LA CORAZZA INVISIBILE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "LA CORAZZA INVISIBILE"

Transcript

1 3 Mirella Stigliano LA CORAZZA INVISIBILE Manuale di sopravvivenza per amministratori di condominio

2 9 INDICE INTRODUZIONE PREMESSA PARTE PRIMA QUALUNQUISMO & LUOGHI COMUNI regola n 1 gli amministratori non rubano tutti regola n 2 l amministratore infallibile non esiste regola n 3 Se scegliete questa professione per fare soldi tanti, facili e veloci cambiate mestiere regola n 4 alla ricerca del disprezzo profondo: le mazzette o pseudo tali regola n 5 la democrazia è una bella cosa ma pochi se la meritano (soprattutto nei condomini) regola n 6 Il condominio ha la memoria del pesciolino rosso

3 10 PARTE SECONDA LA GESTIONE DELLO STRESS regola n 7 Vincere lo stress è un utopia regola n 8 le cause dello stress: conoscerle per limitarle 8.1 Ipocrisia, incoerenza e irrazionalità 8.2 Stanchezza fisica, mentale e psicologica 8.3 arroganza e presunzione 8.4 nessun rispetto della privacy 8.5 Poco tempo libero per dedicare a se stessi 8.6 Tirannia del cellulare 8.7 Senso di colpa per trascurare la famiglia 8.8 Delegittimazione professionale 8.9 Inadeguata gratifica economica rispetto allo stress 8.10 responsabilità civili e penali enormi 8.11 rispondere sempre e comunque degli errori altrui regola n 9 Come immunizzarsi dallo stress 9.1 autostima personale e professionale 9.2 Saper dire di no 9.3 equilibrio interiore 9.4 Mettersi sempre in gioco 9.5 gioco di squadra 9.6 Pianificazione a breve e lungo termine 9.7 Formazione professionale continua 9.8 gratifica economica per la gestione straordinaria 9.9 Capacità di gestione delle dinamiche sociali e assembleari 9.10 Circondarsi di colore per offuscare il grigio 9.11 Ironia

4 11 regola n 10 Come applicare le tattiche antistress 10.1 eliminazione delle zavorre emotive 10.2 la motivazione 10.3 la corazza invisibile 85 PARTE TERZA LA GESTIONE DELL ASSEMBLEA regola n 11 la gestione dell assemblea è un arte: preparate la riunione con cura maniacale regola n 12 In assemblea non sottovalutare mai la gestione dell emotività regola n 13 Saper parlare in pubblico è parte essenziale della professione dell amministratore regola n 14 la gestione del tempo e dello spazio possono fare la differenza regola n 15 la cura dell immagine è il vostro biglietto da visita regola n 16 la trasparenza, la comprensione e l innovazione sono i migliori alleati per il successo dell assemblea

5 12 regola n 17 Un check-up preliminare salva la vita... pardon... l assemblea regola n 18 nell arena del condominio le dinamiche assembleari sono gladiatori invisibili regola n 19 Il bravo amministratore è quello che capitalizza i propri errori regola n 20 Un consiglio da consigliare: non consigliarti con i consiglieri! regola n 21 Il nemico dichiarato è l avversario da vincere regola n 22 Il silenzio degli innocenti fa più male di tante parole regola n 23 l esperto risponde e la pazienza dell amministratore: un binomio senza soluzione regola n 24 Dire, fare, verbalizzare, lettera e testamento regola n 25 Quando l assemblea va male chi rompe paga e i cocci sono i suoi

6 13 regola n 26 Quando l assemblea va bene, l unico rischio è l euforia del nulla 155 PARTE QUARTA FATTORI CRITICI DI SUCCESSO PER INIZIARE, CRESCERE, EVOLVERE regola n 27 Il curriculum vitae e la legge delle tre P regola n 28 la trasparenza del preventivo economico è il primo caposaldo del mandato di fiducia regola n 29 le tecniche per l acquisizione di nuovi condomini conoscerle per applicarle 29.1 Il portafoglio condomini e il cliente n Il tam tam del passaparola 29.3 la lettera di presentazione e autopromozione 29.4 Il sito internet 29.5 le associazioni di categoria regola n 30 le preselezioni dei consiglieri; una trappola-opportunità da saper gestire regola n 31 Il passaggio di consegne e lo slalom tra silenzi, inghippi e disponibilità

7 PARTE QUINTA LE PRIORITÀ ASSOLUTE DA SAPER GESTIRE regola n 32 Può crollare il palazzo ma la televisione deve vedersi! regola n 33 Il parcheggio auto per tutti e la chimera della rotazione condivisa regola n 34 l orario di accensione e spegnimento del riscaldamento e la quadratura del cerchio regola n 35 a.a.a. cercasi verde di plastica a costo zero regola n 36 abbattere le barriere mentali prim ancora delle barriere architettoniche regola n 37 le infiltrazioni d acqua e la maledizione della ricerca del danno regola n 38 Si dice che porti fortuna, ma la m**** è una vera emergenza regola n 39 Una critica veramente fondata è la scarsa comunicazione

8 PARTE SESTA IDEE IN MOVIMENTO regola n 40 Ideare, pianificare e attuare il S.Q.C.Q. regola n 41 Una formazione diversa per un amministratore diverso PARTE SETTIMA RISATE A DENTI STRETTI Casi veri di ordinaria follia 223 RINGRAZIAMENTI NOTE BIBLIOGRAFICHE BIBLIOGRAFIA

9 $ $ Pagine non disponibili in anteprima

10 33 REGOLA N 1 gli amministratori non rubano TUTTI non esiste professione più denigrata, diffamata e... invidiata dell amministratore di condominio. Per alcuni è addirittura l anticamera della ricchezza. non c è nulla da fare, l amministrazione dei condomini è la professione dei luoghi comuni. Ma che differenza c è tra un avvocato, un commercialista e un amministratore? Perché quest ultimo si pretende di trovarlo disponibile a tutte le ore, sabato e domenica compresi? Perché si pretende che venga a casa neanche fosse un medico? Perché si pretende che faccia attività straordinaria gratuita? Perché, addirittura, lo si considera come un proprio dipendente? altri professionisti, sono molto blasonati e rispettati. l amministratore no. Proviamo ad individuarne le ragioni. CoMPeTenze la figura professionale dell amministratore di condominio va sempre più arricchendosi di competenze estremamente eterogenee che esulano dall attività puramente contabile ed amministrativa. occorre avere delle conoscenze di legge, architettura, ingegneria, edilizia, ristrutturazione, centrali termiche, ascensori, impianti fotovoltaici, etc. Ciononostante, l amministratore non può, e non deve essere, un TUTTOLOGO e deve necessariamente avvalersi di altre professionalità tecniche per affrontare, con rigore e metodo, le problematiche che si presentano. L amministratore, oltre le competenze contabili, ha il ruolo centrale di coordinamento e pianificazione delle diverse professionalità finalizzate ad una tutela a 360 del condominio sotto il profilo tecnico, economico e normativo.

11 34 ParTe PrIMa responsabilità l amministratore di condominio, nell esercizio della sua professione, ha responsabilità civili e penali che pochi altri professionisti hanno, avvocati, professori e commercialisti compresi. Per responsabilità, è superiore all amministratore solo il medico. la differenza è che mentre il medico, l ingegnere o l architetto rispondono solo in caso di errori da loro direttamente procurati, l amministratore risponde anche, e soprattutto, per azioni che, oggettivamente, esulano il più delle volte (non sempre) da un incapacità professionale diretta. Purtroppo non sono né rare né leggende metropolitane le denuncie per omicidio colposo per un cornicione caduto, un bambino intrappolato in un cancello, morti su luogo di lavoro, etc. solo per citare i casi più gravi. Per non parlare delle denunce per risarcimento danni. Se un commercialista ti fa pagare per negligenza il doppio delle tasse è colpa del governo ladro ; se l amministratore non ti certifica i lavori straordinari per deduzioni paragonabili a scontrini di farmacia è una vera e propria indecenza! STreSS l amministratore non stacca mai. la mente e le preoccupazione vanno al di là dell orario di lavoro con un carico di stress spesso ingestibile. nella fase di chiusura dei bilanci, le ore e lo stress aumentano a dismisura e le assemblee serali finiscono ad orari impossibili. CoMPenSo l amministratore percepisce un compenso che attualmente si può attestare, secondo la complessità del condominio, su circa euro dieci a unità immobiliare mensile. Se per analogia consideriamo il condominio come un azienda, si evidenzia come il compenso sia oggettivamente molto più basso di quello percepito da un commercialista per tenere la contabilità. a livello puramente tecnico di numero di registrazioni, il condominio ne ha certamente molte di più basti pensare alla mole di fatture e registrazioni di entrate.

12 Qualunquismo & luoghi comuni 35 L aspetto che dovrebbe fare più riflettere è che l amministratore è pagato, e anche poco, solo per la tenuta della contabilità che rappresenta non più del 50% della sua attività globale. la quotidiana attività prestata dall amministratore per sopralluoghi nel condominio, incontri con periti di assicurazione, stipula di contratti di fornitura servizi, richiesta preventivi, ricevimento fornitori, pratiche presso agenzie entrate, Uffici Tecnici, a.s.l., Vigili del fuoco, etc. di fatto, non viene remunerata. e questo tipo di attività non ha nulla a che vedere con l attività straordinaria, che è completamente un altra cosa. l amministratore di condominio ha competenze, responsabilità e stress non inferiori a quelle di molti altri professionisti. Per contro ha un compenso medio - basso. Ciononostante è tanto denigrato. Perché? Premetto che una difesa a spada tratta di tutti i miei colleghi è impossibile. ne ho incontrati alcuni letteralmente improponibili. Improponibili per professionalità, improponibili per disonestà. la pessima nomea è data in larga parte dal fatto che alcuni amministratori, soprattutto nel passato, si improvvisavano. Per alcuni era, e lo è ancora, una professione residuale. Senza nessuna competenza, senza nessuna preparazione, senza nessuna disponibilità. Ma, ALCUNI non sono TUTTI. e non può essere questa l unica motivazione per spiegare tanta denigrazione. Credo ci sia dell altro. Senza addentrarsi in un campo minato, è indubbio che nella nostra società c è un individualismo dilagante. Ci si rivolge ad un legale, un medico, un ingegnere per risolvere un problema individuale. a fronte di un pagamento, si ha una prestazione diretta che reca un vantaggio diretto. nel caso di un amministratore questo vantaggio non viene percepito.

13 36 ParTe PrIMa La percezione negativa è data dal fatto che l Amministratore non si sceglie, si è costretti a rivolgersi a lui. Si ritiene che non rechi alcun vantaggio individuale. Solo nel migliore dei casi, si arriva a considerarlo un beneficio per la collettività condominiale. Risolve i problemi degli altri. Ti chiede soldi per un servizio spesso non percepito e, pertanto, non apprezzato. Bene comune contro bene individuale. Non c è sensibilità per il bene comune. Così impostato, l amministratore perde nel confronto con qualsiasi altro professionista. Forse, è pari e patta con il politico che non a caso si occupa anch egli del bene comune ed è altrettanto screditato. le pagine più belle della filosofia sono dedicate all etica della politica. riflessioni talmente profonde espresse con una lucidità e lungimiranza di pensiero che sembrano scritte e pensate oggi. e a leggerle non si associano all utopia o a valori ormai tramontati bensì alla lungimiranza e alla genialità del discernimento che rappresentano l esatto contrario del qualunquismo e del comune e facile pensare. la politica non è solo corruzione, gli amministratori non rubano tutti. Talmente ovvio da essere banale. Se bastassero poche parole per smontare i luoghi comuni, essi non sarebbero tali ma solo massime insulse da leggere nei fogliettini immaginari dei cioccolatini della mediocrità.

14 $ $ Pagine non disponibili in anteprima

15

16 65 REGOLA N 8 le CaUSe Dello STreSS: ConoSCerle Per limitarle In quali zone del campo del vostro lavoro è imbattibile lo stress? Immaginando lo stress come una squadra di calcio, si può ipotizzare che in essa giochino 11 campioni quasi insuperabili: 1. IPOCRISIA, INCOERENZA E IRRAZIONALITÀ 2. STANCHEZZA FISICA, MENTALE E PSICOLOGICA 3. ARROGANZA E PRESUNZIONE 4. NESSUN RISPETTO DELLA PRIVACY 5. TIRANNIA DEL CELLULARE 6. POCO TEMPO LIBERO PER DEDICARE A SE STESSI 7. SENSO DI COLPA PER TRASCURARE LA FAMIGLIA 8. DELEGITTIMAZIONE PROFESSIONALE E INADEGUATA GRATIFICA ECONOMICA 9. RESPONSABILITÀ CIVILI E PENALI ENORMI 10. RISPONDERE SEMPRE E COMUNQUE DEGLI ERRORI ALTRUI 11. RIUNIONI DI CONDOMINIO E DINAMICHE ASSEMBLEARI le possibili cause dello stress di seguito individuate, non sono riportate per ordine di importanza perché l assioma di partenza è l assoluta relatività. ognuno di noi ha una scala di sensibilità diversa: c è chi ha più anticorpi per un aspetto dello stress chi per un altro, chi in un periodo della sua vita ha avuto la forza di sopportare ben altro, chi va in apnea davanti ad un imprevisto. 8.1 IPOCRISIA, INCOERENZA, IRRAZIONALITÀ l ipocrisia, l incoerenza e l irrazionalità non finiscono mai di ferirti, né di stupirti né, tantomeno, di stressarti. Meno te l aspetti, più fanno male.

17 66 ParTe SeConDa Maschere su maschere cambiate all occorrenza al solo scopo di ottenere qualcosa. È la finalità dello scopo individualistico, la contropartita della meschinità, lo smascheramento delle reali intenzioni a far impennare lo stress. la falsità è la punta di diamante della squadra dello Stress proprio per la sua imprevedibilità e illogicità intesa quest ultima nel senso letterale del termine di privo di logica e dunque non razionale. Puoi abituarti, se così si può dire, all ipocrisia ma all incoerenza e all irrazionalità, mai. È inutile cercare risposte che non esistono, i perché trovano risposta solo nella mediocrità e nell incapacità di sostenere apertamente le posizioni contro. La disillusione della possibilità di rapporti di correttezza reciproci provoca un amaro disincanto che, a sua volta, genera stress. Tutto si strumentalizza, tutto si manipola, tutto si maschera con sorrisini, strette di mano, falsi complimenti e lusinghe che celano solo cattiverie gratuite e invidie ingiustificate. Ci si fa scudo con pseudo questioni di principio, quando è null altro che grigiore esistenziale. gli esempi sono infiniti e, volutamente, si citano solo i più irritanti, i più sciocchi, quelli che non lasciano il segno: il contestatore indefesso che pretende il licenziamento del portiere e gli lascia in custodia le chiavi della sua casa, oppure il paladino della privacy che si oppone alla sostituzione delle cassette postali divelte che si aprono con chiavi tutte uguali, il proprietario di cani che si lamenta per le pulizie e non raccoglie mai le deiezioni, eccetera, eccetera. 8.2 STANCHEZZA FISICA, MENTALE E PSICOLOGICA Togliere l acqua del mare con il cucchiaino: è questa la sensazione che più di ogni altra descrive l enorme stanchezza fisica, mentale e psicologica causa di uno stress perenne. Semplicemente si ha la percezione di non vedere mai la fine, di non arrivare mai. Un problema risolto, cinque da risol-

18 la gestione dello stress 67 vere, non si finisce di terminare le assemblee ordinarie che si riparte con le straordinarie, una pendenza legale chiusa un ricorso cui difendersi. Con la stanchezza fisica, mentale e psicologica a correre sono solo le gambe e non la testa. É una causa di stress subdola perché abbatte completamente le autodifese: si perde l intuizione, il guizzo, la pianificazione, la risoluzione. Ti lascia, per contro, nervosismo, aggressività, acredine e, per l appunto, un enorme stanchezza che si autoalimenta e si moltiplica. 8.3 ARROGANZA E PRESUNZIONE arroganza: atteggiamento insolente e altezzoso derivante da presunzione e superbia (1). l arroganza è il composto degli stati d animo negativi messi nel frullatore della personalità : frustrazione, presunzione, solitudine e aggressività adeguatamente miscelati originano l arroganza. Il Non sa chi sono io non può non stressare perché mantenere la calma richiede uno sforzo emotivo e psicologico non da poco. Il pendolo che governa l equilibrio interiore inizia a oscillare paurosamente, la mente e la razionalità hanno un notevole dispendio di energie nervose per controllare la reazione avversa all arroganza. nei soggetti più forti, il Ma chi ti credi di essere scalpita pronto ad entrare in gioco, con l impulsiva lingua che non aspetta altro di rispondere a tono con altrettanta insolenza, cadendo nel tranello dell arrogante che si autoalimenta dell aggressività dell altro. nei soggetti più sensibili, l arroganza certamente inibisce, annichilisce, impaurisce e la mente e la razionalità devono entrare in gioco per soccorrere il malcapitato bersaglio ripetendo in continuazione Io sono Ok, tu sei Ok, io sono ok tu sei ok (2). a prescindere del carattere che si ha, quando l aggressività è in agguato non

19 68 ParTe SeConDa si ha la certo la lucidità di pensare che chi è realmente consapevole di essere superiore ad altri non ha bisogno di dichiararlo apertamente, né che dietro questi atteggiamenti c è una profonda solitudine e incapacità di rapportarsi in maniera adeguata; c è solo lo stress che si impenna e fa gli straordinari! Poi, a mente fredda si pensa al forse avrei dovuto... al sarebbe stato meglio che... Poi però, sempre poi. anche perché calma e lucidità hanno l insopportabile difetto di prendersi i permessi caratteriali proprio quando hai più bisogno di loro! 8.4 NESSUN RISPETTO DELLA PRIVACY ad essere violata è la tua bolla d aria. Questa professione ruba i pensieri, trafuga le emozioni, saccheggia l incanto della neve, l eccitazione per la pioggia torrenziale, il profumo dell erba appena tagliata. Tutto si spoetizza, tutto diventa lavoro, tutto diventa preoccupazione, tutto diventa ripercussione. non stacchi mai. È questa la vera privacy violata. È questo lo stress. Chiamare alle dieci di sera, disturbare di sabato e domenica, interrompere l intimità della famiglia è solo la punta di un iceberg. Impropriamente si chiama violazione di privacy ma è solo tanta, tantissima, maleducazione. 8.5 POCO TEMPO LIBERO DA DEDICARE A SE STESSI Il lavoro dell amministratore è estremamente socializzante, stai sempre a contatto con gli altri per risolvere problemi, per affidare incarichi, per fare sopralluoghi, per discutere nelle riunioni, per tutto insomma. Per tutto e per tutti, mai per te. anche qui non è la chimera dell isola deserta cui si fa riferimento, ma il desiderio agognato e negato di stare soli con se stessi. ascoltare il proprio silenzio, interrogare l anima, dare un nome alle aspettative. Quando si è sotto stress, occorrerebbe sempre fare il cambio di stagione dei propri pensieri. occorre aprire gli armadi segreti del proprio io, togliere eventuali scheletri, riordinare desideri, svuotare i cassetti dai sogni irrealizzabili, riporre definitivamente ruggini e rancori e metabolizzare dolori mai superati. Buttare il vecchio per fare spazio al nuovo: progetti da realizzare, obiettivi da centrare, cambiamenti da apportare, vita da vivere.

20 $ $ Pagine non disponibili in anteprima

21 143 REGOLA N 24 DIre, Fare, VerBalIzzare, lettera e TeSTaMenTo È ora di stringere le cinghie della corazza invisibile, intingere la penna nel calamaio della Saggezza, bere l amaro calice dell esperienza, prendere un bel respiro e iniziare a scrivere! Se volete chiudere l assemblea occorre verbalizzare, non potete farne a meno! La verbalizzazione è, in assoluto, una delle fasi più trascurate della gestione assembleare. E questo è un errore colossale perché si può porre rimedio a tutto tranne a ciò che sta scritto nero su bianco sul libro delle assemblee. Ciò che scritto è scritto è, e resta, immodificabile. Non solo. La percezione dell errore di verbalizzazione raramente è immediata molto spesso se ne assume consapevolezza solo quando nasce la contestazione. Come sempre, prevenire è meglio che curare anche perché la cura è quasi impossibile in considerazione del fatto che le lancette dell orologio indietro non si possono rimettere e non è possibile apportare al verbale correzioni postume all assemblea. Purtroppo, non sono ammessi errata Corrige, omisiss, o leggasi che dir si voglia. Certo, si può convocare un altra assemblea ma, come sappiamo, ognuna ha una storia a sé con proprie dinamiche assembleari con un proprio humus umorale, con attori diversi e, soprattutto, con esiti imprevedibili. Un assemblea gemella della precedente non ci

22 144 ParTe Terza potrà mai essere. anche ammesso che partecipassero le stesse identiche persone con lo stesso identico ordine del giorno, con ogni probabilità le verbalizzazioni sarebbero diverse. Partiamo dal presupposto che: Saper verbalizzare è apparentemente semplice, dietro l apparenza c è la sostanza delle contestazioni e delle responsabilità in capo dell amministratore. Vediamo come: 1. CHI VERBALIZZA? risposta semplice: il Segretario. Chi fa il segretario? risposta meno semplice: a volte il condomino (che non ha alcuna dimestichezza, terminologia ed esperienza) altre l amministratore (opzione sempre da privilegiare). 2. PERCHÉ È COSÌ DIFFICILE VERBALIZZARE? Scrivere non è mai semplice. Farlo poi in diretta in un documento ufficiale con la pressione di tutti i partecipanti, con le correzioni che ti vengono suggerite, con l emotività alle stelle, con la necessità di dover accelerare i tempi, con le dinamiche assembleari da tener sotto controllo, con l alito del nemico dichiarato sul collo, con la tigna dell esperto risponde e con i Consiglieri che insistono sia messo a verbale è veramente molto molto difficile. Se lo é il pensare, figuriamoci lo scrivere. È talmente difficile che ancora oggi non è raro vedere alcuni condomini che verbalizzano dopo l assemblea nel più totale disprezzo della garanzia minima di legalità e trasparenza!... non c era tempo... è la scusa ufficiale.... non c è alcuna professionalità... è la verità assoluta. 3. COME TUTELARSI PER SCRIVERE UN BUON VERBALE? l esperienza gioca un ruolo essenziale non meno di una terminologia appropriata e di un approfondita conoscenza di sinonimi.

23 la gestione dell assemblea 145 Premesso che, come già detto, il condominio non sa mai quello che vuole, che l imprevedibilità delle dinamiche assembleari è tale da generare, spesso, vere e proprie mostruosità che si traducono in delibere impossibili da attuare che, infine, a parere dei condomini per rinviare una spesa c è sempre un motivo valido, tutto ciò premesso, occorre, dunque: 1. Puntualizzare/sfumare 2. Vincolare/approfondire 3. Valutare/stimare 4. attuare/prorogare i concetti base che s intendono verbalizzare. Facciamo degli esempi concreti: MAI SCRIVERE: 1. l amministratore si assume l obbligo di... (ci sono già tanti obblighi previsti da legge ci manca solo che ne assumiamo degli altri). In questo caso, si deve sfumare l obbligatorietà dell azione in capo all amministratore sostituendo la locuzione si obbliga a fare con si impegna a fare o, ancora meglio, a s impegna a valutare. 2. l amministratore afferma con assoluta certezza che lo stabile non presenta alcuna pericolosità. Quando si parla di potenziali danni strutturali l attenzione deve essere massima perché l amministratore non ha le capacità tecnico professionali né per confermare né per smentire qualsiasi affermazione in tal senso. Perciò è quanto mai opportuno verbalizzare l amministratore richiama l obbligo assoluto del condominio di nominare un tecnico iscritto all albo per valutare possibili danni strutturali e le immediate azioni da intraprendere l amministratore s impegna a fare gratuitamente la revisione delle tabelle millesimali. la gratuità può essere elargita, ma nel momento in cui si verbalizza cessa di essere una concessione e diventa una pretesa Si dà mandato al legale Tal dei Tali per intraprendere un azione legale individuando le migliori strategie difensive. Mai dare carta bianca ad

24 146 ParTe Terza un legale perché il condominio potrebbe trovarsi a sostenere ingentissime spese legali con ricorsi su ricorsi che spesso si traducono in vittorie di Pirro. È sempre opportuno mettere dei paletti che ciroscrivano l azione del legale e chiamare di volta in volta l assemblea ad esprimersi. 5. la tempistica e i quorum di legge sono fondamentali. Se gioca a vostro favore (o meglio a favore del condominio) determinare dei tempi precisi per intraprendere un azione è sempre opportuno aggiungere l espressione entro e non oltre. Se, per contro, sapete con certezza che un iniziativa lascia il tempo che trova, è doveroso rinviarla ad una prossima assemblea. Questi piccoli accorgimenti semantici possono essere utili ma certamente non sono determinanti perché, ancora una volta, è la gestione dello stress ad avere un ruolo di primo piano. Infatti, molti amministratori privilegiano prima la discussione di tutti i punti dell odg e poi la verbalizzazione conclusiva globale. Questo si traduce nello scrivere in orari impossibili dopo ore di discussione dove l unico pensiero razionale dell amministratore è purché finisca!!. a volte sei costretto a verbalizzare mancate approvazioni di bilancio per errori da te commessi, a volte vengono approvati preventivi indecenti, altre si delega l amministratore per compiti impossibili, altre ancora si rinvia tutto per l ennesima volta alla prossima assemblea, per non parlare poi della verbalizzazione delle varie ed eventuali : la pipi dei cani, i panni stesi, gli zoccoli che fanno rumore, le cicche gettate dalla finestra, la luce calda e la luce fredda, il richiamo alle signore delle pulizie, il portiere sgarbato e via proseguendo in un elenco senza fine. È mezzanotte, sei stanco, arrabbiato, nervoso, affamato e, come un automa, scrivi di tutto purché finisca!!. la corazza è in frantumi e lo stress è alle stelle. È qui l errore. ricerche scientifiche molto accreditate (8) dimostrano che:

25 $ $ Pagine non disponibili in anteprima

26 210 ParTe SeSTa Cos è la Certificazione? la certificazione è l'atto mediante il quale una terza parte indipendente (vale a dire l organismo di Certificazione) dichiara che, con ragionevole attendibilità, un determinato processo o gestione è conforme ad una specifica norma. la certificazione attesta l'appartenenza del condominio al novero di quelli in grado di assicurare ai propri condomini l operatività nell'osservanza di un Sistema Qualità riconosciuto ed efficace. Quali sono gli effetti potenziali della certificazione? Questo riconoscimento essendo a tutti gli effetti un attestato di merito, avrebbe importanti valenze: 1. rendere consapevoli di avere imboccato la strada della razionalizzazione e dell'efficienza per un costante miglioramento di tutta l'attività condominiale; 2. elemento di differenziazione in grado di rendere più competitivo e prestigioso il condominio che lo ha ottenuto. Quali sono le fasi di realizzazione? la prima fase prevede la "messa a punto" del Condominio in termini di processi, prodotti e formazione del personale, seguendo i dettami stabiliti dalle norme UnI-en ISo 9000, per la preparazione di un Manuale di qualità. la seconda fase comprende la produzione dei documenti che rendano evidente la conformazione del Condominio alle norme richieste. la terza fase prevede la richiesta ad un organismo accreditato di essere certificato. nella quarta fase l'organismo di certificazione dovrà esaminare la documentazione prodotta, procedere alle visite ispettive sul campo e successivamente concedere (o meno) la certificazione.

27 Idee in movimento 211 Chi potrebbe essere l Organismo di Certificazione Condominiale super partes? risposta duplice. Potrebbero rivestire un ruolo super partes o gli attuali organismi di certificazione delle aziende purché verifichino la corrispondenza a degli indicatori di qualità specifici condominiali. oppure, un organismo ad hoc formato dai presidenti di tutte le associazioni nazionali di categoria degli amministratori di condominio che hanno una competenza mirata e funzionale. Quali sono gli indicatori di qualità condominiali? ragionando e scrivendo ad alta voce, direi: 1. CoMPleTezza Della DoCUMenTazIone obbligatoria (es: certificazione abitabilità, disponibilità di progetti originari strutturali e di impiantistica, fascicolo del fabbricato, regolamento di condominio, tabelle millesimali, etc.) 2. adeguamento alla normativa VIgenTe (es: certificato Prevenzione Incendi autorimessa, centrale termica, certificazione biennale impianti elettrici, normativa sulla sicurezza, etc.) 3. risparmio energetico (es: installazione pannelli fotovoltaici, valvole termostatiche e contabilizzazione calore, cappotto termico dell edificio, sostituzione infissi, etc.) 4. DeCoro architettonico (es: nessun abuso edilizio, uniformità prospetti e tende da sole, manutenzione preventiva sistematica, cura del verde, etc.) 5. eliminazione BarrIere architettoniche (es: richiesta contributi comunali e regionali, aggiornamento professionale con associazioni motulesi, etc.) 6. TraSParenza rendicontazione economica (es: situazione patrimoniale chiara ed esaustiva, prospetto economico comparato con preventivato e consuntivato, separazione gestione ordinaria e straordinaria, esistenza di fondi accantonamento, etc.)

28 212 ParTe SeSTa 7. MoroSITà ConTrollaTa (es: solleciti tempestivi, elaborazione piani di rientro, attivazione procedure legali, etc.) 8. SelezIone FornITorI DI BenI e SerVIzI (es: fornitori certificati, comparazione analitica costi/benefici, etc.) 9. gestione PronTo InTerVenTo (es: tempistica e qualità dell intervento) 10. gestione assemblee ConDoMInIalI (es: tempistica e adempimenti di convocazione, partecipazione e affluenza, durata, gestione dello stress, condivisione delibere, verbalizzazione, etc.) 11. attuazione DelIBere assembleari (es: tempistica e copertura economica) 12. ForMalIzzazIone ConTraTTI ManUTenzIone ordinaria e STraorDInarIa (es: consulenze legali e adesione a contratti d categoria) 13. gestione rapporti SerVIzIo PorTIeraTo (es: aggiornamento Contratto Collettivo nazionale del lavoro, sviluppo risorse umane, corsi di formazione, motivazione, etc.) 14. gestione liti e ConTenzIoSI (es: mediazione tra i condomini, disponibilità a valutare specifiche esigenze individuali, etc.) 15. ProMozIone DI attività SoCIalI ConDoMInIalI (es: organizzazione di feste, manifestazioni ed eventi condominiali, organizzazione concorso balcone più bello, animazione e giochi per bambini, etc.) 16. InForMaTIVa ai ConDoMInI (es: tempistica, quantità e qualità delle comunicazioni, partecipazione ai forum condominiali, etc.) 17. STanDarDIzzazIone e ottimizzazione DeI ProCeSSI (es: definizione di procedure per migliorare l efficacia ed efficienza aumentandone la ripetitività)

EBOOK GIAN PAOLO MONTALI CREDERE NEL GIOCO DI SQUADRA. www.forumeccellenze.it

EBOOK GIAN PAOLO MONTALI CREDERE NEL GIOCO DI SQUADRA. www.forumeccellenze.it EBOOK GIAN PAOLO MONTALI CREDERE NEL GIOCO DI SQUADRA. www.forumeccellenze.it 1. Del sogno dell essere sognatore Il primo dovere di un buon Capo è non accontentarsi, essere il più esigente possibile nella

Dettagli

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING!

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING! COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING Grazie per aver scaricato questo EBOOK Mi chiamo Fabio Marchione e faccio network marketing dal 2012, sono innamorato e affascinato da questo sistema di business

Dettagli

IL COUNSELING NELLE PROFESSIONI D AIUTO

IL COUNSELING NELLE PROFESSIONI D AIUTO IL COUNSELING NELLE PROFESSIONI D AIUTO Obiettivi: Conoscere le peculiarità del counseling nelle professioni d aiuto Individuare le abilità del counseling necessarie per svolgere la relazione d aiuto Analizzare

Dettagli

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana 1. LA MOTIVAZIONE Imparare è una necessità umana La parola studiare spesso ha un retrogusto amaro e richiama alla memoria lunghe ore passate a ripassare i vocaboli di latino o a fare dei calcoli dei quali

Dettagli

IL METODO DI STUDIO PAOLA BRUNELLO

IL METODO DI STUDIO PAOLA BRUNELLO IL METODO DI STUDIO PAOLA BRUNELLO APPRENDIMENTO L apprendimento è un processo attivo di costruzione di conoscenze, abilità e competenze in un contesto di interazione dei ragazzi con gli insegnanti, i

Dettagli

Il Piano Finanziario Parte 2: Equilibrio e Investimento

Il Piano Finanziario Parte 2: Equilibrio e Investimento Il Piano Finanziario Parte 2: Equilibrio e Investimento Non aspettare, il tempo non potrà mai essere " quello giusto". Inizia da dove ti trovi, e lavora con qualsiasi strumento di cui disponi, troverai

Dettagli

La parola agli addetti ai lavori.

La parola agli addetti ai lavori. La parola agli addetti ai lavori. Il parere degli Amministratori condominiali sulla riforma. Commenti, critiche e consigli degli amministratori. (a cura dell Avv. Nicola Nicodemo Damiano) Intervista all

Dettagli

TNT IV. Il Diavolo è meno brutto di come ce lo dipingono!!! (Guarda il video)

TNT IV. Il Diavolo è meno brutto di come ce lo dipingono!!! (Guarda il video) TNT IV Il Diavolo è meno brutto di come ce lo dipingono!!! (Guarda il video) Al fine di aiutare la comprensione delle principali tecniche di Joe, soprattutto quelle spiegate nelle appendici del libro che

Dettagli

Associazione Nazionale Amministratori Condominiali e Immobiliari. MANSIONARIO DELL AMMINISTRATORE CONDOMINIALE ANACI Provincia di Genova

Associazione Nazionale Amministratori Condominiali e Immobiliari. MANSIONARIO DELL AMMINISTRATORE CONDOMINIALE ANACI Provincia di Genova Associazione Nazionale Amministratori Condominiali e Immobiliari MANSIONARIO DELL AMMINISTRATORE CONDOMINIALE ANACI Provincia di Genova Suddivisione dei compensi I compensi dovuti all amministratore si

Dettagli

La qualità. Di Stefano Azzini

La qualità. Di Stefano Azzini . La qualità Di Stefano Azzini Nel settore turisticoalberghiero e nella ristorazione, la parola qualità è molto di moda. E' vero che la maggior parte delle aziende che hanno superato la crisi sono quelle

Dettagli

Vediamo dei piccoli passi da fare:

Vediamo dei piccoli passi da fare: L assertività L assertività è una caratteristica del comportamento umano che consiste nella capacità di esprimere in modo chiaro e valido le proprie emozioni e opinioni senza offendere né aggredire l interlocutore.

Dettagli

COMUNICAZIONE E ASCOLTO NELLA COPPIA

COMUNICAZIONE E ASCOLTO NELLA COPPIA COMUNICAZIONE E ASCOLTO NELLA COPPIA Comunicare vuol dire scambiare informazioni legate a fatti o ad emozioni personali con un'altra persona. La vera comunicazione avviene quando uno riceve il messaggio

Dettagli

Ordine degli Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori di Napoli e Provincia

Ordine degli Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori di Napoli e Provincia Costo del corso 350 massimo 35 partecipanti Corso di Abilitazione alla Professione di Amministratore di Condominio Corso di abilitazione alla professione di Amministratore di Condominio aggiornato alle

Dettagli

L INTERVISIONE COME STRUMENTO E SOSTEGNO PER IL FACILITATORE:

L INTERVISIONE COME STRUMENTO E SOSTEGNO PER IL FACILITATORE: L INTERVISIONE COME STRUMENTO E SOSTEGNO PER IL FACILITATORE: CARATTERISTICHE, SIGNIFICATO E POTENZIALITA' Villa d Almè, ottobre-novembre 2015 Maria Coelli 1 La supervisione e l'intervisione -Per supervisione

Dettagli

DETTAGLI AFFILIAZIONE APE WWW.APE1.IT 1

DETTAGLI AFFILIAZIONE APE WWW.APE1.IT 1 DETTAGLI AFFILIAZIONE APE WWW.APE1.IT 1 Introduzione APE è un Marchio che contraddistingue una catena di agenzie in affiliazione, che si occupano di servizi per la ristrutturazione e la manutenzione di

Dettagli

COME AIUTARE I NOSTRI FIGLI A CRESCERE BENE?

COME AIUTARE I NOSTRI FIGLI A CRESCERE BENE? COME AIUTARE I NOSTRI FIGLI A CRESCERE BENE? Ogni genitore desidera essere un buon educatore dei propri figli, realizzare il loro bene, ma non è sempre in armonia con le dinamiche affettive, i bisogni,

Dettagli

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 25 ottobre 2013 INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 Audio da min. 12:00 a 20:45 su http://www.radio24.ilsole24ore.com/player.php?channel=2&idprogramma=focuseconomia&date=2013-10-25&idpuntata=gslaqfoox,

Dettagli

ESSERE FELICI E MEGLIO!

ESSERE FELICI E MEGLIO! ESSERE FELICI E MEGLIO! I 5 MOTIVI PER ESSERLO di Carla Favazza Questo manuale contiene materiale protetto dalle leggi sul Copyright nazionale ed internazionale. Qualsiasi riproduzione senza il consenso

Dettagli

Evoluzione Energetica. La selezione naturale del risparmio energetico

Evoluzione Energetica. La selezione naturale del risparmio energetico Evoluzione Energetica La selezione naturale del risparmio energetico PER VIVERE A UN LIVELLO SUPERIORE ESPERTI DI DENTRO E DI FUORI Dalla E alla A: con Energetica Consulting il passaggio alle classi superiori

Dettagli

riqualificare risparmiare guadagnare

riqualificare risparmiare guadagnare riqualificare risparmiare guadagnare Il valore da proteggere Spesa annua per il riscaldamento domestico Francia 1150 Spagna 1116 Germania 1104 Ambiente, Energia e Casa. Tre parole unite da un unico comune

Dettagli

Attivare e facilitare i gruppi di auto/mutuo aiuto

Attivare e facilitare i gruppi di auto/mutuo aiuto LAVORO SOCIALE IN TASCA COLLANA DIRETTA DA M.L. RAINERI Valentina Calcaterra Attivare e facilitare i gruppi di auto/mutuo aiuto Indice Introduzione 9 1. Cos è un gruppo di auto/mutuo aiuto 11 I fondamenti

Dettagli

SEMPLICE MENTE ENERGIA

SEMPLICE MENTE ENERGIA SEMPLICE MENTE ENERGIA NOI SIAMO ENERGIA L affermazione siamo fatti di energia è ormai diventata assunto scientifico. Ed al di là di quanto affermato da scienziati e filosofi, conosciamo molto bene, per

Dettagli

GIOCO DI SQUADRA: UNA MOSSA VINCENTE? IL TUTTO È PIÙ DELLA SOMMA DELLE SINGOLE PARTI

GIOCO DI SQUADRA: UNA MOSSA VINCENTE? IL TUTTO È PIÙ DELLA SOMMA DELLE SINGOLE PARTI GIOCO DI SQUADRA: UNA MOSSA VINCENTE? IL TUTTO È PIÙ DELLA SOMMA DELLE SINGOLE PARTI Raduno arbitri 2011 D.ssa Barbara Bononi Prendete un foglio e scrivete ognuno la propria definizione di.. ARBITRAGGIO

Dettagli

QUANTO COSTA LA MEDIAZIONE CIVILE PRESSO RES AEQUAE ADR SRL/IO CONCILIO.COM?

QUANTO COSTA LA MEDIAZIONE CIVILE PRESSO RES AEQUAE ADR SRL/IO CONCILIO.COM? QUANTO COSTA LA MEDIAZIONE CIVILE PRESSO RES AEQUAE ADR SRL/IO CONCILIO.COM? LA MEDIAZIONE CIVILE COSTA DI PIU O DI MENO DI UNA CAUSA NORMALE? Costa molto di meno. Per una mediazione relativa ad una lite

Dettagli

1. INTRODUZIONE... 21 1. Premesse... 21 2. Un po di storia recente... 21 3. La riforma in pillole... 22

1. INTRODUZIONE... 21 1. Premesse... 21 2. Un po di storia recente... 21 3. La riforma in pillole... 22 INDICE PREMESSA.................................................. 20 1. INTRODUZIONE............................................ 21 1. Premesse............................................. 21 2. Un po

Dettagli

REGOLAMENTO TIPO PER L AUTOGESTIONE DEI SERVIZI ACCESSORI E DEGLI SPAZI COMUNI RELATIVI AGLI ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA ART.

REGOLAMENTO TIPO PER L AUTOGESTIONE DEI SERVIZI ACCESSORI E DEGLI SPAZI COMUNI RELATIVI AGLI ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA ART. REGOLAMENTO TIPO PER L AUTOGESTIONE DEI SERVIZI ACCESSORI E DEGLI SPAZI COMUNI RELATIVI AGLI ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA ART.1 ( Oggetto dell autogestione ) Gli assegnatari in locazione semplice

Dettagli

Studio Tecnico e Architettura Amministrazione e Gestione Condominiali Immobiliare Servizi CAF. Tariffario Amministrazioni Condominiali 2015

Studio Tecnico e Architettura Amministrazione e Gestione Condominiali Immobiliare Servizi CAF. Tariffario Amministrazioni Condominiali 2015 Tariffario Amministrazioni Condominiali 2015 Le tariffe applicate sono chiare e vengono calcolate in base al numero di unità immobiliari presenti nel Condominio che a sua volta determinano l impegno dell

Dettagli

COME FARE SOLDI E CARRIERA RA NEGLI ANNI DELLA CRISI

COME FARE SOLDI E CARRIERA RA NEGLI ANNI DELLA CRISI SPECIAL REPORT COME FARE SOLDI E CARRIERA RA NEGLI ANNI DELLA CRISI Scopri i Segreti della Professione più richiesta in Italia nei prossimi anni. www.tagliabollette.com Complimenti! Se stai leggendo questo

Dettagli

PROGETTO STAR BENE INSIEME A SCUOLA

PROGETTO STAR BENE INSIEME A SCUOLA CLASSI PRIME A/B ANNO SCOLASTICO 2014 2015 PROGETTO STAR BENE INSIEME A SCUOLA Premessa Le attuali classi prime sono composte da 44 alunni, 35 dei quali provengono dalla scuola dell Infanzia del quartiere

Dettagli

www.internetbusinessvincente.com

www.internetbusinessvincente.com Come trovare nuovi clienti anche per prodotti poco ricercati (o che necessitano di essere spiegati per essere venduti). Raddoppiando il numero di contatti e dimezzando i costi per contatto. Caso studio

Dettagli

COME LIMITIAMO NOI STESSI

COME LIMITIAMO NOI STESSI COME LIMITIAMO NOI STESSI 1 Il 63 % delle persone crede che il raggiungimento dei propri obiettivi finanziari sia possibile solo attraverso una grossa vincita Non si può ottenere quello che non si riesce

Dettagli

Consigli utili per migliorare la tua vita

Consigli utili per migliorare la tua vita Consigli utili per migliorare la tua vita Le cose non cambiano, siamo noi che cambiamo A volte si ha la sensazione che qualcosa nella nostra vita non stia che, diciamo la verità, qualche piccola difficoltà

Dettagli

GIANLUIGI BALLARANI. I 10 Errori di Chi Non Riesce a Rendere Negli Esami Come Vorrebbe

GIANLUIGI BALLARANI. I 10 Errori di Chi Non Riesce a Rendere Negli Esami Come Vorrebbe GIANLUIGI BALLARANI I 10 Errori di Chi Non Riesce a Rendere Negli Esami Come Vorrebbe Individuarli e correggerli VOLUME 3 1 GIANLUIGI BALLARANI Autore di Esami No Problem Esami No Problem Tecniche per

Dettagli

LE COMPETENZE DI FUNDRAISING (CF) INSEGNATE AL MASTER

LE COMPETENZE DI FUNDRAISING (CF) INSEGNATE AL MASTER LE COMPETENZE DI FUNDRAISING (CF) INSEGNATE AL MASTER Indice INTRODUZIONE... 3 CF1 - SVILUPPARE IL CASO PER IL FUNDRAISING... 4 CF 1.1 : INDIVIDUARE LE NECESSITÀ DI FUNDRAISING DI UN ORGANIZZAZIONE NONPROFIT;...

Dettagli

Siamo a novembre, la bella stagione è terminata. Sarebbe bello se fosse così semplice, Se possiedi un albergo, un hotel, un B&B,

Siamo a novembre, la bella stagione è terminata. Sarebbe bello se fosse così semplice, Se possiedi un albergo, un hotel, un B&B, Siamo a novembre, la bella stagione è terminata. Hai lavorato tanto e adesso ti si prospettano diversi mesi in cui potrai rilassarti in vista della prossima estate. Sarebbe bello se fosse così semplice,

Dettagli

12 Punti sulla via del successo

12 Punti sulla via del successo 12 Punti sulla via del successo Come anticipato nella pagina del nostro sito web (www.comincioda.ch), ti proponiamo di seguito un elenco di punti fondamentali per aiutarti ad intraprendere correttamente

Dettagli

PROMUOVERSI MEDIANTE INTERNET di Riccardo Polesel. 1. Promuovere il vostro business: scrivere e gestire i contenuti online» 15

PROMUOVERSI MEDIANTE INTERNET di Riccardo Polesel. 1. Promuovere il vostro business: scrivere e gestire i contenuti online» 15 Indice Introduzione pag. 9 Ringraziamenti» 13 1. Promuovere il vostro business: scrivere e gestire i contenuti online» 15 1. I contenuti curati, interessanti e utili aiutano il business» 15 2. Le aziende

Dettagli

Amministrazione Condominiale ed Immobiliare 72 ore Online

Amministrazione Condominiale ed Immobiliare 72 ore Online Amministrazione Condominiale ed Immobiliare 72 ore Online Crediti formativi rilasciati dal corso Ingegneri - 72CFP Architetti - 15CFP Periti Industriali - 28CFP Geometri - 72CFP Descrizione del corso Obbiettivi

Dettagli

liste di liste di controllo per il manager liste di controllo per il manager liste di controllo per i

liste di liste di controllo per il manager liste di controllo per il manager liste di controllo per i liste di controllo per il manager r il manager liste di controllo per il manager di contr liste di liste di controllo per il manager i controllo trollo per il man liste di il man liste di controllo per

Dettagli

Cristiano Carli. BUON LAVORO. Se non puoi evitarlo, rendilo facile. Cristiano Carli about me cristiano.carli.copy@gmail.com. I ed.

Cristiano Carli. BUON LAVORO. Se non puoi evitarlo, rendilo facile. Cristiano Carli about me cristiano.carli.copy@gmail.com. I ed. Cristiano Carli BUON LAVORO. Se non puoi evitarlo, rendilo facile Cristiano Carli about me cristiano.carli.copy@gmail.com I ed. marzo 2014 Copertina: Giulia Tessari about me giulia.tessari@gmail.com DISCLAIMER

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N 44 Seduta del 28 settembre 2006 IL CONSIGLIO COMUNALE VISTI i verbali delle sedute del 12.06.06 (deliberazioni n. 23, 24, 25, 26, 27), del 4.07.2006 (deliberazioni

Dettagli

Unità 1. I Numeri Relativi

Unità 1. I Numeri Relativi Unità 1 I Numeri Relativi Allinizio della prima abbiamo introdotto i 0numeri 1 naturali: 2 3 4 5 6... E quattro operazioni basilari per operare con essi + : - : Ci siamo però accorti che la somma e la

Dettagli

Il venditore di successo deve essere un professionista competente,

Il venditore di successo deve essere un professionista competente, Ariel SIGNORELLI A vete mai ascoltato affermazioni del tipo: sono nato per fare il venditore ; ho una parlantina così sciolta che quasi quasi mi metto a vendere qualcosa ; qualcosa ; è nato per vendere,

Dettagli

RISPARMIARE SOLDI ED ENERGIA IN AZIENDA NON È MAI STATO COSÌ SEMPLICE

RISPARMIARE SOLDI ED ENERGIA IN AZIENDA NON È MAI STATO COSÌ SEMPLICE RISPARMIARE SOLDI ED ENERGIA IN AZIENDA NON È MAI STATO COSÌ SEMPLICE [ ] L energia può rappresentare fino al 40% dei costi di un azienda. Perché spendere tanto se puoi risparmiare? Il nostro lavoro è

Dettagli

Salvatore Salamone. Manuale d istruzione per. Coppie che. Scoppiano QUALCOSA SI PUÒ FARE! ... tutto sommato un libro d amore

Salvatore Salamone. Manuale d istruzione per. Coppie che. Scoppiano QUALCOSA SI PUÒ FARE! ... tutto sommato un libro d amore Salvatore Salamone Manuale d istruzione per Coppie che Scoppiano QUALCOSA SI PUÒ FARE!... tutto sommato un libro d amore CAPITOLO 18 Voler avere ragione Spesso le coppie incontrano delle barriere insormontabili

Dettagli

Il Segretariato Sociale: uno strumento in via di estinzione? di Silvia Clementi*

Il Segretariato Sociale: uno strumento in via di estinzione? di Silvia Clementi* Il Segretariato Sociale: uno strumento in via di estinzione? di Silvia Clementi* Il segretariato sociale ha una storia e una tradizione che hanno accompagnato la professione dalla sua nascita, e pertanto

Dettagli

www.domuslandia.it Il portale dell edilizia di qualità domuslandia.it è prodotto edysma sas

www.domuslandia.it Il portale dell edilizia di qualità domuslandia.it è prodotto edysma sas domuslandia.it è prodotto edysma sas L evoluzione che ha subito in questi ultimi anni la rete internet e le sue applicazioni finalizzate alla pubblicità, visibilità delle attività che si svolgono e di

Dettagli

CRESCERE LAVORANDO IN GRUPPI AUTENTICI

CRESCERE LAVORANDO IN GRUPPI AUTENTICI Progetto in rete I CARE CRESCERE LAVORANDO IN GRUPPI AUTENTICI ISTITUTO COMPRENSIVO DI CURNO SCUOLA PRIMARIA DI CURNO GIOCHI LOGICI MATEMATICI REFERENTE: Ins. EPIFANI VINCENZA Tempi : II QUADRIMESTRE Classe

Dettagli

Come migliorare la tua relazione di coppia

Come migliorare la tua relazione di coppia Ettore Amato Come migliorare la tua relazione di coppia 3 strategie per essere felici insieme I Quaderni di Amore Maleducato Note di Copyright Prima di fare qualunque cosa con questo Quaderno di Amore

Dettagli

3 CONSIGLI FACILI PER RISPARMIARE SOLDI ED ENERGIA IN CASA

3 CONSIGLI FACILI PER RISPARMIARE SOLDI ED ENERGIA IN CASA 3 CONSIGLI FACILI PER RISPARMIARE SOLDI ED ENERGIA IN CASA CONSIGLIO #1: SII CURIOSO DI SAPERE QUANTO PUOI RISPARMIARE. RICHIEDI UNA DIAGNOSI ENERGETICA GRATUITA. Il primo passo verso il risparmio di soldi

Dettagli

Anno pastorale 2011-2012. Suggerimenti per l animazione in oratorio

Anno pastorale 2011-2012. Suggerimenti per l animazione in oratorio Anno pastorale 2011-2012 Suggerimenti per l animazione in oratorio Premessa: GIOCO E VANGELO Relazione Don Marco Mori, presidente Forum Oratori Italiani Il gioco può essere vangelo? Giocare può diventare

Dettagli

La dura realtà del guadagno online.

La dura realtà del guadagno online. La dura realtà del guadagno online. www.come-fare-soldi-online.info guadagnare con Internet Introduzione base sul guadagno Online 1 Distribuito da: da: Alessandro Cuoghi come-fare-soldi-online.info.info

Dettagli

Strategie e indicazioni per favorire l apprendimento. Dott.ssa Francesca Valori Pontedera, 15 maggio 2010

Strategie e indicazioni per favorire l apprendimento. Dott.ssa Francesca Valori Pontedera, 15 maggio 2010 Strategie e indicazioni per favorire l apprendimento Dott.ssa Francesca Valori Pontedera, 15 maggio 2010 Obiettivo: Fornire conoscenze relative alla comunicazione tra istruttore e allievo e strategie funzionali

Dettagli

il tuo servizio di web marketing costa troppo

il tuo servizio di web marketing costa troppo il tuo servizio di web marketing costa troppo LE 20 TECNICHE PIù POTENTI per demolire QUESTA obiezione > Nota del Curatore della collana Prima di tutto voglio ringraziarti. So che ha inserito la tua mail

Dettagli

Soluzioni su misura per le flotte aziendali A confronto con André Siegrist della società René Faigle AG

Soluzioni su misura per le flotte aziendali A confronto con André Siegrist della società René Faigle AG Soluzioni su misura per le flotte aziendali A confronto con della società René Faigle AG La René Faigle AG svolge la sua attività con successo da più di ottant anni. L azienda svizzera a conduzione familiare

Dettagli

SO Office Solutions SOLUZIONI E MACCHINE PER UFFICIO

SO Office Solutions SOLUZIONI E MACCHINE PER UFFICIO SO Office Solutions Con la Office Solutions da oggi. La realizzazione di qualsiasi progetto parte da un attenta analisi svolta con il Cliente per studiare insieme le esigenze al fine di individuare le

Dettagli

CORSO ABILITANTE ALL'ATTIVITA DI AMMINISTRATORE CONDOMINIALE COLLEGIO REGIONALE GEOMETRI E G.L. DELLA VALLE D AOSTA

CORSO ABILITANTE ALL'ATTIVITA DI AMMINISTRATORE CONDOMINIALE COLLEGIO REGIONALE GEOMETRI E G.L. DELLA VALLE D AOSTA CORSO ABILITANTE ALL'ATTIVITA DI AMMINISTRATORE CONDOMINIALE (ex Legge n. 220/2012 e D.M. 140/2014) COLLEGIO REGIONALE GEOMETRI E G.L. DELLA VALLE D AOSTA L entrata in vigore della Legge n. 220/2012 e

Dettagli

LA SICUREZZA E IMPORTANTE

LA SICUREZZA E IMPORTANTE DISC PROFILO VERDE INTRODUZIONE Le persone con un alto profilo comportamentale VERDE preferiscono lavorare all interno di strutture esistenti e collaborare con gli altri. Il VERDE vuole sentirsi sicuro

Dettagli

LA VOCE DI 100.000 LAVORATRICI E LAVORATORI

LA VOCE DI 100.000 LAVORATRICI E LAVORATORI impaginato sintesidef 29-04-2008 19:34 Pagina 66 GRAFICO 11 DEDICANO PIÙ DI 20 ORE A SETTIMANA AL LAVORO DOMESTICO E DI CURA * 7 51,8 58,9 62,4 Uomini 29,0 27,3 20,1 Donne Meno di 35 anni Da 36 a 45 anni

Dettagli

ESB perché? Dare una svolta all'azienda grazie all'integrazione Dati.

ESB perché? Dare una svolta all'azienda grazie all'integrazione Dati. 1 ESB perché? Dare una svolta all'azienda grazie all'integrazione Dati. 2 Indice generale Abstract...3 Integrare: perché?...3 Le soluzioni attuali...4 Cos'è un ESB...5 GreenVulcano ESB...6 3 Abstract L'integrazione

Dettagli

LEADLAB LAVORO 1 e 2 Incontro 1

LEADLAB LAVORO 1 e 2 Incontro 1 LEADLAB LAVORO 1 e 2 Incontro 1 Sintesi per le partecipanti Laboratorio LAVORO 1 e 2 Progetto Leadership femminile aprile-giugno 2013 Elena Martini Francesca Maria Casini Vanessa Moi 1 LE ATTESE E LE MOTIVAZIONI

Dettagli

LUCA CLUN LA FISICA DEL CAMBIAMENTO

LUCA CLUN LA FISICA DEL CAMBIAMENTO LUCA CLUN LA FISICA DEL CAMBIAMENTO Come Attuare il Cambiamento Attraverso la PNQ e il Modellamento della Realtà 2 Titolo LA FISICA DEL CAMBIAMENTO Autore Luca Clun Editore Bruno Editore Sito internet

Dettagli

Qualcuno se ne sarà già accorto guardando. Non proprio. Restiamo specializzati

Qualcuno se ne sarà già accorto guardando. Non proprio. Restiamo specializzati Qualcuno se ne sarà già accorto guardando l ultima pagina del volantino Wellcome di questo mese: oltre all informatica, ci siamo messi a vendere anche macchine per il caffè, microonde, orologi, passeggini,

Dettagli

Angeli - Voglio Di Piu' Scritto da Joel Lunedì 11 Agosto 2008 01:19

Angeli - Voglio Di Piu' Scritto da Joel Lunedì 11 Agosto 2008 01:19 01 - Voglio Di Piu' Era li', era li', era li' e piangeva ma che cazzo hai non c'e' piu',non c'e' piu',non c'e' piu' e' andato se ne e' andato via da qui Non c'e' niente che io possa fare puoi pensarmi,

Dettagli

Premessa... 1. Fasi del processo... 3. Zone di rischio... 4

Premessa... 1. Fasi del processo... 3. Zone di rischio... 4 Sommario Premessa... 1 Fasi del processo... 3 Zone di rischio... 4 Premessa Le tecnologie informatiche hanno rivoluzionato da tempo il modo in cui lavorano le aziende e le organizzazioni in genere. Gestire

Dettagli

Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013

Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013 Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013 Breve saluto con tre slides. Chi siamo: fondamentalmente siamo genitori per genitori

Dettagli

Caso Pratico Stili di Direzione

Caso Pratico Stili di Direzione In questo caso, vi proponiamo di analizzare anche 4 situazioni relative alla presa di decisioni. Questa documentazione, come sapete già, è centrata su modelli di stili di direzione e leadership, a seconda

Dettagli

BG Ingénieurs Conseil, Ginevra

BG Ingénieurs Conseil, Ginevra BG Ingénieurs Conseil, Ginevra Diego Salamon, datore di lavoro Su incarico dell AI la Cadschool, istituto di formazione per la pianificazione e l illustrazione informatica, ci ha chiesto se potevamo assumere

Dettagli

Unità Didattica 4: Comunicazione e relazione con persone disabili

Unità Didattica 4: Comunicazione e relazione con persone disabili Unità Didattica 4: Comunicazione e relazione con persone disabili In questa unità didattica sono indicate alcune modalità di comportamento con persone disabili, in modo da migliorare la conoscenza rispetto

Dettagli

La sicurezza su lavoro: prevenzione e protezione. Le misure generali di tutela, la formazione e la sorveglianza sanitaria

La sicurezza su lavoro: prevenzione e protezione. Le misure generali di tutela, la formazione e la sorveglianza sanitaria La sicurezza su lavoro: prevenzione e protezione Le misure generali di tutela, la formazione e la sorveglianza sanitaria 0 Presentazione La valutazione dei rischi è il presupposto necessario per l adozione

Dettagli

Le regole per la predisposizione delle carte di lavoro: il principio di revisione n.230

Le regole per la predisposizione delle carte di lavoro: il principio di revisione n.230 Guida al controllo contabile di Fabrizio Bava e Alain Devalle * Le regole per la predisposizione delle carte di lavoro: il principio di revisione n.230 Il principio di revisione n.230 stabilisce le regole

Dettagli

Quadri rossi. Una conversazione sull arte a dieci anni

Quadri rossi. Una conversazione sull arte a dieci anni Quadri rossi. Una conversazione sull arte a dieci anni Luca Mori Questo articolo presenta i passaggi salienti di una conversazione tra bambini di quinta elementare sulla percezione dell opera d arte 1,

Dettagli

C.S.C. PROGRAMMA Corso di Formazione Iniziale (1 anno del Piano di Formazione Triennale) AMMINISTRATORI di CONDOMINIO.

C.S.C. PROGRAMMA Corso di Formazione Iniziale (1 anno del Piano di Formazione Triennale) AMMINISTRATORI di CONDOMINIO. C.S.C. PATROCINIO Sede delle Lezioni Alessandria Segreteria per le iscrizioni 34 147020339rRr GESTORE Rosalba Conte PROGRAMMA Corso di Formazione Iniziale (1 anno del Piano di Formazione Triennale) AMMINISTRATORI

Dettagli

Le componenti dell'assertività

Le componenti dell'assertività ASSERTIVITA Il comportamento assertivo è quel comportamento attraverso il quale si affermano i propri punti di vista, senza prevaricare né essere prevaricati. Si esprime attraverso la capacità di utilizzare

Dettagli

Cosa ti puoi aspettare da una relazione di coaching

Cosa ti puoi aspettare da una relazione di coaching Cosa ti puoi aspettare da una relazione di coaching L esperienza del coaching comincia nel momento in cui si decide di iniziare, nel momento in cui si programma la prima sessione, proprio perché la volontarietà

Dettagli

DA IPSOA LA SOLUZIONE PER COSTRUIRE E GESTIRE IL SITO DELLO STUDIO PROFESSIONALE!

DA IPSOA LA SOLUZIONE PER COSTRUIRE E GESTIRE IL SITO DELLO STUDIO PROFESSIONALE! DA IPSOA LA SOLUZIONE PER COSTRUIRE E GESTIRE IL SITO DELLO STUDIO PROFESSIONALE! 1 Web Site Story Scoprite insieme alla Dott.ssa Federica Bianchi e al Dott. Mario Rossi i vantaggi del sito internet del

Dettagli

!"#$%&%'()*#$"*'' I 3 Pilastri del Biker Vincente

!#$%&%'()*#$*'' I 3 Pilastri del Biker Vincente !"#$%&%'()*#$"*'' I 3 Pilastri del Biker Vincente Il Terzo Pilastro del Biker Vincente La Mountain Bike e la Vita Ciao e ben ritrovato! Abbiamo visto nelle ultime due lezioni, come i dettagli siano fondamentali

Dettagli

Non ho idea se è la prima volta che vedi un mio prodotto oppure se in passato le nostre strade si sono già incrociate, poco importa

Non ho idea se è la prima volta che vedi un mio prodotto oppure se in passato le nostre strade si sono già incrociate, poco importa Benvenuto/a o bentornato/a Non ho idea se è la prima volta che vedi un mio prodotto oppure se in passato le nostre strade si sono già incrociate, poco importa Non pensare di trovare 250 pagine da leggere,

Dettagli

QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI. elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013

QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI. elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013 QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013 F= risposta degli alunni/figli G = risposta dei genitori F: 1- Cosa pensi della dipendenza elettronica?

Dettagli

Assertività. Un adeguata comunicazione deve avere al meno tre elementi. Assenza Di paure o Inibizioni sociali. di sé

Assertività. Un adeguata comunicazione deve avere al meno tre elementi. Assenza Di paure o Inibizioni sociali. di sé Assertività Un adeguata comunicazione deve avere al meno tre elementi Presenza di Affinate Abilità interpersonali Assenza Di paure o Inibizioni sociali Buona immagine di sé Privata e professionale ESSERE

Dettagli

IL COMPORTAMENTO DEL LEADER E LA REAZIONE DEI MEMBRI DEL GRUPPO IN TRE DIVERSI CLIMI AZIENDALI AUTORITARIO DEMOCRATICO LASSISTA. www.ergonomica.

IL COMPORTAMENTO DEL LEADER E LA REAZIONE DEI MEMBRI DEL GRUPPO IN TRE DIVERSI CLIMI AZIENDALI AUTORITARIO DEMOCRATICO LASSISTA. www.ergonomica. IL COMPORTAMENTO DEL LEADER E LA REAZIONE DEI MEMBRI DEL GRUPPO IN TRE DIVERSI CLIMI AZIENDALI AUTORITARIO DEMOCRATICO LASSISTA Ogni decisione sul da farsi viene presa dal leader. Tutte le cose da farsi

Dettagli

IL COACHING delle Ambasciatrici

IL COACHING delle Ambasciatrici IL COACHING delle Ambasciatrici European Commission Enterprise and Industry Coaching ambasciatrici WAI-Women Ambassadors in Italy, Ravenna, 20/05/2010 2 FASE 1 Le motivazioni e gli scopi FASE 2 L analisi

Dettagli

Amministriamo il vostro stabile dalla parte dei condomini MAURO SARAINO AMMINISTRATORE STABILI

Amministriamo il vostro stabile dalla parte dei condomini MAURO SARAINO AMMINISTRATORE STABILI Amministriamo il vostro stabile dalla parte dei condomini LO STUDIO Amministriamo il vostro stabile basandoci sul principio legale del mandato e sul postulato morale della fiducia, esercitiamo la professione

Dettagli

Gestione del conflitto o della negoziazione

Gestione del conflitto o della negoziazione 1. Gestione del conflitto o della negoziazione Per ognuna delle 30 coppie di alternative scegli quella che è più vera per te. A volte lascio che siano gli altri a prendersi la responsabilità di risolvere

Dettagli

Classe 3 B sc. Padre Gemelli PROGETTO COMPRARE E VENDERE: OPPORTUNITĂ DIVERSE PER IMPARARE AD ARRICCHIRE INTERIORMENTE

Classe 3 B sc. Padre Gemelli PROGETTO COMPRARE E VENDERE: OPPORTUNITĂ DIVERSE PER IMPARARE AD ARRICCHIRE INTERIORMENTE I C PADRE GEMELLI-TORINO COMPETENZA IMPARARE AD IMPARARE Sapersi relazionare anno scolastico 2013-14 Classe 3 B sc. Padre Gemelli PROGETTO COMPRARE E VENDERE: OPPORTUNITĂ DIVERSE PER IMPARARE AD ARRICCHIRE

Dettagli

La consulenza nel campo assicurativo

La consulenza nel campo assicurativo La consulenza nel campo assicurativo inizio Perché i delfini? Perché ci somigliano: intelligenti, abili, veloci, si muovono esperti nel loro vasto blu. Su di loro si può sempre contare. inizio Studi recenti

Dettagli

N. 01/2013. 13 Aprile 2013

N. 01/2013. 13 Aprile 2013 N. 01/2013 13 Aprile 2013 Il bilancio condominiale Innanzitutto cerchiamo di intenderci sul concetto di bilancio condominiale, termine non proprio del condominio ma delle società. In maniera estremamente

Dettagli

Le 5 cose da sapere prima di scegliere un preventivo per un nuovo sito web

Le 5 cose da sapere prima di scegliere un preventivo per un nuovo sito web Le 5 cose da sapere prima di scegliere un preventivo per un nuovo sito web Sono sempre di più i liberi professionisti e le imprese che vogliono avviare o espandere la propria attività e hanno compreso

Dettagli

Condominio 2010. Amministrazione Condominiale e Gestione Beni Immobili

Condominio 2010. Amministrazione Condominiale e Gestione Beni Immobili Stai cercando un amministratore di condominio? Il vecchio amministratore proprio non ti convince più? Non sai in che modo rimuovere il vecchio amministratore? Abiti in uno stabile in cui non c è ancora

Dettagli

Residenziale OBIETTIVO ENERGIA: MENO CONSUMI, PIÙ RISPARMIO. Cofely. Leader nell efficienza energetica e ambientale

Residenziale OBIETTIVO ENERGIA: MENO CONSUMI, PIÙ RISPARMIO. Cofely. Leader nell efficienza energetica e ambientale Residenziale OBIETTIVO ENERGIA: MENO CONSUMI, PIÙ RISPARMIO Cofely. Leader nell efficienza energetica e ambientale AFFIDARSI AI NUMERI UNO Da sempre al servizio dell efficienza per il risparmio energetico

Dettagli

IL MANUALE PER LA TUA BOLLETTA SEMPLICE

IL MANUALE PER LA TUA BOLLETTA SEMPLICE IL MANUALE PER LA TUA BOLLETTA SEMPLICE PER RISPARMIARE SU LUCE E GAS A CASA E IN AZIENDA STEFANO MACRI AZIONI VINCENTI PER RISULTATI ECCELLENTI 1 STEFANO MACRI Imprenditore fin dal 1994, coltivo da sempre

Dettagli

I mercati assicurativi

I mercati assicurativi I mercati NB: Questi lucidi presentano solo parzialmente gli argomenti trattati ttati in classe. In particolare non contengono i modelli economici per i quali si rinvia direttamente al libro di testo e

Dettagli

Copyright@2015 Alessandro Pedrazzoli

Copyright@2015 Alessandro Pedrazzoli Chi sono? Mi chiamo Alessandro Pedrazzoli. Non lavoro nelle HR (risorse umane), non mi occupo di assumere direttamente dei candidati: mi occupo di Marketing, e in questo ebook ti spiegherò come sfruttarne

Dettagli

AFFILIARSI AL Consorzio Ingauno Energia Pulita. L unione fa la forza: unirsi per uno scopo comune

AFFILIARSI AL Consorzio Ingauno Energia Pulita. L unione fa la forza: unirsi per uno scopo comune AFFILIARSI AL Consorzio Ingauno Energia Pulita L unione fa la forza: unirsi per uno scopo comune Il Consorzio Ingauno Energia Pulita: scopi e principali attività Perché unirsi Diritti e doveri del Consorzio

Dettagli

LE FASI DELLA MEDIAZIONE

LE FASI DELLA MEDIAZIONE LE FASI DELLA MEDIAZIONE Tesista: Rigon Mattia Guigno 2014 Ente Formatore: I.CO.TE.A.C.A.T. Srl 1 INDICE 1. INTRODUZIONE..Pag. 3 2. MATERIE OBBLIGO DELLA MEDIAZIONE..Pag. 3 3. AGEVOLAZIONI FISCALI. Pag.

Dettagli

Assessorato alla Salute ed Equità Sociale. Grafica di: Francesca Teot - Comune di Udine

Assessorato alla Salute ed Equità Sociale. Grafica di: Francesca Teot - Comune di Udine Assessorato alla Salute ed Equità Sociale Grafica di: Francesca Teot - Comune di Udine violenza sulle donne Riconosci e combatti la violenza di genere La violenza domestica, quella che avviene quotidianamente

Dettagli

DEFUSING, DEBRIEFING e STRESS INOCULATION TRAINING

DEFUSING, DEBRIEFING e STRESS INOCULATION TRAINING DEFUSING, DEBRIEFING e STRESS INOCULATION TRAINING DEFUSING E una tecnica di pronto soccorso emotivo, si tratta di un intervento breve(20-40 minuti) che viene organizzato per le persone (6-8) che hanno

Dettagli

[moduli operativi di formazione] Manager. Atteggiamento, carattere, capacità, buonsenso.

[moduli operativi di formazione] Manager. Atteggiamento, carattere, capacità, buonsenso. [moduli operativi di formazione] Manager Atteggiamento, carattere, capacità, buonsenso. [MODULI OPERATIVI DI FORMAZIONE] MANAGER Ottenere risultati, dominare gli eventi, portare a termine le operazioni

Dettagli

IL PERCORSO VERSO LA QUALITÀ SALA ACTIV RILON CENTER PLOVDIV 1 NOVEMBRE 2008

IL PERCORSO VERSO LA QUALITÀ SALA ACTIV RILON CENTER PLOVDIV 1 NOVEMBRE 2008 IL PERCORSO VERSO LA QUALITÀ SALA ACTIV RILON CENTER PLOVDIV 1 NOVEMBRE 2008 LE NORME DI RIFERIMENTO ISO 9000:2000 FONDAMENTI E TERMINOLOGIA ISO 9001:2000 REQUISITI ISO 9004:2000 LINEE GUIDA PER IL MIGLIORAMENTO

Dettagli