COME FARE SOLDI NEI PERIODI DI CRISI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "COME FARE SOLDI NEI PERIODI DI CRISI"

Transcript

1

2 Deiana Angelo, Barbato Roberto COME FARE SOLDI NEI PERIODI DI CRISI Trovare lavoro, fare business, cambiare professione trasformando le crisi in opportunità

3 Descrizione Una cosa va messa subito in chiaro: la prima regola del gioco è saper apprendere e cambiare. Siamo destinati a cambiare almeno 7 volte lavoro o business nel corso della nostra vita. Alcuni lavori scompariranno, ma ne emergeranno molti altri. Solo per darvi un'idea: per ogni posto di lavoro perso per l'avvento di Internet ne sono nati 2,6 nuovi. Che dire? Dobbiamo abituarci al cambiamento, prepararci, esplorare nuovi orizzonti e, invece di lamentarci per la crisi, darci da fare. Esploriamo le possibilità che la crisi offre a chi ha sempre un piano B. Come? Innanzitutto leggendo questo libro: questo libro è il vostro piano B... Presentazione di Mario Resca. Prefazione di Giovanni Rana.

4 PRESENTAZIONE Sulle scacchiere dell'unione europea a 27 l'italia del 2012 è scivolata tra le ultime posizioni: terzultima, davanti a Grecia e Romania, nell'indice di competitività. Le ripercussioni della crisi sono concrete e tangibili: perdita di migliaia di posti di lavoro, chiusura di aziende, crescente mancanza di liquidità, che si cristallizzano su un unico concetto, quello di contenere la spesa pubblica per trovare risorse per tagliare le tasse su imprese e lavoratori e ridare una spinta agli investimenti. Premesso, dunque, che la crisi esiste davvero e non possiamo ancora prevedere né una sua fine né per quanto tempo i suoi effetti ricadranno sull'economia, ritengo tuttavia che: chi sta fermo è perduto! In momenti di grande difficoltà economica è necessario sapersi mettere in gioco e investire capitali per innovare non solo in termini di nuovi prodotti e politiche di marketing, ma anche dì gestione aziendale. Solo chi saprà innovare anticipando nuovi trend ed esigenze potrà pensare di mantenersi in equilibrio, perché la crisi può essere una vera opportunità per una nazione. Può portare progresso, far nascere idee e creatività, spingere a intraprendere nuove strade sulla via dell'innovazione e della ricerca. Analogamente anche nel mondo del turismo culturale, l'italia, oggi, ha un enorme vantaggio competitivo in termini di sviluppo e di crescita: la valorizzazione del patrimonio culturale e artistico di una nazione è una leva efficace per sviluppare nuovi posti di lavoro, reputazione e immagine. Per questo l'attuale crisi può rivelarsi una vera opportunità per sfruttare le potenzialità offerte dal nostro patrimonio culturale in ogni angolo del paese, al fine di arrivare a una maggiore efficienza nella distribuzione di prodotti e servizi e creare una reale possibilità di sviluppo anche per l'intero mondo del retail. Il primo passo da compiere è quello di costruire un tavolo di coordinamento forte e operativo, che coinvolga tutti gli attori del sistema e sia in grado di superare l'attuale sovrapposizione di competenze tra più ministeri e lobby locali per definire un piano delle priorità realizzabili e i relativi tempi di intervento, monitorandone costantemente l'attuazione. E solo dopo avere identificato questa cabina di regia che potremo realmente iniziare a lavorare su alcune priorità. Ma l'italia delle imprese e della cultura ce la può fare, ha un gran bisogno di lungimiranza e di reali politiche di rilancio. La differenza, come sempre, la fanno gli uomini: la business community necessità di figure sempre più competenti e specializzate, ma anche in grado di assumere diversi "cappelli" a seconda delle circostanze, sfoderando capacità trasversali per adattarsi a contesti aziendali differenti. Le competenze sono strutturalmente capaci di trasferire la loro valenza in diversi campi, generando in questo modo anche una spirale di altre conoscenze e di capacità di gestione di situazioni di crisi. L'importante è che le persone siano oneste, indipendenti dai partiti, politicamente non ricattabili. Mai come oggi, insomma, la frase di einsteiniana memoria «l'unica crisi pericolosa è la tragedia di non voler lottare per superarla, perché la differenza la

5 fa l'uomo» appare veritiera e attuale, Mario Resca, presidente Confimprese e DGper la valorizzazione del patrimonio culturale del ministero Beni e Attività Culturali. Il segreto del successo? Puntare su ricerca, innovazione, comunicazione e su una vera ossessione per la qualità, che il consumatore riconosce come un must fondamentale nella scelta di un prodotto. Sono queste le leve su cui l'imprenditore deve operare per continuare a far crescere l'azienda, mantenere la redditività e garantire stabilità e sicurezza alle persone che vi lavorano. È quindi importante avere un management qualificato, pronto a mettersi in gioco ponendo in campo tutte le competenze per affrontare l'attuale crisi economica e poter guardare avanti, alla prossima fase dì crescita, che prima o poi arriverà. Per questo, consiglio di applicare alcune regole d'oro. Per prima cosa si deve assolutamente guardare in faccia la realtà ed essere reattivi. A tal fine bisogna sviluppare capacità di analisi per capire l'evoluzione dei mercati, il comportamento di clienti, collaboratori, azionisti e concorrenti. In seconda battuta, l'ottimizzazione dei costi e dei processi si rivela in questi momenti sempre più essenziale, ma per realizzarla è necessario intervenire in modo mirato, secondo una strategia stabilità che privilegia la visione a lungo termine. Non bisogna, tuttavia, dimenticare di cogliere le opportunità che spesso anche in periodi di crisi si presentano. Per questo non è necessario correre rischi a tutti i costi, isogna sempre avere un occhio vigile per essere in grado di reagire in modo rapido, mirato ed efficace. La comunicazione e la trasparenza sono altri due parametri cruciali in un perìodo di bassa congiuntura: io ho creduto così tanto in quello che facevo e nella forza del marchio Rana, riconosciuto non solo in Italia ma anche all'estero, da avere letteralmente "messo la mia faccia" al servizio della comunicazione, per garantire in prima persona la bontà e la qualità dei miei prodotti. Una scelta che si è rivelata vincente. Certo, viviamo in tempi di forte recessione e di una propensione al risparmio da parte dei consumatori - l'80% degli italiani ha modificato i propri comportamenti di spesa rispetto al che davvero non lasciano ampi spazi di manovra. Eppure al cospetto di dati che non permettono di presagire nell'immediato un'inversione di tendenza, l'esperienza insegna che gli imprenditori lungimiranti e solidi hanno saputo tenere meglio il mare, verificando i progressi realizzati e prendendo per tempo e all'occorrenza le misure correttive necessarie. Anche a livello di prodotto, è, dunque, ipotizzabile nel prossimo futuro una trasformazione dell'offerta in un mercato che premierà sempre più le aziende migliori, ossia quelle in grado di cogliere e interpretare i nuovi bisogni di un consumatore sempre più razionale, attento ed esigente. Per questo consiglio sempre ai miei collaboratori di ascoltare, di recepire i messaggi che arrivano dal mercato e dall'esterno, per potere affinare le tecniche e non farsi cogliere impreparati. Penso che lavorare bene e portare avanti progetti innovativi per consolidare il business, anche quando il mercato consegna segnali preoccupanti di flessione, significa per un imprenditore non solo investire su se

6 stesso e sul proprio operato, ma anche sulla sua squadra e sul suo potenziale di crescita.

7 A mia madre Carla, la persona che mi ha insegnato la cosa più importante del mondo: dire grazie. Perché solo le persone intelligenti sanno dire grazie. A mio figlio Alessandro, la persona che mi ha insegnato la cosa più importante del mondo: avere fiducia nei giovani. Perche'solo in questo modo si può provare a cambiare se stessi e, di conseguenza, il mondo... Giovanni Rana, presidente Pastificio Giovanni Rana e consigliere Confimprese

8 1. Crisi uguale cambiamento

9 Prologo «Nella vita nulla è costante se non il cambiamento» Buddha Crisi uguale cambiamento. Dopo vent'anni di internet il mondo va più veloce, molto più veloce. I cambiamenti che oggi avvengono in un ventennio prima avvenivano in un secolo. Siamo pronti ad andare a questa velocità? Siamo pronti ad affrontare cambiamenti così repentini? La tecnologia, ad esempio, ci riesce. La biologia (l'uomo) ha bisogno di tempi più lunghi. Iniziamo con questa riflessione non per dire che si tratta di una battaglia persa, ma per definire il contesto con il quale dobbiamo confrontarci quotidianamente, per introdurre e definire una caratteristica che l'uomo deve abituarsi a sviluppare: il cambiamento. Senza dimenticare un'ulteriore considerazione: più rapidamente cambiano le cose, più crisi ci saranno. Chi si guarda intorno con mente aperta avrà maggiori possibilità di fare business con successo. Volenti o nolenti dobbiamo diventare soggetti che osservano costantemente il mercato, l'ambiente e il contesto sociale che ci circonda per ottenere gli strumenti giusti con cui affrontare il cambiamento e volgerlo a nostro favore. D'altra parte, in giro, in Italia, in Europa, nel mondo, non si fa altro che parlare di crisi. Sono tutti preoccupati e allarmati. Tutti analizzano, commentano e, soprattutto, si lamentano. Parliamoci chiaro fin da subito: lamentarsi non porterà a nulla. Sappiamo che è difficile da accettare, ma quello su cui vorremmo fecalizzare l'attenzione è che, lamentandosi, non sì risolvono i problemi. Di fronte alle crisi, alcune persone si sentono perse, percepiscono un forte senso di smarrimento, vedono il cambiamento come l'inizio di un'ineluttabile fine! E una sensazione comune, fa parte della nostra natura, ma non dobbiamo dimenticare che, per quanto forte ci lamentiamo, difficilmente qualcuno ci ascolterà! Che fare allora? Come provare a far fronte alle crisi e al disorientamento che genera in tutti noi? Domande importanti che possono ricevere una sola, semplice risposta: oggi è il momento giusto per cambiare! Se non ora quando? Pensate che durante questa crisi stiano soffrendo tutti come voi? Rifletteteci bene: anche nei mesi scorsi, anche oggi, anche in questo preciso momento, c'è gente che sta bene, gente che si sta arricchendo, gente che produce sempre più risultati e guadagna posizioni di maggior rilievo. Lo diceva anche Einstein che se continuiamo a fare sempre le stesse cose otterremo sempre gli stessi risultati! Per ottenere risultati differenti bisogna imparare a fare cose differenti. Alcune provocazioni iniziali Provocazioni? Già da adesso? Ci volete stressare fin da subito? Va bene, direte voi, vi diamo spazio solo perché siamo all'inizio del

10 libro. Ok, grazie. Noi cercheremo di non esagerare, ma voi provate a tenere a mente i cinque principi di base che vi stiamo per segnalare. Provocazione numero 1 - Le logiche proposte in questo libro sono valide per qualsiasi perìodo di crisi. Pensate che affronterete solo questa crisi? Oppure vi aspettate (sarebbe meglio!) anche la prossima? Ma la vera domanda è un'altra: state pensando a quella dopo ancora? Siamo arrivati al dunque: dobbiamo imparare un nuovo modo di essere. Quello di essere pronti ad affrontare le crisi con gli strumenti che vi suggeriremo in questo libro avendo presente che saranno utili non solo per uscire (e ci riuscirete di sicuro) da questa crisi ma anche per affrontare in maniera competitiva tutte le crisi prossime venture. Provocazione numero 2 - Basta pensare al posto fìsso. Non ricordiamo bene se l'ha detto qualcun altro ultimamente... Solo un diamante è per sempre! Chi già lo ha, deve fare di tutto per mantenerlo ma deve anche comprendere che, contrariamente al passato, forse (ma non vogliamo per forza essere uccelli del malaugurio) non sarà per sempre. E allora entra in gioco il piano B, come vedremo più avanti. E chi non lo ha ancora conquistato questo benedetto posto fisso? Se proprio vuole, deve sicuramente puntare a questo obiettivo ma, allo stesso tempo, deve ipotizzare di non riuscire a raggiungerlo e, dunque, di doversi dare obiettivi alternativi (ancora una volta il "mitico" piano B). Provocazione numero 3 - Crisi non è "sfortuna" ma urlo di cambiamento. Bravi, bravi, ci direte: voi predicate, scrivete e noi soffriamo. Altro che urlo di cambiamento: se non fosse stato per questo periodo infernale, adesso riderei alla grande! La nostra risposta è ancora una volta in una serie di domande: siete proprio sicuri? Avete mai affrontato una crisi in un periodo in cui tutto sembrava andare benissimo? Avete mai letto un oroscopo perfetto per il vostro segno mentre vi guardavate allo specchio e vi domandavate: come mai a me non sta succedendo? Forse ho letto il segno sbagliato? Oppure è l'influsso dell'ascendente? Se queste nostre "povere" domande vi hanno provocato qualche mal di pancia, allora state finalmente comprendendo che qualsiasi crisi non è altro che un segnale che qualcosa sta cambiando e che siamo probabilmente noi che non ci stiamo evolvendo. Provocazione numero 4 - Se non si cambia, ci si estingue. Ancora una volta non vogliamo portare male ma farvi riflettere sul fatto che bisogna aprire gli occhi e mettersi in gioco. Altrimenti è finita! Pensate agli esempi del passato: l'uomo di Neanderthal, i faraoni egiziani, l'impero romano, le dinastie cinesi, l'invincibile armada spagnola, l'impero britannico, l'unione Sovietica. Gli esempi della storia sono monumentali, forse anche troppo. Che dire allora di situazioni ben più vicine a noi: la Democrazia Cristiana, la lira, la Primavera araba, la Motorola e tutti gli altri esempi aziendali e umani che vedremo nei capitoli successivi. Bisogna dunque cavalcare l onda del cambiamento, cambiare cioè prima che l onda ci travolga e ci trascini sotto il livello del mare o in un vicolo cieco. In ogni caso, anche noi che predichiamo bene sappiamo che cambiare è faticoso, genera ansia, costringe ad allontanarsi dalle abitudini, dalle cose che ritenevamo nostre, dalle cose che spesso abbiamo

11 più a cuore. E vero, avete ragione! Molte volte è doloroso, ma bisogna potare la pianta per farla crescere meglio. Provocazione numero 5 - Esseri connessi è tutto. Nell'era della rete, dei social network e del capitalismo intellettuale, bisogna leggere il mondo, capirlo ed essere connessi. Le crisi, cioè i cambiamenti, saranno sempre più rapidi perché le crisi sono figlie della globalizzazione delle reti, della connetti-vita pervasiva che si concretizza attraverso l'accesso continuo all'intelligenza della rete e degli altri. È la vera, grande novità del nostro mondo e del nostro futuro: l iper-connettività della nostra mente in rete. Adesso iniziamo a sapere come "servirci" del nostro cervello, sappiamo accelerare la nostra intelligenza, ci sono metodi per pensare più velocemente anche perché non pensiamo più individuale ma collettivo in rete. La connettività è anche questo: far procedere insieme i pensieri in tempo reale per pensare più rapidamente in gruppo. Nuovo? Strano? Che dire: anche questa è crisi, anche questo è cambiamento. Lavorare su se stessi per sopravvivere alle crisi. Crisi è dunque il mantra di questi giorni, ripetuto ossessivamente, fino allo sfinimento. E certamente questo lungo e complesso momento di cambiamento sta dando del filo da torcere a tutti. Ma quali soluzioni possiamo trovare per sopravvivere, vivere, fare soldi e prosperare in questo tempo di crisi? E, prima di tutto: cosa possiamo fare per non rimanere vittime della crisi? Ecco una prima serie di suggerimenti. È chiaro che non è esaustiva D'altra parte, se lo fosse, non avremmo scritto tutte le altre pagine di questo libro. Suggerimento numero 1 - Gestire panico e rabbia. Quando realizzate che le situazioni micidiali che avete sempre visto accadere solo agli altri o in televisione, le ritrovate in azienda o dentro casa, le prime due emozioni che dovete imparare a gestire sono il panico e la rabbia. Il panico è la sensazione di paura generata dall'impressione non poter gestire la situazione, il senso di spaesamento e di perdita anche solo di uno status personale. Provate a respirare profondamente, cercate di capire la lezione positiva di questa emozione. E come ricevere uno schiaffo: certo fa male, ma sveglia e avverte che c'è una situazione che richiede la vostra completa attenzione e che dovete fare qualcosa per reagire. Ma reagire non vuol dire farsi prendere dalla rabbia. E vero, state perdendo qualcosa, qualcosa a cui tenevate e probabilmente non solo per colpa vostra. E questo genera rabbia. Anche questa emozione è un segnale che dovete interpretare. Cosa state perdendo? Cosa potete fare per riequilibrare la situazione? Non lasciate che la rabbia monti e prenda il sopravvento impedendovi di ragionare ma sfruttatela per entrare in azione, canalizzatela per dare forza e motivazione alle vostre azioni. Suggerimento numero 2 - Sfruttare le risorse personali. se ne cercate un'altra, la trovate alla fine dell'altro braccio, potremmo dire parafrasando ironicamente (ma mica tanto) Confucio. Una volta che le emozioni hanno svolto il loro dovere di sveglia, dovete schiarirvi le idee. Iniziate a rispondere a questa domanda. Quali sono le vostre risorse?

12 Suggerimento numero 3 - Sfruttare le risorse mentali. Ecco le vostre risorse. Innanzitutto, l'energia che genera tutto è mentale. Energia per agire, energia per pensare e progettare, energia per motivare e andare avanti anche nelle difficoltà. Le risorse che avete nella mente sono la concentrazione, la capacità di analizzare gli eventi e agire di conseguenza. Sfruttate la vostra creatività, pensate laterale, pensate a come potreste riorganizzarvi con le risorse che avete. Suggerimento numero 4 - Sfruttare le risorse fìsiche. Ora più che mai il vostro corpo è il veicolo che dovete mantenere sano ed efficiente. Vi serve per superare prove fisiche molto importanti. Vi serve per ricaricare la mente e generare energie positive. La crisi può essere la scusa buona per migliorare l'alimentazione facendo più attenzione a quello che mangiate. Mantenetevi in forma, eliminate gli eccessi e se siete un fumatore perché non smettere? Ne guadagnate in salute e soldi. E non solo. Suggerimento numero 5 - Sfruttare le risorse collettive. Non siete soli. Probabilmente è la cosa più importante da capire: non siete soli. Non isolatevi, non cercate di fare tutto da soli. Il momento che stiamo attraversando è difficile, inutile negarlo. Ma avete mezzi, risorse e capacità per superarlo. L'occasione e la grande opportunità che questi giorni ci offrono è di guardarci intorno con occhi nuovi. Attraverso il web, attraverso la rete possiamo unire le nostre forze, associarci, cercare nuove alleanze, trovare amici con cui condividere le risorse e iniziare qualcosa di nuovo e mai visto. Sta a noi decidere quanto grande vuole essere il sogno e il desiderio di realizzarlo. Governare le emozioni per vincere la sfida Tutto chiaro? Oppure no? Mica tanto... Che vuol dire concretamente governare le emozioni? E perché dovremmo farlo? Ok, ve lo diciamo con altre parole: l'obiettivo di questo lavoro su noi stessi, al di là della conoscenza, è provare a raggiungere un vero punto di equilibrio e non la soppressione delle emozioni: perché ogni nostro sentimento ha il suo valore e il suo significato. E se, per certi versi, quando le emozioni sono troppo tenui, compaiono l'indifferenza e il distacco, per altri versi dobbiamo controllare al meglio le emozioni forti (collera e preoccupazione sul lato negativo, ma anche ottimismo e speranza sul piano positivo) provando ad affrontarle una per una. E questo anche perché le emozioni sono contagiose. Noi trasmettiamo e captiamo gli stati d'animo in una continua interazione reciproca in un contesto in cui questo scambio emotivo avviene solitamente a un livello quasi impercettibile. Tanto più se siamo connessi in una rete, piccola o grande che sia. Se ci riflettiamo in maniera più approfondita, emerge immediatamente e con chiarezza che i sentimenti degli altri ci contagiano come se si trattasse di virus sociali. In ogni interazione, inviamo segnali emozionali che influenzano le persone con le quali ci troviamo. Quanto più siamo e ci dimostriamo socialmente "abili", tanto più e tanto meglio riusciamo a controllare i segnali che emettiamo e i feedback, i riscontri, le risposte che generiamo negli altri. E quello che potremmo definire governo delle emozioni (gli antichi la chiamavano "temperanza"): in altri termini, dobbiamo provare a sviluppare la

13 convinzione di avere un controllo degli eventi sulla nostra vita e di poter accettare le sfide nel momento in cui si presentano. E, come sarà ormai chiaro a tutti, questo atteggiamento positivo aumenta le probabilità di successo in qualsiasi periodo, compresi quelli di crisi. Ma proviamo a capire sinteticamente come controllare le emozioni che vanno governate per vivere, lavorare e fare business anche nei periodi di crisi. Emozione numero 1 - La collera. Per controllare la collera è necessario fermarsi sui pensieri che l'alimentano mettendola in discussione. Ad esempio, bisogna allontanarsi dall'oggetto della collera per un po', fino a che la calma non è tornata, oppure utilizzare le tecniche di rilassamento, come la respirazione profonda e il rilassamento muscolare, per controllarla e renderla innocua, rilassandosi progressivamente. Fate attenzione: la collera è micidiale, rende impulsivi, spinge ad atti irrazionali e, soprattutto, non genera quasi mai risultati positivi. Emozione numero 2 - La preoccupazione. Per governare la preoccupazione, dobbiamo innanzitutto porci una domanda semplice ma fondamentale: cosa succede (generalmente) quando ci preoccupiamo? La risposta è facile: quando ci preoccupiamo, in genere stiamo percependo qualcosa che evoca in noi l'immagine di una minaccia o di un pericolo potenziale. Questa catastrofe (qualche volta immaginaria) scatena problemi di ansia e di mancata sicurezza su quello che accadrà in futuro. Il primo passo per tenere sotto controllo la preoccupazione è l'autoconsapevolezza, cercando di riconoscerne immediatamente le cause, cogliendole non appena si scatena il ciclo preoccupazione/ansia. Il passo successivo è, senza dubbio, quello di assumere un atteggiamento un po' più critico verso gli assunti di base della nostra preoccupazione. Facile a dirsi, direte, ma proviamo a riflettere insieme sulle conseguenze pratiche. Pensateci bene: spesso le preoccupazioni diventano teorie che si autoverifìcano. In altre parole, non solo predicono un eventuale evento negativo, ma ci spingono verso di esso. Forse, allora, è meglio sfruttare le nostre energie per fare qualcosa, no? Emozione numero 3 - La speranza. La speranza è il potere del pensiero positivo e non la semplice offerta di briciole di consolazione in una landa di dolore. Ha invece un ruolo sorprendentemente potente nella nostra vita in quanto costituisce un vantaggio competitivo straordinario in tante situazioni diverse anche solo perché sperare significa non cedere a un'ansia tale da sopraffarci, oppure non arrendersi alla depressione generata dalle situazioni negative momentanee. Ma, anche in questo caso, fate attenzione agli atteggiamenti: quella di cui parliamo è una forma di speranza attiva, un'emozione "dell'essere e del fare". E non un'emozione passiva, "del non fare e dell'attendere", quasi aspettando che arrivi la manna dal cielo. Emozione numero 4 - L'ottimismo. In altre parole, il potere del pensiero positivo. D'altra parte, l'ottimista è colui che è incline alla speranza attiva, che nutre forti aspettative e per il quale gli eventi della vita volgeranno al meglio nonostante gli eventuali piccoli fallimenti che la crisi, anzi le crisi possono

14 causare in alcuni momenti. E, dunque, l'atteggiamento ciò che impedisce a tutti noi di sprofondare nell'apatia e nella depressione. In questo contesto, l'ottimismo (quello razionale, consapevole s'intende...) si rivela fonte di grandi vantaggi. Gli ottimisti, infatti, attribuiscono il fallimento a elementi che successivamente possono essere modificati in modo da garantirsi risultati migliori nei futuri tentativi, mentre i pessimisti personalizzano la colpa dell'insuccesso, spesso attribuendolo ad aspetti o circostanze durevoli che non hanno la possibilità di modificare. Belle parole, vero? Sicuramente suggerimenti interessanti ma alla fine potrebbero rimanere solo parole. Potreste già dirci: avete iniziato bene, ma poi, nel concreto? Chi ci dice cosa sta cambiando nel mondo e come possiamo sfruttarlo per sopravvivere, fare soldi e prosperare nei periodi di crisi? Avete ragione ma ve lo chiediamo per favore: regalateci un po' della vostra (già immensa) pazienza. Proviamo a partire da quello che sta succedendo. Ovvero, dal cambiamento complessivo del contesto in cui stiamo vivendo. Da un mondo nuovo, quello (buono o cattivo, ancora non lo sappiamo ma forse alla fine del libro lo scopriremo) del capitalismo intellettuale. Pillole di saggezza «Chi mi fa pressione me lo mangio a colazione» Nicolas Cage, The Rock «Per vincere bisogna non aver paura di perdere» Anonimo «Sei pronto? Io sono nato pronto» Kurt Russell, Grosso guaio a Chinatown «Sappiamo bene come ti senti, ma ricorda figliolo, tuo padre alla tua età combatteva contro i tedeschi» Randy Pausch «Il vantaggio di essere intelligenti è che, se uno vuole, può sempre fare l'imbecille. Il contrario è assolutamente impossibile» Woody Allen «La potenza è nulla senza il controllo» Pubblicità Pirelli «Pensa al mattino. Agisci nel pomeriggio. Mangia alla sera. Dormi di notte» William Blake

15 Niente ferisce quanto una speranza svanita, una sconfitta, una fiducia tradita, il voltafaccia di qualcuno o qualcosa in cui credevamo. E a subirla ti senti ingannato, beffato, umiliato. La vittima d'una ingiustizia che non t'aspettavi, d'un fallimento che non meritavi» Oriana Fallaci «È meglio essere ottimisti e avere torto che essere pessimisti e avere ragione» Albert Einstein «Le associazioni rendono l'uomo più forte, mettono In risalto le doti migliori delle singole persone, danno la gioia che raramente s'ha restando per proprio conto di vedere quanta gente c'è onesta, brava, capace, per cui vale la pena di vivere e volere cose buone». Italo Calvino «Non devo aver paura. La paura uccide la mente. La paura è la piccola morte che porta con sé l'annullamento totale. Guarderò in faccia la mia paura. Permetterò che mi calpesti e mi attraversi. E quando sarà passata, aprirò il mìo occhio interiore e ne scruterò il percorso. Laddove andrà la paura, non ci sarà più nulla. Soltanto io ci sarò» Frank Herbert, Dune «Il dramma di quando si vuole una cosa è la paura di perderla, o non poterla mai avere. Pensare di volere rende deboli» Max Payne «Se vuoi fare un passo in avanti, devi perdere l'equilibrio per un attimo» Massimo Gramellini «L'innovazione è nella testa persone e se la loro intelligenza viene mortificata non ci sarà né innovazione né sviluppo» Gino Nunes

16 2. LA RIVOLUZIONE SILENZIOSA L'avvento del capitalismo intellettuale Capitalismo intellettuale? Non è ancora iniziato il libro e già parlate difficile. Ci state prendendo in giro? Ma che vuol dire capitalismo intellettuale? Di cosa stiamo parlando? Ok, ole, avete ragione. Proviamo a spiegarci meglio con il gioco degli aforismi. Aforisma numero 1 - «La conoscenza è potere» (Francis Bacon). Bello, non c'è dubbio. Ma perché la conoscenza è potere? Cosa è cambiato rispetto al passato? E come possiamo capire come fare per comprendere meglio il contesto economico e sociale in cui stiamo vivendo? Calma, calma, quante domande tutte insieme! Partiamo da un assunto di base: il capitalismo intellettuale è la rivoluzione silenziosa del nostro millennio. La conoscenza è potere perché è diventata ormai il motore fondamentale dell'innovazione e della capacità concorrenziale di imprese e sistemi-paese a livello globale. L'uomo, il detentore della conoscenza, ritrova in tal modo un posto centrale nel sistema capitalistico: la competizione diventa antropocentrica e si sviluppa sul valore generato dalla creatività e dalla professionalità delle persone e sul contributo delle innovazioni tecnologiche. È la sintesi finale, la simbiosi vincente, la saldatura competitiva tra economia, conoscenza e tecnologia. Questo vuol dire che siamo tutti capitalisti intellettuali che interagiscono in rete? Certamente! Anzi, è una vera e propria rivoluzione di rete e della rete che sta mettendo in discussione le istituzioni formali e concettuali del passato. I confini nazionali, l'ordine pubblico, l'appartenenza di classe, la fabbrica, vengono infatti scavalcati o superati dalle reti locali e globali di scambio e condivisione delle informazioni a cui partecipano soggetti individuali, sociali, imprese, istituzioni, movimenti culturali. Pensate al ruolo svolto da Facebook e Twitter nella Primavera araba così come nella comunicazione di fatti ed eventi: le guerre dei saperi e delle informazioni diventano le guerre di potere dell'economia della conoscenza e hanno come palcoscenico reti tecnologiche e media, e come nodi di contatto i blog, i social network e le persone. Oh, ci state prendendo in giro? Ci state dicendo che vale di più scambiare che possedere? Perfetto, avete capito benissimo. E proprio qui che emerge il significato profondo del capitalismo intellettuale: spostare la visione dell'economia e della società dal processo di produzione a quello di condivisione, attraverso la creazione di reti che facilitino la condivisione intelligente di guanto le persone conoscono, sanno e sanno fare. E un mondo nuovo, un mondo esemplificato dalle logiche dell'open source dove tutti contribuiscono gratuitamente al miglioramento dei "codici sorgente" perché sanno che il vantaggio economico e sociale che ne ricaveranno è assolutamente più grande di quello che avrebbero avuto nascondendo un miglioramento o un'informazione. Aforisma numero 2 - «L'investimento in conoscenza è quello che paga il più alto tasso d'interesse» (Benjamin Franklin). Ok, se abbiamo capito bene

17 l'aforisma, ci state dicendo che bisogna condividere informazioni e conoscenza per vivere e fare soldi nei periodi di crisi. Ma per avere informazioni e conoscenza bisogna studiare. O no? Avete ragione, ancora una volta: per la prima volta nella storia dell'homo oeconomicus, diventa conveniente per tutti, individui e imprese, investire nei processi di apprendimento e di "manipolazione" dei saperi. Il che non vuol dire che se non avete studiato e non avete conoscenza, siete per forza destinati a soccombere alla crisi. Il sistema continua a essere capitalistico e dunque potete investire il vostro lavoro (anche manuale come vedremo nei capitoli finali), il vostro capitale (fortunati quelli che lo hanno ), insomma il vostro "saper fare" o il vostro "saper essere" (pensate ai protagonisti dei reality) per raggiungere i vostri obiettivi. Ma la differenza è che prima si rischiavano solo capitali mentre ora si investono anche le proprie conoscenze e capacità individuali. Bene, abbiamo capito che si tratta di un'esperienza nuova e straordinaria, ma non vi sembra di esservi dimenticati la rete? No, no, non ce la siamo dimenticata. Anzi. Tutto questo non sarebbe avvenuto e non avverrebbe se non ci fossero il web e i social network 2.0. Sono proprio loro le rampe di lancio, i trampolini di tutte queste novità, i moti delle progressive accelerazioni del cambiamento e anche, dì conseguenza, dell'avvicendarsi sempre più rapido delle crisi. E il web il protagonista di un altro straordinario salto dì paradigma: mentre nell'economia industriale del secolo scorso il valore era dato dalla scarsità (si pensi al prezzo delle materie prime e al valore dell'oro e del petrolio), ora è dato dall'abbondanza. Nel sistema economico delle reti quanti più punti di contatto (computer, smartphone, tablet, televisori ecc.) ci sono, tanto più conta e ha valore quella rete. Pensiamo a Google: esiste, è ricco e ha ragione dì essere perché esistono tutti i siti, più importanti e di nicchia, che contribuisce a trovare, così come i siti dì nicchia hanno senso e sopravvivono perché esiste un motore di ricerca che consente di farne emergere i contenuti. E come dimenticare the cloud, la nuvola, la modalità di condividere documenti, foto e altri file in rete, senza ammazzare i nostri hard disk e avendoli sempre e simultaneamente a disposizione? Ricordate come si mandavano gli allegati nel medioevo? Attaccati alla zampa del piccione viaggiatore. Aforisma numero 3 - «La vittoria riposa sulla conoscenza» (Sun Tzu). Evviva la "nuvola", Google e tutti gli altri motori di ricerca, direte. Ma attenti: Google (e quello che c'è dietro) non è solo un modo per trovare il cinema per la domenica pomeriggio, il massaggio balinese dietro casa o per sapere che cosa fa nella vita la nostra vicina tutta tailleur scuro e trolley porta-computer ultima moda. Si tratta di una rivoluzione molto più grande e invadente perché diventa un modo di essere e costringe tutti noi a riflettere in modo diverso: non si fa più competizione individuale, ma cooperativa, federale, simbiotica. Oddio, che vuol dire competizione cooperativa? Che cos'è? Quella che fanno la Coop e la Conad? Fuochino. Non è proprio lo stesso, ma il principio di fondo è simile. Avete presente i lupi? E il teorema del branco? Quando si è piccoli e deboli, si cerca di fare tutti insieme branco. E se si compete in rete su scala globalizzata, bisogna

18 sfruttare la capacità di essere in gruppo sia in termini competitivi che di intelligenza collettiva. Questo vuol dire solo una cosa: non si vince più da soli, o vincono tutti o non vince nessuno! E questo vale per i piccoli e anche per i grandi: anche l'impresa si trasforma in una grande struttura di gestione strategica e operativa di conoscenza e, dunque, in un network di persone/professionisti a rete. In altri termini: la tendenza alla conoscenza e alla professionalizzazione ha ridisegnato dalle fondamenta il contesto competitivo del pianeta. D'altra parte, lo abbiamo già detto, il lavoro è, anche nell'attuale periodo di crisi, prevalentemente intellettuale, nel senso che si usa la conoscenza di cui si dispone per produrre altra conoscenza, portatrice di vantaggi e utilità. E questo, lo vogliamo ribadire ancora una volta, non riguarda soltanto i ruoli tradizionalmente "intellettuali" (i professori, gli avvocati ecc.) ma tutti i lavori e tutte le forme/modalità con le quali possiamo qualificarli: autonomi, dipendenti, professionali, imprenditoriali. E percorrendo questa via, complessa ma di grandi prospettive, che il capitalismo intellettuale diventa l'orizzonte di tutti coloro che vogliono cavalcare l'onda della crisi e del cambiamento per scivolare fluidi verso un personale periodo di crescita e prosperità. Il cambiamento Cosa dire di più? Solo una cosa: è proprio attraverso la lente colorata di questi straordinari mutamenti che tutti quanti insieme possiamo leggere l'importanza crescente che sta assumendo, nell'attuale fase di crisi, il governo della variabilità e dell'incertezza. D'altra parte, lo sappiamo tutti da sempre: il processo evolutivo di ogni forma di vita risiede nel fatto che i singoli e le organizzazioni devono prima o poi poter mettere in discussione le regole del gioco entro cui vivono. Le persone, le imprese, le istituzioni, gli stati nascono, crescono, vivono e muoiono' in un costante processo evolutivo che genera mutamenti continui nella vita di ciascun soggetto, nel breve come nel lungo periodo. Ma non basta: i confini di ognuno di noi si estendono, sfumano, si riallacciano a quelli di altri soggetti, delle reti, delle altre organizzazioni; la capacità di reazione immediata a eventi di mercato o di crisis management, come si dice in gergo economico, assume un'importanza crescente (e talvolta vitale) per tutti. Caspita, come parlate bene! Ma in concreto? Come facciamo a capire quando e come muoverci? Giusto. In realtà, stiamo cercando di dirvi che diventa fondamentale affinare la sensibilità e la capacità di avvertire in anticipo come evolverà un certo fenomeno per sfruttare al meglio ogni occasione. Alt: avete detto: avvertire in anticipo? E chi siamo il mago Otelma? Se avessimo la boccia di cristallo, saremmo già tutti ricchi e passeremmo l'inverno sulla spiaggia a Miami o in qualche altra località tropicale. Ehi, fate attenzione: quello che vogliamo dire è l'esatto contrario. Nessuno, ma veramente nessuno (diffidate dei falsi profeti ) ha la boccia di cristallo. La cosa importante è che, alle (vere o presunte) capacità di ognuno di noi di individuare per primi come evolverà un certo settore o un certo fenomeno, devono accompagnarsi flessibilità operativa e rapidità di esecuzione. E questo perché

19 nella vita di ciascuno capita di: dover affrontare una crisi; trovarsi sul punto di dover prendere un'iniziativa di cambiamento importante; essere già nel guado della decisione presa; essere in una situazione in cui ci si trova ad affrontare una situazione più o meno caotica che sfida le nostre capacità e fa affiorare i nostri limiti. In questi casi, lo abbiamo già detto a proposito del governo delle emozioni, irrompono dentro di noi sentimenti quali la sofferenza, il dubbio, la paura, la colpa. Moti dell'anima che ci invadono, ci investono come una tempesta, ci fanno perdere l'orientamento come nella nebbia. Vorremmo avere un punto di riferimento, oppure un luogo in cui riposarci, ritemprarci, riconoscere noi stessi e le nostre capacità di salvezza, di salute o di riuscita. Desidereremmo risorgere. Cosa ci state dicendo? E semplice ma fondamentale: la crisi, ogni crisi, è un punto di passaggio in cui tutto subisce un cambiamento dal quale sì esce trasformati. A volte la decisione non è immediata, ma è frutto di un lungo macerarsi, di un travaglio lungo e tempestoso. D'altra parte, abbiamo già iniziato a raccontarvelo: lo scenario della crisi come passaggio di cambiamento tende a manifestarsi nella nostra mente come la perdita di un mondo, di un pezzo di noi. Eppure non è così: la crisi è solo una nuova opportunità di crescita che il mondo ci offre. La domanda che ci dobbiamo porre, alla fine, è sempre la stessa: saremmo stati meglio prima? Può darsi. Ma la domanda successiva che dobbiamo porci è la seguente: quello stato di (presunto) benessere, quella sensazione di felicità erano fatti per restare per sempre, oppure erano solo stati temporanei? La rispósta, com'è chiaro, è ovvia. È la nostra vita, di tutti i giorni e di sempre. Nulla è per sempre, tutto è prò tempore. È allora tanto vale prendere le crisi per quello che veramente sono: il dischiudersi, qualche volta complesso, qualche volta doloroso, di nuovi, forse importanti ma comunque sempre nostri, significativi orizzonti. Anche l'attuale crisi economica e sociale (così come tutte le altre) è una crisi di crescita. Non dimentichiamo che l'uomo passa di crisi in crisi in tutta la sua evoluzione personale. Il cammino verso la felicità è lastricato di molte crisi: non scordiamo che anche i bambini e gli adolescenti attraversano crisi mediche, fisiche e psicologiche per crescere. Dunque, le crisi finanziarie e politiche probabilmente significano che stiamo diventando sempre più adulti a livello globale e a livello delle democrazie mondiali. Fermiamoci per un momento a riflettere: la nostra vita è un costante stato di cambiamento. Che fare allora? La cosa più importante da sviluppare per fare i soldi e vivere felici è l'accettazione del mondo per come è e l'accettazione di noi stessi e di come siamo fatti. Non dimenticando che questa è probabilmente non solo la chiave della felicità individuale, ma anche la chiave della felicità del mondo. Per cambiare dobbiamo tenere presenti le logiche dell'evoluzione: se non accettiamo il mondo, partecipiamo alla crisi del mondo in maniera negativa. Se invece lo accettiamo per come è, partecipiamo al cambiamento positivo. Dunque dobbiamo accettare il mondo per come si sviluppa e lavorare su noi stessi per

20 essere sempre più felici e in condizione di partecipare all'evoluzione del mondo stesso. Fantastico! La raccontate proprio bene, ma il problema è: come fare in concreto? Dobbiamo modificare il "programma" del nostro computer interiore (spesso generato in gran parte dagli altri e non da noi stessi, provate a rifletterci) per inserire e far funzionare il nostro programma personale. Dobbiamo dunque lavorare sulla nostra filosofìa di vita mettendola in pratica ed eliminando i condizionamenti che ci impediscono di essere noi stessi. Come cogliere le opportunità offerte dai periodi di crisi? Speriamo che ora vi siano molto più chiare le logiche di cambiamento del capitalismo intellettuale. Il processo di creazione del valore attraverso il possesso della conoscenza trova nelle opportunità offerte dalla rete e dalle nuove tecnologie, dalla globalizzazione e dai processi di deregolamentazione/riregolazione generati dalla crisi, lo spazio necessario per l'espansione di nuovi soggetti individuali e organizzati che vogliano cogliere le opportunità offerte dai periodi di crisi. Il "principio del vuoto", che opera in economia come in fìsica, assicura che le opportunità di raggiungimento del successo vengano comunque sfruttate da uno o più soggetti: coloro che sanno scoprire e cogliere tali opportunità possono essere definiti prime discover. Che cosa? Prime discover. Paroloni inglesi. E chi sono? I nuovi esploratori dell'africa nera o di stelle lontane? Però, mica male, siete proprio dei bravi lettori Non siete lontani perché i prime discover sono quegli attori economici e sociali che si sforzano di finalizzare all'innovazione e alla creazione di valore il proprio sistema allargato di relazioni e di saperi. Ancora più difficile! Ma che vuol dire? E un po' complesso ma proviamo a spiegarci meglio: la competenza (distintiva rispetto agli altri attori dello stesso mercato) dei prime discover consiste nella combinazione tra la loro capacità di visione/progettazione e il coinvolgimento di altri nel ruolo di co-produttori di risultati in modo che tutti collaborino al raggiungimento del proprio successo personale. Volete un esempio? Bill Gates e Steve Jobs sono due prime discover. E lo sono perché, oltre ad aver fatto la propria fortuna, hanno costruito anche quella dei propri collaboratori. E questo vuol dire anche che prime discover non significa, sempre e comunque, solo "primo" in ordine di tempo. Mai come in questo momento le variabili che guidano l'economia della conoscenza (nuove tecnologie comprese) permettono a com-petitor "più piccoli" di entrare sul mercato e minacciare anche i prime discover più innovativi o più grandi. In sintesi (e ancora una volta), esiste una sola certezza: qualunque sia il vantaggio acquisito, nessuno può più considerarsi al sicuro. E, ancora una volta, qualsiasi crisi è foriera di un cambiamento. D'altra parte, proviamo sempre a non dimenticare che il capitalismo non è un'ideologia, bensì una macchina che ha sempre fatto darwinianamente una cosa: separare gli operatori efficienti da quelli inefficienti, premiando i primi con successo e soldi e punendo i secondi con il fallimento. Ma nei prossimi anni il capitalismo è destinato a subire una metamorfosi a seguito dei profondi cambiamenti sul piano sociale. Tutti saranno quindi chiamati ad adattare

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana 1. LA MOTIVAZIONE Imparare è una necessità umana La parola studiare spesso ha un retrogusto amaro e richiama alla memoria lunghe ore passate a ripassare i vocaboli di latino o a fare dei calcoli dei quali

Dettagli

Il venditore di successo deve essere un professionista competente,

Il venditore di successo deve essere un professionista competente, Ariel SIGNORELLI A vete mai ascoltato affermazioni del tipo: sono nato per fare il venditore ; ho una parlantina così sciolta che quasi quasi mi metto a vendere qualcosa ; qualcosa ; è nato per vendere,

Dettagli

LEADLAB LAVORO 1 e 2 Incontro 1

LEADLAB LAVORO 1 e 2 Incontro 1 LEADLAB LAVORO 1 e 2 Incontro 1 Sintesi per le partecipanti Laboratorio LAVORO 1 e 2 Progetto Leadership femminile aprile-giugno 2013 Elena Martini Francesca Maria Casini Vanessa Moi 1 LE ATTESE E LE MOTIVAZIONI

Dettagli

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 25 ottobre 2013 INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 Audio da min. 12:00 a 20:45 su http://www.radio24.ilsole24ore.com/player.php?channel=2&idprogramma=focuseconomia&date=2013-10-25&idpuntata=gslaqfoox,

Dettagli

EBOOK GIAN PAOLO MONTALI CREDERE NEL GIOCO DI SQUADRA. www.forumeccellenze.it

EBOOK GIAN PAOLO MONTALI CREDERE NEL GIOCO DI SQUADRA. www.forumeccellenze.it EBOOK GIAN PAOLO MONTALI CREDERE NEL GIOCO DI SQUADRA. www.forumeccellenze.it 1. Del sogno dell essere sognatore Il primo dovere di un buon Capo è non accontentarsi, essere il più esigente possibile nella

Dettagli

I 6 Segreti Per Guadagnare REALMENTE Con Internet... E Trasformare La Tua Vita

I 6 Segreti Per Guadagnare REALMENTE Con Internet... E Trasformare La Tua Vita I 6 Segreti Per Guadagnare REALMENTE Con Internet... E Trasformare La Tua Vita Come Guadagnare Molto Denaro Lavorando Poco Tempo Presentato da Paolo Ruberto Prima di iniziare ti chiedo di assicurarti di

Dettagli

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING!

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING! COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING Grazie per aver scaricato questo EBOOK Mi chiamo Fabio Marchione e faccio network marketing dal 2012, sono innamorato e affascinato da questo sistema di business

Dettagli

COMUNICAZIONE E ASCOLTO NELLA COPPIA

COMUNICAZIONE E ASCOLTO NELLA COPPIA COMUNICAZIONE E ASCOLTO NELLA COPPIA Comunicare vuol dire scambiare informazioni legate a fatti o ad emozioni personali con un'altra persona. La vera comunicazione avviene quando uno riceve il messaggio

Dettagli

INTERVENTO DEL DR. FABIO CERCHIAI, PRESIDENTE FeBAF XLIV GIORNATA DEL CREDITO ROMA, 3 OTTOBRE 2012

INTERVENTO DEL DR. FABIO CERCHIAI, PRESIDENTE FeBAF XLIV GIORNATA DEL CREDITO ROMA, 3 OTTOBRE 2012 INTERVENTO DEL DR. FABIO CERCHIAI, PRESIDENTE FeBAF XLIV GIORNATA DEL CREDITO ROMA, 3 OTTOBRE 2012 Si può essere quotati in Borsa e avere un ottica di lungo periodo? E come recuperare un merito creditizio

Dettagli

Consigli utili per migliorare la tua vita

Consigli utili per migliorare la tua vita Consigli utili per migliorare la tua vita Le cose non cambiano, siamo noi che cambiamo A volte si ha la sensazione che qualcosa nella nostra vita non stia che, diciamo la verità, qualche piccola difficoltà

Dettagli

10 Le Nuove Strategie Fondamentali per Crescere nel Mercato di oggi. Report riservato a Manager, Imprenditori e Professionisti

10 Le Nuove Strategie Fondamentali per Crescere nel Mercato di oggi. Report riservato a Manager, Imprenditori e Professionisti 10 Le Nuove Strategie Fondamentali per Crescere nel Mercato di oggi Report riservato a Manager, Imprenditori e Professionisti Nel 2013 hanno chiuso in Italia oltre 50.000 aziende, con un aumento di oltre

Dettagli

Lo Standing adeguato per l inserimento in azienda

Lo Standing adeguato per l inserimento in azienda Lo Standing adeguato per l inserimento in azienda LE TEMATICHE Il contesto competitivo Le competenze delle nuove imprese Gli obiettivi di sopravvivenza e di successo Come scegliere il personale Requisiti

Dettagli

Wretched - Libero Di Vevere, Libero Di Morire. Scritto da Joel Lunedì 11 Agosto 2008 03:35

Wretched - Libero Di Vevere, Libero Di Morire. Scritto da Joel Lunedì 11 Agosto 2008 03:35 01 - Come Un Cappio Un cappio alla mia gola le loro restrizioni un cappio alla mia gola le croci e le divise un cappio che si stringe, un cappio che mi uccide un cappio che io devo distruggere e spezzare

Dettagli

"Gli Elementi del Successo" non sono per Tutti. Sono per te?

Gli Elementi del Successo non sono per Tutti. Sono per te? "Gli Elementi del Successo" non sono per Tutti. Sono per te? Stiamo cercando persone che possano avere successo nel MLM. Come abbiamo fatto noi. E come vogliamo fare ancora quando c'è il "business perfetto

Dettagli

Mentore. Rende ordinario quello che per gli altri è straordinario

Mentore. Rende ordinario quello che per gli altri è straordinario Mentore Rende ordinario quello che per gli altri è straordinario Vision Creare un futuro migliore per le Nuove Generazioni Come? Mission Rendere quante più persone possibili Libere Finanziariamente Con

Dettagli

12 Punti sulla via del successo

12 Punti sulla via del successo 12 Punti sulla via del successo Come anticipato nella pagina del nostro sito web (www.comincioda.ch), ti proponiamo di seguito un elenco di punti fondamentali per aiutarti ad intraprendere correttamente

Dettagli

LIBERI DI INNOVARE, LIBERI DI SCEGLIERE. Manifesto per l energia del futuro

LIBERI DI INNOVARE, LIBERI DI SCEGLIERE. Manifesto per l energia del futuro LIBERI DI INNOVARE, LIBERI DI SCEGLIERE Manifesto per l energia del futuro È in discussione in Parlamento il disegno di legge sulla concorrenza, che contiene misure che permetteranno il completamento del

Dettagli

Orientamenti pedagogico-didattici per una scuola di qualità Relazione a cura di Monica Barbolini

Orientamenti pedagogico-didattici per una scuola di qualità Relazione a cura di Monica Barbolini Orientamenti pedagogico-didattici per una scuola di qualità Relazione a cura di Monica Barbolini Il processo didattico è un processo di natura relazionale, nel senso che mira a sostenere lo studente nella

Dettagli

FARE VEMMA CON INTERNET. report di Paolo Milanesi

FARE VEMMA CON INTERNET. report di Paolo Milanesi FARE VEMMA CON INTERNET report di Possiamo utilizzare internet per allargare il nostro business Vemma. Sito Intanto abbiamo un sito internet che ci permette di gestire il nostro business. Il sito e' dotato

Dettagli

Favorire l autostima nel bambino. Mario Di Pietro www.educazione-emotiva.it segreteria@mariodipietro.it

Favorire l autostima nel bambino. Mario Di Pietro www.educazione-emotiva.it segreteria@mariodipietro.it Favorire l autostima nel bambino Mario Di Pietro www.educazione-emotiva.it segreteria@mariodipietro.it 1 Un senso di impotenza si sviluppa in seguito all incapacità di influenzare positivamente le proprie

Dettagli

La Fantasia è più importante del sapere Vuoi migliorare il tuo business, migliora il tuo sito!

La Fantasia è più importante del sapere Vuoi migliorare il tuo business, migliora il tuo sito! Vuoi migliorare il tuo business, migliora il tuo sito! Migliora il tuo sito e migliorerai il tuo business Ti sei mai domandato se il tuo sito aziendale è professionale? È pronto a fare quello che ti aspetti

Dettagli

Siamo a novembre, la bella stagione è terminata. Sarebbe bello se fosse così semplice, Se possiedi un albergo, un hotel, un B&B,

Siamo a novembre, la bella stagione è terminata. Sarebbe bello se fosse così semplice, Se possiedi un albergo, un hotel, un B&B, Siamo a novembre, la bella stagione è terminata. Hai lavorato tanto e adesso ti si prospettano diversi mesi in cui potrai rilassarti in vista della prossima estate. Sarebbe bello se fosse così semplice,

Dettagli

Come fare una scelta?

Come fare una scelta? Come fare una scelta? Don Alberto Abreu www.pietrscartata.com COME FARE UNA SCELTA? Osare scegliere Dio ha creato l uomo libero capace di decidere. In molti occasioni, senza renderci conto, effettuiamo

Dettagli

PROMUOVERSI MEDIANTE INTERNET di Riccardo Polesel. 1. Promuovere il vostro business: scrivere e gestire i contenuti online» 15

PROMUOVERSI MEDIANTE INTERNET di Riccardo Polesel. 1. Promuovere il vostro business: scrivere e gestire i contenuti online» 15 Indice Introduzione pag. 9 Ringraziamenti» 13 1. Promuovere il vostro business: scrivere e gestire i contenuti online» 15 1. I contenuti curati, interessanti e utili aiutano il business» 15 2. Le aziende

Dettagli

Michele Pizzarotti: lezione di famiglia e visione del futuro

Michele Pizzarotti: lezione di famiglia e visione del futuro Michele Pizzarotti: lezione di famiglia e visione del futuro Guardando al domani mi sento di dire con certezza che continueremo a promuovere l'organizzazione perché possa esprimere sempre più le capacità

Dettagli

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST -

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - INIZIO Ricominciare una nuova vita da zero mi spaventa peró so che tante persone ce la fanno, posso farcela anch io! preferirei continuare

Dettagli

IL WEB WRITING. di Vincenzo Rodolfo Dusconi, Esperto in Marketing e Comunicazione Legale PARTE PRIMA. 15 0ttobre 2009

IL WEB WRITING. di Vincenzo Rodolfo Dusconi, Esperto in Marketing e Comunicazione Legale PARTE PRIMA. 15 0ttobre 2009 IL WEB WRITING di Vincenzo Rodolfo Dusconi, Esperto in Marketing e Comunicazione Legale 15 0ttobre 2009 PARTE PRIMA Perché gli studi professionali sottovalutano ciò che viene riportato nei testi del loro

Dettagli

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA HEAL YOUR LIFE WORKSHOP 4/5 OTTOBRE 2014 PRESSO CENTRO ESTETICO ERIKA TEMPIO D IGEA 1 E il corso dei due giorni ideato negli anni 80 da Louise Hay per insegnare il

Dettagli

QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI. elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013

QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI. elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013 QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013 F= risposta degli alunni/figli G = risposta dei genitori F: 1- Cosa pensi della dipendenza elettronica?

Dettagli

Roberto Ghiretti Presidente Studio Ghiretti & Associati

Roberto Ghiretti Presidente Studio Ghiretti & Associati Roberto Ghiretti Presidente Studio Ghiretti & Associati 1 Lo Sport come strumento educativo Lo sport per i bambini e ragazzi rappresenta una straordinaria opportunità di crescita. Grazie all attività motoria,

Dettagli

La dura realtà del guadagno online.

La dura realtà del guadagno online. La dura realtà del guadagno online. www.come-fare-soldi-online.info guadagnare con Internet Introduzione base sul guadagno Online 1 Distribuito da: da: Alessandro Cuoghi come-fare-soldi-online.info.info

Dettagli

Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013

Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013 Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013 Breve saluto con tre slides. Chi siamo: fondamentalmente siamo genitori per genitori

Dettagli

Blog, social network marketing virale: esserci sì, ma come? Relatore: Marco Magistri - Webmaster G&P communication

Blog, social network marketing virale: esserci sì, ma come? Relatore: Marco Magistri - Webmaster G&P communication Blog, social network marketing virale: esserci sì, ma come? Relatore: Marco Magistri - Webmaster G&P communication G&P communication srl - Milano Dal web 1.0 al web 2.0 la grande rivoluzione web 1.0 Statico

Dettagli

Studiare I consumi: Imparare dalla crisi

Studiare I consumi: Imparare dalla crisi MATCHING 24 / 11 /2009 Seminario Studiare I consumi: Imparare dalla crisi Quanto più la ripresa sarà lenta, tanto più la selezione delle aziende sul mercato sarà rapida. È fondamentale uscire dalle sabbie

Dettagli

PORTARE CLIENTI NEL NOSTRO NEGOZIO CON INTERNET di The Vortex

PORTARE CLIENTI NEL NOSTRO NEGOZIO CON INTERNET di The Vortex Indice Presentazione Introduzione. Come sta cambiando Internet 1. Lo scenario 2. Misurare ciò che accade per migliorarsi continuamente. La Web Analytics 3. C è modo e modo: impariamo le differenze degli

Dettagli

GIANLUIGI BALLARANI. I 10 Errori di Chi Non Riesce a Rendere Negli Esami Come Vorrebbe

GIANLUIGI BALLARANI. I 10 Errori di Chi Non Riesce a Rendere Negli Esami Come Vorrebbe GIANLUIGI BALLARANI I 10 Errori di Chi Non Riesce a Rendere Negli Esami Come Vorrebbe Individuarli e correggerli VOLUME 3 1 GIANLUIGI BALLARANI Autore di Esami No Problem Esami No Problem Tecniche per

Dettagli

il tuo servizio di web marketing costa troppo

il tuo servizio di web marketing costa troppo il tuo servizio di web marketing costa troppo LE 20 TECNICHE PIù POTENTI per demolire QUESTA obiezione > Nota del Curatore della collana Prima di tutto voglio ringraziarti. So che ha inserito la tua mail

Dettagli

APPROFONDIMENTO 2 METODO CICLICO

APPROFONDIMENTO 2 METODO CICLICO METODO CICLICO FS- BORSA ATTENZIONE: ATTENDI QUALCHE SECONDO PER IL CORRETTO CARICAMENTO DEL MANUALE APPROFONDIMENTO 2 METODO CICLICO METODO CHE UTILIZZO PER LE MIE ANALISI - 1 - www.fsborsa.com NOTE SUL

Dettagli

I PRIMI PASSI NEL NETWORK! MARKETING!

I PRIMI PASSI NEL NETWORK! MARKETING! I PRIMI PASSI NEL NETWORK MARKETING Ciao mi chiamo Fabio Marchione abito in brianza e sono un normale padre di famiglia, vengo dal mondo della ristorazione nel quale ho lavorato per parecchi anni. Nel

Dettagli

Copyright@2015 Alessandro Pedrazzoli

Copyright@2015 Alessandro Pedrazzoli Chi sono? Mi chiamo Alessandro Pedrazzoli. Non lavoro nelle HR (risorse umane), non mi occupo di assumere direttamente dei candidati: mi occupo di Marketing, e in questo ebook ti spiegherò come sfruttarne

Dettagli

LA GESTIONE DEL TEMPO E LA PIANIFICAZIONE DELL ATTIVITA

LA GESTIONE DEL TEMPO E LA PIANIFICAZIONE DELL ATTIVITA LA GESTIONE DEL TEMPO E LA PIANIFICAZIONE DELL ATTIVITA - Dispensa del partecipante - Olympos Group srl - Vietata ogni riproduzione anche in forma parziale V. 01/2007 GG OLYMPOS Group srl - Via XXV aprile,

Dettagli

Registro 7 PERSONAL BRANDING. Come creare la propria strategia TIPS&TRICKS DI LUIGI CENTENARO

Registro 7 PERSONAL BRANDING. Come creare la propria strategia TIPS&TRICKS DI LUIGI CENTENARO Registro 7 PERSONAL BRANDING Come creare la propria strategia TIPS&TRICKS DI LUIGI CENTENARO INDEX 3 5 9 13 16 Introduzione Che cos è il Personal Branding Una strategia di Personal Branding efficace Comunicazione

Dettagli

ESSERE FELICI E MEGLIO!

ESSERE FELICI E MEGLIO! ESSERE FELICI E MEGLIO! I 5 MOTIVI PER ESSERLO di Carla Favazza Questo manuale contiene materiale protetto dalle leggi sul Copyright nazionale ed internazionale. Qualsiasi riproduzione senza il consenso

Dettagli

Il Piano Finanziario Parte 2: Equilibrio e Investimento

Il Piano Finanziario Parte 2: Equilibrio e Investimento Il Piano Finanziario Parte 2: Equilibrio e Investimento Non aspettare, il tempo non potrà mai essere " quello giusto". Inizia da dove ti trovi, e lavora con qualsiasi strumento di cui disponi, troverai

Dettagli

La qualità. Di Stefano Azzini

La qualità. Di Stefano Azzini . La qualità Di Stefano Azzini Nel settore turisticoalberghiero e nella ristorazione, la parola qualità è molto di moda. E' vero che la maggior parte delle aziende che hanno superato la crisi sono quelle

Dettagli

OLIMPIA ARMANI JEANS MILANO

OLIMPIA ARMANI JEANS MILANO OLIMPIA ARMANI JEANS MILANO HEAD COACH ATTILIO CAJA DIFESA SUL PICK AND ROLL Nell analizzare le tendenze offensive delle squadre avversarie ci siamo resi conto di come una grandissima percentuale degli

Dettagli

Non ho idea se è la prima volta che vedi un mio prodotto oppure se in passato le nostre strade si sono già incrociate, poco importa

Non ho idea se è la prima volta che vedi un mio prodotto oppure se in passato le nostre strade si sono già incrociate, poco importa Benvenuto/a o bentornato/a Non ho idea se è la prima volta che vedi un mio prodotto oppure se in passato le nostre strade si sono già incrociate, poco importa Non pensare di trovare 250 pagine da leggere,

Dettagli

PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA

PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA Intervento dell Amministratore Delegato della Fiat, Sergio Marchionne Pomigliano d Arco (NA) - 14 dicembre 2011 h 9:00 Signore e signori, buongiorno a tutti. E un piacere

Dettagli

In caso di catastrofe AiTecc è con voi!

In caso di catastrofe AiTecc è con voi! In caso di catastrofe AiTecc è con voi! In questo documento teniamo a mettere in evidenza i fattori di maggior importanza per una prevenzione ottimale. 1. Prevenzione Prevenire una situazione catastrofica

Dettagli

Intervento Raffaella Crinelli Liberare la fantasia e dare accesso al futuro

Intervento Raffaella Crinelli Liberare la fantasia e dare accesso al futuro Intervento Raffaella Crinelli Liberare la fantasia e dare accesso al futuro Grazie mille. sono io la violenza, scusatemi tanto, spero che sia una bella violenza in realtà. Mi piaceva molto il titolo della

Dettagli

I sondaggi consentono la realizzazione di strategie di marketing, promozione e PR, consapevoli e mirate. LORENZA MIGLIORATO - CONSULENTE

I sondaggi consentono la realizzazione di strategie di marketing, promozione e PR, consapevoli e mirate. LORENZA MIGLIORATO - CONSULENTE La comunicazione efficace - cioè quella qualità nella comunicazione che produce il risultato desiderato nell interlocutore prescelto - è il prodotto di un perfetto ed equilibrato mix di scientificità,

Dettagli

Alpiq EcoServices Con sicurezza verso l obiettivo energetico.

Alpiq EcoServices Con sicurezza verso l obiettivo energetico. Alpiq EcoServices Con sicurezza verso l obiettivo energetico. Assumersi responsabilità. Con provvedimenti energeticamente efficienti. L efficienza energetica è una strategia efficace per la protezione

Dettagli

EDUCAZIONE ALLA LEGALITÀ a.s. 2013/2014

EDUCAZIONE ALLA LEGALITÀ a.s. 2013/2014 questionario di gradimento PROGETTO ESSERE&BENESSERE: EDUCAZIONE ALLA LEGALITÀ a.s. 2013/2014 classi prime e seconde - Scuola Secondaria di I grado di Lavagno CLASSI PRIME Mi sono piaciute perché erano

Dettagli

Come Creare un Guadagno Extra nel 2013

Come Creare un Guadagno Extra nel 2013 Come Creare un Guadagno Extra nel 2013 Tempo di lettura: 5 minuti Marco Zamboni 1 Chi sono e cos è questo Report Mi presento, mi chiamo Marco Zamboni e sono un imprenditore di Verona, nel mio lavoro principale

Dettagli

Il Keisuke: Sono un ottimo studente e il senso della mia vita è studiare.

Il Keisuke: Sono un ottimo studente e il senso della mia vita è studiare. 1.1. Ognuno di noi si può porre le stesse domande: chi sono io? Che cosa ci faccio qui? Quale è il senso della mia esistenza, della mia vita su questa terra? Il Keisuke: Sono un ottimo studente e il senso

Dettagli

Biografia linguistica

Biografia linguistica EAQUALS-ALTE Biografia linguistica (Parte del Portfolio Europeo delle Lingue di EAQUALS-ALTE) I 1 BIOGRAFIA LINGUISTICA La Biografia linguistica è un documento da aggiornare nel tempo che attesta perché,

Dettagli

MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI!!

MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI!! MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI Ciao e Benvenuta in questo straordinario percorso che ti permetterà di compiere un primo passo per IMPARARE a vedere finalmente il denaro in modo DIFFERENTE Innanzitutto

Dettagli

In realtà la vera domanda e : Come posso fare ad ottenere tutte quelle rivoluzioni?, ma la risposta ad entrambe le domande e la stessa.

In realtà la vera domanda e : Come posso fare ad ottenere tutte quelle rivoluzioni?, ma la risposta ad entrambe le domande e la stessa. Nella quarta parte di questi quattro articoli, andrò a rispondere alla domanda che mi viene posta più frequentemente: Come fanno i Professionisti ad ottenere tutte quelle rivoluzioni? In realtà la vera

Dettagli

LA PROPOSTA FORMATIVA

LA PROPOSTA FORMATIVA LA PROPOSTA FORMATIVA FORMIAMO PERSONE, PRIMA DI FORMARE MANAGER E UOMINI DI AZIENDA IL METODO VALORIZZAZIONE DELLE ESPERIENZE PROFESSIONALI E CULTURALI TRASFERIBILITÀ DI QUANTO APPRESO AL CONTESTO LAVORATIVO

Dettagli

Crescita della produttività e delle economie

Crescita della produttività e delle economie Lezione 21 1 Crescita della produttività e delle economie Il più spettacolare effetto della sviluppo economico è stata la crescita della produttività, ossia la quantità di prodotto per unità di lavoro.

Dettagli

Mario Albertini. Tutti gli scritti IV. 1962-1964. a cura di Nicoletta Mosconi. Società editrice il Mulino

Mario Albertini. Tutti gli scritti IV. 1962-1964. a cura di Nicoletta Mosconi. Società editrice il Mulino Mario Albertini Tutti gli scritti IV. 1962-1964 a cura di Nicoletta Mosconi Società editrice il Mulino 822 Anno 1964 A Bernard Lesfargues Caro Bernard, Pavia, 28 novembre 1964 dato che non verrò a Lione

Dettagli

COME AVERE SUCCESSO SUL WEB?

COME AVERE SUCCESSO SUL WEB? Registro 3 COME AVERE SUCCESSO SUL WEB? Guida pratica per muovere con successo i primi passi nel web MISURAZIONE ED OBIETTIVI INDEX 3 7 13 Strumenti di controllo e analisi Perché faccio un sito web? Definisci

Dettagli

Lo scenario economico pro attività e atteggiamento 8 Ottobre 2012

Lo scenario economico pro attività e atteggiamento 8 Ottobre 2012 Lo scenario economico pro attività e atteggiamento 8 Ottobre 2012 CORSO DATE OBIETTIVO DESCRIZIONE INTRODUZIONE Lunedì 8 Ottobre 9,30-13,30 Dare avvio al programma formativo, descrivendo il percorso e

Dettagli

L economia: i mercati e lo Stato

L economia: i mercati e lo Stato Economia: una lezione per le scuole elementari * L economia: i mercati e lo Stato * L autore ringrazia le cavie, gli alunni della classe V B delle scuole Don Milanidi Bologna e le insegnati 1 Un breve

Dettagli

Internet istruzioni per l uso. Marcallo, 29 Aprile 2015

Internet istruzioni per l uso. Marcallo, 29 Aprile 2015 Internet istruzioni per l uso Marcallo, 29 Aprile 2015 Conoscere per gestire il rischio La Rete, prima ancora di essere qualcosa da giudicare, è una realtà: un fatto con il quale bisogna confrontarsi Internet

Dettagli

Rivoluzione HR. human resource revolution

Rivoluzione HR. human resource revolution Rivoluzione HR human resource revolution L a tecnologia sta modificando le abitudini e lo stile di vita delle persone ma, nel nuovo mondo che verrà sarà il loro modo di pensare che dovrà cambiare. Ogni

Dettagli

Vivere il Sogno. Vivere è bello, vivere bene è meglio!!! Diventa fan su Facebook: Tutte le novità da subito

Vivere il Sogno. Vivere è bello, vivere bene è meglio!!! Diventa fan su Facebook: Tutte le novità da subito Vivere il Sogno Vivere è bello, vivere bene è meglio!!! Diventa fan su Facebook: Tutte le novità da subito VIVERE IL SOGNO!!! 4 semplici passi per la TUA indipendenza finanziaria (Vision Personal Marketing)

Dettagli

è lo spazio che intercorre tra gli obiettivi degli interessati che hanno la volontà di

è lo spazio che intercorre tra gli obiettivi degli interessati che hanno la volontà di Sessione La negoziazione Introduzione INTRODUZIONE Il presente modulo formativo ha lo scopo di aiutare il manager a riesaminare le dinamiche interpersonali e le tecniche che caratterizzano una negoziazione

Dettagli

IL COACHING delle Ambasciatrici

IL COACHING delle Ambasciatrici IL COACHING delle Ambasciatrici European Commission Enterprise and Industry Coaching ambasciatrici WAI-Women Ambassadors in Italy, Ravenna, 20/05/2010 2 FASE 1 Le motivazioni e gli scopi FASE 2 L analisi

Dettagli

PRONTE AI POSTI VIA! LE 4 CHIAVI DI UN BUSINESS DI CUI ESSERE... MODULO 6. Eccoci arrivate alla fine di questo percorso con il sesto ed ultimo modulo.

PRONTE AI POSTI VIA! LE 4 CHIAVI DI UN BUSINESS DI CUI ESSERE... MODULO 6. Eccoci arrivate alla fine di questo percorso con il sesto ed ultimo modulo. PRONTE AI POSTI VIA! LE 4 CHIAVI DI UN BUSINESS DI CUI ESSERE... pazza! MODULO 6 Eccoci arrivate alla fine di questo percorso con il sesto ed ultimo modulo. Dopo aver ragionato su quanto una spiccata consapevolezza

Dettagli

Modesto Di Noia e il Potere della Mente nella Formazione Aziendale

Modesto Di Noia e il Potere della Mente nella Formazione Aziendale Modesto Di Noia e il Potere della Mente nella Formazione Aziendale Modesto Di Noia. Trainer in PNL e Psicologia Analogica. Titolare di Mentaltra, giovane azienda appena insediatosi nella Zona Industriale

Dettagli

UN VIAGGIO NEL VOLONTARIATO

UN VIAGGIO NEL VOLONTARIATO Associazione di Volontariato per la Qualità dell Educazione UN VIAGGIO NEL VOLONTARIATO Esplora con noi il mondo del volontariato! con il contributo della con il patrocinio Comune di Prepotto Club UNESCO

Dettagli

Come migliorare la tua relazione di coppia

Come migliorare la tua relazione di coppia Ettore Amato Come migliorare la tua relazione di coppia 3 strategie per essere felici insieme I Quaderni di Amore Maleducato Note di Copyright Prima di fare qualunque cosa con questo Quaderno di Amore

Dettagli

Come Lavorare in Rugbystories.it

Come Lavorare in Rugbystories.it Come Lavorare in Rugbystories.it Una guida per i nuovi arrivati IL PUNTO DI PARTENZA PER I NUOVI ARRIVATI E UN PUNTO DI RITORNO PER CHI NON RICORDA DA DOVE E ARRIVATO. 1 Come Lavorare in Rugbystories.it

Dettagli

Non mi resta che augurarvi buona lettura, sperando di aiutarvi a diventare tanti Papà Ricchi! 1. IL RICCO NON LAVORA PER DENARO

Non mi resta che augurarvi buona lettura, sperando di aiutarvi a diventare tanti Papà Ricchi! 1. IL RICCO NON LAVORA PER DENARO Credo che nella vita sia capitato a tutti di pensare a come gestire al meglio i propri guadagni cercando di pianificare entrate ed uscite per capire se, tolti i soldi per vivere, ne rimanessero abbastanza

Dettagli

Il costo d impresa nel non fare relazioni pubbliche in un periodo di crisi

Il costo d impresa nel non fare relazioni pubbliche in un periodo di crisi Il costo d impresa nel non fare relazioni pubbliche in un periodo di crisi Toni Muzi Falconi Methodos SpA New York University Firenze, 17 maggio 2009 Alla fine del secolo scorso lo sviluppo delle nuove

Dettagli

LE STRATEGIE DI COPING

LE STRATEGIE DI COPING Il concetto di coping, che può essere tradotto con fronteggiamento, gestione attiva, risposta efficace, capacità di risolvere i problemi, indica l insieme di strategie mentali e comportamentali che sono

Dettagli

dal 2007 - Kryptos LA PERSONA ECCELLENZE: Lorenzo Zago

dal 2007 - Kryptos LA PERSONA ECCELLENZE: Lorenzo Zago ECCELLENZE: Lorenzo Zago dal 2007 - Kryptos LA PERSONA Nel corso della storia, la libertà di scelta è stata una grande conquista da parte dell uomo. Oggi, la maggior parte di noi vive in Paesi dove è possibile

Dettagli

SO Office Solutions SOLUZIONI E MACCHINE PER UFFICIO

SO Office Solutions SOLUZIONI E MACCHINE PER UFFICIO SO Office Solutions Con la Office Solutions da oggi. La realizzazione di qualsiasi progetto parte da un attenta analisi svolta con il Cliente per studiare insieme le esigenze al fine di individuare le

Dettagli

Durante una recente vacanza la vostra macchina fotografica

Durante una recente vacanza la vostra macchina fotografica Durante una recente vacanza la vostra macchina fotografica digitale si è rotta: ora dovete comprarne una nuova. Avevate quella vecchia da soli sei mesi e non avevate nemmeno imparato a usarne tutte le

Dettagli

Classe 3 B sc. Padre Gemelli PROGETTO COMPRARE E VENDERE: OPPORTUNITĂ DIVERSE PER IMPARARE AD ARRICCHIRE INTERIORMENTE

Classe 3 B sc. Padre Gemelli PROGETTO COMPRARE E VENDERE: OPPORTUNITĂ DIVERSE PER IMPARARE AD ARRICCHIRE INTERIORMENTE I C PADRE GEMELLI-TORINO COMPETENZA IMPARARE AD IMPARARE Sapersi relazionare anno scolastico 2013-14 Classe 3 B sc. Padre Gemelli PROGETTO COMPRARE E VENDERE: OPPORTUNITĂ DIVERSE PER IMPARARE AD ARRICCHIRE

Dettagli

1. Scrivere ad amici e parenti

1. Scrivere ad amici e parenti 1. Scrivere ad amici e parenti In questo capitolo ci concentreremo sulle lettere per le persone che conosciamo. Normalmente si tratta di lettere i cui argomenti sono piuttosto vari, in quanto i nostri

Dettagli

Mario Basile. I Veri valori della vita

Mario Basile. I Veri valori della vita I Veri valori della vita Caro lettore, l intento di questo breve articolo non è quello di portare un insegnamento, ma semplicemente di far riflettere su qualcosa che noi tutti ben sappiamo ma che spesso

Dettagli

COME AVERE SUCCESSO SUL WEB?

COME AVERE SUCCESSO SUL WEB? Registro 1 COME AVERE SUCCESSO SUL WEB? Guida pratica per muovere con successo i primi passi nel web INTRODUZIONE INDEX 3 6 9 L importanza di avere un dominio e gli obiettivi di quest opera Come è cambiato

Dettagli

La comunicazione per il successo nella vita e nel lavoro. Corso a cura di Agape Consulting

La comunicazione per il successo nella vita e nel lavoro. Corso a cura di Agape Consulting La comunicazione per il successo nella vita e nel lavoro Corso a cura di Agape Consulting La comunicazione per il successo nella vita e nel lavoro La capacità di comunicare e di negoziare è il principale

Dettagli

COME CATTURARE I MOMENTI CHE CONTANO: raggiungere le persone giuste con il messaggio giusto al momento giusto, ogni volta.

COME CATTURARE I MOMENTI CHE CONTANO: raggiungere le persone giuste con il messaggio giusto al momento giusto, ogni volta. COME CATTURARE I MOMENTI CHE CONTANO: raggiungere le persone giuste con il messaggio giusto al momento giusto, ogni volta. Parlare di sessione online è ormai obsoleto: oggi non si va più online, si vive

Dettagli

CADERE SETTE VOLTE...RIALZARSI OTTO

CADERE SETTE VOLTE...RIALZARSI OTTO CADERE SETTE VOLTE...RIALZARSI OTTO Dal fallimento al successo La storia di un uomo che affronta la vita, estratto del libro in anteprima È il 1990: ho 42 anni e sono praticamente fallito. Sono con l acqua

Dettagli

Attività fisica: è più importante la QUANTITA o la QUALITA?

Attività fisica: è più importante la QUANTITA o la QUALITA? Attività fisica: è più importante la QUANTITA o la QUALITA? Spesso mi capita di visitare persone che si lamentano del fatto che pur allenandosi tutti i giorni (a volte anche 2 volte al giorno), non ottengono

Dettagli

Obiettivo Principale: Spiegare come la stessa cosa possa essere realizzata in molti modi diversi e come, a volte, ci siano modi migliori di altri.

Obiettivo Principale: Spiegare come la stessa cosa possa essere realizzata in molti modi diversi e come, a volte, ci siano modi migliori di altri. 6 LEZIONE: Algoritmi Tempo della lezione: 45-60 Minuti. Tempo di preparazione: 10-25 Minuti (a seconda che tu abbia dei Tangram disponibili o debba tagliarli a mano) Obiettivo Principale: Spiegare come

Dettagli

12 ATTIVARE LE RISORSE DEL GRUPPO CLASSE. Figura 1 OTTO STRATEGIE PER VALORIZZARE IL GRUPPO CLASSE COME RISORSA EDUCATIVA E DIDATTICA

12 ATTIVARE LE RISORSE DEL GRUPPO CLASSE. Figura 1 OTTO STRATEGIE PER VALORIZZARE IL GRUPPO CLASSE COME RISORSA EDUCATIVA E DIDATTICA 12 ATTIVARE LE RISORSE DEL GRUPPO CLASSE Figura 1 OTTO STRATEGIE PER VALORIZZARE IL GRUPPO CLASSE COME RISORSA EDUCATIVA E DIDATTICA LE CARATTERISTICHE PEDAGOGICHE DEL GRUPPO CLASSE 13 1 Le caratteristiche

Dettagli

... La Campania la Cambi mo d vvero con una nuova Regione!

... La Campania la Cambi mo d vvero con una nuova Regione! ... La Campania la Cambimo dvvero con una nuova Regione! La Campania la CambiAmo davvero con una nuova Regione E' finito il tempo della Regione concepita come un posto di potere, che gestisce soldi e poltrone.

Dettagli

La felicità per me è un sinonimo del divertimento quindi io non ho un obiettivo vero e proprio. Spero in futuro di averlo.

La felicità per me è un sinonimo del divertimento quindi io non ho un obiettivo vero e proprio. Spero in futuro di averlo. Riflessioni sulla felicità.. Non so se sto raggiungendo la felicità, di certo stanno accadendo cose che mi rendono molto più felice degli anni passati. Per me la felicità consiste nel stare bene con se

Dettagli

Verona Innovazione 19/06/2015. Giovani e Imprese Valorizziamo i saperi. Chiara Remundos Responsabile Servizio Orientamento Verona Innovazione CCIAA Vr

Verona Innovazione 19/06/2015. Giovani e Imprese Valorizziamo i saperi. Chiara Remundos Responsabile Servizio Orientamento Verona Innovazione CCIAA Vr Verona Innovazione Chiara Remundos Responsabile Servizio Orientamento Verona Innovazione CCIAA Vr 19/06/2015 Giovani e Imprese Valorizziamo i saperi La parola ai nostri protagonisti Diario descrittivo

Dettagli

La Domanda Perfetta Scopri Subito Chi ti Mente

La Domanda Perfetta Scopri Subito Chi ti Mente La Domanda Perfetta Scopri Subito Chi ti Mente Una tecnica di Persuasore Segreta svelata dal sito www.persuasionesvelata.com di Marcello Marchese Copyright 2010-2011 1 / 8 www.persuasionesvelata.com Sommario

Dettagli

SEGRETO N.2 Come usare l'effetto leva per ritorni del 100%

SEGRETO N.2 Come usare l'effetto leva per ritorni del 100% SEGRETO N.2 Come usare l'effetto leva per ritorni del 100% Risparmiare in acquisto è sicuramente una regola fondamentale da rispettare in tutti i casi e ci consente di ottenere un ritorno del 22,1% all

Dettagli

IN PIAZZA PER COSTRUIRE IL FUTURO Roma, 3 marzo 2012 Intervento di Domenico Pesenti, segretario generale Filca-Cisl

IN PIAZZA PER COSTRUIRE IL FUTURO Roma, 3 marzo 2012 Intervento di Domenico Pesenti, segretario generale Filca-Cisl IN PIAZZA PER COSTRUIRE IL FUTURO Roma, 3 marzo 2012 Intervento di Domenico Pesenti, segretario generale Filca-Cisl Grazie a tutti Voi per essere qui dalle fabbriche del Legno, del Cemento, dei materiali

Dettagli

IL COUNSELING NELLE PROFESSIONI D AIUTO

IL COUNSELING NELLE PROFESSIONI D AIUTO IL COUNSELING NELLE PROFESSIONI D AIUTO Obiettivi: Conoscere le peculiarità del counseling nelle professioni d aiuto Individuare le abilità del counseling necessarie per svolgere la relazione d aiuto Analizzare

Dettagli

INTRODUZIONE PRATICA AL LEAN MANAGEMENT

INTRODUZIONE PRATICA AL LEAN MANAGEMENT INTRODUZIONE PRATICA AL LEAN MANAGEMENT Come ottenere più risultati con meno sforzo Immagina di conoscere quella metodologia aziendale che ti permette di: 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7. 8. riconoscere e ridurre

Dettagli

Circolo Didattico di Angera

Circolo Didattico di Angera Circolo Didattico di Angera COME AIUTARE I PROPRI FIGLI A STUDIARE E A FARE I COMPITI Indicazioni della scuola per i genitori degli alunni Linee guida redatte dal Nucleo di Autovalutazione e Qualità PREMESSA

Dettagli

Su ali di farfalla. Trasforma la tua vita e vola verso la felicità

Su ali di farfalla. Trasforma la tua vita e vola verso la felicità Su ali di farfalla Trasforma la tua vita e vola verso la felicità Schemi realizzati dall autrice. Laura Freni SU ALI DI FARFALLA Trasforma la tua vita e vola verso la felicità Manuale www.booksprintedizioni.it

Dettagli