Manuale di Gestione del protocollo informatico dell Azienda U.S.L. 3 di Pistoia

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Manuale di Gestione del protocollo informatico dell Azienda U.S.L. 3 di Pistoia"

Transcript

1 Manuale di Gestione del protocollo informatico dell Azienda U.S.L. 3 di Pistoia 1

2 Art. 1 Ambito di applicazione Il presente regolamento disciplina la gestione e la tenuta del protocollo informatico dell Azienda U.S.L. 3 di Pistoia. Art. 2 Definizione di documento amministrativo Per documento amministrativo s'intende: "ogni rappresentazione informatica, grafica, fotocinematografica, elettromagnetica o di qualunque altra specie del contenuto di atti, anche interni, prodotti e acquisiti ai fini dell attività dell Ente". Per "gestione dei documenti", deve intendersi l'insieme delle attività finalizzate alla registrazione di protocollo e alla classificazione, organizzazione, assegnazione e reperimento dei documenti amministrativi, formati od acquisiti dall'u.s.l 3, nell'ambito del sistema di classificazione d'archivio predefinito dall' Azienda. Per "segnatura di protocollo" s'intende l'apposizione o l'associazione, all'originale del documento, in forma permanente e non modificabile, delle informazioni riguardanti il documento stesso. Art. 3 Protocollo unico aziendale L' Azienda USL 3 usufruisce, quale Area Organizzativa Omogenea unitaria, di un unico servizio di protocollazione dei documenti in entrata ed in uscita. Viene adottata un'unica sequenza numerica per l'attribuzione del numero di protocollo, rinnovata ad ogni anno solare, fatta salva la disciplina speciale in tema di registro di protocollo d emergenza, di cui al successivo art. 9. Art. 4 Registrazione di Protocollo La registrazione di protocollo è lo strumento mediante il quale a ciascun documento viene assegnata la data certa dell invio o ricezione da parte dell Azienda USL 3, ed un numero progressivo immutabile. La registrazione di protocollo è effettuata mediante la memorizzazione, su un registro informatizzato, secondo uno stretto ordine cronologico e in modo progressivo, di una serie di informazioni, alcune obbligatorie, altre accessorie, descritte negli artt. seguenti. Non sono oggetto di protocollazione, ai sensi dell art. 5 co 3 D.P.R. 445/2000: stampe pubblicità inviti ricevute di ritorno di raccomandate 2

3 posta di carattere esclusivamente privato su cui appare la parola RISERVATA (fermo il divieto per il personale dell'azienda di farsi recapitare, presso il luogo di lavoro, corrispondenza di carattere privato) gazzette ufficiali bollettini ufficiali e notiziari della pubblica amministrazione materiali statistici giornali riviste libri tutti gli atti già soggetti a registrazione particolare dell Azienda U.S.L. Art. 5 Elementi obbligatori della registrazione di protocollo Sono elementi obbligatori della registrazione di protocollo: Numero di protocollo Il numero di protocollo è costituito da una sequenza numerica di lunghezza minima pari a sette cifre. Questo implica che, per le numerazioni successive di lunghezza inferiore, il progressivo utilizzato dal sistema informatizzato deve essere giustificato a sinistra mediante zeri. All inizio di un nuovo anno solare la numerazione di protocollo deve ricominciare da Data Il sistema di gestione dei documenti, durante la fase di protocollazione, associa automaticamente alla registrazione la data in cui questa viene effettuata. Mittente o destinatario Il sistema di gestione dei documenti, prima dell attribuzione del numero di protocollo, consente l associazione alla registrazione del mittente o del destinatario, attraverso l inserimento di testo in un apposito campo ovvero tramite la selezione da un apposita rubrica. L'individuazione del mittente o destinatario necessita dell'indicazione sia del nome giuridico che dell'indirizzo (comprensivo di Via, Numero civico, CAP, Comune, Provincia) del soggetto stesso. Oggetto Il sistema di gestione dei documenti, prima dell attribuzione del numero di protocollo, consente l associazione alla registrazione dell oggetto del documento, attraverso l inserimento di testo in un apposito campo (ovvero, relativamente a comunicazioni standardizzate, tramite la selezione da un apposita rubrica). L'oggetto del documento ne deve indicare chiaramente il contenuto; esso, in particolare, deve evidenziare gli elementi giuridicamente rilevanti del documento. 3

4 Art. 6 Gestione informatizzata della registrazione di protocollo Il sistema di gestione dei documenti durante la fase di protocollazione genera automaticamente il numero di protocollo univoco. Il sistema gestisce più postazioni di protocollo che richiedono, in modo concorrente, la generazione automatica del numero di protocollo. Una volta inserito l insieme minimo di dati necessari per la protocollazione, l operatore attiva la procedura di protocollazione, che consiste nell assegnazione del numero progressivo di protocollo e della data di registrazione da parte del sistema. Art. 7 Registro di protocollo Le informazioni inserite con l'operazione di registrazione di protocollo vanno a costituire un registro denominato Registro di protocollo. Le informazioni inserite con l'operazione di registrazione di protocollo nell'arco di uno stesso giorno vanno a costituire il Registro giornaliero di protocollo. Al fine di garantire la non modificabilità delle operazioni di registrazione, il contenuto del registro informatico di protocollo deve essere riversato su supporti informatico non riscrivibile entro la giornata lavorativa successiva. Art. 8 Modifica ed annullamento delle informazioni registrate La registrazione degli elementi obbligatori del protocollo può essere modificata, integrata o annullata nei limiti e con le modalità stabilite nel presente articolo. Sono registrate in forma non modificabile ed assegnate automaticamente dal sistema il numero di protocollo e la data di registrazione di protocollo; L'annullamento del numero di protocollo e data di registrazione di protocollo determina l'automatico e contestuale annullamento dell'intera registrazione di protocollo; il sistema esegue la contestuale memorizzazione, in modo permanente, dei valori precedentemente attribuiti unitamente alla data, all'ora e all'autore dell'annullamento ed agli estremi del provvedimento d'autorizzazione; se il documento è stato riprotocollato, nella registrazione annullata dovrà essere indicato il nuovo numero attribuito. Sono registrate in forma modificabile e non assegnate automaticamente dal sistema l oggetto del documento e il mittente, per i documenti ricevuti o, in alternativa, per i documenti spediti, il destinatario o i destinatari. L'annullamento e la modifica delle informazioni registrate in forma non modificabile e non assegnate automaticamente dal sistema è possibile, ma assicurando che alla rinnovazione del campo stesso con i dati corretti il sistema associ la contestuale memorizzazione, in modo permanente, del valore precedentemente attribuito 4

5 unitamente alla data, all'ora e all'autore della modifica ed agli estremi del provvedimento d'autorizzazione. La procedura per indicare l annullamento riporta, secondo i casi, una dicitura o un segno in posizione sempre visibile e tale, comunque, da consentire la lettura di tutte le informazioni originarie unitamente alla data, all identificativo dell operatore ed agli estremi del provvedimento d'autorizzazione. Art. 9 Segnatura di protocollo La segnatura di protocollo è costituita dall'apposizione o associazione all originale del documento, in forma permanente e non modificabile, delle informazioni riguardanti il documento registrate a protocollo, ed ha la funzione di individuare ciascun documento in modo inequivocabile. Le informazioni minime previste sono il numero progressivo e data di protocollo. Art. 10 Il registro protocollo di emergenza Qualora per motivi tecnici non sia possibile utilizzare la procedura informatizzata, il Responsabile per la gestione informatica dei documenti autorizza la registrazione di protocollo su uno o più registri di emergenza, cartacei oppure informatici. Qualora l interruzione si prolunghi per cause eccezionali oltre le ventiquattr ore, il Responsabile per la gestione informatica dei documenti può autorizzare l uso del registro di emergenza per periodi successivi, comunque non superiori a una settimana. Sul Registro di emergenza sono riportati: la causa, la data e l ora di inizio dell interruzione; la data e l ora del ripristino della procedura informatica; il numero di registrazioni manuali e la data di registrazione; I dati relativi ai documenti protocollati in emergenza saranno immediatamente inseriti nel sistema informatico ripristinato. Ogni registrazione del registro di emergenza avrà un nuovo numero di protocollo e la numerazione proseguirà dall ultimo numero risultante al momento dell interruzione; numero e data del registro di emergenza saranno associati al numero di protocollo unico. Il documento sarà registrato con due numeri diversi; l efficacia giuridica probatoria sarà garantita dal numero e dalla data del registro di emergenza, mentre il numero e la data del protocollo unico garantiranno l unicità del flusso documentale e la gestione archivistica del documento; nella segnatura sarà riportato numero e data del protocollo di emergenza. 5

6 L associazione tra numero di protocollo ordinario e numero attribuito in emergenza è obbligatoria ed immodificabile. Art. 11 Distribuzione del sistema di gestione documentale aziendale Il sistema di gestione documentale aziendale si struttura su una rete di postazioni di gestione documentale coordinate tra loro, quali punti di accesso al sistema da parte di soggetti dotati di abilitazioni differenziate. Il Responsabile per la gestione informatica dei documenti riceve le richieste di abilitazione all accesso del software di protocollazione e ne dispone l autorizzazione, generando delle credenziali d accesso che provvederà a consegnare riservatamente all utente abilitato. Art. 12 Apertura dei documenti in arrivo La corrispondenza in arrivo va aperta di norma nel medesimo giorno lavorativo di ricezione, compatibilmente con l orario di apertura dell ufficio, e contestualmente protocollata. L ufficio protocollo provvede ad indicare sul documento la struttura responsabile dell evasione alla luce dei vigenti regolamenti aziendali ed individuata di regola in quella di appartenenza del responsabile del procedimento, cui verrà inviato l originale. L assegnazione prevede anche l indicazione di altre strutture interessate all atto, cui lo stesso verrà inviato in copia. Il personale che si accorga di aver ricevuto tra la propria corrispondenza un documento non di propria competenza, dovrà farlo pervenire tempestivamente all ufficio protocollo, al fine di variare l individuazione della struttura assegnataria. Quando è erroneamente registrato un documento di competenza di altra Amministrazione, o persona fisica o giuridica, dopo la registrazione deve essere indicata la dicitura "non di competenza" e il documento deve essere restituito o inviato all Ente competente con un nuovo numero di protocollo (in partenza). Art. 13 Corrispondenza indicata come riservata o personale. Le lettere che rechino la dicitura riservata o personale, per rispetto del segreto epistolare non vengono aperte, salva autorizzazione del destinatario, né protocollate. La corrispondenza classificata come personale viene inviata direttamente al destinatario, che, qualora ne accertati la valenza d ufficio anziché personale, provvederà a restituirlo all'ufficio Protocollo per l attività di registrazione. E' evidente che l'azienda non può comunque essere abitualmente indicata dal dipendente quale domicilio per il recapito di documentazione personale non inerente alle attività di servizio. Ogni abuso sarà valutato quale infrazione disciplinare. 6

7 Qualora pervenga all Ufficio Protocollo dell Azienda un documento destinato personalmente ad un dipendente (es. notifica atto giudiziario, plico raccomandato od assicurato) l Ufficio Protocollo, dovrà contattare immediatamente il dipendente per la consegna del documento, senza protocollarlo, facendosi rilasciare ricevuta con data e firma dell interessato. Qualora il dipendente non sia più in servizio, l atto verrà restituito al mittente con raccomandata A/R o altro mezzo idoneo. Art. 14 Protocollazione della busta contenente la documentazione di gara La corrispondenza riportante l'indicazione "offerta" o "gara di appalto" e simili non viene aperta. In caso di consegna a mani della documentazione suddetta, l Ufficio Protocollo fa apporre data e ora di ricezione all incaricato, che firmerà in calce, provvedendo poi ad apporre il numero e la data di protocollo direttamente sulla busta o plico. Della corrispondenza pervenuta viene redatto un elenco per ciascuna procedura di gara, che verrà sottoscritto per ricevuta dall incaricato della struttura competente al momento del ritiro. Art. 15 Rilascio di ricevuta del documento in arrivo Qualora un documento sia consegnato personalmente dal mittente o da altra persona incaricata e sia richiesto il rilascio di ricevuta attestante l'avvenuta consegna, l'addetto del protocollo è autorizzato a fotoriprodurre gratuitamente il documento e a segnarvi in originale il numero di protocollo. Nel caso in cui l'interessato sia già in possesso della propria copia, sulla stessa sarà apposto il numero e la data di protocollo. Qualora il documento sia composto di più pagine, è sufficiente la fotoriproduzione della prima pagina, mentre eventuali ulteriori costi di riproduzione sono a carico di chi presenta il documento da protocollare. Art. 16 Rinvio Per quanto non espressamente previsto dal presente regolamento, si fa riferimento alla normativa vigente in materia, adottando comportamenti ispirati al principio del buon andamento ed imparzialità dell'azione amministrativa. 7

8 8

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL PROTOCOLLO INFORMATICO E DEI FLUSSI DOCUMENTALI

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL PROTOCOLLO INFORMATICO E DEI FLUSSI DOCUMENTALI APPROVATO CON DELIBERA DELLA G.C. N. 209 DEL 12/12/2011 COMUNE DI TORRE PELLICE -------------- PROVINCIA DI TORINO REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL PROTOCOLLO INFORMATICO E DEI FLUSSI DOCUMENTALI INDICE

Dettagli

PROVINCIA REGIONALE DI RAGUSA REGOLAMENTO DELL UFFICIO DI PROTOCOLLO, DEGLI ARCHIVI E DELL UFFICIO SPEDIZIONE

PROVINCIA REGIONALE DI RAGUSA REGOLAMENTO DELL UFFICIO DI PROTOCOLLO, DEGLI ARCHIVI E DELL UFFICIO SPEDIZIONE PROVINCIA REGIONALE DI RAGUSA REGOLAMENTO DELL UFFICIO DI PROTOCOLLO, DEGLI ARCHIVI E DELL UFFICIO SPEDIZIONE APPROVATO CON DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO PROVINCIALE N. 132 DEL 16 SETTEMBRE 2003 E DIVENUTO

Dettagli

PROT. 5340 A/39/d. Manuale di gestione documentale e del protocollo informatico ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE STATALE - "CARLO GEMMELLARO"

PROT. 5340 A/39/d. Manuale di gestione documentale e del protocollo informatico ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE STATALE - CARLO GEMMELLARO PROT. 5340 A/39/d Manuale di gestione documentale e del protocollo informatico ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE STATALE - "CARLO GEMMELLARO" Indice generale 1. Scopo e campo di applicazione del documento

Dettagli

DEI DOCUMENTI E DELL ARCHIVIO

DEI DOCUMENTI E DELL ARCHIVIO Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Istituto Comprensivo Giulio Bevilacqua Via Cardinale Giulio Bevilacqua n 8 25046 Cazzago San Martino (Bs) telefono 030 / 72.50.53 - fax 030 /

Dettagli

D.P.R. 20-10-1998 n. 428. Regolamento recante norme per la gestione del protocollo informatico da parte delle amministrazioni pubbliche.

D.P.R. 20-10-1998 n. 428. Regolamento recante norme per la gestione del protocollo informatico da parte delle amministrazioni pubbliche. D.P.R. 20-10-1998 n. 428 Regolamento recante norme per la gestione del protocollo informatico da parte delle amministrazioni pubbliche. 1. Definizioni. 2. Gestione dei documenti con sistemi informativi

Dettagli

REGIONE SICILIA AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALI RIUNITI PAPARDO - PIEMONTE"

REGIONE SICILIA AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALI RIUNITI PAPARDO - PIEMONTE REGIONE SICILIA AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALI RIUNITI PAPARDO - PIEMONTE" Ctr. Papardo tel.090-3991 Messina Contrada Papardo - 98158 Messina - C.F. e Partita IVA 03051880833 REGOLAMENTO DELL ATTIVITA DI

Dettagli

MANUALE DI GESTIONE DEL PROTOCOLLO INFORMATICO E DI CONSERVAZIONE DEI DOCUMENTI

MANUALE DI GESTIONE DEL PROTOCOLLO INFORMATICO E DI CONSERVAZIONE DEI DOCUMENTI COMUNE DI MARINEO (PROV. DI PALERMO) MANUALE DI GESTIONE DEL PROTOCOLLO INFORMATICO E DI CONSERVAZIONE DEI DOCUMENTI (approvato con deliberazione della Giunta Comunale n. 106 del 24/11/04) 1 PARTE PRIMA

Dettagli

Manuale di gestione documentale e del protocollo informatico

Manuale di gestione documentale e del protocollo informatico 53 Distretto Scolastico Nocera Inferiore LICEO SCIENTIFICO STATALE N. SENSALE Via S. D Alessandro 84014 Nocera Inferiore (SA) - Tel. 081/925463 Fax 081/5173203 E-mail: saps04000b@istruzione.it saps04000b@pec.istruzione.it

Dettagli

MANUALE DI GESTIONE DEL PROTOCOLLO DEI FLUSSI DOCUMENTALI E DEGLI ARCHIVI

MANUALE DI GESTIONE DEL PROTOCOLLO DEI FLUSSI DOCUMENTALI E DEGLI ARCHIVI COMUNE DI SAN PELLEGRINO TERME Provincia di Bergamo MANUALE DI GESTIONE DEL PROTOCOLLO DEI FLUSSI DOCUMENTALI E DEGLI ARCHIVI SEZIONE I - AMBITO DI APPLICAZIONE E DEFINIZIONE...1 Articolo 1 - Ambito di

Dettagli

Regione Siciliana. Assessorato Industria Dipartimento Industria. Area Affari Generali e Comuni

Regione Siciliana. Assessorato Industria Dipartimento Industria. Area Affari Generali e Comuni Regione Siciliana Assessorato Industria Dipartimento Industria Area Affari Generali e Comuni MANUALE DEL PROTOCOLLO UNICO INFORMATICO (Documento soggetto a continuo aggiornamento) (art. 5 del DPCM 31.10.2000)

Dettagli

Manuale di Gestione Protocollo Informatico

Manuale di Gestione Protocollo Informatico Automobile Club d Italia Manuale di Gestione Protocollo Informatico Area Organizzativa Omogenea Ufficio Provinciale di CATANZARO SOMMARIO 1. AMBITO DI APPLICAZIONE...2 2. DEFINIZIONI...2 3. COMPITI DEL

Dettagli

MANUALE DI GESTIONE DEI DOCUMENTI

MANUALE DI GESTIONE DEI DOCUMENTI MANUALE DI GESTIONE DEI DOCUMENTI 1 INDICE SEZIONE I Articolo 1 Articolo 2 SEZIONE II Articolo 3 Articolo 4 Articolo 5 Articolo 6 Articolo 7 SEZIONE III Articolo 8 Articolo 9 Articolo 10 SEZIONE IV Articolo

Dettagli

UFFICIO SEGRETERIA REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL PROTOCOLLO INFORMATICO E DEI FLUSSI DOCUMENTALI

UFFICIO SEGRETERIA REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL PROTOCOLLO INFORMATICO E DEI FLUSSI DOCUMENTALI C I T T A' D I F I S C I A N O (Provincia di Salerno) UFFICIO SEGRETERIA REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL PROTOCOLLO INFORMATICO E DEI FLUSSI DOCUMENTALI Approvato con deliberazione della C.C. N. 44 del

Dettagli

COMUNE DI MASSA MANUALE PER LA GESTIONE DEL PROTOCOLLO INFORMATICO E DEI FLUSSI DOCUMENTALI

COMUNE DI MASSA MANUALE PER LA GESTIONE DEL PROTOCOLLO INFORMATICO E DEI FLUSSI DOCUMENTALI COMUNE DI MASSA MANUALE PER LA GESTIONE DEL PROTOCOLLO INFORMATICO E DEI FLUSSI DOCUMENTALI 1 CAPO I AMBITO DI APPLICAZIONE Art.1 Ambito di applicazione 1. Il presente manuale, nell ambito dell ordinamento

Dettagli

Manuale di Gestione Protocollo Informatico (art.5 del DPCM 31/10/2000) Area Organizzativa Omogenea "Automobile Club di BARI"

Manuale di Gestione Protocollo Informatico (art.5 del DPCM 31/10/2000) Area Organizzativa Omogenea Automobile Club di BARI Manuale di Gestione Protocollo Informatico (art.5 del DPCM 31/10/2000) Area Organizzativa Omogenea "Automobile Club di BARI" SOMMARIO 1. SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE... 3 2. DEFINIZIONI... 3 3. AREA ORGANIZZATIVA

Dettagli

CITTÀ DI FOLIGNO. Manuale di gestione ed archiviazione dei documenti del Comune di Foligno

CITTÀ DI FOLIGNO. Manuale di gestione ed archiviazione dei documenti del Comune di Foligno CITTÀ DI FOLIGNO Manuale di gestione ed archiviazione dei documenti Approvato con D.G.C. n. 465 del 29/12/2003 Integrato con D.G.C. n. 374 del 31/10/2007 SEZIONE I - AMBITO DI APPLICAZIONE E DEFINIZIONI

Dettagli

Introduzione alla gestione informatica Riccardo Righi

Introduzione alla gestione informatica Riccardo Righi Introduzione alla gestione informatica Riccardo Righi Area gestione documentale dei documenti 15 giugno 2010 Pag. 1 Titulus Programma della sessione Il progetto Titulus L archivio Il registro di protocollo

Dettagli

CAPO I Riferimenti normativi, ambito di applicazione, definizioni

CAPO I Riferimenti normativi, ambito di applicazione, definizioni DISPOSIZIONI PER LA GESTIONE DEL PROTOCOLLO INFORMATICO ------------------------------------------------------------------------------------------------------------ CAPO I Riferimenti normativi, ambito

Dettagli

COMUNE DI BORGOMANERO MANUALE DI GESTIONE PROTOCOLLO INFORMATICO

COMUNE DI BORGOMANERO MANUALE DI GESTIONE PROTOCOLLO INFORMATICO COMUNE DI BORGOMANERO MANUALE DI GESTIONE PROTOCOLLO INFORMATICO SOMMARIO TITOLO I PRINCIPI GENERALI...4 ART. 1 OGGETTO DELLA DISCIPLINA... 4 ART. 2 FINALITÀ... 4 ART. 3 IL SERVIZIO DEL PROTOCOLLO... 4

Dettagli

MANUALE DI GESTIONE INFORMATICA DEI DOCUMENTI

MANUALE DI GESTIONE INFORMATICA DEI DOCUMENTI MANUALE DI GESTIONE INFORMATICA DEI DOCUMENTI Approvato dalla Giunta Comunale con Deliberazione n. 170 del _08/10/2015 SOMMARIO SEZIONE I - Disposizioni di carattere generale... 4 Articolo 1: ambito di

Dettagli

Il protocollo informatico

Il protocollo informatico La dematerializzazione dei documenti amministrativi Il protocollo informatico Notaio Gea Arcella garcella@notariato.it Udine 22 novembre 2012 1 1.1 L'obbligo di registrazione dei documenti amministrativi

Dettagli

ALLEGATO N. 12 REGISTRO DI EMERGENZA

ALLEGATO N. 12 REGISTRO DI EMERGENZA ALLEGATO N. 12 REGISTRO DI EMERGENZA Nel caso di inconvenienti tecnici che dovessero protrarsi oltre le 48 ore sui collegamenti telematici o comunque sul funzionamento del sistema di protocollo, su disposizione

Dettagli

MANUALE DI GESTIONE DEL PROTOCOLLO INFORMATICO E DI CONSERVAZIONE DEI DOCUMENTI INDICE

MANUALE DI GESTIONE DEL PROTOCOLLO INFORMATICO E DI CONSERVAZIONE DEI DOCUMENTI INDICE MANUALE DI GESTIONE DEL PROTOCOLLO INFORMATICO E DI CONSERVAZIONE DEI DOCUMENTI INDICE PARTE PRIMA AMBITO DI APPLICAZIONE DEL MANUALE E DEFINIZIONI 1.1 Introduzione 1.2 Finalità del manuale 1.3 Definizioni

Dettagli

MANUALE di GESTIONE del PROTOCOLLO INFORMATICO

MANUALE di GESTIONE del PROTOCOLLO INFORMATICO MANUALE di GESTIONE del PROTOCOLLO INFORMATICO Approvato con Delibera di G.C. n. 164 del 30.12.2004 1 INDICE TITOLO I PRINCIPI GENERALI ART. 1 OGGETTO DELLA DISCIPLINA ART. 2 FINALITA ART. 3 IL SERVIZIO

Dettagli

REGOLAMENTO DI ATENEO PER LA GESTIONE, LA TENUTA E LA CONSERVAZIONE DEI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI

REGOLAMENTO DI ATENEO PER LA GESTIONE, LA TENUTA E LA CONSERVAZIONE DEI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI Emanato con Decreto Rettorale n. 87, prot. n. 6624/I3 del 24 luglio 2015 REGOLAMENTO DI ATENEO PER LA GESTIONE, LA TENUTA E LA CONSERVAZIONE DEI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI INDICE Capo I Ambito di applicazione

Dettagli

Manuale di gestione del protocollo informatico emanato con D.D. del 2.01.04 n.1 ed aggiornato con D.D. del 16.10.07 n.1239

Manuale di gestione del protocollo informatico emanato con D.D. del 2.01.04 n.1 ed aggiornato con D.D. del 16.10.07 n.1239 Università degli Studi del Sannio Manuale di gestione del protocollo informatico emanato con D.D. del 2.01.04 n.1 ed aggiornato con D.D. del 16.10.07 n.1239 1 I N D I C E Capo I Capo II Capo III Capo IV

Dettagli

COMUNE DI BARZIO Provincia di Lecco PROTOCOLLO INFORMATICO MANUALE DI GESTIONE DEI DOCUMENTI

COMUNE DI BARZIO Provincia di Lecco PROTOCOLLO INFORMATICO MANUALE DI GESTIONE DEI DOCUMENTI COMUNE DI BARZIO Provincia di Lecco PROTOCOLLO INFORMATICO MANUALE DI GESTIONE DEI DOCUMENTI 208 SEZIONE I - AMBITO DI APPLICAZIONE Articolo 1 Ambito di applicazione 1. Il presente manuale di gestione

Dettagli

MANUALE DI GESTIONE DEL PROTOCOLLO INFORMATICO

MANUALE DI GESTIONE DEL PROTOCOLLO INFORMATICO Prot. n. 4519 del 12/10/2015 MANUALE DI GESTIONE DEL PROTOCOLLO INFORMATICO PREMESSA II presente manuale, previsto dall'art. 5 del DPCM 3 dicembre 2013, descrive il sistema di gestione e di conservazione

Dettagli

DPCM 31 OTTOBRE 2000 (G. U. 21.11.2000, SERIE GENERALE, N. 272) REGOLE TECNICHE PER IL PROTOCOLLO INFORMATICO DI CUI AL DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA

DPCM 31 OTTOBRE 2000 (G. U. 21.11.2000, SERIE GENERALE, N. 272) REGOLE TECNICHE PER IL PROTOCOLLO INFORMATICO DI CUI AL DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA DPCM 31 OTTOBRE 2000 (G. U. 21.11.2000, SERIE GENERALE, N. 272) REGOLE TECNICHE PER IL PROTOCOLLO INFORMATICO DI CUI AL DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 20 OTTOBRE 1998, N. 428 TITOLO I AMBITO DI

Dettagli

IO CONTO Nuovi obblighi normativi - Allegati

IO CONTO Nuovi obblighi normativi - Allegati Dipartimento per la Programmazione e la Gestione delle Risorse Umane, Finanziarie e Strumentali Direzione Generale per le Risorse Umane e Finanziarie IO CONTO Nuovi obblighi normativi - Allegati Indice

Dettagli

MANUALE DI GESTIONE DELL'ARCHIVIO E DEI FLUSSI DOCUMENTALI

MANUALE DI GESTIONE DELL'ARCHIVIO E DEI FLUSSI DOCUMENTALI MANUALE DI GESTIONE DELL'ARCHIVIO E DEI FLUSSI DOCUMENTALI Città di Cattolica Provincia di Rimini SERVIZIO PER LA GESTIONE DELL'ARCHIVIO E DEI FLUSSI DOCUMENTALI Manuale di gestione del patrimonio documentale

Dettagli

Regolamento per la gestione, tenuta e tutela dei documenti amministrativi del Collegio IPASVI di Siena

Regolamento per la gestione, tenuta e tutela dei documenti amministrativi del Collegio IPASVI di Siena Pag. 1 Prot. 10/2016 Rep. D. I.02 documenti amministrativi del Collegio IPASVI di Siena Adottato dal Consiglio Direttivo con Delibera n. 10 del 26/01/2016 Pag. 2 Sommario CAPO I - AMBITO DI APPLICAZIONE

Dettagli

C O M U N E DI A S S E M I N I

C O M U N E DI A S S E M I N I C O M U N E DI A S S E M I N I PROVINCIA DI CAGLIARI SERVIZIO ICT MANUALE DI GESTIONE DEL PROTOCOLLO INFORMATICO E DEL FLUSSO DOCUMENTALE (artt. 3 e 5 DPCM 3/12/2013) SEZIONE 1. DISPOSIZIONI GENERALI Ambito

Dettagli

MANUALE DI GESTIONE E CONSERVAZIONE DEI DOCUMENTI

MANUALE DI GESTIONE E CONSERVAZIONE DEI DOCUMENTI COMUNE DI SANTARCANGELO DI ROMAGNA Provincia di Rimini MANUALE DI GESTIONE E CONSERVAZIONE DEI DOCUMENTI Man. Gest.1/87 Premessa Ai sensi della normativa vigente, l'amministrazione Comunale di Santarcangelo

Dettagli

Comune di Campogalliano Provincia di Modena

Comune di Campogalliano Provincia di Modena Comune di Campogalliano Provincia di Modena Manuale di gestione del protocollo informatico e di conservazione dei documenti Approvato con delibera di Giunta comunale n. 86 del 28 dicembre 2005 Modificato

Dettagli

Manuale per la gestione del protocollo informatico, dei flussi documentali e degli archivi (artt. 3 e 5 DPCM 31/10/2000)

Manuale per la gestione del protocollo informatico, dei flussi documentali e degli archivi (artt. 3 e 5 DPCM 31/10/2000) Manuale per la gestione del protocollo informatico, dei flussi documentali e degli archivi (artt. 3 e 5 DPCM 31/10/2000) Approvato con deliberazione del Consiglio comunale n. 41 del 19.02.2008 In vigore

Dettagli

Manuale di gestione documentale dell Agenzia delle Entrate

Manuale di gestione documentale dell Agenzia delle Entrate Manuale di gestione documentale dell Agenzia delle Entrate aggiornato al 22 aprile 2015 INDICE DEI CONTENUTI 1. PREMESSA, DEFINIZIONI, RIFERIMENTI NORMATIVI... 1 1.1. Il Manuale di Gestione documentale

Dettagli

PROTOCOLLO INFORMATICO MANUALE DI GESTIONE DEI DOCUMENTI

PROTOCOLLO INFORMATICO MANUALE DI GESTIONE DEI DOCUMENTI COMUNE DI CASSINA VALSASSINA Provincia di LECCO PROTOCOLLO INFORMATICO MANUALE DI GESTIONE DEI DOCUMENTI SEZIONE I AMBITO DI APPLICAZIONE Articolo 1 Ambito di applicazione 1. Il presente manuale di gestione

Dettagli

ORDINE DEI FARMACISTI DELLA PROVINCIA DI MATERA

ORDINE DEI FARMACISTI DELLA PROVINCIA DI MATERA ORDINE DEI FARMACISTI DELLA PROVINCIA DI MATERA MANUALE DI GESTIONE DEI DOCUMENTI INFORMATICI ( Art. 5 D.P.C.M. 03/12/2013 ) Approvato con deliberazione C.D. n. 538 del 01/10/2015 1. PRINCIPI GENERALI

Dettagli

REGOLAMENTO SULLA DISCIPLINA DEL SERVIZIO PER LA TENUTA DEL PROTOCOLLO INFORMATICO

REGOLAMENTO SULLA DISCIPLINA DEL SERVIZIO PER LA TENUTA DEL PROTOCOLLO INFORMATICO REGOLAMENTO SULLA DISCIPLINA DEL SERVIZIO PER LA TENUTA DEL PROTOCOLLO INFORMATICO Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 59 del 3 novembre 2005 Pag. 1 TITOLO I PRINCIPI GENERALI Articolo

Dettagli

Comune di Viareggio Manuale di gestione e conservazione dei documenti

Comune di Viareggio Manuale di gestione e conservazione dei documenti Comune di Viareggio Manuale di gestione e conservazione dei documenti (artt. 3 e 5 DPCM 31 ottobre 2000) (Approvato con Delibera. G.C. n. 305 del 30/06/2011 Modificato con Delibera. Commissario Pref. n.

Dettagli

PARTE PRIMA - AMBITO DI APPLICAZIONE E DEFINIZIONI...

PARTE PRIMA - AMBITO DI APPLICAZIONE E DEFINIZIONI... I N D I C E PARTE PRIMA - AMBITO DI APPLICAZIONE E DEFINIZIONI... 3 ART. 1 AMBITO DI APPLICAZIONE......3 ART. 2 DEFINIZIONI... 3 ART. 3 INDIVIDUAZIONE DELL AREA ORGANIZZATIVA OMOGENEA (AOO)....4 ART. 4

Dettagli

Protezione delle registrazioni di tracciamento da modifiche non autorizzate A R.1.6 [TU4452000/52/1/b]

Protezione delle registrazioni di tracciamento da modifiche non autorizzate A R.1.6 [TU4452000/52/1/b] 7 CHECK LIST 7.1 Tabella di Controllo sezione 1 A R.1.1 [TU4452000/52/1/a] Garanzie di sicurezza e integrità del sistema A R.1.2 [DPCM311000/7/1] Requisiti minimi di sicurezza del sistema operativo dell

Dettagli

Manuale di gestione del protocollo informatico

Manuale di gestione del protocollo informatico Manuale di gestione del protocollo informatico ALLEGATO A 1. Ambito di applicazione del manuale e definizioni...2 2. Le tipologie documentarie...3 2.1. Documenti in arrivo...3 2.2. Documenti in partenza...4

Dettagli

Manuale di Gestione Protocollo Informatico

Manuale di Gestione Protocollo Informatico Automobile Club d Italia Manuale di Gestione Protocollo Informatico Area Organizzativa Omogenea Ufficio Provinciale di POTENZA GENNAIO 2013 SOMMARIO 1. AMBITO DI APPLICAZIONE...3 2. DEFINIZIONI...3 3.

Dettagli

MANUALE DI GESTIONE DEI DOCUMENTI DELL IRES PIEMONTE

MANUALE DI GESTIONE DEI DOCUMENTI DELL IRES PIEMONTE MANUALE DI GESTIONE DEI DOCUMENTI DELL IRES PIEMONTE SOMMARIO SEZIONE I - DISPOSIZIONI GENERALI Art. 1 Art. 2 Art. 3 Art. 4 Art. 5 Art. 6 Art. 7 Ambito di Applicazione Definizioni Efficacia dei documenti

Dettagli

MANUALE DI GESTIONE E DI CONSERVAZIONE DEI DOCUMENTI COMUNALI

MANUALE DI GESTIONE E DI CONSERVAZIONE DEI DOCUMENTI COMUNALI COMUNE DI CIVITA CASTELLANA Provincia di Viterbo * * * AREA RELAZIONI ESTERNE MANUALE DI GESTIONE E DI CONSERVAZIONE DEI DOCUMENTI COMUNALI 1 TITOLO I - PRINCIPI GENERALI 3 ART. 1 OGGETTO DELLA DISCIPLINA

Dettagli

COMUNE DI UDINE MANUALE

COMUNE DI UDINE MANUALE COMUNE DI UDINE MANUALE PER LA GESTIONE E CONSERVAZIONE DEI DOCUMENTI APPROVATO CON DELIBERAZIONE GIUNTALE N. 823 D ORD. DEL 22 DICEMBRE 2003 MODIFICATO CON DELIBERAZIONI GIUNTALI N. 486/ 2004, N. 571/

Dettagli

Manuale di gestione del sistema informatico di gestione documentaria Approvato con deliberazione Giunta Provinciale del 29.11.2010 n.

Manuale di gestione del sistema informatico di gestione documentaria Approvato con deliberazione Giunta Provinciale del 29.11.2010 n. Manuale di gestione del sistema informatico di gestione documentaria Approvato con deliberazione Giunta Provinciale del 29.11.2010 n.319 Il presente Manuale è stato redatto dal Gruppo di lavoro dell Università

Dettagli

Norme principali di riferimento per la formazione, classificazione e conservazione dei documenti amministrativi

Norme principali di riferimento per la formazione, classificazione e conservazione dei documenti amministrativi Il documento informatico formazione, classificazione e conservazione sostitutiva Norme principali di riferimento per la formazione, classificazione e conservazione dei documenti amministrativi DPR 445

Dettagli

MANUALE DI GESTIONE DEL PROTOCOLLO INFORMATICO E DI CONSERVAZIONE DEI DOCUMENTI INDICE

MANUALE DI GESTIONE DEL PROTOCOLLO INFORMATICO E DI CONSERVAZIONE DEI DOCUMENTI INDICE MANUALE DI GESTIONE DEL PROTOCOLLO INFORMATICO E DI CONSERVAZIONE DEI DOCUMENTI ALL. A) INDICE PARTE PRIMA AMBITO DI APPLICAZIONE DEL MANUALE E DEFINIZIONI 1.1 Introduzione 1.2 Finalità del manuale 1.3

Dettagli

Manuale di gestione dei documenti informatici, del protocollo informatico, dei flussi documentali e degli archivi (Manuale di gestione documentale)

Manuale di gestione dei documenti informatici, del protocollo informatico, dei flussi documentali e degli archivi (Manuale di gestione documentale) PROVINCIA DI VICENZA Manuale di gestione dei documenti informatici, del protocollo informatico, dei flussi documentali e degli archivi (Manuale di gestione documentale) Artt. 3, 4, 5 del DECRETO DEL PRESIDENTE

Dettagli

1. LE FASI DELLA GESTIONE DEI DOCUMENTI

1. LE FASI DELLA GESTIONE DEI DOCUMENTI Testo estratto da STEANO PIGLIAPOCO, La gestione informatica dei documenti: aspetti archivistici e organizzativi, in OMENICO PIAZZA (a cura di), Il protocollo informatico per la pubblica amministrazione,

Dettagli

Allegato alla determinazione n. 1066/000/DIG/15/0008 del 9 ottobre 2015

Allegato alla determinazione n. 1066/000/DIG/15/0008 del 9 ottobre 2015 Allegato alla determinazione n. 1066/000/DIG/15/0008 del 9 ottobre 2015 Regione Piemonte AZIENDA SANITARIA LOCALE CN2 VIA VIDA N. 10 12051 ALBA (CN) C.F./Partita I.V.A. n.: 02419170044 MANUALE DI GESTIONE

Dettagli

Città di Portogruaro Provincia di Venezia REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI DA PARTE DELL UFFICIO PROTOCOLLO

Città di Portogruaro Provincia di Venezia REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI DA PARTE DELL UFFICIO PROTOCOLLO Città di Portogruaro Provincia di Venezia REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI DA PARTE DELL UFFICIO PROTOCOLLO Approvato dalla G.C. con deliberazione n. 201 del 7.9.2000 INDICE CAPO

Dettagli

COMUNE DI BOSISIO PARINI

COMUNE DI BOSISIO PARINI COMUNE DI BOSISIO PARINI Provincia di Lecco REGOLAMENTO PER LA GESTIONE, TENUTA, CONSULTAZIONE E TUTELA DEI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI DEL COMUNE DI BOSISIO PARINI DAL PROTOCOLLO ALL ARCHIVIO. Approvato

Dettagli

Manuale di Gestione Protocollo Informatico

Manuale di Gestione Protocollo Informatico Ufficio Provinciale Pisa Manuale di Gestione Protocollo Informatico Area Organizzativa Omogenea Ufficio Provinciale PRA di Pisa Marzo 2012 Versione 3.0 Ufficio Provinciale Pisa SOMMARIO 1. AMBITO DI APPLICAZIONE...3

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei Ministri

Presidenza del Consiglio dei Ministri Presidenza del Consiglio dei Ministri Segretariato Generale Ufficio del Segretario Generale Manuale di gestione per l archivio e il protocollo informatico Presidenza del Consiglio dei Ministri Manuale

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE, LA TENUTA E LA TUTELA DEI DOCUMENTI DELLE AZIENDE SANITARIE E OSPEDALIERE DAL PROTOCOLLO ALL ARCHIVIO STORICO *

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE, LA TENUTA E LA TUTELA DEI DOCUMENTI DELLE AZIENDE SANITARIE E OSPEDALIERE DAL PROTOCOLLO ALL ARCHIVIO STORICO * REGOLAMENTO PER LA GESTIONE, LA TENUTA E LA TUTELA DEI DOCUMENTI DELLE AZIENDE SANITARIE E OSPEDALIERE DAL PROTOCOLLO ALL ARCHIVIO STORICO * CAPO I Ambito di applicazione Art. 1 Ambito di applicazione

Dettagli

MANUALE DI GESTIONE DEL PROTOCOLLO INFORMATICO, DEI FLUSSI DOCUMENTALI E DEGLI ARCHIVI

MANUALE DI GESTIONE DEL PROTOCOLLO INFORMATICO, DEI FLUSSI DOCUMENTALI E DEGLI ARCHIVI MANUALE DI PROTOCOLLO INFORMATICO, DEI FLUSSI DOCUMENTALI E DEGLI ARCHIVI (Regolamento adottato ai sensi degli artt. 3 e 5 del DPCM 31.10.000) Adottato con Delibera di Giunta Comunale n. xxxxx del xx.xx.xxxx

Dettagli

MANUALE PER LA GESTIONE DEL PROTOCOLLO INFORMATICO

MANUALE PER LA GESTIONE DEL PROTOCOLLO INFORMATICO MANUALE PER LA GESTIONE DEL PROTOCOLLO INFORMATICO Approvato con deliberazione della Giunta n 35 del 11 giugno 2015 I NDI C E CAPO I - AMBITO DI APPLICAZIONE E DEFINIZIONI art. 1 Ambito di applicazione

Dettagli

CITTA DI VIZZINI. Città Metropolitana di Catania MANUALE DI GESTIONE DEL PROTOCOLLO INFORMATICO E DEL SERVIZIO ARCHIVISTICO COMUNALE SOMMARIO

CITTA DI VIZZINI. Città Metropolitana di Catania MANUALE DI GESTIONE DEL PROTOCOLLO INFORMATICO E DEL SERVIZIO ARCHIVISTICO COMUNALE SOMMARIO CITTA DI VIZZINI Città Metropolitana di Catania MANUALE DI GESTIONE DEL PROTOCOLLO INFORMATICO E DEL SERVIZIO ARCHIVISTICO COMUNALE SOMMARIO PARTE PRIMA AMBITO DI APPLICAZIONE DEL MANUALE E DEFINIZIONI

Dettagli

MANUALE DI GESTIONE DEL PROTOCOLLO INFORMATICO E CONSERVAZIONE DEI DOCUMENTI INFORMATICI DELL ATER DI VERONA

MANUALE DI GESTIONE DEL PROTOCOLLO INFORMATICO E CONSERVAZIONE DEI DOCUMENTI INFORMATICI DELL ATER DI VERONA Pag.1 di 17 MANUALE DI GESTIONE DEL PROTOCOLLO INFORMATICO E CONSERVAZIONE DEI DOCUMENTI INFORMATICI DELL ATER DI VERONA Adottato con Determina del Commissario Straordinario in data 17/12/2015 n. 1/16275

Dettagli

Manuale di gestione del Protocollo informatico e dei flussi documentali (DPCM 31/10/2000 e DPCM 03/12/2013)

Manuale di gestione del Protocollo informatico e dei flussi documentali (DPCM 31/10/2000 e DPCM 03/12/2013) Manuale di gestione del Protocollo informatico e dei flussi documentali (DPCM 31/10/2000 e DPCM 03/12/2013) Approvato con deliberazione G.C. n. 204 del 08/10/2015 Sommario SEZIONE 1. DISPOSIZIONI GENERALI

Dettagli

DISCIPLINARE PER LA GESTIONE DEL PROTOCOLLO DEI DOCUMENTI E DEGLI ARCHIVI. (Deliberazione della Giunta Comunale n. 569 del 29 dicembre 2011)

DISCIPLINARE PER LA GESTIONE DEL PROTOCOLLO DEI DOCUMENTI E DEGLI ARCHIVI. (Deliberazione della Giunta Comunale n. 569 del 29 dicembre 2011) DISCIPLINARE PER LA GESTIONE DEL PROTOCOLLO DEI DOCUMENTI E DEGLI ARCHIVI (Deliberazione della Giunta Comunale n. 569 del 29 dicembre 2011) PARTE PRIMA - AMBITO DI APPLICAZIONE DEL MANUALE E DEFINIZIONI...3

Dettagli

Tribunale Militare della Spezia Manuale di Gestione del Protocollo Informatico MANUALE DI GESTIONE

Tribunale Militare della Spezia Manuale di Gestione del Protocollo Informatico MANUALE DI GESTIONE MANUALE DI GESTIONE Il Manuale di Gestione è l insieme di regole necessarie per la gestione ed il corretto funzionamento del sistema di protocollo, dei procedimenti amministrativi informatici e del sistema

Dettagli

Comune di Vigonza Via Cavour n.16 35010 PD Tel.049 8090211 fax 049 8090200

Comune di Vigonza Via Cavour n.16 35010 PD Tel.049 8090211 fax 049 8090200 Comune di Vigonza Via Cavour n.16 35010 PD Tel.049 8090211 fax 049 8090200 MANUALE DI GESTIONE DEL PROTOCOLLO INFORMATICO E DELLA TENUTA, GESTIONE E CONSERVAZIONE DEI DOCUMENTI 1 INDICE CAPO I AMBITO DI

Dettagli

MANUALE DI GESTIONE DEI FLUSSI DOCUMENTALI E DEL PROTOCOLLO INFORMATICO

MANUALE DI GESTIONE DEI FLUSSI DOCUMENTALI E DEL PROTOCOLLO INFORMATICO COMUNE DI CASTELFIDARDO ********* MANUALE DI GESTIONE DEI FLUSSI DOCUMENTALI E DEL PROTOCOLLO INFORMATICO - I N D I C E - INTRODUZIONE Pag. 5 Premessa Individuazione di una unica Area Organizzativa Omogenea

Dettagli

La gestione dei flussi documentali e del protocollo informatico nell'i.c. di Castellucchio (MN)

La gestione dei flussi documentali e del protocollo informatico nell'i.c. di Castellucchio (MN) La gestione dei flussi documentali e del protocollo informatico nell'i.c. di Castellucchio (MN) Mario Varini Flussi documentali e protocollo informatico nell'ic di Castellucchio (MN) pag. 1 di 76 mario.varini@gmail.com

Dettagli

Manuale di Gestione Protocollo Informatico

Manuale di Gestione Protocollo Informatico Manuale di Gestione Protocollo Informatico Area Organizzativa Omogenea Ufficio Provinciale PRA di Padova Aprile 2012 Versione 3.0 SOMMARIO 1. AMBITO DI APPLICAZIONE...3 2. DEFINIZIONE E COMPITI...3 3.

Dettagli

COMUNE DI CIVITAVECCHIA Regolamento per la gestione del protocollo informatico e del Servizio archivistico comunale

COMUNE DI CIVITAVECCHIA Regolamento per la gestione del protocollo informatico e del Servizio archivistico comunale COMUNE DI CIVITAVECCHIA Regolamento per la gestione del protocollo informatico e del Servizio archivistico comunale Sommario PARTE PRIMA - Ambito di applicazione del manuale e definizioni... 3 Articolo

Dettagli

Manuale per la gestione del protocollo, dei flussi documentali e degli archivi

Manuale per la gestione del protocollo, dei flussi documentali e degli archivi COMUNE DI COMO Servizio Archivio e Protocollo Manuale per la gestione del protocollo, dei flussi documentali e degli archivi (Artt. 3 e 5 DPCM 31 ottobre 2000) Allegato n. 9 Gestione dei flussi documentali

Dettagli

Manuale di Gestione del Protocollo Informatico

Manuale di Gestione del Protocollo Informatico COMUNE DI CAPOLONA (Provincia di Arezzo) Manuale di Gestione del Protocollo Informatico, dei Documenti e dell Archivio (artt. 3 e 5 DPCM 31/10/2000) Sommario SEZIONE 1. DISPOSIZIONI GENERALI 1.1 Ambito

Dettagli

COMUNE DI CREVALCORE MANUALE DI GESTIONE DEI DOCUMENTI

COMUNE DI CREVALCORE MANUALE DI GESTIONE DEI DOCUMENTI COMUNE DI CREVALCORE (Provincia di Bologna) MANUALE DI GESTIONE DEI DOCUMENTI Art.5 del DPCM 31 Ottobre 2000 Art.5 del DPCM 31 Ottobre 2000 Approvato con la deliberazione della Giunta Comunale n. 163 del

Dettagli

Protocollo Informatico (D.p.r. 445/2000)

Protocollo Informatico (D.p.r. 445/2000) Protocollo Informatico (D.p.r. 445/2000) Ricerca veloce degli atti, archiviazione, fascicolazione ed inventario semplice e funzionale Collegamento tra protocolli tramite la gestione dei fascicoli e visualizzazione

Dettagli

NOTE TECNICO-OPERATIVE (di cui alla Circolare n. 153 del 20 dicembre 2010 - Prot. n. 0025823)

NOTE TECNICO-OPERATIVE (di cui alla Circolare n. 153 del 20 dicembre 2010 - Prot. n. 0025823) NOTE TECNICO-OPERATIVE (di cui alla Circolare n. 153 del 20 dicembre 2010 - Prot. n. 0025823) L Ateneo ha istituito dal 1 gennaio 2011, ai fini di una gestione unica e coordinata della documentazione amministrativa,

Dettagli

Manuale di gestione del protocollo informatico

Manuale di gestione del protocollo informatico COMUNE DI SANTA MARGHERITA LIGURE Città Metropolitana di Genova SERVIZIO PROTOCOLLO - URP Manuale di gestione del protocollo informatico - I - Servizio Protocollo-Urp Servizio Protocollo-Urp Manuale di

Dettagli

MANUALE DI GESTIONE DEL PROTOCOLLO INFORMATICO, DEI DOCUMENTI E DELL ARCHIVIO

MANUALE DI GESTIONE DEL PROTOCOLLO INFORMATICO, DEI DOCUMENTI E DELL ARCHIVIO Prot. nr. AOOITSCASSATA-0006474-C14 MANUALE DI GESTIONE DEL PROTOCOLLO INFORMATICO, DEI DOCUMENTI E DELL ARCHIVIO PREMESSA Obiettivo del Manuale di gestione è descrivere sia il sistema di gestione documentale

Dettagli

Ente Parco dell Etna. Nicolosi

Ente Parco dell Etna. Nicolosi Ente Parco dell Etna Via Del Convento n. 45 Nicolosi MANUALE PER LA GESTIONE DEL PROTOCOLLO INFORMATICO DELL ENTE PARCO DELL ETNA. TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI Premessa 1. Per gestire correttamente i

Dettagli

MANUALE DI GESTIONE DEL PROTOCOLLO INFORMATICO, DEI DOCUMENTI E DELL ARCHIVIO PREMESSA

MANUALE DI GESTIONE DEL PROTOCOLLO INFORMATICO, DEI DOCUMENTI E DELL ARCHIVIO PREMESSA Istituto Comprensivo n. 4 C.Collodi-L.Marini Via Fucino, 3-67051- Avezzano (AQ) e-mail: aqic843008@istruzione.it - pec: aqic843008@pec.istruzione.it sito web: www.istitutocomprensivocollodimarini.it Tel.

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA DELL INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASSA 6 Cod. fiscale 80002800458 P.zza Albania, 7 54100 Massa tel.

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA DELL INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASSA 6 Cod. fiscale 80002800458 P.zza Albania, 7 54100 Massa tel. ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA DELL INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASSA 6 Cod. fiscale 80002800458 P.zza Albania, 7 54100 Massa tel. 0585/833924 e-mail: msic81200d@istruzione.it - P.E.C.:

Dettagli

L ORGANIZZAZIONE DEI FLUSSI DOCUMENTALI: LINEE GUIDA PER IL MANUALE DI GESTIONE

L ORGANIZZAZIONE DEI FLUSSI DOCUMENTALI: LINEE GUIDA PER IL MANUALE DI GESTIONE L ORGANIZZAZIONE DEI FLUSSI DOCUMENTALI: LINEE GUIDA PER IL MANUALE DI GESTIONE Il Manuale di Gestione Descrive il sistema di gestione e di conservazione dei documenti e fornisce le istruzioni per il corretto

Dettagli

Manuale di Gestione Protocollo Informatico. Area Organizzativa Omogenea Ufficio Provinciale di Bologna

Manuale di Gestione Protocollo Informatico. Area Organizzativa Omogenea Ufficio Provinciale di Bologna Manuale di Gestione Protocollo Informatico Area Organizzativa Omogenea Ufficio Provinciale di Bologna Giugno 2012 SOMMARIO 1. AMBITO DI APPLICAZIONE...2 2. DEFINIZIONI...2 3. COMPITI DEL SERVIZIO PROTOCOLLO

Dettagli

COMUNE DI CASALGRANDE PROVINCIA DI REGGIO NELL EMILIA

COMUNE DI CASALGRANDE PROVINCIA DI REGGIO NELL EMILIA COMUNE DI CASALGRANDE PROVINCIA DI REGGIO NELL EMILIA MANUALE DI GESTIONE DEI DOCUMENTI (CONFORME AL DPCM 31 OTTOBRE 2000) Articolo 1 - Ambito di applicazione Articolo 2 - Aree organizzative omogenee Articolo

Dettagli

PROVINCIA DI COSENZA DISPOSIZIONI ATTUATIVE PER LA DISCIPLINA DELL ALBO PRETORIO ON-LINE

PROVINCIA DI COSENZA DISPOSIZIONI ATTUATIVE PER LA DISCIPLINA DELL ALBO PRETORIO ON-LINE PROVINCIA DI COSENZA DISPOSIZIONI ATTUATIVE PER LA DISCIPLINA DELL ALBO PRETORIO ON-LINE INDICE GENERALE Art. 1 - Oggetto Art. 2 - Istituzione dell Albo Pretorio on-line Art. 3 - Finalità della pubblicazione

Dettagli

MANUALE DI GESTIONE DEL PROTOCOLLO INFORMATICO

MANUALE DI GESTIONE DEL PROTOCOLLO INFORMATICO COMUNE DI BONATE SOPRA Provincia di Bergamo MANUALE DI GESTIONE DEL PROTOCOLLO INFORMATICO - Sezione 1 - Disposizioni generali 1.1 Ambito di applicazione 1.2 Definizioni dei termini 1.3 Area organizzativa

Dettagli

Protocollo Informatico (D.p.r. 445/2000)

Protocollo Informatico (D.p.r. 445/2000) Protocollo Informatico (D.p.r. 445/2000) Ricerca veloce degli atti, archiviazione, fascicolazione ed inventario Inserimento semplice e funzionale Collegamento tra protocolli tramite la gestione dei fascicoli

Dettagli

M a n u a l e d i g e s t i o n e d e l P r o t o c o l l o I n f o r m a t i c o

M a n u a l e d i g e s t i o n e d e l P r o t o c o l l o I n f o r m a t i c o COMUNE DI GALLIATE Provincia di Novara SETTORE U.R.P. E INNOVAZIONE SERVIZIO PROTOCOLLO E ARCHIVIO M a n u a l e d i g e s t i o n e d e l P r o t o c o l l o I n f o r m a t i c o Approvato con deliberazione

Dettagli

MANUALE PER LA GESTIONE DEL PROTOCOLLO INFORMATICO, DEI FLUSSI DOCUMENTALI E DEGLI ARCHIVI (art. 5 del D.P.C.M. 31 ottobre 2000)

MANUALE PER LA GESTIONE DEL PROTOCOLLO INFORMATICO, DEI FLUSSI DOCUMENTALI E DEGLI ARCHIVI (art. 5 del D.P.C.M. 31 ottobre 2000) MANUALE PER LA GESTIONE DEL PROTOCOLLO INFORMATICO, DEI FLUSSI DOCUMENTALI E DEGLI ARCHIVI (art. 5 del D.P.C.M. 31 ottobre 2000) Approvato dalla Giunta camerale con deliberazione n. 125 del 18/10/2012

Dettagli

MANUALE DI GESTIONE DEL PROTOCOLLO INFORMATICO DEI DOCUMENTI E DELL'ARCHIVIO

MANUALE DI GESTIONE DEL PROTOCOLLO INFORMATICO DEI DOCUMENTI E DELL'ARCHIVIO MANUALE DI GESTIONE DEL PROTOCOLLO INFORMATICO DEI DOCUMENTI E DELL'ARCHIVIO Allegato alla Del. G.C. n. 82 del 23/03/2006 Settore 2 Servizi Interni - Archivio e Protocollo 1 INDICE Introduzione. CAPO I

Dettagli

Prot. 5231/ A32 Pellezzano 12/12/2014

Prot. 5231/ A32 Pellezzano 12/12/2014 ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELLEZZANO Sede legale: Via Nicola Russo, 7 Uffici amministrativi: Piazza Giuseppe di Vittorio, 1 84080 PELLEZZANO (SA) tel. 089/566308 fax 089/5683713 e-mail SAIC8BH007@ISTRUZIONE.IT

Dettagli

(artt. 3 e 5 DPCM 3 dicembre 2013) Edizione 01/2016 Rev. 01

(artt. 3 e 5 DPCM 3 dicembre 2013) Edizione 01/2016 Rev. 01 Manuale per la gestione del protocollo informatico, dei flussi documentali e degli archivi dell Ufficio d Ambito della Città Metropolitana di Milano Azienda Speciale (artt. 3 e 5 DPCM 3 dicembre 2013)

Dettagli

Comune di Sansepolcro Provincia di Arezzo

Comune di Sansepolcro Provincia di Arezzo Comune di Sansepolcro Provincia di Arezzo Manuale di Gestione del protocollo informatico, dei flussi documentali e degli archivi (artt. 3 e 5 DPCM 3/12/2013) Approvato con Delibera di Giunta Municipale

Dettagli

MANUALE DI GESTIONE DEI DOCUMENTI DELLA PROVINCIA DI SAVONA

MANUALE DI GESTIONE DEI DOCUMENTI DELLA PROVINCIA DI SAVONA MANUALE DI GESTIONE DEI DOCUMENTI DELLA PROVINCIA DI SAVONA 1 2 Indice SEZIONE I DEFINIZIONI ED AMBITO DI APPLICAZIONE...5 1. Ambito di applicazione... 5 2. Definizioni... 5 3. Pre-protocollo... 7 SEZIONE

Dettagli

Approvato con delibera di Giunta Comunale n. 267 del 12/10/2015. 1. Parte prima Ambito di applicazione del manuale e definizioni...

Approvato con delibera di Giunta Comunale n. 267 del 12/10/2015. 1. Parte prima Ambito di applicazione del manuale e definizioni... MANUALE DI GESTIONE DELLA DOCUMENTAZIONE, DEL PROTOCOLLO INFORMATICO E DI CONSERVAZIONE DEI DOCUMENTI DEL COMUNE DI JESOLO. Approvato con delibera di Giunta Comunale n. 267 del 12/10/2015 INDICE: 1. Parte

Dettagli

COMUNE DI OSIMO Provincia di ancona MANUALE DI GESTIONE DEI FLUSSI DOCUMENTALI E DEL PROTOCOLLO INFORMATICO

COMUNE DI OSIMO Provincia di ancona MANUALE DI GESTIONE DEI FLUSSI DOCUMENTALI E DEL PROTOCOLLO INFORMATICO COMUNE DI OSIMO Provincia di ancona MANUALE DI GESTIONE DEI FLUSSI DOCUMENTALI E DEL PROTOCOLLO INFORMATICO INDICE AMBITO DI APPLICAZIONE DEL MANUALE E DEFINISIONE Pag. 1 Definizione dei termini usati

Dettagli

CITTÀ DI IMOLA MANUALE DI GESTIONE DEL PROTOCOLLO INFORMATICO, DEI DOCUMENTI E DEGLI ARCHIVI DEL COMUNE DI IMOLA

CITTÀ DI IMOLA MANUALE DI GESTIONE DEL PROTOCOLLO INFORMATICO, DEI DOCUMENTI E DEGLI ARCHIVI DEL COMUNE DI IMOLA CITTÀ DI IMOLA MANUALE DI GESTIONE DEL PROTOCOLLO INFORMATICO, DEI DOCUMENTI E DEGLI ARCHIVI DEL COMUNE DI IMOLA ART. OGGETTO INDICE Premessa 4 SEZIONE I DISPOSIZIONI GENERALI 1 Ambito di applicazione

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLA GESTIONE DELL ALBO PRETORIO ON LINE.

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLA GESTIONE DELL ALBO PRETORIO ON LINE. REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLA GESTIONE DELL ALBO PRETORIO ON LINE. A 1 INDICE Art. 1 - Oggetto del regolamento Art. 2 - Istituzione dell Albo Pretorio on-line Art. 3 - Accessibilità on line Art.

Dettagli

MANUALE DI GESTIONE DOCUMENTALE Art. 5 DPCM 3/12/2013 Regole tecniche per il protocollo informatico COMUNE DI TRECASTELLI (AN)

MANUALE DI GESTIONE DOCUMENTALE Art. 5 DPCM 3/12/2013 Regole tecniche per il protocollo informatico COMUNE DI TRECASTELLI (AN) MANUALE DI GESTIONE DOCUMENTALE Art. 5 DPCM 3/12/2013 Regole tecniche per il protocollo informatico COMUNE DI TRECASTELLI (AN) 2 INDICE SEZIONE I - Disposizioni generali... 5 Articolo 1 - Ambito di applicazione...

Dettagli

MANUALE DI GESTIONE DEL PROTOCOLLO ELABORATO DALL UFFICIO DI STAFF AFFARI GENERALI DELLA ASL 7 DI CARBONIA SU PROPOSTA SISAR

MANUALE DI GESTIONE DEL PROTOCOLLO ELABORATO DALL UFFICIO DI STAFF AFFARI GENERALI DELLA ASL 7 DI CARBONIA SU PROPOSTA SISAR MANUALE DI GESTIONE DEL PROTOCOLLO ELABORATO DALL UFFICIO DI STAFF AFFARI GENERALI DELLA ASL 7 DI CARBONIA SU PROPOSTA SISAR 1 INTRODUZIONE... 4 PREMESSA... 4 AMBITO DI APPLICAZIONE DEL MANUALE... 4 ACRONIMI...

Dettagli