UNIONE COMUNI DEL RUBICONE Giovedì, 04 giugno 2015

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "UNIONE COMUNI DEL RUBICONE Giovedì, 04 giugno 2015"

Transcript

1 UNIONE COMUNI DEL RUBICONE Giovedì, 04 giugno 2015

2 UNIONE COMUNI DEL RUBICONE Giovedì, 04 giugno 2015 Comune di Gatteo 04/06/2015 Il Resto del Carlino (ed. Forlì) Pagina 10 Pacioni serve il poker vincendo la Pistoia Fiorano, Gozzi primo a Budrio /06/2015 Corriere di Romagna (ed. Forlì Cesena) Pagina 34 Liscio d' A mare 2 04/06/2015 La Voce di Romagna (ed. Forlì) Pagina 27 Gatteo Mare a tutto liscio 3 Comune di Savignano 04/06/2015 Il Resto del Carlino (ed. Cesena) Pagina 13 PASOLINI ERMANNO Vandali scatenati, a Savignano esplode la protesta Scritte sui muri, /06/2015 Corriere di Romagna (ed. Forlì Cesena) Pagina 34 Burraco in piazza 5 04/06/2015 Corriere di Romagna (ed. Forlì Cesena) Pagina 34 Progetto europeo per gli studenti 6 04/06/2015 Corriere di Romagna (ed. Forlì Cesena) Pagina 35 Maximulta da diecimila euro e computer sequestrato a "pataccari" 7 04/06/2015 La Voce di Romagna (ed. Forlì) Pagina 27 In autostrada tornano i pataccari 8 04/06/2015 La Voce di Romagna (ed. Forlì) Pagina 27 Savignano sul Rubicone in Europa con il /06/2015 La Voce di Romagna (ed. Forlì) Pagina 27 Torna il burraco oggi a Savignano 10 Comune di San Mauro 04/06/2015 Il Resto del Carlino (ed. Cesena) Pagina 4 Cade in motocicletta sulla Ravennate Muore dopo dieci giorni in ospedale 11 04/06/2015 Il Resto del Carlino (ed. Cesena) Pagina 9 Per il Budokan cinque giorni all' insegna del benessere dedicati a cento /06/2015 Corriere di Romagna (ed. Forlì Cesena) Pagina 15 Sammaurese, Proti rivuole Proti 13 04/06/2015 La Voce di Romagna (ed. Forlì) Pagina 27 Torna il burraco oggi a Savignano 14 04/06/2015 Il Sole 24 Ore Pagina 4 Marco Moussanet «La ripresa è partita, avanti con le riforme» 15 04/06/2015 Il Sole 24 Ore Pagina 7 R.Tu. Dirigenza Pa, la Corte dei conti torna a criticare il «ruolo /06/2015 Il Sole 24 Ore Pagina 10 Mauro Salerno Appalti, stretta sulle varianti 19 04/06/2015 Il Sole 24 Ore Pagina 37 Giovanni Negri Class action, arriva l' ok alla riforma 21 04/06/2015 Il Sole 24 Ore Pagina 40 Giorgio Gavelli Alternativa Imu Irpef al test di Unico 23 04/06/2015 Italia Oggi Pagina 2 DI MARINO LONGONI Imu Tasi Tari, il gioco delle tre tavolette 25 04/06/2015 Italia Oggi Pagina 25 DARIO FERRARA Nozze gay, prefetti zittiti 26 04/06/2015 Italia Oggi Pagina 28 MATTEO BARBERO Imponibile a metà per fabbricati di interesse storico artistico 28 04/06/2015 Italia Oggi Pagina 28 SERGIO TROVATO Tasse locali, tempo di acconti 29 04/06/2015 Italia Oggi Pagina 29 ANDREA FRADEANI Scorporo terreni di rigore solo per i fabbricati cielo terra 31

3 Pagina 10 Il Resto del Carlino (ed. Forlì) Comune di Gatteo Pacioni serve il poker vincendo la Pistoia Fiorano, Gozzi primo a Budrio di Correggio Pistoia UN' ALTRA splendida vittoria per il velocista Luca Pacioni (foto) della Viris Maserati Sisal che, a distanza di cinque giorni dal successo di Imola, nella prima tappa del 'Nettarine', martedì 2 giugno si è aggiudicato la 18^ edizione della Pistoia Fiorano Modenese. Il 22enne di Gatteo ha confermato il suo magnifico periodo di forma ed uno stato di grazia eccezionale, vincendo su di un ristretto gruppo di corridori, dei 128 al via, che si sono selezionati strada facendo. LO START ALLA GARA tosco emiliana è avvenuto da Bottegone alla periferia di Pistoia. E' stata una edizione veloce attraverso l' Appennino e un finale combattuto che ha reso incandescente gli ultimi chilometri prima dell' epilogo a Fiorano. Nello sprint infatti Luca Pacioni ha regolato in maniera autorevole il drappello dei fuggitivi cogliendo così il quarto alloro stagionale. Secondo posto per Maronese della Zalf Euromobil, terzo Federico D' Agostin della Selle Italia. In ottava posizione si è classificato Valerio Mattioli del Gs Banca popolare E. R. di Cesena, campione regionale degli élite. HURRA' anche per il bravo juniores Nicolò Gozzi della Sidermec F.lli Vitali di Sant' Angelo di Gatteo che, nella stessa giornata, ha sbaragliato la concorrenza nella 54^ Medaglia d' Oro Budriese, gara disputata da 142 corridori a Budrio di Correggio. E' STATO un successo fortemente voluto, il secondo per il ragazzo diretto da Gian Luca Maffi, che si è imposto su Nikolas Huber del team Sudtirol e Federico Turci dell' Aspiratori Otelli. Buona anche la prova di altri due corridori della zona: Michael Galuzzi (6 ) e Cristian Ioli (10 ), entrambi del team Elite Service Campedelli di Cesenatico. Erano da percorrere km 120, conclusi alla media di 44,444 km/h. A completare la giornata del 2 giugno, un' altra vittoria, conseguita dall' esordiente cesenate Mattia Casadei del Gc Fausto Coppi, vittorioso a Cerbara (Perugia) del Trofeo Pro Loco. Anche qui la corsa di km 31,200 (al via in 47) si è conclusa allo sprint: Mattia Casadei si è portato sul podio Luca Russo del Gs D' Aniello e Fabian Capitani del Gs Civitanovese. Settimo posto per Giacomo Ambrosini del Gc Fausto Coppi. Bruno Achilli. 1

4 Pagina 34 GATTEO MARE. Liscio d' A mare Corriere di Romagna (ed. Forlì Cesena) Comune di Gatteo Per Liscio d' A mare oggi alle al Bagno Massimo balli in spiaggia, alle in piazza della Libertà Festa della fisarmonica. 2

5 Pagina 27 La Voce di Romagna (ed. Forlì) IN BREVE. Gatteo Mare a tutto liscio Comune di Gatteo Prosegue a Gatteo Mare la Settimana del Liscio d' A mare, la rassegna consacrata alla musica romagnola. Oggi (ore 10.30) al bagno Massimo balli in spiaggia e, in serata (ore 21.30), la "Festa della fisarmonica" con Davide Salvi, Walter Giannarelli (nella foto), Tiziano Ghinazzi & Friends. Domani sera l' Orchestra Grande Evento, prima del live folk vintage di Moreno il Biondo (sabato) e quello dell' Orchestra Luca Bergamini (domenica). 3

6 Pagina 13 Il Resto del Carlino (ed. Cesena) Comune di Savignano Vandali scatenati, a Savignano esplode la protesta Scritte sui muri, fari spaccati e calci alle porte Una banda spadroneggia e se la prende con l' arredo patrimonio della città. di ERMANNO PASOLINI VANDALI di nuovo in azione a Savignano nell' Arena Gregorini, in piazza Giovanni XXIII e in piazza Padre Lello, site tutte dietro al palazzo municipale. Da anni dei mascalzoni si divertono, a modo loro, a distruggere un patrimonio pubblico che è di tutti. Negli ultimi giorni hanno spaccato due fari della luce pubblica siti vicini a due telecamere della videosorveglianza che erano state installate nella piazza Padre Lello (il padre comboniano savignanese Raffaello Gasperoni), sita di fianco al comune zona ovest e quasi subito rotte dai vandali. Sembra che si tratti di un gruppo di ragazzi, minorenni, una sorta di nuovi Attila. E' una situazione che sta degenerando, non è più sostenibile e che dovrà essere affrontata dalla amministrazione comunale con impegno e determinazione. Il comune nei giorni scorsi ha messo a posto la fontana di piazza Giovanni XXIII, rotta e in disuso da anni e dentro ha piantato tutti fiori. MA DA TEMPO tutta la zona dietro al palazzo municipale è sotto il tiro di questa banda di mascalzoni che hanno rovinato i muri, con scritte spray, hanno rotto le panchine, togliendo addirittura pezzi di marmo, hanno spaccato una ventina di fari dell' Arena Gregorini, rotto i cestini portarifiuti dei piazza Giovanni XXIII e i faretti a terra. Lunedì 1 e martedì 2 giugno nell' Arena Gregorini c' è stata la Festa della Repubblica e non è stata una bella cosa per la città mostrare alla gente questa situazione di degrado che si è venuta a creare in pieno centro storico. Bisogna trovare una soluzione per mettere fine alle azioni di questo gruppo che continua ad agire liberamente con ingenti danni al patrimonio pubblico. POTREBBE trattarsi dello stesso gruppo che reca disturbo al centro sociale e ricreativo Secondo Casadei che ha sede proprio in piazza Giovanni XXIII, dando pugni alle finestre, calci alle porte e camminano sui coppi, mentre gli anziani si trovano dentro il centro. Lunedì scorso hanno tirato anche una pallonata contro un' anziana di 85 anni, per fortuna senza conseguenze. A un' altra hanno rovinato l' auto per un migliaio di euro di danni. Una banda che va fermata immediatamente. E per questo gli anziani del centro ricreativo e culturale Secondo Casadei si appellano alle forze dell' ordine e al comune perché hanno paura. PASOLINI ERMANNO 4

7 Pagina 34 Corriere di Romagna (ed. Forlì Cesena) SAVI G NANO. Burraco in piazza Comune di Savignano Al giovedì sera alle 21 da oggi a fine agosto si gioca a burraco con l' associazione "Vivi San Mauro" e il centro sociale Casadei. Stasera si inizia in piazza Borghesi. Info

8 Pagina 34 Corriere di Romagna (ed. Forlì Cesena) Comune di Savignano Progetto europeo per gli studenti Savignano, positiva esperienza di confronto con i coetanei per 22 ragazzi a Nantes. SAVIGNANO. Gli studenti di Savignano in Europa con il progetto Euro école. Nei giorni scorsi 22 alunni dell' istituto comprensivo di Savignano (8 di scuola primaria e 14 di scuola secondaria), insieme ai loro accompagnatori Anna Maria Ciccotelli, Michele Parisi ed Emanuela Colonna, hanno partecipato, al progetto Euro école, alla scuola "La Chauvinière" di Nantes in Francia. Quest' esperienza ha dato la possibilità ad alunni e insegnanti di confrontarsi con realtà geografiche e culturali diverse per comprendere le caratteristiche specifiche della civiltà europea, nonché di sviluppare nei ragazzi la capacità di adattamento a una nuova e diversa situazione ambientale, offrendo loro la possibilità di far accrescere atteggiamenti di curiosità, attenzione e rispetto della realtà fami liare, scolastica, regionale e nazionale del paese ospitante. I contatti avuti con i rappresentanti delle varie delegazioni di Portogallo, Finlandia, Romania e Francia, hanno consentito a studenti e docenti di comprendere come operano e come vivono i loro corrispondenti nei diversi Stati, effettuando uno scambio culturale, ma ancor più sociale, che è fonte di indubbia crescita per tutti. Un momento particolarmente significativo è stato lo spettacolo tenutosi alla sala grande del teatro di Nantes, durante il quale le varie delegazioni hanno proposto canti e balli del loro paese di origine. I savignanesi hanno eseguito "Romagna mia" e la danza la "Vinchia" di Bellaria, performance particolarmente apprezzata così come il cartellone sul tema "I... because I am happy!" che è rimasto esposto sul palco per tutta la serata. Altro momento significativo sono state le "Euro Olimpiadi". Non è stata stilata nessuna classifica di merito. Tutti i ragazzi hanno giocato diverten dosi, in uno spirito di amicizia e rispetto reciproco. In questa esperienza i ragazzi hanno dovuto affrontare situazioni nuove, all' inizio anche difficili, che comunque hanno superato con forza, maturità e determinazione. 6

9 Pagina 35 Corriere di Romagna (ed. Forlì Cesena) Comune di Savignano Nell' area di servizio Rubicone Est cercano di truffare gli automobilisti: negli imballaggi c' è carta straccia. Maximulta da diecimila euro e computer sequestrato a "pataccari" SAVIGNANO. Aumentano le auto in transito sull' autostrada per il ponte e si rivedono i "pataccari" che cercano di truffare lo sprovveduto di turno quando si ferma all' area di servizio per una sosta. E la polizia stradale funge da terzo incomodo con i suoi controlli. Così, durante il ponte gli agenti hanno individuato un gruppo di 'pataccari' in azione nell' area di servizio Rubicone Est. Cercavano di vendere a prezzo parecchio competitivo un personal computer di ultima generazione. E ovviamente ne avevano uno da far vedere ai potenziali acquirenti. Ovviamente, per invogliarli, ne avevano uno perfettamente funzionante che facevano toccare con mano ai malcapitati. Che una volta fatto l' "affare" aprivano l' imballaggio e invece del computer fiammante si trovavano in mano carta straccia che faceva volume e peso. L' intervento della polizia stradale ha bloccato il commercio, ma i "pataccari" non sono stati colti in flagranza di reato e quindi è stata comminata loro una multa di diecimila euro ed è stato sequestrato l' unico computer vero della vicenda, quello utilizzato per far abboccare gli automobilisti in sosta. 7

10 Pagina 27 La Voce di Romagna (ed. Forlì) Comune di Savignano In autostrada tornano i pataccari Pc al posto dei videoregistratori. Ma stavolta nell' area Rubicone Est vincono gli agenti. La tecnica utilizzata è sempre la stessa, perché malgrado le massicce campagne di sensibilizzazione uno sprovveduto che ci casca, alla fine anche nel 2015 si trova sempre. Parliamo del fenomeno (ormai antico) dei "pataccari", ovvero i sedicenti venditori perlopiù di articoli hi tech che nelle aree di sosta delle autostrade, nei parcheggi degli autogrill, truffano gli ingenui che abboccano al tranello. Dai vhs ai cd Una volta ci provavano con i videoregistratori, oggi tramontata l' era dei vhs sono passati ai computer. Il modus operandi, però, è quello di sempre: con la persuasione di un pifferaio magico, i truffatori convincono l' incauto automobilista di avere a disposizione un computer da vendere a prezzo stracciato. Gli mostrano con dovizia di particolari la mercanzia, ne lodano le caratteristiche, poi raggiunta l' intesa lo depositano nella confezione perfettamente sigillata. Peccato che, approfittando di un fugace momen to di distrazione, un complice scambi la confezione con un altro scatolone che, solitamente, contiene un paio di mattoni. A quel punto, il povero acquirente si accorgerà del raggiro solo quando, una volta a casa, inizierò l' installazione del suo nuovo computer. cadere più o meno questo, nel weekend della festa del 2 giugno, nell' area di servizio "Rubicone Est", sull' autostrada A14 (nel territorio del comune di Savignano), quando gli agenti della Polizia Stradale accortisi della truffa sono intervenuti. Maxi multa! Gli agenti hanno provveduto al sequestro del computer portatile che i malviventi utilizzavano come "esca" per gli utenti sprovveduti ed alla contestazione della prevista (salatissima) sanzione amministrativa che ammonta ad oltre 10mila euro. 8

11 Pagina 27 La Voce di Romagna (ed. Forlì) Comune di Savignano SCUOLA & RISPETTO. Savignano sul Rubicone in Europa con il progetto educativo Euro école Lo scambio culturale in un altro Paese e il rapporto di dialogo e di amicizia tra coetanei che vivono in un' altra parte del mondo. Con questa consapevolezza dal 18 al 23 maggio 22 alunni dell' Istituto Comprensivo di Savignano, 8 di scuola primaria e 14 di scuola secondaria, insieme ai loro accompagnatori Anna Maria Ciccotelli, Michele Parisi ed Emanuela Colonna, hanno partecipato al progetto Euro école nella scuola La Chauvinière di Nantes in Francia. Questa esperienza ha dato la possibilità ad alunni e insegnanti di confrontarsi con realtà geografiche e culturali diverse per comprendere le caratteristiche specifiche della civiltà europea, nonché di sviluppare nei ragazzi la capacità di adattamento a una diversa situazione ambientale, offrendo la possibilità di far accrescere curiosità e rispetto. 9

12 Pagina 27 La Voce di Romagna (ed. Forlì) Comune di Savignano Torna il burraco oggi a Savignano Al via l' estate del burraco proposta a Savignano sul Rubicone dall' associazione "Vivi San Mauro" in collaborazione con il centro sociale Casadei: da oggi a fine agosto, ogni giovedì sera (a partire dalle ore 21) si gioca a carte in centro storico. I tavoli da gioco saranno sempre allestiti in piazzetta Padre Lello, ad eccezione di oggi, giovedì 3 luglio e giovedì 6 agosto, quando la sfida si sposterà in piazza Borghesi (Info ). 10

13 Pagina 4 Il Resto del Carlino (ed. Cesena) Comune di San Mauro Cade in motocicletta sulla Ravennate Muore dopo dieci giorni in ospedale Vittorio Gabanini, 69 anni, è l' ennesima vittima in pochi giorni. QUANDO l' hanno trovato era steso in un fosso, con la moto ruote all' aria. Vittorio Gabanini, classe 1946, originario di Bertinoro è morto nella notte tra martedì e mercoledì in ospedale. Era stato ricoverato al Bufalini dopo l' incidente avvenuto il 25 maggio scorso alle tre del pomeriggio in via Ravennate. Secondo la ricostruzione degli agenti della municipale di Cesena, il bertinorese avrebbe fatto tutto da solo. Avrebbe infatti perso il controllo della sua motocicletta rovinando sull' asfalto. Le sue condizioni erano apparse subito gravi. Il 69enne, trasportato in codice rosso al Bufalini con traumi in varie parti del corpo è rimasto in ospedale, lottando tra la vita e la morte, per una decina di giorni. Le sue condizioni si sono aggravate inesorabilmente negli ultimi giorni e nella notte tra martedì e mercoledì, verso le 2.30 del mattino, ha esalato gli ultimi respiri. Gabanini si inserisce nel triste elenco dei motociclisti che negli ultimi giorni hanno perso la vita sulle strade della nostra provincia. Durante il ponte della repubblica a Panighina è morto in sella alla sua motocicletta il cesenate Patrik Caminati e l' altra sera, a Casemurate, ha perso la vita Paolo Scalise, ex residente a San Mauro Pascoli. Un triste elenco al quale si è aggiunto anche il bertinorese. Al vaglio della Municipale, ora, il compito di capire come abbia fatto l' uomo a perdere il controllo del suo mezzo. 11

14 Pagina 9 Il Resto del Carlino (ed. Cesena) Comune di San Mauro Karate La società sportiva di San Mauro Pascoli ha partecipato alla prima edizione della Wellness Week coinvolgendo appassionati di ogni età. Per il Budokan cinque giorni all' insegna del benessere dedicati a cento atleti San Mauro Pascoli PER IL BUDOKAN è stata una vera e propria maratona di allenamenti e prove gratuite quella che si è svolta dal 25 al 29 maggio al Parco Giovagnoli di San Mauro Pascoli in occasione della 'Wellness Week'. Tutte le sere dalle alle 20.30, per un totale di 15 ore di lezioni, si sono alternati gli istruttori e i maestri del Budokan in allenamenti di karate, difesa personale e allenamento funzionale proponendo lezioni di livello avanzato e livello base a circa un centinaio di atleti. Il programma ha coinvolto tutte le fasce di età e sesso a partire dai piccolissimi di 4 5 anni del giocokarate, i bambini e i ragazzi e infine gli adulti senza limiti di età. La 'Wellness Week' è un evento ideato e organizzato dalla Wellness Foundation della famiglia di Nerio alessandri, patron di Technogym, in collaborazione con gli enti e i comuni della Romagna e per San Mauro Pascoli, sotto proposta dell' assessore allo sport Stefania Presti, il Budokan ha partecipato offrendo il proprio progetto sportivo. La settimana del benessere ha aggregato le associazioni sportive e culturali romagnole in una serie di appuntamenti, oltre trecento in tutta la Romagna, sotto il tema comune del sano stile di vita, arte, natura e sport. «Il karate tradizionale hanno commentato i maestri Arcangeli e Silenzi del Budokan ha acquisito e ci trasmette una straordinaria conoscenza del corpo e della mente, per questo motivo la sua cultura si sposa perfettamente a quello che oggi si definisce wellness: dal più piccolo gesto fino alla più esaltante manifestazione della dinamica del corpo, il karate che abbiamo proposto in questi cinque giorni rientra in un percorso motorio, psicologico e filosofico dal quale tutti, grandi e piccoli, possono trarre ottimi benefici». 12

15 Pagina 15 Corriere di Romagna (ed. Forlì Cesena) Comune di San Mauro Il presidente Cristiano aspetta il sì del tecnico Stefano. Sammaurese, Proti rivuole Proti SAN MAURO PASCOLI. Promossa in D ormai da un mese, la Sammaurese non ha ancora mosso nulla dal punto di vista ufficiale. Il presidente Cristiano Protti, che per ora non ha ancora deciso se avvalersi di un direttore sportivo o fare da sé come in passato, attende il sì di Stefano Protti, tecnico nelle ultime 4 stagioni, che però spera ancora di trovare una sistemazione in Lega Pro. 13

16 Pagina 27 La Voce di Romagna (ed. Forlì) Comune di San Mauro Torna il burraco oggi a Savignano Al via l' estate del burraco proposta a Savignano sul Rubicone dall' associazione "Vivi San Mauro" in collaborazione con il centro sociale Casadei: da oggi a fine agosto, ogni giovedì sera (a partire dalle ore 21) si gioca a carte in centro storico. I tavoli da gioco saranno sempre allestiti in piazzetta Padre Lello, ad eccezione di oggi, giovedì 3 luglio e giovedì 6 agosto, quando la sfida si sposterà in piazza Borghesi (Info ). 14

17 Pagina 4 Il Sole 24 Ore «La ripresa è partita, avanti con le riforme» Ocse: ma in Italia rischi per possibili terremoti nell' Eurozona Padoan: non siamo vulnerabili. parigi L' Ocse promuove il Governo e alza le stime di crescita dell' Italia. Spingendosi a scrivere che «l' insieme dei fattori che sostengono la crescita italiana è il più propizio da molti anni». Il Pil è previsto in aumento dello 0,6% quest' anno (confermate le stime di marzo, rispetto allo 0,2% dell' outlook di novembre) e dell' 1,5% nel 2016 (rispetto all' 1,3% di marzo e all' 1% di novembre), con un' accelerazione all' 1,7% nell' ultimo trimestre dell' anno prossimo. Grazie anche all' effetto congiunto dell' euro debole e dei prezzi del petrolio in forte calo, l' export dovrebbe aumentare del 3,4% quest' anno e del 5,1% nel 2016 (+5,5% a fine anno). E se le esportazioni «continueranno a sostenere la crescita, la ripresa sarà rafforzata dai consumi interni», che dovrebbero salire dello 0,4% nel 2015 e dell' 1,1% nel Gli investimenti fissi lordi, in calo del 3,4% l' anno scorso, dovrebbero ripartire e rafforzarsi, con un incremento dell' 1,6% quest' anno e dell' 1,9% il prossimo. Il deficit è previsto al 2,6% nel 2015 e al 2% nel 2016, mentre il saldo corrente registrerà un surplus del 2,6% quest' anno e del 3,4% il prossimo. Il debito, in aumento quest' anno al 133,2% del Pil, dovrebbe iniziare a scendere l' anno prossimo, al 132%. Il tasso di disoccupazione rimarrà invariato nel 2015 (al 12,7%), ma anch' esso dovrebbe finalmente diminuire (al 12,1%) nel Mentre sale l' occupazione (dello 0,5% quest' anno e dell' 1% il prossimo). Dati che secondo l' Ocse «confermano il fatto che i segnali positivi sul fronte della crescita spingono nuove persone verso il mercato del lavoro». Al di là dei fattori esterni, l' Ocse sottolinea l' impatto fondamentale del processo di riforme avviato dal Governo. A partire dal Jobs Act, che ha «il potenziale di migliorare drasticamente il mercato del lavoro». Ma l' organizzazione parigina insiste anche sull' importanza della nuova legge elettorale, «destinata a garantire stabilità e ridurre l' incertezza politica». Pur segnalando la vulnerabilità italiana rispetto al possibile protrarsi della crisi greca. Il ministro dell' Economia Pier Carlo Padoan ha ovviamente commentato con soddisfazione l' analisi dell' Ocse, spiegando che «la composizione della crescita è incoraggiante perché ci sono più investimenti e perché iniziano ad arrivare risultati sul fronte dell' occupazione». Si tratta, ha aggiunto Padoan, di una ripresa graduale, «che sarà pienamente soddisfacente» quando agli aumenti di Pil e domanda si aggiungerà «una forte ripresa del lavoro». Il ministro ha ribadito l' impegno del Governo ad Continua > 15

18 Pagina 4 < Segue Il Sole 24 Ore andare avanti, rapidamente, sul terreno delle riforme, citando in particolare la scuola, la pubblica amministrazione e la giustizia civile. E ha escluso il rischio di un contagio greco: «Non c' è alcuna vulnerabilità. Abbiamo pochissimo debito privato nell' economia e siamo tra i Paesi messi meglio nell' Ocse». Il rapporto semestrale dell' organizzazione si sofferma anche sulle «fragilità del settore bancario», evidenziandone «l' incapacità a supportare efficacemente gli investimenti privati». E invitando a procedere rapidamente verso la creazione di un «mercato secondario dei prestiti non performanti». A proposito di bad bank, Padoan ha assicurato che il Governo varerà «entro l' estate, le misure per trattare le sofferenze bancarie». Se la situazione italiana e dell' area euro migliora, lo stesso non si può dire dello scenario mondiale, condizionato dagli ultimi dati americani e dal rallentamento cinese. L' Ocse ha rivisto al ribasso la crescita globale (al 3,1% quest' anno e al 3,8% il prossimo) e quella Usa (2 e 2,8%). RIPRODUZIONE RISERVATA. Marco Moussanet 16

19 Pagina 7 Il Sole 24 Ore Ddl Madia. Le Regioni chiedono il rispetto dell' autonomia sulla gestione degli incarichi. Dirigenza Pa, la Corte dei conti torna a criticare il «ruolo unico» Una raffica di rilievi sulla riforma della dirigenza. La richiesta di un passo indietro sulla modifica delle regole sulla responsabilità amministrativo contabile dei dirigenti. Un nuovo pressing per sollecitare il riordino della disciplina delle partecipazioni azionarie delle amministrazioni pubbliche (mancano gli obiettivi di risparmio) e dei servizi pubblici locali. Invitata ieri alla Camera a dire la sua sul Ddl delega per la riforma della Pa, la Corte dei conti ha ribadito tutti i suoi dubbi sul testo arrivato da palazzo Madama, che entro fine mese arriverà in aula. La dirigenza, capitolo cruciale della riforma, resta dunque sugli scudi. E qualcuno mormora perché tanto, come spesso accaduto, la grande burocrazia difende sempre sé stessa. In verità la Corte dei conti, rappresentata ieri in commissione Affari costituzionali dal presidente Raffaele Squitieri, non s' è limitata ad avanzare rilievi, anche se non delle vere e proprie censure. La magistratura contabile ha infatti riconosciuto che il testo orginario contiene parecchie e importanti novità e che nell' esame del Senato sono state accolte non poche delle osservazioni che aveva avanzato. Quel che funziona, di massima, è l' impianto auspicio generale, come gli aspetti che dovrebbero snellire i procedimenti, spianando la strada all' accesso ai servizi, dalla digitalizzazione alla previsione di "punire" le amministrazioni che stanno con le mani in mano nel processo di cambiamento del dinosauro burocratico. Resta il fatto che, prima ancora di sollevare le sue obiezioni, la Corte dei conti ieri ha voluto sottolineare due aspetti che le stanno molto a cuore. Il primo: la necessità, una volta "fatta" la legge, di emanare rapidamente i decreti delegati, in quanto «eventuali ritardi potrebbero incidere negativamente sul recupero di competitività dell' intero sistema produttivo». Il secondo aspetto sottolineato è quello di non aver colto nel testo la necessità di porre il problema di disegnare un diverso «perimetro» della Pa, di cui la Corte nei suoi rapporti si fa interprete da tempo. Intanto, in merito alla riforma della dirigenza, gli aspetti critici, secondo la Corte, sono ancora numerosi. A partire dalla necessità di «contemperare» la flessibilità organizzativa con l'«autonomia» della dirigenza dalla politica. Per nono dire dei modi individuati per selezionare chi avrà incarichi dirigenziali: il Ddl, non considera come dovrebbe le «competenze specifiche» dei candidati. Autonomia e capacità, dunque. Ma anche le pastoie che rischiano di crearsi con la gestione dei ruoli unici (da cui dovrebbero essere esclusi i prefetti), il rapporto poco chiaro tra legge e contrattazione collettiva sul trattamento economico. E gli stessi dubbi di costituzionalità legati al ruolo unico anche per i dirigenti di regioni e Continua > 17

20 Pagina 7 < Segue Il Sole 24 Ore comuni. Quanto basta, alla Corte dei conti, che c' è parecchio da rivedere. Sempre che sia rivisto. Come il nuovo regime delineato per la responsabilità amministrativo contabile. Aspetto che la Corte contesta apertamente, scorgendo anche un vulnus nei propri confronti. Ma anche dell' erario. Nelle audizioni di ieri sono sfilati anche i rappresentati di sindacati (la Cgil ha bollato la riforma come antistorica e negatrice del ruolo della contrattazione), Anci, Upi, Dn Antimafia e Regioni. Anche da queste ultime rilievi sul nodo dirigenza, con la richiesta di rispetto dell' autonomia degli enti sul reclutamento e il conferimento degli i incarichi. RIPRODUZIONE RISERVATA. R.Tu. 18

21 Pagina 10 Il Sole 24 Ore Riforma del codice. Testo in Aula il 9 giugno Il relatore Esposito: obiettivo realizzare opere senza corruzione. Appalti, stretta sulle varianti Sì in commissione al Senato, slitta sospensione del performance bond. ROMA Primo scoglio superato per la riforma appalti. Il provvedimento che delega il governo a riformare l' intero settore dei contratti pubblici, adeguandolo agli standard europei è stato approvato ieri dalla Commissione Lavori pubblici del Senato. Il via libera è arrivato in serata. E corona un lungo lavoro svolto dalla commissione di Palazzo Madama sul testo del Governo in autunno, ma entrato nel vivo soltanto a gennaio con l' inizio di un lungo ciclo di audizioni e la messa a punto di un nuovo testo proposto dal relatore Stefano Esposito (Pd), molto più dettagliato di quello varato in Consiglio dei ministri a fine agosto. Ora la palla passa all' Aula, che dovrebbe cominciare l' esame in tempi brevissimi. Tanto che oggi la conferenza dei capigruppo potrebbe decidere di mettere in programma l' esame del testo in Assemblea già da martedì 9. «Se questo impianto verrà mantenuto commenta Esposito consegneremo al Governo una delega sugli appalti che permetterà di realizzare davvero le opere che servono a questo paese, con gli strumenti giusti per combattere anche i fenomeni di corruzione». Tra i circa 50 principi in cui si articola la delega non è difficile scorgere il riflesso delle inchieste che hanno scosso negli ultimi mesi i lavori pubblici. Tra gli emendamenti approvati ieri c' è per esempio un ulteriore giro di vite sulle varianti in corso d' opera, da cui passa in due casi su tre l' aumento dei costi dei lavori pubblici. Grazie alla modifica varata ieri le stazioni appaltanti saranno autorizzate a stracciare il contratto, in caso di incremento di costi di rilievo rispetto all' importo di gara. Inoltre, l' introduzione di varianti dovrà comunque garantire «la qualità progettuale e la responsabilità del progettista in caso di errori di progettazione». Il provvedimento cancella la possibilità di deroghe rispetto alle procedure ordinarie di gara per l' assegnazione degli appalti, se non per motivi legati alla necessità di reagire alle calamità naturali. Un ruolo di primo piano viene assegnato all' Autorità guidata da Raffaele Cantone che potrà godere di poteri di intervento molto più efficaci, con atti di indirizzo vincolanti verso le amministrazioni. Slitta invece la cancellazione del performance bond sulle grandi opere. La sospensione della garanzia di completamento dei maxi cantieri non scatterà più insieme all' entrata in vigore della delega, ma insieme alla pubblicazione del nuovo codice. Una condizione, imposta ieri dalla Commissione Bilancio, Continua > 19

COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE

COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE VISTO l art. 1, comma 639 della Legge 27 dicembre 2013, n. 147, che ha istituito, a decorrere dal 1 gennaio 2014, l imposta

Dettagli

VIA S. BOAGNO 11 17015 - CELLE LIGURE Tel. 019/99801 Fax 019/993599 info@comune.celle.sv.it www.comune.celle.sv.it

VIA S. BOAGNO 11 17015 - CELLE LIGURE Tel. 019/99801 Fax 019/993599 info@comune.celle.sv.it www.comune.celle.sv.it COMUNE DI CELLE LIGURE PROVINCIA DI SAVONA VIA S. BOAGNO 11 17015 - CELLE LIGURE Tel. 019/99801 Fax 019/993599 info@comune.celle.sv.it www.comune.celle.sv.it Ufficio Entrate Tributarie e Tariffarie A decorrere

Dettagli

TUTTO QUELLO CHE SI DEVE SAPERE SULL IMU. Guida a cura della UIL Servizio Politiche Territoriali LE ALIQUOTE

TUTTO QUELLO CHE SI DEVE SAPERE SULL IMU. Guida a cura della UIL Servizio Politiche Territoriali LE ALIQUOTE TUTTO QUELLO CHE SI DEVE SAPERE SULL IMU Guida a cura della UIL Servizio Politiche Territoriali Aliquota ordinaria rurali LE ALIQUOTE Aliquota ordinaria I casa Aliquota ordinaria altri 2 per mille 4 per

Dettagli

Bologna, 29 maggio 2013 Lucio Agrimano (*) Direzione Regionale dell'emilia Romagna Settore Servizi e Consulenza Ufficio Gestione Tributi

Bologna, 29 maggio 2013 Lucio Agrimano (*) Direzione Regionale dell'emilia Romagna Settore Servizi e Consulenza Ufficio Gestione Tributi Le principali novità in materia di tassazione dei redditi fondiari Bologna, 29 maggio 2013 Lucio Agrimano (*) Direzione Regionale dell'emilia Romagna Settore Servizi e Consulenza Ufficio Gestione Tributi

Dettagli

Regolamento per la disciplina del tributo per i servizi indivisibili. TASI

Regolamento per la disciplina del tributo per i servizi indivisibili. TASI Comune di Cerignola Provincia di Foggia Regolamento per la disciplina del tributo per i servizi indivisibili. TASI INDICE Art. 1 - Art. 2 - Art. 3 - Art. 4 - Art. 5 - Art. 6 - Art. 7 - Art. 8 - Art. 9

Dettagli

TARSU poi TARES ed ora TARI e TASI

TARSU poi TARES ed ora TARI e TASI TARSU poi TARES ed ora TARI e TASI di Luigi Cenicola 1. Premessa. A decorrere dall anno 2014, per il servizio di raccolta dei rifiuti solidi urbani e per i servizi indivisibili comunali, si pagheranno

Dettagli

IMU Come si applica l imposta municipale propria per l anno 2012

IMU Come si applica l imposta municipale propria per l anno 2012 IMU Come si applica l imposta municipale propria per l anno 2012 OGGETTO DELL IMU L IMU sostituisce l ICI e, per la componente immobiliare, l IRPEF e le relative addizionali regionali e comunali, dovute

Dettagli

Mod. 730/2013: quadro B e codici utilizzo

Mod. 730/2013: quadro B e codici utilizzo Mod. 730/2013: quadro B e codici utilizzo Come noto, l'imu sostituisce, in caso di immobili non locati, l'irpef e relative addizionali riguardanti i redditi fondiari. Il Mod. 730/2013, è stato di conseguenza

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA. DETERMINAZIONE ALIQUOTE ANNO 2014

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA. DETERMINAZIONE ALIQUOTE ANNO 2014 COMUNE DI TAINO Provincia di Varese Prot. N. 3207 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Copia N. 6 del 28/04/2014 OGGETTO: IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA. DETERMINAZIONE ALIQUOTE ANNO 2014 L'anno

Dettagli

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF)

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF) I TRIBUTI 89 APPROFONDIMENTI IL CODICE TRIBUTO Ogni pagamento effettuato con i modelli F23 o F24 deve essere identificato in modo preciso, abbinando a ogni versamento un codice di tributo. Nella tabella

Dettagli

IMU - che cos'è. Se possiedi questi immobili, hai tempo fino al 16 giugno 2014 per pagare l acconto. Cos è l IMU Imposta municipale propria

IMU - che cos'è. Se possiedi questi immobili, hai tempo fino al 16 giugno 2014 per pagare l acconto. Cos è l IMU Imposta municipale propria IMU - che cos'è L IMU si continua a pagare sulle case di lusso (categorie A/1, A/8 e A/9), sulle seconde case e su tutti gli altri immobili (ad esempio laboratori, negozi, capannoni, box non di pertinenza

Dettagli

IMU: analisi dei versamenti 2012

IMU: analisi dei versamenti 2012 IMU: analisi dei versamenti 2012 1. Analisi dei versamenti complessivi I versamenti IMU totali aggiornati alle deleghe del 25 gennaio 2013 ammontano a circa 23,7 miliardi di euro, di cui 9,9 miliardi di

Dettagli

Processo verbale delle deliberazioni del Consiglio Comunale

Processo verbale delle deliberazioni del Consiglio Comunale COMUNE DI CESENA Processo verbale delle deliberazioni del Consiglio Comunale Seduta del 31/07/2014 - delibera n. 57 OGGETTO: TRIBUTO PER I SERVIZI INDIVISIBILI (IUC-TASI) - ALIQUOTE E ALTRE MISURE APPLICATIVE

Dettagli

C O M U N E DI O P E R A

C O M U N E DI O P E R A copia Codice Ente 11047 OGGETTO: APPROVAZIONE ALIQUOTE IMU ANNO 2014 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Adunanza Ordinaria di Prima convocazione - seduta Pubblica. L'anno duemilaquattordici

Dettagli

I.U.C. Imposta Unica Comunale

I.U.C. Imposta Unica Comunale COMUNE DI MARCON I.U.C. Imposta Unica Comunale Con la Legge n. 147/2013 (Legge di stabilità 2014) è stata istituita a decorrere dal 01/01/2014 l Imposta Unica Comunale (IUC). L imposta unica comunale (IUC)

Dettagli

COMUNE DI MACCAGNO con PINO e VEDDASCA

COMUNE DI MACCAGNO con PINO e VEDDASCA VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE DELIBERAZIONE N 26 del 30/09/2014 OGGETTO: APPROVAZIONE ALIQUOTE E DETRAZIONI DELL'IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (I.M.U.) - ANNO 2014 L'anno 2014, addì trenta

Dettagli

COMUNE DI NE Provincia di Genova

COMUNE DI NE Provincia di Genova COMUNE DI NE Provincia di Genova COPIA Deliberazione del Consiglio Comunale Adunanza del 28.04.2014 Reg. Verb. N. 5 OGGETTO: GESTIONE COMPONENTE TASI (TRIBUTO SERVIZI INDIVISIBILI) ANNO 2014. L anno duemilaquattordici

Dettagli

ORGANO UFFICIALE DELLA FEDERAZIONE ITALIANA DELLE ASSOCIAZIONI SINDACALI NOTARILI. Consigli

ORGANO UFFICIALE DELLA FEDERAZIONE ITALIANA DELLE ASSOCIAZIONI SINDACALI NOTARILI. Consigli ORGANO UFFICIALE DELLA FEDERAZIONE ITALIANA DELLE ASSOCIAZIONI SINDACALI NOTARILI In collaborazione con Assessorato Aree Cittadine e Consigli di Zona Consigli Quanto costa comprar casa CASA: LE TASSE DA

Dettagli

TRASFERIMENTI FINANZIARI AI COMUNI «IERI, OGGI E DOMANI»

TRASFERIMENTI FINANZIARI AI COMUNI «IERI, OGGI E DOMANI» TRASFERIMENTI FINANZIARI AI COMUNI «IERI, OGGI E DOMANI» Prefettura Ufficio Territoriale del Governo di Avellino a cura del dr. Pasquale Trocchia Dirigente del Ministero dell Interno Responsabile delle

Dettagli

Deliberazione del Consiglio Comunale

Deliberazione del Consiglio Comunale Deliberazione del Consiglio Comunale Adunanza Ordinaria Seduta di Prima convocazione Comune di Finale Ligure Provincia di Savona Numero progressivo 56 OGGETTO Determinazione delle aliquote e detrazioni

Dettagli

CIRCOLARE N. 2/DF. Ai Comuni

CIRCOLARE N. 2/DF. Ai Comuni CIRCOLARE N. 2/DF MINISTERO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE DIPARTIMENTO DELLE FINANZE Roma, 11 maggio 2010 DIREZIONE FEDERALISMO FISCALE PROT. 10968/2010 Ai Comuni Alle Regioni Friuli-Venezia Giulia e Valle

Dettagli

IMU Risposte alle domande più frequenti poste dai contribuenti

IMU Risposte alle domande più frequenti poste dai contribuenti IMU Risposte alle domande più frequenti poste dai contribuenti Premessa L IMU comporta un forte aumento del prelievo patrimoniale sugli immobili (pari al 233% dell ICI) gran parte del quale va a beneficio

Dettagli

OGGETTO: APPROVAZIONE ALIQUOTE TASI

OGGETTO: APPROVAZIONE ALIQUOTE TASI Provincia di Bologna COPIA n. 28 del 30.04.2014 OGGETTO: APPROVAZIONE ALIQUOTE TASI Il giorno 30 aprile 2014 alle ore 20.30 nella sala consiliare del Municipio, previa l'osservanza di tutte le formalità

Dettagli

CONVENZIONE TRA LA SANTA SEDE E IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA IN MATERIA FISCALE

CONVENZIONE TRA LA SANTA SEDE E IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA IN MATERIA FISCALE CONVENZIONE TRA LA SANTA SEDE E IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA IN MATERIA FISCALE La Santa Sede ed il Governo della Repubblica Italiana, qui di seguito denominati anche Parti contraenti; tenuto conto

Dettagli

GUIDA ALL APPLICAZIONE DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (I.M.U.) ANNO 2013

GUIDA ALL APPLICAZIONE DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (I.M.U.) ANNO 2013 COMUNE DI VIGONZA UNITA OPERATIVA TRIBUTI GUIDA ALL APPLICAZIONE DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (I.M.U.) ANNO 2013 Il decreto legge 21 maggio 2013 n 54 ha sospeso il versamento dell'acconto IMU per alcuni

Dettagli

PROVINCIA DI TREVISO. Piazza Ercole Bottani n.4 - C.A.P. 31040 - C.F./P.I. 00529220261 UFFICIO SEGRETERIA - Tel. 0423/873400

PROVINCIA DI TREVISO. Piazza Ercole Bottani n.4 - C.A.P. 31040 - C.F./P.I. 00529220261 UFFICIO SEGRETERIA - Tel. 0423/873400 C OMUNE DI VOLPAGO DEL MONTELLO PROVINCIA DI TREVISO Piazza Ercole Bottani n.4 - C.A.P. 31040 - C.F./P.I. 00529220261 UFFICIO SEGRETERIA - Tel. 0423/873400 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

Dettagli

La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità

La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità La sezione relativa all esposizione sintetica e analitica dei dati relativi al Tfr, alle indennità equipollenti e alle altre indennità e somme,

Dettagli

CIRCOLARE N. 23/E. OGGETTO: Ravvedimento Articolo 13, comma 1, lettera a-bis), del decreto legislativo 18 dicembre 1997, n. 472 Chiarimenti.

CIRCOLARE N. 23/E. OGGETTO: Ravvedimento Articolo 13, comma 1, lettera a-bis), del decreto legislativo 18 dicembre 1997, n. 472 Chiarimenti. CIRCOLARE N. 23/E Direzione Centrale Normativa Roma, 9 giugno 2015 OGGETTO: Ravvedimento Articolo 13, comma 1, lettera a-bis), del decreto legislativo 18 dicembre 1997, n. 472 Chiarimenti. La legge di

Dettagli

Detrazione Fiscale e Scambio sul Posto

Detrazione Fiscale e Scambio sul Posto Gentile Cliente, il momento storico della fine del Conto Energia in Italia è arrivato lo scorso 6 luglio ed ha rappresentato un punto di svolta per tutti gli operatori del solare. La tanto discussa grid

Dettagli

SETTORE POLITICHE FINANZIARIE BILANCIO E TRIBUTI VADEMECUM TASI

SETTORE POLITICHE FINANZIARIE BILANCIO E TRIBUTI VADEMECUM TASI SETTORE POLITICHE FINANZIARIE BILANCIO E TRIBUTI Che cos'è la TASI VADEMECUM TASI E' il tributo dovuto per la copertura dei servizi indivisibili. Il presupposto E' il possesso o la detenzione a qualsiasi

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 5 maggio 2014 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 Nel 2014 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,6% in termini reali, seguito da una crescita dell

Dettagli

Deliberazione n. 38. Partecipa alla seduta il sottoscritto Vice Segretario Generale, dott. Luigi MAGGIO.

Deliberazione n. 38. Partecipa alla seduta il sottoscritto Vice Segretario Generale, dott. Luigi MAGGIO. Protocollo RC n. 7994/14 Deliberazione n. 38 ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELL ASSEMBLEA CAPITOLINA Anno 2014 VERBALE N. 50 Seduta Pubblica del 23 luglio 2014 Presidenza: CORATTI - MARINO L

Dettagli

IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse

IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse CICLO DI SEMINARI febbraio/maggio 2008 IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse CICLO DI SEMINARI IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse 26 febbraio PRESUPPOSTI

Dettagli

COMUNE DI MORGONGIORI. I.M.U. anno 2012

COMUNE DI MORGONGIORI. I.M.U. anno 2012 COMUNE DI MORGONGIORI PROVINCIA DI ORISTANO IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA I.M.U. anno 2012 VADEMECUM ILLUSTRATIVO Con l art. 13 del D.L. 6 dicembre 2011, n. 201, convertito in Legge 22 dicembre 2011, n. 214

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA

REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA Lombardia 300/2014/PAR REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA composta dai magistrati: dott. Gianluca Braghò dott. Donato Centrone dott. Andrea Luberti

Dettagli

Deliberazione n.57/pareri/2008

Deliberazione n.57/pareri/2008 Deliberazione n.57/pareri/2008 REPUBBLICA ITALIANA CORTE DEI CONTI SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA composta dai magistrati: dott. Nicola Mastropasqua Presidente dott. Giorgio Cancellieri

Dettagli

REL. 5/2015 Italiano GUIDA ALLE DETRAZIONI E AI CONTRIBUTI

REL. 5/2015 Italiano GUIDA ALLE DETRAZIONI E AI CONTRIBUTI REL. 5/2015 Italiano GUIDA ALLE DETRAZIONI E AI CONTRIBUTI Agevolazioni all acquisto L acquisto di un montascale a poltroncina, a piattaforma e di una piattaforma elevatrice per l utilizzo in abitazioni

Dettagli

D.L. 30 dicembre 2013, n. 151

D.L. 30 dicembre 2013, n. 151 D.L. 30 dicembre 2013, n. 151 Disposizioni di carattere finanziario indifferibili, finalizzate a garantire la funzionalità di enti locali, la realizzazione di misure in tema di infrastrutture, trasporti

Dettagli

CIRCOLARE N. 2/E. R RrRrrr. Direzione Centrale Normativa

CIRCOLARE N. 2/E. R RrRrrr. Direzione Centrale Normativa CIRCOLARE N. 2/E R RrRrrr Direzione Centrale Normativa OGGETTO: Modifiche alla tassazione applicabile, ai fini dell imposta di registro, ipotecaria e catastale, agli atti di trasferimento o di costituzione

Dettagli

Progetto di legge di iniziativa popolare: Per un fisco più equo e giusto

Progetto di legge di iniziativa popolare: Per un fisco più equo e giusto Progetto di legge di iniziativa popolare: Per un fisco più equo e giusto Negli ultimi mesi lo scenario europeo ha avuto un'evoluzione nuova e positiva. I margini di flessibilità del Fiscal Compact sono

Dettagli

CIRCOLARE N. 22/E. Direzione Centrale Normativa. Roma, 9 giugno 2015

CIRCOLARE N. 22/E. Direzione Centrale Normativa. Roma, 9 giugno 2015 CIRCOLARE N. 22/E Direzione Centrale Normativa Roma, 9 giugno 2015 OGGETTO: Modifiche alla disciplina dell IRAP Legge di Stabilità 2015 2 INDICE Premessa... 3 1) Imprese operanti in concessione e a tariffa...

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

La riforma dell ISEE. Maggiore equità ed efficacia nella valutazione della condizione economica della famiglia

La riforma dell ISEE. Maggiore equità ed efficacia nella valutazione della condizione economica della famiglia Maggiore equità ed efficacia nella valutazione della condizione economica della famiglia 2 La riforma dell ISEE (Indicatore della situazione economica equivalente) rappresenta un passo fondamentale per

Dettagli

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Gruppo di Lavoro ITACA Regioni/Presidenza del Consiglio dei Ministri Aggiornamento 14 novembre 2011 Dipartimento

Dettagli

La cedolare secca. Chi, cosa, come, quando e perché

La cedolare secca. Chi, cosa, come, quando e perché La cedolare secca Chi, cosa, come, quando e perché La cedolare secca è una novità di quest anno. Osserviamola più da vicino e scopriamo in cosa consiste. Partiamo dal principio Le regole generali E per

Dettagli

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale Protocollo N. del. Deliberazione N. del ASSESSORATO SERVIZI SOCIALI Proposta N. 66 del 24/03/2015 SERVIZIO SERVIZI SOCIALI Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Dettagli

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il presente documento ha finalità meramente illustrative della tassazione degli interessi e degli altri redditi

Dettagli

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti CIRCOLARE 11/E Roma, 23 marzo 2015 OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti 2 INDICE 1 DESTINATARI DELLA DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA... 5

Dettagli

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE Modello 730 precompilato e fatturazione elettronica Roma, 11 marzo 2015 2 PREMESSA Signori

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA RELATIVO ALLE MODALITA E TEMPI DI RIVERSAMENTO DEL TRIBUTO PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI AMBIENTALI (TEFA) TRA

PROTOCOLLO D INTESA RELATIVO ALLE MODALITA E TEMPI DI RIVERSAMENTO DEL TRIBUTO PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI AMBIENTALI (TEFA) TRA PROTOCOLLO D INTESA RELATIVO ALLE MODALITA E TEMPI DI RIVERSAMENTO DEL TRIBUTO PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI AMBIENTALI (TEFA) TRA L Amministrazione Città metropolitana di Roma Capitale, con sede in Roma,

Dettagli

News per i Clienti dello studio

News per i Clienti dello studio News per i Clienti dello studio Ai gentili clienti Loro sedi Il nuovo regime forfettario previsto dalla legge di stabilità per il 2015 Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che con la

Dettagli

CIRCOLARE N.3/E. Roma, 28 febbraio 2012

CIRCOLARE N.3/E. Roma, 28 febbraio 2012 CIRCOLARE N.3/E Direzione Centrale Normativa Roma, 28 febbraio 2012 OGGETTO: Articolo 24, comma 31, del decreto-legge 6 dicembre 2011 n. 201, convertito, con modificazioni, dalla legge 22 dicembre 2011,

Dettagli

CAPITOLO I L IMPOSIZIONE DIRETTA PER LE SOCIETÀ SEMPLICI IMMOBILIARI 1 1 SOCIETÀ SEMPLICI ESERCENTI ATTIVITÀ DI GESTIONE IMMOBILIARE

CAPITOLO I L IMPOSIZIONE DIRETTA PER LE SOCIETÀ SEMPLICI IMMOBILIARI 1 1 SOCIETÀ SEMPLICI ESERCENTI ATTIVITÀ DI GESTIONE IMMOBILIARE Società immobiliari CAPITOLO I L IMPOSIZIONE DIRETTA PER LE SOCIETÀ SEMPLICI IMMOBILIARI 1 1 SOCIETÀ SEMPLICI ESERCENTI ATTIVITÀ DI GESTIONE IMMOBILIARE Ai sensi dell art. 2249 c.c., le società che hanno

Dettagli

Autorizzazione per l'anno 2015 all'emissione della bollettazione in acconto per il primo semestre da parte del soggetto gestore AMA

Autorizzazione per l'anno 2015 all'emissione della bollettazione in acconto per il primo semestre da parte del soggetto gestore AMA Protocollo RC n. 4480/15 ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA CAPITOLINA (SEDUTA DEL 20 FEBBRAIO 2015) L anno duemilaquindici, il giorno di venerdì venti del mese di febbraio, alle ore

Dettagli

Il Commissario Delegato per la Ricostruzione Presidente della Regione Abruzzo

Il Commissario Delegato per la Ricostruzione Presidente della Regione Abruzzo Il Commissario Delegato per la Ricostruzione Presidente della Regione Abruzzo DECRETO N. 12 (Disposizioni regolamentari per la costituzione dei consorzi obbligatori ai sensi dell art. 7 dell ordinanza

Dettagli

Le associazioni di volontariato iscritte nei registri regionali: le imposte sul reddito

Le associazioni di volontariato iscritte nei registri regionali: le imposte sul reddito OdV Le associazioni di volontariato iscritte nei registri regionali: le imposte sul reddito di Sebastiano Di Diego* Nell articolo viene descritto il variegato regime fiscale, ai fini IRES, delle associazioni

Dettagli

Modello 730/2015. ntrate PERIODO D IMPOSTA 2014. genzia ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE MODELLO GRATUITO 01 INTRODUZIONE ASPETTI GENERALI

Modello 730/2015. ntrate PERIODO D IMPOSTA 2014. genzia ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE MODELLO GRATUITO 01 INTRODUZIONE ASPETTI GENERALI Modello 730/2015 PERIODO D IMPOSTA 2014 ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE 01 INTRODUZIONE 1. Perché conviene il Modello 730 2 2. Modello 730 precompilato 2 3. Modello 730 ordinario (non precompilato) 4 4.

Dettagli

CIRCOLARE N. 21/E. Roma, 10 luglio 2014

CIRCOLARE N. 21/E. Roma, 10 luglio 2014 CIRCOLARE N. 21/E Direzione Centrale Normativa Roma, 10 luglio 2014 OGGETTO: Fondi di investimento alternativi. Articoli da 9 a 14 del decreto legislativo 4 marzo 2014, n. 44 emanato in attuazione della

Dettagli

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011 CIRCOLARE N. 45/E Roma, 12 ottobre 2011 Direzione Centrale Normativa OGGETTO: Aumento dell aliquota IVA ordinaria dal 20 al 21 per cento - Articolo 2, commi da 2-bis a 2-quater, decreto legge 13 agosto

Dettagli

SOCIETA COOPERATIVE TRA PROFESSIONISTI: ASPETTI FISCALI. Bologna, 22 luglio 2014

SOCIETA COOPERATIVE TRA PROFESSIONISTI: ASPETTI FISCALI. Bologna, 22 luglio 2014 SOCIETA COOPERATIVE TRA PROFESSIONISTI: ASPETTI FISCALI Bologna, 22 luglio 2014 INQUADRAMENTO NORMATIVO FISCALE La nuova disciplina sulle società tra professionisti non contiene alcuna norma in merito

Dettagli

Passività iscritte nei bilanci IAS: il coordinamento fiscale con le modifiche apportate allo IAS 37

Passività iscritte nei bilanci IAS: il coordinamento fiscale con le modifiche apportate allo IAS 37 Le novità civilistiche e fiscali per la stesura del bilancio di Stefano Chirichigno e Vittoria Segre Passività iscritte nei bilanci IAS: il coordinamento fiscale con le modifiche apportate allo IAS 37

Dettagli

BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI

BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI Si esamina il trattamento dei benefici concessi a dipendenti, collaboratori e amministratori - collaboratori. I fringe benefits costituiscono la parte della

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA DISPONE

IL DIRETTORE DELL AGENZIA DISPONE Prot. n. 2012/74461 Approvazione del modello di versamento F24 Semplificato per l esecuzione dei versamenti unitari di cui all articolo 17 del decreto legislativo 9 luglio 1997 n. 241 e successive modificazioni

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

Le novità per gli appalti pubblici

Le novità per gli appalti pubblici Le novità per gli appalti pubblici La legge 98/2013 contiene disposizioni urgenti per il rilancio dell economia del Paese e, fra queste, assumono particolare rilievo quelle in materia di appalti pubblici.

Dettagli

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15)

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) La redazione del bilancio civilistico 2014 : le principali novità. La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) dott. Paolo Farinella

Dettagli

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO Il disegno di legge 1212 Disposizioni sulle Città metropolitane, sulle Province, sulle unioni e fusioni di Comuni approvato dal Senato ha

Dettagli

Nuova detrazione IRPEF del 50% per l acquisto di mobili ed elettrodomestici - Chiarimenti dell Agenzia delle Entrate

Nuova detrazione IRPEF del 50% per l acquisto di mobili ed elettrodomestici - Chiarimenti dell Agenzia delle Entrate Informativa ONB Nuova detrazione IRPEF del 50% per l acquisto di mobili ed elettrodomestici - Chiarimenti dell Agenzia delle Entrate INDICE 1 Premessa... 2 2 Soggetti beneficiari... 2 3 Ambito oggettivo

Dettagli

LA DICHIARAZIONE DEI REDDITI DEI RESIDENTI ALL ESTERO

LA DICHIARAZIONE DEI REDDITI DEI RESIDENTI ALL ESTERO LA DICHIARAZIONE DEI REDDITI DEI RESIDENTI ALL ESTERO COME COMPILARE IL MODELLO UNICO E PAGARE LE IMPOSTE INDICE 1. I NON RESIDENTI 2 Chi sono i non residenti 2 Il domicilio fiscale in Italia dei non residenti

Dettagli

Articolo 1 Oggetto del regolamento

Articolo 1 Oggetto del regolamento ALLEGATO A) REGOLAMENTO IN MATERIA DI IMPOSTA UNICA COMUNALE (IUC), COMPRENSIVO DELLE DISPOSIZIONI CHE DISCIPLINANO L IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (IMU) E IL TRIBUTO SUI SERVIZI INDIVISIBILI (TASI). Articolo

Dettagli

TRASFERIMENTI IMMOBILIARI: LA NUOVA TASSAZIONE IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2014

TRASFERIMENTI IMMOBILIARI: LA NUOVA TASSAZIONE IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2014 TRASFERIMENTI IMMOBILIARI: LA NUOVA TASSAZIONE IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2014 Sommario 1. Inquadramento normativo generale 2. Trasferimenti di fabbricati 3. terreni edificabili 4. terreni agricoli 5. Successioni

Dettagli

NOTA ESPLICATIVA A CURA DEL SERVIZIO POLITICHE FISCALI UIL SULLA RIDUZIONE DELLA TASSAZIONE DEL TFR

NOTA ESPLICATIVA A CURA DEL SERVIZIO POLITICHE FISCALI UIL SULLA RIDUZIONE DELLA TASSAZIONE DEL TFR NOTA ESPLICATIVA A CURA DEL SERVIZIO POLITICHE FISCALI UIL SULLA RIDUZIONE DELLA TASSAZIONE DEL TFR Nell'ambito degli interventi sul prelievo fiscale, la finanziaria 2008 (legge 24 dicembre 2007, n. 244),

Dettagli

DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA

DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA PER CHI E PREDISPOSTA COSA OCCORRE PER VISUALIZZARLA QUANDO E ONLINE I DATI PRESENTI NELLA DICHIARAZIONE MODIFICA E PRESENTAZIONE I VANTAGGI DEL MODELLO PRECOMPILATO Direzione

Dettagli

CIRCOLARE N. 13/E. Roma, 26 marzo 2015

CIRCOLARE N. 13/E. Roma, 26 marzo 2015 CIRCOLARE N. 13/E Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti Roma, 26 marzo 2015 OGGETTO: Articolo 1, comma 154, legge 23 dicembre 2014, n. 190 (Legge stabilità 2015) Contributo del cinque per mille dell

Dettagli

LA COMPENSAZIONE DEI RUOLI ERARIALI

LA COMPENSAZIONE DEI RUOLI ERARIALI Circolare N. 21 Area: TAX & LAW Periodico plurisettimanale 18 marzo 2011 LA COMPENSAZIONE DEI RUOLI ERARIALI Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del DM 10 febbraio 2011, trovano piena attuazione

Dettagli

COMUNE DI MAGLIANO IN TOSCANA PROVINCIA DI GROSSETO

COMUNE DI MAGLIANO IN TOSCANA PROVINCIA DI GROSSETO VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE ADUNANZA STRAORDINARIA DI 1 CONVOCAZIONE SEDUTA PUBBLICA N 25 DEL 14/08/2014 COPIA Oggetto: Tributo per i Servizi Indivisibili (TASI) - Aliquote per l'anno

Dettagli

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 Bonus IRPEF 80 euro Nel nuovo modello 730/2015 trova spazio il bonus IRPEF 80 euro ricevuto nel 2014, essendo previsto l obbligo di

Dettagli

Pervengono alla Scrivente numerosi quesiti nei quali si segnala che diversi comuni

Pervengono alla Scrivente numerosi quesiti nei quali si segnala che diversi comuni RISOLUZIONE N. 3/DF DIPARTIMENTO DELLE FINANZE DIREZIONE LEGISLAZIONE TRIBUTARIA E FEDERALISMO FISCALE PROT. Roma, 25 marzo 2015 OGGETTO: Tributo per i servizi indivisibili (TASI). Modello di dichiarazione.

Dettagli

L'applicazione RLI-Web deve essere utilizzata, in relazione ai seguenti adempimenti:

L'applicazione RLI-Web deve essere utilizzata, in relazione ai seguenti adempimenti: Benvenuto su RLI WEB L'applicazione RLI-Web deve essere utilizzata, in relazione ai seguenti adempimenti: richieste di registrazione dei contratti di locazione di beni immobili e affitto fondi rustici;

Dettagli

II Guida Iva in Edilizia L'Iva nelle operazioni di cessione e locazione immobiliare

II Guida Iva in Edilizia L'Iva nelle operazioni di cessione e locazione immobiliare II Guida Iva in Edilizia L'Iva nelle operazioni di cessione e locazione immobiliare Vademecum operativo Marzo 2014 SOMMARIO PREMESSA... 3 1 Abitazioni... 4 1.1 Cessioni... 4 1.1.1 Esercizio dell opzione

Dettagli

MODELLO DI PAGAMENTO: TASSE, IMPOSTE, SANZIONI E ALTRE ENTRATE

MODELLO DI PAGAMENTO: TASSE, IMPOSTE, SANZIONI E ALTRE ENTRATE TASSE IMPOSTE SANZIONI COG DENOMINAZIONE O RAGIONE SOCIALE COG DENOMINAZIONE O RAGIONE SOCIALE (DA COMPILARE A CURA DEL CONCESSIONARIO DELLA BANCA O DELLE POSTE) FIRMA Autorizzo addebito sul conto corrente

Dettagli

IMMOBILI ABITATIVI - IMPRESA COSTRUTTRICE ENTRO 5 ANNI (Quadro A)

IMMOBILI ABITATIVI - IMPRESA COSTRUTTRICE ENTRO 5 ANNI (Quadro A) D.L. 22.06.2012 n. 83, in vigore dal 26.06.2012 IMMOBILI ABITATIVI - La disciplina delle cessioni di fabbricati abitativi Con riferimento al regime delle cessioni la novella sostituisce il n. 8-bis dell

Dettagli

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11 SEZIONE I 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11 LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI LEGGE REGIONALE 3 aprile 2006, n. 12 Norme in materia di polizia comunale. IL CONSIGLIO REGIONALE

Dettagli

IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO

IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO Patrizia Clementi IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO La legge Biagi 1 ha disciplinato sotto il profilo civilistico le collaborazioni coordinate e continuative, già presenti nel nostro

Dettagli

CIRCOLARE N. 26/E. Roma, 01 giugno 2011

CIRCOLARE N. 26/E. Roma, 01 giugno 2011 CIRCOLARE N. 26/E Direzione Centrale Normativa Roma, 01 giugno 2011 Oggetto: Cedolare secca sugli affitti Articolo 3 del decreto legislativo 14 marzo 2011, n. 23 (Disposizioni in materia di federalismo

Dettagli

CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2

CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2 CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2 La valutazione delle IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI Prima lezione di Alberto Bertoni 1 IMMOBILIZZAZIONI Definizione Cod. Civ. art. 2424-bis, 1 c. Le immobilizzazioni sono

Dettagli

COMUNE DI RAGUSA REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL'IMPOSTA UNICA COMUNALE (IUC)

COMUNE DI RAGUSA REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL'IMPOSTA UNICA COMUNALE (IUC) COMUNE DI RAGUSA REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL'IMPOSTA UNICA COMUNALE (IUC) Approvato con Delibera del Consiglio Comunale n. 53 del 22/7/2014 1 Sommario Sommario... 2 CAPO I - IMPOSTA UNICA COMUNALE

Dettagli

Crescita, produttività e occupazione: le sfide che l Italia ha di fronte

Crescita, produttività e occupazione: le sfide che l Italia ha di fronte Crescita, produttività e occupazione: le sfide che l Italia ha di fronte DOCUMENTI 2013 Premessa 1. Sul quadro istituzionale gravano rilevanti incertezze. Se una situazione di incertezza è preoccupante

Dettagli

TBLUE SAUNA MILANO ASSOCIAZIONE RICREATIVA CULTURALE

TBLUE SAUNA MILANO ASSOCIAZIONE RICREATIVA CULTURALE STATUTO CIRCOLO TBLUE Art. 1 COSTITUZIONE - SEDE E costituito, come associazione culturale ricreativa non riconosciuta ai sensi dell art 36 e ss. Codice Civile ed art. 148 comma 3 D.P.R. 917/1986 (T.U.I.R.),

Dettagli

I RAPPORTI DI LAVORO IN AMBITO SPORTIVO DILETTANTISTICO

I RAPPORTI DI LAVORO IN AMBITO SPORTIVO DILETTANTISTICO SERVIZIO DECENTRAMENTO E ASSISTENZA AMMINISTRATIVA AI PICCOLI COMUNI SERVIZIO PROGRAMMAZIONE E GESTIONE ATTIVITA TURISTICHE E SPORTIVE www.provincia.torino.gov.it FORUM IN MATERIA DI ENTI SPORTIVI DILETTANTISTICI

Dettagli

Ordinanza n. 15 del 14 Aprile 2015

Ordinanza n. 15 del 14 Aprile 2015 IL PRESIDENTE IN QUALITA DI COMMISSARIO DELEGATO AI SENSI DELL ART. 1 COMMA 2 DEL D.L.N. 74/2012 CONVERTITO CON MODIFICAZIONI DALLA LEGGE N. 122/2012 Ordinanza n. 15 del 14 Aprile 2015 Modalità attuative

Dettagli

IL SISTEMA TRIBUTARIO INTRODUZIONE

IL SISTEMA TRIBUTARIO INTRODUZIONE IL SISTEMA TRIBUTARIO INTRODUZIONE Sistema tributario Insieme di tributi intesi come prestazioni di denaro obbligatorie (art. 53 Costituzione) L obbligatorietà vs. la contribuzione volontaria dovrebbe

Dettagli

AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIA-ROMAGNA

AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIA-ROMAGNA AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIAROMAGNA PER I SERVIZI IDRICI E RIFIUTI CAMB/2014/71 del 30 dicembre 2014 CONSIGLIO D AMBITO Oggetto: Proroga delle scadenze temporali previste dall'art. 12 del "Regolamento

Dettagli

La deduzione IRAP. DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 Art. 11 D.Lgs. 446/1997, come modificato dall art. 1, commi 484 e 485, L. 228/2012

La deduzione IRAP. DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 Art. 11 D.Lgs. 446/1997, come modificato dall art. 1, commi 484 e 485, L. 228/2012 DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 Art. 11 D.Lgs. 446/1997, come modificato dall art. 1, commi 484 e 485, L. 228/2012 LE DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 La quota forfetaria deducibile per ogni singolo lavoratore subordinato

Dettagli

Roma, 11 marzo 2011. 1. Premessa

Roma, 11 marzo 2011. 1. Premessa CIRCOLARE N. 13/E Direzione Centrale Accertamento Roma, 11 marzo 2011 OGGETTO : Attività di controllo in relazione al divieto di compensazione, in presenza di ruoli scaduti, di cui all articolo 31, comma

Dettagli

Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici?

Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici? Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici? Quali regolamenti si applicano per gli appalti sopra soglia? Il decreto legislativo n. 163 del 12 aprile 2006, Codice dei

Dettagli

L Iva all importazione non è la stessa imposta dell Iva interna di Sara Armella

L Iva all importazione non è la stessa imposta dell Iva interna di Sara Armella L Iva all importazione non è la stessa imposta dell Iva interna di Sara Armella La sentenza n. 12581 del 2010 1 della Corte di cassazione è parte di un gruppo di recenti sentenze 2, le prime a intervenire

Dettagli

Matteo Pozzoli Inquadramento della problematica L origine della norma e l evoluzione della disciplina

Matteo Pozzoli Inquadramento della problematica L origine della norma e l evoluzione della disciplina APPROCCIO PER COMPONENTI E SEPARAZIONE TERRENO- FABBRICATI NEI BILANCI REDATTI CON LE NORME CODICISTICHE ALLA LUCE DEI NUOVI PRINCIPI CONTABILI NAZIONALI di Matteo Pozzoli Inquadramento della problematica

Dettagli

2. L iscrizione nel Registro delle Imprese

2. L iscrizione nel Registro delle Imprese 2. L iscrizione nel Registro delle Imprese 2.1 Gli effetti dell iscrizione nel Registro delle Imprese L art. 2 del d.lgs. 18 maggio 2001, n. 228 (in materia di orientamento e modernizzazione del settore

Dettagli

DECRETO RENZI IL BONUS DI 80 AL MESE E I VANTAGGI PER I FONDI PENSIONE

DECRETO RENZI IL BONUS DI 80 AL MESE E I VANTAGGI PER I FONDI PENSIONE DECRETO RENZI IL BONUS DI 80 AL MESE E I VANTAGGI PER I FONDI PENSIONE RIFERIMENTI NORMATIVI: Decreto legge n. 66 del 24 aprile 2014 Circolare Agenzia delle Entrate, 8/E/2014 ASPETTI GENERALI: Il DL 66/2014

Dettagli