocare l autorizzazione per la costruzione del rigassificatore. (fonte: PIEMONTE Al Presidente del Consiglio regionale del Piemonte INTERROGAZIONE ai sensi dell articolo 18, comma 4, dello Statuto e dell articolo 89 del Regolamento interno. OGGETTO: centrale a biomassa nel Comune di Caresana (VC). Premesso che: È stato presentato, da parte della società Biopower Vercellese, un progetto di centrale a biomassa nel Comune di Caresana, per produrre 20 MWhE l anno, con un bisogno di combustibile pari 252 t/giorno pari a t/anno; L area di interesse per la centrale, come da progetto presentato, è di circa mq, a fronte di un ipotesi di acquisto, da parte della società, di un area pari a mq; Il proponente fa richiamo ad un uso di acqua potabile per alimentare l impianto di generazione di energia elettrica, ignorando di fatto il divieto da parte della vigente normativa dell uso industriale di acqua potabile; Nella presentazione del ciclo, vedasi il Volume di Fornitura al punto 2.. il materiale risultante è un combustibile, in caso di carta e fogli di plastica della grandezza di un biglietto da visita ; Il combustibile utilizzato in progetto dovrebbe avere valori di P.C. = KJ/kg, pari a kcal/kg Considerato che: - Storicamente centrali a biomassa in funzione nella nostra Regione utilizzano legna stoccata da tre anni con P. C. pari a 2500 Kcal/Kg; - Il fabbisogno giornaliero di biomassa è notevole e non si capisce quale il legame con la realtà della zona di ubicazione, famosa per le risaie e la conseguente produzione di paglia e pula di riso, con P. C. alquanto basso, per cui è ipotizzabile un gran traffico di mezzi pesanti che renderebbe difficoltoso il traffico in una zona poco servita; - il proponente riporta una tabella relativa ai valori delle ceneri in cui figurano composti quali idrocarburi aromatici, benzene, toluene, PCB, mercurio, cadmio. INTERROGA la Giunta regionale per sapere: - Il reale proponente del progetto, natura della società, sede legale e capitale versato, esperienze nella gestione di impianti simili; - Quale la zona di approvvigionamento della biomassa necessaria al funzionamento della centrale, e l incidenza dei mezzi pesanti di trasporto nell ambito della viabilità di livello provinciale; - Quale biomassa abbia tra le componenti carta e fogli di plastica e delle ceneri con i composti e valori sopra riportati; - Quali i quantitativi di acqua potabile necessari al funzionamento dell impianto, le eventuale deroghe all uso, se si può derogare alla vigente normativa, e quali le fonti di approvvigionamento; - Se oltre alla biomassa sia ipotizzato l utilizzo di altre risorse combustibili. Torino, 7 marzo 2007 PRIMO FIRMATARIO Mariacristina SPINOSA NORD

4 MAGGIO martedì 2 mercoledì 3 giovedì 4 venerdì 5 sabato 6 domenica 7 lunedì 8 martedì 9 mercoledì 10 giovedì 11 venerdì 12 sabato 13 domenica 14 lunedì Energia dal sole

5 15 martedì 16 mercoledì 17 giovedì 18 venerdì 19 sabato 20 domenica 21 lunedì 22 martedì 23 mercoledì 24 giovedì 25 venerdì 26 sabato 27 domenica 28 lunedì 29 martedì 30 mercoledì 31 giovedì Il sole protagonista dell energia del futuro Tra le fonti di energia rinnovabile il solare si candida a fare la parte del leone nei piani d intervento previsti in Europa e in Italia. Nell Ue sono due milioni le famiglie che sfruttano il solare termico per scaldare l acqua e produrre calore. L aumento della produzione nel 2006 è stimato intorno al 30% ma il traguardo, da raggiungere entro il 2020, è quello di arrivare a 300 GWth di capacità operativa globale. Per produrre la stessa energia occorrerebbe riempire di petrolio un numero di camion-cisterna che, se allineati, coprirebbe la distanza tra Lisbona e Sidney. Anche il Governo italiano si è dimostrato attento alle rinnovabili, stanziando un miliardo in tre anni attraverso un piano d azione in sei punti. Gli obiettivi sono l autosufficienza energetica, con un risparmio del 20% e la creazione di posti di lavoro incoraggiando gli imprenditori a investire nel settore. Un pacchetto di interventi da 60 milioni di euro è stato recentemente presentato dal ministro dell Ambiente, Pecoraro Scanio, a favore delle Pmi e per diffondere le rinnovabili in città, parchi, scuole, penitenziari, edifici pubblici e impianti sportivi. Secondo gli auspici del ministro il target è aumentare la produzione di energia solare da 30 a MW in 10 anni. Allo studio anche incentivi sul fotovoltaico che, se ben implementati, permetteranno di rientrare dell investimento in soli 5 anni. Sul fronte del termodinamico il presidente della Sardegna, Renato Soru, candida l isola a produrre la metà dei 100 MW previsti in ambito nazionale dal Progetto Archimede che prevede la costruzione di centrali a specchi - con il piano sviluppato nel Parco di Polaris di Pula. Infine l Italia potrà contare sulla consulenza del nobel Carlo Rubbia, che ha sviluppato la tecnologia ad alta temperatura o a concentrazione, in cui i raggi solari scaldano il liquido presente in un tubo per produrre energia elettrica utilizzabile, tramite un sistema di accumulo, anche di notte e in assenza di sole. (fonte: Ansa) Daniele Lombardi

6 s p e c i a l e europa 6 CITTADINI DELLA TERRA LA CONFERENZA DI PARIGI PER UNA GOVERNANCE ECOLOGICA MONDIALE Il 2 e 3 Febbraio si è svolta a Parigi la Conferenza internazionale sul clima e l ambiente per una governance ecologica mondiale. Molteplici gli obbiettivi dell evento, primo fra tutti quello di sollecitare a livello internazionale la creazione di una Organizzazione delle Nazione Unite per l Ambiente (UNEO, United Nations Environment Organization) con lo scopo di monitorare e salvaguardare gli equilibri ecologici del pianeta. La conferenza ha prodotto due importanti documenti: il primo è un appello firmato da 46 paesi, tra cui l Italia, per la nascita della UNEO, il secondo è una dichiarazione che rilancia l invito ad una mobilitazione internazionale contro le devastazioni climatiche. Il Ministro Pecoraro Scanio, intervenuto in rappresentanza del governo italiano, ha sottolineato come la cooperazione fra stati sia essenziale nella lotta ai cambiamenti climatici, e ha ribadito che l Italia deve essere in prima fila nel chiedere che l Onu abbia un organizzazione mondiale per l ambiente come già esiste per la sanità o i beni culturali. Virgilio Menichelli Barcellona centro culturale mondiale, Barcellona meta preferita degli studenti Erasmus, Barcellona invasa ogni anno da migliaia di turisti, pronta a scippare i record delle nostre città d arte...il primo record cittadino però è colorato di verde: Barcellona città sostenibile e tutto grazie ad un ordinanza comunale ed un attenta strategia politica. Una rivoluzione copernicana, locale che fa rima con globale, la difesa del protocollo di Kyoto inizia nei suoi vicoli. 1988: il Comune di Barcellona ce la fa, vince la gara per organizzare i Giochi Olimpici del 1992, per la prima volta una città spagnola, bisogna fare le cose in grande. L evento olimpico è il catalizzatore di tutte le energie: vengono rinnovati gli impianti e costruite nuove infrastrutture, più di persone visitano l esposizione Barcellona lo scenario del futuro, presso l Università, appoggio divulgativo del piano stesso. Ma con la cerimonia di chiusura dei Giochi non finisce tutto. La città è consapevole di essere diventata una metropoli europea, con un estensione di linee ferrate invidiabile e la voglia di vivere a pieno questo nuovo Rinascimento. Nel 1994 viene presentato il nuovo piano, l obiettivo principale è la rivitalizzazione del settore economico. Il provvedimento principale è del 2000: l Ordinanza sul solare termico, sono passati sei anni e ancora se ne parla. Non è neanche un ordinanza autonoma ma un al- Barcellona verde legato della più generale ordinanza sull ambiente l oro: 4983 mq di pannelli, tanto per fare degli abitanti vive e produce energia con del consiglio comunale di Barcello- un paragone Barcellona è ad una distanza un ordenanza solar e così in tutta la Spa- na, entrata in vigore nell agosto del siderale: mq (nel 2000 erano dieci gna: Madrid, Valencia, Siviglia, Granata, Quattro pagine che hanno fatto diventare volte meno). per citarne alcune. la Spagna il quarto produttore mondiale Le grandi città arrancano: Roma comincia Abbiamo bisogno che il modello Barcellona di pannelli solari ed un centro di ricerca a arrivi dall altra parte del Mediter- livello planetario tanto che un certo Carlo Rubbia si è rifugiato proprio oltre Pirenei per le sue ricerche sul solare dinamico. L ordinanza riguarda i nuovi edifici, le ristrutturazioni di una certa entità, i cambi di destinazione e d uso, qualsiasi impianto residenziale, sportivo, ospedaliero, industriale, commerciale che abbia una domanda di acqua calda da 292 megajoules. Ognuno di questi edifici è obbligato a produrre almeno il 60% di acqua calda con l installazione di pannelli solari termici. L ordinanza si occupa anche di incentivi regionali e locali, norme tecniche e architettoniche di installazione, specifici programmi per gli edifici pubblici. Sono previste deroghe limitatissime per motivi paesaggistici, con onere della prova a carico del cittadino. Le ispezioni dalla polizia municipale sono frequenti, così come l irrorazione di sanzioni pecuniarie e interdittive. E allo studio un nuovo testo con parametri ritoccati verso il basso, per aumentare il numero di edifici coinvolti. Ma non finisce qui...il Consiglio Comunale e l Agenzia energetica cittadina hanno stilato un piano energetico, il Plan de mejora ora a dotarsi di strumenti urbanistici per la costruzione di impianti sportivi e ricreativi, Firenze e Torino sono saliti sul carro della pianificazione strategica con dei propri piani. E un piccolo comune del milanese a energètica de Barcelona con obiettivi ambiziosi ma assolutamente possibili: entro il 2010 il 20% di emissioni nocive in meno e meno 4,2% di consumi energetici. Per dare un po di numeri dall agosto del 2000 al dicembre del 2005 sono state 3451 le tonnellate di emissioni evitate, grazie all installazione di impianti per 667 kw di potenza per una produzione annua di kwh. Il fotovoltaico non è da meno, per il Forum 2004 delle Culture è stato inaugurato sul lungomare un pannello (quasi un opera d arte) che misura da solo metri quadri con una potenza installata di 440 kw. In Italia le cose non vanno proprio così...secondo lo studio sui Comuni rinnovabili 2005 di Legambiente, che ha valutato la diffusione di energia pulita nei 103 Comuni capoluoghi di provincia italiani, sono più le ombre che le luci da catturare con i pannelli. Per il solare termico Bolzano conquista stupire: la città di Carugate si è dotata di un regolamento edilizio ad hoc, ispirato alla sostenibilità. Le nuove edificazioni e le ristrutturazioni dovranno obbligatoriamente prevedere alcuni accorgimenti, ad esempio le valvole termostatiche nei condomini, e metà del fabbisogno energetico dovrà provenire da impianti di solare termico. Con un costo di realizzazione superiore di un misero 3% il consumo energetico diminuisce del 25%. Ci vuole molto per capire che questo è il futuro? Intanto in Catalogna 41 comuni hanno seguito le orme di Barcellona: oggi il 56% Notizie Verdi tutti i giorni online raneo, quanto meno per essere in regola con le Direttive dell Unione Europea, i Principi della Dichiarazione di Rio, le spinte culturali di mezzo mondo. Il sindaco di Barcellona, Joan Clos, ha detto recentemente: Sto lavorando per una città coesa, aperta, importante e convinta del suo giusto ruolo nel contesto mondiale. Una città civile, impegnata per la pace. Una città dove ognuno possa sviluppare il suo progetto personale e dove ognuno trovi l aiuto necessario per migliorarsi. Una città dove essere felici non sia un utopia. Prendiamo esempio. Eleonora Palma il portale della Federazione dei Verdi

7 7 cult s p e c i a l e ABBASSA LA MUSICA! Una petizione per abbassare l Iva su cd, dvd e vhs Al fine di favorire la diffusione della cultura musicale, l aliquota dell imposta sul valore aggiunto (IVA) sui compact disc audio è ridotta al 4 per cento. Conseguentemente, alla tabella A, parte II, numero 18), allegata al decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 1972, n. 633, e successive modificazioni, sono aggiunte le seguenti parole: «compact disc audio». Così recita la proposta di legge avanzata dall On. Roberto Poletti e intorno alla quale ruota una importante raccolta firme: una petizione al Governo che, al momento in cui andiamo in stampa, ha raccolto ben firme. La causa per la quale si combatte è la riduzione dell IVA su Una strage dimenticata Piazza Fontana, trentasette anni di segreti di Stato Vi raccontiamo Piazza Fontana con le parole di chi ha indagato per anni su questa pagina nera della storia italiana. E stata presentata lo scorso 12 dicembre -anniversario della strage di Piazza Fontana - la ricerca effettuata presso i licei milanesi dal quale è emerso che gli studenti ignorano i fatti riguardanti la strage: il 43% infatti crede che la responsabilità fu delle BR, il 38% crede che i mandanti appartenevano ad ambienti mafiosi e il 25% da invece la colpa agli anarchici. Questo a conferma che c è un ampia parte di giovani che non solo non conoscono i fatti ma che, non avendo vissuto quel particolare clima storico, difficilmente possono avere la chiave di lettura per capire Piazza Fontana e gli eventi che si susseguirono in quello che è stato definito uno di periodi più bui della nostra democrazia. Per far conoscere, in particolar modo ai giovani, cosa accadde in quel giorno e in tanti anni di indagini, vi riportiamo le parole dei magistrati, storici ed esperti - che hanno preso parte al convegno organizzato per la Memoria Storica di piazza Fontana dal VI Municipio di Roma nel giorno del 37simo anniversario della strage - motivati - come ha ricordato Gianluca Santilli, organizzatore dell incontro e che prese parte in prima persona alle indagini - dal desiderio di non dimenticare e di divulgare i risultati di un terzo di secolo di indagini. La strage di Piazza Fontana, avviene nel 1969, in un periodo di forti scontri sociali, che partono dalle rivendicazioni di studenti ed operai. Come ha raccontato il Giudice di Milano Guido Salvini, c era un ampia classe dirigente preoccupata già dalla metà degli anni 60 che il fermento sociale potesse essere fortemente destabilizzante e già allora si posero le basi per quella strategia della tensione, alla base di tante stragi nel nostro Paese. Gli attentati di quel 12 dicembre furono rivolti a simboli quali il Capitalismo e simboli patriottici (la Banca Nazionale dell Agricoltura, luogo della strage; la bomba inesplosa alla Banca del Commercio a Milano; tre ordigni nel centro di Roma, sull Altare della Patria), indirizzando così le indagini dei colpevoli verso gruppi anarchici dell estrema sinistra. Da qui il tentativo di estendere un giudizio di colpevolezza sulla sinistra in generale. Sebbene il processo si sia chiuso nel 2005 con l assoluzione degli indagati per l impossibilità di individuare gli effettivi esecutori materiali della strage, come SALVINI ha evidenziato, la giustizia ha dimostrato la colpevolezza dei gruppi neofascisti Ordine Nuovo e Avanguardia. Dalle indagini è emerso inoltre come Piazza Fontana fosse un tassello di un ampio piano che aveva le basi fuori dei nostri confini, come dimostrano i rapporti tra gli ordinovisti e le basi militari statunitensi in Italia. Il piano era volto a creare un clima di paura che favorisse la conservazione della situazione corrente di Governo. La pagina scura della nostra storia lascia tutt altro che esenti i nostri Servizi Segreti, come ha chiarito lo storico ed esperto di Servizi Segreti professor Giuseppe De LUTIIS. Siamo negli anni in cui vengono uccisi 24 Magistrati per aver fatto il proprio dovere e in cui tutti i capi dei servizi segreti che si susseguono invece che rispondere ai loro compiti scelsero di ubbidire a catene di comando internazionali ed atlantiche dando luogo ad azioni di depistaggio all attività giudiziaria dei magistrati, fornendo prove false, miste a indizi veri. E questi ordini illegittimi internazionali hanno inciso fino ai primi anni novanta, basti pensare - come ha sottolineato Gianni CIPRIANI, condirettore di E-Polis ed ex consulente della commissione stragi - che ogni inchiesta che potesse toccare i centri del potere di allora veniva sistematicamente bloccata, perché questi garantivano una stabilità internazionale. Ciò è dimostrato anche dal fatto che tangentopoli sia esplosa, senza di fatto precedenti, all indomani della caduta del muro e di questi assetti internazionali. Purtroppo grandi parti di verità sono venute a galla dalla de-secretazione di documenti segreti statunitensi - per legge negli USA cessa dopo dopo 30 anni al contrario della nostra legge che prevede la cessazione del segreto solo in via eccezionale. A distanza di molti anni, la possibilità di rendere pubblici documenti sulle pagine oscure dell Italia non darebbero certo luogo a verità giudiziarie ma permetterebbero una ricostruzione storica completa e quindi di rendere giustizia alle vittime e ai loro familiari. Letizia Palmisano Cd, DVD e Vhs dall attuale 20% al 4%. E la fondatezza della proposta di Poletti sta nell attuale disparità di trattamento tributario che hanno i libri (la cui IVA è fissata al 4%), rispetto alle produzioni musicali. Come se musica e cultura fossero termini antitetici. Conseguenze? Pirateria dilagante, prezzi inaccessibili per molti, pregiudizio per cantanti e case discografiche. Ecco perché vale la pena contribuire alla buona riuscita dell iniziativa, consultando e firmando la petizione. Sul sito si può inoltre guardare chi ha già firmato, scaricare il modulo di raccolta firme cartaceo (da spedire a: Roberto Poletti - Camera dei Deputati - Piazza del Parlamento, Roma), scari- RECENSIONI care la proposta di legge 1192 (Riduzione dell imposta sul valore aggiunto sui compact disc) e la collegata proposta di legge 1748 (Riduzione al 4%dell aliquota IVA per i prodotti e materiali audiovisivi). Per concludere, vi lasciamo con le parole con cui Poletti ha presentato la sua proposta di legge al Parlamento, che non necessitano di ulteriori commenti. Semmai di qualche riflessione. La musica, nelle sue molteplici forme di espressione, costituisce, a tutti gli effetti, un prodotto culturale e, al pari di altri prodotti intellettuali, rappresenta oggi sicuramente una delle più efficaci forme volte a favorire l integrazione e lo scambio culturale, in Italia e nel mondo. Un in bocca al lupo dai Giovani Verdi. Giovanni Verardi BLOOD DIAMOND i diamanti insanguinati di Di Caprio La morte di milioni di persone innocenti è già di per sé drammatica, ma che le stesse vittime finanzino la loro carneficina è spaventoso. Blood Diamond, l ultimo film del regista Edward Zwick ( Attacco al potere, Vento di passioni ), con Leonardo Di Caprio, si basa su un soggetto terribile: la guerra intestina che ha straziato la Sierra Leone negli anni 90, sostenuta coi diamanti estratti dai civili schiavi dei ribelli del RUF, antagonisti del governo. Danny Archer (Di Caprio) è un trafficante di pietre preziose, che spedisce clandestinamente in Liberia dove vengono acquistate da insospettabili gioiellieri inglesi. Per caso Archer incontra il pescatore Salomon Vandy (Dijmon Hounsou) che, durante il suo lavoro nelle miniere dei ribelli, ha trovato e nascosto un enorme diamante rosa. Per il contrabbandiere è l occasione di cambiare vita mentre Vandy vuole ricongiungersi alla sua famiglia e a suo figlio, diventato un bambino-soldato. Coprotagonista una giornalista americana (Jennifer Connelly) che cerca di convincere Archer a raccontarle in esclusiva la sua storia. Con queste premesse Zwick poteva realizzare un gran bel film ma l importanza del soggetto e degli splendidi paesaggi non sono ben supportati da una sceneggiatura e da una recitazione all altezza. Blood Diamond è un film che risente di un etnocentrismo culturale tipicamente hollywoodiano: gli africani sono buoni, fieri e un po tonti, i giornalisti sono tutti cinici tranne la Connelly, idealista, impavida e sexy (come una suola) mentre, addirittura, i guerriglieri del RUF ascoltano il rap! Lo stesso Di Caprio, seppur volenteroso, non riesce ad affrancarsi dalle sue origini culturali, risultando poco credibile sia come nativo africano dello Zimbabwe sia come candidato all Oscar. Bisogna riconoscere al film l indubbio merito di aver alzato il velo sull ignobile traffico dei diamanti insanguinati. Occorreva però un maggior impegno nel rendere credibili storia e personaggi. Daniele Lombardi FIGHT CLUB chuck palahniuk Forse il più duro attacco che sia mai stato fatto alla generazione contemporanea. Un insulto costante a tutto ciò a cui siamo sempre stati educati. Parliamo di FightClub, il primo romanzo di Chuck Palahniuk, da cui è stato tratto il film omonimo diretto da David Fincher. Il protagonista, un uomo senza nome, attraversa un esistenza cinica e angosciante, in cui gli interessi si riducono ad arredare un monolocale e svolgere un lavoro a dir poco deprimente. Le esperienze più forti e reali le vive quando si intrufola agli incontri per malati terminali di cancro, in cui esiste ancora un umanità che soffre, si emoziona e ascolta i propri simili. L incontro con Tyler Durden gli cambierà per sempre la via: comprenderà l abnormità del sistema in cui è costretto a vivere, l affanno di una vita spesa in lavori terribili per comprare cose inutili. Tyler è il profeta di un sapere alla portata di tutti, ma che nessuno ha il coraggio di riconoscere. Insieme fonderanno il primo Fight Club, dove uomini spenti per poche ore diventano veri uomini che scatenano tutto il loro potenziale inespresso pestandosi a sangue finché uno dei due non dice basta. Tutto inizierà a degenerare quando il protagonista capirà che Tyler ha in mente qualcosa di più grande, una rivoluzione che contempla l umanità intera. La narrazione assume progressivamente contorni sempre più irreali. Il lettore non saprà più giudicare quali siano le azioni e gli eventi realmente verificatisi. Di certo restano però le amare verità proferite dai protagonisti. E due messaggi. Il primo: l auspicio di ritornare ad un anarchia totale, che proietti nuovamente l uomo verso la sua genuina e originale dimensione. Il secondo: la disperazione che circonda il cancro, grande male del nostro tempo e prodotto di tutte le tensioni e mortificazioni di una vita monotona e povera, che sta finendo un minuto alla volta. Virgilio Menichelli

8 s p e c i a l e BLOG 8 Ecolabel CONSUMO CONSAPEVOLE Ecolabel è il marchio dell Unione Europea di qualità ecologica. Serve a contraddistinguere prodotti ed servizi realizzati nel rispetto di precisi criteri ambientali, frutto di accurati studi scientifici. Ec. certifica che i prodotti e i servizi sono ottenuti con un ridotto impatto ambientale durante il loro intero ciclo di vita (produzione, imballaggio, distribuzione, utilizzo, smaltimento). Si prendono in considerazione l inquinamento di aria e acqua, le materie prime impiegate, il consumo di energia e di altre risorse naturali, eventuali residui di pesticidi, di metalli pesanti e in generale gli effetti sull ecosistema. Tra i prodotti che possono ottenere l Ec. troviamo ad es. ammendanti, elettrodomestici vari, calzature, carta, pc, detersivi, lampadine, materassi, pitture e vernici, prodotti tessili, carta e -a breve- mobili, saponi. E possibile ottenere il marchio per i servizi di ricettività turistica (alberghi, agriturismo, bed&breakfast...) e per i servizi offerti dai Camping. Ec. costituisce una guida quindi al consumo consapevole e responsabile nel rispetto dell ambiente. Già oggi costituisce un valore aggiunto per le imprese che lo hanno conseguito. E sicuramente, a un aumento della richiesta di prodotti e servizi Ec., corrisponderà un sempre maggior interesse di queste a produrre con il minor impatto ambientale. Nel settore turistico l Ec. garantisce: il contenimento dell inquinamento atmosferico, idrico e del suolo grazie soprattutto all utilizzo di prodotti più rispettosi dell ambiente; la corretta gestione e differenziazione dei rifiuti; la riduzione degli sprechi energetici e di risorse; la salvaguardia della biodiversità nelle aree poste sotto il controllo diretto della struttura ricettiva. E per la struttura turistica: vantaggi di costo legati all eco-efficienza; pubblicità derivante dall alta visibilità del marchio. Per l elenco aggiornato di prodotti e servizi, e delle marche e i prodotti che già hanno ottenuto l Ec. e per qualsiasi altra informazione consigliamo i siti: Letizia Palmisano dalla prima Nasce la Segreteria Organizzativa Nazionale dei Giovani Verdi In poche settimane,con l ausilio dell Ufficio di coordinamento GV (Chiara, Mariangela e Lorenzo), la neo-squadra formata da Giovanni Verardi, Letizia Palmisano, Monia Franceschini, Eleonora Palma, Daniele Lombardi, Virgilio Menichelli, Lorenzo Senni, ha steso il layout dello speciale GV di Notizie Verdi, che sarà distribuito ogni fine mese. In un incontro dell Esecutivo Nazionale, il nostro Coordinatore Nazionale GV Rafi Korn ha sottoposto la bozza dello speciale Giovani,per il momento di otto pagine, che ci auguriamo possa incontrare l entusiasmo di tutti nel costruire insieme una rete di informazione giovane. Le tematiche sono quelle care ai GV: scuola, università e ricerca; ambiente e territorio; pari opportunità, diritti civili e salute; lavoro; legalità; cooperazione e rapporti internazionali. Speciale GV si impegnerà a non essere un lavoro di cucina, ma un prodotto interattivo fatto di notizie cercate sul posto, spesso snobbate dai mass media. Molto spazio all interno del supplemento è dedicato alle notizie che le nostre sezioni e i nostri simpatizzanti vorranno inviare all attenzione comune... perciò l imperativo è: raggiungeteci e lavoriamo insieme! Monia Franceschini Notizie Verdi - Speciale Giovani Verdi Curato da: Giovanni Verardi Hanno collaborato: Monia Franceschini, Daniele Lombardi, Virgilio Menichelli, Eleonora Palma, Letizia Palmisano, Lorenzo Senni Particolare ringraziamento: Alessio Melandri (grafica) Notizie Verdi - Giovani c/o Federazione Nazionale dei Verdi via Salandra, Roma - Tel. 06/ / Strange Conigli giganti tedeschi per combattere la fame in Nord Corea La Corea del Nord ha comprato da un allevatore tedesco alcuni conigli giganti con l intento di combattere la fame nel proprio paese. L ex camionista Karl Szmolinsky, 67 anni, possiede a Eberswalde, in Germania, un allevamento di roditori da competizione che pesano più di dieci chili l uno e possono arrivare alla lunghezza record di oltre settanta centimetri. Una troupe televisiva nordcoreana che stava facendo un servizio sull argomento ha segnalato gli enormi conigli all ambasciata di Pyongyang che ha pensato bene di mandare da Szmolinzky una delegazione per trattare l acquisto di dodici femmine, in grado di partorire sessanta cuccioli l anno. La Corea del Nord, infatti, dopo le inondazioni che l hanno colpita la scorsa estate è di nuovo a rischio fame: negli anni novanta si erano avuti due milioni di morti per una carestia e il governo questa volta vuole prevenire la strage facendo affidamento proprio sui conigli giganti tedeschi, ognuno dei quali può sfamare una famiglia di sei persone. Daniele Lombardi Squalo preistorico Siamo convinti di conoscere ormai ogni centimetro di questo pianeta, dimenticando spesso che esistono abissi difficili da raggiungere e ancor più da esplorare, in cui dimorano animali mai visti prima. Talvolta però capita che alcuni di essi risalgano in superficie, ricordandoci che esiste un mondo sommerso dove la realtà supera ancora la fantasia. E quel che è accaduto in Giappone, presso le coste di Numazu, dove dal nulla è apparso un vero e proprio squalo preistorico. Ha la testa simile a quella dei suoi contemporanei, ma il corpo è allungato come quello di un anguilla, ha sei branchie anziché cinque come le altre specie, e stranissimi denti biforcuti. L esemplare rinvenuto, una femmina di circa un metro e mezzo, era risalita troppo in superficie (si pensa che vivano a più di seicento metri di profondità), e non avrebbe potuto sopravvivere a lungo in quelle acque. E stata filmata in libertà e poi catturata per essere studiata, ed è morta poco dopo. Gli esperti sono rimasti scioccati nel trovarsi davanti un esemplare di cui esistono fossili datati a ottanta milioni di anni fa. Virgilio Menichelli Lettere

Convegno Regionale : Energie Rinnovabili e Risparmio Energetico.

Convegno Regionale : Energie Rinnovabili e Risparmio Energetico. Convegno Regionale : Energie Rinnovabili e Risparmio Energetico. Nocera Torinese ( Cz ) Intervento di Luigi Sbarra Segretario Generale Cisl Calabria. Quando si osservano i dati statistici riguardanti la

Dettagli

Effetto serra e il Patto dei Sindaci. [k]people

Effetto serra e il Patto dei Sindaci. [k]people Effetto serra e il Patto dei Sindaci L effetto serra Fenomeno naturale che intrappola il calore del sole nell atmosfera per via di alcuni gas. Riscalda la superficie del pianeta Terra rendendo possibile

Dettagli

I riferimenti sono che ci pongono degli obiettivi da raggiungere sono:

I riferimenti sono che ci pongono degli obiettivi da raggiungere sono: INTRODUZIONE Questo opuscolo nasce dalla volontà dell Amministrazione Comunale di proseguire nelle azioni propositive per il risparmio energetico, e di rivolgere ai cittadini un riferimento per riflettere

Dettagli

L ENERGIA NELLA STORIA: dalle prima fonti energetiche alle rinnovabili.

L ENERGIA NELLA STORIA: dalle prima fonti energetiche alle rinnovabili. L ENERGIA NELLA STORIA: dalle prima fonti energetiche alle rinnovabili. Nella fisica classica l energia è definita come la capacità di un corpo o di un sistema di compiere lavoro (Lavoro: aggiungere o

Dettagli

Risparmio Energetico. Manuale per il cittadino. Piano d Azione per l Energia Sostenibile PAES

Risparmio Energetico. Manuale per il cittadino. Piano d Azione per l Energia Sostenibile PAES Risparmio Energetico Manuale per il cittadino Piano d Azione per l Energia Sostenibile PAES RISPARMIO ENERGETICO L Amministrazione Comunale di Cinisello Balsamo persegue ormai da molti anni politiche di

Dettagli

Comportamenti Sostenibili

Comportamenti Sostenibili Comportamenti Sostenibili Manuale per il cittadino Piano d Azione per l Energia Sostenibile PAES COMPORTAMENTI SOSTENIBILI L Amministrazione Comunale di Cinisello Balsamo persegue ormai da molti anni politiche

Dettagli

Il solare termico. Il solare fotovoltaico. Le pompe di calore. Come funzionano? A cosa mi servono? Quanto si risparmia e cosa ci guadagno?

Il solare termico. Il solare fotovoltaico. Le pompe di calore. Come funzionano? A cosa mi servono? Quanto si risparmia e cosa ci guadagno? Il solare fotovoltaico Il solare termico Le pompe di calore Come funzionano? A cosa mi servono? Quanto si risparmia e cosa ci guadagno? ENERGIE RINNOVABILI COME FUNZIONANO? QUANTO SI RISPARMIA? A COSA

Dettagli

Sergio Marini (Presidente Coldiretti)

Sergio Marini (Presidente Coldiretti) Venezia, 17 aprile 2008 Forum Internazionale DOMANI ENERGIA Quarta edizione Sergio Marini (Presidente Coldiretti) 1 Coldiretti ha affrontato la questione energetica partendo da quei fenomeni che destano

Dettagli

ANCHE LA NOSTRA SCUOLA HA UN IMPIANTO FOTOVOLTAICO

ANCHE LA NOSTRA SCUOLA HA UN IMPIANTO FOTOVOLTAICO ANCHE LA NOSTRA SCUOLA HA UN IMPIANTO FOTOVOLTAICO Il settore energetico è ormai ampiamente orientato verso l utilizzo delle fonti di energie alternative, in particolare verso l'energia solare. L impiego

Dettagli

MANIFESTO del Terzo Settore per la sostenibilità PREMESSA

MANIFESTO del Terzo Settore per la sostenibilità PREMESSA MANIFESTO del Terzo Settore per la sostenibilità PREMESSA Il Gruppo tematico Politiche ambientali e educazione chiede a tutte le realtà del Terzo Settore di impegnarsi per un futuro sostenibile e propone:

Dettagli

Più centrali? Più carbone? E l efficienza energetica? E il fotovoltaico?

Più centrali? Più carbone? E l efficienza energetica? E il fotovoltaico? Più centrali? Più carbone? E l efficienza energetica? E il fotovoltaico? Ing. Paolo M. Rocco Viscontini Enerpoint S.r.l. IEFE Milano 29 Aprile 2005 Il fotovoltaico è ancora troppo costoso: non vale la

Dettagli

Colora tu l avventura Alla scoperta dell energia

Colora tu l avventura Alla scoperta dell energia Colora tu l avventura Alla scoperta dell energia Energia deriva dalla parola greca energheia che significa attività. Nei tempi antichi il termine energia venne usato per indicare forza, vigore, potenza

Dettagli

LA GESTIONE SOSTENIBILE DELLE RISORSE NATURALI IN EUROPA. Silva Marzetti

LA GESTIONE SOSTENIBILE DELLE RISORSE NATURALI IN EUROPA. Silva Marzetti L EUROPA E LE RISORSE AMBIENTALI, ENERGETICHE E ALIMENTARI BOLOGNA, 16 MARZO 2015 LA GESTIONE SOSTENIBILE DELLE RISORSE NATURALI IN EUROPA Silva Marzetti Scuola di Economia, Management e Statistica Università

Dettagli

Prot. 0004217/ep Brivio, 15/03/2013. Oggetto: PROMUOVERE LA SOSTENIBILITA ENERGETICA NEL COMUNE DI BRIVIO

Prot. 0004217/ep Brivio, 15/03/2013. Oggetto: PROMUOVERE LA SOSTENIBILITA ENERGETICA NEL COMUNE DI BRIVIO Prot. 0004217/ep Brivio, 15/03/2013 Gentile famiglia Oggetto: PROMUOVERE LA SOSTENIBILITA ENERGETICA NEL COMUNE DI BRIVIO Il Comune di Brivio ha sottoscritto il Patto dei Sindaci, iniziativa Europea nata

Dettagli

A mio avviso, più che parlare di riforma degli incentivi per le agro-energie io parlerei di miglioramento. Vorrei ricordare a tutti che fino a due

A mio avviso, più che parlare di riforma degli incentivi per le agro-energie io parlerei di miglioramento. Vorrei ricordare a tutti che fino a due Donato ROTUNDO A mio avviso, più che parlare di riforma degli incentivi per le agro-energie io parlerei di miglioramento. Vorrei ricordare a tutti che fino a due anni fa se ci fossimo trovati in questa

Dettagli

KLIMAENERGY 2016 Il ruolo delle energie pulite dopo la Conferenza di Parigi COP21. Edoardo Zanchini Vicepresidente nazionale

KLIMAENERGY 2016 Il ruolo delle energie pulite dopo la Conferenza di Parigi COP21. Edoardo Zanchini Vicepresidente nazionale KLIMAENERGY 2016 Il ruolo delle energie pulite dopo la Conferenza di Parigi COP21 Edoardo Zanchini Vicepresidente nazionale Alla COP21 di Parigi è stato raggiunto uno storico accordo internazionale sul

Dettagli

LA CORRETTA GESTIONE AMBIENTALE: OPPORTUNITÀ E VANTAGGI PER LE PMI

LA CORRETTA GESTIONE AMBIENTALE: OPPORTUNITÀ E VANTAGGI PER LE PMI LA CORRETTA GESTIONE AMBIENTALE: OPPORTUNITÀ E VANTAGGI PER LE PMI TRAPANI 26.09.2012 relatori: GIULIA CIARAMELLI FRANCESCO BARBATO ECOTEC-CONSULTING OBIETTIVI DELL INCONTRO PMI e Ambiente Dare supporto

Dettagli

Scheda LE FONTI RINNOVABILI, IL RISPARMIO E L EFFICIENZA ENERGETICA

Scheda LE FONTI RINNOVABILI, IL RISPARMIO E L EFFICIENZA ENERGETICA ISTITUTO DI RICERCHE ECONOMICHE E SOCIALI Osservatorio Energia Scheda LE FONTI RINNOVABILI, IL RISPARMIO E L EFFICIENZA ENERGETICA PREMESSA Nel marzo 2007, l Unione europea ha varato il primo concreto

Dettagli

Tesina di tecnica. L Energie Rinnovabili

Tesina di tecnica. L Energie Rinnovabili Tesina di tecnica L Energie Rinnovabili L Energia: parte della nostra vita quotidiana Nella vita di tutti i giorni, forse senza saperlo, consumiamo energia, anche senza saperlo. Infatti un corpo che è

Dettagli

COM-PA 8 novembre 2006 Sintesi dell intervento del Dott. Carlo Bianchessi

COM-PA 8 novembre 2006 Sintesi dell intervento del Dott. Carlo Bianchessi COM-PA 8 novembre 2006 Sintesi dell intervento del Dott. Carlo Bianchessi Ringrazio per l invito a partecipare a questo convegno. Nel mio intervento, svilupperò la case-history di un progetto su cui stiamo

Dettagli

Il mondo produttivo e la Green Economy

Il mondo produttivo e la Green Economy Bologna Venerdì, 22 ottobre 2010 Verso un nuovo PER: linee di indirizzo per un Piano partecipato Il mondo produttivo e la Green Economy LA POLITICA ENERGETICA EUROPEA, LE GREEN TECHNOLOGIES, IL PIANO ANTICRISI

Dettagli

Tutte le bugie del governo sul clima

Tutte le bugie del governo sul clima Tutte le bugie del governo sul clima Roma, 17 ottobre 2008 Il Consiglio europeo del 16 ottobre ha confermato tempi ed obiettivi del Pacchetto Clima e Energia, ma l Italia continua a chiedere più flessibilità

Dettagli

ATTI, NON PAROLE AGENDA21. Agenda 21

ATTI, NON PAROLE AGENDA21. Agenda 21 a cura di Roberto Catania L istituzione di nella Provincia di Lecco ha avuto inizio nel 2003 seguendo un percorso che si potrebbe definire tradizionale. Dall istituzione del Forum generale si è passati

Dettagli

PANEL 1: ENERGIA. Signor Presidente Ermolli, caro Ministro Khelil colleghi Ministri, amici imprenditori, signore e signori,

PANEL 1: ENERGIA. Signor Presidente Ermolli, caro Ministro Khelil colleghi Ministri, amici imprenditori, signore e signori, FORUM ECONOMICO-FINANZIARIO PER IL MEDITERRANEO PANEL 1: ENERGIA (Milano, 20 luglio 2009, ore 15) Signor Presidente Ermolli, caro Ministro Khelil colleghi Ministri, amici imprenditori, signore e signori,

Dettagli

ENERGICA-MENTE! Per scoprire l impatto ambientale dei nostri comportamenti. Classe 5 B Scuola Primaria di Villamarina, Cesenatico

ENERGICA-MENTE! Per scoprire l impatto ambientale dei nostri comportamenti. Classe 5 B Scuola Primaria di Villamarina, Cesenatico ENERGICA-MENTE! Per scoprire l impatto ambientale dei nostri comportamenti Classe 5 B Scuola Primaria di Villamarina, Cesenatico Campagna M ILLUMINO DI MENO Radio 2 CATTERPILLAR 2011 18 febbraio 2011:

Dettagli

SOLDI DI NOI TUTTI (TASSE E SPESA PUBBLICA IN ITALIA)

SOLDI DI NOI TUTTI (TASSE E SPESA PUBBLICA IN ITALIA) SOLDI DI NOI TUTTI (TASSE E SPESA PUBBLICA IN ITALIA) DOSSIER A CURA DEL CENTRO NUOVO MODELLO DI SVILUPPO CON LA COLLABORAZIONE DI LUCA FERRINI (NOVEMBRE 2012) Prologo Ci vantiamo di vivere in un paese

Dettagli

EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI PUBBLICI STEFANO SCALERA

EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI PUBBLICI STEFANO SCALERA EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI PUBBLICI STEFANO SCALERA Direzione per la valorizzazione dell attivo e del patrimonio dello Stato, Dipartimento del Tesoro, Ministero dell economia e delle finanze INDICE

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa del deputato CAPEZZONE

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa del deputato CAPEZZONE Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 2397 PROPOSTA DI LEGGE d iniziativa del deputato CAPEZZONE Riforma della disciplina delle tasse automobilistiche e altre disposizioni concernenti

Dettagli

Il Risparmio Energetico

Il Risparmio Energetico Comune di Asti Settore Ambiente ed Edilizia Pubblica Il Risparmio Energetico Ing. Valerio Vittone RESPONSABILE UNITÀ OPERATIVA ACUSTICA ED ENERGIA DEL COMUNE DI ASTI Comune di Asti Settore Ambiente ed

Dettagli

Gamberame Nord Vaiano, Prato

Gamberame Nord Vaiano, Prato Gamberame Nord Vaiano, Prato NON FAR SCORRERE L ACQUA INUTILMENTE L IMPIANTO IDROELETTRICO DI GAMBERAME E IL SUO GIARDINO DELLE RINNOVABILI Roberto Gualtieri - presidente di H2E srl In questi periodi dove

Dettagli

IL TURISMO SOSTENIBILE uno strumento innovativo per lo Sviluppo Rurale. Andrea Zanfini EQO Srl

IL TURISMO SOSTENIBILE uno strumento innovativo per lo Sviluppo Rurale. Andrea Zanfini EQO Srl IL TURISMO SOSTENIBILE uno strumento innovativo per lo Sviluppo Rurale Giovedì 29 Marzo ore 14,30 18,30 Mercato Saraceno, Sala del Consiglio Andrea Zanfini EQO Srl Via Verde, 11 Bologna P.za Falcone Borsellino,

Dettagli

Il Piano Energetico Comunale di San Lazzaro di Savena

Il Piano Energetico Comunale di San Lazzaro di Savena Dipartimento di Chimica Industriale e dei Materiali Università di Bologna ONLUS Luce&Vita energia Noi nel nostro piccolo Il Piano Energetico Comunale di San Lazzaro di Savena Leonardo Setti Polo di Rimini

Dettagli

G R U M E L L O C O M U N I T À

G R U M E L L O C O M U N I T À G R U M E L L O C O M U N I T À GIOVANI MENSILE DELLA COMUNITÀ CRISTIANA DI GRUMELLO DEL MONTE GENNAIO 2010 - NUMERO 24 A U G U R I O N A T A L I Z I O L A N N O C H E V E R R A UN REGALO PER LA TERRA...

Dettagli

Università degli Studi di Firenze. Energetica: obiettivi, norme e gas climalteranti. Prof. Ing. GIORGIO RAFFELLINI

Università degli Studi di Firenze. Energetica: obiettivi, norme e gas climalteranti. Prof. Ing. GIORGIO RAFFELLINI Università degli Studi di Firenze Facoltà di Architettura Dipartimento di Tecnologia e Design Pierluigi Spadolini Energetica: obiettivi, norme e gas climalteranti. Prof. Ing. GIORGIO RAFFELLINI Programma

Dettagli

European Solar Days Seconda edizione in Italia 15-23 maggio 2009

European Solar Days Seconda edizione in Italia 15-23 maggio 2009 European Solar Days Seconda edizione in Italia 15-23 maggio 2009 Rapporto finale A cura di Riccardo Battisti Responsabile degli European Solar Days per l Italia Settembre 2009 L architettura solare non

Dettagli

Sicurezza e risparmio energetico

Sicurezza e risparmio energetico Sicurezza e risparmio energetico nell'edilizia edilizia residenziale pubblica Anna Maria Pozzo Federcasa Milano, 25 marzo 2010 Il contesto residenziale il settore residenziale vale il 40% dei consumi europei

Dettagli

Serramenti a risparmio energetico: prospettive future

Serramenti a risparmio energetico: prospettive future Serramenti a risparmio energetico: prospettive future Quanto inquiniamo? U.S.A. ogni persona produce 22 tonnellate di CO2 all anno. anno. EUROPA ogni persona produce 8 tonnellate di CO2 all anno. anno.

Dettagli

Il 2014 sarà l anno della pompa di calore? 2014 riscaldamento pompa di calor clienti tariffa dedicata risparmiare tariffazione calcolo

Il 2014 sarà l anno della pompa di calore? 2014 riscaldamento pompa di calor clienti tariffa dedicata risparmiare tariffazione calcolo Il 2014 sarà l anno della pompa di calore? di Maghdi Abo Abia - 12/01/2014 - L'Autorità per l'energia elettrica ed il gas ha dato il via libera ad una tariffa sperimentale studiata per questi sistemi con

Dettagli

CLASSI 5 a A/B GLI ALTRI SIAMO NOI. Percorsi di educazione alla cittadinanza attiva. SCUOLA PRIMARIA BISSOLATI A.S. 2013-14

CLASSI 5 a A/B GLI ALTRI SIAMO NOI. Percorsi di educazione alla cittadinanza attiva. SCUOLA PRIMARIA BISSOLATI A.S. 2013-14 CLASSI 5 a A/B GLI ALTRI SIAMO NOI Percorsi di educazione alla cittadinanza attiva. SCUOLA PRIMARIA BISSOLATI A.S. 2013-14 GLI ALTRI SIAMO NOI Percorsi di educazione alla cittadinanza attiva. PERCORSO

Dettagli

SOSTENIAMO I PARLAMENTARI EUROPEI

SOSTENIAMO I PARLAMENTARI EUROPEI SOSTENIAMO I PARLAMENTARI EUROPEI 3 / PER UN FUTURO A BASSA EMISSIONE DI CARBONIO L Europa si è impegnata a limitare l aumento della temperatura globale a 2 C. Sotto questo livello si calcola che gli impatti

Dettagli

Ritorno all'energia nucleare. Una scelta sbagliata per l'italia

Ritorno all'energia nucleare. Una scelta sbagliata per l'italia Ritorno all'energia nucleare Una scelta sbagliata per l'italia Il nuovo governo di centrodestra sta promuovendo un ritorno all'energia nucleare. Perché mai? Ridurre la dipendenza energetica dall'estero

Dettagli

I nostri impegni per l ambiente

I nostri impegni per l ambiente I nostri impegni per l ambiente Il Sole e la Luna ha scelto di impegnarsi quotidianamente per l ambiente, puntando sull eccellenza ambientale del marchio Ecolabel europeo per ridurre gli impatti generati

Dettagli

Il risparmio energetico 10 interventi per risparmiare energia

Il risparmio energetico 10 interventi per risparmiare energia ECONOMIE DI SOPRAVVIVENZA Il risparmio energetico 10 interventi per risparmiare energia Casale Monferrato, 19 02 2015. ing. Paola Capra COSA FA L EUROPA? Consumo finale di energia per abitante (2009) La

Dettagli

PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA

PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA Intervento dell Amministratore Delegato della Fiat, Sergio Marchionne Pomigliano d Arco (NA) - 14 dicembre 2011 h 9:00 Signore e signori, buongiorno a tutti. E un piacere

Dettagli

Ban the bulb. Ad aprire le attività nella primavera LUCE & LUCI

Ban the bulb. Ad aprire le attività nella primavera LUCE & LUCI di Furio Mattans Ban the bulb Oggi si pensa sempre più a un uso razionale dell energia e al contenimento della spesa energetica. Per questo le lampadine a incandescenza potrebbero essere tolte dal commercio

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO G. MARCONI SCUOLA SECONDARIA DI SECONDO GRADO E. FERMI. Consiglio Comunale dei Ragazzi - Venegono Inferiore

ISTITUTO COMPRENSIVO G. MARCONI SCUOLA SECONDARIA DI SECONDO GRADO E. FERMI. Consiglio Comunale dei Ragazzi - Venegono Inferiore ISTITUTO COMPRENSIVO G. MARCONI SCUOLA SECONDARIA DI SECONDO GRADO E. FERMI Consiglio Comunale dei Ragazzi - Venegono Inferiore Anno scolastico 2012/2013 INTRODUZIONE I ragazzi del Consiglio Comunale dei

Dettagli

ENERGIA AMBIENTE E MACCHINE

ENERGIA AMBIENTE E MACCHINE ENERGIA AMBIENTE E MACCHINE SVILUPPO SOSTENIBILE Lo sviluppo sostenibile è quello sviluppo che consente di soddisfare le necessità della presente generazione senza compromettere la capacità delle generazioni

Dettagli

COGENERAZIONE IN ITALIA: UN GRANDE POTENZIALE POCO SFRUTTATO

COGENERAZIONE IN ITALIA: UN GRANDE POTENZIALE POCO SFRUTTATO COGENERAZIONE IN ITALIA: UN GRANDE POTENZIALE POCO SFRUTTATO Uno studio del GSE rivela che già nel 2010 l Italia sarebbe in grado di aumentare del settanta per cento il calore prodotto in cogenerazione

Dettagli

PENSA ALTERNATIVO CONDIVIDI IL CAMBIAMENTO

PENSA ALTERNATIVO CONDIVIDI IL CAMBIAMENTO PENSA ALTERNATIVO CONDIVIDI IL CAMBIAMENTO www.cleanpowerenergia.it FOR A NEW LIFESTYLE CONTRIBUISCI A CREARE UNA CITTÀ MIGLIORE. PASSA A CLEANPOWER. www.cleanpowerenergia.it LA FILOSOFIA DI CLEANPOWER

Dettagli

e-laborando Classi III B III E a.s. 2012-2013

e-laborando Classi III B III E a.s. 2012-2013 e-laborando Classi III B III E a.s. 2012-2013 PRIMA FASE: LO SVILUPPO SOSTENIBILE Le risorse della terra sono limitate I rifiuti e le emissioni inquinanti, in quanto prodotti dell uomo, hanno un impatto

Dettagli

Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore

Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore grande, capace di affrontare il sacrificio per lasciarci. Enzo Baldoni non è solo. Ognuno di noi è Unico

Dettagli

POMPE DI CALORE SOLUZIONI PER IL RISPARMIO ENERGETICO. clima / comfort / risparmio. Via degli Artigiani, 1 65010 Spoltore (PE)

POMPE DI CALORE SOLUZIONI PER IL RISPARMIO ENERGETICO. clima / comfort / risparmio. Via degli Artigiani, 1 65010 Spoltore (PE) SOLUZIONI PER IL RISPARMIO ENERGETICO POMPE DI CALORE clima / comfort / risparmio Via degli Artigiani, 1 65010 Spoltore (PE) tel. 085 9771404 cell. 334 7205 930 MAIL energie@icaro-srl.eu WEB www.icaro-srl.eu

Dettagli

III SESSIONE - 19 GENNAIO 2005 IDEE A CONFRONTO: PROTAGONISTI LOCALI

III SESSIONE - 19 GENNAIO 2005 IDEE A CONFRONTO: PROTAGONISTI LOCALI III SESSIONE - 19 GENNAIO 2005 IDEE A CONFRONTO: PROTAGONISTI LOCALI Alessandro PROFUMO: Sarebbe stato un grande piacere essere qui con voi questa mattina, ma il Comitato esecutivo dell ABI mi ha impegnato

Dettagli

Sono 6.993 i Comuni rinnovabili italiani

Sono 6.993 i Comuni rinnovabili italiani Sono 6.993 i Comuni rinnovabili italiani Il rapporto racconta con numeri, tabelle, cartine il salto impressionante che si è verificato in Italia nel numero degli impianti installati. Attraverso nuovi impianti

Dettagli

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 25 ottobre 2013 INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 Audio da min. 12:00 a 20:45 su http://www.radio24.ilsole24ore.com/player.php?channel=2&idprogramma=focuseconomia&date=2013-10-25&idpuntata=gslaqfoox,

Dettagli

Eco-Concorso Einstein

Eco-Concorso Einstein IPSSAR DI TORCARBONE VIA DI TORCARBONE 53 ROMA Eco-Concorso Einstein scuole superiori Roma dal 20-12 2008 al 10-01-2009 Lungotevere Dante, zona Marconi, Roma gennaio 2009 FAR FINTA DI NON SAPERE/VEDERE

Dettagli

ambientale ai fini sia dell Annuario dei dati ambientali che ogni anno pubblichiamo, sia di eventuali altri utilizzi di questi indicatori di

ambientale ai fini sia dell Annuario dei dati ambientali che ogni anno pubblichiamo, sia di eventuali altri utilizzi di questi indicatori di COM-PA 8 novembre 2006 Sintesi dell intervento dell Ing. Gaetano Battistella Mi occupo di protezione dell ambiente e porterò una testimonianza in un campo parallelo, ma che ha sicuramente forti legami

Dettagli

trasporti il kit del risparmio trasporti dell effetto serra. Si calcola che negli ultimi 10 anni, le emissioni di CO 2

trasporti il kit del risparmio trasporti dell effetto serra. Si calcola che negli ultimi 10 anni, le emissioni di CO 2 trasporti il kit del risparmio trasporti L automobile è, per il singolo come per la famiglia, la seconda voce di spesa dopo l abitazione, sia per l acquisto che per i consumi energetici. Rappresenta generalmente

Dettagli

TARIFFE LUCE E GAS: CONFRONTO INTERNAZIONALE

TARIFFE LUCE E GAS: CONFRONTO INTERNAZIONALE TARIFFE LUCE E GAS: CONFRONTO INTERNAZIONALE Italiani Energia elettrica e metano costano poco, rispetto al resto d Europa, solo per livelli bassi di consumo. Man mano che l utilizzo aumenta, diventiamo

Dettagli

Energia. RSA Provincia di Milano. Energia

Energia. RSA Provincia di Milano. Energia RSA Provincia di Milano Energia Fig. 1: consumi elettrici per ciascun settore La produzione e il consumo di energia hanno impatto dal punto di vista ambientale, soprattutto per ciò che riguarda il consumo

Dettagli

Onorevole Ministro Bersani, Onorevole Presidente Vendola, Onorevole Sindaco Emiliano, Prof. Frey, Signore, Signori,

Onorevole Ministro Bersani, Onorevole Presidente Vendola, Onorevole Sindaco Emiliano, Prof. Frey, Signore, Signori, Discorso della Commissaria D. Hübner "Politica di Coesione ed energia sostenibile, competitiva e sicura Conferenza sulla nuova politica di sviluppo prevista dal QSN 2007-2013 Energia Sostenibile, Competitiva

Dettagli

ALLEGATO A Descrizione dei percorsi

ALLEGATO A Descrizione dei percorsi ALLEGATO A Descrizione dei percorsi I percorsi proposti si sono differenziati a seconda del livello scolastico, mantenendo lo scopo di sensibilizzare i giovani (e indirettamente le loro famiglie) e di

Dettagli

PRESENTAZIONE ISTITUZIONALE. www.istvap.it

PRESENTAZIONE ISTITUZIONALE. www.istvap.it PRESENTAZIONE ISTITUZIONALE www.istvap.it 1 ISTVAP ha quattro anni di vita ISTVAP sta per compiere quattro anni di vita. Anni di attività che hanno portato alla scoperta dell importanza del concetto di

Dettagli

IL RISPARMIO ENERGETICO

IL RISPARMIO ENERGETICO IL RISPARMIO ENERGETICO L aumento della popolazione e lo sviluppo del benessere pongono il problema di una crescente richiesta di energia. La società umana esige per la sua stessa esistenza un flusso affidabile

Dettagli

Grazie per l invito, ringrazio il vice ministro per aver inquadrato e aver illustrato le problematiche che oggi avvertiamo tutti nel campo dei beni

Grazie per l invito, ringrazio il vice ministro per aver inquadrato e aver illustrato le problematiche che oggi avvertiamo tutti nel campo dei beni Grazie per l invito, ringrazio il vice ministro per aver inquadrato e aver illustrato le problematiche che oggi avvertiamo tutti nel campo dei beni culturali e delle attività culturali. Noi Dottori Commercialisti

Dettagli

93 del 12 OTTOBRE 2004 PROT. N. 32654 1

93 del 12 OTTOBRE 2004 PROT. N. 32654 1 93 del 12 OTTOBRE 2004 PROT. N. 32654 1 OGGETTO: ADESIONE AL PROGETTO METANO PROMOSSO DAL COMUNE DI TORINO E PREORDINATO A LIMITARE GLI EFFETTI INQUINANTI SULL AMBIENTE DEI TRADIZIONALI GAS DI SCARICO.

Dettagli

CONSIDERAZIONI E PROPOSTE RELATIVE AL

CONSIDERAZIONI E PROPOSTE RELATIVE AL AUDIZIONE PRESSO LE COMMISSIONI 6 a E 10 a DEL SENATO 18 GIUGNO 2013 CONSIDERAZIONI E PROPOSTE RELATIVE AL DDL CONVERSIONE DECRETO LEGGE N. 63/2013 RECANTE RECEPIMENTO DELLA DIRETTIVA 2010/31/UE DEL PARLAMENTO

Dettagli

Musica e CO2 STUDIO PRELIMINARE

Musica e CO2 STUDIO PRELIMINARE Musica e CO2 STUDIO PRELIMINARE a. Finalità e ambito dell intervento Questo primo studio è volto alla ricerca e all analisi di dati sulle emissioni di CO2 relative agli eventi musicali nel loro complesso

Dettagli

Le rinnovabili in cifre

Le rinnovabili in cifre Le rinnovabili in cifre (Febbraio 2004) Le energie rinnovabili - il vento, l acqua, la biomassa, il sole e l energia geotermica costituiscono un enorme potenziale per la tutela del clima. Il nuovo Jahrbuch

Dettagli

FOR A NEW LIFESTYLE. www.cleanpowerenergia.it

FOR A NEW LIFESTYLE. www.cleanpowerenergia.it FOR A NEW LIFESTYLE www.cleanpowerenergia.it LA CITTÀ STA CAMBIANDO: CAMBIA IL TUO STILE DI VITA. www.cleanpowerenergia.com LA FILOSOFIA DI CLEANPOWER PENSA ALTERNATIVO CONDIVIDI IL CAMBIAMENTO COSTRUISCI

Dettagli

Grazie Presidente De Vita. Amici imprenditori, Autorità, Signore e Signori,

Grazie Presidente De Vita. Amici imprenditori, Autorità, Signore e Signori, Roma, 18 giugno 2008 INTERVENTO VIDEO DEL MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO ON. CLAUDIO SCAJOLA ALL ASSEMBLEA ANNUALE DELL UNIONE PETROLIFERA Grazie Presidente De Vita. Amici imprenditori, Autorità, Signore

Dettagli

SEMPLICE MENTE ENERGIA

SEMPLICE MENTE ENERGIA SEMPLICE MENTE ENERGIA NOI SIAMO ENERGIA L affermazione siamo fatti di energia è ormai diventata assunto scientifico. Ed al di là di quanto affermato da scienziati e filosofi, conosciamo molto bene, per

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO CAPPUCCINI BRINDISI CAMPAGNA DI EDUCAZIONE AMBIENTALE E DI PREVENZIONE DEGLI INFORTUNI SANOFI

ISTITUTO COMPRENSIVO CAPPUCCINI BRINDISI CAMPAGNA DI EDUCAZIONE AMBIENTALE E DI PREVENZIONE DEGLI INFORTUNI SANOFI ISTITUTO COMPRENSIVO CAPPUCCINI BRINDISI CAMPAGNA DI EDUCAZIONE AMBIENTALE E DI PREVENZIONE DEGLI INFORTUNI SANOFI I rifiuti sono materiali di scarto o avanzo di svariate attività umane IL RIFIUTO I rifiuti

Dettagli

QUESTIONARIO SULLE RISORSE ENERGETICHE : ALTERNATIVE E SUGGERIMENTI. Isitip Verrés sede Pont-Saint-Martin AS 2006/07

QUESTIONARIO SULLE RISORSE ENERGETICHE : ALTERNATIVE E SUGGERIMENTI. Isitip Verrés sede Pont-Saint-Martin AS 2006/07 QUESTIONARIO SULLE RISORSE ENERGETICHE : ALTERNATIVE E SUGGERIMENTI Isitip Verrés sede Pont-Saint-Martin AS 2006/07 Sezione A: Che cosa sappiamo delle risorse energetiche? Sono risorse energetiche non

Dettagli

Internet può aprire nuove strade di

Internet può aprire nuove strade di LA PARTECIPAZIONE VA ON LINE Internet può moltiplicare le possibilità di coinvolgersi nelle cause e di prendere iniziative, ma va usato con intelligenza di Paola Springhetti Internet può aprire nuove strade

Dettagli

Impianto Fotovoltaico Popolare

Impianto Fotovoltaico Popolare Impianto Fotovoltaico Popolare Comune di Peccioli (Pi) Un Ettaro di cielo Primo Impianto fotovoltaico a partecipazione popolare più grande della Toscana Il Progetto Nel 2006 la Belvedere S.p.A. ha lanciato

Dettagli

Kyoto. Un accordo tormentato

Kyoto. Un accordo tormentato Kyoto Un accordo tormentato Il protocollo di Kyoto Data: 11 dicembre 1997 Contenuti: riduzione gas serra dell 8% rispetto al 1990 (ogni Stato ha una propria quota: ITALIA 6,5%) A partire da: 2008 Fino

Dettagli

1. Diffusione informazioni tramite internet

1. Diffusione informazioni tramite internet Le seguenti azioni sono da intendersi come integrative rispetto alle azioni messe in atto direttamente da parte del vostro Comune con il supporto tecnico dei Professionisti Advisor. La diffusione presso

Dettagli

Assemblea dei soci 29 gennaio 2011

Assemblea dei soci 29 gennaio 2011 Assemblea dei soci 29 gennaio 2011 Iniziamo ricordando che il 27 scorso è stata la giornata della memoria; quest anno non abbiamo fatto in tempo a organizzare qualche iniziativa come lo scorso anno ma

Dettagli

FLAI-CGIL 06-10 luglio 2015

FLAI-CGIL 06-10 luglio 2015 FLAI-CGIL 06-10 luglio 2015 INDICE SCENARIO AGROALIMENTARE 10/07/2015 Avvenire - Nazionale Frodi alimentari, il giro di vite Usa spiazza l'europa 08/07/2015 Il Foglio Tutte le contraddizioni del pauperismo

Dettagli

La conferenza delle nazioni unite a Copenhagen sui cambiamenti climatici

La conferenza delle nazioni unite a Copenhagen sui cambiamenti climatici La conferenza delle nazioni unite a Copenhagen sui cambiamenti climatici La quindicesima conferenza delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici si è svolta nel Bella Center di Copenhagen, in Danimarca,

Dettagli

Piano Energetico Cantonale. Schede settoriali. Usi finali C.3. Apparecchiature elettriche e illuminazione privata C.3

Piano Energetico Cantonale. Schede settoriali. Usi finali C.3. Apparecchiature elettriche e illuminazione privata C.3 Apparecchiature elettriche e illuminazione privata 201 Situazione attuale (2008) I dati forniti dalle aziende di distribuzione dell elettricità consentono di stimare il consumo dovuto agli apparecchi elettrici

Dettagli

IL TURISMO INTERNAZIONALE E L ITALIA

IL TURISMO INTERNAZIONALE E L ITALIA IL TURISMO INTERNAZIONALE E L ITALIA CERNOBBIO 28 MARZO 2015 PREMESSA L esposizione universale, a due mesi dall avvio, è considerata come la grande occasione per il rilancio del turismo italiano. Non solo

Dettagli

In genere si ritiene che lo spreco di energia si manifesti solo nell uso dei carburanti, dei combustibili e dell energia elettrica.

In genere si ritiene che lo spreco di energia si manifesti solo nell uso dei carburanti, dei combustibili e dell energia elettrica. 1 2 3 L energia incide sul costo di tutti i beni ed i servizi che utilizziamo ma, in questo caso, prendiamo come riferimento il costo che una famiglia di Aprilia con consumo medio sostiene ogni anno per

Dettagli

EFFICIENZA ENERGETICA (1)

EFFICIENZA ENERGETICA (1) Tutti gli incentivi per i cittadini come da: - Finanziaria 2008 (e modifiche del Gennaio 2009) - Nuovo Conto Energia per il Fotovoltaico (Febbraio 07) Indice: pagina 3: le diverse possibilità di intervento

Dettagli

QUIZ LEZIONE n. 3 LE ENERGIE RINNOVABILI 1

QUIZ LEZIONE n. 3 LE ENERGIE RINNOVABILI 1 QUIZ LEZIONE n. 3 LE ENERGIE RINNOVABILI 1 GIOCO A SQUADRE Si guadagna 1 punto rispondendo correttamente alla propria domanda Si perde 1 punto rispondendo in modo errato alla propria domanda Sono concessi

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa del deputato FRANCESCHINI

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa del deputato FRANCESCHINI Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 5529 PROPOSTA DI LEGGE d iniziativa del deputato FRANCESCHINI Riduzione dell aliquota IVA sui compact disc musicali, detrazioni fiscali e

Dettagli

come risparmiare... portello dell Energia Come risparmiare Sportello dell Ener sportello dell energia SEDE Palazzo Grossi - Piazza Morlacchi, 23

come risparmiare... portello dell Energia Come risparmiare Sportello dell Ener sportello dell energia SEDE Palazzo Grossi - Piazza Morlacchi, 23 portello dell Energia SEDE Palazzo Grossi - Piazza Morlacchi, 23 E Palazzo Grossi - Piazza Morlacchi, 23 (Perugia) CONTATTI SPORTELLO: CONTATTI SPORTELLO: Mail: info.energia@comune.perugi Mail: info.energia@comune.perugia.it

Dettagli

POLITICHE E MISURE PER LA CRESCITA SOSTENIBILE DELL ITALIA

POLITICHE E MISURE PER LA CRESCITA SOSTENIBILE DELL ITALIA Il Ministro dell Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare POLITICHE E MISURE PER LA CRESCITA SOSTENIBILE DELL ITALIA IL QUADRO DI RIFERIMENTO EUROPEO Le politiche e misure per la crescita e lo

Dettagli

INQUINAMENTO: QUALCOSA DI PIÙ DELLA DANZA DELLA PIOGGIA di Marzio Galeotti e Alessandro Lanza

INQUINAMENTO: QUALCOSA DI PIÙ DELLA DANZA DELLA PIOGGIA di Marzio Galeotti e Alessandro Lanza IEFE Centre for Research on Energy and Environmental Economics and Policy INQUINAMENTO: QUALCOSA DI PIÙ DELLA DANZA DELLA PIOGGIA di Marzio Galeotti e Alessandro Lanza Un inizio d inverno senza piogge

Dettagli

Il trailer di Handy sbarca al cinema: una mano protagonista sul grande schermo

Il trailer di Handy sbarca al cinema: una mano protagonista sul grande schermo Il trailer di Handy sbarca al cinema: una mano protagonista sul grande schermo di Redazione Sicilia Journal - 09, ott, 2015 http://www.siciliajournal.it/il-trailer-di-handy-sbarca-al-cinema-una-mano-protagonista-sul-grandeschermo/

Dettagli

Anno 2004. Recensioni

Anno 2004. Recensioni Anno 2004 Recensioni AI CONSUMATORI PIACE L ENERGIA SOLARE 3 marzo lancio di agenzia I consumatori italiani credono nell energia solare, la considerano la principale fonte di energia pulita. È quanto emerge

Dettagli

UNIONE ITALIANA DEL LAVORO SEDE NAZIONALE SEDE EUROPEA SEGRETERIA CONFEDERALE 00187 ROMA VIA LUCULLO 6 R. DU GOVERNEMENT PROVISOIRE 34

UNIONE ITALIANA DEL LAVORO SEDE NAZIONALE SEDE EUROPEA SEGRETERIA CONFEDERALE 00187 ROMA VIA LUCULLO 6 R. DU GOVERNEMENT PROVISOIRE 34 UNIONE ITALIANA DEL LAVORO SEDE NAZIONALE SEDE EUROPEA SEGRETERIA CONFEDERALE 00187 ROMA VIA LUCULLO 6 R. DU GOVERNEMENT PROVISOIRE 34 TELEFONO 47531 1000 BRUXELLES TELEX 622425 TELEFONO 00322 / 2178838

Dettagli

PERCHE FARE FORMAZIONE sull accompagnamento al morire.

PERCHE FARE FORMAZIONE sull accompagnamento al morire. UNA PROPOSTA FORMATIVA: il parere del geriatra Evelina Bianchi * LA FORMAZIONE Ho consultato la Treccani, enciclopedia della lingua italiana, alla voce formazione: deriva dal latino formatio, -onis e indica

Dettagli

Progetto per il recupero dell olio alimentare domestico. Valter Molinaro Responsabile innovazione e gestione servizi

Progetto per il recupero dell olio alimentare domestico. Valter Molinaro Responsabile innovazione e gestione servizi Progetto per il recupero dell olio alimentare domestico Valter Molinaro Responsabile innovazione e gestione servizi Coop per l ambiente e la sostenibilità Stiamo consumando più risorse di quanto la Terra

Dettagli

Un sondaggio rivela che il 70% delle donne detesta questa ricorrenza Marte & Venere a confronto il 14 Febbraio

Un sondaggio rivela che il 70% delle donne detesta questa ricorrenza Marte & Venere a confronto il 14 Febbraio Un sondaggio rivela che il 70% delle donne detesta questa ricorrenza Marte & Venere a confronto il 14 Febbraio Sapevate che sia le donne single che quelle in coppia hanno gli incubi pensando alla Festa

Dettagli

RIQUALIFICAZIONE AMBIENTALE: ESPERIENZE E OPPORTUNITÀ PER I COMUNI

RIQUALIFICAZIONE AMBIENTALE: ESPERIENZE E OPPORTUNITÀ PER I COMUNI RIQUALIFICAZIONE AMBIENTALE: ESPERIENZE E OPPORTUNITÀ PER I COMUNI Forlì, 15 giugno 2009 Premessa Nel 1800 meno del 3% della popolazione mondiale viveva nelle città. Nel 1900 erano 150 milioni le persone

Dettagli

ECOLABEL EUROPEO PER IL SERVIZIO DI RICETTIVITÀ TURISTICA E DI CAMPEGGIO: IL FIOR FIORE DEL TURISMO

ECOLABEL EUROPEO PER IL SERVIZIO DI RICETTIVITÀ TURISTICA E DI CAMPEGGIO: IL FIOR FIORE DEL TURISMO ECOLABEL EUROPEO PER IL SERVIZIO DI RICETTIVITÀ TURISTICA E DI CAMPEGGIO: IL FIOR FIORE DEL TURISMO Seminario di formazione per la promozione del marchio Europeo Ecolabel per il servizio di ricettività

Dettagli

EFFICIENZA ENERGETICA (1)

EFFICIENZA ENERGETICA (1) Tutti gli incentivi per i cittadini: - La detrazione fiscale del 55% per rinnovabili e risparmio energetico nelle abitazioni - Il Conto Energia per il Fotovoltaico - La tariffa omnicomprensiva e i certificati

Dettagli

Economic and Social Council ECOSOC. United Nations

Economic and Social Council ECOSOC. United Nations Economic and Social Council ECOSOC United Nations 2010 Coordination segment New York, 6 July Address by Antonio MARZANO, President of AICESIS International Association of Economic and Social Councils and

Dettagli