Regione Lazio. DIREZIONE AGENZIA REGIONALE DEL TURISMO Atti dirigenziali di Gestione 01/10/ BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO - N.

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Regione Lazio. DIREZIONE AGENZIA REGIONALE DEL TURISMO Atti dirigenziali di Gestione 01/10/2015 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO - N."

Transcript

1 Regione Lazio DIREZIONE AGENZIA REGIONALE DEL TURISMO Atti dirigenziali di Gestione Determinazione 29 settembre 2015, n. G11618 Legge Regionale n. 26 del , art. 31: "Promozione regionale a fini turistici delle manifestazioni tradizionali". Approvazione dell'avviso Pubblico e della relativa modulistica per la presentazione delle proposte progettuali intese ad ottenere il patrocinio oneroso per la realizzazione delle manifestazioni legate alle tradizioni storiche, artistiche, religiose e popolari Annualità

2 OGGETTO: Legge Regionale n. 26 del , art. 31: Promozione regionale a fini turistici delle manifestazioni tradizionali. Approvazione dell Avviso Pubblico e della relativa modulistica per la presentazione delle proposte progettuali intese ad ottenere il patrocinio oneroso per la realizzazione delle manifestazioni legate alle tradizioni storiche, artistiche, religiose e popolari Annualità IL DIRETTORE DELL AGENZIA REGIONALE DEL TURISMO SU PROPOSTA del Dirigente dell Area Programmazione Turistica e Interventi per le Imprese; VISTO lo Statuto della Regione Lazio; VISTA la legge regionale n. 6 del 18 febbraio 2002 e successive modificazioni concernente Disciplina del sistema organizzativo della Giunta e del Consiglio e disposizioni relative alla dirigenza ed al personale regionale ; VISTO il Regolamento regionale n. 1 del 6 settembre 2002 e successive modificazioni concernente Regolamento di organizzazione degli uffici e dei servizi della Giunta Regionale ; VISTA la deliberazione di Giunta Regionale n. 169 del 3 luglio 2013 avente ad oggetto: Conferimento dell incarico di Direttore dell Agenzia Regionale del Turismo al Dott. Giovanni Bastianelli ; VISTO il Regolamento Regionale n. 5/2011, modificato dal Regolamento regionale n. 15 del 9 settembre 2013 che disciplina l organizzazione dell Agenzia Regionale del Turismo; VISTA la legge regionale n. 26 del 28 dicembre 2007 ed in particolare, l art. 31 che istituisce un apposito capitolo di bilancio denominato Programma regionale in favore delle tradizioni storiche, artistiche, religiose e popolari ; TENUTO CONTO che, con tale disciplina, si intende sostenere la promozione del turismo locale nel quadro di un programma regionale unitario e, in particolare, la realizzazione delle manifestazioni legate alle tradizioni storiche, artistiche, religiose e popolari, attraverso il riconoscimento del patrocinio oneroso del Presidente della Regione ai Comuni, alle Circoscrizioni di decentramento comunale e alle Associazioni Pro Loco, ai sensi del comma 3 del citato art. 31; CONSIDERATO che il suddetto art. 31 individua, al comma 4, il 31 ottobre di ogni anno quale scadenza per la presentazione delle manifestazioni da realizzare nell anno successivo; RITENUTO opportuno, per quanto sopra esposto, procedere all approvazione dell Avviso pubblico, che si unisce al presente provvedimento come ALLEGATO 1 concernente la presentazione delle proposte progettuali da parte di Comuni, Circoscrizioni di decentramento comunale e Associazioni Pro Loco, intese ad ottenere il patrocinio oneroso per la realizzazione, nell annualità 2016, delle manifestazioni legate alle tradizioni storiche, artistiche, religiose e popolari; RITENUTO altresì necessario adottare la modulistica che dovrà essere utilizzata dai soggetti interessati alla presentazione delle proposte di cui al presente Avviso e in particolare: a) il modello di domanda denominato modulo ALLEGATO 2 ;

3 b) la scheda progetto concernente obiettivi, contenuti e bilancio previsionale di spesa dell iniziativa da realizzare, denominato modulo ALLEGATO 3 ; c) la dichiarazione di insussistenza di ulteriori richieste di contributi a Strutture/Agenzie regionali, denominato modulo ALLEGATO 4 ; d) la dichiarazione di iscrizione all Albo Provinciale per le Associazioni Pro Loco, denominato modulo ALLEGATO 5 ; che si allegano al presente atto, unitamente all Avviso pubblico, per farne parte integrante e sostanziale; Tutto ciò premesso, D E T E R M I N A - di approvare l Avviso pubblico riservato ai Comuni, alle Circoscrizioni di decentramento comunale e alle Associazioni Pro Loco, concernente la presentazione delle proposte progettuali volte ad ottenere il patrocinio oneroso per la realizzazione, nell annualità 2016, delle manifestazioni legate alle tradizioni storiche, artistiche, religiose e popolari, di cui alla citata L.R. N. 26 del , art. 31, comma 3, così come definito nell ALLEGATO 1, che forma parte integrante e sostanziale della presente determinazione; - di approvare, inoltre, la modulistica sottoelencata che dovrà essere utilizzata dai soggetti destinatari dell Avviso e che forma parte integrante e sostanziale del presente atto: modulo ALLEGATO 2, - richiesta di patrocinio oneroso; modulo ALLEGATO 3, - scheda progettuale; modulo ALLEGATO 4, - dichiarazione di insussistenza di ulteriori richieste di contributi; modulo ALLEGATO 5, - dichiarazione di iscrizione all Albo Provinciale per le Pro Loco. Il presente provvedimento sarà pubblicato sul Bollettino Ufficiale Telematico e sul sito della Regione Lazio al fine di consentirne la massima diffusione. DIRETTORE AGENZIA REGIONALE DEL TURISMO Dott. Giovanni Bastianelli

4 ALLEGATO 1 REGIONE LAZIO Agenzia Regionale del Turismo AVVISO PUBBLICO L.R. N. 26 DEL 28 DICEMBRE 2007, ART. 31 (Promozione regionale a fini turistici delle manifestazioni tradizionali) Scadenza termine: 31 ottobre ) Oggetto dell Avviso pubblico Il presente Avviso riguarda il finanziamento, nel limite massimo di ,00 sotto forma di patrocinio oneroso, per la realizzazione da parte dei soggetti di cui al successivo punto 2), di manifestazioni legate alle tradizioni storiche, artistiche, religiose e popolari. Le manifestazioni dovranno essere realizzate nell annualità ) Destinatari dell Avviso pubblico La richiesta di patrocinio oneroso potrà essere presentata, per una sola manifestazione, pena l esclusione, dai seguenti soggetti: Comuni; Circoscrizioni di decentramento comunale; Associazioni Pro Loco. 3) Modalità e termini di presentazione delle istanze La domanda per la realizzazione della manifestazione dovrà essere redatta utilizzando la modulistica denominata ALLEGATO 2, ALLEGATO 3, ALLEGATO 4 e ALLEGATO 5, sottoscritta dal legale rappresentante dell Ente richiedente e indirizzata a: REGIONE LAZIO AGENZIA REGIONALE DEL TURISMO Area Programmazione Turistica e Interventi per le Imprese Via Rosa Raimondi Garibaldi, Roma L istanza, corredata dalla documentazione di cui al successivo punto 4), dovrà essere inoltrata, pena l esclusione, entro e non oltre il 31 ottobre 2015, esclusivamente secondo una delle due modalità di seguito indicate: a mezzo del servizio postale mediante raccomandata con avviso di ricevimento; a mezzo Posta Elettronica Certificata (PEC) al seguente indirizzo:

5 Per quanto concerne l accertamento della data di invio, faranno fede: nel caso di spedizione tramite posta raccomandata, il timbro a data apposto sulla busta dall Ufficio Postale accettante; nel caso di domanda inviata tramite Posta Elettronica Certificata (PEC), la data di invio della stessa PEC all indirizzo sopra indicato. L Amministrazione regionale non risponde di eventuali ritardi e/o disguidi postali e telematici di qualsiasi natura e causa o comunque imputabili a fatto di terzi. 4- Documentazione richiesta L istanza, sottoscritta dal legale rappresentante dell Ente richiedente dovrà contenere la seguente documentazione tutta debitamente sottoscritta e redatta su apposita modulistica denominata come in appresso: a. Scheda progettuale relativa all iniziativa da realizzarsi redatta secondo l ALLEGATO 3; b. Dichiarazione di insussistenza di ulteriori richieste di contributo ad altre strutture regionali redatta secondo il modello ALLEGATO 4; Qualora il soggetto richiedente sia una Associazione Pro Loco, oltre alla documentazione di cui ai punti a) e b) dovrà inoltre essere unito quanto segue: 1. Fotocopia del documento di identità del legale rappresentante firmatario; 2. Dichiarazione d iscrizione all Albo delle Pro Loco della Provincia territorialmente competente, redatta secondo il modulo ALLEGATO 5; 3. Fotocopia dello Statuto e/o atto costitutivo o del verbale di assemblea dei soci che attesti la nomina del rappresentante legale. 5 Ammissibilità delle domande Tutte le istanze pervenute all Agenzia Regionale per il Turismo saranno sottoposte all accertamento delle condizioni di ammissibilità e successivamente, le domande ritenute ammissibili saranno sottoposte a valutazione della proposta progettuale secondo i criteri di cui al successivo punto 6). Non sarà giudicata ammissibile l istanza che, a seguito di istruttoria preliminare, risulti: inoltrata oltre il termine previsto dal bando: 31 ottobre 2015; non sottoscritta dal legale rappresentante dell organismo richiedente; presentata da soggetti diversi da quelli indicati al punto 2) e di cui al comma 3, art. 31 della L.R. N. 26/2007; pervenuta tramite una procedura differente da quelle espressamente indicate al punto 3). 6 Valutazione La proposta progettuale presentata per la realizzazione della manifestazione dovrà essere in coerenza con le finalità di cui all art. 31 della citata L.R. n. 26/2007 ed in particolare rispondere ai seguenti criteri di valutazione: Radicamento della manifestazione sul territorio con riferimento alla storia, alla cultura, ai beni storico-artistici, al patrimonio culturale immateriale, agli antichi mestieri, alle tradizioni locali (storiche, artistiche, religiose e popolari) e alla continuità nel tempo; attribuzione di premi e riconoscimenti che attestino la valenza storica e culturale della manifestazione per il territorio laziale, a livello nazionale e internazionale; Punteggio: fino ad un massimo di 45 punti

6 Rilevanza della manifestazione in termini di attrattività turistica con riferimento alla capacità di generare flussi turistici ed escursionistici, arricchendo l offerta delle destinazioni e del territorio laziale e di valorizzare gli itinerari tematici legati alla natura, alla cultura, ai cammini di fede e ai luoghi sacri, durante il periodo di svolgimento del Giubileo Straordinario della Misericordia Punteggio: fino ad un massimo di 25 punti Utilizzo di strumenti di comunicazione articolati e integrati, in coerenza con le linee di promozione turistica della Regione Lazio e con l immagine coordinata del Portale regionale del Turismo (www.visitlazio.com), tali da consentire elevati livelli di visibilità e diffusione mediatica della manifestazione attraverso: web e social network; emittenti radio-televisive nazionali e locali; quotidiani e periodici; materiali pubblicitari innovativi e/o tradizionali; Punteggio: fino ad un massimo di 20 punti Valorizzazione e promozione nell ambito dell evento di prodotti agroalimentari e vinicoli tradizionali del territorio laziale quali, ad esempio, quelli a marchio D.O.P., I.G.P., D.O.C.G., D.O.C. e I.G.T ; Punteggio: fino ad un massimo di 10 punti Saranno valutate ammissibili al patrocinio oneroso le proposte che totalizzino un punteggio minimo di 50 punti. 7 Commissione di valutazione La valutazione delle proposte sarà effettuata, sulla base dei criteri sopra indicati, da una apposita Commissione composta da un Dirigente regionale con funzioni di Presidente, da due funzionari regionali quali Componenti e da un funzionario/assistente regionale con funzioni di Segretario. La nomina dei componenti della suddetta Commissione avverrà con atto dirigenziale del Direttore dell Agenzia Regionale del Turismo. La Commissione, sulla base dei punteggi complessivi ottenuti dai singoli progetti, provvederà alla ripartizione degli stessi in tre fasce di patrocinio oneroso, e precisamente in fascia A, B e C, articolate secondo gli intervalli di punteggio in appresso specificati: da 85 a 100 punti fascia A da 70 a 84 punti fascia B da 50 a 69 punti fascia C 8 Modalità di determinazione delle fasce economiche Con Deliberazione di Giunta regionale si provvederà all approvazione dell elenco delle manifestazioni ammesse a patrocinio nonché alla determinazione dell importo monetario da assegnare a ciascuna delle fasce sopra definite. Tale stanziamento avverrà in funzione dell effettiva disponibilità finanziaria dei capitoli di Bilancio su cui graveranno le risorse da destinarsi a patrocinio oneroso e, comunque, nel rispetto delle vigenti regole in materia di equilibri di bilanci ai sensi del D. Lgs , n. 118.

7 Il patrocinio oneroso che verrà attribuito non potrà, comunque, superare l importo massimo di ,00 così come previsto dall art. 31, 3 comma, della L.R. n. 26/2007. Qualora le disponibilità finanziarie non fossero sufficienti per tutti i progetti valutati positivamente, saranno finanziati nell ordine prima i progetti di fascia A, poi quelli di fascia B ed infine quelli di fascia C secondo i punteggi ottenuti e fino alla concorrenza della disponibilità economica. A parità di punteggio saranno finanziati, per primi, i progetti che vantano una maggiore ricorrenza e continuità nel tempo sul territorio. L Amministrazione si riserva di non dare luogo all attribuzione dei finanziamenti in caso di sopravvenuta indisponibilità delle risorse finanziarie necessarie, verificatasi anteriormente alla designazione dei soggetti beneficiari. 9 Ammissibilità delle spese Il soggetto beneficiario è tenuto in ogni caso ad anticipare l intera somma necessaria per la realizzazione della manifestazione. La Regione Lazio procederà al rimborso delle spese sostenute dal beneficiario in un unica soluzione ad avvenuta realizzazione della manifestazione nei termini e modi previsti ed alla presentazione della documentazione contabile attestante le spese effettivamente sostenute. Ai fini dell ammissibilità delle spese presentate in sede di rendicontazione contabile saranno considerate ammissibili le spese direttamente imputabili alla realizzazione del progetto patrocinato che siano coerenti con quelle preventivate nel prospetto Uscite, allegato alla scheda progetto, in sede di presentazione istanza. Non saranno in alcun caso considerate ammissibili le seguenti tipologie di spese: di funzionamento strettamente legate all Ente (affitti, utenze, condomini, etc. anche se imputate in quota parte); compensi, indennità e rimborsi spese di qualsiasi natura a soggetti interni dell Associazione/Ente patrocinato; acquisto di beni mobili registrati e di beni immobili. 10 Informazioni e verifiche In caso di presentazione da parte di uno stesso soggetto di domande di patrocinio per più manifestazioni, le stesse saranno tutte escluse (punto 2 del presente Avviso) pur se in possesso dei requisiti amministrativi richiesti. Qualora pervengano da Comuni, Circoscrizioni di decentramento comunale e/o Associazioni Pro Loco, istanze dirette ad ottenere il patrocinio oneroso per la medesima manifestazione oppure per manifestazioni da realizzarsi nell ambito dello stesso territorio comunale, che presentino evidenti analogie nella denominazione e/o nei contenuti e nelle date di svolgimento, potrà essere ammessa a patrocinio una sola manifestazione tra quelle proposte che abbia ottenuto, in sede di valutazione, il punteggio più alto rispetto al minimo previsto di 50 punti. Il logo della Regione Lazio dovrà essere apposto in modo evidente su tutto il materiale promozionale, divulgativo e pubblicitario utilizzato per la comunicazione e la promozione dell evento, secondo le indicazioni riportate sul sito istituzionale della Regione Lazio, alla Sezione Identità visiva e utilizzo del logo della Regione Lazio al seguente indirizzo:

8 Unitamente al logo della Regione Lazio dovrà essere apposto sul materiale suddetto anche il logo del Portale regionale del Turismo: Visitlazio.com - Lazio eterna scoperta disponibile sul relativo sito al seguente indirizzo: Il patrocinio erogato è vincolato alla realizzazione dell iniziativa per cui è stato concesso e non potrà essere utilizzato per altre finalità. Si provvederà alla revoca del patrocinio e al contestuale recupero dell importo eventualmente già impegnato e/o liquidato nel caso che: l iniziativa non venga realizzata entro il 31 dicembre 2016; non esista corrispondenza tra l iniziativa realizzata e il progetto presentato e ammesso al patrocinio regionale; venga accertato che per la stessa iniziativa esiste già un altro contributo regionale da parte della Giunta Regionale o di altri Enti delegati dalla Regione alla concessione di contributi. 10 Pubblicazione Il presente avviso sarà pubblicato sul Bollettino Ufficiale Telematico della Regione Lazio e reso disponibile sul sito Richiesta di eventuali chiarimenti Tutti i soggetti interessati al presente Avviso potranno richiedere eventuali ulteriori chiarimenti ai seguenti nominativi: Dirigente Elisabetta Calabri tel Responsabile del procedimento Anna Maria Persiani tel Mara Bertolotti tel. 06/

9 (da redigere su carta intestata) ALLEGATO 2 REGIONE LAZIO AGENZIA REGIONALE DEL TURISMO Area programmazione Turistica e Interventi per le Imprese Via Rosa Raimondi Garibaldi, R O M A DOMANDA DI PATROCINIO ONEROSO AL PRESIDENTE DELLA REGIONE LAZIO per la realizzazione di una manifestazione di cui all art. 31 della L.R. n. 26/2007 (con richiesta di autorizzazione all utilizzo del logo della Regione Lazio e del logo del Portale regionale del Turismo) ANNO 2016 Comune / Circoscrizione di decentramento comunale /Associazione Pro Loco..... DATI RELATIVI AL SOGGETTO A. DATI ANAGRAFICI 1.A Denominazione giuridica del soggetto (come da Statuto) 2.A. Partita I.V.A... Codice fiscale 3.A Iscrizione all Albo della Provincia di N. di iscrizione Anno. (se Associazione Pro Loco) 4.A. Sede legale: Via/Piazza.....C.A.P... Comune..Provincia.. Telefono fax. Sito web... Indirizzo di posta elettronica Indirizzo di posta certificata 5.A. Legale rappresentante

10 Cognome.....Nome Telefono . 6.A. Referente/persona da contattare Cognome Nome.. Telefono A Il soggetto ha già ottenuto il Patrocinio dal Presidente della Regione Lazio [SI] [NO] Se SI, indicare l ultimo anno... DATI RELATIVI AL PROGETTO B. TITOLO DEL PROGETTO C. DATA/E DI SVOLGIMENTO Dal / Il. (gg/mm/aa) Al.. (gg/mm/aa) Giorni effettivi della manifestazione... D. LUOGO REALIZZAZIONE DELL INIZIATIVA Struttura:... Indirizzo:... C.A.P..COMUNE...., lì.. Il Legale Rappresentante.. (timbro e firma)

11 (da redigere su carta intestata) ALLEGATO 3 SCHEDA PROGETTO (da compilarsi secondo i punti sotto indicati) Denominazione della manifestazione.... Data di svolgimento: Dal /Il... (gg/mm/aa) Al (gg/mm/aa) Giorni di effettivo svolgimento della manifestazione: (n. giorni) Numero di edizioni effettivamente svolte: Descrizione analitica del progetto: Obiettivi che si prefigge l iniziativa: (in linea con le finalità di cui all art. 31 della L.R. N. 26/2007):.. Relazione progettuale dell evento: (contenuti e programma di massima) Destinatari dell iniziativa: Potenzialità della manifestazione in termini di attrattività turistica: (documentata attraverso la rilevazione, nelle edizioni precedenti, di numero arrivi e presenze nelle strutture ricettive locali, numero escursionisti giornalieri, numero partecipanti, ecc.). Attribuzione di premi alla manifestazione proposta da parte di soggetti pubblici nazionali o internazionali che attestino la valenza storica e culturale della stessa: (specificare)...

12 Valorizzazione nell ambito dell evento, in occasione del Giubileo Straordinario della Misericordia, di itinerari tematici legati alla natura, alla cultura, ai cammini di fede e ai luoghi sacri: Campagna di comunicazione prevista per promuovere l iniziativa (attivazione di ufficio stampa; comunicazione via web, su sito internet dedicato o su portale dell Ente proponente e/o su social network; passaggi promozionali su emittenti radio/tv e su quotidiani locali e nazionali, etc.): Tipo, quantità e modalità di distribuzione dei materiali informativi e/o divulgativi previsti (pubblicazioni, depliant, manifesti, DVD-CD, etc.):... Valorizzazione e promozione, nell ambito della manifestazione proposta, di prodotti agroalimentari e vinicoli tradizionali del territorio laziale a marchio DOP, IGP, DOCG, DOC, IGT Responsabile dell iniziativa.. (data)... Il Legale Rappresentante... (timbro e firma)

13 PROSPETTO PREVISIONALE ECONOMICO PER LA REALIZZAZIONE DELLA MANIFESTAZIONE.. VOCI DI COPERTURA FINANZIARIA IMPORTO Patrocinio regionale (importo massimo ,00) Contributi di altri enti pubblici privati Risorse proprie Contributi di privati Altro Totale entrate (Indicare i soggetti e l ammontare dei contributi pubblici e/o privati previsti) PREVISIONE DI SPESA IMPORTO Totale uscite (data).. Il Legale Rappresentante.. (timbro e firma)

14 (da redigere su carta intestata) ALLEGATO 4) REGIONE LAZIO Agenzia Regionale del Turismo Area Programmazione Turistica e Interventi per le Imprese Via Rosa Raimondi Garibaldi n R O M A Il/La sottoscritto/a.in qualità di legale rappresentante del d i c h i a r a di non aver richiesto per la realizzazione nell anno 2016 della manifestazione denominata... di cui alla domanda di patrocinio oneroso avanzata a codesta Agenzia Regionale ai sensi della L.R. N. 26/2007, art.31, comma 3, ulteriori finanziamenti a Strutture/Agenzie regionali. (Data) (Firma del legale rappresentante)

15 (da redigere su carta intestata) ALLEGATO 5 REGIONE LAZIO Agenzia Regionale del Turismo Area Programmazione Turistica e Interventi per le Imprese Via Rosa Raimondi Garibaldi n R O M A Oggetto: dichiarazione di iscrizione all Albo Provinciale delle Pro Loco Il/La sottoscritto/a in qualità di legale rappresentante dell Associazione Pro Loco.. con sede in.. via/piazza.... d i c h i a r a che l Associazione Pro Loco... è regolarmente iscritta, ai sensi dell art. 15 della L.R. N. 13/2007, all Albo delle Pro Loco della provincia di al n in data. (Firma del legale rappresentante) (Data)

STRUTTURE AMMINISTRATIVE GIUNTA REGIONE LAZIO DETERMINAZIONE. Estensore TIRATTERRA MARCO. Responsabile del procedimento MARCO TIRATTERRA

STRUTTURE AMMINISTRATIVE GIUNTA REGIONE LAZIO DETERMINAZIONE. Estensore TIRATTERRA MARCO. Responsabile del procedimento MARCO TIRATTERRA REGIONE LAZIO STRUTTURE AMMINISTRATIVE GIUNTA REGIONE LAZIO Direzione Regionale: Area: AGENZIA REGIONALE DEL TURISMO PROGRAMMAZIONE TURISTICA DETERMINAZIONE N. G01236 del 29/10/2013 Proposta n. 16879 del

Dettagli

Regione Lazio. DIREZIONE AGENZIA REGIONALE DEL TURISMO Atti dirigenziali di Gestione 11/11/2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO - N.

Regione Lazio. DIREZIONE AGENZIA REGIONALE DEL TURISMO Atti dirigenziali di Gestione 11/11/2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO - N. Regione Lazio DIREZIONE AGENZIA REGIONALE DEL TURISMO Atti dirigenziali di Gestione Determinazione 7 novembre 2014, n. G15791 Approvazione dell'avviso Pubblico e della relativa modulistica concernente

Dettagli

REGIONE LAZIO. Agenzia Regionale del Turismo AVVISO PUBBLICO

REGIONE LAZIO. Agenzia Regionale del Turismo AVVISO PUBBLICO ALLEGATO 1 REGIONE LAZIO Agenzia Regionale del Turismo AVVISO PUBBLICO per la presentazione delle domande concernenti progetti di valorizzazione e promozione turistica destinati a migliorare l accoglienza

Dettagli

REGIONE LAZIO. Agenzia Regionale del Turismo AVVISO PUBBLICO

REGIONE LAZIO. Agenzia Regionale del Turismo AVVISO PUBBLICO ALLEGATO 1 REGIONE LAZIO Agenzia Regionale del Turismo AVVISO PUBBLICO per la presentazione di progetti di comunicazione turistica da parte dei Comuni del Lazio (DGR n.718 del 28/10/2014) A titolo esemplificativo

Dettagli

REGIONE LAZIO. Agenzia Regionale del Turismo AVVISO PUBBLICO

REGIONE LAZIO. Agenzia Regionale del Turismo AVVISO PUBBLICO ALLEGATO 1 REGIONE LAZIO Agenzia Regionale del Turismo AVVISO PUBBLICO per la presentazione di progetti concernenti la realizzazione di eventi sportivi in grado di richiamare un movimento turistico sul

Dettagli

2. SOGGETTI BENEFICIARI

2. SOGGETTI BENEFICIARI ALLEGATO A CRITERI E MODALITÀ PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI A SOGGETTI PUBBLICI E PRIVATI, PER PROGETTI INERENTI LE TEMATICHE DEFINITE DAL PIANO REGIONALE ANNUALE DEL DIRITTO ALLO STUDIO 1. CRITERI

Dettagli

Provincia di Latina. Settore Politiche Sociali e Cultura Servizio Cultura

Provincia di Latina. Settore Politiche Sociali e Cultura Servizio Cultura Provincia di Latina Settore Politiche Sociali e Cultura Servizio Cultura Bando per gli interventi a sostegno delle attività culturali nella Provincia di Latina per gli anni 2014 e 2015, finanziati ai sensi

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI PATROCINI, AGEVOLAZIONI ECONOMICHE E CONTRIBUTI FINANZIARI

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI PATROCINI, AGEVOLAZIONI ECONOMICHE E CONTRIBUTI FINANZIARI C I T T A D I F E R M O Via Mazzini, 4 63900 Fermo Tel. 0734.2841 Fax 0734.224170 Codice fiscale e partita iva 00334990447 - Sito web: www.comune.fermo.it REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI PATROCINI,

Dettagli

SETTORE TURISMO, CULTURA, POLITICHE SOCIALI E GIOVANILI. Servizio Amministrativo. D. Lgs. 33/2013 Art. 35 - Schema di procedure amministrative

SETTORE TURISMO, CULTURA, POLITICHE SOCIALI E GIOVANILI. Servizio Amministrativo. D. Lgs. 33/2013 Art. 35 - Schema di procedure amministrative SETTORE TURISMO, CULTURA, POLITICHE SOCIALI E GIOVANILI Servizio Amministrativo D. Lgs. 33/2013 Art. 35 - Schema di procedure amministrative per l ammissione ai contributi di cui alla L.R. 7/2003 Oggetto

Dettagli

BANDO PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE DI CONTRIBUTO PER PROGETTI DI PROMOZIONE EDUCATIVA E CULTURALE DI INTERESSE PROVINCIALE PER L ANNO 2014

BANDO PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE DI CONTRIBUTO PER PROGETTI DI PROMOZIONE EDUCATIVA E CULTURALE DI INTERESSE PROVINCIALE PER L ANNO 2014 Allegato alla determinazione dirigenziale n. del Settore Cultura, Beni Culturali, Identità e Tradizioni Corso Matteotti, 3 23900 Lecco, Italia Telefono 0341.295487 Fax 0341.295463 e-mail segreteria.cultura@provincia.lecco.it

Dettagli

Il sottoscritto quale legale rappresentante di (COGNOME E NOME) Associazione Sportiva (denominazione) Associazione Tempo Libero (denominazione)

Il sottoscritto quale legale rappresentante di (COGNOME E NOME) Associazione Sportiva (denominazione) Associazione Tempo Libero (denominazione) Oggetto: Domanda di contributo per la realizzazione di iniziative sportive e del tempo libero. (Ogni domanda deve essere presentata per una singola iniziativa o progetto unitario.) L.R. 9 marzo 1988 n.

Dettagli

Provincia di Reggio Calabria Settore n 7: Beni e Attività Culturali, Sport, Minoranze Linguistiche, Turismo e Attività Produttive

Provincia di Reggio Calabria Settore n 7: Beni e Attività Culturali, Sport, Minoranze Linguistiche, Turismo e Attività Produttive Provincia di Reggio Calabria Settore n 7: Beni e Attività Culturali, Sport, Minoranze Linguistiche, Turismo e Attività Produttive Avviso Pubblico per la concessione di contributi economici per l'attività

Dettagli

CITTA DI CASTELVETRANO Provincia di Trapani

CITTA DI CASTELVETRANO Provincia di Trapani CITTA DI CASTELVETRANO Provincia di Trapani Siciliana ia Regionale di Trapani REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI SPORTIVI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 11 del 02 febbraio

Dettagli

REGIONE CAMPANIA AGC 18 SETTORE 02 SPORT, TEMPO LIBERO E SPETTACOLO

REGIONE CAMPANIA AGC 18 SETTORE 02 SPORT, TEMPO LIBERO E SPETTACOLO REGIONE CAMPANIA AGC 18 SETTORE 02 SPORT, TEMPO LIBERO E SPETTACOLO AVVISO PUBBLICO RELATIVO ALLA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI FINANZIARI PER MANIFESTAZIONI E INTERVENTI CULTURALI DI RILIEVO NAZIONALE, REGIONALE

Dettagli

REGIONE ABRUZZO DIREZIONE RIFORME ISTITUZIONALI ENTI LOCALI CONTROLLI SERVIZIO SISTEMI LOCALI E PROGRAMMAZIONE DELLO SVILUPPO MONTANO

REGIONE ABRUZZO DIREZIONE RIFORME ISTITUZIONALI ENTI LOCALI CONTROLLI SERVIZIO SISTEMI LOCALI E PROGRAMMAZIONE DELLO SVILUPPO MONTANO ALL. A REGIONE ABRUZZO DIREZIONE RIFORME ISTITUZIONALI ENTI LOCALI CONTROLLI SERVIZIO SISTEMI LOCALI E PROGRAMMAZIONE DELLO SVILUPPO MONTANO Criteri e modalità per la presentazione e verifica di ammissibilità

Dettagli

e) all utilizzo di adeguati strumenti di comunicazione plurilingue, anche realizzati per via telematica.

e) all utilizzo di adeguati strumenti di comunicazione plurilingue, anche realizzati per via telematica. BANDO PER IL FINANZIAMENTO DELLE ATTIVITA RELATIVE AI CENTRI DI AGGREGAZIONE E PER LA COMUNICAZIONE INTERCULTURALE A FAVORE DELLA POPOLAZIONE STRANIERA IMMIGRATA. ANNO 2007 Art. 1 Finalità e oggetto dell

Dettagli

DIPARTIMENTO II SETTORE IV CULTURA, TURISMO E SOCIALE IL DIRIGENTE. rende noto

DIPARTIMENTO II SETTORE IV CULTURA, TURISMO E SOCIALE IL DIRIGENTE. rende noto DIPARTIMENTO II SETTORE IV CULTURA, TURISMO E SOCIALE IL DIRIGENTE rende noto Bando Provinciale per l erogazione dei contributi per lo spettacolo dal vivo ai sensi della L.R. 11/2009, del Piano triennale

Dettagli

REGIONE UMBRIA Bando per la presentazione di proposte progettuali a favore dei giovani in attuazione dell intesa politiche giovanili anno 2015

REGIONE UMBRIA Bando per la presentazione di proposte progettuali a favore dei giovani in attuazione dell intesa politiche giovanili anno 2015 ALLEGATO A REGIONE UMBRIA Bando per la presentazione di proposte progettuali a favore dei giovani in attuazione dell intesa politiche giovanili anno 2015 Aggregazione, Protagonismo, Creatività PREMESSA

Dettagli

COMUNE DI PISA D I R E Z I O N E SERVIZI ISTITUZIONALI CULTURA TURISMO

COMUNE DI PISA D I R E Z I O N E SERVIZI ISTITUZIONALI CULTURA TURISMO COMUNE DI PISA D I R E Z I O N E SERVIZI ISTITUZIONALI CULTURA TURISMO OGGETTO: APPROVAZIONE BANDO ANNO 2014 PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI ORDINARI. SETTORE D INTERVENTO : CULTURA. PRENOTAZIONE IMPEGNO

Dettagli

Art. 1 Finalità e oggetto dell intervento

Art. 1 Finalità e oggetto dell intervento BANDO PER IL FINANZIAMENTO DELLE ATTIVITÀ RELATIVE AI SERVIZI TERRITORIALI ED ALLE POLITICHE SOCIO-SANITARIE A FAVORE DELLA POPOLAZIONE STRANIERA IMMIGRATA. ANNO 2007 Art. 1 Finalità e oggetto dell intervento

Dettagli

1) Obiettivi. 2) Destinatari del contributo. 3) Priorità dei progetti ammessi a finanziamento

1) Obiettivi. 2) Destinatari del contributo. 3) Priorità dei progetti ammessi a finanziamento ALLEGATO B Modalità per la concessione di contributi e indicazioni per la presentazione dei Progetti Sociali- artt. 7 e 8 l.r. 26/93 Interventi a favore della popolazione zingara 1) Obiettivi La Giunta

Dettagli

L.R. 5/2012, artt. 18 e 33 B.U.R. 8/10/2014, n. 41. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 24 settembre 2014, n. 0183/Pres.

L.R. 5/2012, artt. 18 e 33 B.U.R. 8/10/2014, n. 41. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 24 settembre 2014, n. 0183/Pres. L.R. 5/2012, artt. 18 e 33 B.U.R. 8/10/2014, n. 41 DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 24 settembre 2014, n. 0183/Pres. Regolamento concernente criteri e modalità per la concessione di contributi per

Dettagli

Il Responsabile dell Area amministrativo-contabile. Avvisa. che con deliberazione consiliare n. 22 del 31 luglio 2007 è stato approvato il REGOLAMENTO

Il Responsabile dell Area amministrativo-contabile. Avvisa. che con deliberazione consiliare n. 22 del 31 luglio 2007 è stato approvato il REGOLAMENTO COMUNE DI S. STEFANO IN ASPROMONTE 89057 PROVINCIA DI REGGIO CALABRIA Il Responsabile dell Area amministrativo-contabile Avvisa che con deliberazione consiliare n. 22 del 31 luglio 2007 è stato approvato

Dettagli

DIPARTIMENTO IX - DIREZIONE Viale di Villa Pamphili, 100 00152 Roma

DIPARTIMENTO IX - DIREZIONE Viale di Villa Pamphili, 100 00152 Roma DIPARTIMENTO IX - DIREZIONE Viale di Villa Pamphili, 100 00152 Roma AVVISO PUBBLICO RISERVATO AI CENTRI ANZIANI DI ROMA E PROVINCIA PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER PICCOLI INTERVENTI DI RIQUALIFICAZIONE

Dettagli

BANDO PER LA REALIZZAZIONE DI CORSI DI FORMAZIONE PER L EDUCAZIONE AL CONSUMO

BANDO PER LA REALIZZAZIONE DI CORSI DI FORMAZIONE PER L EDUCAZIONE AL CONSUMO BANDO PER LA REALIZZAZIONE DI CORSI DI FORMAZIONE PER L EDUCAZIONE AL CONSUMO Articolo 1 Obiettivi e finalità La Provincia di Roma, con il presente bando, intende dare attuazione all iniziativa Corsi di

Dettagli

REGIONE PIEMONTE ASSESSORATO AGRICOLTURA, TUTELA DELLA FAUNA E DELLA FLORA DIREZIONE AGRICOLTURA. Settore Sviluppo delle Produzioni Vegetali

REGIONE PIEMONTE ASSESSORATO AGRICOLTURA, TUTELA DELLA FAUNA E DELLA FLORA DIREZIONE AGRICOLTURA. Settore Sviluppo delle Produzioni Vegetali REGIONE PIEMONTE ASSESSORATO AGRICOLTURA, TUTELA DELLA FAUNA E DELLA FLORA DIREZIONE AGRICOLTURA Settore Sviluppo delle Produzioni Vegetali Allegato 1 L.R. 24/2007 e D.G.R. n. 26-12334 del 12/10/2009 Contributo

Dettagli

Articolo 1 (Finalità e ambito di applicazione)

Articolo 1 (Finalità e ambito di applicazione) Regolamento relativo alle modalità di finanziamento da parte della Provincia dei programmi di attività elaborati dagli organismi associativi tra apicoltori per promuovere la produzione di prodotti apistici

Dettagli

Bando per il finanziamento delle attività didattiche relative all insegnamento delle Lingue e Culture delle Minoranze Linguistiche Storiche

Bando per il finanziamento delle attività didattiche relative all insegnamento delle Lingue e Culture delle Minoranze Linguistiche Storiche (Allegato al Decreto n. 762/LAVFOR.ISTR dd. 8 aprile 2015) Bando per il finanziamento delle attività didattiche relative all insegnamento delle Lingue e Culture delle Minoranze Linguistiche Storiche Art.

Dettagli

Decreto Dirigenziale n. 14 del 20/03/2015

Decreto Dirigenziale n. 14 del 20/03/2015 Decreto Dirigenziale n. 14 del 20/03/2015 Dipartimento 51 - Programmazione e Sviluppo Economico Direzione Generale 1 - Programmazione Economica e Turismo Oggetto dell'atto: D.P.G.R. n. 2 del 06/03/2015:

Dettagli

Contributi a favore dei Consorzi per l internazionalizzazione: rendicontazione anno 2013

Contributi a favore dei Consorzi per l internazionalizzazione: rendicontazione anno 2013 Contributi a favore dei Consorzi per l internazionalizzazione: rendicontazione anno 2013 Contributi a favore dei Consorzi per l internazionalizzazione per lo svolgimento di attività promozionali anno 2014

Dettagli

Criteri e modalità per l erogazione di contributi regionali a sostegno delle associazioni di promozione sociale per l anno 2008.

Criteri e modalità per l erogazione di contributi regionali a sostegno delle associazioni di promozione sociale per l anno 2008. Allegato alla Delib.G.R. n. 40/5 del 22.7.2008 Criteri e modalità per l erogazione di contributi regionali a sostegno delle associazioni di promozione sociale per l anno 2008. 1. Premessa L art. 12 della

Dettagli

Settore 3 Servizi al Cittadino

Settore 3 Servizi al Cittadino Settore 3 Servizi al Cittadino Deliberazione della G.R. n.104/2014 Avviso pubblico per la realizzazione di Progetti finalizzati al sostegno alle famiglie per la frequenza delle scuole dell'infanzia paritarie,

Dettagli

AVVISO PUBBLICO PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI STRAORDINARI. in favore di

AVVISO PUBBLICO PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI STRAORDINARI. in favore di All. A AVVISO PUBBLICO PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI STRAORDINARI in favore di ASSOCIAZIONI ONLUS CHE HANNO SUBITO DANNI A CAUSA DEGLI ECCEZIONALI EVENTI ATMOSFERICI DEL 5 MARZO 2015 Si rende noto che

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei Ministri

Presidenza del Consiglio dei Ministri Presidenza del Consiglio dei Ministri DIPARTIMENTO PER LE POLITICHE DELLA FAMIGLIA Avviso di finanziamento relativo all anno 2011 per progetti a valere sull articolo 9 della legge 8 marzo 2000 n. 53, così

Dettagli

CONTRIBUTI E FINANZIAMENTI

CONTRIBUTI E FINANZIAMENTI 54 13.8.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 32 CONTRIBUTI E FINANZIAMENTI REGIONE TOSCANA Consiglio Regionale Avviso pubblico per il finanziamento di progetti di educazione scientifica

Dettagli

REGIONE LAZIO ASSESSORATO AL TURISMO E MARKETING DEL MADE IN LAZIO

REGIONE LAZIO ASSESSORATO AL TURISMO E MARKETING DEL MADE IN LAZIO REGIONE LAZIO ASSESSORATO AL TURISMO E MARKETING DEL MADE IN LAZIO Avviso pubblico per manifestazione d interesse. Concessione di contributi per la valorizzazione turistica del litorale del Lazio Premesso

Dettagli

Forum Regionale della Gioventù AVVISO PUBBLICO

Forum Regionale della Gioventù AVVISO PUBBLICO Forum Regionale della Gioventù AVVISO PUBBLICO Premio migliori iniziative Forum Giovanili Istituiti con deliberazione dei Comuni della Regione Campania 1. Premesso che nel piano delle attività del Forum

Dettagli

All.1) ZONA SOCIALE N. 4

All.1) ZONA SOCIALE N. 4 All.1) ZONA SOCIALE N. 4 AVVISO PUBBLICO AI SENSI DELL ARTICOLO 7 DELLA LEGGE REGIONALE N. 13 DEL 16 FEBBRAIO 2010 (Disciplina dei servizi e degli interventi a favore della famiglia) CONCERNENTE INTERVENTI

Dettagli

Ministero dell Interno Dipartimento per le Libertà Civili e l Immigrazione

Ministero dell Interno Dipartimento per le Libertà Civili e l Immigrazione Prot. n.3662 del 15.04.2016 AVVISO PUBBLICO U.N.R.R.A 2016 Avviso pubblico per la presentazione di progetti da finanziare a valere sul Fondo Lire U.N.R.R.A. per l anno 2016. Direttiva del Ministro del

Dettagli

Art. l (Finalità) Art. 2 (Oggetto dell Avviso Pubblico)

Art. l (Finalità) Art. 2 (Oggetto dell Avviso Pubblico) ALLEGATO A REGIONE LAZIO Dipartimento Programmazione Economica e Sociale Direzione Regionale Politiche Sociali, Autonomie, Sicurezza e Sport Area Interventi per lo Sport Avviso Pubblico per la presentazione

Dettagli

COMUNE DI NULE PROVINCIA DI SASSARI

COMUNE DI NULE PROVINCIA DI SASSARI COMUNE DI NULE PROVINCIA DI SASSARI LR 37/98 ART. 19 INIZIATIVE PER LO SVILUPPO E L OCCUPAZIONE ANNUALITA 2006 OGGETTO CONCESSIONE CONTRIBUTI, NELLA FORMA DEL DE MINIMIS, PER LA COSTITUZIONE DI NUOVE IMPRESE.

Dettagli

Bando per la concessione di contributi economici a sostegno delle attività culturali da realizzare nel corso delle manifestazioni estive

Bando per la concessione di contributi economici a sostegno delle attività culturali da realizzare nel corso delle manifestazioni estive COMUNE DI FORMIA Provincia di Latina 5 Settore Sostenibilità Urbana ed Ambientale,Sviluppo Economico,Cultura Servizio Cultura Allegato alla determinazione n 77 del 30/04/2015 Bando per la concessione di

Dettagli

PROVINCIA DI CARBONIA IGLESIAS AREA DEI SERVIZI PER IL LAVORO, LA CULTURA E LA SOCIALITA Settore Cultura, Sport, Spettacolo e Tempo Libero.

PROVINCIA DI CARBONIA IGLESIAS AREA DEI SERVIZI PER IL LAVORO, LA CULTURA E LA SOCIALITA Settore Cultura, Sport, Spettacolo e Tempo Libero. PROVINCIA DI CARBONIA IGLESIAS AREA DEI SERVIZI PER IL LAVORO, LA CULTURA E LA SOCIALITA Settore Cultura, Sport, Spettacolo e Tempo Libero Bando per la concessione di contributi per lo spettacolo e per

Dettagli

Bando per la concessione di contributi destinati alle cooperative sociali di tipo A e B, di cui all art. 13 della L.R. 39/1993.

Bando per la concessione di contributi destinati alle cooperative sociali di tipo A e B, di cui all art. 13 della L.R. 39/1993. Allegato A Bando per la concessione di contributi destinati alle cooperative sociali di tipo A e B, di cui all art. 13 della L.R. 39/1993. Anno 2014 A. Finalità La Regione Basilicata nell ambito delle

Dettagli

Articolo 1 (Finalità ed ambito di applicazione)

Articolo 1 (Finalità ed ambito di applicazione) Regolamento relativo alle modalità di finanziamento da parte della Provincia dei programmi di attività elaborati dagli organismi associativi tra apicoltori per promuovere la produzione di prodotti apistici

Dettagli

BANDO COLTIVA BARRIERA!

BANDO COLTIVA BARRIERA! BANDO COLTIVA BARRIERA! Art. 1 Oggetto e finalità Il Comitato Urban Barriera di Milano (di seguito Comitato) e la Circoscrizione 6, facendo riferimento al Regolamento degli orti urbani della Città di Torino

Dettagli

Anni 2015 e 2016. Fondo per il riequilibrio territoriale dei Comuni del Lazio (Art. 2 L.R. 7 /2014)

Anni 2015 e 2016. Fondo per il riequilibrio territoriale dei Comuni del Lazio (Art. 2 L.R. 7 /2014) Allegato B Anni 2015 e 2016 Fondo per il riequilibrio territoriale dei Comuni del Lazio (Art. 2 L.R. 7 /2014) Modalità e criteri per la concessione delle risorse Art. 1 Finalità e risorse 1. La Regione

Dettagli

6.2.4 REGOLAMENTO DELL ATTIVITA EROGATIVA SU BANDI 1

6.2.4 REGOLAMENTO DELL ATTIVITA EROGATIVA SU BANDI 1 6.2.4 REGOLAMENTO DELL ATTIVITA EROGATIVA SU BANDI 1 Articolo 1 Ambito di applicazione Il presente Regolamento disciplina, in attuazione di quanto previsto all articolo 13, lettera g), dello Statuto della

Dettagli

5. Il soggetto promotore, se costituito dai Comuni, deve prevedere la partecipazione degli enti privati.

5. Il soggetto promotore, se costituito dai Comuni, deve prevedere la partecipazione degli enti privati. Regolamento concernente la concessione di finanziamenti a favore delle Amministrazioni comunali del Friuli Venezia Giulia, dei Centri di assistenza tecnica alle imprese commerciali (CAT) autorizzati e

Dettagli

COMUNE DI TRIGGIANO Provincia di Bari Servizio Pubblica Istruzione, Sport e Tempo Libero

COMUNE DI TRIGGIANO Provincia di Bari Servizio Pubblica Istruzione, Sport e Tempo Libero BANDO PUBBLICO PER LA EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ECONOMICI ALLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE OPERANTI NEL TERRITORIO DEL COMUNE DI TRIGGIANO - INDIVIDUAZIONE DEI CRITERI - Art. 1 FINALITA Il Comune di Triggiano

Dettagli

bando per progetti di ricerca nell ambito delle scienze umanistiche, giuridiche e sociali

bando per progetti di ricerca nell ambito delle scienze umanistiche, giuridiche e sociali bando per progetti di ricerca nell ambito delle scienze umanistiche, giuridiche e sociali budget complessivo del bando 450.000 euro termine per la presentazione dei progetti 31 agosto 2011 contenuti: 1.

Dettagli

BANDO PER LA PROMOZIONE DELLA CULTURA CINEMATOGRAFICA (ART. 15)

BANDO PER LA PROMOZIONE DELLA CULTURA CINEMATOGRAFICA (ART. 15) BANDO PER LA PROMOZIONE DELLA CULTURA CINEMATOGRAFICA (ART. 15) La Regione, allo scopo di favorire lo sviluppo e la diffusione nel territorio della cultura cinematografica, sostiene gli organismi pubblici

Dettagli

Contributi alle imprese della provincia di Siena per l analisi dei costi sostenuti per l acquisto di energia elettrica

Contributi alle imprese della provincia di Siena per l analisi dei costi sostenuti per l acquisto di energia elettrica Contributi alle imprese della provincia di Siena per l analisi dei costi sostenuti per l acquisto di energia elettrica 1. PREMESSA Nell ambito delle iniziative promozionali volte a favorire lo sviluppo

Dettagli

Provincia Autonoma di Trento

Provincia Autonoma di Trento 140 79470 Deliberazioni - Parte 1 - Anno 2012 Provincia Autonoma di Trento DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA PROVINCIALE del 13 aprile 2012, n. 710 Approvazione dei criteri e modalità per il finanziamento dei

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI ALLE ASSOCIAZIONI CULTURALI, RICREATIVE E SOCIALI. ART. 1 I Principi

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI ALLE ASSOCIAZIONI CULTURALI, RICREATIVE E SOCIALI. ART. 1 I Principi REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI ALLE ASSOCIAZIONI CULTURALI, RICREATIVE E SOCIALI ART. 1 I Principi L Amministrazione Comunale di Tempio Pausania può concedere contributi finanziari al fine

Dettagli

ANNO 2011. Legge regionale n. 12 del 23 maggio 2008 Art. 20 Cooperazione sanitaria internazionale

ANNO 2011. Legge regionale n. 12 del 23 maggio 2008 Art. 20 Cooperazione sanitaria internazionale Gabinetto della Presidenza della Giunta regionale Settore Affari Internazionali e Comunitari Direzione Sanità Settore Programmazione Sanitaria BANDO Per il personale sanitario dipendente delle strutture

Dettagli

Bando regionale per la concessione ai Comuni di contributi per il sostegno e la promozione delle banche del tempo (anno 2011).

Bando regionale per la concessione ai Comuni di contributi per il sostegno e la promozione delle banche del tempo (anno 2011). ALLEGATO A) Bando regionale per la concessione ai Comuni di contributi per il sostegno e la promozione delle banche del tempo (anno 2011). IN ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA APPROVATO CON DGR N. 36-396 DEL 26.7.2010

Dettagli

CENTRO DI SERVIZIO PER IL VOLONTARIATO ASTI E ALESSANDRIA BANDO DI ASSISTENZA ANNO 2016

CENTRO DI SERVIZIO PER IL VOLONTARIATO ASTI E ALESSANDRIA BANDO DI ASSISTENZA ANNO 2016 CENTRO DI SERVIZIO PER IL VOLONTARIATO ASTI E ALESSANDRIA BANDO DI ASSISTENZA ANNO 2016 PREMESSA Il Centro di Servizio per il Volontariato Asti e Alessandria, nel perseguire l obiettivo di sostenere e

Dettagli

(Provincia di Caserta)

(Provincia di Caserta) (Provincia di Caserta) Regolamento comunale per la concessione di contributi ad Enti, Associazioni e Comitati operanti nel campo culturale, della storia, della solidarietà, turistico, sportivo, ricreativo

Dettagli

AVVISO PUBBLICO PER INIZIATIVE E MANIFESTAZIONI DI VALORIZZAZIONE E PROMOZIONE TURISTICA PICCOLE MANIFESTAZIONI LOCALI A VALENZA TURISTICA ANNO 2008

AVVISO PUBBLICO PER INIZIATIVE E MANIFESTAZIONI DI VALORIZZAZIONE E PROMOZIONE TURISTICA PICCOLE MANIFESTAZIONI LOCALI A VALENZA TURISTICA ANNO 2008 ALLEGATO D AVVISO PUBBLICO PER INIZIATIVE E MANIFESTAZIONI DI VALORIZZAZIONE E PROMOZIONE TURISTICA PICCOLE MANIFESTAZIONI LOCALI A VALENZA TURISTICA ANNO 2008 Dipartimento Attività Produttive, Politiche

Dettagli

27/01/2015 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO - N. 8. Regione Lazio

27/01/2015 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO - N. 8. Regione Lazio Regione Lazio DIREZIONE FORM., RICE. E INNOV., SCUOLA UNIVER., DIR. STUDIO Atti dirigenziali di Gestione Determinazione 22 gennaio 2015, n. G00390 Deliberazione della Giunta Regionale n. 883 del 16/12/2014.

Dettagli

IL DIRETTORE GENERALE

IL DIRETTORE GENERALE IL DIRETTORE GENERALE VISTO il Decreto Legge 22 giugno 2012 n. 83, convertito nella legge 7 agosto 2012, n. 134, concernente Misure urgenti per la crescita del Paese ; VISTO in particolare l articolo 42,

Dettagli

Centri per l impiego della Provincia di Terni

Centri per l impiego della Provincia di Terni Centri per l impiego della Provincia di Terni AVVISO PER LA FORMAZIONE DELLA GRADUATORIA PER L ASSEGNAZIONE DEI CONTRIBUTI PER FAVORIRE IL POSSESSO DA PARTE DI DONNE IMMIGRATE DI PATENTI IN REGOLA CON

Dettagli

LA GIUNTA REGIONALE. VISTA la legge regionale 18 febbraio 2002, n. 6, e successive modificazioni;

LA GIUNTA REGIONALE. VISTA la legge regionale 18 febbraio 2002, n. 6, e successive modificazioni; Oggetto: Approvazione del protocollo d intesa-tipo tra Regione Lazio ed enti o soggetti interessati concernente la promozione di un programma di interventi strutturali finalizzati al potenziamento dell

Dettagli

Alla stregua dell istruttoria degli uffici del Settore Urbanistica, dichiarata la regolarità tecnica; DECRETA

Alla stregua dell istruttoria degli uffici del Settore Urbanistica, dichiarata la regolarità tecnica; DECRETA A.G.C. 16 - Governo del Territorio, Tutela Beni, Paesistico-Ambientali e Culturali - Settore Urbanistica - Decreto dirigenziale n. 1 del 14 gennaio 2010 Legge Regionale 16/2004 articolo 40 comma 2 - Contributi

Dettagli

COMUNE DI CARAMANICO TERME. (Provincia di Pescara) -------------------------------------------------------------- REGOLAMENTO

COMUNE DI CARAMANICO TERME. (Provincia di Pescara) -------------------------------------------------------------- REGOLAMENTO Comune di Caramanico Terme (PE) Corso Gaetano Bernardi, 30 - CAP 65023 - tel. (085) 92.90.131 - fax (085) 92.90.202 COMUNE DI CARAMANICO TERME (Provincia di Pescara) --------------------------------------------------------------

Dettagli

VOLONTARIATO DELLA PROVINCIA DI BENEVENTO CANTIERI DI GRATUITÀ

VOLONTARIATO DELLA PROVINCIA DI BENEVENTO CANTIERI DI GRATUITÀ ASSOCIAZIONE DELLE ASSOCIAZIONI PER IL CENTRO DI SERVIZI PER IL VOLONTARIATO DELLA PROVINCIA DI BENEVENTO CANTIERI DI GRATUITÀ VIALE MELLUSI, 68 82100 BENEVENTO TEL.: 0824 310092 FAX.0824.359795 EMAIL:

Dettagli

Approvato con Delibera di Consiglio Comunale n. 40 del 29/10/2012 (sostituisce il regolamento approvato con delibera n.

Approvato con Delibera di Consiglio Comunale n. 40 del 29/10/2012 (sostituisce il regolamento approvato con delibera n. REGOLAMENTO PER LA TENUTA DELL ALBO COMUNALE DEGLI ENTI NO-PROFIT Approvato con Delibera di Consiglio Comunale n. 40 del 29/10/2012 (sostituisce il regolamento approvato con delibera n. 23 del 19/4/2007)

Dettagli

CENTRO DI SERVIZIO PER IL VOLONTARIATO Centro Solidarietà e Sussidiarietà Servizi per il territorio CST Novara e VCO BANDO DI ASSISTENZA ANNO 2016

CENTRO DI SERVIZIO PER IL VOLONTARIATO Centro Solidarietà e Sussidiarietà Servizi per il territorio CST Novara e VCO BANDO DI ASSISTENZA ANNO 2016 CENTRO DI SERVIZIO PER IL VOLONTARIATO Centro Solidarietà e Sussidiarietà Servizi per il territorio CST Novara e VCO BANDO DI ASSISTENZA ANNO 2016 PREMESSA Il Centro di Servizio Centro Solidarietà e Sussidiarietà

Dettagli

BANDO PER IL FINANZIAMENTO DELLE ATTIVITA RELATIVE ALLE POLITICHE ABITATIVE A FAVORE DELLA POPOLAZIONE STRANIERA IMMIGRATA -anno 2007-

BANDO PER IL FINANZIAMENTO DELLE ATTIVITA RELATIVE ALLE POLITICHE ABITATIVE A FAVORE DELLA POPOLAZIONE STRANIERA IMMIGRATA -anno 2007- BANDO PER IL FINANZIAMENTO DELLE ATTIVITA RELATIVE ALLE POLITICHE ABITATIVE A FAVORE DELLA POPOLAZIONE STRANIERA IMMIGRATA -anno 2007- Art. 1 Finalità e oggetto dell intervento 1. In applicazione dell

Dettagli

REGIONE LIGURIA 1. OBIETTIVI E TIPOLOGIA DI AGEVOLAZIONE

REGIONE LIGURIA 1. OBIETTIVI E TIPOLOGIA DI AGEVOLAZIONE REGIONE LIGURIA BANDO PER L ASSEGNAZIONE DI AGEVOLAZIONI A SOSTEGNO DELLE FAMIGLIE CON ALMENO UN FIGLIO MINORE PER LA RISTRUTTURAZIONE ED ADEGUAMENTO DELLA PRIMA CASA DI ABITAZIONE 1. OBIETTIVI E TIPOLOGIA

Dettagli

Cantieri d Arte 2006 Restauro e tutela del patrimonio monumentale religioso in Piemonte e in Liguria

Cantieri d Arte 2006 Restauro e tutela del patrimonio monumentale religioso in Piemonte e in Liguria La Compagnia di San Paolo è una Fondazione italiana di diritto privato con sede a Torino. Essa persegue finalità di utilità sociale, allo scopo di favorire lo sviluppo civile, culturale ed economico. Informazioni

Dettagli

23/08/2012 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO - N. 40. Regione Lazio. DIREZIONE ENTI LOCALI E SICUREZZA Atti dirigenziali di Gestione

23/08/2012 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO - N. 40. Regione Lazio. DIREZIONE ENTI LOCALI E SICUREZZA Atti dirigenziali di Gestione Regione Lazio DIREZIONE ENTI LOCALI E SICUREZZA Atti dirigenziali di Gestione Determinazione 18 luglio 2012, n. A07329 Approvazione di un Avviso Pubblico per l'utilizzo del "Fondo per prevenire e combattere

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico IL DIRETTORE GENERALE VISTO il Decreto Legge 22 giugno 2012 n. 83, convertito nella legge 7 agosto 2012, n. 134, concernente Misure urgenti per la crescita del Paese ; VISTO in particolare l articolo 42,

Dettagli

PER MANIFESTAZIONE DI INTERESSE

PER MANIFESTAZIONE DI INTERESSE pag. 1 PROCEDURA AD EVIDENZA PUBBLICA, AI SENSI DELL ART. 30 D.LGS. N. 163 DEL 12 APRILE 2006 E S.M.I., PER L AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA DENOMINATA HOSTEL SITO NEL COMPLESSO

Dettagli

POLITICHE SOCIALI, AUTONOMIE, SICUREZZA E SPORT DETERMINAZIONE. Estensore PAOLILLO ANDREA. Responsabile del procedimento CESARE PIERDOMINICI

POLITICHE SOCIALI, AUTONOMIE, SICUREZZA E SPORT DETERMINAZIONE. Estensore PAOLILLO ANDREA. Responsabile del procedimento CESARE PIERDOMINICI REGIONE LAZIO Direzione Regionale: POLITICHE SOCIALI, AUTONOMIE, SICUREZZA E SPORT Area: DETERMINAZIONE N. G05531 del 20/12/2013 Proposta n. 20573 del 10/12/2013 Oggetto: Presenza annotazioni contabili

Dettagli

BANDO PUBBLICO PER IMPIANTI FOTOVOLTAICI 2008

BANDO PUBBLICO PER IMPIANTI FOTOVOLTAICI 2008 ASSESSORATO DELL INDUSTRIA SERVIZIO ENERGIA BANDO PUBBLICO PER IMPIANTI FOTOVOLTAICI 2008 PERSONE FISICHE E SOGGETTI GIURIDICI PRIVATI DIVERSI DALLE IMPRESE Art. 24, L.R. 29 maggio 2007, n. 2 (LEGGE FINANZIARIA

Dettagli

REGOLAMENTO PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ORDINARI IN CONCORSO SPESE DESTINATI AL POTENZIAMENTO DELLE ATTIVITA SPORTIVE (Del. C.P. n.

REGOLAMENTO PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ORDINARI IN CONCORSO SPESE DESTINATI AL POTENZIAMENTO DELLE ATTIVITA SPORTIVE (Del. C.P. n. REGOLAMENTO PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ORDINARI IN CONCORSO SPESE DESTINATI AL POTENZIAMENTO DELLE ATTIVITA SPORTIVE (Del. C.P. n. 60/02) ART. 1 FINALITA E BENEFICIARI DELL INTERVENTO La Provincia

Dettagli

Art. 1 (Finalità e obiettivi)

Art. 1 (Finalità e obiettivi) AVVISO PUBBLICO PER L ATTRIBUZIONE DI CONTRIBUTI ECONOMICI A ENTI PUBBLICI, SOGGETTI PRIVATI SINGOLI O ASSOCIATI, FONDAZIONI ED ASSOCIAZIONI PER INIZIATIVE ED INTERVENTI IN MATERIA AMBIENTALE L art. 12

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI PATROCINI GRATUITI ED ONEROSI

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI PATROCINI GRATUITI ED ONEROSI REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI PATROCINI GRATUITI ED ONEROSI Approvato dal Consiglio Regionale dell'ordine degli Assistenti Sociali con delibera n.78 in data 17/10/2014 Indice Art. 1 Finalità e definizioni

Dettagli

Articolo 1 Finalità generali

Articolo 1 Finalità generali Allegato A Deliberazione della G.R. n. 104/2014 Avviso pubblico per la realizzazione di Progetti finalizzati al sostegno alle famiglie per la frequenza delle scuole dell'infanzia paritarie, private e degli

Dettagli

Progetti di tipo II. Rientrano in questa tipologia iniziative culturali su altre tematiche.

Progetti di tipo II. Rientrano in questa tipologia iniziative culturali su altre tematiche. Bando pubblico per la concessione di contributi economici a sostegno di iniziative e progetti culturali proposti da Associazioni culturali di promozione sociale che operino nel Comune di Cesena anno 2016

Dettagli

Direzione Regionale Politiche Sociali, Autonomie, Sicurezza e Sport Area Interventi per lo Sport

Direzione Regionale Politiche Sociali, Autonomie, Sicurezza e Sport Area Interventi per lo Sport Allegato A Direzione Regionale Politiche Sociali, Autonomie, Sicurezza e Sport Area Interventi per lo Sport Avviso Pubblico ai sensi della Legge Regionale n. 15/02 e s.m.i., articolo 33 comma 1 Contributi

Dettagli

REGIONE LAZIO. Agenzia Regionale del Turismo

REGIONE LAZIO. Agenzia Regionale del Turismo ALLEGATO 1 REGIONE LAZIO Agenzia Regionale del Turismo AVVISO PUBBLICO L.R. N. 26 DEL 28 DICEMBRE 2007, ART. 31 (Promozione regionale a fini turistici delle manifestazioni tradizionali) Scadenza termine:

Dettagli

BANDO PER IL SOSTEGNO DEI PROGETTI SOCIALI PROPOSTI DALLE ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO

BANDO PER IL SOSTEGNO DEI PROGETTI SOCIALI PROPOSTI DALLE ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO Pagina 1 di 6 BANDO PER IL SOSTEGNO DEI PROGETTI SOCIALI PROPOSTI DALLE ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO Premessa Il Centro di Servizio al volontariato CESAVO emana il presente bando finalizzato al sostegno

Dettagli

PROVINCIA DI CASERTA SETTORE POLITICHE DEL LAVORO Servizio 1 - Collocamento Provinciale Disabili

PROVINCIA DI CASERTA SETTORE POLITICHE DEL LAVORO Servizio 1 - Collocamento Provinciale Disabili Data di Pubblicazione: 29/12/2014 Data Scadenza : 20/02/2015 PROVINCIA DI CASERTA SETTORE POLITICHE DEL LAVORO Servizio 1 - Collocamento Provinciale Disabili AVVISO PUBBLICO ATTIVITÀ RIVOLTE AL SOSTEGNO

Dettagli

Pianeta Galileo. Avviso pubblico per il finanziamento di progetti di educazione

Pianeta Galileo. Avviso pubblico per il finanziamento di progetti di educazione Pianeta Galileo Avviso pubblico per il finanziamento di progetti di educazione scientifica presentati da Istituti di istruzione secondaria di secondo grado, statali e paritari, della Toscana 1. Finalità

Dettagli

Provincia Regionale di Caltanissetta

Provincia Regionale di Caltanissetta Provincia Regionale di Caltanissetta REGOLAMENTO DI ATTUAZIONE DEL FONDO PER IL SOSTEGNO ANNUALE ALLE ASSOCIAZIONI ANTIRACKET ED ANTIUSURA DI CUI ALL ART.13 DELLA LEGGE N.44/99 CON SEDE LEGALE ED OPERANTI

Dettagli

Bollettino Ufficiale della Regione Lazio

Bollettino Ufficiale della Regione Lazio Repubblica Italiana Bollettino Ufficiale della Regione Lazio Disponibile in formato elettronico sul sito: www.regione.lazio.it Legge Regionale n.12 del 13 agosto 2011 Data 22/10/2013 Numero 87 Supplemento

Dettagli

BANDO. per la presentazione. di progetti di formazione per il volontariato ANNO 2014

BANDO. per la presentazione. di progetti di formazione per il volontariato ANNO 2014 BANDO per la presentazione di progetti di formazione per il volontariato ANNO 2014 BANDO per la presentazione di progetti di formazione per il volontariato ANNO 2014 Pagina 1 di 8 1 Chi può presentare

Dettagli

Approvato con deliberazione della Giunta Provinciale n. 254 del 23/12/2013.

Approvato con deliberazione della Giunta Provinciale n. 254 del 23/12/2013. BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER LA SOSTITUZIONE DI GENERATORI DI CALORE Approvato con deliberazione della Giunta Provinciale n. 254 del 23/12/2013. 1. FINALITÀ DELL INIZIATIVA La Provincia di

Dettagli

BANDO PER LA PROMOZIONE DELLA CULTURA CINEMATOGRAFICA (ART. 15)

BANDO PER LA PROMOZIONE DELLA CULTURA CINEMATOGRAFICA (ART. 15) BANDO PER LA PROMOZIONE DELLA CULTURA CINEMATOGRAFICA (ART. 15) La Regione, allo scopo di favorire lo sviluppo e la diffusione nel territorio della cultura cinematografica, sostiene gli organismi pubblici

Dettagli

IL DIRETTORE GENERALE

IL DIRETTORE GENERALE IL DIRETTORE GENERALE VISTO il Decreto Legge 22 giugno 2012 n. 83, convertito nella legge 7 agosto 2012, n. 134, concernente Misure urgenti per la crescita del Paese ; VISTO in particolare l articolo 42,

Dettagli

Bando per l erogazione di contributi a sostegno di progetti imprenditoriali innovativi in ambito culturale e di industria creativa.

Bando per l erogazione di contributi a sostegno di progetti imprenditoriali innovativi in ambito culturale e di industria creativa. Bando per l erogazione di contributi a sostegno di progetti imprenditoriali innovativi in ambito culturale e di industria creativa. Art. 1 Obiettivi del Bando Promuovere l avvio di progetti imprenditoriali

Dettagli

C I T T À D I C O N E G L I A N O

C I T T À D I C O N E G L I A N O Prot. n. 47660/AEP del 15/09/06 BANDO PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI PER FAVORIRE L ALLACCIAMENTO ALLA RETE DI DISTRIBUZIONE DEL GAS METANO PER LA TRASFORMAZIONE A GAS NATURALE DEGLI IMPIANTI PER RISCALDAMENTO

Dettagli

BANDO 2015.9 ATTIVITÀ CULTURALI TUTELA E VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO STORICO E ARTISTICO

BANDO 2015.9 ATTIVITÀ CULTURALI TUTELA E VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO STORICO E ARTISTICO BANDO 2015.9 ATTIVITÀ CULTURALI TUTELA E VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO STORICO E ARTISTICO PER L INDIVIDUAZIONE DI PROGETTI DI UTILITÀ SOCIALE DA FINANZIARSI DALLA FONDAZIONE CON IL CONCORSO DI ALTRI SOGGETTI

Dettagli

dato atto che la citata Convenzione é stata esaminata dalla Corte dei Conti e registrata al numero: Reg. n. 8, Foglio n. 296 del 13/04/2011;

dato atto che la citata Convenzione é stata esaminata dalla Corte dei Conti e registrata al numero: Reg. n. 8, Foglio n. 296 del 13/04/2011; REGIONE PIEMONTE BU20 19/05/2011 Codice SB0101 D.D. 18 maggio 2011, n. 48 Approvazione avviso pubblico per la concessione ai Comuni di contributi per il sostegno e la promozione delle Banche del Tempo

Dettagli

- FONDI A DISPOSIZIONE PER L EROGAZIONE DELLE RISORSE.

- FONDI A DISPOSIZIONE PER L EROGAZIONE DELLE RISORSE. Allegato 1 alla Det. Dir. n 387/2015 BANDO Potenziamento della raccolta differenziata e prevenzione e riutilizzo dei rifiuti urbani D.G.R. Lazio 406/2012 risorse anno 2013 e D.G.R. Lazio 547/2014 risorse

Dettagli

AVVISO PUBBLICO PER LA CONCESSIONE DI AGEVOLAZIONI FINANZIARIE ANNUALITÀ 2013 ART. 3 LETTERA C) REGOLAMENTO CCIAA

AVVISO PUBBLICO PER LA CONCESSIONE DI AGEVOLAZIONI FINANZIARIE ANNUALITÀ 2013 ART. 3 LETTERA C) REGOLAMENTO CCIAA AVVISO PUBBLICO PER LA CONCESSIONE DI AGEVOLAZIONI FINANZIARIE ANNUALITÀ 2013 ART. 3 LETTERA C) REGOLAMENTO CCIAA Art. 1 SCOPO DELL AVVISO PUBBLICO 1. La Camera di Commercio Industria Agricoltura e Artigianato

Dettagli

L.R. 12/2006, art. 6, commi da 82 a 89 B.U.R. 3/1/2007, n. 1. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 12 dicembre 2006, n. 0381/Pres.

L.R. 12/2006, art. 6, commi da 82 a 89 B.U.R. 3/1/2007, n. 1. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 12 dicembre 2006, n. 0381/Pres. L.R. 12/2006, art. 6, commi da 82 a 89 B.U.R. 3/1/2007, n. 1 DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 12 dicembre 2006, n. 0381/Pres. LR 12/2006, articolo 6, commi da 82 a 89. Regolamento concernente i criteri

Dettagli