Sport a Scuola La proposta della PALLAVOLO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Sport a Scuola La proposta della PALLAVOLO"

Transcript

1 Sport a Scuola la proposta della pallavolo 1, 2, 3..Volley 1 Guida per gli insegnanti di Educazione Fisica della Scuola Media Sport a Scuola La proposta della PALLAVOLO Questa guida si articola in 5 moduli indirizzati agli alunni di 1 media.

2 Sport a Scuola la proposta della pallavolo 1, 2, 3..Volley 2 Modulo n 1 Tecnica del palleggio Obiettivi e contenuti delle esercitazioni! Palleggio avanti! Palleggio rovesciato! Palleggio angolare ESEMPIO DI ESERCITAZIONE PRATICA PALLEGGIO AVANTI TEORIA: Spiegare la posizione fondamentale # mani # busto # gambe # piedi Spiegare come avviene il contatto con la palla Evidenziare gli errori più comuni Esercizi per la sensibilizzazione della posizione fondamentale corretta. per i piedi : andature in avanti e laterali, arresti, esercizi per l'equilibrio, cambi di direzione, controllando sempre che siano diretti verso avanti. per le gambe : piegamenti, andature in accosciata, balzi, esercizi per migliorare la coordinazione degli arti inferiori. per il busto : esercizi di irrobustimento generale (sotto forma di gioco : lotta ). per le braccia: esercizi per migliorare la coordinazione degli arti superiori (circonduzioni, lanci, ecc.) Esercizi per la posizione fondamentale senza palla. Gioco: un due tre stella Gioco: lo specchio: l'insegnante propone uno spostamento in varie direzioni fermandosi poi in posizione fondamentale. Gli alunni copiano lo spostamento e la posizione finale. Esercizi per la posizione fondamentale con palla da fermi o con piccoli spostamenti. trattenendo il pallone con le mani, il ragazzo imita i movimenti che avvengono nel palleggio e distende le braccia sino a portare la palla a contatto contro il muro. lo stresso esercizio di sopra, ma da posizioni di partenza differenti : in ginocchio variando l'arto che sta in avanti e da seduti

3 Sport a Scuola la proposta della pallavolo 1, 2, 3..Volley 3 dalla posizione di braccia basse con la palla tenuta a due mani, lanciarla verso l'alto e recuperarla nella posizione di attesa. i ragazzi effettuano alcuni palleggi rallentati del pallone da distanza ravvicinata verso il muro utilizzando solo le braccia e mantenendo gli arti inferiori semipiegati. Man mano che migliora il palleggio è possibile aumentare la distanza dal muro. lo stesso esercizio di sopra, ma da posizione in ginocchio, variando l'arto che sta in avanti. i ragazzi dalla posizione di attesa (braccia semiflesse verso alto) spingono la palla verso l'alto e la recuperano fermandola sopra il capo sempre nella stessa posizione di attesa dalla posizione di braccia basse, lanciare la palla tenuta a due mani verso l'alto e recuperarla iniziando il palleggio continuato. dalla posizione di attesa, eseguire dei palleggi consecutivi sopra il capo, variandone le altezze a seconda del comando dell'istruttore, dato prima o durante l'esecuzione. dalla posizione di braccia basse, con la palla tenuta a due mani, lanciarla dietro le spalle girarsi e recuperarla, fermandola sopra il capo nella posizione di attesa. esercizio a coppie: uno lancia la palla al compagno che la riceve la rilancia in varie posizioni. (in ginocchio, seduto, sdraiato. ecc.) esercizio a coppie: uno in piedi lancia la palla a due mani dal basso verso il compagno che, da varie posizioni (in piedi, seduto, in ginocchio, supino) intercetta la palla in posizione di palleggio esercizio a coppie: 4-5 metri di distanza fra uno e altro, a turno uno lancia la palla a due mani dal basso verso il compagno di fronte, il quale palleggerà adattandosi alla traiettoria esercizio a scacchiera: i ragazzi disposti a scacchiera su due righe di fronte, si passeranno la palla lanciandosela dalla posizione fondamentale del palleggio, facendo attenzione a girarsi verso la direzione di chi lancia la palla e verso la direzione di chi dovrà ricevere il proprio lancio esercizio in cerchio: stesso esercizio di sopra ma in formazione a cerchio esercizio a stella: 5 o 7 ragazzi disposti a cerchio si palleggiano il pallone evitando il compagno successivo nella formazione Esercizi per la posizione fondamentale con palla con spostamenti antero-posteriori. i ragazzi, in riga a fondo campo, con un pallone a testa, si lanciano la palla avanti verso l alto, e raggiungendola dopo un rimbalzo effettuano un palleggio avanti alto. lo stesso esercizio, ma con palleggio di controllo sul posto. lo stesso esercizio ma con palleggio di controllo ed inversione di marcia.

4 Sport a Scuola la proposta della pallavolo 1, 2, 3..Volley 4 esercizio a coppie: un ragazzo lancia la palla a due mani dal basso verso l altro, posizionato di fronte, che si porta sotto la palla effettuando uno spostamento in: avanti, dietro, respingendo palla in palleggio. esercizio a gruppi: i ragazzi stanno in fila l uno dietro l altro; di fronte un altro ragazzo (che, a turno, palleggia corto costringendo, di volta in volta, il primo della fila al palleggio dopo uno spostamento in avanti. Dopo il palleggio l'allievo si sposta in coda alla fila. esercizio a gruppi: i ragazzi sono disposti su due file contrapposte; il capo fila palleggia verso il capofila di fronte, occupando, in seguito, la coda della fila di fronte esercizio a gruppi (stella): 5 o 7 ragazzi disposti a cerchio si palleggiano il pallone evitando il compagno successivo nella formazione; dopo il passaggio corrono in direzione del lancio e dopo che il compagno avrà palleggiato, ne prenderà il posto Esercizio in gruppi: i ragazzi, ciascuno con una palla, sono posizionati in fila a una distanza di 4-5 metri dalla rete oltre la quale sono posizionati alcuni cerchi. I ragazzi devono eseguire un palleggio avanti alto (verso la rete), dopo un rimbalzo per terra indirizzano il pallone al di là della rete, cercando di farlo cadere all interno di uno dei cerchi. (può essere attribuito un punteggio a seconda della distanza del cerchio dalla rete) esercizio a coppie: i ragazzi sono di fronte: uno lancia la palla in alto, l altro, partendo da posizioni differenti ( da seduto, in ginocchio, supino, ecc.), palleggia il pallone dopo un rimbalzo, spostandosi sotto il punto di caduta. esercizio a coppie: i ragazzi sono di fronte: uno lancia la palla oltre la posizione del compagno il quale indietreggia e palleggia. N.B. controllare che il palleggio venga eseguito dopo che è stata raggiunta la posizione corretta. lo stesso esercizio ma chi palleggia parte da diverse posizioni di partenza (in ginocchio, seduti, sdraiati) esercizio in coppia: due ragazzi, con una palla, sono divisi da una rete o una corda o qualunque oggetto possa creare un ostacolo invalicabile. Uno esegue un palleggio in avanti, partendo da 4-5 metri dalla rete e dopo un rimbalzo a terra si sposta sotto la palla ed effettua un palleggio lungo nel campo opposto, dove l altro, dopo essere arretrato, esegue un palleggio avanti, e dopo un rimbalzo, si sposta sotto la palla ed effettua, a sua volta un palleggio nel campo opposto, e così via. Nel caso in cui l'esercizio fosse troppo difficile, si consiglia di effettuare sempre il passaggio con un palleggio di controllo sopra il capo, prima di rimandare il pallone nell altro campo Esercizi per la posizione fondamentale con palla e con spostamenti laterali. Esercizio a coppie: uno lancia la palla a destra o sinistra della posizione del compagno, il quale si sposta e risponde con un palleggio. lo stesso esercizio può essere ripetuto, facendo partire da posizioni sempre differenti (seduto, in ginocchio, supini, ecc.) il ragazzo che risponde al palleggio Esercizi a piccoli gruppi: a turno uno dei ragazzi che funge da istruttore palleggia in avanti sempre nello stesso punto dove, di volta in volta, gli altri compagni, con spostamenti vari (o da destra o da sinistra), palleggeranno verso di lui

5 Sport a Scuola la proposta della pallavolo 1, 2, 3..Volley 5 Esercizio a gruppo: tutti disposti in cerchio con un ragazzo al centro, a turno si spostano palleggiando con il compagno al centro facendo attenzione a fermarsi quando questi effettua il palleggio. gioco a tre : l orologio. Tre ragazzi sono posizionati sulla stessa linea, quello al centro è di fronte al compagno con la palla e dà le spalle al terzo. Questi si sposta sulla propria destra o sinistra inducendo il compagno con la palla a lanciarla in quella direzione, verso il compagno del centro che ne intercetterà la traiettoria in palleggio. PALLEGGIO ROVESCIATO dalla posizione fondamentale con il pallone sopra il capo spingerlo verso dietro. dalla posizione fondamentale lanciarsi il pallone a due mani sopra il capo e quindi effettuare un palleggio dietro. palleggiare avanti verso alto, raggiungere la palla ed effettuare dopo il rimbalzo a terra un palleggio in dietro. a coppie: Carletto lancia la palla a Duilio il quale palleggia dietro. a gruppi di tre: Emilio palleggia avanti a Fausto il quale palleggia dietro a Gregorio, contemporaneamente al palleggio dietro Fausto prende il posto di Emilio che a sua volta prende il posto al centro di Fausto, Gregorio dopo aver ricevuto la palla, palleggia avanti per Emilio, ora al centro, il quale palleggia indietro per Fausto, contemporaneamente Emilio e Gregorio si scambiano di posto e così via PALLEGGIO ANGOLARE palleggio a triangolo. palleggio in quadrato palleggio a stella. dai e vai a triangolo, deve essere eseguito da almeno 4 alunni. dai e vai in quadrato, deve essere eseguito da almeno 5 alunni. dai e vai a stella a coppie: Arianna passa la palla in palleggio sotto rete a Beatrice, la quale partendo da una posizione distante da rete di un paio di metri, si sposta sotto di essa e ripassa la palla ad Arianna con un palleggio parallelo alla rete. Arianna dopo aver passato si sposta sotto rete ed invia la palla verso un bersaglio preventivamente predisposto.

6 Sport a Scuola la proposta della pallavolo 1, 2, 3..Volley 6 Modulo n 2 e n 3 Tecnica del bagher, battuta e attacco Obiettivi e contenuti delle esercitazioni BAGHER: BATTUTA: ATTACCO:! posizione fondamentale! sensibilizzazione e controllo della palla! posizione fondamentale con spostamento! posizione del corpo! posizione arti inferiori! posizione arti superiori! introduzione all azione di attacco BAGHER 1)Posizioni fondamentali: mani busto gambe piedi Posizione delle mani: le dita unite di una mano (solitamente la destra), sopra le dita unite dell'altra. I pollici si chiudono su di esse accostandosi; le mani si piegano così verso il basso favorendo il formarsi di un buon piano di impatto con la palla all'altezza dei polsi. Posizione del busto : leggermente inclinato in avanti e in estensione per favorire una corretta posizione del capo e quindi una corretta visione del gioco. Posizione delle gambe : leggermente flesse e divaricate. Posizione dei piedi : divaricati in appoggio asimmetrico generalmente con il piede destro leggermente più avanti rispetto al sinistro. 2)contatto con la palla Prima dell'impatto con il pallone gli arti inferiori iniziano una fase di caricamento, a cui segue la fase di estensione avanti alto che porta a colpire la palla. Molto importante è la posizione delle spalle rispetto alla traiettoria del pallone in arrivo, posizione che deve rispettare il concetto di frontalità, cioè il piano delle spalle deve essere perpendicolare rispetto alla traiettoria della palla. Il pallone impatta con la parte superiore-interno degli avambracci, che guidano la palla nelle direzione prescelta con una leggera estensione delle spalle in avanti. Errori più comuni: colpire il pallone con gli arti superiori flessi colpire il pallone sulle braccia

7 Sport a Scuola la proposta della pallavolo 1, 2, 3..Volley 7 colpire il pallone con gli arti superiori troppo alti cosicchè la palla va indietro e non in avanti colpire il pallone con le mani movimento scoordinato braccia gambe Casi in cui conviene usare il bagher: per ricevere la battuta quando è tesa per ricevere la schiacciata per salvare palle basse o scomode per salvare il pallone dalla rete per la copertura di attacco Esercizi per la sensibilizzazione della posizione fondamentale corretta assumere alternativamente le posizioni fondamentali media e bassa cercando di fare interiorizzare la differenza tra le due posizioni assumere alternativamente le posizioni fondamentali media e bassa e dopo uno spostamento e eseguire andature differenti Esercizi per la sensibilizzazione al controllo del pallone con gli arti superiori far rotolare il pallone per tutta la lunghezza dell'arto, verso il corpo e verso le mani sia da fermi che in movimento mantenere in equilibrio il pallone sull' avambraccio, sia da fermi che in movimento palleggiare con un solo avambraccio palleggiare la palla dall'avambraccio dx a quello sx palleggiare sul posto un palleggio basso ed uno alto palleggio contro il muro con rimbalzo a terra e poi al volo Giochi di sensibilizzazione pallavolo - squash a coppie i bambini si alternano a colpire la palla con l'avambraccio, facendola rimbalzare nella zona di muro delimitata da una porta disegnata precedentemente. Ogni allievo cerca di ottenere un rimbalzo che allontani lateralmente il pallone per rendere più difficile il successivo colpo del compagno. La palla che rimbalza dal muro deve cadere ogni volta a terra oltre una linea disegnata a due metri dal muro. Un altra linea,perpendicolare al muro, divide il campo in una metà destra e una sinistra, il ragazzo deve colpire la palla con l'arto corrispondente. Si conquista il punto quando il compagno non riesce a far rimbalzare la palla nello specchio della porta o quando la palla cade nella zona di rispetto vicino al muro pallavolo-tennis segnare un campo le cui dimensioni rispettino l'età dei giocatori e la loro abilità, per la rete si possono utilizzare vari oggetti. Il colpo sulla palla è simile al gioco precedente. Il pallone può rimbalzare al massimo una volta prima di essere colpito, naturalmente può essere colpito al volo. Il punteggio è simile a quello del tennis. L'uso del braccio dx o sx avviene come nel gioco precedente, compresa la battuta.

8 Sport a Scuola la proposta della pallavolo 1, 2, 3..Volley 8 portieri si delimitano due porte a circa 5 metri di distanza l'una dall'altra, la larghezza di ciascuna è di circa 3 metri. I due ragazzi difendono ognuno la propria porta in posizione accosciata. La palla può essere colpita oltre che con gli avambracci anche con la mano aperta e va fatta rotolare verso la porta avversaria. Vince chi segna più reti in un tempo stabilito. pallavolo- calcio come sopra ma a squadre. Ex. per la posizione fondamentale con palla da fermi o con un piccolo spostamento lanciare la palla dal basso quindi fare un bagher lanciare la palla dal basso dietro la testa, girarsi ed effettuare un bagher esercizio a coppie: uno lancia la palla ed il compagno risponde in bagher esercizio a coppie: contro il muro posizionati uno di fianco all'altro. Effettuare un bagher frontale contro la parete e poi passare la palla al compagno sfruttando il successivo rimbalzo del muro. Gioco: nel cerchio Un cerchio è sostenuto verticalmente da un compagno che è posto in mezzo agli altri due compagni. Questi ultimi devono passarsi la palla in bagher, facendola passare attraverso il cerchio. N.B. si possono effettuare tutti gli esercizi proposti per il palleggio Esercizi per la posizione fondamentale con la palla e spostamenti antero-posteriori e laterali Esercizio a coppie: uno lancia la palla avanti o dietro rispetto alla posizione del compagno il quale si sposta e risponde con un bagher lo stesso esercizio ma con spostamento laterale Albertino si sposta in cerchio raggiungendo le posizioni di fronte ai compagni e respinge la palla in bagher che gli altri gli passano gioco dell'orologio: variante i ragazzi vengono posizionati in cerchio come in un orologio con un pallone a testa L'insegnante indica l'ora, quindi il ragazzo posizionato al centro respinge in bagher la palla lanciata dal compagno posizionato sull ora indicata

9 Sport a Scuola la proposta della pallavolo 1, 2, 3..Volley 9 BATTUTA DAL BASSO L'insegnamento della battuta avviene di pari passo a quello degli altri fondamentali ed introduce i gesti tecnici eseguiti con un solo braccio. La battuta quindi non è un movimento praticamente simmetrico della parte sinistra e destra del corpo come il palleggio e il bagher, ma tutta una serie di piccoli e grandi gesti eseguiti per favorire la motricità più utile di un solo arto. Posizione del corpo: Semieretto, rivolto verso il campo avversario con le gambe leggermente piegate ed il busto lievemente inclinato in avanti. Posizione degli arti inferiori: i piedi sono disposti l'uno davanti all'altro, leggermente sfalsati lateralmente e con avanti quello opposto al braccio che batte. Il peso è equamente diviso sui due appoggi, per passare su quello anteriore nella fase di uscita della palla. Azione degli arti superiori: la mano opposta a quella che batte sorregge la palla all'altezza del ginocchio e leggermente distante da esso, in maniera che la stessa si trovi davanti alla mano che batte, il cui braccio si muove in rapido e ampio movimento pendolare sfiorando la gamba corrispondente. Il pallone non viene lanciato, ma è semplicemente tolto da sotto la mano che lo sorregge per permettere la battuta dell'altra che colpirà la sfera con il palmo bene aperto. Esercizi di sensibilizzazione dell arto superiore usato per il servizio (movimento a pendolo) Lanci dal basso : lanciare la palla con la mano usata per il servizio far rotolare la palla sulle linee del campo per un breve tratto far rotolare la palla sotto le gambe di un compagno posto ad alcuni metri di distanza con le gambe divaricate, se la palla passa correttamente il compagno si allontana di un metro circa, ripetere quindi l'esercizio lanciare la palla contro il muro liberamente, sopra una linea preventivamente tracciata, verso un bersaglio lanciare la palla oltre la rete ad un compagno che a sua volta la ripassa, lanciando una volta sopra e una volta sotto lanciare la palla sopra la rete verso una zona del campo prestabilita o verso un bersaglio Battuta effettuare una serie di battute contro il muro liberamente, variando distanza dal muro e altezza della traiettoria effettuare battute verso bersagli disegnati sulla parete gioco: si segna una croce di due metri a circa 2-2,5 metri da terra. Posizionati a circa 5 metri dal muro si effettua una serie di 10 battute tirando la palla dove richiesto dall'insegnante, es: alto destra, basso sinistra, alto sinistra ecc. 1 punto per ogni bersaglio centrato. effettuare battute cercando di colpire sul rimbalzo del muro dei bersagli a terra battute a bersaglio con ostacolo verticale: la rete servire su un compagno che si dispone liberamente in campo: Arcangelo con la palla si dispone dietro la linea di battuta, Zoe si posiziona in un punto del campo invitando il compagno ad indirizzare la palla in quel punto disporre dei cerchi a cui viene assegnato un punteggio differente a seconda della difficoltà per centrarli. In una serie di dieci battute, vince chi totalizza più punti. I cerchi possono essere posizionati a distanze progressivamente maggiori per ricercare la giusta forza sulla palla, oppure posizionandoli a dx e sx rispetto alla posizione centrale del battitore, per ricercare la giusta direzione della traiettoria. disporre una serie di cerchi liberamente per il campo, quindi effettuare una serie di 12 battute da tre punti differenti della zona di servizio servire in zone del campo stabilite: verso la linea di fondo campo, delimitando lo spazio utile con materiale di vario genere ( tappetini, nastro adesivo, ecc.)

10 Sport a Scuola la proposta della pallavolo 1, 2, 3..Volley 10 lo stesso esercizio per le linee laterali e lo spazio subito dopo la rete. Gioco: tiro a bersaglio due squadre, ogni bambino ha un pallone. Sul campo opposto è disposta una serie di coni sulla cui sommità è posto un pallone. Scopo del gioco è quello di fare cadere tutti i bersagli della squadra avversaria nel minor tempo possibile. Il gioco può essere eseguito in contemporanea oppure in due o più manche. ATTACCO L?attacco è l'azione attraverso la quale si invia la palla nel campo avversario per ottenere il punto. Lo scopo è quello di far cadere la palla sul terreno dell'altro o di indurre all'errore l'avversario. L'attacco dovrebbe effettuarsi con l'azione del saltare, tuttavia la coordinazione necessaria per effettuare un'azione così complessa ha un livello molto elevato, pertanto soprattutto all'inizio si deve considerare attacco anche il pallone inviato sia in palleggio che in bagher. Saltare è la premessa indispensabile per sviluppare negli arti inferiori la motricità caratteristica dell'attacco. Il colpo di attacco può essere effettuato: con palleggio in salto con una mano: pallonetto o schiacciata Possiamo suddividere l'azione completa in tre fasi fondamentali: rincorsa stacco colpo sulla palla Esercizi per la rincorsa e lo stacco camminare liberamente; ad un segnale, effettuare un arresto ad un tempo lo stesso ma in due tempi saltare verso il basso da piccole altezze per sensibilizzare alla ricaduta dopo una fase di volo camminare liberamente per la palestra, ad un segnale dell'insegnante gli allievi effettuano un salto sul posto verso l'alto leggera corsa, ad un segnale arrestarsi e poi saltare lo stesso ma durante la fase di volo effettuare mezzo giro, un giro effettuare vari tipi di balzi a coppie Brunella lancia la palla in alto, Quirino la riprende durante la fase di volo a braccia distese, cercando di afferrare la palla nel punto più alto della traiettoria a coppie Umberto lancia la palla in alto parallelamente alla rete, Roberto la prende nel punto più alto dopo aver effettuato una breve rincorsa Esercizi per il colpo sulla palla una palla per ogni ragazzo, camminare liberamente per la palestra, alternare un palleggio ad una schiacciata a terra schiacciare la palla a terra cercando di farla rimbalzare il più in alto possibile l'insegnante tiene la palla in mano, il ragazzo effettua una breve rincorsa e quindi colpisce la palla ferma sulla mano lo stesso esercizio ma con la rete schiacciare la palla a terra e poi di rimbalzo contro il muro, cercando di riprenderla al volo lo stesso esercizio ma cercando di effettuare schiacciate consecutive lo stesso esercizio ma a coppie, passarsi la palla con una schiacciata

11 Sport a Scuola la proposta della pallavolo 1, 2, 3..Volley 11 lo stesso esercizio ma facendo superare la rete dopo il rimbalzo lanciarsi la palla in alto, quindi effettuare un palleggio dopo lo stacco lo stesso ma ad una mano lo stesso ma in schiacciata la stessa sequenza di esercizi può essere effettuata a coppie, uno lancia la palla e l'altro esegue l'esercizio, prima contro il muro, poi con la rete

12 Sport a Scuola la proposta della pallavolo 1, 2, 3..Volley 12 Modulo n 4 Organizzazione dello spazio di gioco Dall uno contro uno al tre contro tre Obiettivi e contenuti delle esercitazioni! saper difendere il proprio spazio! saper attaccare uno spazio Tutti in cerchio con la palla. Al via lanciare la palla in alto sulla propria posizione e quindi spostarsi di una posizione, recuperando il pallone lanciato dal compagno, dopo un rimbalzo o al volo. Esercizio a terne in una metà campo. A palleggia a B B palleggia a C C palleggia a A Prima in senso orario, poi in senso antiorario A gruppi di 4, dai e segui con un pallone. Se gli alunni sono molto in gamba e possibile eseguire lo stesso esercizio con due palloni, naturalmente occorre aumentare il numero dei giocatori. N.B. gli esercizi possono essere effettuati facendo compiere nel passaggio tra una posizione e l'altra, una capovolta, salto di un ostacolo, ecc. Esercizio a gruppi di 8 giocatori o più in una metà campo. Dalla posizione 1 il giocatore lancia la palla verso la posizione 2 quindi si sposta correndo verso la posizione 4.Il giocatore nella posizione 2 riceve la palla e la rilancia verso la posizione 1, quindi segue il proprio lancio spostandosi nella posizione 1 per riprendere da capo l'esercizio. Contemporaneamente il giocatore nella posizione 3 lancia la palla verso la posizione 4 e si sposta correndo verso la posizione 2, il giocatore nella posizione 4 riceve la palla e la rilancia verso la posizione 3 e si sposta verso di essa. L'esercizio può così continuare senza soluzione di continuità. Esercizio a coppie con rete Un giocatore lancia la palla in alto L altro colpisce la palla al volo in: palleggio bagher cercando di mandare la palla, oltre la rete, nei cerchi posti a terra. Per rendere l'esercizio più divertente assegnare punteggi diversi ai cerchi.

13 Sport a Scuola la proposta della pallavolo 1, 2, 3..Volley 13 Uno contro uno (con rete) Lanciare in vari modi in campo avversario: palleggio, battuta, bagher e lancio della palla a due mani in punti prestabiliti del campo. Lanciare liberamente il pallone a due mani nel campo avversario; la palla si riceve dopo un rimbalzo Stesso esercizio ma lanciare il pallone a due mani nel campo avversario nel punto in cui è posizionato il compagno Variante: la ripresa del pallone è fatta al volo La stessa sequenza di esercizi può essere eseguita con un campo più lungo, questo per consentire una maggiore sensibilizzazione agli spostamenti antero - posteriori, oppure con un campo più largo, per sensibilizzare gli spostamenti laterali. Dal punto vista metodologico è consigliabile proporre situazioni di gioco della palla sempre differenti. palla ferma con rimbalzo con palleggio di controllo palleggiando al volo palleggiando in bagher Allo stesso modo è altrettanto importante variare la forma del campo ed utilizzare sistemi di punteggio diversi Esercizi a coppie Battuta a turno A deve intercettare la palla battuta da B prima che tocchi terra Un punto per ogni palla ricevuta. Cambio dopo dieci battute Come esercizio sopra. A con un cerchio segue la traiettoria della palla e deve far passare la palla attraverso il cerchio stesso. Come esercizio precedente, ma il cerchio deve essere posizionato nel punto di caduta della palla. Difesa di uno spazio diviso a metà (ognuno difende la propria metà campo). A batte B riceve. Cambio dopo 10 battute. L'insegnante lancia la palla al di sopra della rete. Gli alunni devono intercettarla e poi riconsegnarla all'insegnante.

14 Sport a Scuola la proposta della pallavolo 1, 2, 3..Volley 14 Due contro due e tre contro tre La sequenza dei precedenti esercizi può essere ripetuta, sia nel 2 contro 2 che nel 3 contro 3, tenendo presente i principi di variazione (campo, rete, peso e dimensione della palla, regole, sistemi di punteggio), di ripetizione (per fissare gli apprendimenti, per memorizzare le abilità motorie e tattiche), della dinamicità (elevato numero di contatti con la palla, riduzione delle pause, cambiare spesso gioco). Due contro due La disposizione in campo può avvenire in due modi: uno dietro l'altro in modo che uno difende i palloni corti e l'altro quelli più lunghi uno fianco all'altro, difendendo così uno la parte destra ed uno quella sinistra. Tre contro tre La disposizione a triangolo in campo può avvenire in due modi. con un vertice sotto rete con due vertici sotto rete

15 Sport a Scuola la proposta della pallavolo 1, 2, 3..Volley 15 Modulo n 5 Torneo 1, 2, 3.Volley Regole di Gioco Organizzazione di una Manifestazione sportiva scolastica PARTECIPAZIONE 1, 2, 3 Volley è un torneo di minivolley riservato agli alunni delle classi prime della scuola media di primo grado prevede le seguenti fasi: di classe, d istituto, interscolastico (tra due o più scuole) e la Manifestazione finale di Minivolley. CARATTERISTICHE E REGOLE DI GIOCO Dimensione del campo di gioco 9 X 4.5 Altezza della rete 2,15 m Giocatori in campo 3 con obbligo di rotazione al servizio Ogni squadra deve essere composta da un minimo di 4 giocatori ad un massimo di 8. Ad ogni rotazione il giocatore che esce dal campo si deve posizionare in coda ai compagni in attesa rispettando il proprio turno di entrata in campo. Squadre miste con maschi e femmine L elenco giocatori potrà variare ad ogni partita ma un giocatore non può far parte di 2 squadre. Le partite avranno la durata di 1 set ai 25 punti. Si gioca col la formula Rally Point Sistem ( RPS), che assegna un punto per ogni azione di gioco La battuta deve essere effettuata dal basso o in palleggio senza che il giocatore calpesti la linea di fondo campo. La battuta è valida, purchè cada nel campo avversario pur toccando la rete. ARBITRAGGIO E effettuato, a turno, a carico degli allievi preferibilmente di terza media. L arbitro fischia l inizio del gioco e le interruzioni conseguenti al mancato rispetto delle seguenti regole: # Il giocatore tocca la rete # Il giocatore calpesta, la linea di fondo quando effettua la battuta # Il giocatore tocca due volte consecutive la palla # Il giocatore ferma la palla nelle mani # La palla e dentro o fuori # I quattro tocchi di palla da parte della stessa squadra

16 Sport a Scuola la proposta della pallavolo 1, 2, 3..Volley 16 ALLESTIMENTO DEL CAMPO DI GARA Si consiglia la sistemazione dei campi di gara, trasformando un campo di pallavolo come nella seguente figura: Scuole dotate di palestre più grandi possono distribuire i campetti in modo da avere maggior spazio tra essi. FASI DEL TORNEO Fase 1 Attività di classe L attività all interno della classe si può realizzare attraverso un torneo in modo da coinvolgere tutti gli alunni e proporre tecniche e regole del minivolley. Il gruppo classe potrà essere suddiviso in tre o quattro squadre che si confronteranno con la formula del girone all'italiana. Fase 2 Torneo d Istituto Potranno partecipare a questa fase tutte le prime classi dell istituto. Ogni classe a sua volta dovrà essere divisa in tre squadre e si incontreranno con la formula del concentramento a due o tre classi. Due classi stessa scuola Classe A - suddivisa in 3 squadre: A1,A2,A3 Classe B - suddivisa in 3 squadre: B1,B2,B3 Tre classi stessa scuola Classe A suddivisa in 3 squadre: A1, A2, A3 Classe B suddivisa in 3 squadre: B1, B2, B3 Classe C suddivisa in 3 squadre: C1, C2, C3 Le squadre giocheranno su tre campi divisi in tre concentramenti: incontri tra classi della stessa scuola DUE CLASSI TRE CLASSI Campo 1 Campo 2 Campo 3 incontri Campo 1 Campo 2 Campo 3 A1 B1 A2 B2 A3 B3 Partita 1 A1 B1 A2 B2 A3 B3 A1 B2 A2 B3 A3 B1 Partita 2 A1 C1 A2 C2 A3 C3 A1 B3 A2 B1 A3 B2 Partita 3 B1 C1 B2 C2 B3 C3

17 Sport a Scuola la proposta della pallavolo 1, 2, 3..Volley 17 Fase 3 Torneo interscolastico (tra due o più scuole) Potrà partecipare a questa fase la classe prima classificata nella fase d istituto dell istituto che si incontrerà con classi appartenenti a due o tre scuole. La formula è la stessa prevista per la fase d Istituto (incontri a due o tre classi di scuole diverse). Due classi scuole diverse Classe A - suddivisa in 3 squadre: A1,A2,A3 Classe B - suddivisa in 3 squadre: B1,B2,B3 Tre classi scuole diverse Classe A suddivisa in 3 squadre: A1, A2, A3 Classe B suddivisa in 3 squadre: B1, B2, B3 Classe C suddivisa in 3 squadre: C1, C2, C3 Le squadre giocheranno su tre campi divisi in tre concentramenti: incontri tra classi di diverse scuole DUE CLASSI TRE CLASSI Campo 1 Campo 2 Campo 3 incontri Campo 1 Campo 2 Campo 3 A1 B1 A2 B2 A3 B3 Partita 1 A1 B1 A2 B2 A3 B3 A1 B2 A2 B3 A3 B1 Partita 2 A1 C1 A2 C2 A3 C3 A1 B3 A2 B1 A3 B2 Partita 3 B1 C1 B2 C2 B3 C3 Terminati gli incontri sui tre campi si potranno formare altri incontri sempre con la formula dei tre concentramenti che verranno formati sulla base della classifica. Si precisa che la finalità di questa seconda fase non è di stabilire un vincitore ma di disputare partite il più possibile equilibrate. Campo 1 Campo 2 Campo 3 1 classificata campo 1 2 classificata campo 1 3 classificata campo 1 1 classificata campo 2 2 classificata campo 2 3 classificata campo 2 1 classificata campo 3 2 classificata campo 3 3 classificata campo 3 MANIFESTAZIONE PROVINCIALE Tutte le scuole che hanno partecipato al Torneo Volley saranno invitate di diritto alla manifestazione/festa provinciale conclusiva delle attività di minivolley.

Settore Giovanile Giochi ed esercizi nel MiniVolley

Settore Giovanile Giochi ed esercizi nel MiniVolley Giochi tradizionali adatti alla pallavolo ASINO Si può giocare in un numero imprecisato di bambini che si mettono in cerchio; si tira la palla a colui che lo precede e così via. Quando si sbaglia (la palla

Dettagli

I giochi tradizionali adatti alla pallavolo. Gli esercizi sul palleggio, bagher e battuta nel Minivolley

I giochi tradizionali adatti alla pallavolo. Gli esercizi sul palleggio, bagher e battuta nel Minivolley I giochi tradizionali adatti alla pallavolo e Gli esercizi sul palleggio, bagher e battuta nel Minivolley ricerca e composizione di: Rosario Ravalli docente regionale allenatori FIPAV Foggia Questo piccolo

Dettagli

ORGANIZZAZIONE DI UNA MANIFESTAZIONE SPORTIVA SCOLASTICA

ORGANIZZAZIONE DI UNA MANIFESTAZIONE SPORTIVA SCOLASTICA TORNEO DI MINIVOLLEY per le classi prime delle scuole secondarie di 1 grado ANNO SCOLASTICO 2011-2012 PRESENTAZIONE I Giochi Sportivi Studenteschi di PALLAVOLO della scuola secondaria di 1 grado prevedono

Dettagli

Minivolley: un età d oro per sviluppare, con i giochi, l entusiasmo di stare con gli amici in palestra

Minivolley: un età d oro per sviluppare, con i giochi, l entusiasmo di stare con gli amici in palestra 1 Minivolley: un età d oro per sviluppare, con i giochi, l entusiasmo di stare con gli amici in palestra Giochi di motricità generale con l utilizzo della palla. Dopo aver organizzato la palestra in tanti

Dettagli

TORNEO DI MINIVOLLEY per le classi prime delle scuole secondarie di 1 grado

TORNEO DI MINIVOLLEY per le classi prime delle scuole secondarie di 1 grado TORNEO DI MINIVOLLEY per le classi prime delle scuole secondarie di 1 grado ANNO SCOLASTICO 2008-2009 PRESENTAZIONE I Giochi Sportivi Studenteschi di PALLAVOLO della scuola secondaria di 1 grado prevedono

Dettagli

PROGETTO CLASSI IN...MOVIMENTO SCUOLA ELEMENTARE VALLICELLI DI VILLAFRANCA ATTIVITA DI GIOCO-SPORT ANNO SCOLASTICO 2007/08

PROGETTO CLASSI IN...MOVIMENTO SCUOLA ELEMENTARE VALLICELLI DI VILLAFRANCA ATTIVITA DI GIOCO-SPORT ANNO SCOLASTICO 2007/08 PROGETTO CLASSI IN...MOVIMENTO SCUOLA ELEMENTARE VALLICELLI DI VILLAFRANCA ATTIVITA DI GIOCO-SPORT ANNO SCOLASTICO 2007/08 PALLAVOLO BASKET ATLETICA SCHERMA TAMBURELLO ORIENTAMENTO CLASSI IV e V Insegnante

Dettagli

sommario Conoscere il corpo umano il mio registro 4 Chi sono 4 Come sono 5 Prove di valutazione 8

sommario Conoscere il corpo umano il mio registro 4 Chi sono 4 Come sono 5 Prove di valutazione 8 sommario Conoscere il corpo umano il mio registro 4 Chi sono 4 Come sono 5 Prove di valutazione 8 SCHEDE di valutazione 22 Classe prima 22 Classe seconda 25 Classe terza 28 Prove di abilità motorie e sportive

Dettagli

Milano Movimento Gioco Sport 2007-2008

Milano Movimento Gioco Sport 2007-2008 Milano Movimento Gioco Sport 2007-2008 1 1^- 2^ ELEMENTARE Il percorso ginnico individuale Giocatori: Tutti gli alunni si mettono in fila ed uno alla volta eseguono il percorso tracciato Campo di gioco:

Dettagli

di Andrea Monteverdi

di Andrea Monteverdi di Andrea Monteverdi PULCINI Stagione sportiva 2005/2006 Saranno effettuati due allenamenti al campo dove si cureranno gli obiettivi tecnico-tattici, e un allenamento in palestra dove sarà curato in particolar

Dettagli

IL MINIVOLLEY. Il gioco: 1 contro 1

IL MINIVOLLEY. Il gioco: 1 contro 1 A cura del Prof. Mario Testi - Testo del Prof. Loredano Rizzoni, Allenatore federale F.I.P.A.V. Il minivolley è un tipo d'attività ludica che utilizza i gesti tipici della pallavolo. In quest'attività

Dettagli

ALCUNE PROPOSTE PER INSEGNARLO

ALCUNE PROPOSTE PER INSEGNARLO I primi Giochi Easy : Il Palleggio ALCUNE PROPOSTE PER INSEGNARLO Insalata Mista. (stimolare l abitudine all utilizzo del palleggio) Dal palleggio in libertà tuttocampo dei bambini, dividere il campo in

Dettagli

Ai Dirigenti Scolastici Scuole Primarie e Secondarie di primo grado

Ai Dirigenti Scolastici Scuole Primarie e Secondarie di primo grado Milano, luglio 2015 Ai Dirigenti Scolastici Scuole Primarie e Secondarie di primo grado di Milano e Provincia Cortese Dirigente, sono lieto di inviarle il progetto LA PALLAVOLO VA A SCUOLA giunto alla

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA PALLAVOLO

FEDERAZIONE ITALIANA PALLAVOLO FEDERAZIONE ITALIANA PALLAVOLO IL MURO: DALL APPLICAZIONE APPLICAZIONE TECNICA ALL APPLICAZIONE APPLICAZIONE TATTICA PARTENDO DAL SETTORE GIOVANILE VERSO L ECCELLENZA Settore tecnico giovanile Squadre

Dettagli

1 TORNEO MASCHILE DI MINIVOLLEY DELLA SCUOLA DI PALLAVOLO LUBE

1 TORNEO MASCHILE DI MINIVOLLEY DELLA SCUOLA DI PALLAVOLO LUBE 1 TORNEO MASCHILE DI MINIVOLLEY DELLA SCUOLA DI PALLAVOLO LUBE La manifestazione si svolgerà presso il PALASPORT FONTESCODELLA DI MACERATA DOMENICA 7 NOVEMBRE 2010 Il ritrovo è fissato alle ore 13:15 Lo

Dettagli

Volley Project di Nicola Piccinini Ottobre 2009. Relatore: Prof. Nicola Piccinini

Volley Project di Nicola Piccinini Ottobre 2009. Relatore: Prof. Nicola Piccinini Volley Project di Nicola Piccinini Ottobre 2009 Relatore: Prof. Nicola Piccinini Introduzione Fondamentale da punto con alta valenza tecnico - tattica sia a livello individuale che di squadra. Collegato

Dettagli

Volley Ball Project di Nicola Piccinini Ottobre 2009

Volley Ball Project di Nicola Piccinini Ottobre 2009 Volley Ball Project di Nicola Piccinini Ottobre 2009 INTRODUZIONE Il bagher è un fondamentale di base nella pallavolo, cioè concorre con varianti diverse a formare i fondamentali complessi della ricezione

Dettagli

Minivolley: un età d oro per sviluppare, con i giochi, l entusiasmo di stare con gli amici in palestra

Minivolley: un età d oro per sviluppare, con i giochi, l entusiasmo di stare con gli amici in palestra Minivolley: un età d oro per sviluppare, con i giochi, l entusiasmo di stare con gli amici in palestra Giochi di motricità generale con l utilizzo della palla. Dopo aver organizzato la palestra in tanti

Dettagli

Tecnica e didattica dell Attacco nella pallavolo giovanile

Tecnica e didattica dell Attacco nella pallavolo giovanile Tecnica e didattica dell Attacco nella pallavolo giovanile TECNICA DELL ATTACCO Fondamentale importante in quanto presente in entrambe le fasi del gioco, spesso conclude l azione. A livello statistico

Dettagli

Esempi di esercitazioni sportive applicabili per la Settimana della Pallavolo. Special Olympics Italia. A cura. Serena Taccetti - Eleonora Ferrari

Esempi di esercitazioni sportive applicabili per la Settimana della Pallavolo. Special Olympics Italia. A cura. Serena Taccetti - Eleonora Ferrari Esempi di esercitazioni sportive applicabili per la Settimana della Pallavolo Special Olympics Italia A cura di Serena Taccetti - Eleonora Ferrari Durata: 1 ora (a seconda del tempo a disposizione si potrà

Dettagli

PALLAVOLO campo di gioco

PALLAVOLO campo di gioco PALLAVOLO campo di gioco Geometria di un campo di gioco di pallavolo (visto dall'alto). Le partite di pallavolo si disputano al coperto, la zona libera deve misurare almeno 3 metri dalle linee di fondo

Dettagli

Con un gioco si possono lavorare diversi aspetti: Come proporre un gioco:

Con un gioco si possono lavorare diversi aspetti: Come proporre un gioco: Il gioco se usato e svolto in una maniera consona, farà si che l' allievo si diverta e nello stesso tempo raggiunga degli scopi precisi che voi vi siete proposti. Con un gioco si possono lavorare diversi

Dettagli

In quanti modi posso lanciare ed afferrare la palla? Chi riesce a?

In quanti modi posso lanciare ed afferrare la palla? Chi riesce a? CARATTERISTICHE GENERALI DEI GIOCHI INDIVIDUALI CON UN ATTREZZO Gioco con l attrezzo Manipolazioni, da solo: lanciare, afferrare, Per riuscire a gestire far rotolare, l attrezzo. calciare. Per riuscire

Dettagli

L ATTACCO. Appunti. Principali problematiche:

L ATTACCO. Appunti. Principali problematiche: L ATTACCO Appunti Principali problematiche: L attacco deve essere considerato come tema permanente di ogni seduta di allenamento. Ore di lavoro specifico sull attacco della nazionale juniores femminile:

Dettagli

COME LAVORA L ALLENATORE DEI GIOVANI

COME LAVORA L ALLENATORE DEI GIOVANI COME LAVORA L ALLENATORE DEI GIOVANI PORTIERI di: DEFLORIO VITO Laureato in Scienze Motorie Preparatore dei Portieri INTRODUZIONE Questo lavoro e frutto della mia esperienza come allenatore dei giovani

Dettagli

VADEMECUM DELLA PALLAVOLO

VADEMECUM DELLA PALLAVOLO VADEMECUM DELLA PALLAVOLO A. Il campo Il campo della pallavolo misura 18x9 metri ed é diviso in due metá uguali dalla linea di metá campo sopra la quale corre le rete. La linea di metá campo appartiene

Dettagli

AGGIORNAMENTO DI PALLANUOTO LATISANA 12 OTTOBRE 20014

AGGIORNAMENTO DI PALLANUOTO LATISANA 12 OTTOBRE 20014 AGGIORNAMENTO DI PALLANUOTO LATISANA 12 OTTOBRE 20014 Programma del corso INTRODUZIONE ALLA PALLANUOTO (nella scuola nuoto, regolamenti generali, le categorie giovanili) I FONDAMENTALI NELLA PALLANUOTO

Dettagli

Istituto Kandinsky Anno Scolastico 2011-2012. PROGRAMMA di SCIENZE MOTORIE - CLASSI PRIME

Istituto Kandinsky Anno Scolastico 2011-2012. PROGRAMMA di SCIENZE MOTORIE - CLASSI PRIME Istituto Kandinsky Anno Scolastico 2011-2012 PROGRAMMA di SCIENZE MOTORIE - CLASSI PRIME -Accoglienza: discussione sull importanza della materia Scienze Motorie -Questionario d ingresso sull attività motoria

Dettagli

GIOCHI MINIBASKET. 1) Il gioco dei nomi. 2) Il gambero

GIOCHI MINIBASKET. 1) Il gioco dei nomi. 2) Il gambero GIOCHI MINIBASKET Questi giochi sono stati tratti da alcuni libri e talvolta modificati per adattarli al nostro gioco. Adatti per diverse età. Buon lavoro. 1) Il gioco dei nomi Obiettivi: conoscere i compagni,

Dettagli

Autore: Maurizio Bruni Sito proponente: Alleniamo.com MESE DI SETTEMBRE 2007 CATEGORIA ESORDIENTI 1995. Allenatore Maurizio Bruni

Autore: Maurizio Bruni Sito proponente: Alleniamo.com MESE DI SETTEMBRE 2007 CATEGORIA ESORDIENTI 1995. Allenatore Maurizio Bruni Autore: Maurizio Bruni Sito proponente: Alleniamo.com MESE DI SETTEMBRE 2007 CATEGORIA ESORDIENTI 1995 Allenatore Maurizio Bruni MESE DI SETTEMBRE OBIETTIVI TECNICI Palleggio individuale Conduzione della

Dettagli

Indice INDICE. Introduzione... 3. Metodologia. Unità didattiche

Indice INDICE. Introduzione... 3. Metodologia. Unità didattiche INDICE Introduzione... 3 Dall educazione motoria al Minivolley 10 Unità didattiche: momenti di un percorso... 4 Metodologia...7 Elementi base del Gioco Minivolley....8 Metodologia Progressione didattica

Dettagli

PROGRAMMA CORSO LND PER ALLENATORI DI PRIMA, SECONDA, TERZA CATEGORIA E JUNIORES REGIONALI TECNICA E TATTICA INDIVIDUALE

PROGRAMMA CORSO LND PER ALLENATORI DI PRIMA, SECONDA, TERZA CATEGORIA E JUNIORES REGIONALI TECNICA E TATTICA INDIVIDUALE PROGRAMMA CORSO LND PER ALLENATORI DI PRIMA, SECONDA, TERZA CATEGORIA E JUNIORES REGIONALI TECNICA E TATTICA INDIVIDUALE Recupero della palla ( anticipo, intercettamento, contrasto) Marcamento ( principi

Dettagli

PULCINI. Programma MILAN LAB

PULCINI. Programma MILAN LAB PULCINI Programma MILAN LAB SEDUTA DI ALLENAMENTO PULCINI 40% SCHEMI MOTORI DI BASE CAPACITÀ MOTORIE 60% CAPACITÀ COORDINATIVE 50% 10% CAPACITÀ CONDIZIONALI Rapidità BASSO GRADO DI DIFFICOLTÀ MEDIO GRADO

Dettagli

IL BALL-HANDLING NEL MINIBASKET

IL BALL-HANDLING NEL MINIBASKET www.minibasket.it IL BALL-HANDLING NEL MINIBASKET Prof. Maurizio Mondoni Premessa La palla, meglio di qualsiasi altro attrezzo, è un elemento simbolico, motivazionale, simpatico e data la sua poliedricità

Dettagli

Categoria Esordienti: il lavoro di campo dell Empoli Giovani FC.

Categoria Esordienti: il lavoro di campo dell Empoli Giovani FC. N.66 LUGLIO-AGOSTO 2009 RIVISTA ELETTRONICA DELLA CASA EDITRICE WWW.ALLENATORE.NET REG. TRIBUNALE DI LUCCA N 785 DEL 15/07/03 SEDE VIA E.FRANCALANCI 418 55054 BOZZANO (LU) TEL. 0584 976585 - FAX 0584 977273

Dettagli

Corso per allenatori di 1 livello LEZIONE nr 3

Corso per allenatori di 1 livello LEZIONE nr 3 Corso per allenatori di 1 livello LEZIONE nr 3 IMPARARE LA TECNICA CON IL GIOCO Stefano Faletti FONDAMENTALI TECNICI RICEVERE CONTROLLARE COLPIRE lo STOP GUIDA DELLA PALLA DRIBBLING PASSAGGIO TIRO COLPO

Dettagli

Regolamento del Torneo di Pallavolo Misto

Regolamento del Torneo di Pallavolo Misto Regolamento del Torneo di Pallavolo Misto Si tratta di una versione ridotta e parzialmente modificata del Regolamento Ufficiale della Federazione Italiana Pallavolo (al quale, peraltro, ci si atterrà per

Dettagli

PROGETTO IN COLLABORAZIONE CON LA SCUOLA PALLAVOLANDO CON LA CARTELLA

PROGETTO IN COLLABORAZIONE CON LA SCUOLA PALLAVOLANDO CON LA CARTELLA Direzione Didattica Statale ed Istituto Comprensivo di Cattolica PROGETTO IN COLLABORAZIONE CON LA SCUOLA PALLAVOLANDO CON LA CARTELLA 1 Giocare e svolgere attività sportive a scuola CONCETTI GENERALI

Dettagli

Esito del sit test Maschi Femmine

Esito del sit test Maschi Femmine TC 1 Test dell accovacciamento (sit test) È una prova estremamente semplice da eseguire, ma che richiede buona coordinazione e un perfetto equilibrio muscolare tra estensori e flessori del ginocchio. Dove

Dettagli

Disegnare il basket. di Andrea Capobianco

Disegnare il basket. di Andrea Capobianco Disegnare il basket di Andrea Capobianco L efficacia della comunicazione è legata ad una buona conoscenza del linguaggio utilizzato. L uso della rappresentazione icnica presuppone necessariamente la condivisione

Dettagli

I PREREQUISITI MOTORI DELL APPRENDIMENTO DELLA TECNICA * * * * * *

I PREREQUISITI MOTORI DELL APPRENDIMENTO DELLA TECNICA * * * * * * 21 Lunedì 26 Agosto, ore 13,00 Prof. MARCO TAMANTINI Premessa I PREREQUISITI MOTORI DELL APPRENDIMENTO DELLA TECNICA * * * * * * Il messaggio che vorrei lanciare è di porre in risalto l obiettivo di migliorare

Dettagli

IL MINIVOLLEY. MIUR Ufficio Scolastico Regionale per la Calabria Ambito Territoriale Vibo Valentia A.S. 2013-2014. Progetto: "UNA REGIONE IN MOVIMENTO

IL MINIVOLLEY. MIUR Ufficio Scolastico Regionale per la Calabria Ambito Territoriale Vibo Valentia A.S. 2013-2014. Progetto: UNA REGIONE IN MOVIMENTO MIUR Ufficio Scolastico Regionale per la Calabria Ambito Territoriale Vibo Valentia A.S. 2013-2014 Progetto: "UNA REGIONE IN MOVIMENTO IL MINIVOLLEY Prof. Carmine Cavallaro GIOCOSPORT Premessa Mentre dagli

Dettagli

REGOLAMENTO MINIVOLLEY 2012 2013

REGOLAMENTO MINIVOLLEY 2012 2013 REGOLAMENTO MINIVOLLEY 2012 2013 Il Minivolley può essere praticato per l anno 2012/2013 dagli atleti e dalle atlete nati/e negli anni 2001 / 2002 / 2003 / 2004/ 2005 / 2006 / 2007 così suddivisi: Propedeutico:

Dettagli

Kids Volley. Regole di gioco e guida alla formazione. Swiss Volley Zieglerstrasse 29 3000 Berna 14. www.volleyball.ch. Versione 3 Ottobre 2012

Kids Volley. Regole di gioco e guida alla formazione. Swiss Volley Zieglerstrasse 29 3000 Berna 14. www.volleyball.ch. Versione 3 Ottobre 2012 Kids Volley Regole di gioco e guida alla formazione Swiss Volley Zieglerstrasse 29 3000 Berna 14 Versione 3 Ottobre 2012 www.volleyball.ch Indice Spiegazioni 3 Livello 1 (4:4) 4 Regole di gioco 4 Guida

Dettagli

Esercizi aerobici con palla

Esercizi aerobici con palla Esercizi aerobici con palla Passaggio, conduzione, cross, colpo di testa, dribbling, tiro e difesa individuale sono gli aspetti tecnici stimolati dal circuito. Forza veloce, agilità e forza pliometrica

Dettagli

minimo cinque passaggi consecutivi e goal valido solo con colpo di testa sulla traversa oppure su una porticina.

minimo cinque passaggi consecutivi e goal valido solo con colpo di testa sulla traversa oppure su una porticina. PARTITA BOWLING si gioca una partita normale con due o più palloni. Chi abbatte il cono lascia il pallone agli avversari e corre verso la propria porta a sistemare il cono in linea con gli altri. Vince

Dettagli

Palla a muro con una mano sola su un piede solo girando le spalle al muro

Palla a muro con una mano sola su un piede solo girando le spalle al muro Palla a muro Il gioco è molto semplice e consiste nel tirare una palla contro un muro per poi riprenderla senza farla cadere. Le regole che governano il gioco sono dettate dalle stesse filastrocche che

Dettagli

IL MINIBASKET in ITALIA :

IL MINIBASKET in ITALIA : IL MINIBASKET in ITALIA : l Emozione, la Scoperta e il Gioco. I primi intervento per l angolo tecnico del nostro sito li voglio prendere da una delle esperienze professionalmente più gratificanti della

Dettagli

un nuovo modo di fare calcio

un nuovo modo di fare calcio un nuovo modo di fare calcio I Piccoli Amici Si parte da qui! E l inizio del percorso calcistico, un inizio che di anno in anno viene sempre più anticipato. Un momento in cui è essenziale gettare le basi

Dettagli

ESERCIZI FISICI Esercizio 1. Schiena e spalle Esercizio 2. Collo e vertebre cervicali

ESERCIZI FISICI Esercizio 1. Schiena e spalle Esercizio 2. Collo e vertebre cervicali ESERCIZI FISICI Sono utili da eseguire prima o dopo la pratica sul pianoforte, per sciogliere, allungare e rinforzare le parti coinvolte nell azione pianistica. Devono essere affrontati con ritmo cadenzato

Dettagli

IL GIOCO NEL MINIBASKET

IL GIOCO NEL MINIBASKET 88 Premessa IL GIOCO NEL MINIBASKET Inizierò con un gioco di collaborazione e di rapidità per immergerci subito nel cuore di questa lezione. Poichè l argomento è Il Gioco nel Minibasket, vorrei partire

Dettagli

ESERCITAZIONE 1 ESERCITAZIONE 2

ESERCITAZIONE 1 ESERCITAZIONE 2 PASSAGGIO ESERCITAZIONE 1 - I giocatori vengono divisi in 3 gruppi di diverso colore. 1A) Con le mani passare la palla al colore diverso 1B) Con i piedi passare la palla al colore diverso 2A) Con le mani

Dettagli

Ed ecco come funziona

Ed ecco come funziona Ed ecco come funziona scuola in movimento è un programma nazionale dell Ufficio federale dello sport che promuove e sostiene il movimento quotidiano a scuola. Le scuole e le classi partecipanti si impegnano

Dettagli

LA PALLAVOLO. La storia della pallavolo

LA PALLAVOLO. La storia della pallavolo LA PALLAVOLO La storia della pallavolo Già nell'antichità esistevano giochi con la palla che possono essere considerati i predecessori della pallavolo. I Romani, per esempio, eseguivano esercizi con la

Dettagli

CORSO DI AGGIORNAMENTO PER DOCENTI di SCIENZE MOTORIE/ EDUCAZIONE FISICA

CORSO DI AGGIORNAMENTO PER DOCENTI di SCIENZE MOTORIE/ EDUCAZIONE FISICA CORSO DI AGGIORNAMENTO PER DOCENTI di SCIENZE MOTORIE/ EDUCAZIONE FISICA Programma PARTE PRIMA (tre ore) I N P A L E S T R A QUATTRO GIOCHI CON LA PALLA PER ARRIVARE AL BASEBALL/SOFTBALL 1. TIRA E CORRI

Dettagli

EQUILIBRIO - Metodologia dell allenamento Parte seconda - Luciano Orano Patavium Basket Padova

EQUILIBRIO - Metodologia dell allenamento Parte seconda - Luciano Orano Patavium Basket Padova EQUILIBRIO - Metodologia dell allenamento Parte seconda - Luciano Orano Patavium Basket Padova aumento difficolta per mezzo di forze disequilibranti. aumento difficolta per mezzo di piattaforme instabili.

Dettagli

Rotazione. Sostituzione NORME DI BASE Terreno e attrezzature di gioco. Dimensioni. Superficie di gioco. Linee. Partita e punteggio. Zona d'attacco.

Rotazione. Sostituzione NORME DI BASE Terreno e attrezzature di gioco. Dimensioni. Superficie di gioco. Linee. Partita e punteggio. Zona d'attacco. PALLAVOLO La pallavolo fu ideata nel 1895 da William G. Morgan, insegnante di educazione fisica, ma solo ventisette anni dopo fu possibile organizzare il primo torneo internazionale che si disputò a New

Dettagli

ESERCIZI E GIOCHI DI PREATLETICA SPECIFICA. Prof. Francesco Pirillo. Introduzione

ESERCIZI E GIOCHI DI PREATLETICA SPECIFICA. Prof. Francesco Pirillo. Introduzione ESERCIZI E GIOCHI DI PREATLETICA SPECIFICA Prof. Francesco Pirillo Introduzione Abbiamo cercato, con questa ricerca, di preparare degli esercizi e dei giochi che possano avvicinare i giova del pugilato

Dettagli

Test per gli arti superiori

Test per gli arti superiori Test per gli arti superiori TF 1 Lancio della palla medica È uno dei più classici e semplici test per la forza, che si fa lanciando palle di vario peso. Chi è più alto è favorito perché ha leve più lunghe

Dettagli

SCHEDE GIOCHI SCUOLA DELL INFANZIA

SCHEDE GIOCHI SCUOLA DELL INFANZIA SCHEDE GIOCHI SCUOLA DELL INFANZIA (A cura di Paolo Ligas) SCHEDA N 1 Percorso 3/4 Pallavolando Il primo giocatore di ogni squadra al Via parte esegue 2 rotolamenti su un materassino, salta l ostacolo,

Dettagli

CENTRO DI QUALIFICAZIONE PROVINCIALE ROMA GUIDA TECNICA SETTORE FEMMINILE

CENTRO DI QUALIFICAZIONE PROVINCIALE ROMA GUIDA TECNICA SETTORE FEMMINILE CENTRO DI QUALIFICAZIONE PROVINCIALE ROMA GUIDA TECNICA SETTORE FEMMINILE GUIDA TECNICA FEMMINILE INTRODUZIONE LA RICEZIONE ANALISI TECNICA DEL FONDAMENTALE: ESERCIZI PER LA SENSIBILIZZAZIONE DEL BAGHER

Dettagli

Relazione Minibasket n 2

Relazione Minibasket n 2 Prof. Piergiorgio Manfre Basket Verbano Relazione Minibasket n 2 Ipotesi di lezioni per allievi 9 10 anni Premessa................................................... Proposte didattiche-tecniche.................................

Dettagli

SCUOLA CALCIO HELLAS VERONA STAGIONE 2012/13 Categoria pulcini 2003/04

SCUOLA CALCIO HELLAS VERONA STAGIONE 2012/13 Categoria pulcini 2003/04 SCUOLA CALCIO HELLAS VERONA STAGIONE 2012/13 Categoria pulcini 2003/04 Mesociclo: settembre/ottobre Obiettivo motorio/coordinativo: sviluppo cap. oculo-manuale, oculo-podale, di anticipazione e scelta

Dettagli

I salti a scuola. Corso di aggiornamento tenuto dal prof. Balsamo Giuseppe

I salti a scuola. Corso di aggiornamento tenuto dal prof. Balsamo Giuseppe I salti a scuola Corso di aggiornamento tenuto dal prof. Balsamo Giuseppe A scuola noi vogliamo Educare con il salto, cioè arricchire la motricità di base dei nostri alunni con una ampia gamma di attività

Dettagli

LA PALLAVOLO LO SAPEVI CHE... COME SI GIOCA

LA PALLAVOLO LO SAPEVI CHE... COME SI GIOCA LA PALLAVOLO LO SAPEVI CHE... fu un istruttore del Massachusetts di nome William G. Morgan che alla fine dell'ottocento inventò questo sport? Egli infatti decise di unire elementi di basket, tennis e pallamano

Dettagli

TECNICA E TATTICA VOLLEY

TECNICA E TATTICA VOLLEY TECNICA E TATTICA VOLLEY Dalla posizione di attesa, e a seconda del tipo di attacco avversario, il muro e la difesa optano per dei cambiamenti di posizione, al fine di rendere più facile la ricostruzione.

Dettagli

OBIETTIVI DELL ATTIVITA FISICA DEI BAMBINI DAI 6 AGLI 11 ANNI SECONDA PARTE LA CORSA

OBIETTIVI DELL ATTIVITA FISICA DEI BAMBINI DAI 6 AGLI 11 ANNI SECONDA PARTE LA CORSA OBIETTIVI DELL ATTIVITA FISICA DEI BAMBINI DAI 6 AGLI 11 ANNI SECONDA PARTE LA CORSA Dopo avere visto e valutato le capacità fisiche di base che occorrono alla prestazione sportiva e cioè Capacità Condizionali

Dettagli

Presentazioni pratiche integrate del modello culturale di riferimento

Presentazioni pratiche integrate del modello culturale di riferimento 2012 Federazione Italiana Pallacanestro SGMS Presentazioni pratiche integrate del modello culturale di riferimento A cura di Maurizio Cremonini - Tecnico Federale Settore Giovanile Minibasket Scuola 0

Dettagli

ALLIEVI. Programma MILAN LAB

ALLIEVI. Programma MILAN LAB ALLIEVI Programma MILAN LAB SEDUTA DI ALLENAMENTO ALLIEVI CAPACITÀ MOTORIE 100% CAPACITÀ COORDINATIVE 10% 90% CAPACITÀ CONDIZIONALI Rapidità/Velocità 20% Resistenza 30% Forza (didattica) 20% Flessibilità

Dettagli

10 Lezioni di Minibasket

10 Lezioni di Minibasket 10 Lezioni di Minibasket LEZIONE N. 1 FASE INIZIALE 001. Esercizi e giochi di trattamento della palla sul posto e in movimento ad elevata intensità di esecuzione. 002. SPRINT: i bambini palleggiano per

Dettagli

ESERCIZI PER IL MIGLIORAMENTO DELLA MOBILITÀ ARTICOLARE E PER L ALLUNGAMENTO MUSCOLARE

ESERCIZI PER IL MIGLIORAMENTO DELLA MOBILITÀ ARTICOLARE E PER L ALLUNGAMENTO MUSCOLARE ESERCIZI PER IL MIGLIORAMENTO DELLA MOBILITÀ ARTICOLARE E PER L ALLUNGAMENTO MUSCOLARE ARTICOLAZIONI DELLA CAVIGLIA Flessioni del piede da stazione eretta con la punta su un rialzo o contro una parete

Dettagli

LA PALLAVOLO. Fondamentali individuali Regolamento

LA PALLAVOLO. Fondamentali individuali Regolamento LA PALLAVOLO Fondamentali individuali Regolamento FIPAV FEDERAZIONE ITALIANA PALLAVOLO E una Federazione sportiva. Tutte le Federazioni sportive sono affiliate al CONI ( Comitato Olimpico Nazionale ) a

Dettagli

Contro la parete. Principianti (2 punti per ogni ripetizione) Avanzati (3 punti per ogni ripetizione) Esperti (4 punti per ogni ripetizione)

Contro la parete. Principianti (2 punti per ogni ripetizione) Avanzati (3 punti per ogni ripetizione) Esperti (4 punti per ogni ripetizione) Contro la parete Lanciare la palla a due mani contro una parete e riprenderla. Palleggiare la palla contro la parete senza interruzione. Far rimbalzare due palloni contemporaneamente contro la parete usando

Dettagli

GIOCHI PER BAMBINI ADATTATI AL CALCIO

GIOCHI PER BAMBINI ADATTATI AL CALCIO GICHI PER BAMBINI ADATTATI AL CALCI MAG LIBER: un bambino è il mago deve rincorrere e toccare i suoi compagni, quando vieni preso ti devi fermare mantenendo una posizione decisa dall istruttore. Se un

Dettagli

Progetto Crescere Giocando

Progetto Crescere Giocando Progetto Crescere Giocando Metodologia e progressione didattica di insegnamento del gioco-sport Minibasket e relativi obiettivi: ipotesi di lezione per bambini/e di 6-7 anni. Lezione 1: Obiettivo: migliorare

Dettagli

Descrizione e analisi tecnica dell attacco Esercizi d iniziazione e perfezionamento

Descrizione e analisi tecnica dell attacco Esercizi d iniziazione e perfezionamento Descrizione e analisi tecnica dell attacco Esercizi d iniziazione e perfezionamento Giuseppe BOSETTI Relazione al Corso di aggiornamento per allenatori di 1 grado e allievi allenatori CP Fipav Varese -

Dettagli

Scienze Motorie e Sportive

Scienze Motorie e Sportive Scienze Motorie e Sportive GLOSSARIO DEI MOVIMENTI GINNASTICI E SPORTIVI (Testo e disegni di Stelvio Beraldo) DOCENTE: prof Pieraldo Carta CLASSI: 1^A, 1^B, 2^B A.S. 2013-2014 1 Atteggiamenti POSIZIONI

Dettagli

I tiri principali nel badminton

I tiri principali nel badminton I tiri principali nel badminton 4 2 3 5 6 1 Drop a rete 2 Pallonetto (lob) 3 Drive 4 Clear 5 Drop 6 Smash (schiacciata) 1 Traiettoria Definizione Impugnatura 1 Drop a rete Rovescio Sequenza fotografica

Dettagli

IL TIRO IN PORTA. Corso CONI FIGC stagione 2011 Melegnano 02 Dicembre 2011. Rubiu Stefano

IL TIRO IN PORTA. Corso CONI FIGC stagione 2011 Melegnano 02 Dicembre 2011. Rubiu Stefano Rubiu Stefano Corso CONI FIGC stagione 2011 Melegnano 02 Dicembre 2011 IL TIRO IN PORTA Il tiro in porta rappresenta l azione conclusiva delle varie strategie di gioco, al fine di raggiungere l obiettivo

Dettagli

Pallacanestro Calcio Pallamano Unihockey

Pallacanestro Calcio Pallamano Unihockey > Abilità nei giochi 8ª Classe Pallacanestro Calcio Pallamano Unihockey La valutazione dell abilità nei giochi avviene durante e al termine processo d apprendimento. Giochi Pallacanestro Calcio Pallamano

Dettagli

LA PIRAMIDE DEL MOVIMENTO: educhiamo gli schemi motori di base per ottenere abilità motorie. LEZIONE bambini 6/8 anni

LA PIRAMIDE DEL MOVIMENTO: educhiamo gli schemi motori di base per ottenere abilità motorie. LEZIONE bambini 6/8 anni LA PIRAMIDE DEL MOVIMENTO: educhiamo gli schemi motori di base per ottenere abilità motorie LEZIONE bambini 6/8 anni ( adattamento allo spazio) Muoversi liberamente nella palestra palleggiando, Cambiare

Dettagli

Il Rugby in 5 minuti

Il Rugby in 5 minuti FEDERAZIONE ITALIANA RUGBY Il Rugby in 5 minuti a cura della 3^ edizione 2009-10 IL TERRENO Il Terreno è la superficie totale di gioco, indicata nella pianta. Esso comprende: Il Campo di Gioco è l area

Dettagli

REGOLE DI GIOCO 2014 2015 OUTDOOR HOCKEY A CINQUE REGOLAMENTO SPERIMENTALE TECNICO

REGOLE DI GIOCO 2014 2015 OUTDOOR HOCKEY A CINQUE REGOLAMENTO SPERIMENTALE TECNICO REGOLE DI GIOCO 2014 2015 OUTDOOR HOCKEY A CINQUE REGOLAMENTO SPERIMENTALE TECNICO Approvato con Decreto del Commissario Straordinario n. 45/2014 Articolo 1 SQUADRE a) La gara viene giocata da due squadre.

Dettagli

ATTIVITA MOTORIA DAI 5 AI 7 ANNI PREMESSA

ATTIVITA MOTORIA DAI 5 AI 7 ANNI PREMESSA ATTIVITA MOTORIA DAI 5 AI 7 ANNI PREMESSA DAI 5 AI 7 ANNI LO SCOPO FONDAMENTALE DELL ALLENAMENTO E CREARE SOLIDE BASI PER UN GIUSTO ORIENTAMENTO VERSO LE DISCIPLINE SPORTIVE DELLA GINNASTICA. LA PREPARAZIONE

Dettagli

REGOLAMENTO MINIVOLLEY TOUR PROVINCIALE MANTOVA

REGOLAMENTO MINIVOLLEY TOUR PROVINCIALE MANTOVA REGOLAMENTO MINIVOLLEY TOUR PROVINCIALE MANTOVA CI IMPEGNAMO PER Orientare l attività a tutela dei diritti del bambino atleta. Attraverso le sue esperienze e le opportunità che gli verranno offerte potrà

Dettagli

allenare gli attaccanti nella ricerca della posizione ottimale per andare a rete

allenare gli attaccanti nella ricerca della posizione ottimale per andare a rete Smarcamento Mini partite 3>3 su un quadrato di 15x15. Goal valido solo dopo aver effettuato uno stop agli angoli del campo di gioco. 4>2 su un quadrato di 15x15. Il goal viene realizzato su stop su uno

Dettagli

GIOCHI DI STRATEGIA Giochi di potere!!!.

GIOCHI DI STRATEGIA Giochi di potere!!!. GIOCHI DI STRATEGIA Giochi di potere!!!. Dopo avere dedicato ampio spazio nei precedenti interventi al modello culturale del nostro Minibasket raccontando l esperienza finlandese, ora vorrei rivolgere

Dettagli

Sviluppo delle attività con la palla

Sviluppo delle attività con la palla lo sport a scuola Sviluppo delle attività con la palla percorso n. 5 Attrezzatura: - un campo da Minivolley - una palla per ogni bambino Scansione delle attività: 1. Fase motoria 2. Fase espressivo-analogica

Dettagli

34 Posizioni del Pugilato che protegge il corpo 1

34 Posizioni del Pugilato che protegge il corpo 1 34 Posizioni del Pugilato che protegge il corpo 1 Posizione preparatoria 2 : con entrambi i piedi ravvicinati parallelamente, ergersi con naturalezza mantenendo ferma la {posizione di} attenti; ambedue

Dettagli

Prova n. 1 LEGER TEST

Prova n. 1 LEGER TEST Prova n. 1 LEGER TEST La prova si svolge su un percorso delimitato da due coni, posti alla distanza di 20 mt l uno dall altro. Il candidato deve percorrere a spola la distanza tra i due coni, passando

Dettagli

COMUNICATO MiniVolley SPECIALE REGOLE DI GIOCO

COMUNICATO MiniVolley SPECIALE REGOLE DI GIOCO COMUNICATO MiniVolley SPECIALE REGOLE DI GIOCO FIPAV VERONA SEDE c/o STADIO BENTEGODI Piazzale Olimpia CURVA SUD CANCELLO E/20 37138 VERONA Tel 045/580192 - fax 045/580325 Rec. Corrispondenza c/0 PALASPORT

Dettagli

Giglioli Mauro IL MURO

Giglioli Mauro IL MURO Giglioli Mauro IL MURO Il muro è la prima linea di difesa della squadra. Fare muro è una manovra esplosiva che assolve a diverse funzioni. La funzione primaria è intercettare l attacco avversario e respingerlo

Dettagli

PROGRAMMA TECNICO IL CONTROLLO DELLA PALLA PROGRESSIONE

PROGRAMMA TECNICO IL CONTROLLO DELLA PALLA PROGRESSIONE PROGRAMMA TECNICO Il Programma Tecnico vuole essere uno strumento di lavoro e di supporto, agli istruttori e ai tecnici della nostra Scuola Calcio, alla formazione dei bambini e delle bambine che muovono

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE DI TRIVENTO

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE DI TRIVENTO ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE DI TRIVENTO PROGETTO RELATIVO AI GIOCHI SPORTIVI STUDENTESCHI ANNO SCOLASTICO 2007/2008 Nell ambito dell organizzazione dei giochi sportivi studenteschi,

Dettagli

LA PALLAVOLO PER I PRINCIPIANTI (MINI-VOLLEY E PALLAVOLO DI MASSA)

LA PALLAVOLO PER I PRINCIPIANTI (MINI-VOLLEY E PALLAVOLO DI MASSA) LA PALLAVOLO PER I PRINCIPIANTI (MINI-VOLLEY E PALLAVOLO DI MASSA) Hiroshi Toyoda, presidente della Commissione allenatori della FIVB 1. Prima dell allenamento Prima di iniziare l allenamento di pallavolisti

Dettagli

ALLENAMENTO 1D FEMMINILE

ALLENAMENTO 1D FEMMINILE ALLENAMENTO 1D FEMMINILE Corsisti: Ballardini Samuele, Ceccarini Barbara, Rossi Giacomo INTRODUZIONE Nelle ultime partite la squadra allenata (1 divisione femminile) ha avuto un'efficacia in attacco del

Dettagli

GIOCHI SENZA SQUADRE

GIOCHI SENZA SQUADRE GIOCHI SENZA SQUADRE Età: 5-8 anni Questi giochi (50) sono proposti nel seguente modo: si ritaglia la descrizione del gioco, si piega il pezzo di carta e s inseriscono tutti i 50 foglietti in un sacchetto.

Dettagli

GIOCHI PRESENTATI AL CORSO ISTRUTTORI MINIBASKET 2000 e 2001. 1 regola Il PALLEGGIO Non si può camminare e correre con la palla in mano

GIOCHI PRESENTATI AL CORSO ISTRUTTORI MINIBASKET 2000 e 2001. 1 regola Il PALLEGGIO Non si può camminare e correre con la palla in mano GIOCHI PRESENTATI AL CORSO ISTRUTTORI MINIBASKET 2000 e 2001 DISPENSA 2000 e 2001 prof. Piergiorgio Manfrè - aggiornamento novembre 2001 1 regola Il PALLEGGIO Non si può camminare e correre con la palla

Dettagli

Socio/relazionale: partecipazione attiva al gioco, in forma agonistica, collaborando con gli altri

Socio/relazionale: partecipazione attiva al gioco, in forma agonistica, collaborando con gli altri Federazione Italiana Pallacanestro Settore Giovanile Minibasket e Scuola Lezioni Integrate Minibasket I Fondamentali con palla Traguardi di Competenza. Partiamo dalle linee guida: Motorio/funzionale padronanza,

Dettagli

Università degli studi di Palermo. Facoltà di Scienze Motorie. Corso di laurea triennale in Scienze delle attività Motorie e Sportive

Università degli studi di Palermo. Facoltà di Scienze Motorie. Corso di laurea triennale in Scienze delle attività Motorie e Sportive Università degli studi di Palermo Facoltà di Scienze Motorie Corso di laurea triennale in Scienze delle attività Motorie e Sportive Programma di Teoria Tecnica e Didattica dei giochi di squadra Anno Accademico

Dettagli

TEST per ragazzi/e di Scuola Elementare (6-10 anni)

TEST per ragazzi/e di Scuola Elementare (6-10 anni) I test motori: come si effettuano e come utilizzare i dati Belluno, 18 Settembre 2012 Relatore: Prof. Modesto BONAN TEST per ragazzi/e di Scuola Elementare (6-10 anni) Il rapporto tra i test e le capacità

Dettagli