BANCANOSTRA informa GLI APPUNTAMENTI DI BANCA VALDICHIANA GIOCO IN BORSA 2005 BANCA IN CRESCITA INAUGURATO IL COMPLESSO DI SAN LAZZARO A PIAZZE

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "BANCANOSTRA informa GLI APPUNTAMENTI DI BANCA VALDICHIANA GIOCO IN BORSA 2005 BANCA IN CRESCITA INAUGURATO IL COMPLESSO DI SAN LAZZARO A PIAZZE"

Transcript

1 BANCANOSTRA informa GLI APPUNTAMENTI DI BANCA VALDICHIANA GIOCO IN BORSA 2005 BANCA IN CRESCITA INAUGURATO IL COMPLESSO DI SAN LAZZARO A PIAZZE GITE 2005 PERIODICO ECONOMICO CULTURALE E DI VITA SOCIALE DELLA BANCA VALDICHIANA - CHIUSI (SI) anno 8 - numero 2 - ottobre 2005

2 Informazioni nelle agenzie di Banca Valdichiana e su BANCANOSTRA INFORMA periodico mensile economico, culturale e di vita sociale di Banca Valdichiana - Chiusi (Siena) Iscrizione Albo Registro Periodici Tribunale Montepulciano 272 del 13/3/1998 Anno 8 numero 2 - ottobre 2005 direttore: responsabile Ariano Guastaldi redazione: Banca Valdichiana Chiusi - via Isonzo, Chiusi Scalo (Siena) tel Edizioni Luì - via Galilei, Chiusi (Siena) tel Stampa: Calosci - Cortona Spedizione in abbonamento postale comma 19 art. 2 legge 662/96 filiale di Siena Diffusione gratuita

3 BANCANOSTRA INFORMA SI RINNOVA La nuova veste grafica e il nuovo formato (tipo A4) vogliono agevolare la lettura e aiutare il così detto colpo d occhio, per avere con immediatezza la panoramica dei vari articoli. Articoli che saranno aggiornati, chiari e di interesse. Le varie rubriche illustreranno i prodotti, informeranno sui servizi, tratteranno temi di attualità e porteranno a conoscenza le iniziative che il Credito Cooperativo prende a livello nazionale e regionale. Non mancherà l Angolo del Cral, e le tante proposte per il tempo libero e il week-end. La redazione sarà potenziata e cercherà di dare maggior lustro ad un periodico nato nel maggio di sette anni fa. Tenderà sempre di più a porsi in dialogo con i Soci, i clienti e le comunità del territorio dove la BCC è insediata e dove opera, come era scritto nel n. 1. Sarà data maggiore visibilità alla Confidenziale del Presidente e all Osservatorio del Direttore, che tastano il polso alla Banca nella mission che la distingue, e nell operatività che la sostiene. Un rinnovo che speriamo sia gradito, e sia strumento piccolo ma cordiale per sentire Banca Valdichiana sempre più nostra. Il Direttore GLI APPUNTAMENTI DI BANCA VALDICHIANA NOVEMBRE * SABATO 19 dalle ore 15 alle ore 19,30 Chiusi, Teatro Comunale: Premiazione Borse di studio, con spettacolo di arte varia a cura dei Semidarte e Orchestra Hot Club Aurora DICEMBRE * SABATO 3 ore 17,30 Chiusi, Duomo - Rassegna di 3 corali (corali di Chiusi, Asciano, Pontassieve) * SABATO 17 ore 21,15 e DOMENICA 18 ore 17,00 - Riservato ai Soci Chiusi, Teatro Comunale: Serata degli Auguri con lo spettacolo Taxi a due piazze a cura di Trasimenoteatro al termine brindisi augurale * MERCOLEDI 21 Roma, Vaticano: udienza dal S. Padre - Riservato ai Soci con una prevista partecipazione di circa 300 persone * GIOVEDI 22 ore 21 Castiglion Fiorentino, Teatro Comunale: Serata degli Auguri con lo spettacolo Taxi a due piazze a cura di Trasimenoteatro al termine brindisi augurale Borse di Studio GENNAIO FEBBRAIO 2006 Corsi di INGLESE E INFORMATICA Riservato ai Soci (proposta del Consorzio La Sfinge - Gruppo Readytec Chiusi)

4 Confidenziale del Presidente ASSEMBLEA SOCI 2005 Valori e numeri, idealità e congiuntura: l impegno della banca per i soci e la clientela Sette anni fa, il 26 giugno del 1998, Giovanni Paolo II riceveva in udienza privata i responsabili nazionali del Movimento Cooperativo. La delegazione era guidata dal toscano prof. Giorgio Clementi, all epoca Presidente dell Iccrea. Presenti tra gli altri anche l avv. Alessandro Azzi, Presidente di Federcasse, e Mons. Francesco Rosso, incaricato della Cei per i temi della cooperazione. Nel saluto rivolto agli esponenti del Movimento, ponendo attenzione al conflitto potenziale ma concreto tra le esigenze di solidarietà e quelle (nuovissime e di ancora stretta attualità) dell imprenditorialità, il Santo Padre sottolineava che nel rispetto delle esigenze dell imprenditorialità, la vostra attività cerca di promuovere una reale democrazia economica con l offerta di un credito a misura d uomo. Queste stesse parole, insieme al contesto di riferimento ripreso dal saluto del Pontefice, le abbiamo volute riproporre in apertura del bilancio sociale di Banca Valdichiana. Domenica 8 maggio, in effetti, approvando il bilancio civilistico 2004, l assemblea dei Soci ha implicitamente approvato tutti gli interventi, le azioni, i contributi (oltre euro!) che hanno supportato la così detta funzione sociale. Funzione svolta dalla BCC nell anno appena trascorso a favore delle comunità di riferimento. Tra le voci dello Stato Patrimoniale e del Conto Economico, tra i numeri della raccolta e degli impieghi, tra i costi e i ricavi, in un quadro economico e finanziario che presenta più ombre che luci, ci sembra (e ci corre il dovere di dirlo con la dovuta prudenza) che il bilancio sociale di Banca Valdichiana riesca a coniugare le esigenze dell imprenditorialità a quelle della solidarietà, risolvendo all origine il paventato conflitto di cui sopra. Senza dimenticare la mutualità, che gratifica il socio in quanto tale. È un punto di onore per tutti noi. È un impegno in più per quanti credono nel ruolo della banca locale e nelle motivazioni che stanno alla sua origine. E che è lecito sperarlo le daranno vitalità per gli anni avvenire. Solidarietà quindi, ma anche sana e prudente gestione, che a nostro avviso è la nervatura per una imprenditorialità di qualità. Per dotarsi e dotare i soci e i clienti titolari di impresa degli strumenti adatti per ricercare quella imprenditorialità di qualità cui accennavamo sopra, Banca Valdichiana ha commissionato alla società Eurema di Firenze la ricerca socio economica presentata a Sarteano nell aprile scorso. Ha inoltre attivato il Master per Imprenditori, che ha visto nel programma didattico corsi di marketing, di controllo di gestione e di creazione d impresa. Corsi ai quali hanno partecipato anche dipendenti della banca. Proprio per meglio affiancarsi alle imprese stesse. Sono due servizi che rendono ancor più viva e dinamica la presenza della BCC nei Comuni di operatività. Sono due espressioni di quel fare banca facendo riferimento ai soci, ai clienti, alle comunità di competenza. Attenzione quindi ai numeri del dare e dell avere, ma anche a quella responsabilità sociale d impresa che oggi per molti (anche nel settore bancario ) è una novità, ma per Banca Valdichiana è il suo modo di lavorare. Omero Pagliai 4

5 Il CdA di Banca Valdichiana ha approvato il bilancio semestrale della Banca al , che conferma il buon andamento gestionale in linea con il piano strategico 2005/2007, approvato nel dicembre La raccolta complessiva da clientela ha superato i 418 milioni di euro, in crescita del 3,4% sul dicembre 2004, e del 6,90% sul giugno La raccolta diretta è cresciuta del 5% rispetto al dicembre 2004, attestandosi a 272 milioni di euro, con +15,74% sul giugno Gli impegni con clientela sono saliti del 7% sul dicembre 2004, e del 13,82 sul giugno 2004, toccando i 214 milioni di euro. Complessivamente i montanti della Banca hanno raggiunto i 632,6 milioni di euro, con un incremento del 4,50% sul dicembre e del 9,24% sul giugno del decorso anno. Dopo gli accantonamenti ai fondi rischi e l imposizione fiscale, il conto economico chiude con un utile netto superiore a ,00 di euro. Risultato in crescita rispetto allo stesso periodo dell anno precedente. Il margine d interesse è cresciuto del 2,80% e i ricavi da servizi aumentano del 9,77%, pertanto il margine di intermediazione cresce del 4,32%. In sintesi, l andamento di questo primo semestre fa ben sperare per un buon risultato economico al 31 dicembre Fulvio Benicchi Direttore Generale BANCA IN CRESCITA Il bilancio Semestrale conferma un buon andamento gestionale diretta indiretta impieghi montanti

6 Dopo l ottima performance realizzata dai mercati finanziari nel corso del 2004, non tutti si sarebbero attesi un anno 2005 così come si sta concretizzando almeno nei primi nove mesi. Dall inizio dell anno alla fine del mese di settembre, l indice che racchiude i primi 40 titoli del mercato borsistico italiano, in quanto a capitalizzazione, ha messo a segno un rialzo del 12,53% e tutto questo malgrado lo scenario macro economico che ruota intorno alle principali economie mondiali ed in particolare a quella europea, più volte definita asfittica da numerosi economisti. Non da meno, nel commentare l andamento di questa parte di anno, risulta il fatto MERCATI FINANZIARI: DUE ANNI A CONFRONTO che il 7 luglio abbiamo assistito all ennesimo evento terroristico che, in altre circostanze, avrebbe avuto effetti a dir poco drammatici sui mercati finanziari. L attentato messo a segno nella capitale finanziaria del vecchio continente, Londra, aveva fatto paventare il crollo sui mercati, memori di quanto vissuto il famoso 11 settembre del 2001 a New York. In realtà l atteso shock non c è stato, o quantomeno è stato limitato a poche ore, poi tutto si è riportato verso una normalità che di lì a breve si sarebbe trasformata in una prosecuzione del rialzo da inizio anno. I mercati azionari, oltre ai titoli del petrolio, date le quotazioni arrivate fino ai 70$ al barile, sono stati sostenuti anche da ritrovati fenomeni di fusione ed accorpamento nonchè da attente revisioni di bilancio con l approssimarsi della scadenza per la redazione dei bilanci secondo il nuovo sistema internazionale di contabilizzazione. Tutta una serie di eventi che hanno avuto la meglio sullo scenario macro economico che sia di qua sia di là dall oceano non ha poi fornito segnali così forti dopo la parentesi recessiva degli anni In basso si riporta l andamento grafico dell indice S&PMIB dal 2004 fino al 30/09/2005. Nello scenario sopra descritto, sintesi di questo 2005 che volge verso la parte finale, abbiamo assistito al riscatto dei prodotti del risparmio gestito, in modo particolare i comparti azionari che sono riusciti a far registrare delle ottime performance a doppia cifra. Nell ambito del comparto Aureo si segnala inoltre che la categoria dei Fondi di Fondi, dal febbraio di quest anno, ha avuto una completa trasformazione dal punto di vista della modalità di gestione diventando una sorta di gestione in fondi Aureo con rischio controllato e questo ha permesso di riallinearsi anche nella performance dopo un periodo, successivo al loro collocamento, in cui stringenti vincoli di statuto li avevano penalizzati rispetto al settore. Fabrizio Fabietti 6

7 IL NUOVO STATUTO DELLA BCC Con la promulgazione del decreto legislativo n. 310 del 28/12/2004, recante norme integrative e correttive alle disposizioni in tema di diritto societario ed al testo unico bancario, è risultato definito il quadro normativo che disciplina le Banche di Credito Cooperativo, a completamento della più ampia riforma del diritto societario come previsto dal decreto legislativo n. 6 del 17/01/2003. La nuova riforma, riscrivendo le norme del codice del 1942, persegue l obiettivo di adeguamento della legislazione italiana ponendola al medesimo livello di quella di altri Paesi dell Europa, conferendo una maggiore elasticità al diritto societario. Copia dello Statuto di Banca Valdichiana può essere richiesta presso le agenzie oppure scaricata dal nostro sito internet STATUTO Alla luce di ciò, all Assemblea dell 8 maggio 2005, i Soci di Banca Valdichiana sono stati chiamati a deliberare numerose modifiche agli articoli dello statuto sociale. Data la corposità del testo completo i Soci possono richiedere lo Statuto presso l agenzia di competenza o consultarlo su internet all indirizzo Per comodità di lettura si riproduce di seguito l art. 2 che evidenzia i principi ispiratori, e lo scopo della mutualità prevalente, come richiesto dalla legge. Claudio Tiezzi Art. 2 Principi ispiratori Nell esercizio della sua attività, la Società si ispira ai principi cooperativi della mutualità senza fini di speculazione privata. Essa ha lo scopo di favorire i soci e gli appartenenti alle comunità locali nelle operazioni e nei servizi di banca, perseguendo il miglioramento delle condizioni morali, culturali ed economiche degli stessi e promuovendo lo sviluppo della cooperazione, l educazione al risparmio e alla previdenza, nonché la coesione sociale e la crescita responsabile e sostenibile del territorio nel quale opera. La Società si distingue per il proprio orientamento sociale e per la scelta di costruire il bene comune. È altresì impegnata ad agire in coerenza con la Carta dei Valori del Credito Cooperativo e a rendere effettivi forme adeguate di democrazia economico-finanziaria e lo scambio mutualistico tra i soci. Fondi Aureo: un investimento su misura Il risparmiatore che affronta concretamente la scelta di un investimento in grado di soddisfare le proprie esigenze, si deve porre una domanda essenziale: Qual è il motivo che mi spinge a risparmiare? Un accorta diversificazione del proprio portafoglio titoli in ambito di risparmio gestito deve tenere conto non solo del criterio di scelta Rischio/Rendimento come parametro oggettivo di decisione, ma anche dell arco temporale di riferimento. Se l investitore è disposto ad accettare una dose di rischio ottimale, si porrà nella potenzialità di conseguire un rendimento adeguato alla classe di rischio scelta proporzionale ad un arco temporale di lungo termine. Ogni bisogno finanziario ben preciso deve essere valutato ed esaminato alla luce della propria situazione economica ed in base alle proprie aspettative. Riferendosi ad un obiettivo profilo di Rischio/Rendimento, ogni risparmiatore può identificarsi ed ottimizzare il proprio investimento. Dilatando l impiego nel tempo, si annacqua il rischio tipico dei mercati più volatili grazie anche l abilità di una gestione affidabile e professionale. Aureo Gestioni permette ad ogni investitore di identificarsi in una specifica classe di rischio in base all ampia scelta di opportunità che il Sistema di Fondi Aureo offre. Con un Asset Allocation mirato e ben ripartito, ogni investitore può affrontare le sfide più temerarie di una Borsa ad alto rischio o di un mercato obbligazionario ad alto potenziale speculativo senza rischiare più di quanto la sua diversificazione preveda. Maggiori informazioni sui Fondi Aureo Gestioni nelle agenzie di Banca Valdichiana. 7

8 L edizione di quest anno del Gioco in Borsa che, per cause tecniche, ha avuto un periodo di durata più breve rispetto alle precedenti, si è svolta in un momento dei mercati finanziari abbastanza delicato ed i quasi sei mesi avuti a disposizione dalle classi per concretizzare le proprie scelte non sono stati particolarmente facili, soprattutto perché, come era successo lo scorso anno, i primi mesi sia del 2004 sia del 2005 hanno coinciso con una sorta di ampia fase laterale del mercato azionario italiano successiva ad una fase rialzista particolarmente significativa. Questa edizione, ancor più di quella dello scorso anno, può essere considerata di sensibile difficoltà dato che la fase laterale a cui abbiamo fatto cenno è stata determinata da una forte rotazione settoriale a differenza dello scorso inizio anno in cui il mercato si era mosso in maniera corale. Per ottenere i migliori risultati è stato quindi di fondamentale importanza selezionare i titoli di quei settori che hanno fatto da catalizzatori degli interessi degli investitori per nuovi scenari di mercato: il forte rialzo del prezzo del petrolio, legato alla poderosa crescita economica della Cina, ed una ritrovata necessità di procedere ad aggregazioni sulla base di economie di scala per aumentare la competitività e la redditività nel sistema bancario. Da questi due macro-eventi che hanno caratterizzato il mercato azionario fin dallo scorso 2004, sono emersi i titoli vincenti: le oil company, con un prezzo del petrolio passato da 35$ a quasi 60$ GIOCO IN BORSA 2005 al barile in poco più di un anno, ed il sistema bancario, dato che grossi gruppi esteri altamente capitalizzati si sono accorti del fatto che gli asset dei principali istituti bancari italiani potevano rappresentare ancora un buon investimento in relazione alla possibilità di entrare in un sistema altamente votato al risparmio come quello delle famiglie italiane. Il tutto a scapito della tecnologia che sia nel 2004 che in questo inizio di 2005 non ha certamente dato grosse soddisfazioni agli investitori. Un aspetto particolarmente interessante, che non ha però destato ancora troppa attenzione sulle classi, è stato l utilizzo delle valute. Se lo scorso hanno, questo strumento non era stato nemmeno preso in considerazione, questa volta alcune classi hanno deciso di avventurarsi in questa nuova prova anche se è mancato un po di coraggio, dati gli importi veramente esigui che sono stati trattati, nonché una minore conoscenza rispetto allo strumento azionario. In realtà la valuta di un paese rappresenta uno strumento importante che risente fortemente del livello dei saggi di interesse e, quindi, del relativo tasso di inflazione, ed ha la capacità di determinare anche l andamento della bilancia commerciale in termini di variazione di import-export. Infatti, per riportare l economia fuori dalla fase recessiva una potenza come gli Stati Uniti ha cercato - in una voluta debolezza del dollaro - una possibile via di uscita all enorme deficit di bilancio creato dall amministrazione Bush. Quindi il forte deprezzamento della valuta americana nei confronti della valuta comunitaria, che proprio a fine anno ha toccato i minimi storici, avrebbe potuto rappresen- tare una buona occasione per scommettere su di una ripresa di forza del dollaro in concomitanza della nuova fase di politica monetaria degli Stati Uniti volta al rialzo del livello dei tassi ufficiali. Infine è da segnalare che nella presente edizione è mancata la partecipazione delle classi dell Istituto Tecnico Rosselli di Castiglione del Lago che nella scorsa edizione si erano ben comportate ottenendo addirittura la prima posizione. Fabrizio Fabietti 8

9 Relazione della Classe 4 A Istituto Einaudi Chiusi 1 classificato Questa è stata la nostra prima esperienza per quanto riguarda il Gioco in Borsa. Si è rivelata piacevole e molto interessante per tutta la classe, che ha mostrato partecipazione al progetto. L utilizzo del budget è stato piuttosto vario. La nostra attenzione si è soffermata sui titoli che avevano avuto un alta percentuale di profitto durante l anno 2004 e che ci potevano garantire una certa stabilità. All inizio il capitale a nostra disposizione è stato così suddiviso: 20% in valute estere; 40% in titoli bancari; 20% in titoli della new economy; 20% in titoli della old economy. I titoli che ci hanno reso un guadagno sempre crescente sono stati soprattutto quelli bancari, ma anche quelli energetici hanno dato utili. Abbiamo cercato di speculare su titoli a rischio ma non sempre l azzardo è andato a buon fine. L assegnazione del budget iniziale è stata fatta soprattutto tramite informazioni ricavate dalle notizie pubblicate sul Sole 24ore. Questo ci ha aiutato nello scegliere i titoli delle società sulla base del loro operare sul mercato. La nostra inesperienza ci ha poi dimostrato che a volte abbiamo avuto fortuna e altre meno Il Gioco in Borsa è stata un esperienza piacevole che ci ha dato valide conoscenze sul mondo dell economia e su quello della borsa. Ci sarà sicuramente utile per la nostra prossima entrata nel mondo del lavoro. Sperando in maggiori guadagni per il prossimo, cogliamo l occasione per ringraziare Banca Valdichiana di averci dato questa grande opportunità! Relazione della Classe 5 C Istituto Roncalli Poggibonsi 2 classificato Anche quest anno la Banca Valdichiana Credito Cooperativo Tosco-Umbro ci ha dato la possibilità di partecipare al Gioco in Borsa. Avendo preso parte anche alla precedente edizione, nel corrente anno siamo riusciti ad intraprendere il gioco in maniera migliore, anche se il nostro portafoglio è stato stabile per mancanza di tempo (in vista degli esami di Stato) e per colpa della situazione economica che non è molto cambiata rispetto all anno scorso. Le aziende hanno trovato molta difficoltà ad imporre i propri prodotti anche a causa della concorrenza asiatica che è diventata sempre più agguerrita. Sono peggiorati vari settori come quello tessile e automobilistico. Il titolo azionario Fiat, ad esempio, è stato molto altalenante. Come ogni anno ci sono stati momenti positivi ma anche negativi, dovuti soprattutto alla scelta effettuata dagli azionisti. Infatti i piccoli risparmiatori hanno lasciato la Borsa per optare su altri tipi di investimento, come il mercato immobiliare. A causa di queste difficoltà non abbiamo ritenuto necessario effettuare variazioni nel nostro portafoglio. In effetti, a differenza dell anno scorso, abbiamo adottato la tattica del cassettista, acquistando i titoli e lasciandoli invariati per tutta la durata del gioco. Come l anno passato, ci siamo documentati per scegliere i giusti titoli da comprare usufruendo di tutti i mezzi che la tecnologia ci mette a disposizione: TV satellitare, siti internet e canali telematici. Ma soprattutto attraverso il giornale economico il Sole 24Ore. Dopo le varie opinioni e i vari consulti, abbiamo deciso quali movimentazioni effettuare ogni venerdì, con la speranza di aver scelto i titoli migliori che potevano offrire più garanzie. Le nostre scelte iniziali sono state dettate dall esigenza di bilanciare il portafoglio con vari tipi di titoli presenti nel S&PMIB, l indice su cui si è svolto il gioco. Abbiamo scelto titoli energetici, quali Eni ed Enel, titoli bancari, come BNL, e titoli assicurativi. Abbiamo poi destinato una parte del nostro capitale all acquisto di valuta estera, come il franco svizzero che è rimasto invariato nonostante i vari cambiamenti del mercato. La situazione in generale, nei primi quattro mesi del 2005, secondo vari esperti, non è stata positiva: l indice S&PMIB, ha perso oltre il 4%, il Dow Jones è in rosso di oltre il 5% e il Nasdaq è scivolato quasi del 12%. Possiamo quindi considerare questo periodo di gioco negativo per la borsa. Anche nella presente edizione abbiamo avuto la possibilità di mettere in atto le cose studiate durante l anno scolastico. È stata un esperienza interessante, e ringraziamo la bcc per l opportunità che ci ha offerto, con l augurio che il Gioco riesca a far avvicinare molti altri giovani a questo mondo affascinante ed importante per il nostro futuro. Classe Scuola Capitale Iniziale Capitale Finale Utile/Perdita Var% Premio 1 Einaudi 4A ITC CHIUSI , , ,00 6,69% 1.500,00 2 Roncalli 5C ITC POGGIBONSI , , ,00 3,35% 500,00 3 Roncalli 5B ITC POGGIBONSI , ,00 694,00 0,69% 250,00 4 Laparelli 4A ITC CORTONA , ,00 691,00 0,69% 250,00 5 Laparelli 4B ITC CORTONA , ,00 196,00 0,20% 6 Laparelli 5B ITC CORTONA , ,00-162,00-0,16% 7 Einaudi 5A ITC CHIUSI , ,00-874,00-0,87% 8 Einaudi 5B ITC CHIUSI , , ,00-2,05% 9

10 INAUGURATO IL COMPLESSO DI SAN LAZZARO A PIAZZE Domenica 18 settembre a Piazze si è tenuta l inaugurazione del vecchio complesso dedicato a San Lazzaro Resuscitato. L inclemenza del tempo non ha frenato gli entusiasmi e la legittima soddisfazione di quanti hanno contributo al restauro e al riuso per finalità socio-culturali della ex chiesa parrocchiale. Stando agli studi di mons. Fiorenzo Canuti, la ex chiesa è da far risalire agli inizi del XVI secolo. In effetti a quell epoca la casa parrocchiale (chiesa principale) era quella di Camporsevoli. A Camporsevoli risiedeva anche l autorità civile e il grosso della popolazione. Con il passare dei secoli, Piazze e la sua chiesa acquistano sempre più importanza. Agli inizi dell Ottocento, nella chiesa di San Lazzaro vengono celebrati i primi battesimi. Il Libro dei nati dà inizio all Archivio Parrocchiale. In tal modo tutta la comunità di Piazze vede riconosciuta la propria vitalità e crescita. Vitalità che da oggi potrà esprimersi nelle varie iniziative che al complesso di San Lazzaro faranno riferimento. Severino Mignoni Nel box, le tappe salienti di tale restauro, in copertina l immagine del manifesto della inaugurazione. 10

11 1 - Costituzione e scopi Il 23 maggio 2003 con atto rogato dal notaio Francesco Previsti si costituisce a Piazze l Associazione Piazze L Associazione si prefigge lo scopo del restauro conservativo del complesso parrocchiale dedicato a San Lazzaro Resuscitato e il conseguente utilizzo come centro socio-culturale. L Associazione - è detto nell atto costitutivo - curerà la promozione di iniziative culturali, sociali, ricreative e storiche. Particolare attenzione sarà dedicata a momenti di aggregazione per anziani e giovani, cercando di realizzare in tal modo condizioni di vita comunitaria più elevate per tutta la popolazione. Sono 15 i soci fondatori che sottoscrivono l atto. Tra di loro figurano il parroco di Piazze don Marino Colosi, scomparso recentemente, il dott. Fulvio Macchietti non in proprio ma quale vice presidente vicario di Banca Valdichiana e Marco Macchietti in qualità di Sindaco del comune di Cetona. La partecipazione all atto della Parrocchia, del Comune e di Banca Valdichiana evidenzia l importanza attribuita al recupero del complesso. Al momento della costituzione la presidenza dell associazione è assunta da Giuseppe Gigliotti, mentre il dott. Fulvio Macchietti è eletto Vice Presidente. 2 - Piano finanziario Sul totale dell importo stimato per il recupero del complesso di S. Lazzaro pari a circa euro, attingendo agli utili di bilancio Banca Valdichiana eroga circa euro. Assume inoltre l impegno di erogare altri euro in quote annuali di euro per 10 anni. La prima quota viene erogata nel La partecipazione della Bcc all onere di recupero e di valorizzazione del complesso si può quindi quantificare in euro: più di un terzo del totale. 3 - Ruolo di Banca Valdichiana Il recupero di questo complesso si aggiunge in maniera egregia a quelle realizzazioni sponsorizzate in toto o pro quota da Banca Valdichiana, e che l opinione pubblica identifica chiamandole grandi opere : dal Palazzetto dello Sport di Chiusi stazione (primo in ordine temporale) fino al Palazzetto dello Sport di Sarteano, inaugurato il 24 aprile del Senza dimenticare il Museo della Cattedrale a Chiusi e la Palestra Polifunzionale a Sanfatucchio. Con l intervento sul complesso di San Lazzaro, Banca Valdichiana riafferma così la funzione sociale della banca locale. Nel rispetto della sana e prudente gestione, che è la migliore garanzia per tutti i Soci e clienti, Banca Valdichiana non dimentica la promozione culturale e morale delle comunità di riferimento. Frutto di positive sinergie, le opere fin qui realizzate riescono a produrre un valido associazionismo e mettono in moto un volontariato quanto mai utile per tutta la comunità. Le fotografie dell inaugurazione sono state raccolte in un CD che può essere richiesto alla segreteria della Banca. 11

12 CROCIERA MAGICO MEDITERRANEO E CINA: RELAX E CULTURA En plein per le due gite sociali effettuate nell anno in corso. La prima, la crociera sul Successo pieno per le gite sociali della BCC Mediterraneo a bordo di Costa Magica, si è svolta dal 19 al 26 giugno. 105 i partecipanti, con notevole e simpatica affluenza di bambini e giovani. Mascotte del gruppo la piccola Matilde poco più di 2 anni! figlia di Fabio Tamagnini, membro del CdA. Le famiglie hanno approfittato dell offerta loro riservata (a quota decisamenta ridotta) e sono venute accompagnate dai figli, portando allegria e buonumore a tutti i gitanti. La crociera è partita da Civitavecchia ed ha toccato Savona, Barcellona, Palma di Maiorca, Tunisi. Malta e Palermo. Anche le escursioni hanno trovato gradimento e partecipazione. Particolarmente apprezzata la visita a La Valletta, capitale di Malta, dove il capolavoro del Caravaggio il pittore della luce e delle ombre ha destato grande emozione. La seconda gita si è svolta in Cina dal 17 al 30 agosto. 53 i posti a disposizione 12

13 della BCC, che sono andati letteralmente a ruba in pochissimi giorni Pechino, Shanghai, Hong Kong le principali metropoli visitate. Tra le testimonianze storico-culturali hanno suscitato notevole attenzione (e sentita ammirazione per una civiltà che esula dai nostri canoni) il Tempio del Lama, il così detto esercito di terracotta posto a protezione del tumulo dell imperatore Qien Sahihuang e la pagoda della Grande Oca Selvatica. Per il 2006 il programma delle Gite sarà pronto per l inizio d anno. Si consiglia una sollecita prenotazione, perché a volte i posti riservati alla BCC non riescono a soddisfare la domanda L organizzazione tecnica è stata curata dall Agenzia Trestelle Viaggi e Turismo di Chiusi Stazione. Severino Mignoni 13

14 L angolo del Cral Nella seconda settimana di marzo si è svolta a Milano e Brescia la gita del nostro Circolo Aziendale, allargata alla sempre gradita partecipazione di numerosi amici esterni. Si è potuto ammirare nella città ambrosiana lo splendido Duomo, dove il gotico si sposa felicemente con il gusto rinascimentale e con le altre vestigia che hanno lasciato le epoche successive. Il Cenacolo vinciano, vera e propria rappresentazione drammatica degli stati d animo degli apostoli nel momento dell annuncio del tradimento del Cristo, ci ha fatto gustare uno dei vertici della pittura ri- Nel penultimo fine settimana di agosto, il CRAL Banca Valdichiana ha organizzato un viaggio a Verona, per assistere a una delle rappresentazioni liriche che tanto hanno contribuito alla fama della città scaligera nel mondo. In questa occasione si trattava della Bohème di Puccini. Nella cornice indimenticabile dell anfiteatro, si segnalano le splendide scenografie del secondo atto, accompagnate da coreografie che hanno coinvolto decine di figuranti. Splendide le prove canore di Mimì e Musetta, protagoniste del melodramma ambientato tra gli artisti squattrinati della Parigi di Luigi Filippo (1830). Il giorno successivo visita a due perle del Garda: dapprima l aristocratica Sirmione, dominata da quell autentico capolavoro di simmetria che è il castello medievale; poi, dopo una traversata sul lago ammantato di vapori, Lazise, dove nel piccolo centro variopinto di negozi, tra le mura antiche, siamo stati accolti dal vocio multiforme dei numerosi turisti. Visto il buon esito dell esperienza il CRAL ha in animo di riproporla e forse, chissà, di poter nel frattempo approdare quanto prima alla Scala di Milano (la Mecca del bel canto!). Il tutto nella speranza di venire incontro ai gusti dei soci e clienti: sempre graditissimi partecipanti. a cura di Massimiliano Canuti Leonardo, Tiziano, Monet: una gita dedicata all arte nascimentale. La successiva visita alla Scala, da poco magnificamente restaurata, ci ha introdotto in un tempio della musica mondiale. Il giorno successivo si è visitata Brescia, con le sue splendide testimonianze medievali in piazza Paolo VI: il Broletto (antico palazzo comunale) e il Duo- Verona: nel tempio della lirica 14 mo vecchio, accanto allo stile tardo rinascimentale del Duomo Nuovo. Piazza della Loggia con il suo gusto veneto ci ricorda gli oltre tre secoli di appartenenza di Brescia a Venezia. Dopo il pranzo in una trattoria caratteristica, scalata al Castello, la splendida rocca viscontea che domina la pianura di Brescia. Infine le mostre: Monet la Senna e le Ninfee, il grande fiume e il nuovo secolo un affresco in oltre 110 quadri dell opera e delle fonti di ispirazione dell artista da cui si è tratto il nome del movimento dell Impressionismo; Tiziano e la pittura del Cinquecento a Venezia, un piccolo cammeo con dieci capolavori provenienti dal Louvre, chiudeva un fine settimana denso di appuntamenti culturali. La Bohème, Musetta prende parte ai festeggiamenti nel quartiere latino

15 Il CRAL Banca Valdichiana a Praga In occasione del ponte del 2 giugno il CRAL ha organizzato una gita nel cuore della Repubblica Ceca. Abbiamo potuto vedere Praga, una città in metamorfosi (non per niente vi ha vissuto Kafka, autore dell omonimo racconto), sospesa tra un passato magico e romantico e un futuro di capitale mittleuropea; ovvero, solo per citare una piccola parte delle bellezze della città, tra un centro abbellito dalle opere medievali volute nel XIV secolo dall imperatore del Sacro Romano Impero Carlo IV (il ponte Carlo, la Cattedrale di San Vito nell imponente castello di Praga, iniziato però nel IX secolo, parte della splendida Piazza della Città Vecchia dove campeggia il famosissimo orologio astronomico, fatto tuttavia successivamente nel XV secolo) e i palazzi, tutti restaurati, lungo la Moldova e il centro commerciale della città (Piazza San Venceslao). Si è potuto visitare anche Kutná Hora, antica città mineraria a circa 70 Km a est di Praga, con la sua zecca e la bella chiesa gotica di Santa Barbara. Prima del rientro in Italia una sosta a Karlštejn, il castello fatto costruire tra il 1348 e 1355 da Carlo IV come sede dei gioielli della corona. La gita, che ha visto la partecipazione di numerose persone esterne alla compagine del circolo, si pone come base di future esperienze aperte sempre più alla partecipazione di soci e clienti della Banca. Praga: la città più affascinante d Europa 15

16

21 APRILE 2001: BANCA VALDICHIANA APRE A TERONTOLA UNA NUOVA AGENZIA

21 APRILE 2001: BANCA VALDICHIANA APRE A TERONTOLA UNA NUOVA AGENZIA PERIODICO ECONOMICO CULTURALE E DI VITA SOCIALE DELLA BANCA VALDICHIANA - CHIUSI (SI) anno 4 - numero 2 - aprile 2001 21 APRILE 2001: BANCA VALDICHIANA APRE A TERONTOLA UNA NUOVA AGENZIA Viene per lavorare

Dettagli

REGOLAMENTO DEI FONDI INTERNI

REGOLAMENTO DEI FONDI INTERNI REGOLAMENTO DEI FONDI INTERNI Art. 1 - Aspetti generali Al fine di adempiere agli obblighi assunti nei confronti del Contraente in base alle Condizioni di Polizza, la Compagnia ha costituito quattro Fondi

Dettagli

8a+ Investimenti Sgr. Latemar

8a+ Investimenti Sgr. Latemar 8a+ Investimenti Sgr Fondo Comune d Investimento Mobiliare Aperto Latemar RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2007 Sede Legale: Varese, Piazza Monte Grappa 4 Tel 0332-251411 Telefax 0332-251400 Capitale

Dettagli

BANCANOSTRA informa. Spedizione in abbonamento postale comma 19 art. 2 legge 662/96 filiale di Siena -Diffusione gratuita

BANCANOSTRA informa. Spedizione in abbonamento postale comma 19 art. 2 legge 662/96 filiale di Siena -Diffusione gratuita BANCANOSTRA informa Spedizione in abbonamento postale comma 19 art. 2 legge 662/96 filiale di Siena -Diffusione gratuita PERIODICO ECONOMICO CULTURALE E DI VITA SOCIALE DELLA BANCA VALDICHIANA - CHIUSI

Dettagli

KAIROS PARTNERS SGR S.p.A.

KAIROS PARTNERS SGR S.p.A. KAIROS PARTNERS SGR S.p.A. Relazione Semestrale al 30.06.2015 FONDO COMUNE DI INVESTIMENTO MOBILIARE APERTO Kairos Income Kairos Partners SGR S.p.A. Sede Legale: Via San Prospero 2, 20121 Milano Tel 02.777181

Dettagli

MEDIOLANUM RISPARMIO ITALIA CRESCITA

MEDIOLANUM RISPARMIO ITALIA CRESCITA MEDIOLANUM RISPARMIO ITALIA CRESCITA RELAZIONE SEMESTRALE AL 29/06/2007 80 MEDIOLANUM RISPARMIO ITALIA CRESCITA NOTA ILLUSTRATIVA SULLA RELAZIONE SEMESTRALE DEL FONDO AL 29 GIUGNO 2007 Signori Partecipanti,

Dettagli

1 Forum Internazionale sulla Regolazione dei Servizi Idrici e la Sostenibilità

1 Forum Internazionale sulla Regolazione dei Servizi Idrici e la Sostenibilità 1 Forum Internazionale sulla Regolazione dei Servizi Idrici e la Sostenibilità Roma, 21 Gennaio 2009 Palazzo Marini Sala delle Colonne Discorso di apertura, Luciano Baggiani Presidente ANEA Illustri ospiti,

Dettagli

INTERVENTO DELLA RESPOSABILE FINANZIARIA DR.SSA MARINA PASCOLI FIN.COOP.RA S.R.L.

INTERVENTO DELLA RESPOSABILE FINANZIARIA DR.SSA MARINA PASCOLI FIN.COOP.RA S.R.L. PASCOLI INTERVENTO DELLA RESPOSABILE FINANZIARIA DR.SSA MARINA FIN.COOP.RA S.R.L. Le PMI, fra cui la maggioranza delle Cooperative, rivestono un ruolo importante nell ambito delle economie europee ed il

Dettagli

Michele Pizzarotti: lezione di famiglia e visione del futuro

Michele Pizzarotti: lezione di famiglia e visione del futuro Michele Pizzarotti: lezione di famiglia e visione del futuro Guardando al domani mi sento di dire con certezza che continueremo a promuovere l'organizzazione perché possa esprimere sempre più le capacità

Dettagli

Regolamento del Fondo Interno Strategic Model Portfolio

Regolamento del Fondo Interno Strategic Model Portfolio Regolamento del Fondo Interno Strategic Model Portfolio Art. 1 - Aspetti generali Al fine di adempiere agli obblighi assunti nei confronti del Contraente in base alle Condizioni di Polizza, la Compagnia

Dettagli

COMUNICATO STAMPA PUBBLICATI I RESOCONTI INTERMEDI DI GESTIONE AL 31 MARZO 2010 DI SECURFONDO, IMMOBILIUM 2001 ED INVEST REAL SECURITY

COMUNICATO STAMPA PUBBLICATI I RESOCONTI INTERMEDI DI GESTIONE AL 31 MARZO 2010 DI SECURFONDO, IMMOBILIUM 2001 ED INVEST REAL SECURITY COMUNICATO STAMPA PUBBLICATI I RESOCONTI INTERMEDI DI GESTIONE AL 31 MARZO 2010 DI SECURFONDO, IMMOBILIUM 2001 ED INVEST REAL SECURITY 27 aprile 2010 Beni Stabili Gestioni S.p.A. SGR rende noto che in

Dettagli

INTERVENTO DEL DR. FABIO CERCHIAI, PRESIDENTE FeBAF XLIV GIORNATA DEL CREDITO ROMA, 3 OTTOBRE 2012

INTERVENTO DEL DR. FABIO CERCHIAI, PRESIDENTE FeBAF XLIV GIORNATA DEL CREDITO ROMA, 3 OTTOBRE 2012 INTERVENTO DEL DR. FABIO CERCHIAI, PRESIDENTE FeBAF XLIV GIORNATA DEL CREDITO ROMA, 3 OTTOBRE 2012 Si può essere quotati in Borsa e avere un ottica di lungo periodo? E come recuperare un merito creditizio

Dettagli

1. BILANCIO CONSUNTIVO AL 31.12.2003 DELLA GESTIONE AMMINISTRATIVA DI PREVIAMBIENTE

1. BILANCIO CONSUNTIVO AL 31.12.2003 DELLA GESTIONE AMMINISTRATIVA DI PREVIAMBIENTE 1. BILANCIO CONSUNTIVO AL 31.12.2003 DELLA GESTIONE AMMINISTRATIVA DI PREVIAMBIENTE Il bilancio consuntivo al 31/12/03 di Previambiente è stato redatto con l ausilio tecnico del Collegio dei Revisori Contabili

Dettagli

Fondo Raiffeisen Strategie Fonds

Fondo Raiffeisen Strategie Fonds Relazione Semestrale al 30.06.2013 Fondo ADVAM Partners SGR S.p.A. Sede Legale: Via Turati 9, 20121 Milano Tel 02.620808 Telefax 02.874984 Capitale Sociale Euro 1.903.000 i.v. Codice Fiscale, Partita IVA

Dettagli

MEDIOLANUM CRISTOFORO COLOMBO

MEDIOLANUM CRISTOFORO COLOMBO MEDIOLANUM CRISTOFORO COLOMBO RELAZIONE SEMESTRALE AL 29/06/2007 98 MEDIOLANUM CRISTOFORO COLOMBO NOTA ILLUSTRATIVA SULLA RELAZIONE SEMESTRALE DEL FONDO AL 29 GIUGNO 2007 Signori Partecipanti, il semestre

Dettagli

Oggetto: Fondo Pensione Aperto Arca Previdenza - modifiche regolamentari e fusione del comparto Garanzia nel comparto Obiettivo TFR

Oggetto: Fondo Pensione Aperto Arca Previdenza - modifiche regolamentari e fusione del comparto Garanzia nel comparto Obiettivo TFR Oggetto: Fondo Pensione Aperto Arca Previdenza - modifiche regolamentari e fusione del comparto Garanzia nel comparto Obiettivo TFR Gentile Aderente, la persistente difficoltà ad uscire dalla crisi economica

Dettagli

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 25 ottobre 2013 INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 Audio da min. 12:00 a 20:45 su http://www.radio24.ilsole24ore.com/player.php?channel=2&idprogramma=focuseconomia&date=2013-10-25&idpuntata=gslaqfoox,

Dettagli

Il Gruppo Cariparma FriulAdria consolida la crescita e il sostegno a famiglie e imprese, rafforzando i fondamentali

Il Gruppo Cariparma FriulAdria consolida la crescita e il sostegno a famiglie e imprese, rafforzando i fondamentali Comunicato stampa RISULTATI DEL 1 SEMESTRE DEL GRUPPO CARIPARMA FRIULADRIA Il Gruppo Cariparma FriulAdria consolida la crescita e il sostegno a famiglie e imprese, rafforzando i fondamentali Utile Netto

Dettagli

info Prodotto Eurizon GP Unica Facile A chi si rivolge

info Prodotto Eurizon GP Unica Facile A chi si rivolge Eurizon Eurizon è il Servizio di Gestione di Portafogli di Eurizon Capital SGR dove l investitore può scegliere tra due Componenti differenziate su tre dimensioni: classi di attività finanziarie (azioni,

Dettagli

I N V E S T I E T I C O

I N V E S T I E T I C O I N V E S T I E T I C O FONDO COMUNE DI INVESTIMENTO IMMOBILIARE DI TIPO CHIUSO RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 30 SETTEMBRE 2009 AEDES BPM Real Estate SGR S.p.A. Sede legale: Bastioni di Porta Nuova,

Dettagli

Personal Financial Services Fondi di investimento

Personal Financial Services Fondi di investimento Personal Financial Services Fondi di investimento Una forma di investimento a rischio controllato che schiude interessanti prospettive di guadagno. Questo dépliant spiega come funziona. 2 Ottenete di più

Dettagli

COMUNICAZIONE AI PARTECIPANTI AL FONDO COMUNE D INVESTIMENTO MOBILIARE APERTO ARMONIZZATO DENOMINATO BANCOPOSTA OBBLIGAZIONARIO FEBBRAIO 2014

COMUNICAZIONE AI PARTECIPANTI AL FONDO COMUNE D INVESTIMENTO MOBILIARE APERTO ARMONIZZATO DENOMINATO BANCOPOSTA OBBLIGAZIONARIO FEBBRAIO 2014 COMUNICAZIONE AI PARTECIPANTI AL FONDO COMUNE D INVESTIMENTO MOBILIARE APERTO ARMONIZZATO DENOMINATO BANCOPOSTA OBBLIGAZIONARIO FEBBRAIO 2014 LA SOSTITUZIONE DELLA SOCIETÀ GESTORE A partire dal 3 giugno

Dettagli

La quotazione in borsa Una sfida che non spaventa

La quotazione in borsa Una sfida che non spaventa La quotazione in borsa Una sfida che non spaventa Intervista alla dottoressa Barbara Lunghi, responsabile Mercato Expandi di Borsa Italiana Il percorso di quotazione in borsa consente oggi, anche alle

Dettagli

Approvato dal Consiglio di Amministrazione il Resoconto intermedio sulla gestione del Gruppo Tod s relativo ai primi tre mesi del 2013

Approvato dal Consiglio di Amministrazione il Resoconto intermedio sulla gestione del Gruppo Tod s relativo ai primi tre mesi del 2013 Sant Elpidio a Mare, 14 maggio TOD S S.p.A. Forte crescita dei ricavi all estero (Cina: +55,4%, Americhe: +31%). Italia: -26,7%. Solida crescita nei DOS (+16,8%). Confermata l ottima redditività del Gruppo,

Dettagli

Investimento e Sviluppo Mediterraneo spa. Il CdA approva i risultati al 31 marzo 2008

Investimento e Sviluppo Mediterraneo spa. Il CdA approva i risultati al 31 marzo 2008 Comunicato Stampa Investimenti e Sviluppo Mediterraneo S.p.A.: Il CdA approva i risultati al 31 marzo 2008 Trimestre: gennaio 2008 marzo 2008 Margine di interesse pari a euro 327.660 Margine di intermediazione

Dettagli

Milano, 30 marzo 2004

Milano, 30 marzo 2004 Milano, 30 marzo 2004 Gruppo TOD S: crescita del fatturato (+8.1% a cambi costanti). Continua la politica di forte sviluppo degli investimenti. 24 nuovi punti vendita nel 2003. TOD S Il Consiglio di Amministrazione

Dettagli

Pianificare il futuro

Pianificare il futuro Pianificare il futuro THINK private. Linea Planning Banca Fideuram Banca Fideuram è uno dei principali protagonisti del private banking in Europa, con oltre 50 miliardi di euro di attività in gestione.

Dettagli

NOTA INTEGRATIVA. la nostra Fondazione si è costituita in data 11 gennaio 2008 con atto a rogito notaio Marzani Dott.

NOTA INTEGRATIVA. la nostra Fondazione si è costituita in data 11 gennaio 2008 con atto a rogito notaio Marzani Dott. FONDAZIONE COMUNITARIA DELLA VALLE D AOSTA Sede in Aosta via San Giocondo, n. 16 Codice fiscale: 91051600079 Iscritta nel registro regionale delle persone giuridiche al n. 76 NOTA INTEGRATIVA Signori Consiglieri,

Dettagli

TOD S S.p.A. crescita dei ricavi del 6,2% nei primi nove mesi del 2015 con margine EBITDA del 20,3%

TOD S S.p.A. crescita dei ricavi del 6,2% nei primi nove mesi del 2015 con margine EBITDA del 20,3% Milano, 11 novembre 2015 TOD S S.p.A. crescita dei ricavi del 6,2% nei primi nove mesi del 2015 con margine EBITDA del 20,3% Approvato dal Consiglio di Amministrazione il Resoconto intermedio sulla gestione

Dettagli

LA NORMA ISO 14001 APPLICATA AI COMUNI

LA NORMA ISO 14001 APPLICATA AI COMUNI LA NORMA ISO 14001 APPLICATA AI COMUNI 1. ASPETTI GENERALI Negli ultimi anni, in gran parte dei Paesi europei, si assiste a un crescente interesse verso l attuazione di una pianificazione locale del territorio

Dettagli

Sintesi dell Osservatorio Risparmi delle Famiglie 2013

Sintesi dell Osservatorio Risparmi delle Famiglie 2013 VALORI % Sintesi dell Osservatorio Risparmi delle Famiglie 2013 Abbiamo alle spalle ancora un anno difficile per le famiglie La propensione al risparmio delle famiglie italiane ha evidenziato un ulteriore

Dettagli

info Prodotto Eurizon Multiasset Reddito Ottobre 2020 A chi si rivolge

info Prodotto Eurizon Multiasset Reddito Ottobre 2020 A chi si rivolge info Prodotto Eurizon Multiasset Reddito è un Fondo comune di diritto italiano, gestito da Eurizon Capital SGR, che persegue l'obiettivo di ottimizzare il rendimento del Fondo in un orizzonte temporale

Dettagli

Economia: un inquadramento generale. Dott. Matteo Bernardi Brescia, venerdì 6 dicembre 2013 Scuola Secondaria di Primo grado Santa Dorotea

Economia: un inquadramento generale. Dott. Matteo Bernardi Brescia, venerdì 6 dicembre 2013 Scuola Secondaria di Primo grado Santa Dorotea Economia: un inquadramento generale Dott. Matteo Bernardi Brescia, venerdì 6 dicembre 2013 Scuola Secondaria di Primo grado Santa Dorotea Economia: un inquadramento generale AGENDA 1 Economia: un introduzione

Dettagli

REGOLAMENTO FONDI INTERNI APTUS

REGOLAMENTO FONDI INTERNI APTUS REGOLAMENTO FONDI INTERNI APTUS Art. 1 - Aspetti generali Al fine di adempiere agli obblighi assunti nei confronti del Contraente in base alle Condizioni di Polizza, la Compagnia ha costituito tre Fondi

Dettagli

LA NOSTRA STORIA Esperienza e professionalità. I VALORI Etica, qualità e impegno costante. I CLIENTI Attenzione alle esigenze del Cliente

LA NOSTRA STORIA Esperienza e professionalità. I VALORI Etica, qualità e impegno costante. I CLIENTI Attenzione alle esigenze del Cliente INDICE PAG. 2 LA NOSTRA STORIA Esperienza e professionalità PAG. 4 I VALORI Etica, qualità e impegno costante PAG. 6 I CLIENTI Attenzione alle esigenze del Cliente 1 PAG. 7 GLI OBIETTIVI Stabilità e continuità

Dettagli

Indagine L attività delle Agenzie Immobiliari in Italia nel 2010 Roma, aprile 2011

Indagine L attività delle Agenzie Immobiliari in Italia nel 2010 Roma, aprile 2011 Indagine L attività delle Agenzie Immobiliari in Italia nel 2010 Roma, aprile 2011 Obiettivi L Indagine sull attività delle Agenzie Immobiliari realizzata nel 2010 ha come obiettivo principale la verifica

Dettagli

REGOLAMENTO DEL FONDO INTERNO CREDITRAS UNIATTIVA (scad. 12/2017)

REGOLAMENTO DEL FONDO INTERNO CREDITRAS UNIATTIVA (scad. 12/2017) REGOLAMENTO DEL FONDO INTERNO CREDITRAS UNIATTIVA (scad. 12/2017) 1 - ISTITUZIONE, DENOMINAZIONE E CARATTERISTICHE DEL FONDO INTERNO CREDITRAS VITA S.p.A. (di seguito Società) ha istituito e gestisce,

Dettagli

Pronti per il futuro. Risparmiando e investendo. Tutto sulla vostra pianificazione della previdenza e del patrimonio.

Pronti per il futuro. Risparmiando e investendo. Tutto sulla vostra pianificazione della previdenza e del patrimonio. Pronti per il futuro. Risparmiando e investendo. Tutto sulla vostra pianificazione della previdenza e del patrimonio. Pronti per il futuro. Per realizzare i desideri. È bello avere un obiettivo. Ancor

Dettagli

Note sulla gestione del fondo.

Note sulla gestione del fondo. FONDO PENSIONE DIPENDENTI GIOCHI AMERICANI Sede in Saint Vincent Via Italo Mus - presso Casino de la Vallée Codice fiscale n. 90006620075 RELAZIONE DEGLI AMMINISTRATORI IN ACCOMPAGNAMENTO AL BILANCIO DELL'ESERCIZIO

Dettagli

Alla ricerca del rendimento perduto

Alla ricerca del rendimento perduto Milano, 10 aprile 2012 Alla ricerca del rendimento perduto Dalle obbligazioni alle azioni. La ricerca del rendimento perduto passa attraverso un deciso cambio di passo nella composizione dei portafogli

Dettagli

Relatori. Dott. Paolo Pepe Analisi & Mercati Fee Only Tel 06.45.48.10.63. Dott. Enrico Ales Analisi & Mercati Fee Only Tel 06.45.48.10.

Relatori. Dott. Paolo Pepe Analisi & Mercati Fee Only Tel 06.45.48.10.63. Dott. Enrico Ales Analisi & Mercati Fee Only Tel 06.45.48.10. Relatori Dott. Paolo Pepe Analisi & Mercati Fee Only Tel 06.45.48.10.63 Dott. Enrico Ales Analisi & Mercati Fee Only Tel 06.45.48.10.63 1 Analisi & Mercati Fee Only s.r.l. è una società di consulenza finanziaria

Dettagli

STATUTO ASSOCIAZIONE SOCI GIOVANI BCC DON RIZZO CAPO I - PRINCIPI FONDAMENTALI

STATUTO ASSOCIAZIONE SOCI GIOVANI BCC DON RIZZO CAPO I - PRINCIPI FONDAMENTALI STATUTO ASSOCIAZIONE SOCI GIOVANI BCC DON RIZZO CAPO I - PRINCIPI FONDAMENTALI Art. 1 Costituzione e sede L Associazione SOCI GIOVANI BCC Don Rizzo costituitasi in Alcamo per volere di un gruppo di giovani

Dettagli

L ATTIVITÀ D INVESTIMENTO E IL RENDIMENTO NELLA PREVIDENZA COMPLEMENTARE: NOTE SUL CASO COMETA

L ATTIVITÀ D INVESTIMENTO E IL RENDIMENTO NELLA PREVIDENZA COMPLEMENTARE: NOTE SUL CASO COMETA Contributi L ATTIVITÀ D INVESTIMENTO E IL RENDIMENTO NELLA PREVIDENZA COMPLEMENTARE: NOTE SUL CASO COMETA di Gianni Ferrante ** Premessa Come già facemmo nel n.7 (ottobre 2002) di questa pubblicazione

Dettagli

il consorzio siamo noi.

il consorzio siamo noi. il consorzio siamo noi. Scelte consapevoli, vantaggi economici, etica del risparmio. Perchè il Consorzio Nel 2008 prendeva il via il progetto Rileggi la tua bolletta un gruppo d acquisto che veniva costituito

Dettagli

Nel modello organizzativo di Intesa Sanpaolo è più volte affermato il. ruolo centrale della relazione con il cliente. Essere una delle più

Nel modello organizzativo di Intesa Sanpaolo è più volte affermato il. ruolo centrale della relazione con il cliente. Essere una delle più Nel modello organizzativo di Intesa Sanpaolo è più volte affermato il ruolo centrale della relazione con il cliente. Essere una delle più importanti banche del Paese (In Italia: 5.809 sportelli, 11,4 mln.

Dettagli

MASTER POST DIPLOMA IN ESPERTO DI CREDITO COOPERATIVO GLOCALE PRESENTAZIONE

MASTER POST DIPLOMA IN ESPERTO DI CREDITO COOPERATIVO GLOCALE PRESENTAZIONE PRESENTAZIONE MASTER POST DIPLOMA IN Biennio scolastico 2012-2014 Indice Art.1 - Premessa...2 Art.2 - Contenuti del corso...4 Art.3 - Organizzazione...7 1 Art.1 - Premessa 1.1 Obiettivo generale del corso

Dettagli

Piano Economico Finanziario 2008. Consiglio Generale: seduta del 26 Ottobre 2007

Piano Economico Finanziario 2008. Consiglio Generale: seduta del 26 Ottobre 2007 Piano Economico Finanziario 2008 e previsioni anni 2009 e 2010 Consiglio Generale: seduta del 26 Ottobre 2007 Indice Scenario & Previsioni PIANO ANNUALE 2008 1Fonti di finanziamento 2Impieghi 3Ricavi 4Costi

Dettagli

L impresa Cooperativa. primo contatto

L impresa Cooperativa. primo contatto L impresa Cooperativa primo contatto CHE COS'E' UNA COOPERATIVA? La Cooperativa è una società costituita tra persone fisiche e/o giuridiche che condividono un obiettivo comune e che uniscono le loro forze.

Dettagli

La garanzia di un grande imprenditore

La garanzia di un grande imprenditore Ernesto Preatoni Real Estate International è l ultima nata tra le realtà aziendali di Ernesto Preatoni, una società creata con lo scopo di gestire le iniziative di vendita di immobili a carattere turistico,

Dettagli

Per un nuovo modello organizzativo: la Fondazione Arché

Per un nuovo modello organizzativo: la Fondazione Arché Assemblea Associazione Arché Venerdì 13 aprile 2012 Per un nuovo modello organizzativo: la Fondazione Arché Si inizia con la video presentazione della mission e dello spot 5xmille Cari Soci, Volontari,

Dettagli

Regolamento del fondo interno A.G. Italian Equity Pagina 1 di 5. = oéöçä~ãéåíç= ÇÉä=ÑçåÇç= áåíéêåç=^kdk= fí~äá~å=bèìáíó=

Regolamento del fondo interno A.G. Italian Equity Pagina 1 di 5. = oéöçä~ãéåíç= ÇÉä=ÑçåÇç= áåíéêåç=^kdk= fí~äá~å=bèìáíó= = oéöçä~ãéåíç= ÇÉä=ÑçåÇç= áåíéêåç=^kdk= fí~äá~å=bèìáíó= A) Obiettivi e descrizione del fondo Il fondo persegue l obiettivo di incrementare il suo valore nel lungo termine, attraverso l investimento in

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA XVI LEGISLATURA

SENATO DELLA REPUBBLICA XVI LEGISLATURA SENATO DELLA REPUBBLICA XVI LEGISLATURA Doc. XVIII n. 57 RISOLUZIONE DELLA 6ª COMMISSIONE PERMANENTE (Finanze e tesoro) (Estensore FERRARA) approvata nella seduta del 20 ottobre 2010 SULLA PROPOSTA DI

Dettagli

Dicembre 2013. Ampliamento delle fonti di finanziamento per le PMI e Minibond nel Piano Destinazione Italia

Dicembre 2013. Ampliamento delle fonti di finanziamento per le PMI e Minibond nel Piano Destinazione Italia Dicembre 2013 Ampliamento delle fonti di finanziamento per le PMI e Minibond nel Piano Destinazione Italia Cristiano Tommasi, Annalisa Dentoni-Litta e Francesco Bonichi, Allen & Overy Nell ambito del documento

Dettagli

MIGLIORA PER LE IMPRESE ITALIANE L ACCESSO AI FINANZIAMENTI

MIGLIORA PER LE IMPRESE ITALIANE L ACCESSO AI FINANZIAMENTI MIGLIORA PER LE IMPRESE ITALIANE L ACCESSO AI FINANZIAMENTI Silvano Carletti * Nei suoi primi cinque appuntamenti (l ultimo a fine settembre 2015) il Targeted Longer-Term Refinancing Operations (TLTRO)

Dettagli

5 - Previsioni BASE. 6.- Tre mosse per archiviare la crisi

5 - Previsioni BASE. 6.- Tre mosse per archiviare la crisi 1 2 3 INDICE 5 - Previsioni BASE 5.1 - Previsioni dell Economia Italiana 2014-2018 dopo Legge di Stabilità e Riforme Strutturali 5.2 - e se il cambio non scendesse e rimanesse all 1,33 del 2014? 6.- Tre

Dettagli

CONDIZIONI DEFINITIVE

CONDIZIONI DEFINITIVE Credito Cooperativo ravennate e imolese Soc. Coop. Sede e Direzione Generale: Piazza della Libertà,14 48018 Faenza (RA) Iscritta all Albo delle Banche al n. 5387 Codice ABI: 8542-3 Capitale sociale Euro

Dettagli

IL QUADRO MACROECONOMICO

IL QUADRO MACROECONOMICO S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO LA CONGIUNTURA ECONOMICA - PUNTI DI VISTA E SUGGERIMENTI DI ASSET ALLOCATION IL QUADRO MACROECONOMICO DOTT. ALBERTO BALESTRERI Milano, 16 marzo 2015 S.A.F.

Dettagli

Presentazione 3. Una Panoramica dei Servizi Della Comunità 4. Progetto Borse Lavoro 6

Presentazione 3. Una Panoramica dei Servizi Della Comunità 4. Progetto Borse Lavoro 6 Presentazione 3 Una Panoramica dei Servizi Della Comunità 4 Progetto Borse Lavoro 6 2 Comunità Oklahoma Onlus Milano Buongiorno, Il progetto Borsa Lavoro che vi presentiamo, mira a creare nuove opportunità

Dettagli

OSSERVATORIO CULTURALE DEL PIEMONTE

OSSERVATORIO CULTURALE DEL PIEMONTE LIBRERIE INDIPENDENTI E PICCOLA EDITORIA IN PIEMONTE SINTESI DEI DATI 15 Maggio 2010 La piccola editoria in Piemonte Il Piemonte si presenta oggi come il secondo polo produttivo d Italia sia per numero

Dettagli

Audizione dell IVASS. Commissioni Riunite 10 a Commissione permanente (Industria, commercio, turismo)

Audizione dell IVASS. Commissioni Riunite 10 a Commissione permanente (Industria, commercio, turismo) Conversione in legge del decreto-legge 24 giugno 2014, n. 91, recante disposizioni urgenti per il settore agricolo, la tutela ambientale e l'efficientamento energetico dell'edilizia scolastica e universitaria,

Dettagli

Il mercato azionazio ed effetto sulle società per azioni

Il mercato azionazio ed effetto sulle società per azioni Il mercato azionazio ed effetto sulle società per azioni Il mercato azionario è quel luogo in cui avviene la compravendita dei titoli mobiliari, composti sia da titoli azionari che da obbligazioni. Originariamente

Dettagli

RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI ATLANTIA S.P.A.

RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI ATLANTIA S.P.A. RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI ATLANTIA S.P.A. SULL ARGOMENTO RELATIVO AL PUNTO 3. DELL ORDINE DEL GIORNO DELL ASSEMBLEA ORDINARIA CONVOCATA PER I GIORNI 23 APRILE 2015 IN PRIMA

Dettagli

I N V E S T I E T I C O

I N V E S T I E T I C O I N V E S T I E T I C O FONDO COMUNE DI INVESTIMENTO IMMOBILIARE DI TIPO CHIUSO RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 30 SETTEMBRE 2010 AEDES BPM Real Estate SGR S.p.A. Sede legale: Bastioni di Porta Nuova,

Dettagli

Regolamento del fondo interno A.G. Global Equity Pagina 1 di 5. = oéöçä~ãéåíç= ÇÉä=ÑçåÇç= áåíéêåç=^kdk= däçä~ä=bèìáíó=

Regolamento del fondo interno A.G. Global Equity Pagina 1 di 5. = oéöçä~ãéåíç= ÇÉä=ÑçåÇç= áåíéêåç=^kdk= däçä~ä=bèìáíó= = oéöçä~ãéåíç= ÇÉä=ÑçåÇç= áåíéêåç=^kdk= däçä~ä=bèìáíó= A) Obiettivi e descrizione del fondo La gestione ha come obiettivo la crescita del capitale investito in un orizzonte temporale lungo ed è caratterizzata

Dettagli

TOD S S.p.A. crescita dei ricavi dell 1% circa nel terzo trimestre del 2014; margine EBITDA del 21,7% nei 9 mesi, a cambi costanti

TOD S S.p.A. crescita dei ricavi dell 1% circa nel terzo trimestre del 2014; margine EBITDA del 21,7% nei 9 mesi, a cambi costanti Milano, 12 novembre 2014 TOD S S.p.A. crescita dei ricavi dell 1% circa nel terzo trimestre del 2014; margine EBITDA del 21,7% nei 9 mesi, a cambi costanti Approvato dal Consiglio di Amministrazione il

Dettagli

Class Editori S.p.A. e società controllate Sede in Milano, Via Marco Burigozzo, 5 Note di commento ai prospetti contabili consolidati

Class Editori S.p.A. e società controllate Sede in Milano, Via Marco Burigozzo, 5 Note di commento ai prospetti contabili consolidati Class Editori S.p.A. e società controllate Sede in Milano, Via Marco Burigozzo, 5 Note di commento ai prospetti contabili consolidati La relazione trimestrale è redatta su base consolidata in quanto la

Dettagli

2) il trasferimento della sede legale con relative modifiche statutarie;

2) il trasferimento della sede legale con relative modifiche statutarie; Relazione dei Liquidatori sul valore di liquidazione delle azioni per l esercizio del diritto di recesso predisposta ai sensi e per gli effetti dell art. 2437 e dell art. 2437-ter del c.c. Signori Azionisti,

Dettagli

Offerta al pubblico di LIFE INCOME 360 prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto UL14UI) Regolamento dei Fondi interni

Offerta al pubblico di LIFE INCOME 360 prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto UL14UI) Regolamento dei Fondi interni Offerta al pubblico di LIFE INCOME 360 prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto UL14UI) Regolamento dei Fondi interni REGOLAMENTO DEL FONDO INTERNO CREDITRAS INCOME 360 1

Dettagli

REGOLAMENTO INTERVENTI DI MUTUALITA E SOLIDARIETA

REGOLAMENTO INTERVENTI DI MUTUALITA E SOLIDARIETA REGOLAMENTO INTERVENTI DI MUTUALITA E SOLIDARIETA Principi Ispiratori e Obiettivi Gli interventi di mutualità e solidarietà rientrano nella missione della Cassa Rurale che, come realtà radicata sul territorio,

Dettagli

ASSE STORICO SOCIALE

ASSE STORICO SOCIALE ASSE STORICO SOCIALE 1 ASSE STORICO SOCIALE competenze attese d asse indicatori descrittori Competenze di asse Indicatori Descrittori 1. Comprendere il cambiamento e la diversità dei tempi storici in una

Dettagli

Offerta al pubblico di RAIFFPLANET. Prodotto finanziario assicurativo di tipo Unit Linked REGOLAMENTO DEI FONDI INTERNI

Offerta al pubblico di RAIFFPLANET. Prodotto finanziario assicurativo di tipo Unit Linked REGOLAMENTO DEI FONDI INTERNI Offerta al pubblico di RAIFFPLANET Prodotto finanziario assicurativo di tipo Unit Linked REGOLAMENTO DEI FONDI INTERNI Raiffplanet Prudente Raiffplanet Equilibrata Raiffplanet Aggressiva (Mod. V 70REGFI-0311

Dettagli

Banca Popolare Etica. L interesse più alto è quello di tutti. Roberto Marino Area Territoriale Centro Banca popolare Etica

Banca Popolare Etica. L interesse più alto è quello di tutti. Roberto Marino Area Territoriale Centro Banca popolare Etica Banca Popolare Etica L interesse più alto è quello di tutti Roberto Marino Area Territoriale Centro Banca popolare Etica Banca popolare Etica È punto di incontro tra: risparmiatori che condividono l esigenza

Dettagli

COSTRUIAMO la CASA per FARE ed ESSERE casa

COSTRUIAMO la CASA per FARE ed ESSERE casa COSTRUIAMO la CASA per FARE ed ESSERE casa Cari Oratori, ci stiamo avvicinando alla settimana diocesana degli Oratori, un momento forte che ci permette di concentrare l attenzione sulle nostre realtà educative.

Dettagli

RELAZIONE DEGLI AMMINISTRATORI DI DE LONGHI S.P.A. AI SENSI DELL ART. 125-TER D. LGS. 24 FEBBRAIO 1998 N. 58

RELAZIONE DEGLI AMMINISTRATORI DI DE LONGHI S.P.A. AI SENSI DELL ART. 125-TER D. LGS. 24 FEBBRAIO 1998 N. 58 CAPITALE SOCIALE EURO 224.250.000,00 I.V. SEDE LEGALE IN TREVISO VIA LODOVICO SEITZ N. 47 CODICE FISCALE E NUMERO DI ISCRIZIONE NEL REGISTRO DELLE IMPRESE DI TREVISO 11570840154 RELAZIONE DEGLI AMMINISTRATORI

Dettagli

COMUNICATO STAMPA PUBBLICATI I RESOCONTI INTERMEDI DI GESTIONE AL 30 SETTEMBRE 2009 DI SECURFONDO, IMMOBILIUM 2001 ED INVEST REAL SECURITY

COMUNICATO STAMPA PUBBLICATI I RESOCONTI INTERMEDI DI GESTIONE AL 30 SETTEMBRE 2009 DI SECURFONDO, IMMOBILIUM 2001 ED INVEST REAL SECURITY COMUNICATO STAMPA PUBBLICATI I RESOCONTI INTERMEDI DI GESTIONE AL 30 SETTEMBRE 2009 DI SECURFONDO, IMMOBILIUM 2001 ED INVEST REAL SECURITY 21 ottobre 2009 Beni Stabili Gestioni S.p.A. SGR rende noto che

Dettagli

BILANCIO ANNUALE DI PREVISIONE ESERCIZIO 2016

BILANCIO ANNUALE DI PREVISIONE ESERCIZIO 2016 ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI B A R I BILANCIO ANNUALE DI PREVISIONE ESERCIZIO 2016 RELAZIONE DEL PRESIDENTE Assemblea degli Iscritti Bari, 27 novembre 2015 Gentili colleghe

Dettagli

PER LE BANCHE DI CREDITO COOPERATIVO CASSE RURALI E ARTIGIANE DEL VENETO MEFR MODELLO ECONOMETRICO FINANZIARIO REGIONALE

PER LE BANCHE DI CREDITO COOPERATIVO CASSE RURALI E ARTIGIANE DEL VENETO MEFR MODELLO ECONOMETRICO FINANZIARIO REGIONALE PER LE BANCHE DI CREDITO COOPERATIVO CASSE RURALI E ARTIGIANE DEL VENETO MEFR MODELLO ECONOMETRICO FINANZIARIO REGIONALE I dati utilizzati per le elaborazioni sono aggiornati al 30/04/201 Pagina 1 Questa

Dettagli

CoStrUirE Un patrimonio mese dopo mese ControLLando il rischio Con nord ESt fund

CoStrUirE Un patrimonio mese dopo mese ControLLando il rischio Con nord ESt fund CoStrUirE Un patrimonio mese dopo mese ControLLando il rischio Con nord ESt fund piano di accumulo gennaio 100 febbraio 50 marzo 150 agosto 50 aprile 15o maggio 100 LUgLio 100 giugno 50 La SoLUzionE per

Dettagli

Le nostre soluzioni d investimento. Offerte individuali e vantaggiose per accumulare un patrimonio

Le nostre soluzioni d investimento. Offerte individuali e vantaggiose per accumulare un patrimonio Le nostre soluzioni d investimento Offerte individuali e vantaggiose per accumulare un patrimonio Siamo al vostro fianco per aiutarvi a raggiungere gli obiettivi d investimento che vi siete prefissi.

Dettagli

Il ruolo dello Sport Veneto nel panorama nazionale. Forum di settore e incontro conclusivo

Il ruolo dello Sport Veneto nel panorama nazionale. Forum di settore e incontro conclusivo Il ruolo dello Sport Veneto nel panorama nazionale Forum di settore e incontro conclusivo anni 2013/2014 Il ruolo dello Sport Veneto nel panorama nazionale FORUM di SETTORE e INCONTRO CONCLUSIVO Nell ambito

Dettagli

Roma, gennaio 2011. EcclesiaStudio

Roma, gennaio 2011. EcclesiaStudio La Chiesa ha bisogno di santi, lo sappiamo, ma essa ha bisogno anche di artisti bravi e capaci; gli uni e gli altri, santi e artisti, sono testimoni dello spirito vivente in Cristo. PAOLO VI Lettera ai

Dettagli

Audizione Confindustria. Disegno di legge n. 1051

Audizione Confindustria. Disegno di legge n. 1051 Audizione Confindustria Disegno di legge n. 1051 Delega al Governo su Informazione e Consultazione lavoratori e definizione misure su Democrazia economica XI Commissione Lavoro Senato della Repubblica

Dettagli

Regolamento del Fondo Interno LVA Euro Index Azionario Previdenza

Regolamento del Fondo Interno LVA Euro Index Azionario Previdenza Regolamento del Fondo Interno LVA Euro Index Azionario Previdenza Art. 1 - Aspetti generali Al fine di adempiere agli obblighi assunti nei confronti dell Aderente in base alle Condizioni di Polizza, la

Dettagli

L Agenzia per le ONLUS e l accountability del Terzo Settore a cura di ADRIANO PROPERSI. L accountability, cioè il rendere conto delle proprie

L Agenzia per le ONLUS e l accountability del Terzo Settore a cura di ADRIANO PROPERSI. L accountability, cioè il rendere conto delle proprie L Agenzia per le ONLUS e l accountability del Terzo Settore a cura di ADRIANO PROPERSI. L accountability, cioè il rendere conto delle proprie attività a tutti i soggetti interessati, è un valore per tutte

Dettagli

Il ruolo del Credito in Sardegna

Il ruolo del Credito in Sardegna Il ruolo del Credito in Sardegna Seminario del 16 luglio 2007 Vorrei circoscrivere il perimetro del mio intervento alle problematiche che coinvolgono il target di clientela di Artigiancassa. Noi infatti

Dettagli

TO SUPPORT THE INTERNATIONAL EXPANSION, EPIPOLI GROUP EVALUATE THE IPO AT LONDON STOCK EXCHANGE AT AIM. 10 febbraio 2006 1/5

TO SUPPORT THE INTERNATIONAL EXPANSION, EPIPOLI GROUP EVALUATE THE IPO AT LONDON STOCK EXCHANGE AT AIM. 10 febbraio 2006 1/5 10 febbraio 2006 1/5 3 febbraio 2006 2/5 19 gennaio 2006 3/5 19 gennaio 2006 4/5 Nel 2006 lo sprint del segmento All Stars LUCA PAGNI Raccontano che al primo incontro con gli investitori internazionali

Dettagli

COMUNICATO STAMPA APPROVATI DAL CDA I DATI AL 30 SETTEMBRE 2007:

COMUNICATO STAMPA APPROVATI DAL CDA I DATI AL 30 SETTEMBRE 2007: COMUNICATO STAMPA APPROVATI DAL CDA I DATI AL 30 SETTEMBRE 2007: RICAVI AGGREGATI PRO-QUOTA * : 1.071,9 MLN DI EURO (+17%) RISULTATO OPERATIVO COMPRENSIVO DEI PROVENTI DA PARTECIPAZIONI: 164 MLN DI EURO;

Dettagli

III SUPPLEMENTO AL PROSPETTO DI BASE

III SUPPLEMENTO AL PROSPETTO DI BASE Società per Azioni Via Lucrezia Romana, 41/47-00178 Roma P. IVA, Codice Fiscale e n. di Iscrizione al Registro delle Imprese di Roma n. 04774801007 soggetta al controllo e coordinamento di ICCREA HOLDING

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Esaminati dal Consiglio di Amministrazione i risultati consolidati al 30 settembre 2004 del Gruppo Unipol

COMUNICATO STAMPA. Esaminati dal Consiglio di Amministrazione i risultati consolidati al 30 settembre 2004 del Gruppo Unipol COMUNICATO STAMPA Esaminati dal Consiglio di Amministrazione i risultati consolidati al 30 settembre 2004 del Gruppo Unipol I premi consolidati raggiungono 6.782 milioni di euro (in crescita del 22% rispetto

Dettagli

IL SEGNO SOCIETA COOPERATIVA SOCIALE

IL SEGNO SOCIETA COOPERATIVA SOCIALE COOPERATIVA SOCIALE IL SEGNO PIANO STRATEGICO 2009-2012 INDICE Premessa 1) BASE SOCIALE Partecipazione Capitalizzazione 2) SEDE 3) BILANCIO SOCIALE 4) COMUNICAZIONE 5) SOSTENIBILITA E SVILUPPO PIANO STRATEGICO

Dettagli

Un network dinamico e leader nel settore immobiliare pag. 1. Il Gruppo e le sue attività pag. 2. L organizzazione del network pag.

Un network dinamico e leader nel settore immobiliare pag. 1. Il Gruppo e le sue attività pag. 2. L organizzazione del network pag. DOCUMENTAZIONE CONTENUTA NELLA CARTELLA Un network dinamico e leader nel settore immobiliare pag. 1 Il Gruppo e le sue attività pag. 2 L organizzazione del network pag. 5 Le partnership commerciali pag.

Dettagli

FONDO PER INVESTIMENTI IN IMMOBILI PREVALENTEMENTE NON RESIDENZIALI. Relazione semestrale al 30 giugno 2005 Relazione semestrale al 30 giugno 2006

FONDO PER INVESTIMENTI IN IMMOBILI PREVALENTEMENTE NON RESIDENZIALI. Relazione semestrale al 30 giugno 2005 Relazione semestrale al 30 giugno 2006 FONDO PER INVESTIMENTI IN IMMOBILI PREVALENTEMENTE NON RESIDENZIALI Relazione semestrale al 30 giugno 2005 Relazione semestrale al 30 giugno 2006 POLIS FONDI SGR.p.A. POLIS FONDI IMMOBILIARI DI BANCHE

Dettagli

Regolamento del fondo interno A.G. Euro Blue Chips Pagina 1 di 5. = oéöçä~ãéåíç= ÇÉä=ÑçåÇç= áåíéêåç=^kdk= bìêç=_äìé=`üáéë=

Regolamento del fondo interno A.G. Euro Blue Chips Pagina 1 di 5. = oéöçä~ãéåíç= ÇÉä=ÑçåÇç= áåíéêåç=^kdk= bìêç=_äìé=`üáéë= = oéöçä~ãéåíç= ÇÉä=ÑçåÇç= áåíéêåç=^kdk= bìêç=_äìé=`üáéë= A) Obiettivi e descrizione del fondo Il fondo persegue l obiettivo di incrementare il suo valore nel lungo termine, attraverso l investimento in

Dettagli

SIAMO CIÒ CHE SCEGLIAMO.

SIAMO CIÒ CHE SCEGLIAMO. PAC sui Fondi Etici - 2013 Un piccolo risparmio per un futuro più sostenibile. fondi etici, l investimento responsabile. SIAMO CIÒ CHE SCEGLIAMO. CAMBIARE I DESTINATARI DEGLI INVESTIMENTI PER COSTRUIRE

Dettagli

Comunicato stampa Relazione finanziaria semestrale al 30 giugno 2015

Comunicato stampa Relazione finanziaria semestrale al 30 giugno 2015 Comunicato stampa Relazione finanziaria semestrale al 30 giugno 2015 Nel primo semestre 2015 il Gruppo Cairo Communication ha continuato a conseguire risultati positivi nei suoi settori tradizionali (editoria

Dettagli

GRUPPO BANCO DESIO RELAZIONE TRIMESTRALE CONSOLIDATA

GRUPPO BANCO DESIO RELAZIONE TRIMESTRALE CONSOLIDATA GRUPPO BANCO DESIO RELAZIONE TRIMESTRALE CONSOLIDATA AL 31 MARZO 2006 1 INDICE Prospetti contabili pag. 03 Note di commento ed osservazioni degli Amministratori pag. 04 Nota informativa pag. 04 La struttura

Dettagli

Fondi Managed, oltre gli alti e bassi dei mercati

Fondi Managed, oltre gli alti e bassi dei mercati Fondi Managed, oltre gli alti e bassi dei mercati Oltre gli schemi, verso nuove opportunità d investimento Adottare un approccio di gestione standard, che utilizza l esposizione azionaria come un indicatore

Dettagli

IL COLLOCAMENTO MIRATO TRA OBBLIGO E OPPORTUNITÀ

IL COLLOCAMENTO MIRATO TRA OBBLIGO E OPPORTUNITÀ IL COLLOCAMENTO MIRATO TRA OBBLIGO E OPPORTUNITÀ Convegno sull inserimento lavorativo delle persone con disabilità: iniziative, servizi, esperienze e riflessioni Esperienze aziendali tratte dal video prodotto

Dettagli

COMUNICATO STAMPA GRUPPO CATTOLICA ASSICURAZIONI: RADDOPPIA L UTILE NETTO (125 MILIONI +98%) FORTE CRESCITA DEI PREMI: +12,89% A 4.

COMUNICATO STAMPA GRUPPO CATTOLICA ASSICURAZIONI: RADDOPPIA L UTILE NETTO (125 MILIONI +98%) FORTE CRESCITA DEI PREMI: +12,89% A 4. Società Cattolica di Assicurazione - Società Cooperativa Sede in Verona, Lungadige Cangrande n.16 C.F. 00320160237 Iscritta al Registro delle Imprese di Verona al n. 00320160237 COMUNICATO STAMPA GRUPPO

Dettagli

VIEW SUI MERCATI (16/04/2015)

VIEW SUI MERCATI (16/04/2015) VIEW SUI MERCATI (16/04/2015) STOXX600 Europe Lo STOXX600 ha superato l importante resistenza toccata nel 2007 a quota 400, confermando le nostre previsioni di un mese fa. Il trend di medio-lungo periodo

Dettagli