CINI al servizio dei cini?

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CINI al servizio dei cini?"

Transcript

1 CINI al servizio dei cini? Strano ma simpatico il gioco di parole che lega strettamente l acronimo anglofono CINI (Child In Need Institute), al significato nostrano del termine, derivato da uno degli idiomi regionali (altrimenti noti come dialetti ) più coloriti presenti sul territorio italiano; CINI infatti traducendo dall inglese significa letteralmente Organizzazione a favore del bambino in stato di bisogno mentre in Bolognese o idioma limitrofo (anche se la sede di CINI Italia è a Verona, non in Emilia Romagna) significa, semplicemente bambini. Un caso fortuito, una strana coincidenza, o un piccolo segno linguistico messo lì per permettere a tutti di ricordarsi sempre ed in modo immediato la mission di questa Organizzazione che opera essenzialmente a favore dell infanzia e dell adolescenza? Chissà! Quando mi sono finalmente deciso a scrivere questo articolo su CINI Italia, una bellissima realtà presente nel panorama delle ONG che si occupa in particolare di bisogni dell infanzia e di promozione della cultura del Paese nel quale opera, l India in cuor mio ho da subito individuato anche quale ne sarebbe stato il filo conduttore. Essendo infatti sempre stato interessato (e in modo un po diffidente lo ammetto!) al mondo del volontariato a distanza come fenomeno sociale ed antropologico, mi sarei indirizzato verso l animo umano piuttosto che verso le attività dell Organizzazione, peraltro molto ben documentate sul sito dell Associazione Italiana E l avrei fatto in un impeto di presuntuosa quanto probabilmente inopportuna pretesa di purezza di spirito, spinto dal desiderio di smascherare il pesante carico di ignavia ma soprattutto di ipocrisia che sicuramente mi aspettavo di trovare dietro ad ogni singola partecipazione ai progetti proposti da CINI Italia. Avrei cercato i miei bersagli ovviamente non tra i suoi operatori, volontari ed appassionati come solo chi aderisce consapevolmente ad un progetto sa essere, ma tra i finanziatori, piccoli e grandi, che immaginavo disposti come massima espressione di impegno personale (finalizzato a tacitare coscienze ormai solo blandamente pulsanti, al limite dell agonia ) solamente a mettere mano al portafoglio per dimostrare di aver fatto la propria parte a favore della liberazione del mondo dall ingiustizia e dalla sperequazione che la permeano senza fine, come il detersivo per i piatti una spugna: puoi spremere quanto vuoi ma ne uscirà sempre un po. Questa gente normalmente dona soldi perciò senza essere disposta a mettersi minimamente in gioco in prima persona, coinvolgendosi per esempio in realtà o attività più reali perché vicine, tangibili e per questo motivo probabilmente troppo scomode (sai mai che questa liberazione dall ingiustizia e da secoli di privilegi si realizzi veramente!!!). Credo che ci sia un profondo contenuto di verità nel famoso monologo che Giorgio Gaber portava nei teatri di tutta Italia esattamente dieci anni fa, denunciando l ipocrita e finta bontà che si esprime al giorno d oggi con gesti inutili e falsi quali l indifferente (e alla moda) acquisto di un azalea (o di un chilo di mele, di arance, di un bonsai etc) in una piazza, finalizzato a finanziare i più svariati movimenti volontaristici o anche istituzionali: Io credo che non ci sia stato un altro periodo della storia in cui gli uomini siano arrivati al nostro livello di cattiveria e di egoismo. Un uomo oggi, non avendo remore di morale e di coscienza, tanto più gli conviene tanto più è carogna. È carogna coi più deboli, è carogna coi più forti... no, coi più forti è viscido... è carogna con la moglie, coi figli, con gli amici, è carogna con il mondo intero. Però la domenica... un'azalea. Tutti che comprano un'azalea. Un'azalea per questo... per quest'altro... per quest'altro ancora... dato che non funziona niente si risolve tutto con le azalee. E mi bussano alla porta, mi fermano per la strada, mi corrono dietro, col motorino, con la

2 bicicletta, e io, stremato, che faccio? Compro un'azalea per salvare bambini, animali, piante, ricerche varie, bacini idrici, le suore del Nicaragua, le foreste dell'amazzonia... Devo fare tutto io! L'azalea, oltre ad essere un arbusto ornamentale delle ericacee, è diventata il simbolo della purificazione. E siccome più uno più è sporco dentro, più ha bisogno di apparire buono, i più carogna hanno azalee dappertutto: nell'ingresso, in sala da pranzo, in camera da letto... vanno al cesso e... TRACK un'azalea. Che raffinati! Secondo me a San Francesco non piacevano le azalee. Gli piacevano i lupi. Certo che anche avere una casa piena di lupi... E Ghandi? E Madre Teresa di Calcutta? Ne han salvate di persone, eh! Oddio, se in India ci fosse stato un bravo statista anche un po' meno buono forse ne avrebbe salvati di più. Ma che c'entra Non c'è niente da fare, la bontà vera commuove, rassicura quella finta mi fa vomitare. E se ci fosse un Dio io credo che la condannerebbe. Ma basta con queste finzioni, queste ipocrisie, queste esibizioni fatte per abbellire l'anima... e anche l'immagine. Ma dentro, dentro cosa siamo, eh? Ve lo dico io che cosa siamo: siamo delle caramelle di merda ricoperte di cioccolato. Questa insomma è la tesi con la quale mi sono apprestato a scrivere il mio articolo con il fin troppo scontato intento di lodare gli operatori, e di denunciare al tempo stesso l apparente anche se inevitabile contraddizione dell ipocrisia dei benefattori su cui organizzazioni come questa comunque riescono non solo a sopravvivere ma anche a fare, nonostante il male di cui sono intrise, del bene. Ero così sicuro delle mie idee che in un impeto di esagerata onestà professionale mi sono detto: intervisterò qualcuno di questi fantomatici e nel mio immaginario un po disgustosi benefattori, che non hanno il coraggio di ammettere la loro pochezza, il loro egoismo, o peggio ancora la loro malvagità, rivestendoli di neutro ed innocuo buonismo, tanto inutile quanto falso se non accompagnato da un sincero moto dell anima e così facendo facilmente li smaschererò. Già, ma come fare? Mica potevo chiedere i nominativi a CINI! Me lo vietava (non secondo il mio buon senso, ma secondo la legge) il doveroso e moderno mito tentacolare della Privacy, questo intoccabile e misterioso quanto illogico idolo che ormai ci governa e ci incatena tutto permettendo al singolo nel momento stesso in cui lo impedisce alla collettività. Collettività: una parola che del resto è sempre meno presente nel vocabolario dei valori non più tramandati, ma imposti alle nuove generazione dai loro coetanei neonati strumenti educativi (giornali, televisione, pubblicità, la stessa Rete delle Reti ) peraltro stranamente così invadenti della privacy altrui nella sostanza, sebbene perfettamente in regola nella forma, in una sorta di contrappasso dantesco che ci condanna a subire le stesse ingiustizie delle quali siamo attori protagonisti, nel senso che spesso con assurda pretesa di ergersi giudici di situazioni a noi sconosciute le infliggiamo intorno a noi a chiunque ci passi accanto, con sorprendente tranquillità. E in un lampo di lucidità mi è venuta l elementare (ma proprio per questo probabilmente geniale) idea di chiedere proprio a CINI di attivarsi, mandando ai propri sostenitori un questionario, cui rispondere solo su base volontaria, anche anonima se desiderato, sulle motivazioni personali della propria scelta di sostenere con un contributo economico i progetti ideati e portati avanti dall organizzazione. Ed è stato così che, a seguito di un inaspettata quantità di risposte, spesso circostanziate ed entusiaste, ho potuto conoscere ad esempio Giovanna ed Emma (che si sono firmate solo con il nome) due donne innamorate l una dell altra e della vita, che non potendo aspirare alla maternità, reale o surrogata in un Paese dove comunque questo desiderio in una coppia omosessuale non può venire realizzato in modo legale (non c è giudizio in questa frase, ma solo presa d atto della realtà dei fatti), hanno deciso di adottare una mamma in India. Adotta una mamma o AUM, è un progetto bellissimo che prevede di aiutare una mamma ed il suo bambino nel periodo della gravidanza e fino al compimento del secondo anno di vita, attraverso un sostegno economico minimo di circa 8 euro al mese, sufficienti tuttavia a garantire alla mamma ed al nascituro una gravidanza serena, fornendo loro la necessaria assistenza sanitaria e nutrizionale al fine di permettere un parto sicuro, la nascita e lo svezzamento di un bambino con almeno una chance di essere, semplicemente sano...

3 Incredibile eh?!? In un mondo nel quale salute e bellezza sono un mito capace di far girare una buona fetta dell economia mondiale ci sono molteplici luoghi dove 8 euro al mese possono salvare due vite quella di una mamma e di suo figlio donando loro oltre che la salute, la speranza di un futuro, anche solo minimamente sereno. Gli operatori sanitari di CINI concretamente seguono regolarmente la gravidanza della futura mamma e controllano sistematicamente la crescita del bambino, che viene vaccinato, assistito e curato. Una volta concluso l arco di tempo previsto dal progetto, il bambino continua, assieme alla madre, a essere assistito attraverso altri programmi di sviluppo socio-educativo-sanitario realizzati dall organizzazione. Allo stesso progetto hanno aderito anche Nicola Mose e Stacy Monroe US, un italiano e un americana trapiantata in Italia per lavoro, sposati (ma non tra di loro) con 8 figli sommando quelli delle due reciproche famiglie che dopo essersi innamorati hanno riscoperto un desiderio di genitorialità mai sopito e rinato prepotentemente dall esperienza del loro amore impossibile. Un amore che hanno con sofferenza deciso di non vivere in tutti i suoi aspetti per rispetto delle loro famiglie e dei loro figli usando però di parte del denaro che avrebbero potuto spendere per i loro incontri per realizzare almeno questo desiderio di maternità e paternità condivise permettendo a nuove vite di venire al mondo una forma di fecondità non biologica ma forse per questo così incredibilmente vera, oltre che disperatamente romantica! E sempre al progetto adotta una mamma hanno aderito invece una coppia di sposi non più giovani, anonimi che toccati dalla sfortuna della sterilità, dopo aver provato i metodi a loro più congeniali per rimediare a questa conseguenza di un difetto della natura, o degli effetti della presunzione dell uomo (visto che la sterilità va di pari passo con il progresso) che era stato capace di togliere così tanto al loro essere famiglia hanno deciso di non saltare sul treno veloce e pericoloso della gravidanza a tutti i costi rifiutando scorciatoie più o meno eticamente accettabili a seconda del credo religioso o delle personali convinzioni quali la fecondazione eterologa o la mamma in affitto Troppo tardi si erano rivolti al mondo a volte così poco limpido e spesso contraddittorio delle adozioni nazionali ed internazionali per provare quella lunga, difficoltosa e a volte ambigua strada, spesso irta di ostacoli e sofferenze: non avranno un bambino loro non lo possiederanno (traduzione brutale ma probabilmente in alcuni casi più onesta e sincera del più nobile avere un bimbo ) ma gli doneranno ugualmente la vita e la possibilità di iniziarla in maniera dignitosa là dove nascerà con i suoi genitori biologici. Se non è amore questo... E che dire poi di G.Murru, un trentacinquenne sardo che a causa di un incidente stradale ha perso in un sol colpo la moglie e i due figli ma non la speranza, ritrovandosi improvvisamente solo e senza la possibilità di riversare l amore che nel suo cuore era riservato alla sua famiglia verso nessun altro, se non verso chi da questo progetto avrebbe potuto grazie solamente a pochissimi, per lui ormai superflui, soldi cercare di far nascere e crescere più serenamente il proprio bambino? Queste sono solamente alcune delle storie che più mi hanno colpito, per la loro originalità, drammaticità, per il fatto di essere tutte più o meno legate tra di loro perché permeate da un forte e profondo desiderio di genitorialità, che è da una parte intimamente personale e al tempo stesso meravigliosamente e naturalmente universale. E mi hanno colpito anche per il fatto che tutte mostrano come sofferenza, dolore, fatica di vivere non necessariamente portano le persone a chiudersi nella disperazione, ma a volte sono più fecondi dello stato di benessere che spesso nella maggior parte delle persone, inconsapevolmente ma certo solo temporaneamente fortunate, funziona da isolante nei confronti del mondo e dei suoi problemi, verso i quali la follia della spensieratezza sembra avere il ruolo di un potentissimo vaccino (salvo poi scoprire inevitabilmente sulla propria pelle che i suoi poteri protettivi erano in realtà illusori, o quantomeno provvisori). Un misto, anzi una strabiliante sintesi tra la visione piena di misteriosa sacralità di chi guarda a due pezzi di legno sovrapposti a formare una croce non solo come un simbolo di dolore e vetusta superstizione ma anche di redenzione ed il più profano ma non meno vero dai diamanti non nasce niente, dal letame nascono i fiori felice intuizione di un ateo, indimenticabile cantautore e

4 poeta genovese che cantava il sommo valore dell umanità emarginata, derelitta e miserabile Fabrizio de Andrè. A fianco di tutte queste struggenti vicende personali poi, ci sono tutta una serie di sostenitori che arrivano da realtà istituzionali (Aziende, Parrocchie, Associazioni sportive, semplici gruppi di amici) che in barba alla crisi economica nazionale ed internazionale sulla quale abbondano titoli e trattati in ogni quotidiano, e che viene sbandierata come primo argomento ad ogni notiziario televisivo (fortunatamente, se no in tanti magari non se ne sarebbero nemmeno accorti!) hanno deciso di investire anche minimamente nella solidarietà e nel suo profondo valore, donando parte delle proprie risorse per metterle al servizio di persone disposte a farsi carico delle necessità di chi ha sicuramente più bisogno di noi, e che trarrà sicuramente più beneficio da quei pochi euro investiti, che in occidente hanno un valore (sia come potere d acquisto che come significato) decisamente inferiore (e che oltretutto magari se investiti in borsa potrebbero, semplicemente e prodigiosamente sparire, senza aver compiuto assolutamente nulla di ciò che avrebbero potuto se spesi, e quale modo migliore di spendere dei soldi se non trasformandoli in vita?) Ma oltre a queste storie naturalmente ci sono anche decine di storie normali, di persone che a causa di una coscienza appena più accennata della media degli abitanti del vecchio mondo occidentale universo opulento e perciò appesantito e superbo a tal punto da considerare i propri privilegi come un diritto acquisito o addirittura dovuto (quanta tristezza e decadenza morale in questo modo di pensare e di essere!) sono stati sinceramente affascinati ed illuminati da parole semplici ma troppo spesso usate ed abusate, magari solo come riempitivo di bocche avide ed insaziabili parole come solidarietà condivisione responsabilità sociale Quante volte le abbiamo sentite queste parole quante volte le abbiamo magari sfruttate quante invece, le abbiamo concretamente vissute? Beh l iniziativa di CINI Italia ci aiuta in modo molto concreto a mettere in pratica queste parole, attribuendo loro un preciso significato, assolutamente non generico. Infatti i sostenitori del progetto adottano una donna vera una persona con un nome, una storia ed una famiglia ed un bambino già concepito che sta crescendo nel suo grembo di madre. E di queste persone i sostenitori ricevono durante il periodo di sostegno che è pari a circa tre anni notizie sulle condizioni sociali e famigliari, sulla salute della madre e l andamento della gravidanza, sulla nascita e lo stato di salute del bambino una volta nato, con una sua foto ed un aggiornamento poi di tutto quanto il proprio piccolo ma indispensabile aiuto ha contribuito a realizzare alla fine del periodo di sostegno. CINI in questo senso favorisce inoltre anche lo conoscenza e lo scambio culturale tra adottanti e realtà adottive, promuovendo la visita dei sostenitori presso le sedi CINI operanti sul territorio. Ho parlato fino ad ora solamente del progetto Adotta una mamma, perché fra tutti i progetti di CINI è quello che a mio parere caratterizza maggiormente l attività dell Associazione, per la sua peculiarità tanto da dare il nome al sito internet dell Associazione stessa (www.adottaunamamma.it, dal quale ho tratto alcuni pezzi che hanno contribuito a questo articolo, descrittivi dell attività ), ma CINI Italia ovviamente non è solo questo. Da quando infatti il governo dell India ha deciso di coinvolgere le organizzazioni non governative nel programma nazionale di salute riproduttiva e infantile, introducendo nel 1997 lo schema Mother NGO / Field NGO (ovvero, organizzazione non governativa madre/organizzazione non governativa sul campo) all interno del Dipartimento governativo per la salute e la famiglia, quasi subito (nel 1998) anche CINI è diventata Mother NGO per l importante lavoro svolto a favore della salute delle donne e dei bambini. CINI-Child in Need Institute opera dal 1974 in campo medico sanitario con particolare attenzione ai problemi della malnutrizione e alla salute infantile. Nel corso degli anni si è sviluppata una filosofia di lavoro che prende il nome di Life Cycle Approach (Approccio al Ciclo Vitale) e che individua le tappe critiche nella vita non solo della singola persona, ma della comunità tutta. Intervenire non solo sui bambini già malnutriti, ma agire per garantire maternità sane e sicure, ed educare i giovani alla genitorialità responsabile sono azioni che favoriscono la sostenibilità degli interventi attuati. In questo modo le iniziative promosse non sono solamente a riparazione di problemi esistenti, ma hanno l'obiettivo di agire a monte e di prevenire l insorgere di tali problematiche nelle nuove generazioni.. Attualmente CINI Italia sostiene in India oltre al progetto Adotta una mamma di cui ho già parlato in modo approfondito, anche il progetto

5 Adotta un bambino lavoratore e di strada. Questo progetto di sostegno a distanza permette a un sostenitore italiano (un individuo, un'azienda, una scuola...) di aiutare bambini e bambine gravemente disagiati di Calcutta. I bambini aiutati, di età compresa tra i 5 ed i 12 anni circa, vivono nella maggior parte dei casi per strada. Si tratta spesso di bambini vittime di abusi e sfruttamento, ai quali CINI offre non solo un supporto psicologico e un rifugio temporaneo, ma anche la possibilità di un reinserimento scolastico e sociale. La scuola, infatti, è considerata la via maestra per abbandonare la vita di strada e riallacciare i legami con la società. Dopo aver seguito un percorso preparatorio di nove mesi, i bambini vengono iscritti a scuola e aiutati nel difficile processo di integrazione. Il supporto di CINI prevede anche attività extra-scolastiche, che stimolano la creatività e la spensieratezza dei bambini, attraverso giochi e laboratori di danza, yoga, pittura, teatro e sport. Allo stesso tempo le famiglie vengono sostenute nelle spese scolastiche e motivate affinché sostengano il bambino durante il suo percorso di istruzione e re-integrazione sociale. Questo progetto, a differenza di Adotta una mamma che dura 33 mesi, ha una durata complessiva di due anni, al termine dei quali il bambino continua ad essere seguito dagli operatori di CINI, ed un costo invece uguale al precedente, di poco più di 8 Euro al mese, pari a 200 euro per i due anni. In tale periodo di tempo il sostenitore riceve due schede informative con i dati relativi al bambino, la sua fotografia e notizie relative ai progressi fatti dal bambino ed all'andamento del progetto. Entrambi i progetti poi si situano nella citata filosofia di approccio e intervento di CINI, denominata LFA, di cui qui di seguito vi riporto la descrizione presa dal sito internet dell Organizzazione (chi potrebbe descriverla meglio?): L approccio al ciclo vitale migliora le condizioni di salute della donna e del bambino, aiuta a spezzare il circolo vizioso che lega malattia e povertà, sfrutta la sinergia dei legami fra generazioni, permette di fornire con maggior efficacia i servizi di base e coinvolge partner, comunità, il privato sociale, governi e agenzie nell intento di promuovere un miglior utilizzo delle risorse. CINI dunque attraverso questo approccio, interviene a prevenire la malnutrizione nel periodo della crescita e della maturazione funzionale. Tale periodo, identificato quale fase critica del ciclo vitale, comprende la gravidanza, i primi due anni di vita e l adolescenza. Gli operatori formati da CINI visitano regolarmente le famiglie al fine di promuovere l adozione di comportamenti adeguati, tali che mariti, suocere e gli altri familiari sostengano e si prendano cura della donna incinta, garantendole pasti frequenti, regolari controlli medici e un parto senza rischi, grazie all assistenza di personale specializzato. L obiettivo è poi quello di portare il peso dei neonati oltre i 2,5 kg. Ulteriori visite dopo il parto hanno lo scopo di promuovere l allattamento esclusivi al seno, vaccinazioni, l integrazione della dieta del bambino con alimenti disponibili nell ambiente domestico a partire dal sesto mese, nonché il sostegno alla crescita e il suo monitoraggio fino ai due anni. Le prime cure vengono prestate presso la comunità. Gli adolescenti ricevono educazione sanitaria e nutrizionale da educatori opportunamente formati. Cini infine, non è solamente adozione a distanza ma è anche molto altro, che le poche righe di questo articolo non bastano a descrivere con completezza e nemmeno sono adeguate a rendere giustizia all impegno costante e spesso nascosto che i volontari di questa Organizzazione profondono quotidianamente sottraendo (ma sarà giusta questo termine o non sarebbe forse più appropriato parlare di investimento?) tempo ed energie alle proprie esistenze Ve ne cito rapidamente alcune: Monobitan - La creazione di un Parco urbano per bambini nell area metropolitana di Calcutta, il cui fine fosse quello di migliorare la qualità della vita urbana della popolazione e proteggere i diritti dei bambini attraverso l educazione, la salute e l inserimento sociale. Il Parco, che si chiama appunto Monobitan, che in lingua locale significa recare gioia allo spirito, risponde al sogno di offrire ai bambini più svantaggiati un ambiente ricreativo e formativo, di divertimento e anche di avventura. Disposto su un terreno di circa sei acri, Monobitan accoglie al suo interno un area giochi con piste ciclabili, altalene, biciclette e tricicli, scivoli e giostre, una teleferica che attraversa il parco e un laghetto con pedalò per i divertimenti acquatici. É stato predisposto inoltre uno spazio all aria aperta destinato alle attività teatrali e agli spettacoli per eventuali ospiti. Nella sala studio i

6 bambini possono fare i compiti e frequentare i corsi per il reinserimento scolastico. L'intera area è ricca di piante e fiori tropicali. Passaggio in India questo progetto, promosso da CINI Italia Onlus e finanziato dal Comitato di Gestione del Fondo Speciale Regionale per il Volontariato della Regione Veneto, mira a formare un gruppo di giovani attraverso un percorso educativo e di sensibilizzazione alla realtà e alla cultura indiana. Con questa iniziativa CINI si rivolge ai giovani, studenti universitari e non, proponendo loro un percorso formativo coinvolgente, ha lo scopo primario di avvicinare i giovani alle tematiche relative allo sviluppo, alla cooperazione internazionale, alla discriminazione di genere, alla tutela dei diritti umani, dell'infanzia e della donna, attraverso una serie d' incontri formativi, workshop motivazionali e momenti ricreativi. A coloro che vi partecipano inoltre, viene data l opportunità d' ideare e realizzare micro-progetti sul territorio e di entrare in contatto con un gruppo di giovani indiani, attraverso un forum di discussione creato in internet, per comunicare, imparare a conoscersi e scambiare opinioni ed esperienze. L iniziativa prevede anche la possibilità di una visita sul campo a Calcutta, per effettuare attività di ricerca e osservare le attività e i programmi realizzati da CINI. Centro Socio-Sanitario polifunzionale di Siliguri - CINI Italia ha sostenuto la creazione di un Centro socio-sanitario polifunzionale con attività nei campi della salute materno - infantile, della prevenzione della malnutrizione, dell istruzione, della protezione dell infanzia, della coscientizzazione delle donne e dello sviluppo più ampio di comunità. La costruzione del centro, realizzato nel cuore di Siliguri, nella regione del Bengala dove si concentrano le popolazioni più povere, è stata realizzata da Child in Need Institute (CINI), l organizzazione non-governativa indiana con base a Calcutta, cui CINI Italia è legata. Emergenze umanitarie CINI Italia ha fornito supporto e risorse in caso di calamità naturali. Ne ricordiamo due fra tutte: lo tsunami del dicembre 2004 ed il terremoto del Kashmir in ottobre Lo tsunami ha colpito le coste di India e Sri Lanka, provocando oltre morti in India e in Sri Lanka. CINI ha reagito all'emergenza inviando tre squadre di soccorso che, entro il 31 dicembre, avevano raggiunto il sud di Sri Lanka, Nagipattinum nell'india meridionale e le Isole Andamane. Nelle settimane seguenti, CINI Italia ha lanciato un appello per l'emergenza tsunami in Italia e la risposta è stata molto generosa. Le attività di soccorso, condotte nei mesi successivi, si sono protratte fino a maggio Il terremoto invece, di magnitudo 7.4 della scala Richter, ha colpito le montagne dell Himalaya nel Kashmir pakistano, con effetti devastanti in tutta la Valle del Kashmir, provocando più di 70 mila morti su entrambi i lati del confine Indo-pakistano. In questa situazione di emergenza, CINI ha messo a disposizione un team con base in Kashmir, per fornire soccorso immediato ai terremotati. Sono state organizzate spedizioni di camion carichi di materiali di soccorso diretti in Kashmir allo scopo di allestire rifugi per le oltre 500 famiglie situate nella fascia di territorio indiano lungo il confine, nella regione di Uri in Kashmir, ancora sprovviste di tali materiali. p.s.: la stesura e distribuzione dei questionari da parte di CINI, così come del resto i nomi delle persone che avrebbero risposto e che sono citati in questo articolo, lo ammetto, sono frutto della mia fervida fantasia. Le loro storie sono convinto e spero proprio di no Magari dopo aver letto questo articolo, anche la tua storia potrebbe andare ad arricchire il novero dei sostenitori di CINI Italia. Se solo ti ha incuriosito leggere queste righe e ti è venuta voglia di approfondire il tema e la conoscenza di questa realtà, eccoti le coordinate necessarie: CINI Italia Onlus via San Michele alla Porta, Verona tel fax

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI

ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI L argomento che tratterò è molto discusso in tutto il mondo. Per introdurlo meglio inizio a darvi alcune informazioni sul matrimonio omosessuale, il quale ha sempre

Dettagli

Questionario per operatori/professionisti che lavorano con le famiglie di minori con disabilità

Questionario per operatori/professionisti che lavorano con le famiglie di minori con disabilità Introduzione AIAS Bologna onlus, in collaborazione con altre organizzazioni europee, sta realizzando un progetto che intende favorire lo sviluppo di un ambiente positivo nelle famiglie dei bambini con

Dettagli

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali LA RICERCA DI DIO Gradi della fede in Dio La maggior parte delle persone non sospetta nemmeno la reale esistenza di Dio, e naturalmente non s interessa molto a Dio. Ce ne sono altre che, sotto l influsso

Dettagli

Dai diamanti non nasce niente

Dai diamanti non nasce niente LA NOSTRA IDEA IN POCHE PAROLE Innanzitutto, un cambio di prospettiva. Il centro non è la violenza, ma ciò che resta. Importa ciò che vive, ha un corpo, segni tangibili e un dolore sommerso e stordente,

Dettagli

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Il romanzo Tra donne sole è stato scritto da Pavese quindici mesi prima della sua morte, nel 1949. La protagonista, Clelia, è una

Dettagli

CHE COS E L EUTANASIA?

CHE COS E L EUTANASIA? CHE COS E L EUTANASIA? Che cosa si intende per eutanasia? Il termine eutanasia deriva dal greco: eu=buono, e thanatos=morte. Interpretato letteralmente quindi, esso significa: buona morte. Nel significato

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Il primo maggio 2015 si inaugura a Milano l EXPO, un contenitore di tematiche grandi come l universo: "Nutrire il pianeta. Energia per la vita. Una

Dettagli

El valor de ser padre y de ser madre -----

El valor de ser padre y de ser madre ----- El valor de ser padre y de ser madre ----- San Luis, 27 de Octubre 2012 Vengo da un continente dove esiste una vera crisi della paternità. La figura del padre non è molto precisa, la sua autorità naturale

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS MA IL CIELO È SEMPRE PIÙ BLU di Rino Gaetano Didattizzazione di Greta Mazzocato Univerisità Ca Foscari di Venezia Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano

Dettagli

IL SENSO DELLA CARITATIVA

IL SENSO DELLA CARITATIVA IL SENSO DELLA CARITATIVA SCOPO I Innanzitutto la natura nostra ci dà l'esigenza di interessarci degli altri. Quando c'è qualcosa di bello in noi, noi ci sentiamo spinti a comunicarlo agli altri. Quando

Dettagli

Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di gioco d azzardo patologico Testo redatto sulla

Dettagli

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO PRINCIPI FONDANTI 1. Volontario è la persona che, adempiuti i doveri di ogni cittadino, mette a disposizione il proprio tempo e le proprie capacità per gli altri, per

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

TUTTO CIO CHE SERVE PER TORNARE A SE STESSI CORSO ANNUALE

TUTTO CIO CHE SERVE PER TORNARE A SE STESSI CORSO ANNUALE TUTTO CIO CHE SERVE PER TORNARE A SE STESSI CORSO ANNUALE 2015-2016 CORSO ANNUALE 2015-2016 SILVIA PALLINI Credo che ogni creatura che nasce su questa nostra Terra, sia un essere meraviglioso, unico e

Dettagli

Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale

Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale Preambolo La Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale è il documento che definisce i valori e i princìpi condivisi da tutte le organizzazioni

Dettagli

33. Dora perdona il suo pessimo padre

33. Dora perdona il suo pessimo padre 33. Dora perdona il suo pessimo padre Central do Brasil (1998) di Walter Salles Il film racconta la storia di una donna cinica e spietata che grazie all affetto di un bambino ritrova la capacità di amare

Dettagli

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna...

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna molto probabilmente avrei un comportamento diverso. Il mio andamento scolastico non è dei migliori forse a causa dei miei interessi (calcio,videogiochi, wrestling ) e forse mi applicherei

Dettagli

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale.

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Istituto di Scienze e Tecnologie della Cognizione - CNR progetto internazionale "La città dei bambini" Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Non mi mancava la memoria o l intelligenza,

Dettagli

Carcere & Scuola: ne vale la Pena

Carcere & Scuola: ne vale la Pena PROGETTO DI EDUCAZIONE ALLA LEGALITA E CIVILTA Carcere & Scuola: ne vale la Pena Scuola di Alta Formazione in Scienze Criminologiche, Istituto FDE, Mantova Associazione LIBRA Rete per lo Studio e lo Sviluppo

Dettagli

Dichiarazione Popolazione e cultura

Dichiarazione Popolazione e cultura IX/11/1 Dichiarazione Popolazione e cultura I Ministri delle Parti contraenti della Convenzione delle Alpi attribuiscono agli aspetti socio economici e socio culturali indicati all art 2, comma 2, lettera

Dettagli

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE Presentazione La guida dell educatore vuole essere uno strumento agile per preparare gli incontri con i ragazzi.

Dettagli

Tra reale e ideale: come gestire e far crescere un organizzazione non profit.

Tra reale e ideale: come gestire e far crescere un organizzazione non profit. Tra reale e ideale: come gestire e far crescere un organizzazione non profit. NID Non profit Innovation Day Università Bocconi Milano, 12 novembre 2014 18/11/2014 1 Mi presento, da dove vengo? E perché

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione Economia > News > Italia - mercoledì 16 aprile 2014, 12:00 www.lindro.it Sulla fame non si spreca La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ALLEGATO 6 TITOLO DEL PROGETTO: ANNO RICCO MI CI FICCO SETTORE e Area di Intervento: Settore A: Assistenza Aree: A02 Minori voce 5 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO OBIETTIVI DEL PROGETTO OBIETTIVI GENERALI

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 cosa significa diventare cittadino italiano? 7 come muoverti? 8 senza cittadinanza 9 devi sapere 11 Prefazione Cari ragazzi,

Dettagli

Corona Biblica. per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità

Corona Biblica. per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità Corona Biblica per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità Imprimatur S. E. Mons. Angelo Mascheroni, Ordinario Diocesano Curia Archiepiscopalis

Dettagli

Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore

Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore Crescere un bambino Indaco o Cristallo è un privilegio speciale in questo momento di turbolenze e cambiamenti. Come genitori, state contribuendo

Dettagli

I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO SPORTELLO D ASCOLTO PSICOLOGICO UNO SPAZIO PER PENSARE, PER ESSERE, PER DIVENTARE

I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO SPORTELLO D ASCOLTO PSICOLOGICO UNO SPAZIO PER PENSARE, PER ESSERE, PER DIVENTARE ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di Sc. Materna Elementare e Media LENTINI 85045 LAURIA (PZ) Cod. Scuola: PZIC848008 Codice Fisc.: 91002150760 Via Roma, 102 - e FAX: 0973823292 I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO

Dettagli

dall introduzione dell Assessore Luppi

dall introduzione dell Assessore Luppi Presenti: Giulia Luppi Assessore alla scuola Alessandra Caprari pedagogista Maurizia Cocconi insegnante Scuola Primaria De Amicis Giuliana Bizzarri insegnante Scuola d infanzia A.D Este Tondelli Rita insegnante

Dettagli

GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE

GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE un indagine demoscopica svolta da Astra Ricerche per Telefono Amico Italia con il contributo di Nokia Qui di seguito vengono presentati i principali risultati

Dettagli

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana Edizione giugno 2014 IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 perchè diventare cittadini italiani?

Dettagli

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno Indice 01. 02. 03. I tipi di house organ Dall idea al progetto I contenuti A

Dettagli

Aiuta un bambino a crescere. Farà bene anche al bambino che c è in te.

Aiuta un bambino a crescere. Farà bene anche al bambino che c è in te. Aiuta un bambino a crescere. Farà bene anche al bambino che c è in te. Nel Sud del mondo in una situazione di povertá e di emarginazione a molti bambini sono negati i diritti fondamentali alla vita, alla

Dettagli

I Centri per le Famiglie dell Emilia-Romagna

I Centri per le Famiglie dell Emilia-Romagna I Centri per le Famiglie dell Emilia-Romagna Sono 33. Obiettivo: un CpF per ogni distretto sanitario. 10 sono in Romagna Aree di attività dei CpF: Informazione (risorse e servizi per bambini e genitori,

Dettagli

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT SEGUI LE STORIE DI IGNAZIO E DEL SUO ZAINO MAGICO Ciao mi chiamo Ignazio Marino, faccio il medico e voglio fare il sindaco di Roma.

Dettagli

TUTTO QUELLO CHE SAI SUGLI ZINGARI È FALSO

TUTTO QUELLO CHE SAI SUGLI ZINGARI È FALSO TUTTO QUELLO CHE SAI SUGLI ZINGARI È FALSO L ITALIA È PIENA DI ZINGARI FALSO. In Italia rom, sinti e camminanti sono circa 170mila cioè lo 0,25% della popolazione complessiva, UNA DELLE PERCENTUALI PIÙ

Dettagli

2- Quando entrambi hanno una vita di coppia soddisfacente per cui si vive l amicizia in modo genuino e disinteressato

2- Quando entrambi hanno una vita di coppia soddisfacente per cui si vive l amicizia in modo genuino e disinteressato L amicizia tra uomo e donna. Questo tipo di relazione può esistere? Che rischi comporta?quali sono invece i lati positivi? L amicizia tra uomini e donne è possibile solo in età giovanile o anche dopo?

Dettagli

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama Adorazione Eucaristica a cura di Don Luigi Marino Guida: C è un esperienza che rivela il potere unificante e trasformante dell amore, ed è l innamoramento, descritto in modo splendido nel Cantico dei Cantici.

Dettagli

ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati

ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati VISTO DAI BAMBINI E DAI RAGAZZI ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati in questa sezione riguardano progetti e proposte in aree di verde pubblico. Se il primo lavoro è finalizzato all arredo

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini,

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini, Cari bambini, Civile questo libretto che vi viene oggi proposto vi aiuterà a conoscere i rischi e ad imparare come difendervi, in particolare dai rischi legati al terremoto. Questo come tutti sapete è

Dettagli

Per ulteriori informazioni visita il nostro Sito Web: www.a-light-against-human-trafficking.info

Per ulteriori informazioni visita il nostro Sito Web: www.a-light-against-human-trafficking.info Per ulteriori informazioni visita il nostro Sito Web: www.a-light-against-human-trafficking.info Ogni essere umano uomo, donna, bambino, bambina è immagine di Dio; quindi ogni essere umano è una persona

Dettagli

La Fame: una sfida da affrontare

La Fame: una sfida da affrontare La Fame: una sfida da affrontare La fame nascosta La fame è tra le minacce più grandi dell'umanità. Colpisce oltre 850 milioni di persone in tutto il mondo. Ciononostante, quante volte i giornali pubblicano

Dettagli

La Carta di Ottawa per la Promozione della Salute

La Carta di Ottawa per la Promozione della Salute La Carta di Ottawa per la Promozione della Salute The Ottawa Charter for Health Promotion 1 Conferenza Internazionale sulla promozione della salute 17-21 novembre 1986 Ottawa, Ontario, Canada La 1 Conferenza

Dettagli

La didattica personalizzata: utopia o realtà?

La didattica personalizzata: utopia o realtà? La didattica personalizzata: utopia o realtà? L integrazione di qualità è anche la qualità positiva per tutti gli attori coinvolti nei processi di integrazione, non solo per l alunno in difficoltà. Se

Dettagli

Indovinelli Algebrici

Indovinelli Algebrici OpenLab - Università degli Studi di Firenze - Alcuni semplici problemi 1. L EURO MANCANTE Tre amici vanno a cena in un ristorante. Mangiano le stesse portate e il conto è, in tutto, 25 Euro. Ciascuno di

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO 1. Il bambino sviluppa il senso dell identità personale, è consapevole delle proprie esigenze e dei propri sentimenti, sa controllarli ed esprimerli in modo adeguato

Dettagli

PERCORSO di SENSIBILIZZAZIONE ALLA LETTURA cl. seconda e terza a.s. 2007-2008. A cura delle Dott.sse nonché Maestre Giuditta Pina e Barzaghi Eliana

PERCORSO di SENSIBILIZZAZIONE ALLA LETTURA cl. seconda e terza a.s. 2007-2008. A cura delle Dott.sse nonché Maestre Giuditta Pina e Barzaghi Eliana PERCORSO di SENSIBILIZZAZIONE ALLA LETTURA cl. seconda e terza a.s. 2007-2008 A cura delle Dott.sse nonché Maestre Giuditta Pina e Barzaghi Eliana LA LETTURA COME BISOGNO CULTURALE PER CRESCERE Il desiderio

Dettagli

Catalogo dei servizi residenziali, semiresidenziali, territoriali e domiciliari di cui al Regolamento di attuazione della L.R.

Catalogo dei servizi residenziali, semiresidenziali, territoriali e domiciliari di cui al Regolamento di attuazione della L.R. Catalogo dei servizi residenziali, semiresidenziali, territoriali e domiciliari di cui al Regolamento di attuazione della L.R. /2007 Sommario PREMESSA COMUNE ALLE SEZIONI A E B...3 SEZIONE A - SERVIZI

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese

Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese Celebriamo Colui che tu, o Vergine, hai portato a Elisabetta Sulla Visitazione della beata vergine Maria Festa del Signore Appunti dell incontro

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di:

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di: Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014 Sede di Torino RUGGIERI Nicoletta Maria Mobility Manager Elaborazione e Cura di: CAGGIANIELLO Giorgio SAPIO Michele VENTURA Lorella Amministrazione

Dettagli

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo?

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? In Italia, secondo valutazioni ISTAT, i nonni sono circa undici milioni e cinquecento mila, pari al 33,3% dei cittadini che hanno dai 35 anni in su. Le donne

Dettagli

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it)

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) Oggetto:Richiesta di ammissione alla Consulta delle Organizzazioni che operano nel settore delle

Dettagli

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE Volume VIII manuali campi volontariato Il fare e il dire di Legambiente nei campi Dal 1991 ad oggi sono stati oltre 3.000 i campi di volontariato che Legambiente

Dettagli

Codice deontologico dell Assistente Sociale

Codice deontologico dell Assistente Sociale Codice deontologico dell Assistente Sociale Approvato dal Consiglio Nazionale dell Ordine Roma, 6 aprile 2002 TITOLO I Definizione e potestà disciplinare 1. Il presente Codice è costituito dai principi

Dettagli

Porto di mare senz'acqua

Porto di mare senz'acqua Settembre 2014 Porto di mare senz'acqua Nella comunità di Piquiá passa un onda di ospiti lunga alcuni mesi Qualcuno se ne è già andato. Altri restano a tempo indeterminato D a qualche tempo a questa parte,

Dettagli

Come si fa un giornale

Come si fa un giornale Come si fa un giornale COME SI FA UN GIORNALE dall idea alla distribuzione Un giornale è una struttura complessa composta da un gruppo di persone che lavorano insieme che chiameremo LA REDAZIONE Al vertice

Dettagli

www.noinoncilasceremomai.it

www.noinoncilasceremomai.it www.noinoncilasceremomai.it Chi siamo: la storia Il progetto trae ispirazione dalla vita di Vigor Bovolenta e sua moglie Federica Lisi che hanno, con il loro amore, sfidato il destino e la vita stessa.

Dettagli

Allegato A COMUNE DI ALANO DI PIAVE Provincia di Belluno PIANO TRIENNALE DI AZIONI POSITIVE PER LE PARI OPPORTUNITÀ 2015-2017 (ART. 48, COMMA 1, D.LGS. 11/04/2006 N. 198) Il Decreto Legislativo 11 aprile

Dettagli

Un allegro pomeriggio con Giulio Coniglio

Un allegro pomeriggio con Giulio Coniglio Scuola aperta 2015 Un allegro pomeriggio con Giulio Coniglio alla scoperta dell Asilo di Follina... l Asilo di Follina: LINEE PEDAGOGICO EDUCATIVE IL PROGETTO EDUCATIVO DIDATTICO. Il curricolo della scuola

Dettagli

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi Tra Il Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, con sede in Via Cristoforo Colombo, 44, 00187

Dettagli

Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare

Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare 1 Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare.. 1. LA RAPPRESENTAZIONE DEI MEDIA Dal 23 aprile 2010 dai mezzi di comunicazione italiani, tramite: Agenzie stampa;

Dettagli

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia Scuola Primaria Istituto Casa San Giuseppe Suore Vocazioniste Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar Classe IV Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia È il 19 febbraio 2011

Dettagli

Fin dove andrà il clonaggio?

Fin dove andrà il clonaggio? Fin dove andrà il clonaggio? Mark Post, il padrone della sezione di fisiologia dell Università di Maastricht, nei Paesi Bassi, ha dichiarato durante una conferenza tenuta a Vancouver, in Canada, che aveva

Dettagli

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO Art. 1 - L, con sede sociale in Villaricca (Napoli), alla

Dettagli

Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo.

Concorso La Fiorentina che vorrei. Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Mi chiamo Chiara abito a Sesto Fiorentino e per iniziare voglio fare una premessa. Io di calcio ci capisco

Dettagli

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Un po di storia Il seme dell affido è germogliato in casa Tagliapietra nel lontano 1984 su un esigenza di affido consensuale in ambito parrocchiale. Questo seme ha cominciato

Dettagli

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI In questa lezione ci siamo collegati via Skype con la Professoressa Paola Begotti, docente di lingua italiana per stranieri dell Università Ca Foscari di Venezia che ci ha parlato delle motivazioni che

Dettagli

Descrizione della pratica: 1. Identificazione:

Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Istituto scolastico dove si sviluppa la pratica: Al momento attuale (maggio 2008) partecipano al progetto n. 47 plessi di scuola primaria e n. 20 plessi di

Dettagli

7ª tappa È il Signore che apre i cuori

7ª tappa È il Signore che apre i cuori Centro Missionario Diocesano Como 7 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Aprile 2009 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 7ª tappa È il Signore che apre

Dettagli

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori 1 Dalla lettura di una poesia del libro di testo Un ponte tra i cuori Manca un ponte tra i cuori, fra i cuori degli uomini lontani, fra i cuori vicini, fra i cuori delle genti, che vivono sui monti e sui

Dettagli

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola IC n 5 L.Coletti Progetto GREEN SCHOOL Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola GREEN SCHOOL Principio fondante del Progetto GREEN SCHOOL..Coniugare conoscenza, ambiente, comportamenti nell

Dettagli

"Ogni persona, indipendentemente dal grado di. disabilità, ha il diritto fondamentale di influenzare

Ogni persona, indipendentemente dal grado di. disabilità, ha il diritto fondamentale di influenzare "Ogni persona, indipendentemente dal grado di disabilità, ha il diritto fondamentale di influenzare mediante la comunicazione le condizioni della sua vita". Questo è l'incipit della Carta dei Diritti della

Dettagli

Manifesto dei diritti dell infanzia

Manifesto dei diritti dell infanzia Manifesto dei diritti dell infanzia I bambini costituiscono la metà della popolazione nei paesi in via di sviluppo. Circa 100 milioni di bambini vivono nell Unione europea. Le politiche, la legislazione

Dettagli

IMMAGIN(AR)IE RECLUSIONI

IMMAGIN(AR)IE RECLUSIONI 0 IMMAGIN(AR)IE RECLUSIONI progetto Immaginari - Esodo con il contributo di Ministero della Giustizia Dipartimento dell Amministrazione Penitenziaria Ufficio di Esecuzione Penale Esterna di Vicenza e Verona

Dettagli

IMMAGIN(AR)IE RECLUSIONI

IMMAGIN(AR)IE RECLUSIONI 0 IMMAGIN(AR)IE RECLUSIONI progetto Immaginari - Esodo con il contributo di di Vicenza e Verona quamproject Caritas Diocesana Bellunese, Veronese, Vicentina IMMAGIN(AR)IE RECLUSIONI progetto Immaginari

Dettagli

Regole per un buon Animatore

Regole per un buon Animatore Regole per un buon Animatore ORATORIO - GROSOTTO Libretto Animatori Oratorio - Grosotto Pag. 1 1. Convinzione personale: fare l animatore è una scelta di generoso servizio ai ragazzi per aiutarli a crescere.

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

5.1 Complesso delle attività realizzate dall Ente e identificazione dei destinatari dal punto di vista sia qualitativo che quantitativo:

5.1 Complesso delle attività realizzate dall Ente e identificazione dei destinatari dal punto di vista sia qualitativo che quantitativo: SCHEDA 1/B SCHEDA PROGETTO PER L IMPEGNO DI GIOVANI IN SERVIZIO CIVILE REGIONALE IN EMILIA-ROMAGNA ENTE 1)Ente proponente il progetto: CARITAS DIOCESANA DI REGGIO EMILIA GUASTALLA (legata da vincoli associativi

Dettagli

VIAGGIANDO CON LA NATURA

VIAGGIANDO CON LA NATURA VIAGGIANDO CON LA NATURA Il progetto intende, attraverso l esplorazione del mondo naturale (terra, acqua, aria e fuoco) sistematizzare le conoscenze per comprendere l organizzazione dell ecosistema naturale.

Dettagli

COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus. Carta. dei Servizi. Famiglie Anziani Infanzia

COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus. Carta. dei Servizi. Famiglie Anziani Infanzia COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus Carta dei Servizi Famiglie Anziani Infanzia Indice di revisione n. 1 del 1/3/2014 3 INDICE CHI SIAMO IDENTITA E VALORI 4 5 COSA FACCIAMO

Dettagli